Issuu on Google+

www.notizialocale.it

Libreria Villa d’Este

Distribuzione Gratuita

Sempre aperto

Tivoli - Via Colsereno, 68 Tel./Fax 0774.313899 vodafoneone.tivoli@gmail.com

Guidonia - Centro Commerciale Tiburtino Tel./Fax 0774.353577 vodafonestore.tiburtino@gmail.com

TIVOLI Piazza Garibaldi, 7

tel./fax 0774.332440

Quindicinale per le Associazioni, la Cultura e il Tempo Libero

Anno XV - Autor. Trib. di Roma 403/98 del 6-8-1998

Tel. 0774 336714

Fax 0774 315378

www.xlgiornale.it

info@xlgiornale.it

16

28 marzo 2013

Guidonia: terremoto sullo sport

Il vice sindaco Ernelio Cipriani, anche assessore allo Sport e al Demanio e Patrimonio, convoca in Sala Giunta i presidente delle tre società di calcio della Città dell’Aria che disputano il campionato di Eccellenza, massimo torneo a livello regionale, annunciando loro di essere pronto a pubblicare un bando per affidare i tre campi ad un unico ente e di essere stanco di voler pagare 800 mila euro l’anno di utenze come Comune, conto che comprende anche altri siti, chiedendo almeno la restituzione di quanto pattuito al momento delle firme delle convenzioni. I campi sportivi sotto l’occhio del ciclone sono il “Comunale” di Guidonia, il “Fiorentini” di Montecelio e soprattutto il “Ferraris” di Villanova dove il presidente Armeni ha investito 200mila euro per effettuare dei lavori che hanno portato l’impianto ad un livello di eccellenza. Grande rammarico per i presidenti Giuseppe Bernardini (Acd Guidonia Monte-

celio), Marco Genuini (Montecelio Calcio) e Altemizio Armeni (Villanova Calcio) che rischiano di vedere il proprio lavoro annullato da un bando che potrebbe cancellare in un colpo solo il lavoro creato in anni di sacrifici, soprattutto economici considerando le grandi spese, stimate intorno ai 100mila euro l’anno, per avere la prima squadra in Eccellenza, un privilegio che il vicino comune di Tivoli non ha nonostante la grande tradizione calcistica. Intanto manca poco al termine della stagione e alla conclusione dell’anno di proroga, ma del bando per la gestione degli impianti sportivi neanche l’ombra. Ulteriori segnali di una politica che viaggia ad un ritmo lento di fronte alle esigenze della società civile e in questo caso dello sport che sul calendario ha date da rispettare e poco tempo a disposizione per le chiacchiere frutto della superficialità. a pag. 13

È stata inaugurata mercoledì 27 marzo la mostra dedicata alla scrittrice accademica di Francia che è riuscita a immedesimarsi nello spirito di Adriano Imperatore con il suo libro conosciuto in tutto il mondo “Le Memorie di Adriano”. Cinque le sezioni della mostra aperta nell’Antiquarium del Canopo fino al 4 novembre 2013. Nelle pagine della cultura il programma delle iniziative per il Natale di Tivoli 3228

Il Sindaco di Guidonia chiede al nuovo governo regionale che scattino sanzioni per i comuni che non fanno la raccolta differenziata spinta. Chi non avvia la raccolta differenziata in tempi certi non può più sversare il tal quale nelle discariche. Chi ritarda, o non fa raccolta differenziata, deve corrispondere alla Regione Lazio, in quota parte al comune che ospita la discarica, un congruo risarcimento. Queste le condivisibili richieste avanzate dal primo cittadino della città che ospita la seconda discarica del Lazio e si appresta a vedere la realizzazione di un impianto di trattamento meccanico biologico dei rifiuti da 190.000 tonnellate l’anno. Rubeis però, fino a quando alla guida della regione c’era il centro destra aveva parlato sottovoce. Il problema resta comunque di difficile soluzione per le inadempienze della giunta Polverini che ora Zingaretti si ritrova tra le mani, con le casse regionali vuote ed i fondi per incentivare i comuni inadempienti bloccati. È bene ricordare che il 9 gennaio 2013, il Tar del Lazio ha annullato il Piano rifiuti della regione approvato dalla precedente amministrazione regionale tra feroci critiche e che la Tarsu, cui il Sindaco fa riferimento, è stata ormai sostituita dalla Tia per la cui aliquota addizionale di competenza comunale (variabile tra 0,30 e 0,40 per cento) sarà l’Amministrazione a decidere. Buona l’idea di un tavolo regionale al quale il Comune di Tivoli dovrebbe essere trascinato a viva forza, vista la risibile percentuale di differenziata che riesce ad ottenere. Intanto a Guidonia la raccolta Porta a porta funziona a singhiozzo, visto il perdurare dei problemi derivanti dalla crisi della Aimeri che potrebbe portare alla risoluzione del contratto. L’ipotesi è infatti all’ordine del giorno della Giunta comunale visto che negli ultimi mesi sono state ben seicento le sanzioni comminate, per inadempienza e disservizi ricorrenti, alla società che continua a non corrispondere gli stipendi a ottanta dipendenti.

a pag. 9-10

a pag. 5

Tivoli compie 3228 anni e inaugura la mostra per la Yourcenar

Sport

www.notizialocale.it

per emergere. Grafica - Pubblicità - Web Design

TIVOLI - via Pietro Nenni, 5 - tel. 0774 336714

Pagamento in contanti

Rifiuti: protesta anche Rubeis!

Cinque pagine di resoconti e avvenimenti sportivi Da pag. 11

Pasqua occasione di buon gusto a pag. 2

a s i l a Ann

PARCHEGGIO RISERVATO AI CLIENTI

Tivoli - via Empolitana, 45 - tel. 0774 336631


Un’occasione di buon gusto Pane e prodotti da forno dal 1970 Antica pasticceria artigianale Pizze cresciute Creazioni di cioccolato Colombe Artigianali secondo le più antiche ricette e tradizioni e poi ancora specialità dolci e salate... CONSEGNE A DOMICILIO

Via Colsereno, 19 - Tivoli (Rm) Tel. 0774/335272

Forno - Norcineria Fornitura Pane all’ingrosso Apertura no-stop

AMPIA SALA INTERNA 70 POSTI Via della Missione, 16/18 - 00019 Tivoli (Rm) Tel. 0774.311685 Via Sicilia, 40/42/44 - 00012 Villalba di Guidonia (Rm) Tel. 0774.373544 Nella quiete di un ex convento francescano, immerso in due ettari di parco, troverete una location singolare, unica, speciale per i vostri ricevimenti...

DAL 1° MARZO 2013

NUOVA GESTIONE

TRADIZIONALE MENÙ PASQUALE

CUCINA TIPICA E GENUINA

PASTA NO STOP € 12,00 PIZZA NO STOP € 10,00 MENÙ DI PASQUA AD € 20,00

via Tiburtina Valeria, Km 47.200 - Località San Cosimato 00029 Vicovaro (Roma) Tel 0774 492391 - Fax 0774 492583 www.oasifrancescana.it - info@oasifrancescana.it

anche a portar via Castel Madama - Via Guglielmo Marconi, 16 0774 449164 - 340 9862667

a n o Bu a u q Pas


XL

TERRITORIO

28 marzo 2013

3

Biomasse... continua la protesta Impianti a biomasse a Guidonia Montecelio a confine con Sant’Angelo Romano e Fonte Nuova, continua la battaglia del Comitato. Esito inaspettato per l’assemblea pubblica organizzata lo scorso 23 marzo a Santa Lucia che ha visto i cittadini spostarsi in corteo, bloccando la Palombarese per ore, fin sotto casa di uno degli imprenditori ai quali la Provincia ha detto sì alla realizzazione degli impianti. IL “COMITATO POPOLARE contro gli impianti nocivi di Fonte Nuova, Sant’Angelo romano e Guidonia Montecelio” chiede alle società di fare un passo indietro. Una delegazione è stata anche ascoltata dallo stesso imprenditore. Ora la mediazione passa nelle mani dei rispettivi avvocati. “Non bruciate la nostra salute. No alle biomasse”, così la scritta su uno degli striscioni che hanno accompagnato poi i manifestanti che hanno deciso improvvisamente di raggiungere in corteo la casa dell’imprenditore di una delle due società che hanno presentato il progetto, società alle quali il Comitato aveva già scritto chiedendo ufficialmente di ritirare la pratica. Non sono bastate le diffide dei comuni di Fonte Nuova, Guidonia Montecelio, Sant’Angelo Romano e del Comitato, le manifestazioni, le assemblee di piazza: la Provincia ha autorizzato la realizzazione di queste strutture che bruceranno oli vegetali

per produrre energia elettrica. Sia i comuni interessati che il Comitato hanno deciso per un ricorso al Tar. I CITTADINI NON CI STANNO e si moltiplicano ed intensificano le iniziative di protesta. E’, infatti, partita lo scorso 21 marzo l’iniziativa del “Bucato del dissenso” o “Lenzuola della protesta”: “Il primo giorno di primavera contro le biomasse fuori le lenzuola sulla via Palombarese a Santa Lucia e Ponte delle Tavole”. L’invito è quello ad “esporre non a livello strada ma al primo piano di ogni casa, lungo i balconi o alle finestre su entrambi i lati della Via Palombarese, un lenzuolo bianco con la scritta “NO BIOMASSE”, effettuata con pennarello indelebile nero a prova di pioggia”. «Manifestiamo tutti insieme contro l’installazione degli impianti a biomassa nei pressi dei centri abitati di Santa Lucia e Ponte delle Tavole – scrivono dal Comitato - e lasciamo appeso fuori il nostro “Bucato del dissenso” fino a risoluzione del problema: ogni giorno che passerà le lenzuola visibilmente testimonieranno con l’ingrigirsi la presenza delle polveri sottili del traffico veicolare, che negli impianti a biomassa sono molto più nocive ma si vogliono ignorare “a norma di legge” favorendo i guadagni degli installatori e mettendo a repentaglio la salute pubblica». L’INIZIATIVA È STATA poi estesa a tutto il quadrante

Grido d’allarme dei dipendenti comunali tiburtini

nord est. Il Comitato ha anche scritto una lettera aperta al sindaco di Guidonia Montecelio, Eligio Rubeis. Al termine della lettera il Comitato pone una serie di domande al primo cittadino del Comune: «Come fa ad ignorare il Sindaco Rubeis che - nonostante il problema biomasse fosse già stato ampiamente denunciato sin da dicembre 2012 e visto che “ha guardato le carte” - sia stato rilasciato un secondo parere urbanistico in data 22 gennaio 2013, sempre positivo e che, presso la Provincia di Roma, sia consultabile con un semplice accesso agli Atti tutta la documentazione di Conferenza di Servizi, comprendente la lettera Raccomandata A/R di regolare convocazione e la relativa cartolina di ritorno, debitamente controfirmata dal protocollo di Piazza Matteotti del Comune di Guidonia Montecelio per l’Ufficio Ambiente, stesso Ufficio che mai ha risposto né espresso il

richiesto parere ambientale in tale vicenda?». IL COMITATO CHIEDE anche a Rubeis di «emanare nel frattempo una bella “Ordinanza di Sospensione”, come ha fatto nei confronti dell’antenna di telefonia che doveva installarsi nello stadio, per la salvaguardia della salute dei cittadini di Guidonia Montecelio in base al principio di precauzione, per cui un Sindaco interviene per la salute pubblica? Nel nostro caso, vista la necessità di approfondire le criticità che si andrebbero a sommare in una zona altamente pregiudicata dal punto di vista ambientale ed anche valutare la loro dislocazione a ridosso dei centri abitati, sarebbe un bel gesto di considerazione non solo per la salute dei cittadini di Guidonia, ma anche verso gli abitanti di Santa Lucia di Fonte Nuova e Ponte delle Tavole di Sant’Angelo Romano». Michela Maggiani

Ripartono i lavori per il Fungo GUIDONIA - Sembra in via di conclusione la questione del Serbatoio idrico di Collelargo, dopo un lungo iter costellato di mille polemiche, il Comune di Guidonia Montecelio ha messo l’acceleratore e sta provvedendo ad avviare la procedura negoziata per l’affidamento dei lavori in economia e urgenza contattando cinque società iscritte nell’elenco dei fornitori ai quali affidare l’incarico da 555mila euro. La storia del “fungo” è lunga e tormentata. Il progetto definitivo per la costruzione del “Serbatoio piezometrico a Collelargo e reti alimentatrici a Guidonia centro” fu approvato nel 2005 per 1.095.000 euro. L’anno successivo fu la ditta Lima 2013 srl ad aggiudicarsi l’appalto per 684.542, 57 euro. Era previsto che i lavori fossero finanziati dalla Regione attraverso un mutuo presso la Cassa depositi e prestiti. Il Comune però aveva l’obbligo di accendere il mutuo a suo nome, questo non è stato fatto. I lavori sono iniziati, il mostro è stato parzialmente costruito, e la ditta ad un certo punto ha battuto casGUIDONIA MONTECELIO - Aperto il 19 marzo scorso lo sportello della Banca del tempo, al 4° piano della Torre di piazza del Comune. E’ aperto al pubblico il martedì e il giovedì dalle 15.30 alle 18, il venerdì dalle 9 alle 12. «Vi aspettiamo numerosi – dicono dall’associazione nata per gestirlo -, l’iscrizione è gratuita, così come sono gratuiti gli scambi, che sono conteggiati in ore; si scambia il proprio tempo, dando ciò che si sa fare, e si riceve ciò che i “correntisti” iscritti vogliono offrire. Lo scambio è paritario, ha cioè lo stesso valore, qualunque sia la cosa offerta, un’ora di stiro equivale ad un’ora di lezione di inglese, la Banca del tempo funge da collegamento tra le offerte e le domande di bisogni dei correntisti».

sa, ma di quei soldi neanche l’ombra. La nuova amministrazione Rubeis, quindi, ha trovato un serbatoio non finito e non ancora funzionante e avrebbe speso 600mila euro per rescindere il contratto ipotizzando anche di abbattere la struttura, almeno in parte: «Se i costi di demolizione sono più bassi rispetto a completamento dell’opera – aveva detto a luglio 2011 l’assessore ai lavori pubblici, Federico Pietropaoli – e se fosse garantito comunque il servizio alle famiglie, magari con un sistema di pompaggio, non ci sarebbe danno erariale e si potrebbe procedere all’abbattimento». Ora però la questione è giunta alla sua conclusione. Nell’agosto del 2011 è stato affidato all’ingegner Roberto Cocco l’incarico per il progetto definitivo ed esecutivo per i lavori di “Completamento del serbatoio idrico in località Collelargo”. La giunta ha approvato il progetto nel dicembre del 2011 e dopo un paio di settimane è stato anche concesso il mutuo da 555mila euro da parte della Cassa depositi e Prestiti. Ora la procedura negoziata.

