Page 1

LUGLIO 2015, numero 6

BoLZANO DOMANI BOLZANO N U O V E P R O S P E T T I V E P E R L A G E N T E , L A C I T T À E L’ E C O N O M I A

La grande occasione per Bolzano

ULTIMo OSTACOLo PER IL PROGETTO VINCITORE Cosa è accaduto finora Pag. 3

in 5 Minuti da Piazza Walther Al virgolo Nuove zone ricreative Pag. 10

1


Bolzano Domani

Il commento

il commento

È in gioco il futuro di Bolzano! Bolzano ha un'occasione unica. A breve il Consiglio comunale si occuperà del piano di riqualificazione urbanistica dell'areale adiacente la stazione autocorriere. È la prima volta nella sua storia che il Consiglio comunale può decidere qualcosa di importante per la città. Tutte le grandi opere del passato, comprese le recenti infrastrutture, sono infatti state decise al di fuori del Consiglio comunale: chiese, castelli ed edifici storici, impianti sportivi (stadio Druso, lido…), interi quartieri del secolo scorso, recenti infrastrutture come la strada arginale, le funivie, il Museo Archeologico e il Museion, l'Università, le scuole, il teatro di piazza Verdi, l'Auditorium Haydn… Finora tutti i progetti hanno avuto impulso, sono stati decisi e finanziati da istanze superiori, private o politiche. Adesso, per la prima volta, il Consiglio comunale ha l'opportunità di essere l'artefice del rilancio della città. Il progetto "Kaufhaus Bolzano" ha la forza di far rifiorire Bolzano e in particolare

il suo centro storico: nuove strutture per la popolazione, un assetto urbano più bello, nuove soluzioni per il traffico… Tutto ciò porterà nuovo slancio e una migliore qualità della vita per Bolzano, riqualificazione del centro cittadino, nuovi posti di lavoro, nuove entrate pubbliche da destinare al sociale e ad altri scopi. Siamo consapevoli che non tutti vogliono, o possono, riconoscere subito i vantaggi di questo progetto. Inoltre molte persone sono spaventate perché, per ostacolare il progetto, sono state diffuse ad arte false informazioni e tesi non oggettive che hanno alimentato le paure. Forse questi ostruzionisti hanno paura della concorrenza. Noi speriamo e ci auguriamo che i consiglieri comunali sappiano riconoscere queste opportunità per la città e che le valutino di conseguenza. Che decidano per lo sviluppo e non per l'immobilismo. Che ponderino attentamente la loro decisione e che utilizzino il loro voto per un futuro migliore per la città di Bolzano.

Cordialmente, Anna Pitarelli (presidente fondatrice), Alberto Stenico (Vicepresidente) e i membri del direttivo Paul Bacher, Evi Seebacher Cazzanelli, Heinz Peter Hager ed Elmar Pardeller, nella foto da sinistra verso destra.

2

La commissione di esperti La conferenza dei servizi prevista dalla legge è composta da tecnici qualificati del Comune di Bolzano e dell'amministrazione provinciale che hanno esaminato tutta la documentazione sulla base dei criteri di gara.

PER IL COMUNE DI BOLZANO Helmuth Moroder – Direttore generale (Presidente) Ulrike Pichler – Direttrice Rip. Patrimonio e Attività Economiche Stefano Rebecchi – Direttore Rip. Pianificazione e Sviluppo del Territorio Fulvio Rizzolo – Direttore Ufficio Pianificazione Territoriale Mario Begher – Direttore Ufficio Infrastrutture Ivan Moroder – Direttore Ufficio Mobilità Fabiola Petilli – Direttrice Ufficio Ufficio Attività Economiche e Concessioni Giovanni Seppi – Responsabile Servizio Edilizia

Per la provincia autonoma di bolzano Anton Aschbacher – Direttore Rip. Natura, paesaggio e sviluppo del territorio Günther Burger – Direttore Rip. Mobilità Hansi Felder – Direttore Rip. Economia Giulio Lazzara – Direttore Ufficio Bilancio e programmazione Frank Weber – Direttore Ufficio Urbanistica Sud-Ovest Altri tecnici delle amministrazioni sono stati chiamati secondo le necessità.


