Page 1

Il Signore di Wuxiang lascia un piano nella borsa di seta; Il Sovrano di Wei rimuove la statua di bronzo con la ciotola di rugiada. -------------------------------------------------Yang Yi mandò avanti un uomo per scoprire quale forza fosse quella che era sulla loro strada, e l'esploratore ritornò a dire che erano soldati di Shu guidati da Wei Yan. Wei Yan aveva bruciato il Sentiero di Legno e ora sbarrava la strada. Allora disse Yang Yi, “Proprio prima della sua morte il Primo Ministro predisse che quest'uomo un giorno ci avrebbe tradito, e la cosa è avvenuta qui. Non pensavo di affrontarla in questo modo, ma ora la nostra via di ritirata è tagliata, e cosa si deve fare?” Allora rispose Fei Yi, “Egli di certo ci ha diffamati presso l'imperatore e ha detto che ci stavamo ribellando e pertanto ha distrutto le strade in legno in modo da impedirci di procedere per primi. Pertanto, dobbiamo stilare un memoriale al trono raccontando la verità sul suo conto e poi pianificare la sua distruzione.” Jiang Wei disse, “Conosco una via secondaria da queste parti che ci condurrà nel retro di queste strade coperte. In verità è pericolosa e ripida, ma ci porterò a destinazione. E' chiamata il Sentiero del Monte Chashan.” Così prepararono un memoriale e deviarono seguendo la stretta strada di montagna. Nel frattempo a Chengdu il Secondo Sovrano di Shu era preoccupato; aveva perso l'appetito ed era insonne. Poi sognò che le Colline di Seta che proteggevano la capitale venivano squarciate e cadevano. Questo sogno lo turbò fino a mattina, quando chiamò i suoi ufficiali di ogni rango per chiedere loro di interpretare la sua visione. Quand'ebbe riferito il suo sogno, Qiao Zhou si fece avanti e disse, “La scorsa notte ho visto una grande stella rossa cadere da nordest verso sudovest. Di certo presagisce una sventura per il Primo Ministro. Il sogno di Vostra Maestà corrisponde a quanto ho visto.” L'ansia del Secondo Sovrano aumentò. A un tratto Li Fu ritornò e venne convocato alla presenza del Secondo Sovrano. Li Fu chinò il capo e pianse, dicendo, “Il Primo Ministro è morto!” Ripeté gli ultimi messaggi di Zhuge Liang e disse tutto quello che sapeva. Il Secondo Sovrano venne sopraffatto da una grande sofferenza, e pianse, gridando, “Il Cielo mi colpisce!” E cadde disteso sul letto. Lo condussero nelle camere interne; e quando l'Imperatrice Wu, l'Imperatrice Vedova, udì le tristi notizie, anche lei gemette senza cessare. E tutti gli ufficiali erano addolorati e piansero, e la gente comune mostrò il proprio dolore. Il Secondo Sovrano era profondamente afflitto e per molti giorni non poté tenere alcuna udienza. E mentre era così prostrato dal dolore, gli dissero che Wei Yan aveva spedito un memoriale che accusava Yang Yi di ribellione. Gli sbalorditi cortigiani andarono nella camera del Secondo Sovrano per discutere di questa cosa, e anche l'Imperatrice Wu era lì. Il memoriale venne letto ad alta voce. www.treregni.it


