Page 1

EURO 6,50 - CHF 14,70 anno 10 - Set/Ott 2015 www.nailpro.it

EDIZIONE ITALIA - 5/2015 For Professional Use Only

GUIDA ALLE

Lampade


Fashion Week Collection

Tanto colore, ma anche una stesura ricca e semplice. TENUTA IMPECCABILE, NON SI SCHEGGIA.

KYLAC +39: LO SMALTO UV EFFETTO GEL

LONDON LOOK

MILANO CLASS

PARIS CHIC

NEW YORK STYLE

TOKYO TRENDS

DUBAI LUXURY

FASHION WEEK

LUNGA DURATA E LUCENTEZZA.


www.kylua.it

AD INFINITUM GEL: UV GEL COLORATI

info@kylua.it

UV GEL NICKEL&ACID FREE MADE IN ITALY

VIA MONTE NAPOLEONE

FIFTH AVENUE

BOND STREET

RODEO DRIVE

RED SQUARE

CHAMPS-ÉLYSÉES

VIA CONDOTTI

Nuove Collezioni Fall-Winter 15/16

AIG Red Square Collection


ABRUZZO

FRIULI VENEZIA GIULIA

GIUSEPPE AVENTAGGIATO Viale Pescara 504 CHIETI SCALO (CH) Tel. 347 8274823 - giuseppeaventaggiato@hotmail.it

LADYBIRD HOUSE Tel. 349 1672215 info@smaltiorly.it

BASILICATA

ROMA DIFFUSIONE COSMETICI Via Monte Erice 8/A ROMA (RM) Tel. 06 87195666 - roma.diffusione@tiscali.it LA PIU’ BELLA DEL REAME Largo Luigi Cossa 43 (RM) Tel. 06 65743876

LADYBIRD HOUSE Tel. 349 1672215 info@smaltiorly.it

CALABRIA

LADYBIRD HOUSE Tel. 349 1672215 info@smaltiorly.it

LAZIO

LIGURIA

CAMPANIA

MONE’ Via Galata 124R GENOVA (GE) Tel. 010 5536938 - info@smaltiorly.it

EMILIA ROMAGNA

BG PAMAG Piazza Pontida 14 BERGAMO (BG) Tel. 035 244637 - info@pamag.it CR/MN BEAUTYCHARME Strada Pedagno 88/B/D Corte Sacchetta GOITO (MN) Tel. 0376 605357 - beautycharme@libero.it

ELGIFE Via E. Berlinguer 22/T SCAFATI (SA) Tel. 081 8563316 - info@elgife.it BO/MO/PC/PR/RA/RE LADYBIRD HOUSE Via L. Gazzotti 220 MODENA (MO) Tel. 059 284163 - info@smaltiorly.it FC/RN APPEL Via Pietrarubbia 32/G RIMINI (RN) Tel. 0541 728434 - info@appelonline.it

LOMBARDIA

MI/PV ATREX Via Giovanni Paolo II 10 VIGEVANO (PV) Tel. 0381 692339 - info@atrexsrl.it CO/LC/MB/SO/VA RONCHI COSMETICI Via Catullo 4 CARATE BRIANZA (MB) Tel. 0362 634900 - amministrazione@ronchicosmetici.it BS/LO LADYBIRD HOUSE Tel. 349 1672215 info@smaltiorly.it

MARCHE

TAO SYSTEM Via Conventati 3/11 C.da Campiglione FERMO (FM) Tel. 0734 605067 - amministrazione@taosystem.eu

MOLISE

LADYBIRD HOUSE Tel. 349 1672215 info@smaltiorly.it

PIEMONTE

PROFESSIONAL BEAUTY LINE Via Mafferia snc SALUSSOLA (BI) Tel. 015 2583015 - info@professionalbeautyline.it


La nuova Collezione Smalti ORLY In the Mix accompagnerà il tuo autunno con una originale melodia di tinte, texture e finish… per unghie da hit parade! www.smaltiorly.it - numero verde 800 676 330

PUGLIA

BA/FG ESTETICA A.D.F. Via Molfettesi del Venezuela 30 MOLFETTA (BA) Tel. 080 3380794 - info@adfestetica.it BR/BT/LE/TA LADYBIRD HOUSE Tel. 349 1672215 info@smaltiorly.it

SARDEGNA

LADYBIRD HOUSE Tel. 349 1672215 info@smaltiorly.it

SICILIA

AG/PA/TP CD COSMETICI Via Principe Di Palagonia 112 PALERMO (PA) Tel. 091 7300206 - dciambra@libero.it CT/EN/ME/RG/SR HESTETA Via Cave Villarà 25 CATANIA (CT) Tel. 095 7316264 - hesteta@email.it

TOSCANA

AR/SI CAP DIFFUSION Via G. Benucci 151/D PONTE SAN GIOVANNI (PG) Tel. 075 393856 - info@capdiffusion.com FI/GR/LI/LU/MS/PI/PT/PO LADYBIRD HOUSE Tel. 349 1672215 info@smaltiorly.it

TRENTINO ALTO ADIGE

PUNTO 3C Via della Cooperazione 113 MATTARELLO (TN) Tel. 0461 945077 info@punto3c.com

VR/RO BEAUTYCHARME Strada Pedagno 88/B/D Corte Sacchetta GOITO (MN) Tel. 0376 605357 - beautycharme@libero.it PD/ TV/ VI PAOLO VELO & YOU Via A. Volta 16 MAROSTICA (VI) Tel. 042 4 470014 - paolovelo.paolo@alice.it

VALLE D’AOSTA

PROFESSIONAL BEAUTY LINE Via Mafferia snc SALUSSOLA (BI) Tel. 015 2583015 - info@professionalbeautyline.it

UMBRIA

CAP DIFFUSION Via G. Benucci 151/D PONTE SAN GIOVANNI (PG) Tel. 075 393856 - info@capdiffusion.com

VENETO

BL/VE LADYBIRD HOUSE Tel. 346 1533676 info@smaltiorly.it

distribuito in Italia da:


Ladybird house s.r.l. via L. Gazzotti 220 41122 Modena, Italia Tel. + 39 059 28 41 63


www.cndshellac.it numero verde 800 086 155


LAVORA CON NOI

cercasi distributori e agenti per zone libere TENNE INTERNATIONAL TENNE ITALIA

TENNE ESPAÑA + 8 STORE

DISTRIBUZIONE VENDITA E FORMAZIONE Monza (MB) Viale Elvezia, 33 Ph. +39 039 7490226

BERGAMO - JUSTIN’S

DISTRIBUZIONE VENDITA E FORMAZIONE Valencia (Valencia) Calle Caballeros, 36 Ph. +34 96 1277649

DISTRIBUTORI PER ITALIA LIGURIA - LE UNGHIE DI IRIS

TENNE SWITZERLAND + 2 STORE

DISTRIBUZIONE VENDITA E FORMAZIONE Chiasso (CH) Via Simen, 9 Ph. +41 (0) 916822884

PUGLIA - EFFE. DI.

VENDITA E FORMAZIONE Trezzo sull’Adda (MI) Via Jacopo da Trezzo, 7 Ph. +39 0290964743

VENDITA E FORMAZIONE Diano Marina (IM) Via alla Rovere, 25 Ph. +39 333 8458011

VENDITA E FORMAZIONE Andria (BAT) Via Mattia Preti, 81 Ph. +39 0883 596089

EMILIA ROMAGNA - ONZÈ ESTETICA

SARDEGNA 1 - PRONAILS SARDEGNA

TOSCANA - SERGIO SABA

VENDITA E FORMAZIONE Poggio Renatico (FE) Via Bassa, 1/B Ph. +39 3491697329

LAZIO - GROUP 2001 PLUS NAILS VENDITA E FORMAZIONE Roma (RM) Via dell’Aeroporto, 78/80 Ph. +39 06 77208050

LECCO - SALVATORE CARVELLI VENDITA Agente Lecco Ph. +39 391 1078379

VENDITA E FORMAZIONE Cagliari (CA) Via Giudice Mariano, 80 Ph. +39 070 407930

SARDEGNA 2 - PRONAILS SARDEGNA

VARESE 1 - SCARABOCCHIO

VENDITA E FORMAZIONE Macomer (NU) Corso Umberto I, 80 Ph. +39 078 570575

VENDITA E FORMAZIONE Malnate (VA) Via Caprera, 30 Ph. +39 0332 427179

PUGLIA - EFFE. DI.

VENETO - GIUSEPPE PRIMAVERA

VENDITA E FORMAZIONE Molfetta (BA) via Giovinazzo, 18 Ph. +39 080 3971734

STORE UFFICIALI ITALIA

BELLUSCO - NAILS & MAKE UP BEAUTY SHOP VENDITA E FORMAZIONE Bellusco (MB) via castello, 7 Ph. +39 039 6883161

VENDITA Agente Toscana Ph. +39 338 4006811

CARATE BRIANZA - F.N. NAILS

VENDITA Carate Brianza (MB) via Sant’Ambrogio, 21 Ph. +39 340 0774943

www.tenneitalia.com

VENDITA Agente Veneto Ph. +39 334 8343796

LIMBIATE – D.A.D.

VENDITA Limbiate (MB) Via Trieste, 21 Ph. +39 02 91922022


editoriale

Obbiettivi di Successo

S 

eguendo la filosofia editoriale che da sempre ci contraddistingue, quella di parlare “da professionista a professionista”, in questo numero abbiamo intervistato 7 tra i più conosciuti e apprezzati Nail Designer in Italia. Abbiamo chiesto loro di raccontarci alcune fasi della loro carriera e di svelarci quali siano stati i segnali grazie ai quali hanno capito di aver intrapreso la strada giusta. Il risultato? Un’interessante, a tratti divertente, raccolta di episodi che possono essere fonte di ispirazione per chi si trova ancora alle prime armi o per chi, pur avendo più esperienza, non ha ancora deciso come far proseguire la propria carriera. Cosa desiderate fare? Quale ritenete possa essere per voi l’attività più gratificante? Vi piacerebbe insegnare? Vi piacerebbe avere un vostro centro? Oppure preferite lavorare come dipendenti in un istituto? Qualunque sia la risposta, ponetevela come obbiettivo e operate ogni giorno per il suo raggiungimento. Definire gli obbiettivi a cui puntare non è sempre facile, ma ci sono alcuni aspetti da tenere in considerazione: 1- Gli obbiettivi devono essere concreti. Definiteli in modo preciso, non accontentatevi di propositi troppo vaghi. Scriverli vi aiuterà a capire se rispettate questa regola. 2- Devono essere definiti nel tempo. Datevi una scadenza o, meglio ancora, datevene più di una: le scadenze intermedie, i cosiddetti “milestones”, servono a farvi capire, prima della fine del percorso, se il vostro impegno è sufficiente. 3- Devono essere raggiungibili. È importante porsi obbiettivi ambiziosi, ma anche realistici: è inutile puntare a qualcosa che già sappiamo essere irraggiungibile. Questo non significa frustrare le proprie ambizioni, ma indirizzarle verso una reale possibilità di successo. Da parte mia, e di Nailpro, qualche altro suggerimento. Sul numero di Maggio/Giugno, nell’articolo “Tecniche in Cattedra”, avete trovato alcuni consigli per intraprendere una carriera nell’ambito della formazione. In questo numero troverete invece “Il Look Perfetto per il tuo Salone”, un approfondimento che può tornare utile a tutte coloro che sognano di aprire, un giorno, il proprio salone. A tal proposito, dovreste preoccuparvi anche della redditività del vostro salone: scoprite come farlo leggendo i “Trucchi Salvatempo” sul numero di Luglio/Agosto. Questi sono solo alcuni esempi. Sulle pagine di Nailpro troverete sempre molti consigli in grado di aiutarvi nel vostro lavoro. Questo è sempre stato il nostro scopo, e lo sarà sempre. Buona lettura. Loris Sparti loris@zeroventi.com

NA I L P R O .IT

11


sommario

26

Speciale Nail Style d’Autunno

12

88

Business Il Look Perfetto per il tuo Salone

BEAUTY FORUM NAI LPRO 5/2015

31

48

Focus Guida alle Lampade

Detto tra le Unghie Per le Strade di Tokyo


sommario in ogni numero 11 Editoriale 15 Opinione Libera 17 La rubrica semiseria di K.C.Z. 18 News Settore 125 Nail Guide

speciale 22 Cover Story Flamenco Nails 26 Nail Style d’Autunno

focus 31 Guida alle Lampade - La Parola agli Esperti - Lampade e Sicurezza: Tutta la Verità - UV vs. LED - Lampade in Vetrina

workshop 62 News Prodotti 68 Let’s Play with Layering 70 Showcase Essie Fall 2015 Collection 98 Un Tocco di Benessere 102 Nail Clinic Psiche & Onicofagia 104 Shape by Shape Pipe & Mandorla 107 Step by Step LA SETTIMANA DELLA MODA - Geometric Contradictions - Dal Bozzetto alle Unghie - Chic Silhouette - Femminili Atmosfere - Polvere di Stelle - Ricami Preziosi

style

84

Fashion & NailArt Autunno a Colori

48 Detto tra le Unghie Per le Strade di Tokyo 74 L’Anno della French Gothic French 76 Unghie da Passerella 82 Animalier 84 Fashion & NailArt Autunno a Colori

business 56 I Nail Designer si Raccontano 88 Il Look Perfetto per il tuo Salone 94 Stop allo Stress

eventi 80 Next FashionArt, la Fusione tra Moda e Arte 120 I 30 Anni di BEAUTY FORUM MUNICH 122 Agenda Beauty Forum 123 L’Autunno Caldo delle Fiere

In copertina Nails: Pauline Feinauer Hair: Judd Minter, AIM Artist Make up: Michelle Tabor Ramos, AIM Artist Model: Angelina Nawojczyk, Hollywood Model Management Foto: Armando Sanchez Digital Imaging: Jaison Duell Wilson Art Director: Patricia Quon-Sandberg

NA I L P R O .IT

13


30th BEAUTY FORUM MONACO 17 – 18 OTTOBRE 2015 ANNIVERSARIO

N i!I 3 0eggiAa N n co no

Fest

GRANDE ANNIVERSARIO! Compie 30 anni BEAUTY FORUM Monaco, la fiera autunnale più importante d’Europa dedicata alla bellezza professionale UNA RICCA ESPOSIZIONE Quasi 850 espositori tra aziende e brand internazionali - Cosmesi, Nail, Foot, Wellness, Cosmesi naturale, Medicina estetica - suddivisi in 3 padiglioni CAMPIONATI INTERNAZIONALI Riflettori puntati sui Campionati di Make-up, Nail Design, NailArt, Lashes e Bodypainting FORMAZIONE DI ALTO LIVELLO Workshop, congressi, conferenze e presentazioni INGRESSO GRATUITO PER I VISITATORI ITALIANI!

www.beauty-fairs.de/munich

Health and Beauty Germany GmbH Karl-Friedrich-Str. 14–18 | 76133 Karlsruhe Tel.: +49 (0)721 165-164 | messe@health-and-beauty.com


opinione Libera

Formazione: non solo tutorial!

C 

hi di voi non ha mai sentito parlare di tutorial, blogger e social alzi la mano! È innegabile: si tratta del grande fenomeno degli ultimi anni e, probabilmente, dominerà ancora per molto. La Rivoluzione Digitale, insieme a tutto quello che comporta, ha portato nelle nostre vite personali e professionali numerosi cambiamenti positivi e negativi e rifiutarsi di affrontarla sarebbe poco lungimirante. Grazie al web, e soprattutto ai Social Media, è diventato estremamente semplice e immediato esprimere la propria opinione e condividerla con migliaia di persone in tutto il mondo; viceversa è possibile ottenere informazioni in ogni momento, su qualunque argomento e da qualunque fonte. Restringendo il campo al settore del Beauty e delle Unghie, oggi sempre più donne amanti della bellezza e del make up si affidano ai consigli delle blogger e ai loro video-tutorial per scegliere quali prodotti acquistare e come utilizzarli: queste icone del web sono quasi sempre ragazze “normali” appassionate di Beauty, che elargiscono consigli in maniera del tutto obiettiva e spassionata, come semplici amiche della porta accanto. Sicuramente può essere divertente e utile provare a seguire alcune di queste blogger, per capire quali siano le tendenze del momento e scoprire le principali richieste e necessità delle loro seguaci - che altri non sono che le vostre clienti! – ma non dimenticate mai un principio fondamentale: nessun video-tutorial, per quanto ben fatto e accattivante, potrà mai sostituire un vero e proprio Corso di Formazione. Chi è già un esperto del settore può sicuramente trarre spunti interessanti e nuove idee, ma chi desidera intraprendere da zero la professione di Onicotecnica o Manicurist non può fare a meno di un percorso formativo serio, completo ed esaustivo, che comprenda lezioni frontali di teoria e pratica. I segreti per pianificare la propria Formazione consistono, innanzitutto, nella scelta di un’azienda specializzata e affidabile, che possa offrire Educatrici esperte, un programma vario e completo e assistenza pre e post-formazione. Consiglio poi di procedere per step e, a questo scopo, è utile frequentare corsi strutturati in moduli, che consentano di studiare uno specifico argomento e metterlo immediatamente in pratica, in modo da capire subito quali sono le nostre lacune e necessità principali e poter scegliere il corso successivo con cognizione di causa. Infine, non scordate che non si finisce mai di imparare, soprattutto in un settore in costante sviluppo e ricco di nuovi prodotti e tecnologie come è il settore Unghie. Libera Ciccomascolo Presidente Ladybird house

NA I L P R O .IT

15


Gioco di contrasti sulle unghie con gli smalti di tendenza dall’effetto lucido e sabbiato Emmi-Nail Lombardia - Brescia Loretta Luzzi • emminailbrescia@libero.it T & F 030 9745402

Emmi-Nail Campania Angelo Borrelli • nailprojectitaly@virgilio.it T 081 18744559 • www.emminailcampania.it

Emmi-Nail Sicilia - Palermo Fabiola Cardella • info@fabiolacardella-emminail.it T 091 425355 • www.fabiolacardella-emminail.it

Emmi-Nail Veneto Bertilla Quagliotto • info@insolitobertilla.it T 0423 546137 • www.insolitobertilla.it

www.emmi-nail.com ∙ segui Emmi-Nail Italia sui canali social ufficiali

57810515

Distributori per l’Italia


K.C.Z.

La rubrica semiseria di K.C.Z.

L’amore, il sesso, il potere femminile, la diversità tra uomo e donna, la moda e i cosmetici. Un punto di vista serioso e leggero… squisitamente femminile.

Inno alla donna (da stampare grande e lasciare distrattamente appiccicato al frigorifero). 2^ parte

N

 ella prima parte, cari fidanzati, mariti, compagni a qualsiasi titolo, abbiamo capito che l’uomo può servire la colazione a letto alla propria donna (a qualsiasi titolo) senza morire. Continuiamo dunque con le regole della “coppia felice”. Essere carini, già, è una parola! Vi terrorizza l’idea di mettere in campo atteggiamenti amabili verso il gentil sesso che vi siete scelti (si fa per dire: lo sapete vero di essere stati scelti voi?), perché la vostra “aritmetica” mente già prefigura un miliardo di regole da memorizzare. Sbagliato! (tanto per cambiare...). La verità è che la donna vi dà mille input elementari per permettervi di sfoggiare la vostra sregolata galanteria. Ad esempio, se prima di uscire vi chiede se vi piace il suo trucco (ci ha messo un’ora per finirlo e ha decisamente esagerato con il fondotinta troppo chiaro!), nel risponderle non siate sempre lapidari. Chiariamolo una volta per tutte: voi non possedete una sopraffina capacità di sintesi, semplicemente, cari maschietti, NON avete voglia

di parlare. È come se pensaste che divinamente la vostra compagna vi legga nel pensiero, vi traduca il grugnito... NON è così! Ad ogni modo, per risponderle, invece di guardarla impressionati e magari dirle “ma dove vai così, sei pallida come una danzatrice Kabuki!” (salvo il fatto che non citereste mai le danzatrici Kabuki, ma più semplicemente direste “sei bianca come il muro”), potreste invece provare con un più delicato e utile “tesoro, vista alla luce, ti suggerirei di dare più colore al viso”. Ve lo metto per iscritto: se siete gentili non vi succede niente di brutto e, giuro, non perdete nemmeno un briciolo della vostra virilità, anzi! Potreste persino scoprire che attuare premurosi comportamenti nella vita di coppia è una cosa piacevole che dà i suoi frutti. Sono in vena, vi regalo un’altra indicazione. Titolo: i calzini (esteso a vostra biancheria da lavare). Non è complicato, ciò che vi si chiede (tanto per iniziare) è di non lasciare calzini e altri indumenti poco puliti in giro per casa (un po’ sul lavandino, un po’ sul

comò, un po’ in sala...), sparsi come fossero i sassolini di Pollicino. Lei non ti deve ritrovare, e se dovessimo considerare l’umano effluvio di tali indumenti probabilmente vorrebbe non trovarti mai più. Allarga le tue conoscenze dalla casa, all’occorrenza carica un video tipo street view con nome “home view” e impara! Impara che oltre alla cucina, al divano, e alla doccia, esiste tutta una casa da conoscere e di cui curarsi, che MAI e dico MAI sta in ordine da sola. E sappi che, come un divertente gioco di “abilità”, esiste il cesto della biancheria, con la divisione bianchi e colorati (pensa come ti divertiresti a scoprire che la camicia bianca a righe azzurre va nel bianco e non nei colorati! Già, ma come fare a convincerti? Sei ancora lì che obietti “ma le righe sono azzurre!”). <CONTINUEREBBE ALL’INFINITO... ma fine>

K.C.Z. kcz_rubrica_nailpro@hotmail.it

NA I L P R O .IT

17


news settore

Emmi-Nail presenta le sue novità all’Italia Una vivace e partecipata conferenza stampa tenutasi a Monza lo scorso 22 giugno è stata l’occasione per il brand tedesco Emmi-Nail di presentare alla stampa italiana le sue ultimissime novità. Presenti all’evento Anna-Maria Di Rosolini, Export Manager EmmiNail, Brigitte Beckmann, responsabile dello studio delle formulazioni e Master Trainer, e i distributori Loretta Luzzi per la Lombardia e Angelo Borrelli per la Campania. Riflettori puntati su due tra le principali novità del 2015: in anteprima assoluta per l’Italia, Brigitte Beckmann ha illustrato le caratteristiche della nuova lampada UV/ LED, studiata per ottimizzare i risultati ed esaltare le performance dei prodotti. È stata presentata poi la Energy4Nails Collections, una collezione di nail polish ispirata a Expo 2015. Durante l’evento, Brigitte Beckmann ha messo la sua esperienza a disposizione dei presenti in una dimostrazione live di tecniche di lavoro con i diversi prodotti Emmi-Nail. www.emmi-nail.de

18

BEAUTY FORUM NAI LPRO 5/2015

Faby Line cerca agenti Quella di Faby Line, azienda attiva sul mercato internazionale della cosmesi, è una storia di grande imprenditorialità e serietà. Nata nel 1978, l’azienda guidata da Piermario e Fabiana Viale conosce un’importante svolta nel 2013 con il lancio della linea Faby. Alessandro e Alberto Viale, con i genitori Fabiana e Piermario, sostengono con la linea Faby valori come responsabilità, integrità, rispetto delle persone e anche degli animali, con la campagna Cruelty Free e il fermo rifiuto ai test sugli animali. Un’attenzione, quella per la natura e per la salute, che si ritrova in tutti i prodotti della linea: i Lacquering Gel Faby sono TPO Free, mentre gli smalti della linea Faby Nature sono naturali all’87%. Faby Line è attualmente alla ricerca di agenti plurimandatari sul territorio nazionale da inserire nelle zone libere. Il profilo giusto? Quello che possiede ambizioni di crescita, forte determinazione, ottime doti comunicative e serietà commerciale. Per maggiori informazioni: 0161 215333.


news settore

Lo stile di Essie a Go to Style Il Centro Degradé Conseil ha organizzato, il 28 e 29 giugno scorsi, la terza edizione di Go to Style, evento rivolto a titolari e dipendenti dei saloni affiliati. Ospitato nella splendida cornice dello Sheraton Golf n.1 Parco De’ Medici, l’evento ha radunato circa 300 partecipanti che, divisi in gruppi, hanno avuto il compito di creare un total look su una modella seguendo un tema assegnato fra “Sorbetti”, “Arti Design”, “Eclettico” e “Green Chic”. Essie, protagonista dell’evento insieme a L’Oréal Professionnel e Kerastase, ha fornito i colori di collezione e l’Essie Gel: un evento di global beauty non può definirsi tale senza prevedere la parte nail! Il primo premio è stato assegnato dalla giuria a uno dei look della categoria “Arti Design”; la modella vincitrice indossava il grigio ardesia Petal Pushers della collezione Spring 2015.

Ladybird house premiata da ORLY come Best Marketing Initiatives 2015 Nel corso del Meeting Internazionale Distributori ORLY, tenutosi a Los Angeles lo scorso maggio, Ladybird house ha ottenuto il riconoscimento come Best Marketing Initiatives per l’anno 2015. Il premio è stato ritirato da Cinzia Ciccomascolo, Managing Director Ladybird house, e Alberto Rebecchi, CEO Ladybird house, direttamente dalle mani di Jeff Pink, fondatore e Presidente di ORLY, e del sindaco di Los Angeles Eric Garcetti. Fra i motivi che hanno spinto ORLY a premiare Ladybird house per il suo impegno nel Marketing, le numerose iniziative realizzate in occasione del lancio di ORLY EPIX a Cosmoprof Bologna 2015. “Lo stand Ladybird house, con il suo tema Made in L.A. e il lancio di Epix, è stato al centro dell’attenzione a Cosmoprof quest’anno” ha dichiarato Jeff Pink, “sono stato travolto dall’entusiasmo e dall’energia che Ladybird house è riuscita a creare”.

