Page 1

Illustrazione di Manuela Santini

www.nottenera.it

COMUNITÀ_LINGUAGGI_TERRITORIO SABATO 21 AGOSTO SERRA DE’ CONTI

NotteNera 2010_Il Viaggio - Si può non partire? Il progetto NotteNera

Pratica del "lascia all'uscita"

Nella notte del 21 agosto, le luci urbane si spengono e un intero paese accende la sua “NOTTENERA” di performance, “azioni tenere”, teatro di ricerca, teatro di strada, installazioni, circo, cinema di animazione, suoni, arti visive, concerti, laboratori. Per tutta una notte, illuminato solo da led ecologici e candele o fiaccole fin dal tramonto, il centro storico di Serra de' Conti (Marche – AN) accoglie il vagabondaggio di un pubblico che sceglie il proprio percorso di scoperta, guidato da poche indicazioni e dalla curiosità. Scoperta di un paese, di un territorio, di forme d'arte e di artisti. Le suggestioni sono molteplici e potenzialmente infinite. Il tema scelto quest'anno come fil rouge della IV edizione di “Nottenera” è quello del Viaggio, motivo ispiratore per i lavori site specific degli oltre 60 artisti chiamati a dar vita alla festa del 21 agosto e delle iniziative pubbliche che alimentano il percorso di elaborazione nei mesi precedenti. Questa edizione festeggia anche la nascita della pratica creativa quotidiana “Tu – Tenerezze Urbane” e ne ospita la prima azione: Messaggi in bottiglia.

Nell'arte di strada non si paga un biglietto ma si "lascia all'uscita". Si porge il cappello che passa di mano in mano e si riempie di monete se l'artista ci ha fatto sognare divertire pensare commuovere meravigliare. Un modo lieve che tintinna come un grazie e come un arriverderci. Così anche nottenera porge il cappello e se vi ha fatto sognare divertire pensare commuovere meravigliare, in pratica star bene e sentire vivi, allora lasciate all'uscita!!! E tornate l'anno prossimo! Arrivederci!

Nottenera è infatti articolato per progetti, cicli di laboratori e residenze a partire da gennaio e culmina ogni anno in una grande festa finale, fatta di spettacoli ed eventi di varia natura concentrati tra gli spazi cittadini pubblici e privati del bellissimo borgo di Serra de' Conti. Il progetto e la direzione artistica sono a cura di Paula Carbini e Sabrina Maggiori.

“Nottenera” è realizzato dall'associazione TiVittori, con la collaborazione del Comune di Serra de’ Conti, Pro Loco di Serra de’ Conti e il sostegno di Assessorato alla Cultura della Provincia di Ancona (progetto CoHabitat 2010) e associazione Viva (Macerata).

Ex

* Posti limitati Da prenotare direttamente sul luogo dello spettacolo a partire da 20 min. prima del suo inizio.

Apertura Straordinaria del Museo delle Arti Monastiche

Area ristoro

Apertura straordinaria dalle ore 17.00 alle 24.00. Visita guidata 21.15 e 23.00. Ingresso ridotto a 3 euro.

Bar

04.00

03.00

02.00

01.00

24.00

23.00

22.00

20.00

Tramonto_19:19 simbolico inizio al rintocco di campana storica (1483)

21.00

Servizi igienici

ARTI SCENICHE

LUOGO DURATA

È BELLO VIVERE LIBERI

T

1h

L

30 min.

Q*

5 min. x 5

B

1h

R*

20 min.

SENZA TETTO

S

24 h

MAIA

P

30 min.

X* - C

1 h + 15 min.

F

1h

H

30 min.

F

2h

L

15 min.

LOCIVERBA

C

1h

NOTE D’ORIENTE ED OCCIDENTE

X

1h

CRONOFOBIA

H

4h

DEFLÒRO

L

20.00/4.00

RASSEGNA DI CORTI ANIMATI DA TUTTO IL MONDO

A

1 h + 0:0

TORRETTA ARCHEOCLUB

M

20.00/4.00

CANALE ASTRALE

V

20.00/4.00

Z

20.00/4.00

ATTRAVERSANDO, LE PAROLE - Letture ad ogni batter d’ora

D

-

VIAGGIO NELLA VOLTA CELESTE *

G

30 min.

