Issuu on Google+

Savigliano, 3 Marzo 2011 • ANNO 153 - N° 9 • E 1,20

Giornale più antico del Piemonte

e-mail: redazione@ilsaviglianese.com Abbonamento Annuo E 42,00 - Estero E 42,00 + spese postali - Poste Italiane: Sped. in Abb. Postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) NO/CUNEO art. 1, comma 1 - Conto Corrente Postale N° 11755121- ASSOCIATO ALLA FIPEG Redazione: Piazza Santarosa, 21 Tel. 0172.71.39.29 Fax 0172.71.37.21 - Savigliano - Autorizzazione N.2 Tribunale Saluzzo 8/9/1946 - Direttore Responsabile: Valerio Maccagno - Pubblicità: RÉCLAME Via Pylos, 20, Savigliano Tel. 0172 71.12.79 Stampa: Editrice La Stampa - Torino. Tariffe a modulo: Commerciali E 16 - Occasionali E 17,00; Finanziari e Legali E 1,80 mm/c; Necrologie E 36,00; Economici E 0,53 p.p. Il giornale si riserva in ogni caso di rifiutare qualsiasi inserzione.

L’ANGOLO DEL PROVERBIO

Andôva j manca le fômne a-j manca l’alegria dai 4300 proverbi piemontesi

CAVALLERMAGGIORE

MARENE

MURELLO

RACCONIGI

FESTA

Restaurato l’affresco della Madonna

Quale futuro per gli operai Ipa Laker?

Fanno la spola tra Italia e Argentina

Ragazzo investito in bicicletta

Tutti gli appuntamenti di Carnevale

a pagina 14

a pagina 16

a pagina 18

Accorparsi subito sarebbe troppo rischioso per il SS. Annunziata

Ospedale con Alba? «No»

Il SS. Annunziata potrebbe essere inglobato in una rete di ospedali

«Se accorpano tutti gli ospedali della provincia Granda in un’unica azienda, rischiamo di finire stritolati tra Alba e Cuneo». È questo, in estrema sintesi, il timore che emerge per il futuro dell’ospedale Santissima Annunziata di Savigliano. Con il nuovo piano di riorganizzazione sanitaria che la Giunta regionale guidata dal leghista Roberto Cota sta portando avanti, quale ruolo avrà il Santissi-

ma Annunziata? Sarà ancora un ospedale di punta o verrà declassato? Alba, che sta costruendo un nuovo nosocomio a Verduno, potrebbe diventare anche leader della nuova Asl, mentre il ruolo di ospedale guida sembra destinato a Cuneo. E noi? Soave sta continuando un giro di consultazioni per capire quali richieste presentare a Torino. Una, è già chiara. Servizio a pagina 3

a pagina 21

Hanno conquistato i monti del Tjan Shan

Paolo Rabbia con un kirghizo

Arrestati dopo un colpo a Marene

Riorganizzazione del servizio di consegna

Bancomat clonati Presi due rumeni

Niente posta al sabato

Operazione dei Carabinieri

Sono stati trovati i responsabili della clonazione di alcune carte bancomat ai danni dei clienti di una banca di Marene, la filiale del Credito cooperativo di Cherasco. L’indagine era partita dalle segnalazioni dei truffati (ne avevamo parlato su “Il Saviglianese” del 3 febbraio). I Carabinieri hanno colto due rumeni sul fatto: avevano usato uno skimmer. Servizio a pagina 16

Stop alle consegne di sabato

“Il postino suona sempre due volte”, recitava il titolo di un famoso film del 1946 con Lana Turner. Da questa settimana, però, non lo farà più di sabato. Da lunedì scorso, infatti, i portalettere passano solo più cinque giorni la settimana per consegnare la corrispondenza. Il provvedimento, da tempo nelle intenzioni di Poste, diventa così operativo nella nostra zona (a Cuneo è già in funzione). Nell’area saviglianese, prima i postini consegnavano dalle 8 alle 14, sabato compreso;

nelle pagine interne

ora passano dalle 8 alle 15.30, dal lunedì al venerdì. Orario leggermente diverso, invece, per chi abita a Marene e Caramagna: la consegna avviene con mezz’ora d’anticipo, tra le 7.30 e le 15 (gli orari diversi sono dovuti a motivi organizzativi). Il provvedimento entrerà comunque in vigore poco per volta: temporaneamente, infatti, il sabato i portalettere continueranno a consegnare i quotidiani agli abbonati. Attualmente, nella zona di Savigliano sono attivi 19 postini, con due scorte.

Paolo Rabbia, Giacomo Para e Giorgio Berutti ce l’hanno fatta. Nei tempi previsti (un mese, anche meno) hanno portato a termine la traversata della catena montuosa del Tjan Shan, in Kirghizistan (Asia). I due alpinisti ed il rallysta hanno così coronato il loro sogno di toccare vette inesplorate. Ora tornano a casa con una valigia piena di ricordi. Servizio a pagina 5

8 marzo, donne in festa

Due città si vestono di rosa Alle pagine 10, 11 e 23


2

savigliano

giovedì 3 marzo 2011

BREVI DALLA CITTÀ Camion “semina” ghiaia

Chiusa strada Monasterolo Un curioso avvenimento si è verificato sabato 26 febbraio. Verso le 10,30 un mezzo d’opera all’altezza della rotatoria di Strada Monasterolo, angolo via San Giacomo, all’altezza della Madonnina della Neve cominciava a perdere ghiaia dal proprio cassone. Ghiaia che continuava ad uscire fino al confine comunale tra Monasterolo e Scarnafigi. Immediato l’intervento della Polizia locale di Savigliano, che era obbligata a chiudere temporaneamente la provinciale per Monasterolo, e di una pattuglia dell’Arma dei Carabinieri.Veniva anche sollecitata la presenza di una squadra di “Sicurezza e Ambiente”, società che gratuitamente – poi si rivale sul responsabile del danneggiamento – pulisce e ripristina il corretto fondo stradale. Le operazioni di pulizia sono durate quasi quattro ore e sono terminate verso le ore 14, ora in cui è stato nuovamente consentito il transito dei veicoli. Quanto all’automezzo, di proprietà di una ditta della zona, e all’autista, anche lui residente nel Saviglianese, sono stati rintracciati nello stesso pomeriggio di sabato. È stata contestata una violazione amministrativa.

Notizie dal Brasile

La solidarietà lascia il segno

Grazie dalla “Casa do menor” agli amici saviglianesi!

Gli alunni delle varie classi della scuola primaria “Santorre di Santa Rosa” (1° Circolo Didattico), nell’ambito del progetto “Fatti non parole”, hanno continuato il sostegno già offerto negli anni scorsi all’associazione “Casa do menor Italia” in Brasile. L’obiettivo di adottare una casa famiglia ha consentito un totale coinvolgimento degli alunni nell’educazione alla solidarietà ed alla condivisione, attraverso la realizzazione di manufatti ed oggettini, offerti al pubblico nel mercatino di Natale. La somma ricavata è stata inviata alla “Casa do menor” ed, in questi giorni, ai bambini coinvolti nel progetto sono giunte notizie dal Brasile: i ragazzi della casa famiglia ringraziano i loro amici saviglianesi per l’offerta ricevuta e raccontano le iniziative che hanno potuto realizzare con essa. Queste belle notizie potranno incoraggiare alunni ed insegnanti a continuare la loro importante attività nel campo della solidarietà.

Famiglia in difficoltà

Appello della San Vincenzo La San Vincenzo lancia un appello per una famiglia di Levaldigi. Padre, madre, quattro figli, immigrati marocchini, devono rientrare in Marocco a seguito della perdita del lavoro del capofamiglia, ma non dispongono della somma necessaria per le spese del trasloco. Chi volesse contribuire può rivolgersi alla Parrocchia di Sant’Andrea. Inoltre, è stato aperto un conto corrente all’agenzia di Fossano della Banca Cassa di Risparmio di Asti. Ulteriori informazioni contattando il 346.3478289.

La relazione d’aiuto nel lutto

Seminario al Centro Mariapoli L’associazione Cielo in Terra e il Tavolo diocesano per la Pastorale del lutto organizzano un seminario su “La relazione d’aiuto nel lutto: dal dramma alla consolazione ed alla speranza”. Le due giornate si svolgeranno venerdì 18 e sabato 19 marzo presso il Centro Mariapoli “Raggio di Luce” nella frazione Bandito di Bra. Le iscrizioni – quota obbligatoria 35 euro – dovranno essere effettuate entro sabato 5 marzo all’Ufficio Pastorale Salute della Diocesi di Torino (tel. 011.5156362 oppure mail salute.progetti@diocesi.torino.it). Sono ammessi massimo 40 partecipanti.

Numeri civici e immobili

Partita la rilevazione È in corso in questi giorni in città – nel centro e nelle frazioni – la rilevazione dei numeri civici e degli immobili. Cinque rilevatori incaricati dal Comune, e muniti di cartellino di riconoscimento, stanno “mappando” le varie tipologie degli edifici e la corretta esposizione proprio del numero civico. Questo perché la legge prevede l’obbligo di numerare qualunque apertura su strada pubblica: non solo gli ingressi residenziali, quindi, ma anche i passi carrai e gli edifici non residenziali. Chi fosse sprovvisto del numero civico può acquistarlo all’ufficio Anagrafe del Comune. Per i trasgressori le sanzioni andranno da un minimo di 25,82 euro a 258,23 euro.

ITALIA

150 Varato il programma delle iniziative culturali

Anniversario dell’unità nazionale Giovedì scorso, in municipio, l’assessore alla Cultura Chiara Ravera ha illustrato le iniziative culturali riguardanti la celebrazione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Alle iniziative – programmate dall’assessore insieme alla direttrice del Museo Civico, Rosalba Belmondo, alla responsabile dell’Archivio Storico Comunale, Silvia Olivero, ed alla direttrice della Biblioteca Civica, Maria Grazia Castiglione – è stato dato il titolo di “Prove di Unità e Unità alla prova. I Santa Rosa, una famiglia protagonista del Risorgimento”. Un motto che mette in risalto l’importanza del ruolo svolto non soltanto dal patriota Santorre, ma anche da Teodoro, Pietro e Santorre Junior e dai membri della famiglia Santa Rosa nel processo storico dell’Unità d’Italia. Le celebrazioni inizieranno sabato 2 aprile con la conferenza del prof. Umberto Levra (ordinario di Storia del Risorgimento nella Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Torino e presidente del Museo nazionale del Risorgimento italiano di Torino) e l’inaugurazione delle mostre

SOCIALE

Maria Grazia Castiglione, Rosalba Belmondo, Chiara Ravera e Silvia Olivero

allestite in piazza Santarosa e nella vetrina della Cassa di Risparmio di Savigliano. Termineranno con l’intervento del prof. Gustavo Zagrebelsky (presidente emerito della Corte Costituzionale e professore di Diritto costituzionale presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Torino) e l’inaugurazione dei nuovi locali dell’ex chiesa di S. Agostino, che ospiterà la biblioteca e l’archivio Santa Rosa, nonché altri preziosi fondi storici e archivistici. Sino alla fine dell’anno in corso, sarà distribuito alla cit-

tadinanza il consueto pieghevole dell’assessorato alla Cultura, realizzato in occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, con una nuova veste grafica e la copertina illustrata dalla statua di Santorre di Santa Rosa sull’omonima piazza. Sono previste anche altre iniziative, di cui parleremo a partire dal prossimo numero del giornale: si tratta delle mostre “Una nobildonna ai tempi dei Santa Rosa: Luigia Ruffino di Gattiera” e “Un eroe sotto casa. Santorre di Santa Rosa si racconta”. Per ottenere i finanziamen-

ti necessari ad organizzare le celebrazioni, le iniziative sono state progettate congiuntamente dai Comuni di Savigliano, Saluzzo e Cavallermaggiore. I fondi ammontano complessivamente a 67.900 euro (32.900 dalla Regione Piemonte, 25.000 dalla Fondazione CRT, 10.000 dalla Fondazione CRS). In particolare, il contributo della Regione destinato a Savigliano è di 16.000 euro; inoltre, l’ente piemontese ha stanziato la somma di 200.000 euro per il recupero architettonico dell’ex chiesa di S. Agostino. Giovanni Bosio

Ernesto Olivero racconta il suo ultimo libro presso la Crosà Neira

“Per una Chiesa scalza”: dalla parte degli ultimi Torna nella nostra città il fondatore del Sermig, Ernesto Olivero, che dal 1964 con la Fraternità della Speranza si dedica a tempo pieno al servizio dei poveri e dei giovani. Dal 1983 il Sermig ha sede nel vecchio arsenale militare di Torino, ridenominato Arsenale della Pace, a cui si sono affiancati l’Arsenale della Speranza a San Paolo del Brasile e l’Arsenale dell’Incontro a Madaba in Giordania. Con generosità e semplicità, gli arsenali accolgono 1.750 persone al giorno e distribuiscono 2.970 pasti in media ogni giorno. In prima linea con 2.800 azioni umanitarie in 89 paesi, 5.530 tonnellate di medicinali, alimenti, vestiti e attrezzature inviate. Venerdì 4 marzo, alle ore 20.45, pres-

RELIGIONE

Ernesto Olivero, fondatore del Sermig

so la Crosà Neira, Ernesto Olivero racconterà il suo ultimo libro, “Per una Chie-

sa scalza”, edito da Priuli & Verlucca, ma soprattutto vorrà incontrare e condividere con i saviglianesi l’esperienza profonda dello stare dalla parte degli ultimi. Una serata per riflettere, ma anche per conoscere la realtà del Sermig, l’Arsenale della Pace, per lasciarsi trasportare nella vicina realtà di Torino, per entrare nella sua dimensione. Con la collaborazione delle parrocchie cittadine, promosso dal Comune di Savigliano e dalla biblioteca civica, Ernesto Olivero, dopo l’incontro in febbraio con don Ciotti, è una nuova occasione per incontrare una persona e una realtà che non lasciano indifferenti. Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare.

Gli incontri si terranno presso il salone della parrocchia di S. Giovanni

Fidanzati oggi: costruire un progetto di famiglia Col mese di marzo inizia l’ultima serie di incontri che le comunità cristiane saviglianesi offrono ai giovani che desiderano celebrare il Matrimonio Sacramento. Non sono certo una novità, quanto piuttosto la possibilità di avere un confronto per un’apertura più ampia alla visione del Matrimonio per quanti ne sono interessati. Se d’altra parte, come pubblicava un giornale qualche settimana fa (ma è un dato che si pensa sia così da anni), solo il 10% dei Matrimoni celebrati in chiesa sarebbero sacramentalmente validi, questo la dice lunga sulla nostra società e come la superficialità stia spesso in agguato anche nell’affrontare la vita che oggi è più basata sull’apparire che sull’essere, per cui spesso si fanno le cose per abitudine o per celebrare ce-

rimonie sociali che poco hanno da spartire col senso religioso. Proprio per questi e per molti altri motivi viene offerta l’opportunità di una serie di incontri, al termine dei quali si spera che i giovani possano scegliere con maggiore libertà, perché è la verità di Cristo che fa liberi. Dunque, un’opportunità da non sprecare da parte di chi pensa che possa essergli utile ed abbia il desiderio di fare un cammino con un gruppo di animatori e un sacerdote per un confronto specifico sui vari aspetti della vita di coppia animata dalla Fede. La serie di incontri, che si terrà presso il salone della Parrocchia di San Giovanni in via Nazario Sauro n. 5, alle ore 21, avrà luogo nelle seguenti date e con questi argomenti. Si inizia il 13 marzo con l’ac-

La vita di coppia deve essere animata dalla Fede

coglienza: “Scelta, libertà e responsabilità”; 18 marzo: “Dialogo di coppia, dialogo con Dio”; 27 marzo (intera giornata): “La Fede e il rito”; 1° aprile: “I corrosivi dell’amore e il perdono”; 8 aprile: “La conoscenza di sé, il dialogo sessuale”; 15 aprile: “Costruire

un progetto di famiglia”. Le iscrizioni si ricevono presso l’ufficio parrocchiale nelle ore di apertura. Si fa presente che la serie di incontri successiva avverrà nel mese di ottobre presso la parrocchia di Sant’Andrea. Osvaldo Pignata


savigliano

SANITÀ

Per l’ospedale richieste risorse e professionalità

No all’accorpamento con Alba Anche se Soave continua a rimanere abbastanza coperto, dalla trincea comincia a spuntare il suo elmetto. Comincia ad intravvedersi quella “linea del Piave” – come l’ha definita lo stesso sindaco – che servirà a difendere il nostro ospedale da un possibile declassamento dovuto al riordino della Sanità in Piemonte. Un provvedimento voluto dalla Giunta regionale guidata dal leghista Cota, che ha in mente di dividere Asl (servizi sul territorio: medici, veterinari, ambulatori, ecc...) da Aso (un’unica maxi-azienda autonoma che raggruppa gli ospedali della provincia). E anche se usa metafore di guerra, il primo cittadino – chiamato a far pesare le istanze del Santissima Annunziata a Torino – sa bene che il tavolo sul quale giocare è quello diplomatico. Pertanto, come ha fatto anche lunedì scorso in municipio, incontrando gli attuali primari (una settimana prima aveva chiamato a raccolta gli “ex”), Soave continuerà il giro di consultazioni (sono previste ancora due riunioni) per capire quali siano le richieste della città da portare in Regione. Per farlo, cerca massima collaborazione tra le forze politiche, di qualsiasi colore (specie quelle “verdi” e “azzurre”, visto che a Torino adesso comandano loro e lui lo sa bene). Dunque, dopo i primi due incontri in municipio, sembra emergere già una prima richiesta: «Se la Giunta Cota vuole accorpare tutti gli ospeda-

ALSTOM

Alcuni Primari: Besenzon, Monasterolo, Testa, Abrate e Pazzaia

li della Granda, aspetti almeno che quello nuovo di Verduno (zona Alba-Bra) sia completato». Il rischio è che, in caso di accorpamento immediato, tutte le risorse finiscano a Cuneo (indicato come nosocomio leader della nuova Azienda sanitaria ospedaliera) ed Alba (alla quale servono fondi per finire il nuovo ospedale). Inoltre, siccome si parla pure della “città delle cento torri” come candidata a diventare nuova sede della maxi Asl della Granda, bisognerebbe evitare che Alba cali “l’asso pigliatutto”. Che cos’hanno chiesto i primari lunedì sera al sindaco? Innanzitutto che Savigliano si faccia sentire, perché Alba sta facendo un can-can mediatico molto pressante per “spingere” il costruendo ospedale di Verduno. Per i nostri “dottori” è necessario che Savigliano venga subito dotata dei due primari mancanti (Chirurgia ed Urologia)

e che venga mantenuto l’alto livello di professionalità presente. Inoltre, i primari chiedono maggiori risorse (anche per l’acquisto di nuove attrezzature) perché alcuni di loro si sono lamentati di non riuscire a realizzare i progetti prefissati. Infine, chiedono anche che si risolvano le criticità più pressanti: serve al più presto un miglioramento del Pronto Soccorso (inaugurato pochi mesi fa!) e l’apertura delle nuove sale operatorie.

Tutti i presenti si sono detti favorevoli al passaggio di Savigliano in un’azienda ospedaliera (Aso), che permetterebbe maggiori ricavi. Almeno su questo punto, c’è accordo con Cota. Bisogna ora tentare di convincerlo che non si faccia subito l’accorpamento con Alba. Anche laggiù sono contrari. Quindi, perché non “tutti amici, ma padroni a casa propria”, come dice proprio la Lega Nord? Guido Martini

Una Onlus per il “SS. Annunziata”? L’associazione per la difesa dell’ospedale Santissima Annunziata, presieduta da Fulvio Saulo, potrebbe presto dar vita ad una Onlus (Organizzazione non lucrativa di utilità sociale). Lo scopo sarebbe quello di raccogliere fondi incamerando la quota del 5 per mille (che i contribuenti possono destinare a queste organizzazioni quando si presenta la dichiarazione dei reddditi) e poi «contribuire, nei limiti del possibile, ad acquistare attrezzature per il nostro ospedale». Lo ha rivelato l’ex sindaco Remigio Galletto (che fa parte dell’associazione) durante la riunione con i primari ed il sindaco avvenuta lunedì in municipio.

Continua la preoccupazione per il futuro della fabbrica saviglianese

«Sì all’accordo di riorganizzazione in Europa» Ben 48.000 lavoratori europei la scorsa settimana hanno detto sì all’accordo di riorganizzazione del gruppo Alstom in Europa. Negli stabilimenti italiani, i favorevoli hanno stravinto: 1.082 sì contro 63 no e 12 schede bianche (1.158 votanti). Via libera, dunque, alla Federazione europea metalmeccanici, che firmerà l’intesa. Nei giorni scorsi, i sindacati hanno espresso ancora «forte preoccupazione» per la fabbrica saviglianese. La Ferroviaria dipende «da due sole commesse, peraltro in fase di rallentamento». Si tratta dei Pendolini per la West Coast Main Line britannica e per Nuovo trasporto viaggiatori. L’allarme è di nuovo suonato dopo l’ennesimo vertice tra azienda e sindacati tenutosi giovedì scorso. Si spera che arrivino commesse da Polonia, Svizzera, Inghilterra o Italia (per i treni regionali), ma non c’è nulla di concreto, «solo speranze». Intanto, da lunedì sono cresciuti a 152 i lavoratori che sono stati posti in cassa integrazione (erano 125 la scorsa settimana). A fronte di un rientro di 26, sono rimasti a casa in 62. Ormai è stato praticamente raggiunto quel tetto di 160 persone previsto dagli accordi. Attualmente, la forza lavoro operaia (350 persone) è quasi dimezzata (restano in fabbrica circa 200 lavoratori), mentre i 700 impiegati e addetti alla progettazione, almeno per ora, non sono stati toccati dalla cassa integrazio-

A causa della crisi, metà forza lavoro operaia è in cassa integrazione

ne. Sempre in settimana si è tenuto un nuovo incontro tra Alstom e Infa Gest riguardante gli appalti delle pulizie e del portierato e per la cessione del ramo d’azienda della manutenzione. Cessione che continua a rimanere in stallo, dal momento che Infa Gest si è dichiarata contraria ad una reversibilità ad Alstom delle proprie informazioni tecniche senza una ditta che prima acquisisca il ramo d’azienda. Come aggiungono i rappresentanti sindacali, Infa Gest «è pronta ad andare tramite vie legali

per vedersi riconosciuto tale diritto». Prossima riunione su questa cessione venerdì 4 marzo, alla presenza anche del custode giudiziario di Infa Gest. Sugli appalti di pulizie e portierato, anche qui nessuna novità, fin quando non verrà chiarita l’acquisizione del ramo d’azienda da parte di Alstom. Anche perché sembrerebbe, riportano sempre fonti sindacali, che «Alstom dia tali servizi in appalto a Cofely, che a sua volta, in assenza di personale proprio, lo darebbe in subappalto.Tra cui anche a Infa Gest e ad altre ditte».

giovedì 3 marzo 2011

3


4

savigliano

giovedì 3 marzo 2011

BREVI DALLA CITTÀ Mostra sul bosco

Ludoteca “La casa sull’albero” Venerdì 4 marzo, presso la ludoteca “La casa sull’albero”, verrà inaugurata la mostra “Facciamo che eravamo in un bosco” a cura degli artisti del gruppo Artivaganti, con la collaborazione degli “Amici del Po”. Dopo il successo nella ludoteca di Saluzzo, la mostra è “migrata” con i suoi nidi, i suoi animali e le sue magiche creazioni negli spazi di via Mutuo Soccorso n. 8, dove si potrà visitare gratuitamente tutti i venerdì di marzo e aprile dalle ore 16 alle ore 18.30. Durante l’apertura della mostra, gli artisti proporranno dei laboratori speciali usando materiali poveri, ma anche strumenti multimediali, per far scoprire ai bimbi e ai genitori le meraviglie del bosco e dei suoi abitanti! La mostra potrà essere visitata, sempre liberamente, dalle classi anche in altri orari, da concordare con gli operatori della ludoteca. Per informazioni, 0172.726053 o inviare una mail a ludoteca.sav@monviso.it.

Pizzaioli per un giorno

All’Istituto Sacra Famiglia Venerdì 18 febbraio alla scuola dell’Infanzia paritaria “Sacra Famiglia” gli alunni si sono improvvisati pizzaioli per un giorno: con l’aiuto delle insegnanti i bambini hanno impastato, steso e, dulcis in fundo, mangiato la pizza. L’iniziativa è nata dall’attuale programmazione annuale “Buon comBimbi con le mani in “pasta” pleanno Italia” legata ai festeggiamenti del 150° anno dell’Unità d’Italia. Per festeggiare qualcuno bisogna conoscerlo, così i bambini sono partiti per il lungo viaggio attraverso i monumenti tipici italiani: la Torre di Pisa, la Mole Antonelliana, il Colosseo e tanti altri per arrivare ai personaggi storici, tra cui Garibaldi, e ai cibi tradizionali, tra i quali appunto la pizza. Il percorso didattico continuerà fino ad arrivare a conoscere meglio Savigliano… ci vedremo a spasso per la città! Ricordiamo che è ancora possibile effettuare le iscrizioni per il prossimo anno scolastico presso la scuola dell’Infanzia “Sacra Famiglia”.

Funzione liturgica ortodossa

CONSORZI

Cessa lo Csea, prosegue il “Monviso Solidale”

Gestione rifiuti alla Provincia Qualche mese fa, quando erano giunte le prime indiscrezioni su come la Giunta regionale di Roberto Cota intendesse organizzare la gestione dei servizi (spesso recependo indirizzi dal governo), avevamo anticipato l’imminente fine dei Consorzi tra Comuni, già privati dal governo Berlusconi del tanto amato “gettone di presenza”. Il requiem è però suonato non per il “Monviso Solidale”, che gestisce i servizi sociali nei Comuni di Savigliano, Saluzzo, Fossano e rispettivi hinterland, ma per il Consorzio servizi ecologia ambiente (Csea), che si occupa dello smaltimento rifiuti. Il giorno dell’addio è stato fissato per il 1° aprile. E con lo Csea, spariranno altri tre Consorzi rifiuti della Granda. Un disegno di legge presentato dall’assessore regionale Roberto Ravello, che passerà ora all’esame del Consiglio regionale, detta infatti “nuove norme sull’organizzazione del servizio di gestione dei rifiuti urbani” e dice che “le Province eserciteranno le funzioni di organizzazione e controllo diretto dei servizi, con il parere obbligatorio e vincolante dei Comuni”. La questione dovrebbe dunque finire nelle mani della Provincia, ma non si sa ancora in che modo. Tutti contrari i quattro presidenti dei Consorzi della Granda. «Si blocca un ciclo virtuoso – ha dichiarato Aldo

Aldo Galliano (2° da sinistra) alla presentazione della raccolta “porta a porta” in città

Galliano, presidente Csea –: noi, in sei anni, abbiamo dimezzato i rifiuti in discarica, tanto che la piattaforma di Villafalletto oggi ospita, oltre alla spazzatura della nostra area, anche quella di Cuneo». Negativo anche il commento dell’assessore saviglianese all’Ambiente, Claudio Cussa: «Mi sembra assurdo sopprimere un sistema che ha sempre funzionato bene, senza far aumentare i costi. Non si capisce la strategia della Regione». L’assessore comunque garantisce che non ci saranno effetti sulla raccolta porta a porta, appena entrata in vigore. Lo stesso disegno di legge si occupa anche di gestione del servizio idrico integrato, «ma il

riordino non cancellerà la nostra Alpi Acque, che è una società per azioni» assicura Cussa. E mentre i Consorzi per la gestione dei rifiuti si avviano verso il cassonetto, quelli socio-assistenziali hanno invece ricevuto ancora un anno di ossigeno. La paventata chiusura del “Monviso Solidale” e dei suoi simili in Piemonte è – almeno per il 2011 – scongiurata. La decisione è arrivata nei giorni scorsi, dopo un incontro tra l’assessore regionale alla Sanità Caterina Ferrero ed i sindaci del Cuneese. Questi ultimi (presente anche la vicesindaco Silvana Folco per Savigliano) hanno spiegato come i Consorzi siano enti «virtuosi ed

efficienti». Per l’anno in corso, la Regione ha deciso di garantire gli stessi fondi del precedente, «anche se – ha precisato Ferrero – mancheranno gli stanziamenti nazionali. Sono interessata al confronto con i sindaci – ha aggiunto –; diamoci un anno di tempo per trovare una soluzione condivisa». Dunque, il passaggio della gestione dei servizi socio-assistenziali alle Asl ed alle unioni di Comuni è stato almeno per ora accantonato. «Un risultato positivo – commenta Folco – perché nel frattempo si potrà discutere insieme. Non è detto, infatti, che la chiusura dei Consorzi porti effettivi risparmi». G.Ma.

Domenica a Sant’Andrea Domenica 6 marzo, alle ore 16, presso la chiesa di S. Andrea, il Rev. Padre Marius Florincu celebrerà una funzione liturgica ortodossa, con preghiere in rumeno e italiano. Oltre alle comunità rumena e moldava di Savigliano, possono partecipare tutte le persone interessate.

Padre Marius Florincu durante una passata celebrazione

FESTA

Anziani e pensionati di S. Salvatore e Cavallotta insieme al circolo ricreativo

Pranzo di Carnevale in allegria Domenica 20 febbraio, presso il circolo ricreativo di frazione Cavallotta, si sono ritrovati in gran forma gli anziani ed i pensionati della parrocchia di San Salvatore e Cavallotta per il tradizionale “pranzo di Carnevale”. Tra quattro chiacchiere, una fetta di salame ed un buon bicchiere di vino la giornata è trascorsa allegramente. I partecipanti rivolgono un sentito grazie alle volontarie che hanno preparato e servito un ottimo pranzo, a don Mauro, a don Antonio ed al circolo ricreativo cavallottese, in particolare alla presidente Monica Barale per la grande disponibilità. Presto saranno organizzate nuove iniziative.

Grazie alla presidente Monica Barale anche quest’anno si è ripetuta la bella tradizione


savigliano

CHIANOC

giovedì 3 marzo 2011

Prima riunione coi sindacati alla casa di riposo

Al via la trattativa sui dipendenti Mercoledì 9 marzo, presso la casa di riposo Chianoc, in via Donatori del Sangue, ci sarà il primo incontro per avviare la trattativa sindacale sul futuro degli oltre 40 dipendenti della struttura per anziani. A riunirsi intorno al tavolo saranno il consiglio di amministrazione della “Chianoc”, guidato dalla presidente Angela Ambrosino, il direttore del consorzio Obiettivo Sociale, l’albese Paolo Spolaore (destinato a rilevare la gestione della struttura) ed i sindacati firmatari del contratto. Se tutto andrà bene, infatti, la società immobiliare Soges di Piacenza acquisirà gran parte dell’immobile (prezzo 3 milioni e mezzo di euro) e lo ristrutturerà; un’ala sarà invece acquisita dall’Atc (al costo di 800.000 euro) che ne ricaverà una trentina di alloggi per anziani. Con i soldi incassati, la “Chianoc” salderà il suo debito (circa 4 milioni di euro). Inoltre, pagherà 100.000 euro al Comune per

EVENTO

AVVENTURA

5

Successo per gli esploratori

Tjan Shan conquistato

Il chianalese Giacomo Para durante una pausa in tenda

La casa di riposo Chianoc di via Donatori del Sangue cambierà proprietari

l’acquisto di un terreno (parte del giardino) ancora di proprietà pubblica e verserà una quota (alcune migliaia di euro) quale rimborso, sempre al Comune, per le spese sostenute dal municipio per avviare la pratica – poi abbandonata – di costruire la nuova casa di

riposo vicino alla piscina. Perché l’intera operazione abbia inizio, serve l’accordo sul personale. I sindacati – pronti a difendere reddito dei lavoratori e qualità del servizio offerto – hanno chiesto alla nuova proprietà di presentare un piano industriale. «Noi – ha di-

chiarato Spolaore – lo presenteremo ai sindacati e faremo la nostra parte, senza però dimenticare che chi subentra dovrà sostenere una spesa di 8 milioni di euro, tra acquisto e ristrutturazione. Per questo chiediamo che tutte le parti si assumano le proprie responsabilità».

Il socio del circolo è reduce da un’impresa in Sud America

Alla fine Paolo Rabbia e Giacomo Para ce l’hanno fatta. Accompagnati da Giorgio Berutti, sono riusciti nella traversata invernale del Tjan Shan, una catena montuosa del Kirghizistan (stato ex sovietico a nord della Cina) con vette di oltre 7.000 metri ed una temperatura che, in questo periodo dell’anno, si aggira sui -30°. Li abbiamo seguiti anche noi, giorno dopo giorno, quasi in tempo reale, grazie alle notizie che, via telefono satellitare, erano riportate sul sito della Entec, la ditta saviglianese specializzata in energie alternative che ha fornito alla spedizione supporti fotovoltaici e i sistemi di ricarica delle batterie. L’avventura è terminata lo scorso giovedì 24 febbraio (“Il Saviglianese” era già in edicola). La prossima settimana vi racconteremo nei dettagli il loro viaggio, le diffi-

coltà incontrate e le bellissime emozioni a contatto con la natura selvaggia. Una natura che i tre sono riusciti a “vincere” grazie alla loro tenacia ed all’uso di sci e di cavalli – la jeep di Berutti negli ultimi giorni ha avuto problemi con la trazione integrale – come scrivono in un sms datato 22 febbraio: «oggi siamo saliti su una nuova cima di quasi 4.000 metri, ed abbiamo percorso gli ultimi 200 metri con una pendenza del 50% e neve fino alla pancia». Oltre agli abitanti di quei luoghi, dotati di grande ospitalità e gentilezza, durante il viaggio i tre hanno incontrato numerose orme e tracce dei leopardi delle nevi (uno dei felini maggiormente in pericolo di estinzione). Dopo un totale di 500 km percorsi (non consecutivi) e salite per 20 mila metri, hanno detto «dasvidania».

I sub premiano il velista coraggioso Lo scorso 19 febbraio, presso il ristorante “La porta delle Langhe” di Cherasco, si è tenuta la riunione annuale di approvazione del bilancio del circolo Savigliano Sub. Hanno portato i saluti del presidente nazionale della Fias (Federazione Italiana Attività Subacquee) due grandi amici del circolo: il vicepresidente Marco Lerma e l’ispettore nazionale Marco Papperini. Sono stati poi consegnati i brevetti ai numerosi allievi dei corsi primaveri-

li ed estivi del 2010 e si sono tenute le elezioni per il nuovo direttivo 2011-13. Sono stati eletti consiglieri Pierluigi Paschetta, Fulvio Cavallotto, Roberto Bonetto, Livio Racca, Beppe Bravo, Christian D’Amelio e Mario Cesano. Al vertice, conferma plebiscitaria per il maestro istruttore Fias e storico presidente Piero Berardo, che sarà affiancato dal vicepresidente Michelangelo Cigna. Anche il centro tecnico degli istruttori continuerà ad essere gui-

dato dall’istruttore federale Rocco Bori. Lunedì 7 marzo, in sede (via Cacciatori delle Alpi n. 6/B) avranno inizio i corsi primaverili. Per informazioni, si può consultare il circolo www.saviglianosub.it, scrivere una mail a saviglianosub@tiscali.it oppure chiamare il circolo, tel. 327.7859820. Durante la stessa serata, il circolo Savigliano Sub premierà il proprio socio Danilo Ronco di Villanova Solaro, che lo scorso 17 gennaio (i lettori de “Il

Dal 1981

Danilo Ronco

Savilgianese” lo sanno bene) ha doppiato capo Horn in barca a vela.

L’Associazione per continuare ad aiutare i DISABILI ha bisogno del tuo CONTRIBUTO Savigliano - Via Allione, 7 - Tel. 0172.31214


6

savigliano

giovedì 3 marzo 2011

FESTA

BREVI DALLA CITTÀ

In piazza con le maschere e il mondo del cinema

Motore, azione... Carnevale!

Alpini a Torino

Per l’adunata nazionale In occasione del raduno nazionale degli Alpini che si terrà a Torino il 7 e l’8 maggio prossimi, il capogruppo Secondo Cavallo ha organizzato la gita di un giorno, domenica 8 maggio, per partecipare alla manifestazione. La partenza in pullman è fissata alle 6.30 davanti all’Ala di piazza del Popolo. All’arrivo a Torino, la giornata sarà libera, per assistere alla sfilata. La sera, ritrovo alle 18.30-19 per il rientro, con fermata al ristorante Lago dei salici di Caramagna per la cena, con un ricco menu. La quota di partecipazione (base 40 persone) è di 45 euro. Gli interessati a partecipare possono rivolgersi in sede, il venerdì sera dalle 20.45 in poi, oppure telefonare al capogruppo Cavallo (0172.31564, ore pasti) od ai vicecapigruppo Lenta (0172.21720) e Cussa (0172.713083, ore pasti). Al momento dell’iscrizione si versa un acconto di 25 euro, ritirando una ricevuta.

Pellegrinaggio

A Medjugorje Dal 15 al 20 marzo prossimi si terrà un pellegrinaggio a Medjugorje, con partenza da Savigliano. Per informazioni, telefonare 0172.715576 (ore serali).

“Silenzio, adesso parlo io!”

Laboratorio al termine

Alcune ragazze che hanno preso parte all’esperienza Il laboratorio parola/teatro “Silenzio, adesso parlo io!” sta volgendo al termine e lunedì 7 marzo, dalle 18 alle 18.30, avrà luogo un breve incontro aperto alle famiglie, con lo scopo di ripercorrere il percorso fatto e raccogliere eventuali proposte e suggerimenti. L’appuntamento è previsto nella sede dell’Informagiovani, in corso Roma n. 111. Per qualsiasi informazione, scrivere all’indirizzo e-mail adessoparloio@gmail.com.

La strategia della lumaca

Incontri sull’ecologia in famiglia Partirà lunedì 14 marzo, alle ore 21, al Centro famiglie di via Mutuo Soccorso n. 8, una serie di quattro serate (le altre sono in programma il 21, 28 marzo e 4 aprile) sull’ecologia nella vita di famiglia, organizzate dall’associazione di promozione sociale Kerigma di Savigliano. L’appuntamento, “La strategia della lumaca”, si terrà in collaborazione con il Comune ed il Centro Famiglie. Le serate saranno guidate da Cinzia Picchioni del Centro Studi “Sereno Regis”. Per informazioni e prenotazioni scrivere all’indirizzo mail retekerigma@gmail.com o telefonare al 339.6815252. Le prenotazioni (contributo 20 euro), scadranno mercoledì 9 marzo. Nel corso della serata inaugurale si parlerà degli “Aspetti di ecologia domestica tra macroeconomia e gestione del vivere quotidiano”. Un focus sull’impronta ecologica come una bussola per orientarsi meglio tra sprechi, abitudini sociali e potere d’acquisto. «La mission dell’associazione – spiega il presidente di Kerigma, Saverio Laporta – è sviluppare, perseguire e promuovere stili di vita ecologici. Consapevoli che ciò che accade nel concreto della vita di tutti i giorni è ormai direttamente collegato con ciò che succede nel resto del mondo, vogliamo iniziare il cambiamento partendo da quelle scelte concrete che ciascuno può apportare a casa propria». I.P.

Domenica 6 marzo si apre il Carnevale cittadino. L’appuntamento è fissato per le 14.30 in piazza Santarosa (in caso di maltempo, i festeggiamenti si svolgeranno sotto l’Ala polifunzionale). Questo il programma della giornata: il sindaco Sergio Soave consegnerà a Sarasët e Sarasëtta le chiavi della nostra città; il complesso bandistico “Città di Savigliano” accompagnerà il pomeriggio, eseguendo le più belle colonne sonore del cinema (“Ciak si gira” è il tema scelto per il Carnevale saviglianese 2011); gli animatori e le animatrici degli oratori delle parrocchie intratterranno i più piccoli con giochi e scherzi. A fine giornata, verranno estratti i fortunati vincitori che si aggiudicheranno i premi messi in palio da Odeon Tour, Centro Tv Color Colombano e Banca Crs. Nel frattempo, non poteva mancare un piccolo omaggio per tutte le donne, che festeggeranno l’8 marzo, la gior-

AMBIENTE

Il giovanissimo Gruppo maschere saviglianese, formato da studenti del liceo classico

nata a loro dedicata. In piazza Cesare Battisti, il Complesso Bandistico, a partire dalle 16, offrirà alle presenti il tradizionale “Concerto della Mimosa.” Il Gruppo maschere quest’anno è formato da giovanis-

simi studenti del liceo classico Arimondi: Anna Nyffenegger, 17 anni, che impersona Sarasëtta; al suo fianco, come Sarasët, Federico Vitiello, 18 anni. Il loro corteo è composto dalle damigelle Chiara Pennetta, 17 anni, e Giorgia

Vitiello, 16 anni. Le maschere saviglianesi visitano oggi pomeriggio, mercoledì 3 marzo, gli anziani della casa di riposo Chianoc. Inoltre, è in programma anche un’altra visita... ma a sorpresa!

Saranno raccolti all’area ecologica per essere riciclati

Butti via i tappi di sughero? Fai male... È partita nella Granda la campagna “Tappoachi?” del consorzio Rilegno per promuovere la raccolta e il riciclaggio dei tappi in sughero. Si vuole incentivare la raccolta differenziata del sughero anche attraverso una maggiore sensibilizzazione rivolta sia ai singoli cittadini che ai ristoratori, i titolari di cantine, enoteche e wine bar. «Cuneo è il quinto territorio ad aderire al progetto “Tappoachi?” – spiega Marco Gasperoni, direttore di Rilegno – dopo i comuni di Valdobiaddene (Tv), Cesenatico (Fc), Bergamo, Asti e la sua provincia. È un peccato che i tappi di sughero finiscano facilmente nella spazzatura. Infatti, il sughero è una materia non solo nobile, ma anche riciclabile al 100%. Può essere riutilizzata in molti modi, dai pannelli isolanti e fonoassorbenti e i granulati per l’edilizia, ai tacchi e le solette per le scarpe». Rilegno, consorzio di riferimento a livello nazionale di Conai, ha finora garantito la raccolta di circa 1.800.000 tonnellate di rifiuti in legno in tutta Italia.

I cuneesi dovranno prima raccogliere i tappi in sughero e poi portarli presso le stazioni ecologiche presenti sul territorio. Rilegno provvederà poi ad avviare al recupero i tappi raccolti, garantendone il trasporto alle aziende riciclatrici, dove questi verranno lavorati fino ad ottenere materiale riciclato adatto per la realizzazione di pannelli per isolamento, oggetti vari, suole per calzature e materiali per l’edilizia. Nella Granda il riciclatore finale a cui verranno destinati tutti i tappi di sughero raccolti è la Cooperativa sociale Artimestieri di Boves, unico ente del territorio autorizzato al recupero dei rifiuti di sughero. Da segnalare, infine, anche la valenza benefica del progetto: tutti i proventi della raccolta dei tappi andranno a finanziare un’iniziativa con finalità sociale. «Così si contribuisce ad alimentare la cultura del recupero facendo comprendere come ogni materiale, se raccolto correttamente, può essere efficacemente riciclato – sottoli-

Pochi sanno che dai tappi di sughero possono “nascere” molti prodotti

nea il presidente del Consorzio Servizi Ecologia ed Ambiente di Saluzzo-Savigliano-Fossano, Aldo Galliano –. Gli impianti ci sono, il sistema integrato è in continuo aggiornamento, le amministrazioni sono in prima linea per raggiungere risultati importanti e le collaborazioni con organizzazioni come Rilegno rafforzano la comunicazione verso la popolazione». L’accordo con lo Csea ha durata annuale e prevede il posizionamento di appositi contenitori per la raccolta dei tappi di su-

ghero presso le 18 stazioni ecologiche gestite dal consorzio: nella nostra zona sono quelle di Caramagna, Cavallermaggiore, Genola, Moretta, Racconigi, Savigliano. Compito dello Csea sarà poi quello di individuare una stazione ecologica di riferimento dove conferire periodicamente tutti i tappi raccolti, fino al raggiungimento di un carico utile per trasferire tutto il materiale alla cooperativa Artimestieri. Paolo Biancardi

Inaugurato locale in via San Pietro

Nuovo bar “Happy days” Ha aperto lo scorso giovedì 24 febbraio. È il bar “Happy days” di via San Pietro, nello stesso luogo dove c’era il “Charlie”. I tre titolari – Elisa Morano, Iolanda Villella e Claudio Lanza – sono coadiuvati dal giovane Fernando Giraudo: il locale è aperto dal lunedì al sabato dalle 6.30 alle 24 (il venerdì e il sabato fino all’1.30), giorno di chiusura la domenica. Alla prima esperienza lavorativa tutti insieme, «ma abbiamo già avuto trascorsi in questo settore» dicono, hanno voluto che l’arredamento del bar, che ha una quarantina di posti a sedere, richiamasse la musica e gli anni 60. Aperti per il pranzo e la cena – «la nostra specialità sono le lasagne e i piatti a base di pesce» – non dimenticano neppure i tifosi di calcio: «da noi si possono vedere tutti gli anticipi di serie A e le gare di Champions League». In occasione della Festa delle Donne, martedì 8 marzo cena con musica live: prenotazioni al 349.2415122.

Elisa, Iolanda, Claudio e Fernando nel nuovo locale

Ciau cerea Moglie virtuale Costantemente in crescita le separazioni e i divorzi in Italia, fenomeno che, dal 1995, non conosce flessione. Secondo le più recenti rilevazioni dell’Istat, complessivamente, le separazioni e i divorzi aumentano ad un ritmo costante, che si incrementa all’incirca del 3,4 e del 7,3% rispetto all’anno precedente. Se quindici anni fa si verificavano 158 separazioni e 80 divorzi ogni mille matrimoni, nel 2008 si è arrivati a 286 separazioni e 179 divorzi. Rispetto al 1995, inoltre, le se-

parazioni hanno subito un incremento del 61% mentre i divorzi sono più che raddoppiati (+101%). Per mettere un freno al fenomeno, ci si attacca a tutto e, come sempre, c’è chi è più avanti di noi. In India, ad esempio, anche se i matrimoni combinati in senso stretto non sono più così diffusi come in passato, le famiglie hanno comunque una forte voce in capitolo nella scelta della moglie e del marito, e i matrimoni solitamente seguono periodi di fidanzamento in media piuttosto brevi, col rischio di scoppiare esattamente come qui.

di Giacomilla

E allora ecco la brillante idea made in India: un sito web ha creato il servizio di “moglie virtuale”, per dare la possibilità agli scapoli di capire un pò meglio come relazionarsi in un rapporto di coppia. È possibile scegliere tra quattro tipologie di moglie: la chiacchierona patita dello shopping, la donna in carriera, la donna gelosa e la casalinga tradizionale. Non è meraviglioso? L’aspirante marito “virtuale”, una volta iscritto e individuata la tipologia di “moglie potenziale”, riceverà una serie di messaggi sms, email e telefonate, ovviamen-

te in linea con il carattere selezionato, che gli permetteranno di verificare l’effettiva compatibilità. Qui da noi, che siamo molto più avanti nella concezione del ruolo delle donne rispetto all’India, quale pensate sarebbe il modello più gettonato? Mi pensu ‘d savéjlu …


GIOVEDÌ 3 MARZO 2011 IL SAVIGLIANESE 7


8

savigliano

giovedì 3 marzo 2011

SCUOLA

I bimbi alla Galleria Senesi

A contatto con l’arte

I bambini col pittore Alberto Perini

Nelle mattinate del 2 e del 3 febbraio scorsi, i bambini del modulo giallo (sez. D ed E) della Scuola dell’Infanzia di corso De Gasperi, si sono recati in visita alla “Galleria d’Arte Senesi”. Ad accogliere i piccoli, Piero, Claudia e il pittore saviglianese Alberto Perini. I bambini, nell’ambito del progetto educativo “Paesaggi, Colori ed Emozioni”, hanno potuto osservare dal vivo e partecipare, nel ruolo di pittori, alla realizzazione dei paesaggi. Da parte degli alunni e delle insegnanti del modulo giallo un «grazie ai signori Senesi e ad Alberto Perini per la disponibilità e l’accoglienza che hanno dimostrato nei confronti dei piccoli artisti». L’esperienza vissuta sarà approfondita in varie attività scolastiche legate al progetto annuale sull’arte paesaggistica.

