Issuu on Google+

ANNO IV - N° 199 - DOMENICA 04 SETTEMBRE 2011 - DISTRIBUZIONE GRATUITA Quotidiano del mattino - Registrato al Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 - Direttore Responsabile: Angelo Santagostino - A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 - 86100 Campobasso -Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 -Tel. Isernia 0865.414168 E-mail Redazione Campobasso: redazione@lagazzettadelmolise.it - E-mail RedazioneIsernia: lagazzettaisernia@alice.it - E-mail: Amministrazione - Pubblicità: commerciale@lagazzettadelmolise.it - www.lagazzettadelmolise.it - www.gazzettadelmolise.com Stampa: A.I. Communication Sessano Del Molise (IS) - Il lunedì non siamo in distribuzione - La collaborazione è gratuita GIORNALE SATIRICO

L’OSCAR DEL GIORNO AGLI ORGANIZZATORI DEL PREMIO CIAMPITTI

L’oscar del giorno va agli organizzatori della seconda edizione del premio Franco Ciampitti: il Comitato regionale della Federcalcio, il Gruppo molisano dell’Unione Stampa Sportiva Italiana e l’assessorato alla Cultura e allo Sport della Provincia di Isernia. Un modo bello e costruttivo per ricordare la figura di un grande giornalista sportivo molisano. Una iniziativa per non dimenticare un nostro illustre corregionale. Dello stesso avviso sono stati anche i cittadini, che hanno premiato con la presenza il valore dell’evento. In 200 hanno affollato la sala convegni della Provincia di Isernia per la cerimonia di premiazione che ha visto vincitori Mario Colalillo per la sezione ‘carta stampata e web’ e Alfredo Alberico per la sezione ‘televisione’.

IL TAPIRO DEL GIORNO AI DISERTORI DEL VOTO

Anche questa volta il partito più numeroso potrebbe essere il loro. Gli astensionisti, quelli cioè che decideranno di disertare le urne pur riconoscendosi nel centrosinistra, avranno il loro peso sul risultato finale. Ciò detto, resta da comprenderne le ragioni: o sono scontenti dell’attuale situazione politica molisana a prescindere o nessuno tra i cinque candidati rientra nelle loro preferenze. E così si scade nel qualunquismo con espressioni tipo “Tanto sono tutti uguali!”. E allora, pur rispettando le scelte di ognuno, è certamente da condannare chi decide di non decidere, il quale poi non avrebbe alcun titolo per lamentarsi delle conseguenze delle scelte altrui. E nemmeno del nostro tapiro.

PRIMARIE

CAMPOBASSO

CAMPOBASSO

Il centrosinistra sceglie oggi lo sfidante di Michele Iorio Seggi aperti dalle 9 alle 21

Hashish al posto delle arance Mamma-corriere della droga arrestata durante la visita al figlio

Concessi i domiciliari ad uno dei due marocchini ammanettato dalla Finanza

A PAG. 5

A PAG. 7

A PAG. 7

www.lagazzettadelmolise.it

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


PRIMO PIANO Firmato un accordo con il ministro Fitto per un tavolo permanente sulla valorizzazione dell’area

Alto Molise, nuovo slancio al turismo e all’ambiente Soddisfatto il presidente Iorio: un progetto di sviluppo per attirare visitatori in ogni periodo dell’anno CAPRACOTTA – Nuova linfa da Capracotta per il turismo dell’alto Molise. È stato firmato ieri mattina, alla presenza del ministro agli Affari regionali, Raffaele Fitto, del presidente della Regione, Michele Iorio, del presidente della Provincia di Isernia, Luigi Mazzuto, e dei sindaci dell’alto Molise, il protocollo d’intesa che istituisce il tavolo istituzionale permanente per la definizione e l’attuazione del progetto per la fruizione turistica e la valorizzazione ambientale dell’area. “Sono molto soddisfatto – ha detto il presidente Iorio – di questo protocollo che fa sapientemente sintesi delle esperienze di raccordo, confronto, condivisione di progettualità e idealità fino ad oggi messe in campo per sviluppare un’area importante e strate-

gica per lo sviluppo di tutta la regione. Dobbiamo sfruttare al meglio le peculiarità, le tradizioni e le identità peculiari di ogni centro – ha spiegato –. L’area Mab, il sito sannita di Pietrabbondante e il museo che stiamo realizzando, le stazioni sciistiche di Capracotta e Agnone con le sue tradizioni e le sue eccellenze di artigianato-artistico sono solo alcuni dei punti di forza di questo territorio”. Un patrimonio rilevante per quest’area del Molise su cui il governatore punta forte: “Deve essere chiaro che l’obiettivo da cogliere è duplice: attirare turisti e visitatori da fuori regione in vari periodi dell’anno e far sì che i giovani, le famiglie, gli anziani abbiano servizi e prestazioni qualificati per poter restare con convinta volontà nei pic-

coli centri in cui sono nati”. Il presidente Iorio ha quindi voluto ringraziare pubblicamente il ministro Fitto per l’impegno profuso per assecondare le insistenti richieste del governo regionale, per la Termoli-San Vittore, per la ricostruzione post-terremoto e per una lunga serie di progetti di grossa portata per il Molise. “Un impegno – ha concluso il governatore – che ha portato ad un risultato straordinario e storico per questa regione che ci consente di affrontare la crisi in atto con un ‘salvadanaio’importante che, se ben utilizzato, potrà aiutarci a uscire prima e meglio dalla contingenza negativa e potrà essere utilissimo per dare compimento a quanto potrà decidere e programmare il tavolo tecnico appena istituito”. Adimo

Calano i redditi in regione Portafogli dei molisani sempre più vuoti. Lo dice l’Acli che, nel corso dell’annuale incontro nazionale di studi, ha diffuso i dati inediti sui redditi elaborati in base ad un milione e 300 mila dichiarazioni raccolte dai Caf, che hanno compilato i 730 di lavoratori dipendenti e pensionati in tutta Italia. In Molise il reddito è calato del 2,72%. Ma è il Paese in generale che non se la passa tanto bene. Il reddito medio degli italiani non arriva ai 22 milioni di euro. Il 78% dei contribuenti è sotto i 28 mila euro annui ed

un contribuente su tre si trova addirittura sotto la soglia dei 15 mila euro. Il timido aumento del reddito complessivo degli italiani, cresciuto in media dello 0,43% - dai 21 mila e 841 euro del 2009 ai 21 mila e 933 euro del 2010 - viene letteralmente annientato dall’indice nazionale dei prezzi al consumo, aumentato dell’1,5%. Il risultato è che in realtà il calo medio dei redditi complessivi in Italia è dell’1,7%, con una incidenza dell’infla-

zione che peserebbe su ciascun cittadino per 235 euro annui. Un dato medio che sale fino a 373 euro se si considerano i soli lavoratori dipendenti. I ‘ricchi’ in Italia – quelli con un reddito superiore ai 75 mila euro sono solo il 2%. Ad incidere in maniera negativa sul reddito dei lavoratori dipendenti sarebbero - secondo le Associazioni Cristiane dei Lavoratori Italiani - la cassa integrazione, i contratti di solidarietà, i rinnovi contrattuali senza aumenti. Un reddito complessivo da lavoro dipendente che è cresciuto nello scorso anno di appena 9 euro, che rapportati all’inflazione producono un dato negativo, pari all’1,47%. Un

Diffusi i dati delle Acli sulla base dei 730 compilati dai Caf quadro non proprio entusiasmante, quello delineato a Castel Gandolfo, nel corso della quattro giorni dedicata al 44esimo incontro sul tema "Il lavoro scomposto. Verso una nuova civiltà dei diritti, della solidarietà e della partecipazione". Un tema che pone al centro della discussione non solo gli stipendi, dunque, ma la stessa qualità del lavoro, nella sua precarietà, nell’esigenza di salvaguardarne i diritti ed il valore. Per non correre il rischio di vedere i lavoratori sempre più poveri e sempre più infelici.


PRIMO PIANO

A proposito di delinquenti Abbiamo scelto di titolare il nostro pezzo del giorno con l'emblematica frase: a proposito di delinquenti. Sì, perchè c'è una chiacchiera che è stata messa in giro e che ci riguarda. Ebbene qualcuno appartenente alla cordata che sostiene il candidato più imbarazzante, tra i cinque che corrono per le Primarie del Pd, si sarebbe espresso in questi termini. Ovvero, avrebbe detto che Iorio si è messo attorno dei delinquenti. Riferendosi a noi, pensate un po'. Ora non sappiamo se siamo proprio noi della Gazzetta a incarnare questa fattispecie così particolare, ma i dubbi ci assalgono. Ma non è che hanno sbagliato schieramento? Non è che si riferivano, per caso, allo

schieramento variegato che si accinge a sostenere il famoso candidato imbarazzato e imbarazzante delle Primarie? Non è che si sono ricordati, accipicchia a loro, di uno scandalo che fece rumore nell'Italia della Prima Repubblica, quando un politico molto potente della nostra regione finì in galera, sì in galera, per uno scandalo collegato alla allegra e interessata gestione dei manicomi criminali? Probabilmente, quando parlavano di qualcuno che s'è messo attorno dei delinquenti, pensavano a quei casi, a quelle storie lontane, a quegli strani affari sepolti dagli anni e dalla complicità omertosa di un intero sistema che difendeva se stesso.

Oppure pensavano ai delinquenti in doppio petto di oggi, quelli che vogliono mettere le mani sulla regione per continuare a pappare, per continuare a mungere, come hanno fatto per quindici anni. Ma questa volta in nome della sinistra. E sempre a proposito di delinquenti di oggi, ma com'è che c'è qualcuno che vuol rivendere per la terza volta alla Regione, per 27 milioni, quella struttura che la Regione gli aveva dato a costo zero e che figurava già venduta a un'altra società compartecipata dalla Regione? Occhio Michele, che si rischia. Ah, ma forse proprio per questo motivo vogliono cambiare Iorio... Ebbene, quel qualcuno, quel tipo di

persone, i famosi imprenditori-prenditori esponenti della cosiddetta massoneria occulta del Molise, sono persone per bene, o sono loro i delinquenti, quelli veri? Ignazio Annunziata

In tempo di crisi e di qualunquismo ideologico…

Chi ha più fiato da spendere, più parla Il Molise è una realtà che ha nella sua varietà territoriale tutto ciò che gli consente di esistere e rappresentare un modello e una qualità di vita In questa fase storica distinta dalla crisi nessuno che tenga la bocca chiusa. Lingue sciolte, invece, alla rincorsa delle banalità; a chi la spara meglio e più grossa. In questo guazzabuglio dialettico sta conquistando spazio giornalistico ( e non solo, purtroppo) l’idea (balzana) di aprire i confini regionali un po’ al Sannio beneventanto e un po’ alla Puglia settentrionale: aree che non hanno appeal diverso dal nostro, cioè che non aggiungerebbero alcunché di meglio e di appetibile. Tutt’altro. Sono aree geografiche che vivono la nostra stessa marginalità e, per sovrappiù, rispetto a noi, aggiungono anche una buona dose di malavita organizzata. Il loro apporto si concretizzerebbe unicamente nella quota

di popolazione da aggiungere, per superare le barriere demografiche che, allo stato delle cose, procurerebbero la chiusura delle Province di Isernia e Campobasso. Lasciato alla estemporaneità degli esternatori il problema è un modo come un altro per ingannare il tempo e avere foto e citazioni sui giornali e in Tv che, in prossimità della scadenza elettorale per il rinnovo del consiglio regionale, qualcosa produce in pubblicità. La questione meriterebbe, invece, una seria riflessione, un confronto, un approfondimento tecnico-scientifico e culturale per arrivare fino in fondo, e in maniera inequivocabile, a capire che il Molise com’è, come lo abbiamo voluto elidendo la congiunzione

con l’Abruzzo, e come intendiamo conservarlo, è una realtà che ha in se stessa, nelle dimensioni geografiche e demografiche, nella orografia, nella varietà territoriale e nelle risorse naturali ed ambientali tutto ciò che gli può consentire di esistere e di rappresentare un modello e una qualità di vita se gestito e amministrato con avvedutezza e lungimiranza, con coraggio e intelligenza. Basta capirlo una volta per tutte. Per arrivare a questa conclusione certo non possiamo affidarci all’emotività prodotta della crisi, alla estemporaneità delle valutazioni che l’accompagnano, alla partigianeria ideologica di chi ne porta la colpa, né fidarci di gente e personaggi che non

hanno alcun credito scientifico né materia culturale per decretare (ipse dixit) la conclusione di una regionalità storicamente agli albori. Se solo ci rendessimo conto di aver seguito indicazioni economiche sbagliate e di aver accettato programmazioni senza sbocco, avremmo ancora il tempo necessario per correggere gli errori, per cambiare strada, e scegliere in direzione delle nostre migliori qualità sociali (moderazione, coesione e pazienza) e delle nostre peculiarità: ambientali, naturali, storiche e culturali. Chi vieta, e cosa, di puntare decisamente ad un’agricoltura di nicchia?; di valorizzare sostanzialmente l’artigianato tradizionale e quello artistico?; di

esaltare turisticamente e culturalmente le catene montuose, le piane, le colline, il tratto di costa, emendandoli delle brutture con cui sono stati violati?; di creare un circuito irripetibile della storia millenaria di sanniti e le testimonianze che ne affermano l’unicità?; di riconquistare la cultura contadina nella sua essenza e matrice delle nostre migliori qualità di popolo e di collettività?; di pretendere che l’università del Molise si ponga nella condizione di assecondare sul piano scientifico questo nuovo approccio alla realtà?; di liberare dal peso della speculazione e del clientelismo l’enorme dotazione sanitaria per renderla un realistico polo di attrazione?; di considerarci una entità storica, economica, territoriale in grado di reggersi sulle proprie gambe e di camminare senza le stampelle dei demagoghi della globalizzazione e dei mistificatori del meticciato quale tributo al progresso? Prima di cedere al qualunquismo delle aggiunzioni territoriali e delle aggregazioni demografiche, sarebbe interessante avere una qualche risposta. Dardo


