Page 1

Il Circolo didattico di Villorba comprende una scuola dell’infanzia e otto scuole primarie due delle quali situate nel territorio del Comune di Povegliano www.ddvillorba.it Da tempo il nostro Circolo attua progetti e attività in cui si promuove la cittadinanza attiva, nelle seguenti aree d’intervento: - Cittadinanza,cultura e storia locale - in collaborazione con ReteStoria - Ambiente, salute e sicurezza -in collaborazione con gli Enti del Territorio.


PROGETTO “CITTADINANZA E COSTITUZIONE”

LABORATORIO DI RICERCA/AZIONE

“Il diritto allo studio”


FINALITA’ - Conoscenza dei principi e dei valori della Costituzione Italiana progettando e sperimentando un possibile “curricolo per la Costituzione” OBIETTIVI - Riconoscere ruoli e funzioni nella vita scolastica e familiare, nei gruppi sociali. - Riconoscere la propria scuola come spazio privilegiato per la ricchezza delle relazioni con l’altro genere, con gli adulti, con i compagni che provengono da altri contesti, spazio in cui cominciare a conoscere diritti e doveri. - Conoscere il quadro storico della nascita della Costituzione della Repubblica italiana ed alcuni principi fondamentali


CONTENUTI “Il diritto allo studio” come si è evoluto nel tempo, quali condizioni ne hanno favorito il diffondersi, se tale diritto sia così per tutti e/o lo sia stato, anche nei paesi stranieri dai quali provengono molti nostri alunni. La Dichiarazione dei Diritti del fanciullo e della Convenzione internazionale dei Diritti dell’Infanzia. Articoli 33 e 34 della Costituzione Italiana.

METODOLOGIA Apprendimento cooperativo, metodo della ricerca, brainstorming, attenzione alle competenze sociali.


SOGGETTI COINVOLTI

PLESSI

CLASSI

S. Sisto

Villorba

Solferino

4°- 5°

Fontane

Catena

Povegliano


LE ATTIVITA’ IN ITINERE QUESTIONARIO DI PARTENZA Il questionario contiene domande che vanno ad indagare su come è organizzata una giornata scolastica. Le informazioni che si vogliono raccogliere consentono di leggere quali fattori familiari e sociali vanno ad incidere sul diritto allo studio. QUESTIONARIO AI GENITORI E AI NONNI Lo stesso questionario è stato proposto ai genitori e ai nonni per un confronto sulle diverse situazioni e per far rilevare agli alunni quali condizioni hanno favorito la pratica del loro diritto ad una piena formazione scolastica. RACCOLTA DATI Costruzione di istogrammi anche con l’utilizzo del Pc. VALUTAZIONE DEI DATI La lettura dei dati evidenzia la differenza tra la scuola frequentata dai nonni rispetto a quella degli alunni di oggi, la differenza riguarda soprattutto l’edilizia scolastica e l’innalzamento dell’obbligo scolastico. APPROFONDIMENTI Conoscenza art. 33 – 34 della Costituzione Italiana Conoscenza del quadro storico della nascita della Costituzione della Repubblica Conoscenza delle leggi sull’obbligo scolastico Rilevazione topografica delle strutture scolastiche del territorio Interviste orali ai nonni


L’ ESPERIENZA DI UNA CLASSE TERZA


DAL GRANAIO… ALLA SCUOLA

Ovvero come la comunità ha sviluppato l’edilizia scolastica favorendo il diritto allo studio per tutti.