KIWI

Per salvare le piantagioni

Lotta alla batteriosi Claudio Sacchetto, assessore regionale all’Agricoltura, lunedì pomeriggio ha illustrato al Creso (Consorzio di ricerca, sperimentazione e divulgazione per l’ortofrutticoltura piemontese di Manta) le linee guida stabilite da Torino per arginare la diffusione della batteriosi che colpisce i kiwi. «Bisogna agire in fretta – ha detto – ed in modo efficace per non compromettere l’intero comparto. La delibera della giunClaudio Sacchetto ta regionale è lo strumento giusto». Il Piemonte non è ancora considerata una zona a rischio. «Su 5.600 ettari coltivati ad actinidia, su duecento risultano focolai del morbo. Non vogliamo che questa superficie aumenti». Al tavolo erano presenti un centinaio tra tecnici, produttori, amministratori pubblici. «Abbiamo previsto casi in cui vanno estirpate le piante – ha spiegato Sacchetto –, altre in cui vanno effettuate capitozzature (tagli rasoterra, ndr). Tutti gli interventi dovranno essere messi in atto entro marzo». L’assessore regionale ha auspicato la collaborazione dei Comuni: «I “paletti” che abbiamo fissato a volte possono risultare impopolari perchè qualcuno potrebbe non voler estirpare o tagliare le parti infette delle piante, ma basta lasciare un focolaio perché la diffusione continui e l’intero comprensorio venga messo in pericolo. Sono istanze comprensibili dal punto di vista umano, ma va salvaguardata la collettività del settore agricolo». Fin dai prossimi giorni la Regione «schiererà sul campo» i funzionari del settore Fitosanitario che avranno il compito di andare ad intimare estirpi di filari e capitozzature. «I Comuni potrebbero mettere a disposizione del nostro personale – ha proseguito Sacchetto -, ad esempio, i vigili urbani. Infatti, in caso di contrarietà dell’agricoltore, è previsto anche l’azione coatta e le spese sono poi a carico del privato». Insieme alle norme e alle prescrizioni per la prevenzione della diffusione del contagio, la giunta Cota ha anche varato degli indennizzi. «In questo momento di crisi – dice il responsabile dell’Agricoltura – abbiamo reperito un milione di euro ed andremo ad individuare altre risorse nei prossimi mesi. Chi dovrà estirpare le piante infette riceverà 10 mila euro ad ettaro, 5 mila per la capitozzatura.Tre mila euro ad ettaro, invece, saranno dati per i prossimi anni. È stato istituito il divieto, infatti, di impiantare nuovi kiwi fino al 2013, ma si potranno valutare eccezioni in aree non colpite». La batteriosi dei kiwi è portata dal batterio Psa (Pseudomonas syringae pv. Actinidiae). Il morbo si diffonde nell’aria. Ha causato danni in parecchie aree del mondo (ad esempio, Nuova Zelanda) e in Italia ha colpito in maniera definita «devastante» alcuni territori, come quello del Lazio. In Piemonte i sintomi hanno cominciato a manifestarsi nel corso del 2010 in maniera sporadica e con le temperature miti di inizio 2011 la diffusione è aumentata. Andrea Garassino

GITA

Iscrizioni aperte al viaggio per i nostri lettori

Tour dei castelli della Loira Per la sua gita annuale, “Il Saviglianese” ha deciso di puntare su di un grande classico, il giro dei castelli della Loira, nel nord della Francia. Cinque giorni – da giovedì 5 a lunedì 9 maggio – alla scoperta di castelli e cattedrali del XV e XVI secolo. Un viaggio come sempre curato dall’agenzia Odeon Tour di Savigliano. Tutti i nostri lettori sono invitati a partecipare. Andiamo a scoprire il programma con alcuni cenni sulle principali mete, che conosceremo meglio – una per una – nelle prossime settimane. Giovedì 5 maggio si partirà di buon’ora: alle 5 del mattino il pullman muoverà da Savigliano alla volta di Bourges, dove si trova la cattedrale gotica di Saint Etienne, una delle più belle della Francia. Per la prima notte, ci si fermerà in albergo a Bourges. Venerdì 6 maggio sarà dedicato alla visita del castello di Chenonceaux (residenza con bellissimi giardini ed angoli originali dell’epoca perfettamente conservati) e della città di Tours, che – dopo la sistemazione in hotel – diverrà la base fissa da cui partiranno tutte le escursioni dei giorni successivi. Sabato 7 maggio è prevista la visita ai castelli di Villandry (famoso per i suoi giardini), di Azay-le-Rideau (un vero gioiello della valle della Loira) e di Amboise, nel quale dimorò e lavorò persino Leonardo da Vinci. Domenica 8 maggio il programma prevede lo spostamento a Blois dove si

AGRICOLTURA

Una giornata sarà dedicata al castello di Chenonceaux, che ha scenari da fiaba

trova, oltre alla cattedrale gotica di Saint Louis, il più famoso dei castelli dalla zona, decorato anche da artisti italiani. Nel pomeriggio, visita alla residenza di caccia di Chambord. Lunedì 9 maggio, sulla via del rientro, tappa a Nevers, famosa per la sua cattedrale, il palazzo ducale e per il convento di Saint Gildard, dove visse Bernadette Soubirous (a cui apparve la Madonna a Lourdes). La quota di partecipazione è di 670

euro (più 110 euro per chi sceglie la camera singola); la sistemazione è in pensione completa (hotel 3 stelle). Inoltre, le visite saranno guidate ed i pasti in ristorante serviranno ad assaporare i piatti tipici francesi. Un gita, dunque, con un ottimo rapporto qualità/prezzo. Le iscrizioni sono aperte: rivolgersi all’agenzia di viaggi Odeon Tour, in piazza Santarosa n. 20 (proprio la porta a fianco alla redazione de “Il Saviglianese”), tel. 0172/31112.

Per la 30ª edizione, molto spazio alla comunicazione

Tante voci alla Fiera della meccanizzazione Venerdì pomeriggio, alla Camera di Commercio di Cuneo (ore 16.30), verrà ufficialmente presentata la 30ª Fiera della meccanizzazione agricola. Sebbene il clou degli eventi sarà tra il 18 ed il 20 marzo, l’edizione del trentennale prevede un calendario “spalmato” su più giorni, a partire dall’11 marzo. Radio ufficiale dell’evento sarà Trs, che ha creato una trasmissione ad hoc “Aspettando la 30ª Fiera”. L’emittente saviglianese – ormai media partner consolidato degli eventi organizzati dall’Ente Manifestazioni – fornirà informazioni puntuali e complete sulla kermesse attraverso interviste agli organizzatori, ai collaboratori ed agli espositori. La diretta quotidiana sarà trasmessa nel centro cittadino attraverso l’impianto audio solitamente utilizzato nel periodo natalizio, che l’Ascom ha messo a disposizione. Dal venerdì 18 alla domenica 20, per i tre giorni di manifestazione, Trs Radio sarà poi presente all’interno dell’area fieristica di borgo Marene,

L’area fieristica di Borgo Marene sarà il cuore dell’esposizione

per le notizie in tempo reale sugli appuntamenti, i convegni, le novità della rassegna, ma anche per intervistare le aziende del settore e catturare commenti e riflessioni dai visitatori. Il sabato e la domenica, inoltre, i microfoni dell’emittente saranno presenti anche nel centro cittadino, dove si svolgeranno numerose manifestazioni, fra cui “CamBio” (dedicata al “biologico”) e la Fiera di prima-

vera. Per questa 30ª edizione si aprirà anche una nuova collaborazione con Radio 103, media sponsor, che darà informazioni sulla fiera sul territorio piemontese e ligure ed effettuerà varie interviste in diretta nei tre giorni della manifestazione. Ma non è tutto! Nei tre giorni di Fiera si sperimenterà un nuovo servizio messo a disposizione

dalla Tenet di Savigliano: sarà installato, all’ingresso principale della fiera (lato via Canavere), un pannello elettronico che aiuterà i visitatori a cercare gli espositori ed altre informazioni. Inoltre, si potrà usufruire di un servizio wi-fi. Per gli amanti della tradizione, però, non mancheranno i “classici punti informativi” presenti nelle tre entrate dell’area fieristica dove le alunne dell’Istituto Cravetta-Marconi daranno informazioni distribuendo i cataloghi e la planimetria della fiera. Novità di quest’anno, sempre inerente la comunicazione, è l’inserimento di una piccola zona riservata alla stampa specializzata del settore. Ci sarà uno spazio anche per la Réclame di Savigliano, concessionaria esclusiva della pubblicità (oltreché per Il Saviglianese) per numerose testate specializzate in agricoltura. Infine, si ricorda che sul sito ufficiale www.fierameccanizzazioneagricola.it, curato dalla Etinet di Savigliano, si troveranno tutti gli aggiornamenti in tempo reale. I.P.

Nuova apertura in via Sant’Andrea

Agenzia immobiliare Reale È aperta da alcuni giorni, in via Sant’Andrea n.89/91, angolo corso Indipendenza, una nuova agenzia, l’immobiliare Reale, portata avanti dai due soci Sebastiano Collura e Gianluigi Ronconi. L’immobiliare Reale nasce dall’esperienza di professionisti che, dopo aver lavorato per un lungo periodo per un grande gruppo, hanno deciso di continuare l’attività per conto proprio, credendo che chiunque operi nel settore immobiliare debba sempre utilizzare il proprio nome, esponendosi in prima persona in tutte le

operazioni e servizi messi a disposizione della clientela. Oggi la figura dell’agente immobiliare non è più solo quella del mediatore, con lo scopo cioè di mettere soltanto in relazione due parti per la conclusione di un affare, ma quella di un professionista al quale spettano specifici obblighi di diligenza, competenza e preparazione. «Sarà scontato e facile usare parole che elogiano la propria attività – dicono all’immobiliare Reale – ma serietà, determinazione, trasparenza ed umiltà sono sia nel lavoro, e so-

prattutto nella vita, i nostri valori principali». La società (tel. 0172.1803364, fax. 0172.1803354) ha anche un

sito internet, www.immobiliarereale.net, per trovare tutte le informazioni necessarie.


GIOVEDÌ 3 MARZO 2011 IL SAVIGLIANESE 9


10

savigliano

giovedì 3 marzo 2011

ASSOCIAZIONE “Profumo di spezie”: una cucina grande come il mondo

Un gruppo al pepe rosa

Il gruppo “Profumo di spezie” ha preparato un buffet marocchino

«Mi piacciono questi eventi, perché fanno sembrare il mondo più buono di quello che è» dice un ragazzo rivolto ad una sua amica. L’evento in questione è la proiezione, avvenuta domenica pomeriggio al cinema Aurora,

del film “Le grand voyage” di Ismael Ferroukhi, all’interno di CineMigrante, il festival itinerante di “cinema di comunità”. Alla proiezione del road movie marocchino, con sottotitoli in italiano, ha assistito un pubbli-

Dolci omaggi per chi vive solo Martedì 8 marzo, in occasione della loro Festa, un gruppo di donne di Savigliano e dintorni ha deciso di realizzare alcuni dolci e di farne omaggio a coloro che vivono in una condizione di solitudine. Tale gesto di solidarietà sta a rappresentare un messaggio di speranza, di coraggio, di conforto, ma soprattutto di amore per il prossimo.

co numeroso. «È la prima volta di CineMigrante qui a Savigliano, non possiamo che essere soddisfatti, visto il successo di questo pomeriggio» dicono raggianti gli organizzatori (prossimo appuntamento venerdì sera, vedere le pagine di “Spettacoli”, ndr). Sicuramente, molti spettatori saranno stati attirati dal delizioso rinfresco preparato dal gruppo di donne “Profumo di spezie”. Tè e dolcetti tipicamente marocchini: una profusione di uvetta, sesamo, cocco ed altri ingredienti che portano al palato i sapori del Maghreb. Il gruppo tutto rosa, promosso dal Comune di Savigliano e dal Consorzio Monviso Solidale, è nato la scorsa primavera presso il Centro Famiglie. «Inizialmente – spiega Luisa, un’assistente sociale – avevamo pensato ad un modo per far incontrare donne di diverse nazionalità, offrendo loro un luogo d’incontro e confronto per discutere dei problemi, di come si trovano in un Paese non loro, della nostalgia per la madrepatria, sui diversi sistemi di educazione. Purtroppo, gli incontri iniziali hanno avuto poca affluenza. Abbiamo quindi pensato ad un’altra strategia, cercando un’occasio-

ne concreta per riunire le donne albanesi, marocchine, italiane, moldave, marocchine. Ecco dunque la cucina». Cucinare insieme, d’altronde, è da sempre un modo per ritrovarsi, per scambiarsi consigli e ricette e raccontare un po’ di sé e del loro mondo, ricordare nostalgicamente le proprie origini e cercare di integrarsi in una nuova cultura. Il gruppo si ritrovava ogni giovedì: l’iniziativa ha conosciuto un immediato successo e non ha coinvolto solo le donne, ma anche i loro figli, che nel frattempo giocavano alla ludoteca “La casa sull’albero”, nei locali del Centro Famiglie. È stato quindi realizzato un ricettario che riporta tutti i segreti dei loro manicaretti. Durante il maggio scorso, “Profumo di spezie” è stato invitato alla settimana dell’Intreccio culturale: ogni pomeriggio, in piazza Santarosa, le donne si sono ritrovate per preparare sfiziosi manicaretti maghrebini. Il loro percorso si è concluso con una cena etnica a cui hanno partecipato 130 persone: una lunga tavolata per la socializzazione e la condivisone di un’abbondante cena, che contava piatti della cucina albanese, italiana e marocchina. Anche quest’anno l’iniziativa ripartirà: l’appuntamento è per giovedì 3 marzo, alle 16.30, presso il Centro Famiglie. Valeria Quaglia

CURIOSITÀ

Alcune ragazze che presero parte alla manifestazione “Volti dal mondo” organizza

Corso anti-aggressioni col maestro di kung-fu

Ragazze, imparate a difendervi La violenza sul gentil sesso. Un fenomeno che sempre più sovente attraversa come un filo rosso la realtà sociale e familiare di qualsiasi Paese, industrializzato o in via di sviluppo che sia. Già, perché secondo l’Organizzazione mondiale della sanità una donna su cinque ha subito, nella sua vita, vessazioni fisiche o sessuali da parte di un uomo. Stando ai dati, nulla di confortante, se non fosse che al totale disinteresse degli anni scorsi si è andato man mano sostituendo un atteggiamento più consapevole e attento, soprattutto da parte delle istituzioni. Ma non solo. Sono molte le associazioni che, con grande tenacia, combattono questa triste piaga. “Mai + Sole” ne è un esempio. È infatti grazie a lei che si tiene il corso di antiaggressione femminile, a partire dal 2 marzo e per sei mercoledì. A condurlo, Massimo Barbera, collaboratore della Rete anti violenza femminile della regione, nonché membro della federazione Fiwuk (Federazione italiana wushu kung fu). Ci spiega: «L’addestramento non consiste solo nella pratica rude della palestra, ma è al

Massimo Barbera collabora con la Rete anti violenza femminile

contrario parte integrante della nostra vita, un credo da seguire, che ha come unico obiettivo quello di preservare la propria incolumità con tutti i mezzi. In questo senso, dunque, durante le lezioni cercherò di far acquisire alle donne una maggiore consapevolezza della realtà, consigliando loro cosa fare per non trovarsi nel posto sbagliato al momento sbagliato. Dopodiché, illustrerò alcune pratiche di difesa fisica finalizzate a gestire il tentativo d’approccio di un potenziale aggressore, avvalendomi di nozioni tecniche, come, ad esempio, l’accorciamento della distanza, la teoria delle forze contrapposte e molte altre applicazioni di studi psico-strategici. Il tutto – aggiunge il maestro – nella convin-

zione che lo scontro sia in assoluto l’extrema ratio da adottare. Ove possibile, è infatti fondamentale prevenire, per evitare inutili situazioni di rischio per la persona. Può sembrare un’ovvietà, ma spesso questo concetto non è compreso immediatamente da chi si avvicina per la prima volta ad una scuola di difesa personale. I più sono convinti che si tratti di un semplice combattimento, dove vince il più forte. Al contrario – conclude Barbera – difendersi significa prima di tutto sopravvivere, preservando la propria salute e la propria libertà. Doni, questi, preziosi, oltre che diritti costituzionalmente garantiti, che nessuno può permettersi di pregiudicare». V.B.


savigliano

giovedì 3 marzo 2011

11

8 MARZO Progetto e concorso per le scuole, pane per tutti

“Mai + Sole”: tre iniziative per dire no alla violenza sulle donne Per molti, di quell’8 marzo rimane solo una festa, una circostanza in cui, ormai per consuetudine, regalare mimose. Ma l’eco delle 129 operaie arse dalle fiamme l’8 marzo 1908, a New York, dopo aver scioperato contro le terribili condizioni in cui erano costrette a lavorare, si sente ancora, seppur a fatica. Con esso, il ricordo di chi, senza indulgere a manifestazioni esteriori smaccate, legate a una moda che fa della “Giornata internazionale della donna” un’occasione commerciale come tante altre, onora quel giorno riflettendo sulla condizione femminile e sui problemi che ancora oggi pesano sul gentil sesso. Problemi che, almeno in parte, verranno affrontati martedì 8 marzo, al cinema Aurora, dove a partire dalle 9 si terrà l’incontro conclusivo relativo al progetto “Femminile/plurale”,

La presidente Adonella Fiorito

indetto su iniziativa del Centro servizi per il volontariato Società Solidale, negli istituti d’istruzione superiore di Savigliano e Racconigi. In mattinata verranno altresì premiati i partecipanti al concorso “Le donne non devono essere mai più sole”, promosso dall’associazione “Mai + Sole”, in collaborazione con il Csv Società Solidale, la Consulta per le Pari Opportunità, la Fondazione C.R.S. ed i Comuni di Savigliano e Racconigi. A competere, 80 elaborati redatti da più di 500 studenti che, nel corso dei laboratori, hanno avuto la possibilità di confrontarsi e comprendere come la violenza sulle donne inizi proprio dai

modelli presentati dalla televisione, abituata com’è a mercificare il loro corpo, ed è all’ordine del giorno. Motivo, questo, che ha spinto l’associazione “Mai + Sole” ad impegnarsi nuovamente. Infatti, con l’iniziativa “La violenza sulle donne è pane quotidiano”, sabato 5 marzo in piazza Santarosa, offrirà sacchetti di pane al fine di sensibilizzare l’opinione pubblica su questa grande e triste piaga. Certo, la strada verso il rispetto e l’affermazione della dignità della donna è ancora lunga, ma, bisogna ammetterlo, numerosi passi in avanti sono stati fatti. Valentina Barbuto

ata qualche tempo fa da “Mai + Sole” e Confartigianato a palazzo Taffini

L’anno scorso, “Mai + Sole” organizzò “Voci dal silenzio”, una mostra con un “reading” letterario

FILM

All’Aurora

MUSICA Omaggi floreali

La bella statuina

Concerto della banda

Come di consueto, la festa della donna a Savigliano avrà anche un coté cinematografico. Quest’anno, la Consulta per le Pari Opportunità ha scelto di proiettare – martedì 8 febbraio, alle ore 21, al cinema Aurora, ad ingresso libero – il film francese “Potiche, la bella statuina” (2010) di François Ozon. La trama. Nel 1977 Suzanne Pujol (Catherine Deneuve) è la moglie sottomessa di un ricco industriale (Fabrice Luchini), che dirige la sua azienda di ombrelli con la stessa mano di ferro e lo stesso dispotismo con cui tratta i figli e la moglie. Dopo uno sciopero culminato con il sequestro del marito, Suzanne

Anche quest’anno, per ripetere una fortunata tradizione, il Complesso bandistico Città di Savigliano eseguirà un concerto dedicato alle donne nella ricorrenza della loro festa. L’appuntamento è per domenica 6 marzo, alle ore 16.30. Dopo le prime note in piazza Santarosa, la Banda si sposterà nella vicina piazza Cesare Battisti per dedicarsi al concerto di riconoscimento musicale rivolto alle donne saviglianesi. Durante l’evento, saranno distribuite dal presidente Aldo Lovera le mimose offerte dal negozio Franco Fiori di via Sant’Andrea, che «come ogni anno – dice Lovera – con grande

Nel cast del film, Catherine Deneuve e Gérard Depardieu

si ritrova a dover dirigere l’azienda e si rivela inaspettatamente una donna d’azione. Ma quando il marito rientra da un periodo di riposo in piena forma, tutto si complica. Nel cast c’è anche Gérard Depardieu, nel ruolo del sindaco. «Come per gli anni passati – spiega Elisabetta Cifani, consi-

gliera comunale “di parità” – abbiamo deciso di puntare su un film che facesse riflettere, ma che fosse anche gradevole. Questa commedia ci è sembrata ideale, perché mette in evidenza le risorse femminili e le doti delle donne». Introduce la serata Clara Rocca, presidente della Consulta per le Pari Opportunità.

La banda suonerà ed offrirà una mimosa a tutte le donne

generosità vuol essere presente alla festa. Naturalmente, se altre ditte saviglianesi si vogliono unire all’omaggio floreale, saranno ben accette. Noi, come sempre, lanciamo il messaggio. Nello stesso tempo ricordiamo ai bar delle piazze, che avranno il beneficio di essere accompagnati dalle note musicali della Banda cittadina, che se vorran-

no partecipare alla festa offrendo ai musicisti qualche bevanda, il loro sarà un gesto molto gradito». Come di consueto, dunque, la banda, guidata dai maestri Sergio Daniele e Dante Costamagna, suona per la cittadinanza. «Ci siamo sempre, con grande piacere.Venite tutti in piazza ad ascoltarci» conclude Lovera.


12

savigliano

giovedì 3 marzo 2011

POLITICA

L’incontro rinviato al 4 marzo

“Slitta” la scuola leghista A causa dell’assenza dei relatori parlamentari, trattenuti a Roma per il “Milleproroghe”, l’incontro di “Scuola politica” con la Lega Nord di giovedì 24 febbraio è stato rinviato a venerdì 4 marzo, presso la sala Miretti (ore 20.45). Ad aprire la serata dal titolo “Gli enti locali: Il Comune” saranno Stefano Isaia (assessore provinciale e segretario provinciale Lega Nord), Claudio Sacchetto (assessore regionale all’Agricoltura) e Fe-

LAVORO

derico Gregorio (consigliere regionale). A seguire, il sen. Michelino Davico (Sottosegretario al Ministero degli Interni) insieme all’on. Maria Piera Pastore (responsabile federale enti locali) tratteranno il nuovo “Codice delle Autonomie Locali”. Concluderà il sindaco leghista di Piasco Roberto Ponte, il cui intervento sarà incentrato su “L’autonomia dei Comuni, dalla teoria alla pratica”. Moderatore il prof. Maurizio De Lio.

Riqualificazione professionale

Tavolo contro la crisi Lunedì 21 febbraio si è riunito in municipio il “Tavolo di lavoro permanente contro la crisi” con la partecipazione di lavoratrici e lavoratori che hanno aderito al piano di riqualificazione professionale avviato da Poliedra. Dopo i saluti dell’assessore Marco Paonne, il consigliere delegato Mino Daniele ha introdotto la discussione. Poi, il progetto è stato descritto dal dott. Capriolo di Poliedra e da Elena Cuniberti. Sono stati descritti gli attori coinvolti, il finanziamento di Fondimpresa, la situazione di partenza, le attività previste dal piano e gli interventi formativi per operatore meccanico, operatore di segreteria amministrativa, operatore di ristorazione e le tecniche di gestione commesse. «Dai partecipanti all’incontro – riferisce Daniele – sono venute numerose richieste di chiarimento, dopo le quali si è deciso di dare inizio ai colloqui con i singoli lavoratori - che avverranno all’Informagiovani - per verificare orientamenti ed aspettative». Il primo corso dovrebbe iniziare già a marzo per finire a luglio, in base anche alle esigenze degli utenti. L’impegno è di circa venti ore settimanali, per ottanta ore mensili, in orario da definire con gli utenti.

AGRICOLTURA

Vicepresidente Anga Piemonte

Nomina per Ingaramo In occasione del rinnovo delle cariche regionali del gruppo giovani di Confagricoltura (Anga), che si è svolto giovedì 24 febbraio ad Alessandria, il saviglianese Andrea Ingaramo, presidente dell’Anga di Cuneo, è stato nominato vicepresidente dell’Anga Piemonte per il triennio 2011-2013. Alla guida è stato riconfermato all’unanimità Alessandro Boito di Alessandria. Ad affiancare Ingaramo nel ruolo di vicepresidente sono stati eletti Alice Cerutti di Vercelli ed Andrea Bricco di Novara. Tra le principali iniziative che il nuovo direttivo ha già messo in cantiere per i prossimi mesi ci sono appuntamenti di formazione e approfondimento sulle più attuali tematiche del settore, nell’ottica di accrescere il bagaglio informativo neces-

GIUSTIZIA

POLITICA

Gosio parla delle sue scelte e risponde a D’Alessandro

«Nessuna agitazione umorale» Da un po’ di tempo, Massimiliano Gosio, consigliere comunale e coordinatore cittadino dell’Udc, è oggetto di duri attacchi politici. Non potevamo quindi esimerci dal rivolgergli alcune domande. Perchè è stato nominato coordinatore dell’Udc saviglianese senza aver mai avuto in tasca la tessera del partito? Perché ho aderito, condividendolo, al progetto che porterà l’Udc verso il “Partito della Nazione”. Vorrei però sottolineare che il mio ruolo è “pro tempore” e che tale carica è elettiva e quindi verrà assegnata più avanti nel congresso cittadino. Pensa che il cosiddetto “terzo polo” abbia un futuro? Non sono mai stato particolarmente attratto dai partiti tradizionali, ma ho subito creduto nei valori dell’Udc quando ho accettato di candidarmi. Penso che il terzo polo possa diventare un grande contenitore di “anime moderate”. Al momento si sta lavorando a costruire la sua vera identità. Ha ambizioni di carriera nel nuovo progetto politico di Casini? In politica, mai dire mai. Però, attualmente non mi pongo obiettivi particolari, anche perché non amo fare scalate e cercare visibilità. La mia unica ambizione è quella di lavorare per Savigliano, anche se cercherò comunque di far cresce-

POLITICA

Massimiliano Gosio (Udc)

re il nostro gruppo, coinvolgendo soprattutto i giovani. Quasi sempre, in Consiglio comunale, il suo voto è in sintonia con quello della maggioranza. I colleghi d’opposizione dicono che lei è di fatto un “sostenitore esterno” della Giunta Soave. Cosa risponde? Già in campagna elettorale avevo detto che mi sarei comportato secondo coscienza e che avrei valutato ogni singolo argomento nel dettaglio prima di esprimere il mio parere. Ho sempre fatto presente agli amici della Lega e del Pdl che bisogna prendere delle posizioni ben precise e non astenersi. È inutile stare sul vago: o si è d’accordo o, se si vota contro, si propongano delle alternative valide. Tempo fa, aveva ipotizzato un’alleanza tra l’Udc

ed alcune liste civiche presenti in Consiglio comunale. È ancora della stessa idea? Mi sarebbe piaciuto avere un dialogo con tutte le forze moderate presenti nell’assemblea cittadina, ma purtroppo non è stato possibile. Ad oggi, i contatti con alcuni gruppi consiliari permangono, mentre con altri si sono interrotti perché non ci sono più le condizioni per un rapporto politico. Mi riferisco in particolare alla lista “Civica per Soave”, in quanto non capisco se Fulvio D’Alessandro, nelle sue prese di posizione, parla a titolo personale, come coordinatore di maggioranza o per tutto il suo gruppo. Inoltre, penso che i suoi atteggiamenti aggressivi contro tutti siano inopportuni, perché pregiudicano anche il clima in Consiglio. Proprio D’Alessandro dice che lei gli ha messo il bastone tra le ruote nella sua avventura politica nel Partito della Nazione. Cosa dice a sua discolpa? Per mettere il bastone tra le ruote a qualcuno bisogna sapere quale carro guida e in quale direzione è diretto. Ho solo cercato di capire il significato, il motivo delle esternazioni e delle sue iniziative che hanno spiazzato non solo me, ma anche l’ex segretario Edoardo Busso e tutto il nostro gruppo. Quando sento parlare delle diatribe tra il sottoscritto e D’Alessandro, mi viene da sorridere, perché tra

di noi non ci sono mai stati dei dissidi. Non ci siamo seduti, neppure per un istante, attorno ad un tavolo per discutere. Ma la accusa anche di eccessive “agitazioni umorali”, oltre che di frequentare degli ambienti, come ad esempio l’oratorio parrocchiale, che non hanno nulla a che fare con il suo percorso politico... Anzitutto devo specificare che le mie agitazioni non erano umorali, bensì politiche. Comunque, mi vanto di avere circa 25 anni d’esperienza in quegli ambienti parrocchiali e di volontariato che non piacciono a D’Alessandro, perché è lì che sono cresciuto umanamente e spiritualmente e dove ho rafforzato il mio impegno per la collettività. Inoltre, posso affermare di avere ben chiara la mia identità politica. Lui può fare altrettanto? Prima di criticare gli altri, sarebbe opportuno che spiegasse da dove arriva e dov’è diretto, oltre ad evitare di fare incavolare le persone per poi vantarsene. Forse, soffre di ansia da prestazione, politica, s’intende. In conclusione... D’Alessandro ha fatto tutto da solo: si è scritto la canzone, se l’è suonata e cantata ed infine si è “applaudito”. Noi dell’Udc di Savigliano non abbiamo mai partecipato ai suoi spettacoli anche quando ce lo siamo trovati come tesserato e, pochi giorni dopo, come dimissionario. Dino Pagliero

Non si escludono collaborazioni tra i due gruppi, pur con identità separate

Riunone “segreta” tra la lista Civica e l’Italia dei Valori Andrea Ingaramo sario per chi conduce un’azienda agricola. In merito agli strumenti di comunicazione esterna e alla promozione l’idea è quella di ricorrere sempre più alle moderne tecnologie informatiche e ai social network, così da poter organizzare momenti di incontro anche a distanza, dove scambiarsi opinioni in vista degli incontri trimestrali del Consiglio.

Due condannati al processo

Fallimento “Milanesio” Hanno patteggiato una condanna di due anni e mezzo. E il loro avvocato, Gian Mario Civallero di Saluzzo, chiederà una pena alternativa, ovvero che siano affidati, per lo stesso periodo, ai servizi sociali e possano svolgere lavori “socialmente utili”. Parliamo dei due fratelli Cristoforo e Maria MiIanesio di Savigliano, rispettivamente presidente e componente del Consiglio di Amministrazione della “Metalmeccanica Milanesio” di Moretta, che la settimana scorsa sono stati condannati dal Tribunale di Saluzzo (Pubblico Ministero Cristina Bianconi) per il fallimento, nel novembre del 2008, proprio della loro azienda. Si sono scoperti ammanchi per 2 milioni di euro: ai due fratelli Milanesio i giudici hanno contestato la bancarotta fraudolenta, distruttiva e documentale – le condotte illecite si sono reiterate dal 2001 al 2008 – oltre a reati fiscali, quali una mancata presentazione della dichiarazione Iva per il 2005 e il 2007 (in tutto 349 mila euro che avrebbero dovuto versare allo Stato che adesso chiederà di poter accedere al passivo). Giorgo Gullino, il terzo componente del Consiglio di Amministrazione della Milanesio, aveva già patteggiato, in sede di udienza preliminare, una pena di 14 mesi. La Milanesio, che si era specializzata nella manutenzione dei treni, aveva 26 dipendenti. Dopo il fallimento è stata acquistata dalla Gtt: ora si chiama “Meccanica Moretta” ed ha parzialmente ripreso ad operare.

Mentre nel centrodestra permane una certa qual “calma piatta”, nel centrosinistra c’è sempre grande fibrillazione. Infatti, nella coalizione che amministra la nostra città, alcuni gruppi cercano di acquisire più visibilità e di ottenere un maggiore peso politico. Tra i gruppi più attivi, c’è quello della lista “Civica per Soave” che la scorsa settimana ha indetto una riunione con Tullio Ponso e Claudio Napoli, rispettivamente consigliere regionale e coordinatore cittadino dell’Italia dei Valori. All’incontro c’erano il capogruppo della “Civica”, Fulvio D’Alessandro, ed il consigliere comunale Carmine Bonino, esponente di spicco del

Carmine Bonino (Civica)

Tullio Ponso (Idv)

gruppo di maggioranza. Sembra che la “chiacchierata”, o forse qualcosa di più, sia stata organizzata dal “vulcanico Carmine” che, secondo voci attendibili, è ormai entrato nello staff di Ponso. Non è dato sapere esattamente gli argomenti trattati durante il summit, ma pa-

re non sia emersa alcuna disponibilità “federativa” da parte della lista “Civica per Soave” con il partito dell’ex magistrato Antonio Di Pietro, bensì solo una disponibilità a considerare l’ex sindaco di Cervasca, che è originario della Cavallotta, quale referente in Regione per ogni neces-

sità o istanza. Non è però da escludere che in prospettiva si possano aprire spazi di collaborazione politica e di confronto su specifiche tematiche locali, pur mantenendo, ognuno, la propria identità. Comunque, si dice che la riunione sia servita a rafforzare l’idillio tra gli esponenti della lista “Civica per Soave” e l’Idv, anche se per il momento sembra che siano state solo gettate le basi di un futuro cammino comune. Alcuni addetti ai lavori, però, ipotizzano già un travaso di esperienze politiche (D’Alessandro?) che potrebbero cambiare lo scenario politico locale. In futuro si vedranno gli eventuali sviluppi. d.p.

Savigliano-Torino: il diretto della politica di Pietro Francesco Toselli

«Sull’ospedale, allarmismo lanciato ad arte» A fronte di un aumento della domanda di salute e assistenza, legata anche al progressivo invecchiamento della popolazione, la sfida più difficile che oggi devono affrontare i Comuni e la Regione è quello di riuscire almeno a garantire i medesimi servizi esistenti. È un impegno che la Giunta regionale si è presa al momento del voto, pur di fronte a una situazione finanziaria di grave deficit ereditata dalla Giunta Bresso, che non ha mai voluto o potuto mettere seriamente mano alla riforma della sanità piemontese. Oggi ci troviamo a dover fare scelte difficili. In molte parti del Pie-

monte, soprattutto nelle province, esistono livelli elevati di assistenza socio-sanitaria e non ci sono molti sprechi, anche se si è assistito alla moltiplicazione dei reparti “doppione”. Nell’area torinese, a una spesa eccessiva si uniscono livelli in alcuni casi scadenti dei servizi. L’assessore Ferrero ha dunque messo mano a questa situazione con il primo obiettivo di realizzare un “piano di rientro”, riducendo cioè la spesa per evitare che il governo imponesse un commissario, come è avvenuto in Lazio. Sarebbe stato disastroso per la nostra sanità, oltre che umiliante.

Dal piano di rientro presentato in questi giorni in Consiglio regionale emerge un ruolo importante per Savigliano, che conserva il Dea di primo livello, cioè quello attuale, subito dopo il Dea di secondo livello che è collocato a Cuneo. In una scala di cinque livelli, il SS. Annunziata è al secondo gradino, a conferma della rilevanza del nostro nosocomio, nonostante l’allarmismo lanciato ad arte anche dall’amministrazione comunale. Ora si presenta un secondo problema all’orizzonte, la previsione cioè che i consorzi socioassistenziali vengano soppressi,

sulla base di una legge nazionale. Le competenze dovrebbero tornare in mano ai Comuni, singoli o associati, oppure essere gestite direttamente dalle Asl. È opportuno fare una riflessione anche su questo aspetto, senza chiudersi a difesa dell’esistente che ha ben funzionato, ma può sempre essere migliorato.


GIOVEDÌ 3 MARZO 2011 IL SAVIGLIANESE 13


14

giovedì 3 marzo 2011

TEATRO

“Chi trop a veul” con attori esordienti

Gàdan di nuovo in scena La Gàdan Artistic Band ritorna sulla scene in occasione del carnevale 2011, proponendo un classico, la commedia “Chi trop a veul” sabato 5 e lunedì 7 marzo alle ore 21 presso il Salone S. Giorgio. Lo spettacolo, con la regia di Michele Curti, prevede un ricco cast di interpeti per una serata di divertimento assicurato. Nei panni del comandante dei vigili Gustavo Sarotto ci sarà Dario Marengo; il vigile Serafino sarà Piero Alessio, Beatrice sarà interpretata da Silvia Illechiani, Don Fulgenzio e Censino da Fabrizio Rosso e Luca Tosco,Tilda da Do-

natella Marengo, Lorella De Luca da Valentina Leone, Lia da Nadia Curcetti; il geometra Castagna sarà impersonato da Diego Testa, mentre per il personaggio di Suor Adolfa gli autori restano nel vago ed invitano a recarsi a teatro per scoprire chi le darà vita. Negli intervalli dello spettacolo si esibirà dal vivo una giovane band cavallermaggiorese. La prevendita è già in corso presso l’edicola; i biglietti costano 7 euro; si consiglia a chi è interessato ad assistere allo spettacolo di affrettarsi perché stanno andando letteralmente a ruba!

cavallermaggiore

PRIMO PIANO La ditta Nicola ha recuperato l’immagine della Vergine

Santuario: restaurato l’affresco

IN BREVE Auto fuori strada

Ferita giovane donna Lunedì mattina, 28 febbraio, verso le 7.40, sulla strada provinciale 183 tra Scarnafigi e Moretta, una giovane donna di Cavallermaggiore ha perso il controllo della sua autovettura, una Fiat 600, che è uscita di strada. Leggere ferite per la conducente.

L’affresco della Vergine dopo il restauro

Al termine del recente restauro, voluto e finanziato da Catterina Seia e dalla Banca di credito Cooperativo di Cherasco, è stato mostrato sabato scorso ad un numero-

so pubblico nel Santuario della B.V. delle Grazie l’affresco che raffigura la Madonna. In occasione della cerimonia di inaugurazione hanno preso la parola il Sindaco Baravalle, l’Assessore alla cultura Racca, il consigliere regionale Pietro Francesco Toselli,Walter Canavesio della Soprintendenza per i beni storici, artistici ed etnoantropologici del Piemonte ed Anna Rosa Nicola della Nicola restauri, che con il marito Nicola Pisano ha eseguito l’intervento. Il restauro è stato spiegato con l’ausilio di un breve filmato. Walter Canavesio ed Anna Rosa Nicola hanno ricordato la storia del dipinto, eseguito probabilmente nella prima metà del ‘400, pochi anni dopo la data indicata dallo storico Bonanate (1393). In seguito il dipinto, realizzato su un pilone che sorgeva lungo la via di Macra (secondo la tradizione la Vergine apparve al sordomuto Bongianino proprio con le sembianze di quell’affresco) venne incorporato in una cappella, e spostato all’interno del piccolo edificio dal lato destro al coro. Nel 1681 vi fu il primo restauro, eseguito da Valerio Demarie (o Dullaria) forse per porre rimedio ai danni causati dal cambiamento di collocazione. Nel 1803 il dipinto fu portato all’interno di S. Agostino e posizionato sopra

l’altare dove ancor oggi si trova dal Sindaco Bonanate; la chiesa degli agostiniani divenne, da allora, il Santuario della B.V. delle Grazie. Proprio nel 1803 si realizzò un secondo restauro dell’affresco che lasciò a vista solo il volto della Madonna, modificando l’immagine; la veste rossa fu coperta con foglia d’oro, il giro vita fu abbassato ed ampliato, le braccia originali, aperte e distese verso il basso, furono cancellate e ridipinte aperte verso l’alto (ecco perché poi se ne vedevano quattro); sul capo venne aggiunta una corona d’oro. Nell’eseguire l’attuale restauro, con il placet della Soprintendenza, si è deciso di conservare, oltre alla parte del ‘400, l’integrazione del 1681, che è in accordo con l’originale. Sono state, invece, eliminate le integrazioni successive, di qualità scadente, eccetto la corona. La Vergine ha riacquistato così il suo primitivo aspetto, che mette in evidenza il meraviglioso incarnato del volto, realizzato a calce su una base ad affresco verde terra. Un’immagine delicata ed armoniosa, che rimanda ad una pittura “cortese” e recupera un tesoro, di arte e di fede, per la nostra città. Luca Martini

“Melaverde” alla Campiello

Servizio che andrà in onda su Rete 4

POLITICA Si avvicinano le elezioni comunali

In questi giorni, la troupe del programma televisivo “Melaverde”, condotto dal giornalista Edoardo Raspelli, realizzerà delle riprese presso lo stabilimento della Campiello di Cavallermaggiore dedicate all’argomento “lievitazione naturale”. A fine marzo, sarà trasmesso un servizio durante la trasmissione in onda su Rete Quattro, la domenica a mezzogiorno.

Duello o sfida a tre?

Crollo del Motturone

Il sindaco replica a Bellonio Il sindaco Baravalle risponde questa settimana con una lettera all’arch. Filippo Bellonio, che la settimana scorsa aveva commentato per il nostro giornale il crollo della torre del Motturone, edificio del ‘200 collassato in frazione Madonna del Pilone. Testo completo a pag. 26.

Loculi disponibili

Si possono prenotare Da lunedì 7 marzo si potranno prenotare loculi (in tutto 152, di prossima realizzazione) siti nel cimitero cittadino, sezione B. La domanda si dovrà compilare su apposito modello presso l’ufficio demografico. La durata della concessione dei loculi sarà di 40 anni dalla data di sottoscrizione. Il pagamento si dovrà effettuare versando un acconto del 50% al momento della prenotazione e il rimanente 50% prima della sottoscrizione della concessione. La prenotazione proseguirà fino ad esaurimento dei loculi e terminerà con l’ultimazione dei lavori di costruzione.

Gita dell’Avis

Giorni di febbrili consultazioni a Cavallermaggiore in vista delle elezioni della prossima primavera. Proviamo a riassumere la situazione. Al momento le certezze sembrano ormai essere due: Antonio Parodi si candiderà alla testa di una lista civica, contrapponendosi a Chiara Toselli che cercherà di dare continuità agli Indipendenti per Cavallermaggiore, progetto politico nato 12 anni fa, che ha caratterizzato la nostra cittadina negli ultimi due lustri. Oltre ai due “duellanti”, potrebbe inserirsi un terzo incomodo. Ma chi? C’è chi dice Franco Ferrero, capogruppo della minoranza pronto a proporre un suo programma con alcuni compagni di opposizione ed

alcune novità; c’è chi dice il dott. Gianni Bovolo, presidente del Panathlon, che potrebbe essere interessato ad entrare nell’agone politico; c’è chi dice un gruppo organizzato (centro-destra? Lega?) sostenuto da qualche esponente locale. Insomma, il panorama politico amministrativo, fino a qualche tempo fa privo di candidati e più vuoto del deserto di Gobi, comincia ad essere affollato come Manhattan… Per ora, però, si può scommettere solo sul duo Parodi-Toselli. Il primo ha “arruolato” già buona parte della squadra, la seconda la sta completando. Con Parodi pare vi siano Domenico Rosso e Franco Rosso (responsabile dell’associazione Pau),

CARNEVALE Mostra e appuntamenti

Tutti in maschera!

All’isola d’Elba L’Avis cittadina, in collaborazione con Odeon Tour, organizza un viaggio all’isola d’Elba dal 13 al 15 maggio 2011. La quota di partecipazione è di 285 euro (supplemento singola 30 euro). La tariffa comprende, tra le altre cose, la degustazione di prodotti tipici e vini, pernottamento in hotel, visita alla villa napoleonica di S. Martino, a Porto Azzurro ed altre località di interesse. Iscrizioni fino al 30 aprile, con caparra di 80 euro. Per adesioni, tel. 0172/381632 o 328/5663273 (Lorenzo Ruatta).

Festa della donna

Centro d’incontro Martedì 8 marzo prossimo, nella sede del Centro d’incontro di Cavallermaggiore, è in programma un’iniziativa per celebrare insieme la festa della donna. Chi è interessato può recarsi nella sede di via Solferino a partire dalle ore 14.

Addio a “nonna Rita” Longo

Si è spenta all’età di 94 anni È mancata la scorsa settimana, all’età di 94 anni, Margherita Alemanno ved. Longo, pensionata. Era nata a Cavallermaggiore il 3 gennaio 1917 da una famiglia originaria di Poirino. Nel 1941 aveva sposato Domenico Longo, fondatore dell’omonima azienda per la produzione di erpici a disco e macchinari agricoli, attiva per molti anni in via Martinetto; aiutò poi il marito nel lavoro seguendo la parte amministrativa ed occupandosi della cura della famiglia. Persona seria, riservata e molto religiosa, lascia i figli Renato e Marilena, i nipoti Stefania e Marco con le rispettive famiglie. Il funerale è stato celebrato giovedì scorso nella chiesa di S. Michele. “Il Saviglianese” porge sentite condoglianze.

L’inaugurazione della mostra sul Carnevale sotto l’Ala Entrano nel vivo i festeggiamenti di Carnevale. Domenica scorsa le maschere cittadine Giaculin e Maria Catlina – impersonate da Fabrizio Rosso, che ha sostituito Diego Testa, e da Nadia Curcetti – hanno presenziato a Saluzzo. Purtroppo quest’anno il gruppo folkloristico non ha potuto realizzare il carro allegorico, una importante tradizione che si spera possa riprendere nel 2012. Restano, comunque, numerosi gli appuntamenti in programma. Domenica 6 marzo, alle ore 20, con le maschere di tutti i paesi, ci sarà un’apericena all’Evita al costo di 18 euro (prevendita presso “Non solo fiori” e presso la mostra fotografica storica entro il 2 marzo). Nella stessa giornata, Giaculin e Maria Catlina parteciperanno in piazza all’evento per i 150 anni dell’Unità d’Italia. Lunedì 7 marzo, alle ore 15, in piazza San Michele, sarà invece la volta del “Carnevale dei piccini”, con un concorso dedicato alle maschere più originali, merenda, giochi, balli e canti. Si potrà, inoltre visitare la bellissima mostra fotografica storica con le immagini dei carnevali cavallermaggioresi dal 1924 ai giorni nostri, costumi, coppe, oggetti di cartapesta fino al 4 maggio presso l’ala (ore pomeridiane) e nei giorni 5, 6 e 7 marzo nella sala comunale. L’evento, organizzato da Michele Sola e Juccio Devale, è stato inaugurato sabato scorso e sta riscuotendo grande successo. Osservare immagini del passato con feste, colori, volti è davvero emozionante. All’inaugurazione, presentata da Paola Marengo, hanno partecipato i promotori, il sindaco, che ha consegnato le chiavi della città a Giaculin e Maria Catlina con paggi e damigelle, e le maschere di Racconigi (Giandoja) e Saluzzo (Ciaferlin). «Desidero ringraziare di cuore – ha detto Michele Sola – Maria Martini e il gruppo folkloristico per il sostegno dato all’iniziativa».

Si va verso il voto: seggi aperti, probabilmente, a maggio

Beppe Mulassano, oltre a Tino Testa, Roberto Cigna e Davide Sannazzaro di “Cavallermaggiore Viva”. La parte femminile dovrebbe essere rappresentata da due giovani Raffaella Carità e Patrizia Bravo (di Madonna del Pilone). Sembra invece che la Toselli intenda schierare la batteria di fuoco del Consiglio uscente, formata da Domenico Racca, Tere

ITALIA

Martini, Sergio Poracchia ed Enrico Dabbene, rinnovata da Michelino Fumero, Diego Testa e forse Riccardo Mondino. Non si conosce, al momento, la posizione di Alessandro Abrate. Fin qui le persone, in attesa del secondo elemento fondamentale in vista delle elezioni: i programmi per il futuro della città. L.M.

150 Celebrazioni in piazza

Festa per l’unità nazionale In anticipo rispetto all’inaugurazione dei festeggiamenti del 150° compleanno della nazione, la nostra comunità parteciperà domenica 6 marzo 2011 alla ricorrenza, realizzando una grande forma dell’Italia in piazza S. Michele. Tutti potranno contribuire. Trainata dai 700 studenti e dagli insegnanti dell’Istituto comprensivo, Cavallermaggiore parteciperà infatti alla tappa del progetto “Italiæ, 150 eventi in piazza per ri-disegnare l’Italia”, un grand tour del Dipartimento Educazione del Castello di Rivoli che coinvolge 150 città per ripensare al concetto di italianità oggi. Avviato il 17 marzo 2010 in Piazza San Carlo a Torino, il progetto Italiæ - con il dittongo in riferimento ai tanti possibili sguardi sulla ricchezza, varietà e complessità dell’Italia - ha aperto l’anno scolastico 2010/2011 con la Presidenza della Repubblica, e sino ad oggi ha coinvolto oltre 30.000 persone. Il 6 marzo, in Piazza San Michele, a partire dalle ore 10, i bambini e le loro famiglie, i giovani e le scuole, gli anziani, le associazioni, la biblioteca, l’UniTre, si riuniranno tutti in una grande operazione col-

lettiva, gioiosa, memorabile, piena di energia, ma soprattutto di costruzione di senso sul significato di essere italiani, oggi.Tutta la comunità, come detto, ridisegnerà una grande forma geografica dell’Italia, in riferimento alle opere degli artisti contemporanei presenti nella collezione del Castello di Rivoli: Luciano Fabro, Maurizio Cattelan, Michelangelo Pistoletto, Alighiero Boetti. In occasione del progetto tutte le scuole di Cavallermaggiore hanno avviato un programma formativo per i bambini e i ragazzi sul tema dell’ecosostenibilità e sul valore del paesaggio, la chiave di lettura che la città vuole utilizzare per disegnare la sua Italia. L’Italia di Cavallermaggiore tradurrà la riflessione con un grande oggetto tangibile, sorprendente: un manifesto sull’identità locale della città nel contesto globale del Paese. Italiae a Cavallermaggiore è un’iniziativa promossa dal Comune e da SusaCulture project, nell’ambito del progetto a cura del Dipartimento Educazione del Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea.


genola

CHIESA

Hanno concluso il corso di preparazione e maturazione

I fidanzati che diventano... sposi Il corso in preparazione al matrimonio, che si è svolto nei vari weekend da novembre a febbraio, ha visto coinvolte 12 coppie che prossimamente coroneranno il loro sogno d’amore unendosi in matrimonio. Sabato 26 febbraio scorso, durante la Messa delle 18, insieme alle coppie che li hanno accompagnati, hanno concluso questo percorso di preparazione e di maturazione. Partendo da un Vangelo perfettamente in sintonia con quello che deve essere lo spirito del matrimonio – non affannarsi per le cose materiali, ma rivolgere il proprio sguardo verso ciò che è il sublime messaggio divino – don Marco ha sottolineato l’importanza dell’affrontare un passo così importante con impegno e coscienza, in un momento molto particolare in cui tante

IN SCENA

giovedì 3 marzo 2011

15

BREVI DA GENOLA Tamponamento

Sulla Provinciale 20 Tamponamento lunedì 28 febbraio, intorno a mezzogiorno, sulla Provinciale n. 20 a Genola all’altezza del concessionario Volkswagen Autofontana. Sono rimaste coinvolte due autovetture che procedevano nello stesso senso di marcia: una Seat Althea condotta da un giovane di Savigliano, e un Nissan Pick Up alla cui guida c’era un persona di mezza età sempre di Savigliano. Uno dei due conducenti, in seguito all’urto, è rimasto ferito.