Diceva pressappoco così: “Io, vostro ministro e generale, Wei Yan, Generale Che Conquista l'Ovest e Signore di Nanzheng, umilmente e con capo chino scrivo che Yang Yi ha assunto il comando dell'esercito ed è in rivolta. Si è sbarazzato del feretro del defunto Primo Ministro e desidera condurre in nemici all'interno dei nostri confini. Come precauzione, e per intralciare la sua avanzata, ho bruciato il Sentiero di Legno e ora riferisco queste vicende.” Il Secondo Sovrano disse, “Wei Yan è un valido guerriero e avrebbe potuto facilmente sopraffare Yang Yi. Perché allora distruggere il Sentiero di Legno?” L'Imperatrice Wu disse, “Il Primo Sovrano era solito dire che Zhuge Liang conosceva il tradimento celato nel cuore di Wei Yan, e desiderava sistemarlo; lo ha risparmiato solo perché Wei Yan è un capo valoroso e impegnato. Non dovremmo credere troppo prontamente alla sua storia che Yang Yi si è ribellato. Yang Yi è uno studioso e un ufficiale civile, e il defunto Primo Ministro lo ha messo in una posizione di grande responsabilità, provando in questo modo di stimarlo. Se crediamo a questa dichiarazione, di certo Yang Yi sarà costretto a rifugiarsi a Wei. Non andrebbe fatto nulla senza la dovuta meditazione.” Mentre stavano discutendo questa faccenda, giunse un memoriale urgente da Yang Yi, e aprendola, lessero: “Io, Yang Yi, capo dell'armata in ritirata, umilmente e con trepidazione, presento questo memoriale. Nei suoi ultimi momenti il defunto Primo Ministro mi ha assegnato la carica della grande impresa, e mi ha detto di portare a termine il suo piano senza modifiche. Ho rispettato la sua carica. Ho ordinato a Wei Yan di comandare la retroguardia con Jiang Wei come suo secondo. Ma Wei Yan ha rifiutato di obbedire e ha portato via la sua armata ad Hanzhong. Quindi ha bruciato il Sentiero di Legno, ha cercato di rubare il corpo del defunto Comandante in Capo, e si è comportato in maniera del tutto indecorosa. Mando questo memoriale in tutta fretta.” L'Imperatrice Vedova ascoltò fino alla fine. Quindi, rivolgendosi agli ufficiali, ella disse, “Qual è ora la vostra opinione?” Jiang Wan rispose, “Yang Yi è precipitoso e intollerante, ma ha reso grandi servigi nel rifornire l'esercito. E' stato per lungo tempo un fidato collega del defunto Primo Ministro, che, vicino alla morte, gli ha affidato la gestione degli affari. Di certo non è un ribelle. Dall'altra parte, Wei Yan è coraggioso e ambizioso e si ritiene superiore a chiunque altro. Yang Yi è l'unico ad essere stato di opinione apertamente differente, e perciò Wei Yan lo odia. Quando ha visto Yang Yi messo sopra di lui al comando dell'esercito, Wei Yan ha rifiutato il suo supporto. Perciò ha bruciato il Sentiero di Legno in modo di tagliare la ritirata di Yang Yi, e lo ha calunniato, sperando di portare alla sua caduta. Sono pronto a garantire la fedeltà di Yang Yi sulla mia intera casa, ma non parlerei a favore di Wei Yan.” Seguì Dong Yun, “Wei Yan è sempre stato presuntuoso e scontento. La sua bocca era piena d'odio e risentimento, e solo la paura del Primo Ministro lo teneva a bada. La morte di questi gli ha dato l'opportunità, e ha tradito. Così è come stanno le cose. Yang Yi è abile, il suo impiego da parte del Primo Ministro è la prova della sua lealtà.” “Se questo è vero e Wei Yan è davvero un ribelle, cosa bisogna fare?” chiese il Secondo Sovrano. www.treregni.it


Jiang Wan disse, “Penso che il Primo Ministro abbia ordito un piano tramite il quale sbarazzarsi di Wei Yan. Se Yang Yi non si fosse sentito sicuro, a stento sarebbe partito per ritornare attraverso le valli. Vostra Maestà può stare sicura che Wei Yan cadrà in qualche trappola. Abbiamo ricevuto, quasi nello stesso momento, due memoriali da due uomini, ciascuno che lanciava contro l'altro un'accusa di ribellione. Aspettiamo.” In breve arrivò un altro memoriale da Wei Yan, che accusava Yang Yi di ribellione. Il Secondo Sovrano lo stava leggendo, quando un messaggero di Yang Yi venne annunciato con ancora un altro memoriale che etichettava Wei Yan come un ribelle. La corte ricevette diversi altri memoriali da entrambe le parti che si accusavano l'un l'altra, e gli ufficiali non sapevano cosa fare. Proprio allora arrivò Fei Yi. Venne convocato alla presenza reale e riferì la storia della rivolta di Wei Yan. Il Secondo Sovrano rispose, “In tal caso farei bene a mandare Dong Yun con le insegne d'autorità per mediare la situazione e tentare di persuadere Wei Yan con miti parole.” Così Dong Yun partì in questa missione. In quel momento Wei Yan era accampato nella Valle di Nangu, che era una posizione di comando. Egli pensava che il suo piano stesse avendo successo. Non gli era venuto in mente che Yang Yi e Jiang Wei avrebbero potuto superarlo attraverso una via secondaria. D'altro canto, Yang Yi, pensando che Hanzhong fosse perduta, mandò He Ping con tremila truppe davanti mentre egli seguiva con il feretro. Quando He Ping raggiunse il retro della Valle di Nangu, annunciarono la loro presenza con rullo di tamburi. Gli esploratori lo dissero immediatamente a Wei Yan, che si armò all'istante, prese la sua spada, e uscì a cavallo per affrontare He Ping. Quando entrambe le parti furono schierate, He Ping cavalcò in avanti e iniziò ad avvilire il suo avversario. “Dov'è quel ribelle di Wei Yan?” urlò He Ping. “Hai aiutato quel traditore di Yang Yi!” gridò Wei Yan, non frenando affatto al lingua. “Come osi insultarmi?” In He Ping crebbe l'indignazione. “Ti sei ribellato immediatamente dopo la morte del defunto capo, ancor prima che il suo corpo fosse freddo. Come hai potuto?” Quindi agitando la frusta verso i seguaci di Wei Yan, He Ping urlò, “E voi soldati siete uomini di Shu. I vostro padri e le vostre madri, mogli e bambini, e i vostri amici sono ancora in patria. Siete stati trattati in modo scortese per cui vi siete uniti a un traditore e avete aiutato i suoi vili disegni? Avreste dovuto ritornare a casa e aspettare pazientemente le ricompense che sarebbero state vostre.” I soldati furono toccati dalle sue parole. Applaudirono, e più della metà scappò via. Wei Yan ora era furioso. Egli roteò in alto la spada e galoppò verso He Ping, che gli andò incontro www.treregni.it


