Page 1

INTRO Una piccola parola come “Se” può cambiare molte cose, anche il mondo. Proviamo a giocare con la storia usando questo piccolo “Se”. Immaginiamo che l’avventuriero spagnolo Fernando Cortez, dopo essere sbarcato nel 1518 nel Centro-America, fosse riuscito a sopravvivere alle forze in sovrannumero dell’Impero Maya. Un granitico impero fondato nel 1508 con la riunificazione delle etnie Maya, Azteche e Tlaxaclane della costa. Un impero con una fortissima identità e unità nazionale. Immaginiamo anche che Cortez fosse riuscito, dopo aver bruciato le sue navi e sedato una rivolta intestina, a farsi strada nel continente inoltrandosi per 300 chilometri nel suo interno, sopravvivendo agli attacchi nemici e conquistando la città di Tlaxcala e la capitale Teotihuacan. La Spagna forse sarebbe forse riuscita nel corso del tempo a conquistare tutto il Centro-America cancellando per sempre le sue etnie e le sue culture. L’Impero Maya non avrebbe potuto così supportare militarmente e economicamente la lotta delle etnie indiane del Nord America. Una lotta il cui scopo era quello di ricacciare gli invasori europei dell’America del Nord. Private di questo supporto le tribù indiane si sarebbero vendute al nemico per combattere contro altre tribù. E continuando sempre ad immaginare si potrebbe anche prevedere che verso la metà del XVIII° Secolo i coloni europei avrebbero creato una confederazione di stati che verso la metà del XIX° secolo sarebbe riuscita ad arrivare quasi fino alla costa pacifica ad ovest. La cosa che però stona in tutta questa simulazione è che non so immaginarmi la conquista della California. I Cinesi “Chuslum”, che dal 1412 avevano colonizzato e si erano espansi in tutta la Calfornia, non lo avrebbero permesso. Ma come tutti ben sappiamo, la storia è andata in un’altra maniera … “The Xutan Papers” - Created by Andrea Bigiarini - Pag 1 di 7


BACKSTORY Nell’Aprile del 1853 tre guarnigioni dell’Esercito Imperiale Mexica attraversano il confine naturale del Rio Grande e invadono il Texas per scontrarsi a Brownsville contro l'esercito regolare Americano e civili in rivolta con gruppi religiosi Maya. Tre mesi prima durante un raid della Guardia Civile Americana viene distrutto, sempre a Brownsville, un tempio di culto Maya e ucciso, durante l'azione, un alto sacerdote di discendenza nobile. L’Impero Mexica ordina la Guerra Santa contro gli americani. In pochi mesi l'Esercito Imperiale Mexica conquista le città di Brownsville, Laredo, Corpus Christi, San Antonio, Fort Stockton, San Angelo, Seminole, El Paso e Roswell. Si racconta che per settimane vennero sacrificati decine di migliaia di civili inermi, donne e soprattutto bambini, per ringraziare le sanguinose divinità Maya per l'esito del conflitto e per propiziarne il seguito. Il famoso romanzo di Charles Lofton " Death in the Cities " , vincitore nel 1889 del New York Novel Award, racconta appunto di questi tragici eventi .

Questa serie di battaglie, chiamate in seguito i "Conflitti Texani", termineranno nel 1888 con la firma del trattato di Albuquerque e la costruzione della "Striscia di Santa Fé", un'area cuscinetto tra gli Stati Uniti e i territori americani conquistati dall’Impero Mexica. La “Striscia di Santa Fé” è una terra di nessuno lunga 1320 Km. e larga 90 Km. che corre da Corpus Christi, Texas, fino a Socorro, nel New Mexico. La “Striscia di Santa Fé” fu voluta dalla comunità internazionale per arrestare l’avanzata dell’Impero Mexica negli Stati Uniti. Tutta l’area è un inferno in lento decadimento, un luogo dove corruzione, illegalità e immoralità hanno il sopravvento. Martin Lester Queen, pastore metodista originario dell’Illinois, dopo il trattato di Albuquerque, fonda l’A.A.F.F. Anglo American Freedom Front. E’ un fronte di liberazione nazionale che si batte per la riconquista pacifica dei territori occupati e per la parità dei diritti dei cittadini di origine " Anglo " in queste terre. M.L.Queen viene ucciso nel 1889 a Corpus Christi, da agenti della “Oxmal”, la polizia segreta religiosa Imperiale Mexica. Durante il comizio il pastore stava professando la non violenza e la resistenza passiva come unici modi di azione contro gli invasori imperiali. Tutto quello che è cultura, religione e arte non proveniente dall'Impero è tassativamente vietato nei territori conquistati. Non si possono diffondere pubblicazioni che non siano approvati direttamente dalla Oxmal in congiunzione con l'Alto Ministero Imperiale delle Nuove Terre, ripartizione Politica & Cultura.

