Page 1

EURO 6,50 www.beauty-forum.it anno 2

Poste Italiane S.p.A. Spedizione in Abbonamento Postale Aut. n° NO02606/2016 – Periodico ROC

EDIZIONE ITALIA - 5/2017 For Professional Use Only

MISSIONE: PELLE perfetta


STARVAC offre un'ampia gamma di tecnologie brevettate, dall’originale massaggio endodermico SP Original all’innovazione esclusiva dello Stretching Cellulaire® che si evolve offrendo nuove modalità di utilizzo per il viso e per il corpo.

Noleggio o acquisto? Inserisci subito nella tua cabina una tecnologia STARVAC e poi hai 12 mesi per decidere!

STARVAC EXPERTISE DISPOSITIVI INNOVATIVI INTELLIGENTI

Grazie al dipartimento «ricerca e sviluppo», la nostra tecnologia evolve costantemente ogni giorno da più di 40 anni. STARVAC deposita con regolarità nuovi brevetti (27 fino a oggi).

COSMESI PROFESSIONALE DEDICATA

Una cosmesi professionale Made in France accuratamente elaborata. Principi attivi di qualità che, stimolati dalle azioni dei meccanismi tecnologici, agiscono in profondità nel cuore delle cellule.

PROTOCOLLI PROFESSIONALI

Combinano azioni mirate studiate per attivare le funzioni biologiche del corpo umano. Ciascun protocollo è definito in funzione delle esigenze proprie di ogni cliente. Trattamento personalizzati per risultati su misura.

Un esclusiva Euracom - Via dei Pestagalli 27 - 20138 Milano Tel. 02 50 29 70 - Fax 02 58 01 96 98 info@euracom.it - www.euracom.it


EDITORIALE IN OGNI NUMERO

Onestà

INTELLETTUALE Non perdere il numero di Set/Ott 2017 di Nailpro. Al suo interno troverai:

Focus

Essere onicotecnica oggi: una visione d’insieme sulla professione

Workshop

Le 8 punte per fresa che non dovrebbero mai mancare nel kit di lavoro

Business

Le dirette social come strumento per dare nuovo impulso al proprio nail business ...e molto altro ancora! www.nailpro.it

Negli ultimi mesi si è molto sentito parlare degli analfabeti funzionali, persone che tecnicamente sono capaci a leggere ma che hanno forti difficoltà a capire anche testi semplici. L’Italia non ne esce molto bene, fanalino di coda a livello internazionale. I numeri possono essere letti in modo molto differente, ma soprattutto non esiste un confine netto tra chi è analfabeta funzionale e chi non lo è: ci sono vari livelli di difficoltà nel capire quanto letto. Per questa ragione è possibile che abbiate incontrato percentuali relative agli analfabeti funzionali molto differenti tra di loro, che vanno dal 28% al 48%. Non c’è nulla di cui essere orgogliosi per il posizionamento dell’Italia, ma ci tengo a sottolineare che le differenze percentuali con i Paesi paragonabili al nostro si gioca su qualche punto e che non ci troviamo quindi di fronte ad un mondo di geni vivendo in un Paese di analfabeti. Come potete immaginare, i superesperti che popolano il mondo del web e non solo sono corsi a leggere e manipolare i numeri di questo fenomeno in modo quantomeno originale al fine di avvalorare le proprie tesi, arrivando in alcuni casi ad affermare che un analfabeta funzionale non è in grado di capire quando gli si parla, aspetto assolutamente non valutato da questa indagine. Il vero impoverimento culturale risiede in questi disonesti che snaturano i dati di una ricerca seria la quale, in quanto ricerca sociale, è passibile di essere interpretata, ma non manipolata in modo scorretto. Soggetti che normalmente hanno come pregio non la competenza di quello di cui parlano, ma semmai la capacità di stare su un palco e di tenere l’attenzione del pubblico. Questo è solo un esempio, ma potrebbero essercene molti altri: cercate sempre di valutare con attenzione la professionalità e la competenza delle persone che incontrate sul web e nella vita professionale. Buona lettura.

Loris Sparti loris@zeroventi.com

BEAU T Y - FO RU M . I T

3


Puoi cambiare solo te stessa, ma questo cambierĂ ogni cosa.


Sommario

N° 5/2017

IN COPERTINA: kiuikson / shutterstock.com

10

18

IN OGNI NUMERO 008  Forse Non Tutti Sanno Che

BEAUTY & CARE 010  Ops, che Pasticcio! Cause e rimedi ai più comuni errori di bellezza delle clienti 016

News

018

Preso Troppo Sole? Trattamenti post-vacanze per la pelle stressata dal sole

022

News

024

L’Orologio della Pelle La cronobiologia applicata al mondo dei cosmetici

027

News

028

L’Unione Fa la Forza Microdermoabrasione, vacuum e ultrasuoni: un mix vincente

031

News

032

Il Lifting del Vampiro Un nuovo alleato anti-rughe: il plasma sanguigno

036

In Forma Perfetta Guida al trattamento di unghie e cuticole dei piedi

038

Lusso ed Efficacia OPI presenta ProSpa, la linea per manicure e pedicure di lusso

040

Depurarsi Naturalmente Trattamenti “detox”: semplice moda o vera fonte di benessere?

042

News

BEAU T Y - FO RU M . I T

5


DOSSIER 046  MISSIONE: PELLE PERFETTA La scelta del trattamento estetico in base al dermotipo della cliente 048  L’Importanza dell’Analisi Secca, grassa, mista? Le caratteristiche dei diversi tipi di pelle 052  Super Pulito La corretta routine di detersione per ogni dermotipo 056  Liscia come Porcellana Focus sui pori dilatati: cosa li causa e come si interviene 060  Il Trucco C’è, Ma Non Si Vede Il make up come alleato per nascondere le imperfezioni del viso

STYLE 062  I Colori dell’Autunno Le tendenze colore per la manicure autunnale 066  News 068  Red Passion Occhi e labbra come armi di seduzione nello step by step di PaolaP 071  News

46 62

LIFE & WORK 072  Clienti Diversi, Approcci Diversi Come relazionarsi al meglio con 3 particolari tipologie di cliente 078  Appuntamento Saltato, Che Si Fa? Strategie per la gestione di ritardi e cancellazioni dell’ultimo minuto 081  News 082  Concept, Questo Sconosciuto Cosa rende un centro estetico originale e diverso dagli altri? 086  The White Medispa Un raffinato angolo di pace dove l’estetica incontra il benessere 089  News

EVENTI 090  Agenda BEAUTY FORUM 092  Monaco Capitale della Formazione 096  News

6

BEAUTY FORUM 5 /2017

72


IN OGNI NUMERO FORSE NON TUTTI SANNO CHE...

→ ? ←

PERCHÉ LE creme per gli occhi VANNO PICCHIETTATE?

Il termine medico per le macchie bianche sulle unghie è Leuconichia.

In una zona sensibile come quella del contorno occhi, i prodotti non vanno strofinati ma picchiettati, meglio se con la punta dei polpastrelli e muovendosi dall’interno verso l’esterno.

Il contorno occhi è una delle zone più sensibili del nostro corpo: qui la pelle ha uno spessore di circa 0,4 mm (molto più sottile rispetto ad altre zone come, ad esempio, le guance) e i tessuti sono particolarmente elastici e delicati. Ecco perché è molto importante non solo

8

BEAUTY FORUM 5 /2017

usare prodotti pensati apposta per quest’area, ma anche applicarli nella maniera corretta. Picchiettare il prodotto, piuttosto che spalmarlo, fa sì che questo venga assorbito più delicatamente dall’epidermide e, allo stesso tempo, che la pelle non sia sottoposta

a una tensione eccessiva. Così facendo, inoltre, si stimola il flusso sanguigno favorendo anche la circolazione linfatica e riducendo l'evidenza di occhiaie e borse sotto gli occhi. La corretta direzione di applicazione è dall'angolo interno dell’occhio verso l’esterno, punteggiando delicatamente il prodotto lungo il percorso. Sono molto utili i prodotti dotati di applicatore metallico, grazie al quale si riesce a dosare esattamente la quantità di prodotto da usare e si aggiunge un tocco di freschezza in più. Consiglio extra: chi tende a soffrire di occhi gonfi, dovrebbe tenere i prodotti per il contorno occhi in frigorifero.

Astrid Schmutzler

Estetista e formatrice, dirige da molti anni il team che si occupa di Formazione per Thalgo Cosmetic.

FOTO: OLENA YAKOBCHUK / SHUTTERSTOCK.COM

È un gesto ormai automatico: quando applichiamo una crema sul contorno occhi, lo facciamo picchiettandola. Perché?


BEAUTY & CARE

Ops, CHE PASTICCIO! QUANDO LE CLIENTI SBAGLIANO - Chi bella vuole apparire…

FOTO: RACORN / SHUTTERSTOCK.COM

dovrebbe sempre affidarsi a una professionista competente! Capita di frequente, però, che le clienti provino a “fare da sole”, provocando più danni che benefici. Previeni i loro errori di bellezza educandole al corretto mantenimento domiciliare.


BEAUTY & CARE TRATTAMENTI

L’estetista deve condividere con la cliente delle regole chiare, in modo da evitare che errori nelle cure domiciliari compromettano i risultati del trattamento.

12

BEAUTY FORUM 5 /2017

STABILISCI DELLE REGOLE È sempre il momento giusto per un’accurata e approfondita pulizia del viso. Per ingolosire la clientela, predisponi dei trattamenti intensivi che offrano risultati eccezionali e visibili fin da subito. Tra i più amati ci sono i peeling a base di acidi della frutta e la microdermoabrasione: sono entrambi trattamenti che garantiscono risultati rapidi, effettivi e visibili e che, allo stesso tempo, lasciano alle clienti una piacevole sensazione di freschezza sulla pelle. Dopo aver ricevuto questi trattamenti, le clienti dovrebbero osservare delle regole ben precise, come evitare il sole diretto, ed effettuare cure domiciliari specifiche con prodotti affidabili, ma spesso non le seguono né ascoltano i consigli dell’estetista. Come ben sai anche tu, questa mancanza rischia non solo di compromettere i risultati del trattamento, ma anche di danneggiare la pelle della cliente e di provocarle (giustificati) sensi di colpa.

I DIECI ERRORI PIÙ COMUNI Auto-diagnosticarsi il problema e cercare di porvi rimedio con prodotti scelti a caso. Il web mette a disposizione dei portali sui quali si possono eseguire delle auto-diagnosi della pelle e, a seconda del risultato, acquistare subito online una serie di prodotti “risolutivi”. Ovviamente la maggior parte di questi trattamenti fallisce miseramente, e te ne accorgi guardando le clienti che arrivano nel tuo istituto. Il bagaglio di conoscenze e di esperienza che un’estetista esperta e ben formata può vantare non potrà mai essere sostituito dall’analisi generica e superficiale fatta da un sito web, o dall’addetto di un supermercato o di una profumeria. La tua forza è la capacità di guardare all’inestetismo di una cliente e saperlo ricollegare a specifici processi che avvengono nel suo corpo, con cui hai familiarità e che padroneggi alla perfezione.

FOTO: MAYLEEN ERAERTS

Q

ual è la cliente peggiore al mondo? Quella che fa da sé ciò che invece dovrebbe fare l’estetista! Si scherza, ma non troppo: complice la disponibilità di risorse sul web, sempre più donne credono di sapere esattamente cosa succede alla loro pelle e affidano la propria salute e la propria bellezza a trattamenti faida-te, ritenendo superfluo un consulto estetico professionale. Purtroppo “Dr. Google” non sa tutto: le ricerche su internet danno qualche risposta, ma difficilmente offrono soluzioni. Va detto, d’altro canto, che dopo un trattamento soddisfacente eseguito da una professionista la cliente è più predisposta a riconoscere il valore di un consiglio da parte sua e ad apprezzarlo. Non meno importante è convincerla che la riuscita del trattamento ricade non solo su di te in quanto estetista, ma anche su di lei e su quanto sarà disposta a collaborare per ottenere gli esiti sperati.


TRATTAMENTI BEAUTY & CARE

Intervenire in modo sbagliato sul proprio viso a casa. Alla cliente deve essere ben chiaro che è assolutamente vietato intervenire sulle imperfezioni del proprio viso in autonomia: è controproducente e non le permetterà di ottenere i risultati che desidera. Indubbiamente la pulizia della pelle dalle impurità è fondamentale per un aspetto bello e sano, ma sarebbe meglio lasciarla fare a mani esperte. La maggior parte delle clienti, infatti, “spreme” le proprie imperfezioni senza prima aver pulito la pelle, e a mani nude. In questo modo, la pelle si ferisce e, nel peggiore dei casi, si rischia che le imperfezioni continuino a proliferare per mesi (se non per anni); a quel punto, sarà difficile trovare una soluzione miracolosa! Strofinare a più non posso. Esistono clienti convinte che, per essere efficace, un trattamento estetico debba essere eseguito con vigore ed energia, e provocare una certa dose di dolore. È probabile che queste clienti seguano la stessa filosofia operativa anche nella loro beauty routine domestica, quando magari si lavano il viso, rimuovono il trucco o eseguono un trattamento esfoliante sotto la doccia. In realtà, un approccio aggressivo non è la soluzione definitiva ad alcun problema ma, anzi, è l’esatto opposto. In questi casi, spesso la soluzione è fornire alla cliente un prodotto in grado di conciliare l’effetto di cui ha bisogno con il suo “approccio” personale. Potresti ad esempio, suggerire un delicato peeling enzimatico domiciliare invece di quello granuloso, più aggressivo. Ignorare le indicazioni fornitele. Per ottenere un risultato degno di nota in seguito a un trattamento estetico serve anche la collaborazione della cliente. Se però quest’ultima non rispetta le indicazioni che le hai fornito per il mantenimento domiciliare, non raggiungerà mai i risultati che sogna!

Non informare l’estetista. Questo accade spesso quando si tratta di segnalare i medicinali che si assumono, o in caso interventi estetici come Botox, filler di acido ialuronico o lifting. Il trend delle iniezioni è ormai diventato socialmente accettato, tanto che alcune clienti arrivano in istituto richiedendo ogni sorta di trattamento senza preoccuparsi minimamente, ad esempio, delle eventuali controindicazioni di un lifting in relazione ai farmaci che assume quotidianamente, o senza chiedersi se sia salutare eseguire un trattamento invasivo (come una sessione di microneedling) a poca distanza da un’iniezione di Botox. Come estetista devi essere sempre molto attenta e concentrata e invitare la cliente a fornirti tutte le informazioni che possono servirti per garantirle una seduta sicura ed efficace.

LA CLIENTE FA COMUNQUE QUELLO CHE LE PARE? In questo caso, l’unica cosa che puoi fare è parlarle chiaramente. Fallo con schiettezza, senza timore di risultare indelicata. Spiegale senza mezzi termini che il problema principale, ciò che le impedisce di raggiungere i risultati sperati, è proprio lei. La sua pelle non cambierà se continuerà a permettere a mani non professioniste (o alle proprie) di “lavorare” sul suo viso o sul suo corpo, né ci saranno mai miglioramenti se non comincerà a seguire pedestremente le tue indicazioni.

Assumere alcol e nicotina. Tutte le donne attribuiscono un grande valore all’apparire fresche e giovani, per questo non sorprende che molte si sottopongano a trattamenti antiage anche molto invasivi. Quando si percorre questa strada, però, la cliente dovrebbe collaborare attivamente, rinunciando al quotidiano bicchiere di vino o alla solita sigaretta. Per convincerla, prova a dirle che queste rinunce la aiuteranno anche a dimagrire e a rimanere in forma. Tutto fa brodo! Bere poco e mangiare male. Quando le clienti sono soggette a rughe, pustole, pelle rilassata o particolarmente secca, la colpa non è da ricercarsi solo in una beauty routine sbagliata. Anche l’alimentazione gioca un ruolo fondamentale nella bellezza della pelle! Chi soffre di acne o di altre patologie cutanee può ottenere buoni miglioramenti associando al protocollo estetico un programma alimentare adeguato, che includa un abbondante consumo di acqua. Durante il consulto iniziale con la cliente, chiedile quali siano le sue abitudini alimentari e assicurati di farle capire l’importanza di una dieta equilibrata. Saltellare da un prodotto all’altro. Nel migliore dei casi, la tua cliente a casa usa solamente i prodotti acquistati nel tuo istituto ed espressamente suggeriti da te. In questo modo, se i risultati sperati dovessero tardare ad arrivare, sarà facile per te valutare quale potrebbe esserne la ragione e in che modo “correggere il tiro”, aggiungendo, eliminando o sostituendo uno o più prodotti domiciliari. Se invece la tua cliente non utilizza i prodotti del tuo istituto (o non esclusivamente quelli), è possibile che i risultati si facciano attendere più a lungo del previsto. Quando proponi alla cliente dei prodotti specifici per l’uso domiciliare, spiegale in modo dettagliato in che modo andranno ad agire sulla sua pelle e perché le consigli quelli e non

BEAU T Y - FO RU M . I T

13


BEAUTY & CARE TRATTAMENTI

altri. Alcune clienti, poi, tendono a dimenticarsi in fretta dei progressi ottenuti e vogliono provare continuamente nuovi prodotti. Niente di più sbagliato! Tieni traccia di ogni miglioramento nella documentazione personale della cliente e usala come “memo” quando ti sembrerà che voglia deviare dal programma che avete concordato.

Dopo un trattamento a base di acidi della frutta o una seduta di microdermoabrasione, la cliente deve evitare di esporsi al sole diretto. Non avere paura di ribadirlo più volte!

Dimenticarsi di usare i prodotti. Possono essere i migliori prodotti sul mercato, ma se rimangono chiusi nell’armadietto del bagno non avranno alcun effetto. Il più delle volte, le clienti non utilizzano i pro-

TRATTAMENTO A BASE DI ALFA-IDROSSIACIDI CON ULTRASUONI (3 sedute consigliate) Descrizione

Durata

Detersione (doppia pulizia)

10 min.

Microdermoabrasione

15 min.

Peeling agli alfa-idrossiacidi (preparazione, acidi della frutta, neutralizzazione) Siero/Ultrasuoni* Trattamento di chiusura

5 min. 15 min. 5 min.

* Durante il trattamento si possono usare particolari maschere in cellulosa già imbevute di principio attivo, che sono piacevolmente fresche e sostituiscono il gel per ultrasuoni. I residui in eccesso possono essere massaggiati con il manipolo del macchinario fino a completo assorbimento.

14

BEAUTY FORUM 5 /2017

dotti che fornisci loro per un motivo molto semplice: se ne dimenticano, o non ricordano l’ordine o la frequenza con cui devono applicarli. A scanso di equivoci, spiega in modo chiaro e preciso le modalità d’impiego già dalla prima seduta; se vuoi andare ancora più sul sicuro, metti tutte le indicazioni per iscritto. Quando i prodotti da utilizzare sono tanti, il rischio di “perdersi” è alto. Per evitare questo problema, tieni conto anche delle abitudini quotidiane della cliente a cui li stai vendendo (ad esempio: quanto tempo ha al mattino da dedicare a se stessa? Quanto alla sera?). Conducila verso il trattamento completo in modo graduale, altrimenti la sua frustrazione per aver comprato dei prodotti così cari sarà tale che, alla fine, non li userà comunque.

Mayleen Eraerts

Estetista, dirige un istituto a Barsinghausen, in Germania. È specializzata in cosmesi antiage ed esperta di ingredienti cosmetici.

FOTO: MAYLEEN ERAERTS

Esporsi al sole con noncuranza. Spesso le clienti si preoccupano della protezione solare solo in previsione di una vacanza al mare. Peccato, però, che le prime scottature si prendano quando si fanno i lavori in giardino in primavera! Purtroppo le clienti si impressionano poco e di rado quando spieghi loro il rischio di malattie cutanee e melanomi causati da una scorretta esposizione al sole. Un argomento che sembra avere maggiore presa è la paura delle rughe: insisti sul fatto che usare una protezione solare eviterà danni alle cellule cutanee e che non bisogna aspettare che sia piena estate per proteggersi adeguatamente. Già dopo un trattamento estetico che prevede, ad esempio, un peeling intenso, la cliente non deve dimenticarsi la protezione!


ABBIAMO REINVENTATO I TRATTAMENTI MANI E PIEDI...SIETE PRONTI? Nasce la nuova linea OPI Pro Spa. Sviluppata da dermatologi, con l’esclusiva formula di attivi quali burro di cupuaçu, estratto di the bianco e peptidi, per manicure & pedicure di qualità ed efficacia.

opi@sifarma.it • opiitalia.it


BEAUTY & CARE NEWS

1 Cerimonia Viso Riequilibrante

1

Purlés • Una gamma di trattamenti complessi a base di Acido Salicilico, estratto di Lievito o di Bardana, per un’azione mirata sulle cause dell’acne: cheratosi anomala, sovrapproduzione di sebo, eccessiva proliferazione batterica e secchezza della pelle. Le formulazioni rispondono alle esigenze delle specifiche parti del viso, rassodandolo e idratandolo. www.purles.it

2 Pâte Grise Masque Charbon Payot • Maschera nera dal potere opacizzante, ultra assorbente e anti-imperfezioni, purifica con delicatezza, svolge un’azione detossinante e opacizza la pelle grazie a un pool di potenti principi attivi mirati, tra cui estratto di Zinco, estratto di Menta del Cile, Carbone naturale e Caolino. La pelle ritrova splendore e freschezza, le imperfezioni sono come cancellate e la loro ricomparsa attenuata. www.payot.com

2 3

3 Gel Pureté Matis • Gel formulato per rispondere ai problemi specifici delle pelli miste e grasse con il primo gesto di bellezza, la detersione. Due le tecnologie purificanti, che agiscono in sinergia: Matisebo System, con azione regolatrice della secrezione sebacea, e Acido Glicolico Stabilizzato (esclusiva Matis), con azione esfoliante delicata, per una pelle subito più fresca e uniforme. www.matis-paris.it

4 Metodi Soin

4 16

BEAUTY FORUM 5 /2017

Revivre • Per soddisfare il desiderio di bellezza, giovinezza e luminosità della pelle del viso, Revivre ha ideato tre lussuosi trattamenti: i metodi Soin, che celebrano l’essenza di ogni donna grazie a step semplici ed efficaci. Soin Vitalité restituisce vitalità e giovinezza alla pelle; Soin Densitenseur dona nuovo tono ed elasticità al viso; Soin d’Oxygène ossigena la pelle, la protegge dai radicali liberi e attenua i segni del tempo. www.revivre.it


NEWS BEAUTY & CARE

5 Arctica PhysioNatura • Linea dermopurificante che idrata e protegge la pelle del viso dagli agenti atmosferici grazie alla presenza di attivi come il phycosaccharide APG estratto dall’alga “Skin”, capace di creare una pellicola protettiva invisibile. Acne e punti neri trovano un avversario deciso negli estratti di Bardana e Propoli che, oltre ad avere funzione antibatterica, contrastano efficacemente l’effetto lucido. www.physionatura.it

5

6 Hydramemory Eye Gel Comfort Zone • La linea Hydramemory si rinnova e si completa con l’introduzione di un quinto prodotto: un gel occhi idratante e rinfrescante, ideale per chi passa molte ore al computer, prima e dopo i viaggi in aereo e per chi porta le lenti a contatto. Con estratto di Mela Mediterranea, ricca di polifenoli antiossidanti, Eye Gel dona sollievo agli occhi stanchi segnati da borse e occhiaie. L’applicatore in metallo assicura una stesura piacevole e funzionale. www.comfortzone.it

6 24.7 NaturalBalance Bioline Jatò • Prevenire è meglio! Da questa premessa nasce 24.7 NaturalBalance, linea cosmetica in grado di riequilibrare gli elementi essenziale per la pelle mantenendola giovane più a lungo. Ciò è possibile grazie a una combinazione di principi attivi naturali estratti da piante, gemme e fiori: un vero e proprio bouquet che nasce e vive nella stessa terra di Bioline Jatò, il Trentino Alto Adige. La linea di compone di una gamma di prodotti trasversale e ideale per tutti, uomini e donne di ogni fascia d’età; accanto alle referenze domiciliari, caratterizzate da un’ampia versatilità di utilizzo, trova posto un trattamento professionale ad hoc, studiato per giocare d’anticipo sulle cause dell’invecchiamento cutaneo e per agire sui segni causati da stanchezza e stress. www.bioline-jato.com

BEAU T Y - FO RU M . I T

17


BEAUTY & CARE TRATTAMENTI STAGIONALI

LA PELLE DOPO L’ESTATE - Quando il sole dell’estate è ormai un ricordo,

ecco arrivare puntuali nel tuo istituto clienti che, a giudicare dalla loro pelle, ne hanno chiaramente preso troppo. Ecco come riconoscere i danni provocati dal sole e cosa fare in cabina per porvi rimedio.