Cosa è accaduto finora

L'iter del progetto

Cosa è accaduto finora

Ultimo ostacolo per il progetto vincitore Il traguardo è vicino. La decisione del Consiglio comunale di Bolzano e della Giunta provinciale sono l’ultimo passo previsto dalla legge per la riqualificazione dell’areale della stazione autocorriere.

T

utto comincia con il progetto presentato al Comune dalla KHB Srl del gruppo SIGNA di Innsbruck, come previsto dal procedimento per la formazione di un Piano di Riqualificazione Urbanistica (PRU). È il novembre 2013. Il Consiglio comunale riflette a fondo, fa elaborare degli studi, analizzando anche il fabbisogno di superfici commerciali e la mobilità. Il 25 giugno 2014 il Comune indice finalmente un concorso pubblico, nel quale sono indicate precise prescrizioni sulle infrastrutture pubbliche necessarie, sugli indici volumetrici, sulle superfici commerciali, sulle limitazioni del traffico, sull'ambiente, sull'energia e su aspetti urbanistici. Due i progetti che partecipano a questo concorso: il Progetto "Kaufhaus Bozen Bolzano", e un'altra proposta elaborata da un gruppo che ruota attorno al commerciante di articoli sportivi Georg Oberrauch e al neo eletto consigliere comunale Luciano Giovanelli.

Una commissione di esperti, la cosiddetta conferenza dei servizi, si è riunita comples-

all'inizio di maggio vengono te della KHB GmbH Heinz inserite nell'accordo di pro- Peter Hager sottoscrivono il gramma. è però troppo tardi documento, spianando così per arrivare a una vota- la strada alla ratifica da parzione in Consiglio comu- te della Giunta provinciale il “KAUFHAUS BOLZANO” prima delle elezioni e del Consiglio comunale di HA CONVINTO LA COMMISSIONE nale comunali di maggio. Bolzano. DI ESPERTI SU TUTTI I PUNTI. Ci sono stati quindi di- Tutti i documenti vengono ADESSO TOCCA ALLA POLITICA. versi rinvii, fino al 24 pubblicati online dal Comugiugno, quando il sinda- ne e sono consultabili sul sivamente tredici volte per co Spagnolli, il governatore sito internet www.comune. esaminare i progetti sulla base Kompatscher e il presiden- bolzano.it. delle prescrizioni stabilite dal Comune. Il 31 ottobre 2014 arriva la decisione: il progetto "Kaufhaus Bozen Bolzano" è dichiarato vincitore del concorso; l'altra proposta viene esclusa a causa di carenze qualitative. Nell'accordo di programma, che deve essere ratificato a Nei mesi successivi la conbreve, sono indicate in modo dettagliato tutte le condizioni ferenza dei servizi lavora in e le garanzie per la città di Bolzano. modo febbrile insieme ai Tra i punti centrali figura la parte economica. La KHB Srl tecnici della KHB GmbH alla offre al Comune di Bolzano un importo complessivo di 99,1 stesura della bozza di conmilioni di euro per la cessione dell'areale. Da questo imtratto che deve essere preporto vengono detratti i costi per le strutture pubbliche,per sentata alla Giunta provinesempio per la nuova viabilità nel centro cittadino: 27,3 milioni di euro, più Iva. Il Comune riceverà quindi 69,1 ciale e al Consiglio comunale di Bolzano come "accordo di milioni netti per l'areale, oltre alla proprietà delle nuove programma" da ratificare. infrastrutture. L'Ufficio estimo aveva quantificato il valore Il 9 marzo è pronta una priin 14,5 milioni di euro. La KHB Srl lo acquisterebbe per 99,1 ma bozza. Il sindaco di Bolmilioni di euro. Ciò significherebbe un aumento di valore di zano Luigi Spagnolli avanza 84 milioni di euro per comune e cittadini. però ulteriori richieste, che

La bozza di contratto

Quasi 100 milioni di euro lordi per Bolzano

3


Kaufhaus Bolzano

Il progetto

Nuovo quartiere con molto valore aggiunto

Più Bolzano per tutti L’iniziativa privata Kaufhaus Bolzano è molto di più di un nuovo centro commerciale. Prevede infatti la valorizzazione di un intero quartiere, come ponte tra l’areale ferroviario e il centro storico con spazi pubblici per manifestazioni, un albergo di alta gamma, ristoranti e bar, appartamenti e spazi per uffici, asili per bambini e molti altri vantaggi per l’intera città. Inoltre prevede una nuova sistemazione per i giardini della stazione e la riduzione del traffico.