REGIONE Tour Bike e Cammina Molise: due fiori all’occhiello del Molise Annotiamo due appuntamenti di prestigio sotto il profilo ambientale e naturalistico: la settima edizione Tour Bike e la diciassettesima edizione di Cammina Molise che quest’anno ha ricordato uno studioso molisano morto a soli 28 anni : Flavio Bruni. Se li ascrivono a proprio merito, e a vantaggio di quanti (e sono sempre più numerosi) amano la natura, la Cattedra Itinerante per la lettura del territorio e la Cattedra dei Tratturi e quella di Storia dell’Associazione italiana insegnanti di geografia (Aiig) presieduta con avvedutezza e lungimiranza da Rocco Cirino. Le due iniziative evidenziano le tante risorse rimosse o nascoste di questa nostra terra. Nel corso del Tour Bike sui tratturi molisani si sono cimentati oltre novanta bikers innamorati delle nostre vie verdi accolti dal benvenuto dell’assessore al turismo Marinelli. A sua volta, Cammina Molise ha coinvolto oltre 200 marciatori provenienti da tutte le

regioni italiane a supporto di ciò che viene ed è considerato un turismo di qualità, nato da una felice intuizione dell’arch. Giovanni Germano che 17 anni fa, con un gruppo di amici e conoscenti, volle tornare in Molise a piedi da Roma per incontrare le persone e dare una testimonianza di amore verso la propria terra che, seppure lasciata per motivi di lavoro, non è

stata mai dimenticata. Ogni anno, da 17 anni, di paese in paese si prende conoscenza di ciò che si è fatto e di ciò che si può fare per non veder morire i piccoli centri, ma stupendi, appollaiati spesso a speroni o alle falde dei monti. Ogni anno una dozzina di paesi vengono coinvolti nella manifestazione per il riscatto delle aree interne molisane, protagonisti coscienti di una

realtà che avrebbe molto da spendere se solo fosse assistita e curata con la dovuta attenzione e dotazione di mezzi economici e finanziari. In quest’azione di promozione territoriale l’Aiig Molise si distingue per abnegazione e disponibilità e per saper essere anche, e soprattutto, attenta osservatrice delle note stonate. Una nota stonata che spesso si ripete nelle diverse edizioni, è la sentieristica. E non bastasse questa carenza, anche la segnaletica turistica mostra per intero insufficienza e inadeguatezza. Eppure, dicono, che per le due voci si spendono fior di quattrini. A Cammina Molise non è presente il CAI che potrebbe dare un suo contributo qualitativo alla manifestazione e Italia Nostra di Isernia si appropria della manifestazione facendo ripetere alla stampa locale che il tutto è organizzato in collaborazione con l’associazione La Terra. Due situazioni che non aiu-

Smi, la Fillea Cgil: la Regione conceda la Cig agli 80 dipendenti CAMPOBASSO – La Fillea Cgil Molise attacca il governo regionale sulla gestione degli ex lavoratori della Smi e sulla situazione delle strade molisane. “I lavoratori di San Felice del Molise, Mafalda e Montenero di Bisaccia ex SmiSrl non sono Lsu (Lavoratori socialmente utili), come lo erano i lavoratori in Cigs e in Mobilità chiamati a lavorare dalla P.a. fino a circa 10 anni fa”, ricorda il segretario Pasquale Sisto. “La Regione Molise a suo tempo (nel gennaio del 2009) poteva fare qualcosa per impedire la chiusura di un attività produttiva che da più di 30 anni dava sicurezza a più di cento famiglie in una zona molto difficile del Molise, non rilasciando l’autorizzazione amministrativa alla costruzione della centrale elettrica a biomasse in una zona a rischio esondazioni dal fiume Trigno. Se l’assessore al Lavoro della

Regione Molise adesso vuole recuperare l’errore fatto a suo tempo dal suo collega dell’Industria, deve concedere la Cig in deroga per 12 mesi a favore dei circa 80 lavoratori ancora dipendenti della Smi a partire dal 21 dicembre 2011, giorno di scadenze della Cigs”. Poi, Sisto lancia una frecciata sulla questione strade. “Poi basta con questa storia dell’autostrada, la cosiddetta Termoli San Vittore del Lazio che comunque siamo convinti che non si realizzerà in quanto non ci sono i soldi necessari. Per lo sviluppo del Molise non serve costruire la Termoli-San Vittore, ma serve sicuramente ammodernare e rendere più sicure e più scorrevoli le strade esistenti che collegano il mare Adriatico con il Lazio e la Campania quali la Fv del Biferno, la Ss 17, la Ss Venafrana e la Fv del Trigno”.

tano la manifestazione e soprattutto la verità. Anche sotto l’aspetto pratico, se si tiene conto che Italia Nostra di Isernia, nell’occuparsi della sentieristica nelle are di propria competenza, spesso fa percorrere tracciati non proprio in sicurezza (vedi il percorso sul Lorda già in passato oggetto di incidenti), come hanno più volte rilevato i responsabili dell’Aiig. I quali, ancora una volta, sulla scorta della fatica che profondono e delle energie che dedicano alla valorizzazione e alla tutela dell’ambiente naturale delle nostre contrade, per le prossime edizioni di Cammina Molise, suggeriscono di non fare affidamento sui politici né sui professionisti che operano all’interno di Associazioni ambientaliste. Ma sull’entusiasmo e sulla dedizione dei volontari che, in assenza delle amministrazioni locali, si adoperano e fanno del loro meglio per accogliere i marciatori. Dardo

Protezione civile, oggi esercitazione a Civitacampomarano CIVITACAMPOMARANO – Il Comune di Civitacampomarano ha organizzato per questa mattina, dalle 9 alle 13, un’esercitazione di protezione civile. All’iniziativa parteciperanno l’associazione P.a. Avs Molise Emergenza, con il corpo nazionale del soccorso alpino delegazione del Molise, l’associazione nazionale Autieri d’Italia (sezione di Pescopennataro), ed il soccorso Cinofili persone disperse di Pescopennataro. La simulazione prevede la dimostrazione di tecniche di soccorso sanitario, il recupero di un soggetto infortunato in luogo impervio e la ricerca di un disperso. Inoltre, a cura dei ragazzi che hanno partecipato al campo scuola “Anch’io sono la protezione civile”, svoltosi lo scorso luglio a Pescopennataro, saranno dimostrate le tecniche antincendio.

Angela Crolla Dopo 23anni dietro le quinte è giunta l’ora di scendere in campo


REGIONE Primarie, Natale: inflessibili e trasparenti Il presidente del comitato promotore corre ai ripari dopo le polemiche sulla corretta modalità di svolgimento delle consultazioni con cui si sceglie oggi lo sfidante di Michele Iorio CAMPOBASSO – Alla vigilia del voto che deciderà lo sfidante di Michele Iorio alle elezioni regionali del 16 e 17 ottobre, il comitato promotore delle primarie del centrosinistra ha fatto il punto e ribadito le ‘istruzioni per l’uso’ dell’attesa consultazione di oggi. Ma prima di tutto il presidente Mauro Natale ha voluto fugare i dubbi sul corretto svolgimento di questa pre-elezione che vede sfidarsi Massimo Romano, Paolo Frattura, Antonio D’Ambrosio, Michele Petraroia e Nicola D’Ascanio dopo le polemiche roventi delle

ultime settimane. Tanto che chi questa mattina si accorgerà di aver perso la tessera elettorale o il certificato che solitamente rilasciano i Comuni di residenza in caso di smarrimento, non potrà esprimere la preferenza. Una misura necessaria anche se lo stesso Natale ha detto che “i brogli sono improbabili giacché le schede sono tutte vidimante e i presidenti di seggio, a cui abbiamo consegnato un vademecum, saranno inflessibili”. Insomma, tutto dovrebbe svolgersi nella massima trasparenza, peccato solo che i Co-

muni (a parte qualcuno) resteranno chiusi. Intanto Laura Vincelli e Giampiero Cesario (entrambi componenti del comitato) hanno spiegato per l’ultima volta le modalità di voto. I seggi, che sono 123 sparsi in 136 comuni del Molise, apriranno alle 9 e chiuderanno alle 21, subito dopo inizieranno le operazioni di spoglio. Per votare occorrono carta d’identità e tessera elettorale (o certificato per chi l’avesse smarrita) oltre al contributo simbolico di 1 euro. In particolare, nella città capoluogo saranno 5 i gazebo (piazza Municipio, davanti alla stazione ferroviaria, via Gramsci, chiesa Mater Ecclesiae e parco San Giovanni), mentre ad Isernia quattro (piazza della Repubblica, San Lazzaro, piazza Celestino V e via Veneziale), ai quali dovranno recarsi anche gli elettori di Sant’Agapito. Tra i centri maggiori, a Termoli saranno insediati tre seggi (istituto Bernacchia in via

XX settembre, scuola Elementare di via Stati Uniti e via Santa Maria degli Angeli in località Difesa Grande), mentre Bojano accoglierà gli elettori di San Massimo e Agnone quelli di Castelverrino. Per esprimere la propria preferenza, il cittadino-elettore dovrà tracciare una croce sul nome del candidato prescelto tra i cinque presenti sulla scheda che riceverà al momento del voto. AD

Termoli

Campobasso

I CENTRI PRINCIPALI Si vota dalle 9 alle 21 nei 123 seggi sparsi in tutta la regione pagando 1 euro

Campobasso: piazza Municipio, via Cavour, via Gramsci, piazzale chiesa Mater Ecclesiae e parco San Giovanni Isernia: piazza della Repubblica, San Lazzaro, piazza Celestino V e via Veneziale Termoli: via XX settembre, via Stati Uniti e via Santa Maria degli Angeli

Sondaggi, primarie a parte mette Iorio vince ancora L’inchiesta a confronto CAMPOBASSO – Se si andasse a votare oggi per il rinnovo del Consiglio regionale, la spunterebbe, ancora una volta, Michele Iorio. Circola infatti nei palazzi della politica un sondaggio che mette a confronto le percentuali di preferenza dell’uscente presidente della Regione con tutti e cinque i candidati di centrosinistra che proprio oggi si sfidano alle primarie. I dati, grezzi e non definitivi, della ricerca fatta dal 29 agosto al 2 settembre, dicono però cose molto interessanti. Tanto per cominciare che il candidato più pericoloso per il governatore è Michele Petraroia, che nel confronto viene battuto da Iorio, ma solo di pochi punti percentuali. All’ex sindacalista

della Cgil andrebbero infatti il 47,5% dei consensi (al numero uno di via Genova il 52,5%). Dietro di lui Paolo Di Laura Frattura che prenderebbe il 46,7% dei voti (a Iorio il 53,3%); seguono a ruota Nicola D’Ascanio con il 43,4% (Iorio la spunta ancora con il 56,6%) Massimo Romano (43,1% contro il 56,9% del presidente) e Antonio D’Ambrosio (42,5% vs. 57,5%). Per quanto riguarda le intenzioni di voto degli intervistati, il centrodestra vincerebbe con il 48,5% mentre al centrosinistra andrebbe il 46,2% e al terzo polo il 5,3%. E’ chiaro che, soprattutto per il partito fantasma di Udc, Fli e Api il dato non è affidabile poiché i centristi hanno recentemente ufficializzato l’al-

gli aspiranti leader del centrosinistra con il governatore uscente e le intenzioni di voto sulle coalizioni Petraroia sarebbe il più pericoloso leanza con il Pdl (a parte l’Api di Erminia Gatti che appoggia il centrosinistra sperando però che vinca le primarie Paolo Frattura.) Il sondaggio poi non riporta le dichiarazioni degli indecisi (che tante volte incidono in maniera

pesante sull’esito delle consultazioni) e che anche in questo caso rappresentano il 26,4% degli elettori. Va considerata inoltre l’assenza di un leader dichiarato di centrosinistra (ma oggi si conoscerà il suo nome) che riduce di

circa il 2% il peso dei singoli candidati del Pd, considerando che l’intervistato di turno ha formulato l’indicazione di voto avendo già fatto almeno la scelta dello schieramento. redpol


CAMPOBASSO Porta droga al figlio detenuto, madre nei guai per spaccio Sessantenne beccata in carcere dalla polizia penitenziaria: scattano le manette CAMPOBASSO - Si era introdotta all’interno del carcere di Campobasso nel tentativo di rifornire di droga il figlio detenuto, ma sulla sua strada ha trovato gli uomini della polizia penitenziarie e soprattutto l’infallibile olfatto di Alf, cane del Gruppo cinofili di Benevento: così una sessantenne di Napoli, N.A., è finita nei guai per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. La donna, nella mattinata di

ieri, aveva abilmente occultato un discreto quantitativo di hashish all’interno del proprio reggiseno, sperando di riuscire ad eludere le verifiche delle autorità. Ma si sbagliava. Seguendo la segnalazione del cane, infatti, gli agenti – coordinati dal sostituto commissario Lombardi - sono riusciti a rinvenire al termine della perquisizione l’involucro contenente circa cinque grammi di fumo: per la donna, colta in flagranza di

reato, sono quindi scattate le manette e dopo gli accertamenti di rito e stata rinchiusa nella sezione femminile della casa circondariale di Chieti. Grande soddisfazione per l’operazione – condotta nell’ambito dei controlli volti a prevenire l’ingresso di stupefacenti in carcere – è stata espressa anche dal direttore del istituto detentivo Armanda Rossi e dal comandante di reparto Francesco Maiorano.

