Issuu on Google+

Savigliano, 10 Febbraio 2011 • ANNO 153 - N° 6 • E 1,20

Giornale più antico del Piemonte

e-mail: redazione@ilsaviglianese.com Abbonamento Annuo E 42,00 - Estero E 42,00 + spese postali - Poste Italiane: Sped. in Abb. Postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) NO/CUNEO art. 1, comma 1 - Conto Corrente Postale N° 11755121- ASSOCIATO ALLA FIPEG Redazione: Piazza Santarosa, 21 Tel. 0172.71.39.29 Fax 0172.71.37.21 - Savigliano - Autorizzazione N.2 Tribunale Saluzzo 8/9/1946 - Direttore Responsabile: Valerio Maccagno - Pubblicità: RÉCLAME Via Pylos, 20, Savigliano Tel. 0172 71.12.79 Stampa: Editrice La Stampa - Torino. Tariffe a modulo: Commerciali E 16 - Occasionali E 17,00; Finanziari e Legali E 1,80 mm/c; Necrologie E 36,00; Economici E 0,53 p.p. Il giornale si riserva in ogni caso di rifiutare qualsiasi inserzione.

L’ANGOLO DEL PROVERBIO

La roba bôña a l’é maj cara dai 4300 proverbi piemontesi

MONASTEROLO

Via al restauro delle facciate del centro a pagina 18

CAVALLERLEONE

CAVALLERMAGGIORE

Rissa in campo Tifosi juventini Sanzioni picchiati esemplari a Cagliari a pagina 20

L’Arma sventa un “colpo”

Arresto effettuato dai militari agli ordini del capitano Campaldini

RACCONIGI

Asilo: accolte tutte le domande

Donna travolta dal treno

a pagina 23

Fermata banda di malviventi con un centro commerciale nel mirino

Sgominato dall’Arma dei Carabinieri un sodalizio di romeni dedito ai furti e alle rapine nei locali Bingo e nei negozi di elettrodomestici.Metà banda è stata arrestata, grazie all’intervento dei militari al comando del capitano Campaldini, nei pressi del casello di Marene. Probabilmente stavano già pianificando un assalto ad un centro commerciale della nostra zona. Una particolarità della gang

MARENE

era l’abilità nel disattivare il sistema di videosorveglianza grazie all’applicazione di un sensore che di fatto impediva la ripresa delle persone all’interno dei locali. Il denaro, frutto delle varie rapine – circa 110 mila euro – veniva immediatamente portato in Romania. Per tutti i componenti è scattata l’accusa di furto aggravato in concorso. Servizio a pagina 3

a pagina 24

Omicidio Lolli: è stato il cognato Quasi 60 giorni dopo, l’assassino del caramagnese Angelo Lolli ha un nome. Si tratta del cognato Aurelio Garnero, 58 anni, con cui da tempo non correva più Angelo Lolli Aurelio Garnero buon sangue a causa, sembra, di un’eredità. Sentitosi sempre più “braccato”, Garnero nella serata di sabato, accompagnato dal suo legale, si è costituito ed ora è rinchiuso nel carcere di Alba. Servizio a pagina 20

Rifiuti, a Savigliano e Monasterolo

Racconigi, crollati calcinacci alla casa di riposo

Prime multe a chi non “differenzia”

Anziani trasferiti

Al via le multe per chi trasgredisce le regole della differenziata. A Savigliano sono una decina le sanzioni inflitte: gli errori o le dimenticanze in cui sono incorsi più frequentemente sono l’uso di sacchetti non conformi a quelli distribuiti e l’abbondono di rifiuti non differenziati nei cassonetti del vetro o dell’organico. Prime contravvenzioni anche a Monasterolo. Servizi alle pagine 2 e 18

Rifiuti abbandonati in strada

“Gita” improvvisa per 19 ospiti della casa di riposo “Angelo Spada” di Racconigi. Venerdì scorso, in seguito alla caduta di alcuni calcinacci da un soffitto, si è reso necessario lo sgombero dei locali ed il trasferimento degli anziani alla casa di riposo Chianoc di Savigliano. La decisione è stata presa non senza polemiche. Per il sindaco di Racconigi Adriano Tosello «non era il caso di intervenire in questo modo per una sciocchezza»... Servizio a pagina 25

Maira: aumentano gli... “orsi polari”

L’anima rock di Gianandrea I ragazzi che si sono tuffati nelle acque gelate – Servizio a pag. 7

Servizio a pagina 11

VISITATE IL SITO WWW.ILSAVIGLIANESE.COM

a pagina 25

Aggredì ex convivente Condannato saviglianese Servizio a pagina 5

Non aprite ai falsi netturbini per evitare di essere truffati Gli anziani sono stati trasportati alla casa di riposo Chianoc di Savigliano

Servizio a pagina 6


2

savigliano

giovedì 10 febbraio 2011

BREVI DALLA CITTÀ Differenziata al 66%

Sono arrivate le prime multe Stabile la raccolta differenziata nel mese di gennaio. I dati dicono che siamo a quota 66% (era 66,7% a dicembre e 65% a novembre; prima si attestava intorno al 49%). «Un buon risultato – commenta l’assessore all’Ambiente Claudio Cussa – considerando che nel periodo invernale la raccolta degli sfalci verdi è sospesa». La notizia è che dopo mesi di campagna informativa sul nuovo metodo di raccolta “porta a porta”, ora si passa alle multe per chi trasgredisce le regole. «Sono una decina – comunica l’assessore – le sanzioni inflitte dalla Polizia municipale. Gli errori più frequenti sono l’uso di sacchetti non conformi a quelli distribuiti e l’abbandono di rifiuti non differenziati nei cassonetti del vetro o dell’organico».

Convegno medico

Meeting di Endocrinologia Sabato 12 febbraio, dalle 8.30, a Palazzo Taffini (via S. Andrea n. 53), si terrà il IV Meeting saviglianese di Endocrinologia, dedicato quest’anno alla relazione tra cuore e tiroide. La giornata scientifica è organizzata dall’Endocrinologia diretta dal dott. Salvatore Endrio Oleandri (presidente del convegno). Per informazioni o iscrizioni ci si può rivolgere alla Segreteria organizzativa: tel. 0171.630784.

Buttieri vicepresidente

Federcasa Piemonte Il presidente dell’Atc di Cuneo, il nostro concittadino Marco Buttieri, è stato designato nei giorni scorsi vicepresidente del coordinamento regionale di Federcasa Piemonte, associazione che rappresenta e coordina le azioni istituzionali delle Agenzie territoriali della casa del Piemonte. Condividerà la carica di vice insieme a Piervittorio Ciccaglioni di Alessandria. A guidare Federacasa Piemonte sarà Carlo Sansottera di Novara. Segretario generale è stato designato Giovanni CipresMarco Buttieri so. Commenta Buttieri: «Ringrazio i colleghi delle Atc delle province piemontesi che hanno riposto in me la loro fiducia affidandomi questo importante incarico che cercherò di svolgere con impegno e nel migliore dei modi».

ALSTOM Chiarito il qui pro quo sulla “cassa”. Buone notizie su Allegro

Bertina nuovo presidente È Pierre-Louis Bertina il nuovo presidente di Alstom Italia. Prende il posto del dimissionario Emilio Gallocchio. Bertina, ingegnere francese con chiare origini piemontesi, manterrà anche il ruolo di amministratore delegato. A decidere la nomina, nei giorni scorsi, è stato il consiglio di amministrazione del quale fanno parte – tra gli altri – Maurizio Pula (direttore dello stabilimento di Savigliano) e Michele Oggero (di origine saviglianese, direttore finanziario per l’Italia). Il neopresidente ha 60 anni, vanta una lunga esperienza nel settore ferroviario (30 anni di carriera in Alstom) e guiderà quasi tremila dipendenti, distribuiti negli otto stabilimenti della Penisola. Intanto, lo scorso 2 febbraio i rappresentanti sindacali hanno incontrato il responsabile delle Risorse umane, dottor Zanobini. È stato chiarito il “qui pro quo” della scorsa settimana, quando una quindicina di dipendenti si erano presentati al lavoro convinti che il loro periodo di cassa integrazione fosse scaduto. «Le quattro ore di permanenza in fabbrica di quel gior-

Pierre-Louis Bertina

no – riferiscono fonti sindacali – saranno pagate dall’azienda e non conteggiate come cassa integrazio-

ne». Attualmente, l’ammortizzatore sociale continua ad interessare più di 130 lavoratori, tutti operai. Tra i vari argomenti all’ordine del giorno della riunione, è stata vagliata anche la situazione delle commesse che, come avevamo scritto qualche settimana fa, subiranno qualche ritardo. Sfreccia a meraviglia, invece, il treno Helsinki-San Pietroburgo, tant’è che la direzione aziendale ha comunicato ai sindacalisti che «il cliente ha fatto i complimenti ad Alstom per il prodotto consegnato». Infine, lunedì è giunta un’altra schiarita nei rapporti tra Alstom ed il Gruppo Fs.

L’amministratore delegato delle Ferrovie italiane, Mauro Moretti, si è detto «molto fiducioso» di risolvere i recenti screzi tra i due colossi. «Per chiudere il contenzioso in corso con il gruppo Alstom sulla penale da 200 milioni di euro dovuta a ritardi nelle consegne, le Fs prevedono “anche” la trasformazione della stessa penale in treni nuovi» ha dichiarato Moretti, che ha però precisato come ad oggi un accordo non ci sia ancora: «Stiamo lavorando, c’è un confronto in questi giorni e, dopo un incontro al vertice di Alstom, sono molto fiducioso di trovare una soluzione». Guido Martini

Allegro: il cliente ha fatto i complimenti ad Alstom per la sua efficienza

Serata con Massano, il coro “Sangiu”, i bambini dell’asilo Gullino

Attività produttive

CAV

Riunione sull’economia

La 33ª Giornata per la Vita continua... in musica

Lunedì 14 febbraio, alle 20.30, presso l’ex sala contrattazioni della Banca CRS, in piazza del Popolo n. 11, si terrà la riunione della Consulta Attività Produttive, presieduta da Mauro Dabbene. L’ordine del giorno sarà il seguente: comunicazioni del presidente dell’Ente Manifestazioni; analisi della situazione economico/finanziaria delle attività nel territorio saviglianese, con intervento di funzionario della Banca Cassa di Risparmio di Savigliano; varie ed eventuali.

Consulta ecologica

Si parla del Mellea Giovedì 10 febbraio, alle ore 21, presso la sala Consiglio del municipio, si terrà la prima riunione, dopo quella di insediamento, della rinnovata Consulta ecologica. Nell’occasione sarà illustrato e discusso il progetto dei lavori sul Mellea e saranno messi in calendario i prossimi argomenti da portare in esame. La riunione è aperta a tutti gli interessati.

Unzione degli infermi

Venerdì 11 febbraio, alle ore 21, al cinema Aurora, il Movimento per la vita nella Provincia di Cuneo ed il Centro aiuto alla vita di Savigliano organizzano, con il sostegno del Centro servizi al volontariato, una serata per famiglie, all’insegna della musica e del ballo con lo scopo di «continuare a diffondere i colori della gioia di vivere». L’evento – ad ingresso gratuito – è parte della 33ª Giornata per la Vita. Durante la serata si esibiranno il giovane cantautore dronerese Fabio Massano e la sua band, che altre volte hanno cantato a favore delle associazioni coinvolte. A questi professionisti si affiancheranno

VIABILITÀ

altri “artisti” in erba: i bambini del “Modulo Giallo” della scuola d’Infanzia “Gullino” di Savigliano, diretti dalle loro insegnanti. «Abbiamo scelto alcune canzoni che esprimono due sentimenti fondamentali per i nostri bimbi: l’amicizia e il desiderio di un mondo pulito» racconta la maestra Elena. Sarà inoltre presente il coro “Sangiu” della parrocchia San Giovanni Battista. Le canzoni proposte tratteranno temi d’attualità incentrati sui valori fondamentali della vita umana visti e interpretati dall’universo infantile, giovanile ed adulto, quali: amicizia, rispetto della vita, amore, affetti familiari, accettazione del diverso.

Il cantautore Fabio Massano

L’assessore Cussa: «Un’ idea nata tempo fa, ma già scartata dai tecnici»

Giornata mondiale del malato

Fare la pista ciclabile sopra il gasdotto? Non si può

In occasione della XIX Giornata mondiale del malato, venerdì 11 febbraio, alle 15.30, sarà celebrata una S. Messa nella chiesa dell’ospedale, dove sarà amministrato il sacramento dell’Unzione degli infermi. Nel corso dell’anno, saranno numerose le domeniche in cui il sacramento verrà amministrato durante la S. Messa delle ore 16 presso la Cappella ospedaliera: 6 marzo, 10 aprile, 8 maggio, 19 giugno, 11 settembre, 9 ottobre, 13 novembre ed 11 dicembre.

E se la pista ciclabile tra Savigliano e Monasterolo la pagasse un privato, mettendo fine alle lungaggini che non fanno decollare il progetto pubblico (con tanto di schermaglie politiche tra i protagonisti)? È quanto ci ha segnalato un lettore, che ha scritto: “so che la ditta Monge ha chiesto a Snam Rete Gas un allacciamento ad un metanodotto partendo dalla Saint Gobain ed attraversando tutte le campagne tra i due centri. Se ci fosse la reale volontà politica di imporre alla Snam ed alla Monge (che alla fine paga i lavori) una modifica del tracciato, in modo da passare lungo la strada statale, si otterrebbero due importanti risultati: la costruzione della pista ciclabile a spese di un soggetto privato, con evidente risparmio di soldi pubblici, e la salvaguardia della campagna, della tanto preziosa terra da

Lotteria di Carnevale

A favore della “Rosa Blu” L’Anffas Onlus organizza una lotteria di Carnevale a favore del centro La Rosa Blu. Sono 119 i bellissimi premi in palio offerti dai commercianti saviglianesi, alcuni dei quali si possono vedere esposti in una delle vetrine della sede centrale della Banca Cassa di Risparmio di Savigliano. Primo premio, un week end a Londra per due persone. I biglietti si possono acquistare dai volontari dell’associazione o agli sportelli della Banca. L’estrazione verrà effettuata il 5 marzo, dalle 15 alle 17, presso il centro La rosa blu di via Mussa n. 16 a Savigliano (informazioni allo 0172/726209).

Seniores Ferroviaria

Assemblea annuale dei soci Sabato 12 febbraio, alle ore 10, presso la mensa aziendale Alstom, si terrà l’assemblea annuale dei soci Ugaf (Associazione seniores aziende Fiat, gruppo “Ex Ferroviaria” di Savigliano), con il seguente ordine del giorno: bilancio consuntivo 2010, bilancio preventivo 2011, programma annuale delle attività ed eventuali proposte.

Non si riesce a trovare il modo di costruire la pista ciclabile verso Monasterolo

coltivare”. Abbiamo verificato se l’ipotesi fosse percorribile, interpellando l’assessore saviglianese ai Lavori pubblici, Claudio Cussa. «Sì, certo – ha confermato – era un’idea nostra, ma risale a... vado a memoria, un anno e mezzo fa. Ne

avevamo parlato anche in Provincia, ma ci era stato riferito che è una soluzione impraticabile. Il passaggio di un gasdotto sotto una strada, infatti, comporta problemi tecnici e di sicurezza. Confermo che questa soluzione avrebbe ridotto tantissimo le spese, possiamo ipotiz-

zare circa della metà, perché il “battuto” che si sarebbe realizzato sopra il metanodotto sarebbe stato solo più da asfaltare. La soluzione, però, non è andata in porto». Niente da fare. Per la pista ciclabile occorrerà dunque battere... altre piste.


savigliano

CRONACA

Arrestata una banda di malviventi dedita ai furti

I Carabinieri han fatto “Bingo” Si è conclusa l’operazione dei Carabinieri di Albenga denominata “Bingo”. Sono stati arrestati, in esecuzione ad altrettante ordinanze di custodia cautelare emesse dal gip Emilio Fois del tribunale di Savona su richiesta del pm Ubaldo Pelosi, i responsabili di 4 furti ai danni di sale giochi e negozi del nord ovest. Per tutti l’accusa è di furto aggravato in concorso. Specializzata in assalti alle sale Bingo, la banda – quattro componenti sono stati fermati a Marene grazie alla collaborazione della Compagnia di Savigliano, in quanto vi dimoravano o vi erano occasionalmente presenti – era formata da 7 persone, di età compresa tra i 20 e i 40 anni, tutte provenienti dalla Romania, e da un italiano. I colpi, effettuati ai danni di tre sale giochi ed un negozio di materiale elettronico tra il novembre 2010 e il gennaio 2011, hanno fruttato un bottino complessivo che si aggira sui 110.000 euro circa tra contanti ed elettrodomestici. Dopo Loano (bottino 4 mila euro), la banda aveva colpito al Millenium Games di Pavia (35 mila euro di gratta e vinci), al nego-

CRONACA

Un videopoker scassinato dai malviventi zio di elettronica Darty di Voghera (68 mila euro), ed aveva tentato un furto al Royal Games di Beinasco nel Torinese. Particolare del loro modus operandi era l’abilità nel disattivare il sistema di videosorveglianza, grazie all’applicazione di un sensore che di fatto impediva la ripresa delle persone all’interno dei locali. Il denaro delle rapine veniva immediatamente portato in Romania: sono in corso ulteriori indagini per risalire al ricettatore della banda, che è comunque già stato individuato.

A seguito delle perquisizioni effettuate sono stati rinvenuti nelle abitazioni di alcuni romeni arrestati, e posti sotto sequestro, vari attrezzi da scasso, elettrodomestici e materiale elettronico. Ha dato impulso alle indagini il fatto che al Bingo di Loano uno dei componenti della banda avesse perso il proprio giubbotto con all’interno il documento d’identità. Si era così potuto scoprire l’albergo in cui la banda aveva soggiornato – pensate: avevano pagato il conto dell’hotel con le monete

“prese” al Bingo e con le stesse avevano pure pagato una multa presa per divieto di sosta – e da qui si era stretto il cerchio intorno ai componenti. Ecco i loro nomi: Soruel Bontoiu, 32 anni, detto “il Padrino”; Claudiu Barbu, 21, ribattezzato “il Francese”; George Boboc, 22, alias “Boboc”; Ion Popescu, 23, in arte “Poppe”; Vioren Bontoiu, 21, soprannominato “Ionut”; Titirica Gelu, 32, “Goe”; e Alexander Emilian Bordum, classe 1987, che è stato fermato proprio mentre si stava preparando a colpire in un centro commerciale di Savigliano. Faceva anche parte della banda l’italiano Angelo “Angiagica” Vinciotti, 28 anni. Come ha evidenziato il capitano Colongo dell’Arma dei Carabinieri di Albenga, «si tratta di una banda altamente specializzata. Abbiamo avuto la necessità di intervenire con urgenza perché, dopo una serie di sopralluoghi, sapevamo che erano pronti a colpire di nuovo. Nei prossimi giorni valuteremo se, nel quadro del nord ovest, la banda possa essere responsabile di furti analoghi». pa.bi.

È un cuneese che lavora nel settore Agricoltura dell’Amministrazione provinciale

“Mazzetta” da un imprenditore: funzionario nei guai “Mani pulite” arriva in Provincia. La scorsa settimana i Carabinieri della Compagnia di Savigliano hanno arrestato per concussione un funzionario del settore Agricoltura. L’uomo, Dario Giordano, 56 anni, cuneese, è stato “pizzicato” dai militari in flagranza di reato mentre stava riscuotendo una mazzetta da un imprenditore. L’ipotesi al vaglio degli inquirenti – le indagini sono condotte dal Pm Ezio Basso della Procura della Repubblica di Saluzzo – è che abbia richiesto del denaro per sveltire l’iter di una pratica relativa all’esenzione fiscale sull’acquisto da parte di un contadino di un terreno agricolo, nello specifico un fondo rurale tra il Saluzzese

e il Saviglianese. Nulla trapela dall’Arma – le uniche parole sono quelle del capitano Marco Campaldini: «si sentirà parlare della vicenda nei prossimi giorni, ora non posso dire di più» – anche se par di capire che l’attività di intelligence sia durata alcuni mesi e che abbia permesso anche di appurare che, quanto meno in un caso ben specifico, il funzionario avesse espressamente richiesto, per favorire la documentazione che gli era stata presentata, “un ulteriore riconoscimento”. Successive all’arresto le perquisizioni in Provincia per repertare e sequestrare materiale utile alle indagini nell’ufficio dove Giordano lavorava, tra cui il proprio computer. Si vuole cioè

capire se si è trattato di un unico caso oppure se la condotta “disinvolta” è stata reiterata in altre occasioni. Il funzionario arrestato si occupava delle piccole proprietà contadine e doveva verificare la sussistenza dei requisiti agricoli – cosicchè sarebbero in regime di esenzione fiscale – sia dell’acquirente che del terreno stesso. «Siamo amareggiati e feriti per quanto è accaduto – dice Paolo Balocco, dirigente del settore Agricoltura della Provincia – una vicenda come questa rischia di screditare comunque il lavoro serio e meticoloso che i nostri uffici fanno tutti i giorni». Massima collaborazione sia alla magistratura che alle forze dell’ordine arriva dal

presidente Gianna Gancia, una volta appreso dell’arresto: «nei confronti dell’interessato per quanto di competenza l’ente applicherà tutte le misure previste dalla legge nel più breve tempo possibile. Che la verità e le responsabilità vengano acclarate in ogni aspetto è interesse prioritario dell’amministrazione e della collettività e sarà adottato ogni provvedimento a tutela dell’ente».

giovedì 10 febbraio 2011

3

BREVI DALLA CITTÀ Nicoletti presidente

“Verso il Partito della Nazione” Valter Nicoletti è stato designato presidente della sezione di Savigliano di “Verso il Partito della Nazione”; il nuovo polo moderato di centro, evoluzione dell’Udc di Casini. Nicoletti, 48 anni, già ufficiale dei Carabinieri ed oggi dirigente in un’importante azienda nazionale, è noto ai saviglianesi non solo perché ha comandato per diversi anni la locale Compagnia Carabinieri, ma anche perché è stato candidato alle elezioni provinciali del 2004 ed a quelle comunali del 2009, sempre con l’Unione di Centro. Per la sua competenza ha fatto parte della Commissione regionale per la Sicurezza ed attualmente è membro della Consulta delle famiglie della nostra città. Affiancherà il coordinatore Massimiliano Gosio nel gestire le attività della sezione saviglianese fino ai vari congressi (locale, provinciale, regionale e nazionale), che si terranno nei prossimi mesi, in cui si eleggeranno le figure che guideranno il nuovo soggetto politico. d.p.

Auto fuori strada

Ferito il giovane conducente Martedì 2 febbraio, in strada Monasterolo, alle 5.45, una Fiat Punto è uscita autonomamente dalla sede stradale. Il giovane conducente, rimasto leggermente ferito, è stato portato al Pronto Soccorso dell’Ospedale SS. Annunziata.

Si legge Platone

Con il preside Iezza Lunedì 14 febbraio, alle ore 21, si terrà a Saluzzo, presso la sala capitolare del Convento di S. Giovanni (via S. Giovanni n. 9), “L’amore è una cosa bella”, lettura del “Simposio” di Platone. intervengono Pasquale Iezza (preside del liceo Arimondi-Eula di Savigliano), Rosanna Criscuolo e Vincenza Cannavale.

Assaggiatori di salumi

Un corso per diventare esperti Onas organizza un corso per aspiranti assaggiatori di salumi in collaborazione con l’Ascom cittadina, Savigliano Formazione e il patrocinio dell’Ente Manifestazioni. Il corso inizierà giovedì 10 febbraio e al termine, dopo un esame finale, sarà rilasciato un attestato di partecipazione e la “patente” di tecnico assaggiatore. Affrettarsi per le iscrizioni – 130 euro, comprensive della tessera Onas 2011 – mentre per ulteriori informazioni ci si può rivolgere alla sede dell’Onas (fax 0172.637204, onas.cn@libero.it); oppure all’Ascom di Savigliano allo 0172.241211 (sig. Elsa Ghilardi). Il corso sarà realizzato solo con la partecipazione di circa 30 soci.


4

savigliano

giovedì 10 febbraio 2011

BREVI DALLA CITTÀ Tortone manager

Alla Sanofi-Aventis Alberto Tortone, 36 anni, originario di Savigliano, laureato in giurisprudenza, è il nuovo manager dello stabilimento SanofiAventis di Garessio. Tortone ha lavorato dal 2003 al 2006 nell’ambito delle risorse umane della società “Temporary - Agenzia per il Lavoro” poi nel “Gruppo tessile Miroglio” fino all’ingresso in Sanofi-Aventis.

Pellegrinaggio

A Medjugorje Dal 15 al 20 marzo prossimi si terrà un pellegrinaggio a Medjugorje, con partenza da Savigliano. Per informazioni, telefonare allo 0172.715576 (ore serali).

Pro Loco in crociera

Nelle acque del Mediterraneo La Pro Loco di Savigliano, in collaborazione con l’Unpli provinciale, organizza e propone a tutti i soci, e futuri iscritti, una Crociera nel Mediterraneo a bordo della nave Costa Fortuna dal 9 al 16 maggio 2011. Il viaggio partirà da Venezia e farà scoprire le bellezze di Bari, Olimpia, Santorini, Rodi e Dubrovnik. Per ulteriori informazioni, contattare la Pro Loco al 339.8940518 oppure recarsi presso la sede di via Saluzzo n. 1 (martedì e venerdì dalle 17 alle 19).

Nostra Signora di Lourdes

Alla Madonnina di Macra Venerdì 11 febbraio, presso la Chiesa della Madonnina di Macra, verrà celebrata la festa di Nostra Signora di Lourdes. Nella chiesetta, in memoria dell’apparizione della Madonna, è stata riprodotta una grotta con le statue della Vergine e di Bernadette davanti alla quale ogni anno molti fedeli si raccolgono in preghiera.Tutti sono invitati a partecipare venerdì 11, alle 16.30, alla S. Messa che sarà seguita dalla benedizione degli Infermi e dalla lettura della supplica.

Soggiorno marino

Per anziani a Diano Il Comune organizza un soggiorno marino per persone anziane autosufficienti e residenti a Savigliano che avrà luogo presso l’Hotel Napoleon di Diano Marina, in provincia di Imperia, dal 2 al 16 aprile 2011. Il costo della pensione completa con sistemazione in camera a due posti è di 36 euro giornalieri per un totale di 504 euro (ridotto a 404 euro per chi ha un Isee - redditometro - non superiore a 8 mila euro). Chi volesse la camera singola, disponibile solo per 10 stanze, dovrà aggiungere 14 euro al giorno, per un totale di 196 euro. Le iscrizioni potranno essere effettuate da mercoledì 23 a venerdì 25 febbraio presso l’Ufficio Solidarietà Sociale (situato al piano terreno lato destro del Comune) secondo l’orario di sportello (dalle ore 8,30 alle ore 12,30). I partecipanti pagheranno direttamente all’Hotel Napoleon la quota di partecipazione. Per informazioni rivolgersi all’Ufficio Solidarietà Sociale (telefono 0172.710271, fax 0172.710310); e-mail: f.demarchi@comune.savigliano.cn.it.

EVENTO

La Consulta Pari Opportunità per la dignità delle donne

Un lenzuolo sul “bunga-bunga” La Consulta delle Pari Opportunità – presieduta dal consigliere comunale Elisabetta Cifani – aderisce alla Giornata di mobilitazione nazionale che si terrà domenica 13 febbraio in tutte le grandi città italiane. «In Italia – spiegano dalla Consulta – la maggioranza delle donne lavora fuori o dentro casa, crea ricchezza, cerca un lavoro (e una su due non ci riesce), studia, si impegna per affermarsi nella professione che si è scelta, si prende cura delle relazioni affettive e familiari, occupandosi di figli, mariti, genitori anziani. Tante sono impegnate nella vita pubblica, in tutti i partiti, nei sindacati, nelle imprese, nelle associazioni e nel volontariato allo scopo di rendere più civile, più ricca ed accogliente la società in cui vivono. Hanno considerazione e rispetto di sé, della libertà e della dignità femminile ottenute con il contributo di tante generazioni di donne che - va ricordato nel 150° dell’Unità d’Italia - hanno costruito la nazione democratica». Questo moto d’orgoglio femminile giunge in risposta allo squallido show che la vicen-

POLITICA

Le lenzuola sono spesso segno di protesta... anche per noi

da del “bunga-bunga” ad Arcore sta offrendo in questi giorni. «La ricca e varia esperienza di vita delle donne – commentano in Consulta – è offuscata dalla ripetuta, indecente, ostentata rappresentazione delle donne come nudo oggetto di scambio sessuale offerta da giornali, televisioni, pubblicità. E ciò non è più tollerabile. Una cultura diffusa propone alle giovani generazioni di raggiungere mete scintillanti e facili guadagni offrendo bellezza ed intelligenza al potente di turno, disposto a sua volta a scambiarle con risorse e ruoli pubblici». Il riferimento

alle inchieste su Berlusconi – tacciato di avere un giro di “ragazze compiacenti” piazzate nelle cariche pubbliche – è chiaro. «Questa mentalità e i comportamenti che ne derivano – rilevano ancora dalla Consulta – stanno inquinando la convivenza sociale e l’immagine in cui dovrebbe rispecchiarsi la coscienza civile, etica e religiosa della nazione. Così, senza quasi rendercene conto, abbiamo superato la soglia della decenza. Il modello di relazione tra donne e uomini, ostentato da una delle massime cariche dello Stato (sempre “Papi”, ndr), incide

profondamente negli stili di vita e nella cultura nazionale, legittimando comportamenti lesivi della dignità delle donne e delle istituzioni. Chi vuole continuare a tacere, sostenere, giustificare, ridurre a vicende private il presente stato di cose, lo faccia assumendosene la pesante responsabilità, anche di fronte alla comunità internazionale. Noi chiediamo a tutte le donne, senza alcuna distinzione, di difendere il valore della loro, della nostra dignità e diciamo agli uomini: se non ora, quando? È il tempo di dimostrare amicizia verso l’universo femminile». La Consulta invita tutte le persone, uomini e donne, che condividono queste idee a far sentire la propria voce aderendo a firmare la petizione sul sito: www.petizionepubblica.it; a trovarsi in piazza Europa a Cuneo dalle 15 alle 17 di domenica per un momento di mobilitazione cittadina per simboleggiare la protesta contro ogni tipo di attentato alla dignità delle donne; esporre a Savigliano un lenzuolo bianco ai balconi per manifestare la propria adesione all’iniziativa.

Moiso: «Ottima adesione», ma ne servono dieci milioni

Il Pd raccoglie firme per far dimettere Berlusconi

In tanti, stufi del Cavaliere, hanno firmato

Nonostante Berlusconi abbia la maggioranza, seppur risicata, in Parlamento e continui ad avere la fiducia di una gran parte degli italiani – come evidenziato dai più importanti sondaggisti a livello nazionale (specie dai suoi) – il Partito Democratico è fermamente intenzionato a mandarlo a casa. Infatti, gli amici di Bersani, non avendo ottenuto il loro scopo con le

POLITICA

mozioni di sfiducia alla Camera ed al Senato, fanno ora leva sul “caso Ruby” per indurlo a lasciare palazzo Chigi. Convinti di agire per il bene della Nazione, gli ex di Margherita e Ds hanno addirittura deciso di raccogliere 10 milioni di firme su e giù per la penisola al fine di raggiungere il loro scopo. Come in altre città, anche qui da noi, il Circolo del Pd ha predisposto – nei giorni scorsi, sotto i portici di via Alfieri, crocevia di tutte le petizioni – un banchetto per dare la possibilità al popolo di centrosinistra di sottoscrivere la “fine anticipata” del presidente del Consiglio. Pare che l’iniziativa sia piaciuta a molti saviglianesi, che si sono recati in massa presso il punto di raccolta firme al grido: «Non ne possiamo più. Via Berlusconi!». Tra i vari commenti, più o meno coloriti, dei detrattori del Cavaliere, abbiamo raccolto quello del segretario del Circolo locale, Daniele Moiso. «Il nostro obiettivo – ci ha detto – è di riuscire a mobilitare tut-

te le persone, le associazioni e le forze sociali che hanno il desiderio di voltar pagina e poter così tornare a parlare dei problemi del Paese: lavoro, scuola, fisco e democrazia. Abbiamo registrato un’ottima partecipazione all’iniziativa. Sono accorsi al banco di raccolta firme, oltre a molti cittadini che sperano in un futuro migliore, i giovani che, secondo le statistiche nazionali, sono coloro che in questo momento stentano maggiormente a trovare lavoro; le donne, seccate per l’“affaire Ruby” , per il ruolo riservatogli da una certa classe politica e per il modo in cui vengono rappresentate ultimamente su Tv e giornali». Ma la missione del Pd continua. Infatti, ha aggiunto Moiso, «tutti coloro che intendono sostenere la politica e le iniziative del nostro partito possono dare la loro adesione presso la sede del Circolo in via Macra n. 29, il giovedì dalle 17.30 alle 19, oppure collegandosi al sito www.partitodemocratico.it o a quello www.pdsavigliano.it». di.pa.

Tesseramento

Lega Nord 250 iscritti Mentre l’Italia dei valori e Futuro e Libertà si stanno dannando l’anima per contestare la leadership del Cavaliere ed il Partito Democratico si sta impegnando nella raccolta delle firme per mandarlo a casa, la Lega Nord – avendo praticamente incassato il “Federalismo fiscale” che è sempre stato il suo cavallo di battaglia – si gode il suo momento di gloria per il successo politico e cerca di evitare le diatribe tra Berlusconi, Fini, Di Pietro e Bersani. Anzi, i leghisti, confidando nel momento favorevole, hanno subito dato il via alla campagna di tesseramento per cercare di incrementare gli iscritti al partito e per radicare ulteriormente la lo-

Sul Molo, giovani e (meno giovani) padani ro presenza sul territorio. Anche qui da noi, domenica scorsa, il Carroccio – che conta circa 250 iscritti – ha allestito un gazebo presso il molo di piazza del Popolo per raggiungere tali scopi. Nell’occasione, sono anche stati distribuiti dei volantini in cui era evidenziata una relazione sui temi attuali più ricorrenti: il Federalismo e le politiche sociali. Nei pressi del gazebo non sono comunque mancati i commenti sul difficile momento politico a li-

vello nazionale. «So che in questi giorni il Pd sta raccogliendo le firme contro il Premier Berlusconi - ci ha detto Lillo De Lio - ma credo che ogni partito abbia il suo modo di fare politica. Noi della Lega Nord preferiamo lasciare i gossip ai media e concentrarci sui problemi reali del popolo, andando nelle piazze tra la gente ad ascoltare ciò di cui hanno bisogno: servizi migliori, lavoro, sanità funzionale e funzionante, sicurezza». d.p.


savigliano

MANIFESTAZIONI

Coordinato da Comune, “Ente”, Ascom e CRS

Calendario unico per gli eventi Creare un calendario coordinato delle principali manifestazioni che si svolgono nella nostra città, articolandole in due fasi. Favorire la sinergia di azione tra il Comune, l’Ente Manifestazioni e le varie associazioni operanti sul territorio. Queste le finalità della “cabina di regia” degli eventi saviglianesi che vede quali protagonisti, oltre al Comune e all’Ente, la Banca Cassa di Risparmio di Savigliano e la locale Associazione Commercianti. «Bisogna partire in modo serio – ha spiegato l’assessore Marco Paonne venerdì 4 febbraio scorso in sede di presentazione di questo “Comitato di coordinamento” – e stilare un calendario condiviso. Il primo tentativo è stata la programmazione natalizia del 2009, un buon risultato che abbiamo ‘ripetuto’ con gli appuntamenti del Natale 2010». A livello organizzativo, il deus ex machina sarà l’Ente Manifestazioni: «L’avvio non sarà facilissimo – esordisce il presidente Martino Grindatto – ma sono abbastanza ottimista. È un tassello di quel costruire insieme che in altre realtà (vedi Alba) è già presente da tempo. Si vuole dare una struttura di metodo alle varie iniziative che così potranno avere sia visibilità che essere in sinergia tra loro. Da subito cercheremo di integrare i programmi del Molo Street Live e il jazz degli Amici della Musica con altre esibizioni musicali proprio per arrivare ad una stagione, da maggio a luglio, della musica a Savigliano». Il “metodo” sarà quello di incontri, su base stagionale, con tutte le realtà saviglianesi che potranno aderire volontariamente, e la segreteria organizzativa – leggi Ente Manifestazioni – sarà quella che mate-

AGRICOLTURA

D’ora in poi le manifestazioni in città saranno calendarizzate per evitare sovrapposizioni

rialmente stilerà il calendario delle iniziative. Novità per il sito dell’Ente: «Stiamo investendo su un nuovo sistema di comunicazione che prevede anche contatti personalizzati – rivela Grindatto – e subito dopo la Fiera della Meccanizzazione ammoderneremo il nostro sito che diventerà uno strumento non solo di informazione, ma anche di integrazione con la possibilità sia di scoprire eventi collaterali che di accedere ed utilizzare tutti i servizi che Savigliano mette a disposizione». Verrà predisposto un budget che sarà la base per attuare politiche di finanziamento e supporto alle varie iniziative e potrà consentire una più efficace assegnazione delle strutture ed attrezzature comunali. Al Comitato rimarrà anche la responsabilità di una valutazione “qualitativa” del-

le varie iniziative inserite nel programma. «Per noi questo è il raggiungimento di un obiettivo – sottolinea Livio Raballo – lo auspicavamo da anni. Si devono concentrare le energie. Siamo ben contenti di essere protagonisti di questo tavolo: ci metteremo tutto il nostro impegno per far fare a Savigliano un salto di qualità». Infine Claudia Sepertino, responsabile della comunicazione della Banca Crs, ha precisato che «non si tratta di una sponsorizzazione fine a se stessa, ma un investimento che facciamo sul territorio». Banca Crs che nel 2011 si è candidata ad essere “Gold Sponsor” – «è un attore fondamentale» – per tutte le attività dell’Ente Manifestazioni. Paolo Biancardi

Unisce tre importanti realtà italiane

Accordo tra expo sulla Meccanizzazione Tante le novità previste per la 30ª edizione della Fiera Nazionale della Meccanizzazione Agricola. «L’anniversario è importante e, quindi, occorre un’edizione di tutto rispetto!» garantiscono gli organizzatori. La prima riguarda un accordo proposto da Sandro Liberatori, direttore dell’Enama (Ente Nazionale Meccanizzazione Agricola), tra Nord, Centro e Sud nel campo della meccanizzazione agricola. L’accordo riguarda la collaborazione tra tre importanti fiere di settore: la “Meccanizzazione” saviglianese in rappresentanza del Nord, “Agriumbria - Mostra Nazionale dell’Agricoltura” per il Centro e “Agrem - Expo Agroalimentare-Ortofloricoltura” per il Sud. A dicembre, a Bastia Umbria, si è tenuto il primo incontro conoscitivo dei presidenti degli enti organizzatori. Erano presenti Lazzaro Bogliari (Agriumbria), Salvatore Di Fal-

co (Agrem) e Martino Grindatto (Ente Manifestazioni di Savigliano). Presente anche l’ideatore di questo gemellaggio, Sandro Liberatori, che spiega: «Seguiamo con grande attenzione questa iniziativa che coinvolge i tre enti fieristici perché può costituire un valido strumento di divulgazione dei temi cari ad Enama, ovvero la sicurezza in agricoltura per gli operatori, per l’ambiente e per le produzioni agricole. È particolarmente significativo che gli enti coinvolti abbraccino di fatto, con le loro fiere incentrate in questo caso sull’agricoltura, l’intero territorio nazionale». A febbraio sarà siglato l’accordo definitivo e nell’ambito della 30ª edizione della Fiera di marzo vi sarà la presentazione pubblica. I primi commenti dei presidenti delle fiere, protagoniste del gemellaggio, in merito a questa costruttiva associazione, sono ovviamente positivi. «Il 150° anniversario dell’Unità

d’Italia – dichiara Salvatore Di Falco – sarà l’occasione per dimostrare come Nord, Centro e Sud Italia possono dialogare e costruire insieme un percorso qualificato e qualificante per gli operatori del settore agricolo, ma anche per quelli che investono nel turismo e nell’accoglienza». «È un’occasione di dialogo – aggiunge Lazzaro Bogliari – che ritengo importantissima; posso considerare questo incontro come l’avvio di un percorso che promette grandi sviluppi. Ritengo che si tratti anche di un segnale importante per le istituzioni per questo riguarda la promozione dei rispettivi territori». «Al pari dei colleghi – dice Martino Grindatto – non posso che essere orgoglioso della scelta dell’Enama nel cercare e sostenere questa unione; ciò ci conferma che queste fiere sono ritenute un appuntamento di riferimento per il settore e sicuramente questa collaborazione porta con sé i presupposti di un buon successo!».

giovedì 10 febbraio 2011

CRONACA

5

Aveva minacciato l’ex convivente

Condannato l’aggressore Nella cronaca della settimane scorse vi avevamo raccontato di un 55enne saviglianese – F.E. il suo nome – che a Fossano, nel parcheggio di viale Regina Elena, aveva aggredito con un grosso coltello la sua ex convivente. E quando la donna, divincolandosi, era riuscita a sottrarsi alla sua furia e a risalire sull’auto di chi l’aveva accompagnata, l’uomo si era gettato all’inseguimento dei due. Un inseguimento a tutta velocità che aveva trasformato il centro di Fossano in un set degno dei migliori polizieschi americani e che era terminato di fronte alla stazione ferroviaria quando il Suv dell’aggressore, dopo aver speronato più volte i due fuggitivi, si era dileguato verso Savigliano. Ed era poi stato bloccato dai Carabinieri – intervenute pattuglie sia del Comando di Fossano che di quello di Savigliano – nei pressi di Cussanio e portato al carcere di Cerialdo. Tentato sequestro, tentate lesioni gravi, porto abusivo di arma impropria e omissione di soccorso: queste le imputazioni di cui F.E. ha dovuto rispondere, mercoledì 2 febbraio, durante il processo per direttissima, con rito abbreviato su richiesta della difesa, che si è tenuto al Tribunale di Cuneo. Il Pubblico Ministero Pier Attilio Stea ha chiesto una condanna a 2 anni di reclusione, più una pena accessoria di 1 anno di libertà vigilata in quanto soggetto pericoloso. Riguardo all’omissione di soccorso, Stea ha chiesto l’assoluzione pro-

prio perché le due parti lese non hanno riportato alcuna ferita. Proscioglimento per il tentato sequestro e per l’omissione di soccorso: questa la richiesta del difensore Alberto Crosetto che, nel proseguo dell’arringa, per i restanti due reati ha chiesto che la pena venisse contenuta nei limiti della sospensione condizionale. Il tribunale – giudice Elisabetta Meinardi – ha condannato F.E. ad 1 anno, 8 mesi e 20 giorni di reclusione, senza il beneficio della sospensione condizionale. Alle due parti lese è andata una provvisionale, immediatamente esecutiva, quale risarcimento per il danneggiamento delle due auto – il Suv utilizzato da F.E. era di proprietà della sua ex convivente – pari a 14.480 euro. I danni morali – 20 mila euro per la donna e 15 mila per l’uomo, queste le richieste – dovranno essere risarciti con un giudizio civile. Infine, F.E. potrebbe anche essere accusato di stalking dal momento che l’aggressione di Fossano non è stata un caso isolato: negli ultimi mesi era stato denunciato sette volte dalle due parti offese per molestie, pedinamenti, ingiurie, minacce, danni materiali e morali. pa.bi.