I

l progetto Kaufhaus Bolzano conferisce nuovo splendore e un appeal interregionale all'antica città commerciale, con nuove prospettive per la gente, la città e l'economia.

Riqualificazione di un quartiere Il progetto globale prevede la riqualificazione e un'importante valorizzazione dell'area compresa tra la Stazione, piazza Verdi e piazza Walther. Comprende infrastrutture e soluzioni urbanistiche per un centro commerciale cittadino, un hotel di lusso, appartamenti e spazi ad uso ufficio, ampie aree verdi e perfino un piano globale di riduzione del traffico. La bozza progettuale del noto architetto David Hotel, bar e ristoranti

4

Chipperfield è perfettamente in linea con il masterplan urbanistico per la città di Bolzano, nonché con le riflessioni sull'edificazione dell'areale ferroviario. Il progetto Kaufhaus Bolzano offre nuove opportunità alla città e a tutto l'Alto Adige, con superfici di pregio e un'offerta molto attrattiva che completa in modo ideale la tradizione commerciale di Bolzano.

Architettura di livello mondiale La struttura prevista da David Chipperfield si articola in molteplici forme e in numerosi elementi che conferiscono un nuovo volto al quartiere. Bolzano guadagna così un ambiente d'ingresso alla città dotato di rappresentatività. Il viale della Stazione


Kaufhaus Bolzano

Appartamenti di pregio e spazi verdi sui tetti

Molto verde nel parco della stazione e in via Stazione

Il progetto

chiesti e una variegata offerta garantiscono un'esperienza di acquisto unica e fanno in modo che le persone si sentano a proprio agio in questa piacevole struttura e non debbano più andare a Innsbruck, Affi o Verona per trovare un'offerta adeguata. È una garanzia per la ripresa della città, per aumentare il volume di vendite e per entrate fiscali decisamente maggiori grazie al rientro del potere di acquisto. Per i commercianti locali si aprono nuove opportunità per una presenza particolarmente attrattiva nella città capoluogo. Un altro grande vantaggio è la facile accessibilità. I clienti raggiungono il centro commerciale passeggiando attraverso il parco o la zona pedonale, oppure arrivano velocemente e facilmente con i mezzi pubblici in prossimità del centro cittadino.

Aree verdi di qualità

e i giardini avranno una facciata laterale verso piazza Walther. Lungo via Garibaldi l'edificazione sarà maggiormente compatta e rappresenterà un netto bordo urbano. Via Alto Adige sarà valorizzata dalla nuova piazza davanti al centro commerciale. Grazie a un marcato riferimento all'altezza degli edifici circostanti non sarà percepito come un corpo estraneo, bensì come entità in grado di inserirsi nel contesto dimensionale della città.

Mobilità moderna, meno traffico Particolare attenzione è stata posta all'alleggerimento e all'ottimizzazione del traffico nel centro cittadino. Lo spostamento sotto terra del traffico in via Alto Adige e viale Stazione liberata dalle auto e trasformata in zona pedonale, sono elementi trainanti dello sviluppo della città. Viale Stazione, che diventerà parte integrante del nuovo parco della Stazione, avrà un'elevata vivibilità e sarà trasformata in un boulevard riservato al passeggio e in cui sarà piacevole sostare. La

rete ciclabile sarà migliorata grazie a sovra e sottopassaggi in piazza Verdi.