Oratorio

Un entusiasmo contagioso I fidanzati che hanno terminato il corso di avvicinamento al Sacramento del matrimonio

sono le insidie che minano un’unione. Le coppie, palesemente felici per il particolare ed idilliaco momento che stanno vivendo, hanno poi condiviso la se-

rata con una cena nei saloni parrocchiali augurandosi un futuro sereno e pieno d’amore. Stefania Aimetta

Risate assicurate con il ciclo di commedie dialettali

Successo per la prima di “Tre venner a teatro”

La Compagnia ‘d la Vila di Verzuolo sarà protagonista venerdì sera con la sua commedia

È stato un successo di pubblico e un trionfo di risate la prima serata dedicata al teatro dialettale di venerdì 25 febbraio. La Compagnia teatrale Siparietto San Matteo di Moncalieri ha proposto la commedia “Felice ma nen trop” che ha saputo coinvolgere e divertire il numeroso pubblico con una storia di intrecci famigliari e di simpatici retroscena ben interpretati dagli amici di Moncalieri. Gli spettatori sono stati accolti con un delizioso dolcetto e le signore sono state congedate con un gradito omaggio floreale all’uscita della serata, il tutto offerto dall’amministrazione comunale. Una serata ben riuscita – con il patrocinio del Comune di Genola, dell’assessorato alla Cultura e della Compagnia Teatrale “El Fornel” e “Sipari sul Piemont” – che facilmente troverà un seguito nel prossimo appuntamento di venerdì 11 marzo con la compagnia teatrale “D’la Vila” di Verzuolo con “Son trova-me … en paradis”.

Da anni il team dell’Azione Cattolica Ragazzi regala pomeriggi in oratorio che sono importanti nella crescita dei ragazzi. Un momento che permette ai più piccoli di maturare nella socializzazione e nella fede, attraverso giochi itineranti e proposte collettive di laboratorio. Oltre all’appuntamento settimanale del sabato pomeriggio, l’Azione cattolica Ragazzi ha organizzato per sabato 5 marzo una giornata in maschera in collaborazione con l’Associazione In Cortile. Tutti i bambini sono invitati in costume per fare così carnevale insieme. L’appuntamento è dalle ore 15 alle ore 18.

Trucco & Parrucco

Corso al bar Cittadella La Finestra Società Cooperativa Sociale Onlus ha ideato ed organizzato per domenica 6 marzo dalle ore 15 alle ore 18 la “vera festa di Carnevale”. L’evento, dal titolo “Trucco & Parrucco”, prevede la fase di trucco e preparazione delle maschere. Seguirà un buffet e successivamente la gara delle maschere. La quota di partecipazione è di 5 euro. La manifestazione si terrà presso il bar Cittadella di via Castello 16 a Genola. Per informazioni telefonare allo 0172.648130.

“Aperidonna”

Mimose, cocktail e stuzzicherie Martedì 8 marzo, il bar La Cittadella in via Castello 16, in occasione della Festa della Donna, organizza e propone un “Aperidonna”: mimose, cocktail e stuzzicherie a partire dalle ore 17.30 e fino alle ore 20.30. Appuntamento immancabile per tutto il gentil sesso e per gli uomini che vogliono fare una bella sorpresa alle donne.


16

marene

giovedì 3 marzo 2011

LAVORO

Preoccupati i dipendenti

Quale futuro per la ditta Ipa Laker? Forse soltanto gli specialisti del settore conoscono l’azienda Ipa Laker, che vanta una tradizione ultratrentennale nella costruzione di macchine per la lavorazione d’argille utilizzate per la produzione di laterizi e di ceramiche. La società, fondata nel 1965, si dedicava inizialmente alla manutenzione delle macchine, poi passò alla loro progettazione e costruzione e nel 1977 ideò e brevettò il selezionatore d’argilla, una macchina che rivoluzionò il procedimento di purificazione delle argille. La storia di Ipa Laker è legata da alcuni anni a quella della più conosciuta azienda locale Tecno.Sa.Mec.: quest’ultima iniziò la sua attività nel 1974, specializzandosi nella produzione di automatismi per l’industria dei laterizi e di macchine per la lavorazione di vetri per uso automobilistico. Nel 1991 la Tecno.Sa.Mec. fu rilevata dal Gruppo Bongioanni, ampliando la sua produzione con la realizzazione di linee di taglio e di alimentazione gallette e automatismi per tegole: con l’uscita dal mercato del gruppo fossanese, Tecno.sa.mec è stata rilevata da IPA Group, di cui è entrata a far parte come divisione produttiva di Ipa Laker, mantenendo la struttura produttiva nello storico stabilimento di Marene. L’ex Tecno.sa.mec., e con essa Ipa Laker, conosce ormai diverso tempo un periodo di crisi: tutto ebbe inizio nel 2009, quando i dipendenti fecero un anno di cassa integrazione ordinaria per un calo delle commesse, poi il 7 febbraio 2010 si passò ad un anno di cassa integrazione straordinaria. Ma le brutte notizie per i dipendenti Ipa Laker non sono tutte qui: come ci spiega il sindacalista della Fiom Cgl Pierandrea Cavallero, che ha seguito tutta la vicenda, «a fine 2010 l’a-

zienda ha comunicato l’intenzione di cessare totalmente l’attività su Marene, e parzialmente sugli altri due stabilimenti di Asti e Cadoneghe, in provincia di Padova». Come se non bastasse, a partire da ottobre 2010, i 22 operai in forza presso lo stabilimento marenese sono senza alcun reddito per l’impossibilità dell’azienda di continuare a provvedere al pagamento della cassa integrazione: è notizia dell’8 febbraio scorso della richiesta della “cassa in deroga”, che garantirà in questo modo agli operai un piccolo stipendio mensile. I dipendenti, come precisa Cavallero, «sono in attesa che il Tribunale di Asti prenda in mano la situazione i primi di marzo e nomini un curatore». Quali sono le prospettive per i dipendenti marenesi? «Si passerà – risponde Cavallero – ad un anno di “cassa integrazione straordinaria per cessata attività” ed ai dipendenti verranno riconosciute le mensilità (comprese di ferie, trattamenti di fine rapporto) non assegnate finora». L’umore dei dipendenti marenesi dell’azienda è pessimo: «Speriamo innanzitutto – dicono – che ci vengano riconosciuti i soldi che ci sono dovuti, per noi è stato molto duro affrontare questi mesi senza nemmeno la “cassa”: molti di noi sono padri di famiglia…». Le prospettive per la Tecno.sa.mec. sembrano tutt’altro che incoraggianti: «Ad oggi non ci sono prospettive di ripresa produttiva nello stabilimento di Marene» aggiunge Cavallero, «e per questo è importante valutare le possibilità di ricollocazione dei dipendenti». A questo proposito, giovedì prossimo gli operai (accompagnati da Cavallero) incontreranno il sindaco Pelissero: insieme si penserà a «mezzi e strade per la ricollocazione». Albina Ambrogio

IN BREVE Avis, consuntivo 2010

«Molto soddisfatto» il presidente Prato Anche per la sezione Avis marenese l’inizio del 2011 è tempo di bilanci riguardo l’attività dell’anno appena trascorso. Il presidente Michele Prato si dichiara «molto soddisfatto per le donazioni e il numero dei tesserati»: le donazioni effettuate nel 2010 sono state 521, di cui 402 di sangue intero e 119 di plasmaferesi. «I donatori – prosegue Prato – in totale sono 220: rispetto all’anno precedente le donazioni sono diminuite di 6 punti, con 8 donatori in meno. Questo però vuole dire che è migliorata la media delle donazioni di ogni singolo avisino». Anche per il 2011 il presidente ha un sogno nel cassetto: «il mio desiderio è che l’anno nuovo porti nuovi iscritti, in particolar modo giovani. Basta poco per salvare una vita: la donazione è un atto di solidarietà verso le persone che soffrono e che hanno bisogno di noi». La prossima giornata di prelievo del sangue a Marene è prevista per domenica 27 marzo.

Unità d’Italia

Incontro con Soave ed Ambroggio In occasione della ricorrenza del 150° dell’Unità d’Italia, il Comune organizza un incontro sul tema con il prof. Sergio Soave e con il prof. Giulio Ambroggio, che si terrà presso la sala consiliare venerdì 11 marzo alle ore 21. È inoltre notizia di questi giorni che l’amministrazione comunale stia valutando la possibilità di illuminare la torre civica col tricolore.

CRONACA

Due rumeni arrestati in flagrante dai Carabinieri

Presi i clonatori di bancomat

I due rumeni avevano appiccicato uno “skimmer” allo sportello, per clonare le carte bancomat

Come abbiamo raccontato sulle pagine del nostro giornale, sabato 22 gennaio lo sportello bancomat della filiale marenese del Credito Cooperativo di Cherasco era stato protagonista della tentata (e riuscita) clonazione delle carte di alcuni clienti. È di alcuni giorni fa la notizia degli importanti sviluppi che ha avuto la vicenda: i Carabinieri di Savigliano e Marene hanno, infatti, arrestato in flagranza di reato P.I., 30 anni e P.C., 20 anni, domiciliati rispettivamente a Torino e a Pinerolo, entrambi cittadini rumeni. I due malviventi sono i responsabili dell’installazione di apparecchiature che avevano lo scopo di intercettare, impedi-

EVENTO

re o interrompere le comunicazioni allo sportello bancomat. L’apparecchiatura, uno “skimmer”, installata dai due rumeni presso lo sportello bancomat della filiale marenese della Bcc era composta da circuiti stampati collegati ad una microcamera autoalimentata, il tutto contenuto all’interno di una struttura in legno compensato fissata allo sportello con nastro biadesivo, e di una piastra plastificata applicata sulla fessura di accesso delle tessere. All’interno della piastra si trovava un dispositivo in grado di riprodurre il codice della banda magnetica: l’apparecchiatura doveva servire a clonare le carte bancomat e, con l’ausilio di una mi-

nuscola telecamera, memorizzare il codice Pin su un supporto informatico. Ma come sono state utilizzate le informazioni “rubate”? I dati, grazie ad un programma di gestione per bande magnetiche, sono stati trasferiti su un’altra tessera plastificata con le stesse caratteristiche di una carta di credito o bancomat, ed utilizzati per effettuare prelievi e altre operazioni, almeno fino a quando i malcapitati utenti o il sistema antifrode del circuito bancario non ha disabilitato le carte clonate. Il modus operandi degli arrestati non era nuovo per i Carabinieri, anche alla luce di casi simili avvenuti recentemente in diversi centri del saviglianese: l’attività mirata di controllo è stata così intensificata, consentendo in breve tempo l’identificazione degli autori del reato. Al momento, su richiesta della Procura della Repubblica, gli arresti sono stati convalidati. Come ci spiega il Capitano Marco Campaldini, Comandante della Compagnia di Savigliano, «tenuto conto delle diverse denunce ricevute nelle ultime settimane, abbiamo intensificato la vigilanza presso tutti gli istituti di credito, che hanno fornito la massima collaborazione anche sotto il profilo informativo. L’attività investigativa posta in essere ha permesso di identificare gli stranieri che, vistisi scoperti, non hanno opposto resistenza e sono stati associati al carcere di Saluzzo». A.A.

Si è tenuta la prima riunione del Consiglio comunale dei ragazzi

I piccoli politici sono “molto meglio” dei grandi L’attesa fra i ragazzi della scuola primaria era tanta, e finalmente sabato 26 febbraio si è riunito, per la prima seduta ufficiale, il Consiglio comunale dei ragazzi. Eccezionalmente i giovani consiglieri sono stati convocati nei locali della scuola, così da permettere a tutti i ragazzi delle classi quarte e quinte, che hanno partecipato alle elezioni, di essere presenti come pubblico. A fare gli “onori di casa” il sindaco Pelissero, accompagnato dall’immancabile segretario Paolo Mana, che ha brevemente illustrato il Regolamento del Consiglio: la sua elezione, il suo funzionamento, ma soprattutto il suo potere d’iniziativa per convocare una seduta. Dopo l’appello dei presenti e la consueta “verifica di compatibilità” degli eletti, il sindaco ha ascoltato la presentazione dei giovani consiglieri e le proposte contenute nelle loro liste elettorali. L’originalità nei programmi dei ragazzi non è mancata, sia in merito alla scuola che il paese: da “dipingiamo insieme i muri delle aule” a “creiamo i servizi per i disabili”, da “attrezziamo il cortile con giochi e campo da calcio” a “proponiamo incontri sul tema del bullismo, sia per i bambini che per i genitori”. Qualcuno vorrebbe “la mensa a scuola”, altri “un’aula da dedicare all’arte ed una alla musica”. Ai ragazzi non mancano le idee per il paese: c’è chi propone più servizi “per le zo-

LUDOTECA

ne di campagna” e chi chiede “i bagni pubblici”, chi ipotizza “giornate per pulire Marene dai rifiuti abbandonati per strada” o “lampioni alimentati grazie ai pannelli solari”. I giovani consiglieri, consapevoli dei costi per realizzare le loro proposte, hanno avanzato idee anche sul reperimento dei finanziamenti, ad esempio attraverso la vendita di calendari e giornalini scolastici. A “tirare le fila” è stato il sindaco Pelissero che, dimostrando di apprezzare e condividere molte delle idee

dei consiglieri, li ha invitati a riunirsi «prima della prossima convocazione per mettere in chiaro quali punti sono da valutare e realizzare insieme». La proposta con cui si è chiusa la prima seduta del Consiglio è stata, all’unanimità, quella di «fare un’azione di sensibilizzazione nei confronti degli alunni della scuola e di tutti i cittadini al fine di esporre e promuovere il tricolore, proprio in occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia». A.A.

I giovani componenti del Consiglio hanno esposto per loro proposte per il bene di Marene

I bambini saranno stimolati all’uso di diverse tecniche artistiche

Impareranno dal “découpage” di Matisse La ludoteca “La capanna dei birbanti” da febbraio è di nuovo aperta con nuovi e divertenti laboratori, come quelli di cucina per bambini. Il prossimo appuntamento sarà sabato 5 marzo dalle ore 16, per una divertente festa di Carnevale in maschera con merenda, giochi e balli. I mesi di marzo e aprile saranno, invece, all’insegna dell’arte, con una serie di iniziative legate alle opere del pittore, incisore, illustratore e scultore francese Henri

Matisse, che sarà in mostra a Brescia, al museo di Santa Giulia, fino al 12 giugno prossimo. L’educatrice Valentina Di Gioia, che ha preparato il progetto e lo seguirà nello svolgimento, ci spiega: «Matisse scriveva che bisogna guardare la vita con gli occhi dei bambini e, proprio a partire dall’estro di questo pittore, saranno proposti laboratori nei quali i bambini dovranno mettersi in gioco nella creazione di opere di fantasia, con tecniche e materiali diversi, inu-

suali e divertenti». Attraverso delle valigie colorate, verrà ripercorso il viaggio artistico di Matisse: i bambini entreranno in un mondo colorato e ogni valigia sarà lo spunto per un’attività creativa, con vari tipi di tecniche e con un approccio diverso. Per esempio, prosegue Valentina, «non tutti sanno che fu proprio lui il primo ad utilizzare la tecnica delle carte ritagliate, meglio conosciuta come découpage». Ecco l’elenco degli appuntamenti con l’ar-

te coloratissima di Matisse: mercoledì 2 marzo, con “un regalo d’autore”, i bambini hanno sperimentato diverse tecniche artistiche; mercoledì 16 marzo sarà la volta delle “emozioni a colori” e mercoledì 30 marzo di “danza, musica e arte”, per danzare le emozioni e creare opere d’arte in modo originale. Il 6 aprile si proseguirà con il découpage e mercoledì 13 aprile con la “body art”, ovvero il corpo come mezzo espressivo.


GIOVEDÌ 3 MARZO 2011 IL SAVIGLIANESE 17


18

murello - monasterolo

giovedì 3 marzo 2011

BREVI DA MURELLO Consiglio comunale

Discusse le aliquote Ici ed Irpef Giovedì 3 marzo, con inizio alle ore 20.30, si terrà il Consiglio comunale.Tra i punti in discussione, il piano delle alienazioni e delle valorizzazioni immobiliari del Comune, la determinazione per il 2011 delle aliquote Ici ed Irpef, il gettone di presenza per i consiglieri, il bilancio di previsione dell’esercizio finanziario 2011. Si dovranno anche approvare le convenzioni, in forma associata, della Commissione locale per i Paesaggio e quella delle funzioni di Polizia locale, Cultura e settore sociale tra i Comuni di Racconigi, Cavallerleone e Murello. Infine, la presa d’atto del Piano di Salute del distretto di Savigliano e Fossano, e le azioni per l’affidamento del servizio idrico integrato al gestore unitario dell’Ato n. 4 Cuneese.

Era la moglie di Sergio Luino

Scomparsa Maura Villois Stava mangiando una pizza a casa degli suoceri, quando è morta a causa di un malore improvviso. Maura Villois aveva 39 anni, era sposata con il murellese Sergio Luino. La sua scomparsa, avvenuta sabato scorso, ha lasciato esterefatti e addolorati i parenti, vano l’intervento del 118. La donna è stata trasportata all’ospedale SS. Annunziata di Savigliano, ultimo disperato tentativo di trarla in salvo. Restano le lacrime di chi l’ha conosciuta e il dovere di stare vicino alla piccola Noemi, che il prossimo settembre inizierà la prima elementare. I funerali sono stati celebrati presso la Chiesa Parrocchiale di S. Chiaffredo di Busca lo scorso 2 marzo.

MONASTEROLO

La delibera è della Giunta

Da assegnare quattro alloggi La Giunta, nella seduta del 21 febbraio scorso, ha deliberato il bando di concorso per l’assegnazione di quattro alloggi liberi, di proprietà comunale, situati in via Mazzini ai numeri 26/30/32. Il modulo per le domande è reperibile presso l’ufficio segreteria (dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12, e nei pomeriggi di lunedì e giovedì dalle 14 alle 16) oppure è scaricabile dal sito del comune. Tra i requisiti necessari, essere cittadini italiani anagraficamente residenti nel comune da almeno un anno,

ed avere un reddito annuo complessivo del nucleo familiare fiscalmente imponibile, desumibile dall’ultima dichiarazione dei redditi, non superiore al limite per l’accesso all’edilizia sovvenzionata (per le famiglie di nuova formazione, il reddito annuo complessivo è costituito dalla somma dei redditi percepiti da ciascuno dei nubendi). Infine, non avere avuto precedenti assegnazioni di alloggi realizzati con contributi pubblici o finanziamenti agevolati. r.o.

MONASTEROLO A scuola si impara l’inglese giocando

Da Londra ecco Miss Parker Martedì 8 febbraio nella scuola primaria è arrivata, direttamente da Londra, Miss Dolly Parker, un’insegnante inglese originale e stravagante che, assistita dal suo fedele cane “Acciughina”, per tutta la mattinata, ha coinvolto gli alunni in una lezione bizzarra e divertente. Impersonata dall’attrice Ginevra Parker Scaglia, con la collaborazione di Alessandra Kabat Camozzi, ha impegnato gli alunni in un laboratorio di gioco e mimo, movimento ed improvvisazione, seguito dallo spettacolo vero e proprio con tanto di scenografia, luci e suoni. Le due attrici, di madrelingua inglese e americana, da tempo promuovono a Torino e in varie scuole del Piemonte l’apprendimento della

MONASTEROLO

English ok con Miss Dolly

lingua inglese in un contesto creativo e di gioco nell’ambito del progetto “PlayinEnglish”. I ragazzi hanno potuto divertirsi migliorando la pronuncia, l’intonazione e l’accento ed imparando nuovi vocaboli e forme lessicali. È stata una mattinata istruttiva e ….speciale!

Su Rete 7 con Soave e Pelissero

Cavaglià all’Italia dei Comuni Venerdì 25 febbraio il sindaco Marco Cavaglià, assieme ai colleghi di Savigliano Sergio Soave e di Marene Edoardo Pelissero, è stato ospite dell’emittente Tv torinese Rete 7 per registrare la trasmissione “Italia dei Comuni”. Il programma, che andrà in onda giovedì 3 marzo alle ore 21, ha come obiettivo mettere a confronto la pubblica amministrazione con le imprese sul territorio della Regione Piemonte: un’ottima vetrina per conoscere il territorio ed un ottimo sistema di discussione tra pubblico e privato.

MURELLO

Si sono trovati dall’altro capo del mondo, in sud America

Quando Murello è in Argentina Novembre 2010. Cordoba, Argentina. In via Juan Diaz de Solis, il murellese Franco Ferrero lavora in giardino. Sta costruendo 2 tavole in legno per pranzare con gli amici. Mancano le viti. A trenta metri da casa, in via Florencio Sanchez, c’è una ferramenta. L’uomo, sulla cinquantina, dietro il bancone, riconoscendo l’accento di Franco, gli domanda se è italiano. «Sono di Torino», risponde Franco. «Mio nonno era piemontese: veniva da un paesino piccolo, in provincia di Cuneo», dice il proprietario della ferramenta. Quando questi pronuncia il nome di Murello, Franco non riesce a credere alle proprie orecchie. Ariel Vignola abbandona il suo bancone e segue Franco a casa. A loro si aggiunge il cavallerleonese Davide Damilano, che proprio in quei giorni si trova a Cordoba a far visita ai suoi parenti, i signori Vignola. È una festa, un rincorrersi di ricordi: la famiglia Vignola è una vecchia famiglia murellese che, nelle campagne circostanti, ha lasciato a testimonianza di sé un pilone votivo dedicato a S. Giovanni. «Uno dei fratelli Vignola», racconta Franco, «era compagno di caccia di mio padre». Franco si è trasferito in Argentina nel 1995 per lavoro; nel 98 ha conosciuto la sua attuale compagna Maria. Oggi, pensionato, vive per alcuni mesi a Cordoba e per il resto dell’anno a Murello. L’inverno appena trascorso in Argentina è stato foriero di numerose sorprese: Franco ha un altro curioso episodio da raccontare. «Ho fatto da contatto per una famiglia murellese che ha dei parenti a Rafaela, a 260 km da Cordoba. Ho così conosciuto una giovane coppia: il padre di lui, Edelvio Sandrone, è presidente dell’Asociación

MONASTEROLO

Ariel Vignola, Franco Ferrero, Davide Damilano e Maria, compagna di Franco

Cultural Piemontesa de Rafaela. Un giorno i due giovani sono venuti a trovarci, portandomi in dono un libro dal titolo “Piemontesi di origine”». Franco ha aperto il libro, e i suoi occhi sono caduti su una fotografia in bianco e nero, “el ciuchè ‘d Murel!”. È un misto di stupore, gioia e curiosità a spingerlo a voltare avidamente le pagine: «l’ho divorato quel libro», ci dice Franco. Tra le pagine altre fotografie catturano la sua attenzione: una di queste, scattata una ventina d’anni fa, ritrae alcuni murellesi, Tommaso Boglione, Beppe Ramello, Simone Varetto, Cesare Godano, Mada Sartoris. Franco guarda quei volti noti facendo fatica a trattenere la sorpresa. Ma è la lettura di quelle pagine ad emozionarlo più d’ogni altra cosa: l’autrice, Anna Maria Gramaglia, nata nella cascina di Robella Alta a Murello, ripercorre i propri ricordi e i racconti dei suoi avi. «Si parla di suor Maria e di suor Letizia: qualsiasi murellese della mia generazione le

ricorda. E poi si racconta l’episodio che, durante la seconda guerra mondiale, ha visto protagonisti una decina di nostri compaesani: i soldati tedeschi li avevano catturati e l’allora parroco don Pochettino aveva chiesto che venissero restituiti alle loro famiglie. In cambio avrebbero potuto prendere lui. Tra i 10 uomini salvati da don Pochettino, c’era anche mio padre». Si conclude così il racconto di Franco, una delle tante storie dei piemontesi in Argentina. Molti sono i fili invisibili che legano le nostre zone al sud-America, e spesso sono i più giovani a mantenerli vivi. E’ il caso dei tre ragazzi murellesi che oggi frequentano la terza media a Cavallermaggiore: Francesca, Andrea e Fabio, infatti, grazie ad un progetto avviato dalla scuola, intrattengono una corrispondenza con alcuni loro coetanei di Santa Fè. Chissà che un giorno non ci raccontino storie come quella di Franco. Silvia Godano

Ponso interroga la Giunta regionale sui finanziamenti

Pista ciclabile: ecco una nuova puntata Nuova puntata della vicenda della… mancata realizzazione della ciclabile tra Monasterolo e Savigliano. Arriva dalla risposta del vice presidente della Giunta Ugo Cavallera ad un’interrogazione urgente da parte del consigliere Tullio Ponso (IdV). «Cavallera mi ha rassicurato sul fatto che la Regione deve rispettare il vincolo statale per le risorse ricevute – dice Ponso – per cui i fondi previsti dalla Legge 366/1998, che ha affidato alle Regioni il compito di redigere i piani di riparto dei finanziamenti per la mobilità ciclistica e per la realizza-

MONASTEROLO

zione di percorsi ciclabili integrati, sulla base di progetti presentati da Comuni e Province restano a disposizione di questi interventi». E la Regione Piemonte aveva previsto per quest’intervento un contributo pari a 567.606,22 euro. Proprio per questo l’assessore regionale ai Trasporti Barbara Bonino ha chiesto alla collega al Bilancio Giovanna Quaglia di verificare se esistono le condizioni per garantire la riattivazione del piano di ripartizione delle risorse, all’interno del quale è inserito l’intervento per la pista ciclabile. Di ciò però,

Bisognerà aspettare ancora a lungo per la pista ciclabile?

spiega Ponso, «se ne riparlerà nel dibattito legato all’assestamento del bilancio regionale, che dovrà

essere approvato entro il prossimo mese di giugno». Paolo Biancardi

Incontri in biblioteca con i bimbi dell’asilo e della prima elementare

Leggere ai bambini può stimolare la loro fantasia “La piccola guardiana di oche”, “Lupodrillo” e “Le storia di Kika”. Questi sono solo alcuni dei titoli dei libri che Simona e Renzo hanno letto durante gli incontri di lettura che si sono svolti in biblioteca, rivolti in particolar modo ai bimbi dell’ultimo anno dell’asilo e a quelli della prima elementare. Leggere a loro, storie, specie ad alta voce, costituisce indubbiamente, come hanno ormai rilevato numerose ricerche, una pratica educativa di grande rilevan-

Molto importanti le letture in biblioteca per far crescere i più piccoli

za, viste le molte potenzialità che racchiude. Attenti e curiosi, i bambini seguono

il racconto, ed alle volte, con domande pertinenti, vogliono dei chiarimenti o delle

spiegazioni riguardo alle parole che non conoscono. Questi appuntamenti fanno parte di un’iniziativa che appoggia il progetto “Nati Per Leggere” e che la biblioteca ha profondamente favorito. Sia presso l’asilo che alla scuola primaria, queste esperienze, infatti, si configurano come uno stimolo significativo per lo sviluppo del linguaggio e della rappresentazione simbolica, oltre a motivare i bimbi e stimolarli alla lettura. Renzo Otella


GIOVEDÌ 3 MARZO 2011 IL SAVIGLIANESE 19


20

paesi

giovedì 3 marzo 2011

BREVI DAI PAESI “Giù la maschera”

Laboratorio teatrale

CARAMAGNA

Chiacchierata col presidente onorario Piero Demichelis

Avis, una realtà “giovane”

CARAMAGNA Giovedì 3 marzo, alle ore 20.30, presso la Biblioteca si terrà l’incontro dal tema “Giù la maschera”, all’interno del progetto “Apertamente” organizzato dal gruppo “Occasioni Caramagna”. Una serata di laboratorio teatrale in collaborazione con l’Associazione Culturale Itaca e Voci Erranti. I prossimi appuntamenti di “Apertamente” saranno giovedì 7 aprile con “Figli digitali” e giovedì 5 maggio con “Scopriamo l’arte”. Per informazioni, si può contattare la Biblioteca allo 0172.89004 o all’indirizzo e-mail okcasioni@gmail.com.

Festa di Carnevale

Si balla con Engele e Mimì CARAMAGNA Con o senza maschera si potrà partecipare alla Festa di Carnevale organizzata dalla Pro Loco sabato 5 marzo alle ore 21. Presso il Salone polivalente di piazza Boetti si balla con “Engele e Mimi”. Ingresso: 5 euro (gratis per i bambini fino a 12 anni). A tutti i partecipanti verranno offerte bugie e panettoni.

Oasi dei bimbi

Maschere al micronido CARAMAGNA Venerdì 4 marzo, alle ore 16, il micronido Oasi dei Bimbi apre le porte a tutti i piccoli per realizzare insieme mascherine e festeggiare il Carnevale con giochi e musica. I bambini possono venire mascherati e muniti di stelle filanti.

Certificati elettorali

Portarli in municipio CARAMAGNA L’amministrazione invita tutti i cittadini a presentarsi presso gli Uffici comunali con la propria tessera elettorale. Su questa, infatti, verrà apposto un tagliando di aggiornamento, in quanto i seggi sono stati trasferiti presso l’edificio delle scuole medie nuove (prima erano nei locali del cortile del municipio). Ciò richiede una modifica della tessera elettorale, attraverso un talloncino che verrà apposto direttamente in municipio, da parte dei funzionari addetti.

A maggio del 2010 la sezione ha festeggiato i suoi 45 anni di vita

Si sono svolte la settimana scorse le elezioni per il rinnovo del direttivo dell’Avis. Riconfermati il presidente Claudio Bono, il presidente onorario Piero Demichelis, il vice presidente Ivano Cominetti, il segretario Giovanni Badellino. Come i consiglieri Andrea Brunetto, Giovanni Emanuel e Stefano Osella. Il Collegio dei Sindaci è formato da Celestino Bono (presidente), Andrea Osella e Daniela Oddenino. Fondata nel novembre del 1965, la sezione Avis si trova in via San Biagio 36 (tel. 0172.89775) ed

attualmente può contare su circa 150 soci, di cui una trentina le donne e oltre un centinaio sotto la soglia dei 50 anni: la media è di 41,7 anni. Un’attenzione prevalente nei confronti dei giovani, «proprio per questo una decina di anni fa, sotto la mia presidenza – racconta Pietro Demichelis che ha retto la sezione per quasi 40 anni, dal 1970 al 2009 – prese vita l’iniziativa, che dura ancora oggi, di inviare ai neomaggiorenni di Caramagna, in occasione del loro 18° compleanno, un biglietto di auguri personalizzato Avis, con all’interno un in-

vito a donare il sangue». Giovani che si sentono invogliati e stimolati: «proprio per questo vengono quantomeno a conoscere l’Avis e la sua funzione sociale». Quarant’anni di Avis, «l’associazione, dalla nascita ad oggi, ha avuto come presidenti il Conte Boetti, uno dei fondatori del nostro gruppo, a cui sono seguiti la signora Maria Garello, il sottoscritto, e dal 2009 Claudio Bono. In tutti questi decenni la figura del donatore non è mai cambiata: dona sempre per fare del bene. Quello che è cambiato, purtroppo, è la sempre maggiore burocrazia. Anche per questo ho “ceduto” la presidenza a Bono». Lo scorso anno si è celebrato il 45esimo dalla nascita della sezione, «è stato un bel traguardo. Che ho con-

diviso con tutti i miei donatori. Di loro, in tutti questi anni, sono sempre stato molto soddisfatto». Donare, proprio per fare del bene: nel 2009 si sono effettuate 305 donazioni totali, di cui 267 di sangue intero e 38 plasmaferesi, con una media di 2,2 donazioni per ogni singolo associato. Il rapporto con le altre associazioni? «Buono, così come con l’Amministrazione comunale. Posso dire che siamo in “sintonia” con tutte». Il prossimo appuntamento con l’Avis sarà domenica 13 marzo: «invito tutti – questo l’appello di Piero Demichelis – ad essere presenti proprio perchè donare vuol dire aiutare il nostro prossimo». Paolo Biancardi

Unitre: cambiano orari e date “Narrazione e ascolto”, il laboratorio di Milly Emanuel per Unitre, inizierà mercoledì 23 marzo anzichè mercoledì 9, a causa della sovrapposizione con altro corso. Cambia anche l’orario, così come avevano richiesto alcuni iscritti: dalle 17 alle 18.30, ed il luogo, la Biblioteca Civica, causa lavori in altre sale. Gli incontri restano dieci, per tutti i mercoledì successivi. È confermato l’avvio, lunedì 21 marzo, del corso di Lingua francese (lettura) del dott. Daniele, e giovedì 31 marzo del corso di Gestione risparmi e investimenti con il dott. Gaveglio.

Il sindaco Mario Riu dice: «È stato un lavoro certosino»

Trattori storici

CARAMAGNA

Esposizione e pranzo del sodalizio

Cambia la toponomastica: ci sono due “nuove” vie

VOTTIGNASCO Domenica 6 marzo si terrà la riunione dei soci del sodalizio “Trattori & Trattoristi – amici veicoli storici”. Gli appassionati dei trattori ed attrezzi agricoli storici si ritroveranno, presso il Salone polifunzionale Amas, alle ore 10.30. Seguiranno una visita all’esposizione dei mezzi storici, e il pranzo del Trattorista.

Gruppo Alpini

Commemorati i caduti CAVALLERLEONE Come tradizione ormai consolidata da anni, il ricordo della ritirata di Russia a seguito della battaglia di Nikolajevka è stata l’occasione, per il Gruppo Alpini cavallerleonese e per il Comune, per ricordare tutti i soldati morti e dispersi in guerra. La cerimonia di commemorazione ha avuto luogo nella mattinata di domenica scorsa: è stato reso omaggio al momumento dedicato agli Alpini e ai soldati caduti, successivamente i tanti Alpini presenti hanno partecipato alla S.Messa, dedicata ai defunti di tutte le guerre. Dopo la Messa, sono state raccolte le adesioni per il tesseramento 2011 del Gruppo Alpini di Cavallerleone.

VILLANOVA

Due nuove vie e la ridefinizione di ubicazione, percorsi, numerazione di tutte le altre strade del paese: una recente delibera del Comune ha provveduto a risistemare lo stradario comunale. «Un lavoro certosino, reso obbligatorio dalle recenti normative, prodotto dal nostro personale che ringrazio per la pazienza certosina che ci ha messo e l’Agenzia del Territorio per la collaborazione» ha dichiarato il sindaco Mario Riu. Il tutto per adempiere a diposizioni legislative nazionali ed europee, e soprattutto alla convenzione, sottoscritta tra Istat e Agenzia del Territorio a giugno 2010, per la creazione di un Archivio nazionale stradari e numeri civici, a cui

La sfilata ha decretato quattro costumi vincitori

potranno accedere pubbliche amministrazioni, cittadini ed imprese, anche in vista del 15° Censimento della popolazione che è alle porte. Convenzione che, per i comuni inferiori ai 20 mila abitanti, ha messo a disposizione lo stradario nazionale per l’inserimento: così è stata chiesta, a novembre, da parte di Caramagna, l’attivazione del “Portale dei Comuni”, una vera propria piattaforma informatica. E’ stato necessario, in base alle nuove disposizioni, rivedere e ridefinire l’elenco delle strade e di conseguenza in alcuni casi anche la numerazione, l’ubicazione, i percorsi. Ora le vie e piazze interne al concentrico sono 62, per una percorrenza to-

CAVALLERLEONE

Il sindaco Mario Riu

tale di 15 chilometri. Quelle esterne sono 18, per km. 20,590; mentre sono 30 le strade vicinali, per totali km. 26,230. Inoltre, non risultavano esserci atti uffi-

ciali di denominazione delle vie di più recente realizzazione conseguenti allo sviluppo urbanistico degli ultimi anni e più precisamente le vie Rovarino, Luigi Einaudi, Cavour, Giuseppe Garibaldi, Giuseppe Mazzini, Europa, Alicia, Argentina e XXV Aprile. Nascono, ufficialmente, due nuove strade: la prima è via del Santuario, di fronte alla Chiesa dei Gangaglietti, di pertinenza comunale dal ponte a Cascina Tettone. E via 2 giugno, tra via Vittorio Veneto e via Marucco. Nelle prossime settimane presso gli Uffici del Comune i cittadini potranno apportare eventuali variazioni senza vincoli burocratici. Pa.Bi.

Contributi di Regione Piemonte e Fondazione CRT

Riuscitissimo il pomeriggio in maschera

Protezione civile: al via i lavori per la nuova sede

Sabato scorso 26 febbraio si è tenuta la Festa di Carnevale all’Oratorio situato nell’ex Confraternita. Ben 36 i bimbi che hanno partecipato alla festa che si è svolta grazie anche alla presenza dei tre animatori (Erika Olivero, Federica Milan e Simone Gianoglio) ed un aiuto animatore (Martina Bosso). Il pomeriggio è filato in un baleno tra giochi, balli e scherzetti in maschera. Non solo tanto divertimento, ma anche una buona merenda: un ringraziamento speciale per le mamme che hanno portato una valanga di merende e di prelibatezze. Erano talmente tante che ne rimane una bella scorta per tutti i prossimi incontri dell’oratorio! Prima della chiusura, la sfilata della maschere che ha decretato le quattro vincitrici. Ecco i loro nomi: Arianna Giordanino con il costume da Minnie, Barbara Sorasio con il costume da Minnie, Letizia Aghemo con il costume da giovinetta orientale, Roberta Fornero con il costume da principessa del Sol Levante.

In Comune sono stati appaltati i lavori per la nuova sede della Protezione civile di Cavallerleone. L’Amministrazione comunale da tempo aveva stipulato una convenzione con il direttivo dell’asilo per usufruire, a tal fine, del capannone situato nel cortile della stessa scuola materna. Questi locali saranno oggetto di rifacimento del tetto, consolidamento strutturale e sistemazione dell’impiantistica e degli ambienti interni. L’edificio sarà dotato di un ampio spazio che fungerà da magazzino per ritirare le numerose e ingombranti attrezzature in dotazione alla nostra Protezione

Sarà nel cortile della materna la nuova sede della Protezione civile

civile, nonché di una sala riunioni e di un bagno. I lavori inizieranno verosimilmente in primavera, per concludersi entro l’autunno di quest’anno. L’importo dei lavori sarà

coperto dal Comune, che ha però ricevuto, per questo specifico obiettivo, sostanziosi contributi dalla Regione Piemonte (30 mila euro) e dalla Fondazione CRT (8 mila euro). Gianluca Gianoglio


giovedì 3 marzo 2011

21

BREVI DALLA CITTÀ Ragazzino investito

Mentre rincasava in bicicletta

COMUNE

L’assessore Beltrando spiega la riforma del personale

«Daremo un servizio a 360°» «Avevamo una struttura disomogenea. Ancora oggi abbiamo dei servizi non ben funzionanti perché non c’è stato ancora il tempo di intervenire, ma le nostre intenzioni sono quelle di dare ai cittadini un servizio a 360 gradi» spiega l’assessore al Personale Andrea Beltrando. Il lavoro per preparare il nuovo organigramma del Comune è partito circa tre anni fa: «Non è stata un’improvvisazione come è stato detto erroneamente – precisa il segretario Vito Burgio –: il progetto era stato comunicato ai sindacati ed è stato attuato a costo zero per le casse comunali». La struttura è stata riorganizzata in tre aree, individuate come UMD (Unità di Massima Dimensione). La prima è quella degli Affari generali, del Personale, Servizi alla persona, Servizi culturali, sociali e Turismo, e fa capo direttamente al segretario Burgio. La seconda UMD riguarda le Attività economiche, produttive e gestione del Patrimonio,Territorio e Ambiente. Ne è responsabile Paolo Crociani. La terza area comprende Finanze e Tributi ed è stata affidata a Gianpaolo Sandrone. A quest’area sono collegati anche i servizi al cittadino e le politiche sociali. Perché è stato deciso questo cambiamento? Burgio: «Con questa operazione c’è un maggiore coordinamento, un riferimento unico: ogni servizio è diretto da un solo dirigente. Tutto questo è stato fatto per ottenere un miglioramento nei passaggi esterni. Fa-

cendo capo a poche persone si riesce a lavorare meglio, dando indirizzi univoci a tutto il personale». Gli utenti sono soddisfatti del servizio comunale? Sandrone: «I cittadini che si rivolgono presso lo sportello Tributi vanno via soddisfatti. Nel momento in cui uno viene per pagare la tassa rifiuti, oppure l’Ici e, per eventuali problemi, riceve la massima disponibilità ed ascolto, rimane contento. Sono sensazioni confermate anche dall’amministrazione e dagli stessi cittadini». Come saranno dislocati gli uffici nei vari piani? Burgio: «La collocazione degli uffici non corrisponderà alla divisione delle aree. Si è cercato di mettere tutti i servizi alla persona al pian terreno, quindi assistenza e sportello elettorale. Per recarsi all’anagrafe si dovrà passare dall’ingresso principale, mentre per accedere ai servizi sociali, per maggior riservatezza, si potrà passare dal cortile. Al primo piano ci sarà la gestione politica del Comune: segretaria, ufficio del sindaco... La parte del Territorio ed Ambiente l’abbiamo portata al terzo piano perché si tratta di servizi che hanno meno rapporti con l’utenza». Per quando è previsto il trasferimento degli uffici? Crociani: «Stiamo completando gli ultimi adeguamenti perché abbiamo fatto una serie d’interventi per la sicurezza. Inoltre deve ancora arrivare la fornitura degli arredi, completamente nuovi. Nel mese di aprile - inizio maggio andremo a regime e si potrà iniziare il trasferimento».

Un ragazzino di 12 anni è investito nel pomeriggio di venerdì scorso. Erano circa le 18,30 e E.Y. stava percorrendo via Caramagna in sella alla sua bicicletta, diretto verso casa, quando è stato investito e gettato a terra da un’automobile. Sul posto sono accorsi i volontari del Soccorso di Racconigi che, riscontrate le condizioni del ferito, hanno fatto intervenire una medicalizzata da Savigliano. Il ragazzo è stato trasportato all'ospedale Santissima Annunziata, dove è stato ricoverato per trauma cranico. La dinamica dell'incidente e le eventuali responsabilità sono al vaglio dei Carabinieri della stazione della nostra città.

Pd: 150 bandiere in dono

Per i 150 anni dell’Unità d’Italia "150 bandiere per i 150 anni dell’Unità d’Italia" è il titolo dell'iniziativa messa in cantiere dal Circolo cittadino del Partito Democratico. Il Pd invita tutti i racconigesi ad esporre il tricolore presso le loro abitazioni e, per l’occasione, regalerà 150 bandiere della Repubblica Italiana. Le bandiere verranno distribuite presso il banchetto che sarà allestito il mattino di giovedì 10 marzo ed il pomeriggio di sabato 12, in via S. Giovanni, in occasione del mercato, e poi ancora il mattino di domenica 13 in piazza degli Uomini.

Gita a Ravenna e dintorni

Ancora aperte le iscrizioni Paolo Crociani, Vito Burgio, Gianpaolo Sandrone e l’assessore Beltrando Quanti sono i dipendenti del Comune di Racconigi? «Siamo sotto organico: 70 dipendenti con 14 par-time. – rispondono i dirigenti. –. La Polizia municipale può contare su 7 vigili mentre dovrebbero essere 11. Ed è carente anche la squadra operai». Perché allora il Comune non assume altro personale? «Perché le leggi nazionali stanno penalizzando i Comuni virtuosi: danneggiano chi è stato più corretto». I Comuni stanno vivendo un memento difficile per i tagli e la mancanza di trasferimenti, unirsi ad altri Comuni può rappresentare una formula vincente? Burgio: «La convenzione con altri Comuni non può essere imposta dall’alto. In Italia sta succedendo che sono la Regione e lo Stato a decidere

con quali Comuni occorre allearsi. I Comuni dovrebbero ancora poter avere la propria autonomia. Altroché Federalismo... questo è centralismo democratico. Gli esperti affermavano che la legge sui Comuni significava che i Comuni potevano decidere cosa fare e lo Stato avrebbe dato loro una mano. Qui invece stiamo ribaltando le cose: lo Stato decide cosa fare ed i Comuni tassano i cittadini per fare quello che lo Stato vuole che facciamo. Siamo d’accordo con l’unione dei Comuni, ma basata su dati tecnici, economici e del personale». Infatti, se la Regione sponsorizza le convenzioni tra Comuni con degli incentivi, il problema potrà emergere quando i sussidi finiranno. Beatrice Becchis

È ancora possibile iscriversi alla gira a Ravenna e dintorni organizzata dal Circolo L'Aquilone dal 28 aprile al 1° maggio. La quota di partecipazione (indicativamente 200 euro per gli adulti, 180 per i ragazzi fino a 12 anni) comprende viaggio in pullman granturismo, 3 mezze pensioni in albergo 3 stelle e le visite a San Marino, San Leo, Urbino, Sansepolcro, Eremo di Monte Casale e Ravenna. Per informazioni telefonare ai numeri: 329.2229125 o 335.7650109.

Lotteria di Carnevale

Estrazione dei biglietti vincenti Il direttivo di RacconigiEventi ha convocato per la sera di venerdì 18 marzo presso la chiesa di Santa Croce (inizio ore 20,45) l’assemblea generale dei soci. All'ordine del giorno l'approvazione del bilancio consuntivo 2010, l'estrazione dei biglietti vincenti della lotteria “Carlevè d’Racunis” 2011, la presentazione del programma e dei progetti per l’anno 2011, l'apertura della campagna di tesseramento per l'anno in corso, varie ed eventuali. Seguirà rinfresco offerto a tutti gli intervenuti.

Assemblea per stranieri

Sulle dichiarazioni dei redditi SCUOLE

Compie sei anni il giornalino dell’Istituto superiore Arimondi-Eula

“Il Messaggero”, palestra di scrittura film e libri, affrontando temi di attualità. I direttori del giornalino, Mattia Devale e Andrea Vaschetto, si occupano di guidare la piccola redazione, composta da circa 24 studenti, sostenuti ed incoraggiati dalla referente del progetto, la prof. Loredana De Robertis che, con la collaborazione dei colleghi AnLa redazione de “Il Messaggero” con la professoressa De Robertis namaria Anzillotti e Franco Inizialmente il suo nome era “Il Messagge- Magliano e della collaboratrice scolastica Maro dell’ Eula", da quest’ anno, “Il Messaggero riella Lo Giudice, animano il progetto. dell'IIS Arimondi-Eula", in seguito alla fusione «L’ambiente di lavoro è molto sereno, è un dei due istituti superiori. ottimo momento per scambiare idee, confronStiamo parlando del giornalino scolastico tarsi e stringere legami d’amicizia – sostiene che alcuni alunni del Liceo Scientifico, dei Geo- Mattia Devale –. Per ogni numero ci si trova almetri e dell'Itis, per quanto riguarda Racconi- meno quattro volte e, dopo aver raccolto ed gi, del Liceo Classico e dei Geometri per quan- elaborato le idee, si crea il “timone”, per poi to riguarda Savigliano, redigono, scrivendo ar- impaginare il tutto. Questo è il sesto anno di ticoli riguardanti la vita scolastica, recensioni di vita del nostro giornalino. In media, escono cin-

VIALE

que edizioni l’anno». La redazione del giornalino scolastico è una grande ed utile esperienza, che i giovani vivono con allegria e serenità, incoraggiandosi a vicenda, creando una vera e propria squadra perché, proprio come dice uno di loro, “L’unione fa la forza!”. “Il Messaggero” ha ricevuto, due anni fa, il 1° premio nazionale per il giornalismo indetto dall’associazione ANAPIE (Associazione di Parchi Nazionali ed Europei) per un numero dedicato all’ecologia. La redazione tiene a ringraziare colei che ha permesso di fondare il giornalino, l'allora preside Maria Maddalena Mana, il primo caporedattore, Andrea Cardellino, e l'attuale preside, Pasquale Iezza. Ringrazia inoltre l’amministratore delegato della Banca CRS, il ragionier Giuseppe Allocco, e il presidente della Fondazione FCRS, che quest’anno hanno finanziato il progetto. Giulia Porchietto

Vecchie piante ormai completamete rinsecchite

Due platani saranno abbattuti Saranno abbattuti altri due platani del viale monumentale. Questa volta non si tratta del cancro colorato, i due alberi presentano però segni di compromissione irreversibile da microorganismi. L'operazione ha preso il via da una comunicazione inviata nell'ottobre scorso dal Servizio Re-

gionale Fitosanitario della Regione Piemonte. La giunta ha emesso un'ordinanza il 21 febbraio scorso, incaricando il Comando di Polizia Municipale del controllo dell'esecuzione del’operazione. L'abbattimento dei due platani, che si trovano in corso Principi di Piemonte all'altezza dei civici 62-39, sarà effettuato dalla Dit-

ta Vivai Superga di Revello. La delibera precisa che “il legname verrà trasportato presso l'ecocentro comunale di via Vittorio Emanuele III, al fine di evitare possibili rischi per la pubblica incolumità, causati dal pessimo stato di conservazione degli esemplari ormai completamente rinsecchiti”.

