Page 1

La disobbedienza di Ma Su causa la perdita di Jieting; Il liuto di Zhuge Liang respinge Sima Yi --------------------------------------------Oltre a mandare Zhang He come Capo dell'Avanguardia di Sima Yi, Cao Rui nominò altri due generali, Xin Pi e Sun Li, ad assistere Cao Zhen. Xin Pi e Sun Li erano alla guida di cinquantamila truppe. L'armata di Sima Yi era forte di duecentomila truppe. Esse attraversarono il passo e stabilirono un accampamento. Una volta accampati, Sima Yi convocò Zhang He nella sua tenda e lo ammonì, dicendo, “Una caratteristica di Zhuge Liang è la sua diligentissima attenzione; egli non è mai precipitoso. Se fossi al suo posto, avanzerei attraverso la Valle di Ziwu per catturare Changan e così risparmiare molto tempo. Non è che egli non sia abile, ma teme che il suo piano non vada a buon fine, e non si esporrà al rischio. Pertanto egli verrà di certo attraverso la Valle di Xie, prendendo Meicheng lungo la via. Catturato il posto, dividerà la forza in due, una parte per prendere la Valle di Gu. Ho inviato ordini a Cao Zhen di proteggere strenuamente Meicheng e non permettere per nessuna ragione alla sua guarnigione di andare in battaglia. I generali Sun Li e Xin Pi dovranno comandare l'ingresso della Valle di Gu, e se il nemico dovesse arrivare, dovranno lanciare un attacco improvviso.” “Per quale via avanzerete?” chiese Zhang He. “Conosco una strada ad ovest delle Montagne Qinling chiamata Jieting, su cui si trova la città di Liliu. Questi due luoghi sono la gola di Hanzhong. Zhuge Liang approfitterà dell'impreparazione di Cao Zhen e di certo arriverà per quella strada. Tu ed io andremo a Jieting, che è a breve distanza dal Passo Yangping. Quando Zhuge Liang verrà a sapere che la strada attraverso Jieting è bloccata e le sue provviste tagliate, si accorgerà che tutti i territori della Vallata Occidentale sono impossibili da mantenere, e si ritirerà senza perdere un istante a Hanzhong. Io lo colpirò durante la marcia, e dovrei ottenere una completa vittoria. Se non dovesse ritirarsi, allora bloccherò tutte le strade minori e così fermerò i suoi approvvigionamenti. Un mese di digiuno decimerà i soldati di Shu, e Zhuge Liang sarà mio prigioniero.” Zhang He comprese il piano ed espresse la propria ammirazione, dicendo, “Comandante, i vostri calcoli superano le capacità umane!” Sima Yi continuò, “Tuttavia, non bisogna dimenticare che Zhuge Liang è molto diverso da Meng Da. Tu, in qualità di Capo dell'Avanguardia, dovrai avanzare con la massima attenzione. Devi imprimere nei tuoi generali l'importanza di effettuare ricognizioni a lungo raggio e avanzare solo quando saranno sicuri che non vi saranno imboscate. La minima disattenzione ti renderà vittima di qualche tranello del nemico.” Zhang He, ricevute le istruzioni, si mise in marcia. Nel frattempo spie erano giunte da Zhuge Liang a Qishan con notizie della distruzione di Meng Da e del fallimento della sua cospirazione. Dissero, “Sima Yi ha marciato rapidamente in otto giorni verso Xincheng. Ha portato Shen Yi, Shen Dan, Li Gu, e Deng Xian a complottare contro Meng Da dall'interno. Meng Da non è stato in grado di fare nulla ed è stato ucciso. Ora Sima Yi è andato a Changan, dove ha attraversato il passo con www.treregni.it


