Page 1

Kan Ze presenta una lettera di tradimento; Pang Tong suggerisce di incatenare le navi. -----------------------------------------------------------Kan Ze era di Shanyin, figlio di un'umile famiglia. Amava i libri, ma poiché era troppo povero per comprarli, li chiedeva in prestito. Aveva una memoria formidabilmente tenace, era molto eloquente e non era un codardo. Sun Quan lo aveva arruolato tra i suoi consiglieri, e lui e Huang Gai erano ottimi amici. Huang Gai aveva pensato a Kan Ze per presentare la lettera di tradimento a Cao Cao, poiché le sue doti lo rendevano il più adatto. Kan Ze accettò con entusiasmo, dicendo, “Quando tu, amico mio, hai subito così tanto per il nostro signore, potrei io risparmiarmi? No! Fintanto che uno vive, deve completare la sua missione, o non è meglio delle erbe che rovinano il campo.” Huang Gai scese dal letto e andò a salutarlo. “Tuttavia, bisogna procedere rapidamente,” continuò Kan Ze. “Non c'è tempo da perdere.” “La lettera è già scritta,” disse Huang Gai. Kan Ze la prese e partì. Quella notte si travestì da vecchio pescatore e partì in una piccola imbarcazione per la sponda nord, al freddo, sotto lo splendore delle stelle. Presto si avvicinò all'accampamento nemico e venne catturato dalla pattuglia. Senza aspettare il giorno, essi informarono Cao Cao, che disse all'istante, “Non è solo una spia?” “No,” dissero loro, “è da solo, solo un vecchio pescatore. E dice di essere un consigliere al servizio delle Terre del Sud di nome Kan Ze, ed è venuto per affari segreti.” “Portatelo qui,” disse Cao Cao, e Kan Ze venne portato dentro. Cao Cao era seduto in una tenda illuminata a giorno. Era appoggiato ad un tavolino, e appena vide il prigioniero, disse aspramente, “Sei un consigliere di Wu Est. Dunque cosa ci fai qui?” “La gente dice che accogliete avidamente uomini di abilità. Non penso che la vostra domanda sia molto appropriata. Huang Gai, amico mio, hai commesso un errore,” disse Kan Ze. “Sai che sto combattendo Wu Est, e sei venuto qui in privato. Perché non dovrei chiedertelo?” “Huang Gai è un vecchio servo di Wu, uno che ha servito tre sovrani di seguito. Ora è stato crudelmente percosso, senza alcuna colpa, sotto lo sguardo di tutti gli ufficiali dell'accampamento di Zhou Yu. E' terribilmente furioso per questo e desidera disertare al vostro schieramento in modo da ottenere vendetta. Ne ha discusso con me, e poiché siamo inseparabili, sono venuto a consegnarvi la sua lettera per chiedere se l'avreste ricevuto.” “Dov'è la lettera?” disse Cao Cao. La missiva fu mostrata e porta. Cao Cao l'aprì e lesse: www.treregni.it


