Page 1

RELAZIONE PREVISIONALE 2010 – AMS ASPETTI GESTIONALI DELL’UFFICIO DI DIREZIONE Dalla relazione degli aspetti gestionali dell’ufficio di direzione veniamo a scoprire che negli anni 2008-2009 lo staff del DG era composto oltre che dalla segretaria da due giovani laureati con contratto di prestazione. Ci chiediamo, senza entrare nel merito delle scelte, se è stato pubblicato e pubblicizzato un bando di selezione per l’individuazione di questi giovani laureati considerando il fatto che il decreto Brunetta 166-2009 obbliga le aziende partecipate a fare assunzioni di personale con le stesse modalità delle aziende pubbliche. Pertanto ci chiediamo se per il futuro verranno fatti bandi di selezione pubblici e se verranno utilizzate le nuove tecnologie per portarli a conoscenza di tutti.

CASA DI RIPOSO E SERVIZIO ASSISTENZIALE La prima cosa che salta in mente dalla relazione è una grande confusione sugli obiettivi futuri tra ciò che leggiamo su questa relazione e ciò che leggiamo nella relazione di bilancio 2010 e il piano triennale delle opere. Infatti come tutti sappiamo l’attuale casa di riposo è in deroga alla legge regionale 41/2003 e che essa scade nel febbraio 2011. E’ qui che sorgono i primi interrogativi tra le due relazioni: infatti se nella parte della relazione di bilancio 2010 del comune e nel piano triennale delle opere si legge che verrà adeguato con intervento complessivo di 150.000 euro l’ex monastero delle grazie (con mutuo di 52.000 euro e con contributo regionale di 100.000 euro) nella relazione della AMS invece leggiamo che toccherà presentare alla regione un adeguamento dell’attuale struttura o provvederà alla localizzazione di nuovo sito. Leggendo queste due relazioni abbiamo notato una palese incongruenza. Se è un obiettivo


quello di trasferire la casa alloggio all’attuale ex monastero delle grazie, viene da chiedersi a cosa servano gli interventi programmati di miglioramento riportati a pagina 6 della relazione della AMS in cui si specifica di interventi in merito alla realizzazione di un collegamento verticale tra casa di riposo e giardino interno sottostante (30.000 euro), nuova sistemazione entrata (10.000 euro), revisione e adeguamento del display di comunicazione e segnalazione interna. Insomma ci viene da pensare che gli obiettivi della AMS non siano quelli del comune. Anche sul piano del personale ci sono dei passaggi poco chiari; a pagina 8 sono nominati 10 lavoratori ausiliari socio assistenziali. In realtà gran parte di loro hanno già acquisito la qualifica OSS (8 OSS 2 ADEST). Infatti leggendo la relazione del bilancio 2010 veniamo a scoprire che gli adeguamenti delle rette della casa alloggio sono per rivedere le qualifiche e i relativi contratti delle OSS in servizio presso la casa alloggio (pag 33). Ci chiediamo: a cosa serve l’aumento? A coprire questi adeguamenti di contratto o ad altro? Il dubbio ci viene dato da queste due relazioni perché da una parte si parla di ausiliari socio assistenziali, e dall’altra parte, il bilancio, di OSS. Allo stesso tempo nella relazione dell’AMS non viene specificato in alcun modo tale adeguamento di contratto. Quali sono i reali obiettivi? Quelli che leggiamo sul bilancio 2010 o sulla relazione dell’AMS? Spiegatecelo!

GESTIONE SERVIZIO IGIENE AMBIENTALE E URBANA Dalla lettura della relazione si evince che l’AMS gestisce una serie di servizi. Tra essi salta spicca la raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani e in particola modo a pagina 14 ci viene detto, senza specificare nei dettagli come e quando, che verrà espletata la raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta e verrà potenziato il centro comunale di raccolta in località Campitelli (anche in questo caso non viene specificata la modalità) e una realizzazione di una stazione ecologica per i rifiuti agricoli sempre in località Campitelli. Su questa ultima realizzazione scusateci, ma ci viene da ridere, perché tale opera che è prevista anche nella previsione di bilancio 2010 fu fatta passare come una discarica nel 2007 dal gruppo dell’allora minoranza Magliano Insieme, accusando l’amministrazione di allora e i partiti che la sostenevano di voler realizzare una discarica a discapito della popolazione. Oggi invece veniamo a scoprire che tale opera è necessaria, ma noi lo ripetiamo lo sapevamo. E’ giusto far sapere ai cittadini se si è onesti intellettualmente, che la realizzazione di tale opera altro non è che portare a compimento un progetto e un’idea della vecchia amministrazione e che quindi ciò che andava dicendo L’ allora minoranza è smentito ad oggi con i fatti dagli stessi personaggi ora in cabina di comando.