IL QUESTIONARIO DI PARTENZA

• • • • •

Cognome e nome…………………………………………… Luogo di nascita…………………………………………… Data di nascita…………….……………………………… DOMANDE A che ora ti svegli per andare a scuola? – ORE 5 – ORE 6 – ORE 7 – ORE 8 – ALTRO ………… Al mattino che cosa fai prima di uscire di casa? – TI LAVI E TI VESTI – FAI COLAZIONE – GUARDI LA TV – LEGGI – GIOCHI – ALTRO …….. La tua scuola è – VICINA A CASA TUA – LONTANA DA CASA TUA Come arrivi a scuola? – DA SOLO – ACCOMPAGNATO Con che mezzo vai a scuola? – A PIEDI – IN BICICLETTA – IN AUTO – CON LO SCUOLABUS Quante ora trascorri a scuola in una settimana? – 24 ORE – 28 ORE – 32 ORE – 40 ORE – ALTRO ……… Quali attività svolgi a scuola? – ITALIANO – MATEMATICA – STORIA E GEOGRAFIA – SCIENZE – INGLESE – ED. ALL’IMMAGINE – MUSICA – ED. MOTORIA – RELIGIONE CATTOLICA O ATTIVITA’ ALTERNATIVE – CITTADINANZA E COSTITUZIONE

– ATTIVITA’ IN BIBLIOTECA – LABORATORI CON ESPERTI – PROVE D’ EVACUAZIONE – USCITE DIDATTICHE – ALTRO …. Per i ragazzi di oggi la scuola è obbligatoria fino a – 8 ANNI – 10 ANNI – 14 ANNI – 16 ANNI – ALTRO …… Quanto tempo dedichi alla settimana per i compiti e per studiare a casa? – 2 ORE – 3 ORE – 4 ORE – 5 ORE – 6 ORE – 7 ORE – ALTRO … Quali altre attività svolgi durante la settimana? – SPORT – MUSICA – DANZA – CATECHISMO – GRUPPI ASSOCIATIVI ( ACR, SCOUTS, WWF …) – POMERIGGI INTEGRATI – DOPOSCUOLA – ALTRO …… Come passi il tuo tempo libero? – GIOCHI – GUARDI LA TV – LEGGI – USI IL COMPUTER – ALTRO …….


LA RACCOLTA DEI DATI


LA LETTURA DEI DATI Attività di brainstorming

OSSERVAZIONI Per la maggior parte di noi, dei genitori e dei nonni la scuola elementare è o era vicina. Noi passiamo più tempo a scuola. Studiamo molte materie tra cui inglese e informatica che non facevano né i nonni né i genitori. L’obbligo scolastico per noi è fino ai 16 anni, per i genitori fino ai 14, mentre per i nonni era solo fino ai 10 anni. LE CONSIDERAZIONI FINALI SONO STATE CHE LA SCUOLA, NEL TEMPO, E’ CAMBIATA E SONO SEGUITE LE SEGUENTI DOMANDE: - Com’era la scuola al tempo dei nonni? - Dove andavano a scuola i nonni? - Chi ha deciso che si doveva andare a scuola fino ai 16 anni? DOPO LE DOMANDE SI È SVILUPPATA UNA RICERCA STORICODIDATTICA SULLA SCUOLA DEI NONNI


Siamo andati a “scoprire” la scuola elementare frequentata da alcuni dei nostri nonni

“Ora non è più una scuola ma è un piccolo condominio con nove appartamenti. L’edificio si trova a San Sisto, in via Montegrappa, dietro la chiesetta, in una zona di campagna, vicino all’autostrada…al piano terra, verso la stradina, ci sono quattro finestre che appartenevano a una delle vecchie aule“. (Testo descrittivo dopo la visita)