TIVOLI - Pronti ad entrare in stato di agitazione, i dipendenti del comune alzano la voce contro “l’attuale situazione organizzativa e gestionale”. In un incontro con le Rsu ed i sindacati, i lavoratori di palazzo San Bernardino hanno manifestato “l’impossibilità oggettiva dei dipendenti di svolgere quotidianamente le attività di propria competenza ad ogni livello, grado e settore di appartenenza”, chiedendo anche un urgente confronto con l’amministrazione comunale. I diversi problemi che le Rsu hanno descritto anche in una lettera indirizzata, tra gli altri, al sindaco Sandro Gallotti, creano anche difficoltà nell’erogazione dei servizi ai cittadini. «Si evidenzia – scrivono nella missiva i sindacalisti - la crescente difficoltà nel garantire ai cittadini il corretto e puntuale soddisfacimento dei propri bisogni e dei propri diritti, derivanti dalla mancanza di una generale struttura organizzativa dell’Ente che sia chiara, pertinente e coerente con gli obiettivi gestionali dell’Amministrazione, che disponga di figure dirigenziali e titolari di posizioni organizzative che garantiscono coerenza nelle direttive, sostenibilità nello svolgimento delle proprie mansioni, rispetto per le funzioni, le attitudini e le capacità professionali ed umane di ogni lavoratore, ad ogni settore appartenente». «Un’ulteriore fonte di preoccupazione e disagio del personale emersa nell’ultimo periodo e che purtroppo continua a non trovare rassicurazioni, consiste nella carenza delle garanzie di una costante e certa copertura finanziaria delle competenze stipendiali e delle dovute indennità al personale, nonché al mancato espletamento, ad oggi, degli adempimenti obbligatori per legge in base ai quali l’Amministrazione Comunale avrebbe già dovuto uniformarsi e recepire i contenuti e le disposizioni di cui al Decreto Brunetta, propedeutici e fondamentali ai fini della corretta e puntuale erogazione ai dipendenti del salario accessorio relativo all’annualità già in corso».

La nuova Giunta regionale ROMA - La scelta di una Giunta formata da assessori esterni «è un modo di allargare e rafforzare la nostra maggioranza, le competenze e le specializzazioni, e rafforzare una squadra formata di consiglieri e assessori tutti nuovi per essere più forti e più uniti, non ci sono due squadre ma una sola, che è quella della maggioranza di Zingaretti». A dirlo il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, al termine della riunione della prima giunta. Intanto è stato eletto Daniele Leodori (Pd) presidente del Consiglio Regionale dopo una votazione nulla. In rappresentanza delle minoranze è stato nominato Francesco Storace, mentre per la maggioranza la scelta è andata a Valeriani. La giunta regionale: Segretari dell’ufficio di presidenza Teresa Petrangolini (eletta nel listino di Zingaretti) e Gianluca Quadrana (eletto nella lista civica del presidente) per la maggioranza e Giuseppe Simeone per il Pdl. Infuriati i grillini che, contrariamente a quanto da loro richiesto, non hanno ottenuto nulla e restano fuori dall’ufficio di presidenza. Caos all’entrata per il numeri di giornalisti accreditati e per i molti visitatori. La macchina organizzativa è andata in tilt. I grillini si sono seduti al centro dell’emiciclo e hanno mostrato un apriscatole. Davide Barillari su Facebook ha rivendicato il fatto che non mangeranno alla bouvette. Nicola Zingaretti, sullo scranno che fu di Renata Polverini, ha illustrato le linee programmatiche. - Vicepresidente e Assessore alla Formazione, Università, Scuola e Ricerca: Massimiliano Smeriglio - Assessore alla Semplificazione, Trasparenza e Pari opportunità: Concettina Ciminiello - Assessore alle Politiche del Territorio, della Mobilità e dei Rifiuti: Michele Civita - Assessore Attività produttive e Sviluppo economico: Guido Fabiani - Assessore alla Cultura e Sport: Lidia Ravera - Assessore alle Infrastrutture, alle Politiche abitative e all’Ambiente: Fabio Refrigeri - Assessore all’Agricoltura, Caccia e Pesca: Sonia Ricci - Assessore al Bilancio, Patrimonio e Demanio: Alessandra Sartore - Assessore al Lavoro: Lucia Valente - Assessore alle Politiche Sociali: Paola Varvazzo

È ora della Banca del tempo, un’associazione per aiutarsi A gestirlo l’associazione BdT, composta prevalentemente dai membri della Consulta femminile, alla quale va sempre riconosciuta la “maternità” dell’idea. Grande la partecipazione di pubblico all’evento di presentazione. Grazie a questo progetto ogni “correntista” della banca mette a disposizione qualche ora per dare ad un altro socio una sua competenza, una sua opera. A chiunque avanzi un po’ di tempo potrà donarlo in cambio di altri servizi, tutti rigorosamente “gratuiti”, cioè senza scambio di denaro. «Anche se non circola denaro – spiegano le promotrici – non significa che sia gratis nel senso che c’è uno scambio di tempo, di ore, di compe-

tenze. Si dà e si ricevere nella stessa misura». Le “ore” date vengono “calcolate” e “accreditate” o “addebitate” nella Banca. Tutto è gestito e tenuto sotto controllo da un database apposito. «Lo Sportello serve per dare una mano in questo momento di crisi, serve a socializzare e a diffondere un sentimento di fiducia e collaborazione». Fortemente voluta dalla Consulta delle pari opportunità l’idea è stata “accettata” grazie ad un vero combattimento in seno al consiglio comunale vinto dalle consigliere Marianna de Maio (PDL) e Rita Salomone (PD), che ha avuto come esito un piccolo finanziamento previsto in bilancio per il progetto. È sta-

ta, quindi, costituita ad hoc un’associazione che ha ora il compito di ge-

stire lo sportello. «Siamo contente di quanto fatto fi-

nora – ha detto Marianna De Maio, presidente della Consulta – è un progetto importante che consentirà di risolvere, almeno in parte, alcune difficoltà delle famiglie in un momento come questo». «È un progetto al quale tengo molto – spiega Rita Salomone – un’idea già realizzata e concretizzata in molti altri comuni italiani. A Guidonia Montecelio serve una banca del tempo e in consiglio, insieme alla consigliera De Maio, con l’appoggio e il sostegno della Consulta, abbiamo raggiunto l’obiettivo».

Contatti: 0774.341669, email: bancadeltempoguidonia@gm ail.com.


4

XL

TERRITORIO

n. 6 2013

Parchi e giardini degradati TIVOLI - Alcuni giardini “assegnati”, come il parco Baden Powel (al secolo i giardinetti davanti la Mutua) o il parco di Rosmini, sono sicuramente “rinati”. Anche l’area della vestale Cossinia, pur se al centro di qualche polemica per come è avvenuta la sistemazione e la pulitura della vegetazione, non è più degradata come prima. Un’altra area curata meglio di prima è il parco di via dei

Il piano del Comune di affidare le aree verdi ad associazioni e privati ancora non sta dando i risultati sperati Pini. Il bilancio, però, non è tutto positivo. Una bellissima area verde di Tivoli Terme, il bosco del Fauno, aggiudicato ad un’associazione, ancora non riesce ad essere affidato a causa di lungaggini burocratiche. I giardini pubblici di Villa Adriana davanti alla chiesa, dedicati a monsignor

Parco Casette Basse Tivoli

Panattoni, hanno giochi rotti ed erba alta. Diversa la situazione del parco “delle Casette Basse”, a via Empolitana. Due associazioni ne hanno preso la gestione ma a causa di alcune strutture costruite nel parco sono scattati i sigilli dei vigili urbani. La situazione, ormai nello scorso autunno, sem-

Parco Rosmini, sono iniziati i lavori... ma chi li sta realizzando? - Tivoli

brava essersi risolta. Ad oggi, invece, è di nuovo tutto bloccato e gli striscioni dei concessionari attribuiscono a palazzo San Bernardino la responsabilità. Non è un giardino, non è un’area verde assegnata a qualche associazione (in realtà non è stata neanche messa a bando), ma è lo stesso

degradata ed inutilizzata. Si tratta del lunganiene Impastato. Le foto scattate, in cui si vedono erbacce e sporcizia, risalgono a due giorni prima della pulizia di alcuni volontari. Gli organizzatori di Vivianiene, manifestazione che si è svolta lungo il fiume sabato e domenica scorsa, armati di ramazza hanno

Lunganiene Impastato, pulizia dei volontari di Vivianiene - Tivoli

XL fax 0774 3153 78 o e-mail:info@xlgiornale.it

dato una sistemata all’area. Restano, però, i cumuli di immondizia sul bordo del fiume, le panchine rotte e la recinzione che in alcuni tratti è divelta. Uno degli angoli più belli di Tivoli che, come dimostra anche un bel mercatino organizzato in un’estate di qualche anno fa, si presterebbe benissimo ad ospitare manifestazioni ed eventi.

Parco Monsignor Panattoni Villa Adriana

Riceviamo e pubblichiamo

Tivoli, rifiuti da ogni dove! Caro Direttore, volevo porle una domanda semplicissima: vivo sulla Maremmana quasi al bivio per Zagarolo/Corcolle e si presenterà a breve (giugno 2013) un problema molto grande: la differenziata porta a porta a Corcolle (beati loro!). Già da molto tempo mi/ci troviamo l’immondizia delle zone limitrofe (Gallicano per esempio) accatastata in malo modo e indifferenziata alla facciaccia mia (scusi) a ridosso dell’entrata del parcheggio. Ma cosa si può fare per togliere definitivamente dalla testa delle per-

sone questa mentalità “che mè frega tanto non ci sto io” e i cassonetti da davanti a casa (ben 5 stracolmi ogni giorno) visto che il comune di Tivoli non fa niente a tal proposito? La gente passa direzione Villa Adriana e scarica letteralmente tutto qui, una vergogna! Abbiamo salvato di fronte a casa tutta la zona da quella maledetta discarica voluta dai soliti noti ed ora mi ritrovo la discarica abusiva di fianco? Le mando le foto dei cassonetti prossimi alle abitazioni dove vivo,

malissimo. Volevo cercare di far capire all’amministrazione Comunale che se intorno a noi vige la discarica dentro ci sarà la maleducazione. Le voglio far notare la foto con presenza di amianto da 2 mesi dietro i cassonetti, gli addetti se ne “fregano” come al solito Mi piacerebbe vivere in modo più decente considerando che da anni e non mesi, io e la mia famiglia separiamo il 90% dell’immondizia andando fino all’isola ecologica di bivio S. Polo minimo 2 volte al mese.

Mi scusi dello sfogo ma mi vergogno parecchio di vivere qui in questo modo. A presto per buone nuove. Carlo Alberto Gardenghi

TEL. 0774.317374

TIVOLI VIA EMPOLITANA, 55

CASTEL MADAMA centro, indipendente, salone cottura, ampia camera, bagno, ripostiglio, 2 balconcini, termoautonomo € 90.000,00 cl. energetica “B” TIVOLI EMPOLITANA Ristrutturato, cucina, 2 camere, bagno, balcone, ripostiglio, termoautonomo € 179.000,00 cl. energetica “G” TIVOLI ALTA attico e super attico , salone doppio, cucina, 3 camere, doppi servizi, 2 terrazzi attrezzati, garage doppio. € 570.000,00 cl. energetica “G” SAN POLO, ristrutturato, ingresso, cucina, salone, camera, bagno, cantina, giardino, termoautonomo, p.auto condominiale. € 105.000,00 cl. energetica “G” TIVOLI EMPOLITANA, ottimo stato, soggiorno cottura, disimpegno, camera, bagno, balcone, cantina, p.auto € 159.000,00 cl. energetica “G” VICOVARO adiacente Tiburtina, soggiorno cottura, camino, camera, bagno, ripostiglio, termoautonomo. € 85.000,00 cl. energetica “G” TIVOLI centro, 2 livelli, salone doppio, cucina, bagno, 2 camere, bagno, cantina, termoautonomo. € 235.000,00 cl. energetica “G” MANDELA, salone cottura, camera, bagno, 2 balconi, poss.2° camera, p.auto, termoautonomo. € 105.000,00 cl. energetica “G” TIVOLI CENTRO Ristrutturato, soggiorno, cucina, 2 camere, doppi servizi, ripostiglio € 150.000,00 cl. energetica “G” TIVOLI CENTRO Storico, 2 livelli, soggiorno, cucina, 2 camere, bagno, poss. 2° bagno € 165.000,00 cl. energetica “G” TIVOLI Empolitana, entrata indipendente, salone, cucina, 2 camere, bagno, giardino, posto auto € 210.000,00 cl. energetica “G”

SAN COSIMATO, a due passi dall’Autostrada, villino capotesta 3 livelli, rustico, tripli servizi, ampio giardino. € 280.000,00 cl. energetica “C” TIVOLI centro, NUOVI, rifiniture di lusso, poss. garage, a partire da € 170.000,00 cl. energetica “C” TIVOLI Empolitana, ottimo, ingresso, sala, cucina, 2 camere, doppi servizi, ripostiglio, 2 balconi, poss. garage. € 220.000,00 cl. energetica “G” VILLA ADRIANA centro, ingresso, cucina, sala, 2 camere, bagno, giardino, p. auto, termoautonomo. € 195.000,00 cl. energetica “G” TIVOLI centro, ristrutturato, panoramico 2 livelli, soggiorno, cucina, 3 camere, doppi servizi, ripostiglio, terrazzo € 190.000,00 cl. energetica “G” TIVOLI Empolitana, buono, 3 camere, cucina, bagno, ripostiglio, 2 balconi, p.auto € 195.000,00 cl. energetica “G” CASTEL MADAMA centro, centro, ingresso, cucina, 3 camere, bagno, balcone, ottima posizione. € 145.000,00 cl. energetica “G” CASTEL MADAMA centro storico, da ristrutturare, soggiorno, cucina, camera, bagno, ripostiglio, balcone, ottima posizione. € 60.000,00 cl. energetica “G” TIVOLI Arci, buono, soggiorno, cucina, 2 camere, bagno, ripostiglio, 2 balconi, termoautonomo, p.auto € 180.000,00 cl. energetica “G”

TIVOLI Pontelucano, entrata indipendente, ingresso, cucina, 4 camere, doppi servizi, giardino, p.auto, divisibile 2 unità. € 300.000,00 cl. energetica “G” TIVOLI Pomata, rustico con terreno mq 4.700 edificabile con progetto approvato di villa 3 livelli, pozzo, fossa imof, rete elettrica. € 250.000,00 CASTEL MADAMA centro, soggiorno cottura, 2 camere, bagno, balcone, ripostiglio. € 90.000,00 cl. energetica “G” TIVOLI Bivio San Polo, 3 livelli, rustico, tripli servizi, 3 camere, salone cottura, camino, giardino, termocondizionato, p. auto. € 340.000,00 cl. energetica “G” TIVOLI Empolitana terreno mq 2.400 con piccolo fabbricato luce € 60.000,00 Tivoli Piagge, ATTICO, doppia entrata, salone camino, cucina, 3 camere, doppi servizi, 2 balconi, trerrazzo, garage € 370.000,00 cl. energetica “G” VICOVARO, salone cottura, 2 camere, bagno, terrazzo, termoautonomo, garage € 130.000,00 cl. energetica “G” TIVOLI Reali Nuovi, porzione di bifamiliare, 2 livelli, 3 camere, doppi servizi, ampio giardino, p. auto. € 300.000,00 cl. energetica “C” PRENOTAZIONI

