Issuu on Google+

Zhuge Liang sconfigge l'esercito Wei; Sima Yi invade la Terra dei Fiumi Occidentale. ------------------------------------------Il quarto mese dell'Inizio della Prosperità, nel settimo anno (229 d.C.), trovò Zhuge Liang accampato a Qishan in tre accampamenti, nell'attesa di attaccare Wei. Quando Sima Yi raggiunse Changan l'ufficiale in comando, Zhang He, gli disse tutto ciò che era successo. Egli diede a Zhang He il posto di Capo dell'Avanguardia, con Dai Ling come suo Assistente Generale e centomila truppe, dopodiché marciò verso il nemico, accampandosi sulla sponda sud del Fiume Wei. Quando i comandanti locali Guo Huai e Sun Li andarono a far visita al nuovo Comandante in Capo, egli chiese, “Avete affrontato qualche battaglia con Shu?” “Non ancora,” dissero. Sima Yi disse, “Il nemico ha affrontato una lunga marcia; la loro occasione risiede nell'attaccare rapidamente. Poiché non hanno attaccato, devono avere un piano estremamente elaborato da realizzare. Che notizie avete dalle contee della Vallata Occidentale?” Guo Huai rispose, “Gli esploratori dicono che in ogni contea viene mantenuta la massima attenzione. Ma non ci sono notizie da Wudu e Yinping.” “Devo mandare qualcuno lì ad affrontare una battaglia decisiva con loro. Partite nel modo più rapido e silenzioso che potete per andare in soccorso di quelle due città, e poi attaccate la retrovia dell'armata di Shu in modo da gettarla in disordine.” Partirono per obbedire a questi ordini, e lungo la via finirono a discutere di Sima Yi. “Com'è Sima Yi rispetto a Zhuge Liang?” disse Guo Huai. “Zhuge Liang finora è il migliore,” rispose Sun Li. “Sebbene Zhuge Liang possa essere il più intelligente, questa strategia del nostro comandante dimostra che è superiore alla maggior parte degli uomini. Il nemico potrebbe aver preso queste due città. Eppure quando piomberemo inaspettatamente sulla loro retrovia, di certo verranno gettati in disordine.” Subito dopo un esploratore venne a rapporto: “Wang Ping ha catturato Yinping, e Wudu è in possesso di Jiang Wei. Inoltre, l'armata di Shu non è lontana.” Disse Sun Li, “C'è qualche piano astuto in atto. Perché sono preparati alla battaglia in campo aperto quando possiedono due città? Faremmo meglio a ritirarci.” Guo Huai era d'accordo, ed emanarono l'ordine di fare dietro front e ritirarsi. Proprio allora esplose una bomba, e, allo stesso tempo, apparve improvvisamente dalla copertura di alcune colline un piccolo corpo di truppe. Sulla bandiera che avanzava lessero Primo Ministro Han Zhuge Liang, e nel mezzo della compagnia lo videro, seduto in un piccolo cocchio. Sulla sua sinistra vi era Guan Xing, e sulla sua destra Zhang Bao. www.treregni.it