NA I L P R O .IT

19


news settore

Primo EzFlow Day Nazionale Il 14 settembre si svolge a Modena il primo EzFlow Day Nazionale: un evento interamente dedicato al mondo della ricostruzione unghie e ai prodotti EzFlow, i più amati dagli onicotecnici di tutto il mondo. Protagonista dell’evento, direttamente dagli Stati Uniti, sarà Allie Baker, EzFlow Brand Ambassador & Educator, vincitrice del premio Salon Success, del Nailpro Cup Award 2015 e numero 1 nelle competizioni USA per EzFlow. Quello di Allie sarà un vero e proprio show, in cui dimostrerà le infinite possibilità creative dei sistemi EzFlow: Ricostruzione, Scultura, Forme Estreme, Decorazioni 3D, NailArt e molto altro. Un appuntamento imperdibile per scoprire tutti i segreti delle EzFlow Master Artist per realizzare unghie da primo premio! La partecipazione all’evento è gratuita ma a numero chiuso: affrettati a prenotare chiamando il numero verde 800 676 330 o scrivendo a info@ezflowitalia.it

20

BEAUTY FORUM NAI LPRO 5/2015

Torna il Doug Schoon Educational Show A grande richiesta torna eccezionalmente in Italia, il 27 e 28 settembre, il Doug Schoon Educational Show. Dopo il grande successo dello scorso anno, l’appuntamento con il celebre chimico si rinnova con un format nuovo e interattivo, focalizzato in particolare sulla chimica dei prodotti e sul loro funzionamento. Colpito dal vivo interesse dimostrato dalle partecipanti alla prima edizione, Doug Schoon ha strutturato questo nuovo appuntamento basandosi proprio sui temi che le onicotecniche italiane hanno dimostrato di avere maggiormente a cuore. Obiettivo dell’evento, fornire alle professioniste nail informazioni e strumenti utili per il loro lavoro quotidiano, da un punto di vista scientifico e imparziale. Un’occasione da non perdere per tutte le professioniste. Il Doug Schoon Educational Show è organizzato da Nail Conference Italia e si svolge presso SGM Conference Center Roma. Per info e prenotazioni: 800 201 876 o info@nailconferenceitalia.it


news settore

NailShow Gamax 4 ottobre 2065: sono le 11 del mattino e come sempre piazza Venezia si anima di macchine volanti con a bordo donne intente a truccarsi con la pratica stampante make-up, uomini impegnati a discutere d’affari con piccoli omini ologrammati e bambini che sfrecciano sui loro volopattini. All’improvviso, in via Celsa 6, alcuni bagliori: dal nulla compaiono flotte di ragazze che iniziano ad accalcarsi davanti all’ingresso del Teatro Centrale… Il 2065 è ancora lontano, ma Gamax il futuro lo immagina ricco di innovazioni e vuole condividere questa visione con tutti i suoi clienti…e non solo! L’appuntamento è per il prossimo 4 ottobre, dalle 11 alle 18, al Teatro Centrale di Roma con il NailShow Gamax “Creating the Future”. Le appassionate di unghie potranno sfidarsi in una gara a tema futuristico; le esperte del settore potranno assistere ai workshop di Krisztina Kalmár; le più timide troveranno spunti utili nell’intervento di uno speaker motivazionale e, per tutti, grandi risate con le gag delle Desperate Beauticians. www.gamax.it

CND Contradictions Day Venerdì 16 ottobre in oltre 800 saloni CND di tutta Italia si svolge il Contradictions Day, evento di presentazione della nuova collezione di smalti Vinylux per l’autunno 2015. In occasione del lancio della collezione, Ladybird house darà il via alla nuova campagna “Women’s Contradictions”, una divertente occasione per raccontare contrasti e contraddizioni che da sempre caratterizzano tutte le donne, dal look da indossare alle tante intenzioni che si manifestano per poi fare tutto l’opposto! Ladybird house ti invita a raccontarle sul sito www. womenscontraddictions.it, aderendo alla campagna. L’appuntamento è allora per il 16 ottobre, dalle ore 17.00 alle ore 19.00, in tutti i saloni CND che aderiscono all’iniziativa: tra cocktail e musica, tanti consigli di bellezza da parte delle CND Vip Manicurist e, per tutte coloro che acquisteranno uno dei nuovi colori Vinylux durante l’evento, in omaggio l’applicazione dello smalto. Trova il salone più vicino a te su www.smaltosettimanale.it

NA I L P R O .IT

21


cover story

Flamenco Nails L  

A SENSUALITÀ DEL FLAMENCO PRENDE VITA SULLA COPERTINA DI QUESTO NUMERO DI NAILPRO: labbra scarlatte, smokey

eyes, fiori tra i capelli e unghie barocche rendono omaggio a questa danza andalusa conosciuta e amata in tutto il mondo. Il segreto di queste unghie volutamente eccessive è tutto nella struttura, magistralmente realizzata dalla nail designer Pauline Feinauer: sotto i grappoli di pietre luccicanti e boccioli fioriti si estende uno stiletto praticamente perfetto nelle proporzioni. Una volta completata la forma, ecco la parte divertente: un trionfo di glitter, pietre e decorazioni preziose!

Web

Servizi extra per te!

Visita il sito www.nailpro.it e guarda tutte le Cover Story!

Nail Artist Pauline Feinauer

22

BEAUTY FORUM NAI LPRO 5/2015

Fotografo

Make Up

Hairstylist

Armando Sanchez

Michelle Tabor Ramos

Judd Minter


cover story

Copertina Unghie da

“Questo è il set di unghie più ricco e sfarzoso che abbia mai realizzato! ” - Pauline Feinauer

3

Ha poi steso un secondo strato di gel trasparente per scolpire il corpo dell’unghia.

4

Dopo aver fatto polimerizzare, Pauline ha limato e dato forma allo stiletto servendosi della fresa e della lima manuale preoccupandosi, con entrambe, di sostenere con le proprie dita l’unghia ricostruita per evitare che si spezzasse.

1

2

5

6

Pauline ha preparato le Ha fatto polimerizzare per unghie e applicato formine qualche secondo e poi pinzato extra-long, per poi cominciare le unghie con l’apposito strul’allungamento con il gel traspa- mento per ottenere una curva a rente. C molto stretta.

La nail designer ha poi steso due strati di gel polish nero sull’intera unghia. Dopo averlo fatto polimerizzare, ha applicato in modo disordinato del glitter dorato in polvere sopra il colore nero.

Pauline ha infine applicato le decorazioni 3D sull’unghia fissandole con dell’acrilico trasparente. Ha poi steso uno strato di top coat molto glossy, facendo attenzione ad aggirare le decorazioni.

NA I L P R O .IT

23


SWEET SANCTUARY

BEAUTY SLEEP WHIMSICLE WANDERER

HEAD IN THE CLOUDS

CALM OASIS TRANQUIL SURRENDER MYSTICAL MUSE SERENE SLUMBER

COLORE

A

LUNGA

T E N U TA

OLTRE 186 NUANCE DI SMALTO GEL PURO AL 100%

SCOPRI LE LINEE DI GEL E I PRODOTTI DA RICOSTRUZIONE IBD IN TUTTI I


speciale

NAIL STYLE

Essie @ Rebecca Minkoff

d’AUTUNNO La NailArt dilaga sulle passerelle della New York Fashion Week: dai design minimal alle maxi-applicazioni, ecco i nail trend a cui ispirarsi per l’autunno/inverno 2015-16.

JINsoon @ Tibi

Di Karie L. Frost

FRENCH EVOLUTION Smile line tracciate a regola d’arte? Le French manicure viste alle sfilate di Tibi e Tadashi Shoji rifiutano questo cliché e trasformano la classica lunetta in uno schizzo di colore irregolare, tracciato a mano libera senza linee guida. Se invece preferisci un design più definito, prendi spunto dalla celebrity manicurist Michelle Saunders, che nel backstage di Rebecca Minkoff raddoppia la smile line con colori a contrasto e crea un design chevron semplice e moderno. Cosa può volere di più la tua cliente?

26

BEAUTY FORUM NAI LPRO 5/2015

Cuccio Colour @ Moskov

Butter London @ Tadashi Shoji


speciale MINIMAL È BELLO Per catturare l’attenzione, una NailArt non dev’essere per forza carica di dettagli. Le ultime passerelle ci insegnano, al contrario, che una linea sottile tracciata in mezzo all’unghia o qualche piccolo strass disseminato su un fondo nude sono sufficienti a dare vita a una manicure da urlo. I design minimal puntano tutto sulle forme geometriche: un quadratino colorato in zona lunula da Cushnie et Ochs, semisfere nere irregolari da Zero + Maria Cornejo, unghie monocolore incorniciate per metà da una nuance più accesa da Tracy Reese. Nail look semplicissimi da replicare sulle mani delle tue clienti!

Morgan Taylor @ Zero + Maria Cornejo

Christian Louboutin Beauté @ Cushnie et Ochs

Essie @ Jenny Packham

Essie @ Wes Gordon

Sally Hansen @ Tracy Reese

Cuccio Colour @ La Quan Smith

NA I L P R O .IT

27


DIANE BONDAREFF

speciale

KISS @ Erin Fetherston

KISS @ Kaelen

THE NEW NUDE Se la sola idea di una manicure nude ti fa sbadigliare, scommettiamo che sarai pronta a cambiare idea. Il naked look si rinnova, diventando base per decori in oro, come nel backstage di Erin Fetherston, o mischiando con effetto marble diverse tonalità di beige fino a ottenere un delizioso effetto vetro traslucido simile a quello visto da Rodarte. C’è di più: le nuance nude funzionano alla grande come spazi negativi - vedi Kaelen - ma anche accostati a tonalità malva e oro come da Mara Hoffman. Il verdetto? I colori neutri possono essere audaci tanto quanto gli smalti più scuri!

Sally Hansen @ Rodarte

JINsoon @ Karen Walker

Zoya @ Mara Hoffman

Essie @ Costello Tagliapietra

FEELING BLUE Ogni autunno, puntualmente, tornano alla ribalta le tonalità gioiello. Questa stagione ne vedrà prevalere una su tutte: il blu. Nel backstage di Karen Walker, la manicurist Jin Soon Choi sceglie dalla collezione di smalti che porta il suo nome il delizioso turchese dal finish cromato Heirloom. Vira più verso il color zaffiro, invece, la manicure realizzata da Julie Kandalec, che colora le unghie delle modelle di Costello Tagliapietra con decisi tocchi di Essie Aruba Blue. Qualunque sia la sfumatura di blu che fa per voi, il segreto per coronarla è tutto nel top coat: più è glossy, meglio è!

28

BEAUTY FORUM NAI LPRO 5/2015

Morgan Taylor @ Monique Lhuillier


speciale A TUTTO LAYERING Perché usare un solo colore quando ne puoi usare due? È un pensiero che ha attraversato la mente di diversi NailArtist durante le ultime sfilate. La tecnica layering, ovvero la sovrapposizione di due colori diversi, ha trionfato in moltissimi backstage, con risultati favolosi. Per la sfilata di Monique Lhuillier, la manicurist di Morgan Taylor Gina Edwards sovrappone il bordeaux Take the Lead e il viola dorato If Looks Could Thrill, dando vita a un inedito color melanzana. La celebrity manicurist Deborah Lippmann ricopre invece un super classico monocolore rosso con uno strato di Knock on Wood, color cammello della sua linea omonima, illuminando così la passerella di Kate Spade. Nel backstage di Nicole Miller, la manicurist di Butter London Katie Jane Hughes dà prova della versatilità del layering: stendendo uno strato di nero Union Jack Black alla base, il verde smeraldo British Racing Green applicato sopra acquisisce ricchezza e complessità. “Il bello del layering” spiega Hughes “è che ti consente di innovare ed espandere il tuo ‘arsenale’ di smalti senza doverne acquistare di nuovi.”

Deborah Lippmann @ Kate Spade

Morgan Taylor @ Monique Lhuillier

Zoya @ Zimmermann

Butter London @ Nicole Miller

Butter London @ Creatures of the Wind

EFFETTO SATIN

Zoya @ Timo Weiland

La nuova frontiera del finish matte? L’effetto satinato, che ha riscosso grande fortuna alle ultime sfilate. Da Zimmermann, la tecnica di Zoya Cinnamon Bowser descrive il finish satin come “una via di mezzo tra matte e gloss che ricorda la superficie calda e morbida dei tessuti in cuoio”. Il vero trend della stagione? Secondo Miss Pop, NailArtist di OPI, sono i metallici dal finish matte: aggiungendo un top coat opaco a un colore metal gli si dona maggiore intensità, ma per mitigare eventuali errori è buona norma stendere uno strato di top coat regolare prima di applicare quello a effetto matte. NA I L P R O .IT

29


speciale

Patricia Nail Lacquer @ Saunders

FUORI DAGLI SCHEMI OPI @ Rachel Antonoff

F.U.N.

China Glaze @ Novis

Un tocco di leggerezza per smorzare la severità dell’autunno? I NailArtist ci provano facendo ricorso a colori vivaci - dal giallo al verde menta - e a design divertenti e spensierati, come quello dalla fantasia “a vespa” creato da CND per Opening Ceremony. Miss Pop di OPI ci spiega invece la genesi della sua decorazione “ortodontica” per la sfilata di Rachel Antonoff: “Gli abiti della collezione erano ispirati a una fiera scolastica sulla scienza e questa manicure incarna con ironia quel complicato periodo della vita di ogni teenager impacciato che ha avuto a che fare con l’apparecchio per i denti!”

Ammettiamolo: alcune di noi nutrono un’incorreggibile passione per i decori maxi. L’idea di drappeggiare le unghie con catene dorate, perle enormi e milioni di paillettes è così allettante a volte! Senza contare che, dietro un design elaborato, si nasconde sempre una storia avvincente. Da Saunders, la manicurist Pattie Yankee descrive così il suo nail style: “È una rivisitazione moderna dell’epoca Tudor, fatta di lusso sfrenato ma anche di intrighi e segreti. Pensate a Enrico VIII e alla fine più o meno tragica che hanno fatto le sue innumerevoli mogli.” Il risultato? Unghie dall’aggressiva forma a punta, colorate con un nero matte dal mood funereo e punteggiate da borchiette dorate e maxi-perle.

CND @ The Blonds

CND @ The Blonds

MARK SCHAFER FOR DEBORAH LIPPMANN

CND @ Opening Ceremony

China Glaze @ Degen

30

BEAUTY FORUM NAI LP RO 5/2015

CND @ Libertine

Deborah Lippmann @ Badgley Mishcka


Focus

Lampade

FOTO: IT.FOTOLIA.COM

GUIDA ALLE

● La Parola agli Esperti ● Lampade e Sicurezza: Tutta la Verità ● UV vs. LED ● Lampade in Vetrina

NA I L P R O .IT

31


La Parola agli Focus

32

Tre esperte del settore ci spiegano quali sono le caratteristiche di una lampada di qualità, i segreti per una perfetta polimerizzazione e i consigli per una buona manutenzione.

BEAUTY FORUM NAI LP RO 5/2015

Esperti

S 

ono una presenza fissa sul nostro piano di lavoro, senza di loro non potremmo eseguire alcuni servizi molto amati e richiesti come le ricostruzioni in gel o le manicure con smalto semipermanente, ma quanto sappiamo veramente delle lampade e del loro funzionamento? Sappiamo, anzitutto, che al loro interno avviene un processo chiamato polimerizzazione, capace di asciugare e indurire tutta una serie di prodotti che rendono le unghie delle nostre clienti perfette per settimane. La polimerizzazione è un processo chimico che, grazie all’azione dei raggi UV o della luce LED, fonde insieme le molecole del prodotto, legandole tra loro in catene polimeriche e donando al prodotto il suo aspetto finale, lucido, uniforme e resistente. Affinché la polimerizzazione avvenga con successo è necessario rispettare vari criteri di compatibilità, applicazione e tempo. Prima ancora di tutti questi accorgimenti, però, è fondamentale scegliere una lampada di qualità, indipendentemente dal suo prezzo. Ma da cosa si può intuire la qualità di una lampada? Le schede prodotto di queste apparecchiature sono in genere piene di dati e numeri, dai Watt ai bulbi, dalle caratteristiche del timer a quelle del display. Per fare chiarezza in questa giungla di tecnicismi, Nailpro ha interpellato tre veterane del settore che hanno a che fare in prima persona con lo sviluppo delle lampade nelle loro aziende. Oltre alle caratteristiche da ricercare in una lampada, abbiamo chiesto loro qualche consiglio per ottenere una polimerizzazione corretta e uniforme. Un occhio di riguardo, infine, all’importante aspetto della pulizia e all’altrettanto importante questione dei bulbi e della loro sostituzione: le esperte ci spiegano come assicurare alle nostra lampade lunga vita e funzionalità. La parola a Brigitte Beckmann, Graziella Manfrin e Roberta Quario Rondo.


Brigitte

Beckmann

Nel settore dal 1982, si è formata con i migliori nail designer. Impegnata da sempre nello studio delle formulazioni dei gel e dei processi di polimerizzazione, è Master Trainer e responsabile dello studio delle formulazioni per Emmi-Nail.

1 QUALI SONO LE CARATTERISTICHE PRINCIPALI DA

Focus

CONSIDERARE IN UNA LAMPADA?

Le caratteristiche di una buona lampada sono molteplici: innanzitutto, tempi di polimerizzazione ridotti e una durata di almeno 10.000 ore a fronte di un utilizzo costante. Da un punto di vista prettamente tecnico, la lampada ideale è da 36 Watt e 405 Nanometri (NM), è facile da utilizzare, ha un timer da 30, 60 e 120 secondi regolabile singolarmente e un display con la visualizzazione del tempo residuo. Dal punto di vista del comfort per la cliente, la lampada deve avere un design ergonomico e la ventilazione interna, che rende il processo di polimerizzazione più confortevole. Una

buona lampada deve essere facile e veloce da pulire, sia nelle sue componenti esterne che in quelle interne: il piano estraibile è un optional importante per facilitare le operazioni di pulizia. Completano il quadro alcuni aspetti più “commerciali”: tecnologia innovativa, basso consumo energetico, buon rapporto qualità/prezzo e garanzia di almeno 3 anni.

2 QUALI SONO GLI ACCORGIMENTI DA RISPETTARE PER UNA PERFETTA POLIMERIZZAZIONE DEL PRODOTTO?

Tra gli accorgimenti da rispettare c’è sicuramente quello relativo alle operazioni di pulizia, che vanno svolte in maniera costante e regolare, utilizzando specifici prodotti disinfettanti. Per ragioni di igiene, la pulizia della lampada dovrebbe essere eseguita dopo ogni singolo trattamento unghie. Parlando di tecnologia, invece, nel futuro credo ci sarà sempre più spazio per le lampade LED; tutti i gel colorati Emmi-Nail, ad esempio, asciugano già in lampada LED. Oggi le nail designer lavorano solitamente con gel che polimerizzano in lampada UV, ma nell’ottica di un servizio migliore e più rapido credo che la scelta debba ricadere su una lampada innovativa, che consenta di polimerizzare in maniera ottimale gel LED e UV, oltre al semipermanente.

3 COME SI EFFETTUA LA MANUTENZIONE DELLA LAMPADA E COME CI SI ACCORGE QUANDO SI DEVONO CAMBIARE I BULBI?

Il futuro va verso lampade che non prevedono il cambio dei bulbi - Emmi-Nail ne lancerà una nei prossimi mesi. Le professioniste che sceglieranno questa tecnologia non dovranno più controllare periodicamente lo stato di efficienza dei bulbi, potendo contare su un’apparecchiatura dalle prestazioni elevate che consentirà di eliminare i prolungati tempi di attesa per l’invio dei bulbi di ricambio. Questo va a beneficio del business, che non subisce fasi d’arresto,ma anche del cliente che potrà contare sempre su un servizio di alta qualità.

I nuovi bulbi LED-UV saranno molto più stabili (5 volte di più rispetto ai tradizionali bulbi UV) e la lampada, di conseguenza, diventerà uno strumento estremamente durevole. La sua sostituzione potrà essere eventualmente suggerita per motivi di igiene e pulizia e programmata in modo da garantire alla clientela del centro il massimo dell’efficienza.

NA I L P R O .IT

33


Graziella Manfrin Master Pro di Formazione KyLua e responsabile interna alla casa madre per i test di standard qualitativo e applicativo dei prodotti.

Focus

1 QUALI SONO LE CARATTERISTICHE PRINCIPALI DA CONSIDERARE IN UNA LAMPADA?

Prima di tutto deve essere conforme alle normative di sicurezza CEE. Se si usa una lampada UV, i bulbi devono essere almeno quattro da 9 Watt ciascuno, per un totale di 36 Watt. Ad un apparecchio elettronico moderno si deve richiedere anche un’attenzione ai consumi, perché spesso la lampada rimane in funzione per molte ore di fila.

Non va dimenticato l’aspetto ergonomico: è importante che l’ingresso per la mano sia ampio e comodo per la cliente, altrimenti sbattendo contro i bordi il lavoro potrebbe rovinarsi. Per ovviare a questo problema si può optare per una lampada con piattino scorrevole. È importante che la lampada possieda un timer con diversi tempi preimpostati da selezionare in base al lavoro che si sta effettuando, oltre al pulsante di autospegnimento. Un ultimo appunto sul piattino di appoggio: scorrevole o meno, è bene che sia riflettente, per una perfetta polimerizzazione anche sul retro dell’unghia, utile ad esempio negli allungamenti.

2 QUALI SONO GLI ACCORGIMENTI DA RISPETTARE PER UNA PERFETTA POLIMERIZZAZIONE DEL PRODOTTO?

Per una perfetta polimerizzazione gli accorgimenti sono molto semplici: la mano deve essere inserita in lampada dritta (non “pendere” di lato) affinché i raggi colpiscano la resina in modo uniforme; questo discorso vale anche per il pollice, che per essere perfettamente polimerizzato dovrebbe essere inserito in lampada da solo. Bisogna sempre rispettare i tempi di polimerizzazione indicati dal produttore; le resine induriscono superficialmente già nei primi 10-20 secondi, ma per una polimerizzazione totale la mano deve stare in lampada, generalmente, 120 secondi.

3 COME SI EFFETTUA LA MANUTENZIONE DELLA LAMPADA E COME CI SI ACCORGE QUANDO SI DEVONO CAMBIARE I BULBI?

La lampada va sempre pulita e disinfettata. Se ci accorgiamo che la resina ha sporcato i bulbi e lì si è polimerizzata, non usiamo solventi o attrezzi affilati per toglierla: meglio invertire il bulbo, così da rendere operativo il lato pulito.

La potenza della luce diminuisce, in modo lento e costante, dopo circa 2.000 ore di utilizzo; al di là del “conteggio ore”, quando si nota un non perfetto indurimento della resina significa che i bulbi si stanno esaurendo. Nel toglierli per sostituirli, noteremo che vicino all’aggancio c’è una zona più scura, segnale proprio di bulbo scarico. Qualora sul momento non si abbiano bulbi da sostituire, si può raddoppiare il tempo di esposizione per bilanciare l’insufficienza. KyLua commercializza uno strumento chiamato UV Lamp Check, a marchio Klinic, con un sensore in grado di rilevare e segnalare, una volta inserito nella lampada già in funzione da almeno due minuti, il livello di potenza dei bulbi.

34

BEAUTY FORUM NAI LPRO 5/2015


Roberta

Quario Rondo

Fondatrice e Presidente dell’azienda nail italiana RobyNails.

1 QUALI SONO LE CARATTERISTICHE PRINCIPALI DA

Focus

CONSIDERARE IN UNA LAMPADA?

Prima di acquistare una lampada è fondamentale valutarne la compatibilità con il prodotto, gel o smalto semipermanente, e decidere tra lampada UV o lampada LED. Secondo elemento da considerare è la potenza, in quanto non è detto che lampade molto potenti diano risultati migliori: i Gel RobyNails, ad esempio, polimerizzano in tempi brevi anche a basse potenze (18W). Altri criteri da considerare sono lo spazio e la comodità per la cliente, che deve poter mantenere una posizione confortevole ma allo stesso tempo riuscire a inserire tutta la mano.

Da tenere in considerazione è anche l’utilizzo per i piedi, per i quali è comunque consigliabile, per motivi di igiene, disporre di una lampada dedicata. Esistono anche lampade molto versatili in cui è possibile regolare l’accensione dei bulbi (e quindi variare la potenza) a seconda del prodotto da polimerizzare. Ciò permette di ottenere i migliori risultati in base ai tempi suggeriti dall’azienda. Sono stati recentemente messi in commercio bulbi LED che possono essere montati su lampade UV, rendendole a uso universale e consentendo un risparmio sul costo della lampada.

2 QUALI SONO GLI ACCORGIMENTI DA RISPETTARE PER UNA PERFETTA POLIMERIZZAZIONE DEL PRODOTTO?

Una buona polimerizzazione dipende da diversi fattori. Innanzitutto la corretta stesura del prodotto e il giusto quantitativo applicato, come indicato nelle istruzioni che ogni azienda dovrebbe fornire alle tecniche. È poi fondamentale rispettare i tempi di polimerizzazione caratteristici di ogni prodotto.

Molto importante è anche il corretto posizionamento della mano, che deve essere tale da permettere alla luce di raggiungere le unghie in modo uniforme. È comunque buona norma acquistare le lampade dall’azienda fornitrice dei prodotti, in quanto studiate per garantire risultati ottimali in base alla formulazione dei prodotti stessi.

3 COME SI EFFETTUA LA MANUTENZIONE DELLA LAMPADA E COME CI SI ACCORGE QUANDO SI DEVONO CAMBIARE I BULBI?

Fondamentale per un efficiente utilizzo delle lampade UV è la sostituzione regolare dei bulbi, in quanto l’emissione dei raggi UV diminuisce nel tempo. Questa diminuzione dipende dall’utilizzo più o meno frequente, ma la raccomandazione è di sostituire i bulbi almeno ogni 6 mesi. Il primo segnale d'allerta è la polimerizzazione non completa del prodotto, che causa il suo sollevamento nel giro di pochi giorni. Naturalmente questo discorso non si applica ai bulbi LED, che hanno una durata molto più lunga. L’efficienza della lampada è anche legata alla sua pulizia, che deve essere effettuata regolarmente. Per questo sono consigliabili le lampade con base estraibile, che possono essere pulite facilmente permettendo anche la pulizia degli specchi laterali. Allo stesso modo i bulbi necessitano di pulizia costante perché la presenza di polvere o gel ne può compromettere la potenza. NA I L P R O .IT

35


Focus

Lampade e Sicurezza: Tutta la Verità

Sulla presunta pericolosità delle lampade UV e LED per la pelle della mani è stato detto molto: sfatiamo i falsi miti grazie alla più autorevole ricerca finora effettuata sul tema.

di Doug Schoon t ra d u z i o n e a c u ra d i I s o t t a O g n i b e n e

36

BEAUTY FORUM NAI LPRO 5/2015


I 

l tema della sicurezza delle lampade UV e LED per la salute della cliente che si sottopone a una ricostruzione unghie è da sempre tra i più scottanti e dibattuti nel settore nail. Molte delle informazioni che circolano sulla questione sono però incomplete, se non addirittura errate. La colpa, oltre che di ricerche approssimative portate avanti negli anni, è dei media che non perdono mai occasione per creare falsi miti, diffondendo tra i consumatori

paure infondate. Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza su un tema così delicato, partendo da un premessa: le considerazioni riportate di qui in avanti valgono sia per le lampade UV, sia per le lampade LED. Pur utilizzando tecnologie diverse, infatti, entrambi i tipi di lampada emettono livelli molto simili di raggi UVA. Le conclusioni a cui arriveremo valgono quindi per entrambi i tipi di apparecchiatura.