con la lancia pronta. Si scambiarono numerosi colpi, dopodiché He Ping cavalcò via come fosse sconfitto. Wei Yan lo seguì, ma le truppe di He Ping iniziarono a scoccare frecce e fu costretto ad arretrare. Appena arrivò vicino ai suoi ranghi, egli vide molti generali lasciare le loro compagnie e andar via. Egli cavalcò verso di loro e ne abbatté alcuni. Ma questo non fermò il movimento; essi continuarono ad andare. L'unica porzione ferma era la propria armata che era comandata da Ma Dai. Essi rimasero al loro posto. “Davvero mi aiuterai?” disse Wei Yan. “Di certo ti ricorderò nel giorno del successo.” I due allora si lanciarono all'inseguimento di He Ping, che fuggì davanti a loro. Tuttavia, fu presto evidente che He Ping non sarebbe stato raggiunto, e gli inseguitori si fermarono. Wei Yan radunò la sua forza ora piccola. “Che ne dici se andassimo da Wei?” disse Wei Yan. “Penso che le tue parole non siano sagge,” disse Ma Dai. “Perché dovremmo unirci a qualcuno? Una persona davvero forte cercherebbe di ritagliarsi la propria fortuna e non di tenersi pronto a piegare il ginocchio davanti a un altro. Tu sei molto più abile e impavido di qualunque altro capo nelle Terre Fluviali. Nessuno oserebbe affrontarti. Io mi impegno ad venire con te nella cattura di Hanzhong, e da lì attaccheremo la Terra Fluviale Occidentale.” Così marciarono insieme verso Nanzheng, dove stazionava Jiang Wei. Dalle mura cittadine egli li vide avvicinarsi e sottolineò il loro aspetto orgoglioso, marziale. Egli ordinò che venisse sollevato il ponte levatoio e mandò a riferire al suo collega, Yang Yi. Mentre si avvicinavano, sia Wei Yan che Ma Dai urlavano, “Arrendetevi!” Nonostante il loro piccolo seguito, Jiang Wei sentiva che il fatto che Ma Dai agisse con Wei Yan era una combinazione pericolosa, e aspettò il consiglio di Yang Yi. “Wei Yan è valoroso, e ha ottenuto l'aiuto di Ma Dai. Come dovremo respingerli?” chiese Jiang Wei. Yang Yi rispose, “Proprio prima della sua morte, il Primo Ministro mi ha dato una borsa di seta che avrei dovuto aprire quando l'ammutinamento di Wei Yan avesse raggiunto un punto critico. Contiene un piano per sbarazzarci di questo traditore, e sembra che ora sia il momento per vedere cosa bisogna fare.” Perciò Yang Yi aprì la borsa ed estrasse fuori la lettera che conteneva. Sulla busta lesse: “Da aprire quando Wei Yan sarà effettivamente schierato contro di voi.” Disse Jiang Wei, “Poiché a questo è già stato provveduto, farei meglio ad andare fuori, e quando la sua linea sarà formata allora tu potrai venire.” Jiang Wei indossò l'armatura, prese la sua lancia, e uscì fuori a cavallo, con tremila truppe. Essi marciarono fuori dalle mura cittadine a tamburi battenti. Completato lo schieramento, Jiang Wei prese posto sotto il grande stendardo ed esordì con una volata di insulti. “Ribelle Wei Yan, il defunto Primo Ministro non ti ha mai fatto del male. Perché sei diventato un traditore?” www.treregni.it