Vennero colti alla sprovvista. Zhuge Liang rise e disse, “Non correte via! Pensavate che il tranello del vostro comandante mi avrebbe ingannato? Sima Yi ha lanciato una sfida a combattere ogni giorno, certo, mentre voi avreste dovuto scivolare dietro la mia armata e attaccare! Ho io le due città, Wudu e Yinping. Se non siete venuti ad arrendervi, allora sbrigatevi ad affrontare una battaglia decisiva con me.” Ormai Guo Huai e Sun Li erano davvero spaventati. Quindi dietro di loro si sollevò un urlo pari a quello di battaglia, e Wang Ping e Jiang Wei iniziarono a colpirli nella retrovia, mentre Guan Xing e Zhang Bao piombarono su di loro davanti. Furono presto totalmente piegati, e i due capi scapparono inerpicandosi sul fianco della collina. Zhang Bao li vide, e stava spronando il suo cavallo in avanti per catturarli, quando purtroppo lui e il suo cavallo caddero insieme in un precipizio. Quando lo raccolsero, scoprirono che era stato scalciato alla testa ed era ferito gravemente. Zhuge Liang lo rimandò a Chengdu. E' stato detto che Guo Huai e Sun Li erano scappati. Essi tornarono all'accampamento di Sima Yi e dissero, “Wudu e Yinping erano entrambe in possesso del nemico, e Zhuge Liang aveva preparato un'imboscata, sicché siamo stati attaccati dal fronte e dal retro. Abbiamo perso la battaglia e siamo scappati a piedi.” “Non è colpa vostra,” disse Sima Yi. “Il fatto è che egli è più astuto di me. Ora andate a difendere Yongcheng e Meicheng e restate sulla difensiva. Non uscite a dare battaglia. Ho un piano per sconfiggerli.” Partiti questi due, Sima Yi chiamò Zhang He e Dai Ling e disse, “Zhuge Liang ha catturato Wudu e Yinping. Deve ristabilire l'ordine e la fiducia tra la gente di questi luoghi e perciò si assenterà dal suo accampamento. Voi due prenderete diecimila truppe ciascuno, partirete stanotte e vi dirigerete in silenzio nel retro dell'armata di Shu. Quindi attaccherete vigorosamente. Quando l'avrete fatto, io condurrò l'armata davanti a loro e la schiererò per la battaglia. Mentre sono in disordine, lancerò il mio attacco. Il loro accampamento dovrebbe essere catturato. Se riesco ad ottenere il vantaggio di queste colline, la loro sconfitta sarà facile.” I due partirono, Dai Ling marciava a sinistra e Zhang He a destra. Presero strade secondarie e arrivarono nel retro dell'armata di Shu. Alle ore tre raggiunsero la strada principale ed unirono le forze. Quindi marciarono verso il nemico. Dopo circa quindici chilometri vi fu una sosta davanti. I due condottieri galopparono per vedere cosa l'avesse causato, e trovarono molti carri di paglia schierati attraverso la strada. “Il nemico si è preparato,” disse Zhang He. “Dovremmo ritornare.” Appena ordinarono alle truppe di voltarsi, si accesero torce tutt'intorno alle colline, i tamburi rullarono, le trombe suonarono, e soldati uscirono da ogni parte. Allo stesso tempo Zhuge Liang urlò dalla cima della collina, “Dai Ling e Zhang He, ascoltate le mie parole! Il vostro signore credeva che sarei stato impegnato a ristabilire l'ordine nelle due città e perciò non sarei stato nel mio accampamento. Pertanto ha mandato voi a prendere l'accampamento, www.treregni.it


e siete caduti nella mia trappola. Poiché non siete capi di grande importanza, non vi farò del male. Smontate da cavallo e arrendetevi.” L'ira di Zhang He a questo punto esplose, ed egli indicò Zhuge Liang, urlando, “Contadino dei boschi, invasore del nostro grande paese! Come osi usare certe parole con me? Aspetta che ti abbia catturato: ti ridurrò a brandelli!” Egli avanzò al galoppo per risalire la collina, la sua lancia pronta a colpire. Ma le frecce e le pietre piovevano troppo rapidamente. Allora egli si voltò e si lanciò tra i soldati di Shu, disperdendoli a destra e a sinistra. Riuscì a uscire, ma vide che Dai Ling non era con lui. Egli tornò indietro immediatamente, si fece strada con la forza verso il suo compagno e portò Dai Ling in salvo. Zhuge Liang dalla cima della collina osservò questo guerriero e vide che era un combattente davvero valoroso. “Ho sentito che i soldati rimasero sbalorditi quando Zhang Fei affrontò il suo grande scontro contro Zhang He. Ora posso giudicare il valore di Zhang He io stesso. Egli nuocerà a Shu un giorno se lo risparmio. Dovrà essere eliminato.” Quindi Zhuge Liang tornò al proprio accampamento. A questo punto Sima Yi aveva completato lo schieramento per la battaglia e stava aspettando il momento di disordine nell'esercito di Shu per attaccare. Poi vide Zhang He e Dai Ling tornare zoppicando, delusi e amareggiati. Dissero. “Zhuge Liang ci ha anticipato. Era ben preparato, e così siamo stato sconfitti.” “E' più che umano!” esclamò Sima Yi. “Dobbiamo ritirarci.” Perciò l'intera armata si ritirò negli accampamenti fortificati e non uscì fuori. Così una grande vittoria ricadde su Shu, e il loro bottino fu immenso: armi e cavalli innumerevoli. Zhuge Liang condusse la sua armata di nuovo nell'accampamento. Da quel momento in poi inviò delle squadre a lanciare sfide alla porta dell'accampamento Wei, ma i soldati rimanevano ostinatamente dietro i loro rifugi e non apparivano. Dopo che questa cosa continuò per quasi un mese Zhuge Liang iniziò a rattristarsi. Poi arrivò Fei Yi dalla Capitale Chengdu con un editto dell'imperatore. Egli venne accolto in tutto rispetto, e venne bruciato incenso come l'usanza richiedeva. Fatto ciò, venne rotto il sigillo dell'ordine, e Zhuge Liang lesse: “Il fallimento a Jieting in realtà fu colpa di Ma Su. Tuttavia, vi siete ritenuto responsabile e avete incolpato voi stesso molto severamente. Sarebbe stato difficile per me opporre resistenza alle vostre intenzioni, e perciò ho fatto come avete chiesto. “Tuttavia, è stata una grande impresa quella dell'anno scorso in cui Wang Shuang è stato ucciso. Quest'anno, Guo Huai è stato respinto e i Qiang sono stati sconfitti; le due contee di Wudu e Yinping sono state catturate; avete portato la paura nei cuori di tutti i malfattori e in questo modo reso magnifici servigi.

