Issuu on Google+

ANNO XXV - N. 49-50 17-19 LUGLIO 2013

PREZZO PER COPIA EURO 0,10

GIORNALE DI INTERESSE PROFESSIONALE PER IL TURISMO - POSTE ITALIANE SPA - SPED.

Il lungo raggio di Brussels Airlines

Lungo raggio, con gli Stati Uniti in pole position, per l’estate targata Brussels Airlines. A PAGINA 12

IN

ABB. POST. D.L. 353/2003 (CONV.

Konrad: focus sul Messico

IN

L. 27.02.2004, N° 46), ART. 1,

Konrad Travel si concentra sul Messico, meta in ripresa alla quale dedica un’ampia programmazione. A PAGINA 6

Gabriele Burgio a tutto campo. Forte crescita per la villaggistica

Alpitour: e l’estate va! «La semina è iniziata. Le prime valutazioni il prossimo anno» MILANO – Carsten Spohr, ceo di Lufthansa, mette a fuoco strategia e obiettivi della compagnia in Italia: potenziamento del network, prodotto e servizi di elevata qualità, stabilità finanziaria sono i perni su cui rilanciare, sulla scia del piano Score che, come da programma, porterà nel 2015 ad un risultato operativo di 2 miliardi di euro. Oltre alla nuova Germanwings, che entro il 2015 rappresenterà il 10% dei ricavi Lh. A PAGINA 8

MILANO - Alpitour va in controtendenza. Mentre la crisi ancora si fa sentire, il gruppo fa segnare un’estate sostanzialmente positiva, con tutti i marchi in crescita, alcuni addirittura a doppia cifra percentuale rispetto al 2012. In incremento soprattutto la villaggistica. «La semina è appena cominciata - dice Gabriele Burgio, amministratore delegato e presidente del gruppo -. Diciamo quindi che le prime valutazioni si potranno fare nell’estate del 2014». Burgio ha sottolineato il forte rapporto con le adv. A PAGINA 2

La Sardegna L’avanzata paga la crisi di Etihad nel 1° semestre del mare Italia

Il Triveneto nel mirino di Thai Airways

ROMA - Astoi ha convocato l’assemblea generale in Sardegna per accendere i riflettori sull’isola. Dal dibattito è emerso che il calo del turismo è dovuto, più che al caro traghetti, alla crisi del mare Italia. A PAGINA 4

PADOVA – Rotta sul Triveneto per Thai Airways insieme ad Adr, alla riconquista di un bacino di utenza di primaria importanza. In arrivo la quinta frequenza settimanale sulla RomaBangkok. A PAGINA 12

L’India punta Strategia italiana «Armonizzare l’Iva all’Europa» sul trade per Lufthansa NEW DELHI – Agenzie di viaggio sempre al centro dell’attività promozionale dell’ufficio nazionale del turismo indiano. Dopo la pausa estiva, il direttore Gobind C. Bhuyan ha infatti annunciato una nuova tranche di incontri in cinque città italiane della provincia. «Nel 2013 puntiamo a incrementare i visitatori italiani del 15% rispetto ai 115 mila arrivi totalizzati nel 2012» ha detto Bhuyan. A PAGINA 14

ABU DHABI – Etihad Airways centra un incremento a due cifre (+13%) dei ricavi passeggeri nel primo semestre 2013, totalizzando entrate per 1,8 miliardi di dollari, di cui il 20% generati dai partner. A PAGINA 10

ROMA - Nel primo intervento pubblico, il ministro del turismo, Massimo Bray, ha proposto, oltre a una valutazione sulla tassa di soggiorno, anche l’armonizzazione dell’Iva a livello europeo. A PAGINA 3

COMMA

1, CNS/AC-ROMA

Cambio nome Non è certo colpa sua, ma scaraventato nel rutilante mondo del turismo, il ministro Bray è andato un po’ alla cieca. Ma se è andato un po’ alla cieca, perché non lo chiamiamo Braille, invece di Bray?

Costa dalla parte delle adv GENOVA - Costa Crociere fa rotta verso le agenzie di viaggio. Per tornare ai livelli del 2011, la compagnia punta sulla collaborazione con il trade, introducendo il programma WeCare. Non solo, il direttore commerciale & marketing Italia, Carlo Schiavon, ha segnalato la possibile reintroduzione dei direttori di area e della suddivisione per cellula geografica. «Le migliori performance si registrano nel Centro-Nord Italia, mentre il Sud stenta ancora a riprendersi» ha aggiunto Schiavon. Fra gli obiettivi, il rafforzamento sull’area mediterranea. A PAGINA 6

Armando Muccifora

Gran Bretagna: 40 milioni di turisti entro il 2020 LONDRA – Gran Bretagna in pole position grazie alla campagna “Great”, che ha lo scopo di far conoscere anche le regioni meno note del Paese e di concentrarsi su sette temi fondamentali: Heritage, Countryside, Shopping, Sport, Culture, Food & Drink, Music. Ne ha parlato l’amministratore delegato di VisitBritain, Sandie Dawe, che ha indicato in 40 milioni di visitatori internazionali l’obiettivo da raggiungere entro il 2020. Nel 2012 gli italiani in arrivo sono stati un milione e mezzo. A PAGINA 15

Risultati “oltre budget” per Air Europa MILANO – Risultati «oltre il budget» per il primo semestre dell’anno fiscale 2012-13 di Air Europa, come spiega il direttore Italia Robert Ajtai. Crescita a doppia cifra anche per il mercato italiano, che si conferma il primo europeo e in agosto vedrà un aumento di capacità da Milano. Attese per il debutto sulla Madrid-San Paolo, da dicembre. A PAGINA 10

1


Quotidiano

17-19 luglio 2013

www.travelquotidiano.com

In primo piano Inversione di tendenza

Il gruppo registra un buon andamento nella stagione estiva. Ottima performance per la villagistica

Il quattro brand di MASSIMILIANO SARTI

MILANO - Un’estate sostanzialmente positiva, con tutti i marchi in crescita, alcuni addirittura in doppia cifra percentuale rispetto al 2012. Va bene soprattutto la villaggistica, «credo grazie alla sua natura di prodotto trasparente, flessibile e dal buon rapporto qualitàprezzo», spiega Gabriele Burgio. Non si sbottona un granché sui numeri l’amministratore delegato e presidente del più grande tour operator italiano, ma si dice sostanzialmente ottimista sull’andamento della stagione in corso, rimandando tuttavia le prime valutazioni reali sull’operato della nuova gestione Alpitour all’estate 2014. «Non ci possiamo lamentare», sono le parole esatte di un Burgio consapevole di ciò che è stato fatto, ma anche, se non soprattutto, di ciò che resta da fare: «Alcune nostre iniziative recenti ci hanno permesso di tornare nei cuori dei consumatori e delle reti vendite», aggiunge infatti il manager che poco più di un anno fa ha preso in mano le sorti del to piemontese. A cosa si riferisce esattamente? «In primis, all’iniziativa Prezzo chiaro, che con un piccolo extra garantisce i viaggiatori dalle oscillazioni dei cambi valutari e dei carburanti, nonché tutta una serie di opzioni per cambiare volo e destinazione». E poi? «Abbiamo fatto chiarezza sui nostri marchi: i quattro brand di cui disponiamo oggi, Karambola, Francorosso, Alpitour e Villaggi Bravo, hanno un’offerta distinta, senza sovrapposizioni di prodotto. Un plus sia per i consumatori, sia per la rete vendite. Penso, infine, che abbiamo presentato bene i nostri prodotti al mercato. In particolare, la nuova campagna radiofonica e televisiva ha fatto tornare Alpitour nelle orecchie di tutti». La situazione in Egitto non rischia di compromettere un po’ gli sforzi fatti? «Non me ne sto occupando personalmente. Però Alpitour ha già dimostrato, in passato, di saper affrontare al meglio queste contingenze. La nostra dimensione, e il controllo di una linea aerea, ci consentono di avere la flessibilità necessaria a far fronte a eventuali emergenze». E per quanto riguarda i

I plus del to

Con la riorganizzazione dei nostri brand, ci siamo già mossi sulla strada della semplificazione, uscendo dai prodotti marginali e concentrandoci sul core business

- Servizi - Animazione - Cibo - Italianità

Gabriele Burgio

Burgio: «La semina è iniziata. Le valutazioni? Solo nell’estate 2014»

Quotidiano

Il sogno

“presentare Vogliamo una proposta per gli albergatori ed espanderci

Agenzie

“e proteggiamo Aiutiamo il nostro canale di vendita privilegiato

La filiera

“cheE’ilprobabile mercato obblighi a rivedere il modello di business

Direttore responsabile GIUSEPPE ALOE Direttore editoriale DANIELA BATTAGLIONI

www.travelquotidiano.com

TRAVEL AGENT BOOK S.r.l.

2

Autorizzazione del Tribunale di Milano 793 del 30.11.1991 Spedizione in abb. postale (Pubblicità 45%)

progetti alberghieri? Tra i piani di riorganizzazione annunciati qualche mese fa c'era anche l’idea di puntare sulla ricettività... «È il sogno nel cassetto. Ci stiamo lavorando: vogliamo predisporre un’offerta competitiva, una proposta appetibile per i proprietari alberghieri, e provare a espanderci. Abbiamo già costituito una nuova centrale acquisti per aiutare le nostre strutture, e chi vorrà affiliarsi, nelle trattative con i fornitori, ma il prossimo autunno arriverà anche un nuovo sito web». Quale formula intendete utilizzare per le vostre strategie di espansione? Management, franchising... «La mia esperienza personale mi dice che un buon hotel lo si affilia, punto e basta. La formula di associazione dipende da situazione a situazione». Si è parlato anche di cambiare nome al brand Alpitour World Hotels & Resorts... «L’idea c’è ancora. Servirà a dare, alla nostra offerta alberghiera, una propria personalità distinta, staccata dal concept all inclusive tipicamente associato al marchio Alpitour». C’è qualche connessione tra il progetto di espan-

DIREZIONE E REDAZIONE Via Merlo 1 - 20122 MILANO tel. 02/76316846 (r.a.) fax 02/76013193 AMMINISTRAZIONE ABBONAMENTI, REDAZIONE ROMANA Via La Spezia, 35 - 00182 ROMA tel. 06/70476418 fax 06/77200983

dere l’offerta ricettiva e l’idea di sviluppare la divisione incoming in Italia? «Sicuramente. Però è presto per parlare di incoming. Lo fanno già bene tante piccole e medie imprese italiane, senza tanti discorsi. Per ora noi non abbiamo fatto ancora nulla: stiamo solo parlando con molti tour operator internazionali, per vedere se nasce qualche opportunità. Ma vogliamo avere dei progetti concreti prima di annunciare qualcosa». E con le agenzie di viaggio? Cosa state facendo per loro? «Recentemente abbiamo dato una bella rinfrescata al nostro servizio b2b Easybook. Ma stiamo lavorando anche per migliorare la velocità e la quantità dell’offerta. Vogliamo aiutare e proteggere quello che consideriamo il nostro canale di vendita privilegiato, in modo che le agenzie abbiano sempre meno costi e complicazioni da affrontare». Molti to oggi dichiarano di voler lavorare solo con un gruppo selezionato di adv. E voi? «Non necessariamente. Però è innegabile che sia naturale avere una maggiore collaborazione con chi tende a vendere di più il proprio prodotto».