Due platani sono da abbattere

"La dichiarazione dei redditi" è il titolo dell'assemblea per stranieri organizzata dalla Cgil e dal Comune di Racconigi per le ore 16 di sabato 26 marzo presso l'Auditorium della Scuola Media in piazza Piacenza.

LIBRO

Papa Ratzinger, scienza e fede

La forza del dialogo

Walter Danna e Umberto Casale durante la presentazione del libro Si può fare cultura anche tra il profumo di caffè ed il rumore di tazzine e bicchieri che si alternano sul bancone di un bar. In un angolo del Plaza Café, in piazza Castello, lunedì sera il racconigese don Umberto Casale e Walter Danna, preside e docente della Facoltà Teologica di Torino, hanno presentato il libro “Fede e Scienza”, raccolta di scritti di papa Benedetto XVI curata proprio da Umberto Casale per le edizioni Lindau. La relazione del teologo Danna si è soffermata su come la fede cristiana abbia sempre

avuto attenzione per i rapporti tra fede e ragione, fede e scienza, due forme di sapere che possono e devono dialogare e integrarsi. Il pensiero teologico di Ratzinger è quello che non c’è alternativa: ragione e scienza, fede e teologia, devono ritornare insieme. Una serata significativa, dove in un angolo di Racconigi si è parlato con un gruppo di uditori interessati ad un argomento sempre attuale, e più che mai oggi. Il libro è in vendita presso la Cartolibreria Clerici.


22

racconigi

giovedì 3 marzo 2011

CHIESA S. FRANCESCO

APPUNTAMENTI Sabato in maschera

Nell’oratorio di Santa Maria

Sabato ritornerà la festa in maschera nell’oratorio di Santa Maria In occasione del Carnevale il Circolo L’Aquilone organizza per sabato 5 marzo un pomeriggio di festa dalle 15 alle 18 presso l'oratorio di Santa Maria dal titolo “Sabato in maschera”. L’iniziativa è indirizzata ai ragazzi delle elementari e delle medie e sarà animata da alcuni giovani, supportati da adulti, che proporranno giochi e balli per tutti. Gli organizzatori invitano i partecipanti a presentarsi mascherati. Non saranno ammessi coriandoli e bombolette di schiuma, ma solo stelle filanti. I genitori sono invitati a dare la propria disponibilità per collaborare alla gestione dell’evento..

Il film del week-end

Al Cinema San Giovanni di via Billia La pellicola in programmazione questa settimana al Cinema San Giovanni di via Cesare Billia è "Animal United": proiezioni sabato 5 marzo (ore 21) e domenica 6 (ore 16 - biglietto: 5 euro, 3 per i minori di 10 anni). Nel week-end del 12 e 13 marzo le proiezioni saranno sospese per la festa di Carnevale.

Raduno di pesca alla trota

Al Lago Verde per soci e racconigesi L'Associazione Pescatori Sportivi Racconigesi organizza per domenica 6 marzo presso il Lago Verde la prima gara valevole per il Campionato sociale di pesca alla trota. La manifestazione inizierà alle ore 8 e ciascun concorrente avrà a disposizione un'ora e mezza, in quattro postazioni, per catturare un massimo di 10 trote. Premiazione alle ore 10. Quota d'iscrizione 15 euro. La gara è aperta ai soci ed a tutti i residenti o nativi di Racconigi.

Proseguono le iniziative per raccogliere fondi

Ferro vecchio per i Cappuccini Grande soddisfazione per il Comitato “Pro chiesa San Francesco” per la grande adesione al secondo pranzo di solidarietà, organizzato per domenica 27 febbraio. Anche questa volta il ricco menù preparato dalle brave cuoche del Comitato è stato molto apprezzato dai circa cinquanta commensali, numero che è andato ad esaurire la capienza massima del salone nei locali adiacenti la chiesa. «Siamo contente per la solidarietà che i racconigesi stanno dimostrando nei nostri confronti» afferma la presidente del Comitato, Ines Panero. Continua intanto fino al 12 marzo la raccolta del ferro, il cui ricavato sarà sempre devoluto per la ristrutturazione della chiesa di San Francesco. Coloro che possiedono ferro vecchio (attrezzi agricoli, pesanti e non, stufe vecchie, potagè, cancellate, vecchie grondaie...) e intendono contribuire alla raccolta, possono contattare i numeri telefonici 0172.85520, 85240 o 813758. Si richiede di accatastare le ferraglie in mucchi per facilitarne il ca-

FRAZIONI

ricamento da parte dei volontari. Inoltre, coloro che volessero effettuare una donazione in denaro, possono farlo da qualsiasi banca con bonifico sul conto corrente del Comitato Pro-Chiesa San Francesco - Cappuccini, banca CRS ag. Racconigi, c.c. 000160132554, C: R, ABI 06305, CAB 46690, codice IBAN IT32R063054669000016013255. Il 9 febbraio la giunta comunale ha intanto approvato il progetto di risanamento conservativo della volta della chiesa, dichiarata inagibile nel marzo dello scorso anno in seguito ad un sopralluogo, seguito alla caduta di calcinacci, che aveva evidenziato fenomeni fessurativi. La messa domenicale delle ore 9, molto frequentata dai racconigesi, era stata spostata nella chiesa parrocchiale, dove viene celebrata ancora attualmente. Nel mese di aprile la giunta aveva provveduto alla posa di ponteggi ed al puntellamento per la messa in sicurezza della strut-

Il CAI di Racconigi organizza per domenica 13 marzo un'escursione in Liguria in pullman. È richiesto un numero minimo di 25 partecipanti. Iscrizioni giovedì nella sede di via Muzzone 6 (ore 21- 22) o entro domenica 6 marzo al numero telefonico 0172.86118.

Oggi in Paradiso c’è un Angelo in più: Emanuela Tavella di anni 30. Ne danno il triste annuncio la mamma Vilma Calvo, il papà Tonino e tutti coloro che le hanno voluto bene. I funerali sono stati celebrati nel pomeriggio di martedì 1° marzo nella chiesa parrocchiale di Santa Maria Maggiore. Le offerte raccolte in sua memoria saranno devolute in opere di bene.

za e direzione lavori di risanamento della volta, pari a 19.350 euro. Il preventivo per la realizzazione del risanamento ammonta invece a 135.000 euro, dei quali 9.500 sono stati anticipati dal Comune. I rimanenti 125.500 dovranno essere reperiti tra privati e fondazioni. L'intervento è stato inserito nel programma triennale dei lavori pubblici 2011/2013 e nel relativo elenco annuale 2011.

Don Bongiovanni: dalla Cina a Migliabruna

Tradizionale escursione in pullman

EMANUELA TAVELLA

tura. Un sopralluogo congiunto dell'Ufficio tecnico, con l'ing. Roberto Tina dello studio C.E.P.I.D. di Racconigi, tecnico di fiducia dell'Amministrazione comunale (lo stesso che aveva già redatto le perizie su cui erano state disposte le ordinanze di chiusura della chiesa ed aveva seguito le opere di puntellamento della stessa) aveva portato alla presentazione di un preventivo di spesa per la progettazione preliminare, definitiva, esecutiva, sicurez-

Storia e aneddoti sulla chiesa ottocentesca dedicata a Maria Assunta

In Liguria con il CAI

Vivono nel ricordo

Pranzi con ricchi menù per raccogliere fondi per ristrutturare la chiesa

La chiesetta di Maria Assunta a Migliabruna Questa settimana andiamo ad occuparci della Chiesa di Migliabruna Nuova, realizzata nella prima metà dell’Ottocento sotto il regno di Carlo Alberto, quando vennero costruite le Cascine Reali. Migliabruna Nuova è una di queste. Il nucleo presenta strutture di cascinale a “corte chiusa” in stile lombardo, frutto dei progetti dell'architetto di corte, Ernesto Melano, che ne curò la realizzazione a partire dal 1836. Al suo interno è presente la chiesa dedicata a Maria Assunta datata 1838. Nelle forme conserva richiami palladiani. Ad oggi, la messa dovrebbe venir celebrata

due volte l'anno, in occasione della festa patronale, il 15 agosto, e per la commemorazione di tutti i Santi. Un tempo, per la celebrazione della messa solenne, in occasione dei festeggiamenti patronali, tutto il cascinale veniva “bardato a festa”. In capo alla processione, c'era il Santissimo, protetto da un ombrello “sacro”. Il percorso partiva dalla chiesa e procedeva per tutto il perimetro abitativo della cascina. Ogni abitazione era “vestita a festa”, con le migliori lenzuola del corredo. Molte altre erano le celebrazioni: la benedizione degli animali a Sant'Antonio, la Candelora, le Ceneri... Un avvenimento importante risale ai primi anni '50 con il passaggio nelle frazioni di Racconigi della “Madonna Pellegrina”: una statua della Santissima Vergine intinerante, accompagnata da araldi in costume. I bambini del luogo vennero vestiti da angioletti e posti tutt'intorno alla statua montata su un carro agricolo. Un tempo anche in questa piccola comunità era presente un sacerdote stabile. L'ultimo fu don Luigi Bongiovanni che venne destinato a reggere la chiesetta nel 1969. Aveva 66 anni. Curato di grande cultura, nato a Laudano Po, missionario fin dall'ordinazione, era stato costretto a rientrare in Italia per aver contratto la malaria. Pesava solo più trenta chili. Per es-

sendosi ristabilito, venne assegnato alla comunità di Migliabruna, sito in campagna, ricco di aria salubre e pregna di tranquillità. Per un uomo che aveva girato mezzo mondo, vivendo in Indonesia, Cina, Australia, certo era un gran cambiamento! Il curato viveva nella casetta adiacente la chiesa e veniva pagato in base alle giornate di terra possedute dalle famiglie. In più veniva rifornito di legna ed olio per lampade. Don Luigi Bongiovanni rimase a Migliabruna fino al 1978. Le messe allora avevano cadenza quotidiana. In seguito provvide alle celebrazioni il compianto don Felice Pajretti, tutti i sabati sera o la domenica mattina. La chiesa ha subito il rifacimento del tetto in lavagna nel 1975, appena gli affittuari di Migliabruna erano diventati proprietari delle loro cascine e di conseguenza della chiesa. È stato “ripassato” in seguito e si è anche provveduto alla tinteggiatura dei muri esterni. L'impianto elettrico interno ed esterno è ancora quello originale, restaurato. I massari si avvicendavano annualmente e tutt'ora si mantiene tale tradizione. A Migliabruna si segue l'ordine alfabetico: per l'anno 2010, ha ricoperto tale ruolo la famiglia Bordese; per il 2011 sarà la famiglia Buglossi. Tiziana Garnero

GIUSEPPE ROSSO Munito dei conforti religiosi ha lasciato i suoi cari all’età di 87 anni Giuseppe Rosso. Ne danno il triste annuncio la moglie Emiliana Valinotti, le figlie Marilena (con il marito Maurizio Lazzari e la figlia Simona che tanto amava) e Paola (con il marito Alessandro Festa), il cognato Domenico Valinotti, nipoti, pronipoti, cugini e parenti tutti. I funerali sono stati celebrati nel pomeriggio di mercoledì 2 marzo nella chiesa di Santa Maria. Alle famiglie nel dolore le condoglianze della redazione de “Il Saviglianese”.

Festa della Leva del 1956 Chi è che apprezza il divertimento? a chi piace stare in compagnia? Noi che siamo della mitica leva del 1956. La festa di leva è stata fissata per domenica 3 aprile. Partenza da piazza Castello con il pullman verso il mare della Liguria. Pranzo ore 13 a Ospedaletti presso il Ristorante Byblos con menù di pesce o di carne. Prezzo indicativo da euro 55 a 60, tutto compreso. Prenotazioni con anticipo di 15 euro a persona entro il 15 marzo, fino ad esaurimento posti, da Luciano Mondino (cel. 335.477939), Franca Panetto (cel. 339.4815516) o presso la Fondiaria SAI di piazza Carlo Alberto 5.

CONCORSO

Macchina organizzativa in moto

Iscrizioni a Bimbomaggio Benché manchino ancora tre mesi all'evento, funziona ormai a pieni giri la sperimentata macchina organizzativa del Circolo L'Aquilone in vista della 24ª edizione del "Bimbomaggio". Il concorso si presenta anche quest'anno con le caratteristiche che nel tempo ne hanno decretato il successo: due le sezioni, il "Bimbomaggio" vero e proprio, rivolto ai bambini dai 5 ai 12 anni, e "Ragazzinmusica" per i più grandicelli, fino ai 17 anni. Punto di forza della rassegna restano i numeri delle persone coinvolte, che nella passata edizione contavano 50 soci volontari dietro le quinte e 180 bambini e ragazzi nel coro. L'obiettivo principale della manifestazione, in linea con lo spirito del Circolo L'Aquilone, resta

quello dell'aggregazione, del divertimento, di uno stimolo all'impegno e alla costanza. Per questo, prima delle serate finali, vengono programmati 3 mesi di prove, veri e propri appuntamenti serali dove i bambini sono affidati a giovani animatori e provano i canti. L'edizione 2011 si svolgerà il 1° ed il 2 giugno, con serata finale sabato 4. Il tutto all'interno di un palatenda, appositamente affittato per garantire lo svolgimento della manifestazione indipendentemente dalle condizioni atmosferiche. Le iscrizioni per Bimbomaggio e Ragazzinmusica, sia per i solisti che per quanti vogliono partecipare come cantanti nel coro, si ricevono sabato 5 e domenica 6 marzo dalle ore 14.30 alle

Il banchetto della borsotte, coloratissime mascotte del Bimbomaggio 2011 18.30 nei locali dell'oratorio in piazza Santa Maria n. 1, oppure contattando i numeri di telefono 0172.86689, 0172.242312 o 338.2338548 oppure l'indirizzo email circoloaquilone@virgilio.it. Per raccogliere fondi per finanziare la manifestazione da ol-

tre un mese sono inoltre all'opera le volontarie che, una sera la settimana, si incontrano per realizzare le "Borsotte": simpatiche e coloratissime mascotte che già domenica scorsa sono state offerte ai racconigesi all'uscita della messa festiva delle ore 11,15.


racconigi

8

MARZO

Il nostro augurio all’altra metà del cielo

Sebben che siamo donne... Abbiamo pensato di ricordare l'8 marzo, "Giornata della donna", incontrando alcune rappresentanti del mondo femminile racconigese. La nostra scelta è caduta su: - le volontarie della Protezione Civile-Ana che hanno deciso di offrire il proprio tempo per la salvaguardia dell'ambiente e per la sicurezza nell'ambito delle manifestazioni; - Giorgia Busso, titolare di "ABC Servizi", moglie e mamma di tre figli, impegnata nel sociale e segretaria di "RacconigiEventi", presentatrice di tante manifestazioni popolari. - Paola Abrate, mamma di una bimba, che da anni impersona la maschera di "Giacometta" attraverso la quale, nel periodo carnevalesco, trasmette allegria a grandi e piccini e un po' di brio agli ospiti delle Case di Riposo e degli ospedali; - Nesti Bergero, moglie, mamma e nonna, che nell'8 marzo

DONNE

vede il proseguimento della giornata nazionale di mobilitazione del 13 febbraio cui ha partecipato insieme ad un milione di donne in 200 piazze d'Italia. Ma tante sono le donne che meriterebbero di avere spazio in questa pagina. In particolare quelle che vivono momenti difficili, che sono nel dolore, che assistono ammalati, anziani, ma anche le donne che in attesa di un bimbo e quelle che si preparano al matrimonio per coronare un sogno d’amore... A tutte loro porgiamo il nostro augurio tramite le parole di un canto dei Tule, una tribù di indios dell'America centrale: "Le donne sono come fiori quando danzano: alcuni aperti, grandi fiori, altri leggeri fiorellini... Le donne sono più dolci dei fiori". Beatrice Becchis

Incontro con le volontarie della Protezione Civile cittadina

«Non siamo inferiori agli uomini» «Siamo come gli uomini: lavoriamo come loro, ci montiamo le tende e dormiamo sulle brandine da campo. No: non siamo per nulla inferiori a loro». Le quattro donne del gruppo cittadino di Protezione Civile-Ana hanno le idee chiare e rivendicano la loro autonomia. Non vestono certo la divisa per fare le vivandiere o stare in seconda fila: il loro posto è in prima linea. Sempre. Beatrice Gino ha 65 anni, casalinga, due figlie. Margherita Barbero ha 61 anni, infermiera in pensione, due figlie. Gianfranca Veronese ha 68 anni, casalinga, due figli. Rita Bechis ha 70 anni, guardarobiera in pensione, un figlio. Perché sono entrate nella Protezione civile? Per Beatrice e Gianfranca è stato facile: c'erano già i rispettivi mariti nell'associazione. Per Margherita e Rita si è trattato di amicizie, di conoscenze, di voglia di rendersi utili.

DONNE

Le quattro volontarie della Protezione Civile «Ci piaceva far parte di questo gruppo dove si lavora sodo ma si sa anche fare festa» ci dicono i coro. La prima ad arrivare è stata Beatrice Gino, otto anni fa. Poi, ad una ad una, si sono aggiunte le altre. Ricordano con entusiasmo i raduni e le

esercitazioni: «Siamo andate a pulire fiumi e a tagliare la legna. Con gli uomini, come gli uomini, anche se non siamo alpine. Incominciamo al mattino con l'alzabandiera ed andiamo avanti fino alla sera, quando ci buttiamo sulla nostra branda stanche ma contente perché si è dato una mano, ci si è rese utili. Se capita facciamo anche da mangiare, ma non è quello in nostro ruolo nella Protezione Civile». Non siete riuscite a convincere nessun altra a seguire il vostro esempio? magari qualche ragazza più giovane? «Per ora no: per far parte della Protezione Civile bisogna essere disposte a fare sacrifici: ci vuole tempo e tanta buona volontà». Intanto, se qualche altra donna racconigese volesse unirsi alla compagnia, può contattare il capogruppo Gianni Bertino Fiolin. Sarà accolta a braccia aperte.

Paola Abrate si identifica nella maschera di Carnevale che impersona

«Come Giacometta sono pratica e concreta»

Paola Abrate - Giacometta Nel Carnevale racconigese non possono mancare Gianduja e Giacometta, le maschere tradizionali piemontesi. Nel corso degli anni le maschere sono state interpretate da diversi nostri concittadini. L’ultima, nonché attuale Giacometta, è Paola Abrate, commessa e mamma di Laura, una bambina di 11 anni. L’abbiamo incontrata per parlare del Carnevale e, naturalmente, di Giacometta, il simpatico personaggio che rappresenta.

DONNE

Come e quando si è avvicinata al gruppo delle maschere cittadine? «Nel 1988 l’indimenticabile Poldo, interprete di Gianduja per tanti anni, mi chiese di diventare la damigella di Giacometta, all’epoca interpretata da Rita Gastaldi. L’anno successivo ho iniziato a vestire io i panni di Giacometta, ruolo che ho ricoperto per undici anni non consecutivi. Dopo il debutto, infatti, ho smesso per alcune edizioni, per poi riprendere». Quanto costa, in termini di impegno e fatica, rivestire il ruolo della prima maschera femminile cittadina? «Interpretare Giacometta non è faticoso, ma rappresenta una passione piuttosto impegnativa. Non è sempre facile conciliare tutti gli appuntamenti del Carnevale con il lavoro e la casa, ma è un’attività che mi piace, tanto che sono disposta a fare qualche piccolo sacrificio. Gli impegni in calendario, comunque, sono davvero numerosi: oltre alle sfilate, infatti, visitiamo

asili, scuole, ricoveri per anziani e centri per disabili di Racconigi e dei paesi limitrofi». Quale valore ha per lei il Carnevale? «Per me Carnevale significa soprattutto far divertire i bambini delle scuole, i ragazzi dei centri per disabili e gli anziani delle case di riposo. Ogni anno veniamo accolti nelle vari strutture con grande entusiasmo e meraviglia. Sono soprattutto gli ospiti dei ricoveri per anziani ad aspettarci con impazienza. Forse, festeggiare il Carnevale permette loro di sentirsi più giovani e vitali per un giorno. Il Carnevale è inoltre un’occasione per stare insieme: il gruppo delle maschere racconigesi è unito e affiatato e lavorare insieme si rivela davvero un piacere». Giacometta è descritta come una donna coraggiosa, pratica e semplice, ma al contempo capace di risolvere tutte le situazioni con il suo buon senso. Ritiene di possedere qualche caratteristica del

suo personaggio? «Giacometta è una maschera che mi ha sempre affascinato. Credo che per certi aspetti mi assomigli: anch’io sono una persona pratica e concreta. Ritengo inoltre di essere semplice e alla mano, proprio come viene rappresentata la moglie di Gianduja. In fondo, se non assomigliassi almeno un po’ a Giacometta non l’avrei interpretata per così tanti anni…». C’è qualcuno, nell’ambito del Carnevale, a cui vuole rivolgere un ringraziamento particolare? «Ringrazio tutti coloro che in questi anni hanno fatto parte della compagnia delle maschere cittadine, in particolare tutti i Gianduja con i quali ho collaborato in passato. Esprimo inoltre la mia riconoscenza al Gianduja attualmente in carica, Nini Gribaudo, per avermi voluta al suo fianco nelle ultime edizioni del Carnevale e, speriamo, anche in quelle che verranno…». Laura Fossati

Nesti Navone ricorda con entusiasmo la manifestazione

«Ritornerà il clima del 13 febbraio» Nesti Navone, professoressa in pensione, moglie di Franco, mamma di due figli, nonna di quattro nipoti a cui presto se ne aggiungerà un altro, è convinta che l’8 marzo, quest’anno, si respirerà ancora quel clima vissuto domenica 13 febbraio quando un milione di donne hanno manifestato in 200 piazze italiane a difesa della loro dignità. E tra loro, a Torino, c'era anche lei. In quante eravate da Racconigi? «Una trentina: non solo donne, ma anche uomini. Siamo par-

titi in treno verso le 14. In ogni stazione salivano un gran numero persone: donne, uomini, intere famiglie con cartelli tra le mani, entusiasti di partecipare alla marcia “Se non ora quando..”. Era una cosa impressionante». Come hai vissuto quella giornata? «Per prima cosa abbiamo cercato di infilarci nel corteo. C’era una fiumana di gente al punto che non è stato possibile raggiungere piazza Castello per sentire i relatori. Una moltitudine indescrivibile. È stata una giornata di pro-

testa: slogan sul petto, adesivi sui capelli, cartelloni...». Mentre camminavi, a cosa pensavi? «Che noi donne siamo stanche di vedere l’Italia non governata, che sinistra e destra dovrebbero preoccuparsi di più di noi cittadini.Vogliamo più ministri donne e vogliamo di più dalle donne ministro: che si occupino del lavoro dei nostri giovani e del futuro dei nostri nipoti, non che stiano in Parlamento a fare niente». Vuoi fare un augurio ad una

La professoressa Nesti Navone donna in particolare? «Sì, all’on. Anna Finocchiaro per la sua determinazione politica. E alle mie amatissime nipoti».

giovedì 3 marzo 2011

23

APPUNTAMENTI IN ROSA Con l’Associazione Mandacarù

Cena senegalese e film a ingresso gratis In occasione della Festa della Donna, l'Associazione Mandacarù propone due appuntamenti. In collaborazione con l'Associazione Jappo, sabato 5 marzo "Festa insieme con degustazione di piatti senegalesi" nel salone di San Giovanni (inizio ore 20 - è gradita la prenotazione presso la Bottega del Mandacarù - offerta libera). In collaborazione con gli Amici del Cinema, martedì 8 marzo proiezione del film "We Want Sex" di Nigel Cole nel Salone di San Giovanni (ore 20,30, ingresso libero).

Al Centro Anziani

Cena e poi mimose e dolci bugie Per la festa della donna la sera di sabato 5 marzo appuntamento per una cena presso il Centro d'Incontro Anziani di piazza Burzio. I festeggiamenti proseguiranno domenica 6 all'insegna delle mimose e delle golosissime bugie di Carnevale.

In Biblioteca Civica

Presentazione di un libro In occasione della Festa della Donna il Comune organizza per lunedì 7 marzo, alle ore 17, presso la Sala Rosa della Biblioteca Civica di Piazza Burzio la presentazione del libro “Le Pagine di Giovanna” di Cristina De Stefano. Cristina De Stefano Interverrà l'autrice.

Col Comitato Femminile CRI

Cena di solidarietà al ristorante Castello Le volontarie del Comitato Femminile della Croce Rossa invitano le donne racconigesi a ritrovarsi martedì 8 marzo per una cena di solidarietà, per raccogliere fondi per le famiglie di Racconigi in difficoltà. L'appuntamento è per le ore 20 presso il ristorante “Castello” di Camisassa. Il costo della cena, tutto compreso, è di 30 euro. Parte di essi, grazie al prezzo praticato dal ristorante, contribuiranno all’incremento della raccolta fondi. Prenotazioni da: Ester Brignone (0172.85057, 348.6976574) o Luisa Imberti (0172.86800).

DONNE

Giorgia Busso tra famiglia e impegni

«Mi ritengo fortunata»

Giorgia Busso a Bimbomaggio Abbiamo incontrato Giorgia Busso, affaccendata nel suo ruolo di mamma e di moglie, tra il lavoro di imprenditrice e l'impegno sociale. Come riesci a conciliare questi ruoli? «Definirmi un'imprenditrice mi fa quantomeno sorridere e sul sociale ammetto di essere piuttosto carente, nel senso che il mio impegno non è neppure paragonabile a quello di molte altre mamme che conosco. Tuttavia mi considero una donna molto fortunata perché da sempre sono circondata da persone che appoggiano i miei progetti, in casa e fuori. Mi riferisco in primis a mio marito Mauro che, suo malgrado, mi sopporta ormai da 15 anni aiutandomi moralmente e fisicamente ogni giorno. E poi a mia madre ed a mia suocera, nonna Giò e nonna Pina, senza le quali non avrei mai potuto scegliere di lavorare fuori casa per così tante ore al giorno con tre figli piccoli. Loro sono il mio punto fermo. Questa condizione mi dà un equilibrio ed una forza impagabili... Devo molto anche ai miei soci di lavoro, ai quali dico grazie per aver avuto la pazienza di sopportare la mia condizione di mamma... credendo nelle mie potenzialità fino in fondo». Tra gli impegni sociali hai mai

pensato di entrare in politica? «Non sono fatta per la politica. Prima di tutto perché non sono così diplomatica, anzi, forse a volte non lo sono affatto. E poi perché penso che la politica, quella seria e fatta bene, comporti un impegno enorme. Ed io non sarei in grado di sostenerlo». Come vedi la donna nella società d'oggi? «Assodato che la nostra società non è sicuramente meritocratica, io credo comunque che se una donna ha le capacità, la tenacia e la voglia di fare può emergere come un uomo... Gli uomini sono sicuramente più bravi a fare squadra ed in questo dovremmo imparare da loro. Per il resto credo che in fatto di comunicazione, sensibilità ed organizzazione noi siamo più brave. Anche se dirlo mi spiace un po’ perché io ho tre bellissimi figli maschi». Come donna, per te quali conquiste sono state fatte e quali sono stati i passi indietro? «La presidente di Confindustria è una donna e sono donne molte scienziate di fama mondiale, manager, scrittrici, registe... Ovvio è che se sui giornali si parla solo di escort e ballerine la strada per la parità dei diritti, perlomeno di immagine e di dignità lavorativa, è piuttosto lunga e in salita». Vuoi esprimere un tuo augurio ad una donna in particolare? «Io conosco molte donne che considero speciali, che ammiro e stimo in modo profondo, ma tra tutte un augurio speciale lo voglio fare a Tiziana, la mia amica di sempre, una donna che ha avuto il coraggio e la capacità di lottare per i suoi sogni, una donna sopra le righe a cui auguro di trovare per una volta la strada in discesa, perché di salite ne ha già percorse troppe».


24

spettacoli

giovedì 3 marzo 2011

AL CINEMA

CINEMA “CineMigrante”: incontro col regista e film

SAVIGLIANO

Tocca all’Albania

AURORA Via Ghione, 10 -Tel. 0172/71.29.57 Invictus merc. 2 e giov. 3 (21.15). Il discorso del Re sab. 5 (20-22.15), dom. 6 (18.30-21.15) e lun. 7 (20.30). I dashur armik ven. 4 (21) - “Film albanese”. Potiche (La bella statuina) mart. 8 (21.15). Inception merc. 9 e giov. 10 (21.15). CINECITTÁ Via Torino, 252 - Tel. 0172/72.63.24 (informazioni e prenotazioni) Da ven. 4 a merc. 9 SALA 1: Manuale d’amore 3 (Fer.: 20.20-22.30; dom.: 16-18.1020.20-22.30). SALA 2: The fighter (Fer.: 20.20-22.30; dom.: 16-18.10-20.20-22.30). SALA 3: Amori & altri rimedi (Fer.: 20.20; dom.: 16-18.10). Piranha - 3D (Fer.: 22.30; dom.: 20.2022.30). SALA 4: La vita facile (Fer.: 20.20-22.30; dom.: 1618.10-20.20-22.30). SALA 5: 127 ore (Fer.: 20.20-22.30; dom.: 16-18.10-20.20-22.30) Giov. 10: riposo.

BRA IMPERO Via V. Emanuele - Tel. 0172/41.23.17 - www.cinemaimperobra.it SALA GRANDE: Manuale d’amore 3 da giov. 3 a mart. 8 (Fer.: 20.15-22.30; dom.: 15.45-18-20.15-22.30). SALA MAX: Amore & altri rimedi giov. 3 (20.1522.30). La vita facile da ven. 4 a mart. 8 (Fer.: 20.20-22.30; dom.: 16.20-18.2020.20-22.30). SALA MIGNON: Il cigno nero giov. 3 (20.20-22.30). 127 ore da ven. 4 a mart. 8 (Fer.: 20.20-22.30; dom.: 16.20-18.20-20.20-22.30). Merc. 2: chiuso per riposo. VITTORIA Via Cavour - Tel. 0172/41.27.71 Programmazione in segreteria

CENTALLO NUOVO LUX Via Roata Chiusani, 1 - Tel. 0171/211726 Anche libero va bene giov. 3 (21) - “Rassegna Genitori & Figli”. Il mio nome è Khan ven. 4 (21) - “Rassegna d’inverno”. Femmine contro maschi da sab. 5 a lun. 7 (21).

CHERASCO GALATERI - Via Cavour, 37 - Tel. 0172/489205 Programmazione in segreteria

SALUZZO CIVICO - Tel. 0175/43756 CHIUSO PER LAVORI ITALIA Tel. 0175/42223 Manuale d’amore 3 ven. 4, lun. 7 e merc. 9 (20-22.15), sab. 5 e dom. 6 (17.3020-22.20). In un mondo migliore mart. 8 (21.15) - “Cineclub”. Il cigno nero ven. 4, lun. 7 e merc. 9 (20-22.15), sab. 5 e dom. 6 (16-18.05-20.10-22.20). Manuale d’amore 3 mart. 8 (20-22.15). Amore & altri rimedi ven. 4, lun. 7 e merc. 9 (20-22.15), sab. 5 e dom. 6 (18.05-20.10-22.20). Animals united sab. 5 e dom. 6 (16). Il cigno nero mart. 8 (20-22.15). La vita facile ven. 4, lun. 7, mart. 8 e merc. 9 (20-22.15), sab. 5 e dom. 6 (16-18.05-20.10-22.20). Giov. 10: sale 2-3-4 chiuse per riposo. Sala 1: Flores de otro mundo - Rassegna “CineMigrante”.

RACCONIGI CINEMA S. GIOVANNI - Via Cesare Billia, 10 Animals united sab. 5 (21) e dom. 6 (16). We want sex mart. 8 (20.30) - “Festa della donna”.

BORGO S. DALMAZZO CINELANDIA: Tel. 0171/26.52.13 - Prenotazione posti al n. 199.151.645 o sul sito www.cinelandia.it Merc. 2 e giov. 3 Amore & altri rimedi (20.10-22.40). Femmine contro maschi (20.20-22.40). I fantastici viaggi di Gulliver - 3D (20.15). Il cigno nero (20.10-22.35). Il discorso del Re (20-22.35). Il Grinta (20.10-22.40). Manuale d’amore 3 (20-22.40). Sanctum - 3D (22.45). Shelter - Identità paranormali (20.15-22.45). Sono il numero quattro (20.15-22.40). Unknown - Senza identità (20.20-22.45).

FOSSANO I PORTICI - Via Roma, 74 - Tel. 0172/833381 SALA VISCONTI: Manuale d’amore 3 ven. 4 e sab. 5 (20.10-22.40), dom. 6 (15.40-18.10-20.45) e merc. 9 (20.45). Fatti sentire ogni tanto lun. 7 (21) - “Spettacolo teatrale”. Io & Bianca mart. 8 (21) - “Rassegna teatrale L’altroteatro”.SALA FELLINI: Il Grinta ven. 4 e sab. 5 (20.10-22.30), dom. 6 (15.30-17.45-20.30), lun. 7 e mart. 8 (21.15). Passione merc. 9 (21.15) - “Cineforum”. SALA DE SICA: Il discorso del Re ven. 4 e sab. 5 (20.10-22.30), dom. 6 (15.30-17.45-20.15), lun. 7 e merc. 9 (20.45). We want sex mart. 8 (21.15). Giov. 10: riposo.

NELLA FOTO: 127 ORE

MUSICA

SAVIGLIANO. Secondo appuntamento per la rassegna itinerante “CineMigrante” nella nostra città. Dopo la proiezione di “Viaggio alla Mecca”, con il Marocco protagonista al cinema Aurora domenica scorsa, ora tocca all’Albania, essendo proprio quella d’oltre Adriatico una delle comunità più numerose della zona. Venerdì 4 marzo, alle 20.30, all’Aurora, il gruppo Profumo di Spezie accoglierà ancora una volta il pubblico con un rinfresco colmo di manicaretti albanesi. Poi, alle 21, il giornalista Benko Gjata intervisterà il regista Gjergj Xhuvani, autore del film che inizierà subito dopo: “I dashur armik” (“Caro Nemico”, Albania-Francia-Germinia 2004, 90 minuti). La pellicola – in albanese con sottotitoli in italiano, come prevede il menu della rassegna – racconta una storia ambientata durante la Seconda guerra mondiale. Albania, 1943. L’Italia fascista si arrende. In seguito alla scomposta mobilitazione, un partigiano, un collaborazionista albanese, un soldato italiano ferito, un ebreo braccato, un ufficiale tedesco ed una nonna con i suoi nipoti trovano rifugio

MUSICA

“Caro Nemico” è ambientato durante la Seconda guerra mondiale

presso Harun, un piccolo commerciante che riesce a rimanere a galla facendo affari un po’ con tutti. La casa si trasforma in una vera a propria torre di Babele. La pellicola è la cronaca di piccole viltà, di neonate amicizie e di eroismi quotidiani. Il regista Gjergj Xhuvani ha 48 anni. Ha completato i suoi studi all’Accademia d’Arte a Tirana e ha iniziato a lavorare come regista per la casa di produzione “Nuova Albania”. Il suo primo lavoro come regista è “Bardhë e zi” (Bianco e nero, 1990), con il quale ha vinto il Premio speciale della giuria al Festival del Mediterraneo a Bastije, Francia, nel 1993. Ma

Xhuvani ha vinto numerosi altri premi. Il cortometraggio “Funeral Business” è stato presentato alla Mostra del cinema di Venezia ed ha vinto il primo premio al Festival di Montpellier. Nel 2001 il lungometraggio “Parrullat” (Slogans) ha vinto il premio dei giovani al Festival di Cannes ed ha ottenuto altri riconoscimenti. La serata – ad ingresso libero – è in collaborazione con l’associazione culturale italo-albanese “Vatra” (che promuove l’inserimento e l’integrazione dei cittadini albanesi in Piemonte) ed il Centro di cultura albanese. G.Ma.

Venerdì 4/3, Savigliano, cinema Aurora, ore 21, I dashur armik (Caro nemico) di Gjergj Xhuvani, Albania-FranciaGermania 2004. Sabato 5/3, Barge, cinema comunale, ore 21, Miao Miao di Cheng Hsiao-Tse, Hong Kong-Taiwan 2008. Giovedì 10/3, Saluzzo, cinema Italia, ore 20.45, Flores de otro mundo (Fiori di un altro mondo) di Iciar Bollain, Spagna 1999. Sabato 12/3, Fossano, castello Acaja, ore 20.30, Nunta Muta (Matrimonio silenzioso) di Horatiu Malaele, RomaniaLussemburgo-Francia 2008. Mercoledì 16/3, Bagnolo, teatro Pellico, ore 10 (per le scuole), The karate kid, la leggenda continua di Harald Zwart, Usa-Cina 2010. Giovedì 17/3, Saluzzo, cinema Italia, ore 20.45, Perralle nga e kaluara (Favola dal passato) di Dhimiter Anagnosti. Sabato 19/3, Fossano, castello Acaja, ore 20.30, Moolaadé di Ousmane Sembene, Senegal-Francia, 2004. La rassegna – alla terza edizione – è promossa dall’associazione “i313”, dal Consorzio Monviso Solidale, dalla Regione, dalla Fondazione CRTorino e dai Comuni ospiti (Barge, Bagnolo, Savigliano, Saluzzo, Fossano).

Arpa grande protagonista grazie al duo Caledonian Companion

Leggendarie note da Irlanda e Scozia SAVIGLIANO. Sabato 5 marzo, alle 21, presso palazzo Taffini, quinto appuntamento con la stagione degli “Amici della musica”. Di scena i Caledonian Companion (un duo emanazione dei Brikin Tree, formato da Fabio Rinaudo – uilleann pipes, lowland pipes,whistles – ed Elena Spotti, arpa irlandese), che presentano “Antiche musiche dall’Irlanda e dalla Scozia”. L’arpa è da sempre lo strumento simbolo dell’Irlanda e, con il suo suono, evoca atmosfere antiche avvolte dalla leggenda. Il programma comprende brani tratti dal repertorio di arie, danze e lamentations scozzesi ed irlandesi del periodo compreso fra il XVII ed il XIX secolo. Tra i vari com-

Serata ska

Elena Spotti e Fabio Rinaudo dei Caledonian Companion

TRASPORTI

Vai a Torino la sera? Viaggia sicuro e divertiti

CARAMAGNA. Sabato 5 marzo, alle ore 21.30, presso il palasport di strada Carmagnola, si terrà il primo grande evento ska della stagione, “Noi siam con chi lavora Night”: di scena i Fratelli di Soledad, da vent’anni “on the road”. Il progetto Fratelli di Soledad (nome preso in prestito dal titolo del libro di George Jackson, attivista delle Black Panthers ucciso nel 1971) nasce nel 1989, dopo una breve parentesi con il nome di Soledad Brothers. Fin dalle prime uscite, i Fratelli mettono in chiaro le proprie intenzioni, fatte di ska e reggae contaminate da elemen-

TORINO. Il trasporto pubblico notturno “Nightbuster” cresce e diventa “Nightbustermusic���: un programma di 13 serate in 50 locali di tendenza collegati dall’1 alle 5 di notte da 10 linee di bus. L’attenzione si focalizza sugli appuntamenti dal vivo e sui principali eventi a Torino a partire da venerdì 4 marzo: tra gli altri, i concerti di Jamiroquai, Elisa, Linea 77, La Fura del Baus, Verdena, Monotronix, Julee Cruise e Bill Frisell. Tutte le informazioni, i percorsi e le novità sono su www.nightbustermusic.it, il nuovo portale nato dalla collaborazione di Gruppo Torinese Tra-

I Fratelli di Soledad suonano il loro potente ska da vent’anni

crescono con il tempo e le grandi performance live. L’8 maggio 2010 è uscito, per festeggiare i (primi) 20 anni di concerti, il disco “Fratelli senza paura”. Prima e dopo il concerto, dj Saponetta Selecta aka Fly proporrà la sua musica da ballare. L’ingresso è libero.

positori che hanno caratterizzato la vita musicale dell’epoca risalta Turlough O’Carolan, leggendario arpista irlandese ed ultimo esponente dell’antica cultura gaelica. I brani in programma sono tratti da antiche raccolte che i musicisti, a partire dall’inizio del XVIII secolo, iniziarono a compilare fissando un immenso patrimonio fino a quel momento tramandato oralmente. Sono di particolare interesse le composizioni irlandesi di O’Carolan, che rappresentano l’anello di congiunzione tra la cultura gaelica, destinata a scomparire a seguito della conquista dell’Irlanda da parte degli inglesi di Cromwell, e la cultura anglosassone. Ingresso: 8 euro.

Servizio “Nightbustermusic”

Fratelli di Soledad

ti combat rock, pop e da testi (firmati quasi sempre da Giorgio “Zorro” Silvestri) che trattano argomenti anche a sfondo sociale, ma visti attraverso il filtro dell’ironia. La fervida attività live, caratterizzata dalle capacità di Roberto “Bobo” Boggio, vero animale da palco, aumenta la cerchia dei loro estimatori, che

I film ancora in cartellone

sporti e Traffic Free Festival, dedicato alla rete di trasporto pubblico notturno creato ad hoc per i frequentatori di concerti, nightclubbing e grandi eventi culturali, con aggiornamenti anche sui siti Facebook e Twitter. Il sito propone, inoltre, una mappa d’autore della città - curata dallo scrittore Fabio Geda - e delle compilation tematiche in download gratuito dedicate alla scena musicale torinese. “Nightbustermusic” è stato pensato per offrire al popolo della notte, torinese e non, un modo comodo e sicuro per raggiungere i locali senza usare la macchina. Il servizio viene pro-

Nightbustermusic

mosso anche per chi arriva da fuori città. Nightbustermusic, nato nell’estate del 2008 per volontà della città di Torino, dell’Agenzia per la mobilità metropolitana e di Gtt, è attivo tutti i venerdì e sabato, dopo mezzanotte, nei luoghi di maggior afflusso del popolo della notte.


spettacoli

ROCK

I Burnt Dreams suoneranno all’Heineken?

Sognando il grande palco

Carlo, Mattia, Emanuele ed Andrea formano i Burnt Dreams

Il loro nome è “Burnt Dreams”. È una band che quattro giovani saviglianesi, circa due anni fa, per passione, hanno fondato insieme. I loro nomi sono: Carlo Giuliano (bassista), Mattia Doronzo (chitarrista), Emanuele Trono (batterista) ed infine Andrea Dellavalle (chitarrista e cantante). Il nome del gruppo, scelto per il suono e per il significato (sogni bruciati), rappresenta questi quattro giovani sognatori. L’idea di creare la band non è nata come un vero progetto, ma per gioco, per amore della musica; solo col tempo è diventato più serio, coinvolgendo i ragazzi fino in fondo e facendo crescere in loro un enorme desiderio di emergere. In tutto hanno inciso tre canzoni: quella che ha avuto più suc-

FOTOGRAFIA

cesso è “Details in fading”; per ora, i pezzi sono una “demo”, ma stanno lavorando molto intensamente per scrivere e comporre atri brani ed infine creare un vero e proprio cd. «Ognuno di noi ha un proprio stile – afferma Carlo, il bassista – abbiamo tutti influenze un po’ diverse, ma insieme guardiamo al genere metal, in particolare al gruppo Avenged Sevenfold». Per loro questa band è molto importante, proprio come l’amicizia che li lega; danno il massimo e cercano di stupire loro stessi componendo testi e musiche in piena autonomia. La prima volta che si sono esibiti è stato ad una festa scolastica; in seguito, in alcuni locali saviglianesi; la volta che ricordano con più emozione è stata al pub

Serata con sette proiezioni

LunedImago, serata con “Cuneofotografia”

Uno scatto di Grazia Bertano in Cambogia

SAVIGLIANO. Partita con un lusinghiero successo di pubblico (in pratica il costante “tutto esaurito”), continua lunedì 7 marzo, alle ore 21, “LunedImago”, la serie di proiezioni fotografiche che il locale circolo “Imago” propone nell’antico palazzo comunale (la “sala Miretti”) alle spalle del monumento di piazza Santarosa. Ospite della serata l’associazione culturale “Cuneofotografia” con “La mappa non è il territorio (la meraviglia di fotografare)”. Una lettura della realtà tradotta secondo rappresentazioni che costituiscono la mappa soggettiva di ognuno dei fotografi che partecipano alla serata. Singoli scatti che seguendo la musica, ed a volte anche il testo di una canzone, raccontano e si raccontano, secondo un filrouge personale. E così Grazia Bertano con “Cambogia” racconta di templi, fiori di loto e pappagalli multicolore; Mauro De Giovanni con “Cubaamodo-

mio” di sigari, rum e volti di un popolo pieno di sorrisi e speranze; Dario Gallo con “Insoliti spazi espositivi” di musei che d’arte sanno raccontarsi, a prescindere dal loro contenuto; i volti di Paola Berardo, raccolti in “Guatemala”, diventano storia attraverso il formarsi delle rughe del volto; “A…meraviglioso” di Stefano Oggero è un inno alla vita, reso possibile solo da quel grande sentimento che è l’amore; immancabile “Il mare d’inverno” di Cabria Mauro Alfredo, al quale ognuno di noi ha, almeno una volta, raccontato di sé, fatto di pensieri insidiosi, ricordi ed impronte leggere; infine, un non-luogo ed un non-personaggio per raccontare che la vita è una fantastica canzone da cantare, perché “La vita è un videoclip”, di Giusy Sculli. L’ingresso è libero, la sala accogliente, ma non grandissima... chi vuole trovare posto a sedere non tardi, si inizia alle 21. Info: 334.90.74.040.

James Joyce, durante la festa di Halloween 2010, dove hanno suonato con il gruppo “Alcoolica”, che ringraziano. I “Burnt Dreams” hanno anche partecipato a due concorsi: il primo tenutosi a Roma, dove si sono misurati con gruppi musicali a livello nazionale. Per loro questa esperienza è stata bella ed istruttiva: erano valutati da una giuria tecnica che, dopo l’esibizione delle band, discuteva e redigeva una scheda di valutazione, utile ai giovani per capire meglio dove perfezionarsi. Ricordano un nome in particolare, il produttore della Sony BMG, Giampaolo Rosselli, che hanno avuto il piacere di conoscere. Il secondo concorso si è tenuto il 15 dicembre a Torino, ed era su votazione popolare; i “Burnt Dreams” si sono posizionati quarti. Ora sono iscritti al concorso online “Heineken Jammin’ Festival 2011”; tutti possono votare ogni giorno tramite il link situato nel loro sito internet: www.myspace.com/burntdreams. Dobbiamo supportare questi ragazzi con tanti sogni, ambizioni e capacità, cosicché possano vincere questo concorso e rivelarsi, un’altra volta, dei grandi musicisti. Intanto, loro ringraziano i genitori e gli amici per l’appoggio ed infine Emanuele Galletto, che li supporta nella grafica e che li ha ospitati in una mostra. Giulia Porchietto

giovedì 3 marzo 2011

Ale e Franz Aria precaria FOSSANO.Tutto è pronto per lo spettacolo che i comici Ale e Franz (al secolo Alessandro Besentini e Francesco Villa) terranno sabato 5 marzo, alle ore 21, presso il locale Palasport. Il nuovo spettacolo “Aria precaria” mette in scena dieci incontri, a volte scontri, altre volte attese; dieci fasi della vita su cui ridere, sorridere, ma anche riflettere. Incontri paradossali in cui l’ordinaria vita di ogni giorno è messa di fronte ad uno specchio deformante che ne rivela tutte le contraddizioni. L’evento è organizzato da associazione culturale Nuvolari, Zabum Uno, Comune di Fossano e Cassa di Risparmio di Fossano. I prezzi vanno da 28 a 36 euro, a seconda dei posti scelti. La prevendita a Savigliano è effettuata da Exit Music, tel. 0172 715021; online sul sito internet www.ticket.it.

Ale e Franz, duo comico

IN BREVE Heineken Jammin’ Festival

In lizza anche i Lacrima Obscura Per l’Heineken Jammin’ Festival, che si terrà in giugno a Venezia, c’è un’altra rock band della zona (oltre ai Burnt Dreams, di cui abbiamo detto la scorsa settimana) che cerca voti per poter realizzare il sogno di suonare su quel prestigioso palco. Si tratta dei Lacrima Obscura, band gothic rock/metal cuneese dove milita il batterista saviglianese Andrea Biolatti. Con lui, Anna Petracca alla voce, Paolo Papini alla chitarra e Simone Garro al basso. Per votarli, basta andare sul sito internet http://hjfc.heineken.it, registrarsi e cercare la band.