18

BEAUTY FORUM 5 /2017

FOTO: DUNDANIM / SHUTTERSTOCK.COM

PRESO TROPPO Sole?


TRATTAMENTI STAGIONALI BEAUTY & CARE

Se la pelle della tua cliente presenta delle vesciche, sei davanti a un’ustione solare grave che non spetta a te trattare. Invita la cliente a rivolgersi subito a un medico. Lo stesso discorso vale anche nel caso della cosiddetta “insolazione”: chi ne viene colpito si ritrova in uno stato di confusione e potrebbe anche svenire. Questo è un caso di assoluta emergenza.

T

ra i danni provocati dall'esposizione solare distinguiamo quelli immediati e quelli a lungo termine, così come quelli causati dai raggi UV-A e dai raggi UV-B.

RAGGI UV-A Penetrando in profondità all’interno della pelle, i raggi UV-A danneggiano il DNA e i fasci di collagene ed elastina. I loro effetti non sono visibili da subito; una generica sensazione di secchezza può essere il primo segnale di un problema in profondità, ma il danno vero e proprio diventerà evidente solo dopo molto tempo. Ecco perché l’eccessiva esposizione ai raggi UV-A viene in genere riconosciuta troppo tardi. A questi raggi vengono attribuiti gli ormai diffusi casi di “allergia al sole”, oltre allo sviluppo della fotosensibilità. Le reazioni ai prodotti cosmetici con filtro solare sono invece scatenate dai raggi UV-B.

sata, può essere trattata in cabina estetica osservando alcuni semplici accorgimenti: si possono eseguire trattamenti rinfrescanti (come maschere a base di alghe o collagene, o applicazioni di acido ialuronico in fiale) mentre, finché gli arrossamenti non saranno scomparsi, è meglio sospendere quelli che prevedono uno sfregamento (come i peeling o i massaggi). Un altro problema che si manifesta spesso dopo l’esposizione solare sono le iperpigmentazioni cutanee. I fattori che provocano la comparsa di macchie sulla pelle sono numerosi,

la maggior parte dei quali collegata a una dose di sole eccessiva; per le donne si aggiungono cause concomitanti come l’assunzione di alcuni contraccettivi o l’uso di profumi con ingredienti fotosensibili. Altri fattori scatenanti non legati al sole sono da ricercare in certi medicinali, in talune patologie cutanee (come l’acne) e nelle punture d’insetto.

DANNI SOLARI IMMEDIATI Per ridurre gli effetti di una scottatura solare, puoi fare ricorso a sostanze rinfrescanti e combinarle con

TRATTAMENTO PER I DANNI SOLARI IMMEDIATI Qualunque tipo di pelle, dopo l’esposizione solare, ha molta “sete”: qualunque principio attivo idratante, quindi, è il benvenuto. Predisponi un trattamento doposole a partire da questi step. Trattamento

RAGGI UV-B Diversamente da quanto accade con i raggi UV-A, i danni causati dai raggi UV-B sono evidenti fin da subito. Questi raggi sono i responsabili dell’aumento dei melanociti nella pelle - e, di conseguenza, della nostra abbronzatura -, ma sono anche quelli che causano le scottature. Se la pelle esposta agli UV-B è arros-

Latte detergente + tonico Peeling enzimatico Fiala o concentrato di acido ialuronico (2 ml) In alternativa: gel di Aloe vera (da foglie fresche) Maschera in tessuto a base di collagene Crema/gel per il contorno occhi Trattamento di chiusura

BEAU T Y - FO RU M . I T

19


BEAUTY & CARE TRATTAMENTI STAGIONALI

TROPPO SOLE? ECCO COSA PROVOCA Danni immediati: – Scottature (con o senza vesciche) – Allergie solari (“Acne di Maiorca”) Danni a lungo termine: – Invecchiamento della pelle (rughe). – Sviluppo di tumori cutanei (melanoma, basalioma, spinalioma, cheratosi solare). – Sviluppo di iperpigmentazioni. – Malattie agli occhi. – Indebolimento del sistema immunitario.

prodotti idratanti. L’essenziale è evitare di sfregare la pelle, almeno fino a quando l’arrossamento non sarà passato. Principi attivi rinfrescanti e riparatori: – Aloe vera – Pantenolo/Pro-vitamina B5 – Alghe – Acido ialuronico – Fibre di collagene – Ectoina Aloe vera Impiegato in moltissimi trattamenti estetici, il gel di Aloe vera agisce lenendo le infiammazioni, guarendo le ferite e stimolando le difese immunitarie. Pantenolo/Pro-vitamina B5 Il Pantenolo aumenta la capacità della pelle di trattenere l’idratazione, ne migliora l’elasticità e ne favorisce il rinnovamento cellulare. Inoltre, il Pantenolo possiede proprietà che alleviano la sensazione di bruciore, calmano le infiammazioni e favoriscono la guarigione delle ferite. Alghe L’industria cosmetica ha scoperto già da molto tempo le proprietà rigeneranti delle alghe e le ha inserite nelle formulazioni di diversi prodotti. Particolarmente rinfrescanti e rigeneranti sono le maschere a base di

20

BEAUTY FORUM 5 /2017

alginato. Acido ialuronico L’acido ialuronico a catena corta e a basso peso molecolare penetra velocemente nella pelle e porta con sé in profondità una dose importante di idratazione. L’acido ialuronico a catena lunga e ad alto peso molecolare, invece, si adagia sulla pelle come una pellicola, riduce le piccole rughe e protegge dalla perdita di acqua transepidermica. Fibre di collagene Questo “tessuto - non tessuto” viene prodotto usando del collagene bovino nativo liofilizzato. La maschera va ritagliata seguendo la forma del viso e imbevuta di acqua o di un altro preparato cosmetico liquido (come prodotti in fiala o sieri). Si liberano, così, le particelle di collagene dal tessuto, che danno alle sostanze semiochimiche messaggere presenti nella pelle il segnale per far partire la produzione di collagene e, con essa, la rigenerazione della pelle. Ectoina È stato dimostrato che l’ectoina aumenta la produzione e la distribuzione delle cosiddette “proteine da shock termico”, stimolando e accelerando la riparazione della pelle.

DANNI SOLARI A LUNGO TERMINE Quando si tratta di rimediare agli effetti del sole a lungo termine, bisogna lavorare su diversi fronti: da un lato è necessario preoccuparsi della ricostruzione dei fasci di collagene ed elastina, in un’ottica di prevenzione e appianamento delle rughe, dall’altro si deve provvedere alla riduzione dell’ipercheratosi (ispessimento dello strato corneo), riportando la pelle al suo aspetto “normale”. Per ridurre l’ipercheratosi solare si può fare ricorso a qualunque metodo esfoliante, dal peeling enzimatico o agli acidi della frutta alla microdermoabrasione. Questi trattamenti hanno anche una funzione rigenerante e schiarente e sono quindi fortemente indicati in caso di iperpigmentazioni e per favorire il rinnovamento della pelle. Anche tecnologie estetiche come il microneedling, la mesoporazione e le applicazioni transdermiche hanno dato buoni risultati nel campo della rigenerazione cutanea. Tutti gli altri danni a lungo termine, quelli cioè che vanno oltre l’ipercheratosi o le anomalie nella pigmentazione, devono essere assolutamente lasciati alla cura di un medico esperto. Fare diagnosi dermatologiche non rientra nei compiti dell’estetista: se noti un’anomalia importante sulla pelle della tua cliente non procedere con il trattamento e consigliale di rivolgersi al più presto a un buon dermatologo.

LE PROPOSTE DELLA RICERCA Retinol All’interno della pelle il Retinol viene trasformato in acido retinoico, che stimola la formazione di collagene e accelera il rinnovamento cellulare. Favorisce anche la “sbucciatura” e il turnover cellulare nello strato superficiale della pelle. Niacina Si tratta di una vitamina idrosolubile appartenente al gruppo delle vitami-


TRATTAMENTI STAGIONALI BEAUTY & CARE

Per i danni solari a lungo termine è particolarmente indicato l’utilizzo di tecnologie estetiche come la microdermoabrasione e la mesoporazione.

ne B. Come il suo derivato niacinammide (acido nicotinico), agisce come coenzima, stimolando i processi di riproduzione cellulare e favorendo il trasporto di segnali tra le cellule.

FOTO: RANINA MONIKA JANZ/WWW.SKINMEDICAL.DE

Peptidi I peptidi sono connettori organici formati da una catena di amminoacidi legati uno all’altro da uno speciale legame peptidico. Stimolano una moltitudine di tipi di cellule; inoltre, peptidi diversi hanno diversi effetti nei processi di rinnovamento cellulare. EGF (Epidermal Growth Factor, Fattore di crescita dell’epidermide) Si tratta di un polipeptide che entra in scena all’inizio della scissione cellulare sotto forma di “molecola segnale”. Combinato con la vitamina C, fa registrare un visibile appianamento della profondità delle rughe. Vitamina C Principio attivo anti-rughe conosciuto ormai da tempo, la vitamina C idrosolubile ha innumerevoli proprietà benefiche: è un antiossidante e aiuta la formazione di collagene, oltre ad avere un effetto schiarente. Anche le famose maschere di collagene e l’acido ialuronico sono colonne portanti dei trattamenti per i postumi del sole. Di solito, queste pelli presentano una maggiore for-

mazione di rughe e una mancanza di idratazione, che il "tuttofare" acido ialuronico è in grado di riequilibrare.

TRATTAMENTI IN CABINA Per una pelle rovinata da anni di esposizione solare scorretta si possono utilizzare con successo sia macchinari che trattamenti manuali, come quelli agli acidi della frutta. Si può anche optare per una combinazione delle due cose, abbinando ad esempio la microdermoabrasione

agli acidi della frutta. Prima di procedere, però, è imperativo assicurarsi che la combinazione che stai per usare sia già stata collaudata dal produttore e che sia in uso almeno da qualche anno. Per ottenere queste informazioni, rivolgiti al tuo rivenditore.

Ranina Monika Janz

Medico empirico, estetista specializzata in cosmesi naturale e wellness trainer, dirige l’istituto “Skin Medical” e insegna in numerosi seminari di Wellness.

TRATTAMENTO PER I DANNI SOLARI A LUNGO TERMINE Una proposta di trattamento per contrastare gli effetti dannosi a lungo termine del sole sulla pelle. Trattamento

Latte detergente + tonico Peeling enzimatico / Pre-peeling Microdermoabrasione (con cristalli) Trattamento agli acidi della frutta Maschera neutralizzante post-peeling Trattamento di chiusura

BEAU T Y - FO RU M . I T

21


BEAUTY & CARE NEWS

UNIQA DNA Foto Repair Pea Cosmetics • Nuovo trattamento quotidiano anti discromie cutanee che sfrutta l’azione sinergica di UNIQA VITAMINA C e UNIQA DNA (Definitive Natural Antiage) per contrastare macchie, ispessimenti e altri effetti visibili dell’esposizione ai raggi solari. Indicata dopo l’estate, la Vitamina C pura in monodose stimola la produzione di collagene per una pelle più elastica, compatta e uniforme, regolando inoltre la produzione di melanina, responsabile dell’iperpigmentazione, mentre l’azione foto-riparatrice dell’enzima Fotoliasi di UNIQA DNA, agendo sul DNA stesso, corregge anche i danni invisibili dei raggi UV. www.uniqapeacosmetics.it

1 Skin Brightening Serum

1

Elizabeth Arden PRO • Clienti afflitte da macchie dell’età e pigmentazione irregolare? La soluzione è nel primo e unico prodotto uniformante della pelle sviluppato con AHA Retinoid Conjugate, un’innovativa ed esclusiva combinazione di Alfa-idrossiacidi derivati dalla vitamina A. Siero innovativo e dalla gradevolissima texture setosa, è stato progettato per promuovere un incarnato luminoso e uniforme. www.elizabethardenpro.it

2 Moorbalm & Moorshower Moorcare • Tutta la forza della preziosa torba di Tiefenmoor per nutrire e idratare in profondità, rendendo la pelle morbida, levigata e straordinariamente luminosa: Moorshower e Moorbalm garantiscono una detersione delicata e bilanciata, oltre a un’ottimale idratazione, indispensabile per mantenere l’abbronzatura intatta e uniforme a lungo anche dopo la fine dell’estate. www.moorcare.ch

2 22

BEAUTY FORUM 5 /2017


NEWS BEAUTY & CARE

3 Lifting Mask & Anti-Age Mask

3

iSol • Due innovativi trattamenti di lifting & contouring in maschera di pura biocellulosa: Lifting Mask, da usare in sinergia con Overline Élite Resolution Face Lab, contiene principi attivi dalle proprietà liftanti e anti rughe e dona un’immediata compattezza e luminosità al viso; Anti-Age Mask, arricchita da fattore di crescita cellulare, ringiovanisce, ristruttura, ripara e rallenta il processo di invecchiamento cutaneo. www.isolbeauty.com

4 Vita Cura® Triple Firming Cream Repechage • Crema antiage con Acido Ialuronico a base di esclusive Alghe Marine EcoCert in grado di stimolare il turnover di pelli mature. Grazie a una tripla azione brevettata, attenua le increspature e le rughe sottili, migliorando turgidità ed elasticità. I pentapeptidi biomimetici agiscono come messaggeri migliorando il tono cutaneo, mentre i biopeptidi marini aiutano a preservare l’elasticità della pelle. www.repechage.it

4 5

5 Crème Reviderm Phyt’s • Crema da giorno per pelle spenta, stanca e asfittica, ridona luminosità grazie alla sinergia dell’Alga Marina Marrone, che stimola l’ossigenazione e la sintesi dell’energia cellulare, e l’estratto di Pepe Rosa, che attiva la microcircolazione. La sua azione idratante e i suoi attivi antiossidanti combattono i primi segni dell’età. Con base vegetale di clorofilla, la crema è 100% di origine naturale. www.arcadistribution.com

6 Glicoderm & B-Dose X Rhea Cosmetics • Glicoderm è l’alleata della rigenerazione cutanea: l’azione esfoliante dell’acido glicolico, che leviga la pelle favorendo il ricambio cellulare e la produzione di collagene ed elastina, è bilanciata da sostanze restitutive ed emollienti quali Olio di Jojoba e Burro di Cacao. Combinata con il B-Dose X Rivitalizzante, crea un vero cocktail energetico per la pelle, che appare più fine, compatta e luminosa. www.rheacosmetics.com

6 BEAU T Y - FO RU M . I T

23


BEAUTY & CARE COSMETOLOGIA

L'Orologio DELLA PELLE

CRONOBIOLOGIA - Se è noto da tempo che le funzioni del nostro organismo

variano a seconda del momento della giornata, oggi sappiamo che anche la pelle “sente” il giorno e la notte. Usa questa informazione per consigliare alle tue clienti trattamenti diurni e notturni appropriati.

24

BEAUTY FORUM 5 /2017

FOTO: ROBERT PRZYBYSZ / SHUTTERSTOCK.COM

L’efficacia di un principio attivo dipende anche dal momento della giornata in cui viene applicato. In istituto, i trattamenti in fiala sono dei veri e propri “amplificatori” di principi attivi, malgrado il loro effetto sia ancora più potente durante la notte.


COSMETOLOGIA BEAUTY & CARE

Già nel XVIII secolo gli scienziati avevano osservato dei cambiamenti nel mondo delle piante dal giorno alla notte, scoprendo che il loro comportamento è soggetto a un preciso ciclo giornaliero. Nel XX secolo la ricerca scientifica è arrivata a indagare perfino l’universo: si è scoperto che anche lì esistono dei cicli circadiani simili a quelli

O

gni persona “ticchetta” a modo suo, nel vero senso della parola: è ciò a cui ci riferiamo quando parliamo di orologio biologico. Che ci piaccia o meno, ignorarlo è impossibile: è lui a organizzare le nostre giornate e a regolare le funzioni vitali dell’organismo, comprese quelle che hanno a che fare con la nostra bellezza. Approssimativamente esistono perciò orari “migliori” per l’applicazione dei diversi principi attivi cosmetici, e anche per le diverse texture. Il nostro timer più importante si trova nel cervello e determina il “ticchettio” anche delle più piccole cellule dell’organismo. Questo processo prende il nome di “cronobiologia”: la parola “crono” viene dal greco e significa “tempo”. La cronobiologia regola, tra le altre cose, la distribuzione dell’ormone melatonina, la temperatura corporea e il metabolismo. Il ritmo più importante seguito dal nostro organismo è il cosiddetto “ritmo circadiano”, ovvero la progressione delle 24 ore che si snodano nell’arco di una giornata. La sua influenza è riconosciuta scientificamente e conoscerne le diverse fasi si è rivelato molto utile. Allo stesso modo, in medicina è stato ormai provato che il momento in cui si assume un farmaco ha una grande influenza sulla sua efficacia. Un esempio: quando ci si sottopone alla chemioterapia, si può lavorare con concentrazioni di medicinale più basse se nei giorni di sommini-

rilevati nel funzionamento dell’organismo. Per quanto riguarda il corpo umano, alla fine degli anni ‘90 i ricercatori hanno scoperto il responsabile del funzionamento del cosiddetto orologio biologico: il gene “clock”. Di recente queste scoperte hanno iniziato a essere applicate anche in ambito cosmetico.

strazione vengono rispettate determinate finestre temporali. Negli ultimi anni, complici stili di vita sempre più avversi ai ritmi naturali del nostro orologio biologico, la ricerca cronobiologica è diventata sempre più importante. Inoltre, come vedremo, ha trovato progressive applicazioni anche nel campo della bellezza, diventandone una vera e propria alleata.

TIME FOR BEAUTY Anche i processi fisiologici che avvengono nella pelle sono soggetti a influssi cronobiologici, che determinano quali compiti la pelle deve svolgere e quando: si difende dallo stress ambientale, dai radicali liberi e dalle ulteriori influenze esterne durante il giorno, si rigenera durante la notte. Oggi conosciamo con maggiore precisione quali processi cutanei sono regolati da un ritmo cronobiologico: in uno studio, ad esempio, un gruppo di lavoro in collaborazione con l’ospedale universitario “Charité” di Berlino ha scoperto la regolazione genetica del fattore di trascrizione Klf9, che influenza la scissione e la differenziazione dei cheratinociti. Ciò significa che possiamo produrre effetti benefici sulla pelle non solo scegliendo i principi attivi adatti, ma anche applicandoli al momento giusto. I principi attivi ad azione rigene-

rante vanno applicati soprattutto di notte usando maschere, creme o fiale notturne. Ciascun principio attivo ha un suo orario preferito che, se rispettato, permetterà alla tua cliente di mantenere la sua pelle perfettamente curata.

ADDIO ALLE CREME 24 ORE? Se si ha una pelle sana e giovane, una crema 24 ore va benissimo per prendersene sommariamente cura. Chi però vuole salvaguardare la propria bellezza sul lungo periodo, dovrebbe applicare un prodotto specifico anche la sera, in modo da favorire la rigenerazione cutanea notturna. Nella prima metà della notte (che va di solito dalle 23 alle 3) il sistema immunitario lavora a pieno ritmo e distribuisce gli ormoni della crescita; uno di questi è la somatropina, che regola il rinnovamento cellulare. Durante la notte, la pelle e gli altri organi si rigenerano sette volte più velocemente rispetto a quanto riescono a fare durante il giorno. Superate le 3 del mattino, il livello di questo ormone comincia di nuovo ad abbassarsi. La rigenerazione delle cellule di DNA, invece, inizia ancora prima, intorno alle ore 17. Chi vuole favorire questo processo, durante il fine settimana dovrebbe rinunciare alla vita mondana e sostituirla con un più tranquillo e comodo divano.

BEAU T Y - FO RU M . I T

25


BEAUTY & CARE COSMETOLOGIA

QUALI PRODOTTI CONSIGLIARE? • Per un’azione intensa e completa, consiglia una combinazione di trattamenti diurni e notturni, composta da ingredienti protettivi per il giorno e rigeneranti per la notte. • Oltre a creme notte, maschere e fiale, puoi consigliare altri prodotti molto ricchi e nutrienti da applicare prima di coricarsi: punta su quelli che contengono i “principi attivi notturni” elencati nel testo. • La pelle del viso non fa alcuna pausa durante la notte: aiuta a rigenerarsi quella mista e grassa con leggeri prodotti in fiala, quella secca con creme nutrienti o maschere, quella sensibile con principi attivi finemente armonizzati. • Appare evidente che, anche per consigliare un trattamento notturno, l’estetista deve poter disporre di conoscenze tecniche approfondite, da vera professionista.

QUESTIONE DI TEXTURE Anche le texture dei prodotti cosmetici si dividono tra diurne e notturne: mentre durante il giorno è preferibile applicare creme leggere e a rapido assorbimento (in fondo, dobbiamo metterci sopra il make up senza che si rovini), di notte si possono usare delle maschere specifiche o stendere creme dalla consistenza più ricca, in grado di rigenerare la pelle rinforzando al contempo la barriera lipidica cutanea. L’ideale sarebbe usare degli oli naturali, che “replicano” i lipidi naturalmente contenuti nella pelle. Alla sera questi preziosi lipidi

26

BEAUTY FORUM 5 /2017

hanno a disposizione tempo a sufficienza per essere assorbiti, magari mentre ci rilassiamo comodamente sul divano; la texture può dunque agire su un margine di tempo più ampio e donare una sensazione di benessere più intensa e prolungata, proprio come in un vero rituale di bellezza. Il presupposto per una rigenerazione efficace, comunque, è una detersione profonda, che liberi la pelle dai residui ambientali e dal make up: solo così i principi attivi notturni potranno penetrare nella pelle senza incontrare ostacoli sul loro percorso.

durante la notte, forniscono una forte spinta di energia per garantire una pelle fresca e liscia al risveglio. Anche le sostanze funzionali che stimolano la formazione di collagene, come alcuni peptidi specifici, possono aiutare la nostra pelle mentre dormiamo. Di notte, invece, possiamo tranquillamente evitare gli attivi anti-UV e anti-inquinamento, così da lasciare la pelle libera di dedicarsi completamente alla rigenerazione. Tra i principi attivi diurni troviamo gli antiossidanti e la vitamina E, che bloccano l’azione dei radicali liberi; l’Aloe vera e i broccoli, invece, proteggono in maniera eccellente dall’inquinamento ambientale.

PRINCIPI ATTIVI NOTTURNI In tema di rigenerazione cellulare notturna, hanno dato buoni risultati principi attivi come il tartufo, il “salice nero” (Salix nigra) o le alghe brune, tutti elementi che sembrano favorire i naturali processi di rigenerazione della pelle mentre dormiamo. Altri utili alleati notturni sono la vitamina A (Retinol) e il complesso di recente sviluppo noto come Retinew A16. Proprio quest’ultimo appare molto promettente: è un’evoluzione del collaudato Retinol e non solo si assorbe meglio del suo predecessore, ma è molto ben tollerato anche dalle pelli sensibili e può essere usato in dosi sedici volte superiori rispetto al Retinol. Sono stati scoperti anche diversi fitocomplessi che favoriscono la rigenerazione cutanea come, ad esempio, una combinazione di rosmarino, ginseng, ortica, castagnola (scrophularia nodosa), crescione d’acqua, acetosa, fumaria e quercia marina. Grazie agli sviluppi della ricerca, oggi si possono filtrare gli estratti di queste piante e raffinarli grazie alla biotecnologia, in modo che possano svolgere sinergicamente la loro azione rigenerativa. I significativi risultati prodotti da questi fitocomplessi li hanno resi dei veri e propri beauty assistant prima, durante e dopo operazioni di chirurgia estetica o trattamenti come iniezioni e filler. Usati

Andrea Weber

Biologa, dirige il reparto di ricerca e sviluppo dell’azienda cosmetica Babor. È autrice di numerosi articoli specialistici.