6

savigliano

giovedì 10 febbraio 2011

BREVI DALLA CITTÀ Sportello Impresa Ambiente

Aperto in Provincia per le aziende Dal 1° febbraio la Provincia ha aperto, negli uffici del Settore Tutela Ambiente di corso Nizza a Cuneo, lo Sportello Impresa Ambiente. Nato su volontà della presidente della Provincia Gianna Gancia e dell’assessore all’Ambiente Luca Colombatto, lo sportello è un nuovo servizio alle imprese che necessitano di informazioni e chiarimenti sull’avvio dei procedimenti autorizzativi in materia ambientale, per i quali è necessario presentare idonea complessa documentazione. Il servizio sarà sperimentato per un anno e al temine se ne valuterà l’efficacia in termini di semplificazione e di riduzione dei tempi degli iter amministrativi. È stata attivata una segreteria (0171.445824) che ha il compito di ricevere le prenotazioni degli appuntamenti, individuando il soggetto e il tema della pratica da attivare per la quale esiste una specifica modulistica, oltre alle normative applicabili. Gli appuntamenti avranno luogo ogni giovedì dalle 9 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 16,30.

Si vola a Casablanca

Dall’aeroporto di Levaldigi Un nuovo volo andrà ad aggiungersi al carnet di viaggi offerto dall’aeroporto di Levaldigi. Nei giorni scorsi, infatti, è stato annunciato un nuovo collegamento con Casablanca, in Marocco. È infatti stato firmato un accordo tra il nostro aeroporto ed la compagnia “Air Arabia Maroc”, la più grande compagnia low-cost del Medio Oriente e del Nord Africa, che già tocca 65 destinazioni. I particolari dell’accordo saranno resi noti giovedì pomeriggio.

I Lomé dal vivo

PERSONAGGIO Don Ciotti ha tenuto un’interessante lezione per gli studenti

«Serve più responsabilità» “L’anima libera è rara, ma quando la vedi la riconosci, soprattutto perché provi un senso di benessere quando le sei vicino”. Così scriveva il poeta statunitense Bukowski, immaginando, forse, anime come quella di don Luigi Ciotti: non un prete qualunque, ma un vero uomo, presidente di Libera, già fondatore del Gruppo Abele di Torino, in prima linea nella lotta contro la criminalità organizzata e da sempre impegnato ad aiutare i più deboli, con altruismo ed abnegazione. Venerdì scorso ci è venuto a trovare, mostrandoci l’esistenza nuda, che non è quella fasulla e vuota millantata dalla televisione, ma la povertà, il dolore, l’afflizione, quando gli si presentano faccia a faccia. E lo ha fatto al cinema Aurora, attraverso parole appassionate che, come avrebbe detto il suo amico Paolo Borsellino, hanno fatto “sentire la bellezza del fresco profumo della libertà che si oppone al puzzo del compromesso morale, della contiguità e quindi della complicità”. Ad ascoltarlo, la mattina, c’erano gli studenti delle scuole saviglia-

L’appassionato intervento del fondatore del Gruppo Abele con i ragazzi e la presidente di Noi Con Voi

nesi. Noi abbiamo assistito al “secondo turno” (tutti insieme era impossibile contenerli). Protagonisti Gabriella Piano, presidentessa dell’associazione Noi con Voi, il vicesindaco Silvana Folco ed i ragazzi dell’Arimondi-Eula e del Cravetta-Marconi, rappresentati da Marta Lombardo, Domenico Castiglia, Marco Piasco e Antonio Valiani, oltreché dai presidi Pasquale Iezza e Anna Maria Barra. «Il problema non è soltanto la mafia, punta di un gigantesco iceberg – ha sottolineato don

Ciotti, che ha risposto alle domande degli studenti – ma i segmenti della società che la alimentano, i salotti borghesi, gli imprenditori complici che mettono lucidamente la loro professionalità al servizio del malaffare e l’indifferenza. Per questo credo che in tutta Italia vadano combattute soprattutto l’omertà, la rassegnazione e la delega. Ci vogliono più uomini, più organizzazioni, piani strategici, leggi adeguate, confische efficaci, una giustizia veloce, ci vogliono più strumenti. Ci vuole, soprattutto, una sa-

Sulle frequenze di Trs Radio Sabato 12 febbraio, il salotto musicale “Vivo Live” di TRS Radio ospiterà i Lomé, biellesi che tornano sulle scene discografiche internazionali con un lavoro d’avanguardia, “La Ragione”. Una miscela di rock alternativo, elettronica e jazz contemporaneo. Sabato in onda alle ore 14, ascoltabile sui 104.800 Mhz oppure in streaming su www.trsradio.it. Per intervenire in diretta, sms al 338.1036101.

Aperto il tesseramento

All’Ashas di via Allione Il Direttivo dell’Ashas comunica che è aperto il tesseramento presso la sede di via Allione n. 7.

Beppe Mariano in giuria

Premio Rodolfo Valentino Per aver vinto due anni fa il Premio internazionale di poesia Rodolfo Valentino, Beppe Mariano è entrato di diritto nella prestigiosa Giuria del premio medesimo, di cui è presidente onorario il famoso poeta Giuseppe Conte. Per la seconda edizione del Premio organizzato dall’Associazione culturale torinese “Il mondo delle Idee”, la Giuria ha scelto i vincitori delle rispettive Sezioni. Per la Poesia inedita ha scelto, quale vincitore, il poeta ungherese Tomaso Kemeny, che vive a Milano ed insegna all’Università statale. Per la Poesia edita, si è affermata la poetessa torinese Paola Novaria con il libro “Come una resa”, pubblicato da Campanotto. La vincitrice è nota anche come saggista ed esperta dei beni culturali librari ed archivistici. La cerimonia di premiazione si svolgerà a Torino, sabato 12 febbraio, alle ore 17, presso il Salone d’Onore dell’Unione Industriale, alla presenza della giuria e delle autorità cittadine.

Durante la mattinata hanno partecipato agli incontri circa 600 studenti. La sera, dibattito per i cittadini

CASO

na politica, che intervenga con vigore senza sconti per nessuno. A volte si uccide anche con il silenzio, e allora bisogna tirare fuori il coraggio, assumersi le proprie responsabilità. Facciamo emergere il positivo – ha affermato il “don” – e non dimentichiamoci che la stragrande maggioranza delle persone vuole un cambiamento. In questi anni ho conosciuto tanta gente disponibile e generosa che non sempre le cronache sono state capaci di intercettare, convinta che più delle parole contino i fatti, e che sempre, anche se non a tempi brevi, i semi dell’impegno diano i loro frutti. Questa gente si è messa in gioco con Libera, incontrando associazioni, movimenti, realtà di tutti i tipi. È lei che mi dà speranza. Ha creato un fermento, un sussulto che certamente non passerà inosservato. Ma non basta. Bisogna fare di più, con molta forza, insieme». Frasi, queste, che ci hanno risvegliato dal torpore di sempre, rendendoci, almeno per un poco, consapevoli, come resuscitati. Valentina Barbuto

D’Alessandro: «Non aprite le porte delle vostre case a falsi netturbini»

Differenziata, autorizzati al controllo solo i Vigili Ispettori della previdenza sociale, della luce, del gas, dell’acqua, “cambiatori” di banconote... ai furfanti che cercano di raggirare i cittadini – specie gli anziani – mancava ancora un personaggio sotto il quale celarsi: l’addetto al controllo della raccolta differenziata. A svelare la presenza di questi impostori in città è il consigliere Fulvio D’Alessandro, delegato alla sicurezza. «Ho ricevuto segnalazioni – dice il consigliere – riferite a soggetti malintenzionati che si presentano come addetti al controllo della raccolta differenziata, richiedendo di

verificare la tipologia dei sacchi dell’immondizia. Consiglio vivamente tutti i cittadini, specie gli anziani, di non aprire a nessuno e tassativamente di non far accedere nelle abitazioni questi falsi addetti». «Il controllo sulla raccolta differenziata – conferma l’assessore all’Ambiente Claudio Cussa – viene effettuato solo dai Vigili urbani, quindi diffidate dagli altri». D’Alessandro ne approfitta per fare il punto sulla microcriminalità a Savigliano. «Rilevo – dice – qualche situazione a

rischio nell’area del cimitero. Ancora qualche effrazione alle auto in sosta e qualche tentativo di scippo addirittura all’interno dell’area del camposanto. Mi sono stati segnalati anche alcuni atti vandalici ai loculi e alle tombe cimiteriali. Sicuramente, le forze dell’ordine sono già informate al riguardo e si sono già attivate con controlli circostanziati e riferiti. La Polizia municipale riceve segnalazioni ed indicazioni utili per verificare le situazioni a rischio sul nostro territorio. Io stesso sono a completa disposizione di tutti i cittadini per qualsiasi segnalazione riferita».


savigliano

EVENTO

Successo per il cimento promosso da un gruppo di ragazzi

Tuffo invernale nel Maira L’appuntamento era fissato per sabato pomeriggio: in quaranta si erano iscritti all’evento lanciato su Facebook, il “bagnetto nel fiume” in pieno inverno. Ma di questi quaranta, molti si sono ritirati all’ultimo. Troppo pesante, forse, il confronto con Davide Cussa, Simone Bertello e Luca Cerutti, che l’anno scorso portarono a casa l’impresa. I fatti. All’uscita dagli spogliatoi, gentilmente messi a disposizione dalla piscina comunale, i temerari ricordano i nuotatori che stanno per affrontare i 100 metri stile libero: l’accappatoio ben stretto in vita, il cappuccio calato sulla testa, sciolgono nervosamente i muscoli, gli occhi concentrati sull’obiettivo. In sette si avvicinano alla riva del Maira: sono Fabio Bosio, Marco Bosio, Simone Cussa, Alessandro Cugno, oltre ovviamente ai tre veterani, Cussa, Bertello e Cerutti. Il ponte sul fiume è gremito di sostenitori giunti fino a lì per incoraggiare i loro beniamini. Un ultimo sguardo al termometro, che segna 14°, ma la temperatura del fiume non è certo delle più invitanti per una nuotata. I sette ragazzi si prestano per le foto di rito; quando sono lì in posa, con un sorriso tiratissimo, arriva, in ritardo, l’ultimo avventuroso, An-

I temerari in posa prima del tuffo: quella del “bagnetto nel Maira” è stata la seconda edizione

drea D’Alessandro. In rappresentanza del Comune – ma allora la cosa si è fatta seria! – arriva l’assessore allo sport Marco Paonne (in realtà pochi minuti prima era passato in tenuta sportiva l’assessore Claudio Cussa, che stava facendo jogging e che ha bonariamente sfottuto gli spavaldi: «Ma non dovevate essere in quaranta?»). E alla fine, gli otto tolgono accappatoi e ciabatte e pochi secondi dopo, eccoli tuffarsi in acqua. La nuotata dura po-

Nuotata “lampo” in un’acqua davvero fredda...

chissimo; d’altronde, l’acqua è davvero fredda. Escono dal fiume ma indugiano un po’ lì sulla riva, gustandosi il sapore dell’impresa appena conclusa. «Il nostro obbiettivo – ci confidano gli organizzatori – era di essere il doppio dello scorso anno, dunque siamo pienamente soddisfatti. Il prossimo anno speriamo di crescere ancora, per un appuntamento che diventerà una tradizione per i giovani saviglianesi». Valeria Quaglia

...e tutti a riva soddisfatti per l’impresa conclusa

giovedì 10 febbraio 2011

7

I.P.

Tutela a 360° gli interessi dei propri iscritti

Perché associarsi a Confartigianato Da sessantasei anni Confartigianato Cuneo svolge con fermezza la sua attività a supporto delle imprese associate. Da sempre si occupa dell’incremento e del miglioramento della produzione e dell’occupazione dei suoi associati per poter difendere al meglio il mondo imprenditoriale. Oggi, le imprese associate sono più di 12.000 e Confartigianato Cuneo è la seconda struttura provinciale in Italia per numero di iscritti. Ed è proprio grazie a loro, linfa vitale del Sistema Confartigianato, che l’associazione può avere un certo peso e credibilità. Mai come in questo caso vale il detto “l’unione fa la forza”. L’azione di Confartigianato – nata primariamente come organizzazione sindacale – è infatti proprio quella, citando lo Statuto costitutivo, di “rappresentare gli associati in qualunque sede sia necessario tutelare i loro interessi”. Con la sua struttura articolata sa individuare, esprimere e rappresentare in ogni sede opportuna gli interessi sindacali ed economici dagli associati e giornalmente si confronta con le istituzioni e gli organismi politici ai vari livelli. Per sostenere in modo capillare e personalizzato gli imprenditori in difficoltà, da un anno ha istituito al suo interno un “Comitato di crisi”, che lavora al fianco delle aziende artigiane, con massima competenza e disponibilità. Associarsi a Confartigianato Cuneo significa dunque dare forza a tutto il comparto artigiano e far parte di una grande famiglia che si adopera quotidianamente per il benessere economico del proprio settore e del proprio territorio. Aderendo all’associazione si accede ad un ampio ventaglio di servizi gratuiti, ideati per accompagnare l’impresa in ogni fase della sua attività. Associarsi significa, inoltre, avere la possibilità di usufruire di un ricco paniere di convenzioni, utili per il proprio lavoro, così come per il tempo libero. È inoltre prevista, per gli associati in regola con i contributi associativi, l’assicurazione gratuita che copre il rischio di infortuni professionali ed extra professionali, 24 ore su 24. In caso di decesso: 5.000 euro per il titolare e 2.500 euro per il socio di società. In caso di invalidità permanente (a partire dal 30%) 10.000 euro per il titolare e 5.000 euro per il socio di società. Per dare maggiore forza all’artigianato, per dare maggiore forza all’imprese: associarsi a Confartigianato Cuneo conviene!


8

giovedì 10 febbraio 2011

SUNIGLIA

Celebrazione ed “incanto”

Festa di Sant’Antonio Abate

La messa officiata dal parroco don Roberto in San Bernardo Si è svolta domenica 23 gennaio, in frazione Suniglia, la tradizionale festa di Sant’Antonio Abate. Alla celebrazione del mattino, officiata dal parroco don Roberto, è seguito l’incanto dei prodotti locali, che si è tenuto presso il circolo ricreativo. In molti hanno partecipato alle celebrazioni, dimostrando l’attaccamento della frazione a questa bella tradizione legata al lavoro della terra (S. Antonio Abate è il protettore degli animali) e dei suoi prodotti. La mattinata si è conclusa con un pranzo alla Cavallotta. Il gruppo “J amis ‘d Sunia” ringrazia coloro che contribuiscono a mantenere in piena efficienza la cappella di San Bernardo.

savigliano

CARNEVALE Se nessuno si proporrà, spazio a due consiglieri comunali?

Maschere: posto vacante... Fervono i preparativi per l’organizzazione del Carnevale. Come ogni anno, in prima linea troviamo gli oratori delle parrocchie cittadine, che stanno definendo gli ultimi dettagli per un’edizione all’insegna del divertimento e della tradizione. Come già era stato annunciato, il centro dei divertimenti, domenica 6 marzo sarà piazza Santarosa (l’Ala Polifunzionale verrà utilizzata solo in caso di maltempo): qui gli oratoriani intratterranno i più piccoli con scherzi e giochi che avranno come fil rouge le grandi pellicole cinematografiche. Alla banda musicale di Savigliano sarà affidata la colonna sonora del Carnevale, in apertura dei festeggiamenti, accompagnando così la consegna delle chiavi cittadine a Sarasët e Sarasëtta. La banda si trasferirà poi in piazza Cesare Battisti, dov’è previsto un concerto dedicato a tutte le donne, visto che due giorni dopo cade proprio la festa della donna. Per tutte le presenti, non potrà mancare un piccolo omaggio floreale. Per quanto riguardo le due maschere cittadine, l’appello lanciato dall’assesso-

Il Carnevale sembra aver perso il suo fascino: non si trovano gli eredi delle maschere

re Marco Paonne non ha sortito alcun effetto: mancano ancora, infatti, i nomi di chi rappresenterà ufficialmente Savigliano durante il Carnevale. «Finora abbiamo ricevuto poche proposte», ammettono con rammarico gli organizzatori. A meno di ultimi colpi di scena, secondo alcune indiscrezioni, se

COMUNE

nessun altro si presenterà, potrebbero vestire i panni di Sarasët e Sarasëtta due volti noti in città, che siedono in Consiglio comunale. Nei prossimi giorni verrà reso noto il programma ufficiale e verrà quindi svelato il mistero. Valeria Quaglia

Non a tutti piace la proposta di Motta

Afghanistan? Di che discutiamo?

Missione di pace in Afghanistan: è giusto parlarne in Consiglio?

Antonio Motta ha annunciato, durante l’ultimo Consiglio comunale, che nella prossima assemblea cittadina intende presentare un ordine del giorno inerente le missioni di pace all’estero dei militari italiani. Il presidente dell’aula ritiene infatti che sarebbe opportuno porre fine a quelle che potrebbero essere definite “delle vere e proprie azioni di guerra”, causa di troppi lutti per le famiglie italiane. L’idea di Motta ha però fatto storcere il naso a molti consiglieri comunali, sia di centrodestra che di centrosinistra, convinti che la Politica estera non sia un tema di competenza del Consiglio comunale. Il primo a bocciare la proposta dell’esponente dei “Moderati” è stato Claudio Bonetto. «Sono stato eletto in Consiglio comunale dai cittadini – ha tuonato l’esponente del Pdl – per occuparmi di problematiche locali e non per discutere sulla guerra in Afghanistan, tema che compete a chi si occupa di politica estera. Peraltro, noi consiglieri riceviamo un gettone di presenza per seguire le vicende del territorio e non quelle a livello mondiale». Poi, il consigliere di minoranza, dopo la seduta, ha aggiunto che moltissimi lavoratori, ogni giorno, perdono la vita nell’espletamento delle loro mansioni e che le disgrazie purtroppo fanno parte dell’imponderabile. Anche al coordinatore di maggioranza, Fulvio D’Alessandro, l’iniziativa del presidente del Consiglio comunale non piace: «Penso che l’opportunità di confrontarci in Consiglio su una te-

matica così complessa richieda almeno una conoscenza delle Politiche internazionali. A volte, parlo con un mio vicino di casa, capitano degli Alpini spesso impegnato ad Herat ed a Kabul, e da lui ho imparato molto, soprattutto a comprendere il lavoro serio e sempre propositivo delle nostre truppe militari, peraltro riconosciute per la loro professionalità a livello mondiale. Pur comprendendo le motivazioni di tutti, ho molta più considerazione per chi opera in quelle zone rispetto a chi esprime posizioni puramente ideali». Sul delicato argomento è intervenuto anche Mino Daniele, bocciando di fatto l’idea di Motta. «Il tema delle missioni di pace, in particolare quella in Afghanistan – ha sottolineato – è di estrema delicatezza e coinvolge la coscienza individuale. Per questo motivo, penso sia bene distinguere il piano amministrativo dal pensiero soggettivo di ogni consigliere comunale o cittadino. Non si possono ignorare gli impegni internazionali assunti ed il fatto che la Camera ha votato all’unanimità il rifinanziamento delle missioni di pace. A monte di queste riflessioni, mi pongo quindi un serio interrogativo sull’opportunità di inserire questo argomento all’ordine del giorno in Consiglio comunale». A proposito degli eventi bellici, John Fitzgerald Kennedy diceva: “L’umanità deve porre fine alla guerra, o la guerra porrà fine all’umanità. La guerra è però di somma importanza per lo Stato. È infatti sul campo di battaglia che si decide la vita o la morte delle Nazioni”. Dino Pagliero


GIOVEDÌ 10 FEBBRAIO 2011 IL SAVIGLIANESE 9


10

savigliano

giovedì 10 febbraio 2011

SCUOLA

Ultimi giorni: orari e sedi

Scadono le iscrizioni Ultimi giorni per iscriversi alle scuole cittadine. Ecco come.

FOIBE Giovedì si ricordano gli esuli e i martiri: tanti i loro meriti

«Il contributo all’unità d’Italia»

Scuola Infanzia 1° Circolo Possono iscriversi i bambini nati nel 2006, 2007, 2008 e nei primi 4 mesi del 2009. Gli alunni anticipatari verranno inseriti ad esaurimento delle liste d’attesa con le modalità stabilite dal collegio docenti. Le iscrizioni termineranno sabato 12 febbraio presso la direzione didattica del 1° Circolo con i seguenti orari: dal lunedì al sabato (9-13); martedì, mercoledì, giovedì e venerdì (14,30-17). La modulistica relativa alle nuove iscrizioni è in distribuzione al piano terreno della direzione didattica. Scuola primaria 1° Circolo Sono soggetti all’obbligo scolastico le bambine e i bambini nati dal 1° gennaio al 31 dicembre 2005; possono iscriversi per anticipo i nati entro il 30 aprile 2006. Le iscrizioni termineranno sabato 12 febbraio presso la direzione didattica del 1° Circolo con i seguenti orari: dal lunedì al sabato (9-13); martedì, mercoledì, giovedì e venerdì (14,30-17). La modulistica delle iscrizioni alla Scuola Infanzia e Scuola Primaria è anche scaricabile dal sito della scuola: http://share.dschola.it/primocircolosavigliano (area: rapporti scuola-famiglia). Scuola Infanzia 2° Circolo Possono iscriversi i bambini nati nel 2008. Le iscrizioni termineranno sabato 12 febbraio presso l’ufficio di segreteria della direzione didattica 2° circolo nei seguenti orari: fino al 12 febbraio dalle 9 alle 12,30; giovedì 10 febbraio anche dalle 15 alle 18. Scuola primaria 2° Circolo Sono soggetti all’obbligo scolastico le bambine e i bambini nati dal 1° gennaio al 31 dicembre 2005 e possono iscriversi per anticipo i nati entro il 30 aprile 2006. Le iscrizioni termineranno sabato 12 febbraio presso l’ufficio di segreteria della direzione didattica 2° circolo nei seguenti orari: fino al 12 febbraio dalle 9 alle 12,30; giovedì 10 febbraio anche dalle 15 alle 18.

BREVI DALLA CITTÀ “Passo dopo passo”

Camminata della memoria Nell’ambito della Giornata della Memoria, giovedì 17 febbraio, transiterà per la nostra città la 3ª tappa Fossano – Racconigi del progetto “Passo dopo passo – da Borgo San Dalmazzo ad Auschwitz – 15 febbraio / 1° maggio 2011”, organizzato da Officina Residenza Multidisciplinare e Compagnia Il Melarancio. Si tratta di un viaggio a piedi da Borgo San Dalmazzo ad Auschwitz, ripercorrendo la strada dei ventisei ebrei catturati in provincia di Cuneo e deportati ad Auschwitz il 15 febbraio 1944. Il passaggio è previsto alle ore 10.30 circa, in piazza Santarosa (in caso di cattivo tempo l’incontro si svolgerà nell’Ala polifunzionale di piazza del Popolo). I partecipanti al progetto incontrano la cittadinanza e gli allievi delle scuole cittadine. A seguire, sarà possibile accompagnare a piedi il gruppo fino a Racconigi.

Barriere architettoniche

Un’immagine emblematica dell’esodo degli italiani

Giovedì 10 febbraio è il “Giorno del ricordo” dei martiri delle foibe e degli esuli di Istria, Fiume e Dalmazia. «Quest’anno le celebrazioni – dice il senatore Lucio Toth, presidente dell’Associazoine Venezia Giulia e Dalmazia – vengono a coincidere con il 150° anniversario dell’Unità Italiana. Nel marzo del 1861 nasceva infatti a Torino il nuovo Regno d’Italia. Ma quel regno non comprendeva ancora tutti i territori che aspiravano a farne parte. Servirono tre fasi successive: l’annessione del Veneto e del Friuli occidentale nel 1866, l’annessione di Roma e del Lazio nel 1870 e la “redenzione” del Trentino e della Venezia Giulia nel 1918 con la vittoria italiana nella Grande Guerra. Fu in quel novembre del 1918, quando i reggimenti e le navi italiani raggiunsero Trieste, Gorizia, Rove-

FOIBE

reto, Trento, Capodistria, Parenzo, Pola, Pisino, Lussino, Cherso e Zara che gli italiani ritennero compiuto il lungo percorso del nostro Risorgimento. E soprattutto lo ritenemmo noi, italiani delle province adriatiche dell’Austria, che quell’evento avevamo atteso per generazioni. Questa almeno è la cultura e la tradizione della nostra associazione, fin dalla sua nascita negli anni dolorosi dell’Esodo. È un dovere quindi dello Stato italiano e nostro ricordare anche il contributo di idee, di opere e di sangue che a questo processo di unificazione hanno portato regioni che successivamente le vicende della storia hanno distaccato dal territorio nazionale, come l’Istria, Fiume e la Dalmazia. Di un Regno d’Italia l’Istria aveva già fatto parte all’epoca longobarda e carolingia e ne era tornata a far parte, insieme alla Dal-

mazia, per pochi anni nel 1805. Nel pensiero politico italiano dell’età napoleonica e del Risorgimento non vi erano dubbi che l’Istria e il Quarnaro, e la stessa Dalmazia, facessero parte del “paese Italia”, per la presenza di popolazione autoctona italiana, lingua ufficiale ed appartenenza secolare alla Repubblica Veneta. Naturale fu quindi che i moti risorgimentali interessassero fin dal 1820 anche Trieste, Gorizia, l’Istria e la Dalmazia. Nel celebrare un evento che tende a rinsaldare l’identità italiana non è pensabile escludere regioni e luoghi che fanno parte della memoria della nazione, come hanno più volte dichiarato ufficialmente i Presidenti della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi e Giorgio Napolitano, anche se oggi questi luoghi non fanno più parte del territorio dello Stato. A questa logica di giustizia storica obbediscono le leggi emanate nel 2001 (n. 72, Tutela del patrimonio storicoculturale degli esuli) e 2004 (n. 92, istitutiva del Giorno del Ricordo). Dunque, ricordiamo a tutti gli italiani la partecipazione attiva degli Istriani, dei Dalmati e dei Fiumani al processo di unificazione nazionale, sia prima che dopo il 1861. Migliaia di nostri conterra-

S. Messa e commemorazione Il Comitato provinciale dell’Associazione Venezia Giulia e Dalmazia, presieduto dal saviglianese Bernardo Gissi, per onorare la ricorrenza del Giorno del Ricordo, farà celebrare una S. Messa giovedì 10 febbraio nella chiesa di S. Andrea alle ore 18, e depositerà una corona d’alloro in via “Martiri delle Foibe” sabato 12 febbraio alle ore 11.30, presso la targa di intitolazione. Alle cerimonie commemorative è gentilmente invitata la popolazione.

Organizzato da Casa Pound, si è mosso dalla periferia al centro

Un corteo per rendere onore ai martiri

Contributi per chi le vuole eliminare Martedì 1° marzo scadrà il termine per la presentazione delle domande di contributo a fondo perduto per l’eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati. Ne hanno diritto le persone disabili che sostengono direttamente le spese per l’eliminazione delle barriere; coloro che hanno a carico disabili (genitori o tutori); le persone che sostengono le spese in qualità di proprietario dell’immobile o parente o altro soggetto allo scopo di adattare l’alloggio o facilitare l’accesso all’edificio in cui risiede una persona disabile; i condomini ove risiedono gli stessi soggetti, per le spese di adeguamento relative a parti comuni. La domanda dev’essere presentata al sindaco del Comune dove si trova l’immobile oggetto dell’intervento. Per informazioni rivolgersi all’ufficio Solidarietà Sociale del Comune: dal lunedì al venerdì (8.30-12.30) o il lunedì (14.30-17.30), tel. 0172.710260 – 710271; oppure in Regione, direzione Edilizia (Torino, via Lagrange n. 24, tel. 011/4323172- 4323203); o consultare il sito www.regione.piemonte.it/edilizia/index.htm.

nei, infatti, insieme a triestini e trentini, hanno preso parte ai moti risorgimentali ed alle tre guerre d’indipendenza, per non parlare dei numerosi volontari della guerra 1915-1918, dei volontari e dei caduti del Secondo conflitto mondiale, con la percentuale più alta di tutta l’Italia di allora. È quindi chiaro – conclude Toth – che si può dimostrare una volta ancora quanto la vicenda delle nostre terre sia legata alla memoria della Nazione». «Per noi – dichiara Bernardo Gissi, presidente provinciale ANVGD – questo Giorno del ricordo ha due fini: il primo è di costruire una “memoria comune” della Nazione, il senso della sua identità, ricordando agli italiani che 350.000 di loro hanno dovuto abbandonare una parte della Patria comune, a seguito di una tragedia collettiva. Una nazione senza memoria di sé e che non conosca la solidarietà verso chi ne fa parte non è una nazione. Il secondo scopo è di rivendicare la nostra appartenenza alla storia d’Italia, come uomini e donne e discendenti di una gente che ha abitato – e in parte continua ad abitare – un angolo d’Europa, che era ed è terra di frontiera tra popoli di lingue diverse».

Anche l’assessore provinciale Beppe Lauria (al centro, in giacca chiara) ha partecipato al corteo

Sabato scorso, venuto notte, si è svolta una fiaccolata organizzata da Casa Pound Italia per ricordare i martiri delle foibe. L’evento si è svolto con qualche gior-

no di anticipo rispetto al 10 febbraio, giorno stabilito dal Presidente della Repubblica per celebrare il “Giorno del ricordo”. Avviatosi dalla multisala cinematografica di “via Martiri delle foibe”, il corteo ha raggiunto, con il tamburo che segnava il passo, piazza Santarosa. Dai bordi della strada e da dietro le vetrine dei negozi, la gente osservava il passaggio della fiaccolata, per certi

versi spettacolare, con in testa uno striscione recante la scritta a lettere cubitali: “Onore ai Martiri delle foibe”. Solo uno sparuto gruppetto di persone ha però ascoltato in piazza Vecchia i brevi discorsi pronunciati dai promotori. La fiaccolata è stata organizzata per ricordare il martirio di centinaia di italiani avvenuto dopo l’annessione all’Italia, nel 1941, dei territori jugoslavi riconquistati dai

tedeschi, poi divenuti teatro di atrocità inenarrabili. Approfittando dello sbando dell’esercito italiano, provocato dall’armistizio dell’8 settembre 1943 dell’Italia con gli anglo-americani, i partigiani jugoslavi occuparono l’Istria e massacrarono, senza valide ragioni, se non quella di essere stati sottomessi al regime fascista, gli italiani gettandoli nelle foibe. Alla fine della guerra, il Trattato di pace firmato a Parigi il 10 febbraio 1947 assegnò alla Jugoslavia l’Istria, compresa l’enclave di Pola. Ciò indusse i testimoni delle atrocità commesse dai partigiani del maresciallo Tito e dai miliziani a ritornare nella madre patria, lasciando laggiù le loro case, i loro beni immobili, le spoglie dei loro cari defunti. Durante la fiaccolata, svoltasi pacificamente, hanno vigilato sull’ordine pubblico i Carabinieri e i Vigili urbani. Giovanni Bosio

Alla manifestazione hanno preso parte molti giovani orientati politicamente a destra


savigliano

PERSONAGGIO

Gianandrea Cravero, musicista in due rock band

Una chitarra per esprimersi Treehorn e La Moncada. Due gruppi musicali che nascono rispettivamente nel 2004 e nel 2008. Il primo spazia tra stoner, blues, doom e noise, registra l’album Amine e a breve farà uscire Hearth, distribuito in Italia, Francia, Spagna, paesi scandinavi e Usa. Il secondo, più recente, alterna cantautorato a post-rock, anche attraverso psichedelia e atmosfere dilatate. Torino sommersa è il suo prossimo cd, che verrà presentato al Ratatoj di Saluzzo. Band decisamente diverse, accomunate tuttavia dallo stesso chitarrista: il venticinquenne Gianandrea Cravero, genolese di nascita, saviglianese d’adozione ai tempi del liceo, ora residente a Torino. Ha suonato in tutto il Nord Italia, Nuvolari compreso, e in Francia, dove ha fatto due tour. Lo abbiamo incontrato. Quando è nato il tuo amore per la musica? Intorno ai 13 anni. Nevermind dei Nirvana fu il primo disco che comprai e mi cambiò la vita. All’epoca ero fissato con la batteria e, dopo qualche lotta in famiglia, riuscii ad averne una. In seguito iniziai a strimpellare una vecchia chitarra acustica di mio padre. Col tempo capii che quello era il mio strumento, poiché mi permetteva di scrivere canzoni mie. Una passione che dura da anni. Che significato ha per te? È una valvola di sfogo, una sorta di esigenza fisiologica, che mi fa star bene, e mi permette di trasformare le mie sensazioni e i miei stati d’animo in melodia. In un certo senso dico

SCUOLA

Cravero aveva cominciato con la batteria, poi ha scoperto la chitarra

agli altri cosa provo, e lo faccio suonando. Dal vivo è una bella emozione, soprattutto quando qualcuno viene a ringraziarmi ed a stringermi la mano dopo un concerto. Quel qualcuno ha recepito il messaggio che volevo trasmettere, e io non posso che esserne gratificato. E tu, dal vivo, hai suonato parecchio. Ricordi la prima volta davanti al pubblico? Com’è andata? Inutile dire che ero spaventato. Avevo solo quindici anni e tanta paura di sbagliare. Non sapevo come muovermi, né cosa fare. Col tempo, però, ho imparato a dominare il palco, anche se ogni volta è una bella scommessa: i locali, le persone, il feedback sono sempre diversi e non è semplice adattarsi e intuire ciò che si

Al liceo, orientamento universitario

Fatevi guidare dagli “ex”

Gli ex arimondini hanno parlato della loro vita universitaria

Anche quest’anno non sono mancate, per il liceo Armondi, le “Giornate Seminariali”, organizzate dalle rappresentanti d’istituto Valentina Ruffa e Francesca Brero: da giovedì 3 a sabato 5 febbraio, gli allievi hanno “trasgredito” dalla monotonia delle ore di lezione, scegliendo loro stessi i corsi da frequentare; corsi completamente differenti dalle solite materie scolastiche, tenuti da professori interni e relatori esterni. Lo scopo principale è stato quello di avvicinare i ragazzi a discipline che non si studiano sui banchi di scuola, ma che si potrebbero poi incontrare con la prosecuzione degli studi, oppure scoprire ambiti che catturano l’attenzione degli studenti. Eccoli quindi i ragazzi alle prese con lezione di clownterapia, scacchi, kung fu, make up, cultura giapponese, fumetto, hip hop, storia della musica e della Costituzione italiana. Inoltre, sono intervenuti l’associazione Mai + Sole per trattare il delicato argomento della violenza sulle donne, il capitano Marco Campaldini per una lezione su educazione e legalità e l’educatore Davide Sannazzaro che ha parlato delle carceri italiane. Sabato mattina, inoltre, sono stati protagonisti gli ex allievi, per due ore di orientamento rivolte ai ragazzi delle classi quinte. Con le loro esperienze sul mondo universitario, gli ex arimondini hanno cercato di fornire una testimonianza veritiera e meno formale di quelle che preparano molte università. Gli alunni hanno così dialogato con loro per togliersi quei dubbi e carpire qualche segreto sulla vita che spetterà loro a partire dal prossimo anno. v.q.

aspettano. L’obiettivo comunque è stato e sarà sempre quello di trasmettere un emozione,

e provare a farlo al meglio. Cosa che certamente farai anche allo Spazio 211 di Torino, sede consolidata e riconosciuta del miglior rock indipendente nazionale ed internazionale, dove suonerai in primavera. È un traguardo o solo un inizio? L’8 aprile presenteremo il primo disco ufficiale, e con ufficiale intendo prodotto da diverse etichette, due italiane e due francesi. Non è un traguardo, ma la chiusura di una fase e l’inizio di un’altra: per la prima volta prenderò in mano il mio vinile, frutto tangibile della fatica e dei sacrifici di questi anni. In quel periodo suoneremo in diversi locali d’Italia per promuovere i dischi in uscita, mentre per il prossimo autunno abbiamo in cantiere un altro tour Treehorn in Francia e Spagna. Sarà una bella emozione. Valentina Barbuto

giovedì 10 febbraio 2011

SOLIDARIETÀ

11

Dona una medicina ai bisognosi

Torna il Banco Farmaceutico “Dona un farmaco a chi ne ha bisogno”. Questo lo slogan dell’XI Giornata di Raccolta del Farmaco che si svolgerà anche nella nostra città sabato 12 febbraio. Recandosi nelle farmacie che espongono la locanI volontari saranno in tre farmacie dina del Banco Farmaceutico, si potrà acquistare e donare un farmaco da banco a chi oggi vive ai limiti della sussistenza (7 milioni 810 mila persone, dati Istat povertà relativa, 2009). Sono tre le farmacie che a Savigliano hanno aderito all’iniziativa: Bonelli di via S. Giovanni, Dominici e Paschetta di piazza Santarosa. Come gli altri anni i volontari proporranno, a chi entrerà in farmacia, l’acquisto di uno o più farmaci da destinare al Banco. E i stessi farmacisti consiglieranno il tipo di farmaco da banco, cioè che non necessita di prescrizione medica, di cui è maggiormente avvertita la necessità. È un piccolo gesto che ha però un grande valore per i due enti destinatari della raccolta – Casa Famiglia e Casa di Pronta Accoglienza dell’Associazione Papa Giovanni XXIII, e l’Anffas La Rosa Blu – che contano sulla solidarietà e generosità di tanti saviglianesi. L’iniziativa, che è organizzata dalla Fondazione Banco Farmaceutico Onlus in collaborazione con la Compagnia delle Opere Opere Sociali, si terrà in oltre 3.200 farmacie italiane distribuite in 83 province e in più di 1.200 comuni. Nella Granda partecipano 47 farmacie: l’anno scorso sono state raccolte, solo in provincia di Cuneo, 5.548 confezioni di medicinali per un valore di oltre 36.000 euro, ridistribuite subito tra gli enti assistiti. pa.bi.


