Page 1

_Immobili&Co 4-2018_Layout 1 03/09/18 16.47 Pagina 1

I&Co

Immobili & Co. per l’Impresa Anno XXIII N. 4 - Settembre 2018

FRANCHISING I ruoli nel franchising: responsabile comunicazione pag. 6 SPECIALE Salone Franchising Milano - 25 - 26 - 27 Ottobre 2018 pag. 10 NETWORK VENDITAFAST: creiamo l’agente immobiliare del futuro pag. 16 AUTOMOTIVE AUTO E DIESEL: la disinformazione non fa bene al mercato pag. 22

I PERSONAGGI DI I&CO. PAG. 14

LUCA ROSSETTO - CASA.IT


_Immobili&Co 4-2018_Layout 1 03/09/18 16.47 Pagina 2


_Immobili&Co 4-2018_Layout 1 03/09/18 16.47 Pagina 3

EDITORIALE di Bruno Vettore - Direttore editoriale

COSTRUIRE E MOTIVARE IL TEAM DI LAVORO La recente scomparsa di un grande manager come Sergio Marchionne, oltre che evidenziare le sue straordinarie capacità e la sua lungimirante visione, ha posto l’attenzione di un vasto pubblico sulle tematiche della Leadership e dell’importanza della squadra, intesa come gruppo di persone che, a vario livello, contribuiscono in maniera determinante allo sviluppo ed alla realizzazione dei progetti aziendali. Non esiste praticamente nessuna aggregazione di uomini che non abbia bisogno di una figura leaderistica. Astruse teorie di gestione collegiale o solidale di una qualsiasi organizzazione, senza una figura di riferimento precisa, lasciano il tempo che trovano e sono mere astrazioni. Le persone infatti hanno bisogno di stimoli, di rispetto, di obiettivi e di visione futura. Si tratta di fattori determinanti che un leader deve considerare con enorme interesse oltre a possedere la capacità di motivare chi lo circonda attraverso comportamenti, idee, progetti, che creino un clima sereno e costruttivo. La chiave del successo sta nell’avere vicino il maggior numero di uomini e donne che si comportano come fossero i veri proprietari del-

l’azienda. E questo lo si ottiene solo con la motivazione ed il coinvolgimento, anche delle persone apparentemente meno importanti o determinanti ai fini del raggiungimento dei risultati complessivi. Un leader deve gestire con efficacia e continuità anche l’auto-motivazione, ovvero la creazione di un clima di lavoro eccellente e la capacità di trarre entusiasmo e voglia di fare dalle azioni che ogni giorno si compiono e dagli obiettivi, anche di breve termine, che si pongono. Le persone che circondano un leader, dalla prima all’ultima, devono sentirgli emanare un’energia, una chiarezza di intenti ed una tensione emotiva in grado di risvegliare anche le energie sopite. I dipendenti non devono essere mai considerati tali, loro dipendono sicuramente da una catena di comando, ma devono sempre sentirsi “collaboratori”, parte di un disegno comune. Motivare i collaboratori significa quindi non umiliarli mai: gli encomi, le congratulazioni, le lodi devono essere sempre pubblici, mentre i rimproveri ed i richiami sempre privati e non mortificanti, che non creino quindi sconforto, ma motivazione al miglioramento.

Immobili&Co. per l’impresa 3


_Immobili&Co 4-2018_Layout 1 03/09/18 16.47 Pagina 4

SOMMARIO

Immobili &Co. per l’impresa_4_2018

I&Co

pagina_14 PERSONAGGI LUCA ROSSETTO CASA.IT

Immobili & Co. per l’Impresa Anno XXIII N. 4 - settembre 2018

pagina_5 STARTER BV INVEST OTTIENE IL RINNOVO DELLA CERTIFICAZIONE QUALITÀ

pagina_16 NETWORK VENDITAFAST

pagina_6

pagina_19

FRANCHISING

CREDITO

I RUOLI NEL FRANCHISING: RESPONSABILE COMUNICAZIONE

WE-UNIT RADDOPPIA

pagina_20 pagina_8 ORIENTAMENTI

BRAND BRAND: QUALE SIGNIFICATO?

SOPRAVVIVERE AL FISCO NEL MONDO REAL ESTATE

pagina_22 AUTOMOTIVE

pagina_10

AUTO E DIESEL

SPECIALE SALONE FRANCHISING MILANO

pagina_24 pagina_12 SPECIALE EXPO FRANCHISING NAPOLI

4 immobili&co. per l’impresa

LUMIO INUNO ILLUMINA LA TUA AGENZIA

pagina_26 RECENSIONE I 10 PILASTRI DELLA LEADERSHIP


_Immobili&Co 4-2018_Layout 1 03/09/18 16.47 Pagina 5

STARTER a cura della Redazione

training advisory & development

BV COACHING

high formation & team motivation

business life & personal training

Certificazione rinnovata La BV invest S.r.l., societĂ guidata da Bruno Vettore, ha terminato il processo di rinnovo della Certificazione di QualitĂ  UNI EN ISO 9001:2015 per i servizi erogati, a garanzia di programmi di formazione e consulenza altamente qualificati.

BV NETWORK franchising consulting & development

BV CONSULTING

BV DIGITAL

assessment & strategic consulting

corporate & marketing communication

BV INVEST OTTIENE IL RINNOVO DELLA CERTIFICAZIONE QUALITĂ€

^^EZÄžĆŒĆ&#x;ÄŽÄ?Ä‚Ć&#x;ŽŜ^EZÄžĆŒĆ&#x;ÄŽÄ?Ä‚Ć&#x;ŽŜ^EZÄžĆŒĆ&#x;ÄŽÄ?Ä‚Ć&#x;ŽŜ^EZÄžĆŒĆ&#x;ÄŽÄ? EZÄžĆŒĆ&#x;ÄŽÄ?Ä‚Ć&#x;ŽŜ^EZÄžĆŒĆ&#x;ÄŽÄ?Ä‚Ć&#x;ŽŜ^EZÄžĆŒĆ&#x;ÄŽÄ?Ä‚Ć&#x;ŽŜ^EZÄžĆŒĆ&#x;ÄŽÄ?

BV REAL ESTATE

BV TRAINING

^^EZ'/^dZZ^Ä?ÄžĆŒĆ&#x;ÄŽÄ?Ä‚Ä?ŚĞÍž^EZÄžĹ?Ĺ?Ć?ĆšĆŒÄ‚ĆŒĆ?ĹšÄžĆŒÄžÄ?LJÄ?ÄžĆŒĆ&#x;ÄŽÄžĆ?ƚŚĂƚͿ͗ EZ'/^dZZ^Ä?ÄžĆŒĆ&#x;ÄŽÄ?Ä‚Ä?ŚĞÍž^EZÄžĹ?Ĺ?Ć?ĆšĆŒÄ‚ĆŒĆ?ĹšÄžĆŒÄžÄ?LJÄ?ÄžĆŒĆ&#x;ÄŽÄžĆ?ƚŚĂƚͿ͗

s/Es^d^͘Z͘>͘  s/Es^d^͘Z͘>͘ ^ĞĚĞĹŻÄžĹ?ĂůĞ͗s/s/dKZ,h'KÍ•ĎŻͲĎŽĎŹĎ­ĎŽĎŻD/>EKÍžD/Íż ^ĞĚĞĹŻÄžĹ?ĂůĞ͗s/s/dKZ,h'KÍ•ĎŻͲĎŽĎŹĎ­ĎŽĎŻD/>EKÍžD/Íż ^ĞĚĞĹ˝Ć‰ÄžĆŒÄ‚Ć&#x;ǀĂ͗s/Z/KWWÍ•ĎŽĎ°ͲĎŽĎŹĎ­ĎŽĎąD/>EKÍžD/Íż ^ĞĚĞĹ˝Ć‰ÄžĆŒÄ‚Ć&#x;ǀĂ͗s/Z/KWWÍ•ĎŽĎ°ͲĎŽĎŹĎ­ĎŽĎąD/>EKÍžD/Íż

,Ä‚Ĺ?žƉůĞžĞŜƚĂƚŽƾŜĆ?Ĺ?Ć?ƚĞžĂÄšĹ?'ÄžĆ?Ć&#x;ŽŜĞĆ‰ÄžĆŒĹŻÄ‚YƾĂůĹ?ĆšÄƒ ,Ä‚Ĺ?žƉůĞžĞŜƚĂƚŽƾŜĆ?Ĺ?Ć?ƚĞžĂÄšĹ?'ÄžĆ?Ć&#x;ŽŜĞĆ‰ÄžĆŒĹŻÄ‚YƾĂůĹ?ĆšÄƒ ĂƾĚĹ?ƚĂƚŽĚĂ^EZ'/^dZZ^Ä?Ĺ˝ĹśÄ¨Ĺ˝ĆŒĹľÄžÄ‚ĹŻĹŻÄ‚EĹ˝ĆŒĹľÄ‚Í— ĂƾĚĹ?ƚĂƚŽĚĂ^EZ'/^dZZ^Ä?Ĺ˝ĹśÄ¨Ĺ˝ĆŒĹľÄžÄ‚ĹŻĹŻÄ‚EĹ˝ĆŒĹľÄ‚Í— ŚĂĆ?Ä?ĞĞŜĂƾĚĹ?ƚĞĚÄ?LJ^EZ'/^dZZ^ĂŜĚŚĂĆ?Ĺ?žƉůĞžĞŜƚĞĚĹ?ŜĂÄ?Ä?Ĺ˝ĆŒÄšÄ‚ĹśÄ?ÄžÇ Ĺ?ƚŚ͗ ŚĂĆ?Ä?ĞĞŜĂƾĚĹ?ƚĞĚÄ?LJ^EZ'/^dZZ^ĂŜĚŚĂĆ?Ĺ?žƉůĞžĞŜƚĞĚĹ?ŜĂÄ?Ä?Ĺ˝ĆŒÄšÄ‚ĹśÄ?ÄžÇ Ĺ?ƚŚ͗