VILLA ADRIANA Tiburtina, entrata indipendente, soggiorno, cucina, 2 camere, bagno, corte condominiale, p.auto. € 232.000,00 cl. energetica “G” MARCELLINA Indipendente, 2 livelli, ingresso, salone, cucina, 4 camere, doppi servizi, 2 garage, giardino. € 270.000,00 cl. energetica “B”

TIVOLI Colle Nocello, nuovo, salone cottura, 2 camere, bagno, ripostiglio, ampio balcone, poss. garage. € 167.000,00 cl. energetica “G” TIVOLI Villa Adriana, ingresso, cucina, sala, camera, bagno, ripostiglio, termoautonomo, balcone. OTTIMO AFFARE. € 129.000,00 cl. energetica “G” TIVOLI ARCI, terreno pianeggiante, mq 3.200, acqua, luce, rustico, piscina e forno. € 120.000,00 mutuabili VICOVARO da sistemare, 3 livelli, cucina, 3 camere, bagno, 2 cantine, terrazzo, 2 balconi. € 85.000,00 cl. energetica “G” TIVOLI Colle Rosa, 2 villini indipendenti, parco mq 3.000 doppia entrata, ottima posizione, piscina, pannelli solari. € 469.000,00 cl. energetica “G” VILLA ADRIANA, NUOVA COSTRUZIONE, 2 livelli, soggiorno cottura, 3 camere, doppi servizi, balcone, garage. € 230.000,00 cl. energetica “B” TIVOLI Alta, ampia metratura, ascensore, salone, cucina, 2 camere, bagno, 2 balconi, termoautonomo, cantina. € 220.000,00 cl. energetica “G” VILLANOVA centro, nuovi con posto auto a partire da € 109.000,00 TIVOLI centro, salone, cucinotto, ampia camera, bagnetto. € 115.000,00 cl. energetica “G”

AFFITTASI APPARTAMENTI E LOCALI VARIE METRATURE

MUTUI AL 100% IN SEDE


XL

TERRITORIO

28 marzo 2013

5

Rifiuti, lezioni da Marco Simone Una lettera aperta che riguarda la situazione rifiuti arriva dagli abitanti di Marco Simone, la grande frazione di Guidonia che si trova a pochissima distanza dalla grande discarica dell’Inviolata. La missiva, inviata ai Sindaci Gallotti e Rubeis, prende spunto dai giorni in cui Tivoli è stata ancora una volta sommersa dai rifiuti per il divieto allo scarico intimato da Ecoitalia ai compattatori dell’Asa. A circa 9 milioni di euro ammonta il debito dell’azienda tiburtina nei confronti della società che gestisca la discarica. Anche questa volta la situazione si è risolta con un impegno del Sindaco di Tivoli a trovare soluzioni che però poi non arrivano o si dimostrano non risolutive. Toppe che lasciano presagire, da qui a qualche mese una nuova situazione di emergenza. Legittimo quindi il risenti-

mento di chi sopporta odori ed effetti sulla propria salute nei confronti di chi continua a non avviare la raccolta differenziata spinta come invece a Guidonia già avviene. Solo questo alleggerirebbe il conferimento in discarica e quindi l’impatto sugli abitanti di Marco Simone. Tivoli resta al palo mentre i comuni limitrofi che sono passati al Porta a porta o lo avvieranno a breve sono molti. La città tiburtina, che possiede una sua azienda dei rifiuti, non riesce ad avviare un percorso virtuoso ormai indispensabile. Sono arrivate ai tiburtini le scuse dell’Assessore all’Ambiente: “E’ mio dovere, come assessore all’ambiente del comune di Tivoli, fare una riflessione umile e realista sull’emergenza rifiuti che abbiamo appena affrontato – ha commentato Federico Lazzaro

- Innanzitutto sento di dover chiedere scusa a tutta la cittadinanza tiburtina per il disagio di questi giorni e per lo scempio visivo al quale è stato sottoposto il nostro comune. A questo appello di scuse si aggiungono anche i consiglieri Tirrò e Tarei che aprono insieme a me una seria riflessione sull’accaduto”. Resta il fatto che il sistema di raccolta e smaltimento dei rifiuti dei tiburtini non muta, occorrono soldi che vengono chiesti a Provincia e Regione ma quando erano disponibili non sono stati richiesti, perché nel Porta a porta non si è creduto. Lo hanno fatto gli altri comuni della Val d’Aniene, Guidonia, Castel Madama, quelli del versante Prenestino. Gli amministratori tiburtini se ne sono guardati bene, nonostante l’Asa abbia approntato un buon progetto che prevede anche un impianto di compo-

Ai Sindaci di Tivoli e Guidonia

«

staggio a digestione anaerobica. Ora perso il treno, l’alibi è quello della mancanza di fondi e delle utenze che continuano a non pagare la tassa sui rifiuti. Chi ne subisce le conseguenze sono la Città ed i suoi cittadini onesti che, oltre a leggere i rimproveri che arrivano da Marco Simone, vedranno aumenti notevoli in bolletta con l’arrivo della Tares. G. I.

Riqualificate due piazze

Architetti convegno

Piazza Carrara a Villalba e piazza Trilussa a Setteville avranno un nuovo look. Sì alla loro riqualificazione. Il settore demanio, patrimonio e sport ha pubblicato in questo mese di marzo le determine relative alla riqualificazione di queste due piazze. Piazza Carrara costerà circa 40mila euro, piazza Trilussa circa 45mila. Gli incarichi sono stati affidati “in economia per cottimo fiduciario con procedura di affidamento diretto”. L’area verde di Villalba rinascerà sotto le mani della romana EG Srl mentre i lavori per quella di Setteville sono stati affidati alla Edil Corim, sempre di Roma. Da anni i cittadini di questi due quartieri lamentano lo stato di abbandono e di degrado di queste aree verdi. A Villalba in più di un’occasione sono stati gli stessi residenti a dare il via ad opere di pulizia e di manutenzione.

Si svolgerà il 5 Aprile prossimo, dalle 10 presso il Grand’Hotel Duca d’Este, a Tivoli Terme, il convegno, promosso dalle zone 5 e 6 della Consulta del Decentramento dell’Ordine degli Architetti PPC di Roma e provincia con la Città di Guidonia Montecelio. Dedicato all’Urbanistica nel settore ad est di Roma l’incontro vuole indagare su come si stia modificando il nostro territorio e confrontare le scelte delle amministrazioni per la sua riqualificazione, mettendo in mostra le scelte di pianificazione di aree fortemente urbanizzate. La giornata sarà strutturata in due parti, nella mattinata verrà aperta la mostra dei progetti pervenuti dalle amministrazioni coinvolte nell’evento inoltre verranno presentati dalla rivista CityVision Magazine i risultati del concorso internazionale PFFF…. an inflatable architecture riguardante la progettazione e la realizzazione di un padiglione gonfiabile. Nel pomeriggio amministratori locali e dirigenti presenteranno gli strumenti urbanistici più significativi in corso nei territori da loro amministrati.

Dalla stampa locale apprendiamo che il Comune di Tivoli può tornare a scaricare l’immondizia all’inviolata! Sono stati trovati infatti i soldi da dare alla Colari che gestisce la discarica, e che ultimamente aveva chiuso i cancelli ai camion di rifiuti provenienti da Tivoli! È stato proprio il Sindaco di Tivoli, Sandro Gallotti ad attivarsi per risolvere il problema, quello stesso Sindaco che ha pronunciato a novembre 2011 le parole “Per difendere Villa Adriana dai rifiuti chiedo il rispetto della Convenzione sul Patrimonio dell’Umanità”! Come non apprezzare le capacità di problem solving del Sindaco di Tivoli che tanto si è dato da fare? Ma noi di Marco Simone e Setteville Nord non ci stiamo, e sappiamo che tutta Guidonia è con noi! Caro Sindaco Gallotti, e cari cugini di Tivoli, quando si parla di ambiente non si possono fare due pesi e due misure! Il nostro parco “archeologico” dell’Inviolata non è tutelato dall’Unesco, e la nostra meravigliosa Triade Capitolina è sicuramente meno famosa della vostra Villa Adriana. Ma per noi vale molto di più di tutto questo! Chiediamo al Sindaco Gallotti ed ai cittadini di Tivoli il rispetto per quello che rimane del nostro territorio, che da anni raccoglie la vostra immondizia! La raccolta differenziata è un dovere di tutti i cittadini cui nessuno può sottrarsi, e le amministrazioni DEVONO fare tutto il possibile per far partire la raccolta porta a porta! È semplicemente vergognoso, che un comune con una storia come quella di Tivoli pensi di risolvere il problema pagando! Quanto alla dichiarazione del nostro assessore all’ambiente Andrea di Palma, “la discarica dell’Inviolata non “dovrebbe” più aprire ai comuni che non fanno la differenziata spinta” chiediamo di passare all’uso dell’IMPERATIVO! La foto che vedete in alto è stata scattata il 21/10/2006, quando l’attuale Assessore Di Palma aveva qualche anno in meno! Ora ad oltre 6 anni di distanza, la discarica ancora è là con tanto di inquinamento delle falde, è stato realizzato il sesto invaso e tutti i giorni i camion continuano a scaricare l’immondizia dei comuni limitrofi, mentre i virtuosi cittadini di Guidonia, fanno la raccolta differenziata spinta, pur vedendo una tassa rifiuti che sale anno dopo anno! I cittadini di Guidonia dicono “BASTA”! e’ ora di passare dalle parole ai fatti! da marcosimoneonline.it

Viale Trieste, 28/30 - 00019 Tivoli Tel./Fax: 0774.317941 lucianiimmobiliare@gmail.com

www.lucianimmobiliare.agenzie.casa.it

TIVOLI ATTICO 150 mq sull’intero piano con 200 mq di terrazzo perimetrale composto da ampio ingresso, salone doppio, cucina abitabile, studio, tre camere, doppi servizi, due ripostigli esterni ed uno interno. Rifiniture di pregio con marmo nell’ingresso, nello studio e nel salone e parquet nelle camere. Posto auto.

€ 530.000,00

prestigioso con ascensore


Innovazione & Sviluppo Territoriale

21 MARZO 2013 Tivolinet inaugura una nuova primavera

Insieme per il cambiamento. SBOCCIA LA PRIMAVERA E CON LEI TIVOLINET, LA NATURA SI RISVEGLIA E ALL’UNISONO QUESTA CITTÀ DEVE RINASCERE. Con questo obiettivo è nata - volutamente il 21 marzo l’associazione TivoliNet, che già da mesi è al lavoro per risollevare le sorti di Tivoli seguendo una rotta precisa. Ci sono città quotidianamente invase dai turisti, “Perugia” o “Copenaghen” sono solo due esempi tra i tanti. Ma cosa hanno in più e cosa offrono di diverso rispetto a Tivoli? Sul piano delle risorse archeologiche, artistiche e naturalistiche, assolutamente nulla. Sul decoro urbano, sull’accoglienza, sugli eventi e la comunicazione, invece, la differenza è sostanziale e questo si riflette, inevitabilmente, non solo sul turismo ma anche sulla qualità della vita dei tiburtini. Tivoli e queste due città sono separate da un abisso, che TivoliNet intende colmare. La strada per raggiungere questo obiettivo è già ben delineata. Si tratta di far risplendere la nostra città e di farla conoscere in tutta Italia, organizzando eventi degni della storia tiburtina e campagne di comunicazione dello stesso livello. I giornali e le radio nazionali, i mezzi pubblici regionali e la metropolitana di Roma diffonderanno a MILIONI DI PERSONE, OGNI GIORNO, le bellezze e le ricchezze di Tivoli. Una serie di iniziative, intanto, farà capolino nei prossimi mesi: strade “fiorite”, musica, spettacoli. Dalle “GIORNATE ECOLOGICHE” alla “Mostra Mercato dei Fiori”, dalla festa di

I colori del risveglio... la città che sognamo. ”Benvenuto all’Estate” al “Raduno di Ferrari”, la primavera e l’estate tiburtina saranno “frizzanti”. A far da corollario a queste manifestazioni ci saranno visite guidate nello splendido centro storico, artisti di strada, percorsi enogastronomici, concerti e flash mob. Si tratta di iniziative già in cantiere, condivise con l’amministrazione comunale e gli altri attori turistici: ristoratori, albergatori, gestori di b&b e guide. TivoliNet ha un sogno e vuole realizzarlo, caparbiamente vuole lavorare per costruire un domani migliore. Vuole veder sorgere una nuova alba per veder risplendere un tesoro inestimabile. Per fare questo hanno cominciato a lavorare 40 imprenditori, investendo risorse economiche sulla rinascita della città. E’ un obiettivo ambizioso che si può raggiungere solo con la partecipazione di “molti”. L’antica Tibur merita le attenzioni e le cure di ogni suo cittadino.

SCUDERIE ESTENSI Giovedì 18 aprile 2013 ore 14.30 “Vieni a prendere un caffè con noi, presenteremo il nostro progetto”. Un giorno, un non vedente era seduto sul gradino di un marciapiede con un cappello ai suoi piedi ed un pezzo di cartone con su scritto: “Sono cieco, aiutatemi per favore”. Un pubblicitario che passava di li si fermò e notò che vi erano solo alcuni centesimi nel cappello. Si chinò mise delle monete, poi, senza chiedere il permesso al cieco, prese il cartone, lo girò e vi scrisse sopra un’altra frase. Al pomeriggio il pubblicitario ripassò dal cieco e notò che il suo cappello era pieno di monete e banconote. Il non vedente riconobbe il passo dell’uomo e gli domando se era stato lui ad aver corretto il suo cartone e soprattutto cosa avesse scritto. Il pubblicitario rispose: “Nulla che non sia vero, ho solamente riscritto la tua frase in un altro modo”. Sorrise e se ne andò. Il non vedente non seppe mai che su quel pezzo di cartone c’era scritto:

‘’Oggi è primavera ed io non posso vederla’’.