www.treregni.it


“Ma il mondo è in confusione, e il male originale non è stato distrutto. Voi adempite ad un grande ufficio, poiché dirigete le questioni di stato. Non è bene per voi rimanere sotto una nuvola per lungo tempo e celare la vostra grande virtù, pertanto vi restituisco il rango di Primo Ministro e vi prego di non declinare l'onore.” Zhuge Liang ascoltò l'editto fino alla fine e poi disse, “La mia missione non è ancora compiuta. Come posso ritornare ai miei doveri di Primo Ministro? Devo davvero declinare questa offerta.” Fei Yi disse, “Se declinate, infrangete i desideri dell'imperatore e mostrate anche disprezzo per i sentimenti dell'esercito. A qualunque costo accettate per il momento.” Allora Zhuge Liang si inchinò con umile assenso. Fei Yi prese congedo e ritornò. Vedendo che Sima Yi rimaneva ostinatamente sulla difensiva Zhuge Liang pensò ad un piano con cui attirarlo. Egli diede l'ordine di smantellare l'accampamento e ritirarsi. Quando gli esploratori lo riferirono a Sima Yi, egli disse, “Non possiamo muoverci. Di certo vi è una qualche elaborata macchinazione dietro questa mossa.” Zhang He disse, “Deve voler dire che il loro cibo è esaurito. Perché non inseguirli?” “Ritengo che Zhuge Liang abbia raccolto ampie provviste l'anno scorso. Ora il grano è maturo, e ne ha in abbondanza di ogni sorta. Il trasporto potrebbe essere difficile, ma potrebbe ancora resistere per sei mesi. Perché dovrebbe scappar via? Egli vede che siamo risoluti nel rifiutare la battaglia, e sta tentando qualche trucco per attirarci nello scontro. Inviate delle spie a distanza a vedere cosa sta succedendo.” Essi effettuarono una ricognizione ad ampio raggio, e gli esploratori ritornarono per dire che era stato realizzato un accampamento a quindici chilometri di distanza. “Ah, allora non sta scappando via,” disse Sima Yi. “Restate ancor più sulla difensiva e non avanzate.” Dieci giorni passarono senza ulteriori notizie; né i soldati di Shu offrivano le solite sfida. Vennero mandate nuovamente delle spie all'esterno, ed esse riferirono un'ulteriore ritirata di quindici chilometri e un nuovo accampamento. “Zhuge Liang sta di certo realizzando qualche piano.” disse Sima Yi. “Non inseguitelo.” Altri dieci giorni passarono e le spie andarono fuori. Il nemico si era allontanato di quindici chilometri e si era accampato. Zhang He disse, “Cosa vi rende così incredibilmente sospettoso? Da come la vedo io Zhuge Liang si sta ritirando a Hanzhong, solo lo sta facendo gradualmente e sollevando il nostro sospetto. Perché non inseguirlo prima che sia troppo tardi? Lasciatemi andare a combattere una battaglia.” “No,” disse Sima Yi. “Una sconfitta distruggerebbe il morale dei nostri soldati, e non rischierò. I vili trucchi di Zhuge Liang sono innumerevoli.” www.treregni.it