“The Xutan Papers” - Created by Andrea Bigiarini - Pag 2 di 7


Il 12 Settembre 1890, delle truppe imperiali della XI divisione, attaccano e uccidono 356 tra insegnanti e studenti della scuola Anglo “J.Berryâ€? a San Antonio (ex-Texas) provocando una rivolta della cittĂ . Uno dei capi della rivolta, Jared Hooker, organizza il primo reparto armato dell’Anglo American Freedom Front che insorgono contro le forze imperiali indignati dall'efferato delitto compiuto. Da quel giorno l’AAFF diventa un fronte combattente e l’azione di Hooker si diffonde in tutti i territori occupati richiamando migliaia di patrioti tra le sue file. Nel corso degli anni sono stati imprigionati, torturati, uccisi o sacrificati centinaia di Tutori e allievi delle scuole abusive dell'Anglo American Freedom Front. Se ancora in queste terre rimane un qualcosa di "Angloâ€? lo si deve proprio al lavoro caparbio e costante dei Patrioti del Fronte, l'A .A.F.F. , l'unico baluardo contro la barbarie degli invasori. Gli uomini del fronte di liberazione Anglo, operano dove il Governo Americano fallisce.

 + + 0 0

@3<>?/9?<+1/ â&#x20AC;&#x153;The Xutan Papersâ&#x20AC;? - Created by Andrea Bigiarini - Pag 3 di 7


siamo nel 1910 Allo stato attuale delle cose gli Stati Uniti d’America sono composti da circa una trentina di stati il cui confine ad Ovest è Santa Fé nel New Mexico. Il sogno di milioni di immigrati di colonizzare il West si è infranto con l’invasione da parte degli imperiali. Gli Stati Uniti sono sull’orlo del collasso. Le prospettive di un accordo di pace tra USA e l’Alleanza Indiana dei “Quattro Angoli” sono sfumate quando, pochi mesi fa, il comandante supremo del Fronte di Liberazione Nazionale, Jared Hooker è rimasto ucciso in un attentato per mano di integralisti Imperiali. Hooker stava portando avanti un trattato segreto, chiamato “L’Affare Oklahoma”, tra la frangia nazionalista del Governo Provvisorio di Houston e gli indiani, per l’indipendenza dell’Oklahoma. Questo trattato significherebbe un’alleanza tra Stati Uniti e Indiani contro l’Impero Mexica. Si sospetta un accordo tra Inghilterra e Impero Mexica per la spartizione dei territori non conquistati degli Stati Uniti ed una implicazione degli stessi nell’attentato a Hooker . La Corona Britannica mira all’allargamento del Commonwealth con l’assorbimento degli stati americani dell’est ai territori del Canada tramite un referendum popolare. Il Governo Provvisorio di Houston, segretamente formato tra gli stati del sud e il fronte di liberazione nazionale, pensa che l’unico modo per attirare l’attenzione della comunità internazionale sia quello di rompere il trattato di Albuquerque ed invadere la Striscia di Santa Fé. Ultimamente la Germania, sotto la guida di Gugliemo II, tramite un accordo commerciale, ha offerto all’Impero Mexica sia supporto militare che tecnologico in cambio di mano d'opera e materie prime. L'Impero Germanico ha perso la corsa alla colonizzazione e l'espansione dei suoi territori in Europa potrebbe scatenare una guerra, quindi l’accordo con i Mexica significa industrie impiantate in territorio Mexicano, risorse e soprattutto oro da capitalizzare nel vecchio mondo. La “Belle Epoque” sta per finire e le tensioni si stanno spostando dalla vecchia Europa alle terre Americane, ormai senza il controllo diretto di nessuno ed in bàlia del caos.

“The Xutan Papers” - Created by Andrea Bigiarini - Pag 4 di 7

Situazione attuale e Background  

Breve riassunto del beckground storico e la situazione attuale degli Stati Uniti di adesso.

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you