“Io, Huang Gai, sono stato trattato generosamente dalla famiglia Sun e l'ho servita con animo saldo. Recentemente hanno discusso di un attacco con le nostre forze sull'enorme esercito del governo centrale. Tutti sanno che noi pochi non siamo nulla davanti ad una tale moltitudine, ed ogni ufficiale delle Terre del Sud, saggio o sciocco, lo riconosce bene. Ciononostante, Zhou Yu che, dopotutto, non è che un ragazzo e un sempliciotto dalla mente vuota, sostiene che il successo sia possibile e desidera ardentemente spaccare pietre con le uova. Inoltre, egli è arbitrario e tiranno, punisce senza che venga commesso alcun crimine, e lascia i servigi meritevoli non ricompensati. Io sono un vecchio servo e sono stato schernito sotto lo sguardo di tutti per nessuna ragione. Pertanto lo odio nel profondo del mio cuore. “Voi, Primo Ministro, trattate le persone con sincerità e siete pronto ad accogliere l'abilità e perciò io, e quelli al mio comando, desideriamo entrare al vostro servizio in modo da acquisire una reputazione ed eliminare lo stigma della vergogna. Il commissariato, le armi, e le navi delle provviste di cui sono al comando verranno anch'esse. In perfetta sincerità dichiaro queste cose. Vi prego di non dubitare di me.” Appoggiandosi al tavolino al suo fianco, Cao Cao capovolse la lettera più e più volte e la lesse ancora e ancora. Quindi batté sul tavolo, spalancò gli occhi dalla rabbia, dicendo, “Huang Gai sta cercando di giocarmi un tiro mancino, non è vero? E tu ci sei dentro come intermediario per presentare la lettera. Come osi venire a provocarmi?” Cao Cao ordinò ai littori di portar via il messaggero e tagliargli la testa. Kan Ze fu trascinato fuori, il suo viso non era turbato. Al contrario, egli rideva forte. A questo punto Cao Cao disse loro di portarlo indietro e gli disse aspramente, “Cosa ci trovi da ridere ora che ho scoperto te e il tuo gioco?” “Non ridevo di voi. Ridevo dell'ingenuità del mio amico.” “Cosa intendi per la sua ingenuità?” “Se vuoi uccidermi, uccidimi. Non turbatemi con una moltitudine di domande.” “Ho letto tutti i libri sull'arte della guerra, e sono a conoscenza di tutti i modi per ingannare il nemico. Questo tuo giochetto avrebbe potuto avere successo con molti, ma non con me.” “E così dite che la lettera era un vile trucco?” disse Kan Ze. “Ciò che dico è che il tuo piccolo errore ti ha portato alla morte che hai rischiato. Se la cosa fosse stata reale e fossi stato sincero, perché la lettera non indica una data di arrivo? Cos'hai da dire al riguardo?” Kan Ze aspettò fino alla fine e poi rise più forte che mai, dicendo, “Sono così contento che non siate più spaventato ma che possiate ancora vantarvi della vostra conoscenza dei libri di guerra. Ora non condurrete via i vostri soldati. Se combattete, Zhou Yu di sicuro vi catturerà. Ma che cosa triste pensare che sono morto per mano di un uomo di una tale ignoranza!”

www.treregni.it


“Cosa intendi? Io, ignorante?” “Siete ignorante di qualsiasi strategia e vittima dell'irrazionalità. Non è sufficiente?” “Bene allora, dimmi dov'è la mia colpa?” “Trattate le persone sagge troppo male perché io vi parli. Potete finirmi e mettere fine a tutto questo.” “Se riesci a parlare mostrando un qualsiasi segno di ragione, ti tratterò diversamente.” “Non sapete che quando si sta per tradire il proprio maestro e diventare un rinnegato, non si può dire con esattezza quando si presenterà l'occasione? Se ci si impegna per una data fissata e la cosa non si può fare proprio per allora, il segreto verrà scoperto. Bisogna aspettare l'opportunità e coglierla quando si presenta. Rifletteteci: è possibile sapere esattamente quando? Ma non sapete nulla del senso comune? Tutto ciò che sapete è come mettere a morte la brava gente. Perciò siete davvero un uomo ignorante!” A questo punto Cao Cao cambiò i suoi modi, si alzò, e si avvicinò al prigioniero inchinandosi, “Non vedevo con chiarezza. E' piuttosto vero. Ti ho offeso, e spero che lo dimenticherai.” “Il fatto è che Huang Gai ed io siamo entrambi inclini a disertare. Lo desideriamo come un bambino desidera i genitori. E' possibile che affermiamo il falso?” “Se voi due poteste rendermi un così grande servigio, sarete di certo riccamente ricompensati.” “Non desideriamo gradi o ricchezze. Siamo venuti perché è il volere del Cielo e la semplice via del nostro dovere.” Quindi fu servito del vino, e Kan Ze fu trattato come un ospite d'onore. Mentre bevevano, qualcuno entrò e sussurrò all'orecchio di Cao Cao. Egli rispose, “Fammi vedere la lettera.” Pertanto l'uomo tirò fuori una lettera e gliela diede, cosa che gli fece molto piacere. “E' da parte dei due fratelli Cai,” pensò Kan Ze. “Stanno riferendo della punizione del mio amico, e questo sarà prova della sincerità della sua lettera.” Rivolgendosi a Kan Ze, Cao Cao disse, “Devo chiederti di tornare a stabilire la data con il tuo amico. Appena saprò, metterò un unità in attesa.” “Non posso tornare. Vi prego, Sire, di mandare qualcun altro di cui possiate fidarvi.” “Se qualcun altro dovesse andare, il segreto verrà scoperto.” Kan Ze rifiutò ancora e ancora ma alla fine cedette, dicendo, “Se devo andare, non devo attendere qui. Devo partire all'istante.” Cao Cao gli offrì oro e sete, che vennero rifiutati, Kan Ze partì, lasciò l'accampamento, e si www.treregni.it