I PROMOTORI DEL PROGETTO SALVADANAIO 2013 Veroli Calzature f Vapoforno Zampaglioni f Urban Outfit f Undercolors of Benetton f Tabaccheria Timperi M.Quintila f Swarovski Synthesis Silvian Heach f Salvati Srl f Ristorante il Ciocco f Planet f Pizzeria Sebastiani f Ottica Manrico Berti f Ottica Berti Raffaele f Nicoletti Mister Service f Mediastore f Masotti f Lilli f Lauri Calzature f La Fraschetta f La Cicogna f L’Ape 50 f Intimissimi f Gioielleria Ulpiani Gioielleria Lolli dal 1968 f Gioielleria Laudani f Gioielleria Sole è... f Gelateria da Maurizio f Garberini f Farmacia Pallante f Farmacia Conti Eva Linea Donna f Ciavarella Biancheria f Carpisa f Calzedonia f Benetton 012 f Beats Generation f Antica trattoria del Falcone

WWW.TIVOLINET.IT GRAPHIC BY JUICE - COMUNICAZIONE CREATIVA

Seguici su

INFO@TIVOLINET.IT


XL

TERRITORIO

28 marzo 2013

7

“Per Lei” presente sul territorio TIVOLI - Si è svolta il 16 marzo, presso un ristorante tiburtino, una importante festa di “compleanno”: i 5 anni dell’associazione di volontariato “Per Lei”. L’associazione di volontariato “Per Lei” si occupa dal marzo 2008 di sostegno fisioterapico, medico e psicologico di donne colpite dal tumore al seno nella zona di Tivoli; all’interno dell’associazione operano numerose volontarie che mettono a disposizione la propria professionalità per affiancare e sostenere le donne nel difficile percorso della malattia oncologica. Le attività vengono portate avanti grazie ad un contributo economico da parte della Susan G. Komen Italia Onlus. Le volontarie hanno voluto festeggiare i primi 5 anni di attività dell’associazione organizzando una vera e propria festa con le donne che usufruiscono dei servizi dell’associazione ed i tanti amici e parenti che in questi anni le hanno sostenute, incoraggiate e supportate in numerose occasioni e con vari mezzi. La festa è stata allietata dall’accompagnamento musicale dei “Fandango”, gruppo musicale cover band di Luciano Ligabue, storici amici dell’associazione ormai da anni e la serata si è svolta in un clima di festa e di gioia vera e di grande emozione. C’è stata anche la lotteria con “premi” offerti dai numerosi commercianti della zona amici e sostenitori dell’associazione. Su uno schermo scorrevano le immagini di questi primi 5 anni trascorsi, gli eventi organizzati, gli incontri, la maratona “Race for the cure” organizzata dalla Komen, appuntamento annuale imperdibile per l’associazione. Il filmato è stato gentilmente montato da Tonino Novelli, rettore della Luig Libera Università Igino Giordani.

Guardarmi allo specchio

I pensieri e gli auguri donati dagli amici e dalle nostre donne: “Auguri a tutte voi, donne fantastiche che donate il vostro tempo a chi ne ha bisogno, ascoltate i nostri dolori e le nostre paure e ci donate sempre il vostro sorriso.” “Un Augurio speciale a Voi tutte che con dedizione e profonda dolcezza vi prendete cura della nostra anima. Grazie dal profondo del mio cuore” “......magnifica serata......grazie amiche mie....vvb” “auguri a un'associazione nata per le donne composta da donne stupende pronte a dare molto senza ricevere niente....Grazie” Dal nostro statuto: “Lo spirito e la prassi dell’Associazione trovano origine nel rispetto dei principi della Costituzione Italiana che hanno ispirato l'Associazione stessa e si fondano sul pieno rispetto della dimensione umana, culturale e spirituale della persona”. “L’Associazione è aperta a chiunque condivida principi di solidarietà”. Una parentesi sui Fandango: I FANDANGO sono una coverband di Ligabue attiva dal 2004. E’ una precisa scelta del gruppo

quella di essere “una COVERband, ma non una CLONEband”, eseguendo brani interamente tratti dal repertorio di Luciano Ligabue ma proponendoli con arrangiamenti, sonorità ed idee proprie, mai mirate all’imitazione più estrema. Nel Settembre 2005 il gruppo è stato scelto tra numerose coverband di Ligabue per esibirsi in occasione delle midnight opening di importanti megastore musicali, dedicate all’uscita in anteprima di “Nome e cognome”: l’evento si è ripetuto nel 2008 per “Secondo Tempo” e nel 2010 per “Arrivederci, Mostro”. Dal 2012 la band è impegnata in un progetto “unplugged” parallelo a quello tradizionale, con un set totalmente acustico ma non per questo meno coinvolgente. Per info e contatti: Associazione Per Lei cell. 3334195127 oppure presso l'Istituto comprensivo “Vincenzo Pacifici” strada Leonina 8 Villa Adriana tel. 0774 534204. L'associazione è aperta il lunedì dalle 17 alle 19

Lavanderia Morelli noLeggio

tovagLiato di tutte le misure in 100 varianti di colori tovagLiato gLamoUr, FaShion, eLegance tavoli, sedie, copri sedie Piatti, bicchieri, posateria ombrelloni, gazebi, arredo garden www.lavanderiamorelli.it

Il primo intervento al seno fu nel 2010: una quadrantectomia per asportare una microcalcificazione. Fu definito un intervento “preventivo” per evitare che si arrivasse in futuro ad una vera e propria formazione maligna. Dopo 6 mesi, ad un nuovo controllo, scoprii di avere di nuovo delle microcalcificazioni. Il parere del chirurgo fu quello di togliere radicalmente il seno sinistro, il seno interessato e anche il destro sempre per prevenzione. Decidere di togliere entrambi i seni non fu una scelta facile per me, ma il pensiero di mia figlia mi fece accettare l’intervento. Mia figlia ha una malattia rara e l’idea di non poterle più stare accanto, di doverla abbandonare un domani per colpa di un tumore mi spinse a scegliere la mastectomia bilaterale. Il sollievo che avevo provato dopo il primo intervento, il pensiero di aver ridotto notevolmente il rischio di ammalarmi di cancro furono sostituiti, dopo la mastectomia, dalla paura di guardarmi allo specchio. Non mi accettavo e mi mancava la donna che ero una volta. I miei seni non c’erano più, c’erano quelle che io chiamavo con distacco “le protesi” , due corpi estranei. Mi lavavo ad occhi chiusi per non vedere e non riuscivo a toccarmi. Iniziarono anche gli attacchi di panico e, la paura di cadere in depressione, mi fece ricordare di una locandina che avevo visto allo studio medico della mia ginecologa un anno prima. Parlava di una associazione di volontariato che aiutava le donne operate di tumore al seno, l’associazione Per Lei. Mi misi su internet con mio marito alla ricerca di un numero di telefono di riferimento e chiamai. Al primo colloquio mi sentii subito accolta, rassicurata dal sorriso delle volontarie e capii che potevo chiedergli aiuto senza timori, che mi potevo fidare. Ero stata dimessa dall’ospedale senza un’indicazione su cosa fare o non fare dopo l’intervento. In associazione ottenni le informazioni che cercavo e fui inserita in un ciclo di trattamenti fisioterapici e di sostegno psicologico. Tornavo a casa dopo ogni incontro sempre diversa: facevo vedere a mio marito i risultati delle fisioterapie, quanto riuscivo ad alzare il braccio e a muoverlo più libera. Le sedute erano delicate e i miglioramenti sono arrivati senza dolori né traumi. Ma soprattutto più andavamo avanti con le consulenze psicologiche e più iniziavo ad accettarmi. Il foulard nero che portavo serrato intorno al collo e al petto al primo incontro, gradualmente iniziò a sciogliersi fino a scomparire del tutto. Ho iniziato a guardarmi allo specchio, a non piangere più chiusa in bagno e anche gli attacchi di panico si sono ridotti. Ho finito i miei trattamenti e mi mancano gli appuntamenti con quelle che per me erano ormai delle amiche, non ho mai sentito la freddezza e la distanza di un rapporto medico-paziente: eravamo donne che percorrevano insieme una tappa del mio viaggio con la malattia. Il consiglio che vorrei dare alle altre donne è di non vergognarsi della propria malattia e di rivolgersi alle associazioni di volontariato perché sono un aiuto prezioso.

Allarme TBC al Fermi TIVOLI - A distanza di oltre un mese non si fermano i controlli all’istituto per geometri e ragionieri di via Acquaregna. Dopo gli accertamenti nella classe del ragazzo malato, una terza, l’unità di crisi creata dall’Asl Roma G ha esteso i test, in un primo momento, alle classi adiacenti e poi all’intero piano. In attesa dei risultati dell’ultima serie di controlli, fin’ora su 112 test Mantoux praticati ai ragazzi ci sono state 23 positività: sui 27 della classe del giovane 17 positivi, sugli 88 delle classi accanto 6. Su questi 23 ragazzi sono state effettuate analisi del sangue e radiografie ai polmoni. Dove necessario l’Asl, in accordo con i pediatri e con i medici di famiglia, è intervenuta con terapie antibiotiche. I ragazzi risultati non positivi saranno sottoposti ad un altro test più avanti. I controlli, poi, proseguiranno finché non risulteranno più positività. C’è attesa, quindi, per i risultati dell’ultima serie di controlli effettuati la scorsa settimana. La percentuale di ragazzi positivi, dai primi test, è calata sensibilmente. FV

Lavanderia Morelli

Servizio cambio Stagione a DomiciLio oFFerta PromozionaLe Piumone singolo Piumone matrimoniale Piumone d’oca singolo Piumone d’oca matrimoniale coperta lana singola

€ € € € €

coperta di lana matrimoniale tappeti al Kg tute da sci

€ € €

12.00 15.00 16.00 20.00 15.00 20.00 5.00 10.00

Sottovuoto incluso nel prezzo

VILLA ADRIANA Via Venezia Tridentina, 20 Tel. 0774 381212

noleggio tovaglie


8

XL

CULTURA

n. 6 2013

Una via crucis da venticinque anni VILLALBA - Nozze d’argento per la Via Crucis “figurata” che quest’anno compie ben 25 anni. Ne sono, infatti, trascorsi tanti da quel lontano 1989 quando, per iniziativa di un gruppo di cittadini, guidati dalla famiglia Lo Jacono, ha preso il via quella che è poi diventata la tradizione “più antica” tra le frazioni del comune di Guidonia Montecelio. I costumi d’epoca, allora come oggi, escono dalle sapienti mani di Maria Teresa Clemenzi, conosciuta da tutti come Marisa, e da Eliana. A Marisa è dedicato il nome della sapiente organizzazione, “Gruppo Marisa”, dalla quale è nata l’associazione che porta lo stesso nome. «L’associazione gruppo Marisa costituisce – spiegano dall’associazione - l’ evoluzione dell’omonimo gruppo che opera in Villalba da oltre 25 anni volendone continuare impegno volto alla promozione dei valori della convivenza civile e religiosa e dare concittadini L’associazione “ TiburSuperBOOM” è lieta di annunciare che la prima fase del concorso musicale che porta lo stesso nome dell’associazione culturale che lo ha indetto si è conclusa e non con poche soddisfazioni. E’ stato un turno Eliminatorio intenso e molto entusiasmante soprattutto per i ragazzi che hanno preso parte al concorso (ben 15 band emergenti), ma anche per i gestori dei Pub che stanno sostenendo l’iniziativa che ha

l’opportunità di ritrovarsi intorno alle radici cristiane, rafforzandole nella nostra incerta società civile, per tramandarle ai nostri figli». In questi 25 anni il gruppo Marisa si è reso promotore ed organizzatore di due eventi significativi come la manifestazione della Domenica delle Palme con la benedizione di rami d’ulivo e la raffigurazione di Gesù sull’asinello, il corteo degli Apostoli nonché la Via Crucis assicurata con costumi d’epoca in continuazio-

ne di una lunga tradizione entrata nel cuore dei villalbesi che assicurano una partecipazione sempre più convinta. Quest’anno, vista la ricorrenza, la manifestazione sarà particolarmente solenne e animata. «Accanto agli eventi ormai tipici e radicati nella tradizione cittadina – spiegano ancora l’associazione ha programmato iniziative come mostre aperte in particolare al mondo scolastico, convegni e manifestazioni ludiche, tutti ispirati a

Tibur superBOOM permesso di “colorare“ i grigi giovedì serà del nostro comu-

ne. Le 15 band che hanno preso parte al concorso si sono

Giovedì 4 Aprile

Casale Rock - Bloody Hell Giovedì 11 Aprile Casale Rock - Civico 8 Giovedì 18 Aprile Hibernian Pub - All Sensations Giovedì 25 Aprile - Dissesto Musicale -Fixidia Giovedì 2 Maggio - Hibernian Pub - Atropine

- Solo - Caos Liquido - I Reset -Stado Brado Factory - Crazy Nuance

rafforzare la convivenza». “Per sviluppare un altro filone culturale – si legge in una nota - l’associazione ha creato all’interno la sezione dei Garibaldini d’Italia già conosciuta e apprezzata oltre i confini locali tanto da essere più volte invitata a manifestazioni di livello nazionale al Pantheon di Roma ricevendone prestigiosa onorificenza”. I Garibaldini hanno sfilato in occasione della commemorazione del centocinquantesimo anniversario dell’Unità d’Italia ripetuta nel 2012 e già programmata per il 2013. “Tali manifestazioni uniche nel comune di Guidonia Montecelio costituiscono una festa di popolo. Commemorare il passato contribuisce a costruire il futuro soprattutto nel difficile contesto attuale, bisognoso di coesione nazionale quale motivo di sopravvivenza della comunità dell’affermazione della dignità degli italiani come popolo”. (MM) “scontrate” a colpi di musica per assicurarsi l’accesso alla fase successiva del BOOM che avrà inizio giovedì 4 aprile e vedrà scontrarsi i 10 gruppi che hanno meritatamente passato il turno per insidacabile verdetto della giuria. Nello specchietto riportiamo le date delle prossime serate che si svolgono in vari locali della zona. Tutte le informazioni possono essere trovate sul gruppo facebook di Tibur superboom (music fest)”.

Programma intenso alla Luig La Libera Università Igino Giordani di Villa Adriana continua l’intensa attività dei corsi (che si avviano alla parte finale dell’anno accademico) e degli eventi culturali. Aprile e maggio saranno mesi di molteplici iniziative

Pomeridiane Con il concerto spettacolo “Buona luna” di Paolo Pallante di domenica scorsa si è concluso il programma delle pomeridiane invernali della Libera Università Igino Giordani svoltosi alcune domeniche presso la Scuola Media di Villa Adriana. Prima del musicista tiburtino si erano esibiti sul palco dell’aula magna della Vincenzo Pacifici la “Country Blues Band” e a ritroso, il 27 gennaio, con le coreografie di Salvatore Dello Iacolo e Alessio Stia in “A spasso nel tempo” e poi “A proposito di Faber” cover di Fabrizio De Andrè con Luigi Lo Monaco, Carlo Gizzi e Gianni Ferretti del 20 gennaio. A dicembre si erano esibiti “I parenti alla lontana” e l’orchestra “La Ghironda” per il concerto di Natale. Tutti di domenica pomeriggio

Paolo Pallante il 24 marzo alla Luig

nel tentativo di spezzare il deserto di iniziative culturali che affligge la nostre città. L’esperienza alla prima edizione è stata globalmente un successo pur se non ha avuto sempre la partecipazione che meritava. Gli sforzi degli organizzatori e della Libera Università, dopo la rassegna dello scorso anno sulla musica d’autore, nonostante le difficoltà, sono stati premiati.