Wei Yan tirò le redini, abbassò la spada e rispose, “Amico Jiang Wei, questo non è affar tuo. Dì a Yang Yi di venire.” Ebbene anche Yang Yi era sotto lo stendardo, ma nascosto. Egli aprì la lettera, e le parole all'interno sembravano compiacerlo, poiché cavalcò in avanti allegramente. A un tratto tirò le redini, indicò Wei Yan e disse, “Il Primo Ministro ha previsto il tuo ammutinamento e mi ha detto di stare in guardia. Ora se sarai in grado di urlare tre volte, 'Chi osa uccidermi?', allora sarai un vero eroe, ed io ti cederò l'intero Hanzhong.” Wei Yan rise. “Ascolta, vecchio pazzo! Mentre Zhuge Liang era in vita lo temevo in qualche modo. Ma è morto e nessuno osa affrontarmi. Non solo urlerò le parole tre volte, ma una miriade di volte. Perché no?” Wei Yan sollevò la spada, agitò la briglia, e urlò, “Chi osa uccidermi?” Non finì mai. Dietro di lui qualcuno urlò selvaggiamente, “Io oso!” e allo stesso istante Wei Yan cadde morto, abbattuto da Ma Dai. Questa fu la conclusione, ed era il segreto affidato a Ma Dai poco prima della morte di Zhuge Liang. Wei Yan avrebbe dovuto urlare queste parole ed essere ucciso quando meno se lo aspettava. Yang Yi sapeva cosa stava per succedere, poiché era scritto nella lettera contenuta nella borsa di seta. Un poema dice: Zhuge Liang previde che liberato dal suo ritegno Wei Yan si sarebbe dimostrato un traditore. La borsa di seta Conteneva il piano per il suo errore. Vediamo Come ebbe successo quando giunse il momento. Così prima che Dong Yun ebbe raggiunto Nanzheng, Wei Yan era morto. Ma Dai unì la sua armata a quella di Jiang Wei, e Yang Yi scrisse un altro memoriale, che inviò al Secondo Sovrano. Il Secondo Sovrano emanò un editto: “Wei Yan ha pagato l'ammenda per il suo crimine. Dovrebbe essere sepolto onorevolmente in considerazione dei suoi precedenti servigi.” Allora Yang Yi continuò il suo viaggio e nel tempo stabilito arrivò a Chengdu con il feretro del defunto Primo Ministro. Il Secondo Sovrano condusse fuori una grande carovana di ufficiali ad incontrare il corpo in un punto a undici chilometri dalle mura, ed egli alzò la voce e pianse il morto, e con lui tutti gli ufficiali e la gente comune, cosicché il suono del lamento riempì l'intera terra. Per ordine reale il corpo venne portato in città al palazzo del Primo Ministro, e suo figlio Zhuge Zhan era a capo del gruppo in lutto.

www.treregni.it


Zhuge Zhan

Quando poi il Secondo Sovrano tenne una riunione, Yang Yi si legò e confessò di essere in colpa. Il secondo Sovrano ordinò loro di sciogliergli i legacci e disse, “Nobile signore, il feretro non avrebbe mai raggiunto casa se non fosse stato per te. Hai portato a termine gli ordini del defunto Primo Ministro, in tal modo Wei Yan è stato distrutto e tutto è stato portato al sicuro. Questo è stato tutto merito tuo.” Yang Yi venne promosso a Istruttore dell'Armata Centrale, e Ma Dai venne ricompensato con il rango a cui Wei Yan aveva rinunciato. Yang Yi presentò il testamento di Zhuge Liang, che il Secondo Sovrano lesse, piangendo. Per un editto speciale venne ordinato che i chiromanti interrogassero la sorte e scegliessero il sito per la tomba del grande servitore dello stato. Allora Fei Yi disse al Secondo Sovrano, “Quando si avvicinava alla sua fine, il Primo Ministro ordinò che fosse seppellito sul Monte Dingjun, in campo aperto, senza sacrifici o monumenti.” Il desiderio venne rispettato, e scelsero un giorno propizio nel decimo mese per l'inumazione, e il Secondo Sovrano seguì la processione funebre fino alla tomba sul Monte Dingjun. Il titolo postumo conferito al defunto Primo Ministro fu Zhuge Liang il Marziale Leale, e venne costruito un tempio a Mianyang in cui venivano offerti sacrifici alle quattro stagioni. Il poeta Du Fu scrisse un poema: Per Zhuge Liang un gran salone memoriale erto fu, Formato da cipressi, fuori dalle mura di Chengdu, Illuminati dall'erba che cresce i passi che lì portano, Nascosti tra i rami i germogli cantano. Il popolo insieme all'esercito la sua saggezza chiedeva, Sul trono, eretto per il padre, il figlio sedeva. Ma prima che si realizzassero tutti i piani che aveva ideato Morì; e da allora gli eroi sempre sofferenza per lui hanno provato.

