Issuu on Google+

aut. trib. Matera n. A0207 del 02/2007 Aprile 2012 Uscita n.42 - Anno V

FUORI PORTA A... Pomarico SALUTE & BENESSERE Olio d’Oliva TENDENZE DI CASA Design di primavera LA RICETTA Torta di Pollo L’ OROSCOPO ANNUNCI E POSTA DEL CUORE

CAPAREZZA sbarca nei Sassi


1


EDITORIALE

aut. trib. Matera n. A0207 del 02/2007 Aprile 2012 Uscita n.42 - Anno V

FUORI PORTA A... Pomarico

BUONA PASQUA!

SALUTE & BENESSERE Olio d’Oliva TENDENZE DI CASA Design di primavera LA RICETTA Torta di Pollo L’ OROSCOPO ANNUNCI E POSTA DEL CUORE

CAPAREZZA sbarca nei Sassi

Free Magazine Direttore Responsabile Margherita Agata Editore A.S.D. Manleva Sporting Club Via San Pardo, 80 - 75100 Matera Tel. 0835.309131 Direttore Editoriale Muraglia Mario

Pasqua, insieme alla primavera, porta con sé sempre piacevoli sorprese. Tra quelle che Manleva group ha in serbo per i lettori un numero più ricco che mai di curiosità, eventi, sport, consigli utili per il benessere, la casa, l’arredamento. E, in tempo di crisi, anche tanti suggerimenti preziosi per cucinare un pranzo da re spendendo poco o ancora per trascorrere il lunedì dell’Angelo fuori porta, anche se il conto in banca non vi sorride. Una scampagnata low cost, ma altrettanto affascinante in un piccolo centro ricco di storia, arte, cultura, oltre che di una grande capacità di accoglienza. Ma Pasqua non è solo uova di cioccolato, coniglietti colorati, pranzi luculliani e gite con gli amici. Pasqua è anche e soprattutto festa di resurrezione e rinascita. Non solo per i credenti, ma per quanti credono nella possibilità di poter diventare uomini nuovi, se solo si ha la capacità di imparare dai propri errori e ripartire con rinnovato entusiasmo. Ebbene, l’augurio che mi sento di fare, a nome di tutta la grande famiglia di Manleva group, è che sia una Pasqua di rinascita per tutti voi. Auguri e buona lettura.

Redazione Manleva Group Via P. Gobetti, 19 - 70017 Putignano (BA) Tel. /Fax 080.2376350

Mario Muraglia

Responsabile Redazione Margherita Agata margherita.agata@libero.it Realizzazione Grafica Rosilda Muraglia grafica@manlevagroup.com Foto prima pagina Daniele Laera Responsabile Marketing Silvia Tamborrino Centro Stampa Antezza Tipografi Orario Uffici Dal Lun. al Ven. dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 19.30

Per la tua pubblicità contatta il

0835.309131 o il numero verde

800 134326 o invia una mail a marketing@manlevagroup.com

3 5 7 9 11

SOMMARIO L’Evento del Mese Caparezza in concerto

12

Salute & Benessere Olio d’Oliva: alleato di Salute & Benessere

Fuori Porta A... Pomarico

14

Tra Passato e Presente Villa Comunale

Cucina e Risparmio Torta di Pollo

15

Matera e Dintorni Movida

Oggi al cinema Speciale “La Lupa”

16

L’Angolo dei lettori Annunci e Posta del Cuore

19

Manleva Sporting Club Inv

Tendenze di casa Design di Primavera

2


L’ EVENTO DEL MESE

L’Eretico Tour di Caparezza sbarca nei Sassi Il cantautore di Molfetta sarà in concerto al Palasassi di Matera venerdì, 6 aprile, alle 21

U

n autentico evento. CAPAREZZA, infatti, sarà a Matera con il suo entusiasmante live dopo le 50 trionfali date già effettuate che hanno registrato oltre 250mila presenze. Artista che assomiglia solo a stessa, con la sua capacità di muoversi tra rap, rock ed elettronica, CAPAREZZA ritorna con un nuovo show, un nuovo allestimento, una nuova sfida. Sul palco CAPAREZZA sarà accompagnato da Salvatore Corrieri alla batteria, Diego Perrone alla voce, Gaetano Camporeale alle tastiere, Alfredo Ferrero alla chitarra e Giovanni Astorino al basso. Chi se ne frega della musica?”, ci dice Caparezza nell’incipit di questo disco. E invece a lui della musica gliene frega eccome, ovviamente: il suo bersaglio in questo pezzo però è l’ipocrisia che regna attorno al mondo della sua professione. E che coinvolge un po’ tutti: discografici, fan ma soprattutto gli stessi artisti. Insomma, sin dalla prima traccia del suo nuovo album “Il sogno eretico” (se si esclude la doppia intro “Nessun dorma/Tutti dormano”) si capisce che il rapper di Molfetta non è cambiato di una virgola. Non è cambiato lo stile della sua musica, che per quanto ricca di contaminazioni è pur sempre rap. E non è certo scomparso il suo gusto per l’invettiva sociale, la satira politica e il surreale. Questo ultimo lavoro per stessa ammissione dell’autore è un inno all’eresia, sia essa religiosa o culturale. Ecco dunque una galleria di personaggi che hanno pagato con la vita le loro convinzioni, finendo immancabilmente nelle mani del boia, una figura molto ricorrente nella produzione di Caparezza. Savonarola, Giovanna d’Arco e Galileo sono messi in fila, tutti accomunati da un destino non proprio fortunato e per questo “eroi” nel mondo di Michele Salvemini. In questa carrellata di musica e parole, forse un po’ troppo lunga a dirla tutta (16 tracce sono tante...) Caparezza dimostra la solita abilità compositiva, come nella brillante “Sono il tuo sogno eretico”, medioevaleggiante nell’arrangiamento e piccata nel testo. Stesso dicasi per la genuinamente sguaiata “Il dito medio di Galileo” e il singolo “Goodbye malinconia”, canzone dall’arrangiamento scanzonato ma amarissima nel modo in cui fotografa la situazione italiana: siamo in crisi, l’emigrazione aumenta e il futuro non si annuncia di certo migliore. E