TARIFFE ABBONAMENTI ANNUALI: ITALIA 50,00 - ESTERO 90,00 EURO VERSAM. SU C/C POSTALE N. 85638005 - ROMA CAUSALE DEL VERSAMENTO: «ABBONAMENTO A TRAVEL QUOTIDIANO»

Stampa Comunicare Srl Piazza Dalmazia, 6 - 0511 Terni

Come giudica la situazione attuale della filiera to - agenzie? «Non è un momento facile: i margini scendono, i costi crescono e c’è molta concorrenza. È probabile che il mercato obblighi a rivedere, almeno in parte, il modello di business. In particolare, ritengo che nel tour operating si andrà sempre più verso la specializzazione, a scapito dell’offerta generalista». Vale anche per un’organizzazione grande come la vostra? «Con la riorganizzazione dei nostri brand noi ci siamo già mossi lungo la strada della semplificazione: siamo usciti da tanti prodotti marginali per concentrarci sul core business. Perché il trend del futuro è quello della riduzione dei pacchetti offerti e dei cataloghi, accompagnata, però, da una maggiore personalizzazione dei prodotti e da un’accresciuta attenzione verso la qualità». Recentemente lei ha dichiarato che il nuovo progetto Alpitour è un piano a lungo termine, e che i vostri investitori hanno una visione industriale, e non meramente finanziaria, del business. Quando pensa si potranno valutare i primi risultati? «È quello che mi chie-

Concessionaria di Pubblicità Network & Comunication srl via La Spezia 35 - 00182 ROMA Tel. +39 06.70476418 Fax +39 06.77200983 Area manager centro sud Italia: Olga Vaglio info@travelquotidiano.com Uffici Milano tel. +39 02.76316846 - fax +39 02.76013193 Marco Ferri marco.ferri@travelquotidiano.com 334.6288424

dono sempre i miei azionisti». E lei cosa risponde? «Io mi sono insediato nel 2012, che tuttavia è stato un anno davvero anomalo: sia per le dimensioni eccezionali della contrazione registrata dal mercato, sia perché noi siamo andati contemporaneamente incontro a un cambio di proprietà e di sede. La semina, perciò, è appena cominciata. Diciamo quindi che le prime valutazioni si potranno fare nell’estate del 2014». Per concludere: c'è qualche novità nell'immediato futuro? «Per il prossimo inverno apriremo due nuovi villaggi Bravo a Cuba e in Kenya: strutture relativamente piccole, di una novantina di camere, in grado di rispondere alle esigenze emergenti della domanda». Pensate quindi pure voi a un riposizionamento verso l’alto in stile Club Med? «Direi di no. La nostra immagine attuale è chiara: 4 stelle mare basati su servizi, animazione, cibo e italianità. Un prodotto che funziona. Lo dimostra anche il fatto che, in un solo anno, e senza particolari investimenti, abbiamo raddoppiato il numero di fan Facebook del nostro brand Villaggi Bravo». www.travelquotidiano.com E-MAIL: info @travelquotidiano.com redazionemilano@travelquotidiano.com redazioneroma@travelquotidiano.com Seguici anche su


Quotidiano www.travelquotidiano.com

17-19 luglio 2013

Notizie «Sembra che questa struttura dello Stato ottocentesca abbia fatto di tutto per frenare lo sviluppo del Paese» Priorità necessarie

- Esigenza di una governance unitaria per un’industria che vale oltre il 10% del Pil - Promozione efficace di un brand forte come il nostro - Un nuovo sistema di classificazione - Regole chiare e controlli per arginare il fenomeno dell’abusivismo

di PAOLA CAMERA

ROMA - Si vede che è un neofita, ma non gliene facciamo una colpa... Alla sua prima uscita come ministro del turismo Massimo Bray ce l’ha messa tutta per rispondere alle richieste degli imprenditori del settore mostrando interesse, cultura e buona volontà. Nei suoi primi quasi due mesi di governo si è documentato, ha analizzato alcuni studi Istat (aggiornati al 2010), raccolto 32 priorità e poi esposto la sua lista degli interventi da fare. Il tutto è nato dalle ultime richieste presentate dall’associazione italiana Confindustria Alberghi, un decalogo di priorità necessarie a far ripartire il settore nel difficile momento economico del nostro Paese. Prima fra tutte l’esigenza di una governance unitaria per un’industria che vale oltre il 10% del Pil, della promozione efficace di un brand forte come il no-

- Necessità di semplificazione - Necessità di abolire o trasformare la tassa di soggiorno - Aiutare le imprese alberghiere soffocate dall’elevata pressione fiscale - Rendere più flessibile il lavoro nel settore - Una maggiore strutturazione del prodotto

- Cogliere l’opportunità offerta dall’ Expo - Avvio di un tavolo strategico annuale di sviluppo che coinvolga il ministero, regioni, imprenditori, associazioni del turismo sociale, sindacati e consumatori

Bray: «Armonizzare l’Iva al livello dei paesi europei» “

Per l’Expo, ci sono progetti che partono ora, ma con tre anni di ritardo

Massimo Bray

stro, di un nuovo sistema di classificazione, di regole chiare e controlli per arginare il fenomeno dell’abusivismo. E ancora la necessità di semplificazione, di abolire o trasfor-

mare la tassa di soggiorno, di aiutare le imprese alberghiere soffocate dall’elevata pressione fiscale, di rendere più flessibile il lavoro nel settore, di una maggiore strutturazione del prodotto e di cogliere l’opportunità offerta da Expo 2015 senza perdere altro tempo. A queste ha fatto seguito una risposta puntuale ed articolata del ministro «Una delle criticità dell’Italia turistica è sicuramente la mancanza di una governance forte. E’ urgente l’avvio di un tavolo strategico annuale di

sviluppo che coinvolga il ministero, regioni, imprenditori, associazioni del turismo sociale, sindacati e consumatori, per definire le priorità degli interventi e le forme di finanziamento. Ma se la congiuntura non è favorevole, si rende necessario inoltre ingaggiare una sfida col mercato basandola su alcune leve: qualità, specializzazione, formazione e innovazione. Dobbiamo semplificare: la procedura per l’ottenimento di una licenza. Dobbiamo impostare moderne politiche fiscali, ad

esempio estendere alle strutture tecnico ricettive le agevolazioni fiscali previste per le ristrutturazione edilizie, una misura semplice e in grado di autofinanziarsi. E’ necessario armonizzare l’Iva al livello europeo ed è poi improcrastinabile una revisione dell’impianto normativo». Il ministro ha poi indicato la necessità di istituire un fondo per la valorizzazione dei circuiti interregionali di eccellenza del turismo, di rafforzare gli strumenti di incentivazione come i buoni vacanze, favorire l’aumento di frequenze e tratte low cost principalmente al Sud, rivedere la politica sui visti turistici, uniformare i criteri della tassa di soggiorno. «Sono senza parole per quello che vedo e per quello che abbiamo fatto: non ci

sono meccanismi di coordinamento e inoltre c’è una totale mancanza di monitoraggio. Prendiamo l’Expo 2015: abbiamo progetti che partono ora con tre anni di ritardo. Va invertita la prospettiva, va proprio rivista l’amministrazione di questo Stato. È una struttura ottocentesca che ha aggiunto sovrastrutture che rendono difficile lavorare. Sembra che abbiamo fatto di tutto per frenare la forza del nostro Paese, ma credo che davvero possiamo cambiare. Non sarà facile rimuovere tutti i tanti ostacoli ma se stiamo insieme lo possiamo fare».

3


Quotidiano

17-19 luglio 2013

www.travelquotidiano.com

Notizie Osservatorio Europcar-Doxa

Vacanza per il 44% degli italiani. Cresce il rent a car di CAMILLA MADERNA

MILANO – Dove andranno gli italiani in vacanza? Non è solo una questione di location e soprattutto è una scelta che riguarda poco meno della metà dei connazionali italiani, il 44%, un dato che tuttavia dopo la depressione delle stagioni passate, si stabilizza e rivela un lieve rialzo, pari all’1%. Il quadro che emerge dall’Osservatorio Europcar-Doxa mostra che talvolta la determinante non è la destinazione, quanto una serie di elementi aggregativi, quindi di attività che si possono svolgere durante il soggiorno. «Si tratta del nono anno di rilevazioni compiute dall’Osservatorio, uno strumento importante per comprendere le tendenze anche del nostro segmento», spiega Fabrizio Ruggiero, amministratore delegato e direttore generale Europcar Italia. Il mare si conferma la tipologia prevalente, scelta dal 67% degli italiani, seguito da montagna e collina in crescita del 18%, mentre le città d’arte sono preferite nel 6% dei casi, a ruota tour, campagna e lago o altre destinazioni (3%), con Puglia, Toscana e Sardegna che si col-

locano sul podio delle regioni italiane. In aumento anche l’estero, dal 19% del 2012 al 26% attuale: in linea con il generale andamento del mercato le mete trainanti sono quelle low cost, Spagna, Grecia e Croazia. Il mezzo più utilizzato sarà l’auto (65%), ma soprattutto è in crescita il noleggio. «Il 13% dei viaggiatori utilizzerà l’auto a noleggio per le prossime vacanze, un dato in crescita rispetto al 10% dello scorso anno: una ripresa indotta soprattutto dalla diffusione del trasporto aereo, in particolare dal traffico generato dai low cost» conclude Ruggiero. In questo senso le vacanze sono destinate ad essere organizzate sempre più attraverso una serie di attività: da quelle sportive, (escursioni 54%), alle visite culturali (46%), all’enogastronomia (14%) e wellness (7%). Un’altra tendenza è la dimensione social della vacanza: il 17% dei turisti (soprattutto sotto i 34 anni) utilizza i social network per interagire direttamente sul luogo della vacanza, un trend che crescerà nei prossimi anni.

Il caro traghetti ha avuto un impatto non decisivo. La stagione 2013 è compromessa, si pensa già al 2014 di PAOLA CAMERA

ROMA - Astoi punta i riflettori sulla Sardegna in occasione dell’assemblea annuale. In un momento di difficoltà della destinazione, che secondo la Banca d’Italia ha perso nel triennio 2009-2012 ben 531 mila turisti (di cui 466 mila italiani) e 2 milioni 700 mila presenze, l’associazione di Confindustria ha scelto di tenere a Porto Cervo la sua consueta assemblea generale, cogliendo l’occasione per un dibattito sul calo della destinazione tra operatori, compagnie di trasporto marittimo e aereo, istituzioni locali ed Enit. Un dibattito poco dibattuto, che ha visto tutti i protagonisti concordi sull’impossibilità di agire “in corsa” per salvare la stagione 2013 - ma piuttosto prepararsi da ora al 2014 - e attribuire molto del calo alla crisi generalizzata del mare Italia e non al carotraghetti. «Questi dati non ci sorprendono e si iscrivono in una cornice più va-

La Sardegna è in calo per la crisi del mare Italia sta e propria del prodotto balneare italiano che nasce da vari fattori: scarsa competitività, cattivo rapporto qualità

prezzo, scarsa innovazione, mancata destagionalizzazione, mancato adeguamento all’evoluzione della domanda – ha detto Nardo Filippetti, presidente Astoi -. Gli operatori hanno reagito con proposte di soggiorno flessibili, offerte famiglia e altre mete hanno mantenuto il loro appeal, la Sardegna no. È non è solo una questione di caro-traghetti». Da parte loro, infatti, i vettori

marittimi hanno avuto la possibilità di presentare tutte le varie azioni messe in atto per stimolare il mercato del turismo organizzato, dopo la “rottura” del 2011 che li aveva visti protagonisti di un collettivo e discusso aumento dei prezzi, giustificato all’epoca come adeguamento al crescente costo del carburante. «La Sardegna non è entrata in crisi con il 2011, era già in crisi – ha spiegato Ermanno Sereni, direttore commerciale Nord

“rapporto Il balneare soffre del cattivo qualità-prezzo ” Nardo Filippetti

Inaugurata la nuova sede milanese del gruppo. Con G40 unione già nel 2013

Italia per Corsica Sardinia Ferries - e i traghetti hanno dato un alibi alla crisi. Per il 2013 abbiamo pensato di sostenere il mercato con una speciale tariffa operatori, ed è stato un successo. L’incidenza degli operatori per Corsica e Sardinia Ferries è passata dal 4% al 10% e il 90% dei biglietti venduti con queste tariffe solo per la Sardegna. Non è vero quindi che la Sardegna è tutta vuota, qualcuno lavora, perché concede una attenzione maggiore al prezzo, alla destinazione e alla qualità dei servizi». Tra le altre compagnie di navigazione presenti, Silvio Ciprietti sales director di Gnv ha evidenziato come nella sua azienda il peso dei passeggeri per la Sar-

degna era in passato del 40%, oggi del 5%: «non potevamo non disinvestire sulla destinazione, e abbiamo aperto all’estero con risultati incoraggiantii». Francesca Marino responsabile passeggeri del gruppo Grimaldi, ha poi affermato: «Abbiamo avviato nel 2009 le rotte verso la Sardegna e registriamo una crescita costante». Roberto Patrizi, responsabile commerciale grandi clienti di Moby ha poi comunicato l’ampia disponibilità sulle politiche di pricing dedicate alle famiglie e all’advanced booking, sottolineando però che «Il problema è la destagionalizzazione, il traffico è concentrato solo su un breve periodo, mentre abbiamo le linee operative tutto l’anno». A questa esigenza Maridiana ha risposto stimolando il mercato con offerte di prodotto e di prezzo, come la promozione legata al meteo garantito per i long weekend o alla tariffa speciale per il compleanno.