www.treregni.it


Un altro poema dello stesso autore dice: La celebre fama di Zhuge Liang è chiara al mondo intero; Tra i ministri del re egli certo possiede Un rango elevato; perché quando l'impero si spezzò In tre, un regno per il suo signore egli vinse Per una sottile astuzia. Attraverso il tempo egli rimane Una figura luminosa, chiara contro il cielo. Simile era ai famosi Yi Yin, Lu Wang, Eppure si unisce a capi, come Xiahou He, Cao Shen, I fati proibirono che Han venisse restaurato, Sfinito dalla guerra e dalla fatica, tuttavia rimase risoluto. Cattive notizie arrivarono al Secondo Sovrano al suo ritorno nella capitale. Egli udì che Quan Zhong si era messo in marcia con una vasta armata da Wu e si era accampato all'entrata di Baqiu. Nessuno conosceva l'oggetto di questa spedizione. “Ecco Wu che rompe il suo giuramento proprio quando il Primo Ministro è morto,” gridò il Secondo Sovrano. “Cosa possiamo fare?” Allora disse Jiang Wan, “Il mio consiglio è di mandare Wang Ping e Zhang Ni ad accamparsi a Baidicheng come misura cautelativa, mentre voi mandate un inviato a Wu ad annunciare la morte e il periodo di lutto. Lì egli potrà osservare i segni del tempo.” “L'inviato deve avere la lingua pronta.” disse il Secondo Sovrano. Si fece avanti un uomo dai ranghi dei cortigiani e si offrì. Era Zong Yu, un uomo di Nanyang, un Consigliere Militare. Perciò egli venne nominato come inviato con la commissione di annunciare la morte del Primo Ministro e osservando le condizioni.

Zong Yu

Zong Yu partì per la capitale Jianye, arrivò e venne portato alla presenza dell'imperatore. Quando la cerimonia di presentazione ebbe termine e l'inviato si guardò intorno, egli vide che erano tutti vestiti a lutto. Ma l'aspetto di Sun Quan copriva uno sguardo d'ira, ed egli disse, “Wu e Shu sono una casa sola. Perché il vostro maestro ha aumentato la guardia a Baidicheng?” Zong Yu rispose, “Sembrava tanto necessario per l'ovest aumentare la guarnigione lì quanto per l'est avere una forza a Baqiu. Niente per cui valesse la pena chiedere.” “Come inviato non sembri affatto inferiore a Deng Zhi,” disse Sun Quan, sorridendo.

www.treregni.it


Sun Quan continuò, “Quando ho saputo che il vostro Primo Ministro Zhuge Liang è andato in cielo, ho pianto ogni giorno e ho ordinato ai miei ufficiali di vestirsi a lutto. Temevo che Wei avrebbe potuto cogliere l'occasione per attaccare Shu, e perciò ho aumentato la guarnigione a Baqiu di diecimila truppe in modo da poter essere in grado di aiutarvi in caso di bisogno. Questa è stata la mia sola ragione.” Zong Yu si inchinò e ringraziò il Sovrano di Wu. “Non ritornerò indietro sul giuramento tra noi,” disse Sun Quan. Zong Yu disse, “Sono stato mandato ad informarvi del cordoglio per il lutto per il defunto Primo Ministro.” Sun Quan prese una freccia dalla punta dorata e la spezzò in due, dicendo, “Se tradisco il mio giuramento, possa la mia progenie estinguersi!” Quindi il Sovrano di Wu mandò un inviato con incenso e seta e altri doni da offrire in sacrificio al morto nella terra di Shu. Zong Yu e l'inviato presero congedo dal Sovrano di Wu e viaggiarono a Chengdu, dove si recarono dal Secondo Sovrano. Zong Yu stilò un memoriale, dicendo, “Il Sovrano di Wu ha pianto per il Primo Ministro e ha messo la sua corte in lutto. La guarnigione accresciuta a Baqiu è intenta alla nostra salvaguardia da Wei, qualora cogliessero l'occasione di un dolore pubblico per attaccare. E in segno del suo impegno, il Sovrano di Wu ha spezzato una freccia in due.” Il Secondo Sovrano era compiaciuto e ricompensò Zong Yu. Inoltre, l'inviato di Wu venne trattato generosamente. Secondo il consiglio contenuto nel testamento di Zhuge Liang, il secondo sovrano nominò Jiang Wan Primo Ministro e Presidente del Segretariato, mentre Fei Yi divenne Vice Primo Ministro e Vice Presidente del Segretariato. Wu Yi venne nominato Comandante della Cavalleria Leggera e Comandante di Hanzhong; Jiang Wei, Generale Che Sostiene gli Han, Signore di Pingxiang, Comandante in Capo, e Comandante di Hanzhong. Ora poiché Yang Yi era più anziano in servizio di Jiang Wan, che era così stato promosso sopra di lui, e poiché egli considerava che i suoi servigi fossero stati inadeguatamente ricompensati, era scontento e parlò con risentimento. Egli disse a Fei Yi, “Se alla morte del Primo Ministro fossi passato a Wei, con l'intero esercito, non sarei stato lasciato così fuori al gelo.” Fei Yi riferì in segreto questo discorso al Secondo Sovrano, che si adirò e gettò Yang Yi in prigione. Il secondo Sovrano intendeva metterlo a morte, ma Jiang Wan intercedette, dicendo, “Yang Yi ha seguito il defunto Primo Ministro in molte campagne e ha reso molti buoni servigi. Vostra Maestà non dovrebbe metterlo a morte, ma portar via il suo rango.” E Yang Yi venne graziato. Tuttavia, venne degradato e mandato a Hanjia a Hanzhong, dove si www.treregni.it