ECO reSTYLE

O

20.30/23.00

Marta Cuscunà

EL CUBO LIBRE!

Compagnia Dromosofista

PULMINO FIAT THEATRE

*

SemiVolanti

RAPSODIA PER GIGANTI Trickster Teatro

BUIO

*

7/8 Chili Hellen Cerina

Mercanti di Fuoco + Luigi Petrolini CRONACA DI UNA CADUTA_43°N/13°E + LA CADUTA_ON_THE_ROOF_01 * Tamara Bartolini

FLYER

Teatro Viaggiante + Bandino di Serra de´Conti

DEADLYSINS - IN VIAGGIO TRA I VIZI Isabella Carloni e Simona Lisi

Luoghi itineranti e orari presso punto Info

VIAGGIO A RITORNARE, FORSE PER UNA VOLTA ANCORA! Massimo Furlano

LO SGUARDO SOSPESO

Javier Cura e Moss Beyon Juckes

MUSICA BANDA KOINÉ

Ancona APERTURA RINTOCCO DI CAMPANA - Junior Band "Nicola Pieroni" Serra de’ Conti Ancona India Jesi

ARTI VISIVE E CINEMA D’ANIMAZIONE AzioneGradoZero Andrea Martignoni Morena Chiodi

Simone Alessandrini

PRIGIONIE DI UN FAUNO Andrea Massani

EVENTI SPECIALI a cura di Giorgio Sebastianelli e Mauro Pierfederici

Associazione Freedomountain a cura di Gianluca Romagnoli Katia Mazzillo e Cristiana Riccione

VOCI DI STRADA

Luoghi itineranti presso punto Info

Anonimo (!) S.Amico

COME PONTE TRA I PAESI DEI COLORI

L

LABOTTO - Libri e altrove

1h

ENOGASTRONOMIA PUNTI RISTORO I - K - Y - W - U

Prenotazione Cena NotteNera e info: I ProLoco 333 8362056 info@proserradeconti.it - K Ass.ne Centro Storico 3473611761 Per menù rivolgersi o consultare sito www.nottenera.it * POSTI LIMITATI

www.nottenera.it

Per informazioni: info@nottenera.it - Tel. 333.2966574 - Tel. 334.9278804

Organizzato da:

In Collaborazione con:

20.00/4.00

Con il Contributo di:

Sponsor:

Partner:

Si ringrazia:

Lordflex’s R.G.B. Trasporti Mencarelli Avaltroni ARCI Ancona

In caso di pioggia, la programmazione di NotteNera è assicurata utilizzando spazi al coperto.


ARTI SCENICHE

PM

7/8 Chili e Helen Cerina fanno parte della Piattaforma “Matilde”. Progetto di Regione Marche e Amat

È BELLO VIVERE LIBERI

SEMIVOLANTI

7/8 CHILI

T - PIAZZA DI MARTA (Ore 21.30 + 00.30)

Q* - PIAZZA DEL POZZETTO (Dalle ore 23.00 alle 1.30)

R* - VIA O. CAOSI (Ore 23.00 + 00.30 + 2.00)

È bello vivere liberi! è uno spettacolo per riappropriaci della gioia, delle risate, delle speranze dei partigiani che sono state soffocate dallo sterile nozionismo. È uno spettacolo per riscoprire l'atmosfera vitale e vertiginosa di quel periodo della nostra storia in cui tutto sembrava possibile. Per questo È bello vivere liberi! È dedicato a tutti quelli che l'antifascismo l'hanno studiato solo sui libri di scuola, perché anche per loro la Resistenza diventi “festa d'aprile!”.

Pulmino Fiat Novecento è un teatro in miniatura per 5 spettatori alla volta. Le scene non durano più di 5 minuti. “L’avvenimento teatrale diventa frammento che si spazializza in soluzioni sempre diverse: quasi fossero dei corti cinematografici, con una loro compiutezza e una loro vivacità” A. Porcheddu. Le brevissime scene sono tracce, suggerimenti di mondi possibili che indagano, il mistero quotidiano di questa cosa che chiamiamo vita, che è insondabile e pericolosa, che ti meraviglia o che ti corrompe con la sua crudezza. Pulmino Fiat Theatre è un progetto nato nel 2005 e che continua a rinnovarsi nel tempo, con nuove collaborazioni artistiche e nuove performance.