Zhang He.” Zhuge Liang era agitato. “La distruzione di Meng Da era certa,” disse. “Un tale disegno non poteva rimanere segreto. Ora Sima Yi cercherà di prendere Jieting e bloccare l'unica strada essenziale per noi.” Quindi Jieting andava difesa, e Zhuge Liang chiese chi sarebbe andato. Ma Su si offrì istantaneamente. Zhuge Liang gli sottolineò l'importanza di questa missione. “Il luogo è piccolo, ma di grandissima importanza, perché la sua perdita comporterebbe la perdita dell'intero esercito. Sei profondamente esperto di tutte le regole di strategia, ma la difesa di questo luogo è difficile, poiché non ha mura né difese naturali.” “Ho studiato i libri di guerra sin da ragazzo, e posso dire di conoscere un po' dell'arte della guerra,” replicò Ma Su. “Perché solo Jieting è così difficile da difendere?” “Perché Sima Yi è un uomo eccezionale, e inoltre ha un celebre secondo in Zhang He come Capo dell'Avanguardia. Temo che tu non sia alla sua altezza.” Ma Su replicò, “Per non parlare di loro, non mi preoccuperei nemmeno se Cao Rui in persona venisse contro di me. Se fallisco, allora vi prego di decapitare la mia intera famiglia.” “Non bisogna scherzare in guerra,” disse Zhuge Liang. “Formulerò una promessa scritta.” Zhuge Liang acconsentì, e una promessa scritta venne formulata e messa agli atti. Zhuge Liang continuò, “Ti darò venticinquemila veterani e invierò anche un ufficiale di rango ad assisterti.” Quindi egli convocò Wang Ping e gli disse, “Poiché sei un uomo accorto e cauto, ti sto dando una posizione di grande responsabilità. Dovrai difendere Jieting con la massima tenacia. Accampati lì nella posizione di massimo comando in modo che il nemico non possa intrufolarsi. Quando le tue disposizioni saranno complete, disegna una pianta di esse e una mappa della topografia locale, e fammele vedere. Tutte le mie disposizioni sono state ponderate attentamente e non devono essere cambiate. Se riuscirai a realizzare questo con successo, sarà di prima utilità per la cattura di Changan. Perciò stai molto, molto attento.” Dopo che Ma Su e Wang Ping se ne furono andati e Zhuge Liang ebbe riflettuto per molto tempo, gli venne in mente che avrebbe potuto esserci qualche incomprensione tra i suoi due comandanti. Perciò chiamò Gao Xiang e gli disse, “A nordest di Jieting vi è una città chiamata Liliu, e vicino ad essa un sentiero di collina poco frequentato. Lì dovrai accamparti e preparare una barricata. Ti darò diecimila truppe per questa missione. Se Jieting dovesse essere minacciata, potrai andare in suo soccorso.”

www.treregni.it


Dopo che Gao Xiang partì, e poiché Zhuge Liang pensava che questi non fosse un avversario all'altezza di Zhang He, egli decise che occorreva un'ulteriore forza ad ovest in modo da rendere sicura Jieting. Perciò convocò Wei Yan e gli disse di condurre la sua armata alle spalle di Jieting e accamparsi lì. Ma Wei Yan lo considerava un insulto, e disse, “Come Capo dell'Avanguardia, dovrei andare per primo contro il nemico. Perché vengo mandato in un posto dove non c'è nulla da fare?” “Il comando dell'avanguardia in realtà è un compito secondario. Ora ti sto inviando a supportare Jieting e prendere posizione sulla strada più pericolosa per il Passo Yangping. Sei il capo difensore della gola di Hanzhong. E' un posto di grande responsabilità e affatto insignificante. Non considerarlo in questo modo e rovinare così il mio intero piano. Fai particolare attenzione.” Wei Yan, soddisfatto ora che gli veniva data questa importante missione, si mise in marcia. La mente di Zhuge Liang era serena, e chiamò Zhao Zilong e Deng Zhi, ai quali disse, “Ora che Sima Yi è al comando dell'armata, l'intero quadro è differente. Ciascuno di voi guiderà una forza verso la Valle di Gu e si sposterà continuamente in modo da fuorviare il nemico. Che li incontriate e li affrontiate o meno, di certo causerete loro inquietudine. Io condurrò l'armata principale attraverso la Valle di Xie per Meicheng. Se riesco a catturarla, Changan cadrà.” Zhao Zilong e Deng Zhi ricevettero gli ordini e partirono. Zhuge Liang nominò Jiang Wei come Capo dell'Avanguardia, ed essi marciarono verso la Valle di Xie. Quando Ma Su e Wang Ping ebbero raggiunto Jieting e videro che razza di posto fosse, Ma Su sorrise, dicendo, “Perché il Primo Ministro era così ansioso? Come potrebbero le armate Wei osare venire in un luogo così collinoso come questo?” Wang Ping rispose, “Anche se non avessero il coraggio di venire, dovremmo posizionare l'accampamento in questo punto di incrocio tra diverse strade.” Perciò egli ordinò ai suoi soldati di abbattere alberi e costruire una forte palizzata per una sosta permanente. Ma Ma Su aveva un'idea diversa. “Che razza di posto è una strada per piazzare un accampamento? Qui vi è una collina solitaria e ben protetta da alberi. È un punto di vantaggio creato dal cielo, e ci accamperemo su di esso.” “Ti sbagli, consulente,” rispose Wang Ping. “Se ci accampiamo sulla strada e costruiamo un muro solido, il nemico non potrà attraversarlo. Se l'abbandoniamo per la collina, e le truppe di Wei vengono in forze, saremo circondati, e come ci salveremo allora?” “Guardi la situazione come un bambino,” disse Ma Su, ridendo. “Le regole della guerra dicono che quando si guarda in basso da una posizione superiore, si può sopraffare il nemico tanto facilmente quando intagliare il bambù. Se arriveranno, vedrai da te che nemmeno una corazza tornerà indietro.”

