Page 1

Giunta regionale, manovre in corso

Multiservizi, è lite tra Iannarilli e Cgil

ROMA - Continuano frenetiche e convulse le manovre per giungere nel più breve tempo possibile alla composizione della giunta regionale. Tantissimi, come al solito, i pretendenti mentre i posti sono molto più esigui. Di qui a qualche giorno, comunque, il Presidente Polverini dovrà trovare la quadratura del cerchio. PAG. 2

ANNO 1 - N° 35

FROSINONE - Truppa (Cgil) attacca: “Che fine hanno fatto i bandi?”. Il Presidente della Provincia Iannarilli replica a brutto muso: “La Cgil è disinformata. La delibera è stata già approvata”. Questo il botta e risposta serrato sulla spinosa vicenda della Multiservizi che ormai va avanti da parecchi mesi. PAG. 3

SABATO 10 APRILE 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Allegato alla Gazzetta del Molise free press. Registrazione Tribunale di Campobasso n. 3/08 del 21/03/2008. Direttore responsabile: Angelo Santagostino. Redazione di Cassino Corso della Repubblica n. 5. Tel: 0776.278040 Fax: 0776.325688 e-mail: redazione@lagazzettacassino.it. A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 86100 Campobasso tel. 0874/481034. Poligrafica Ruggiero 83100 Avellino (Av)

Da oggi l’acqua costa di meno

www.lagazzettafrosinone.it IL TAPIRO DEL GIORNO A MICHELE MARINI Il nostro non vuole essere un accanimento contro il primo cittadino di Frosinone ma i fatti sono incontestabili e non possiamo non tenerne conto. Il capoluogo ciociaro è la seconda città più inquinata d’Italia dopo Torino in quanto a polveri sottili e questo è un assunto inequivocabile. Cosa sta facendo Michele Marini per venire a capo di una situazione drammatica che va peggiorando sempre di più? Solo un paio di inutili e grottesche domeniche ecologiche. Ossia niente. Ora annuncia soddisfatto il posizionamento di un’altra centralina. Roba da ridere.

L’OSCAR DEL GIORNO A FABIO DE ANGELIS Al vice presidente dell’amministrazione provinciale, Fabio De Angelis, è toccata una brutta gatta da pelare: l’assessorato all’ambiente. Un ambiente che in Ciociaria è stato devastato da anni di politiche scellerate e nefaste. Da qualche tempo, però, c’è stata una netta inversione di tendenza (si veda la spinosa vicenda dell’impianto di Villa Santa Lucia) e le cose hanno cominciato a procedere per il giusto verso. Grazie soprattutto all’impegno di Fabio De Angelis che si è messo di buzzo buono per cercare di raddrizzare una barca che fa acqua da tutte le parti. E un po’ alla volta ci sta riuscendo.

redazione@lagazzettafrosinone.it 10.000 copie in omaggio


REGIONE Proseguono frenetiche e convulse le manovre per la formazione della giunta regionale

Molti pretendenti per pochi posti ROMA - Sembra un gioco di quelli fatti apposta per stimolare la mente, per renderla più virtuosa e flessibile. Riempire, tenendo conto delle varie richieste, esigenze ed istanze dei partiti, degli uomini e

Potrebbe ottenere un assessorato anche la Formisano: per lei le politiche sociali? delle donne in lizza, dei territori, sedici caselle, tante quanti gli assessorati. Le regole più intricate che mai. E’ questo il gioco che appassiona e occupa la nuova governatrice del Lazio, impegnata a formare la giunta. E intanto il tempo passa e il momento del “parto” si avvicina. Il presidente assicura che rispetterà i tempi ma, al-

meno per il momento, non fa nomi. Assicura soltanto che saranno persone perbene, al servizio della collettività. La Polverini rivendica la sua autonomia di scelta, anche se certamente qualche “consiglio” arriverà anche dal premier. Che infatti preme per la “sua” Veronica Cappellaro, dal listino pronta al gran salto verso la giunta regionale. In ribasso, per ora, sembrano le quotazioni di Isabella Rauti. Anche per evitare il conflitto d'interessi la moglie di Alemanno potrebbe anche accontentarsi di una commissione. Comunque qualche punto fermo già c’è. Caselle già riempite con Olimpia Tarzia verso le politiche della famiglia e Mariella Zezza al Lavoro, anche se l'interessata non si sbilancia: “Sono una polveriniana di ferro. Ma Renata è assai poco influenzabile”. Nel Pdl i nomi blindati sono quattro: Bruno Prestagiovanni e Pietro Di Paolo (ai trasporti) per gli ex An, Massimiliano Maselli (alla casa) e Fabio Armeni per gli ex Fi. Per la Ciociaria, sicuramente Franco Fiorito. Gli ex Fi sembrano non voler cedere su un punto: Il presidente è

finiano, il vice sarà “nostro e di Roma”. Proprio Armeni è quindi in pole position. La presidenza della Pisana, quella sì, potrà essere un

Piattaforma informatica per censire tutti gli impianti sportivi del Lazio REGIONE - A partire dal 22 marzo è presente on line sul sito http://sport.regione.lazio.it la piattaforma informatica che censisce tutti gli impianti sportivi del Lazio accessibili al pubblico, sia pubblici che privati, con informazioni anagrafiche, funzionali e gestionali. Il progetto “Impianti a misura di sport” è stato condotto dall’agenzia regionale per lo sport in collaborazione con Coni servizi e Coni Lazio. Si tratta di un servizio al cittadino, che saprà dove e come fare sport e un supporto agli enti locali per la programmazione dell’impiantistica nel territorio. E’ la prima volta che sullo sport la regione Lazio porta avanti un lavoro di questo genere, in un’ottica di trasparenza e di lavoro in rete a servizio del cittadino grazie alla fe-

2

ANNO I - N° 35 SABATO 10 APRILE 2010

lice sinergia con le istituzioni sportive e con gli enti locali. Si tratta del raggiungimento del primo steep di un lavoro in itinere che si

Mazzoli (Pd) respinge le accuse ROMA -“Di fronte agli attacchi che mi sono stati rivolti negli ultimi giorni tengo a precisare che non voglio essere il capro espiatorio della sconfitta del Partito Democratico nel Lazio che ha ragioni ben più articolate e profonde” : così si difende il segretario regionale del Pd del Lazio Alessandro Mazzoli.

alimenterà con le segnalazioni, gli aggiornamenti e le integrazioni delle amministrazioni locali e degli stessi cittadini utenti.

premio per le province: leggi Fazzone. Questa ipotesi però farebbe saltare il patto con l'Udc, che continua a rivendicare l'urbanistica e

candida alle politiche sociali Anna Teresa Formisano, già assessore con Storace, lady di ferro del partito della vela frusinate. Per altri nomi forti bisogna tornare alle cordate: ecco Malcotti che, oltre ad essere vicino ad Augello, è fedelissimo della Polverini, il rampelliano Lollobrigida e via dicendo. Manovre che scontentano nel Pdl quelli che, non avendo padrini, hanno poca voce nella “spartizione”. Ieri a far esplodere il malumore è stato l'ennesimo manifesto: firmato Sammarco, Pallone, Tajani, perfino Milioni che, ringalluzzito dopo il caos liste, s'infila tra i “padrini” della vittoria. “Mi chiedo come fa a dormire - ironizza Celori -. Un giorno la verità dovrà dirla. La vittoria? È della Polverini e di Berlusconi. E’ fatta di consenso, non di preferenze clientelari o a Roma non saremmo andati sotto”. Robilotta invoca da giorni un coordinamento del partito “per parlare non di poltrone, ma di progetti". Un posto per lui al bilancio? “A dirlo sono persone che mi stimano. Ma non appartengo a nessuna cordata”. Pompeo Di Fazio

