Page 1

QE-MAGAZINE WEB #23 Anno 2 - 16 giugno 2017

1


2


Edito « La tradizione non si può ereditare, e chi la vuole deve conquistarla con grande fatica »

Thomas Stearns Eliot

Mentre a Monaco , nel giorno festivo del Corpus Domine, tra le Ferrari parcheggiate sulla Piazza del Casinò si aggiravano turisti affaticati e boccheggianti per le temperature tropicali che stanno facendo compagnia anche ai residenti della Costa Azzurra, un grande uomo, Gérard Depardieu, artista francese tra i più famosi al mondo, contemplava estasiato il palco dagli stucchi barocchi della Salle Garnier, immaginandosi già a luglio, il 26 e 27 per la precisione, nelle vesti di narratore ed interprete dello spettacolo DEPARDIEU CHANTE BARBARA, un omaggio alla cantante scomparsa nel 1997. Con lei, Depardieu ha dato vita a 'Lilly Passion', esibizione che in passato ha riscosso un gran successo: "E' un'omaggio sincero ad una donna dal grande talento, con la quale ho condiviso una parte del mio percorso artistico". Ha esordito così il nostro Gérard naturalizzato russo, ma solo dopo aver sfoderato, appena arrivato alla conferenza stampa, un bel 'Benvenuti' in italiano. Piccante, ironico ma soprattutto magnetico, quando ha cominciato a parlare di questo suo nuovo impegno teatrale - oltre 16 canzoni interpretate dal vivo oltre ad alcune parti recitate - non si poteva non immaginare l'effetto che avrebbe fatto sul pubblico, visto quello che è accaduto a noi giornalisti presenti: praticamente tutti ipnotizzati, vuoi per la facilità che ha di comunicare e narrare la sua vita, che per quella sua professionalità, così marcata da contraddistinguerlo anche quando, simpaticamente, ha preso il microfono in mano per raccontare qualche aneddoto. "Charles Aznavour? Come tutti gli armeni basta parlargli di soldi e lui sparisce. Ma sapete, a volte si ricorre a questo stratagemma perché lui, che a Monaco è di casa - ha cantato ancora lo scorso anno, al MonteCarlo Summer Festival, nonostante l'età (93 anni), - tende a ripetere più volte le stesse cose. Quanto a me, per evitare di fare la stessa figura nonostante sia più giovane, fisso negli occhi il mio interlocutore e se vedo dei tentennamenti taglio corto". Ditemi se non è un bel modo di dare del rimbambito a qualcuno, insomma. Tuttavia così ha parlato il nostro Cyrano de Bergerac, il Conte di Montecristo e l'Obelix più pop della storia del cinema. Potremmo trascorrere delle ore ad ascoltarlo, apprezzando la sua umanità e quel modo garbato di porsi, lo stesso usato per capire, prima di accettare, come fosse esibirsi a MonteCarlo: "L'ho chiesto alla mia amica Carla Bruni, che proprio in questo teatro ha cantato un paio dei suoi album. Ne era entusiasta e non si sbagliava: recitare su questo palco, con il pubblico così vicino agli artisti che cantano o recitano è un privilegio davvero unico.". Depardieu rispondendo anche alle domande di René Palacio, direttore artistico del gruppo SBM, non emozionare raccontando un storia. Sono invece lieto di ha avuto mezzi termini: appassionato del suo cantare e recitare in questo spettacolo che condivido con lavoro, lieve ed elegante nonostante la stazza, è Gérard Daguerre (qui pianista ed ai tempi compagno della ancora e sempre lui a decidere con chi lavorare, cantante, ndr) perché ricordare in scena il talento di visto che di copioni ne riceve a tonnellate ma Barbara a vent'anni dalla sua scomparsa è un grande onore. nessuno convincente: "Il cinema? E' cambiato, E non solo per me". A concludere l'incontro un'omaggio non c'è più spessore. Tutto gira intorno al profitto inatteso: la maglia dell'AS Monaco, la n°10 (nel Napoli era ed il pubblico è come inebetito da serie televisive quella di Maradona): vista la reazione, ed il gran sorriso che ripetono sempre dei concept anziché tipico di Depardieu, credo proprio che l'abbia apprezzata. ....................................................................................................................................................................................................

3


.................................................................................................................................................................................................... 4


QE-MAGAZINE #23

16 giugno 2017

Sommario:

PAG 6-9 Donne per le donne: il Premio Monte-Carlo celebra ATTUALITA DAL PRINCIPATO DI MONACO le sue tre vincitrici //ASTANA EXPO 2017: inaugurato ufficialmente il padiglione monegasco dall'anima 100% italiana // Una esposizione per celebrare i duecento anni della Compagnia dei Carabinieri del Principe di Monaco