Dall’intervista al nonno Egidio Salvadori, classe 1923, che ci ha accompagnato a vedere la vecchia scuola “ Ho frequentato le classi terza e quarta in una casa privata di proprietà della famiglia Perocco che si trova ancora oggi dietro la chiesetta di san Sisto. A San Sisto c’erano solo le classi 1°, 2°, 3° e 4°; così ho frequentato la classe 5° a Carità, presso le scuole “L.Pastro”, dove adesso c’è la Scuola di Musica. C’era solo una classe quinta per tutto il Comune. Nella casa di Perocco, al piano terra, c’erano due grandi aule: una per le classi 1° e 2° e un’altra per le classi 3° e 4°. Al primo piano, sopra le aule, c’era il granaio. Sono andato a scuola fino a 11 anni; ho fatto la quinta per due anni perché i miei genitori, anche se a scuola andavo bene, hanno voluto che ripetessi l’anno per non mandarmi subito a lavorare nei campi e con le mucche. Andavo a scuola a Carità a piedi. Non esistevano le scuole medie e per continuare a studiare bisognava andare a Treviso, ma pochi potevano permetterselo. Io ho dovuto lavorare per aiutare la mia numerosa famiglia…”


L’interno di una delle due aule della vecchia scuola Dall’intervista alla zia Cecilia Salvadori classe 1932: “ Ho frequentato le scuole elementari nella casa di proprietà di Perocco, subito dietro la chiesetta di san Sisto. Le classi prima e seconda erano insieme, in una grande aula, con una sola maestra; le classi terza e quarta erano in un’altra grande aula, sempre al pianterreno, con un’altra maestra”


Alcuni oggetti nella cartella dei nonni


LE COMPETENZE SOCIALI Con le fonti raccolte è stato organizzato un piccolo Museo della scuola visitato dai genitori e illustrato dagli alunni stessi


1948 Nasce il progetto di una nuova scuola


Il progetto del 1948 prevede la costruzione di 4 aule

Nel 1953 quando la scuola viene costruita le aule sono 5. Si può frequentare la quinta anche a San Sisto


1955

Si entra nella nuova scuola


2010 La stessa scuola oggi e gli spazi nuovi


29 settembre 2006

30 settembre 2008

Inaugurazione della nuova mensa

Inaugurazione palestra

LA COSTITUZIONE E LA SCUOLA ART. 33 L’arte e la scienza sono libere e libero ne è l’insegnamento. La Repubblica detta le norme generali sull’istruzione ed istituisce scuole statali per tutti gli ordini e gradi. ART. 34 La scuola è aperta a tutti. L’istruzione inferiore impartita per almeno otto anni è obbligatoria e gratuita.


CONOSCIAMO LA COSTITUZIONE La Costituzione Italiana entrò in vigore il 1° gennaio 1948


IL PERCORSO DELLA COSTITUZIONE - IL CONTESTO STORICO

DAL REGNO ALLA REPUBBLICA PASSANDO PER IL FASCISMO


DOPO LA LETTURA DEGLI ARTICOLI 33 E 34 DELLA COSTITUZIONE E’ SEGUITA UNA DISCUSSIONE SULL’IMPORTANZA DELL’ANDARE A SCUOLA Ecco le risposte più significative degli alunni: “ Se non vai a scuola diventi ignorante, invece se ci vai quando sarai più grande potrai fare bellissimi lavori…” “Se un bambino non va a scuola non impara, tutti lo prendono in giro e lui non capisce niente di quello che dicono e diventa uno ZUCCONE!...” “Se vai a scuola avrai un futuro migliore e starai molto meglio..” “La scuola è importante e si imparano tante cose e se non vai a scuola sprechi il tuo tempo…”

DUNQUE ANDARE A SCUOLA E’ CONVENIENTE, E’ IMPORTANTE PER AVERE UN FUTURO MIGLIORE


EDUCAZIONE STRADALE CIRCOLO DIDATTICO DI VILLORBA

“STRADA AMICA”

progetto di Circolo

via


Le finalità Sviluppare l’autonomia e il senso di responsabilità Promuovere la conoscenza di sé, per comprendere con responsabilità crescente, le conseguenze delle proprie scelte Promuovere relazioni positive con gli altri sollecitando comportamenti corretti e responsabili con particolare riferimento a quelli stradali Promuovere capacità progettuali e verificare con costanza l’adeguatezza delle proprie decisioni Promuovere la cultura della sicurezza Sviluppare un crescente rispetto per la propria vita e quella degli altri

via


L’organizzazione annuale classi

attività

Sc. infanzia Attività dell’insegnante in  aula: Comportamenti corretti  Camminare sicuri Classe  1^

