Issuu on Google+

rosanero

quindicinale di informazione sportiva 25 gennaio 2009 - n. 10 stagione 2008/2009 • 20a giornata

Il personaggio

TOTÒ DI NATALE Da Napoli i tocchi d’autore di un artista del pallone

Al Barbera contro l’Udinese di Marino il Palermo va in cerca della terza vittoria consecutiva, dopo Atalanta e Sampdoria. Tra i tifosi è tornato l’ottimismo e ora si riparla di un posto in Uefa per la prossima stagione

TERNO SECCO? SI PUÒ

foto Alessandro Vitale

ALL’INTERNO IL POSTER DI BRESCIANO


la partita di oggi

2

rosanero

IL SUCCESSO IN TRASFERTA CONTRO LA SAMP HA RIPORTATO L’ENTUSIASMO IN CASA ROSANERO. MICCOLI E CARROZZIERI ANCORA IN FORSE, CERTO IL RIENTRO DI BALZARETTI

Ballardini cerca il tris di vittorie per puntare all’obiettivo Uefa

Davide Ballardini

di Tiberio Cantafia

ella prima giornata del girone di andata, il Palermo trova al Barbera l’Udinese di Marino che, nelle ultime giornate, è l’esatto opposto della squadra che all’andata stravinse con i rosanero e fu causa dell’esonero di Colantuono, dopo appena una partita di campionato e dopo la sconfitta in Coppa Italia contro il Ravenna. I rosa vengono, invece, da un trend positivo di due vittorie, molto diverse tra loro, dopo tanti punti conquistati tra le mura amiche. Archiviato il successo di Genova e quello un po’ più difficile in casa contro l’Atalanta, il Palermo adesso può guardare con occhi più sereni a questa partita. La classifica posiziona i rosanero alle spalle delle “grandi” e tra le possibili sorprese in chiave Uefa. Ora tocca a Ballardini capire se, con il modulo schierato al Ferraris, è stato raggiunto una volta per tutte l’equilibrio tra i reparti, tanto importante per far sì che i giocatori possano esprimersi al meglio durante i novanta minuti. Contro la Samp è stato importante vedere le tante soluzioni offensive offerte dalle fasce laterali: importante il contributo di Balzaretti, in crescita, e di Cassani. Contro l’Udinese sarà, poi, fondamentale verificare il ritorno della coppia titolare Carrozzieri-Bovo, ricordando che il giovane Kjaer ha dimostrato grandi doti sia tecniche

N

rosanero

®

Anno 2009 - Stagione 2008/2009 - n. 10

Direttore responsabile VITTORIO CORRADINO Capo redattore ROBERTO IMMESI Editore ENZO GANDOLFO Direttore commerciale GIUSEPPE BOLAZZI Articoli di Tiberio Cantafia - Enzo Gandolfo Roberta Siino - Gianluca Rubino Foto Pasquale Ponente - Alessandro Vitale Grafica Carlo Cottone Marketing Toti Di Carlo Redazione Via Montepellegrino, 177 - Palermo Tel. 091 6376490 rosanero@rosaneronline.it rosanero.rosanero@libero.it www.rosaneronline.it Concessionaria pubblicitaria

PUBLIC IMAGE Via Montepellegrino, 177 - Palermo Tel. 091 6376490 - Cell. 3473300562 Reg. Trib. di Palermo n. 20 del 12-7-04

Stampa Luxograph s.r.l. Piazza B. da Messina, 2/e - Palermo Tel. 091 546543 - 091 6376142 Chiuso in tipografia il 21 gennaio 2009

Il neo acquisto rosanero Mirko Savini durante la presentazione alla stampa in compagnia del vice presidente della società Guglielmo Miccichè. Savini, 29 anni, è stato acquistato a titolo definitivo dal Napoli

che di personalità. In attacco s’è parlato anche di un possibile rientro di Miccoli, anche se il tecnico potrebbe preferire far rifiatare il “Romario del Salento” ed evitare di affrettare i tempi di recupero, con il rischi di una immediata ricaduta. Per esorcizzare questa partita, che potrebbe spingere ancora più in alto gli uomini di Ballardini e ver-

so il basso quelli di Marino, ricordiamo la “prima” in serie A tra le due formazioni con un rotondo 1-5 per i bianconeri. In panchina il tecnico Guidolin e in campo i vari Toni, Corini e Zauli. Un Palermo però che uscì tra gli applausi, nonostante la prova incolore e che da lì proseguì il cammino verso la conquista della zona Uefa. Differente la squadra

che Liverani e compagni si troveranno di fronte: gli uomini di Marino sembrano non avere più la velocità e la concretezza che hanno contraddistinto la compagine friulana nelle prime nove giornate di campionato. Il Palermo dovrà puntare sui tanti problemi difensivi di Domizzi e compagni e sopratutto puntare sugli esterni, visto anche il modulo di Marino. Ma Ballardini continuerà sulla strada di Genova? Il modulo ad “albero di Natale” sembra fatto apposta per i suoi uomini che, contro Cassano e Pazzini, hanno dimostrato dinamicità, buone trame offensive e soprattutto compattezza difensiva. Importante il contributo dato da Bresciano, non soltanto per i due gol. L’italo-australiano ha contrastato a centrocampo, lottando su ogni palla per poi ripartire ed inserirsi nelle trame offensive. Che questa squadra sia fatta apposta per spezzare il gioco altrui e ripartire in contropiede? Data la giovane età della maggior parte dei suoi elementi, potrebbe anche essere. Al Barbera i tifosi sperano nel prosieguo di queste vittorie utili per morale e ambiente. Anche perché così sarebbero chiuse le sirene di mercato in entrata ed in uscita, lasciando che i giocatori si concentrino sugli obiettivi stagionali. Intanto, patron Zamparini si sfrega le mani in attesa che la burocrazia faccia il suo corso per dare il via alla costruzione del nuovo stadio.