PAG 10-11 SAINT JEAN: fêtons la tradition en Principauté de Monaco PERSONAGGI ED IMPRESE PAG 12-15 VALORE E CAMBIAMENTO: UN BINOMIO IMPRESCINDIBILE PER IL SUCCESSO DELLE AZIENDE DEL FUTURO DAL MONDO E DAL WEB PAG 16-17 2000 Lambre e per celebrare i 70 anni dell'iconica due ruote milanese // Web Marketing Festival: mai così completo// mai così completo// GLAMOUR & STYLE PAG 18-19 La 150ème Fête Nationale Canadienne à Monaco, le 1er juillet prochain//YACHT CLUB MONACO: tu i invitati alla grande festa per celebrare il mare// Un souvenir di Capocaccia?// FxPro 9 ° Monte-Carlo Beach Volley: siete tu i pronti? CULTURA E TRADIZIONI

LE PROGRAMME

PAG 20 HEBDO RENDEZ-VOUS A MONACO HEBDO RENDEZ-VOUS A MONACO

FISHOW supporta PASSION SEA

www.fishow.org

www.passionsea.com

.................................................................................................................................................................................................... 5


ATTUALITA DAL PRIN Donne per le donne: il 'Premio Monte-Carlo' celebra le sue tre vincitrici

Premiate e giuria del Premio Monte-Carlo 2017. Tutte le immagini, copyright Erika TANAKA

Istituito nel 2012 per iniziativa di Cinzia Sgambati-Colman, direttrice del periodico MontecarloIN, estensione cartacea dell'omonimo sito web, il Prix Monte-Carlo “Femme de l’Année” ha celebrato a Monaco le sue vincitrici, lo scorso giovedì 8 giugno, all'Indigo del Grimaldi Forum, selezionando tre figure femminili che si sono distinte da quelle proposte dai 16 ambasciatori incaricati, per ciascun paese da loro rappresentato, di individuare quelle che meglio rispondevano al tema scelto per questo 2017 “Donne per le Donne”. Come per le scorse edizione, dopo numerose riunioni, per gli 11 membri della giuria presieduti dalla Colman, non è stata facile individuare le vincitrici perché, anche questa volta, tutte meritavano di essere premiate. Alla fine, ad avere la meglio l'appassionata ed impavida Aïcha

Chenna (Marocco): è lei ad aver ricevuto il Prix Monte-Carlo Femme de l’Année Internazionale, "per aver difeso i diritti delle donne e aver salvato dal 1985 giovani madri nubili ripudiate dalle famiglie e dalla società ed aver creato delle strutture per accoglierle con i loro neonati, educarle e trovare loro un lavoro". A suor Anne-Marie Salomon, che da anni collabora con l'associazione Monaco Aide et Présence, consegnato invece il riconoscimento Prix MonteCarlo Femme de l’Année Monaco: da insegnante di matematica e chimica, la religiosa, laureatasi in medicina a 45 anni (era la sua grande passione), si reca in missione nel Mali e successivamente contribuisce a creare non solo due ospedali ma anche un dispensario, formando lei stessa delle ostetriche in grado di curare gratuitamente le donne

.................................................................................................................................................................................................... 6


NCIPATO DI MONACO tuareg in stato interessante. Infine, Premio Speciale a Michele Mitchell, giornalista d'inchiesta che ha realizzato il documentario "The Uncondemned", una toccante testimonianza sul processo per lo stupro di massa perpetrato nei confronti delle donne in Ruanda, merci di scambio per mercati del sesso senza rimorsi. Tra le finaliste, interessante anche la figura di Kim Yeshi che, con la figlia, ha creato un'azienda eco-responsabile per la produzione e la vendita di capi di abbigliamento realizzati in lana di

Suor Anne-Marie Salomon

dove la tutela dei diritti delle donne non sono mai esistiti e forse nemmeno lo saranno in futuro. Pur essendo a vocazione internazionale, il Premio Monte-Carlo si distingue anche per la sua essenza, molto intima, in quanto condotto e organizzato da Cinzia Colman, con l'ausilio dei figli Valentina, Edoardo, il marito Alberto e con il fondamentale sostegno economico assicurato dal gruppo Walgreens Boots Alliance (WBA), rappresentato sul palco dalla Aïcha Chenna Vice-Presidente e Direttore risorse yak, una specie di bufalo allevato nel umane, Kathleen Wilson-Thompson. Ad assistere alla cerimonia, oltre alla cuore del Tibet, sull'altipiano di stessa dott.ssa Ornella Barra, a capo Norlha. L'azienda consente a oltre della WBA, molti rappresentanti 120 donne nomadi di avere una formazione professionale, educazione e istituzionali che a fine serata hanno inserimento nel mondo del lavoro non applaudito l'iniziativa mentre si facile in quelle regioni. Per tutte loro, consumava l'ultima portata di una cena dai tipici sapori del 'Made in come anche per noi presenti alla Italy'. Ed ora appuntamento al 2018 serata, valori come la famiglia, la passione e il rispetto sono stati gli elementi che ci hanno unito alle vincitrici, convinti che donne come loro contribuiscono a rendere migliore la nostra società, soprattutto quando è garantista della parità tra i sessi, Kim Yeshi Michele Mitchell IMMAGINE ESTENSIONE DEL PORTIER: Copyright, conception Iceberg tanto desiderata anche in quei paesi

.................................................................................................................................................................................................... 7


