Page 1

Dichiarazione di voto sulla relazione previsionale 2011 Azienda Municipalizzata Sabina “Aldilà dei numeri del budget che vengono riportati analiticamente non viene fornita ai consiglieri comunali (che rappresentano sempre il socio unico) nessun chiaro elemento sulla situazione di Bilancio dell’azienda. Un documento veramente trasparente avrebbe dovuto, secondo noi, avere in allegato i dati di Bilancio dell’Azienda” Così scrivevamo esattamente un anno fa e notiamo dopo un anno che le cose non sono minimamente cambiate. Anche quest’anno ci ritroviamo infatti a discutere ed approvare un documento importante come la relazione della nostra azienda AMS senza che prima ci sia stato un vero e reale confronto, una vera e reale analisi di quelle che sono le performance dell’azienda e il suo stato di salute economico. Tutto ciò in una qualunque azienda, anche di piccole dimensioni, sarebbe impensabile, eppure è già il secondo anno che ci troviamo a discutere questo punto con la semplice relazione previsionale senza avere a disposizione i dati contabili consuntivi dell’anno precedente. Ci chiediamo quale manager, ma anche ormai viste le conoscenze generali, quale persona può dare un giudizio compiuto su una relazione previsionale senza conoscere lo stato di salute dell’azienda. Quest’ultimo, lo dicono i principi dell’economia, si valuta solo attraverso i numeri. Quello che è scritto in questa previsione del tutto descrittiva, come quello che era scritto in quella dell’anno scorso, ha lo stesso valore delle intenzioni dette a voce se non è accompagnato dai dati di bilancio . Per capire al meglio cosa stiamo dicendo vi invitiamo a confrontare le relazioni previsionali di comuni a noi vicini per capire la differenza con la nostra. Così cari colleghi così non si fa il bene dell’azienda, perché approvare una previsione senza conoscere lo stato reale di quest’ultima è da irresponsabili. In queste 17 striminzite pagine che ci sono state consegnate non c’è un solo dato, un solo numero utile; gli unici dati che troviamo sono quelli inerenti i costi dei contratti e gli investimenti del comune, il piano economico della previsione 2011 per il servizio igienico, null’altro. Eppure ce ne sarebbero di cose da analizzare, perché pochi mesi fa il consiglio ha deliberato l’accensione di un mutuo da 400.000 euro, come riportato anche sul consuntivo 2011, per crediti


che l’AMS vantava verso il comune. Essendo il comune socio unico dell’AMS è lecito o no secondo voi chiedersi come vengano spesi questi soldi dall’azienda e quanti di questi siano già stati investiti? Questo non lo sappiamo, navighiamo come al solito a vista: i cittadini non lo sanno, i lavoratori non lo sanno, noi consiglieri non lo sappiamo. Noi questa domanda ce la siamo posta, ma il materiale che ci viene ogni anno fornito praticamente non ci da alcuna risposta. Ci dica il presidente della commissione politiche espansionistiche quando è stata l’ultima volta che è stata convocata la commissione preposta per discutere di questi temi, perché francamente non ce lo ricordiamo più nemmeno noi. Perché sarebbe questo il metodo corretto, confrontarsi nella sede opportuna con i mezzi previsti dai regolamenti e nel rispetto dei ruoli. Così si fa in democrazia, perché vedete cari colleghi della maggioranza, in questa relazione potrebbero esserci anche degli spunti di riflessione interessanti ma non abbiamo i mezzi per valutare se ciò che qui è scritto è realizzabile concretamente. Lo sappiamo già come ci risponderete, in maniera puerile come stato in passato, “facendo così state votando contro i lavoratori” è il solito ritornello di chi invece di rispondere nel merito usa i lavoratori come scudo, ma ricordatevi che proprio i lavoratori non c’entrano nulla, quello che è in discussione è il management dell’azienda e i suoi programmi futuri, questo stiamo valutando in questa seduta. Sui lavoratori non siamo più disposti ad accettare lezioni; per fare un esempio: i lavoratori della casa alloggio hanno un posto di lavoro grazie al fatto che un’amministrazione targata centrosinistra circa 15 anni fa fece una scelta sociale importante. Noi quei lavoratori, così come quelli dell’AMS, li abbiamo difesi e li difenderemo sempre, ma non con la demagogia, con la serietà e la concretezza che dovrebbe distinguere ogni amministratore e ogni forza politica. Per noi infatti è più responsabile analizzare bene i dati dell’azienda per fare le scelte giuste, rendere più forte l’azienda e di conseguenza rafforzare la situazione lavorativa dei lavoratori. Invece secondo noi è da irresponsabili continuare a votare previsioni in questa maniera. Pertanto non riconoscendoci in questo metodo e ritenendolo profondamente e strategicamente sbagliato per l’azienda AMS votiamo un convinto NO a questo punto all’ordine del giorno.

dichiarazione bilancio AMS 2011  

dichiarazione bilancio AMS 2011

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you