Uso razionale dell’energia La Pisana ha istituito un call center ROMA - Un uso più consapevole e razionale della risorsa energia e il ricorso all’energia rinnovabile sono l’obiettivo del progetto “uso consapevole della risorsa energia” realizzato con i fondi della regione Lazio, assessorato tutela dei consumatori e semplificazione amministrativa. Il progetto, che può condurre ad un contenimento delle spese di assoluta rilevanza, si caratterizza per un’attenzione particolare dedicata al diffondere informazioni e assistenza ai cittadini consumatori per far comprendere l’uso efficiente dell’energia e delle fonti rinnovabili, i relativi modi per risparmiare energia, accorgimenti in casa, e per pubblicizzare le disposizioni di legge in materia di

contenimenti dei consumi energetici. A tal fine è stato riattivato uno sportello telefonico (call center) al quale per tre giorni alla settimana esperti in materia rispondono ai cittadini dando le dovute informazioni ed assistenza. Si potranno avere informazioni ed assistenza su: risparmio energetico in casa, microgenerazione, eolico, caldaie biomasse, solare termico, contratti servizio energia e pompe di calore. Il call center è aperto durante la settimana il lunedì e il giovedì dalle 14.00 alle 18.00 e il mercoledì dalle 9.00 alle 13.00 con il numero telefonico 06-64824141. Chi lo volesse può anche interagire via mail: risparmioenergia@contribuenti.it.

Gramazio guiderà l’Asp ROMA - “Domenico Gramazio ha dato la sua disponibilità a guidare l'Asp per qualche settimana perché abbiamo la necessità di poter contare sull'agenzia di Sanità Pubblica”: così ha precisato il neo presidente della regione Lazio Renata Polverini dopo le dimissioni del senatore del Pd Lucio D'Ubaldo.


PROVINCIA

Multiservizi, lite tra Iannarilli e Cgil Truppa: “Dove sono i bandi?”. Il Presidente: “La delibera è stata già approvata” FROSINONE – Torna d’attualità la questione della Multiservizi e dei famosi progetti di manutenzione stradale per ricollocare i lavoratori attualmente disoccupati. A riproporre la questione la Cgil, per bocca di Benedetto Truppa. Ci va giù pesante il sindacalista: “Quante belle parole, quelle più volte proferite dal presidente Iannarilli e dagli assessori della sua giunta, che hanno sempre sostenuto di volere salvaguardare il posto a 84 lavoratori della Multiservizi. Si ricorda che stiamo parlando di quei lavoratori assunti tramite un bando che hanno per alcuni mesi lavorato alla manutenzione delle strade provinciali. Stiamo parlando di quei lavoratori assunti con contratto part-time a 18 ore settimanali che oggi solo grazie ad un accordo fatto in regione sono in cassa integrazione e avrebbero, secondo gli impegni presi da Iannarilli, già dovuto essere integrati da alcuni mesi. Ci chiediamo che fine hanno fatto il bando di ben 3.500.000 euro, bando destinato ad attuare i 7 progetti inerenti la manutenzione delle famose sette zone individiuate dai tecnici della provincia per far ripartire i lavori e ricollocare gli 84 lavoratori

della Multiservizi. Forse l’amministrazione provinciale è stata tanto impegnata in questo periodo per la campagna elettorale per le regionali e non ha avuto modo per adempiere a quanto dovuto e garantito alle organizzazioni sindacali, oppure è mancato un accordo all’interno della maggioranza sulle modalità e a chi assegnare l’appalto? Dopo mesi attesi la Cgil chiede a Iannarilli di mantenere gli impegni presi e in assenza di un riscontro positivo immediato preannuncia una manifestazione presso

l’ente per chiedere quanto dovuto: il lavoro agli 84 lavoratori”. Il presidente Iannrilli ha subito risposto a Truppa, chiarendo i termini dell vicenda: “La Cgil lamenta ritardi sul bando da 3 milioni e mezzo di euro per il reimpiego dei lavoratori della Multiservizi e sostiene che io non ho mantenuto gli impegni assunti. Devo rispondere alla Cgil che da circa 20 gioni la delibera alla quale si riferisce è stata varata dalla giunta e che i bandi relativi non sono ancora stati emessi dagli uffici. Non c’è alcun ritardo di tipo politico e le ironiche illazioni di Benedetto Truppa circa i ritardi per impegni elettorali sono completamente fuori luogo. Ho già inviato una lettera agli uffici affinché con estrema sollecitudine emettano i bandi”. Dunque, c’è una delibera, un atto formale, che può far stare tranquilli i lavoratori. Iannarilli aveva garantito che gli operai della Multiservizi sarebbero stati reimpiegati. Ed ha mantenuto la parola. Ora i tempi tecnici dell’emissione dei bandi e, quindi, dell’affidamentodei lavori e i dipendenti della tanto criticata società potranno tornare finalmente a riscuotere il loro giusto stipendio. Pompeo Di Fazio

Acqua, ripristinate le tariffe del 2005 FROSINONE - L’assemblea dei sindaci della provincia di Frosinone si è riunita per procedere alla nomina dei componenti della Consulta. La maggioranza dei presenti ha approvato tutti i punti all'ordine del giorno. Ha stabilito anche, cosa di estrema importanza, la tariffa provvisoria dell'acqua per il 2010, dunque la tariffa per l'anno in corso, che dovrà essere pagata dai cittadini ricadenti nel territorio dell’Ato5. Essa sarà perfettamente iderntica a quanto veniva pagato nel 2005. Ciò in seguito all'annullamento della delibera numero 4 della conferenza dei sindaci del 27/02/2007, con la quale venne autorizzato l’aumento delle tariffe. Aumento che proprio di recente la Procura della Repubblica di Frosinone ha considerato illegittimo iscrivendo nel registro degli indagati alcune persone tra le quali l’ex Presidente della provincia ciociara Francesco Scalia. La conferenza dei sindaci ha altresì eletto la consulta dei sindaci i cui rappresentanti sono: il sindaco di San Donato Val di Comino, Antonello Antonellis, per i centri inferiori ai 3000 abitanti. Gli altri sei sindaci designati sono: Cesidio Casinelli (Sora), Antonio Ciotoli (Ceccano), Costantino Magliocca (Alatri), Modesto Della Rosa (San Giorgio a Liri), Rocco Pantanella, (Roccadarce) e Duilio Martini primo cittadino di Alvito. “Voglio ringraziare tutti i sindaci presenti - ha detto il Presidente Antonello Iannarilli - per la responsabilità dimostrata, per la serietà con la quale hanno affrontato questo impegno approfondendo le difficili problematiche ad esso ine-

Ceccano, emergenza cani randagi CECCANO - Da qualche tempo per le strade di Ceccano impreversano branchi di cani randagi seminando la paura e, a volte, il terrore tra i cittadini. Quelle povere bestie, abbandonate da persone senza scrupoli, vagano alla disperata ricerca di cibo e rischiano di diventare un grosso pericolo per la pubblica incolumità.

renti. Insieme stabiliremo la strada da seguire nella complessa vicenda della gestione della rete idrica”.