GIOVEDÌ 10 FEBBRAIO 2011 IL SAVIGLIANESE 12


GIOVEDÌ 10 FEBBRAIO 2011 IL SAVIGLIANESE 13


14

lettere

giovedì 10 febbraio 2011

I LETTORI CI SCRIVONO Un lavoratore con tanta dignità Egregio direttore, chi scrive è un padre disoccupato che da circa un anno sta cercando disperatamente un lavoro. Finora, a nulla sono valse le domande alle varie ditte del Saviglianese, alle varie agenzie del territorio, le inserzioni sui vari giornali e su internet, chiedendo aiuto nella ricerca ai servizi sociali, andando a parlare anche con la vicesindaco ed informandomi ovviamente presso amici e conoscenti. Da qualsiasi parte mi giro, sento solo parlare di crisi. Ma quale crisi, se in questa zona sono sempre più in aumento le nascite di nuove aziende? Spesso mi viene risposto che la figura ricercata è una persona di circa 25 anni e questo in vari rami del mondo lavorativo. Nella mia vita ho fatto di tutto: dal manovale al responsabile di reparto, dal lavapiatti al responsabile di sala. Ho un discreto passato in campo artistico, anche se, da quando sono tornato a vivere qui, dove sono cresciuto, ho incontrato persone che hanno pensato al proprio rendiconto, cercando di non onorare gli accordi presi per il mio ingaggio. Da circa 12 anni le mie mansioni sono fisse nell’ambiente industriale. Ho svolto attività come magazziniere, carrellista, addetto al carico/scarico, relazionandomi positivamente con colleghi e clienti, avendo in qualche caso avuto mansioni di responsabilità, grazie all’esperienza maturata in tanti anni di gavetta. Parlo discretamente l’inglese, il francese, lo spagnolo, anche scritto, ma sembra che tutto ciò finora non è servito, nonostante un curriculum vitae lavorativo rispettabile. Si dice che chi ha voglia di lavorare, il lavoro lo trova, ma nonostante la mia buona volontà, la mia forza e presenza lavorativa, sembra che dopo i quarant’anni non ci sia più la possibilità di lavorare, che non venga presa in considerazione l’esperienza, ma l’età. Non sono un fallito ed ho ancora molto da dare al mondo del lavoro, oltre che a me stesso ed a chi mi sta vicino. Non chiedo molto, se non di essere messo alla prova e confermare le cose che dico. Se è mio dovere pagare le tasse, le bollette e tutto il resto, come ogni cittadino, perchè non dovrei avere il diritto di lavorare? Verso i 65 anni, arriva il momento della pensione, me ne mancano ancora una quindicina. Nel frattempo, voglio lavorare e non passare il tempo a umiliarmi sempre, per cosa, per il diritto al lavoro? Chiedo solo di essere messo alla prova prendendomi, come sempre, la responsabilità delle cose che dico. Questo appello è rivolto a chiunque possa darmi una mano, come ho sempre fatto con gli altri, cercando di seminare bene nella vita, con la ferma volontà di continuare a farlo. Sono disponibile per ogni chiarimento possibile in sede di colloquio, anche se tutto ciò che dico sarà confermato quando sarò messo alla prova pratica. Ringrazio in anticipo, chiunque prenda in considerazione questo appello, umilmente ragionato e sofferto, sperando in un riscontro positivo. Nell’attesa, porgo un cordiale saluto a chi ha letto e risponderà alla mia richiesta d’aiuto. Mauro Vacca - Savigliano

“Noi credevamo” di esserci spiegati Riceviamo e pubblichiamo. Sul numero del 20 gennaio, nella pagina degli Spettacoli, sotto l’articolo delle proposte della nuova rassegna cinematografica del cinema Aurora, è stato pubblicato un articolo che si intitolava: “Savigliano e il cinema: nessuno ci crede”. Con questo nuovo articolo non si intende far polemica su quello scritto, ma semplicemente chiarire. Il cinema Aurora di Savigliano ha sempre privilegiato – e in questo ultimo anno ancora di più – una programmazione di tipo culturale e di film d’autore, cercando di curare un cartellone che fosse un richiamo a chi ama il cinema di qualità. Lo dimostra anche la nuova rassegna e i titoli che sono stati proiettati da settembre ad oggi. Questa scelta è stata fatta perché la parrocchia di San Giovanni e tutta la gestione del cinema Aurora crede al cinema, e ci crede portando in visione titoli che nella programmazione ordinaria delle sale non vengono programmati o molto di rado. Non credo che per il fatto che il film “Noi credevamo” non sia ancora stato programmato si possa dire che a Savigliano non si crede nel cinema. Forse chi ha scritto questo articolo non è a conoscenza dei film che si programmano all’Aurora e neppure lo è di tutto il lavoro che c’è all’interno, al fine di poter programmare i titoli di qualità che escono con poche copie e con costi elevati. C’è un impegno grande da chi programma e chi lavora per cercare di fornire il meglio sul mercato e se ci sono stati degli sbagli possiamo solo dire che: sbagliare è umano. I cartelloni dei film, fra l’altro, vengono anche composti in base alle richieste e alle preferenze che forniscono gli assidui frequentatori del cinema Aurora. Invitiamo quindi chi ha scritto questo articolo ad informarsi meglio di quello che avviene in Savigliano e a fare visita all’Aurora. Un aiuto potrebbe essere un modo per crederci ancora di più. I gestori del cinema Aurora - Savigliano Cari gestori del cinema, ci spiace che abbiate pensato che la critica fosse indirizzata a voi. È esattamente il contrario. “Il Saviglianese” (l’articolo è uscito senza firma perché rappresenta la posizione dell’intero giornale) pensa che siano le istituzioni culturali e turistiche cittadine a non aver mai “creduto” nelle potenzialità della ribalta cinematografica (8 film in 10 anni girati a Savigliano e passati sotto silenzio), non di certo l’Aurora. Da anni il nostro giornale sostiene il cinema Aurora (sala che – lo sappiamo benissimo – promuove film d’autore come poche altre nella Granda) riportando sia il cartellone dei film che articoli sulle rassegne. E continueremo a farlo. La vostra freccia quindi ha colpito il bersaglio sbagliato. La redazione de “Il Saviglianese”

Foibe: «Ricordare non basta» Riceviamo e pubblichiamo. Sabato scorso si è svolta a Savigliano la fiaccolata, organizzata da Casa Pound Italia, in ricordo degli oltre 15.000 italiani infoibati dai partigiani titini e degli oltre 350.000 italiani che hanno dovuto abbandonare le loro terre natie – Istria, Dalmazia e città di Fiume – cacciati dalla loro Patria per la sola colpa di essere italiani. Nutrita la partecipazione di giovani, che hanno voluto manifestare con la loro presenza la propria solidarietà agli eredi dei martiri delle foibe ed agli esuli. Se è sicuramente importante partecipare a queste commemorazioni per stringerci in un ideale abbraccio di fraternità con gli esuli, è ancor più importante far sì che il nostro impegno non si riduca ad un atto di mera testimonianza, ma si traduca in un impegno quotidiano perché la vergogna di quel

massacro e la vergogna ancor più grande dell’oblio in cui, per sessant’anni, si è tentato di nascondere la verità vengano cancellate con atti concreti. È giunto il tempo che la nostra classe politica si faccia carico del dovere di rappresentare le istanze anche di quei cittadini che sono costretti dal 1945 a vivere da esuli in Patria. È indispensabile che il nostro Governo si faccia promotore dell’apertura di un tavolo negoziale con la Croazia e la Slovenia per poter celermente pervenire ad un nuovo trattato che determini l’annullamento dei precedenti accordi italo-jugoslavi, come quello famigerato di Osimo, che hanno messo una pietra tombale sulle sacrosante rivendicazioni degli esuli, sia quelle inerenti la restituzione immediata ed incondizionata dei beni a loro illegalmente confiscati dal regime comunista titino, sia, soprattutto, quelle riguardanti l’ottenimento di giustizia in merito alle responsabilità, tutte le responsabilità, anche quelle italiane, del genocidio subito. Se per molti la Legge del 2004 che ha istituito la “Giornata del Ricordo” è un punto d’arrivo per noi non è che un punto di partenza, specialmente oggi che siamo costretti ad assistere a nuovi tentativi di boicottare ogni divulgazione inerente le responsabilità, purtroppo anche italiane, in tale genocidio. È inaccettabile che a oltre a sessant’anni dai fatti in questione affermare la verità storica sia ancora considerato da politici sinistri ed associazioni partigiane varie alla stregua di un reato d’opinione. È inaccettabile che troppi politici partecipino con malcelato fastidio, e per sola imposizione di Legge, alle commemorazioni, ma pretendano di stendere una cappa d’oblio sullo svolgimento dei fatti tentando di nascondere o mistificare la verità. Massimo Massimino - Casa Pound Italia - Cuneo

rale, un segnale forte, un’autorithy, più partecipazione, meno individualismo, più dialogo e più cultura umanistica. Politici, non abbiate paura del verbo “coniugare”, che consente di indicare la giusta strada. Bisogna coniugare le esigenze economiche con quelle sociali; occorre coniugare l’emotività con la razionalità. È molto gettonata la parola “solidarietà”, ma se a voi politici non viene in mente nulla a cui coniugarla, citiamo a colpo sicuro la solidarietà per nobilitare la nostra dissertazione. Cercate di riscoprire le buone cose ed i buoni sentimenti, cose ormai per voi perdute; il mio appello sarà un invito a riscoprire i valori autentici. Esempi? Ce ne sono tanti: il sentimento dell’amicizia, il piacere dei rapporti umani, il senso della comunità, il gusto delle cose semplici e tante altre cose. Non nascondetevi dietro il paravento dell’aggettivo “sociale” che, come d’incanto, appare ispirato all’altruismo. L’uso della parola “sociale” rappresenta un chiaro segnale di sensibilità verso il prossimo. Da non tralasciare, infine, la possibilità di tramutare l’aggettivo in sostantivo: “prestiamo attenzione al sociale; educhiamo al sociale”. Eugenio Dario Arese - Savigliano

Un momento difficile

Riceviamo e pubblichiamo. Si chiama Giulia Porchietto, la studentessa racconigese frequentante l’ultimo anno all’Istituto superiore Cravetta-Marconi di Savigliano, che sabato 15 gennaio, presso la Sala mostre della Provincia di Cuneo, è stata premiata al Concorso “Sì viaggiare... 2010”, promosso dall’Associazione culturale “Uomini e Terre” di Savigliano e dal Sistema Bibliotecario Cuneese. Il suo testo di fantasia, dal titolo “Un viaggio oltre confine”, ha come protagonista un malato terminale ed il suo grande sogno di scoprire le meraviglie dell’India, sogno che sarà poi la nipote a portare a termine, realizzandolo lei stessa dopo la morte del nonno. Il testo tratta di un viaggio lontano in terre straniere, colmo di colori e di profumi che toccheranno il protagonista nel profondo del suo cuore, rendendo i suoi ultimi mesi di vita, i più piacevoli che abbia mai vissuto, così piacevoli da cancellare in lui il dolore lacerante della malattia. Riuscirà in questi ultimi mesi, attraverso il suo sogno, a riscoprire il significato della parola “vita”: una vita appagante, lontana dal letto anonimo di ospedale cui è costretto. «Interessante e costruttiva» così definisce la sua esperienza la giovane studentessa con la passione per la scrittura. «Sono contenta che il mio testo si sia distinto» afferma soddisfatta. Vivissimi complimenti all’alunna Giulia per l’ottimo risultato ottenuto. Istituto superiore Cravetta-Marconi - Savigliano

Riceviamo e pubblichiamo. Mi è piaciuto l’intervento del vice ministro Castelli a “Otto e mezzo” di Canale 7. Mi è piaciuto il suo modo di usare la parola, la sua capacità di difendere e offendere. Neppure una parola sprecata, detta in più. Un’oratoria dura e concisa che s’impone agli avversari con severità. La Lega ha fiducia in Berlusconi perché non ha mai tradito nei lunghi dieci anni di alleanza. Un attestato lodevole, quello di Castelli, riguardante il comportamento del Cavaliere nella sua funzione politica. Tutto il resto, amicizie, banchetti e amori, è al di fuori dei palazzi di governo. Che poi il Cavaliere, con una leggerezza e un’ingenuità sconcertanti, abbia offerto l’occasione all’Opposizione di gridare allo scandalo, è colpa da attribuirsi esclusivamente a lui. Una colpa che ha causato la perdita di prestigio anche del suo partito. D’ora in avanti sarà dura. Si saprà, inoltre, se nella sua privacy festaiola abbia commesso i reati che per ora i giudici milanesi ipotizzano. Un momento difficile per il Cavaliere. Neppure Clinton e Kennedy, i quali in quanto a sesso erano gagliardi, furono mai perseguitati così accanitamente, e con chiari tentativi di linciaggio morale, come da noi stanno facendo gli avversari del nostro Premier. Il Cavaliere, mentre ancora è alle redini del Governo, tenterà di riformare la magistratura (e sarebbe un trionfo per lui!). Infine, credo che abbandonerà la politica attiva, riservandosi forse la presidenza del Pdl. Qualche presidenza un personaggio così dovrà pur averla! Il centro-destra, nonostante le occasioni insperate colte dagli avversari, rimarrà probabilmente alla guida del Paese, poiché pare che i suoi elettori costituiscano ancora la maggioranza. Certamente la Lega, non compromessa nello scandalo, acquisterà una posizione preminente rispetto al Pdl. Occhio alle sirene, comunque. Meglio legarsi a un palo che non cadere in tentazione! E non credo che, per scongiurare radicalmente possibili “velleità”, si dovrà ricorrere all’evirazione chimica dei prossimi Premiers (naturalmente attestata da regolar certificato di idoneità alla carica)… Gilbert Pietropaoli - Savigliano

La donna che lavora va sostenuta

Sanità: troppi sprechi

Egregio direttore, in questo periodo di iscrizioni alle scuole per l’anno scolastico 2011-2012, non posso che riflettere su un aspetto che mi preme in quanto mamma e donna lavoratrice. Prima di tutto desidero fare alcune premesse. Il diritto al lavoro è uno dei principi che sta alla base della nostra Repubblica, infatti l’articolo 4 della Costituzione Italiana dice: “La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto”. Con particolare riguardo all’impiego femminile, il Consiglio Europeo di Lisbona del 2000 aveva indicato come obiettivo un tasso di occupazione femminile almeno al 60%, da raggiungersi entro il 2010, meta che da noi non è stata raggiunta; infatti, in Italia tale tasso è attualmente fermo al 46%, fanalino di coda in Europa, segue Malta. Questa situazione pregiudica il Prodotto Interno Lordo italiano. Consideriamo anche il fatto che una maggiore percentuale di donne lavoratrici, richiedendo servizi, diventerebbe un ulteriore mezzo per riattivare l’economia. La causa principale di questo problema è la difficoltà delle donne di conciliare impiego e famiglia; infatti, molte madri al secondo e terzo figlio si trovano costrette a lasciare il proprio lavoro e per loro sarà molto difficile poter rientrare nel mondo lavorativo. Chiunque sia genitore conosce molto bene il sacrificio per trovare il giusto equilibrio tra il tempo per i figli e per la propria attività lavorativa. Mi permetto, quindi, di rivolgere un invito a chi determina i parametri e i criteri di selezione e priorità nell’inserire i bambini nelle strutture pubbliche: abbia la consapevolezza delle problematiche che devono affrontare le madri lavoratrici, e quindi favorisca la donna che lavora a tempo pieno, specialmente se fuori città, tutto questo senza mettere in dubbio gli attuali criteri, sicuramente ponderati e perfezionati nel tempo. Secondo la mia opinione, in una società moderna come la nostra, di questo tipo di difficoltà si dovrà tenere sempre più conto. Daniela Biolatto Presidente Gruppo Donne Impresa - Confartigianato Piemonte

Riceviamo e pubblichiamo. Sanità, dove si spende tanto e male. Dove gli effetti negativi ricadono sui pazienti. Dove ormai le donne hanno paura ad andare a partorire negli ospedali. Se gli episodi di malasanità continueranno a tenere banco, finirà che anche le partorienti calabresi o siciliane si piazzeranno a Milano per far nascere i loro bebè, culla rassicurante della Sanità italiana. Non a caso, la Lombardia vanta conti in ordine e buoni servizi. Con i suoi 17 miliardi di euro per la spesa sanitaria (corrispondente al 78% della spesa complessiva) ha chiuso il bilancio in pareggio. Del resto, in Lombardia la spesa sanitaria pubblica rispetto al Pil è del 4,97%, mentre in Sicilia è del 10,58%, più del doppio. E ancora. Lazio, Campania e Sicilia accumulano l’ 85% del disavanzo complessivo sanitario nazionale. Tre regioni sprecone in cui, assieme alla Calabria, c’è la più bassa qualità dell’assistenza sanitaria Italiana. Ma restiamo in Sicilia, nell’occhio nel ciclone in fatto di scandali sanitari. Secondo il rapporto sulla «Spesa statale regionalizzata 2008», l’Isola è tra le regioni più costose d’Italia dal punto di vista sanitario. Riceve pagamenti per 2,2 miliardi di euro contro 1 miliardo che lo Stato versa alla Lombardia. Per cui la Sicilia, che ha una superficie in chilometri quadrati analoga alla Lombardia, ma la metà di abitanti, spreca 1,2 miliardi. Inoltre, sulla somma totale solo l’1,08% è stato impiegato in Sicilia per investimenti nella Sanità, mentre la Lombardia ne ha destinato il 30%. In Calabria la situazione è ancora più desolante: ha un deficit pregresso di un miliardo e la Sanità è la voce più alta del bilancio regionale. La sola Asp di Cosenza gestisce un bilancio annuo di oltre 750 milioni di euro. L’azienda sanitaria provinciale di Catanzaro, invece, accumula un disavanzo di 55 milioni di euro l’anno e ha un debito consolidato di 250 milioni di euro. Ovvio, se si scoprono casi come quello dell’infermiere con una busta paga di oltre 5 mila euro o del medico con 30 mila euro di premio annuale. E mentre le spese per gli straordinari sono alle stelle, ci sono infermieri che svolgono ruoli amministrativi, persone senza laurea piazzate negli uffici legali, guardie mediche che visitano una persona ogni 4 giorni. In fatto di consulenze milionarie, ogni tanto interviene la Corte dei Conti. Che ha costretto, per esempio, alcuni dirigenti delle aziende cosentine a rimborsare un danno erariale di qualche centinaio di migliaia d’euro per consulenza illegittima a un giovane giornalista esterno. Insomma, l’eredità lasciata è devastante. Ci sono sprechi assurdi come quelli relativi al lavoro straordinario. Emblematico l’esempio dell���autista di un manager che ha percepito oltre 76 mila euro di lavoro straordinario. L’emigrazione sanitaria, per il 2008-2009, ha pesato sul bilancio sanitario calabrese di ben 238 milioni. Scopelliti ha raccontato dell’enorme imbarazzo provato durante una sua recente visita al policlinico “Gemelli” di Roma dove ha «incontrato numerosi calabresi che si erano trasferiti nella capitale perché in Calabria non c’erano cure appropriate». Ma la Calabria è in buona compagnia. Assieme a Lazio, Campania e Molise vanta un deficit da paura. Lo Stato ha ordinato a queste regioni di risanare i conti aumentando le addizionali dell’Irpef e dell’Irap e tagliando gli sprechi, primi tra tutti i cosiddetti ricoveri impropri. Il ministero della Salute ne ha rilevati, nel 2008, ben 164 mila in tutta Italia. Di essi il 92% sono in Meridione. Campania, Puglia, Calabria e Sicilia realizzano l’88,5% dei 150 mila ricoveri impropri del Sud, mentre 65 mila, pari al 44%, sono in Campania. Alberto Deninotti - Savigliano Presidente Consulta provinciale degli studenti

Complimenti a Giulia Porchietto

Politica, valori autentici e “sociale” Riceviamo e pubblichiamo. I politici stanno uccidendo i rapporti umani che dovevano riscoprire il piacere e la sensibilità verso i valori autentici. Mi sto chiedendo ormai da diverso tempo: «Ma chi sta uccidendo questi benedetti rapporti umani?». Non c’è un unico “assassino”, ma siamo di fronte ad una vera e propria associazione; bisogna individuare i principali responsabili del “crimine” in atto. Siete voi politici titolari di privilegi immeritati, perché sono frutto delle ingiustizie della società in cui viviamo, sempre più dominata da falsi valori. Non è necessario prendersela con l’intera umanità per schivare questa obiezione, ma si può ampliare il campo d’azione con un affondo “bipartisan” lanciando anatemi in opposte direzioni: contro la destra e contro la sinistra. Siccome continuate a fare gli “gnorri”, voglio regalarvi delle “badilate di saggezza”: sono semplici formule per individuare rapidamente quel che fa al caso mio e del popolo. Ci vorrebbe una maggior coscienza sociale; ci vorrebbero più trasparenza, tolleranza, momenti d’incontro. E ancora, ci vorrebbe una rivoluzione cultu-


GIOVEDÌ 10 FEBBRAIO 2011 IL SAVIGLIANESE 15


16

attualità

giovedì 10 febbraio 2011

IN BREVE Luca Argentero testimonial

Del Comitato “Italia 150” Sarà Luca Argentero, il popolare protagonista di film e di fiction di grande successo, il testimonial del Comitato “Italia 150” per il Piemonte alla Mostra delle Regioni, in programma a Roma nell’ambito dei festeggiamenti dei 150 anni dell’Unità d’Italia. «Mi sono confrontato all’interno del Comitato – ha spiegato l’assessore regionale alla Cultura Michele Coppola – ed è stato giudicato da tutti come una figura particolarmente adatta a rappresentare il Piemonte. Si tratta, infatti, di un giovane torinese di talento, con un percorso professionale in ascesa».Argentero sarà la voce narrante di un video in cui darà il benvenuto ai visitatori e racconterà le eccellenze del nostro territorio. «Sono lusingato e orgoglioso che si sia pensato a me per questo ruolo – ha dichiarato Luca Argentero – e che mi sia data l’opportunità di rappresentare la mia città e il Piemonte in un’occasione così importante».

A sostegno delle famiglie

Che cosa può fare un Comune Sabato 12 febbraio, dalle 9 alle 13, a Torino, presso la Galleria d’Arte Moderna, si terrà un seminario per conoscere come concretamente un Comune può mettere in campo misure ed azioni di promozione e sostegno delle relazioni familiari. All’incontro, organizzato dal Forum Associazioni Familiari Piemonte, interverranno Cecilia Greci (Agenzia Famiglia del comune di Parma) e Roberto Bolzonaro (Forum Nazionale Associazioni Familiari) che presenteranno l’esperienza di Parma e la proposta Fattore Famiglia. Marco Borgione, assessore alla Famiglia, Salute e Politiche sociali del comune di Torino, e Raffaella Vitale, direttore dell’ufficio Politiche sociali e per la famiglia della Regione Piemonte, spiegheranno come il comune e la regione possono rispondere alle proposte formulate dagli esperti. Parteciperanno anche Silvio Magliano, che evidenzierà lo stretto legame tra la famiglia e il volontariato, e i coniugi Loffredo, copresidenti del Forum Cuneo.

Separati, divorziati, conviventi

S’incontrano due gruppi Continua a Fossano il percorso rivolto a separati e divorziati “soli” e a chi ha ricostruito una vita di coppia con la convivenza o il matrimonio civile. Sabato 12 febbraio, alle 20.45 in seminario, il gruppo formato da coppie si confronterà su “Come è cambiato il rapporto con i miei figli dopo la separazione? Come ha inciso la separazione sulla crescita di mio figlio?”; mentre il gruppo formato da persone separate o divorziate analizzerà “Le relazioni umane e l’ambiente materiale che ci circonda: un vincolo o una risorsa?”. Prossimo incontro sabato 26 febbraio con la conferenza di don Marco Gallo sul tema “Perdonare e perdonarsi. In viaggio tra rabbia e delusione dopo il naufragio di un matrimonio”.

Aliberti Gerbotto è cavaliere

Giornalista impegnato nel sociale Il Presidente Giorgio Napolitano ha nominato Gian Maria Aliberti Gerbotto Cavaliere della Repubblica. Il 38enne giornalista e scrittore saluzzese, uno dei più giovani ad aver ricevuto l’onorificenza, si è da sempre contraddistinto in numerose attività benefiche. Responsabile locale dell’Airc e delegato della Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro presieduta da Allegra Agnelli, ha devoluto all’ospedale oncologico di Candiolo i proventi dei suoi libri “Visti da vicino” e “Il Vippaio”. I diritti d’autore di “Strano Amore”, stampato da Mondadori nel 2009, in cui ha raccolto il meglio delle sue rubriche d’interviste indiscrete pubblicate sulla rivista “Vanity fair”, sono invece andati a favore della lotta all’Aids. Nella sua carriera ha scritto per il settimanale del “Corriere della Sera”, “Panorama”, “L’Espresso” e lavorato a lungo per Sky Tg24.

Incontro con il prefetto

Confcooperative Cuneo Incontro tra il nuovo prefetto della Granda Patrizia Impresa e i vertici di Confcooperative Cuneo: Domenico Paschetta, Bruno Carli e Massimo Gallesio. Nei prossimi mesi Confcooperative accompagnerà il prefetto Impresa a visitare alcune delle realtà cooperative cuneesi. «Ha apprezzato il lavoro svolto negli anni a sostegno del territorio, delle produzioni tipiche, dell’occupazione e della salvaguardia delle fasce più deboli garantendo massima attenzione nei confronti della cooperazione» ha detto il direttore di Confcooperative, Gallesio.

Il prefetto Patrizia Impresa con i vertici di Confcooperative

Cgil, Cisl e Uil protestano di fronte alla Provincia

SOCIETÀ

Manifestazione dei pensionati

La manifestazione aveva l’obiettivo di sensibilizzare la cittadinanza sulle questioni sociali più pressanti

«Chiediamo alla Provincia di incontrarci e di definire con decisione e condivisione le azioni di politica sociale e di difesa del reddito». I pensionati di Cgil, Cisl e Uil si sono dati appuntamento martedì 1° febbraio davanti al Palazzo della Provincia a Cuneo. Obiettivo, sensibilizzare la cittadinanza sulle questioni sociali oggi più pressanti (sanità, socio-assistenza, prezzi e tariffe) anche attraverso la distribuzione di materiale esplicativo. Tutti insieme, condividendo obiettivi e strategie. «È un momento di attenzione per ribadire le rivendicazioni sul piano sociale presentate all’ente

CONCORSO

Provincia già nel luglio del 2009 e ribadite a settembre 2010 su tariffe dell’acqua, contenimento prezzi riferito alla grande distribuzione ed associazioni commercianti, consorzi socio-assistenziali, sanità e rette delle case di riposo – ha evidenziato Gian Carlo Panero (segretario generale pensionati Cisl) –. Fino ad ora abbiamo avuto risposte deboli, la Provincia non è un Ente inutile se svolge un ruolo di ascolto delle difficoltà e di coordinamento». «È da un anno e mezzo – ha poi sottolineato Lina Chialva (segretario generale pensionati Cgil) – che attendiamo di entrare nel merito delle questioni

con la Provincia. Nella Granda, salvo alcuni casi con i comuni, con la Provincia non è stato possibile raggiungere accordi per contenere prezzi, tariffe e tasse so-

prattutto per le fasce più deboli». «Il potere d’acquisto dei pensionati va difeso con iniziative e proposte – ha ribadito con forza Nerio Gregory (segretario generale pensionati Uil) – da anni ci stiamo impegnando e vogliamo che la Provincia si senta coinvolta, soprattutto in una fase così delicata, con una crisi conclamata che sta toccando pesantemente anche il Cuneese e con esso anche tanti pensionati». I sindacati dei pensionati Cgil, Cisl e Uil continueranno la loro mobilitazione fino al raggiungimento degli obiettivi a tutela del reddito e delle condizioni di vita di tanti anziani e pensionati cuneesi.

Nerio Gregory, Gian Carlo Panero e Lina Chialva

Che rapporto hai con il vino? Scrivilo, e puoi vincere

Via alla decima edizione di “Bere il territorio” Al via la decima edizione del concorso letterario “Bere il territorio” promosso dall’associazione Go Wine. I partecipanti – due le categorie previste, una per i giovani dai 18 ai 30 anni, l’altra per coloro di età superiore – dovranno redigere un testo in forma libera che racconti il loro rapporto con il vino e quanto ad esso inerente, con particolare riferimento alla cultura, alla società ed all’ambiente che caratterizzano l’universo del vino. Ogni concorrente o gruppo potrà partecipare con un solo elaborato inedito, in lingua italiana, della lunghezza minima di due cartelle (3.600 battute) e massima di 5 cartelle (9.000 battute), redatto anche su supporto magnetico. È inoltre istituita una sezione speciale riservata agli studenti degli istituti agrari italiani (di età compresa tra i 14 ed i 20 anni) ed agli studenti degli

REGIONE

istituti alberghieri italiani (di età compresa tra i 14 ed i 19 anni): entrambi dovranno trattare il tema dei vitigni e dei vini della zona di provenienza o di altre zone di cui si sono occupati in maniera specifica, con particolare attenzione a quelli autoctoni. E dovrà essere redatto in forma di intervista, approfondendo la conoscenza con un produttore di vino. Tutti gli elaborati dovranno pervenire in tre copie dattiloscritte, entro lunedì 28 febbraio prossimo, tramite posta, al seguente indirizzo: Concorso “Bere il territorio” - Go Wine, via Vida n. 6, 12051 Alba (Cn). Saranno sottoposti al vaglio della giuria composta da Giorgio Barberi Squarotti, Gianluigi Beccaria e Valter Boggione dell’Università di Torino; Bruno Quaranta (La Stampa-Tuttolibri), Gigi Brozzoni (direttore Seminario Veronelli), François Stevenin

Si richiede presso le Asl

Arriva il bonus-bebé Da lunedì prossimo saranno distribuiti i “bonus bebè”. I genitori di ogni nuovo nato dal 1° gennaio 2011 potranno ritirare i carnet – in tutto 25 voucher da 10 euro l’uno – presso l’ufficio della loro Asl che si occupa della “scelta e revoca del medico-pediatra”. Dovranno presentare l’attestato di nascita del bambino, rilasciato dal reparto di Ostetricia della struttura ospedaliera o il certificato di nascita rilasciato dal Comune, e un documento di identità. Requisito essenziale, oltre alla residenza in Piemonte, la certificazione Isee (“redditometro”) rilasciata successivamente alla data di nascita e non superiore a 38 mila euro. «Non solo una promessa mantenuta – ha commentato il presidente della Regione Pie-

monte, Roberto Cota – ma soprattutto un concreto aiuto alle famiglie, a dispetto delle campagne di disinformazione promosse dall’opposizione in queste settimane». Mentre Caterina Ferrero, assessore regionale alla Tutela della Salute e Sanità, ha aggiunto che «si è lavorato per mettere a punto un sistema che facilitasse la fruizione del servizio. I genitori dei bambini nati dal 1° gennaio 2011 al 14 febbraio non saranno penalizzati perché il provvedimento ha validità retroattiva». I voucher potranno essere spesi per l’acquisto di prodotti per l’igiene e l’alimentazione della prima infanzia, presso farmacie, parafarmacie, supermercati della grande, media e piccola distribuzione. pa.bi.

(presidente Cervim), Massimo Corrado (associazione Go Wine), Salvo Foti (enologo). Gli autori dei due migliori testi, uno per ciascuna categoria, riceveranno un premio in denaro di 800 euro e al vincitore della sezione speciale riservata agli istituti agrari e alberghieri andrà un premio di 600 euro. Il concorso istituisce anche una sezione riservata agli studenti degli Istituti di Istruzione Secondaria della provincia di Cuneo: per quest’edizione, l’elaborato – saggio breve, racconto o poesia – dovrà vertere sul tema “Innovazione e tradizione nella definizione del concetto di territorio”. Gli autori dei due migliori testi riceveranno un premio di 600 euro ciascuno. La cerimonia di premiazione si terrà, sabato 26 marzo, ad Alba.

E Taricco (Pd) contesta: «Tolti fondi al “sociale”» Critico il consigliere regionale del Pd Mino Taricco che spiega come metà della somma – il totale ipotizzato è di 7 milioni e 600 mila euro – arrivi dal capitolo “politiche per le famiglie” e l’altra metà, 3,9 milioni di euro, viene prelevata dal capitolo “assistenza ai pazienti degli ex ospedali psichiatrici, ora considerati disabili”. «Sono assolutamente convinto della necessità di sostenere in ogni modo le famiglie – dice Taricco – ma dare 250 euro una tantum a tutte le famiglie, anche quelle con redditi alti, togliendo risorse ai malati di mente e ai Comuni per le famiglie in difficoltà, è un errore. Noi siamo assolutamente a favore di maggiori politiche per la famiglia, ma non nel modo approssimativo e propagandistico adottato. Crediamo che le famiglie necessitino di attenzione e interventi seri, non di propaganda e di strumentalizzazioni. Non sono quindi risorse aggiuntive per la famiglia ma, come i carri armati di Mussolini, i soldi sono sempre gli stessi, sottratti ad altre misure almeno altrettanto importanti a sostegno della famiglia, per rispondere ad un impegno elettorale propagandistico più che di merito».


GIOVEDÌ 10 FEBBRAIO 2011 IL SAVIGLIANESE 17


18

monasterolo - murello

giovedì 10 febbraio 2011

MONASTEROLO

BREVI DA MONASTEROLO

Via alla tinteggiatura del centro

Corsi di karate

Curati dal maestro Roberto Iniziano giovedì 10 febbraio i corsi di karate organizzati dall’As Monasterolese e dell’Asd MoreVilla e curati dal maestro Roberto. Formativo del carattere dei ragazzi, il karate è una disciplina sportiva indicata anche per migliorare problemi di postura, scoliosi e dorso curvo, conferendo al corpo forza, vigore atletico e benessere psicofisico valorizzando il principio della moralità e del rispetto essenziali per chi pratica queste discipline. Chi fosse interessato – i corsi sono indicati per gli alunni delle scuole – e volesse iscriversi può rivolgersi direttamente in palestra oppure telefonare al numero 348.4355895.

Ancora rifiuti abbandonati

I trasgressori saranno multati Sabato 5 febbraio sono stati nuovamente rinvenuti nei pressi della zona artigianale, vicino ai cassonetti riservati alla raccolta differenziata degli abitanti di via Savigliano, diversi sacchi di immondizia accatastati fuoI sacchi abbandonati: che scempio! ri dai cassonetti. È stato richiesto l’intervento dei vigili urbani che hanno provveduto a verbalizzare il fatto ed a fare alcuni controlli all’interno dei sacchi, alla ricerca di indizi che potessero portare all’identificazione dei responsabili. Come naturale, in alcuni sacchi sono stati trovati diversi documenti cartacei intestati. Pertanto i titolari sono già stati segnalati alle autorità competenti che provvederanno a multare i responsabili di tanta inciviltà.

Facendo seguito alla volontà emersa nel Consiglio comunale dello scorso 22 dicembre, in questi giorni la Giunta ha approvato un regolamento per l’erogazione di contributi destinati ad interventi di recupero e tinteggiatura degli edifici esistenti del paese. I fondi saranno finalizzati a migliorare l’aspetto estetico delle facciate degli edifici di proprietà privata, ubicati lungo le strade e le aree pubbliche del centro storico, o a spiccato impatto ambientale. Il Comune stanzierà annualmente a bilancio una somma che sia in grado di coprire parte delle richieste dei privati: nel 2011 sarà pari a 10 mila euro. Gli interventi ammessi sono esclusivamente quelli che comportano la tinteggiatura delle facciate esterne degli edifici privati; tinteggiature che dovranno essere eseguite con materiali e colori compatibili al contesto ambientale e comunque in conformità con quanto previsto dalle norme tecniche del Piano regolatore generale comunale e del regolamento edilizio. Potranno beneficiare dei fondi il proprietario, l’usufruttuario o qualunque altro soggetto titolare di diritto reale sull’edificio. Il contributo è pari a 7 euro al metro quadro e fino ad un massimo di 700 euro.

MONASTEROLO MURELLO

I contributi sono fissati in 7 euro al metro quadro

Il ricavato andrà al Cav di Savigliano

Vasetti di primule per la vita

MURELLO

“Lettere a mio zio Antonio”. Questo è il titolo del libro che Lidia Abbà ha pubblicato recentemente e che ha donato alla biblioteca di Monasterolo quale testimonianza di vita militare dal fronte greco-albanese dello zio Antonio Abbà, disperso dall’8 settembre 1943. Sono lettere

La copertina del libro

Commemorazione della ritirata di Russia

Un momento delle celebrazioni dello scorso anno

Alpina Cuneense, dei caduti del gruppo di Murello in particolare: i membri dell’Ana sono invitati a partecipare con il cappello alpino». Al termine a tavola presso il centro polivalente: tutti coloro che volessero partecipare sono prega-

direttrici principali. Le domande dovranno pervenire entro il 18 marzo 2011 direttamente via e-mail all’ufficio protocollo del Comune (monasterolodisavigliano@postemailcertificata.it, ma solo se il mittente ha la posta certificata) oppure tramite raccomandata (farà fede il timbro postale). Potrà beneficiare degli incentivi solo chi eseguirà gli interventi. Renzo Otella

Una testimonianza dal fronte greco-albanese

Aperte le iscrizioni per partecipare alle celebrazioni

Commemorazione del 68° anniversario della ritirata di Russia: l’appuntamento è domenica 20 febbraio. Il gruppo Alpini di Murello invita tutti coloro che vorranno partecipare alla cerimonia ad incontrarsi domenica mattina alle 9.30 presso il centro polivalente: «la giornata comincerà con una colazione offerta dell’Ana (Associazione nazionale Alpini)», spiega il capogruppo Giuseppe Delpopolo, «poi daremo inizio alla commemorazione vera e propria: alle 10.30 verranno deposte le corone di fiori presso la lapide sotto i portici del municipio e ai piedi del monumento ai caduti. Seguirà la S. Messa a ricordo di tutti i caduti e dispersi della Divisione

La concessione avverrà sulla base di una graduatoria redatta secondo i seguenti elementi: la zona o “fascia di priorità” e la data di presentazione della domanda. Due quindi le zone ammesse, il centro storico – piazza Castello, piazza Libertà, via XXV Aprile, via Marconi, vicolo del Ricetto, vicolo al Molino – e le vie d’accesso al centro storico – via Roma, via Mazzini, via Garibaldi, via S. Anna, via Monviso – escluse, quindi, le derivazioni laterali alle

Donato alla biblioteca “Lettere a mio zio Antonio” di Lidia Abbà

I ragazzi della Pro loco hanno venduto i vasetti di fiori

Ha riscosso successo l’iniziativa promossa dal Centro di Aiuto alla Vita di Savigliano: la vendita delle primule a favore dell’associazione saviglianese è ormai un appuntamento di rito per molti murellesi. Sia sabato che domenica, i ragazzi della Pro loco hanno venduto i piccoli vasetti di fiori sul piazzale antistante la parrocchia. Don Stefano, durante la messa, ha ricordato l’importanza di sostenere il Cav, che lavora da anni a sostegno della vita, soprattutto in quelle condizioni in cui l’esistenza di un neonato pare appesa ad un filo: il Centro di Aiuto alla Vita si impegna infatti a sostenere giovani madri in difficoltà, a promuovere adozioni parentali a distanza ed a rimuovere le cause che costringono molte donne all’aborto. S.G.

Uno scorcio di Monasterolo in una foto di repertorio: la manovra incentiva gli abbellimenti

ti di dare la propria adesione entro mercoledì 16 febbraio, o recandosi al centro polivalente, o contattando il capogruppo Delpopolo al numero 0172.98167. Il costo del pranzo è di 20 euro. S.G.

che tracciano la “ferma” militare di Antonio, un contadino che, secondo di quattro fratelli, venne chiamato alle armi nel gennaio del 1942 e arruolato nel 36mo Reggimento Ordinario divisione di Fanteria gruppo danneggiati, e poi successivamente trasferito al 36mo Reggimento Artiglieria nei territori di occupazione in Grecia. Queste lettere alternano espressioni in puro piemontese – scritte con la semplicità di chi aveva un’istruzione di base limitata – con altre che fanno intendere la situazione vissuta al momento stesso in cui venivano scritte. Espressioni come «Sun andà a piè el vin che a la pagà el tenent e stasera parei anduma a dormi tranqui ed bun umur» oppure «Scusè del mal scrit perché i sun un po’ brille ho sempre la boraccia a la buca» fanno capire che la vita scorresse, seppur tribolata, ancora in una forma accettabile, tanto che Abbà si rallegrava

MURELLO

L’autrice Lidia Abbà

che il tenente avesse offerto loro del vino. Ad ogni lettera scritta da Antonio, la mamma rispondeva cercando di raccontare fatti di vita quotidiana a Scarnafigi, ma anche le ansie che la attanagliavano, chiedendo di spedire un vaglia, in modo provvedere a mandare al fronte i prodotti necessari da

lui richiesti. Sono semplici “racconti”, stralci di vita militare scritti nei giorni tragici della guerra sul fronte greco-albanese che restituiscono in tutta la loro drammaticità la tragedia dei soldati italiani. Improvvisamente, con l’ultima missiva del 7 settembre 1943, le lettere cessano. Di lì in poi, inutili tutti gli sforzi dei familiari per riuscire a stabilire un contatto. Soltanto nel 1958 arrivò un verbale di inattività, poi nel 1983 fu recapitata la concessione per la croce al merito di guerra, mentre nel 1984 giunse alla famiglia una lettera di scomparsa, una dichiarazione di morte presunta. E fu soltanto nel 2007 che, dopo specifica domanda alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, fu approvata la medaglia d’onore concessa ai cittadini Italiani deportati nei lager nazisti. r.o.

Per una poesia sul cielo stellato

Alla lirica di Debora il premio speciale della giuria del Kolbe “Stella, vera, nasci e brilli nel cielo di una sera... Ammirala, prendila, non lasciarla scappare: è come l’anima di una persona che vuole amare”. Questi alcuni dei versi che Debora Amariti ha dedicato al cielo stellato: da secoli gli uomini tengono il naso all’insù a guardare le stelle, meraviglia dei bambini, bussola dei naviganti, muse ispiratrici dei poeti, affascinanti oggetti d’indagine per gli scienziati. Nell’anno mondiale dedicato all’astronomia, l’associazione culturale Cenacolo “Clemente Rebora” di Savigliano ha promosso la XIX edizione del premio biennale di poesia e narrativa “Massimiliano Kolbe”: la giovane murellese Debora Amariti si è aggiudicata il

premio speciale della giuria per la sezione poesia studenti e universitari, dedicata all’astronomo saviglianese Giovanni V. Schiaparelli. Debora frequenta il secondo anno del liceo economico presso l’istituto superiore Eula di Savigliano. «Tutta la nostra classe ha partecipato al concorso», spiega Debora, «abbiamo inviato le nostre poesie prima di Natale: in questi giorni è giunta la comunicazione della mia vittoria. È stata una cosa del tutto inaspettata!». La sua poesia verrà riprodotta su una targa e sarà esposta insieme con l’albero dedicato a Schiaparelli. La cerimonia di premiazione avverrà venerdì prossimo, 18 febbraio, alle ore 10.30, presso il salone

Debora Amariti

d’onore del Palazzo Taffini di Savigliano. La poesia di Debora sarà poi protagonista assoluta della celebrazione saviglianese della Giornata Mondiale della Poesia, che avrà luogo il prossimo 21 marzo. “Il cielo è di tutti”, scrive Rodari, di tutti gli occhi che vogliono guardarlo, eppure sono poche le penne che riescono a tradurlo in pioesia: Debora ci è riuscita. A lei vanno anche i complimenti del sindaco di Murello Giovanni Miniotti. Silvia Godano


GIOVEDÌ 10 FEBBRAIO 2011 IL SAVIGLIANESE 19


20

paesi

giovedì 10 febbraio 2011

BREVI DAI PAESI “Dona un farmaco”

Per la casa di riposo CARAMAGNA Si svolgerà sabato 12 febbraio “Dona un farmaco a chi ne ha bisogno”, l’iniziativa durante la quale si potrà acquistare e donare un farmaco a chi vive ai limite della sussistenza. Ha aderito, infatti, la farmacia Gallo di via S. Biagio: qui i volontari proporranno per la beneficienza quei farmaci che, più di altri, possono servire all’ente a cui è destinata la raccolta, che per Caramagna è la casa di riposo dell’ospedale San Giuseppe.

Bosco del Merlino

In Comune le domande per i tagli CARAMAGNA Entro martedì 15 febbraio si raccolgono le domande per le richieste di tagli di piante, da fare entro il prossimo 31 marzo, nel Bosco del Merlino che, come è noto, è un “sito di interesse comunitario”, tutelato da Stato e Regione, rarissimo esempio sopravvissuto di bosco di pianura. Dal 1° settembre scorso è in vigore il nuovo regolamento forestale regionale: i proprietari dei terreni che vorranno tagliare lo potranno fare solo seguendo le procedure previste dalla legge. Il Comune mette a disposizione l’assistenza tecnica necessaria a chi ne farà richiesta, con la consulenza di agronomi forestali.

“Risvolti alcolici”

Serata rinviata a data da destinarsi CARAMAGNA È rinviata a data da destinarsi, per concomitanti impegni dei promotori, la serata di incontro tra genitori e figli intitolata “Risvolti Alcolici” di giovedì 10 febbraio organizzata dalla Biblioteca civica, dal progetto “Occasioni” e dal Comune. Si tratta di una delle serate organizzate all’interno del ciclo “Apertamente”, di cui ricordiamo i prossimi incontri: “Giù la maschera” il 3 marzo, “Figli digitali” il 7 aprile, “Scopriamo l’arte” il 5 maggio.

Una piazza per Don Cossai

Omaggio nell’Alessandrino CARAMAGNA Il Comune di Castellazzo Bormida (Al), ha avviato l’iter per l’intitolazione della piazzetta di fronte al municipio a don Giovanni Cossai. Nato a Caramagna il 2 gennaio 1947, e ordinato sacerdote il 24 giugno 1972, don Cossai è scomparso il 18 giugno 2010 dopo aver esercitato la sua missione proprio nel Comune alessandrino dal 1975 al 1977 quale vice parroco e dal 1995 al 2008 quale parroco.

Due atti di Oscar Barile

CARAMAGNA

«Io ho ucciso mio cognato» Aurelio Garnero, 58 anni, è il colpevole dell’omicidio Lolli. Particolare inquietante – la pista era stata da subito la “prescelta” nelle indagini – è che Garnero è il cognato della vittima, il fratello di sua moglie, con cui da tempo non correvano buoni rapporti. Le voci che sempre più si rincorrevano in paese hanno avuto conferma. Tutto è stato originato da una questione di soldi derivanti da un’eredità. E quel mattino del 13 dicembre a Verduno, Lolli ha incontrato proprio il cognato Aurelio. Ed è scattato il raptus omicida, «ma è stato un incidente, io non volevo sparare» continua a ripetere Garnero che, dopo la sua spontanea confessione di sabato scorso, è stato rinchiuso nel carcere di Alba. Il suo difensore, l’avvocato albese Stefano Ponchione, lo descrive come «un uomo distrutto, consapevole della

Asd Cavallerleone

Spettatori a “Controcampo”

I cavallerleonesi alla trasmissione in onda su Rete Quattro CAVALLERLEONE Domenica scorsa una delegazione della squadra di calcio dell’ASD Cavallerleone – tra cui erano presenti il presidente Gianni Villois, l’allenatore Raffaele Prattichizzo e il capitano Umberto Prattichizzo – ha partecipato tra il pubblico alla trasmissione calcistica di Rete 4 “Controcampo”, andata in onda dopo il posticipo serale. La nostra squadra ha potuto vedere dal vivo e salutare i noti giornalisti, opinionisti e sportivi che hanno partecipato alla tramissione. Entusiasta il presidente Villois: «Ringrazio i ragazzi che hanno partecipato all’iniziativa, è stata davvero una bella serata per tutti noi, che abbiamo ancora una volta mostrato la passione che nutriamo per la nostra squadra e per questo sport».

