Page 20

Come giudica invece l’operato della Federazione? Domanda di riserva? Come ogni ente statale il tallone d’Achille sta ancora una volta nell’eccessiva burocrazia e nei costi per qualunque necessità a partire dalla licenza passando per il passaporto tecnico, l’htp

finendo al personale non sempre all’altezza. Nonostante gli sforzi d i

20

ZR PROTAGONISTI

questi mesi che hanno portato a pregevoli iniziative come la Web TV, il nuovo sito, il profilo Facebook, la licenza continua ad essere un pezzo di plastica a cui ogni volta in autodromo vanno allegate una serie di documenti cartacei. Mi vorrei poi soffermare sull’aspetto delle risorse umane. La Csai lavora da mesi, se non anni, con un personale in numero assolutamente insufficiente alle necessità. Sembra quasi che da parte dell’Automobil Club ci sia l’interesse a voler tarpare le ali al suo organo sportivo. Altro discorso invece riguarda il personale “viaggiante”. Mi riferisco ai Commissari, Tecnici, Direttori di Gara. Sono categorie senza ricambio da diversi anni. Figure professionali non sempre all’altezza e comunque imposte e quindi con cui doversi confrontare. Simile discorso vale anche per le Sottocommissioni dove davvero non riesco a capire, se non in manie-

ra maliziosa, le motivazioni di alcune nomine e l’utilità di alcuni membri. Mi ero poi ripromesso di non farne cenno ma la speranza è l’ultima a morire. La Federazione ha, avrebbe, come scopo quello di promuovere tutto lo sport nazionale, non solo i campionati organizzati direttamente. Il solito discorso dei due pesi e due misure. Cambierà mai? Come si prospetta il 2012? Sarà molto simile al 2011. Un anno sicuramente difficile dove i costi di certo non diminuiranno e i soldi in tasca ai piloti non aumenteranno. Bisogna davvero intervenire e farlo subito. La sua ricetta? Non voglio fare il catastrofico ma andiamo incontro ad una paralisi. Bisogna

ZR Magazine #43  
ZR Magazine #43  

The one and only Italian free Motorsport Magazine

Advertisement