Convalidati gli arresti per due pusher marocchini Uno finisce ai domiciliari Ieri nel Tribunale del capoluogo la direttissima. Si tornerà in aula il prossimo 13 settembre Direttissima, ieri nel Tribunale di Campobasso, per i due puscher arrestati nei giorni scorsi dagli uomini della Guardia di Finanza. Entrambi, di origine marocchina, erano stati beccati con 600 grammi di hashish. Dopo la convalida degli arresti, per uno dei due sono stati disposti i domiciliari. L’altro resterà dietro le sbarre, in attesa dell’udienza fissata al 13 settembre. I due, qualche giorno fa, avevano tentato di far perdere le proprie tracce imboccando una stradina secondaria nei pressi della strada statale 87, ma la loro corsa si era fermata al termine dell’insegui-

mento vincente condotto da una pattuglia delle Fiamme Gialle. Così, dopo il rinvenimento dello stupefacente, i due marocchini sono finiti in manette. Trentenni e residenti in territorio provinciale, sono stati intercettati dalle autorità al confine tra Molise e Campania, mentre cercavano di fuggire con il carico di droga: decisiva una manovra errata del pusher che era alla guida dell’autovettura, finito in una cunetta situata nei pressi della carreggiata. Valore complessivo dell’hashish posto sotto sequestro circa 10mila euro.

Movida ad alta tensione, altra rissa nella notte Schiaffi e spintoni per futili motivi: momenti di panico nel centro cittadino CAMPOBASSO – Qualche bicchiere di troppo, una parola tira l’altra, poi la situazione degenera: è così che un normale scambio di battute tra alcuni giovani si è trasformato lo scorso venerdì in una vera e propria baruffa, con tanto di calci, schiaffi e spintoni. Esasperato dai fumi dell’alcool, il diverbio – originato per futili motivi – ha presto imboccato i binari della violenza. A causare la lite - almeno stando a quanto affermato dai ben informati che hanno assistito alla vicenda – sarebbero stati alcuni precedenti scomodi tra i due contendenti, ritrovatisi casualmente alla stessa ora e nello stessa zona del centro cittadino per trascorrere qualche ora di

relax con le rispettive comitive. Occhiate minatorie e scambi verbali piuttosto coloriti prima di passare alle mani, in uno scontro che nel giro di poco ha visto coinvolgere anche gli amici dei due ragazzi: il tafferuglio, durato qualche minuto, è stato fortunatamente interrotto prima che riuscisse a generare pericolose conseguenze. La colluttazione, infatti, si è praticamente dissolta dinanzi alla ‘minaccia’ avanzata da uno dei presenti di allertare le forze dell’ordine: un’eventualità che ha fatto abbandonare ai balordi, datisi alla fuga immediatamente, i turpi propositi. Terminata la schermaglia, la situazione è gradualmente tornata alla normalità.

Bimba morsa da un serpente SAN MARTINO IN PENSILIS - Si trovava nella campagne limitrofe al centro abitato di San Martino in Pensilis, quando è stata morsa da un serpente, con ogni probabilità una vipera. La bimba di soli quattro anni, ieri po-

La piccola è stata ricoverata in ospedale, ma le sue condizioni non sono gravi meriggio protagonista della pericolosa disavventura, è stata immediatamente ricoverata al San Timoteo di

Termoli, nel reparto di pediatria: stando alle prime indiscrezioni, le sue condizioni non sarebbero gravi.

7 ANNO IV - N° 199 DOMENICA 04 SETTEMBRE 2011


CAMPOBASSO Sulle scuole il sindaco non si sente tranquillo Nemmeno i tecnici la pensano allo stesso modo. C’è chi dice che alcune strutture andrebbero abbattute e chi solamente rinforzate L’approssimarsi dell’apertura del nuovo anno scolastico evoca non poche preoccupazioni agli amministratori comunali che sono i più esposti alla difficoltà di assicurare la piena agibilità delle strutture e la loro sicurezza sismica (la Provincia s’è mossa prima). Lo stato d’incertezza su cosa fare, e come fronteggiare il ritorno sui banchi degli alunni delle materne, delle elementari e delle scuole medie, sta agitando le giornate del sindaco Di Bartolomeo assai preoccupato e poco assistito dal resto delle istituzioni che con la sicurezza scolastica dovrebbero condividere responsabilità e preoccupazione. Un tecnico di prestigio in materia strutturale gli ha detto che

alcuni plessi scolastici andrebbero abbattuti; altri tecnici sarebbero di avviso contrario trattandosi di strutture ad un piano. Ciò non lo aiuta a stabilire una linea d’indirizzo che lo sollevi dalle angustie anche se tutto è pronto per mandare in appalto i due milioni e 500mila euro assegnati dalla Regione Molise e derivati dall’utilizzo dell’articolo 12 dell’ordinanza commissariale numero 13 del 2003 per la riparazione funzionale con primi interventi di miglioramento sismico, che il gruppo di tecnici incaricati ha provveduto a suddividere per lotti di 140mila euro da impiegare per una prima fase della messa in sicurezza dei vari plessi scolastici individuati dall’Amministrazione in considerazione di una scala di priorità. In tutto 18 interventi, molti dei quali eseguibili senza interferire con l’attività scolastica. Ma, come accennavamo, il sindaco si trova tra l’incudine di chi gli dice che alcune scuole sono a rischio di crollo in caso di una scossa tellurica consistente, e il martello di chi gli dice che, intervenendo con raziocinio e tempestivamente, il pa-

A scuola di emozioni con Amy Werba nel workshop organizzato da Abraxas Lab Dimostrare al pubblico come un attore può entrare nel personaggio, come si crea la giusta preparazione per entrare in scena. Grande successo per il workshop di preparazione emozionale organizzato da Abraxas Lab, scuola interculturale di pratiche teatrali, diretta dal regista Nicola Macolino. Protagonista della quattro giorni a Santa Croce di Magliano è stata Amy

Werba, artista di fama internazionale, fondatrice a Parigi del Bilingual Acting Workshop, cofondatrice e codirettrice del Living Conservatory di New York e, insieme a Judith Malina, del Living Theatre. Il corso, terminato nei giorni scorsi, ha chiuso i battenti con una lezione aperta al pubblico. “Mi sono trovata benissimo con Abraxas Lab – ha dichiarato la Werba - Abbiamo

lavorato insieme con armonia e con una buona dose di concentrazione e serietà. Spero di poter tornare di nuovo in questa scuola e collaborare ancora con il gruppo”. Il prossimo appuntamento con Abraxas Lab sarà a metà settembre, in cui si apriranno le iscrizioni al corso annuale. Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito www.abraxaslab.org.

trimonio di edilizia scolastica può sopravvivere. In attesa – è chiaro – che si possa disporre di finanziamenti tali da rinnovarlo da cima a fondo. Poco meno che un miraggio. Allo stato delle cose, con i due milioni e mezzo di euro, è possibile andare per gradi a creare condizioni minime di sicurezza. Come dicevamo, i progetti sono stati consegnati al dirigente della sezione lavori pubblici per essere appaltati. Frattanto il sindaco, preso dal timore di potersi trovare di fronte ad una situazione emergenziale, non se n’è stato con le mani in mano. Ha chiesto ed ottenuto il coinvolgimento del ministero della Pubblica istruzione, della Regione Molise e dell’università allo scopo di ottenere la disponibilità della Casa dello studente in cui sistemare innanzitutto le classi delle scuole materne ed elementari del Cep quelle, per intenderci, che gli è stato detto essere a rischio di crollo, quindi le altre classi eventualmente in difficoltà. Il

coinvolgimento c’è stato e pure la possibilità di utilizzare quella struttura ma, al solito, occorrono soldi, per adattarla alla nuova destinazione, e tempo, per eseguire i lavori. Ad occhio e croce, difficilmente tutto ciò sarà fatto entro settembre. Sempre in materia di edilizia scolastica il sindaco Di Bartolomeo intende introdurre la perequazione urbanistica: una sorta di do ut des tra l’amministrazione e il mondo dell’imprenditoria. Il comune dà all’imprenditore volumi edilizi in aggiunta a quelli consentiti e l’imprenditore in cambio dà al comune un nuovo plesso scolastico. In astratto l’idea regge; tutto da verificare , invece, il modo di metterla in atto: da una parte e dall’altra. Di solito siamo stati abituati a vedere l’interesse pubblico sopraffatto da quello privato e questa idea della perequazione urbanistica potrebbe non fare eccezione.

Trionfo del campus estivo a Riccia Il campus estivo organizzato dall’amministrazione comunale di Riccia, sotto la guida dell’assessore alle Politiche giovanili Mariapina Vassalotti, ha riscosso un grande successo. Sette giorni di vacanza e di relax, nel villaggio turistico Ciocca, per i bambini del posto. “Sono state giornate bellissime - ha dichiarato l’assessore Vassalotti - i piccoli si sono molto divertiti tra giochi e spensieratezza. I genitori sono rimasti così felici quasi da impormi – sorride - di ripetere l’esperienza l’anno prossimo…”. Una settimana in piscina: un’idea estiva riservata ai bambini di Riccia dai 6 ai 14 anni. Tutto organizzato dal Comune. Da parte delle famiglie, dunque, si è registrata un’eccellente risposta.

Mariapina Vassalotti

9 ANNO IV - N° 199 DOMENICA 04 SETTEMBRE 2011


Meteo

Oroscopo

ORARI

Campobasso Mattino

TRENI

Pomeriggio CAMPOBASSO-TERMOLI

Sera Notte Isernia

Termoli Mattino

Mattino

Pomeriggio

Pomeriggio

Sera

Sera

Notte

Notte

Arrivo 07:42 08:34 11:06 14:11 15:53 18:58 19:30 20:03 23:00

TERMOLI-CAMPOBASSO (DIRETTI)

La Ricetta Ainijèlle ch’i lampésciune e pellucce de casce (Agnello con i muscari e pallotte di formaggio) 800 g di carne di agnello 300 g di muscari 6 uova un dl di olio extravergine di oliva 2 spicchi di aglio un ciuffo di prezzemolo e un rametto di rosmarino

300 g di mollica di pane casereccio raffermo 300 g di formaggio di mucca stagionato e di caciocavallo grani di pepe, a piacere q. b. di semola q. b. di sale

Pulite i lampasciune, eliminando la pellicina esterna, e metteteli in una ciotola coperti di acqua fredda affinché perdano l’amaro, quindi asciugateli e praticate un’incisione a croce alla base. Versate l’olio in un tegame basso e largo e fatevi soffriggere dolcemente l’aglio privato della camicia e un trito di prezzemolo e rosmarino, aggiungete la carne di agnello tagliata a pezzi piccoli e regolari e fatela rosolare. Salate, incoperchiate e lasciate cuocere per 30 minuti, mescolando di tanto in tanto. Trascorso il tempo necessario, unite i lampasciune, fateli insaporire, quindi aggiungete qualche mestolo di acqua calda e continuate la cottura a recipiente coperto. Intanto, in una ciotola battete le uova con un pizzico di sale, unite la mollica di pane sbriciolata finemente, il formaggio e il caciocavallo grattugiati, fino ad ottenere un composto piuttosto consistente. Aggiungete un trito finissimo di prezzemolo e di aglio e una spolverata di pepe. Amalgamate, fate insaporire il composto per circa 30 minuti, quindi con le mani inumidite fate le Pellucce de casce, un po’ più grandi di una noce; adagiatele delicatamente nel tegame e fatele cuocere, a recipiente coperto, senza mescolare. Portate in tavola l’Ainijèlle ch’i lampésciune e pellucce de casce nello stesso tegame di cottura e gustate questo profumato piatto della tradizione. tratta da Molisenda 2010 a cura di Enzo Nocera e Rita Nocera Mastropaolo

