Page 1

NUMERO 02/2009

Comfort

Sicurezza

Risparmio

Parola di Mirc 2050 Giovanni Milazzo Presidente di Mirc 2050

casafutura newsletter eurofree

in primo piano:

nuovi scenari energetici:

riflessioni e idee dal convegno

facebook e blog di Mirc2050:

per parlare di energia ed incentivi


Indice P/03 Editoriale P/04 Face to face - Facebook e blog Mirc 2050 per parlare di energia P/08 Conversazioni dal blog Dal 1991 al 2009: un po’ di chiarezza sul risparmio energetico P/10 Nuovi scenari energetici Riflessioni e idee dal convegno del 7 luglio 2009 a Roma P/11 Pigmenti - Gli interventi Mirc 2050 per la qualità della vita e dell’ambiente P/12 Tutte le offerte Mirc 2050 Dal noleggio operativo alle detrazioni fiscali per interventi di riqualificazione energetica P/14 La mia Casa Futura Concorso di disegni sul tema di come i bambini immaginano/vorrebbero la loro casa e la loro città nel futuro

Direttore responsabile Giovanni Milazzo Coordinamento editoriale e progetto grafico Agenzia ph5 Faenza (Ra)

Contatti utili Mirc 2050 Via Silvestro II 2/c • Roma 00167 tel. 06 6636197_6622702 fax (24 ore su 24) 06 66041273 www.mirc2050.com info@mirc2050.com


Editoriale

Finita la stagione calda, ci prepariamo tutti ad affrontare un nuovo inverno e, quindi, una nuova stagione di riscaldamento. E col freddo tornano in famiglia anche le preoccupazioni per il “caro bolletta” del riscaldamento. Un pensiero che Mirc 2050 già da tempo propone di superare, in maniera consistente e nettamente percepibile da ciascun condomino, attraverso l’introduzione del sistema di contabilizzazione autonoma del calore. Sistema che, tra la l’altro, la recentissima normativa rende obbligatoria. In un articolo di questo numero di Casa Futura torniamo a parlarne in maniera approfondita sottolineando, per chi non avesse già ricevuto i nostri materiali informativi dedicati a questo tema specifico, tutti i pregi (tecnici ed economici) che rendono questo sistema davvero conveniente. In sintesi si può dire che la contabilizzazione autonoma del calore consente di scegliere quanto riscaldare ogni ambiente della propria casa e pagare solo in base al consumo. Colgo l’occasione di Casa Futura per ringraziarvi dell’attenzione e partecipazione che riservate al nostro blog e alla nostra pagina su Facebook, i nuovi canali che abbiamo “acceso” per voi e con voi per rendere sempre più no limit la comunicazione e rendere Mirc 2050 sempre più una Casa/Community sui temi dell’energia e non solo. Buona lettura, Giovanni Milazzo

3


Face to Face Facebook e blog Mirc 2050 per parlare di energia

tutti i modi di comunicare con Mirc 2050 tel. 06.6636197 / 06.6622702 fax (24 ore su 24) 06.66041273 NUMERO VERDE 800 205020

Scopri il nostro sito web, la pagina su facebook di Mirc 2050 con le offerte dedicate solo agli iscritti, il canale youtube ed il blog sempre aggiornato! mirc2050.com

11:00 12:00

12:00 13:00

13:00 15:00

18:00 19:00

19:00 08:00

facebook.com/mirc2050

mirc2050.com/blog

youtube.com/mirc2050


Se il “nuovo” internet - o web 2.0 come i più navigati lo hanno già battezzato - offre innumerevoli opportunità di crescita, di comunicazione e di contatto con il pubblico, noi abbiamo deciso di sfruttarle tutte, soprattutto per aprire nuove vie di comunicazione e confronto, strumenti di dialogo diretti e sinceri. I Social Network e i Blog, ultima ribalta della rete, sono esattamente ciò che meglio risponde alle nostre esigenze e scegliere di essere presenti utilizzando metodi tanto innovativi, vuol dire innanzitutto ascoltare le vostre esigenze, opinioni, dubbi o interessi.

La prima novità è che abbiamo aperto un blog dove approfondiremo, secondo il nostro punto di vista, tutto ciò che riguarda Mirc 2050 e l’universo dove opera. Riqualificazione energetica e Servizio Energia, ma anche risparmio energetico, ecologia e qualsiasi intervento innovativo dal punto di vista del rispetto e della salvaguardia dell’ambiente. Il blog lo potete leggere all’indirizzo http://www.mirc2050. com/blog. Da oggi, oltre a leggere, voi potrete partecipare commentando qualsiasi cosa letta sul nostro blog nell’apposito spazio sottostante, citando quanto abbiamo scritto sul nostro blog o scrivendoci per suggerirci un tema da trattare. Vi risponderemo, siatene certi.

