Page 1

T1 CV PR T2

50 .Cronaca di Torino

STAMPA .LA LUNEDÌ 14 GENNAIO 2013

Auditorium Orpheus

Viaggio sulle note con suoni zigani Stasera alle 20,45 all’auditorium Orpheus, corso Govone 16/a, si va in «Viaggio musicale nel tempo tra armonie classiche e suoni zigani» con l’arpista Eleonora Perolini (foto) e il violinista Alessandro Buccini, che eseguiranno pagine di Rust, Massenet, Haendel, Beethoven, Piazzolla e Morricone. Ingresso a 5 euro, che comprende il brindisi finale con gli artisti

PAGINE A CURA DI ANTONELLA AMAPANE E ANTONELLA TORRA

Per le vostre segnalazioni giornonotte@lastampa.it

Baretti

Musica di Hoffmann sul grande schermo E’ Steve Della Casa l’ospite del secondo appuntamento di «B.O.H.! Baretti Opera House», la rassegna operistica del teatro di via Baretti 4. Alle 15,30 sarà proiettata sul Steve Della Casa grande schermo, con sottotitoli in italiano, l’opera «I racconti di Hoffmann» di Jacques Offenbach con Moira Shearer e Léonide Massine sotto la direzione orchestrale di Thomas Beecham. Alle 15 il presidente della Film Commission piemontese e il musicologo Corrado Rollin parlerannodell’edizione cinematografica di Michael Powell ed Emeric Pressburger.

«Abc in cucina»

Piatti gustosi a base di avanzi Per chi ha il frigorifero vuoto, ma la dispensa ancora piena di panettoni, lenticchie e rimasugli dei cesti natalizi, la scuola «Abc in cucina» propone, Ai fornelli oggi alle 19,30 nella sede di corso Vittorio Emanuele II 86, un corso di cucina con gli avanzi. L’obiettivo è di dimostrare come anche con le poche cose che si hanno si possano creare piatti semplici, sfiziosi e mai banali. Agli iscritti il compito di portare da casa gli avanzi e i prodotti della dispensa: le ricette saranno ideate insieme in base agli ingredienti presenti. Costa 50 euro; prenotare allo 011 56.12.237.

Vittoria

“Plaisir d’amour” recital benefico Gli «Aperitivi in concerto» del Rotary Club Torino Castello si aprono stasera alle 20 al Vittoria, in via Gramsci 4, con «Plaisir d’amour»: il recital del soprano De Stefano Monica Kircheis e dell’arpista Alessandra De Stefano con musiche di Britten, Schumann, Fauré, Debussy, Krumpholtz, Martini, Albeniz, Garcia Lorca, Lovland e Piovani. L’ingresso è ad offerta da 20 euro, su prenotazione al 333/62.05.438. La serata sarà aperta alle 19 da un aperitivo conviviale, durante il quale sarà illustrato il progetto dei servizi sociali del Comune di Torino a cui sono destinati i fondi raccolti dalla rassegna.

Circolo dei lettori

Compagno Nino, l’avventura di Gramsci diventa fumetto Una fantabiografia scritta dal pronipote dell’ideologo comunista FRANCA CASSINE

CINEMA MASSIMO

I capelli folti e arruffati, gli occhialini tondi che celano uno sguardo malinconico, l’aspetto gracile. Ecco il piccolo protagonista di «Nino mi chiamo», il libro a fumetti sulla vita di Antonio Gramsci scritto da Luca Paulesu e pubblicato da Feltrinelli. Una singolare biografia a vignette che racconta l’esistenza e il pensiero del fondatore del pci che l’autore presenterà oggi alle 18 al Circolo dei lettori insieme con il giurista Ugo Matteri e Angelo d’Orsi, docente di storia del pensiero politico (ingresso libero, via Bogino 9, telefono 011/43.26.827). «Si tratta – spiega Paulesu – di una graphic novel strutturata in maniera particolare. Il fumetto è supportato da una parte scritta piuttosto sostanziosa nella quale non solo racconto la vita di Gramsci, ma anche l’evoluzione delle sue teorie. Ogni tavola presenta una vignetta che ha come protagonista Nino;a piè di pagina troviamo delle note a piè di pagina nelle quali ho inserito brani presi dalle lettere, dagli scritti giovanili