TRATTAMENTO PER LA SERA Questo trattamento può essere proposto in istituto come servizio “Happy Hour”. L’assunto di partenza è che, verso le ore 17, la pelle entra in modalità “rigenerazione”. Gli step: • Pulizia del viso con un detergente appropriato ed esfoliazione per rimuovere le cellule morte dalla pelle. • Peeling agli acidi della frutta. • Fiale. • Utilizzo degli ultrasuoni. • Maschera rinfrescante. • In chiusura di trattamento, applicazione di un prodotto rivitalizzante per occhi e viso. Durata: dai 70 agli 80 minuti.


NEWS BEAUTY & CARE

1 Masque Crème Fouettée Matis • La nuova esclusiva di Matis è una maschera professionale dalla fragranza delicata di fiori di cotone e dall’inedita texture leggera e generosa. Grazie alle sue proprietà nutrienti, idratanti e addolcenti, ripara e nutre la pelle affaticata e spenta, aiuta a limitare la perdita d’acqua preservando il tasso di idratazione e dona alla pelle un’incredibile sensazione di benessere e un aspetto vellutato e luminoso. www.matis-paris.it

1

2 Concentré Éclat & Ânti Age Express J14 LPG • Integratore alimentare anti-aging super concentrato a base di due piante dalle rinomate proprietà anti-invecchiamento come Mirabolano e Astragalo, unite al Coenzima Q10, all’Acido Ialuronico, al Collagene Marino idrolizzato, alla Vitamina E, al Selenio e al Succo di Carota. Assunto puro o diluito in acqua una volta al giorno per 14 giorni protegge le cellule, rallenta il processo di invecchiamento cutaneo, aiuta a preservare le difese naturali della pelle e svolge un’intensa azione antiossidante. www.endermologie.com

2

ADD++ Natì • Dall’avanguardia cosmetica Natì, una collezione di potenziatori funzionali che combina la più alta tecnologia formulativa e produttiva con raffinati ingredienti biopotenziati di origine vegetale. Si tratta, nello specifico, di sieri super concentrati, ognuno con una struttura inedita e incredibilmente attiva, che offrono un’azione urto completando la cura quotidiana della pelle e amplificandone i risultati. Nati per l’utilizzo durante la Fase Integrativa di ABT1.0, possono essere abbinati a tutti i trattamenti e prodotti Natì e rispettano

il rigoroso Protocollo Etico Pro-Vita del brand, che esclude PEG, parabeni, siliconi, oli minerali, glicoli aggiunti, proteine animali e coloranti sintetici. www.nati.it

BEAU T Y - FO RU M . I T

27


BEAUTY & CARE APPARECCHIATURE

L'UNIONE FA LA forza UNA PELLE PIÙ BELLA IN TRE FASI - La combinazione di microdermoabrasione,

coppettazione e ultrasuoni è un classico dei trattamenti estetici, e la nostra autrice Ljudmila Spomer la utilizza con successo nel suo centro. Ecco i benefici di questo trattamento combinato.

L

e tecnologie estetiche sono sempre più all’avanguardia, ma spesso è combinandole tra loro che si ottengono i risultati migliori. Uno dei mix di maggiore successo è quello che unisce tre fra i trattamenti estetici più efficaci e

28

BEAUTY FORUM 5 /2017

diffusi: microdermoabrasione, coppettazione (o vacuum terapia) e ultrasuoni. Il risultato è una sinergia versatile, che può essere sfruttata in istituto in numerose occasioni. I tre trattamenti sono adatti a ogni età e a ogni tipo di pelle, compresa

quella problematica; a beneficiare di questo sistema in tre fasi possono essere, ad esempio, pelli impure, couperosiche, con piccole rughe, cicatrici, o cellulite. Si tratta quindi di un protocollo adatto sia al viso che al corpo.

FOTO: BEAUTY VILLAGE

Il sistema: peeling meccanico con la microdermoabrasione (a sinistra), eliminazione delle scorie e attivazione del rinnovamento dei tessuti con la coppettazione (a destra in alto), assorbimento mirato dei principi attivi con gli ultrasuoni (a destra in basso).


COME FUNZIONA?

Microdermoabrasione: si “sparano” i cristalli fini di idrossido di alluminio sulla pelle della cliente con l’apposito manipolo, aspirandoli subito dopo; in questo modo, si riescono a rimuovere gli strati più superficiali della pelle in modo controllato. Inoltre, a seconda della durezza dei cristalli, si può determinare il livello di abrasione. Oltre a levigare visibilmente la superficie della pelle, la microdermoabrasione ha anche un effetto stimolante sul turnover cellulare. In seguito al trattamento si può riscontrare una diminuzione della profondità delle rughe e un miglioramento della micro-circolazione; inoltre, i principi attivi sono liberi di penetrare in profondità senza incontrare barriere.

Coppettazione/Vacuum: fai scorrere le coppette (di materiale plastico) su aree precise della pelle: grazie alla loro pressione pulsante, i tessuti cutanei verranno risucchiati al loro interno.


BEAUTY & CARE APPARECCHIATURE

IL SISTEMA La microdermoabrasione serve a liberare la pelle dalle impurità e dalle cellule morte. Inoltre, rinforza i fasci di collagene e di elastina e favorisce il rinnovamento cutaneo. La coppettazione (anche chiamata “cupping”) stimola la pelle, rinnova i tessuti e contribuisce a eliminare le scorie. Con gli ultrasuoni, invece, i principi attivi vengono assorbiti meglio e più in profondità, donando alla pelle un aspetto più bello. I trattamenti possono essere eseguiti anche individualmente o inseriti all’interno di qualunque protocollo viso o corpo.

Ljudmila Spomer

Estetista qualificata, dirige l’istituto di bellezza “Beauty Village” a Nidderau, in Germania.

Per capire subito se i macchinari a ultrasuoni del tuo istituto funzionano correttamente oppure no, prova con il test dell’acqua. Fai cadere una goccia d'acqua sulla superficie del manipolo del macchinario e osserva quello che succede: se l’acqua evapora come in un soffio, allora il macchinario funziona in modo impeccabile; se invece si ferma sul manipolo e rimane immobile, allora il macchinario non sta funzionando nel modo corretto.

30

BEAUTY FORUM 5 /2017

L’aspirazione ritmica che avviene all’interno delle coppette, oltre ad avere un effetto massaggiante, solleva i tessuti invece di comprimerli: questo aiuta ad attivare il metabolismo e a migliorare la circolazione sanguigna. Anche la circolazione linfatica viene stimolata, purificando così i tessuti.

Ultrasuoni: Grazie ai trattamenti precedenti, la pelle è ora molto più ricettiva e in grado di accogliere meglio i principi attivi: gli ultrasuoni, che agiscono in profondità, aiutano la pelle ad assorbirli meglio. Inoltre, le componenti termiche, meccaniche e fisiologiche che caratterizzano questo trattamento stimolano la circolazione sanguigna, rassodano e rinforzano i tessuti connettivi e favoriscono un più rapido rinnovamento cutaneo.


NEWS BEAUTY & CARE

1 Q Dermo Deep Q Italy • Sistema di biorivitalizzazione che permette di veicolare i principi attivi attraverso la pelle di viso e corpo regolandone in modo più preciso la profondità d’azione, con risultati ancora più performanti. La concentrazione di attivi che raggiungono la zona da trattare è del 90%, contro il 5% delle tecniche tradizionali; questo permette di attivare rapidamente il metabolismo cellulare, con risultati sorprendenti su numerosi inestetismi. www.q-italy.it

1

2 Élite Resolution Face Lab

2

Overline • L’apparecchiatura permette di eseguire l’analisi preventiva del grado di idratazione e della qualità della pelle attraverso il Controllo Idratazione e la speciale Macrocamera. La delicata azione esfoliante della Microdermoabrasione Diamantata migliora la circolazione sanguigna e la naturale produzione di collagene, mentre i trattamenti con RF Multipolare, RF Frazionata e Ultrasuono 3MHz esercitano un’efficace attività antiage. www.overline.it

3 MeDioStar Kobra Esthelogue • Grazie a uno spettro di luce ad alta potenza che riscalda la pelle dalla superficie al derma, questo innovativo macchinario regala un visibile effetto lifting immediato e un fotoringiovanimento duraturo nel tempo. Il trattamento, efficace e sicuro, offre risultati evidenti fin dalla prima seduta. Massimo il comfort durante l’applicazione grazie al sistema di raffreddamento a contatto. www.esthelogue.com

4 Prestige 1600

3 4

Ergoline • L’abbronzatura incontra il benessere: le lampade collagene nella zona corpo e i LED collagene nella zona viso garantiscono, oltre a un’abbronzatura intensa e naturale, un valido aiuto ai trattamenti anti-rilassamento cutaneo. Oltre a 3 diversi programmi abbronzanti, Prestige 1600 è dotata di sistema Climatronic Plus in grado di regolare la temperatura all’interno del lettino, nebulizzazione d’acqua, sistema Aroma e sistema 3D Sound con Bluetooth. www.ergolineitalia.it BEAU T Y - FO RU M . I T

31


BEAUTY & CARE MEDICAL BEAUTY

IL lifting DEL VAMPIRO PLASMA ANTIAGE - Le caratteristiche principali dei vampiri sono due: sono ghiotti

L

a nuova frontiera dell’antiage? Il plasma sanguigno. Si parla molto, in tempi recenti, del cosiddetto “vampire lifting”, trattamento antiage che ha come “ingrediente” principale proprio il plasma. Sembra infatti che il cosiddetto PRP ("Platelet-Rich Pla-

32

BEAUTY FORUM 5 /2017

sma", Plasma Ricco di Piastrine), applicato sottopelle con specifiche procedure, sia un prodigioso antirughe. Il sangue da cui viene ricavato il plasma proviene dalla cliente stessa: il medico ne preleva circa 5 ml dalla vena del braccio e lo centrifuga per una decina di minuti. Così facendo, il

sangue si divide in tre “strati”: i globuli rossi, il Platelet Rich Plasma e il Platelet Low Plasma, ovvero la parte di plasma povera di piastrine. Viene quindi prelevato il solo PRP che, a questo punto, può essere impiegato nel trattamento.

FOTO: ALEX COSMETIC

di sangue e non invecchiano mai! Non esiste allora nome più azzeccato di “vampire lifting” per questo innovativo trattamento, che promette di ringiovanire la pelle della cliente grazie al suo stesso sangue.


MEDICAL BEAUTY BEAUTY & CARE

IL METODO MEDICO Esistono diverse varianti di vampire lifting; tutte, però, devono essere eseguite da un medico. Si può ad esempio iniettare il PRP con un ago sottile direttamente nelle rughe da appiattire, in modo da raggiungere gli strati subcutanei superiori. Lo stesso procedimento viene usato per trattare i sacchi lacrimali in evidenza o le occhiaie. Un metodo alternativo prevede, prima dell’applicazione del PRP, un trattamento con laser CO2, così da levigare lo strato superficiale dell’epidermide. Si procede poi applicando il PRP sulla pelle o iniettandolo con una procedura simile a quella della mesoterapia. L’inconveniente di questo metodo sono le tempistiche piuttosto lunghe: la pelle, infatti, ha bisogno di rigenerarsi dopo una seduta con laser, quindi la cliente è costretta a passare molto tempo senza fare nulla. Per ovviare a questo problema è stato sviluppato un nuovo protocollo di trattamento, che combina il vampire lifting con un peeling alle erbe.

IL METODO CON PEELING ALLE ERBE Il peeling alle erbe è un metodo naturale per esfoliare, correggere e rigenerare la pelle. La miscela esfoliante è costituita da erbe selezionate che sono preziosi concentrati di proteine, carboidrati, vitamine ed enzimi, e da altri ingredienti puri, privi di agenti chimici, abrasivi o addensanti. Miscelate a un’apposita base, anch’essa naturale, le erbe vengono massaggiate delicatamente sulla pelle generando un doppio effetto: mentre le micro-particelle pulenti rimuovono le cellule morte in superficie, le sostanze attive, ricche di elementi nutritivi, penetrano in profondità attraverso gli strati cutanei; inoltre, aumenta l’irrorazione sanguigna e viene favorita la rigenerazione cutanea. Questo metodo è un’alternativa ai trattamenti con macchinari (come,

CHE COS’È IL PRP? Il trattamento con il PRP (“Platelet-Rich Plasma”, ovvero la parte di sangue più ricca di piastrine) è impiegato in dermatologia già dagli anni ‘80 per trattare non solo la pelle e le rughe, ma anche le cicatrici e la caduta dei capelli. Da una decina d’anni viene usato anche in altri ambiti specialistici, come la chirurgia della bocca, della mascella e del viso, la chirurgia plastica e ricostruttiva, ma anche in ortopedia, in traumatologia e nella terapia del dolore. In medicina estetica esistono numerosi studi che sottolineano i vantaggi dell’utilizzare il proprio sangue invece di una sostanza esterna. Uno studio sistematico, che raccoglie 22 ricerche condotte sul trattamento con PRP, è giunto alla conclusione che questo trattamento allevia sia le condizioni problematiche della pelle che le lassità cutanee, riducendo inoltre le rughe dell’area naso/ bocca, fronte/collo e le zampe di gallina. Fonte: Leo MS et al., Systematic Review of the use of platelet-rich plasma in aesthetic dermatology, Journal of Cosmetic Dermatology 2015; 14: 315-323.

ad esempio, il microneedling o la microdermoabrasione) e ai peeling più diffusi (quelli chimici o agli acidi della frutta). Grazie alla varietà dei procedimenti disponibili, è possibile personalizzare il trattamento a seconda del tipo e della condizione di pelle della cliente. Procedimento: Il vampire lifting deve essere sempre eseguito in collaborazione con un medico estetico e la durata è di circa un’ora. Si inizia detergendo la pelle, passando poi a massaggiare le erbe pure sul viso per circa due minuti. Durante il massaggio, il gel con cui le erbe vengono sfregate sulla pelle deve essere fatto assorbire, così da aprire i pori. Successivamente, si applica una maschera a effetto detox per eliminare le tossine e preparare in modo ottimale la pelle ad accogliere il PRP; la maschera va lasciata in posa per almeno 10 minuti. Nel frattempo, il medico preleva il sangue dal braccio della cliente e lo centrifuga per 10 minuti, così da separare i tre strati di cui è composto. A questo punto, si può estrarre il PRP dalla fiala. Dopo aver rimosso la maschera detox, è il momento di applicare il PRP sul viso della cliente. Il plasma va “spruzzato” e assolutamente non massaggiato, per evitare di distruggerne le cellule. Lo step finale prevede l’applicazione di un siero idratante con la tecnologia a ultrasuoni, in modo da eliminare la sgradevole sensazione di tensione cutanea e fornire alla pelle il massimo dell’idratazione. Al termine del trattamento, la pelle appare più raffinata e le piccole rughe (come quelle del contorno labbra, del contorno occhi e le zampe di gallina) sono visibilmente attenuate. Il vampire lifting può essere eseguito anche sul collo e sul décolleté.

A CHI È ADATTO IL VAMPIRE LIFTING? Il metodo è adatto sia per le clienti giovani che per quelle più mature, ed è apprezzato anche dalla clientela maschile: le piccole rughe dimi-

BEAU T Y - FO RU M . I T

33


BEAUTY & CARE MEDICAL BEAUTY

COME FUNZIONA:

Successivamente, applica una maschera a effetto detox e lasciala in posa per 10 minuti; la maschera eliminerà le altre tossine dalla pelle e la preparerà in modo ottimale a ricevere il PRP. Nel frattempo, il medico preleva alla cliente circa 5 ml di sangue, che farà centrifugare per 10 minuti.

nuiscono visibilmente, l’incarnato migliora e così la qualità della pelle, che appare subito più fresca, giovane e tesa. Non si conoscono effetti collaterali: il trattamento, infatti, si serve di puro sangue prelevato dalla persona stessa, che la pelle non riconosce come una sostanza estranea. Dopo il trattamento, la cliente è subito pronta per riprendere la sua normale routine quotidiana sen-

34

BEAUTY FORUM 5 /2017

Una volta centrifugato il sangue, il medico preleva dalla fiala il solo PRP. Rimuovi la maschera; ora il medico può applicare il PRP sulla pelle della cliente “spruzzandolo” e non massaggiandolo, così da non distruggerne le cellule. In chiusura, applica un siero altamente idratante con un macchinario agli ultrasuoni, così da eliminare la leggera sensazione di tensione della pelle e darle la dose massima di idratazione.

za alcun segno visibile. Si consiglia di pianificare un vampire lifting in prossimità di un evento importante: al termine della seduta, infatti, la pelle apparirà particolarmente luminosa. Per favorire un look naturale, dopo il trattamento si consiglia di stendere una BB Cream che protegga la pelle dall’inquinamento ambientale e dai raggi solari.

Dott.ssa Aylin Kümmel

Ginecologa, è primario di senologia ricostruttiva e plastica della clinica tedesca Essen-Mitte.

Katharina Godecki-Dieser

Ha fondato e dirige l’azienda internazionale Alex Cosmetic che, oltre ai propri prodotti, distribuisce il Metodo “herbs2peel”.

FOTO: ALEX COSMETIC; ROMAN KOSOLAPOV / SHUTTERSTOCK.COM

Detergi e purifica la pelle, poi massaggia un peeling alle erbe pure per 2 minuti. Le erbe vanno massaggiate con un gel preparato appositamente per far aprire i pori.


28. – 29. OTTOBRE

2017

Solo in prevendita il 50% di sconto sul biglietto d‘ingresso giornaliero per tutti i visitatori italiani. Subito su: www.beauty-fairs.de/visitors

ANTEPRIME ESPLOSIVE IN AUTUNNO LA FIERA DEL BEAUTY N°1 IN EUROPA SOLO PER OPERATORI DEL SETTORE

ESTETISTE, MEDICI ESTETICI, PEDICURISTI, PROFESSIONISTI NAIL, OPERATORI WELLNESS E SPA

TREND E INNOVAZIONI

1.100 AZIENDE E BRAND INTERNAZIONALI NEI PADIGLIONI C1-C3

FORMAZIONE CONTINUA QUALIFICATA

CONGRESSI, WORKSHOP, CONFERENZE, PRESENTAZIONI E CAMPIONATI

INTRATTENIMENTO E OSPITI VIP

NEL PADIGLIONE C4 SI SVOLGERANNO I ”BUNTE BEAUTY DAYS” – GRATUITO PER I VISITATORI DELLA FIERA

www.beauty-fairs.de/munich Contatti:

+49 (0)7243 7278-162

kundenservice@health-and-beauty.com


BEAUTY & CARE PIEDI

IN FORMA

perfetta

UNGHIE DEI PIEDI - Qual è il modo giusto di accorciare le unghie dei

N

ella tua esperienza di pedicurista avrai sicuramente incontrato una grande varietà di anomalie delle unghie: alcune derivano da un danno alla matrice, altre sono provocate da ferite o traumi, altre ancora sono il risultato di trascuratezza o procedure scorrette. Molte di queste anomalie provocano dolore alle tue clienti. Spesso il problema deriva da una “manutenzione” sbagliata delle unghie. Qual è, ad esempio, il modo corretto per accorciarle? La domanda è tutt’altro che banale. Di base, le unghie devono essere accorciate rispettando la loro forma naturale, che si può intuire osservando il profilo del polpastrello e dalla lunula.

36

crescano indisturbati per la loro strada è un errore, ma lo è anche accorciarli troppo. In un caso e nell’altro, il rischio è di favorire lo sviluppo del doloroso fenomeno dell’onicocriptosi (“unghia incarnita”). La tecnica di taglio migliore è quella che asseconda la forma del dito e che si preoccupa di evitare che si formino spicule laterali che potrebbero penetrare nella pelle. È importante anche provvedere a un’accurata pulizia degli angoli e delle pieghe ungueali; in caso contrario, queste aree possono diventare l’ambiente ideale per la proliferazione di batteri e l’insorgere di infezioni.

ATTENZIONE AGLI ANGOLI

MAI UNGHIE TROPPO CORTE

Lasciare che gli angoli delle unghie

È opinione diffusa, tra professioniste

BEAUTY FORUM 5 /2017

e clienti, che arrotondare le unghie dei piedi sia assolutamente sbagliato. Osservando più da vicino, però, si può notare che spesso il danno non è provocato dall’arrotondamento del margine ungueale in sé, bensì dal fatto che l’unghia sia stata accorciata più del dovuto. Fai capire alla tua cliente che le unghie dei piedi non devono essere mai tagliate troppo corte, perché altrimenti saranno più soggette a incarnirsi nella pelle circostante.

CUTICOLE: RIMUOVERLE O NO? Di norma le cuticole non vanno rimosse, ma al limite accorciate e spinte delicatamente indietro, specie se iniziano a ricoprire la lamina ungueale (pterigio dell’unghia).

FOTO: ROBERT PRZYBYSZ / SHUTTERSTOCK.COM

piedi? Qual è la loro forma ideale? Si devono rimuovere le cuticole? La podologa Anke Niederau risponde a queste e ad altre domande e condivide con noi qualche trucco da usare in istituto.


PIEDI BEAUTY & CARE

Spesso sono le clienti ad insistere per farsele rimuovere completamente. In casi del genere, non continuare neanche il discorso ma chiedi alla cliente se a casa sua rimuove, ad esempio, le guarnizioni di gomma dalle finestre. Con una domanda del genere la maggior parte delle clienti capisce subito quale funzione abbiano le cuticole e per quale ragione non vadano eliminate.

UNA PEDICURE A REGOLA D’ARTE Osservare le regole d’igiene ed eseguire in modo approfondito l’anamnesi, l’ispezione e la palpazione dovrebbero essere procedure naturali e ovvie per chi si occupa di pedicure. Oltre a questo, fai anche un controllo delle calze e delle scarpe, perché spesso sono loro la causa di dolorosi disturbi ai piedi. A inizio trattamento, lavora sulla pelle che circonda le unghie , usando molta delicatezza soprattutto con le clienti che soffrono di diabete. Prima di accorciare le unghie, puliscile e ispeziona attentamente i valli e il bordo libero con un ferretto a uncino. Se riesci a passare senza problemi attraverso solchi e angoli, significa che l’unghia sta crescendo nel modo giusto. Unghie sane e dalla crescita corretta possono essere accorciate e tagliate nella loro forma naturale con delle tronchesine; è possibile usare anche delle forbicine. Fai attenzione a non lasciare spigoli sulla lamina ungueale, né verso l’alto né verso il basso. Non tagliare troppo a fondo, e fai attenzione a non danneggiare inavvertitamente l’iponichio. Piuttosto, arrotonda leggermente gli angoli con una tronchesina angolare. Non tagliarli completamente, a meno che non ti trovi davanti a un caso eccezionale come, ad esempio, la necessità di rimuovere un corpo estraneo (una scheggia). Leviga il bordo libero con la fresa (o la lima manuale), senza esercitare troppa pressione; un lavoro accurato renderà l’unghia perfettamente

Controlla e pulisci i laterali con un ferretto a punta piatta.

Accorcia l’unghia usando una tronchesina.

Taglia gli angoli con una tronchesina angolare, assicurandoti di non lasciare spicule laterali.

liscia e uniforme, evitando che i calzini rimangano agganciati alle estremità del bordo libero; per controllare il lavoro, osserva l’unghia trasversalmente, dal distale al prossimale. La superficie della lamina ungueale, invece, va limata solo in caso di unghia ispessita: se ritieni di dover procedere con queste operazione, assicurati di farlo con una lima o una punta per fresa a grana molto fine. Successivamente, rimuovi le eventuali pipite presenti lungo i laterali usando uno strumento adatto e molta accortezza. Solleva attentamente la pipita per separarla dalla pelle e tagliarla con delle tronchesine. Fai attenzione a non tagliare troppo in profondità! Pulisci poi ogni angolo dell’unghia usando ferretti a punte curve e piatte, un sollevatore e una pinzetta. Non usare la fresa nella piega ungueale, perché in quest’area è molto facile causare delle micro-ferite. Spingi indietro le cuticole con molta cautela, e accorcia con le tronchesine solo quelle in eccesso. Le cuticole non vanno rimosse completamente e non si dovrebbe intervenire, in particolare, su quelle più vicine all’eponichio, la barriera protettiva della matrice ungueale; diversamente, il rischio è che microrganismi nocivi possano penetrare all’interno dell’organismo. Come comportarsi in presenza di un’unghia gravemente incarnita o di altra seria anomalia delle unghie dei piedi? Come sappiamo, il trattamento di questi disturbi non rientra nei compiti dell’estetista: per curarli, bisogna rivolgersi a un podologo. Allo stesso modo le clienti a rischio, come quelle che soffrono di diabete, dovrebbero essere trattate solo se si è in possesso della necessaria qualifica.