Da FERDICO GIUSEPPE il Centro Commerciale di Tommaso Natale potrai trovare rosanero due giorni prima delle partite casalinghe del Palermo


rosanero

la partita di oggi

3

LA GARA DI PALERMO DECISIVA PER IL TECNICO DEI FRIULANI. IN SETTIMANA “PATRON” POZZO S’È SCAGLIATO CONTRO I GIOCATORI: «LA COLPA È LORO»

Udinese nel pieno della crisi Per Marino ultima spiaggia di Gianluca Rubino

Udinese che si presenta al Barbera è una squadra in crisi. I friulani nelle ultime dieci partite hanno conquistato appena tre punti, frutto di altrettanti pareggi e di ben sette sconfitte. Una situazione, dunque, abbastanza complicata per il marsalese Pasquale Marino, la cui panchina in caso di sconfitta potrebbe saltare, nonostante le dichiarazioni di circostanza rilasciate in settimana dal patron Pozzo: «Siamo soddisfatti del lavoro di Marino e continueremo con lui», ha affermato Pozzo. E ha continuato: «Il tecnico sta lavorando bene e sta facendo il possibile per rimettere in carreggiata la squadra: quindi gli rinnovo la fiducia. Sarà l’attuale mister a porre rimedio a questa situazione». Il presidente dell’Udinese ha quindi rivolto parole di fuoco contro la squadra: «La colpa è dei giocatori. Naturalmente sarebbe sbagliato fare di tutta l’erba un fascio: alcuni si dannano l’anima, altri sono fisicamente sottotono e finisce che così si perde. Perché alcuni, quelli che sono andati in Nazionale, si so-

L’

no montati la testa e hanno accusato un calo di tensione fino ad arrivare così. Allora vuol dire che lavoreremo dalle nove del mattino alle otto di sera per recuperare: i giocatori: faranno colazione assieme, pranzeranno assieme e si alleneranno fino a quando torneranno in grado di giocare in serie A. Con tutta la stima che ho per Donadoni, vi informo che non l’ho mai contattato, perchè non c’era motivo». Accuse dure, insomma. Ecco perché i bianconeri faranno ora di tutto per tentare di risalire la china, a partire dal match contro un Palermo che, reduce da due successi consecutivi, cercherà di regalare una nuova gioia ai propri sostenitori. Dovrebbe essere della partita Totò Di Natale, giustiziere dei rosanero nel match d’andata e assente domenica scorsa contro il Cagliari a causa di un attacco febbrile. Il capitano friulano dovrebbe agire alle spalle di Quagliarella e Floro Flores, in un 4-3-1-2 sicuramente meno spavaldo rispetto al 3-4-3 schierato da Marino sino a qualche settimana orsono. A centrocampo, dovrebbero trovare posto il paler-

SCONTI dal 30% al 50%

mitano D’Agostino, Isla ed Inler, mentre il pacchetto difensivo dovrebbe essere composto da Ferronetti, Felipe, Zapata e Pasquale. Tra i pali, confermato lo sloveno Handanovic. Proprio il reparto arretrato sembra essere il tallone d’Achille della formazione bianconera: ben ventinove le reti incassate in diciannove incontri di campionato, con una media di 1,52 gol al passivo ad incontro. E pensare che, dopo le prime giornate, in casa friulana si coltivava la speranza di potere centrare la qualificazione in Champions League, tuttavia l’interminabile periodo nero ha spento qualsiasi entusiasmo. L’ultima vittoria dell’Udinese risale allo scorso 29 ottobre: Sanchez e Quagliarella firmarono un successo, ottenuto ai danni del Catania, che proiettava gli uomini di Marino in testa alla classifica. Se in campionato la situazione non è delle più rosee, ben diverso è il cammino in coppa Uefa: i bianconeri, infatti, sono ancora in corsa e nei sedicesimi di finale affronteranno i polacchi del Lech Poznan. Scorrendo la rosa della com-

Pasquale Marino

pagine friulana, notiamo la presenza di un ex rosanero: si tratta di Simone Pepe, al Palermo nelle stagioni 2003-04, quella della promozione in serie A, e 2005-06. Infine i precedenti: dal ritorno del sodalizio presieduto dal friulano Zamparini in massima serie, l’Udinese è scesa quattro volte sul terreno di gioco dell’ex “Favorita”. Nel 2004-05 il Palermo andò incontro ad una figuraccia: la squadra bianconera infatti, allora allenata da Spalletti, fu capace d’imporsi con un clamoroso 5-1. L’anno successivo vide il riscatto rosanero: 20 il finale, con reti, nella ripresa, di Di Michele e Tedesco. Nel 200607 nuovo 2-0 siciliano, firmato da Caracciolo e Zaccardo. Nella scorsa stagione l’unico pari (1-1). Botta e risposta tutto brasiliano: al gol di Simplicio rispose, nella ripresa, Felipe, abile a battere con un imperioso colpo di testa l’incolpevole Fontana.


rosanero

la partita di oggi

4

Le probabili formazioni

PALERMO

UDINESE

Balzaretti

Isla Bresciano

Migliaccio Amelia

Ferronetti

Quagliarella Felipe

Bovo Liverani

Cavani

Carrozzieri (Kjaer)

Cassani

Zapata

Di Natale Nocerino

Simplicio

Handanovic

Obodo D’Agostino

Inler

Pasquale


rosanero

le rose

5

UDINESE

PALERMO n.