3

“nemmeno il caffè sa più di caffè, ma sa di caffè di Sindona”. A cantare il ritornello, scelta che più felicemente malinconica non poteva essere, c’è Tony Hadley degli Spandau Ballet. Interessante anche la marziale “Non siete stato voi”, dove sembra venire fuori un’anima un po’ più cantautoriale. C’è poi anche un reggae dedicato a Silvio Berlusconi, “Legalize the premier”, che recita “Sono un presidente in erba ma me ne fotto della maria perchè io lotto ma per la mia legalizzazione” e si avvale della collaborazione di Alborosie. Più diretto di così si muore: Caparezza non lo cita mai esplicitamente, ma ci lascia capire bene chi è il suo bersaglio. La satira sociale più feroce invece è affidata a “La marchetta di Popolino”, interessante nel testo ma non efficacissima nell’arrangiamento. “Il sogno eretico” è insomma un disco che conferma in pieno lo stile di Caparezza: la sua scrittura brillante, l’amore per la contaminazione musicale, che rende il suo stile piuttosto atipico nel panorama italiano. Certo, questo potrebbe non piacere ai puristi del genere. Ma in realtà è il suo vero punto di forza. Quello di essere un eretico del rap.


6 Aprile

4


FUORI PORTA A...

POMARICO

5


A

pochi passi da Matera sorge Pomarico. La meta ideale per una gita fuori porta, complice il primo sole di primavera. Meta ideale di una passeggiata, ai margini del centro abitato il bosco della “Manferrara”, le cui piante tipiche sono il cerro, l’acero, l’orniello, il pino d’Aleppo, la rosa canina, l’agrifoglio, il mirto, il lentisco, il pungitopo, il biancospino. Non improbabile l’incontro con volpi, faine, tassi, istrici e diverse specie di uccelli. Numerose le bellezze artistico-monumentali, oltre a quelle naturalistiche. Nella parte alta del paese, nel Rione Castello, sono visibili i ruderi dell’antico fortilizio e della Chiesa Vecchia, fatta costruire da Francesco II del Balzo intorno al 1450.Si accede fino alla sommità percorrendo ripide e caratteristiche stradine, scalinate ben pavimentate e vicoletti interessanti e puliti che mostrano modeste antiche abitazioni con tetti a tegole. Si distinguono alcuni palazzotti gentilizi con portale e ringhiere in ferro battuto, come: Agneta, Siviglia, Pacilio, Fiorentino. Si notano, di tanto in tanto, piazzette in cui ancora oggi si socializza. Interessante è la settecentesca Chiesa della Madonna del Monte. Degna d’attenzione è anche la facciata della Chiesa dell’Addolorata in mattoni, del XVI secolo, ma ora abbandonata. In Via Garibaldi, c’è il Palazzo Municipale, sede dell’ex convento di Sant’Antonio, edificato nel 1615 ed appartenuto ai Francescani Riformati. Nel chiostro, sono visibili, due meridiane e tracce di affreschi sulle pareti. L’interno a due navate, di stile barocco e con ricche decora-

zioni a stucco, conserva le tele di Pietro Antonio Ferro: la Deposizione (prima del pulpito) e la Madonna col Bambino coi santi Francesco e Antonio del 1615 (sul primo altare). Vicino alla chiesa di Sant’Antonio si trova il Palazzo Donnaperna, di proprietà comunale, noto come Palazzo Marchesale, edificato tra la fine del Seicento e il Settecento. La sua possente struttura si articola intorno ad un ampio cortile interno e nel Salone Rosa, dalle volte dipinte a tempere nell’Ottocento. Oggi ospita concerti e spettacoli durante la stagione culturale estiva. Alcuni locali custodiscono il Museo della civiltà contadina. In Largo chiesa si trova la Chiesa Madre dedicata a San Michele Arcangelo, protettore di Pomarico. La prima pietra per la sua edificazione fu posta il 20 ottobre 1748. Dopo aver percorso gli angusti quartieri del borgo antico ci si trova improvvisamente di fronte a questa monumentale costruzione dagli effetti architettonici grandiosi. Le decorazioni in stucco investono tutta la chiesa e sono opera di un gruppo di artisti stuccatori milanesi: i fratelli Tabacco e Sante Regolo. L’altare, dove è collocata un’altra importante tela del Ferro, è tra i più pregevoli di tutta l’arte lignea lucana: il raffinato intaglio è opera di Antonio Paradiso da Picerno, E proprio alpatrono, San Michele, è dedicata la principale manifestazione che si svolge ogni anno a Pomarico, dal 7 al 9 maggio. Durante questi giorni si rinnovano antiche tradizioni, come l’offerta della cera al Santo e la processione sul carro trionfale, seguita poi dai fuochi pirotecnici organizzati dal comitato feste San Michele Arcangelo.