“Rispetto alla luce solare al suo picco massimo (a 90°), la luce delle lampade UV e LED è risultata da 11 a 46 volte più sicura; rispetto alla luce del sole angolata (a 30°45°), la luce delle lampade è risultata da 3 a 12 volte più sicura.”

Gli Studi Effettuati

Nel corso degli anni sono stati portati avanti numerosi studi per determinare il grado di sicurezza delle lampade per la salute della pelle. I risultati? Approssimativi, e in larga parte inaffidabili. Ad eccezione di uno, l’unico ad essere stato eseguito in modo corretto, rispettando quelli che sono gli standard internazionali di ricerca. Questo studio è stato condotto dai dottori John Dowdy e Robert Sayre, esperti di livello mondiale che vantano molti anni di ricerca nel campo delle fonti luminose. La loro ricerca, basata su fatti scientifici e documentabili, è stata condotta utilizzando un costoso e sofisticato strumento di misurazione delle fonti luminose e seguendo gli standard e i parametri validi a livello internazionale per ricerche di questo tipo. Sfortunatamente gli organi di informazione hanno il più delle volte focalizzato l’attenzione sugli studi sbagliati, condotti da dermatologi professionisti che si sono però improvvisati ricercatori senza avere la giusta preparazione alle spalle. Questi personaggi,

Focus

oltre ad aver ignorato le direttive internazionali per la corretta esecuzione dei test, si sono serviti di strumenti paragonabili a giocattoli, reperibili a basso costo su internet. Con la divulgazione di risultati allarmistici e non attendibili, basati più su opinioni personali che su fatti verificabili, questi dottori hanno contribuito a generare una serie di convinzioni sbagliate, gettando un’ombra sul mondo della ricostruzione unghie. Ma quali sono allora i fatti, e quali i preconcetti? Scopriamoli attraverso i risultati dello studio di Dowdy e Sayre.

Doug Schoon Scienziato di fama internazionale, negli ultimi 15 anni ha diretto i laboratori di ricerca di CND ed è stato co-presidente del Nail Manufacturers Council. I suoi Educational Show sono un punto di riferimento per i professionisti nail di tutto il mondo.

Più Sicure del Sole

È risaputo che le lampade per unghie emettono raggi UV, una porzione di spettro luminoso non visibile dall’uomo (ma visibile da alcuni animali). Per essere più precisi, questi apparecchi emettono raggi di tipo UV-A, mentre non emettono raggi UV-B, ritenuti tra le cause del melanoma. Nelle lampade di ultima generazione, inoltre, il 40% dei raggi UV-A

NA I L P R O .IT

37


Focus La pelle sul dorso della mano è 3 volte e mezzo più dura di quella della schiena, il che rende la mano la parte del corpo in assoluto più resistente ai raggi UV.

più vicini alla gamma UV-B è stata rimossa dai filtri integrati nei bulbi. Il restante 60%, quello effettivamente utilizzato per la polimerizzazione del prodotto, comprende i raggi più sicuri e meno dannosi. La porzione di raggi eliminata era quella che destava le maggiori preoccupazioni; con la sua soppressione, le lampade UV e LED risultano oggi più sicure della luce naturale del sole. Il confronto tra gli effetti dei raggi solari e quelli delle lampade è il cuore della ricerca di Dowdy e Sayre. Come molti sanno, l’intensità della radiazione solare dipende dall’angolo d’incidenza ed è massima quando incide perpendicolarmente su una superficie - ecco perché è sconsigliato esporsi al sole intorno all’ora di pranzo, quando i raggi solari sono perpendicolari alla Terra. L’angolo di incidenza varia non solo durante il giorno, ma anche da una stagione all’altra: tenendo conto di queste variazioni, i nostri due ricercatori hanno effettuato i loro test considerando l’intensità dei raggi solari a diverse angolazioni. I risultati sono stati assolutamente positivi: rispetto alla luce solare al suo picco massimo (a 90°), la luce delle lampade UV e LED è risultata da 11

“È fondamentale considerare anche che il tempo di esposizione ai raggi UV emessi delle lampade è molto limitato: in media, si tratta di un’esposizione di soli 8 minuti (a volte anche meno) due volte al mese.”

38

BEAUTY FORUM NAI LPRO 5/2015

a 46 volte più sicura; rispetto alla luce del sole angolata (a 30°-45°), la luce delle lampade è risultata da 3 a 12 volte più sicura. I numeri parlano chiaro: la mani sono più al sicuro dentro le lampade - anche quelle più potenti - di quanto lo siano in una giornata di sole. Per rinforzare ulteriormente questa tesi, Dowdy e Sayre sottolineano anche che, tra le terapie consigliate per patologie della pelle come la psoriasi, i dottori consigliano spesso i cosiddetti “bagni di sole”. Questi trattamenti sono definiti sicuri e i pazienti che vi si sottopongono vengono esposti a una quantità di raggi UV che la cliente di un centro nail assorbirebbe se effettuasse ricoperture in gel ogni settimana per 250 anni!

Dalla Parte della Cliente

Le clienti non dovrebbero preoccuparsi dell’esposizione alla luce emessa dalle lampade a meno che non abbiano già una spiccata sensibilità ai raggi UV o stiano assumendo medicinali che possono rendere la loro pelle più sensibile. In questo caso, prima di sottoporsi a trattamenti di bellezza che prevedono l’utilizzo di questi dispositivi, dovrebbero preferibilmente consultare un medico. È fondamentale considerare anche che il tempo di esposizione ai raggi UV emessi delle lampade è molto limitato: in media, si tratta di un’esposizione di soli 8 minuti (a volte anche meno) due volte al mese. Se comunque la cliente preferisce coprire il dorso delle mani o applicare una crema con filtro solare non ci sono problemi, a patto che quest’ultima non entri a contatto con gli strumenti di lavoro; in caso di contaminazione il prodotto potrebbe non aderire perfettamente alla superficie dell’unghia e, in ultima analisi, la ricostruzione potrebbe essere compromessa.


Clienti:

RISPONDI ALLE LORO DOMANDE! Le clienti dei centri nail nutrono spesso dubbi e preoccupazioni sull’uso delle lampade, in gran parte a causa di informazioni errate che circolano in rete e sui media. Per tranquillizzarle, scarica e stampa questo cartello dal nostro sito www.nailpro.it e appendilo in bella vista vicino alla reception del tuo centro o alla tua postazione di lavoro, in modo che tutti possano leggerlo e affrontare il servizio senza turbamenti.

Focus

LAMPADE UV: I FATTI Preoccupata all’idea di infilare le mani nella lampada UV? Ecco perché non dovresti esserlo! La lampade UV e LED emettono bassi livelli di radiazioni, e i tempi di esposizione a queste radiazioni durante i trattamenti per unghie sono ampiamente entro la soglia di sicurezza.

❋ 

L’esposizione ai raggi UV-A equivale a trascorrere da 1,5 a 2,7 minuti in più alla luce del sole ogni giorno durante le due settimane che trascorrono tra un appuntamento e l’altro.

❋  ❋ 

L’emissione di raggi UV-B nelle lampade è minore di quella della luce naturale ed equivale a trascorrere un tempo extra di 17-26 secondi in più alla luce del sole ogni giorno durante le due settimane che trascorrono tra un appuntamento e l’altro. Le lampade UV e i lettini abbronzanti sono due cose diverse! Le lampade emettono livelli molto più bassi di raggi UV rispetto ai lettini. Infatti non vedrete mai le vostre mani abbronzate dopo un servizio nail con lampada.

❋  ❋

 L’esposizione ai raggi UV nelle lampade è talmente bassa che potreste tenere le mani alla sua luce per 25 minuti consecutivi senza eccedere rispetto al limite massimo giornaliero consentito.

❋ ❋

Il rischio di sviluppare un tumore della pelle a causa delle lampade UV è da 11 a 46 volte inferiore rispetto alla probabilità di svilupparlo a causa della normale luce del sole.

❋

 “Molti sedicenti ricercatori hanno ingigantito il problema. Tra tutte le fonti di raggi UV esistenti, le lampade usate nei trattamenti per unghie sono tra le più sicure.” Chi l’ha detto? Robert Sayre, tra gli inventori del sistema di misurazione SPF (Fattore di Protezione Solare) e co-autore del più importante studio realizzato finora sulle lampade UV.

 lcuni ricercatori hanno dimostrato che la pelle sul dorso della mano è 3 volte e mezzo più A dura di quella della schiena, il che rende la mano la parte del corpo in assoluto più resistente ai raggi UV.

*adattamento da dougschoon.com © Personal Care Truth or Scare

Scarica questo cartello informativo su www.nailpro.It e appendilo nel tuo centro nail!

NA I L P R O .IT

39


Focus

UVvs.LED Lampade UV e lampade LED a confronto: scopri i pro e contro delle due tecnologie e scegli quella che fa al caso tuo.

D i Tra c y M o r i n

40

BEAUTY FORUM NAI LPRO 5/2015

FOTO: ©THINKSTOCKPHOTO.COM / ISTOCKPHOTO.COM

L

a luce ultravioletta, o UV, rappresenta uno standard nell’industria nail, è in uso da decenni e - nonostante alcuni infondati campanelli d'allarme sulla sua sicurezza, di cui abbiamo parlato nell'articolo precedente - continua ad essere scelta ancora oggi da moltissime onicotecniche. Negli ultimi anni, tuttavia, sul mercato delle lampade per ricostruzione unghie ha fatto il suo debutto la tecnologia LED (Light Emitting Diode), spingendo molte tecniche a chiedersi “Qual è la differenza tra le due?” oppure “Quale dovrei scegliere?”. Per poter scegliere è necessario conoscere in modo approfondito le due tecnologie e il loro funzionamento: entrambe presentano vantaggi e svantaggi che devono essere considerati con attenzione prima di optare per un tipo di lampada piuttosto che per l’altro. Scopriamoli insieme.


Tempi di Polimerizzazione e Performance

Uno dei vantaggi principali delle lampade LED specialmente per le clienti sempre di corsa - è la rapidità con cui polimerizzano rispetto alle classiche lampade UV. Il risparmio di tempo dichiarato dai diversi produttori varia leggermente, ma in linea generale possiamo dire che una lampada LED impiega circa la metà del tempo a polimerizzare rispetto a una lampada UV. In ogni caso, quando si valuta l’acquisto di una lampada è sempre buona norma informarsi sui tempi di polimerizzazione previsti per ogni tipologia di prodotto. Per le onicotecniche il tempo è denaro e dimezzare i tempi dei vari step di un servizio significa avere clienti più soddisfatte e poter fissare più appuntamenti, aumentando così i propri profitti. Il risparmio di tempo è una delle argomentazioni più forti a vantaggio delle lampade LED: le tecniche sognano da sempre di riuscire a massimizzare i risultati minimizzando gli sforzi e la tecnologia LED consente loro di farlo mantenendo inalterata la qualità del servizio. Le lampade LED sono inoltre considerate un’alternativa “green”, in quanto comportano un minor consumo energetico. Che si tratti di tecnologia UV o LED, comunque, le performance di polimerizzazione dipendono essenzialmente dalla qualità della lampada. Un fattore importante è, ad esempio, il posizionamento dei bulbi: quelli laterali devono essere sufficientemente angolati da polimerizzare in modo omogeneo il prodotto anche sul pollice e sul mignolo, dita “problematiche” per via della loro leggera curvatura. Quando si acquista una lampada, inoltre, bisognerebbe documentarsi sui materiali che sono stati utilizzati per costruirla e verificare che ci sia una garanzia: l’impiego di metalli resistenti e di circuiti elettrici di qualità farà sicuramente alzare un po’ il prezzo, ma garantirà lunga vita alla tua lampada.

TIP!

La buona riuscita della polimerizzazione non dipende dalla tecnologia scelta: a patto che sia compatibile con il prodotto utilizzato, la lampada LED è efficiente tanto quanto la lampada UV. Per una polimerizzazione perfetta, però, vanno rispettate alcune regole di base: è importante prima di tutto eseguire un’accurata preparazione dell’unghia e poi stendere il prodotto in modo uniforme, a filo delle cuticole e sigillando la punta. Per evitare rotture e sollevamenti, è inoltre consigliabile stendere il prodotto in tanti strati sottili piuttosto che in un unico strato abbondante; così facendo, oltretutto, la cliente avverte meno quel tipico senso di bruciore causato dalla polimerizzazione.

“I bulbi di luci LED hanno una durata decisamente superiore a quelli UV, arrivando a durare fino a 50.000 ore senza perdere nel tempo la loro efficienza. Acquistando una lampada LED, dunque, non ci si dovrà mai preoccupare della sostituzione dei bulbi.”

Focus

Dimensioni

Lo spazio sul piano di lavoro è un elemento cruciale per un’onicotecnica e, prima di acquistare una lampada, è bene verificare quanto e quale sia lo spazio disponibile per la sua collocazione. In genere le lampade UV tendono a essere più ingombranti, mentre quelle LED più agili e compatte. La lampada ideale, tuttavia, deve essere sufficientemente grande da polimerizzare tutte e cinque le dita della mano (o del piede) in una volta sola. Le clienti che acquistano online hanno più difficoltà a verificare l’ampiezza della lampada, ma in genere le schede prodotto riportano larghezza, altezza e profondità dell’apparecchio ed è bene, all’occorrenza, mettersi a misurare fisicamente le dimensioni per capire se sono adeguate alle tue esigenze. Acquistare una lampada LED troppo piccola, che richiede ripetuti inserimenti della mano o del piede, renderà i tempi di polimerizzazione molto simili a quelli richiesti da una lampada UV, vanificando così quel risparmio di tempo che è il vero grande vantaggio della tecnologia LED.

Bulbi

Un’onicotecnica deve avere ben chiaro il funzionamento delle lampade UV e LED e il tipo di manutenzione che esse richiedono. La tecnologia UV sfrutta una certa lunghezza d’onda della luce - quella compresa nell’intervallo elettromagnetico dei raggi UV-A; la tecnologia LED fa riferimento invece a un certo tipo di lampada, chiamata appunto Light Emitting Diode (“diodo ad emissione luminosa”). Le lampade LED in commercio emettono una luce che fa parte dello spettro visibile dall’occhio umano ma si estende leggermente nello spettro UV ed è per questo molto brillante. I bulbi di luci LED hanno una durata decisamente superiore a quelli UV, arrivando a durare fino a

NA I L P R O .IT

41


Focus

50.000 ore senza perdere nel tempo la loro efficienza. Acquistando una lampada LED, dunque, non ci si dovrà mai preoccupare della sostituzione dei bulbi. Le lampade UV, invece, richiedono la sostituzione dei bulbi a intervalli regolari, che variano in base al volume di servizi effettuati: se un’onicotecnica utilizza la lampada con più di tre clienti ogni giorno, dovrà verosimilmente sostituire i bulbi ogni 3 mesi; se la usa con solo una o due clienti al giorno, i bulbi andranno sostituiti ogni 6 mesi circa. I bulbi UV sono comunque molto meno costosi rispetto a quelli LED. Nell’analisi dei costi e dei benefici, la nail designer deve tenere conto di quanti servizi con lampada effettua ogni giorno/settimana/mese e valutare anche il costo dei bulbi di ricambio, che varia in base al produttore: solo così potrà effettuare una scelta oculata tra i due tipi di lampada.

desidera un servizio particolare, non puoi farti scappare l’opportunità di essere tu a offrirglielo: avere a disposizione entrambi i tipi di lampada ti permette di eseguire a regola d’arte servizi con gel e smalto semipermanente indipendentemente dal prodotto scelto dalla cliente.

TIP!

Mischiare prodotti di marchi diversi è sempre rischioso, perché i prodotti di ogni brand sono formulati e sviluppati per essere usati insieme; questo vale anche per le lampade. Il consiglio è quello di acquistare sempre la lampada fornita dall’azienda che produce i gel che utilizzi abitualmente. Usare una lampada non perfettamente compatibile può compromettere la polimerizzazione, ma anche provocare reazioni allergiche e infezioni. Inoltre, ricorda sempre di polimerizzare il prodotto seguendo alla lettera le istruzioni del produttore su tempi e ordine dei vari step.

TIP! Come si diceva, i bulbi delle lampade UV vanno periodicamente sostituiti perché con il passare del tempo perdono la loro efficacia. Quando ti accorgi che il prodotto non polimerizza più a dovere, è probabile che i bulbi si siano per così dire “esauriti”. Tieni sempre una scorta di bulbi nuovi a portata di mano e, se hai notato che i bulbi della tua lampada stanno concludendo il loro ciclo, sostituiscili al mattino almeno 15 minuti prima che arrivi la prima cliente della giornata.

Compatibilità

Per quanto riguarda la compatibilità con i prodotti, il punto va a favore della tecnologia ultravioletta: se le lampade LED possono polimerizzare solo i prodotti compatibili con la tecnologia LED, le lampade UV sono invece in grado di polimerizzare tutti i prodotti in commercio. Gli esperti raccomandano di averle entrambe in salone, così da poter soddisfare tutte le potenziali richieste delle tue clienti. Se una cliente

42

BEAUTY FORUM NAI LPRO 5/2015

Costi

Nonostante gli indubbi vantaggi della tecnologia LED, a scoraggiare molte onicotecniche ci pensa il prezzo. Trattandosi di una tecnologia relativamente “nuova” rispetto a quella UV, il prezzo è ovviamente più alto. C’è da dire, però, che rispetto ai primissimi tempi in cui comparvero sul mercato le lampade LED costano già un po’ meno e il loro prezzo è destinato a scendere ancora. È una semplice legge del mercato: anche le lampade UV all’inizio costavano quanto una lampada LED oggi; poi, man mano che il prodotto è divenuto più popolare e richiesto e la tecnologia UV più diffusa, il prezzo è sceso, attestandosi sugli standard odierni. Certo, la scelta d’acquisto dipende dal budget a disposizione, ma bisogna anche considerare che il tempo risparmiato durante la polimerizzazione è in grado di compensare ampiamente un più alto investimento iniziale.


Lampade in Vetrina Focus STARLED KYLUA Lampada LED resistente, compatta e facile da trasportare, che catalizza il gel in meno di 1 minuto. StarLED ha 9 led , potenza regolabile, piastra inferiore estraibile, accensione e spegnimento automatici e timer display digitale LCD di facile utilizzo. WWW.KYLUA.IT

JET ELITE IBD Lampada UV a 36 watt con 4 bulbi molto potenti. Vassoietto estraibile con riďŹ&#x201A;ettore incorporato e posizionamento per pollici. Il sensore interno accende e spegne la lampada quando la mano viene inserita o estratta. Timer incorporato. WWW.GELIBD.IT

SUPER LED CRYSTAL NAILS Lampada LED professionale molto potente ma dal prezzo accessibile, con timer preimpostabile a 30, 60, 90 e 120 secondi. WWW.CRYSTALNAILS.IT

44

BEAUTY FORUM NAI L PRO 5/2015

EMMI-LED PROFESSIONAL EMMI-NAIL Lampada dalle elevate prestazioni, esaltate anche dal caratteristico interno a specchio per una polimerizzazione uniforme. Facile da utilizzare grazie allo start automatico e al timer con quattro tempi di asciugatura programmabili. WWW.EMMI-NAIL.DE

MAXPRO5 CUCCIO VENEER Lampada a LED di ultima generazione; con ampio vano, è perfetta sia per servizi di manicure che di pedicure e vanta un design salvaspazio. WWW.CUCCIOVENEER.IT


PROFESSIONAL LED LAMP ESSIE Dal design accattivante ed ergonomico, questa lampada ha 9 led posizionati strategicamente per raggiungere anche il mignolo e il pollice e interni rivestiti di specchi a 360° per una polimerizzazione uniforme. WWW.ESSIE.IT

Focus

LAMPADA

18/36 W ROBYNAILS Con speciali schermi riflettenti per una perfetta polimerizzazione su tutte le dita, ha un interruttore per selezionare la potenza (18W o 36W) in base al prodotto. Base estraibile e possibilità di accensione continua o di timer da 2 minuti. WWW.ROBYNAILS.IT UV

LED800FX ORLY Creata per il sistema ORLY GelFX, catalizza rapidamente tutti i prodotti LED. Dal design moderno e compatto, ha vassoietto estraibile, timer preimpostato e accensione automatica all’inserimento della mano. WWW.SMALTIORLY.IT

MIX LAMP LED/ CCFL VIP Lampada a tecnologia mista CCFL&LED da 30 Watt, che polimerizza qualsiasi gel UV o LED in commercio. Design raffinato con elegante serigrafia decorativa, led di prima scelta, tempi preimpostati e comoda base magnetica rimovibile. WWW.VIPGEL.IT

LED LIGHT FABY Con led disposti in modo da catalizzare perfettamente ogni dito della mano e del piede, è dotata di specchio interno per una distribuzione omogenea della luce. Rispetta l’ambiente, non si surriscalda e permette di risparmiare energia. WWW.FABYNAILS.COM

NA I L P RO .IT

45


THE MILLENNIUM LAMP ODYSSEY NAIL SYSTEMS Lampada UV-LED adatta ad asciugare qualsiasi tipo di gel, gel soak-off e smalto semipermanente. Dotata all’interno di bulbi UV e bulbi LED, ha quattro tempi di asciugatura. WWW.NAILSWORLD.IT

Focus LED LAMP CND Ideata per la polimerizzazione di CND Shellac e Brisa Gel. La 3C Technology ottimizza la luce, il tempo e la potenza per ogni step del servizio, mentre gli specchi ottici indirizzano l’esposizione solo sull’area dell’unghia. WWW.CNDWORLD.IT

SKYPRO ROSE LCN Dotata di 14 led di nuova generazione, polimerizza tutte le resine in soli 60 secondi. La barriera fotoelettrica automatica regola l’attività dei led a ogni inserimento o estrazione della mano. Non si surriscalda neanche in caso di uso prolungato. WWW.LCN-COSMETICS.IT

46

BEAUTY FORUM NAI LPRO 5/2015

LAMPADA FULL LED 48 WATT THUYA ITALIA Grazie al livello di potenza regolabile consente di catalizzare tutti i prodotti LED. 3 tempi di esposizione preimpostati. La parabola interna riflettente in metallo garantisce una polimerizzazione uniforme ed è facile da pulire. WWW.THUYA-ITALIA.COM


LAMPADA LED 36 W LADY NAIL Con sensore interno per accensione e spegnimento automatici, schermo protettivo regolabile e riflettore magnetico rimovibile, per una pulizia più agevole, questa lampada vanta un design ergonomico e compatto. WWW.LADYNAIL.IT

Focus LAMPADA LED 18G GELISH Presenta 4 tempi di asciugatura e permette di polimerizzare tutte e 5 le unghie di una mano contemporaneamente. Ha un design ergonomico, con poggiamano in gomma magnetica intercambiabile per il cliente. WWW.GELISH.IT

UVLED POWERLAMP ABC NAILSTORE INTERNATIONAL Lampada a sistema combinato con bulbi UV e LED intercambiabili, garantisce un buon risparmio energetico ed è dotata di timer personalizzabile. Dal design slanciato e accattivante è comoda anche per l’uso mobile. WWW.ABC-NAILSTORE.IT

LAMPADA

36W LED CCFL AMERICANAILS Lampada professionale da 36 Watt che combina la tecnologia UV con quella LED, per una perfetta polimerizzazione di gel e smalti semipermanenti. Design innovativo ed elegante. WWW.AMERICANAILS.NET

LED LAMP EZFLOW Catalizza tutti i gel LED, ha un moderno design salvaspazio e un vassoio estraibile con guide per il posizionamento dei pollici. I due piedini estraibili aumentano l’altezza della lampada per facilitare i servizi di pedicure. WWW.EZFLOWITALIA.IT

NA I L P R O .IT

47


style

Detto Tra Le Unghie

Tokyo

PER LE STRADE DI

La cultura giapponese e la sua sorprendente capitale Tokyo si raccontano in una NailArt gallery dal sapore orientale.

48

BEAUTY FORUM NAI LPRO 5/2015


M

istero e misticismo, ma anche tecnologia e modernità: il Giappone è una terra che deve il suo fascino proprio alle contraddizioni che la caratterizzano. Tokyo, la sua capitale, è l’emblema di questa dicotomia fra passato e futuro, fra tradizione e innovazione: qui troviamo, a distanza di pochi chilometri gli uni dagli altri, avveniristici grattacieli tappezzati di luci al neon e antichissimi templi buddisti, affollate vie dello shopping e sterminati parchi dove rilassarsi all’ombra dei ciliegi.

Sorta alle pendici del monte Fuji con il nome di Edo, l’attuale Tokyo diventa capitale nel 1603, ma cambia nome solo nel 1867 quando l’imperatore torna al potere e vi trasferisce ufficialmente la sede imperiale ribattezzando la città “Tokyo”, ovvero “capitale orientale”. Del vecchio nome della città rimane traccia nel termine “edochiani”, come ancora oggi sono chiamati gli abitanti di Tokyo. Il vastissimo territorio metropolitano di Tokyo comprende 23 Quartieri Speciali - la zona più popolosa -, l’Area di Tama - conosciuta anche

come “Tokyo occidentale”, un tempo separata dalla capitale -, e l’Area Insulare, costituita da alcune isole. Distrutta dai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale e prontamente ricostruita, Tokyo è ancora oggi una metropoli in continua evoluzione, che arriva da un decennio di grandi rinnovamenti urbani. L’ultima in ordine di tempo a rivoluzionare l’aspetto della capitale nipponica è stata la Tokyo Sky Tree, una torre per telecomunicazioni e panoramica inaugurata nel 2012 e attualmente detentrice, grazie ai suoi

FOTO: KAKIDAI

FOTO: AUGUSTIN RAFAEL REYES

style

NA I L P R O .IT

49


style

634 metri, del record di torre più alta al mondo. Raccontare Tokyo è impresa non facile, perché ogni quartiere ha una storia che vale la pena conoscere. Ueno, ad esempio, è il quartiere della cultura, con musei e teatri famosi per i tradizionali monologhi comici “rakugo”, ma è anche il quartiere del parco Onshikoen, dove si trova lo zoo con i panda e dove, in primavera, lo spettacolo dei ciliegi in fiore lascia senza fiato. Poco distante da Ueno, troviamo il paradiso dei “nerd”: Akihabara, più noto come Akiba, un quartiere interamente dedicato alla tecnologia che ospita decine di negozi di prodotti elettronici, ma anche di manga e anime. Dalla modernità alla tradizione, come si diceva, il passo è breve: poco più a nord della tecnologica Akiba si trova il quartiere Asakusa, uno dei pochi ad essersi conservato intatto negli anni, superando indenne terremoti e bombardamenti e offrendo un suggestivo spaccato della Tokyo tradizionale, fatta di basse case di legno e negozietti di kimono e ventagli. Qui si trovano il portale Kaminarimon con la grande lanterna rossa e il tempio buddista più antico di Tokyo, il Senso-ji, dove il terzo

50

BEAUTY FORUM NAI LPRO 5/2015

weekend di maggio si svolge il più importante festival scintoista dell’intero Giappone, il Sanja Matsuri: una processione in abiti tradizionali accompagnata da musica, danze, carri allegorici e, naturalmente, tantissimo cibo. Parlando di cibo, tra i primati di Tokyo c’è anche quello di ospitare il mercato del pesce più grande al mondo, lo Tsukiji, dove poco prima dell’alba si svolge ogni giorno una spettacolare asta dei tonni. E dove si può fare colazione con sushi e sashimi freschissimi, ma solo se non si indossano scarpe con i tacchi o infradito, ritenute dai giapponesi calzature inappropriate al mercato del pesce. A proposito di regole: gli edochiani le amano e le rispettano. Puntuali, educatissimi e ordinati, non li vedrai mai gettare un rifiuto per terra o impossessarsi di una banconota trovata casualmente per strada, non sentirai mai i loro telefoni squillare o le loro voci conversare a volume elevato sui mezzi pubblici. Forse anche per questo Tokyo riesce a essere una metropoli “zen”, che nonostante i suoi 13 milioni di abitanti ha la capacità di farti sentire, semplicemente, in pace.