h hE/E/^KϾϏϏϭ͗ώϏϭϹ E/E/^KϾϏϏϭ͗ώϏϭϹ YƾĞĆ?ƚŽÄ?ÄžĆŒĆ&#x;ÄŽÄ?ĂƚŽÄ&#x;ǀĂůĹ?ĚŽĆ‰ÄžĆŒĹ?ĹŻĆ?ÄžĹ?ƾĞŜƚĞÄ?ĂžƉŽÄšĹ?ĂƉƉůĹ?Ä?Ä‚ÇŒĹ?ŽŜĞ͗ YƾĞĆ?ƚŽÄ?ÄžĆŒĆ&#x;ÄŽÄ?ĂƚŽÄ&#x;ǀĂůĹ?ĚŽĆ‰ÄžĆŒĹ?ĹŻĆ?ÄžĹ?ƾĞŜƚĞÄ?ĂžƉŽÄšĹ?ĂƉƉůĹ?Ä?Ä‚ÇŒĹ?ŽŜĞ͗ ddĹšĹ?Ć?Ä?ÄžĆŒĆ&#x;ÄŽÄ?ĂƚĞĹ?Ć?ǀĂůĹ?ÄšÄ¨Ĺ˝ĆŒƚŚĞÄ¨Ĺ˝ĹŻĹŻĹ˝Ç Ĺ?ĹśĹ?Ć?Ä?ŽƉĞŽĨĹ˝Ć‰ÄžĆŒÄ‚Ć&#x;ŽŜĆ?Í— ĹšĹ?Ć?Ä?ÄžĆŒĆ&#x;ÄŽÄ?ĂƚĞĹ?Ć?ǀĂůĹ?ÄšÄ¨Ĺ˝ĆŒƚŚĞÄ¨Ĺ˝ĹŻĹŻĹ˝Ç Ĺ?ĹśĹ?Ć?Ä?ŽƉĞŽĨĹ˝Ć‰ÄžĆŒÄ‚Ć&#x;ŽŜĆ?Í—

ZK'/KE/^Zs///KE^h>E͘ ZK'/KE/^Zs///KE^h>E͘ ZK'/KE/KZ^//&KZD/KEWZK&^^/KE>͘ ZK'/KE/KZ^//&KZD/KEWZK&^^/KE>͘ WĆŒĹ˝Ç€Ĺ?Ć?Ĺ?ŽŜŽĨÄ?ŽŜĆ?ƾůĆ&#x;ĹśĹ?Ć?ÄžĆŒÇ€Ĺ?Ä?ÄžĆ?͘WĆŒĹ˝Ç€Ĺ?Ć?Ĺ?ŽŜŽĨĆ‰ĆŒĹ˝Ä¨ÄžĆ?Ć?Ĺ?ŽŜĂůĆšĆŒÄ‚Ĺ?ĹśĹ?ĹśĹ?Ä?Ĺ˝ĆľĆŒĆ?ÄžĆ?͘ WĆŒĹ˝Ç€Ĺ?Ć?Ĺ?ŽŜŽĨÄ?ŽŜĆ?ƾůĆ&#x;ĹśĹ?Ć?ÄžĆŒÇ€Ĺ?Ä?ÄžĆ?͘WĆŒĹ˝Ç€Ĺ?Ć?Ĺ?ŽŜŽĨĆ‰ĆŒĹ˝Ä¨ÄžĆ?Ć?Ĺ?ŽŜĂůĆšĆŒÄ‚Ĺ?ĹśĹ?ĹśĹ?Ä?Ĺ˝ĆľĆŒĆ?ÄžĆ?͘ ĎŻĎąͲĎŻĎł ŽĚĹ?Ä?Ğ͞ŽĚĞÍż  ŽĚĹ?Ä?Ğ͞ŽĚĞÍż Í—Í—ĎŻĎąͲĎŻĎł ĎŻĎŹ>ĆľĹ?ĹŻĹ?ŽώϏϭϴ ĂƚĂÄšĹ?ĞžĹ?Ć?Ć?Ĺ?ŽŜĞÄ?Ĺ˝ĆŒĆŒÄžĹśĆšÄžÍžĂƚĞŽĨÄžĆŒĆ&#x;ÄŽÄ?ĂƚĞ/Ć?Ć?ƾĞͿ  ĂƚĂÄšĹ?ĞžĹ?Ć?Ć?Ĺ?ŽŜĞÄ?Ĺ˝ĆŒĆŒÄžĹśĆšÄžÍžĂƚĞŽĨÄžĆŒĆ&#x;ÄŽÄ?ĂƚĞ/Ć?Ć?ƾĞͿ Í—Í—ĎŻĎŹ>ĆľĹ?ĹŻĹ?ŽώϏϭϴ ĎŹĎ­Ĺ?Ĺ˝Ć?ƚŽĎŽĎŹĎ­Ďľ ÄžĆŒĆ&#x;ÄŽÄ?ĂƚŽǀĂůĹ?ĚŽĎŜŽÄ‚ĹŻÍžÄžĆŒĆ&#x;ÄŽÄ?ĂƚĞsÄ‚ĹŻĹ?ÄšhĹśĆ&#x;ĹŻÍż  ÄžĆŒĆ&#x;ÄŽÄ?ĂƚŽǀĂůĹ?ĚŽĎŜŽÄ‚ĹŻÍžÄžĆŒĆ&#x;ÄŽÄ?ĂƚĞsÄ‚ĹŻĹ?ÄšhĹśĆ&#x;ĹŻÍż Í—Í—ĎŹĎ­Ĺ?Ĺ˝Ć?ƚŽĎŽĎŹĎ­Ďľ ĎŹĎŽ>ĆľĹ?ĹŻĹ?ŽώϏϭϾ ƾĚĹ?ƚĚĹ?ĆŒĹ?Ä?ÄžĆŒĆ&#x;ÄŽÄ?Ä‚ÇŒĹ?ŽŜĞĚĂÄžÄŤÄžĆŠĆľÄ‚ĆŒÄžĆ‰ĆŒĹ?žĂĚĞůÍžZÄžÄ?ÄžĆŒĆ&#x;ÄŽÄ?Ä‚Ć&#x;ŽŜĂƾĚĹ?ĆšÄ?ÄžÄ¨Ĺ˝ĆŒÄžÍż  ƾĚĹ?ƚĚĹ?ĆŒĹ?Ä?ÄžĆŒĆ&#x;ÄŽÄ?Ä‚ÇŒĹ?ŽŜĞĚĂÄžÄŤÄžĆŠĆľÄ‚ĆŒÄžĆ‰ĆŒĹ?žĂĚĞůÍžZÄžÄ?ÄžĆŒĆ&#x;ÄŽÄ?Ä‚Ć&#x;ŽŜĂƾĚĹ?ĆšÄ?ÄžÄ¨Ĺ˝ĆŒÄžÍż Í—Í—ĎŹĎŽ>ĆľĹ?ĹŻĹ?ŽώϏϭϾ ĎŹĎŽĹ?Ĺ˝Ć?ƚŽώϏϭϲ ÄžĆŒĆ&#x;ÄŽÄ?ĂƚŽĚĂÍžÄžĆŒĆ&#x;ĎĞĚĆ?Ĺ?ĹśÄ?ĞͿ  ÄžĆŒĆ&#x;ÄŽÄ?ĂƚŽĚĂÍžÄžĆŒĆ&#x;ĎĞĚĆ?Ĺ?ĹśÄ?ĞͿ Í—Í—ĎŹĎŽĹ?Ĺ˝Ć?ƚŽώϏϭϲ ÄžĆŒĆ&#x;ÄŽÄ?ĂƚŽE͘ÍžÄžĆŒĆ&#x;ÄŽÄ?ĂƚĞE͘Íż  ÄžĆŒĆ&#x;ÄŽÄ?ĂƚŽE͘ÍžÄžĆŒĆ&#x;ÄŽÄ?ĂƚĞE͘Íż Í—Í—^EZϳϰϰϯϯϯϲϏ͏ϲ͏Y ^EZϳϰϰϯϯϯϲϏ͏ϲ͏Y ĆŒÄžÇ€Í˜ÍžĆŒÄžÇ€Í˜Íż ĆŒÄžÇ€Í˜ÍžĆŒÄžÇ€Í˜Íż Í—ĎŹĎ­ĞůĎŻĎŹ>ĆľĹ?ĹŻĹ?ŽώϏϭϴ Í—ĎŹĎ­ĞůĎŻĎŹ>ĆľĹ?ĹŻĹ?ŽώϏϭϴ