reimbarcò per la sponda sud, dove riferì tutto quello che era accaduto a Huang Gai. Se non fosse stato per la tua lingua persuasiva, avrei subito questa sofferenza invano,” disse Huang Gai. “Ora andrò a prendere notizie dei due fratelli Cai,” disse Kan Ze. “Eccellente,” disse Huang Gai. Kan Ze si diresse all'accampamento comandato da Gan Ning. Quando furono seduti, Kan Ze disse al comandante, “Sono rimasto molto angustiato quando ho visto come sei stato trattato per la tua intercessione nei confronti di Huang Gai.” Gan Ning sorrise. Proprio allora giunsero i due fratelli Cai, e ospite e padrone di casa si scambiarono degli sguardi. Gan Ning disse, “La verità è che Zhou Yu è troppo fiducioso, e ci considera come nullità. Non contiamo nulla. Tutti parlano del modo in cui sono stato insultato.” Ed urlò e digrignò i denti e batté sul tavolo in preda alla rabbia. Kan Ze sì allungò verso il suo interlocutore e disse qualcosa a voce molto bassa, udita la quale, Gan Ning chinò il capo e sospirò. Cai He e Cai Zhong colsero da questa scena che sia Gan Ning che Kan Ze erano intenzionati a disertare e determinati a metterli alla prova. “Perché, signore, vi arrabbiate? Perché non rimanere in silenzio al riguardo?” dissero. “Cosa ne sapete della nostra amarezza?” disse Kan Ze. “Pensiamo che sembriate piuttosto inclini a passare dalla parte di Cao Cao,” dissero. Kan Ze a questa affermazione sbiancò. Gan Ning si alzò e sguainò la spada, urlando, “Ci hanno scoperto. Devono perire per tenere le bocche chiuse!” “No, no,” urlarono i due in preda all'agitazione. “Lasciate che vi riveliamo qualcosa di segreto!” “Presto, allora!” urlò Gan Ning. Perciò Cai He disse, “La verità è che siamo solo dei finti disertori, e se voi gentil signori siete della nostra stessa opinione, possiamo sistemare per voi le cose.” “State dicendo il vero?” disse Gan Ning. “E' plausibile che affermiamo una cosa del genere se non fosse vera?” urlarono entrambi allo stesso momento. Gan Ning assunse una faccia compiaciuta e disse, “Allora questa è un'opportunità concessa dal www.treregni.it