Ivana Gentile

style

NailArtist

Simbolo del tempo, la carpa “koi” o carpa giapponese può arrivare fino a 40 anni di vita: Ivana Gentile, tecnica e formatrice presso Esthesia Beauty Lab, la sceglie come motivo decorativo della sua NailArt nipponica, insieme a un altro simbolo del Giappone come i ciliegi, arricchendo la decorazione con le scritte “amore” e “unghie” in giapponese. La NailArt è realizzata in tecnica flat su ricostruzione in gel, con metodo 3D in profondità.

Monica Mistura NailArtist

Ormai conosciuti e apprezzati anche in Occidente, il sushi e la cucina giapponese sono sicuramente uno degli aspetti che più caratterizzano la nostra visione dell’Impero del Sol Levante. Monica Mistura, Art Director Ladybird house e Ibd Master Manicurist, immagina che i delicati, perfetti, gustosi bocconcini di pesce e riso volino come per magia dal bancone dei migliori chef di Tokyo… alle unghie della modella!

NA I L P R O .IT

51


style

Patrizia Summa NailArtist

Un legame particolare lega Tokyo ai fiori di pesco presenti nei Nihon Teien, i giardini tradizionali giapponesi. Patrizia Summa, onicotecnica Hypnotic Nails, si ispira a questi fiori delicati e realizza una NailArt che è un inno alla meticolosità zen, propria delle Geishe che curano ogni dettaglio in nome di una bellezza suprema. La NailArt è realizzata con polveri acriliche Hypnotic, con i fiori scolpiti in tecnica 3D.

Olga Moldovan NailArtist

Rendendo omaggio a quel mix di innovazione e tradizione che caratterizza la città di Tokyo, Olga Moldovan, titolare dell’omonima Nail Academy ed Educator Laif Nail, realizza un decoro che accosta un lussuosissimo grattacielo stilizzato a una Geisha che passeggia con sguardo assorto sotto i rami di un ciliegio. Tratto dominante della NailArt è il colore rosso, tonalità spesso accostata alla cultura del Sol Levante.

52

BEAUTY FORUM NAI LPRO 5/2015


style

Sara Ciafardini NailArtist

Le inconfondibili sfumature dei ciliegi in fiore incorniciano il volto severo e concentrato di un Samurai e quello languido e ammaliante di una Geisha. Sara Ciafardini, tecnica Vanity Way Collection, rende omaggio ad alcuni tra i simboli più noti della cultura e della tradizione nipponica, dando vita a una NailArt dall’aura romantica e sognante, realizzata in micropittura acrilica e tecnica MyDecal per gli alberi.

Sabrina Scuccimarro NailArtist

Simbolo di lusso e bellezza, le perle Akoya sono le più richieste al mondo per le creazioni di alta gioielleria. Prodotte dalle ostriche Akoya che si trovano nei mari del Giappone, colpiscono per la loro luminosità intensa e piena. Sabrina Scuccimarro, Master Brillbird, sceglie queste perle come leitmotiv della sua NailArt, incastonandole in una French nera molto affusolata, realizzata in acrilico su forma Marilyn.

NA I L P R O .IT

53


style

Sara NailArtist

Colleoni Sara Colleoni, Trainer KB School, dedica la sua NailArt ad Hachiko, il cane che con fedeltà e amore aspettò il suo padrone deceduto per 9 anni, fino alla propria morte, davanti alla stazione dove l’aveva visto per l’ultima volta. In quel luogo, nel quartiere Shibuya di Tokyo, si trova oggi una statua di Hachiko, diventata monumento nazionale. L’8 marzo 2015 in tutto il Giappone è stato ricordato Hachiko in occasione degli 80 anni dalla sua morte.

Sara Rigoni NailArtist

Osservando le foto scattate da alcuni amici durante un viaggio a Tokyo, Sara Rigoni, Master AmericaNails, rimane colpita dalla fusione tra passato e presente che si respira nelle strade della città. Ecco allora che decide di portare sulle unghie questo dualismo, accostando alcuni simboli di Tokyo in bilico fra tradizione e contemporaneità: i ciliegi, il tempio, la Tokyo Tower e altri edifici moderni ricreano l’atmosfera magica della capitale nipponica.

54

BEAUTY FORUM NAI LPRO 5/2015


VARNIGEL SMALTO SEMIPERMANENTE 97 COLORI DISPONIBILI

Tutti i semipermanenti della linea VARNIGEL ASTRA NAILS sono studiati per garantire • tenuta impeccabile per almeno 15 gg • lucentezza estrema • rimozione facile e veloce • compatibilità con tecnica UPEEL U.V. o LED • asciugatura

Tutti i prodotti a marchio Astra Nails sono distributi da

Per informazioni: Via Rossi 3/L - 35030 Rubano (PD) Tel. 049/8978374 - info@astranails.it - www.astranails.it seguici su Astra Nails Italia

CERCASI DISTRIBUTORI PER ZONE LIBERE


business

I Nail Designer si Raccontano

I l l u s t r a z i o n i d i J a s o n O ’ M a l le y

56

BEAUTY FORUM NAI LPRO 5/2015

Sudori freddi, incidenti di percorso, ma anche tante impagabili soddisfazioni: alcuni nail designer di successo ci raccontano qualche aneddoto della loro straordinaria carriera, per sorridere e riflettere insieme.

C’È UNA COSA CHE ACCOMUNA I NAIL DESIGNER: SONO TUTTI PARTITI DA ZERO! A prescindere da quanto un professionista nail possa avere successo oggi, c’è stato un tempo in cui anche lui ha sudato freddo durante una ricostruzione o commesso un ingenuo errore da principiante. Abbiamo chiesto ad alcuni veterani del settore di raccontarci qualche episodio memorabile della loro carriera, per sorriderne insieme ma soprattutto per spiegare alle tecniche alle prime armi che i passi falsi fanno parte della vita e che con impegno e dedizione si può superare qualunque difficoltà. Leggere per credere!


business

Il momento più imbarazzante della mia carriera è stato… “Alla Fiera dell’estetica a Roma, durante una

dimostrazione, realizzai per le prima volta delle gocce d’acqua a una ragazza con CND Shellac: risultato perfetto! Notando una telecamera della Rai iniziai a sudare, ma impassibile sorrisi, facendo finta di niente, mentre la ragazza aveva le mani in lampada. Arrivato il momento di sgrassare… vidi il disegno svanire sotto il cotone pressato! Mi ero dimenticato di mettere il top coat! Con un sorriso - e un infarto in arrivo - riuscii a commentare: “Ecco cosa succede quando non si sigillano le decorazioni!” —Alek

Scoprire che due mie clienti, che non si conoscevano, avevano in comune lo stesso uomo, il quale era il compagno di una e il “tampinatore” dell’altra. A dire il vero, imbarazzante fu il momento in cui venne alla luce il retroscena: una doveva fare la mani, l’altra i piedi e dovetti metterle in due stanze diverse per evitare il pestaggio! —Katia Riccio

“Era la mia prima gara: tanta emozione, ma nessuna aspettativa. Le modelle erano

contraddistinte da un numero, ma noi partecipanti non conoscevamo il numero della nostra modella. Al momento della premiazione, le modelle erano tutte in piedi davanti ai giudici: sentendo chiamare il proprio numero dovevano fare un passo avanti, così la premiata poteva capire. Io ero impegnata a fare le foto alla mia modella, quando lei faceva un segno di saluto con la mano io le rispondevo allo stesso modo. Mi salutò di nuovo, io le risposi, finché a voce alta mi disse “Vieni avanti che stanno chiamando noi? Hai vinto!” A quel punto sono diventata rossa, non sapevo se mi stava prendendo in giro o diceva la verità, mi veniva da piangere per l’emozione e da ridere contemporaneamente! —Ildiko Marczinek

“Insieme ad alcune colleghe ero stata invitata a tenere un corso benefico indetto da

KyLua per i terremotati dell’Aquila. L’arredamento della sala era “d’emergenza”: mi sedetti su una seggiolina che iniziò a scricchiolare per poi crollare, incastrando il mio lato B. Non volevo che nessuno si spaventasse o che gli organizzatori si sentissero a disagio, così con un guizzo quasi felino riuscii a saltare fuori dall’incastro, ma avrei dovuto essere la donna invisibile perché i presenti non se ne accorgessero! —Graziella Manfrin

“Ero direttrice d’arena e responsabile della giuria tecnica di una competizione in-

ternazionale e, per la prima volta, il mio ruolo e le mie competenze furono messe in discussione da una partecipante che non voleva rispettare le regole di gara. Il suo capo, invece di sostenermi e promuovere la regolarità della competizione, si mise a gridare animatamente minacciando addirittura di picchiarmi, al punto che dovette intervenire la sicurezza… forse più che imbarazzata rimasi letteralmente sconcertata! —Claudia Valli

Alek, Titolare di Alek’s NailAtelier e tecnico Ladybird house. Ha elaborato il Mad Mind Concept, nuova concezione della NailArt. Claudia Valli, International Nail Stylist, Olympic Champion Artist e giudice di competizioni nazionali ed internazionali. Graziella Manfrin, Master Pro KyLua e responsabile interna alla Casa Madre per i test di standard qualitativo e applicativo dei prodotti. Ildiko Marczinek, International Master Educator Brillbird, giudice INJA e vincitrice di numerose competizioni nazionali e internazionali. Irene Merlo, International Elite Educator Crystal Nails, Campionessa Olimpionica e giudice di gara certificata INJA. Katia Riccio, Onicotecnica dal 2002, si è formata in Italia e Russia. Attualmente è Trainer KB School Puglia.

Max Braga, Onicotecnico specializzato, International Master Educator Global Trainer e titolare di Max Nail’s Planet.

NA I L P R O .IT

57


business

L’esperienza con il mio primo cliente è stata… “

Questa è una storia che racconto spesso alle mie allieve. Avevo trovato lavoro presso un parrucchiere, ci andavo la sera dopo la scuola di estetista. Avevo paura perché questa cliente mi era stata procurata dal titolare e sapevo che frequentava già un rinomato nail center. Si presentò all’appuntamento con una French bianca, avrei dovuto fare un refill. Ottimo inizio, pensai! Credevo che non l’avrei più rivista, ma mi impegnai al massimo. Alla fine andò bene: è stata mia cliente per quasi 7 anni! —Irene Merlo

“Ricordo che la mia prima cliente fu una modella di

Amsterdam: le feci una French su unghie molto lunghe e il lavoro durò 5 ore! Ancora mi domando quanta pazienza possa aver avuto quella ragazza. —Max Braga

“Parliamo del lontano 2002, ma fu un lavoro così poco

bello che mi è rimasto impresso nonostante gli anni! Si trattava di un ritocco in acrilico con French bianca. Il risultato fu al limite del disastro! Fortunatamente la cliente era ben conscia di fare da “cavia”. La mia soddisfazione più grande? No, non riuscire a eseguire French perfette oggi, ma avere ancora tra le mie clienti quella ragazza che è diventata anche una mia cara amica! —Katia Riccio

“La mia prima cliente fu uno shock per me! Era

“La mia prima cliente fu un’onicofagica grave, come la chiamo io ‘un’appassionata’. Non capivo dove mettere le mani, ho impiegato 4 ore per la ricostruzione e le è durata una settimana. Da questo primo lavoro ho imparato tantissimo ed è nata anche una bella amicizia.” — Ildiko Marczinek

58

BEAUTY FORUM NAI LPRO 5/2015

un’onicofagica grave, come la chiamo io “un’appassionata”. Non capivo dove mettere le mani, ho impiegato 4 ore per la ricostruzione e le è durata una settimana. Non avevo mai visto unghie così! Da questo primo lavoro ho imparato tantissimo ed è nata anche una grande amicizia. —Ildiko Marczinek

“Un miscuglio di emozioni che passavano dall’euforia

alla paura. Mentre lavoravo sulla mia prima cliente con dovizia e attenzione, da una parte mi meravigliavo della mia sicurezza, dall’altra mi ripetevo “vai piano, vai con calma, vedi mai che domani si scolla tutto!”. —Graziella Manfrin

“La mia prima cliente fu un’amica di mia mamma: per

sicurezza le avevo detto di prendersi due ore di tempo. Risultato: dopo tre ore di parolacce silenziose iniziai finalmente a limare quelle montagne di gel e dopo un’ulteriore ora la cliente potè alzarsi, sfinita, con le sue unghie ricostruite! —Alek


business

Se potessi tornare indietro nel tempo, farei diversamente…

“Farei le stesse cose, ma con tempistiche più lunghe.

Ammetto di aver fatto troppe cose insieme e di essermi, ahimè, preclusa parte della mia vita privata. —Claudia Valli

“Di certo non direi “no” ad un’opportunità che ancora

oggi mi fa pensare. Ero negli USA e un mio collega, dopo alcuni giorni di training insieme, mi chiese di collaborare con lui come insegnante in una catena di accademie in Florida, rivoluzionando la mia vita. Probabilmente la lingua, insieme alla lontananza dalla famiglia, sono stati fattori che hanno influenzato la mia scelta. Non accettai, e ancora oggi un po’ me ne pento. —Max Braga

“Mi sono posta anch’io questa domanda a volte e la

risposta è niente! Per quanto mi riguarda, tutto è arrivato al momento giusto, in una fase della mia vita di grande cambiamento (personale e professionale: prima vendevo case!), di conseguenza mi ero posta nuovi obiettivi e mi sentivo già fortunata a sapere cosa avrei desiderato fare. Da allora, ogni momento di questa professione rappresenta una gratificazione enorme. —Graziella Manfrin

“Nulla. Ho avuto la fortuna di non aspettare che uscisse

una legge a nostra tutela e ho frequentato il corso regionale da Estetista da subito, potendo quindi poi regolarizzarmi e creare la mia professione proprio come la desideravo. Tutti i treni che sono passati credo di averli presi, con sacrificio e costanza, partendo da zero. —Irene Merlo

“Se avessi potuto immaginare i problemi di identità in

cui la mia amata professione si sarebbe trovata oggi, e soprattutto che tanti anni di esperienza e di soldi investiti in formazione non mi sarebbero mai stati riconosciuti, avrei fatto la scuola di Estetica. All’epoca si poteva aprire un centro nail anche senza la qualifica di estetista: poi tutte sappiamo come si è sviluppata la faccenda. Dovetti assumere un’estetista per mantenere aperto il mio salone, poi farmi assumere come dipendente in un centro estetico quando decisi di chiudere il mio per dedicarmi all’insegnamento. Non nascondo di aver perso le speranze per quanto riguarda il mio percorso lavorativo; continuo ad auspicare, invece, un cambiamento per le onicotecniche di domani, che oggi possono scegliere tra percorsi di formazione completi e seri. —Katia Riccio

“Di certo non direi di no all’opportunità che mi venne proposta di lavorare come insegnante in una catena di accademie in Florida. Probabilmente la lingua e la lontananza dalla mia famiglia mi spinsero a rinunciare, ma ancora oggi un po’ me ne pento.” — Max Braga NA I L P R O .IT

59


business

Ho capito di avercela fatta quando… “

Quando tanti anni fa una corsista, dopo la lezione, mi confessò che aveva scelto di fare quel corso solo perché sapeva che l’avrei tenuto io. Posso apparire presuntuosa dicendo questo, ma onestamente per me è stato emozionante in quel momento capire che l’amore per la mia professione e per l’insegnamento avevano lasciato il segno. —Graziella Manfrin

“Quando una sera presi il mio vecchio trolley rosso

stracolmo di tutte le attrezzature, con il quale da 4 anni giravo tutta Genova per fare le unghie, lo svuotai e riposi tutti i prodotti in una cassettiera: quella del mio primo negozio! La valigetta rossa la conservo ancora nel garage dei miei genitori. —Irene Merlo

“Quando, alla fine del mio primo corso MAD MIND

CONCEPT la mia amica, collega ed insegnante Debora Mara Piazza mi disse: “Proprio un bel corso, sei diventato un bravo insegnante!” —Alek

“Non ho ancora capito se ce l’ho fatta, ma mi sono

accorto di aver raggiunto un buon livello quando una sera ho trovato una mail che mai avrei pensato di ricevere, ma che avrei sempre desiderato leggere. La persona che più stimavo al mondo mi chiedeva di diventare suo partner lavorativo, scrivendomi “ti vorrei mio alleato e non mio concorrente”. Ancora oggi questo mi gratifica molto. —Max Braga

“Quando una sera presi il mio vecchio trolley rosso stracolmo di tutte le attrezzature, con il quale da 4 anni giravo tutta Genova per fare le unghie, lo svuotai e riposi tutti i prodotti in una cassettiera: quella del mio primo negozio!” — Irene Merlo

60

BEAUTY FORUM NAI LPRO 5/2015

“Non sono ancora convinta di avercela fatta, ma ho avuto

tanti momenti della mia carriera in cui l’ho pensato per un attimo. Dalla prima cliente che è tornata soddisfatta a quando sono salita sul podio per la prima volta, ma anche quando i miei genitori mi hanno detto di essere orgogliosi di me e quando ho avuto i primi riconoscimenti dalle colleghe. Sono momenti che mi fanno capire di aver scelto la strada giusta. —Ildiko Marczinek

“Purtroppo non ho un carattere che mi concede di sentirmi “arrivata”, semplicemente a un certo punto della mia vita ho deciso di “cambiare direzione”. Quando? Quando ho sognato per la prima volta mia figlia. E ora che la tengo in braccio, sento di aver realizzato il mio sogno più importante… —Claudia Valli


news prodotti

 Cashmere Matte ● Essie Una collezione unica, che

porta sulle unghie la texture ricca e morbida del cashmere: ispirati alle passerelle di alta moda, i sei colori Cashmere Matte sono realizzati con una formula esclusiva che unisce ai pigmenti colorati perle di mica e agenti opacizzanti, per un irresistibile finish semi-matte che non ha bisogno di top coat. www.essie.it

 EzFlow TruGel Escape to Wander-Land ● Ladybird house La nuova col-

lezione EzFlow TruGel ci trasporta in un bizzarro mondo incantato, fatto di creature dall’aspetto curioso e colori stravaganti. Euphoria è un delicato rosa shimmer; Nonsense un malva brillante; Tea Time un intenso orchidea; Blue Are You? un misterioso blu; Curios-er & Curios-er un incantevole verde bosco; Mad Mad World un glitter multicolor. www.ezflowitalia.it

 Trattamenti Nail Care ● RobyNails Tre nuovi trattamenti

per unghie che completano la gamma di smalti Nail Dress: Smoothing Base, base riempitiva coprente che dona alle unghie un aspetto levigato; Nail Hardener, perfetto per irrobustire le unghie fragili; No More Yellow, smalto anti-ingiallimento da applicare sul gel colorato o direttamente sull’unghia naturale. www.robynails.it

 KyLac+39 Fashion Week Collection ● KyLua

Il nuovo smalto UV KyLac+39, composito più viscoso rispetto al tradizionale KyLac, presenta la nuova collezione Fashion Week ispirata al mondo della moda: 7 nuances inedite che vanno dal bianco puro Fashion Week al delicato pesca Tokyo Trends, dal rosa confetto camouflage Milano Class al beige lattiginoso New York Style. www.kylua.it

62

BEAUTY FORUM NAI LPRO 5/2015


enjoyyour

Gel Polish

INDOSSA LO STRAORDINARIO GEL POLISH ROBYNAILS H Risultato impeccabile H Facile e veloce H H Colori extra coprenti H Eccezionale durata H

wwwHrobynailsHit

RobyNails, Milano - tel.02/26419807


news prodotti

 Nails & Cuticles Fitness Oil Pen ● Faby Con

una formula a base di vitamine E e F, oli vegetali micronizzati ed estratto di Ginseng, ingredienti dalle proprietà antiossidanti e ristrutturanti, idrata in profondità le cuticole rendendole più morbide e sane. Si applica velocemente con un leggero massaggio ed è comodissima da tenere in borsetta per mani perfette, sempre e ovunque. www.fabynails.com

 ORLY In the Mix ● Ladybird house La collezio-

ne autunnale di smalti ORLY rende omaggio a una passione universale, la musica, con una melodia di tinte, texture e finish. Si va dal cremoso corallo Freestyle al rosa geranio Electropop, passando per il melanzana Off Beat, il blu pervinca Indie e il blu notte Midnight Show. Completa la collezione il glitter multicolore effetto coriandoli Turn It Up. www.smaltiorly.it

 UV Color Autolucidanti ● Estrosa Ideali per realizzare Nai-

lArt davvero uniche, i nuovi colori autolucidanti Estrosa sono gel colorati utilizzabili sia su gel semipermanente che su gel da ricostruzione, per un risultato extra lucido senza bisogno di lucidante e senza strato di dispersione. Disponibili in formato 5 ml nei colori rosso, nero e bianco. www.estrosa.it

 CND Contradictions ● Ladybird house La collezione

autunnale di CND porta sulle unghie un’eleganza fatta di opposti, con stupendi colori moda dai finish variegati. La collezione si declina in sei colori CND Shellac, 8 colori CND Vinylux e 5 esclusivi Additives in edizione limitata da miscelare su Brisa Gel o CND Liquid & Powder o da stratificare su CND Shellac o Vinylux. www.cndshellac.it

64

BEAUTY FORUM NAI LPRO 5/2015


Brillantezza Straordinaria per oltre 3 Settimane

* in immersione ** in occlusione


news prodotti

 Ibd Just Gel Polish Hideaway Haven ● Ladybird house Natura e

sogno si incontrano nella nuova collezione di smalti gel Ibd Just Gel Polish, che comprende sei cremose nuance ispirate alle tenui sfumature di un giardino segreto e due deco glitter extra-brillanti nei toni dell’oro rosa e dell’argento che possono essere applicati da soli o sugli altri colori della collezione. www.gelibd.it

 Nuovi colori Varnigel Astra Nails ● Punto Estetica La

gamma di tonalità della linea di smalti semipermanenti Varnigel si arricchisce di tre nuovi colori moda: Lavender, delicato lavanda pensato per gli animi romantici; Graffiti, brioso verde menta adatto alle più giovani; Tenderly, irresistibile rosso/arancio per chi ama essere sempre al passo con le ultime tendenze. www.astranails.it

 Cuticle Oil ● RobyNails

RobyNails propone tre nuovi trattamenti per ammorbidire le cuticole, disponibili in tre delicate profumazioni: Vanilla, Strawberry e Passiflora. Arricchiti con vitamine A, E, F, Jojoba e germe di grano, favoriscono un’azione idratante e rigenerante delle cuticole, per mani curate e sempre al top. www.robynails.it

 AIG Red Square ● KyLua Il kit autunnale di gel UV/

LED Ad Infinitum Gel propone 7 nuovi colori intensi e seducenti, battezzati con i nomi delle più importanti vie dello shopping: Via Condotti, color fango rosso; Champs-Élysées, rosa scuro; Red Square, rosso carminio; Rodeo Drive, marsala; Bond Street, melange verde/blu; Fitfth Avenue, blu lapislazzulo; Via Monte Napoleone, rosso borgogna. www.kylua.it

66

BEAUTY FORUM NAI LPRO 5/2015


ONE-STEP SMALTO SEMIPERMANENTE APPLICAZIONE FACILE, SENZA BASE E TOP

INFO@NAILTECH.IT

WWW.NAILTECH.IT

IN RIMOZIONE SOAK-OFF

NON CONT FORMALDEID IENE E, TOLUENE , DBP, CANFO RA ITALIAN MANUFACTURING


workshop

Let’s Play with

Layering E se i colori tra cui scegliere fossero… infiniti? Oggi è possibile grazie alla tecnica Layering CND Shellac.

68

BEAUTY FORUM NAILPRO 5/2015

sempre steso due volte, polimerizzando ciascuno strato secondo i tempi previsti, mentre del secondo colore si applica un solo strato e viene polimerizzato in lampada. Grazie a questa tecnica il tuo salone avrà infinite possibilità di colore e il vantaggio di poter creare sfumature uniche e di tendenza! Di seguito, vi proponiamo due nuovi Layering realizzati con i colori del CND Shellac Wardrobe Kit con i quali Alessandra Appio, Educatrice Ladybird house e CND Education Ambassador, ha creato due nuances must have della prossima stagione: il Marsala, colore Pantone dell’anno 2015, e un viola, declinato in una sfumatura intensa e cangiante, che abbiamo chiamato “Indigo Landscape”.

Step by Step realizzati da Alessandra Appio, Educatrice Ladybird house e CND Education Ambassador.

