Issuu on Google+

Nuovo corso

  Corso 1

NUOVA norma UNI 10738 Impianti alimentati a gas, per uso domestico, in esercizio. Linee guida per la verifica dell’idoneità al funzionamento in sicurezza Bologna, 27 novembre 2012 – Royal Hotel Carlton,Via Montebello 8 Introduzione 

Il Decreto Ministeriale 22 gennaio 2008 n. 37, Regolamento concernente l'attuazione dell'articolo 11-quaterdecies, comma 13, lettera a) della legge n. 248 del 2 dicembre 2005, recante riordino delle disposizioni in materia di attività di installazione degli impianti all'interno degli edifici. (GU n. 61 del 12-3-2008 ), il quale ha sostituito quasi totalmente la più conosciuta legge n. 46 del 1990, prevede tra l’altro la possibilità di redigere un documento denominato “Dichiarazione di rispondenza” per gli impianti privi della “Dichiarazione di conformità”.

Il DM 37/08 prevede che tale documento possa essere redatto, a seguito di sopralluogo, da un professionista o da un responsabile tecnico che abbiano almeno 5 anni di iscrizione/abilitazione all’esercizio della professione. Il DM non indica però quali sono gli elementi da controllare, cioè non indica i requisiti che devono avere gli impianti e le modalità operative da adottare durante gli accertamenti.

La nuova UNI 10738 consente agli operatori del settore di valutare lo stato di sicurezza degli impianti esistenti indipendentemente dall’anno di costruzione, ovvero senza tenere conto della norma in vigore all’epoca della realizzazione dell’impianto stesso. La norma è anche uno strumento pratico per valutare lo stato di sicurezza degli impianti durante le operazioni di manutenzione degli apparecchi, quindi i manutentori che normalmente redigono l’allegato “G” potranno esprimere un loro giudizio sullo stato generale dell’impianto anche se chiamati per la sola manutenzione dell’apparecchio stesso.

Obiettivi Il corso si propone di analizzare i contenuti della nuova norma UNI 10738 la quale riporta le modalità operative per effettuare i sopralluoghi, per verificare la sussistenza dei requisiti di sicurezza e per stabilire se l’impianto: ‐

può continuare a rimanere in esercizio senza dover effettuare interventi di adeguamento

può rimanere in esercizio, ma deve essere adeguato entro un mese

non può rimanere in esercizio in quanto sono presenti situazioni di pericolo imminente.

Durante il corso verranno quindi illustrate e discusse le seguenti tematiche, con particolare sottolineatura delle modifiche concrete introdotte rispetto all’edizione del 1998 (che tra l’altro si poteva utilizzare soltanto per gli impianti realizzati prima del marzo 1990): ‐

DM 22 gennaio 2008 n. 37. Riordino delle disposizioni in materia di attività di installazione degli impianti all'interno degli edifici

UNI 7129/08. Punti della norma correlati alle attività di controllo previste nella nuova UNI 10738

La nuova norma UNI 10738

Come eseguire la prova di tenuta sugli impianti di distribuzione del gas in esercizio (UNI 11137)

Come eseguire la prova di tiraggio per i camini/canne fumarie (UNI 10845)

Esempi di compilazione del “Rapporto Tecnico di Verifica” (RTV)

A chi è rivolto 

Installatori di impianti gas

Manutentori

Professionisti

 Nota:

Tecnici che effettuano controlli in generale (USL, ecc.) Il corso è a numero chiuso; si suggerisce quindi di provvedere tempestivamente all’iscrizione al fine di partecipare alla data e sede più consona alle esigenze aziendali.

