Issuu on Google+

il

Domani dello Sport Il domani dello sport

Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma1. Aut. CBPA-SUD/CZ/326/09

Giovedì 21 Giugno 2012 > *euro 1,00 > Anno XV - Nr. 149

REGIONE

TURISMO

Scopelliti: «Il ponte sullo stretto di Messina? Un’opera strategica»

www.ildomanidellosport.it

GASTRONOMIA

L’Assessore alla Cooperazione Luigi Fedele ha presentato il progetto “Polite”

Grande successo dei prodotti tipici calabresi al Fancy Food Show statunitense di Washington DC

a pag. 3

a pag. 2

a pag. 4

*IN ABB OBBLIG INATA ATO CON RIA LA GAZ DELLO ZETTA SPORT A € 1,20

Lasciato il calcio giocato, l’icona amaranto guiderà il club da dirigente

CI PENSA NICOLA REGGINA

REP. CECA-PORTOGALLO

All’interno supplemento GIOCHI E SCOMMESSE del 21/6/2012

Dall’erba del campo al legno del tavolo, è sempre il solito Amoruso a pag. 7

CATANZARO Calciomercato: oggi e domani i giorni decisivi per le operazioni in entrata. I primi “colpi” sono stati Masini e Squillace

a pag. 10

1

Consiglia

4.75

5.00

X

3.50

3.50

CALCIO A 5

Wind Integration Cup: tra giugno, luglio e settembre otto città italiane ospiteranno la prima edizione del torneo dell’integrazione a pag. 11

2

1.75

1.72


2 il Domani dello Sport

Giovedì 21 Giugno 2012

CRONACA CALABRIA SCOPELLITI E ZOCCALI: TAVOLO TECNICO A LAVORO PER TROVARE UNA SOLUZIONE La Regione si mobilita per salvare la Casa di Cura “Madonna della Catena”

N

Daria Ciotti

ella sede di Palazzo Alemanni il Dirigente Generale del Dipartimento Presidenza Franco Zoccali, dietro precisa convocazione del Presidente della Regione Calabria Giuseppe Scopelliti, ha incontrato i rappresentanti ed i lavoratori della Casa di Cura “Madonnna della Catena”. Oggetto della riunione, a cui non hanno potuto prendere parte per impegni sopravvenuti il Subcommissario per l’attuazione del Piano di Rientro D’Elia ed il Dirigente Generale del Dipartimento Tutela della Salute Orlando, rappresentato dal Dirigente Bruno Zito, la profonda crisi che ha colpito la struttura. Il Governatore della Calabria Scopelliti, infatti, raccogliendo le istanze dei Consiglieri regionali, in particolare quelle presentate dal Consigliere Orsomarso, e quelle dei lavoratori, ha messo insieme un tavolo tecnico appositamente per indi-

Oggetto del tavolo tecnico la forte crisi che ha colpito la struttura riabilitativa “Madonna della “Catena”

Il presidente Scopelliti ha voluto fortemente la riunione, che è stata presieduta dal dirigente generale Franco Zoccali viduare le migliori soluzioni possibili al fine di fornire delle risposte certe per una struttura che, prima di essere investita da problemi gestionali ed economico-finanziari per i quali è stata attivata la procedura di nomina del curatore, si è sempre distinta come una realtà dotata di attività di eccellenza nell’ambito delle pratiche riabilitative. Il Dirigente Generale Zoccali, insieme al Direttore Generale dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Cosenza Scarpelli, con il Sindaco di Dipignano Guzzo, con l’Amministratore Delegato della Clinica Cribari ed con il Direttore sanitario della struttura, hanno approfondito la problematica legata alla “Madonna della Catena”, individuando alla fine dei lavori un percorso risolutivo che successivamente è stato illustrato alle rappresentanze sindacali e ad una delegazione dei lavoratori. La ferma volontà del Presidente della Calabria Giuseppe Scopelliti è quella di mettere in pratica una

soluzione definitiva che garantisca la continuità dell’erogazione del servizio sanitario della casa di cura con la salvaguardia dei livelli occupazionali, in modo da non dover sacrificare nessuno dei lavoratori che ad oggi fanno parte dell’organico della clinica dedita alla riabilitazione fisica. Le parti coinvolte nella riunione tecnica “di salvataggio” hanno infine preso atto della volontà della Regione tutta (rappresentata dal suo Presidente in persona) e sono adesso in attesa delle risultanze dei lavori condotti dai partecipanti al suddetto tavolo tecnico, che tornerà comunque ariunirsi nei prossimi giorni al fine di prendere delle decisioni non solo definitive, ma anche operative.

Nei prossimi giorni ci sarà un nuovo incontro per stabilire se le decisioni prese possono diventare operative al 100%

Ponte sullo Stretto: l’opinione di Scopelliti

I

l Presidente della Regione Giuseppe Scopelliti, a proposito della costruzione del ponte sullo Stretto che collegherebbe la Calabria alla Sicilia, ha rilasciato la seguente dichiarazione: «Il Ponte sullo Stretto è un’opera strategica non solo per tutto il Sud ma per l’Italia intera perché permetterà la crescita dell’economia del Mezzogiorno che influenzerà positivamente l’incremento del Pil nazionale. In un periodo così buio per l’economia mondiale non credo si possa distinguere quale opera sia più o meno importante, nel caso del Ponte sullo Stretto si tratta di una serie di infrastrutture legate a un territorio che può e vuole contribuire al massimo alla ripresa economica della nazione. Il Sud vuole fare la sua parte e l’unico spreco a cui si assiste non è di soldi ma di tempo e chiacchiere se realizzare o meno il Ponte». (dc)

il Domani dello Sport

già il Domani

Direttore GUIDO TALARICO

Testata reg. - trib. Cz n. 64 del 15/7/1997 R.O.C. Numero 5606

Direttore responsabile FRANCESCO ARCIDIACO

La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla Legge 7 agosto 1990 n. 250 e seguenti modifiche PUBBLICITÀ Nazionale, locale e giudiziaria MEDIATAG SPA SEDE CALABRIA LOC. SERRAMONDA 88044 MARCELLINARA (CZ) Tel. 0961.023922 - Fax 0961.903421

Redazione Calabria Tel. 0961.023922 Loc. Serramonda 88044 Marcellinara (CZ) redazione@ildomani.it EDITORE T&P Editori SRL - Tel. 0961.023922 Loc. Serramonda 88044 Marcellinara (CZ)

Tariffa a modulo 46x19 mm h. Commerciale euro 103,00 - Occasionale euro 129,00 - Corsi di formazione euro 129,00

- R.P.Q. euro 78,00 - Necrologio euro 77,00 cad. - Economici euro 0,62 a parola. Supplemento colore: 40% Distribuzione Media Services (Calabria) CENTRO STAMPA Stabilimento tipografico DE ROSE C/da Pantoni Marinella 87040 MONTALTO U. (CS) Tel. 0984.934382 Responsabile del trattamento dati Dlgs 96/2003 FRANCESCO ARCIDIACO


Giovedì 21 Giugno 2012 il Domani dello Sport

3

CRONACA CALABRIA

TURISTI PIÙ INFORMATI E SICURI L’Assessore all’Internazionalizzazione Fedele presenta il progetto “Polite”

L’

Maria Gallo

Assessore all’Internazionalizzazione e Cooperazione Luigi Fedele (al centro nella foto) presiede questa mattina nella sala meeting “è-Hotel”, il meeting di avvio del progetto comunitario Polite - “Policy Learning in Information Technologies for Public Transport Enhancement”, di cui la Calabria è l’Amministrazione capofila. Questo nuovo progetto si pone come obiettivo il miglioramento delle politiche relative alla gestione di sistemi informativi per i viaggiatori attraverso lo sviluppo di metodologie di

Il Progetto Polite si propone di migliorare i sistemi informativi per i viaggiatori con nuovi metodi più intelligenti

trasporto intelligenti volti a potenziare sia i livelli di sicurezza, sia l’effettiva efficienza del sistema di trasporto regionale. «Nel quadro degli obiettivi della mia delega - ha detto l’assessore Fedele - rientra il rafforzamento della presenza della Regione nei partenariati internazionali di cooperazione

ed il miglioramento delle politiche per i trasporti. Queste due tematiche sono affrontate sinergicamente dal progetto. “Polite”, infatti, intende promuovere l’uso del trasporto pubblico attraverso iniziative che mirano ad accrescere la consapevolezza degli utenti, favorendo la discussione a livello politico e lo scambio di

conoscenze e giuste pratiche sulla info-mobilità». Al meeting prendono parte anche il Primo Cittadino di Reggio Calabria, Demetrio Arena, il Presidente della Provincia di Reggio Calabria Giuseppe Raffa, l’Amministratore Unico di ATAM, Vincenzo Filardo e tutti i rappresentanti dei vari partner del progetto.

Fedele: «Vogliamo rafforzare la presenza della Regione nei partenariati internazionali di cooperazione»

EVENTI Notti bianche contro la violenza

COSENZA: CENTRO DI.RE. APERTO VENERDÌ NOTTE

I

l 22 giugno, in occasione delle “Notti bianche” calabresi, l’associazione Di.re. (Donne in rete contro la violenza) promuove una notte di mobilitazione con una serie di eventi di sensibilizzazione a sostegno dei Centri Antiviolenza. In tutta Italia saranno oltre trenta i centri aperti per tutta la notte, compreso quello che si trova a Cosenza, il “Centro contro la violenza alle donne Roberta Lanzino”, di via Caloprese 56. Il centro della cittadina calabrese aprirà le porte per accogliere tutti coloro che vogliono apprendere le iniziative che sono attualmente in atto e anche quelle che l’associazione metterà in pratica in futuro. Dalle 20.00 e fino alla mezzanotte di venerdì sera sono presenti le seguenti attività: presentazione del report sulla violenza alle donne del 2011, proiezione di video autoprodotti e d’autore e una serie di dibattiti. Le socie del centro offriranno anche un rinfresco alle partecipanti alla serata in segno di spirito di coesione.