Trs festeggia con voi

Carnevale e Festa della donna Su Trs Radio, sabato 5 marzo dalle 18.30 alle 20.30 e domenica 6 marzo,dalle 9.30 alle 11.30, ritorna il “Trio in… perfetto” per festeggiare la donna e il Carnevale. «Se festeggerai – dice Simona, voce della radio – chiamaci allo 0172.712712 o mandaci un sms al 338.1036101 o ancora scrivici a diretta@trsradio.it». Domenica 6 marzo, invece, in diretta dal Magazzino Musicale Merula, andrà in onda una puntata speciale di “Vivo Live”. A partire dalle 15, si alterneranno gli Hangover ed i Dos, protagonisti di uno showcase-evento aperto al pubblico. Trs si ascolta sui 104.800 Mhz in Fm o in streaming sul sito www.trsradio.it.

La buona novella di De André

Canzoni a cappella con i GiranoVoci CARAGLIO. Sabato 5 marzo, alle ore 21, presso la chiesa dei Cappuccini si terrà “La buona novella di Fabrizio De Andrè”, spettacolo ispirato all’album “La Buona Novella” (1970), dell’indimenticato “Faber”. I brani tratti da questa raccolta sono arrangiati a cappella appositamente per i GiranoVoci (Cristiana Cordero, Annalisa Mazzoni, Alessandro Baudino, Claudio Poggi, Pietro Garavoglia, Davide Motta Fré) dall’illustre direttore Carlo Pavese. Se in alcuni brani il lavoro si è limitato ad un attento adattamento della musica originale alla formazione vocale, in altri più che di arrangiamento è giusto parlare di vere e proprie composizioni. L’ingresso è libero.

da mercoledì 2 marzo 2011 a mercoledì 9 marzo 2011

Dove andare Parole fra continenti

Chiesa e mass media

ta.

25

zione allo 0175.978027.

Motoraduno

Donna e lavoro

CUNEO. Per “Parole fra continenti”, giovedì 3, alle 16.30, in Provincia (corso Dante n. 41) si terrà la tavola rotonda “Chiesa strapazzata sui mass media”, con Luigi Accattoli (Corriere della sera), Michele Brambilla (La Stampa) e suor Eugenia Bonetti. Ingresso libero.

30ª edizione

Conferenza di Berardo

FOSSANO. Domenica 6 si svolge la 30ª edizione del motoraduno fossanese, con sfilata, Messa e benedizione delle moto. Ritrovo al mattino in piazza Foro Boario. Presenti stand di moto e di accessori. Informazioni, tel. 0172.699681.

PAESANA. In municipio, lunedì 7, alle 21, si terrà “Percorsi di memoria”, serata sul lavoro della donna al tempo della prima industrializzazione. Conferenza a cura del professor Livio Berardo per la festa dell’8 marzo.

Enzo Bianchi

Si ricorda l’eccidio

“Solo donna”

Presenta l’ultimo libro

C’è la figlia del partigiano

Opere d’arte sul tema

ALBA. Venerdì 4, alle ore 21, presso il palazzo Mostre e Congressi di piazza Medford, Enzo Bianchi presenta il suo ultimo libro: “Ogni cosa alla sua stagione”.

VALMALA. L’eccidio di Valmala (6 marzo 1945) sarà commemorato domenica 6, a partire dalle 10.30, presso il santuario. Previsti Messa e deposizione fiori. L’orazione ufficiale sarà a cura di Luisa Razè, figlia del partigiano “Carletto”. Pranzo su prenota-

BRA. A palazzo Mathis (piazza Caduti per la libertà n. 20) apre, da martedì 8, “Solo donna”: dipinti, sculture ed opere di artisti che parlano della trasformazione dell’identità della donna e della condizione femminile durante le due guerre mondiali. Aperto

Cioccolato e...

...Barolo chinato BAROLO. Al castello Falletti, sabato 5 e domenica 6, dalle 10, il Barolo chinato incontra il cioccolato nell’evento “Cioccolato alla corte del Barolo chinato”. Produttori e sommelier incontreranno il pubblico tra i banchi di degustazione. Replay sabato 26 e domenica 27 marzo.

“Mai + Sole”

Contro la violenza SALUZZO. In corso Italia, l’associazione “Mai + Sole” contro la violenza sulle donne, sabato 5, promuove l’evento di sensibilizzazione “Storie di (dis)pari opportunità”, con numerose iniziative.

Mongolfiera

Emozioni per tutti MONDOVÌ. Una mongolfiera per far provare a tutti l’ebbrezza del volo sarà presente, sabato 5 e domenica 6, a Mondovicino Outlet Village. Partecipazione gratui-

Appuntamenti

Carnevale in Granda Tante iniziative per il Carnevale. VILLAFALLETTO. Tanti appuntamenti sotto il tendone. Venerdì 4, ore 20, serata giovani; sabato 5, ore 20, grande cena (info: 366.4214229). Martedì 8, dalle 14.30, sfilata delle maschere alla presenza dei carri (fermi). A seguire, merenda presso il salone Tavio Cosio. PONTECHIANALE. Sabato 5, festa in maschera al rifugio Bagnour (ritrovo ore 20). Iscrizioni al numero 320.4260190. MONDOVÌ. Domenica 6, dalle 14.30, sfilata

La prima sfilata a Mondovì (foto Happy Days)

di carri in rione Breo. Lunedì 7, veglione in maschera al Dancing Christ (ore 22.30, telefonare allo 0174.559271). SALUZZO. Doppio appuntamento: domenica 6 e martedì 8, dalle 14.30, sfilata di carri e corteo di maschere nel centro del paese, con la partecipazione di bande mu-

sicali. Domenica è prevista la gara dei carri, mentre martedì semplice sfilata. PAESANA. Domenica 6, dalle 15 (ritrovo in piazza Piave), sfilata di maschere e carri con golosità per i partecipanti. BRA. Lunedì 7,cena in maschera al Movicentro (ore 20, prenotazione obbligatoria: 0172.430185).


26

lettere

giovedì 3 marzo 2011

I LETTORI CI SCRIVONO Chianoc: la Uil risponde al Cub Riceviamo e pubblichiamo. La Uil Fpl ha ricevuto, in data 22 febbraio, un comunicato da parte del sindacato Cub Sanità e Assistenza e di alcuni lavoratori della casa di riposo Chianoc – inviato alle organizzazioni sindacali ed ai giornali locali – in cui veniamo diffidati dal sottoscrivere accordi, per conto degli stessi lavoratori, presso la struttura per anziani saviglianese. Nel precisare che la scrivente non ha mai presenziato a tali trattative e, quindi, non ha potuto in alcun modo sostenere patti penalizzanti per i lavoratori, ci teniamo a sottolineare che la nostra politica è volta alla salvaguardia dei diritti e del salario dei lavoratori. Se chi ha seguito tale trattativa non è riuscito in questo intento o ha creato tale percezione ce ne dispiace. Al rappresentante del Cub che ha sottoscritto tale comunicato poniamo un quesito: ha egli partecipato a tale trattativa? Se la risposta è sì, si sarà sicuramente reso conto della nostra assenza a quel tavolo e, dunque, ci chiediamo il motivo per cui ci abbia chiamato in causa; se la risposta è no, avrebbe dovuto documentarsi meglio a tal proposito. A questo punto ai lavoratori suggeriamo una massima: chi male inizia peggio finisce. Restiamo a disposizione per ogni chiarimento del caso e porgiamo distinti saluti. Giovanni La Motta – Uil Fpl Cuneo

Chianoc: anche lo Spi risponde al Cub Egregio direttore, in riferimento alla lettera apparsa sul vostro giornale “Chianoc: parla il sindacato Cub”, riteniamo sia ingeneroso e privo di fondamento quanto affermato nell’ultima parte della stessa. Essa cita “la vendita della struttura dell’ex Ipab certamente produrrà un incremento delle rette a scapito della popolazione, ma questo pare non interessi ad alcuno”. Il sindacato pensionati della Cgil, unitamente alle Confederazioni sindacali provinciali, hanno sempre respinto in tutte le sedi incrementi delle rette che vadano a gravare pesantemente sugli ospiti della Chionoc. Peraltro, il problema delle rette delle case di riposo non esiste solo nella nostra città, ma è un problema presente in tutta la provincia. A tale proposito, uno dei punti che hanno portato, martedì 1° febbraio scorso, Spi-Fnp-Uilp a protestare sotto la sede della Provincia era proprio la richiesta di un incontro finalizzato ad esaminare i problemi delle case di riposo, compreso quello delle rette. L’incontro si è svolto mercoledì 16 febbraio scorso ed ha prodotto l’attivazione di un tavolo che dovrà analizzare la situazione delle 206 case di riposo presenti sul territorio ed affrontare in maniera sinergica la tematica dei servizi sociali, che è fondamentale per gli anziani. In ogni caso, l’attuale rivalutazione annuale del potere d’acquisto delle pensioni non è in grado di sostenere l’aumento dei costi delle case di riposo, questo problema si può risolvere solo con un intervento pubblico. Le cose purtroppo non vanno bene nemmeno da questo punto di vista; infatti, nell’ultima manovra, il Governo ha deciso di eliminare totalmente i 400milioni di euro previsti dal fondo per la non autosufficienza, per cui resta sempre più difficile risolvere questi problemi. Il nostro impegno in difesa dei diritti e delle problematiche che interessano gli anziani non è venuto mai meno e non verrà meno nemmeno in futuro. Riguardo alla Chianoc, auspichiamo che si possa arrivare ad una soluzione ragionevole che rispetti i diritti dei lavoratori, salvaguardi gli attuali posti di lavoro e le loro buste paga ed inoltre sia garantita la qualità dei servizi agli ospiti, rispettando e mantenendo l’attuale costo delle rette in essere. Infine, ad oggi, non risulta da nessuna parte che ci siano accordi che richiedano sacrifici ai lavoratori. La procedura prevista dalla normativa vigente che consente di aprire ufficialmente la trattativa è stata formalizzata alle organizzazioni sindacali di categoria solo nei giorni scorsi. Il sindacato pensionati Spi-Cgil – Savigliano

Motturone: il Comune replica a Bellonio Egregio direttore, abbiamo letto l’articolo “Bellonio non si dà per vinto”, relativo al crollo della Torre del Motturone, pubblicato la scorsa settimana. Dobbiamo precisare alcuni fatti che, così come enunciati nelle parole dell’architetto Bellonio, non ci risultano rispondenti alla realtà; in particolare: – i lavori, alla copertura finanziaria dei quali l’arch. Bellonio avrebbe partecipato comportavano una spesa di 145.000 euro; il Comune manifestò per iscritto la disponibilità a partecipare con un importo aggirantesi sui cinquantamila euro; non è dunque per latitanza del Comune che tale ipotesi naufragò; – non è mai esistita una “documentazione dell’intervento” definitivamente risolutiva che il Comune potesse trasmettere alla Soprintendenza; è stato invece trasmesso e condiviso il progetto di intervento temporaneo, in effetti eseguito interamente a spese del Comune. È del resto il caso di ricordare che compito dei Comuni non è quello di assicurare la conservazione e la tutela dei beni storici, bensì quello – pienamente adempiuto nel caso in questione – di assicurare l’incolumità pubblica. Michele Baravalle – Sindaco di Cavallermaggiore

Tagli alle cure anti-cancro Gentile direttore, mi preme mettere in rilievo un aspetto della legge “milleproroghe” che tocca un argomento a me caro.“Si allungano i tempi per pagare le quote latte con un peso finanziario di 5 milioni di euro attinti dal fondo di 50 milioni previsto dalla legge 220 per affrontare le emergenze in settori vari (ricerca, istruzione, sport), tra cui anche la cura e l’ assistenza per i malati di cancro”. Sono arrabbiata! Come si può essere così insensibili nei confronti di chi soffre? Come si può non considerare gli sforzi e la dedizione che tanti medici e paramedici dedicano alla cura del cancro? Che sberla a chi lo vive, l’ha vissuto e per questo vorrebbe che si investisse sempre di più nella ricerca, nella assistenza e nel miglioramento della qualità della vita! Non lo accetto e invito chi condivide questa idea a ricordarsene in future campagne elettorali. Silvia Nyffenegger – Savigliano

Due proposte per una città migliore Buongiorno direttore, come sarebbe bello se, in momenti difficili come quello che sta attraversando il mondo, che sta attraversando l’Italia, ma che sta attraversando anche Savigliano, ritrovassimo il coraggio e la forza dei nostri avi; come sarebbe bello se, noi, figli dei “bogia nen”, ritrovassimo il loro coraggio, quello dell’esercito dei Savoia, che venivano definiti così non perché avessero poca attitudine al cambiamento o all’iniziare una nuova attività, bensì perché nessuno di loro indietreggiava MAI davanti al nemico, e all’urlo di “bogia nen, bogia nen” si mantenevano in ranghi compatti e generavano terrore nei ranghi dell’esercito avversario.

Come sarebbe bello se di fronte alle avversità (“stanno per aprire un nuovo centro commerciale, la gente non verrà più in centro”, “la mia azienda ha delle difficoltà, molte stanno chiudendo, avrò ancora il mio posto di lavoro?” e per chi ancora non lo ha perso “ho l’azienda in difficoltà, non so se riuscirò a far fronte a questo periodo”, ecc. ecc.) riuscissimo a fare fronte comune, a trovare delle sinergie tra operai, commercianti, agricoltori, imprenditori, forze politiche. Come sarebbe bello se potessimo sfruttare le avversità a nostro vantaggio per ricreare sviluppo, posti di lavoro, mercato, business e afflusso di denaro. Come sarebbe bello se… ma perché dico “sarebbe”? È! Facciamolo! Fino a che stiamo a lamentarci non si conclude nulla. Savigliano ha delle caratteristiche uniche: la posizione, i portici, il parco, il Molo, immense aree agricole, un tessuto artigianale/imprenditoriale importante, liberi professionisti e forze politiche di maggioranza e di opposizione con capacità, dedizione e volontà di fare. Che cosa ci serve? Volontà, apertura mentale, elasticità, idee e la consapevolezza che siamo tutti sulla stessa barca, che, se ognuno di noi si impegna nel suo piccolo a qualche miglioria, tutti ne trarremo beneficio. Abbiamo bisogno di coccolare i nostri “clienti”: pensare a dare più giochi e servizi per l’infanzia, creare più interesse in centro, creare divertimenti “puliti” per i giovani, creare attività che “creino” posti di lavoro, dare il meglio per i nostri anziani che non si sentano semplicemente “parcheggiati”. Io ci sono, e ho voglia di impegnarmi a fare qualcosa per Savigliano. Mi piacerebbe riuscire a rendere gratuito il parcheggio per i clienti dei negozi del Molo, possessori della Savigliano Card (che acquistano nei negozi del Molo) ed a rendere le aree bimbi meno polverose, in modo che possano giocare senza sporcarsi; non è molto, ma è un piccolo tentativo di fare qualcosa per la nostra città. Per far questo però avrò bisogno di tutto l’aiuto di coloro che vorranno darmelo perché da soli non si fa molta strada. Io mi impegno e ci provo. Chiunque lo desideri e abbia idee e buona volontà non ha che da contattarmi. Grazie per l’attenzione. Beppe Bonelli – Savigliano

Accordo Prefetto e Farmacie sulla sicurezza Riceviamo e pubblichiamo. I dati semestrali espressi dalla Prefettura in merito ai reati sul nostro territorio risultano incoraggianti. Plaudo, pertanto, alle nostre forze dell’ordine. Rilevo inoltre da “La Stampa”, a firma L.B., un accordo molto importante siglato dal prefetto di Cuneo dott.ssa Patrizia Impresa con il presidente dell’Associazione titolari di farmacia dott. Massimo Mana. Questo è mutuato dall’accordo nazionale siglato tra il ministero degli Interni e la Federfarma. In pratica si autorizzano le farmacie interessate ad installare un sistema di videosorveglianza direttamente collegato con la centrale operativa delle forze dell’ordine locali. Da sempre sostengo la necessità preventiva, dissuasiva, operativa e investigativa di un’implementazione della videosorveglianza sul nostro territorio ma, nonostante i mie sforzi, nel bilancio 2011 non ho visto da parte della Giunta nemmeno un euro a ciò espressamente finalizzato. Anche la Regione e la Provincia, nonostante le sbandierate considerazioni espresse nelle passate campagne elettorali, non sembrano in questo momento disponibili ad allentare i cordoni della borsa sul tema della sicurezza. Continuerò comunque la mia battaglia a sostegno dei cittadini onesti della città di Savigliano e Levaldigi. Fulvio D’Alessandro – Consigliere delegato alla Sicurezza – Savigliano

Bills “placcati” dal Comune Riceviamo e pubblichiamo. In seguito alla mia lettera di due settimane fa (lamentava la mancanza di spogliatoi adeguati per il Football americano, ndr), il sindaco, Michele Baravalle, risponde affermando che il campo sportivo San Giorgio non ci è concesso in quanto pratichiamo uno sport “pesante”, che andrebbe a rovinare il campo. A quest’affermazione, che può risultare anche reale, mi viene però da domandare con quali finanziamenti sia stato costruito l’impianto. Da quel che so, i soldi utilizzati erano pubblici e tali lo sono quelli destinati alla manutenzione, anche del prato verde. Non vedo allora per quale motivo non possiamo utilizzarlo, visto che contribuiamo economicamente anche noi, con le tasse, in egual modo ai giocatori di calcio, basket, volley, tennis e bocce. Il nostro problema, ricordo, non sono il campo o gli spalti, come dichiarato dal sindaco Baravalle: per questo va benissimo l’impianto di via Fiume; il disagio è solamente negli spogliatoi, che sono obsoleti e troppo piccoli per ospitare due squadre di football americano. Inoltre, mi preme far presente che nessun rappresentante dei Bills ha richiesto all’amministrazione comunale di spendere per ogni partita trecento euro di bus navetta, in quanto sono soldi che potrebbero avere ben altri scopi (difatti i giocatori si sposteranno con i propri mezzi privati). Allo stesso tempo, però, mi sembra doveroso far notare che è la stessa amministrazione che ci obbliga a questa soluzione (spogliatoi al San Giorgio e partita in via Fiume), non permettendoci altre possibiltà. La mia richiesta non è quella di avere il meglio, molto più semplicemente desidero avere le stesse opportunità che ha il calcio di utilizzare gli impianti pubblici. È chiaro che la sistemazione delle strutture del campo sportivo di via Fiume sarebbe la soluzione migliore, anche se non praticabile nell’immediato. Ma fino a questo risultato sarebbe semplicemente giusto da parte dell’amministrazione ci venissero concessi diritti eguali a quelli delle altre società sportive. Davide Olocco – Giocatore Bills Cavallermaggiore

Grazie dalla famiglia Carbone Riceviamo e pubblichiamo. Questa vita mi ha privata di ciò che di più bello una mamma poteva desiderare al mondo: la gioia immensa di un figlio, come il mio bambino Alessandro. Nel ringraziare devotamente tutti coloro che, congiunti al mio profondo dolore, hanno raccolto offerte, comunico che devolverò tali somme al fine di proteggere ed aiutare i cagnolini tristi dei canili, che così tanto il mio adorato figlio amava e rispettava. Si ringraziano: Polvere di Stelle, La corte del pepe, “Il capriccio” – pizza al taglio,Tabaccheria Perhauc, Edicola La Rosa, Il Liocorno, Play Life, Ottica Santarosa,Tallone Oreficeria, DìxDì, Oreficeria Ore&Oro, Quelli delle borse, Odeon Tour, In malga di Gerbaldo, Bar Santarosa, Bar Cavour, Silvana ed Adonella Fiorito – Estetica, Pasticceria Scaraffia,Tabaccheria Valetti, Iana,Tabaccheria Gentile, Quote, Ottica Fedon, Prestigio, Farmacia Albertini, Golden Baby, Oreficeria Paschetta, Fiorito “frutta e verdura”. Mamma e papà di Alessandro Carbone

Il “giocattolino” del socio-assistenziale Riceviamo e pubblichiamo. Intendo fare chiarezza in merito alla questione dei Consorzi socio-assistenziali, argomento sul quale il Movimento Sindaci del Piemonte sta conducendo una serrata campagna informativa incompleta e fuorviante. L’impressione che si vuole dare ai cittadini è che si stia eliminando un servizio, che si chiuda un’attività che invece non viene interrotta. Il governo regionale non ha intenzione di toglie-

re nulla, ma semplicemente di razionalizzare l’offerta di servizi. Nessuno ha intenzione di togliere alcun servizio ai cittadini. Questo in quanto farlo, oltre ad essere il contrario delle nostre intenzioni, sarebbe anche illegittimo. Per quanto riguarda poi il ruolo dei sindaci, alcuni dei quali, specie in area di centro e di sinistra, mi sembrano avere un po’ troppa paura che venga tolto loro il giocattolino, vorrei essere chiaro.Vedo che centro e sinistra stanno già versando lacrime di coccodrillo sul superamento dei Consorzi socio-assistenziali. Premesso che questa misura è tuttora allo studio del governo regionale, dico “lacrime di coccodrillo” perché tipiche di chi prima si “mangia” letteralmente le risorse dei contribuenti poi si lamenta. Esistono strumenti di partecipazione al governo della Sanità, di cui anche alla Legge Regionale 18/2007, votata dalla maggioranza di centro-sinistra, in cui il ruolo dei sindaci è ben individuato e la partecipazione alle scelte della Sanità è più che assicurata. È chiaro che l’ipotesi, perché fin qui si sta solo parlando di ipotesi, non di cose fatte, di un accorpamento (non chiusura, accorpamento, le cose che si fanno oggi “per i cittadini” si faranno anche dopo) dei Consorzi alle Asl richiederà una maggiore compartecipazione dei Comuni.Vorrei anche che fosse chiaro ai cittadini che è tempo che questa demagogia di Sinistra, davvero stucchevole, finisca. La Sanità e l’Assistenza Sociale non sono il modo di governare la spesa pubblica della politica, ma sono servizi fondamentali offerti ai cittadini. Più le scelte saranno lasciate ai tecnici (ai manager, ai medici, a chi ci lavora tutti i giorni con passione) e meno saranno lasciate alla partecipazione fin troppo interessata di questa politica dirigista di sinistra, e più i cittadini otterranno un servizio di assoluto livello senza sprechi. Preciso inoltre una cosa: i bisognosi non trovano risposta dalle poltrone. E l’assistenza non viene certo meno se spendiamo un po’ meno soldi in CdA e Presidenti di Consorzi. Semmai, se gli apparati costano meno, ci sono più risorse per i servizi. Se sarà individuato uno strumento meno costoso per rispondere meglio di prima alla domanda di servizi e assistenza, credo che sarà un passo in avanti per tutti. Perché i cittadini non pagano le tasse per assicurare il giocattolino agli amministratori, ma per avere i servizi. Lo Stato, in senso ampio, per noi della Lega, deve essere snello, privo di inutili orpelli. E deve dare tutti i servizi, senza sprechi. Quindi è ora di smetterla di strepitare, ed è tempo di lasciare lavorare la maggioranza democraticamente eletta: è ora che gli amministratori siano democratici e leali con i cittadini. Stefano Isaia – Segretario provinciale Lega Nord

«Servizi sociali, non “giocattolini”» Riceviamo e pubblichiamo. In relazione alla lettera del segretario provinciale Lega Nord Stefano Isaia, intendo precisare che i Consorzi socio–assistenziali non sono “giocattolini”, ma modalità di gestione di funzioni e servizi rivolti alle fasce più fragili della popolazione in cui prestano con impegno la loro opera delicata e qualificata professionisti a cui va il nostro apprezzamento. Il nostro Consorzio Monviso Solidale riunisce 58 comuni (tutti di centro–sinistra?), che hanno scelto la forma consortile per assolvere le funzioni sociali loro affidate dalla Costituzione e dalla normativa. La nostra amministrazione difende (come fanno tutti i sindaci della provincia) il proprio Consorzio perché si è rivelato modalità snella, efficiente ed innovativa, che ha saputo ben gestire attraverso la forma associativa le risorse affidate, ottimizzandole, come riconosciuto dalla stessa Regione nella persona dell’assessore Ferrero, che abbiamo incontrato. Il problema da cui si parte nel portare avanti il ragionamento e la richiesta è questo: nel momento in cui crescono i bisogni dovuti alla più grave crisi economica dal dopoguerra, si tagliano pesantemente i fondi. Infatti, dal 2008 ad oggi si è avuta una riduzione delle assegnazioni per i servizi sociali dell’80%. Alcuni capitoli di spesa sono stati semplicemente azzerati: il fondo per la non-autosufficienza, per esempio, l’anno scorso aveva ottenuto 400 milioni di euro, quest’anno non è stato rifinanziato! Tutto ciò vuol dire che, a fronte di maggiori bisogni, avremo meno risposte, meno servizi per i disabili, meno aiuti per le famiglie in difficoltà, meno prevenzione (meno prevenzione oggi = più spese domani). I primi a dover fare i conti con la drastica riduzione imposta dall’ultima Finanziaria ai fondi statali di carattere sociale sono i sindaci e gli amministratori. Di ciò essi si preoccupano: dei loro cittadini in situazione di difficoltà, di emergenza, di debolezza. La loro sofferenza e le loro necessità guidano le nostre azioni. Ora con più bisogni, drastica riduzione dei finanziamenti, riconoscimento della capacità e funzionalità dei nostri Consorzi (lo stesso assessore Ferrero teme che altre modalità di gestione costeranno di più): tutto c’è da fare, meno stravolgere ciò che funziona, perché vuol dire perdere tempo prezioso, perdere risorse, perdere servizi, non avere a cuore i bisogni dei cittadini. Silvana Folco – Assessore Politiche sociali – Savigliano

«Illuso da Comune e Consorzio» Caro direttore de “Il Saviglianese”, le scrivo dopo aver appena ricevuto telefonicamente, da parte della dott.ssa Folco (vicesindaco) la risposta negativa che si aggiunge al dramma che io e la mia famiglia stiamo vivendo. Sono un lavoratore autonomo da diversi anni e da giugno 2010 ho perso tutto! A causa di due insoluti avuti da imprenditori della zona sono finito in un tunnel senza via d’uscita, dato che poi la banca mi ha respinto un assegno mandandolo in protesto, bloccandomi il conto creandomi una situazione drammatica. Da lì a poco, insolvente su alcuni affitti, inizia il mio calvario con la richiesta immediata di pagamento dei 2 affitti arretrati, ma, credendo nelle istituzioni locali, mi reco con la mia compagna dalla dott.ssa Folco, che a sua volta ci indirizza al “Monviso Solidale” dalla signora Ghigo, la quale in quel momento, anziché “tamponare l’emorragia” con un contributo immediato atto a saldare 2-3 affitti, instaura un percorso di colloqui, verifiche senza alcun aiuto, dato che la sua responsabile non è assolutamente d’accordo ad erogare un aiuto economico. Visti i risultati, mi reco dal sindaco che, dopo avermi ascoltato, mi tranquillizza dicendomi: «Non è che la butteranno fuori subito e poi, in caso, non è che la lascerò finire in strada...». Dopo questi colloqui apparentemente rassicuranti, e dopo aver poi avvisato per e-mail il sindaco del provvedimento avuto dal giudice per lo sfratto (avendo ulteriori rassicurazioni), Soave mi suggerisce di rivolgermi nuovamente alla sua vice (Folco), per attivare la procedura d’urgenza abitativa scrivendomi nell’e-mail: “Poi interverrò io”. Bene! Mi reco dalla dott.ssa Folco e successivamente apprendo l’esito per telefono, che è: «Mi dispiace, ma ho solo una casa di edilizia popolare e la devo dare ad una coppia di anziani entrambi invalidi al 100%…» (n.b. per la vicesindaco è ovvio dare la precedenza a due anziani invalidi al 100% che potrebbero “stazionare temporaneamente” in una delle centinaia di strutture per anziani in zona, e dividere una famiglia con una figlia di 8 anni per indirizzare la madre e la figlia in una casa-famiglia senza di me). Chiedo un appuntamento con il vicesindaco e in quella seduta mi è detto che faranno tutto quello che si potrà, vista la data imminente dello sgombero dell’alloggio. Oggi (la lettera è giunta in redazione martedì 22, ndr) mi annuncia che non ha reperito alcun alloggio e che domani si riunirà con il servizio sociale per aggiornare la graduatoria d’urgenza (che presa in giro…). Adesso mi ritrovo con tante promesse, rassicurazioni, ed infine NULLA! Ma non era meglio che a suo tempo, anziché “illudermi”, mi avessero detto esattamente quanto espresso oggi? Adesso posso solo prendere atto e attendere l’uscita forzata dall’immobile, ma non mi fermerò qui! Mario Cefali – Savigliano


rubriche

Auguri Ad ANNA ARAGNO, che domenica 27 febbraio ha spento la sua prima candelina, un mondo di auguri! Sorellina Alice, mamma, papà e nonni

Feste di Leva CLASSE 1946 – Savigliano La classe 1946 ha deciso di riunirsi, domenica 27 marzo, presso il ristorante “Granbaita” di Savigliano per festeggiare i 65 anni. Si ricorda che le iscrizioni si ricevono da: Boutique Style di Anna Dossena in piazza Santarosa - Ruggeri Jeans in via Torino. All’atto della prenotazione si dovrà versare un acconto di 10 euro. «L’appuntamento – dicono gli organizzatori – è alle ore 10.45 davanti alla chiesa parrocchiale di S. Andrea per la celebrazione della S. Messa e poi saremo pronti per iniziare la nostra giornata di festa! Ritroviamoci numerosi per celebrare i favolosi 65 anni!». CLASSE 1956 – Savigliano Sabato 9 aprile si terrà la cena di Leva dei mitici ’56.Tenetevi pronti che presto arriveremo con particolari e notizie importanti.

Ringraziamenti Sento il dovere di ringraziare il dott. Antonio Motta ed il dott. Marco Della Valle per l’immediata disponibilità ad intervenire con tatto, alta professionalità e cure del caso. Un grazie di cuore. Diego Gallo – Savigliano I familiari del caro Emilio Sandra ringraziano per le offerte ricevute in memoria del loro compianto defunto ed informano che le stesse sono state devolute rispettivamente al Santuario Madonna delle Grazie di Cavallermaggiore, all’Associazione Italiana Parkinsoniani - sezione di Torino “G. Cavalleri” ed all’associazione “L’ora di Generosità - dott. Maurizio Ferrero”, che esprimono la loro gratitudine.

di Giovanni Bosio

giovedì 3 marzo 2011

Tutti i mercoledì - ore 9,30 “DENTRO LA NOTIZIA” Commento ai fatti della settimana con IL SAVIGLIANESE

Sul filo della memoria

FOTO DI M. MONDINO

Il colonnello Gay Il colonnello Gay nacque a Torino nel 1880, in una famiglia originaria della Francia, stabilitasi in Piemonte quando, nei primi anni dell’Ottocento, questa regione era occupata dalle truppe napoleoniche.Terminati nella sua città natale gli studi superiori con il conseguimento del diploma di ragioniere, trovò un’occupazione presso un’azienda privata quale addetto ai servizi amministrativi. Dopo l’intervento dell’Italia nella guerra 1915-1918, fu chiamato sotto le armi e gli assegnarono il comando di un drappello di soldati che operava nelle immediate vicinanze del fronte. Il colonnello Gay, contrariamente a molti altri Ufficiali del regio esercito italiano, non si schierò con Gabriele D’Annunzio quando, il 12 settembre del 1919, alla testa di 2.500 “legionari”, entrò trionfalmente nella città di Fiume. Con uno spettacolare colpo di mano, il famoso “poeta-soldato” ne assunse i pieni poteri e proclamò la sua annessione all’Italia, sovvertendo la decisione, assunta in occasione della firma del pat-

S TUDIO C

Il colonnello Gay insieme alla moglie

to di Londra del 1915, di assegnarla alla Croazia. La questione di Fiume fu risolta soltanto dopo la Seconda guerra mondiale, con l’assegnazione della città all’Italia. Congedato con il grado di colonnello, Gay ritornò alla vita privata, dedicando il proprio tempo agli interessi che aveva a To-

di Cesare Clerico

Indiana Jones dei poveri Un noto personaggio ha in rete un curriculum che è proprio notevole, è tutto una sinfonia di: “viene chiamato…”,“diventa [3 volte in 34 righe, n.d.A]…”,“è scelto…”, “assume l’incarico…”, “lo conferma [l’incarico n.d.A]”, “viene confermato…”, “entra a far parte…”, “viene nominato…”, “ è confermato…”, “assume la carica…”, “[gli, aggiunta nostra

n.d.A.] viene rinnovato…”, “è confermato…”. In tutto questo sarà bene ricordare che Leonardo da Vinci non ha mai vinto un concorso indetto e pubblicato sugli organi preposti; Galileo Galilei ha avuto il suo incarico di docente per cooptazione, e così via, bella dimostrazione del fatto puro e semplice che ci vuole un genio per capirne un altro.

Cucina del territorio piemontese a cura dell’Accademico Silvano Cav. Osella

Gli allievi del Liceo di Savigliano intendono ringraziare le persone sotto elencate, che con la loro professionalità ed il loro impegno hanno contribuito all’ottima riuscita delle “Giornate seminariali”. Si tratta di un’esperienza originale, che il Liceo svolge da parecchi anni, in cui per tre giorni le lezioni non sono tenute dai docenti della scuola, ma da esperti che affrontano tematiche varie, dal volontariato alla musica, dal fumetto alla danza. È un’esperienza unica, in cui la scuola tradizionale si fa da parte per aprirsi al mondo. Grazie a: dott.ssa Folpini – “Informazione sessuale”, personale del Pronto Soccorso dell’Asl Cuneo 1 di Savigliano – “Prevenzione abuso alcool”, dott. Turello – “Lezione sull’autostima”, prof. Turco – “ La Costituzione”, prof.ssa De Marchi – “Per strade diverse: dislessia”, NodoComix – “Clownterapia”, educatore Davide Sannazzaro – “Vita in carcere”, associazione Mai + Sole – “Violenza sulle donne”, ex allieva Erica Onnis – “Kung fu”, allievo Luca Blengino – “Introduzione agli scacchi”, dott.ssa Chiara Saimandi – “Teatro e psicologia: psicodramma moreniano”, prof.ssa Franca Fissore – “Commercio equo/solidale”, Capitano dei Carabinieri Marco Campaldini – “Educazione alla legalità”, allievo Sulas – “Basso e le sue leggende: viaggio nei generi musicali”, prof. Emilio Coppolino – “Da Omero a Gesù: saggezza greca e paradosso cristiano”, educatore Graziano Pellegrino – “Finestra aperta sulle guerre nel mondo”, signor Marco Olmo – “Maratone estreme”, dott.ssa Petra Senesi – “L’autostima e l’ansia: conoscerla per combatterla”, prof.ssa Mirella Galletto – “Giochi matematici”, dott. Baradello – “Guerra e pace tra privacy e democrazia, breve viaggio tra Msn e Facebook” – “L’ascensore orizzontale: la metrò torinese – storia e curiosità”, prof. Tarigo – “Meditazione su Antigone”, ex allievo Siro Giri – “Storia della musica”, ex allievi Ferrando e Miele – “Il fumetto”, allieve Vasserot e Nyffenegger – “Hip-hop”, allievi Mucciolo e Leone – “Made in Japan”, ex allievo Dompè – “Esperimenti in laboratorio di chimica”, dott.ssa Di Mauro – “Tecniche d’indagine di anatomia patologica applicate alla medicina legale”, signor Gerbaudo – “Amnesty International”, dott. Morelli – “Il piacere è sacro”, personale del Ser.T. – “Che ne s’Aids”, personale del centro trasfusionale – “La donazione”. I rappresentanti degli allievi IIS “Arimondi-Eula” – Liceo di Savigliano

27

Bugie, risoles, sfrappole, boxie, golani, cenci Questi nomi racchiudono una storia di vita vissuta da gente unificata a creare cibo con le poche risorse alimentari rimaste dal freddo inverno. Le bugie, le risoles, le sfrappole, le boxie, i golani ed i cenci sono una sorta di pasticceria povera realizzata con farina, uova, vino bianco od aceto di vino bianco e poi fritta in strutto o sego. Lo strutto era quel grasso che non soltanto era usato per conservare i salami e per realizzare dolci e fritture, ma anche per fare il sapone. Questi dolci venivano prodotti per i bambini e per gli adulti che si riunivano nelle stalle e che durante la storica “Vja” si raccontavano storie di masche, sperando in una primavera mite per iniziare i lavori nei campi. Tale ricchezza ti-

SAVIGLIANO Venerdì 4 marzo ore 9: Ginnastica in acqua (4° corso) ore 11: Riabilitazione motoria e 3ª Età 5 ore 15.30: Il califfato cosmopolita ore 18.30: Spagnolo 2 (avanzato) ore 19: Ginnastica per adulti 2 Martedì 8 marzo ore 9: Nuoto (2° corso) ore 20: Pilates - corso B (4° turno)

picamente italiana, e di origine povera, oggi, grazie a soggetti più propensi a fare carriera in ufficio o nelle industrie, è stata abbandonata e pochissimi sono all’altezza di realizzarla senza bruciarla o peggio ancora di renderla immangiabile, a causa di aggiunte in cottura di marmellate ed agenti lievitanti di natura industriale. Era un dolce fatto da mani esperte, quasi sempre donne anziane che si dilettavano a creare, con fantasia e molta parsimonia, il cibo da quel poco che c’era in dispensa, ma con la capacità di saper originare un qualcosa che sarebbe poi passato alla storia. La bugia è da fare espressa, perché ha il difetto di assorbire l’umidità ambientale. La storia della bugia nasce nell’epoca dei “giorni della mer-

rino ed a Marene, dov’è sepolto vicino alla moglie. A Marene ricoprì per poco tempo la carica di Sindaco, conferitagli in seguito ai risultati delle elezioni amministrative del 1946, le prime dopo la caduta del fascismo, cui partecipò come candidato nella lista della Democrazia Cristiana.

In questo mondo, invece, si preparano test a risposta multipla o simili senza mai rendersi conto che qualsiasi test ha un ambito sociale di riferimento, per cui è sufficiente – anche senza averne coscienza – far parte di quell’ambito per indirizzare il test in modo che venga gradito da altri appartenenti all’ambito stesso. Il caso predetto, cioè della mancanza di coscienza, è poi il più comune, visto che certo né i test vengono affidati a pedagogisti, né ci si pone affatto, a monte, il problema dell’equità. Come ho più volte sostenuto, l’oggettività è un mito, e sareb-

Scrivere a: Studio C c/o “Il Saviglianese” - piazza Santarosa n. 21 - 12038 Savigliano.

la”, prima del Carnevale, nel periodo più povero. Alcuni vecchi mi raccontavano che quando consumavano le bugie con qualche bicchiere di vino rosso alcuni sospiravano dicendo: «Speriamo che la masca gradisca il nostro dono». Non a caso veniva sempre messo sul davanzale un piattino di bugie, come per la ricorrenza della befana un piatto di minestra. Tale dolce deve portare ad un momento di riflessione, ma soprattutto deve dare spunto ad un rilancio turistico (è legato ad un periodo festivo) e ad una promozione delle eccellenze tipiche del settore agricolo. I nostri avi non

si sarebbero mai sognati che un cibo povero potesse diventare motivo di rilancio turistico, ma, quel che è peggio, è che oggi tutti parlano di crisi, ma mai nessuno usa le proprie eccellenze per creare un nuovo movimento turistico nel “Paese dell’arte del cibo”. Le bugie, se nessuno le difende, diventeranno come i grissini torinesi: tutti li producono, ma senza rispettare un canone di produzione; così, all’atto dell’acquisto, il consumatore non sa bene cosa andrà a consumare, ma resterà legato ad un prodotto di carattere cultural-territoriale e non organolettico garantito.

Bugie: dolci tipici del Carnevale

Calendario Unitre Mercoledì 9 marzo ore 9: Ginnastica in acqua (3° corso) ore 11: Riabilitazione motoria e 3ª Età 4 ore 15: Disegno dal vero A ore 15.30: Musica anni Sessanta e Settanta ore 18.30:Yoga 3 – Inglese 1 (principianti) – Francese 3 (proseguimento) ore 20.30: Inglese 2 (avanzato) – Yoga 4

be invece più onesto essere chiari nelle proprie scelte. La scelta esistenziale è al buio, come per Dante nella selva oscura; bisogna dare invece la possibilità di vedere qual è la meta raggiungibile con le strade percorribili, senza costrizioni.

Giovedì 10 marzo ore 10: Attività motoria - 3° corso ore 11: Attività motoria - 4° corso ore 14.30: Pittura su ceramica a terzo fuoco (2° corso) ore 15.30: Medicina ore 20: Pilates - corso B (4° turno) ore 20.30: Informatica (modulo 3)

LEVALDIGI Venerdì 4 marzo ore 19.30: Ginnastica dolce ore 20.30: Ginnastica per adulti Martedì 8 marzo, dalle ore 14.30 alle ore 18.30, presso la sala polivalente della Crosà Neira in Savigliano, si terrà la festa danzante di Carnevale con la partecipazione del gruppo musicale “Il duo per due”: Federico Freddino (tastiere, fisarmonica e voce) e Federico Carraro (tromba e chitarra). Seguirà un rinfresco. Partecipate numerosi!


28

rubriche

giovedì 3 marzo 2011

Editoria del territorio La storia dei briganti piemontesi sandria con un carro agricolo ed esposto sulla pubblica piazza. Mayno si era dato al brigantaggio dopo aver ucciso, il giorno delle sue Nozze, un gendarme che aveva offeso involontariamente la sposa strappandole un lembo del vestito nuziale. In poco tempo, egli costituì una banda di duecento uomini che, dopo essersi nascosta nei primi tempi sulle montagne tra il Piemonte e la Liguria, divenuta molto temeraria, trasformò in teatro delle proprie gesta la Lomellina ed il Vercellese. Il 2 dicembre del 1804, assalì al bivio per Torre Garofoli la carrozza di Papa Pio VII e quelle del suo seguito di dignitari, dirette a Parigi per assistere, nella cattedrale di Notre Dame, all’incoronazione di Napoleone Bonaparte ad imperatore dei francesi. Dopo una breve colluttazione, i postiglioni si arresero, consegnarono ai bri-

Massimi Ritardi

ganti una cassa contenente denaro ed oggetti preziosi e, cosa assai curiosa, li aiutarono a scoperchiarla con una spranga di ferro. Giovanni Bosio

Lotto sistemi

Superenalotto

Sistema sul numero 32 ritardatario sulla ruota di Roma

79 51 16 32 32 32 32 32 32 32 32

8 32 47 16 8 79 83 83 8 83 9

5 51 47 9 5 9 8 47

83 9 5

51 16 79 51

QUOTE A

T

0,50

0,50

Q

TOT 1,00

0,50

0,50

1,00

0,50

0,50

1,00

0,50

0,50

1,00

1,50

0,40

0,10

2,00

1,50

0,40

0,10

2,00

1,50

0,40

0,10

2,00

1,50

0,40

0,10

2,00

TOTALE 12,00

a cura di NEL da giovedì 3 a mercoledì 9 marzo 2011

ARIETE 21 Marzo - 20 Aprile La creatività è fortissima, ma in fase di progetto vi confondete. Il lavoro fa scappare la pazienza, ma per combattere la tensione l’antidoto è lo sport. Non parole ma fatti, gli amici vi danno carica. Questa settimana sarete sottoposti ad una prova di coraggio contro un’ingiustizia.

TORO 21 Aprile - 20 Maggio Se siete single e tristi, preparatevi ad una svolta, un nuovo amore vi sorprende con dolcezza ed intensità. Un grosso affare richiede pazienza e trattative da tenere segrete. Salute: fisico più elastico e dinamico grazie ad una vita sana a contatto con la natura.

O

LEONE 23 Luglio - 23 Agosto Pensate troppo al partner e troppo poco a voi stessi, dimenticandovi il diritto di essere felici. Se siete in attesa di comunicazioni professionali, vi attendono belle sorprese che miglioreranno la vostra posizione: la voglia di emergere trionfa sulle eventuali remore.

VERGINE 24 Agosto - 22 Settembre Gestire una serie di problemi vi affatica, anche perché non amate confidarvi. In compenso contate su una famiglia collaborativa, vicina senza soffocarvi. Guidata, la vostra vita prende una direzione diversa, a partire dalle finanze rimpolpate. L’accumulo di stress causa piccoli disturbi.

GEMELLI 21 Maggio - 21 Giugno

BILANCIA 23 Settembre - 22 Ottobre Niente da ridire sugli affetti: la famiglia è serena e l’amore appagante. Nel lavoro si annuncia un favoloso exploit, dovuto per metà ai vostri meriti, l’altra metà ad un colpo di fortuna. Decisioni importanti: gli amici vi consigliano, ma si defilano invece di aiutarvi.

Il cambiamento è nell’aria, ma le cose non vanno come avevate preventivato. Da una situazione spiacevole prendono il via scelte che trasformano tutto di voi: carriera, look e relazioni. Fidatevi di un amico che vi aiuta a cambiare binario. Fate esercizio fisico dolce, ma costante.

SCORPIONE 23 Ottobre - 22 Novembre La carriera diventa il vostro chiodo fisso, ma al momento è fuori discussione. Solo con l’appoggio giusto potete compiere il grande balzo. Non sacrificate anche l’intesa di coppia all’ambizione. Salute: previsti fastidi trascurabili, che la maggior parte di voi non avvertirà minimamente.

La foto curiosa

1/14 di quota L 5,00 con numero SuperStar

ROSCOPO

Più vi mostrate severi e distaccati, più incuriosite gli altri col vostro comportamento. Risultato: siete più gettonati e fate parlare di voi. Superando il passato ravvivate l’intesa di coppia. Lavoro: tutti i nodi vengono al pettine; per avanzare dovete chiarire, anche a costo di rivelare segreti.

CANCRO 22 Giugno - 22 Luglio

28-34-54-60-71-73-79 23-42-43-47-61-64-68 29-39-45-69-76-79 7-20-30-63-83-89 40-53-59-66-78-85-88 4-9-11-47-48-77-80 40-44-52-62-86-88 36-53-57-78-80-83 24-33-42-50-60-71 25-27-31-51-87-88 15-18-21-23-27-31 3-8-12-20-25-46-74-81 1-5-19-52-72-75-90

SAGITTARIO 23 Novembre - 21 Dicembre Se avete il cuore libero, preparatevi all’incontro fatale; se pensate ancora ad un ex, lo vedrete ricomparire. La forza dei sentimenti non v’impedisce di attivarvi anche nel lavoro: grintosi. Prudenza negli affari, dove nonostante le premesse vi conviene tenere gli occhi aperti.

CAPRICORNO 22 Dicembre - 20 Gennaio Contro l’imprevedibilità e gli atteggiamenti immaturi del partner, alzate lo scudo del rigore; il passato vi ha già dato una lezione. Il problema principale è il lavoro, non siete contenti della situazione e coi colleghi manca l’armonia. Vi sentite un po’ fragili, accusando diversa stanchezza.

ACQUARIO 21 Gennaio - 19 Febbraio Operazioni inattese nel lavoro vi spianano nuove prospettive, a patto che adottiate la strategia giusta usando la dialettica come punto di forza. Canalizzate nella giusta direzione, energie forti ma inespresse diventano il vostro trampolino di lancio. Se tenete alla linea... attenti!

PESCI 20 Febbraio - 20 Marzo Un’amicizia che non decolla in amore vi dà ansia. La voglia di cambiare ambiente si fa più forte; con colpi di testa che gli altri non capiscono. Per il lavoro sacrificate tutto, ma il rendimento non giustifica lo sforzo che fate: tante promesse e pochi riscontri concreti.

Il ritorno dello Yeti… (Foto scattata da Vittorino Brigna – Savigliano)

Avete delle foto curiose? Portatecele in redazione (piazza Santarosa n. 21) o inviatecele via e-mail a redazione@ilsaviglianese.com

Riflessioni della scacchiera Via Chianoc, 6 - Savigliano Aperto ogni giovedì dalle ore 21 Settore Giovanile ogni lunedì dalle ore 17,15 alle 19,45 Per informazioni: 393/2277051 Seduto davanti al camino, dopo mezzanotte, bevo brodo caldo di urogallo e mangio fichi della Manciuria; sdraiato davanti al fuoco, Botolo, il meticcio che sembra un pastore maremmano in miniatura, e che quando mi guarda ha la stessa amorevole espressione che aveva mia madre tutte le volte che mi rivedeva alla fine della giornata per tutti i giorni che ha vissuto, sonnecchia tranquillo. È tutto pronto per l'incantesimo di ogni sera prima di andare a dormire: apro il mio libro magico, un testo di anonimo mantovano di chissà quando, che s’intitola “I fischi nei fiaschi” e ne leggo come sempre un paio di pagine. Nella prima trovo la spiegazione per la mia ultima sconfitta a scacchi: metto a fuoco gli errori, capisco dove ho sbagliato e come avrei dovuto fare per giocare meglio. Nella seconda ritrovo la storia di un episodio della mia vita, sempre uno nuovo, dove ho fatto del male a qualcuno o comunque, in qualche modo, non ho dato il meglio di me, raccontata in modo imparziale e oggettivo, senza le scusanti e le giustificazioni che mi ero dato io per potermi perdonare. Credetemi: sarebbe un toccasana miracoloso, peccato che questo racconto sia di pura fantasia; non esiste il libro, né l'urogallo ed i fichi della Manciuria non li conosco. Esiste solo Botolo per davvero, che davvero mi guarda con la stessa espressione di mia madre e che mi aiuta, ogni sera, a sentirmi un po' meno cattivo di quello che sono. IL BIANCO MUOVE E DA’ SCACCO MATTO IN DUE MOSSE. SOLUZIONE: il cavallo bianco si sposta in d4; se il nero muove il re in a5, il bianco sposta la regina in b5 dando scacco matto; se il nero spinge il pedone b4, il bianco lo cattura dando scacco matto.