ATTUALITA DAL PRIN ASTANA EXPO 2017: inaugurato ufficialmente il padiglione monegasco dall'anima 100% italiana L'Esposizione "Astana EXPO-2017", ha ufficialmente aperto le porte lo scorso sabato 10 giugno. Al "Pavillon Monaco" è giunto, accolto dal commissario aggiunto Alexandre Bocquillon, SAR Filippo VI che, come altri 2000 visitatori, ha apprezzato con interesse la presentazione e la scenografia allestita con l'intento di Sua Maestà il Re di Spagna, Filippo VI, in visita al Pavillon Monaco, ©MIE mettere in evidenza il legame tra il Principato ed il tema dell'esposizione di quest'anno, l'Energia del Futuro. Il padiglione monegasco, la cui struttura è firmata da un gruppo milanese, così

attraversa poi il corridoio, sulle cui pareti è affisso una citazione tratta da un discorso del Sovrano monegasco bordata da giochi d'effetto che, tra un muro e l'altro, riflettono la sagoma di una balena. Poi una sala dedicata al futuro, da cui emergono immagini oscillanti composte da gocce (il mare) e profumi mediterranei diffusi nell'ambiente. Si passa poi alla visita virtuale di Monaco, con l'utilizzo di occhiali che permettono la scoperta di vari percorsi monegaschi interpretati secondo diversi punti di vista. Poi, tra il plastico dell'estensione sul mare, corredato da un film retro proiettato e l'eco-lab, nel quale si presentano le Jean-Marc Deoriti, Provveditore del Lycée Technique et Hôtelier di Monaco, Isabelle Bonnal, azioni eco-ambientali interattive. Direttore dell’Éducation Nationale, de la Jeunesse et des Sports, S.E. Evelyne Genta, Ambasciatore di Monaco nel Kazakistan e Patrice Cellario, Consigliere del Governo- Ministro degli Interni. © Presente anche il progetto realizzato Direction de la Communication / Charly Gallo come italiani sono i componenti dell' dagli studenti della scuola alberghiera arredamento d'interno, declama anche di Monaco, una bicicletta ad energia un suo motto, "REFLECHIR solare, costruita in materiale L’AVENIR" , e fino al 10 settembre si riciclabile. Insomma i giovani che propone di lanciare diversi messaggi costruiscono il mezzo che, in futuro, declinando 6 diverse aree ad garantisca la mobilità pulita di una altrettante tematiche che si smart-city profila concretamente sviluppano fin dall'entrata, ricca di Monaco, una città ecologicamente icone dedicate al mondo marino. Si impegnata, più di quanto ci si aspetti.

.................................................................................................................................................................................................... 8


NCIPATO DI MONACO Una esposizione per celebrare i duecento anni della Compagnia dei Carabinieri del Principe di Monaco

La Compagnie des Carabiniers du Prince fu creata l'8 dicembre del 1817 dal Principe di Valentinois, Onorato Grimaldi, che ai tempi, ereditario in pectore, amministrava il Principato durante la reggenza del padre, il Principe Onorato IV. Da allora, in carico a fianco del Sovrano per proteggere il suo territorio, il corpo dei Carabinieri monegaschi hanno svolto incarichi importanti ma è solo nel 1904, durante il regno del Principe Alberto I, che sono stati incaricati di garantire sia la guardia del Palazzo che la sicurezza della stessa famiglia regnante, diventando di fatto la 'Compagnie des Carabiniers du Prince' così come la conosciamo noi. A partire dal 13 giugno, in occasione del bi-centenario dalla loro nascita, presso la biblioteca del Palazzo del Principe è stata allestita un'esposizione temporanea: uniformi, Foto©Direction de la Communication/Charly Gallo quadri, ritratti e video realizzati per l'occasione permettono di evocare alcuni dei momenti più significativi nei quali la Compagnia è stata ufficialmente coinvolta. La mostra, accessibile fino al 15 ottobre, è stata realizzata dai Carabinieri del Principe in collaborazione con il Servizio degli Archivi storici del Palazzo, e la scenografa Cécile Degos. Inoltre, cliccando qui potete accedere al video, Sovrano nella Corte d'Onore del realizzato da Monaco Info, della Palazzo per 200 membri delle forze riunione organizzata in presenza del armate del Principato.

.................................................................................................................................................................................................... 9


CULTURA E SAINT JEAN: fêtons la tradition en Principauté de Monaco

Célébration de la fête de la Saint-Jean 2013 sur la place du Palais. © Archives du Palais Princier – Gaetan Luci

Dans la continuité d’une coutume très ancienne célébrant le solstice d’été, l’Eglise a fixé au 24 juin la naissance de Jean le Baptiste, personnage biblique central, annonciateur du Messie dont le témoignage fait une large part à la lumière et à l’Esprit Saint. Ainsi, le jour le plus long de l’année, l’allumage de feux de joie vise à prolonger l’éclat de l’astre radieux jusqu’au cœur de la nuit ce qui, pour le chrétien, marque la victoire du Christ-lumière sur les ténèbres. A l’exception de Saint Jean Baptiste, seules deux autres nativités sont fêtées par le christianisme ; il s’agit en l’occurrence de celles de Jésus et de la Sainte Vierge, ce qui atteste, si besoin en était, de l’importance théologique du Précurseur. A

Monaco, cette fête s’étale, chaque année, sur deux journées et deux quartiers : le 23 juin à Monaco-Ville et le 24 juin au Quartier des Moulins.