www.treregni.it


“Ho seguito il nostro Comandante in Capo in molte campagne, ed egli ha sempre spiegato la topografia in dettaglio e dato ordini ben ponderati. Adesso io ho studiato attentamente questa collina, ed è un punto critico. Se ci accampiamo al di sopra e il nemico tagliasse la nostra riserva d'acqua, avremo un ammutinamento.” “Niente del genere!” disse Ma Su. “Sun Zi dice che la vittoria risiede in posizioni disperate. Se tagliassero la nostra acqua, i nostri soldati non sarebbero disperati al punto da combattere fino alla morte? Allora ciascuno di loro varrà per cento. Ho studiato i libri, e il Primo Ministro ha sempre chiesto il mio consiglio. Perché hai la presunzione di opporti a me?” “Se sei determinato ad accamparti sulla collina, allora dammi parte della forza per accamparmi lì ad ovest in modo che possa supportarti in caso di arrivo del nemico.” Ma Ma Su rifiutò. Proprio allora un gran numero di abitanti delle colline arrivò di corsa dicendo che erano arrivati i soldati di Wei. Wang Ping era ancora determinato ad andare per la sua strada, e perciò Ma Su gli disse, “Poiché non mi ubbidirai, ti darò cinquemila truppe e potrai andare a preparare il tuo accampamento. Ma quando riferirò il mio successo al Primo Ministro, non ne condividerai il merito.” Wang Ping marciò a circa cinque chilometri dalla collina e allestì il proprio accampamento. Disegnò una pianta del luogo e la mandò rapidamente a Zhuge Liang con un rapporto che diceva che Ma Su si era accampato sulla collina. Mentre Sima Yi era in marcia verso Jieting, mandò il suo figlio minore a perlustrare la strada e a scoprire se avesse una guarnigione. Disse Sima Yi, “Se vi è una guarnigione, non avanzare oltre.” Sima Zhao tornò a riferire: “Jieting è stata già occupata da Shu.” “Zhuge Liang è molto più che umano,” disse suo padre con dispiacere quando Sima Zhao riferì il suo rapporto. “E' troppo per me.” “Perché siete così disperato, padre? Non penso che Jieting sia così difficile da conquistare.” “Come osi pronunciare parole così impudenti?” “Perché ho visto. Non ci sono accampamenti lungo la strada, ma il nemico è accampato sulla collina.” Questa era una buona notizia. “Se sono sulla collina, il Cielo indica una vittoria per me,” disse suo padre. Quella notte Sima Yi si cambiò d'abito, prese una piccola scorta, e uscì a cavallo per vedere da sé. La luna splendeva lucente, ed egli cavalcò verso la collina sulla quale si trovava l'accampamento e guardò tutt'intorno, effettuando una ricognizione completa dei paraggi. Ma Su lo vide, ma rise e basta.