L'osservazione affascinata dei fenomeni naturali trova qui la sua traduzione nella ricostruzione di un paesaggio video-sonoro. La luce ed il suono, sono gli elementi fondamentali della costruzione scenica di un percorso notturno, dove si alternano immagini, ambienti e momenti visionari. Una finestra segna il confine tra dentro fuori, dividendo lo spazio scenico e dando vita a gioco di proiezioni, retro proiezioni, illuminazioni, trasparenze ed ombre. La visione risulta celata ed ostacolata al fine di stimolare nello spettatore un processo di immaginazione e ricostruzione di ciò che è nascosto, di tutto ciò che sta al buio nell' ignoto delle tenebre, in quella zona oscura dentro ciascuno di noi della quale non vogliamo sapere.

Marta Cuscunà

COMPAGNIA DROMOSOFISTA El Cubo Libre!

L - PIAZZA GRAMSCI (Ore 21.45 + 00.15) Dalla comune esperienza di musica e teatro in strada e dall'incontro tra tecniche diverse (teatro di figura, circo) è nato uno spettacolo originale, adatto alla sala, al teatro e alla strada, rivolto ad un pubblico di tutte le età. Senza parole, lo spettacolo diverte e mostra con disinvoltura che le apparenze ingannano: due giacche appese si rivelano due appassionati amanti, ad un chitarrista possono non bastare due mani per suonare un tango. Assisterete, se ne avrete voglia, al balletto dell'uomo a tre gambe e della donna a quattro mani rimanendo piacevolmente stupiti di come tutto ciò possa apparire assolutamente naturale

Pulmino Fiat Theatre

TRICKSTER TEATRO Rapsodia per giganti

B - PIAZZA I° MAGGIO (Ore 22.30) “Le figure del mito vivono molte vite e molte morti, a differenza dei personaggi del romanzo, vincolati ogni volta ad un solo gesto. Ma in ciascuna di queste vite e queste morti sono compresenti tutte le altre, e risuonano“ Roberto Calasso Rapsodia per giganti è un duetto per trampolieri in spazi aperti che affonda le sue radici in tutto quel vasto territorio di suggestioni sottese tra mito e fiaba; lo spettacolo vuole indagare sulle possibilità di un teatro che utilizzi la scenografia naturale preesistente, per lo sviluppo dell’azione scenica, in una sorta di rivalutazione dell’evento teatrale riportato in luoghi inconsueti per il teatro.

PM

Buio

HELEN CERINA

PM

Senza tetto

S - LARGO TARCISIO VITTORI (Dalle ore 19.19) In una casa disegnata sul pavimento, Helen viv per un giorno invitando chi sta al di là della linea della porta a bussare ed entrare per prendere un tè, fare una partita a carte, ballare. È un invito ad accettare e forzare quelle convenzioni che ci permettono di condividere una stessa esperienza, a riflettere sullo spazio pubblico, privato e appropriato, sullo (s)confinamento, sulla casa come luogo di protezione e nascondimento a garanzia della privacy ma anche come rappresentazione del proprio status sociale.

ARTI SCENICHE

MAIA

FLYER

P - BELVEDERE (Ore 23.30 + 1.30)

F - PARATA PER LE VIE DEL CENTRO + PIAZZA IV NOVEMBRE (Ore 0.00)

Mercanti di Fuoco + Luigi Petrolini Viaggio ed evasione, fuga nell’immaginario… stato inevitabile o meglio indispensabile… mutazione ed incontro. Lo spettacolo Maia muove dal tema del viaggio, focus di questa edizione di Nottenera ed è frutto di uno specifico progetto che protegge e vuole favorire l’incontro tra teatro e giocoleria e tra chi il teatro lo fa per professione e chi no. Sono stati reinterpretati i movimenti stessi propri della giocoleria per riportarli ad azioni di uso quotidiano, e questo ha permesso di tornare all'essenza nuda del gesto, eppure così vicina alla natura umana. La conduzione dei lavori è stata affidata per questa speciale occasione al giovane attore e per la prima volta regista anconetano Luigi Petrolini.