Recupero e rilancio I circa tre anni di cantiere per la realizzazione del progetto complessivo assicureranno centinaia di posti di lavoro nell'edilizia locale. Inoltre, dopo l'apertura, verranno creati circa mille nuovi posti di lavoro di qualità. Un centro commerciale attrattivo nel centro di Bolzano porta una maggiore frequentazione del centro storico, genera un effetto positivo sul commercio già esistente e scongiura uno sviluppo selvaggio in periferia. Il centro commerciale all'interno della città offre ai commercianti altotesini la possibilità di insediare le proprie aziende sotto lo stesso tetto dei più richiesti marchi internazionali. Grazie a una nuova e attrattiva offerta si crea un aumento della domanda.

Bolzano vivibile e amabile Numerosi marchi internazionali molto ri-

Il progetto risponde in pieno all'esigenza della popolazione di avere a disposizione aree verdi di alta qualità. L'offerta di verde, così come di zone ricreative e di relax, viene ampliata in modo notevole grazie alla nuova configurazione sia del parco della stazione, oggi decisamente trascurato, sia di viale Stazione. In questo modo nasce una nuova zona pedonale nella quale passeggiare e dove sarà piacevole intrattenersi, con parchi gioco per bambini e con una maggiore sicurezza.

Puro investimento privato Con più di 320 milioni di euro, il Kaufhaus Bolzano è il più grande investimento privavo mai effettuato in Alto Adige. Il progetto porterà ulteriori entrate fiscali: solo l'imposta comunale sugli immobili (Imi) è calcolata in circa un milione di euro. Inoltre si devono aggiungere 15 milioni di tasse per l'Alto Adige dovuti all'Iva, alle imposte sulle imprese Ires e Irap, nonché l'imposta sul reddito dei dipendenti. Per la cessione dell'areale e per la realizzazione delle infrastrutture pubbliche Bolzano incasserà inoltre 69,1 milioni di euro. Infine le nuove infrastrutture pubbliche del valore di 27,3 milioni entreranno nel patrimonio del Comune. L'aumento di valore per il Comune (il valore degli immobili oggi è di 14,5 milioni) è di circa 84 milioni di euro. 5


Kaufhaus Bolzano

Commercio ed economia

Bolzano può solo guadagnarci - Innsbruck lo ha dimostrato

Nuovo slancio per il centro Il gruppo SIGNA lo ha già dimostrato a Innsbruck con il Kaufhaus Tyrol. Anche la città vecchia di Bolzano avrà un’importante rivalutazione grazie al Kaufhaus Bolzano. Per il bene del commercio e dell’economia, a vantaggio di tutte le persone. Basta uno sguardo a nord per comprendere il valore aggiunto di cui gode oggi Innsbruck: dall'apertura del Kaufhaus Tyrol, la Maria-Theresien-

cio, presidente della città di Innsbruck) è d'accordo: "Con la riqualificazione della Maria-Theresien-Straße in zona pedonale e con l'apertura del Kaufhaus Tyrol e delle RathausgaleIL CENTRO DI INNSBRUCK E IL COMè arrivato uno MERCIO LOCALE HANNO TRATTO GRANDI rien slancio enorme". VANTAGGI DAL KAUFHAUS TYROL Anche per Bolzano un impulso simile Straße, cioè il cuore del cen- sarebbe un'opportunità enortro cittadino, è una delle vie me e molti commercianti alcommerciali più frequentate toatesini lo hanno già capito. dell'Austria. I dati ufficiali Infatti ci sono già più di cento sull'affluenza lo confermano prenotazioni per uno spazio anno dopo anno: il numero nel Kaufhaus Bolzano. dei visitatori settimanali è Bolzano: commesse per le raddoppiato!

imprese locali, molti nuovi Innsbruck: i commercianti posti di lavoro confermano la rivalutazione Il progetto creerà molti nuovi Peter Zelger, presidente dell'associazione "Innsbruck Innenstadt", lo ha confermato di recente: "Atmosfera della città, varietà di offerta, punto d'incontro e di esperienze, gastronomia creativa: tutto questo lo si trova in centro. E il Kaufhaus Tyrol contribuisce in modo determinante". Anche Regina Stanger (Camera di Commer-

posti di lavoro. Già oggi sono coinvolti fornitori di servizi, progettisti e professionisti altoatesini, con il Gruppo SIGNA che ha già investito a Bolzano diversi milioni di euro per la progettazione. Nella costruzione saranno impiegati circa 400 operai. E con l'apertura del megastore saranno creati mille nuovi posti di lavoro.