La provincia di Frosinone sarà presente a “Vinitaly” FROSINONE - Il presidente della Provincia di Frosinone, Antonello Iannarilli e l’assessore all’agricoltura, Giovanni Melone, saranno prersenti a “Vinitaly”, il salone internazionale del vino e dei distillati di Verona. Visiteranno gli espositori provenienti dalla nostra provincia e si accomoderanno presso lo stand della Provincia ciociara, insieme alla Camera di Commercio di Frosinone, all’interno dello spazio Arsial. In particolare Iannarilli e Melone saranno presenti presso l’area Ciociaria sabato alle 14,30 alla degustazione guidata da Sandro Sangiorgi, direttore di “Porthos”, dei vini e dei prodotti tipici della provincia di Frosinone. Si replica il giorno seguente, alle 14,30 ,sempre nell’area Ciociaria, con la degustazione guidata, questa volta, da Daniele Maestri. “La nostra attenzione – afferma il presidente Iannarilli - alle produzioni di qualità, agli sviluppi imprenditoriali del settore enogastronomico della provincia di Frosinone e alle ricadute in senso turistico di queste attività è massima. Siamo fermamente convinti di poter recitare un ruolo di primo piano negli anni a venire e valorizzare quanto esiste è già un passo avanti decisivo verso quella direzione. Negli ultimi anni, infatti, il settore è certamente cresciuto e ora comincia ad avere una consapevolezza di se stesso. La mia passata esperienza in qualità di assessore regionale all’agricoltura mi permette di vedere quali sono i progressi in questo settore e come sono stati messi a frutto tutti gli sforzi che a quel tempo io stesso ho voluto compiere in questo campo”.

Alatri, convegno sulla Sindone ALATRI - Lunedì prossimo, ad Alatri, alle ore 17.30, si terrà un convegno sul mistero della sacra Sindone a due giorni dall’ostensione di Torino. Per l’occasione relazionerà la dott.ssa Emanuela Marinelli, uno dei massimi esperti internazionali di sindonologia, che ha tenuto centinaia di conferenze sulla materia.

“Portiamo a Vinitaly anche alcune delle eccellenze gastronomiche del nostro territorio – spiega l’assessore Melone. Ci saranno il pane cotto a legna e a lievitazione naturale della ditta ‘Le Macine’ di Alatri, l’olio extravergine ‘Sbaraglia Stelio’ di Alatri, Gran Cacio di Morolo di Scarchilli come pure la sua celeberrima ciambella, la marzolina di pecora di ‘Pia Marcello’ e la marzolina di capra di ‘Loris’. Avremo poi le salsicce di Veroli, le coppiette ciociare e il prosciutto di ‘Cironi’, i salamini di bufalo di Amaseno di ‘Lauretti’. Presentiamo anche degli eccellenti sottolio come i cavoli, i broccoletti e i peperoni ‘Prodop’ e i fagioli cannellini di Atina della Cooperativa ‘Mollarino’. I dolci saranno rappresentati alla grande dagli amaretti ‘Articoli’, i torroncini di Alvito ‘Macioce e Pica’, le ciambelle al vino di Raponi (M. S. Giovanni Campano) e il miele di acacia Melissa”. Le aziende vinicole della provincia di Frosinone, che da qualche tempo appaiono in progressivo e vertiginoso aumento, presenti nello stand Arsia a Vinitaly saranno: Vini “Giovanni Terenzi” di Serrone, azienda agricola “Marcella Giuliani” di Anagni, Poggio alla Meta di Casalvieri, “Casale della Ioria” di Perinelli (Acuto), azienda agricola “Colletonno” di Anagni, azienda agricola “Tullio” di Gallinaro, “Coletti Conti” di Anagni, società agricola “Colacicchi” di Anagni, “Benedetto Lombardi” di Piglio, cantina sociale del Cesanese di Piglio, società agricola “Pileum” di Piglio, azienda agricola “ Vela Tiziana” di Piglio, società agricola “Emme” di Piglio.

3

ANNO I - N° 35

SABATO 10 APRILE 2010


PRIMO PIANO Magliocchetti, consigliere comunale del Pdl, invita il sindaco di Frosinone a prendere provvedimenti urgenti contro l’inquinamento che ammorba la città

“L’Asl preoccupata dai livelli di Pm10” Non c’è tempo per compiere una indagine epidemiologica ma bisogna prendere provvedimenti urgenti prima che la situazione precipiti FROSINONE – Il capoluogo ciociaro, ormai lo attestano tutte classifiche, sta superando ogni record per quanto riguarda l’irrespirabilità dell’aria, un problema che si ripercuote negativamente sulla salute di cittadini. Come abbiamo evidenziato ieri soltanto Torino, in questo

primo scorcio di anno, supera Frosinone in quanto ad inquinamento da polveri sottili, le famigerate Pm10, una sigla che purtroppo sta diventando assolutamente familiare un po’ a tutti. Il consigliere comunale di minoranza, Danilo Magliocchetti, esponente del Pdl, tempo addietro aveva scritto all’Asl, e per conoscenza al sindaco Michele Marini, al fine di chiedere se non fosse il caso di avviare uno studio epidemiologico sugli effetti dell’inquinamento atmosferico e, in particolare, sull’elevata concentrazione delle polveri sottili per quanto riguarda la salute dei residenti. Dopo un periodo di attesa, è arrivata finalmente la risposta dell’Asl, dal parte del direttore del dipartimento di prevenzione, il dottor Giancarlo Pizzutelli, che ha mostrato di condividere assolutamente le preoccupazioni espresse da Magliocchetti: “Il numero di superamenti della soglia massima ammissibile di polveri sottili nel

nostro territorio è davvero significativo. Infatti Frosinone è al primo posto, Cassino al secondo e Anagni al nono posto di questa poco invidiabile graduatoria regionale. Intraprendere tuttavia uno studio epidemiologco sulla popolazione di Frosinone – ha aggiunto il dottore – sarebbe oltremodo impegnativo e richiederebbe un lasso di tempo piuttosto lungo che, quindi, potrebbe ritardare piuttosto che accelerare l’intrapresa di idonee misure preventive”. In parole povere la situazione è la seguente: non c’è tempo per compiere un’indagine mirata ma occorre prendere provvedimenti con urgenza, prima che la situazione tracolli e che sia troppo tardi. “Poichè la problematica è stata già affrontata in sedi istituzionali come il centro nazionale per la prevenzione e per il controllo delle malattie, che tramite lo studio Epiair ha prodotto risultati epidemiologici di assoluto rilievo – spiega ancora il dottor Pizzutelli -

Il sindaco Marini: una nuova centralina in viale Mazzini FROSINONE – Non ci sta il comune di Frosinone a passare per un’amministrazione immobile sul tema dell’inquinamento atmosferico, dopo che tutte le classifiche collocano la città ai vertici nazionali per livello di PM10 nell’aria. Interviene proprio il sindaco Marini per spiegare alcuni dati e per annunciare l’installazione di una nuova centralina di rilevamento presso il Polivalente: “L’amministrazione comunale è riuscita a concludere, di concerto con l’Arpa Lazio, la procedura di installazione di una nuova centralina di rilevamento presso il polivalente di viale Mazzini, che consentirà di avere una conoscenza più approfondita della situazione della qualità dell’aria nel territorio del comune e non soltanto in riferimento ad una zona limitata come quella dello Scalo, dove attualmente è collocata l’unica centralina di rilevamento. Il comune ha aderito inoltre, nel maggio 2009, ad un protocollo d’intesa per lo studio della qualità dell’aria della provincia di Frosinone con Arpa Lazio, Provincia, Confindustria, università La Sapienza di Roma, Tor Vergata e Cassino e università dell’Aquila. Tale studio è finalizzato ad analizzare e quantificare i diversi contributi all’inquinamento provenienti dalle principali fonti quali

