Page 1

Sport p.20

Salute p.29

giugno 2018

Periodico d’informazione locale - Anno XXV n. 86

Cultura p.18

on-line: 

p.36

di Cavarzere

SUCCEDE SOLO AL PATIO REGALI D’ESTATE SUI PREZZI SCONTATI AVRAI IN REGALO: RETE E MATERASSO ACQUISTANDO UNA CAMERA MATRIMONIALE RETE E MATERASSO ACQUISTANDO UNA CAMERETTA LAVASTOVIGLIE E PIANO COTTURA ACQUISTANDO UNA CUCINA TV 32” ACQUISTANDO UN SOGGIORNO. Promozione valida dal 15 giugno al 30 luglio 2018 • Regolamento in negozio

PORTO VIRO (RO) Via Po Vecchio 1 Tel. 0426 321260

www.patio.it

seguici su

FERRARA Via Modena 250 Tel. 0532 731138

patio arreda


FINO AL 30 LUGLIO

IL PREZZO È SCONTATO, LA QUALITÀ GARANTITA.


Sport p.20

p.36

Salute p.29

giugno 2018

Periodico d’informazione locale - Anno XXV n. 86

Cultura p.18

di Cavarzere

Questa copia è certificata da

7 8 10 11 12 16 23

LA BUONA NOTIZIA

Vigili del fuoco, riaperta la caserma dopo due mesi

on-line:  Caobianco Amministrative: Andrea il Veneto premia laViaLega Salvadega, 220

COLORIFICIO CHALK TECNO SYSTEM

Zona Artigianale 45010 Pettorazza Grimani (Ro) FORNITURA E POSA DI: Treviso e Vicenza due “risultati strepitosi”. Tel. 0426 304 Lo 636 CARTONGESSO PER TUTTE LE ESIGENZE Cell. 347 294 64 17 afferma il presidente del Veneto, Luca Zaia, MATERIALE ISOLANTE PER L’EDILIZIA info@chalktecnosystem.it all’indomani del voto amministrativo che ha viSERRAMENTI IN LEGNO E PVC www.chalktecnosystem.it E CONSULENZA sto,SOPRALUOGO soprattutto nella sua regione, la netta afferTECNICA A DOMICILIO Orari: mar e gio 18.00-19.30 mazione del partito di Salvini su tutti sab gli altri, ca8.00-12.00 >redazione@givemotions.it < PREPARAZIONE E SPACCIO COLORI

A

pace di aggiudicarsi al primo colpo, praticamente da solo, due capoluoghi amministrati dal Pd. “A Treviso è stato fatto un lavoro ciclopico - ha proseguito Zaia - per recuperare una partita che prima dell’inizio della campagna molti pensavano persa. Mario Conte è stato l’uomo giusto nel momento giusto: ha un bel progetto per la città e soprattutto è riuscito a spiegarlo ai cittadini. Era da una vita che Treviso non veniva presa al primo turno. Oltre al grande candidato e ai tanti giovani, voglio sottolineare anche l’ottimo risultato della Lega. Missione compiuta”. Colpiscono soprattutto i risultati che vedono servizi alle pagg. le liste targate lega al 46 per cento mentre Forza 4-6 Italia esce da queste urne praticamente polverizzata, con un misero 3,66 per cento: il risultato più basso di sempre per il partito di Berlusconi. Il Pd si è fermato al 17 per cento, mentre la civica di Manildo ha incassato 10.59 per cento. Modestissimo il risultato del M5S che con Domenico Losappio si è fermato al 4.2 per cento. Storia simile per Vicenza che usciva da 10 anni a guida Variati. Per Zaia il risultato è il frutto del “dibattito che ha accompagnato le candidature e dimostra la bontà della nostra scelta di sostenere Rucco, un debuttante che strappa il comune al primo turno”. Il nuovo Sindaco è stato incoronato da un buon 50,64 per cento dei voti mentre il fisico Otello Dalla Rosa per il centrosinistra si è fermato al 45.87 per cento. Il dato dell’affluenza, invece, non è dei migliori: nei 46 Comuni veneti andati alle urne per il rinnovo di sindaci e consigli comunali si è registrato un netto calo, in linea con il dato nazionale.

Cavarzere-Cona, dal mondo economico e politico sì alla fusione Da Confindustria di Rovigo e Venezia ai sindacati cavarzerani e fino alla Regione: i commenti sono favorevoli. Ancora perplessi il sindaco di Cavarzere e l’opposizione di Cona

IL CASO

Sciolto il consiglio comunale dei ragazzi SCUOLA DELL’INFANZIA

Sembra inevitabile la chiusura a S. Pietro ALLOGGI ERP E IL CASO

Pasquali chiede, Tommasi chiarisce CONA

Il Comune risparmia troppo per l’opposizione SCUOLA

Precariato, la battaglia delle maestre POLITICA

Governo: tre ministri veneti

Ambulatorio Veterinario Cartura

D O M E N I C A M AT T I N A A P E RT O Dr. Milan Roberto Dr. Lideo Luca ord. Vet. PD 538

349 1202137

ord. Vet. PD 602

349 4238734

via Stazione, 13 - PEGOLOTTE DI CONA (Venezia) via Padova, 220 - CAGNOLA DI CARTURA (Padova)

La Piazza cresce, in Veneto e in Europa >redazione@givemotions.it<

I

giornali La Piazza si avvicinano ad un importante anniversario, i 25 anni dalla fondazione. E per noi de La Piazza questi anni sono sinonimo di espansione, di nuove aperture, di evoluzione tecnologica, di partnership importanti. Siamo orgogliosi dei nostri traguardi, della storia che ci portiamo dentro e che cerchiamo sempre di usare a favore del futuro, del miglioramento, della crescita professionale e quantitativa. segue aa pag pag 18 17 segue

Rimani sempre aggiornato con le news in tempo reale direttamente sul tuo smartphone

facebook.com/lapiazzaweb

Clicca mi piace!


Via Canale, 7 · Cavarzere (Ve) www.essebiecologia.it

718 4 3 7 7 7 iorio 4 3 . Cell lberto G6 311799 m A 042 il.co Fax gma Tel. e cologia@ bie esse

• TRA S PO RTO CO N TO TERZI

• SP URG O P OZ Z I NE RI

• S ER V IZI GRU

• STASAM E NT O TUB AZ I O NI

• S GOMBERO ABITA ZIONI • PU L IZIE GE NERALI - n egozi … - u ff i ci …

• P ULI Z I E IDRO DI NAM I CHE • VIDE O I SP E Z I O NI A COLO RI - t ub az io ni in g enere - lavelli, co lo nne WC … - canne fumar ie …


3

Facciamo. il punto

www.lapiazzaweb.it

Amministrative: il Veneto premia la Lega >redazione@givemotions.it<

A

Armando Trovò, lo storico barbiere diventa cavaliere C

L’onorificenza, che gli è stata conferita dal Presidente Mattarella, vuole essere un riconoscimento alla sua sapiente opera

Treviso e Vicenza due “risultati strepitosi”. Lo afferma il presidente del Veneto, Luca Zaia, all’indomani del voto amministrativo che ha visto, soprattutto nella sua regione, la netta affermazione del partito di Salvini su tutti gli altri, capace di aggiudicarsi al primo colpo, praticamente da solo, due capoluoghi amministrati dal Pd. “A Treviso è stato fatto un lavoro ciclopico - ha proseguito Zaia - per recuperare una partita che prima dell’inizio della campagna molti pensavano persa. Mario Conte è stato l’uomo giusto nel momento giusto: ha un bel progetto per la città e soprattutto è riuscito a spiegarlo ai cittadini. Era da una vita che Treviso non veniva presa al primo turno. Oltre al grande candidato e ai tanti giovani, voglio sottolineare anche l’ottimo risultato della Lega. Missione compiuta”. Colpiscono soprattutto i risultati che vedono le liste targate lega al 46 per cento mentre Forza Italia esce da queste urne praticamente polverizzata, con un misero 3,66 per cento: il risultato più basso di sempre per il partito di Berlusconi. Il Pd si è fermato al 17 per cento, mentre la civica di Manildo ha incassato 10.59 per cento. Modestissimo il risultato del M5S che con Domenico Losappio si è fermato al 4.2 per cento. Storia simile per Vicenza che usciva da 10 anni a guida Variati. Per Zaia il risultato è il frutto del “dibattito che ha accompagnato le candidature e dimostra la bontà della nostra scelta di sostenere Rucco, un debuttante che strappa il comune al primo turno”. Il nuovo Sindaco è stato incoronato da un buon 50,64 per cento dei voti mentre il fisico Otello Dalla Rosa per il centrosinistra si è fermato al 45.87 per cento. Il dato dell’affluenza, invece, non è dei migliori: nei 46 Comuni veneti andati alle urne per il rinnovo di sindaci e consigli comunali si è registrato un netto calo, in linea con il dato nazionale.

avarzere ha un nuovo cavaliere dell’Ordine al merito della Repubblica, si tratta di Armando Trovò, molto conosciuto in città per l’attività di barbiere che ha esercitato per sessant’anni. La notizia dell’onorificenza, conferita ufficialmente a dicembre, ha raggiunto Trovò, oggi 83enne, qualche settimana fa a Cavarzere, dove egli ha esercitato per decenni la sua attività, in una bottega sotto i portici di Palazzo Barbiani. Il neocavaliere ha dedicato tutta la sua vita alla professione di barbiere e parrucchiere, iniziata con l’apprendistato a quattordici anni e proseguita fino alla meritata pensione, raggiunta qualche anno fa. Il titolo gli è stato conferito dal presidente Sergio Mattarella su proposta di Confartigianato, associazioni artigiane e piccole imprese di Cavarzere e Cona per particolari meriti di lavoro. POLITICA Nella motivazione dell’onorificenza si legge “per la saGoverno: CENTRO ESTETICO piente opera di servire i propri clienti e per l’altresì maestria treconduzione ministri della propria attività”, motivazioni per le nella veneti SUBITO PER TE quali gli è stato conferito anche un attestato di merito. IN ISTITUTO Trovò ha cominciato l’attività nell’ultimo dopoguerra IL TRATTAMENTO come garzone di bottega, durante il servizio militare è stato ANTI-CELLULITE barbiere e parrucchiere, sia per gli uomini che per le donE ANTIAGE ne, e poi ha lavorato anche fuori Cavarzere, precisamente SULL’ACQUISTO NOCELL a Sappada, dove ha conosciuto gli onorevoli Mariano RuDI EASY >redazione@givemotions.it< mor e Giuseppe Maria Bettiol, ma anche a Riva del Garda, BEAUTY KIT Madonna di Campiglio, Malcesine e Torbole fino al 1961, +NOCTURNINA giornali La Piazza si avvicinano ad un importante successivamente ha aperto il suo negozio in piazza Vittorio anniversario, i 25 anni dalla fondazione. E per noi +ADVANCED Emanuele II, rimasto in attività fino alla pensione. de La Piazza questi anni sono sinonimo di espansioScolo Branco, 6/a · S.S. Adria-Rovigo · Valliera di Adria (Ro) · cell. 349 190 99 12 ne, di nuove aperture, di via evoluzione tecnologica, di lunedì, giovedì e sabato 9.00-15.00 · martedì, mercoledì e venerdì 9.00-12.00 | 14.00-19.00 partnership importanti. Siamo orgogliosi dei nostri TUTTI I SERVIZI SONO SU APPUNTAMENTO Nicla Sguotti traguardi, della storia che ci portiamo dentro e che cerchiamo sempre di usare a favore del futuro, del miglioramento, della crescita professionale e quantiÈ un periodico formato da 15 edizioni localitativa. mensilmente recapitato Periodico fondato nel 1994 da Giuseppe Bergantin Direzione, Amministrazione e Redazione: di Cavarzere Centro Stampa: Rotopress International a oltre 250.000 famiglie del Veneto. Concessionaria di Pubblicità Locale: Direttore responsabile (ad interim) segue a pag 18

La Piazza cresce, in Veneto e in Europa

I

Questa edizione raggiunge le zone di Cavarzere e Cona per un numero complessivo di 7.330 copie. Iscrizione testata al Tribunale di Venezia n. 1142 del 12.04.1994; numero iscrizione ROC 22120

via Lisbona, 10 · 35127 Padova tel. 049 8704884 · fax 049 6988054 >redazione@givemotions.it< >www.lapiazzaweb.it<

è un marchio registrato di proprietà Rimani sempre aggiornato con le news in tempo reale direttamente sul tuo smartphone di

Srl

Germana Urbani >direttore@givemotions.it< Ornella Jovane >o.jovane@lapiazzaweb.it<

facebook.com/lapiazzaweb

via Breccia · Loreto (An)

Questo periodico è associato alla Unione Stampa Periodica Italiana

Clicca mi piace!

Chiuso in redazione l’8 giugno 2018


4

Cavarzere

www.lapiazzaweb.it

Cavarzere-Cona, un coro di sì alla fusione dal mondo politico ed economico Il presidente di Confindustria di Rovigo e Venezia, Marinese, porta l’esperienza positiva delle istituzioni economiche. Forcolin dalla Regione si dice favorevole usione Cavarzere-Cona, se ne torna a parlare, non solo a livello di amministrazioni, ma anche nei contesti economicolavorativi per le ricadute che questo processo potrebbe avere sul tessuto economico del territorio. Nella serata di martedì 29 maggio si è svolta infatti la conferenza presso Palazzo Danielato. Erano presenti il presidente di Confindustria di Rovigo e Venezia Vincenzo Marinese, il vicepresidente della Regione Veneto Gianluca Forcolin, l’ideatore del progetto “Fusione” Maurizio Gasparin, i sindaci di Cavarzere Henri Tomasi e di Cona Alberto Panfilio, oltre ad un numeroso pubblico, che ha ascoltato con interesse. Il tutto è iniziato con

Alberto Cestari che ha delucidato i punti a favore della fusione, sottolineando il fatto che il territorio cavarzerano e conese è in continuo ed inesorabile declino e che questa operazione potrebbe rappresentare anche sul piano economico un sostegno importante alla popolazione locale. È chiaro, allo stesso tempo, che questa fusione non deve essere fatta solo per i possibili venti milioni di euro che arriverebbero dallo Stato, ma soprattutto per una aggregazione sociale che nel tempo dovrà essere naturale. Il presidente di Confindustria di Rovigo e Venezia: “Parlo a questa assemblea con il cuore in mano per far capire quanto la fusione non sia utile tanto per noi qui presenti, quanto per i nostri

La conferenza a Palazzo Danielato con gli ospiti di Confindustria, della Regione e delle amministrazioni locali

figli e nipoti; per il loro futuro”. “Credo che sia indispensabile unire questi due Comuni - ha aggiunto - come lo è stato per Confindustria di Rovigo e di Venezia e per le numerose Camere di commercio del Veneto”. “Ci sono tantissimi Comuni al di sotto dei 5.000 abitanti che stanno cercando di percorrere questa strada, - ha detto Gialuca Forcolin - ma è chiaro che la Regione monitora anche come il tutto arriverà in porto, quin-

di con il dovuto coinvolgimento della cittadinanza, che deve essere consapevole dei pro e dei contro. Detto questo la Regione stessa dà pieno sostegno ai Comuni che vorranno intraprendere questo percorso”. In seguito è Maurizio Gasparini a dichiarare: “Penso che la fusione debba essere un volano per l’economia locale, in quanto 20 milioni di euro sono una spinta propulsiva per quello che potrà essere l’economia e l’indu-

Stefano Spano

Fabian (MDP): “Lavoreremo per spronare la maggioranza” “La fusione è un percorso da intraprendere senza fretta, bisogna informare la gente”

“I

Novità dietro l’angolo! Grafica by Marco MainArt

F

stria locale, dato che questo è un territorio che dalle statistiche è in netto calo a livello industriale”. “Io non mi sono mai opposto a questa decisione, - ha sostenuto il sindaco di Cavarzere Tommasi - ma sono certo che per arrivare ad una fusione serva tempo e soprattutto lo studio del tessuto sociale che è essenziale per capire al meglio cosa pensano i cittadini e cosa vogliono. Sono consapevole che i contributi finanziari sono comodi e molto importanti, ma non si deve basare la fusione solo su questo, anzi, soprattutto non ci deve essere una corsa a questo traguardo, perché quello che sembra la fine in verità è l’inizio di un percorso”. “Io sono favorevole a questa fusione, lo sono sempre stato ed è da tre anni che sponsorizzo questa possibilità, - ha concluso il sindaco di Cona Panfilio - per cui attendo che anche il Comune di Cavarzere faccia altrettanto”.

Piazzetta Mainardi, 3 - CAVARZERE (VE)

l nostro gruppo - è il commento di Elisa Fabian, di Articolo 1 MDP di Cavarzere - è pienamente favorevole a questa fusione, perché ha diversi aspetti positivi che la caratterizzano ed è giusto spingere in questo senso proprio per cercare che il tutto si faccia”. E continua dicendo che: “Per questo motivo noi come gruppo autonomo cercheremo di spronare la maggioranza affinché si inizi un percorso di crescita e d’informazione per tutta la popolazione cavarzerana, in quanto la Regione stessa ha dato piena disponibilità nel sovvenzionare la formazione ed informazione delle persone su questo tema, per riuscire ad avere in un secondo momento degli studi di fattibilità positivi e che riescano a dare delle sicurezze a livello di tessuto sociale”. “Penso sia giusto iniziare un percorso con Cona con convenzioni da mettere sul piatto per condividere una volontà comune di aggregazione vista la disponibilità di entrambi i sindaci di collaborare”. Specificando che: “Non dimentichiamo che su 18 fusioni richieste, 7 sono state bocciate, per questo motivo noi vogliamo assolutamente che ciò non accada; per cui niente fretta ma organizzazione perché si arrivi preparati al meglio per quello che sarà il passaggio successivo”. Concludendo: “Inutile arrivare al referendum senza che la popolazione sia sufficientemente formata sulla questione perché si potrebbe avere l’effetto contrario”. S.S.


AVVISO IMPORTANTE

non è cambiato il nostro impegno di farvi sentire … è cambiata solo la sede ci puoi trovare in via Dei Martiri 43 sempre a Cavarzere

NOVITÀ:

arci Vieni a trov ove u e sco p r i le n

Protesi i R ic a r ic a b i l

vieni a provare senza impegno le nuove protesi Oticon PROVA GRATUITA ◆ ASSISTENZA PERSONALIZZATA ◆ SOLUZIONI RATEALI ◆ CONVENZIONATO U.L.S.S. Contatta subito il nostro centro Clinica Acustica Via dei Martiri, 43 - Cavarzere (Ve) - Tel. e Fax 0426 311335 Orari di apertura: dal lunedì al venerdì 9,00-12.30 e 15.30-19.30 sabato mattina su appuntamento Per appuntamenti e servizi a domicilio: 339 6100238


6

Cavarzere

www.lapiazzaweb.it

Il caso Cgil, Cisl e Uil dei pensionati prendono posizione e incalzano il sindaco: “Referendum entro dicembre”

I sindacati insistono: “La fusione è la soluzione per il futuro di Cavarzere” “S

iamo convinti fermamente che questa fusione possa solo fare del bene a questa cittadina perché porterebbe benefici e darebbe la possibilità di uno sviluppo economico – lavorativo che in questa zona non vediamo da anni”. Così il presidente della Cigl pensionati di Cavarzere Silvio Zago, che presso la “casa del lavoro” di Cavarzere si unisce con gli altri due sindacatilisti Cisl e Ezio Mori per la Uil per far comprendere quanto la fusione tra Cavarzere e Cona sia essenziale per la popolazione e per una spinta propulsiva dell’economia locale. “Penso che da troppi anni stiamo aspettando una svolta, che non è mai arrivata e che questo tipo di soluzione possa essere utile a comuni come i nostri non solo per i vantaggi economici ma anche per le facilitazioni a livello di servizi”. “In più, - aggiunge - aspetto assolutamente da non sottovalutare, con l’aumento demografico, ossia con un Comune da 17mila abitanti in tutto avremo più peso a livello politico sia in provincia, che in Regione; oltre al fatto che saremo il secon“non ci sono do comune nella provincia di Venezia per estensione terrialtre soluzioni toriale e questo non è cosa da perché il nostro poco, anzi”. territorio “Vorremo - prosegue - da parte dell’amministrazioha bisogno ne comunale delle risposte di un rilancio, concrete e non dei semplici rimandamenti, perché la sialtrimenti tuazione è seria e va studiata siamo destinati nella maniera migliore per attuarla il prima possibile”. a vedere “Con questo - prosegue ani nostri giovani cora - non vogliamo mettere fretta a nessuno, ma dire scappare” al Comune che faccia come meglio crede, o facendo gli studi di fattibilità durante quest’anno e presentando domanda il prossimo, oppure presentando subito il progetto in consiglio comunale e cercando di attuare il tutto nel minor tempo possibile, ossia arrivando al referendum cittadino a dicembre”. E conclude dichiarando che: “Comunque voglia agire conclude - l’epilogo deve essere lo stesso, cioè l’unione di questi due comuni, perché non ci sono altre soluzioni, perché il nostro territorio ha bisogno di un rilancio; altrimenti siamo destinati a sprofondare, a vedere i nostri giovani scappare, condannati a diventare una cittadina di anziani senza alcun futuro”.

Bottin e Battistini, i consiglieri di minoranza di Cona: “Meglio associare funzioni con altri Comuni”

N

on dimostra lo stesso entusiasmo del sindaco Alberto Panfilio, la minoranza nella persona del consigliere Antonio Bottin di Intesa per Cona e Dario Battistini, capogruppo di Cambiare per Cona. “Riteniamo che sia stata promossa la fusione del Comune di Cona con Cavarzere solo per un mero calcolo sugli incentivi economici; senza studiare un progetto per migliorare veramente la qualità di vita degli abitanti” affermano i consiglieri. Anzi, la fusione a loro parere provocherebbe una diminuzione dei servizi alle persone nel Comune di Cona. Non solo, i consiglieri passano ad elencare i presunti disagi, a partire dalla perdita dell’identità e dell’autonomia istituzionale del Comune. “I cittadini del comune di Cona - spiegano - sono più orientati verso il territorio di Piove di Sacco-Padova,

mentre i cittadini di Cavarzere gravitano verso quello di Adria-Rovigo”. Inoltre, evidenziano il rischio di una maggiore distanza dalla politica locale, di una diversa politica del territorio. L’eventualità di una chiusura delle scuole, allo scadere degli incentivi dopo 10 anni, di una concentrazione a Cavarzere dei medici di famiglia e infine il carattere irreversibile dell’operazione di fusione. Più appropriato, secondo i consiglieri, lo sviluppo delle funzioni associate con altri comuni, dialogando non solo con Cavarzere ma anche con Correzzola, Agna, Candiana, Pontelongo, Codevigo, “più omogenei e simili al nostro – secondo Bottin e Battistini –, visti i rapporti storici” Margherita Bertolo

Stefano Spano

Abbigliamento · Pelletteria e · Accessori

¿ Hai bisogno di un cambio look ma non hai tempo perché gli orari di lavoro combaciano con quelli del negozio ? ¿ Cerimonie in vista ma tra i bambini e i vari impegni non riesci a ritagliarti un po’ di tempo ? ¿ Vuoi essere seguita con calma senza fretta e senza altri clienti in negozio ?

via dei Martiri, 51 · 30014 Cavarzere (Ve) · tel. 0426 51021 ·

·

LES BIJOUX D’EMILIE è a tua disposizione: chiama e prendi un appuntamento fuori orario di negozio (pausa pranzo o alla sera) senza impegno! Verrai consigliata, seguita e ti sentirai coccolata, in tutta serenità e senza fretta!