Sur le Rocher la fête est marquée par deux temps forts et en premier lieu, la célébration d’un office religieux au sein de l’Eglise Palatine, en présence des autorités élues et gouvernementales ainsi que des représentants des associations traditionnelles monégasques. Paroisse à part entière, cette église est dédiée à Saint Jean Baptiste, comme en témoignent notamment les œuvres d’art qui s’y trouvent – une fresque ornant son plafond ainsi qu’un tableau d’Orazio dei Ferrari, peintre du

.................................................................................................................................................................................................... 10


TRADIZIONI 17ème siècle – qui figurent tous deux le baptême du Christ par le Précurseur et constituent de très beaux fleurons du patrimoine artistique monégasque. Un feu de joie et des danses folkloriques sur la place du Palais constituent la seconde phase de cette première journée de fête qui prend ainsi un tour populaire et convivial. Sans lien direct avec la Saint Jean, il est à noter que la date du 23 juin est également celle retenue pour la célébration de la langue monégasque dont le point d’orgue est la remise, dans la cour d’honneur de la Mairie, des prix du concours annuel auquel participent les élèves de toutes les écoles de la Principauté, en présence de S.A.S. le Prince, de la Famille Souveraine et de représentants des plus hautes autorités et des corps constitués.

Au Quartier des Moulins

offrande un bouquet de fleurs au pied de l’autel. Outre l’adoration du Saint Sacrement, la cérémonie religieuse comprend la bénédiction de l’agneau par l’archevêque de Monaco. Les festivités se poursuivent sur la Place des Moulins où le cortège retourne pour assister à l’incontournable batafoegu (feu de joie), allumé grâce à la « Flamme du Canigou » que transporte, dans une lanterne, un représentant de la « Maintenance provençale des feux de la Saint Jean », puis à un spectacle folklorique. Enfin, à une heure avancée de la nuit, tous les participants et organisateurs (chanteurs, danseurs, musiciens; personnalités et bénévoles) s’attablent sans protocole dans l’aile gauche du square Marcel Pagnol pour une « socca & fougasse party » alors que l’aile droite accueille un convivial bal populaire. (Source: http://www.traditions-monaco.com/fetes-et-

le 24 juin, la fête de la Saint Jean débute à l’Eglise Saint Charles, en fin d’après-midi, traditions) par une messe dite en l’honneur de l’Ordre de Malte, dont le Saint Patron est Saint Jean Baptiste. Un peu plus tard, un cortège, auquel prennent part les représentants des sociétés de tradition ainsi que nombre de musiciens et de danseurs folkloriques, quitte la Place des Moulins pour se rendre en la même Eglise. La spécificité de cette célébration tient à la présence d’un petit garçon revêtu de l’habit de Saint Jean Baptiste, tel que décrit dans l’Evangile, et accompagné d’un agneau emblématique. Parallèlement, une petite fille portant la tenue traditionnelle monégasque dépose en

.................................................................................................................................................................................................... 11


PERSONAGGI VALORE E CAMBIAMENTO: UN BINOMIO IMPRESCINDIBILE PER IL SUCCESSO DELLE AZIENDE DEL FUTURO A cura di Pier Luigi Sassanelli

Riccardo de Caria è un ingegnere brillante, un imprenditore ‘seriale’ e un innovatore che sta cambiando sia il presente che il futuro delle macchine per la preparazione delle lastre per la stampa flessografica. E’ lui ad aver marcato la strada per i sistemi innovativi per la preparazione delle lastre flesso perché, allora come oggi, sa esattamente cosa vuole, come dovrebbe essere e quale scopo deve soddisfare ogni cosa che realizza, ma soprattutto il perché deve esistere. In molti casi, frustrato perché non riesce a trovare nel mercato ciò che desidera, ecco che si rimbocca le maniche e lo crea da solo. Residente nel Principato di Monaco da anni, l’Ing. de Caria vanta oltre 50 anni di esperienza nella ricerca e sviluppo nel settore delle arti grafiche e nell’industria della stampa. Ultima nata è la Vianord Engineering, con sede nel centro tecnologico di Sophia Antipolis. Precedentemente ha fondato RDC Fotomeccanica Spa (1969) Degraf (1974), AZ (1976). Ed ora, quando non è nella sua azienda francese, lo troviamo su un green a giocare a golf… Dalla Prima alla Quarta Rivoluzione Industriale: le tappe principali Gli storici hanno indicato la Prima Rivoluzione Industriale come il passaggio dalla nostra dipendenza da animali, sforzo umano e biomasse impiegate come fonti primarie di energia al successivo uso dei combustibili fossili e

la potenza meccanica al quale tutto questo era connesso. La Seconda Rivoluzione industriale ha portato innovazioni importanti che hanno visto l’espansione dell’elettricità, del petrolio, dell’acciaio e di nuove forme di produzione d’energia. La Terza Rivoluzione Industriale è data invece dall’aumento dei sistemi digitali, l’incremento della connettività fino ai rapidi progressi nel potere di calcolo. Fino a giungere oggi alla Quarta Rivoluzione Industriale, guidata da una estrema automazione e nuove forme di ‘intelligenza artificiale’. Una lotta continua per la sopravvivenza Il concetto di valore continua a dominare il dibattito in qualsiasi settore. Per tutta risposta, i produttori di materiali di consumo e attrezzature si impegnano costantemente ad aiutare i loro clienti a