www.treregni.it


“Se Sima Yi ha fortuna, non cercherà di circondare questa collina,” disse. Egli inviò un ordine ai suoi generali: “Qualora arrivi il nemico, dovrete cercare sulla cima un segnale con una bandiera rossa, a quel punto vi precipiterete giù da tutte le parti.” Sima Yi ritornò al proprio accampamento e mandò a chiedere chi comandasse Jieting. Gli dissero, “E' Ma Su, fratello di Ma Liang.” “Un uomo dalla falsa reputazione e di abilità molto ordinaria,” disse Sima Yi. “Se Zhuge Liang usa uno coma Ma Su, fallirà.” Quindi chiese, “Ci sono altri accampamenti vicino?” Ed essi riferirono, “L'accampamento di Wang Ping è circa a cinque chilometri di distanza.” Pertanto venne ordinato a Zhang He di andare e impedire a Wang Ping di venire in soccorso. Zhang He si mise in marcia e si posizionò tra Wang Ping e la collina. Fatto ciò, Sima Yi ordinò a Shen Yi e Shen Dan di circondare la collina e bloccare la strada per la riserva d'acqua. La mancanza d'acqua avrebbe causato un ammutinamento; e quando si sarebbe verificato, sarebbe stato il momento di attaccare. Quindi Sima Yi condusse il corpo principale ad attaccare la collina su tutti i lati. Dalla sommità della collina, Ma Su poteva vedere le bandiere del nemico tutt'intorno, e il paesaggio attorno era pieno di soldati. Ad un tratto l'accerchiamento fu completo, e i soldati di Shu iniziarono ad abbatersi. Non osavano scendere per attaccare sebbene Ma Su avesse issato la bandiera rossa che gli segnalava di andare. I generali rimasero accalcati l'uno all'altro, nessuno osava muoversi per primo. Ma Su era furioso. Egli abbatté due generali, cosa che spaventò gli altri al punto da scendere e tentare un assalto disperato. Ma le truppe di Wei rimanevano immobili di fronte all'attacco, ed esse risalirono la collina. Ma Su vide che la situazione volgeva al peggio, perciò emanò l'ordine di sbarrare le porte e difendere finché non fosse arrivato aiuto da fuori. Quando Wang Ping vide la collina circondata, egli partì per andare in soccorso, ma Zhang He lo fermò, e dopo uno scambio di alcune decine di colpi Wang Ping fu costretto a ritirarsi da dove era venuto. Le truppe di Wei mantennero uno stretto assedio. I soldati di Shu nell'accampamento sulla collina, non avendo acqua, non erano in grado di preparare cibo, ed esplose il disordine. Le urla erano udibili ai piedi della collina e continuarono fino a notte fonda. I soldati sul lato sud erano fuori controllo, aprirono le porte e si arresero. Gli uomini di Wei andarono intorno alla collina incendiando gli alberi, il che portò ad una confusione ancora maggiore nella guarnigione accerchiata dal nemico. Alla fine Ma Su decise di lanciarsi ad ovest per mettersi in salvo. Sima Yi gli concesse di passare, ma Zhang He venne mandato dietro di lui e lo inseguì per quindici chilometri. Ma allora giunse un inaspettato rullo di tamburi. Zhang He venne fermato da Wei Yan mentre Ma Su passò oltre. Roteando la sua spada, Wei Yan si lanciò verso Zhang He, il quale si www.treregni.it


ritirò all'interno dei ranghi e fuggì. Wei Yan lo seguì e lo respinse indietro fino a Jieting. L'inseguimento continuò per venticinque chilometri, dopodiché Wei Yan si ritrovò in un'imboscata. Sima Yi da un lato e Sima Zhao dall'altro. Essi aggirarono la collina e si riunirono alle spalle di a Wei Yan, ed egli fu circondato. Zhang He quindi tornò indietro, e l'attacco era ora su tre lati. Wei Yan perse molte truppe, e tutti i suoi sforzi non riuscivano a liberarlo dalla mischia. Quindi apparve un aiuto nella persona di Wang Ping. “La mia vita è salva,” disse Wei Yan appena vide Wang Ping arrivare, e le due forze si unirono in un nuovo attacco contro la forza di Wei. Perciò le truppe di Wei si ritirarono, mentre Wei Yan e Wang Ping si precipitarono in tutta fretta verso il loro accampamento a Jieting, solo per trovarlo in mano del nemico. Shen Yi e Shen Dan quindi si precipitarono fuori e respinsero Wei Yan e Wang Ping a Liliu. Intorno a quell'ora Gao Xiang ricevette notizia dell'attacco a Jieting, e mise in marcia il suo esercito per andare in soccorso. Ma a metà strada si imbatté in Wei Yan e Wang Ping.

Gao Xiang

Quando Gao Xiang sentì la loro storia, egli propose all'istante un attacco notturno contro l'accampamento di Wei e il recupero di Jieting. Discussero della questione sul fianco della collina e prepararono i loro piani, dopodiché si misero ad attendere finché non fosse stato abbastanza buio per partire. Si mossero lungo tre strade. Wei Yan fu il primo a raggiungere Jieting. Nessun soldato era in vista, il che sembrava sospetto. Egli decise di aspettare l'arrivo di Gao Xiang, ed entrambi fecero congetture circa la posizione del nemico. Non riuscirono a trovarne alcuna traccia, e la terza armata al comando di Wang Ping non era ancora arrivata. Improvvisamente esplose una bomba, e un lampo brillante accese il cielo; i tamburi rullarono come se la terra si stesse sgretolando, e il nemico apparve. In un istante le armate di Shu si trovarono circondate. Sia Wei Yan che Gao Xiang si mossero da una parte all'altra, ma non riuscivano a trovare una via d'uscita. Quindi nel momento più opportuno da dietro una collina arrivò un rombo di tamburi, ed era Wang Ping che veniva in loro soccorso. Quindi i tre si aprirono con la forza una strada verso Liliu. Ma appena si avvicinarono alla città, arrivò un altro corpo di soldati, che, dalla scritta sulle loro bandiere, appartenevano al Comandante Wei Guo Huai. Ora, Guo Huai aveva discusso del richiamo di Sima Yi con il suo collega Cao Zhen, e, temendo che il generale richiamato acquisisse una gloria troppo grande, aveva deciso di anticiparlo nella cattura di Jieting. Deluso una volta saputo del successo di Sima Yi, aveva deciso di tentare un'impresa simile a Liliu. Perciò aveva deviato il suo percorso in quella direzione. Egli affrontò le tre armate di Shu all'istante e ne uccise molti. Wei Yan temeva che l'armata Wei www.treregni.it


