Page 1

11.05.2015 PARLAMENTO Dichiarazione sul 70/mo anniversario della fine della Seconda guerra mondiale Dopo accesi dibattiti, il Parlamento bulgaro ha approvato una dichiarazione in occasione del 70mo anniversario della capitolazione della Germania nazista nella Seconda guerra mondiale e della Festa dell'Europa. Il documento rende “omaggio alla memoria delle vittime della guerra” e condanna “ogni forma di xenofobia, estremismo, neofascismo e violenza”. La maggioranza di centrodestra ha respinto la proposta dei socialisti di inserire nel testo un passaggio relativo anche al ruolo della Resistenza antifascista in Bulgaria. È stata respinta anche la proposta del partito nazionalista Ataka di ricordare “il decisivo ruolo dell'Urss” nella sconfitta del Terzo Reich. Il Presidente Rossen Plevneliev ha respinto l'invito della Russia a partecipare alle solennità a Mosca in occasione della Giornata della Vittoria. Secondo alcuni analisti a Sofia, si tratta di un atto senza precedenti nella storia della Bulgaria dopo la Seconda guerra mondiale. TRASPORTI La nuova sezione della metropolitana di Sofia ridurrà il traffico delle auto del 20 per cento Il traffico automobilistico a Sofia calerà del 20 per cento grazie all’apertura della nuovo tratto della metropolitana. Lo ha dichiarato il direttore della metropolitana, Stoyan Bratoev, secondo il quale lungo il nuovo tratto di tre chilometri composto da tre nuove fermate transiteranno circa 40 mila persone al giorno. “Generalmente si raggiunge il pieno regime nei primi tre anni. Quindi speriamo che circa 40 mila persone al giorno utilizzino questa sezione della metropolitana nei primi due anni”, ha aggiunto Bratoev. “La metropolitana di Sofia è uno dei progetti di maggior successo, non solo per la Bulgaria, ma anche per l’intera Unione Europea”, ha affermato il sindaco della capitale, Yordanka Fandakova, in occasione dell’inaugurazione ufficiale della nuova sezione della metropolitana che parte dal quartiere residenziale Mladost 1 e arriva Parco industriale di Sofia, situato nel Mladost 4. EUROBAROMETRO La maggioranza dei cittadini di Romania, Bulgaria e Croazia è a favore dell’adozione dell’euro La maggioranza dei cittadini di Romania, Bulgaria e Croazia rimane favorevole all'adozione dell'euro. Lo rileva un sondaggio Eurobarometro presentato a Bruxelles. La Romania è il paese in cui i cittadini sono più favorevoli all'ingresso nell'eurozona (68 per cento), seguiti da Ungheria (60 per cento), Bulgaria (55 per cento) e Croazia (53 per cento). La Founded in 2003 and acknowledged by Italian Government in law no.518/70 Member of the Association of Italian Chambers of Commerce Abroad Bul. Knyaghinya Maria Luisa, 2, Business Center TZUM, fl.5 – Sofia 1000 – Bulgaria Tel: +359 2 8463280/1–Fax: +359 2 9440869 info@camcomit.bg –www.camcomit.bg


maggioranza dei cittadini di altri tre Paesi interessati dal sondaggio è invece contraria all'adozione della moneta unica: il 70 per cento in Repubblica ceca, il 66 per cento in Svezia e il 53 per cento in Polonia. Tra i Paesi balcanici, rispetto alla rilevazione nello stesso periodo dell'anno scorso, si è registrata una diminuzione dei favorevoli all'euro in Romania (-6 punti percentuali) e Croazia (-2 punti percentuali), mentre è stato rilevato un aumento in Bulgaria (+4 punti percentuali). In ogni caso i cittadini della regione credono che il proprio paese non sia ancora pronto a fare il suo ingresso nell'area euro: soltanto il 27 per cento dei romeni e il 20 per cento dei bulgari e dei croati crede infatti di essere “pronto”. INVESTIMENTI Rossen Plevneliev incoraggia aziende della Corea del Sud ad investire in Bulgaria Il Presidente Rossen Plevneliev ha incoraggiato le imprese della Corea del Sud, specializzate nel settore dell’alta tecnologia, ad investire in Bulgaria. L’occasione è stata la prossima visita che Plevneliev svolgerà in Corea del Sud fino al 15 maggio. In un’intervista per i media del paese asiatico, Plevneliev ha descritto la Bulgaria come “la porta d’ingresso” per l’Unione europea. “Entrare in Bulgaria” - ha detto il presidente – “siamo la porta d’ingresso per un mercato unico europeo che comprende 500 milioni di persone”. Plevneliev ha esaltato i distretti industriali della Bulgaria come il Sofia Tech Park, che possono costituire “una piattaforma per l’attività delle aziende coreane in Bulgaria e nell’Ue”. Da ieri fino al 15 maggio, il Presidente visiterà la Mongolia e la Corea del Sud insieme al Ministro della Difesa, Nikolay Nencev.

Founded in 2003 and acknowledged by Italian Government in law no.518/70 Member of the Association of Italian Chambers of Commerce Abroad Bul. Knyaghinya Maria Luisa, 2, Business Center TZUM, fl.5 – Sofia 1000 – Bulgaria Tel: +359 2 8463280/1–Fax: +359 2 9440869 info@camcomit.bg –www.camcomit.bg

News ccib 11 05 2015