Chiesa di San Michele Arcangelo

6


CUCINA E RISPARMIO

TORTA DI POLLO Ingredienti: Pasta brisè 2 sfoglie Brodo di pollo, 400 ml Burro 40 gr Farina 30 gr Funghi (champignon), 300gr Olioextravergine di oliva, 3 cucchiai Panna fresca liquida, 100 ml Pepe q.b. Pollo 1 kg di petto Porri 2 Prezzemolo 1 ciuffo Sale q.b. Uova 1 Vino bianco, 100 ml

DIFFICOLTA’: media

PREPARAZIONE : 2h COSTO INGREDIENTI 15€ COSTO MEDIO A PIATTO 2,50 €

Preparazione Preparate il ripieno della torta: tagliate il petto di pollo a cubetti (come per uno spezzatino) mondate i porri e affettateli piuttosto finemente, pulite bene i funghi e tagliate i più grossi a fette (mantenete invece interi i più piccolini). In una padella molto capiente scaldate l’olio extravergine di oliva, aggiungete i porri a fettine e fateli appassire per almeno 10 minuti. Poi aggiungete il pollo, facendolo ben rosolare a fuoco vivo su tutti i lati; infine unite i funghi. Sfumate con il vino bianco e salate. Portate quindi il pollo a cottura. In un tegame sciogliete il burro, aggiungete la farina, mescolando con una frusta (come per preparare una besciamella), poi aggiungete il brodo di pollo continuando a mescolare per evitare la formazione di grumi. Fate addensare a fuoco basso e aggiungete poi questo composto al pollo. Aggiungete anche il prezzemolo tritato e la panna fresca e mescolate per fare addensare la crema. Aggiustate di sale e di pepe e lasciate raffreddare. Imburrate e infarinate bene una tortiera di ceramica dal diametro di 22-24 cm, idealmente piuttosto alta e dai bordi ondulati. Ponete una sfoglia sulla tortiera, fate aderire bene il fondo e i bordi. Prendete il composto di pollo ormai freddo a versatelo nella tortiera cercando di formare una “montagnetta” al centro. Rivestite poi con l’altra sfoglia. Con un coltello eliminate gli eccessi di impasto dai bordi e schiacciateli con le dita per farli aderire bene. Praticate dei fori al centro della torta e spennellatela con 1 uovo sbattuto. Se volete potete realizzare delle decorazioni con i ritagli di pasta brisé avanzata. Infornate a 190°C per circa 50 minuti, fino a che la superficie della torta sarà ben dorata. Fate riposare 10 minuti la torta di pollo prima di servirla!

7


8


Oggi al Cinema I film del mese

Speciale Matera

BIANCANEVE Regia: Tarsem Singh Con: Julia Roberts, Lily Collins, Armie Hammer, Nathan Lane, Mare Winningham Genere: Fantastico - Durata: 105 min. crica Uscita: Mercoledì 4 Aprile 2012 Rivisitazione in chiave dark di una delle più famose fiabe del mondo: “Biancaneve”. Dopo la morte dell’amato padre, la fanciulla si unisce a sette agguerriti nani e cerca la sua vendetta nei confronti della matrigna, responsabile della morte del genitore... BEL AMI Regia: Declan Donnellan, Nick Ormerod Con: Robert Pattinson, Christina Ricci, Uma Thurman, Kristin Scott Thomas, Colm Meaney, Philip Glenister, Holliday Grainger, Paul Hodge, James Lance, Jake Harders Genere: Drammatico Uscita: Venerdì 13 Aprile 2012 Tratto dal romanzo dello scrittore francese Guy de Maupassant, il film si preannuncia “bollente” per i suoi contenuti sessuali ed assolutamente attuale per i temi trattati, nonostante la pubblicazione del libro risalga al lontano 1885... STREET DANCE 2 Regia: Max Giwa, Dania Pasquini Con: Tom Conti, George Sampson, Sofia Boutella, Falk Hentschel Genere: Drammatico Uscita: Mercoledì 18 Aprile 2012 Dopo essere stato sconfitto e umiliato dal fortissimo gruppo americano degli Invincible, lo street dancer Ash medita di prendersi la rivincita. Si mette quindi alla ricerca dei migliorni ballerini per organizzare un numero unico nel suo genere. Durante i suoi viaggi incontra e si innamora di Eva, una strepitosa ballerina di salsa che gli farà scoprire la magia di un mondo differente. THE AVANGERS Regia: Joss Whedon Con: Chris Evans, Chris Hemsworth, Mark Ruffalo, Robert Downey Jr., Scarlett Johansson Genere: Azione Uscita: Mercoledì 25 Aprile 2012

Vendicatori sono un gruppo di supereroi che hanno il pieno appoggio di quasi tutte le nazioni del pianeta e ricevono finanziamenti dall’ONU. Ne fanno parte Iron Man, Thor, Capitan America.