4 il Domani dello Sport

Giovedì 21 Giugno 2012

CRONACA CALABRIA

GASTRONOMIA IN FESTA

Mostre internazionali, grande successo della Regione al Fancy Food Show

S

Luciana Stella

i è conclusa con una condivisa soddisfazione da parte delle aziende calabresi partecipanti l’edizione 2012 del Summer Fancy Food, la più importante fiera nord americana del “food&beverage”. Grazie all’impegno organizzativo dell’Assessorato all’Internazionalizzazione e dell’Assessorato alle Politiche Agricole le 12 aziende calabresi presenti hanno potuto nuovamente confrontarsi con i più qualificati produttori italiani e mondiali del settore enogastronomico, avviando e consolidando rapporti economici e commerciali. La partecipazione della Calabria all’edizione 2012 del Summer Fancy Food Show ha nuovamente centrato l’obiettivo di favorire la presenza delle nostre migliori produzioni agroalimentari in un grande mercato estero. A fare gli onori di casa, per gli ospiti in visita nell’area Calabria (uno su tutti, Aniello Musella, Direttore dell’Istituto nazionale per il commercio Estero di New York), l’Assessore all’Agricoltura, Michele Trematerra, e il Direttore Generale del Dipartimento Agricoltura, Giuseppe Zimbalatti.

Le eccellenze gastronomiche calabresi sono state le vere protagoniste del Summer Fancy Food

Massima evidenza per gli sforzi dei produttori calabresi che stanno puntando sulla qualità del prodotto, sulla diversificazione e sulla competitività, tre caratteristiche che non sono passate inosservate nell’ambito della manifestazione. Notevole, come spesso accade quando sono in mostra le migliori produzioni gastronomiche, la presenza di visitatori nell’area dedicata all’Italia, all’interno della quale la

Regione Calabria ha avuto ampio risalto. «Il cambio di sede del Fancy Food Show - ha dichiarato l’Assessore Trematerra - non ha intaccato l’importanza e l’interesse degli importatori nord americani che in massa hanno risposto all’appuntamento. Ancora una volta, ho avuto modo di constatare - ha aggiunto l’Assessore Trematerra - la grande attenzione rivolta alle nostre aziende, in questi ultimi anni si sono regi-

strati forti segnali di ripresa delle nostre esportazioni, soprattutto nei mercati extraeuropei, un dato che certamente qualifica e certifica non solo l’eccellenza dei nostri prodotti, ma anche il lavoro del Governo regionale, volto appunto a favorire la presenza delle nostre aziende in campo internazionale. Sono proprio gli imprenditori calabresi - ha concluso l’Assessore Trematerra a margine del suo intervento sulla manife-

stazione - a chiedere azioni mirate verso i paesi in fase di espansione economica. Occorre quindi continuare a puntare sulla nostra presenza in manifestazioni fieristiche di così grande interesse internazionale». Le 12 aziende partecipanti al Summer Fancy Food di Washington DC - Delizie di Calabria - Oleifici Sità - Fratelli Marano - Dolciaria Monardo - Colacchio Food - AD srl - Tuttocalabria - Salpa - Caffo - Pasta La Porta - Mediterranea Food e Target S.p.A.

Sono state 12 le aziende gastronomiche che hanno rappresentato la Calabria negli States


Giovedì 21 Giugno 2012 il Domani dello Sport

5

CRONACA CALABRIA

«UN SOSTEGNO NECESSARIO» PICCOLA E MEDIA IMPRESA Imbalzano sull’accordo Fincalabra-Carime

L’

Andrea Splendore

L’accordo appena stipulato è stato definito «fiore all’occhiello» dell’attività del Governatore Scopelliti

accordo quadro stipulato tra Fincalabra e Banca Carime, fortemente voluto dal Presidente della Regione Giuseppe Scopelliti, rappresenta il più robusto contributo che la Regione stessa abbia potuto destinare al sostegno finanziario delle piccole e medie imprese operanti sul territorio calabrese». E’ quanto afferma il presidente della Commissione Bilancio, Attività Produttive e Programmazione economica della regione, Candeloro Imbalzano, che aggiunge: «Il volume delle risorse mobilitate potrà, finalmente, consenti-

Secondo il presidente della Commissione Bilancio la Regione godrà finalmente di un credito più sostanzioso

re al sistema produttivo della nostra Regione di accedere a quel credito fino ad oggi sostanzialmente negato e che ha prodotto guasti pesanti anche per il contesto economico nazionale ed europeo. Naturalmente - continua - pur rendendoci perfettamente conto che la valutazione del merito creditizio finale spetta

a Banca Carime, sia pure attraverso un processo di preselezione della Finanziaria della Regione, accogliamo con soddisfazione la volontà manifestata dagli alti dirigenti dell’Istituto di credito di un atteggiamento meno restrittivo». Per Imbalzano, «d’altra parte, il sistema economico calabre-

«In bocca al lupo ragazzi!» SCUOLA Il Sindaco di Lamezia incoraggia i maturandi

A

nche quest'anno, il sindaco di Lamezia Terme, Gianni Speranza, è tornato nelle scuole della città per salutare gli student3i impegnati per la prima prova degli esami di maturità, dando loro una parola di incoraggiamento e un “in bocca al lupo”. Insieme a lui, nell’augurio per una brillante prova ai maturandi del liceo scientifico “Galileo Galilei”, l’assessore con delega ai rapporti con le scuole, Giusi Crimi. Nello scambiare qualche parola con gli studenti e nel commentare le tracce della prima prova d’italiano, il sindaco si è dichiarato molto soddisfatto per la serenità con cui i ragazzi si erano già messi all’opera nello svolgere il compito scelto; ha commentato la traccia sui giovani e la crisi che ha colpito particolarmente i ragazzi e si è soffermato sul tema dello sterminio degli ebrei pianificato e realizzato dai nazisti durante la seconda guerra mondiale, ricordando

se è composto fondamentalmente da imprese sottocapitalizzate che per rilanciarsi e aggredire i mercati nazionali ed internazionali necessitano di una assistenza creditizia fino ad oggi negata. Di buon auspicio anche la disponibilità sul fronte dei tassi di interesse che verranno praticati in misura ridotta rispetto alla

Catanzaro, frane sulla Strada Provinciale 157

I

l'esperienza intensa e commovente del “Treno della memoria” che quest’anno ha coinvolto molti di loro protagonisti del viaggio verso Cracovia e della visita al campo di concentramento di AuschwitzBirkenau.

Il sindaco ha augurato ancora agli studenti che possano ottenere, oggi e in tutti i giorni che seguiranno, successi sempre importanti, coltivando sempre la curiosità, la passione per l’apprendimento e l’impegno. (as)

media. Si tratta di un passo in avanti significativo per ridurre il gap con il resto del Paese che permetterà una maggiore competitività alle nostre aziende. L’accordo fa seguito alle risorse già mobilitate dalla Regione e quelle ancora attivabili con i fondi comunitari che, in parte, dovranno servire al rafforzamento del generale sistema dei confidi capace di irrobustire il sistema delle garanzie, abbattendo ulteriormente i tassi praticati dall’intero sistema bancario. In definitiva - conclude - un accordo con una notevole forza d’urto che rappresenta un vero fiore all’occhiello dell’attività fin qui messa in campo direttamente dal Governatore Scopelliti».

l vice presidente del Consiglio Provinciale, Emilio Verrengia, interviene in merito ad una situazione di disagio che riguarda la strada provinciale 157, che dal centro storico di Santa Maria di Catanzaro, scavalcando il colle, raggiunge la zona di Germaneto. «L’arteria - dice Verrengia - di cui è evidente l’importanza poiché la stessa collega i popolosi quartieri a Sud del capoluogo con la valle del Corace e quindi con il campus universitario e numerose attività produttive, è stata interessata da eventi franosi che l’Amministrazione Provinciale di Catanzaro ha segnalato alla Regione Calabria fin dallo scorso mese di marzo. Il forte evento alluvionale dello scorso febbraio ha generato il crollo della strada provinciale 157 in più punti, con il trascinamento a valle di vecchi muri e ha di fatto comportato l’impossibilità di percorrere l’arteria. Secondo l’Ufficio Tecnico della Provincia, la spesa necessaria per la riapertura ed il riutilizzo dell’arteria è prossima al milione di euro. La Provincia di Catanzaro, interpretando il disagio dei cittadini del quartiere Santa Maria, ha sollecitato la Regione per una celere erogazione di queste somme, necessarie ad avviare le opere, ed è in attesa di un riscontro favorevole».


6 il Domani dello Sport

Giovedì 21 Giugno 2012

CRONACA CALABRIA

MALATTIE INFETTIVE: COME RICONOSCERLE E CURARLE SANITÀ A Cosenza il 2° Convegno della sezione regionale della SIMIT

L

Luciana Stella

a città di Cosenza ospiterà il 28 e il 29 giugno il 2° Congresso della sezione regionale della SIMIT (Società Italiana di Malattie Infettive e Tropicali). Si tratta di un’importante occasione scientifica di studio e riflessione sulle patologie infettive che continuano a costituire, anche nella nostra regione, come nel resto del mondo, un problema, niente affatto trascurabile, di salute pubblica per una consistente fetta di popolazione. Il Congresso, patrocinato dall’Amministrazione comunale, dall’Azienda Ospedaliera e dall’Azienda Sanitaria Provinciale di Cosenza e dall’Ordine dei Medici, prevede, nella giornata inaugurale di giovedì 28 giugno, alle ore 10,00, presso l’Holiday Inn, oltre al saluto delle altre autorità, anche quello del Sindaco Mario Occhiuto e del Vicesindaco Katya Gentile. La parte scientifica sarà aperta, invece, dal dott. Francesco Cesario, responsabile dell’Unità Operativa di Malattie Infettive dell’Ospedale dell’Annunziata di Cosenza e Presidente del Congresso. Presidente onorario è, invece, il Prof. Gaetano Filice, ordinario della cattedra di Malattie infettive e tropicali all’Univer-

sità di Pavia, città dove è anche direttore di dipartimento del Policlinico “S.Matteo”. Nella prima sessione il Congresso della SIMIT si occuperà delle nuove emergenze infettivologiche con particolare riferimento a quelle patologie, come la tubercolosi e la malaria, che sono tornate prepotentemente ad occupare la scena delle corsie ospedaliere calabresi, oltre che nazionali. Sulla malaria in particolare, relazioneranno due vere e proprie eccellenze come il Prof.