"VUIPSJTFECZ "VUIPSJTFECZ 4UBO8SJHIU 4UBO8SJHIU $IJFG&YFDVUJWF $IJFG&YFDVUJWFF



^Ĺ?Ć?ƚĞžĂÄšĹ?Ĺ?ÄžĆ?Ć&#x;ŽŜĞĆ‰ÄžĆŒĹŻÄ‚ƋƾĂůĹ?ĆšÄƒÄ?Ĺ˝ĹśÄ¨Ĺ˝ĆŒĹľÄžÄ‚ĹŻĹŻÄ‚EĹ˝ĆŒĹľÄ‚/^KĎľĎŹĎŹĎ­Í˜ ^Ĺ?Ć?ƚĞžĂÄšĹ?Ĺ?ÄžĆ?Ć&#x;ŽŜĞĆ‰ÄžĆŒĹŻÄ‚ƋƾĂůĹ?ĆšÄƒÄ?Ĺ˝ĹśÄ¨Ĺ˝ĆŒĹľÄžÄ‚ĹŻĹŻÄ‚EĹ˝ĆŒĹľÄ‚/^KĎľĎŹĎŹĎ­Í˜ >>Ä‚Ć‰ĆŒÄžĆ?ĞŜƚĞÄ?ÄžĆŒĆ&#x;ÄŽÄ?Ä‚ÇŒĹ?ŽŜĞĆ?Ĺ?Ĺ?ŜƚĞŜĚĞĆŒĹ?Ä¨ÄžĆŒĹ?ƚĂÄ‚Ĺ?ĹŻĹ?Ä‚Ć?ƉĞƍĹ?ÄžĆ?Ć&#x;ŽŜĂůĹ?ĚĞůů͛Ĺ?ĹľĆ‰ĆŒÄžĆ?Ä‚ŜĞůĆ?ƾŽÄ?ŽžƉůĞĆ?Ć?Ĺ˝Í˜ Ä‚Ć‰ĆŒÄžĆ?ĞŜƚĞÄ?ÄžĆŒĆ&#x;ÄŽÄ?Ä‚ÇŒĹ?ŽŜĞĆ?Ĺ?Ĺ?ŜƚĞŜĚĞĆŒĹ?Ä¨ÄžĆŒĹ?ƚĂÄ‚Ĺ?ĹŻĹ?Ä‚Ć?ƉĞƍĹ?ÄžĆ?Ć&#x;ŽŜĂůĹ?ĚĞůů͛Ĺ?ĹľĆ‰ĆŒÄžĆ?Ä‚ŜĞůĆ?ƾŽÄ?ŽžƉůĞĆ?Ć?Ĺ˝Í˜ YƾĞĆ?ƚŽÄ?ÄžĆŒĆ&#x;ÄŽÄ?ĂƚŽÄ&#x;ÄšĹ?Ć‰ĆŒĹ˝Ć‰ĆŒĹ?ÄžĆšÄƒÄšĹ?^EZÄžĆŒĆ&#x;ÄŽÄ?Ä‚Ć&#x;ŽŜÄžĆŒĹ?žĂŜĞǀĂůĹ?ĚŽÄžĆ?ĆľÄ?Ĺ˝ĆŒÄšĹ?ŜĂƚŽĂůůΖĞĆ?Ĺ?ƚŽĆ?ŽĚĚĹ?Ć?ĨĂÄ?ĞŜƚĞÄšĹ?Ć?Ĺ˝ĆŒÇ€ÄžĹ?ĹŻĹ?Ä‚ĹśÇŒÄ‚ĂŜŜƾĂůĞĂƾĚĹ?ĆšĆ?͘ YƾĞĆ?ƚŽÄ?ÄžĆŒĆ&#x;ÄŽÄ?ĂƚŽÄ&#x;ÄšĹ?Ć‰ĆŒĹ˝Ć‰ĆŒĹ?ÄžĆšÄƒÄšĹ?^EZÄžĆŒĆ&#x;ÄŽÄ?Ä‚Ć&#x;ŽŜÄžĆŒĹ?žĂŜĞǀĂůĹ?ĚŽÄžĆ?ĆľÄ?Ĺ˝ĆŒÄšĹ?ŜĂƚŽĂůůΖĞĆ?Ĺ?ƚŽĆ?ŽĚĚĹ?Ć?ĨĂÄ?ĞŜƚĞÄšĹ?Ć?Ĺ˝ĆŒÇ€ÄžĹ?ĹŻĹ?Ä‚ĹśÇŒÄ‚ĂŜŜƾĂůĞĂƾĚĹ?ĆšĆ?͘ W ÄžĆŒĹŻÄ‚Ä?Ĺ˝ĹśÄ¨ÄžĆŒĹľÄ‚Í•Ĺ?ĹśÄ¨Ĺ˝ĆŒĹľÄ‚ÇŒĹ?ŽŜĹ?ƉƾŜƚƾĂůĹ?ĞĂĹ?Ĺ?Ĺ?Ĺ˝ĆŒĹśÄ‚ĆšÄžÄ?Ĺ?ĆŒÄ?Ä‚ĞǀĞŜƚƾĂůĹ?Ç€Ä‚ĆŒĹ?Ä‚ÇŒĹ?ŽŜĹ?Ĺ?ĹśĆšÄžĆŒÇ€ÄžĹśĆľĆšÄž WÄžĆŒĹŻÄ‚Ä?Ĺ˝ĹśÄ¨ÄžĆŒĹľÄ‚Í•Ĺ?ĹśÄ¨Ĺ˝ĆŒĹľÄ‚ÇŒĹ?ŽŜĹ?ƉƾŜƚƾĂůĹ?ĞĂĹ?Ĺ?Ĺ?Ĺ˝ĆŒĹśÄ‚ĆšÄžÄ?Ĺ?ĆŒÄ?Ä‚ĞǀĞŜƚƾĂůĹ?Ç€Ä‚ĆŒĹ?Ä‚ÇŒĹ?ŽŜĹ?Ĺ?ĹśĆšÄžĆŒÇ€ÄžĹśĆľĆšÄž Ĺś ĞůůŽĆ?ƚĂƚŽĚĞůůĂÄ?ÄžĆŒĆ&#x;ÄŽÄ?Ä‚ÇŒĹ?ŽŜĞÄšĹ?Ä?ĆľĹ?Ä‚ĹŻĆ‰ĆŒÄžĆ?ĞŜƚĞÄ?ÄžĆŒĆ&#x;ÄŽÄ?ĂƚŽ͕Ć?Ĺ?Ć‰ĆŒÄžĹ?Ä‚ÄšĹ?Ć?Ä?ĆŒĹ?Ç€ÄžĆŒÄžÄ‚ĹŻĹŻÍ›Ĺ?ŜĚĹ?ĆŒĹ?ÇŒÇŒĹ˝ĞͲžĂĹ?ĹŻĆ?ĹśĆŒÄžĹ?Ĺ?Ć?ĆšĆŒÄ‚ĆŒĆ?ΛƉĞÄ?͘Ĺ?ĆšÍ˜ ŜĞůůŽĆ?ƚĂƚŽĚĞůůĂÄ?ÄžĆŒĆ&#x;ÄŽÄ?Ä‚ÇŒĹ?ŽŜĞÄšĹ?Ä?ĆľĹ?Ä‚ĹŻĆ‰ĆŒÄžĆ?ĞŜƚĞÄ?ÄžĆŒĆ&#x;ÄŽÄ?ĂƚŽ͕Ć?Ĺ?Ć‰ĆŒÄžĹ?Ä‚ÄšĹ?Ć?Ä?ĆŒĹ?Ç€ÄžĆŒÄžÄ‚ĹŻĹŻÍ›Ĺ?ŜĚĹ?ĆŒĹ?ÇŒÇŒĹ˝ĞͲžĂĹ?ĹŻĆ?ĹśĆŒÄžĹ?Ĺ?Ć?ĆšĆŒÄ‚ĆŒĆ?ΛƉĞÄ?͘Ĺ?ĆšÍ˜