FOTO: CND

I 

l colore all’interno del proprio salone è fondamentale! La possibilità di scegliere la nuance da indossare a seconda del proprio umore, cambiando colore ogni volta che lo si desidera, è per moltissime clienti un piacere irrinunciabile. Per questo la cartella colori CND si arricchisce di stagione in stagione, moltiplicando le alternative tra cui scegliere. E se le possibilità di colore potessero essere addirittura infinite? Con la tecnica del Layering CND Shellac è possibile! Grazie alla sovrapposizione di due colori si possono ottenere infinite nuances, creando tonalità personalizzate ed esclusive. Il primo passo per eseguire un Layering è la scelta dei due colori CND Shellac da utilizzare. Quali sono le regole da seguire? In linea generale, ogni colore trasparente o semi-trasparente può essere applicato su ogni altro colore rendendolo unico e regalando un finish esclusivo. Per rendere un colore più brillante, è consigliabile applicare come prima nuance il bianco, mentre per renderlo più scuro bisogna utilizzare come base il nero. Utilizzando colori perlati, inoltre, è possibile ottenere un finish dai riflessi cangianti. Per quanto riguarda la tecnica di applicazione dei due colori, il primo colore scelto va


workshop

Marsala Manicure

Indigo Landscape

Colori Utilizzati: CND Shellac Wildfire CND Shellac Tango Passion

Colori Utilizzati: CND Shellac Cerulean Sea CND Shellac Grape Gum

1 

1 

2 

2 

3 

3 

4 

4 

5 

5 

Sanifichiamo le mani con CND Cool Blue. Prepariamo le unghie naturali: applichiamo CND Cuticle Away e spingiamo le cuticole. Diamo forma al bordo libero con la lima CND Kanga grit 240/240. Sgrassiamo con Scrub Fresh. Applichiamo uno strato sottile di CND Shellac Base Coat e polimerizziamo 10 secondi nella CND LED Lamp o nella CND UV Lamp. Applichiamo due strati sottili di CND Shellac Wildfire e polimerizziamo ciascuno strato per 120 secondi nella CND UV Lamp o 60 secondi nella CND LED Lamp. Applichiamo uno strato di CND Shellac Tango Passion e polimerizziamo 120 secondi nella CND UV Lamp o 60 secondi nella CND LED Lamp. Applichiamo uno strato di CND Shellac XPRESS5 Top Coat e polimerizziamo 120 secondi nella CND UV Lamp o 60 secondi nella CND LED Lamp. Rimuoviamo lo strato dispersivo con una Wipe imbevuta di Alcol Isopropilico al 99%. Concludiamo applicando CND Solar Oil e una CND Scentsation a scelta.

Sanifichiamo le mani con CND Cool Blue. Prepariamo le unghie naturali: applichiamo CND Cuticle Away e spingiamo le cuticole. Diamo forma al bordo libero con la lima CND Kanga grit 240/240. Sgrassiamo con Scrub Fresh. Applichiamo uno strato sottile di CND Shellac Base Coat e polimerizziamo 10 secondi nella CND LED Lamp o nella CND UV Lamp. Applichiamo due strati sottili di CND Shellac Cerulean Sea e polimerizziamo ciascuno strato per 120 secondi nella CND UV Lamp o 60 secondi nella CND LED Lamp. Applichiamo uno strato di CND Shellac Grape Gum e polimerizziamo 120 secondi nella CND UV Lamp o 60 secondi nella CND LED Lamp. Con il dotting tool decoriamo anulare e pollice con CND Shellac Cerulean Sea e CND Shellac Silver Chrome e polimerizziamo 120 secondi nella CND UV Lamp o 60 secondi nella CND LED Lamp. Applichiamo poi uno strato di CND Shellac XPRESS5 Top Coat e polimerizziamo 120 secondi nella CND UV Lamp o 60 secondi nella CND LED Lamp. Rimuoviamo lo strato dispersivo con una Wipe imbevuta di Alcol Isopropilico al 99%. Concludiamo applicando CND Solar Oil e una CND Scentsation a scelta.

NAILPRO.IT

69


workshop

Showcase

Essie

Fall

2015 Collection L’autunno è rock: Essie lo celebra con sei nuovi colori dal finish vibrante come un assolo di chitarra elettrica.

70

BEAUTY FORUM NAILPRO 5/2015

FOTO: ESSIE

L’ 

autunno di Essie è all’insegna del rock’n’roll: la collezione Fall 2015 propone sei nuance sature e intense, dal finish sorprendente, perfette per vestire le unghie di una donna dall’animo ribelle. Sei tonalità dal carattere forte e deciso, ispirate a muse del rock Anni ’70 come Janis Joplin e Stevie Nicks, capaci di incarnare alla perfezione l’immagine della rockstar maledetta e, al tempo stesso, quella dell’icona di stile.


workshop

leggy legend Un brillante color bronzo dal finish shimmer, un’esplosione di glamour dal sapore rock-chic.

in the lobby Appuntamento in vista? Questo esotico color prugna ti connette ai desideri più profondi del tuo cuore.

color binge Classico e rivoluzionario al tempo stesso: questo rosso aranciato è in grado di creare dipendenza.

bell-bottom blues Il rock ha reso i jeans il capo d’abbigliamento più amato al mondo: qui il denim si tuffa in un’intensa sfumatura color indaco.

with the band Un caldo bordeaux speziato da indossare nel backstage, sul palco e in studio di registrazione.

frock’n’roll Per le amanti dell’insolito, un lussuoso color espresso infuso di shimmer: successo assicurato!

NAILPRO.IT

71


workshop

Voglia di un tocco rock sulle unghie? Ecco 5 proposte di manicure realizzate con i colori della Essie Fall 2015 Collection. ROCK LEGEND È sufficiente qualche disordinata macchia di colore per dare vita a uno straordinario effetto glam-rock. Come ottenerlo? Stendi due strati di “in the lobby”, poi con un detail brush applica piccoli tocchi di colore con “leggy legend”. Con un pennello più piccolo, ripeti il passaggio precedente, usando però il colore “frock’n’roll”. NailArtist: Rita Remark DISTRESSED LEATHER Una manicure “effetto cuoio” da vera bad girl. Per realizzarla, applica due strati di “frock’n’roll” e fai asciugare. Fai cadere qualche goccia di “color binge” su un pezzo di alluminio o su un piattino e prendine poi una piccola quantità con lo spigolo di un buffer, tamponandolo poi sull’unghia a creare un effetto spugnato. Ripeti il procedimento con “with the band”. Per ottenere l’effetto cuoio, non utilizzare il top coat. NailArtist: Julie Kandalec GILDED GROMMETS A volte è proprio la semplicità, se ben studiata, la scelta giusta per non passare inosservate. Per realizzare questa manicure, applica due strati di “color binge”; con uno striping brush traccia tre strisce parallele di “with the band” sull’accent nail, e una sola striscia sulle altre unghie. Con il dotting tool aggiungi tre paia di piccoli puntini con “leggy legend” ai lati di ogni striscia, uniformemente distribuiti sull’unghia. NailArtist: Julie Kandalec BELT IT Geometrie cangianti in puro stile rock’n’roll! Per creare questo design, applica due strati di “leggy legend”, poi dividi l’unghia diagonalmente con uno striping brush e riempine metà con “in the lobby”. Crea poi, sulla porzione di unghia colorata con “leggy legend”, un piccolo disegno geometrico che ricordi la fibbia di una cintura, servendoti dello striping brush e del colore “bell-bottom blues”. NailArtist: Julie Kandalec

HEY STUD Esiste niente più “rock” delle borchie? Per dare vita a una manicure borchiata gli step sono semplicissimi: stendi due strati di “bell-bottom blues” e disegna poi, con un detail brush, dei piccoli triangoli con “leggy legend”, da soli o a file di tre, alternandoli tra loro in modo che la punta di ogni triangolo sia rivolta nella direzione opposta rispetto a quelli che lo affiancano. NailArtist: Julie Kandalec

72

BEAUTY FORUM NAILPRO 5/2015


Nailpro.it SI RINNOVA! Scopri la nuova veste grafica


style

L’Anno della French

GOTHIC French Dall’unione tra French Manicure e stile gotico, una proposta decorativa di forte impatto ma di facile esecuzione.

I 

l French trend dell’autunno firmato ORLY si ispira alle linee slanciate e agli angoli acuti tipici dell’architettura gotica. La Gothic French trasforma infatti la smile line, solitamente dolce e arcuata, in un triangolo appuntito al centro dell’unghia. Come in tutte le rivisitazioni della classica French Manicure, anche questo genere di decorazione lascia spazio alla fantasia: la forma triangolare, quindi, può estendersi dal bordo libero dell’unghia verso il centro o, viceversa, avere la sua base proprio alla base dell’unghia, come nello Step by Step che vi proponiamo. Questo tipo di NailArt, abbastanza semplice da realizzare, dona a tutti i tipi di unghie perché, a seconda di come viene disegnato il triangolo, può slanciare un’unghia leggermente tozza oppure ingentilire dita particolarmente magre e affusolate.

La Gothic French è stata realizzata con i colori della nuova collezione ORLY GelFX Autunno 2015. Cinque nuove nuances ad alto tasso di brillantezza: Ma Cherie, rosso scarlatto; Sand Castle, color rame shimmer; Halo, glitter color champagne; Mirrorball, argento olografico; Glitterbomb, glitter multicolor. ORLY GelFX è il primo Sistema Manicure Gel alle Vitamine, che colora le unghie proteggendole e rinforzandole. La sua formula rivoluzionaria nutre le unghie con ingredienti benefici, migliorandone la salute, proteggendone la naturale struttura e donando al colore durata, resistenza e brillantezza.

74

BEAUTY FORUM NAI LP RO 5/2015


style

Per realizzare una perfetta Gothic French: Scegliere con cura l’abbinamento dei colori per lo sfondo e la decorazione: il triangolo dovrà risaltare sulla nuance di base affinché la NailArt non appaia solo come un’ombra confusa.

Patrzia Petrucci

La precisione del tratto è importante ma non fondamentale. Certo, un triangolo ben fatto deve avere lati dritti e definiti, ma se non siete sicure della vostra manualità potete utilizzare un trucchetto: create il triangolo con uno smalto semi-trasparente arricchito da macroglitter. In questo modo si distinguerà la forma geometrica ma non le linee di contorno che, quindi, potranno anche essere un po’ imprecise.

è ORLY Star Manicurist ed Educatrice Ladybird house.

Questa French si adatta particolarmente bene ai contrasti di texture e finish. Provate una combinazione di blu notte cremoso alla base e argento metallico sul triangolo, o un mix di rosso cremisi vellutato e glitter oro effetto lurex, o ancora un bronzo shimmer con un triangolo nero matte: l’effetto sarà quello di una manicure incredibilmente sofisticata… ottenuta in pochi minuti!

Infine: attenzione alle cuticole! Se decidete di realizzare il vostro triangolo a partire dalla base dell’unghia, è fondamentale che la preparazione delle cuticole sia meticolosa e accurata e che non siano presenti inestetismi in quell’area. Per lo stesso motivo anche il colore dovrà essere steso fino all’area cuticole in maniera pulita e precisa, senza sbavature sulla pelle.

Step By Step GOTHIC FRENCH

1  1

Eseguiamo una manicure a secco con ORLY Cutique e diamo all’unghia la forma desiderata. Sgrassiamo con ORLY GelFX 3-in-1 Cleanser e applichiamo, solo sulla punta delle unghie, ORLY GelFX Primer. Facciamo asciugare. Stendiamo poi uno strato di ORLY GelFX Basecoat e catalizziamo in lampada LED per 30 secondi o UV per 1 minuto. Rimuoviamo lo strato dispersivo con ORLY Dry Brush. Stendiamo su tutte le unghie uno strato di ORLY GelFX Ma Cherie e catalizziamo in lampada LED per 60 secondi o UV per 2 minuti. Ripetiamo l’applicazione una seconda volta. Con ORLY GelFX Glitterbomb realizziamo un triangolo alla base di ciascuna unghia, con la punta in direzione del centro dell’unghia. Catalizziamo in lampada LED per 60 secondi o UV per 2 minuti. Applichiamo ORLY GelFX Mirrorball nella stessa area colorata con Glitterbomb e catalizziamo in lampada LED per 60 secondi o UV per 2 minuti. Stendiamo ORLY GelFX Topcoat e catalizziamo in lampada LED per 30 secondi o UV per 1 minuto. Dopo aver opacizzato le unghie con il buffer, tracciamo una sottile linea lungo il contorno dei triangoli con ORLY Instant Artist Jet Black. Stendiamo ORLY GelFX Topcoat e catalizziamo in lampada LED per 30 secondi o UV per 1 minuto. Rimuoviamo lo strato dispersivo con ORLY GelFX 3-in-1 Cleanser. Terminiamo la manicure applicando ORLY GelFX Cuticle Oil alle vitamine sulla pelle intorno alle unghie.

2  3 

2

4

4 

5 6

5 

6  3

NA I L P R O .IT

75


style

Unghie da

PASSERELLA Cosa si prova a realizzare il nail style per una sfilata di moda? Ce lo raccontano le ragazze di Manimagia, reduci da un’esperienza indimenticabile nel backstage A/I 2015-16 di John Richmond.

di Sheila Oddino

marzo 2015: una data da ricordare per il team Manimagia che, per la prima volta, ha curato il nail look di una sfilata della Milano Fashion Week, quella Autunno/Inverno 2015-16 dello stilista britannico John Richmond. L’organizzazione della squadra di lavoro è avvenuta in una sola settimana e, grazie alla collaborazione delle nostre allieve, siamo riuscite a creare un dream-team perfetto. Alla chiamata dell’organizzatrice della sfilata ci siamo subito adoperate per creare un nail look che piacesse a John Richmond, inviando varie prove di stili che descrivessero al meglio la protagonista della sua collezione: una donna rock, ricca di contrasti e dal carattere estremamente dark. La definizione di John Richmond per il nail style è

76

BEAUTY FORUM NAI LPRO 5/2015

stata: “liquid dark silver”, argento scuro liquido. Ecco allora che la nostra scelta è ricaduta su uno sfondo antracite illuminato da riflessi silver, un nail look deciso per una donna dalla forte personalità. Arrivate nel backstage a Milano siamo state immediatamente rapite dalla capacità di organizzatori, parrucchieri e truccatori di muoversi in modo silenzioso e quasi invisibile. Il nostro compito era quello creare, in massimo due ore, il nail look di mani e piedi di 22 modelle di bellezza rara: ognuna di noi era stata dotata di tutta l’attrezzatura per poter svolgere al meglio entrambi in 7 minuti e siamo riuscite a portare a termine la “missione” in un’ora soltanto. Da lì in avanti, ci siamo godute lo spettacolo di un


style

Julka Bedeschi e Sheila Oddino, Trainer KB School Piemonte e titolari, insieme a Ljuba Bedeschi, di Manimagia.

backstage dove lavorano senza sosta centinaia di persone! Intervistate dalla stampa, abbiamo svelato i nail trend della prossima stagione e abbiamo poi assistito al fatidico momento in cui John Richmond ha passato al vaglio ogni singolo outfit prima di andare in scena. Dopo 4 ore di preparazione, è cominciata la sfilata: incredibile la sensazione che tutti quei fotografi e tutte quelle telecamere filmassero uno spettacolo di cui anche noi eravamo state artefici. Nelle pagine successive, alcune decorazioni ispirate agli outfit della collezione. Le NailArt sono state realizzate da Julka Bedeschi, Trainer KB School Piemonte.

NA I L P R O .IT

77


style

Su sfondo con tecnica Shade a tre colori, Julka ha creato un effetto Griffe nero che richiama il gioco di trasparenze e sovrapposizioni dell’outfit in questione.

All’interno della fantasia di questo abito si trovano delle piume di pavone, riprese nel nail look su uno sfondo verde bosco illuminato da glitter.

La tecnica Styline sul nude look è eseguita con un tratto sottilissimo e un intreccio di linee nere che delineano solo una fascia verticale, richiamando così l’essenzialità dell’abito.

78

BEAUTY FORUM NAI LPRO 5/2015

Essenziale ed elegante: per questo look abbiamo creato un nude impreziosito da pietre preziose. Grazie alla tecnica 3D l’effetto delle pietre risulta molto realistico e l’argento di base ancora più luminoso.


style

Nel nail look ispirato a questo outfit abbiamo ripreso lo sfondo bianco, applicato delle stripe azzurre per richiamare il motivo del dragone e disegnato dei fiori rossi identici all’originale. Abbiamo richiamato lo splendido disegno e l’abbinamento di colori di questo abito realizzando, su sfondo bianco reso opaco dal silk finish, un intreccio di linee sinuose che riproducono il disegno del corpetto.

Un abito che parla da sé, giocando sul contrasto tra le trasparenze sexy della gonna e il corpetto casto. Per non appesantire un outfit impegnativo, Julka ha eseguito un semplice Shade nero e blu petrolio illuminato da glitter tono su tono.

La French geometrica riprende la scollatura del corpetto utilizzando il colore nero. Una parte della French è illuminata da una deco stripe marrone che richiama il tessuto dell’abito e decorata da felci color petrolio per rievocare il motivo decorativo della gonna.

NA I L P RO .IT

79


eventi

In una cornice d’eccezione gli abiti creati dai giovani studenti della Next Fashion School trovano il contrappunto perfetto nella manicure firmata KyLua.

80

BEAUTY FORUM NAI LPRO 5/2015

a magia si è compiuta: il 22 giugno scorso le sontuose sale di Palazzo Pepoli - il Museo della Storia di Bologna - hanno accolto la sfilata di moda d’avanguardia proposta dai giovani talenti della Next Fashion School by Carla Secoli. Una fusione tra Moda e Arte dichiarata fin dal titolo dell’evento, Next FashionArt, a sancire proprio l’unione tra questi due mondi solo apparentemente distanti. Tra affreschi, sculture e bassorilievi hanno sfilato stampe esclusive, pellami intrecciati, nervature di neoprene; le modelle hanno percorso le sale innestando nel tessuto storico della città la linfa vitale dell’estro creativo. Lo show, organizzato da Menichetti Eventi Studio, ha affascinato il pubblico, consapevole di essere spettatore del nuovo, del futuro, del mondo Next che guarda sempre oltre. I 65 abiti, interamente progettati e realizzati dagli studenti della Next Fashion School, sono stati applauditi per le loro linee avveniristiche, le

FOTO: KYLUA

NEXT FASHIONART la Fusione tra Moda e Arte L


eventi

Le nuance di Uniko scelte per la sfilata.

lavorazioni ardite e l’appeal glamour sprigionato da ogni outfit. In ogni capo, l’energia infinita di chi ha la passione per il Fashion e ha acquisito i mezzi tecnici per metterla in pratica. Un ruolo di primo piano è stato giocato da KyLua, che ha preso parte a tutti gli eventi collegati a Next FashionArt. In qualità di partner ufficiale, infatti, KyLua ha ospitato nel proprio stand di Cosmoprof 2015 il casting “Want to be Next?”, dando il via agli appuntamenti che hanno coinvolto Milano, Ferrara e infine di nuovo Bologna. Non solo: la Master Pro KyLua Graziella Manfrin, coadiuvata dalla NailArtist Roberta Protti e con la supervisione di Kycca R. Carbonara, ha curato il nail look delle modelle, completando con glamour gli outfit tematici della sfilata. Per la manicure delle indossatrici è stato scelto lo smalto semipermanente Uniko, in quattro nuance accuratamente selezionate per essere in armonia con le collezioni.

NA I L P R O .IT

81


style

Animalier

FOTO: ©THINKSTOCKPHOTO.COM / ISTOCKPHOTO.COM

PICCOLI O GRANDI, TENERI O FEROCI, ESOTICI O DOMESTICI: a qualunque specie appartengano, gli animali sono il più meraviglioso spettacolo che la natura possa offrire. Da sempre la moda si fa ispirare dal mondo animale: pensate al successo della stampa leopardata, o di quella zebrata. Gli animali, con i loro colori stravaganti, i loro manti fantasiosi e le loro espressioni buffe possono essere simpatici spunti anche per NailArt diverse dal solito, che rendano omaggio alla natura e a tutte le sue creature. Moldovan,, titolare Le NailArt sono realizzate da Olga Moldovan dell’omonima Nail Academy ed Educator Laif Nail.

82

BEAUTY FORUM NAI LPRO 5/2015


style

NA I L P R O .IT

83


style Fashion & NailArt

Autunno a Colori La moda Autunno/ Inverno 2015-16 sovverte gli schemi, proponendo outfit dalle fantasie floreali e dai colori squillanti che non hanno nulla da invidiare ai look primaverili. Tra le collezioni che si divertono a giocare con il colore, troviamo quelle di Burberry Prorsum e Antonio Berardi, che hanno illuminato la Settimana della Moda di Londra. Chi ha detto che l’autunno è una stagione malinconica?

Creatività firmata Gamax Le NailArt sono create in esclusiva per Nailpro da Gamax, prestigiosa azienda nail con sede a Roma. In questo numero le tip sono state realizzate dalle collaboratrici Gamax Arianna Bartucca ed Emanuela Rossi, con la supervisione di Loredana Dello Preite, Responsabile Formazione e R&D Gamax. www.gamax.it

84

BEAUTY FORUM NAI LPRO 5/2015


style

Burberry Prorsum Attitudine hippie, dettagli zen e richiami Anni ’60: la collezione Autunno/Inverno 2015-16 di Burberry Prorsum mescola stili diversi ma affini, trovando il giusto equilibrio fra vintage e gusto contemporaneo con capi allegri e portabili, adatti a salutare con stile e con un pizzico di irriverenza l’arrivo dell’autunno. Coloratissimi poncho a frange si alternano a trench ricamati e a variopinti abiti alla caviglia riccamente decorati. Accanto a colori tipici della palette autunnale, come marrone e bordeaux, trovano posto nuances accese e vivaci nei toni del rosso, dell’azzurro e del verde. Le fantasie sono elaborate, dal retrogusto bohémien, gli accessori - stivali patchwork sopra il ginocchio e borse a frange - sono il contrappunto perfetto per look ad alto tasso di glamour.

NA I L P R O .IT

85


style

86

BEAUTY FORUM NAI LPRO 5/2015


style

Antonio Berardi Abiti che sembrano sculture, colori accesi e sovrapposizioni di curve, onde e balze: la collezione Autunno/Inverno 2015-16 dello stilista italo-inglese Antonio Berardi trae ispirazione dall’architettura, in particolare da quella del futuristico edificio della Fondazione Louis Vuitton progettato di Frank Gehry. Il risultato è un mix vincente di capi casual e formali dal taglio sartoriale, che prediligono la seta, il raso e lo chiffon dando vita ad outfit luminosi, simili a gioielli. Il blu e il nero prevalgono, ma alternati a colori pastello come lilla, giallo, pesca e a tonalità brillanti come rosa shocking, rosso ciliegia e oro. Le stampe, ricche e fittissime, richiamano il tema floreale con macchie di colore vicine all’arte astratta. Uno stile sofisticato, adatto a donne dalla forte personalità.

NA I L P RO .IT

87


business

Il Look

Dai costi alla clientela, dalla concezione degli spazi allâ&#x20AC;&#x2122;allestimento vero e proprio, ci sono molti aspetti da tenere in considerazione quando si disegna il look del proprio centro nail.

Perfetto per il tuo

H

ai fantasticato sul tuo salone perfetto per anni, immaginando come sarebbe stato, come avresti sistemato le postazioni di lavoro e allestito lâ&#x20AC;&#x2122;area reception. Ora che il tuo sogno si sta avverando, devi però

fare i conti con molti aspetti che in genere non rientrano nel campo dei sogni: la variabile soldi e la variabile tempo, ad esempio, ma anche i bisogni dei clienti e dello staff di onicotecniche che vi lavoreranno. Prima di buttarti a capofitto su dettagli e finiture con il tuo arredatore, prendi nota di come questi nail designer hanno costruito da zero il proprio spazio, dando vita a un salone di successo.

88

BEAUTY FORUM NAI LPRO 5/2015

FOTO GENTILMENTE CONCESSE DA 20LOUNGE

SALONE

d i L i z B a r re t t


business

20Lounge punta su mobili e complementi d’arredo realizzati su misura, come le stazioni pedicure che ricordano le sedute di un banchetto.

Scegli il Tuo Stile Il primo passo per costruire il centro nail dei tuoi sogni è decidere quale dovrà essere la prima impressione delle clienti che entreranno dalla porta. Vuoi che l’ambiente appaia trendy, intimo o di lusso? Prima di scegliere, pensa a quale tipo di clientela vuoi attrarre. Individuare il tuo target di riferimento è il primo passo per dare forma al tuo nail studio: a prescindere dai tuoi gusti personali, gli ambienti e gli arredi non potranno essere gli stessi se deciderai di rivolgerti, ad esempio, a una clientela di giovani studentesse, di ricche donne di mezza età o di uomini. Prendiamo quest’ultimo caso: se il tuo obiettivo è attirare nel tuo centro anche una clientela

maschile, dovrai rendere l’ambiente il più neutro possibile, puntando su un arredamento sobrio ed elegante e su colori tenui e pacati, che possano essere apprezzati dalle donne così come dagli uomini. Da House of Polish, il salone gestito da David Ngo e Robert Nguyen, circa il 5% della clientela totale è costituito da uomini; ad accoglierli, un ambiente arredato in total black&white, con finiture cromate e un moderno sistema di illuminazione a led. La perfetta incarnazione, insomma, del concetto di “minimal chic” apprezzato in egual misura dall’universo femminile e da quello maschile. Completamente diversa l’atmosfera che si respira al Nail Swag Studio di Los Angeles, allestito a immagine e somiglianza della titolare Natalie Minerva e delle sue clienti. “Penso che

NA I L P RO .IT

89


business

nella maggior parte dei casi un salone punti ad apparire pulito e ordinato, ma io volevo che questo spazio riflettesse la mia personalità e il mio stile come NailArtist: vivace, squillante e coloratissimo” ci racconta Natalie. La sua cliente-tipo è una ragazza giovane e alla moda, con una vita sociale frenetica, amante delle feste e del divertimento; l’ambiente di Nail Swag Studio, con i suoi colori sgargianti e il suo arredamento kitsch, riflette questo mood festaiolo e trendy.

Un Layout Ragionato Per quanto riguarda la struttura del salone, gli esperti consigliano di coinvolgere un designer o un architetto piuttosto che fare di testa propria. Interpellare un professionista comporta una spesa, ma d’altro canto fare le cose per bene fin dall’inizio ti farà risparmiare tempo e denaro. La pensa così Valerie Griggs, CEO di 20Lounge, che gestisce due Spa in California e altri due saloni a Scottsdale, Arizona: “Come professionisti della bellezza, i titolari di saloni tendono ad avere una visione degli spazi più

90

BEAUTY FORUM NAI LPRO 5/2015

estetica che funzionale. Un architetto di interni ha invece un punto di vista più pratico e può aiutarti a individuare delle problematiche a cui tu, da sola, non avresti mai pensato.” Valerie ha utilizzato il suo primo salone come modello per quelli che ha aperto successivamente, migliorandolo e perfezionandolo di volta in volta. In che modo? Sostituendo, ad esempio, le porte normali con porte scorrevoli per guadagnare spazio, o organizzando in modo più razionale il sistema di tubature. Quando si stabilisce la disposizione degli spazi non bisogna trascurare nessun aspetto. Chiama a raccolta le tue colleghe/dipendenti e l’architetto e mettete nero su bianco un elenco con tutte le questioni che, se non adeguatamente trattate, potrebbero trasformarsi in un problema. In questo elenco non possono mancare, ad esempio, le voci relative a tubature, ventilazione, magazzino, saletta per lo staff, lavanderia e area retail. Una volta terminata la vostra lista, la domanda successiva sarà: dove trovo lo spazio per tutte queste necessità? La variabile “metri quadri” è un problema per molti centri; un motivo in più per rivolgerti a un arredatore professionista, che saprà darti i suggerimenti giusti per ottimizzare lo spazio, trovando soluzioni creative per sfruttare in modo intelligente ogni angolo.