cielo.” “Sapete, noi abbiamo già riferito a Cao Cao della questione di Huang Gai e di come siete stato insultato.” “Il fatto è che ho consegnato al Primo Ministro una lettera da parte di Huang Gai, ed egli mi ha mandato indietro di nuovo per decidere una data per la sua diserzione.” disse Kan Ze. “Quando un uomo onesto capita nelle vicinanze di un maestro illuminato, il suo cuore sarà sempre attratto da lui,” disse Gan Ning. I quattro quindi bevvero insieme e aprirono i loro cuori l'un l'altro. Cai Zhong e Cai He scrissero una lettera privata al loro maestro, dicendo che Gan Ning era d'accordo nell'unirsi al loro complotto e diventare un traditore, ed anche Kan Ze scrisse una lettera, la quale fu spedita segretamente insieme all'altra a Cao Cao. La lettera di Kan Ze diceva: “Huang Gai non ha ancora trovato un'opportunità. Comunque, quando verrà, la sua nave potrà essere riconosciuta da una bandiera dentellata nera. Essa indicherà che lui si trova a bordo.” Ciononostante, quando Cao Cao ricevette queste due lettere, era ancora in dubbio e convocò i suoi consiglieri per discutere della questione. Egli disse, “Dall'altra parte Gan Ning è stato messo alla berlina dal Comandante in Capo, che è pronto a tradire per amor di vendetta. Huang Gai è stato punito e ha mandato Kan Ze a proporre di passare dalla nostra parte. E' solo che io ancora non mi fido dell'intera faccenda. Chi andrà all'accampamento a scoprire la verità?” Allora Jiang Gan prese la parola, dicendo, “Ho fallito nella mia missione l'altro giorno e sono davvero mortificato. Rischierò la mia vita di nuovo e, stavolta, porterò di certo buone notizie.” Cao Cao lo approvò come messaggero e gli ordinò di partire. Jiang Gan partì con una piccola imbarcazione e giunse rapidamente alle Tre Gole, sbarcando vicino all'accampamento navale. Quindi andò a informare Zhou Yu. Udendo chi era, Zhou Yu sogghignò, dicendo, “Il successo dipende da quest'uomo.” Allora Zhou Yu chiamò Lu Su e gli disse di chiamare Pang Tong perché facesse certe cose per lui.

Pang Tong

Questo Pang Tong era di Xiangyang. Ed era andato ad est del fiume per allontanarsi dalla lotta. Lu Su lo aveva raccomandato a Zhou Yu, e costui non si era ancora presentato. www.treregni.it


Quando Zhou Yu mandò Lu Su a chiedere quale schema d'attacco avrebbe raccomandato contro Cao Cao, Pang Tong aveva detto a Lu Su, “Devi usare il fuoco contro di lui. Ma il fiume è ampio e se una nave viene data alle fiamme, le altre si disperderanno se non vengono legate insieme in modo che rimangano confinate in un sol luogo. Questa è l'unica via per il successo.” Lu Su portò questo messaggio a Zhou Yu, il quale ci pensò su e poi disse, “L'unica persona che può riuscirci è lo stesso Pang Tong.” “Cao Cao è molto astuto,” disse Lu Su. “Come può andarci Pang Tong?” Perciò Zhou Yu era afflitto e indeciso. Non riusciva a pensare ad alcun metodo, finché i mezzi si presentarono da soli all'arrivo di Jiang Gan. Zhou Yu diede immediatamente istruzioni a Pang Tong su come agire, dopodiché si sedette nella sua tenda ad aspettare il suo visitatore Jiang Gan. Ma questi divenne facilmente ansioso e sospettoso quando vide che il suo vecchio amico di studi non era venuto ad accoglierlo, e prese la precauzione di mandare la sua nave in un punto ritirato, perché fosse al sicuro prima di recarsi nella tenda del generale. Quando Zhou Yu vide Jiang Gan, assunse un'espressione infuriata e disse, “Amico mio, perché mi tratti in questo modo?” Jiang Gan rise e disse, “Ricordavo i vecchi tempi quando eravamo come fratelli, e sono venuto espressamente a rivelare il mio animo a te. Perché affermi che ti ho trattato in malo modo?” “Sei venuto a convincermi a tradire il mio maestro, cosa che non farei mai a meno che il mare non evapori e le rocce vadano in rovina. Ricordando i vecchi tempi, ti ho riempito di vino e ti ho tenuto a dormire con me. E tu, tu hai saccheggiato le mie lettere private e sei fuggito via senza nemmeno una parola d'addio. Mi hai tradito per Cao Cao ed hai causato la morte di due miei amici dall'altra parte e così hai fatto fallire tutti i miei piani. Ora che sei venuto a fare? Di certo, non è per gentilezza nei miei confronti. Ti taglierei in due, ma ancora mi importa della nostra vecchia amicizia. Ti manderei via di nuovo, ma in un giorno o due attaccherò quel ribelle. Se ti lasciassi rimanere nel mio accampamento, i miei piani verrebbero allo scoperto. Perciò ho intenzione di dire ai miei attendenti di condurti in una baracca desolata nelle Colline Occidentali, e tenerti lì finché avrò ottenuto la vittoria. Allora ti rimanderò indietro.” Jiang Gan cercò di dire qualcosa, ma Zhou Yu non volle ascoltare. Si voltò e si diresse nei recessi della sua tenda. Gli attendenti condussero fuori il visitatore, lo misero su un cavallo, e lo portarono oltre le colline in una piccola baracca, lasciando due soldati a sorvegliarlo. Quando Jiang Gan si ritrovò nella casupola desolata, egli era molto depresso e non aveva desiderio né di mangiare né di dormire. Ma una notte, quando le stelle erano molto brillanti, egli uscì fuori per osservarle. A un tratto giunse nel retro della sua abitazione desolata e udì, nelle vicinanze, qualcuno canticchiare su un libro. Avvicinandosi con passi furtivi, egli vide una piccola capanna mezza nascosta su una rupe da dove uno o due bagliori di luce fuoriuscivano tra le travi. Egli si avvicinò e sbirciando all'interno, vide un uomo leggere alla luce di una lampada, vicina alla quale era appesa una spada. E il libro era il classico di Sun Zi “L'Arte delle Guerra.”