Nome e cognome

32 12 88 42 5 80 16 21 24 6 23 22 14 11 8 33 30 4 20 7 10 99 19

Marco Amelia Alberto Fontana Samir Ujkani Federico Balzaretti Cesare Bovo Moris Carrozzieri Mattia Cassani Alberto Cossentino Simon Kjaer Samuele Romeo Mirko Savini Mark Bresciano Luca Di Matteo Roberto Guana Fabio Liverani Giulio Migliaccio Antonio Nocerino Fabio Enrique Simplicio Giovanni Tedesco Igor Budan Edinson Roberto Cavani Fabrizio Miccoli Levan Mchedlidze Davide Succi

Allenatore: Davide Ballardini

Ruolo

portiere portiere portiere difensore difensore difensore difensore difensore difensore difensore difensore centroc. centroc. centroc. centroc. centroc. centroc. centroc. centroc. attaccante attaccante attaccante attaccante attaccante

Luogo di nascita

Roma Cesena Albania Torino Roma Giulianova (Te) Borgomanero (No) Palermo Dannimarca Palermo Roma Australia Pescara Brescia Roma Mugnano di Napoli Napoli Brasile Palermo Croazia Uruguay Nardò (Le) Georgia Bologna

Data di nasc.

02/04/1982 23/01/1967 05/07/1988 06/12/1981 14/01/1983 16/11/1980 26/08/1983 10/09/1988 26/03/1989 06/03/1989 11/03/1979 11/02/1980 25/02/1988 21/01/1981 29/04/1976 23/06/1981 09/04/1985 23/09/1979 13/05/1972 22/04/1980 14/02/1987 27/06/1979 24/03/1990 11/10/1981

n.

12 22 80 2 3 6 13 19 23 24 26 32 51 99 5 8 15 20 21 88 18 7 10 11 27 83

Nome e cognome

Jan Koprivec Samir Handanovic Emanuele Belardi Cristian Valencia Zapata Nikola Vuyadinovich Maurizio Domizzi Andrea Coda Felipe Da Silva Dalbelo Marco Motta Aleksandar Lukovic Giovanni Pasquale Damiano Ferronetti Aoas Vidal Moreno Luigi Sala Christian Obodo Fernando Damian Tissone Mauricio Isla Kwadwo Asamoah Gaetano D’Agostino Gokhan Inler Niki Zimling Simone Pepe Antonio Di Natale Alexis Alejandro Sanchez Fabio Quagliarella Antonio Floro Flores

Allenatore: Pasquale Marino

Ruolo

portiere portiere portiere difensore difensore difensore difensore difensore difensore difensore difensore difensore difensore difensore centroc. centroc. centroc. centroc. centroc. centroc. centroc. attaccante attaccante attaccante attaccante attaccante

Luogo di nascita

Data di nasc.

Slovenia Slovenia Eboli (Sa) Colombia Serbia Roma Massa Brasile Merate (Lecco) Serbia Venaria (To) Albano Laziale (Rm) Brasile Mariano Comese (Co) Nigeria Argentina Cile Ghana Palermo Svizzera Danimarca Albano Laziale (Rm) Napoli Cile Castell. di Stabia (Na) Napoli

15/07/1988 14/07/1984 09/10/1977 30/09/1986 31/07/1986 28/06/1980 25/04/1985 31/07/1984 14/05/1986 23/10/1982 05/01/1982 01/11/1984 23/02/1983 21/02/1974 11/05/1984 14/07/1986 12/06/1988 09/12/1988 03/06/1982 27/06/1984 19/04/1985 11/05/1984 13/10/1977 19/12/1988 31/01/1983 18/06/1986