FOTO GENTILMENTE CONCESSE DA 20LOUNGE

Gli arredi e i dettagli di 20Lounge, improntati sul legno e su un bianco luminoso, contribuiscono a creare l’idea di un ambiente pulito e chic.


business

L’arredamento volutamente kitsch di Nail Swag Studio è stato realizzato su misura per esprimere la personalità frizzante della sua titolare.

FOTO: ARMANDO SANCHEZ

Mobili e Complementi d’Arredo Una volta che hai stabilito il layout del tuo centro, puoi cominciare ad andare per negozi alla ricerca di mobili e oggetti per arredarlo, dai tavoli per manicure al banco della reception, dalle poltroncine per la sala d’attesa alle vetrine per la rivendita. Oltre agli arredi funzionali al tuo lavoro, come quelli appena menzionati, dovrai saper scegliere anche degli extra capaci di dare un tocco di stile all’ambiente: quadri,

poster, vasi da fiori, appendiabiti, lampade e tutto quello che ti viene in mente per creare l’atmosfera che vuoi che si respiri all’interno del tuo centro. “Tutti i mobili e i complementi d’arredo di Nail Swag Studio sono stati realizzati su misura, dal tappeto in lana di pecora colorato a mano alle tende con stampa fruttata e perline pendenti, fino alle sedie rivestite con cuscini che raffigurano foglie di banano, orlati da sfiziosi pon-pon arancioni” spiega Natalie Minerva. Il pezzo di cui va più orgogliosa? Le due giganti banane di velluto appese al muro, provenienti da uno strip club di Las Vegas attivo negli Anni ’60. “Il mio centro è super kitsch, ed è per questo che lo adoro!” conclude Natalie. La ricerca, l’acquisto e l’allestimento degli arredi sono attività che portano via molto tempo: possono volerci mesi a trovare i tavoli da manicure perfetti, o gli espositori per smalti che si sposino al

I SOLDI CONTANO

ATTENZIONE AI NEGOZI DI ARREDAMENTO: UNA VISITA INNOCENTE PUÒ TRASFORMARSI IN UN BATTER D’OCCHIO IN UNA TRAPPOLA PIENA DI TENTAZIONI! È facile farsi prendere la mano di fronte a campioni di pavimentazioni innovative, impianti di illuminazione super moderni e piani di lavoro in rilucente granito… Si parte pensando “cosa sarà mai qualche decina di euro in più?” e si finisce molto oltre il proprio budget iniziale. Il modo per riuscire a conciliare il budget che abbiamo a disposizione con le nostre necessità d’acquisto è stabilire una scala di priorità. Investi prima di tutto sulle cose che non potranno mancare al momento di inaugurare il salone; una volta che l’attività sarà avviata, avrai tutto il tempo per aggiungere un po’ alla volta i pezzi di arredamento che avevi adocchiato, ma che nell’immediato non potevi permetterti.

NA I L P R O .IT

91


business

Un ambiente con colori neutri come il bianco e il nero, qui sapientemente mixati tra loro, incontra il gusto sia di una clientela femminile che di una clientela maschile.

meglio con l’ambiente circostante. L’importante è mantenersi fedeli alla linea scelta: vuoi che il tuo salone abbia un aspetto eco-friendly? Scegli arredi realizzati con materiali di recupero, fai sedere le tue clienti su poltroncine di vimini imbottite con cuscini di tessuto naturale. Desideri che il tuo centro trasmetta l’immagine di un “lusso abbordabile”? Crea un ambiente raffinato ma semplice, come ha fatto Valerie Griggs nei suoi centri, puntando su mobili e decori in legno grezzo chiaro, capaci di differenziare il marchio 20Lounge dalla concorrenza. Dalla scelta dei mobili a quella del colore con cui dipingere le pareti, il processo di allestimento di un salone richiede creatività, pazienza e duro lavoro. Ascolta l’istinto, ma fatti guidare sempre dalla necessità di creare un ambiente che sia, prima di tutto, piacevole e accogliente agli occhi della tua clientela.

92

BEAUTY FORUM NAI LPRO 5/2015

Al contrario di molti saloni che prediligono un’atmosfera soffusa, House of Polish sceglie di dare all’ambiente un’aura pura e scintillante.


Sei nuovi colori TruGel che trasformeranno la tua immaginazione in coloratissima realtĂ ! EzFlow TruGel si stende in modo semplice, proprio come uno smalto e ti regala una manicure perfetta per oltre tre settimane. Sottilissimo e leggero per un effetto super naturale!

www.ezflowitalia.it info@ezflowitalia.it numero verde 800 676 330


business

Stop allo Stress d i Tr a c y M o r i n e L i z B a r re t t

L

a maggior parte delle onicotecniche concorda sul fatto che il lavoro possa generare un accumulo di stress. Tra appuntamenti serrati, clienti in ritardo, discussioni con il capo o con le colleghe, molte professioniste nail possono attraversare periodi in cui si sentono sotto pressione. Imparare a riconoscere e a gestire questi periodi è fondamentale per ritrovare il benessere psicofisico, al lavoro e non soltanto.

94

BEAUTY FORUM NAI LPRO 5/2015

FOTO: ©THINKSTOCKPHOTO.COM / ISTOCKPHOTO.COM

Stress da salone? Ecco una guida per imparare a combatterlo e tornare a lavorare in piena armonia con te stessa e con gli altri.


business

SEGNALI & SINTOMI Da cosa deriva lo stress? Può nascere dalla sensazione che le richieste che riceviamo siano superiori alla nostra capacità di soddisfarle tutte, oppure può derivare da una minaccia reale o immaginaria. Nell’antichità, lo stress era una manifestazione dell’istinto di sopravvivenza, poiché generava una reazione di difesa a un pericolo reale. Oggi le cose non sono molto diverse: la reazione chimicoormonale che si scatena di fronte alle tasse da pagare è la stessa che provavano i nostri antenati quando dovevano sfuggire a un animale feroce. Trascurare i sintomi dello stress può portare a una varietà di conseguenze spiacevoli che si ripercuotono a livello fisico e mentale: mal di testa frequenti, apatia, difficoltà di concentrazione, sensazione di sovraccarico, senso di solitudine o inutilità, insonnia, irritabilità, comportamenti ossessivo-compulsivi, brusco aumento o brusca diminuzione dell’appetito. Esistono anche meccanismi o comportamenti di difesa “artificiale” che possono rivelare alti livelli di stress: il consumo smodato di caffè o alcol, lo shopping compulsivo, giocare in modo prolungato ai videogiochi, fumare o fare uso di droghe sono tutti meccanismi a cui le persone fanno ricorso per combattere lo stress, spesso con risultati ancora peggiori.

STRESS DA LAVORO L’ambiente lavorativo è da sempre un terreno fertile per lo stress, e saloni e centri estetici non fanno certo eccezione. Una delle maggiori fonti di stress è rappresentata dalle clienti che non si presentano agli appuntamenti - lasciando così un vuoto che avresti potuto riempire con un’altra cliente - o da quelle che arrivano in ritardo - obbligandoti a correre per non far aspettare le clienti successive. Altri fattori che possono scatenare situazioni stressanti sono la mancanza di soddisfazione personale sul lavoro o l’ansia legata a guadagni altalenanti. Le donne sotto stress tendono in genere a voler esternare la propria sensazione di disagio, parlandone e sfogandosi; molte, invece, accumulano la tensione dentro di sé e si trovano a rimuginare sui propri problemi nell’unico momento libero da impegni, la notte, finendo così per cadere nel circolo vizioso dell’insonnia.

“L’ambiente lavorativo

è da sempre un terreno fertile per lo stress, e saloni e centri estetici non fanno certo eccezione.

LE SOLUZIONI

Per imparare a gestire lo stress, prendi nota di queste semplici buone abitudini che dovresti mettere in pratica quotidianamente - e condividile con le tue colleghe! DEDICA DEL TEMPO ALLA MEDITAZIONE. Concentrati sul tuo respiro e sui movimenti del petto che va su e giù. Quando inspiri, pensa “io sono”, quando espiri pensa “in pace con me stessa”. Ripetere più volte questa pratica ti aiuterà a distendere e calmare il sistema nervoso, ricaricando il cervello e le energie. USA FRASI AFFERMATIVE. Invece di dire “Non ho abbastanza soldi, ho paura di non avere abbastanza clienti questa settimana”, trasforma il pensiero negativo in positivo. Ad esempio, “Il mio business è prospero e redditizio, le clienti amano rivolgersi a me e sono generose”. Cambiando il tuo modo di pensare puoi fermare lo stress prima che si formi. ACQUISISCI CONSAPEVOLEZZA. È raro che lo stress riguardi il momento presente; in genere, lo stress deriva da una situazione sperimentata in passato o dalla paura del futuro. Ecco allora che, rimanendo ben ancorate al presente, possiamo diminuire la nostra risposta allo stress. Essere consapevoli significa semplicemente concentrarci su ciò che sta accadendo qui e ora, lasciando da parte tutti gli altri pensieri: indirizzare tutti i nostri sensi al momento presente ci permette di escludere tutti i pensieri negativi che riguardano il passato e il futuro. Anche cambiare qualcosa nel nostro stile di vita può rivelarsi una mossa vincente contro lo stress: mangiare sano, dormire il giusto quantitativo di ore ed evitare gli eccessi sono tutte piccole abitudini che possono rivelarsi preziose. Per le donne, in particolare, è importante ritagliarsi dieci minuti a fine giornata da dedicare solo a sé stesse, oppure annotare le proprie emozioni in un diario. Bisogna inoltre tenere presente che lo stress può provocare non solo risposte negative, ma anche positive: sentirsi frustrati o preoccupati a causa di una giornata impegnativa può essere un incentivo per imparare a organizzarsi meglio, evitando di incappare di nuovo nella stessa situazione stressante.

NA I L P R O .IT

4 95


business SITUAZIONI STRESSANTI Un Piccolo Vademecum Lavorare all’interno di un grande salone è un’esperienza fantastica: stringi nuove amicizie con le colleghe, condividi tecniche e trucchi del mestiere e ti diverti facendo il lavoro che ti piace. Malgrado questo, può capitare che piccoli problemi ambientali o interpersonali diventino fonti di stress. Ecco qualche consiglio per gestire al meglio alcune situazioni-tipo.

SOLUZIONE: Una sedia o uno sgabello comodi sono estremamente importanti in questo lavoro, così come la posizione che assumi quando sei seduta. Assicurarsi che la sedia sia adeguata dal punto di vista ergonomico è fondamentale per arrivare a fine giornata senza dolori e indolenzimenti. La seduta ideale per un’onicotecnica è dotata di schienale ed è regolabile in altezza, in modo che l’operatrice possa adattarla per avere sempre i piedi posati a terra. Lo schienale reclinabile è un plus utile, perché consente di provare diverse combinazioni fino a trovare quella ideale per la schiena. Un altro fattore da considerare è la superficie d’appoggio, che deve essere sufficientemente ampia e confortevole per glutei e cosce ed evitare che i nervi vengano schiacciati. Se non hai intenzione di acquistare una sedia nuova, puoi provare a sistemare quella attuale aggiungendo un cuscino o due per migliorare il supporto alla schiena. Ricorda anche di mantenere una posizione corretta: regola l’altezza della sedia in modo che le tue braccia appoggino comodamente sul piano di lavoro e la schiena stia dritta, sistema le mani o i piedi della cliente in una posizione tale da non essere costretta a piegarti troppo per lavorare. Ricorda, infine, di riservare qualche minuto durante il giorno a veloci esercizi di stretching.

2 96

BEAUTY FORUM NAI LPRO 5/2015

PROBLEMA: La postazione è troppo piccola per contenere tutti i materiali di lavoro e i miei effetti personali. SOLUZIONE: Pensa al di fuori dello spazio ristretto del tuo piano di lavoro. Se hai la possibilità di appendere cose al muro, procurati una rastrelliera o una piccola scaffalatura dove stoccare i materiali. Le grandi catene di arredamento come Ikea offrono tante soluzioni ingegnose, e relativamente economiche, per ottimizzare gli spazi. Per i prodotti più preziosi e per i tuoi effetti personali, procurati un armadietto/bauletto da chiudere a chiave, capiente ma abbastanza piccolo da poter essere collocato sotto il tavolo di lavoro. Se sei una tecnica freelance e durante il giorno ti sposti in più saloni, tieniti leggera: porta con te solo il necessario, opta per una borsa piccola facile da sistemare sotto la sedia o in un angolino vicino alla tua postazione, oppure chiedi alla titolare il permesso di usare l’eventuale stanzetta di servizio come appoggio per i tuoi effetti personali.

FOTO: THINKSTOCKPHOTOS.COM/ZOONAR

1

PROBLEMA: La mia sedia è scomoda.


business

PROBLEMA: La luce in salone è inadeguata. SOLUZIONE: Per un’onicotecnica è fondamentale vedere bene quello che sta facendo! In caso contrario, a soffrirne sarà il servizio, quindi la cliente. Se ci sono finestre nei pressi della tua postazione di lavoro, fai accomodare la cliente in modo che le sue mani siano a favore di luce naturale. Se non hai questa possibilità - ad esempio perché lavori in un centro commerciale - il consiglio è quello di usare fonti luminose multiple e incrociate - ad esempio due lampade sistemate una alla tua destra e una alla tua sinistra -, in modo da ridurre al minimo le ombre. Un altro fattore da considerare è il posizionamento delle fonti di luce: meglio che arrivino dall’alto, come farebbe la luce naturale, piuttosto che si concentrino solo sulle mani. Infine, scegli lampade poco ingombranti, che lascino ampio spazio sul piano di lavoro per prodotti e strumenti.

“Scegli lampade poco

ingombranti, che lascino ampio spazio sul piano di lavoro per prodotti e strumenti.

PROBLEMA: Le chiacchiere eccessive di un’altra tecnica del salone disturbano me e le mie clienti. SOLUZIONE: Se una collega un po’ chiassosa disturba il tuo lavoro, l’approccio migliore è quello diretto: vai da lei e chiedile con gentilezza se può abbassare un po’ il tono di voce. Se il suo è un comportamento ricorrente, ti conviene prenderla da parte a inizio o a fine giornata ed esporle il problema, assicurandoti di usare modi delicati e non intimidatori. Cerca di avere un atteggiamento positivo, comincia con un complimento come: “Ho notato che hai un ottimo rapporto con le tue clienti!”. Spiegale poi qual è il problema, cercando di farle capire che le tue clienti cercano un momento di relax quando si recano in salone e un ambiente troppo rumoroso le infastidisce. Se l’idea di confrontarti direttamente con la tua collega ti mette a disagio, valuta se rivolgerti al titolare del centro affinché interceda per te.

NA I L P RO .IT

97


workshop

di Carla Collier

98

BEAUTY FORUM NAILPRO 5/2015

 a parte migliore della pedicure? Il massaggio! I suoi effetti benefici sono stati dimostrati da diversi studi, secondo i quali il massaggio ai piedi può aiutare a ridurre l’ansia, ma anche ad alleviare dolori e tensioni muscolari. In più, i suoi effetti positivi si ripercuotono sia sulla cliente che sull’operatrice: non solo l’atto del ricevere, infatti, ma anche l’atto dell’eseguire il massaggio hanno la capacità di stimolare il rilascio di endorfine, ovvero quelle difese naturali che l’organismo mette in campo contro dolore e stress. La tecnica corretta per eseguire un massaggio ai piedi è praticare movimenti sistematici e ripetitivi. Il corpo ama la simmetria, per cui è importante eseguire gli stessi movimenti su entrambi i piedi. Questo ti aiuterà anche a standardizzare il servizio e a far diventare il massaggio una procedura di routine. Assicurati di usare una combinazione di “effleurage” - tecnica di massaggio che consiste in una serie di movimenti lenti, lunghi e morbidi - e di “petrissage” - movimenti “pizzicati” più veloci e ritmici, simili a quelli che si eseguono quando si impasta. Infine, una volta cominciato il massaggio, non interrompere mai il contatto con la pelle della cliente: mantieni un tocco leggero anche quando passi da un movimento all’altro o da un piede all’altro. Di seguito, tutti i passaggi per eseguire un perfetto massaggio ai piedi. Mettili in pratica e le tue pedicure si trasformeranno in un’esperienza di benessere che le tue clienti vorranno ripetere ancora e ancora!

FOTO: ARMANDO SANCHEZ

Impara a padroneggiare l’arte del massaggio per rendere la tua pedicure un’esperienza indimenticabile.

Un Tocco di BENESSERE L


workshop

Massaggio ai Piedi Step by Step

1

Riscalda una miscela di olio e lozione sfregandola energicamente sui palmi delle mani (per un risultato ottimale, la proporzione tra lozione e olio deve essere di 5:1). Afferra i piedi della cliente in modo delicato ma fermo; mantieni il contatto e invita la cliente a rilassarsi.

B2

Massaggia la parte bassa della gamba, dalla caviglia al ginocchio, con tecnica “effleurage”, ovvero con movimenti lunghi e distesi. Usa entrambe le mani, stabilendo un contatto prima con le dita e poi con tutta la mano, spalmando con cura sulla pelle il mix di olio e lozione. Continua con questi movimenti per circa 10 minuti.

3

Concludi il massaggio “effleurage” schiacciando il piede tra i palmi delle mani, come se fosse un

panino.

4

Tieni il piede con entrambe le mani, i pollici sotto e le altre dita sopra. Premi con energia i pollici sulla pianta del piede e muovili verso il centro, fino a farli arrivare al bordo opposto della pianta. Esegui questo movimento due o tre volte su tutta la lunghezza del piede.

4 NAILPRO.IT

99


workshop

5

Afferra poi il collo del piede con una mano. Chiudi a pugno lâ&#x20AC;&#x2122;altra mano e appoggiala sulla pianta del piede, con le nocche a contatto con la pelle. Esercitando una pressione decisa, fai scorrere il pugno avanti e indietro lungo tutta la lunghezza della pianta per due o tre volte.

7

Senza mai interrompere il contatto, esegui un messaggio con tecnica â&#x20AC;&#x153;petrissageâ&#x20AC;? su ogni dito del piede, dalla base alla punta.

100

BEAUTY FORUM NAILPRO 5/2015

6

Fai scivolare le dita di entrambe le mani verso la punta del piede, sistemando il pollice sul lato inferiore. Separa delicatamente i metatarsi tirando e scuotendo leggermente ogni singolo dito del piede.

8

Ora posiziona le dita della mano sotto la pianta e massaggia gentilmente la parte superiore del piede con i pollici, eseguendo movimenti circolari. Fai attenzione non esercitare una pressione eccessiva: il collo del piede è una zona molto sensibile.


workshop

A

9

Concludi il massaggio effettuando movimenti decisi in tecnica “effleurage” partendo dalla caviglia lungo tutto il polpaccio A e poi scendendo con tocchi leggeri B . Ripeti questi movimenti due volte.

B

REFLESSOLOGIA PLANTARE: Il benessere parte dai piedi Mai sentito parlare di reflessologia plantare? No, non è semplicemente un tipo di massaggio. Come ci spiega il reflessologo torinese Giuseppe Armellino, si tratta di una tecnica antica, naturale e non invasiva, basata sulla digitopressione di specifici punti, detti “reflessogeni”, collocati sul piede. Secondo la reflessologia questi punti hanno dirette correlazioni con tutte le parti del corpo e la loro stimolazione contribuisce al benessere psicofisico della persona andando ad agire non sui sintomi di un disturbo, ma sulle sue cause profonde. Non dannosa e priva di controindicazioni, questa disciplina aiuta la persona sia dal punto di vista della prevenzione, sia come supporto ad altri trattamenti e terapie in atto. All’estero, in particolare negli USA, Gran Bretagna, Germania e Nord Europa - dove la ricerca è molto più estesa e sviluppata che in Italia - la reflessologia plantare è particolarmente consigliata in gravidanza,

come valido supporto al benessere della futura mamma e del bambino. Altro importante campo di applicazione di questa disciplina è lo sport: il massaggio reflesso aiuta infatti l’atleta - dilettante o professionista - ad eliminare tensioni muscolari e tossine, rilassandolo e predisponendolo al meglio alla prestazione sportiva. Se noti che la tua cliente trae particolare beneficio dai massaggi che esegui durante la pedicure, puoi consigliarle di avvicinarsi a questa pratica; potresti addirittura pensare di stabilire una convenzione con un reflessologo qualificato che opera nella tua zona. Ricorda, però, che la reflessologia plantare non è una pratica che si improvvisa: per impararne le tecniche e i segreti è necessario seguire un percorso formativo ad hoc, che fa capo alla F.I.R.P. (Federazione Italiana Reflessologia del Piede).

NAILPRO.IT

101


workshop

Nail Clinic

Psiche & Onicofagia Impara a correggere il comportamento onicofagico intervenendo sulle motivazioni psicologiche che lo provocano. d i Tra c y M o r i n

M

 angiarsi le unghie è un’abitudine che crea dipendenza e che può essere dannosa per la salute dell’intero organismo. L’onicofagia ha infatti numerosi effetti collaterali: contribuisce allo sviluppo di infezioni cutanee, aggrava le condizioni del letto ungueale, aumenta la possibilità di essere colpiti da raffreddori o altre patologie infettive perché favorisce la diffusione dei germi dalle mani alle labbra e alla bocca. A livello puramente estetico, l’onicofagia danneggia l’aspetto delle mani delle tue clienti e rende le loro unghie perennemente fragili e frastagliate. Ma quali sono i fattori psicologici che provocano questa cattiva abitudine? Cosa succede nella mente di una persona che non riesce a smettere di mangiarsi le unghie? Cerchiamo di rispondere insieme a queste domande, individuando un percorso di “riabilitazione” che possa aiutare le tue clienti onicofagiche a liberarsi per sempre di questo vizio.

Cose Da Sapere • Circa la metà dei ragazzi tra i 10 e i 18 anni si mangia saltuariamente le unghie.

• L’onicofagia si manifesta in genere durante la pubertà, ma può comparire anche in soggetti più vecchi (18-22 anni).

• La maggior parte delle persone smette di mangiarsi le unghie verso i 30 anni.

• Dopo i 10 anni, i ragazzi si mangiano le unghie con più frequenza rispetto alle ragazze.

disturbi ossessivo-compulsivi più o meno gravi, come la tricotillomania (l’abitudine di tirarsi i capelli), la tricofagia (l’abitudine di mangiucchiarsi i capelli), o la dermatillomania (l’abitudine di stuzzicarsi, graffiarsi o incidersi la pelle del viso o del corpo per neutralizzare imperfezioni reali o immaginarie).

Dietro le Quinte Quand’è che la tendenza a mangiarsi le unghie comincia a diventare un problema? Quando acquisisce una “vita a sé” e il soggetto non riesce più a tenerla sotto controllo. Come tutti i disturbi ossessivo-compulsivi, l’onicofagia affonda le sue radici nell’ansia. Per fare un esempio, una persona che sta per affrontare un importante colloquio di lavoro può sentirsi nervosa

102

BEAUTY FORUM NAILPRO 5/2015

e mangiucchiarsi impulsivamente le unghie, senza neanche rendersi conto del perché lo stia facendo. In questo caso non si può parlare - non ancora, almeno di onicofagia vera e propria: gli episodi isolati non rappresentano un problema, ma sono sintomo di un disagio che potrebbe sfociare in un comportamento errato difficile da debellare. L’onicofagia è un’abitudine simile al succhiarsi il pollice da bambini o all’abbuffarsi di cibo: inizialmente

FOTO: ©THINKSTOCKPHOTO.COM / ISTOCKPHOTO.COM

• L’onicofagia può essere accompagnata da altri


workshop

è solo un innocuo espediente che aiuta a distrarsi da una situazione stressante, riducendo temporaneamente l’ansia. Prima di diventare patologico, Il comportamento “errato” è semplicemente una soluzione comoda per tenere a bada una sensazione di disagio senza doverla affrontare direttamente. Da qui a far diventare questo comportamento un’abitudine consolidata, però, il passo è breve. Benché l’onicofagia sia un disturbo diffuso soprattutto tra i giovani di sesso maschile, una volta acquisito è difficile per chiunque debellarlo con la sola forza di volontà. Fortunatamente esistono alcuni trucchetti da adottare per arginare il problema e iniziare un percorso di “riabilitazione”. Il primo passo per questo cambiamento comportamentale è indossare i guanti. Può sembrare una stupidaggine, ma se una persona porta automaticamente le dita alla bocca e trova la stoffa invece dell’unghia, sarà indotta a ritrarsi, interrompendo così questa pratica ripetitiva. Gli esperti propongono, come rimedio ai disturbi ossessivo-compulsivi, un approccio in tre fasi: creare nel soggetto consapevolezza del problema (ad esempio invitandolo a fare caso ai momenti in cui si presenta); fornire un elemento di disturbo che interrompa il comportamento (ad esempio indossare i guanti, masticare chewing-gum…); stabilire un obiettivo da raggiungere (ad esempio una settimana senza mangiarsi le unghie) e una ricompensa (una Spa Manicure settimanale). I disturbi ossessivo-compulsivi hanno profonde motivazioni psicologiche ed è su queste che bisogna agire per intraprendere un percorso di guarigione, con mirate terapie cognitivo-comportamentali. Una volta che il soggetto riesce a tenere il proprio comportamento sotto controllo, è bene andare a scovare le ragioni sottostanti che hanno causato il disturbo - in terapia, con un amico o confidente, o anche con l’aiuto della propria onicotecnica di fiducia.