.................................................................................................................................................................................................... 12


ED IMPRESE prendere le giuste decisioni sviluppando soluzioni innovative che rispondono alle loro esigenze specifiche. Attualmente, l’obiettivo delle aziende più lungimiranti è di rimanere ‘agili’ e guadagnare nuove opportunità di business, impiegando nuove tecnologie che richiedono personale meno qualificato,offrendo al contempo prestazioni maggiori in grado di attirare l’attenzione dei clienti (ad esempio una migliore qualità) con tempi di risposta più rapidi. A causa di questo “nuovo” approccio di business, siamo ora alla fase in cui la vera sfida è poter misurare la qualità, il costo e quindi il valore. Essere in grado di parlarne è un’impresa in sé, in quanto vi sono diverse barriere oggettive. Attualmente, la maggior parte delle aziende operano in un mercato in cui i loro clienti, così come i clienti dei loro clienti, non necessariamente percepiscono o misurano la qualità o il valore allo stesso modo. I diversi soggetti operanti sul mercato infatti, sono spesso costretti dalla loro clientela transazionale o da altri ostacoli che impediscono loro di prendere decisioni univocamente sulla base della qualità e del valore. Gli imprenditori stanno affrontando una crescente pressione per rimanere al passo e potersi confrontare con

concorrenti storici e nuovi, e con molte aziende consolidate, decisi a garantire qualità e valore tanto quanto le startup. La velocità di cambiamento aumenta: la concorrenza sorprende e meraviglia La modernizzazione è la risposta in un mercato in cui l’innovazione continua è la nuova norma e il ritmo del cambiamento continua ad accelerare. Un time-to-market più rapido è una necessità competitiva e questa pressione non subirà rallentamenti in tempi brevi. La nostra ricerca ha rivelato che le società con margini di profitto più elevati (ad alto livello di prestazioni) sono maggiormente predisposti a comprendere l’importanza della velocità di reazione. Queste aziende riferiscono di sentirsi più sotto pressione rispetto ai loro colleghi in una serie di ambiti, come ad esempio tenere testa a concorrenti consolidati, essendo costrette a reinventare più rapidamente la loro offerta (prodotti e servizi) ed a capitalizzare rapidamente nuove risorse e nuove idee. Le aziende ad alte prestazioni privilegiano l’adozione di nuove tecnologie e la creazione di un processo di produzione standard ma “personalizzato” a cui corrispondono livelli di qualità sempre meno legati alle competenze degli dei singoli individui. Spesso queste aziende hanno creato e quindi dispongono di un solido sistema per gestire i cambiamenti rapidi sia interni che esterni. Trovare il giusto equilibrio tra valore, qualità e velocità. Non esiste una risposta facile o una soluzione rapida al problema del bilanciamento del valore, della qualità e della velocità.

.................................................................................................................................................................................................... 13


Questo perché ogni azienda ha le proprie ambizioni, priorità e limiti; ciò che viene percepito come un buon compromesso per una, può sembrare insostenibile o addirittura inaccettabile per un altra. Detto questo, tutti sappiamo che se continuiamo a fare le stesse cose otteniamo generalmente gli stessi risultati. Allo stesso modo, se continuiamo a fare la stessa cosa quando ci sono imperativi di velocità, probabilmente avremo anche dei risultati peggiori. E’ quindi arrivato il momento in cui le aziende hanno bisogno di fare qualcosa di diverso e nuovo per continuare a far crescere le loro attività. Ma lasciare lo status quo non è facile, in quanto significa agire, far fatica e anche correre dei rischi. Se ciò implica poi anche un grande investimento in nuove tecnologie, gli ostacoli sono ancora più alti proprio perché il campo di gioco si evolve velocemente. La priorità degli investimenti nelle nuove tecnologie richiede una solida comprensione dello ‘stato’ della tecnologia, delle caratteristiche e delle capacità dell’innovazione di incidere realmente