Numeri utili

CAMPOBASSO

ISERNIA

Farmacia di turno NERILLI Via Monforte, 2 Tel. 0874.311373

Farmacia di turno DI TOMMASO C.so G. Garibaldi, 48 Tel. 0865.50891

MANZONI (di appoggio) Via Manzoni Alessandro, 89 Tel. 0874.97070

Ospedale Veneziale centralino 0865.4421

Ospedale Cardarelli centralino 0874.4091 Municipio 0874.4051 Stazione Ferroviaria Tel. 892021 Taxi 0874.311587-92792 Soccorso Aci 803116

Municipio Tel. 0865.50601 Stazione Ferroviaria Tel. 0865.50921

TERMOLI Farmacia di turno TRABOCCHI - Via Tevere, 17 - Tel. 0875.705030 PARAFARMACIA DI LENA - Tel. 0875.707976 c/c La Fontana (sempre aperta, anche sabato e domenica, orario continuato)

Ospedale San Timoteo centralino 0875.71591 Municipio 0875.7121 Stazione Ferroviaria Tel. 0875.706432 Capitaneria di porto Tel. 0875.706484

Partenza 05:49 06:49 12:17 13:17 14:38 16:14 17:12 18:40 20:48

Arrivo 07:38 08:24 13:58 15:00 16:19 17:57 18:49 20:30 22:38

Partenza 06:15 09:15 14:08 14:40 16:45 17:08 19:02 20:08

Arrivo 09:23 12:15 17:29 19:08 20:15 20:47 22:02 22:58

(NON DIRETTI)

Arrivo 08:53 10:10 11:40 17:19 19:54 22:54

Toro 21 apr - 20 mag

CAMPOBASSO-NAPOLI (NON DIRETTI)

Partenza 05:18 06:23 13:11 14:04 18:01

Arrivo 07:53 09:22 16:13 17:44 21:00

Gemelli 21 mag - 21 giu

NAPOLI-CAMPOBASSO (NON DIRETTI)

CAMPOBASSO-ROMA TERMINI Partenza 05:50 07:15 08:30 14:18 17:00 19:30

Ariete 21 mar - 20 apr

(NON DIRETTI)

(DIRETTI)

Partenza 06:00 06:48 09:30 12:20 14:14 17:11 17:40 18:18 21:00

ROMA TERMINI-CAMPOBASSO

Partenza 04:56 05:20 12:11 14:10 14:29 17:11 17:29 19:30

Arrivo 08:35 08:35 15:22 16:58 17:30 20:04 20:15 22:26

Cancro 22 giu - 22 lug

Leone 23 lug - 23 ago

AUTOBUS MOLISE TRASPORTI Tel. 0874.493080-60276 Fax 0874.628193 TERMOLI-CAMPOBASSO-ROMA-FIRENZE Il prolungamento per Perugia, Siena e Firenze si effettua solo il lunedì, mercoledì e venerdì Termoli: (Terminal) 5,10-12,30 Campobasso: (Terminal) 6,10-7,30-9,3013,30-16,00 Bojano: (P.zza Roma) 6,30-7,50-10,0013,55-16,20 Isernia: (P.zza Repubbl.) 7,00-8,20- 10,3014,25-16,50 Venafro: (S.S. 85) 7,25-8,45-10,55-14,5017,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 7,55-11,2015,15-17,40 Roma: (Staz. Tiburtina) 9,25-10,30-13,0016,45-19,15 Perugia: (Staz. Fontivegge) 11,30 Siena: (P.zza Rosselli) 12,55 Firenze: (P.zza Adua) 14,00 FIRENZE-ROMA-CAMPOBASSO-TERMOLI Firenze: (P.zza Adua) 14,10 Siena: (P.zza Rosselli) 15,15 Perugia: (Staz. Fontivegge) 16,40 Roma: (Staz. Tiburtina) 11,30-13,30 15,0018,30-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 15,00-16,3020,00 Venafro: (S.S.85) 13,15-15,35-17,00-20,3022,00 Isernia: (P.zza Repubbl.) 13,45-16,00-17,2520,55-22,25 Bojano: (P.zza Roma) 14,10-16,25-18,0021,25-22,45 Campobasso: (Terminal) 14,30-16,45-18,3021,45-23,15 Termoli: (Terminal) 17,45-22,45 NUOVA AUTOLINEA STATALE: VENAFRO - ISERNIA 7.15 Venafro - 7.45 Isernia ISERNIA - VENAFRO 16.30 Isernia - 17.00 Venafro

Vergine 24 ago - 22 set

AUTOLINEE SATI Tel. 0874.605220 Fax 0874.605230 CAMPOBASSO-TERMOLI: 4,35 - 6,15 (festivo) - 6,30 - 7,00 - 7,45 8,05 (anche festivo) - 11,00 (anche festivo) - 12,35 (anche festivo) - 13,45 - 14,10 (anche festivo) - 14,15 - 16,10 - 17,10 (festivo) 17,20 - 18,05 - 19,55 - 20,35 (anche festivo) TERMOLI-CAMPOBASSO 6,10 (anche festivo) - 6,40 - 6,50 - 7,45 8,15 - 8,30 (festivo) - 10,00 - 12,40 - 13,45 - 14,00 (anche festivo) - 14,10 - 16,05 (anche festivo) - 16,20 - 17,10 - 18,40 (anche festivo) - 19,25 - 20,00 - 21,35 (festivo) 22,10 (anche festivo) CAMPOBASSO-TERMOLI-PESCARA 6.30 7.40 9.10 8.05 (anche festivo) 9.15 10.45 14.15 15.25 16.55 17.10 (festivo) 18.20 19.50 PESCARA-TERMOLI-CAMPOBASSO 11.10 12.40 13.50 14.35 (anche festivo) 16.05 17.15 18.30 20.00 21.10 20.05 (festivo) 21.35 22.45 AUTOLINEA STATALE VENAFRO/ISERNIA/BOIANO/CAMPOBASSO/TERMOLI/ RIMINI/CESENA/IMOLA/BOLOGNA IL SERVIZIO È SVOLTO NEI GIORNI FERIALI DI

Bilancia 23 set - 22 ott

Scorpione 23 ott - 22 nov

Sagittario 23 nov - 21 dic

Capricorno 22 dic - 20 gen

LUNEDÌ - MERCOLEDÌ - VENERDÌ DA VENAFRO partenze 5.30 Venafro - 5.55 Isernia - 6.25 Bojano 6.50 Campobasso - 7.50 Termoli - 10.50 Area ser. Conero Est e Ovest - 12.10 Rimini - 12.55 Cesena - 13.45 Imola - 14.30 Bologna

Acquario 21 gen - 19 feb

DA BOLOGNA partenze 15.20 Bologna - 16.05 Imola - 16.55 Cesena - 17.40 Rimini - 19.20 Area ser. Conero Est e Ovest 22.00 Termoli - 23.00 Campobasso - 23.25 Bojano - 23.55 Isernia - 00.20 Venafro

NON SI EFFETTUA ALCUN SERVIZIO NEI GIORNI: CAPODANNO- PASQUA - 1° MAGGIO E NATALE

Pesci 20 feb - 20 mar

Ariete - Avete modo e tempo di considerare approfonditamente una questione nella giornata di oggi, poiché prendersi un intervallo per pensare alla propria vita o alle proprie ambizioni è più che giusto. Forse non dovete fare una scelta che vi cambierà la vita, ma valutare è nettamente meglio del dover riparare, in quanto non di può tornare indietro! Toro - Se preferirete non conformarvi alla massa in questa giornata allora sarà meglio tentare di prendere al volo una occasione per svignarvela e non restare intrappolati in qualche situazione che inevitabilmente vi porterebbe a pentirvi. Ogni tanto date ascolto alle persone che vi amano e che vi consigliano per il meglio e non per il peggio come pensate!

Gemelli - Tutto può andare a vostro favore, ma sarebbe opportuno anche impegnarsi e non aspettare che le stelle facciano tutto da sole. Non potete infatti approfittare di tanta benevolenza senza mettere del vostro ed in questo caso “il vostro” sarà rappresentato dal cercare di far venir fuori l’aspetto più altruista e generoso che è insito in voi ma che viene fuori troppo poco! Cancro - Non abbiate eccessivo timore di quello che potrebbe accadere nella vostra vita, in quanto dovreste viverla giorno per giorno piuttosto che assaporare ogni istante il timore di quello che verrà o di come andranno le cose. Se inoltre qualcosa non vi sta bene, dovete dirlo e non rimuginare in silenzio, non permettendo a nessuno di comprendervi! Leone - Qualche volta anche a voi è concesso essere egoisti, tuttavia nella giornata di oggi il vostro non altruismo si dovrà concentrare sul posto di lavoro, poiché qualcuno vorrà fare il furbetto chiedendovi un favore o una mano su una questione considerata di minima importanza. In realtà le cose potrebbero andare per le lunghe, quindi rifiutate adducendo impegni improrogabili! Vergine - Ora vi trovate in bilico, per cui non avete molto le idee chiare in generale. Sapete cosa dovete fare e come dovete liberarvi da certi pensieri, ma non riuscite a farlo e comunque non lo volete fino in fondo. E’ altresì possibile che vi siano delle incomprensioni con amici o con le persone che frequentate in questo periodo ma questo vi darà la scossa necessaria per reagire! Bilancia - In questa giornata non ci possono essere troppe questioni riguardanti lo stesso argomento, lo stesso documento o lo stesso progetto, altrimenti significherebbe che avete sbagliato qualcosa e che non siete stati abbastanza attenti su un qualcosa che riguarda la vostra carriera in modo diretto. Per queste ragioni ponete un occhio di riguardo alle eventuali critiche, così capirete cosa ne pensano gli altri!

Scorpione - Non potete saltare i pasti durante la giornata, poiché poi è possibile che il vostro fisico ne risenta in un modo o nell’altro, quindi se avete poco tempo e tanti appuntamenti, qualcuno datelo per pranzo ad un ristorante vegetariano, così unirete l’utile al più utile per la vostra salute. Se dovesse mancare quest’ultima, non potreste fare nulla di tutto ciò che vi piace ora! Sagittario - La giornata odierna sarà caratterizzata da innumerevoli incombenti ma potrete facilmente cavarvela se applicherete a tutto lo spirito giusto, ossia se prenderete alla leggera le questioni che non valgono la pena di essere approfondite e se invece vi impegnerete seriamente su quelle che potrebbero ad esempio, cambiarvi la vita! Tutto sommato è semplice! Capricorno - Nella giornata di oggi la sveglia suonerà presto e già questo potrebbe essere fonte di irritazione per voi che al contrario vorreste dormire tutta la mattinata. I più pigri lo faranno, ma poi si accorgeranno di avere delle grosse difficoltà a riprendere un ritmo biologico normale. Sul posto di lavoro potreste non essere al top e mostrare involontariamente qualche punto debole all’avversario!

Acquario - Nella giornata di oggi ci potrebbero essere una serie di questioni che vi daranno fastidio e che vi spingeranno ad essere un attimino isterici e poco disponibili con certe persone, le quali al contrario hanno una grande stima di voi e potrebbero prendersela per il vostro modo di considerarli. Alla fine infatti, vi accorgerete di aver esagerato e vi toccherà porre un rimedio.

Pesci - Nella giornata di oggi ci sono tante questioni da risolvere che riguardano le vostre ultime questioni burocratiche, quelle nelle quali non volete mai prendere parte ma che puntualmente vengono a scovarvi per darvi fastidio. Qualcuno per l’ennesima volta, ha fatto confusione e vi ha tirato in mezzo. L’opzione è avere pazienza oppure sfogarsi gridando!


N

V O

’ A IT

Su prenotazioni allo 0874 481034 e in vendita in edicola e nelle librerie a soli 19 euro e-mail: commerciale@lagazzettadelmolise.it redazione@lagazzettadelmolise.it

192 pagine a colori 7

Vita e pensiero

31

Sanità

59

Terremoto

103

Infrastrutture

125

Università

143

Imprese e lavoro

163

Politica internazionale

Il volume è disponibile nelle edicole di Campobasso - Libreria Mondadori ‘La Scolastica’ - via Monforte, - Grassi (via Manzoni) - Pelillo (piazza Cesare Battisti) - Renzulli - teatro Savoia - Bianchi

-

via Scarano Pinto (via XXIV Maggio) Edicola di fronte le casermette

e ad Isernia: - Edicola piazza Stazione - Edicola De Luca (via XXIV maggio) - Libreria Della Corte (corso Risorgimento)


ANNO IV - N° 199 - DOMENICA 04 SETTEMBRE 2011 - DISTRIBUZIONE GRATUITA

Redazione: via Carlomagno, 9 - Tel. 0865.414168 e-mail: lagazzettaisernia@alice.it L’OSCAR DEL GIORNO AD ANTONIO MONACO

L'oscar oggi se lo merita per intero il sindaco di Capracotta, Antonio Monaco, dell'Italia dei Valori, che, nonostante fosse in "terra nemica" ha partecipato con convinzione e determinazione alla conferenza organizzata dal Pdl a Capracotta per parlare di rilancio del turismo, con l'intervento del ministro Raffaele Fitto. Monaco ha dato dimostrazione di sensibilità istituzionale e senso di responsabilità, perchè ha guardato oltre gli steccati di partito, o dischieramento, che lo avrebbero visto più volentieri fuori dall'hotel capracotta a contestare gli uomini e le donne Berlusconiane. Bravo Monaco, magari tutti i sindaci di sinistra fossero come te. Un oscar te lo sei proprio guadagnato.