LA CADUTA

Tamara Bartolini X* - CHIESA S. MICHELE (Ore 23.00) “Sulla soglia di un possibile teatro, una storia da raccontare. Cadere, farsi male, rimanere immobili, schiacciati a terra, il respiro spezzato, la bocca aperta, gli occhi chiusi. Da un evento straordinario prende vita questo spettacolo, attraverso le parole di un’attrice narratrice. Un ensemble di musicisti accoglie il pubblico in una scena da riempire, un luogo da abitare. Un percorso di riabilitazione come un viaggio. Un attraversamento di emozioni che si srotola in continue contaminazioni tra parole, corpo, musica ed immagini in continuo dialogo fra loro.”

Teatro Viaggiante + Bandino di Serra de´Conti

VIAGGIO A RITORNARE, FORSE PER UNA VOLTA ANCORA! Massimo Furlano

Chiedere al punto INFO

Nel lontano 1903, due sconosciuti costruttori di biciclette, i fratelli Wilbur & Orwille Wright, riuscirono a sollevarsi dal suolo con una macchina a motore di loro fabbricazione. Così, più di un secolo dopo quei 12 infiniti secondi, vengono raccontati dal duo Diego Draghi & Edoardo Mirabella, a modo loro, facendo quello che gli riesce meglio: coinvolgendo il pubblico e utilizzando quel linguaggio universale che è la risata. Si avvalgono inoltre della tecnica della giocoleria e gli equilibrismi, come a condire questo spettacolo ricco d’immagini di altri tempi. Il tutto viene accompagnato con la musica dal vivo eseguita dal Bandino di Serra de’ Conti.

Performance finale del laboratorio residenziale. ..io viaggio molto, io viaggio informato, io viaggio per lavoro, io viaggio nel mondo, taaa tatara tara taaa... io viaggio sicuro, l’unico viaggio che conta è quello che fai dentro te stesso, taaa tatara tara taaa... io viaggio informato, io viaggio per lasciarmi tutto alle spalle! Per me non c' è mai stato un viaggio importante, ci sono stati solo spostamenti, il necessario per passare da qui a lì. Per tanti è stato un viaggio fantastico, per altri andare a scoprire le proprie radici, per altri ancora solo la necessità, tanti viaggi della speranza, della disperazione... mah...

DEADLYSINS - IN VIAGGIO TRA I VIZI

LO SGUARDO SOSPESO

Chiedere al punto INFO

H - GIARDINI DEL MUSEO (Ore 22.15 + 00.00)

Isabella Carloni e Simona Lisi

Javier Cura e Moss Beyon Juckes

Performance finale del laboratorio residenziale. Ira, invidia, lussuria, superbia, gola, accidia, avarizia: siamo ancora sensibili alla tematica del vizio? E qual è il territorio dove oggi essi abitano principalmente? Nello spazio privato, individuale o in quello pubblico e condiviso? Indagarli ci è parso urgente. I sette vizi capitali ci appartengono tutti in modo più o meno intermittente. C’è chi li nasconde, chi li nega, chi ne parla e li ammette apertamente. L’opera di Brecht e Weill “Die sieben todsunden” è stata fin dall’inizio il nostro riferimento musicale e drammaturgico.

Performance finale del laboratorio residenziale. Viaggiare è tessere attraverso il tempo un tessuto di storie che costituiscono la nostra vita. Viaggiare è entrare nella diversità: diversità di mondi, di persone, di culture, di spazi e anche diversità di stati interiori. A partire dall’esperienza di questa varietà di alterità, torniamo ad incontrare noi stessi con occhi diversi. Traendo ispirazione dalle nostre storie personali di viaggio, o da storie che abbiamo udito, le reinventeremo, utilizzando e rielaborando immagini, scene, frammenti, fino a creare un mondo in cui lo spettatore potrà a sua volta viaggiare in una nuova prospettiva.

LA CAMPANA COME INIZIO + Junior Band "Nicola Pieroni"

NOTE D’ORIENTE ED OCCIDENTE

MUSICA

BANDA KOINÉ

F - PIAZZA IV NOVEMBRE (Dalle ore 1.00 alle ore 3.00) Alessandro Sampalmieri voce e chitarra Andrea Donzelli piano Rhodes e clavietta Angelo Gioacchini Sax, percussioni e cori Simone Bellezze Batteria, Cajon, percussioni Michele Gasparini "Contrabbacchio" La Banda Koiné nasce nel settembre 2008 dall'incontro di 5 musicisti dalle radici musicali estremamente differenti. Il termine koiné rivela la volontà che guida la formazione di cercare un linguaggio universale, che sappia far coesistere culture e forme espressive differenti e che sappia far danzare il pubblico, intendendo la danza come irrinunciabile forma di comunicazione. I brani che proponiamo vengono selezionati fra i ritmi e le melodie più coinvolgenti che le varie culture musicali possano offrire.