potesse riversarsi a Hanzhong; così Wang Ping, Gao Xiang, e Wei Yan si precipitarono verso il Passo Yangping e chiamarono a raccolta la sua difesa. Guo Huai, compiaciuto del suo successo, radunò la sua armata dopo la vittoria e disse ai suoi ufficiali, “Ero deluso per Jieting, ma abbiamo preso questo posto, e questo è un merito di prim'ordine.” A quel punto procedette fino alle porte della città. Appena arrivò, una bomba esplose sulle mura, e, guardando in alto, egli vide il bastione contornato di bandiere. Su quella più larga egli lesse le parole Sima Yi, Generale Che Pacifica l'Ovest. In quel momento lo stesso Sima Yi sollevò una tavola appesa davanti a sé e guardò oltre il parapetto. Guardò giù e sorrise, dicendo, “Sei in ritardo, amico Guo Huai!” Guo Huai era stupefatto. “Egli è troppo per me,” disse. Perciò entrò sospirando in città e andò a porgere i suoi rispetti al suo vittorioso rivale. Sima Yi fu cortese, e disse, “Zhuge Liang deve ritirarsi ora che Jieting è perduta. Unisci le forze a Cao Zhen e proseguite immediatamente.” Guo Huai concordò e prese congedo. Sima Yi chiamò a sé Zhang He, e disse, “Cao Zhen e Guo Huai pensavano che avremmo ottenuto un merito troppo grande, perciò hanno cercato di anticiparci qui. Non siamo i soli che desiderano ottenere un buon servizio e acquisire meriti, ma noi abbiamo avuto la fortuna di riuscire. Pensavo che Wei Yan, Ma Su, Wang Ping, e Gao Xiang avrebbero cercato per prima cosa di occupare il Passo Yangping. Se fossi andato a conquistarlo, allora Zhuge Liang sarebbe piombato sulla nostra retrovia. Si dice nei libri di guerra che bisogna schiacciare il nemico in ritirata, non inseguire ribelli sconfitti. Perciò tu puoi andare attraverso strade secondarie e colpire quelli in ritirata giù per la Valle di Gu, mentre io affronto l'armata della Valle di Xie. Se fuggono, non inseguirli troppo da vicino, ma limitati a trattenerli sulla strada e cattura l'equipaggiamento.” Zhang He si mise in marcia con metà della forza per attuare la sua parte del piano. Quindi Sima Yi diede ordini: “Stiamo andando nella Valle di Xie tramite Xicheng. Anche se è un piccolo luogo, è importante come deposito di provviste per l'armata di Shu, oltre a comandare la strada per le tre contee di Nanan, Tianshui, e Anding. Se questo posto può essere catturato, gli altri tre potranno essere ricatturati.” Sima Yi lasciò Shen Yi e Shen Dan a guardia di Liliu e mise in marcia l'esercito verso la Valle di Xie. Dopo che Zhuge Liang aveva inviato Ma Su a guardia di Jieting, la sua mente era costantemente agitata. Quindi arrivò un messaggero con la topografia e il piano preparati da Wang Ping. Zhuge Liang si recò al suo tavolo e aprì la lettera. Appena la lesse, colpì il tavolo, adirato. “L'idiozia di Ma Su ha distrutto l'esercito!” egli urlò. “Perché siete così nervoso Primo Ministro?” chiesero quelli vicino. www.treregni.it