Francesco Castelli, responsabile del reparto Malattie Tropicali e di Importazione dell’Ospedale “Spedali Civili” di Brescia, e il Prof. Luigi Gradoni dell’Università di Roma, Dirigente di ricerca del Dipartimento di Malattie Infettive, Parassitarie ed Immunomediate dell’Istituto Superiore di Sanità. Le due relazioni saranno poi seguite dalla illustrazione, ad opera del Dott.Francesco Cesario, di un caso clinico di malaria autoctona verificatosi a Cosenza. Nelle sessioni

successive si parlerà ancora dell’antibioticoterapia e delle resistenze, nel campo applicativo, delle polmoniti nosocomiali e delle meningoencefaliti. La seconda giornata del congresso sarà dedicata, invece, alle epatiti virali e all’AIDS. Tra le finalità dell’importante assise scientifica c’è quella di favorire un ricco scambio di esperienze realizzate in ambito universitario ed ospedaliero, ma anzitutto quella di garantire un’adeguata tutela alla salute dei pazienti, nell’ottica di una

Il primo giorno di convegno si parlerà di malaria e di tubercolosi, il secondo invece di epatiti virali e di AIDS tempestiva diagnosi e di una terapia mirata, indirizzate a limitare e controllare la diffusione delle malattie infettive.

APPALTI Assegnati i lavori di 4 progetti da realizzare su beni confiscati alla criminalità

Presto un nuovo giardino botanico e una casa della musica per minori

S

ono stati affidati in via ufficiale i lavori relativi a 4 progetti da realizzare in altrettanti beni confiscati alla ’ndrangheta. Beni che, utilizzando i finanziamenti del Pon sicurezza Por Calabria 2007-2013 - saranno ristrutturati per poi essere assegnati alla collettività. Il primo progetto riguarda la realizzazione di un giardino botanico della flora mediterranea da realizzare sul terreno confiscato di località Cepa. Si tratta di un progetto nato dall’idea di alcuni studenti di Isola, che hanno individuato in quell’area la zona ideale per dare vita a questa proposta. I

lavori per la realizzazione del giardino botanico sono stati assegnati alla ditta Marrazzo Salvatore da Cirò Marina, per un importo contrattuale di 119.667,30 euro di cui 114.507,30 per lavori e 5.160,00 come oneri della sicurezza. Il secondo riguarda la realizzazione di una colonia climatica nella frazione Le Cannelle di Isola di Capo Rizzuto, i cui lavori sono stati assegnati alla ditta 3G Costruzioni srl da Cotronei per un importo contrattuale di 249.195,54 euro di cui 237.681,44 per lavori e 11.514,10 come oneri della sicurezza. La colonia, destinata ai ragazzi, sarà realizzata risisteman-

do e mettendo a norma un immobile di due piani nella frazione di Isola. Il terzo bando ha assegnato i lavori di adeguamento statico della scuola materna Parco Insiti alla ditta Lya Costruzioni srl da Cirò Marina, per un importo contrattuale di 309.916,59 euro di cui 296.916,59 per lavori e 12.774,77 come oneri della sicurezza. E’ una struttura confiscata che dovrà essere ristrutturata e adeguata perché possa ospitare un centro polifunzionale per bambini. L’ultimo progetto riguarda un altro immobile confiscato alla criminalità organizzata, all’interno del

quale verrà realizzata una casa della musica per minori a rischio, anche questo dagli studenti di Isola. I lavori sono stati affidati alla Ditta Costruzioni Scicchitano srl da Isola di Capo Rizzuto, per un importo contrattuale di 184.774,97 euro di cui 181.102,79 per lavori e 3.672,18 come oneri della sicurezza. Al termine delle gare d’appalto, bandite dalla Stazione unica appaltante, il Comune ha dunque proceduto all’assegnazione definitiva dei lavori. «I beni confiscati sono baluardi di legalità - commenta il sindaco di Isola di Capo Rizzuto Carolina

Girasole - e non è un caso che l’Amministrazione comunale abbia espressamente dedicato questi progetti ai ragazzi, alla loro formazione ed alla loro educazione. Si tratta di progetti mirati, perché siamo convinti che al di là dei convegni e delle parole, ai nostri giovani servano esempi pratici, che li vedano protagonisti e impegnati in prima persona». In questo senso, ha spiegato Girasole, è emblematico il fatto che i progetti di realizzazione di una casa della musica e dell’orto botanico siano stati ideati proprio dagli studenti di Isola, e poi realizzati seguendo le loro indicazioni. (dc)


Giovedì 21 Giugno 2012 il Domani dello Sport

7

SPORT CALABRIA

LA CARICA DI AMORUSO: «TIFOSI TORNATE A RIEMPIRE IL GRANILLO» REGGINA Il talento continua a dare il suo contributo con classe e saggezza

T

Luca Ogrilio

alento purissimo, un cuore di chi si affeziona alla maglia. Nicola Amoruso è un'icona amaranto: dall'estate del 2005 a giugno 2008 in campo, a trascinare la Reggina verso la salvezza (e l'impresa del “-15”). Dal settembre 2011 è invece dietro la scrivania, responsabile del settore giovanile della società di via delle Industrie. Ai microfoni di Telereggio, il dirigente pugliese ha tracciato un bilancio. Parlando anche di sogni futuri, prima squadra e calcioscommesse. Ecco l’intervista riportatata da Tuttoreggina.com BILANCIO - «Sono stati dieci mesi introduttivi al nuovo lavoro: ho più osservato e studiato, cercando di capire quali fossero i meccanismi di un settore giovanile come il nostro, che non è uno qualsiasi. Con l’aiuto di Simone Giacchetta e di Laiacona sono stati dieci mesi molto belli. Non esistono pause, ora devo organizzare il lavoro dell’anno prossimo. I primi effetti del post carriera da calciatore si vedono, qualche chilo in più c’è di sicuro (ride, ndr). Dopo aver smesso ho avuto subito la possibilità di iniziare questa nuova avventura e ho capito che non basta essere stato un buon calciatore: quando si passa dietro la scrivania, per dare qualità al proprio lavoro è necessario studiare, aggiornarsi e tenersi in contatto con quelli che nel nostro campo possono essere avanti. Lo sto facendo leggendo libri, facendo corsi e studiando su internet. Perché penso che se si vuole portare qualcosa in più si deve essere aperti al confronto e al passo con i tempi». DIFFICOLTA’ - «Indubbiamente imparare tutti i nomi dei ragazzi non è stato facilissimo, perché sono tantissimi (ride, ndr). Scherzi a parte, è stata difficile l’organizzazione immediata del lavoro, cioè il riuscire a capire le persone e le cose importanti di questa attività. Capire le qualità e i difetti dei nostri addetti. E’ stato un lavoro di osservazione e di studio. A fine settembre, quando sono arrivato, i giochi erano già fatti: tecnici e ragazzi erano già stati scelti. Ripeto

L’ex goleador amaranto parla senza freni dei progetti più che ambiziosi del rinnovato settore giovanile

tante. Per noi si fa sempre più dura: ma quando i ragazzi arrivano qui al Sant’Agata, anche in prova, si rendono conto dell’amore che c’è intorno e all’interno della società. Apprezzano la struttura. Anche se il blasone può avere il suo fascino, sono i contenuti quelli che contano. I genitori che vengono qui, ne restano affascinati».

sono stati dieci mesi belli, vissuti con intensità e passione. Mi piace moltissimo questo lavoro e il mondo dei giovani, entusiasmante. Non sono uno che si accontenta. E’ stata un’esperienza importante, ma so che voglio migliorarmi per migliorare il nostro settore giovanile. Lo sto facendo cercando di guardarmi attorno e provando a portare qualcosa che possa dare sempre più qualità al nostro settore giovanile, che è uno dei migliori».

ESPERIENZA - «Faccio quello che volevo fare: sentivo di poter mettere a disposizione la mia esperienza anche da giovane calciatore. E’ stato il percorso di molti ragazzi che oggi sono qui alla Reggina: sono partito a 14 anni da un paesino come Cerignola, approdando in una città. Confrontarsi con le responsabilità e la nuova realtà è un’esperienza che ti resta dentro. Voglio metterla a disposizione con questo ruolo».

CONCORRENZA - «La filosofia della Reggina è sempre stata questa: il presidente è stato un precursore dei tempi, ha cercato di investire, da un decennio e più, nel settore giovanile, credendo nella struttura, nei tecnici e nei ragazzi. Altre società hanno iniziato, purtroppo per noi, a fare lo stesso: le grandi società hanno più facilità di arruolare giovani, possono offrire un’immagine diversa, un blasone impor-

OFFERTE - «Anche quest’anno, finita la stagione, c’è

Dal campo da calcio alla scrivania: cambia il ruolo ma non la passione che “Nick” mette sul lavoro

stata qualche chiamata per ruoli anche più in vista, ma non ho avuto nessun dubbio: il mio percorso è questo, lo voglio fare bene. Non voglio fare tutta la vita questa, ma la crescita dev’essere giusta e passo dopo passo. Per dare qualità, cui tengo tantissimo, al mio lavoro e alle mie scelte». PLAYOFF SFUMATI - «La mia idea è quella un po’ di tutti in società: si aspirava a qualcosa di più. Magari in alcune occasioni c’è mancata un po’ di tranquillità, ma questo credo sia il percorso della Reggina. L’anno scorso siamo andati vicinissimi, in questo abbiamo avuto un po’ di difficoltà. Ma c’è da guardare con ottimismo». TIFOSI - «La mia delusione è il distacco quasi abissale tra i tifosi e la società, che comunque riesce a mantenere categorie alte. La B secondo me non è un dramma per la Reggina, c’è bisogno del supporto di tutti. Della gente e del suo affetto, per poter far sentire la squadra una squadra importante. Capisco che ormai ci sia stata un po’ l’abitudine al calcio cosiddetto “importante”, ma Reggio deve cercare di pensare a quella che è la nostra realtà. Che fatica e fa grandi sacrifici, investendo sui giovani. Ricordo la partita

Reggina-Napoli, finì 3-1 per la Reggina, ero in azzurro. Rimasi impressionato dall’entusiasmo, dalla voglia di tifare per la Reggina. Io, a un metro dai miei compagni, non riuscivo a comunicare. Spero che un giorno si ritorni a quell’entusiasmo e non a quel pessimismo che non porta a nulla di buono. Credo che il sogno Reggina debba continuare e debba accompagnarci anche l’anno prossimo. L’affetto che mi lega alla città e ai tifosi lo riscontro ogni giorno e mi gratifica tantissimo. Ai tifosi dico di credere sempre nel sogno e di portar sempre viva questa fede amaranto nei loro cuori, perché è una città ed è una società che ha bisogno di quell’affetto e di quei sentimenti positivi per portare la Reggina e soprattutto Reggio tra le migliori». FUTURO IN PRIMA SQUADRA? - «Io sono qui, lavoro per la Reggina con entusiasmo e passione: i passi devono essere graduali. Ci sarà, se e quando sarà il momento, un avvicinamento anche alla prima squadra. Ma ora non è nei miei pensieri. Il mio lavoro ora è portare risultati per la società. Poi spero possano cambiare le cose e che la società possa essere protagonista dentro e fuori dal campo». La carica del campione.