9

LA LUPA

(1953)- drammatico

In un piccolo paese vive una donna di circa quarant’anni, ma ancora piacente, che per la sua condotta immorale é chiamata la “lupa”. Guardata con cupidigia dagli uomini, ottiene, con la sua seduzione, che sua figlia Maricchia, una brava e modesta ragazza, sia scelta per raffigurare Sant’Agata, la patrona del paese, nell’annuale processione. Per la festa scende in paese, dal vicino forte, il soldato Nanni Lasca, che vede la Lupa, se ne invaghisce e ne diventa l’amante. Più tardi Nanni conosce Maricchia, che desta nel suo cuore un tenero pentimento: quando scopre che Maricchia è la figlia della sua amante, decide di lasciare la Lupa e propone a Maricchia il matrimonio. La fanciulla, che ha qualche sospetto circa i rapporti tra la madre e Nanni, esita; ma la madre la spinge ad accettare, nella speranza di ripigliarsi l’amante. La sua speranza non va delusa, ma quando Maricchia, sposatasi, ha un bambino,scaccia di casa la madre. La Lupa si rifugia presso il proprietario della manifattura dei tabacchi e di là compie le sue vendette; ma quando tenta di far allontanare Maricchia dal marito, la figlia si ribella e a lei s’uniscono nella ribellione le donne del paese. Inseguita, la Lupa si chiude nel magazzino dei tabacchi, al quale dà fuoco, morendo tra le fiamme.


SPECIALE MATERA Il primo film di successo girato nei Sassi, dopo il documentario di Lizzani nel ’49 e il modesto “Le due sorelle” di Volpe nel ’50, è “La lupa” di Alberto Lattuada. Il film è ispirato ad un racconto di Giovanni Verga. Protagonista della storia una focosa contadina quarantenne che fa sposare la giovane figlia a un soldato che fu suo amante e che vuole riconquistare. Lattuada ha letto il testo letterario in chiave di inconscio collettivo e arcaico, di mito, di “natura”. Bello il personaggio di Kerima donna tutta fame, animalità, corpo, misteriosa nella sua torbida lussuria. La conferma della grandezza di Lattuada dietro la macchina da presa che, nato a Milano il 13 novembre 1914, già da bambino conosce la magia del grande spettacolo assistendo alle rappresentazioni delle opere composte dal padre, il musicista Felice Lattuada. Più di quella della Scala, però, saranno le platee cinematografiche ad attrarre la sua attenzione. Alla fine degli anni ‘30, insieme a Mario Ferrari e Gianni Comencini getta le basi di quella che diventerà la Cineteca italiana che avrà il merito di salvare opere come Femmine folli (1921) di Erich von Stroheim, Il monello (1921) di Chaplin, alcuni capolavori di Fritz Lang e René Clair, nonché la Lulù di Pabst e L’angelo azzurro di Sternberg. Dopo essersi interessato di fotografia e di critica cinematografica, collabora in veste di sceneggiatore e aiuto regista a Sissignora (Ferdinando Poggioli, 1941) e Piccolo mondo antico (Mario Soldati, 1941). Esordisce nella regia con Giacomo l’idealista(1942). Un debutto anche per Carlo Ponti come produttore e per Marina Berti, bella protagonista accanto ad un altrettanto bello Massimo Serato. Dopo questa prima bellezza, dirigerà una fitta schiera di splendide attrici, compresa Carla Del Poggio, sua moglie, che all’epoca de Il bandito (1946) è già celebre per aver interpretato la deliziosa Maddalena...zero incondotta (Vittorio De Sica, 1940). Considerato nel primo dopoguerra uno dei più originali esponenti del neorealismo, successivamente mostra di prediligere la trasposizione delle opere di grandi autori come Riccardo Bacchelli (Il mulino del Po, 1949), Gogol (Il cappotto, 1952), Verga (La lupa, 1953). Nel 1951 Anna incassa un miliardo in Italia e viene ugualmente acclamato negli Stati Uniti, grazie anche alla presenza della Mangano, futura figlia del capitano nella megaproduzione La tempesta (1958). Già dagli anni ‘50 i suoi film incorrono nelle ire della censura, come La spiaggia (1954), dove non esita a denunciare pregiudizi e ipocrisie della morale piccolo borghese nei confronti di una prostituta. In seguito pur continuando a portare sullo schermo opere letterarie, realizza un cinema aderente alla vita contemporanea e mostra un vivo interesse per il mondo dell’adolescenza, o meglio per quel magico periodo di passaggio che fa diventare una ragazzina una donna. Con Guendalina e I dolci inganni (1960) porta al successo due giovanissime Jacqueline Sassard e Catherine Spaak, a cui seguiranno altre celebri fanciulle in fiore, come Ewa Aulin (Don Giovanni in Sicilia, 1967), Teresa Ann Savoy (Le farò da padre, 1974), Nastassja Kinski (Così come sei, 1978) o Barbara De Rossi e Clio Goldsmith (La cicala, 1980). Dopo aver subito i tagli della censura per queste educazioni sentimentali troppo esplicite per gli anni ‘60, si diverte a catapultare Ugo Tognazzi in un “harem” composto da tre zitelle, le sorelle Tettamanzi, talmente vogliose di un uomo che sono anche disposte a spartirselo, anche a letto (Venga a prendere il caffè...da noi, 1970, dal romanzo di Piero Chiara “La spartizione”). Nel corso della sua carriera esplora tutti i generi cinematografici e negli anni ‘80 si dedica quasi esclusivamente alla televisione, a partire dal kolossal “Cristoforo Colombo” (1985), a cui seguono “Due fratelli” (1987) e “Mano rubata” (1988).