*40 *40

^EZÄ&#x17E;Ĺ?Ĺ?Ć?Ć&#x161;Ć&#x152;Ä&#x201A;Ć&#x152;Ć?Íž,ŽůÄ&#x161;Ĺ?ĹśĹ?Ć?Íż>Ĺ?ĹľĹ?Ć&#x161;Ä&#x17E;Ä&#x161; ^EZÄ&#x17E;Ĺ?Ĺ?Ć?Ć&#x161;Ć&#x152;Ä&#x201A;Ć&#x152;Ć?Íž,ŽůÄ&#x161;Ĺ?ĹśĹ?Ć?Íż>Ĺ?ĹľĹ?Ć&#x161;Ä&#x17E;Ä&#x161; Z ZÄ&#x17E;Ĺ?Ĺ?Ć?Ć&#x161;Ć&#x152;Ä&#x201A;Ć&#x;ŽŜ,ŽƾĆ?Ä&#x17E;Í&#x2022;ĎŽĎŽÄ?Ĺ&#x161;ĆľĆ&#x152;Ä?Ĺ&#x161;^Ć&#x161;Ć&#x152;Ä&#x17E;Ä&#x17E;Ć&#x161;Í&#x2022;ZĆľĆ?Ĺ&#x161;Ä&#x161;Ä&#x17E;ĹśÍ&#x2022;EĹ˝Ć&#x152;Ć&#x161;Ĺ&#x161;Ä&#x201A;ĹľĆ&#x2030;Ć&#x161;ŽŜĆ?Ĺ&#x161;Ĺ?Ć&#x152;Ä&#x17E;Í&#x2022;EEĎ­ĎŹĎľzdÍ&#x2022;h< Ä&#x17E;Ĺ?Ĺ?Ć?Ć&#x161;Ć&#x152;Ä&#x201A;Ć&#x;ŽŜ,ŽƾĆ?Ä&#x17E;Í&#x2022;ĎŽĎŽÄ?Ĺ&#x161;ĆľĆ&#x152;Ä?Ĺ&#x161;^Ć&#x161;Ć&#x152;Ä&#x17E;Ä&#x17E;Ć&#x161;Í&#x2022;ZĆľĆ?Ĺ&#x161;Ä&#x161;Ä&#x17E;ĹśÍ&#x2022;EĹ˝Ć&#x152;Ć&#x161;Ĺ&#x161;Ä&#x201A;ĹľĆ&#x2030;Ć&#x161;ŽŜĆ?Ĺ&#x161;Ĺ?Ć&#x152;Ä&#x17E;Í&#x2022;EEĎ­ĎŹĎľzdÍ&#x2022;h< dÄ&#x17E;ĹŻÍ&#x2014;нϰϰ͞ϏͿϭϾϯϯϯϴϭϴϹϾÄ&#x17E;ĹľÄ&#x201A;Ĺ?ĹŻÍ&#x2014;Ĺ?ŜĨŽÎ&#x203A;Ć?ĹśĆ&#x152;Ä&#x17E;Ĺ?Ĺ?Ć?Ć&#x161;Ć&#x152;Ä&#x201A;Ć&#x152;Ć?Í&#x2DC;Ä?ŽžÇ Ä&#x17E;Ä?Í&#x2014;Ç Ç Ç Í&#x2DC;Ć?ĹśĆ&#x152;Ä&#x17E;Ĺ?Ĺ?Ć?Ć&#x161;Ć&#x152;Ä&#x201A;Ć&#x152;Ć?Í&#x2DC;Ä?Žž d Ä&#x17E;ĹŻÍ&#x2014;нϰϰ͞ϏͿϭϾϯϯϯϴϭϴϹϾÄ&#x17E;ĹľÄ&#x201A;Ĺ?ĹŻÍ&#x2014;Ĺ?ŜĨŽÎ&#x203A;Ć?ĹśĆ&#x152;Ä&#x17E;Ĺ?Ĺ?Ć?Ć&#x161;Ć&#x152;Ä&#x201A;Ć&#x152;Ć?Í&#x2DC;Ä?ŽžÇ Ä&#x17E;Ä?Í&#x2014;Ç Ç Ç Í&#x2DC;Ć?ĹśĆ&#x152;Ä&#x17E;Ĺ?Ĺ?Ć?Ć&#x161;Ć&#x152;Ä&#x201A;Ć&#x152;Ć?Í&#x2DC;Ä?Žž  ŽžĆ&#x2030;Ä&#x201A;ĹśÇ&#x2021;ŜƾžÄ?Ä&#x17E;Ć&#x152;Í&#x2014;ϏϳϲϹϾϏϲϳ ŽžĆ&#x2030;Ä&#x201A;ĹśÇ&#x2021;ŜƾžÄ?Ä&#x17E;Ć&#x152;Í&#x2014;ϏϳϲϹϾϏϲϳ

ompletato il processo di rinnovo della certificazione della qualitĂ per i servizi erogati dalla BV invest, societĂ  guidata da Bruno Vettore. â&#x20AC;&#x153;SNR REGISTRARSâ&#x20AC;?, ente di certificazione internazionale, attesta che BV invest S.r.l. risulta essere idonea al mantenimento della certificazione al sistema di Gestione della QualitĂ  conforme ai nuovi standard ed alla norma UNI EN ISO 9001:2015, nellâ&#x20AC;&#x2122;ambito dellâ&#x20AC;&#x2122;erogazione di Servizi di Consulenza e Corsi di Formazione Professionale. Bruno Vettore, chairman di BV invest afferma: â&#x20AC;&#x153;Siamo davvero soddisfatti per aver conseguito questo nuovo importante obiettivo che conferma l'alto livello di qualitĂ  espresso dalle nostre attivitĂ  di consulenza e formazione. In un settore molto confuso e spesso a bassa professionalitĂ , ottenere un riconoscimento da un soggetto terzo, riconosciuto a livello internazionale, premia la nostra volontĂ  di differenziarci e di portare reale valore aggiunto ai nostri clienti". Da sempre BV invest, che si occupa di formazione manageriale e consulenza direzionale alle imprese, crede nella valorizzazione dei punti di forza e lo sviluppo delle potenzialitĂ  del â&#x20AC;&#x153;capitale umanoâ&#x20AC;? e si prefigge di innalzare i livelli qualitativi di aziende, manager, professionisti, partendo dai processi aziendali per arrivare sempre alla valorizzazione delle risorse umane e allâ&#x20AC;&#x2122;aumento della performance. La certificazione UNI EN ISO 9001:2015 garantisce programmi di formazione e consulenza altamente qualificati e sempre al passo in un mondo del lavoro in continua evoluzione e sempre piĂš competitivo.

Immobili&Co. per lâ&#x20AC;&#x2122;impresa 5


_Immobili&Co 4-2018_Layout 1 03/09/18 16.47 Pagina 6

FRANCHISING di Luca Fumagalli – Consulente Franchising

Photo by Dylan Gillis on Unsplash

COMUNICAZIONE

I RUOLI NEL FRANCHISING: RESPONSABILE COMUNICAZIONE no dei fattori di successo per una azienda franchise – oriented è la sua capacità di comunicare, inviando all’esterno messaggi qualificati e coerenti. La criticità dei ruoli di Responsabile immagine, marketing o comunicazione, come diversamente definiti nei vari organigrammi, suggerisce la presenza di figure di alto profilo. La sola conoscenza della materia e della sua pratica nelle imprese tradizionali, non basta. Data la peculiarità del franchising occorrono competenze specialistiche

6 Immobili&Co. per l’impresa

ed esperienze pregresse per gestire le implicazioni di ciascuna scelta strategica sull’intero network e per sfruttare le interazioni che scaturiscono, solo in questa formula, tra i numerosi attori del sistema. Le aziende affilianti, a differenza di quelle tradizionali, promuovono un “pacchetto” (la franchise) costituito da più elementi di varia tipologia. Con un contratto di franchising si cedono a terzi lo sfruttamento della notorietà di marca, il know-how, forniture di attrezzature, di allestimenti, di materiali e di merci, prestazione di servizi.

Questi ultimi vanno dalla formazione alla assistenza continuativa, fino alle consulenze per i vari aspetti della gestione. Tutto ciò spiega la specificità del franchising e la necessità di un approccio mirato in tema di comunicazione. A rendere lo scenario ancora più complesso contribuisce la differente qualità e quantità dei destinatari dei messaggi. In un sistema di franchising la comunicazione infatti agisce su più livelli: quello istituzionale, quello dei potenziali affiliati e degli affiliati già operativi e, attraverso di loro, quello del consumatore finale.


_Immobili&Co 4-2018_Layout 1 03/09/18 16.47 Pagina 7

FRANCHISING

In un contesto così articolato, un Responsabile della Comunicazione deve saper calare ogni iniziativa all’interno di un sistema di comunicazione integrato a tre vie. Si definisce così la strategia che gestisce la comunicazione in maniera coordinata e armonica, utilizzando in modo sinergico azioni, mezzi e messaggi rivolti nelle tre direzioni: ambiente, trade e consumer. L'impresa muove le varie leve facendole interagire sui tre piani: quello istituzionale, attirando l'attenzione sulla marca e accrescendone la notorietà; quello del trade, proponendo presso i candidati affiliati la possibilità di “acquistare il prodotto franchising" diventando attori dell'affermazione dell'insegna;

Photo by John Schnobrich on Unsplash

quello, infine, del prodotto/servizio, suscitando l'interesse del pubblico verso l’offerta di prodotti o servizi di ciascun affiliato a livello locale, per promuoverne il sell-out. Quando il sistema integrato di comunicazione funziona, i destinatari di ciascun messaggio ricevono stimoli positivi e coerenti da più direzioni e ciò rafforza la complessiva percezione favorevole dell'azienda, dell'intera rete di franchising, dei singoli affiliati. Il Responsabile della Comunicazione è il regista di questi interventi. Un ruolo dunque di grande responsabilità, estremamente articolato, stimolante, creativo e di crescente attualità.

PER COMUNICARE NEL FRANCHISING LA CONOSCENZA DELLA MATERIA E DELLA SUA PRATICA DA SOLA NON BASTA

Comunicazione a tre vie In un contesto articolato, come quello del franchising, il Responsabile Comunicazione deve orientare ogni iniziativa del brand all’interno di un sistema di comunicazione integrato a tre vie, utilizzando cioè in modo coordinato e armonico azioni, mezzi e messaggi rivolti in tre direzioni: ambiente, trade e consumer.

Immobili&Co. per l’impresa 7


_Immobili&Co 4-2018_Layout 1 03/09/18 16.47 Pagina 8

ORIENTAMENTI di Maurizio Metto - Dottore Commercialista

Photo by Dmitry Ratushny on Unsplash

TAX

SOPRAVVIVERE AL FISCO NEL MONDO REAL ESTATE IL MARCHIO E LE ROYALTY i sono cose che il vostro commercialista non vi ha detto, o che voi non avete mai osato chiedere. Ad esempio, come si può applicare qualche strategia LECITA di risparmio fiscale, senza che gli organi di controllo possano eccepirne la validità. Oggi parliamo del marchio aziendale e delle royalties: tutti ne abbiamo sentito parlare, e molti pensano che si tratti di pratiche riservate solo ai grandi gruppi o alle reti di franchising. Nel mondo del Real Estate, che siate un’agenzia immobiliare, un’impresa di costruzioni o uno studio di progettazione, avere un marchio conosciuto o semplicemente usare una serie di procedure standardizzate volte a miglio-

8 Immobili&Co. per l’impresa

rare l’efficienza operativa, è cosa tutt’altro che rara: solitamente però tutto viene fatto in azienda, con sviluppo interno o con l’apporto retribuito di società specializzate, e la cosa finisce lì. Invece, per ogni società che usa un marchio, un Brand riconoscibile, o un insieme di know how suscettibili di essere coperte dal diritto d’autore, è possibile utilizzare una norma del TUIR (art. 71) che prevede la riduzione al 75% dei redditi conseguiti da soggetti non imprenditori che hanno concesso in uso ad aziende marchi, brand o procedure particolari. In pratica, questo vuol dire che se la vostra società si detrae 100 per il costo relativo all’utilizzo del marchio che VOI gli avete concesso in uso, voi venite tassati solo su 75.