7

Cavarzere

www.lapiazzaweb.it

Vigili del fuoco, riaperta la caserma dopo oltre due mesi Uno stop dovuto alla carenza di organico del Comando provinciale di Venezia. Si vogliono scongiurare nuove interruzioni del servizio

È

stata riaperta nel mese di maggio, dopo oltre due mesi di chiusura, la caserma dei vigili del fuoco di Cavarzere. Uno stop del servizio che era stato dovuto alla carenza di organico del Comando provinciale di Venezia. Fin da subito si era parlato di una chiusura temporanea e così in effetti è stato. Per il sindaco Henri Tommasi non c’è il rischio di una sospensione totale del servizio, ma certo la possibilità di nuove interruzioni per l’assenza di personale c’è. “È stato fatto un ottimo lavoro in sinergia con la Fns Cisl sia a livello nazionale in primis con Pompeo Mannone sia a livello interregionale con Stefano Pegoraro – commenta Tommasi -. Spero non avvengano ulteriori chiusure nei prossimi mesi, sappiamo che

per il comando provinciale la situazione è delicata, ma non deve essere a scapito del nostro territorio. In ogni caso continueremo il lavoro fatto in sinergia con il sindacato”. Tommasi si toglie anche qualche sassolino dalla scarpa rispondendo a chi, in seguito alla chiusura, avrebbe messo in atto una “strumentalizzazione politica che non aiuta la popolazione”. Per il prossimo futuro il primo cittadino cavarzerano mette in guardia sulla necessità del servizio sul territorio: “Siamo tutti consapevoli che non avere attiva la caserma dei vigili del fuoco sarebbe un vero problema, specialmente poi in questi mesi così delicati per il turismo estivo. Ricordo infatti che la caserma di Cavarzere dà supporto operativo a quella di Chioggia, quindi si ri-

La Caserma dei Vigili del fuoco di Cavarzere. In alto il sindaco Henri Tommasi

schierebbe di tenere scoperto anche il territorio clodiense quando ad esempio, come spesso capita, i vigili del fuoco di Chioggia sono in uscita in mare”. E conclude citando la nota

congiunta diffusa con Cisl: “Riteniamo fondamentale la scelta di assicurare la sicurezza della popolazione in quanto, in caso di necessità, l’assenza di personale qualificato e la tempistica di arri-

Farmacia Menini omeopatia - fitoterapia

vo da distaccamenti e/o comandi limitrofi porterà a inevitabile ritardo nei tempi di risposta del soccorso tecnico urgente”. Giorgia Gay

via dei Martiri, 10 30014 CAVARZERE (Ve) tel. 0426 511 18 www.farmaciamenini.it

ORARIO APERTURA: MATTINO 8,30 -13,00 • POMERIGGIO 15 ,00-19,30

Mellin 2, 3, 4 a € 8,90 Nuova Linea CeraVe a prezzo speciale

Polase con sconto immediato

Rossetti e Detergenti Korff

1+1


8

Cavarzere

www.lapiazzaweb.it

Scuola Il provvedimento disciplinare

L’amministrazione è solidale con la dirigente: decisione con finalità educative

Sciolto il Consiglio comunale dei ragazzi Uso del cellulare entro le mura scolastiche, atti vandalici: un’escalation di fatti che ha portato la dirigente scolastica dell’Istituto comprensivo di Cavarzere a sciogliere silenziosamente, lo scorso novembre, il Consiglio comunale dei ragazzi

dimostrano di essere responsabili verso compagni, docenti e scuola stessa. La Preside chiede che il Patto di corresponsabilità sia modificato aggiungendo ‘I genitori si impegnano a non far

utilizzare il cellulare a scuola’”. Una decisione drastica, quella della preside, che tuttavia non sembrerebbe aver avuto molte alternative. Le sanzioni disciplinari previste per punire il com-

portamento di chi aveva violato le regole dell’istituto non sarebbero state accettate da alcuni genitori, che avrebbero difeso senza riserve i loro figli. Margherita Bertolo

Il Ccdr, organo istituzionale consultivo, creato in alcune località italiane e straniere, è impostato sulla falsariga del Consiglio comunale “adulti”, ma è composto di soli ragazzi e adolescenti. Nonostante i tentativi effettuati, non siamo riusciti a raggiungere la dirigente scolastica, San-

KARAOKE

L’istituto comprensivo A. Cappon

dra Zennaro, ma le motivazioni della decisione sono riportate in una delibera del consiglio d’istituto: “La dirigente informa che si rende necessaria una modifica al Regolamento di istituto e al Patto educativo di corresponsabilità, per quanto riguarda l’uso dei cellulari a scuola. Fatti recenti relativi alla condivisione nei social di foto scattate a scuola, hanno reso obbligatorio lo scioglimento del Consiglio comunale dei ragazzi proprio perché gli studenti non

L’assessore alla Pubblica istruzione Paolo Fontolan

tutti i Giovedì e Venerdì Via Dante Alighieri, 14 Cavarzere (Ve) Tempismo DiVino

Un appoggio alla scelta del dirigente scolastica dell’Istituto comprensivo di Cavarzere Sandra Zennaro proviene dall’amministrazione comunale: “Ovvio che dispiace la sospensione del consiglio comunale dei ragazzi – dichiara il sindaco Henri Tommasi –, ma è importante che si diano dei segnali per far capire ai ragazzi che non possono succedere cose del genere, quindi penso sia stata una forzatura con valore positivo e formativo. Concordo – aggiunge – con la scelta scolastica e sono convinto che nei prossimi anni si tornerà ad avere il consiglio comunale dei ragazzi. Comunque ringrazio i ragazzi che hanno partecipato anche alle attività del 25 aprile”. Nel frattempo, infatti, la scuola ha garantito la presenza di una delegazione alle varie manifestazioni. Sulla stessa linea, il commento del vicesindaco e assessore alla Pubblica Istruzione Paolo Fontolan: “È una decisione della scuola, di cui noi abbiamo preso atto. Mi dispiace per l’accaduto, comunque noi speriamo che il prossimo anno ci siano le condizioni per poter riprendere questa esperienza certamente importante che andava avanti da diversi anni”. Contestualmente alla decisione della preside, fa sapere Fontolan, la scuola ha avviato un percorso formativo sul cyberbullismo che ha coinvolto ragazzi e genitori: “Un tema di scottante attualità, a prescindere dagli episodi verificatisi” conclude. Giorgia Gay


I Professionisti al tuo Servizio! EMPORIO DEL COLORE AZIENDA LEADER DAL 1971

di Franzoso Alberto

· pitture · smalti · vernici · belle arti · cartongesso EMPORIO DEL COLORE nasce ad Adria, dalla famiglia Franzoso, nel 1971 per iniziativa di Franzoso Luciano e della moglie Donà Mara. Professionisti nell’ambito di interni ed esterni, tinteggiature, ristrutturazioni, stucchi e tanto altro per la casa, nel marzo del 2013 l’Azienda evolve grazie ad una svolta importante: i figli Alberto e Sergio decidono di aprire un nuovo punto vendita (sempre ad Adria), innovativo e con una vastissima scelta di prodotti di eccellente qualità.

“Competenza e professionalità - affermano - sono da generazioni la nostra forza!” Ci troviamo ad Adria in via Monsignor Pozzato. Per i più pigri: ci trovate anche nel nostro negozio on line: www.emporiodelcolore.shop


10

Cavarzere

www.lapiazzaweb.it

Scuola dell’infanzia, inevitabile la chiusura a S. Pietro A causa del ridotto numero di bambini, 9 in tutto, non si può procedere all’attivazione della classe. I genitori si sono dati da fare chiedendo la collaborazione dell’amministrazione. Il sindaco ha chiesto una nuova deroga

G

enitori in agitazione per l’annunciata chiusura, dal prossimo anno scolastico, della sezione della scuola Infanzia “Peter Pan” di San Pietro. A causa del ridotto numero di bambini iscritti – 9 in tutto – non è possibile secondo l’ufficio scolastico provinciale e regionale procedere all’attivazione della classe, anche se le previsioni parlano di un aumento degli iscritti nel prossimo futuro. I genitori si sono attivati per scongiurare la chiusura, coinvolgendo anche l’amministrazione comunale e convocando assemblee, ma difficilmente la decisione sarà reversibile. Nel corso del mese di maggio si sono svolti alcuni incontri che hanno radunato, intorno ad autorità scolastiche e istituzioni, molti cittadini. In uno di questi, il 15 maggio, il parroco delle frazioni San Pie-

tro, Dolfina e San Gaetano, Don Mario Pinton ha sottolineato: “I bambini non sono un pacco postale”, e poi “Nasciamo persone e diventiamo numeri?”, e ancora “Chi e come si fa a stabilire un numero minimo di bambini per una scuola infanzia?” . “Siamo in un mondo talmente egoista che ci considera come numero senza contare cosa comporta chiudere una struttura, chiudere una porta in faccia a bambini di 3-4-5 anni ad una comunità che vuol solo che i diritti dei bambini vengano rispettati” incalzano i genitori, per bocca di Stefania Boscolo e Alice Tiengo, che ricordano come lo stabile che ospita la scuola dell’infanzia sia stato ristrutturato nell’estate del 2015: “È a norma, grande e spazioso, un giardino dove i bambini possono giocare tranquillamente. Insomma sarebbe uno spreco

La scuola dell’infanzia “Peter Pan” di San Pietro

chiudere uno stabile su cui sono stati spesi 90mila euro dal ministero delle Infrastrutture e Trasporti grazie a un finanziamento CIPE”. Il sindaco Henri Tommasi, dal canto suo, afferma: “Da tre anni andiamo in deroga perché siamo sotto la soglia dei 15 bambini. Quest’anno ce n’erano solo 8: abbiamo fatto una nuova domanda

di deroga ma ci è stato dato parere negativo. Per questo ho lanciato la proposta di un ultimo tentativo di pressione e ho suggerito di inviare un’ulteriore lettera agli uffici competenti: quasi 600 le firme raggiunte. Ora dobbiamo stare a vedere”. Intanto Tommasi pensa a un piano b: “Eventualmente vedremo se possibile attivare un ser-

S

G.G.

Giorgia Gay

I ragazzi si ubriacano davanti al suo bar e lei si trova a fare i conti con i danni che questi provocano

Boscochiaro ricorda i suoi piccoli angeli vittime del crollo del ponte

i è svolta lo scorso 20 maggio, come da tradizione, la commemorazione per i 15 piccoli angeli che, il 21 maggio 1950, rimasero vittime del crollo del ponte di Boscochiaro. Erano tutti bambini, di età compresa fra 11 mesi e 12 anni. A loro è stata dedicata la cerimonia, iniziata con la santa messa cantata dai bimbi delle scuole di Boscochiaro, seguita dalla processione e dalla benedizione del parroco al monumento, con il ricordo dei nomi di tutti e 15 i piccoli angeli. Quindi, i bambini hanno liberato in cielo 15 palloncini bianchi. “Dimenticare è impossibile, ricordare è doveroso” sottolinea il comitato XXI maggio, organizzatore della cerimonia. “Ringrazio il comitato e la parrocchia di San Giuseppe per l’organizzazione sempre impeccabile –commenta il sindaco Henri Tommasi -. Un plauso ai bambini che hanno animato la messa e alle maestre”. Grande partecipazione delle forze dell’ordine e immancabile la banda cittadina che ha accompagnato la processione fino al monumento.

vizio di trasporto gratuito per andare incontro alla popolazione che sta subendo il disagio di un servizio che viene a mancare. Sappiamo che non sarebbe equo rispetto alle altre famiglie, ma potremmo introdurlo per un periodo per agevolare questa fase di passaggio”.

La barista chiede aiuto contro il degrado “Ho quotidianamente a che fare con minori, adolescenti, che si ubriacano, vanno a comprare alcolici al supermercato e li bevono fuori dal mio bar”. E poi i problemi e le lamentele ovviamente arrivano a me. I genitori vengono a chiedermi se sono

io che gli do da bere, i carabinieri idem…”. È stanca Cristiana Favaron, titolare del bar Tempismo Divino per la condizione di degrado che ogni sera deve affrontare, con una ventina di ragazzi che bivaccano nel suo plateatico. Per questo ha scritto a sindaco, carabinieri, servizi sociali e vigili urbani. Chiede di essere aiutata, perché non sa più come gestire la situazione: “Io non do da bere a minorenni – precisa - ma se questi mandano nel mio bar un maggiorenne io non posso rifiutarmi.

Oppure vanno a prendersi le bottiglie al supermercato e le bevono qui fuori. Io sono in regola, ma ho comunque problemi”. “Tempo fa c’è stata una rissa, uno ha spaccato la bottiglia in faccia all’altro, è arrivata l’ambulanza, i carabinieri, un ragazzo è andato in coma etilico - continua sconsolata -. Senza tenere conto di tutti i danni che fanno all’esterno del bar. A me dispiace per questi ragazzi, ma non sono una baby sitter né un’assistente sociale e nemmeno un loro genitore. È ora di finirla con questa situazione di degrado e di abbandono. Ho gente che dalla mattina alla sera viene al bar a dirmi che devo fare qualcosa. Questo inverno mi sono trovata un ragazzo sopra il tetto!” Una situazione difficile, che va avanti da un anno e mezzo: “Non so neanche più contenerli, mi sento abbandonata a me stessa. Ma se succede qualcosa devo assumermi la responsabilità io, mentre non c’è nessuno che tenda una mano e vada incontro a questi ragazzi trovando loro un’alternativa... non so più cosa fare”. Giorgia Gay


11

Cavarzere

www.lapiazzaweb.it

Casa Il consigliere chiede chiarimenti su un alloggio

Assegnazione case Erp, Pasquali vuole trasparenza Il consigliere di opposizione Emanuele Pasquali torna sulla gestione degli alloggi Erp nel comune di Cavarzere. Nel corso del mese di maggio il consigliere ha depositato infatti un’interrogazione per chiedere chiarimenti in merito a un alloggio, sito in via Galeno, che sarebbe stato assegnato a una signora che ne aveva fatto diretta richiesta, peraltro già assegnataria di alloggio Erp. Pasquali domanda “su quali basi legislative si fonda la delibera di giunta comunale con la quale si sono dati gli indirizzi per l’attivazione del riatto?” E ancora: “Perché non è stato pubblicato un piano mobilità ed un bando relativo, così come previsto dall’art. 43 della legge regionale n. 104 del 03.11.2017?”. Una situazione gravissima, secondo Pasquali, che chiede “perché non sono state intraprese procedure di trasparenza e pubblicità estese a tutti i cittadini assegnatari di alloggi Erp per l’attivazione del riatto ma sono state esclusive solamente di una cittadina?”. Da qui la richiesta di annullare i provvedimenti “in autotutela, in quanto mancano in primis i presupposti giuridici che permettono ad un provvedimento di essere efficace e in seconda battuta sono atti che ledono gli interessi di tutti gli altri cittadini che avrebbero potuto presentare richiesta”. Infine, Pasquali domanda “perché non attuate una politica seria degli alloggi Erp e non istituite un censimento degli immobili comunali dal quale emerga l’entità economica precisa dei lavori di ripristino degli stessi e di conseguenza si approvino dei

bandi pubblici e relativi regolamenti ad hoc che consentano a tutti i cittadini di parteciparvi e non solo a pochi ben informati?”. Pasquali ricorda di aver già fatto domanda di istituzione di una sorta di task force comunale,

Gli alloggi di via Galeno

“per capire quante case abbiamo vuote e in che condizioni sono, per dividerle in base alle necessità di intervento, in modo da attivare dei bandi ad hoc e permettere alle persone di usufruire delle case consentendo al con-

tempo un risparmio al Comune visto che sarebbero i cittadini a metterle a posto – ricorda -. Questo per frenare lo spopolamento che trova in Cavarzere un triste primato. Mi hanno risposto che non si poteva fare perché era in

atto un intervento del Comune. E poi scopro che assegnano una casa su richiesta di una signora. E tutti gli altri cittadini che volevano fare una cosa del genere?”. Giorgia Gay

tommasi: “nessuna irregolarità, solo un cambio di alloggio”

Alimentari

Pane fresco

Colazioni e aperitivi Prodotti tipici italiani e del Sud Tirolo

Piccola stuzzicheria Vino sfuso in bottiglia

Tante gustose idee regalo

dalle 8.00 alle 14.00 e dalle 17,00 alle 22.00 - Sabato e Domenica chiusura alle 23.00

piazza della Repubblica, angolo via Rosselli - 30014 Cavarzere (Ve)

“Nessuna irregolarità, si tratta di una famiglia già assegnataria di alloggi Erp che ha chiesto un cambio alloggio”. Così il sindaco di Cavarzere Henri Tommasi risponde alle accuse del consigliere di opposizione Emanuele Pasquali: “Rispetto alla prassi la differenza è che, invece di uno scambio tra inquilini, si tratta di una famiglia che va ad occupare un alloggio vuoto e, finora, inagibile. L’aspetto positivo è che questa famiglia sistemerà l’alloggio a loro spese, con l’accordo scritto che non avanzerà mai pretese rispetto ai lavori effettuati nell’appartamento”. Tommasi spiega il cambio alloggio con l’esigenza di questa famiglia di entrare in un appartamento più piccolo”. Quanto al censimento degli alloggi chiesto da Pasquali, il sindaco sottolinea che “per ora stiamo facendo dei controlli sullo stato dei vari alloggi. Spero che in futuro riusciremo a dare disponibilità di alloggi a nuove famiglie attualmente non assegnatarie”(g.g.).


12

Cona

www.lapiazzaweb.it

Il Comune risparmia troppo, qualcosa non va Il capogruppo di Intesa per Cona, Antonio Bottin, denuncia un avanzo di bilancio record di oltre 952 mila euro nel 2017. Soldi che dovrebbero essere spesi per i servizi ai cittadini. Accusa inoltre il sindaco di aver perso 170mila euro, una tranche del bonus migranti

I

l Comune di Cona ha risparmiato troppo: è questa l’opinione del capogruppo di Intesa per Cona Antonio Bottin. “Nel Consiglio comunale del 17 maggio scorso – afferma – è stato presentato il rendiconto per l’esercizio finanziario 2017 con un avanzo record di 952mila 327 euro. Rispetto al 2016 vi è stato un ulteriore incremento di oltre 220mila euro. Questo è sicuramente un segnale che qualcosa non sta funzionando nella gestione politica amministrativa del Comune di Cona. Tale situazione si ripercuote inevitabilmente nei servizi ai cittadini che lamentano una scarsa manutenzione delle strade, dei cimiteri, delle case popolari, del verde – prosegue – mentre poi nelle casse comunali vi sono consistenti risorse non spese o da impegnare”. Persi, invece, i 170mila euro, una tranche del bonus migranti. “La cosa più grave - afferma

Bottin - è stata l’attuazione della variazione del bilancio del 17 maggio; dovuta al fatto che l’amministrazione comunale non ha impiegato in tempi utili i 170mila euro assegnati dal Ministero dell’Interno ancora il 5 settembre scorso. Fondi che sono stati dunque persi definitivamente. Tale somma è stata quindi prelevata dalla quota bonus migranti assegnata per il 2018”. Ecco la versione dei fatti del consigliere d’opposizione, che parte dalla lettera in cui la Prefettura, l’ 11 gennaio scorso, comunicava di aver introitato 170mila euro. “La stessa – racconta Bottin – rimaneva in attesa di ricevere la documentazione per trasferire i fondi alla tesoreria del Comune di Cona. Il Comune si è attivato solo il 5 aprile per chiedere alla Prefettura se vi erano ancora a disposizione i soldi; nella stessa data la Prefettura comunicava

Il municipio di Pegolotte, il capogruppo di Intesa per Cona, Antonio Bottin

che i soldi dovevano essere impegnati entro il 31 marzo 2018. Attualmente – conclude - agli atti del comune non vi è nessuna comunicazione da parte del Ministero degli Interni di un possibile riaccreditamento del contributo straordinario perduto, come invece da qualche parte si sta raccontando”. Margherita Bertolo

Bottin: “il comune si è attivato tardi. Agli atti non vi è alcuna comunicazione di un possibile riaccreditamento del contributo perduto”

Panfilio replica alle obiezioni sull’avanzo e sul bonus migranti Bonus migranti: la clausula ci ha impedito di beneficiarne, ma c’è la disponibilità di Prefettura e Ministero

R

NUOVO IMPASTO BIGA CON 36 ORE DI LIEVITAZIONE

8 via chiara rovelli 11/ boscochiaro (ve)

isponde punto per punto, il sindaco di Cona Alberto Panfilio, alle obiezioni sollevate dal capogruppo di Intesa per Cona Antonio Bottin. “L’avanzo – esordisce il primo cittadino - è una condizione presente in tutti i bilanci dei comuni del Nord e Centro Italia”. “Bottin ha chiesto in Consiglio comunale la spiegazione tecnica al ragioniere capo, che gli è stata data”: al di là dei normali vincoli di spesa pubblica cui i comuni debbono sottostare, Cona ha svolto un’operazione di pulizia dei residui passivi degli ultimi 10-15 anni che consentono di avere un bilancio tecnicamente “pulito”. “Tutti questi residui – spiega Panfilio – consistono in un impegno di spesa che l’ente pubblico aveva fatto negli ultimi 10-15 anni e non sono stati utilizzati”, dunque inseriti nella parte attiva del bilancio. Risultato? Un avanzo non spendibile. Quanto ai 170mila euro del bonus migranti, destinati al rifacimento del manto stradale in via Coronelle e alla riqualificazione dell’impianto d’illuminazione pubblica, il sindaco replica: “C’è rispetto verso il lavoro che facciamo se si omettono le condizioni che fissavano l’utilizzo di questa rendicontazione?”. La risorsa, spiega, veniva assegnata “in funzione di eventuali rendicontazioni di lavori da effettuare”, nel rispetto di una clausola “solo se il Comune non ha fondi a sua disposizione” dice Panfilio. E poiché a dicembre dell’anno scorso il Comune aveva a disposizione i 302mila euro del bonus migranti assegnati nel 2016, non poteva fingere di essere a corto di risorse. I lavori, in ogni caso, non potrebbero che iniziare nei mesi estivi. “Soprattutto - conclude Panfilio - nessuno ci ha comunicato il vincolo temporale di spesa al 31 di marzo”. Quanto ad un possibile riaccreditamento del contributo straordinario perduto, “c’è scritta la piena disponibilità da parte della Prefettura e del Ministero, ma ci hanno ancora indicato le modalità”. Giorgia Gay