Onico-riabilitazione Affrontare le questioni psicologiche sottese al comportamento onicofagico è utile, ma come comportarti quando un’avida mangiatrice di unghie si presenta alla tua postazione? Come molte onicotecniche sanno bene, l’onicofagia non colpisce solo il bordo libero delle unghie di chi ne è soggetto: le persone onicofagiche entrano spesso in una spirale inarrestabile, cominciando a tormentare senza sosta anche i laterali dell’unghia, le pellicine e le cuticole e compromettendo l’aspetto e la salute dell’intera area ungueale. Per combattere il problema, gli esperti suggeriscono di indirizzare la cliente verso un vero e proprio percorso riabilitativo, che comprende i seguenti step: 1 Mantenere l’unghia umida e idratata: le unghie secche e rotte sono più “invitanti” per un soggetto onicofagico. Raccomanda alla cliente di tenere sempre a portata di mano un olio specifico (migliore della crema)

“Se una persona porta

automaticamente le dita alla bocca e trova la stoffa invece dell’unghia, sarà indotta a ritrarsi, interrompendo così questa pratica ripetitiva.

per idratare le unghie e una lima a grana molto fine per livellare immediatamente eventuali irregolarità e rotture. 2 Avvia un programma di manicure con gel per aiutare l’unghia a crescere e scoraggiare il soggetto dal mettere in pratica il suo vizio. È impossibile mangiarsi le unghie quando queste sono ricoperte dal gel, perché il gel si fonde completamente con l’unghia. Le unghie in gel non si scheggiano, non si rompono e sono impermeabili all’acqua e permettono così all’unghia sottostante di crescere indisturbata. In questo senso, il gel agisce come un rinforzante. 3 Raccomanda di fissare una manicure con gel ogni due settimane, in modo da mantenere stabili le condizioni e la lunghezza dell’unghia. Rimuovi accuratamente il gel, facendo in modo che l’unghia non si indebolisca. Cerca di non graffiare l’unghia, non lasciarla a contatto con l’acetone troppo a lungo ed evita di limarne la superficie. 4 Se la cliente decide di passare a una manicure con smalto tradizionale, opta per colori chiari o glitter. Non applicare mai un colore troppo scuro: qualora dovesse sbeccarsi, agli occhi della cliente la manicure sarebbe ormai inevitabilmente rovinata, e questo potrebbe spingerla a riprendere il suo comportamento onicofagico senza rimorsi. Non dimenticare, infine, di applicare un base coat di qualità e un prodotto rinforzante sotto lo smalto. Seguendo attentamente gli step proposti, le tue clienti onicofagiche vedranno in breve tempo migliorare l’aspetto delle proprie mani e, con un po’ di fortuna e buona volontà, potrebbero riuscire a liberarsi per sempre da questa cattiva abitudine. Quando la cliente inizierà a vedere i risultati della riabilitazione, sarà motivata ad andare avanti su quella strada. Avere unghie sane e belle può sembrare una piccola cosa, ma le altre persone notano sempre le nostra unghie! Prendersi cura di loro renderà la tua cliente più sicura di sé e le regalerà grandi benefici psicologici. NAILPRO.IT

103


workshop

Shape

ua re

by

Sq

Shape

d an

M

ge Ed tto ile St

M

an

M

do

an

rla

do

R

rla

us

G

sa

ot

ic

pe

a

M

ar

ily

n

Sh

ap

la

e

or

Pi

Pipe

Mandorla

I 

l quarto ed ultimo appuntamento con la rubrica Shape by Shape si concentra su due forme dal profilo dolce e arrotondato, perfette da realizzare sia sul corto che su lunghezze medie e per questo molto portabili: la forma Pipe e la Mandorla classica. La forma Pipe è nota per avere una curva a C molto accentuata, che conferisce all’unghia un caratteristico aspetto “a tubo” o “a tunnel”; smile line e bordo libero sono anch’essi arrotondati e paralleli fra loro. La Mandorla classica è universalmente considerata la forma più naturale da dare a un’unghia ricostruita; negli ultimi anni ha superato in popolarità la forma Square, diventando così la più richiesta da celebrità e donne comuni. Vediamo insieme gli Step per realizzare queste due forme.

104

BEAUTY FORUM NAILPRO 5/2015

Gabriella Kovacs è una NailArtist ungherese, campionessa europea di Ricostruzione Unghie con tecnica Scultura. Fa parte del Team di Sviluppo Crystal Nails.


workshop

C 

ome accade per altre forme, il nome con cui è stata battezzata la forma Pipe ci svela la sua caratteristica principale: “pipe” in inglese significa infatti “tubo”. Questa forma si presenta per l’appunto, alla vista frontale, come un perfetto tunnel a semicerchio, con una curva a C molto accentuata ottenuta grazie a un’accurata pinzatura. Il bordo libero viene limato diagonalmente, facendo scorgere, alla vista laterale, un angolo di 45°. Visto dall’alto, invece, il bordo libero ha esattamente la stessa curvatura della smile line.

Pipe

Shape by

Shape

1 

Prepariamo l’unghia e sistemiamo la formina per l’allungamento, ritagliandone gli angoli a contatto con i laterali dell’unghia.

2 

La formina non deve restringersi verso la punta, ma mantenere una forma “a tubo”.

3 

4 

Estendiamo il letto ungueale con un gel camouflage e modelliamo la struttura con il gel trasparente. Il punto di stress deve trovarsi nell’ultimo terzo del letto ungueale. Facciamo polimerizzare ogni passaggio singolarmente.

5 

Limiamo e diamo forma al letto ungueale, creando una smile line morbida e arrotondata.

6 

7 

8 

9 

Ricopriamo tutta l’unghia con uno strato di gel trasparente per completare la ricostruzione. Facciamo polimerizzare.

Diamo forma al bordo libero, limando i due versanti con un angolo di 45°.

Eseguiamo l’allungamento con un sottile strato di gel trasparente, facciamo polimerizzare brevemente, poi pinziamo con cura i laterali e concludiamo infine la polimerizzazione.

Applichiamo il gel French bianco lungo la smile line e stendiamolo lungo tutto il bordo libero, fino alla punta. Facciamo polimerizzare.

Concludiamo applicando un sigillante lucido, facciamo polimerizzare e puliamo la superficie.

NAILPRO.IT

105


workshop

L 

a Mandorla classica segue e imita la conformazione dell’unghia naturale, perfezionandola. Questa forma ha il pregio di rendere le dita più affusolate, facendo apparire la mano complessivamente più sinuosa ed elegante. Il bordo libero è a punta arrotondata, con i due lati che convergono dolcemente verso il centro, dando vita a una forma simile, per l’appunto, a una mandorla. È una forma perfetta su unghie medio-corte, mentre su unghie più lunghe le vengono spesso preferite le varianti Mandorla Russa e Mandorla Gotica che abbiamo trattato su Nailpro di maggio/giugno 2015.

Mandorla

Shape by

Shape

1 

2 

3 

4 

5 

6 

Prepariamo l’unghia e sistemiamo la formina per l’allungamento, ritagliandone gli angoli a contatto con i laterali dell’unghia.

Estendiamo il letto ungueale con un gel camouflage, impartendo già la giusta forma alla smile line. Facciamo polimerizzare e, se necessario, perfezioniamo la forma della smile line con la lima.

Chiudiamo la formina in punta, a formare un cono, e creiamo l’allungamento con un sottile strato di gel trasparente.

Ricopriamo il bordo libero con il gel French bianco e ancoriamolo alla smile line. Facciamo polimerizzare.

Facciamo polimerizzare brevemente, poi pinziamo con cura i laterali e concludiamo la polimerizzazione.

Ricopriamo tutta l’unghia con uno strato di gel trasparente per creare una bombatura marcata. Facciamo polimerizzare.

Nei numeri precedenti: Square & Marilyn Shape (Nailpro Marzo/Aprile 2015) Mandorla Gotica & Mandorla Russa (Nailpro Maggio/Giugno 2015)

7 

Rifiniamo l’unghia con la lima, ricordandoci che le unghie a Mandorla non hanno una curva a C molto pronunciata: il bordo libero è infatti appuntito - benché più arrotondato rispetto allo Stiletto - e si congiunge direttamente ai laterali dell’unghia.

106

BEAUTY FORUM NAILPRO 5/2015

8 

Concludiamo applicando un sigillante lucido, facciamo polimerizzare e puliamo la superficie.

Edge & Stiletto (Nailpro Luglio/Agosto 2015)


Step by

Step

LA SETTIMANA DELLA MODA Altro che Natale o Ferragosto: per una fashion-addicted l’appuntamento più importante

dell’anno è quello con la Settimana della Moda! A febbraio tocca alle collezioni Autunno/ Inverno, settembre è il momento di quelle Primavera/Estate; qui si dettano le tendenze, qui si decide cosa indosseremo la prossima stagione. Gli stilisti più amati e celebrati si danno appuntamento nelle capitali della moda - le “Big Four”, ovvero New York, Londra, Milano e Parigi - per presentare al pubblico e alla stampa le proprie creazioni. Tra abiti da sogno, front row zeppi di celebrità e scintillanti party post-sfilata, le Settimane della Moda sono l’evento mondano per antonomasia. Un evento ormai sempre meno elitario e sempre più aperto al grande pubblico, con decine di iniziative pensate per coinvolgere il folto popolo delle modaiole di tutto il mondo.

4

Quale NailArt realizzeresti per la Settimana della Moda? NA I L P R O .IT

107


workshop

Step by

Step

108

Geometric

Contradictions

BEAUTY FORUM NAI LPRO 5/2015


workshop

Debora Mara Piazza è Responsabile Formazione Ladybird house e CND Education Ambassador.

Un nail look dalle linee minimal e dai decori geometrici. La scelta del nude a contrasto con il grigio metallizzato crea un elegante gioco di chiaroscuri.

1

Sanifichiamo le mani con CND Cool Blue e prepariamo le unghie: applichiamo CND Cuticle Away e spingiamo le cuticole, diamo forma al bordo libero con lima CND Kanga grit 240/240 e sgrassiamo con CND Scrub Fresh.

2

Applichiamo le form CND creando una perfetta curva a C. Allunghiamo le unghie con il sistema Liquid & Powder di CND: applichiamo Perfect Color Sculpting Powder Cool Pink, modelliamo e correggiamo la forma con lima CND Blizzard Board grit 100/180.

1

2

3

4

5

6

3

Applichiamo due strati di CND Vinylux Naked Naiveté e lasciamo asciugare all’aria.

4

Tracciamo delle linee diagonali sulla punta di tutte e cinque le unghie con CND Vinylux Grommet, riempiendo con lo stesso colore gli spazi così ricavati. Con lo stesso colore decoriamo la lunula del solo anulare.

5

Tracciamo delle altre linee in direzione opposta, rifinendo lateralmente con CND Vinylux Grommet. Realizziamo poi il punto luce e i dettagli del decoro con CND Vinylux Safety Pin e lasciamo asciugare.

6

Contorniamo il decoro con CND Vinylux Studio White e, una volta asciugato lo smalto, applichiamo CND Vinylux Top Coat e incastoniamo uno strass sul decoro. Lasciamo asciugare all’aria e concludiamo applicando CND Solar Oil e una CND Scentsation a scelta.

NA I L P R O .IT

109


workshop

Step by

Step

110

Dal Bozzetto alle Unghie

BEAUTY FORUM NAI LPRO 5/2015


workshop

Graziella Manfrin è Master Pro KyLua e responsabile interna alla Casa Madre per i test di standard qualitativo e applicativo dei prodotti.

Ispirata ai bozzetti dei designer del Next FashionArt, evento per cui KyLua ha curato il nail look delle indossatrici, una NailArt raffinata che rende omaggio all’estro e alla creatività degli stilisti.

1

Prepariamo l’unghia e con pennello piatto applichiamo Base Coat Plus. Con lo stesso pennello allunghiamo il margine distale con One-Step PluriGel Iron Bouquet. Dopo 20 secondi in lampada UV pinziamo, poi terminiamo i 2 minuti di polimerizzazione. Con pennello piramidale doniamo struttura con NailModel e impartiamo la bombatura.

2

Eliminiamo lo strato di dispersione, mettiamo in asse e armonizziamo con lima Jumbo BForm, perfezionando la forma squoval. Rifiniamo e spolveriamo.

1

2

3

4

5

6

3

Lacchiamo tutte le unghie ad eccezione degli anulari con KyLac My Dream e realizziamo una sottile French con KyLac Clarette. Polimerizziamo ogni passaggio 2 minuti.

4

Lacchiamo gli anulari con Go-Go French Cachée Beige, polimerizzando ogni passaggio 2 minuti. Sull’anulare sinistro stilizziamo il nostro bozzetto con KyLac Clarette e Black Eclipse, sfumando ove necessario con l’aiuto del sigillante Too Shine.

5

Con lo stesso pennello, gli stessi colori e la stessa tecnica realizziamo invece sull’anulare destro dei “dettagli moda” di scarpe e borsette.

6

Sulle unghie delle altre dita realizziamo in zona French gli arabeschi tipici del pizzo con KyLac Clarette. Sigilliamo con Too Shine e stilliamo una goccia di Nail Almond Oil per addolcire le cuticole.

NA I L P R O .IT

111


workshop

Step by

Step

112

Chic Silhouette

BEAUTY FORUM NAI LPRO 5/2015


workshop

Tiziana Bellini è campionessa Nailympics Roma, Master Educator e fondatrice del brand Tizianabellini.

Prendendo spunto dalla propria esperienza formativa presso lo IED (Istituto Europeo di Design), la NailArtist crea una decorazione ispirata alle centinaia di schizzi creati in preparazione al lancio di una nuova collezione.

1

Prepariamo le unghie, disinfettiamo e stendiamo il Primer Tizianabellini. Allunghiamo su nail form con un sottile strato di gel Base Led. Polimerizziamo in lampada UV per 120 secondi o LED per 30 secondi. Sgrassiamo con Cleaner (facoltativo).

2

Con il gel Nudo Coprente Tizianabellini allunghiamo il letto ungueale e facciamo polimerizzare. Con questo gel non è necessaria la limatura della smile line.

3

1

2

3

4

5

6

Stendiamo sull’estensione il Polish Gel blu notte Hollywood Tizianabellini seguendo il profilo della smile line. Facciamo polimerizzare, stendiamo un velo di glitter blu chiaro e polimerizziamo di nuovo.

4

Sull’estensione di indice e anulare stendiamo Gel Base, facciamo polimerizzare e opacizziamo con il buffer. Disegniamo con i colori acrilici ad acqua, lasciamo asciugare all’aria, ricopriamo con Gel Base e facciamo polimerizzare.

5

Completiamo la bombatura con Gel Costruttore Cristallo Tizianabellini e facciamo polimerizzare. Limiamo e opacizziamo l’unghia del medio e completiamo il disegno. Aver disegnato su indice e anulare sotto la bombatura e sul medio dopo la bombatura garantirà un bellissimo effetto di profondità.

6

Lucidiamo con Polish Gel All in One o con Gel Brillante Finale Tizianabellini, applicando degli Swarovski in superficie. Reidratiamo le cuticole con Olio Reidratante Tizianabellini.

NA I L P R O .IT

113


workshop

Step by

Step

114

Femminili Atmosfere

BEAUTY FORUM NAI LPRO 5/2015


workshop

Fabiola Cardella tecnica Master Emmi-Nail, vanta 13 anni di esperienza nel settore della ricostruzione unghie. Ă&#x2C6; distributrice Emmi-Nail per la Sicilia, con sede a Palermo.

Una French iridescente nei toni del rosa per una donna femminile e di classe. Le linee decorative e gli strass applicati sullâ&#x20AC;&#x2122;accent nail rendono la NailArt preziosa come un abito da sera.

1

Prepariamo le unghie naturali spingendo le cuticole e rimuovendo lo strato lipidico con una lima a grana fine. Spolveriamo con un pennello piatto e applichiamo un leggero strato di gel di adesione GenerationRed Base. 2 minuti in lampada UV.

2

Posizioniamo correttamente le formine. Procediamo allâ&#x20AC;&#x2122;allungamento con il Gel Sculpture Clear GenerationRed, polimerizzando nuovamente per 2 minuti in lampada UV. Allunghiamo il letto ungueale con il Gel Cover Blush Futureline, poi polimerizziamo in lampada UV per 2 minuti.

1

2

3

4

5

6

3

Procediamo a delineare la zona della lunetta superiore con Lachs Glitter Gel Color, poi polimerizziamo in lampada UV per 2 minuti.

4

Effettuiamo la bombatura con Gel Sculpture Clear GenerationRed, polimerizziamo in lampada UV per 2 minuti e limiamo per ottenere la forma corretta.

5

Disegniamo delle linee molto fini con Painting Gel Color magenta e white, polimerizziamo in lampada UV per 2 minuti o in quella LED per 30 secondi. Sigilliamo con Finish Clear GenerationRed e polimerizziamo.

6

Completiamo la NailArt creando dei punti luci con gli strass, da applicare usando la colla per tip di Emmi-Nail.

NA I L P RO .IT

115


workshop

Step by

Step

116

Polvere di Stelle

BEAUTY FORUM NAI LPRO 5/2015


workshop

Claudia Cesario lavora a Pescara per Abc Nailstore International.

Un decoro bicolore dai riflessi scintillanti su unghie allungate con fibra di vetro. Una manicure easy chic da sfoggiare con disinvoltura tra un cocktail e un after-show party sotto le stelle.

1 2

Prepariamo le unghie naturali e applichiamo Natural Basic.

Creiamo l’allungamento su cartina utilizzando Impuls Fibre Builder e facciamo catalizzare per 120 secondi.

3

Dopo la rifinitura con la lima, passiamo Impuls Performer per eliminare i segni della limatura. Applichiamo poi il colore Artistgel Palais de Rococo #791 su tutte le unghie ad esclusione del medio e dell’anulare. Facciamo catalizzare per 120 secondi.

1

2

3

4

5

6

4

Applichiamo i colori Artistgel Palais de Rococo #791 e #794 per metà sia sul medio che sull’anulare.

5

Con il pennello Impuls Speed Lacquer #4 sfumiamo i due colori, in modo che il passaggio tra uno e l’altro diventi morbido. Facciamo catalizzare per 120 secondi.

6

Concludiamo la manicure applicando il sigillante della linea Perfection Ultra Gloss e facendo catalizzare per 90 secondi.

NA I L P RO .IT

117


workshop

Step by

Step

118

Preziosi Ricami

BEAUTY FORUM NAI LPRO 5/2015


workshop

Natasha Martinovic è onicotecnica dal 2009 e collabora con Clarissa Nails in qualità di tecnica e insegnante.

Delicati arabeschi decorano un elegante stiletto richiamando la texture di un prezioso tessuto ricamato. Un omaggio alla perfezione sartoriale che si può ammirare sulle passerelle di alta moda.

1

Prepariamo l’unghia naturale, posizioniamo la formina e applichiamo Pre Nail, promotore di adesione, e Pre Optima. Applichiamo un sottile strato di gel trasparente sulla formina e allunghiamo il letto ungueale con gel Coprente 3.

2

Con l’ausilio della lima definiamo la forma della smile line e applichiamo poi il gel color Neide Flash+Shine.

3 4 5

2

3

4

5

6

Applichiamo il gel trasparente Optima. Limiamo per definire la struttura.

Dipingiamo dei piccoli ghirigori con il colore Microarte oro sia sull'estensione della French che sul letto ungueale, dando vita a un “effetto ricamo” tipico degli abiti lavorati a mano.

6

1

Con il colore Microarte bianco aggiungiamo altri ghirigori in sovrapposizione. Sigilliamo infine con Quick Fix.

NA I L P RO .IT

119


eventi

I 30 Anni di BEAUTY FORUM MUNICH Il conto alla rovescia per l’edizione-anniversario di BEAUTY FORUM MUNICH è quasi terminato. Ecco gli appuntamenti da non perdere in fiera. IL CALENDARIO NON MENTE: OTTOBRE È ALLE PORTE E C’È UN COMPLEANNO DA FESTEGGIARE! BEAUTY FORUM MUNICH compie 30 anni e ha intenzione di celebrare questo traguardo con iniziative irripetibili ed eventi speciali dedicati a tutti i partecipanti. I più famosi esperti Beauty sono pronti a mostrare gli ultimissimi trend e i campionati di Make-up e Nail daranno l’opportunità ai migliori artisti di dimostrare il proprio talento. A Monaco sono attese più di 880 aziende e brand internazionali che metteranno in vetrina le proprie novità di prodotto, i trattamenti più innovativi e le tendenze di tutti i settori che fanno capo alla cosmesi professionale.

120

BEAUTY FORUM NAI L PRO 5/2015


eventi

FORMAZIONE E DIVERTIMENTO Per festeggiare il suo 30esimo anniversario, BEAUTY FORUM MUNICH offre un ricchissimo programma educativo e formativo. Il calendario prevede moltissimi workshop su diversi argomenti: l’elenco completo è consultabile su www.beauty-fairs.de/munich nell’area “conference/workshop-program”. Il palinsesto formativo prevede anche presentazioni aziendali, conferenze e live show. NOVITÀ Due congressi accademici: il 1° Congresso Anti-Age e il 5° Congresso sulla Podologia. I CAMPIONATI NAIL Le competizioni nail sono tra gli appuntamenti più popolari durante BEAUTY FORUM MUNICH. Sabato 17 ottobre è in programma il 28th European Masters’ Award Nail Design. A contendersi il titolo, i vincitori dei vari campionati europei di Nail Design. Domenica 18 ottobre è la volta della 7th WorldCup NailArt, durante la quale i NailArtist di tutto il mondo dovranno dimostrare estro e abilità nell’interpretare il tema“Jungle Fever - selvaggio e colorato!”. Non mancate!

Domenica 18 ottobre, dalle 14.00 alle 15.00, da non perdere il Fashion Show con protagonista Natascha Ochsenknecht di Catherine Nail Collection.

SAVE THE DATE! 30th BEAUTY FORUM Munich 17-18 OTTOBRE 2015 Messe München International (Monaco di Baviera, Quartiere Fieristico) Orari di apertura: Sabato 9.00 - 18.00 Domenica 9.00 - 17.00 Organizzato da Health and Beauty Germany GmbH www.beauty-fairs.de/munich L’elenco degli espositori è in costante aggiornamento sul nostro sito. La nostra offerta speciale per te!

INGRESSO GRATUITO PER I VISITATORI ITALIANI!

GLI SHOW DELLA BELLEZZA Sono tre gli appuntamenti da non perdere con gli spettacolari show di BEAUTY POINT. Sabato 17 ottobre, dalle 13.00 alle 14.00, il celebre Make-up Artist Horst Kirchberger spiega come sfruttare al meglio tutto lo spettro dei colori nell’evento dal titolo “Multiple Color Looks”. Sempre sabato, dalle 15.00 alle 16.00, potrete toccare con mano la combinazione perfetta tra make-up e hairstyling grazie allo show Trendstyles 2015 organizzato dalla Munich Hair Academy. OFFERTA SPECIALE PER LE AZIENDE - International Business Forum & BEAUTY FORUM connect! IBF - International Business Forum è da ormai moltissimo tempo una delle iniziative di punta di BEAUTY FORUM MUNICH. Si tratta di un programma che permette a produttori e distributori di usufruire di uno spazio dedicato per presentare i propri prodotti e servizi a livello internazionale. BEAUTY FORUM connect è invece la piattaforma B2B progettata per favorire il networking e l’incontro tra possibili business partner sulla base di precise corrispondenze d’intenti. Si tratta di uno strumento online che permette, grazie a un database dettagliato e ragionato, di trovare e fissare appuntamenti in fiera con fornitori e distributori potenzialmente interessati

al vostro business. BEAUTY FORUM connect, disponibile per il secondo anno consecutivo, è gratuito per chi espone in fiera. I plus: Metodo veloce ed efficiente per trovare distributori e business partner Informazioni su potenziali business online Effettiva affinità di intenti tra potenziali business partner Creazione di rapporti commerciali senza sprechi di tempo e risorse Tutte le informazioni su www.beauty-fairs.de/munich e www.connect.beauty-forum.com

NA I L P RO .IT

121


eventi

Agenda

BEAUTY FORUM 6. BEAUTY FORUM & SPA POLAND

Risultati da record per la quinta edizione della manifestazione autunnale polacca. Incremento del numero di espositori ed anche del numero di visitatori. Oltre all’area espositiva, dove gli espositori mostrano i loro prodotti e novità, ampio spazio viene dato ai professionisti che trasmettono le loro conoscenze durante i numerosi appuntamenti di formazione. Data: 26 - 27 Settembre 2015 Luogo: Varsavia 24. International Trade Fair & Congress

http://beauty-fairs.com.pl/en Budapest 7.- 8. November 2015

30th BEAUTY FORUM MUNICH

La più grande fiera beauty d’autunno in Europa accoglie visitatori nazionali ed internazionali con un programma ricchissimo. Scoprire le novità di prodotto e i trattamenti proposti da più di 850 aziende presenti, sperimentare il fascino dei campionati e il carisma dei grandi ospiti, beneficiare della vasta offerta formativa: partecipando a BEAUTY FORUM MUNICH potrai fare tutto questo. Data: 17 - 18 Ottobre 2015

30. International Trade Fair & Congress

Luogo: Monaco

MUNICH

17.- 18. October 2015

http://www.beauty-fairs.de

Calendario Fiere 20. BEAUTY FORUM MACEDONIA

24. BEAUTY FORUM SLOVAKIA

Varsavia, 26-27 Settembre 2015

Thessaloniki, Novembre 2015

Trenčin, Marzo 2016

30. BEAUTY FORUM MÜNCHEN

22. BEAUTY FORUM SWISS

6. BEAUTY FORUM LEIPZIG

Monaco, 17-18 Ottobre 2015

Zurigo, Febbraio 2016

Lipsia, Aprile 2016

24. BEAUTY TREND SHOW HUNGARY

6. BEAUTY FORUM SPAIN

23. BEAUTY CONGRESS GREECE

Budapest, 7-8 Novembre 2015

Valenza, Febbraio 2016

Atene, Aprile 2016

17. BEAUTY FORUM CONGRESS GREECE

19. BEAUTY FORUM POLAND

31. BEAUTY FORUM MACEDONIA

Varsavia, Marzo 2016

Thessaloniki, Maggio 2016

6. BEAUTY FORUM & SPA POLAND

Atene, Novembre 2015

i 122

BEAUTY FORUM NAI LPRO 5/2015

Agenzia per l’Italia:

Via Valprato 68 10155 Torino T. +39 011 5637338 loris@zeroventi.com


eventi

L’Autunno Caldo delle FIERE Al via la stagione delle grandi fiere di settore italiane: da Sud a Nord, ecco gli appuntamenti da segnare in agenda. Le onicotecniche d’Italia prendano nota: con l’arrivo dell’autunno prende il via una stagione ricca di fiere dedicate al mondo dell’Estetica e del Nail. Occasioni imperdibili per tenersi aggiornate su trend, trattamenti e prodotti d’avanguardia, ma anche per partecipare a seminari e workshop tematici utili per dare nuovo impulso alla propria attività. La stagione delle fiere autunnali si apre a Palermo, dove il 26, 27 e 28 settembre è in programma la seconda edizione di Medinails (www.medinails.it), fiera mediterranea dedicata al mondo delle unghie a 360 gradi. Nata da un’idea di Giusy Ferrara, amministratrice della GFP OUTDOOR ed esperta del settore, la fiera si svolge nella nuova location Expo Palermo. Tra gli appuntamenti in programma, la 2ª edizione del Premio del Mediterraneo EliteNails, aperto a tutte le nail designer.