Sant’Antonio: nasce comitato

Pulita la cappella dalle erbacce VILLANOVA Dopo la messa di S. Antonio dello scorso17 gennaio, i villanovesi si sono subito attivati per la pulizia dell’esterno della cappella del santo. I signori Abrate, Battisti, Bosio e Chiavassa hanno provveduto con mezzi e manodopera al taglio di rovi, arbusti selvatici ed erbacce nelle giornate di martedì 18 e mercoledì 19 gennaio. Ora la cappella, almeno dall’esterno, è presentabile e non si ha più, vedendola, l’impressione che sia abbandonata. Le stesse 4 persone si stanno facendo promotrici per la costituzione di un comitato che si occupi del “restauro”. Al momento tale comitato conterebbe l’adesione di una ventina di altri volontari.

Angelo Lolli

Aurelio Garnero

gravità di quanto ha commesso». Le indagini discrete e sottotraccia svolte dai carabinieri della Compagnia di Bra e dal Pm Laura Deodato hanno piano piano stretto il cerchio intorno al reo confesso. Un agguato e un omicidio che si pensano possano essere premeditati, altrimenti non si spiegherebbe come Garnero, provetto cacciatore, quel

mattino di dicembre avesse potuto avere il fucile nella propria auto ben sapendo che la caccia era vietata. In paese di parlava, più o meno sommessamente, di rancori, invidie tra le due famiglie; in qualche caso si era arrivati anche alle minacce, ma nessuno avrebbe potuto pensare che Garnero passasse dalle parole ai fatti e che, in una nebbiosa alba invernale, seguisse il cognato e premesse il grilletto per uccidere. «Nessuno voleva crederci davvero – dice con voce sgomenta il sindaco Mario Riu, che era amico di Lolli – si sperava che Garnero non fosse arrivato a tanto. In questi giorni di festeggiamenti in onore di San Biagio, il nostro patrono, speriamo che lui ci illumini, ne abbiamo davvero bisogno. Sono vicino a tutti i familiari, perchè il dolore di questa tragedia colpisce sia da una parte che dall’altra». pa.bi.

CARAMAGNA Sorpresa a San Biagio

Targa a Brunetto Sala gremita venerdì sera nel cinemateatro per il concerto di San Biagio degli apprezzatissimi “Singtonia”. Prima del concerto sono stati consegnati, nell’emozione generale, i riconoscimenti agli imprenditori Bartolo Allasia, Alessandro Festa e Dario Osella.Tre targhe col logo del Comune e il busto di San Biagio, un richiamo al 150° dell’Unità d’Italia e la scritta, firmata dal sindaco Mario Riu, “per il suo impegno incessante a favore dell’impresa, del lavoro, del paese. Con gratitudine”. A sorpresa è stata consegnata anche una targa ad Andrea Brunetto, l’ex sindaco in sella per mezzo secolo, con la dedica: “protagonista della crescita che ha generato imprese, lavoro e benessere nel paese”. A consegnare i riconoscimenti, assieme al sindaco Riu, l’assessore racconigese Giuseppe

Prosegue il teatro dialettale CARAMAGNA Prosegue la 15ª rassegna di teatro piemontese organizzata dalla compagnia Punto e Virgola. Sabato 12 febbraio, alle 21, nel cinema-teatro, sarà in scena la compagnia “Nostro teatro di Sinio” con “Tant o r’è fol”, due atti di Oscar Barile. Per prenotazioni ed informazioni rivolgersi alla lavanderia Ponzone al 340.2176852 (ore pasti) o all’alimentari Pignata allo 0172.89067.

Delitto Lolli: Aurelio Garnero si costituisce

CAVALLERLEONE

Delfino, Brunetto, Milli, Riu, Allasia, Osella, Festa e Piumatti alla premiazione

Milli, il presidente provinciale Confapi Giuseppe Piumatti, l’on Teresio Delfino, i quali sono intervenuti con parole di elogio per l’impegno di queste persone, un impegno di tutta una vita e che continua incessante, mol-

to oltre “l’età della pensione”. Sono anche pervenuti messaggi di stima dal Sottosegretario on. Guido Crosetto e da Lorenza Pininfarina, già presidente del gruppo Carrozzieri italiani.

Per un anno non potranno accedere ad impianti sportivi

Tre “Daspo” per l’aggressione all’arbitro Sono arrivate la scorsa settimana le sentenze della giustizia sportiva riguardo alla rissa che ha avuto luogo presso il campo sportivo di Cavallerleone il 23 ottobre scorso, durante la partita tra i locali ed il Musiello Saluzzo. Al 20’ del secondo tempo, la squadra ospite, sentendosi danneggiata dalle decisioni del direttore di gara Maurizio Baudissone, aveva aggredito quest’ultimo dapprima verbalmente, poi fisicamente con pugni, calci ed una violenta testata in pieno volto, tanto da provocargli lesioni personali. Grazie all’intervento dei giocatori della squadra del Cavaller-

VILLANOVA

leone, l’arbitro aveva poi abbandonato il campo ed era stato ricoverato all’ospedale di Savigliano in quanto affetto da lesioni giudicate guaribili in 10 giorni. La partita era stata sospesa, con l’assegnazione della vittoria a tavolino per i padroni di casa, e si era reso necessario l’intervento dei Ca-

rabinieri di Cavallermaggiore. La Divisione Anticrimine il 26 gennaio scorso ha emesso tre provvedimenti “Daspo” (che fanno divieto, per un periodo di 12 mesi, di accedere a tutti gli impianti sportivi del territorio nazionale durante lo svolgimento degli incontri di calcio) nei confronti dei giocatori Stefano Borgogno e Gianluca Beltrandi e di Giuliano Iacovelli, allenatore del Musiello Saluzzo. Il “mister”, autore della testata al volto del direttore di gara, è stato sospeso dalla Federazione Calcio per 4 anni, mentre i giocatori coinvolti sono stati puntiti disciplinarmen-

te con due giornate di squalifica. Inoltre, i tre, a vario titolo, sono stati deferiti alla Procura della Repubblica di Saluzzo per i reati di ingiurie, minacce, percosse e lesioni personali. L’atteggiamento della giustizia sportiva è ormai intransigente nei confronti di comportamenti di questo genere, che già in un paio di occasioni avevamo visto verificarsi sul nostro campo da calcio. Da quando il regolamento lo prevede, sono stati complessivamente 16 i “Daspo” emessi dalla giustizia sportiva nella provincia di Cuneo. Gianluca Gianoglio

Festa per la vita

Una primula in dono Domenica 6 febbraio si è svolta presso la chiesa di San Martino una festa per “la giornata della vita”. Protagonisti dell’evento sono stati i sette nati del paese dell’anno 2010: Samuele, Matteo, Leonardo, Isabel, Giorgia,Viola e Patrizia. I fiocchi blu e rosa e le foto dei neonati sono stati appesi all’altare durante il rito religioso che si è tenuto in occasione alla festa, mentre ai genitori è stata offerta una primula come simbolo vitale. Sul sagrato della chiesa, a messa conclusa, è stata inoltre organizzata dalla parrocchia un’iniziativa dal nome “le primule della vita” dove era possibile ricevere i fiori in seguito ad una libera offerta. Il ricavato è stato devoluto alle associazioni anti-aborto italiane. Andrea Giordana

I bimbi nati in paese nel 2010 con i genitori ed il parroco don Claudio


GIOVEDÌ 10 FEBBRAIO 2011 IL SAVIGLIANESE 21


22

giovedì 10 febbraio 2011

BREVI DA CAVALLERMAGGIORE Incontro del circolo Pd

Partecipa “Momo” Di Caro È stato fissato per lunedì 14 febbraio alle ore 21 presso la sala incontri del Comune di Cavallermaggiore, l’incontro del circolo Pd aperto a tutti i cittadini per condividere ed integrare l’“Agenda 2011” delle attività ed iniziative sul territorio. Sarà presente il Segretario provinciale del Pd “Momo” Di Caro. In tale circostanza sarà resa disponibile la documentazione di analisi e contro-proposta Pd in merito all’annunciata riforma della Sanità regionale.

Soggiorno marino

Anziani a Laigueglia Dal 4 al 18 aprile prossimi il comune organizza un soggiorno marino per anziani e pensionati a Laigueglia presso l’hotel Aquilia (3 stelle). Il costo è di 30 euro al giorno a persona. Le iscrizioni si raccolgono fino al 22 febbraio prossimo presso il Comune.

cavallermaggiore - genola

CAVALLERMAGGIORE In Comune depositata anche una seconda richiesta

Biomasse: arriva una centrale Cos’è una centrale a biomasse? Si tratta di una struttura per produrre elettricità usando scarti dell’agricoltura, dell’allevamento e dell’industria (soprattutto agroalimentare). È dunque un tipo di impianto che consente, attraverso la combustione di materiali organici, di ottenere energia. Ha sostenitori e detrattori: chi ritiene sia una valida forma di energia alternativa afferma che le biomasse rappresentino una fonte pulita, in grado di liberare una quantità minore di sostanze inquinanti rispetto ai combustibili fossili; chi invece critica tali centrali, sottolinea i potenziali rischi per la salute, dovuti all’immissione nell’atmosfera dei prodotti risultanti dalla combustione, soprattutto nel

Primule per la vita

caso di grandi strutture. Proprio a Cavallermaggiore è stato recentemente approvato il progetto per la creazione di una centrale a biomasse: un impianto di piccole dimensioni, si intende, localizzato sulla strada vecchia del Foresto, non lontano dalla cascina Spessa Soprana. È di proprietà di un gruppo di coltivatori diretti della nostra città, che si sono uniti per realizzarla. La centrale è al di sotto di 1 Megawatt, quindi di potenza limitata. «Questa struttura – spiega il sindaco Baravalle – è stata autorizzata da due “conferenze dei servizi” che ne hanno valutato l’impatto ambientale e le caratteristiche, ritenendola idonea; sarà costruita entro la fi-

ne dell’anno. La centrale a biomasse sarà alimentata al 70% da reflui animali (soprattutto bovini e, in misura minore, suini) che si trasformeranno in “biogas” e poi in energia, ed al 30% da ramaglie e vegetali». Una seconda domanda per un impianto simile è stata depositata in Comune. «In effetti – prosegue il primo cittadino – è stata presentata un’altra richiesta che, al momento, non è stata ancora esaminata né approvata. Si tratta di un impianto che dovrebbe sorgere sulla strada per Cavallerleone. Anche in questo caso riguarda la realizzazione di una centrale a biomasse, piccola e di potenza inferiore a 1 Megawatt alimentata, però, al 100% da materiale vegetale». Luca Martini

Pomeriggio di musica e danze insieme ai ragazzi disabili

Raccolti quasi duemila euro

GENOLA

In occasione della giornata della vita, celebrata domenica scorsa, 6 febbraio, il Cav ha riproposto l’iniziativa “Primule per la vita”, offrendo i fiori all’uscita delle chiese cittadine. In tale occasione è stata raccolta la cifra di 1803 euro. Il denaro sarà destinato al Cav (Centro aiuto alla vita) per sostenere giovani madri in difficoltà a portare avanti la gravidanza.

“Festival della creatività” alla cittadella sociale

Madonna di Lourdes

Funzione per i bambini Venerdì prossimo, 11 febbraio, i bambini di Cavallermaggiore sono invitati a recarsi nella chiesa di S. Michele, alle ore 17, in occasione della festa della Madonna di Lourdes. La ricorrenza sarà celebrata con una funzione e l’invito “Porta un fiore alla Madonna”.

Domenica al lago Isola

Pranzo in compagnia Domenica prossima, 13 febbraio, è previsto un incontro sociale presso il Lago Isola. Alle ore 12.30 si terrà il pranzo (i partecipanti sono invitati a portare il vino). Prenotazioni presso i signori Losito e Pairona o al numero 334.3527008.

Fiocco azzurro Il gruppo “Cavallermaggiore Viva” porge i migliori auguri alla mamma Francesca Reviglio ed al papà Guido per la nuova avventura iniziata domenica mattina con l’arrivo del terzo figlio, Ludovico Ferdinando.

BREVI DA GENOLA Onomastici e compleanni

Festa al Centro anziani

La nuova “cittadella sociale” recentemente aperta in via Cussino

GENOLA

La socializzazione è uno dei bisogni primari rilevati dalle famiglie di persone con handicap, specie intellettivo, delle quali si occupa la cooperativa La Finestra. La qualità del tempo libero e l’autorealizzazione sono elementi fondamentali per la qualità della vita. Ecco perché viene organizzato un evento capace di incuriosire, far incontrare e far volare la fantasia. Questo è il “Festival della creatività”, una giornata nella quale sbizzarrirsi con tecniche e materiali vari che saranno messi liberamente a disposizione: tempere,

acrilici, acquarelli, carta, pannelli.Tutte le “creazioni” saranno poi votate da una giuria popolare. Il Festival si svolgerà domenica 13 febbraio in via Cussino n. 11, presso la cittadella sociale, a partire dalle 15. La festa, a cui non mancheranno musica e danze, terminerà con un piccolo rinfresco offerto dai ragazzi della cooperativa. La manifestazione coinvolgerà ragazzi con e senza handicap. I posti sono disponibili fino a esaurimento: informazioni e prenotazioni al 347.2489673. st.aim.

Festa dei giovani

“Accoglienza” Domenica 23 gennaio, durante la S. Messa delle ore 11, i giovani – dalla 1° superiore in poi – hanno accolto i giovanissimi di terza media nell’universo dei gruppi giovani. Una realtà diversa per i ragazzi cresciuti fino alla Cresima seguendo il cammino del Catechismo e che ora si perfeziona con l’aiuto dei nuovi animatori Luca, Chiara ed Enrica e col supporto delle “storiche” catechiste Antonella ed Agnese. Una festa inserita nella celebrazione animata nelle letture e nei canti dai giovani. Un benvenuto dato ai ragazzi dagli amici più grandi e dalla comunità intera. Per loro si aprono orizzonti, nel cammino di crescita, segnati da discussioni, dibattiti, approfondimenti e confronti anche oltre la “frontiera” della parrocchia. st.aim.

GENOLA

I ragazzi protagonisti della festa dell’accoglienza con il parroco don Marco Tomatis

In municipio parte la prevendita per la rassegna teatrale

Tre venerdì per ridere... in piemontese I commensali hanno festeggiato 7 onomastici e 4 compleanni Come da abitudine trimestrale, gli amici del Centro anziani si ritrovano davanti a tavole imbandite e ricche per festeggiare onomastici e compleanni. In questo turno erano 7 gli onomastici e 4 i compleanni. Domenica 30 gennaio, oltre 50 commensali si sono ritrovati ad alzare i calici e brindare ai festeggiati. Come sempre un’ottima “scusa” per incontrarsi e per condividere un pomeriggio di festa insieme, a discapito di una nevicata abbondante che però non ha contrastato con l’entusiasmo dei pensionati.

Pellegrinaggio in Terra Santa

Si proiettano le immagini in oratorio Sabato 12 febbraio, alle ore 20.45, nel salone dell’oratorio, verranno proiettate le immagini del pellegrinaggio in Terra Santa.Verrà proposto il “diario del pellegrino” per ripercorrere le emozioni vissute. Un appuntamento a cui tutti sono invitati: pellegrini e non solo.

Sta per partire la rassegna teatrale 2011. L’assessorato alla Cultura, insieme al Comune, alla compagnia “El Fornel” ed all’associazione “Sipari sël Piemont” ripropone l’ormai consueto appuntamento con “Tre venner a teatro”. Il calendario: il 25 febbraio si esibirà la compagnia teatrale Siparietto San Matteo di Moncalieri con “Felice ma nen trop”, commedia in 3 atti di Secondino Trivero. Il secondo appuntamento è per l’11 marzo, quando la compagnia teatrale “D’la Vila” di Verzuolo proporrà “Son trova-me… en paradis” di Herry Segall. Ultimo spettacolo il 25 marzo con la compagnia “El Fornel”

di Racconigi in “Anche j strass a veulo fe’ bela figura”: tre atti di Galleano Armando. Le rappresentazioni si terranno presso il Salone Mani-

festazioni alle ore 20.45. L’ingresso per ogni spettacolo è di 5 euro. Le prenotazioni si effettuano presso l’ufficio cultura del

Comune di Genola (tel. 0172 648440); informazioni presso la compagnia “El Fornel”, telefono 0172. 86325. Stefania Aimetta

C l a s s e 19 3 5

Lo scorso 16 gennaio, i “coscritti” genolesi della classe 1935 si sono ritrovati per festeggiare i 75 anni


cavallermaggiore

CRONACA

Brutta avventura per due giovani tifosi bianconeri

Juventini picchiati a Cagliari Sabato scorso un gruppo di sei tifosi juventini della nostra zona in trasferta a Cagliari ha vissuto una spiacevole avventura. I giovani – due di Cavallermaggiore, due di Bra e due di Pocapaglia – dopo aver assistito all’incontro valido per l’anticipo della serie A tra la “vecchia Signora” e la squadra locale, finito con il successo dei bianconeri per 3-1 – hanno cenato in una pizzeria del capoluogo sardo, in viale Diaz. Usciti dal locale, però, sono stati assaliti da una decina di individui. «Mentre eravamo in pizzeria – racconta uno dei due cavallermaggioresi – ho notato due uomini che sono entrati guardandosi intorno; conclusa la cena, siamo usciti all’esterno; stavo acquistando le sigarette da una macchinetta, quando mi sono visto aggredito da un gruppo di persone. Ave-

Il gruppo dei tifosi “Sconvolts”, del quale facevano parte gli aggressori

vano bastoni e cinghie con borchie, hanno iniziato a menare le mani e noi ci siamo difesi per quanto possibile. Ad un certo punto mi sono trovato in un vicolo senza uscita, da solo, e ho temuto il peggio. Per fortuna sono riuscito a scappare. In pochi minuti sono intervenute le auto delle forze dell’ordine, avvertite dal titolare della pizzeria. Sono arrivate tempestivamente tre vetture dei Carabinieri e tre della

LUTTO

Polizia. Grazie a questa azione, gli aggressori sono stati bloccati». I tifosi juventini non avevano sciarpe o altri segni di riconoscimento. «Siamo stati individuati come forestieri – prosegue il giovane – a causa del nostro accento. Ci sono stati rubati uno zaino ed un portafoglio, caduto a terra durante l’aggressione, che sono stati poi recuperati dalle forze dell’ordine».

La brutta avventura si è conclusa non senza danni: ad un ragazzo è stato riscontrato un trauma cranico, mentre per uno dei due giovani cavallermaggioresi si è resa necessaria l’applicazione di alcuni punti di sutura alla testa. I tifosi juventini, giunti a Cagliari con il volo da Levaldigi sabato mattina, sono rientrati il giorno dopo all’aeroporto di Caselle. Gli aggressori sono stati identificati come appartenenti al gruppo “Sconvolts”, vicino alla tifoseria della squadra cagliaritana. Le forze dell’ordine hanno arrestato, nella notte tra sabato e domenica, otto di loro, con l’accusa di rapina, lesioni personali e porto di oggetti atti ad offendere. Ulteriori accertamenti sono in corso sugli altri due supporters cagliaritani coinvolti nella vicenda.

Per anni condusse una cartoleria in centro e fu anche in Comune

Addio a Sandra, maestro del commercio

Emilio Sandra È mancato la scorsa settimana Emilio Sandra, 85 anni, persona molto nota e stimata nella nostra città. Nato l’11 settembre del 1925 a Monasterolo, in gioventù lavorò

FESTA

in campagna. Nel 1952 si sposò con la signora Maria a Cavallermaggiore. Dopo aver intrapreso, quindi, le professioni di falegname e rappresentante di commercio, per 18 anni gestì con la moglie la cartolibreria in via Roma, sotto i portici, vicino al caffè Centro. Fu quello un periodo felice per Emilio e la sua famiglia. Si può dire che non ci sia persona a Cavallermaggiore che non abbia acquistato articoli di cancelleria o i libri per la scuola in quel negozio. Emilio svolgeva il suo lavoro con grande passione: ordinò e prelevò

migliaia di volumi…Negli ultimi 20 anni è stato colto dal morbo di Parkinson, che lo ha fatto soffrire senza però riuscire ad abbatterlo: fino all’ultimo, si può dire è stato attivo, affrontando con coraggio e determinazione la malattia e riuscendo a sconfiggere, tra l’altro, anche un tumore al naso. «È stato seguito molto bene – ricorda la moglie Maria – dal primario dell’ospedale Valdese di Torino; non si è chiuso in sé stesso, ha continuato ad uscire, a guidare la macchina. Addirittura era lui a fare coraggio agli altri malati».

Tutti gli appuntamenti

Arriva Carnevale In vista del Carnevale 2011 sono state confermate le maschere cittadine: Giaculin sarà impersonato da Diego Testa e Maria Catlina da Nadia Curcetti. Nutrito il gruppo delle damigelle: Margherita Allocco,Valentina Leone, Giorgia Cattaneo, Chiara Longo e Silvia Spada. Le accompagneranno i paggi Fabrizio Rosso, Alberto Donalisio, Luca Tosco, Alessandro Monasterolo, Giacomo Rosso, Luca Pennoncelli, Massimo Martini. Le maschere saranno protagoniste nei paesi vicini nel corso dei vari fine settimana che prevedono manifestazioni. Il 27 febbraio, ad esempio, saranno all’investitura della Castellana a Saluzzo; giovedì 3 e venerdì 4 marzo visiteranno le scuole di Cavallermaggiore; domenica 6 saranno protagoniste, ancora nella nostra città, della festa per i 150 anni dell’Unità d’Italia; lunedì 7 animeranno il “Carnevale dei bambini” cittadino, con intratte-

COMMERCIO

Il lunedì tornerà la festa per i bambini

nimento e merenda per tutti i piccoli. È prevista, inoltre, una visita presso la casa di riposo, ma la data non è stata ancora fissata. Quest’anno, purtroppo, il gruppo folkloristico non ha potuto realizzare il carro allegorico; il Carnevale sarà sicuramente divertente, bello, spensierato, ma mancherà un elemento importante che, speriamo, possa tornare nel 2012.

In dodici hanno ricevuto il “via libera” dalla Regione

Contributi per abbellire i negozi Lunedì scorso, 7 febbraio, in municipio, l’amministrazione civica, con i rappresentanti di ufficio tecnico, ufficio del commercio e con il direttore dell’Ascom Livio Raballo, ha incontrato dodici commercianti cittadini. Scopo della riunione era comunicare a queste persone che la loro richiesta di finanziamento, nell’ambito del Progetto di Qualificazione Urbana (PQU) è stata accolta dalla Regione, che ha stanziato per Cavallermaggiore circa 50.000 euro. Le 12 attività che hanno avanzato la loro candidatura dovevano trovarsi nella zona detta “A1”, che va da piazza Vittorio Emanuele II a

piazza Abate Filippi, allargandosi ad Est verso via Fiume e ad Ovest in direzione di via XXIV Maggio (un’area che conta circa 50 esercizi commerciali); potranno ricevere un contributo del 50% per spese di ammodernamento (destinate a vetrine, insegne, illuminazione…) nei loro negozi. I soldi saranno erogati (tempo un anno) dopo che i commercianti avranno effettuato l’investimento e portato le ricevute al Comune, che provvederà ad inoltrarle in Regione. Nell’ambito dello stesso piano, anche l’amministrazione civica ha fatto predisporre un progetto curato dallo studio Tau

& Temi di Cuneo per la riqualificazione urbana del centro (miglioramento della pavimentazione dei portici, interventi su insegne, segnaletica, percorsi pedonali , fioriere in piazza S. Michele, via Roma, via Fiume, via XXIV Maggio) per un costo di circa 450.000 euro, che si potranno coprire dal 45 al 60% con fondi pubblici. «Il Comune ha creduto in questa occasione – ha detto il sindaco Baravalle – ed è stato premiato; ricordo che pochissimi paesi sono stati ammessi ai finanziamenti del PQU. Ora i commercianti potranno contare su una possibilità che si prospetta interessante».

Tra le passioni di Emilio si ricordano i lavori di restauro di quadri e il gioco delle bocce. Si impegnò anche in politica e fu consigliere comunale nel primo mandato del sindaco Piero Grande, dal 1990 al 1995. Nel 1991, inoltre, fu premiato a Cuneo come “maestro del commercio”. Persona riservata, ma socievole ed aperta al prossimo, lascia la moglie Maria e le figlie Adriana e Irene. La redazione de “Il Saviglianese” porge alla famiglia sentite condoglianze.

giovedì 10 febbraio 2011

ABBONAMENTI 2011 In edicola 38 euro, postale 42 euro, on-line 33 euro Rivolgiti all’edicola o al corrispondente del tuo paese (per l’on-line registrarsi sul sito www.ilsaviglianese.com)

23


24

marene

giovedì 10 febbraio 2011

TEATRO

Successo per la compagnia locale

Calato un poker di risate

La Compagnia teatrale marenese durante la nuova commedia

Grande successo per il nuovo spettacolo in tre atti della Compagnia Teatrale Marenese “A ie’ pi nen ed pas manc en paradis”, commedia brillante in lingua piemontese scritta da Marinella Mondino, Beppe Operti, Gianni Racca, Giuseppe Testa e Michele Trabucco. La pièce è stata messa in scena ben quattro volte, facendo registrare il tutto esaurito: grandi risate da parte di tutto il pubblico, coinvolto dagli abili attori della Compagnia nelle esilaranti avventure degli ospiti

di una stramba casa di riposo, messa in vendita dai responsabili per costruire, su quel sito, un palazzo signorile. L’unica voce di dissenso è quella del parroco del paese, che si oppone alla vendita della struttura: sfortunatamente, mentre prepara gli addobbi per il Corpus Domini, cade dalla scala per colpa della disattenzione di un angelo svampito, che lo porta direttamente in Paradiso. A questo punto, è San Pietro in persona ad occuparsi di risolvere la non facile questione...

IN BREVE Incontro con il vescovo

Rivolto a tutti i giovani La partenza dei giovani per l’incontro col Vescovo Cesare Nosiglia a Carmagnola è fissata per giovedì 10 febbraio, alle ore 20.15, dalla parrocchia.

Circolo “Noi”

Aperto il tesseramento È possibile effettuare il tesseramento alla “Noi” presso l’ufficio parrocchiale, il bar dell’Oratorio e la macelleria Racca di via S. Gallina 61. A.A.

SCUOLA

I giovani “sperimentano” la politica per il loro paese

Ecco il Consiglio dei ragazzi La scorsa settimana hanno avuto luogo le elezioni per il Consiglio Comunale dei Ragazzi, a cui hanno aderito le classi quarte e quinte della scuola primaria. In tutto una settantina di alunni che, grazie al prezioso aiuto delle loro insegnanti, si sono cimentati in una vera e propria “campagna elettorale”, ricca di spunti e di proposte per la pubblica amministrazione. Il tema era tutto centrato sulla “scuola che vorrei”, ma anche sul “paese che vorrei”, con interessanti progetti creati da questi giovani cittadini. All’interno delle quattro classi partecipanti si sono formate alcune liste elettorali, con tanto di simbolo, sostenute da un vero e proprio programma pensato dai ragazzi ed emerso dopo le riflessioni fatte in classe insieme alle insegnanti: troviamo “Marene, l’avvenire pensiamo al futuro”, “Insieme per un futuro migliore”, “Lista pingue” e “Programma per una scuola migliore”. Le votazioni, avvenute in ora-

ASILO

“Battesimo del voto” per i giovani elettori delle scuola primaria

rio scolastico, hanno visto gli alunni esprimere le loro preferenze (scrutinate dagli stessi ragazzi) per eleggere democraticamente i loro rappresentanti all’interno del Consiglio comunale. Per le classi quarte ci saranno Federica Gianoglio, Chiara Bergese, Miriam Racca, Chiara Gastaldi e Sara Bergese, mentre per le quinte i consiglieri saranno Giulia Bertaina, Giulia Goitre, Pie-

A dispetto di quanto temevano i genitori

Accolte tutte le domande Alla scuola materna “S. Teresa del Bambin Gesù”, a dispetto di quanto temevano i genitori dei nuovi iscritti, non si è creata lista d’attesa per carenza di posti disponibili. Infatti, ad iscrizioni ultimate, «tutte le 34 nuove domande – spiega il direttivo della scuola – sono state accolte, nessuna famiglia è stata collocata in lista di attesa ed è rimasto ancora un posto libero per eventuali ritardatari o nuovi residenti. Negli ultimi tre anni, nonostante i ripetuti allarmismi, un solo bambino non è riu-

scito a trovare posto». Ma allora, perché tanta mobilitazione per niente? Perché tanti genitori erano in fila davanti alla scuola il primo giorno delle iscrizioni, il 29 gennaio, già alle 5.30? Cosa giustifica una simile levataccia, la recente raccolta firme dei genitori per chiedere la creazione di una “quarta sezione”, e perché l’incontro dello scorso dicembre voluto dalle famiglie con il Comune? La questione rimane aperta: ancora una volta alcune famiglie, temendo di non veder

tro Pelissero, Ruben Racca ed Elia Racca. Ma in concreto, di che cosa si occuperà il Consiglio Comunale dei Ragazzi? Sarà presieduto dal sindaco Pelissero e durante l’anno scolastico si riunirà da una a quattro volte in seduta ordinaria o sarà convocato d’urgenza su richiesta di almeno un quarto dei componenti. La discussione assembleare sarà libera relasoddisfatta la propria domanda, hanno preferito tenere a casa i propri figli di tre anni oppure iscriverli fuori paese. Le scuole più gettonate? Madonna del Pilone, Cavallermaggiore, Savigliano. L’amministrazione della materna commenta: «nessuno è in grado di prevedere i futuri andamenti demografici, però è probabile che (a causa del picco delle nascite nelle annate 2008/2009) un problema di scarsità di posti si verifichi nei prossimi due o tre anni. Ma non è neanche da escludere che nel giro di quattro o cinque anni la scuola materna di Marene si ritrovi con il problema opposto, cioè con la difficoltà a raccogliere un numero adeguato di iscrizioni». Nessuna

tivamente all’ordine del giorno fissato, che potrà prevedere la presentazione di proposte da sottoporre alla votazione in aula, argomenti da discutere con i compagni a scuola o interrogazioni all’amministrazione comunale: nessuna deliberazione sarà valida se non otterrà la maggioranza dei voti dei presenti alla seduta, con la partecipazione in aula della maggioranza dei componenti del Consiglio. Per l’amministrazione marenese l’istituzione di questa assemblea dei ragazzi rappresenta senz’altro un motivo d’orgoglio: come afferma il vice sindaco Roberta Barbero «siamo molto contenti di aver realizzato quest’iniziativa insieme ai ragazzi, facciamo i complimenti a tutti gli eletti e a tutti coloro che hanno partecipato e speriamo di riuscire a portare avanti alcune delle loro proposte». A giorni sarà resa nota la data della prima convocazione del Consiglio dei Ragazzi. Al.Am. marcia indietro, però, sull’ipotesi “quarta sezione provvisoria”, perché «l’obiettivo della scuola è quello di accogliere (in condizioni di sicurezza) tutti i bambini che ne facciano domanda. Fin dalla primavera del 2008 l’attuale Direttivo ha valutato con l’Asl la possibilità di aprire una quarta classe. L’idea era poi stata momentaneamente accantonata perché il numero delle iscrizioni non giustificava l’investimento. Ma nel dicembre 2010, in previsione del picco di iscrizioni, è stata inoltrata una richiesta ufficiale. Siamo tuttora in attesa di una risposta, perché la buona volontà del Direttivo, delle famiglie o del Comune non è sufficiente, finché l’Asl non dice sì».


giovedì 10 febbraio 2011

ANZIANI

25

Crollo di calcinacci alla Residenza Angelo Spada

Trasferiti a Savigliano in 19 re il costante rapporto con gli operatori che li hanno in cura quotidianamente». Il trasferimento a Savigliano è avvenuto nella giornata di venerdì con ambulanze e pulmini della Croce Rossa. Al momento di partire, non è mancata qualche lacrima da parte degli ospiti della Casa di Riposo di via Ormesano. I lavori sulla controsoffittatura sono iniziati immediatamente, già lunedì scorso, ma non sono bastati a placare alcune polemiche sorte in città. Secondo alcuni infatti – familiari, persone che ruotano attorno alla residenza per anziani, ma anche amministratori locali – l’incidente avrebbe potuto essere affrontato senza spostare gli anziani da Racconigi. Il più amareggiato della vicenda è il sindaco Adriano Tosello: «Venerdì mattina nessuno ci ha La caduta di calcinacci e di parte della sot- avvisati che c’era un problema e che avrebbero tratostante controsoffittatura nel corridoio del sferito degli ospiti – afferma –. Io ero in Comune secondo piano della Residenza "Angelo Spada" e non ne sapevo nulla. Solo verso le 13 mi hanno ha messo in allarme i dirigenti dell'Asl CN1 e di telefonato per informarmi di cosa era successo, ma a quel punto era già stato tutto deciso. PersonalAmos.Venerdì scorso, dopo un somente ritengo che non era il caso di pralluogo nei locali che ospitano gli intervenire in questo modo per una anziani più bisognosi di assistenza, sciocchezza, sgomberando completai proprietari della struttura e l'asmente il piano. Per alleviare il disagio sociazione che la gestisce, congiundegli anziani abbiamo proposto di spotamente, hanno deciso di trasferistarne una parte presso Villa Biancotre 19 ospiti del secondo piano a ti Levis, ma la cosa non è stata accetSavigliano, presso la Chianoc. «Non tata dai dirigenti della residenza. So si tratta di un problema statico, nè proche dicono che Villa Biancotti non è babilmente si può ravvisare un immiconvenzionata, ma nella stessa situanente pericolo – ha spiegato il diretzione si trova anche la Chianoc, che tore del Servizio Tecnico dell'Asl, Livio Dragone – ma occorre essere Il soffitto pericolante anzi parlano di chiudere. Ho telefonato ai vertici Asl e mi sono fatto prudenti, perciò abbiamo ritenuto di non procrastinare la verifica attenta della situazio- sentire al punto che hanno organizzato un inne e gli interventi conseguenti per risolvere defini- contro a Racconigi. Ci stiamo muovendo anche come sindaci del territorio». tivamente il problema». Di diverso parere il direttore del DiIl direttore sanitario di Amos Gloria Chiozstretto, Airale: «Si trattava di aprire un canza ed il direttore del Distretto di Savigliano Eraldo Airale hanno concordato di dover te- tiere, bisognava sgomberare i locali, e quindi ner conto a priori della sicurezza dei pazienti abbiamo optato per la Chianoc che era in grae degli operatori: «Abbiamo avvisato le famiglie do di accogliere tutti gli ospiti. Il direttivo di degli ospiti – precisano – ed individuato un nucleo quella struttura si è messo in quattro e alle della Chianoc dove gli anziani saranno seguiti, per 18 i nostri anziani si erano già sistemati ed il tempo richiesto dai lavori della struttura, dal per- avevano già cenato. Capisco che il trasferimensonale di Amos. Crediamo infatti sia fondamentale to possa aver comportato qualche problema, per l'equilibrio psicologico degli anziani mantene- ma l’altra struttura presente a Racconigi non

CERIMONIA

era convenzionata come Raf (non in grado di ospitare anziani con quelle esigenze, ndr)». Il vice sindaco Bartolomeo Allasia non vuole entrare in merito alle polemiche: «Se l’Asl ha pensato così va bene: la struttura è di sua proprietà. Ho chiesto esplicitamente il cronoprogramma dei lavori e che gli anziani trasferiti possano ritornare al più presto a Racconigi». La presidente della Chianoc, Angela Ambrosino, si è prodigata per accogliere nel migliore dei modi gli anziani, liberando un intero piano dell’edificio e spostando gli 8 utenti che lo occupavano in un’altra ala della struttura. Che le cose siano state fatte nel migliore dei modi lo testimonia l’assessore all’Assistenza di Racconigi, Federico Scarpino, che lunedì si è recato in visita agli anziani a Savigliano: «È chiaro che lo sballottamento c’è stato e non è stata una bella cosa per loro. Però sono stati sistemati nel reparto più bello della Chianoc, stanno bene e sono in locali adeguati, con un’ottima cucina. La cosa importante è che sono assistiti dagli stessi operatori di quando erano a Racconigi. Nel giro di un mese dovrebbero terminare i lavori e potranno tornare: staremo dietro all’impresa con il fiato sul collo». E martedì ad andare a Savigliano è stato il consigliere con delega al Volontariato, Elda Minero: «Premetto che non mi sono recata alla Casa di Riposo ufficialmente: mi trovavo dalle parti dell’ospedale e la presidente Ambrosino mi ha invitata a fare visita agli amici racconigesi. Ho trovato bene i nostri nonnini, sono stati ben sistemati. Ringraziamo la Chianoc che li ha ospitati». Beatrice Becchis

Nel 68° anniversario della battaglia di Njkolajewka

Nelle foto: alcuni momenti del trasferimento degli anziani

CRONACA

Racconigese di 71 anni

Travolta dal treno «Ora avrai ritrovato il tuo Emanuele cui tanto hai voluto bene e per la cui mancanza tanto hai sofferto» così i nipoti ed il genero hanno ricordato Teresa Verra nel corso della cerimonia funebre di sabato 5 febbraio. La donna è morta tragicamente all’età di 71 anni, travolta da un treno nella mattina di venerdì 3 febbraio. L'incidente è avvenuto verso le 7 al passaggio livello del Cimitero. In base all'indagine svolta dagli agenti della polizia ferroviaria di Bra, che hanno sentito alcuni testimoni, la donna ha attraversato i binari mentre stava sopraggiungendo il convoglio ferroviario della linea Torino-Fossano. Il macchinista non ha potuto evitare l'impatto. Sul luogo della tragedia sono immediatamente intervenuti i Carabinieri della stazione locale, i Vigili del fuoco volontari di Racconigi e la Polfer di Bra. La scomparsa della signora Verra ha suscitato grande commozione tra i racconigesi, che la ricordano come una donna piena di energia e generosa con tutti. In tanti hanno voluto porgerle l’ultimo saluto stringendosi attorno ai familiari nel doloroso momento, nella preghiera e con innumerevoli ghirlande di fiori.

POLITICA

Banchetti del Pd al mercato

Firme contro Berlusconi Anche il circolo del Partito Democratico di Racconigi contribuisce alla raccolta dei “Dieci milioni” di firme per chiedere le dimissioni di Silvio Berlusconi. I racconigesi interessati potranno firmare presso il banchetto del Pd, in via San Giovanni, giovedì 10 e sabato 12 febbraio, durante le ore

POLIZIA MUNICIPALE

di mercato ambulante. «Con tutte le sue beghe e i suoi ingombranti interessi personali, Berlusconi è diventato un ostacolo per una democrazia sana, per la crescita dell’Italia e per una prospettiva di futuro ai giovani del nostro paese» spiegano gli esponenti del partito.

Il bilancio 2010 a confronto con quello del 2009

Un ricordo per i soldati lontani Più multe ma meno salate

La consegna delle borse di studio agli studenti della scuola superiore Njkolajewka, 68 anni dopo, nel ricordo del grup- in prima linea po Alpini di Racconigi. Come da programma alza- sui vari scacchiebandiera alle 10,15 davanti alla chiesa di San Dome- ri internazionali. Il caporalmaggiore Colombu nico e poi messa celebrata dal cappellano militare Le borse di ten. col. monsignor Tommaso Ribero in onore dei studio a ricordo caduti di tutte le guerre. E proprio il pensiero ai mi- degli alpini capitano medico dott. Renato Sardo e litari italiani, alpini ma non solo, impegnati nei vari sottotenente medico dott. Renato Grasso sono inteatri operativi dell'attuale panorama internaziona- vece state assegnate agli studenti Valentina Dominile è stato il leit-motiv della funzione. Roberto San- ci per il liceo scientifico, Mattia Devale per l'Itis ed son ha voluto dedicare la preghiera dell'alpino "a Elena Bertolino per i geometri. tutti quei militari, di qualsiasi arma, che combattono nelle varie parti del mondo" e poi ancora una canzone "a tutti quei ragazzi che ci hanno lasciato la pelle in giro per il mondo". E don Ribero ha invocato la benedizione di Dio "su tutti gli uomini di buona volontà che in giro per mondo lavorano per la pace". Ed alla fine della cerimonia, per rendere tangibile il concetto, è stata consegnata la tessera del gruppo Alpini di Racconigi al caporalmaggiore scelto Nicola Colombu di Oristano, del 2° Reggimento Alpini, già più volte impegnato Alcuni volontari della Protezione Civile-Ana della nostra città

Multe di un ammontare minore dunque, contro le quali non vale la pena di ricorrere (limitandosi al semplice mugugno). Ed infatti i soldi incassati dal Comune sono stati 20.900 euro, molto di più che non 2009, quando avevano superato Agenti della Polizia municipale al lavoro in piazza Carlo Alberto di poco i 18.000 euro. Dal bilancio dei Vigili Il Comune ha pubblicato i "risultati dell'Area di Vigilanza Urbana - anno 2010", ovverosia l'attività emerge anche il periodo difficile dell'edilizia: le vesvolta dai Vigili Urbani nel corso dello scorso anno. rifiche di inizio lavori sono scese dalle 40 del 2009 Rispetto ai precedenti 12 mesi si è registrata una a 35, le concessioni per occupazione del suolo pubnetta diminuzione delle ore dedicate ai servizi di blico per cantieri edili da 27 a 21. Un settore che Polizia locale nei Comuni di Casalgrasso, Murello e ha richiesto un impegno straordinario è stato quelCavallerleone: dalle 844 ore del 2009 (624 a Casal- lo dell'agricoltura dove, per far fronte al censimengrasso e 120 a Murello e Cavallerleone) sono scese to sulle attività agricole, i nostri vigili hanno lavoraa 284 (182 a Casalgrasso, 52 a Murello e 50 a Ca- to per 320 ore nel corso del 2010. Per il resto la Polizia municipale racconigese ha vallerleone). «La convenzione, stipulata con i tre Comuni per un periodo triennale, è scaduta il 3 agosto dovuto eseguire 1634 notifiche (1785 nel 2009), 140 notifiche di Polizia giudiziaria (114), 1325 consegne scorso» ci spiega il comandante Paolo Crociani. Verrà rinnovata? «Stiamo approfondendo le op- di avvisi vari (1745), 131 comunicazioni di infortuni sul lavoro (139), 452 comunicazioni di cessioni di portunità che la nuova legge sul federalismo offre». Ai primi punti del bilancio viene affrontato un immobili (473), 2 incidenti stradali (5), 1102 riscostasto che negli ultimi mesi ha fatto parecchio discu- sioni di plateatico per mercati e fiere (1270), 30 actere: quello delle multe, o meglio ancora delle "san- certamenti di abbandono rifiuti (30) e 30 controlli ai zioni amministrative disciplinate dal Codice della compostori domestici (30). Undici gli oggetti smarStrada". Nel 2009 i verbali erano stati 668 per una riti rinvenuti (20 nel 2009) e 14 i cani abbandonati o somma di 66.144 euro, nel 2010 il numero dei ver- fuggiti ai padroni, per i quali è stato fatto ricorso al bali è salito a 671 ma la cifra comminata è scesa dra- Canile di Moncalieri. Cinquecentouno infine le affissioni all'albo presticamente, appena 26.506 euro. «Il motivo è semplice – ci spiega ancora Crociani –: abbiamo usato me- torio: le ultime visto che dal 1° gennaio vengono fatno l'autovelox ma sanzionato di più i divieti di sosta». te solo più per via telematica.