Seminari Nel mese di aprile sono in programma due importanti e originali (soprattutto nelle

modalità) seminari entrambi presso l’aula magna della scuola media alle ore 18. Il primo venerdì 12 aprile, “La musica familiare a Tivoli a cavallo della 2ª guerra mondiale”, inserito nelle iniziative per il 3228° Natale di Tivoli, è curato da Franco Sciarretta e Yari Biferale, entrambi docenti della Libera Università, e riguarderà uno spaccato della storia tiburtina. Il seminario prevede esibizioni musicali del periodo dal vivo. Il seminario di giovedì 18 aprile sarà invece sulla figura

Assemblea dei soci del Centro Culturale Vincenzo Pacifici Il presidente e il direttivo del Centro Culturale Vincenzo Pacifici di Villa Adriana comunica la convocazione dell’Assemblea dei soci per il giorno Venerdì 19 aprile alle ore 18 presso i locali della Scuola Media di Villa Adriana in Via Leonina, 8. All’ordine del giorno la verifica delle attività svolte e la programmazione di quelle future, nonché l’approvazione del bilancio consuntivo 2012.

di Igino Giordani, tiburtino noto al mondo per la sua molteplice attività religiosa, politica e culturale, morto proprio il 18 aprile del 1980 e al quale la Luig è dedicata. Il seminario avrà varie sfaccettature e analizzerà alcuni degli aspetti meno noti della figura di Giordani e del suo pensiero sociale, politico, culturale e religioso attraverso musica, letture e racconti. Per l’occasione saranno esposti e in vendita molti testi della sua grande produzione letteraria.

Gita in Umbria Sono a disposizione gli ultimi posti della gita sociale che avrà luogo domenica 7 aprile alle Fonti del Clitunno del Lago di Piediluco e della Cascata delle Marmore. La partenza è prevista alle ore 7,30 da Villa Adriana e prevede anche il pranzo presso un ristorante sul Lago di Piediluco.

Teatro a Roma Il 27 aprile (sabato) l’appuntamento è al Teatro Argentina di Roma per lo spettacolo “Gran Varietà Viviani” con Massimo Ranieri. Spostamento in pullman da Villa Adriana e ritorno. Per informazioni 0774 534204 www.centrocultvp.com/luig luig@centrocultvp.com

Viaggi virtuali, la frontiera dei Beni Culturali Realtà virtuale, dati accessibili a tutti, anche questa una strada da percorrere per utilizzare il nostro patrimonio culturale La nuova sfida per il rilancio dello sviluppo nel comparto dei beni culturali e dell’economia turistica ad esso collegata Come reinventare l’economia turistica e come creare opportunità di rilancio sono obiettivi attuabili anche mediante gli open data. Ovvero? Dati accessibili a tutti. Nel settore turistico, mettere in rete una serie di dati disponibili sui siti d’interesse pubblico funziona da acceleratore economico per il territorio: è un dato di fatto già sperimentato. Sul ‘come fare’ ci informano gli studi di settore: “L’Open data e’ uno strumento che può fungere da acceleratore economico per il territorio: basti pensare che nella sola Ue il volume d’affari sul riutilizzo dell’informazione pubblica stimato dalla Commissione Europea si aggira sui 140 miliardi di euro l’anno.” Iter interessante e percorribile, ci prova dunque la regione Lazio, sicché Filas, società regionale dedicata al sostegno dei processi di sviluppo e innovazione del tessuto imprenditoriale del Lazio, rende noto che da pochi giorni sui portali ‘dati.gov.it’ e ‘futouring.com’, la Regione Lazio pubblica il suo primo dataset open sui punti di interesse culturale del Distretto Tecnologico per i Beni e le Attivita‘ culturali (Dtc). Ci viene spiegato che “sono 2.529 i punti di interesse detti “Poi” messi a disposizione, pubblicati in quattro diversi formati - Rdf, N3, Turtle, Xml - liberamente accessibili e pronti per il download. L’intero dataset è rilasciato con licenza Creative Commons: è possibile, quindi, riprodurre, modificare e usare i dati open anche per fini commerciali”. I punti di interesse del Distretto Tecnologico contengono tutte le informazioni relative a monumenti, opere, siti archeologici e siti d’interesse culturale presenti nel Lazio, sia in italiano che in inglese. Filas si inserisce così nel percorso intrapreso dalla Regione Lazio con la legge regionale n. 7 del 18 giugno 2012 sugli Open Data, che intende adottare nel Lazio un modello basato sul libero accesso ai dati pubblici e su una forte interazione con i cittadini e le imprese. Il Distretto Tecnologico per i beni e le attività Culturali del Lazio, nasce da un Accordo di Programma Quadro sottoscritto da Regione Lazio, Ministero della pubblica istruzione e quello dei Beni Culturali gestito da Filas, società regionale dedicata al sostegno dei processi di sviluppo e innovazione del tessuto imprenditoriale del Lazio. Tutto ciò rappresenta la risposta operativa della Regione Lazio alla sfida per il rilancio dello sviluppo secondo nuovi approcci tecnologici e metodologie nel comparto dei beni culturali e dell’economia turistica ad esso collegata. Il DTC è il primo sistema integrato focalizzato e dedicato a tutte le filiere che operano in modo diretto e indiretto nell’ambito della conservazione, valorizzazione e fruizione dei Beni Culturali attraverso l’utilizzo di Tecnologie di Frontiera. La realtà virtuale. Le prime azioni attuative del DTC si concentrano verso una fruizione del patrimonio focalizzata sul turista culturale attraverso tecniche di spettacolarizzazione “in loco”, scenografie digitali, ricostruzioni virtuali, metodologie di realtà aumentata, applicazioni in mobilità, al fine di ampliare l’offerta del turismo culturale. Gli obiettivi. Stimolare lo sviluppo e la nascita di imprese innovative che utilizzino i beni culturali come volano dell’economia locale; favorire un uso privato, ma regolamentato dal pubblico e ad alto valore aggiunto, del patrimonio culturale, creando delle comunità di pratica fra gli attori del sistema; creare processi e infrastrutture abilitanti per supportare gli attori della filiera; incrementare le collaborazioni tra grandi imprese e piccole e medie imprese; Potenziare le capacità di generare innovazioni mirate e specifiche di settore, attraverso il cofinanziamento di progetti di sviluppo, ammodernamento e/o acquisizione di impianti e dispositivi da parte di Università e centri di ricerca nonché strutture del MiBAC del Lazio; attrarre capitali privati, competenze eccellenti e imprese internazionali ad alta tecnologia; rafforzare il valore giuridico dei brevetti laziali, di cui il 30% legato allo sviluppo di tecnologie per la sicurezza e la protezione dei beni culturali e sostenere la diffusione delle competenze delle imprese all’interno della frammentata filiera dei beni culturali; promuovere e favorire il trasferimento tecnologico tra tutti gli attori coinvolti; ampliare l’offerta del turismo culturale sia tramite forme di fruizione virtuale e multimediali sia attraverso strumenti di marketing, che supportino tutte le fasi dell’esperienza di visita; reindirizzare e distribuire su aree più vaste i flussi turistici che attualmente si concentrano in un numero ristretto di siti e sono condizionati dalla forte polarizzazione sulla capitale. Oggi, la realtà virtuale supera la fantasia! Ilaria Morini www.futouring.com


XL

CULTURA

28 marzo 2013

9

Tivoli, 3228 anni e li dimostra tutti! Molto più antica di Roma, la città tiburtina, nonostante il motto Tibur Superbum inciso sul suo stemma, attraversa un periodo buio, probabilmente il peggiore dopo quelli dell’immediato dopoguerra. La crisi economico-finanziaria ha le sue responsabilità ma esse sono evidentemente condivise da chi, a Tivoli, ha responsabilità amministrative. E’ evidente a tutti che la città da tre anni non ha guida, la maggioranza al governo non ha espresso alcun progetto di respiro e si è caratterizzata per una continua litigiosità sulle poltrone da distribuire tra le componenti, il cui effetto disastroso è sotto gli occhi di tutti. Degrado, incompetenza ed inefficienza regnano sovrani, emblematico l’aspetto terremotato del tratto finale della Tiburtina che conduce a Tivoli davanti ai giardini Garibaldi che per definire tali occorre coprirsi gli occhi e ricorrere all’mmaginazione. Questo stato disastroso della città è il più evidente ed è quello che lascia traccia in molti abitanti che stanno perdendo il rispetto per il luogo dove vivono. In modo particolare, le giovani generazioni non ricevono nessun invito a conoscere la storia della città, le sue tradizioni, il suo territorio e quindi non hanno l’opportunità di stabilire quel rapporto con il luogo che suscita poi affetto e rispetto. Per invertire la china potrebbe essere utile una svolta da poco, riprendere almeno quello che,

negli anni sessanta, era un segnale importante diretto agli alunni di quinta elementare che lasciava in loro immagini di conoscenza relative alla città dove vivevano tali da poterne diventare cittadini a tutti gli effetti. Il Premio Bulgarini vedeva gli alunni di quinta elementare, come si chiamava allora, confrontarsi con la storia tiburtina, dalle lontane e mitiche origini all’attualità. I monumenti, i quartieri, l’arte, le chiese, le vicende storiche, comparivano agli occhi degli undicenni e lasciavano poi traccia, spesso indelebile. Il premio metteva in palio cinque medaglie di argento, cinque di bronzo e diplomi, che venivano consegnati ai vincitori dalle autorità cittadine durante la cerimonia principale dei festeggiamenti per il Natale di Tivoli che si svolgeva nell’ormai abbandonato CinemaTeatro Italia. Il Premio aveva avuto origine a metà del 1800 (la sua storia è consultabile in un articolo di Maria Luisa Angrisani disponibile sul sito Tibursuperbum) per merito del Gonfaloniere della città Francesco Bulgarini e si basava sullo studio di un “ristretto di storia patria” distribuito gratuitamente. Sospeso e ripreso più volte, il premio scomparve negli anni ’60 e nonostante qualche appello, non è stato più ripreso, anche se il costo economico sarebbe ridicolo e facilmente appetibile da qualche sponsor cittadino. Probabilmente an-

Il programma del Natale di Tivoli Venerdì 5 Aprile ore 10.00

che la Società tiburtina di Storia e d’Arte sarebbe felice di collaborare ad una nuova pubblicazione da distribuire agli alunni. Eppure un suo inserimento nei progetti formativi sarebbe importante, in modo particolare ora che la popolazione tiburtina comprende comunità straniere consistenti che dalla conoscenza di Tivoli e della sua storia potrebbero ricevere impulsi rilevanti per immergersi in essa, integrarsi totalmente e diventare tiburtini a tutti gli effetti, anche se con un leggero accento straniero. Chissà allora, se i nuovi tiburtini potrebbero diventare custodi più attenti dei tanti Mancini, Innocenti, Proietti, Cipriani, Dionisi, Conti, che della città non si curano più e diventano complici quel degrado letale che la sta condannando al declino. L’investimento andrebbe fatto, a prescindere! Buon compleanno numero 3228 Tivoli! Gianni Innocenti

Aniene pop festival Contemporanea Aniene Pop Festival è uno spazio di incontro e visibilità dedicato al Teatro Popolare Contemporaneo, un teatro che affonda la sua ricerca nelle radici popolari e mescola elementi di tradizione come maschere, dialetti, musica, miti ancestrali e li compone in una narrazione moderna che racconta il presente. La Valle dell’Aniene che, grazie al progetto Medaniene Giovani, è da tempo laboratorio di questi esperimenti, apre

il suo territorio al passaggio di artisti internazionali che coniugano con linguaggi diversi (musica, teatro, danza) lo stesso sentire. La manifestazione si aprirà il 7 aprile con il Maestro Alessandro Parente e il suo ensemble di organetti “Il giardino della pietra fiorita” e la partecipazione straordinaria della danzatrice e coreografa Daniela Evangelista, segue l’artista spagnolo Dani LLull con Job (domenica 14) che affronta il

Contemporanea Aniene Pop Festival è organizzata da Settimo Cielo con il contributo di Assessorato Cultura, Sport, Politiche Giovanili e Turismo della Regione Lazio e in collaborazione con Comune di Subiaco Comune di Anticoli Corrado Unione del Comuni del Medaniene Associazione percorsi Accidentali

6 al 28 aprile 2013 Durante tutto il mese, con una concentrazione nei week end, la Valle dell’Aniene ospiterà: - spettacoli di musica, teatro e danza – ogni domenica alle ore 17,00 nelle sale della Rocca di Subiaco – readings e laboratori in cui sarà coinvolta la cittadinanza – tutti i sabati due readigs alle 17,00 e alle 19,00 nei Comuni di Anticoli Corrado, Arsoli, Riofreddo, Roviano, Vallinfreda, Vivaro Romano – incontri con gli artisti - ogni domenica alle ore 12,00 con aperitivo offerto da Il giardino del Ponte Via Cesare Battisti 39 Subiaco – Gran Ballo Finale - domenica 28 aprile ore 18,30 Rocca di Subiaco.

tema del lavoro, mentre il 21 è in programma “Il Lazzo della mosca e altre storie”, conferenza/spettacolo sulla Commedia dell’Arte di Fabio Mangolini, allievo di Marcel Marceau e uno dei maggiori esponenti di teatro di maschera nel mondo. Chiuderà la rassegna MBE, progetto di teatro danza della giovane compagnia Totalab, vincitore del bando per una residenza teatrale under 35 indetto da Settimo Cielo.