Dal 10 al 12 ottobre, presso MiCo Fiera Milano Congressi, va invece in scena Esthetiworld (www.esthetiworld.com), punto di riferimento per i settori Estetica, Dermatologia e Nail. Oltre ai consueti appuntamenti con Esthetiring, Nailworld e con il Congresso Italiano di Estetica Applicata, giunto alla sua 36esima edizione, novità di quest’anno è lo SPA Symposium, primo congresso interamente dedicato al settore delle SPA. Torna dal 17 al 19 ottobre, presso lo spazio espositivo Etnafiere di Belpasso (CT), l’appuntamento con Beauty & Fitness Show (www.fieraesteticacatania.com). Il calendario della nona edizione della fiera catanese prevede tre giorni intensi e ricchi di appuntamenti con il mondo del Wellness e incontri professionali che punteranno i riflettori sull’evoluzione dell’Estetica: Bellezza, Benessere, NailArt e Hairstyling saranno le principali aree tematiche approfondite. Confermato l’appuntamento con la gara di ricostruzione e decorazione unghie “Catania Nail Design”. Il palinsesto delle fiere autunnali si chiude il 7, 8 e 9 novembre alla Mostra d’Oltremare di Napoli con Aestetica (www.aestetica.it), il Salone Mediterraneo della Bellezza, del Benessere e dell’Acconciatura, punto di riferimento per gli operatori del settore del Centro-Sud Italia. All’evento B2B saranno presenti circa centocinquanta aziende con cinquecento marchi; torna anche quest’anno la competizione Aestetica Nails Challenge che si svolgerà nei giorni 7 e 8 novembre.

NA I L P RO .IT

123


BEAUTY FORUM Nailpro Edizione Italia www.nailpro.it Tribunale di Torino registrazione n° 4 / 08.02.10 Regitrazione ROC: 20462 In collaborazione con: Health and Beauty Business Media GmbH, Germania, Creative Age Publications Inc., USA

Editore Loris Sparti loris@zeroventi.com Direttore responsabile Monica Sparti monica@zeroventi.com

L’11 novembre uscirà Nailpro di Novembre/Dicembre. Ecco cosa troverai al suo interno! GUIDA ALLE LIME Lime tradizionali e frese: consigli e approfondimenti su come sceglierle, usarle e conservarle.

Progetto grafico Samuele Mairo samuele@zeroventi.com Stampa Reggiani spa Via Alighieri 50 - 21010 Brezzo di Bedero (VA) Hanno Collaborato

Edizioni internazionali

Alek, Alessandra Appio, Liz Barrett, Arianna Bartucca, Brigitte Beckmann, Julka Bedeschi, Tiziana Bellini, Max Braga, Fabiola Cardella, Claudia Cesario, Sara Ciafardini, Libera Ciccomascolo, Sara Colleoni, Carla Collier, Pauline Feinauer, Karie L. Frost, Ivana Gentile, Gabriella Kovacs, Graziella Manfrin, Ildiko Marczinek, Natasha Martinovic, Irene Merlo, Judd Minter, Monica Mistura, Olga Moldovan, Tracy Morin, Sheila Oddino, Isotta Ognibene, Patrizia Petrucci, Debora Mara Piazza, Roberta Quario Rondo, Katia Riccio, Sara Rigoni, Emanuela Rossi, Armando Sanchez, Doug Schoon, Sabrina Scuccimarro, Patrizia Summa, Michelle Tabor Ramos, Claudia Valli.

Nailpro USA, www.nailpro.com Nailpro Germania, www.nailpro.de Nailpro Austria, www.nailpro.de Nailpro Svizzera, www.nailpro.de Nailpro Ungheria, www.nailpro.hu Nailpro Spagna, www.nailpro.es Nailpro Polonia, www.nailpro.pl I testi e le fotografie inviati alla redazione non vengono restituiti anche se non pubblicati. La redazione si riserva il diritto di riportare i testi pervenuti anche in maniera parziale. Gli autori sono gli unici responsabili dei testi. La riproduzione intera o parziale di testi o fotografie è vietata senza l’autorizzazione scritta dell’Editore.

Abbonamenti

Servizio Abbonamenti Tel. +39 011 5637338 abbonamenti@zeroventi.com www.nailpro.it/abbonamenti

Novembre/Dicembre 2015

Focus

Redazione Valeria Federighi valeria@zeroventi.com

Redazione / Pubblicità Via Valprato 68 10155 Torino Tel. +39 011 5637338 info@zeroventi.com www.zeroventi.com

Anteprima Nailpro

Step by Step IL PRIMO APPUNTAMENTO Il look giusto per un appuntamento galante passa anche dalle unghie: come decorarle?

Detto tra le Unghie MODERN ART Un viaggio attraverso le correnti artistiche che hanno caratterizzato il Novecento, con tante NailArt inedite a tema.

Workshop IDRATATI & FELICI I prodotti e i trattamenti più indicati per salvaguardare la pelle delle tue clienti dagli effetti del freddo.

Annuale Euro 30,00 Biennale Euro 49,00 Abbonamento per studenti di naildesign ed estetica: Annuale Euro 15,00 Biennale Euro 24,50

Promozioni in corso Nuovi abbonati: Abbonamento annuale + 6 numeri arretrati Euro 30,00 (offerta valida fino ad esaurimento scorte). Rinnovi: Fino al 10/10/2015 Abbonamento annuale Euro 19,50 Abbonamento biennale Euro 39,00

…e molto altro ancora!

SEGUICI SU www.facebook.com/nailpro.it • twitter.com/NailproItalia La consegna della rivista può subire ritardi rispetto alla data ufficiale.


NAILGUIDE

Tutte le informazioni sul tuo brand preferito, i contatti delle aziende e dei distributori.

BRAND AZIENDE DISTRIBUTORI RIVENDITORI

VUOI INSERIRE LA TUA AZIENDA IN QUESTE PAGINE?

i

Tel. 0039 011 5637338 mailto: pubblicita@zeroventi.com


nail guide

i

VUOI INSERIRE LA TUA AZIENDA IN QUESTE PAGINE?

ASTRA NAILS

Punto Estetica Sas

Astra Nails, linea professionale di prodotti per la ricostruzione unghie, è distribuita in Italia da Punto Estetica Sas. Sempre al passo con gli ultimi ritrovati e le novità del settore, l’ampia gamma di prodotti del marchio Astra Nails permette ai suoi partner commerciali di offrire un servizio professionale e di elevato livello qualitativo.

Via Rossi 3/L 30530 - RUBANO - PD Tel. 049 8978374 pestetica@alice.it www.astranails.it

CLARISSA

Clarissa Nails Srl

Via di Scorticabove, 145 00156 - ROMA - RM Tel. 06 41206087 Fax 06 41218392 segreteria@clarissanails.it www.clarissanails.it

CND

Ladybird House Srl

Tel. 0039 011 5637338 mailto: pubblicita@zeroventi.com

Via Luigi Gazzotti, 220 41100 - MODENA - MO Tel. 059 284163 Numero verde gratuito 800 086 155 info@cndworld.it www.cndworld.it

Gestita con passione e qualità dalla famiglia Ciaccio, Clarissa Nails ha come core business la ricostruzione unghie e ogni prodotto dedicato alla cura e alla bellezza di mani e piedi. I suoi obiettivi sono creare, innovare, sperimentare prodotti e metodologie di lavoro e di formazione, con una costante attenzione ai desideri delle donne.

Dal 1979, CND™ significa prodotti e servizi professionali all’avanguardia che garantiscono bellezza vera per mani e piedi. CND™ ha rivoluzionato il panorama nail, introducendo sistematicamente prodotti innovativi, risultato di importanti ricerche di mercato, e rispondendo alle esigenze dei professionisti delle unghie e delle consumatrici finali.

Distributori CND:

PIEMONTE - VALLE D’AOSTA GEFCOM SAS di Moccagatta G.& C Via Garibaldi, 10 15011 - AQUI TERME - AL Tel. 0144 372002 info@gefcom.it LIGURIA

VENETO

Tel. 0541 478953

UMBRIA

LADYBIRD HOUSE

PUNTO 3 SNC

FD ESTETICA ABBRONZATURA BENESSERE

SQUERI

Via Gazzotti, 220 41122 - MODENA - MO el. 059 284163 info@cndworld.it www.cndworld.it FRIULI – VENEZIA GIULIA

SPS

Via Gazzotti, 220 41122 - MODENA - MO Tel. 059 284163 info@cndworld.it www.cndworld.it EMILIA ROMAGNA

Via Enrico Toti 21/N-67/R 16139 - GENOVA - GE Tel. 010 8461429 squeri@squeri.it LOMBARDIA - TRENTINO ALTO ADIGE Via Primo Maggio, 28A/38 21040 - UBOLDO - VA Tel. 02 22229174 silenocosmetic@gmail.com

126

BEAUTY FORUM NAILPRO 5/2015

LADYBIRD HOUSE

BEAUTY SERVICE SAS

di Serri S. e C. Via Giuseppe Babbi, 6 47924 - RIMINI - RN

di Vennarucci B. e Rossetti Via M.M. Plattis, 2 (int. 2) 44100 - FERRARA - FE Tel. 0532 67103 LADYBIRD HOUSE

Via Luigi Gazzotti, 220 41122 - MODENA - MO Tel. 059 284163 info@cndworld.it www.cndworld.it TOSCANA LADYBIRD HOUSE

Via Gazzotti, 220 41122 - MODENA - MO Tel. 346 1533676 info@cndworld.it www.cndworld.it

Via Tito Oro Nobili, 3 06059 - TODI - PG Tel. 075 8945379 info@fdcosmetici.com MARCHE MIR. COR.

Via Curiel, snc 63019 - CASETTE D’ETE DI SANT’ELPIDIO A MARE - FM Tel.0734 872143 mi-cor@alice.it

\


nail guide LAZIO - SARDEGNA

MOLISE

CAMPANIA

ALIDEA

VEMA COSMATICA

TECO Srl

Via Vincenzo Tieri, 136/140 00123 - ROMA - RM Tel. 06 30894310 info@alidea.it ABRUZZO LADYBIRD HOUSE

Via Gazzotti, 220 41122 - MODENA - MO Tel. 059 284163 info@cndworld.it www.cndworld.it

Via Paolo Telesforo, 73 71122 - FOGGIA - FG Tel. 0881 619814 PUGLIA NEW ESTETIC

Viale Stazione, 6 1ª traversa 73042 - CASARANO - LE Tel. 0833 501490 VEMA COSMATICA

Via Paolo Telesforo, 73 71122 - FOGGIA - FG Tel. 0881 619814

EZFLOW

Via Tignola, 44 80026 - PARCO BOFI CASORIA - NA Tel. 081 5404009 estetica@tecoinstruments.com BASILICATA - CALABRIA

SICILIA

ELEMENTS di Nando Costa Via Pietro Eremita, 7 95014 - GIARRE - CT Tel. 095 7791234 costa17@live.it

SPA OLISTICENTER SAS

Via Montesanto, 99 87100 - COSENZA - CS Tel. 0984 71777 spaolisticenter@gmail.com

Numero verde gratuito: 800 676 330 info@ezflowitalia.it www.ezflowitalia.it

Con EzFlow puoi avere la garanzia e la sicurezza di un’azienda che, da oltre vent’anni, rappresenta l’innovazione nell’industria delle unghie. Conosciuta a livello internazionale come marchio competitivo e all’avanguardia nel campo della tecnologia e della ricerca, Ezflow è impegnata nella formazione e nello sviluppo professionale.

Distributori EzFlow:

PIEMONTE

LAZIO

PUGLIA

CALABRIA

BEAUTY SOLUTIONS STORE

LA BOTTEGA DELLE UNGHIE

STARBENE

MONDO ESTETICO

Corso Vercelli, 386 10156 - TORINO - TO Tel. 011 2229886 info@bsstore.it MARCHE IMEC NAILS

Via Romana, 41 (Galleria Lumaca) 00048 - NETTUNO - RM Tel. 06 9807821 labottega.storeladybird@gmail. com

Contrada San Lorenzo, snc 72017 - OSTUNI - BR Tel. 347 2980709 ezflow.puglia@mail.com

Via C. Gabriele, 11/21 87100 - COSENZA - CS Tel. 0894 408536 info@mondoestetico.com

Via Curiel, 123 63019 - CASETTE D’ETE DI SANT’ELPIDIO A MARE - FM Tel. 0734 872151 info@imecnails.it

FABY

Fabyline Srl

Via Szegoe, 9 13100 - VERCELLI - VC Tel. 0161 215333 Fax 0161 250523 info@fabyline.it www.fabyline.it

GAMAX

Gamax Srl

gamax

Via d’Aracoeli, 35 00186 - ROMA - RM Tel. 066 9380479 Fax 066 9295181 info@gamax.it www.gamax.it

Faby è un progetto che si fonda sull’unione fra tradizione e innovazione. Trent’anni di esperienza nel settore beauty garantiscono un prodotto eccellente e performante. Gli smalti Faby, dal design tutto italiano, sono Big 5 Free e il nuovo Faby Lacquering Gel è il primo Soak-Off al mondo senza TPO. Nessun prodotto Faby è testato sugli animali.

Il brand Gamax è riconosciuto a livello nazionale e internazionale per l’alta qualità dei prodotti nail care, il vasto assortimento di colori, l’eccellente offerta formativa e la grande capacità di innovazione. Con l’introduzione dei Nailbar di stampo statunitense, Gamax ha inventato una nuova maniera di fare estetica in Italia.

NAILPRO.IT

127


nail guide IBD

Ladybird House Srl

Ibd, da oltre 40 anni il professionista della ricostruzione unghie, è sempre al tuo fianco. Nata negli anni Settanta, Ibd ha ideato la prima Tip e la prima colla per unghie, ancora oggi fra le più vendute al mondo, e ha lanciato il concetto di “Ricostruzione facile-facile”.

Via Luigi Gazzotti, 220 41122 - MODENA - MO Tel 059 284163 info@gelibd.it www.gelibd.it Distributori IBD:

PIEMONTE - VALLE D’AOSTA

EMILIA ROMAGNA

LAZIO

CAMPANIA

PROFESSIONAL BEAUTY LINE

APPEL

ROMA DIFFUSIONE COSMETICI

ELGIFE

LADYBIRD HOUSE

LADYBIRD HOUSE

GIUSEPPE AVENTAGGIATO

CD COSMETICI

Via Mafferia, 19 13885 - SALUSSOLA - BI Tel. 015 2583015 info@professionalbeautyline.it LIGURIA MONE’

Via Galata 124R 16121 - GENOVA - GE Tel. 010 5536938 squeri@squeri.it LOMBARDIA BEAUTYCHARME

Strada Pedagno, 88/B/D 46044 - GOITO - MN Tel. 0376 605357 beautycharme@libero.it PAMAG SRL

Piazza Pontida, 14 24128 - BERGAMO - BG Tel. 035 244637 info@pamag.it VENETO

Via Pietrarubbia, 32/G 47900 - RIMINI - RN info@appelonline.it LADYBIRD HOUSE

Via Luigi Gazzotti, 220 41122 - MODENA - MO Tel. 059 284163 info@ladybird.it TOSCANA - UMBRIA CAP DIFFUSION

Via G. Benucci, 151/D 06135 - PONTE SAN GIOVANNI - PG Tel. 075 393856 info@capdiffusion.com MARCHE TAO SYSTEM

Via Conventati, 3/11 C.da Campiglione 63023 - FERMO - FM Tel. 0734 605067 amministrazione@taosystem.eu

Via Monte Erice, 8/A 00141 - ROMA - RM Tel. 06 87195666 roma.diffusione@tiscali.it SARDEGNA Via Luigi Gazzotti, 220 41122 - MODENA - MO Tel. 059 284163 info@ladybird.it ABRUZZO

Viale Pescara, 504 66100 - CHIETI SCALO - CH Tel. 347 8274823 giuseppeaventaggiato@hotmail.it PUGLIA ESTETICA A.D.F.

Via Molfettesi Del Venezuela, 30 70056 - MOLFETTA - BA Tel. 080 3387069 info@adfestetica.it

Via E. Berlinguer, 22/T 84018 - SCAFATI - SA Tel. 081 8563316 info@elgife.it BASILICATA - CALABRIA Via Luigi Gazzotti, 220 41122 - MODENA - MO Tel. 059 284163 info@ladybird.it SICILIA Via Principe di Palagonia, 112 90145 - PALERMO - PA Tel. 091 7300206 dciambra@libero.it HESTETA SRL

Via Cave Villarà, 25 95124 - CATANIA - CT Tel. 095 7316264 hesteta@email.it

BEAUTYCHARME

Strada Pedagno, 88/B/D 46044 - GOITO - MN Tel. 0376 605357 beautycharme@libero.it

KYLUA

Kylua Srl

Via Martiri di Felisio, 290 48014 - CASTEL BOLOGNESE - RA Tel. 0546 656886 Fax 0546 652908 info@kylua.it www.kylua.it LADY NAIL

Lady Nail

Via Ferrante Imparato, 198 80146 - NAPOLI - NA Tel. 081 267618 www.ladynail.it

128

BEAUTY FORUM NAILPRO 5/2015

Azienda italiana con esperienza ventennale. Il suo laboratorio R&D offre una ricca linea professionale di Gel UV per i sistemi trifasico e monofasico, ma anche Gel French, lo smalto permanente Ad infinitum Gel, gli smalti UV KyLac e KyFly (sistema flake-off). Completano l’offerta smalti, apparecchiature, accessori, merchandising e articoli da rivendita.

Lady Nail è diventato un brand di riferimento nel settore della ricostruzione unghie grazie alla costante ricerca e attenzione verso le esigenze delle onicotecniche. La qualità dei prodotti è certificata da tutti coloro che li scelgono ogni giorno: a loro è dedicato l’impegno costante dell’azienda nel migliorarsi e innovarsi.


nail guide MISS KY

Miss Ky

Via dell’Industria, 78 48014 - CASTEL BOLOGNESE - RA Tel. 0546 55907 Fax 0546 652908 info@missky.it www.missky.it

NAILSWORLD

Nailsworld

di Claudio Capparuccia Via dell’industria, 303/B 62014 - CORRIDONIA - MC Tel. e Fax 0733 281953 info@nailsworld.it www.nailsworld.it

NAILTECH

Prodotti Made in Italy per la bellezza delle unghie: Adesioni, Gel Costruttori, Gel Monofasici, colori French, Smalti Gel UV, sigillanti, gel per la ricostruzione delle unghie dei piedi; ma anche apparecchiature professionali, accessori, prodotti di vendita (smalti e curativi) e una formazione completa con supporto tecnico qualificato.

Nailsworld di Claudio Capparuccia racchiude tutti i vari aspetti del mondo delle unghie: dalla ricostruzione in gel e acrilico alla NailArt, dalla distribuzione dei prodotti alla formazione, con corsi di formazione e Master di specializzazione. Il titolare Claudio Capparuccia è Master nazionale e Educator ufficiale Odyssey Nail System.

Nail Tech

OPI

Via dell’Industria, 80 48014 - CASTEL BOLOGNESE - RA info@nailtech.it www.nailtech.it

Nail Tech produce prodotti per la ricostruzione delle unghie per conto terzi. È presente nel mercato nail, nel quale commercializza la sua linea omonima. Partecipa alle più importanti fiere di settore di livello nazionale e internazionale.

Sifarma S.p.A.

OPI, brand leader nella cura delle unghie e delle mani, dal 1981 ha rivoluzionato l’industria della bellezza. Utilizzato nei migliori saloni professionali del mondo e preferito da celebrità come Madonna, Jennifer Lopez, Angelina Jolie, OPI è distribuito in esclusiva per l’Italia per il canale professionale da Sifarma S.p.A.

Via F. Brunelleschi, 12 20146 - MILANO - MI Tel. 02 422015321 opi@sifarma.it www.sifarma.it

ORLY

Ladybird House Srl

Via Luigi Gazzotti, 220 41122 - MODENA - MO Tel 059 284163 Numero verde gratuito 800 676 330 info@smaltiorly.it www.smaltiorly.it

ORLY è il brand numero 1 al mondo nel Trattamento e nella Bellezza delle Unghie Naturali. Fondata nel 1975 da Jeff Pink, inventore del French Manicure, vanta una cartella Colori Smalti di oltre 200 nuance, oltre a collezioni stagionali e Limited Edition.

Distributori ORLY:

PIEMONTE - VALLE D’AOSTA

LIGURIA

PROFESSIONAL BEAUTY LINE

MONÈ

Via Mafferia, 19 13885 - SALUSSOLA - BI Tel. 015 2583015 info@professionalbeautyline.it

Via Galata, 124/R 16121 - GENOVA - GE Tel. 010 5536938 squeri@squeri.it LOMBARDIA ATREX

Via Giovanni Paolo II, 10

27029 - VIGEVANO - PV Tel. 0381 692339 info@atrexsrl.it BEAUTYCHARME

Strada Pedagno, 88/B/D 46044 - GOITO - MN Tel. 0376 605357 beautycharme@libero.it PAMAG

Piazza Pontida, 14 24128 - BERGAMO - BG Tel. 035 244637 info@pamag.it RONCHI COSMETICI

Via Catullo, 4 20841 - CARATE BRIANZA - MB Tel. 0362 634900 amministrazione@ronchicosmetici.it

\ NAILPRO.IT

129


nail guide TRENTINO ALTO-ADIGE PUNTO 3C

Via della Cooperazione, 113 38123 - MATTARELLO - TN Tel. 0461 945077 info@punto3c.com VENETO

LADYBIRD HOUSE

Via Luigi Gazzotti, 220 41122 - MODENA - MO Tel. 059 284163 info@ladybird.it TOSCANA - UMBRIA CAP DIFFUSION

BEAUTYCHARME

Strada Pedagno, 88/B/D 46044 - GOITO - MN Tel. 0376 605357 beautycharme@libero.it

Via G. Benucci, 151/D 06135 - PONTE SAN GIOVANNI - PG Tel. 075 393856 info@capdiffusion.com MARCHE

PAOLO VELO & YOU

TAO SYSTEM

Via A. Volta, 16 36063 - MAROSTICA - VI Tel. 0424 470014 paolovelo.paolo@alice.it EMILIA-ROMAGNA APPEL

Via Pietrarubbia, 32/G 47900 - RIMINI - RN info@appelonline.it

ROBYNAILS

Via Conventati, 3/11 C.da Campiglione 63023 - FERMO - FM Tel. 0734 605067 amministrazione@taosystem.eu LAZIO

SARDEGNA

CAMPANIA

LADYBIRD HOUSE

ELGIFE

GIUSEPPE AVENTAGGIATO

LADYBIRD HOUSE

ESTETICA A.D.F.

CD COSMETICI

Via Luigi Gazzotti, 220 41122 - MODENA - MO Tel. 059 284163 info@ladybird.it ABRUZZO Viale Pescara, 504 66100 - CHIETI SCALO - CH Tel. 347 8274823 giuseppeaventaggiato@hotmail.it PUGLIA Via Molfettesi del Venezuela, 30 70056 - MOLFETTA - BA Tel. 080 3387069 info@adfestetica.it

ROMA DIFFUSIONE COSMETICI

Via Monte Erice, 8/A 00141 - ROMA - RM Tel. 06 87195666 roma.diffusione@tiscali.it

BG, BS, MN, VR MASTER NAILS ITALIA

di Ornella Armati Via Colombare di Castiglione, 5 25015 - DESENZANO DEL GARDA - BS Tel. 030 8362608 - 348 2820674 info@masternailsitalia.it

130

BEAUTY FORUM NAILPRO 5/2015

HESTETA

Via Cave Villarà, 25 95124 - CATANIA - CT Tel. 095 7316264 hesteta@email.it

Tenne Italia

Tenne Italia rappresenta un’azienda dalle caratteristiche uniche nel settore estetico. Si pone come obiettivo la realizzazione del successo dei propri clienti attraverso la fornitura di prodotti d’alto livello, promuovendo e sviluppando nel mercato dell’estetica i valori in cui crede: professionalità, qualità, garanzia, formazione.

Bosj Srl

Trebosi: una lunga storia di impegno e professionalità. Affonda le sue radici negli anni ’50, si specializza in strumenti per manicure e pedicure e si espande nel settore dell’estetica e della ricostruzione unghie. Oggi è una delle realtà più dinamiche e affidabili, un punto di riferimento per le professioniste e per chi vuole diventarlo.

Via Careno, 3 21040 - VEDANO OLONA - VA Tel. 0332 402094 Fax 0332 402390 contatti@bosj.it www.trebosi.com Distributori Trebosi:

Via Principe di Palagonia, 112 90145 - PALERMO - PA Tel. 091 7300206 dciambra@libero.it

L’intensa attività dei laboratori R&D di RobyNails offre prodotti sempre all’avanguardia. Studiato per semplificare il lavoro alla professionista, l’apprezzato Original Gel System RobyNails è sinonimo di qualità. Obiettivo primario dell’azienda è la soddisfazione del cliente, ottenuta grazie a un servizio di assistenza chiaro e competente.

Viale Elvezia, 33 20900 - MONZA - MB Tel. 039 2260237 info@tenneitalia.com www.tenneitalia.com

TREBOSI

Via Luigi Gazzotti, 220 41122 - MODENA - MO Tel. 059 284163 info@ladybird.it SICILIA

RobyNails Srl

Res. Portici Milano Due 20090 - SEGRATE - MI Tel. 02 26419807 Fax 02 36510274 clienti@robynails.it www.robynails.it

TENNE

Via E. Berlinguer, 22/T 84018 - SCAFATI - SA Tel. 081 8563316 info@elgife.it BASILICATA - CALABRIA


TUTTI I COLORI SONO DISPONIBILI IN NAIL LACQUER E GELCOLOR

#OPIVENICE

SIFARMA S.p.A. è distributore ufficiale per il canale professionale - www.sifarma.it - opi@sifarma.it - Tel. 02.4220151

COLORI DA SINISTRA A DESTRA: A GREAT OPERA-TUNITY • IT’S A PIAZZA CAKE • WORTH A PRETTY PENNE • TIRAMISU FOR TWO • AMORE AT THE GRAND CANAL • GIMME A LIDO KISS • BE THERE IN A PROSECCO • I CANNOLI WEAR OPI • GELATO ON MY MIND • PURPLE PALAZZO PANTS • O SUZI MIO • MY GONDOLA OR YOURS? • VENICE THE PARTY? • BAROQUE...BUT STILL SHOPPING! • ST. MARK’S THE SPOT

LA MODELLA INDOSSA “MY GONDOLA OR YOURS?” #1 NEI SALONI DI TUTTO IL MONDO


Nailpro Settembre/Ottobre 2015  

La Rivista per i Professionisti di NailDesign

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you