Anke Niederau

Pedicurista dal 1989 e podologa dal 2004, insegna in una scuola professionale per podologi ed è autrice di libri.

Leviga il bordo libero con una fresa.

BEAU T Y - FO RU M . I T

37


BEAUTY & CARE PUBBLIREDAZIONALE

LUSSO ED Efficacia OPI lancia ProSpa, una linea completa per mani e piedi ispirata all’efficacia dermatologica dei trattamenti viso.

38

BEAUTY FORUM 5 /2017

linea ProSpa, infatti, OPI ha collaborato con la Dott.ssa Zena Gabriel, dermatologa di grande esperienza. Associando le sue conoscenze nel campo dello skincare con il knowhow di OPI in tema di mani e piedi, l’attività di ricerca e sviluppo ha dato vita a formule specifiche per assicurare alle clienti risultati di

qualità e una magica esperienza di bellezza e benessere. “ProSpa offre di più che buone profumazioni. Queste formule utilizzano i migliori attivi e le migliori tecnologie dello skincare per il viso per offrire gli stessi benefici a mani e piedi” spiega la stessa Dott.ssa Gabriel.

FOTO: OPI

N

asce la linea professionale per mani e piedi ispirata alla qualità e all’efficacia dello skincare per il viso, capace di nutrire e proteggere la pelle dai segni del tempo. Il suo ingrediente segreto? L’expertise dermatologica. Per sviluppare la sua nuovissima


PUBBLIREDAZIONALE BEAUTY & CARE

INGREDIENTI DI QUALITÀ Punto di forza di ProSpa è la ricchezza formulativa, che combina una serie di principi attivi dalla comprovata efficacia. Il Burro di Cupuaçu, superfrutto brasiliano, vanta 9 acidi grassi essenziali per un’idratazione incomparabile e 9 antiossidanti che proteggono la pelle dai radicali liberi; contiene inoltre Niacina (Vitamina B3), con proprietà idratanti e anti-aging. Il Thé Bianco è un attivo superstar antiossidante che aiuta a proteggere la pelle dai danni dei radicali liberi. Due volte più efficace rispetto al Thé Verde, previene i danni causati dalle aggressioni esterne e la degradazione di collagene ed elastina. Tra gli attivi specifici troviamo il Complesso Lipidico di Avocado, che nutre e idrata a fondo la pelle, la Vitamina C e l’Estratto di Fiori di Margherita, che ne aumentano la luminosità, e Peptidi che stimolano la produzione di collagene.

I PRODOTTI MANICURE La linea ProSpa dedicata alla cura delle mani comprende: – Exfoliating Cuticle Cream, crema

esfoliante che elimina le cuticole secche e ruvide.

per ammorbidire e rivitalizzare la pelle.

– Nail & Cuticle Oil, olio che protegge, rinvigorisce e fortifica unghie e cuticole.

– Intensive Callus Smoothing Balm, balsamo intensivo lenitivo anti callosità.

– Nail & Cuticle Oil To-Go, olio per unghie e cuticole in formato da viaggio.

– Advanced Callus Softening Gel, gel emolliente per calli ispessiti.

– Protective Hand, Nail & Cuticle Cream, crema protettiva per mani, unghie e cuticole. – Protective Hand Serum, siero protettivo che nutre, protegge e previene i segni del tempo. – Micro-Exfoliating Hand Polish, crema con micro-esfolianti che dona una pelle più morbida, liscia e uniforme.

I PRODOTTI PEDICURE Le referenze per i piedi includono invece: – Soothing Soak, bagno lenitivo che rilassa e rinvigorisce i piedi affaticati e doloranti.

– Foot File, lima piedi bilaterale, disinfettabile, con ricambi usa e getta.

I PRODOTTI MANI + PIEDI Completano la linea due prodotti per mani e piedi: – Moisture Whip Massage Cream, crema da massaggio idratante che offre un equilibrio perfetto tra assorbimento e scorrevolezza. – Moisture Bonding Ceramide Spray, spray idratante alle ceramidi che rinforza la barriera cutanea mentre protegge la pelle.

A cura di Sifarma, distributore OPI per il canale professionale. www.opiitalia.it

– Exfoliating Sugar Scrub, esfoliante allo zucchero che leviga, rivitalizza e rende la pelle morbida al tatto. – Soothing Moisture Mask, maschera lenitiva, idratante e rinfrescante

BEAU T Y - FO RU M . I T

39


BEAUTY & CARE WELLNESS

Il massaggio linfodrenante è ideale per rigenerare e ridonare energia all’organismo.

Depurarsi

NATURALMENTE DETOX IN SPA - Inizialmente guardato con un po’ di scetticismo, il

P

arlare di “effetto detox” significa, prima di tutto, partire dalla domanda: da cosa dobbiamo disintossicarci? Un’alimentazione squilibrata, eccessivi carichi di stress, una vita sedentaria e l’iperacidità sono alla base dell’accumulo di sostanze nocive nei tessuti connettivi e nelle cellule del nostro organismo; ne consegue un rallentamento dei naturali processi metabolici che interessa anche la pelle la quale, “intossicandosi”, diventa impura. Per risolvere questo problema, si ricorre oggi al cosiddet-

40

BEAUTY FORUM 5 /2017

to “detoxing” (termine inglese che significa “disintossicare”), ovvero a quelle tecniche e accorgimenti (che vanno dall’alimentazione alle abitudini quotidiane) con cui espellere sostanze nocive e scorie dal nostro corpo. A questo fine, può essere utile combinare un programma di depurazione a trattamenti Spa specifici.

UNA DIETA BILANCIATA Quando l’obiettivo è depurare l’organismo, un fattore che non bisogna assolutamente trascurare è l’ali-

mentazione. Il primo passo dovrebbe essere rinunciare al consumo di alcol, nicotina e caffeina e, contemporaneamente, ridurre il consumo di proteine animali, farina bianca, zuccheri raffinati e cibi lavorati, sostituendoli con alimenti vegetali e non lavorati. Alcune procedure detox prevedono addirittura un periodo di rinuncia ai cibi solidi, in modo da semplificare la digestione, accelerare il metabolismo e favorire il processo con cui i grassi vengono bruciati. Per espellere più velocemente le tossine e ridurre il tasso di

FOTO: AIYASHA MEDICAL SPA, MÜNCHEN

concetto di detox è ora sulla bocca di tutti: purificare il corpo e liberarlo dalle tossine è diventato un vero e proprio antidoto allo stress della vita moderna e, in Spa e centri benessere, i trattamenti detossinanti vanno decisamente per la maggiore.


WELLNESS BEAUTY & CARE

Per un’efficace azione drenante, sono indicati infusi o decotti a base di ortica, zenzero e coriandolo.

acidità dell’organismo, l’assunzione di liquidi è infatti essenziale: l’ideale sarebbe bere ogni giorno almeno 2-3 litri di acqua naturale priva di anidride carbonica. Consiglio extra: per un’ulteriore azione drenante, sono perfetti infusi o decotti a base di ortica, zenzero e coriandolo.

DISINTOSSICAZIONE DIGITALE Una procedura disintossicante molto apprezzata ultimamente è quella che prevede una temporanea rinuncia all’utilizzo di qualunque mezzo di comunicazione digitale e di qualunque tecnologia elettronica, dalle e-mail ai social network. Si stima che, grazie ai moderni device, ben il 77% dei lavoratori di oggi sia reperibile oltre l’orario d’ufficio; questo ha portato a una commistione sempre più fitta tra vita lavorativa e vita privata, con ripercussioni psicofisiche evidenti, che vanno dal calo del rendimento al vero e proprio esaurimento nervoso. L’utilizzo compulsivo di smartphone e tablet non affatica solo il nostro cervello, ma anche ossa, muscoli e articolazioni: non è raro, ad esempio, che chi vive una quotidianità molto “digitalizzata” soffra di torcicollo. Secondo alcune teorie, affinché la disintossicazione sia efficace è assolutamente vietato l’utilizzo di qualunque dispositivo elettronico per un determinato periodo di tempo: l’astinenza tempo-

ranea aiuterà a ricaricare le batterie del corpo e della mente.

STIMOLARE IL FLUSSO LINFATICO L’intossicazione dell’organismo dovuta a stress, sedentarietà e comportamenti alimentari errati è sicuramente un disturbo legato alla vita moderna, ma non è l’unico. Un altro problema della nostra epoca è rappresentato dall’inquinamento ambientale che, oltre a essere nemico della salute, ha notevoli conseguenze anche sull’invecchiamento cutaneo. Ecco allora che, di pari passo con i trattamenti detox, sta emergendo il trend dell’“anti-pollution”, che mira a depurare l’organismo non dalle scorie prodotte “internamente”, ma da quelle assorbite tramite l’ambiente che ci circonda. Perché non abbinare i due percorsi in istituto, predisponendo dei pacchetti ad hoc?

Dal punto di vista del trattamento corporeo, una procedura particolarmente efficace a fini disintossicanti è il linfodrenaggio manuale. Ricorda, però, che per eseguire questo tipo di trattamento è necessario essere un massaggiatore qualificato, un medico empirico o un osteopata. Una seduta di linfodrenaggio prevede il trattamento dei linfonodi con una combinazione di movimenti ampi e circolari di diversa intensità. Procedimento: Una seduta di linfodrenaggio manuale è solitamente accompagnata dall’utilizzo di oli essenziali intiepiditi a base di ingredienti vegetali puri (come il tè verde), che stimolano ulteriormente il sistema linfatico e aiutano a eliminare le sostanze di scarto attraverso la pelle. Offri una pacchetto detox completo: di base, è consigliabile sottoporsi almeno due volte l’anno a un ciclo di trattamenti composto da 12 sedute di linfodrenaggio effettuate a distanza di tre giorni l’una dall’altra.

Cledyson N. Da Silva

È Spa Manager presso la “Aiyasha Medical Spa” di Monaco, centro specializzato in trattamenti per la pelle e laserterapia.

BEAU T Y - FO RU M . I T

41


BEAUTY & CARE NEWS

Crystals & Himalaya Iso Benessere • L’assorbimento delle particelle saline è considerato fonte di beneficio per la salute: il sale ha sull’organismo proprietà mucolitiche, antibatteriche e antinfiammatorie e, grazie alla sua capacità di assorbire l’umidità, ha effetti sgonfianti e decongestionanti. Il lettino Crystal permette di godere di tutti i benefici del sale anche senza operatore. Una seduta di Crystals, in combinazione con la parete autoportante Himalaya, amalgama tutte le proprietà del sale e ne amplifica gli effetti benefici. www.isobenessere.com

1

1 Body Velvet Milk Mavex • Latte corpo a pH acido con formula 3 in 1: peeling, idratante e anti-aging. Il complesso di acidi della frutta stimola la produzione di collagene ed elastina, elimina le cellule morte e rigenera in profondità la pelle; il complesso idratante a lento rilascio la nutre e la idrata; l’Acido Ialuronico puro, l’Olio di Jojoba e i Fitoestratti del latte svolgono una completa azione anti età. Ideale per pelli secche, disidratate, con smagliature e cellulite. www.maxicoestetica.com

2 Thalasso Force Scrub & Exfoduo Gommage

2

42

BEAUTY FORUM 5 /2017

Bioline Jatò • Dalla linea domiciliare Body Concept due prodotti per un’efficace esfoliazione. Thalasso Force Scrub leviga, idrata e rivitalizza la pelle grazie alla forza rigenerante dei cristalli di Sale, al potere emolliente dell’olio di Mandorle dolci e all’azione stimolante degli estratti d’Alga. Exfoduo Gommage concentra l’efficacia di due tipi di esfolianti complementari: enzimatico e meccanico. La presenza di sabbia rosa e nera purifica in profondità la pelle, donandole luminosità e morbidezza. www.bioline-jato.com


NEWS BEAUTY & CARE

3 Body Prescription Crema Lipo Cell Enzimatica Dermatrophine Pro • Trattamento anti-cellulite ultra performante che agisce sinergicamente su più fronti: riduce gli accumuli adiposi, promuove la lipolisi, inibisce lo stoccaggio dei grassi e attiva il drenaggio linfatico. Risultati dimostrati in 28 giorni: -1,7 cm nella circonferenza della coscia, -29% di tessuto adiposo e -39% nella formazione di nuovo tessuto adiposo. www.dermatrophine.it

3

4 Modeling Body System Keenwell • Si amplia la linea di prodotti modellanti di autocura della linea Modeling: il Liporiducente Drenante Zone Ribelli, grazie al suo applicatore ergonomico, stimola l’attività ematica favorendo lo smaltimento dei liquidi e accelerando il metabolismo su tutto il tessuto adiposo; Modeling Gel Corpo Esfoliante con oli vegetali leviga la pelle, stimola la circolazione periferica cutanea e restituisce idratazione ed elasticità. www.keenwell.com

4

Fix Solution Suntronic • Trattamento pensato per rassodare e tonificare il corpo, contrastando il rilassamento cutaneo e gli inestetismi associati. Perfetto al rientro dalle vacanze, per regalare al corpo un’azione tonificante dopo la pausa estiva all’insegna del relax e della sospensione delle regolari attività fisiche. Il trattamento prevede 12/16 sedute dai 20 ai 35 minuti per due/tre volte alla settimana. www.suntronicprofessional.com

BEAU T Y - FO RU M . I T

43


BENVENUTA SILVIA! Silvia Covati “BEAUTY EXPERT” MATIS Silvia Conti è la titolare di Sun Flower, il Centro Matis di Ponte dell’Olio, in provincia di Piacenza, inaugurato nel 2003 e condotto con tre collaboratrici: Virginia, Alessia e Roberta. Come e quando ha scoperto Matis? Casualmente, prima ancora di aprire il mio centro. Lavoravo in un istituto che non utilizzava Matis, ma ho avuto l’occasione di assistere a una presentazione dei prodotti e mi hanno molto colpito, soprattutto per i profumi. Cosa la soddisfa di più di questa marca? Mi ha conquistato con le profumazioni, ma poi, utilizzando quotidianamente i prodotti, ne ho apprezzato la sicurezza, i risultati e l’estrema affidabilità: in tanti anni non ho mai avuto un problema.

MESSAGGIO PROMOZIONALE


MESSAGGIO PROMOZIONALE

Quanto conta essere il punto di riferimento di una marca professionale esclusiva? Tanto, conta tanto, ma Matis bisogna anche saperla presentare e proporre ed è necessario conoscerla approfonditamente: certo è una responsabilità, ma io e le mie collaboratrici ce ne facciamo carico con molta convinzione. Cosa ne pensa della formazione Matis? E’ importantissima, non solo per gli aggiornamenti tecnici e di prodotto, ma proprio per capire come porsi e come comunicare la marca in relazione al territorio in cui si lavora. La formazione Matis mette in primo piano la persona e le dà consapevolezza, ma sicuramente richiede professionalità nel metterla in pratica. E tutte noi ci impegniamo molto nell’applicarne i concetti quotidianamente, tenuto conto che ci confrontiamo con una piccola realtà in cui le problematiche sono molto diverse da quelle di una grande città. Ricorda un episodio particolare in cui l’azienda le è stata di supporto? Fortunatamente fino a oggi non ho avuto

necessità o problemi particolari, ma so per certo che in nessun caso Matis “mi lascerebbe a piedi”. Quanto influisce il sostegno del marketing Matis nel suo lavoro e nella relazione con la sua clientela? E’ ottimo e molto presente. Ci supporta efficacemente nelle promozioni e nella loro gestione in funzione del contesto in cui operiamo e questo per me è molto importante, anche perché, come accennavo, la clientela di un piccolo paese ha caratteristiche, esigenze e anche reazioni molto diverse da quelle di centri più grandi.

Cosa pensa della comunicazione pubblicitaria Matis? La reputo efficace e trovo sia un’ottima scelta utilizzare anche riviste destinate al grande pubblico e non solo specializzate. La visibilità sulle clienti è maggiore e questo non può che aiutarci nel lavoro.

Importatore e Distributore esclusivo per l’Italia: Tel 0536 801554 - info@matis-paris.it - www.matis-paris.it


FOTO: NEJRON PHOTO / SHUTTERSTOCK.COM


DOSSIER

MISSIONE: PELLE

perfetta

Le clienti affidano alle tue mani esperte il sogno di una pelle impeccabile. Per realizzarlo, il punto di partenza è individuare correttamente il loro dermotipo: solo così potrai procedere alla scelta del trattamento più adeguato, dalla detersione all’applicazione make up.

SOMMARIO L'Importanza dell'Analisi Secca, grassa, mista? Le caratteristiche delle diverse tipologie di pelle Super Pulito Un buon trattamento parte da una corretta detersione: come pulire i diversi tipi di pelle? Liscia Come Porcellana Cause e rimedi al fenomeno dei pori dilatati, inestetismo comune a diversi dermotipi Il Trucco C’è, Ma Non Si Vede Il make up come alleato di bellezza per nascondere le imperfezioni del viso


DOSSIER MISSIONE: PELLE PERFETTA

L’IMPORTANZA DELL’ ANALISI

FOTO: PAULINE FABRY PER BEAUTY FORUM

Per scegliere il trattamento adatto a ogni cliente devi prima di tutto saper individuare il suo tipo di pelle: in presenza di esigenze particolari, prodotti e procedure vanno sempre corretti e adattati al caso specifico.

48

BEAUTY FORUM 5 /2017


MISSIONE: PELLE PERFETTA DOSSIER

TANTI TIPI DI PELLE Pelle normale

Pelle mista

– Non ha bisogno di cure complicate.

– La Zona T (fronte, naso, mento) è grassa.

– I livelli di idratazione e la produzione di sebo sono ben bilanciati.

– L’area delle guance va da normale a secca.

Pelle secca (Sebostasi)

Pelle grassa in forma oleosa (Seborrea oleosa)

– Mancano sia idratazione che sebo protettivo.

– La lucidità cutanea è particolarmente accentuata.

– È particolarmente delicata e caratterizzata da pori sottili.

– Ha un aspetto piuttosto grasso e presenta pori dilatati.

A

Pelle secca (Sebostasi) Si parla di pelle secca quando c’è uno squilibrio nei livelli di idratazione e di sostanze grasse. A questa pelle manca lo strato protettivo di sebo e la funzione barriera dell’epidermide è compromessa; di conseguenza, aumenta la perdita di acqua transepidermica (TEWL) e l’idratazione che rimane non riesce a essere immagazzinata in modo sufficiente, portando alla comparsa di desquamazioni, arrossamenti e prurito. Per donare sollievo a questo tipo di pelle devi ricorrere ad agenti idratanti attivi e componenti lipidici, così da attenuare la TEWL: Aloe vera, acido ialuronico e urea sono tutte ottime opzioni. Per riparare il film protettivo della pelle e contemporaneamente nutrirlo, puoi ricorrere anche agli oli vegetali che, oltre a proteggere la cute, attenuano la perdita di idrata-

– La Zona T va da normale a leggermente grassa, mentre i lati del viso sono grassi e dai pori dilatati. – Allo stesso tempo, mostra i tipici sintomi della pelle secca e sensibile.

zione e compensano il deficit lipidico.

d eccezione di quella normale, tutti i tipi di pelle hanno bisogno di attenzioni speciali e trattamenti mirati: ecco perché è molto importante capire fin da subito e in modo molto preciso a quale tipologia appartiene quella della tua cliente.

TIPI DI PELLE

Pelle grassa in forma secca (Seborrea secca)

La pelle grassa oleosa è causata da un aumento nella produzione di sebo, legato in genere a un'alterazione dell'attività ormonale.

Pelle mista È una via di mezzo tra la pelle da normale a secca e quella grassa. Combina, infatti, i primi due tipi di pelle con i caratteri distintivi di quella grassa: si ha quindi una Zona T (fronte, naso e mento) particolarmente grassa, lucida e tendente alla formazione di impurità, ma allo stesso tempo il contorno occhi e l’area delle guance presentano caratteristiche della pelle normale o secca. Pelle grassa Se ne distinguono due tipi, il primo dei quali è la cosiddetta “seborrea oleosa”. È la classica tipologia di pelle grassa, caratterizzata da un aspetto lucido e “unto” con pori dilatati e, in alcuni casi, dalla presenza di comedoni e papule. La pelle grassa oleosa è causata da un aumento nella produzione di sebo, legato in genere a un’alterazione dell’attività ormonale. Il sebo accumulato all’interno dei follicoli ne provoca l’ostruzione, con la conseguente comparsa di comedoni, mentre i batteri che rimangono imprigionati nel sebo possono causare la formazione di papule infiammate e pustole. Il secondo tipo di pelle grassa, la

BEAU T Y - FO RU M . I T

49


DOSSIER MISSIONE: PELLE PERFETTA

TIPI DI PELLE E TRATTAMENTO ESTETICO: COSA FARE E COSA NON FARE Pelle secca

Pelle grassa

– Ha bisogno di un prodotto detergente delicato e nutriente come, ad esempio, una lozione.

– Di norma bisogna liberare la pelle dal grasso in eccesso e dai batteri.

– Sono adatte a questo tipo di pelle le creme che ne migliorano l’idratazione e che contengono preziosi lipidi.

– Detergi a fondo usando gel o schiume detergenti.

– Esegui i peeling solo a lunghi intervalli uno dall’altro (almeno due settimane).

– Scegli gel privi di olio o emulsioni leggere.

– Le maschere sono un valido aiuto per idratare la pelle e preservarne l’equilibrio. Pelle mista – L’obiettivo è quello di raggiungere un sano equilibrio tra le diverse caratteristiche cutanee. – La Zona T non deve diventare “troppo grassa”, ma al tempo stesso bisogna evitare di seccare eccessivamente le guance causando una sensazione di tensione cutanea. – Preferisci prodotti idratanti che siano però privi di sostanze grasse e abbiano una consistenza leggera. – Sono raccomandati anche prodotti con attivi ad azione schiarente.

“seborrea secca”, è caratterizzata da una cute lucida e con pori dilatati accompagnata, però, da una sensazione di secchezza, da desquamazione della pelle (ad esempio nella zona delle sopracciglia) e da una mancanza di idratazione. Anche questa tipologia di pelle è strettamente legata

50

BEAUTY FORUM 5 /2017

– Utilizza poi tonici astringenti e schiarenti.