Non si tratta però solo di aprire le porte di Mirc 2050 e lasciarvi entrare, questo era già possibile, ci mancherebbe. La vera novità è che la nuova versione di Internet rivoluziona la relazione sotto molti punti di vista, sia fra persona e persona, sia fra le persone e le aziende. Basandosi sulla logica dalla condivisione di interessi quello che vogliamo offrirvi è prima di tutto uno spazio dove conoscersi: noi, voi che già ci leggete qui su Casa Futura e l’infinità potenziale di persone che potranno farlo su internet. Per questo nelle prossime righe vorremmo che non vi focalizzaste solo sulla maniera con la quale utilizzeremo i nuovi mezzi di comunicazione, ma soprattutto sugli utilizzi che potrete farne voi.

La seconda novità riguarda la pagina facebook, consultabile all’indirizzo http://www. facebook.com/mirc2050. Sugli spazi di questa sarà possibile leggere in tempo reale le informazioni sugli eventi che organizzeremo o ai quali parteciperemo. Pubblicheremo qualsiasi tipo di notizia, fotografia curiosità o stranezza che interessi l’azienda. Vi terremo anche aggiornati, grazie all’avanzato sistema di notifiche, su tutti gli interventi che via via appariranno sul blog. Per quanto vi riguarda, la bacheca (lo spazio centrale di tutte le pagine di facebook) è a vostra disposizione allo stesso modo. Ogni notizia che pensate possa

Sono tante le novità riguardanti la comunicazione di Mirc 2050 da presentare in questo numero di Casa Futura, e riguardano tutte la nostra nuova presenza sulla rete.

interessare a noi o agli altri lettori, può essere pubblicata e letta da tutti, così come le foto scattate ai nostri eventi, le visite ai nostri spazi o gli interventi che ci vedono protagonisti a casa vostra. Per rendere completa questa scelta di relazione e condivisione, non potevamo esimerci dall’intraprendere la strada più innovativa degli ultimi anni. La terza novità di mirc2050 è il nuovo canale di youtube (www. youtube.com/mirc2050). Su questo spazio mettiamo a disposizione tutti i video realizzati durante i nostri convegni o eventi significativi, vi illustriamo come funzionano gli strumenti dei quali ci serviamo per offrirvi servizi d’avanguardia e vi segnaliamo i video di altri che troviamo particolarmente interessanti. Voi potete, anche in questo caso, dire la vostra e commentare subito sotto i nostri video, preferendoli fra gli altri e condividerli con i vostri amici via email, attraverso il vostro profilo facebook o redigendo un articolo sul vostro spazio internet preferito e personale. Per concludere, vorremmo che la qualità del nostro lavoro continuasse a passare attraverso i vostri commenti, la vostra voce, la vostra esperienza diretta.

5


Conversazioni dal nostro blog Alla domanda delicata di lucaT, che in calce ad un nostro post quasi innocentemente ci chiedeva ”E il Governo che fa?”, non potevamo certo rispondere in un commento. Così, gentile lucaT, il nostro secondo post è diventato un post-di-risposta alle tue curiosità. Ecco di seguito, una piccola

dell’articolo 4, comma 1, lettere a) e b) del decreto legislativo 19 agosto 2005, n.192, concernente attuazione della direttiva 2002/91/ CE sul rendimento energetico in edilizia” In parole più semplici, questo Regolamento entrato in vigore dal 25 giungo, fissa le metodologie di calcolo

Dal 1991 al 2009: un po’ di chiarezza sul risparmio energetico

6

rassegna degli interventi legislativi degli ultimi anni, partendo dall’ultima novità. Recentemente infatti (il 2 aprile 2009) è stato pubblicato un Regolamento ad opera del Presidente della Repubblica con un nome lungo e complicato: “Regolamento di attuazione

riguardanti la prestazione energetica degli edifici e degli impianti. È di fatto il primo di tre attesissimi decreti attuativi. Ne sono necessari altri due, che fissino rispettivamente i requisiti e gli ambiti di competenza dei certificatori. Solo terminato questo iter burocratico saranno effettivamente in