Obiettivo: triplicare il fatturato al più tardi entro il 2014

La progettualità firmata Gattinoni Per Movebox

di MANUELA CUADRADO

MILANO - Il gruppo Gattinoni ha presentato la nuova sede milanese di via Statuto 2, operativa da qualche mese. All’inaugurazione erano presenti diversi esponenti del mondo del turismo, del mice e del bt, oltre a partner e collaboratori. Una serata mondana che è anche un’occasione per tracciare un bilancio di 30 anni di attività in un momento di difficoltà del settore turistico e dei mercati in generale. A tal proposito, il presidente Franco Gattinoni ha dichiarato: «vorrei ringraziare tutti coloro che hanno partecipato al nostro evento che voleva essere una festa e un messaggio di ottimismo in questo momento dove tutti sono spesso troppo negativi. La presenza di così tanti ospiti ci ha reso particolarmente orgogliosi e ci ha fatto sentire l’affetto e la stima di tutti coloro che da tre decenni hanno contribuito e continuano con noi a scrivere la storia di questa azienda». Tra le realtà a cui si riferisce Franco Gattinoni oggi c’è anche G40: di recente Gattinoni Travel Network ha infatti rilevato la partecipazione societaria del 29% precedentemente detenuta da Exito «Vogliamo provare a fare qualcosa di importante insieme - ha commentato Gattinoni - l’obiettivo per il

4

“messaggio Vogliamo dare un di fiducia al mercato ” Franco Gattinoni 2013 è unire le due strutture in una realtà di management condiviso, pur rispettando le autonomie. Non puntiamo ad avere una massa critica ma

a costruire una progettualità». Anche perché il mercato lo richiede. In particolare, riflette Gattinoni, «l’incentive è cambiato. Le società chiedono organizzazione di eventi, comunicazione. Abbiamo risorse in grado di venire incontro a queste nuove esigenze». La società mantiene un’attenzione particolare al network di agenzie di viaggio: «Abbiamo un progetto per gli agenti, prodotto e distributori. Vogliamo stringere un po’ meglio il filo fra il prodotto e i distributori. Stiamo cercando di ottenere prodotti in esclusiva per il nostro network, in modo da differenziare l’offerta, in controtendenza rispetto alle tendenze generali di pochi anni fa. Alcuni fornitori continueranno a seguire tutte le agenzie, mentre su altre dovremo fare delle scelte». In questo processo di rinnovamento, le nuove tecnologie rivestono un’importanza fondamentale in quanto «stanno rivoluzionando il mondo del market place. Abbiamo previsto investimenti importanti per creare un nuovo strumento che forniremo alle agenzie partner in autunno: uno strumento di lavoro completo ed integrato che consentirà di gestire tutti i processi attraverso un’unica interfaccia. I pilastri della nostra attività saranno: tecnologia, prodotto e marketing».

mille punti vendita in più ASSISI – Sei differenti tipologie di cofanetto, con un’ampia selezione di strutture e attività tutte attentamente verificate e rinnovate dallo staff di Move Group: Movebox si presenta all’appuntamento estivo forte di importanti novità. «Attualmente – spiega il contract & product manager di Move Group, Michele Ravano (nella foto) - veicoliamo i nostri cofanetti a circa 2 mila 500 punti vendita fra adv, librerie e grande distribuzione, ma quest’anno vorremmo aggiungerne un migliaio triplicando il volume del fatturato al più tardi entro il 2014». L’obiettivo dell’aumento di quota di mercato è sicuramente alla portata di Movebox, che dall’autunno si avvarrà di un sito rinnovato con la disponibilità delle strutture in tempo reale. «Fra i punti di forza, un numero verde riservato alla clientela. Insieme a Best Tours Italia abbiamo poi studiato una promozione sui soggiorni in Europa: acquistando il cofanetto tre giorni - due notti per due persone fino al 31 agosto per soggiorni entro il 20 dicembre si avrà una notte in omaggio». Movebox è particolarmente attento alle agenzie: «garantiamo una commissione minima del 15% su un prodotto che comunque alle adv viene dato in conto vendita».


Quotidiano

17-19 luglio 2013

www.travelquotidiano.com

Operatori L’obiettivo è quello di tornare entro il 2015-2016 ai numeri del 2011. Si valuta di reintrodurre i direttori di area

40.000 Posti letto al giorno disponibili

testi di MARIA CARNIGLIA

GENOVA - Maggiore attenzione alle agenzie di viaggio. Per tornare ai livelli del 2010-2011, Costa Crociere segue un percorso preciso e ben definito «Questo è un anno difficile. Al momento siamo in linea con il 2012 - spiega Carlo Schiavon, direttore commerciale & marketing Italia di Costa Crociere -, ma stiamo soffrendo sul tema dei ricavi. L’attenzione al prezzo è esasperata e le prenotazioni arrivano all’ultimo minuto. Le prenotazioni b2b online sono aumentate sensibilmente e le vendite dirette in Italia sono pari all’8%». Costa dispone di 40 mila posti letto al giorno, che arriveranno a 45 mila nel 2014 con Costa Diadema. Le presenze mese ammontano a un milione 200 mila e le presenze nell'anno a 14 milioni. L’azienda, che conta circa 20 mila dipendenti, investe decine di milioni ogni anno in comunicazione. «Per questo puntiamo su tutti i canali, senza dimenticare però che i nostri partner di riferimento hanno bisogno sempre di nuovi strumenti». Ne emerge un’attenzione maggiore nei confronti delle adv, ma anche

1,2 mln Presenze mese

sulle navi Costa

“senza Puntiamo su tutti i canali, dimenticare le adv ” Carlo Schiavon

14 mln Presenze anno

sulle navi Costa

Costa Crociere: l’evoluzione al fianco degli adv Apertura ai mercati emergenti GENOVA - Conoscere minuziosamente i mercati per supportare le agenzie e i sales locali. Andrea Tavella (nella foto), che ha assunto un nuovo doppio incarico nell’ambito della direzione sales and marketing di Costa Crociere, delinea le prossime mosse della compagnia, che dovrà confrontarsi con numerosi nuovi mercati emergenti. Negli anni Costa ha allargato i propri confini ed ora è fondamentale capire quali siano le prospettive di crescita. Nel mettere in risalto le caratteristiche di una compagnia genovese, italiana ed europea, Tavella evidenzia la necessità di rafforzare sempre più i rapporti con le agenzie di viaggio. «Le prospettive su Scandinavia, Russia dei clienti e dei colleghi, in perfetta linea con il programma WeCare. «Nel 2012 nonostante i gravi problemi patiti, in-

sieme agli adv abbiamo portato sette crocieristi italiani su 10 a bordo delle navi Costa. E questo percorso va avanti insieme ai

e Turchia sono ottime - conferma Tavella, direttore trade business development e sales & marketing Imena, Nena - e per questo occorre capire quali risorse impegnare. Sulla Cina invece la sfida è già stata vinta, proprio grazie al fatto che abbiamo costruito un prodotto specifico». Costa Crociere dispone su diversi mercati di country manager. «Il mio lavoro si svolgerà in stretto contatto con i country manager per individuare i bisogni di una determinata area e le risorse da pianificare». La compagnia punta per esempio a crescere sui mercati turco e indiano, dove c’è già il supporto di avamposti targati Costa. «Tra gli obiettivi a breve termine - aggiunge Tavella il rafforzamento di questi avamposti e l’apertura di uffici in Russia e Scandinavia, le prossime nuove sfide per la compagnia».

nostri partner». La compagnia sta passando al vaglio la possibilità di tornare a una suddivisione per cellula geografica e

Il consorzio presenta numerose iniziative riservate a trade e consumer

Estate in montagna con Adamello Ski di ISABELLA CATTONI

PONTE DI LEGNO - Il consorzio Adamello Ski si prepara ad affrontare il clou della stagione estiva. Di bilanci e prospettive parla il direttore, Giovanni Malcotti. «La stagione sciistica 2012-2013 si è conclusa con un calo di presenze pari allo 0,5%, un risultato che indica una tenuta rispetto alla stagione scorsa. In particolare è stata una stagione caratterizzata da un calo di turisti italiani e di turisti polacchi, che sono i clienti storici della nostra destinazione sciistica. Questo segnale ci conferma la necessità di continuare a diversificare i mercati di riferimento per poterci garantire un afflusso costante di turisti e diminuire il rischio legato ai mercati. Nello specifico, questo inverno il calo di polacchi e cechi è stato bilanciato da un aumento di sciatori provenienti dai Paesi scandinavi, da Israele e dalla Croazia. Il mercato italiano, che da solo rappresenta circa il 45% degli arrivi in stazione, quest’anno ha fatto segnare un -15%». Qualche iniziativa per destagionalizzare l’offerta? «Oggi pensiamo che il termine “destagionalizzare” sia da ritenersi obsoleto, poiché la grande crisi economica ha stravolto il modo di acquisto della vacanza e le capacità di spesa dei turisti. Dobbiamo pensare a rinnovare il termine “ri-stagionalizzare” per cercare di rivitalizzare quella che un tempo era considerata l’alta stagione e ormai è talmente ridotta da risultare un’appendice della bassa stagione».

6

“ri-stagionalizzare Occorre ” Giovanni Malcotti Un imminente progetto riguarda poi «la sostituzione degli impianti del ghiacciaio Presena: la seggiovia Paradiso-Presena e le due sciovie, ormai datate, lasceranno il posto a una moderna cabinovia che da passo Paradiso raggiungerà la cima del ghiacciaio a 3 mila metri di quota, con una stazione intermedia ai piedi del ghiacciaio. I lavori prenderanno il via nel 2014; questo nuovo impianto permetterà anche una maggiore fruizione della montagna in chiave estiva». Iniziative di promozione?

«Il consorzio partecipa ogni anno a incontri con il trade specializzato per incentivare l’afflusso di turisti. Lavoriamo sul mercato italiano con un’offerta specifica per cral, associazioni e sci club mentre sull’estero i nostri partner sono i tour operator con i quali definiamo anche strategie di comunicazione per aumentare la “brand awareness” nei vari mercati. Vengono organizzati anche appuntamenti door to door nelle agenzie viaggio e recentemente abbiamo invitato una ventina di operatori turistici stranieri al primo workshop della montagna che si è svolto a Ponte di Legno». Speciali pacchetti in programma? «D’estate proponiamo la Adamello Card, che consiste in un programma di attività che vanno dalla gita micologica alla gita con guida alpina, alle escursioni alla scoperta del territorio e dei suoi sapori. La card per partecipare a queste attività è gratuita per chi soggiorna almeno tre giorni nelle strutture convenzionate. Proponiamo inoltre i programmi Magia della montagna (dal 24 al 31 agosto a Ponte di Legno e dal 3 al 10 agosto al Tonale) e Magia dell’alpeggio (dal 20 al 27 luglio e dal 24 al 31 agosto al Tonale), specifici per famiglie, che gli albergatori utilizzano per costruire pacchetti settimanali offrendo la gratuità per bambini fino a 12 anni in camera con i genitori (i residence offrono lo sconto del 15%). Per l’inverno 2013-2014, proporremo come sempre i week-end “Ski Opening” d’inizio stagione e le settimane “Free Ski”».

alla reintroduzione dei direttori di area. «La chiusura di alcuni uffici e l’eliminazione degli area manager ha avuto un certo

impatto nel settore. Per questo vogliamo venire incontro agli adv». Costa Crociere, che conta di tornare ai numeri del 2011 entro il 2015-2016, registra le migliori performance dall’area Centronord Italia. Il Sud invece è più sofferente, a causa della crisi economica. «I viaggi di nozze sono leggermente in diminuzione, ma sono aumentati gli anniversari, mentre tra i repeater emergono le famiglie e un pubblico non più giovane». Se Carnival Cruises e Rcl Cruises riducono la presenza, la prima togliendo nel 2014 le navi sul Mediterraneo e la seconda contraendo la stagione, Costa nel 2014 rafforzerà la presenza al Sud. «La scelta di Carnival e Rcl Cruises avvantaggerà sia Costa sia i nostri diretti competitor».