_Immobili&Co 4-2018_Layout 1 03/09/18 16.47 Pagina 9

ORIENTAMENTI Bello, si, ma comunque soggetto a precise regole operative, che servono a garantirvi l’inattaccabilità fiscale dell’operazione, e che qui proviamo a riassumere. Punto primo, dobbiamo avere un marchio, registrato a nome nostro come persone fisiche (non imprenditori) e non alla società, e quindi con i costi di sviluppo, realizzazione e registrazione rimasti a nostro carico, come persona fisica: non lasciamoci prendere dalla voglia di far fatturare queste spese alla società, perché in tal caso l’Ufficio ci contesterà sicuramente come indeducibile il successivo costo delle royalties. Poi facciamo, sempre come privato, qualche attività di promozione del marchio, per farne crescere il valore: successivamente stipuliamo un contratto di utilizzo del marchio tra noi e la nostra società, prevedendo il pagamento periodico di royalties per l’utilizzo: facciamo in modo di dare data certa al contratto, attraverso la registrazione o la spedizione a mezzo PEC.

Da ultimo, curate di NON FARE con la società campagne pubblicitarie finalizzate soltanto al rafforzamento del marchio, perché in tal caso l’Agenzia delle Entrate potrà cercare di dimostrare che il costo che la società sostiene per l’utilizzo del marchio è sproporzionato al valore del marchio stesso. Nulla vi impedisce invece di promuovere la VOSTRA attività assieme al marchio, e questa spesa è sicuramente e lecitamente deducibile dalla società. Non siate ingordi: stabilite una misura di royalties che sia ragionevole; esagerare in questo campo non paga. Se avrete fatto tutto per bene, avrete un costo aziendale interamente deducibile che, dalla vostra parte, verrà tassato solo per il 75% dell’importo percepito. La soluzione ovviamente andrà tagliata su misura della singola attività, e di questo farete bene a parlare con il vostro consulente fiscale.

Risparmio fiscale Forse il vostro commercialista non vi ha mai detto, oppure voi non avete mai osato chiedere: è possibile applicare qualche strategia lecita di risparmio fiscale, senza che gli organi di controllo possano eccepirne la sua validità?

info@studiometto.it

OGNI SOCIETÀ CON UN BRAND O UN KNOW OUT RICONOSCIBILE PUÒ RIDURRE LE IMPOSTE SE HA IN USO L’UTILIZZO DEL MARCHIO

Photo by rawpixel on Unsplash

Immobili&Co. per l’impresa 9


_Immobili&Co 4-2018_Layout 1 03/09/18 16.47 Pagina 10

SPECIALE SFM di Emanuele Basile - Assofranchising

IL FRANCHISING IN MOSTRA

SFM

SALONE FRANCHISING MILANO: 33 EDIZIONI DI SUCCESSO ’autunno italiano del franchising e della distribuzione moderna a rete ha da più di 30 anni un appuntamento fisso al quale migliaia di visitatori e centinaia di aziende guardano per dare una svolta o un deciso sviluppo al desiderio ed alla volontà di fare business: il Salone Franchising Milano. La prossima edizione è ormai alle porte. Dal 25 al 27 ottobre 2018 a Fieramilanocity. Questi i giorni per apprezzare e girare gli stand fieristici, incontrare brand affermati che propongono il loro format di successo o iniziare un percorso impegnativo e affascinante con aziende in pieno startup. Perché SFM è da sempre il luogo ideale per lanciare un’idea vincente e ancora di più grazie alcune contest RE.START alla sua seconda tornata. Organizzato da Campus Fandango Club il Salone Franchising Milano fornisce competenze e strumenti agli espositori e contribuisce alla crescita delle aziende che partecipano, per cui è perfetta per i franchisor in fase di lancio. Allo stesso modo è il posto ideale per franchisee e potenziali franchisee grazie ai servizi di eccellenza offerti durante i giorni della fiera e non solo, che permettono di imparare, incontrare e approfondire il mondo del franchising in ogni suo aspetto.

10 Immobili&Co. per l’impresa


_Immobili&Co 4-2018_Layout 1 03/09/18 16.47 Pagina 11

SPECIALE SFM

A dare sostegno e sostanza all’evento diverse associazioni ed aziende tra le quali spicca Assofranchising in qualità di unico Franchising Association Partner, che all’interno della sua area fornirà la consueta consulenza gratuita a tutti i visitatori. Una presenza notevole anche per numero di Soci che come sempre sono validati da Assofranchising e che si profilano come sicuri protagonisti dell’evento fieristico. Perché il Salone Franchising Milano è innanzitutto, come dice il nome stesso, la fiera dell’affiliazione commerciale, ed i visitatori ed espositori sono alla ricerca del business giusto da avviare in partenrship con una formula che sta continuando a crescere. Ma scegliere un brand e un progetto al posto di un altro significa innanzitutto scegliere di affiliarsi ad un sistema con regole e meccanismi ben definiti. Da una parte le regole che disciplinano il rapporto tra le parti si ritrovano nella legge sul franchising 129/2004 promossa e voluta fortemente da Assofranchising a tutela di tutto il sistema, e all’intero del Regolamento Europeo 330/2010. Dall’altra parte i meccanismi fluidi e sperimentati che permettono di distinguere un buon franchisor da aziende improvvisate.

Assofranchising Assofranchising è da sempre l’associazione di riferimento del franchising in Italia. Sarà presente al 33° Salone Franchising Milano in qualità di unico Franchising Association Partner e con una folta presenza di suoi Soci che si profilano come sicuri protagonisti dell’evento fieristico.

Le due specificità non possono che coesistere se si vuole ottenere un successo duraturo ed una rete di affiliati forte e performante, in grado di replicare un insieme di concetti, pratiche e aspetti operativi nel miglior modo possibile, con tutta l’assistenza imprescindibile che il franchisor deve garantire. Sono tutti aspetti che i workshop e seminari formativi del Salone Franchising Milano permetteranno di approfondire in tre giorni davvero densi e ricchi di spunti interessanti e utili.

Le foto sono relative all’edizione 2017 di SFM

Immobili&Co. per l’impresa 11


_Immobili&Co 4-2018_Layout 1 03/09/18 16.47 Pagina 12

SPECIALE Expo Franchising Napoli di F. Lo Russo - Owner Soluzioni Italia

22 E 23 MARZO 2019, A NAPOLI SBOCCIA IL FRANCHISING apoli, 22 e 23 Marzo 2019, Mostra d’Oltremare. Queste le date della terza, attesissima, edizione di Expo Franchising Napoli, l’unico evento dedicato all’imprenditoria e al franchising del Centro Sud Italia. La prossima primavera porterà con sé nuove opportunità di impresa e di relazioni commerciali per aspiranti imprenditori e businessman di lungo corso. La manifestazione, nata dalla collaborazione tra due brillanti aziende partenopee ovvero Progecta - leader da oltre vent’anni nell’organizzazione di eventi fieristici – e Soluzioni Italia, specializzata da più di un decennio in consulenza aziendale e sviluppo reti franchising, si pone da sempre come obiettivo principale quello di supportare gli operatori del settore creando il giusto matching tra domanda e offerta. A tale scopo e per soddisfare le esigenze di visitatori ed espositori, oltre a brand emergenti e top player, ampio spazio è dedicato ai servizi ed alle professionalità a supporto dello sviluppo aziendale e di reti franchising con consulenti, fornitori e buyer – nazionali ed internazionali esperti nei settori franchising e retail. A completare l’offerta, le associazioni di settore. Particolarmente proficua la collaborazione con la rivista di settore Millionaire che ha premiato imprenditori e marchi noti o in crescita del mondo del franchising, tra cui Burger King e ReMax.

12 Immobili&Co. per l’impresa


_Immobili&Co 4-2018_Layout 1 03/09/18 16.47 Pagina 13

SPECIALE Expo Franchising Napoli

Un salone che fa dell’innovazione il suo punto di forza intercettando i trend del mercato e presentandoli ad un pubblico attento e alla ricerca di novità. È stato il caso della partecipazione, lo scorso maggio, di marchi legati al mondo della cannabis light, settore in forte ascesa.

Terza edizione Anche la terza edizione di Expo Franchising Napoli, prevista per marzo 2019, nella bella cornice della Mostra d’Oltremare, farà dell’innovazione il punto di forza dell’evento, intercettando i trend del mercato e presentandoli ad un pubblico sempre attento e alla ricerca di continue novità.

Alla luce delle tante domande di partecipazione ricevute per le prime due edizioni che hanno generato sold out dell’evento lasciando comunque tanti brand in lista di attesa, in occasione di Expo Franchising numero 3 sarà ampliato lo spazio espositivo in modo da consentire ad un numero maggiore di aziende di cogliere l’opportunità di dare visibilità ai propri progetti imprenditoriali in un territorio altamente ricettivo come il Centro Sud. E infatti sono stati tanti i brand che hanno recuperato l’investimento grazie alle tante richieste di affiliazione ricevute. La partecipazione ad una fiera come Expo Napoli è fortemente consigliata sia ai franchisor che desiderano rendere capillare la propria presenza in un territorio vasto come il Meridione che a chi chi si avvicina al mondo del franchising e vuole acquisire maggiori informazioni. In entrambi i casi si tratta di investimenti che daranno i loro frutti in visibilità e contatto diretto con potenziali affiliati che potranno così verificare di persona la bontà di un progetto. Le fiere sono anche il luogo per eccellenza in cui avviare relazioni di collaborazione e fare massa critica tra imprenditori, altri validi motivi per esserci. A supportare l’evento, Start Franchising, unico free press dedicato al franchising ed all’imprenditoria sulle cui pagine è possibile leggere le storie di grandi imprenditori, aggiornarsi sulle tendenze del mercato e seguire i consigli di chi ha deciso di puntare sui propri sogni vincendo la scommessa. Appuntamento a Napoli il prossimo marzo.