sull’azienda e sulle sue prestazioni. Adottare al momento giusto I motivi che spingono ad adottare una nuova tecnologia sono il desiderio di migliorare le prestazioni e la crescita,e non tanto il gusto di seguire pubblicità o mode.Scegliere il momento giusto per adottare una nuova tecnologia è importante, perché potrebbe perfino portare opportunità inaspettate, mentre l’adozione precoce e non propriamente programmata potrebbe invece risultare inutile, o addirittura controproducente se un’azienda non fosse preparata a ottimizzarne il valore. I leader aziendali devono avere la giusta strategia nello scegliere il momento giusto; solo così il valore delle scelte sarà consolidato nel tempo e presenterà un accettabile livello di rischio. Un aspetto importante da considerare è che, mentre la tecnologia si diffonde ampiamente, l’economia di scala si espande mentre il suo valore comincerà a ridursi. Gli imprenditori devono ricordare che questo è ciò che influenza la sostenibilità di ogni nuova tecnologia. La modularità è flessibilità, l’automazione è il futuro della crescita! Riccardo de Caria ha capito il ‘dilemma’ che devono affrontare gli imprenditori e, per questa ragione, ha iniziato a sviluppare una gamma di sistemi che possono essere combinati, subito o nel corso del tempo,, nell’ottica di costruire una linea completa e completamente automatizzata. Questo approccio progettuale prevede l’utilizzo di singole unità che possono essere acquistate e poi combinate in modo indipendente. Il sistema modulare è caratterizzato da Alcuni dei premiati sul Palco del Grimaldi Forum a termine della cerimonia a cui ha partecipato anche iorgia attrezzature “standard”, preparate con Palmas, come valletta, Vittorio Brumotti, Simona Ventura e Alfonso Signorini COPYRIGHT Marco Piovanotto interfacce che possono essere collegate

.................................................................................................................................................................................................... 14


insieme per costruire diversi sistemi automatizzati. Oltre a ridurre i costi e fornire maggior flessibilità nel design, la modularità offre altri vantaggi, come l’incremento o l’esclusione di certi macchinari. L’aggiunta di nuove soluzioni, ottenute semplicemente collegando un nuovo modulo, contribuisce a stare al passo con le crescenti richieste dei clienti e a rendere il processo produttivo più adattabile ai cambiamenti. L’automazione, invece, è la risposta alla velocità e alla standardizzazione. Il design modulare richiede di solito tempi di apprendimento più brevi. L’automazione riduce drasticamente il rischio di ‘errori’ umani migliorando nel contempo la sicurezza generale. Il ritmo del cambiamento nel mondo delle imprese sta accelerando e per avere successo nella prossima fase di questa rivoluzione industriale sono necessarie inventiva e innovazione. Per rimanere competitivi e trasformare le opportunità in vero e proprio business, le aziende devono investire nelle infrastrutture più idonee e dare una nuova forma alla loro struttura aziendale. Il rapido

raggiungimento del valore e della qualità è diventato un imperativo strategico e la maggior parte delle aziende che riusciranno nell’impresa saranno quelle capaci di muoversi più velocemente. Gli imprenditori di successo che hanno aperto la strada possono essere disposti a condividere la loro esperienza per aiutare gli altri (potenzialmente concorrenti) a evitare alcune delle insidie ... o forse no. Abbracciare la modularità e l’automazione è un modo alternativo per accelerare rapidamente l’attività e limitare il rischio. Gli imprenditori che vogliono sopravvivere dovranno tenere il passo con il cambiamento ma ora possono farlo per gradi. Se, d’altra parte, vogliono prosperare, probabilmente dovranno essere tra quelli che guidano il cambiamento. Vale a dire i leader di domani.

Pier Luigi Sassanelli (SASS) è un esperto Marketer con un’ampia esperienza internazionale in economie consolidate e emergenti. Esperto nell’identificare le opportunità di business e tradurle in una crescita redditizia, è attualmente un consulente di strategia per diverse società globali e regionali che operano nei settori alimentare e della stampa di imballaggi.. Sass ha lavorato con DuPont de Nemours per 30 anni. Recentemente ha co-progettato il rinomato programma DuPont Marketing Excellence e ha fondato la DuPont Marketing Academy globale.

.................................................................................................................................................................................................... 15


DAL MONDO

INFORMAZIONE COMMERCIALE

INFORMAZIONE COMMERCIALE

Balo a Costruzioni: una storia di famiglia

Dal 1940 ad oggi, la famiglia Balotta lavora con successo nel settore delle costruzioni. Il gruppo, con sede a Cremona, è diretta dai fratelli Balotta Maurizio e Alberto che controllano e partecipano anche in altre società, sempre del settore immobiliare. Forte del loro know-how, al loro attivo contano numerose costruzioni civili, sottoscrivendo importanti contratti di appalto sia nel settore privato, residenziale che commerciale- produttivo. Attrezzata ed organizzata per la realizzazione di lavori su tutto il territorio nazionale, il gruppo BALOTTA ha acquisito importanti commesse nel settore privato sia in Italia che all’estero. Nel 2004 il gruppo vanta l’attestazione SOA con Cat. OG1 Classe II, oggi portata alla classe V cat. OG1 e inserendo la classe III cat.OG3. Nel 2007 ha conseguito inoltre la certificazione UNI EN ISO 9001:2008 n. SC 06-866-EA28 (costruzioni civili in genere). Infine, nel 2012, è stato creato un brand, BALOTTA SERVICE, dedicato ai servizi di manutenzione, al servizio del privato. La BALOTTA Costruzioni opera comunque utilizzando materiali all’avanguardia e innovativi, avvalendosi della collaborazione di fornitori di materie prime eccellenti ed esperti nel settore. La COM & PRO International sviluppa e promuove il gruppo BALOTTA anche nel Principato di Monaco. Per informazioni info@monacobusiness.net .................................................................................................................................................................................................... 16