suicidò per la vergogna. Nel tredicesimo anno dell'Inizio della Prosperità di Shu, lo stesso anno del terzo del Drago Verde di Wei, e il quarto della Pace Domestica di Wu (235 d.C.), non vi furono spedizioni militari. A Wei, Sima Yi venne nominato Gran Comandante, con il comando di tutte le forze di Wei, e partì per Luoyang. Il Sovrano di Wei, a Xuchang, effettuò i preparativi per costruirsi un complesso di palazzi. A Luoyang egli costruì anche la Sala dell'Alba, la Sala del Firmamento, e la Sala dei Modelli Completi, tutti alti e dal magnifico aspetto. Egli eresse anche una Sala delle Belle Passioni, una Torre dello Zufolo Verde, e una Torre della Fenice. Egli scavò anche una Vasca dei Nove Draghi. Per tutte queste opere egli mise il Dottorato Studioso Ma Jun come sovrintendente della loro costruzione.

Ma Jun

Non venne risparmiato nulla che avrebbe contribuito alla bellezza di questi edifici. Le travi vennero intagliate, i travetti dipinti, le mura erano di mattoni dorati, e i tetti di tegole verdi. Essi luccicavano e splendevano al sole. Vennero ricercati i più esperti artigiani del mondo, molte migliaia di loro, e miriadi di operai ordinari lavorarono giorno e notte a queste opere per la gloria e il piacere dell'imperatore. Ma la forza del popolo venne spesa in questa fatica, ed essi urlavano a voce alta e si lamentavano incessantemente. Inoltre, il Sovrano di Wei emanò un editto per trasportare terra e portare alberi per il Parco della Foresta Profumata, e impiegò ufficiali di stato in questi lavori, trasportando terra e alberi. Il Ministro dei Lavori Pubblici, Dong Xun, ebbe l'ardire di pronunciare una rimostranza, inviando un memoriale: “Dall'inizio dell'Era della Ristabilita Tranquillità, una generazione fa, le guerre erano continue e la distruzione diffusa. Quelli che sono scampati alla morte sono pochi, e questi sono vecchi e deboli. Ora può darsi che davvero i palazzi siano troppo piccoli e si desideri allargarli, ma non sarebbe più adatto scegliere la stagione di costruzione in modo da non interferire con la coltivazione? Vostra Maestà ha sempre stimato molti onorevoli ufficiali, lasciando loro vestire splendidi copricapi, magnifici abiti, e cavalcare in cocchi decorati per distinguerli dalla gente comune. Ora a questi ufficiali viene fatta trasportare legna e terra, a sudare e infangarsi i piedi. Distruggere la gloria dello stato in modo da erigere un inutile edificio è una follia indescrivibile. Confucio l'Insegnante disse che i principi dovrebbero trattare i ministri con educata considerazione, e i ministri dovrebbero servire i principi con lealtà. Senza lealtà, senta proprietà, può uno stato durare? “Riconosco che queste mie parole significano la morte, ma io non sono di alcun valore, una mera criniera di bue, e la mia vita non è di alcuna importanza, poiché la mia morte non sarebbe una perdita. Scrivo con le lacrime, dando l'addio al mondo.