– Sono molto utili le maschere, i peeling e i prodotti ad applicazione locale (come, ad esempio, i roll per il viso). – La cliente non deve mai rimuovere da sola le impurità: il rischio che una mano inesperta possa provocare macchie o cicatrici è molto alto. Pelle matura – Usa un latte detergente nutriente, poi dei sieri formulati con peptidi o vitamine e creme ricche di agenti nutrienti adatti a questo tipo di pelle. – Stimola la circolazione sanguigna con dei massaggi: la pelle si rifornirà di più ossigeno, apparirà più fresca e assorbirà meglio i principi attivi. – Per rivitalizzare la pelle

all’andamento ormonale e, pur con tratti che la accomunano alla pelle mista, si distingue da quest’ultima per l’estrema sensibilità cutanea e per la dimensione dei pori. Spesso, inoltre, si possono notare delle impurità nella parte inferiore del viso. La seborrea secca può colpire anche

matura, ricorri a peeling intensivi. – Per trattare efficacemente le anomalie pigmentarie usa dei sieri a base di vitamina C o di radice di liquirizia. Pelle sensibile – Un trattamento sbagliato rischia di infiammare la pelle sensibile. – I cibi piccanti possono arrossarla; inoltre, non sopporta bene le temperature estreme. – Per quanto riguarda le cure domiciliari, vale la regola “meglio meno che più”: la pelle sensibile, infatti, può mal tollerare alcuni degli ingredienti contenuti nei prodotti cosmetici. – Per la detersione è imperativo usare prodotti delicati come, ad esempio, l’acqua micellare. – Sono consigliabili emulsioni ricche di elementi nutritivi, arricchite con ingredienti attivi specifici e a elevata tollerabilità. – Meglio non eseguire peeling. – Fiale calmanti e maschere rigeneranti sono un toccasana per questo tipo di pelle.

il décolleté, il petto e la schiena: la pelle appare al tempo stesso impura, secca, grassa e sensibile. Per quanto riguarda il trattamento, ci sono alcune regole fondamentali che valgono sia per la pelle grassa oleosa che per quella secca: tra gli interventi prioritari, è necessario re-


MISSIONE: PELLE PERFETTA DOSSIER

golare la secrezione delle ghiandole sebacee, rimuovere le ipercheratosi, rifornire la pelle di principi attivi e di elementi idratanti, oltre a lenire le infiammazioni nel caso siano presenti papule e/o pustole. Impiega sostanze funzionali che abbiano anche un’azione antimicrobica e, per l’azione lenitiva, ricorri a ingredienti calmanti come urea, hamamelis (“amamelide”), acido salicilico e micro-argento.

CONDIZIONI DELLA PELLE

FOTO: KITE_RIN / SHUTTERSTOCK.COM

Anche se il dermotipo di base - secco, grasso o misto - si tramanda per via genetica, alcuni fattori esogeni (come, ad esempio, la luce solare o l’ambiente circostante) possono influenzare le esigenze specifiche della pelle. Ci sono, poi, alcuni fattori endogeni (come l’assunzione della pillola, la pubertà, il ciclo mestruale o alcune malattie) che possono portare a un cambiamento, anche radicale, delle caratteristiche e dell’aspetto della pelle. Pelle matura Benché l’effettivo processo di invecchiamento cutaneo inizi intorno ai quarant’anni, i suoi primi segni iniziano a manifestarsi già verso la metà dei venti. Con l’avanzare dell'età, la pelle comincia progressivamente a perdere le sua efficacia di “scudo protettivo”, diventando via via più sottile e vulnerabile. La produzione di sebo diminuisce, rendendo la cute secca e diminuendo la sua capacità di trattenere efficacemente l’idratazione. Inoltre, la rigenerazione cellulare è più lenta: la pelle matura impiega dai 28 ai 40 giorni per rinnovarsi completamente e, andando avanti con l’età, si arriva anche a 60 giorni per un ciclo di rinnovamento completo. Perfino l’abbronzatura cambia con l’invecchiamento, con la produzione di melanina che aumenta e si distribuisce in modo più irregolare rispetto a prima, causando fenomeni di iperpigmentazione. In più, i fasci di collagene sono sempre meno e sempre meno compatti e il

La pelle sensibile tollera meno sia gli stimoli esterni (come gli sbalzi di temperatura, il make up...) che quelli interni (ad esempio i carichi psicologici e lo stress).

flusso sanguigno peggiora insieme alla capacità della pelle di rimarginarsi; si formano così le rughe e i tessuti perdono la loro elasticità. Mentre il nostro aspetto in gioventù è una questione soprattutto genetica, si può influenzare positivamente il processo di invecchiamento applicando localmente dei principi attivi che ne rallentino il processo. I più importanti sono gli antiossidanti e i regolatori del turnover cellulare, inseriti all’interno di ricche formulazioni di base. Tra gli antiossidanti più potenti troviamo la vitamina C, che riduce gli effetti dei radicali liberi, la vitamina A e i suoi derivati, che stimolano il rinnovamento cutaneo; tra i regolatori cellulari, invece, ci sono diversi peptidi e il resveratrolo, che favoriscono il metabolismo del derma e stimolano la sintesi di collagene ed elastina, e l’acido ialuronico, che rimpolpa le piccole rughe. Pelle sensibile Quando si tratta una pelle sensibile, bisogna tenere conto di molteplici fattori: la barriera cutanea si danneggia facilmente, può esservi un’importante perdita di idratazione e la cute può reagire in modo più violento alle irritazioni; anche la risposta immunitaria alle aggressioni esterne è più intensa. Inoltre, la pelle tollera meno sia gli stimoli esterni (come gli sbalzi di tempera-

tura, il make up…) che quelli interni (ad esempio i carichi psicologici o lo stress). Ne derivano arrossamenti, prurito, infiammazioni e una sensazione di tensione cutanea. Per trattare questa condizione esistono dei principi attivi che, inseriti in basi emulsionanti neutre (prive, cioè, di coloranti, profumazioni, alcol, conservanti, oli minerali o PEG-derivati), hanno un’azione calmante. L’obiettivo del trattamento deve essere quello di lenire la pelle, ridurre irritazioni e secchezza, armonizzare e rafforzare la barriera protettiva cutanea. L’acido gamma-linolenico fa parte degli ingredienti che aiutano a ripristinare le naturali funzioni protettive di una barriera indebolita. Questo acido grasso stimola le sostanze cementanti dello strato corneo e favorisce le attività della barriera cutanea, rendendo la pelle sensibile meno sottile e meno soggetta all’azione delle sostanze irritanti. Altri ingredienti utili con questo tipo di pelle sono il Cardiospermum halicacabum, la centella asiatica, l’Aloe vera, la calendula e lo zinco, che hanno un’azione calmante e lenitiva.

Christine Schrammek-Drusio

Dermatologa, allergologa ed esperta di antiaging, ha sviluppato famosi protocolli di trattamento, tra cui il “Green Peel”.

BEAU T Y - FO RU M . I T

51


DOSSIER MISSIONE: PELLE PERFETTA

SUPER PULITO Un’accurata detersione della pelle del viso è l’imprescindibile punto di partenza di qualunque trattamento estetico o applicazione domiciliare, ma in che modo vanno puliti i diversi tipi di pelle?

52

BEAUTY FORUM 5 /2017

passo per renderla impeccabile. Con una pulizia profonda si rimuovono i residui di sebo, il grasso cutaneo, il trucco e le impurità dell’ambiente circostante, si rende la pelle una “tabula rasa” all’interno della quale i principi attivi potranno penetrare con facilità e senza ostacoli. Una corretta routine di detersione dovrebbe prevedere due “sessioni”: una al mattino e una alla sera prima di andare a dormire.

LE BASI I detergenti ad azione assorbente, come gli oli, sono ricchi di elementi grassi che dissolvono le impurità: le sostanze lipofile, infatti, hanno la capacità di sciogliersi in altre sostanze lipofile. Alcuni di questi oli detergenti possono essere rimossi senza risciacquo, con un panno in microfibra. I detergenti ad azione detersiva

FOTO: BIODROGA

S

arà capitato anche a te, come a ogni altra estetista, di dover affrontare una conversazione tanto tediosa quanto fastidiosa con la tua cliente: doverle spiegare quanto sia importante pulire a fondo il viso e farlo usando dei prodotti di valore. Perché la detersione è così importante? Come è meglio eseguirla, tenendo conto del proprio tipo di pelle? Una cosa è sicura: pulire accuratamente la pelle è il primo


MISSIONE: PELLE PERFETTA DOSSIER

sciolgono le particelle di sporco sulla superficie cutanea e le inglobano in un’emulsione che deve poi essere lavata via con l’acqua; fanno parte di questa categoria, tra gli altri, molti latti detergenti e detergenti in gel. Va da sé che ogni pelle ha bisogno di prodotti che siano adatti alla propria condizione ma, di base, per la pulizia quotidiana del viso ne servono almeno due: un detergente per rimuovere l’eccesso di polvere, sebo e trucco, e un tonico da applicare dopo il detergente. Il tonico agisce come un “ascensore”, sollevando ogni residuo di impurità dalla pelle e purificandola a fondo. Tra i principi attivi di nuova generazione usati nelle formulazioni di questi prodotti troviamo la Nicotinamide (anche chiamata vitamina PP), la Betaina e, naturalmente, gli osmoliti, che proteggono la pelle e la rendono più resistente. Lo struccante per il contorno occhi pulisce e cura già a partire dalle ciglia. I detergenti che vengono usati più spesso sono quelli bifasici, in grado di rimuovere anche il trucco waterproof. Nella formulazione di questi prodotti si trovano spesso principi attivi ad azione curativa come il bisabololo o estratti vegetali

in alte concentrazioni. L’acqua micellare fa parte di una nuova generazione di prodotti detergenti. È formata da microscopiche particelle di tensioattivi derivate dalla nanotecnologia, le “micelle”, composte da un’estremità lipofila e una idrofila in grado di rimuovere lo sporco dal viso senza dover ricorrere all’acqua; inoltre, grazie alla loro dimensione microscopica, possono trasportare in profondità diversi principi attivi (come, ad esempio, le vitamine A ed E). L’uso della sola acqua micellare non è sufficiente a soppiantare la procedura completa di pulizia e detersione del viso, ma è comunque una soluzione veloce ed efficace per rimuovere il trucco, eliminare le impurità e, in alcuni casi, anche come tonico.

PELLE SECCA La pelle secca ha bisogno essere nutrita già durante la detersione e, a questo scopo, si possono trovare in commercio sia oli che latti detergenti molto validi. I prodotti a base oleosa sono sempre più amati e vengono spesso usati come pre-cleanser. In linea di massima, questi prodotti sono caratterizzati da una texture

TENSIOATTIVI – In molti detergenti vengono usati i cosiddetti tensioattivi. – I tensioattivi sono delle piccole molecole che, grazie alla loro bagnabilità, emulsionabilità e capacità di fare schiuma, riescono a rimuovere facilmente impurità di diversa natura. – I detergenti a base di tensioattivi, benché molto efficaci, agiscono in modo aggressivo sulla barriera cutanea. – I tensioattivi SLES (sodio lauriletere solfato) e SLS (sodio laurilsolfato) andrebbero sempre evitati. – Poiché i tensioattivi sono fondamentali per la detersione, ne esistono varianti più delicate come la Coco-Betaine (derivata dall'olio di cocco) o il Lauroil Glutammato di Sodio.

Anche la pelle degli uomini ha bisogno di essere detersa: proponi loro detergenti (come gel e schiume) formulati per la loro pelle e non dimenticarti di quelli che portano la barba! I detergenti sono ottimi per far familiarizzare i nuovi clienti con i tuoi prodotti da rivendita. Consiglia loro i passi e i prodotti per una detersione ottimale in base al loro tipo di pelle: otterranno risultati visibili in poco tempo. I detergenti fanno parte dei trattamenti domiciliari quotidiani e, come tali, dovrebbero adattarsi ai vari periodi dell’anno. Inoltre, già le ragazzine dovrebbero imparare a non andare mai a dormire senza prima essersi struccate! Sul lungo periodo saranno contente di averlo fatto: la pelle si ricorda molto bene quando le facciamo del male, ma non dimentica mai quando le facciamo del bene.

molto ricca, come nel caso di quelli a base di burro di Karité o di olio di Jojoba. Alcune formulazioni contengono già sali minerali e ossigeno, per conferire alla pelle una dose extra di luminosità.

PELLE GRASSA/MISTA L’eccesso di sebo che caratterizza la pelle impura esige detergenti dalla texture leggera, come gel o schiume; un latte detergente troppo ricco di sostanze nutritive non è affatto adatto a pulire pelli grasse o miste. Le clienti con queste tipologie di pelle hanno spesso la tendenza a pulir-

BEAU T Y - FO RU M . I T

53


DOSSIER MISSIONE: PELLE PERFETTA

La pelle secca ha bisogno di essere idratata già durante la detersione: esistono dei portentosi latti detergenti formulati apposta per questa esigenza.

Le pelli a tendenza impura, caratterizzate da sebo e grasso cutaneo in eccesso, hanno bisogno di prodotti detergenti dalla texture leggera, come quelli in schiuma.

si il viso troppo spesso o con troppa foga, rischiando di danneggiare la barriera cutanea; come conseguenza, la pelle si secca e i principi attivi non riescono a penetrare negli strati cutanei più profondi. Spesso, inoltre, sono i prodotti stessi a essere composti da alcol e tensioattivi aggressivi, pericolosi per l’integrità cutanea. Il mio consiglio: presta attenzione alla routine di detersione seguita dalla tua cliente. Non solo il tipo di detergente potrebbe essere sbagliato, ma anche alcune abitudini: consigliale, ad esempio, di cambiare con più frequenza gli asciugamani o di disinfettare le eventuali spazzole che utilizza per la pulizia del viso.

entrando in contatto con l’acqua: la cute diventa tesa e inizia a prudere, una sensazione alquanto sgradevole per chi ne è soggetto. In questi casi vengono in genere applicati, dopo il lavaggio, oli o creme detergenti che lasciano sulla pelle un leggero film nutritivo. Tra i prodotti ad azione calmante e al contempo rinforzante troviamo l’olio di girasole e l’olio d’oliva, ma sono ottimi anche quelli ricchi di Omega-9, tocoferoli e fitosteroli, ingredienti capaci di proteggere e rafforzare la barriera cutanea. Per non irritare ulteriormente la pelle è consigliabile evitare i classici dischetti di cotone, usando piuttosto spugnette fini o asciugamani di mussola; esistono anche dei tonici in spray grazie ai quali si può eliminare il rischio di irritazione meccanica dovuta allo sfregamento del cotone sulla pelle. Per rinforzare i capillari, invece, sono

PELLE SENSIBILE/DELICATA La pelle sensibile rischia di arrossarsi e irritarsi anche semplicemente

54

BEAUTY FORUM 5 /2017

ideali il tè bianco e il bisabololo. Un ulteriore strumento per la detersione domiciliare quotidiana è la “spugna di konjac”, una speciale spugna ricavata dall’omonima radice asiatica. Questa spugnetta porosa non irrita la pelle ma la esfolia, la massaggia delicatamente e ne pulisce in profondità i pori; può essere usata da sola, oppure in combinazione con un prodotto cosmetico. Inoltre è vegana, biologica, biodegradabile e, soprattutto, naturale. Disponibile in tante varanti pensate per diversi tipi di pelle, questa spugna è anche un ottimo prodotto per la rivendita.

Nadine Andres-Waschulewski

Estetista e Wellness & Spa Manager, dirige un centro estetico a Berlino. È specializzata in massaggi e analisi della pelle.


DIVENTA

BEAUTY EXPERT MATIS UN BUSINESS CERTO PER IL TUO CENTRO ESTETICO

Quando si parla del marchio Matis non si parla solo di un prodotto ma di un progetto creato su misura per il tuo istituto. I PRODOTTI La sua expertis vanta 80 anni di esperienza che ti permettono di fidelizzare i tuoi clienti e di conquistare un mercato in continua evoluzione e alla ricerca di qualità e competenza. LA FORMAZIONE La conoscenza e la competenza sono fondamentali ed è per questo che ti offriamo una formazione suddivisa in step: Ecole, per iniziare a conoscere prodotti e metodo, Laboratorio per approfondire tematiche di consulenza ed essere protagonista di un progetto di bellezza, Voilà, evento per conoscere le novità. LE PROMOZIONI La nostra creatività da un lato, e la componente emozionale dei prodotti Matis dall’altro, consentono di impostare campagne promozionali di grande impatto, da sfruttare sia nel tuo Istituto, per valorizzare il tuo lavoro, sia con il grande pubblico. LA COMUNICAZIONE I prodotti Matis, per qualità e gradevolezza, ti aiutano a fidelizzare le clienti. Noi ti aiutiamo a trovare nuovi clienti, grazie a una presenza crescente sulle principali riviste femminili, alle attività di ufficio stampa e a un utilizzo importante dei social network. Il nostro obiettivo è rendere sempre più visibile il prodotto al grande pubblico e dare valore al tuo ruolo di Consulente di Bellezza. IL CONTROLLO DI GESTIONE Il controllo economico e finanziario della tua attività è il tuo primo pensiero. Siamo con te anche in questo. Con una semplice App di aiutiamo a tenere sotto controllo in numeri, ad analizzarli e, se serve, a migliorarli.

Follow us on

www.matis-paris.it / Facebook Matis Paris Italia

Importatore e Distributore esclusivo per l’Italia: Tel 0536 801554 - info@mbdivisionecosmetica.it - www.mbdivisionecosmetica.it Contattaci subito per informazioni. I nostri agenti di zona sono a disposizione.


DOSSIER MISSIONE: PELLE PERFETTA

LISCIA COME PORCELLANA

L

a presenza di pori dilatati è spesso il sintomo di un’eccessiva produzione di sebo e, conseguentemente, di una tendenza allo sviluppo di impurità e pustole. In queste circostanze, la pelle è male irrorata e le cellule morte non riescono a staccarsi spontaneamente, rallentando il loro naturale turnover; ecco allora che i pori si otturano, si dilatano e diventano più evidenti. Quando si ha a che fare con questo tipo di pelle, è fondamentale eseguire una corretta pulizia mattina e sera. La battaglia contro i pori dilatati non

56

BEAUTY FORUM 5 /2017

riguarda solo chi ha la pelle impura o mista, ma anche tutti quei soggetti che presentano una cute stressata e “affaticata”, oltre che alcune tipologie di pelle matura. I pori dilatati sono evidenti soprattutto nella cosiddetta zona T (fronte, naso, mento) e, in quanto a incidenza e fastidio in chi ne è soggetto, sono considerati “le nuove rughe”. La pelle afflitta dai pori dilatati appare priva di energia, spenta, malsana e stanca. Un incubo per tutte coloro che da sempre sognano di poter sfoggiare la tanto ambita “pelle di porcellana”. Questo inestetismo e i suoi effetti

sulla vita sociale di chi ne soffre possono essere sensibilmente migliorati ricorrendo a trattamenti professionali e prodotti ad hoc per le cure domiciliari. Spesso c’è bisogno di tempo, ma ne vale la pena. Per avere successo, è fondamentale scegliere un trattamento compatibile con il dermotipo della cliente e studiato per risolvere lo specifico problema che ha causato i pori dilatati; dormire un giusto quantitativo di ore e ridurre le fonti di stress possono rivelarsi abitudini aggiuntive molto utili. Ma quali sono gli attivi più efficaci

FOTO: ZUSENJK / SHUTTERSTOCK.COM

Sgradevoli, seccanti e difficili da neutralizzare, i pori dilatati sono un problema comune a pelli impure, miste, stressate e mature. Per restringerli e affinare la grana della pelle, l’estetista ha però a disposizione preziosi assi nella manica.


MISSIONE: PELLE PERFETTA DOSSIER

TRATTAMENTO CLASSICO: L’OCCORRENTE Step

Prodotto/Ingredienti

Integratore in fiala da bere Detersione

Olio detergente/Latte detergente nutriente Acqua di hamamelis

Peeling

Acidi della frutta

Fiala

Principi attivi idratanti

Maschera

Principi attivi rivitalizzanti

Siero

Principi attivi astringenti

Idratazione

Crema al collagene/Booster di collagene

Finish viso

Crema giorno pigmentata, BB cream pigmentata, CC cream pigmentata o crema solare

Correzione

Pasta di azulene

Opacizzazione

Cipria trasparente

per restringere i pori dilatati? Molto dipende dal tipo di pelle e dalle esigenze della singola cliente.

RESTRINGERE I PORI: I PRINCIPI ATTIVI TOP Il borneolo agisce come vasocostrittore. L’acido piruvico, l’acido lattico, l’acido citrico e l’acido malico (o “acido di mela”) stimolano il rinnovamento cutaneo della pelle normale e di quella matura. L’acido salicilico leviga la pelle impura e mista in modo delicato ed efficace. L’acido glicolico di provenienza vegetale, invece, è utile anche in caso di pelle sensibile. L’estratto di rosmarino ha azione rafforzante, astringente e drenante, è antisettico e rende l’incarnato più uniforme. L’olio vegetale di Jojoba, quello di semi di albicocca, quello di cumino nero e quello di grano schiariscono e affinano la pelle. Il Retinew A16, ricavato dai semi di Vigna aconitifolia, agisce in modo

simile al Retinol: mette in moto il rinnovamento cutaneo, attiva il fattore di crescita della pelle e stimola i fibroblasti e i cheratinociti. L’estratto di mirtillo nero e quello di rosa canina apportano e ridistribuiscono l’idratazione all’interno della pelle. Il germe di grano (utilizzabile anche in caso di couperose) e i flavonoidi, estratti ad esempio dai cinorrodi e dai grappoli d’uva biologici, perfezionano l’incarnato e riducono la dimensione dei pori. La cinquefoglia tormentilla e la torba hanno proprietà astringenti e affinano la grana della pelle. L’ossido di alluminio rende i pori più fini. Le lamine minerarie ricavate dalla bentonite, una roccia argillosa, riducono i pori e agiscono come uno schermo diffusore. L’idrolato di hamamelis bio (ricavato dalle foglie) è astringente e calmante. Sia puro che mescolato con altri idrolati, funge da lozione per il viso in grado di ridurre i pori. Gli oli essenziali di arancia, lime e

limone hanno proprietà astringenti. La vitamina C e l’estratto di ninfea bianca proteggono dai radicali liberi, leniscono e calmano la pelle, oltre a produrre un’intensa azione idratante.

DUE PROPOSTE DI TRATTAMENTO Per rendere l’incarnato della tua cliente fine come la porcellana, il consiglio è quello di combinare il trattamento estetico con l'assunzione di integratori “di bellezza” che agiscano dall’interno, come fiale da bere o capsule, a base di peptidi di collagene e di acido ialuronico. Se ti è possibile, prima di iniziare il trattamento offri alla tua cliente come test una fiala da bere e poi un bicchiere d’acqua, oppure un tè a effetto detox. Trattamento classico per restringere i pori: gli step da seguire. 1. Detergi la pelle e sgrassala con dell’acqua all’hamamelis.

BEAU T Y - FO RU M . I T

57


DOSSIER MISSIONE: PELLE PERFETTA

COSE DA FARE – Terminare la pulizia del viso con uno “spruzzo” di acqua fredda. – Usare, per questa operazione, un’acqua astringente con estratti di hamamelis, lime o limone. – Combinare un’adeguata detersione a trattamenti a base di calore o di argilla, che contribuiscono notevolmente a restringere i pori dilatati.

– Proporre trattamenti esfolianti altamente concentrati, che attenuano anche le rughe e le anomalie nella pigmentazione. – Usare prodotti idratanti leggeri per riequilibrare la pelle.

– Eseguire sedute di microdermoabrasione.

– Ricorrere a prodotti specifici come le maschere purificanti, che aiutano le pelli grasse e impure a eliminare le ipercheratosi, a ridurre la sovrapproduzione di sebo e a stimolare la circolazione sanguigna.

– Eseguire o consigliare (in base alla propria qualifica) sedute di microneedling.

– Opacizzare la pelle con una cipria trasparente che le conferisca un aspetto fine e setoso.

– Eseguire peeling agli acidi della frutta.

– Inserire nel trattamento prodotti a base di acido ialuronico e collagene.

COSE DA EVITARE – Usare cosmetici che contengano alcol: seccano la pelle e incentivano la produzione di sebo. – Scegliere creme troppo grasse: i prodotti devono sempre adattarsi al tipo di pelle della cliente. Gli acidi grassi, inoltre, stimolano la cheratinizzazione dei pori.

58

BEAUTY FORUM 5 /2017

– Usare olio di silicone o paraffina: ostruiscono i pori. – Sottovalutare la lucidità cutanea: fa apparire l’incarnato grossolano. – Dormire poco: toglie energie alla pelle!

bimento, un ricco prodotto in fiala. 4. Applica poi una maschera rivitalizzante su viso, collo e décolleté; rimuovila dopo una ventina di minuti con un asciugamano intiepidito e umido. 5. Con un delicato massaggio, applica un siero che restringa i pori. 6. Una volta assorbito il siero, massaggia ancora la pelle con una crema o un booster di collagene o con un prodotto idratante ma leggero a tua scelta. 7. In chiusura, applica una crema giorno, una BB cream o una CC cream leggermente pigmentate, o una crema solare per proteggere la pelle dai raggi UV. Dopo un trattamento agli acidi della frutta, infatti, le difese della pelle si abbassano, rendendola più sensibile all’azione dei raggi solari. 8. Le eventuali impurità rimaste possono essere parzialmente coperte con una pasta di azulene colorata. 9. Uniforma e opacizza infine la pelle con una cipria trasparente. Fitotrattamento “Fire and Ice” con acido glicolico (adatto anche alle donne in gravidanza e allattamento): gli step da seguire. 1. Detergi la pelle. 2. Applica una maschera a base di cannella e acido glicolico vegetale, che stimola la microcircolazione e il rinnovamento cellulare. È il “fire” del trattamento: in questa fase, è normale che il viso appaia molto irritato e “accaldato”. 3. Applica ora una maschera neutralizzante a base di menta piperita e rosmarino, l’“ice” del trattamento, che lenisce e rinfresca di nuovo la pelle. 4. In chiusura, applica un siero o un prodotto idratante a tua scelta.