RO T N E E N C O I Z A RIPARDINE GRAN

I NOSTRI SERVIZI • Trattamenti antipioggia con prodotti nanotecnologici • Rigenerazione proietori • Raddrizzatura grandine senza verniciatura • Ricarica clima

• Auto sostitutive gratuite per i clienti • Riparazione e sostituzione parabrezza • Montaggio pellicole oscuranti per vetri • Controllo scocca computerizzato

• Trattamenti di lucidatura con prodotti nanotecnologici • Disbrigo pratiche assicurative … TUTTO QUELLO CHE SERVE PER LA VOSTRA AUTO

ORARI DI APERTURA dal Lunedì al Venerdì 18.00 | 12,00 14,30 | 18,30 Sabato mattina 18.30 | 12.00

N U O V I F O R N I D I V E R N I C I AT U R A C O N T E C N O LO G I A L E A D E R M O N D I A L E Z.A. via Mattei, 5 · 30014 Cavarzere (Ve) · tel. e fax 0426 54154 cell. 335 6216486 · carrozzeria.castello@inwind.it


de laPiazza

Tutti gli Appuntamenti per il Tempo Libero a Cavarzere, Rovigo e dintorni DAL 23 APRILE AL 30 LUGLIO

Rovigo racconta L’anticoltura rodigina Il Locale - Rovigo

DA FINE APRILE ALL’1 LUGLIO

Mostra Egizia

Palazzo Roverella - Rovigo

DAL 29 MAGGIO ALL’1 LUGLIO

Cinema storie

Protagonisti e paesaggi Palazzo Roverella - Rovigo

TUTTO IL MESE DI GIUGNO

Cucina Esperienziale Orto didattico - Lusia (Ro)

DA GIUGNO FINO AL 28 LUGLIO

Il Museo Racconta

Visite museali aggregate Museo archeologico Adria (Ro)

VENERDÌ 22 GIUGNO

Sagra di San Pietro Cavarzere

VENERDÌ 22 GIUGNO

Il cielo a portata di Mare Bagno Perla - ore 21.00 Rosolina Mare

SABATO 23 GIUGNO

Aperitivo Tiki Tiki Malua - ore 18.00 Ferrara

SABATO 30 GIUGNO

Evento Sushiko Rovigo - ore 20.00

SABATO 7 LUGLIO

Carri in notturna Cavarzere - ore 21.00

MARTEDÌ 24 LUGLIO

Bellombra in festa

Anni 90’ festival Bellombra, Adria - ore 21.30


15

Cultura locale

www.lapiazzaweb.it

Musica e letteratura Nicla Sguotti presenta la sua ultima fatica

“Cinque lire per un biglietto”, il nuovo libro sul maestro Serafin U

n libro dedicato a Tullio Serafin, nato per dare al maestro “un pubblico più ampio rispetto a quello dei testi specialistici su di lui” e per “renderlo più familiare alle giovani generazioni, in particolare a chi desidera conoscere la sua storia personale, intrecciata alle vicende più significative del Novecento e vissuta al servizio dell’arte musicale”. Così l’autrice Nicla Sguotti descrive, nella postfazione, il volume “Cinque lire per un biglietto” (edito da Apogeo Editore, con illustrazioni di Piero Sandano), che vede la luce nell’anno dedicato alle celebrazioni serafiniane per il cinquantesimo della morte e i 140 anni dalla nascita. “L’impianto narrativo scelto è simile al fluire dei ricordi – continua Sguotti -: i grandi personaggi con cui Serafin si trovò a collaborare fanno il loro ingresso in scena, vi rimangono per qualche istante e poi sfumano, consegnando al lettore la scelta di approfondire gli eventi narrati, magari attraverso i testi suggeriti nella bibliografia”. Al centro della storia c’è lui, Tullio Serafin, che parte ragazzino dalla sua Rottanova e riesce a toccare le più alte vette della direzione musicale e artistica, viaggiando da un continente all’altro e mettendo insieme un record di successi. Tra i più apprezzati direttori d’orchestra del Novecento, Serafin nasce a Rottanova di Cavarzere nel 1878, si diploma in viola e in composizione al Conservatorio di Milano e debutta come direttore al Teatro Reinach di Parma con l’Elisir d’amore nel 1902, dopo essere stato maestro sostituto di Toscanini alla Scala, teatro in cui assumerà nel 1910 il doppio incarico di direttore principale e artistico. Nel 1913 è lui a dirigere la prima rappresentazione lirica all’Arena di Verona con Aida. Dopo importante esperienze internazionali a Buenos Aires, Madrid, Barcellona, Rio De Janeiro e Parigi, nel ‘24 approda al Metropolitan di New York. Torna in Italia nel ’34 per diventare direttore principale e artistico del Teatro Reale dell’Opera di Roma. Il nome di Serafin è legato a quello di Maria Callas, da lui diretta al suo debutto in Italia nel ’47 in Arena. Da Enrico

Caruso a Luciano Pavarotti, tutti i grandi interpreti dei primi sessant’anni del Novecento hanno almeno una volta cantato con lui. Dopo aver diretto per più di sessant’anni, Serafin lascia la direzione nel 1964. Si spegne a Roma nel febbraio 1968 e riposa oggi, per sua volontà, nel cimitero di Rottanova. “Per Serafin la musica è stata un’inseparabile compagna di vita – conclude l’autrice -: entrata nel suo essere sin dalla prima

Il nuovo libro di Nicla Sguotti sul maestro di musica originario di Rottanova

infanzia, è diventata parte di lui accompagnandolo fino agli ultimi istanti. Proprio la magica alchimia di questo sodalizio auspichiamo possa essere colta dai lettori sfogliando le pagine che seguono”. Giorgia Gay

Vi aspettiamo con il nostro estivo p r o n to p e r l e v o s t r e S e r a te ! ! ! Via dei Martiri, 5 • CAVARZERE

La mostra di Duilio Avezzù

“A

spetti di vita e di lavoro a Chioggia negli anni Ottanta”. È questo il titolo della mostra che Duilio Avezzù, artista cavarzerano, porta a Chioggia nella cornice della Festa del pesce. Dal 13 al 22 luglio nella sala espositiva del museo civico saranno esposte circa 60 immagini su cornici 55x45, con alcuni ingrandimenti 100x70. Tutte in bianco e nero. “Chioggia, città che amo particolarmente – scrive Avezzù – suscitava in me interesse per quelle sue peculiarità singolari e affascinanti, tali da indurmi a fissare per sempre quei momenti vissuti in varie occasioni che la foto della mostra testimoniano dettagliatamente. Questo ricordo è un ringraziamento a Mario (Bernardi, ndr), mia grande guida in un mondo che ho imparato ad amare”. Gina Duse, che presenterà la mostra, ricorda il contesto in cui furono scattate queste istantaneo: “Palestre, discoteche, boutique e centri di estetica sono il termometro del miglioramento economico e dell’aspirazione a uniformarsi a stili di vita pubblicizzati dalle tv commerciali. Articoli e immagini raccontano che la città beneficia dei fondi della Legge speciale

per Venezia. Nel centro si aprono cantieri per il restauro storico conservativo; nei convegni si discute di un Piano Regolatore che disciplini la crescita urbanistica. I governi di centro-sinistra a guida craxiana trainano nei territori la classe dirigente socialista; a Chioggia, Lucio Tiozzo succede nella carica di sindaco a Roberto Pellegrini, dello stesso partito”. E il mercato della pesca è in espansione. Tutto questo è raccontato dalle istantaee di Avezzù. La mostra sarà aperta nei giorni di martedì e mercoledì con orario 9.00-12.30 e dal giovedì alla domenica anche dalle 21 alle 23. Verrà stampato un catalogo con la riproduzione di tutte le fotografie curato da Athesis Museo Veneto Fotografia, col patrocinio dei Comuni di Chioggia e di Cavarzere e della Confraternita del Foto Filò Circolo Artistico. G.G.


16

Provincia .

www.lapiazzaweb.it

Precariato, la battaglia delle maestre Cinzia Frezzato, insegnante a Bojon e assessore comunale di Cavarzere, racconta la difficile situazione delle insegnanti che dalla sentenza della plenaria del Cosiglio di Stato dello scorso dicembre, rischiano il licenziamento di massa

“U

na profonda ingiustizia”. Così Cinzia Frezzato, assessore comunale di Cavarzere e insegnante a Bojon, definisce la triste situazione generata dalla sentenza dell’adunanza plenaria del Consiglio di Stato del 20 dicembre scorso, con cui si nega il diritto ai diplomati magistrali ante 2001-2002 ad entrare nelle Gae (graduatorie ad esaurimento) cioè gli elenchi dai quali il Ministero attinge per l’assunzione in ruolo dei docenti abilitati all’insegnamento nella scuola statale dell’Infanzia e della Primaria. Intende rimediare a questa situazione l’ordine del giorno del Comune di Cavarzere in sostegno alle maestre diplomate che “impegna il Sindaco e il Consiglio comunale ad operarsi presso tutte le sedi istituzionali affinché si trovi una soluzione che tuteli i lavoratori, gli allievi, le famiglie e l’intera comunità educante attraverso la salvaguardia dei con-

tratti stipulati a tempo indeterminato e la tutela dei docenti in possesso del diploma magistrale attraverso un’idonea procedura che non vada in conflitto con la presenza dei docenti in possesso di laurea”. Coinvolte nel disagio molte insegnanti cavarzerane. “Molti sono stati gli scioperi dall’inizio dell’anno a cui tutte noi abbiamo aderito (l’ultimo il 29 maggio, ndr) - racconta Frezzato -. Con altre due colleghe siamo scese a Roma e abbiamo avuto alcuni colloqui con molte forze politiche”. Anche i genitori si sono mobilitati promuovendo manifestazioni in favore delle loro maestre. Eppure, se la soluzione non dovesse evolvere, si assisterà a un licenziamento di massa. Più precisamente, il diploma magistrale ante 2001/2002 sarà titolo valido per la copertura di supplenze da seconda fascia d’istituto. “Saremo condannate a un precariato

Il Consiglio comunale di Cavarzere sostiene le maestre diplomate e la loro battaglia

a vita - commenta Frezzato -. Ma anche questo non è corretto perché la Legge 107/2015 (comma 131, art. 1) altrimenti detta Buona Scuola, dice che dopo 36 mesi di lavoro non potremo più insegnare”. Una vicenda complessa, nata con la legge 124 del 1999, con cui il legislatore aveva tolto il valore abilitante al diploma magistrale. All’epoca, i diplomati erano stati inseriti nelle graduatorie di

istituto di terza fascia, destinate ai non abilitati. Tale situazione aveva determinato una serie di ricorsi, che si sono conclusi nel 2014, quando il Consiglio di Stato ha riconosciuto il valore abilitante del diploma magistrale. Successivi ricorsi al Tar, al Giudice del Lavoro e al Consiglio di Stato, tuttavia, hanno risposto in maniera schizofrenica alle richieste dei docenti: alcuni accogliendo, altri rigettando, altri ancora non

ritenendosi competenti. A dare un indirizzo a tutte queste disparità la sentenza del Consiglio di Stato in seduta Plenaria del 20 dicembre scorso. Una doccia fredda per gli insegnanti: la corte ha infatti smentito quanto detto dalle varie Sezioni e stabilito il decadimento del diritto dei diplomati magistrali nel 2007, in corrispondenza della chiusura delle Gae. Giorgia Gay

APER DA M T I D A L L I L V E N E TÀ G I U G E OR E 11 ERDÌ, SA NO SIAM B O CON O R A RAT O E D O IO CO MENI C NTIN UAT OA

PIZZERIA PIADINE • PANINI CALDI

041 55 40 550

V.le Padova, 1 • Sottomarina di Chioggia (Ve) • ANCHE SU PRENOTAZIONE www.pizzeriadaleo.it • Pizzeria Da Leo


www.lapiazzaweb.it

Novità Cultura a .La Piazza

17

Piazza cresce, aperto Un teatro LainaVeneto cielo e in Europa per celebrare la grande musica

Con le difficoltà che tutte le aziende oltre 220.000 famiglie. venete, italiane ed europee affrontano Siamo fieri non solo dei traguardi del quotidianamente ormai da anni, ma con passato, ma anche di quelli del presente! segue dalla pag 1 la fierezza di essere il free-press più lonDi recente infatti, si sono concretizzate gevo d’Italia, il primo giornale gratuito importanti risultati, e si accinge ad aprire provincia di Padova, Venezia e Rovigo di due importanti novità, dopo mesi di prodistribuito nelle case ad essere nato nel la sedicesima edizione del suo circuito in sostenersi e di arrivare a circa il 70% delle getti e di test, che di certo rappresentano nostro Paese. Traguardi e miglioramento provincia di Treviso! famiglie residenti nelle aree da noi coper- prestigio ed opportunità per il nostro setcostante: quasi delle parole d’ordine per Ma le novità sono molte, per voi lettori te ed al nostro giornale di svolgere quello tore. Ne parliamo nel dettaglio con Giunoi. La Piazza negli ultimi dodici mesi e per i tantissimi clienti, oltre 300 ogni che dai più viene ritenuto un “servizio seppe Bergantin, fondatore del giornale ha aperto due nuove edizioni cartacee mese, che credono in noi e che consenpubblico”: portare ogni mese l’informa- La Piazza, e con Valeria Marcato di Give ed online provincia di Padova, tono alle nostre quindici edizioni della zione locale di prossimità nelle case di Emotions. Orchestra Sinfonica e Coro T. Serafin arà lanella doppia ricorrenza dellacon decima edizione della rasseIl maestro Renzo Banzato legata al 150° anniversario gna “Appuntamenti in corte”. della scomparsa di G. Rossini e al Nel corso della serata, che sarà Zulikha Benato, del tenore Fran50° anniversario della morte di T. presentata dalla giornalista di cesco Medda e del basso Gabriele Serafin (illustre direttore d’orche- Rete Veneta Vanessa Banzato, riSagona, che nello scorso mese di stra, del quale ricorre anche il 140° suoneranno le pagine più signidicembre è stato tra i protagonisti anniversario della nascita) il tema ficative del repertorio lirico eudi Andrea Chénier al Teatro alla conduttore della settima edizione ropeo: le sinfonie, le arie, i cori Scala di Milano. del Concerto Lirico Sinfonico che e i concertati tratti dalle opere La manifestazione, che gode del l’Orchestra Sinfonica e Coro “T. più amate e conosciute di Verdi, edizioni) un pubblico numerosis- coro e di quattro solisti vocali di Patrocinio della Regione Veneto, Serafin”, sotto la direzione del M° Händel, Leoncavallo, Bizet (con il simo, sono state inoltre seleziona- primo piano nel panorama della si avvale del supporto della Pro Renzo Banzato, terranno sabato brioso “Couplet d’Escamillo” da te alcune composizioni particolirica internazionale, per un tota- Loco, Comitato Cittadino di Gri14 luglio nella suggestiva corni- Carmen) e di Mascagni, presente larmente amate dal M° Serafin: è le di oltre cento esecutori: il tutto gnella, Gruppo Comunale Volonce di Piazza Vittorio Emanuele II con una selezione da Cavalleria il caso del suggestivo Preludio da sotto la direzione del M° Renzo tari Protezione Civile, Parrocchia a Cavarzere, che diverrà così un Rusticana e con il possente “Inno Aida di Verdi e dell’introduzione Banzato, docente presso il Con- di S. Mauro, Gruppo Solidarietà teatro a cielo aperto dove risuo- del Sole” da Iris. al 3° atto di Nabucco “È l’Assiria servatorio di Adria, laureato in S. Giuseppe, Unitalsi, Circuito Inempre prima, La Piazza dal mese di to di vista tecnologico ma anche perché per cavallo tra il 25più aprile ed il del Primo Magneranno le pagine celebri Ampia parte della serata sarà una regina” (energica pagina co- direzione d’orchestra, composi- ternational Radio. L’orario d’inimaggio 2018 ha scelto di farsi certifi- noi è una garanzia di qualità. Recapito Cergio, è stato siglato l’ingresso de La repertorio lirico. dedicata a Rossini, del quale sarà rale che raramente viene proposta zione, pianoforte, musica corale, zio è fissato alle ore 21.00; in caso care da Recapito Certo, società di caratura to infatti, oltre alla tecnologia, negli anni ha Piazza tra le più importanti testate giornaIl concerto, realizzato dall’as- eseguita la spigliata “Aria di Ro- in ambito concertistico). direzione di coro e fondatore dei di sfavorevoli condizioni meteonazionale che ha creato una piattaforma di- sviluppato anche dei parametri qualitativi, listiche europee appartenenti al network sessorato alla Cultura della Città sina” da Il barbiere di Siviglia, La Piazza del Municipio ospite- due prestigiosi complessi musi- rologiche il concerto si svolgerà gitale per tracciare le consegne delle copie. essenziali inizialmente per chiunque voglia del “free to home”, recapitate gratudi Cavarzere, è stato ossia reso possibile seguita dalla coinvolgente “Pre- rà pertanto una produzione musi- cali. domenica 15 luglio. L’ingresso è Tutte le 15 edizioni entro l’estate aderiran- aderire al servizio, ma anche mensilmente itamente case di ed milioni di cittadini grazie allanelle generosità alla dighiera” dal Mosè e dal grandio- cale di notevole spessore artistico, Il M° Banzato si avvarrà della libero, ma su prenotazione; per aggiornati attraverso un punteggio di quano a questo servizio. europei. sponibilità di Adriatic Lng, della so Finale dal Guglielmo Tell. Per che prevede la presenza dei qua- presenza del soprano Chiara Mi- maggiori informazioni è possibiQuesta modalità distributiva è molto difDitta Turatti e di Bancadria, che l’evento, che non mancherà di lificati professori d’orchestra, af- lini (vincitrice del Premio Maria le contattare il numero telefonico fusa in Europa, in particolare nei paesi di (come nelle precedenti fiancati dagli ottimi elementi del Callas), del mezzosoprano Erica 335-6139668. ha inserito l’evento all’interno attirare lingua tedesca, e nel nostro paese il circuito dei giornali La Piazza è il più importante per quantità e longevità. Giuseppe Bergantin, fondatore de La Sopra Markus Salli Piazza e promotore del network europeo, Ad Rma ci racconta come è andata. “Da molto tempo lavoriamo al progetto di creare un gruppo di editori europei che collaborino tra di loro e che possano scamn libro sui cinquant’anni biarsi esperienze, idee e condividere le di attività di nuove sfide del nostroparrucchiesettore. Ce l’abbiaA fianco Sabato 30 giugno 21 al siglato mo re. fatta! Ad aprile infattialle abbiamo Giuseppe Mappe Gis, Google Earth, e codice Datamatrix Bergantin centro Civico di Bojon dieCami primi accordi, editoriali commerciali. polongo Maggiore conco-La Piazza attraverso le sue 60 edizioni locali. Valeria, ci spieghi meglio in cosa consi- lità. Questo per noi rappresenta un orgoIn particolare i nostri in giornali mitanza con la forte “Notte Bianca”con le più ste questa certificazione? glio, perché un ente certificatore garantisce hanno stretto una alleanza “E’ un gemellaggio importante queldella frazione, Rado, “Innanzi tutto ci tengo a sottolineare che non solo il recapito ma anche la bontà dello importanti testate Giorgio free press austriache e lo che abbiamo stretto, non solo perché originario di Bojon presenterà La Piazza ha affidato questo incarico a Re- stesso”. tedesche, le nostre sorelle”. assieme – continua Bergantin – siamo la cittadinanza la sua vita capito Certo, che non è una agenzia di diCosa cambierà quindi per il futuro? Laalla Piazza infatti è stata identificata quale quintessenza dell’editoria locale gratuita, attraverso la biografia realizstribuzione, ma un ente terzo, che verifica “La Piazza anche nel passato mappava testata free press più importante a livello ma perché siamo anche accomunati dagli zata nelper 2016 in occasione dei diffuse e stessi intenti: portare l’informazione delle scientificamente e certifica l’avvenuto reca- le aree di consegna delle copie e verificava nazionale, quantità di copie cinquant’anni di attivipito delle copie del nostro giornale. Questo l’avvenuta consegna delle sue centinaia di persuoi qualità dell’informazione locale. “I due nostre provincie nei luoghi in cui tradiziotà. Ileditoriali volume “Come si imparain Europa nalmente non arriva, arriva poco e sempre per noi è stato fondamentale. Nel dettaglio, migliaia di copie mensili, che ricordo vengruppi più importanti dallo – sono meno approfondita. I nostri tre giornali i nostri addetti alla distribuzione, nel mo- gono recapitate a mediamente il 70% delle nel un freemestiere” to home––realizzato spiega Bergantin scrittore Fort. mento del recapito, scansionano con degli famiglie residenti nei Comuni che serviamo. gli editori delAlessandro settimanale austriaco Woche hanno creduto in questo da circa 100 anni Il volume, nonedè hanno soltanto una biografia, è anche una serieeditutti abbiamo cercato appositi lettori il codice univoco e progres- Ma da oggi il nostro giornale potrà non solo e del tedesco Hallo accettato con sommati assieme riflessioni utili per sua professione e dare alle nostre tesivo stampato in ciascuna copia del nostro fregiarsi di questo certificazione, ma potrà grande entusiasmo la chi miavuole idea intraprendere di creare lela migliori soluzioni per più in generale per chiunque sia disponibile ad ascoltare la saggiornale. Tutti i codici scansionati vengono anche garantire degli standard qualitativi questo network di editori europei, oltre ad state sempre maggiore diffusione, capilladi una persona davveroil buona e generosa. Cinquant’anni trasmessi in tempo reale alla piattaforma di ottimali e quindi il giusto riconoscimento avergezza riconosciuto ne La Piazza loro più rità e qualità. Sappiamo inoltre come l’ecodi lavoro, di vitadunque guardandonomia il mondo attraverso Recapito Certo, titolare della stessa e del- per tutto il lavoro di centinaia di persone valido alleatocinquant’anni italiano. Abbiamo del nostro Veneto guardi con grande la vetrina e attraverso le viteedicommermigliaia di clienti, sempre soddi- di lingua tedesca ed la tecnologia di rilevazione del dato. Tutti che quotidianamente rendono possibile stilato degli accordi editoriali interesse ai territori sfatti professionalità, sensibilità e pazienza un veroe artiquesti codici vengono dunque riportati in ogni singola copia di ciascuna delle nostre ciali, chedella prevedono la reciproca sinergia, ai lorodi abitanti anche per questo ho forgiano. L’evento avrà come eospiti oltre eall’autore deivoluto testi, anche mappe catastali e satellitari, come Gis e Go- quindici edizioni. E come è normale che la condivisione di contenuti rubriche temente questi accordi, per dare la Patty Ferraro nel suo ruolo lettrice e l’acconciatore ogle Earth, nelle quali è visualizzabile in sia, è molto importante per noi e per il futula possibilità di pubblicare nelledirispettive possibilità inMichele primis ai tanti imprenditori Bernardi anch’egli originario di Campolongo. tempo reale non solo l’avvenuto recapito, ro dei nostri giornali ricevere mensilmente testate”. del nostro territorio di farsi conoscere in “Ringraziamo sin d’ora per la disponibilità il Comune di Camma anche il numero progressivo della copia una certificazione di qualità di recapito da Alcuni numeri: il gruppo austriaco RMA Austria e Germania ed attirare potenziali polongo Maggiore, il127 sindaco e lalocali giunta -clienti, spiegano recapitata in quel preciso momento!”. parte di un ente preposto a questo e che dal edita settimanalmente edizioni finogliadideatoora difficilmente raggiundell’appuntamentoparticolare alla pubblica E perché è così importante per La Piazza? 2011 si occupa esclusivamente di questo. del ri giornale Woche, per unin totale di 3 mi-l’assessore gibili. Da qualche mese quindi La Piazza istruzione e Cultura Gastaldi”. “Perché la certificazione del recapito gra- E’ un importante traguardo per la nostra lioni e mezzo di copie a Mattia settimana; il grup- veicola messaggi editoriali e pubblicitari in Alessandro Abbadir con grande soddizie alla geolocalizzazione della consegna è azienda, per i nostri giornali, per i nostri po tedesco Hallo distribuisce oltre 5 milio- Austria ed in Germania, una grande innovazione, non solo dal pun- lettori e per i nostri clienti”. ni di copie settimanali nella sola Baviera, sfazione e con importanti risultati”.

