Page 1

l첫mina una luce inaspettata


colophon il PROGETTO LÙMINA prende vita dallo studio

Juan Sånchez Cotån [ca.1560-�1627] fu tra i

LA FOTOGRAFIA non vuole essere un rapido

delle nature morte seicentesche, prevalentemente

piĂš importanti pittori di natura morta della sua

espediente per imitare la natura pittorica ma

quelle realizzate in ambito spagnolo e denominate

epoca.

I suoi quadri, bodĂŠgon, “bottegoniâ€?,

una valida alternativa in grado di sondare la

BodÊgon. L’idea di rappresentare il cibo è

ricchi di forme e colori, parevano sospesi in una

mutevolezza della luce, il suo volgere e variare, la

antica quanto l’uomo ma nel seicento conosce

atmosfera irreale su sfondi nerissimi ed ombre

sua capacitĂ di trasformare le forme e di congelare

SUREDELOPHQWHODVXDPDQLIHVWD]LRQHSLUDIĂ€QDWD

sinuose. Frutti, verdure, quanto si poteva trovare

il tempo. I soggetti sono scelti con cura tra i piĂš

Le tavole imbandite, la selvaggina di penna, la

al mercato, disposti pittorescamente, formavano

espressivi, perfettamente imperfetti, disposti

FDUQHLIUXWWLLĂ€RULHOHYHUGXUHOHVWRYLJOLHJOL

immagini di sconcertante realismo, immerse in

sulla scena a formare un equilibrio complesso ed

argenti, a volte le briciole o i noccioli diventano i

XQDOXFHFKHVRORLOWUDPRQWRRODOXFHĂ€RFDGHO

LQĂ€QHDUUHVWDWLGDOORVFDWWR/DVFHQDTXDGUDWD

soggetti preferiti di una generazione di artisti. tra

fuoco sanno creare. Una pittura in antitesi tra

impone

questi il nostro riferimento principale, l’ispiratore

la riproduzione fedele degli oggetti ed una luce

partizione in essa di fondi bianchi e neri, forma

è stato Cotà n.

improbabile. Una natura che piĂš che morta pare

una riconoscibilitĂ stilistica ed un orizzonte sul

vivissima e scintillante.

Ă€ORGHOTXDOHLOELDQFRVLWXIIDQHOQHURSURIRQGR

SIAMO GRATI tra i molti anche Francisco de Zurbarà n, Luis MelÊndez e l’olandese Willem Claesz, ad un secolo che coniugò la lucentezza dell’olio, con il buio assoluto, debitori ad una WHFQLFD FKH SRJJLDYD OH OXFL VXJOL VFXUL ÀQR D SHQQHOODUHLULà HVVLGLELDQFRDFFHFDQWH'HELWRUL LQÀQHDOODWHFQLFDIRWRJUDÀFDFKHFLKDFRQVHQWLWR di immaginare questo progetto e dargli forma.

un

rigore

compositivo

elevato,

la


serie rice t te t ipiche


serie rice t te t ipiche


serie nature mor te


concep t dell a mos tr a

lĂšmina una luce inaspettata la luce, piccola sorgente, al pari della

candela,

butta

sugli

oggetti

tagli chiaroscuri, facendo emergere volumi e contorni, esprimendo ombre misteriose

ed

avvolgenti,

lasciando

scaturire la materia dalla lotta impari tra la luce ed il buio. Ciò che pareva semplice e banale diviene affascinante e complesso, e per qualche istante ci pare di vedere la stessa scena che parve a Cotà n quattrocento anni fa.


r assegna stampa


M at t eo

Ternavasio

Fotografo

SURIHVVLRQDOHJUDÆFRIUHHODQFHHZHEGHVLJQHU Specializzato

nel

trattamento

del

colore

GDOOD ULSUHVD DOOD VWDPSD $SSOH &HUWLÆHG Color Manager dal 2007), post-produzione IRWRJUDÆFD H  IRWRULWRFFR 6SHULPHQWDWRUH di

tecniche

di

Stampa

Alternative

(alla

*RPPD %LFURPDWDWD DO &DUERQH VHULJUDÆFD

backstage

fotoluminescente).

L uigi

Ferr ando

Architetto

e

docente di interior design presso l’Istituto Europeo di Design. Specializzato in exhibit GHVLJQ HYHQWL PRVWUH H JUDÆFD FRRUGLQDWD Esperto di materiali e tecniche per il design e l’arredamento. Fotografo sperimentatore.

I

nostri

Partner

tecnici

sono

stati

VHOH]LRQDWL FRQ FXUD WUD L SL TXDOLÆFDWL QHL

contac ts con tat t i per inf or m a zioni

ULVSHWWLYLVHWWRULVWDPSDWRULVHULJUDÆVHUYLFH

matteo.ternavasio@ynnesti.it

GLVWDPSDGLJLWDOHWLSRJUDÆFRUQLFLDL

mobile +39 333 20 94 390

Lùmina  

ispirata dallo studio dei Bodégon spagnoli ma con l'utilià alternativa della fotografia in grado di sondare la mutevolezza della luce, tras...

Advertisement