Attività dell’insegnante in  aula:  Le forme dei segnali La strada

Materiale strutturato

Guida per l’insegnante  “Corso di ed. stradale  per i piccoli”

Guida per l’insegnante

via


Classe 2^  3^

Classe 4^

Attività dell’insegnante in  aula: Le regole Il pedone Intervento con esperti  della Provincia sul tema  della sicurezza stradale  Attività dell’insegnante in  aula: Il ciclista La segnaletica

Guida per l’insegnante “Corso di ed. stradale” per gli alunni

Guida per l’insegnante “Corso di ed. stradale” per gli alunni

via


Classe 5^

Intervento in aula della  polizia municipale sul   comportamento del  pedone, del ciclista e sui  mezzi di trasporto     Attività dell’insegnante in  aula: La segnaletica Il ciclista

Guida per  l’insegnante “Corso di ed.  stradale” per gli  alunni

Il patentino ‐ prova pratica  in campo scuola via


1a fase ottobre – dicembre 2009 • Consegna del materiale strutturato alle scuole. • Incontro  di 2 ore con esperti della Provincia  sul  tema della sicurezza stradale. Partecipano  tutte le classi quarte del Circolo. Sede  dell’incontro: Auditorium della Provincia.

via


L’auditorium della Provincia

via


La velocità

In un contesto in cui le cose si  debbono fare sempre più velocemente occorre educare  a vivere la velocità nel segno  della sicurezza

via


Ma  perché …?

La mia mamma … .

Io ho visto … ! Io … . Il mio papà … .

via


2a fase aprile – maggio 2010  

Incontro  di 2 ore con la Polizia municipale sul  tema della segnaletica stradale e sul  comportamento del pedone, del ciclista e sui  mezzi di trasporto.

Partecipano tutte le classi quinte del Circolo.

via


I nostri vigili

vai


L’angelo custode delle strade

Il vigile urbano

Con il suo occhio attento ad ogni passo azzardato ci guida con un cenno il nostro angelo fidato. Ci fa rispettare in ogni stagione, sia pioggia, sia lampi, le regole importanti.

Qualche “rima” dedicata  ai nostri amici vigili

Se serve un aiuto lo dà con un saluto, risponde alle chiamate: Velocemente appare  sul cammino della gente per evitare un improvviso  inconveniente. Al posto delle ali piumate tante palette colorate accoglienti e determinate indicano ai cittadini percorsi sicuri a grandi e piccini.

Quando fuori, l’autunnale tintinnio della  pioggia, colma le antiche strade di paesi e città, tu, angelo custode, impavido e coraggioso, proteggi la nostra vita fragile e impaurita. Le strade ci aiuti ad  attraversare e se qualcuno è in pericolo tu lo puoi salvare!

La c la

Controlli i percorsi stai attento agli incidenti: dirigi il traffico con una mano e con l’altra ci guidi lontano. sse 5 ° d

i San

Sisto

- Vill

orba

via


Conclusione del progetto maggio – giugno 2010 Prova pratica per il pedone ed il ciclista da  effettuare in campo scuola mobile con la  polizia municipale e la presenza di personale  specializzato della Provincia.  Rilascio del patentino di ciclista. Partecipano tutte le classi quinte del Circolo. via


La prova teorica

La prova pratica

via


Per i nostri bambini                la bicicletta  rappresenta il primo  veicolo … in auto, in  moto e sullo  scuolabus essi sono  dei passeggeri.

via


Patentino ?

via


Il patentino di buon ciclista

via via


stop

Un laboratorio per la Cittadinanza  

Il Circolo Didattico di Villorba (TV) presenta i progetti didattici per Cittadinanza e Costituzione

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you