Prerequisiti dei partecipanti Conoscenza delle norme: UNI 7129/08, UNI 10845, UNI 11137/12 Orari Registrazione:

ore 8.30

Inizio lezione:

ore 9.00

Termine lezione:

ore 13.00


Nuovo corso

  Corso 2

Prove strumentali previste dalle norme UNI, redatte dal CIG, per gli impianti a gas ad uso domestico e similare: il collaudo degli impianti nuovi; le prove di tenuta sugli impianti esistenti; la verifica del tiraggio dei sistemi fumari; il controllo del corretto afflusso di aria comburente. Bologna, 27 novembre 2012 – Royal Hotel Carlton,Via Montebello 8

Introduzione ‐

La recente pubblicazione della nuova norma UNI 10738 che riguarda le procedure di controllo dei requisiti di sicurezza degli impianti domestici e similari impone agli operatori, che intendano effettuare tali controlli, di conoscere ed applicare tutte le procedure strumentali previste da alcune norme redatte dal CIG. Tali norme riguardano singoli e specifici argomenti, ma la nuova 10738 che prevede ogni singolo elemento degli impianti gas comprende più procedure strumentali. In particolare questa nuova norma prevede: o la verifica di tenuta delle tubazioni con le procedure previste dalla UNI 11137 edizione 2012 o il controllo del tiraggio dei sistemi fumari secondo la UNI 10845 o il collaudo dell’impianto nuovo secondo 7129/08 e ha introdotto una ulteriore prova strumentale per verificare il corretto afflusso dell’aria comburente anche in assenza delle aperture di ventilazione.

Il DM 37/08 prevede che la Dichiarazione di rispondenza possa essere redatta, a seguito di sopralluogo e verifiche, da un professionista o da un responsabile tecnico che abbiano almeno 5 anni di iscrizione/abilitazione all’esercizio della professione; costoro per poter rilasciare la Dichiarazione di rispondenza dovranno applicare la UNI 10738 e di conseguenza dovranno conoscere tutte le procedure strumentali riportate da tale norma.

Obiettivi Il corso si propone di illustrare le procedure relative alle prove strumentali previste dalle norme redatte dal CIG al fine di poter applicare nel migliore dei modi quanto previsto dalla nuova UNI 10738. Verranno quindi illustrate e discusse, effettuando simulazioni per meglio comprendere i contenuti delle norme di riferimento, le seguenti tematiche: ‐ ‐ ‐ ‐ ‐

DM 22 gennaio 2008 n. 37, articolo 7 “Riordino delle disposizioni in materia di attività di installazione degli impianti all'interno degli edifici” UNI 7129/08: collaudo degli impianti e rimessa in servizio UNI 10845: verifica del tiraggio dei sistemi fumari – metodo diretto e metodo indiretto UNI 11137 - edizione 2012 - verifica e ripristino della tenuta delle tubazioni: metodo diretto e metodo indiretto UNI 10738 - edizione 2012 - verifica del corretto afflusso di aria comburente

Durante il corso saranno illustrati solo gli aspetti delle norme sopra citate relativi alle prove strumentali.

A chi è rivolto 

Installatori di impianti gas

Manutentori

Professionisti

 Nota:

Tecnici che effettuano controlli in generale (USL, Ispettori Legge 10/91, ecc.) Il corso è a numero chiuso; si suggerisce quindi di provvedere tempestivamente all’iscrizione al fine di partecipare alla data e sede più consona alle esigenze aziendali.

Orari Registrazione:

ore 14.00

Inizio lezione:

ore 14.30

Termine lezione:

ore 17.00


Nuovo corso

  Corso 1 – Nuova norma UNI 10728 - Bologna, 27 novembre 2012 Corso 2 – Prove strumentali previste dalle norme UNI, redatte dal CIG, per gli impianti a gas ad uso domestico e similare – Bologna, 27 novembre 2012