10


TENDENZE DI CASA

Design di PRIMAVERA Dopo questo rigido inverno possiamo finalmente aprire la nostra casa ai colori della primavera. Come fare? Attraverso oggetti d’arredo che mettano sotto gli occhi tutto il fascino della natura che si risveglia! Perchè no...creare un affetto arcobaleno in casa stile anni 60, affiancando oggetti di vario genere e colore. In questa pagina troverete solo alcune delle infinite idee che si possono trovare in rete o in negozi specializzati. MIRROR La cappa di Faber unisce all’elegante design floreale, una funzionalità e un risparmio energetico notevoli. Grazie a un motore tri-fase riduce i consumi fino al 50%, ha una regolazione continua della velocità ed è molto più silenzioso. FARFALLE IN SALOTTO È una delle svariate versioni di 505 di Molteni&C, sistema di successo che sta al passo coi tempi adattandosi alle nuove tecnologie protagoniste dell’area living di cui le nostre case si completano. Grande funzionalità associata a buon design estetico.

BIGBABOLL

SPRING LAMP Disegnata dai designer olandesi Studio Toer, questo complemento di arredo si presenta come una lampada molto flessibile, che può essere applicata al muro e spostata con facilità in base alle vostre esigenze momentanee. Funziona a LED. Il paralume è viola e ricorda molto il bocciolo di un fiore. Perfetta per accogliere in grande stile l’arrivo della bella stagione.

11

Il divanetto a due posti di Altamoda è un romantico campo fiorito il cui rivestimento scelto è uno dei più famosi tessuti di Ken Scott. Si completa di una luce che illumina la coppia dall’alto e di un tavolino laterale girevole.

Rosilda Muraglia


SALUTE E BENESSERE

OLIO D’OLIVA:

alleato di Bellezza e Benessere Tra i condimenti disponibili nella gastronomia italiana, l’olio d’oliva è sicuramente uno dei migliori, sia dal punto di vista del gusto, sia da quello salutare e dietetico. zione del colesterolo “buono” (HDL). Quest’ultimo garantisce l’integrità delle nostre arterie, le ripulisce da eventuali placche arteriosclerotiche e dallo stesso LDL, impedendo che queste sostanze aderiscano alle pareti delle arterie, occludendole. OLIO & DONNE

S

ono ormai numerose le prove scientifiche che hanno dimostrato gli effetti positivi dell’olio d’oliva, e in particolare di quello extravergine, sul nostro organismo. L’olio d’oliva è costituito da trigliceridi degli acidi oleico, palmitico, linoleico, linolico, stearico e da acidi grassi liberi. Non c’è parte del corpo che non possa beneficiare delle preziose proprietà dell’olio d’oliva : un grande alleato di bellezza e salute . Un “prodotto” a portata di mano con cui poter trattare pelle, capelli, unghie, dolori muscolari ecc. OLIO & DIETA MEDITERRANEA Il primo a intuire la relazione positiva

tra dieta e malattie quali diabete, bulimia, obesità, fu il medico nutrizionista italiano Lorenzo Piroddi nel 1939. Ma è solo grazie al professore americano Ancel Keys che, nel 1952, si iniziò a parlare di “dieta mediterranea”. Il professor Keys fornì le prime evidenze comparative tra soggetti americani e soggetti residenti nel bacino del mediterraneo sul rischio di malattie dell’apparato cardiocircolatorio in relazione ai consumi alimentari. OLIO & SALUTE L’olio extravergine di oliva contribuisce a ridurre l’eccesso di colesterolo non generando il colesterolo “cattivo” (LDL) ma favorendo al contrario, la forma-

Secondo ricercatori americani dell’Università di Chicago, l’olio extravergine di oliva potrebbe migliorare l’efficacia della terapia per la cura del cancro al seno, impedendo l’innescarsi di resistenze farmacologiche. Infatti l’olio extravergine di oliva, estremamente ricco di acido oleico, abbasserebbe del 46% i livelli del gene Her- 2/ neu, uno dei principali oncogeni causa del carcinoma mammario. L’acido oleico inoltre, stimolerebbe anche la produzione della proteina p27Kip1 che agisce da freno naturale nella crescita del tumore. OLIO & MASSAGGI L’olio extra vergine d’oliva è un efficace prodotto emolliente e protettivo dell’epidermide e un ottimo antiossidante; aiuta a prevenire l’invecchiamento della pelle e dei capelli, oltre a rinforzare le unghie, a combattere gli arrossamenti della pelle e ad alleviare i dolori muscolari. È un ottimo fluidificante utilizzato per i massaggi del corpo.