8 TRIBUNALE DI CATANZARO Procedura esecutiva n.158/06 R.G.Espr. Il Giudice dell'esecuzione, dott.ssa Giovanna Gioia, con provvedimento reso all’udienza del 28 marzo 2012, ha disposto la vendita senza incanto del compendio pignorato di seguito descritto: lotto unico: immobile sito nel comune di Borgia (CZ) in catasto al fl. 11, mapp 46 sub. 8 al prezzo base già ridotto di €. 91.800,00; ha fissato per la presentazione delle offerte d'acquisto il termine del 09.10.2012 ore 12,00; ha fissato per la deliberazione sull'offerta e per l'eventuale gara tra gli offerenti, con rialzo minimo non inferiore a €. 1.000,00, l'udienza del 10.10.2012 ore 9,30; ha disposto che le offerte d'acquisto siano presentate in busta chiusa unitamente ad un assegno circolare intestato "Tribunale di Catanzaro — Procedura n. 158/06 portante una somma pari al decimo del prezzo proposto, da imputare a cauzione; L'immobile, meglio descritto nella relazione tecnica consultabile in cancelleria, sarà venduto nello stato di fatto e diritto in cui si trova, che si intenderà conosciuto dall'aggiudicatario, anche con riferimento alla situazione di conformità degli impianti e alla situazione energetica; L'aggiudicatario dovrà versare il prezzo d'acquisto, dedotta la cauzione, entro il termine perentorio di sessanta giorni dall'aggiudicazione; Maggiori informazioni presso la Cancelleria delle esecuzioni immobiliari del Tribunale di Catanzaro

TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI R.E. n. 41/2011 IL GIUDICE DELLE ESECUZIONI IMMOBILIARI letti gli atti del procedimento e sciogliendo la riserva di cui al verbale di udienza del 18.4.2012; preso atto dell’istanza di vendita formulata dal creditore procedente; rilevato che il custode del bene pignorato è il debitore; rilevato che, ai sensi dell’art. 559, comma 3, c.p.c. come introdotto e disciplinato dalle leggi 80/2005, 263/2005 e 51/2006, la sostituzione del custode deve essere disposta dal giudice dell’esecuzione in caso di inosservanza degli obblighi sul medesimo incombenti; considerato che, in tali ipotesi, la carenza di margini di discrezionalità valutativa in capo all’organo giudicante legittima la surroga del debitore quale custode giudiziario, anche ex officio; considerato che, nel caso in specie, il debitore, originario custode del compendio immobiliare staggio, non ha provveduto, ex artt. 560 e 593 c.p.c., al deposito trimestrale del conto di gestione, in tal modo contravvenendo ad un preciso dovere normativo; ravvisata, altresì, la necessità di provvedere, con estrema urgenza, soprattutto al fine di rendere produttivo il compendio pignorato e di agevolarne la liquidazione, ad attribuire i relativi poteri di conservazione ed amministrazione a soggetto distinto dall’esecutato e ciò anche in considerazione delle potenzialità produttive dei beni; ritenuto di poter condividere e prendere a fondamento del prosieguo della procedura le conclusioni della relazione dell’esperto, in ordine sia all’individuazione del compendio immobiliare che alla stima del relativo valore di mercato; ravvisate, pertanto, le condizioni per procedere, ai sensi degli artt. 569, 571 e 576 c.p.c., come novellati dalle leggi 80/2005, 263/2005 e 51/2006, al prezzo base di euro 1.259.000,00 alla vendita coattiva dei seguenti beni: lotto unico – “piena proprietà di un lotto della complessiva superficie di 3.140 mq. composto da un capannone con annessi uffici, ubicati in Lamezia Terme, contrada Malaspina; la superficie della zona uffici, articolata su un unico livello ubicato al piano terra, è pari a 400 mq. mentre il capannone, adibito a deposito mezzi con annessa officina, ha una superficie di mq. 880, comprensiva dei locali deposito, posti sul lato est. Dette strutture edilizie prospettano su strada di accesso e su un piazzale con annessi parcheggi della complessiva superficie di mq. 1860; sul lotto insiste un manufatto destinato ad uffici di circa mq. 90 abusivo e non sanabile, non considerato né nella descrizione del lotto né nella determinazione del prezzo di vendita. Il complesso immobiliare è censito nel NCEU del predetto Comune al foglio 51, p.lla 336

Giovedì 21 Giugno 2012

sub 2, zona cens. 2, cat. D7/, rendita euro 10.104,00”; rilevato che occorre fissare i termini per la presentazione delle offerte di acquisto senza incanto, la successiva udienza per l’esame delle stesse e, per il caso in cui non abbia per qualsiasi motivo luogo la vendita senza incanto, fin d’ora la data per gli incanti; evidenziato, quanto alla vendita senza incanto, che: ciascun offerente, ai sensi dell’art. 571, comma 1, c.p.c., tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte per l’acquisto personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche a norma dell’art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata non essendo sufficiente l’ordinario mandato alle liti; nell’ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all’art. 583, comma 1 c.p.c.), presentando presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari, dichiarazione, in regola con il bollo, contenente, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.g.e della procedura, del bene (e del lotto) cui l’offerta si riferisce, del prezzo, del tempo, del modo del pagamento e di ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta; detta dichiarazione deve, altresì, recare le generalità dell’offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale tra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell’ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre,oltre alla dichiarazione di quest’ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. F, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima ed essere corredata da copia di valido documento di identità dell’offerente e, se necessario, da valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); l’offerta, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da allegare in copia conforme; in caso di dichiarazione presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; non sarà possibile trasferire l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’offerta; l’offerta è irrevocabile, salvo che: 1. il giudice ordini l’incanto; 2. siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; l’offerta non è efficace: 1) se perviene oltre il termine stabilito; 2) se è inferiore al prezzo determinato a norma dell’art. 568 e più sopra ricordato; c) se l’offerente non presta cauzione a mezzo assegno circolare non trasferibile intestato a “ Poste Italiane spa”, in misura non inferiore al decimo del prezzo da lui proposto; all’offerta da depositarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere allegato l’assegno circolare per la cauzione, come innanzi indicato; all’esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell’esecuzione e la data di udienza fissata per l’esame delle offerte; le buste saranno aperte all’udienza fissata per l’esame delle offerte alla presenza degli offerenti, ove comparsi; nel caso di mancata comparizione dell’offerente o degli offerenti l’aggiudicazione sarà comunque disposta, fatta salva l’applicazione delle previsioni di cui all’art. 572 commi 2 e 3 c.p.c.; in caso di più offerte valide, si procederà a gara sull’offerta più alta secondo il sistema delle schede o buste segrete, fatta salva l’applicazione dell’art. 573, comma 2, c.p.c.; in alternativa alle modalità di cui sopra, la presentazione delle offerte di acquisto può avvenire anche mediante l’accredito, a mezzo di bonifico o deposito su conto postale o bancario intestato alla procedura esecutiva ed acceso o da accendersi, nel secondo caso, presso il “Monte dei Paschi di Siena S.p.a” – filiale di Lamezia Terme, di una somma pari ad un decimo del prezzo che si intende offrire e mediante la comunicazione, a mezzo telefax o posta elettronica, nel rispetto della norma-

tiva, anche regolamentare, concernente la sottoscrizione, la trasmissione e la ricezione dei documenti informatici e teletrasmessi, di una dichiarazione contenente le indicazioni di cui allo stesso art. 571 c.p.c., detto accredito deve aver luogo non oltre cinque giorni prima della scadenza del termine entro il quale possono essere proposte le offerte d’acquisto; fin d’ora si prevede che, quando l’offerta è presentata con le modalità alternative, il termine per il versamento del prezzo e di ogni altra somma è di novanta giorni; in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; è possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabili da ogni singola banca aderente protocollo “ABI” per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l’elenco delle banche aderenti all’iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la Cancelleria; evidenziato, quanto all’eventuale, successiva vendita agli incanti, che: essa deve aver luogo al prezzo indicato di uro 1.259.000,00; le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori al 5%; ognuno, ai sensi dell’art. 579, comma 1, tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte all’incanto personalmente, a mezzo di mandatario munito di procura speciale o di procuratore legale, anche a norma dell’art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l’ordinario mandato alle liti; nell’ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona da effettuarsi nel termine di cui all’art. 583, comma c.p.c.); ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo recante, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.g.e., della procedura, il bene o il lotto cui l’istanza stessa è riferita, il prezzo proposto, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale tra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell’ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest’ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. F, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; l’istanza, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da allegare in copia conforme; in caso di istanza presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; non sarà possibile trasferire l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’istanza; all’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); con l’istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle “Poste Italiane s.p.a” tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione) in ragione di un decimo del prezzo base d’asta; all’esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell’esecuzione e la data dell’udienza fissata per la vendita all’incanto; le buste saranno aperte all’udienza stabilita per l’incanto alla presenza degli istanti, la cui comparizione è necessaria ai fini dell’aggiudicazione, che sarà disposta secondo le prescrizioni dell’art. 581 c.p.c.; la mancata partecipazione all’incanto, personalmente o a mezzo di un procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo, comporterà l’incameramento di 1/10 della cauzione, che,