vigore i Dlgs 192/2005 e 311/2006, cioè i due interventi legislativi più recenti, dopo la famosa Legge 10 del 1991 (la legge storica per l’efficienza energetica). Quindi, se la domanda di LucaT poteva avere un risvolto polemico, probabilmente è proprio qui che bisognerebbe concentrare le lamentele in termini di ritardi e lungaggini burocratiche. Per i due decreti legislativi appena citati era prevista l’uscita delle linee guida attuative entro una data massima di 120 giorni, mentre il sole è sorto e tramontato moltissime volte in più dal 2006. Nonostante sia più che legittimo invocare un maggiore intervento governativo dobbiamo comunque segnalare come la macchina legislativa non sia rimasta tutto questo tempo con le mani in mano. Da un parte, il decreto edifici e la finanziaria del 2007 hanno introdotto la possibilità di beneficiare di una detrazione fiscale pari al 55% delle spese sostenute per la coibentazione di pareti, solai e e coperture, la sostituzione di infissi, l’installazione di pannelli solari termici, la sostituzione di impianti termici o la riqualificazione globale di edifici esistenti. In pratica tutti gli interventi utili ad una riqualificazione energetica degli edifici.


mirc2050.com/blog

NOTIZIE da

Cerchi un lavoro con energia? Mirc 2050, azienda leader nel settore dell’energia termica residenziale, servizio energia e global service, cerca persone giovani, dinamiche, motivate, intraprendenti (ambosessi di età compresa tra i 25 e i 45 anni) da inserire

nel proprio organico per lo sviluppo dell’attività commerciale. Incentivi e possibilità di assunzione al raggiungimento degli obiettivi del primo anno.

ricerca collaboratori

Dall’altra parte, e ancora prima, nel testo della Finanziaria 2007 (296/2006), era già possibile beneficiare della detrazione del 36% per le spese sostenute, ma in questo caso si parla di ristrutturazione degli edifici. Nonostante la materia differente, fra gli interventi beneficiari della detrazione alcuni riguardavano proprio la riqualificazione degli impianti termici. Ad esempio la sostituzione o la riparazione con innovazioni di una caldaia, la scelta di un nuovo impianto interno o esterno e qualsiasi altro intervento di ristrutturazione che concorresse alla riqualificazione dell’edificio dal punto di vista energetico. In sintesi quindi lo stato dell’arte è questo. Ci sono alcuni ritardi ma, anche perchè non si può più derogare o posticipare, sembra che le cose inizino ora a muoversi verso la giusta direzione

Se pensate di essere candidati ideali, inviate il vostro curriculum con foto a: personale@mirc2050.com 7


Nuovi scenari energetici

Gli scenari internazionali, dei quali siamo tutti parte, richiedono immediati interventi sia dal punto di vista tecnologico che normativo: molto si sta facendo ma anche molto altro rimane da fare, soprattutto per quel che riguarda la consapevolezza che l’impegno di ognuno di noi nel risparmiare, nel contenere, nel limitare sprechi ed eccessi rappresenta il primo e più importante intervento di efficienza energetica. 8

Il Convegno “Nuovi scenari energetici” Mirc 2050 presentato a Roma il 9 luglio 2009, ha avuto lo scopo di fornire una panoramica interessante e variegata sulle soluzioni tecnologiche per il risparmio energetico nelle strutture residenziali, nonché quello di mostrare le novità nei servizi/prodotti che appartengono al core business aziendale. Il pubblico al quale ci rivolgiamo è in questa fase costituito da amministratori di condomini e tecnici, le figure più sensibili alle necessità di utilizzare tecnologie performanti e contenere i consumi per il riscaldamento. Un’occasione unica nel panorama della capitale, durante la quale è stato possibile ascoltare quali

interventi ed iniziative il Comune di Roma abbia varato o stia varando in tema di politiche energetiche ed ambientali; come lo stesso Comune si interfacci con la Regione Lazio, con la Provincia di Roma e con tutti gli altri organi istituzionali e con quali strumenti normativi o possibilità per i cittadini. La presenza poi di relatori qualificati di Enea e di Anaci hanno impreziosito l’evento di spunti e toni brillanti. Va inoltre precisato che l’atteggiamento aziendale, fondato sulla volontà di incrementare costantemente l’efficienza del servizio, si coniuga con il miglioramento delle tecnologie e l’ampliamento dell’offerta, in modo da perseguire l’obiettivo di medio e lungo


termine prefisso in tutte le attività : garantire Risparmio, Sicurezza e Comfort.