LOCIVERBA

C - GIARDINO DEL CA' FOSCOLO (Ore 1:00) Lociverba é una performance sonora site-specific ideata e curata da Alessio Ballerini, Canenero, Sacha Moccheggiani e Pietro Baldoni. Un progetto multimediale adattato, perciò unico di volta in volta, alle caratteristiche dello spazio ospitante, pronto ad esaltarne i tratti attraverso l'ambiente e la musica, dove esecutori ed ascoltatori vivranno unitamente un'esperienza sociale tra suono e paesaggio sonoro. Gli strumenti tradizionali, classici interagiranno con quelli elettronici, generando un legame aleatorio con lo spazio circostante.

L - PIAZZA DEL COMUNE (Ore 19.19)

La pratica strumentale, a partire dalla Scuola Primaria, è un’attività già funzionale e consolidata in molti paesi d’Europa ed in America. Non a caso in questi paesi le diverse scuole hanno nell’attività formativa anche la pratica musicale strumentale e corale che ha favorito il nascere di bande musicali, orchestre e cori. Il suonare uno strumento è considerato un atto formativo a livello culturale e cognitivo oltre che un atto educativo che favorisce l’inserimento degli allievi in un gruppo che persegue obiettivi comuni. Il progetto che ha preso vita a Serra de’ Conti è nato proprio dalla volontà di inserire questa buona pratica musicale sin dall’ultimo biennio della scuola primaria, permettendo di avvicinare i bambini alla musica, “facendo musica” in prima persona attraverso lo studio di uno strumento musicale a fiato e delle percussioni. La Scuola Primaria di Serra de’ Conti è sicuramente tra le prime in Italia ad avviare questo tipo di esperienza di una Banda Musicale Giovanile. Inoltre, questo progetto ha tra gli obbiettivi quello di incentivare lo studio di strumenti a fiato i cui suonatori sono oggi una rarità: flauto, oboe, fagotto, clarinetto, sassofono, tromba, trombone, corno, euphonium, percussioni. Il progetto ha preso vita nell’anno scolastico 2007-08. A tutt’oggi i bambini coinvolti sono circa 45 (di quarta e quinta), guidati da un’equipe di 10 docenti. Si sono esibiti sia in ambito scolastico che in numerose altre occasioni, facendo musica d’insieme.

Concerto per voce, campane Tibetane, tambura, violoncello, harmonium, flauto. X - CHIESA S. MICHELE (Ore 3.15) Lasciarsi andare, farsi avvolgere dal “Sutra del Cuore” cantato in lingua sanscrito, è come immergersi in una visione profonda nel cuore del Buddha. La melodia prodotta dalle Campane Tibetane è una corrente energetica così ricca di vibrazioni che possono arrivare all’anima, portando armonia e benessere. Questo concerto è un modo per esplorare nuovi linguaggi sonori, dove l’atmosfera magnetica ricca di riflessione profondamente meditativa, dona effetti benefici, quasi alchemici all’ascoltatore. Il programma spazia dalle antiche melodie kurde ed armene ai modi gregoriane, da Bach ai canti di mistici indiani, dalla poetica di Tagore alla ricerca contemporanea: un viaggio nel potere del suono attraverso la voce, il violoncello, le campane tibetane, il flauto e il liuto indiano.

CRONOFOBIA

Esperimenti tecnovegetativi H - GIARDINI DEL MUSEO (Dalle ore 2:00) Forme semplici, autogenerate, ripetizione lineare come un flusso ma con turbolenze e svarioni. Le macchine vengono accese e iniziano il loro discorso o il loro canto. Si può assistere, contemplare, lasciar essere. Dalle ore 2.00 allre ore 3.00 live Dalle ore 3.00 in poi dj set Pulsazioni e retine allineate fino all'alba

ARTI VISIVE E CINEMA D’ANIMAZIONE

DEFLÒRO

Videoinstallazione a cura di F. Zanuccoli e L. Longo L - PIAZZA DEL COMUNE (Dalle ore 19.19) DeFlòro. Una videoinstallazione, realizzata da Fabrizio Zanuccoli e Laura Longo, prende corpo dietro una finestra del palazzo comunale, e si affaccia così sullo spazio pubblico offrendosi allo sguardo dello spettatore e del "passante in viaggio" come immagine che si fa guardare e si misura coi sensi. Una metafora, un fantasma, un generatore di desiderio.