www.treregni.it


“Questa non è una persona comune,” pensò Jiang Gan, e così bussò alla porta. La porta fu aperta dal lettore, il quale gli diede il benvenuto con maniere coltivate e raffinate. Jiang Gan chiese il suo nome. Il padrone di casa rispose, “Mi chiamo Pang Tong.” “Allora di certo siete il Maestro noto come la Giovane Fenice, mi sbaglio?” “Sì, lo sono.” “Quante volte ho sentito parlare di voi! Siete famoso. Ma perché vi siete nascosto in questo buco?” “Quello Zhou Yu è troppo vanitoso per permettere che qualcun altro sia dotato di talento, e perciò io vivo qui in silenzio. Ma voi chi siete, signore?” “Mi chiamo Jiang Gan.” Quindi Pang Tong gli diede il benvenuto e lo condusse dentro, e i due si sedettero per parlare. “Con le vostri doti, avreste successo ovunque,” disse Jiang Gan. “Se entraste al servizio di Cao Cao, io vi raccomanderei a lui.” “A lungo ho desiderato andarmene da qui. E se voi, signore, mi presenterete, non c'è momento migliore del presente. Se Zhou Yu ascoltasse il mio desiderio, mi ucciderebbe, ne sono sicuro.” Perciò senza ulteriore indugio, si fecero strada giù per la colline verso la riva per cercare la nave con cui Jiang Gan era venuto. Si imbarcarono e, remando a tutta velocità, raggiunsero presto la sponda nord. All'accampamento centrale, Jiang Gan sbarcò ed andò a cercare Cao Cao, al quale riferì la storia della scoperta della sua nuova conoscenza. Quando Cao Cao udì che il nuovo arrivato era il Maestro Giovane Fenice, andò ad incontrarlo di persona, gli diede il benvenuto, e presto si sedettero per parlare in termini amichevoli. Cao Cao disse, “E così Zhou Yu nella sua giovinezza è presuntuoso e importuna i suoi ufficiali e respinge tutti i loro consigli: lo so. Ma la vostra fama mi è da tempo nota, ed ora che siete stato tanto cortese da venire dalla mia parte, vi prego di non essere parsimonioso del vostro consiglio.” “Anche io so bene che siete un modello di strategia militare,” disse Pang Tong, “ma mi piacerebbe dare un'occhiata alla vostra disposizione.” Perciò furono portati dei cavalli, e i due cavalcarono fuori dalle linee, padrone e visitatore alla pari, fianco a fianco. Salirono su una collina da dove avevano un'ampia visuale della base. Dopo aver guardato tutt'intorno, Pang Tong osservò, “Wu Qi1 il Grande Generale, se tornasse 1 Wu Qi, noto anche come Wu Zi, un famoso generale del periodo degli Stati Combattenti (475-221 a.C.). Servì dapprima Lu, poi passò a Wei, il suo luogo nativo, e condusse l'esercito di Wei contro Qin. Si fece nemici in Wei, perciò fuggì a Chu, dove Re Dao lo fece primo ministro. Wu Qi fece di Chu uno stato potente; espanse il suo territorio; lo difese contro Wei, Zhao e Han; e attaccò Qin. Ma proprio dopo la morte di Re Dao, Wu Qi fu messo a morte dai suoi nemici a corte. Wu Qi è l'autore di un trattato militare intitolato “L'arte della Guerra di Wu Qi.” www.treregni.it