Riferimenti normativi in calce sul tema dell’Energia:

Per tutto quanto sopra indicato Mirc 2050 si adopera in maniera coerente con i propri impegni nel caldeggiare e diffondere l’idea che il risparmio migliore e più certo è quello che viene da un uso razionale dell’energia. Se il consumo è uguale a zero, di sicuro questo è il risparmio più elevato da raggiungere. Le necessità, però, del comfort termico nel panorama edilizio presente in Italia impongono consumi piuttosto elevati soprattutto per il riscaldamento. Mirc 2050 opera per ridurre e contenere tali consumi tramite la progettazione, la realizzazione degli interventi e la manutenzione degi impianti.

Cos’è il SERVIZIO ENERGIA: atto contrattuale che disciplina l’erogazione di beni e servizi necessari a mantenere le condizioni di comfort negli edifici nel rispetto delle vigenti leggi in materia di uso razionale dell’energia, di sicurezza e di salvaguardia dell’ambiente, provvedendo nel contempo al miglioramento del processo di trasformazione dell’energia.

Mirc 2050 sta altresì predisponendo attività di diffusione della cultura dell’ENERGIA RAZIONALE presso i principali attori del campo: ha deciso infatti di proporre attività formative ed informative (quali corsi, seminari brevi o intensivi, workshop, convegni), volte ad istruire e successivamente a trasformare, nonché a sensibilizzare gli amministratori di condomini, facendoli diventare degli Energy Manager localizzati. A tal proposito, l’offerta che proponiamo agli Amministratori, oltre che agli attori del settore, è quella di fornire una serie di servizi/prodotti destinati al risparmio e all’ottimizzazione dell’energia nel rispetto delle condizioni ambientali e del pianeta del quale siamo tutti custodi.

La normativa: • Legge 10/1991 (legge storica per il risparmio energetico) • D.P.R. 412/1993 (art. 1 comma o) “Terzo Responsabile”; comma p) Contratto S.E.) • Risoluzione Ministero Finanze n. 103 - 20.08.1998 (Iva 10%) • Circolare Ministero Finanze n. 273/E - 23.11.1998 (10 punti req. min.) • D.P.R. 551/1999 (Integrazione del D.P.R. 412/93) • D. M. 19.02.2007 (Decreto edifici “detrazione 55%”) • D.Lgs. 115 del 30.05.2008 (C.S.E. “Plus”) • L. 37/08 (ex L. 46/90) D.M. 12.04.1996: Regola Tecnica Prevenzione Incendi

BELLE NOTIZIE

Catturiamo l’anidride carbonica

e di luglio a tenutosi nel mes , G8 l or de to bi m Nell’a casione del Maj presentato, in oc o i at de st a è , m te ila l qu su L’A ae (MEF) sull’energi Carbon Capture m ru Fo s ie om on Ec obal atici, il nuovo Gl cambiamenti clim . La CCS indica un complesso itute ’ l’anidride and Storage Inst tono di ‘catturare e en ns co e ch ie og di tecnol elettriche ch ta dalle centrali carbonica prodot rolio, carbone e et (p ili fossili ib st bu ni m co i o an utilizz inerali, formazio candola poi in m oc st ), le ra n tu no na e gas o ch oceaniche in mod geologiche o subserra. tto ffe l’e mentare contribuisca ad au 9


Pigmenti’09

un’esperienza da ricordare

10

Giovanni Milazzo e la Responsabile del Progetto

un momento della giornata

PIGMENTI09, la festa dell’Arte e dell’Architettura Sostenibile, tenutasi in giugno per le strade del quartiere romano del Pigneto, è stata un’esperienza che ci ha riempito d’entusiasmo. Ha rappresentato un’occasione importante per affermare una comunione d’intenti che ci lega ai ragazzi che, con tanta passione, l’hanno organizzata. Ripercorrendo le tappe che ci hanno resi partner e sponsor dell’evento potremmo partire da marzo 2009: all’epoca ancora non sapevamo dell’esistenza di

un progetto tanto affine alla nostra linea di condotta. Bastò però un incontro con gli architetti Cipriani e Temporin, gli organizzatori, per convincerci della validità del progetto. Ci dissero infatti che il tutto si fondava su questa idea: l’architettura della quotidianità piuttosto che quella della eccezionalità, concentrando l’attenzione sulla fusione del vecchio con il nuovo, tecnologia e tradizione, crea una coscienza civile nei confronti dell’unicum edificio-impianto.