INFORMAZIONI GENERALI QUOTE DI PARTECIPAZIONE 

ORGANIZZAZIONE – INFORMAZIONI 

Corso 1 e 2 (giornata intera)                           €    250,00 + IVA al 21%  Corso 1 o corso  2 (mezza giornata)              €    140,00 + IVA al 21%  La quota si intende per ogni partecipante e comprende:   documentazione didattica, cancelleria    coffee break, colazione di lavoro (La colazione di lavoro è prevista solo per gli iscritti ad entrambi i cosi)    Al termine del corso verrà consegnato l’ATTESTATO di partecipazione CIG.  Invio scheda di iscrizione e copia bonifico a mezzo:   fax:  02 720016 46   e‐mail: anna.frigge@cig.it  –  antonella.palmieri@cig.it  La quota deve essere versata all’atto dell’iscrizione esclusivamente tramite Bonifico Bancario intestato a:  COMITATO ITALIANO GAS – CIG  P.IVA 03569380961  ‐  CODICE FISCALE 80067510158  Banca Prossima SpA  ‐  IBAN IT 56 M 03359 01600 100000018549  CIG   ‐   tel. 02‐724906 -    www.cig.it             Alba Fraccadori   ‐   tel. 3339882791 – alba.fraccadori@cig.it

SCHEDA DI ISCRIZIONE 

 

MODALITA’ DI ISCRIZIONE 

MODALITA’ DI PAGAMENTO 

  DATI DEL  PARTECIPANTE 

Nome………………………………………………………………………………….  Cognome…………………………………………………………………………………………………….…………  Società ………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………….  Tipologia di attività …………………………………………………………………… 

Settore ……………………………………………………………………………….……………………… 

Indirizzo ……………………………………………………………………………………………………………………………………………… 

Cap ………………………………………………….. 

Città ……………………………………………………………………………………………………………………………………………………. 

Prov. …………………….…………………………... 

Tel. ………………………………………………………… 

Telefax …………………………………………… 

e‐mail …………………………………………………..………………….. 

DATI PER LA FATTURAZIONE (OBBLIGATORI)  Società ……………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………  Indirizzo ……………………………………………………………………………………………………………………………………………… 

Cap ……………………………………………………. 

Città …………………………………………………………………………………………………………………………………………………… 

Prov. ………………………………………………….. 

Partita I.V.A. ……………………………………………………………………… 

Cod. Fisc. ……………………………………………………………………………………………..…………… 

Ente Pubblico: esente IVA ai sensi dell’art. 14, comma 10, della legge n. 537/93  Copia della fattura verrà spedita a stretto giro di posta  N.B. L’iscrizione si intende formalizzata solo al ricevimento dell’apposita scheda sottoscritta per accettazione.     

La quota deve essere versata all’atto dell’iscrizione  Non saranno ammesse in aula persone la cui quota di iscrizione non sarà pervenuta 

Timbro e Firma ………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………  Informativa sul trattamento dei dati personali  I dati comunicati in questa sede verranno trattati in conformità alle modalità previste dal Dlgs 196/2003 con le seguenti finalità: fornitura dei servizi e elaborazione  delle  risposte  richieste,  elaborazione  statistiche,  invio  di  altre  pubblicazioni  di  settore.  I  dati  non  saranno  comunicati  a  terze  parti,  senza  specifica  autorizzazione.  Titolare  del  trattamento  è  Comitato  Italiano  Gas  –  CIG  –  Milano.  Incaricati  del  trattamento  saranno  i  membri  della  direzione  e  amministrazione  dell’ufficio  commerciale,  dell’ufficio  marketing  e  dell’ufficio  relazioni  pubbliche.  Potrà  richiedere  verifica,  modifica,  cancellazione  dei  suoi  dati  dai  nostri  archivi  o  l’elenco  aggiornato dei responsabili del trattamento contattando la segreteria del CIG, ai recapiti indicati in questa informativa.  RICHIESTA DI CONSENSO – Secondo i termini indicati nell’informativa sopra riportata.   acconsento al trattamento dei miei dati personali □ non acconsento al tra amento dei miei da  personali      Data ………………………………………………………………………………………… Firma…………………………………………………………………………………………… 


uni-10738-prove-strumentali-bologna