26

racconigi

giovedì 10 febbraio 2011

VIAGGIO

Da Borgo ad Auschwitz in 76 giorni

Passo dopo passo

Arriveranno ad Auschwitz “Passo dopo passo”, il viaggio a piedi da Borgo San Dalmazzo ad Auschwitz, seguendo il percorso dei 26 ebrei catturati in Provincia di Cuneo e deportati il 15 febbraio 1944, farà tappa a Racconigi nel pomeriggio di giovedì 17 febbraio. L'iniziativa, organizzata dalla Compagnia "Il Melarancio", si concluderà con l'arrivo nel campo di sterminio nazista il 1° maggio, Yom Ha Shoah, giorno della memoria in Israele, dopo 76 giorni di viaggio e 1888 chilometri attraverso l’Italia, l’Austria, la Repubblica Ceca e la Polonia. Il programma della manifestazione prevede momenti di incontro, scambio, documentazione e spettacolo nelle comunità locali, con l'obiettivo di coinvolgere al-

tra gente lungo il tragitto ed invitarla a unirsi per un tratto del percorso, andando a creare una sorta di comunità della memoria in movimento. La carovana dei partecipanti al viaggio è attesa a Racconigi giovedì 17 febbraio verso le ore 17 presso il piazzale del Maira: ad accoglierla ci saranno i rappresentanti dell’Amministrazione comunale, delle scuole, delle associazioni (tra cui l’ANPI, il CAI ed il Mandacarù) e dei cittadini. Insieme raggiungeranno piazza degli Uomini dove è in programma lo scambio ufficiale dei saluti. Seguirà un momento di ricordo e di riflessione: ogni tappa, infatti, è dedicata ad un deportato ed ai suoi discendenti, per ricordare la storia della gente della Shoah ma anche il ritorno alla vita. Infine in piazza Burzio avrà luogo la piantumazione di una piccola betulla, che la comunità racconigese si impegnerà a curare per rendere tangibile la memoria del viaggio. Per maggiori informazioni sulla manifestazione, consultare il sito www. Viaggiodauschwitz, una sorta di diario di viaggio, corredato di immagini e aperto agli interventi del pubblico.

APPUNTAMENTI Il Giorno del ricordo

Per gli alunni delle scuole cittadine Giovedì 10 febbraio, in occasione del “Giorno del ricordo”, l'Amministrazione comunale ha organizzato presso il Cinema San Giovanni la proiezione del filmato “Foibe - martiri dimenticati”, rivolto agli alunni dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Arimondi-Eula” e agli alunni della Scuola Media ( inizio alle ore 10).

Assemblea dell’Anpi

Per il rinnovo del direttivo

Beppe Marinetti con alcuni giovani dell’Anpi di Racconigi L'Anpi di Racconigi organizza per venerdì 11 febbraio alle ore 21 presso la sede di corso Principi di Piemonte 13 il congresso di sezione. All'ordine del giorno: rendiconto amministrativo e delle attività, tesseramento 2011, nomina dei delegati per il congresso provinciale, rinnovo del direttivo. «Oggi più che mai – afferma il presidente Beppe Marinetti – riteniamo ci sia bisogno d’incontrarci, di parlare, di discutere, per costruire una consapevolezza ed una coscienza comune rispetto allo sgretolarsi delle istituzioni, ai valori etici e morali calpestati, alle “necessità” reali del nostro paese ignorate».

I film della settimana

SPETTACOLO

Canto, danza e sfilate di moda a favore dell’Arsha

Nel Gran Galà d’Inverno no belle fotografie di nuvole con sottofondo di una musica avvolgente. Senza soluzione di continuità c'è poi stato spazio per due giovanissime musiciste ne "L'inverno" di Vivaldi, per le ballerine della scuola "Armonia & Danza" del regista e coreografo Le rappresentanti dell’Arsha sul palco Giovanni Loria e per È iniziato da Racconigi giovedì la bella voce di Barbara nell'antiscorso il tour per il Piemonte del co successo di Ruggeri "Un mare “Gran galà d’inverno” promosso d'inverno"... dallo stilista Roberto Squillacioti. Barbara è Barbara Galati, 24 Un regalo che Roberto ha voluto anni, calabrese, tutto un boccolo fare alla sua città ed all'Associa- corvino "che canta dal vivo", come zione Arsha, cui è stato devoluto sottolinea la presentatrice. E per l'incasso della serata. dimostrarlo le fa accennare alcuPresentato dalla biondissima ne note senza base musicale. Ma Barbara Castellani di Telestudio, il perché, le altre non cantano dal "Gran galà" ha alternato perfor- vivo? le chiediamo. Lei sorride e mance di arti varie. Il compito di si nasconde dietro un sorriso: creare la giusta atmosfera è stato «Non sempre!». Debuttò a 15 anni affidato ad una poesia, recitata dal- in un saggio scolastico: «Ero timila voce della grande Alda Merini, dissima – ricorda – ma è andata mentre sullo schermo scorreva- bene e da lì ho capito che questa era la mia strada. D'estate faccio piano bar e mi diverto tantissimo. Musica anni 60-70-80: Ranieri, Mina, Fiorenza Mannoia... Ho in programma un Cd mio, con canzoni inedite. Cosa è per me il canto? Emozione. Come curo la voce? Con il miele». Attesissimi, hanno chiuso la prima parte dello spettacolo i capi di alta moda di Roberto. Ad indossarli modelli già affermati, come il talentuoso Alessandro Pescarolo e la bella Marzia Spera. E poi Davide Di Lorenzo dai luminosi occhi azzurri, che gioca nelle Enrico Perosino modello

giovanili della Juventus. E anche due racconigesi, Enrico Perosino ed Andrea Rossetti. «Due bravi ragazzi – dice di loro Roberto –: li ho già fatti sfilare a Milano e li ho voluti qui davanti al loro pubblico». Gli stessi artisti si sono riproposti nella seconda parte della serata: le ballerine, Vivaldi, Barbara ed ancora alta moda. Ed alla fine sbuca fuori un folletto rosa, che non può chiamarsi che Pink Lady: arriva dalla Svizzera e, attraverso Racconigi, è diretta a Milano. Balla, canta, si scatena, ammicca con i modelli e con il pubblico, raccoglie gli applausi, se ne va.... Il tutto in un clima leggero, di festa, tra l'entusiasmo di un pubblico numeroso fatto di amici dell'Arsha, genitori e nonni dei protagonisti della serata, il clan degli Squillacioti al gran completo e tanti giovani e giovanissimi. «È andata bene – ci dice alla

Barbara Galati

fine Roberto – abbiamo dato una mano a chi ne aveva bisogno. Ora questo spettacolo lo porteremo in giro per il Piemonte, sempre con questa formula che unisce moda, canto e danza, ma arricchendolo di nuovi artisti. La speranza è di poter concludere al Teatro Alfieri di Torino, ma non solo: abbiamo già contatti per portarlo a Dubai, negli Emirati Arabi».

Andrea Rossetti nel gran finale dello spettacolo nel salone di S. Giovanni

La scalinata di piazza di Spagna: il sogno di Roberto Fin da bambino sognava le sfilate di moda e la scalinata di piazza di Spagna. «Sì – ammette Roberto Squillacioti –, invece di fare i compiti, disegnavo, creavo modelli». Un sogno ad occhi aperti che, passo dopo passo, è diventato realtà. «Avevo iniziato l'alberghiero e l'ho lasciato per la moda – racconta –. Poi, per pagarmi i corsi, ho fatto l'operaio. Lavoravo sodo ma ne valeva la pena. Lo rifarei». Roberto ha 38 anni. Calabrese di nascita, racconigese da quando era ragazzino, adesso vive di moda. Ha anche aperto un'agenzia sua, la N.S. Agency, con altri tre soci: il racconigese Calogero Tutino, Stefania Reina e Dasy Anna Graziano. Sotto di loro una cinquantina di modelli e modelle, ma anche canUno dei suoi modelli tanti e ballerine, atti-

Roberto Squillacioti con Barbara Castellani vi in particolare sulla piazza di Milano. «Tutti bravi ragazzi, educati, senza grilli per la testa – tiene a sottolineare –: si iscrivono, vengono sottoposti ad un casting, approfondiscono il mestiere. Se uno ha talento lo capisco con un'occhiata, a pelle...». Come è il mondo della moda? «Bello. Non quello che dicono. L'importante è restare sempre con i piedi per terra. Si fanno le sfilate e, quando si rientra a casa, si torna persone normali». Il primo modello che ha realizzato? «Il primo che mi sia rimasto nel cuore è un abito da sirena con cappuccio. Lo aveva indos-

sato Marzia Spera, una modella oggi affermata». A cosa si ispira per le sue creazioni? «Al profumo della mia terra, alle immagini del mare, a Racconigi ed al suo castello, a un'opera d'arte: dipende dal momento. Nella mente mi appare già l'abito finito e non devo fare altro che tradurlo sulla carta». Da quanto tempo organizza sfilate? «Dal 1995. Prima piccole cose nei paesi, poi, poco per volta, ho iniziato a farmi conoscere e dalle piazze sono passato a sfilate sempre più impegnative». E quella di giovedì sera? «Nasce dall'idea di mettere insieme moda, arte e musica. L'ho voluta a Racconigi per dare una mano all'Arsha. E voglio ringraziare i commercianti che ci hanno aiutati a raccogliere fondi per questi bambini e questa famiglie». Racconigi ritorna nei suoi progetti? «Certo, insieme al mio amico Giovanni Laria abbiamo intenzione di aprirvi una scuola di recitazione e musica». Il suo sogno nel cassetto? «Era e resta quello di quando ero ragazzo: portare i miei modelli sulla scalinata di piazza di Spagna».

Al cinema San Giovanni di via Billia Pellicole in programmazione al Cinema San Giovanni di via Cesare Billia. Per il "Cinema diffuso" venerdì 11 febbraio "Il mio amico Eric" (ore 15,30). Nel prossimo week-end "Che bella giornata": proiezioni sabato 12 febbraio (ore 21) e domenica 13 (ore 16 - biglietto: 5 euro, 3 per i minori di 10 anni). Ancora per il "Cinema diffuso" venerdì 18 febbraio "Il segreto dei suoi occhi" (ore 15,30).

Pescatori al Lago Verde

Raduno sociale alla trota grossa Riprendono le attività dell'Associazione Pescatori Sportivi Racconigesi. Domenica 13 febbraio presso il Lago Verde è in programma il primo raduno sociale di pesca alla trota grossa del 2011: inizio alle ore 14, con un'ora a disposizione senza limiti di catture. Alle 15.30 il pescato verrà diviso fra tutti i partecipanti. Iscrizione 15 euro. In occasione del raduno sarà possibile iscriversi alla giornata d'apertura della pesca alla trota sul Canale Brunotta, in programma domenica 27 febbraio (inizio alle ore 7, tempo a disposizione: l'intera giornata, con limite di 20 catture, iscrizione 10 euro).

LIBRO

Presentazione in Biblioteca civica

Oltre la cenere del lager Un pomeriggio organizzato nel ciclo di manifestazioni della Giornata della Memoria dall'assessore alla Cultura Andrea Beltrando quello di lunedì 7 febbraio. Nella sala della Biblioteca Livio Tesio ha introdotto il romanzo "Oltre la cenere", ambientato ad Auschwitz-Birkenau. Nonostante chi dice che là non è successo niente. «Ci sono documentazioni, testimonianze, filmati, fotografie che smentiscono coloro che non riconoscono l'Olocausto: i revisionisti più che mai attivi nel voler smentire tanto orrore» ha sotto-

lineato Tesio. Proprio per riaffermare ancora una volta l'esistenza dei lager tedeschi, la scrittrice torinese Monica Dogliani ed il bolognese Andrea Ronchetti, dopo un lungo lavoro di ricerca storica, hanno scritto a quattro mani questo romanzo "perché i giovani d'oggi sappiano che dei loro coetanei hanno vissuto a contatto con le atrocità della guerra". L'autrice, molto spigliata e preparata sull'argomento ha affrontato con un linguaggio chiaro il tema dell'Olocausto, affer-

La scrittrice Monica Dogliani e Livio Tesio durante la presentazione mando che coloro che hanno da condannare". commesso quei crimini "erano Il libro si può acquistare prespersone normali, intelligenti, ma so la cartolibreria Clerici. .


racconigi

INTERVISTA

Parla il dirigente della media Ornella Peira

La scuola al tempo dei tagli Abbiamo incontrato la preside delle scuole medie Ornella Peira. O piuttosto, secondo le nuove dizioni, il dirigente scolastico dell'Istituto comprensivo di Racconigi e Caramagna Piemonte. Con grande disponibilità ha risposto alle nostre domande. Cosa vi ha portato il nuovo anno scolastico? «Tanti tagli, soprattutto nel personale ATA: segreteria e bidelli. Questo ci ha costretti a ridimensionare tutto. E qualche taglio dovrebbe ancora arrivare nei prossimi anni». Questo cosa comporta? «Problemi di organizzazione e di orari. I ragazzi se ne accorgono poco, ma ce ne accorgiamo molto noi: da un lato aumentano i lavori che vengono decentrati alla segreteria, dall’altro diminuisce il personale.Tagli al personale più tagli nei finanziamenti ed il risultato è che il clima della scuola è diventato più pesante e si ripercuote sui rapporti interni». Cosa è cambiato per i ragazzi? «Le ore di compresenza non ci sono più già dallo scorso anno e questo comporta che non si

SCUOLE

Il dirigente scolastico Ornella Peira

facciano più laboratori e lavori di gruppo. Essendo saltate le compresenze, tutte le ore di insegnamento sono diventate frontali e non c’è più possibilità per interventi di sostegno agli alunni più deboli. Da parte nostra abbiamo cercato di correre ai ripari potenziando le ore di recupero». Più niente tempo prolungato? «Il corso a tempo prolungato è andato ad esaurimento lo scorso anno. Però, su richiesta di alcune famiglie che vengono dal tempo pieno delle elementari e volevano mantenere il sabato li-

Alla scoperta di giovani imprenditori

no ospiti per tre giorni nella città francese ed il 9-10-11 maggio riceveremo la loro visita qui a Racconigi». Quali attività sportive sono in programma quest'anno? «Nella media di Racconigi tennis, tennistavolo e gruppo sportivo. A Caramagna minibasket, karate e tennis alla scuola primaria, tennis, bocce e karate alle medie». Infatti la vostra direzione comprende anche le scuole di Caramagna. «Sì, siamo un istituto comprensivo di cui fanno parte anche la materna, la primaria e la secondaria di primo grado di Caramagna Piemonte» Una risorsa o una palla al piede? «In tutto il Piemonte la tendenza è quella degli accorpamenti, conglobando le scuole più piccole in altre di dimensioni maggiori. Credo che un istituto comprensivo diventi utile proprio perché potrebbe essere facilitato nel fare i passaggi da un ordine di scuola all’altro e rendere così la continuità effettiva». m.san.

bero, abbiamo attivato una classe prima su 5 giorni, che funziona bene.Trenta ore con due rientri: 3 ore il lunedì e 2 il giovedì ed il sabato a casa. Anche per il prossimo anno abbiamo riproposto questa formula e pare che partirà una classe». Avete classi numerose? «Non particolarmente: 22-23 alunni». Vogliamo parlare degli aspetti positivi della vostra scuola? «Si lavora. Abbiamo un laboratorio linguistico all’avanguadia e quest’anno abbiamo proposto un corso di approfondimento di lingua straniera per ragazzi che ottengono risultati di eccellenza, che si concluderà con un esame e l’assegnazione di un attestato. Utilizzando al meglio i mezzi che abbiamo cerchiamo di fare le cose di sempre nel migliore dei modi: spettacoli teatrali, saggio musicale di fine anno, giochi matematici, giochi degli scacchi, il quotidiano a scuola, il teatro in inglese, attività sportive, il gemellaggio...». Bonneville? «Sì, lo scambio culturale-linguistico con Bonneville. A fine febbraio i nostri studenti saran-

COMUNE

Corso per cicloguide

La classe 5ª F Geometri della sede racconigese dell'Arimondi-Eula, per iniziativa dei professori Spertino, Chiavassa, Belliardo e Testa e su indicazione della locale Coldiretti, ha visitato il mese scorso quattro aziende agricole racconigesi guidate da giovani imprenditori. Le aziende in questione sono: quella della famiglia Gastaldo al Valentino del Canapile, specializzata in grandi allevamenti; l'agriturismo della famiglia Pirra al Chiabotto Fruttero di Migliabruna Nuova; il vivaio ortofrutticolo della famiglia Longo in via Ri-

Il Comune di Racconigi, capofila del Progetto “Cyclo-territorio” nell’ambito del PIT “Monviso: l’uomo e le territoire. Programma Alcotra 2007-2013 ItaliaFrancia” , organizza il primo Corso di formazione per le cyclo guide del Monviso, guide specializzate nell’accompagnamento dei turisti (in bicicletta) alla scoperta dei territori attraverso l’itinerario del progetto che da Racconigi, attraverso Savigliano, Saluzzo, la Valle Varaita, giunge sino a Guillestre, in Francia. Al corso, previsto per le giornate di sabato 2 e domenica 3 apri-

le, potrà partecipare un numero massimo di 12 aspiranti guide, cui si richiedono i seguenti requisiti di base: idoneità psicofisica, conoscenza elementare di tecnica ciclistica e di conduzione della bicicletta, capacità basilari di orientamento, conoscenza essenziale di nozioni generali della cultura piemontese con riferimento al territorio oggetto del corso, disponibilità al pubblico, capacità comunicative e organizzative, conoscenza minima della lingua inglese/francese. Per informazioni rivolgersi all’Ufficio Ambiente del Comune (tel. 0172.86454).

sono cagionare malanni vari. Ecco allora spiegato il proverbio, un po’ misogino, diffuso un tempo nelle campagne: "Chi ch’a veul fè murì soa fomna, ch’a la men-a al sol ëd fervè" (Chi vuol far morire sua moglie, la porti sotto il sole di febbraio). Febbraio reca la Candelora, commemorazione sacra che cade il secondo giorno del mese. In questa data, la Chiesa ricorda la purificazione della Madonna e la presentazione di Gesù al tempio. I credenti, sia in passato che nel presente, possono far benedire le candele che conservano in casa, lumi che potranno essere successivamente offerti per devozioni e suppliche. Numerosi sono i proverbi in onore della Candelora: tra i più diffusi ricordiamo "La Candlera o ch’a la fa o ch’a la dësbela" (Alla Candelora o nevica o la neve vecchia viene sciolta) e "A la Candlera n’ora ‘ntera: mesa a la matin, mesa a la sèira" (Alla Candelora un’ora in più di luce: mezza al mattino e mezza alla sera). Il fatto che a febbraio, tempo permettendo, le giornate co-

In 141 domenica all’oratorio

Un Aquilone tricolore

Ha riscosso grande successo il pranzo sociale organizzato dal Circolo L'Aquilone: domenica 6 febbraio oltre 140 commensali hanno occupato tutto il piano terreno e il secondo piano dell’oratorio di Immagini del pranzo sociale dell’Aquilone San Giovanni. Soci e simpatizzanti hanno apprezzato mandarini e arachidi e dolci. Un pomeriggio all'insegna il ricco e squisito menù preparato da abili cuoche: patè di tacchi- dell'allegria e del relax per i vono, insalata di verza e speck, sal- lontari del Circolo Aquilone, con siccia con prugne e bacon, taglio- anche uno sguardo ai 150 anni lini di mortadella e fontina, flan di dell'Unità d'Italia con tanto di tozucca e porri, agnolotti al ragù, vaglia bianca, bicchieri rossi e toarrosto di tacchino con carote, vaglioli verdi.

mincino ad allungarsi è testimoniato anche da un altro modo di dire, questa volta legato a Sant’Agata (5 febbraio): "Për Sant’Agata la tèra pia ‘l fià e la merenda a l’è ritrovà" (Per Santa Agata la terra rifiata e la merenda è ritrovata). Proprio a febbraio, infatti, grazie al prolungamento delle giornate, c’era lo spazio tra pranzo e cena di uno spuntino pomeridiano. Sant’Agata è anche protagonista di un altro detto piemontese, che ci ricorda come a febbraio le temperature diventino, di norma, più miti: "Sant’Agata fa core la biarleta" (Sant’Agata fa correre il ruscello, cioè scioglie la neve). Un ulteriore proverbio nel quale febbraio è consacrato a mese di transizione verso la bella stagione è legato alla festa dei fidanzati, San Valentino: "A San Valentin la prima a l’è davzin" (A San Valentino la primavera è vicina). Ed a proposito di innamorati, lo sapete qual era, fino alla prima metà del secolo scorso, uno dei mesi più gettonati per i matrimoni? Eh sì, si tratta proprio di febbraio, periodo scelto da molte giovani coppie per convo-

Vivono nel ricordo TERESA VERRA È mancata all’affetto dei suoi cari all’età di 71 anni Teresa Verra vedova Rubiolo. Ne danno il triste annuncio i figli Annamaria con il marito Alessandro Bosio, Giuseppe con la moglie Maria Teresa Finello, gli adorati nipoti Francesca, Carola, Andrea, Martina, Valentina, Emanuela, Emanuele Lorenzo, i fratelli, la sorella, cognate, cognati, nipoti, pronipoti, cugini e parenti tutti. Il rito funebre è stato celebrato nel pomeriggio di sabato 5 febbraio nella chiesa parrocchiale di Santa Maria Maggiore. GIORGIO AVATANEO

C’era una volta... non tanti anni fa Dalla Candelora a San Valentino Febbraio è il mese più corto dell’anno, ma risulta uno tra i più ricchi di proverbi e riti rurali. È il periodo che segna il passaggio dall’inverno alla primavera, stagione particolarmente attesa dai tanti contadini che un tempo popolavano le campagne piemontesi. Con l’arrivo della bella stagione, infatti, la campagna si risvegliava dal lungo letargo invernale e si dava così avvio ai primi lavori agricoli consistenti, come la potatura e l’aratura per le prime semine. Il mese più breve dell’anno, però, ieri come oggi, non regalava sempre un assaggio di primavera e spesso si manifestava come un momento ancora molto critico, in cui freddo, neve e gelo facevano pesanti incursioni. Non a caso, i nostri antenati affermavano che "Ëd tuti ij mèis fërvè l’è ‘l pì curt e ‘l pì gram" (Di tutti i mesi febbraio è il più corto e il più cattivo). Si tratta anche di un mese ambivalente dal punto di vista climatico: il sole di febbraio, infatti, si rivela assai caldo, ma le correnti d’aria gelate sono sempre in agguato e pos-

PRANZO

27

Per un progetto transfrontaliero

Geometri nelle cascine cavassa e la fattoria didattica e robotica della famiglia Brugiafreddo alla Porta di via Morello. «Le giornate delle visite sono risultate utili e interessanti per gli studenti geometri – affermano i professori coinvolti nell’iniziativa –: data la piacevolezza e l’umanità degli incontri si spera che siano state gradite anche alle famiglie che hanno gentilmente ospitato i giovani racconigesi e che, per il futuro, si ripetano le occasioni di confronto e di contatti fra gli allievi dell’Istituto Arimondi-Eula e le aziende agricole della zona».

giovedì 10 febbraio 2011

Ha raggiunto Maria Immacolata, l’amata Madonnina di Carmagnola, all’età di 89 anni l’anima buona di Giorgio Avataneo, reduce dalla Russia, ex-macellaio. Lo annuncia dopo 65 anni di matrimonio la moglie Maria Ronco unitamente ai figli don Gian Carlo, Domenico e Teresa con Mauro, gli amati nipoti Daniele, Enrica e Matteo, cognata, nipoti, pronipoti, cugini e parenti tutti. I funerali sono stati celebrati nel pomeriggio di sabato 5 febbraio nella parrocchia Collegiata di Carmagnola. Dopo le esequie, la cara Salma è proseguita per il cimitero di Racconigi dove è stata tumulata. Febbraio 1946: novelli sposi lare a nozze. La ragione è presto spiegata: nei campi c’erano pochi lavori da fare e dunque ci si poteva dedicare con maggiore tranquillità al matrimonio e godersi una modesta ma serena luna di miele. Qualcuno mormora anche che i mariti più avveduti sul piano economico preferissero sposarsi a febbraio invece che in autunno o in inverno per evitare di dover provvedere al vitto delle mogli durante la brutta stagione, spesso caratterizzata da fame e miseria. Con l’arrivo della primavera, invece, le provviste di cibo sarebbero aumentate e due braccia in più, quelle della neosposa, sarebbero state particolarmente utili per il lavoro in campagna. Laura Fossati

VITTORIA NANO Ha lasciato i suoi cari all’età di 97 anni Vittoria Nano vedova Paschetta. Abitava al numero 10 di via Conceria. Lascia nel dolore il figlio Adriano con la moglie Rosa De Cicco, nipoti, pronipoti e parenti tutti. I funerali sono stati celebrati nel pomeriggio di lunedì 7 febbraio nella chiesa parrocchiale di Santa Maria Maggiore. CATTERINA FISSORE Cristianamente è mancata all'affetto dei suoi cari all'età di 84 anni Catterina Fissore. Lo annunciano il cognato Bartolo Gai, i nipoti Giuseppe e Feliciana con le rispettive famiglie, i cugini. I funerali sono stati celebrati nel pomeriggio di mercoledì 9 febbraio nella chiesa parrocchiale di Santa Maria Maggiore. Le offerte raccolte in sua memoria sono state devolute per i volontari della sezione Avo di Racconigi a favore dei bisognosi della città. Alle famiglie nel dolore le condoglianze della redazione de “Il Saviglianese”.


28

spettacoli

giovedì 10 febbraio 2011

AL CINEMA SAVIGLIANO AURORA Via Ghione, 10 -Tel. 0172/71.29.57 Gorbaciof merc. 9 e giov. 10 (21.15).Ven. 11: sala impegnata. Another year sab. 12 (20) e dom. 13 (21.15). American life sab. 12 (22.15), dom. 13 (18.30) e mart. 15 (21.15). Rapunzel dom. 13 (16.30). Benvenuti al Sud merc. 16 e giov. 17 (21.15). Lun. 14: chiuso per riposo. CINECITTÁ Via Torino, 252 - Tel. 0172/72.63.24 (informazioni e prenotazioni) Da ven. 11 a merc. 16 SALA 1: Femmine contro maschi (Fer.: 20.20-22.30; dom.: 16-18.1020.20-22.30). SALA 2: Gianni e le donne (Fer.: 20.20-22.30; dom.: 16-18.10-20.20-22.30). SALA 3: I fantastici viaggi di Gulliver - 3D (Dom.: 16). Sanctum - 3D (Fer.: 20.20-22.30; dom.: 18.10-20.20-22.30). SALA 4: Immaturi (Fer.: 20.20-22.30; dom.: 16-18.10-20.20-22.30). SALA 5: Burlesque (Fer.: 20.20-22.30; dom.: 1618.10-20.20-22.30). Giov. 17: riposo.

BRA IMPERO Via V. Emanuele - Tel. 0172/41.23.17 - www.cinemaimperobra.it SALA GRANDE: Femmine contro maschi giov. 10 (20.20-22.30). Sanctum - 3D da ven. 11 a mart. 15 (Fer.: 20.20-22.30; dom.: 16.10-18.15-20.20-22.30). SALA MAX: Qualunquemente giov. 10 (20.20-22.30). Femmine contro maschi da ven. 11 a mart. 15 (Fer.: 20.20-22.30; dom.: 16.20-18.20-20.20-22.30). SALA MIGNON: Immaturi giov. 10 (20.20-22.30). Gianni e le donne da ven. 11 a mart. 15 (Fer.: 20.20-22.30; dom.: 16.20-18.20-20.20-22.30). Merc. 9: chiuso per riposo. VITTORIA Via Cavour - Tel. 0172/41.27.71 Il profeta merc. 9 (21). Parto col folle giov. 10 (20.15-22.30). I fantastici viaggi di Gulliver - 3D merc. 9 e giov. 10 (20.15-22.30). Il discorso del re da ven. 11 a lun. 14 (Fer.: 20-22.30; fest.: 17-20-22.30). Burlesque da ven. 11 a lun. 14 (Fer.: 20-22.30; fest.: 17-20-22.30).

Una storia di rock italiano SAVIGLIANO. Il Pelledoca wine-bar di via Cravetta ospita giovedì 17 febbraio, alle 21.30, la presentazione del libro “Tutto qui – La storia dei Massimo Volume” di Andrea Pomini. L’autore, giornalista di “Rumore”, dialogherà con il consulente editoriale Mario Capello, carmagnolese. Nati nel fermento creativo della Bologna dei primi anni Novanta, i Massimo Volume sono uno dei gruppi più importanti ed amati che il nostro Paese abbia mai prodotto. L’ultimo o quasi a “fare genere a sé”: un incontro senza precedenti di suoni rock d’avanguardia e respiro letterario. “Tutto qui” è una storia orale raccontata direttamente da chi c'era: da tutti i membri del gruppo presenti e passati ai collaboratori che li hanno accompagnati.

CENTALLO NUOVO LUX Via Roata Chiusani, 1 - Tel. 0171/211726 Little Miss Sunshine giov. 10 (21) - “Rassegna Genitori & Figli”. London River ven. 11 - “Rassegna d’inverno” (21). Spettacolo teatrale comico in lingua piemontese sab. 12 (21). Qualunquemente da dom. 13 a mart. 15 (21).

CHERASCO GALATERI - Via Cavour, 37 - Tel. 0172/489205 Seraphine ven. 11 (21) - “Cinema diffuso”. Che bella giornata sab. 12 (21) e dom. 13 (17-21).

SALUZZO ITALIA Tel. 0175/42223 Femmine contro maschi ven. 11, lun. 14 e merc. 16 (20-22.15), sab. 12 e dom. 13 (16-18.05-20.10-22.20). I fiori di Kirkuk mart. 15 (21.15) - “Cineclub”. Immaturi ven. 11, lun. 14 e merc. 16 (20-22.15), sab. 12 e dom. 13 (16-18.0520.10-22.20). Femmine contro maschi mart. 15 (20-22.15). Vallanzasca Gli angeli del male ven. 11, lun. 14, mart. 15 e merc. 16 (21.15), sab. 12 e dom. 13 (20-22.20). Le avventure di Sammy sab. 12 e dom. 13 (16-18). Il truffacuori ven. 11, lun. 14, mart. 15 e merc. 16 (20-22.15), sab. 12 e dom. 13 (16-1820-22.20). Giov. 17: chiuso per riposo.

RACCONIGI CINEMA S. GIOVANNI - Via Cesare Billia, 10 Il mio amico Eric ven. 11 (15.30) - “Cinema diffuso”. Che bella giornata sab. 12 (21) e dom. 13 (16).

BORGO S. DALMAZZO CINELANDIA: Tel. 0171/26.52.13 - Prenotazione posti al n. 199.151.645 o sul sito www.cinelandia.it Merc. 9 e giov. 10 Che bella giornata (20-22.40). Femmine contro maschi (20.20-21-22.45). I fantastici viaggi di Gulliver - 3D (20.30-22.35). Immaturi (20.10-22.40). Parto col folle (20.15-21-22.35). Qualunquemente (20.1022.40). Vallanzasca - Gli angeli del male (20-22.45). Vi presento i nostri (20.15-22.40).

FOSSANO I PORTICI - Via Roma, 74 - Tel. 0172/833381 SALA VISCONTI: Femmine contro maschi ven. 11 e sab. 12 (20.30-22.30), dom. 13 (16-18-20-22), lun. 14 e merc. 16 (21). La bonanima mart. 15 (21) “Rassegna teatrale L’AltroTeatro”. Mistero buffo giov. 17 (21) - “Stagione teatrale di prosa”. SALA FELLINI: I fantastici viaggi di Gulliver ven. 11 e sab. 12 (20.30), dom. 13 (15.45-17.30). Vallanzasca - Gli angeli del male ven. 11 e sab. 12 (22.30), dom. 13 (20.30) e lun. 14 (20.45). Femmine contro maschi mart. 15 (21). L’uomo nell’ombra - “Cineforum” merc. 16 (21.15). SALA DE SICA: Il truffacuori ven. 11 e sab. 12 (20.10-22.30), dom. 13 (15.30-17.45-2022), lun. 14, mart. 15 e merc. 16 (20.45). Giov. 17: riposo. NELLA FOTO: BURLESQUE

COMICITÀ

L’autore, Andrea Pomini

MUSICA

TEATRO

Rivive la magica fiaba di Andersen

Un anatroccolo bruttino SAVIGLIANO. Secondo appuntamento con le “Domeniche a teatro”, rassegna pensata per i bambini e le famiglie. Domenica 13 febbraio, alle ore 16.30, presso la sala polivalente “Crosà Neira” di piazza Misericordia, andrà in scena “Bruttino”, di e con Valentino Dragano del “Kosmocomico teatro”. Lo spettacolo, liberamente ispirato alla celebre fiaba “Il brutto anatroccolo” di Hans Christian Andersen, racconta in modo comico e poetico la storia di un “…anatrino un po’ bruttino…”, ma pieno di vita, di ritmo, di musica dentro, che si confronta con l’esclusione, col non essere accettato per quello che è. Costretto dagli altri animali ad abbandonare lo stagno, il nostro protagonista conoscerà altri anatroccoli come lui, conoscerà la malinconia dell’autunno ed il freddo dell’inverno; incrocerà “l’amore” e la voglia di crescere per poter finalmente volare. Il nostro fragile e gentile eroe, però, intuisce che in ogni inverno c’è una primavera che urge: deve solo aspettare. Il biglietto costa 4 euro (ridotto 3 euro per i soci UNItre). Per informazioni, chiamare l’ufficio Cultura del Comune allo 0172.710235. Con lo spettacolo di questa settimana, la rassegna abbandonerà la sala polivalente della “Crosà Neira” per spostarsi al cinema Aurora. Il teatro Milanollo, tradizionale sede della rassegna (e della stagione di prosa), è infatti chiuso per restauri. Dunque, per la rassegna “Domeniche a teatro”, domenica 13 marzo, al cinema Aurora, la Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani metterà in scena “Il libro della giungla”. L’ultimo dei quattro appuntamenti è invece fissato per domenica 27 marzo, sempre al cinema Aurora, con “L’al-

bero” proposto dalla compagnia “Claudio Milani – Latoparlato”. La rassegna, realizzata dalla Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani con il contributo della Compagnia San Paolo, è sostenuta dalla Regione Piemonte.

Concerto del Trio Sinding con la violinista norvegese Staernes

“Sonate nordiche” dall’Ottocento SAVIGLIANO.Terzo appuntamento, sabato 12 febbraio, alle 21, presso l’auditorium della “Crosà Neira”, con la stagione 2011 degli “Amici della Musica”. Tra le rovine dell’antica chiesa riportata a nuovo risuoneranno le note delle “Sonate nordiche” proposte dal Trio Sinding: la norvegese Birgitte Staernes al violino, Elena Sciamarelli al violoncello e Ketty Teriaca al pianoforte. Proporranno musiche di Johan Halvorsen (1864-1935, Suite dance op. 22 13 per violino e pianoforte), Edvard Grieg (1843-1907, Sonata op. 36 per violoncello e pianoforte) e Sergei Rakmaninoff (1873-1943,Trio elegiaco in sol minore).

Prevendite

Ingresso 10 euro (ridotto studenti UNItre ed associazione “+eventi” 8 euro; soci Amici della Musica 5 euro).

TEATRO

L’appartamento ...di Dapporto

FOSSANO. Cresce l’attesa per “Aria precaria”, lo spettacolo del duo comico Ale e Franz che andrà in scena, sabato 5 marzo alle ore 21, al Palasport. Ale e Franz metteranno in scena incontri paradossali in cui l’ordinaria vita di ogni giorno è messa di fronte ad uno specchio deformante che ne rivela tutte le contraddizioni. Due uomini – in alcuni casi amici, in altri nemici, ogni tanto sconosciuti – incrociano i loro destini sul ciglio di una strada, in un rumoroso nido d’ospedale, su una panchina al fresco di un parco, nell’asetticità di un call center, in una fiduciosa sala d’aspetto, in una

ALBA. Nella commedia brillante dal titolo “L'appartamento” di Billy Wilder e I.A.L. Diamont, che andrà in scena sabato 12 e domenica 13 febbraio, alle ore 21, presso il Teatro Sociale, il famoso attore Massimo Dapporto interpreta Bud, un impiegato di una grande società di assicurazioni. L’uomo aspira a far carriera in fretta e, per raggiungere il suo scopo, s’ingrazia i suoi superiori, mettendo a loro disposizione il proprio appartamento, fornito di una camera arredata appositamente per gli “appuntamenti clandestini”. Un giorno, il direttore chiede a Bud di conceder-

Il duo si è fatto conoscere grazie a programmi Tv di successo

fra il concreto e l’assurdo che di volta in volta la luce trasformerà in un luogo diverso. I prezzi vanno da 28 a 36 euro, a seconda del posto scelto. La prevendita a Savigliano è effettuata da Exit Music, tel. 0172/715021; on-line sul sito internet www.ticket.it.

La violoncellista Elena Sciamarelli

La violinista Birgitte Staernes

Per i prossimi appuntamenti, gli Amici della Musica continueranno a proporre un tour tra le musiche europee: sabato

26 febbraio, a palazzo Taffini, “Musiche dall’impressionismo francese; sabato 5 marzo, sinfonie da Irlanda e Scozia.

Al Sociale

Attesa per Ale e Franz

vitalissima bocciofila o sul cornicione di un palazzo. Luoghi sospesi a mezz’aria fra il serio e il faceto; luoghi in cui l’aria che si respira è a volte dolce, altre volte salata, molto spesso precaria. Tutto questo all’interno di un bianco spazio astratto, una sorta di camminamento in bilico dal niente verso il tutto, uno spazio

Valentino Dragano è... “Bruttino”

Massimo Dapporto e Benedicta Boccoli ne “L’appartamento”

gli l'uso dell'appartamento per una notte, mettendolo in imbarazzo. Perché l'accompagnatrice del suo capo è proprio la donna dei suoi sogni (Benedicta Boccoli), bella, gentile e discreta, ed egli dovrà decidere se perdere l'amore o il lavoro. Può l'amore vincere sulla carriera? A questa domanda la

commedia - composta nel 1960 dal grande regista cinematografico statunitense, autore di commedie brillanti e di critica alla società americana, quali A qualcuno piace caldo,Viale del tramonto, L'asso nella manica, La fiamma del peccato - risponde affermativamente. Giovanni Bosio


spettacoli

giovedì 10 febbraio 2011

BALLO La scuola Punta Rosa ha festeggiato con “Remember 1985”

29

IN BREVE

Venticinque anni di danza

Mostra fotografica

Gli scatti delle alunne di Castellano SAVIGLIANO. Venerdì 11 febbraio, alle ore 20, presso lo studio fotografico Castellano, in via Metalmeccanici n. 17/A, si apre la mostra fotografica delle allieve partecipanti all’8ª edizione del corso di fotografia digitale base (inverno 2010). Esporranno i loro scatti Daniela Sordo, Elena Martone, Francesca Gaveglio, Laura Mulassano, Barbara Forneris, Alice Canavera, Sonia Burgaretta ed Elisa Madaro.

“Magari le cose cambiano”

Film per la rassegna sull’Italia odierna

Lo spettacolo “Remember 1985” ha coinvolto un centinaio di allieve della scuola di danza saviglianese, che è stata anche premiata dal Comune

SAVIGLIANO. Sabato 22 gennaio, presso un Pala Ferrua gremito come non mai, l’associazione di danza saviglianese Punta Rosa ha festeggiato i suoi 25 anni di fondazione con lo spettacolo Remember 1985. Sul palco, oltre ad un centinaio di allieve, si sono esibite le insegnanti con i rispettivi coniugi e gli organizzatori, che hanno dato vita ad un divertentissimo ed indimenticabile spettacolo. Gli allestimenti ed il servizio audio luci sono stati curati dalla Prolux, già incaricata di numerosi eventi (concerti pres-

ARTE

so il PalaIsozaki ed il Mazdapalace di Torino, oltreché alla Venaria Reale). La serata si è conclusa con la consegna di una targa da parte dell’amministrazione civica, che ha voluto premiare la scuola saviglianese per i prestigiosi risultati ottenuti in questi 25 anni di attività, annoverandola tra i tanti fiori all’occhiello presenti in città. La direttrice artistica Fiona Simpson, a nome di tutta l’associazione, ha espresso i più sinceri ringraziamenti per la disponibilità al Comando di Polizia locale ed alla Banca Cassa di

San Valentino al Museo civico “Olmo”

L’amore, un’opera d’arte

Risparmio di Savigliano; inoltre, al Comune di Savigliano, in particolare all’assessore Mar-

co Paonne, per il sostegno offerto nel corso di tutta l’organizzazione.

“Solo e sempre Nomadi”

Cd presentato al Festival

Gli insegnanti che si sono esibiti durante lo spettacolo (Foto Gino)

SAVIGLIANO. A San Valentino, innamorati dell’arte! “In your heART”, “nel tuo cuore, nella tua arte”: con questo slogan, domenica 13 febbraio, in occasione della festa dell’amore, il museo civico “Antonino Olmo” offrirà l’entrata alle coppie con il pagamento di un solo biglietto. Inoltre, sarà a disposizione un esperto fotografo che scatterà foto agli innamorati negli angoli più romantici de museo, vicino alle opere scelte dalla coppia secondo il proprio gusto personale. «La foto – spiegano gli organizzatori – sarà inserita in una cornice creata ad arte, grazie ad un collage tra alcune delle ope-

re più suggestive e famose al mondo, conservate in grandi musei, così da creare un nuovo capolavoro ispirato al tema del bacio e dell’amore, avente come soggetto i visitatori del nostro museo. Lo scatto sarà successivamente inviato via e-mail alle coppie che avranno scelto a San Valentino d’innamorarsi con noi dell’arte. Naturalmente aspettiamo anche i “cuori solitari” per concedersi uno scatto d’autore insieme ad una delle opere conservate al museo». Il museo civico “Antonino Olmo” si trova in via San Francesco n. 17/19 e sarà aperto domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18.30.