12


TRA PASSATO E PRESENTE

Villa Comunale, Oggi Villa dell’Unità d’Italia, costruita a partire dagli anni 30. Al centro, la bella fontana in pietra di Trani demolita durante i lavori di risistemazione degli anni 90 e oggi faticosamente recuperata e in procinto di nuova sistemazione. Sullo sfondo il bel Palazzo Latronico, la cui simmetria oggi è compromessa per la sopraelevazione di un piano.

Foto concessa dall’Associazione “MUV Matera” il Museo Virtuale della Memoria Collettiva - www.muvmatera.it (raccolta Vincenzo Sarra).

13


14


MATERA E DINTORNI

NETTUNO DISCO - METAPONDO LIDO Locale molto divertente dall’atmosfera mediterranea. Indimenticabili appuntamenti per tutto coloro che ricercano un ambiente esclusivo e ben frequentato. Il locale, che ospita oltre 1.800 persone, si presenta diviso in più ambienti separati dall’immensa pista da ballo.

MOJITO - SS 106 SVINCOLO BASENTANA - METAPONTO (MT) Discoteca Divertente e con Atmosfera Latina come si può dedurre dal nome; per quanto riguarda la programmazione karaoke tutte le sere con mingo accompagnato da degustazione di ottimi prodotti tipici,pizze e vini. Ogni sabato Musica Caraibica selezionata dai migliori dj del sud Italia.

SPIRITO DIVINO - MATERA Ristorante, stuzzicherai, degustazioni e cocktelleria. Locale ambientato all’interno della caratteristica zona dei sassi di Matera; vi aspettiamo per degustare i nostri prodotti e farvi divertire con i nostri eventi non mancate...!!

L’INCONTRO - SANTERAMO IN COLLE Dal 1992 Santeramo in Colle ha al suo interno una perla che si pone come luogo di unione e contatto grazie ai suoi confortevoli ed accoglienti ambienti arredati con un inedito gusto, alla sua cucina di qualità e alle sue proposte del divertissement. Stiamo parlando de L’Incontro, un raffinato ed elegante pub dallo stile liberty. Il vasto menu de L’Incontro è improntato sulla cucina del territorio, con una grande attenzione alla genuinità e freschezza dei prodotti. Il menu propone piatti caldi e freddi, carne, snack caldi, ma anche ottime pizze cotte in forno a legna, piadine, panini.

SOUND CAFE’ – MATERA Elegante e Raffinato Bar e Caffetteria di giorno, ed intrigante e coinvolgente American Bar serale.

15


L’ANGOLO DEI LETTORI 2. Vendo Passat Variant anno 2006 con allestimento highline con interni in pelle . L’auto ha 119000 km ed è in perfette condizioni. prezzo dopo aver preso visione. per qualsiasi info: Pasquale 349/4988696

AUTO-MOTO 1. Vendo Triunph Sprint 1050 ABS, 125 cv a 9.250 giri. Marzo 2007 Km 3880. Tagliadata Triunph. Gomme nuove Pirelli Diablo Corsa 3. Cedo anche portapacchi e

LAVORO CERCO 1. Persona seria affidabile e accreditata cerca lavoro come segretaria o per servizi di mattina (farmacia, poste...). Disponibile anche saltuariamente per dopo scuola o baby-sitter. NO numeri anonimi e perditempo. Tel. 339-5725772

VENDO-FITTO

borse. Per info contattarmi al numero 338.2309239 - 331.5086946 oppure il 080.4058531. Chiamare solo se interessati

1. Fittasi appartamentino ammobiliato, luminoso e tranquillo in zona Sassi a pochi passi da p.zza V. Veneto, via del Corso, p.zza Sedile, p.zza Duomo. Dotato di ingresso indipendente da una corte interna dove sono siti altri 2 appartamentini , terrazzino priva-

to con vista sulla Cattedrale , cucina, camera con letto matrimoniale, ‘area guardaroba ‘, bagno con doccia, tv, riscaldamento autonomo.Euro 800 mensili. Nel prezzo sono incluse tutte le spese e pulizia infrasettimanale. Tel. 320.9763532 Vuoi vendere la tua auto, la tua moto o qualsiasi altra cosa che non ti serve più? Utilizza Vox in Magazine per far conoscere il tuo prodotto ai cittadini di Matera e dintorni. Per il tuo annuncio manda una mail a grafica@manlevagroup.com o invia un fax al numero 080.2376350. Oppure spedisci il testo in busta chiusa in Via San Pardo, 80 - Matera. Ricrodati di inserire sempre la dicitura “Autorizzo il trattamento dei dati personali ai sensi del D. lgs. 196/03”

C

La Posta del uore Cara Posta del cuore, sono Anna, sono di Matera e ho 42 anni. Vi scrivo perché ho un problema … presumo che mio marito mi tradisca ma non ho le prove di tutto ciò. Il suo comportamento nei miei confronti è cambiato da quando è nato il nostro piccolo Giuseppe che ora ha un anno. Come posso fare per constatare il suo potenziale tradimento? Cara Anna, una moglie conosce il proprio marito più di chiunque altro; se lui è sfuggente e non prova più attrazione per te .. allora vi è la seria probabilità che lui ti tradisca con un’altra. Ovviamente se non hai prove certe e concrete non puoi affermarlo quindi ti consiglio di stare attenta a tutto ciò che lui fa e dice, e perché no … improvvisati investigatrice.