DURANTE LA COSTRUZIONE SARANNO IMPIEGATI 400 OPERAI: CON L’APERTURA VERRANNO CREATI 1.000 NUOVI POSTI DI LAVORO. 6


Kaufhaus Bolzano

Esperti

Bolzano ha bisogno di un'urgente riqualificazione di questo quartiere

Bolzano ha bisogno del "Kaufhaus" Lo studio ufficiale della Città di Bolzano, esperti internazionali in commercio e anche urbanisti lo confermano: il progetto Kaufhaus Bolzano porterà a una rivalutazione della città.

N

rené benko

el 2014 il rinomato istituto di ricerca GMA di Ludwigsburg ha condotto, su incarico del Comune, uno studio sullo sviluppo del commercio cittadino. Il risultato? Per uno sviluppo duraturo del centro cittadino c'è bisogno di un centro commerciale con almeno 30.000 metri quadrati di superfici di vendita. Il Consiglio comunale di Bolzano ha poi deciso di limitare la superficie commerciale a 22.000 metri quadrati.

sviluppo. "Il centro commerciale mette a disposizione un'offerta tale, da rendere il centro storico di Bolzano più attrattivo e concorrenziale anche nei confronti del commercio online", ha concluso l'esperto in commercio prof. Thomas Roeb.

ESPERTI in COMMERCIO: Più attrattività per Bolzano

urbanisti: Il progetto è buono per la città

Nell'autunno 2014 il prof. Thomas Roeb, un noto esperto di questioni commerciali della Hochschule Bonn-Rhein-Sieg, dichiarò a Bolzano: "La Città vecchia ha bisogno di un centro commerciale". Attualmente Bolzano non può profilarsi come un'importante destinazione di shopping né a livello regionale né oltrefrontiera. La struttura commerciale è su piccola scala e per di più squilibrata. Il centro storico di Bolzano avrebbe una clientela con una notevole forza di acquisto, ma deve essere maggiormente "legata". C'è quindi un grande potenziale per un ulteriore

L'architetto Josef March è un esperto riconosciuto. Per l'ex direttore della ripartizione Lavori Pubblici della Provincia Autonoma di Bolzano il progetto complessivo è molto coerente e architettonicamente rappresenta la logica prosecuzione di piazza Stazione: "La nuova sistemazione di questo quartiere è necessaria e fa bene

alla città". In occasione della sua ultima visita a Bolzano come relatore all'SMG Forum, anche il noto editore della rivista internazionale Monocle Tyler Brûlè ha parlato del Kaufhaus Bolzano. "Potrebbe essere LA grande opportunità per la città", ha sostenuto l'innovativo trendsetter.

JOSEF MARCH

Tyler Brûlé

Architetto, ex direttore della ripartizione Lavori Pubblici della Provincia

Editore del magazin internazionale Monocle

PROF. THOMAS ROEB Hochschule Bonn-Rhein-Sieg, Esperto in commercio

Fondatore SIGNA

"Essendo di Innsbruck, conosco Bolzano da quando ero giovane. Le gite a Bolzano erano sempre qualcosa di speciale. Però negli ultimi 20 anni la città ha perso un po' del suo potenziale e questo è un peccato. In confronto ad altre città, il centro storico sembra meno innovativo. Ho l'impressione che manchi, e che molti attendano, un impulso decisivo. Sono convinto che Bolzano possa essere meglio. Il progetto SIGNA può essere sicuramente un punto di inizio per un positivo e innovativo sviluppo della città".

