Page 21

agire sui costi. Per ridurli bisogna concentrare i weekend di gara e riempirli andando al di la delle rivalità fra organizzatori dove ognuno fino ad adesso ha guardato al proprio giardino. In questo scenario la Federazione deve intervenire stabilendo regole certe anche con gli autodromi per far si che eventi e competizioni diverse fra loro necessitino di servizi e strutture a loro dimensionate. In altri sport, come n e l M o -

tociclismo, la Federazione arriva addirittura a stanziare contributi per le categorie in difficoltà. La Csai deve continuare nello sviluppo delle categorie ma magari dando un’occhiata a tutto ciò che offre il panorama nazionale. E come sarà il 2012 del Gruppo Peroni Race? Il mio obiettivo è quello di lavorare in maniera sempre più stretta con gli altri organizzatori che come noi hanno le stesse necessità. In nostro fiore all’occhiello rimarrà l’endurance dove abbiamo ripreso a investire dalla passata stagione e continueremo anche nel 2012 allargando la promozione ad alcuni paesi europei. L’obiettivo è quello di portare sempre più team stranieri nel nostro paese. Abbiamo fra i tracciati più belli e l’ECC è un prodotto che piace. Continueremo ad investire anche nel Tricolore di Serie, a tutti gli effetti il vero campionato entry level in Italia. A costi senza eguali si può correre con vetture molto divertenti e con oltre 200cv. Prevedo anche un aumento delle vetture nella S Cup Italia, il trofeo riservato alle Mini Cooper S. Novità invece per il Coppa Italia e per il Tricolore Autostoriche. Per il primo si rende necessaria una nuova suddivisione delle classi nelle due Divisioni per bilanciare gli schieramenti, per il secondo invece un ulteriore sforzo per allinearci a quanto già avviene in Europa. Il 1° Raggruppamento sarà aperto alle vetture di costruzione fino al 1965 e avrà monogomma Dunlop. ZR PROTAGONISTI

21

ZR Magazine #43  
ZR Magazine #43  

The one and only Italian free Motorsport Magazine

Advertisement