PRIGIONIE E VISIONI DI UN FAUNO Andrea Massani

Z - VIA GARIBALDI n° 56 (Dalle 19.19) Chiedete ad un viaggiatore solitario se soffre la sua solitudine, lui vi risponderà che è stata una conquista...fate la stessa domanda a chi non ha sicurezze, quella stessa solitudine, da elevata conquista, si tramuterà in una gelida e inaffrontabile prigionia. Il rapporto con il cibo, il proprio credo, l’opinione che gli altri hanno di noi, il sesso, il proprio spazio vitale, il rapporto di coppia, l’attaccamento al possesso materiale, l’immagine che abbiamo di noi stessi, la difficoltà di prendere decisioni e i ricordi del nostro passato possono condizionare le nostre esistenze. Emerge la debolezza, nasce il conflitto con se stessi. O si risolve in una conquista o diventa una vera e propria prigionia. Eccovi il viaggio di un fauno che, affiorando da atmosfere oniriche, è attratto dall'ambivalenza delle nostre esistenze.

RASSEGNA DI CORTI ANIMATI DA TUTTO IL MONDO

TORRETTA ARCHEOCLUB

Andrea Martignoni

M - TORRETTA ARCHEOCLUB (Dalle ore 19.19)

A - GIARDINO INTENRO DEL MUSEO DELLE ARTI MONASTICHE (Dalle 21:00 alle 22:00 per bimbi / Dalle 0.00 all’alba per gli adulti)

Workshop e intervento site-specific finale.

In collaborazione con il Film Festival Internazionale Sedicorto di Forlì. Il Cinema di Animazione è una delle arti a cui NotteNera guarda con maggiore interesse e attenzione. Dalla prima edizione, i video e i corti proposti sono selezionati da uno dei maggiori esperti a livello internazionale, Andrea Martignoni. Musicista rumorista bolognese, dal 1998, dopo aver realizzato il progetto radiofonico sulla città canadese di Montreal dal titolo “A chacun son Dépanneur”, coproduzione tra Radio Tre e Radio Canada, Andrea Martignoni si dedica al Cinema d'Animazione e organizza i suoni quasi sempre in riferimento a immagini in movimento. La passione da storico e teorico del suono nel cinema di animazione è diventata così atto pratico. Ha ricevuto premi per le sue soundtrack, tra cui quella organizzata per il nuovo lavoro dell'ormai famoso street artist bolognese Blu: “Big Bang Big Boom”. Nella NotteNera 2010 di Serra de' Conti propone alcuni video internazionali provenienti da Sedicicorto International Film Festival di Forlì (di cui è selezionatore), che il pubblico potrà vedere in prima.

Morena Chiodi

Per oltre una settimana, l’artista risiederà in paese e lavorerà all’interno del suggestivo spazio della torretta dell’Archeoclub in ascolto dell’ambiente circostante. Un nuova posa su territorio della sua ricerca MICRO/MACROCOSMO. Come nel tempo tutto decade e si dissolve, cosi', sempre nel tempo, tutto torna a nuova vita all’insegna di una ciclicità che muove la materia e che da sempre è riconosciuta e narrata da ogni sorta di culture e civiltà. “Incontrando questo spazio già occupato da frammenti d'arte del passato, ho sentito forte l’emergere della sacralità della trasformazione della materia come percorso divino attraverso il tempo. Ho pensato quindi di lavorare ad una sorta di glossario della trasformazione della vita dove l’immensamente piccolo (invisibile) risuona con l’immensamente grande (visibile) da realizzare con gli strumenti semplici con i quali lavoro in genere: carta e matita.

CANALE ASTRALE Simone Alessandrini

V - CHIESA S. CROCE (Dalle ore 19.19) Viviamo immersi in bolle invisibili ma la ricerca del divino si avvale di un percorso diretto lungo il quale è però facile deviare. È l'atto imperturbabile che apre il canale. Bianco.