Scuderie Estensi Inaugurazione della mostra di sculture “Essere Lilly” dell’artista Leonetta Marcotulli ore 10.30 Cerimonia di apertura del 3228° Natale di Tivoli Conferimento medaglie e attestati di benemerenza ai dipendenti Comunali collocati a riposo 5 Aprile – 28 Maggio Biblioteca Comunale “Maria Coccanari Fornari” ore 9.00-13.00 Conoscere la Biblioteca Ciclo di Incontri con gli alunni delle scuole elementari di Tivoli Venerdì 5 Aprile Grand Hotel Duca d’Este – Tivoli Terme ore 10.00 Convegno Urbanistica e Territorio: Urbanistica a Nord-Est a cura dell’Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori Sabato 6 Aprile Teatro Giuseppetti ore 10.30 Manifestazione per il 60° anniversario dell’I.T.C.G. “E. Fermi” e presentazione del volume “Punti…Fermi” sulle Eccellenze di Ieri e Oggi Sabato 6 Aprile Piazza S. Nicola, ex chiesa dalle ore 15.00 Il Sabato del Villaggio Festa del decoro urbano: regala una pianta al Rione Colle Domenica 7 Aprile Rione Colle dalle ore 15.00 Passeggiata tra le Vie del Colle Celebriamo Tivoli accompagnati da parole, note e brindisi. Visite guidate scandite da letture e brani musicali, visita al mercato dell’usato del Rione, degustazione di prodotti locali e concerto jazz in Piazza Campitelli Venerdì 12 Aprile Villa d’Este – Sala d’Angolo ore 17.30 Conferenza “Ludus Mundi” Le arti ludiche e il gioco del mondo Interverrà il filosofo Lucio Saviani a cura dell’“Accademia del Desco d’Oro” ore 18,30 Scuderie Estensi Dal Barocco al Tango: la Musica Classica Contemporanea Musiche di G. Faurè, D. Shostakovich, A. Piazzolla… Francesca Timperi (flauto) Caterina Proietti Mercuri (pianoforte) Valentino Maria Ferraro (violoncello) Marco Lorenzo Nocera (violino) a cura dell’Associazione Culturale Cluster Sabato 13 Aprile Ex Chiesa di S. Stefano ai Ferri ore 16.30 Inaugurazione della mostra di acquarelli di Giuseppe Petrocchi l’esposizione si terrà nei giorni 13, 14, 19, 20, 21 aprile in orari 16.30-20 a cura dell’Associazione Culturale “I Cavalieri di Santo Stefano” ore 21.00 Teatrino Comunale Spettacolo teatrale “Teatrando un mondo” rappresentazione finale del laboratorio d’arte per l’educazione interculturale nelle scuole nell’ambito del progetto “Interventi per l’integrazione sociale e culturale delle popolazioni migranti sul territorio del Distretto Socio San. G3” promosso da “Focus-Casa dei Diritti Sociali” in collaborazione con L’Istituto Tecnico Tecnologico di Stato “A. Volta” di Tivoli 13 - 14 Aprile Scuderie Estensi ore 9-13 / 14-19 II Concorso Nazionale di Esecuzione Musicale “Momenti Musicali” per giovani musicisti dai 5 ai 14 anni a cura dell’Associazione Culturale Momenti Musicali di Villa Adriana (continua sui prossimi numeri di XL))

Imparare l’integrazione Arte e teatro per imparare l’integrazione a scuola. Chiusura dei laboratori interculturali della elementare di via del Collegio. Il progetto di Focus-Casa dei dritti sociali e del Comune di Tivoli Gran finale per i laboratori interculturali della scuola elementare di via del Collegio. Martedì 26 marzo dalle 15 presso il teatrino comunale verranno presentati i lavori di teatro e di illustrazione portati avanti durante le attività dei laboratori di educazione all’interculturalità. L’iniziativa ha visto protagonisti gli alunni delle classi IV sezioni

Rilanciamo il Colle Per il sabato e domenica 6 e 7 aprile il Comitato di quartiere del rione Colle ha organizzato una serie di eventi per il rilancio del quartiere. Il 6 si svolgerà “Il sabato del villaggio” che sarà dedicato totalmente alla bonifica e alla pulizia delle strade e alla decorazione con fiori e piante per tutti i vicoli. Il pomeriggio di domenica sarà invece dedicato alla “Passeggiata tra le vie del Colle” accompagnati da musica e poesia attraverso un percorso guidato con partenza da Piazza Domenico Tani. Le poesie e le letture saranno a cura di Antonella Agnaletti, Massimiliano Mattei, Simona Minorenti, Emiliano Proietti Pannunzi. Gli interventi musicali sono invece a cura del Centro Diffusione Musica. Verrà allestita un’esposizione di mobili e libri d’antiquariato e alle ore 19 un concerto di musica jazz del “Trio Spheries” e un aperitivo con degustazione concluderanno la serata. Per adesioni prenotazioni e iscrizioni (obbligatorie) CTS via lione, 3 tel. 0774 311608 Carlo Calzature via colsereno tel. 0774 335638 Info 340 1744484

A, B e C che da dicembre hanno lavorato a tre laboratori guidati da artisti professionisti e promossi dall’associazione FocusCasa dei diritti sociali in collaborazione con il Comune di Tivoli. Scopo del progetto è quello di puntare sulle dinamiche dell’educazione interculturale come strumento per affrontare la complessità della realtà moderna e consentire a più culture di convivere ed entrare in relazione tra loro. Una serie di interventi per l’integrazione delle popolazioni migranti sul territorio di Tivoli ed in particolare nelle scuole. Durante la manifestazione saranno presentati i progetti: “L’albero dei diritti”: rappresenta un percorso di educazione ai diritti umani in cui i bambini hanno potuto confrontarsi e mettere in gioco paure e pregiudizi che appartengono ad ognuno di noi e che accompagnano, anche inconsapevolmente, il nostro agire quotidiano e, quindi, la nostra relazione con gli altri. Per memorizzare ed acquisire le basi generali sulle normative internazionali sui diritti dell’infanzia ogni bambino ha costruito il personale “albero dei diritti”. Il percorso laboratoriale è stato guidato e diretto dall’illustratrice di fiabe per bambini Manuela Trimboli. “Le stelle sono per tutti”: è un laboratorio ispirato alla fiaba de Il piccolo principe di Antoine de Saint-Exupéry, il suo percorso si è sviluppato sulla base della fiaba usata nella sua struttura di

base e i suoi temi fondamentali, ma rimodulata in chiave educativa interculturale. Nel percorso del laboratorio i bambini che compongono il gruppo classe, raccontano il loro personale incontro col Piccolo Principe che rappresenta l’altro e, attraverso un dialogo con lui e le sue avventure, ci parleranno di loro. Nella seconda fase, quella dell’illustrazione del testo, che porterà alla realizzazione di un libro pieghevole, si effettueranno esercizi pratico illustrativi dei personaggi con caratterizzazione grafico-cromatica degli stessi. Il laboratorio è guidato dall’illustratrice Manuela Trimboli e l’insegnante di recitazione Emilia Tafaro. “Non si rubandiera”: è un laboratorio che ha come testo di riferimento I ragazzi della Via Pal, di Ferenc Molnár, testo in cui si racconta di una guerriglia tra ragazzini di bande diverse. Il gioco, i vessilli, le strategie militari, il codice d’onore e i tradimenti, le marachelle, l’oppressione dei più deboli, il coraggio e l’orgoglio sono gli elementi che hanno animato questo romanzo e l’intento del percorso del laboratorio attraverso l’arte teatrale è stata proprio quella di poter raccontare la diversità, la rivalità, la difficoltà di relazionarsi. E’ stata un’occasione per confrontarsi su temi quali: amicizia, rispetto, coraggio, altruismo, lealtà, differenze, uguaglianza. Il laboratorio è stato guidato dall’insegnante di recitazione Emilia Tafaro.


10

XL

CULTURA

n. 6 2013

A dieci anni dalle celebrazioni per il centenario della nascita di Marguerite Yourcenar, l’intendimento annunciato dal Centro Internazionale “Antinoo per l’Arte”Centro Documentazione Marguerite Yourcenar che ha allestito la mostra, è di far rivivere in un evento espositivo una narrazione ancora parlante nei luoghi che ispirarono il romanzo che ha reso la scrittrice franco-belga celebre in tutto il mondo tanto che il suo nome è rimasto indissolubilmente legato al suo capolavoro Memorie di Adriano. Ancora oggi molti visitatori si aggirano tra le rovine della villa tiburtina con il romanzo sotto braccio e, come in un parco letterario, sono guidati tra cielo e terra dalle sue parole alla scoperta dei giardini percorsi e delle stanze abitate dall’imperatore. Chi visiterà la villa nel periodo dell’inaugurazione troverà, all’esterno dell’Antiquarium del Canopo, centinaia di odorosi giacinti viola, da bulbi provenienti dal Musée de Saint-JansCappel intitolato alla Yourcenar e a vocazione ecologista. Cinque le sezioni della mostra che succede a quella splendida su Antinoo: Marguerite Yourcenar: l’invenzione di una vita La sezione indaga la biografia e le opere di una scrittrice che come poche altre ha curato la propria immagine da tramandare ai posteri: tre volumi autobiografici, una più che meticolosa selezione (e talvolta manipolazione) delle proprie lettere da concedere al dominio pubblico, addirittura un lascito di documenti “riservati” a un’università americana, autorizzata a renderli noti soltanto a 50 anni dalla morte, nel 2037. Si ripercorre la vita e l’opera letteraria della Yourcenar attraverso una nutrita congerie di documenti, che vanno dall’albero genealogico originale, alla galleria fotografica (ritratti d’autore della scrittrice in diverse età, del padre e della madre, delle sue di-

foto Gianni Innocventi

La Yorcenaur e Adriano

Marguerite Yourcenar a Villa Adriana, Antiquarium del Canopo 27 marzo – 4 novembre 2013 more e dei suoi soggiorni, dei suoi amori, delle cerimonie che l’hanno vista coinvolta come l’eccezionale investitura ad Accademica di Francia). La sezione è completata dai carteggi e ricordi di vecchi testimoni, dal bozzetto autografo di Yves Saint Laurent dell’abito per la cerimonia di elezione ad Accademica di Francia e da alcuni frammenti video di interviste e film. Marguerite Yourcenar e l’Italia La sezione rende conto dell’amore dell’autrice per l’Italia, dalla “luna di miele” a Capri, dove ella mantenne una dimora presso “La Caserella”, al buen retiro sul Lago Maggiore, dove scambiò un ricco epistolario, presente in mostra, con l’amico Paolo Zacchera. La Yourcenar e l’antico La sezione è incentrata sulla passione della scrittrice per l’antichità greco-romana, avvicinata attraverso più o meno sicure conoscenze archeologiche acquisite anche attraverso la frequentazione dei più importanti siti ita-

liani e greci; saranno esposti i materiali che rivelano tale passione anche e soprattutto in riferimento alla stesura delle Memorie di Adriano, a partire dalle fotografie e cartoline di arte antica possedute dalla scrittrice, dal carteggio con la sua consulente Raïssa Calza, per passare alle opere d’arte da lei citate e commentate nei Taccuini o che sappiamo da altre fonti essere state prese in considerazione o visionate direttamente. Sono state ottenute opere in prestito da alcune delle principali istituzioni museali italiane e straniere, tra cui i Musei Vaticani, Palazzo Massimo alle Terme, Palazzo Altemps, il British Museum, il Fitzwilliam Museum di Cambridge e l’Hermitage di San Pietroburgo. Una particolare rilievo sarà dedicato alla documentazione degli edifici d’età adrianea in Italia e in Grecia utili alla definizione della fisionomia dell’imperatore architetto nel romanzo. Una sottosezione riguarderà le antichità egizie, con l’allestimento sia dei pezzi dell’Antinoeion di Villa Adriana che di una selezio-

ne di testimonianze provenienti dalla città di Antinoupolis in Egitto, oltre le pregiate tavole antiche che ne tramandano le rovine al momento della scoperta. Marguerite Yourcenar e Villa Adriana Un focus sulle testimonianze della frequentazione di Villa Adriana da parte di Marguerite Yourcenar permetterà di allestire una serie di fotografie e cartoline storiche risalenti agli anni dei suoi soggiorni, oltre che una serie di incisioni di Giovan Battista Piranesi sulla villa tiburtina e di libri antichi, che lei possedeva o aveva avuto modo di vedere e apprezzare. Le Memorie di Adriano: genesi e fortuna di un romanzo La sezione raccoglie i materiali che testimoniano la lunga e complessa gestazione del capolavoro letterario nei suoi prodromi e nelle diverse redazioni che precedettero la pubblicazione del 1951. Verrà mostrata al grande pubblico la lettera autografa all’editore sulla genesi del romanzo, le prime edizioni nelle varie lingue, compresa una rara prima edizione italiana che è stata ritirata dal mercato per volontà della Yourcenar, perché la traduzione non era stata sottoposta a revisione. L’apprezzata traduttrice italiana Lidia Storoni Mazzolani sarà ricordata in mostra, oltre che da un ritratto, dall’esposizione dei carteggi tra le due donne e da un esemplare delle Memorie con dedica all’amica traduttrice. Il percorso espositivo si concluderà con un focus sugli adattamenti teatrali delle Memorie e in particolare sulla fortunata riduzione di Jean Launay per la regia di Maurizio Scaparro, con la riproduzione fotostatica di alcune pagine del copione originale annotate da G. Albertazzi, con una selezione di fotografie di scena e con la proiezione di alcuni brani dello spettacolo.

Gianni Innocenti

Le sculture di Leonetta Marcotulli

Corsi estivi a Venezia TIVOLI - Dopo il successo dello scorso anno, l’Associazione Musicale “Francesco Mannelli” ripropone l’esperienza dei Corsi estivi - VOcalità Venezia: Impostazione e Perfezionamento Vocale. Le lezioni si svolgeranno presso le aule della Scuola dell’Istituto “Catecumeni” tenuto dalle Suore Salesie a Venezia nel periodo 22 - 28 luglio 2013 . Le iscrizioni scadranno il 30 giugno 2013. Per informazioni 338 2820296

La scultrice Leonetta Marcotulli, a due anni dall’ultima personale, torna alle Scuderie Estensi, in occasione del Natale di Tivoli che ricorre il 5 aprile, per ripercorrere e condividere di nuovo, assieme al suo pubblico e ai suoi affezionati sostenitori, una vita creativa a tutto tondo, intensa e longeva come la sua storia e le sue numerose opere. La mostra presentata in catalogo da Duccio Trombadori, con il patrocinio di Regione Lazio, Provincia di Roma, Comune di Tivoli, Comunità Montana dell’Aniene e Comune di Rocca Canterano, propone al pubblico le grandi sculture realizzate col travertino locale da Leonetta negli ultimi dieci anni di lavoro, per poi ripercorrere a ritroso tutta la sua esperienza artistica. Artista sensibilissima, cresciuta in una famiglia di artisti, con suo zio Florestano di Fausto, proseguirà il suo percorso professionale fianco a fianco con una generazione di artisti legati alla Scuola romana di Piazza del Popolo, del calibro di Mario Schifano, Tano Festa e Franco Angeli, con i quali instaurerà una lunga e intensa amicizia umana e professionale. La sua fonte di

Essere Lilly Dal 5 al 14 aprile Scuderie Estensi Inaugurazione sabato 6 aprile

ispirazione è sempre stato quel lungo viaggio che è la vita – ci spiega Lilly - e che ama definire un “avventura piena zeppa di regali da scartare”. E senza indugio e senza paura ne portano traccia indelebile tutte le sue opere, dalle donne solide e materiche che raccontano la maternità, l’abbondanza e la solidità, alle altre forme, che paiono tutte trarre dalla staticità dell’elemento scultoreo una qualche forma di movimento che le rende più profondamente vive. Come pure c’è traccia indelebile delle diverse culture e tradizioni assimilate, dal periodo vissuto in Libia con la famiglia fino ai

lunghi e intensi anni del Venezuela, con il matrimonio e tre figli, le corse automobilistiche e i voli in aliante, ma senza mai l’ombra di un destino ineluttabile, piuttosto invece fonte continua di rivelazione e di grandi slanci. A rappresentare e testimoniare tutto ciò, la mostra sarà correlata da una rassegna di materiali ed immagini evocative che racconteranno a colori e in bianco e nero, le tappe più suggestive e importanti della straordinaria vita di Lilly. Le sue creazioni sono state esposte per la prima volta alla fine degli anni settanta a Roma, allo Studio del Canova e negli anni, in diverse gallerie e musei italiani, negli Stati Uniti in Venezuela, Argentina e Parigi. Della sua opera si sono occupati numerosi critici e curatori d’arte, tra i quali: Duccio Trombadori; Stefano Cecchetto, Duccio Staderini, Federica di Castro, Antonio del Guercio, Titta Valnegri, Elio Mercuri, Vito Apuleio, Ruggero Marino e Angela Noya. Orario di apertura dalle ore 10.30 – 13, 14.30 – 19.30 Per informazioni 330.707112- 348.7960033 www.leonettamarcotulli.com

Migranti in versi Raramente XL ha pubblicato poesie, stavolta vogliamo fare un’eccezione perchè questa poesia inedita di Harielle Rosy De Luca (insegnante di Tivoli) ci permette di inquadrare uno dei temi più scottanti del nostro tempo con un approccio diverso dal solito. Il testo che riportiamo “Canto notturno della diaspora” è inedita ed è stata composta da Rosy per partecipare alla terza edizione del concorso “Sempre caro”, organizzato dalla “Leopardian Community” di Recanati ed è arrivata al 4° posto. La poesia riprende il famoso “canto notturno di un pastore errante dell’Asia” coniugando un tema sociale scottante, quale quello dell’emigrazione nel Mediterraneo, alla tematica leopardiana del dolore della condizione umana. Harielle Rosy De Luca lavora come insegnante e svolge attività di mediatrice interculturale. Dallo scorso anno gratuitamente insieme alla figlia e a una collega svolge un corso di cultura e lingua italiana per stranieri ogni lunedì presso i locali della Caritas di Villa Adriana. Si definisce “migrante per natura e vocazione”, ed i suoi versi parlano per lo più di amore e di passioni. L’incontro con la poesia nasce dalle sue radici napoletane e dalle contaminazioni con la vita culturale della capitale.