“Se vado e vengo sconfitto, affronterò il pieno rigore della punizione militare,” disse Zhang He. “Bene, se sei intenzionato ad andare, divideremo l'esercito. Tu prendi la tua ala e vai, ma dovrai combattere al tuo meglio. Io ti seguirò in caso di bisogno. Domani dovrai marciare solo fino a metà strada e far riposare le tue truppe per la battaglia.” Così Zhang He ottenne il comando indipendente di trentamila truppe e prese Dai Ling come suo secondo in comando, ed ebbe alcune decine di generali come assistenti. A metà strada si accamparono. Quindi Sima Yi, lasciando una guardia consistente nel suo accampamento, partì lungo la stessa strada con cinquantamila truppe. Zhuge Liang seppe dei movimenti dell'armata di Wei e quando l'armata di Zhang He si era accampata per riposare. Durante la notte egli convocò i suoi generali e disse loro. “Il nemico sta venendo all'inseguimento e combatterà disperatamente. Dovrete combattere come se ciascuno di voi valesse per dieci, ma posizionerò un'imboscata per attaccare la loro retrovia. Solo un capo saggio e coraggioso è adatto per questa missione.” Wang Ping si fece avanti e disse che era disposto a partire in questa spedizione. “Ma se fallirai, che accadrà allora?” disse Zhuge Liang. “Allora c'è la regola militare.” Zhuge Liang sospirò. “Wang Ping è molto leale. Ed è disposto a rischiare ferite e la morte al servizio del suo paese. Tuttavia, il nemico è in due divisioni, una che viene avanti, l'altra che cerca di aggirare la retrovia. Wang Ping è abile e coraggioso, ma non può essere in due luoghi contemporaneamente, perciò devo avere almeno un altro generale. Possibile che tra voi non c'è nessun altro disposto a sacrificare la propria vita?” Non aspettò a lungo per una risposta. Zhang Yi si fece avanti. “Zhang He è un condottiero molto famoso a Wei e valoroso oltre ogni paragone. Non sei alla sua altezza,” disse Zhuge Liang. “Se fallisco, possa la mia testa cadere all'ingresso della tenda,” disse Zhang Yi. “Poiché desideri andare, accetto. Ciascuno di voi avrà diecimila veterani. Vi nasconderete nelle valli fino all'arrivo del nemico, e lo lascerete passare. Quindi piomberete sulla loro retrovia. Se Sima Yi arriverà, dovrete dividere l'armata, Zhang Yi a contenere la retrovia e Wang Ping a fermare l'avanzata. Ma lotteranno disperatamente, e devo trovare un modo per aiutarvi.” Quando furono andati, vennero chiamati Jiang Wei e Liao Hua, e Zhuge Liang disse, “Vi darò una borsa di seta. Dovrete procedere segretamente tra quelle montagne davanti. Quando vedrete che Zhang Yi e Wang Ping sono in grave difficoltà con il nemico, aprite la borsa e troverete un piano di fuga.” Dopo ciò egli diede segrete istruzioni ad altri quattro generali (Hu Ban, Wu Yi, Ma Zheng, e Zhang Ni) di osservare il nemico e, qualora sembrasse troppo fiducioso della vittoria, di ritirarsi, www.treregni.it