EVENTI SPECIALI

ATTRAVERSANDO, LE PAROLE - Letture Ad ogni batter d’ora

VIAGGIO NELLA VOLTA CELESTE

a cura di Giorgio Sebastianelli e Mauro Pierfederici

Associazione Freedomountain a cura di Gianluca Romagnoli

D - PIAZZA DELLA PAROLA (Dalle ore 22.00 e fino alle 02.00 ad ogni battere d'ora)

G* - GIARDINO PRIVATO VIAGARIBALDI 11 (Ore 22.00 - 23.00 - 24.00)

I suoni della lingua riducono il buio nel viaggio verso la scoperta dell'ignoto, dall'inizio sino al futuro prossimo. Nell' attraversare questa edizione di NOTTENERA le parole scandiranno i percorsi di noi viaggiatori verbali, in ascolto delle nostre invenzioni sonore. Recital collettivo di molteplici paesaggi narrativi, dai classici alle avanguardie e ritorno.

Da Serra de' Conti partiremo in un viaggio indirizzato alla volta celeste tra stelle più o meno luminose e le rispettive costellazioni. Racconteremo la loro storia fisica e mitologica aiutati nella visione da semplici strumenti amatoriali quali un puntatore laser, un binocolo ed un telescopio. Si andrà prima ad ovest verso Arcade figlio della grande ninfa Callisto Orsa Maggiore, poi scenderemo lungo l'ecclittica dove incontreremo le costellazioni dello zodiaco. Soffermandoci su Esculapio XIII segno zodiacale, si arriverà fino al centro della Via Lattea, ricco di ammassi stellari e nebulose. Si ripartirà poi seguendo la nostra galassia, salendo fino allo zenit dove Cigno, Aquila e Lira generano il triangolo estivo. In piena notte si scenderà dallo zenit proseguendo verso l'ovest dove Perseo, Andromeda e Cassiopea ci racconteranno la più grande storia mitologica della volta celeste. Osservandoci nel grande specchio della galassia di Andromeda capiremo che il nostro viaggio sarà concluso ma solo fisicamente. Ci accorgeremo di non esserci mai persi guidati dalla Polare e che la nostra fantasia continuerà a viaggiare nell'universo. Il tutto sarà accompagnato dai pianeti; Venere, Marte e Saturno ci lasceranno subito dopo il tramonto per dare spazio a Giove, padre degli dei ed una Luna il cui volto umano è quasi al culmine della pienezza.

ECO reSTYLE

Katia Mazzillo e Cristiana Riccione O - PIAZZA MATTEOTTI (Dalle ore 20.30 alle ore 23.00) Laboratorio per bimbi di costruzione di giochi con materiale riciclato. Katia Mazzillo e Cristiana Riccione sono Eco reStyle. Realizzano nuovi oggetti partendo da materiale già "catalogato" come spazzatura, sia esso stoffa o lattina o bottiglia di plastica, e arrivano a creare pezzi unici nei quali confluiscono arte, artigianalità e riciclo. Gli oggetti recuperati vengono trasformati nelle forme fino a diventare qualcosa d'altro; sono poi impreziositi con la pittura, il ricamo, il decoro e tutto quello che nasce dalla loro fantasia. L'amore per l'ambiente e per i materiali riciclati è la base di una seconda attività, strettamente collegata alla prima e di pari importanza, nella quale Cristiana e Katia trasferiscono i loro strumenti di lavoro ai bambini, con l'intento di educarli alla manualità e al rispetto della natura.

VOCI DI STRADA Anonimo (!)

LUOGHI IMPREVEDIBILI (Dalle ore 20.30 info e prenotazioni obbligatoria presso punto INFO) Viaggio in vespa per una sola persona. Ferraglie arrugginite, aggeggi antichi logorati dal tempo portano con sé i sapori e gli odori di sempre. Così dopo 20 anni ho resuscitato la mia vecchia compagna di viaggio ormai ridotta ad un rottame. Vorrei condividere questo nuovo battesimo con te e con la benedizione di un valoroso compagno ripercorrere in vespa luoghi e vicende della “Serra” che fu.