Ne “La storia dei briganti piemontesi” di Michele Ruggero, edita da Alzani di Pinerolo, spicca la figura di Giuseppe Mayno della Spinetta, un paesino poco distante da Marengo, nei pressi di Alessandria, dov’era nato nel 1780. A fare le spese delle sue malefatte furono soprattutto i gendarmi francesi, i quali, dopo avergli dato la caccia per parecchio tempo, una sera d’inverno lo sorpresero nella casa di sua moglie, Cristina Ferraris, che viveva per conto suo. Accortosi della loro presenza, scavalcò il davanzale della finestra che dava sul giardino e prese a correre verso il cancello, ma venne fermato da un gendarme, nascosto dietro il tronco di un albero, con una fucilata alla gamba. Piuttosto di arrendersi, Mayno si tolse la vita sparandosi un colpo di pistola alla tempia. Il suo cadavere, reso irriconoscibile da colpi di sciabola e fucile, fu trasportato ad Ales-


piazza affari

A nnunci E conomici SAVIGLIANO piazza D’Armi – AFFITTASI bilocale al piano rialzato con cantina (termoautonomo). Libero da subito. Tel. 0172/715839 ore pasti. • SAVIGLIANO via Pylos – AFFITTASI, a persone referenziate, alloggio composto da: ingresso, soggiorno, cucinino, 2 camere, bagno, ripostiglio e cantina. Tel. 393/8931312. • CAVALLERMAGGIORE zona centrale – AFFITTASI garage. Tel. 0172/381762 ore pasti. • ANDORA (Riviera) – VENDESI appartamento nuovo, ottime finiture, centrale, prezzo 300.000 euro, posto auto. Tel. 0182/86025 – 338/4536658 www.immobiliarearchitrave.it. • Signora piemontese 40enne CERCA lavoro part-time (mattino o pomeriggio) per stiro o pulizie. Tel. 0172/381858 ore pasti. • Ragazza 23enne italiana CERCA lavoro part-time in SAVIGLIANO come baby-sitter a bambini di età non inferiore ai 6 anni. Tel. 348/8204585. • Signora 30enne CERCA lavoro come badante, baby-sitter o domestica (disponibile anche a trasferirsi presso il domicilio del datore di lavoro). Tel. 320/3664968. •

Coniugi italiani CERCANO qualsiasi tipo di lavoro anche da abbinare a custodia di abitazione od azienda. Tel. 334/3338990. • Magazziniere specializzato saviglianese CERCA lavoro come operaio generico. Tel. 347/1411309. • Ragazza 28enne con esperienza CERCA lavoro come badante full-time o per pulizie. Tel. 331/1625981. • Signora italo-argentina CERCA lavoro purché serio: collaboratrice domestica, baby-sitter, lavapiatti, aiutante cuoca, operaia o pulizie casa/ufficio. Si impartiscono anche ripetizioni di spagnolo. Tel. 333/7896301. • Signora CERCA lavoro come badante full-time o per pulizie. Tel. 389/7969469. • Diplomata, con esperienza in ambito amministrativo e contabile, bella presenza, massima serietà, CERCA lavoro impiegatizio. Tel. 331/3232620. • Editrice torinese CERCA ambosessi per attività commerciale prestigiosa, anche part-time, anche pensionati, su provincia di Cuneo. Inviare curriculum a info@aghepos.it. Tel. 011/5617173 – 348/0703253 – 349/5282658. •

VENDESI Fiat Grande Punto Active bianca, 1.2, anno 2010, Km 31.000, 3 porte, radio-cd e fendinebbia. Prezzo: 8.900 euro. Ottime condizioni (un anno di garanzia). Tel. 0172/633227. • Si ESEGUONO lavori di battitura tesi e relazioni con stampa su laser. Tel. 0172/713929. Matrimoniali e amicizie Anna e Anna Club per single Ragazza 35enne, molto carina, timida, sincera e di buon cuore, CONOSCEREBBE uomo serio, anche con figli, purché onesto lavoratore, per condividere futuro insieme. Tel. 339/4921925. • Donna bellissima, 40enne, dolce e riservata, bionda, occhi verdi, senza figli, SOGNA D’INCONTRARE un uomo di cui innamorarsi ed a cui dedicare se stessa. Tel. 345/3150519. • Libera sentimentalmente, 49enne, vedova, lavora in campagna, ama la natura e gli animali, le piace la buona cucina, è una donna semplice, carina, VORREBBE CONDIVIDERE la sua vita con un signore a cui dedicare affetto ed attenzioni. Tel. 334/3034507.

Turni benzinai

Turni farmacie

Veterinari

SABATO 5 MARZO (POMERIGGIO)

Giovedì 3 - Farmacia Bonelli - Via Torino - Tel. 0172/712.366 Venerdì 4 - Farmacia Albertini P. Santarosa - Tel. 0172/712.272 Sabato 5 - Farmacia Paschetta P. Santarosa - Tel. 0172/712.978 Domenica 6 - Farmacia Dominici - Via Cambiani - Tel. 0172/712.258 Lunedì 7 - Farmacia Monchiero - P. del Popolo - Tel. 0172/712.389 Martedì 8 - Farmacia Bonelli Via Torino - Tel. 0172/712.366 Mercoledì 9 - Farmacia Albertini - P. Santarosa - Tel. 0172/712.272 Giovedì 10 - Farmacia Paschetta - P. Santarosa - Tel. 0172/712.978

Alesso Matteo Tel. 0172/85996-336/230139 Biolatti Pier Giuseppe Tel. 340/3928825 Chiavassa Enrico Tel. 0172/382560-335/6060220 Bosio Emilio Tel. 0172/33506-335/6027039 Fissore Mario Tel. 0172/31682-335/7890231 Miglietti Enrico Tel. 337/226616 Ricossa Paola 0172/713360-339/2012836 Alesso Cinzia 339/7790752-0172/377154 Michele Teobaldi 335/7890232

TURNO A SHELL Panetto Corso Indipendenza, 8 Lavaggio rapido IP - Barra Via Cervino, 17 (S.R. 20) SHELL C.P.P. Via Cuneo - S.R. 20 Autolavaggio ERG S.P. 662 Km 7+15 (Marene)

EREDI VENDONO ALLOGGIO Centrale – C.so Vittorio V. 2° piano Ingresso Salone-Camera-Bagno Soggiorno-Cucinino-Terrazzo-Balcone AFFARE € 145.000 VENDO ALLOGGIO 4 Vani-Cucinino-Bagno-Cantina T.Autonomo-Condominio piccolo € 145.000 – F. FINA – Via Cernaia 25 Tel. 333.330.4919

335.1701008

giovedì 3 marzo 2011

29


30 giovedì 3 marzo 2011

VOLLEY SERIE

e-mail: sport@ilsaviglianese.com

C Partita delicata sabato pomeriggio al Palazzetto

Savigliano attende il Santhià 4ª

CLASSIFICA

RITORNO RISULTATI

Borgo Vercelli – Vercelli San Paolo – Chieri Villanova – Morozzo Cuneo – Allmag Ma.Gi.A Torino – Val Ellero Sant’Anna – Savigliano Alicese – Tecnosystem

0-3 2-3 3-0 3-2 3-0 1-3 3-1

RITORNO 5-6/3/2011 Chieri – Borgo Vercelli Vercelli – San Paolo Allmag – Villanova Morozzo – Ma.Gi.A Torino Val Ellero – Cuneo Savigliano – Alicese Tecnosystem – Sant’Anna

SANT’ANNA 1 SAVIGLIANO 3 (25-16; 16-25; 20-25; 19-25) Gerbaudo Volley Savigliano: Rostagno, Giolitti, Fiorito, Avalle, Mana, Torassa, Casale Marco, Tripolino, Bergamin, Rossi, Giacomo Ghibaudo. Liberi: Davide Ghibaudo e Bossolasco. All.: Bonifetto e Botta Andrea. I ragazzi di Bonifetto ci mettono un set di troppo per archi-

VOLLEY SERIE

squadre

P

G V N SV SP

Vercelli Villanova Savigliano Ma.Gi.A Torino Alicese Chieri Borgo Vercelli Morozzo Tecnosystem Brebanca Cuneo San Paolo Allmag Val Ellero Sant’Anna

51 44 38 36 32 24 24 23 16 15 15 14 13 9

17 17 17 17 17 17 17 17 17 17 17 17 17 17

17 0 15 2 13 4 12 5 11 6 9 8 8 9 7 10 5 12 6 11 5 12 4 13 4 13 3 14

51 47 39 42 37 33 32 30 26 23 22 20 16 20

4 9 21 21 26 29 36 36 42 43 41 42 41 47

viare la pratica Sant’Anna, ultimo in classifica. Ma ora, girata pagina, sono già tutti concentrati sulla prossima interessante sfida con l’Alicese di Santhià. Sabato scorso la Gerbaudo si era presentata sul campo della parrocchia di San Mauro priva di “Dado” Ghibaudo (per lui lesione muscolare al ginocchio e prossima visita fissata per venerdì) e con il centrale Paolo Rossi poco allenato e con l’impellente bisogno

Lo schiacciatore Marco Torassa

di rifiatare un po’. La formazione iniziale è un’autentica rivoluzione rispetto alla settimana precedente con Giolitti in palleggio in linea con Avalle, Mana e Torassa di banda,Tripolino e Bergamin al centro e Bossolasco libero. Nel primo set l’impatto con la partita è devastante: i saviglianesi regalano agli avversari dieci punti diretti e prendono sei murate altrettanto dirette. Finisce con un perentorio 25-16

per i locali. Bonifetto sbraita un po’ e mette dentro “Jack” Ghibaudo al posto di Mana per provare a smuovere le acque. La mossa sembra dare i suoi frutti, la squadra finalmente si sveglia e comincia a giocare come è capace. Dall’inizio del secondo set, infatti, sono i saviglianesi a dominare fino alla fine della partita, a parte un certo equilibrio all’inizio del quarto parziale. Sabato prossimo, 5 marzo, inizia un bel tour de force per la formazione del presidente Caula che riceverà nel palazzetto di via Giolitti (inizio ore 18), un Alicese Santià in grande forma, quinta forza del campionato. La squadra del grintosissimo mister Manavella all’andata aveva perso contro il più bel Savigliano della stagione e di conseguenza arriverà con il coltello tra i denti. Mister Bonifetto chiede ai suoi ragazzi una prestazione al cento per cento in modo da continuare la rincorsa al Villanova e mantenere questo onorevole terzo posto. d. s.

D Per la prima volta nella stagione la Co.Ga.L vince lontano da casa

A Busca esorcizzato il mal di trasferta BUSCA SAVIGLIANO (19-25; 17-25; 22-25)

0 3

Co.Ga.L Savigliano: Nessi, Osella, Caula, Curti, Botta, Monasterolo, Berohiti,Casale Fabio, Sannazzaro, Cravero, Panero. Libero: Rabbia. All.: Casale Aldo e Russo Paola. Una Co.Ga.L. concentratissima vince la prima partita in trasferta della stagione e soprattutto dimostra di avere una panchina all’altezza della categoria. Mister Casale deve fare a meno di Monasterolo (schiena bloccata), Caula (lussatosi un dito venerdì in allenamento) e Ferrera (motivi di studio). La formazione saviglianese scende in campo con il talentuoso Osella in palleggio, Cravero all’opposto, Fabio Casale incontenibile in attacco e il

Davide Sannazzaro: 14 punti grintosissimo Berohiti alla banda, uno stoico Panero (dolorante alla schiena) e il veterano Sannazzaro (miglior realizzatore della partita con 14 punti) al centro

VOLLEY FEMMINILE SERIE

e un Rabbia precisissimo in ricezione come libero. La partita inizia tutta in salita per i ragazzi di Casale perché la prima alzata della partita di Osella è per Cravero che fa un bel punto ma, atterrando, riporta una storta alla caviglia e deve abbandonare il campo. Al suo posto entra lo schiacciatore Emanuele Curti che sarà l’eroe della giornata con belle difese, ottimi attacchi ed anche un paio di muri vincenti. L’incontro non ha avuto storia, sempre in mano ai saviglianesi che hanno dominato fino alla fine giocando in modo ordinato senza mai abbassare la guardia. Nel finale spazio anche ad un ottimo “Bobo” Botta. Ora la zona retrocessione è a –11. Sabato 5 marzo un’altra ghiotta occasione in casa con il

Venaria (palazzetto dei via Giolitti, ore 20.45) Risultati 17ª giornata: Cus Torino-Benassi Alba 2-3; Tuninetti Torino-Sant’Anna 3-0; Negrinigioielli-Mondovì 1-3; CaraglioPoolsport 3-1; Alto CanaveseNovi 3-0; Busca-Co.Ga.L Savigliano 0-3;Venaria-Derthona 3-2. Classifica: Tuninetti Torino 43; Alba e Derthona 40; Cus Torino, Mondovì e Poolsport 30; Savigliano 27; Negrinigioielli 25; Caraglio 24; Alto Canavese 23; Busca 16; Venaria 14; Sant’Anna 11; Novi 4. Prossimo turno (sabato 5 marzo): Sant’Anna-Cus Torino; Benassi Alba-Tuninetti Torino; Poolsport-Negrinigioielli; MondovìAlto Canavese; Novi-Caraglio; Co.Ga.L Savigliano-Venaria; Derthona-Busca.

D Saviglianesi vittoriose dopo quasi due ore di gara

Vbc: col Venaria tre punti sofferti ma meritati SAVIGLIANO 3 VENARIA 1 (27-29; 29-27; 25-23; 25-12) Edilcem B&B Savigliano: Allasia, Bertino, Bodrero, Bono, Brunetti S. (cap.), Bunino, Casale, Galvagno, Galletto, Garulli, Panetto. Libero: Fissore. All.: Bianco Luca, Lucullo Maurizio. Vittoria sofferta dopo quasi due ore di gara per la Edilcem-B&B, il 3-1 finale riscatta la sconfitta subita all’andata e permette di incamerare tre preziosi punti, in

un momento dove il bel gioco latita un po’. Il primo set è molto equilibrato, con una continua altalena nel punteggio. Il Vbc prima riesce ad annullare un set point sul 25-26, poi passa a condurre 27-26, ma tre errori consegnano la vittoria alle ospiti. Il secondo parziale ricalca il primo ed ha la medesima conclusione a parti invertite. Nel terzo set le saviglianesi dimostrano maggiore carattere: trascinate da capitan Steu, sot-

to la sapiente regia di Luca e Maurizio, riescono a sviluppare meglio il gioco, mettendo in condizione le attaccanti di fare più male, anche se vincono solo con il minimo scarto. Presa fiducia, nel quarto, iniziano a martellare le avversarie, che non riescono più a reggere il confronto e soccombono in 18 minuti. Sabato 5 marzo si effettuerà la trasferta più lontana, a San Francesco al Campo, squadra appaiata in classifica.

Risultati 17ª giornata: Pinerolo-San Francesco al Campo 3-2; Vbc Savigliano-Venaria 3-1; Almese-Moncalieri 3-1; Cambiano-Saluzzo 3-0; Cherasco-Villanova 30; Area 0172 Bra-Valsusa 3-1; Chivasso-San Secondo 3-0. Classifica: Cherasco punti 48, Area 0172 Bra e Almese 40,Villanova 39, Chivasso, e Cambiano 29, Savigliano e San Francesco al Campo 27, Moncalieri 22, Venaria 17, Saluzzo 16, Pinerolo 14, San Secondo 7,Valsusa 2.

Il punto su serie C e D Tutto secondo copione sabato scorso in serie C: il San Paolo è stato risucchiato in zona retrocessione. La prossima settimana il calendario riserva due sfide ad alta tensione: quella per il terzo posto tra Savigliano e Santhià e soprattutto quella da ultima spiaggia tra Val Ellero e Cuneo. In serie D regna l’equilibrio: a dimostrarlo la bella vittoria del Caraglio sul Poolsport che regala il settimo posto al Savigliano, l’Alba che lascia un punto nella tana del Cus Torino ed il Derthona che perde con il Venaria terz’ultimo in classifica. La prossima settimana scontro al vertice tra Alba e Tuninetti: chi vince mette un piede in serie C.

BOCCE SERIE

B Per la Marenese Centrometal

Anno da dimenticare ROSTA-MARENESE

10-10

Stagione tutta da dimenticare per la formazione marenese, alla ricerca continua di identità, forza e coraggio. La 17ª giornata del girone di ritorno, giocata sabato 26 febbraio a Rosta, ha comunque premiato i marenesi col raggiungimento di un pareggio risicato, che porta la squadra al sicuro dalla retrocessione. Nella penultima di campionato la Marenese vince le prove dei due combinati, della staffetta, di una coppia e delle terna, strappando un punto in classifica per mettersi al riparo da brutte sorprese. Sabato prossimo si gioca in casa contro Forti Sani per una partita ininfluente da ambo le parti: la Marenese Centrometal è salva e la Forti Sani è ormai consolidata alla testa del girone B. Spiega il tecnico Geo Vergnano: «I professori a scuola, quando si prendeva la sufficienza, dicevano abitualmente che si era conseguito il massimo risultato con il minimo sforzo… e così è stato per la nostra compagine! Un anno da dimenticare, tormentato dalle continue defezioni e dai continui rimaneggiamenti dell’ultimo momento (domenica, assente Marco Manissero all’ultimo, ha corso con Longo l’amico Garelli). Terminiamo sabato con i Forti Sani in casa e poi per l’anno prossimo… si vedrà». Risultati: Gaglianico-Calvarese 18-2; Forti Sani Fossano-Aostana 16-4;, Serravallese-Genova 11-9: Rosta-Marenese 10-10. Classifica: Forti Sani Fossano punti 27; Gaglianico 23; Serravallese 21; Genova 16; Sandamianese 13; Marenese 12; Calvarese 9; Aostana 8; Rosta 7.

NOTIZIE IN BREVE Campionati di Wushu Kung Fu

Titoli regionali in palio a Caramagna Al Palasport di Caramagna si svolgeranno, domenica 6 marzo, i Campionati regionali Piemonte e Valle D'Aosta di Wushu Kung Fu. Dalle 9.30 alle 13 e dalle 14 alle 18 saranno in pedana gli atleti della prestigiosa disciplina orientale, con ingresso gratuito per chi volesse assistere. L'organizzazione è dell'Asd Xiao Long di Racconigi e della delegazione regionale FIWuK (Federazione Italiana Wushu Kung Fu), col contributo del Centro studi discipline orientali di Bottonasco di Valgrana, aderente all'Unione Sportiva Acli che patrocina l'iniziativa, insieme al Comitato piemontese del Coni ed al Comune di Caramagna.

1° Nordic e ciastre

Gita in Valle Stura di Demonte L’Associazione Nordic Walking Monviso organizza per domenica 6 marzo il “1° Nordic e ciastre“ sulla neve del comprensorio Festiona-Aisone in Valle Stura di Demonte. Itinerario facile adatto a tutti su terreno segnalato con percorrenza max 7 km. Partenza da Savigliano alle ore. 8,30 con ritrovo davanti all’Ala di piazza del Popolo. Alle 9,45 inizio dell’escursione della durata di circa 2 ore circa. Pranzo libero al sacco. Pomeriggio libero con varie opzioni. Rientro libero. L’iniziativa è gratuita per i soci ASD Nordic Walking Monviso, 5 euro per i non soci. Iscrizioni da Giuggia Sport (Beppe, tel. 0172.712260) o Il Capriccio Pizza al Taglio (Andrea, 333.8721522).

CAI: Rosa ma non solo

Escursione rinviata a mercoledì 9 A causa delle condizioni meteo, la seconda uscita “Sui sentieri della libertà” del gruppo del CAI Savigliano “Rosa, ma non solo”, prevista per mercoledì 2 marzo, è stata rinviata a mercoledì 9 marzo. Viste le numerose adesioni all’iniziativa, gli organizzatori sperano in un tempo più favorevole. Il ritrovo per la partenza sarà come al solito alle ore 8 sul piazzale della piscina.


sport

BASKET SERIE

giovedì 3 marzo 2011

C I biancorossi devono ora guardarsi le spalle

Cogein battuta a Tortona TORTONA 86 SAVIGLIANO 63 (24-15; 22-23; 20-11; 20-14)

rare è ancora di 8 punti. Al rientro in campo i due signori in grigio decidono di prendersi il loro momento di gloria: fischi a non finire, anche per delle inezie. Nasari prima si prende un tecnico per proteste poi continua ad inveire contro l’arbitro e viene espulso. Risultato: 6 tiri liberi per Tortona e palla a metacampo! I biancorossi non alzano tuttavia bandiera bianca. Ultima frazione: la Cogein ha già speso tutto, Spanu dà ancora più spazio alla panchina ma ogni errore viene punito dai canestri dei bianconeri e Tortona prende il largo. Unica nota positiva della giornata il mantenimento della quarta piazza in classifica, con l’Alessandria che non si allontana (vistosa sconfitta in casa con il Trecate) ma con la necessità di guardarsi le spalle dal 7 Laghi e dal Domodossola, entrambe vittoriose in trasferta. Prossimo incontro sabato 5 marzo al Palaferrua, proprio il Crocet-

Cogein Savigliano: Francione 11, Marcello 9, Arnolfo 8, Agazzani 7, Taffettani 7, Mondino 6, Nasari 6, Vissio 4, Giorsino 3, Martoglio 2, All.: Marco Spanu. Dir.: Daniele Tamagnone e Simone Cordasco. A Tortona partita sottotono dei saviglianesi ma giocata, va detto, contro una grande squadra, coperta in tutti i reparti e soprattutto con una gran difesa. Il quintetto biancorosso di partenza è formato da Agazzani, Nasari, Marcello, Giorsino e Francione. L’inizio delle pantere è timido, poi Agazzani, Marcello e Francione imprimono un buon ritmo e consentono di recuperare sino al –9. Il secondo periodo è il più equilibrato. Coach Spanu fa ruotare a turno tutti gli uomini a disposizione: solo la difesa lascia desiderare. All’intervallo il divario da recupe-

UNDER 17 OPEN

MONCALIERI 54 SAVIGLIANO 64 (14-10; 16-16; 8-20; 16-18)

SAVIGLIANO 71 SALUZZO 70 (21-15; 9-24; 17-9; 24-22)

Colombano Savigliano: Eula 21; Grezda 13; Sena 13; Berger 5;Vitiello 4; Airaldi 2; Bossolasco 2; Caglieri 2; Fiorito 2; Allocco 0. All.: Toselli.

Le Chat Savigliano: Cugno 16; Testa 12; Bossolasco 11; Gili 9; Caula 7; Bosio 6; Rabbia 5; Fantoni 3; Sorasio 1; Caputo 1; Frangaj. All.: Cordasco.

Inizia con il passo giusto l’under 19 Open griffata Colombano nella seconda fase per il titolo regionale. che prevede 4 gironi da 6 squadre con qualificazione alle Final Four delle prime classificate di ogni girone. Ospite del Moncalieri, la Colombano soffre nei primi due quarti l’aggressività dei locali, ma nella seconda metà del match le baby pantere appaiono trasformate, la difesa è molto più aggressiva e l’attacco diventa sempre più efficace. Grezda e Vitiello recuperano palloni su palloni, mentre Eula domina il pitturato in attacco. A inizio ultimo quarto i padroni di casa si rifanno sotto, ma i biancorossi gestendo con intelligenza il vantaggio.

Prossimo turno domenica 6 marzo a Moncalieri. UNDER 17 REG. TEEN BASKET 160 CAVALLERMAGGIORE 33 (47-4; 32-9; 50-12; 31-8) BC Cavallermaggiore Savigliano: Gemma 17, Amoroso 6, Pampiglione 4, Alloa Casale 2, Mellano 2. All.: Botta. Partita a senso unico e senza storia. I ragazzi di Botta non hanno nemmeno provato a lottare. Prossimo incontro sabato 5 marzo ore 15,30 a Cavallermaggiore contro il Basket Team 71 Bra. UNDER 15 OPEN CROCETTA

72

Ultimi consigli del coach Spanu ai biancorossi della Cogein ta (ore 21.15).

vigliano 86-63.

Risultati 20ª giornata: Busto Arsizio-Loano 94-67; Crocetta Torino-Domodossola 64-72; Santa Margherita Ligure-Mortara 84-77; Sestri Levante-7 Laghi Gazzada 6074;Varese-Cus Torino 55-68; Alessandria-Trecate 68-95;Tortona-Sa-

Classifica: Cus Torino 34; Tortona 32; Alessandria 26; Savigliano 24; 7 Laghi Gazzada, Domodossola e Mortara 22; Busto Arsizio 20; Trecate e Loano 18; Crocetta Torino e Sestri Levante 12; Varese 10; Santa Margherita Ligure 8.

SAVIGLIANO 54 (11-20; 19-10; 24-13; 18-11) LaFrutta Savigliano: Galluccio 17; Plaia 13; Mussetto 12; Bodrero 6; Appendino 2; Racca 2; Calvo 1; Pizzo 0; Quercio 0; Politanò 0; Ronchi 0. All.: Toselli. Amara sconfitta a Torino sul campo della Crocetta. LaFrutta si presenta in formazione rimaneggiata per le assenze di Giannotto e Bosio, infortunati; inoltre a metà del primo quarto Bodrero abbandona il campo per un colpo subito al volto. L’avvio è tutto a favore delle baby pantere, che impongono un ritmo altissimo conquistando un buon vantaggio. Dal secondo quarto in poi i biancorossi staccano la spina e non trovano le forze per arginare una Crocetta assetata di vittoria, che mette in campo molta più energia e grinta. UNDER14 REG. SAVIGLIANO B 84 SAVIGLIANO A 49 (20-12; 25-7; 20-14; 19-16)

Ghemar Savigliano "B": Demichelis 21, Marengo 16, Ambrogio 14, Angaramo 12, Canfora 11, Curiotto 8, Volpiano 2, Spertino, Scarscelli, Cigna. All.: Frandino. Sale&Pepe Savigliano "A": Gentina 12, Durando 10, Sorace 9, Borsa 8, Berteina 6, Balsamo 2, Giuliano 2, Martinez, Parodi, Gianoglio, Dotta, Fontana. All.: Toselli. Per la sesta di ritorno va in scena a Cavallermaggiore il derby contro i cugini di Savigliano, reduci dalla vittoria casalinga contro il Saluzzo. I locali stentano a partire, corrono e difendono poco, poi, quasi come un diesel, Savigliano "B" parte e chiude il quarto sul +8. Nel secondo periodo i padroni di casa mettono al sicuro il risultato imponendosi nettamente. Nella ripresa Savigliano "B" vince i parziali, ma gli ospiti non si tirano indietro e fanno vedere i netti miglioramenti ottenuti rispetto alla gara d'andata. Prossimo turno per il Savigliano “B”

sabato a Casale.

I cestisti saviglianesi sabato nel settecentesco Palazzo Righini di Fossano sco rimasti in 6 per un’espulsione frettolosa della peraltro ineccepibile coppia arbitrale, il Savigliano riusciva a chiudere il match con 10 punti di scarto che diventeranno importantissimi in chiave

Ancora 2 punti GINNASTICA 64 SAVIGLIANO 69 (15-24; 14-10; 17-19; 18-16)

play-off. In una partita piuttosto da dimenticare, degna di nota l’ottima prestazione del giovane Steve Asselle, non solo match-scorer ma anche autore di una prestazione encomiabile sia in attacco che

Per la settima giornata di ritorno l’InCasa fa visita alla Ginnastica Torino, che si dimostra, come all’andata, squadra coriacea a dispetto della classifica che la vede al penultimo posto con soli 12 punti. Per i ragazzi di coach Graceffa sono invece ancora due punti che consolidano il secondo posto in classifica. Tre assenze importanti per l’InCasa, Giorsino, Mondino e Testa, che però i compagni sono riusciti a sostituire validamente. Partita di sostanza, giocata con aggressività su tutti i palloni e con momenti di buona difesa di squadra. Il primo quarto è stato condotto dai saviglianesi in scioltezza ed ha permesso di accumulare un vantaggio poi rivelatosi determinante per il risultato finale. Nel prosieguo della gara alcuni evitabili errori in attacco riportano sotto la Ginnastica, ma i biancorossi dopo un

momento di calo riprendono il comando delle operazioni senza l’affanno mostrato in alcuni match precedenti. Nel finale, anche sui tiri liberi decisivi con Masento e Giacone, le baby pantere dimostrano freddezza e concentrazione che consentono di portare a casa il risultato. Ora due partite in casa contro avversarie alla portata (Kappa2 e Tam Tam) poi la trasferta col Pancalieri per arrivare infine allo scontro di vertice con il Bra. Prossima partita quindi domenica 6 marzo al Palaferrua (ore 18) contro il Kappa2 Torino. Risultati 7ª di ritorno: Giaveno-Sagrantino 78-62; PineroloFenice 75-64; Atlavir-Auxilium Agnelli 45-64; Tam Tam-Kappadue 79-84; Ginnastica Torino-Savigliano 64-69; Michelin-Pancalieri 82-50; CavallermaggioreBrabasket 61-69; Chieri 2009Borsi 80-57. Classifica: Brabasket 40; Savigliano 34; Pinerolo 30; Auxilium Agnelli 28; Cavallermaggiore e Giaveno 26; Atlavir 24; Fenice e Tam Tam 22; Pancalieri 20; Chieri 2009, Michelin e Kappa2 18; Ginnastica e Sagrantino 12; Borsi 4.

UNDER 13 AUXILIUM 99 SAVIGLIANO 50 (25-11; 24-17; 24-9; 26-13) Savigliano: Zorgniotti 11; Bacci 10; Quercio 6; Ferrero 6; Givo 4; Donalisio 4; Brero 4; Ghiazza 2; Frangaj 2; Bertolini 0; Giordano 0; Bergui 0. All: Fiorito A. Nella gara di ritorno di spareggia valevole per accedere al girone Top il Savigliano subisce un’altra pesante sconfitta. Rispetto alla gara d’andata i saviglianesi sono più accorti in difesa, soprattutto nella parte iniziale del match. La differenza però tra le due squadre c’è e si vede, infatti i padroni di casa riescono a scavare da subito un buon margine e ad incrementarlo ad ogni quarto, condannando il Savigliano ad un pesante passivo. Per raggiungere il livello degli avversari servirà tanto impegno e dedizione da parte di tutti: giocatori, allenatore e società.

A.S.D. Basket Savigliano – Campionato CSI SAVIGLIANO 53 PIASCO 43 Villois Racing Basket Savigliano: Asselle 14; D’Orsi 14; Bono 7; Poccardi 7; Gastaldi 6; Chiaramello 4; Franco 1; Andreis 0; Aimetta 0; Bacci 0; Canavesio 0. All.: Giletta. Dir.: Piero Poccardi. Finisce con una sudata ma fondamentale vittoria la prima fase del Campionato Provinciale CSI. Gli avversari del Piasco – pur scesi a Savigliano con soli 7 giocatori – si sono dimostrati un osso particolarmente duro che i saviglianesi hanno affrontato con la testa altrove, forse già ai quei playoff di cui si attende il calendario. Ne è venuta fuori quindi una partita nervosa con i padroni di casa sempre in vantaggio, a volte anche di 10-15 punti, salvo poi farsi rimontare più per demeriti propri che per reale forza degli avversari. Solo nel finale, complice anche la stanchezza dei giocatori del Pia-

D Le baby-pantere vincono

InCasa Savigliano: Giacone 23, Garello 18, Bertello 11, Masento 5, Castelli 4, Eandi 4. Gili 2, Mussetti 2, Osella, Tomatis. All.: Graceffa, Frandino.

Amatori Basket – Settore giovanile UNDER 19 OPEN

BASKET SERIE

31

soprattutto in difesa quando il gioco si è messo duramente sul piano fisico. Ora una settimana di riposo in attesa del risultato di tre recuperi, sulla base dei quali verrà determinata la classifica finale e quindi il calendario dei playoff. Di tutt’altro tenore l’impegno affrontato sabato scorso dal team biancoblù che, nell’elegante cornice del Ristorante Antiche Volte presso il settecentesco Palazzo Righini a Fossano ha fatto onore alla squisita cena offerta dall’amico e playmaker Stefano Castellano, alla quale hanno partecipato in un clima di festa anche mogli e fidanzate. È stata un’occasione in più per cementare – se mai ce ne fosse stato ancora bisogno – un’amicizia che va ben al di là di giocare nella stessa squadra. Da parte di tutti un sincero ringraziamento all’amico “Caste” per la sua generosità, stavolta dimostrata non solo come giocatore.

CAVALLERMAGGIORE 61 BRABASKET 69 (7-16; 23-20; 15-14; 16-19) Mitutela B.C. Cavallermaggiore Savigliano: Scotta 14, Zuccarelli 13, Ambrogio 11, Cerutti 6, Ghione 5, Sabena 5, Baruzzo 5, Missenti 2, Bertaina 0, Sarvia n.e. All.: Mondino, Nasari. Contro la capolista Bra un incontro ricco di emozioni, con il punteggio sempre in equilibrio fino a pochi minuti dal termine. L’avvio del match è tutto in favore degli ospiti: Cavallermaggiore parte contratta, forse tesa per una gara di cartello. L’attacco bianco rosso manovra bene ogni azione, senza però riuscire a capitalizzare adeguatamente. In difesa i padroni di casa chiudono ogni spazio e, nonostante la scarsa vena realizzativa in avanti, riescono a contenere gli ospiti. Dopo 5’10” il punteggio è in parità (7-7). Nella seconda metà di quarto, Bra fa la voce grossa a rimbalzo ed i Gators concedono troppi extra-possessi. Al primo mini intervallo, lo score è di 16-7 per Bra. Nel periodo successivo, i Gators riescono a poco a poco a ricucire lo strappo. Ambrogio segna due volte dall’arco, mostrando un ottimo feeling col canestro nelle ultime partite. Sabena e Zuccarelli fanno sentire la propria presenza sotto le plance, concretizzando ogni pallone a loro recapitato, fino al –2 sul 19 a 21. Ma è un’illusione. Gli ospiti infatti ricacciano immediatamente indietro gli Alligatori colpevoli anche le notevoli disattenzioni. Nei minuti finali il gap si assottiglia per merito delle qualità di Scotta, che manda a bersaglio nuovamente dall’arco, dopo che Baruzzo aveva realizzato due tiri liberi. Il tabellone al giro di boa segna 36 a 30 per Bra.

“Ceru” Cerutti Nella ripresa l’azione di Cavallermaggiore si fa finalmente decisa e concreta: Zuccarelli segna due canestri di fila nel giro di una manciata di azioni, ben imbeccato dai compagni, riportando i padroni di casa sul –2. Seguono errori da entrambe le parti, fino all’ennesima bomba di Scotta, che vale l’agognato sorpasso, sul 37-36. La partita diventa estremamente avvincente: i braidesi colgono immediatamente il contro-sorpasso e rimettono la testa avanti. Baruzzo si mette in proprio e firma il canestro che permette ai Gators di raggiungere nuovamente gli avversari e Zuccarelli completa il recupero. Bra non si lascia intimidire e prima della sirena mette qualche canestro tra sé e gli avversari (50-45). Il quarto periodo vede l’arrembaggio dei Gators: Baruzzo segna in contropiede e successivamente Missenti è geniale a trovare con una magia due preziosi tiri liberi. La partita resta punto a punto per buona parte del quarto, finchè Bra grazie a moltissimi tiri liberi si riporta avanti, chiudendo di fatto i conti dall’arco dei tre punti. Gli ultimi minuti vedono l’orgoglioso tentativo da parte dei Gators di riportarsi in partita, soprattutto con Ambrogio, ma è ormai troppo tardi e l’incontro già deciso. Il match si conclude sul punteggio di 69-61. Cavallermaggiore esce sconfitta dalla sfida d’alta quota, senza però alcuna involuzione nella prestazione, apparsa per lunghi tratti simile alle precedenti. Resta il rammarico per l’avvio timoroso, nonostante la classifica continui a sorridere agli Alligatori. Prossimo incontro venerdì 4 marzo a Ceva.


32

sport

giovedì 3 marzo 2011

CICLISMO

ATLETICA

Nell’Open di San Pietroburgo

Picco 3 volte sul podio Il 23 febbraio, nello splendido scenario del Velodromo russo di San Pietroburgo immerso nella neve e con una temperatura esterna di 21 gradi sotto zero, si e svolta la 10ª Open master track cup 2011 che vedeva al via atleti master ed elite provenienti da tutta Europa. Il saviglianese Alessandro Picco, ora portacolori della squadra lombarda Mapei, ha ottenuto il primo podio con un terzo posto nella prova ad inseguimento sulla distanza dei 2 km con il tempo di 2’31”07 alla media 47,68 orari. Altro podio nella gara dei 500 mt

da fermo: ancora terzo con il tempo 36”72 alla media 49,01 a 12 centesimi dall’oro. Medaglia d’argento infine nello scratch sui 30 giri di pista. A metà gara un atleta finlandese ed un tedesco si erano agganciati caAlessandro Picco in gara a San Pietroburgo dendo a terra e trascinando con loro anche Picco. posto dietro al russo Vorontzov. Questi, dopo una scivolata da 7 L’unica gara che non lo ha visto sul metri di altezza, si era rialzato, ave- podio è stata l’eliminazione in cui va inseguito, era rientrato nel grup- si è classificato al 6° posto causa po ed aveva partecipato allo sprint penalizzazione per un errore di concludendo la prova al secondo traiettoria.

UNDER 16 SAVIGLIANO MOROZZO (28-26; 25-15; 25-16)

3 0

Leclerc Volley Savigliano: Davicco, Arnolfo, Vivalda, Gozzellino, Calcagno, Alladio, Caula, Bergesio, Morello, Alasia, Bertino, Mattis. All.: Montanari. Gara di andata della semifinale che li porterà alla finale per ottenere un posto per la fase regionale di categoria alle spalle delle corazzate Cuneo e Mondovì. Montanari ha alternato tutta la rosa in modo da valutare quale formazione sarà la più for-

te quando sarà il momento determinante: si sono alternati Morello ed Alladio in cabina di regia, Calcagno opposto, Gozzellino, Vivalda, Davicco e Alasia al centro, Bergesio, Mattis e Caula in banda e Bertino e Arnolfo – va detto in maniera molto incisiva – in battuta e nei giri dietro. Il primo set e l’inizio del secondo sono stati abbastanza complicati, i ragazzi non riuscivano a scrollarsi di dosso l’insicurezza e il nervosismo al minimo errore. Dopo un primo parziale giocato molto male ma comunque chiuso a favore limitando gli errori ed altri due inizio di set ad handicap, i saviglianesi sono riusciti ad esprimere un gioco più fluido e a non mettere più in dubbio il risultato finale. Sabato 5 marzo è in programma la gara di ritorno a Morozzo e quello successivo la finale in casa.

tenza e precisione però caratterizzano ancora il loro gioco e i fondamentali di attacco e battuta. Venerdì prossimo in quel di Cuneo termina il filotto di tre gare terribili. OPEN CSI SAVINVOLLEY 1 MAMME CARAGLIO 2 (25-21; 21-25; 26-28) SavInVolley MetaSoftLab: G. Filomena, M. Ambrogio, F. Bergia, S. Sito (cap.), E. Borgognone, G. Allocco, E. Marengo, A. Pelazza, J. Mana. Libero: A. Spalla. All.: A. Mollo. Dir.: E. Sito. Dai parziali dei set potrebbe sembrare una partita bella ed equilibrata: ma è stato così solo nel primo set dove le saviglianesi hanno giocato molto bene; mentre nel secondo e nel terzo hanno sbagliato tantissime battute (15 in totale), regalando alle avversarie punti inspiegabili. Per onor di cronaca va segnalato un clamoroso errore arbitrale che ha regalato la vittoria al Caraglio sull’ultimo attacco saviglianese che, pur essendo ampiamente in campo, è stato visto fuori. Prossimo turno a Cuneo il 9 marzo contro la squadra del Ronchi. JUNIORES CSI SAVINVOLLEY 0 CERVASCA 3 (7-25; 16-25; 18-25) SavInVolley MetaSoftLab: C. Saglietto, M. Bainotti, E. Colombero (cap.), G. Peirano, A. Spertino, A. Perona, C. Picco, S. Oggero, C. Cussa, A. Monterosso. Libero: V. Gramaglia. All.: C. Marino. Copione già visto, dove le saviglianesi migliorano i loro punteggi in crescendo, dal primo al terzo parziale, ma mai riescono ad impensierire l'avversario. Rispetto al girone di andata le biancorosse tentano di giocare di più la palla e confermano di aver assorbito gli schemi di gioco: poca po-

UNDER 16 FIPAV SAVINVOLLEY 1 VICOFORTE 3 (19-25; 25-16; 17-25; 17-25) SavInVolley Five Stars Solutions: M. Panero, M. Rinaldi, N. Allasia, M. Rinaudo (cap.), A. Gentile, G. Gentile, L. Famulari, G. Famulari. All.: M. Bergese, M. Saimandi. Dir.: S. Sito. Il primo set è stato giocato quasi sempre all’inseguimento: ancora troppi gli errori su battuta che inevitabilmente omaggiano punti alle avversarie. Belle alcune azioni di attacco e di difesa ma ancora un po’ discontinue. Decisamente più brillante il secondo set, dove le saviglianesi hanno condotto la gara e per la prima volta in questo campionato hanno vinto con il punteggio di 25 a 16. Completo black out nel terzo parziale dove hanno iniziato a commettere errori impensabili. Senza dubbio molto stanche hanno affrontato il quarto set senza la grinta necessaria per ottenere un risultato positivo. UNDER 16 CSI MOROZZO 3 SAVINVOLLEY BIANCA 0 SAN DEFENDENTE 2 SAVINVOLLEY ROSSA 1 (25-14; 25-23; 22-25) La formazione saviglianese si presenta alla trasferta di Cervasca con solo 7 atlete, situazione che alla fine del match si rivelerà determinante. Senza storia il promo set, perso malamente. Seconda frazione punto su punto fino al 23-23, dove l'arbitro si erge a protagonista, fischia un fallo di palleggio all’alzatrice saviglianese, ed il set termina 25-23 per le avversarie. Il terzo parziale vede

Buoni risultati per i giovani saviglianesi

Regionali indoor ad Aosta C’erano anche i portacolori dell’Atletica Savigliano al Palaindoor di Aosta in occasione dei Campionati regionali giovanili indoor. Nei 60 hs Ragazze un applauso per l’esordio atletico di Chiara Oggero, 14ª con il tempo di 12”05. Stesso piazzamento per Federica Rosso nei 60 hs Cadette con il tempo di 12”57. Nella pedana del salto in alto Cristina La Porta si è fermata alla misura di 1.25 m (10ª). I 60 m Cadette e Cadetti hanno fatto registrare dei buoni risultati, contraddistinti da netti miglioramenti personali: Anna Dovetta si è migliorata di 2 decimi (9”01, 23ª); Caterina Bertolini, Giulia Abrate e Francesca Delmonte si sono scontrate nella stessa serie e hanno ottenuto rispettivamente 9”47 (39ª), 9”51 (42ª) e 9”66 (50ª), tutti primati personali. Federica Ramonda, anche lei al suo esordio in atletica, ha chiuso la sua prova in 10”38; Luca Orusa si è piazzato 24° con

La comitiva saviglianese al Palaindoor di Aosta un buon 8”17 e personale di 4 decimi; Andrea Dutto è arrivato 49° con 8”71 e oltre mezzo secondo di personale.

UNDER 13 SAVIGLIANO BUSCA (25-15; 25-21; 25-11)

3 0

Leclerc Volley Savigliano: Barolo, Broiera, Calcagno, Fumero, Galli, Ghione, Olivero, Spalla,Villella. All.: Russo. Dir.: Calcagno. Un’altra bella vittoria entra in casa della giovane formazione Leclerc. Ad onor del vero la squadra avversaria non ha posto grande resistenza, tranne nel secondo set nel quale alcune disattenzioni dei saviglianesi hanno reso più animato l’andamento della gara. Buona in generale la prestazione di tutti i singoli giocatori mentre bisogna ancora aumentare l’intesa di squadra che, con l’avvicendarsi di tutti sul campo di gioco, a volte viene un po’ trascurata. Prossimo turno a Villanova Mondovì il 13 marzo.

le saviglianesi più arrabbiate e determinate portare a casa il meritato punto della bandiera. UNDER 14 FIPAV FOSSANO 3 SAVINVOLLEY 2 (26-28; 19-25; 26-24; 25-19; 16-14) SavInVolley Ge.Cos.: V. Peletti, C. Biglione, C. Allocco, M. Grande, F. Pali, L. Bertinotti (cap.), S. Francesconi, A. Sanmartino, S. Pucillo. All.: T. Francesconi. Dir.: L. Bainotti. UNDER 14 CSI CUNEO SAVINVOLLEY (25-10; 25-23; 25-14)

3 0

PRIMA DIVISIONE VEZZA D'ALBA SAVIGLIANO (25-13; 25-21; 25-22)

3 0

VBC Savigliano Avagnina: Fiorito, Germanetto, Lamberti (cap), Miraglio, Olocco, Omento, Peluffo, Rabbia, Galletto, Sito . Liberi: Macaluso, Merlo. All.: Casale Piero. Dir.: Macaluso Mariano. Le saviglianesi possono sicuramente mangiarsi le mani sul 2° e 3° set contro una squadra composta da ex-C e D. Nel secondo parziale le saviglianesi hanno lottato punto a punto fino al 21-21. A questo punto due errori in attacco ed uno in ricezione le hanno condannate. Stesso andamento nel terzo set, condizionato da una decisione arbitrale sbagliata. Prossimo incontro a Savigliano tra due venerdì contro Narzole. UNDER 16 BUSCA SAVIGLIANO (18-25, 8-25, 16-25)

0 3

VBC Savigliano B&B: Bosio F., Galletto G., Galletto M., Omento C., Fiorito E., Genovese A., Genovese M., Brero A., Alasia F. Liberi: Gallo E., Boglione N. Dir.: Vercellino Livia. Vittoria contro un non irresistibile avversario. Solo l'inizio del

SavInVolley Ge.Cos.: C. Fuggetta, C. El Khazzari, S. Biglione, C. Biglione, M. Grande, E. Cussa (cap.), A.B. Nunes Dinis, F. Pali, L. Bertinotti. All.: L. Bainotti. Dir.: E. Bainotti.

FOSSANO SAVINVOLLEY (25-15; 25-18; 25-17)

3 0

SAVINVOLLEY BUSCA (14-25; 20-25; 11-25)

0 3

SavInVolley Five Stars: R. Davicco, S. Borello, E. Alberto, M. Zorgniotti, E. Scarati, R. Ruginosu, F. Tifni, L. Garro, F. Miretti, L. Famulari, D. Ghersi, M. Petitti. All.: V. Mammone. Brutto spettacolo contro il Fossano: la Savinvolley non fa gioco e non fa squadra, la tensione prevale sin dall’inizio, rispetto al divertimento. La perdita contro il Busca è più difficile da accettare: le ragazze si impegnano maggiormente, fanno dei bei passaggi e lottano per portarsi a casa almeno un set, ma le avversarie sono tecnicamente più preparate e, nonostante nel secondo set siano state messe in grossa difficoltà, riescono a conquistare la vittoria piena.

UNDER 14 PGS EL GALL 1 SAVIGLIANO 3 (25-22, 16-25, 19-25, 22-25)

Gabriella Bonetti VBC Savigliano Bertolotto Porte C.E.M.: Alasia F, Bodrero S, Galletto M., Maglio A, Brero A., Boglione N. (cap.), Baudracco L., Racca M., Bonetti G., Garrone I. All.: Villois S., Aimar A. Il primo round di semifinale per il 5° posto sorride alla VBC che sbanca Alba. La sfida infinita con l'El Gall era iniziata non in maniera positiva, con le saviglianesi subito a rincorrere a causa di una serie di battute sbagliate (a fine 1 set se ne contano ben 8) e di un non gioco preoccupante. Il

OPEN CSI FEMMINILE

MARENE VOLLEY

UNDER 13 FIPAV

primo set, colmo di errori, ha dato qualche patema d'animo alla squadra saviglianese. Sull'11-4 è iniziata la rimonta che ha portato il Vbc ad aggiudicarsi il parziale per 25-18. Secondo set senza storia.Terzo set sempre condotto e vinto per 25-16 con tutte le ragazze entrate in campo a rotazione. Domenica 6 marzo ennesima gara dell'anno contro il Morozzo-Peveragno.