Il prossimo 14 luglio nella suggestiva cornice di Piazza Vittorio Emanuele II si terrà il concerto dell’Orchestra sinfonica e Coro “T. Serafin” diretti dal maestro Renzo Banzato

“S

Siglato l’accordo tra le testate leader in Europa

La Piazza è il primo giornale certificato in Italia

A

S

“Come si impara un mestiere”, l’esperienza di Giorgio Rado

U


Provincia . 18

Cultura .

www.lapiazzaweb.it

ttaglia delle amaestre Un teatro a cielo Un teatro cielo aperto per celebrare la per celebrare la grande musica

unale di Cavarzere, racconta la difficile situazione delle insegnanti o dello scorso dicembre, rischiano il licenziamento di massa

Il prossimo luglio suggestiva cornice di Il prossimo 14 luglio nella suggestiva cornice di Piazza Vittorio Emanuele II si14terrà il nella concerto dell’Orchestra dell’Orchestra sinfonica e Coro “T. Serafin” diretti dal maestro Renzo Banzato sinfonica e Coro “T. Serafin” dire

“S

arà la doppia ricorrenza della decima edizione della rasselegata al 150° anniversario gna “Appuntamenti in corte”. della scomparsa di G. Rossini e al Nel corso della serata, che sarà 50° anniversario della morte di T. presentata dalla giornalista di Serafin (illustre direttore d’orche- Rete Veneta Vanessa Banzato, ristra, del quale ricorre anche il 140° suoneranno le pagine più signiIl Consiglio anniversario della nascita) il tema ficative del repertorio lirico eucomunale conduttore della settima edizione ropeo: le sinfonie, le arie, i cori di Cavarzere del Concerto Lirico Sinfonico che e i concertati tratti dalle opere sostiene le maestre un pubblico numerosisl’Orchestra Sinfonica e Coro “T. più amate e conosciute di Verdi, edizioni) diplomate e la sono state inoltre selezionaSerafin”, sotto la direzione del M° Händel, Leoncavallo, Bizet (con il simo, loro battaglia Renzo Banzato, terranno sabato brioso “Couplet d’Escamillo” da te alcune composizioni partico- commenta Frezzato istitutocornidi terza Carmen) fascia, destinate ritenendosi larmente amate dal M° Serafin: è 14 luglio nella -. suggestiva e di Mascagni, presentecompetenti. nche questo non è corretto ai non abilitati. Tale situazione A dare un indirizzo a tutte queil caso del suggestivo Preludio da ce di Piazza Vittorio Emanuele II con una selezione da Cavalleria é la Legge a107/2015 (comavevacosì determinato una serie ste disparità del ConAida di Verdi e dell’introduzione Cavarzere, che diverrà un Rusticana e condiil possente “Innola sentenza 31, art. 1) teatro altrimenti detta che si sono conclusi nel siglio di Stato inalseduta 3° attoPlenaria di Nabucco “È l’Assiria a cielo apertoricorsi, dove risuodel Sole” da Iris. a Scuola, dice che dopo 36 più 2014, quando Statodelladel 20 dicembre Una docuna regina” (energica pagina coneranno le pagine celebri del il Consiglio Ampia di parte serata sarà scorso. di lavoro non potremo più ha riconosciuto ildedicata valore abilitanciaquale fredda per gli insegnanti: la viene proposta rale che raramente repertorio lirico. a Rossini, del sarà nare”. te deldall’asdiploma magistrale. Suc- corte in ambitoquanto concertistico). Il concerto, realizzato eseguita la spigliata “Ariaha di infatti Ro- smentito vicenda complessa, nata cessivi Tar, al dalle varie Sezioni e stabiLa Piazza del Municipio ospitesessorato alla Cultura della ricorsi Città alsina” daGiudice Il barbieredetto di Siviglia, legge 124 del 1999, con cui del Lavoro e al Consiglio di Stato, lito il decadimento del diritto deiproduzione musidi Cavarzere, è stato reso possibile seguita dalla coinvolgente “Pre- rà pertanto una slatore aveva tolto il valore tuttavia, hanno risposto in madiplomati magistrali nel 2007, grazie alla generosità ed alla di- ghiera” dal Mosè e dal grandio- cale di notevoleinspessore artistico, ante al diploma magistraniera schizofrenica alle richieste corrispondenza della chiusura prevede la presenza dei quasponibilità di Adriatic Lng, della so Finale dal Guglielmo Tell. Per che ’epoca, i diplomati erano dei docenti: accogliendo, delle Gae. di lificati professori d’orchestra, afDitta Turatti e di Bancadria, chealcuni l’evento, che non mancherà Giorgia nseriti nelle di altri rigettando, attirare altri ancora nonnelle precedenti fiancati dagli Gay ottimi elementi del hagraduatorie inserito l’evento all’interno (come

“S

arà la doppia ricorrenza legata al 150° anniversario della scomparsa di G. Rossini e al 50° anniversario della morte di T. Serafin (illustre direttore d’orchestra, del quale ricorre anche il 140° anniversario della nascita) il tema conduttore della settima edizione del Concerto Lirico Sinfonico che l’Orchestra Sinfonica e Coro coro e di quattro solisti vocali“T. di Serafin”, sottonel la direzione M° primo piano panoramadel della Renzointernazionale, Banzato, terranno sabato lirica per un tota14 luglio nella suggestiva le di oltre cento esecutori: ilcornitutto ce di Piazza Vittorio Emanuele II sotto la direzione del M° Renzo a Cavarzere, che diverrà così un Banzato, docente presso il Conteatro a cielo dove risuoservatorio di aperto Adria, laureato in neranno led’orchestra, pagine più celebri del direzione composirepertorio lirico. musica corale, zione, pianoforte, Il concerto, realizzato dall’asdirezione di coro e fondatore dei sessorato alla Cultura della Città due prestigiosi complessi musidi Cavarzere, è stato reso possibile cali. grazie generosità ed alla diIl M°alla Banzato si avvarrà della sponibilità di Adriatic Lng, della presenza del soprano Chiara MiDitta(vincitrice Turatti e del di Bancadria, che lini Premio Maria ha inserito l’evento all’interno Callas), del mezzosoprano Erica

della decima edizione della rasseOrchestra Sinfonica e Coro T. Serafin Ilgna maestro Renzo Banzato in corte”. “Appuntamenti Nel corso delladel serata, cheFransarà Zulikha Benato, tenore presentata dalla giornalista di cesco Medda e del basso Gabriele Rete Veneta Vanessa Banzato, riSagona, che nello scorso mese di suoneranno le pagine più signidicembre è stato tra i protagonisti ficative del repertorio lirico alla eudi Andrea Chénier al Teatro ropeo: sinfonie, le arie, i cori Scala di le Milano. e La i concertati tratti che dalle opere manifestazione, gode del più amate della e conosciute Verdi, Patrocinio RegionediVeneto, Händel, Bizet (con si avvaleLeoncavallo, del supporto della Proil brioso “Couplet d’Escamillo” da Loco, Comitato Cittadino di GriCarmen) e di Mascagni, presente gnella, Gruppo Comunale Voloncon Protezione una selezione da Parrocchia Cavalleria tari Civile, Rusticana e con il possente “Inno di S. Mauro, Gruppo Solidarietà delGiuseppe, Sole” da Iris. S. Unitalsi, Circuito InAmpia parte della seratad’inisarà ternational Radio. L’orario dedicata a Rossini, quale sarà zio è fissato alle ore del 21.00; in caso eseguita la spigliata “Ariameteodi Rodi sfavorevoli condizioni sina” da Ilil barbiere Siviglia, rologiche concerto di si svolgerà seguita dalla coinvolgente “Predomenica 15 luglio. L’ingresso è ghiera” dal Mosè e dal grandiolibero, ma su prenotazione; per so Finale informazioni dal GuglielmoèTell. Per maggiori possibil’evento, cheil non mancherà di le contattare numero telefonico attirare (come nelle precedenti 335-6139668.

“Come si impara un mestiere”, l’esperienza di Giorgio Rado

“Come si impara un mestiere”, l’esperienza di Giorgio Rado

U

U

n libro sui cinquant’anni di attività di parrucchiere. Sabato 30 giugno alle 21 al centro Civico di Bojon di Campolongo Maggiore in concomitanza con la “Notte Bianca” della frazione, Giorgio Rado, originario di Bojon presenterà alla cittadinanza la sua vita attraverso la biografia realizzata nel 2016 in occasione dei suoi cinquant’anni di attività. Il volume “Come si impara un mestiere” – realizzato dallo scrittore Alessandro Fort. Il volume, non è soltanto una biografia, è anche una serie di riflessioni utili per chi vuole intraprendere la sua professione e più in generale per chiunque sia disponibile ad ascoltare la saggezza di una persona davvero buona e generosa. Cinquant’anni di lavoro, cinquant’anni di vita guardando il mondo attraverso la vetrina e attraverso le vite di migliaia di clienti, sempre soddisfatti della professionalità, sensibilità e pazienza di un vero artigiano. L’evento avrà come ospiti oltre all’autore dei testi, anche Spaccio in campo Patty Ferraro nel suo ruolo di lettriceagricolo e l’acconciatore Michele aperto: Bernardi Campolongo. tutti anch’egli i giornioriginario dalle di9.00 alle 13.00 e dalle 15.30 “Ringraziamo sin d’ora per la disponibilità il Comune di Camsulla strada che collega Cavarzere alla polongo Maggiore, il sindacoStatale e la giunta - spiegano gli ideatori dell’appuntamentoin particolare l’assessore alla pubblica vicino al Semaforo per Civè-Correzzola istruzione e Cultura Mattia Gastaldi”.

vieni a fare la Spesa di Frutta e Verdura a km 0 !!! asparagi - fragole - meloni - angurie - verdura di stagione

FRESCHEZZA E CONVENIENZA !!!

alle 19.30 Romea

AZ. AG. PASQUALI MATTEO · VIAAlessandro CASTALDIA, Abbadir 29/b · CORREZZOLA (PD)

n libro sui cinquant’anni di attività di parrucchiere. Sabato 30 giugno alle 21 al centro Civico di Bojon di Campolongo Maggiore in concomitanza con la “Notte Bianca” della frazione, Giorgio Rado, originario di Bojon presenterà alla cittadinanza la sua vita attraverso la biografia realizzata nel 2016 in occasione dei suoi cinquant’anni di attività. Il volume “Come si impara un mestiere” – realizzato dallo scrittore Alessandro Fort. Il volume, non è soltanto una biografia, è anche una serie di riflessioni utili per chi vuole intraprendere la sua professione e più in generale per chiunque sia disponibile ad ascoltare la saggezza di una persona davvero buona e generosa. Cinquant’anni di lavoro, cinquant’anni di vita guardando il mondo attraverso la vetrina e attraverso le vite di migliaia di clienti, sempre soddisfatti della professionalità, sensibilità e pazienza di un vero artigiano. L’evento avrà come ospiti oltre all’autore dei testi, anche Patty Ferraro nel suo ruolo di lettrice e l’acconciatore Michele Bernardi anch’egli originario di Campolongo. “Ringraziamo sin d’ora per la disponibilità il Comune di Campolongo Maggiore, il sindaco e la giunta - spiegano gli ideatori dell’appuntamento- in particolare l’assessore alla pubblica istruzione e Cultura Mattia Gastaldi”. Alessandro Abbadir

edizion simo, s te alcu larmen il caso Aida d al 3° at una re rale ch in amb La Pi rà perta cale di che pre lificati fiancat


CENTRO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE

FONDAZIONE

CAVANIS

ACCREDITATO DALLA REGIONE VENETO AI SENSI DELLA L.R. 19/2002 - DEC 811-812-813-814 del 28 luglio 2017

CORSI TRIENNALI IN OBBLIGO SCOLASTICO PER L’ACQUISIZIONE DI UNA QUALIFICA PROFESSIONALE RICONOSCIUTA IN EUROPA

UNIONE EUROPEA

Sono aperte le Iscrizioni per i Corsi di Abilitazione all’esercizio della professione di Acconciatore ed Estetista Durata del corso: 900 ore (di cui 300 lezioni frontali e 600 stage) Le 300 ore di lezione frontale sono svolte presso la sede del CFP Cavanis a Chioggia nelle giornate del lunedì (mattina e pomeriggio) e del martedì (mattina) L’attività di stage di 600 ore viene svolta presso aziende del settore. PER INFORMAZIONI telefona in segreteria al n. 041 400922

FONDAZIONE CAVANIS Campo Marconi 112 · 30015 Chioggia (Ve) Tel. 041 40 09 22 · Fax 041 55 09 812 info@cavanischioggia.it · www.cavanischioggia.it


20

Sport

www.lapiazzaweb.it

Touch rugby a Mira

Eventi Presentato a Palazzo Ducale a Venezia

Moutain bike, a settembre sfida mondiale sulle Dolomiti E

’ stato presentato nelle scorse settimane a Venezia, nella sede della giunta veneta, partner istituzionale dell’evento, l’Uci Mtb Marathon World Championship 2018. Per gli atleti della categoria Elite, convocati dalle rispettive nazionali, la competizione si svolgerà ad Auronzo di Cadore (Belluno) il 15 settembre prossimo, mentre il giorno successivo, nello stesso splendido scenario dolomitico, sarà il turno della 3Epic Mtb Marathon dedicata alle categorie amatori. Il percorso del campionato mondiale, prevede 113 km per la gara maschile, con 4.500 metri di dislivello, mentre 98 km e 3.600 metri di

dislivello per la gara femminile. I bikers transiteranno a fianco di alcuni luoghi spettacolari tra cui le Tre Cime di Lavaredo e il lago di Misurina. A presentare la manifestazione sono intervenuti: Luca Zaia, presidente della Regione Veneto; Tatiana Pais Becher, sindaco di Auronzo di Cadore; Massimo Panighel, presidente dell’associazione Pedali di Marca ed organizzatore dell’evento sportivo. Si tratta di un evento atteso a cui parteciperanno tantissimi bikers da tutta l’area del veneziano. “La competizione - ha detto Luca Zaia - si svolgerà ad Auronzo, nel cuore delle Dolomiti patrimonio dell’Unesco. È un altro grande

“Synergy Miranese Volley”, campione provinciale under 12

N

elle scorse settimane, al Palasport Concordia di Concordia Sagitaria, in un palazzetto gremito, le bimbe dell’Under 12 femminile si sono confermate campionesse provinciali Fipav. Si è ripetuta la finale del torneo Under 12 di febbraio, contro le pari età del Volley Clodia Varimar conclusasi questa volta con il netto risultato di 3-0 con i parziali 25-22, 25-9 e 25-19, la squadra di coach Samuel Zanetti e Beatrice Donadel, ha potuto così esultare. Nella finalina il Libertas Scorzè ha raggiunto il terzo posto battendo la Galvanica Noventana Imoco. E’ stata una lunga cavalcata in cui la squadra della Miranese Volley in ha lasciato, in 12 partite precedenti, alle squadre avversarie solo tre set. Insomma una cavalcata davvero impressionante. Le compagne di squadra del capitano Agnese Costantini, sono Sara Zennaro, Sara Messina, Anna D’Albenzio, Ana Cairovic, Lara Frangione, Gaia Novello, Melissa Vianello, Arianna D’Urso, Aurora Toso, Maddalena Peres, Nicla Baro e Eleonora Davide. Tanto l’entusiasmo dei genitori e dei dirigenti della Synergy Miranese Volley, che non si aspettavano un risultato così chiaro e una conferma così decisa in questa stagione. Ora per l giovanissime pallavolliste di Mirano è tempo di vacanze ma anche in estate e da settembre non mancheranno gli allenamenti compatibilmente con i necessari impegni scolastici. Il Miranese Volley così incamera un altro risultato positivo che conferma la presenza di un vivaio di giovani atleti davvero di altissima qualità. (a.a.)

E

evento di caratura internazionale che va ad aggiungersi a quelli in programma nella montagna veneta: la tappa 15 “TolmezzoSappada” del 101’ Giro d’Italia, i mondiali 2021 di sci a Cortina, la candidatura della stessa Cortina per le Olimpiadi invernali 2026”. Il sindaco del comune bellunese, Tatiana Pais Becher, ha segnalato la grande opportunità che il campionato del mondo offrirà per promuovere il territorio e sviluppare un turismo sostenibile. Il presidente di Pedali di Marca, Massimo Panighel, ha invece evi-

denziato la bellezza della montagna e la capacità di realizzare eventi importanti come questo, attraverso i quali far conoscere le grandi strutture ciclabili a disposizione di un’attività, il cicloturismo, che è priorità a livello europeo. Durante la conferenza di presentazione è stato proiettato il video ufficiale dell’Uci Mtb Marathon World Championships 2018. Si tratta di un viaggio emozionale che parte dal Palazzo Ducale di Venezia ed arriva alle Tre Cime fino ad Auronzo di Cadore. Giacomo Piran

’ terminata a Mira la prima edizione del torneo di touch rugby “Serenissima Super League”. Ad ospitare la manifestazione è stato il campo di rugby di via Oberdan, “casa” del Rugby Riviera 1975 del presidente Flavio Lupato. Alla manifestazione, disputatasi in varie tappe, hanno partecipato oltre dieci team da tutto il Triveneto. A vincere sono stati i “Neanderthal” di Paese (Treviso) che hanno superato gli “Old Cayman” Casale. “Questo torneo iniziato quasi in sordina - ha detto soddisfatto Marco Verduci degli Antachbols Riviera - si è rivelato una manifestazione accattivante sotto l’aspetto sportivo e aggregativo. Questa è la nostra idea di rugby per tutti. Il nostro grazie va ai partecipanti, ai promotori, e soprattutto a Massimiliano Camuffo vero motore dell’iniziativa”. Il trofeo consegnato alla formazione vincitrice dei “Neanderthal” è stata un’opera d’arte realizzata dai maestri Riccardo Carlin e Christian Ballarin. (g.p.)

Nuova attrazione parco Nuoto, un anno daal protagonista Meazzo e per Cavarzere acquaticoperdiAndrea Noale U

n riconiscimento per Andrea Meazzo che vuole essere una sottolineatura ed un grazie per i risultati agonistici conseguiti dal nuotatore di Cavarzere nella stagione 2016-17, risultati che hanno L’estate è alle porte e il nuovo trend che sta prendencontribuito positivamente a do sempre più piede tra le famiglie è la vacanza nei far conoscere la città di oriparchi divertimento. Il motivo? “Si evitano le infinite gine dell’atleta veneziano in code in strada tipiche delle mete balneari – spiegano ambito nazionale e internai gestori del parco - i bambini si divertono con le nuzionale. Queste le motivazioni merose attrazioni in totale sicurezza e i genitori posdell’intervento dell’assessore sono rilassarsi e godersi la giornata senza pensieri”. l’adrenalinico scivolo Kamikaze e il Toboga ricco di allo Sport Paolo Fontolan che lo scorso 2 giugno, in occasione In Veneto, una forte realtà che si è imposta in questo curve in versione maxi per ragazzi e adulti e mini per i della manifestazione “Viva la Repubblica”, ha voluto, tra le altre settore è il parco acquatico Aquaestate di Noale, nel bimbi. Non solo, c’è anche la Laguna Baby con tanto di iniziative, omaggiare l’atleta Meazzo. Veneziano. Il parco, che si sviluppa su un’area di 40 fontane e idrofungo. E fuori dall’acqua? “Oltre all’imDi fatto si è trattato di una stagione davvero intensa e ricca di mila metri quadri di natura e spettacolari attrazioni, menso prato verde dove poter fare pic-nic o prendere il soddisfazioni che ha visto il nuotatore cavarzerano impegnato sabato 2 giugno apre ufficialmente la stagione. Per sole – chiudono i gestori del parco – c’è il Magico mondo in ben 17 gare, tra mezzo- fondo, fondo e gran-fondo. l’occasione verrà presentata al pubblico la nuova atdi Ricky che custodisce una vasca con ben quindicimila Da ricordare inoltre la partecipazione al Circuito dell’Alto trazione chiamata “Aquatube”, uno scivolo lungo cento palline di tutti i colori, tappeti elastici, giochi gonfiabiAdriatico che ha visto Meazzo classificarsi terzo assoluto. Ma metri e alto dodici: sarà completamente chiuso, per un li, il coloratissimo Castello di Ricky e l’amata sabbia per l’elenco dei successi è molto più lungo. “Per quanto riguarda la viaggio psichedelico fra colori e riflessi di luce d’effetto. fare i castelli, proprio come al mare. C’è anche un’amclassifica nazionale di mezzo-fondo mi sono posizionato nono Un’esperienza sensoriale unica nel suo genere, ricca di pia area sport per tutti i gusti, dal campo da calcetto assolutoe secondo nella mia categoria - racconta il giovane atleemozioni e sana adrenalina sia per famiglie che per a quello di basket fino al beach volley passando per il ta - mentre nella classifica nazionale di fondo sono 22° assoluto gruppi di ragazzi. beach tennis, senza dimenticare i tavoli da ping pong. e 4° della categoria cadetti. Sarebbe lunga la lista delle gare che D’altronde il parco Aquaestate è abituato ai grandi Per chi invece ricerca una pausa ristoratrice in pieno si sono svolte un po’ in tutta Italia. Va infine ricordata la partecinumeri, infatti oltre alla “new entry”, dispone di otto relax è ideale l’Oasi del Sol, una zona riservata agli pazione ad una gara internazionale di fondo in Serbia, sul fiume vasche, tra cui la mega piscina Eldorado di mille metri adulti con lettini a bordo piscina”. Non solo, lo staff di Sava: 19 chilometri di gara che hanno regalato a Meazzo un 4° quadri con il suo Castello Magico, con scivoli, cascate, animazione di Aquaestate propone ogni weekend anposto assoluto nella classifica maschile. getti d’acqua, percorsi e spruzzi improvvisi per il diche lezioni gratuite di aquafitness per tenersi i forma, vertimento dei più piccoli in tutta sicurezza. C’ è poi balli di gruppo, tornei e mini club.

Splendido scivolo con effetti di luce psichedelici lungo ben 100 metri


veneto srl Gruppo Bianalisi, realtà leader a livello nazionale nell’erogazione di prestazioni sanitarie, ora presente anche in Veneto. Le nostre sedi di Rovigo:

CENTRO MEDICO Viale della Pace, 81/A ROVIGO Tel. 0425 31681

www.centromedicorovigo.it

LABORATORIO ANALISI RISONANZA MAGNETICA APERTA* RADIOLOGIA OSSEA* – TAC* DENSITOMETRIA OSSEA* MAMMOGRAFIA 3D (Tomosintesi)* ECOGRAFIA* – ECODOPPLER* CARDIOLOGIA* – OCULISTICA* O.R.L. OTORINOLARINGOIATRIA* POLIAMBULATORIO SPECIALISTICO

CENTRO ATTIVITà MOTORIE

VISITA FISIATRICA*

Via Fuà Fusinato, 33/B ROVIGO

PALESTRA RIABILITATIVA*

Tel. 0425 29655

www.centroattivitamotorie.it

Le altre sedi venete: • CENTRO MEDICO POLESANO, Giacciano con Baruchella (RO) • ISTITUTO SHERMAN, Venezia • ISTITUTO SHERMAN, Mestre (VE) • RADIOLOGIA MEDICA, Quarto D’Altino (VE)

*Convenzionato con il Servizio Sanitario Nazionale

FISIOTERAPIA E RIABILITAZIONE* PISCINA TERAPEUTICA* ELETTROMIOGRAFIA* VISITE MEDICO SPORTIVE


A CHIOGGIA E SOTTOMARINA Ritiriamo ORO e Argento

SERIETÀ E RISERVATEZZA CI CONTRADDISTINGUONO

Ci occupiamo di disimpegno polizze

PAGAMENTO IN CONTANTI

ATTENZIONE: dal 1º GIUGNO il Negozio di Chioggia in Calle Muneghette, 205 Corso Del Popolo

(a fianco chiesetta San Francesco)

aprirà tutti giorni solo al mattino dalle 09.00 alle 12.30

il Punto Vendita di Sottomarina in Viale San Marco, 1933/c aprirà tutti giorni al mattino dalle 09.00 alle 12.30 e al pomeriggio dalle 16.00 alle 19.00

per qualsiasi informazione chiamare lo 041 491851


www.lapiazzaweb.it

23

#Politica

Fontana, Fraccaro, Stefani: tre veneti nel nuovo governo

Da sinistra: Erika Stefani, Lorenzo Fontana, Riccardo Fraccaro e Luca Zaia

Luca Zaia “Ora per l’autonomia non ci sono più ostacoli. Al Governo due forze che hanno sostenuto il nostro referendum”

L

’Italia ha finalmente un Governo. Dopo quasi tre mesi di tira e molla Lega e Movimento 5 stelle si sono accordati e il Nostro Paese è uscito dall’impasse. Nutrita la schiera dei ministri anche se poco equilibrata sotto il profilo del genere: troppi uomini e poche donne. Una di loro, però, è Veneta ma soprattutto dirigerà, senza portafoglio, il ministero per gli affari regionali, strategico per la nostra regione. Si tratta di Erika Stefani, 46 anni, avvocato vicentino e fedelissima di Salvini, già nell’amministrazione di Trissino e senatrice al secondo giro parlamentare. Nella sua prima dichiarazione, la neo ministra pensa subito al Veneto e afferma proprio che “se si affossa l’autonomia salta il Governo, per noi è una partita fondamentale. Ci abbiamo messo la faccia - ricorda la neoministra - e abbiamo preteso fosse inserita nel ‘contratto’. Non vedo però per quale ragione dovrebbero mettersi di traverso: in Veneto e in Lombardia l’hanno sostenuta, perché non dovrebbero farlo in Parlamento. E lo stesso si può dire di Forza Italia e del Pd. Spero non vogliano tradire i loro elettori”. Sul rischio che la burocrazia possa frenare la realizzazione del progetto di maggior autonomia per le Regioni che hanno già visto una pre-intesa

con lo Stato, Stefani risponde: “l’autonomia è una rivoluzione e non mi aspetto piaccia a tutti. Il percorso però è tracciato e non saranno cavilli o le manovre di Palazzo a fermare la volontà del popolo”. Stefani poi conferma l’intenzione “ di portare in Parlamento la legge con l’intesa tra lo Stato e la Regione entro la legislatura”, quando sarà possibile. “L’autonomia del Veneto – afferma soddisfatto il Governatore Luca Zaia sul suo profilo facebook – come priorità per l’azione amministrativa del nuovo ministro Erika Stefani, per noi è una garanzia: pancia a terra, si faccia presto e si porti la legge in aula, dove con voto palese si vedrà subito chi è a favore e chi contro all’autonomia! Ora non ci sono più ostacoli: col nuovo Governo, composto dalle due forze che hanno sostenuto il referendum dello scorso 22 ottobre, si deve portare a casa l’autonomia senza sconti”! L’altro leghista veneto di cui parla il Presidente è Lorenzo Fontana, vicesindaco di Verona e vice segretario federale della Lega che, come nuovo ministro della Famiglia e della Disabilità, ha già imbastito una sua personale campagna contro le famiglie arcobaleno. Su famiglia, aborto e adozioni gay ha posizioni radicali che fin dalla sua nomina hanno sollevato un polve-

rone di commenti e reazioni dei movimenti progressisti e femministi.Ma lui si difende dicendo che la priorità per il suo dicastero sarà la natalità. “Voglio lavorare per invertire la curva della crescita – ha dichiarato -che nel nostro Paese sta diventando davvero un problema”.Anche di questa nomina Zaia si dice molto soddisfatto: “Per la prima volta – afferma – nel Governo esiste un ministro alla disabilità. Proprio nella sua Verona è attiva da anni l’iniziativa “Negozi senza barriere”, e si svolge il festival degli artisti con disabilità. Una sensibilità speciale, quella della città scaligera, che sono certo Lorenzo porti con sè, e lo dimostrerà presto”! L’ultimo ministro Veneto è, invece, in quota Movimento Cinque Stelle. Si tratta di Riccardo Fraccaro, 37 anni, trevigiano ma trentino di adozione e vicinissimo a Di Maio. Sarà ministro dei Rapporti con il Parlamento e alla Democrazia diretta, una novità di cui per ora non si conoscono i dettagli. I suoi capisaldi sono: lotta agli sprechi della politica, salvaguardia dell’ambiente, democrazia diretta. Laureato in Giurisprudenza presso l’Università di Trento con una tesi in diritto internazionale dell’ambiente, prima di fare il suo ingresso in Parlamento Fraccaro ha lavorato per una

Confindustria Veneto

Confartigianato Imprese Veneto

Dall’assemblea nazionale annuale dei giovani industriali il messaggio al governo è stato chiaro: “Abbiamo bisogno di Tap, Terzo Valico e Tav: avere centinaia di camion che attraversano la Val Susa non è sostenibile”. E’ stato chiaro Alessio Rossi, presidente dei giovani industriali di Confindustria che ha sottolineato come “le infrastrutture del futuro saranno ferrovie ultra veloci, autostrade di dati, porti e retro porti collegati da snodi viari intelligenti e interconnessi”. Nessun paso indietro, dunque se vogliamo che l’Italia diventi a tutti gli effetti la piattaforma logistica d’Europa. E dal Veneto, il delegato alle infrastrutture Franco Miller (nella foto), che è anche presidente di Transpadana, comitato promotore della tav e il presidente Matteo Zoppas auspicano, che il nuovo governo non torni indietro su alcune scelte fatte dai suoi predecessori. “È molto preoccupante avere un ministro del M5S che sappiamo come la pensa sull’AV/AC – ha dichiarato Miller. – Siamo seriamente preoccupati perché mettersi di traverso sul completamento della Brescia Verona Padova per la Tav sarebbe gravissimo a questo punto. In un territorio ad alta produttività come il nostro non si capisce l’opposizione a un sistema di trasporto anche merci che consentirà di alleggerire del traffico pesante l’A4 o l’A22 che ormai stanno scoppiando. Sia chiaro che Confindustria e Transpadana monitoreranno con molta attenzione le prime decisioni di questo nuovo governo”.

Un buon lavoro al Governo e al neo incaricato presidente del consiglio, Giuseppe Conte arriva da Confartigianato Imprese Veneto e, “in particolare – sottolinea il presidente Agostino Bonomo (nella foto) – il nostro in “bocca al lupo” va ai ministri veneti, Erika Stefani agli “affari regionali” e Lorenzo Fontana, “famiglia e disabili”. Fatto ciò, però, Bonomo raccomanda prudenza in fatto di Europa. E lo fa con i numeri visto che “65 turisti su 100, - afferma - dei 19 milioni e mezzo che arrivano ogni anno in Veneto, sono stranieri. Non solo, la loro permanenza è superiore alla media con il 68% di incidenza sul totale delle presenze, e ancora più ‘prezioso’ è il turista tedesco che vale un quarto della fetta straniera e soggiorna ancora più a lungo. Si tratta quindi di un turismo ricco e non mordi e fuggi”. Agostino Bonomo alza così l’asticella dell’attenzione sul rischio che si correrebbe “con un inutile quanto dannoso scontro con l’Europa”. “Se guardiamo poi all’export – spiega il presidente – l’UE28 è non solo il primo partner commerciale per le merci manifatturiere venete con quasi 35 miliardi e mezzo

“Non fermate le grandi opere”

società di servizi energetici. E questo fa ben pensare sulla sua preparazione e come si legge nella sua scheda pubblicata sul Blog delle Stelle, il deputato trentino è “l’autore della norma che ha consentito di eliminare gli affitti d’oro di Montecitorio con un risparmio per la finanza pubblica di 32 milioni di euro l’anno, circa 130 milioni nella legislatura”. “Puntiamo a fare poche leggi e fatte bene – ha affermato il neoministro – non dobbiamo correre nell’approvazione delle leggi e credo che gli italiani capiranno se ci metteremo qualche mese in più. Speriamo di lavorare in maniera costruttiva, cerchiamo di far lavorare in maniera collaborativa il Parlamento, la scorsa legislatura non è stato possibile”. “Con il nuovo governo – ha commentato Zaia - sta per scatenare la tempesta perfetta per l’autonomia del Veneto. Il tavolo si può riaprire in un mese. Daremo la risposta a 2 milioni e mezzo di cittadini che hanno detto sì al referendum. E poi programmi seri su sicurezza, immigrazione, welfare. Finalmente potremo pensare prima alle difficoltà dei veneti e degli italiani stremati dalla crisi. Massima collaborazione istituzionale al Presidente Conte e ai Ministri. Costruiamo assieme un futuro migliore”.

“La nostra economia è Europea” di acquisti (nel corso del 2017) pari al 60% del totale, ma è punto di riferimento per interi settori come quello dell’automotive -la cui subfornitura di altissima qualità è garantita da migliaia di imprese artigiane, il made in Italy della moda e dei mobili e ovviamente bevande e alimentari”.“Il nostro Pil – spiega – dipende molto dai Paesi Europei (Germania in primis dato che è il primo partner con 8 miliardi) – Ci lega una solida relazione manifatturiera ma non solo, un reciproco rispetto. Ricordo che il Veneto è spesso paragonato per efficienza e valori al nord Europa”. “Bene i due ministri veneti – ha detto infine Bonomo – ma ci aspettiamo un sottosegretario veneto al Ministero dello sviluppo economico. La preoccupazione rimane il contratto di governo che parla di taglio alle infrastrutture mentre abbiamo un urgente bisogno di colmare l’assenza di banda larga in parte del territorio, per dirne una. Ma non si transige neppure su Pedemontana e Valdastico Nord. Per non parlare dell’Iva al 25% – conclude Bonomo – che potrebbe mandare alle ortiche tutta la lotta all’evasione”.


24

Politica

www.lapiazzaweb.it

Cala la disoccupazione in Veneto, livelli tra i più bassi d’Italia A crescere è anche l’occupazione stabile a tempo indeterminato con oltre 10.500 posti di lavoro in più

“T

ra gennaio e marzo 2018 in Veneto si sono guadagnati oltre 53 mila posti di lavoro dipendente: un valore che non solo è più alto di quello dello scorso anno ma che rappresenta, in relazione ai primi tre mesi dell’anno, il miglior risultato occupazionale registrato in regione dal 2009 a oggi”. Commenta così, con soddisfazione, il Presidente della Regione del Veneto, i dati occupazionali resi noti dall’Osservatorio di Veneto Lavoro attraverso il report periodico la “Bussola”. “A crescere è anche l’occupazione stabile a tempo indeterminato – prosegue il Presidente – con oltre 10.500 posti di lavoro in più; tuttavia il 60% dei nuovi posti di lavoro è a tempo determinato. Da notare, poi, che la crescita ha interessato diffusamente tutti i settori produttivi, a partire dall’industria metalmeccanica e dal turismo, tra i comparti più positivi dell’ultimo

anno, ma anche l’edilizia, che dopo aver pagato forse il prezzo più alto alla crisi, è tornata a crescere, registrando il saldo trimestrale più elevato degli ultimi dieci anni, con 3.200 posizioni di lavoro in più, e un aumento delle assunzioni del 18% rispetto allo stesso periodo del 2017”. Con un tasso di disoccupazione del 6,3% (dati Istat 2017), il Veneto si conferma inoltre la seconda regione italiana per livelli di disoccupazione più bassi, dietro solo al Trentino Alto Adige. I disoccupati veneti sono circa 144 mila, 7 mila in meno rispetto al 2016. Tra i disoccupati troviamo almeno 9 mila lavoratori scoraggiati, ovvero quelle persone che dichiarano di non lavorare ma sarebbero disponibili a rientrare nel mercato del lavoro a particolari condizioni. “Sono incoraggianti segnali di crescita – conclude il Presidente – che devono indurci a

favorire ulteriormente l’accesso al lavoro di quanti oggi sono ancora in attesa di occupazione, favorendo la partecipazione alle

politiche attive e riallineando le competenze dei lavoratori più deboli con le effettive esigenze del mondo delle imprese, anche

in risposta alle mutate caratteristiche del mercato del lavoro regionale”. Maria Pavan

La Regione acquisisce il controllo di Veneto strade Spa Con la firma davanti al notaio si è conclusa l’operazione di acquisizione da parte della Regione Veneto del 41,42 % del capitale sociale di Veneto Strade, portando così la propria partecipazione al 71,42.%. Lo rende noto il vicepresidente della giunta regionale, che ha fra le sue deleghe anche le partecipazioni societarie, ricordando che tutto parte dall’art. 1 del collegato alla legge regionale di stabilità 2018 (LR 45/2017) che autorizza a procedere in tal senso al fine di avere il controllo della società. A cedere la propria partecipazione societaria sono la Provincia di Belluno (che cede il 5%, ma rimane socia al 2,14%), la Provincia di Verona (7,14%), la Provincia di Rovigo (7,14%), la Provincia di Vicenza (7,14 %), A4 Holding (5%), Autostrade per l’Italia (5%) ed Autovie Venete (5%). E’ prevedibile la successiva cessione nelle prossime settimane anche da

parte di Società delle Autostrade Serenissima (5%). “Per effetto di questa operazione – aggiunge il vicepresidente - la Regione diventa il socio di controllo di Veneto Strade e può finalmente iniziare il percorso di riorganizzazione societaria, insieme al socio attuale Provincia di Belluno e, in futuro, ad ANAS, così come sancito nel protocollo di intesa firmato il 23 febbraio scorso che prevede il possibile ingresso di ANAS in aumento di capitale, una volta che sarà dato riscontro a tutte le condizioni poste a base dell’intesa”. “L’operazione – conclude - fa finalmente chiarezza a livello societario, spostando il baricentro della governance verso la Regione Veneto e i soggetti che erogano i trasferimenti necessari al finanziamento delle spese di gestione delle strade venete non a pedaggio”.


I NOSTRI CORSI

OPERATORE DELLA RISTORAZIONE: PREPARAZIONE PASTI

OPERATORE DELLA RISTORAZIONE: SALA & BAR

anche in sistema duale!

ENAIP VENETO SCUOLA DI FORMAZIONE PROFESSIONALE SEDE DI CHIOGGIA Isola dell'Unione n.1, Chioggia (VE) Tel:041/2501082 - E-mail: cfp.chioggia@cittametropolitana.ve.it Percorsi di istruzione e formazione professionale dopo la scuola media gratuiti e riconosciuti dalla Regione del Veneto Realizzazione a cura della Direzone Comunicazione e Promozione ENAIP Veneto I.S.

www.enaip.veneto.it

PROMO AREA GIOVANI DGR 751-752-753-754 5/2018 DGR 509-518 4/2018 - DGR 1986 12/2016 â&#x20AC;&#x201C;DGR 2029 12/2017


26

Politica

www.lapiazzaweb.it

Violenza di genere: progetto europeo di prevenzione anche per uomini maltrattanti Il progetto ASAP è stato finanziato con 308 mila euro dalla Commissione Europea (i soggetti aderenti integrano con altri 77 mila euro) e mette in rete sette realtà, sotto la regìa della Regione Veneto

L

a Regione Veneto è capofila del progetto sperimentale europeo biennale di prevenzione e contrasto alla violenza di genere ASAP, che si rivolga anche agli uomini autori di violenza. Istituzioni e associazioni di tre paesi (Italia, Bulgaria e Croazia) condividono studi ed esperienze per mettere a punto un modello di approccio sistematico e multidisciplinare di prevenzione, contrasto e aiuto, che non si rivolga solo alle donne vittime di violenza e ai minori, ma anche agli autori delle violenze di genere. Obiettivo del lavoro transnazionale è creare linee-guida di intervento, da estendere in seguito ai partner dell’Unione Europea. “La Regione Veneto ha il coordinamento di questa esperienza progettuale – spiega l’assessore regionale al Sociale – in forza del quadro normativo che ha adottato con la legge 5 del 2013 “Interventi per prevenire e contrastare la violenza contro le

donne” e delle competenze maturate in questi anni con l’approccio multidisciplinare, la stretta collaborazione tra pubblico e privato e la rete capillare dei 43 centri di accoglienza e case rifugio che accoglie e offre assistenza e affiancamento a migliaia di donne ogni anno. L’adesione al progetto europeo Asap ci aiuterà a studiare le esperienze maturate all’estero, a condividere modelli e strategie di intervento e ad affinare la rete dei servizi e delle competenze. Approfondire la conoscenza e le problematiche degli autori di violenza e interrogarsi su come trattare queste devianze significa potenziare il raggio degli interventi di prevenzione e lavorare per un approccio sistematico e globale al fenomeno dei maltrattamenti in famiglia e dei comportamenti violenti tra uomo e donna”. Il progetto ASAP è stato finanziato con 308 mila euro dalla Commissione Euro-

pea (i soggetti aderenti integrano con altri 77 mila euro) e mette in rete sette realtà, sotto la regìa della Regione Veneto: l’associazione bulgara Naia di Targovishte, che gestisce case rifugio e tre centri per il trattamento degli uomini autori di violenza, l’associazione croata Duga che a Zagabria gestisce servizi di accoglienza e trattamento medico, psicologico e legale per le vittime e gli autori di violenza, la città di Zagabria con i suoi servizi sociali, l’associazione di Montebelluna “Una casa per l’uomo’ che gestisce un centro per uomini maltrattanti, in collaborazione con altre realtà terapeutiche; la fondazione di

ricerca sul genere (Bgrf) di Sofia, che ha avviato un sistema di servizi multidisciplinari per il contrasto alla violenza sulle donne rivolto anche agli autori delle violenze, il ‘Gruppo R’ di Padova, che gestisce il Centro antiviolenza di Chioggia e dal 2015 opera nel trattamento degli uomini autori di violenze, e, infine, il network europeo ‘Work with perpetrators’ che ha sede a Berlino, riunisce 18 associazioni di 13 paesi europei e opera nella prevenzione della violenza di genere e per il miglioramento della sicurezza delle donne e dei figli offrendo anche una rete di servizi rivolti agli uomini maltrattanti.


NE FACCIAMO

DI TUTTI I COLORI

Ogni 10€ di spesa* 1 Bollino! e tanti bollini in più con i prodotti sponsor Dall’11 giugno al 2 settembre

*scontrino unico, multipli inclusi


laPiazza

www.lapiazzaweb.it

Informazione a pagamento a cura degli esperti del settore

Salute

Salute / Si Viaggiare

Per partecipare alla rubrica chiamare il numero 049 8704884

Ministro Grillo: “Non penalizziamo i bimbi non vaccinati”

Cure dentarie gratuite, per chi?

a pag 30

Luce Pulsata: un metodo innovativo per la cura dell’occhio secco a pag 32

29 1

www.lapiazzaweb.it/category/salute/

editoriale “Cura di coppia” un decalogo per ricostruire un rapporto in crisi

N

on riguarda una coppia qualsiasi, ma si tratta di ricostruire un rapporto in crisi fra Medici e Cittadini (gli atti di violenza nei confronti degli operatori sanitari ne sono l’ ultimo tragico epifenomeno) ridando centralità alla relazione umana e alla fiducia reciproca. Su queste basi nasce una campagna informativa in collaborazione con associazioni di pazienti, associazioni mediche con il ruolo sostanziale della Federazione Italiana Medici Medicina Generale, strutture sanitarie, esperti, Ministero della Salute e con il patrocinio della Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri. Comprendere le cause sociologiche di un rapporto in difficoltà è certamente rilevante, ma porre l’attenzione sugli aspetti organizzativi e individuare le esigenze degli uni e degli altri è un buon viatico per iniziare a ricostruire un legame che si è logorato nel tempo. Secondo un’indagine promossa da Cittadinanzattiva otto cittadini su dieci avvertono poca sensibilità all’ ascolto o poca empatia, una persona su tre trova scarsa disponibilità ad essere orientata tra i vari servizi, una su quattro si confronta con un linguaggio troppo tecnico e poco comprensibile, una su cinque lamenta scarsa attenzione al dolore.

Ginecologia: Riabilitazione del Pavimento Pelvico a pag 34

Vuoi collaborare con noi? Contattaci!

Salute

>> Condividi la tua esperienza ed i tuoi consigli sul nostro >> Inserto Salute

via Lisbona, 10 · 35127 Padova · tel. 049 8704884 · info@givemotions.it · www.givemotions.it


laPiazza

30

Salute

Consulenza scientifica oFtALMoLoGiA Dott. Massimo Camellin Oftalmologo Via Dunant, 10 • Rovigo tel. 0425 411357 mail: segreteria@sekal.it web: www.lasek.it

GinecoLoGiA

Dott. Salvatore Gizzo Specialista in Ginecologia ed Ostetricia Riceve presso Centro Medico–Bianalisi Veneto ROVIGO – Tel. 0425 31681 www.centromedicorovigo.it

nAtuRoPAtA studio dentistico

Dott. Alessandro Rampin Medico Chirurgo - Odontoiatra Piazza Donatori, 5 - Cavarzere (VE) tel. 0426 51445

Martina Crepaldi – Naturopata ad indirizzo Bioenergetico ed ambientale – con formazione in Medicina Tradizionale Cinese Sede Associazione “Il Diamante Rosa” Via Cavour 6, Cavarzere – VE. Per informazioni: www.ildiamanterosa.it – Tel.3478483000.

Nuove cure dentarie gratuite per bambini, malati gravi, poveri e anziani

L

a Giunta regionale ha ampliato in maniera significativa la fascia di cittadini veneti che potranno ricevere assistenza odontoiatrica gratuita o un consistente contributo per la realizzazione di protesi dentarie, destinando allo scopo 8 milioni di euro, reperiti all’interno del budget destinato all’attività specialistica ambulatoriale. “Con questa decisione – ha commentato il Presidente della Regione presentando il provvedimento nel corso del punto stampa seguito alla seduta di Giunta – diamo una risposta di civiltà a tanti nostri concittadini che a causa della crisi hanno deciso di tagliare prima di tutto le spese del dentista, teniamo fede a un impegno preso in campagna elettorale in tempi non sospetti, né troppo vicino né troppo lontano dal voto, ma realizziamo anche una vera e propria azione di prevenzione per la salute, perché i problemi dentari non risolti comportano, a cascata, l’insorgere di tante altre patologie, a cominciare da quelle digestive, per arrivare all’insufficiente apporto di nutrimenti indispensabili perché difficili da masticare. Significativa è anche la scelta di non limitarci alle ‘solite’ fasce di reddito, ma di rivolgerci anche all’età evolutiva (zero-quattordici anni), agli anziani e ai portatori di molte gravi malattie”. Tre le categorie di persone che potranno usufruire del servizio: i ragazzi nell’età evolutiva da zero a quattordici anni, le persone in condizioni di vulnerabilità sociale e sanitaria, quelle affette da patologie odontoiatriche che necessitano di un trattamento immediato con accesso diretto. Nella vulnerabilità sanitaria – e quindi nella fascia esente – rientrano, a esempio, i trapiantati e i pazienti in attesa di trapianto, tutti i malati oncologici, le persone affette da dipendenze di vario tipo e da virus HIV, le persone nate con gravi deficit, i portatori di malattie rare e i malati di psicosi gravi. Sono considerati invece socialmente vulnerabili, e quindi esenti e assistibili con la nuova delibera, gli invalidi

www.lapiazzaweb.it

L’editoriale

“Cura di coppia” un decalogo per ricostruire un rapporto in crisi D’altro canto fra i medici, stressati nel loro compito delicato e difficile da molteplici interferenze atte a minarne l’ autonomia, la libertà e l’indipendenza professionale, spesso sollecitati da un potere politico-amministrativo ad esercitare una “medicina amministrata” secondo logiche di puro risparmio economico, uno su tre ritiene insufficiente o inadeguato il tempo a disposizione per la cura, nella stessa proporzione riscontra difficoltà per mancanza di personale e uno su cinque per cattiva organizzazione dei servizi. Inoltre non esiste nel percorso di laurea del medico una formazione specifica sui temi della comunicazione e della relazione. Partendo dall’ esigenza di agire su aspetti cruciali, originati in parte da atteggiamenti individuali, in parte da carenze organizzative o disposizioni miopi, che rischiano di innescare conflitti e contenziosi evitabili, è stato realizzato un decalogo per essere consapevoli dei rispettivi diritti e doveri, indicati nella Carta Europea dei diritti del malato e nel Codice di Deontologia Medica. Per riprendere quel “rapporto di coppia” che non può prescindere da empatia,conoscenza, rispetto e fiducia fra chi cura e chi è curato.

civili al 100%, gli invalidi di guerra, del lavoro e per servizio, le vittime del terrorismo e della criminalità organizzata con invalidità superiore all80%, i danneggiati da vaccinazioni obbligatorie e da trasfusioni, i disabili gravi in generale, i disoccupati con famigliari a carico con reddito lordo non superiore a 8. 263,31 euro, aumentati a 11.362,05 euro in caso di coniugi legalmente ed effettivamente separati più altri 516, 46 euro in caso ci sia un figlio a carico, i fruitori di pensione sociale ultrasessantacinquenni con famigliari a carico, gli ultrasessantenni con pensione minima. Duecento euro per la protesi dentaria superiore e altri 200 per quella inferiore, ripetibili ogni quattro anni,  saranno erogati infine per le persone con più di 64 anni che abbiano un reddito del nucleo famigliare non superiore a 36.151, 98 euro lordi annui.

Salute è anche WEB

Salute

>> I consigli dei nostri Medici di Zona su www.lapiazzaweb.it >> Seguici !!!

via Lisbona, 10 · 35127 Padova · tel. 049 8704884 · info@givemotions.it · www.givemotions.it


laPiazza

www.lapiazzaweb.it

Salute

31

Il cibo e il corpo: un dialogo importante per curare i disturbi del comportamento alimentare E

’ stimato che in Italia ben 3 milioni e 200 mila persone soffrano di questa malattia, ogni anno si verificano 8 mila nuovi casi, il 10% dei pazienti è di età inferiore ai 16 anni e il 10% sono di sesso maschile. Sono questi alcuni dati emersi durante un seminario, che si è svolto a palazzo Ferro Fini, dal titolo ‘Il cibo e il corpo: dialogo fra una psicoterapeuta e un sociologo sui disturbi del comportamento alimentare’. I disturbi dell’alimentazione sono caratterizzati da una alterazione delle abitudini alimentari e da un’eccessiva preoccupazione per il peso e per le forme del corpo. Insorgono prevalentemente durante l’adolescenza e colpiscono soprattutto il sesso femminile, in percentuale sempre più preoccupante su tutto il territorio nazionale e anche in Veneto. I comportamenti tipici di un disturbo dell’alimentazione sono: la diminuzione dell’introito di cibo, il digiuno, le crisi bulimiche (ingerire una notevole quantità di cibo in un breve lasso di tempo), il vomito per controllare il peso, l’uso di anoressizzanti, lassativi o diuretici allo scopo di controllare il peso, un’intensa attività fisica. I principali disturbi dell’alimentazione sono l’anoressia nervosa, la bulimia nervosa e il disturbo da alimentazione incontrollata.  Per la persona che soffre di una disturbo dell’alimentazione tutto ruota attorno al cibo e alla paura di ingrassare. “Nella fascia di età ricompresa tra i 14 e i 24 anni, ricorda Loredana Borgato, Presidente dell’Associazione

‘Ali di Vita’ - le patologie dell’alimentazione sono la prima causa di morte, dopo gli incidenti stradali, e questo dato ci deve far riflettere. Ci troviamo quindi di fronte a una vera emergenza sociale che sconvolge le famiglie e che spesso costringe uno dei genitori ad abbandonare il lavoro per assistere il figlio, ingenerando al contempo enormi sensi di colpa per non aver compreso prima il malessere del giovane. E’ fondamentale investire nella formazione dei medici di base, spesso impreparati di fronte a queste nuove patologie, in quanto è decisiva una tempestiva diagnosi e una cura precoce”. Michela Pepe, Psicologa clinica e Psicoterapeuta, ha spiegato “i meccanismi che ingenerano i disturbi alimentari e le cause dell’anoressia e della bulimia, i mezzi naturali di autodifesa del corpo nel ciclo vitale dell’alimentazione, in primis il rallentamento del metabolismo. Sono gravi anche gli effetti psicologici sulle persone colpite, come la distorsione della propria immagine corporea e l’abbassamento del tono umorale. Noi psicoterapeuti, psicologi e medici di base, abbiamo una grande responsabilità civile e deontologica nell’approcciarci e nel curare i pazienti affetti dalle patologie dell’alimentazione, di cui dobbiamo essere ben consci. Per fare prevenzione occorre innanzitutto conoscere bene il problema, quindi essere curiosi e sapere ascoltare chi ci troviamo di fronte e chiede il nostro aiuto. E’ fondamentale, oltre alla prevenzione, portare avanti anche

Epatite C, l’aiuto del web

urare sempre meglio è la stella polare della sanità veneta e, per farlo, bisogna usare tutte le possibili armi. Il web è in questo senso una nuova occasione che ci viene fornita dal progresso. Come sempre, questa prima esperienza nazionale attuata con la piattaforma informatica Navigatore 2 la mettiamo a disposizione di chiunque ritenga di volerla replicare. Non siamo gelosi dei nostri successi, ne siamo semplicemente orgogliosi”. Con queste parole, il Presidente della Regione del Veneto commenta la principale novità emersa dal Convegno dell’iniziativa itinerante nazionale denominata “Motore Sanità”, tenutosi a Vicenza: la Regione Veneto è la prima in Italia che ha strutturato un programma di eliminazione dell’ Epatite C che intende ridimensionare in maniera importante l’epidemiologia della malattia (del numero dei soggetti infetti) e delle conseguenze cliniche e, per farlo, ha

strutturato la piattaforma informatica online “Navigatore 2”, una rete web di integrazione ‘territorio’-ospedale per la presa in carico del soggetto Hcv positivo nei diversi setting epidemiologici. La piattaforma online ha collegato tra di loro i centri specialistici che trattavano soggetti con malattia di fegato, i Ser.D e le carceri. Sono stati così sviluppati dal Gruppo di Lavoro vari algoritmi di presa in carico dei soggetti Hcv positivi, nei diversi setting epidemiologici. Regione e Aziende Sanitarie monitorano costantemente le informazioni contenute nel registro Navigatore e si adoperano per evitare ritardi ingiustificati dei trattamenti. “Già novemila pazienti trattati – fa notare il Governatore – sono la dimostrazione del successo di un’iniziativa originale con la quale sono state messe a frutto le conoscenze sviluppate dalla sanità veneta in anni di impegno sul fronte dell’informatica e dell’informatizzazione”.

seguire valori negativi e di assorbire messaggi fuorvianti. Proprio le famiglie, la scuola e la comunità devono saper reagire e vigilare con più attenzione. Il pericolo è che la nostra società sia sempre più ossessionata non più, come in passato, dalla salvezza dell’anima, bensì da quella del corpo, di cui abbiamo sviluppato un vero e proprio culto, a tal punto che ci infliggiamo da soli pene e sacrifici ingenti pur di corrispondere a effimeri ideali di bellezza e di estetica. Dobbiamo arginare il pericolo del cyber bullismo e del proliferare incontrollato nel web di siti proana e pro-mia, che caldeggiano il raggiungimento della perfezione attraverso la magrezza ossessiva, spingendo gli adolescenti a ridurre le calorie giornaliere ingerite fino allo zero, a vomitare tutto quello che mangiano. Su questi blog, le ragazze si fomentano e si motivano a vicenda per raggiungere un solo obbiettivo: morire. Dobbiamo assolutamente intervenire”.

Veneto secondo in Europa per le cure al cancro al seno L

“C

attività di informazione e di sensibilizzazione”. Per Filiberto Tartaglia, Sociologo ed esperto di comunicazione, “i vecchi e i nuovi Media possono influenzare negativamente i nostri adolescenti, che sono persone molto fragili, che stanno costruendo a fatica la loro identità. Parto dal mito di Ulisse e delle Sirene per descrivere una seduzione della conoscenza che caratterizza la nostra società. Tutti noi, in particolare gli adolescenti, abbiamo sete di conoscenza, ne siamo sedotti, vogliamo saperne sempre di più, su tutto. Il problema nasce quando, alle tradizionali agenzie di socializzazione, per i nostri ragazzi, da sempre rappresentate dalla famiglia, dalla scuola e dalla comunità locale, si affianca ora l’interferenza dei nuovi Media, in particolare i Social, che porta i giovani a essere sempre più disconnessi dalla realtà e connessi al web, di cui troppo spesso fanno un uso distorto e hanno un approccio superficiale, con rischi evidenti di omologazione sociale, di

a prestigiosa rivista scientifica internazionale “Lancet” ha collocato la sanità del Veneto al secondo posto in Europa, dopo la sola Finlandia, per la percentuale di esiti positivi di un cancro al seno, arrivata a essere superiore al 90%. La notizia è piovuta come elemento di soddisfazione per il presente e di speranza per il futuro, all’incontro annuale organizzato dalla delegazione di Conegliano della Lilt – Lega Italiana per la Lotta ai Tumori – incentrato quest’anno sul tema della prevenzione. Il Governatore ha prima di tutto ringraziato la presidente della Lilt di Conegliano Anna Iva Bin, il Sindaco di Godega, il Dg dell’Ulss 2 Marca Trevigiana, i medici e senologi relatori, perché, ha detto, “non è facile trovare tante persone disposte a impiegare il loro tempo per incontrarsi a discutere di temi come questi in una domenica d’estate”. Il Presidente della Regione ha anche portato una buona notizia: “tra pochissimo – ha annunciato – approveremo in Giunta regionale la delibera con cui l’età di ingresso delle donne nello screening mammografico scenderà da 50 a 45 anni, allargando così in modo significativo il numero delle donne che potranno ricevere la prevenzione gratuita. “In Veneto – ha tenuto a sottolineare – nell’ultimo anno sono stati erogati 70 mila screening, ma abbiamo raggiunto livelli unici in Italia e in Europa anche per le cure

• • • • • • •

xxx

e la loro organizzazione, basata sulle ‘breast unit’ ospedaliere che si prendono completamente in carico la donna, provvedendo anche alla definizione e alla prenotazione delle prestazioni necessarie, dalla prima diagnosi, attraverso l’assistenza psicologica, specialistica, senologica, radiologica, oncologica e chirurgica, fino ai follow up e all’auspicata guarigione. In Italia non esiste nulla di simile. Ma non basta – ha concluso

il Governatore – perché il livello di attenzione è arrivato anche a prevedere la fornitura di caschetti di capelli per le pazienti in chemioterapia e l’esecuzione di tatuaggi per celare al massimo gli eventuali segni lasciati dalla chirurgia. Si chiama umanizzazione. Un messaggio a tutte le donne: combattiamo assieme un male che possiamo battere, non siete sole un minuto, la sanità veneta vi accompagna passo dopo passo”.


laPiazza

32

Salute

www.lapiazzaweb.it

Un milione Luce Pulsata: di uneuro metodo innovativo per dell’occhio perla lacura terza giovanesecco età Se il disturbo non viene curato il fastidio diventa permanente causando una iperlacrimazione e alterazioni più importanti della superficie oculare Coinvolgereparadossa i cittadini con riduzione della capacità visiva

anziani come protagonisti a sindrome da disfunzione del film lava di occhio secco è la più frequente ed è Ldella crimale, o sindrome secco, principalmente dovuta all’assenza o insufvistadell’occhio sociale

è una patologia comune che colpisce fino al 25% della popolazione, e in particolare nziano’ non è più sinonimo di ‘vecle donne dopo i 45 anni di età, e sta divenchio’. L’85 per cento degli ultracintando sempre più frequente e fastidiosa per quantacinquenni del Veneto gode di buona tutta una serie di fattori che ormai fanno salute ed è in forze. Fa leva su questo dato parte della nostra vita quotidiana: lavoro al epidemiologico e sul trend demografico che videoterminale, inquinamento atmosferico, vede attualmente in Veneto 155 over 65 luce artificiale, guida automobilistica, uso di ogni 100 giovani - destinati a diventare 240 lenti a contatto. È dovuta ad una eccessiva tra quarant’anni - il primo piano regionale evaporazione o ridotta produzione del film per l’invecchiamento attivo, messo a punto lacrimale. Il film lacrimale è una secrezione dalla Giunta regionale del Veneto. liquida che riveste la superficie dell’occhio Il piano, ora all’attenzione del Consiglio ed è composto da 3 strati: lo strato mucoso per la definitiva approvazione, disegna le che ha il compito di rendere impermeabile strategie per valorizzare la ‘terza’ e la ‘quarla superficie anteriore della cornea, lo strata’ età come risorsa per la società veneta, to acquoso che ha la funzione di favorire declinando in obiettivi e interventi le finalità lo scorrimento delle palpebre e difendedella legge regionale n.23/2017 “Promore la superficie corneale dal contatto con zione e valorizzazione dell’invecchiamento microrganismi (grazie alle sostanze in esso attivo”. “L’aspettativa di vita continua ad contenute). Infine lo strato lipidico, prodotaumentare grazie a un migliore approccio to dalle ghiandole del Meibomio, che ha sanitario e ai progressi della scienza – evila funzione di impedire l’evaporazione dei denzia l’assessore regionale al Sociale – e due strati precedenti. La forma evaporatil’invecchiamento non coincide più solo con

‘A

ficienza dello strato lipidico. Per supplire a questa comune deficienza, siamo costretti una condizione di fragilità e di non autoad usare lacrime artificiali specifiche per sufficienza. Il piano intende valorizzare una questo tipo di disturbo, anche molte volte fascia sempre più numerosa di popolazione al giorno. Nonostante le lacrime artificiali che dispone di ‘tempo liberato dal lavoro’ e sintomi come fastidio, bruciore, arrossache, quindi, può essere attivamente partecimento, alterazione della vista, sensazione pe, offrire disponibilità, trasferire ai giovani di corpo estraneo, fotofobia e dolore perprofessionalità e competenze, essere protasistono. Se il disturbo non viene curato il gonista della vita sociale, civile e culturale”. fastidio diventa permanente causando una Destinatari del piano sono i comuni, le iperlacrimazione paradossa e alterazioni Ulss, i centri servizi e le strutture residenpiù importanti della superficie oculare con ziali, scuole e università, associazioni e il più riduzione della capacità visiva. La luce pulvasto mondo del non profit: tutti potranno sata è un trattamento innovativo che stimoconcorrere, elaborando progetti e sostela la funzione delle ghiandole di Meibomio. nendo iniziative già in atto, a promuovere E’ usata già da molti anni in dermatologia il coinvolgimento diretto dei cittadini ‘meno per diverse patologie quali l’epilazione e lo giovani’ e a stimolarne forme di impegno e sbiancamento delle macchie cutanee. Sedi valorizzazione. La dotazione finanziaria quenze di impulsi luminosi perfettamente del piano ammonta ad un milione di euro, calibrati ed omogenei, con un intervallo ed riservato per il 15 per cento a iniziative riun’energia idonea a stimolare le ghiandole volte alla salute e all’autonomia, e per il di Meibomio ripristinano il loro normale restante 85 per cento dedicato a favorire la funzionamento. Il trattamento consta di partecipazione sociale.

tre sedute di pochi minuti nell’arco di circa un mese e mezzo, senza alcun fastidio o effetto collaterale, poiché il trattamento coinvolge esclusivamente le palpebre, dove risiedono le ghiandole di Meibomio, senza minimamente coinvolgere il bulbo oculare. Il paziente può riprendere le sue normali attività subito dopo la terapia e gli effetti possono essere valutati anche dopo la prima o seconda seduta. Nei mesi successivi, se necessario, può essere fatta una seduta di richiamo per consolidare l’effetto terapeutico. Sono stati condotti studi in Francia, Nuova Zelanda e in Cina, che hanno mostrato un miglioramento dei sintomi nel 90% dei pazienti sin dalle prime due sedute. Il miglioramento delle condizioni cliniche della superficie oculare è stato valutato mediante specifiche strumentazioni oculistiche. Tre, infatti, le linee di intervento previste Per la prima volta dunque dopo molti dal piano: la salute e il benessere; l’occupaanni in cui l’unica soluzione era la continua zione e la formazione per chi è ancora nel istillazione di lacrime artificiali, la tecnomercato del lavoro; e, infine, la partecipaziologia ci viene incontro con una procedura ne attiva alla vita della comunità. veloce semplice ed a costi contenuti! La prima forma di investimento è nella

Dott. Massimo Camellin Oftalmologo salute e nel benessere over 60. Buone Via Dunant, 10degli • Rovigo condizioni di salute e autonomia andranno tel. 0425 411357 difesemail: con lasegreteria@sekal.it prevenzione, stili di vita corretti e iniziative di educazione al mangiar sano, web: www.lasek.it all’attività fisica, all’evitare fumo e alcol. Il piano contribuirà a sostenere programmi di

prevenzione e di attività motoria, palestre della salute e forme innovative di coabitazione (dalla badante di condominio al portierato sociale) Il secondo ‘focus’ è dedicato al mercato del lavoro e ai lavoratori senior perché siano protagonisti del loro periodo di completamento dell’attività lavorativa attraverso percorsi di ricollocazione (per chi ha perso il lavoro) e di formazione, forme di interscambio generazionale, alternanza con impegni di cittadinanza attiva nel mondo del volontariato. La ‘leva’ finanziaria per questo tipo di progetti è stata individuata nel Fondo sociale europeo. Infine, la terza linea di intervento è all’insegna del ‘welfare generativo’, cioè punta a valorizzare esperienze, conoscenze, disponibilità e tempo delle persone anziane a vantaggio sia dei protagonisti che della comunità. Potranno essere finanziate iniziative di sorveglianza di scuole e parchi, guide turistiche e culturali per esperienze di turismo sociale, trasporti solidali in funzione delle esigenze di persone non autosufficienti, interventi di salvaguardia ambientale, promozione di musei e biblioteche, esperienze di volontariato e di animazione culturale.

La protesi dentale mobile Veneto secondo in Europa per cure cancro al seno L a protesi dentale mobile è un dispositivo medico realizzato per rimpiazzare la dentatura originaria persa. Per realizzare una protesi dentale completa, il medico odontoiatra rileva una prima impronta dell’arcata superiore mascellare e di quella inferiore mandibolare sulla quale vengono creati i modelli in gesso. Il professionista procede quindi alla costruzione di una base in resina rispettando l’anatomia delle arcate. In difetto, la protesi realizzata non sarebbe stabile con tutte le relative conseguenze, prima di tutto di adattamento di comfort per il paziente. Più in particolare, la base dell’arcata inferiore presenta maggiori insidie rispetto a quella superiore in quanto il frenulo linguale, la fossetta di gastrica, la linea miloioidea, le inserzioni del muscolo massetere e la ghiandola sottolinguale sono tutte strutture anatomiche che variano da individuo ad individuo e che possono dare instabilità alla protesi. L’arcata superiore, invece, come poc’anzi detto, presenta normalmente meno problematiche che posso scaturire per lo più dalla forma del palato (es. palato ovalare). Una volta costruita la base in resina, si procede alla collocazione dei denti che l’odontoiatra sceglierà tenendo scrupolosamente conto della forma del viso del paziente, del colore della carnagione e comunque di ogni altro parametro estetico oltre che del diametro e dello spazio disponibile. Al fine di ottenere il miglior risultato estetico e funzionale sarebbe opportuno che il paziente si rendesse disponibile a trascorrere in studio un paio d’ore in modo da consentire al dentista di procedere direttamente alla collocazione dei denti e alla registrazione della cd. relazione centrica ovvero alla giusta collocazione/posizione delle labbra e dei condilo articolari. Effettuate tutte le prove estetico/funzionali del caso e consegnata la protesi, è fondamentale che il paziente abbia la massima cura della stes-

sa. Infatti, i materiali utilizzati per la realizzazione di questo manufatto sono per lo più resine che, con il trascorrere del tempo, possono consumarsi o essere soggette ad infiltrazioni. La stessa carica batterica, il fumo ed i fluidi presenti nel cavo orale portano all’infiltrazione delle resine che provocano la consumazione dei denti in modo diverso da individuo a individuo. Anche per questo motivo il paziente con protesi dentale mobile deve provvedere quotidianamente ad una pulizia profonda della stessa prestando particolare attenzione a non lasciare depositati residui biologici e alimentari e massaggiare i tessuti orali per almeno una volta al giorno per 4-5 minuti con uno spazzolino. Per fare questo lo stesso dovrà avere a disposizione una vaschetta riempita di acqua e amuchina oltre che ad uno spazzolino con un po’ di detersivo da piatti o di sapone liquido. Non si consiglia l’uso del dentifricio in quanto abrasivo. E’ poi fondamentale che il paziente con protesi mobile si rechi dal dentista di fiducia almeno ogni sei mesi per verificare che questa non presenti fratture o infiltrazioni e che non dia disturbo funzionale allo stesso. Si consiglia, pertanto, di avere la massima cura nella pulizia quotidiana della protesi dentale e di ribasare la stessa dopo un periodo di tempo di almeno 1 anno -1 anno e mezzo eliminando la resina infiltrata in quanto portatrice di germi. Dott. Alessandro Rampin Medico Chirurgo - Odontoiatra Piazza Donatori, 5 - Cavarzere (VE) tel. 0426 51445

L

a prestigiosa rivista scientifica internazionale “Lancet” ha collocato la sanità del Veneto al secondo posto in Europa, dopo la sola Finlandia, per la percentuale di esiti positivi di un cancro al seno, arrivata a essere superiore al 90%. La notizia è piovuta come elemento di soddisfazione per il presente e di speranza per il futuro, all’incontro annuale organizzato dalla delegazione di Conegliano della Lilt – Lega Italiana per la Lotta ai Tumori – incentrato quest’anno sul tema della prevenzione. Il Governatore ha prima di tutto ringraziato la presidente della Lilt di Conegliano Anna Iva Bin, il Sindaco di Godega, il Dg dell’Ulss 2 Marca Trevigiana, i medici e senologi relatori, perché, ha detto, “non è facile trovare tante persone disposte a impiegare il loro tempo per incontrarsi a discutere di temi come questi in una domenica d’estate”. Il Presidente della Regione ha anche portato una buona notizia: “tra pochissimo – ha annunciato – approveremo in Giunta regionale la delibera con cui l’età di ingresso delle donne nello screening mammografico scenderà da 50 a 45 anni, allargando così in modo significativo il numero delle donne che potranno ricevere la prevenzione gratuita. “In Veneto – ha tenuto a sottolineare – nell’ultimo anno sono stati erogati 70 mila screening, ma abbiamo raggiunto livelli unici in Italia e in Europa anche per le cure e la loro organizzazione, basata sulle ‘breast

unit’ ospedaliere che si prendono completamente in carico la donna, provvedendo anche alla definizione e alla prenotazione delle prestazioni necessarie, dalla prima diagnosi, attraverso l’assistenza psicologica, specialistica, senologica, radiologica, oncologica e chirurgica, fino ai follow up e all’auspicata guarigione. In Italia non esiste nulla di simile. Ma non basta – ha concluso il Governatore – perché il livello di attenzione è arrivato anche a prevedere la fornitura di caschetti di capelli per le pazienti in chemioterapia e l’esecuzione di tatuaggi per celare al massimo gli eventuali segni lasciati dalla chirurgia. Si chiama umanizzazione. Un messaggio a tutte le donne: combattiamo assieme un male che possiamo battere, non siete sole un minuto, la sanità veneta vi accompagna passo dopo passo”.


TOS_PagLaPiazza27x35_K.pdf

1

11/06/18

12:51

NUOVA SEDE di CAVARZERE adv: graficaLPG.it > rev may2018

VIA ROMA 25 - 30014 Cavarzere (VE)

Garanzia e competenza per tutelare al meglio i tuoi diritti; noi ti assisteremo senza NESSUN ANTICIPO DI SPESA, fornendoti una consulenza valutativa gratuita.

RIVOLGITI A NOI PER:

SINISTRI STRADALI

INFORTUNI SUL LAVORO

SINISTRI CONDOMINIALI

DANNI ALLA PERSONA

RESPONSABILITÃ&#x20AC; MEDICA E PROFESSIONALE

SINISTRI MORTALI

E RICEVERAI: TUTTE LE SPESE ANTICIPATE DA NOI

DIREZIONE: Infortunistica Tossani Via Marconi, 45 40122 Bologna Tel: 051 2917211 info@tossani.it www.infortunisticatossani.net

ANTICIPO SPESE MEDICHE PREVIA VALUTAZIONE RELAZIONI MEDICO -LEGALI RICOSTRUZIONI CINEMATICHE ASSISTENZA LEGALE CIVILE E PENALE ANTICIPO EVENTUALI SPESE FUNERARIE

ia e in Europa Dal 1952 leader in Ital con nel risarcimento danni ri trattati oltre 1 milione di sinist


laPiazza

34

Salute

www.lapiazzaweb.it

Un milioneRiabilitazione di euro Ginecologia: del Pelvico età perPavimento la terza giovane SCoinvolgere i cittadini

ono numerose le patologie che interessano in modo prevalente il sesso femminile e, tra queste, un ruolo di notevole importanza è rivestito dai disturbi dell’apparato genitale. La valutazione ed il trattamento di tali disturbi spetta ad una specifica branca medica: la Ginecologia. Si tratta di una delle specialità erogate da Centro Medico Rovigo – Bianalisi Veneto, nziano’ non è più sinonimo di ‘vecrecentemente entrato a far parte del Grupchio’. L’85 per cento degli ultracinpo Bianalisi, realtà leader a livello nazionaquantacinquenni del Veneto gode di buona le nell’esecuzione di analisi di laboratorio salute ed è in forze. Fa leva su questo dato ed indagini diagnostiche alla persona. epidemiologico e sul trend demografico che Allo scopo di conoscere in modo più apvede attualmente in Veneto 155 over 65 profondito le novità relative al servizio di ogni 100 giovani - destinati a diventare 240 Ginecologia, abbiamo intervistato il dottor tra quarant’anni - il primo piano regionale Salvatore Gizzo, Specialista in Ginecologia per l’invecchiamento attivo, messo a punto ed Ostetricia e figura di riferimento di Cendalla Giunta regionale del Veneto. tro Medico Rovigo - Bianalisi Veneto nello Il piano, ora all’attenzione del Consiglio specifico ambito diagnostico. per la definitiva approvazione, disegna le Dottor Gizzo, lei svolge Attività Clinica strategie per valorizzare la ‘terza’ e la ‘quare di Ricerca nei seguenti ambiti: Fisiopata’ età come risorsa per la società veneta, tologia della Riproduzione Umana, Endrodeclinando in obiettivi e interventi le finalità crinologia Ginecologica, Ostetricia, Ginedella legge regionale n.23/2017 “Promocologia e Chirurgia Mini-invasiva. Quale zione e valorizzazione dell’invecchiamento tipo di assistenza è fornita nell’ambulatoattivo”. “L’aspettativa di vita continua ad rio ginecologico della struttura? aumentare grazie a un migliore approccio “Presso Centro Medico Rovigo – Bianasanitario e ai progressi della scienza – evilisi Veneto è attivo un ambulatorio in cui denzia l’assessore regionale al Sociale – e è possibile usufruire di visita ed ecografia l’invecchiamento non coincide più solo con

ostetrica e ginecologica ed inquadramento specialistico per infertilità di coppia, poliabortività, menopausa, endocrinopatia ginecologica ed uroginecologia. La paziente potrà beneficiare dell’esecuzione di test biochimici e genetici di laboratorio, sia generici che raggruppati per patologie di interesse, con immediata esecuzione e visualizzazione da parte del medico. E’ una condizione di fragilità e di non autoinoltre possibile eseguire test genetici presufficienza. Il piano intende valorizzare una natali non invasivi (test del DNA fetale cirfascia sempre più numerosa di popolazione colante), con counselling pre e post test in che dispone di ‘tempo liberato dal lavoro’ e relazione all’esito del test stesso.” che, quindi, può essere attivamente parteciRelativamente al trattamento dei dipe, offrire disponibilità, trasferire ai giovani sturbi uroginecologici, ci parli della sua professionalità e competenze, essere protapartecipazione al progetto di Riabilitagonista della vita sociale, civile e culturale”. zione del Pavimento Pelvico femminile, Destinatari del piano sono i comuni, le recentemente attivato dalla sede Centro Ulss, i centri servizi e le strutture residenAttività Motorie – Bianalisi Veneto di Roziali, scuole e università, associazioni e il più vigo. Di che cosa si tratta e perché è così vasto mondo del non profit: tutti potranno importante? concorrere, elaborando progetti e soste“Il pavimento pelvico è un insieme di nendo iniziative già in atto, a promuovere muscoli e legamenti che chiudono inferioril coinvolgimento diretto dei cittadini ‘meno mente il bacino sostenendo i visceri pelvici giovani’ e a stimolarne forme di impegno e (utero, vescica, retto), partecipando attivadi valorizzazione. La dotazione finanziaria mente alla continenza urinaria e fecale e ridel piano ammonta ad un milione di euro, velandosi fondamentale sia nella dinamica riservato per il 15 per cento a iniziative ridel parto che in quella sessuale. Fasi specivolte alla salute e all’autonomia, e per il fiche quali il parto e la menopausa concorrestante 85 per cento dedicato a favorire la rono, assieme ad altri fattori, ad indebolire partecipazione sociale.

anziani come protagonisti della vista sociale

‘A

il pavimento pelvico, generando disturbi diffusi come incontinenza urinaria, urgenza minzionale e fecale, dolore pelvico cronico, infezioni vaginali ricorrenti, disfunzioni sessuali e prolasso di utero, vescica e retto. La rieducazione del pavimento pelvico è un trattamento conservativo che consente di prevenire e correggere le disfunzioni di questo distretto legate al comparto urinario, ginecologico e anorettale.” Qual è il percorso corretto per accedere alla riabilitazione del pavimento pelvico? “La paziente che soffre di disturbi uroginecologici deve essere inquadrata dallo specialista ginecologo il quale, alla luce dell’esame clinico, dell’anamnesi ostetrico-ginecologica e di eventuali esami strumentali necessari al completamento diagnostico, fornirà un counselling personalizzato per trattamenti conservativi (riabilitazione del pavimento pelvico) o chirurgici. Qualora la paziente possa beneficiare del trattamento conservativo-riabilitativo, sarà presa in carico dall’equipe di Centro Attività Motorie - Bianalisi Veneto, che le Tre, infatti, le linee di intervento previste offrirà il percorso più consono e personadal piano: la salute e il benessere; l’occupalizzato in relazione al suo quadro clinico. zione e la formazione per chi è ancora nel Alla fine del percorso, e se necessario mercato del lavoro; e, infine, la partecipazioanche durante lo stesso, la paziente verrà ne attiva alla vita della comunità. rivalutata al fine di stimare in maniera sogLa prima forma di investimento è nella

prevenzione e di attività motoria, palestre della salute e forme innovative di coabitazione (dalla badante di condominio al portierato sociale) Il secondo ‘focus’ è dedicato al mercato del lavoro e ai lavoratori senior perché siano protagonisti del loro periodo di completamento dell’attività lavorativa attraverso gettiva ed oggettiva il reale beneficio della mento pelvico? percorsi di ricollocazione (per chi ha perso riabilitazione stessa o la necessità di ulte“La riabilitazione del pavimento pelvico il lavoro) e di formazione, forme di interriori trattamenti.” è consigliata alle donne di tutte le età. Gli scambio generazionale, alternanza con imIn cosa consiste il trattamento? esercizi svolti consentono infatti di prendepegni di cittadinanza attiva nel mondo del “Il trattamento consiste in una serie di re coscienza del perineo, restituendogli tovolontariato. La ‘leva’ finanziaria per questo esercizi attivi, che possono lavorare diretta- nicità. Si tratta di un’attività semplice, che tipo di progetti è stata individuata nel Fondo mente sulla zona del perineo o coinvolgere influisce positivamente sulla postura, sul sociale europeo. anche la zona addominale e la funzione tono dell’umore, sul respiro e sul corpo in Infine, la terza linea di intervento è all’inrespiratoria, talvolta affiancati alla terapia generale e che dovrebbe costituire sempre segna del ‘welfare generativo’, cioè punta con elettrostimolatori, che facilitano la con- il primo tentativo per risolvere il problema a valorizzare esperienze, conoscenze, ditrazione dei muscoli del perineo.” dell’incontinenza da sforzo lieve o moderasponibilità e tempo delle persone anziane A chi è rivolta la riabilitazione del pavi- ta.” a vantaggio sia dei protagonisti che della comunità. Potranno essere finanziate iniziative di sorveglianza di scuole e parchi, Dott. Salvatore Gizzo guide turistiche e culturali per esperienze di Specialista in Ginecologia ed Ostetricia salute e nel benessere degli over 60. Buone turismo sociale, trasporti solidali in funzioRiceve presso Centro Medico condizioni di salute e autonomia andrannoRovigo ne delle esigenze di persone non autosufBianalisi Veneto difese– con la prevenzione, stili di vita corretti ficienti, interventi di salvaguardia ambienROVIGO – Tel. 0425 31681 sano, e iniziative di educazione al mangiar tale, promozione di musei e biblioteche, www.centromedicorovigo.it all’attività fisica, all’evitare fumo e alcol. Il esperienze di volontariato e di animazione piano contribuirà a sostenere programmi di culturale.

Chi è il Naturopata? Secondo i dati dell’OMS degli ultimi tre anni, il 30% della popolazione europea fa uso della medicina naturale

E

’ un operatore della salute che usa metodi naturali e non invasivi, valutando di volta in volta il più idoneo, in qualità di consulente della salute e del benessere; egli aderisce personalmente ad un modello di vita. Per comprenderne la filosofia è necessario accostarsi ai concetti di salute e malattia in modo nuovo, ponendo l’attenzione non sul sintomo da contrastare, ma sulla causa del malessere. Il primo compito del Naturopata dunque è di tipo pedagogico: aiuta il malato a reagire e a collaborare, educandolo all’ascolto del proprio corpo e dei segnali che esso gli invia. Guida la persona alla scoperta dei propri fattori di debolezza costituzionale e al rafforzamento delle proprie risorse fisiche, psichiche ed emozionali, insegna a stimolare le potenzialità di autoguarigione e a prevenire disarmonie bioenergetiche che, se trascurate, si trasformerebbero in patologie. E’ una professione che richiede impegno, preparazione tecnica e, soprattutto, grandi capacità umane d’ascolto e di comprensione. Di conseguenza, un Naturopata deve: - stimolare la conoscenza introspet-

tiva della persona e suggerire gli interventi più idonei (pratiche alimentari, igieniche e di riequilibrio psico-fisico), spiegandone bene i motivi e i meccanismi, per motivare il paziente nel proseguimento della terapia - fungere da sostegno psicologico - scegliere tra le discipline del suo bagaglio multidisciplinare quella che meglio si adatta a interagire con lo stato della persona in termini di efficacia e tempestività Il Naturopata sollecita a riflettere sui ritmi di vita moderni, che fanno assomigliare gli uomini sempre più ad automi e sempre meno ad esseri umani. Molti individui che si rivolgono a tale figura professionale sono affetti da stress: la nostra società fornisce troppi stimoli e non tutti sono di qualità. Egli aiuta la persona a ritrovare l’armonia corpo – mente – anima; è questo il ruolo educativo della Naturopatia: far riflettere sui valori illusori e far luce su quelli veri, per tornare a star bene con se stessi.” - Dottor Rudy Lanza, presidente della Federazione Nazionale Naturopati Professionisti. Il Naturopata non è un medico, difatti non si sostituisce a tale figura profes-

sionale ma si fonde con la medicina convenzionale, per far sì che la Naturopatia possa arrivare là dove il farmaco non riesce e viceversa. Secondo i dati dell’OMS degli ultimi tre anni, il 30% della popolazione europea fa uso della medicina naturale. Oltre alle competenze tecniche e specialistiche acquisite, è indispensabile possedere una naturale inclinazione al rapporto interpersonale e un buon equilibrio psicofisico. Per questo motivo il Naturopata deve aver fatto innanzitutto un buon lavoro su se stesso, aver compreso cioè le proprie dinamiche psicologiche e studiato quelli che possono essere gli effetti della Naturopatia. Ciò che accomuna i naturopati è la volontà di occuparsi della salute in modo sensibile e responsabile. E’ indispensabile possedere grandi doti comunicative da mettere al servizio degli altri: pazienza, calma, sensibilità, intuizione, capacità d’ascolto. Grazie a tali qualità questi operatori sono in grado di instaurare un rapporto di fiducia e di empatia con il paziente.

Martina Crepaldi – Naturopata ad indirizzo Bioenergetico ed ambientale – con formazione in Medicina Tradizionale Cinese Sede Associazione “Il Diamante Rosa” Via Cavour 6, Cavarzere – VE. Per informazioni: www.ildiamanterosa.it – Tel.3478483000.


36

laPiazza

www.lapiazzaweb.it

Purmontes, bioarchitettura nel futuro L’innovativo villaggio realizzato dalla famiglia Winkler a Mantana, alle porte di Brunico è l’esempio di come si possa progettare un luogo di vacanza in armonia con la natura

di Renato Malaman

S

i chiama Purmontes ed è un progetto – un bellissimo e innovativo progetto di bioarchitettura - che farà molto parlare di sé nei prossimi mesi. E’ l’esempio a 5 stelle di come si possa progettare in sintonia con la natura. La bellezza sposata alla tecnologia del futuro. Dà l’idea di dove può spingersi la bioarchitettura, ovvero l’insieme delle discipline legate alla progettazione che presuppongono un atteggiamento eticamente corretto nei confronti dell’ecosistema. Tutto ciò in una visione caratterizzata dalla più ampia interdisciplinarietà e da un utilizzo parsimonioso delle risorse. Purmontes è un villaggio composto da cinque chalet, realizzato a Mantana, alle porte di Brunico, dalla famiglia Winkler. Famiglia di origini contadine che è riuscita a trasferire i valori di quel proprio mondo ancestrale nell’intrapresa arte dell’accoglienza. Il villaggio è un nuovo concept capace di coniugare armoniosamente la natura al lusso, rispettando l’ambiente ed evitando sprechi. E’ un gioiello architettonico di gusto contemporaneo che sembra però sospeso nel tempo in quel suo richiamo a forme architettoniche tradizionali – come i vecchi fienili della zona – e a materiali di uso comune da secoli in Valle Pusteria e nelle valli limitrofe. L’architetto Stefan Gamper, professionista con studio a Chiusa, ha avuto carta bianca dai Winkler nel pensare a qualcosa che in Alto Adige non c’era ancora. A un’opera destinata a cambiare il paesaggio, ispirata alla filosofia della grande architettura dei paesi nordici. Purmontes è stato costruito a tempo di record in pochi mesi di cantiere (circa 7,5 milioni il costo dell’opera) e dal primo luglio può già accogliere i primi ospiti. “Sono dei turisti cinesi residenti a Verona – rivela

L’ARCHITETTO ALTOATESINO STEFAN GAMPER (FOTO QUI SOPRA) È IL “PADRE” DI PURMONTES (IN ALTO LA VISIONE D’INSIEME DEL NUOVO VILLAGGIO REALIZZATO A MANTANA), UN COMPLESSO INNOVATIVO SOTTO TANTI PUNTI DI VISTA DI CUI MOSTRIAMO ANCHE ALCUNI DETTAGLI DEGLI INTERNI. IL VILLAGGIO APRIRÀ LE PORTE AI PRIMI OSPITI IN LUGLIO: I PRIMI PRENOTATI SONO ALCUNI TURISTI CINESI

Il gruppo di cinque chalet-suite in legno antico e vetro rispetta l’ecosistema e si inserisce bene nel paesaggio. Prevede servizi esclusivi per un turismo di alta fascia, con tanto di laghetto balneabile e maneggio

Kurt Winkler – clienti fidelizzati, il cui unico merito nella circostanza è di aver semplicemente prenotato per primi”. L’obiettivo dichiarato di Purmontes è il wellness allo stato puro, l’essenza, il benessere assoluto. La struttura è luminosa, realizzata con criteri “green”. Ogni chalet è una suite dotata di infinity pool privata, di una grande terrazza (o giardino) e di camino. Accanto sorge il maneggio con tanto di box privato per il proprio cavallo. Di fronte c’è il laghetto balneabile, con acqua di fonte non additivata al cloro: invita gli ospiti ad immergersi per un fresco bagno di salute. Gli spazi comuni comprendono un’incantevole spa e un salotto–biblioteca di forma circolare con un originale camino orizzontale a parete che ricorda certi templi di epoca romana. Tutt’intorno solo pace, tra pascoli e boschi. Il piccolo paese di Mantana è a portata di passeggiata.