COME PONTE TRA I PAESI DEI COLORI LABOTTO Libri e Altrove

L - PIAZZA GRAMSCI (Ore 20.15) La Libreria di Fiabe LABOTTO di Jesi accompagnerà i più piccoli visitatori di Nottenera dentro un viaggio tra i paesi del mondo attraverso i colori. Ogni colore primario sarà portatore di un significato e di una visione da condividere attraverso una esperienza reale: al pubblico saranno consegnate delle T-shirt bianche da indossare sulle quali “lavoreranno” direttamente con le mani i ragazzini partecipanti.

ENOGASTRONOMIA PUNTI RISTORO I - K - Y - W - U Prenotazione Cena NotteNera e info: I ProLoco 333 8362056 info@proserradeconti.it K Ass.ne Centro Storico 3473611761

ASPETTANDO NOTTENERA

MESSAGGI IN BOTTIGLIA "TU"_Tenerezze Urbane

Martedì 17 Agosto - SCALINATA DEL POZZETTO (dalle ore 19.00) Nottenera annuncia la nascita delle pratiche creative “TU” Tenerezze Urbane e ne ospita la prima azione tenera dal titolo “Azione per la prossimità_Messaggi in bottiglia”. Rivolta a tutte le fasce d’età, è suggerita dal tema del viaggio e dalla volontà di coinvolgere in modo ancora più significativo la gente comune, gli abitanti del paese, i turisti o gli avventori casuali. Già durante l’anno i bambini di Serra, hanno lavorato a questo progetto preparando materiali da lasciare ai visitatori di Nottenera ‘10, attraverso il coinvolgimento della scuola e con la cura di Paula Carbini. A partire da martedì 17 agosto e fino alla grande festa finale, lungo la Scalinata del Pozzetto, saranno sospese bottiglie di plastica, dai colori più disparati che mentre costituiranno, opportunamente sistemate e illuminate, un curioso arredo urbano, saranno anche i ricettacoli fisici dei pensieri di tutti coloro che vorranno esprimersi in merito al concetto di viaggio.

Attraverso semplici bigliettini introdotti anonimamente all’interno delle bottiglie, ricordi, opinioni, storie, disegni e ogni altra traccia di un passaggio o di una posa, saranno consegnati alla “lontana terra” della COMUNITÀ LOCALE pronta a ricevere quegli “spiaggiamenti”. Terminata Nottenera, tutti questi frammenti accumulati sul fondo delle bottiglie saranno raccolti all’interno di una valigia realizzata con materiali riciclati e appositamente commissionata alle artiste Katia Mazzillo e Cristiana Riccione. La valigia verrà esposta durante l’anno all’interno del Museo delle Arti Monastiche. Martedì 17, giorno di presentazione di questa prima azione tenera, le persone saranno invitate a contribuire alla riuscita della pratica attraverso la loro partecipazione e a prendere parte ad un aperitivo poetico a base di canti da condividere a cura del gruppo INcanto composto dalle attrici e cantanti Caterina Palmucci e Anna Lisa Cantelmi. Inizierà in quell’occasione anche la raccolta di scatti fotografici che ritrarranno due persone alla volta, meglio se sconosciute, in una particolare posa grazie alla complicità del fotografo Renato Gasperini. Allestimenti a cura di Simone Alessandrini. Tu_Tenerezze Urbane è un’idea di Sabrina Maggiori.

ANTEPRIMA NOTTENERA ’10_ ARCHÈ Istallazione di Simone Alessandrini

Giovedì 19 Agosto - LAZZARETTO DI ANCONA (Dalle ore 21.00) In collaborazione con Arci Ancona Tessuto e tubi Ø 3,20 m Creazione per Nottenera ’09. Comunità_Linguaggi_Territorio Archè è sospeso. Concrezione energetica che arriva. Parte. Staziona. Archè e l'accidente. Archè è occhio che osserva. Cristallo. Crisalide. Archè è ciò che conosci ma non sai di conoscere. Archè non ha forma definita. Così ora si manifesta. Archè non è il suo vero nome. Ma è così che noi lo chiamiamo. Archè viaggia. Trasversale. Da ieri a domani. Da dentro a fuori. Da grande a piccolo. Da lì a qui. Ora. Bianco.

Nottenera 2010  

Nella notte del 21 agosto, le luci urbane si spengono e un intero paese accende la sua “NOTTENERA” di performance, “azioni tenere”, teatro d...