Genitori & figli: 4 film per crescere CENTALLO. La parrocchia di San Giovanni Battista, in collaborazione con il cineclub Lumière, propone a partire da giovedì 10 febbraio un ciclo di proiezioni cinematografiche rivolte ai genitori di bambini e ragazzi dagli 0 ai 18 anni sui temi della famiglia. Il primo film è “Little Miss Sunshine”; il secondo – giovedì 17 febbraio – è “Welcome”; il terzo – giovedì 24 febbraio – è “In un mondo migliore”. L’ultimo, giovedì 3 marzo, si chiude con “Anche libero va bene”. Inizio film ore 21. Biglietto: 3,5 euro; abbonamento 10 euro.

SANREMO. Durante il Festival della Canzone italiana, sarà presentato al Palacongressi della “città dei fiori”, giovedì 17 febbraio, alle 21, il cd “Solo e sempre Nomadi” prodotto e realizzato da Umberto Maggi, ex bassista della band emiliana. Al doppio album hanno preso parte il chitarrista-flamenco Flavio Costa, che rivisita nel suo stile “gipsy” due classici quali “Ho difeso il mio amore” e “Dio è morto”, ed alcune delle migliori cover-band italiane, tra le quali le “SensAzioni” di Michelangelo Banchio. Il gruppo ha presentato una rivisitazione de “La canzone della bambina portoghese” firmata da Francesco Guccini.

da mercoledì 9 febbraio 2011 a mercoledì 16 febbraio 2011

Dove andare Israele-Palestina

Prodotti biologici

La pace possibile

Mercatino in piazza

BRA. “Ri-nascere a Betlemme – Che futuro può dare un muro? Israele-Palestina, la pace possibile” è il titolo di un incontro con l’esperta Giuliana Martirani e la partecipazione della cooperativa Libero Mondo di Bra che si terrà venerdì 11, alle 21, presso la Scuola di pace di via Vittone n. 27.

ALBA. Sabato 12, dalle 8 alle 13, in piazza San Giovanni si potrà trovare un mercatino dei prodotti tipici e biologici.

The Spirit of Ladakh

MONTEU ROERO. “Innamorarsi d’arte a Monteu Roero” è l’esposizione di dipinti e fotografie che si potrà ammirare da sabato 12 presso l’associazione Bel Monteu.

Alla scoperta dell’India Il museo civico apre le porte (del suo cuore) agli innamorati

SALUZZO. Domenica 13 febbraio, alle ore 21.30, presso il circolo Ratatoj di via Alessi, prosegue la rassegna cinematografica “L’Italia che non si vede”. La rassegna promuove un cinema d'autore e di qualità che racconta il Paese reale, con i suoi problemi e i suoi disagi attraverso la proiezione di film di registi italiani di valore usciti nelle sale negli ultimi due anni. Il film di domenica è “Magari le cose cambiano” di Andrea Segre. Nelle case popolari della periferia di Roma, due donne ci conducono in una sorta di autoinchiesta sui problemi di oggi: quartieri costruiti senza servizi, collegamenti viari, luoghi di socialità, manutenzione. Ingresso libero ai soci Arci.

PEVERAGNO. Enrico Guala e Simone Pellegrino saranno i protagonisti della serata di venerdì 11 a Casa Ambrosino (via Bersezio n. 22) su “The Spirit of Ladakh”. La regione indiana sarà scoperta grazie a filmati e commenti. Ingresso libero.

Mercatino

Antiquariato e... BORGO SAN DALMAZZO. Si tiene sabato 12, per tutta la giornata, in via Giovanni XXIII, un mercatino di antiquariato, artigianato tipico e collezionismo.

Carnevale

Arrivano le maschere ROCCABRUNA. Sabato 12, alle ore 20.30, presso il centro sportivo Val Maira, con una cena a base di paella e buona musica, avverrà l’investitura della maschere locali di Carnevale.

Tutto con i “Lego”

1ª festa dei mattoncini CUNEO. Presso il centro di aggregazione giovanile “Qi”, in corso V. Emanuele II n. 33, sabato 12 e domenica 13, si terrà “Legati da una solida passione”, 1ª festa dei mattoncini “Lego”. Info: 0171.480384.

Innamorarsi d’arte

Pittura e fotografia

si scatena il Carnevale con una sfilata di carri allegorici, la battaglia dei coriandoli in piazza e la musica della banda San Luigi.

I più fedeli

S. Valentino con i cani CUSSANIO (Fossano). Al canile Pinco Pallino Club, domenica 13, si tiene la “Festa degli innamorati più fedeli”. Alle 14.30, visita al canile. Alle 17, benedizione degli animali e simpatiche iniziative per tutti. Ognuno è invitato a portare con sè un animale.

Piccoli animali

Carri allegorici

Mercatino mattutino

E battaglia di coriandoli

FOSSANO.Torna domenica 13, dalle 8 alle 12.30, il mercatino dei piccoli animali in piazza Dompé (Foro Boario).

DRONERO. Dalle 14.30 di domenica 13

EVENTO

Al Lingotto

Auto e moto “d’antan” TORINO. Si tiene, da venerdì 11 a domenica 13, presso Lingotto Fiere, la 29ª edizione di “Automotoretrò”. Presso i padiglioni si potranno trovare auto e moto, ricambi, accessori, automobilia, modellini, giocattoli, editoria e tanto altro. «Una delle caratteristiche peculiari di Automotoretrò – spiegano gli organizzatori – è quella di porre a contatto domanda e offerta ed è una delle principali ragioni del crescente successo della rassegna». Una novità assoluta per questa edizione è rap-

Auto d’epoca in mostra nei padiglioni del Lingotto

presentata dall’asta di oggettistica e di importanti giocattoli d’epoca che sarà ospitata nella Sala Blu del 3° padiglione nella giornata di sabato 12. Con “Automotoretrò” si terrà anche la 2ª edizione di “Automotoracing”, manifestazione parallela dedicata agli amanti della velocità e della competi-

zione. Saranno presenti importanti preparatori, scuderie, organizzatori e fabbricanti di accessori e di indumenti di sicurezza, di pneumatici, unitamente ai costruttori di apparecchiature di controllo. Orari: venerdì 15-20; sabato e domenica 9-19. Ingresso 10 euro (ridotto 5 euro).


30

rubriche

giovedì 10 febbraio 2011

Savigliano nera 1901 - Un omicidio impunito guardie corse immediatamente ad avvertire del ritrovamento del cadavere i Carabinieri, giunti poco dopo sul posto con i dottori Baralis e Roggiapane, i quali stesero il certificato di morte, attribuita ad una coltellata all’addome, ed ordinarono che venisse portato nella camera mortuaria dell’Ospedale Maggiore. Dai documenti personali rinvenuti in una tasca dei pantaloni, lo sconosciuto venne identificato per un certo P.A., scapolo ed aiutante di bottega del calzolaio Martigliengo. Stando all’esito delle indagi-

Massimi Ritardi

ni condotte dal Maresciallo dei Carabinieri Giacosa, e dal brigadiere delle guardie civiche Torchio, il delitto era stato commesso, la sera precedente il ritrovamento del cadavere, da un certo D.G., di anni quaranta, già conosciuto agli agenti della forza pubblica per la sua attitudine di procurarsi pane e companatico con mezzi illeciti e truffaldini. Alcuni testimoni oculari, messo da parte il timore di avere dei fastidi, si erano presentati spontaneamente agli inquirenti ed avevano raccontato loro che, compiuto il delitto, credendo che

Lotto sistemi

Superenalotto

Sistema sul numero 32 ritardatario sulla ruota di Roma

79 51 16 32 32 32 32 32 32 32 32

8 32 47 16 8 79 83 83 8 83 9

5 51 47 9 5 9 8 47

83 9 5

51 16 79 51

QUOTE A

T

0,50

0,50

Q

TOT 1,00

0,50

0,50

1,00

0,50

0,50

1,00

0,50

0,50

1,00

1,50

0,40

0,10

2,00

1,50

0,40

0,10

2,00

1,50

0,40

0,10

2,00

1,50

0,40

0,10

2,00

TOTALE 12,00

a cura di NEL da giovedì 10 a mercoledì 16 febbraio 2011

ARIETE 21 Marzo - 20 Aprile Il passato vi tormenta, vi sentite responsabili di un fallimento, avete bisogno di sfogarvi e sgombrare il cuore per aprirvi a nuove esperienze. Nel lavoro, amalgamando razionalità ed intuito, risolvete questioni intricate. Si prevedono investimenti con esito incoraggiante.

TORO 21 Aprile - 20 Maggio I problemi sono tutti interiori, nel concreto le cose vi vanno bene, soprattutto le finanze, l’essenziale è accettare cambiamenti e chiarire le vostre posizioni senza opporre resistenza. Che sia un colpo di fulmine o una crisi di coppia nell’aria, l’unico modo per chiarirvi le idee è parlarne.

O

LEONE 23 Luglio - 23 Agosto Se l’ambiente vi va stretto e non sapete quale direzione prendere, provate ad uscire dallo schema ed a riconsiderare i vostri sogni da un’altra prospettiva. Dopo una fase di incertezza, alimentata da malintesi, recuperate fiducia nel partner ed il piacere di stare insieme.

VERGINE 24 Agosto - 22 Settembre Un cambiamento di rotta è quello che vi occorre per ritrovare l’allegria, soffocata da una vita piatta. Prendete la vita con filosofia, cogliendo ogni occasione per divertirvi, sentirvi amati alimenta la vostra autostima. Rancori da accantonare per guardare al futuro con ottimismo.

GEMELLI 21 Maggio - 21 Giugno

BILANCIA 23 Settembre - 22 Ottobre Contro le ansie e le tensioni di coppia, ad avere la meglio è sempre l’amore. I sentimenti sono forti, ma noia e routine li soffocano. Anziché competere, condividete gli sforzi del partner. Attenti alle finanze, specie se avete in ballo un acquisto immobiliare o intendete affittare una casa.

Una questione di lavoro può sfociare in una caduta di autostima: sentirvi svalutati vi demotiva. Se il partner è aggressivo, approfitta del momento di debolezza imponendovi la sua visuale delle cose. Salute: non obbedite sempre al dover essere, se va contro la vostra natura.

28-34-54-60-71-73-79 23-42-43-47-61-64-68 29-39-45-69-76-79 7-20-30-63-83-89 40-53-59-66-78-85-88 4-9-11-47-48-77-80 40-44-52-62-86-88 36-53-57-78-80-83 24-33-42-50-60-71 25-27-31-51-87-88 15-18-21-23-27-31 3-8-12-20-25-46-74-81 1-5-19-52-72-75-90

La foto curiosa

1/14 di quota L 5,00 con numero SuperStar

ROSCOPO

Tra famiglia e amori è conflitto. Per distrarvi avete bisogno di novità. Opportunità nel lavoro: le chance di avanzamento sono ottime, ma non snobbate un appoggio solo per orgoglio. Pochi amici, ma buoni, vi assecondano in avventure che risultano alquanto strampalate.

CANCRO 22 Giugno - 22 Luglio

nessuno se ne fosse accorto perché in quel momento l’orchestra faceva un gran baccano, l’assassino si era subito allontanato dalla piazza dirigendosi verso borgo Pieve. Qui, un amico doveva averlo aiutato ad uscire dalla città, senza lasciare tracce. Dopo tre mesi di ricerche infruttuose, l’autorità giudiziaria archiviò il caso, lasciando impunito l’omicida. Giovanni Bosio

SCORPIONE 23 Ottobre - 22 Novembre Emergere nel lavoro diventa un punto d’orgoglio. Vi sostiene una buona dose di fortuna che vi rende vincenti. Unico neo il rapporto di coppia, penalizzato da musi ed incomprensioni. L’irrequietezza di questo periodo non dovrà trasformarsi in nervosismo fuori controllo.

SAGITTARIO 23 Novembre - 21 Dicembre Periodo gratificante e vitale, all’insegna del movimento e di nuovi ideali da sostenere con entusiasmo. Dieci e lode nel lavoro, dove tenete la situazione in pugno; scarso, invece, in amore. Osando con intelligenza rimpolpate le finanze, penalizzate da un precedente passo falso.

CAPRICORNO 22 Dicembre - 20 Gennaio Se per il successo avete sacrificato gli affetti, ora vi sentite in colpa ed invertite la tendenza. Forse il partner ve la farà pagare, ma tenete duro, la forza dei sentimenti vince sul desiderio di vendetta. Praticate più attività fisica, ma senza spirito di sfida o competizione.

ACQUARIO 21 Gennaio - 19 Febbraio Perché farvi prendere dalla gelosia quando la tentazione solletica anche voi? Se non vi fidate del partner, e ne controllate ogni mossa, chiaritevi. Nel denaro cercate il trampolino per realizzare i sogni e cambiare stile di vita. Gli altri stravedono per voi, riempiendovi di complimenti.

PESCI 20 Febbraio - 20 Marzo Vi basterebbe essere meno rigidi e lasciarvi alle spalle il pessimismo per accorgervi di quanto siete fortunati. Tiratevi su: il mondo tifa per voi, incoraggiandovi a fare del vostro meglio. Dagli amici arriva una spinta innovativa: ascoltate le emozioni che provate.

Ma chi l’ha detto che cane e gatto non possono andare d’accordo?! (Foto scattata a Billo e Minù da Pierangela Giordano)

Avete delle foto curiose? Portatecele in redazione (piazza Santarosa n. 21) o inviatecele via e-mail a redazione@ilsaviglianese.com

Riflessioni della scacchiera Via Chianoc, 6 - Savigliano Aperto ogni giovedì dalle ore 21 Settore Giovanile ogni lunedì dalle ore 17,15 alle 19,45 Per informazioni: 393/2277051 Caldo pomeriggio di fine maggio a l'Avana. Seduto in un bar lungo il Malecòn, gioco a scacchi con Miguel Angel bevendo rhum Santiago. Indosso una camicia di lino azzurra e blu jeans, ai piedi non ho nulla. Una leggera abbronzatura mi colora il viso, fumo un profumatissimo Cohiba sislo segundo. Davanti a me il blu sconfinato del mare e seduto al mio fianco Josè Raul Capablanca in doppio petto bianco ed il suo avana acceso mi dà consigli su come battere il mio amico e mi parla dei suoi amori. Mi circondano le amorevoli presenze di un passato che qui ritorna presente per sempre, perché è nei sogni che finalmente ritorni padrone del tuo tempo, quello che nella realtà ti sfugge via sempre più velocemente. IL BIANCO MUOVE E DA’ SCACCO MATTO IN DUE MOSSE. SOLUZIONE: la regina bianca muove in g3 dando scacco al re nero; se il re si sposta in f1, la regina muove in f2 dando scacco matto; se il re si sposta in h1, il cavallo muove in f2 con scacco matto.

Verso le sette del mattino di mercoledì 21 aprile 1901, mentre effettuavano il solito giro d’ispezione, due guardie municipali notarono in piazza Santarosa, appoggiato alla balaustra del ballo pubblico a palchetto, allestito per la festa del giorno precedente, un giovane con il capo reclinato sulla spalla destra, come stesse dormendo in piedi. Gli si avvicinarono per farsi mostrare i documenti personali e si accorsero, sgranando gli occhi per la meraviglia, che si trattava di un uomo senza vita, che stava inspiegabilmente in piedi. Una delle due


piazza affari

A nnunci E conomici SAVIGLIANO – AFFITTASI alloggio via Pylos, composto da: ingresso, soggiorno, cucinino, 2 camere, bagno, ripostiglio e cantina. Tel. 393/8931312. • SAVIGLIANO zona ospedale – AFFITTASI bilocale di recente costruzione ammobiliato a nuovo (riscaldamento autonomo). Tel. 347/6907502 ore pasti. • SAVIGLIANO zona ospedale – AFFITTASI grande locale (50 mq) pianterreno, di nuova costruzione, con ingresso, bagno e antibagno, per uso abitativo oppure commerciale/professionale. Tel. 328/8996976. • CAVALLERMAGGIORE zona centrale – AFFITTASI garage.Tel. 0172/381762 ore pasti. • ASTI centro storico (piazza Astesano) - VENDESI alloggio ristrutturato (100 mq) all’ultimo piano: ingresso, salone, cucina, bagno, 2 camere, terrazzo e cantina. Ottimo investimento. Trattativa privata, no agenzie. Tel. 340/7293648. • ANDORA (Riviera) – VENDESI appartamento nuovo vicino al mare: soggiorno/cucina, camera, bagno e balcone. Prezzo: 300.000 euro. Tel. 0182/86025 – 338/4536658 (www.immo biliarearchitrave.it). • OSPEDALETTI (Im) – Privato VENDE monolocale centralissimo a 40 m dal mare. Prezzo: A SAVIGLIANO In Condominio di 6 alloggi 450 mt ufficio postale VENDO ALLOGGIO LIBERO Ingr. soggiorno – cucinino – 3 camere bagno – cantina – p. orto – no spese c. Euro 145.000 – Termoautonomo ALLOGGIO – c.so V.Veneto Ingr. soggiorno – cucinino – camera salone – bagno – cantina – terrazzo VENDO Euro 155.000 – Affare F. FINA – Tel. 333.330.49.19

128.000 euro. Tel. 331/3643980. • Ragazza 23enne italiana CERCA lavoro part-time in SAVIGLIANO come baby-sitter a bambini di età non inferiore ai 6 anni. Tel. 348/8204585. • Magazziniere specializzato saviglianese CERCA lavoro come operaio generico. Tel. 347/1411309. • Signora 54enne italiana CERCA lavoro come badante full-time o per pulizie in SAVIGLIANO. Tel. 328/1366273. • Signora italiana, referenziata, con esperienza pluriennale, OFFRESI per custodia bimbi (0-3 anni). Tel. 340/6952497. • Signora italo-argentina CERCA lavoro purché serio: collaboratrice domestica, baby-sitter, lavapiatti, aiutante cuoca, operaia o pulizie casa/ufficio. Si impartiscono anche ripetizioni di spagnolo. Tel. 333/7896301. • Signora piemontese, con referenze, CERCA lavoro il pomeriggio per stiro.Tel. 348/2903569. • Signora 30enne CERCA lavoro come badante, baby-sitter o domestica (disponibile anche a trasferirsi presso il domicilio del datore di lavoro).Tel. 320/3664968. • Coniugi italiani CERCANO qualsiasi tipo di lavoro anche da abbinare a custodia di abitazione

od azienda. Tel. 334/3338990. • CERCASI tecnico revisioni abilitato auto-moto per inserimento diretto. Inviare c.v. a: Rif. FB/04 - “Il Saviglianese” – piazza Santarosa n. 21 – Savigliano. • VENDESI Fiat Grande Punto Active bianca, 1.2, anno 2010, Km 31.000, 3 porte, radio-cd e fendinebbia. Prezzo: 8.900 euro. Ottime condizioni (un anno di garanzia). Tel. 0172/633227. • Si ESEGUONO lavori di battitura tesi e relazioni con stampa su laser. Tel. 0172/713929. Matrimoniali e amicizie Anna e Anna Club per single 33enne, diplomata, impiegata in Comune, nubile, fisico minuto, capelli scuri, occhi azzurri, ama la natura, gli animali, SOGNA D’INCONTRARE un uomo con cui condividere il futuro. Tel. 329/6412710. • 44enne, infermiera, libera sentimentalmente, bionda, occhi verdi, non fumatrice, VORREBBE ACCANTO A SÈ uomo serio per formare famiglia. Tel. 339/4921925. • Insegnante di Filosofia, 51enne, giovanile, attraente, un figlio ormai grande, molto riservata, umile, CONOSCEREBBE signore buona cultura per eventuale unione. Tel. 345/3150519.

Studio professionale operante nel Cuneese e nel Torinese RICERCA veramente esperto/a in consulenza tenuta paghe e previdenza (si preferisce corsi in Giurisprudenza). Inviare c.v. a Studio Mosso – piazza Galimberti n. 2 – 12100 Cuneo.

RINGRAZIAMENTI Desidero sentitamente ringraziare tutto il personale medico, tecnico ed infermieristico del Reparto di Cardiologia e di Emodinamica dell’ospedale “SS. Annunziata” di Savigliano per la sensibilità e la grande professionalità manifestate durante la mia degenza. Ancora grazie! Giorgio Giolitti – Savigliano Desidero sentitamente ringraziare il Primario facente funzione dott. Marco Cesari del Reparto di Chirurgia dell’ospedale SS. Annunziata di Savigliano, unitamente a tutta la sua équipe medicoinfermieristica, per la sensibilità e la grande professionalità manifestate durante la mia degenza. Un ringraziamento particolare porgo alla dott.ssa Nicoletta Rabbia, medico di famiglia, per le attenzioni a me prestate. Ancora grazie! Carmen Pompili unitamente a Patrizia Audisio – Savigliano Approfitto de “Il Saviglianese” per rivolgere un sentito ringraziamento riguardante le attenzioni riservate ad un mio carissimo amico in occasione del ricovero, e successivo intervento chirurgico, presso il Reparto di Chirurgia dell’ospedale “SS. Annunziata” di Savigliano. Il trattamento è andato ben oltre la professionalità e la capacità di tutto il personale medico ed infermieristico; inoltre, l’umanità e la sensibilità riscontrate sono state al di sopra del dovere e di ogni aspettativa. Un particolare ringraziamento ai

dott.ri Lioi, Cesari e Portolese, alla caposala ed agli infermieri. Proprio nel momento in cui l’organizzazione della Sanità è messa in discussione, vorrei rilevare come sarebbe assolutamente necessario salvaguardare ciò che funziona a livello di eccellenza, come in questo caso. Cordiali saluti. Francesco Caula – Savigliano Sento il dovere di ringraziare pubblicamente il dott. Aldo Comina, che ho avuto per 23 anni come medico di famiglia. Lo ringrazio per il suo alto senso del dovere e per essere sempre stato presente ed attento ad ogni nostro bisogno; anche nel periodo in cui ha svolto la mansione di Sindaco della Città di Savigliano, non è mai venuto meno al suo compito di medico. Le auguro un lungo e sereno periodo di quiescenza. Lorenzo Isaia e famiglia Savigliano Il Direttivo Avis Savigliano ringrazia il signor Claude Pasco, Direttore dell’ipermercato E. LECLERC – CONAD, per la sensibilità e la generosità nuovamente dimostrate nei con-

fronti dell’associazione prorogando per tutto il 2011 l’encomiabile iniziativa “UN DONO A CHI DONA”, che consiste in un buono sconto del 10% riconosciuto ad ogni donatore in occasione della donazione di sangue. Ringrazio l’Amministrazione del Comune di Caramagna Piemonte, a nome del personale della scuola dell’Infanzia “Ruatti” sita in via San Biagio n. 34, per la sollecitudine e la puntualità (una sola settimana) con cui sono stati effettuati gli interventi di ristrutturazione della cucina e per l’attenzione e la disponibilità mostrate. I lavori non hanno ostacolato il regolare svolgimento dell’attività didattico-educativa ed i piccoli alunni hanno continuato regolarmente ad usufruito di pasti caldi grazie all’ottima organizzazione sostitutiva fornita dall’amministrazione. Dott.ssa Ornella Peira Dirigente Scolastico La Croce Rossa Italiana - comitato locale di Savigliano ringrazia la famiglia, i parenti e gli amici di Giovanni Battista Borello per l’oblazione in suo ricordo.

Tutti i mercoledì - ore 9,30 “DENTRO LA NOTIZIA” Commento ai fatti della settimana con IL SAVIGLIANESE

giovedì 10 febbraio 2011

31

Calendario Unitre SAVIGLIANO Venerdì 11 febbraio ore 9: Ginnastica in acqua (4° corso) ore 11: Riabilitazione motoria e 3ª Età 5 ore 18.30: Spagnolo 2 (avanzato) ore 19: Ginnastica per adulti 2 Lunedì 14 febbraio ore 10: Attività motoria - 1° corso ore 11: Attività motoria - 2° corso – Riabilitazione motoria e 3ª Età 1 ore 16.30: Canto corale ore 18.30:Yoga 1 – Arabo (principianti) – Francese 2 (avanzato) ore 20.30: Taglio e cucito – Yoga 2 Martedì 15 febbraio ore 9: Nuoto (2° corso) ore 10: Riabilitazione motoria e 3ª Età 2 ore 11: Riabilitazione motoria e 3ª Età 3

ore 15: Ricamo Bandera ore 15.30: Cinema: Mario Monicelli ore 19: Ginnastica per adulti 2 ore 20: Panetteria-pasticceria – Ginnastica per adulti 1/bis – Pilates - corso B (4° turno) ore 20.30: Fotografia ore 21: Chitarra 2 (proseguimento) Mercoledì 16 febbraio ore 9: Ginnastica in acqua (3° corso) ore 11: Riabilitazione motoria e 3ª Età 4 ore 15: Disegno dal vero B ore 15.30: Musica anni Sessanta e Settanta ore 18.30: Yoga 3 – Inglese 1 (principianti) – Francese 3 (proseguimento) ore 20.30: Yoga 4 – Inglese 2 (avanzato) Giovedì 17 febbraio ore 10: Attività motoria - 3° corso

ore 11: Attività motoria - 4° corso ore 14.30: Pittura su ceramica a terzo fuoco (2° corso) ore 15.30: Medicina ore 20: Pilates - corso B (4° turno) ore 20.30: Informatica (mod. 2) LEVALDIGI Venerdì 11 febbraio ore 19.30: Ginnastica dolce ore 20.30: Ginnastica per adulti Martedì 15 febbraio ore 19.30: Ginnastica dolce ore 20.30: Ginnastica per adulti AVVISO Giovedì 10 febbraio, alle ore 17, presso la Sala conferenze dell’Università in via Garibaldi n. 6 a Savigliano, si terrà l’incontro degli iscritti con la coordinatrice prof.ssa Iose Folco ed i volontari dei corsi di cultura generale.

Turni benzinai

Turni farmacie

Veterinari

SABATO 12 FEBBRAIO (POMERIGGIO)

Giovedì 10 - Farmacia Monchiero - P. del Popolo - Tel. 0172/712.389 Venerdì 11 - Farmacia Bonelli - Via Torino - Tel. 0172/712.366 Sabato 12 - Farmacia Albertini P. Santarosa - Tel. 0172/712.272 Domenica 13 - Farmacia Paschetta - P. Santarosa - Tel. 0172/712.978 Lunedì 14 - Farmacia Dominici Via Cambiani - Tel. 0172/712.258 Martedì 15 - Farmacia Monchiero - P. del Popolo - Tel. 0172/712.389 Mercoledì 16 - Farmacia Bonelli - Via Torino - Tel. 0172/712.366 Giovedì 17 - Farmacia Albertini P. Santarosa - Tel. 0172/712.272

Alesso Matteo Tel. 0172/85996-336/230139 Biolatti Pier Giuseppe Tel. 340/3928825 Chiavassa Enrico Tel. 0172/382560-335/6060220 Bosio Emilio Tel. 0172/33506-335/6027039 Fissore Mario Tel. 0172/31682-335/7890231 Miglietti Enrico Tel. 337/226616 Ricossa Paola 0172/713360-339/2012836 Alesso Cinzia 339/7790752-0172/377154 Michele Teobaldi 335/7890232

TURNO B TRACTIONGAS (AGIP) Via Alba Autolavaggio IP - Testa Via Saluzzo, 41 Autolavaggio a mano Sirtam (ERG) Via Cuneo – S.R. 20 Autolavaggio


32

rubriche

giovedì 10 febbraio 2011

Auguri

Levaldigi - 08/02/2011 - Caro bisnonno GIOVANNI BRUNO, fai un bel respiro perché per spegnere 90 candeline ci vuole un gran soffio! Tanti cari auguri, con affetto, da tutta la tua famiglia.

Buon compleanno alla nostra LELLINA!!! …e rimani sempre così… con il tuo sorriso e la tua allegria!!! Ti vogliamo bene… Le tue amiche

di Giovanni Bosio

Sul filo della memoria

FOTO DI M. MONDINO

La bufera atterra il Merlotto Nella notte tra il 7 e l ‘8 agosto 1874, la bufera abbattutasi su Savigliano e nella campagna circostante provocò l’allagamento di vie, piazze, cantine, abitazioni a pian terreno e negozi, nonché danni ingenti alle coltivazioni campestri. In regione Braida, nel podere Matibò del signor Merlo, atterrò l’albero detto Merlotto, un acero campestre, alto poco più di cinque metri, ammirato dai forestieri per le sue particolari forme, che ne facevano una “meraviglia” della natura. A renderlo famoso in tutta Italia era stato il giornale “L’agricoltore Italiano”, edito a Bologna nella prima metà dell’Ottocento, dedicandogli alcuni articoli scritti da illustri botanici. A quel tempo, gli architetti di giardini davano agli alberi tagliati alla foggia del Merlotto il nome generale di alberi di belvedere o alberi case. Infatti, il Merlotto assomigliava a una casa di

forma circolare a due piani, ai quali si accedeva attraverso una scala di legno, munita di mancorrente, capace di contenere una ventina di persone. Ciascuna delle stanze riceveva la luce da otto finestre, intagliate nelle fitte pareti formate da ramoscelli intrecciati nei vari versi, ed il pavimento, formato da rami intrecciati, era solidissimo. Una gran quantità di uccelli vi aveva preso dimora ed il loro gioioso cinguettio era assai gradito al proprietario Merlo ed a coloro che venivano a fargli visita. Nella litografia di M. Ajello del 1833, qui riprodotta, raffigurante il Merlotto, si vede una coppia di sposi affacciata ad una finestra del primo piano, lui col cappello a cilindro e lei col capo coperto da un velo. La notte in cui fu abbattuto dall’uragano, il Merlotto era disabitato e vi morirono un centinaio di uccelli, sorpresi nel sonno.

Il Merlotto (M. Ajello - 1833)

“PENSIERI CONTRO”

GRUPPO MISSIONE E SVILUPPO

Vivere bene la domenica: scelte di sobrietà

Salmour - 09/02/2011 Caro padrino DOMENICO VISSIO, ti faccio i miei più cari auguri di buon compleanno. Quando avrò la moto grande, verrò di persona a tirarti le orecchie. Un bacione! Leonardo

Giovedì 10 febbraio, CATERINA FERRERO festeggerà l’ambito traguardo del 96° compleanno. Tanti auguri dai familiari tutti!

14-02-2010/14-02-2011 Auguroni ad ELISA FISSORE di Caramagna, che con i suoi sorrisi, le coccole ed i piccoli baci rallegra le nostre giornate. Buon compleanno! Madrina, nonna, zii di Cavallermaggiore e… i tuoi tre “piccoli amici” bau-bau

Domenica, dal latino dies dominica, ossia il giorno del Signore. Da duemila anni, il mondo cristiano si ferma per fare memoria di quel “giorno dopo il sabato” in cui Maria di Magdala e le altre donne, andando al sepolcro, lo trovarono vuoto. Giorno di vittoria sulla morte, e quindi giorno di festa. Ma anche giorno di pausa dal lavoro, e quindi occasione di riposo e riflessione, di preghiera e meditazione. Così dicevamo, almeno da duemila anni. È fin troppo banale far presente che, da vari anni ormai, la domenica sostituisce lo “stress da lavoro“ con lo “stress da divertimento a tutti i costi”... fino ad arrivare, ormai sempre più spesso, all’apertura domenicale dei grandi negozi, ed anche di fabbriche ed uffici. Così la domenica tende sempre più a identificarsi con gli altri giorni, perlomeno nell’intensità, venendo a mancare quella quiete che dovrebbe permettere riposo e pace. La gente oggigiorno sembra essere terrorizzata dal silenzio: ha paura di fermarsi a pensare, a riflettere. Da qui la smania di riempire di “cose” anche i giorni di festa. Ed il carrello del supermercato. Un’indagine Istat rivela che gli acquisti di oggetti futili ed inutili subiscono un’impennata proprio nei giorni di festa. Ma questa smania di acquistare

non ha evitato la noia e ha portato ad uno stordimento collettivo: oggi, nonostante tutti i tentativi per renderla una giornata desiderabile, la domenica è diventata una grande occasione di noia. Perciò, quando la Chiesa dice: «Datevi pensieri e parole diversi per la domenica» non solo fa il suo dovere, ma svolge anche un’opera buona di socializzazione e rende un servizio a tutti gli uomini, non solo ai credenti. Se siamo cristiani, dobbiamo con forza riproporre la domenica come “settimo giorno”, dove tutto si ferma e dove tutto sia, davvero, diverso dagli altri giorni, interamente dedicato all’uomo e non alle sue attività commerciali. Oggi, infatti, l’organizzazione del tempo è un vero disastro. Per cinque giorni la settimana, la città è una bolgia forsennata. Negli altri due, pure. E quindi vanno a farsi benedire le relazioni umane. Dobbiamo avere il coraggio di allentare questa pressione consumistica ossessiva, che incombe sette giorni su sette. Ed a chi risponde che l’Italia non è una teocrazia, e che i cittadini hanno nuove esigenze, non possiamo non ricordare che il mercato è a servizio dell’uomo, e non il contrario. Che chi spinge per l’apertura domenicale dei negozi lo fa per interesse, non per rendere un servizio ai cittadini. Che il giorno di riposo settimanale è stato frut-

La domenica è giorno di riposo e riflessione to di una lotta sindacale durissima affinché gli operai, i contadini e le massaie avessero almeno un giorno per riprendere fiato. Che i nostri sprechi li pagano tutti, durissimamente, sulla loro pelle i contadini, le operaie, le tessitrici, i bambini del mondo povero. Noi cittadini del mondo ricco dobbiamo scoprire una nuova saggezza, portandoci per mano uno con l’altro verso un orientamento dei nostri consumi, verso scelte che privilegino il valore aggiunto di qualità a quello di quantità. Dobbiamo portarci per mano verso la sobrietà. Ce ne saranno grate anche quelle mamme e quei papà, costretti a servirci dietro ad una cassa nei supermercati anche di domenica.

Ce ne saranno grati i loro bambini che, finalmente, potranno passare la domenica con i genitori. Ce ne sarà grato il mondo povero, spogliato dalle nostre rapine sistematiche. Ce ne sarà grato il futuro. Certamente sobrietà è una parola tanto facile da pronunciare quanto difficile da praticare, per le ovvie rinunce che dobbiamo essere in grado di fare a livello personale, famigliare e collettivo. Ma se il nostro futuro non sarà segnato dalla sobrietà, cioè dal consumare meno per consumare tutti, il futuro - semplicemente - non sarà. Pensiamoci, almeno di domenica. (da Missionari Saveriani, 10/2010)

Cucina del territorio piemontese

Sos animali

a cura dell’Accademico Silvano Cav. Osella

Dalla veterinaria CERCANO casa gatto certosino adulto sterilizzato e gattina tigrata grigia. Tel. 339/8593190.

Tazza di cioccolato fuso aromatizzato

REGALANSI tenerissimi cuccioli meticci di taglia piccolomedia (2 maschi e 1 femmina). Chi è veramente interessato può telefonare al 340/8623414.

INGREDIENTI (2 persone): 200 gr di cioccolato fondente, possibilmente ottenuto dalla piante del Crollo (America Latina), 1 radice di zenzero, 1 pezzetto di peperoncino, 1 seme di chiodo di garofano, 1 bacca di ginepro.

La foto dei ricordi ANNO 1965 – Prima Comunione.

PREPARAZIONE. A bagnomaria fate fondere il cioccolato fondente senza superare i 40°. Nel frattempo, pestate nel mortaio il pezzetto di peperoncino secco, il seme di chiodo di garofano, la bacca di ginepro, la parte di radice di zenzero fresco precedentemente sbucciata e grattugiata finemente. Con un cucchiaino, ingloberete il cioccolato fuso con il battuto. Quando il tutto sarà ben amalgamato, lo dividerete in due tazze tenute al

caldo. L’operazione dovrà essere effettuata rapidamente ed in un recipiente con una temperatura non superiore ai 40°. Se lo desiderate, potrete abbinare alla tazza di cioccolato fuso aromatizzato qualche papassino sardo oppure qualche dolcetto secco alla mandorla dolce ed un calice con un filo di Banyuls.


33 giovedì 10 febbraio 2011

VOLLEY SERIE

e-mail: sport@ilsaviglianese.com

C I ragazzi di Bonifetto e Botta battuti dal Villanova

Savigliano scende al 4° posto 1ª

CLASSIFICA

RITORNO RISULTATI

Sant’Anna – Ma.Gi.A Torino Allmag – Vercelli Alicese – Cuneo Morozzo – Borgo Vercelli Val Ellero – Chieri Tecnosystem – San Paolo Savigliano – Villanova

1-3 0-3 n.d. 3-2 0-3 1-3 0-3

RITORNO 12-13/2/2011 Ma.Gi.A Torino – Alicese Chieri – Allmag Villanova – Sant’Anna Vercelli – Morozzo Borgo Vercelli – Savigliano San Paolo – Val Ellero Cuneo – Tecnosystem

SAVIGLIANO 0 VILLANOVA MONDOVÌ 3 (22-25; 18-25; 22-25)

P

G V N SV SP

Vercelli Villanova Ma.Gi.A Torino Savigliano Morozzo Chieri Borgo Vercelli Alicese Tecnosystem Val Ellero Allmag Brebanca Cuneo Sant’Anna San Paolo

42 35 30 29 23 22 22 21 14 13 12 11 9 8

14 14 14 14 14 14 14 13 14 14 14 13 14 14

14 0 12 2 10 4 10 4 7 7 7 7 7 7 7 6 5 9 4 10 4 10 4 9 3 11 3 11

42 38 34 30 29 27 28 25 21 16 16 17 18 14

4 8 16 19 27 24 28 23 33 32 33 33 38 37

lanova Mondovì (che avrebbe voluto dire zona play off) e precipita al quarto posto in classifica, a –6 dai monregalesi. La reazione d’orgoglio richiesta da mister Bonifetto ai suoi ragazzi si è infranta sull’organizzazione di gioco di un Villanova molto più squadra e con un roster molto più esperto. I mister mandano in campo Giolitti in palleggio in linea con Avalle, Jack Ghibaudo (rientrante dopo due settimane di stop per infortu-

Gerbaudo Volley Savigliano: Rostagno, Giolitti, Fiorito, Avalle, Mana,Torassa, Casale Marco,Tripolino, Bergamin, Rossi, Giacomo Ghibaudo. Liberi: Davide Ghibaudo e Bossolasco. All.: Bonifetto e Botta Andrea. Niente da fare per il Gerbaudo Savigliano che manca l’aggancio al Vil-

VOLLEY SERIE

squadre

Il palleggiatore Paolo Rostagno nio alla spalla e con pochissimi allenamenti nelle gambe) e Torassa alla banda, Bergamin (febbricitante) e Rossi al centro (autori entrambi di un’ottima prova), con Bossolasco riproposto nel ruolo di libero. Dall’altra parte della rete a fare la differenza per i monregalesi ci sono l’ottimo palleggiatore Dho in linea con il fortissimo opposto di colore Fumagalli che per potenza di braccio e balzo ricorda i giocatori cubani visti que-

st’estate in finale al mondiale. Il primo set inizia punto a punto, ma poi gli ospiti prendono un leggero vantaggio che mantengono fino alla fine. Il Savigliano accusa il colpo e nel secondo parziale viene surclassato dagli ospiti. A nulla servono gli inserimenti di Rostagno, Fiorito e Mana. Nel terzo parziale all’opposto parte Fiorito e nel ruolo di libero entra “Dado” Ghibaudo per Bossolasco. La Gerbaudo sembra reagire, va a condurre giocando bene al centro e mettendo a segno un paio di muri importanti. Giolitti batte bene corto e fa faticare i monregalesi che si attaccano alle schiacciate del loro oppostone e rimangono a fatica aggrappati al parziale. Il set si riapre sul 20 pari, gli ospiti vanno sotto 22-21 ma poi, conquistato il cambiopalla, blindano il risultato con un muro attento e ordinato. Il girone di ritorno è comunque appena iniziato e la stagione non è ancora compromessa: non sarà lasciato nulla di intentato. Sabato 12 febbraio la formazione di Bonifetto sarà impegnata in trasferta contro il Borgo Vercelli, squadra partita male ma che con il tempo ha tirato fuori il suo buon valore. Davide Sannazzaro

D La squadra di Aldo Casale vendica la batosta subita all’andata

Con l’Acqui tre punti che danno morale SAVIGLIANO ACQUI TERME (25-12, 25-22, 25-20)

3 0

Co.Ga.L Savigliano: Nessi, Osella, Caula, Curti, Botta, Monasterolo, Berohiti,Casale Fabio, Sannazzaro, Cravero, Panero. Libero: Rabbia. All.: Casale Aldo e Russo Paola. Una Co.Ga.L sorridente vince una bella partita con l’Acqui, ribaltando così il risultato negativo dell’andata, e dimostra di saper lottare nei momenti difficili. Mister Casale manda in campo un ispirato Osella al palleggio in linea con capitan Monasterolo (sempre preciso e mai sprecone), all’ala Caula (autore di una prova di personalità) in coppia con Fabio Casale (che alterna giocate di categoria superiore con piccoli errori), al centro un Panero tutta sostanza e il veterano Sannazzaro chiamato a colmare la penuria di centri, con libero il grintosissimo Rabbia. Du-

VOLLEY FEMMINILE SERIE

0 3

Edilcem B&B Savigliano: Allasia P., Bertino G., Bodrero E.; Bono E., Brunetti S. (cap.)., Bunino F., Casale S., Galletto M., Galvagno I., Garulli G., Panetto F. Libero: Fissore Y. All.: Bianco Luca, Lucullo Maurizio. Dopo tre sconfitte consecutive, la Edilcem-B&B ritorna alla vitto-

La classifica non sorride più ai saviglianesi che sono stati superati dal Ma.Gi.A, nuova alternativa dell’accoppiata di vetta Vercelli-Villanova. Il Pgs San Paolo riaccende il proprio campionato andando a vincere a Caluso e ricominciando a sognare i play-out salvezza. Per quanto riguarda la prossima settimana, la partita più imprevedibile appare quella tra Ma.Gi.A e Santhià, ma non bisogna sottovalutate il Borgo Vercelli, che quest’anno non ha ancora fatto mancare sorprese ai propri tifosi. In serie D il Tuninetti Torino, dopo aver dominato la classifica per tutto il girone di andata, ha perso in casa di un lanciato Derthona e ha lasciato la vetta all’Alba. Il Cus Torino dello schiacciatore saviglianese Marco Sandrone continua a inseguire, anche se ormai i punti che lo separano dal terzo posto son ben sei. Per il prossimo week-end occhio al derby tra Alba e Mondovì che potrebbe nuovamente far cambiare la leadership del campionato.

BOCCE SERIE

C Per i saviglianesi del Vita Nova

Una buona ripartenza Dopo lo stop subito ad opera della Carcarese, gli uomini del Vita Nova, guidati dal c.t. Castellano, riprendono il loro cammino, quasi sempre vittorioso, nel campionato di cat. C. Solo Storello cede nel combinato contro un forte Littardi nella prima fase dell’incontro in cui i saviglianesi si portano sull’8-2 con le vittorie di Gai e Mulassano nei T.T., di Rinaudo nel combinato e di Mellano F.-Tortone nella staffetta con un punteggio di tutto rispetto (40 punti). Nella seconda fase si notano ancora le vittorie di Mulassano nell’individuale e di Dubois-Vighetto a coppie. Il punteggio finale si ferma sul 13-5 con il pareggio dell’ultimo incontro giocato a coppie da Gai-Rinaudo. Il prossimo turno vedrà i saviglianesi impegnati nella trasferta più lunga, in quel di Genova, contro il Pergittone con il proposito di mantenere il ritmo utile per rimanere in alta classifica. La settimana in corso vede una quadretta in finale, giovedì 10, a Genola mentre la squadra della seconda categoria inizia gli allenamenti in vista del prossimo campionato.