22 E 23 MARZO 2019 MOSTRA D’OLTREMARE - NAPOLI Immobili&Co. per l’impresa 13


_Immobili&Co 4-2018_Layout 1 03/09/18 16.47 Pagina 14

I PERSONAGGI DI I&CO. Luca Rossetto - General Manager Casa.it

INTERVISTA: LUCA ROSSETTO COME VEDE L’ATTUALE MOMENTO DEL SETTORE IMMOBILIARE? Il momento è ancora positivo. Il settore è uscito dalla crisi profonda, durata fino al 2016, con rivitalizzato interesse per le grandi città del Nord. Evidente che il panorama della domanda è molto variabile e la ripresa non coinvolge l’intera Penisola. Inoltre, esiste un tema che sta emergendo con chiarezza: la qualità dell’offerta disponibile. Un tempo il ruolo di bene-rifugio e lo sviluppo economico di alcune aree del Paese, garantivano una sostenuta domanda senza grande riguardo per la qualità abitativa, e men che meno energetica, degli immobili residenziali. Oggi la presenza di una gran parte dell’offerta immobiliare poco manutenuta nel tempo e di bassa qualità rappresenta un fattore penalizzante per la dinamica del mercato. LE INNOVAZIONI TECNOLOGICHE STANNO REALMENTE CAMBIANDO IL SETTORE? Certamente in Italia l’offerta di soluzioni tecnologiche per il settore immobiliare è meno sviluppata che in altri paesi. Anche l’adozione da parte degli operatori di nuove tecnologie, e la propen-

14 Immobili&Co. per l’impresa

sione ad investire in nuovi strumenti e tecniche innovative è bassa. In generale, la distanza fra l’Italia e altri paesi europei in termini di efficienza del settore si sta ampliando. LA VOSTRA AZIENDA COSA STA FACENDO PER FAVORIRE L’ATTIVITA’ DEGLI OPERATORI? Dopo il Management buy-out, abbiamo completamente rinnovato le nostre tecnologie di base, ricostruendo portale, app, motore di ricerca su piattaforme moderne, che ci permettono di introdurre nuove opzioni e servizi più velocemente. Abbiamo recentemente introdotto una ricerca per mappe, che non avevamo, che ci pone davanti in termini di usabilità, e soprattutto di flessibilità, rispetto ai concorrenti. Da giugno abbiamo messo a disposizione del pubblico nuove chiavi di ricerca che consentono sul nostro portale una ricerca più mirata alle esigenze dei Clienti. Infine, l’accordo con Credipass introduce un concetto importante per riconoscere agli agenti immobiliari la possibilità di avere vantaggi concreti dal collaborare con un broker di livello nazionale.


_Immobili&Co 4-2018_Layout 1 03/09/18 16.47 Pagina 15

I PERSONAGGI DI I&CO.

Casa.it “Casa.it è più di un portale di annunci immobiliari di case in vendita e case in affitto, pubblicati da agenzie immobiliari, costruttori e privati con tante idee per la casa.” Infatti il suo motore di ricerca ti permette di trovare casa scegliendo non solo la città, ma anche la zona o l’indirizzo; si può decidere quanti ambienti avere per la casa ad esempio, bilocali, trilocali, quadrilocali e loft; visualizzare solo gli immobili in vendita da agenzie e privati e filtrare i risultati della ricerca in base ai prametri prescelti, insomma davvero molto più di un semplice portale.

AVETE QUALCHE NOVITA’ IN FASE DI LANCIO? Certamente, ma… “stay tuned” LA VOSTRA AZIENDA STA OPERANDO ANCHE SU ALTRI MERCATI INTERNAZIONALI. COSA STA ACCADENDO ALL’ESTERO? Siamo presenti in Lussemburgo, paese piccolo ma molto ricco in cui il mercato immobiliare continua a vivere una fase felice, con prezzi in crescita del 3-5% all’anno. Un’area nella quale vi è grande spazio è quello dell’intermediazione dei mutui e dei servizi ai costruttori che, rispetto agli agenti immobiliari, hanno esigenze di marketing diverse e più articolate. Proprio su questo segmento stiamo crescendo a due cifre grazie anche a nuovi servizi lanciati nel corso del 2017. DAL SUO OSSERVATORIO COSA CONSIGLIA AGLI AGENTI IMMOBILIARI PER MIGLIORARE IL SERVIZIO AL CLIENTE FINALE? Capire le esigenze del Cliente è la regola di ogni business di servizi. Questo, naturalmente, è quanto guida il lavoro quotidiano anche di Casa.it. Inoltre, una

maggiore attenzione alla misurazione dei ritorni sugli investimenti è un tema che i migliori agenti immobiliari affrontano con grande attenzione. Non sempre sensazioni, percezioni e “sentito dire” sono buoni consiglieri per i propri investimenti commerciali. COME VEDE IL TREND DEI PROSSIMI ANNI? L’incertezza della politica economica del Paese non aiuta nessuno, nemmeno il settore immobiliare. Credo che un grande potenziale possa essere liberato con misure concrete, non necessariamente solo di incentivazione fiscale, al rinnovamento del patrimonio immobiliare. Una maggiore qualità del patrimonio avrebbe impatti positivi sui consumi energetici, sulla vivibilità urbana, e farebbe venir vogia a più persone di comprarsi la casa desiderata. Una grande incognita è data dai livelli dei tassi di interesse, destinati a crescere. Vero è che il mattone diventa bene rifugio in periodi di tassi alti e di inflazione, anche se questo è uno scenario che non auspico affatto.

www.casa.it Immobili&Co. per l’impresa 15


_Immobili&Co 4-2018_Layout 1 03/09/18 16.47 Pagina 16

NETWORK di Elisa Galeazzi - co-founder VENDITAFAST

VENDITAFAST: CREIAMO L’AGENTE IMMOBILIARE DEL FUTURO erché possiamo dirlo? Perché i risultati parlano per noi. Seppur una realtà giovane VENDITAFAST si è immediatamente distinta registrando un incremento di compravendite del 240% tra il primo semestre del 2018 e lo stesso periodo dell’anno precedente, in cui lo stesso staff lavorava utilizzando un altro brand. Ci siamo resi conto ad un certo punto della nostra carriera che se avessimo continuato a lavorare con i vecchi metodi rischiavamo di morire lentamente ed essere tagliati fuori dal mercato, quello che accade a molti oggi… Il vecchio sistema di fare l’agente immobiliare sta morendo ed è un processo inarrestabile, dovuto al rapido sviluppo delle moderne tecnologie e dei nuovi canali di informazione. VENDITAFAST nasce dall’esigenza di emergere rispetto alla concorrenza in un mercato altamente competitivo come quello immobiliare, in cui troppo spesso i potenziali venditori e acquirenti non percepiscono la differenza tra un’agenzia e l’altra. I fondatori di VENDITAFAST, Emanuel Abbondanza - Elisa Galeazzi – Andrea Conti, hanno quindi deciso di specializzarsi

16 Immobili&Co. per l’impresa


_Immobili&Co 4-2018_Layout 1 03/09/18 16.47 Pagina 17

NETWORK nella vendita veloce di immobili grazie alla creazione di protocolli con elevati standard di efficienza e all’utilizzo di moderne tecnologie, rivolgendosi ai proprietari che vogliono ottenere il miglior prezzo possibile dalla vendita della loro casa nel più breve tempo possibile. Il metodo VENDITAFAST nasce dalla constatazione di tre dati di fatto: 1) le persone oggi hanno sempre meno tempo a disposizione, anche per un'operazione così importante come la vendita o l'acquisto di una casa; 2) grazie a Internet sono abituate ad avere tutte le informazioni di cui hanno bisogno istantaneamente; 3) il settore immobiliare, nella maggior parte dei casi, non si è ancora adattato alle esigenze dei clienti. Ogni dettaglio, dal marketing alla struttura del sito, è pensata per velocizzare e dare maggior trasparenza al processo di compravendita. I proprietari di immobili che desiderano vendere riceveranno video ed e-mail nelle quali verranno informati sui passaggi da compiere per vendere velocemente e al miglior prezzo, facilitando così la firma di un incarico di vendita al primo appuntamento con i nostri consulenti. Gli acquirenti potranno visionare direttamente dal sito un virtual tour completo degli interni, l'esatta geolocalizzazione degli immobili, potranno scaricare un pdf con il preventivo dei costi accessori all'acquisto e riceveranno via mail un video dove verranno guidati nel processo d'acquisto e un questionario per aumentare l'efficacia dei nostri consulenti. Grazie ai risultati ottenuti che confermano l’efficienza del metodo, VENDITAFAST ha come obbiettivo lo sviluppo di un network di agenzie immobiliari altamente specializzate e performanti. VENDITAFAST offre alle proprie agenzie partner un programma di formazione moderno, protocolli di gestione aziendale, un sito internet innovativo, assistenza dedicata “SOS venditore fast”, gestione campagne social e strumenti di marketing all’avanguardia. Con la prima agenzia partner a Bolzano e ulteriori 10 aperture nel corso del 2019 VENDITAFAST si prepara a rivoluzionare il vecchio metodo di fare l’agente immobiliare.