Christiane Laszig

Estetista e truccatrice, lavora per il cinema e la televisione e forma nuovi visagisti. Come autrice tratta temi legati a cosmesi, antiage e make up.

FOTO: CHRISTIANE LASZIG

Una maschera neutralizzante alla menta piperita lenisce e rinfresca la pelle.

2. Prosegui con un peeling agli acidi della frutta che sia adatto al tipo di pelle della cliente. Il gel del peeling deve essere applicato in modo uniforme e rimosso dopo averlo lasciato qualche minuto ad agire. A seconda del tipo e dell’intensità del peeling, la pelle potrà risultare arrossata; se la pelle da trattare è particolarmente sensibile, va usata una percentuale inferiore dell’acido scelto. 3. In seguito al peeling, la capacità della pelle di assorbire i principi attivi e le sostanze idratanti è molto alta: è il momento perfetto per massaggiare, fino a completo assor-


DOSSIER MISSIONE: PELLE PERFETTA

IL TRUCCO C’È, MA NON SI VEDE V

a da sé che truccare una pelle liscia, regolare e giovane non dà alcun problema. Nella realtà dell’istituto, però, non è sempre così. Anzi, di solito la pelle delle clienti che si sottopongono a una seduta di make up presenta tutta una serie di imperfezioni - senza contare che spesso maggiori sono le imperfezioni, più alte saranno le aspettative della cliente. Di seguito, un elenco di quel-

60

BEAUTY FORUM 5 /2017

le più comuni, con qualche consiglio per camuffarle al meglio e regalare alla cliente il beauty look dei suoi sogni.

molto evidenti (come pustole o nevi flammei), mescola il correttore verde a un altro prodotto coprente (come un correttore nude) e stendilo normalmente sul viso.

PELLE ARROSSATA Con la pelle arrossata funziona bene un correttore di colore verde, che è complementare al rosso e che puoi anche mescolare al fondotinta. Se devi nascondere delle aree rosse

PELLE SECCA E CHE SI SQUAMA La pelle secca deve essere preparata accuratamente prima di cominciare

FOTO: INSPIRED_BY_THE_LIGHT / SHUTTERSTOCK.COM

Truccare una pelle arrossata, molto secca o irritata è una vera sfida, ma con qualche semplice stratagemma possiamo usare il make up per nascondere con successo le imperfezioni sul viso delle nostre clienti.


MISSIONE: PELLE PERFETTA DOSSIER

Sono gli aiutanti indispensabili per ogni make-up: i correttori di colore rosa (per nascondere le occhiaie bluastre o le vene in evidenza), arancione (per coprire le anomalie pigmentarie della pelle) e verde (per camuffare i rossori).

la seduta di trucco. Se tende a squamarsi, prima di applicare il make up esfoliala con un peeling, poi stendi sul viso una crema idratante. Per il trucco, usa prodotti ad azione curativa e con alto potere idratante; i migliori sono quelli dalla consistenza fluida, perché si “adagiano” sulla pelle in modo leggero. Se la pelle è molto secca e si sfalda, applica il fondotinta usando una spugnetta fine: il prodotto si emulsionerà all’acqua con cui avrai inumidito la spugna e sarà più facile da stendere; così facendo, inoltre, eviterai di sollecitare ulteriormente la desquamazione dell’epidermide, donerai una piacevole sensazione di freschezza al viso e ne ravviverai l’incarnato. In caso di pelle secca, i prodotti in polvere andrebbero invece sempre evitati, in quanto tendono ad accentuare e rendere ancora più visibili le rughe e le aree desquamate. Per opacizzare, usa un primer in crema dal finish matte prima di iniziare ad applicare il trucco.

ze irritanti; in commercio si possono trovare diversi prodotti per make up arricchiti da principi attivi emollienti. Fai anche attenzione durante l’applicazione: non spalmare i prodotti, ma piuttosto picchiettali delicatamente, usando pennelli e spugnette dalla grana morbida e fine.

PELLE GRASSA Quando la pelle è grassa e lucida, normalizzala usando dei prodotti opacizzanti. Prima di applicare il trucco, stendi un fondotinta a effetto matte oppure il primer; generalmente, questi prodotti aiutano anche a minimizzare l’aspetto dei pori dilatati. Per ridurre l’effetto lucido dalla Zona T, applica in modo mirato un primer opacizzante, o sostituiscilo con la classica cipria in polvere. Infine, ricorda di non usare mai make up a base oleosa; scegli invece prodotti a base di acqua, dalla texture più fresca e leggera.

PELLE IRRITATA

INCARNATO DISOMOGENEO

Se la pelle della tua cliente è irritata, applica esclusivamente prodotti ad azione calmante e lenitiva, meglio se privi di profumazione o altre sostan-

Quando l’incarnato della tua cliente non è uniforme, puoi utilizzare correttori di colori diversi per armonizzare le varie aree del viso.

Con il verde puoi nascondere gli arrossamenti, ad esempio quelli provocati da pustole, rosacea, vasi sanguigni in evidenza e nevi flammei. Con il rosa puoi minimizzare le borse sotto gli occhi, le occhiaie bluastre e le vene in evidenza. Con il giallo e l’arancione puoi camuffare occhiaie marroncine, anomalie nella pigmentazione, nevi particolarmente estesi e macchie dell’età. Il correttore colorato si può amalgamare sia con un “collega” nude che con il semplice fondotinta; la stesura della miscela non comporta particolari problemi. Non avere paura che ci siano troppi colori sulla pelle! Durante l’applicazione si fonderanno tra loro, nascondendo in modo ottimale tutte le imperfezioni che affliggono il viso della tua cliente.

Nicola Weidermann

Visagista, dirige un’accademia di make up e un beauty store a Düsseldorf, in Germania, e ha creato una sua personale linea di make up.

BEAU T Y - FO RU M . I T

61


STYLE

I COLORI DELL’ Autunno MANICURE - Come vestiremo le unghie

FOTO: ASIFE / SHUTTERSTOCK.COM

nei mesi autunnali? I color trend di stagione accontentano le romantiche, ma ingolosiscono anche le amanti della dark manicure.


STYLE NAIL

più successo della regola: ecco allora che le loro collezioni autunnali alternano giocosi pastello a metallizzati super glamour, profondi cremosi a tinte shock. Operatrici e clienti possono così divertirsi a sperimentare accostamenti e design, dando vita a manicure personalizzate e su misura.

BELLA IN ROSA

I

variopinti tappeti di foglie secche, le calde tonalità di cappotti e maglioni che occhieggiano dalle vetrine dei negozi, le sfumature dei grappoli d’uva, delle zucche e dei lucenti frutti di melograno: l’autunno è pronto a investirci con i suoi colori

ricchi e profondi. Anche le palette di smalti e gel si adeguano alla stagione, benché la separazione netta tra tonalità “necessariamente” primaverili o autunnali sia ormai superata. I nail brand hanno infatti imparato che le eccezioni, a volte, riscuotono

Il nail look da copiare: La gamma dei rosa è una delle più ricche quando si tratta di smalti e gel: perché scegliere una sola tonalità, quando si possono creare favolosi accostamenti tono su tono, bordando ad esempio un’unghia nude con un rosa più scuro?

IL MARE TUTTO L’ANNO

Texture denim ed effetto pizzo: il trend dei tessuti a misura di unghia prende forma nella proposta di Tatjana Romanova per Cni.

64

BEAUTY FORUM 5 /2017

Con l’autunno che incalza può capitare di ritrovarsi alle prese con una languida malinconia ripensando all’estate appena trascorsa. I color trend di quest’anno vengono incontro a tutte le nostalgiche con blu e azzurri che richiamano tutte le sfumature del cristallino mare estivo: dal navy al verde petrolio, passando per polverosi cerulei e blu-violetti ricchi di riflessi. Nuance diverse, dal sottotono più o meno freddo, perfet-

FOTO: (IN ALTO) CND LADYBIRDHOUSE; (IN BASSO) CNI

Sfumature nude, dettagli a tinte mauve e una leggere sottolineatura dorata in zona lunula: un mix perfetto proposto da Deborah Mariotti per CND - Ladybird house.

Il 2017 ha visto un ritorno in grande stile del rosa, colore femminile per eccellenza: presenza fissa nelle collezioni primaverili di smalti e gel polish, rimane un po’ a sorpresa un must-have anche per l’autunno. Le varianti stagionali proposte da Pantone, Ballet Slipper e Primrose Pink, sono pallide e delicate transizioni a metà strada tra rosa baby e color confetto; se alcuni nail brand sembrano apprezzare il mood, inserendo nelle proprie collezioni tonalità rosate tenui e cremose, altri puntano su un tipo di rosa che “proprio rosa non è”: il mauve, nella sua variante più calda e autunnale, assolutamente irresistibile!


NAIL STYLE

blu multiriflesso: non c’è collezione autunnale, in questo 2017, che non proponga una (o più) nuance nei toni del viola, colore versatile e dalle tante personalità. I nail brand, d’altro canto, si lasciano ispirare dagli umori della moda, e di viola in passerella ne abbiamo visto tanto, dalla tonalità intensa e brillante scelta da Salvatore Ferragamo per abiti in lucida pelle e morbido mohair, alla variante scura e sofisticata proposta da Elie Saab su lunghi cappotti e trasparenze da sera.

Parola d’ordine: brillare. Quest’autunno la manicure in viola cattura e riflette la luce con irresistibili finish cangianti. Foto: ORLY.

te da abbinare a un altro protagonista della moda di stagione: il denim.

FOTO: (IN ALTO) ORLY; (IN BASSO) MAFFI / SHUTTERSTOCK.COM

Il nail look da copiare: Fra le tendenze decorative di stagione c’è l’effetto “tessuto”, che ricrea sulle unghie texture e consistenze di stoffe e vestiti. Per ricreare sulle unghie l’effetto “stonewashed” tipico dei jeans, sovrapponi a una base color denim un lembo di fiberglass per manicure

e colorane poi i contorni con il bianco e con un blu più scuro di quello di base, dando vita a sfumature “vissute”.

NOTE DI VIOLA Cremosi melanzana, profondi vinaccia, ma anche lilla glaciali e viola/

Il nail look da copiare: La tua cliente vuole una manicure magnetica? Guidala nella scelta di un viola dal finish cangiante o leggermente metallizzato: il risultato sarà super glamour, specie se abbinato a gioielli o accessori altrettanto luccicanti.

BLACK & GOLD Sono lontani i tempi in cui le unghie laccate di nero erano appannaggio esclusivo di trasgressivi punk e cupi “metallari”. Oggi la black manicure è un trend amato e sfoggiato da moltissime donne: come accade con l’abbigliamento e gli accessori, il nero è quel colore-non colore che riesce a mettere tutte d’accordo. Difficile, tuttavia, che lo si scelga come monocolore, a meno che non si opti per un finish satinato. La tendenza forte per quest’autunno è però un’altra, ovvero l’abbinamento con i toni metallizzati, l’oro su tutti. Il binomio “black & gold” dà vita a interpretazioni creative potenzialmente infinite, tutte estremamente scenografiche. Il nail look da copiare: Nero e oro si prestano magnificamente ai decori geometrici, ma anche a sinuosi arabeschi: proponi i primi alle tue clienti giovani e underground, i secondi a quelle modaiole e sofisticate.

A cura della redazione Lunula nero pece su unghie dorate e decori grafici scintillanti su sfondo total black: una manicure che si fa notare.

BEAU T Y - FO RU M . I T

65


STYLE NEWS

1

1 Matadora Collection Gelish & MORGAN TAYLOR • Quest’autunno Gelish e MORGAN TAYLOR ci guidano alla scoperta delle culture latine con una collezione fatta di 6 tonalità vibranti. I’m Drawing a Blanco è un bianco puro dai riflessi luminosi; Mauve Your Feet un malva nude; Don’t Break My Corazon un arancio dai riflessi rosso fuoco; All Tango-d Up un rosso intenso cremoso; Danced And Sang-ria un viola sangria; Olé My Way un brillante blu marino. www.aboutlux.it

2 Velvet Dream Collection

2

ORLY • Atmosfere soffuse, texture morbide e nuance profonde pervadono la collezione ORLY per l’autunno. 6 i colori, disponibili anche in versione smalto semipermanente GelFX: Silken Quartz, rosa antico perlato; Just Bitten, rouge noir; Black Cherry, rosso violaceo; Velvet Kaleidoscope, viola/bronzo cangiante; Blue Suede, blu ceruleo; November Fog, glicine con una punta di grigio. www.orlyitalia.it

3 Night Spell Collection

3

CND • Per l’autunno, CND propone 6 irresistibili tonalità dall’anima “notturna”, illuminate però dai bagliori del giorno: Berry Boudoir, vinaccia deciso; Hypnotic Dreams, bronzo dai mille riflessi; Viridian Veil, verde ottanio shimmer; Eternal Midnight, viola/blu cangiante; Lilac Eclipse, lilla cremoso; Mercurial, argento satinato. I colori sono disponibili in CND Shellac e VINYLUX. www.cndworld.it

4 Fueled and Furious Collection

4 66

BEAUTY FORUM 5 /2017

Artistic Nail Design • Ispirata allo storico binomio “donne e motori”, la collezione autunnale di Artistic propone una palette che accende la personalità di ogni donna: tinte nude che richiamano il beige e il rosa antico, come Radiate My Love e She’s a Spark Plug, danno voce al lato timido e femminile; nuance decise e grintose come il melanzana Heart Breaker e il verdone Torque It! esaltano il carattere forte e deciso. www.rvmbeauty.it


21|22|23 OTTOBRE 2017 MiCo | Fiera Milano Congressi www.esthetiworld.com

Ingresso Via Gattamelata GATE 14

L’IMPERDIBILE APPUNTAMENTO DEDICATO AL MONDO DELL’ESTETICA PROFESSIONALE, DEL NAIL E DELLE SPA BolognaFiere Cosmoprof S.p.a. | Milano Tel. +39.02.796.420 | Fax +39.02.795.036 | info@esthetiworld.com

Congresso Italiano Spa

Company of

Congresso Nazionale

In collaborazione con


STYLE MAKE UP

68

BEAUTY FORUM 5 /2017


MAKE UP STYLE

Red

PASSION STEP BY STEP - Labbra rosso fuoco e occhi da

cerbiatta: un beauty look raffinato e seducente che dona a tutte.

STEP 1 Per preparare il viso all’applicazione del make up, detergiamo la pelle e applichiamo una crema idratante.

1 STEP 2 Con il pennello in setole naturali n.06 applichiamo l’ombretto n.01 Sahara dall’angolo interno dell’occhio fino a circa 1/3 della palpebra mobile e sotto l’arcata sopraccigliare per illuminarla. Con il pennello n.10 applichiamo l’ombretto n.04 Safari al centro della palpebra mobile. Per creare l’ombreggiatura, con lo sfumino a fiamma n.16 applichiamo e sfumiamo l’ombretto n.06 Jungle partendo dalla parte finale della palpebra mobile e spostandoci fino a metà di quella fissa con movimenti delicati.

2 BEAU T Y - FO RU M . I T

69


STYLE MAKE UP

3

4

5

STEP 3

STEP 4

STEP 5

Con il pennello da eyeliner n.01 preleviamo una piccola quantità di Pro Liner e disegniamo una sottilissima linea lungo la rima cigliare superiore. Applichiamo poi Longlash Mascara pettinando bene le ciglia verso l’alto e separandole accuratamente. Con il pennello duo fibre n.22 stendiamo il fondotinta Power Cream e con il pennello da correttore n.18 eseguiamo un leggero contouring con la Magic Cream Palette; con il pennello da correttore n.14 applichiamo poi sul contorno occhi il correttore Perfect Concealer.

Applichiamo sulle guance il BlushMe n.7, aiutandoci con il pennello n.26/O.

Con la matita n.10 tracciamo un’infracigliare sulla palpebra inferiore, arrivando a circa 3/4 della rima; sfumiamola poi con il pennello a penna n.12 e infine fissiamola con l’ombretto n.09 Tribù.

STEP 7 Concludiamo il make up applicando, con il pennello per labbra n.03, il Lipstyler n.23 Macbeth.

Step by step a cura di PaolaP

STEP 6 Illuminiamo gli zigomi e la parte centrale del viso con Moonlight Starry Sky, aiutandoci con il pennello da correttore n.18.

6 70

BEAUTY FORUM 5 /2017

7


NEWS STYLE

1

1 Moonlight Collection Karaja • Mistero e dolcezza contraddistinguono l’evocativa collezione Karaja per l’autunno/inverno 2017-2018. Moonlight è il must-have della stagione, fondotinta disponibile in versione fluida setosa e in polvere compatta, che trasforma la pelle in un gioiello. L’inedita Gold & Bronze 32 scolpisce i volumi del viso in un attimo. Per gli occhi, sfumature iridescenti chiare si alternano al marrone scurissimo e al nero assoluto di Pure Black Matt Eyeliner. Le labbra, deliziosamente rimpolpate dai nuovissimi Creamy Lip Tint, si vestono di colori cremosi e luminosi. www.karaja.it

2

2 WP Eye Pencil PaolaP • Matita waterproof dalle altissime performance: no transfer, molto scrivente, colore intenso, ottima sfumabilità e durata incredibile anche in caso di contatto con acqua o alte temperature. Il tratto è confortevole e sottile, il rilascio del colore immediato. Di facile utilizzo e straordinaria durata, è pensata per tutte le donne che pretendono dal proprio make up un risultato perfetto in ogni situazione. www.paolapmakeup.it

3

3 Micellar Gel PatriciaMi • Innovativa soluzione struccante 3 in 1 per viso, occhi e labbra senza risciacquo, indicata per la detersione e l’idratazione della pelle. Con una formula ricca di Acido Ialuronico, Micellar Gel purifica l’epidermide, oltre a rimuovere in poche mosse il trucco (anche waterproof) e ogni traccia di smog e impurità. www.patriciami.it

4

4 Lipstick Palette Mesauda • Dieci colori ultra glamour che permettono di creare infiniti look personalizzati, racchiusi in un cofanetto pratico ed elegante. La speciale formula ultra pigmentata dal finish matte assicura il massimo rilascio del colore, mentre la texture morbidissima regala un comfort incomparabile sulle labbra. Applicati con il pennello 518 Contour Lip, i rossetti regalano un risultato impeccabile. www.mesaudacosmetics.it

BEAU T Y - FO RU M . I T

71


LIFE & WORK

CLIENTI DIVERSI,

approcci DIVERSI

FOTO: RUSLAN GUZOV / SHUTTERSTOCK.COM

COME RELAZIONARSI CON LA CLIENTELA - Donne o

uomini, teenager o senior: ogni cliente ha le proprie esigenze alle quali, in quanto estetista, devi saper andare incontro. Mayleen Eraerts ci spiega come gestire tre particolari dinamiche.


LIFE & WORK MARKETING & COMUNICAZIONE

I

n quanto estetista non puoi scegliere di lavorare con un solo tipo di cliente, ma devi essere in grado di trattare e relazionarti in modo impeccabile con chiunque bussi alla porta del tuo centro. La soddisfazione del cliente deve essere al primo posto nella tua scala di priorità e, per ottenerla, devi prima di tutto saper personalizzare il tuo approccio in base a chi ti trovi di fronte. Ecco qualche consiglio per riuscirci con tre particolari categorie: il/la cliente adolescente, l’uomo e la donna di mezz’età.

L’ADOLESCENTE

una normale tappa della giovinezza è facile, ma riduttivo. Non dobbiamo mai dimenticare che l’adolescenza è probabilmente il periodo più difficile nella vita di ragazze e ragazzi: il problema della pelle impura può trasformarsi in un enorme carico psicologico in più. IL TRATTAMENTO Di solito i ragazzi arrivano al primo appuntamento in istituto accompagnati dai genitori e molto spesso succede che, durante il consulto preliminare, siano loro a parlare al posto dei propri figli, rispondendo prontamente anche a domande alle quali i ragazzi potrebbero replicare benissimo da soli. Per evitare questa spiacevole situazione, è sufficiente suddividere il consulto in due parti: trattare in presenza dei genitori la

FOTO: SASA PRUDKOV / SHUTTERSTOCK.COM

Gli adolescenti che si rivolgono a un’estetista di solito lo fanno seguendo una spinta ben precisa:

quella dei loro genitori. Non è raro, infatti, che questi ultimi decidano di rivolgersi a un centro estetico dopo aver già consultato dei medici che, forse, non sono stati in grado di aiutarli e li hanno respinti con un sorriso stanco. Quando ai genitori sembra di stare semplicemente perdendo tempo dietro a trattamenti inutili, mentre l’acne invade il viso dei loro figli, tu estetista sei l’ultimo filo di speranza a cui possono aggrapparsi. Quell'età delicata in cui l’aspetto fisico gioca un ruolo fondamentale, e in cui molti definiscono loro stessi attraverso il proprio look, diventa doppiamente difficile per quei giovani che non sanno come nascondere le proprie imperfezioni, e questo vale non solo per le ragazze, ma anche per i ragazzi. Liquidare il problema della “faccia brufolosa” come

74


MARKETING & COMUNICAZIONE LIFE & WORK

FOTO: OLENA YAKOBCHUK / SHUTTERSTOCK.COM

preliminare non è molto diversa da quella che fai alle clienti donne; va detto, però, che gli uomini sono meno “complicati”, soprattutto quando si tratta di cure domiciliari. Per l’uomo la beauty routine deve essere veloce e lasciare la sua pelle pulita e profumata, ma “non troppo”. La clientela maschile di un centro estetico non comprende, ovviamente, solo questa tipologia di frequentatore; capita, infatti, che a rivolgersi all’estetista siano uomini che cercano un trattamento specifico, magari per trattare una pelle secca o impura, oppure semplicemente per eliminare i peli superflui.

parte relativa alle malattie precedenti, ai farmaci assunti e ai trattamenti da eseguire, lasciare gli altri argomenti a una chiacchierata a tu per tu con l’adolescente in cabina. Questa soluzione è ottimale sotto molti punti di vista: spesso i ragazzi tendono a perdere le staffe più velocemente quando ci sono i genitori rispetto a quando sono da soli con l’estetista; inoltre, a volte si vergognano di parlare di alcuni argomenti davanti a loro: hanno subito la sensazione di fare una brutta figura, ed è una cosa che sicuramente vuoi evitare. Comunica subito ai genitori che vorrai chiarire alcune cose in privato solo con i figli, così che lo sappiano fin dall’inizio. Vedrai che apprezzeranno questa accortezza, perché in genere sono consapevoli del loro ruolo scomodo e “ingombrante”; molti di loro raccontano che i figli preferiscono fare orecchie da mercante ai loro consigli, anche quando si tratta di cose banali come la doccia! Eh sì: sono proprio degli adolescenti. Non dimenticare, comunque, di confrontarti in separata sede anche con i genitori, chiedendo loro di specificarti cosa si aspettano di ottenere dal percorso che state per intraprendere.

Infine, cerca sempre di rendere ben consapevoli i tuoi giovani clienti del fatto che dovrebbero essere grati ai loro genitori per la possibilità che hanno di venire da te; soprattutto se i genitori investono anche dei soldi per acquistare i tuoi prodotti. IL CONSIGLIO EXTRA Abituati a trattare con i guanti (metaforicamente, non solo letteralmente) i tuoi giovanissimi clienti. In fondo, anche se non sono loro a pagare, verranno volentieri nel tuo centro solo se si sentiranno compresi, ben consigliati e a proprio agio. Con la pressione e la costrizione non si va da nessuna parte.