Un’incredibile concordanza d’intenti. Eravamo e siamo, senza falsa modestia, i candidati ideali per diventare parte attiva di questa iniziativa, proprio per il numero di interventi di riqualificazione energetica che svolgiamo quotidianamente nella città di Roma e la voglia che abbiamo di condividere le nostre modalità di progettazione, operative e di gestione dell’energia. Come se non bastasse, sono talmente tanti gli interventi di SERVIZIO ENERGIA (mirc2050.com/proposta. html) da noi eseguiti proprio nei pressi del quartiere Pigneto, che è stato facile coniare lo slogan “L’energia di Pigmenti è di Mirc 2050”. Poco più difficile riunire tutti gli interventi in un plastico che li collocasse geograficamente. D’altronde, la costruzione del modello si era resa necessaria proprio

http://pigmenti. wordpress.com


per sviluppare l’idea di base della partecipazione di Mirc 2050 a PIGMENTI09, cioè una strategia di comunicazione e infiltrazione cittadina concreta, in grado di diffondere un comune senso di appartenenza ad un‘idea di efficienza energetica. Per questo si sono dimostrati importantissimi anche i nostri pannelli, costruiti, stampati e posizionati lungo il percorso di PIGMENTI09 per illustrare a tutti, con completezza, il significato degli interventi effettuati sia nei condomini, sia nelle abitazioni civili. Esiste infatti una sostanziale differenza fra l’installazione di una nuova caldaia a condensazione, l’installazione di un sistema di contabilizzazione e termoregolazione individuale del calore, la sottoscrizione di un contrat-

to di SERVIZIO ENERGIA (primo caso condominiale) e l’installazione di una caldaia a condensazione che integri sia un sistema solare termico – produttore cioè di acqua calda sanitaria - sia uno fotovoltaico per la conversione dei raggi del sole in energia elettrica. (questo secondo caso beneficia delle tariffe incentivanti del CONTO ENERGIA). Entrare nel merito degli interventi chiarendone gli aspetti e dipanando la confusione ci è sembrato il primo, importante, obiettivo raggiunto.

il manifesto dell’evento

Concludendo, non possiamo che dirci felici di aver partecipato ad un evento così coinvolgente e di essere riusciti, a nostro parere, a raggiungere la gente con il significato delle nostre realizzazioni.

E L’INCANDESCENZA SVANISCE

Dal 2010 in Italia sarà vietata la vendita delle lampadine a incandescenza inventate da Edison e immesse sul mercato ben 130 anni fa. La sostituzione a livello mondiale – secondo uno studio del Centro di Ricerca & Sviluppo di Philips – delle lampade ad incandescenza per uso domestico con tecnologie di ultima generazione (risparmio energetico e Led) porterà ad un risparmio di 46 miliardi di euro in elettricità e 239 milioni di

tonnellate di CO2, pari alla produzione di 228 centrali elettriche o a 685 milioni di barili di petrolio in un anno. A livello europeo il risparmio in elettricità sarebbe pari a 10 miliardi di euro e la riduzione di CO2 di 38 milioni di tonnellate, pari alla produzione di 52 centrali elettriche o a 156 milioni di barili di petrolio in un anno. In Italia, annualmente, si vendono, nel canale della grande distribuzione, oltre 3.000.000 di lampade ad incandescenza da 100 Watt e per il momento solo 1.500.000 di lampade a risparmio energetico da 18 e 20 Watt corrispondenti ad una 100 Watt ad incandescenza. L’illuminazione in generale copre circa il 19% dell’uso di elettricità nel mondo e si basa, per quasi tre quarti, su soluzioni antiquate e energeticamente inefficienti.

11


La nuova formula Mirc 2050 per la contabilizzazione autonoma del calore Cos’è? La contabilizzazione e termoregolazione individuale del calore è costituita da tre elementi (ripartitore; valvola termostatica; detentore) che consentono di gestire autonomamente il proprio riscaldamento e di pagare in base al consumo effettivo.

Come funziona? La valvola termostatica serve per la termoregolazione individuale di ogni singolo ambiente (camera da letto, salone, bagno…).

12

Sulla testina della valvola è presente una scala graduata (da 8 a 28 gradi centigradi) per impostare la temperatura desiderata nell’ambiente. L’elemento sensibile all’interno della testina regola il flusso di calore del termosifone in base alla temperatura ambiente misurata. Quando la temperatura ambiente raggiunge il valore impostato (desiderato) la valvola chiude l’afflusso d’acqua evitando sprechi di energia.