La velocità fa la differenza La velocità nella gestione della compravendita immobiliare, un sito internet innovativo, l’assistenza al venditore dedicata, la gestione di campagne social e i moderni strumenti di marketing, uniti ad un metodo operativo moderno, dinamico e performante, fanno di VENDITAFAST uno dei progetti di Network Immobiliari più interessanti del settore.

Immobili&Co. per l’impresa 17


_Immobili&Co 4-2018_Layout 1 03/09/18 16.47 Pagina 18


_Immobili&Co 4-2018_Layout 1 03/09/18 16.47 Pagina 19

CREDITO la Redazione

+ 200 è meglio

WE-UNIT RADDOPPIA LANCIATA UNA MASSICCIA CAMPAGNA PER LA RICERCA DI 200 CONSULENTI DEL CREDITO PER “RADDOPPIARE LA RETE”

L’obiettivo dichiarato di “raddoppiare” la propria rete con 200 nuovi consulenti del credito, frutto dei risultati record raggiunti nei primi sei mesi del 2018 su tutte le linee di business, conferma la posizione di We-Unit Group tra i principali player del mercato italiano.

00 nuovi collaboratori iscritti OAM specializzati in mutui, cessioni del quinto, credito al condominio. Sono questi i numeri comunicati dall’head quarter di We-Unit, società di mediazione creditizia facente parte di FC Group, azienda di servizi integrati che spaziano dall’immobiliare al creditizio, all’ assicurativo. Un vero e proprio “raddoppio della rete” è l’obiettivo dichiarato da We-Unit Group S.p.A., alla ricerca di collaboratori su tutto il territorio nazionale. Un’operazione frutto dei risultati record raggiunti nei primi sei mesi del 2018 su tutte le linee di business, numeri che posizionano We-Unit tra i principali player del mercato italiano. “Una scelta che segue l’attuale sviluppo del mercato” dichiara Angelo Spiezia Amministratore delegato di We-Unit Group S.p.A. “e che vogliamo promuovere al massimo in considerazione del supporto specifico che possiamo offrire ai Consulenti del Credito nelle varie linee di prodotto e dell’organizzazione complessiva della nostra azienda”. We-Unit presenta numerosi punti di forza che caratterizzano la proprio offerta: divisioni specializzate con back office completamente dedicati per ogni linea di business, formazione tecnica e commerciale, un broker assicurativo esclusivo, un’agenzia di marketing e comunicazione interna, strumenti informatici evoluti (tra cui firma digitale, preventivatori per tutti i prodotti, app per sistemi Android IOS e verifica automatica su protesti procedure e pregiudizievoli), un board composto da un management di successo e con esperienza ultraventennale nel settore. Ulteriore vantaggio competitivo e differenziante per i Consulenti We-Unit è la possibilità di avvalersi di una rete immobiliare fortemente radicata sul territorio. Il network Fondocasa e le agenzie immobiliari aderenti al progetto Allea-Re garantiscono ai Consulenti del Credito We-Unit una fonte costante e qualificata di clienti ai quali offrire i propri servizi.

Immobili&Co. per l’impresa 19


_Immobili&Co 4-2018_Layout 1 03/09/18 16.47 Pagina 20

BRAND di Andrea Conti - Founder Big Rocket

BRAND QUALE SIGNIFICATO? Brand. Una parola sulla bocca di tutti gli addetti al settore marketing. A volte confusa con il logo aziendale. A volte utilizzata a sproposito senza conoscerne la vera essenza profonda.

brand e nel riposizionamento strategico di aziende già esistenti. Negli ultimi anni abbiamo costruito decine di brand e ottenuto risultati stupefacenti attraverso il brand positioning. Ma non ci siamo accontentati.

Perchè è praticamente impossibile dare una definizione breve e davvero esaustiva delle funzioni del brand e di cosa rappresenta.

l'11 luglio Rimini ha assistito al primo evento IMMORTAL BRAND. Questo evento è nato da un'urgenza. Il desiderio insopprimibile di risondere alla domanda: qual è il minimo comune denominatore che contraddistingue le aziende che sopravvivono e prosperano nel mercato per decenni?

Un simbolo? Un connettore? Un contenitore? Un racconto? Probabilmente tutto questo e molto di più. Mi presento. Sono Andrea Conti, fondatore di Big Rocket, azienda specializzata nella costruzione e nel lancio di

20 Immobili&Co. per l’impresa

Da questa domanda è partito un periodo di studio e analisi che ha portato me e il mio team a cercare le risposte. Nei libri. Dentro le aziende per cui lavoravamo. Nell'esperienza di grandi manager e imprenditori.


_Immobili&Co 4-2018_Layout 1 03/09/18 16.47 Pagina 21

BRAND Il team di Big Rocket

Ovunque cercassimo, il minimo comune denominatore che tornava sempre si chiamava brand. Non un brand generico ma un brand che avesse inscritto nel suo DNA i geni dell'immortalità: - una vision che ispira - una mission indistruttibile - una cultura aziendale diffusa a tutti i livelli - una struttura di persone fortemente interconnesse Il brand positioning è solo la punta dell'Iceberg. Sotto l'acqua c'è un mondo sommerso di significati, storie, ambizioni, bisogni, idee, emozioni. Tornando alla domanda iniziale, ora sono in grado di rispondere. Cosa è dunque il brand? Il brand è l'essenza più profonda di un'azienda, il suo codice genetico. Avrai successo? La tua azienda è destinata a prosperare per decenni nel mercato? Dipende. Il tuo brand deve avere i geni giusti e tu devi essere abbastanza bravo a costruire sul tuo talento un impero. Possibilmente immortale.

Senso di appartenenza l'11 luglio a Rimini, al primo evento di IMMORTAL BRAND, difronte ad un pubblico davvero numeroso e interessato, ha partecipato, tra i vari relatori, anche Bruno Vettore, Chairman & Founder BV invest, con un intervento dal titolo “Brand e senso di appartenenza”.

Immobili&Co. per l’impresa 21


_Immobili&Co 4-2018_Layout 1 03/09/18 16.48 Pagina 22

AUTOMOTIVE di Andrea Vettore - Responsabile operativo e servizi al cliente Rent2Go

AUTO E DIESEL LA DISINFORMAZIONE NON FA BENE AL MERCATO AUTO IN SCADENZA È comprensibile, in un mercato come quello di oggi, che le auto diesel in corcolazione e non abbiano una scadenza, come avviene per i prodotti da banco del supermercato?

22 Immobili&Co. per l’impresa

hi comprerebbe mai un’automobile con scritto su tetto o dentro al cofano: «da consumarsi preferibilmente entro il 1° gennaio 2025», oppure «questo veicolo scade il 30 novembre 2019»? Nessuno acquisirebbe una macchina a queste condizioni: né nuova né usata. Mentre gli sfortunati proprietari cercherebbero di disfarsene, nel minor tempo possibile. Sembra uno scherzo. Ma è tutto vero. Gli annunci anti-inquinamento di città metropolitane come Roma, Milano, Torino e Bologna non hanno solo confermato i blocchi per i vecchi diesel (fino agli euro 4 senza filtro anti particolato). Si sono spinti a calendarizzare anche la messa al bando per i più recenti e puliti diesel Euro5, e perfino per quelli attualmente in commercio, i diesel Euro6: a Milano, per esempio, i primi saranno banditi nel 2024, i secondi nel 2025. Risultato: l’effetto-annuncio ha congelato il mercato del diesel. Nei primi mesi del 2018 (gennaio-maggio), stando a una elaborazione realizzata dal Centro Studi Fleet&Mobility, le vendite a privati di veicoli diesel nuovi sono diminuiti del 4,2% (dai 537.411 veicoli dello stesso periodi del 2017 si è passati a 515.005). Una buona notizia per l’ambiente? Non proprio.


_Immobili&Co 4-2018_Layout 1 03/09/18 16.48 Pagina 23

AUTOMOTIVE Un recente studio comparativo condotto dall’Istituto motori del Cnr e presentato in collaborazione con Unrae (Unione nazionale rappresentanti autoveicoli esteri), ha calcolato che le emissioni di C02 su ciclo di vita di un veicolo diesel sono inferiori rispetto a quelle di un veicolo alimentato a benzina o anche elettrico: in quest’ultimo caso “pesa” la CO2 emessa per produrre le batterie. Non solo. I nuovi diesel vengono assolti anche sul fronte delle emissioni di NOx. Elaborando uno studio condotto da Aviso GmbH in zone urbane ad alta intensità di traffico, l’Istituto motori del Cnr ha dimostrato che grazie alla sempre maggiore diffusione - annunci permettendo, verrebbe da dire - di auto diesel Euro6 (omologate Rde con fattore di conformità 1, in grado cioè di raggiungere un livello di emissioni NOx di circa 10 mg/Km), entro 5-10 anni il contributo all’inquinamento da NOx dovuto al diesel sarà marginale e trascurabile. Il dato sull’emissione di CO2 diventerà il primo parametro di confronto. Parametro sulla base del quale, che come già ricordato, il diesel risulta già oggi più “pulito” di un motore a benzina. Il clima di incertezza - la mancanza di fiducia è il peggior nemico del mercato - sta fermando la propensione d’acquisto di vetture diesel anche sul mercato usato. E anche in questo caso gli effetti dannosi sull’ambiente sono favoriti, non ridotti. Già, perché gli annunci anti-inquinamento stanno rallentano la conversione del parco circolante inquinante attraverso la leva del cambio “usato con usato”. «Bisognerebbe evitare - conferma Gian Franco Soranna, direttore Federauto, la Federazione italiana dei concessionari di auto - annunci che mettano in discussione la circolazione dei diesel recenti, in particolare gli Euro6. E nello stesso tempo sarebbe bene accelerare la conversione del parco circolante: una delle leve potrebbe essere proprio quella di incentivare il passaggio da usato datato a usato recente. Sarebbe un’operazione valida anche sul piano sociale». Sul fronte delle emissioni, l’introduzione dei diesel Euro4 con filtro anti particolato ha segnato un salto generazionale senza precedenti. Di fatto, rispetto a un motore pre-Euro le emissioni si sono ridotte del 90%. Da lì in poi, sono stati apportati miglioramenti incrementali. Per questo dare la possibilità ai cittadini di sostituire gli oltre 10milioni di veicoli pre-Euro5 oggi in circolazione, con un diesel usato più “fresco”, avrebbe vantaggi diffusi: per l’ambiente, vista l’evoluzione dei propulsori alimentati a gasolio; per le famiglie, che potrebbero passare a un’auto meno inquinante con una spesa contenuta; per gli operatori del settore, dal momento che lo stock di usato, soprattutto quello che proviene dal noleggio a lungo termine, avrebbe di nuovo un mercato, a tutto vantaggio dell’economia complessiva. Fino a quando però il diesel resterà nel mirino delle norme antiinquinamento con motivazioni più ideologiche e politiche che razionali, questi vantaggi resteranno sulla carta. Così come il miglioramento dalla qualità dell’aria delle nostre città.