L’UOMO Per esperienza personale, posso dire che gli uomini sono clienti molto gratificanti, anche se capita di rado che entrino in un centro estetico cercando un trattamento specifico e che poi ne diventino clienti affezionati; spesso, infatti, sono le donne a spedire i propri compagni dall’estetista, magari regalando loro dei buoni. Il motivo principale per cui gli uomini si rivolgono a un istituto è molto semplice: rilassarsi! L’anamnesi

IL TRATTAMENTO Come accennato, la ragione principale che spinge questa tipologia di cliente a entrare in istituto è il desiderio di un momento di relax; tutta la parte che riguarda creme, maschere e sieri è decisamente superflua. In fondo, però, anche gli uomini sentono il bisogno di fare qualcosa di bello per loro stessi e, come le donne, danno importanza al loro aspetto esteriore. Non fare l’errore di pensare che al tuo cliente non interessi acquistare dei prodotti domiciliari solo perché, durante il colloquio preliminare, ti ha confessato di usare solo un comune detergente e un po’ di dopobarba. IL CONSIGLIO EXTRA Gli uomini di oggi hanno una visione completamente diversa dell’estetica rispetto a quella che avevano fino a qualche anno fa: hanno capito l’importanza di un aspetto bello e curato nelle relazioni personali come in quelle lavorative e sono, quindi, disposti a spendere per ottenerlo. Certo, questo non significa che compreranno qualunque cosa a qualunque costo! Per alcuni uomini, però, acquistare un siero, una crema specifica o addirittura un peeling è una spesa assolutamente accettabile e fattibile.

→ BEAU T Y - FO RU M . I T

75


LIFE & WORK MARKETING & COMUNICAZIONE

LA CLIENTE SENIOR Oggi le donne invecchiano “meglio” rispetto al passato: la maggiore attenzione alla cura della pelle e del corpo, la grande disponibilità di prodotti per ogni esigenza e le sempre più sofisticate proposte dell’estetica hanno contribuito ad avverare il sogno di ogni over-50 di sentirsi ancora giovane e bella. E di godersi la vita! Questa tipologia di cliente sa cosa vuole e cosa non vuole. Molte di queste donne decidono di concedersi qualche momento dedicato esclusivamente a loro stesse per la prima volta dopo anni, magari quando i figli sono finalmente adulti e indipendenti. A 50 anni inizia per molte donne un periodo completamente nuovo della loro vita. Se hanno trascorso la propria esistenza lavorando, accudendo la casa e la famiglia, è molto probabile che abbiano avuto poco tempo da riservare alla cura di loro stesse. Questo è il loro momento.

76

BEAUTY FORUM 5 /2017

tato, ma spiega ogni passaggio alla cliente mentre stai eseguendo il trattamento. IL CONSIGLIO EXTRA Come con ogni tipologia di cliente, anche in questo caso è fondamentale fare un’anamnesi iniziale molto approfondita. Chiedi alla tua nuova cliente quali siano state le sue abitudini finora, soprattutto per quanto riguarda la beauty routine quotidiana. Confrontarsi con nuove procedure può essere destabilizzante per lei: non lasciarla sola!

ta prima da un’estetista. Nel caso in cui, in effetti, sia arrivata da te dopo esperienze in altri istituti, fai di tutto per distinguerti da loro e sii pronta a mostrarle soluzioni innovative: è bello quando i clienti scoprono per la prima volta nuovi trattamenti e nuove possibilità. Non togliere loro questa gioia! Ogni cliente è diverso e ha le proprie esigenze e i propri desideri; non mettere etichette a nessuno di loro, perché potrebbero non corrispondere alla loro identità nella sua interezza.

Mayleen Eraerts

LA VARIABILE PERSONALITÀ Non esiste una tipologia di cliente più facile o più difficile da trattare rispetto a un’altra; il fattore determinante rimane sempre la personalità di chi si siede di fronte a te. Non dare per scontato, ad esempio, che una cliente sui vent’anni sia già sta-

Estetista, dirige un istituto a Barsinghausen, in Germania. È specializzata in cosmesi antiage ed esperta di ingredienti cosmetici.

FOTO: PHOVOIR / SHUTTERSTOCK.COM

IL TRATTAMENTO Non partire dal presupposto che la cliente senior sia disposta a spendere molto solo perché sta sperimentando una fase della vita in cui vuole coccolarsi un po’ (anche se è uno stereotipo comune quando si tratta di questo particolare tipo di clientela). Anche in questo caso, chiedi individualmente a ogni cliente quali siano le sue aspettative e i suoi desideri. A volte le over-50 non hanno familiarità con l’esecuzione dei trattamenti estetici, con i prodotti e con le attività di mantenimento domiciliare, mentre per te, in quanto estetista esperta e formata, le manovre e i procedimenti sono cose ormai ovvie e naturali. Se ti trovi in questa situazione, sii pronta a spiegare anche le cose che fai di routine e, anzi, a semplificarle mentre ne parli. Alcune clienti non hanno la minima idea di come funzioni un protocollo estetico o di quali prodotti vadano utilizzati per amplificarne gli effetti. Non fare l’errore di darlo per scon-


BEAUTY FORUM

ABBONAMENTO ANNUALE

ABBONAMENTO BIENNALE

(7 numeri)

(14 numeri)

euro 57,00 Tel. 011 5637338 abbonamenti@zeroventi.com www.beauty-forum.it/abbonamenti

ABBONATI ONLINE SU WWW.BEAUTY-FORUM.IT 


LIFE & WORK BUSINESS

che si fa?

RITARDI E CANCELLAZIONI - Fissare un appuntamento a una cliente è un’operazione relativamente semplice; per esperienza sappiamo, però, che non c’è alcuna garanzia che la cliente lo rispetti! Ecco qualche consiglio per gestire al meglio ritardi e cancellazioni dell’ultimo minuto.

78

BEAUTY FORUM 5 /2017

FOTO: Y PHOTO STUDIO / SHUTTERSTOCK.COM

APPUNTAMENTO SALTATO,


BUSINESS LIFE & WORK

L’esperienza dimostra che le nuove clienti sono più inclini, rispetto a quelle di lungo corso, a disdire gli appuntamenti all’ultimo minuto o semplicemente a non presentarsi.

A

qualunque estetista è capitato di dover aspettare una cliente oltre l’orario del suo appuntamento. Scena tipica: si è appena salutata la cliente precedente, l’orologio segna le 15 in punto e la zona d’attesa è vuota e silenziosa. Uno sguardo all’agenda ci conferma che non siamo noi a non essere in orario, ma la cliente che aveva prenotato proprio per quell’ora. Controlliamo la segreteria telefonica o il cellulare, per verificare che non abbia lasciato un messaggio; niente neanche lì. E mentre stiamo perdendo del tempo prezioso, riflettiamo su come riusciremo a rispettare la tabella di marcia nonostante questo spiacevole, ma purtroppo frequente, imprevisto. Trafelate, cerchiamo di raggiungere la cliente al telefono - a patto di avere il suo numero, ovviamente. Quella descritta è una situazione che tutte noi conosciamo molto bene. Nel migliore dei casi, la cliente tarda “solo” qualche minuto e, correndo un po’, possiamo procedere al servizio senza incidere troppo sugli appuntamenti successivi; quando però il ritardo si prolunga, il trattamento concordato non può più essere eseguito. Nei casi ancora peggiori, poi, la cliente non si presenta del tutto - magari senza avvertire, oppure telefonando all’ultimo momento. Ed ecco che ci ritroviamo con del tempo libero non pianificato e un incasso giornaliero inferiore a quello previsto. Magari avevamo persino inca-

strato quell’appuntamento con poco preavviso, spostato clienti con trattamenti più lunghi in altre date, dato la disponibilità oltre il nostro orario proprio per quella cliente, rinunciando a un impegno personale. Se solo la cancellazione fosse stata più tempestiva, avremmo potuto provare a riempire il buco contattando una cliente in lista d’attesa. La situazione è oltremodo frustrante; laddove dovesse ripetersi con frequenza, potrebbe anche diventare finanziariamente dannosa.

IL VALORE DELLA PUNTUALITÀ In linea di massima, rispettare gli impegni presi ed essere puntuali agli appuntamenti sono le basi fondamentali dell’attività che si svolge in un centro estetico e dovrebbero essere rispettate da entrambe le parti coinvolte, tanto dall'operatrice quanto dalla cliente. Cosa si può fare, però, se la cliente cancella il suo appuntamento all’ultimo minuto, o se proprio non si presenta? In questi casi gioca un ruolo fondamentale l'esistenza, all'interno dell'istituto, di una corretta politica di "gestione del cliente". Con “gestione del cliente”, nel commercio, si intendono tutti quegli strumenti atti a migliorare, tra le altre cose, il nostro orientamento al cliente e la sua fidelizzazione.

I RITARDI DELLE NUOVE CLIENTI… L’esperienza dimostra che le nuove clienti sono più inclini, rispetto a quelle di lungo corso, a disdire gli appuntamenti all’ultimo minuto o semplicemente a non presentarsi. Quando fissi un appuntamento con una nuova cliente, non dimenticare di farti lasciare il suo nome completo e un suo numero di telefono (meglio se di cellulare). Per completezza, dovresti annotare anche un indirizzo di riferimento. Spiega le ragioni di questa procedura e chiedi cortesemente alla cliente, in caso di impedimento, di disdire in modo tempestivo (in media, almeno 24 ore prima). Questo ha già l’effetto di un’impegnativa e può contribuire a ridurre il numero di appuntamenti non rispettati.

…E QUELLI DELLE CLIENTI STORICHE Anche con le clienti più fedeli e di lunga data possono verificarsi disavventure di questo tipo: può capitare che si dimentichino di un appuntamento, o che non riescano a rimandarlo tempestivamente. Spesso si tratta di eventi eccezionali: quando è così, comportati in modo accomodante per non compromettere il rapporto con una persona che magari è tua cliente da anni. Come comportarsi, invece, con quelle clienti che disdicono o rimandano sistematica-

BEAU T Y - FO RU M . I T

79


mente il loro appuntamento all’ultimo minuto (magari accampando scuse sempre meno credibili)? Parla apertamente con loro, in modo amichevole ma deciso. Presta ascolto alla cliente: questo servirà anche a rafforzare il tuo rapporto con lei. Se però dovessi realizzare che non ha alcuna intenzione di iniziare a rispettare gli “obblighi reciproci” che dovrebbero intercorrere tra di voi, chiediti se sia ancora proficuo per te continuare a correrle dietro: se la risposta è no, è il momento che le vostre strade si dividano.

GESTIRE IL RITARDO Quando la cliente ritardataria fa infine la sua comparsa, devi prendere una decisione: riesci ancora a eseguire il trattamento concordato nel tempo che rimane, oppure devi accorciarne la durata? Le farai pagare comunque il prezzo pieno o adeguerai il costo all’effettivo tempo in cabina? Soppesa queste opzioni molto attentamente. La cosa a cui devi prestare maggiormente attenzione è che, per accontentare questa cliente, tu non finisca con l’essere in ritardo

80

BEAUTY FORUM 5 /2017

con quelle successive: anche loro si aspettano una rigorosa puntualità! Quando stabilisci la tua politica di gestione dei ritardi, non avere paura di essere troppo “severa”: tieni sempre conto del fatto che la tua agenda è accuratamente pianificata a seconda dei trattamenti programmati e dei relativi prezzi. Spesso, spiegarlo apertamente alla cliente dà già i suoi benefici.

MISURE PREVENTIVE Tra colleghe estetiste si discute molto su quali siano le migliori misure preventive da adottare per limitare il più possibile il problema degli appuntamenti saltati. Una soluzione efficace - oltre che molto apprezzata dalle clienti - è l'invio di un promemoria il giorno prima. Grazie ai moderni smartphone si possono inviare messaggi e comunicazioni praticamente a costo zero; devi calcolare, però, il tempo che ti serve per offrire un simile servizio! Un modo per ovviare a questo problema è quello di sfruttare gli invii automatizzati previsti da molti software gestionali, o utilizzare strumenti simili dispo-

nibili gratuitamente su internet. In questo secondo caso, bisogna considerare attentamente il prezzo: alcuni portali, ad esempio, richiedono una quota mensile più un costo per ogni SMS o e-mail inviata. Organizzare l’agenda con un gestionale ti permette da una parte di tenere sempre completi e aggiornati i dati di tutte le tue clienti, dall’altra di informarle sulle possibili conseguenze di un appuntamento non rispettato. Una cliente coscienziosa e in buona fede non avrà problemi a fornirti i suoi recapiti completi: indirizzo, numero di telefono, numero di cellulare e indirizzo e-mail. Avere una banca dati aggiornata è utile anche nel caso opposto, ovvero se sei tu ad ammalarti e a dover cancellare un appuntamento. Va da sé, ovviamente, che i dati personali delle tue clienti non vanno ceduti in modo illecito a terzi! Per essere sicura che il tuo regolamento su ritardi e cancellazioni sia ben chiaro, esponine una copia in bella vista nel tuo centro e anche sul retro del foglietto che consegni alla cliente con la data del suo prossimo appuntamento. In quali conseguenze può incorrere chi non rispetta un appuntamento? Molti centri istituiscono una sorta di sanzione, un “risarcimento”, anche se non esistono norme universali che lo regolino o ne stabiliscano l’entità. Di solito si opta per un pagamento forfettario che ripaghi della perdita subita. Se stai valutando di prendere provvedimenti in questo senso, riflettici molto attentamente. L’esistenza di sanzioni può arginare il problema delle clienti "distratte", ma considera, di contro, che ottenere il risarcimento dovuto in caso di ritardo o cancellazione improvvisa non è sempre facile; inoltre, alcune clienti potrebbero ritenere la tua politica troppo restrittiva e decidere di cambiare estetista.

Yvonne Weber

NailArtist e Lash Designer.

FOTO: EL NARIZ / SHUTTERSTOCK.COM

LIFE & WORK BUSINESS


NEWS LIFE & WORK

Dr. Spiller

La nuova App di Dr. Spiller Italia

Ladybird House

I primi 25 anni di Ladybird house Chissà se, 25 anni fa, Libera e Cinzia Ciccomascolo immaginavano che l’azienda che avevano appena fondato sarebbe diventata una delle più importanti realtà nel panorama delle Unghie in Italia? Quello che sappiamo è che, da quel lontano settembre del 1992, l’evoluzione di Ladybird house è stata continua e travolgente, fino ad arrivare ai numeri attuali: la distribuzione in esclusiva per l’Italia di 5 brand di fama mondiale - CND, ORLY, IBD, EzFlow e il nuovo arrivato SpaRitual -, 32 dipendenti - di cui ben 24 donne -, 40 Educatori e una rete commerciale di oltre 70 Concessionari e Rappresentanti. Cosa ha permesso ai tre soci Libera, Cinzia e Alberto di ottenere questi straordinari risultati? Un potente mix di impegno, sacrificio e passione. Oltre, naturalmente, al lavoro di squadra: nel 2007 si è unito al team Ladybird house il Direttore Commerciale Gilberto Pietrantoni e da allora l’organico dell’azienda si è costantemente ampliato, riflettendo l’evoluzione del mercato e il desiderio di stare al passo con i tempi, se non addirittura di anticiparli. www.ladybirdhouse.it

HSA

Due volti nuovi in HSA HSA Spa, leader europeo nello sviluppo di prodotti professionali haircare e skincare, rafforza la struttura aziendale della sua divisione cosmetica con due importanti arrivi: Paolo Delle Piane, nel ruolo di Direttore Marketing Strategico, e Laura Pecis, come responsabile Ricerca e Sviluppo delle linee skincare. Due acquisiti fondamentali per l’azienda in occasione del lancio in Italia dell’innovativa linea anti-inquinamento per viso e corpo Pollution Free a base di Zeolite, potente minerale di origine vulcanica capace di depurare e proteggere la pelle. www.pollution-free.com

L’applicazione di Dr. Spiller Italia cambia completamente il rapporto tra istituto e cliente, che diventa sempre più stretto. L’app è di supporto ai clienti, li tiene costantemente informati su offerte, premi e novità e sui prodotti e trattamenti offerti. Grazie all’applicazione le vendite e l’informazione sono più immediate, e si può presentare il proprio istituto in modo moderno ed efficace. L’app è disponibile su Play Store (per dispositivi Android) e su App Store (per iPhone e iPad). www.drspiller.it

Physio Natura

Un nuovo logo per festeggiare 20 anni di attività Physio Natura regala al suo pubblico una nuova veste grafica per celebrare i 20 anni di attività e sottolineare la sua continua evoluzione attraverso un nuovo logo, un indizio che apre le porte a un rinnovamento ben più esteso e che riguarda i prodotti del brand. Forte di un legame con il passato, memore di anni votati a trovare la formula perfetta tra Bellezza e Natura, la linea è pronta a scrivere un nuovo capitolo della sua storia: messi al bando peg e petrolati, l’azienda pugliese torna a suggellare quell’intesa che agli esordi ha firmato con la Natura. Largo, dunque, ai nuovi prodotti green, frutto dello studio appassionato di un’azienda che nel corso del tempo ha coltivato l’amore per la cosmesi insieme al rispetto per i consumatori sempre più attenti ed esigenti. www.physionatura.it

BEAU T Y - FO RU M . I T

81


LIFE & WORK IL FUTURO DELLE SPA

IL Concept, QUESTO SCONOSCIUTO DESIGN - Da dove scaturisce l’originalità, fondamentale per qualunque centro

estetico o benessere? Dall’idea iniziale, che deve essere chiara e coerente.

82


IL FUTURO DELLE SPA LIFE & WORK

La sorpresa scatena nell’ospite il desiderio di scoprire sempre di più, di avvicinarsi e sentirsi parte della storia raccontata attraverso il progetto dell’immagine.

O

gni volta che si affronta il progetto di un centro estetico la frase di rito è sempre la stessa: “Architetto, non vorrei il solito centro, ma

qualcosa di particolare che possa valorizzare la mia attività e la mia specializzazione!”. Eppure, il mondo è pieno di “soliti centri”, con immagini pressoché stereotipate in termini di aspetto cromatico, materiali e soluzioni formali. Questa tendenza rende istituti e saloni tutti molto simili, se non uguali. Superare la tentazione del “già noto” è un concetto forse difficile da trasmettere e interiorizzare, ma rappresenta la chiave per il successo.

FOTO: ANNA BABURKINA / SHUTTERSTOCK.COM

ALLA RICERCA DELL’ORIGINALITÀ Da cosa deriva la stereotipizzazione di tanti, troppi centri estetici? Spesso la ragione risiede nel tentativo di rispondere alle presunte aspettative dei clienti. Siamo sicuri, però, che nell’immaginario collettivo dell’ospite un centro estetico debba avere necessariamente caratteristiche così ben definite e riconoscibili da renderlo simile a tutti gli altri? Accoglienza, attesa, esposizione dei prodotti, disimpegni, cabine, spazi di servizio: sebbene i contenuti siano quelli, con una distribuzione che si adatta di volta in volta alla struttura dei locali a disposizione, nessuna regola ci impone di creare copie o copie delle copie. Oggi a vincere deve essere sempre l’originalità. Anzi, direi che non ci sono altre strade possibili se non quella dell’unicità!

DISTINGUERSI O ESTINGUERSI “Distinguersi o estinguersi” è una citazione tratta dal celebre saggio di marketing “La Mucca Viola” di Seth Godin. “Farsi notare in un mondo tutto marrone: l’essenza della Mucca Viola è la straordinarietà. Lo straordinario è ciò che emerge dal consueto, che si fa notare e fa parlare di sé. È la novità che suscita interesse.” Non è forse questo l’obiettivo di qualsiasi attività imprenditoriale, compreso il centro estetico o benessere? Come scritto nel mio blog hoteldesign.org, “tutti gli sforzi (economici, ma non solo) hanno un vero senso solo se finalizzati a un unico obiettivo: rendere unica la struttura!”. Oggi muoversi come si faceva una volta non basta più. È necessario tendere alla straordinarietà per emergere dal marasma generale a colpi di qualità e, soprattutto, di idee. Bisogna distinguersi!

L’IMPORTANZA DELL’IDEA Talvolta i dubbi del cliente riguardano il fatto che, pur avendo realizzato il proprio centro con nuovi arredi, magari a seguito di un restyling che ha comportato anche la scelta di un’inedita palette di colori e di caratteristiche diverse, il risultato resti ancora molto “sciapo”. Nuovo, infatti, non è necessariamente sinonimo

BEAU T Y - FO RU M . I T

83


LIFE & WORK IL FUTURO DELLE SPA

lavoro molto delicato. Quanti terribili progetti sono nati dalla matita spuntata di molti architetti in virtù del principio del “diverso a tutti i costi”. Scegliere una strada non consueta può portare anche a grandi disastri, se non c’è una ricerca di qualità alla base. È questo il motivo che mi ha spinto, da sempre, verso la strada della specializzazione: basta tuttologi! Ne è pieno il settore ed è sempre più frequente trovarne qualcuno pronto a predicare le proprie assolute certezze. Sono necessari approfondimenti professionali per garantire la migliore risposta progettuale al cliente. È arrivato il tempo delle idee, ma solo chi avrà il coraggio di credere nelle proprie potrà avanzare senza timori sulla strada dell’innovazione e del futuro, in cui il successo della propria attività sarà senz’altro a portata di mano.

DIVERSO A TUTTI I COSTI? Il “già visto” ha le ore contate? Le avrebbe se solo ci fosse un po’ più

84

BEAUTY FORUM 5 /2017

di coraggio nell’esplorare soluzioni nuove e non convenzionali, nel lasciarsi andare a qualcosa che, pur sembrando “strano” all’inizio perché inaspettato, poi ci riempie di nuova emozione. Il restyling di un centro in questi termini sembra semplice, eppure è un

Stefano Pediconi

Artista, architetto, blogger, designer e hotel stylist, è specializzato in progettazione di strutture ricettive, SPA e centri wellness ed estetici per i quali propone un approccio creativo volto ad approfondire gli aspetti culturali di benessere e ospitalità, orientato allo sviluppo di nuovi business per ogni cliente. www.stefanopediconi.it

FOTO: (IN ALTO) FIPHOTO; (IN BASSO) LUIGGI33 / SHUTTERSTOCK.COM

di “bello”, “coerente” o “sorprendente”. Ci vuole un’anima! L’ingrediente fondamentale, la condizione indispensabile per raggiungere l’originalità è l’idea. Non esiste qualità alcuna in un progetto di riqualificazione, restyling o nuova realizzazione senza un concept alle spalle che permetta di comunicare le proprie peculiarità e i propri valori, aprendo il proprio cuore così che l’ospite possa ritrovarcisi appieno. La cosiddetta “architettura neutrale”, quella che non ha nulla da dire se non il giusto, non ha futuro (…e neanche presente!). L’ospite percepisce subito il valore di un centro in cui il dettaglio è curato, il concept chiaro e l’effetto emozionale: la sorpresa scatena nell’ospite il desiderio di scoprire sempre di più, di avvicinarsi e sentirsi parte della storia raccontata attraverso il progetto dell’immagine.


Nailpro

ABBONAMENTO ANNUALE

ABBONAMENTO BIENNALE

(6 numeri)

(12 numeri)

,00 euro 49 Tel. 011 5637338 abbonamenti@zeroventi.com www.nailpro.it/abbonamenti

ABBONATI ONLINE SU WWW.NAILPRO.IT 


LIFE & WORK L’ISTITUTO

THE WHITE

Medispa

FOTO: FRANCESCA TOVOLI

Una raffinata Medical Spa nel cuore di Milano, dedicata a tutte le donne che desiderano sfuggire alla frenesia quotidiana e ritagliarsi un prezioso momento di bellezza e benessere.

86

BEAUTY FORUM 5 /2017


L’ISTITUTO LIFE & WORK

F

acciamo tappa a Milano, nel centralissimo quartiere di Santa Maria delle Grazie, dove un elegante palazzo storico di via Sebeto ospita The White Medispa, esclusivo punto d’incontro fra trattamenti estetici, medicali e dedicati al benessere. A presentarcelo Krystel Arbia, orgogliosa titolare di quello che ama definire un vero e proprio angolo di pace.