Dubois

Vighetto

ATLETICA Disavventura per Luca Orusa nel cross

Nel fango senza una scarpa L’inedita formazione della Co.Ga.L Savigliano che sabato sera ha battuto il Negrinigioilli di Acqui Terme rante la partita ottimo innesto del doppio cambio con “Bobo” Botta e Cravero. Sfortunatissimo invece Berohiti che si è infortunato ad un braccio durante il riscaldamento. Dopo un primo set tutto in discesa (25-12), i ragazzi di Casale soffrono all’inizio del secondo parziale ma la difesa cresce alla grande ed il Savigliano conquista il set grazie a tre bei servizi di Fabio Casale. Combattutissimo il terzo parzia-

le, ma con Monasterolo e compagni sempre concentrati che hanno saputo portare a casa una bella vittoria ed ora sognano il colpaccio, sabato, in casa di un lanciatissimo Cus Torino. Risultati 14ª giornata: BuscaAlto Canavese 2-3; Poolsport-Benassi Alba 0-3; Venaria-Caraglio 3-1; Mondovì-Cus Torino 2-3; Novi-Sant’Anna 0-3; DerthonaTuninetti Torino 3-1; SaviglianoNegrinigioielli 3-0.

Classifica: Benassi Alba 35; Tuninetti Torino 34; Derthona 33; Cus Torino 27; Mondovì e Poolsport 24; Caraglio e Negrinigioielli 21; Savigliano 20; Alto Canavese 17; Busca 13; Venaria 12; Sant’Anna 11; Novi 2. Prossimo turno: Alto Canavese-Venaria; Sant’Anna-Poolsport; Negrinigioielli-Cuneo; Benassi Alba-Mondovì; Cus Torino-Savigliano; Tuninetti Torino-Novi; Caraglio-Derthona.

D Sofferto successo per le saviglianesi reduci da tre sconfitte

Il Vbc torna a vincere e smuove la classifica SAN SECONDO SAVIGLIANO (16-25; 23-25; 22-26)

Il punto su serie C e D

ria nella prima giornata di ritorno e muove la classifica. A Pinerolo, pur non giocando una grande partita, le saviglianesi si sono imposte con un 3-0 un po’ tribolato. Luca e Maurizio partono con Bono al palleggio, Bodrero opposto, Garulli e Galvagno in banda, Panetto e Bunino centrali, Fissore libero, con capitan Brunetti precauzionalmente a riposo. Da segnalare la convocazione della giovanissima Martina Galletto,

classe 1998. Il primo set scivola via tranquillo: il San Secondo non riesce a contrastare le saviglianesi, che incidono costantemente. Il secondo ed il terzo parziale risultano molto più equilibrati, anche per la confusione che ogni tanto attanagliava le ospiti. Prossimo incontro, sabato 12 febbraio, sul parquet di via Giolitti contro il Villanova, seconda in classifica.

Risultati 14ª giornata: BraCherasco 3-2; Saluzzo-San Francesco al Campo 1-3; ChivassoCambiano 1-3; Moncalieri-Pinerolo 2-3; Villanova-Venaria 3-0, San Secondo-Savigliano 0-3; ValsusaAlmese 0-3. Classifica: Cherasco 39, Villanova 36, Almese 34, Bra 32, Chivasso 26, Savigliano 23, San Francesco al Campo e Cambiano 20, Moncalieri 19,Venaria 17, Saluzzo 12, S. Secondo,7,Valsusa 2.

Dovetta, Bertolini, Dutto, Orusa e Naddar hanno gareggiato a Morozzo Domenica 6 febbraio il Cross di Morozzo ha assegnato i titoli di campione provinciale ragazzi/e-cadetti/e, su un terreno particolarmente difficile per via del fango e dei residui di neve. Nei 2 km Cadette Anna Dovetta e Caterina Bertolini, al primo anno di categoria, sono giunte rispettivamente 7ª e 8ª. In campo maschile Luca Orusa ha conquistato il 3° posto assoluto nonostante il fatto che, per colpa di un contatto con un avversario, a pochi metri dalla partenza avesse perso una scarpa, proseguendo poi per tutta la gara con un piede scalzo. Nella stessa gara brillante 4° posto per Andrea Dutto al primo anno di categoria. Naddar Mosaab ha fatto il suo esordio atletico nei 6 km previsti della categoria Assoluti chiudendo 12° posto (3° tra gli Allievi). Aosta 6 febbraio: regionali indoor Nicholas Sabena, con la misura di 6.13 m, ha vinto il titolo regionale indoor nel salto in lungo Allievi ottenendo anche il 2° posto assoluto. Nei 60 m, invece, è stato squalificato per un movimento irregolare durante la partenza. Sempre nei 60 m maschili Francesco La Porta ha corso in 8”23, Francesco Ruighi in 8”34. Cristina Martini è stata una delle protagoniste della riunione conquistando due secondi posti: nei 60 hs con il tempo di 9”52 e nel lungo, con la misura di 5,40 m. Torino 5 febbraio: Meeting di salti Nella seconda giornata del Meeting di salti in estensione al coperto organizzata allo Stadio Nebiolo di Torino Nicholas Sabena è atterrato a 6,15 m nel salto in lungo (miglior misura tra gli allievi in gara e 2° posto assoluto). Nella stessa competizione ha gareggiato anche Andrea Tripolino che con 5.39 m è giunto 13° assoluto.


34

Il punto sulla Promozione Riparte il campionato lasciandosi alle spalle un’infinità di recuperi da disputare. Mirafiori, tre colpi per la vetta. Il big-match tra le prime della classe, Orbassano e Mirafiori, si chiude con una secca vittoria degli ospiti, ora solitari in testa ma con una gara in più. Nel primo tempo sono i locali ad avere le migliori opportunità. Nella ripresa gli ospiti invece non sbagliano e firmano il tris con centri di Capobianco, Messineo e Baston. Riaccende i motori l’Olmo che sul sintetico di Cuneo (Parco della Gioventù) regola con un risultato all’inglese il Sommariva Perno. Sciatti e Ballario i giustizieri. Finisce in parità il quasi derby tra Carmagnola e Corneliano. A Gaido risponde nei minuti finali Maghenzani. Ritorna alla vittoria il Cavour. A farne le spese il fanalino di coda Pozzomaina. Ad Ermetici rispondono Corsaro e Papalia. Massa Boa riscrive il finale: quando lo 0-0 sembrava non schiodarsi, in Carignano-Tre Valli arrivava il goal del monregalese. Una rete per tempo in Bene Narzole-Grugliasco. Ferrero su rigore e poi rete di Santi. Salta la luce, sospesa Pro Dronero-Vigone (1-1 in quel momento, con centri di Volcan e Muratori), gara disputata sul sintetico di Verzuolo in notturna. Sempre sul sintetico di Verzuolo è stato invece giocato il recupero tra Pro Dronero e Sommariva Perno. Uno a zero per i rossi della Valle Maira, con centro di Volcan.

CALCIO

Per l’Atletico Racconigi a Caramagna

Amichevole di lusso meno concentrata. Ha così finito per prevalere l’Atletico, che ha vinto per 43. Ad andare a segno per i ragazzi del presidente Casale sono stati Valenti con una doppietta, Lacinej e Goffo. «Sicuramente per noi è stato un test impegnativo Le nuove maglie dell’Atletico Racconigi – commenta mister Beppe Bordese – contro una squadra che, aldilà del riAmichevole di lusso per l’Atletico sabato scorso sul sintetico sultato, si è dimostrata comundi Caramagna: i racconigesi han- que a noi superiore e che ha no incontrato la Sommarinese, perciò permesso di verificare le squadra che milita nel girone G condizione di tutti i ragazzi, sodella Prima categoria e che oc- prattutto di quelli reduci da cupa attualmente una posizione infortuni come Goffo e Valenti, di centro classifica. Il mister del- in attesa dell’inizio del campiola Sommarinese è Dario Abrate, nato che, tempo permettendo, che guidò proprio i ragazzi rac- ci vede impegnati domenica 13 conigesi dell’Atletico quando al- febbraio alle ore 15 al campo lenava la juniores dell’A. C. Rac- Trombetta contro la temibilissiconigi conquistando il titolo di ma formazione del Fossano». campione provinciale di catego- La partita è stata anche l’occasione per presentare le maglie ria. La partita è stata bella e combat- con il nuovo sponsor EL.PA.SO. tuta, con le due squadre che si «Voglio ringraziare la ditta sono affrontate con spirito di- EL.PA.SO. per aver scelto anche verso, come sempre accade la nostra società a rappresentaquando ci sono due categorie di re la loro azienda a Racconigi e diversità: i racconigesi che mette- in Provincia per i prossimi anni» vano in campo tutta la determi- afferma il presidente Secondo nazione e la squadra avversaria Casale.

CALCIO

sport

giovedì 10 febbraio 2011

15 lezioni (gratis) in via Bertano a Cuneo

Corso per arbitri Csi Prenderà il via venerdì 11 febbraio alle 20.30 l’ottavo corso di formazione tecnica per arbitri di calcio organizzato dal Centro Sportivo Italiano presso la sede di via Bertano 25, a Cuneo. Il corso, interamente gratuito, è aperto a uomini e donne che hanno compiuto 16 anni, senza nessun limite massimo di età. Per partecipare è possibile contattare la sede del Csi via e-mail all’indirizzo segreteria@csicuneo.it oppure telefonicamente al numero 0171/693703 e lasciare un recapito per essere rintracciato in caso di comunicazioni, oppure contattare direttamente il responsabile del corso, Luigi Moccia, al numero 328/9338860. Tutte le lezioni saranno tenute da arbitri nazionali in forza al Centro Sportivo Italiano di Cuneo. Durante le quindici serate previste, di cui 12 dedicate all’insegnamento teorico, 2 per l’insegnamento pratico ed una di ripasso, verranno illustrate e discusse le 17 regole del gioco del calcio. Al termine è previsto un esame finale per i soli frequentatori che intendono arbitrare nei campionati gestiti dal Csi di Cuneo. A coloro che supereranno l’esame e che sono intenzionati ad arbitrare gare ufficiali del Csi, saranno distribuiti gratuitamente divisa, borsa, taccuino e fischietto.

La Junior torna in campo col Genola Venerdì prossimo, 11 febbraio, la Junior Calcio Cavallermaggiore torna in campo dopo la pausa invernale. Avversario di turno, i padroni di casa del Genola. La Junior, allenata da mister Michele Chiavassa, al momento occupa la sesta posizione in classifica nel campionato di Terza categoria, girone B.

CALCIO

Rossoblù svogliati si arrendono senza quasi lottare

Maghi: così proprio non va PROMOZIONE 5ª CLASSIFICA squadre

P. G V N P GF GS

Mirafiori 39 20 12 3 5 30 21 Olmo 38 19 11 5 3 35 21 Orbassano 36 19 11 3 5 27 12 Carmagnola 32 20 8 8 4 21 16 Saviglianese 30 19 8 6 5 28 22 Cavour 28 18 7 7 4 22 17 Corneliano 28 19 6 10 3 31 27 Pedona 25 19 6 7 6 23 24 Tre Valli 23 19 5 8 6 27 32 Grugliasco 23 20 6 5 9 21 29 Bene Narzole 22 20 4 10 6 31 27 Vigone 22 19 5 7 7 25 26 Carignano 21 20 5 6 9 27 27 P. Dronero 21 17 5 6 6 26 36 Somm. Perno 13 20 2 7 11 23 32 Pozzomaina 11 20 3 2 15 20 48

PEDONA B. S. D. SAVIGLIANESE

3 1

Pedona B. S. D.: Bernardi, Pellegrino, Pelissero, Bruna, Caimi, Parola, Romana, Musso (90’ Chesta), Turini (82’ Bergia), Milano, Quaranta (73’ Tappero). A disp.: Falco, Barazzotto, Arnaudo. All.: R. Macagno. Saviglianese: Cravero, Vagliano (61’ Miretti), Panetta, Campi, Mondino,Torta, Garagliano (86’ Bosco), Lembo (66’ Zavattero), Reale, D’Amato, Bazzoni. A disp.: Ronzino, Biga, Lupinacci, Camisassa. All.: S. Marenco. Arbitro: sig. Cusanno di Chivasso. Reti: al 2’ Turini; al 7’ Quaranta; al 41’ Lembo; al 92’ Bergia. Note: giornata soleggiata. Terreno allentato. La sconfitta più amara. Altro che ingranare la quarta: stavolta i Maghi grattano di brutto. E fermano, dopo tre risultati utili, la loro striscia positiva. Ci vorrebbe un lettino collettivo e uno psicanalista di quelli bravi per questa Saviglianese che un giorno

CALCIO FEMMINILE

limite dell’area su calcio piazzato.

RITORNO RISULTATI

Bene Narzole - Grugliasco 1-1 Pozzomaina - Cavour 1-2 Carmagnola - Corneliano 1-1 Orbassano - Mirafiori 0-3 Pedona - Saviglianese 3-1 Olmo - Somm. Perno 2-0 Carignano - Tre Valli 0-1 P. Dronero - Vigone Sos.

RITORNO 13/2 ore 15

Saviglianese - Bene Narzole Vigone - Carmagnola Grugliasco - Carignano Corneliano - Olmo Pozzomaina - Orbassano Mirafiori - Pedona Tre Valli - P. Dronero Cavour - Somm. Perno

ti fa godere e l’altro ti fa dormire, se non indignare. A questo punto, bisogna dirlo con franchezza: è una delusione. La banda Marenco si è sciolta al sole di Borgo San Dalmazzo arrendendosi senza quasi mai combattere. Ci si potrebbe anche aggrappare ai primi due goal in fuorigioco, ma c’era tutto il tempo di raddrizzarla, anche perché gli avversari erano solo generosi e nulla più. CRONACA Ci sarebbe poco da dire quando una squadra vince 3-1 e quella che perde non tira quasi mai in porta, ma l’uso del condizionale è d’obbligo perché il successo del Pedona, l’inaspettata batosta incassata dalla Saviglianese, due reti in off-side, le dichiarazioni dei due allenatori a fine partita, offrono molto materiale. Il punto di partenza è il Pedona: affronta l’incontro con lo spirito giusto, aggredendo gli avversari dal primo secondo e chiudendo la pratica in meno di 10’. L’approccio è la chiave di questa partita: aggressivo quello dei locali, molle quello degli ospiti. Per modificare radicalmente il destino di una gara a volte bastano

Salvatore Lembo pochi minuti. 2’. Azione in velocità dei borgarini con conclusione di Romana. La palla incoccia su Panetta e schizza per l’accorrente Turini (in evidente offside) che tutto solo non ha difficoltà a trafiggere Cravero. 1-0. Qualche giro di lancette ed arriva il raddoppio. 7’. Dalla sua tre-quarti Parola effettua un lungo traversone su punizione. Quaranta approfitta dell’immobilismo della difesa ed infila nel sette alla destra di un esterrefatto Cravero. 2-0. Sul banco degli imputati, oltre alla retroguardia rossoblù, anche l’assistente di sinistra che non segnala la posizione di fuorigioco del numero 11 biancoceleste. I meriti dei padroni di casa non si limitano solo all’approccio. La compagine di Macagno disintegra gli ospiti lungo le corsie laterali grazie alle galoppate di Pelissero e Romana, con il supporto di Quaranta e Musso. Nella Saviglianese solo Campi e Mondino tengono botta, mentre il trio offensivo è evanescente. Alla mezzora i locali vicini al tris. Bruna apparecchia per Quaranta che in semirovesciata sfiora l’incrocio. 41’. Lembo su punizione dalla sinistro trova il goal. Bernardi si fa sorprendere dal tiro a giro, rasoterra, del numero 8 rossoblù. 2-1. In precedenza Reale e D’Amato avevano sprecato in modo disgustoso due ghiotte opportunità dal

RIPRESA I Maghi tentano di rialzarsi e ne avrebbero sia il tempo che le possibilità, ma la giornata nerissima di Lembo, Bazzoni, Reale e D’Amato non lo permette. 2’. Lembo per Bazzoni che da pochi passi spara alle stelle. 6’. Ancora un’opportunità per i rossoblù ma Bazzoni, ben assistito da Mondino, conclude malamente. 8’. Unico lampo di D’Amato che in scivolata cerca l’angolo più lontano. Bernardi sventa di piedi. 18’. Reale su punizione sparacchia sulla barriera. Neanche l’ingresso di Miretti e Zavattero cambia il corso al derby. Nei minuti di recupero i borgarini trovano addirittura il tris. 47’. Bergia in contropiede salta un paio di avversari ed infila a fil d’incrocio. 3-1. DOPOGARA Festa Pedona. Furia Saviglianese. È avvelenato da due goal irregolari il 3-1 finale. Mister Marenco però non accampa scuse: «Giuste le proteste sulle due sviste dell’assistente, però ci abbiamo messo anche molto del nostro. Siamo scesi in campo con un atteggiamento sbagliato. È stata la peggior Saviglianese della mia gestione. I nostri avversari hanno disputato una discreta partita,ma non so dove finiscono i loro meriti e cominciano i demeriti dei miei calciatori. Dobbiamo ripartire da zero. Dalle stanghette, come all’asilo. Meritiamo la contestazione dei nostri tifosi». Gioia sfrenata in casa biancoceleste. Mister Riccardo Macagno è prodigo di elogi: «I ragazzi sono stati straordinari, meritando ampiamente la vittoria.Volevamo giocare a tutti i costi perché il campo allentato favoriva i meno tecnici come noi. Abbiamo subito aggredito i nostri avversari impedendogli di ragionare». PROSSIMO TURNO Dopo aver accostato a Borgo San Dalmazzo, l’auto rossoblù deve subito ripartire. Domenica all’O. Morino derby con il Bene Narzole. Nima

Le ragazze di mister Sapetti si inchinano ad una delle grandi

Cavallermaggiore cade a Valenza 5ª

Romagnano - Aosta Astisport - Borghetto Biellese - Courgnè Sanmartinese - Carrara Sp. Valenza - Cavallerm. Givolettese - Femm. Alba Rivese - Femm. Casale Musiello - Nichelino H.

SERIE C FEM.

RITORNO RISULTATI 1-0 2-0 0-0 6-1 3-2 2-1 1-0 1-3

RITORNO 13/2 ore 15

Nichelino H. - Aosta Femm. Casale - Astisport Borghetto - Biellese Carrara - Givolettese Musiello - Rivese Cavallerm. - Romagnano Courgnè - Sanmartinese Femm. Alba - Sp. Valenza

SPORT VALENZA 3 CAVALLERMAGGIORE 2 Cavallermaggiore: Manzardo; Fasciani, Straffi, Giordano, Graglia; Olivero, Murialdo, Ferrero, Parola; Pegoraro, Griglio. A disp.: Giraudo, Carato, Tosa. All.: Sapetti. Reti:

CLASSIFICA squadre

P. G V N P GF GS

Romagnano 55 20 18 1 Sp. Valenza 48 19 16 0 Femm. Alba 42 20 13 3 Cavallerm. 38 20 12 2 Musiello 37 19 11 4 Astisport 37 19 12 1 Aosta 26 19 8 3 Rivese 26 19 7 5 Biellese 23 20 6 5 Courgnè 22 19 6 4 Givolettese 22 19 6 4 Femm. Casale 21 20 6 3 Borghetto 15 19 5 0 Nichelino H. 14 19 5 0 Sanmartinese 12 20 3 3 Carrara 5 19 1 2

1 3 4 6 4 6 8 7 9 9 9 11 14 14 14 16

74 10 89 23 49 22 50 28 52 34 44 27 37 31 42 37 32 46 44 46 34 50 28 51 31 49 20 64 30 79 17 76

rigore sacrosanto per il Valenza: il tiro è angolato bene, ma la palla sbatte sul palo e va fuori. Il vantaggio della squadra di casa è rimandato di 20’. Bella azione corale e con pochi tocchi il Valenza si porta sull'1-0. Le ragazze di mister Sapetti reagiscono e trovano il pareggio al 35' con un tiro imprendibile di Ferrero dal limite dell'area. Si va all'intervallo sull'1-1 ma la ripresa si apre con due reti del Valenza, che al 20' è già sul 3-1. La partita sembra ormai chiusa. Pegoraro e compagne, però, continuano a giocare bene e trovano la rete che accorcia le distanze a 10’ dalla fine con un bel diagonale di Olivero. Forcing finale inutile per le giallonere che domenica alle 15.30 incontreranno in casa la pri-

Chiara Giordano ma in classifica, il Romagnano, per una partita che promette goal e spettacolo.

Ferrero, Olivero. Il Cavallermaggiore riprende dopo la sosta invernale disputando una buona partita sul campo di una delle squadre accreditate per la vittoria finale del campionato. La gara sembra volgere già al peggio al 3’ quando l'arbitro fischia un

U.S.D. Saviglianese: prossime gare Sabato 12 febbraio Juniores Saviglianese-Busca ore 15 Giovanissimi 96 Felizzano-Saviglianese ore 15 Giovanissimi Fb Saviglianese-Revello ore 15

O. Morino Solero Piscina


sport

CALCIO A 5 SERIE D I rossoblù straripanti a Scarnafigi

CALCIO A

giovedì 10 febbraio 2011

35

5 SERIE D Match entusiasmante con il Moncalvo

Futsal ad alta velocità Time Warp sul filo di lana SCARNAFIGI 4 FUTSAL SAVIGLIANO 11 Futsal Savigliano: Mondino, Tavella, Cossotti, Daniele, Busano, Burzio, Pettavino, Garello,Ternavasio E., Berteina, Ternavasio G. All.: Matteo Testa, Samuele Borello. Dir.: P. Paciello. Reti: 3 Ternavasio E., 2 Ternavasio G., 2 Burzio, 2 Cossotti, Busano, Pettavino. Il girone di ritorno entra sempre più nel vivo. Il programma della 14ª giornata ha visto Scarnafigi e Futsal Savigliano sfidarsi per il secondo posto in classifica, mentre le dirette avversarie, Busca,Time Warp, Vaccheria e Cercenasco hanno giocato su campi non proibitivi. Sono stati molti i supporters che nella tiepida serata di lunedì hanno seguito la squadra saviglianese in trasferta e a loro tutti va un grande ringraziamento perché a volte un incoraggiamento dagli spalti vale più di qualsiasi grande giocata in campo. A Scarnafigi la squadra guidata da Testa e Borello ha cercato fin dal primo minuto di imporre ritmo e per confondere da subito le idee dei padroni di casa. Prima Burzio, poi Ternavasio E. portano la squadra sul doppio vantaggio e, quando su una deviazione beffarda lo Scarnafigi accorcia le distanze, il Futsal ha tirato fuori grinta e gran-

ATLETICA

Il giovanissimo Luca Cossotti di giocate segnando altri 3 goal per il finale del primo tempo chiuso sul 5-1 (di Ternavasio G. il terzo e quarto goal, il quinto di Busano). L’inizio della ripresa si è confermato il punto debole dei saviglianesi che, senza subire goal, hanno comunque concesso molto spazio ai padroni di casa. Appena il Futsal Savigliano è riuscito a riprendere in mano le redini del match, sono invece arrivati i goal dello Scarnafigi che nel giro di pochi minuti si è portato sul 4-5. La sensazione per tutti era però quella che da li a poco i saviglianesi avrebbero ricominciato a segnare. Detto fatto. È arrivata la reazione che ci si aspettava, coincisa con altri 6 goal che hanno fissato il risultato sull’11-4 per il Futsal Savigliano: realizzatori Burzio, poi Ternavasio E., Pettavino, ancora Terna-

vasio E. e la doppietta personale, nonché primo goal stagionale, del giovanissimo Cossotti. Le note felici della serata sono state molte. Un bravo ancora al portierone Berteina, capace come sempre di grandi parate nei momenti cruciali, sintomo di concentrazione e determinazione. Bravi i giocatori che hanno saputo dare un forte segnale alle pretendenti al titolo e alle inseguitrici che sicuramente avevano sperato in un pareggio per guadagnare punti in classifica. Ma l’applauso più grosso va al giovane Luca Cossotti, che è stato capace in questi mesi di osservare quasi da spettatore a tutte le partite giocate, collezionando solo qualche minuto ad inizio campionato. Questa volta, oltre ai 10’ giocati, ha impreziosito la sua prova con una doppietta: bravo a chiudere in goal la palla che capitan Pettavino gli ha servito davanti alla porta e bravissimo ad inventarsi il secondo goal che ha strappato gli applausi di tutti i presenti. I sentori sono quelli di un gruppo vincente e compatto. Tra le mura amiche, Lunedì 14 febbraio si gioca contro l’Absolute 5 (ore 21.30), con le orecchie in ascolto perché sugli altri campi ci sono due sfide importantissime. Per chi volesse seguire le vicende del Futsal Savigliano basta connettersi al sito www.asdfutsalsavigliano.com.

mento. Non è finito questo impegno che già mercoledì 9 febbraio c'è il recupero contro il Pro Villafranca, formazione che all'andata aveva castigato il Time Warp e che deve essere un trampolino di lancio per raggiungere le zone nobili della classifica. Lunedì 14 febbraio, infine, impegno difficile ma affascinante in casa contro la Gem Busca, che fino a questo lunedì occupa la prima posizione in classifica. La squadra spera di avere un pubblico numeroso che possa aiutarla nella grande impresa.

PLAY MONCALVO 8 TIME WARP 9 ASD Time Warp: Barale (cap), Calvo, Tuninetti, Caramanno, Borio, Riccio, Rapisarda, Drago, Di Guida, Ballauri. Reti: 3 Caramanno, 3 Drago, 3 Ballauri. Partita al cardiopalmo a Moncalvo per la formazione monasterolese La Time Warp, dopo la pausa forzata della settimana precedente dovuta alla fitta nevicata, riprende il campionato di serie D andando ad affrontare il Play Moncalvo, formazione astigiana di metà classifica.Trasferta insidiosa, anche per il campo di gioco, essendo la squadra avversaria l'unica nel girone che gioca in palestra. Avvertiti dai cugini del Futsal Savigliano sulle avverse condizioni di gioco (la palestra infatti si è presentata piccola e molto rumorosa), e fiaccati da 80 km di viaggio, i giocatori del Monasterolo si facevano sorprendere dall'avvio veemente dei padroni di casa, che nel giro di pochi minuti si portavano in vantaggio, e con un gioco molto fisico riuscivano a chiudere il primo tempo sul 3-1. La ripresa iniziava meglio per i colori biancoverdi di Monasterolo: in cinque minuti si era sul pareggio (3-3), poi un’altalena di goal da una

I master di Racconigi si trovano per correre (e cercano altri amici)

Giuseppe Caramanno parte e dall'altra sembrava non chiudere mai la partita. A pochi minuti dalla fine una rete di Ballauri fissava il risultato sul 98 per la Time Warp, ma le emozioni non finivano qui. Nell'ultima azione del match infatti un fallo di un giocatore ospite portava sul dischetto del tiro libero il Moncalvo, che però falliva la realizzazione calciando fuori il possibile pareggio, e regalando una sudata, ma possiamo dire meritata vittoria ai monasterolesi. Meritata non tanto per il gioco, ma per la grinta messa in campo nel secondo tempo, qualità che è spesso mancata e che tanto ha denunciato il presidente Anrico nelle sue ormai temutissime filippiche del giovedì, giorno di allena-

Risultati 14ª giornata: Scarnafigi-Futsal Savigliano 4-11; Gem Busca-Giemme 10-6; CercenascoPolisportiva Garino 7-5; Pro Villafranca-T.V. Ristrutturazioni n.d.; Play Moncalvo-Time Warp 8-9; Absolute5-Vaccheria 4-8. Classifica: Gem Busca 32; Futsal Savigliano 31; Vaccheria 29; Scarnafigi 27; Cercenasco 26; Time Warp 24; Play Moncalvo 18; Pro Villafranca 15; TV Ristrutturazioni 12; Absolute5 11; Polisportiva Garino 8; Giemme 3. Prossimo turno (lunedì 14 febbraio, ore 21): Futsal SaviglianoAbsolute5;Vaccheria-Cercenasco; Time Warp-Gem Busca; Pro Villafranca-Play Moncalvo; TV Ristrutturazioni-Polisportiva Garino; Giemme Calcio a 5-Scarnafigi.

Memorial Berardo

L’appuntamento della domenica

I portacolori dell’Atletica Racconigi che sabato hanno partecipato alle prove di biathlon a Bra Ancora un doppio appuntamento per l’Atletica Racconigi nel fine settimana: quello di sabato 5 a Bra prettamente agonistico, quello di domenica mattina unicamente di svago. Quest’ultimo era rivolto alla categoria master i cui componenti, a partire da febbraio, hanno deciso di ritrovarsi ogni domenica mattina alle 9,30 all’inizio del muro di cinta del castello in via Stramiano per una corsetta in compagnia. L’appuntamento è aperto a tutti, non esiste obbligo di frequenza, nè sono richieste particolari doti atletiche…. Tornando invece alla parte agonistica, sabato a Bra si è svolta la seconda manifestazione indoor riservata agli esordienti A ed ai ragazzi. Erano più di cento gli atleti provenienti da tut-

ta la provincia di Cuneo e Torino. L’Atletica Racconigi era rappresentata da 14 iscritti, risultando tra le più numerose in assoluto. I giovani atleti erano impegnati sul biathlon (50 hs e 50 piani per gli esordienti A, 60 hs e 60 piani per i ragazzi). La formula della manifestazione prevedeva lo svolgimento di batterie e finali. Numerosi racconigesi tra i finalisti. Il mattatore è risultato essere Mattia Chiavassa, 5° assoluto sui 50 hs e 6° assoluto (primo della finalina 6°-10° posto) nei 50 piani della categoria esordienti. Protagonista della finale 1°-5° posto, categoria ragazzi, è stato Giulio Garello, 5° assoluto sui 60 piani con il nuovo personale di 9”01. Ricordiamo ancora l’8° posto assoluto di Cecilia Gazzera ed il 10° di Elisabeth Castellano

ALPINISMO

sui 60 hs, rispettivamente in 11”46 e 11”63 (record personale), il 10° posto tra le ragazze per Chiara Finotto sui 60 piani in 9”46 e l’8° posto assoluto per Silvia Alasia sui 50 piani categoria esordienti. Riepiloghiamo di seguito i tempi degli atleti: Martina Ascrizzi 11”86 sui 50 hs , 9”45 sui 50 piani; Francesca Ascrizzi 10”98 sui 50 hs, 9”08 sui 50 piani; Federica Gerbaldo 11”39 sui 50 hs, 9”09 sui 50 piani; Mattia Chiavassa 10”21 sui 50 hs, 8”55 sui 50 piani; Roberto Sandrone 11”31 sui 50 hs, 9”01 sui 50 piani; Silvia Alasia 10”92 sui 50 hs, 8”70 sui 50 piani; Elisa Biolatti 16”88 sui 50 hs, 12”01 sui 50 piani; Francesca Dalmazzo 15”88 sui 50 hs, 11”38 sui 50 piani; Francesca Gavatorta 12”02 sui 50 hs, 10”15 sui 50 piani; Alice Panero 14”65 sui 50 hs, 11”25 sui 50 piani; Elisabeth Castellano 11”63 sui 50 hs, 10”17 sui 50 piani; Chiara Finotto 12”39 sui 50 hs, 9”35 sui 50 piani; Cecilia Gazzera 11”46 sui 50 hs, 9”60 sui 50 piani; Giulio Garello 12”58 sui 50 hs, 9”01 sui 50 piani. Un grazie da parte della società va all’allenatrice Martina che, nonostante le pessime condizioni di salute, non ha voluto far mancare il suo prezioso appoggio ai ragazzi. Come al solito sul sito www.atleticaracconigi.it sono visibili le foto ed i risultati delle gare.

Arrampicate, ciaspolate, musica e lotteria

Festa del ghiaccio a Pontechianale

Festa sulla parete di ghiaccio Come avviene dal 1988, Ponte-

chianale ripropone da venerdì 11 a domenica 13 febbraio la Festa del Ghiaccio, momento festoso e di condivisione della passione per la montagna. Presso Castello, appena superata la diga, si arriva ad una vecchia cava che con il gelo si ricopre di formazioni ghiacciate che sono state messe in sicurezza e vi è così la possibilità di arrampicarcisi sopra. Durante la manifestazione non solo ci sarà la possibilità di arrampicare di giorno e di notte, grazie all'illuminazione fornita dall’ENEL, ma verranno anche organizzate ciaspolate nei boschi di pino cembro, vi sarà musica, bevande calde

e intrattenimento per tutti. L’organizzazione dispone di materiale che fornirà a chi ne fosse sprovvisto e volesse provare sotto il controllo di una guida alpina. Il lavoro di "costruzione" manutenzione del sito e delle cascate di ghiaccio è seguito da decenni dal saviglianese Romeo Isaia che insieme alla moglie gestisce il rifugio Savigliano. Ed alla festa sono legati anche altri saviglianesi, come l’alpinista Massimo Piras, il sindaco di Pontechianale Alfredo Campi e gli organizzatori Giorgio Sattanino e Luca Voltan. La Festa prenderà il via la sera di venerdì 11 febbraio con l’incon-

tro con François Damilano presso il segnovia di Brossasco (ore 21). Sabato 12 ritrovo all’Anfiteatro di Castello alle ore 10,30. Alle 11 test novità 2011 di Petzi. Alle 14 stage “La progressione su cascate di ghiaccio” a cura di Umberto Bado. Alle 18 ritrovo per la ciaspolata notturna presso il Segnovia di Brossasco (partenza ore 18,30, rientro intorno alle 21,30). Alle 20 cena al Rifugio Savigliano. Alle 23 lotteria a premi. Domenica 13 la festa proseguirà con una nuova ciaspolata (partenza ore 12), gara di scalata su ghiaccio (dalle ore 13) ed intrattenimenti fino alle 18.

La formazione degli Esordienti 1998-99 della Saviglianese Iniziato il 9 gennaio, prosegue presso il Palazzetto dello Sport il “3° Torneo Città di Savigliano” di calcio a 5, Memorial Beppe Berardo. La manifestazione, organizzata dall’ACSI, si concluderà il 13 marzo. Questi i risultati delle partite fin qui disputate. Mini-pulcini 2003: Genola-Fossano 5-0. Pulcini 2002: Martiniana-Tarantasca 1-14; Centallo-Tarantasca 71;Valvaraita-Martiniana 3-2; Centallo-Valvaraita 20-0. Pulcini 2001: Pedona-Genola 7-2; Pedona-Centallo 3-2;ValvaraitaGenola 2-2; Fossano 2009-Cuneo Academy 1-1; Genola-Cuneo Academy 1-6; Pedona-Fossano 2009 10-0; Centallo-Valvaraita 5-1. Pulcini 2000: Genola-Monasterolo A 8-2; Monasterolo B-Tarantasca 4-1; Centallo-Auxilium Saluzzo 0-8; Cuneo Academy-Genola 2-4;Valvaraita-Monasterolo A 3-5; Monasterolo A-Cuneo Academy 3-7; Genola-Villafalletto 6-0. Esordienti 98-99: Martiniana-Genola 1-15; Pedona-Castellettese 10-0; Saviglianese-Valvaraita 0-15; Olmo Juve Academy Grigio-Valvaraita 7-6; Centallo-Olmo Juve Academy Bianco 3-6; Azzurra-Olmo Juve Academy Rosso 5-2.

Saviglianese - giovani PULCINI 2001 Torneo Pulcino di Pasqua SAVIGLIANESE BRICHERASIO

3 1

Saviglianese: Cardona, Bedino, Ricci, Giordano, Desaymonet, Caputo, Toselli, Abrigo, Sabena. All.: Bosio. Reti: 2 Caputo,Abrigo. I maghetti 2001 con la vittoria sul Bricherasio conquistano la qualificazione alla seconda fase,

rendendo ininfluente la prossima partita contro il Cuneo. Questo rende merito a un gruppo che ha nell amicizia un valore determinante che, unito a doti tecniche e spirito di sacrificio, esalta lo sport come valore utile alla sana crescita dei ragazzi. La partita è stata ben giocata, seguita sempre da un tifo caloroso verso i giovani maghetti. Al termine una lauta merenda offerta dal portiere per il suo compleanno. Auguri Franci!


36

sport

giovedì 10 febbraio 2011

BASKET SERIE

D Baby-pantere battono Chieri

Ai supplementari SAVIGLIANO – CHIERI 2009 (21-11; 12-15; 15-21; 15-16; 13-12)

76-75 d1ts

InCasa: Giorsino 20, Garello 18, Mondino 14, Giacone 7, Mussetti 5, Testa 5, Eandi 4, Masento 3, Osella, Tomatis. All.: Graceffa, Frandino. La parita comincia su buoni ritmi e vede protagonisti i padroni di casa che attaccano bene e fanno la voce grossa a rimbalzo. Nel secondo periodo comincia la rimonta degli ospiti e la partita ritorna in equilibrio. Anche l'ultimo e decisivo quarto è caratterizzato dall'equilibrio ma anche da incredibili disattenzioni e costringe le due squadre al supplementare. La partenza è di marca ospite che segna con regolarità e continua a difendere a zona; le baby-pantere trovano rimbalzi basilari da Giorsino e conclusioni importanti di Garello che riportano la partita in equilibrio dopo il +4 avversario. Si va agli ultimi secondi sul punteggio di 75 pari. Dopo una buona azione d'attacco Osella riceve palla, batte l'uomo e tira da sotto praticamente "da solo" ma sbaglia. Ennesimo rimbalzo di Giorsino che subisce fallo, ma i grigi fischiano contesa: possesso biancorosso. Nuovo attacco di Savigliano che fa arrivare palla a Garello in post che subisce fallo: in lunetta fa 0 su 2, ma Mondino cattura il rimbalzo e subisce fallo. Nuova serie di tiri liberi a 0,5 secondi dalla fine e punteggio sempre inchiodato sul 75 pari. Mondino sbaglia il primo ma mette il secondo e nulla vale la "preghiera" finale di Dell'Ara che sfiora il ferro. Risultati: Sagrantino-Auxilium Agnelli 72-85; Tam Tam-Fenice n.p.; Borsi-Atlavir 61-71; Brabasket-Pinerolo 76-49; Pancalieri-Giaveno 8476; Savigliano-Chieri 76-75; K2 Torino-Cavallermaggiore 70-83; Ginnastica Torino-Michelin 49-51. Classifica: Brabasket 30; Savigliano 28; Giaveno e Auxilium 24; Pinerolo, Atlavir e Cavallermaggiore 22; Pancalieri 20; Fenice 18; K2, Chieri e Michelin 14; Sagrantino e Tam Tam 12; Ginnastica 8; Borsi 0.

BASKET SERIE

C Vittoria obbligata per i biancorossi di coach Spanu

La Cogein torna al successo SAVIGLIANO 79 LOANO 71 (28-18; 16-18; 15-21; 20-14) Cogein Savigliano: Nasari 26, Marcello 18, Beccaria 9, Agazzani 7, Taffettani 6, Giorsino 6, Martoglio 4, Giacone 3, Arnolfo, Mondino. All.: Spanu. Dir.: Tamagnone e Cordasco. Vittoria “obbligata” per la Cogein ma non scontata. Il Loano veniva infatti da tre successi consecutivo contro Domodossola, 7 Laghi e Mortara.

UNDER 17 OPEN

UNDER14 REG.

SAVIGLIANO 64 FOSSANO 68 (16-21; 13-18; 14-8; 21-21)

MONDOVÌ 54 SAVIGLIANO "B" 81 (10-17; 25-17; 6-33; 13-14)

Le Chat Savigliano: Sena 18, Caula 14, Cugno 12, Rabbia 7, Bosio 6, Gili 3, Bossolasco 2, Fantoni 2, Sorasio, Caputo,Testa, Bollati. All.: Cordasco.

Ghemar Savigliano "B": Demichelis 36, Angaramo 15, Bacci 10, Canfora 5, Marengo 4, Ambrogio 4, Volpiano 2, Spertino 2, Zorgniotti 2, Scarscelli 1. All.: Frandino.

MOTORI 68 81

Mitutela B.C. Cavallermaggiore Savigliano: Scotta 23, Sabena 15, Ambrogio 10, Botta 9, Zuccarelli 8, Missenti 8, Ghione 4, Baruzzo 4, Cerutti 2, Sarvia 0. All.: Mondino, Nasari. Domenica 6 febbraio i Gators mandano k.o. la squadra torinese del K2, cogliendo una brillante vittoria ed esprimendo un gioco spumeggiante. La partita è caratterizzata già nella sua fase iniziale da un notevole equilibrio. Cavallermaggiore è tenace e aggressiva, decisa a portare a casa i due punti, ma i torinesi sono tutt’altro che arrendevoli e chiudono la prima metà di gara in vantaggio di uno (42-

Daniele Scotta 41). Nel terzo quarto la svolta nell’incontro: Scotta comincia a bersagliare gli avversari con una precisione disarmante senza che nessuno riesca a fermarlo e porta il tabellone sul 53-44. Nel 4° periodo K2 tenta l’arrembaggio, Cavallermaggiore colpisce in contropiede con Baruzzo e Missenti. E c’è anche tempo per l’esordio del giovane Sarvia in maglia Gators. Il punteggio finale è di 81-68 per Cavallermaggiore. Prossimo incontro mercoledì 9 febbraio contro Savigliano (ore 21,15 al Palasport di Regione San Giorgio).

C.A.I. Savigliano

Primo quarto di marca ospite: grazie ad una buo-

Numerosa ed entusiastica partecipazione alla prima uscita del gruppo “Rosa, ma non solo” in una splendida giornata di sole sul sentiero Pacifico. Il folto gruppo di signore (ma non solo), mercoledì 2 febbraio ha raggiunto il lago della Meiretta, nel territorio di Cavallermaggiore, facendo ritorno a Savigliano nel tempo programmato nonostante le difficoltà presentate da un percorso innevato e, a tratti, fangoso. Con la complicità di una giornata di sole eccezionalmente limpida e tiepida, si è anche svolta con pieno successo, domenica 6 febbraio, la “ciaspolata” organizzata nell’ambito dell’Alpinismo Giovanile del CAI Savigliano. I ragazzi, di cui alcuni veramente alle “prime armi” con l’uso delle racchette da neve, hanno potuto affrontare in tutta sicurezza, con l’assistenza continua degli accompagnatori, il percorso innevato dal santuario di Valmala al colle della Ciabra, cimentandosi con i primi rudimenti dell’uso dell’Artva e scatenandosi in allegri giochi sulla neve. Il Cai di Savigliano partecipa domenica prossima 13 febbraio alla prima edizione di “Monvisonordic” a Crissolo. Come per tutte le iniziative, è necessario dare la propria adesione entro venerdì 11 febbraio in sede (apertura dalle 21 alle 23, telefono 0172.33472).