IL TAPIRO DEL GIORNO A GABRIELE MELOGLI

Il tapiro oggi lo regaliamo al nostro bene amato sindaco di Isernia, Gabriele Melogli, che rischia di fare la fine dell'asino di Buridano. Indeciso sulla sacca di fieno in cui mangiare, morì di fame, nonostante entrambe le sacche fossero piene. Ebbene, Gabriele Melogli, indeciso se candidarsi con l'Adc di Pietracupa, o con Progetto Molise di Luca Iorio, rischia di rimanere del tutto a piedi, perdendo un'occasione storica per andare in consiglio regionale a fare compagnia a re Michele. Probabilmente la verità è una sola e cioè che Melogli ha paura. Ha paura di confrontarsi, di scendere in pista e vedere se è più veloce di Bizzarro, Di Pasquale, o Di Bernardo. Probabilmente passerà la mano, restando altri sei mesi a Palazzo San Francesco e accontentandosi di passare alla storia politica di Isernia, come il sindaco dell'auditorium.

Termini Imerese: Di Risio in pole position MACCHIA D’ISERNIA

CAPRACOTTA

ISERNIA

Inaugurato il nuovo campo sportivo: struttura attesa da 15 anni

L’abbraccio del paese agli emigranti per la festa di Santa Maria di Loreto

Dalla Provincia arrivano indennizzi per la cessazione dell’attività commerciale

A PAG. 15

A PAG. 15

A PAG. 15

www.lagazzettadelmolise.it

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


ISERNIA Il piano presentato dall'azienda molisana ha ottenuto anche il via libera dei sindacati

Di Risio-Termini Imerese, è fatta Il Sole 24 Ore: mercoledì l'atteso annuncio dell'acquisizione dello stabilimento siciliano ISERNIA-Sarà affidato alla Dr Motor Company di Macchia d'Isernia il rilancio dello stabilimento Fiat di Termini Imerese. L'annuncio è previsto per mercoledì. La notizia non è ancora ufficiale, ma la fonte è senz'altro autorevole: Il Sole 24 Ore. Per il quotidiano economico il ministero dello Sviluppo economico dovrebbe ufficializzare la notizia mercoledì 7 settembre. Il piano di rilancio industriale dello stabilimento siciliano, presentato da Massimo Di Risio, è ritenuto il più credibile. Ambizioso, ma realistico. Per questo ha riscosso il via libera delle organizzazioni sindacali e del ministro dello sviluppo econo-

mico Paolo Romani, lo stesso che qualche mese fa aveva messo in panchina la squadra molisana capitanata da Di Risio. Ora, invece, il Sole 24 Ore (e il ministro), collocano la Dr in pole position. La casa automobilistica molisana, in sintesi, propone di realizzare in Sicilia quattro modelli di auto: si arriverà a una produzione di 60mila vetture l'anno entro il 2016. Entro quattro anni saranno riassorbito 1300 dei 1700 dipendenti dell'ormai ex complesso Fiat. A contendere lo stabilimento a Di Risio c'è rimasta solo la De Tomaso. Ma, come detto, le indiscrezioni raccolte al ministero dello sviluppo economico danno ormai

per fatto l'accordo con Di Risio. Giocano a favore dell'azienda molisana anche i numeri: dal 2008 – dice Il Sole 24 Ore – ha venduto 12mila auto. Inoltre dispone di una capillare rete di vendita. Oltre a due modelli già realizzati in Molise, la Dr a Termini Imerese produrrà due auto in fase di sviluppo. Una di queste è la Dr3, una berlina sportiva che sembra avere tutte le carte in regola per conquistarsi una fetta di mercato in un segmento alquanto combattuto. Insomma: Dr “trasloca” in Sicilia. Ma nessuna paura per i dipendenti molisani. Il cuore dell'azienda di Massimo Di Risio continuerà a battere in Molise.

Macchia d’Isernia Inaugurato il nuovo campo sportivo MACCHIA D'ISERNIA-Dopo tantissimi anni senza campo sportivo, anche Macchia d’Isernia torna ad avere a disposizione una struttura sportiva che darà la possibilità di partecipare ai campionati di federazione. Ieri l'inaugurazione. La nuova amministrazione comunale, guidata dal sindaco Nicolina Del Bianco, si è dedicata con il massimo impegno per portare a termine una infrastruttura sportiva di cui tutta la comunità di Macchia sentiva la mancanza, ormai da circa 15 anni. Per l’amministrazione comunale l’utilizzo del campo sportivo dovrà avere soprattutto una finalità sociale per poter dare ai bambini e ai giovani una opportunità per riscoprire i sani valori dello sport capaci di insegnare lealtà nella competizione ed impegno nel raggiungere i risultati; ulteriore scopo sociale dovrà essere quello di offrire a tutti i cittadini una ulteriore opportunità di socializzazione ritrovandosi a condividere la passione per la squadra del proprio paese e dei propri ragazzi sostenendoli con una tifoseria sentita, appassionata ma rispettosa dell’avversario. Anche per questo l’invito che l’amministrazione ha rivolto a tutti gli appassionati di calcio di Macchia è stato quello di costituire una società sportiva che non abbia fini di lucro o di stupide tendenze a porsi risultati immediati ed impossibili ma che si dedichi soprattutto allo svolgimento di attività capaci di tendere allo sviluppo psicofisico dei bambini e degli adolescenti. Il campo sportivo di Macchia, in località Madonna delle Valli, intitolato a “Antonio Beltrante e Antonio Rizzelli”(due giovani sportivi macchiaroli scomparsi prematuramente) ha un nuovissimo tappeto di gioco in erba naturale e da ieri è stato “riconsegnato” alla cittadinanza con una semplice manifestazione all'insegna dello stare insieme riscoprendo il piacere di condividere ed apprezzare un bene pubblico da tanto atteso.

Pnalm, al via i corsi per formare i volontari PESCASSEROLI-Ultimi giorni utili per iscriversi al seminario dal titolo “Lettura del Paesaggio naturale e rurale”, organizzato nell'ambito della collaborazione tra l'Ente Parco e l’Università di Camerino. Il seminario si svolgerà il 16, 17 e 18 settembre presso il Centro Operativo del Servizio Educazione di Villetta Barrea e

prevede lezioni teoriche ed una sessione pratica sul campo. Il seminario è compreso in un nuovo programma di volontariato denominato “Volontari in-Formazione”, che consiste in un turno di 14 giorni appositamente predisposto, durante il quale, oltre alle normali attività, i volontari potranno frequentare il seminario.

Tornano ogni tre anni per la festa in onore di Santa Maria di Loreto

Capracotta riabbraccia i suoi emigranti CAPRACOTTA-Paese in grande fermento per i festeggiamenti in onore di Santa Maria di Loreto, che si tengono ogni tre anni. Un momento importantissimo per l’intera comunità. In questi giorni si aspetta un flusso massiccio di presenze, con il ritorno di molti capracottesi da tutto il Mondo. Un appuntamento con la propria storia e una tradizione che si perde nella notte dei tempi. Anche questa volta la comunità è pienamente consapevole dell’importanza che questo appuntamento riveste sotto il profilo religioso, ma che rappresenta anche un importante momento per la promozione dell’immagine della località stessa. Giorni di fervore, quindi, che contagia l’intera comunità. La Sacralità e il divertimento vanno sostanzialmente a braccetto in questi giorni di grande entusiasmo durante i quali i capracottesi si prodigano affinché i festeggiamenti in onore della Madonna di Loreto possano essere i più belli e significativi possibile. Infatti, non

va dimenticato che questo è un appuntamento particolarissimo, che si materializza giorno dopo giorno, durante un percorso di ben tre anni. Per cui i capracottesi sono estremamente legati a questa Festa che assume un significato che va oltre l’immaginario comune per l’attaccamento a questa tradizione popolare che non conosce confini. Quest’anno ricorre anche il 150° anniversario dell’unità d’Italia, per cui la Festa si accomuna a quella di tutti gli italiani. Una Festa nella Festa, dunque, a completamento di uno splendido momento di fratellanza e di condivisione a cui sono chiamati a partecipare non solo coloro i quali vivono a Capracotta, ma soprattutto i tanti concittadini che per le vicissitudini della vita hanno dovuto lasciare la terra natia a cui, però, fanno ritorno con enorme gioia. Pertanto, ci si appresta a vivere questo appuntamento nel migliore dei modi. Capracotta è ancora una volta pronta ad accogliere con la cortesia e la

gentilezza che la contraddistingue, i suoi figli e tutti coloro che vorranno rendere onore alla Madonna di Loreto ed alle tradizioni locali. La sfilata dei cavalli bardati la sera del 7 settembre e il successivo giorno 9 settembre rappresentano il meglio della tradizione popolare che si perde nei secoli passati. Un rito che appassiona i capracottesi ed incuriosisce i visitatori e tutti coloro che assistono a questo rito.

Indennizzi per la cessazione delle attività commerciali ISERNIA-Filomena Calenda, segretario regionale del partito Pensionati e assessore provinciale di Isernia, comunica che con un decreto legislativo è stato introdotto l’istituto dell’indennizzo per la cessazione dell’attività commerciale, il quale stabilisce che “salvo quanto disposto dall’articolo 4 l’indennizzo spetta dal primo giorno del mese successivo a quello di presentazione della

domanda fino a tutto il mese in cui il beneficiario compie il 65° anno di età, se uomo ovvero il 60° anno di età se donna” Con apposita circolare l’Inps comunica i requisiti e condizioni per la concessione dell’indennizzo stesso.” I cittadini interessati possono rivolgersi al Patronato A.C.A.I di Isernia, via Berta 90 tel 0865/299203, cell. 338/1665099.

15 ANNO IV - N° 199 DOMENICA 04 SETTEMBRE 2011


TERMOLI II segretario nazionale della Fai-Cisl, Augusto Cianfoni, fa il punto della situazione

Incendi boschivi, pianificare la prevenzione Occorre assicurare, con una programmata gestione diretta di Comuni, Comunità montane e Province, tutte le attività idrauliche, agrarie e forestali Il segretario nazionale della Fai Cisl, Augusto Cianfoni, fa il punto della situazione sugli incendi boschivi della scorsa estate e sulla situazione che investe i lavoratori forestali. “L'estate scorsa, puntuali come una ineluttabile condanna, decine di migliaia di ettari bosco e di macchia mediterranea in ogni Regione sono andati in fumo. E' un'altra sfaccettatura del decadimento generale dell'Italia che celebra i suoi ultimi centocinquant'anni con un piede nella fossa, ma si inebria di retorica”. Cianfoni si sofferma su quanto dichiarato dal ministro Romano nel fare un resoconto della lotta

agli incendi lodando i meriti del Corpo Forestale dello Stato. “Ciò è comprensibile – scrive il segretario -, ma ci permetta il Ministro, non totalmente condivisibile. Ne diamo ragione! Negli stessi giorni in cui nei cieli d'Italia volavano instancabili i Canadair e gli Elicotteri, migliaia di lavoratori forestali vivevano la frustrante condizione di inutilità e di depressi creditori di stipendi e di diritti sanciti dalla contrattazione, colpevolmente elusi dallo Stato, dal Corpo Forestale dello Stato e dalle Regioni. Non ci sono soldi, ci dicono da anni! Ma ce ne sono per il business dell'antincendio,

banchetto cui partecipa la peggiore politica e i grandi Commis di Stato, delle Regioni e delle Province”. Cianfoni chiede direttamente al Ministro di farsi promotore di una Commissione di inchiesta parlamentare “per verificare: quanto costa allo Stato e alle Regioni questo grande baccanale del pronto soccorso; chi lucra su questo business; quante giornate di lavoro si potrebbero garantire con il costo di ogni ora di volo dei Canadair; quali danni produce alle popolazioni della montagna, espropriate di occupazione e di reddito, che verrebbero invece

Anziano cade dall’albero e si frattura il femore PORTOCANNONE – Era sulla scala a pioli intento a raccogliere i fichi sull’albero del suo giardino quando ha perso l’equilibrio cadendo rovinosamente a terra. Il tonfo e le grida di dolor del 76enne B.S. hanno fatto accorrere i familiari ed alcuni vicini di casa i quali hanno subito notato che l’anziano perdeva sangue dalla testa e aveva un arto non in posizione normale. Hanno immediatamente chiamato il 118 e in poco tempo sono giunti sul posto il medico e l’ambulanza dei Volontari della Misericordia. Dopo una prima medicazione sul posto B.S. è stato messo in sicurezza sulla barella e trasportato al Pronto Soccorso dell’ospedale San Timoteo. I successivi accertamenti hanno diagnosticato la frattura di un femore e leggero trauma cranico per i quali è stato ricoverato.