Canto notturno della diaspora O bianca luna che senza mai fermarti governi i moti dell’umana specie, non so se ami il tuo oscillare di terra in terra, oppure se, migrante come me, sia tu sospesa in diaspora eterna. Dal fondo della chiatta affidata al capriccio delle onde scruto il tuo volto, fiero come la donna che lasciai in Nigeria, e i venti che battono il barcone mi fanno rievocare della mia vita l’eterno movimento. Su questo guscio leggero come noce i ricordi si alternano ai marosi e come relitti riaffiorano memorie di canti e di tamburi, di fame e di dolore. Contano i vecchi che natura dello schiavo è la parola, dell’uomo libero l’azione: così, mentre i campi rosseggiavano di arachidi, partii un giorno da Aba, città dai tetti bianchi, in tasca un fiore di ibisco che Amina tolse dai capelli prima di benedirmi. Se destino della scimmia fu lasciare il suolo per andare a vivere sugli alberi, sorte dell’africano è abbandonare la sua terra, viaggiare verso mille città, percorrere nastri di asfalto sconosciuto ed in silenzio patire nel buio del fondo di un camion, gli sguardi muti dei compagni di avventura, sul volto impresse storie simili , la stessa nostalgia di casa nell’anima. “Coraggio, Ali, questo è il ventre dell’Africa”, mi dicevo, da Lagos alla Libia percorrendo strade ignote, respirando terra e sudore, deserti , olezzo di petrolio . A Tripoli la bella per la prima volta vidi il mare e da lì iniziò il percorso verso il cuore d’ Europa. Come gazzella che, quando è catturata, strilla non per piatire un impossibile rilascio, ma perché il grido del debole al cielo arrivi, il destino dell’uomo richiede di salire sul barcone con cuore coraggioso prima di affidarsi al capriccio delle onde. Dai flutti crebbero marosi, diventaron burrasca, procella: qualcuno sparì oltre la sponda, qualcuno smise di respirare, qualcuno cessò di sperare. Promessa di vita nuova, desiderio di amore, terra, ove sei tu? Nella notte sorpresa e senza ombre venti africani disperati mirano te, candido astro indifferente, e Ali, ti chiede, luna migrante in diaspora eterna: hai tu pietà per questa umanità smarrita che muore di sete e di dolore in un barcone perso nel Mediterraneo? harielle@hotmail.it

Pablo&Pedro alla Stazione TIVOLI – Venerdì 5 aprile presso la pizzeria “La Stazione” si svolgerà una serata di teatro che vede Pablo&Pedro protagonisti. Direttamente dallo spettacolo televisivo Zelig, Pablo & Pedro, saranno accompagnati dalla fantastica musica dal vivo con Aldo Dominici. Organizzazione Claudio Testi e Roberto Ranelli. Conduce Claudio Testi. Tante risate ma anche un ricco menù: dai supplì fatti in casa ai panzerottini, soppressata e lardo di colonnata, tutto accompagnato dai famosi “fiocchetti”, una pizza scelta da un ricco menù, birra acqua e coca cola, un bel e buon dolce scelto fra il sorbetto al limone e sbriciolata con nutella o frutti di bosco. Infine un buon caffè. Info e prenotazioni 0774330622-3939495420

Expo cinofila MARCELLINA - Domenica 7 aprile nella centrale piazza Cesare Battisti è di scena l’expo cinofila organizzata dall’associazione “Cane sicuro” in collaborazione con l’associazione “Eventi e cultura Onlus” e con il patrocinio del Comune di Marcellina e Pro Loco. L’evento, dedicato a cani di razza e meticci, prevede una vera e propria mostra cinofila con iscrizioni (dalle ore 9 alle ore 11 al costo di dieci euro) e premi finale. Uno dedicato alla categoria “pastore tedesco” con il giudice Acs Stefania Dori, e un altro alla categoria “boxer” con il giudice Acs Erminio Ariè. Durante la manifestazione sono previsti interventi e consigli da parte di esperti in merito all’educazione del cane. Per informazioni è possibile contattare il numero telefonico 366.6823654


Sport

28 MARZO 2013

n. 6 2013

L’inserto XL Sport è a cura di Piergiorgio Monaco e Danilo D’Amico

Guidonia, si chiudono gli impianti? Il vice sindaco del comune di Guidonia Montecelio Ernelio Cipriani con deleghe allo Sport e al Demanio e Patrimonio ha voluto incontrare nel pomeriggio di giovedì 21 marzo i presidenti delle tre squadre di calcio della Città dell’Aria: Giuseppe Bernardini per l’Acd Guidonia Montecelio, Marco Genuini per l’Asd Montecelio Calcio e Altemizio Armeni per il Villanova Calcio. La riunione che ha visto la partecipazione della stampa e la presenza di alcuni genitori ha messo in risalto alcuni problemi legati all’utilizzo degli impianti e da parte dell’amministrazione è stata avanzata la richiesta di pagamento del canone annuo come previsto dagli accordi. Di certo anche

in questa occasione la politica si è dimostrata distante dalle difficoltà “imprenditoriali” delle associazioni sportive, in questo caso molto lontane dal dilettantismo perché capaci di sviluppare negli anni strutture solide e ormai presenti nel panorama calcistico con la costosa prima squadra all’interno del massimo campionato regionale e cioè l’Eccellenza. Per comprendere la difficoltà e l’impegno di un campionato del genere basta guardare la scomparsa del calcio a questi livelli nella vicina Tivoli, comunque in passato in grado di raggiungere vette mai toccate dalla città di Guidonia Montecelio.

Il 5 aprile 2013, alle ore 17.00, presso l’aula magna del Distretto Sanitario di Guidonia, sito in via F.lli Gualandi, 35, si svolgerà la presentazione del libro di Alessandro Donati “Lo sport del doping: chi lo subisce, chi lo combatte” done la diffusione, la problematica e il giro d’affari. Il libro può essere considerato un grande romanzo dell’illecito chimico, sia in Italia che nel mondo, ed è preciso, estremamente documentato, infine angosciante nelle sue considerazioni. L’Italia ha una legge antidoping di Stato fra le migliori al mondo, ma stenta a metterla in pratica, perché molto frequentemente il doping è non solo protetto, ma cercato ed

Grafica - Pubblicità - Web Design

TIVOLI - via Pietro Nenni, 5 - tel. 0774 336714 SOLIDARIETA’ Calciosamente: calcio e sociale a Guidonia a pag. 12

CALCIO Colle Fiorito: corsi di attività di base calcistica

a pag. 13

RUGBY TIVOLI Il 7 Aprile sfida alla capolista

a pag. 14

AI DAI CLUB

Karate vincente a Villa Adriana a pag. 12

a pag. 13

“Lo sport del doping” Il prof. Donati è maestro dello sport, ex allenatore delle squadre nazionali di atletica di velocità e mezzofondo e responsabile della ricerca e sperimentazione del CONI, componente della Commissione di vigilanza sul doping, consulente del Ministero della Solidarietà Sociale; è attualmente consulente dell’Agenzia mondiale antidoping, autore di numerosi libri sul doping e sulle metodologie di allenamento pubblicati in Italia e all’estero. Il prof. Donati racconta i suoi 35 anni di lotta con una testimonianza senza precedenti sul mondo del doping e non risparmia particolari e nomi dei protagonisti delle vicende che hanno caratterizzato la sua solitaria battaglia e analizzan-

per emergere.

aiutato anche ad alti livelli, in quanto può dare risultati, medaglie, e quindi cariche e potere: pertanto la volontà politica di com-

batterlo è solo apparente. La denuncia del fenomeno da parte di Donati si è estesa anche nell’affermare come e quanto la dipendenza da doping predisponga a quella da droga e come ormai i fenomeni siano correlati, mescolati, dipendenti. L’impegno che ha messo Donati in questa incessante ed impari battaglia contro il doping lo ha progressivamente emarginato dal mondo dello sport, dove i dirigenti guardano solo al numero delle vittorie nelle maggiori competizioni sportive e dove una parte della stampa sportiva spesso ha preferito non vedere e non sentire.

BASKET TIVOLI

Gioie dal settore giovanile a pag. 14

VILLALBA 1952

A colloquio con il presidente D’autilia

a pag. 12

Festa dello sport, un successo Tivoli - Nei giorni 15,16,17 e 22, 23 e 24 marzo si è svolta la seconda edizione della Festa dello sport. Tanti i partecipanti tra le associazioni sportive operanti sul territorio e svariati i personaggi che hanno partecipato per dare lustro alla manifestazione. Intensa la partecipazione delle scuole dove gli alunni si sono cimentati con le varie discipline presenti: calcio, pallavolo, rugby, atletica, hockey... e cosi via. Una manifestazione da ampliare e da estendere

a pag. 15


12

XL

SPORT

Lo sport del doping Chi lo subisce, chi lo combatte

n. 6 2013

KARATE/Nata nel 2006, ora conta svariati associati

L’Ai Dai Club attenzione per i ragazzi

Presentazione del libro il 5 aprile ore 17.00 GUIDONIA - Il 5 aprile, alle ore 17.00, presso l’aula magna del Distretto Sanitario di Guidonia, sito in via F.lli Gualandi, 35, si svolgerà la presentazione del libro di Alessandro Donati (nella foto) “Lo sport del doping: chi lo subisce, chi lo combatte”. Il prof. Donati è maestro dello sport, ex allenatore delle squadre nazionali di atletica di velocità e mezzofondo e responsabile della ricerca e sperimentazione del CONI, componente della Commissione di vigilanza sul doping, consulente del Ministero della Solidarietà Sociale; è attualmente consulente dell’Agenzia mondiale antidoping, autore di numerosi libri sul doping e sulle metodologie di allenamento pubblicati in Italia e all’estero. Il prof. Donati racconta i suoi 35 anni di lotta con una testimonianza senza precedenti sul mondo del doping e non risparmia particolari e nomi dei protagonisti delle vicende che hanno caratterizzato la sua solitaria battaglia e analizzandone la diffusione, la problematica e il giro d’affari. Il libro può essere considerato un grande romanzo dell’illecito chimico, sia in Italia che nel mondo, ed è preciso, estremamente documentato, infine angosciante nelle sue considerazioni. L’Italia ha una legge antidoping di Stato fra le migliori al mondo, ma stenta a metterla in pratica, perché molto frequentemente il doping è non solo protetto, ma cercato ed aiutato anche ad alti livelli, in quanto può dare risultati, medaglie, e quindi cariche e potere: pertanto la volontà politica di combatterlo è solo apparente. La denuncia del fenomeno da parte di Donati si è estesa anche nell’affermare come e quanto la dipendenza da doping predisponga a quella da droga e come ormai i fenomeni siano correlati, mescolati, dipendenti. L’impegno che ha messo Donati in questa incessante ed impari battaglia contro il doping lo ha progressivamente emarginato dal mondo dello sport, dove i dirigenti guardano solo al numero delle vittorie nelle maggiori competizioni sportive e dove una parte della stampa sportiva spesso ha preferito non vedere e non sentire. Purtroppo questa pratica così diffusa tra gli atleti di vertice ha fatto scuola e molti praticanti di livello amatoriale spesso si rivolgono fiduciosi ai medici dei campioni per farsi prescrivere la “cura” miracolosa che può consentire loro di battere in gara il collega di ufficio, il vicino di casa o il compagno di squadra. Infine la proposta pienamente condivisibile di Donati, che potrebbe contribuire a ridurre l’incidenza del drammatico fenomeno, di affermare uno sport di tipo ludico, privo di classifiche e gare fino ai 12 anni, unito ad una notevole dose di educazione scolastica e familiare, che concorra alla lotta contro il mito orrendo del risultato a tutti i costi. Ricordiamo che la presentazione del libro è organizzata dalla UOS di Medicina dello Sport della ASL RM/G diretta dal dottor Pietro Pozzilli e ad essa parteciperà anche il prof. Michelangelo Giampietro, nutrizionista e Medico dello Sport della ASL di Viterbo e la moderazione sarà affidata al noto giornalista de “La Gazzetta dello Sport” Valerio Piccioni. L’evento è peraltro realizzato con il patrocinio dell’Assessorato allo Sport del Comune di Guidonia Montecelio. Il libro è edito dal Gruppo Abele dell’associazione “Libera”, fondata da don Luigi Ciotti, e alcune copie del volume saranno in vendita anche il giorno della presentazione.

VILLA ADRIANA - Un fucina di giovani talenti del karate a Villa Adriana, una breve storia alle spalle ma già tanti risultati in bacheca. L’Ai-DaiClub del maestro Mauro Puzzilli, palestra nata nel 2006, è ai vertici regionali con diversi giovani atleti di Tivoli e Guidonia Montecelio. Nel circuito regionale dell’associazione Ami, Arti marziali Italia, il club di Villa Adriana sta ben figurando ed in ogni tappa del torneo vanta sempre diversi podi. «Nonostante la palestra sia giovane – ha spiegato il maestro Puzzilli - stiamo tirando fuori begli atleti. Certo, ci vuole molto tempo per diventare un atleta di karate ma stiamo ottenendo già buoni risultati. Siamo impegnati, infatti, in un campionato regionale che si snoda in cinque tappe. Poi cerchiamo anche di far fare ai nostri ragazzi delle esperienze fuori regione. Siamo impegnati in gare nazionali e due nostri ragazzi, due fratelli, hanno vinto dei trofei nazionali. Mirko Marabbitti si è laureato campione italiano kumite Uisp mentre il fratello Daniene campione italiano kata».