GESTIONE SCUOLABUS E SERVIZIO IDRICO INTEGRATO Leggendo le relazioni su questi due servizi ci si limita a evidenziare i risultati conseguiti essendo questi servizi rientrati nel corso dell’anno sotto la gestione del comune.

GESTIONE FOGNATURE E DEPURAZIONE Dalla relazione veniamo a scoprire che dei 3 impianti, San Tomao, Santa Croce, Gioie, solo il primo è rimasto un impianto di depurazione mentre glia altri sono impianti di pretrattamento. Per quanto riguarda gli interventi sul depuratore di Santo Tomao è bene ricordare che questi sono stati realizzati grazie a fondi trasferiti dalla ex giunta Marrazzo negli anni precedenti. Per gli interventi programmati per quest’anno ci vengono elencati una serie di lavori in cui non vengono specificati i fondi con i quali questi verranno realizzati, se da fondi comunali o se da contributi regionali. Inoltre quando si parla di figure professionali, constatiamo che per la direzione tecnica è stato nominato un ingegnere esterno che coordina l’intero ciclo delle acque; vista la particolarità di tale ruolo, precisiamo che ad oggi non ne conosciamo ne l’entità della sua retribuzione ne chi sia costui. E’ un perfetto mister X. In quanto soci è giusto sapere a chi affidiamo tali servizi. Noi consiglieri, ma anche i cittadini che potranno richiederla, leggendo questa relazione non sanno a chi sono affidati i nostri soldi. Ancora una volta ribadiamo, evviva la trasparenza (richiesta anche presentata dal consigliere Pagani)

BUDGET 2010 Dalla lettura dei conti economici delle previsioni dei costi dell’anno 2010 veniamo a sapere che vengono spesi 95.940 per costi amministrativi, amministratore unico, direttore e segretaria, che sono spalmati come segue: per il 40% ca. dalla casa di riposo, 2% ca. dall’assistenza domiciliare, per il 42% ca. dall’igiene ambientale, il 13% ca. da servizio fognature, il 3% ca. dal servizio di pulizia comunale. Sempre dalla previsione dei costi 2010 si evince che ci sarà un totale dei costi pari a 872.449 euro (38% ca. casa di riposo, 5% ca. servizio assistenza domiciliare, 42% ca. igiene urbana, 11% ca. fognatura e depurazione, 2% ca. pulizia sede comunale)

CONCLUSIONI Dalla lettura di questa Relazione si ha un’immagine di un Azienda confusa che sembra senza un vero progetto ben delineato e preciso se non quello della ricerca del Partner privato.


Ci chiediamo quale Azienda investirà alla lettura di questo Documento? Aldilà dei numeri del budget che vengono riportati analiticamente non viene fornita ai consiglieri comunali (che rappresentano sempre il socio unico) nessun chiaro elemento sulla situazione di Bilancio dell’azienda. Un documento veramente trasparente avrebbe dovuto, secondo noi, avere in allegato i dati di Bilancio dell’Azienda. Inoltre, come specificato sopra, in più punti la relazione entra in evidente contrasto con la Relazione Previsionale 2009 del socio Unico il Comune di Magliano Sabina. Insomma un documento poco chiaro, contraddittorio e soprattutto che non ha avuto nessuna discussione e confronto nella Commissione Preposta (Politiche Espansionistiche). Un documento che non condividiamo e in cui non vediamo nessun progetto di crescita di questa azienda. Pertanto votiamo NO. IL CAPOGRUPPO FRANCESCO URBANETTI…………………………… IL CONSIGLIERE GIOVANNI PAGANI……………………………………. IL CONSIGLIERE FRANCESCO DI BASILIO…………………………….. IL CONSIGLIERE LUCIANO TONI………………………………………….

Magliano Sabina 03.05.2010

Relazione Previsionale AMS 2010  

Relazione Previsionale AMS 2010

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you