Info - 0961.023931

di contro, sarà immediatamente restituita dopo la chiusura dell’incanto, ove l’offerente, regolarmente presente, non divenga aggiudicatario; nel caso di una sola istanza di partecipazione, occorrerà comunque apportare un rialzo minimo, ex art. 581, comma 2, per conseguire l’aggiudicazione provvisoria; a norma dell’art. 584 c.p.c., infatti, avvenuto l’incanto, possono essere presentate offerte di acquisto entro il termine perentorio di dieci giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 quello raggiunto dall’incanto; l’aggiudicazione, pertanto, diverrà definitiva, ove decorsi dieci giorni, non siano state presentate offerte in aumento; tali offerte potranno essere depositate presso la Cancelleria, nelle forme di cui all’art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all’incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all’art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell’art. 584, comma 3, c.p.c. l’aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione; in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell’’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi della registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; è possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo “ABI” per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l’elenco delle banche aderenti all’iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile in Cancelleria; FISSA, IN RELAZIONE ALLA VENDITA SENZA INCANTO per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle offerte di acquisto, ex art. 571 c.p.c., del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, termine fino alle ore 13,00 del giorno 2.10.2012, con le modalità per il prezzo base di cui sopra; per l’esame delle offerte di acquisto, ai sensi dell’art. 572 c.p.c., ovvero per la gara sulle medesime, se presentate in misura superiore di una, ai sensi dell’art. 573 c.p.c., l’udienza del 3.10.2012, ore 9,30 ss.; FISSA, NEL CASO IN CUI LA VENDITA SENZA INCANTO NON ABBIA LUOGO, per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliare delle istanze di partecipazione alla vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, termine fino alle ore 13,00 del giorno 16.10.2012, con le modalità per il prezzo minimo di cui sopra; per il giorno 17.10.2012, ore 9,30 e segg.,la vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato, con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi; STABILISCE, ALTRESI’, CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO SENZA INCANTO, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO CON INCANTO: gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall’esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; la vendita è a corpo e non a misura; differenze di misura non potranno dar luogo a nessun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere – ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dall’eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore – per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento indennità o riduzione di prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; l’aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro il termine massimo di sessanta giorni dalla data di aggiudi-


9 cazione su un libretto postale di deposito giudiziario intestato al debitore e recante il numero della presente procedura esecutiva (qualora il procedimento si fondi su credito fondiario e l’aggiudicatario non intenda avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto, all’assegno circolare sarà sostituito, ex art. 41, comma 4, D.Lgs 1 settembre 1993, n. 385, il pagamento diretto alla banca creditrice, nei limiti del credito azionato per capitale, interessi e spese con collocazione privilegiata, entro lo stesso termine e detratto un accantonamento per spese nella misura che sarà indicata dal g.e.), in mancanza, si provvederà a dichiarare la decadenza dall’aggiudicazione, a norma dell’art. 587 c.p.c.; soltanto all’esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento, da effettuarsi contestualmente a quello della differenza del prezzo di aggiudicazione, nella misura del 20% di quest’ultimo, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell’art. 586 c.p.c.; DISPONE, QUANTO ALLA PUBBLICITA’ IN FUNZIONE DELLA VENDITA CHE: su impulso del procedente, sia predisposto l’avviso di vendita, da pubblicare all’albo dell’Ufficio; a cura, rischio e spese (rimborsabili ex art. 2770 cod. civ.) del medesimo soggetto, sia data pubblicità; in ogni caso, per una sola volta, della presente ordinanza, escluse le note, su di un quotidiano di informazione a diffusione locale a scelta del creditore, pubblicità da effettuarsi almeno quarantacinque giorni prima del termine per la presentazione delle offerte o della data dell’incanto; in ogni caso, per una sola volta, della presente ordinanza, escluse le note, su una rivista periodica, pubblicità da effettuarsi almeno quarantacinque giorni prima del termine per la presentazione delle offerte o della data dell’incanto; in ogni caso, per una sola volta, della presente ordinanza, escluse le note e della relazione d stima dell’esperto su un sito internet individuato ai sensi dell’art. 173 ter disp. att. c.p.c. e di cui è data notizia in Cancelleria, almeno quarantacinque giorni prima del termine per la presentazione delle offerte o della data dell’incanto; il creditore procedente possa, inoltre, dare pubblicità della presente ordinanza a sua cura ed ove lo ritenga opportuno: a sue spese (rimborsabili ex art. 2770 cod. civ.), con pubblicità muraria, da effettuarsi nei Comuni di Lamezia Terme e di ubicazione degli immobili, almeno quarantacinque giorni prima del termine della presentazione delle offerte o della data dell’incanto; a sue spese (rimborsabili ex art. 2770 cod. civ.), a ulteriori forme di pubblicità dal medesimo prescelte, da eseguirsi almeno quarantacinque giorni prima del termine per la presentazione delle offerte o della data dell’incanto; la pubblicità muraria e l’ulteriore pubblicità prescelta sono dichiarate sin d’ora non necessarie ai fini dell’esperibilità della vendita; della prova della pubblicità elettronica o a mezzo stampa – da depositarsi in cancelleria almeno dieci giorni prima delle vendite – sia fatto carico al creditore procedente o surrogante; AVVERTE fin d’ora le parti che, ove all’udienza fissata per la celebrazione dell’incanto, questo non abbia luogo per qualunque motivo, si riserva di ap-

Giovedì 21 Giugno 2012

plicare immediatamente - e cioè a quella stessa udienza - l’art. 591 cod. proc. civ., senza alcun rinvio intermedio o ulteriore, in quello stesso contesto sentendo le parti e provvedendo sulla disposizione dell’amministrazione giudiziaria o sulla fissazione di una vendita; ONERA il creditore procedente di notificare entro il 10.7.2012 la presente ordinanza ai creditori di cui all’art. 498 che non sono comparsi; NOMINA quale custode giudiziario l’avv. Bruno Famularo, che convoca, ai fini del conferimento dell’incarico per il 21.5.2012, ore 13,00; ORDINA al debitore di presentare il conto di gestione, ex artt. 560 e 593 c.p.c., a far data dal pignoramento, entro e non oltre il 10.6.2012, con espresso avviso che, in caso di inottemperanza, l’omissione sarà valutata ai fini dell’eventuale trasmissione degli atti alla Procura della Repubblica per i reati configurabili nella fattispecie. Lamezia Terme, 16.5.2012 Il Giudice dell’esecuzione dott.ssa Adele Foresta ***** UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI PIGNORATI EX ART. 569 COMMA 3 CPC SI RENDE NOTO CHE Che il Giudice dell’ Esecuzione, nella procedura esecutiva immobiliare n°98/93 R.G.E. con ordinanza emessa all’udienza del 16.05.2012, ha disposto la vendita con incanto del lotto primo nello stato di fatto e di diritto in cui si trova per l’udienza del 03.10.2012 PRIMO LOTTO: Porzione del fabbricato in Nocera Ternese, alla via Canale, costituita dal locale sito al piano seminterrato, adibito ad autorimessa, avente una superficie di mq. 292,50 circa ed un’altezza di mq. 2,2O individuato in NCEU alla partita 2251, foglio 26 p 357, subalterno 7, categoria C/6, classe I, consistenza 290, rendita £. 435.000; l’immobile non è conforme alla vigente normativa urbanistica e la relativa domanda di sanatoria è stata presentata in data 1.3.l995 con versamento di tutte le oblazioni; Prezzo base d’asta €. 12.000,00 SI RENDE ANCORA NOTO CHE IL GE HA STABILITO CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: VENDITA CON INCANTO: essa deve aver luogo al prezzo base di euro 12.000,00 per il lotto primo ; le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori al 3% del prezzo base d’asta; ognuno, ai sensi dell’art. 579, comma 1, c.p.c., tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte all’incanto personalmente, a mezzo di mandatario munito di procura speciale o di procuratore legale, anche a norma dell’art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l’ordinario mandato alle liti; nell’ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all’art. 583, comma 1, c.p.c.)

ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l’istanza stessa è riferita, il prezzo proposto, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell’ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest’ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; l’istanza, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da depositare in copia conforme; in caso di istanza presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; non sarà possibile trasferire l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’istanza; all’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); con l’istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle “Poste Italiane s.p.a.”, tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d’asta; all'esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell'esecuzione e la data dell'udienza fissata per la vendita all’incanto; le buste saranno aperte all'udienza stabilita per l’incanto alla presenza degli istanti, la cui comparizione è necessaria ai fini dell’aggiudicazione, che sarà disposta secondo le prescrizioni dell’art. 581 c.p.c.; nel caso di una sola istanza di partecipazione, occorrerà comunque apportare un rialzo minimo, ex art. 581, comma 2, per conseguire l’aggiudicazione provvisoria; a norma dell’art. 584 c.p.c., infatti, avvenuto l’incanto, possono essere presentate offerte di acquisto entro il termine perentorio di dieci giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/6 quello raggiunto nell’incanto; l’aggiudicazione, pertanto, diverrà definitiva ove, decorsi dieci giorni, non siano state presentate offerte in aumento; tali offerte si fanno a norma dell’art. 571 e, prima di procedere alla gara di cui all’art. 573, il Cancelliere da pubblico avviso dell’offerta più alta a norma dell’art. 570 c.p.c.; in ogni caso, le spese del trasferimento cadono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; è possibile, per i partecipanti alle aste, otte-

Info - 0961.023931

nere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo “ABI” per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l’elenco delle banche aderenti all’iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la Cancelleria; è fissato, per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle istanze di partecipazione alla vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, termine fino alle ore 13.00 del 02.10.2012, con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra; è fissata, per il giorno 03.10.2012, ore 09.30 e segg., la vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato, con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi; LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO SENZA INCANTO, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO CON INCANTO: gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall’esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; l’aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane s.p.a.” (qualora il procedimento si fondi su credito fondiario e l’aggiudicatario non intenda avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto, all’assegno circolare sarà sostituito, ex art. 41, comma 4, D.Lgs. 1 settembre 1993, n. 385, il pagamento diretto alla banca creditrice, nei limiti del credito azionato per capitale, interessi e spese con collocazione privilegiata, entro lo stesso termine e detratto un accantonamento per spese nella misura che sarà indicata dal g.e.); in mancanza, si provvederà a dichiarare la decadenza dall’aggiudicazione, a norma dell’art. 587 c.p.c.; soltanto all’esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento, da effettuarsi contestualmente a quello della differenza del prezzo di aggiudicazione, nella misura del 20% di quest’ultimo, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell’art. 586 c.p.c.; Lamezia Terme, lì 23.05.2012 Il funzionario giudiziario Leonilda Bonaddio


