Page 4

38

GIOVEDI 28 OTTOBRE 2010 • L’ECO DELLA RIVIERA

CULTURA

18

— Personaggi da riscoprire — Carlo Farina, un maestro per la Sinfonica a cura di Freddy Colt info@freddycolt.it

Fonti: Centro Studi Musicali “Stan Kenton”

Il Maestro Carlo Farina

Trent’anni fa, il 19 febbraio 1980, si spegneva prematuramente per malattia il Maestro Carlo Farina, nato a Sanremo 59 anni prima, il 7 novembre 1921. Gli anniversari dovrebbero servire almeno a questo: ricordare uomini e donne che hanno ben meritato per le loro attività a favore del prossimo. Fare musica, promuoverla, anche quando è attività pro-

fessionale e remunerativa è pur sempre un bene, un servizio a favore dell’arricchimento culturale di una comunità. Giusto, dunque, ricordare con riconoscenza a trent’anni dalla scomparsa un musicista come Carlo Farina. Non stiamo parlando di Carlo Farina, compositore mantovano del Seicento, attivo in Sassonia e in As-

Franco Alfano, maestro di Farina

L’Orchestra Sinfonica diretta dal Maestro Farina

sia, ma di un suo omonimo ligure, il cui nome resta indissolubilmente legato alle vicende novecentesche dell’Orchestra Sinfonica della sua città, Sanremo. Nato in una famiglia sanremese dedita al commercio dei fiori, il giovane Carlo intraprende lo studio del pianoforte a Sanremo sotto la guida del M° Marco Martini e poi proseguire i corsi al Conservatorio di Torino dove ha modo di formarsi sotto la guida di celebri maestri come Gedda, Della Corte, Ghedini, Quaglia e soprattutto Franco Alfano, il celebre compositore campano che a Sanremo era di casa, letteralmente. A Torino Farina conseguirà i diplomi di composizione, direzione d’orchestra e canto corale, distinguendosi per alcune sue composizioni come il “Poema delle montagne”. Ma sarà l’attività di direttore d’orchestra quella a prevalere nell’intensa carriera del maestro Farina. Dopo aver fatto parte dell’organico del Teatro Regio di Torino ha diretto le stagioni estive dal 1958

al 1962 dell’Orchestra dei “Pomeriggi Musicali” di Milano, coltivando un vasto repertorio che andava dalla musica medievale a quella contemporanea. Appena trentenne inizia a lavorare anche per l’Orchestra Sinfonica di Sanremo, di cui dal 1953 diventa Direttore stabile e artistico. L’epoca di Farina - diciamolo pure - è l’età d’oro del complesso sanremese, quello in cui l’organico viene aumentato a 60 elementi, e l’orchestra

viene riconosciuta dallo Stato tra quelle d’interesse nazionale. Nel processo di valorizzazione e crescita della Sinfonica sanremese, va detto che Farina non è solo: trova un validissimo sostenitore nel Consigliere comunale, poi Assessore, Gino De Mori, il quale si fa paladino degli interessi artistici operando sia in Giunta che presso organismi nazionali per il riconoscimento dell’orchestra. Farina è tuttavia il “regista” di una

Il M° Farina con il M° Guarino, il M° Profeta, il violinista Ferraresi, il pianista Jean Micault, il Comm. Gino De Mori

Eco della Riviera Magazine n.42  

tutti gli eventi e le manifestazioni della costa azzurra e del ponente ligure

Eco della Riviera Magazine n.42  

tutti gli eventi e le manifestazioni della costa azzurra e del ponente ligure

Advertisement