www.treregni.it


“Il vostro servitore ha otto figli, che sarebbero un peso per Vostra Maestà dopo la sua morte. Non posso dire con quanta trepidazione attendo il mio fato.” “Quell'uomo non ha alcuna paura della morte?” disse Cao Rui, davvero infuriato. I cortigiani richiesero all'imperatore di mettere a morte Dong Xun, ma Cao Rui ricordò la sua rettitudine e provata lealtà e lo degradò solamente, aggiungendo un avvertimento di mettere a morte coloro che avrebbero protestato. Un certo Zhang Mao, al servizio dell'Erede Designato, osò anch'egli sollevare una rimostranza. Cao Rui lo mise a morte immediatamente. Quindi convocò il suo Maestro dei Lavori Pubblici, Ma Jun, e disse, “Ho costruito alti terrazzi e torri elevate con l'intento di avere rapporti con dèi e dee, in modo da ottenere da loro l'elisir della vita.” Allora Ma Jun replicò, “Dei ventiquattro imperatori della stirpe degli Han Posteriori, solo l'Imperatore Wu1 rimase molto a lungo sul trono e resse veramente l'antichità. Questo perché egli bevve dell'essenza della brillantezza del sole e della lucentezza della luna. Nel Palazzo a Changan vi è il Terrazzo dei Fusti di Cipresso, su cui si trova la figura bronzea di un uomo che ha in mano una Ciotola di Rugiada, in cui distilla, alle tre di notte, il vapore dalla grande costellazione del nord. Questo liquido è chiamato Elisir Celestiale, o Dolce Rugiada. Se mischiato con giada in polvere e ingoiato, restituisce la giovinezza agli anziani.” “Porta immediatamente gli operai a Changan e porta qui la figura di bronzo perché venga eretta nel Parco della Foresta Profumata,” disse il Sovrano di Wei. Come aveva ordinato il Sovrano di Wei, presero diecimila operai a Changan, e costruirono un'impalcatura attorno alla statua. Quindi attaccarono corde per tirarla giù. Essendo il terrazzo a sessanta metri d'altezza e il piedistallo di cinque metri di circonferenza, Ma Jun disse ai suoi operai di staccare prima l'immagine di bronzo. Fecero così e la portarono giù. I suoi occhi erano umidi come lacrimassero, e gli operai erano spaventati. Poi improvvisamente accanto al terrazzo si sollevò un tifone, con polvere e ciottoli che volavano fitti come uno scroscio di pioggia, e vi fu un ruggito tempestoso come quello di un terremoto. Il piedistallo cadde giù, e la piattaforma si sbriciolò, schiacciando a morte mille persone. Tuttavia, la statua di bronzo e la ciotola d'oro vennero trasportati a Luoyang e presentati all'imperatore. “Dov'è il piedistallo?” chiese il Sovrano di Wei. “E' troppo pesante da trasportare,” rispose Ma Jun. “Pesa settecentomila chili.” Pertanto il Sovrano di Wei ordinò che il pilastro fosse frantumato e il metallo estratto, e da esso fece produrre due statue che nominò Santi di Wengzhong. Esse vennero posizionate fuori dalla porta del 1 Imperatore Wu, alias Liu Che, (regno nel 141-87 a.C.) il cui regno fu il più lungo tra gli imperatori Han. Egli fu forse il più influente imperatore Han, il quale si preoccupò non solo di espandere il territorio ma anche di sviluppare il commercio con altri paesi (la Via della Seta, per esempio). L'imperatore dava particolare importanza alla longevità, e la sua corte svolgeva spesso elaborati rituali. www.treregni.it