rosanero

i numeri

6

LA CLASSIFICA Squadra

Punti

Totali G

V N

P

In casa F

S

Fuori casa

G V

N

P

F

S

G

V

N

P

F

S

Inter

43

19 13

4

2 33

15

9

7

2

0 14

6

10

6

2

2 19

9

Juventus

40

19 12

4

3 32

14

9

7

1

1 19

6

10

5

3

2 13

8

Milan

37

19 11

4

4 31

20 10 9

0

1 20

5

9

2

4

3

11 15

Genoa

35

19 10

5

4 29

17

9

7

2

0 20

6

10

3

3

4

9

Napoli

33

19 10

3

6 27

18

9 8

1

0 19

5

10

2

2

6

8 13

Fiorentina

32

19 10

2

7 26

17

9 6

2

1

15

6

10

4

0

6

11

Lazio

31

19

9

4

6 30

25 10

5

3

2

13

7

9

4

1

4 17 18

Roma

30

19

9

3

7 26

25

9 6

2

1

15

9

10

3

1

6

11 16

Palermo

29

19

9

2

8 26

23

9

7

0

2 18 10

10

2

2

6

8 13

Atalanta

27

19

8

3

8 26

23 10

7

1

2 18

8

9

1

2

6

8 15

3 Lazio - Cagliari

Cagliari

25

19

7

4

8 22

22 10 6

2

2 14

7

9

1

2

6

8 15

4 Lecce - Torino

Catania

25

19

7

4

8 19

23 10

7

1

2

15 10

9

0

3

6

4 13

5 Napoli - Roma

Udinese

23

19

6

5

8 26

29 10 4

4

2 16

11

9

2

1

6 10 18

Siena

22

19

6

4

9 14

19

5

3

1

9

4

10

1

1

8

5 15

Sampdoria

20

19

5

5

9 16

23 10 4

3

3

11

8

9

1

2

6

5 15

11

• Il Totocalcio •

11 Concorso n. 6 del 25 gennaio 2009

1 Bologna - Milan

9

2 Genoa - Catania

6 Palermo - Udinese 7 Siena - Atalanta 8 Monza - Pro Patria

• Il prossimo turno • 21a giornata - 2a di ritorno 28 gennaio 2009

ATALANTA - BOLOGNA CAGLIARI - SIENA CATANIA - INTER CHIEVO - LECCE FIORENTINA - NAPOLI MILAN - GENOA

9 Benevento - Taranto 10 Cremonese - Spal

ROMA - PALERMO

6 15

11 Padova - Novara

SAMPDORIA - LAZIO

7

6 18

12 Potenza - Virtus Lanciano

2

6

5 15

13 Sorrento - Perugia

1

8

3 22

14 Inter - Sampdoria (ore 20.30)

Bologna

19

19

4

7

8 22

29

9

2

3

4

12

13

10

2

4

4 10 16

Lecce

17

19

3

8

8 16

27 10

2

5

3 10

12

9

1

3

5

Torino

15

19

4

3 12 18

33 10 4

1

5

15

9

0

2

Chievo

13

19

3

4 12 12

29 10

2

2

6

7 14

9

1

Reggina

13

19

3

4 12 17

37

2

3

4 14

10

1

9

G giocate - V vinte - N pareggiate - P perse - F gol fatti - S gol subiti

12

15

TORINO - REGGINA UDINESE - JUVENTUS


rosanero Marco Di Vaio (Bologna) Alberto Gilardino (Fiorentina) Zlatan Ibrahimovic (Inter) Diego Milito (Genoa) Amauri de Oliviera (Juventus) Sergio Floccari (Atalanta) Alexandre 'Pato' da Silva (Milan) Bernardo Corradi (Reggina) Antonio Di Natale (Udinese) Fabrizio Miccoli (Palermo) Goran Pandev (Lazio) Mauro Zárate (Lazio) Robert Acquafresca (Cagliari) Alessandro Del Piero (Juventus) Germán Denis (Napoli) Marek Hamsyk (Napoli) Ricardo 'Kaká' Izecson (Milan) Giuseppe Mascara (Catania) Ronaldinho Moreira (Milan) Giuseppe Sculli (Genoa) Edison Cavani (Palermo) Adrian Mutu (Fiorentina) Fabio Quagliarella (Udinese) Mirko Vucinic (Roma) Júlio César 'Baptista' (Roma) Antonio Cassano (Sampdoria) Cristiano Doni (Atalanta)

i marcatori 14 12 12 12 11 10 9 8 8 8 8 8 7 7 7 7 7 7 7 7 6 6 6 6 5 5 5

Jedaias 'Jeda' Capucho (Cagliari) 5 Ezequiel Lavezzi (Napoli) 5 Michele Paolucci (Catania) 5 Francesco Totti (Roma) 5 Nicola Amoruso (Torino) 4 Claudio Bellucci (Sampdoria) 4 Marco Bresciano (Palermo) 4 José Ignacio Castillo (Lecce) 4 Daniele Conti (Cagliari) 4 Gennaro Delvecchio (Sampdoria) 4 Douglas Maicon Sisenando (Inter)4 Michele Marcolini (Chievo) 4 Tommaso Rocchi (Lazio) 4 Simone Tiribocchi (Lecce) 4 Rolando Bianchi (Torino) 3 Franco Brienza (Reggina) 3 Francesco Cozza (Reggina) 3 Gaetano D'Agostino (Udinese) 3 Adriano Ferreira Pinto (Atalanta) 3 Antonio Floro Flores (Udinese) 3 Houssine Kharja (Siena) 3 Christian Maggio (Napoli) 3 Riccardo Montolivo (Fiorentina) 3 Pavel Nedved (Juventus) 3 Sergio Pellissier (Chievo) 3 Alessandro Rosina (Torino) 3 Fábio Simplício (Palermo) 3 Massimo Ambrosini (Milan) 2 2 Alberto Aquilani (Roma) 2 Giuseppe Biava (Genoa) Daniele Cacia (Lecce) 2 Emanuele Calaiò (Siena) 2 Fabio Caserta (Lecce) 2 Giorgio Chiellini (Juventus) 2 Iván Córdoba (Inter) 2 Julio Cruz (Inter) 2 Felipe Melo de Cavalho (Fiorent.) 2 Michele Fini (Cagliari) 2 Pasquale Foggia (Lazio) 2 Mario Frick (Siena) 2 Abdel Kader Ghezzal (Siena) 2 Guillermo Giacomazzi (Lecce) 2 Vincenzo Iaquinta (Juventus) 2

Filippo Inzaghi (Milan) 2 Bosko Jankovic (Genoa) 2 Zdravko Kuzmanovic (Fiorentina) 2 Cristian Ledesma (Lazio) 2 Massimo Maccarone (Siena) 2 Jérémy Menez (Roma) 2 Takayuki Morimoto (Catania) 2 Thiago Motta (Genoa) 2 Sulley Ali Muntari (Inter) 2 Christian Panucci (Roma) 2 Sokratis Papastathopoulos (Genoa) 2 Simone Pepe (Udinese) 2 Simone Perrotta (Roma) 2 Gianvito Plasmati (Catania) 2 Alexis Sánchez (Udinese) 2 Clarence Seedorf (Milan) 2 Dejan Stankovic (Inter) 2 Roberto Stellone (Torino) 2 Jaime Valdes (Atalanta) 2 Francisco Valiani (Bologna) 2 Christian Vieri (Atalanta) 2 Marcelo Zalayeta (Napoli) 2 Elvis Abbruscato (Torino) 1 Adailton Martins Bolzan (Bologna) 1 Adriano Leite Ribeiro (Inter) 1 Davide Baiocco (Catania) 1 Simone Barone (Torino) 1 Edgar Barreto (Reggina) 1 1 Simone Bentivoglio (Chievo) 1 Marco Bernacci (Bologna) Paolo Bianco (Cagliari) 1 Davide Biondini (Cagliari) 1 Marco Borriello (Milan) 1 Cesare Bovo (Palermo) 1 Mauro Camoranesi (Juventus) 1 Mattia Cassani (Palermo) 1 Riccardo Colombo (Torino) 1 Andrea Costa (Reggina) 1 Ousmane Dabo (Lazio) 1 Daniele De Rossi (Roma) 1 Mobido Diakité (Lazio) 1 Maurizio Domizzi (Udinese) 1 Andrea Esposito (Lecce) 1