OPEN MISTO TERZA DIV. MARENE 1 MORETTA 2 (25-16; 23-25; 25-27) Marene: Alloa Casale (cap.), Trucco, Gianoglio, Cedrani, Bergesio, Alasia, Minetti, Panero E., Panero D. Il Volley Marene continua a perdere e non riesce a mantenere il buon andamento del girone di andata. La partita casalinga di giovedì 24 febbraio sembra iniziare bene per la formazione di casa, che affronta il primo set giocando alla grande e vincendo 25-16. Nei parziali successivi la squadra cambia completamente atteggiamento e gioco, e parte subito male nella seconda frazione della gara con un pesante svantaggio, che riesce a recuperare solo in parte e troppo tardi. Anche nell’ultimo set i padroni di casa sembrano aver perso la concentrazione, lasciando la partita in mano agli avversari.

SANTA MARGHERITA 1 MARENE 3 (25-12; 21-25; 19-25; 19-25) Marene: Deninotti, Racca G., Racca L., Racca I.,Tortore, Angaramo, Bosio E., Gerbaldo, Baudino. Libero: Zana. All.: Piras Fabrizio. Dir.: Angaramo. Nella prima giornata play out vittoria per le ragazze di coach Piras ad Alba contro il Santa Margherita bianco. Dopo un brutto primo set, le marenesi si svegliano e conquistano i tre set successivi con una buona prova di squadra. Da segnalare fra le gialloblù l’ottima prova di Rossella Gerbaldo, classe 1997. ALLIEVE MARENE 3 SAN CASSIANO 0 (25-15; 25-22; 25-16) Marene: Abrate, Sobrero, Angaramo, Sabena, Maccagno, Racca, Monge, Baudino, Daniele, Zana, Mina, Gerbaldo. All.: Gaveglio. Non una bellissima partita per le marenesi, costrette a vincere per sperare ancora di agganciare il Cherasco. Nel primo set le ragaz-

parziale vola via per 25-22. Nei rimanentri set è bastato ridurre drasticamente gli errori per vedere riemergere la squadra ospite, tecnicamente più dotata ma a tratti meno incisiva e coesa. Sabato 5 marzo alle 17.30 gara di ritorno a Savigliano. UNDER 13 SAVIGLIANO MONDOVI ROSSA (26-24; 17-25; 25-17)

2 1

SAVIGLIANO MONDOVI BLU (25-21; 25-7; 25-13)

3 0

Vbc Savigliano Litostampa Astegiano: Abbà, Boretto, Bosio, Chelarescu, Chiambretto, Cumerlato, Fiorina, Giraudo, Rocca, Sobrà. All.: Miraglio, Sankara. L'under 13 sfiora l'en-plain nel concentramento di Savigliano contro due squadre del Mondovì: a fine giornata ben 5 sono stati i punti conquistati che consentono di rimpinguare la classifica. Le saviglianesi, coordinate dal duo Tram-Anahbi, nella prima gara sono apparse un po’ in affanno riuscendo però ad essere incisive nel rush finale. Nel secondo set qualche errore di troppo ha permesso alle avversarie di aggiudicarsi il punto in palio.. Nella terza frazione una maggiore convinzione nelle proprie forze ha condotti il Vbc alla conquista della partita. Andamento più costante nel secondo incontro con la giovane squadra blu, sempre condotto in sufficiente scioltezza. Prossimo concentramento domenica 13 marzo.

ze di Gaveglio sempre in partita, ma nel secondo è black-out, e devono tirare fuori l’orgoglio per vincere. Il terzo set è tutto delle marenesi, che ora attendono la trasferta di sabato a Cherasco per sperare nel sorpasso. UNDER 13 MARENE 0 PGS EL GALL 3 (14-25; 13-25; 7-25) MARENE 0 SANT ORSOLA 3 (10-25; 12-25; 18-25) Marene: Bosio, Bortolotti, Trovato, Monge, Capocotta, Ngombo, Giraudi, Buttieri, Alladio, Fissore. All.: Monge Sara. Dir.: Ferrero e Monge. Altre due sconfitte per le under 13, anche se la speranza era sicuramente quella di conquistare punti. Nella prima partita le marenesi si trovano di fronte un avversario più forte, ma i loro errori sono grossolani. Anche contro il Sant’Orsola, per due set, le ragazze di Monge non hanno giocato commettendo errori inspiegabili. Nel terzo parziale esce fuori un po’ di grinta, ma decisamente troppo tardi.


sport

CALCIO

PROMOZIONE 8ª CLASSIFICA P. G V N P GF GS

Mirafiori 45 23 14 3 6 36 24 Orbassano 44 23 13 5 5 34 14 Olmo 42 22 12 6 4 38 25 Carmagnola 39 23 10 9 4 27 19 Saviglianese 32 22 8 8 6 29 24 Corneliano 31 23 6 13 4 34 32 30 23 7 9 7 29 30 Pedona Cavour 29 22 7 8 7 24 23 Tre Valli 29 23 6 11 6 30 34 Grugliasco 27 23 7 6 10 28 33 Bene Narzole 26 23 5 11 7 33 29 Vigone 26 22 6 8 8 31 30 P. Dronero 26 21 6 8 7 29 39 Carignano 24 23 6 6 11 28 36 Somm. Perno 18 23 3 9 11 27 35 Pozzomaina 14 23 4 2 17 24 54

SAVIGLIANESE PRO DRONERO

1 1

Saviglianese: Cravero, Garagliano, Miretti, Mondino (61’ Zavattero), Panetta,Torta, D. Bosio (46’ M. Bosio), Campi, D’Amato, Vagliano, Reale (83’ Lupinacci). A disp.: Ronzino, Camisassa, Bosco, Biga. All.: R. Libertini. Pro Dronero: Bersano, Oggero, Rosso, Bodino,Volcan, T. Durando, Sismonda, Boscolo (79’ Casu), Carta, Dutto, Poetto. A disp.: Pavan, Fagiolo, Amoauh, Rotta, Lukay, G. Durando. All.: A. Caridi. Arbitro: sig, Allocco di Bra. Reti: 62’ Vagliano, 87’ Casu (rig.). Note: giornata fredda e nuvolosa. Terreno in discrete condizioni. Buona la prima per Raffaele Libertini. I Maghi riattaccano la spina. Vince la cabala tra Saviglianese e Pro Dronero, squadre in difficoltà che non vogliono scivolare troppo indietro in classifica. E alla fine il risultato non può che essere di parità. Il quale non accontenta nessuno. Rossoblù e Draghi Rossi finiscono con il dividersi tutto: prodezze ed

CALCIO FEMMINILE

RITORNO RISULTATI

Pozzomaina - Bene Narzole Grugliasco - Carmagnola Mirafiori - Carignano Cavour - Corneliano Tre Valli - Olmo Orbassano - Pedona Saviglianese - P. Dronero Vigone - Somm. Perno

2-0 1-3 4-0 2-2 1-1 2-2 1-1 2-2

RITORNO 6/3 ore 15

Olmo - Grugliasco Pedona - Cavour P. Dronero - Mirafiori Bene Narzole - Orbassano Carignano - Pozzomaina Carmagnola - Saviglianese Somm. Perno - Tre Valli Corneliano - Vigone

errori, ma soprattuto l’incapacità di afferrare una vittoria che passa prima sotto il naso di una e poi dell’altra. Due squadre a metà, capaci di dare vita ad una gara più nevrotica che logica, vissuta su buoni spunti ma anche su colossali ingenuità che hanno portato ad un giusto pareggio. CRONACA I rimpianti di tutti. Della Pro Dronero che ha visto i fantasmi e li ha scacciati in extremis, della Saviglianese che ha assaporato l’impresa e l’ha vista sfumare quasi sul gong. Ad ammirare i Maghi nell’ultima parte di gara è stato facile dimenticarsi delle cose belle mostrate dai Draghi Rossi. Gli ospiti sono belli ma non ballano. Sì, insomma, si specchiano in se stessi ma non ci mettono la cattiveria giusta. Poi, a furia di non ballare, si fermano a guardare gli altri. Dopo l’addio a Marenco il neo-mister ritorna al più logico 4-4-2. Pesante l’assenza di Lembo. Gli ospiti non perdono tempo a rompere gli indugi e mettono sotto assedio la retroguardia locale. 5’. Cravero è bravo a sventare in uscita un assolo di Dutto. 12’. L’estremo rossoblù neutralizza a terra un tiro ravvicinato di Si-

I Draghi Rossi della Pro Dronero all’assalto della porta di Cravero smonda. 21’. Su imbeccata di Carta, Dutto in piena area perde l’attimo favorendo il recupero in extremis di Garagliano. 32’. Batti e ribatti in area con tiro conclusivo di Sismonda, non irresistibile. 35’. Boscolo apparecchia per Dutto che entra in area e tira prontamente. Diagonale velenoso che Cravero para in due tempi. 40’. Occasionissima. Carta in contropiede si beve Panetta, entra in area ma calcia fuori. 45’. Cravero si guadagna la palma di migliore in campo sventando d’istinto una conclusione ravvicinata di Carta. RIPRESA 2’. Cravero è prodigioso a respingere prima sul tiro di Carta e poi su quello di Dutto. Dopo tanto subire i Maghi riescono ad uscire dal fosso. 16’. Azione in velocità con D’Amato che di petto smarca alla perfezione lo sgusciante Vagliano. Il numero 10 rossoblù stoppa, elude un avversario, entra in area e fredda Bersano con un tiro a mezza altezza sul primo palo. 1-0. Sulle ali dell’entusiasmo l’undici di Libertini sfiora il raddoppio con D’Amato: un gran tiro da fuori area che sfila di poco a lato. 28’. Scambio volante Reale-D’Amato, con quest’ultimo stoppato da Volcan al momento di battere a rete. Caridi si gioca la carta Casu. Il neoentrato in un paio di minuti mette

in crisi la retroguardia avversaria. 41’. È proprio M. Casu in piena area a cercare la gamba all’ingenuo Garagliano e procurarsi il penalty. 42’. Dal dischetto l’ex-Albese non dà scampo a Cravero con un tiro a fil di palo. 1-1. DOPOPARTITA I Maghi sfiorano l’impresa. «Abbiamo inseguito il risultato pieno sin dall’inizio.Troppe però le occasioni da rete fallite – sottolinea il trainer della Pro Dronero –. Paradossalmente dobbiamo essere contenti di non essere addirittura usciti sconfitti. Siamo andati sotto nell’unica, forse, indecisione avuta in fase difensiva, ma abbiamo avuto coraggio, generosità e spirito. È stata ripresa una gara importante, che non meritavamo assolutamente di perdere». Il neo-tecnico rossoblù accetta di buon grado il pareggio, anche se con un po’ più di attenzione sarebbero arrivati i tre punti: «Abbiamo avuto un’ottima reazione nella ripresa e con un po’ più di malizia potevamo fare bottino pieno.Vedo comunque nei ragazzi spirito positivo per il proseguo del campionato». Dopo una settimana turbolenta questa iniezione di fiducia nei propri mezzi ci voleva. PROSSIMI TURNI Tempo permettendo, mercoledì 2 marzo dovrebbe disputarsi il recupero con il Cavour (già rinviato ben quattro volte). Domenica invece visita alla quarta forza del campionato: il Carmagnola. Nima

Le ragazze di mister Sapetti espugnano il campo del Nichelino

Cavallermaggiore corsaro di razza 8ª

SERIE C FEM.

RITORNO RISULTATI

Femm. Alba - Aosta Rivese - Astisport Musiello - Biellese Nichelino H. - Cavallerm. Borghetto - Givolettese Carrara - Romagnano Femm. Casale - Sanmartinese Courgnè - Sp. Valenza

3-0 0-0 2-0 2-3 4-3 1-6 4-0 2-4

CLASSIFICA squadre

P. G V N P GF GS

Sp. Valenza - Borghetto Romagnano - Courgnè Aosta - Carrara Cavallerm. - Femm. Alba Givolettese - Femm. Casale Sanmartinese - Musiello Astisport - Nichelino H. Biellese - Rivese

Romagnano 64 23 21 1 1 84 12 Sp. Valenza 58 23 19 1 3 110 28 Femm. Alba 46 23 14 4 5 54 25 Musiello 45 23 13 6 4 64 37 Astisport 45 23 14 3 6 50 29 Cavallerm. 44 23 14 2 7 58 34 Biellese 29 23 8 5 10 40 49 Courgnè 28 23 8 4 11 53 53 Rivese 28 23 7 7 9 43 44 Aosta 26 23 8 3 12 40 43 Givolettese 26 23 7 5 11 40 60 Femm. Casale 24 23 7 3 13 33 59 Borghetto 22 23 7 1 15 41 57 Nichelino H. 21 23 7 1 15 26 68 Sanmartinese 13 23 3 4 16 32 86 Carrara 5 23 1 2 20 20104

NICHELINO HESPERIA 2 CAVALLERMAGGIORE 3

goraro, Griglio (85' Carato). All.: Guido Sapetti. Reti: 25' Murialdo, 30' Ferrero, 70' Pegoraro.

Cavallermaggiore: Manzardo; Gazzera (60' Pesante), Straffi, Fasciani, Giordano, Murialdo, Graglia, Parola, Ferrero (75' Olivero), Pe-

Il Cavallermaggiore centra un’altra vittoria in trasferta sull’ostico campo del Nichelino, reduce da 4 successi consecutivi. Partita d'attacco

33

Il goal di Vagliano illude i rossoblù, raggiunti nel finale Il punto sulla Promozione

Maghi: vittoria sfumata per Casu squadre

giovedì 3 marzo 2011

RITORNO 6/3 ore 15

Deborah Carato per le ragazze di mister Sapetti, che partono all’arrembaggio cercando subito il goal necessario a sbloccare il risultato e lo trovano al 25' con una punizione calciata in modo magistrale da Murialdo all'incrocio dei pali. 0-1. Il vantaggio galvanizza la squadra ospite che cinque minuti dopo trova il raddoppio: Ferrero riceve palla al limite dell'area, scarta due av-

versarie, rientra sul sinistro e mette la palla nel sette, un eurogoal che premia la prestazione maiuscola dell’ala giallonera. Il Nichelino accorcia le distanze alla fine del primo tempo ma nella ripresa è di nuovo il Cavallermaggiore a fare la partita ed a cercare di chiuderla definitivamente. Al 25' Pegoraro, servita da Griglio, batte il portiere in uscita: da questo momento in avanti, con il Nichelino che spinge, si aprono vaste praterie, ma Murialdo e compagne non sanno approfittare delle tante occasioni e così le padrone di casa accorciano di nuovo le distanze a tempo ampiamente scaduto. «Tre punti importanti che ci permettono di tenerci a contatto del gruppo inseguitore – commenta il presidente Monica Fasciani – ed arrivare al derby di domenica con l’Alba con il morale alle stelle». Già, la prossima partita è di quelle fondamentali: domenica 6 marzo, alle 15.30, a Cavallermaggiore arriva l'Alba per un incontro che promette spettacolo ed emozioni a non finire.

Prove di fuga. La capolista Mirafiori prova l’allungo verso l’Eccellenza, approfittando della domenica di “riposo” di Orbassano e Olmo. Primi della classe a forza 4 contro il Carignano. Gli ospiti partono subito con il piede sbagliato e non si rialzano più. Cavallero, Capobianco, Baston e Taibi firmano il poker. Pareggio pirotecnico tra Orbassano e Pedona. Padroni di casa subito in vantaggio con Volpe. Gli ospiti non si smarriscono e ribaltano il risultato con Quaranta e Milano. Nonostante l’inferiorità numerica (espulso Alessandrin) l’Orbassano non si disunisce e agguanta il 2-2 con Talarico. Andamento lento anche per l’Olmo, bloccato sull’1-1 dal Tre Valli. A Veneziani risponde Jaku al suo quattordicesimo centro. Continua la sua cavalcata alle prime piazze il Carmagnola che espugna il campo del Grugliasco. Tripletta di Floris. Per i locali rete di Aniello. Goal ed emozioni in Cavour e Corneliano. Ospiti in vantaggio con G. Casu, pareggia il conto Calafiore. Nel finale di gara un rigore per parte (Di Stefano e Papalia) fissano il 2-2 definitivo. Identico punteggio in Vigone-Sommariva Perno: Grillo e Malesani realizzano per i torinesi, Ardito e Zanotti i marcatori dei roerini. Inaspettato tonfo del Bene Narzole sul campo del Pozzomaina. Zenuni e Petullo i match-winner. RECUPERI In settimana, al quarto tentativo, è andato in scena l’incontro tra Cavour e Pro Dronero. Ha deciso a favore degli ospiti una goffa autorete di Mastrogiovanni che ha regalato tre punti all’undici di Caridi. Nell’altro incontro punto importante in chiave salvezza per il Tre Valli che ha messo la museruola all’Orbassano.

CALCIO

Risultati non all’altezza in casa rossoblù

Marenco: fine di un idillio Stefano Marenco non è più l’allenatore della Saviglianese. La sconfitta con il Carignano gli è stata fatale, ma soprattutto un campionato non all’altezza: «Ho rassegnato le dimissioni – conferma l’ex-tecnico rossoblù – ma si può dire che si tratti di una scelta presa di comune accordo. La squadra necessita di una scossa». «Una decisione difficile – aggiunge patron Brisciano – ma la squadra non rispondeva più ai dettami dell’allenatore e così si è deciso per una separazione consensuale. È stata una stagione strana, le nostre aspettative erano altre, invece adesso, ad otto giornate dalla fine, dobbiamo dare un’occhiata dietro piuttosto che cercare di recuperare davanti». In effetti la Saviglianese puntava a tornare in Eccellenza, o almeno ad agguantare i play-off, ed invece il ritardo dalle prime tre è ormai abissale. Sul banco degli imputati la sterilità del reparto offensivo: «La coppia Reale-Bazzo-

L’allenatore Stefano Marenco ni (31 goal la scorsa stagione, solo 4 in quella attuale) non ha reso in termini di realizzazioni. Anche a Borgo San Dalmazzo e Carignano le occasioni per fare goal ci sono state, ma non riusciamo proprio a buttarla dentro...». Per un Marenco al capolinea, via alla cura Raffaele Libertini.

Memorial Berardo Il “Torneo Città di Savigliano - Memorial Berardo” di calcio a 5 indoor organizzato dall’ACSI di Cuneo entra nella fase conclusiva. Domenica scorsa sono state disputate le ultime partite della categoria Pulcini 2001 (girone unico) che hanno avuto questi risultati: Pedona-Genola 7-2,Valvaraita-Cuneo Academy 1-19, Centallo-Fossanese 2009 6-3, Pedona-Centallo 3-2,Valvaraita-Genola 2-2, Fossanese 2009-Cuneo Academy 1-11, Genola-Cuneo Academy 1-6, Pedona-Fossanese 2009 10-0, Centallo-Valvaraita 5-1, Centallo-Genola 2-1, Pedona-Cuneo Academy 2-4, Valvaraita-Fossanese 2009 2-3, Genola-Fossanese 2009 6-6, Centallo-Cuneo Academy 0-6, Pedona-Valvaraita 3-0. La classifica finale del girone vede dunque al comando il Cuneo Academy con 15 punti seguito da Pedona a 12, Centallo a 9, Fossanese 2009 a 4, Genola a 2 e Valvaraita a 1 punto. Terminate così le eliminatorie, domenica prossima si disputeranno le semifinali in tutte la categorie. Nella categoria esordienti l'Olmo Juve Academy si presenta all'appuntamento con ben due squadre a sfidare i pari età dell'Azzura e del Pedona. Nella categoria Pulcini 2000 il Genola sfida il Monasterolo, mentre l'Auxilium Saluzzo se la vedrà con il Cuneo Academy. Nella categoria Pulcini 2001 un'altra formazione del Cuneo Academy si contende la finale con il Genola, mentre una altra formazione del Pedona troverà di fronte la Fossanese 2009 già battuta nel girone eliminatorio. Nella categoria Pulcini 2002 la formazione vincitrice del girone, il Centallo, troverà di fronte il Valvaraita, mentre l'altra semifinale vedrà affrontarsi il Cuneo Academy ed il Tarantasca Calcio. Infine nei Mini-Pulcini il Genola si giocherà la finale contro il Villafalletto e il Valvaraita contro la Fossanese 2009. Le finalissime sono in programma domenica 13 marzo con inizio dalle ore 14 presso il palazzetto dello Sport di via Giolitti. Le premiazioni sono previste intorno alle ore 20,30.


34

sport

giovedì 3 marzo 2011

CALCIO

Continua la striscia positiva

Genola scala la Bisalta GENOLA BISALTA

1 0

Genola: Milanesio, Daga, Gagliardo, Ellena, Caudana, Pansa, Cavallero (77’ Pagano), Frau (70’ Politanò G.), Tolve, Cardellino, Sorace (80’ Politanò M.). All.: Pengue. Rete: Cavallero.

Continua la striscia positiva del Genola nel recupero infrasettimanale con il Bisalta. Gli uomini di mister Pengue sbloccano il risultato in apertura di gara: dopo un inizio di studio è Cavallero che affonda e va in goal. Gli ospiti tentano una reazione e la partita prosegue vivace, ma è la squadra di casa che incassa i 3 punti.

Saviglianese - Giovani

La formazione dei giovanissimi 1996 della Saviglianese JUNIORES REG. SAVIGLIANESE BRA

1 2

Saviglianese: P. Bosio, Deideri, Bassano (Ezziani), Deninotti (Maki), Camisassa, Sobrero, M. Bosio (Busano), Lupinacci, Ferrero, Gerbaldo (Monetti), Pelissero. A disp.: Ronzino, Cussa, Para. Rete: Ferrero. Rimonta con rissa. Il Bra espugna l’O. Morino e fa perdere alla Saviglianese la vetta della classifica. Derby combattuto e duro, dal finale pieno di tensione e cartellini. Nervosismo in campo e sugli spalti, con deprecabile comportamento di alcuni genitori e dirigenti in tribuna. Traversa di Ferrero nel primo tempo. La ripresa regala più emozioni, con Ferrero lesto a riprendere una respinta di Fissore, su tiro di Lupinacci, e depositare in rete. Alla mezz’ora Capocchia in rovesciata pareggia il conto. Nel finale Cosmai firma il goal vittoria per il Bra e la gara si trasforma in caciara: tre espulsi e poi via alla rissa. Nel recupero infrasettimanale col Roero 0-0, con molte recriminazioni... E la vetta si allontana. GIOVANISSIMI 96 REG. SAVIGLIANESE CHIERI

3 4

Saviglianese: Lembo (Cavigliasso), Sordella, Ghersi, Maero, Ferracin (Ambrassa), Mucciolo, Donalisio (Biraghi), Bergesio (Giannattasio), Cappuccio, Gaveglio, Gallè (Favole). All.: Gian Curti. Reti: 2 Gaveglio, Cappuccio.

Ad un passo dall’impresa nell’impresa. A così poco dal completarla sono arrivati i ragazzi di Curti, opposti alla capolista tritatutti Chieri, mietitrebbia del girone a punteggio pieno. Le quattro reti subite dal Chieri nell’arco di tutto il campionato sono di marca rossoblù. Primo tempo bloccato, con la Saviglianese concentratissima a chiudere gli spazi e a non concedere occasioni. Fino al minuto 19 quando gli ospiti rompevano l’equilibrio con una rete in posizione più che sospetta di fuorigioco. Un errore forse, senza il quale nessuno avrebbe distinto quale delle due squadre comandasse la classifica. Nella ripresa sotto la spinta di Mucciolo i maghetti hanno cercato con veemenza il goal del pari e, come spesso accade, il Chieri ha raddoppiato in contropiede. Gaveglio riportava i rossoblù in partita dimezzando lo svantaggio, il Chieri rispondeva tornando a +2 con un goal ancora una volta parso irregolare per fallo sul portiere. La quarta rete la ottenevano solo su calcio di rigore. I saviglianesi reagivano ancora, spinti dall’orgoglio e trascinati dal pubblico facevano tremare il Chieri: prima con Cappuccio, lesto a sbucare oltre la difesa su calcio di punizione, e poi con Gaveglio, facevano gridare al miracolo ma non c’era più tempo. Una bella partita. Pirotecnica nella ripresa. La mietitrebbia Chieri è passata anche sul campo dei rossoblù, ma adesso più che mai questi sanno di essere fatti di grano duro.

CALCIO

Una vittoria ed un pari per i ragazzi di mister Chiarla

Racconigi incassa 4 punti 1ª CATEGORIA GIRONE G CLASSIFICA squadre

P. G V N P GF GS

V. Mondovì 54 22 16 6 Revello 50 23 15 5 Boves Mdg 44 23 13 5 Cameranese 42 21 12 6 Tarantasca 37 22 10 7 Centallo 36 23 9 9 33 23 9 6 A.B. Ceva Gem Busca 33 22 8 9 Europa 29 23 7 8 Genola 27 23 6 9 Sommarivese 24 23 6 6 Racconigi 19 23 5 4 Dogliani 18 22 4 6 14 22 2 8 Roretese Bisalta 14 22 2 8 Paesana V.Po 12 23 2 6

0 3 5 3 5 5 8 5 8 8 11 14 12 12 12 15

RACCONIGI PAESANA

46 14 41 15 37 22 55 29 30 17 39 34 27 25 23 24 27 22 32 36 26 35 23 47 30 52 30 46 12 32 32 60

2 0

Reti: 2 Martinuzzi.

RACCONIGI BISALTA

CALCIO

1 1

RITORNO RISULTATI

Racconigi - Bisalta Paesana V.Po - Cameranese Sommarivese - Centallo Dogliani - Europa Gem Busca - Genola Roretese - Revello Boves Mdg - Tarantasca A.B. Ceva - V. Mondovì

1-1 3-5 1-3 2-3 1-0 0-2 2-2 0-1

RITORNO 6/3 ore 15

Bisalta - A.B. Ceva Genola - Boves Mdg V. Mondovì - Dogliani Cameranese - Gem Busca Europa - Paesana V.Po Centallo - Racconigi Tarantasca - Roretese Revello - Sommarivese

Racconigi: Montone G, Lisa, Montone F, Lamberti, Bordignon, Barrese,Travella, Longobardi, Giaccardi, Panero M, Gerbaudo (Martinuzzi). A disp:. Biga, Stassio, Pochettino, Garbin. All.: Chiarla Nicola. Rete: Rete: Giaccardi. Sono 4 i punti conquistati in questa settimana dal Racconigi, che

Mister Nicola Chiarla vince per 2-0 il recupero contro il Paesana ma non va oltre il pareggio contro il fanalino di coda Bisalta; in entrambe le sfide però la compagine guidata da mister Chiarla non ha espresso un buon gioco, adattandosi al livello di avversari in entrambi i casi inferiori. Contro il Paesana la partita viene giocata prevalentemente a centrocampo, le occasioni da goal risultano praticamente inesistenti se non per quella capitata all'inizio a Gerbaudo. Nella ripresa i padroni di casa provano ad alzare il ritmo ma sbagliano troppo negli ultimi 15

metri e non riescono a rendersi pericolosi. La svolta della gara al 15’: Martinuzzi entra in campo, dopo pochi minuti realizza un goal da cineteca da oltre 25 metri e a una decina di minuti dal termine insacca un cross basso di Longobardi firmando così la sua prima doppietta in prima squadra. Nella gara casalinga di domenica invece, un Racconigi decimato dagli infortunii non riesce a creare gioco e soffre contro il Bisalta; sono infatti gli ospiti ad andare in vantaggio al 25’ del primo tempo con una conclusione dal limite sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Il Bisalta gioca meglio ed i padroni di casa sembrano privi di idee e cattiveria agonistica, ma allo scadere della prima frazione di gioco Giaccardi sfrutta al meglio un cross proveniente dalla destra e di testa salta più in alto del portiere avversario mandando in rete la palla dell'1-1. La ripresa vede le due squadre che si fronteggiano senza voler rischiare di perdere, e ne risultano 45’ quasi privi di occasioni degne di nota se non per qualche contropiede racconigese mal sfruttato. Domenica ore 15 sfida in trasferta contro il Centallo. Andrea Trombetta

Dopo la sconfitta di Verzuolo arrivano le dimissioni di mister Carena

Marene perde partita e allenatore 2ª CATEGORIA GIRONE O CLASSIFICA squadre

P. G V N P GF GS

Villanovetta 43 17 14 1 S. Sebastiano 28 15 8 4 Villar 91 28 16 8 4 Villafalletto 27 16 7 6 Auxilium S. 25 16 7 4 Marene 23 16 7 2 Scarnafigi 22 16 6 4 Costigliolese 21 16 6 3 G. Centallo 20 16 5 5 Polonghera 18 17 5 3 Verzuolo 15 16 3 6 Val Maira 15 16 5 0 Villanova S. 13 16 3 4 Ronchi 12 15 2 6

2 34 7 3 26 8 4 31 22 3 24 21 5 24 20 7 16 16 6 20 26 7 23 22 6 24 25 9 30 33 7 11 19 11 16 30 9 14 29 7 13 28

VERZUOLO MARENE

2 1

Marene: Sarale,Testa, Coaloa (45’

CALCIO

RITORNO RISULTATI

Costigliolese - Auxilium S. 1-3 Verzuolo - Marene 2-1 Villar 91 - Polonghera 2-8 S. Sebastiano - Ronchi Sos. Val Maira - Villafalletto 2-1 G. Centallo - Villanova S. 3-1 Scarnafigi - Villanovetta 0-2

RITORNO 6/3 ore 15

Polonghera-Costigliolese Villanovetta - G. Centallo Ronchi - Marene S. Sebastiano - Scarnafigi Auxilium S. - Val Maira Villafalletto - Verzuolo Villanova S. - Villar 91

Tarditi), Barbero M., Cravero A., Ambrassa, Olocco, Gerbaldo (55’ Angaramo), Cravero D. (75’ Mondino), Ariaudo, Carena. A disp.: Panero S., Chiavassa R., Barbero E.

All.: Carena Pier Giorgio. Rete: Olocco. Il Marene entra in campo molto nervoso: nonostante ciò la squadra macina gioco e al 4’ arriva alla conclusione con Olocco di testa, ma il portiere avversario devia in angolo. Il Verzuolo cerca di infastidire la difesa ospite specialmente con le ripartenze dalla sinistra, dove Carena si trova spesso troppo avanti. Al 20’ un bel cross in area di Ambrassa serve Denis Cravero, che di testa fa la sponda per Olocco che insacca. Il Verzuolo fa sentire la sua reazione e al 30’ Sarale non trattiene un cross in area (a quanto pare per un fallo sul portiere), si innesta una mischia e l’arbitro assegna un calcio di rigore a favore del Verzuolo che pareggia. I padroni di casa prendono forza e quattro minuti dopo segnano il goal del 2-1, approfittando di una dormita della difesa marenese. Nella ripresa gli avversari si chiudono in difesa, il Marene attacca e arriva più volte alla conclusione, ma il risultato non cambia.

Pier Giorgio Carena si è dimesso «Ormai abbiamo toccato il fondo – spiega il presidente Marco Racca –, manca tutto, specialmente lo spogliatoio». È di sabato pomeriggio alle ore 17.30 la notizia delle dimissioni di mister Carena: come l’anno scorso la società adotterà la formula della gestione interna oppure c’è un nuovo allenatore all’orizzonte?

I ragazzi di Cavaglià sbrigano con un perentorio 4-0 la pratica Santa Margherita

Per la Caramagnese un pronto riscatto U.S.D. Saviglianese: prossime gare Sabato 5 marzo Juniores Boves-Saviglianese Allievi ‘95 Fb Fossano-Saviglianese Giovanissimi ‘97 Fb Saviglianese-Sportgente Esordienti ‘98 Bra-Saviglianese Esordienti ‘99 Saviglianese-Genola Esordienti ‘99 Saviglianese-Sanfrè Pulcini 2000 Cuneo-Saviglianese Pulcini 2000 Sommarivese-Saviglianese Pulcini 2001 Savigliano-Centallo Pulcini 2001 Fossano-Savigliano Pulcini 2002 Savigliano-Atl. Racconigi

ore 18 ore 15 ore 16 ore 16 ore 15,30 ore 16,30 ore 15,30 ore 15 ore 15,30 ore 16,45 ore 15

Domenica 6 marzo Giovanissimi ‘96 Fossano-Saviglianese

ore 10,30 Fossano

Boves Fossano O. Morino Bra c. Piscina c. Piscina Cuneo Sommariva B. B.go Marene Fossano B.go Marene

CARAMAGNESE S. MARGHERITA

4 0

Caramagnese: Lamberti, D.Bono, Prochietto (59’ Ferraro), M.Bono, Lovera (46’ Gallo), A.Russo,Ventura, Sabena, M.Russo, Laveneziana, Giordano (70’ Giorgio). A disp.: Botta, Sciarpa, Pautasso. All.: Maurizio Cavaglià. Reti: 21' Marco Russo, 31' Laveneziana, 45' Giordano, 47’ Sabena. Pronto riscatto della Caramagnese, dopo il mezzo passo falso contro l'Atletico Santena. Gli uomini di mister Cavaglià s'impongono con un perentorio 4-0 sugli Albesi del Santa Margherita, già sconfitti all'andata per 5-0.

I padroni di casa trovano il vantaggio al 21': lancio profondo di Lovera, scatto di Marco Russo in posizione sospetta, conclusione rasoterra dal limite e sfera in fondo al sacco. Al secondo affondo arriva il raddoppio: punizione dalla sinistra di Prochietto, la difesa albese è impreparata e Laveneziana calcia al volo nell'angolino. I padroni di casa controllano senza difficoltà e si fanno ancora pericolosi sui calci piazzati.Terza rete nel primo dei 2' di recupero, Giordano scatta bene sul filo del fuorigioco e conclude nel sette. Nell'intervallo, mister Cavaglià sostituisce il nervoso Lovera, già ammonito, con Gallo, arretrando sulla linea difensiva Ventura. Passano solo 120'' e tocca a Sabena firma-

re il poker caramagnese: Marco Russo semina il panico sull'out di sinistra, tocco rasoterra a centro area per l'accorrente centrocampista che deposita in rete da due passi. La gara, non avendo più nulla da dire, scivola via tranquillamente, con la Caramagnese che

evita di pigiare sull'accelleratore, ed il Santa Margherita alla timida ricerca della rete della bandiera. Vittoria importante per i Caramagnesi, capaci di tenere la scia delle prime della classe. Nel prossimo turno, trasferta a Pollenzo contro lo Sportroero.

Seconda categoria: girone N Risultati 18ª giornata: Cambiano-Sportroero 0-4; Caramagnese-Santa Margherita 4-0; Gallo-Cortemila 1-6; MontateseSan Bernardo 2-0; San Giuseppe Riva-Poirinese 1-1; San Luigi Santena-Vezza 1-2; Santostefanese-Atletico Santena 2-0. Classifica: Cortemila e Montatese 38, Santostefanese e Caramagnese 37, San Giuseppe Riva 25, Sportroero 22, Atletico Santena 20, Vezza e San Bernardo 18, Cambiano 17, Poirinese e Santa Margherita 16, Gallo 15, San Luigi Santena 1.


sport

CALCIO

giovedì 3 marzo 2011

I racconigesi espugnano anche il campo degli Orange

Atletico primo in classifica 3ª CATEGORIA 4ª GIRONE B CLASSIFICA squadre

P. G V N P GF GS

A. Racconigi 36 16 11 3 2 46 25 Caraglio 31 15 9 4 2 42 26 Fossanese 29 16 9 2 5 42 30 Racco 86 29 16 8 5 3 35 26 S. Chiaffredo 27 15 8 3 4 35 21 Fortesan 25 15 6 7 2 28 20 Junior Cav. 23 14 7 2 5 31 20 G. Caramagna 20 16 5 5 6 41 36 Manta 20 15 5 5 5 20 20 Orange 18 15 5 3 7 28 25 Sportgente 15 15 4 3 8 31 36 Bandito 13 16 4 1 11 19 46 Murazzo 12 16 3 3 10 21 40 Rosselli 1 16 1 0 15 15 63

O. CERVERE ATLETICO

1 3

Atletico Racconigi: Lopreiato, Capello, Diana, Finocchiaro, Urrata, Sorrentino, Bongiovanni, Filieri (80’ Caricato R.),Valenti D. (46’ Valenti F.), Ferrantelli, Castellano. A disp.: Bamba, Caricato U. All.: Bordese Beppe. Dir.: Casale Dino, Spertino Germano. Reti: 20’ e 60’ Finocchiaro, 80’ Urrata.

CALCIO

Dieci punti in cinque partite

Il Racco ‘86 cresce RACCONIGI ‘86 4 G. CARAMAGNESE 1

RITORNO RISULTATI

Orange - A. Racconigi G. Caramagna - Fossanese Junior Cav. - Manta Fortesan - Murazzo Caraglio - Racco 86 Bandito - Rosselli Sportgente - S. Chiaffredo

CALCIO

1-3 4-5 4-0 0-0 2-2 3-1 2-4

Reti: 2 Milanesio Giovanni,Tesio, Bori.

CARAGLIO RACCONIGI ‘86

RITORNO 4/3 ore 21

S. Chiaffredo - Bandito Rosselli - Caraglio Racco 86 - Fortesan Murazzo - Junior Cav. Fossanese - Manta G. Caramagna - Orange A. Racconigi - Sportgente

Continua la serie positiva dell’Atletico che dopo la pausa invernale ha sempre vinto conquistando la vetta della classifica. Sull’ostico campo di Cervere i racconigesi subiscono il goal dopo appena 5’ su calcio di punizione e la partita si fa subito in salita. Mister Beppe gioca allora la carta Finochiaro, riportando il ragazzo a giocare in attacco dopo le ottime prestazioni fornite come centrocampista: mossa azzeccata perché Finocchiaro crea

Stefano Urrata eroe di giornata

Francesco Ferrantelli

scompiglio nella difesa del Cervere e al 20’, con un colpo di testa, coglie il goal del pareggio su calcio di punizione battuta in modo perfetto da Ferrantelli. Il primo tempo si chiude in parità senza altre emozioni. Nel secondo tempo l’Atletico cerca di far sua la partita ma la svolta arriva al 14’ quando l’attaccante degli Orange di testa scavalca Lopreiato: la palla sta per finire in rete ma Urrata in scivolata la toglie sulla linea di porta. Sul ribaltamento di fronte Finocchiaro entra in area e di precisione mette in rete. I racconigesi si galvanizzano e schiacciano il Cervere nella sua metacampo ed all’80’ chiudono la partita con Urrata che, su calcio

d’angolo, è bravissimo a mettere in rete in mezza rovesciata. Nei minuti finali non ci sono più azioni degne di nota: il protagonista diventa l’arbitro che prima espelle un giocatore del Cervere e poi, per pareggiare i conti, manda anzitempo negli spogliatoi Capello. Al termine della partita il presidente Dino Casale non nasconde la propria soddisfazione: «Questo è un risultato importantissimo perché ci consente di raggiungere la vetta matematica della classifica. Ora non dobbiamo perdere la concentrazione per non sciupare quanto di buono fatto fino ad oggi». Prossimo impegno domenica 6 marzo sul campo De Gasperi contro lo Sporgente (ore 15).

I cavallermaggioresi superano il Bandito nel recupero e poi il Manta

2 2

Racconigi 86: Bonino, Allasia, Milani (Gallo), Bertaina (Sardo Luigi), Capello,Tesio, Busso Ivano (Busso Pierdino), Rogato, Bori, Racca (Milanesio Giovanni), Mesce. A disp.: Macheda, Mollo, Tosello. All.: Grosso Paolo. Dir.: Lucioli. Reti: Milani, Bori. «Abbiamo realizzato 10 punti in cinque partite: il nostro cammino è più che positivo. Stiamo crescendo» afferma l'allenatore del Racco 86, Paolo Grosso, che la scorsa settimana ha incamerato altri quattro punti pesanti per la classifica. Dopo la goleada inflitta alla Gioventù Caramagnese nel recupero infrasettimanale, venerdì sera i racconigesi hanno pareggiato sul campo di Caraglio: 2-2 al termine di una bella partita, giocata a viso aperto da due squadra che alla fine hanno dimostrato di equivaler-

2 0

Junior: Dompè, Cerutti, Toselli, Monasterolo (Raso),Villois, Martino, Mondino (Rinaudo), Bertola, Pelazza (Ambrogio),Valente (Dabbene), Giraudo. A disp. Fantino, Oberto. All.: Michele Chiavassa Reti: 55’ Valente; 65’ Giraudo.

JUNIOR MANTA

4 0

Junior: Dompè, Cerutti,Toselli, Raso, Villois, Martino, Mondino (Rinaudo), Bertola, Pelazza (Ambrogio),Valente (Monasterolo), Girau-

do (Dabbene). A disp. Fantino,Tortone, Oberto. All.: Michele Chiavassa. Reti: 30’ Valente; 60’ Pelazza; 80’ e 85’ Giraudo. Due impegni questa settimana per la Junior. Martedì, dopo un primo tempo poco entusiasmante con il Bandito che si difende strenuamente, proponendo pure un paio di contropiedi, Valente leva le castagne dal fuoco con un goal di ottima fattura al 10’ della ripresa ed al 20’ Giraudo batte l’incolpevole portiere cavallermaggiorese del Bandito, Africano, su assist di Ambrogio. Quindi l’incontro scivola via senza più alcun acuto. Nella seconda partita, la Junior deve rinunciare ancora a Sellini appiedato per due turni. Rispetto a martedì ritorna titolare Daniele

Daniele Raso Raso. Il Manta all’inizio pare un avversario alquanto ostico e crea un

paio di grattacapi alla difesa di Dompè, ma verso la mezz’ora gli ospiti lasciano spazio alla ripartenza di Giraudo il quale scarta pure il portiere ma calcia sul palo. Valente, che aveva seguito l’azione, in tap-in porta in vantaggio la Junior. La ripresa vede la squadra locale più tonica mentre il Manta arranca. Al quarto d’ora un ottimo assist di Giraudo imbecca Pelazza che ritorna finalmente al goal: 2-0. Nella ricerca di ribaltare il risultato il Manta concede troppi spazi con la difesa alta e la Junior negli ultimi minuti arrotonda il punteggio per ben due volte con Samuele Giraudo, trovatosi sempre a tu per tu con l’incolpevole portiere avversario. Prossimo turno venerdì sera a Fossano contro il Murazzo.

Atletico Racconigi – Settore giovanile

Moad Lifandali ALLIEVI JUNIOR 3 ATLETICO 0 Atletico Racconigi: El Ajubi, Azzan, Kruja Portesio, Garis, Audisio, Pengue, Giraudo, Vignola, Lifandali Moad, Dainotti. Entrati: Cherragui, Lotrecchiano, Giletta, Caricato, Mairone. All.: Eliseo Michele. Dir.: Lotrecchiano Angelo. Gli allievi di mister Eliseo entrano in campo un po' nervosi e non

riescono ad esprimersi sui propri livelli. Nel primo tempo i locali vanno a segno due volte, una su azione, l'altra su un rigore inventato dall'arbitro. I racconigesi colpiscono un palo con Riccardo Dainotti. La ripresa è combattuta, con occasioni su entrambi i fronti, ma sono ancora i padroni di casa a trovare la via del goal. Finisce 3-0: un risultato che punisce eccessivamente la squadra ospite. GIOVANISSIMI SOMMARIVA PERNO ATLETICO Reti: 2 Porta.

Beoletto, Cavaglià, Dimaria, Mantovani, Oassiri, Kerbal. All.: Bongiovanni Andrea. Dir.: Bordese Beppe, Caricato Ugo. Reti: Magliano, Cherragui, Lifandali, Porta, Caricato, Kerbal. Dopo il pareggio in esterna nel recupero infrasettimanale, i giovanissimi di Bongio vincono di goleada contro i pari età del San Cassiano. Praticamente non c'è stata partita, con i racconigesi in cattedra e gli ospiti a subire. Apre

le marcature Magliano con un gran tiro dalla distanza ed il primo tempo si chiude con i locali in vantaggio per 3-0. Nella ripresa la musica non cambia e l'Atletico conferisce al punteggio dimensioni tennistiche. Da segnalare i tanti tentativi sciupati ed il fatto che a firmare i goal siano stati sei ragazzi diversi. La rete della bandiera del San Cassiano arriva negli ultimi minuti di gioco, con i racconigesi ormai appagati.

2 2

ATLETICO 6 SAN CASSIANO 1 Atletico: Biolatto, Cavallo, Magliano, Cherragui, Pappalardi, Lotrecchiano, Bono, Caricato, Porta, Lifandali Zaid, Garis. Entrati:

Walter Cavallo

Yassine Cherragui

Mauro Bori determinante si. «Un pareggio giusto tra due belle squadre» commenta il mister. Padroni di casa per primi in vantaggio intorno al 20' del primo tempo. Dieci minuti dopo il pareggio racconigese, con Stefano Milani che insacca su punizione. Stessa musica nella ripresa. Per primi tornano a segnare i padroni di casa, che trasformano un rigore concesso per fallo di mano di Capello. Proprio allo scadere Mauro Bori ristabilisce il risultato di parità con un tocco ravvicinato in area. Prossimo turno venerdì 4 marzo al campo Trombetta contro il Genola.

AC Racconigi – Giovani

Doppia vittoria per la Junior JUNIOR BANDITO

35

Michele Malavenda JUNIORES REVELLO 3 RACCONIGI 1 Racconigi: Sola, Perrone, Canavero, Piccicuto, Paschetta, Abrate, Gregorio Sofiane, Zahhar (Demarco), Malavenda, Scaglione. All.: Gallè Michele. Rete: Malavenda. Contro la prima in classifica il Racconigi scende in campo in formazione d'emergenza, quasi privo di cambi e con Gregorio, Malavenda e Scaglione in non perfette condizioni fisiche. Nonostante questo sono proprio i ragazzi di Gallè a fare la partita, creando buone occasioni con Malavenda in contropiede (parato) e Abrate (palo). Il goal parte da un lancio lungo di Zahhar per Malavenda che coglie il palo e, sulla ribattuta, mette in rete. La partita prosegue combattuta e

Gregorio avrebbe la possibilità di raddoppiare, ma ancora una volta il portiere locale dice di no. Il Revello pareggia ad un minuto dalla fine del primo tempo, su calcio d'angolo, ma la rete è viziata da un fallo in area non ravvisato dall'arbitro. Il secondo tempo diventa una battaglia, di cui fa le spese soprattutto Mohammed Zahhar, bersagliato dai falli dei giocatori locali, su cui l'arbitro sorvola sistematicamente. E non interviene nemmeno quando il giocatore racconigese viene colpito platealmente da un avversario con un pugno a gioco fermo, riportando la rottura di un dente. «Per me la partita è finita lì» dichiara amareggiato mister Gallè. Uscito Zahhar, dopo 5' il Revello passa in vantaggio. Il Racconigi reagisce e, su calcio d'angolo, Paschetta di testa coglie il palo. Sul rimbalzo la palla entra in porta ma un giocatore locale la butta fuori con un braccio. Per l'arbitro è tutto o.k. e non concede nè goal nè rigore. Poco prima dello scadere, in contropiede, arriva il 3-1 definitivo. «Come ho anche detto all'allenatore del Revello, eravamo venuti a giocare una partita di calcio e non a combattere una guerra» si sfoga Gallè. Prossimo turno sabato 5 marzo in casa contro il Sommariva.

Calcio ACSI MURAZZANO 3 LEUN D'OR 7 Leun d'or Murello: Laurenti, Gattino, Catrambone, Varetto (cap), Salamone, Cravero, De Lorenzo, Giuganino, Beoletto, Tortone, Teora, Oitana, Devalle, Guerra, Bonino, Gariglio. All.: Sandro Rainero, Vito Lucisano Dir.: Nicolò Monge. Reti: 3 De Lorenzo, 2 Bonino, Beoletto, Cravero. I Leoni giocano la prima partita del ritorno in trasferta, sul campo del Murazzano.Vincono

con quattro reti di vantaggio, a dispetto di una brutta partenza: a nemmeno due minuti dal fischio d'inizio avevano infatti subito un bel goal da parte degli avversari, ma la rimonta arrivava presto e i murellesi non faticavano ad imporsi.Tra gli altri segna anche Beoletto, nuovo arrivo tra le file murellesi, che promette bene, con una buona partita d'esordio. È inoltre rientrato Daniele Gattino, che riprende confidenza con il campo, dopo tre mesi di assenza, causa infortunio.


36

sport

giovedì 3 marzo 2011

FOOTBALL USA

Junior – Giovanili

Il portiere Gianluca Fantino JUNIORES CARAMAGNESE 1 JUNIOR 1 Junior: Fantino, Beninato, Miraglio,Vinai, Mazzola, Barra, Lepuri (Chiappero), De Maria (Montecchiani), Fiorito (Chiavassa R.), Syll Makhoudia (Soldano), Capello. All.: Luigi Leatico. Rete: Fiorito. I vittimismi nel calcio non sono sicuramente scuse valide, ma il direttore di gara ha rovinato una gara tra due squadre parse più che corrette, esibendo un eccesso di cartellini gialli e rossi. La Junior passa con Fiorito; pochi minuti e poi inizia lo show del direttore di gara che espelle Capello, stupendo persino gli avversari, per un banalissimo fallo di gioco. Al 20’ della ripresa la Junior resta in nove. Il portiere Fantino, alla quarta punizione contro, chiedendo sempre di posizionare

la barriera prima del fischio arbitrale e venendo sempre ignorato, si fa sfuggire un’offesa e viene mandato negli spogliatoi. Nel frattempo con una grande scelta di tempo il numero tre locale di testa su calcio d’angolo sigla il goal del pareggio. Arrembaggio finale dei locali ma è la Junior ad avere una grossa occasione a porta sguarnita con Soldano che calcia alto sopra la traversa. Prossimo turno casalingo con lo Sportroero. ALLIEVI JUNIOR ATL. RACCONIGI

MARENE RORETESE

Esordio col botto per i Bills

Grande prestazione dei Bills Cavallermaggiore nella prima giornata del campionato di football americano che li vedeva opposti ai Blitz Ciriè 3 0

Junior: Chiavassa Gianluca, Jakini, Cigna Pietro, Otella, Botta, Gattino Andrea, Soldano, Chiavassa Davide (Secco), Capello Enrico, Gattino Mattia (Oraldi), Poponcini (Gonella). All.: Franco Gianoglio. Reti: Soldano, Cigna P., Gattino M. Netta affermazione della squadra di Gianoglio, che sul terreno amico supera l’Atletico con un perentorio tris di reti. Il divario tecnico e se vogliamo pure fisico tra le due squadre fa sì che la Junior possa far sua la partita fin dall’inizio. Le reti dei cavallermaggioresi sono state segnate da Soldano, Pietro Cigna su calcio di rigore e Mattia Gattino.