Dall’autunno ricominciano i roadshow con l’ente turistico

Konrad Travel si concentra sul Messico di GAIA GALLOTTA

ROMA - Torna il Messico a tutto campo nella programmazione di Konrad Travel, operatore specialista sulla destinazione. «E’ un momento importante per il Messico spiega Gianluca Sposito, general manager di Konrad Travel (nella foto) -; dopo gli eventi dell’ultimo periodo, finalmente possiamo parlare di ripresa. Dal 2009 il Messico è uscito quasi completamente dal mercato italiano - prosegue Sposito -; prima di quella data il Paese rappresentava quasi il 60% del nostro fatturato, con una movimentazione annua di circa 800 passeggeri. Cifre importanti, che ci proponiamo di recuperare tra gli obiettivi per il 2013». Oltre agli itinerari classici alla scoperta del Messico autentico che da sempre il tour operator romano propone in modalità tailor made a partenza garantita, sono state rinnovate le proposte di itinerari in un Messico alternativo con guida in italiano o fly&drive tra città coloniali, Pueblos magicos e mare. «Puntiamo molto sulla nostra professionalità, nell’ottica di un mercato del turismo in continua evoluzione e sempre più orientato al tour operator specialista». Tra le novità, il nuovo catalogo che sarà in stampa da settembre. Operativo inoltre da qualche mese il nuovo sito web, con circa 400 proposte di viaggio e un’area interamente dedicata alle agenzie viaggio. In autunno partiranno i roadshow su Argentina e Messico in collaborazione con gli enti del turismo e i partner locali.


Quotidiano

17-19 luglio 2013

www.travelquotidiano.com

Trasporti In aumento i collegamenti sulla Spagna

Volotea pronta all’espansione d’autunno di LUIGI FRANZOSO

MESTRE - L’estate sorride a Volotea che tra numeri attuali e previsioni per il prossimo periodo conferma la forza e la buona sorte del legame con Venezia, prima destinazione europea della compagnia per passeggeri trasportati. Sono stati infatti oltre 400 mila i viaggiatori transitati dal Marco Polo con il vettore da quando è operativo (5 aprile 2012); la rotta più trafficata è la Venezia-Palermo con 65 mila passeggeri. «La nostra forza come compagnia è stata chiudere alcuni buchi nel mercato aereo - afferma Valeria Rebasti, commercial country manager per l’Italia di Volotea come per esempio il collegamento Ancona-Palermo o il Venezia-Crotone. Siamo l’unica compagnia aerea di linea ad operare sullo scalo calabro e i numeri ci stanno confortando parecchio». Volotea ha celebrato già da qualche settimana il superamento del milione di passeggeri; dopo Venezia si classi-

ficano per volume Nantes (220 mila), Palermo (150 mila) e Bordeaux (140 mila). Alle 23 destinazioni in cinque nazioni diverse si aggiungeranno altre tappe nel periodo autunnale, come dichiara Valeria Rebasti: «A settembre, ottobre al massimo, comunicheremo le destinazioni spagnole che abbiamo deciso di aggiungere alla nostra offerta, per il momento è ancora prematuro perché il mercato iberico si mantiene difficile da interpretare e stiamo ancora studiando le soluzioni». Il presidente Carlos Munoz, ad aprile durante le celebrazioni dell’anniversario dell’operatività della compagnia da Venezia, aveva parlato di Alicante, Valencia, Santiago de Compostela e delle Asturie e il country manager di Volotea per l’Italia conferma che la scelta sarà su alcune di queste destinazioni. Entro fine mese Boeing consegnerà a Volotea il quindicesimo B717 che farà entrerà nella flotta.

Solidità finanziaria, prodotto di qualità e i progetti della “nuova” low cost per il rilancio della compagnia tedesca di MARIELLA CATTANEO

MILANO - Network, prodotto e servizi di qualità, stabilità finanziaria sono le fondamenta su cui fa perno il futuro targato Lufthansa che va di pari passo al lancio della nuova Germanwings. «L’Italia è il nostro terzo mercato a livello mondiale, dopo Germania e Stati Uniti - ha precisato Carsten Spohr, ceo e membro dell'executive board della compagnia tedesca - e vogliamo che continui così». Gli indicatori sono positivi, a dispetto delle tendenze opposto di alcuni mercati «l’Italia cresce e conta oggi circa 900 voli a settimana a/r con la Germania (operati da tutte le compagnie del gruppo Lh) per 19 destinazioni servite nel Belpaese e 12 in Germania». La maggior parte dei voli interessano gli hub di Francoforte, Monaco e Zurigo, ovvero «la chiave del successo della nostra strategia operativa. In particolare, Monaco e Francoforte, dove abbiamo molto investito».

L’avanzata Lufthansa sulle ali Germanwings Proprio sull’Italia diventa determinante il ruolo di Germanwings che opera su 13 destinazioni del Belpaese, «e conterà en-

tro il 2015 su una flotta di 88 velivoli, per trasportare 16 milioni di passeggeri: in pratica la low cost rappresenterà il 10% dei ricavi totali, il 20% dei passeggeri e il 30% della flotta». Spohr precisa come la nuova compagnia «convoglia tutto il traffico che non tocca gli hub di Francoforte e Monaco», dove continua invece ad operare il marchio Lufthansa e quindi «Amburgo, Düsseldorf, Berlino, Colonia e Stoccarda. Germanwings diventa così il terzo vettore low cost in Eu-

ropa e in Italia, ma con caratteristiche diverse dagli altri: non sarà “cheap” ma innovativa e di qualità, a cominciare dai piloti e dalla manutenzione garantiti da Lufthansa». Una low cost “à la carte” come la definisce il ceo, che vuole essere appetibile anche per il segmento corporate, «per le aziende che richiedono maggiore qualità e sicurezza, anche sul mercato italiano». La transizione delle rotte da Lufthansa a Germanwings sarà completata nei prossimi 12 mesi: intanto, «dal prossimo mese sa-

“toccherà Nel 2015 il risultato operativo i 2 miliardi di euro ” Carsten Spohr

Il monito al governo Letta. Intanto, altre cinque basi da Treviso a Comiso

Ryanair sull’Italia: meno tasse per crescere ROMA - (p.c.) Ryanair vuole salvare l’Italia, il suo traffico aereo e il turismo. Per questo, il deputy ceo Michael Cawley è venuto a Roma per presentare l’ambizioso piano di sviluppo della compagnia in Italia al governo Letta. C’è un solo problema: il piano è attuabile a patto che scendano le tasse. «Con questo livello di tasse, che dalla fine del 2012 sono ulteriormente aumentate e con questi costi in salita invece che in diminuzione, pensare di crescere è impossibile – ha detto Cawley - . Dieci mesi fa Ryanair ha offerto di accrescere il traffico in Italia a 37 milioni di passeggeri l’anno entro il 2018, arrivando a sostenere oltre 37 mila posti di lavoro in loco e fornire oltre 6,5 miliardi di euro in entrate turistiche». Obiettivi che se realizzati porterebbero grossi vantaggi al business della compagnia, ma di riflesso anche al nostro Paese. Peccato però che il piano non consideri l’effettiva situazione economica italiana, con pressione fiscale crescente e produttività in calo. Il ragionamento del vettore irlandese è semplice: «Aumentando le tasse si riduce il turismo, e il gettito derivante da queste tasse aggiuntive è comunque basso – ha continuato il ceo -. Tasse più basse, in-

8

“di tasse, Con questo livello aumentate da fine 2012, pensare di crescere è impossibile

Michael Cawley

vece, porterebbero più turismo e di conseguenza entrerebbero ancora più tasse. Quindi, se il governo italiano abbassa le tasse, noi offriamo di incrementare il nostro traffico del 50%». Tra le azioni più urgenti secondo Ryanair, ci sarebbero l’abbassamento dell’air traffic control e l’abolizione della tassa di soggiorno. Il vettore ha infatti effettuato un’analisi dell’impatto dell’incremento dei costi sul turismo e sul traffico aereo, da cui deriverebbero: una perdita di 6 milioni 600 mila passeggeri, la perdita di 1 milione e 500 mila turisti internazionali ad alto livello di spesa, la perdita di un miliardo in spesa turistica, la perdita di 15 mila posti di lavoro in loco. Al di là dell’attendibilità di queste stime, che partono da fondamenti a volte forse troppo semplicistici, è indubbio che l’incremento della pressione su aziende e lavoratori stia danneggiando il settore, e se Ryanair riuscisse a far valere alcune delle sue richieste al governo ne beneficerebbero tutti i vettori. Il piano della compagnia in Italia prevede l’apertura di 5 nuove basi a Comiso, Torino, Treviso, Salerno e Lamezia e l’apertura di nuovi aeroporti: Crotone, Salerno e Olbia, con un’attenzione particolare al Sud Italia.

ranno introdotte la nuova Bologna-Berlino, i voli da Brindisi, Catania, Olbia e Torino per Düsseldorf e la Olbia-Amburgo». Quanto alle nuove rotte targate Lufthansa «è appena stata lanciata la Monaco-Vancouver mentre la prossima estate sarà aperta la Monaco-Cape Town». Per il prossimo inverno è programmato invece il debutto della Francoforte-Shanghai, servita dall’Airbus A380. E a proposito di flotta Lufthansa gli investimenti ammontano oggi a «25 miliardi di euro per 225 aeromobili in ordine la cui consegna terminerà entro il 2025. Oltre ad un miliardo di euro destinato alla riconfigurazione dei velivoli con le nuove first (il cui roll out è previsto entro fine anno), business

L’appeal di Air Dolomiti MILANO - Non si sbilancia il ceo su Air Dolomiti, che tra i brand del gruppo Lufthansa rappresenta «il nostro “italian touch” combinato all’efficienza Lh e continua ad essere il nostro feeder specie sull’hub di Monaco. Il marchio è sempre molto apprezzato dai passeggeri sia italiani sia internazionali» afferma Carsten Spohr. class (roll out in programma per fine 2014) e premium economy. Quest’ultima sarà disponibile su cento aeromobili impiegati sulle rotte lungo raggio». Intanto, è «in linea con gli obiettivi prefissati, il programma Score: introdotto lo scorso anno porterà entro il 2015 ad un aumento della redditività di 1,5 miliardi di euro, per un risultato operativo di 2 miliardi di euro. Questo nonostante una situazione contingente complessa, dai prezzi del carburante alle tariffe aeroportuali».

Il vettore promuove la destinazione Kiev insieme ad alcuni tour operator

Ukraine International, più voli dal Belpaese di GAIA GALLOTTA

ROMA - Tempo di novità per Ukraine International Airlines. La compagnia aerea, rappresentata in Italia da Distal & Itr Group, negli ultimi mesi ha attuato politiche di espansione per ampliare il bacino di utenze e le frequenze di volo dall’Italia dai principali scali nazionali. I collegamenti da Roma Fiumicino per Kiev passano da cinque a sette e da Milano Malpensa per Kiev da sei a sette. «La compagnia sta puntando molto sia sul business travel che sul leisure – spiega Fabrizio Forno, sales manager per l’Italia – promuovendo la destinazione attraverso partnership con diversi to come Comet Europa, Eastland, 4Winds. Inoltre è in corso una campagna promozionale con sconto del 50% sul prezzo del biglietto per i voli dall’Italia via Kiev su destinazioni non ucraine, da novembre 2013 a febbraio 2014». La flotta Uia è composta da 20 aeromobili di medio raggio, Boeing 737 ed opera oltre 700 voli nazionali e internazionali, con il principale hub a Kiev Boryspil. «La compagnia è sicuramente in crescita e il mercato occidentale in assoluta espansione. Diverse le novità previste per l’autunno, in primis l’espansione sul lungo raggio verso India e Cina». In previsione anche un accordo con Trenitalia per avvicinare viaggiatori non residenti nelle città dei principali scali aeroportuali italiani.