7 Daniele Ficagna (Siena) Daniele Franceschini (Sampdoria) Daniele Galloppa (Siena) György Garics (Atalanta) Sebastian Giovinco (Juventus) Zdenek Grygera (Juventus) Tiberio Guarente (Atalanta) Gökhan Inler (Udinese) Simone Inzaghi (Lazio) Vincenzo Italiano (Chievo) Juan Silveira dos Santos (Roma) Simon Kjær (Palermo) Antonio Langella (Chievo) Joaquin Larrivey (Cagliari) Nicola Legrottaglie (Juventus) Diego Lopez (Cagliari) Thomas Manfredini (Atalanta) Daniele Mannini (Napoli) Andrea Mantovani (Chievo) Marco Marchionni (Juventus) Jorge Martínez (Catania) Stefano Mauri (Lazio) Maxwell Scherer Cabelino (Inter) Levan Mchedlidze (Palermo) Vangelis Moras (Bologna) Victor Obinna (Inter) Ruben Olivera (Genoa) Marco Padalino (Sampdoria) Simone Padoin (Atalanta) Raffaele Palladino (Genoa) Michele Pazienza (Napoli) Giampaolo Pazzini (Sampdoria) Rocco Sabato (Catania) Walter Samuel (Inter) Jürgen Säumel (Torino) Sebastiano Siviglia (Lazio) Marius Stankevicius (Sampdoria) Davide Succi (Palermo) Simone Vergassola (Siena) Patrick Vieira (Inter) Sergio Volpi (Bologna) Gianluca Zambrotta (Milan) Paolo Zanetti (Torino)

Seguite ogni lunedi alle 21 "CENTROCAMPO" in diretta dagli studi di IN TV (canale 840 del bouquet Sky) e in contemporanea su Canale 46 e Teleoccidente

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1


Mark Bresciano

foto Pasquale Ponente


rosanero


rosanero

IL CALENDARIO

2008-2009

28/9/2008 15/2/2009 0 1 BOLOGNA - NAPOLI 0 1 CATANIA - CHIEVO 1 0 FIORENTINA - GENOA 2 0 LECCE - CAGLIARI 1 0 MILAN - INTER 1 0 PALERMO - REGGINA 2 0 ROMA - ATALANTA 0 0 SAMPDORIA - JUVENTUS 1 3 TORINO - LAZIO 2 1 UDINESE - SIENA

26 8

G I O R N ATA 1/3/2009

G I O R N ATA 26/10/2008 8/3/2009 1 0 ATALANTA - MILAN 2 0 CAGLIARI - CHIEVO 0 0 INTER - GENOA 1 0 JUVENTUS - TORINO 0 1 LAZIO - NAPOLI 1 3 PALERMO - FIORENTINA 2 0 REGGINA - LECCE 2 0 SAMPDORIA - BOLOGNA 1 1 SIENA - CATANIA 3 1 UDINESE - ROMA

RITORNO ANDATA

ANDATA

19/10/2008 1 3 BOLOGNA - LAZIO 2 0 CATANIA - PALERMO 1 1 CHIEVO - ATALANTA 3 0 FIORENTINA - REGGINA 1 0 GENOA - SIENA 2 2 LECCE - UDINESE 3 0 MILAN - SAMPDORIA 2 1 NAPOLI - JUVENTUS 4 0 ROMA - INTER 0 1 TORINO - CAGLIARI

G I O R N ATA

RITORNO ANDATA

ANDATA 7

8/2/2009 ATALANTA - CAGLIARI BOLOGNA - UDINESE CHIEVO - TORINO GENOA - ROMA INTER - LECCE JUVENTUS - CATANIA LAZIO - FIORENTINA NAPOLI - PALERMO REGGINA - MILAN SIENA - SAMPDORIA

24 6

RITORNO

21/9/2008 1/2/2009 0 1 CAGLIARI - JUVENTUS 1 0 CATANIA - ATALANTA 1 0 FIORENTINA - BOLOGNA 1 1 LECCE - SIENA 4 1 MILAN - LAZIO 2 1 PALERMO - GENOA 3 0 ROMA - REGGINA 1 1 SAMPDORIA - CHIEVO 1 3 TORINO - INTER 0 0 UDINESE - NAPOLI

RITORNO ANDATA

28/1/2009 BOLOGNA - ATALANTA GENOA - MILAN INTER - CATANIA JUVENTUS - UDINESE LAZIO - SAMPDORIA LECCE - CHIEVO NAPOLI - FIORENTINA PALERMO - ROMA REGGINA - TORINO SIENA - CAGLIARI

25

G I O R N ATA 5/10/2008 22/2/2009 4 2 ATALANTA - SAMPDORIA 0 0 CAGLIARI - MILAN 0 2 CHIEVO - FIORENTINA 3 2 GENOA - NAPOLI 2 1 INTER - BOLOGNA 1 2 JUVENTUS - PALERMO 1 1 LAZIO - LECCE 1 1 REGGINA - CATANIA 1 0 SIENA - ROMA 2 0 UDINESE - TORINO

27 9

G I O R N ATA

RITORNO

23 5

G I O R N ATA 24/9/2008 1 0 3 0 1 1 3 1 1 0 1 1 3 0 2 1 1 2 0 0

14/9/2008 0 1 2 0 2 1 1 0 2 0 2 0 2 1 3 1 1 1 2 0

22

G I O R N ATA

29/10/2008 15/3/2009 2 1 BOLOGNA - JUVENTUS 0 2 CATANIA - UDINESE 1 1 CHIEVO - LAZIO 0 0 FIORENTINA - INTER 2 1 GENOA - CAGLIARI 1 1 LECCE - PALERMO 2 1 MILAN - SIENA 3 0 NAPOLI - REGGINA 0 2 ROMA - SAMPDORIA 2 1 TORINO - ATALANTA