PIÙ DI UNA SPA La storia di The White Medispa comincia poco più di tre anni fa, il 16 giugno 2014. “Volevo creare una Spa unica, per tutte quelle donne che hanno poco tempo da dedicarsi ma che non vogliono rinunciare a essere sempre perfette" ci racconta Krystel. The White Medispa si profila così, fin dalla sua apertura, come un luogo sofisticato e rilassante all’interno del quale rallentare i ritmi della vita quotidiana per concentrarsi esclusivamente sul proprio benessere. Con uno staff composto da 4 estetiste più un medico estetico, l’istituto offre soluzioni di bellezza che vanno dall’estetica di base a quella avanzata, coniugando alla dimensione Beauty una serie di servizi medicali all’avanguardia per viso e corpo, come peeling chimici, filler, carbossiterapia e molti altri. Uno dei tratti distintivi del centro è proprio la natura peculiare della sua offerta, che accosta a “grandi classici” dell’estetica alcuni trattamenti unici e innovativi. Nel moderno e confortevole Nail Bar troviamo, accanto alla manicure tradizionale, l’esclusiva manicure giapponese; in cabina, i classici trattamenti antiage sono affiancati dal sempre più popolare needling. Ampia e variegata l’offerta di massaggi, tra cui spiccano il rilassante “The White”, il massaggio personalizzato “Intuitive” e “Le Brossage”, antico rituale giapponese che esfolia a ripulisce il corpo “a secco” grazie all’utilizzo di una body brush. E, per chi sente l’esigenza di ritrovare il proprio equilibrio psicofisico, l’esclusivo percorso Detox combina

una dieta personalizzata a trattamenti energetici e drenanti, progettati per rimettere a nuovo corpo e mente. The White Medispa prevede inoltre una serie di servizi dedicati in modo mirato ai pazienti oncologici e alle loro particolari esigenze, in collaborazione con la Oncology Esthetics Association: trattamenti per mani, piedi, viso e corpo studiati per intervenire in modo delicato e sicuro laddove gli effetti collaterali della malattia e delle terapie si fanno vedere e sentire di più.

THE WHITE MEDISPA IN BREVE 90 mq

INIZIATIVE SPECIALI ED EVENTI PRIVATI The White Medispa si rivolge a una clientela femminile e maschile ed è frequentata da persone attente all’eccellenza e alla novità. La parola d’ordine, come sottolineato dalla rigorosa Spa Etiquette, è “tranquillità”: tono di voce moderato e telefoni in modalità silenziosa, per contribuire al mantenimento di un’atmosfera soffusa, accogliente e rilassante. Il centro offre anche un piccolo menù di coccole specifiche per un-

2 piani 3 cabine Nail bar Postazioni pedicure Endermologie LPG Carbossiterapia Pressoterapia Swiss Cell Vibe Ossigenoterapia Laser diodo Indirizzo: Via Sebeto, 1 20123, Milano 02 87068204 www.thewhitemedispa.com

Hai un centro estetico o una SPA d’eccellenza? Ti piacerebbe comparire su BEAUTY FORUM? Manda una breve presentazione e qualche foto del tuo centro a valeria@zeroventi.com, potresti essere protagonista su uno dei prossimi numeri!

BEAU T Y - FO RU M . I T

87


LIFE & WORK L’ISTITUTO

der-18. Tra le proposte più amate, le formule “Little Miss Mani” e “Little Miss Piedi”, servizi pensati per venire incontro alle impegnatissime mamme di oggi, che hanno la possibilità di recarsi in istituto con le loro bambine per fare manicure e pedicure nello stesso momento, vivendo così un’indimenticabile esperienza mamma-figlia. Per le piccole “miss”, il trattamento di mani e piedi consta di limatura, cura delle cuticole, massaggio e applicazione di uno smalto naturale. The White Medispa si presta anche come location di tendenza per aperitivi, feste di compleanno, addii al nubilato e altri eventi privati: in questi casi è possibile riservare l’uso esclusivo della Spa e/o del Nail Bar, organizzando party unici in una cornice insolita e incredibilmente trendy.

88

BEAUTY FORUM 5 /2017

UN AMBIENTE MINIMAL CHIC Disposta su due livelli, The White Medispa accoglie i propri ospiti in un’area interamente dedicata al Nail Bar: 5 postazioni ergonomiche e confortevoli dove scegliere tra i diversi percorsi di manicure e pedicure realizzati da mani esperte con i sofisticati prodotti Uka by Kiho Watanabe, l’infinita palette di smalti Smith &

Cult, Essie e OPI come smalti semipermanenti. Lo stesso piano è dedicato anche alla rivendita di prodotti selezionati, che si distinguono per l’approccio naturale e individuale alla bellezza: Environ, Academie, Apotcare Paris e Luxcey sono state scelte anche per i trattamenti, a cui sono riservate le tre ampie e luminose cabine che si trovano al piano inferiore. Come si può intuire dal nome con cui Krystel ha deciso di battezzare il suo salone, filo conduttore delle scelte di design per quanto riguarda gli arredi interni è il colore bianco: la sua purezza, stemperata dal calore del beige, rende The White Medispa un luogo in cui liberare la mente avvolti da un’ambientazione minimal ma non asettica, all’insegna del comfort e in linea con un approccio naturale alla bellezza.


NEWS LIFE & WORK

Comfort Zone

Al via la terza edizione di I Sustain Beauty

Elizabeth Arden PRO

Una nuova partnership con Delia Beauty Spa Elizabeth Arden PRO si affaccia sul Pantheon grazie alla partnership con Delia Beauty Spa: una collaborazione all’insegna della professionalità che unisce la realtà esclusiva e riconosciuta del noto tempio romano della bellezza e del benessere al progetto esclusivamente professionale del prestigioso marchio Elizabeth Arden, dedicato allo skincare di eccellenza. Diventando Official Center Elizabeth Arden PRO, Delia Beauty Spa offre da oggi lo skincare di qualità, innovazione ed eccellenza più iconico della storia del Beauty internazionale, con un’offerta di trattamenti che spazia dalle necessità di idratazione alla pigmentazione irregolare, dall’age-defying alla sensibilità cutanea, fino alle problematiche della pelle impura. www.elizabethardenpro.it

HB

HB diventa distributore GMS Beauty Una bella novità nel settore dell’estetica professionale: HB Srl, distributore italiano del marchio Suntronic, è diventato infatti il distributore per Lombardia, Piemonte e Veneto di GMS Beauty Instruments, azienda con un’esperienza di oltre 40 anni nel settore estetico. La sua mission, fornire ai propri clienti prodotti innovativi, versatili e affidabili, partendo dall’estetica di base fino alla consulenza più specifica, con una qualità del servizio a 360°. Due le parole chiave per GMS Beauty Instruments: apparecchiature all’avanguardia e personale tecnico specializzato. www.healthbeautysrl.com

Si è aperta lo scorso 15 giugno la terza edizione di I Sustain Beauty: un invito che Davines e Comfort Zone rivolgono alla propria comunità internazionale di parrucchieri, estetiste e clienti per raccogliere progetti in ambito sociale, artistico e ambientale con l’obiettivo di promuovere un impatto positivo sul pianeta e sostenere un’ideale di bellezza a tutto tondo. Durante le prime due edizioni, lanciate nel 2014 e nel 2016, sono stati raccolti più di 170 progetti provenienti da diversi Paesi. Ogni progetto, raccontato attraverso immagini, video e una breve descrizione dell’iniziativa, ha dato prova di come sia possibile generare bellezza, proteggerla e promuoverla attraverso la volontà e l’impegno. La campagna per raccogliere le proposte sarà aperta sul sito isustainbeauty.com fino a fine marzo 2018. Sullo stesso sito sono raccolti tutti i progetti delle scorse edizioni. www.davines.it | www.comfortzone.it

ISO Benessere

La Cabina Completa firmata ISO Benessere ISO Benessere offre la possibilità di fornire la cabina di un arredamento completo e coordinato. Il lettino per massaggi e trattamenti Elysium, combinato alla parete attrezzata Lumina, al carrello multifunzione Calido e ai pannelli luminosi e personalizzabili Spot regalano all’ambiente un’atmosfera affascinante e unica. Il risultato è una cabina armoniosa, in grado di amplificare i benefici dei trattamenti grazie alla potente cromoterapia sincronizzata che riempie la stanza e la veste di luce e colore. www.isobenessere.com

BEAU T Y - FO RU M . I T

89


FOTO: RA2STUDIO /SHUTTERSTOCK.COM


EVENTI

FIERE BEAUTY FORUM BEAUTY FORUM & SPA POLONIA

BEAUTY FORUM ROMANIA

Varsavia, 23 - 24 Settembre 2017

Cluj, Marzo 2018

BEAUTY FORUM PARIGI

BEAUTY FORUM POLONIA

Parigi, 8 - 9 Ottobre 2017

Varsavia, Marzo 2018

BEAUTY FORUM MONACO

BEAUTY FORUM SLOVACCHIA

Monaco, 28 - 29 Ottobre 2017

Trenčin, Marzo 2018

BEAUTY FORUM GRECIA

LOVE BEAUTY, LUBIANA

Atene, 4 - 6 Novembre 2017

Lubiana, Aprile 2018

BEAUTY FORUM MACEDONIA

BEAUTY FORUM LIPSIA

Salonicco, 25 - 27 Novembre 2017

Lipsia, Aprile 2018

BEAUTY FORUM UNGHERIA

BEAUTY FORUM GRECIA

Budapest, 3 - 4 Novembre 2017

Atene, Maggio 2018

BEAUTY FORUM SVIZZERA

BEAUTY FORUM MACEDONIA

Zurigo, 3 - 4 Marzo 2018

i

Salonicco, Maggio 2018

Agenzia per l’Italia:

Via Valprato 68 10155 Torino T. +39 011 5637338 loris@zeroventi.com


EVENTI FIERE BEAUTY FORUM

Monaco

CAPITALE DELLA FORMAZIONE

32° BEAUTY FORUM MONACO 28 - 29 OTTOBRE 2017 Messe München International (Quartiere Fieristico di Monaco Riem)

www.beauty-fairs.de/munich

La fiera bavarese dedicata alla Bellezza professionale si profila anche quest’anno come imperdibile occasione formativa: scopri di più sul programma!

L

a 32esima edizione di BEAUTY FORUM MONACO, l’evento autunnale riservato ai professionisti dell’industria Beauty, ti invita il 28 e 29 ottobre alla scoperta di nuovi trend, prodotti e trattamenti proposti da più di 1.100 aziende e brand di tutta Europa e non solo. A cornice dell’evento, un ricco programma formativo altamente qualificato, show e campionati internazionali. Tra i “luoghi caldi” della fiera, il BEAUTY POINT (padiglione C3), che ospiterà conferenze e presentazioni aziendali, oltre alle premiazioni dei

92

BEAUTY FORUM 5 /2017

vari campionati e a entusiasmanti live show.

IMPARARE COSE NUOVE La formazione continua è la chiave del successo professionale: per questo BEAUTY FORUM MONACO offre anche quest’anno numerosi workshop a tema Nail, Business, Style, Dermatologia e dedicati ai nuovi trend. Relatori specializzati ed estetiste esperte proporranno lezioni e dimostrazioni pratiche di tecniche,


FIERE BEAUTY FORUM EVENTI

procedure e trucchi del mestiere. Dalle strategie di marketing alle nuove tendenze della NailArt, fino alle opzioni di trattamento più all’avanguardia, la ricchissima offerta formativa ti consentirà di scoprire tutto quello che c’è da sapere per accrescere la tua professionalità. Con un doppio vantaggio: trasformare in pratica le proprie basi teoriche e poter rivolgere dal vivo agli esperti domande e curiosità di ogni tipo. Ulteriori informazioni sui workshop professionali sono disponibili alla

pagina www.beauty-fairs.de nell’area riservata al programma.

28 - 29 OTTOBRE 2017

Messe München International (Quartiere Fieristico di Monaco - Riem)

Orari di apertura: Sabato 9.00 - 18.00 | Domenica 9.00 - 17.00 Organizzato da:

LA GRANDE SFIDA DEI MAKE UP ARTIST Sabato 28 ottobre avrà luogo il 30° International Masters’ Award Make Up, che vedrà sfidarsi i vincitori dei vari campionati nazionali di Make Up. L’entusiasmante tema di quest’anno è “Bohemian Fantasy”. Fai un salto

Health and Beauty Germany GmbH

BEAU T Y - FO RU M . I T

93


EVENTI FIERE BEAUTY FORUM

nell’arena di gara e lasciati trasportare in un altro mondo dai partecipanti e dalle loro creazioni!

DUE FIERE, UN UNICO APPUNTAMENTO, UN SOLO BIGLIETTO In contemporanea con la fiera professionale si svolge quest’anno la prima edizione dei BUNTE Beauty Days, un “evento nell’evento” dedicato a tutte le donne. Gli operatori del settore che partecipano a BEAUTY FORUM MONACO avranno diritto all’ingresso gratuito ai BUNTE Beauty Days, risparmiando 19 euro (il prezzo ufficiale del secondo biglietto). Naturalmente, però, non vale l’offerta inversa: le clienti finali (o chiunque non sia operatore professionale) non potranno comunque accedere a BEAUTY FORUM MONACO, pur partecipando ai BUNTE Beauty Days. Puoi trovare tutte le informazioni su questo evento inedito sul sito www.bunte-beauty-days.de.

94

BEAUTY FORUM 5 /2017

Un’offerta sorprendente per te! INGRESSO RIDOTTO PER I VISITATORI ITALIANI solo con l’acquisto in prevendita.

Assicurati subito il tuo biglietto: W W W. B E A U T Y- FA I R S . D E / V I S I T O R S

Tutte le novità e il programma completo della fiera sono disponibili sul sito www.beauty-fairs.de/muenchen


ABBONAMENTO COMBINATO

BEAUTY FORUM + Nailpro ABBONAMENTO ANNUALE 13 numeri (7 numeri di BEAUTY FORUM + 6 numeri di Nailpro)

Tel. 011 5637338 abbonamenti@zeroventi.com www.beauty-forum.it/abbonamenti

ABBONATI ONLINE SU www.beauty-forum.it O www.nailpro.it


EVENTI NEWS

Dermosfera

Riparte l’EBM: Executive Beauty Master

Hely’s

Corso di Massaggio Metamerico Hely’s organizza un corso per imparare realmente a eseguire il Massaggio Metamerico, focalizzando l’attenzione anche sullo studio dei meridiani cinesi per una conoscenza a 360°. Il programma del corso prevede tre incontri di una giornata ciascuno: 9 ottobre, 6 novembre e 4 dicembre. Durante ciascun incontro si affronteranno determinate tematiche: Ossigenazione, Assimilazione, Eliminazione; dopo una parte teorica iniziale, verrà dedicato ampio spazio alla pratica, affinché i partecipanti possano imparare direttamente sul campo e comprendere tutte le potenzialità di questo massaggio. Il numero di posti è limitato. Il corso è a pagamento e prevede il rilascio di un attestato. Tutti i corsi si svolgono presso la sede di Hely’s Cosmetica Naturale in via Leonardo Da Vinci 24 a Torino. www.helys.it

96

BEAUTY FORUM 5 /2017

Dopo il successo dello scorso anno accademico, riparte a novembre il piano formativo EBM: Executive Beauty Master. Il percorso, strutturato in cinque masterclass consecutive, ha lo scopo didattico di trattare in modo omnicomprensivo e con il supporto di professionisti e docenti esperti tutte le discipline dell’estetica professionale: dalla fisiologia epidermica alla nutrizione, passando per la neurocosmesi, il marketing estetico e sensoriale, la gestione dell’istituto e il business development nel settore bellezza. Superato l’esame finale, i partecipanti ottengono la qualifica di Beauty Manager, titolo riconosciuto dal Ministero dello Sviluppo Economico, e saranno regolarmente iscritti all’Albo. La figura di Beauty Manager si profila come un professionista del benessere che dispone di tutte le conoscenze e capacità indispensabili per operare con altissima professionalità nella gestione del Centro Estetico sia dal punto di vista tecnico che manageriale. Dal 2016 Dermosfera è il primo ente di formazione esterno riconosciuto dall’associazione Asso Beauty Manager. Per il corso EBM: Executive Beauty Master il prossimo appuntamento è a Bologna il 20 novembre 2017. www.rheacosmetics.com

Q Italy

Nuove date autunnali per la Q Academy Q Italy continua nel suo progetto nato per formare i professionisti della Bellezza: Q Academy. Grazie a un comitato scientifico composto da un pull di professionisti e dottori specializzati nell’estetica, Q Academy propone formazione continua ad estetiste e centri che vogliono crescere e scoprire le nuove tecnologie del settore. L’offerta formativa comprende corsi di aggiornamento, corsi specifici sulle tecnologie, collaborazioni con scuole di formazione per estetiste e corsi di marketing. Le prossime date in programma sono quelle del 24-25 settembre e del 15-16 ottobre. www.q-italy.it


NEWS EVENTI

Natì

Movimento ABT1.0

Bioline Jatò

Training Campus Ogni anno Bioline Jatò organizza il Training Campus: un evento esclusivo dedicato a estetiste e distributori internazionali che quest’anno si è tenuto dal 19 al 22 giugno a Trento, presso la sede dell’azienda. Professionisti provenienti da Azerbaijan, Bielorussia, Georgia, Russia, Uzbekistan, USA, Croazia, Finlandia, Irlanda, Norvegia, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia e Taiwan hanno avuto l’opportunità di seguire un percorso formativo con protagoniste le linee Body Concept e De-Ox C Evolution, di cui sono stati illustrati i principi attivi, le caratteristiche e le esclusive manualità. Ma non solo! In vero stile Bioline, questi eventi prevedono anche delle esperienze all’insegna del divertimento, che quest’anno hanno avuto come splendida cornice il lago di Garda. www.bioline-jato.com

A.I.DER.

1° Campionato Nazionale di Trucco Permanente L’A.I.DER. (Associazione Italiana Dermopigmentisti) organizza a Roma, il 3 e 4 ottobre, Sking 2017 Eyebrow Edition, il primo Campionato Nazionale di Trucco Permanente. Operatori provenienti dalle migliori accademie di formazione italiane si sfideranno nella realizzazione di un trattamento di sopracciglia “pelo+sfumatura”. Sono previste due divisioni di gara: tecniche manuali (es. microblading) e apparecchiature elettromeccaniche (dermografo); i partecipanti saranno divisi nelle categorie Talent e Master. Sking è anche il Congresso che si terrà il 4 ottobre con operatori internazionali che presenteranno le ultimissime novità sulla dermopigmentazione. www.sking.events

Il Movimento ABT1.0 rappresenta tutte le ABT Specialist che hanno partecipato al programma formativo dedicato alla più importante ed esclusiva innovazione introdotta da Natì nel settore della cosmesi di trattamento. Professioniste della Bellezza che condividono il desiderio e l’urgenza di ridefinire il settore dell’estetica professionale attraverso le proprie competenze, le proprie scelte, la propria dedizione. Estetiste che vogliono evolvere la propria professionalità tecnica e di business, in piena autonomia, per essere fortemente competitive e anticipare i cambiamenti socio-culturali e commerciali della cosmesi di oggi. Parola d’ordine? “L’ho detto io!”. www.nati.it

ISO Benessere

Gli appuntamenti con le fiere di settore ISO Benessere continua la sua politica di espansione a livello nazionale e internazionale partecipando ad alcune tra le più importanti fiere del settore hotellerie e piscine. Dal 9 al 12 ottobre il partner russo EOS Premium SPA Technology esporrà i prodotti ISO Benessere a Mosca per Hotel Expo 2017; dal 17 al 20 dello stesso mese, il brand sbarcherà invece in Spagna, dove il partner Inbeca Wellness Equipment parteciperà a Piscine Global Barcellona. In Italia, ISO Benessere sarà presente a Hotel a Bolzano dal 16 al 19 ottobre e a Venezia dal 5 all’8 novembre in occasione della prima edizione di For Horeca di Venezia Expo. www.isobenessere.com

BEAU T Y - FO RU M . I T

97


BEAUTY FORUM Edizione Italia www.beauty-forum.it Regitrazione ROC: 20462 In collaborazione con: Health and Beauty Germany GmbH

Editore Loris Sparti loris@zeroventi.com Direttore responsabile Monica Sparti monica@zeroventi.com Redazione Valeria Federighi valeria@zeroventi.com Contenuti Internazionali Carla Manavella carla@zeroventi.com Progetto grafico Samuele Mairo samuele@zeroventi.com Hanno Collaborato Andrea Weber, Anke Niederau, Astrid Schmutzler, Aylin Kümmel, Cledyson N. Da Silva, Christiane Laszig, Christine SchrammekDrusio, Katharina Godecki-Dieser, Ljudmila Spomer, Mayleen Eraerts, Nadine Andres-Waschulewski, Nicola Weidermann, Ranina Monika Janz, Stefano Pediconi, Yvonne Weber. Stampa Reggiani Arti Grafiche srl Via Alighieri 50 - 21010 Brezzo di Bedero (VA)

Redazione / Pubblicità

Servizio Abbonamenti

Abbonamenti

Via Valprato 68 10155 Torino Tel. +39 011 5637338 info@zeroventi.com www.zeroventi.com

Tel. +39 011 5637338 abbonamenti@zeroventi.com www.beauty-forum.it/abbonamenti

Annuale Euro 35,00 Biennale Euro 57,00

Abbonamento per studenti di estetica: Annuale Euro 17,00 Biennale Euro 28,00

SEDI INTERNAZIONALI Germania: Health and Beauty Germany GmbH Ludwig-Ehrard-Str. 2, 76275 Ettlingen, Germania; www.health-and-beauty.com Polonia: Health and Beauty Media Sp.z.o.o. Krolowej Mamrysienki 9/10 Street, 02-954 Varsavia, Polonia; www.health-and-beauty.com.pl Svizzera: Health and Beauty Marketing Swiss GmbH, Ziggentorstraße 1a, 6006 Lucerna, Svizzera; www.health-and-beauty.ch Francia: Health and Beauty Marketing France SARL, 50, Rue de Miromesnil, 75008 Parigi, Francia; www.beauty-forum.fr Spagna: Health and Beauty Marketing Spain, S.L.U. Provenza, 111-113, entresuelo 2a, 08029 Barcellona, Spagna; www.health-and-beauty.es Ungheria: Health and Beauty Business Media Hungary Kft., Hattyu utca. 14.8 em, 1015 Budapest, Ungheria; www.health-and-beauty.hu Cina/Hong Kong: Health and Beauty Marketing China Ltd., Room 917, 9/F, Kwong-Loong Tai Building, 1016-1018 Tai Nan West Street, Cheung Sha Wan, Kowloon, Hongkong, Cina. www.beautyforum.com.cn Turchia: Interteks international Trade Exhibitions Inc., Mim Kemal Öke Cad. No: 10, 34367 Nisantasi/Istambul, Turchia; www.interteks.com Grecia: Beauty Greece Tsirimokou O.E., Ergano Typou 2 & Vouliagmenis Av. 415 163 46 Ilioupoli, Atene, Grecia; www.beautygreece.gr Slovenia: Apertus d.o.o., Kamniska ulica 12, 2000 Maribor, Slovenia. www.apertus.si

I testi e le fotografie inviati alla redazione non vengono restituiti anche se non pubblicati. La redazione si riserva il diritto di riportare i testi pervenuti anche in maniera parziale. Gli autori sono gli unici responsabili dei testi. La riproduzione intera o parziale di testi o fotografie è vietata senza l’autorizzazione scritta dell’Editore.


COMUNICHIAMO ATTRAVERSO LA BELLEZZA

le Riviste, il Web, le Newsletter

679.000 i contatti con i professionisti della bellezza ogni anno in Italia Tel. 011 5637338 info@zeroventi.com www.zeroventi.com


La tua pelle merita un’esperienza Straordinaria

ĂŠlite Resolution Face Lab Per maggiori informazioni contattaci al numero 02 5391328 Visita il sito www.overline.it o seguici sulle pagine dei nostri social

BEAUTY FORUM 5/2017  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you