“Da questo piano vedo che abbiamo perso il comando di una strada importante. L'accampamento è stato stanziato sulla collina. Se l'armata Wei arriva in forze, la nostra sarà circondata e la loro riserva d'acqua interrotta. Tra due giorni i soldati saranno in uno stato d'ammutinamento. Se Jieting sarà perduta, come faremo a ritirarci?” A questo punto l'Alto Consulente Yang Yi disse, “Non sono per nulla astuto lo so, ma lasciatemi andare a sostituire Ma Su.” Zhuge Liang spiegò a Yang Yi come e dove accamparsi; ma prima che potesse partire, un uomo a cavallo portò la notizia della perdita di Jieting e Liliu. Questa cosa rattristò molto Zhuge Liang, ed egli sospirò, dicendo, “L'intero progetto è andato a monte, ed è colpa mia.” Zhuge Liang mandò a chiamare Guan Xing e Zhang Bao,e disse, “Ciascuno di voi prenda tremila truppe di validi soldati e vada lungo la strada per le Colline Wugong. Se vi imbattete nel nemico, non combattete, ma suonate i tamburi e fate fracasso e fateli esitare e dubitare, in modo che si ritirino. Non inseguiteli, ma quando si saranno ritirati, dirigetevi al Passo Yangping.” Egli mandò anche Zhang Yi a preparare il Passo Sciabola per la ritirata e diede istruzione di tenersi pronti alla marcia. A Ma Dai e a Jiang Wei venne detto di proteggere la retrovia, ma dovevano restare in agguato tra le valli finché l'intero esercito non si fosse ritirato. Vennero inviati messaggeri fidati con le notizie a Tianshui, Nanan, e Anding in modo che ufficiali, esercito, e popolazione potessero andare via a Hanzhong. Egli mandò anche degli uomini a portare l'anziana madre di Jiang Wei in un luogo sicuro a Hanzhong. Effettuate tutte queste disposizioni, Zhuge Liang prese cinquemila truppe e mandò uomini a Xicheng per spostare le provviste. Ma messaggero dopo messaggero, più di dieci di loro, vennero a riferire: “Sima Yi sta avanzando rapidamente su Xicheng con un'armata di centocinquantamila truppe.” Nessun comandante di rango era rimasto a Zhuge Liang. Egli aveva solo ufficiali civili e cinquemila soldati, e poiché metà della sua forza era partita per rimuovere le provviste, gli erano rimasti solo duemilacinquecento soldati. I suoi ufficiali erano tutti spaventati alla notizia dell'avvicinamento del nemico. Zhuge Liang in persona salì sul bastione per dare un'occhiata intorno. Egli vide nubi di polvere sollevarsi nel cielo. Le armate di Wei si stavano avvicinando lungo due strade. Quindi egli diede ordini: “Tutte le bandiere devono essere rimosse e nascoste. Se qualunque ufficiale in comando dei soldati in città si muove o fa rumore, verrà messo a morte all'istante.” Quindi egli spalancò tutte le porte e mise venti soldati vestiti da persone comuni a pulire le strade presso ogni porta. Egli disse loro di non reagire all'arrivo dell'armata di Wei, poiché aveva un piano pronto per la difesa della città. Quando tutti questi preparativi furono completi, egli indossò la semplice veste taoista e, assistito da un paio di ragazzi, si sedette sulle mura presso una delle torri con il suo liuto avanti a sé e un www.treregni.it


bastoncino d'incenso fumante. Gli esploratori di Sima Yi si avvicinarono alla porta cittadina e videro tutto questo. Essi non entrarono in città, ma tornarono indietro e riferirono ciò che avevano visto. Sima Yi sorrise incredulo. Ma arrestò il suo esercito e avanzò egli stesso. Meraviglia! Era esattamente come gli esploratori avevano riferito: Zhuge Liang era seduto lì, la sua faccia tutta sorridente mentre suonava il liuto. Un ragazzo era su un lato che portava una spada preziosa e sull'altro un ragazzo con il consueto simbolo di autorità, una coda di yak. Proprio dentro le porte una ventina di persone con la testa china spazzava come se intorno non ci fosse nessuno. Sima Yi riusciva a stento a credere ai suoi occhi e pensò che questo significasse un tranello particolarmente sottile. Perciò egli tornò dalle proprie armate, e le fece ritirare e spostare verso le colline a nord. “Sono certo che non vi sono soldati dietro questa buffonata,” disse Sima Zhao. “Perché vi ritirate, padre?” Sima Yi rispose, “Zhuge Liang è sempre molto attento e non corre rischi. Quelle porte aperte indicano sicuramente un'imboscata. Se la nostra forza entra in città, cadranno vittime del suo inganno. Come facciamo a saperlo? No, dobbiamo ritirarci.” Perciò le due armate vennero ritirate dalla città, con grande gioia di Zhuge Liang, che rise e batté le mani appena li vide allontanarsi in tutta fretta. Gli ufficiali rimasero a bocca aperta dalla meraviglia, e chiesero, “Sima Yi è un famoso generale di Wei, e stava guidando centocinquantamila truppe. Per quale ragione è andato via alla vostra vista, Primo Ministro?” Zhuge Liang disse, “Conosce la reputazione della mia accortezza e che non agisco in maniera pericolosa. Vedere come stavano le cose gli ha fatto sospettare un'imboscata, e perciò è andato via. Io non corro rischi, ma stavolta non vi erano alternative. Ora si incontrerà con Guan Xing e Zhang Bao, che ho mandato tra le colline ad aspettarlo.” Erano ancora in preda alla paura, ma lodarono la profondità di visione del loro capo e i suoi piani misteriosi e imperscrutabili. “Avremmo potuto semplicemente andar via,” dissero. “Cosa avremmo potuto fare con duemilacinquecento soldati anche se fossimo scappati? Non saremmo andati lontano prima di essere catturati,” disse Zhuge Liang. Spalancata venne la città al nemico, Ma il liuto di diaspro di Zhuge Liang meraviglia portò: Delle legioni fermò il proseguimento Poiché ciascun capo il pensiero dell'altro indovinò. “Ma se fossi stato al posto di Sima Yi, non sarei andato via,” disse Zhuge Liang, sorridendo e battendo le mani. Egli diede ordine che la gente del posto seguisse l'esercito a Hanzhong, perché Sima Yi sarebbe www.treregni.it