CO2 sì, CO2 no Recenti studi dell’Istututo motoridel Cnr, presentato in collaborazione con Unrae, dimostrano che sul “ciclo vita” di un motore diesel le emissioni di CO2 sono inferioria quelle di un motore a benzina o elettrico, se in questo ultimo caso consideriamo anche la CO2 emessa per produrre le batterie.

Photo by Luke Stackpoole on Unsplash

Immobili&Co. per l’impresa 23


_Immobili&Co 4-2018_Layout 1 03/09/18 16.48 Pagina 24

LUMIO di LAURA PARISI Marketing Director di Imprimendo

ILLUMINAZIONE & DESIGN

ILLUMINA LA TUA AGENZIA LUMIO INUNO DÀ NUOVA LUCE ALLA TUA AGENZIA, IN MODO FUNZIONALE E UTILE AL TEMPO STESSO pannelli Lumio sono dei veri quadri luminosi la cui caratteristica principale è la versatilità e l’estrema capacità di integrarsi con gli ambienti in cui sono inseriti.

Tutto questo ti permetterà di rinnovare continuamente sia lo spazio lavorativo che quello espositivo, vestendolo ogni volta il tuo ufficio con grafiche e immagini diverse.

Così abbiamo pensato e progettato il nostro nuovo prodotto LUMIO INUNO, in considrazione proprio delle diverse esigenze delle Agenzie Immobiliari.

Vuoi cambiare le foto degli immobili in vetrina? È semplice: stampale con la tua stampante e poi inseriscile nel porta foto.

Il pannello luminoso ha un’immagine facilmente intercambiabile con una struttura di alluminio, che a seconda degli accessori scelti, può diventare un porta depliant, un porta foto per mostrare gli immobili in vetrina, oppure degli scaffali. Il tutto gestito in perfetta autonomia.

Le tue esigenze cambiano? Vuoi mettere più foto e meno depliant? Basta cambiare accessori e puoi trasformare la tua struttura in base alle tue nuove esigenze e in modo rapido. Si tratta quindi di un prodotto su misura e sei tu a scegliere come comporlo.

Vuoi cambiare l’immagine sul pannello? Vuoi promuovere una nuova iniziativa commerciale? Vuoi una foto della tua città o il logo d’Agenzia? Con LUMIO INUNO puoi fare tutto questo in poco tempo e senza l’aiuto di nessuno.

LUMIO INUNO è stato studiato per adattarsi alle dimensioni delle diverse Agenzie, a quello di cui hanno bisogno e può essere applicato anche a parete o autoportante, per separare ambienti o da esporre in vetrina... con il fascino della luce!

24 Immobili&Co. per l’impresa


_Immobili&Co 4-2018_Layout 1 03/09/18 16.48 Pagina 25

LUMIO

VERSATILE E MODULARE Lumio INUNO Imprimendo S.r.l. da sempre alla ricerca, con i suoi pannelli luminosi, di soluzioni innovative e funzionali per i diversi ambienti di lavoro, ha pensato anche agli Agenti Immobiliari. È nato così LUMIO INUNO, un nuovo progetto di pannelli luminosi e di arredo, dedicato a risolvere tutti i problemi di comunicazione degli immobili in vetrina e le esigenze pratiche delle Agenzie Immobiliari.

Per maggiori info: Imprimendo S.r.l.s. Via E. Macario 17 10028 Trofarello (To) 011 6810261 info@lumiosystem.com www.lumiosystem.com

Scarica le brochure dI LUMIO: http://lumiosystem.com/it/download/brochure

Immobili&Co. per l’impresa 25


_Immobili&Co 4-2018_Layout 1 03/09/18 16.48 Pagina 26

RECENSIONE la Redazione

I 10 PILASTRI DELLA LEADERSHIP DI BRUNO VETTORE i tratta di uno short book sul tema della leadership applicata nel concreto, che illustra quali sono i principi generali per avere un ruolo guida all’interno di un’azienda, un partito politico, una squadra di calcio o un team. Ma quali sono questi 10 pilastri? ENERGIA - EMPATIA - EQUILIBRIO - ESEMPIO ESTROVERSIONE - FIDUCIA - AUTOREVOLEZZA PASSIONE - MOTIVAZIONE - UMILTÀ Accrescere la propria leadership significa valorizzare al meglio le qualità per esprimere tutto il proprio potenziale.

La forza di convincimento di un buon leader non viene solo dalle semplici parole. Una guida deve convincere, nel concreto, perché innanzitutto ha dato dimostrazione di saper fare. “Si parla sovente di leadership nell’ambito del lavoro, della politica o dello sport, ma la leadership è ovunque, cominciando da quella che esercita un genitore nei confronti dei propri figli” afferma Bruno Vettore, manager e consulente aziendale, per la seconda volta nella veste di autore dopo l’uscita del primo libro “Trent’anni di un avvenire”. www.brunovettore.it/landing-page-modulo

COLOPHON

I&Co Immobili & Co. per l’Impresa Anno XXIII N. 4 - Settembre 2018

Autorizzazione del Tribunale di Milano N. 576 del 21.09.1996 Direzione e Redazione: AG&P s.n.c. Immagine e Comunicazione Via Monte Rosa, 18 - Senago (Mi) Tel. 02 99055532 - agepmail@tin.it Contatti: immobili.co@tin.it Foto di copertina: Photo by Danny Saltaren on Unsplash

26 Immobili&Co. per l’impresa

Segreteria, Pubblicità e Diffusione: BV invest S.r.l. Via Dario Papa, 24 - 20125 Milano Tel. 02.36566067 - www.bvinvest.it Direttore Responsabile: Antonio Sposari Direttore Editoriale: Bruno Vettore Progettazione Grafica: Cirella Chiariello Diffusione: Digitale gratuita La Direzione non si assume alcuna responsabilità per i testi degli articoli redazionali dei relativi autori e delle pagine pubblicitarie pubblicate. A garanzia di riservatezza, il lettore potrà esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D. Lgs. 196/2003 e capo III del Regolamento UE 2016/679, scrivendo alla società BV invest S.r.l., Via della Repubblica 27, Milano o tramite e-mail a info@bvinvest.it, che garantisce comunque la massima cura dei dati forniti o in suo possesso, i quali non verranno comunicati a terzi. Il trattamento avviene presso la predetta sede a cura del personale incaricato. Una non azione sarà interpretata come volontà di restare nel database.


_Immobili&Co 4-2018_Layout 1 03/09/18 16.48 Pagina 27


_Immobili&Co 4-2018_Layout 1 03/09/18 16.48 Pagina 28

BV REAL ESTATE training advisory & development

BV TRAINING

BV COACHING

high formation & team motivation

business life & personal training

BV NETWORK franchising consulting & development

BV CONSULTING

BV DIGITAL

assessment & strategic consulting

corporate & marketing communication

Company Profile BV INVEST è una società nata dallo spiccato spirito di iniziativa di uno dei più noti e stimati manager del Real Estate italiano e Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, Bruno Vettore. La competenza di BV invest è funzionale ad affiancare il management, il team e la forza vendita di aziende nel processo di cambiamento e sviluppo, o di nuove imprese nella fase di start up, attraverso un check up delle esigenze specifiche, di assessment, e la successiva pianificazione di un percorso di formazione e affiancamento mirato e studiato ad hoc. La valorizzazione dei punti di forza e lo sviluppo delle potenzialità del cosiddetto “capitale umano” sono obiettivi cruciali per BV invest che si prefigge di innalzare al massimo delle proprie potenzialità i livelli qualitativi di una azienda. Attualmente BV INVEST, guidata da Bruno Vettore, affiancato da alcuni specialist, esercita in modo proficuo la propria attività prevalentemente nell’ambito della Formazione e del Coaching, del Real Estate, della Comunicazione d’impresa, della Consulenza e dello Sviluppo di network. BV invest S.r.l. - Via Dario Papa 24 - 20125 Milano -. Italy Tel. (+39) 02 66984997 - info@bvinvest.it - www.bvinvest.it

Profile for Immobilieco

Immobili&Co. N° 4 settembre 2018  

Immobili&Co. N° 4 settembre 2018  

Profile for bvinvest
Advertisement