O E DAL WEB 2000 Lambre e per celebrare i 70 anni dell'iconica ue ruote milanese In attesa del 2 settembre, data prevista per la partenza del 'Giro del Mondo in sella a una Lambretta' https://wildrideonlambretta.com), nell'affascinante scenario del Delta del Po si è da poco conclusa la "Eurolambretta 2017", evento internazionale organizzato in occasione dei 70 anni dello scooter capace di rappresentare il “Made in Italy” nel mondo. L'iniziativa, coordinata da Cristina Regazzo, responsabile del Rovigo Convention and Visitor Bureau, si è svolta dal 2 al 4 giugno scorsi, ed è stata l'occasione di un insolito raduno, allestito nei dintorni di Rovigo e del Delta del Po. a cui hanno partecipato circa 2000 lambrette provenienti da ogni angolo d’Europa. Per chi l'avesse dimenticato, a Lambretta rappresenta un vero e proprio totem della nostra industria, un mito nato in un capannone di Lambrate nella periferia milanese, dalla catena di montaggio dell’Innocenti. Curata nei minimi dettagli dalle sapienti mani dei suoi lavoratori, è in vendita infatti dal 1947 e arriva via via ad attestarsi su una invidiabile produzione di un milione di esemplari ogni anno. In tributo ai suoi 70 anni, il 3 giugno scorso è stato emesso un francobollo celebrativo raffigurante l'effige di una Lambretta degli anni 50. La lunga serie di celebrazioni hanno avuto il loro vernissage d'eccezione ad Adria con uno storico raduno internazionale. “Un sentito ringraziamento va rivolto alla Questura di Rovigo e al dipartimento di Adria della Polizia Stradale, ai Comandi di Polizia locale dei vari Comuni, alla Croce Verde di Adria senza i quali non si sarebbe potuto garantire lo standard di sicurezza che è il primo biglietto da visita di un grande evento sia nelle piccole che nelle grandi città come dimostrano i fatti di cronaca.” Continua Cristina Regazzo che prosegue: “Tutto il Polesine, accanto a Rovigo Convention Bureau, rete d’imprese tra le società di servizi di Ascom, Confesercenti e Confindustria, può

essere orgoglioso di quanto realizzato, pensando in modo costruttivo a utilizzare le varie competenze professionali ed organizzative disponibili per candidarsi come “destinazione” di altre iniziative sportive e culturali.”

Web Marketing Festival: mai così completo

Per due giorni, dal 23 al 24 giugno, il Palacongressi di Rimini accoglie un evento di portata nazionale: è il Web Marketing Festival che, con il tema dell’Innovazione digitale e sociale, giunge alla sua quinta edizione. L'appuntamento ha numeri da capogiro: sui 38mila mq di area espositiva sono presenti più di 100 aziende italiane e internazionali mentre la formazione è garantita da oltre 200 relatori invitati per trattare temi legati al Social Media Marketing, Web Analytics, Content Marketing, SEO, Turismo, Ecommerce, Non Profit e altro. E se sul palco allestito nella sala principale, con l'intervento dei comici Ubaldo Pantani e Neri Marcorè, non manca anche l'aspetto più propriamente business con il Digital Job Placement, la Startup Competition e le campagne di fundraising, iniziative queste nate per incentivare l’imprenditorialità senza trascurare la responsabilità e l'impegno sociale. Ai 5000 partecipanti al giorno attesi, l sorpresa di trovare, tra i relatori, esperti provenienti da Google, Facebook e Microsoft. Per informazioni accedere al sito www.webmarketingfestival.it.

.................................................................................................................................................................................................... 17


GLAMOUR

Créations et Retouches Sur-Mesure Buckingham Palace, 11, Av.. Saint -Michel MC 98000 Principauté de Monaco www.angy-moda-creation.com TEL: 00377 97 70 35 55

.................................................................................................................................................................................................... 18


R & STYLE YACHT CLUB MONACO: tu i invitati alla grande festa per celebrare il mare San Pietro è il patrono dei pescatori e, come da tradizione, da qualche anno lo Yacht Club di Monaco, per celebrarlo degnamente organizza, in collaborazione con tutte le istituzioni monegasche, una serie di attività ludico-educative. L'appuntamento, programmato per il 17 giugno, prevede infatti decine di animazioni: toboga, paddle, canottaggio, vela, immersioni, battesimi dell'acqua, una mostra fotografica di archeologia marina. Infine, per l'attesa parata, al fianco dell'iconica Tuiga sfila anche la nuova imbarcazione presentata alla stampa qualche giorno fa, una IMOCA60 battezzata Malizia II. Per ulteriori informazioni cliccare su http://www.yacht-club-monaco.mc/ fr/vie-sportive-monaco/fete-de-la-mer/

Un souvenir di Capocaccia?