Shun Li, una cinese a Chioggia

OGGI ALLE 18

Con l’autore dialogano il giurista Ugo Matteri e lo storico Angelo d’Orsi e anche lunghe parti tratte dai Quaderni del carcere». Una favola dal sapore grottesco quella di «Nino mi chiamo», una lettura piacevole e agile proprio grazie al fatto che le vignette illustrano in maniera semplice le vicende dell’intellettuale con puntuali e precisi riferimenti al suo articolato pensiero. «L’idea di realizzare un fumetto – dice ancora l’autore – è nata dall’esigenza di creare un personaggio che facesse da guida ai bambini delle scuole in visita alla casa-museo di Ghilarza. Quando però ho finito il lavoro e ho dato la parola al piccolo Nino, mi sono reso conto

«Io sono lì» di Andrea Segre scandisce il terzo appuntamento di «Mondi Lontani, Mondi Vicini». La rassegna cinematografica promossa dal Centro interculturale, con le sue 20 edizioni ha contribuito a creare occasioni di dialogo e di confronto sul difficile tema dell’integrazione tra le culture. Dopo le proiezioni mattutine e pomeridiane, dedicate alle scuole e ai CTP, questa sera, alle 22,30 la sala Uno del cinema Massimo è aperta al pubblico, con ingresso libero, fino a esaurimento posti. Il film, che vanta un cast di prestigio, in cui spiccano i nomi di Marco Paolini, Roberto Citran, Giuseppe Battistoni, ruota attorno alla vicenda di Shun Li, interpretata dall’attrice Zhao Tao. Dal laboratorio tessile nella periferia romana, in cui lavora per ottenere i documenti e poter far venire in Italia il figlio di 8 anni, la ragazza viene trasferita improvvisamente a Chioggia, per fare la barista in un’osteria. Qui conosce Bepi, pescatore di origini slave, soprannominato il “Poeta”. Il loro incontro accende una speranza, piccola fuga dalla solitudine, dialogo silenzioso tra due culture tanto lontane. Forse troppo, almeno per le due comunità, cinese e chioggiotta, che sembrano turbate e spaventate da questa amicizia. [L.I.]

L’idea del libro a fumetti doveva servire come guida per i ragazzi in visita alla casa-museo di Ghilarza Poi il volume è stato pubblicato da Feltrinelli

Antonio Gramsci

che lui ragionava da adulto e il suo modo di porsi era poco adatto a un pubblico infantile. Così si è concretizzato il progetto del libro».

Le tavole sono molto più che una semplice «fantabiografia». Luca Paulesu, avvocato e vignettista, è un discendente di Antonio Gramsci. Nipote di Teresina, amata sorella del politico, ha potuto attingere ai suoi ricordi personali per creare Nino. «Ho abitato a Ghilarza – racconta – fino ai 9 anni, ci sono poi tornato per molte estati e ho vissuto la costruzione del museo un po’ come un prolungamento dei miei spazi familiari. Ho scritto queste pagine anche attraverso i miei ricordi infantili, mescolandoli alla memoria di come l’avventura di vita e il pensiero di Antonio si siano trasmessi all’interno della nostra famiglia».

Recensione

PAOLO FERRARI

«Emergenza» un festival che ti fa amico

Sono stati gli Antinomia, giovane e risoluto sestetto rock, ad aggiudicarsi la seconda eliminatoria locale del concorso nazionale Emergenza Festival. Questo il responso della serata tenutasi allo United Club di corso Vigevano, covo alternativo dove le band under 30 sono di casa tutto l’anno. La kermesse si è svolta in un

clima di festa; qui non siamo sui campi di calcio dove l’avversario diventa un nemico. I ragazzi si mischiano, si scambiano esperienze e consigli. Dietro ai vincitori, hanno passato il turno gli Shadows In Heaven e gli Hoax, band canavesana da seguire con attenzione; la chance del ripescaggio va a Born Wrong, Domenica Fuori Porta e The Candy Black Cherries. Tutti però si sono divertiti alla pari.

01_14_13_lastampa_ninomichiamo  

Rassegna stampa dal 13 al 17 gennaio 2012

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you