10 ANNO I - N° 35 SABATO 10 APRILE 2010

traffico, industria ed emissioni civili. A conclusione dello studio, che durerà due anni, verranno applicati provvedimenti risolutivi per ovviare alle cause principali dell’inquinamento. Inoltre – aggiunge Marini – nell’analisi dei dati relativi agli ultimi quattro anni, fonte Arpalazio, il valore di PM10 è diminuito sensibilmente. L’apertura del casello di Ferentino e della superstrada sono poi un punto a favore per risolvere il problema. L’amministrazione prevede anche di approvare definitivamente il nuovo piano generale del traffico che prevede l’istituzione di zone ztl e traffico limitato e delle zone 30. Di seguito verranno redatti i piani di dettaglio specifici, tra cui la revisione e l’aumento delle corse e la predisposizione di navette alimentate a gas. Da rilevare, inoltre, l’apertura dell’ascensore inclinato completamente elettrico e a basso impatto ambientale che dovrebbe contribuire alla riduzione del traffico veicolare di collegamento tra la zona bassa e la zona alta di Frosinone e potenziare notevolmente la mobilità pedonale. L’amministrazione comunale si rende comunque disponibile a collaborare con la Asl per eventuali studi o indagini epidemiologiche che si vorranno predisporre”.

si ritiene gli stessi possano essere utilizzati anche per l’analisi della situazione di Frosinone e della provincia ciociara”. Il consigliere Magliocchetti ha voluto ringraziare il dottor Pizzutelli e la Asl per il chiarimento, inviato, tra l’altro, anche al sindaco Marini. Così spiega il consigliere del Pdl: “Nella nota di risposta della Asl, inviata per altro anche al sindaco, si condividono le preoccupazioni da me espresse circa i potenziali rischi per la popolazione. L’indagine epidemiologica condotta tramite il progetto Epiair in dieci città italiane, tra le quali Roma, ha confermato la stretta relazione tra significativi livelli di inquinamento atmosferico e i tassi di mortalità, in particolare quella cerebrovascolare e quella respiratoria”. In base a quete premesse, Magliocchetti invita caldamente l’amministrazione comunale a prendere provvedimenti: “E’ quanto mai reale l’esigenza di assumere subito, da parte del comune, provvedimenti strutturali e non estemporanei, come quelli adottati finora e che non hanno prodotto alcun risultato, per arginare il preoccupante fenomeno dei continui superamenti dei livelli di Pm10. La tutela della salute è troppo importante per essere affrontata con su-

perficialità e approssimazione”. Il riferimento, neanche troppo velato, va alle quelle due domeniche ecologiche dello scorso mese di marzo con il parziale divieto della circolazione delle automobili nel capoluogo ciociaro che, oltre ad essersi rivelate un flop totale, non hanno spostato di una virgola il grave problema dell’inquinamento atmosferico. Questa testata giornalistica, fin dal suo primo giorno di vita, non ha mai mancato di rimarcare il problema “inquinamento” a Frosinone. Anche noi, pertanto, ci associamo più che convinti alla richiesta del consigliere Magliocchetti. Solo che da tempo ormai lamentiamo l’irrspirabilità dell’aria e, salvo provevdimenti tampone, come quelle domeniche ecologiche di cui sopra, non vediamo all’orizzonte soluzioni concrete che non sono costituite, tanto per essere chiari, nemmeno dalla nuovo tratto della superstrada Sora-Ferentino che pure ha contribuito a snellire il traffico all’interno della città. Adesso si spera molto nell’ascensore inclinato. Ma anche esso non può essere la panacea di tutti i mali. Che serva una nuova nevicata, una di quelle che paralizza completamente il traffico? Dall’inverno, però, purtroppo, siamo ormai fuori. Pompeo Di Fazio

Su 88 città capoluogo il 35% è fuorilegge

Rumorosità notturna, pericolo per la salute

ROMA - Legambiente e www.lamiaaria.it hanno monitorato 88 capoluoghi di provincia e hanno scoperto che il 35 per cento di essi ha già superato il limite medio giornaliero di polveri sottili consentito per legge, ossia 50 microgrammi su metro cubo da non superare per oltre 35 giorni all'anno.

ROMA - Non va granché meglio per la rumorosità notturna che è di molto superiore alla soglia di sicurezza per la salute umana nel 98 per cento delle aree urbane nazionali. L'allarme è stato lanciato dal “Treno Verde” di Legambiente e da Ferrovie dello Stato, con la collaborazione di Telecom Italia.


FROSINONE Dal 14 aprile fino al 9 giugno presso la biblioteca provinciale in via De Mattias

I laboratori di scrittura creativa

FROSINONE - Presso la biblioteca provinciale di Frosinone sono di nuovo aperte le iscrizioni ai laboratori di scrittura creativa che si svolgeranno a partire da mercoledì 14 aprile. A condurre i laboratori, anche quest'anno, la prof.ssa Fausta Dumano che con la consueta passione e professionalità, dopo aver riunito i partecipanti in gruppi di lavoro, avrà il compito di sollecitarli allo svolgimento di esercizi di scrittura al fine di sviluppare le capacità creative e l'immaginazione. Il laboratorio avrà la durata di due mesi (dal 14 aprile

fino al 9 giugno) e sarà realizzato con cadenza settimanale (di norma ogni mercoledì) presso i locali della Biblioteca in via De Mattias n.12, nei seguenti orari: mercoledì ore 15.00 - 16.30 laboratorio per ragazzi; mercoledì 16.30 - 18.00 laboratorio per adulti. “Sono particolarmente lieto di sostenere questa iniziativa - afferma Antonio Abbate, assessore alla cultura della provincia di Frosinone - che rientra nell'ambito delle attività culturali finalizzate alla promozione della lettura ed è rivolta sia ai ragazzi delle scuole medie sia agli

adulti che hanno la passione della scrittura. E' infatti l'inclinazione per quest'ultima che può far nascere degli artisti poiché la scrittura creativa è un vero e proprio viaggio alla riscoperta di una parte di sè, dei propri talenti sopiti che aspettano solo di essere svegliati”. Un’altra iniziativa di grande spessore quella partorita dall’amministrazione provinciale di Frosinone e, in particolar modo, dall’assessorato alla cultura che molto si sta dando da fare in questa come in tante altre direzioni. Con l’avvento dell’amministrazione di centrodestra presieduta da Antonelli Iannarilli, anche nel campo della cultura, c’é stato un netto e repentino cambio di marcia, a dimostrazione che non sempre quei luoghi comuni ai quali tanto siamo affezionati riescono a colpire nel segno. Merito di questo portentoso risveglio delle attività culturali va dato sicuramente all’assessore Antonio Abbate che ha saputo calarsi nel ruolo con grande impegno e comsumata abilità di amministratore, come del resto av eva già dimostrato in tale altre occasioni. Adesso è la volta dei laboratori di scrittura creativa. Chiunque sia interessato all'iniziativa dovrà far pervenire la propria adesione presentandosi personalmente alla biblioteca provinciale o telefonando al numero 0775-837005.

Lunghi “interroga” il sindaco Questa volta l’oggetto è la rotatoria di via Piave FROSINONE – L’apertura dell’ascensore inclinato e le relative polemiche sembra aver ridestato la voglia di fare opposizione del consigliere comunale di minoranza Franco Lunghi. Dopo la nota inviata al sindaco per chiedere lumi sulla gestione della teleferica che collega la parte bassa con la parte alta del capoluogo, ecco una nuova interrogazione rivolta a Marini ed avente per oggetto la rotatoria sita all’incrocio tra via Piave, via Fedele Calvosa e via Vado del Tufo. “Il sindaco chiarisca se è terminata la fase di sperimentazione e quali sono le detrimazioni che l’amministrazione ha intenzione di assumere in merito, ovvero se la rotatoria debba considerarsi definitiva o no. Quali sono le motivazioni che anche su un’opera di così facile realizzazione rendono incerto e irrisoluto l’eseciutivo, nei fatti fornendo agli occhi di un forestiero un’immagine di precarietà della città, considerato che la rotatoria insiste su una delle principali arterie di accesso al centro della città medesima. Se non sia pertanto giunto il momento di procedere o alla rimozione della suddetta rotatoria o ad una sua definitiva e decorosa sitemazione, atteso che la stessa è stata realizzata in via molto provvisoria ben 15 mesi orsono”. Queste le domande e di Lunghi. Aspettiamo adesso la risposta del sindaco Marini. P.D.F.

Zichichi alle Olimpiadi delle Scienze La cerimonia di premiazione si terrà il prossimo 22 aprile FROSINONE - Il prossimo 22 aprile, alle ore 15.30, presso la sala di rappresentanza del palazzo dell’amministrazione provinciale di Frosinone avrà luogo la cerimonia-convegno di premiazione delle Olimpiadi delle Scienze-Progetto Laser promosso dalla scuola secondaria di I grado “Luigi Pietrobono” del capoluogo ciociaro. Ospite d’onore della manifestazione l’illustre pofessor Antonino Zichichi. Il Progetto Laser (laboratorio ambientale sperimentale e ricerca) “Salviamo l’uomo e l’ambiente” rientra nel più ampio quadro delle attività di cittadinanza e di

costituzione avviate dal Miur, ufficio scolastico regionale per il Lazio. Tra le finalità del progetto, oltre a stimolare nei giovani l’interesse e la curiosità per le scienze, attraverso il coinvolgimento diretto, operativo degli alunni, si mira anche a catalizzare l’attenzione su tematiche importanti quali la salvaguardia dell’ambiente, la tutela della salute per la promozione di una cittadinanza attiva. Il progetto ha coinvolto tutte le scuole elementari e medie della provincia di Frosinone e ha visto la partecipazione di oltre 2000 alunni, davvero un otimo risultato che ha

Musica alla Cantina Mediterraneo

Il maestro Marino alla Radio Vaticana

FROSINONE - Dopo il concerto rock dei “The Disappearing One” oggi, per la prima volta alla Cantina Mediterranea di Frosinone, ci saranno gli E42, eredi di una delle band culto dell'indie rock italiano anni novanta (gli Elettrojoyce) che presenteranno il loro ultimo lavoro “Uomini c elesti”.

FROSINONE - Domenica prossima, alle ore 16.00, la Radio Vaticana, nel corso del programma “Diapason”, trasmetterà un appuntamento sul canale italiano ed europeo interamente dedicato alla musica “colta” del maestro Francesco Marino. Un altro prestigioso riconoscimento per il musicista ciociaro.

superato ampiamente quello pur di gran lunga positivo delle precedenti edizioni. Nelle precedenti edizioni si sono alternati quali ospiti d’onore ed hanno firmato gli attestati dei vincitori illustri personalità del mondo scientifico quali la senatrice Rita Levi Montalcini, l’astronauta Umberto Guidoni, la Prof.ssa Alessandra Celletti. Per tutte le edizioni è stato curato uno speciale annullo filatelico da Poste Italiane e sono state realizzate speciali cartoline da collezionare gelosamente. Nela cartolina dell’edizione 2010 comparirà, naturalmente, la firma del prof. Antonino Zichichi.

11

ANNO I - N° 35

SABATO 10 APRILE 2010


FRUSINATE L’iniziativa dell’on. De Angelis è stata recepita dai commissari Tajani e Andor

Videocon, l’Ue vuol vederci chiaro ANAGNI -”Per quanto riguarda i contributi ricevuti dall'azienda Videocon da parte del Fondo Sociale Europeo, la Commissione Europea si impegna a verificare il rispetto delle condizioni previste dal bando di gara: mi sembra una procedura opportuna e di interesse generale”. Con queste parole il parlamentare europeo del Pd, Francesco De Angelis, annuncia che la sua missiva del 12 febbraio 2010 indirizzata alla Commissione Europea nella quale si evidenziava la situazione dei dipendenti dello stabilimento di Anagni, ha avuto esito positivo. Nella risposta del 29 marzo, infatti, il vice Presidente Antonio Tajani (industria e imprenditoria) e il Commissario Lázló Andor (occupazione, affari sociali e integrazione) annunciano una iniziativa per richiedere all'autorità di gestione del programma operativo Lazio 2000-2006, informazioni circa il rispetto delle condizioni

previste dal bando di gara da parte dell'azienda Videocon. “Pur nel rispetto del principio di sussidiarietà e, dunque, delle prerogative e delle funzioni dell'autorità laziale di gestione del programma operativo -

continua l'esponente del Pd - l'iniziativa della Commissione Europea è utile e importante perché pone a livello europeo una questione, quella del futuro dei 1.400 dipendenti della Videocon, che fino ad oggi ha trovato scarso rilievo pubblico. Ci aspettiamo che la proprietà indiana della Videocon renda conto del rispetto della direttiva 98/59/CE relativa ai licenziamenti collettivi e dell'osservanza delle condizioni previste a suo tempo dal bando di gara del Fse. Questo - conclude l’on. De Angelis - deve avvenire a prescindere dalle ipotesi attualmente in discussione per una cessione delle attività dello stabilimento, perché mentre l'attuale proprietà sta valutando le ipotesi di cessione più vantaggiose per sé, da mesi e mesi i dipendenti vivono in regime di cassa integrazione straordinaria, senza un progetto e un futuro”.

Isola del Liri, comincia il viaggio di Luciano Duro ISOLA DEL LIRI - Primo consiglio comunale ad Isola del Liri dopo la proclamazione del nuovo sindaco Luciano Duro. Lo stesso primo cittadino ha convocato, in seduta ordinaria e in prima convocazione, la massima assise cittadina che si terrà il giorno venerdì 16 aprile, alle ore 16.30, presso la sede municipale di via San Giuseppe al n.1. All’ordine del giorno la trattazione dei seguenti sette punti: convalida degli eletti alla carica di sindaco e di consigliere comunale e verifica delle condizioni di eleggibilità e compatibilità degli stessi; giuramento del sindaco; comunicazione della composizione della giunta comunale – Presa d’atto; presa d’atto del programma di governo illustrato dal sindaco; elezione del Presidente del Consiglio comunale ai sensi dell’art. 26 dello Statuto Comunale; giuramento del Presidente del Consiglio comunale; nomina commissione elettorale comunale.

Serrone aderisce alla Pit dei Monti Ernici Sora, il Presidente Tozzoli SERRONE - Il Consiglio comunale ha approvato l'adesione alla Pit dei Monti Ernci e il Parco dei Monti Simbruini. “Oggi abbiamo posto un tassello fondamentale per lo sviluppo del territorio che, con l’imminente apertura del parco a tema di Valmontone, porterà investimenti per tutte le attività rivolte all’accoglienza dei turisti e all’ammodernamento delle aziende agricole e agrituristiche. E’ una delle ultime occasioni che l’Unità Europea ci mette a disposizione fino del 2013 e il Consiglio comunale ha inteso coglierla al volo votando all’unanimità l’adesione al progetto definitivo della Pit (Progettazione integrata territoriale) del Parco Simbruini – Ernici”. Così dichiara il sindaco di Serrone, Maurizio Proietto, al termine del Consiglio comunale con cui è stata deliberata l’adesione al progetto definitivo della Pit denominata “La strada del vino Cesanese nel sistema Parco Simbruini – Ernici”, una Pit che coinvolge, oltre ai comuni della strada del vino Cesanese (Paliano, Piglio, Serrone, Acuto e Anagni), anche quelli della Comunità Montana dei Monti Ernici, dell’area protetta del Lago di Canterno e, da ultimo, del Parco dei Monti Simbruini. “Abbiamo ampliato l’area di riferimento – spiega il sindaco – per avere maggiori possibilità di vederci finanziati e dare così un’opportunità di sviluppo al territorio concreta. La Pit, infatti, porterà qui ingenti investimenti sia per i privati, con copertura del 50% del totale, sia per il pubblico, completamente a fondo perduto. E trovo encomiabile che il Consiglio abbia votato questa delibera all’unanimità, mostrando un grande senso di responsabilità. Perché il coinvolgimento e la partecipazione degli attori locali nella pianificazione e programmazione di interventi di area vasta consentono l’individuazione e la realizzazione di strategie di sviluppo più efficaci laddove le scelte sono il più possibile condivise e partecipate”. Oltre all’adesione alla Pit, il Consiglio ha deliberato di delegare il Parco Naturale dei Monti Simbruini, quale soggetto proponente a predisporre ed espletare le procedure istituzionali tecniche e amministrative necessarie alla presentazione del progetto definitivo. Prevista, infine, la possibilità di procedere alla formazione di n’associazione tra comuni e enti territoriali partecipanti alla Pit. Andrea Capobasso

si dimette da Ambiente spa SORA - Enrico Tozzoli, Presidente della società municipalizzata sorana “Ambiente spa”, ha lasciato l’incarico. Le motivazioni del gesto si leggono nella lettera di dimissioni: “Affinchè la società possa proseguire nel suo percorso migliorando prestazioni, ottenendo risultati e mantenendo la solidità raggiunta è necessario uno spirito di grande coesione e collaborazione da parte di tutti i soggetti interessati”. Tozzoli non dice chiaramente quali sono i motivi

Ferentino, terminati i lavori sull’Acropoli

Morolo, nuovo furto di rame alla stazione

FERENTINO - È terminato dopo quasi tre anni il lavoro di restauro del maestoso edificio dell’Acropoli, grazie al quale sono state riportate alla luce anche due bifore romaniche. L’immobile potrà essere così ammirato in tutto il suo splendore in occasione dei festeggiamenti del patrono Sant’ Ambrogio.

MOROLO - I poliziotti hanno denunciato a piede libero padre e figlio di Supino per furto aggravato. I due infatti sono stati pizzicati dalla Polfer con due trecce di rame, 120 staffe antifurto e 24 staffe di sostegno per canaline. Ad accorgersi del furto pare è stato il personale dello scalo merci di Morolo.

che hanno determinato le sue dimissioni, ma lascia capire che ci sono stati contrasti nella gestione. Lo stesso Tozzoli, comunque, fa balenare la possibilità di tornare sulla sua decisione. Nella lettera, infatti, dice che potrebbe ritirare le dimissioni “purchè si verifichino determinate condizioni”. quali siano queste conmdizioni, al momento, non è dato sapere. Dal canto suo il momento il sindaco Cesidio Casinelli si è trincerato dietro un laconico “no comment”.

13 ANNO I - N° 35 SABATO 10 APRILE 2010


S P O RT CALCIO SERIE B

Bastano pochi giri di lancette ai canarini per conquistare tre punti che mancavano da otto turni

Frosinone, rinascita in sei minuti Bum bum Basso-Troianello: una prestazione d’orgoglio allontana lo spettro della retrocessione Frosinone: Frattali, Bocchetti, Giubilato, Maietta, Semenzato (Guidi al 42'st), Basso, Bolzoni, Basha, Troianiello, Stellone, Santoruvo (Ascoli al 39'st) A disp: Bordenau, Scarlato, Calil, Aurelio, Mazzeo. All. Moriero. Gallipoli: Koprivec, Pallante (Mounard 22'st), Sosa, Grandoni, Daino, Pederzoli, Filkor, Scaglia, Mancini (Lazzari 30'pt), Artistico,Abbate (Paez 45'pt) A disp: Garavano, Viana,Tagliani, Centi.All. Rossi. Arbitro: Signor Gava Gabriele di Conegliano Veneto. Marcatori: Basso(3'pt), Troianiello (6'pt). Ammonti: Abbate (G), Scarlato (F) Santiruvo (F) Basha (F) Artistico (G). Espulsi: Giubilato al 36’pt. FROSINONE - Torna a gioire dopo otto turni l’undici canarino che ieri sera al matusa si è imposto due a zero sul Gallipoli. Un sospiro di sollievo ed un grosso passo in avanti in classifica che concede respiro al Frosinone in vista del rush finale di campionato. Partita risolta nei primi sei minuti e messa subito in ghiaggio dagli uomini di Moriero contro un

Gallipoli a dire la verità molto poco attrezzato. Neanche il tempo di commentare la disposizione in campo delle squadre che il Frosinone di Moriero va subito in vantaggio al 3'. Sponda di testa di Santoruvo per Basso che entra in area e batte a di destro a rete, Koprivec respinge ma al secondo tentativo l'esterno canarino non sbaglia. Subito uno a zero quindi e partita in discesa per i padroni di casa. Il Gallipoli prova a reagire alla sberla di Basso con un sinistro di Mancini dal limite, palla che sfiora il palo alla destra di Frattali. Ma Santoruvo e compagni sono scatenati in avvio e dopo appena altri tre primi c'è l'incredibile raddoppio dei gialloblu. Cross di Bocchetti dalla sinistra, Santoruvo devia a rete ma Koprivec respinge, Stellone si avventa sul pallone e a porta vuota batte a colpo sicuro ma la palla non entra ed è spinta definitivamente in rete da Troianiello! Due a zero e partita praticamente chiusa in neanche dieci minuti di gioco. Bel Frosinone in campo e Gallipoli praticamente non pervenuto. Mister Rossi decide che è giunta l'ora di rischiare e butta dentro Lazzari per Mancini. Frosinone che co-

munque sembra in controllo, sembra appunto. Infatti al 36' episodio che scombussola i meccanismi della squadra di Moriero. Doppio giallo per Giubilato che viene espulso da Gava. Sembra giusta l'espulsione del centrale gialloblu. Partita

palla di poco alta sulla traversa che mette però i brividi al “Matusa”. Dopo tre di recupero termina la prima frazione di gioco. Il secondo tempo vede il Gallipoli più determinato alla ricerca del pareggio ma è solo il Frosinone che si rende pericoloso.

Gennaro Troianello autore del raddoppio canarino che ora si fa più incerta e il Gallipoli cerca quindi di riaprire il match in questo finale di tempo. Non corre rischi però la porta difesa da Frattali se non per un colpo di testa di Artistico da posizione ravvicinata,

BASKET LEGADUE

Al 2' destro al volo di Basso appena fuori lìarea di rigore che sfiora il palo alla destra di Koprivec. Al 8' Contropiede di Basso che entra in area di rigore e batte a rete, Koprivec respinge e salva i suoi dal

capitombolo. I ciociari spingono ancora alla ricerca del gol tranquillità e al 13' punizione di Basha dai 25 metri, ma Koprivec respinge ancora. Al 25' primo vero pericolo per la porta di Frattali in questa ripresa. Punizione dai 25 metri di Scaglia, il numero uno ciociaro controlla il pallone uscire sul fondo. I ciociari sembrano ora molto stanchi e non riescono ad alleggerire la pressione del Gallipoli che si fa ora più intesa. Al 31' punizione di Basso dai 30 metri che sfiora la traversa e due minuti più tardi ultima occasione per gli ospiti per riaprire l'incontro.Artistico si fa spazio in area di rigore e a tu per tu con Frattali da buona posizione spara a lato. Dopo tre primi di recupero in cui non succeda praticamente nulla il direttore di gara fischia la fine della ostilità. Buona la prestazione della squadra che torna finalmente a vincere dopo otto turni (dal 20 febbraio contro l’Empoli al Matusa). Tre punti che portano i ciociari a quota quarantatre. Ma guai ad abbassare la guardia proprio adesso: la salvezza seppur più vicina è ancora da guadagnare. Andrea Mastrantoni

SPORT & SOLIDARIETA’

Prima Veroli, per confermare la posizione play-off a Venezia è vietato distrarsi

Vivicittà ‘10 nel capoluogo ciociaro Dodici kilometri contro il razzismo

Meini, ex della gara per aver giocato a Veroli la seconda parte di stagione nel campionato 2007/2008 - ma sappiamo che quella ciociara è una gran bella squadra. Per me è la formazione più forte dopo Brindisi. Hanno ottimi giocatori, un organico rodato perché l’ossatura è quella dell’anno scorso, un allenatore preparato che conosco personalmente per averlo avuto a Montecatini. Insomma sono tra la squadre più toste. Sarà perciò una partita che dovremo giocare come abbiamo fatto contro Pistoia, Reggio Emilia e Brindisi”. Umana Venezia Vs. Prima Veroli al Palasport Taliercio di Mestre domani alle ore 18.15, valida per la dodicesima giornata di ritorno del campionato di LegaDue, sarà diretta dai signori Roberto Pasetto di Firenze, Guido Federico Di Francesco di Teramo ed Edoardo Ciano di Vicopisano (Pi). andr.mastr.