combattendo ad intervalli, fino a scorgere l'arrivo di Guan Xing, quando avrebbero potuto voltarsi e combattere al loro meglio. Quindi chiamando Guan Xing, disse loro, “Nascondetevi nelle valli con cinquemila truppe finché vedrete sventolare una bandiera rossa, e allora piombate sul nemico.” Zhang He e Dai Ling si precipitarono lungo la strada come una bufera finché non vennero improvvisamente affrontati da Ma Zheng, Zhang Ni, Wu Yi e Hu Ban. Zhang He si lanciò verso il suo nemico, ed allora essi si ritirarono, fermandosi ad intervalli per combattere. L'armata di Wei li inseguì per circa dieci chilometri. Era la sesta luna e faceva molto caldo, perciò soldati e cavalli sudavano copiosamente. Quando si furono allontanati di quindici chilometri, soldati e cavalli ansimavano ed erano quasi esausti. Allora Zhuge Liang, che aveva osservato lo scontro da una collina, diede il segnale a Guan Xing di emergere ed unirsi alla battaglia. Ma Zheng, Zhang Ni, Hu Ban, e Wu Yi condussero tutti avanti le loro truppe. Zhang He e Dai Ling combatterono bene, ma non riuscirono a districarsi e si ritirarono. Ad un tratto, con un rullo di tamburi, Wang Ping e Zhang Yi uscirono fuori e si diressero verso la retrovia per tagliar loro la ritirata. “Perché non combattete fino alla morte?” urlò Zhang He ai suoi generali quando vide le nuove minacce. I soldati di Wei si lanciarono da una parte all'altra, ma vennero fermati ad ogni tentativo. Quindi udirono un altro rullo di tamburi, e Sima Yi arrivò nella retrovia. Egli segnalò immediatamente ai suoi generali di circondare Wang Ping e Zhang Yi. “Il nostro ministro è davvero eccezionale. La battaglia va proprio come ha predetto,” urlò Zhang Yi. “Di certo adesso manderà aiuti, e noi lotteremo fino alla morte.” A quel punto la forza di Shu venne divisa in due squadre. Wang Ping condusse un'armata a fermare Zhang He e Dai Ling; Zhang Yi condusse l'altra divisione ad affrontare Sima Yi. Da entrambe le parti il combattimento fu intenso e continuò per tutto il giorno. Dalla propria postazione su una collina, Jiang Wei e Liao Hua osservavano la battaglia. Videro che la forza di Wei era molto forte e che la loro forza era in pericolo e stava lentamente arretrando. “Ora è di certo il momento di aprire la borsa,” disse Jiang Wei. Perciò la borsa fu aperta, ed essi lessero la lettera. Essa diceva: “Se Sima Yi arriva e Wang Ping e Zhang Yi sembrano in difficoltà, dovrete dividere le forze e recarvi all'attacco dell'accampamento di Sima Yi, cosa che lo costringerà a ritirarsi. E a quel punto potrete attaccarlo mentre la sua armata è in disordine. L'effettiva cattura dell'accampamento non è di grande importanza.” Perciò Jiang Wei e Liao Hua divisero la forza e partirono per l'accampamento del nemico. Ora, Sima Yi temeva seriamente di cadere vittima di qualche tranello di Zhuge Liang, perciò aveva disposto che messaggeri e notizie gli arrivassero ad intervalli lungo la strada. www.treregni.it