28

RITORNO

4

21 3

G I O R N ATA

RITORNO ANDATA

ANDATA

RITORNO

31/8/2008 25/1/2009 1 0 ATALANTA - SIENA 1 4 CAGLIARI - LAZIO 1 0 CATANIA - GENOA 2 1 CHIEVO - REGGINA 1 1 FIORENTINA - JUVENTUS 1 2 MILAN - BOLOGNA 1 1 ROMA - NAPOLI 1 1 SAMPDORIA - INTER 3 0 TORINO - LECCE 3 1 UDINESE - PALERMO

2

RITORNO ANDATA

20

G I O R N ATA

ANDATA

1


rosanero

IL CALENDARIO

2008-2009

G I O R N ATA 21/12/2008 17/5/2009 1 3 ATALANTA - JUVENTUS 1 1 CAGLIARI - REGGINA 2 3 CATANIA - ROMA 0 1 CHIEVO - GENOA 1 0 LAZIO - PALERMO 0 0 LECCE - BOLOGNA 5 1 MILAN - UDINESE 0 1 SAMPDORIA - FIORENTINA 1 2 SIENA - INTER 1 0 TORINO - NAPOLI

34

G I O R N ATA

36 18

3/5/2009 ATALANTA - UDINESE CAGLIARI - PALERMO CHIEVO - ROMA LAZIO - INTER LECCE - JUVENTUS MILAN - CATANIA NAPOLI - SIENA REGGINA - BOLOGNA SAMPDORIA - GENOA TORINO - FIORENTINA

RITORNO

7/12/2008 3 0 1 0 0 1 0 3 1 2 1 0 2 0 2 2 0 1 1 4

30/11/2008 26/4/2009 2 0 ATALANTA - LAZIO 1 0 CAGLIARI - SAMPDORIA 1 1 CATANIA - LECCE 1 1 GENOA - BOLOGNA 2 1 INTER - NAPOLI 4 0 JUVENTUS - REGGINA 3 1 PALERMO - MILAN 0 1 ROMA - FIORENTINA 1 0 SIENA - TORINO 0 1 UDINESE - CHIEVO

35 17

RITORNO

RITORNO ANDATA 33 15

G I O R N ATA

37

G I O R N ATA 11/1/2008 24/5/2009 1 1 BOLOGNA - CHIEVO 1 2 FIORENTINA - LECCE 0 3 GENOA - TORINO 1 1 INTER - CAGLIARI 1 0 JUVENTUS - SIENA 0 1 NAPOLI - CATANIA 3 2 PALERMO - ATALANTA 2 3 REGGINA - LAZIO 1 1 ROMA - MILAN 2 2 UDINESE - SAMPDORIA

19

RITORNO

ANDATA

14/12/2008 10/5/2009 5 2 BOLOGNA - TORINO 2 0 FIORENTINA - CATANIA 1 1 GENOA - ATALANTA 4 2 INTER - CHIEVO 4 2 JUVENTUS - MILAN 0 3 NAPOLI - LECCE 2 0 PALERMO - SIENA 0 2 REGGINA - SAMPDORIA 3 2 ROMA - CAGLIARI 3 3 UDINESE - LAZIO

16/11/2008 11/4/2009 3 1 ATALANTA - NAPOLI 1 0 CAGLIARI - FIORENTINA 3 2 CATANIA - TORINO 4 1 JUVENTUS - GENOA 1 0 MILAN - CHIEVO 0 2 PALERMO - INTER 1 0 ROMA - LAZIO 3 2 SAMPDORIA - LECCE 1 1 SIENA - BOLOGNA 0 1 UDINESE - REGGINA

G I O R N ATA 31/5/2009 18/1/2008 1 3 ATALANTA - INTER 2 0 CAGLIARI - UDINESE 1 2 CATANIA - BOLOGNA 2 1 CHIEVO - NAPOLI 1 1 LAZIO - JUVENTUS 0 2 LECCE - GENOA 1 0 MILAN - FIORENTINA 2 SAMPDORIA - PALERMO 0 1 0 SIENA - REGGINA 1 0 TORINO - ROMA

ANDATA

G I O R N ATA

31

G I O R N ATA

RITORNO ANDATA

ANDATA

23/11/2008 19/4/2009 1 1 BOLOGNA - PALERMO 0 2 CHIEVO - SIENA 4 2 FIORENTINA - UDINESE 1 0 INTER - JUVENTUS 1 1 LAZIO - GENOA 0 3 LECCE - ROMA 2 2 NAPOLI - CAGLIARI 3 1 REGGINA - ATALANTA 3 0 SAMPDORIA - CATANIA 2 2 TORINO - MILAN

32 14

5/4/2009

RITORNO ANDATA

G I O R N ATA

16

9/11/2008 1 1 BOLOGNA - ROMA 2 1 CATANIA - CAGLIARI 0 2 CHIEVO - JUVENTUS 2 1 FIORENTINA - ATALANTA 4 0 GENOA - REGGINA 1 0 INTER - UDINESE 3 0 LAZIO - SIENA 1 1 LECCE - MILAN 2 0 NAPOLI - SAMPDORIA 1 0 TORINO - PALERMO

RITORNO ANDATA

22/3/2009 ATALANTA - LECCE CAGLIARI - BOLOGNA JUVENTUS - ROMA LAZIO - CATANIA MILAN - NAPOLI PALERMO - CHIEVO REGGINA - INTER SAMPDORIA - TORINO SIENA - FIORENTINA UDINESE - GENOA