Marene – Giovanili JUNIORES

Schiacciante vittoria del Cavallermaggiore sui Blitz

BILLS BLITZ CIRIÈ

47 0

Esordio sorprendente per i Bills Cavallermaggiore alla prima partita di campionato che, sul campo casalingo di via Fiume, hanno battuto 47-0 i Blitz Ciriè. I bufali arancioblù effettuano il primo touchdown alla quinta azione con William Petrone, cui segue la trasformazione su ricezione di Paolo Testa. Prosegue il dominio dell'attacco di casa, che si concretizza con un nuovo touchdown ad opera di Marco Botta su passaggio del quarterback Peter Ferlemann. Lo stesso qb fallisce la trasformazione. Un nuovo touchdown di William Petrone viene annullato a causa di un fallo durante l'azione di gioco, cui seguono anche 15 yards di penalità. Pochi minuti ed i Bills segnano una nuova meta, nuovamente annullata per un holding. Valida invece la successiva segnatura del quarterback Ferlemann e

trasformazione fallita di Botta. Kick off Bills sulle 33 yards, cui segue un lancio completo dei Blitz ed un nuovo lancio intercettato da Giuseppe Gili. Palla alla offense di casa che effettua tre azioni positive per entrare nuovamente in meta con William Petrone.Trasformazione su calcio non riuscita. Nuovamente palla ai Blitz che avanzano di alcune yards nonostante un duro sack di Gabriele Donalisio al quarterback, che costringe i ciriacesi ad effettuare il punt. La palla ritorna all'attacco arancioblù ed è il ricevitore Marco Botta ad andare in touchdown. Altri due punti segnati da Paolo Testa portano alla fine del secondo quarto i Bills ad un vantaggio di 33-0. Il secondo tempo inizia in lieve difficoltà per i bufali cavallermaggioresi che, a causa di alcuni falli, perdono numerose yards. Non abbastanza però da permettere ai Blitz di segnare. Quando l’attacco Bills rientra in campo, in sei azioni tor-

GIOVANISSIMI 0 4

Marene: Graglia, Malvicino, Abrate, Comandù, Guelfi, Minetti, Pisano, Racca M., Brundu, Racca D., Rharif N., Roletto, Fresia, Favole. All.: Stellini Alfio. Dir.: Racca Mario. Reti: Brundu, Racca M.

Sconfitta casalinga contro la quotata Roretese per i ragazzi di Allasia che, al di là del pesante passivo, offrono una prestazione comunque meno deficitaria di quella di Racconigi. La rosa a disposizione del tecnico è sempre contata e quasi mai si riesce a mettere in campo la stessa formazione. Il calendario riserverà ancora delle occasioni per tentare qualche impresa positiva: le qualità per ottenerle ci sono.

Minuti di recupero ancora fatali per i giovanissimi di Stellini, che vedono sfumare un meritato pareggio. Le cose si erano messe bene per i locali, passati in vantaggio con Brundu. Poi viene fuori il Bene Narzole, che riesce a ribaltare il risultato, ma Mattia Racca riporta la situazione in parità e il 2-2 sembra essere il risultato più giusto. Poi, alla mezz'ora passata, la beffa del gol che condanna i rossoblù alla sconfitta.

Monasterolo 94 COLPEVOLI DI ESSERE MONASTEROLESI? Martedì scorso, come era stato anticipato su queste pagine, la nostra squadra del Monasterolo 94 avrebbe dovuta essere impegnata sul campo di casa nell’importante recupero contro i capoclassifica del Montanera. Purtroppo questo incontro è stato nuovamente rinviato in quanto il sig. Miretti Fiorenzo a nome della società che gestisce gli impianti sportivi comunali ha posto il suo insindacabile veto all’utilizzo del campo accampando quale scusa il fatto che la nostra squadra avrebbe, nell’ultima partita disputata rovinato il manto erboso del terreno di gioco. Di questa pesante accusa noi del Monasterolo 94 ci dichiariamo completamente innocenti e ad avvalorare la nostra tesi ci sono delle foto le quali documentano che il campo non era così “devastato” come invece si vuol far credere. Inoltre se il terreno di gioco era così rovinato a causa della partita del Monasterolo 94 perché qualche giorno dopo lo stesso campo è stato affittato per la disputa di un altro incontro? Un atroce dubbio attanaglia tutti noi dirigenti e giocatori del Monasterolo 94, forse il fatto che, per convenzione con il Comune, noi non paghiamo direttamente l’affitto dell’impianto ci discrimina rispetto a chi invece paga in contanti…? Se così fosse l’unica nostra colpa, sarebbe quella di cercare di rappresentare meglio che possiamo in campo sportivo il paese che amiamo. Il Monasterolo 94

svolgerà il trofeo per il 150° anniversario dell'Unità d'Italia che vedrà sfidarsi le formazioni delle nazionali italiana e tedesca. A portare gli onori dei Bills sarà William Petrone, runningback, convocato dall'Head coach Brock Olivo. La chiamata per questo evento si aggiunge alla carriera del giocatore che partendo dai Blue Devils di Cavallermaggiore ha giocato negli Skorpions Varese, Giaguari Torino, Blacks Rivoli per poi raggiungere i Lions Bergamo con i quali ha militato nella serie A (Italian Football League). Da quest'anno, nonostante i contatti con le principali squadre del nord Italia, la decisione di dedicarsi completamente, come allenatore e giocatore nei Bills Cavallermaggiore. L'appuntamento è per sabato 5 marzo alle 17,30 presso lo stadio Primo Nebiolo, all'interno del parco Ruffini a Torino. L'ingresso è gratuito per i minorenni, 5 euro per gli adulti.

Calcio UISP

MARENE 2 BENE NARZOLE 3

Marene: Forneris, Allasia, Bolaboto, Buttieri, Bertola E., Berardo, Chiavassa, Coaloa, Dredhaj, El Kabbouri, Racca Gastaldi, Bersano, Buliga, Tuka. All.: Allasia Piero. Dir.: Berardo Dario

na ad aumentare il punteggio con una corsa in meta del quarterback Ferlemann. L'ultimo quarto riesce a dare spazio ad un nuovo touchdown di Marco Botta, cui segue la trasformazione su corsa di Peter Ferlemann. Match caratterizzato dall'ottima prestazione dei cavallermaggioresi, con ottime azioni e numerosi placcaggi. I sack sono stati altrettanto numerosi con Jerry Petrone, Gabriele Donalisio e Marco Demichelis scatenati. Importanti anche gli intercetti di Gili e Gabriele Marengo. La prima partita di campionato ha mostrato le buone qualità del team,: il merito è sicuramente dei coach che hanno creduto nella squadra che conta molti giocatori giovani ed alla prima esperienza in questo sport, in particolare l'head coach Paolo Bassi, che ha portato la sua determinazione ed esperienza all'interno dei Bills. Intanto sabato 5 marzo a Torino si

COPPA DI LEGA RACCONIGI GALLO CALCIO

1 2

Racconigi: Luino, Caratto (Spirito), Devalle (Biga), Piccicuto, Leuzzi, Bergesio, Corro (Capello Andrea), Djibe Omar, Roccini,Apuzzo Giuseppe, Delmastro (Djibe Mbengue). A disp.: Colaiacovo. All.: Caratto Massimo. Dir.: Catrambone Salvatore. Rete: Roccini (rig.). La Coppa di Lega si rivela stregata per il Racconigi: all'andata, a Gallo, era finita 4-0 per i locali, venerdì scorso a Racconigi il match di ritorno si è concluso 2-1 per gli ospiti. Eppure i racconigesi ci avevano creduto ed erano partiti forte nella speranza di prendersi la rivincita e passare il turno. Il primo quarto d'ora è tutto di marca locale, con grande possesso palla ma un solo guizzo pericoloso, con Delmastro che conclude di poco a lato. I locali insistono ed al 20' Apuzzo riceve un passaggio filtrante di Caratto e tira a botta sicura, ma il portiere si oppone. Cinque minuti dopo saltano in quattro su

Massimo Caratto un lancio da fermo, Roccini colpisce di testa, ma il pallone finisce fuori. Alla mezzora passano in vantaggio i langaroli con un tiro da lontano che, deviato da Devalle, si trasforma in un pallonetto che batte l'incolpevole Luino. Il pareggio arriva quasi allo scadere: su calcio d'angolo Delmastro devia la palla di testa, un difensore la ferma con una mano sulla linea di porta e l'arbitro decreta il rigore, che viene trasformato da Roccini. Nella ripresa il Racconigi parte tranquillo, ormai rassegnato a restare fuori dalla Coppa, e si limita a controllare il gioco. La partita prosegue senza grandi emozioni fino al 20' quando un attaccante del Gallo, lanciato in contropiede, viene fermato fallosamente da Devalle. Sugli sviluppi del calcio di puni-

zione gli ospiti raddoppiano. Negli ultimi minuti Apuzzo avrebbe ancora due ghiotte occasioni, ma il risultato non cambia più. «Dopo tre mesi senza giocare eravamo parecchio arrugginiti» ammette mister Caratto. E venerdì 4 marzo, in un incontro valido per l'ultima giornata del girone d'andata, è in programma lo scontro al vertice in quel di Castellinaldo (inizio ore 21). CAMPIONATO RACCONIGI 86 SANGIO

1 1

Racconigi 86: Ramasso, Rainero, Scarpino, Bonetto, Ainaudi A., Goitre, Porchietto, Pettinari, Barale A., Panero, Mottura. Entrati: Scagliarini, Malavenda, Lingua, Busso M., Lamberti. A disp,: Barale M. All.: Caffaratti. Dir.: Perrucci, Dolce. Rete: Malavenda. Per il recupero dell’ultima giornata dell’andata al De Gasperi si presenta il Sangio, terza forza del campionato. La gara inizia con il Racconigi padrone del campo: nei primi 10’ la pressione è costante e Andrea Barale, Panero e

Mottura si rendono pericolosi con conclusioni di poco fuori. È però il Sangio a passare alla prima occasione al 18’: palla al limite dell’area, si sente il fischio dell’arbitro e la difesa di casa si ferma, il centravanti del Sangio invece tira in porta e segna tra le proteste dei locali. La formazione di Caffaratti e Perrucci reagisce con veemenza e si getta in avanti per tutto il primo tempo, conquista un paio di punizioni dal limite, ma prima Panero e poi Bonetto non riescono a centrare la porta ospite e il tempo si chiude con il vantaggio del Sangio che dal 35’ gioca in dieci per un’espulsione per doppia ammonizione. Nella ripresa i biancorossi premono ed è Scagliarini, subentrato ad un ottimo Mottura, a rendersi pericoloso per due volte consecutive, ma in entrambe le occasioni il pallone esce di poco. Al 15’ mischia furibonda e tiri di Scagliarini, Barale A. e Pettinari, sempre respinti dalla difesa ospite. Al 20’ è Malavenda, appena entrato, a lasciar partire un gran destro che l’estremo ospi-

Giuseppe Scarpino te respinge con difficoltà. Al 25’ punizione perfetta di Scagliarini, ma il portiere del Sangio blocca a terra. Al 28’ unica occasione ospite e gran parata di Ramasso. La gara sembra stregata ma il Racco non ci sta e al 30’ confeziona il meritato pareggio: serpentina e tiro di Scagliarini, palla respinta dalla difesa e Malavenda si getta in mezzo all’area e, pur pressato, ribatte in rete la palla del meritatissimo 1-1. Gli ultimi minuti sono un vano tentativo del Racconigi di portare a casa i meritati tre punti. Migliori in campo: Goitre, Malavenda e Scarpino. Prossimi incontri : Coppa di Lega martedì 8 marzo al De Gasperi contro il Fontanone Autoservice e venerdì 11 marzo sempre in casa contro il Roero United.

CAI – sezione di Savigliano GITA IN LIGURIA Il Cai di Savigliano ricorda che è ancora possibile iscriversi alla gita di domenica 6 marzo in Liguria, con trasferimento in pullman (fino ad esaurimento dei posti disponibili). È in programma una piacevole camminata tra le mimose da Ospedaletti fino al Principato di Seborga, uno dei più caratteristici borghi della Liguria. Le iscrizioni si ricevono in sede dietro versamento della quota, che ammonta a 16 euro per i soci e 20 euro per i non soci.

AMICI PER LE PELLI E LE CIASTRE Domenica 13 marzo si svolgerà il tradizionale appuntamento con “amici per le pelli e le ciastre”, l’annuale incontro tra appassionati di sci-alpinismo e racchette da neve con escursione in Valle Maira e pranzo, facoltativo (costo di 21 euro, versamento di caparra in sede di 11 euro), presso il ristorante da Ceaglio a Vernetti di Marmora. La partenza della gita è fissata alle ore 7 davanti all’Ala di piazza del Popolo.

ASCENSIONI ESTIVE Sono inoltre aperte le iscrizioni alle ascensioni estive all’Uia di Ciamarella e al Dome de Neige fino ad esaurimento posti: gli interessati sono invitati a confermare quanto prima le adesioni. CONDOGLIANZE La sezione del Cai di Savigliano partecipa al dolore della socia Concetta Falco per la perdita del papà e porge sentite condoglianze


sport

CICLISMO UDACE Racconigesi

protagonisti nel Campionato d’Inverno

Claudio Groppo 7° a Poirino

Un momento di festa per gli atleti del G.S.C. Racconigi Cicli Groppo "Campionato d'inverno": mai denominazione fu più azzeccata. La prima prova è stata disputata domenica 20 febbraio a Poirino sotto una pioggia battente ed un freddo da battere i denti. La seconda è andata un po’ meglio, domenica scorsa a Casanova, senza pioggia ma ancora con temperatura fredda. Nonostante il clima, però, alla manifestazione d'apertura della stagione Udace riservata ai Prima serie, hanno partecipato in tantissimi, provenienti anche da Lombardia, Liguria e Toscana. A Poirino erano in 164, distribuiti in tre parten-

CICLISMO

ze per le diverse categorie d'età. A Casanova quasi 400. Hanno scelto la piovosa giornata di Poirino per debuttare nella nuova stagione agonistica anche 5 coraggiosi del G.S.C. Racconigi Cicli MC Groppo: lo stesso Claudio Groppo, Marco Domenino, Cristiano Burzio ed Alessandro Agù tra i giovani, Massimiliano Grinza tra i veterani. Positiva la loro prova, a dimostrazione che la gamba c'è. In particolare, tra i giovani, Burzio e Groppo hanno cercato più volte di tirare via una fuga, andando all'attacco a turno mentre i com-

pagni coprivano nelle retrovie in un perfetto gioco di squadra. Non hanno però centrato il loro obiettivo e la vittoria è stata decisa allo sprint, dove il lombardo Giorgio Rapaccioli ha imposto la propria indiscussa superiorità. Molto bene Claudio Groppo, settimo assoluto (era terzo a un paio di metri dal traguardo!). Bravissimo, tra i veterani, il cavallermaggiorese Sergio Fissore, approdato quest'anno al Team Olmo la Biciclissima, protagonista di una fuga a sei e secondo sotto lo striscione del traguardo alle spalle di Alberto Peluffo. Sempre tra i veterani, quarto e sesto posto per Rosario e Luciano Canino dell’Angaramo, nono Stefano Caporali e decimo Dario Ferracin. A Casanova, nel tradizionale “Circuito dei gianìn” da ripetere tre volte, i portacolori della società racconigese erano in 10: Mario Joffrain tra i gentleman, Riccardo Gentile, Maurizio Tesio e Massimiliano Grinza tra i veterani, Agù, Burzio, Domenino, Giordanengo,

Moussa e capitan Groppo tra i giovani. Non hanno avuto fortuna. Groppo, che appariva il più in forma ed il più determinato, ha forato al terzo giro. Gli altri sono arrivati in gruppo. Le prossime gare del Campionato d’Inverno sono in programma sabato 5 marzo di nuovo a Poirino (partenza ore 14 dal Bar Liberty, percorso ondulato di 78 km), domenica 6 marzo a Candiolo (partenza ore 13,30 dal Centro Incontro, percorso pianeggiante di 90 km), sabato 12 marzo a Ceresole d’Alba (partenza ore 14 dal Bar del Centro, percorso lievemente ondulato di 78 km) e domenica 13 marzo a Pratomorone (partenza ore 12,30 dal Ristorante Mariuccia, percorso ondulato di 63 km). Altri portacolori della società racconigese hanno invece scelto di esordire nei più miti climi della Liguria partecipando alle Granfondo. Si tratta di Osvaldo Colombano e Alberto Trossa che in questa stagione hanno già disputato le gare di Loano e Laigueglia con ottimi piazzamenti.

Iniziativa promozionale dell’Ardens Cycling Team rivolta ai ragazzi

Gimcana in bici in piazza del Popolo Sabato 26 febbraio in piazza del Popolo a Savigliano si è svolta la gimcana dimostrativa organizzata dall'ASD Ardens Cycling Team. La manifestazione ha avuto un buon successo tra i ragazzi che hanno potuto cimentarsi sul percorso con le proprie biciclette ma anche provando le bici da corsa messe a disposizione dalla società. A tutti i partecipanti è stata consegnata la maglietta con i nuovi colori sociali nero-giallo. Con questo evento si sono aperte le iscrizioni all’Ardens per la stagione 2011. Gli allenamenti per il mese di marzo si svolgeranno il martedì e il giovedì presso lo stadio O. Morino dalle 16 alle 17.30, per continuare nel mese di aprile presso l'area fieristica di via Alba. Coloro che fossero interessati a far parte della squadra e volessero ulteriori informazioni possono presentarsi durante l'allenamento o telefonare allo 0172.713137.

Giovanissimi in bicicletta attendono il via nella gimcana in piazza del Popolo

ATLETICA

6 racconigesi in gara

9 miglia a Bra I sei portacolori dell’Atletica Racconigi che domenica hanno preso parte alla “9 miglia” di Bra Si e svolta domenica 27 febbraio a Bra la classica “9 miglia”, gara tra le più importanti della provincia di Cuneo alla quale partecipano anche atleti provenienti da fuori regione. Ha dominato la prova il nazionale di maratona Migidio Bourifa che ha percorso i 15.400 metri del tracciato in 48’03’’. La manifestazione ha visto all’arrivo 620 concorrenti.

Sei i portacolori dell’Atletica Racconigi al traguardo, Daniele Rossetti è giunto 99° assoluto in 1h 02’27”, pur avendo interpretato la gara come allenamento in vista della maratona di Piacenza che affronterà domenica prossima. Gara di allenamento anche per Giovanni Bonavia, 7° nella categoria Master 55 con il tempo di 1h 05’56”: si preparava per la maratona di

Roma del 21 marzo. Giacomo Bellino ha chiuso la prova in 1h 08’53” ottenendo un risultato alla vigilia insperato. Ottimo anche il tempo di Mohamed Douass che, nonostante il poco allenamento e l’allergia che lo tormenta, ha terminato in 1h 10’13’’. Hanno infine tagliato il traguardo in 1h 25’ Mauro Miretti e Piercarlo Gentile all’esordio assoluto su una distanza così impegnativa. L’Atletica Racconigi rinnova l’appuntamento alle ore 9.30 della domenica mattina in via Stramiano per una corsetta in compagnia. Ovviamente la partecipazione è libera a tutti. Per i risultati della gara di Bra e le foto si rimanda al sito www.atleticaracconigi.it.

giovedì 3 marzo 2011

SCI ALPINO

Festa della Neve Libertas

Maloca sugli scudi

Alcuni portacolori dello sci Club Maloca in una foto di repertorio Domenica 20 febbraio sulle nevi di Artesina-Mondolè Ski si è svolta la 3ª edizione della Festa della Neve Libertas di sci alpino. Organizzata dagli sci club Maloca Ski Libertas e Cuneo Ski 2000 Libertas; la manifestazione ha visto sfidarsi oltre 120 concorrenti in rappresentanza di 5 club: Sci Club Maloca, Cuneo Ski 2000, Amico Sport Cuneo, Ski club Cherasco e Ginnastica artistica Fossano. Sul tracciato di slalom gigante, in mezzo a nebbia e neve, si sono dati battaglia sciatori e atleti di ogni età a partire dai 5 anni. I portacolori saviglianesi dello Sci Club Maloca si sono distinti in diverse categorie tenendo alto l’onore del sodalizio. Con il proprio piazzamento Bosio Eleonora, Degiovanni Alberto, Ariaudo Gabriele, Brocero Chiara, Bribiglia Samuele, Degiovanni Giacomo, Boaglio Edoardo, Borge Luigi, Cristofori Isabella, Bertola Elvira, Rubiolo Piergiorgio, Cristofori Mauro hanno contribuito alla vittoria del Trofeo a Squadre consegnato dagli organizzatori ai 2 maestri dello Sci Club, Emilio Bosio e Roberta Sonza. Tra i prossimi appuntamenti per i soci e simpatizzanti dello sci club Maloca si annovera la manifestazione nazionale Libertas ad Arabba (BL) il 19-20 marzo e poi la cena di chiusura delle attività e dei corsi di sci a fine stagione.

Bocce - Seconda cat. RODDI 4 GRANDA NORD 6 Inizia nel migliore dei modi il campionato di società di Seconda categoria per il Gruppo Bocce Granda Nord, composto da giocatori di Racconigi, Cavallermaggiore, Foresto e Caramagna. Nella prima giornata di gare la squadra, diretta dal c.t. Pier Luigi Galvagno, è andata a vincere in casa del Roddi. I punti del successo sono arrivati da uno scatenato Nico Olivero nel tiro tecnico (19-9 su Angelo Risso), da Lino Baron nell’individuale (13-9 su Viale) e dalla terna Pipino-Piano-Blua (13-5 su Abrigo-Bordino-Costamagna). Sono invece state sconfitte le due coppie, composte da Luciano Bono-Tortone (7-13 contro Borio-Fontanone) e Olivero-Luciano Cornaglia (3-13 contro Vezza-Manone). «Devo fare i miei complimenti a tutti i nostri giocatori – afferma il presidente racconigese Luigi Gianoglio –: tutti hanno giocato veramente bene, comprese le coppie che si sono trovate a fare i conti con avversari davvero agguerriti. Un plauso particolare ad un Olivero stra-

Alloa, c.t. Vita Nova

FITWALKING

37

Galvagno, c.t. Granda Nord tosferico». Prossimo turno giovedì 3 marzo a Racconigi contro i fossanesi della Forti e Sani, che sulla carta sono gli avversari più pericolosi del girone di qualificazione (inizio ore 21). BEINETTE 4 VITA NOVA 6 Nel campionato di seconda categoria, i portacolori del Vita Nova guidati da Alloa e Giubergia, esordiscono positivamente imponendosi nella temuta trasferta in casa del Beinette. Da notare il forte spirito di gruppo nella squadra che ha saputo subito reagire alla falsa partenza nel T.T. perso per 4-12. Gli uomini in casacca rossoblù s’impongono nella gara a coppie con Cavigliasso-Bosio E., nella terna con Piasco, Bosio M. e Gili e nell’individuale con Conterno, mentre cedeva 8-9 la seconda coppia a risultato oramai acquisito. Da notare le buone scelte nell’allestire le formazioni e l’aver rafforzato la panchina collocando atleti di... peso. Prossimo turno giovedì 3 marzo, in casa, contro il forte gruppo di Niella Tanaro.

Al via una serie di corsi per tutti

Camminare fa bene Con e senza bastoni, ma con tecnica appropriata, camminare fa bene. Camminare bene fa meglio. Ed è per questo che gli istruttori della Scuola Italiana Nordic Walking Monviso Paolo Fissore, Andrea Chiavassa e Bianca Mottura a partire dal 2011 propongono sia le attività di cammino con i bastoncini che la disciplina del fitwalking, metodo Damilano, di cui hanno acquisito l’autorizzazione all’insegnamento. Congiuntamente alle proposte di corsi di nordic walking che verranno presentate ufficialmente il 9 aprile prossimo in un pomerig-

gio di dimostrazioni e prove pratiche gratuite, dal mese di marzo sarà inoltre possibile partecipare ai seguenti corsi. Corso di fitwalking cross in due lezioni, per chi vuole imparare una tecnica di cammino veloce su sterrati e in salita, mercoledi 16 e mercoledi 23 marzo dalle 18,30 alle 20. Istruttore Paolo Fissore. Corso di fitwalking sport style in 2 lezioni, per camminatori sportivi abituali e per chi già utilizza la tecnica fitwalking, lunedi 28 marzo e lunedi 4 aprile dalle 18,30 alle 20. Istruttori Andrea Chiavassa e Paolo Fissore.

Pescatori Sportivi Saviglianesi

Prendono il via i corsi per chi vuole imparare a camminare bene Corso base fitwalking certificato in 10 lezioni, per tutti, mercoledi e venerdì dalle 19 alle 20 con inizio l’ 8 aprile. Insegnanti Bianca Mottura, Andrea Chiavassa e Paolo Fissore. Corso di fitwalking per nordic walkers in 5 lezioni, per i soli associati della ASD Nordic

Walking Monviso dalle 18,30 alle 19,30 da lunedi 5 maggio, per tutti e 5 i lunedi del mese. Istruttori Bianca Mottura, Andrea Chiavassa e Paolo Fissore. Iscrizioni a Savigliano da “Il Capriccio Pizza al Taglio” (Andrea) in via Alfieri 18. Info e iscrizioni telefoniche al 348.6710391 (Paolo).

Il presidente della Società Pescatori Sportivi Saviglianesi, Alessandro Pelazza, comunica che domenica 13 marzo si svolgerà sul torrente Maira, nel tratto a valle della piscina comunale, il primo raduno sociale “XI Trofeo ferramenta Odasso” di Fechino Roberto. Inizio ore 9, durata della manifestazione un’ora e mezza per un massimo di otto catture. L’iscrizione è gratuita per i soci in regola con il tesseramento 2011. La manifestazione è sponsorizzata dalla CRS Savigliano che offrirà a tutti i partecipanti un simpatico omaggio. Nell’occasione saranno immessi 1,5 kg di trote per ogni partecipante, con alcuni esemplari di taglia. Il Trofeo sarà assegnato a chi catturerà la trota più pesante. Una bicicletta sarà invece assegnata tramite estrazione sul campo di gara. Le iscrizioni si ricevono presso i negozi Armeria Meazza di via Macra 56/a, La Crota di via Sant’Andrea e Tutto Pesca di via Mazzini o direttamente sul campo di gara fino alle 8,30. Per eventuali chiarimenti telefonare ai numeri 0172.715964 o 335.1435472.


38

nel ricordo

giovedì 3 marzo 2011

COMMERCIO

Preoccupati rappresentanti ed agenti

Carburanti alle stelle A seguito delle resistenti in riduzioni del centi crisi del nord prezzo del gasolio. L’oAfrica è aumentato il biettivo, una volta ragprezzo dei carburangiunto, ci consentirebbe ti. Sale, quindi, la di muoverci con magpreoccupazione da giore tranquillità. Nei parte delle categorie prossimi giorni sarà lavorative che utilizinoltrata una comunizano regolarmente cazione a tutti i parlagli automezzi per mentari della provincia svolgere la loro atti- Arcangelo Galante di Cuneo». vità. L’attività di agente e Tra gli altri, gli agenti e rappre- rappresentante di commercio, sentanti di commercio, ben proprio per questo, è in crisi, al 3.600 in provincia di Cuneo: centro di un singolare squilibrio «Siamo duramente provati dalla fra richieste ed offerte di lavocrisi che, a seguito del ridursi del ro. Le aziende di produzione, ingiro di affari, ha ridimensionato i fatti, di fronte alla stasi di mercanostri introiti, calcolati sulla base to (per tutti i generi merceolodi provvigioni – dice il braidese gici, tranne la telefonia e l’inforArcangelo Galante, presidente matica) tendono ad ampliare la della Fnaarc, il sindacato di ca- presenza di persone che, nel tegoria aderente a Confcom- ruolo di tramite, facciano conomercio –. A fronte del calo dei scere gli articoli in vendita ed guadagni, si registra, con trend in amplino la clientela, creando crescita negli ultimi tempi, l’impen- nuovi sbocchi al mercato. Per nata dei costi. Ad alimentarla so- questo, ogni giorno, nelle offerno, nello specifico, le quotazioni dei te di lavoro, la ricerca di rapprecarburanti. Dall’agosto scorso il die- sentanti domina incontrastata. sel, secondo valutazioni non anco- Sono ripresi, presso la sede di ra ufficiali, è cresciuto sino al 17% Confcommercio, i corsi di pree la benzina sino al 13%. Quasi parazione all’esame per l’otteogni giorno i gestori delle pompe nimento della certificazione riritoccano le quotazioni. Per noi è chiesta per iscriversi all’Albo teun disastro. E non si tratta di una nuto dall’ente camerale ed aldifficoltà dell’ultima ora, ma di un l’Enasarco. Il secondo passo è la disagio che si è consolidato negli creazione della ditta individuaultimi anni». le e la richiesta della partita Iva. La Federazione di categoria sta «Dopo queste operazioni – conaffrontando la questione senza clude Galante – si può partire, arrivare ad azioni plateali di pro- ovviamente, da zero. Il vantaggio testa, privilegiando il dialogo e della nostra professione è che non la trattativa con le istituzioni. sono richiesti forti investimenti. Ba«Ci battiamo – precisa Galante sta un’auto, poi si può iniziare, – per ottenere agevolazioni simili a spesso senza portafoglio clienti e quelle accordate ad altre catego- senza fisso, solo con le provvigiorie quali, ad esempio, autotraspor- ni. Se non è gavetta questa...». tatori e gestori di pescherecci, con-

Aumenta il costo del carburante a fronte del calo dei guadagni

Luca commosso per la grande dimostrazione di cordoglio, stima ed affetto tributata alla carissima

SABATO 5 MARZO – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Maria della Pieve sarà celebrata una S. Messa di sesto Anniversario in suffragio della compianta

Esce per iPhone la versione de “Il Golosario – Ristorante”, la guida del giornalista Paolo Massobrio che presenta, con tanto di georeferenziazione, la recensione di 2.050 ristoranti tratti sia dal best seller “Il Golosario, guida alle mille e più cose buone d’Italia” e dalla “Guida Critica Golosa”. I possessori dell’iPhone, quindi, potranno viaggiare col suggerimento dei “faccini” più o meno sorridenti con cui vengono giudicati i locali, locali che sono tutti provati in incognito e si paga il conto. La versione, solo per iTunes, raccoglie anche le cantine che offrono ospitalità e che sviluppano di fatto l’enoturismo in Italia. La guida, che è valida anche per l’iPad, si scarica al costo di 7,99 euro.

Strategia rifiuti zero

Al Centro Incontri della Provincia Venerdì 4 marzo, alle ore 20.30, presso il Centro Incontri della Provincia (corso Dante n. 41) a Cuneo, si terrà l’incontro “Strategia rifiuti zero nel Cuneese. Che cosa fare?”. Interverranno: David Borrelli, consigliere comunale Movimento 5 Stelle di Treviso; Alessio Ciacci, assessore all’Ambiente di Capannori (Lu), primo comune in Italia ad aderire alla strategia internazionale “Rifiuti zero”; Raphael Rossi, ex vicepresidente Amiat Torino, specializzato in progetti per la raccolta differenziata; Roberto Cavallo, presidente della coop “Erica”, esperto di tematiche ambientali e della gestione dei rifiuti sia a livello internazionale che locale. Seguirà dibattito con il pubblico moderato dal consigliere regionale Fabrizio Biolè del Movimento 5 Stelle.

CONCETTA PIAMPIANO ved. ZAPPULLA

Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

MARIA BARALE ved. PERLO nell’impossibilità di giungere a tutti personalmente ringrazia quanti con scritti, fiori, preghiere, opere di bene e presenza al funerale vollero unirsi al grande dolore. Un grazie particolare porge a tutti i vicini di casa, amici e conoscenti che furono di aiuto e conforto nella triste circostanza. La S. Messa di Trigesima sarà celebrata: SABATO 5 MARZO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Andrea.

ANNA LAMBERTI in TESTA Il marito ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. LUNEDÌ 7 MARZO – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni sarà celebrata una S. Messa di quinto Anniversario in suffragio del carissimo

Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

Dott.ssa NADIA LEMOUTH ved. RACCA

GIOVEDÌ 10 MARZO – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni sarà celebrata una S. Messa di quarto Anniversario in suffragio della carissima

Il figlio, la nuora e le nipoti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. Cuneo; 3/3/2011 Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

DOMENICA 6 MARZO – ore 9.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni sarà celebrata una S. Messa di quinto Anniversario in suffragio del compianto

I figli ed i familiari tutti riconoscenti per la dimostrazione di cordoglio, stima ed affetto tributata alla loro carissima

RITA BORGOGNONE n. RIBOTTA Il marito, i figli, le nuore, i nipoti ed i parenti tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

MICHELANGELO CESELLI La moglie, i figli, il genero, i nipoti ed i parenti tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

ERMINIA PIUMATTI ved. CRAVERO nell’impossibilità di giungere a tutti personalmente ringraziano quanti con scritti, fiori, preghiere, opere di bene e presenza al funerale vollero unirsi al loro dolore. Un grazie particolare porgono al medico durante dott. Paolo Siccardi, alla Direzione, al personale ed agli ospiti della casa di riposo “Chianoc” di Savigliano, a Margherita Mana ed indistintamente a tutti i vicini di casa, amici e conoscenti. La S. Messa di Trigesima sarà celebrata: SABATO 5 MARZO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Andrea.

1996

2011

SABATO 5 MARZO – ore 18 nella chiesa parrocchiale di S. Pietro sarà celebrata una S. Messa di quindicesimo Anniversario in suffragio del compianto

ANFFAS (La rosa blu) € 20 – Dino ed Ines in memoria del carissimo amico Chiaffredo Volta; € 80 – Arduino, Bosio, Cerato, Leone, Novarino, Paschiero, Quaglia e Rabbia in ricordo della loro cara amica Angela Calosso Narbona. CAV € 200 – N.N.. FOND. PIEM. RICERCA CANCRO (Candiolo) € 200 – Amici di Luca in ricordo di Elsa Revelli in Mellano. In memoria di Maria Griglio hanno beneficato: € 200 – Il marito ed il figlio; € 150 – Cognati, cognate e nipoti. LILT (Lega italiana lotta ai tumori) € 210 – I colleghi della dott.ssa Maria Teresa Bravo ed il personale della farmacia

La moglie, i figli, le nuore, i nipoti ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. SABATO 5 MARZO – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni sarà celebrata una S. Messa di quinto Anniversario in suffragio della carissima

Il marito, la figlia, il genero ed i parenti tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

OTELLO AGNELLI La famiglia ringrazia quanti si uniranno nel ricordo e nella preghiera.

La generosità dei saviglianesi Moglie e famiglia in ricordo di Lorenzo Galvagno hanno beneficato: - PARR. S. ANDREA - CHIESA MADONNINA DI MACRA - MOVIMENTO PER LA VITA

GIOVANNI BATTISTA FERRERO

SABATO 5 MARZO – ore 9.30 nella chiesa parrocchiale di S. Maria della Pieve sarà celebrata una S. Messa di primo Anniversario in suffragio della carissima

MILENA BONO in LUCIANO

IN BREVE

...a portata di iPhone

Le figlie ed i familiari tutti riconoscenti per la dimostrazione di cordoglio, stima ed affetto tributata alla loro carissima

nell’impossibilità di giungere a tutti personalmente ringraziano quanti con scritti, fiori, preghiere, opere di bene e presenza al funerale si sono uniti al loro dolore.

Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

Duemila ristoranti...

SABATO 5 MARZO – ore 17.30 nella chiesa parrocchiale del Sacro Cuore in CUNEO sarà celebrata una S. Messa di secondo Anniversario in suffragio della carissima

ospedaliera di Savigliano, Fossano e Saluzzo in memoria della sorella Beatrice. SCUOLA MATERNA S. MARIA DELLA PIEVE € 50 – Fam. Astesana in memoria di Concetta Piampiano ved. Zappulla. PADRE SILVIO GULLINO (Missione Sago – Costa d’Avorio) In suffragio di Giovanni Rosso hanno beneficato: € 160 – I colleghi di Valter Rosso; € 150 – La moglie ed i figli. PARR. S. MARIA DELLA PIEVE € 200 – Tutti gli amici ed i conoscenti che, insieme a Claudia Garello, hanno voluto ricordare il nostro amatissimo Chiaffredo Volta. Si avvisano i lettori che non vengono più pubblicati elenchi con oltre 10 nominativi per offerta. Chiediamo, pertanto, di sintetizzare i nomi da pubblicare onde evitare spiacevoli malintesi. Grazie per la collaborazione.

MARGHERITA ARIETTI in OLOCCO Il marito, i figli, la nuora, i nipoti ed i parenti tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

VENERDÌ 4 MARZO – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Maria della Pieve sarà celebrata una S. Messa di terzo Anniversario in suffragio del carissimo

Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

SABATO 5 MARZO – ore 19.30 nella cappella di Suniglia sarà celebrata una S. Messa di sesto Anniversario in suffragio dei compianti

FILIPPO BOSIO I familiari ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

FRANCESCO DOLCE

SABATO 5 MARZO – ore 9.30 nella chiesa parrocchiale di S. Maria della Pieve sarà celebrata una S. Messa di terzo Anniversario in suffragio del carissimo

e

GIACOMINA AUDISIO ved. DOLCE

MICHELE COSTA

I familiari ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

La moglie, il figlio ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654


nel ricordo La famiglia commossa per la grande dimostrazione di cordoglio, stima ed affetto tributata al carissimo

ANDREA FALCO nell’impossibilità di giungere a tutti personalmente ringrazia quanti con scritti, fiori, preghiere, opere di bene e presenza al funerale vollero unirsi al grande dolore. Un grazie particolare porge al Parroco don Roberto, al medico curante dott. Pierdomenico Bossolasco, alle infermiere dell’ADI, a Secondo Cavallo, all’Associazione nazionale combattenti e reduci, a Romano e Maddalena Bertinotti, a Daniela ed indistintamente a tutti i vicini di casa, amici e conoscenti che furono di aiuto e conforto nella triste circostanza. Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

SABATO 5 MARZO – ore 9.30 nella chiesa parrocchiale di S. Maria della Pieve sarà celebrata la S. Messa di Trigesima in suffragio del compianto

Il marito, i figli, il genero, il nipote ed i familiari tutti riconoscenti per la dimostrazione di cordoglio, stima ed affetto tributata alla loro carissima

“Sostienici nella dura prova del distacco, accarezzandoci con la gioia della Tua nuova vita”. La Tua famiglia

MARIA CATERINA GRIGLIO in LAMBERTI

DOMENICA 6 MARZO – ore 11 nella chiesa parrocchiale della Natività di Maria Vergine in MARENE sarà celebrata una S. Messa di primo Anniversario in suffragio della carissima

nell’impossibilità di giungere a tutti personalmente ringraziano quanti con scritti, fiori, preghiere, opere di bene e presenza al funerale si sono uniti al loro dolore. Un grazie particolare porgono a don Paolo, al medico curante dott. Bartolomeo Giordano, al servizio ADI, ai medici ed al personale infermieristico del Reparto di Medicina e del Day-Hospital dell’ospedale SS. Annunziata di Savigliano, al servizio 118, ai colleghi di lavoro di Claudio ed indistintamente a tutti i vicini di casa, amici e conoscenti. Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

SABATO 5 MARZO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Andrea sarà celebrata una S. Messa di primo Anniversario in suffragio del compianto

giovedì 3 marzo 2011

d a l 19 2 0

MOLLEA

Impresa Pompe Funebri

Via Danna, 14 - Savigliano - Tel. 0172.716654 SABATO 5 MARZO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Andrea sarà celebrata la S. Messa di Trigesima in suffragio della compianta

Si ringraziano coloro che si uniranno nella preghiera e ne ricordo. Marene; 3/3/2011 Imp. Fun. Lusso & Racca – Bra

“Un grande dolore ci ha colpiti. Ci è stato di conforto poterlo condividere con tante persone care”.

LIDIA BASSO ved. ROCCA I figli ed i familiari ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

La moglie Maria ed i figli don Giancarlo, Domenico e Teresa riconoscenti per la dimostrazione di cordoglio, stima ed affetto tributata al loro carissimo

CHIAFFREDO VOLTA

Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

DOMENICA 6 MARZO – ore 10.30 nella chiesa parrocchiale di S. Maria della Pieve SABATO 12 MARZO – ore 19.30 nel Santuario dell’Apparizione saranno celebrate le SS. Messe di sesto Anniversario in suffragio della compianta

ANTONIO MEIA La moglie, i figli, la nuora, il genero, le nipoti ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

MERCOLEDÌ 9 MARZO – ore 18 nella chiesa parrocchiale di S. Andrea sarà celebrata una S. Messa di quattordicesimo Anniversario in suffragio della carissima

MARGHERITA QUAGLIA ved. GILI

MARIA CRAVERO n. DOLCE

I familiari ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

I familiari ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

GIOVEDÌ 10 MARZO – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Maria della Pieve sarà celebrata una S. Messa in suffragio dei compianti

La moglie, le figlie ed i familiari tutti riconoscenti per la dimostrazione di cordoglio, stima ed affetto tributata al loro carissimo

BEATRICE BRAVO in RITTÀ nell’impossibilità di giungere a tutti personalmente ringraziano quanti con scritti, fiori, preghiere, opere di bene e presenza al funerale vollero unirsi al loro grande dolore. Le SS. Messe di Trigesima saranno celebrate: SABATO 5 MARZO – ore 17 nella chiesa parrocchiale della Madonna del Rosario in Fraz. S. ROCCO - Montaldo Roero DOMENICA 13 MARZO – ore 10.15 nella chiesa parrocchiale di S. Maria Madre della Chiesa in Fraz. MADONNA DEL PILONE – Cavallermaggiore “Continuate a vivere nel cuore di noi tutti che sempre Vi ricordiamo”.

GIORGIO AVATANEO nell’impossibilità di giungere a tutti personalmente ringraziano quanti con scritti, fiori, preghiere, opere di bene e presenza al funerale si sono uniti al loro dolore. Le SS. Messe di Trigesima saranno celebrate: SABATO 5 MARZO – ore 9.30 nella chiesa parrocchiale di S. Maria in RACCONIGI DOMENICA 6 MARZO – ore 10.15 nella Collegiata di CARMAGNOLA VENERDÌ 4 MARZO – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni sarà celebrata la S. Messa di Trigesima in suffragio della compianta

SABATO 5 MARZO – ore 18 nella chiesa parrocchiale di S. Michele Arcangelo in GENOLA sarà celebrata una S. Messa in suffragio dei compianti

CATERINA LOVERA ved. SCAVARDA I figli, la nuora, i nipoti ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

MARIO COLOMBO ANNA MARIA TAVELLA ved. PIGNATA nell’ottavo Anniversario e

MICHELE PIGNATA nel quarantunesimo Anniversario Figli, nuore, nipoti e parenti tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

Di Mario Mollea e Gianluca Bertoglio

“E ricordati, io ci sarò, ci sarò su nell’aria. Allora ogni tanto se mi vuoi parlare mettiti da una parte, chiudi gli occhi e cercami, ci si parla, ma non nel linguaggio delle parole… nel silenzio”.

FEDERICA PELISSERO

I familiari commossi per la grande dimostrazione di cordoglio, stima ed affetto tributata alla loro carissima

La moglie, i figli ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

39

MARIA ANGELA PIOLA ved. FIORINA nel primo Anniversario

nell’impossibilità di giungere a tutti personalmente ringraziano quanti con scritti, fiori, preghiere, opere di bene e presenza al funerale vollero unirsi al loro dolore. Un grazie particolare porgono a don Paolo, al medico curante dott. Antonino Varvarà, alla Direzione, al personale ed agli ospiti della casa di riposo “Chianoc” di Savigliano, all’AVO, al Gruppo anziani “Fiat Ferroviaria”, alla Società Mutuo Soccorso ed indistintamente a tutti i vicini di casa, amici e conoscenti. La S. Messa di Trigesima sarà celebrata: SABATO 5 MARZO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Andrea.

I familiari ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. Genola; 3/3/2011

Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

On. Fun. La Cattolica – Fossano

e

Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

VENERDÌ 4 MARZO – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni sarà celebrata una S. Messa di terzo Anniversario in suffragio della compianta

DOMENICO FIORINA nel ventinovesimo Anniversario

LUCIA SICCARDI ved. OPERTI I familiari ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

GIANLUCA IACHETTA e FRANCESCA BORTONE Le SS. Messe di quarto Anniversario saranno celebrate: SABATO 5 MARZO – ore 17 nella chiesa parrocchiale dei SS. Pietro e Paolo in MONASTEROLO di Savigliano DOMENICA 6 MARZO – ore 11 nella chiesa parrocchiale dello Spirito Santo in FOSSANO On. Fun. La Cattolica – Fossano

Condoglianze Il 14 febbraio scorso, in Germania, è prematuramente mancato GIOVANNI CATALDO fratello di Anna Maria e cognato di Cosimo Lembo. Esprimiamo tutta la nostra partecipazione e vicinanza ai cari amici Anna Maria e Cosimo per questo grande dolore per la perdita dell’amato congiunto. Circolo Amici Sanità Dopo una lunga vita dedita al lavoro ed alla famiglia ci ha lasciato ANDREA FALCO Alla figlia Concetta, al genero Mario Mondino ed ai familiari i sentimenti sinceri di amicizia da parte di tutti noi. Circolo Amici Sanità In Cuneo è mancato il signor GASTONE CARLI di anni 73 Ai figli Marzia con il marito Massimo e Leonardo; ai nipotini Raoul e Sharon; ai parenti ed agli amici tutti porgiamo vive condoglianze. Il funerale è stato celebrato a Busca. È mancata la signora CONCETTA PIAMPIANO ved. ZAPPULLA di anni 81 Alle figlie Maria Cristina e Giovanna; alle sorelle Rosa e Domenica; al fratello Giuseppe ed ai parenti tutti porgiamo sentite condoglianze. In Cervere è mancata la signora LUCIA ROGGIAPANE ved.VIGNA

di anni 95 Ai nipoti Maria Teresa, Luciana ed Aldo ed ai parenti tutti porgiamo sentite condoglianze. Il funerale è stato celebrato a Savigliano. In età di 95 anni è mancato il signor ORAZIO BRAVO Alla moglie Margherita Racca; ai figli Giovanni, Giuseppe, Tommaso, Corrado e Francesco con le rispettive famiglie; ai nipoti; ai pronipoti; ai cugini ed ai parenti tutti porgiamo vive condoglianze. È mancato il signor ANDREA FALCO (Ex combattente e reduce) di anni 94 Ai figli Concetta con Mario ed Eugenio con Maria Clara; ai nipoti Matteo con Stefania ed i bimbi Matilde e Jacopo, Gianluca e Davide; alla sorella; al fratello; ai cognati; ai nipoti; ai pronipoti; ai cugini ed ai parenti tutti porgiamo sentite condoglianze. Il funerale è stato celebrato a Savigliano e la cara salma tumulata nel cimitero di Levaldigi. È mancato il signor FLAVIO SORDELLA di anni 66 Alla moglie Anna Maria Allasia; ai figli Silvia, Raffaella e Davide ed ai parenti tutti porgiamo vive condoglianze. Il funerale è stato celebrato a Fossano.

Incontro di preghiera con Padre Ghi CUNEO.Venerdì 4 marzo continueranno al Palazzetto dello sport le celebrazioni dei primi nove venerdì del mese, guidate da padre Pierino Ghi, che quest’anno ha come tema dominante “Caritas in veritate”, l’enciclica di Benedetto XVI. L’omelia di questo sesto incontro verterà su “La collaborazione della famiglia umana“ (cap. 5) e sarà dettata da padre Carlo Lanza. La funzione avrà inizio alle ore 20 con la celebrazione della Santa Messa; seguiranno l’adorazione eucaristica e la preghiera di intercessione per i malati nel corpo e nello spirito, guidate da padre Ghi, prima della processione con Gesù Eucaristia. Saranno a disposizione sacerdoti per le confessioni e farà servizio un autobus gratuito con partenza alle ore 19.40 da piazza Galimberti e, lungo il percorso, con fermata presso la stazione ferroviaria verso le ore 19.50.


GIOVEDÌ 3 MARZO 2011 IL SAVIGLIANESE 40


03-03-2011