Egli stava spingendo le sue truppe al combattimento quando un messaggero giunse al galoppo per riferire: “I soldati di Shu si stanno dirigendo all'accampamento principale tramite due direzioni.” Sima Yi fu spaventato e cambiò colore. Egli rimproverò i suoi generali, dicendo, “Sapevo che Zhuge Liang avrebbe pianificato qualche trucco, ma non mi avete creduto. Mi avete costretto all'inseguimento, ed ora l'intero piano è andato a monte.” Quindi richiamò la sua armata e si voltò per la ritirata. Le truppe si mossero in fretta e finirono in disordine. Zhang Yi arrivò da dietro, causando enormi danni all'armata di Wei. Zhang He e Dai Ling, non avendo che poche truppe rimaste, cercarono rifugio tra le colline. La vittoria era di Shu, e Guan Xing arrivò aiutando nella disfatta ovunque apparisse una possibilità di colpire. Sima Yi, sconfitto, si precipitò verso l'accampamento. Ma quando lo raggiunse, l'armata di Shu era già partita. Egli riunì all'interno la sua armata sconfitta e insultò i generali come causa del fallimento. “Ignorate tutti il modo corretto di condurre una guerra, e la considerate solamente una questione di valore e forza bruta. Questo è il risultato del vostro sfrenato desiderio di andar fuori a dare battaglia. Per il futuro nessuno di voi si muoverà senza precisi ordini, e applicherò severamente la legge militare a chiunque disobbedisca.” Erano tutti molto imbarazzati e si ritirarono nei loro alloggi. In questo scontro le perdite di Wei furono molto pesanti, non solo in soldati, ma anche in cavalli e armi. Zhuge Liang condusse il suo esercito vittorioso al proprio accampamento. Egli intendeva avanzare ancora, quando un messaggero arrivò dalla Capitale Chengdu con la triste notizia che Zhang Bao era morto. Quando lo dissero a Zhuge Liang egli lanciò un grande urlo, il sangue fuoriuscì dalla sua bocca ed egli cadde in deliquio. Venne sollevato e portato nella sua tenda, ma era troppo malato per marciare e dovette rimanere a letto. I suoi generali erano molto addolorati. Un poeta in seguito cantò: Feroce e valoroso era Zhang Bao, Lottando duramente per passare alla storia; Tristi gli dèi dovettero interferire E fermare di un eroe la gloria! Zhuge Liang pianse la sua fine Ai venti occidentali che soffiavano con violenza. Poiché sapeva che il guerriero era andato, Oltre ogni comprensione è questa sofferenza. La malattia di Zhuge Liang continuò. Dieci giorni dopo egli convocò nella sua tenda Dong Jue e Fan Jian, e disse, “Mi sento vuoto e troppo malato per continuare, e la cosa migliore per me è ritornare a Hanzhong e ristabilirmi. Dovete mantenere la mia assenza perfettamente segreta, perché Sima Yi di certo attaccherà se verrà a saperlo.” Zhuge Liang emanò l'ordine di smantellare l'accampamento quella notte, e l'armata si ritirò immediatamente a Hanzhong. Sima Yi ne venne a conoscenza solo cinque giorni dopo, e capì di essere stato ingannato di nuovo. www.treregni.it


“Quell'uomo appare come un dio e scompare come un demone. E' troppo per me,” sospirò Sima Yi. Egli mise alcuni generali a guardia dell'accampamento e ne mise altri a guardia delle posizioni di comando, e si mise anch'egli in marcia verso casa. Appena l'armata di Shu si fu stabilita a Hanzhong, Zhuge Liang andò a Chengdu per la terapia. Ufficiali di tutti i ranghi vennero a salutarlo e a scortarlo al suo palazzo. Anche il Secondo Sovrano venne a chiedere della sua condizione e mandò i propri medici a curarlo. Perciò egli gradualmente si riprese. Nell'Inizio della Prosperità, ottavo anno e settimo mese (230 d.C.), Cao Zhen, il Gran Comandante di Wei, si era ristabilito, e inviò un memoriale al suo signore, dicendo, “Shu ha invaso più di una volta e minacciato Changan. Se questa situazione non viene eliminata, alla fine sarà la nostra rovina. Il freddo autunnale ora è qui. L'esercito è in buona forma, ed è il momento più favorevole per un attacco su Shu. Desidero prendere Sima Yi come collega e marciare a Hanzhong per sterminare quest'orda meschina e liberare i confini dalla tensione.” Dal canto suo, il Sovrano di Wei approvava, ma si consultò con Liu Ye, dicendo, “Cao Zhen propone un attacco su Shu. Cosa ne pensi?” Liu Ye rispose, “Il Gran Comandante parla bene. Se quello stato non viene distrutto, sarà un danno per noi. Vostra Maestà dovrebbe rendere effettivo il suo desiderio.” Il Sovrano di Wei annuì. Quando Liu Ye tornò a casa, una folla di ufficiali si ammassò per chiedere, “Abbiamo sentito che l'imperatore ti ha consultato riguardo una spedizione contro Shu: cosa ne pensi?” “Niente da fare,” disse Liu Ye. “Shu è un paese troppo difficile da invadere. Sarebbe un mero spreco di uomini e armi.” Essi lo lasciarono. Poi Yang Jin andò dall'imperatore e disse, “Si dice che ieri Liu Ye abbia consigliato a vostra maestà di colpire Shu. Oggi abbiamo parlato con lui, egli ha detto che Shu non può essere attaccato. Questo significa trattare Vostra Maestà con sdegno, e dovreste emanare un ordine per punirlo.” Pertanto Cao Rui chiamò Liu Ye e gli chiese di spiegarsi. Liu Ye rispose, “Ho studiato i dettagli. Shu non può essere attaccato.” Cao Rui rise. Dopo breve Yang Jin se ne andò. Allora Liu Ye disse, “Ieri ho consigliato a Vostra Maestà di attaccare Shu. Essendo una questione di stato essa non andava divulgata. L'essenza di una manovra militare è la segretezza.” Allora Cao Rui comprese, e da quel momento Liu Ye venne tenuto in grande considerazione. www.treregni.it