Quotidiano

17-19 luglio 2013

www.travelquotidiano.com

Trasporti Il 20% sono generati dai partner

Etihad, +13% i ricavi passeggeri del primo semestre

ABU DHABI - Non si arresta la corsa di Etihad Airways. La compagnia di Abu Dhabi ha chiuso il secondo trimestre 2013 con una crescita dei ricavi passeggeri dell’8%, per 921 milioni di dollari, mentre i ricavi passeggeri della prima metà dell’anno hanno raggiunto quota 1,8 miliardi di dollari, il 13% in più rispetto allo stesso periodo del 2012. I ricavi generati dai partner strategici e di codeshare della compagnia sono pari al 20% delle entrate passeggeri sui ricavi totali della compagnia, sia nel secondo trimestre che nella prima metà del 2013. Il presidente e ceo di Etihad Airways, James Hogan, ha dichiarato che questi risultati sono stati raggiunti nonostante la persistente instabilità economica e geopolitica, con uno yield di tariffa aerea leggermente più basso, condizionato dalla crescita della capacità dei competitor con conseguente concorrenza sul prezzo. «Nonostante il difficile clima economico globale, siamo riusciti a raggiungere cifre record, con una crescita a doppia cifra sia nel

secondo trimestre che nel primo semestre del 2013. Ciò riflette non soltanto la continua popolarità del nostro hub Abu Dhabi, ma anche la crescente maturità della strategia di partnership con le compagnie aeree e la forza delle operazioni cargo, che continuano a superare i tassi di crescita del settore». Hogan ha sottolineato, in particolare, la buona performance di airberlin, che è diventata il più grande contributore tra i vettori in codeshare.

La compagnia avanza a passo sicuro sull’estate: il mercato italiano cresce a doppia cifra. Le attese per il dubutto su San Paolo di MARIELLA CATTANEO

MILANO – Air Europa accelera sull’estate. Forte di una prima parte dell’esercizio fiscale 2012-2013 dai risultati in netta crescita, la compagnia guarda con fiducia ai prossimi mesi e rilancia l’espansione del network. Come spiega Robert Ajtai, direttore Italia della compagnia spagnola. Come avete chiuso il primo semestre (1 novembre2012-30 aprile 2013)? «I risultati sono stati molto positivi, quasi inaspettatamente anche per noi considerato il contesto generale dell’industria particolarmente difficile, con 4 milioni 330 mila passeggeri, ovvero il 2% in più sul budget previsto e una crescita dell’1,5% sul 2012. Da notare come a fronte di 73 mila 633 ore volate (il 2% in meno sul budget) i ricavi superano i 650 milioni di euro, con il mercato internazionale che registra un incremento del 24% dei ricavi e il domestico in Spagna un +20%».

Notizie

In 10 righe - Latam Airlines Latam Airlines Group ha nominato Rodrigo Contreras Brain nuovo direttore generale per l’Europa, per le compagnie aeree Lan Airlines e Tam Airlines. Rodrigo Contreras Brain ha iniziato la sua esperienza nella compagnia nel 2000, nel ruolo di direttore commerciale in Lan Argentina. .

- Wizz Air

Wizz Air, dal 24 settembre, attiverà una nuova rotta con destinazione Moldavia (Roma Ciampino–Chisinau, con 2 voli settimanali) e, a partire dal 4 ottobre, un volo per l’Ucraina (Roma Fiumicino – Donetsk, due volte a settimana). La compagnia serve 11 destinazioni da Roma: 6 da Ciampino e 5 da Fiumicino.

10

L’allungo di Air Europa risultati oltre il budget Cosa ha spinto questi risultati? «Sicuramente i nuovi collegamenti introdotti sia in Spagna (ultimi quattro Valencia, La Coruña, Bilbao e Badajoz) sia sulla rete intercontinentale:

+13% Vendite Italia

Tre

(nov. 2012-apr. 2013)

A330 in consegna entro fine 2013

quindi La Paz in Bolivia, Montevideo in Uruguay e Bruxelles». E sul mercato italiano? «L’Italia si conferma il nostro primo mercato europeo: nel primo semestre le vendite sono cresciute del 13%, con un forte miglioramento del load factor sulla Malpensa-Madrid, un +15%, e anche da Roma con un +10%.

Globalmente il riempimento dei voli si attesta sull’81%, dato significativo se paragonato al calo dell’industria. Sulle rotte di Air Europa operate da Roma l’industria segna una flessione del 12% mentre noi solo dell’1%, a Milano noi cresciamo del 25% mentre il calo globale dell’industria sulla stessa rotta è dell’8%».

“mercato L’Italia resta il nostro primo europeo ” Robert Ajtai

Ottimo bilancio quindi per la Milano MalpensaMadrid… «Assolutamente. Oggi dall’Italia le destinazioni più richieste vedono al primo posto la Repubblica Dominicana mentre al secondo è arrivato il Perù, superando quindi Cuba. Il trend delle prenotazioni per luglio e agosto è buono, le indicazioni di load factor sono positive e contiamo quindi di chiudere bene la stagione. Aumentano anche le richieste dei tour operator, anche se sempre più sotto data». Ci saranno cambi nell’operatività dall’Italia? «Proprio in considerazione dell’aumento della domanda, in agosto sostituiremo i B737 in partenza da Milano con gli A330 (quasi un raddoppio di capacità) e visto il

riempimento dei voli da Roma stiamo vagliando questo cambio anche da lì». Qualche anticipazione sulla stagione invernale? «La novità è sicuramente l’apertura dalla seconda metà di dicembre della rotta Madrid-San Paolo, dapprima con tre-quattro frequenze alla settimana che diventeranno poi giornaliere. Ci sono numerose compagnie su questa tratta, ma gli spazi per crescere ci sono: il Brasile è una destinazione in costante ascesa e lo sarà ancora di più con gli eventi legati ai Mondiali di calcio del 2014 e alle Olimpiadi del 2016». Novità per la flotta? «Sì, già quest’anno sono in consegna tre A330, due a fine luglio e uno tra ottobre e novembre: sicuramente uno sarà destinato alla Madrid-San Paolo». Iniziative per il mercato agenziale? «Per fine settembre sarà pronto il rinnovo della pagina web riservata alle agenzie di viaggio, che fornisce loro un supporto e strumenti per semplificare il lavoro».

Operativo il nuovo collegamento Venezia-Torono, operato con B767-300er una volta alla settimana

Air Canada rouge decolla dal Marco Polo di LUIGI FRANZOSO

VENEZIA - Air Canada Rouge, il nuovo ramo leisure della compagnia canadese che affianca il settore Vacations, ha inaugurato il 4 luglio all’aeroporto Marco Polo il collegamento diretto fra Venezia e Toronto, che sarà stagionale e avrà una frequenza trisettimanale. Il nuovo volo viene operato con Boeing B767-300er, configurati in tre comode opzioni di viaggio: rouge, rouge Plus e Premium rouge. «Siamo entusiasti di lanciare questa nuova rotta e collegare Venezia con Toronto» ha detto Michael Friisdahl, presidente e amministratore delegato di Air Canada rouge. A celebrare l’inaugurazione del volo in partenza da Venezia con destinazione Toronto erano presenti

Anton Vidgen, vice president corporate development di Air Canada rouge, Enrico Marchi, presidente di Save, Isabelle Knoblauch, general manager Svizzera, Austria, Italia e Grecia di Air Canada e Umberto Solimeno, direttore Air Canada per l’Italia. «Siamo lieti di dare il benvenuto a Venezia ad Air Canada rouge - ha dichiarato Enrico Marchi, presidente di Save -: questo volo non solo contribuirà allo sviluppo delle relazioni economiche fra le nostre due nazioni ma aiuterà a sostenere e rafforzare i legami culturali e familiari sempre forti tra i nostri due Paesi».

Flotta B767-300er e A319

Player Intrattenimento a bordo interattivo next generation Tra i servizi offerti dalla compagnia il check-in online aperto a partire da 24 ore prima del volo, attraverso sia smart phone sia computer; pasti e bevande

“Siamo entusiasti di lanciare questa nuova rotta ” Michael Friisdahl

analcoliche sono serviti gratuitamente sui voli da e per l’Europa mentre vini e bevande alcoliche sono a pagamento. Pasti, vini e bevande analcoliche saranno invece serviti gratuitamente ai passeggeri Premium rouge su tutti i voli. L’intrattenimento a bordo su Air Canada rouge è garantito da player, un sistema interattivo

next-generation che consente di effettuare lo streaming direttamente sul proprio dispositivo wireless. Player sarà gratuito fino al 1° agosto, poi i passeggeri potranno accedere a spettacoli televisivi, film e a tutta la vasta programmazione per bambini tutto compreso per cinque dollari canadesi.


Quotidiano www.travelquotidiano.com

17-19 luglio 2013

Annunci economici C e r c o Se cerchi lavoro nel settore turistico, se hai qualche opportunità di impiego da offrire o se vuoi vendere o acquistare un’agenzia di viaggio, utilizza lo spazio che Travel Quotidiano riserva agli annunci gratuiti. Come? E’ sufficiente compilare i campi richiesti nella sezione “Annunci di lavoro” all’indirizzo www.travelquotidiano.com 32enne abitante a Milano, laureata in biotecnologie mediche, esperienza in ufficio amministrativo (addetta al riordino e all’organizzazione dell’archivio commerciale), in ufficio di ricerche di mercato e in attività legate alla ristorazione. Inglese e francese buoni, tedesco elementare. Ottima conoscenza di sistemi operativi Microsoft e Linux, del pacchetto Office e Apache OpenOffice. In possesso di patente B, cerca impiego part time. Curriculum dettagliato scrivendo a: manuela.scarcello@gmail.com Direttore tecnico di agenzia di viaggi iscritto albo regione Campania offresi per consulenza, collaborazione part-time o full-time anche eventuale copertura titolo. Info: Mario 339 6747966. DIRETTORE TECNICO offresi anche come collaborazione esterna. danitessar@gmail.com Commerciale tour operator di nicchia regione Campania valuta nuove proposte come agente plurimandatario da parte di tour operator per le regioni Campania, Molise, Abruzzo. Disponibilità immediata. Info: Mario 339 6747966.

o f f r o

v e n d o

c o m p r o

RUBRICA DI ANNUNCI ECONOMICI

REQUISITI L'offerta è rivolta a una persona interessata a inserirsi in società. Il/la candidato/a ideale ha età non inferiore ai 30 anni, è laureato/a in discipline economiche, preferibilmente con una specializzazione in vendita/marketing. Si richiede padronanza del pacchetto Office e discreta conoscenza dei prodotti in cloud. Buona conoscenza della lingua inglese. Disponibilità a trasferte e a lavorare nei week-end. Ottime capacità di pianificazione e gestione del il tempo/lavoro, disciplina e operatività. Attitudine al problem solving, capacità di adottare in base al contesto il profilo più appropriato, propensione al lavoro di squadra, attitudine alla mediazione e negoziazione. E' gradita pregressa esperienza in agenzia viaggi o come travel assistant. Buona cultura generale e interessi in area umanistica completano il profilo. DESCRIZIONE AGENZIA: Piccolo tour operator in fase di start up specializzato in proposte culturali sul territorio nazionale rivolte al cliente italiano (privati e aziende) e all'incoming estero. L'agenzia ricerca un socio lavoratore. Non è richiesto investimento di capitale. Sede: area emiliana strademusicali@gmail.com DIRETTORE TECNICO AGENZIA VIAGGI DISPONIBILE DA SUBITO PER TUTTA LA TOSCANA. Contatto tel 339 2011039. email bea_bi@email.it

Tour operator ubicato in Toscana cerca promotore/promotori vendite per Centro/nord Italia esclusivamente con percentuale sulle vendite. Per informazioni contattare: agenzie@frenesiaviaggi.com

PROMOTER AREA CAMPANIA, BUONA ESPERIENZA,OTTIMA CONOSCENZA DELLA RETE AGENZIE DI VIAGGIO, VALUTA PROPOSTE DI COLLABORAZIONE DA PARTE DI TOUR OPERATOR. MARIO, CELL.: 339 6747966.

BANCONISTA CON ESPERIENZA PLURIENNALE CERCA LAVORO PART TIME ZONA MILANO/VARESE E PROVINCIA. CONOSCENZA AS/400, BIGLIETTERIA, AMADEUS, GRUPPI, INDIVIDUALI. DISPONIBILITA' DA SETTEMBRE 2013. SCRIVERE A: 15LUGLIO20122012@LIBERO.IT

Ragazza di 26 anni, sto concludendo la mia carriera universitaria in Scienze del turismo. Sono alla ricerca di un'esperienza nel campo avendo svolto recentemente un tirocinio presso un'associazione culturale. Veronica Pollina, veryp@outlook.it

Buona esperienza, ottimi rapporti professionali e di pr con la rete di agenzie di viaggi napoletane e della regione Campania, esamina proposte di collaborazione da parte di tour operator (già responsabile commerciale campania di tour operator di nicchia). Disponibilità immediata. Contattare: mariodaniele1@yahoo.it; mob: 339 6747966.

