Page 1

CASSINO

Sabato 9 Aprile 2011

35

IL FATTO Arrivati ieri da Lampedusa grazie alla disponibilità di don Mazzi

F

inalmente potranno vivere un’adolescenza normale, quasi serena. Loro, gli undici profughi arrivati ieri nella comunità Exodus di Cassino, hanno tutti un’età compresa tra i sedici ed i diciotto anni. Sono sbarcati sulle coste di Lampedusa a fine marzo e non senza emozione hanno raccontato il lungo viaggio, a bordo di un barcone con altri centi connazionali, salpato da Tunisi. Il viaggio della speranza è costato oltre duemila euro. I ragazzi sono partiti alla volta dell’Europa con la speranza di poter trovare un lavoro, una sistemazione, un futuro per poter così, un giorno, consentire ai genitori, ai familiari rimasti in Tunisia di poterli raggiungere. La Fondazione Exodus di don Antonio Mazzi ha prontamente risposto all’appello della Regione Lazio, in particolare di minorenni, conseguente alla crisi politica che ha investito i paesi del Nord

I giovanissimi profughi mentre giocano a biliardino nel giardino della comunità

!"#$%&% '(&)"*(*+",# '(&#%&",#*%*#-"#.*" /0"1(*+"#'&(02/"

Finalmente sereni Undici giovani profughi tutti ospiti di Exodus Africa. L’ok a questo tipo di iniziativa è arrivato immediatamente dal Presidente della Regione, Renata Polverini e dall’Assessore Forte e grazie a questo la Fondazione Exodus che da sempre è vicina a questo tipo di dramma, ha messo a disposizione dei ragazzi, le

stanze della comunità di Cassino. Ieri nella struttura di via San Domenico Vertelle ad accogliere i ragazzi c’erano anche il presidente del consiglio regionale, Mario Abbruzzese e Carmelo Palombo, candidato a sindaco e decine di volontari e gli stessi ragazzi ospiti della co-

3$#'&(++%# 1($$"#$24(&56# '"7"5%#0%*#)2$$(# (#02*8.(0(*5%#(.&%# (#5"*52#/"0&29202

munità Exodus. «“Ero straniero e mi avete ospitato” così è scritto nel Vangelo e così don Mazzi ci ha insegnato a comportarci - spiega Luigi Maccaro, responsabile della comunità di Cassino -. Ci sarà tempo e modo per occuparsi di questioni burocratiche. Per decidere chi deve restare e chi deve andare. Però prima c’è il dovere dell’accoglienza. Soprattutto quando si tratta di ragazzini, fra i 15 e i 17 anni, che hanno lasciato le famiglie, hanno affrontato un viaggio in gommone sfidando la sorte, hanno pagato 1.500 euro ai criminali che li hanno fatti imbarcare ed ora sono soli». A.N.


Giovani profughi ad Exodus  

Giovani profughi ad Exodus

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you