Dieci giorni dopo Sima Yi venne a corte, e gli venne mostrato il memoriale di Cao Zhen. Sima Yi replicò, “Il momento è opportuno, non penso che vi sia una minaccia da Wu.” Cao Zhen venne nominato Ministro della Guerra, Generale Che Conquista l'Ovest, e Comandante in Capo della Spedizione Occidentale; Sima Yi venne nominato Gran Comandante, Generale Che Conquista l'Ovest, ed era secondo in comando; e Liu Ye venne nominato Istruttore dell'Esercito. Questi tre lasciarono quindi la corte, e l'armata di quattrocentomila truppe marciò verso Changan, con l'intenzione di lanciarsi contro il Passo Sciabola e attaccare Hanzhong. L'armata venne raggiunta da Guo Huai e Sun Li. I difensori di Hanzhong portarono la notizia a Zhuge Liang, allora sufficientemente guarito e impegnato nell'addestramento dell'esercito e nell'elaborazione degli “Otto Schieramenti”. Tutto era in uno stato efficiente e pronto per un attacco su Changan. Quando Zhuge Liang udì del pianificato attacco, egli chiamò Zhang Ni e Wang Ping e diede gli ordini: “Dovete guidare mille truppe a Chencang e barricare quella strada in modo da fermare l'armata di Wei.” I due risposero, “Si dice che l'armata di Wei arrivi a quattrocentomila truppe, sebbene dicano di averne ottocentomila. Ma sono molto numerosi, e mille truppe è una forza molto piccola per affrontarli.” Zhuge Liang rispose, “Ve ne darei di più, ma temo che sarebbe troppo dura per i soldati. Qualora vi fosse un fallimento, non vi riterrò responsabili. Vi mando quindi così; potete star certi che c'è un significato in tutto ciò. Ho osservato le stelle ieri, e vedo che vi sarà una pioggia tremenda questo mese. L'armata di Wei potrà essere costituita da un numero qualsiasi di legioni, ma non sarà in grado di penetrare nel paesaggio montuoso. Perciò non c'è bisogno di mandare una grande forza. Non subirete danni, ed io condurrò il corpo principale a Hanzhong e riposerò per un mese mentre il nemico si ritira. Allora li colpirò. La mia forte armata necessita solo di centomila truppe per sconfiggere le loro quattrocentomila. Non dite altro, ma partite rapidamente.” Questo discorso soddisfece Wang Ping e Zhang Ni, ed essi partirono, mentre Zhuge Liang conduceva il corpo principale verso Hanzhong. Inoltre, ad ogni stazione venne ordinato di immagazzinare una riserva di legna di bosco e paglia e grano sufficienti per un mese intero, in preparazione per le piogge autunnali. Venne dato un mese di ferie, e cibo e vestiti vennero distribuiti in anticipo. La spedizione venne posticipata per il momento. Quando Cao Zhen e Sima Yi si avvicinarono a Chencang ed entrarono in città, non riuscirono a trovare una sola abitazione. Interrogarono alcune persone della popolazione vicina, che dissero, “Zhuge Liang ha bruciato tutto prima di partire.” Allora Cao Zhen propose di avanzare lungo la strada, ma Sima Yi si oppose, dicendo che le stelle predicevano molta pioggia. “Ho osservato il Cielo, e i movimenti delle stelle segnalano lunghe piogge. Se ci addentriamo in un paese difficile e siamo sempre vittoriosi, è un bene. Ma se perdiamo, non ne usciremo vivi. Meglio www.treregni.it