“Puoi amare solo quando sei felice dentro di te. L’amore non può venir aggiunto dall’esterno. Non è un indumento che puoi indossare.”. (Osho) Scrivici a: lapostadelcuore2011@libero.it....il nostro esperto ti risponderà

16


17


SOCIALE MATERA

LE BANCHE DEL TEMPO Il Progetto “Intessere per crescere” finanziato da “Fondazione con il Sud” nell’ambito del Bando reti 2010 proposto da “Volontariato Materano” e finalizzato al rafforzamento delle reti di volontariato, prevede tra le sue attività a supporto delle Associazioni, l’utilizzo della Banca del tempo. Lo strumento, già implementato dall’Associazione AIDE, tuttavia per iniziativa della stessa Associazione, sarà gestito per tutta la durata del progetto, dal coordinamento di Volontariato Materano, che ne curerà gli aspetti promozionali e gestionali.

COSA SONO LE BANCHE DEL TEMPO Sono libere associazioni nel cui ambito si organizzano scambi di prestazioni e servizi valutati in base al tempo impiegato per realizzare le attività oggetto degli scambi. In effetti si tratta di istituti di credito, sia pure di tipo particolare: le transazioni sono basate sulla circolazione del tempo, anziché del denaro. Le persone che aderiscono alle banche del tempo e tra le quali avvengono gli scambi generalmente si chiamano correntisti (o tempo-correntisti), in quanto diventano titolari di conti correnti, in cui depositano le ore impiegate a realizzare attività a favore di altri “correntisti”, acquisendo la disponibilità di un credito di pari valore in termini di ore. Spenderanno tale credito per usufruire a loro volta di prestazioni effettuate da aderenti alla banca del tempo. Per facilitare le transazioni e contabilizzarle di solito si usano “assegni”, che ciascun correntista può staccare dal “libretto” che gli viene consegnato dalla BdT. Si tratta di assegni spendibili solo nella cerchia degli aderenti per le finalità di scambio di prestazioni. In questo senso le BdT si collocano nell’ambito dei sistemi di scambio locale, diffusi in vari paesi e ispirati dalla ricerca di alternative al mercato e dal tentativo di realizzare forme di integrazione tra la sfera economica e quella relazionale/sociale. Le finalità per cui si organizzano le BdT possono essere così sintetizzate: • promuovere scambi di prestazioni finalizzati alla soddisfazione sia di esigenze pratiche, sia di bisogni di arricchimento culturale e di allargamento delle relazioni sociali • facilitare la conciliazione dei tempi del lavoro retribuito con quelli del lavoro di cura familiare • valorizzare competenze e vocazioni che altrimenti rischiano di rimanere inespresse, sostenendo così percorsi di rafforzamento dell’autostima personale • organizzare momenti e spazi di incontro, di comunicazione, di scambio intergenerazionale e interculturale • contribuire al superamento di condizioni di isolamento, solitudine, emarginazione culturale e sociale A breve è previsto un incontro di Presentazione del Progetto della Banca del Tempo a cura di Volontariato Materano, che illustrerà alle Istituzioni e alla Collettività gli obiettivi e le finalità dello strumento, nonché il ruolo operativo delle Associazioni aderenti alla rete, promuovendo il coinvolgimento dei cittadini tutti.

18


MANLEVA SPORTING CLUB

BATTUTA D’ARRESTO PER LE NOSTRE BIANCOCELESTI

M

anleva Sporting club di nuovo sull’ottovolante. La squadra di calcio a 5 femminile, impegnata nel campionato di serie C regionale, dopo una serie positiva di quattro gare, ha staccato ancora una volta la spina. A frenare la risalita in classifica della formazione guidata da mister Valerio Di Giacomo due gare proibitive. Il quintetto rosa del presidente Mario Muraglia, ha dovuto misurarsi, nell’ordine con Cus Potenza e United Dedalo Shaolin, rispettivamente terza e prima della classe. Se all’indubbio valore delle avversarie si aggiungono le non ottimali condizioni fisiche di diverse giocatrici del Manleva Sporting Club, diventa comprensibile la doppia battuta d’arresto delle biancocelesti. E non è andata meglio con il Flacco Venosa, sulla carta una squadra alla portata delle ragazze materane. Per il tecnico Di Giacomo non c’è che confidare nel turno di riposo. Una pausa che potrebbe essere utile per consentire alle atlete indisponibili o in precarie condizioni di forma di recuperare

19

in maniera definitiva. L’occasione ottimale, insomma, per ricominciare a fare risultato e a regalare la gioia dei tre punti al presidente Muraglia, il primo tifoso del quintetto di Manleva Sporting Club. A disposizione di mister Di Giacomo: tra i pali Alessandra Ghilardi, in campo Stefania Di Lena, Bruna Marraudino, Simona Perrone, Daniela Bonamassa, Michela Pozzuoli, Bruna Morelli, Noemi Galante e Francesca Paiano, rispettivamente seconda e prima miglior marcatrice della formazione con 20 la prima e 26 la seconda reti realizzate. Ottimista su quest’ultimo scorcio di stagione il presidente Muraglia. “Ci sono le potenzialità e il clima giusto – assicura- per consentire al tecnico di lavorare con la massima serenità e alla squadra di potersi esprimere al meglio e con maggiore continuità di risultati. Sono certo che, dopo il tempo della semina, adesso sia maturo quello della raccolta. Gli ostacoli maggiori sono stati superati, siamo nelle condizioni di tornare a vincere e toglierci più di una soddisfazione”.