Agente di viaggio 49enne con 25 anni di esperienza tra business e leisure travel come addetto booking e 5 anni di esperienza nel back office incluso BSP, operatore Iata su crs Galileo Avanzato e Amadeus Base, ricerca impiego in too adv. mcianca64@gmail.com

AGENTE DI VIAGGIO 27 anni con sette anni di esperienza come socio titolare di tre agenzie viaggio. Cerco lavoro presso tour operator o similari. Ottima consocenza geografica e di vendita. Ottima conoscenza di tutte le biglietterie. Offro serietà e pretendo serietà serio-c@libero.it Ragazza 26 anni, 5 anni totali di esperienza presso agenzia business travel e agenzia dettagliante ricerca lavoro anche per altre mansioni. disponibilità immediata e totale. mbonelli86@yahoo.it Cercasi socio per start up DESCRIZIONE LAVORO La figura ricercata avrà le seguenti mansioni: - pianificazione e attuazione attività commerciale dell'agenzia; - definizione tipologia cliente e relativo segmento economico; - elaborazione strategie commerciali in relazione al segmento economico di riferimento; - elaborazione obiettivi di fatturato e gestione budget di spesa annuale; - elaborazione strategie di sviluppo attraverso costante rinnovamento dell'offerta; - elaborazione strategie di fidelity (ad es. promozioni dedicate, gift,...) e per nuove opportunità puntando ad innalzare gli standard economici e qualitativi dell'offerta fino al raggiungimento della top class; - assicurare il rispetto degli standard di qualità durante l'erogazione del servizio; - competenze in media marketing.

Compagnia aerea internazionale seleziona candidati per la sede di Milano. Requisiti necessari per accedere alle selezioni: - conoscenza fluente della lingua inglese - precedente esperienza nel settore del turismo e trasporto aereo - gradita conoscenza dei principali sistemi di prenotazione - conoscenza pacchetto microsoft office Annuncio rivolto a candidati ambosessi con spiccate capacità relazionali. luxuryairline@gmail.com Per ampliamento nostro organico cerchiamo adetto alle prenotazioni. Offriamo ottima opportunità per giovani max 26 anni per inserimento: prenotazioni, programmazione, biglietteria aerea Iata. Comune di esidenza: Roma Lingue richieste: FRANCESE, INGLESE, SPAGNOLO. info@todra.com Direttore tecnico adv offresi - regione Piemonte anche come collaborazione esterna - cell 348 0171677. Travelgood di Ventura Spa, ricerca titolari/ex titolari di agenzia o banconisti con esperienza per svolgere l'attività come: consulente di viaggio Travelgood Il consulente di viaggio Travelgood è in grado di offrire servizi completi di consulenza, prenotazione e vendita di viaggi e vacanze, con elasticità, competenza e convenienza. Avrà la possibilità di offrire alla propria clientela tutti i servizi Travel utilizzando gli strumenti tipici di un agenzia di viaggi ed effettuerà le prenotazioni in totale autonomia direttamente con il fornitore dei

servizi. Si richiede • Esperienza nella vendita di Viaggi e servizi Travel • Partita Iva Si Offre • Ristorno totale della commissione/mark up • Possibilità di ampliamento portafoglio clienti grazie alle opportunità fornite dalla sede • Autonomia nella gestione del cliente (Codici to, gds, piattaforme alberghiere, contatti corrispondenti esteri,...). • Contratti con i to ai massimi livelli provvigionali /quote nette • Sito web e-commerce personalizzato • Sessioni formative e supporto commerciale-marketing Sede di Lavoro: Italia Ricerca rivolta a candidati ambosessi. sales@venturatravel.it Tour Operator, con esperienza nel settore del turismo scolastico, seleziona per ampliamento propria rete commerciale, sales, donne e uomini dinamici, con buona dialettica, ottime capacità di pianificazione della propria attività, spiccata attitudine relazionale e commerciale con passione, dinamismo e determinazione. Dovranno svolgere funzioni di informazione ed assistenza presso le scuole primarie di I e II grado e istituti di istruzione superiore presenti sul territorio di Roma e provincia e del Lazio. I sales dovranno illustrare e proporre i pacchetti relativi ai viaggi d'istruzione, per incrementare le vendite e consolidare il rapporto con clienti già acquisiti negli anni; gestire i contatti con i clienti, visitandoli periodicamente ed informandoli riguardo i servizi offerti e le novità. Per candidarsi presentare il proprio CV dettagliato all'indirizzo e-mail: fabiomoriconi3@virgilio.it Case vacanze Peschici (Puglia) immersi nel verde, nel cuore del parco nazionale del gargano. Siamo a un chilometro del mare e dal centro abitato.. zona tranquillissima, qui , nei nostri appartamentini potrete godere di un assoluto ralax.. abbiamo diverse tipologie si strutture. Se siete interessati non esiste a contattare; sono ammessi animali. Offerte nel mese di giugno e settembre; una settimana di soggiorno per due persone a soli 90 euro tutto compreso di spese e pulizie finali. email: graziatava2013@libero.it Tel.:346 1465261; per maggiori informazioni non esitate a contattarmi. La Pleasures Travel ricerca una figura con comprovata esperienza nel turismo da inserire nel proprio reparto booking programmazione e gestione gruppi. Astenersi privi requisiti. Richiesta disponibilità immediata. info@pleasurestravel.it Assistente turistico o tour leader con comprovata esperienza offresi. Capacità relazionali come propensione alla comunicazione, buone capacità di lavorare in equipe e di progettazione, attitudine alla mediazione e all’ascolto delle problematiche progettuali,flessibilità e immediata disponibilità. Competenze: Assistente turistico Tour leader Pubbliche relazioni, rapporti con enti, istituzioni Organizzazione di eventi Docente in materie del settore turistico-culturale e artistico. Occupazioni attuali: 2013 - Tour leader per Leoncino viaggi, agenzia viaggi e tour operator (Casoria, Napoli) 2013 - Conduzione di visite guidate presso il museo di arte contemporanea CAM (NA) per adulti e per le scuole primarie e secondarie grazie.geraci@gmail.com DIRETTORE TECNICO ADV LOMBARDIA-REGIONI LIMITROFE OFFRESI. ESPERIENZA PLURIDECENNALE TEORICO-PRATICA CERTIFICATA DA COMMISSIONE ESAME D'ABILITAZIONE NAZIONALE DIRIGENTI TURISTICI PRESSO ALBO. VOTAZIONE: OTTIMO E COMPLIMENTI DELLA COMMISSIONE D'ESAME, COME DA CERTIFICATO SCRITTO. LAUREA 109/110+CERTIFICATI IATA+DOPPIO MASTER SPECIALIZZAZIONE TOURISM MANAGEMENT CON PROF. CASTOLDI .GESTIONE COMPLETA FRONT-OFFICE - BACK-OFFICE. COMPENSO DA CONCORDARE; MASSIMA FLESSIBILITA'. SI GARANTISCE: ESPERIENZA-PROFESSIONALITA'AFFIDABILITA'. Tel. 334 1607278; lesinfos@libero.it

11


Quotidiano

17-19 luglio 2013

www.travelquotidiano.com

Trasporti Sinergie comuni per stimolare gli avvicinamenti su Roma dall’area del Triveneto. La compagnia è pronta all’introduzione del quinto volo settimanale

30%

110.000

di LUIGI FRANZOSO

PADOVA – Aeroporti di Roma e Thai Airways sono in continuo rinnovamento e puntano a riconquistare il bacino d’utenza del Triveneto. Il road show “Tutte le strade portano a Roma” è servito agli organizzatori per illustrare ai maggiori to e adv della zona i miglioramenti e i lavori che sono in corso, come spiega Raffaele Pasquini, responsabile sviluppo aviaton per l’Asia per Adr, «per smussare alcuni luoghi comuni su Roma Fiumicino. Vorremmo che più passeggeri del Triveneto passassero per il nostro hub. Adr sta mirando all’eccellenza, è un piano di investimenti che doveva partire qualche anno fa ma ci sono stati ritardi. Ora stiamo correndo per recuperare il tempo perso. Abbiamo avuto 42 milioni di passeggeri nel 2012 tra Fiumicino e Ciampino, l’andamento è in continua crescita: 10 anni fa Fiumicino contava 25 milioni di passeggeri. La grossa differenza l’ha fatta il lungo

+20%

Passeggeri Thai da e Pax di altre parti d’Italia Capacità Thai da Roma per Roma nel 2012 che si imbarcano a Roma dal prossimo inverno

Thai Airways e Adr a caccia di passeggeri: oltre Fiumicino raggio, il nostro traffico cres c e p i ù della

media italiana ed europea, stiamo gestendo il 30% dei movimenti nazionali. Il 4% del Triveneto ricorre a Roma per il lungo raggio». Una delle priorità per Adr è stata la riduzione del numero di bagagli smarriti, causa principale della diffidenza nei confronti dello scalo capitolino: «Grazie al Net 6000,

impianto di smistamento elettronico e ad un investimento da 20 milioni di euro, siamo scesi da una media di 37 valigie perse su 1000 nel 2009 alle 8 su 1000 nel primo semestre 2013». Il sistema dei bagagli è solo una delle tante migliorie in cantiere, che si va ad aggiungere all’introduzione del servizio wi-fi gratutito (per

“cheVogliamo ripristinare i flussi originano dal Veneto ” Armando Muccifora

Stati Uniti in primo piano nell’estate del vettore che è forte di un prodotto rinnovato

Brussels Airlines, obiettivo lungo raggio testi di MASSIMO TERRACINA

BRUSSELS - L’estate di Brussels Airlines punta al lungo raggio e più nello specifico sul nord America, non solo come strategia operativa, ma anche come investimenti per la comodità del passeggero. «Abbiamo investito molte risorse per migliorare la cabina di economy su tutto il lungo raggio - spiega Roberta Monti, country manager Italia della compagnia belga -. Per l’estate puntiamo su due collegamenti sull’East coast americana che consentono di sfruttare al meglio i due porti di Washington (inaugurato il 18 giugno) e New York (inaugurato nel 2012)». I due scali nordamericani rientrano nel disegno dell’Atlantic joint venture fondata nel novembre 2009 da Lufthansa (con Swiss e Austrian), Air Canada, Continental e United, abbracciata da Brussels nel 2012, per volare da una sponda all’altra dell’Atlantico e proseguire per destinazioni beyond (nord America, Europa o Africa). Lo scorso anno Brussels ha investito oltre 30 milioni di euro nel rinnovo del proprio prodotto tanto che sugli A330-300 destinati al lungo raggio compaiono i nuovi interni con i sedili flat-bed in business class che rappresentano il top della gamma; ma soprattutto i nuovi sedili con design italiano e maggior comfort in economy class oltre al ridisegnato e migliorato servizio di bordo. «La nostra economy oggi offre di più: franchigia bagaglio basata sul piece concept (2 pezzi x 23 chili) servizio a bordo di qualità, accumulo miglia Miles&More con differenti coefficienti, ma soprattutto il nuovo design della cabina con i sedili ergonomici reclinabili fino a 10,6°, con ancora più spazio (pitch di 83 cm), schermo individuale da 23 cm, presa Usb, poggiatesta regolabile e gancio appendiabiti». La compagnia mette a disposizione anche un in-flight-entertainment totalmente rinnovato, disponibile in sette lingue con schermi

12

“voliPuntiamo sui due per l’East coast americana, che consentono di sfruttare al meglio gli scali di Washington e New York

Roberta Monti

Qualità e servizi al top Brussels Airlines è anche compagnia aerea pluripremiata. Nel 2012 così come quest’anno si è aggiudicata il primo premio come “Best single achievement in passenger experience in C class” (apex); ha conseguito il secondo posto nella classifica “best overall business class wine on the wings”, (global traveller), e il secondo posto per la miglior cucina.