restare in questa città e costruire un possibile riparo contro le piogge.” Cao Zhen seguì il suo consiglio. A metà del mese la pioggia iniziò, e venne giù in un diluvio tale da sommergere la regione circostante sotto un metro d'acqua. L'equipaggiamento dei soldati era fradicio, gli stessi soldati non riuscivano a trovare un luogo per dormire. Per un mese intero la pioggia continuò. I cavalli non potevano essere sfamati, e i soldati si lamentavano incessantemente. Mandarono uomini a Luoyang, e il Sovrano di Wei in persona pregò per il bel tempo seguendo il rituale, ma senza effetto. Il ministro Wang Su inviò un memoriale:

Wang Su

“La storia dice che quando le provviste devono essere trasportate a lunga distanza, i soldati muoiono di fame; se devono raccogliere legna prima di poter cucinare, allora l'armata non sarà ben nutrita. Ciò si applica a spedizioni ordinarie in un paese ordinario. Se, in aggiunta, l'armata deve marciare attraverso un paese difficile e le strade devono essere create, la fatica è raddoppiata. Ora questa spedizione è aggravata da piogge e colline ripide e scoscese; il movimento è ostacolato e le risorse possono essere mantenute solo con difficoltà. Ogni cosa è a svantaggio dell'esercito. “Cao Zhen è partito da oltre un mese ed è arrivato solo a metà della valle. La creazione delle strade sta monopolizzando tutte le energie, e i soldati devono lavorare su di esse. Lo stato delle cose è l'opposto dell'ideale, e ai soldati non piace. “Posso citare dei precedenti. Re Wu di Zhou1 attaccò l'ultimo re della Dinastia Shang; egli attraversò il passo, ma ritornò. In tempi recenti gli imperatori Cao e Pi, attaccando Sun Quan, raggiunsero il fiume, e non andarono oltre. Non hanno riconosciuto i limiti e non hanno agito di conseguenza? Prego Vostra Maestà di ricordare le gravi difficoltà causate dalla pioggia e mettere fine a questa spedizione. Tra un po' si presenterà un'altra occasione per usare la forza, e nella gioia di aver superato le difficoltà il popolo dimenticherà la morte.” Il Sovrano di Wei non riusciva a prendere una decisione, ma seguirono altri due memoriali da Yang Fu e Hua Xin, e allora egli emanò l'ordine di ritornare, che venne spedito a Cao Zhen e Sima Yi. Essi avevano già discusso dell'abbandono della spedizione. Cao Zhen aveva detto, “Abbiamo avuto piogge per un mese intero, e i soldati sono scoraggiati e pensano solo a tornare di nuovo a casa. Come possiamo fermarli?” Sima Yi rispose, “Il ritorno è la cosa migliore.” “Se Zhuge Liang ci insegue, come potremo respingerlo?” 1 Re Wu, alias il Re Marziale, fondò la Dinastia Zhou, con l'aiuto del Duca di Zhou, che era suo fratello. www.treregni.it


“Possiamo lasciare un'imboscata.” Mentre discutevano la questione, arrivò l'ordine dell'imperatore. Pertanto fecero dietro front e marciarono verso casa. Ebbene, Zhuge Liang aveva previsto questo mese di pioggia e così aveva fatto accampare le sue truppe in un posto sicuro. Quindi ordinò all'armata principale di riunirsi al Rosso Pendio e accamparsi lì. Egli convocò i suoi ufficiali nella sua tenda e disse, “Secondo la mia opinione il nemico deve ritirarsi, perché il Sovrano di Wei invierà un ordine del genere. Ritirarsi necessita di preparazione, e se li inseguiamo, cadremo nella loro trappola. Perciò li lasceremo ritirare senza molestie. Bisogna realizzare qualche altro piano.” Perciò quando Wang Ping inviò notizie della ritirata del nemico, il messaggero rispedì indietro l'ordine di non inseguirlo. E' solo fatica sprecata coprire la ritirata Quando il tuo nemico non ti insegue. I mezzi attraverso i quali Zhuge Liang intendeva sconfiggere Wei verranno descritti nel prossimo capitolo.

www.treregni.it


Capitolo 991