Quando la temperatura ambiente scende sotto il valore impostato sulla testina, la valvola riapre il flusso di calore. Il ripartitore viene installato sul termosifone e serve a conteggiare l’energia erogata solo quando la valvola è aperta. Quando invece la valvola è chiusa il ripartitore non conteggerà nulla. Il detentore è un normale rubinetto e si aziona nel solo caso di manutenzione o sostituzione del termosifone.


Dove si può installare? Può essere installato in un impianto di riscaldamento centralizzato (tipicamente dei condomini), su qualsiasi tipo di termosifone ad esclusione dei fancoils (ventilconvettori) e non prevede nessuna opera muraria per il suo posizionamento.

Quali sono i vantaggi? • Si riscalda quando serve e si paga solo quello che si è consumato. • Autonomia ed indipendenza nelle temperature e negli orari di accensione del riscaldamento. • Nei periodi di assenza dall’appartamento non si pagano consumi. • Si utilizza il vecchio impianto centralizzato con l’aggiunta degli apparecchi necessari alla contabilizzazione: il costo è molto inferiore alla trasformazione in impianti autonomi. • Sistema radio per lettura dei consumi dall’esterno del condominio. • Detrazione fiscale del 36% ed IVA agevolata al 10%.

Com’è cambiata la bolletta di luce e gas negli ultimi due anni Quasi sicuramente a causa della crisi economica che genera un effetto deflazione, il 2009 ha registrato un calo sensibile dei costi di gas e luce quantificabile, rispettivamente, in -8% e -3% rispetto al 2008. Variazione indicativa del costo della bolletta IV trim I trim II trim III trim IV trim I trim 2007 2008 2008 2008 2008 2009

II trim 2009

Mirc 2050 offre autonomia e risparmio in condomini con impianto termico centralizzato garanzia per tutta la durata del contratto PER UNA CONSUL ENZA GR AT UITA

13


la mia casa futura Mirc 2050 indice un concorso di disegni dedicato ai bambini e al loro immaginario sulla casa ideale e la loro città nel futuro dal titolo “La Mia Casa Futura”

1) Soggetto: disegno libero su ambienti, case e città che i bambini vorrebbero/immaginano per il presente e futuro 2) Chi può partecipare: bambini di età compresa tra i 6 e i 10 anni. La partecipazione è gratuita 3) Dimensioni: foglio formato A4 (cm 21,0 X 29,7) 4) Tipologie di disegni: saranno ammessi al concorso disegni realizzati a mano libera tramite matite, pastelli, tempere, etc.. Il disegno deve essere prodotto personalmente dal partecipante e non deve essere già stato pubblicato in precedenza. Sono ammesse anche parti di testo come frasi o vignette. 5) Modalità di partecipazione: i disegni, in numero di uno per ciascun bambino, dovranno pervenire a Mirc 2050 entro e non oltre il 31 dicembre 2009 tramite posta prioritaria con nome, cognome del partecipante, indirizzo completo e recapito telefonico sul retro del disegno stesso. I disegni rovinati non verranno ritenuti validi. I disegni non verranno restituiti. Mirc 2050: Via Silvestro II 2/c - 00167 Roma 6) Premi: i tre migliori disegni verranno pubblicati sulla nostra pagina Facebook Mirc 2050 www.facebook.com/mirc2050 Trattamento dei dati personali: la partecipazione al concorso “La Mia Casa Futura” costituisce atto di accettazione alla pubblicazione dei nominativi vincenti ed al trattamento dei dati personali (riferimento legge privacy dlgs 196/03)

Il futuro si chiama bioplastica 14


È possibile utilizzare una plastica senza derivati del petrolio? A quanto sembra è tecnologicamente fattibile ma i costi di produzione rendono questa via ancora non economicamente competitiva rispetto a quella della plastica tradizionale.

Parliamo della bioplastica, del tutto identica alla plastica tradizionale per leggerezza e resistenza ma con una composizione chimica completamente diversa. La bioplastica è ricavata da materiale organico come mais, frumento, barbabietola.

Ha il pregio di essere biodegradabile, ossia di “scomparire” letteralmente sotto l’azione degli agenti naturali presenti nella terra o nell’atmosfera.

15


Casa Futura  

il secondo numero del 2009 di Casa Futura di Mirc2050. Si parla di blog e nuove tecnologie internet,