Cristo, l’essenza della predicazione della chiesa Cristo è l’essenza della predicazione e la croce e la resurrezione confermano che Dio stesso ha messo in opera il suo progetto di salvezza per l’uomo. La chiesa e il credente diventano i messaggeri di questo progetto. Sin dalla discesa dello Spirito Santo sugli apostoli nel giornodella Pentecoste, la chiesa cominciò a muovere i primi passi superando i confini di Gerusalemme ed era composta da tutti coloro che avevano creduto nel Signore Gesù ed avevano ricevuto lo Spirito Santo. Essa perseverava nell’insegnamento degli apostoli, nella riunione fraterna, nel rompere il pane e nella preghiera; effondeva la freschezza e la genuinità della vita di Cristo perché aveva preso sul serio e aveva saputo tradurre in azione le sue parole. Cristo stesso durante la vita terrena aveva sempre esortato i discepoli ad offrire ospitalità e a disinteressarsi dei beni materiali, a vivere intensamente la loro relazione con il Signore. Essa non metteva in dubbio le opere compiute da Gesù, credeva nella sua natura umana e divina, nella sua nascita miracolosa, nella sua resurrezione, nella sua ascensione e nella redenzione dell’uomo. La comunione fraterna spingeva i membri a mettere in comune ogni cosa, a mettere a disposizione le proprie capacità per meglio assolvere i compiti che crescevano man mano che aumentava il numero dei convertiti. Con l’espandersi della chiesa entrarono a far parte della comunità uomini di razza e mentalità diverse, come san Paolo e Barnaba che erano ebrei, eppure tutti insieme pregavano, digiunavano e si prodigavano per la diffusione dell’Evangelo. Il

loro assicurati con una programmata e pianificata gestione "diretta" di Comuni, Comunità montane, Province di tutte le attività idraulico agrarie e idraulico forestali, quelle delle opere di prevenzione degli incendi e di sorveglianza del territorio”. Il rappresentante dei lavoratori tiene a precisare che gli argomenti illustrati non vaqnno declinati "contro" il Ministro né verso chicchessia, ma è solo un contributo ad una inusitata riflessione che manca nel nostro Paese da troppo tempo. E poi continua ricordando che finita l'estate, arri-

veranno l'autunno e l'inverno con frane e allagamenti e “saranno ancora business della Politica come accade da sempre in Italia dove abbiamo saputo trasformare la Protezione Civile nel Ministero dei Lavori pubblici. Decine di migliaia di lavoratori – conclude Augusto Cianfoni - invocheranno lavoro e retribuzioni nell'indifferenza dello Stato e delle Istituzioni locali, ma non ci saranno i soldi perché assorbiti senza limite dal "Pronto soccorso"! Anche questo malcostume è tra le priorità di cui il Paese deve farsi carico”.

Tre feriti in altrettanti incidenti stradali Tre incidenti stradali, per fortuna senza gravi conseguenze per le persone, si sono verificati sul litorale e i basso Molise. Il primo è avvenuto a Guglionesi dove un giovane centauro è caduto a terra mentre percorreva il tratto di strada che conduce al Nucleo Industriale. Dai primi accertamenti ha riportato una ferita ed escoriazioni ad un arto inferiore. Il secondo sinistro è accaduto sul lungomare Cristoforo Colombo di Termoli dove un 43enne centauro è caduto dl proprio mezzo: anche per lui medicazioni ad un arto. L’ultimo incidente nel pieno centro di Portocannone dove si sono scontrati frontalmente un furgone e un’autovettura. Nell’impatto è rimasto ferito un uomo di 72 anni, anche per lui qualche ferita. In tutti e tre i casi feriti sono stati soccorsi dai medici del 118 e Volontari della Misericordia e trasportati al pronto soccorso del nosocomio termolese.

Signore Gesù stesso aveva proclamato la nascita della chiesa quando preannunziò a Pietro che tramite lui avrebbe fondato la sua chiesa. Essa non sarebbe potuta esistere prima della morte di Gesù perché doveva essere formata da tutti i riscattati dal sangue di Cristo né sarebbe potuta nascere prima della resurrezione e dell’ascensione, in quanto Gesù doveva essere coronato dal Padre come capo della chiesa e né sarebbe potuta venire alla luce se Cristo non fosse stato glorificato e non fosse disceso lo Spirito Santo. Essa era ed è il tempio santo, composta di “pietre viventi” ed è fondata sul Figlio di Dio; è il corpo di Cristo il quale ha lasciato la gloria celeste e ha dato sé stesso per acquistarla; è la sposa che egli cura teneramente, nutre, santifica e che presenterà “senza macchia” al Padre celeste. Segue gli insegnamenti del Maestro ed ha un mandato ben preciso: portare la buona novella della salvezza eterna per opera di Cristo Gesù. I credenti hanno il dovere di annunciare la salvezza eterna, il perdono dei peccati e la vita eterna con il Signore Gesù. Hanno il dovere di seguire e servire il Maestro per eccellenza, di essere disponibili a servire gli altri, ad accettare qualunque incarico anche il più umile; Stefano, il martire, serviva alle mense eppure era ripieno di Spirito Santo. L’amore che nutre la chiesa per il Signore Gesù dovrebbe renderla pronta e disponibile ad ogni evenienza sapendo che la ricompensa sarà grande nel regno dei cieli. Inoltre il Signore dà alle “pietre viventi” la saggezza necessaria per essere suoi te-

stimoni degni dell’appartenenza al corpo di Cristo Gesù, l’unico suo capo; di impegnarsi per la sua crescita e portare ovunque il messaggio della salvezza. Essendo pietre viventi ognuna è indispensabile per l’esercizio dei doni che il buon Padre Celeste le ha donato, essere un buon seminatore che porta buoni frutti. Avendo ricevuto la grazia di Dio, non può non farla conoscere agli altri, non può custodirla solo per sé perché verrebbe meno al mandato del Maestro “andate e predicate l’Evangelo in tutto il mondo”. La gioia nel Signore ci deve rendere viventi ed efficaci nel testimoniare la potenza di Dio. Nulla deve ci impedire di testimoniare di Gesù, qualora la timidezza o la paura dovessero coglierci, non dobbiamo fare altro che riflettere su quello che ha fatto il Signore Gesù per noi ed allora sentiremo la gioia di comunicare agli altri il messaggio d’amore, di perdono e di salvezza. CHIESA CRISTIANA EVANGELICA (COLLE MACCHIUZZO) VIA DELLE ORCHIDEE, TERMOLI VIA Dei Grecis ISERNIA www.evangelicatermoli.org. info@evangelicatermoli.org


TERMOLI Antonio D’Ambrosio alla fiera mensile di Termoli “Sono vicino ai problemi delle persone. Il cambiamento è possibile” Antonio D’Ambrosio, candidato alle Primarie del centrosinistra, ieri mattina si è recato presso la Fiera che si tiene il primo sabato del mese nella città rivierasca dove ha incontrato i cittadini con i quali ha discusso dei loro vari problemi. Questioni comuni che interessano moltissimi termolesi e i residenti dei paesi limitrofi. Si va dalla disoccupazione, alla crisi economica, alla cassa integrazione che sta toccando i lavoratori di diverse aziende presenti sul territorio e abbassa ancora di più il livello

del salario. “Le persone – ha detto D’Ambrosio - non riescono ad arrivare a fine mese e si aspettano una politica che sappia ascoltare le loro esigenze e risolvere queste tematiche. E’ su questo che si basa il mio programma. Sono vicino a loro e sono convinto che la politica debba rivestire un ruolo sociale e di ascolto. Sono convinto che bisogna portare avanti degli investimenti sui giovani e sulla loro formazione e sostenere le imprese meritevoli”. Un cambiamento, quello per un Molise mi-

gliore, h detto l’esponente di centrosinistra, che può e deve ripartire dalle Primarie che si terranno oggi. “Invito i cittadini ad andare a votare. A superare l’apatia e la distrazione che sta caratterizzando questo periodo. Il cambiamento è possibile. E con il vostro voto possiamo diventare i protagonisti di questo cambiamento. Ricordo ai cittadini – ha concluso D’Ambrosio – di informarsi sui seggi presenti nei loro paesi”. A Termoli sono stati allestiti presso la scuola Principe di Piemonte in piazza Mo-

Al via la ristrutturazione delle palazzine Iacp TERMOLI – Domani avranno inizio i lavori di ristrutturazione degli stabili di via Asia a Termoli. L’assessore regionale Gino Velardi e il presidente del comitato La Città dei Bambini Antonio Fasciano, hanno dichiarato la loro soddisfazione per l’esito dell’impegno speso. A seguito delle richieste inoltrate la scorsa primavera dai residenti di due palazzine dell’agglomerato urbano in cui sorgono le strutture abitative Iacp, l’assessore Velardi ha reso noto che l’opera di ristrutturazione prenderà il via domani. Tempi rispettati quindi, unitamente all’impegno preso; un impegno che l’assessore aveva asserito di voler assumersi all’interno di un incontro tenutosi con i residenti delle palazzine in oggetto e Antonio Fasciano, portavoce delle problematiche esposte dagli stessi residenti. Le palazzine, così come avevano reso noto gli abitanti, pre-

sentavano una condizione di reale degrado, dovuto ad una manutenzione che risulta inesistente da oltre un trentennio: infiltrazioni d’acqua piovana con consequenziale erosione di taluni punti degli stabili e muffa diffusa all’interno delle abitazioni. L’Assessore in breve tempo è riuscito a reperire e destinare fondi regionali, per un così corposo e necessario intervento edile “dimostrando – sottolinea Fasciano che ha seguito sin dall’inizio l’evolversi della situazione – come l’impegno sia stato rispettato e che questa è davvero la politica del fare, quella politica cioè che è in grado di passare in tempi utili, dalle parole ai fatti”. Per l’intervento di ristrutturazione dei due agglomerati abitativi, come rese noto Velardi durante uno degli incontri con i residenti lo scorso Giugno, avrà un costo complessivo di circa 500 mila euro.

numento, nella scuola di via Stati Uniti e in quella di Difesa Grande. Per votare bisogna presentarsi al seggio muniti di un documento di riconoscimento valido e della tessera elettorale. I seggi resteranno aperti dalle 8 alle 21.

Simona Colella alle finali nazionali di Miss Italia TERMOLI - Si svolgerà il 18 e 19 settembre 2011, nella location del Palasport di Montecatini Terme, in onda su Rai Uno dalle 20,30 circa, la finale nazionale di “Miss Italia 2011”, concorso dedicato non solo alla bellezza delle partecipanti ma anche alle loro doti, quali: personalità e stile. Con viva soddisfazione il sindaco di Termoli Basso Antonio Di Brino e l’amministrazione comunale sono lieti di comunicare che in tale occasione, anche la città adriatica verrà rappresentata dalla splendida diciottenne Simona Colella, eletta “Miss Campobasso” il 13 Agosto a Termoli. La termolese, durante la finale regionale che si è tenuta a Larino il 20 Agosto scorso, per un solo punto, non era riuscita a conquistare la fascia di Miss Molise che, come da regolamento, permette alla neo vincitrice di accedere direttamente alle finali nazionali, ma durante le prefinali nazionali, te-

nutesi dal 25 al 29 Agosto sempre a Montecatini Terme, grazie alla sua inopinabile bellezza, nonché alla sua determinazione, Simona ha conquistato l’accesso alle finali nazionali. Concorrerà al titolo di più bella d’Italia con il numero 35 e si esibirà sul palco del Palasport con spettacoli e sfilate di moda; inoltre, durante il concorso saranno previsti anche momenti di “talk show”, dove le ragazze potranno esprimersi al meglio, dando la possibilità alla giuria in carica di ampliare ed approfondire la conoscenza delle stesse. A tal motivo, il sindaco Di Brino e l’amministrazione comunale esprimono le proprie congratulazioni alla famiglia Colella per il successo ottenuto, augurando alla giovane termolese un grande in bocca al lupo per questa straordinaria e magica avventura, ed invitano tutti i cittadini a sostenerla durante le finali del 18 e 19 Settembre.