7


Oggi & domani

Osare il futuro

Viale Stazione oggi: un brutto biglietto da visita per chi arriva in cittĂ

Oggi: traffico e code

8

Nuovo viale Stazione come boulevard pedonale e porta di accesso al centro storico

Domani: limitazione del traffico con possibilitĂ di collegamento stradale sotterraneo


Oggi & domani

Osare il futuro

oggi & domani

Qualità della vita e valore aggiunto Un ambiente di pregio dove vivere, abitare, lavorare e fare acquisti. Dove oggi sorgono edifici rovinati, il freddo parco della stazione e un quartiere trascurato, l’obiettivo è una chiara riqualificazione, da cui trarrà vantaggio tutta Bolzano!

oggi

domani

- quartiere malandato - parco trascurato - facciate che si sgretolano - locali chiusi - evitato dai residenti - criminalità e retate della polizia - brutto biglietto da visita della città - portale penoso per il centro storico - traffico e code - situazione di stallo e poche prospettive - nessuno spazio per nuove iniziative

+ rivalutazione di un intero quartiere cittadino + nuovo parco della stazione dove sostare in modo piacevole + molto spazio pubblico per tutti i cittadini: spazi per manifestazioni per tutti + passeggiare, soggiornare, esperienza di shopping + ambiente con qualità della vita + punto di incontro per giovani e anziani + nuovo impulso per commercio ed economia: rivitalizzazione del centro storico, 1.000 nuovi posti di lavoro; 400 operai impiegati nella fase di costruzione + ambiente urbano moderno: architettura di qualità + ponte tra centro storico e areale della stazione

Oggi: via Alto Adige, angolo via Perathoner con traffico e bidoni delle immondizie

Domani: riqualificazione con la nuova piazza

9


Virgolo e Colle

Nuove zone ricreative

© Snøhetta/Sonaar

Dare nuova forma al Virgolo e restituirlo ai cittadini: con funivia, caffè e spazi per manifestazioni, parchi gioco, passegiate, sentieri nella natura, piscina e molto altro

5 minuti:

Da piazza Walther Recuperare il Virgolo come parte di Bolzano per i cittadini e realizzare un luogo di quiete, ricreazione e ispirazione nelle immediate vicinanze della città: questo l’obiettivo di un concorso di idee internazionale

C

hi conosce il Virgolo, diventa malinconico. Un angolo di natura, sfruttato male e in molti tratti chiuso da cartelli di accesso vietato. La SIGNA vanta però un'opzione di acquisto sull'area di circa 40 ettari attualmente incolta e vuole renderla nuovamente fruibile ai bolza10

nini: con una nuova funivia, un caffè e spazi per manifestazioni, come zona ricreativa naturale. La SIGNA ha invitato tre studi di architettura di livello mondiale a partecipare al concorso di idee: Zaha Hadid (Londra), Snøhetta (Oslo e New York) e Coop Himmelb(l)

al Virgolo

au (Vienna e Los Angeles). Il progetto vincitore è quello di Snøhetta: strutture leggere, che rendono Bolzano e il Virgolo nuovamente vivibile. La commissione giudicatrice era composta sia da esperti internazionali che da architetti altoatesini, oltre che da rappresentanti dei residenti: tra

i membri, gli architetti Walter Angonese, Carlo Azzolini, e Josef March, i residenti Silvia Tauferer (Colle) e Stefano Novello (Italia Nostra). Presidente della giuria era il professor Roman Delugan, nato in Alto Adige e vincitore del Großer Staatspreis 2015 austriaco.


Virgolo e Colle

Nuove zone ricreative

© Snøhetta/Sonaar

Nuovo punto di attrazione per ospiti e residenti, riflessi di una metropoli

Simbolo dell’abbandono e della decadenza: l’ex piscina presso la fatiscente stazione a monte

Il progetto Coop Himmelb(l)au

esempi Di successo

Esempi di iniziative private nelle metropoli Atlantis, The Palm (Dubai) Istithmar World Il progetto Zaha Hadid

Empire State Building (New York) Tony Malkin

ICC (Hong Kong) consortium of Sun Hung Kai Properties, Henderson Land and Towngas