10 il Domani dello Sport

Giovedì 21 Giugno 2012

SPORT CALABRIA

FOTI-COSENTINO: BRACCIO DI FERRO PER SQUILLACE CALCIOMERCATO Giorni caldi per le società calabresi, tanti gli affari in bilico

N

Carlo Liguori

elle giornate di oggi e domani il mercato del Catanzaro potrebbe registrare significative novità in entrata. L’ha detto il presidente Cosentino, nel corso di un’intervista rilasciata a Catnzaroinforma.it, e poi l’ha ribadito l’Ad Marco Pecora alla stampa locale. E gli argomenti che dovranno essere trattati dai massimi dirigenti giallorossi, insieme a mister Cozza, nella sede del calciomercato, saranno veramente tanti. In primis, il nodo comproprietà con le situazioni legate a Squillace e Masini. Per il primo, si corre il concreto rischio di andare alle buste con la Reggina. Il presidente amaranto, Lillo Foti, ancora non è sceso a miti consigli, ragion per cui urge un faccia a faccia risolutivo col collega giallorosso Giuseppe Cosentino. Per Masini, ormai, lo

Il presidente è al lavoro con Cozza per impostare la nuova squadra. In casa Reggina è stop per l’arrivo di mister Dionigi

sanno anche le pietre: la questione, probabilmente, verrà definita a fine mese. Sul fronte portieri, l’Uesse è alla ricerca di due elementi ai quali verrà affiancato il riconfermato Scerbo. Tra i papabili c’è sempre Testa, ex numero uno de L’Aquila, che si è segnalato come uno dei migliori calciatori in quel ruolo nella passata stagione. In questo caso, però, il problema pare sia l’ingaggio. Il portiere, classe ’90, chiede uno stipendio piuttosto sostanzioso, mentre le Aquile sono ferme sulla cifra offerta nelle scorse settimane. Ecco perché l’affare ancora stenta a decollare. Per Fioretti, invece, le voci raccolte da radiomercato sono le più disparate, come del resto quelle riportate dai vari organi di informazione. La sensazione è che la trattativa subirà un’improvvisa accelerata allorché si incontreranno i dirigenti dell’Uesse, col procuratore del calciatore e col dg del Gavorrano, Vetrini. Dovrebbe essere solo questione di giorni. L’appuntamento è fissato, probabilmente, proprio all’Hilton hotel di Milano. Di certo, si preannunciano 48ore di fuoco per il patròn Cosentino, per l’Ad Pecora e per mister Cozza. La sensazione è che il fine settimana regalerà qualche annuncio ufficiale da parte del sodalizio giallorosso…

REGGINA-DIONIGI, CHE CAOS - Nemmeno il rischio imminente di un tracollo finanziario indurrà il Taranto a liberare Davide Dionigi, l’ex attaccante di Modena e Napoli, promessosi alla Reggina di Lillo Foti e di fatto prigioniero del club jonico. Il braccio di ferro tra i dirigenti pugliesi e l’allenatore prosegue benché il passaggio sullo Stretto sia stato dato per certo da almeno un mese a questa parte. Il

patron Enzo D'Addario chiede una cifra prossima ai 4 milioni di euro per cedere il pacchetto di maggioranza della società, senza considerare i debiti mai realmente quantificati. Inoltre, sembrerebbe, che allo stesso Dionigi venga chiesto di rinunciare a dei crediti maturati negli ultimi anni tra campo e panchina per avere l’ok ad accasarsi alla Reggina. Insomma, un braccio di ferro destinato ad andare avanti nei

CROTONE: CONTINUA LA TRATTATIVA PER FLORENZI - Intanto in casa Crotone non è stato ancora trovato l’accordo con la Roma per la cessione di metà cartelino di Florenzi, centrocampista con un gran senso del gol che la società calabrese vuole vendere al giusto prezzo. Le due parti sono ancora lontane, con una differenza tra domanda e offerta di circa un milione di euro. Troppo.

SI RIACCENDONO I MOTORI A TIRIOLO I

l cuore di Tiriolo si anima nuovamente con il rombo dei motori. Scene già vissute grazie alla gloriosa gara di velocità in salita Ponte Corace-Tiriolo, competizione a cui tutti sperano di poter nuovamente assistere e il cui ricordo, nel frattempo, fa da propulsore allo spirito di iniziativa del Team Mediterraneo. Alla vigilia del suo 18^ anno di vita (venne creato nel 1995 dai soci fondatori Domenico Catanzariti, Gianfranco Grandinetti e Giuseppe Tallarico rispettivamente attuale presidente, vice-presidente e segretario a cui si sono aggiunti negli anni Monica Catanzariti e Giuseppe Cerminara), il

team “tiriolese” doc non si arrende all’idea che le “condizioni di salute” dell’ex SS19 - come scrive catanzaro informa abbiano compromesso lo svolgimento della storica competizione nata nel 1929. «E così, per riaccendere i cuori e i motori – afferma il presidente Domenico Catanzariti – abbiamo pensato di chiamare a raccolta tutti i nostri iscritti anche se, concomitanti impegni sportivi, non hanno permesso una partecipazione al gran completo al raduno». In fila nella centralissima piazza Italia di Tiriolo molte delle autovetture che gareggiano fregiandosi dell’em-

blema del Team Mediterraneo. «Una scuderia che riunisce – precisa il segretario Giuseppe Tallarico – auto che competono nelle svariate classi e gruppi. Un connubio forte con le istituzioni locali che, nonostante il momento di crisi economica, hanno voluto fortemente schierarsi accanto al Team Mediterraneo. In prima linea il sindaco Giuseppe Lucente che precisa come «questo raduno rappresenti per Tiriolo un ritorno al passato, il tentativo di riaccendere la grande tradizione sportivo-automobilistica in attesa della 3^ edizione dello Slalom che dovrebbe svolgersi a settembre».


Giovedì 21 Giugno 2012

il Domani dello Sport

11

ALTRI SPORT

WIND INTEGRATION CUP AL VIA Calcio a 5, T Odissea 2000:

CALCIO A 5 Tra giugno e settembre 8 città ospiteranno il torneo dell’integrazione

Massimiliano Venzi utto è pronto per il calcio d’inizio della prima edizione della Wind Integration Cup, manifestazione calcistica messa in campo da Wind con il patrocinio del Comitato Olimpico Nazionale Italiano e della Città di Reggio Calabria. Tra giugno, luglio e settembre 2012, otto città italiane (Firenze, Genova, Milano, Parma, Reggio Calabria, Roma, Torino e Udine - città tra le più significative in termini di presenza di immigrati -) saranno il teatro di un torneo di calcio a cinque volto a favorire l’integrazione delle comunità straniere presenti, appunto, nel territorio nazionale. Nuova testimonianza ed ennesimo riconoscimento che l’impegno nel sociale e l’attenzione verso i cittadini stranieri sono sempre stati e sono tuttora una priorità da parte di Wind. Dopo il supporto tecnico fornito al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali per il Tour dell’Integrazione del 2009, dove squadre di personale specializzato facevano sosta nelle città con forte presenza di immigrati per fornire informazioni pratiche sulla vita e sulle leggi vigenti in Italia, Wind, quest’anno, ha deciso di mettersi in gioco in prima persona organizzando appunto la Wind Integration Cup, il primo torneo interculturale di calcio a 5 nel nostro Paese. Anima e motore del progetto sono la consapevolezza dell’importanza che gli immigrati rivestono nel tessuto economico dell’Italia e il desiderio di accompagnarli in un processo di integrazione vero e completo. Ideata ed organizzata da Acciari Consulting per conto di Wind, la manifestazione si avvale del supporto tecnico e organizzativo locale di uno degli Enti sportivi più attenti al problema dell’immigrazione, la UISP - l’Unione Italiana Sport Per Tutti.

Mauro Accroglianò: «Wind è stata la prima compagnia telefonica mobile ad intuire le reali potenzialità del mercato etnico»

Per Mauro Accroglianò (nella foto, a destra), Direttore Marketing Mobile Consumer di Wind: «L’azienda è stata la prima compagnia telefonica mobile italiana ad intuire le reali potenzialità del mercato etnico, proponendo tariffe semplici e trasparenti per chiamare i propri cari sia in Italia sia all’estero e offre servizi dedicati di customer care in lingua madre e la diffusione di materiale informativo fino a dodici lingue. In particolare - continua il manager Wind, in linea con la strategia rivolta al segmento etnico, ha realizzato una partnership che consentirà di effettuare il trasferimento internazionale del credito in mobilità». La Wind Integration Cup prevede una fase locale e una nazionale.

Ogni città ospiterà 8 squadre composte da 12 giocatori: almeno 7 devono essere immigrati di prima e seconda generazione Durante la prima fase, in ciascuna città si confronteranno otto squadre composte da dodici giocatori: ogni formazione dovrà avere in rosa un minimo di sette giocatori immigrati di prima e seconda generazione. Le otto formazioni cittadine saranno sudivise in due gironi con incontri di andata e ritorno, al termine dei quali saranno disputati dei play-off che eleggeranno la squadra vincitrice del torneo locale, qualificata di diritto alla fase nazionale. La Finale Nazionale sarà disputata al Centro Sportivo “Giulio Onesti” (Acqua Acetosa) di Roma dal 14 al 16 settembre. Le squadre vincitrici dei tornei locali si affronteranno in due gironi con sole partite di andata per poter quindi accedere alle semifinali e alla finalissima che assegnerà la Wind Integration Cup, lo scudetto dell’integrazione, come è stato definito dagli organizzatori. Reggio Calabria ospiterà la Wind Integration Cup fino al 21 luglio 2012 presso il Centro Sportivo “La Pinetina” (Via Ravagnese/Aeroporto 30).