Mare di Racconti, i cinque giorni dell’incontro tra arte e disabilità TERMOLI - Si svolgerà da oggi al 9 Settembre, presso il centro di accoglienza dei frati minori Cappuccini di Via San Francesco, lo stage del progetto “ARTicoliamoci - percorsi artistici per la valorizzazione di nuovi strumenti comunicativi” promosso dall’associazione C.N.I.S. (Coordinamento Nazionale Insegnanti Specializzati sez. di Campobasso) e finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità in risposta all’“avviso finanziamento interventi finalizzati alla promozione delle pari opportunità nel campo dell’arte e dello sport a favore di soggetti diversamente abili”. Il progetto “ARTicoliamoci”, che ha visto la sua piena realizzazione a partire da Maggio 2011, si propone di evidenziare ed accrescere le capacità dei ragazzi con disabilità – di età compresa tra i 10 e i 20 anni – per l’accesso e la pratica di alcune discipline artistiche quali teatro, danza e musicoterapia, al fine di rafforzare le abilità e le competenze possedute ed integrare a livello relazionale, promozionale e culturale i disabili con i normodotati. Il progetto si avvale anche del contributo specialistico dell’Associazione “PerfomingArts”, la quale accompagnerà i partecipanti in un viaggio full immer-

sion dal tema "La performance artistico - creativa come processo di integrazione dei soggetti disabili". La proposta è quella di un percorso di formazione e di artigianato educativo che utilizza le svariate metodologie delle arti sceniche e dello spettacolo dal vivo. In questa settimana di lavoro, i ragazzi sono accompagnati a sperimentare gli elementari principi di apprendimento che sono alla base del fare artistico e dell’attività creativa. Elemento distintivo e fondante di questa sperimentazione, è l’apprendere attraverso la capacità recettiva dei cinque sensi e attraverso l’ineliminabile efficacia dell’esperimento. La settimana di lavoro nasce dalla ferma convinzione che ogni gesto artistico nasce, ed è sempre nato, da una attenta osservazione della realtà. La realtà è maestra sia del principio creativo che di quello artistico e non si può prescindere da questo tipo di approccio per trasferire all’allievo il possesso di una chiave interpretativa personale. Il rischio, oggi più che mai palese, è quello di ridurre la creatività ad una riproduzione meccanica e passiva, rinunciando all’investimento sulle doti, nascoste dal limite, che ognuno si trova ad avere, in qualsiasi condizione venga a trovarsi. I docenti Adalgisa

Turrisi, Franco Palmieri, Luca D’Andrea e Lilli Valcepina non sono altro che professionisti di diverse discipline che hanno fatto della loro arte un tesoro prezioso e raro che, nella unicità della pratica educativa, trova la maniera più adeguata di fiorire.


ANNO IV - N° 199 - DOMENICA 04 SETTEMBRE 2011 - DISTRIBUZIONE GRATUITA

SPORT

www.lagazzettadelmolise.it SERIE D, ESORDIO ESTERNO PER L’ISERNIA TRIVENTO E AGNONESE IN CASA Il ritorno in serie D, dopo quasi un decennio di lontananza, per l’Isernia Football Club inizia lontano dal Lancellotta. La squadra di Silvio Di Prisco esordirà in casa dell’Atessa Val Di Sangro e ovviamente l’obiettivo dei pentri è quello di partire subito con il piede giusto. Le prime uscite ufficiali in Coppa Italia hanno fatto già capire di che pasta è fatta la matricola molisana che, lo ricordiamo, è l’unica rimasta nella competizione tricolore, essendosi guadagnata l’accesso ai trentaduesimi di finale dopo aver superato Brindisi e Olympia Agnonese. Sulla scia dell’entusiasmo il team del patron Gianni Monfreda è intenzionato a lasciare il segno sin dalle prime battute, perché se è vero che l’obiettivo dell’Isernia è quello di mantenere la categoria, conquistata dopo tanti anni di sacrifici. A PAG. 21

CICLISMO, OGGI A VENAFRO IL MEMORIAL SILVESTRI Si svolgerà oggi a Venafro l'edizione 2011 del "9° Memorial Domenico Silvestri", organizzato dalla Società Ciclistica Venafro, affiliata alla Federazione Ciclistica Italiana riconosciuta dal Coni, la passeggiata ecologica in bici per ricordare Domenico Silvestri, appassionato dello sport della bicicletta, scomparso qualche anno fa prematuramente in un incidente stradale. L’assessore allo Sport Benedetto Iannacone invita i cittadini a partecipare numerosi: «Questa manifestazione negli anni ha vissuto un crescendo di successo e di partecipazione, segno che in tanti, adulti e bambini, amano sempre di più la bicicletta e prendere parte ad iniziative come il “Memorial Silvestri” . A PAG. 22

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


S P O RT LEGA PRO - II DIVISIONE

Assenti per squalifica Marino e Cruz: possibile l’esordio di Altobello e Triarico

Su il sipario: la parola passa al campo Parte oggi il campionato e il Campobasso è atteso dalla difficile trasferta abruzzese Finalmente la parola passa al campo che inizierà ad emanare i primi verdetti. Ovviamente parziali, essendo solo all’inizio, ma comunque indicativi. Dopo un’estate rovente si parte, tra ambizioni e sogni di gloria. Il Campobasso costruito dal duo Coscia – Provenza, con l’attenta supervisione del presidente Capone, avrà un esordio difficile. I molisani saranno impegnati sull’ostico rettangolo da gioco de L’Aquila, squadra che la passata stagione ha disputato un torneo di vertice. I rossoblù scenderanno in campo al Fattori per imporre il proprio gioco, così come impone il modus operandi di Provenza. Il tecnico salernitano avrà tutti gli uomini a sua disposizione, ad eccezione degli squalificati Marino e Cruz che devono scontare un turno dalla passata stagione. Difficile ipotizzare un undici titolare: il dato certo è che il Campobasso si schiererà con il 4-3-3. In porta andrà sicuramente Iuliano. La difesa dovrebbe essere composta da Scudieri e Altobello al centro, con Modica ed Esposito sulle corsie laterali. A centrocampo potrebbero operare Quadri, Cenciarelli e Giannattasio. In avanti D’Anna e Triarico dovrebbero fungere da sponda a Balistreri. Non è da escludere l’impiego dall’inizio del brasiliano Mateo, anche se le sue condizioni fisiche non sembrano ancora al top. Tuttavia gli ultimi dubbi di formazione saranno sciolti solo alla vigilia dell’incontro. Come noto non ci saranno tifosi rossoblù al seguito della squadra, sia per le norme restrittive, sia perché i gruppi organizzati hanno annunciato di non seguire il Campobasso. Al Fattori si giocherà alle 15 e ad arbitrare la gara tra L’Aquila e Campobasso sarà il sig. Monaco di Tivoli, coadiuvato da Caprari di Roma 1 e Cipolloni di Frosinone. RS

20 ANNO IV - N°199 DOMENICA 04 SETTEMBRE 2011

L’AVVERSARIO

L’Aquila dell’ex Piccioni pronta ad un torneo di vertice Confermata gran parte della rosa della passata stagione, L’Aquila è pronta per un altro torneo di alta classifica. La squadra della passata stagione è stata potenziata con gli innesti di Cunzi, Giglio e Colucci. Tra le file degli abruzzesi milita una vecchia conoscenza del Campobasso: quel Walter Piccioni che è rimasto nei cuori dei tifosi del lupo. Alla vigilia del match il tecnico de L’Aquila Ianni si è detto fiducioso in un’intervista rilasciata a laWalter Piccioni quilacalcio.com: “La squadra è stata con la maglia completata negli ultimi giorni di merde L’Aquila cato. Sono arrivati calciatori di grande qualità, che possono darci un grande contributo. La maggiore difficoltà è legata appunto all'amalgama che deve essere migliorata, per ragionare in campo con idee comuni. Oggi cercheremo con tutte le nostre forze il risultato pieno, per partire bene e per lavorare con maggiore tranquillità nelle prossime settimane.” Non è stato convocato per infortunio l'attaccante Giuseppe Giglio. Oggi al Fattori ci saranno anche i Falconieri dell’Aquila.

Il capitano Alberto Quadri

COSI’ IN CAMPO AL FATTORI ALLE 15.00 4-3-3

3 ESPOSITO 6 ALTOBELLO

1 IULIANO

9 D’ANNA 10 CENCIARELLI 4 QUADRI

5 SCUDIERI (MATEO)

11 BALISTRERI 8 GIANNATTASIO

2 MODICA

ALLENATORE: Provenza

7 TRIARICO

SQUALIFICATI: Marino, Cruz

INDISPONIBILI: ARBITRO: Monaco di Tivoli ASSISTENTI: Caprari di Roma 1 e Cipolloni di Frosinone

1^ GIORNATA

CLASSIFICA

AVERSA NORMANNA - PERUGIA CHIETI - MILAZZO FONDI - ARZANESE GAVORRANO - EBOLITANA GIULIANOVA - APRILIA L’AQUILA - CAMPOBASSO MELFI - CATANZARO NEAPOLIS - VIBONESE PAGANESE - CELANO VIGOR LAMEZIA - FANO

APRILIA ARZANESE AVERSA NORMANNA CAMPOBASSO CATANZARO CELANO CHIETI EBOLITANA FANO FONDI GAVORRANO GIULIANOVA ISOLA LIRI L’AQUILA MELFI MILAZZO NEAPOLIS PAGANESE PERUGIA VIBONESE VIGOR LAMEZIA

PROSSIMO TURNO 11 settembre-ORE 15.00 ARZANESE - GAVORRANO CAMPOBASSO - GIULIANOVA CATANZARO - NEAPOLIS CELANO - VIGOR LAMEZIA EBOLITANA - L’AQUILA FANO - MELFI ISOLA LIRI - AVERSA NORMANNA MILAZZO - PAGANESE PERUGIA - CHIETI VIBONESE - FONDI

Contratto calcio, Aic: ‘Lunedì la firma’

Zamparini, esposto sulla cessione di Pastore

''Il contratto collettivo dei calciatori con la Lega di serie A verra' firmato nella tarda mattinata o nel primo pomeriggio di lunedi' 5 settembre, mancano infatti solo ritocchi tecnici''. La posizione dell'Aic e' chiara: ''C'e' da rivedere - apprende l'ANSA da una fonte dell'Assocalciatori - solo qualche cosa legata al regolamento del collegio arbitrale che va allegato all'accordo. Il nostro avvocato, Calcagno e quello della Lega Briamonte, sono al lavoro per mettere a punto il tutto''.

Il Palermo ha presentato un esposto in Procura contro Marcelo Simonian, procuratore del calciatore Javier Pastore, ceduto dal club rosanero ai francesi del Paris Saint-Germain. E' stato lo stesso presidente del Palermo, Maurizio Zamparini, a confermare la notizia. ''Cosa e' successo? Ci hanno chiesto qualcosa di non dovuto - spiega Zamparini - e questo sotto la minaccia di non firmare il contratto. Eravamo quasi prigionieri di questa situazione''. Nell'esposto si parla di ''accordo estorto''.

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0


S P O RT CALCIO SERIE D

Esordio in trasferta per l’Isernia La squadra di Di Prisco, unica molisana impegnata fuori casa, farà visita agli abruzzesi dell’Atessa Val Di Sangro. In biancoceleste arriva il giovane difensore ’92 Fiorentino

De Filippis e Di Prisco

Il ritorno in serie D, dopo quasi un decennio di lontananza, per l’Isernia Football Club inizia lontano dal Lancellotta. La squadra di Silvio Di Prisco esordirà in casa dell’Atessa Val Di Sangro e ovviamente l’obiettivo dei pentri è quello di partire subito con il piede giusto. Le prime uscite ufficiali in Coppa Italia hanno fatto già capire di che pasta è fatta la matricola molisana che, lo ricordiamo, è l’unica rimasta nella competi-

zione tricolore, essendosi guadagnata l’accesso ai trentaduesimi di finale dopo aver superato Brindisi e Olympia Agnonese. Sulla scia dell’entusiasmo il team del patron Gianni Monfreda è intenzionato a lasciare il segno sin dalle prime battute, perché se è vero che l’obiettivo dell’Isernia è quello di mantenere la categoria, conquistata dopo tanti anni di sacrifici, è altrettanto vero che la squadra costruita dal diesse De Filippis sembrerebbe essere strutturata per ambire a qualcosa di più di una semplice salvezza. L’incontro odierno in terra abruzzese sembra essere di quelli abbordabili, almeno sulla carta; l’avversaria di turno, però, non è da sottovalutare: gli abruzzesi guidati in panchina da Donato Ronci, al suo esordio, sono un team giovane con qualche elemento di qualità, una squadra che fa dell’entusiasmo la sua arma. C’è un detto che recita: squadra che vince non si cambia. Salvo clamorosi ripensamenti mister Di Prisco dovrebbe riproporre lo stesso undici che domenica scorsa ha asfaltato l’Olympia Agnonese nella gara di Coppa Italia. Marconato tra i pali, in difesa al centro il muro difensivo sarà composto da Maglione e Giuliano, mentre i terzini dovrebbero essere i due giovani Boschetti e Ricci.A centrocampo agiranno davanti