FROSINONE - Domani alle ore 10.30,anche a Frosinone come in Italia e nel mondo si corre per l’integrazione e contro ogni forma di razzismo. LaVivicittà vuole essere una corsa contro il pregiudizio ed il razzismo subdolo, per un mondo e una società sempre più a colori. Come slogan di questa 27° edizione della corsa più grande del mondo,organizzata dalla Uisp,è stato scelto "Il mondo corre insieme”,per rafforzare l’idea della multi culturalità ed impegno antirazzista. Fatti come quelli di Rosarno ci restituiscono l’immagine di un’Italia succube dell’emergenza, incapace di attuare politiche d’accoglienza e di integrazione, di programmare e gestire possibili forme di convivenza sociali. Per questo Vivicittà vuole diventare una corsa contro il pregiudizio ed il razzismo strisciante e per un mondo sempre più a colori. A dare il via alla XXVII edizione diVivicittà sarà ancora una volta la voce amica dei giornalisti del GR1,impegnati al fianco dell’UISP – Unione Italiana Sport Pertutti – sin dalla prima edizione.Tutti i corridori d’Italia,daAosta aTrapani,sono invitati a percorrere il percorso competitivo di 12 chilometri: i risultati della gara dipenderanno dalla classifica unica compensata, comprendente tutte le città partecipanti. Per tutti coloro che vogliono vivere una giornata all’insegna dello sport, proteggendo l’ambiente e riconquistando spazi cittadini, è aperta la corsa non competitiva di 4 chilometri, da percorrere di corsa o anche passeggiando La partenza a Frosinone è fissata presso la Villa Comunale.Vivicittà 2010 consolida il suo impegno verso l’ambiente: tutte le 36 città partecipanti saranno infatti coinvolte nel progetto di analisi ambientale cominciato nel 2007.Uso di materiali riciclati e riciclabili e dell’acqua di rete,raccolta differenziata dei rifiuti, riduzione della mobilità indotta: piccoli gesti di cui Vivicittà si appropria e che vuole condividere con tutti i partecipanti.

VEROLI - Mancano ormai solo quattro giornate al termine del campionato e domani Veroli affronterà tra le mura ostili del Palasport Taliercio la Umana Venezia, terzultima il classifica con diciotto punti. Inutile dire che sarà una gara importantissima in ottica play-off contro un avversario davvero tosto, che non a caso ancora spera di salvarsi in queste ultime gare. I detentori della Coppa Italia 2009/10 non devono però sottovalutare questo impegno anche in considerazione del fatto che in questo turno si sfideranno a Reggio Emilia la Trenkwalder RE contro gli ex leader della classifica Banco di Sardegna Sassari. Aggiudicarsi i due punti sarà assolutamente indispensabile per tenere a debita distanza le agguerrite formazioni che tentano disperatamente l’inseguimento, ovvero Fastweb Casale Monferrato, la Trenkwalder RE e Snaidero Cucine

I4 ANNO I - N° 35 SABATO 10 APRILE 2010

Udine che hanno in programma match sulla carta più impegnativi della Prima. Le prime due formazioni sono appaiate in classifica con Veroli mentre Snaidero è dietro sole

La grinta di coach Cancellieri due lunghezze. Ma l'Umana Venezia non farà sconti ai ciociari: “L’obiettivo è vincere le prossime due gare per non trascinarsi il discorso salvezza fino alla fine – dice Guido

Ranking Uefa: Germania vicinissima al sorpasso

Bari - Napoli, trasferta vietata ai tifosi partenopei

Con l'accesso del Bayern Monaco alle semifinali di Champions e con l'analogo passaggio nella Europa League ottenuto dall'Amburgo il divario è ridotto al minimo. Il tecnico dell'Amburgo, Bruno Labbadia, figlio di italiani e ora fiero che la sua squadra abbia raggiunto la semifinale avvicinando i tedeschi agli italiani nello speciale ranking che attribuisce poi posti nelle coppe.

La decisione del prefetto arrivata con un'ordinanza. Disposta l'eliminazione del settore ospiti, la vendita dei biglietti ai soli residenti in Puglia ad eccezione dei possessori della 'tessera del tifoso', l'incedibilità del titolo e il divieto di vendita dei tagliandi attraverso internet.


S P O RT CALCIO LEGA PRO

Il terzino azzurro analizza gli errori commessi col Brindisi da evitare nella sfida con gli aretusei

Lolli suggerisce maggiore equilibrio “Fondamentale l’intelligenza tattica: il gol può arrivare anche nei minuti finali di gara” CASSINO - E’ la vigilia del match col Siracusa, gara in cui gli azzurri non possono fallire l’appuntamento con i tre punti se vogliono cointinuare ad inseguire un piazzamento nella griglia playoff. Questa mattina è in programma la consueta seduta di rifinitura durante la quale il tecnico Pellegrino scioglierà gli ultimi dubbi di formazione. Sarà sicuramente del match Alì Lolli che ha completamente recuperato dal problema al polpaccio che lo aveva afflitto la settimana scorsa. Il terzino di origini iraniane acquistato in gennaio dal Taranto, può vantare dieci campionati consecutivi in serie C1, una promozione in B con la maglia del Grosseto nel 2007, e quattro tornei disputati con mister Pellegrino in panchina, prima a Paternò, poi a Lanciano e due stagioni in quel di Padova. L’esperienza accumulata consente a Lolli di valutare con saggezza e lungimiranza il momento che sta attraversando il Cassino. “Ritornando alla partita col Brindisi sicuramente potevamo fare qualcosina di meglio per quanto concerne l’interpretazione della gara in quanto, nonostante si

siano verificati diversi episodi che ci hanno penalizzato, dovevamo essere più bravi sul risultato di due a due nel leggere meglio il match invece di buttarci subito all’attacco alla ricerca del gol della vittoria.- ha affermato con cinismo Lolli - Questo è stato sicuramente l’errore più grave che abbiamo commesso sabato scorso. Anche l’episodio del calcio di rigore si poteva evitare nel caso in cui fossimo stati più stretti tra i reparti: invece siamo andati alla ricerca del gol quando dovevamo gestire meglio l’ultima mezzora di gara. In alcune circostanze l’arbitro poteva dimostrarsi più equilibrato ma le colpe principali della sconfitta vanno ricercate nell’atteggiamento del Cassino che a mio giudizio non è stato all’altezza dell’impegno che abbiamo affrontato. Alcuni frangenti di gara gara andavano gestiti meglio e sotto questo aspetto dobbiamo sicuramente crescere”. Fondamentale quindi per il terzino azzurro aver imparato la lezione impartita dal Brindisi e non commettere gli stessi errori nella partita che può decidere una stagione come quella di domani contro il Siracusa. “Domenica c’è solo un risultato da ottenere

ed è la vittoria: se riusciremo a conquistare i tre punti si riapriranno degli scenari interessanti con quattro gara da giocare e diversi scontri diretti incrociati. Il match col Siracusa dobbiamo affrontarlo con più equilibrio, senza gettarci in avanti sfilacciando i reparti: l’intelligenza tattica è fon-