RITORNO ANDATA

ANDATA 13

2/11/2008 0 0 5 1 2 0 1 0 1 0 3 0 2 3 1 0 1 0 2 2

30 12

G I O R N ATA

38

RITORNO

29 11

G I O R N ATA

RITORNO ANDATA

10


rosanero

il personaggio

12

TOTÒ DI NATALE È DIVENTATO A SUON DI GOL UNO DEI PUNTI FERMI DELLA NAZIONALE. E LE GRANDI SOCIETÀ FANNO LA FILA PER AVERLO

Quei tocchi d’artista di un napoletano verace di Roberta Siino

ntonio Di Natale, insieme a Fabio Quagliarella, rappresenta una delle pedine fondamentali dello scacchiere d’attacco dell’Udinese di Marino. I difensori rosanero si ricordano bene di Di Natale: nella prima giornata di campionato il fantasista bianconero ha castigato infatti il Palermo con due reti di pregevole fattura. Attaccante esterno di movimento, dispone di una tecnica sopraffina e di una velocità che gli permette fulminei inserimenti negli undici metri, seminando l’avversario diretto per battere a rete. Nonostante non sia quello che si dice un “marcantonio” (170 cm per 65 chili), Di Natale si difende bene anche in elevazione. Unico neo, deve migliorare nella continuità di rendimento: talvolta sembra assentarsi dalla partita. Nato a Napoli il 13 ottobre 1977, “Totò” Di Natale, che negli ultimi anni ad Udine ha trovato la consacrazione giocando come ala sinistra del tridente d’attacco, è cresciuto calcisticamente nell’Empoli, dove nella sta-

le partite in diretta

A

Antonio Di Natale

gione 1996-1997 disputa una gara in B. Nel settembre del 1997 veste la maglia dell’Iperzola in C2 (33 presenze e sei reti) e nella stagione 1998-1999 passa al Varese in C1 (quattro presenze). Nell’ottobre del 1998, Di Natale si mette in evidenza con il Viareggio in C2, dove disputa 25 gare e realizza 12 reti. L’anno successivo, l’Empoli riscatta il giocatore e lo mette a disposizione della squadra. Di Natale ve-

Reggina-Chievo Sabato 24 gennaio, ore 18.00 Juventus-Fiorentina Sabato 24 gennaio, ore 20,30 Bologna-Milan Domenica 25 gennaio, ore 15.00 Genoa-Catania Domenica 25 gennaio, ore 15.00 Lazio-Cagliari Domenica 25 gennaio, ore 15.00

SKY MEDIASET PREMIUM SKY LA7 CARTAPIÙ MEDIASET PREMIUM SKY LA7 CARTAPIÙ MEDIASET PREMIUM SKY LA7 CARTAPIÙ MEDIASET PREMIUM SKY LA7 CARTAPIÙ MEDIASET PREMIUM

ste la maglia dei toscani per cinque stagioni (dal 1999 al 2004), disputando tre campionati in B (98 presenze e 31 reti) e due in A (60 presenze e 18 reti), diventando il punto di riferimento in attacco della compagine toscana. Nell’agosto del 2004, l’attaccante napoletano approda all’Udinese (33 presenze e sette reti), dove insieme all’ex rosanero Di Michele e a Iaquinta forma un tridente offensivo che consente ai bianconeri di conquistare il quarto posto in classifica e di qualificarsi quindi ai preliminari di Champions League. Nella stagione successiva, l’imprevedibile “Totò” disputa in campionato 35 gare e realizza otto reti, diventando l’unico giocatore italiano a segnare in una sola stagione, oltre che in campionato, almeno un gol in tutti i tornei disputati: in Coppa Italia, in Coppa Uefa (contro i francesi del Lens) e in Champions League (contro i tedeschi del Werder Brema). Nel campionato 2006-2007, Di Natale colleziona 31 presenze e realizza 11 reti, mentre lo scorso campionato ha realizzato 17 reti in 36

gare disputate, suo record personale in serie A, portando i friulani in Europa. Le sue qualità vengono notate da numerosi club italiani ed esteri: Roma, Inter, Milan, Wolfsburg cercano di fare approdare in altri lidi il fantasista campano. Nonostante un corteggiamento serrato, però, Di Natale ha deciso di rimanere ad Udine, tanto che nel giugno scorso ha anche rinnovato il suo contratto con la società bianconera fino al 2013. In questo campionato fino ad ora ha disputato 11 partite e realizzato otto reti. Di Natale vanta ormai anche una discreta presenza in nazionale. Le prime partite in maglia azzurra le ha giocate nel 2002, durante la gestione Trapattoni. Successivamente è stato convocato dal ct Donadoni, che lo ha anche portato con sé agli Europei del 2008 (qui, nei quarti di finale contro la Spagna, s’è fatto parare il suo rigore da Casillas). Infine, nella gestione Lippibis, Di Natale ha disputato la gara contro Cipro, valida per le qualificazioni ai mondiali del 2010, siglando una doppietta.