“touch/scroll” con navigazione simile ai moderni tablet, 125 ore tra: film (40), documentari-programmi tv (32), notizie, giochi (10), musica (40) e contenuti vari, programma “Nice View” che permette di seguire la rotta in 3D dalla cabina di pilotaggio ed altre visuali, informazioni aggiornate sui voli in coincidenza, porta Usb e possibilità di collegare apparecchi esterni per poter guardare i propri video. «Le novità vengono sostenute da una aggressiva campagna di pricing a prezzi speciali: 608 euro tasse incluse tra Italia e Washington acquistabile ora con partenza dal prossimo 3 settembre e 644 euro per i voli dall’Italia su New York, con connessione preferenziali da Linate, Fiumicino e Venezia. Il tutto anche per il traffico business, che può accedere alle nostre tariffe “best buy” a prezzi più che competitivi, per il Nord Atlantico e anche per le nostre 19 destinazioni intercontinentali in Africa».

mezz’ora), alla ristrutturazione dei duty free e, che sarà ultimato entro luglio, al rinnovo del varco passaporti per ridurre file e tempi di attesa. «Siamo stati assenti come Thai per un po’ di tempo dal Veneto, - dichiara Armando Muccifora, direttore commerciale Thai Italia, Sud-est Europa e Mediterraneo – eppure resta una delle nostre priorità. Stiamo intraprendendo un percorso per ripristinare il flusso, insieme all’aeroporto di Fiumicino. Avevamo circa il 30% di passeggeri “non romani” fino a qualche anno fa, la comodità di Francoforte e le compagnie orientali hanno spostato flussi. Partendo da Roma il volo è diretto, sull’aeroporto Da Vinci non ci sono problemi, solo

Darwin Airline potenzia il network

percezioni errate. Abbiamo tre Airbus che servono Francoforte, Parigi, Londra, Singapore, Tokyo e in futuro Osaka e Sydney. B747-400 di ultima generazione continueranno ad operare su Roma». Dal prossimo inverno Thai introdurrà la quinta frequenza settimanale settimanale Roma-Bangkok, per un incremento di offerta del 20% per un totale di circa 100 mila postianno disponibili per le partenze da Roma. E fino al prossimo 30 settembre per i clienti del Triveneto che volano con Thai e passano per Fiumicino prezzi scontati su aperitivo e massaggi prima dell’imbarco o dopo l’atterraggio e sul parcheggio Easy Parking in aeroporto. Massimo Boni

Novità da Lipsia a Cambridge; intesa con Etihad di GAIA GALLOTTA

ROMA - E’ decollata il 30 giugno la nuova tratta Bolzano–Roma Fiumicino, operata da Darwin Airline in code share con Alitalia. Un collegamento che sottolinea l’importanza dello scalo della capitale nella strategia di espansione del vettore regionale svizzero. «Siamo cresciuti in modo esponenziale – spiega Massimo Boni, communication officer Darwin Airline – dopo due anni di scelte strategiche e di accordi di partnership con i principali vettori internazionali. Molte sono le novità in progetto, in primis l’incremento della flotta che da nove passerà a dodici velivoli entro fine 2013. Sul nuovo collegamento Roma–Bolzano, la previsione passeggeri è di circa 70 mila annuali. Nel 2012 abbiamo trasportato circa 250 mila passeggeri e puntiamo a raddoppiare questi numeri entro la fine del 2013».

Grazie all’accordo di code share con Alitalia i passeggeri italiani possono acquistare tratte in prosecuzione da Roma per diversi scali internazionali. «Il nostro principale obiettivo – conclude Boni - è quello di lavorare sui mercati di nicchia e conquistare fette di mercato non ancora raggiunte da altri operatori, anche grazie ad accordi con le principali compagnie di linea internazionali. Sono ad esempio già operative le tratte su Ginevra, Lugano, Valencia e a partire dal 2 settembre saranno attivi i collegamenti su Cambridge e Lipsia». Novità, infine, anche sul lungo raggio, recentemente Darwin Airline ha siglato un accordo con Etihad Airways che consentirà ai passeggeri ad esempio di acquistare un biglietto dal sito Etihad per Abu Dhabi partendo da Cambridge (via Ginevra).


Quotidiano www.travelquotidiano.com

17-19 luglio 2013

Alberghi In Italia il debutto a fine anno con il Roma Delta Colosseo. Al via una campagna di comunicazione da 20 milioni di euro

Accor vara la nuova era del marchio Mercure

Da Londra a Lille: ecco i due hotel pilota

testi di VANNINA PATANE’

LONDRA - Autentico, conviviale, globalizzato. Sono le parole chiave del nuovo format dei Mercure, il marchio del Gruppo Accor focalizzato sul mercato “mid scale”. Fondato nel 1973, oggi sotto la sua insegna riunisce 732 hotel in 50 paesi, per più del 50% in franchising o in contratto di gestione: «Puntiamo ad arrivare a mille strutture entro 5 anni e continueremo ad espanderci principalmente tramite il franchising, includendo hotel indipendenti già esistenti - anticipa Christophe Alaux, chief operating office Mercure and MGallery Europe -. Oggi il mercato mid scale è composto al 70% da albergatori indipendenti, che guardano

732 hotel

Mercure: al 50% in franchising a 3 o 4 stelle, in 50 Paesi

Mercati chiave Francia Germania Regno Unito Brasile Australia

232 strutture 112 strututre 73 strutture 64 strutture 63 strutture

con interesse a gestori esperti che li aiutino a gestire al meglio le sfide del futuro, a partire dalla rivoluzione digitale». In casa Mercure, la rivoluzione è già partita, con alcune strutture pilota già pronte: entro fine anno, un gran numero di alberghi in Francia si sarà adeguato; in Italia, il primo Mercure di nuova generazione sarà il Mercure Roma Delta Colosseo,

“ Puntiamo ad arrivare a mille strutture entro cinque anni

Christophe Alaux

in26 strutture Italia

(19 in franchising)

che a fine anno sarà completamente ristrutturato ma che già attualmente ha una parte di camere totalmente rifatte. È prevista anche una nuova apertura a Firenze a fine 2013, mentre sono in corso trattative per altre 7 aperture italiane nei prossimi 4 anni. Il focus rimane sulla qualità dell’accoglienza, declinandola però al passo con i tempi: «In un mercato sempre più competitivo, per essere vincenti non basta più saper offrire un buon rapporto qualitàprezzo. Anche nelle strutture mid scale, la clientela cerca autenticità, originalità e un’accoglienza amichevole. Vuole sentirsi a casa» spiega Frédéric Fontaine, senior vp marketing Mercure and MGallery. Accor ha quindi puntato sulla “Welcome experience”, prevedendo un’area lobby di nuova generazione, con un grande openspace che supera le rigide divisioni fra reception e lobby. Lo staff ha un ruolo molto più attivo nell’accogliere gli ospiti e le nuove tecnologie aiutano ad alleggerire la bu-

rocrazia (ad esempio check-in e check out fatti tramite smartphone, senza code in reception). Altra novità è EasyWork, una formula che include spazi modulari, per lavorare dotati di tutte le tecnologie e un servizio di ristorazione leggera. È pensata per venire incontro a chi lavora in viaggio, ed è aperta anche alla clientela esterna: «Lo abbiamo testato con successo al Mercure Paris Gare de Lyon e contiamo verrà adottato da molti altre strutture del brand vicine a stazioni, aeroporti o in aree ad alta densità di business» dice Alaux. Rinnovata è anche la ristorazione, che punta di più su prodotti e ricette regionali e diverse alternative di offerta: alcune strutture avranno una Restaurant Lounge, con ristorazione tradizionale, altre una Bar Lounge, con piatti leggeri e snack, mentre altre ancora presenteranno una originale Cuisine Lounge, strutturata come una grande cucina di casa, dove gli ospiti potranno liberamente servirsi di cibo e bevande (un po’ come

“L’ospite cerca autenticità, originalità e accoglienza amichevole

Frédéric Fontaine nelle business lounge delle compagnie aeree). Le camere dei nuovi Mercure, infine, saranno più moderne e confortevoli, adatte al riposo e al lavoro, grazie alle moderne dotazioni tecnologiche, a partire dal free wifi. Per presentare queste novità, Accor investirà 20 milioni di euro nella campagna di comunicazione “Rediscover Mercure”, che coinvolgerà dieci Paesi, fra cui l’Italia.

LONDRA - Un protitipo dei nuovi Mercure è il Mercure London Bridge, situato nel quartiere londinese di Southwark, a sud del Tamigi e all'ombra di the Shard, il supergrattacielo formato da Enzo Piano che troneggia sulla capitale inglese. La sua clientela è prevalentemente business, ma sta crescendo anche il segmento leisure, vista la sempre maggior popolarità di South London. Dopo un integrale restyling, l’hotel presenta il nuovo modello di lobbylounge, accogliente e dagli spazi fluidi, in cui si può mangiare, lavorare o chiacchierare. Le camere, molto confortevoli e tecnologiche, sono state tematizzate con riferimenti ai simboli di Londra. Un altro esempio di rinnovamento è il Mercure Lille Centre Grande Place, nel centro storico di Lille, la città del nord della Francia che ospita una importante stazione del Tgv (fa da snodo per Bruxelles). L’albergo, in un edificio di inizio Novecento in stile liberty, è stato rinnovato conservando elementi originali e arredando le camere con coloratissimi richiami alle architetture cittadine, vecchie e nuove.

Primo semestre

La struttura slovena si rivolge ad un target medio-alto. In progetto la partecipazione a fiere di settore e la collaborazione con i to

Worldhotels: seimila camere in più

Residenca Celigo si promuove nel Belpaese

MILANO - Worldhotels ha affiliato nel primo semestre dell’anno 31 nuovi hotel per un totale di quasi 6 mila camere. I nuovi ingressi includono 17 hotel in Europa, Medio Oriente e Africa (Emea), tre in Nord e Sud America e undici nella regione Asia Pacifico. «Nel 2013 la nostra strategia rimane quella di completare il nostro portafoglio di quasi 500 hotel in 250 destinazioni in tutto il mondo con hotel unici in nuove destinazioni» commenta Robert Hornman, managing director di Worldhotels. La compagnia alberghiera fin dal 2010 ha ampliato la formula di “soft franchising”, con 5 mila camere, soprattutto in Cina.

di CAMILLA MADERNA

PORTOROSE – Residenca Celigo a Portorose è il sogno di una famiglia che si avvera. Spiega Sandi Celigo, proprietario del complesso. «La struttura è nuova, dopo due anni durante i quali per alcuni mesi siamo rimasti chiusi dando modo ai lavori di proseguire. La vera avventura parte

adesso, quando tuttavia la crisi sta inficiando il mercato, soprattutto quello italiano che ha rappresentato il 90% della nostra clientela nel passato, quando gestivamo una pensione e una pista da gokart con annesso ristorante. Gli italiani sono diminuiti quest’anno rispetto allo scorso del 50%». Il Belpaese è il fanalino di coda in termini di arrivi dopo Germania, Belgio, Scandinavia, Russia e Ucraina. «La nostra residenza è particolare nel suo genere: ci rivolgiamo ad un mercato medio alto, la gestione famigliare consente di accudire il cliente sod-

34 camere di cui 4 junior suite e 2 presidenziali

Due Ristoranti disfacendo ogni esigenza. Entro il 2014 contiamo di concludere definitivamente la nostra offerta con la costruzione della piscina, delle camere iperbariche, che insieme alla palestra e alla spa di 500 metri quadrati, con i vari

Entro il 2014 realizzeremo la piscina e le camere iperbariche

Sandi Celigo

programmi wellness e la cucina curata da uno chef italiano rendono la nostra proposta completa e raffinata. Il vero plus è rappresentato dai programmi di training mentale e fisico supportati da personale medico qualificato: l’obiettivo è quello di diventare un riferimento in questo segmento, per il ristoro della mente e del fisico pensato ad esempio per gli sportivi professionisti».

Neofiti del settore, per quanto concerne la distribuzione «organizzeremo degli eventi per promuoverci anche verso il mercato italiano, prevediamo di partecipare a fiere del settore e siamo intenzionati a stringere accordi di collaborazione con alcuni tour operator. Intanto lanciamo la nuova versione del sito (all’indirizzo www.residenceligo.com), dove è possibile prenotare direttamente».

