Page 1

n. 5 - Marzo 2013 rivista a fumetti online


Realizzata dall’Anonima Fumetti in collaborazione con la Scuola Cottolengo e l’Accademia Albertina di Belle Arti Curatori

Nico Vassallo e Bonsignori don Andrea Illustrazione di copertina e logo

Arash Eftekhari

Ottimizzazione, progetto grafico, editing

Studio Parlapà di Davide G.G. Caci Consulenze artistiche

Gianfranco Costagliola e Pierpaolo Rovero Responsabile Web

Gianfranco Goria


Pubblicazione mensile on line realizzata da:

Con il patrocinio della:

p. 5 Mischia... ti al Cottolengo!

Quinto episodo: C’è sfiga e sfiga...

Nico Vassallo Ideazione Alberto Arato Soggetto e sceneggiatura Andrea Dotta Disegni e colore Studio ParlapĂ Lettering e supervisione p. 15 La paura ha sapore di ferro Jacopo Maria Vassallo Ricerche e interviste Nico Vassallo sceneggiatura Alessio Furfaro Disegni, colore e lettering p. 18 La gamba volante Jacopo Maria Vassallo Ricerche e interviste Nico Vassallo sceneggiatura Marcello Restaldi Disegni, colore e lettering


La Citta’ Nascosta Che periodo ragazzi!! Eh si, il tempo cancella tutto e forse queste righe tra qualche anno ci costringeranno a ripetere quella frase… “Cavoli! Sembra ieri!” Ma proprio per questo non possiamo lasciar passare indifferenti questi giorni così convulsi da farci cambiare anche editoriale all’ultimo momento. Già, un Papa nuovo senza che sia morto il vecchio…, un governo non eletto che non riesce a essere sostituito da quello eletto…, un’Europa che pian piano non sa più sentirsi unita e riconoscersi con la sua popolazione sempre più povera. Certamente cari affezionati lettori vi domanderete che cosa centra tutto questo con le strampalate avventure dei nostri eroi Pinza & company o con i racconti così particolari della vita della Piccola Casa. Beh, sono la nostra speranza che, nonostante i tempi così difficili, riconosciamo tra le pagine dei nostri eroi! Ma come non vedere nei gesti di un Papa che si dichiara amante dello sport (calcio e Rugby in particolare) o che interrompe la liturgia Romana per abbracciare un ragazzo sulla carrozzina, la voglia di andare oltre della nostra sconclusionata squadra che lotta nel campo e nella vita in ogni sua puntata? Come non vedere nell’attenzione e nella condivisione del nostro fumetto che racconta il mondo “Cottolengo” quella ormai ineluttabile necessità alla quale il mondo deve indirizzarsi per condividere con chi ha meno di noi. Insomma, non pretendiamo certo di essere profeti. Nemo profeta in patria, dicevano giustamente i latini ma permetteteci di essere orgogliosi di poter dare un umilissimo consiglio, tra le divertenti vignette di un fumetto. Che è ora di non vivere per avere, ma di avere voglia di vivere per un mondo diverso, forse sognante come quello dei fumetti, ma altrettanto vero come quello di un Pontefice che si affaccia alla finestra del mondo e, come in una bella storia semplice, invece di grandi proclami e discorsi ci spiazza con un disarmante... Buona sera a tutti! E allora buona lettura e… continuiamo a sognare!

Bonsignori don Andrea


Episodio 5: c’e’ Sfiga e sfiga...


Figurati. , è così. ve lo giuro

Ma và!

Io non ci credo.

Anch’io non ci volevo credere ma ho dovuto cambiare idea.

.

vece Io sì in

Ti dico che può essere vero.

Di che stai parlando? Ma va!

Io sì, invece.

la sfiga esiste e si può dominare.

No, è impossibile!

Ti dico che può essere vero.

MA No, dai!

Dominare la sfiga? E come si farebbe?

no!

Figurati. AH ah! Io non ci credo.

E lo vengo a dire a te...

ma no!

a va! Guarda che siamo del ventunesimo secolo, cocco...

Dove hai messo il voodo e i sonagli? Ti mancano il gonnellino di paglia e il falò

A me sembra che lui manca cervello...


Che cosa succede qui? Perché non siamo in campo ad allenarci?

Siete tutti scemi. Se non la smettete io potrei anche… Basta, non fatemi continuare…

Stai attento che a sentir lui non ti cada un aeroplano in testa mentre giochi. Ho detto: Che cosa sta succedendo qui?

È lui che ha cominciato. Dice che può dominare la sfiga!

Pfffffffff!

Dominare che cosa?

La sfigaaaaaa!

Sapete che vi dico? Lancio la sfiga più gigantesca che c’è su questa stupida squadra!

Semmai è la sfiga che domina te.


E per tenerla lontana io ho sempre qualcosa.

La sfortuna non esiste, Gennaro. E invece esiste Mister. Eccome.

certo oggi la squadra proprio non va.

alla fine dell’allenamento...

Non volevano credermi eh?

Ehm... Ehm...

Dagli allo Jellatore!


.

tita

Par

La sfortuna non esiste, Gennaro.

Che cos’è questa storia della sfortuna?

Da un po’ di tempo qui regna la sfiga.

Esiste, Mister, esiste.

Affari vostri. Non ci avete creduto? Peggio per voi.

E dài, levaci ’sta sfiga. Stiamo perdendo sempre.

Io dice che forse noi non è impegnati bene: per questo gioca male...

Adesso non ridi più, eh?

Contro la sfortuna non si può combattere.

Contro la sfortuna non c’è niente da fare.


Questa storia non mi va giù.

Sono stufa di tutta questa sfiga.