Lecce-Torino Domenica 25 gennaio, ore 15.00 Napoli-Roma Domenica 25 gennaio, ore 15.00 Palermo-Udinese Domenica 25 gennaio, ore 15.00 Siena-Atalanta Domenica 25 gennaio, ore 15.00

Inter-Sampdoria Domenica 25 gennaio, ore 20,30

SKY MEDIASET PREMIUM SKY MEDIASET PREMIUM SKY LA7 CARTAPIU’ SKY LA7 CARTAPIU’ MEDIASET PREMIUM SKY MEDIASET PREMIUM


14

rosanero

fuori campo

IL MIGLIORE DI OGGI SCEGLILO TU MOKA TERMINI in collaborazione con il giornale “ROSANERO” assegnerà il premio Miglior Rosanero Tonaca di Monaco al miglior giocatore in campo durante le partite casalinghe di campionato, scelto in base ai voti espressi da voi tifosi tramite l’indirizzo di posta elettronica: premiomokatermini@rosaneronline.it o con un sms al numero: 3202527458 lasciando anche un recapito telefonico. Il premio, che consiste in una fornitura annua di 24 kg. di caffè, verrà consegnato nei primi giorni della settimana successiva, presso la Torrefazione MOKA TERMINI (Via Napoli, 12 Palermo). UN PREMIO PER CHI PARTECIPERÀ AL VOTO Tra tutti coloro che avranno indovinato il migliore in campo verrà estratto a sorte un solo nominativo che avrà diritto a partecipare alla premiazione, consegnando personalmente il premio al giocatore più votato. Inoltre, al tifoso vincitore, sarà offerta dalla Torrefazione Moka Termini una fornitura di 6 chili di caffè.

MORIS CARROZZIERI Il difensore del Palermo è stato scelto dai tifosi rosanero come migliore giocatore in campo durante la gara casalinga contro l’Atalanta. Carrozzieri riceve così il premio della Torrefazione Moka Termini in via Napoli, 12, a Palermo.

Maglia: n. 80 Ruolo: difensore Nato a: Giulianova (Te) Nato il: 16 novembre 1980 Altezza: 192 cm Peso: 90 kg

Raffaella De Santis è la tifosa rosanero che ha vinto il premio consistente in sei chili di caffè, sorteggiato tra coloro che hanno indicato Carrozzieri nella partita casalinga contro l’Atalanta. Potrete seguire le premiazioni del migliore in campo sul magazine sportivo televisivo “Stadionews”.


rosanero

il prossimo turno

15

L’AVVIO DISASTROSO DI CAMPIONATO HA AZZERATO LE AMBIZIONI DEI GIALLOROSSI. PERFINO MISTER SPALLETTI ERA STATO CONTESTATO

Fa le bizze il core de Roma Adesso si tenta la rimonta di Enzo Gandolfo

l prossimo turno del Palermo è di quelli che diranno la verità su quanto vale in trasferta la squadra di mister Ballardini. I rosanero infatti incontrano la Roma di Spalletti, ovvero quanto di più bizzarro e misterioso ci sia in questo strano campionato italiano. Una squadra, quella capitolina, fatta in estate per competere come ogni anno con i colossi milanesi e con la rinata Juventus di Cobolli Gigli. Una squadra finita però nel tritacarne delle polemiche, dopo un avvio di stagione fatto di batoste e di infortuni, che l’aveva lasciata nelle zone basse della classifica, a distanza siderale dalle grandi già in lotta per lo scudetto. Un avvio che aveva rimesso in discussione persino Spalletti, fino allo scorso campionato considerato da stampa e tifosi il tecnico-guru, a cui potere assegnare in futuro panchine ancora più prestigiose. Comunque sia, dopo l’inizio di stagione disastroso i giallorossi si sono ripresi, risalendo in classifica posizioni su posizioni. E nonostan-

I

te il gap d’avvio, l’obiettivo di potere raggiungere il fatidico quarto posto necessario alla qualificazione in Champions League, è stato ribadito a chiare lettere dalla società di Rossella Sensi. Il successo esterno di domenica scorsa contro il Torino, giunto in extremis grazie ad una prodezza di Baptista, preceduto dalla chiara vittoria nel recupero di campionato contro la Sampdoria, ha riportato una ventata di ottimismo in casa giallorosa. E dire che l’inaspettata batosta di Catania (3-2 per gli etnei) poco prima delle vacanze natalizie, aveva raffreddato gli animi capitolini, più per come era maturata che per il risultato. La compagine di Spalletti era sembrata una squadra abulica e smarrita, incapace di replicare agli assalti del Catania che s’era portato sul 3-0 a metà secondo tempo. Insomma, è proprio come dicevamo all’inizio: la Roma di quest’anno è quanto mai bizzarra e imprevedibile. È una squadra che, al contrario degli anni scorsi, sembra vivere più sulle prodezze dei singoli (vedi Vucinic, Menez o Baptista)

Luciano Spalletti

piuttosto che sul gioco corale. E questo non può fare piacere a uno Spalletti che degli automatismi di gioco ha fatto la sua religione. Quanto sta pesando in queste settimane l’assenza di Totti? Senza nulla voler togliere al super-capitano giallorosso, probabilmente la sua classe non è più in grado di incidere come una volta nello spirito di vittoria della squadra. Totti fa valere la grande esperienza e il suo carisma sui compagni, ma fisicamen-

te si muove col contagocce. E in un campionato come quello italiano dove la condizione fisica è prioritaria su tutto, avere un Totti a mezzo servizio riduce di gran lunga le chance di successo. Ma il problema, ovviamente, non è solo Totti. Partito Mancini verso la bruma milanese, e quindi persa in attacco quella fantasia che solo il brasiliano sapeva dare al gioco della Roma, anche i vari Taddei, Perrotta, Pizarro e De Rossi sembrano non attraversare un grande momento. Passi per Aquilani fermato a lungo da un brutto infortunio, è stato chiaro a tutti che la Roma di questi mesi ha vissuto in pratica solo sull’estro di Vucinic e Baptista, sull’esperienza di un “senatore” come Panucci e sull’ottima condizione di un Brighi già pronto ad essere convocato da Lippi in azzurro. Anche in difesa Mexes e Juan, Cicinho e Riise, Sonetto e Cassetti, per non parlare del disastroso Loria, hanno alternato partite più o meno buone a giornate incredibilmente storte. Per raggiungere il traguardo Champions bisognerà cambiare registro.



Rosanero 10