Rodrigo Testa e Jener i primi due acquisti?

onquistata la salC vezza, la squadra di Rossano Calabro sonda

NUOTO

Trofeo “Settecolli”, la catanzarese Critelli fa il record regionale

G

ermana Critelli, nuotatrice catanzarese, classe 1995, appartenente al Gruppo Polisportivo Catanzaro, ha stabilito il nuovo record regionale assoluto. Teatro di questa nuova impresa per lo sport calabrese è stato la manifestazione di nuoto che si è tenuta presso il Foro Italico di Roma dal 14 al 16 giugno dove era in programma la quarantanovesima edizione del Trofeo Internazionale “Settecolli”. Alla kermesse, che ha avuto i suoi natali presso lo Stadio del Nuoto di Roma nel 1963, hanno partecipato circa 600 atleti appartenenti a 130 gruppi tra club italiani, stranieri e squadre Nazionali, in rappre-

sentanza di 39 Paesi, tra cui spiccavano una quantità incredibile di campioni mondiali ed olimpici senza precedenti. Per gli atleti appartenenti alla Nazionale Italiana (47 tra maschile e femminile) è stata l’ultima occasione utile per strappare un pass per le imminenti Olimpiadi di Londra. Emozionante la partecipazione della giovane Germana Critelli, che era stata ammessa di diritto. Nonostante l’importanza e la difficoltà della prova, la Critelli (nella foto, sotto) non si è fatta tradire dall’emozione e ha gareggiato ottimamente nelle prove dei 200 rana e dei 200, misti conseguendo appunto il record regionale assoluto. (mv)

il mercato con gli ex Cadi e Scafati in vista della prossima stagione di serie B. Lo rivela l’autorevole futsalcalabria. L’Odissea 2000, grazie al successo nella finale dei play-off nazionali di serie C1 contro il San Rocco Ruvo, si è assicurata il futsal nazionale nella stagione che verrà. Ora, dopo la festa, bisogna pensare a rinforzare il roster a disposizione di mister Madeo. «Questo successo vale più di una promozione diretta». Sono state le prime parole di Cataldo Speranze da dirigente di una “squadra di serie b”. Guardando appunto al mercato, i primi due acquisti della matricola calabresi potrebbero essere Jener e Rodrigo Testa (nella foto, in basso). Lo rivela proprio l’autorevole portale calabrese. Il primo ha giocato in cadetteria con il Cadi Real Reggio, nella stagione appena trascorsa. Il secondo, invece, addirittura in A2 con lo Scafati Santa Maria, che ha contributo a salvare prima che i sammaritani si unissero con il Napoli Ma.Ma. Se son rose, fioriranno.


12 il Domani dello Sport GiovedĂŹ 21 Giugno 2012

a cura della redazione di

GIOCHI & SCOMMESSE


Giovedì 21 Giugno 2012 il Domani dello Sport 13

GIOCHI & SCOMMESSE

a cura della redazione di

IRLANDA

Classifica

Il pronostico di TS

Cork City-Derry City X/Goal (15ª GIORNATA) Cork City - Derry City 22-06 Drogheda-Bray 1 Drogheda - Bray “ “ St. Patrick-BohemiansUnder Shelbourne - Shamrock “ “ “ “ La possibile sorpresa “ “ Shelbourne-Shamrock 1 Ann.

St. Patrick - Bohemians UCD - Dundalk Sligo - Monaghan Utd

18

14 DERRY CITY

CORK CITY

2-1 ▲ 3-2 ▲ 0-0 = 4-2 ▲ 1-1 = 1-1 = . . .

SHELBOURNE DUNDALK ST. PATRICK UCD DROGHEDA SHAMROCK DERRY CITY BRAY BOHEMIANS

SHAMROCK ST. PATRICK MONAGHAN UTD BOHEMIANS BRAY SHELBOURNE CORK CITY DROGHEDA UCD

SLIGO DERRY CITY CORK CITY BRAY DUNDALK MONAGHAN UTD BOHEMIANS SHELBOURNE SHAMROCK

UCD SLIGO BOHEMIANS SHAMROCK CORK CITY DUNDALK BRAY DERRY CITY MONAGHAN UTD

15

MONAGHAN UTD BOHEMIANS DUNDALK ST. PATRICK DERRY CITY UCD DROGHEDA CORK CITY SLIGO

1-1 = 1-3 ▼ 1-1 = 1-3 ▼ 1-1 = 2-1 ▲ . . .

DROGHEDA SHAMROCK SHELBOURNE CORK CITY SLIGO BRAY DUNDALK MONAGHAN UTD DERRY CITY

0 1 0 2 3 2 2 3 2 4 3 0

14 3 9 3 19 5 8 7 7 7 7 7 3 5 13 17 11 10 3 9 6 8 0 0

ST. PATRICK DROGHEDA SHAMROCK SHELBOURNE UCD BOHEMIANS MONAGHAN UTD DUNDALK BRAY

I 10 numeri più frequenti

66 16 69 43 61 38 47 73 35 26 63

42

41

17 15 82 75 46 Rit. 52

51

15 19 Rit. 86

66

40

40

40

36

35

8

4

33 21 71

45

44

41

40

31

5

87 81 25 46 66

55

53

50

50

48

3 56

42

37

39 35

38 35

6 73 56 44 42 43 70 13 11 24 Rit. 119 99

95

61

60

45

42

40

39

38

83 71 87 15 52 88 25 16 84 22 Rit. 102 77

56

55

51

24 81 34 22 36

1

65 88 40 69

48

47

Rit. 81

70

58 64

56 60

57

50 44

49 43

47 42

50 14 47 46 75 51 28 18 25 88 Rit. 108 70

65

63

54

47

46

44

43

41

18 74 19 85 34 15 11 30 44 73 Rit. 87

70

67

60

81 49 77

7

51 50 40 74

52

51

Rit. 99

74

36

36

34

4 88

45

43

8

10 36

39

38

62

59

45

47

48 46

67

54

50

12 80 33 53 26 37 38 Rit. 99

61

42

40

41 38

19 41 83 12 75 55 15 23 67 9 Rit. 86 Rit.

58

55

54

66 36 55

4

89 47 53 71 79 38

7

58 6

1 7 4 0 9 5 2 6 12 1 12 10 2 8 6 3 6 10 4 7 8 3 9 9 3 4 7 3 6 14 5 7 15 0 0 0

«UNDER» REGOLAMENTO La vincente in Champions League. La 2ª e la 3ª in Europa League insieme alla vincente della Coppa d’Eire. Retrocede direttamente l’ultima. La penultima al play-out. In caso di arrivo a pari punti si tiene conto della differenza reti.

DERRY CITY UCD SLIGO DROGHEDA MONAGHAN UTD CORK CITY SHELBOURNE BOHEMIANS ST. PATRICK

BRAY SHELBOURNE DERRY CITY DUNDALK SHAMROCK ST. PATRICK SLIGO UCD DROGHEDA

1-1 = 3-1 ▲ 3-0 ▲ 3-0 ▲ 0-1 ▼ 0-0 = . . .

ta a l l u n n a

Bohemians Cork City Derry City St. Patrick Shelbourne Sligo Drogheda UCD Dundalk

(5-4) (3-6) (5-4) (3-6) (3-4) (3-4) (4-2) (4-2) (4-1)

«OVER»

1-1 = 2-2 = 0-3 ▼ 3-1 ▲ Rin. . 1-1 = . . .

Rin. Rin. Rin. Rin. Rin. Rin.

9 9 9 9 7 7 6 6 5

Bray Shamrock Drogheda Dundalk UCD Shelbourne Sligo Bohemians Cork City

20

18 SHAMROCK 1-2 ▼ Rin. . 2-0 ▲ 0-3 ▼ 1-2 ▼ 1-0 ▲ . . .

10 8 7 7 7 6 6 4 4

(7-3) (4-4) (3-4) (2-5) (2-5) (3-3) (4-2) (1-3) (3-1)

«GOAL» Bray Drogheda Cork City Shamrock UCD Shelbourne Sligo Bohemians Derry City

0

28 MONAGHAN UTD

SLIGO

0-2 ▼ 2-3 ▼ 0-2 ▼ Rin. . 2-1 ▲ 1-2 ▼ . . .

2 5 2 2 2 1 0 1 3 1 2 0

RETI F S

10 10 8 8 8 6 6 5 5

(6-4) (4-6) (5-3) (4-4) (3-5) (5-1) (3-3) (2-3) (2-3)

«NO GOAL»

. .

Bohemians Derry City Dundalk Shelbourne Sligo St. Patrick Cork City UCD Shamrock

. . . . . . .

8 8 7 7 7 7 5 5 4

(4-4) (5-3) (4-3) (1-6) (4-3) (3-4) (1-4) (3-2) (3-1)

10eLOTTO

I 10 numeri più in ritardo Rit. 100 66

3 2 1 3 2 3 3 2 1 2 0 0

CORK CITY MONAGHAN UTD UCD SLIGO BOHEMIANS DERRY CITY SHAMROCK ST. PATRICK DUNDALK

LOTTO BA CA FI GE MI NA PA RM TO VE NZ TT

FUORI V N P

SHELBOURNE

11

BOHEMIANS CORK CITY BRAY MONAGHAN UTD ST. PATRICK DROGHEDA UCD SLIGO SHELBOURNE

1-1 = 2-2 = 0-2 ▼ 2-4 ▼ 1-0 ▲ 1-3 ▼ . . .

RETI F S

15

9 DUNDALK

UCD

2-0 ▲ 1-2 ▼ 1-1 = 1-2 ▼ 2-1 ▲ 0-0 = . . .

DUNDALK BRAY DROGHEDA DERRY CITY SHELBOURNE SLIGO ST. PATRICK SHAMROCK CORK CITY

1-1 = 2-0 ▲ 0-0 = 3-3 = 1-2 ▼ Rin. . . . .

IN CASA V N P

Rin. . 2-1 ▲ 2-0 ▲ 3-3 = 2-3 ▼ 3-1 ▲ . . .

20 BRAY

DROGHEDA

1-1 = 0-2 ▼ Rin. . 2-1 ▲ 3-2 ▲ 0-1 ▼ . . .