tornato di certo. Abbandonarono Xicheng e ritornarono a Hanzhong. In breve tempo arrivarono anche gli ufficiali e i soldati e la popolazione delle tre contee. E' stato detto che Sima Yi aveva abbandonato la città. Egli si recò alle Colline Wugong. A un tratto arrivarono i suoni di un'armata di Shu da dietro le colline. Sima Yi si rivolse ai suoi figli, dicendo, “Se non ci ritiriamo, in qualche modo cadremo vittime di questo Zhuge Liang.” Quindi apparve una forza che avanzava rapidamente, la bandiera principale mostrava Generale Tigre della Guardia Destra, Zhang Bao. I soldati di Wei furono colti da un panico improvviso e corsero via, gettando via armi e armatura. Ma prima di potersi allontanare, udirono altri suoni terribili nella valle e videro un'altra forza, con la bandiera principale Generale Drago della Guardia Sinistra, Guan Xing. Il ruggito delle truppe armate che echeggiava per tutta la valle era terrificante. Poiché nessuno riusciva dire quanti uomini stessero per arrivargli addosso, il panico aumentò. L'armata Wei abbandonò tutto l'equipaggiamento e si diede alla fuga. Ma avendo l'ordine di non inseguirli, Zhang Bao e Guan Xing lasciarono scappare in pace i loro nemici, mentre raccoglievano le spoglie. Quindi fecero ritorno. Vedendo la valle apparentemente piena di soldati di Shu, Sima Yi non osò marciare per la strada principale. Egli si affrettò a tornare a Jieting. In quel momento Cao Zhen, udendo che l'armata di Shu si stava ritirando, si lanciò all'inseguimento. Ma ad un certo punto incontrò una potente forza al comando di Ma Dai e Jiang Wei. Valli e colline sembravano brulicare di nemici, e Cao Zhen si allarmò. Quindi Chen Zao, il Capo dell'Avanguardia, venne ucciso da Ma Dai, e i soldati furono colti dal panico e fuggirono in disordine. E i soldati di Shu continuarono a precipitarsi giorno e notte lungo la strada per Hanzhong. Zhao Zilong e Deng Zhi, che si trovavano in un'imboscata nella Valle di Gu, seppero che i loro compagni si stavano ritirando. Quindi disse Zhao Zilong, “L'armata di Wei verrà di certo a colpirci mentre ci ritiriamo. Pertanto lascia prima che prenda posizione alle loro spalle, e poi conduci via le tue truppe e parte delle mie, mostrando le mie insegne. Io vi seguirò, mantenendomi a distanza dietro di voi, e in questo modo sarò in grado di proteggere la ritirata.” In quel momento Guo Huai stava conducendo la sua armata attraverso la Valle di Gu. Egli convocò il suo Capo dell'Avanguardia, Su Yong, e gli disse, “Zhao Zilong è un guerriero con cui nessuno può competere. Devi restare in guardia o cadrai in qualche trappola mentre si ritirano.” Su Yong, replicò, sorridendo, “Se mi aiuterete, comandante, saremo in grado di catturare questo Zhao Zilong.” Perciò Su Yong, con tremila truppe, avanzò di corsa ed entrò nella valle sulla scia dell'armata di Shu. Egli vide da un pendio in lontananza una larga bandiera rossa che mostrava il nome Zhao Zilong di Changshan. Questo lo spaventò, ed egli si ritirò.

