Page 31

I

n qualsiasi corso di economia si insegna che alla base dell’attività di impresa vi è la gestione finanziaria. Come noto, essa riguarda la raccolta di fondi aziendali e finanziamenti per assicurare l’equilibrio nella gestione del rapporto tra fonti e impieghi, sia nel breve che nel lungo termine. Si insegna inoltre che l’impresa deve perseguire obiettivi di equilibrio finanziario di lungo periodo e che

lo scopo principale di una impresa è fare profitti. Dunque la gestione finanziaria è l’elemento strategico che consente ad una impresa di operare nel mercato, in quanto permette di fare adeguati investimenti per lo sviluppo delle attività. Senza investimenti non si crea innovazione, sviluppo e lavoro. Fin qui la teoria. Ma nella pratica? Quante imprese, effettivamente, nella loro attività, considerano in modo

strategico la gestione finanziaria e quella economica? E quante di esse definiscono specifici obiettivi finanziari di breve e lungo termine? Le domande potrebbero sembrare retoriche, dato che bisognerebbe rispondere “tutte”. Eppure non è proprio così. Ma è sempre e solo colpa delle imprese, oppure il sistema finanziario italiano non supporta adeguatamente le nostre imprese sul cammino dell’innovazione,

youfocus - 27

Youtrade ottobre 2013  

Youtrade ottobre 2013

Youtrade ottobre 2013  

Youtrade ottobre 2013