21 BOHEMIANS

ST. PATRICK

RETI F S

SLIGO 28 13 8 4 1 21 7 5 2 ST. PATRICK 21 12 5 6 1 18 8 3 1 SHAMROCK 20 12 5 5 2 25 17 4 3 DROGHEDA 20 13 5 5 3 20 17 2 3 DERRY CITY 18 13 5 3 5 15 13 3 1 SHELBOURNE 18 13 5 3 5 13 17 2 2 BOHEMIANS 15 13 4 3 6 10 13 1 3 BRAY 15 13 4 3 6 22 26 2 2 CORK CITY 14 13 3 5 5 15 17 2 2 DUNDALK 11 12 3 2 7 9 23 1 1 UCD 9 13 2 3 8 13 23 2 1 MONAGHAN UTDsi è ritirato 0 0 0 0 0per problemi 0 0 finanziari 0 0 Il Monaghan Utd dal campionato

Airtricity L. IL TURNO SUCCESSIVO

PT

PARTITE G V N P

6

5

5

49 4

48 4

46 4

43 4

41 3

BA CA FI GE MI NA PA RM TO VE NZ TT

I 10 numeri più in ritardo

14 20 51 44 65 23 28 33 53 81 Freq. 21

18

16

15

1 78 27 59 Freq. 17

16

15

15

86 9 Freq. 17

16

79 8 Freq. 18

15

14

14

14

14

14

5

6

8

35 37 62

15

14

14

14

14

7

18 25 30 37 41 43

14

14

11 28 75 Freq. 16

15

14

34 78 84

4

19 39 45 62

16

14

14

16

13

14

14

14

16

14

14

13

14 13

15

15

15

3

77 37 44 74 18 43 76

18

18

1

55 58 78 22 24 30 41

15

15

15

1

88 78 15 79

3 12

17

17

14

19

20 90 Freq. 18

18

25 56 83 Freq. 18

18

60 1 Freq. 19

17

18 9 Freq. 19

18

18

15 15

14 15 15 16

14 15 14 15

14 14 14 15

14 14 14

13

16

14 14

14 37 42 29 52 70 82 22 15

14

14

42 76 77

15

15

1

25 28 40 16

16

15

15

16

16

14 15

14 15

13

16

16

1 78 77 37 Freq.127 127 122 121

16

16

15

13

13

13

3

42 20 44 65 14

120 118 116 114 112 111

I 10 numeri più frequenti

NELLA SESTINA 18 48 7 4 2 17 21 80 50 88 RITARDO 93 82 70 67 61 42 38 37 35 29

NELLA SESTINA 54 49 90 45 69 74 67 75 38 55 FREQUENZA 49 47 46 43 41 41 41 40 40 39

Il sistema

7 7 12 12 12 12 12 12 12 29

14 numeri Ridotto a garanzia di tre “4” con 6 numeri Combinazioni 28 € 14,00 Pronostico: 7, 12, 29, 34, 37, 43, 51, 55, 57, 59, 63, 76, 82, 88

7 7 7 7 7 7 7 7 7 7

12 12 12 12 12 29 29 34 34 37

29 29 29 37 51 34 37 43 55 43

34 43 55 57 59 37 43 55 76 51

51 59 63 82 76 59 51 57 82 55

63 88 82 88 88 82 76 59 88 63

37 43 29 29 34 34 37 43 43 34

57 57 34 34 37 43 51 51 59 37

59 63 37 57 43 51 57 55 63 43

11

10

10

9

9

8

8

8

I 10 numeri più frequenti NUMERO 11 FREQUENZA 14

22 27 64

8

13 17 28 18 24

14

12

12 12

13

13

12

11

11

63 82 55 76 63 55 59 57 76 57

76 88 76 88 88 82 63 76 82 82

29 29 29 29 34 34 34 37

37 43 51 51 37 51 55 55

51 55 55 63 43 57 57 59

55 59 57 76 51 63 59 76

57 63 59 82 59 76 63 82

Il sistema 16 numeri Garanzia di un “8” con 10 numeri e una fissa: 8 Combinazioni 21 - € 21,00 Pronostico: 20, 21, 25, 28, 34, 42, 46, 50, 58, 62, 65, 69, 73, 77, 84

14

SUPERENALOTTO I 10 numeri più in ritardo

17 14

14

27 43 50 70 76 80 66 17 20 29 Freq. 18

89 79 60 71 77 34 73 38 39 55

14 57 82 19 23 38 69 4

12 54 Freq. 19

NUMERO RITARDO

88 76 82 88 88 82 88 88

8 8 8 8 8 8 8 8 8 8 8 8 8 8 8 8 8 8 8 8 8

21 20 21 20 28 20 21 20 25 20 25 20 20 25 20 21 21 20 20 20 20

25 25 25 25 34 21 25 21 34 21 34 21 21 28 21 28 25 28 28 25 21

28 42 42 28 42 28 34 28 46 25 42 34 25 46 34 34 28 42 34 28 25

46 58 46 34 46 42 46 50 50 28 50 42 42 50 46 42 34 46 50 34 28

58 62 50 42 50 62 62 58 58 34 58 46 46 58 50 50 50 50 58 42 34

62 65 58 62 62 69 65 62 65 42 62 58 50 65 58 58 62 62 69 46 42

65 69 62 65 65 73 69 65 69 50 69 65 69 73 62 65 65 65 73 58 46

69 73 73 77 69 77 73 69 73 65 77 77 77 77 73 73 73 69 77 62 69

77 77 77 84 77 84 84 84 84 77 84 84 84 84 77 84 84 73 84 84 73


Giovedì 21 Giugno 2012 il Domani dello Sport 15

GIOCHI & SCOMMESSE

a cura della redazione di

IRLANDA 1st Division IL TURNO SUCCESSIVO

Il pronostico di TS

Limerick-Wexford Youths 1 1 Athlone Town - Waterford Utd 22-06 Mervue UTD-Galway

(14ª GIORNATA)

Limerick - Wexford Youths “ “ Mervue Utd - Galway “ “ La possibile sorpresa Finn Harps - Longford Town 23-06 Athlone Town-Waterford X

Classifica

PT G

LONGFORD TOWN LIMERICK WATERFORD UTD ATHLONE TOWN WEXFORD YOUTHS FINN HARPS MERVUE UTD GALWAY

31 30 23 22 19 15 8 3

PARTITE V N P

13 10 13 10 13 7 13 7 13 6 13 5 13 2 13 0

1 2 0 3 2 4 1 5 1 6 0 8 2 9 3 10

RETI F S 22 25 18 16 18 20 16 8

IN CASA V N P

14 12 16 13 14 22 23 29

5 4 4 3 4 2 2 0

ATHLONE TOWN 22 WATERFORD UTD 23 GALWAY LONGFORD TOWN FINN HARPS MERVUE UTD LIMERICK WEXFORD YOUTHS WATERFORD UTD GALWAY LONGFORD TOWN

MERVUE UTD LONGFORD TOWN FINN HARPS LIMERICK ATHLONE TOWN WEXFORD YOUTHS WATERFORD UTD GALWAY LONGFORD TOWN FINN HARPS

1-0 ▲ 1-2 ▼ 2-1 ▲ 2-1 ▲ 1-2 ▼ 2-1 ▲ . . .

WEXFORD YOUTHS LIMERICK GALWAY LONGFORD TOWN FINN HARPS MERVUE UTD ATHLONE TOWN WEXFORD YOUTHS LIMERICK

4-0 ▲ 1-0 ▲ 2-0 ▲ 0-2 ▼ 1-0 ▲ 3-1 ▲ . . .

3

8 GALWAY 2-4 ▼ 3-0 ▲ 0-2 ▼ 1-2 ▼ 3-0 ▲ 1-3 ▼ . . .

ATHLONE TOWN WEXFORD YOUTHS WATERFORD UTD LIMERICK LONGFORD TOWN FINN HARPS MERVUE UTD ATHLONE TOWN WEXFORD YOUTHS

0-1 0-2 0-2 2-5 0-1 1-5

▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ . . .

0 0 1 0 0 0 1 3

2 2 2 3 3 4 3 4

RETI F S

V

12 10 10 5 12 7 7 6 15 5 9 10 7 4 7 17

5 6 3 4 2 3 0 0

LIMERICK FINN HARPS WATERFORD UTD MERVUE UTD GALWAY ATHLONE TOWN LONGFORD TOWN WEXFORD YOUTHS FINN HARPS WATERFORD UTD

FINN HARPS LIMERICK MERVUE UTD ATHLONE TOWN WEXFORD YOUTHS WATERFORD UTD GALWAY LONGFORD TOWN LIMERICK MERVUE UTD

FUORI N P 1 0 1 1 1 0 1 0

RETI F S

0 10 4 1 15 7 2 6 9 2 9 7 3 3 9 4 11 12 6 9 19 6 1 12

REGOLAMENTO La vincente è promossa direttamente in Premier Division. La 2ª al playoff promozione con la penultima della serie superiore. In caso di parità conta la differenza reti.

30 WEXFORD YOUTHS 19 3-1 ▲ 0-1 ▼ 2-0 ▲ 5-2 ▲ 2-1 ▲ 2-0 ▲ . . .

WATERFORD UTD GALWAY LONGFORD TOWN FINN HARPS MERVUE UTD ATHLONE TOWN LIMERICK WATERFORD UTD GALWAY

0-4 ▼ 2-0 ▲ 0-1 ▼ 3-0 ▲ 0-3 ▼ 1-2 ▼ . . .

Statistiche «UNDER» Waterford Utd Galway Wexford Youths Athlone Town Longford Town Limerick Mervue Utd Finn Harps

8 7 7 6 6 5 5 4

(4-4) (4-3) (3-4) (3-3) (3-3) (2-3) (3-2) (2-2)

«GOAL» Athlone Town Longford Town Limerick Finn Harps Galway Mervue Utd Waterford Utd Wexford Youths

8 8 7 6 6 6 4 3

(3-5) (4-4) (3-4) (3-3) (5-1) (1-5) (3-1) (2-1)

15 LONGFORD TOWN 31 1-3 ▼ 0-3 ▼ 1-2 ▼ 0-3 ▼ 0-1 ▼ 5-1 ▲ . . .

MERVUE UTD ATHLONE TOWN WEXFORD YOUTHS WATERFORD UTD GALWAY LIMERICK FINN HARPS MERVUE UTD ATHLONE TOWN

4-2 2-1 1-0 2-0 1-0 0-2

«PARI»

▲ ▲ ▲ ▲ ▲ ▼ . . .

Waterford Utd Galway Mervue Utd Finn Harps Longford Town Wexford Youths Limerick Athlone Town

9 6 6 5 5 5 4 2

(6-3) (5-1) (1-5) (1-4) (3-2) (3-2) (1-3) (1-1)



il domani