www.treregni.it


Ma prima di allontanarsi un grande frastuono si sollevò attorno a lui, e un potente guerriero arrivò a passo svelto su un veloce destriero, urlando, “Riconosci Zhao Zilong?” Su Yong era terrorizzato. “Da dove vieni?” egli urlò. “Vi è un altro Zhao Zilong qui?” Ma Su Yong non poteva opporre resistenza, e cadde presto vittima della lancia del veterano. Le sue truppe si sparpagliarono, e Zhao Zilong proseguì dietro il corpo principale. Ma presto un'altra compagnia venne al seguito, stavolta guidata da un generale di Guo Huai, di nome Wan Zheng. Mentre avanzavano Zhao Zilong si fermò in mezzo alla strada ad aspettare il nemico. Nel tempo che Wan Zheng ci mise ad arrivare, gli altri soldati di Shu avevano proseguito per quindici chilometri lungo la strada. Tuttavia, quando Wan Zheng venne più vicino e vide chi era sul suo cammino, egli esitò e infine si fermò. Zhao Zilong protesse la strada fino al tramonto, quindi si voltò e si ritirò lentamente. Guo Huai e la sua armata arrivarono e incontrarono Wan Zheng, che disse, “Zhao Zilong è terribile come sempre. Protegge attentamente la retrovia, e non oso essere avventato.” Tuttavia, Guo Huai non era contento ed ordinò a Wan Zheng di tornare all'inseguimento dell'armata in ritirata. Stavolta Wan Zheng condusse una compagnia di diverse centinaia di uomini a cavallo. A un tratto giunsero ad un bosco, e, una volta entrati, un urlo si alzò nella retrovia, “Zhao Zilong è qui!” Il terrore si impadronì degli inseguitori, e molti caddero da cavallo. Gli altri fuggirono tra le colline. Wan Zheng si preparò mentalmente allo scontro e proseguì. Zhao Zilong scoccò una freccia che colpì la piuma del suo elmo. Spaventato, Wan Zheng cadde in un corso d'acqua. Quindi Zhao Zilong puntò la lancia contro di lui e disse, “Vai via! Non ti ucciderò. Vai e dì a Guo Huai di venire in fretta, se sta arrivando.” Wan Zheng fuggì per salvarsi la vita, mentre Zhao Zilong continuò la sua marcia come guardia della retrovia, e la ritirata verso Hanzhong continuò senza sosta. Non vi furono altri episodi lungo la strada. Cao Zhen e Guo Huai si presero tutto il merito per aver recuperato le tre contee (Nanan, Tianshui, e Anding). Prima che il cauto Sima Yi fosse pronto ad inseguire l'armata di Shu, essa aveva già raggiunto Hanzhong. Egli prese una truppa di cavalleria e cavalcò verso Xicheng e lì seppe dalle poche persone che in precedenza avevano cercato rifugio tra le colline, e che ora erano ritornate, che Zhuge Liang in realtà non aveva uomini in città, con l'eccezione dei duemilacinquecento soldati, che non aveva un solo comandante militare, ma solo alcuni ufficiali civili. Sima Yi seppe anche che Guan Xing e Zhang Bao avevano solo alcune truppe che avevano condotto attorno alle colline facendo il massimo rumore possibile. Sima Yi era rattristato per essere stato ingannato.

www.treregni.it


“Zhuge Liang è un uomo più astuto di quanto non sia io,” disse con un sospiro di rassegnazione. Si adoperò per ristabilire l'ordine, e marciò immediatamente per Changan. Egli vide il Sovrano di Wei, il quale fu compiaciuto del suo successo e disse, “E' grazie al tuo ottimo servigio che tutte le contee della Vallata Occidentale sono di nuovo mie.” Sima Yi replicò, “Ma l'armata di Shu è a Hanzhong intatta. Pertanto, prego che l'autorità vada contro di loro in modo che possiate recuperate anche la Terra dei Fiumi Occidentale.” Cao Rui si rallegrò e approvò, e autorizzò il raduno di un'armata. Ma poi uno dei cortigiani disse improvvisamente, “Il vostro servitore può proporre un piano con cui Shu verrà distrutto e Wu si sottometterà.” I generali i soldati sconfitti in patria guidano, I vincitori nuove gesta per il futuro pianificano. Chi propose questo piano? I capitoli successivi lo racconteranno.

www.treregni.it

Capitolo 951  

http://www.treregni.it/wp-content/uploads/2011/11/Capitolo-951.pdf