nuovamente in vita, non potrebbe far meglio, neppure Sun Zi2 il Famoso Stratega se riapparisse! Tutto va secondo le regole. Il campo è accanto alle colline ed è fiancheggiato da una foresta. Il fronte e il retro sono l'uno in vista dell'altro. Sono predisposte porte d'ingresso e di uscita, e le strade d'avanzata e di ritirata sono piegate e spezzate.” “Maestro, vi chiedo di non sopravvalutarmi, ma di consigliarmi in modo da poter effettuare ulteriori miglioramenti,” disse Cao Cao. Allora i due uomini scesero giù verso l'accampamento navale, dove erano disposte ventiquattro porte indirizzate a sud. Le imbarcazioni e le navi da guerra erano tutte allineate in modo da proteggere le imbarcazioni più leggere che erano all'interno. Vi erano canali da attraversare e ancoraggi e postazioni stabili. Pang Tong, osservando tutto questo, sorrise, dicendo, “Signor Primo Ministro, se questo è il vostro metodo di guerra, la vostra reputazione non è vuota.” Quindi indicando la sponda sud, continuò, “Zhou Yu! Zhou Yu! Sei finito. Morirai!” Cao Cao era decisamente compiaciuto. Tornarono alla tenda principale e fu servito del vino. Discussero di questioni militari, e Pang Tong parlò a lungo. Appunti e commenti fluivano liberi tra i due, e Cao Cao ebbe un'elevata opinione delle abilità del suo nuovo alleato e lo trattò con i più grandi onori. A poco a poco l'ospite sembrava essere finito succube dell'influenza di molte coppe di vino e disse, “Avete qualche medico capace nel vostro esercito?” “A cosa servono, Maestro?” disse Cao Cao. “Vi sono molte malattie tra i marinai, e dovreste trovare qualche rimedio.” Il fatto è che all'epoca gli uomini di Cao Cao soffrivano per il clima. Molti vomitavano e non pochi erano morti. Era fonte di grande ansia per lui, e quando il nuovo arrivato improvvisamente lo menzionò, dovette per forza chiedere consiglio. Pang Tong disse, “La vostra forza navale è eccellente, ma c'è solamente un difetto. Non è perfetta.” Cao Cao lo esortò a dire dove fosse l'imperfezione. “Ho un piano per eliminare i disturbi dei soldati in modo che nessuno si ammali e tutti siano pronti a prestare servizio.” “Qual è questa eccellente strategia?” disse Cao Cao. “Il fiume è ampio, e le maree si innalzano e si abbassano. I venti e le onde non sono mai a riposo. Le vostre truppe da nord non sono abituate alle navi, e i movimenti le fanno ammalare. Se le vostre navi, grandi e piccole, fossero classificate e divise in gruppi da trenta, o da cinquanta, e fossero 2 Sun Zi (noto anche come Sun Wu, Sunzi, Suntzu, Sun-tzu, Sun Tzu) l'autore del famoso trattato “L'Arte della Guerra. Un generale di Wu nel periodo di Primavere e Autunni (770-476 a.C.), Sun Zi rese il suo stato il più potente nell'arco della sua vita, sconfiggendo Chu e conquistato Yue. Il suo trattato “L'arte della Guerra” è ancora letto avidamente da molti ai giorni nostri. www.treregni.it