Statua della Libertà (NY) Raccolta fondi privata

11


Colpo d'occhio

Valore aggiunto

12

validi motivi per dire sì al Kaufhaus Bolzano

2 3 4 5 6 7 8 9

Riqualificazione dell'intero quartiere firmata dal grande architetto David Chipperfield – con negozi, infrastrutture viarie, abitazioni, uffici, un albergo, spazi per manifestazioni, asili e molto altro. Investimenti di capitale privato per 320 mio. di euro con benefici a lungo termine sulla città e i suoi abitanti. Bolzano riceverà 99,1 milioni di euro: 69,1 milioni in denaro, 30 milioni come infrastrutture. Valore attuale: circa 14,5 milioni. Aumento di valore per Bolzano: 84 milioni euro (cfr pag. 3). Lavoro per l'edilizia locale (tre anni di cantiere, 400 operai) e dopo l'apertura circa 1.000 nuovi posti di lavoro di qualità. Rilevanza interregionale per Bolzano, nuovo sviluppo economico, ripresa per la città, il commercio e il mercato del lavoro. Aree verdi e parchi di notevole qualità, parchi gioco per bambini e più sicurezza. Rilancio di Bolzano come città turistica e di acquisti per un bacino di utenza di circa 1 milione di persone con la riconquista della competitività commerciale su Affi e Innsbruck.

per il futuro Le strade tra piazza Verdi, piazza stazione e piazza Walther sono tra le più trafficate della città. Il progetto Kaufhaus Bolzano riduce il traffico. Alla base di questa riduzione c'è il concetto di mobilità grazie al quale il centro cittadino conoscerà un nuovo sviluppo. In futuro i garage centrali (piazza Walther, Tradecenter e Centro pastorale) saranno raggiungibili solo attraverso l'accesso sotterrano nei pressi dell'autosilo di via Mayr Nusser. Ciò significa, che tra piazza Verdi, piazza Stazione e via Alto Adige, buona parte delle auto sparirà dalla superficie, raggiungendo la propria destinazione attraverso il nuovo tunnel. Viale Stazione sarà trasformato in zona pedonale e diventerà parte del parco. Anche andare in bicicletta sarà più sicuro: l'attraversamento nei pressi di

ponte Loreto sarà spostato sotto il ponte, in modo che anche il traffico veicolare diventi più fluido. Inoltre il collegamento con piazza Verdi sarà garantito da un nuovo sovrappasso. Si è discusso molto dello spostamento della stazione autocorriere, che è stato richiesto dal Comune: sarà realizzata in via Renon, nei pressi della funivia, dove ci sarà anche il capolinea del nuovo metrobus dell'Oltradige. Lo spostamento della stazione autocorriere non significa che i passeggeri dovranno fare più strada: il numero delle fermate attorno al nuovo quartiere è stato infatti aumentato, in modo da migliorare l'accesso al centro cittadino.

Ampliamento dell'offerta per i consumatori, vera esperienza di shopping, molte nuove opportunità per i commercianti locali.

Via le

Sensibile riduzione del traffico in centro, nuove forme di mobilità e ampliamento della zona pedonale.

Del

la S

tazi

one

Via Alto Adige

1

Mobilità

10 Spazio per le attività pubbliche: sale per conferenze e manifestazioni, spazi per la cultura giovanile, musica e uffici pubblici.

11 Progettazione secondo le linee guida della green

a Vi

G

ar

ib

al

di

building architecture, compresa la geotermia e lo sfruttamento delle acque fluviali per riscaldamento e raffrescamento (minori emissioni di Co2).

12 KHB Srl (Kaufhaus Bolzano) ha sede legale e fiscale a Bolzano: ciò porta un elevato gettito fiscale alla città e alla Provincia.

Biciclette

Consegne

Autobus extraurbani

Tram (optional)

Autobus urbani

Automobili

Colofone Bolzano Domani n. 3/2015, anno 2, periodicità trimestrale. Editore e proprietario: KHB srl, via Museo 1, Bolzano. Iscrizione: Tribunale di Bolzano il 10.01.2014, n. reg. 2/2014. 12Direttore responsabile: Michael Mühlberger. Fotografie © SIGNA Ibk, © Snøhetta/Sonaar, Shutterstock, succus. Concetto/layout/redazione: succus. Comunicazione srl. Stampa Varesco, stampato il 13.07.2015

Profile for Zukunft Bozen - bolzano domani

Bolzano Domani 06  

Bolzano Domani 06  

Advertisement

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded