Page 1

n.102 - www.tinotte.ch

SINCE 1999

GUIDA AL TEMPO LIBERO & BENESSERE - INSUBRIA

by

Night & Day


2


SOMMARIO

tinotte.ch

3

n.102 - tinotte.ch

by

AGENDE Mostre, fiere & rassegne Agende arte, teatro & cabaret Christmas Vllage Caslano on Ice Agenda Eventi e musica Blenio & dintorni Agenda Como Agende Varese

CONCORSI 4 6 8 10 18 20 21

12 14 16 17

GASTRONOMIA 29

ENOLOGIA La Via di Bacco Valsangiacomo Vini

30 31

Abbonati e vinci

FIERE/ESPOSIZIONI Mondo Bimbi Fiera Sposi Choc Ticino Vegetariano

22 25

Rassegne gastronomiche

MUSICA Intervista a Tullio De Piscopo Intervista a Iza&Sara Intervista a Giorgio Conte Ricordando Norman Hewitt

Osteria Birraria da Rinalda, vincitrice IV Edizione Presentazione concorrenti VII Edizione

2 2 5 28

GUIDA AL TEMPO LIBERO & BENESSERE - INSUBRIA

In palio per tutti 10 biglietti per Choc 10 biglietti per Mondo Bimbi Solo per gli abbonati 4 biglietti Raul Cremona 4 biglietti HCL - 4 biglietti HCAP

Osteria Odeon

LUNEDÌ 20/11/2017 PRESSO Cucina tipica Ticinese e Mediterranea Via Peri 14, CH-6900 Lugano - Tel. +41 91 923 16 21

Serata casting per agenzia hostess

SINCE 1999

SINCE 1999

GUIDA AL TEMPO LIBERO & BENESSERE - INSUBRIA

by

Night&Day


4

AGENDA MOSTRE, FIERE E RASSEGNE MOSTRE Ven 01.01.16 - Dom 31.12.17 ¨ Mario Bernasconi e Irma Bernasconi Pannes Tutto il giorno Piazzetta Mario Bernasconi, Pazzallo

Mer 27.09.17 - Sab 30.12.17 Moda dipinta, Arte indossata Tutto il giorno Galleria Canesso, Lugano Mer 11.10.17 - Sab 09.12.17 Ugo La Pietra - Campo Tissurato. I segni e l’urbano Tutto il giorno Studio Dabbeni, Lugano Sab 23.09.17 - Dom 10.12.17 Totò Genio Tutto il giorno Villa Ciani , Lugano

Gio 28.09.17 - Sab 16.12.17 Pot-Pourri – Da Picasso a Valdés La collezione Braglia Tutto il giorno Fondazione Braglia , Lugano

Dom 24.09.17 - Dom 21.01.18 Sulle vie dell’Illuminazione Tutto il giorno Museo d’arte della Svizzera italiana Lugano

Sab 23.09.17 - Dom 10.12.17 Villa Ciani 3D Tutta un’altra villa. Una visita in realtà aumentata Tutto il giorno Villa Ciani , Lugano

Ven 20.10.17 - Dom 10.12.17 Délio Jasse Mobility of Things - Mostra fotografica Tutto il giorno Spazio 1929 , Lugano

Dom 08.10.17 - Dom 21.01.18 Oliviero Toscani. Immaginare Tutto il giorno m.a.x. Museo , Chiasso

Ven 27.10.17 - Ven 15.12.17 Alfredo Chighine Visione e trasfigurazione - Dipinti 1949-1972 Tutto il giorno Galleria De Primi Fine Art , Lugano


tinotte.ch RASSEGNE DEL CINEMA Mer 04.10. - 18.10 - 08.11 - 06.12 XXVI edizione delle serate al cinema Aula Multiuso della Facoltà di Teologia Lugano

Dom 03.12.17 (15:00) Billy il koala Il Cinema dei Ragazzi Cinema Iride , Lugano

Lun 13.11.17 (15:00) Castellinaria - Film di apertura Il Cinema dei Ragazzi Espocentro, Bellinzona

03.12.17 (17:30, 20:30) Florence Club Cult Studio Foce , Lugano

Dom 19.11.17 (17:30, 20:30) Lion - La strada verso casa Club Cult Studio Foce , Lugano

Gio 07.12.17 (18:30) Ciclo de cine en español Gente de Bien Ascona Dom 10.12.17 (15:00) I fratelli Neri Il Cinema dei Ragazzi Cinema Iride, Lugano

Sab 25.11.17 (16:30) Castellinaria Fantoche Best Kids 2017 Il Cinema dei Ragazzi Espocentro , Bellinzona Dom 26.11.17 (15:00) Film dalla 30° edizione di Castellinaria Il Cinema dei Ragazzi Cinema Iride , Lugano

Dom 17.12.17 (15:00) Phantom Boy Il Cinema dei Ragazzi Cinema Iride, Lugano

FIERE E ESPOSIZIONI Ven 10.11.17; Sab 11.11.17; Dom 12.11.17 Fiera di San Martino Tutto il giorno Prati di San Martino , Mendrisio

5


SINCE

6

by

Night & Day

AGENDA ARTE, TEATRO E CABARET Mer 01.11.17 Storie di Lupi | Alberto De Bastiani 35° Festival Internazionale delle Marionette Teatro Foce , Lugano

Sab 07.10.17 - Dom 10.12.17

Dom 05.11.17 - 11:00

Bozze per la pubblicità sulla rivista Ticino Pulcinella by Night n. 102 B10 - decima Biennale dell’immagine | Gaspare Nasuto Borderlines. Città divise / Città plurali LAC - Sala Teatro, Lugano Ticino by Night&Day, via S. Gottardo 26, CH-6900 Lugano Tutto il giorno 35° Festival Internazionale Canton Ticino Città del Ticino tel. +41 (0)91 605 73, 00 - fax +41 (0)91delle 605Marionette 73 04 Teatro Foce , Lugano

Dom 05.11.17 - 16:00 Il gigante e altre meraviglie Teatro Nikolai Zykov Teatro Foce , Lugano Sab 04.11.17 – 14:15 - 15:45 Il cesto di frutta di Caravaggio Museo in Erba , Lugano

Luogo e data: Firma per accettazione:

Mar 07.11.17 - Mer 08.11.17 - 20:30 Medea LuganoInScena Stagione 2017/ 2018 LAC - Sala Teatro , Lugano


tinotte.ch Mer 08.11.17 - 20:30 Dado in CANTAlaNOTIZIA Palazzo dei Congressi , Lugano Mer 08.11.17 - 20:30 Niente sesso, siamo inglesi Rassegna Home-Amateur Teatro Foce, Lugano

Sab 11.11.17 – 14:15 - 15:45 Georges Braque. Dov’è finita la chitarra? Museo in Erba , Lugano

Dom 12.11.17 - 20:30 Divina LuganoInScena Stagione 2017/2018 LAC - Sala Teatro, Lugano

Sab 11.11.17 – 15:00 Aladin e la lampada meravigliosa Palazzo dei Congressi , Lugano

Mar 17.10 - Mar 24.10.17 - Mar 7.11.17 Mar 21.11.17 - Mar 28.11.17; 16:45 - 18:15 Ciack si gira! Museo in Erba , Lugano

Ven 10.11.17 - 20:30 Milite Ignoto LuganoInScena Stagione 2017/2018 Teatro Foce , Lugano

Mar 14.11.17 - Mer 15.11.17 - 20:30 Filumena Marturano LuganoInScena Stagione 2017/2018 LAC - Sala Teatro, Lugano

Ven 10.11.17 - Dom 19.11.17 Lugano Photo Days Tutto il giorno Ex Macello , Lugano

Sab 18.11.17 - 17:00 7° World Forum per la Pace Villa Sassa Hotel Lounge , Lugano Sab 11.11.17 - 20:30 Il nudo e la nuda Rassegna Home-Amateur Teatro Foce , Lugano

Anna Maria Barbera Ma Voi… Come Stai?

Dom 12.11.17 - 16:00 Jack e il fagiolo magico LuganoInScena Stagione 2017/2018 Teatro Foce, Lugano

Palazzo dei Congressi a Lugano

Mercoledì 28 febbraio 2018 ore 20.30

Prevendita: Biglietteria.ch Info: www.showtimesagl.ch

7


8

EVENTI

Christmas Village Caslano on Ice Dal 6 dicembre 2017 al 7 gennaio 2018 Servizio a cura della Redazione

La manifestazione invernale intende riunire tutta la popolazione, dai più piccini alle persone della terza età, nella meravigliosa cornice del salotto del lago di Caslano immerso in una magica atmosfera natalizia con profumi, giochi di luci multicolori e musica in armonia. La nuova rassegna invernale mette a disposizione un luogo perfetto nel Malcantone per trascorrere ore liete in compagnia; il posto ideale per darsi appuntamento con un brivido di freddo in riva al lago per poi scaldarsi di armonia e divertimento natalizio sia di giorno che di sera. Accanto alla possibilità di pattinare sulla pista di ghiaccio artificiale di ben 375 m2 situata sul lungo lago di Caslano, in un turbinio di luci colorate e musica di sottofondo, verrà offerto un programma di eventi, animazioni mozzafiato per grandi e piccini e tante sorprese. All’interno del villaggio natalizio ci sarà la possibilità di assaggiare diverse specialità gastronomiche preparate nelle casette nordiche presenti. Il villaggio disporrà inoltre di un luogo dove ci si potrà accomodare a bere o mangiare al caldo, ma per gli amanti del brivido del fresco, all’esterno saranno presenti

tavolini con funghi riscaldanti per poter godere appieno la magnifica riva del lago e ammirare i pattinatori. L’evento, il paese e la regione godranno di una pubblicità e immagine importante, dove i visitatori riscopriranno la bellezza del paese di Caslano d’inverno. La manifestazione verrà organizzata dalla nuova Associazione ricreativa GradoZero; con l’impegno in primis del comitato e il supporto dei membri e volontari che si sono messi a disposizione, vogliamo creare un evento esclusivo e magnifico in una cornice da fiaba per la regione Malcantone. L’associazione GradoZero si auspica una partecipazione duratura degli sponsor principali e di categoria al fine di poter portare avanti nel tempo questo progetto alla portata di tutti, arricchendolo di eventi a tema e sorprese. Grazie al sostegno del Comune di Caslano, alla partecipazione di associazioni volontarie e commercianti locali si vuole coinvolgere tutta la popolazione della regione. I mass media coinvolti amplieranno l’eco della manifestazione e degli sponsor che la sostengono. Per info e programma: www.gradozero.ch

Siamo una Associazione ricreativa di Caslano che non persegue scopi lucrativi. L’associazione nata a maggio del 2017 intente promuovere attività culturali, ricreative e benefiche in primo luogo a favore della popolazione di Caslano e della regione Malcantone. Gli eventi saranno indirizzati a tutte le fasce d’età; dai più piccini alle persone della terza età e dai single alle famiglie. Dopo un lungo periodo di progettazione stiamo preparando per tutta la popolazione della regione un evento esclusivo durante il periodo natalizio. L’evento denominato Christmas Village Caslano on Ice si svolgerà in Piazza Lago a Caslano dal 6 dicembre 2017 al 7 gennaio 2018.

Il Comitato Il Comitato GradoZero GradoZero CH-6987 Caslano CH-6987 Caslano info@gradozero.ch info@gradozero.ch www.gradozero.ch www.gradozero.ch GradoZeroCaslano GradoZeroCaslano


tinotte.ch

9


10

MUSICA eventi

classica e lirica

jazz e blues

Sab 07.10 - 04.11.17 - 02.12.17 10:00 - 18:00 Villa Ciani 3D Tutta un’altra villa. Una visita in realtà aumentata Villa Ciani , Lugano

rock

leggera

latin e tango

Gio 16.11.17 Notte Bianca delle Carriere @ USI 2017 USI - Università della Svizzera italiana , Lugano

tecno e altri

etnic e folk

Sab 27..11.17 - 21:30 Rock Night Live - Alto Voltaggio Glem Risto Break - Camorino

Sab 18.11.17 - 11:00 - 17:00 Riparare invece di buttare! Caffè riparazione Capannone delle feste , Pregassona

Ven 08.12.17 - 10:00 Mercato dell’artigianato Comune di Muralto , Muralto

Sab 04.11.17 - 12:00 Sagra dei cicit Capannone di Cerentino , Cerentino Lun 06.11.17 - 20:00 Miglior Sportivo Ticinese 2017 Cardada, Locarno – Cardada Palazzo dei Congressi , Lugano Dom 08.10.17 - 12.11.17 - 10.12.17 09:30 - 14:00 Le domeniche di Kreiamoci Yolo Pub , Breganzona

Dom 19.11.17 - 15:30 Psst Psst: Peo in tour nella Svizzera Italiana Scuola elementare , Roveredo Grigioni

Ven 08.12.17 Mercato di Sant’Ambrogio Tutto il giorno Dangio paese , Dangio-Torre D

Gio 23.11.17 - Dom 07.01.18 - 10:00 Locarno on Ice Piazza Grande , Locarno Me, 01.11.17 – 21:30 Ermal Meta Studio Foce, Lugano

Dom 12.11.17 - 10:00 Wine and Premium Cigars tournament Centro Dannemann , Brissago

Sab 25.11.17 - Dom 07.01.18 Mendrisio sul ghiaccio 2017 Tutto il giorno Piazzale alla Valle, Mendrisio


tinotte.ch Sab 04.11.17 - 21:30 Hundred Waters Rassegna RACLETTE Studio Foce , Lugano

L’Orchestra della Svizzera italiana LuganoMusica - Stagione 2017/2018 LAC - Sala Teatro , Lugano

Ven 10.11.17 - 20:30 Franco Battiato Palazzo dei Congressi , Lugano

Sab 04.11.17 - 20:30 Emanuele Vianelli Concerti d’organo Brione s/ Minusio Chiesa di Santa Maria Lauretana Brione sopra Minusio Dom 05.11.17 - 17:00 Concerto Corale I Cantori delle cime LAC - Lugano Arte e Cultura , Lugano Dom 05.11.17 - 20:30 Bellincanto Finale del concorso internazionale di canto lirico Aula Magna Scuole Nord , Bellinzona Mer 08.11.17 - 18:00 Aperi-jazz @ Jazz in Bess Jazz in Bess , Lugano Gio 09.11.17 - 20:30 Le Corti in Canto

Ven 10.11.17- 18:30 Ritratti - Olivier Messiaen LuganoMusica - Stagione 2017/18 LAC - Sala ex convento - Refettorio Lugano

Ven 10.11.17 - 21:00 Fabri Fibra in Fenomeno Tour Padiglione Conza , Lugano

Ven 10.11.17 - 20:30 BelCanto The Luciano Pavarotti Heritage Palazzo dei Congressi , Lugano Ven 10.11.17 - 20:30 TI-Blues for Children Blues&Benefit Studio Foce , Lugano

Ven 10.11.17 - 21:00 Simone Graziano Frontal feat. David Binney @ Jazz in Bess Jazz in Bess , Lugano Sab 11.11.17 - 21:00 Jazz - The Story Palazzo Civico, Lugano

Mer 15.11.17 - 20:00 Hang Massive Spiritual Music

11


12

MUSICA

Intervista esclusiva a...

Tullio De Piscopo A cura di Angelo Quatrale - Speaker Radio Fiume Ticino

Abbiamo il piacere d’intervistare, in questo nuovo numero di Ticino by night and day, Tullio de Piscopo, cantante, cantautore, batterista e percussionista napoletano (che vive a MIlano da 35anni), tra i piu’apprezzati a livello internazionale. Ritmo e creativià sono le caratteristiche, che lo contraddistinguono. Suo padre suonava le percussioni, nell’orchestra Scarlatti di Napoli e suo fratello (scomparso all’età di 20 anni) era batterista jazz. Tullio é riuscito a portare la batteria , dal fondo al centro del palco. ”Funky virus” la sua ultima produzione, che vede come ospite il grandissimo trombettista Randy Brecker. Angelo Quatrale: mi ricordo , parecchi anni fa, di aver incontrato Kim Brown, il cantante dei Kim and thje Cadillacs (grande band rock and roll anni ‘70), che mi raccontava delle tue grandi incisioni discografiche per loro. Mi narrava di una volta, dove in sala d’incisione, si era rotto il nastro. Avevano poi fatto una giunta e tu dovevi entrare al punto esatto della stessa. Risultato entrata secca al primo colpo nel punto esatto. Kim raccontava “se provavamo altre 30 volte, il risultato era lo stesso”. Sei sempre stato un fenomeno di bravura. Ricordiamo a livello discografico ”Andamento lento” del 1988 (Festival di San Remo), che riscosse un successo notevole (mi ha confidato che con quel pezzo , si é comprato la sua casa di Milano).

“E allora allora” del 1989, “Stop bajon” (rap composto da Pino Daniele in 7/4), “Fatto e sorde” del 1985, ”Jatao’” del 1990 e tanti altri successi. Questa ultima tua produzione, l’hai pensata e realizzata negli ultimi periodi, od era un po’ che ti girava in testa? Tullio de Piscopo: ti ringrazio per le belle parole. In questo ultimo periodo mi sono dedicato a fare questa trilogia, per i miei 50 anni di carriera, che stiamo festeggiando live un po’ dappertutto.Il cofanetto con i 3 dischi si chiama ”50 anni senza padrone”. É una raccolta di 56 canzoni con 3 inediti. “Funky virus “ é accompagnato anche da un video divertente.

A.Q: In questi anni hai collezionato collaborazioni strepitose: Gerry Mulligan, Billy Cobham, Mina, Celantano, Gaber, Dalla, Battiato, DE André, Astor Piazzolla. Hai composto colonne sonore di film importanti come ”MI manda Picone”, di Nanny Loi, ”Naso di cane” e “Razza selvaggia” di Pasquale Squittieri, “32 dicembre” di Luciano De Crescenzo. Le collaborazioni con Pino Daniele sono state straordinarie per la storia della musica.Mi ricorda un live a Campione d’Italia (sotto la pioggia) ed uno in Piazza Duomo a MIlano dove suonavate con l’impanto dei Pink Floyd, che avevano utilizzato nel famosissimo ”LIve a Pompei”. Quando sei chiamato a suonare nei dischi e dal vivo,hai piena libertà esecutiva, o ti viene chiesto di lavorare seguendo determinati criteri? TdP: La maggior parte delle volte vogliono il mio tocco ed il mio suono, il mio stile e la mia personalità musicale. Con “mio fratello” , Pino Daniele , che mi manca tantissimo, molto spesso nonprovavamo neanche , ed andavamo sul palco a divertirci e far divertire. Spesso nei sogni sento le sue parole e vedo la sua immagine. Avevamo sempre un feeling incredibile, lui ti dava tanto a tutti i livelli ed ésempre stato un grandissimo. A.Q.: a volte la parola alchimia , viene un po’ abusata a livello musicale, ma con voi c’era ed anche tantissima. Le caratteristi-


tinotte.ch TdP: Bella domanda. E’ vero il mio curriculum mi dà delle responsabilità. Essere indicato come il “re”, sai com’é. A volte lo vogliono uccidere sto re.(ridiamo). Cerco di stare sempre concentrato ed anche l’adrenalina mi aiuta molto e mi dà una grande spinta nella creazione. A.Q: suonerai anche con Joe Amoruso con cui ho suonato nel Tour di Alberto Fortis in alcune date? TdP: si si anche con Tony Esposito. Loro sono le pietre miliari. A.Q: questa raccolta di brani , che festeggiano 50 anni di carriera la intendi come un punto di partenza più che di arrivo?

che che la evidenziano, sono il cuore e l’energia? Una “bomba atomica” d’amore per la musica e molta creativita’? TdP: Con Pino c’era una sintonia totale. Durante alcuni spettacoli, facevamo alcuni pezzi solo in duo, con una mini batteria che avevo costruito per l’occasione e chitarra e voce. C’era un’intesa fortissima sul palco e ci donavamo completamente alla musica ed al pubblico. A.Q,: Stai attrversando tante generazioni e periodi musicali. Cosa ne pensi, visto che hai un’estrazione artistica, con radice antica, ma contemporaneamente modernissima, nelle tue creazioni, sempre proiettate verso il futuro? TdP: Hai ragione sono sempre stato un po’ avanti (ride). Per esmpio alcune cose che avevo composto agli inizi degli anni ‘70, sono diventate di moda adesso. Pezzi come ”coagulations”, “Fatness”, sono venduti negli Usa in vinile al prezzo di 900 dollari. E sono suonati da artisti del black music come basi.

A.Q: Moltissimi musicisti ti citano come drummer di riferimento. Questo ti dà grande forza , ma anche responsabilità?

TdP: ci pensavo in questi giorni, é un punto fisso di sicuro, ma anche un momento di spinta. Un regalo per me, ma soprattutto per i miei estimatori a cui devo tantissimo ed abbraccio. A.Q; onore grande averti intervistato

13


14

MUSICA

Intervista al duo romagnolo

IZA&SARA A cura di Marco Paltenghi [RSI] Come nasce il duo Iza&Sara? Iza&Sara nascono come due ottime amiche che hanno cominciato la loro carriera come cantanti soliste. Presto abbiamo capito che l’unione delle nostre voci creava qualcosa che valeva la pena di esplorare: il duo vocale femminile con voci agli antipodi, ritenuto vincente da entrambe, e la forza creata dalla condivisione di idee chiare ed obiettivi precisi. Sosteniamo fermamente che la discografia italiana abbia ancora spazio per noi. L’amicizia che ci lega ha alimentato i primi passi del progetto ed è, a nostro avviso, anche il motivo per cui ad oggi siamo così forti insieme: sappiamo di dover essere sempre l’una al pari dell’altra per riuscire a dare il massimo su un palco, nessuna delle due prevale sull’altra, e la stima e l’affetto reciproci rendono questo processo automatico. I riscontri positivi hanno rafforzato l’entusiasmo iniziale e la nostra ambizione, ma la vera chiave della nostra perseveranza e dedizione è da ritrovare nel gusto di poter condividere ogni risultato, nel bene o nel male, con una persona che gode del tuo rispetto, che condivide il tuo sogno più grande e la tua motivazione nel voler ottenere risultati concreti. Nessuna delle due ama accontentarsi e entrambe puntiamo in alto, consapevoli che i grandi risultati si ottengono a piccoli passi.

Il 13 ottobre è uscito il vostro primo singolo “Dalla cenere”: cosa rappresenta per voi? Il singolo anticipa il nostro primo EP in uscita la prossima primavera, tracciando un filo conduttore, un manifesto che rappresenta il primo lavoro inedito scritto e composto da noi in veste di cantautrici. Si parla di nuovi inizi, ripartenze, di sapersi reinventare, riscoprire. Si parla di coraggio e motivazione, di forza e libertà. Dalla Cenere è un incoraggiamento, un inno all’ottimismo che mette in luce le infinite possibilità di rinnovamento che la vita ci mette di fronte ogni giorno. I vostri artisti che amate maggiormente? Siamo sicuramente accomunate da influenze musicali provenienti dal mondo pop, ma nello specifico evidenziamo alcune fondamentali differenze. Iza è attratta dallo stile italiano cantautorale e da sonorità jazz-swing: tra gli artisti preferiti cita Carmen Consoli, Shirley Horn e Sarah Vaughan. Sara, invece, predilige il British Pop di Ellie Goulding, l’indie folk di Lisa Hannigan e il pop-soul di Jessie Ware e Sara Bareilles.

Cosa ne pensate dei talents in tv? È un discorso delicato da affrontare. I talent hanno, sicuramente, l’enorme vantaggio di dare grandissima visibilità ad artisti fino a quel momento sconosciuti, o quasi. L’altra faccia della medaglia è che, proprio a causa di tutta quella visibilità, può accadere di “bruciarsi” una carriera e venire considerati dei prodotti di scarto dalla discografia italiana. Crediamo che demonizzarli a priori sia un errore: i concorrenti dovrebbero presentarsi con la consapevolezza che i talent sono vetrine, seguono meccanismi televisivi e spesso non vanno a braccetto con la realtà musicale “esterna”. È giusto scegliere se fare un talent con questa consapevolezza: valutando tutti i pro e i contro, coscienti dei compromessi che artisticamente si è disposti a fare e del tipo di pubblico a cui si rivolge il programma. Ed infine i vostri sogni nel cassetto? Noi siamo fortunate: viviamo di musica, dividendoci tra lezioni di canto, organizzazione di eventi, live e cerimonie. Il nostro desiderio più grande sarebbe quello di poterci dedicare esclusivamente al nostro progetto in duo: avere più spazio e tempo per la fase creativa, poterlo vivere come un lavoro a tempo pieno.


tinotte.ch

Iza&Sara è un progetto musicale composto da Elisa Babini, contralto con anomalia congenita ovvero ipoplasia delle false corde vocali, e Sara Valgimigli, soprano con peculiari caratteristiche da mezzo soprano. Formatosi nel 2012 a Faenza, sotto la guida del maestro Gabriele Bertozzi, il duo è in grado di dare una personalissima chiave di lettura a un genere musicale vasto e ibrido che combina l’indie al pop, sia grazie all’uso di strumenti non comuni come il vibrafono e l’occasionale assenza di batteria, ma soprattutto grazie alla combinazione elegante tra le timbriche molto particolari e calde di Iza e la predisposizione naturale per il falsetto coniugata all’estrema facilità di passaggio tra i registri vocali di Sara. La provenienza delle due cantautrici da un percorso formativo molto diverso ha permesso loro di creare uno stile personale e riconoscibile preservando allo stesso tempo

la propria identità artistica, reinventando così il tradizionale duo femminile in chiave moderna. Negli anni, il duo si divide tra musica dal vivo e partecipazioni a contest, con esibizioni in locali e festival della Romagna, presentando inizialmente la propria personalissima interpretazione di cover riarrangiate. È così che attirano i consensi non solo del pubblico ma anche degli esperti del settore, conquistando risultati importanti come il primo posto nella categoria pop al Festival Delle Arti di Bologna (direzione artistica di Andrea Mingardi) nel 2013, e il primo posto al concorso nazionale Musica è nel 2014, segnalate da giuria e pubblico come autentica rivelazione della manifestazione. Sempre nel 2014 matura un passo piccolo per il mondo della musica ma grande per Iza&Sara: l’incontro con Giuseppe Anastasi (autore di Arisa), che ha influenzato profondamente l’approc-

cio musicale delle due cantautrici e che le ha spronate a produrre melodie e testi profondamente autentici e personali. Nascono i primi brani inediti. Nel 2016 arriva la vera svolta: il contratto con l’etichetta discografica indipendente PMS Studio. Iza&Sara sono ora interamente dedite al processo creativo, passando le giornate in studio a comporre l’EP di esordio, al debutto nel 2018 e anticipato da tre singoli, in uscita nei prossimi mesi.

15


16

MUSICA

Al Corners+, incontriamo

GIORGIO CONTE A cura della redazione A Lugano è sorto un nuovo ritrovo pubblico, Corners + in via Bossi, (vicino al mitico Bar Laura) che vuole offrire ai propri clienti un concetto diverso di ristorazione. Tra i suoi atout quello di voler incentivare eventi culturali. Riscoprendo in un certo senso l’origine dei Café francesi di fine ottocento. Nei prossimi mesi sono previsti diversi incontri con personaggi culturali di vari settori.Oggi vi presentiamo un estratto della chiaccherata pubblica con il cantauotre Giorgio Conte: Nel corso nella mia carriera ho raschiato molto il barile autobiografico, delle situazioni che mi piaceva far rivivere nelle canzoni. Alla domanda diretta all’artista su come fosse cambiato il suo approccio nel “fare musica”, l’artista ha risposto: “Nel corso nella mia carriera ho raschiato molto il barile autobiografico. Ho costruito su delle situazioni che poi mi piaceva far rivivere nelle canzoni. Adesso viaggio un po’ più sulla fantasia pura e oscura. Non critiche nel senso tipico del termine ma un po’ stravaganti che possono farti chiedere com’è nata questa canzone. Ne ho una, ma ora non potrei dirlo, che magari va al festival di Sanremo. Vabbè

per non essere cacciato importante che deve essere inedita e inascoltata. Quindi vi spiego la canzone nasce da una filastrocca che io ricordo dall’infanzia. Me la sono sempre portato dentro, una filastrocca che mi cantava una domestica di mia nonna materna che faceva “chic chic putt putt..l a mula non andava”. Ed io ridevo come un pazzo! Mi interessava questo animale che faceva fatica a muoversi e mi faceva ridere (a causa dei fonemi) chic chic putt putt. I bambini adorano queste filastrocche senza senso. Ma c’era anche la problematica di questo animale che faceva fatica. Io facevo il tifo per questo animale che prima o prima, speravo, si mettese in moto. Era però divertente che faticasse tanto ad andare avanti nella sua vita. Ho trovato una melodia adeguata per questa canzone. Ecco posso affermare che oggi lascio più libertà al mio pensiero. Una volta non avrei mai messo in musica una filastrocca“. L’artista ha avuto qualche parola con tutti i presenti e assieme agli avventori del locale – prima di correre in radio per un’esibizione – ha poi cenato continuando a raccontare… pezzi di una lunga carriera.

NUOVO

Giorgio Conte (*nato a Asti il 23.04.1941), è un cantautore e compositore italiano. Comporre le musiche di molte canzoni per numerosi cantanti come Rosanna Fratello, Gipo Farassino, scrive per Ornella Vanoni e Mina, anche vocalmente, per Loretta Goggi e Rossana Casale. Partecipa ad un programma radiofonico su Radio Due e si dedica anche al teatro. È conosciuto oltre che in Italia anche in Europa e Canada.

Gio 26.10 ore 17.00 Mar 07.11 ore 19.00 Sab 11.11 ore 15.00 Mer 22.11 ore 19.00

Serata con i vini Tamborini Serata InterNations Caffè letterario Corners + Incontra Lugano: inaugurazione ufficiale

Tutti i Giovedì chiusura ore 1.00, Venerdì e Sabato ore 2.00


tinotte.ch

RICORDANDO NORMAN HEWITT A cura di Silvan Zingg

Il mondo musicale Ticinese è in lutto. È scomparso settimana scorsa l’organizzatore del Blues Top Bop festival, l’evento Luganese di fine estate. Ti ricordo come una persona disponibile e con un incomparabile brillare negli occhi quando parlavamo di musica. Adoravo ascoltarti, eri un’enciclopedia vivente. In ogni occasione eri sempre un british gentleman vestito bene con camicia e cravatta. Sei stato per tre anni il mio professore di inglese al Liceo di Lugano 2. Parlavi spesso e volentieri con passione dei tuoi viaggi in Inghilterra e negli Stati Uniti per scoprire nuovi talenti da portare a Lugano. Mi ricordo che nelle pause a scuola studiavo spesso il piano nell’aula di musica, passavi e riconoscevi un brano e ci scambiavamo aneddoti sui grandi maestri del Blues. Nel 1990, avevo appena compiuto i 17 anni, hai avverato il mio sogno di poter suonare il mio Boogie Woogie su un grande palco. Questo generoso gesto mi permise di condividere il palco con i mu-

sicisti americani che ammiravo. Un anno dopo, uno dei pianisti allora presenti, Gary Erwin, l’organizzatore del festival di Charleston ci invitò nella Carolina del Sud. Che avventura indimenticabile, siamo “scappati” insieme in mezzo agli esami di maturità. Grazie delle bellissime emozioni che ci hai regalato a scuola e nelle piazze di Lugano caro Norman.

17


BLENIO E DINTORNI

18

tinotte.ch

Eventi novembre 2017

Gli eventi sono soggetti a modifiche, consultare il sito www.bellinzonese-altoticino.ch Dötra Grotto Dötra APERTURA GROTTO DÖTRA Il Grotto Dötra rimarrà aperto fino al 5 novembre 2017. Per il mese di ottobre potrete gustare al venerdì e al sabato delle gustose specialità di stagione: filetto di coregone in carpione con polenta rossa al camino, salmì di selvaggina con polenta rossa. È gradita la riservazione al n. 091 872 11 54. Apertura invernale: dal 23 dicembre 2017 fino al 31 marzo 2018. 01.11/20.11 Bellinzonese e Valli RASSEGNA GASTRONOMICA DELLE ZUCCHE - 3a EDIZIONE Ritorna anche quest’anno la Rassegna Gastronomica delle Zucche, giunta alla sua 3a edizione. Per dare seguito al progetto dell’Associazione Meraviglie sul Brenno e creare un giro virtuoso nella nostra regione è stato chiesto ai ristoratori della Valle di Blenio, della Leventina e del Bellinzonese di partecipare alla Rassegna Gastronomica delle Zucche. Le 60 varietà di zucche che sono state coltivate in zona offrono infinite possibilità in cucina: i cuochi potranno sbizzarrirsi con questo prodotto così versatile creando piatti sfiziosi, o riproponendo piatti della tradizione. Info: www.lezucchedellavalledelsole.ch

n

co

ww

s

CHE-114-925-1230 IVA

delsole.valle icio e i f i m ontagna sen di bl d as e za .c atte in l

ch o. ni ati il

w

11/11/17 Corzoneso/Casserio Casa Rotonda VALANGHE: PUNIZIONE DIVINA O EVENTO PREVEDIBILE? Inaugurazione della mostra di Mark Bertogliati, allestita in occasione del

R

CH-43724291

350mo anniversario delle disastrose valanghe che devastarono le valli dell’Alto Ticino nel 1667 e che ebbero conseguenze gravi. Tra i villaggi colpiti vi fu anche Cumiasca (presso Corzoneso) che contò una decina di vittime. Sebbene le incognite che ruotano intorno a quest’affascinante tematica siano ancora parecchie, oggi le valanghe sono iun fenomeno ampiamente studiato e conosciuto. In passato le valanghe erano considerate fra le catastrofi naturali più minacciose a causa della loro imprevedibilità. Le popolazioni alpine dovettero affrontare le tragiche conseguenze di questi fenomeni interpretati come punizioni divine, manifestazioni del maligno o espressioni dell’immane forza della natura.La mostra invernale 2017/2018 dell’Archivio Donetta vuole porre un particolare accento su questi due approcci, seppur così differenti, accomunati dal desiderio di spiegare quanto accade.La mostra sarà visibile fino al 6 maggio 2018. Info e orari di apertura: www.archiviodonetta.ch; info@archiviodonetta.ch; tel. 091 871 12 63 11/5/17 Malvaglia Chiesa di San Martino ore 17.00 CONCERTO: “DONNE PER LA MUSICA” TRIO ZEFFIRETTO Veronica kiss: fagotto, Sarah Albertoni: clarinetto, Zarina Armari Quadroni: pianoforte. Musiche di A.von Sachsen-Weimar,M. Ziffrin, G.Tailleferre, C.Chaminade e C. Schumann. Entrata libera

11/11/17 Olivone Centro Polisport dalle 19.00 CASTAGNATA AMICI DEL SOSTO Gli Amici del Sosto vi invitano alla tradizionale castagnata al Centro Polisport. Lotteria con ricchi premi, ballo con l’Orchestra Anna Borriello e la Flu Band. Info: www.amicidelsosto.ch 11.11.17/8.4.18 Casserio/Corzoneso Sa - Do e festivi 14.00-17.00 Casa Rotonda Archivio Donetta VALANGHE: PUNIZIONE DIVINA O EVENTO PREVEDIBILE? Mostra a cura di Mark Bertogliati e Jan Holenstein. Inaugurazione sabato 11 ore 16.30.Per info o visite su appuntamento: tel. 091 871 12 63 info@archiviodonetta.ch; www.archiviodonetta.ch 11/12/17 Olivone Oratorio festivo ore 13.30 TOMBOLA Tradizionale tombola di San Martino con ricchi premi. Merenda offerta a tutti i presenti. coralesanmartino.olivone@gmail.com 11/19/17 Olivone Osteria Centrale ore 17.00 EPIC JAZZ TRIO Concerto del gruppo “Epic Jazz Trio”: Andi Appignani, Max Pizio, Thomas Egli, feat. Sandro Degasperi. Entrata: adulti CHF 10.-, bambini CHF 5.www.osteriacentraleolivone.ch 23.11/26.11.17 Olivone Centro Polisport ESPO IN BLENIO Fiera artigianale organizzata al Centro Polisport, un punto d’incontro con la popolazione e non solo. Inaugurazione ufficiale giovedì 12 alle ore 18.30. www.espoinblenio.ch


tinotte.ch

Riva Albertolli 5, CH-6900 Lugano - Tel. +41 91 921 26 46

19


20

AGENDA COMO Erba (LarioFiere) - www.lariofiere.it 28.10.-05.11.2017 ARTIGIANATO – IL FARE CON CURA 10.-12.11.2017 COMOCASACLIMA

08-10.12.2017 ASPETTANDO IL NATALE Como (Teatro Sociale) www.teatrosocialecomo.com 28.10.2017, 20.30 PINK FLOYD ANIMALS TOUR 40TH Tributo ai Pink Floyd

17.-19.11.2017 VIVA GLI SPOSI

03.11.2017, 20.30 - 05.11.2017, 15.30 DIE ZAUBERFLÖTE

23.-25.11.2017 ALTECNOLOGIE Tremezzo (Villa Carlotta) - www.villacarlotta.it 16.09.-05.11.2017 CENT’ANNI DI FIORI TRA LAGO E MONTAGNA Erbe spontanee e colori nell’Erbario Fabani

09.11.2017, 20.30 NINOTCHKA In collaborazione con Lake Como Festival 10.11.2017, 20.30 ENRICO BERTOLINO Récital

12.11.2017, 16.00 VIAGGIO DI UNA NUVOLA Spettacolo Social Junior 16.11.2017, 21.00 CRISTIANO DE ANDRE’ Cantato da …. De André 18.11.2017, 20.30 LO SCHIACCIANOCI Danza 23.11.2017, 20.30 - 25.11.2017, 20.30 RIGOLETTO 27.11.2017, 20.30 MAHLER 9 Evento musicale sempre aggiornati su www.tinotte.ch

VILLE DA RECORD SUL LAGO DI COMO Villa del Balbianello (Tremezzina)

Villa Carlotta (Tremezzina)

Villa del Balbianello continua ad essere il bene del FAI (Fondo Ambiente Italiano) più visitato d’Italia. Si affaccia su un incantevole promontorio boscoso dove il Dosso di Lavedo si immerge nelle acque del Lario formando una piccola penisola. Fu costruita all’inizio del XVIII secolo, è stata frequentata da intellettuali ed esponenti del  risorgimento italiano e da qualche anno a questa parte oltre centomila visitatori all’anno, per la stragrande maggioranza provenienti dall’Estero. Quest’anno saranno circa 120 mila le persone che la visiteranno entro la fine della stagione e che ne apprezzeranno le sue bellezze né più né meno come le circa 150 coppie che l’hanno “adottata” come ideale location per il loro matrimonio.

Villa Carlotta venne fatta edificare dal marchese Giorgio Clerici alla fine del 1600. E’ una splendida dimora, imponente ma sobria, circondata da un giardino all’italiana, con colpo d’occhio sulle dolomitiche Grigne e Bellagio. A partire dagli inizi dell’Ottocento per iniziativa di Gian Battista Sommariva, nuovo proprietario, la villa si è arricchita di pregevoli opere d’arte e il giardino è diventato uno straordinario parco romantico dove accanto a camelie, cedri, platani …. primeggiano oltre 150 varietà di azalee. Un’intensa attività di animazione, esposizioni e spettacoli, promossa da ben 90 anni dall’attivissimo e competente Ente Villa Carlotta, ha veicolato solo quest’anno la bellezza di oltre 200 mila visitatori. Tra i cultori di questo innegabile patrimonio gruppi famiglie e tante scolaresche.


AGENDA VARESE 29 ottobre Musica, Parola Suggestioni visive Musica in Grotta Badia di San Gemolo 29 ottobre Birdwatching sul lago di Varese Durata: 1 ora e mezza Partenza: pontile di Biandronno ore 15.00 3 novembre Cena con delitto all’Isolino Virginia Partenza col battello dal molo di Biandronno alle 19.30 dal 01/11/2017 al 05/11/2017 MalpensaFiere - Esposizione Canina

tinotte.ch Insubria Winner 2017: esposizione internazionale canina organizzata dal Gruppo Cinofilo Varesino. dal 16/11/2017 al 18/11/2017 Glocalnews Festival del giornalismo digitale con incontri, workshop, confronti, barcamp su cultura, comunicazione, mondo social e attualità. Sede: Camera di Commercio e Centro Congressi Ville Ponti - Varese 24 novembre Incontri tra Cielo e Terra Osservatorio Astronomico Società Astronomica Schiaparelli Via A.. del Sarto, 3 - Varese

25 novembre Scrittori e scrittrici a confronto Autore: Servizio Biblioteche Sala Consiliare di Ranco Fino novembre 2017 Nuovo Polo Museale Del Sacro monte di Varese Riapertura dei tre luoghi identificativi del Sacro Monte: Museo Baroffio e Santuario, Casa Museo Lodovico Pogliaghi e Cripta tutti i sabati e le domeniche dalle ore 10.00 alle ore 18.00. tel. 328.8377206 info@sacromontedivarese.it Sito web:  www.sacromontedivarese.it

Eremo di Santa Caterina del Sasso L’eremo di Santa Caterina del Sasso è un monastero sorto a strapiombo sulla sponda orientale del lago Maggiore, nel comune di Leggiuno (VA). La costruzione del complesso di Santa Caterina vedrebbe le sue origini secondo la tradizione nel XII secolo, quando un tal Alberto Besozzi di Arolo, mercante e usuraio del tempo, scampando a un naufragio durante una traversata del lago, avrebbe fatto voto a Santa Caterina d’Alessandria di ritirarsi per il resto della sua vita in preghiera e solitudine in una grotta in quel tratto di costa. Lì avrebbe costruito una cappella alla Santa, ancor oggi individuabile sul fondo della chiesa. In seguito fatto beato, il suo corpo riposa all’interno della chiesa. Il complesso monastico sorse intorno al XIV secolo, con la costruzione delle due chiese dedicate a San Nicolao e Santa Maria Nova. Il complesso venne inizialmente retto per un breve periodo dai Domenicani, ai quali succedettero dal 1314 al 1645 i frati dell’Ordine di Sant’Ambrogio ad Nemus. A partire dal 1670 vi si sarebbero insediati i Carmelitani di Mantova, che avrebbero mantenuto il monastero per un secolo, fino alla soppressione (avvenuta nel 1770). Dal 1914 è considerato monumento nazionale. Il complesso passò di proprietà dal Beneficio parrocchiale di Leggiuno all’Amministrazione provinciale di Varese il 4 giugno 1970. Da quella data iniziarono consistenti restauri ed opere di consolidamento e stabilizzazione che salvarono il santuario e lo riportarono a riaprire negli anni ottanta. Dal 1986 al 1996 ospitò una comunità di Domenicani, mentre attualmente è retto da alcuni Oblati benedettini.

21


22

CONCORSI

VI edizione

Vincitrice assoluta 2016 Rinalda Biolzi, Osteria Birraria da Rinalda Rinalda Biolzi, chef dell’Osteria Birraria da Rinalda di Gordevio, è la vincitrice assoluta dell’edizione 2016-17 del concorso Mangiar Bene! E’ la prima volta che la vittoria arride alla Vallemaggia e l’evento è stato sottolineato dall’organizzatore David Camponovo in occasione della serata di gala che si è tenuta lo scorso 15 settembre proprio nel ritrovo della festeggiata. Rinalda ha ringraziato tutti i presenti con tanto di “cicitt”, il piatto vincente a base di ossobuchi e altro ancora, tra cui gli ottimi formaggi prodotti da Leoni, il tutto accompagnato dalla degustazione dei pregiati vini Delea.

CH-6672 Gordevio Tel. +41 91 753 33 13 - Cell. +41 79 670 28 24 rinalda.pepi@bluewin.ch - www.rinaldabiolzi.ch Osteria birraria da RINALDA


tinotte.ch

2011 chef Peter Raith Antico Grotto Ticino, Mendrisio

Palmarès Mangiar Bene

2014 chef Ivan Bozic Ristorante Cortivallo Sorengo

Guanciale di vitello brasato al Merlot

Tartare

2012 chef Andrea Poggi Osteria Ul Furmighin, Sagno

2013 chef “Mamo” Quadranti Grotto San Martino Mendrisio

Guancialetto di maiale con polenta

23

2015 chef Bruno Schorta Albergo Santana Roveredo GR Pancetta di maiale cotta a bassa temperatura con polenta di Bruzella arrostita e funghi trifolati

2016 chef Rinalda Biolzi Osteria Birraria da Rinalda Gordevio

Sminuzzato di filetto di cervo e funghi porcini adagiato su un letto di Rösti

Ossobuco di vitello della Rinalda


CONCORSI

24

Inizia la nuova edizione del concorso “Mangiar bene!” 2017-18, aperto a tutti i ristoratori della Svizzera italiana.

VUOI FAR CONOSCERE ANCOR DI PIÙ IL TUO RISTORANTE? VUOI DARE UN VALORE AGGIUNTO ALLA TUA ABILITÀ CULINARIA? Approfittane e iscriviti alla VII edizione del concorso “Mangiar bene!”, utilizzando la cedola qui sotto.

VII edizione

GUIDA AL TEMPO LIBERO & BENESSERE - INSUBRIA

2017-18

SINCE 1999

mi iscrivo

by Night&Day

chiedo informazioni

Nome Ristorante: Indirizzo Ristorante: CAP / Località:

Nome Chef: Cognome Chef: Telefono/Cel: E-Mail:

Compilare il tagliando ed inviarlo a: Ticino by Night & Day, Via S. Gottardo 26, CH-6900 Lugano 8.

REGOLAMENTO CONCORSO “MANGIAR BENE!” 2017-18

2. 3. 4. 5. 6. 7.

Partecipano al concorso i ristoranti della Svizzera italiana che sottoscrivono il contratto proposto da A.R.T. Promotion Sagl/TbyN&D. L’organizzatore si riserva il diritto di invitare anche ristoranti della Regione Insubrica. Ogni ristorante puo’ essere rappresentato da un solo cuoco, una sola volta per la durata dell’intero concorso. Il piatto unico proposto, carne e contorni a libera scelta del ristorante partecipante, prezzo da CHF 25.- a CHF 40.- (variazione ammessa +/- 10%), deve essere evidenziato e disponibile a richiesta per tutta la durata del periodo di votazione corrispondente. Il periodo di votazione da parte del pubblico e della giuria è equivalente per ogni ristorante partecipante a due mesi circa (dal numero di TbyN&D in cui viene presentato il cuoco a quello immediatamente successivo). Sarà proclamato vincitore il cuoco il cui piatto nel periodo designato avrà totalizzato il maggior numero di preferenze.

9. 10. 11. 12. 13. 14.

ù Vota il tuo men

e n o i z i d e I I V

GUIDA AL TEMPO LIBERO & BENESSERE - INSUBRIA

2017-18

4

14

15

Indica con una X il punteggio che hai dato al piatto del concorso

16 Min

Nome: Via:

Cognome: Località:

E-mail:(obbligatorio)

Telefono:

Compilare il tagliando ed inviarlo a: Ticino by Night & Day, Via S. Gottardo 26, CH-6900 Lugano www.tinotte.ch

by Night&Day

In palio l’estrazione di una cena per due persone e di altri premi a sorpresa al termine del concorso.

Segna con una X il ristorante visitato

13

preferito SINCE 1999

1.

Le preferenze del pubblico potranno essere espresse solo tramite a) Cartolina di voto abbinata al concorso; b)cedola di voto riportata da TbyN&D. Cartoline e cedole dovranno essere spedite per posta (p.f. affrancare correttamente) a TbyN&D, via S. Gottardo 26, CH-6900 Lugano oppure depositate nell’apposito contenitore ubicato nel ristorante partecipante. Il giudizio della giuria sarà espresso per mezzo di un apposito formulario a punti: il punteggio totale acquisito sarà moltiplicato per un coefficiente pari a 2. A nome e per conto di A.R.T. Promotion/TbyN&D fungerà da coordinatore del concorso il sig. Sergio Cavadini. L’organizzatore potrà disporre liberamente delle foto dei cuochi e dei piatti concorrenti per tutta la durata del concorso e per eventuali iniziative correlate. L’organizzatore si riserva il diritto di procedere a eventuali cambiamenti per garantire il buon successo del concorso. È esclusa ogni forma di corrispondenza. Il presente regolamento è parte integrante del contratto sottoscritto dal ristorante.

1

2

3

4

Max

Firma CONCORSO “Mangiar bene” non è prevista nessuna corrispondenza


tinotte.ch

25

Lugano: Caffè Ristorante Federale Nella storica piazza di Lugano, Piazza della Riforma, proprio al suo centro, nel 1885 prende vita il Ristorante Federale che dalla sua nascita - e certamente fino ad oggi - grazie alla sua posizione, alla sua cucina e alla sua poliedrica offerta diviene fulcro gastronomico e culturale della città ampliando giornalmente la sua proposta. Quasi un secolo e mezzo dopo il suo debutto, il ristorante continua ed essere un ristoro prezioso per chi vuole degustare piatti della tradizione luganese, preparati con interesse e cura, ma nello stesso tempo diligentemente rivisitati ponendo attenzione alle molteplici influenze gastronomiche limitrofe ed extraterritoriali, per offrire al cliente un menu vario e in linea con le sue abitudini. L’utilizzo di prodotti del territorio e di alta qualità, la scelta di modificare stagionalmente il menu per seguire la naturale crescita delle materie prime e sfruttarne appieno le proprietà, l’accurata definizione da parte dello staff di una proposta variegata e curata nella preparazione e nella presentazione, la garanzia di alta professionalità e competenza del servizio data da più di un secolo di tradizione fanno in modo che la cucina del Caffè Federale possa soddisfare totalmente i suoi ospiti. Ecco il suo pensiero del titolare Walter: “Qualità del prodotto e amore per il cliente”.

Caffè Ristorante Federale Corso Elvezia 31/ Via Maderno 16, CH-6900 Lugano - Tel. +41 091 923 91 75 http://www.ristorantefederale.ch ristorantefederale

Lugano: La Trattoria a Lugano Nasce dalla passione per i prodotti regionali di alta qualità del Centro Italia. Dopo attenta ricerca sono stati scelti tre pluripremiati macellai toscani ed emiliani che ci forniscono Cinta Senese, Culacciona, Fantastico ed altri prodotti della tradizione quali la spuma di Gota. In un ambiente raffinato ma conviviale si può assaggiare una gustosa coppa di Cinta appena affettata come un delicato piatto di pasta fatta in casa. La sapiente Maestria di cuochi italiani offre piatti della tradizione toscana come pappardelle al ragù toscano, tagliate ed i classici della cucina romana come Carbonara, Gricia, Amatricana e ancor più. Tutti i piatti sono preparati con ricette tradizionali e con l’attenzione di far apprezzare i sapori veri di una volta. Il risultato si apprezza nel “Gusto della Semplicità” La Trattoria a Lugano Via Cantonale 1 - 6900, Lugano - Tel. +41 91 234 9633 - info@la-trattoria.ch www.la-trattoria.ch La Trattoria a Lugano

Lugano: Ristorante AlMonti ALMONTI rappresenta un punto di incontro dove coccolarsi e gustare il meglio della tradizione e dell’innovazione, in un’atmosfera elegante e rilassata. Situato nella splendida cornice del Lago di Lugano, ALMONTI Bistrot propone una straordinaria selezione di prodotti proposti in un’inedita veste contemporanea. La selezione degli ingredienti e la scrupolosa attenzione per il dettaglio, sempre più perfezionate nel corso degli anni, danno priorità al gusto e all’amore per la qualità. Specialità del locale è inoltre la pizza la cui preparazione prevede un lungo processo di produzione che non si limita alla semplice stesura e cottura di un impasto farcito.

Ristorante AlMonti via delle Scuole 1 - CH-6900 Lugano - Tel. +41 91 970 12 42 Aperto tutti i giorni, cucina aperta non stop dalle 11.00 alle 21.00,di ven.ì e sab. fino alle 22.00. Apertura 8.00 (tranne sab. e dom. alle 9.00) - Chiusura : dom. - giov. 22.00, ven. e sab. alle 23.00. www.almontibistrot.com Almonti Bistrot&pizza

Agra: Ristorante San Gottardo Ristorante con alloggio San Gottardo di Fabio e Angela, che lo gestiscono da tre anni Locale situato in fondo al paese di Agra -dotato di un ampio parcheggio pubblico- è un locale storico della Collina d’Oro grazie ai suoi 40 anni di vita. La carta cambia ad ogni stagione; in questo periodo i porcini la fanno da padrone con: tagliatelle, scaloppine, polenta... Al Ristorante San Gottardo, non solo carne ma anche tanti ottimi piatti legati al mare. Nella carta leggiamo: spaghetti con salmone e bottarga, branzino o dentice al forno con patate, pomodorini, olive, patate e capperi. Mercoledì e domenica è anche possibile gustare una buona pizza al forno a legna. Su prenotazione è pure possibile degustare piatti della cucina tipica brasiliana. Il ristorante con alloggio dispone inoltre di 6 camere. Nelle vicinanze del ritrovo è possibile fare delle belle passeggiate.

Ristorante San Gottardo Via Mattorino 27, CH 6927 Agra (Collina D’oro) - Tel. +41 91 993 28 36 - Cell. +41 76 441 26 87


26

CONCORSI

e n o i z i d e I VI Ristorante Federale

13

via Pretorio 2, CH-6900 Lugano - Tel. +41 91 605 61 61 - info@vitti.ch - www.vitti.ch

La tagliata di manzo svizzero con radicchio di Treviso, fuso di Gottardo e patate novelle croccanti Ingredienti per 1 persona Entrecote di manzo svizzero 230g Radicchio di Treviso 35g Gottardo 25g Patate novelle 200g

Chef Gabriele Ganzaroli

Piatto a CHF 36.-

La Trattoria a Lugano

14

Via Cantonale 1 - 6900, Lugano - Tel. +41 91 234 9633 - www.la-trattoria.ch

Saltimbocca alla Romana Ingredienti per 1 persona Fesa di vitello Foglia di salvia Crudo di San Miniato Emulsione burro e vino toscano antinori Puntarelle croccanti Acciuga - olio evo - sale - pepe

Chef Alessandro Calvarese Chef Giuseppe Fusco

Piatto a CHF 36.-

Degustare, Creare IN GRANITO

GIANNINI GRANITI SA | 6527 Lodrino w w w. g i a n n i n i - g r a n i t i . c h


tinotte.ch

Ristorante AlMonti

via delle Scuole 1 - CH-6900 Lugano - Tel. +41 91 970 12 42 - www.almontibistrot.com

15

Tartare al barbecue Ingredienti per 1 persona

Chef Lapenna Patrizio

Carne di manzo CH (tagliata al coltello) 150 gr Buttata di Adria 125 gr Biscotti ai porcini 30 gr Polenta ticinese 10 gr Salsa ai peperoncini qb Salsa al barbecue qb Lime qb Piatto a CHF 27.50.-

Ristorante San Gottardo

Via Mattorino 27, CH 6927 Agra (Collina D’oro) - Tel. +41 91 993 28 36 - Cell. +41 76 441 26 87

16

Ossobuco ticinese con funghi porcini Ingredienti per 1 persona

Chef Fabio Pozzi

Progettare, Creare IN GRANITO

GIANNINI GRANITI SA | 6527 Lodrino w w w. g i a n n i n i - g r a n i t i . c h

Ossobuco di maiale 140 gr X 2 totale 280 gr Carote, sedano, porri, pomodoro, prezzemolo e cipolla. Funghi trifolati con: olio extra vergine, aglio, sale, pepe e vino bianco qb Contorno: tagliatelle oppure polenta o patate. Piatto a CHF 31.-

27


28

GASTRONOMIA

Ticino Vegetariano

dalla copertina

28-29 ottobre 2017 - Palazzo dei Congressi, Lugano Servizio a cura della Redazione pensare che negli Stati Uniti non sia possibile mangiare sano in quanto patria dell’industria dei fast-food, ma attraverso una docente della Franklin University rianalizzeremo il concetto di cultura del cibo negli Stati Uniti per capire quali alternative il mercato offra al fine di stimolare anche un rapporto “sano” nei confronti dell’ambiente che ci circonda.

Un appuntamento da non lasciarsi scappare l’ultimo weekend di ottobre. Segnalo in agenda! Ti aspettano due giorni di showcooking, seminari e assaggi, ciascuno diverso e originale a Ticino vegetariano, il primo festival di cultura vegetariana della Svizzera italiana per tutti coloro che sono curiosi di capire come nutrirsi in modo sano con piacere. Non solo quindi indirizzato a chi vegetariano lo è già, ma a tutti i buongustai di qualsiasi età!

O ancora, si potrà assaggiare l’abete con Valeria Mosca, esperta di cibo selvatico per l’alimentazione e la nutrizione umana. Per un approccio più tradizionale ecco la cucina naturale di Meret Bissegger e i classici piatti dello stellato Andrea Bertarini reinterpretati in chiave veg. “Divertissement d’inverno” dello Chef Pietro Leemann

Meret Bissegger, esperta di cucina naturale

Perché tutti, senza forse esserne consapevoli, siamo già un po’ vegetariani, cioè “flexitariani”, il nuovo termine coniato negli Stati Uniti che indica un regime alimentare flessibile che permette di coniugare menu salutari e sostenibili senza rinunciare del tutto a carne e pesce.

Lo Chef Andrea Bertarini del Ristorante Conca Bella di Vacallo

Attraverso un ricco mercato e relatori competenti, si potranno scoprire sapori e saperi legati al nostro territorio e non solo. Tendenzialmente siamo portati a

TICINO VEGETARIANO 28-29 ottobre 2017 Palazzo dei Congressi, Lugano Sabato 11.00-19.00 - Domenica 10.00-19.00 Tel. +41 91 976 06 00 www.ticinovegetariano.ch Ticino-Vegetariano

TICINO VEGETARIANO


tinotte.ch

RASSEGNE GASTRONOMICHE Rassegna Gastronomica del Mendrisiotto e Basso Ceresio Fino al 5 novembre È di gran lunga la rassegna più longeva. Nata come concorso e diventata rassegna dopo qualche anno, festeggia oltre mezzo secolo di vita! La 54.ma edizione è iniziata il 1. ottobre e si concluderà il 5 novembre. Accanto ai 43 ritrovi partecipanti della regione quest’anno ad essere ospite è il Grotto Serta di Lamone. Gli amanti della rassegna troveranno piatti per tutti i gusti e di tutti i prezzi, abbinati al Vecchia Masseria prodotto per l’occasione dai Vinattieri Ticinesi (Ligornetto) e accompagnati da un gradito omaggio.

La Rassegna del Piatto Nostrano della Valle di Muggio Dal 17 novembre La 19ª Rassegna del piatto nostrano della Valle di Muggio inizierà il 17 novembre e si protrarrà fino al 10 dicembre. La rassegna ha lo scopo di far conoscere e riscoprire i ristoranti, le osterie e i grotti vallerani attraverso proposte gastronomiche che si basano su ricette tradizionali e ingredienti genuini. Nella formula attuale è organizzata con regolarità dalla fine degli anni novanta anche se a dire il vero le primissime edizioni risalgono al periodo 1979-1983. Quest’anno vi parteciperanno 16 ritrovi della Valle e in qualità di ospite il Grotto del Giuvan di Salorino.

LEggi che ti passa STORIE DI VINO E CUCINA Attori, strutture e processi

Federico Graziani – Marco Pozzali Mondadori

a cura di Sergio Cavadini

Vino e cibo sono da sempre un’accoppiata inevitabile. Ce lo confermano venti produttori italiani “scovati” dagli autori entrati in prestigiosi ristoranti della vicina Repubblica che sul connubio vino e cibo hanno costruito la loro filosofia enogastronomica. Un libro …. datato ma ancora apprezzabile.

In collaborazione con

Cartolibro A-Z s.a.

Negozio e uffici propri Libri per ragazzi Enciclopedie Saggistica Via Vela 6 CH-6830 Chiasso Tel. +41 91 682 83 29 Fax +41 91 682 49 88 cartolibro@azeta.ch

29


30

ENOLOGIA Sede amministrativa Via Cadogno 1 CH-6648 Minusio Showroom ed enoteca Via Cantonale 140 CH-6527 Lodrino

Il Passaporto del Vino

Professionisti (ASSP). Un’idea che, in vista dell’arrivo delle festività, rappresenta uno spunto originale per fare un regalo che, ne siamo certi, sarà apprezzatissimo. La vendita di vini e l’offerta di corsi e visite non sono però le uniche proposte de La Via Di Bacco. I mercatini di Natale saranno infatti l’occasione per imbattersi nelle botti da esterno, in vendita nello showroom o sul sito laviadibacco.ch, dove poter prendere un aperitivo in un ambiente caratteristico ma allo stesso tempo coperto e riscaldato.

Quella per il buon vino è una passione che accomuna molti. Ne sanno qualcosa a La Via Di Bacco dove, oltre ad una discreta selezione di bottiglie scelte, esposte nello showroom di Lodrino, viene anche offerta la possibilità di avvicinarsi ad un mondo tanto caro al nostro territorio come quello della viticoltura e dell’enologia. Con l’aiuto di professionisti del settore, il cosiddetto Passaporto del Vino de La Via Di Bacco permette infatti di perdersi in percorsi e degustazioni per una full immersion di sapori e odori. I tour offerti spaziano dai produttori del nostro Ticino, a quelli di Vaud o Ginevra, dalla zona dei Tre Laghi al Vallese, senza tuttavia tralasciare la Svizzera Tedesca. Il Passaporto del Vino non si limita ad es-

Email: info@laviadibacco.ch Tel: +41912245011

sere un’esperienza personale arricchente. La partecipazione a tre corsi per ognuna delle regioni vitivinicole citate permette infatti di raggiungere anche il primo livello di sommelier, certificazione riconosciuta dall’Associazione Svizzera dei Sommelier

Oltre a quelle adibite per bere un bicchiere in compagnia, ne sono disponibili anche molte altre pensate per vari usi, dalle chiacchiere seduti intorno ad un tavolo al riposo nella botte camera da letto, senza dimenticarsi di pensare al benessere nella botte sauna.

BAR SAN MARCO

Tutti i venerdì Karaoke Tutti i giorni aperitivo con buffet

“Il segreto per avere successo in un paese piccolo come Ponte Tresa, dove la concorrenza è agguerrita, è essere leali ed imparare a saper dare e non solo ricevere, sapersi reinventare adeguandosi di continuo alle esigenze dei clienti”

Apertura 7 su 7 - Dalle ore 7 alle 21 e venerdì chiusura ore 02 Bar Sanmarco via Lugano 25 - Ponte Tresa (CH) - Tel. 091 220 04 58

walter sanmarco


tinotte.ch F.lli Valsangiacomo SA Viale alle Cantine 6, CH-6850 Mendrisio Tel. +41 91 683 60 53 Fax +41 91 683 70 77 info@valswine.ch - www.valswine.ch http://shop.valsangiacomo.ch

Il Mattirolo Bianco e Il Mattirolo Rosso Due vini al passo coi tempi La linea “Il Mattirolo” prende spunto dal soprannome di Luigi Pagani, un brigante nostrano a metà strada tra Robin Hood e Fra Diavolo, che è vissuto nel Mendrisiotto nel 1800. Amava nascondersi nei luogi da cui ora provengono le uve merlot utilizzate per questi due vini. Il Matirolo Bianco si distingue per la sua freschezza e per la straordinaria piacevolezza. Un’ottimo vino bianco di merlot da aperitivo o per acccompagnare il pesce. Da provare assolutamente

con il sushi ma anche con la fondue di formaggio o la raclette. Il Mattirolo Rosso è invece la novità di quest’anno ed è la sintesi dell’ ultracentenaria esperienza della Cantina Valsangiacomo. Il risultato è un vino rosso, prodotto anch’esso con uve merlot del Medrisiotto, fruttato, morbido e di buona struttura. Si beve anche in aperitivo e si abbina elegantemente alla salumeria nostrana come ai principali piatti della cucina locale ticinese.

Loverciano - Riserva dei Conti Vino prodotto con le uve del vigneto comunale di Castel San Pietro Si è svolta martedì 26 settembre presso la sala del Municipio di Castel San Pietro la tradizionale presentazione al Sindaco, Alessia Ponti, ed alla stampa del vino Merlot Loverciano – Riserva dei Conti 2014, vinificato con le uve del vigneto comunale dalla Azienda vinicola Valsangiacomo F.lli SA. Il vino è stato commentato da Mirko Rainer, sommelier professionista ASSP , il quale, nella sua relazione ne ha sottolineato in particolare l’eleganza, l’equilibrio e l’altissima qualità raggiunta con

questa sua 18a vendemmia. Prodotto in quantità molto limtata sarà proposto inizialmente, per tradizione e volere del Municipio, tramite sottoscrizione ai Cittadini di Castel San Pietro e solo successivamente venduto al pubblico. Il Vigneto comunale, voluto dal municipio all’inizo degli anni novanta, fornisce oggi l’equivalente di circa 2’000 bottiglie, produzione che, nel corso degli anni, si è distinta per la sua qualità divenendo così un vino raro molto ricercato dagli appassionati”.

31


32

ENOLOGIA


GUIDA AL TEMPO LIBERO & BENESSERE - INSUBRIA

95 75

SINCE 1999

100

by

Night & Day

25 5

n.102 - www.tinotte.ch

0

100 95 75

25 5 0

Intervista ad Ignazio Cassis Speciale Collina d’Oro Cloud: il valore del dato


EVENTMORE SA Via S. Gottardo 18d – CH-6532 Castione T +41 91 850 10 60 – F +41 91 850 10 61 info@eventmore.ch

eventmore.ch

... il partner ideale per il vostro matrimonio Tende, gazebo, luci e audio

SALA EVENTICA Centro CAST – Via San Gottardo 18a – CH-6532 Castione info@eventica.ch Numero verde 0840 60 60 60

... una Location da sogno per le vostre nozze Dinamica, personalizzabile, tecnologica

eventica.ch


EDITORIALE

tinotte.ch

Il Ticino torna a Berna Gentili Lettrici, Cari Lettori, Lo scacchiere politico Svizzero riscopre il Ticino, eletto Ignazio Cassis Il paragone con gli scacchi è difficile perché fortunatamente viviamo in una democrazia e non in una monarchia. Ma è evidente che il Ticino abbia nuovamente un cavallo (di razza) nella capitale. È dal 1999 che il nostro magazine è dichiaratamente un bimensile apartitico ma siccome intimamente legato a tutte le vicissitudini del nostro beneamato Paese oltre a occuparsi di enogastronomia, fashion, glamour, sport (…. e chi più ne ha più ne metta) sa anche occuparsi di POLITICA. I nostri speciali sulle votazioni cantonali, nazionali e comunali sono divenuti negli anni un appuntamento importante. Ma questa volta, in questo numero 102 di Ticino by Night&Day, speriamo di dare un contributo alla POLITICA che non può assolutamente passare inosservato. L’elezione di Ignazio Cassis a consigliere federale è stato un evento ECCEZIONALE. E festeggiare, a modo nostro, l’ottavo consigliere federale di lingua italiana (ticinese per di più, nato a Sessa e residente a Montagnola), dopo 18 anni di … magra è diventato per noi -accanto a un indescrivibile piacere- un impegno. Vi rinviamo pertanto alle pagine che abbiamo deciso di dedicare al “nostro” politico, privilegiando come è nel nostro stile le immagini alle parole. Speriamo che tutto ciò possa essere di vostro gradimento!

Bellinzona 28 settembre 2017: una Piazza della Foca stracolma di gente per salutare l’ottavo Consigliere federale ticinese.

David Camponovo

IMPRESSUM

n. 102 ottobre-novembre 2017 Editore. A.R.T. Promotion SAGL Amministrazione & redazione via San Gottardo 26 - CH-6900 Lugano Info-line. Telefax. E-mail. Internet.

+41 91 605 73 00 +41 91 605 73 04 info@tinotte.ch www.tinotte.ch

Direttore responsabile David Camponovo +41 76 328 60 90

david@tinotte.ch

SINCE 1999

GUIDA AL TEMPO LIBERO & BENESSERE - INSUBRIA

by Night&Day

A Lugano avrà luogo la prima edizione della Fiera Vegetariana che vuole rispondere ad un trand in forte crescita!

Impaginazione e grafica A.R.T. Promotion SAGL grafica@tinotte.ch Fotografia CD-Media SAGL fotoritratto.ch

Maurizio Colombo Fotogarbani

Tipografia Video Maurizio Colombo ticino by night & day

Hanno collaborato Alberto Polli dell’Associazione non fumatori, Alessandro Perucchini, Doriano Baserga, Claudia Bellotti, Sara Calato, Elsa Camponovo, Laura Camponovo, Campus, Renato Carettoni, Sergio Cavadini, Sara Delfante, Silvio Di Giulio, Gustavo Marcano, Marco Paltenghi, Stefano Pedrazzetti, Paolo Pellegrini, Pier Paolo Pedrini, Angelo Quatrale, Mirko Rendina, Charlotte Saccomanno, Roberto Stefanizzi, Riccardo Tesse, Daniele Wälti e Silvan Zingg. Ringraziamenti speciali: Ignazio Cassis, Dany Stauffacher, Marzio Mazzoleni e Paolo Tami

RIVISTA APOLITICA E ACONFESSIONALE

© - Articoli e foto contenuti in questa rivista sono soggetti a copyright. Ogni riproduzione anche solo parziale deve essere esplicitamente autorizzata dall’editore.

3


4 SINCE 1999

GUIDA AL TEMPO LIBERO & BENESSERE - INSUBRIA

n.102 - tinotte.ch

by

EDITORIALE & IMPRESSUM

3

Partiti tutti i campionati, godiamoceli Calendario basket 2017-2018

18 19

PERSONAGGIO “A tavola con...” Ignazio Cassis

12

Cassis: insediamento a Bellinzona

10

CONCORSI

zzante

i

Noi non vogliamo la guerra 30 31

SPECIALE MONTAGNOLA Collina d’Oro Osteria Donada Cerutti “il caffè”

6 8 9

SPORT Torneo del fumetto Un sogno chiamato Olimpiadi Lugano si conferma da primato mentre l’Ambrì deve crederci La magica storia dei folletti

Alex vince in Cina Gomme da neve o all season?

20 21

COMUNICARE

i Fri

Premiazione vincitrice 2016 Terzo round del concorso

MOTORI

15 16 17 17

22

TECNOLOGIA To cloud or not to cloud?: Il valore del DATO 23 ECONOMIA V Edizione Espoverbano 2017

24

BENESSERE Creatività passione e amore per la bellezza Social-Day

25 26

FAI DA TE/BRICOLAGE Il filo: un’esperienza sensoriale L’arte di imbiancare

28 29


tinotte.ch

In testa o in coda trovo più posto. Dove ci sono meno passeggeri salgo prima e mi accomodo meglio. tilo.ch/galatilo

Da: “Il Galatilo”, ovvero l’arte del buon viaggiare.

Io TILO. E tu?

5


6

SPECIALE

COLLINA D’ORO Le origini di Montagnola risalgono addirittura ai primi anni cinquanta del 1100, ancor prima della nascita della Confederazione. Dal 4 aprile 2004 Montagnola è poi diventata frazione, per fusione con Gentilino e Agra, del nuovo comune di Collina d’Oro, che ha preso il nome dell’incantevole e nota regione alle porte di Lugano. Due gli accessi viari principali che portano a Montagnola: quello da Nord (uscita autostradale Lugano Nord), sulla strada cantonale AgnoLugano all’altezza di Sorengo e quello da Sud (uscita Lugano-Sud), da Cadepiano provenendo dalla cantonale che passa da Figino, Casoro e Barbengo. Montagnola deve parecchio della sua indubbia popolarità a Hermann Hesse al quale è dedicato da una ventina d’anni il Museo ubicato nelle sale della Torre Camuzzi, contigua alla casa dove il poeta scrittore e pittore visse dal 1919 al 1931.


tinotte.ch

Nelfije Kurtaj

Lu - Ve: 7,30/12,00 e 15,00/18,30 - Sa: 8,00/12,00 - Do: 9,00/12. 0

Via Collina d’Oro - 6926 Montagnola - Tel. (091) 994 28 00

Osteria dei Colombi di Genny Barillaro e Daniele Alessandro

Orari: Lu - sa 07.00 - 23.00 - Chiuso la domenica

Cucina tradizionale A mezzogiorno, da lunedì a venerdì primo e secondo (a scelta) con contorno CHF 14.Specialità: sella di capriolo Asado (pancia della mucca cotta 28 ore nel forno a 130 gradi) Tutti i mercoledì (fino al 10.01.2018) Pranzo e cena: bollito misto al Carello CHF 26.Ideale per cene aziendali fino a 40 coperti

Osteria dei Colombi - Via Collina d’oro 63, CH-6926 Montagnola - Tel. +41 91 980 91 56 Osteria dei colombi

7


8

SPECIALE

Da Donada trovi il km di... qualità!

Nel centro di Montagnola è rinato uno storico locale che da sempre ha racconto i consensi della popolazione. Il Donada ha preso un nuovo volto non tanto nel design (che è sempre caratteristico ed accogliente con una meravi-

gliosa terrazza) ma punta sulla cucina di qualità. La nuova gestione affidata allo chef Mauro Sinigaglia mira ad una cucina semplice con prodotti di qualità. Per lui non vige  il motto km zero ma km di qualità. In questo periodo da

Mauro è momento di festa dove imperversa la selvaggina. Citiamo con piacere: la tartare di capriolo, il carpaccio di cervo, l’insalata di fagiano e la classica sella alla Baden Baden. E altre qualità di selvaggina: la marmotta, lo stambecco e la pernice. Non manca neanche il mare dalla sardina all’aragosta. Non tralasciando i primi fatti in casa. Il tutto innaffiato da una ricca selezione di vini ticinesi e non. Ampia la scelta di digestivi. Sala al pian terreno per riunioni e/o cene private o appassionanti degustazioni fino a 15 persone. Concludiamo segnalandovi un altro atout della cucina: al Donada sono immancabili le lumache.

OSTERIA DONADA

Via Collina D’Oro 88, CH-6926 Montagnola Tel. +41 91 994 10 24 - Cell. +41 79 938 93 30 Lu/Mo - Ve/Fr: 08.00-23.00 Sa/Sa: 09.00-24.00 - Do/So: 09.00-16.00 Ma/Di: chiuso / Geschlossen Cucina tradizionale ticinese e mediterranea. Specialità selvaggina Grande scelta di vini e liquori. Tessiner- und Mediterraneküche. Grosse Auswahl an Weinen und Spirituosen Terrazza Terrasse


tinotte.ch

CERUTTI“il Caffè”: un’esperienza di oltre 60 anni nella torrefazione del caffè italiano nel settore caffè, bar, ristoranti e hotel. All’inizio del secolo scorso i nonni Angioletta e Alessandro possedevano un ristorante sul Lago Maggiore, dove si poteva gustare la vera cucina tradizionale. Enrico, il più giovane dei loro quattro figli, intraprende la carriera albezrghiera come cuoco in rinomate strutture a cinque stelle, tra cui il “Grand Hotel Des Îles Borromées” a Stresa sul Lago Maggiore, per poi proseguire a Cortina D’Ampezzo, St. Moritz, Arosa e Lugano. Negli anni ’50 si sposa, rileva e dirige un ristorante-bar a Saronno, in Corso Italia “Il Principe” per dieci anni. Rientra in Svizzera nel 1961 e, forte dell’esperienza acquisita, apre un nuovo bar a Chiasso diffondendo la cultura del vero caffè espresso italiano su tutto il territorio svizzero. Il figlio Massimo fonda nel 1985 la MASSIMO CERUTTI SA, con la quale importa in esclusiva i famosi Amaretti di Saronno ed altri prodotti dolciari. In seguito sviluppa il marchio CERUTTI “il Caffè”.

La tostatura lenta e graduale permette di estrarre da ogni singola tipologia di caffè crudo le migliori parti aromatiche, al fine di poter offrire un prodotto di altissima qualità; il caffè è corposo, dal gusto dolce e vellutato, con delicate e raffinate note di cioccolato. Tramite la propria consociata - Industria Italiana del Caffè srl - distribuisce i suoi prodotti nei seguenti paesi: Germania, Austria, Slovacchia, Repubblica Ceca, Giordania e Paesi del Golfo Arabo, Kosovo e Macedonia. Oltre alle classiche miscele di caffè in grana, la gamma di prodotti si completa con il sistema a cialde monodose nei gusti Espresso, Il Caffè, Brasile, India, Etiopia, Colombia e Decaffeinato. NOVITÀ: viene creato il marchio “Il Massimo del Caffè”, capsule compatibili con i più diffusi sistemi integrati presenti sul mercato ed un nuovo

sistema personalizzato di capsule. CERUTTI “il Caffè” è inoltre presente con diversi bar di sua proprietà: questo permette di avere un controllo efficace e giornaliero sulla qualità del prodotto, grazie ad un riscontro diretto ed immediato da parte del consumatore, che può relazionarsi con l’unita produttiva aziendale. La qualità e la passione nell’erogare il caffè scaturisce in un’arte musicale: Miscela, Macinatura, Macchina del caffè e Manualità dell’operatore al bar. Nel 1996 Massimo Cerutti ottiene la patente di assaggiatore di caffè presso l’IIAC di Brescia e nel 2008 presenzia in qualità di commissario di giuria. La Massimo Cerutti SA è presente alle fiere HOST/ Milano, IGEHO/Basilea, ZAGG/ Lucerna; FBK/ Berna.z Sponsoring: Basel Tattoo, Gilde Svizzera, St. Moritz Gourmet Festival e Chalet Italia WM 2017 a St. Moritz, CHI “Concorso Ippico Internazionale indoor” di Ginevra. Sponsor ufficiale: Prima Lega di Calcio Svizzera. Main Sponsor: FC Lugano.

CERUTTI “il Caffè” ed “Il Massimo del Caffè”: il caffè per momenti esclusivi Tel. 0041-91 640 70 00 info@caffe-cerutti.com www.caffe-cerutti.com

9


dalla copertina

10

Grande calore e per una volta tutto il Ticino unito!

Bellinzona: una marea di gente ad accogliere l’ottavo consigliere federale ticinese Ignazio Cassis. Servizio a cura della redazione - © foto D.C. Il Ticino è stato abbracciato dal resto della Svizzera grazie ad una massiccia presenza anche di persone da fuori cantone. Personalità di Ginevra, Losanna, Zurigo, Berna, Vallese, Uri e ovviamente Grigioni hanno reso l’evento ancora più magico! Viva la Svizzera!


tinotte.ch

11


12

A TAVOLA CON

La Svizzera Italiana torna a Palazzo Federale L’ottavo consigliere federale ticinese ha il nome di: Ignazio Cassis Servizio a cura di David Camponovo Tra la festa di Bellinzona e Montagnola abbiamo avuto il piacere di incontrare il neo eletto consigliere federale Ignazio Cassis in un clima informale e decisamente amichevole direttamente a casa sua. Come ho scritto nell’editoriale da molti anni seguo e amo la politica, ma con occhi distaccati dal colore della casacca e sempre dando importanza al fattore umano. Ritengo che grazie al neo eletto il Ticino sarà ottimamente rappresentato. Come si evince nell’intervista l’onorevole Cassis è cosciente del gravoso compito e delle responsabilità oggettive che dovrà affrontare, ma allo stesso tempo ha una innata tranquillità maturata durante un percorso professionale importante che di sicuro lo ha forgiato per questo importante incarico. Come ci si sente ad essere l’ottavo Consigliere Federale Ticinese? Non sono sicuro se sento già tutto quello che si bisogna sentire, perché sono passati pochi giorni, ma di sicuro ci si sente onorati, ma anche con addosso una grossa responsabilità. Una responsabilità che non soltanto ha a che fare con il ruolo di Governo Federale quindi per il buon Governo svizzero, ma che in particolare ha a che fare proprio con le aspettative di una Regione linguistica e culturale della Svizzera in questo caso quella Italiana e siccome c’è un vacuum di 18 anni precedenti si sono accumulati naturalmente tanti desideri, tante aspettative, tanti pensieri e qualche volta c’è il timore di non riuscire ad esaudire il grosso di queste aspettative. Ci sono delle cose che poi sono esaudibili e altre che probabilmente non lo sono e quindi ci sarà da un lato anche chi dopo un certo tempo non sarà contento e questo bisogna anche metterlo in conto. In alcuni casi per un politico governare significa anche scontentare. Non è nulla di nuovo però in questo momento prevale l’ottimismo e naturalmente la sensazione di mettersi di buona lena per cercare di riuscire a fare tutto ciò che si vorrebbe fare, sia per la Svizzera ma anche per la regione linguistica italofana.   Quali sono gli obbiettivi più imminenti? Per i primi 100 giorni gli obbiettivi sono chiari: farsi un’idea di che cos’è il dipartimento, di chi lo sta animando, quindi chi sono le persone chiave, quali sono i problemi che

Foto 1: con la moglie Paola Foto 2: i bimbi del coro di Montagnola Foto 3: realizzata durante la festa in onore del 117 consigliere Federale Ignazio Cassis nel suo paese di residenza Collina d’Oro. Il sindaco Sabrina Romelli e la prima cittadina Annalisa Leone in Piazza Brocchi a Montagnola, entrambe poco dopo - davanti ad una piazza piena di gente - protagoniste di due discorsi toccanti. eredito dal mio predecessore e quali sono le piste di soluzione, cioè si tratta di fare un’analisi della situazione e di definire qualche obbiettivo prioritario che possa poi essere comunicato al 100esimo giorno. Riuscire ad essere un Governatore di tutti e nello stesso tempo salvaguardare in modo particolare gli interessi della Svizzera Italiana… E un po’ quello che dicevo.  Tu sei naturalmente in un Governo Federale un settimo del Governo e ti devi occupare della Svizzera come Stato Federale e lo fai con una sensibilità che è quella che viene dalla Regione da cui provieni cosi come gli altri sei lo fanno con le loro specifiche sensibilità. Il tuo ruolo è quello di portare questa

sensibilità sul tavolo del Governo e quello di persuadere, spiegare agli altri come intendi affrontare con quest’ottica particolare certi problemi. È un organo collegiale il Consiglio Federale quindi occorrono diplomazia e collegialità. non bisogna mai dimenticarlo. Il che vuol dire che tu arrivi con una tua logica, con una tua lunghezza d’onda, con una tua lingua che deve amalgamarsi con gli altri sei e arrivare a un convincimento comune o di maggioranza per lo meno. Questo significa che c’è una sfida comunicativa, una sfida di meccanica fine (che tipo di alleanze, che tipo di contatto gestire con gli altri sei membri). È anche una sfida di perseveranza e pazienza perché non tutte le ciambelle escono col buco al primo colpo.


tinotte.ch Riuscirà ancora a sognare in italiano all’interno di questo gruppo? In generale ho sempre sognato in italiano. Se c’è un posto dove la lingua italiana non la perdo assolutamente sono i sogni, quindi questo vuol dire proprio che è la lingua dell’anima del cuore. Io penso che nella misura in cui una persona porta dentro di sé un patrimonio culturale lo porta fino alla morte. Non è che questo lo perdi per strada anche se poi certamente devi amalgamarlo con altre realtà, però quello che sei sei: non è a 56 anni che ti fai una nuova verginità. (n.d.r: abbiamo volutamente lasciato il testo fedele al parlato per darne un’autenticità totale dei suoi sentimenti). Sarà ancora possibile vederla in momenti più ludici, leggeri e spensierati? Sono cosciente che la carica impone una restrizione delle libertà, questa è stata una delle riflessioni iniziali importanti che è stata fatta, dall’altro lato credo che oggi come oggi ho comunque il desiderio di vivere ancora questi momenti e mi renderò conto strada facendo se è fattibile oppure se nascono più problemi di quanto ci si potrebbe aspettare. Tra 2 anni ti dirò di più mentre adesso e un po’ così. Vediamo anche i Consiglieri Federali seduti in mezzo a Piazza Grande durante il Festival del Film. Quindi di principio non è impossibile. Non mi rendo ancora ben conto di quali accorgimenti di sicurezza ci saranno dietro, ecco questo non riesco ancora bene a capirlo, anche se mi hanno già fatto una testa grossa come un pallone per tutto l’aspetto della sicurezza… Però abbiamo una fortuna in Svizzera che è quella di avere un mondo politico molto terre à terre, molto legato alla realtà del paese. Insomma non c’è nessun problema a girare in città a Berna da soli, io sono tornato a casa in treno da solo. Non è che in Svizzera ci sia un pericolo particolare, poi dipende dalla situazione. Magari fra 2 settimane invece può capitare che c’è un tema scottante dove si animano certe discussioni e dove può esserci un’altra valutazione del rischio. Non c’è una situazione ad alto rischio, piuttosto una a basso rischio con probabilmente dei picchi dove sei messo più sotto protezione che altri. La Polizia Federale costantemente monitora la situazione, decide giorno dopo giorno qual è la situazione del rischio.    Ci fosse stato ancora suo padre, cosa le avrebbe detto? Sarebbe stato fiero sicuramente, ma penso anche che a

me non avrebbe mai fatto i complimenti perché a me non li ha mai fatti. Aveva ancora questo tipo di educazione molto ticinese un po’ all’anziana dove i figli bisogna spronarli a fare di più e non coccolarli con complimenti. Però poi so che sarebbe stato certamente orgoglioso, già come Consigliere Nazionale… poi lui era comunque interessato alla politica: leggeva molto, gli piaceva capire, aveva tutti i suoi pregiudizi e naturalmente poi sparava sentenze a destra e a manca. Io cercavo di farlo ragionare, ma non voleva darmi ragione. Ma penso che sarebbe stato un bel momento se ci fosse stato. Cosa ha animato nel suo carattere il fatto di essere l’unico figlio maschio? Difficile dirlo perché non ho l’altra strada. Se fossimo stati 4 fratelli maschi chissà come sarei stato? Ma di sicuro crescere con 3 sorelle mi è servito: ho avuto un contatto molto stretto con un mondo molto femminile, con tutte le loro “balle”, tutti i loro innamoramenti, le loro rogne, i loro

morosi, le loro menate…Perché sono un po’ queste poi le cose da adolescenti, no? Quando si litiga perché una sta troppo in bagno, perché si fa 50mila problemi che un maschio non vede e ogni tanto sentivo dei discorsi che per me erano una noia infinita. Qual è la stagione che preferisce? E perché? Di sicuro l’inizio dell’estate. Il mese di giugno: le lunghe giornate, l’irradiazione del sole, il calore che aumenta, la luce: e la luce è energia, la luce è amore e quindi il mese di giugno ti illumina e ti fa pregustare l’estate che arriva. Ho sempre avuto un grande amore per il mese di giugno, non ho dubbi. Che genere di musica le piace ascoltare? Dipende molto dallo stato d’animo. Devo dire che è cambiata molto nel corso della mia vita, però direi in prima battuta che quella che preferisco è la musica leggera italiana. San Remo insomma. Provo un grande piacere nello scoprire come evolve la canzone italiana. Sono sempre stato amante dei cantautori italiani: De André, Iannacci e altri che ascolto volentieri.   Tua sorella ci ha confidato che adori Cocciante, e in particolare... il motivo Margherita. Confermo! Comunque: Cocciante, Dalla, De Gregory. Tutta questa generazione di cantautori degli anni ‘80 e ’90, quando ero ventenne, trentenne; quella stagione mi è rimasta nel cuore. 

13


14 Accanto a questi anche gruppi rock e pop interazionali. Ero appassionato dei Super Trump, avevo tutti i dischi, ero membro del club in California, dell’Ombrella club nei tempi in cui non c’era la mail, quindi si scriveva, si metteva il francobollo, si spediva e ci volevano due mesi andata e ritorno. Grandi gruppi mondiali mi hanno sempre affascinato, ancora oggi ascolto i Pink Floyd, ma non ascolto più i Beatles, anche se ogni tanto quando ascolto loro canzoni mi viene nostalgia. Ma, ripeto, preferisco musica italiana …tra i più recenti Laura Pausini, anche se non è più recentissima. Alla radio scelgo Swiss pop, Swiss Jazz a dipendenza dell’umore, ci sono momenti che ho voglia di sentire jazz magari verso sera, un po’ più sul tardi, invece quando devo lavorare metto come sottofondo Swiss pop e ascolto le novità, diciamo in modo più passivo: schiacci un bottone, metti una stazione e non ci presti più attenzione.  Sveliamo ai lettori di Ticino by Night and Day per quale squadra tifa: Lugano o Ambri? Sono leventinese (n.d.r.: ride di gusto), ma forse la prima risposta che devo dare è che non sono uno sfegatato, né per il calcio, né per l’hockey, né per il tennis; non sono il classico tifoso che passa ore a guardare eventi sportivi. Mi appassionano più altre cose, per esempio la cucina. L’arte culinaria mi appassiona, mi entusiasma andare a mangiare in un posto particolare o in un ristorante stellato. Mi dà una sensazione molto più bella che vedere una finale di coppa del mondo. Fin da bambino malcantonese, c’era una specie di alleanza tra le regioni periferiche, quindi la periferia di Lugano e i vallerani leventinesi. Quindi sono un po’ nato in questa simpatia per l’Ambrì, ma non sono mai stato tesserato, sono andato a vedere qualche partita. Però ecco se tra i due devo scegliere, dico Ambrì.  Cassis, il medico! Cosa rimpiange della professione e quale ruolo ha avuto nella vita?   La medicina è il punto da cui sono partito. Il mondo della medicina rimane per me un metodo di pensiero, è lì che ho imparato, facendo il dottorato, l’importanza dell’analisi rigorosa e oggettiva. Del mondo medico mi manca un po’ la vita clinica, soprattutto la vita ospedaliera. L’ospedale è una grande organizzazione con tanti camici bianchi, è un modo di vivere la inter-professionalità; e tutto questo costituisce un arricchimento. Quando poi sono arrivato a medico cantonale, ho toccato altri pianeti: la politica, l’economia e mi

sono accorto quanto fosse diversa la mentalità, il vocabolario. Ecco le mie radici e le vivo ancora tramite mia moglie, Paola; lei lavora in ospedale e con i suoi racconti praticamente rivivo costantemente il mondo ospedaliero. Il suo ruolo è per me fondamentale, è il pilastro che tiene la barca ben ancorata, dove attracchi e sai che lì sei al sicuro; a casa è un po’ come attraccare e ritrovare il porto sicuro, proprio grazie a Paola.   A casa, quindi è come toccare terra di nuovo?  Infatti, di solito trascorro la settimana in …acque agitate di questo o di quel lago burrascoso, poi quando riesco a tornare a casa, mi sembra di rientrare in porto.     Vi siete incontrati in ambito ospedaliero? Sì! Io la conoscevo già dagli studi, perché anche lei ha studiato medicina a Zurigo, però non era scoccata la scintilla. Durante gli studi lei aveva il suo moroso e io la mia morosa e ci conoscevamo “ciao”, “ciao” come due ticinesi che si incontrano, si sa più o meno chi sono e poi ci siamo poi rivisti due anni dopo all’ospedale civico e lì è nata la storia.   Quindi la medicina è stata importante, sia come trampolino per la politica sia per la vita famigliare. Sì! Sì, la base anche degli affetti e tutto perché molto frequentemente nella mia generazione i medici sposavano qualcuno del mondo sanitario, per una ragione molto banale: passavi 80 ore alla settimana in ospedale, quindi di vita fuori non ne avevi, e siccome l’ospedale era fatto per tre quarti da donne, quasi tutte giovani, non avevi bisogno di andare in discoteca o chissà dove per avere una certa scelta. Era una cosa che non realizzavi, ma la realtà era quella. Quelli che hanno studiato con me medicina hanno tutti sposato un medico, un’infermiera, una fisioterapista.

È molto antropologico (risata) È di una banalità incredibile ma l’unico momento che uscivi dall’ospedale eri sfinito e andavi a dormire. Non cera una vita fuori dall’ospedale. La vita era in ospedale un po’ come in consiglio federale, non c’è vita fuori dal consiglio federale, sei sempre consigliere federale. Questo è interessante perché in fondo quando ero in ospedale era uguale, cioè sono stato educato ad accettare che si può vivere senza avere un hobby, senza andare al corso qua o là senza andare a bere l’aperitivo con gli amici ecc. Era la cosa più normale di questa terra e questo ti resta, non lo vivo come una deprivazione, anzi mi ricordo quando ero medico cantonale che una volta insegnavo nella scuola di polizia e c’era un’allieva aspirante gendarme che era venuta a chiedermi se durante la pausa delle 11, quando andavo a bere il bianco, se non mi dava fastidio il fumo nei ristoranti. Io ridendo educatamente le dissi: “Guarda che io non vado a bere il bianco alle 11”, non c’è scritto nel mansionario del medico cantonale che alle 11 si va a bere il bianco. Il pubblico apprezza sempre l’humor…     E’ vero; e io sono estroverso, di solito di buon umore e abbastanza ottimista; mi piace avere contatti, però non ho l’abitudine di andare a bere l’aperitivo.  Concludiamo tornando alla passione della cucina. 2018, Lugano città del gusto!  Fra le tante attività che ho svolto con grande piacere e tra i miei compiti svolti, quello di organizzare, controllare, dirigere, cercare le finanze e altro. Sono tuttora membro della fondazione del gusto, ma per poco ancora: questa è una di quelle attività a cui purtroppo dovrò rinunciare per ovvie ragione di tempo.    Prima di salutarci, un’ultima occhiata al tavolino dell’accogliente soggiorno, dove tra l’altro fa bella mostra di sé una scacchiera che l’intervistato ci ha confidato di aver comprato in un mercato durante un viaggio. Un viaggio importante (non privo di difficoltà) attende ora Ignazio Cassis sicuri che farà l’impossibile per svolgerlo al meglio, come tra altro ha sempre fatto nei precedenti incarichi. E intanto, in un periodo storico dove il Ticino è sotto i riflettori per molti motivi, lo scacchiere politico svizzero si è riappioppato di un pezzo ticinese che mai come in questo periodo sarà molto utile per le sfide attuali e di domani.


SPORT

tinotte.ch

Torneo del Fumetto: vince Julian Nervi La quarta edizione del Torneo giovanile giocato a Lugano, presso il Palazzo dei Congressi, con l’apporto di Bits Informatica Lugano e sostenuto dalla Federazione Ticinese di Scacchi (fsti.ch), ha visto la vittoria con punti 4,5 su 5 dell’allievo di scuola media Julian Nervi (Biasca). Il podio vincente, tutto medio, è stato completato da Tiziano  Cavadini  (Chiasso-Como) e Giacomo  Zecirovic  (Biasca), p. 4 ciascuno. A punti 4 hanno pure concluso Nathan Filippini (Biasca), Leonardo Ballabeni (Bellinzona) e Gabriele Pura (Cugnasco). Solo settimo, con p. 3,5, il provvisorio capolista -dopo

A Locarno, domenica 12 novembre

le prime tre gare del Grand Prix U16 da lui vinte-, Francesco Raimondi (Chiasso). Tra gli elementari si è classificato primo David Milutinovic (Lugano), p. 3, davanti a Fedor e a Marta Nechai (Ascona), pure p. 3 ciascuno. Il torneo si è svolto domenica 24 settembre, ha raccolto oltre trenta mini-giocatori e si è concluso con la cerimonia di premiazione condotta dall’organizzatore David Camponovo che ha attribuito a tutti i migliori  anche dei pezzi unici in granito prodotti Giannini Graniti Lodrino, dei disegni in tema con la fiera offerti da Fabio  Baudino, il patron della Fiera del Fumetto all’interno della quale si è svolto il torneo, e dall’organizzazione.

1° Festival Scacchistico Espoverbano

La prima edizione del Festival Scacchistico EspoVerbano, riservato agli U16, si terrà domenica 12 novembre presso il Palazzetto Fevi di Locarno. Il torneo, inserito nell’ambito dell’esposizione che inizierà l’ 8 novembre, è valido per il Grand Prix 2017 U16. Con il Festival Scacchistico EspoVerbano si chiude il Grand Prix U16 riproposto anche quest’anno da David Camponovo. All’evento parteciperanno allievi di scuola elementare e media e non mancherà di certo Francesco Raimondi. L’allievo chiassese di scuola media si è già imposto in tre precedenti tornei giovanili su quattro.

15


16

SPORT

Un sogno chiamato Olimpiadi! Murat: un atleta ticinese di cui andare fieri Servizio a cura di David Camponovo brividi. Ciò che ho passato e ora sto vivendo fanno parte di un super percoso stupendo che mi insegna molto e mette un pizzico di pepe alle mie giornate! Caro Murat, un sogno che si avvera... Un sogno che si avvera è quello che sto già vivendo ora: gareggiare in coppa del Mondo ad alti livelli per la mia nazione, ma sopratutto potermi finalmente avvicinare ai Paralympic Games in Korea! Chi è Murat? ehehehe mi vien già da ridere, ma lo dico così... Murat è un testardo che ama tantissimo la vita, le persone che lo circondano e non da ultimo fare sport da

Come procede l’avvicinamento al grande evento? Posso dire che tutto procede alla grande. Già da fine stagione scorsa sto allenandomi sia sulla neve che e in palestra.

Mentre per questa stagione, oltre a tutti gli allenamenti con la Nazionale - che non sono pochi, ho deciso di perfezionare ancora di più la mia tecnica e la mia forma fisica per arrivare a marzo al “top”. Perciò mi trasferirò a Silvaplana (GR) per allenarmi anche in privato. E grazie alla collaborazione e l’amicizia nata con la Ski-Racing Team Schule di Silvaplana potrò sfruttare le piste di Sankt Moritz e del Corvatch come pure di un preparatore atletico. Vorrei ringraziare gli sponsor che mi permettono di inseguire il mio sogno, nonchè lo sponsor principale VF Interational di Stabio.

Breve biografia

Da sinistra: Rita Caponetto Dri (Responsabile Marketing), Murat Pelit, Fabrizia Greppi (Senior Director di VF International) e Doriano Baserga (Presidente della Direzione) - © foto D.C.

mi chiamo Murat Pelit, abito a Stabio (Canton Ticino), faccio parte dello Swiss Paralympic Ski Team e sono un atleta di Coppa del Mondo. In seguito ad un tumore maligno all’osso sacro (condrosarcoma sacrale) riscontratomi nel 2003, dopo diversi interventi e cure specifiche, sono rimasto con una paraplegia incompleta. Ma non mi sono dato per vinto e, grazie alla mia grande passione per la montagna, con il mio inseparabile mono-sci ho deciso di buttarmi in questa magnifica avventura dello sci paralimpico.


tinotte.ch

Lugano si conferma da primato mentre l’Ambri deve crederci Bianconeri verso i primi quattro, biancoblu all’ottavo posto? Servizio a cura di Doriano Baserga Prima parte del campionato positiva per il Lugano che addirittura ha conquistato dopo la vittoria sul Davos il primo posto in classifica. Vero che è durato il bello di una notte stellare e da luna piena. Ma quella sera alla Resega sono tornati la voglia di primato e l’entusiasmo dei bei tempi. Da pelle d’oca il gol partita di Reuille che ha regalato il primato ai bianconeri. Poi sappiamo come è andata con le due sconfitte sulla Limmat con Kloten e Zurigo anche con ombre di un arbitraggio scandaloso. Mi riferisco alla partita contro i Lions dove si è visto di tutto, addirittura un Lugano per un tempo con un uomo in meno sul ghiaccio. Speriamo sia solo un episodio isolato, poichè se il Lugano inizia a dar fastidio al primato è giusto che se la giochi ad armi pari con tutti. Comunque in questa prima fase dobbiamo fare i complimenti a Greg Ireland per come sta gestendo i giocatori e per aver scoperto un buovo Maxim Lapierre. Il canadese è ormai il leader della squadra e un beniamino dei tifosi. Le sue giocate sono da autentico campione e l’impegno che ci mette è da bianconero doc. Lui dice a tutti che Lugano è casa sua e che sulle rive del Ceresio sta benissimo tanto da voler rimanere a lungo. E se continuerà a giocare così non abbiamo dubbi di una sua permanenza molto ma molto lunga.

Intanto Linus Klasen pian piano sta tornando il giocatore che sa fare la differenza e questo non può che far bene a tutto l’ambiente. Quando è in pista lui il divertimento è assicurato per i tifosi presenti alle partite. Continua il momento magico di Dario Burgler che a Lugano ha ritrovato la voglia di giocare a suon di gol e assist. La sorpresa comunque è Elia Riva che si è già guadagnato parecchi minuti sul

ghiaccio e che li ha sfruttati dimostrando una grande personalità non comune alla sua età. Questo è un ragazzo dal futuro assicurato e farà molto bene con Ireland che stravede per lui. Insomma un Lugano in salute che comunque conta pure sulle prestazioni fondamentali anche delle cosidette seconde linee come Sannitz, Romanenghi, Walker, Ronchetti, Morini, Reuille tutta gente che diventa determinante con i campioni e che ogni squadra ha bisogno. Nelle prossime settimane attendiamo la completa esplosione di Cunti e con il ritorno di Brunner il tecnico potrà formare una linea super con un giocatore qualsiasi da inserire a turno al loro fianco. I due hanno una classe da stranieri e vedrete che lo dimostreranno da qui alla fine della stagione. Chiudiamo con due parole sull’Ambrì di Luca Cereda. Noi abbiamo messo i leventinesi all’ottavo posto finale. Per adesso ci siamo... Bravo l’allenatore di Sementina a trovare un gioco adatto ai suoi giocatori fatto di grinta, ritmo e veloci rovesciamenti di fronte. La squadra ha riconquistato la fiducia dei loro tifosi e questo è fondamentale. Il primo obiettivo della stagione è già stato raggiunto. Avanti così Ambrì... che con un allenatore così come Luca e un Beniamin ... Conz tornato saracinesca tutto può diventare possibile....

La magica storia dei folletti biancoblu La magica storia dei folletti bianconeri Continua la saga dedicata all’Ambrì Piotta e al Lugano vista da occhi (meglio, da occhietti) particolari. Questa volta la materia è delicata: si parla di derby, di un confronto che da sempre suscita passioni, emozioni e reazioni potenti. La partitona, in questo caso, diventa spunto per descrivere un viaggio incrociato e speculare delle due mini tifoserie dalla Leventina al Luganese e dalla Resega alla Valascia. In mezzo sta il viaggio in pullman, con tanto di descrizioni di luoghi e paesaggi del Cantone, un viaggio fatto di scoperte piacevoli e sorprendenti per entrambi i gruppi. Valli, fiumi, montagne, pianure, castelli, perfino una pausa in un centro benessere vicino al Monte Ceneri! Una trasferta che permette alle due tifoserie di scoprire pregi e difetti delle rispettive sedi, delle differenze strutturali tra le due piste, così diverse per forme e storia. E ci scappa pure una storia d’amore tra i folletti Nerina e Broccolino, una vicenda che sa un po’ di Giulietta e Romeo tra due mini – protagonisti di opposta estrazione. Come sempre il messaggio è uno solo: lo sport, la correttezza ed il rispetto devono contraddistinguere ogni manifestazione. Guai ad essere violenti, e maleducati. Le partite devono essere occasioni di scontri leali, di confronti: in fondo è solo questione di sport! Fontana 2017

17


18

SPORT

Partiti tutti i campionati: godiamoceli! Servizio a cura di Renato Carettoni

2017

Tutti in pista! NBA (quest’anno ha iniziato 15 giorni prima) con il lungo cammino d’avvicinamento alla Finale che potrebbe essere ancora Warriors contro Cavs, malgrado che diverse squadre hanno operato sul mercato per rinforzare i rosters ed essere all’altezza; Eurolega con Milano rinforzata ma forse non ancora all’altezza delle migliori d’Europa; i vari

campionati nazionali fra cui il nostro con le due luganesi (Massagno e Lugano Tigers) molto agguerrite. Massagno conferma le sue ambizioni che sono corredate per l’entusiasmo di poter disporre di una palestra nuova di zecca proprio al centro del comune della collina luganese, e parte come non aveva mai fatto in serie A con 3 vittorie in fila (contro Losanna/ Pully, Winterthur e Basilea. I Tigers sono partiti male, con una sconfitta evitabilissima a Basilea, ma poi si sono rifatti sconfiggendo largamente lo Swiss Central in casa e andando a vincere in casa dei campioni svizzeri del Monthey. Sarà una stagione lunga e intensa con le due luganesi che saranno protagoniste vere entrambe: il primo derby, che promette molto in termini di interesse mediatico e di pubblico, oltre che di incertezza del pronostico, é previsto per domenica 3 dicembre alla nuova palestra Nosedo a Massagno. Le favorite sono certamente Ginevra e Friburgo, che sembrano avere qualcosa in più delle altre soprattutto a livello fisico, poi mettiamo Neuchâtel, Monthey, Massagno e Lugano: le due ticinesi non

2018

sono lontane dalle migliori e sono pronte a dare battaglia per entrare in buona posizione nei playoffs e lottare per insediarsi nelle posizioni più alte. L’interesse é subito alto in quanto la classifica del primo turno determinerà le partecipanti alla Coppa della Lega, quella del secondo turno stabilirà chi andrà nel girone finale delle prime 6 che a sua volta determinerà gli accoppiamenti playoffs! Una formula forse criticabile ma che non lascia spazio in nessun momento a rilassametnti e a errori: ogni partita é interessante!


tinotte.ch

2018

2017 05.11. 16:00 Neuchatel

06.01. 17:30 Lugano

11.11. 17:30 Vevey Riviera Regio Basel

Lugano

81-76 Lugano

Swiss Central 98-52

BBC Monthey

Lugano

71-77

27.10. 19:30 Winterthur

Lugano

09.12. 17:00

29.10. 16:00

Lugano

Lugano

BBC Monthey

SAM

Lausanne

Vevey Riviera

Winterthur 54-69 SAM

SAM

Regio Basel

SAM

Fribourg Olympic

10.12. 16:00

SAM

SAM

SAM

SAM

Fribourg Olympic

Lugano

SAM

Neuchatel

Fribourg Olympic

SAM

SAM

BBC Monthey

Vevey Riviera

SAM

BC Boncourt

SAM

11.02. 16:00 SAM

SAM

Geneva Lions

17.02. 17:00

Winterthur

Regio Basel

Lugano

04.02. 16:00

30.12. 17:30

29.10. 16:00 BBC Monthey

Lugano

Lausanne

Lugano

20.01. 17:30

22.12. 19:30

27.10. 19:30 SAM

03.12. 16:00

16.12. 17:30

21.10. 18:00

BC Boncourt

14.01. 16:00 SAM

Swiss Central

68-47

Neuchatel

18.11. 17:30

SAM

Vevey Riviera

12.01. 19:30

BC Boncourt

Geneva Lions

78-63

Lugano

06.01. 17:30

12.11. 16:00 SA

Neuchatel

04.03. 16:00

05.11. 16:00 SAM

Lugano

17.02. 17:00

30.12. 17:00

Lausanne

Lugano

10.02. 17:30

Regio Basel

Swiss Centra

Lausann

03.02. 17:00

Fribourg Olympic

Lugano

Winterthur

21.01. 16:00

22.12. 19:30 Lugano

Lugano

BC Boncourt

16.12. 17:00

Geneva Lions

Lugano

14.01. 16:00

03.12. 16:00

Lugano

21.10. 17:00 Lugano

Lugano

SAM

Lugano

12.01. 19:30

18.11. 17:00 Lugano

Geneva Lions

Lugano

SAM

04.03. 16:00 SAM

SAM

Swiss Central

19


20

MOTORI

ALEX VINCE IN CINA Testi a cura di Sergio Cavadini Impaginazione e ricerca foto Immagimedia

In occasione del suo terzo impegno nel China Touring Car Championship Alex Fontana ha colto un prestigiosissimo primo posto. A Ningbo il ticinese, che nel 2017 è stato confermato pilota ufficiale della KIA Motors, ha vinto con la K3, la vettura che ha contribuito a sviluppare. La vittoria …. cinese lo ricompensa senz’altro dalle peripezie purtroppo vissute anche quest’anno nel campionato Blancpain Endurance, solo mitigato dalla soddisfazione ricavata in occasione dell’ultima gara con la Jaguar Emil Frey.

VALORI SOLIDI L’Allianz Arena è l’emblema dell’eccellenza e dell’entusiasmo. Così come il nostro team è l’emblema di professionalità, sicurezza e qualità del servizio. Agenzia generale Corrado Calzoni Via Antonio Adamini 10A, 6901 Lugano allianz.ch/corrado.calzoni

013_Fussball_185x130_i.indd 1

28.09.17 12:22


tinotte.ch

Gomme da neve o “all season”? La domanda è pertinente ma la cosa più importante è optare per la maggior sicurezza possibile. Ciò premesso con l’approssimarsi della stagione invernale è fondamentale munirsi di pneumatici in grado di garantire un’adeguata aderenza su neve e ghiaccio. Raccomandiamo in merito solo pneumatici di marca e qualità: la mescola più morbida, la dimensione e il disegno lamellare più profondo garantiscono di fatto una maggior aderenza anche a basse temperature. E’ inoltre raccomandato il montaggio di quattro pneumatici invernali anche su vetture a trazione solo posteriore o anteriore. Rientrano, nel discorso, anche le gomme “all season”: si tratta di gomme create come compromesso tra tenuta su fon-

di innevati, usura, e prezzo. La gomme quattro stagioni garantiscono senz’altro in modo adeguato una marcia sicura anche su neve e fondi (parzialmente) ghiac-

ciati, ma difficilmente sono performanti come quelle specifiche. Sono contraddistinte dalla sigla M+S (o varianti simili) che sta per fango (mud) e neve (snow).

21


22

COMUNICARE

“Noi non vogliamo la guerra” Servizio a cura di Pier Paolo Pedrini

Nella contesa fra la Corea del Nord e gli Stati Uniti abbiamo più volte sentito alla televisione il ministro degli esteri americano affermare che “noi non vogliamo la guerra” e l’immagine che fuoriesce del presidente nord coreano è quella di un insano criminale. Parole che confondono in quanto rispecchiano quanto Kim Jong Un sostiene di Donald Trump. E se avessero ragione entrambi? Al di là del legittimo dubbio, i due aspetti menzionati rientrano nella propaganda militare che da oltre cent’anni vuole orientare l’opinione dei cittadini di ogni nazione per ottenere il necessario consenso a qualsivoglia impresa bellica. A proposito è illuminante la lettura di Falsehood in War-Time del diplomatico britannico Lord Arthur Ponsonby, scritto nel 1928 con lo scopo di informare i cittadini del ruolo manipolatorio rivestito dai media durante la Prima guerra mondiale. Ponsonby, pacifista, elenca e discute le falsità divulgate dalla propaganda delle forze alleate contro i loro nemici per creare e sostenere la guerra. Falsità che sono diventate la chiave di lettura di ogni guerra, perfino contemporanea (anche se non possiamo sapere fino a che punto siano o meno delle falsità). Lord Ponsonby riporta poco più di venti temi, ma ricordiamo solo i più diffusi e ripetuti: 1. noi non vogliamo la guerra, dobbiamo - ore 19.00 Serata degustazioni vini però difenderci;

2. l’unico responsabile è il nemico; 3. noi lottiamo per una causa nobile (la difesa della democrazia); 4. il nemico commette atrocità, i nostri sono errori involontari; 5. il nemico utilizza armi proibite. A proposito degli aggettivi usati per descrivere il nemico, diciamo che la propaganda ha presto capito che è più facile fare odiare una persona, presentandola come dittatore, piuttosto che tutto un popolo. È successo anche per Saddam Hussein, Gheddafi, e altri ancora… Per quanto riguarda la certezza di non volere la guerra, notiamo solo che dal punto di vista comunicativo la frase è strana in quanto oggi è ormai accertato che ogni volta che chiediamo a qualcuno di non fare qualcosa evochiamo l’immagine che vogliamo evitare. In questo caso la guerra. Madre Teresa di Calcutta sosteneva pertanto che «Non bisogna manifesta-

Osteria Odeon

ntina Pelissero.

re contro la guerra, bensì a favore della pace». Ogni strategia di prevenzione incoraggia la trasgressione e quindi sono da preferire le frasi dirette che evidenziano il risultato che si vuole ottenere e così non bisognerebbe raccomandare di «non avere paura», o dire che «non ho mai fregato nessuno» (meglio: «sono sempre stato corretto»), «non voglio farle perdere tempo» («grazie del suo tempo prezioso»). I manager hanno astutamente imparato che ogni misura adottata contro la chiusura di una fabbrica che viene presentata come «posti di lavoro salvati» è accolta meglio di una che parla di «posti di lavoro persi» Le frasi negative vanno bene quando hanno un intento ironico o se giocano con un diffuso modo di dire, come quella che si legge sui cartelloni luminosi delle autostrade italiane: «Se non rispondi non muore nessuno!».

Cucina tipica Ticinese e Mediterranea Da oggi e ... da noi che siamo nel cuore di Lugano, troverai il Liquore più nostrano

Orari Lu-ve 07.00-21.00 Sabato 08.00-19.00 Domenica chiuso

Via Peri 14, CH-6900 Lugano - Tel. +41 91 923 16 21 - info@osteriaodeon.ch -

Osteria Odeon


tinotte.ch

TECNOLOGIA

To cloud or not to cloud, il valore del DATO

Servizio a cura di Daniele Wälti “Signore, signore, mi aiuti, ho perso tutti i dati del mio cellulare e non ricordo a memoria il numero di telefono di mia moglie” Quante volte ci siamo resi conto del valore di qualcosa solo nel momento in cui l’abbiamo persa? Proprio al giorno d’oggi, in cui tutto dipende dalle informazioni che possediamo, è lecito chiedersi: “ma quanto vale il mio DATO e quanto sono disposto a investire per mantenerlo sicuro?” Per DATO non si intende i documenti che ho salvato l’anno scorso o l’agenda di 2 anni fa, ma i numeri di telefono che aggiungo ad ogni momento e dove o le e-mail essenziali della suocera che ricevo giornalmente. Il significato di DATO, inteso dagli utilizzatori di apparecchi informatici, deve venire quindi inteso come qualsiasi informazione che sia fresca, recente! La pervasività di internet, questo fantastico strumento di lavoro che ci permette di essere connessi con il mondo, in qualsiasi momento e ovunque ci troviamo, potrebbe esserci d’aiuto. Perché non sfruttare quindi internet per salvare i nostri preziosi DATI? La nazione con il maggior numero di servizi professionali di salvataggio di dati sono indubbiamente gli Stati Uniti, dove Microsoft, Amazon, Google e altri hanno i loro server. In gergo, questo tipo di infrastrutturale, è chiamato cloud. Salvare in un cloud costa poco (se non addirittura nulla), possiamo accedervi anche

con il Game Boy di nostro figlio e possiamo condividere di tutto di più. Qui entra però in gioco un altro aspetto di sicurezza: non quello del rischio della perdita del DATO, ma il rischio di accesso da parte di terzi alle nostre informazioni che potrebbero essere riservate o confidenziali. Quello che pochi sanno è che negli Stati Uniti è in vigore il Patriot Act, disegno di legge uscito poco più di un mese dagli attentati dell’11 settembre 2001, che concede poteri illimitati allo Stato in caso di sospetto di riciclaggio di denaro o di terrorismo. Il problema, come ha dimostrato Edward Snowden (vedi il film ispirato alla

sua storia) è che i servizi segreti, forti di una legge vaga, accedono a tutto anche senza veri sospetti fondati. Quale è quindi la soluzione ideale per la sicurezza dei miei dati? A livello professionale esiste la possibilità di salvare i dati in un datacenter svizzero, non soggetto quindi al Patriot Act. BITS Partners SA può dare questo tipo di servizio. E i backup privati? Un backup su un server come Dropbox o Google Drive con crittografia dei dati potrebbe essere la soluzione corretta, ma al giorno d’oggi ancora un po’ complesso e poco pratico, Soprattutto se si desidera accedervi da un qualsiasi apparecchio fisso o mobile. Patriot Act: http://www.olcu.org/PDFs/ USPatriotAct_Summary.pdf Edward Snowden: https://it.wikipedia. org/wiki/Edward_Snowden Trailer del film “Snowden”: https://www. youtube.com/watch?v=wQ1d68QQ1ZE

23


24

FIERA

Espoverbano 2017 - V edizione

Al Palazzetto FEVI a Locarno dall’8 al 12 novembre Servizio a cura della redazione - © foto D.C. Una quinta edizione all’insegna delle novità, quella di EspoVerbano.ch, previsto dall’8 al 12 novembre al Palexpo Fevi. La prima e più importante è la presenza di un capannone, in cui da una parte verrà proposta gastronomia locale di qualità, e dall’altra la possibilità ad enti e associazioni senza scopo di lucro, apolitiche e aconfessionali che operano sul territorio, di presentarsi sul palco appositamente attrezzato. Un’altra novità è la partecipazione, in qualità di ospite, della Polizia ferroviaria, i cui obiettivi e scopi saranno debitamente spiegati al pubblico grazie ad una presenza attiva del Corpo. Internamente, lungo un percorso particolarmente fruibile, è confermata la presenza di un’ottantina di standisti, costitu-

Mondo Prima Edizione

ita da una buona base di nuovi espositori che andrà ad integrarsi con quelli fideliz-

Coordinato da CD Media SAGL

zati dalle scorse edizioni. Comune denominatore sarà, come sempre, una grande attenzione al locale, inteso come locarnese e ticinese. Sarà volutamente limitata a 3 la presenza di espositori di articoli simili: questo, ovviamente, a beneficio di una diversificazione dell’offerta. Come sempre l’entrata al Palexpo Fevi sarà gratuita. Un’ultima particolarità è data dalla presenza, su tutto il primo piano del palazzetto, dell’Associazione Wir Svizzera italiana, che promuove l’omonimo sistema di pagamento complementare. Sempre al primo piano rimarrà comunque, sabato e domenica, l’apprezzato angolo bambini, con il simpatico mago Renato.