La sfiga è contagiosa. Più ne hai e più te ne viene.

Anch’io non ne posso più.

E poi c’è chi è sfigato dalla nascita. Se la porta dietro finché crepa...

Eccome se c’è!

e nella Nostra squadra qualcuno c’è di sfigato...

Questa storia della sfiga deve finire!

C’è un’assemblea della squadra. È segreta. Ci troviamo in circoscrizione. Comunque se Bonderien non ritira la sfiga io me ne vado!

Anch’io!

Circoscrizione? Bene, bene....

Pronto... Zio? Come va? Avrei bisogno di un favore...


Allora chi vuole andarsene?

Ma così la squadra si distrugge!

Io! Io! IO!

Meglio una squadra distrutta che una squadra sfigata.

Sono d’accordo.

Io continua a dire che basta impegno. Lui vince sfiga.

allora è deciso. Bonderien non ritira la sfiga? Ci ritiriamo noi.

Sacrosanto!

Ma nessuno ti ascolta.

La nostra squadra è morta. Tutti se ne vogliono andare. Ehilà ragazzi, che ci fate qui?

questioni di sfiga.

La sfiga non esiste. vallo a dire agli altri.


Io ci starei, ma gli altri...

Vabbé ragazzi, la squadra è vostra... Fate quello che volete. Vi andrebbe un’ultima partita?

EDdai, non fatemi quella faccia triste...

Adam, Azar... Prendete qualche giocatore e fate una squadretta contro questi...

Ma io questi li conosco... Ehi, giocano nella nazionale junior...

allora vi va una partitella? Se vincete voi, lasciate la squadra. Se vinciamo noi continuate a giocare. Giocate anche voi?

Si capisce, no? A meno che non abbiate paura...

P N a O u I r ? A !


.

r

zo

Te

MPO

TE

Questo è il momento che mi piace di più..

Com’è andata l’assemblea... segreta?

Avevate ragione. La sfiga esiste.

Una assemblea in tre tempi... Partita ben giocata! Mi dispiace ma questa volta avevate ragione voi. La sfiga NON esiste... Abbiamo evitato la catastrofe...

Dov’è Bonde?

Da quando ha scoperto che non era questione di sfiga...

...ma di impegno...

Come si fa a giocare come voi?

è sparito.

Ci vuole impegno...

Grazie, Zio. Gli avete insegnato che tutti sono capaci a impegnarsi quando tutto va bene...

La sfiga esiste o no?

...e a dare la colpa alla sfiga quando le cose Vanno male.

Io però non ho ancora capito...

Certo che esiste.

È quella che ho avuto quando mi è venuta l’idea di mandarvela.


BONDERIEN Mi presento:

BNon

fatevi

ingannare

dal

mio

cognome.... Ma che fantasia hanno avuto i miei

antenati.... BonDeRien. Tutti credono che sia

nobile. Ma purtroppo letteralmente il mio nome

vuole dire, più o meno Buonannulla... L’unico neo

che offusca un po’ la mia personalità.

Nome: Fabrizio

Cognome: Ve l’ho già detto. A me piacerebbe chiamarmi.... non

so.... Rodescalchi; Guildiverni.... Ma niente....

Segni particolari: Molti ce l’hanno con me ma io sono indispensabile alla

squadra. Anche se non se ne accorgono, quando manco io, manca qualcosa di importante.

Fidanzata: Non me la vado certo a cercare tra le femmine che giocano qui.

Io ho bisogno di una ragazza dolce e rilassata, che ami la tranquillità e le cose belle. E che sia un po’ più ricercata di certe ciccione che circolano nei dintorni.

Amici per la pelle: Tutti vogliono essere miei amici anche se non lo sanno ancora. Credo che da quando sono arrivato io la squadra sia cambiata ma molto deve

ancora cambiare. Quando tutti capiranno che io sono indispensabile per il gioco cominceranno finalmente a preferire me a quel buzzurro di Spesso. Nemico per un giorno: Spesso

Antipatico in eterno: Spesso

Nemico per sempre: Spesso Odioso cosmico: Spesso

Desideri: Occupare il giusto posto che mi spetta nella considerazione di tutti, cosicché tutti possano ascoltare quello che ho in testa e smettano di dire che parlo a vanvera

Pensieri: Io sono molto intelligente. Sono anche parecchio bello.

Quando voglio so anche essere estremamente simpatico. Gioco da Dio.

Se non ci fosse Spesso, sarei sicuramente io il capitano. Lui lo è solo perché è più alto di me di qualche centimetro.

Peccato che gli altri non siano alla mia altezza.


La città nascosta è un progetto della: Scuola Cottolengo

In collaborazione con:

Anonima Fumetti associazione di professionisti del fumetto con il compito di valorizzare l’arte del fumetto anche come occasione di lettura per i più giovani.

Associazione Sportiva GiuCo fa dello Sport un arma di integrazione che da anni svolge campionati “normali” con tutti i soggetti svantaggiati ispirandosi ai principi di San Giuseppe Cottolengo.

Movimento Cristiano Lavoratori organo di carattere sociale, di solidarietà e volontariato senza scopo di lucro. M.C.L. intende promuovere l’affermazione dei principi cristiani nella vita, nella cultura, negli ordinamenti, nella legislazione ed opera per un rinnovato ordinamento sociale, in cui siano assicurati, secondo giustizia, il riconoscimento dei diritti e la soddisfazione delle esigenze spirituali e materiali dei lavoratori.

Hanno supportato quest’opera:

Per informazioni sulla città nascosta, scriveteci. segreteria@anonimafumetti.org

La Città Nascosta 5  

http://www.afnews.info

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you