Risultati 17ª giornata: Trecate-

Varese 95-92; Cus Torino-Sestri Levante 81-56; Savigliano-Loano 79-71; Mortara-Crocetta Torino 72-59; 7 Laghi Gazzada-Domodossola 77-67; Alessandria-S. Margherita Ligure 83-78; Tortona-Busto Arsizio 107-70. Classifica: Tortona e Cus Torino 28; Alessandria 24; Mortara 22; 7 Laghi Gazzada e Cogein Savigliano 20; Domodossola 18; Loano e Busto Arsizio 16;Trecate 14; Crocetta Torino e Sestri Levante 10; Varese 8; S. Margherita Ligure 4.

na percentuale al tiro ed una difesa "attenta" Savigliano vince il parziale. Opposto il periodo successivo dove il secondo quintetto praticamente non scende in campo. Nella ripresa i biancorossi giocano il quarto perfetto con Demichelis in testa che offre una prestazione super. L'ultimo quarto vede spazio in campo per tutti ed ammministrazione del punteggio. Prossimo incon-

tro in casa con Asti martedì 15 febbraio alle ore 19,30. UNDER 13 REG. GRANDA “B” 66 SAVIGLIANO 57 (16-12; 18-12; 12-16; 20-17) Savigliano: Angaramo 16, Curiotto 14, Mulassano 11, Tosco 8, D’Amelio 4, Bertola 2,Volpiano 2, Giusiano, Mattio, Pansa. All.: Garello.

Partita mai realmente combattuta e risultato mai in discussione: le giovanissime pantere partono molli e patiscono la maggior aggressività e fisicità dei cuneesi, pur restando sempre in scia. La partita scorre così, con sprazzi di buone giocate e momenti di buio completo. Prossimo incontro martedì 15 febbraio nuovamente a Cuneo contro la formazione “A”.

In occasione della festa d’inizio anno e del pranzo sociale

La Savigliano Corse in visita a Villois

Era composto da una settantina di soci il gruppo della Savigliano Corse che domenica 30 gennaio ha fatto visita alla Factory di Chicco Villois Non basta una spanna di neve, ed anche oltre, per fermare i soci della Savigliano Corse. Soprattutto nel giorno in cui c’è il pranzo sociale con tanto di visita alla Factory di Chicco Villois Così domenica 30 gennaio una settantina di soci della scuderia (provenienti anche dalla Liguria) si sono dati appuntamento nella sede della Villois Racing, la struttura che da anni partecipa, con successo, al Campionato FIA GT. Appuntamento per un aperitivo nella hall, con tanto di Lancia Appia Seconda Serie perfettamente

WINTER NORDIC WALKING I giovani partecipanti alla ciaspolata di domenica 6 febbraio

out del terzo periodo e gli ospiti si portano sino al -2. Ultimo quarto con protagonista nel bene e nel male Marco Nasari: suoi i canestri che portano la Cogein sul +7, poi la reazione ad una decisione arbitrale che gli costa il “tecnico”, infine la sua sesta tripla (su 10 tentate) che chiude la gara. Prossima partita domenica 13 febbraio alle ore 18 sul parquet di Domodossola.

Amatori Basket – Settore giovanile

Prossima gara giovedì 17 febbraio (ore 21.15) in casa contro Venaria.

K2 TORINO CAVALLERMAGGIORE

Grande merito di coach Marco Spanu aver ancora una volta preso in mano la situazione, dopo la sconfitta della settimana precedente. Ne sono la prova la resurrezione di Nasari, top scorer della serata, autore di una gara superba, e l’ottima prova di tutto il collettivo. Assente per indisposizione Emi Francione, sostituito da Martoglio e da Giorsino. Iniziano forte i biancorossi, subito aggressivi, che vanno al riposo in vantaggio di 8, ma poi arriva puntuale l’ormai frequente black-

restaurata, ed una Delta HF Integrale in perfette condizioni, per poi passare al reparto corse dove, ad attendere i visitatori, c’erano le tre Aston Martin del team. Chicco Villois ha dimostrato di essere anche un perfetto cicerone, oltre che un ottimo team manager, illustrando nei minimi dettagli la tecnica dell’Aston Martin Vantage, uno dei sette esemplari esistenti al mondo, con cui la struttura saviglianese darà l’assalto al Campionato FIA GT a squadre (che ha già vinto nel 2009), piloti ed alla 24 ore

di Le Mans. Particolarmente interessante l’Aston Martin DBRS9 che la squadra ha smontato in ogni componente affinché i presenti (divisi in due gruppi tanto erano numerosi) potessero scoprire i segreti e la tecnologia sofisticata della coupé inglese. Al termine della visita i soci della Savigliano Corse si sono trasferiti al Ristorante GranBaita per il tradizionale pranzo sociale, durante il quale il presidente Claudio Cuteri ha presentato i programmi del sodalizio per il 2011, che prevedo-

no la partecipazione alle gare di regolarità ed ai rally di zona. Particolare attenzione sarà posta alle giovani leve che si stanno cimentando sui kart. La Savigliano Corse, come da tradizione, sarà particolarmente attiva anche nell’organizzazione eventi, il primo dei quali in ordine di data sarà l’edizione 2011 del Colli Vesimesi, gara di regolarità per auto storiche e da competizione. Per informazioni: Savigliano Corse segreteria@saviglianocorse.it – tel. 345 24.17.337 (Claudio)

Una nuova specialità adatta a tutti

Camminata nordica... su neve Tre istruttori della SINW Monviso, Andrea Chiavassa, Paolo Fissore e Beppe Giuggia, hanno frequentato un corso di due giornate a Cogne, con esame valutativo finale, conseguendo il titolo di Istruttore Winter Nordic Walking. Per saperne di più in proposito abbiamo rivolto loro alcune domande. Cos’è il Winter Nordic Walking? «Il WNW, così viene abbreviato, è un gesto tecnico del tutto simile a quello praticato nel Nordic Walking su terreno asciutto. La sua peculiarità consiste nell’uso di attrezzatura adatta all’ambiente invernale innevato e nella scelta di percorsi specifici». Di quale attrezzatura si tratta? «Principalmente di una base e di una scarpa. La base è molto simile nell’aspetto ad una racchetta da neve. Ne differisce per minori dimensioni, leggerezza e per il sistema di attacco automatico “step in”. Tutto ciò conferisce

un buon confort di marcia che agevola il passo senza creare quella sensazione di ingombro delle normali racchette. La scarpa, con ghetta integrata, calda, comoda e leggera, consente un gesto tecnico del NW molto simile a quello che si sviluppa abitualmente». Su quali percorsi si pratica il WNW? «Su percorsi innevati battuti, controllati dagli enti locali o dai gestori che hanno l’onere di verificarli garantendone la sicurezza». A chi si rivolgono i corsi che avete intenzione di organizzare? «Prima di tutto a chi già pratica il Nordic Walking per creare l’opportunità di proseguire su neve il benefico esercizio della camminata nordica, per aggiungere un altro tassello al variegato mondo dei bastoncini.Vi garantiamo che le prove da noi effettuate a Cogne sono state davvero incoraggianti. In poche parole: si cammina bene con notevoli sensazioni di faci-

I tre nuovi istruttori saviglianesi di WNW lità, equilibrio e sicurezza». La prima presentazione ufficiale del Winter Nordic Walking si terrà durante il 1° MONVISONORDIC di Crissolo in programma domenica 13 febbraio.


sport

giovedì 10 febbraio 2011

VOLLEY MISTO UISP Tre partite in 10 giorni (e 2 successi)

Galli, Ghione, Martini, Olivero, Rosso, Spalla,Villella. All.: Russo. Dir. Rosso.

Caramagna: punti preziosi Dopo la pausa natalizia, è ricominciato il campionato di pallavolo misto UISP di Bra, a cui partecipa la squadra locale di Caramagna. La BCC-Jolly Blu ha disputato tre partite consecutive in 10 giorni, vincendo 2 match su 3. In particolare, il primo incontro si è concluso per 21 a favore del Fun Volley con il punteggio di 25-21, 24-26, 25-20. I ragazzi del Caramagna, pur disputando un’ottima partita hanno lasciato agli avversari una serie di punti fatali per il risultato finale. Il secondo match ha decretato invece la netta supremazia dei giocatori allenati da Luca Urzi, che si sono imposti per 3-0 sul Caffè Giolitti (25-17, 25-10, 2516), grazie anche alla buona prestazione di Gigi Sapino e alla guida attenta di capitan Daniela Marengo. Infine il Caramagna ha vinto di misura contro gli agguerritissimi giocatori dell’Agritech Alba, grazie agli attacchi di Marco Novaresio e alla robustissima difesa di Marco Aleotti. Dopo una serie di azioni rocambolesche, la serata è finita con il punteggio di 2-1 per la compagine camaragnese (25-12, 23-25, 25-12) che,

PRIMA DIVISIONE CHERASCO 1 SAVIGLIANO 3 (25-23,12-25, 17-25, 23-25) VBC Savigliano Avagnina: Fiorito E., Germanetto M., Lamberti I. (cap), Miraglio M., Olocco M., Omento C., Peluffo G., Rabbia A., Galletto G., Merlo G., Sito F. Liberi: Macaluso F., Ramonda G. All.: Lucullo Maurizio, Bianco Luca. Dir.: Macaluso Mariano.

La capitana Ilaria Lamberti Dopo un inizio stentato (0-4,15, 3-7) le saviglianesi hanno pre-

UNDER 13 MONDOVÌ 3 SAVIGLIANO 1 (25-15; 25-10; 25-27; 25-12) Leclerc Volley Savigliano: Barolo, Broiera, Calcagno, Fumero,

Una formazione giovanile del Volley Caramagna ad una partita dalla fine della prima fase del campionato, si trova al terzo posto in classifica generale.

so un buon ritmo riuscendo a portarsi in scioltezza fino al 2118 per poi perdere il bandolo della matassa e cedere il set 2325. Quello che poteva essere un "inizio della fine" ha invece fatto da sprone per le ospiti che sono ritornate in campo con uno spirito più battagliero, dominando il secondo set, vinto con un perentorio 25-12. Analogo svolgimento nel terzo parziale, con il Cherasco sempre a rincorrere. Il quarto set è più equiibrato e termina con un fine set al cardiopalmo con una "spettacolarmente fortunosa" battuta di Fede che sancisce il definitivo 3-1. Da segnalare la buona prova della squadra nel suo complesso e in special modo le prestazioni del libero Giulia Ramonda e dell'opposto Anna Rabbia.Venerdì ultima fatica della prima parte del campionato contro la capolista Racconigi. UNDER 16 VBC SAVIGLIANO 3 SAVINVOLLEY 0 (25-21, 25-9, 25-13) VBC Savigliano B&B: Alasia F., Bosio F., Galletto G., Galletto M., Omento C., Fiorito E., Olocco M., Bodrero S., Genovese A.,

Boglione N. Liberi: Ramonda G., Gallo E. All.: Villois Sergio. L'infermeria parla ancora di Martina G. alle prese con un problema alla mano e Elisa G. con una probabile tendinite ma almeno viene recuperata Giulia G. Primo set equilibrato con le padrone di casa in evidenza solo nel finale, mentre nei rimanenti due parziali le ragazze di Villois riescono ad imporsi. Prossimi impegni con il Morozzo-Peveragno domenica 13 febbraio e lunedì recupero contro il Saluzzo. UNDER 14 GRANDA VOLLEY 3 SAVIGLIANO 0 (25-11, 25-22, 25-16) Savigliano Bertolotto Porte C.E.M.: Alasia F, Bodrero S, Galletto M., Maglio A, Brero A., Boglione N. (cap.), Baudracco L., Racca M. ,Bonetti G. All.: Villois Sergio, Aimar Alessandro. Svanisce il sogno di ripetere l'exploit dell'anno scorso accedendo alla fase regionale. Sabato le saviglianesi avevano l'ultima chance contro le storiche avversarie del Cuneo, ma sono riuscite solo a tratti ad esprimere il proprio gioco. Sabato 12 febbraio incontro casalingo contro El Gall.

Racconigi Cycling Team Venerdì 4 febbraio si è concluso il corso di nuoto che gli atleti del Racconigi Cycling Team hanno frequentato con cadenza settimanale dal mese di ottobre presso la piscina Rari Nantes di Carmagnola. Come per lo scorso anno è stato un successo, sia per l’entusiasmo dei ragazzi che per la disponibilità del personale dell’impianto. Il corso, oltre a servire come “allenamento” durante la pausa dall’attività agonistica, è nato soprattutto come “ritrovo e unione“ per i ragazzi, avendo lo scopo di continuare a vedersi anche durante l’inverno. Corso di nuoto per i giovani portacolori del Racconigi Cycling Team Il direttivo della società racconigese, infatti, al di là dei risultati sporticoordinazione dei piccoli atleti, oltre allo sport vi persegue ormai da anni l’obiettivo di creare un primario praticato. gruppo affiatato del quale ogni ragazzo si senta Si ricorda che per chi fosse interessato all’attività parte vera e propria e soprattutto all’interno del ciclistica per ragazzi/ragazze dai 7 ai 12 anni ed quale impari le regole di buona convivenza, amici- intendesse iscriversi al Racconigi Cycling Team, zia, lealtà e rispetto. Altra finalità del corso è quel- può rivolgersi al presidente Mino Carrera al nula di sviluppare al meglio le capacità motorie e di mero 0172.85273.

Assemblea annuale Federcaccia, sezione di Savigliano I soci federcacciatori della sezione di Savigliano sono invitati all’assemblea annuale che si terrà venerdì 18 febbraio presso la sala convegni della C.R.S. di Savigliano, in piazza del Popolo, alle ore 21. È in programma la relazione annuale dell’attività di sezione. Nel corso della serata, con la gradita presenza del presidente provinciale Fidc, sig. Pio, saranno premiati i cacciatori con la maggior anzianità di porto d’armi. Il direttivo ricorda inoltre ai soci di portare la scheda riepilogativa dell’anno venatorio trascorso e la scadenza di licenza del porto d’armi anno 2005. Alla fine della serata è in programma un rinfresco.

JUNIORES CSI SAVINVOLLEY 1 BORGO S. DALMAZZO 2 (15-25; 25-17; 13-25) SavInVolley MetaSoftLab: C. Saglietto, E. Colombero (cap.), G. Peirano, A. Spertino, A. Perona, C. Picco, M. Spalla, N. Ariaudo, C. Bertola, C. Cussa, A. Monterosso. Libero: V. Gramaglia. All.: C. Marino. Il girone di andata del campionato dell'Under 18 si chiude con una sconfitta. Le ragazze del Borgo San Dalmazzo arrivano a Savigliano da quinte in classifica, ma dal riscaldamento sembra che ci sia la possibilità di fare il colpaccio. E invece il sestetto biancorosso che affronta il primo set dimostra di non sapere cosa sia la voglia di vincere e di lottare e il parziale vola via in pochi minuti. Nel secondo set formazione rivoluzionata, che commette errori ma che ci mette perlomeno il carattere, riportando il computo dei set in parità. Nel parziale decisivo purtroppo ancora una volta una SavInVolley troppo spenta cede alle avversarie, complice l'infortunio della palleggiatrice. Nel girone di ritorno servirà tutt'altro atteggiamento in campo. UNDER 16 FIPAV VBC SAVIGLIANO SAVINVOLLEY (25-21; 25-9; 25-13)

3 0

SavInVolley Five Stars Solutions: A. Bergese, S. Borello, M. Panero, M. Rinaldi, N. Allasia, M. Rinaudo (cap.), G. Gentile, J. Picco, G. Famulari. Libero: A. Gentile. All.: M. Bergese, M. Saimandi. Dir.: S. Sito. Il primo set è stato molto combattuto e, le biancorosse hanno dimostrato con grinta di saper contrastare le avversarie con un gioco di livello. Convinte, pronte a rigiocare con sempre maggiore decisione la palla successiva, hanno fatto sognare, ma purtroppo hanno perso sul 21-25. Decisamente più confuso il gioco nel

MARENE VOLLEY OPEN MISTO - Terza Div. L’AQUILONE RACCONIGI 3 MARENE 0 (25-22; 25-22; 25-21) Marene: Panero D., Panero E., Garrone, Minetti, Rosso, Alloa Casale (cap.), Cedrani, Trucco. Il Volley Marene perde la sua prima partita dopo un campionato in cui stava dimostrando di essere una delle formazioni più quotate. Quella contro il Circolo L’Aquilone è stato un incontro decisamente combattuto, soprattutto nei primi due set in cui le squadre hanno lottato punto a

Risultato giusto per un match che vedeva contrapposte due formazioni con un percorso pallavolistico alle spalle nettamente differente. Più esperta e con una maggiore sincronia la squadra del Mondovì mentre il Savigliano deve ancora lavorare molto per cercare di amalgamare tutti i

secondo set, giocato con due palleggiatrici. Buono l’inizio del terzo set, ma purtroppo un po’ poco convinte e demoralizzate le biancorosse non sono poi riuscite a tenere il ritmo e lo hanno perso per 13-25. Domenica ancora in casa contro il Cherasco. UNDER 16 CSI VIRTUS BOVES 1 SAVINVOLLEY ROSSA 2 (20-25; 25-19; 22-25) SavInVolley Five Stars Rossa: A. Bergese, S. Borello (cap.), M. Lepuri, M. Rinaldi, G. Lingua, E. Gugliotta, S. Bergese, G. Famulari, M. Rinaudo, A. Gentile, G. Gentile. All.: M. Bergese. Ottimo l’inizio dei play-off in trasferta a Boves. Buone l’intesa, la grinta, la determinazione che nel primo set hanno permesso alle saviglianesi di portarsi in vantaggio di ben 7 punti fin dall’inizio e di giocare poi in modo rilassato. Al contrario il secondo set, che pure era iniziato con un discreto vantaggio, ha visto le ospiti scoordinate, imprecise completamente fuori partita, accumulare ben 22 errori. Anche il terzo set è iniziato con un buon vantaggio ma è proseguito a fasi alterne, tra momenti di grande gioco ad altri di completo black-out. Prossima partita, sempre in trasferta, contro il Fossano. FOSSANO 2 SAVINVOLLEY BIANCA 1 (26-24; 27-29; 25-11) SavInVolley Five Stars Bianca: M. Panero, B. Borgognone, E. Galletto, A. Somà (cap.), N. Allasia, G. Botta, B. Colombano, C. Panero, J. Picco. Libero: E. Ladu. All.: M. Bergese. UNDER 14 FIPAV SAVINVOLLEY 1 VILLANOVA 3 (18-25; 25-22; 19-25; 19-25) SavInVolley Ge.Cos.: V. Peletti, C. Biglione, C. Allocco, F.Pali, L. Bertinotti (cap.), S. Francesconi, G. Ponzi, A. Sanmartin, S. Pucillo. All.: T. Francesconi. Dir.: L. Bainotti. La partita è durata quasi due ore ed è stata emozionante, in particolar modo il secondo ed il terzo set. E, viste da bordocampo, le biancorosse avrebbero meri-

37

nuovi innesti. L’allenatrice Paola Russo durante la partita ha rimescolato più volte le carte permettendo a tutti i ragazzi di esprimere il proprio gioco: un set vinto meritatamente e tre persi perché a tratti la poca convinzione nelle proprie capacità era causa di errori. Prossimo appuntamento sabato 12 febbraio alle 15,30 al Palazzetto dello Sport di via Giolitti contro la Bre Banca Lannutti Cuneo.

tato almeno un punto per l’impegno profuso. Solo il primo set è andato via in modo troppo facile, con scarsa concentrazione, poco equilibrio in campo e troppi errori gratuiti. UNDER 14 CSI GRANDA VOLLEY SAVINVOLLEY (17-25; 26-24; 18-25)

1 2

SavInVolley Ge.Cos.: V. Peletti, C. Fuggetta, M. Lo Fiego (cap.), C. Biglione, M. Grande, E. Cussa, A.B. Nunes Dinis, F. Pali, L. Bertinotti, G. Ponzi, S. Pucillo. All.: T. Francesconi. UNDER 13 FIPAV SAVINVOLLEY MOROZZO (15-25; 25-13; 26-24)

2 1

SavInVolley Five Stars: M. Zorgniotti, R. Davicco, E. Alberto, E. Scarati, R. Ruginosu, F. Tifni (cap.), L. Garro, L. Famulari, D. Ghersi, M. Petitti. All.: V. Mammone. Nel primo set il Morozzo manda in tilt la SavInVolley che non riesce a fare gioco. Nel secondo parziale, la SavInVolley si risveglia e domina 25-13. Il terzo set è combattutissimo, soprattutto nel finale. Buon per la squadra di casa che il Morozzo sbagli l’ultima battuta per raggiungere il pareggio di 24-24. Gli ultimi due punti le ragazze di Vanessa li conquistano quasi incredule della vittoria raggiunta. UNDER 12 FIPAV MONDOVÌ BLU SAVINVOLLEY (24-25; 25-22; 25-16)

2 1

SAVINVOLLEY GRANDA VOLLEY ROSSA (15-25; 12-25; 16-25)

0 3

SavInVolley Savidecor: Z. Benhammi, I. Droussi, F. Lo Fiego (cap.), C. Lovera, G. Plaia, A. Serra, C. Soffientino, F. Soffientino. All.: M. Saimandi. A Cuneo le giovani saviglianesi vincono ai vantaggi il primo set, poi si perdono e consegnano la partita alle monregalesi. Nel secondo incontro si trasformano e, nonostante il pesante passivo, fanno una gran bella figura contro le fortissime padrone di casa.

punto. Il terzo parziale lascia ai marenesi un po’ di rammarico, soprattutto per il calo di concentrazione che ha portato i racconigesi ad aggiudicarsi l’intera partita. La prossima gara vedrà il Volley Marene impegnato in casa contro il Valpo, giovedì 10 febbraio alle ore 21.30.

precisa la dirigenza “non basta giocare un set e poi cullarsi sugli allori, c’è da crescere ancora molto sotto ogni punto di vista”.

OPEN FEMMINILE

Marene: Angaramo, Sobrero, Racca, Monge, Abrate, Baudino, Gerbaldo, Maccagno, Zana, Mina All.: Gaveglio Simona. Dir.: Baudino Paolo

SANTA MARGHERITA 3 MARENE 1 (25-18; 22-25; 25-21; 25-17) Marene: Angaramo, Racca I., Racca L., Sobrero, Deninotti, Bosio M., Tortore, Racca G., Monge, Bosio E. All.: Piras. Dir.: Angaramo. Brutta sconfitta per la Open venerdì scorso ad Alba. La partita è stata giocata sottotono da tutta la formazione marenese. Come

ALLIEVE L'ALBA VOLLEY BLU MARENE (17-25; 21-25; 22-25)

0 3

Ottima gara per le under 16, che si sono aggiudicate l’incontro ad Alba vincendo tutti i set. La formazione di Simona Gaveglio è sempre stata in vantaggio, giocando una partita bella e grintosa. Prossimo appuntamento a Marene con il Bra primo in classifica.


38

giovedì 10 febbraio 2011

SAVIGLIANO

L’affettuoso ricordo del nipote

«A mia nonna Maria...» Eri tu che mi regalavi tutto ciò che potevi. Sei tu che io ora ricordo come uno dei miei più bei ricordi. Eri tu, che io ricordo, quella di cui potevo sempre fidarmi. Sei tu la causa della mia vita e di queste mie parole. Eri tu che preparavi il mio Maria Barale futuro, quando io non vedevo, né sentivo, né vivevo. Sei stata per me madre. Eri tu le mie radici che non si arrendevano e speravano che un giorno sarei germogliato: hai scelto il terreno dove avrei vissuto, hai potato anche tu i miei rami nelle stagioni peggiori. Ma questo non è ancora così straordinario, non come tutto il futuro che verrà, perché mi accorgo che io sono solo un ramo, diventerò una foglia gialla verso terra, ma dall’alto e il basso del vento, mentre così oscillerò, prima di arrivare vorrei riuscire a vedere tutto il bene, la speranza, la salvezza che hai difeso, e tutte le piccole cose, anche le persone, che tu hai preso sotto la tua ombra come se tutto il mondo fosse figlio tuo. Oggi è un giorno importante e voglio dirti grazie nonna. Grazie anche alla tua persona, che ogni giorno ricordano tante persone… Da una piccola parte di te, un grazie con affetto e ammirazione… Il tuo piccolo Luca

RICORDO

Uomo di grande devozione

«Arrivederci, caro Giorgio...»

nel ricordo SABATO 12 FEBBRAIO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni sarà celebrata una S. Messa di primo Anniversario in suffragio della compianta

SABATO 12 FEBBRAIO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni sarà celebrata la S. Messa di Trigesima in suffragio del compianto

DOMENICA 13 FEBBRAIO – ore 9.30 nella chiesa della Cavallotta – Savigliano sarà celebrata una S. Messa di settimo Anniversario in suffragio del compianto

MARIA CORRADO in PERACCHI

PIETRO REINERI

ANTONIO RIVOIRA

I familiari ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

I figli, le nuore, il genero, i nipoti ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

La moglie, i figli, le nuore, i nipoti ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

La generosità dei saviglianesi La famiglia Gennero in memoria della cara mamma Teresa Racca ha beneficato: - PARR. S. MARIA DELLA PIEVE - SANTUARIO DELL’APPARIZIONE - ISTITUTO SACRA FAMIGLIA ASHaS € 200 – Il fratello, le sorelle, il cognato e la cognata in memoria di Giovanni Rosso. AVIS € 110 – I vicini di casa Cesano, Lovera, Testa,Viale, Spalla, Bertello, Barale, Racca, Giraudo, Bertinotti, Sportiello e Morra in ricordo di Pietro Reineri; € 50 – Fam. Predieri in ricordo di Caterina Lovera ved. Scavarda. CASA DI RIPOSO CHIANOC € 50 – Giorgio Giolitti in memoria della moglie Ludovica. CONF. S. VINCENZO SAVIGLIANESE € 120 – I colleghi della Banca Popolare di Novara in suffragio di Giovanni Bauducco.

Giorgio Avataneo (2° da sinistra) insieme ai familiari

Durante la cerimonia funebre la comunità parrocchiale ha voluto ricordare così il signor Giorgio Avataneo. Caro Giorgio, ti saluto a nome di tutta la nostra parrocchia. Tu non eri di questa comunità eppure, negli anni della tua vita, lo sei diventato. Lo sei diventato innanzi tutto per devozione a Maria, la nostra Immacolata, alla quale ti sei affidato fin dal tuo ritorno dalla Russia. A lei hai affidato la tua vita, la tua famiglia in tutti i momenti difficili e lieti; a lei hai anche affidato in particolare Giancarlo, e lei ti ha esaudito, portandolo fin qui sotto il suo manto. Sei divenuto parte di questa comunità per adozione: sì, tu l’hai adottata come figlia dal momento in cui don Giancarlo ne è divenuto parroco, hai pregato per lei, le hai voluto bene. La tua presenza discreta ci ha portato gioia: chi ti ha conosciuto da vicino non può dimenticare le tue battute ironiche, i tuoi sorrisi, ma anche le tue analisi puntuali rispetto alle vicende della nostra parrocchia. Insieme alla tua amata Maria, ci avete testimoniato che, come dicevi, “l’amore è bello nonostante o perché è litigarello”, l’importante è sapersi prendere un po’ in giro, ma soprattutto mettersi nelle mani del Signore, l’unico che può far divenire il nostro amore fecondo e duraturo. Adesso, caro Giorgio, questa comunità si affida a te, affinché tu interceda per noi presso Maria Immacolata, che sicuramente ti ha già accolto tra le sue braccia per condurti all’incontro più importante, quello con Dio Padre. Ringraziando il Padre per averti messo sul nostro cammino, ti abbracciamo forte in Cristo Gesù, ti vogliamo bene, ciao Giorgio.

CONF. S.VINCENZO (Parr. S. Maria della Pieve) - Fam. Lovera, Ambrassa, Gabriele, Otella e La Casella in suffragio di Margherita Ruffino in Givo; € 150 – Franca Brero, Maria e famiglia Boretto in suffragio della zia Teresa Racca ved. Gennero. CONF. S.VINCENZO (Parr. S. Pietro) - Marina e Michelangelo in ricordo di Angela Narbona.

SABATO 12 FEBBRAIO – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni sarà celebrata una S. Messa di quarto Anniversario in suffragio del compianto

STEFANO LOVERA La moglie, i figli, il genero, la nuora, i nipoti ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

SABATO 12 FEBBRAIO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni sarà celebrata una S. Messa di primo Anniversario in suffragio del carissimo

MARTEDÌ 15 FEBBRAIO – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni sarà celebrata una S. Messa di nono Anniversario in suffragio del compianto

DOTT.SSA PIERA TORTORE (Rep. Dem. del Congo) € 20 – Una bisnonna per i suoi bimbi. MISSIONE MATO GROSSO (Brasile – don Damiano Raspo) In memoria di Teresa Ballario ved. Raspo: € 250 – Cognati e nipoti Bergesio, Gentile, Raspo,Tesio e Ferraris; € 60 – Cugini Abbà, Giuseppe Raspo,Vanna Raspo e Parola. PARR. S. GIOVANNI € 150 – I condomini del palazzo “S. Giovanni” (Savigliano) in memoria di Ennio Martini.

MICHELE CARLE ANTONIO MONGE La moglie, i figli, le nuore, il genero, i nipoti ed i parenti tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

SABATO 12 FEBBRAIO – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Maria della Pieve sarà celebrata una S. Messa di sesto Anniversario in suffragio del compianto

PARR. S. MARIA DELLA PIEVE - Fam. Battisti in ricordo di Teresa Racca ved. Gennero. PARR. S. PIETRO € 40 – I figli Pier Franco e Gian Mario, le nuore Claudia ed Anna Maria, i nipoti Giada, William e Denise in ricordo di Giuseppe Strumia. SANTUARIO DELL’APPARIZIONE - Giuseppe e Maria Ariaudo in suffragio di Teresa Racca ved. Gennero. Si avvisano i lettori che non vengono più pubblicati elenchi con oltre 10 nominativi per offerta. Chiediamo, pertanto, di sintetizzare i nomi da pubblicare onde evitare spiacevoli malintesi. Grazie per la collaborazione.

La moglie, il figlio ed i familiari tutti Lo ricordano e ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere. VENERDÌ 11 FEBBRAIO – ore 18 nella chiesa parrocchiale di S. Pietro sarà celebrata una S. Messa di secondo Anniversario in suffragio del compianto

GIUSEPPE SORACE GIAN LUIGI MAGLIANO La moglie, le figlie ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. SABATO 12 FEBBRAIO – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni sarà celebrata una S. Messa di ventesimo Anniversario in suffragio del compianto

I familiari ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

GIOVEDÌ 17 FEBBRAIO – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni sarà celebrata una S. Messa di secondo Anniversario in suffragio del carissimo

ISIDORO VALETTI GIOVANNI BAUDRACCO La moglie, la famiglia ed i parenti tutti ringraziano quanti vorranno unirsi alle loro preghiere.

ACQUE PROFONDE «Non temere: ti salverò. Ti ho chiamato per nome e ti ho liberato: tu sei mio! Se dovrai attraversare acque profonde, io sarò con te; il loro turbine non ti sommergerà. Se dovrai passare in mezzo al fuoco, tu non brucerai; le prove difficili che verranno, non possono farti del male, perché io sono il Signore tuo Dio... Tu sei prezioso ai miei occhi... Non temere, io sono con te!». (Dal Libro di Isaia, cap. 43)

La moglie, le figlie, i generi, i nipoti ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

SABATO 12 FEBBRAIO – ore 18 nella chiesa parrocchiale di S. Pietro sarà celebrata una S. Messa di primo Anniversario in suffragio del compianto

GIUSEPPE STRUMIA La moglie, i figli, le nuore, i nipoti ed i parenti tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.


nel ricordo Il marito, i figli ed i familiari tutti riconoscenti per la dimostrazione di cordoglio, stima ed affetto tributata alla loro carissima

MARGHERITA RUFFINO in GIVO nell’impossibilità di giungere a tutti personalmente ringraziano quanti con scritti, fiori, preghiere, opere di bene e presenza al funerale si sono uniti al loro dolore. Un grazie particolare porgono ai medici ed al personale infermieristico del Reparto di Medicina dell’ospedale “SS. Annunziata” di Savigliano ed indistintamente a tutti i vicini di casa, amici e conoscenti. Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

SABATO 12 FEBBRAIO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni sarà celebrata una S. Messa di primo Anniversario in suffragio della carissima

Il figlio, la nuora, i nipotini, la sorella ed i familiari tutti commossi per la grande dimostrazione di cordoglio, stima ed affetto tributata alla loro carissima

nell’impossibilità di giungere a tutti personalmente ringraziano quanti con scritti, fiori, preghiere, opere di bene e presenza al funerale vollero unirsi al loro grande dolore. Un grazie particolare porgono a tutti i vicini di casa, amici e conoscenti che furono di aiuto e conforto nella triste circostanza. La S. Messa di Trigesima sarà celebrata: GIOVEDÌ 17 FEBBRAIO – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Maria della Pieve. Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

LUCIA AUDISIO ved. BORETTO

SABATO 12 FEBBRAIO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni sarà celebrata la S. Messa di Trigesima in suffragio della compianta

Le figlie, i generi, i nipoti ed i parenti tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

TERESA RACCA ved. GENNERO nell’impossibilità di giungere a tutti personalmente ringraziano quanti con scritti, fiori, preghiere, opere di bene e presenza al funerale vollero unirsi al loro dolore. Un grazie particolare porgono a don Roberto ed a suor Carla, al medico curante dott. Antonino Varvarà ed indistintamente a tutti i vicini di casa, amici e conoscenti. Le SS. Messe di Trigesima saranno celebrate: SABATO 12 FEBBRAIO – ore 9.30 nella chiesa parrocchiale di S. Maria della Pieve SABATO 19 FEBBRAIO – 19.30 nel Santuario dell’Apparizione Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

DECIMO ANNIVERSARIO “Il tempo passa, ma non cancella il Tuo ricordo e la Tua presenza tra di noi. Proteggici sempre”.

CHIAFFREDO VOLTA nell’impossibilità di giungere a tutti personalmente ringraziano quanti con scritti, fiori, preghiere, opere di bene e presenza al funerale si sono uniti al loro dolore. Un grazie particolare porgono a don Roberto, ai medici ed al personale infermieristico del Reparto di Rianimazione dell’Ospedale Civile di Saluzzo, al Gruppo Anziani Fiat Ferroviaria, alla Società Mutuo Soccorso ed indistintamente a tutti i vicini di casa, amici e conoscenti. Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

“La morte non è niente; io sono solo andata nella stanza accanto”. MERCOLEDÌ 16 FEBBRAIO – ore 20.30 nella chiesa parrocchiale di S. Maria in RACCONIGI sarà celebrata una S. Messa di secondo Anniversario in ricordo della cara

Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

“Non lasciate che il dolore copra la dolcezza dei ricordi”. La moglie unita ai parenti tutti del caro

LILIANA RATTI in ARDUSSO Il marito, il fratello, le cognate, il cognato, i nipoti ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

GUERINO FORNARO (Rino) non potendo giungere a tutti personalmente ringraziano le gentili persone che in ogni modo furono loro vicine nella triste circostanza. La S. Messa di Trigesima verrà celebrata: SABATO 12 FEBBRAIO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni in Savigliano. Grazie a chi si unirà nelle preghiere. On. Fun. Chiavazza – Scarnafigi

DOMENICA 13 FEBBRAIO – ore 11 nella chiesa parrocchiale di S. Andrea – SAVIGLIANO SABATO 19 FEBBRAIO – ore 9 nella chiesa parrocchiale della Natività di Maria Vergine – MARENE saranno celebrate le SS. Messe di Trigesima in suffragio della compianta

DOMENICA 13 FEBBRAIO – ore 11 nella chiesa parrocchiale di S. CASSIANO – Alba sarà celebrata una S. Messa di terzo Anniversario in suffragio del compianto

ISABELLA CAUDERA ALBERTO PONZI Mamma, papà, sorella, fratelli, cognati, nipoti, parenti ed amici pregheremo assieme nelle S. Messe che verranno celebrate: DOMENICA 13 FEBBRAIO – ore 11 nella chiesa parrocchiale di MELLEA SABATO 19 FEBBRAIO – ore 19 nella chiesa parrocchiale di TETTI ROCCIA Ringraziamo chi sarà con noi.

Il papà, la mamma, il nonno, gli zii, i cugini ed i parenti tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. Racconigi; 10/2/2011 On. Fun. Bonetto – Racconigi

DOMENICA 13 FEBBRAIO – ore 9.30 nella chiesa parrocchiale di S. Pietro sarà celebrata una S. Messa in suffragio dei carissimi

SABATO 12 FEBBRAIO – ore 9 nella chiesa di S. Filippo sarà celebrata una S. Messa in suffragio del compianti

FABRIZIO SCHIABEL

MADDALENA PANSA ved. GIORDANA

Paola e Giorgia, con i familiari tutti, ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. S. Cassiano; 10/2/2011 Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

nel quarto Anniversario

MATILDE COLUCCI nel quinto Anniversario

SABATO 12 FEBBRAIO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni sarà celebrata una S. Messa di secondo Anniversario in suffragio della compianta

GIULIO GIORDANA nel sesto Anniversario

PAOLO COLUCCI nel ventiduesimo Anniversario

FRANCESCA AMBROGIO ved. BERARDO (Piera) Le sorelle, il fratello, i cognati, le cognate, i nipoti ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

39

I familiari riconoscenti per la dimostrazione di cordoglio, stima ed affetto tributata alla loro carissima

La moglie, i figli ed i familiari tutti riconoscenti per la dimostrazione di cordoglio, stima ed affetto tributata al loro carissimo

TERESA BALLARIO ved. RASPO

giovedì 10 febbraio 2011

EMMA GOI ved. COLUCCI e

MARGHERITA PIUMATTI ved. SANDRONE (Lena)

ENRICO COLUCCI

I familiari ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

I familiari ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

nel ricordo

LUCIA ALLADIO ved. OSELLA nel decimo Anniversario I familiari ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

Condoglianze La sezione di Savigliano del CLUB ALPINO ITALIANO partecipa al dolore di Luca Mellano, socio ed istruttore, e della sua famiglia per la prematura scomparsa della mamma ELSA REVELLI in MELLANO e porge sentite condoglianze. Il Presidente Umberto Torrisi, il Consiglio direttivo ed i Soci tutti dell’Asamf (Associazione saviglianese amici del Museo Ferroviario) sono vicini alla famiglia e partecipi al grande dolore per la scomparsa del socio Asamf LORENZO PRANDI. L’assessore alla Cultura, la coordinatrice, i volontari e gli iscritti all’Università delle Tre Età di Savigliano ed il personale comunale sono vicini e partecipano al dolore della famiglia per la scomparsa del signor LORENZO PRANDI, per molti anni partecipe alle attività dell’UNItre sia come iscritto che come docente. È mancata la signora MARGHERITA RUFFINO in GIVO di anni 72 Al marito Carlo; ai figli Alessandra, Massimo con Michela e Simone e Cristina con Maurilio ed ai parenti tutti porgiamo sentite condoglianze. In età di 61 anni è mancata la signora BEATRICE BRAVO in RITTÀ Al marito Giancarlo; alla figlia Nicoletta con il marito Riccardo ed i piccoli Edoardo ed Emma; al figlio Marco con Valentina; al fratello Orazio con la moglie Vittorina; alla sorella Maria Teresa con il marito Piero; alle cognate Elsa con il marito Matteo ed Emma con Luigi; alla cara zia Margherita; alle zie; agli zii; ai cugini; ai nipoti; ai pronipoti ed ai parenti tutti porgiamo vive condoglianze. Il funerale è stato celebrato in Fraz. S. Rocco di Montaldo Roero. È mancato il signor GIOVANNI BATTISTA SUPERTINO di anni 73 Al fratello Mario con la moglie Silvana; alle sorelle Giuseppina con il marito Diego, Teresa con il marito Andrea, Anita con il marito Eugenio, Maria con il marito Giuseppe e Lidia con il marito Mario; alla zia; ai nipoti; ai pronipoti; ai cugini ed ai parenti tutti porgiamo sentite condoglianze. Il funerale è stato celebrato a Ruffia e la cara salma tumulata nel cimitero di Cavallermaggiore. In età di 62 anni è mancata la signora MARIA ROSANO in GIUFFRIDA Al marito Piero; al figlio Antonio con la moglie Doris Gianoglio con le piccole

Giada e Maria; alle sorelle; ai cognati; alle cognate; ai nipoti ed ai parenti tutti porgiamo vive condoglianze. Il funerale è stato celebrato a Fossano e la cara salma tumulata nel cimitero di Savigliano. È mancato il signor MARIO COLOMBO di anni 81 Alla moglie Maria Operti; alle figlie Giuseppina con Maurizio e Deborah e Gabriella con Mauro; al fratello Emilio; alla sorella Maria Teresa; ai cognati; alle cognate; ai nipoti; ai pronipoti; ai cugini ed ai parenti tutti porgiamo sentite condoglianze. In età di 83 anni è mancata la signora CATERINA LOVERA ved. SCAVARDA Ai figli Lorenzo con Maria Teresa e Claudio; alla nipote Federica con Silvio ed il piccolo Alessio; alla sorella Emilia; al fratello Francesco; alle cognate; al cognato; ai nipoti; ai pronipoti; ai cugini ed ai parenti tutti porgiamo vive condoglianze. In Saluzzo è mancato il signor CHIAFFREDO VOLTA di anni 79 (Anziano Fiat Ferroviaria) Alla moglie Rosa Bonanno; ai figli Ornella con il marito Giorgio Bono, Piergiorgio con Cristina Pinzaru e Massimo; agli adorati nipoti; ai fratelli; alle sorelle; ai cognati; alle cognate ed ai parenti tutti porgiamo sentite condoglianze. Il funerale è stato celebrato a Savigliano. È mancata la signora LIDIA BASSO ved. ROCCA Ai figli Michelina con Giovanni, Carmen con Benito, Ivo con Ester e Donatella con Franco; ai nipoti ed ai pronipoti porgiamo vive condoglianze. In età di 82 anni è mancato il signor PIETRO SPERONE Alla moglie Olga Saccà; alle figlie Silvia con il marito Domenico Mensa e figli Roberto e Luca e Paola con Filippo Montemurro e figli Francesca ed Andrea; ai cugini ed ai parenti tutti porgiamo sentite condoglianze. Il funerale è stato celebrato a Bra. È mancato il signor GIUSEPPE CHIAVASSA di anni 84 Ai fratelli Giovanni Battista, Francesco con la moglie Paola e Lorenzo con la moglie Elvira; ai nipoti Andrea con Patrizia ed il piccolo Elia e Liliana con Beppe ed il figlio Luca; ai cugini ed ai parenti tutti porgiamo vive condoglianze. Il funerale è stato celebrato a Savigliano e la cara salma tumulata nel cimitero di Cavallermaggiore.


GIOVEDÌ 10 FEBBRAIO 2011 IL SAVIGLIANESE 40


10-02-2011