Il terzino azzurro Alì Lolli

damentale quando si affrontano squadre attrezzate e quadrate come i nostri prossimi avversari: abbiamo bisogno dei tre punti per alimentare le speranze play-off però dobbiamo essere coscienti del fatto che possono arrivare anche negli ultimi minuti di gara, a conclusione di una prestazione attenta ed intelligente dal punto di vista dell’applicazione tattica”. CASA SIRACUSA - Il tecnico aretuseo Sonzogni, forte dei sette punti di vantaggio nei confronti del Cassino, si presenterà al Salveti con alcuni giocatori della rosa non al meglio delle condizioni fisiche. Quasi nulle le speranze di recuperare il difensore Capocchiano ed il centrocampista Matinella che in settimana non si sono allenati con la squadra. In forte dubbio la presenza degli attaccanti Dal Rio e Di Piazza: il primo è tormentato da un dolore al ginocchio mentre il giovane centravanti di proprietà del Rimini che ancora non è riuscito ad andare a segno con la maglia del Siracusa, è bloccato da un’infiammazione del nervo sciatico. Antonino Massara

BASKET SERIE C2

zia negativa a dire il vero c’è: poco prima della sosta, durante delle sedute di atletica, si è infortunato Cuello, il quale era stato grande protagonista nel match vinto controVigna Pia.“Cuello ha

Cuello salterà la sfida di Sabaudia accusato un risentimento al polpaccio – ci dice Pagano – e quasi certamente sarà out per la partita di Sabaudia. Inutile forzare il recupero a questo punto della stagione e vista la nostra situazione”.

Il match del Salveti tra Cassino e Siracusa è stato affidato a Daniele Bindoni della sezione Aia di Venezia. Il fischietto veneto sarà coadiuvato da Claudio Palazzoni di Lucca e da Antonio Pignone di Empoli. Qualche curiosità e qualche numero che riguarda il direttore di gara: Daniele Bindoni provienente della sezione Aia di Venezia di cui è anche vicepresidente , è nato a Westwood negli Stati Uniti il 12 Dicembre 1980, è laureato in Astronomia ed ha intrapreso la carriera arbitrale nel 1996. Promosso in Lega Pro l'anno scorso, ha diretto finora 25 partite con uno score di 10 vittorie interne, 8 esterne e 7 pareggi. I) questa stagione è stato impiegato già due volte nel Girone C nelle gare Scafatese Melfi (1-0) ed Isola Liri Gela (1-1).

VOLLEY 1^ DIV.

La Longo a Sabaudia pensando ai play-off Coach Pagano: “Fare gruppo in ogni momento” CASSINO - La Longo & Pagano si appresta ad affrontare, con la massima tranquillità, vista la classifica, ma con altrettanta determinazione, la trasferta di Sabaudia, penultimo atto di un campionato più che positivo. E’ quello che traspare chiaramente dalle parole del coach Luigi Pagano: “Raggiungere il quarto posto risulta quasi impossibile ormai. Tenendo conto del fatto che, in caso di arrivo a pari punti, saremmo penalizzati da altri fattori, quali in primis gli scontri diretti, è logico come la prossima partita sia molto più importante per la Giocobasket Sabaudia dal punto di vista della classifica. Devo ammettere che anche come preparazione siamo già in ottica playoff, ma ciò non vuol dire che prenderemo l’impegno sotto gamba. Giocheremo come al solito per vincere, con il vantaggio di non avere particolari pressioni, a differenza degli avversari, bisognosi di punti salvezza”. Una noti-

Designato Bindoni l’arbitro astronomo

L’allenatore cassinate, la scorsa settimana, nonostante il successo sulla capolista, si era mostrato non totalmente soddisfatto della disciplina tattica della squadra. Chiarisce così: “Ho parlato ai miei ragazzi della necessità di fare gruppo dal primo allenamento del martedì fino alla partita del week end. Fare gruppo significa impegnarsi per il bene della squadra, anche se si dovesse entrare in campo solo per trenta secondi, mettendo in pratica alla perfezione gli schemi che proviamo in allenamento. Sono il primo ad essere dispiaciuto dell’impossibilità di dare uguale spazio a tutti, ma è mio dovere anteporre agli interessi personali quelli che riguardano il team nel suo complesso”. Sembra evidente come il coach si riferisca, pur dimostrando la massima comprensione possibile, alle lamentele di chi finora è stato impiegato meno. Luca Tedeschi

E’ lotta a tre per il secondo posto Cassino di scena martedì ad Olevano CASSINO - L’impegno del CassinoVolley in casa dell’Olevano, inizialmente in programma per domani, si giocherà invece martedì prossimo con inizio alle ore 20:00. Il cambio di programma è stato necessario per un problema di indisponibilità della palestra da parte dei locali. Avranno dunque qualche ora in più i ragazzi di Pittiglio per preparare al meglio una sfida cruciale nel tentativo di conquistare il secondo posto, che garantisce l’accesso ai playoff. Vincere nella trasferta romana, significherebbe presentarsi al meglio negli ultimi due turni, che prevedono altrettanti scontri diretti con Supino e Breda, le due squadre che attualmente si dividono la seconda piazza con il Cassino. Delle tre c’è da dire che il Supino è quella messa meglio, avendo già scontato la giornata di riposo. Nonostante l’avversario di turno abbia una posizione di classifica tranquilla, essendo lontano sia dalla zona promozione che da quella retrocessione, il capitano della compagine cassinate, Carlo Di Mambro, non crede in un impegno facile. “L’Olevano è forse la squadra più strana del campionato. – ci dice il giocatore - Se al completo, si tratta di un gruppo molto temibile, con un buon alzatore, un centrale molto bravo ed un martello d’esperienza. Il fatto è che spesso si presentano privi di qualche elemento, dettaglio che ha contribuito ad una classifica non buona per le proprie potenzialità. Un eventuale successo potrebbe permettere a Di Mambro e compagni di guadagnare punti magari sul Breda, impegnato nella dura sfida con il Ferentino. Sembra invece scontata l’affermazione del Supino in casa dell’Atina. Il Cassino martedì potrebbe dover fare a meno del martello Zona: assenza importante se si pensa che all’andata questi aveva offerto una gran bella prestazione a muro, annullando il forte opposto avversario. L.T.

Tronchetti:“Nulladiillegale nelle telefonate dell’Inter”

Avvocato Milan: “Revoca scudetto‘06? Improbabile”

Il consigliere d'amministrazione nerazzurro Marco Tronchetti Provera: «In questi giorni non è emerso assolutamente niente: c'è un'intervista di Moratti del 2006 che dice con chiarezza quello che avveniva e che oggi si cerca di ribaltare come se ci fosse qualcosa di illegale. È tutta una strumentalizzazione».

L’avvocato Cantamessa, legale del Milan: «Dal punto di vista giuridico è tutto prescritto. La questione dell’assegnazione del titolo, invece, non è soggetta ai principi della prescrizione». Galliani: «Di Calciopoli non parlo più. Il campionato? C’è grande soddisfazione perché siamo ancora in lotta per lo scudetto. L’unico rammarico è rappresentato dai molti infortuni».

15

ANNO I - N° 35

SABATO 10 APRILE 2010


lagazzettafrosinone110410a  

Multiservizi, è lite tra Iannarilli e Cgil L’OSCAR DEL GIORNO A FABIO DE ANGELIS DISTRIBUZIONE GRATUITA SABATO 10 APRILE 2010 ANNO 1 - N° 35...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you