unite tramite catene di ferro e tavole persino i cavalli si potrebbero muovere su esse, per non parlare dei soldati che sarebbero in grado di passare da una nave all'altra. Se ciò fosse fatto, allora non ci sarebbe timore di vento e onde e dell'alta e bassa marea.” Scendendo dalla sedia, Cao Cao ringraziò il suo ospite, dicendo, “Non avrei mai potuto sconfiggere le terre del sud senza questo vostro stratagemma.” “E' solo una mia idea,” disse Pang Tong. “Sta a voi decidere a riguardo.” Furono quindi dati gli ordini di convocare tutti i fabbri e metterli all'opera, notte e giorno, a forgiare catene di ferro e grandi chiavistelli per bloccare le navi insieme. E i soldati si rallegrarono quando udirono il piano. Usarono il fuoco nello scontro alle Scogliere Rosse, Le armi qui saranno le stesse. Per consiglio di Pang Tong ogni nave venne incatenata, Altrimenti Zhou Yu una vittoria non avrebbe guadagnata. Pang Tong disse inoltre a Cao Cao, “Conosco molta gente coraggiosa dall'altra parte che detesta Zhou Yu. Se potessi usare la mia piccola lingua al vostro servizio, potrei indurli ad unirsi a voi. Se Zhou Yu fosse lasciato solo, potreste di certo catturarlo. E Liu Bei non è di alcun conto.” “Di certo se poteste rendermi un così grande servizio, stilerei un memoriale al trono e otterrei per voi uno dei maggiori uffici,” disse Cao Cao. “Non lo sto facendo per amore del denaro o degli onori, ma per il desiderio di soccorrere l'umanità. Se attraversate il fiume, vi prego di essere misericordioso.” “Io sono lo strumento del Cielo per fare giustizia e non potrei sopportare di uccidere il popolo.” Pang Tong lo ringraziò e chiese un documento che proteggesse la propria famiglia. Cao Cao chiese, “Dove vivono?” “Sono tutti nelle vicinanze del fiume.” E Cao Cao ordinò che fosse preparata una dichiarazione di protezione. Dopo averla sigillata, la consegnò a Pang Tong. Pang Tong disse, “Dovreste attaccare appena sarò andato via, ma non lasciate che Zhou Yu dubiti qualcosa.” Cao Cao promise segretezza, e l'astuto traditore prese congedo. Appena fu in procinto di imbarcarsi, egli incontrò un uomo in una veste taoista, con un pettine di bambù tra i capelli, che lo fermò. L'uomo disse, “Sei molto coraggioso. Huang Gai ha intenzione di usare il 'trucco della lesione personale', e Kan Ze ha presentato la lettera di finta diserzione. Tu hai fornito lo stratagemma fatale di incatenare insieme le navi per paura che le fiamme non le distruggano completamente. Questa sorta di opera ingannevole potrebbe essere abbastanza per ingannare Cao Cao, ma io ho capito tutto.” www.treregni.it


Pang Tong fu colto dalla paura, le sue viscere si svuotarono, il suo spirito si disperse. Si può avere successo per mezzo dell'inganno, Nel bisogno anche le vittime amici troveranno. Il prossimo capitolo riferirà chi era lo straniero.

www.treregni.it

Capitolo 471  

http://www.treregni.it/wp-content/uploads/2011/11/Capitolo-471.pdf

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you