Dopo 23 anni di attività, Capocaccia, storico locale di riferimento per molti italiani di Monaco e dintorni chiude ufficialmente le sue porte. Ad annunciarlo la stessa titolare, Clara Bassanelli, in una email indirizzata alla sua affezionata clientela nella quale saluta tutti ringraziando tutti "per averci dato la possibilità di farvi divertire". L'epilogo di questa avventura imprenditoriale però, è ancor più significativa se consideriamo che dopo il 16 giugno, ultimo giorno durante il quale è ancora possibile consumare le specialità proposte dal loro chef, all'inizio del week-end successivo, fino a mercoledì, dalle ore 12 alle ore 20, qualche pezzettino del ristorante è messo in vendita, compreso le vettovaglie personalizzate e gli oggetti che identificavano il ritrovo dallo spirito decisamente milanese. A buon intenditore...

FxPro 9 ° Monte-Carlo Beach Volley: siete tu i pronti?

Appuntamento il 17 e 18 giugno al Larvotto per assistere alla 9a edizione del FxPro Monte-Carlo Beach volley, manifestazione organizzata dalla Federazione Monegasca di Pallavolo inclusa nel World Tour 2017 Fédération Internationale de Volleyball. In totale sono attese 16 delle migliori squadre del mondo che si sfideranno per un montepremi di € 10.000 ed un paio di prestigiose coppe in palio. www.Monte-Carlo-beachvolley.com

.................................................................................................................................................................................................... 19


HEBDO RENDEZ-VOUS A MONACO Vendredi 16 juin à 19h, Grimaldi Forum Monaco : Cérémonie d’Ouverture du 57e Festival de Télévision de Monte-Carlo. Ambiance Tapis Rouge pour la présentation des jurys des Nymphes d’Or et la projection en avant-première d’un programme de télévision en présence du cast et des acteurs des séries internationales les plus connues du moment. Renseignements : +377 93 10 40 60

Vendredi 16 juin à 20h30, Auditorium Rainier III - Salle Yakov Kreizberg : Série Grande Saison : concert symphonique par l’Orchestre Philharmonique de Monte-Carlo sous la direction de Alondra De La Parra avec Yamandu Costa, guitare. Au programme : Carlos Chávez, Yamandu Costa, José Pablo Moncayo et Silvestre Revueltas. Renseignements : +377 98 06 28 28 Samedi 17 juin, Yacht Club de Monaco : Fête de la Mer organisée par le Yacht Club Monaco. Renseignements : +377 93 10 63 00

Dimanche 18 juin à 16h, Eglise Saint-Charles : Concert Spirituel avec Kristi Gjezi, violon et le Trio Goldberg composé de Liza Kerob, violon, Federico Andres Hood, alto et Thierry Amadi, violoncelle. Au programme : Johann Sebastian Bach. Renseignements : +377 98 06 28 28

Lundi 19 juin à 18h30, Médiathèque de Monaco - Bibliothèque Louis Notari : Web série : soirée spéciale Virago avec Aude GG. Renseignements : +377 93 15 29 40

Mardi 20 juin à 18h30, Médiathèque de Monaco - Bibliothèque Louis Notari : Présentation de l'exposition du Grimaldi Forum Monaco sur le thème "La Cité Interdite à Monaco, vie de cour des empereurs et impératrices de Chine" par Catherine Alestchenkoff. Renseignements : +377 93 15 29 40

Mardi 20 juin à 19h, Grimaldi Forum Monaco : Cérémonie des Nymphes d’Or du 57e Festival de Télévision de Monte-Carlo. Remise des Nymphes d’Or récompensant les meilleurs programmes et vedettes internationales de l’industrie télévisuelle en présence des actrices et acteurs reconnus et futures stars de la Télévision. Renseignements : +377 93 10 40 60

Mercredi 21 juin, Terrasses du Casino : Yoga Solstice Festival Monaco. Renseignements : 06 79 08 72 95

Mercredi 21 juin, Principauté de Monaco : "Fête de la Musique" Animations et concerts organisés par la Mairie de Monaco et l'équipe de l'Espace Léo Ferré. Renseignements : +377 93 10 12 10 - à 15h, Médiathèque de Monaco - Bibliothèque Louis Notari : Présentation des ouvrages sélectionnés pour les Prix Littéraires, par la Fondation Prince Pierre de Monaco. Renseignements : +377 93 15 29 40 - à 20h, Auditorium Rainier III : Concert de Gala de l’Académie Rainier III. Renseignements : +377 93 15 28 91 - à 21h, Port de Monaco : Fête de la Musique par Deluxe avec en première partie Big Junior. Renseignements : +377 93 10 12 10

Jeudi 22 juin à 18h30, Grimaldi Forum Monaco - Espace Indigo : Thursday Live Session avec Oh Tiger Mountain. Renseignements : +377 99 99 20 20

Du vendredi 23 au dimanche 25 juin, Port de Monaco : 22e Jumping International de MonteCarlo. Renseignements : +377 97 70 24 10

20

....................................................................................................................................................................................................

QE-MAG@ZINE # 23 by AMP Monaco  

QE-MAG@ZINE N° 23, 16 giugno 2017: les news en Principauté de Monaco by AMP Monaco QE-MAGAZINE // Notizie e approfondimenti dal Principato d...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you