I 5 chalet–suite sono un’originale sintesi anche nei dettagli. Le forme contemporanee si coniugano armoniosamente con il carattere alpino dei materiali utilizzati: il legno antico, la pietra e i tessuti pregiati realizzati artigianalmente. Creano suggestioni anche gli elementi di arredo dal design audace, i corpi illuminanti studiati ambiente per ambiente, le grandi pareti di vetro che permettono all’ospite di “entrare” nella natura. La spa del Purmontes – come snocciolato dai depliant - è dotata di sauna finlandese e bagno turco; l’area relax panoramica con letti di fieno è un luogo che fa tornare indietro nel tempo. Il menu dei trattamenti prevede coccole a gogò, in linea con il livello esclusivo della struttura: massaggi rilassanti o rigeneranti, trattamenti corpo o viso di ultima generazione. La palestra e la sala fitnesscardio completano l’offerta benessere della

Purmontes Loft – Spa. Ci sono altre chicche che rendono elitaria questa struttura: la colazione viene servita direttamente nello chalet-suite, oppure in alternativa si può scegliere quella a buffet al vicino hotel Lanerhof, sempre del gruppo Winkler, di cui fa parte Purmontes. La scuderia dei cavalli è open, ovvero permette di cavalcare sia con i cavalli del maneggio a uso esclusivo degli ospiti, sia di poter portare il proprio destriero. Il Purmones completa l’offerta del gruppo Winkler che solo da poco aveva presentato l’altro gioiello di famiglia, il Winkler, altro hotel con molti concept innovativi e con uno stile architettonico in sintonia con i tempi. Winkler famoso anche per la sua cucina. Completa la gamma il Sonnenhof, albergo più tradizionale che sorge alle porte di Brunico ed è particolarmente adatto anche alle famiglie.


via A. Moro, 33 ¡ 45077 Adria (Rovigo) cell. 328 6688880


laPiazza

38

Centro Sportivo Culturale “5 MARTIRI” S. PIETRO DI CAVARZERE

con il patrocinio del

COMUNE di CAVARZERE

www.lapiazzaweb.it

Food & Drink CENA SPETTACOLO DI FRIULI VENEZIA GIULIA VIA DEI SAPORI AL CASTELLO DI SPESSA DI CAPRIVA DEL FRIULI In scena 22 chef, 22 fra vignaioli e distillatori e una quindicina di artigiani del gusto

Al Castello di Spessa di Capriva del Friuli, il 3 luglio, appuntamento glam con il sofisticato Dinner Show del cartellone estivo dei Concerti del Gusto 2018 di Friuli Venezia Giulia Via dei Sapori, che mettono in scena quanto di più raffinato propone in tavola il Friuli Venezia Giulia. La cena spettacolo sarà allestita in un contesto carico di suggestione, il parco storico che circonda il maniero, ora elegante Resort. Legato a nobili casate e illustri ospiti come Giacomo Casanova, il Castello di Spessa – le cui origini risalgono al 1200 – si trova nel cuore del Collio Goriziano ed è completamente circondato dalle vigne della tenuta, fra cui si snodano le 18 buche del Golf Country Club Castello di Spessa. Nel suo sottosuolo è scavata la più antica e scenografica cantina del Collio, dove invecchiano i pregiati vini della tenuta, che Casanova definì “di qualità eccellente”. Dopo il benvenuto con golosità di una quindicina di produttori, inizierà per i presenti uno straordinario percorso del gusto in 22 tappe firmate dagli chef dei 21 ristoranti del gruppo, che cucineranno in diretta davanti al pubblico inediti piatti di alta creatività. Attenti alle esigenze alimentari, gli chef proporranno anche piatti per celiaci e vegetariani. Accanto ad ogni chef, altrettanti vignaioli proporranno raffinati abbinamenti fra cibi e vini. In chiusura, ciascun chef presenterà la sua personalissima interpretazione del dolce estivo. Da 18 anni portabandiera delle eccellenze enogastronomiche di questa regione del Nord Est, straordinario melting pot di genti, culture, cibi, il Consorzio Friuli Venezia Giulia Via dei Sapori è un affiatatissimo gruppo composto da 62 aziende top-quality: 22 ristoratori che - dal mare Adriatico alle Alpi - sono portabandiera delle molteplici anime della cucina regionale, pensata e rielaborata da ciascuno secondo il proprio personalissimo percorso di ricerca; 22 tra vignaioli e distillatori, 19 fra artigiani del gusto e realtà ad essi collegate. Insieme rappresentano quanto di meglio offre questa terra in fatto di enogastronomia.

Il gruppo è pioniere del format, oggi in gran voga, che vede i grandi chef cucinare in contemporanea davanti al pubblico, per raccontare la propria terra attraverso cibi e vini. Il menù della serata è dispo-

nibile su www.friuliviadeisapori.it. La Cena Spettacolo inizia alle 20.00. L’entrata sarà consentita fino alle 21.00. È gradito l’abito elegante. Il costo è di 60 €. In caso di maltempo, la cena si terrà il 4 luglio.

Centro Centro Sportivo Sportivo Culturale Culturale Centro Sportivo Culturale “5 MARTIRI” MARTIRI” “5 “5 MARTIRI” S. PIETRO PIETRO DI DI CAVARZERE CAVARZERE S. S. PIETRO DI CAVARZERE

Centro Sportivo Culturale “5 MARTIRI” S. PIETRO DI CAVARZERE

Venerdì giugno Sabato giugno

Centro Centro Sportivo Sportivo Culturale Culturale Centro“5Sportivo Culturale “5 MARTIRI” MARTIRI” “5 S. PIETRO PIETROMARTIRI” DI CAVARZERE CAVARZERE S. DI S. PIETRO DI CAVARZERE

22

23

con il patrocinio del con con ilil patrocinio patrocinio del del

COMUNE di di COMUNE COMUNE di CAVARZERE

CAVARZERE con il patrocinioCAVARZERE del

COMUNE di CAVARZERE

con il patrocinio del con il patrocinio del con il patrocinio del

COMUNE COMUNE di di COMUNE di CAVARZERE CAVARZERE CAVARZERE

“QUEI E QUEE DEL CARO” con canti, balli e Karaoke Serata con

“ILARIA VERONESI”

Domenica 24 “MISTER DOMENICO” giugno Venerdì 22 “QUEI E QUEE DEL CARO” Venerdì Venerdì giugno

29

giugno

Serata conSabato Sabato

23 giugno

con canti, canti, balli balli ee Karaoke Karaoke con Serata Serata con con

giugno “ORCHESTRA DEGO”

“ILARIA “ILARIA VERONESI” VERONESI”

Domenica Domenica 24 “MISTER DOMENICO” “MISTER DOMENICO” giugno giugno

Serata con Sabato 30 “QUEI E QUEE DEL CARO” 22 Venerdì 29 “QUEI E QUEE DEL“ENRICO CARO” 22 “ORCHESTRA DEGO” DEGO” giugno “ORCHESTRA giugno giugnoMARCHIANTE”

Venerdì Venerdì giugno giugno

Serata con con Serata

con canti, canti, balli ee Karaoke Karaoke con con canti, balli balli e Karaoke

Serata con con Serata Serata con con Sabato Sabato 30 Serata Serata con Sabato 23 23 “ENRICO MARCHIANTE” MARCHIANTE” giugno giugno “ILARIA VERONESI” “ENRICO “ILARIA VERONESI” giugno Serata congiugno Domenica Serata con con Domenica 24 Domenica DOMENICO” 1 Serata “VOICEDomenica by DENNIS &by DENNIS ENRICA” 24 “MISTER “MISTER DOMENICO” “VOICE giugno luglio “VOICE by DENNIS & & ENRICA” ENRICA” giugno luglio Serata Venerdì Serata con con Serata con Venerdì 29 29 “ORCHESTRA Tutte le sere LUNA PARK giugno DEGO” “ORCHESTRA DEGO” giugno PESCA PESCA DI DI BENEFICENZA BENEFICENZA con con ricchi ricchi premi premi Serata con con Serata e Stand Ristorante con le tradizionali specialità della cucina nostrana. Sabato 30 Serata con e Stand Ristorante con le tradizionali specialità della cucina nostrana. Sabato 30 “ENRICO MARCHIANTE” giugno “ENRICO MARCHIANTE” CSC 5 Martiri giugno CSC 5 Martiri Lo Stand resterà chiuso ilil 25 -- 27 Gastronomico resterà chiuso 25 -- 26 26nostrana. 27 ee 28 28 Giugno Giugno Serata e Stand1 Ristorante con le tradizionali specialità della cucina Domenica con canti,Lo Stand balliGastronomico e Karaoke Serata con con Serata con Domenica “VOICE by DENNIS & ENRICA” luglio “VOICE by DENNIS & ENRICA” luglio

Domenica luglio

1

Tutte le sere LUNA PARK con ricchi premi PESCA DI BENEFICENZA Venerdì “QUEI E QUEE DEL CARO” 22 giugno TIP. TIENGO - CAVARZERE (VE) TIP. TIENGO TIENGO -- CAVARZERE CAVARZERE (VE) (VE) TIP.

CSC 5 Martiri

Tutte sere Sabato Tutte le le 23 sere LUNA LUNA PARK PARKSerata con Lo Stand Gastronomico resterà chiuso il 25 - 26 - 27 e 28 Giugno PESCA DI BENEFICENZA con premi PESCA DI BENEFICENZA con ricchi ricchi premi “ILARIA VERONESI” giugno eee Stand Ristorante Stand Stand Ristorante Ristorante con le tradizionali specialità della cucina nostrana. con con le le tradizionali tradizionali specialità specialità della della cucina cucina nostrana. nostrana.

CSC 5 Martiri CSC CSC 55 Martiri Martiri

TIP. TIENGO - CAVARZERE (VE)

Lo Lo Stand Stand Gastronomico Gastronomico resterà resterà chiuso chiuso ilil 25 25 -- 26 26 -- 27 27 ee 28 28 Giugno Giugno

VESPAIOLONA 2018: LA NOTTE BIANCA E ROSSA TRA LE CANTINE DELLA DOC BREGANZE

Appuntamento venerdì 22 giugno 2018 per l’undicesima edizione della Vespaiolona, la notte bianca e rossa tra vigne e cantine, l’evento glamour dell’estate della DOC Breganze organizzato dall’associazione Strada del Torcolato e dal Consorzio Tutela Vini DOC Breganze. La manifestazione prende il nome dal Vespaiolo, il vino tipico della zona di Breganze e della Pedemontana Vicentina. Nella notte più corta dell’anno 13 cantine della DOC Breganze apriranno le loro porte per ospitare le migliaia di appassionati e tutti coloro che vogliono conoscere meglio questo territorio ed i suoi prodotti tipici. In ogni cantina oltre ai vini in degustazione, saranno proposti abbinamenti gastronomici e spettacoli d’intrattenimento. Sarà a disposizione un servizio di bus navetta che dalla centrale Piazza Mazzini porterà alle diverse cantine e viceversa. Sarà bloccato il traffico privato. Il tutto all’insegna del bere consapevole. Le Cantine che partecipano a questa edizione sono: Bonollo Giuseppe, Cà Biasi di Dalla Valle Innocente, Cantina Beato Bartolomeo da Breganze, Col Dovigo, IoMazzucato, La Costa, Le Colline di Vitacchio Giampietro, Le Vigne di Roberto, Maculan, Miotti Firmino, Transit Farm, Vigneti dell’Astico e Vitacchio Emilio. Per motivi di sicurezza, la partecipazione alla Vespaiolona è a numero chiuso (4500 partecipanti al massimo) riservata ai possessori del kit-pass, composto da calice di degustazione, vademecum delle cantine aderenti e portabicchiere, che serve anche da lasciapassare per accedere alle stesse. Prevendite on line a partire dal 5 giugno sul sito www.vespaiolona.it.


Ă&#x2C6; on-line il nuovo lapiazzaweb.it Il nuovo portale di informazione locale, con oltre 15.000 notizie del tuo territorio, sempre aggiornate! Seguici su www.lapiazzaweb.it La Piazza Web e su

www.lapiazzaweb.it

La Piazza Web

w w w. g i v e m o t i o n s . i t


CavarzerEventi

40 Pagina a cura di >Anna Bergantin<

www.lapiazzaweb.it

>anna.bergantin@gmail.com<

Vino più e Punto pizza la coppia perfetta

Pavanello Art Studio Fashion Night

S G

iovedì 21 giugno verrà effettuato uno shooting targato L’Oreal al centro Pavanello Art Studio di Cavarzere. Ad accogliere i presenti un aperitivo e la vincitrice accederà alla finale regionale Miss Red Carpet che si terrà a Caorle il 18 agosto.

abato 9 giugno nel punto di Cavarzere Vino più, si è svolta la prima di una serie di incontri di degustazione birra artigianale accompagnata dalla pizza pluripremiata di Cavarzere e in Italia! Ebbene sì, a fare da accompagnamento per cena sono state le pizze gourmet studiate per la serata da Mirko Boniolo, campione mondiale lo scorso maggio di Pizza in Teglia. Una serata che ha fatto sognare le papille gustative e che ha allietato i tanti presenti. Sara, la titolare, soddisfatta, ringrazia i partecipanti e ci invita a restare aggiornati per un’estate ricca di appuntamenti!

Compleanno Break Point

Minimal si tinge di rosso

E

D

omenica 3 giugno al Minimal Aperitif Lounge Bar si è svolta la mitica festa targata Campari. Una serata tutta rossa con animazione e fiumi dell’aperitivo più amato dagli italiani. Un complimento a Martina che insieme alle ragazze vestite a tema ha animato questa calda domenica d’estate. 

E ASY WASH Cambio di Stagione

LAVA e IGIENIZZA SINGOLARMENTE co n solo € 6,00 il tuo PIUMONE MATRIMONIALE

LAVASCIUGA SELF-SERVICE di Liana Gasparetto

lavaggio in acqua con igienizzante e asciugatura di piumoni e coperte orario continuato tutti i giorni: 7.30-22.00

VIA ROSSINI, 5 - CAVARZERE (VE)

si spegne l’undicesima candelina per il super Bar Break Point! Passato un altro anno i titolari Verusca e Stefano ci tengono a ringraziare tutti i clienti e gli affezionati che da sempre si sono riuniti intorno a loro e passano ogni giorno anche per un caffè. Noi i Complimenti vogliamo farli, invece, proprio a Stefano e Verusca: un esempio di come in un periodo difficile a volte e in una piccola realtà abbiano dimostrato forza e tenacia! Altri 100 di questi anni!  Auguri ragazzi 


www.lapiazzaweb.it

a

Tavola

41

Proposte per una cucina biologica, integrale, vegetariana, in sintonia con la natura Insalata di Bulgur Ingredienti: 200 g di bulgur - acqua q. b. - prezzemolo, menta, erba cipollina tritati - 3 pomodori sbucciati e tagliati a dadini - il succo di un limone - 1 spicchio d’aglio - sale q. b. - 3-4 C d’olio. Preparazione: cuocere il bulgur come da ricetta base*, aggiungendo la cipolla tritata e l’alloro. Lavare i pomodori, buttarli per 1 minuto in acqua bollente (per togliere la buccia), tagliarli a cubetti e metterli in una ciotola con l’aglio intero (se lo volete si può eliminare successivamente) oppure tritato, le erbe aromatiche tritate, l’olio. Quando si sarà raffreddato condire il bulgur, unire i pomodori, amalgamare e tenere almeno mezz’ora al fresco. * Ricetta base: si prende il bulgur e si mette in una pentola con una quantità d’acqua pari a circa il doppio della quantità di cereale e si inizia la cottura con fiamma alta fino al momento dell’ebollizione. Quindi si abbassa la fiamma, si schiumano le eventuali impurità, si aggiunge il sale e si continua la cottura a fiamma bassa per il tempo necessario che è di circa 15-20 minuti. Questo tempo dovrebbe coincidere con il totale assorbimento dell’acqua. E’ consigliabile, comunque, prima di aggiungere il condimento, lasciar riposare un pò di tempo, in modo da permettere l’assorbimento dell’acqua eccedente e il rigonfiarsi uniforme del cereale.

Zucchine alle erbe aromatiche

Gelato ai frutti di bosco

Ingredienti: 5 zucchine piccole e tenere - 1 C di pinoli - 1 C di: menta fresca, basilico, prezzemolo, timo - 2 C d’olio - sale e limone q. b. - 1 puntina di senape - 1 spruzzatina di tamari.

Ingredienti: 250 g di yogurt di soia - 200 g di frutti di bosco maturi - 4 C di zucchero di canna - ½ limone.

Carmen Bellin Educatore Alimentare dell’Associazione Culturale La Biolca di Padova: tiene corsi e conferenze su alimentazione e cucina, collabora al mensile Biolcalenda, ha pubblicato Metti una sera a cena libro di ricette e consigli utili per una cucina in armonia con i ritmi della natura. LA BIOLCA · www.labiolca.it info@labiolca.it · tel. 049 9101155

Note

Preparazione: mondare, lavare e affettare le zucchine il più sottilmente possibile. Metterle a marinare in un piatto da portata con la salsa preparata mescolando l’olio, il sale, il succo di limone, la senape e il tamari. Prima di servire cospargere con le erbe fresche tritate e i pinoli spezzettati.

Preparazione: lavare rapidamente i frutti di bosco e asciugarli delicatamente. Frullarli assieme allo zucchero e al succo di mezzo limone. Porli nella gelatiera, aggiungere lo yogurt e metterla in funzione. Dopo 30 minuti il gelato sarà pronto.

La quantità degli ingredienti si riferisce a un menù tipo per 4 persone. Abbreviazioni usate: C = cucchiaio · c = cucchiaino g = grammo · kg = chilogrammo L = litro · dl = decilitro olio (quando non è specificato altro) = olio extra vergine di oliva q.b. = quanto basta.


Oroscopo

42

l’

Ariete Desiderate chiarire, in modo da comprendere meglio alcune situazioni. Amore al top e spazio al dilago

Toro E’ tempo di cambiamenti e la luna nuova ti darà una mano a gestire diversamente qualcosa o ad arricchire le tue qualità.

Giugno L’estate è ormai vicinissima, e presto vi sentirete leggeri, distratti, capaci cioè di vivere e di affrontare ogni cosa in modo brillante e goloso

www.lapiazzaweb.it

Bilancia Imparate a leggere nell’animo della persona che amate, interpretate al meglio i suoi sogni. Ve ne sarà grato

Scorpione Scegliere non è mai facile. Meglio provare prima a mettersi nei panni dell’atro o degli altri. Pensate e ponderate meglio

Gemelli

Sagittario

Ora potete fidarvi di voi stessi e delle vostre intuizioni. Concedetevi un momento fatto apposta per pensare

Siete perseguitati da una schiera di dubbi interiori. Dovete avere più fiducia in voi stessi, infondo sapete qual’è la cosa giusta

Cancro

Capricorno

Leggerezza. Non dimenticate di tenere accesi i dialoghi di coppia e i progetti da vivere in due. Fantasia e viaggi

Siate più dolci ed emozionante con chi amate, sia al telefono che di persona. Un poco di miele in più non guasta

Leone

Acquario

Vi aspettano tensioni, energie negative e un poco di stress. Forza! Alla fine avrete ragione su tutto

Il futuro è dietro l’angolo e le premesse non sono niente male. Avrete emergeva da vendere per cogliere ciò che volete

Vergine Concentratevi sulle cose importanti da vivere insieme al vostro partner e chiedetevi se è quel che volete davvero

vi aspettiamo con il nuovo estivo !!! Piazza Repubblica, 25 · Cavarzere (Ve) BAR Venezia

Pesci Rivedete alcune posizioni e allineatevi meglio con le idee del vostro partner. Andare allo scontoo non è sempre utile


2018

29 VEN

09 LUN

19 GIO

Pooh Tribute Band

Modà Tribute Band

AC/DC tribute Band

ASCOLTA

TIMODÀ

RIFF RAFF

30 SAB

10 MAR

20 VEN

Ospiti speciali: Sonohra, Via Verdi e tanti altri...

11 MER

2a Edizione, organizzata da “Tu Modella per un Giorno”

LA MACCHINA DEL TEMPO IN TOUR

01 DOM

THE ELTON SHOW Elton John Tribute

02 LUN

BALLANDO SOTTO LE STELLE

80 CHE SPETTACOLO CON FIORDALISO TORNADO RUN COORSAL

Selezione music summer contest

RTL 102.5

Fernando Proce e le ragazze di non è la RAI

MISS MIRANO SUMMER FESTIVAL SERATA HASHTAG CON GREGOR SALTO

21 SAB

PINK SONIC

Pink Floyd Tribute Band

12 GIO

22 DOM

03 MAR

Reggaeton

Renato Zero Tribute

04 MER

SERGIO CORTES

A.d.S. Dance Studio diretto da Germana

MISS CITTÀ MURATA COORSAL

Selezione music summer contest

RADIO 105 Lo Zoo di 105

05 GIO

RUMATERA

Serata offerta in collaborazione con l’AVIS

06 VEN

STEVE HACKETT

Chitarrista Genesis (ingresso a pagamento)

07 SAB OI&B

Zucchero Celebration Band

BESAME

13 VEN

23 LUN

Michael Jackson Tribute Band

Pop Lirico

24 MAR

Vasco Tribute (Serata offerta in collaborazione con l’AVIS)

Sigle TV & cartoni Rock

DIAPASONBAND

15 DOM

ABBA SHOW

Abba Tribute Band

16 LUN

LIVEPLAY

Coldplay Tribute (Serata offerta in collaborazione con l’AVIS)

17 MAR

IL DIAVOLO & L’ACQUA SANTA

08 DOM

Il cantante della Solidarietà

COORSAL

BARRACUDA

Ligabue Tribute Band

LUCA FOFFANO

14 SAB

Rock'n' Roll Band

SALVATORE RANIERI

MAX PIANTA

18 MER

FREEWAY

25 MER

FINALE COORSAL

Selezione music summer contest

SERATA 9.0

Stereocittà con ospite Ice Mc

26 GIO

VELVET DRESS U2 tribute band

27 VEN NEGRITA

Ingresso a pagamento

Selezione music summer contest

RADIO COMPANY Ospite Samantha Fox

MESTRE Via Giustizia, 12 autoservicemoderna.it tel. 041 926084


PORTO VIRO (RO) Via Po Vecchio 1 - Tel. 0426 321260

seguici su

FERRARA Via Modena 250 - Tel. 0532 731138

Patio arreda

sovracop 285x350 III

Al PATIO trovi occasioni uniche da non perdere: cucine, salotti, soggiorni, camerette, tavoli e sedie tutto delle marche piĂš prestigiose Il PATIO offre il Servizio di Trasporto e Montaggio eseguito da personale dipendente specializzato


PORTO VIRO (RO) Via Po Vecchio 1 - Tel. 0426 321260

seguici su

FERRARA Via Modena 250 - Tel. 0532 731138

Patio arreda

Acquista subito il tuo arredamento al PATIO con 150 € AL MESE ad INTERESSI ZERO

sovracop 285x350 IV

Offerta di credito finalizzato valida fino al 30/7/2018. Esempio rappresentativo dell’acquisto € 7.100 TAN fisso 0% TAEG 1,34% in 48 rate di € 150 oltre le seguenti spese già incluse nel calcolo del TAEG: spese incasso e gestione rata € 1,50 per ogni mensilità, imposta sostitutiva addebitata sulla prima rata € 10,00, spese per comunicazioni periodiche (almeno 1 l’anno ) € 1,03. Importo totale dovuto dal Consumatore € 7.234,18.

SCOPRI I VANTAGGI DELLE NUOVE PROMOZIONI

Piano in quarzo al prezzo del piano in laminato Quattro elettrodomestici delle migliori marche al prezzo di due - Lavastoviglie e piano cottura in omaggio

Cavarzere giu2018 n86  

Cavarzere giu2018 n86

Cavarzere giu2018 n86  

Cavarzere giu2018 n86

Advertisement