Consiglio di Guerra. Vennero forgiate anche una coppia di draghi e una coppia di fenici, i draghi di dodici metri d'altezza e gli uccelli di nove. Questi vennero posizionati davanti alla Sala dell'Udienza. Inoltre, nel Parco della Foresta Profumata il Sovrano di Wei piantò magnifici fiori e alberi rari, e stabilì anche un serraglio di strani animali. Yang Fu, Assistente del Guardiano Imperiale, protestò con l'imperatore per queste stravaganze in un memoriale: “Come è ben noto, Re Yao preferiva la sua umile casetta di paglia, e tutto il mondo godeva della tranquillità; Re Yu si accontentò di un piccolo palazzo modesto, e tutto l'impero ne gioì. Nei giorni delle Dinastie Yin e Zhou la sala del sovrano era ad un metro sopra la consueta altezza e la sua estensione era di nove stuoie2. I saggi imperatori e i re illustri non avevano camere decorate in palazzi elevati costruiti con il benessere, e la forza, di un popolo esausto e depredato. “L'Imperatore Jie costruì una camera di giada e stalle per gli elefanti; l'Imperatore Zhou eresse un complesso di palazzi di insuperabile bellezza e un Terrazzo del Cervo. Ma costoro persero l'impero. Re Ling di Chu costruì splendidi palazzi, ma ne ricavò un fine malvagio. Il Primo Imperatore di Qin costruì il Palazzo Epang, ma una calamità si abbatté su suo figlio, poiché l'impero si ribellò e la sua casata venne sterminata nella seconda generazione. “Tutti quelli che hanno mancato di considerare i mezzi del popolo e ceduto a piaceri sensuali sono periti. Vostra Maestà ha gli esempi di Re Yao, Yu, Shun, e Tang da una parte, e i moniti di Re Jie, Zhou, Ling, e del Primo Imperatore dall'altra. Cercare solamente la propria soddisfazione e pensare solamente a bei palazzi di certo finirà con una calamità. “Il principe è il primo e la testa; i suoi ministri sono i suoi arti; essi muoiono o vivono insieme, sono coinvolti nella stessa distruzione. Sebbene io sia timoroso, se avessi dimenticato il mio dovere, o mancato di parlare fermamente, non sarei stato in grado di smuovere Vostra Maestà. Ora ho preparato il mio feretro e bagnato il mio corpo pronto per un'adeguata punizione.” Ma il Sovrano di Wei ignorò questo memoriale e spronò solamente per un rapido completamento del terrazzo. Su di esso erse la statua bronzea con la ciotola d'oro. Inoltre, inviò un ordine per scegliere le più belle donne dell'impero per il suo giardino del piacere. Vennero presentati molti memoriali, ma il Sovrano di Wei non vi badò. In quel tempo la Consorte del Sovrano di Wei era della famiglia Mao di Henei. Nel giorni passati, quand'era un principe, egli l'amava alla follia, e quando succedette al trono ella divenne l'Imperatrice Mao. In seguito egli favorì Lady Guo, e la sua Consorte Mao venne trascurata. Lady Guo era bella e intelligente, e al Sovrano di Wei piaceva molto. Egli trascurava affari di stato per la sua compagnia e spesso passava un mese all'anno in ritiro con lei. Ogni giorno vi era qualche nuova gaiezza. In primavera, quando le piante del Parco della Foresta Profumata erano in fiore, il Sovrano di Wei e Lady Guo vennero nel giardino per goderne e festeggiare. “Perché non invitate l'imperatrice?” chiese Lady Guo. 2 Quattordici metri quadri. www.treregni.it


“Se venisse, niente oltrepasserebbe le mie labbra,” rispose il Sovrano di Wei. Egli diede l'ordine che la sua consorte fosse tenuta all'oscuro di questi festeggiamenti. Ma quando passò un mese senza apparizione dell'imperatore, l'Imperatrice Mao e le loro damigelle andarono nel Padiglione del Fiore Blu per intrattenersi. Udendo della musica, ella chiese chi la stesse suonando, e le dissero che l'imperatore e Lady Guo stavano festeggiando per terra. Quel giorno l'Imperatrice Mao ritornò a palazzo piena di tristezza. Il giorno seguente andò fuori con la sua carrozza e vide l'imperatore su una veranda. “Ieri Vostra Maestà stava passeggiando nel giardino a nord, e vi era anche musica in abbondanza,” disse lei, sorridendo. Cao Rui era adirato e mandò a chiamare tutti gli attendenti. Li rimproverò per la disobbedienza, dicendo, “Vi avevo proibito di dire qualcosa all'imperatrice, e avete disobbedito al mio comando.” Con ciò li mise tutti a morte. L'Imperatrice Mao ebbe paura e ritornò al suo palazzo. Quindi apparve un editto che costringeva l'Imperatrice Mao a suicidarsi e innalzare Lady Guo al rango di imperatrice al posto suo. E nessun ufficiale osò pronunciare una rimostranza. Subito dopo ciò il Protettore Imperiale di Youzhou, Guanqiu Jian, inviò un memoriale, che diceva, “Gongsun Yuan di Liaodong ha sollevato una rivolta, assumendo il titolo di Principe di Yan3, e ha adottato il titolo regale di Han Esteso. Gongsun Yuan si è costruito un palazzo, ha stabilito una propria amministrazione, e sta turbando il nord intero con i saccheggi.”

Guanqiu Jian

Dentro, ufficiali a ignobili e meschine questioni continuano a lavorare, Fuori, il luccichio delle armi al confine si può ammirare. Il modo in cui vennero attaccati gli insorti verrà trattato nel prossimo capitolo.

3 Uno stato nel periodo degli Stati Combattenti. Localizzato a nordest, e a nord di Qi. www.treregni.it

/Capitolo-105  

http://www.treregni.it/wp-content/uploads/2011/11/Capitolo-105.pdf

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you