13


Quotidiano

17-19 luglio 2013

www.travelquotidiano.com

Mondo In autunno proseguirà l’attività di formazione delle adv con cinque tappe in città italiane più piccole Spiritualità e cinema, ultima frontiera

testi di ALBERTO CASPANI

NEW DELHI - Agenzie sotto esame. Dopo la prima tranche di incontri messi in programma prima della pausa estiva, l’ufficio nazionale del turismo indiano intende proseguire in settembre con altri cinque giorni di formazione nelle città italiane di provincia: prossime tappe saranno infatti Mestre, Padova, Modena, Ravenna e Brescia. Una scelta strategica, che punta a consolidare il bacino più redditizio dei visitatori italiani, ovvero quello del Centro-nord, su cui si è sì investito in modo costante, ma limitatamente ai suoi grandi poli urbani. «La provincia italiana rappresenta per noi la base ideale per puntare a una crescita del 15% sui 115 mila arrivi del 2012 - conferma Gobind C. Bhuyan, direttore dell’ufficio nazionale del turismo indiano a Milano –, dal momento che sarà difficile ottenere di più dalle città principali su cui tradi-

NEW DELHI - Cinema e spiritualità potrebbero rivelarsi due settori strategici per il turismo indiano già a breve termine. Con l’avvio della programmazione di film di Bollywood sulla Rai, a seguito del successo del cinema indiano attraverso il festival tematico che ha luogo a Firenze ogni dicembre, diverse destinazioni indiane cominciano ad essere richieste proprio perché al centro di famose pellicole. Analogamente, l’approvazione della legge che, dallo scorso marzo, consente l’apertura di templi indù e buddhisti in Italia, potrà avere effetti benefici anche sul turismo spirituale, grazie alla notevole opera di informazione svolta all’interno delle comunità religiose stesse.

“esperienziale Valorizziamo un approccio al viaggio ” Gobind C. Bhuyan

L’india diversifica l’offerta all’insegna della “nicchia” zionalmente abbiamo investito: la crisi in cui versa l’Italia ci spinge infatti a una maggior diversificazione promozionale sia in termini di mercato, avendo formato oggi quasi 590 specialisti, sia di prodotto». Apertasi anni fa all’inse-

115.000 Arrivi italiani nel 2012

gna di una maggior conoscenza del proprio territorio nazionale, l’attuale campagna di Incredible India valorizza un approccio esperienziale al viaggio, facendo leva soprattutto su pacchetti di nicchia (circa il 30% del venduto, per quote base di

+15%

Incremento italiani previsto nel 2013

circa 2 mila 500 euro su 15 giorni). E se i soggiorni wellness risultano fra i più graditi, davanti ai tour etnici e alle vacanze balneari nelle Andamane, a piccoli passi si stanno affermando anche forme inusuali di viaggio come il turismo rurale, i safari

30%

Viaggi “di nicchia” sul totale

“stile africano” nei grandi parchi nazionali, così come le crociere fluviali o i tour su treni di lusso con pernottamento in palazzi storici. «Il mercato di nicchia è strategico perché permette di generare turismo lungo l’intero corso dell’anno - aggiunge Bhuyan -, oltre al fatto di poter disporre ora di infrastrutture all’altezza delle principali destinazioni internazionali: penso in particolare ai nuovi lodge inaugurati a ridosso dei parchi nazionali, così come all’impiego di moderne jeep per l’esplorazione, ma anche alle facilitazioni d’accesso verso i territori del Paese rimasti chiusi al pubblico negli ultimi anni. Grazie al nuovo visto, la cui durata è ora estesa a sei mesi (anziché due) e che permette en-

Dal Belpaese attesa una crescita di arrivi del 15%. In settembre il lancio del programma di training

Le isole Cook sterzano sul Vecchio Continente di ISABELLA CATTONI

RAROTONGA - Le isole Cook puntano sul mercato europeo. «In aprile - spiega Nicholas Costantini, general manager per l’Italia e Sud Europa di Cook Islands Tourism Corporation - il Sud Europa (Francia/Italia/Spagna) ha registrato un + 18,5% per il periodo marzo 2012-aprile 2013 rispetto all’anno precedente. L’Italia un +1%. Positivo per l’Italia è l’aumento delle richieste segnalate dai principali tour operator per il 2013-2014 man mano che la destinazione viene conosciuta dal trade». Quali le prospettive di sviluppo a breve e medio termine? «Esistono buone prospettive di sviluppo soprattutto se si considera l’aumento dei vettori e quindi dei collegamenti che permettono di raggiungere le isole Cook. Oltre ad Air New Zealand, Air Tahiti Nui e Singapore Airlines stiamo trattando con altri vettori per consentire estensioni da Australia e Stati Uniti. La speranza è che si potrà sostare a New York o Los Angeles sulla

A Milano

L’Austria cambia sede

14

Saremo presenti sui principali social media italiani

Nick Costantini

via per le Cook». Quali sono i prodotti di punta per il nostro mercato? «Boutique hotel come il Pacific resort di Aitutaki (membro di

VIENNA - (g.d.t.) Nuove prospettive e nuovi uffici per Austria Turismo. Infatti l’ente ha cambiato la sede milanese. In realtà l’indirizzo è sempre lo stesso, via Boccaccio 4, a pochi passi dalla stazione di Cadorna, ma si sono spostati al secondo piano della splendida palazzina che li ospita da 17 anni. «Tanti di noi conservano ricordi preziosi e hanno passato momenti indimenticabili in questi corridoi dice Michael Strasser, direttore di Austria Turi-

Small Luxury Hotels e vincitore del Best Island Resort al mondo ai World Travel Awards), l’Aitutaki Lagoon Resort , il Little Polynesian a Rarotonga oppure ville e residence privati come Te Vakaroa, Sea Changes e Royal Takitumu a Rarotonga ed Etu Moana ad Aitutaki. Molto gradite anche le soluzioni “dining experience”, che consentono di consumare la mezza pensione in una miriade di ristoranti intimi e di ottima qualità con un sistema di voucher. Infine, molte sono le

escursioni da fare su tutte le isole; trekking con lo sciamano, andare a cena ospiti dei locali nelle loro case, mini crociere nella laguna di Aitutaki, esplorazione delle grotte con bagno nelle lagune sotterranee, tour in disco bus “Going troppo” di tutti i tapas bar e night club di Rarotonga, diving,...». Obiettivi per il 2013? «Arrivare a 850 presenze dall’Italia ovvero un +15% di arrivi; incrementare la conoscenza della destinazione fra consumer e agenti di viaggio. In settembre avremo il lancio del programma online di formazione per adv “Cook Islands Specialist” con tanti strumenti per guidare l’agente e aiutarlo nella vendita, compresa la possibilità di selffam trip ovvero crearsi un educational tour alle Cook da soli. In settembre saremo presenti sulla rivista Vogue Sposa con offerte molto interessanti per gli sposi novelli e faremo delle web promotion su VanityFair.it. Infine, in settembre ci sarà una campagna promozionale sui principali social media italiani».

smo (nella foto) -. Questo cambio ci dà una visione nuova del panorama e, metaforicamente parlando, potremo vedere la realtà da una nuova prospettiva». Da cinquant’anni nel nostro Paese, è il quarto trasloco per Austria Turismo nel capoluogo lombardo. Dopo via Dogana e via Larga, gli uffici sono stati trasferiti nella sede odierna e, dopo il trasloco di queste settimane, con ogni probabilità ci rimarranno a lungo.

trate multiple in India (anziché dover attendere due mesi fra un viaggio e l’altro), sta cominciando a crescere la richiesta di un secondo viaggio durante la stessa stagione, a favore di zone meno conosciute: il Sikkim, ad esempio, intercetta la domanda degli amanti dell’hiking, mentre la sostanziale facilità d’accesso al Nagaland o all’Arunachal Pradesh ha avvicinato parte dei visitatori tradizionalmente legati alle destinazioni del Sud-est asiatico».

Nel 2013

Giordania, promozione continua AMMAN - Con una stagione estiva ancora aperta, da cui si attendono risultati positivi, Jordan Tourism Board Italy guarda avanti e inizia a pianificare le prime operazioni promozionali autunnali. Insieme alle numerose azioni in cross-marketing, frutto di consolidate collaborazioni con gli operatori più attivi sulla destinazione, Jtb Italy conferma per il 4° anno consecutivo, la partecipazione al World Tourism Expo di Assisi dal 20 al 22 settembre. In settembre si svolgeranno inoltre le due tappe conclusive della mostra fotografica itinerante dedicata alla Giordania e organizzata presso i più importanti centri commerciali del Nord Italia. «Siamo contenti di questa nuova edizione del progetto. E’ tale il riscontro che abbiamo ottenuto che stiamo programmando un ulteriore calendario di appuntamenti nel 2014, spostando l’attenzione verso i centri commerciali di Centro e Sud Italia» commenta Marco Biazzetti, marketing manager per l’Italia del Jtb.


Quotidiano www.travelquotidiano.com

17-19 luglio 2013

Mondo Un’importante campagna promozionale che si fonda su sette temi chiave. Europa sempre al centro dell’attenzione

La Gran Bretagna del futuro diventa ancora più “Great” di CINZIA BERARDI

LONDRA - Come dimostra il sostegno alla campagna promozionale Great, il governo britannico punta sempre di più sul turismo per far crescere economia e occupazione. Lo ha spiegato l’amministratore delegato di VisitBritain, Sandie Dawe, incontrando a Milano i tour operator italiani e la stampa specializzata: «Con il lancio di Great, enti pubblici come l’Uk Trade Investment, il British Council e naturalmente VisitBritain hanno inaugurato una forte partnership con le aziende private del settore turistico: l’obiettivo è raggiungere quota 40 milioni di arrivi internazionali entro il 2020, incrementando le entrate da 18,6 a 27,3 miliardi di sterline e creando 200 mila nuovi posti di lavoro».

Su quali mercati state investendo per ottenere un risultato così ambizioso? «In primo piano le economie emergenti, i cosiddetti paesi Brics, dai quali ci aspettiamo la crescita maggiore, ma senza dimenticare che la maggior parte dei nostri visitatori è europea. Anche se la crisi non ha consentito grandi incrementi, questi mercati hanno tenuto bene grazie alla vicinanza e ai collegamenti aerei a buon mercato. Gli italiani, in particolare, sono aumentati dell’1% tra gennaio e aprile 2013, contro la crescita zero del 2012, un anno che comunque ha prodotto circa un milione e mezzo di arrivi». Quali principi chiave verranno adottati in concreto per sviluppare il turismo?

,

40 mln

Arrivi internazionali entro il 2020

27,3 mld £ Entrate turistiche

Heritage, Countryside, Shopping, Sport, Culture, Food & Drink, Music: questi i temi portanti della campagna

entro il 2020

+1%

Crescita italiani gen-apr 2013

Sandie Dawe «Rafforzeremo anzitutto la collaborazione con tour operator e compagnie aeree per facilitare l’arrivo in Gran Bretagna: abbiamo già varato in proposito diverse iniziative di comarketing che coinvolgono easyJet, Monarch ed Expedia. Inoltre, stiamo ampliando la gamma di esperienze da proporre ai visitatori, ai quali vorremmo far scoprire regioni ancora poco conosciute come la Cornova-

glia, il Devon e lo Yorkshire, ricche di paesaggi, cattedrali, castelli e antichi monasteri». Dove e come si svilupperà Great? «Per il periodo 2013-14 ci si concentrerà su Brasile, India, Cina ma anche su Australia e Paesi del Golfo, raggiunti grazie alla collaborazione con Emirates. Al centro della comunicazione ci saranno i sette pilastri della campagna, ovvero Heritage,

Countryside, Shopping, Sport, Culture, Food & Drink e Music. Contiamo molto sull’effetto positivo delle Olimpiadi di Londra 2012 sull’immagine della Gran Bretagna e sulla crescente richiesta di turismo culturale da parte dei visitatori extraeuropei, sempre più attratti dalla nostra eredità storica e dai nostri musei: a questo segmento sono dedicati prodotti acquistabili online anche in Italia su

1,5 mln

Arrivi italiani nel 2012

Brics

Mercati al centro della promozione Visitbritainshop.it, tra cui l’Heritage Pass e il National Trust Pass».

15



travel-quotidiano-17-19072013