20


21


OROSCOPO Fonte:http://oroscopo.leonardo.it/oroscopo-anno-2012

m

Buon mese, da trascorrere con la gioia nel cuore e la fiducia nel futuro. Ci sono le stelle giuste per poter festeggiare il compleanno ed essere felice. Se ci sono state tensioni si placheranno, si dissolveranno i contrasti, ci sarà una maggiore chiarezza nei rapporti interpersonali.

n

Ottimo. Preparati a vivere con spensieratezza e con la gioia di assaporare piaceri e momenti felici con gli amici di sempre. Periodo ricco di esperienze fresche, romantiche, costruttive, che ti inciteranno a vivere e amare con rinnovate energie.

o

I tuoi concetti chiave saranno comunicazione e libertà di agire secondo l’umore del momento. Certo, ci vorrà anche del coraggio, sia nel perseguire con chiarezza i tuoi traguardi sia nel disegnare gli obiettivi per migliorare l’attuale situazione. Darai tempo al tempo.

p

Mese vario e vivace, con una vita sociale e mondana gratificante. Saprai adattarti a nuovi spazi mentali e geografici. Le amicizie rappresenteranno sempre un grande punto di forza, su di loro potrai sempre contare, anche per le faccende professionali.

q

Le cose si metteranno piuttosto bene e la vita scorrerà come piace a te. Sentirai crescere il desiderio di fissare nuovi obiettivi sentimentali e professionali, mettendo magari in discussione la tua posizione attuale. Idee innovative, viaggi, interessi artistici ti aspettano.

r

Sarai coinvolto in modo forse eccessivo nel lavoro e nella vita pubblica e così il tuo privato, il partner, la famiglia ne pagheranno le conseguenze. Sarà saggio prendere in considerazione l’idea di fare un viaggio in grado di cambiare il tuo modo di pensare e di vivere.

s

Ampie schiarite. Permarranno alcune dissonanze, ma una splendida Venere aiuterà a reagire e a dare una svolta alla tua vita, specie quella sentimentale. Avrai l’abilità e il coraggio per cogliere l’attimo e prepararti a quelle trasformazioni di cui avvertirai la necessità.

t

I sentimenti, la socievolezza e la leggerezza d’animo ritorneranno a far parte del quotidiano. Ti basterà eliminare la durezza e l’intransigenza affinchè la felicità ti sommerga di energia e di certezze. Un consiglio? Non avere fretta di raggiungere il risultato.

u

Diplomazia, pazienza e umiltà saranno le doti da usare per l’intero mese. Senza queste correrai il rischio di attirarti solo inimicizie. La saggezza aiuterà a misurare le parole e i gesti. Ottima resa scolastica e lavorativa: la mente lavorerà molto bene.

v

Arriverà il momento per assaporare l’entusiasmante piacere di sentirsi amato perdutamente. La scintilla del tuo sexappeal prenderà fuoco facilmente.Esuberante ed espansivo anche al lavoro. Unico neo quel Mercurio in quadratura che appannerà la tua mente.

w

Scaricate definitivamente le zavorre che ti avranno accompagnato nel recente passato, potrai ritornare ad essere protagonista della tua vita. Dall’esterno ti giungeranno buone sollecitazioni, che tu saprai prendere al volo.

x

Potrai contare su stelle costruttive, accentrate sui settori lavoro e vita pratica e molto meno sulla sfera sentimentale, che vedrà alternarsi giornate di buona stabilità ad altre popolate da forti desideri di evasione e di collera. Dolcezza e pazienza scarseggeranno e l’impulsività avanzerà.

IL SEGNO DEL MESE

m Il Toro e’ dotato di una resistenza e di una pazienza che lo portano a raggiungere mete impossibili per qualsiasi altro segno. Ha la tendenza a fare le cose piano, ma molto bene. Il Toro e’ disciplinato e controllato e vuol sempre sapere dove sta andando. Le sue peculiari caratteristiche gli permettono di avere un ottimo rapporto con il denaro. Il Toro tende ad accumulare ricchezze. Non e’ pero’ ne’ avido ne’ avaro. Il Toro e’ tutto fuorche’ malizioso: al contrario, la sua bonta’ lo porta, a volte, a fidarsi troppo del prossimo e a rimanere deluso (se non addirittura raggirato) da quest’ultimo. La lentezza e le difficolta’ con le quali il Toro raggiunge i suoi obiettivi possono portarlo a essere decisamente possessivo verso quello che gli appartiene, che si parli di beni materiali o di affetti. Nei sentimenti, pur essendo dotato di una sensualita’ fuori dal comune, che gli permetterebbe di concedersi molteplici avventure, il Toro ha interessi e intenzioni piuttosto tradizionali. Ama la famiglia e il suo fine ultimo e’ quello di raggiungere una vera sicurezza affettiva.

22



Vox in Magazine