Iscrizione obbligatoria Associazione WIR della Svizzera Italiana Via San Gottardo 26, CH-6900 Lugano Tel. +41 91 605 73 00 - e-mail: redazione@tinotte.ch


BENESSERE & FASHION

tinotte.ch

Creatività, Passione, amore per la bellezza Servizio a cura di Gustavo Marcono Uno stilista che con il tocco magico delle sue mani onora il suo lavoro dando visione alla bellezza e alla femminilità per ogni donna. Abbiamo una grande occasione di trovarci qui in diretta sul palco del Beauty Contest Expo per conoscere più da vicino questo artista, sempre più quotato.

Riccardo Tesse, Lugano-Paradiso Riccardo, in poco tempo hai realizzato pettinature e abiti su queste splendide modelle dandogli un nuovo volto della moda. La mia passione per il mondo femminile stimola la necessità di dare una nuova carica di emozioni con colori a 360°. Strategie e tecniche per un nuovo look in base al tipo di persona. Come è nata questa passione? La donna è un mondo tutto speciale in cui si rappresenta l’arte della femminilità, la passione di hair stylist, significa realizzare la vera personalità per ogni donna. Artista e creativo, questo ti porta ad avere tanti impegni lavorativi. Ma quando ti fermi? La bellezza è un movimento

piacevole che ti porta energia positiva. Sono una persona innovativa, lascio spazio a liberi pensieri e con amore ricarico le mie forze incoraggiando il prossimo per il suo benessere. Sentirti è un emozione, non vedo l’ora di avere l’opportunità di avere altre occasioni per partecipare ai tuoi nuovi eventi. Qual è il tuo moto? Ho sviluppo personalizzato per ogni donna, è il movimento nel realizzare, tramite la mia arte, la bellezza, lo stupore e il carisma. Le mie opere sono un incanto, vi aspetto per accogliervi nel mondo della trasformazione dei vostri desideri. Riccardo Tesse Visionnaire, esperto di bellezza Via Geretta 11 CH-6900 Lugano-Paradiso Tel. +41 79 303 42 13 www.riccardotesse.com

25


26

CONCORSI & FASHION BENESSERE

Social-Day A cura di Sara Delfante per Elisir Coiffure

Il modo più semplice per raggiungere le persone in qualsiasi momento e luogo, che sia in viaggio, a casa o a lavoro, è comunicare tramite i social. Questi ci permettono di contattare i nostri clienti in modo rapido, sicuro e diretto.

Questo metodo è più compatibile con lo studio di vita dei giovani e non solo. La pubblicità cartacea produce inquinamento e la maggior parte delle volte viene ignorata, mentre tutto ciò che è online non crea sprechi. Questa strategia fidelizza il cliente, e il parrucchiere in ogni momento può mettersi in risalto mostrando i propri lavori. Mettiti alla prova, seguici su facebook! elisir.coiffure

La pubblicità online rafforza l’immagine dell’azienda a livello globale, inoltre è il metodo più utilizzato e comune al giorno d’oggi. Caricando video e foto, la clientela può essere più partecipe commentando, mettendo like e condividendo.

www.elisircoiffure.ch


27

Vuoi fare del make-up la tua professione? Accademia di trucco: percorso completo make-up o moduli singoli

Sarah Calato, direttrice della BSA Academy di Lugano, Scuola Privata di Estetica Svizzera che offre una formazione professionale eccellente e completa, da 12, 18 e 24 mesi, adatta a ogni esigenza. Ampio spazio è dedicato alla formazione continua con corsi di aggiornamento e perfezionamento tenuti da docenti specializzati. Sono corsi aperti a tutti, sia alle persone che operano nel settore estetico e olistico e vogliono accrescere le proprie conoscenze, sia a coloro che intendono realizzare il desiderio di migliorare e approfondire la propria cultura del benessere. P.zza Cioccaro 10 6900 Lugano T. 0041 (0) 91 922 28 70 info@bsa-academy.ch www.bsa-academy.ch

TRUCCO BASE

ARMOCROMIA

TRUCCO SPOSA FOTOGRAFICO

TRUCCO FOTO VIDEO E BEAUTY FASHION

ANTIAGEING E SOTTO GLI OCCHIALI

MULTIETNICO

ITÀ BIMBI O NOV G UCC

N TR INTI RSI CO ACE PA EF FACE PAINTING

TRUCCABIMBI

SCUOLA DI ONICOTECNICA Apprendimento garantito: consulenza costante dell’insegnante. Corsi individuali e collettivi a moduli o completo. Esame finale con attestato.

RICOSTRUZIONE CERAMICA

RICOSTRUZIONE UNGHIE

MICRO PITTURA

CORSI: TECNICHE DI EPILAZIONE

FILO ORIENTALE

Epilazione naturale è nata nell’antico Oriente: una tecnica igienica, rapida ed economica. Indicata per pelli sensibili, per uomo e donna.

PASTA DI ZUCCHERO

Metodo naturale, composto da acqua, zucchero, limone e olio essenziale, per una epilazione dolce, anche dei peli corti e duratura fino a 5-6 settimane!

... La BSA vi aspetta allo STAND 1 e 56 NON MANCATE. Le nostre dimostrazioni pratiche di tendenza 2017 !!!


28

FAI DA TE

IL FILO –un’esperienza sensoriale Servizio a cura della Redazione Il filo é alla base di ogni lavoro a maglia o uncinetto. Tutti i capi realizzati con queste tecniche sono composti da un unico filo che viene intrecciato facendo avanzare il lavoro. Ci si potrebbe dilungare sulla filosofia legata alla parola FILO: il filo della storia, appesi ad un filo…, ma molto praticamente ci soffermeremo oggi sull’importanza della qualità del filo che deve essere scelto per eseguire qualsiasi lavoro, consapevoli che sarà nostro compagno e l’avremo fra le mani per molte ore. Prendetevi il tempo di toccare e confrontare il materiale e verificare se il prezzo corrisponde a ciò che toccate, alla qualità scritta sull’etichetta e al metraggio contenuto in 50 grammi. Per saperne di più non esitate a telefonarci! È molto importante avere materiale di buona qualità. Spesso ci si lascia ingolosire dal colore del gomitolo, senza valutarne la morbidezza e la struttura del filo (quanto è ritorto?). Qualità, che a lavoro ultimato determineranno la tenuta e la morbidezza del vostro capo. Ho sentito più persone che ingolosite dal prezzo o non avendo valutato

bene, hanno poi buttato tutto nella pattumiera, frustrate. Consiglio: se non siete sicure di ciò che vedete, acquistate solo 1 gomitolo, provatelo e decidete se vi piace o meno! Quando avete trovato il materiale del colore, dello spessore e della morbidezza desiderati, potete tuffarvi in tutta tranquillità nell’esecuzione del vostro progetto. La scelta del filato giusto prende tempo e come dico sempre: “scegliere è metà del lavoro!” l filo che scorre o teniamo fra le dita, ci trasmette delle sensazioni... freschezza, morbidezza, soffice, secco, ruvido, duro, che sono estremamente personali. E più sono

piacevoli e gradevoli meglio é. Ogni persona reagisce differentemente ai materiali di cui il filo è composto. C’è chi è allergico (o ha una grande sensibilità) alla lana, chi non sopporta il sintetico e chi ritiene che il cotone sia troppo duro…. Il mercato odierno propone materiali meravigliosi: cotoni o cotoni misto con poco cashmere, morbidissimi e soffici un ottimo sostituto alla lana e al sintetico sia in inverno che in estate. Oppure filati sintetici tanto morbidi da assomigliare a cashmere. Pure i filati in lana hanno raggiunto livelli di morbidezza incredibili, grazie alle nuove tecniche di lavorazione. I filati fantasia consentono di ottenere dei risultati eclatanti lavorando con punti molto semplici…tutto questo e molto di più è presente alla Bottega della Lana. 6600 Locarno.

Lugano Tel. +41 91 972 30 30

Via Famiglia Trevani 1a CH-6600 Locarno Tel. +41 91 751 17 04 Bottega della Lana

Minusio Tel. +41 91 744 66 92

Viaggi organizzati di 1 o più giorni. Soggiorno al mare. Possibilità di noleggio pullman con autista per associazioni, scuole, parrocchie…

principeviaggi@sunrise.ch - www.principeviaggi.ch


BRICOLAGE

L’arte di imbiancare Servizio a cura di Mirko Rendina

Secondo appuntamento con la rubrica znata in collaborazione con Marito a Noleggio, un’attività privata gestita da Mirco Rondina. Egli offre a chiunque ne avesse la necessità, la propria esperienza come tuttofare, sia per grandi lavori che piccole mansioni. I suoi servizi spaziano dalla falegnameria, all’idraulica, al giardinaggio e molti altri. È disponibile in tutto il Ticino e viene incontro alle svariate esigenze del cliente, cercando di offrire sempre la soluzione migliore. Scotch: preparazione del materiale, metodologia di svolgimento imbiancatura appartamento e risoluzione di problematiche. Materiale necessario per la copertura di mobili, pavimenti e zoccolino: - Cellofan - Carta e scotch per zoccolino - Telo plastificato munito di scotch Materiale e attrezzatura per lo svolgimento dell’imbiancatura : MATERIALE - Antimuffa - Antimacchia - Silicone acrilico - Stucco - Stabilitura - Bianco fisso oppure dispersione per interni (importante capire qual è il materiale adatto da utilizzare a seconda della precedente tinteggiatura, ci sono due tipi di prodotti bianco fisso e dispersione, per identificare il materiale adatto consigliamo un semplice test; utilizzando una spugnetta umida andremo a strofinare delicatamente sulla parete da trattare, nel caso in qui rilascia il colore è bianco fisso nell’altro caso a dispersione. 

ATTREZZATURA - Set di pennelli di varie misure - Rullo - Rullino  - Scala - Pertica - Paperella - Spatole giapponesi - Raschietto - Spazzetta per la polvere - Tenaglia - Cacciaviti - Scopa per pulizia finale - Sacchi immondizia  - Spugnetta METODOLOGIA DI SVOLGIMENTO la prima cosa da fare è la copertura di mobili e pavimenti, in seguito andremo a rimuovere le placche elettriche ed eventuali chiodi. PROBLEMATICHE  - Crepe e buchi - Umidità - Macchie es: pennarelli indelebili, caffe ecc..

CREPE e BUCHI Quando si rincontra una crepa nel muro bisogna procedere con la screpolatura e allargatura, utilizzando una spatola, in seguito andremo a riparare con dello stucco o stabilirla, a dipendenza del materiale della parete si andrà a scegliere il prodotto, se liscia e in gesso utilizzeremo lo stucco, se il muro è granulato si utilizzerà la stabilitura che può essere di varie misure. In caso di buchi utilizzeremo uno dei due prodotti menzionati. UMIDITÀ Per andare a trattare la parte della parete dove si riscontra umidità avremo bisogno di un secchio con acqua contenente ammoniaca, andremo a lavare la superficie con una spugna, una volta pulita, risciacquare con acqua limpida, in fine applicare il prodotto antimuffa. MACCHIE  Utilizzando un pennello imbevuto del prodotto antimacchia andremo a passarlo sulla superficie da trattare. IMBIANCATURA  Utilizzando una scala e un pennello andremo a profilare tutti i contorni, in seguito ci muniremo di rullo pertica e secchio di pittura con retina, iniziando dai soffitti e in seguito le pareti. Utilizzando il silicone e dello scotch andremo a definire al meglio i bordi dei telai e le finestre. A lavoro finito andremo a sgomberare tutto il materiale di copertura posto all’inizio e provvediamo al rimontaggio delle placchette elettriche.

Marito a Noleggio Sagl Mirco Rondina Via stramonte 15 Stabio

Cell +41 79 370 06 32 www.maritoanoleggio.ch Facebook: @maritoanoleggiomirco


30

CONCORSI

zzante

i Fri

i

Concorso la

FESTEGGIATA LA CAMERIERA PIÙ FRIZZANTE 2016/17

Valentina, cameriera presso il 6805 La Palazzina in via Cantonale 1 a Mezzovico, è la vincitrice assoluta della 17.ma edizione del concorso “Cameriera/e + frizzante” indetto dal bimestrale del divertimento Ticino by Night&Day. La graziosa e sempre sorridente cameriera, che è pure neo-sommelier, è stata premiata da David Camponovo, organizzatore, proprio nel ritrovo in cui lavora. Valentina è risultata la cameriera +frizzante 2016/17 ed è di conseguenza salita sul gradino più alto del podio, accompagnata per l’occasione da Paola, Bar Vittoria Mendrisio, seconda e da Alessandra, Al Passaparola Savosa, terza. Alla presenza di varie personalità della Svizzera italiana, la premiazione è avvenuta all’insegna del divertimento, della musica e di ricche sorprese che hanno reso l’evento decisamente ….. frizzante!


tinotte.ch Via Campagna 34, CH-6982 Agno-Serocca Tel. +41 91 930 67 57 - Fax+41 91 930 67 59 info@tipack.ch - www.tipack.ch

i

CAMERIERI

i Fri

zzante

, er SMS Vota p ero o il num d n ia v in ua /della t del tuo 880 o(a) al preferit SMS) 80.- x . 0 F H (C

3 Round +Frizzanti 2017-18 Ricordiamo i nostri due concorsi.

1) Premio principale +Frizzanti voti conteggiati tramite sms, e-mail e tagliando

Cari Amici e amiche del giornale, continua il concorso che premia ogni anno l’importante categoria dei camerieri con un premio di CHF 1000.- in merce. Prima di tutto vi diamo il risultato della seconda votazione e poi forza a votare i nuovi! Vince la seconda tappa la radiosa LAURA dello Snack Bar SAX a Vezia che ha preceduto la sempre sorridente SAMANTHA, che nonostante lavori in Vallemaggia ha raccolto tantissime preferenze. Un bravo quindi allo staff dell’accogliente Ristorante della Posta a Cevio (tra altro ottima la selvaggina!); sul podio del secondo round anche NOEMI del Bar Arlecchino di Locarno. Seguono un po’ distaccati e in ordine alfabetico: DEBORA Snack Bar Cantinone a Locarno, JENNI Osteria Ticino Balerna e SOPHIE Bar Laura Lugano. LAURA si issa così al comando della classifica provvisoria e precede la vincitrice della prima tappa VERONICA del mitico Bar Mendrisio a Mendrisio. Rimane sul podio la spumeggiante DANIELA dell’Osteria Odeon Wine Bar. Accanto potrete invece votare la seconda serie del concorso 201718. Forza non aspettate neanche un minuto ed andata a trovare i nuovi + Frizzanti 2017-18!! Premio tinotte.ch Ricordiamo che per i Click sul sito, da due anni, è previsto un premio finale speciale. Premio che sarà consegnato la sera della premiazione della Cameriera +Frizzante 2017!

Invitiamo a segnalarci candidati per i nuovi numeri. Telefono. +41 91 605 73 00 - info@tinotte.ch

2) Premio speciale. +Frizzante WEB

Preferenze espresse sul nostro sito web. www.tinotte.ch Causa problema tecnico non c’è nessun vincitore.

1

STEFANIA

Snack Bar Festival Locarno

4

SUNI

Mon Chéri Lugano - Cassarate

Nome Via Luogo e data

ALEXANDRA P365 Cafè L ugano - Davesco

5

TANJA

Osteria dei Colombi Montagnola

JASMINE

3

Ristobreack Glem Camorino

6

MARCELLA

Ristorante Unione Riva San Vitale

1. Partecipano al concorso camerieri - donne e uomini che lavorano in locali della Svizzera italiana. 2. Ogni locale partecipa una sola volta, nel corso dell’anno, rappresentato da un solo candidato(a). 3. La partecipazione al concorso necessita solo di un abbonamento annuale (CHF 60.-) in cui partecipa il concorrente. 4. Ad ogni uscita bimestrale della rivista concorrono sei candidati(e). 5. La votazione per ogni concorrente è di un’edizione. 6. Vince chi, a fine anno, ha totalizzato il maggior numero di preferenze, nei seguenti sistemi di voto. a) spedendo il tagliando sottostante b) via SMS - al 880, inviando il numero preferito p.es. FRIZ1, FRIZ2... ma non solo il numero! c) via e-mail. info@tinotte.ch indicando nome e cognome 7. È esclusa ogni forma di corrispondenza sul concorso. 8. Il locale vincitore si impegna ad organizzare una festa per la vincita del/della cameriere/a +Frizzante in cui lavorava al momento della partecipazione al concorso.

tagliare e inviare a Ticino by Night & Day, via San Gottardo 26, CH-6900 Lugano

Cameriere(a) +Frizzante. Numero scelto

2

E-mail (obbligatorio) Cognome Località Firma

CONCORSO N° 101

31


TbyND 102  

Guida al tempo libero & Benessere - Insubria

TbyND 102  

Guida al tempo libero & Benessere - Insubria

Advertisement