Il Trivento riceve la Sambenedettese, stadio senza tifosi ospiti Il nuovo Atletico Trivento è pronto per l'esordio in campionato. Al Comunale di contrada Acquasantianni arriva la Sambenedettese di mister Ottavio Palladini. I gialloblù hanno lavorato duramente nel corso della settimana, svolgendo tra l'altro doppie sedute mercoledì e giovedì, a dimostrazione di quanto squadra, staff tecnico e società, tengono alla sfida d'esordio. Per la rinnovata formazione del presidente Edoardo Falcione quello che inizierà oggi è il campionato numero quattro in categoria, un traguardo decisamente importante per una piccola realtà come quella di Trivento. In casa gialloblù si respira un clima di grande entusiasmo, nonostante le note vicende legate al ritiro pre campionato. Capitan Corradino e compagni sono chiamati a partire con il piede giusto e nel corso della settimana mister Agovino, al suo debutto sulla panchina trignina, ha cercato di tenere tutti sulla corda non scoprendo le carte neanche nell'amichevole in famiglia di giovedì. Provando ad Il difensore Alessandro Varchetta ipotizzare l’undici anti-Samb, Agovino dovrebbe far affidamento al modulo 4-3-3 con Celi tra i pali, in difesa al centro Varchetta e Fusaro con gli under Giarrusso e Ligorio nel ruolo di terzini. Centrocampo affidato agli esperti Monti, Siciliano e Corradino. In attacco il tridente composto da Bisegna, Aquaro e Palumbo. Assenti, causa squalifica, Minadeo e gli ultimi due arrivati, gli under Catenaro e Allegretta. Il Trivento, tra l'altro, dovrà riscattare la sconfitta casalinga dello scorso anno quando i rossoblù riuscirono a imporsi in Molise grazie ad un gol di D'Angelo, pur chiudendo in inferiorità numerica per il rosso rifilato a Chessari. Ma si sa, quelli erano altri tempi, oggi inizia un nuovo campionato e la speranza dei trignini è che cominci sotto una buona stella. La partita si giocherà in assenza della tifoseria ospite: l’Osservatorio sulle manifestazioni sportive, infatti, su suggerimento della Questura di Campobasso, ha imposto la chiusura del settore ospiti dello stadio Comunale pertanto i biglietti per assistere alla gara, con fischio d’inizio fissato alle ore 15.00, saranno acquistabili solo dai residenti nella Regione Molise. Dirigerà l'incontro Carmine Di Ruberto di Nocera Inferiore. AP

CLASSIFICA

1^GIORNATA GIRONE F Ancona-R.C.Angolana

5-2

L. Canistro-Jesina

1-1

Atessa VDS-Isernia Atl. Trivento-Samb. O. Agnonese-San Nicolò Recanatese-Miglianico Riccione-Santegidiese Teramo-Civitanovese Vis Pesaro-Real Rimini alla difesa Digno e Pollidori, mentre alle spalle dell’unica punta Causio dovrebbero essere impiegati Cifani, Alessandrì e Pettrone. Torna finalmente a disposizione l’attaccante Covelli che in settimana è tornato ad allenarsi con il gruppo ma che probabilmente non sarà della contesa e potrebbe dunque partire dalla panchina. A dirigere l’incontro è stato designato il fischietto pugliese Francesco Masi della sezione di Bari. MERCATO: a poche ore dall’inizio del campionato il diesse biancoceleste Pino

Ancona* L. Canistro* Jesina* R.C.Angolana* Atessa VDS Isernia Atl. Trivento Sambenedettese O. Agnonese San Nicolò Recanatese Miglianico Riccione Santegidiese Teramo Civitanovese Vis Pesaro Real Rimini * una gara in più

3 1 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

De Filippis ha messo a segno un altro colpo di mercato: a rimpinguare il pacchetto arretrato ci sarà anche il giovane difensore centrale classe 1992 Alessandro Fiorentino proveniente dal Manfredonia. ANPA

L’Agnonese ospita al Civitelle la matricola San Nicolò Dopo l’uscita di scena dalla Coppa Italia, l’Olympia Agnonese si concentra sul campionato e nella gara di esordio al Civitelle la squadra di Corrado Urbano, al debutto sulla panchina bianconera, ospiterà gli abruzzesi del San Nicolò con l’obiettivo di mettere in cassaforte i primi tre punti della stagione. Il team granata si presenta ai nastri di partenza con una formazione consolidata nella sua ossatura principale e rafforzata dagli arrivi di giocatori importanti come D’Ambrosio, Keita, Ricamato e Partipilo. La matricola abruzzese, fresca vincitrice del campionato di Eccellenza, ha allestito una buona rosa con gli innesti dell’ex Teramo Orta e di giocatori di categoria come Mottola, Arce e Ciminà, quest’ultimo ex Monopoli e Villacidrese è arrivato da pochi giorni e non dovrebbe essere della contesa così come il fuoriquota Maziani. Per la gara di oggi il trainer dei bianconeri dovrà fare a meno in attacco di Alberto Bernardi che, seppure non abbia subito un grave infortunio come invece si ipotizzava nell’immediato dopo gara a Isernia domenica scorsa, dovrà restare a riposo per almeno tre, quattro settimane. Qualche problema fisico anche per il difensore cileno Bruno Pesce Rojas che giovedì pomeriggio, nel corso dell’amichevole, ha accusato un problema alla spalla e dunque per la partita di oggi dovrebbe essere previsto il suo forfait. Contro gli abruzzesi mister Ur-

Orlando potrebbe sostituire Bernardi

bano potrebbe schierare l’undici provato giovedì nel corso del test amichevole contro la formazione juniores: tra i pali ha schierato Pezone, in difesa da destra a sinistra Pifano, Pesce, poi uscito per infortunio,e sostituito da Scampamorte, Simone e Pellegrino. A centrocampo D’Ambrosio, Partipilo e Ricamato, attacco invece affidato a Keita, Gagliano e Orlando. Potrebbe essere questo dunque l’undici che scenderà in campo questo pomeriggio al Civitelle. Olympia Agnonese-San Nicolò sarà diretta dal fischietto pugliese Michele Sassanelli della sezione di Bari. PA


S P O RT CICLISMO

Al via il Memorial Silvestri Si svolgerà oggi a Venafro l'edizione 2011 del "9° Memorial Domenico Silvestri", organizzato dalla Società Ciclistica Venafro, affiliata alla Federazione Ciclistica Italiana riconosciuta dal Coni, la passeggiata ecologica in bici per ricordare Domenico Silvestri, appassionato dello sport della bicicletta, scomparso qualche anno fa prematuramente in un incidente stradale.L’assessore allo Sport Benedetto Iannacone invita i cittadini a partecipare numerosi: «Questa manifestazione negli anni ha vissuto un crescendo di suc-

CALCIO

cesso e di partecipazione, segno che in tanti, adulti e bambini, amano sempre di più la bicicletta e prendere parte ad iniziative come il “Memorial Silvestri” che rappresenta una giornata di sport, ma soprattutto un’occasione di strare insieme, di condividere un’esperienza di incontro all’aria aperta accomunati dalla passione per le due ruote.Sono certo che anche quest’anno la manifestazione incontrerà il favore dei venafrani, ed è questo il miglior modo per onorare la memoria di Domenico Silvestri»

FISE

Macchia d’Isernia torna Ponyadi 2011, il Molise risponde presente ad avere il suo campo Dopo tantissimi anni senza campo sportivo anche Macchia d’Isernia torna ad avere a disposizione una struttura sportiva che darà la possibilità di partecipare ai campionati di federazione. La nuova amministrazione comunale si è dedicata con il massimo impegno per portare a termine una infrastruttura sportiva di cui tutta la comunità di Macchia sentiva la mancanza, ormai da circa 15 anni, anche perché fin dagli anni settanta la squadra del paese ha sempre, non solo partecipato ai campionati e tornei di calcio, ma ha anche sempre ben figurato. Per l’amministrazione comunale l’utilizzo del campo sportivo dovrà avere soprattutto una finalità sociale per poter dare ai bambini ed ai giovani una opportunità per riscoprire i sani valori dello sport capaci di insegnare lealtà nella competizione ed impegno nel raggiungere i risultati; ulteriore scopo sociale dovrà essere quello di offrire a tutti i cittadini una ulteriore opportunità di socializzazione ritrovandosi a condividere la passione per la squadra del proprio paese e dei propri ragazzi sostenendoli con una tifoseria sentita, appassionata ma rispettosa dell’avversario.Anche per questo l’invito che l’amministrazione ha rivolto a tutti gli appassionati di calcio di Macchia è stato quello di costituire una società sportiva che non abbia fini di lucro o di stupide tendenze a porsi risultati immediati ed impossibili ma che si dedichi soprattutto allo svolgimento di attività capaci di tendere allo sviluppo psicofisico dei bambini e degli adolescenti. L’Amministrazione comunale è fiera di aver raggiunto questo risultato in occasione del 150° dell’Unità d’Italia perché in tal modo vanno a coincidere i valori di base dello sport e dell’amore del proprio Paese, valori capaci di consentire lo sviluppo e la crescita di una comunità sociale.Il campo sportivo di Macchia, in località Madonna delle Valli, intitolato a “Antonio Beltrante e Antonio Rizzelli”(due giovani sportivi macchiaroli scomparsi prematuramente) ha un nuovissimo tappeto di gioco in erba naturale e oggi sarà “riconsegnato” alla cittadinanza con una semplice manifestazione che avrà il sapore dello stare insieme riscoprendo il piacere di condividere ed apprezzare un bene pubblico da tanto atteso.

22 ANNO IV - N° 199 DOMENICA 04 SETTEMBRE 2011

Anche una delegazione della Fise Molise prenderà parte alle Ponyadi 2011 che si terranno nel fine settimana a Roma. Dopo la selezione avvenuta a livello regionale e dopo lo stage di rifinitura che si è tenuto nei giorni scorsi nel cento federale Pratoni del vivaro di Rocca di Papa in provincia di Roma agli ordini del delegato tecnico Stefano Paperini, la rosa dei binomi si è andata definendo. Una delegazione variagat e formata dai migliori giovani talenti espressione di tutti i circoli della regione, segno evidente che negli ultimi anni si è lavorato bene e alacremente. Agli ordini del tecnico Angela Palladino e del chef d’equipe Michele Ruscitto la squadra molisana tenterà di conquistare il maggior numero possibile di medaglie e di posizioni d’onore. Le premesse per ben figurare ci sono tutte, ma solo il campo di gara potrà decretare i migliori in ogni singola disciplina e categoria.

Alessio De Castro

L’elenco dei binomi molisani in gara Nicolò Bruno su Just One Kiss – Dressage categoria E210/E300 Nicolò Bruno su Leamlara Aluinn – Salto a Ostacoli categoria 110 individuale Maria Andrea Di Girolamo su Stone Park Idhao – Salto a Ostacoli categoria 100 individuale Nicolò Bruno su Domitilla – Attacchi Laura Di Girolamo su Skipper concorso completo di equitazione categoria invito individuale

Squadra CCE Alessio De Castro su Sander – concorso completo di equitazione categoria invito a squadre Francesco Zarrilli su Farfelu - concorso completo di equitazione categoria invito a squadre Alice Serafini su Imelda - concorso completo di equitazione categoria 1 a squadre Melania Bresaola su Sweet Toy - concorso completo di equitazione categoria 1 a squadre

Squadra Gimkana Jump Lorenzo Savini su Trillina – Gimkana Jump 40 B1 Mattia Galli su Pashà – Gimkana Jump 40 B1 Laura Di Girolamo su Trillina – Gimkana Jump 40 B1 Alice Serafini su Brigitte – Gimkana Jump 40 B1

Mondiali 2014, il Giappone parte bene

Tevez, con Mancini un rapporto amore-odio

Parte con una vittoria in zona Cesarini l'avventura del Giappone di Alberto Zaccheroni nei gironi di qualificazione per i Mondiali di Brasile 2014. La squadra campione d'Asia, priva di importanti giocatori infortunati come Keisuke Honda, Yuto Nagatomo e Kengo Nakamura, ha piegato per 1-0 la Corea del Nord, grazie a una rete di testa segnata dal difensore centrale Maya Yoshida, a coronamento di una ventina di minuti di assedio della porta nordcoreana.

''Con il mio allenatore Roberto Mancini abbiamo litigato in tutte le lingue, la nostra e' una relazione di amore ed odio. Lui e' un fenomeno, vuole sempre vincere ed anch'io sono cosi'''. Intervistato da Fox Sports l'attaccante del Manchester City 'Carlitos' Tevez parla del suo rapporto con il tecnico e rivela di essere stato colpito da depressione subito dopo l'eliminazione dell'Argentina dalla Coppa America.


216 euro

Manifesti 70x100 500 copie

10 euro

Biglietto da visita cm 8,5x5,5 Copie 500 a soli

540 euro

500 copie

Manifesti 100x140

15 euro

Santini cm 9x10 Copie 500 a soli

cadauno

Centro Stampa Molise Info 0874 481034 commerciale@lagazzettadelmolise.it redazione@lagazzettadelmolise.it

19,90 euro

Manifesti 6x3

156 euro

Fac Simile 17x24 5.000 copie


Quotidiano - 4 Settembre 2011