«Questo club è nato nel 2006 da una mia precisa volontà – racconta ancora Puzzilli – Dopo aver praticato il karate per tanti anni a livello agonistico, ho fatto parte anche della selezione nazionale, mi sono dedicato all’insignamento. Ho girato per diverse palestre, nessuna era una vera e propria scuola di karate. Si considerava questa disciplina secondaria ad altre attività. Il mio sogno, invece, era avere uno spazio dove il karate fosse al centro della programmazione. Sentivo l’esigenza di creare una scuola. Ora abbiamo 15 ore di lezioni settimanali, abbiamo 8 turni dai bambini di 4 anni fino a signori di 60. Abbiamo i ragazzi divisi per età e per cinture, riusciamo ad inserire gli allievi nel corso più adatto e riusciamo a seguirli con tutte le attenzioni necessarie». «Creare questo spazio non è stato facile – continua il maestro – i locali in cui ci troviamo, nel 2006, erano un garage. C’erano solo le colonne. Con mia sorella, anche lei karateka, ci siamo messi al lavoro. Con tanta volontà l’abbiamo prima immaginata e poi realizzata. Oggi abbiamo quasi 80 atleti nel karate, poi ab-

biamo attivato anche la ginnastica artistica ed il fitness. Molti bambini e bambine vengono da noi per avvicinarsi al karate e trovano l’ambiente più adatto. Molti vengono consigliati a praticare questo sport dai pediatri, fa molto bene al fisico ed è indicato per chi ha problemi alla schiena o

di piedi piatti. Migliora la coordinazione ed insegna a muoversi. Poi fa molto bene al carattere, aiuta i bambini a sentirsi sicuri. Intorno al nostro club si è creato anche un bell’ambiente, ci ritroviamo anche fuori dalla palestra». (F.V.)

Calciosamente, un progetto meritorio

GUIDONIA - «Sono queste le iniziative che un’associazione sportiva deve portare avanti, sono queste le manifestazioni che danno lustro. Complimenti all’Acd Guidonia Montecelio e al Centro Salute Mentale di Guidonia per la realizzazione di Calciosamente», le parole del vice sindaco del comune di Guidonia Montecelio Ernelio Cipriani, con deleghe allo Sport e al Demanio e Patrimonio, pronunciate giovedì 21 marzo nel corso della conferenza di presentazione del progetto. «Come assessorato ai Servizi sociali abbiamo portato avanti questa iniziativa e abbiamo sposato immediatamente l’idea reduce da due anni di successo. Crediamo si tratti di un’importante momento di aggregazione», l’intervento dell’assessore ai Servizi sociali Marco Berlettano, i suoi uffici hanno permesso la realizzazione della terza edizione. Ma di che cosa si tratta in particolare Calciosamente? Il progetto consente a una ventina di pazienti del Centro Salute Mentale di Guidonia di scendere in campo ogni settimana allenandosi sotto le direttive degli istruttori dell’Acd Guidonia Montecelio, al termine del percorso ci sarà una partita finale di esibizione. Importante il contributo della Buzzi Unicem, rappresentata dall’ingegnere Dorino Cornaviera, responsabile del cementificio. «In mo-

menti così difficili per l’economia un importante attestato di stima proveniente da persone che hanno a cuore il sociale», i complimenti del vice sindaco Cipriani a tutta la Buzzi Unicem. «Negli scorsi anni abbiamo notato miglioramenti sensibili grazie a questa manifestazione da parte di questi giovani-adulti», le parole della dottoressa Rosalba Spadafora, responsabile del Csm di Guidonia. «Cercheremo di migliorare ancora questo progetto per raggiungere livelli di eccellenza», l’auspicio del dottor Rinaldo Perini, capo Area del distretto G2 Guidonia-Monterotondo. Gli allenatori coinvolti sono Bruno Lucarini, Domenico Bonaventura, Raffaele Colia, Claudio Gizzi e Gaetano Grossi oltre al responsabile della Scuola Calcio Paolo Zucconelli. «Sono orgoglioso di fare parte di una società che organizza un progetto del genere», l’intervento di Livio Abbatelli, dirigente dell’Acd Guidonia Montecelio come Marcello Caselli che ha affermato di «credere in una crescita di tutti attraverso queste iniziative». «La dimostrazione di come l’impegno di molte persone può portare alla realizzazione di eventi speciali», la conclusione di Mario Bernardini, uno dei presidenti del club. Calciosamente si concluderà agli inizi di giugno.


XL

SPORT

28 marzo 2013

13

CALCIO/Il Comune vuole indire un bando per affidare i campi ad un unico ente

Guidonia, terremoto per gli impianti sportivi La riunione che ha visto la partecipazione della stampa e la presenza di alcuni genitori ha messo in risalto alcuni problemi legati all’utilizzo degli impianti e da parte dell’amministrazione è stata avanzata la richiesta di pagamento del canone annuo come previsto dagli accordi. Di certo anche in questa occasione la politica si è dimostrata distante dalle difficoltà “imprenditoriali” delle associazioni sportive, in questo caso molto lontane dal dilettantismo perché capaci di sviluppare negli anni strutture solide e ormai presenti nel panorama calcistico con la costosa prima squadra all’interno del massimo campionato regionale e cioè l’Eccellenza. Per comprendere la difficoltà e l’impegno di un campionato del genere basta guardare la scomparsa del calcio a questi livelli nella vicina Tivoli, comunque in passato in grado di raggiungere vette mai toccate dalla città di Guidonia Montecelio. Alla partecipazione al campionato di Eccellenza si aggiunge la presenza nelle categorie Elite e regionali del settore giovanile dei tre club: un’ulteriore spesa, ma un servizio di valore cercato dai genitori al momento della scelta della squadra del figlio. Il 12 marzo, però, le tre squadre hanno ricevuto un atto di intimazione e diffida con l’autorizzazione “ad utilizzare il campo di calcio esclusivamente per lo svolgimento degli allenamenti e del campionato della prima squadra” escludendo “qualsiasi altro evento sportivo legato all’attività calcistica in tutte le

Il vice sindaco Ernelio Cipriani con deleghe allo Sport ha incontrato nel pomeriggio di giovedì 21 marzo i presidenti delle tre squadre di calcio della Città dell’Aria: Giuseppe Bernardini per l’Acd Guidonia Montecelio, Marco Genuini per l’Asd Montecelio Calcio e Altemizio Armeni per il Villanova Calcio

NELLE FOTO in alto a sinistra Ernelio Cipriani, a fianco il presidente dell’Acd Guidonia Giuseppe Bernardini; in basso a sinistra il presidente del Villanova Calcio Armeni e a fianco Marco Genuini patron del Montecelio Calcio

sue forme”. Gli uffici del vice sindaco Cipriani nel corso dei sei mesi di studio hanno fatto un pò di confusione e una grande sorpresa ha colpito i presenti quando il conto matematico delle entrate sottoposto ai patron ha mostrato la retta della scuola calcio estesa a tutti i calciatori iscritti tanto da far intervenire il presidente Armeni: “La scuola calcio è un servizio che i genitori sono contenti di pagare. Quando il ragazzo entra nel settore giovanile cade anche il pagamento. Questo significa che nel nostro caso per 260 bambini della scuola calcio che pagano ci sono altri 120 che non pagano e che ricevono a disposizione un kit completo per l’attività dal costo di 120 euro. Questo mi permette di capire che non avete bene in mente la situazione del calcio dilettantistico. Ho portato i conti della mia

società con entrate e uscite. Siamo in passivo e di molto, sono io a ripianare i debiti con i miei soldi. Fortunatamente ho tre aziende e posso permettermi di investire soldi nel calcio perché mi piace”. La conferenza è iniziata con un video di Cipriani, registrato presso gli studi della Muir Tv, nel corso del quale il vice sindaco ha evidenziato di non amare il gioco del calcio: “Vengo dal pugilato e il calcio non mi piace molto. Sinceramente non capisco il beneficio per i bambini di avere a disposizione un campo da calcio visto che quando si giocava in strada si producevano campioni e ora che ci sono queste mega strutture no. Il comune paga 800mila euro di corrente, parte di queste spese sono da addebitare a questi impianti. Non possiamo più permetterci di buttare via questi soldi. Inoltre sono sempre stato

Corsi di attività di base calcistica

COLLE FIORITO - Presso i nuovi campi sportivi in erba sintetica di ultima generazione de “La Sorgente”, sono in corso di svolgimento i corsi per l’attività di base calcistica. Ben 45 iscritti stanno lavorando agli ordini dei docenti federali con l’obiettivo di ottenere il “patentino”. Tante le iniziative messe in atto dalla Polisportiva Collefiorito. La grande novità è rappresentata dalla presenza di una squadra femminile di calcio a 5 che si sta allenando con il mister Reno Cerini ogni mercoledì e venerdì in vista del prossimo campionato di Serie D. Il calcio a 5 è presente anche a livello maschile dove è certa la formazione di squadre Giovanissimi e Allievi per la prossima stagione con l’obiettivo anche in questo caso di formare presto una prima squadra. Proseguono anche i campionati di Serie A, B, over 35 e il

Memorial “Mazzarisi” del calcio a 8 dell’Asi. Naturalmente il centro “La Sorgente” può essere utilizzato da tutti per le gare di calcio a 5 e calcio a 8. «Siamo favoriti da un contesto gradevole e di sicurezza con telecamere ovunque – le dichiarazioni del presidente Antimo Romanelli -. I nostri campi sono di ultima generazione, prodotti da un’azienda esperta come l’Italgreen. L’unica obbligatorietà è l’utilizzo degli scarpini da calcetto. Cerchiamo di dare il massimo confort ai ragazzi, regaliamo anche il tè». Poi c’è il discorso legato alla Scuola Calcio che può contare su circa 120 iscritti. Da martedì 9 aprile inizierà il corso gratuito per i bambini nati negli anni 2005, 2006, 2007 e 2008. Il corso finirà a giugno e ogni partecipante riceverà una casacca colorata. «Chi arriverà si troverà di

fronte ad istruttori qualificati Figc e quest’anno abbiamo introdotto anche la figura della psicologa – prosegue Romanelli -. Colgo l’occasione per ringraziare il mio staff per il lavoro che stanno svolgendo. Tra questi come non citare il preparatore atletico Gilberto Ortu e il coordinatore tecnico Silvano D’Errigo». A fine aprile inizierà il Torneo di Primavera che coinvolgerà molte squadre della zona con tutte le categorie della Scuola Calcio, dai nati nel 2000 ai nati nel 2007. Alla “Sorgente” gioca anche la squadra dei sordomuti di Guidonia che ha raggiunto i quarti di finale nazionali, perdendo in casa l’andata per 3-2 contro il Palermo. «Ogni partita del Guidonia è una festa con oltre 300 spettatori; per noi è un orgoglio ospitare questi ragazzi oltre che un piacere», conclude Romanelli. Ad aprile si disputerà la gara di ritorno.

contrario alle proroghe per la gestione, tutto andrà a bando”. VILLANOVA – A Villanova c’è il problema maggiore. L’impianto sportivo è il migliore dei tre, è “il più appetibile” come ricorda Cipriani per la presenza dei campi da calcio a 5 e calcio a 8 che portano proventi ulteriori. “Se il campo di Villanova è un fiore all’occhiello nel Lazio il merito è il mio e del lavoro del mio staff – ha spiegato Armeni nel suo intervento -. Ho investito 200mila euro per effettuare dei lavori, senza l’autorizzazione del comune ma in tutti i casi ho inviato comunicazioni senza ricevere risposte. Quando sono arrivato a Villanova quattro anni fa non c’era nulla e i lavori che ho fatto non posso portarmeli a casa quindi resteranno per sempre al Ferraris. Il comune vuole fare un bando e cacciarmi via? Non ho problemi, ho cinque società

che mi stanno cercando per andare a fare qualcosa di positivo. Però spero di restare a Villanova dove nel tempo mi sono fatto anche molti amici”. A Villanova gli iscritti alla Scuola Calcio sono 260 e pagano 550 euro l’anno. GUIDONIA – Al Comunale c’è l’Acd Guidonia Montecelio, tra le tre la società che ha raggiunto le vette più alte con il secondo posto in Serie D nel 2009/2010. Da più di venti anni il presidente è sempre lo stesso, Giuseppe Bernardini, il quale, grazie all’aiuto dei suoi fratelli, ha fatto molto per il Guidonia e per la città di Guidonia, nel calcio e nel sociale. Nel lontano 22 gennaio del 1992, davanti al sindaco Amedeo Sassano, Bernardini ha firmato una convenzione di affidamento della gestione dell’impianto sportivo per 20 anni a titolo gratuito. A scadenza della convenzione è arrivata una proroga per l’utilizzo del campo sportivo. Sta per terminare anche l’omologazione del sintetico, un innesto di erba artificiale costerebbe almeno 250mila euro. “Deve essere rifatto il manto erboso? Rifatevelo da soli, avete giocato su quel campo più di 8mila partite”, il commento del vice sindaco Cipriani. “Non siamo venuti a prendere bacchettate, siamo venuti a trovare soluzioni – l’intervento del presidente Bernardini -. Nella nostra società ci sono entrate e uscite. Volete vedere i conti? Non c’è problema, sono tutti documentati. Quando servono i soldi, cioè sempre, ci metto i miei ma non devo dirlo a nessuno perché per me è sociale.

Purtroppo nel calcio servono soldi e tanti perché a chiederli sono tutti quelli che si avvicinano. Anche il dirigente accompagnatore che spesso è un genitore chiede soldi. Rifare il manto erboso spetta al comune, è giusto fare un bando ma il mio consiglio è quello di rifare prima il manto erboso altrimenti il bando va deserto. Poi se volete cacciarmi vado via anche io. A Guidonia gli iscritti alla scuola calcio sono 120 e pagano 450 euro, alcuni anche di meno perché facciamo del sociale ma questi sono affari nostri. E nello stadio non facciamo solo calcio ma anche attività a scopo benefico e di aggregazione”. MONTECELIO – Di natura politica la critica mossa verso il Montecelio che oggi può contare sul sintetico grazie all’interessamento del “comunista” Filippo Silvi, ex assessore ai Lavori Pubblici con Lippiello sindaco. “Per noi l’Eccellenza è come la Serie A – le parole del presidente Marco Genuini -. Gli introiti sono pochi, gli iscritti alla Scuola Calcio sono appena 30 e pagano 380 euro. Se non fate giocare le nostre squadre giovanili perdiamo la partita a tavolino, prendiamo un punto di penalizzazione, rischiamo di perdere i titoli e riceviamo una multa salata. Noi siamo disposti a risolvere il problema. Tuttavia se queste sono le condizioni, cioè se non possiamo giocare con le giovanili, siamo costretti a ritirare anche la squadra dall’Eccellenza”.


14

XL

SPORT

BASKET/Incontro con l’Ac. Stella Azzurra

La pallacanestro Tivoli ottiene risultati nel settore giovanile

TIVOLI - Concluso il campionato di Promozione al sesto posto e con un pizzico di rammarico per la terza piazza sfiorata di soli due punti, la Pallacanestro Tivoli ha ospitato l’Academy della Stella Azzurra per due giorni dedicati ai più piccoli con l’obiettivo di migliorare l’approccio con il basket attraverso allenamenti individuali, programmi personalizzati legati alla tecnica e al fisico, sessioni di palleggio e di tiro. Un week end da veri campioni quello che si è visto il 16 e 17 marzo presso la palestra “Baccelli” di Tivoli. I piccoli atleti hanno sudato, giocato e imparato basket per due giorni consecutivi con lo staff della Stella Azzurra Roma, una delle società più prestigiose d’Italia e d’Europa per quanto riguarda il settore giovanile. Un altro motivo di crescita per l’associazione del presidente Corrado Coccia. La Pallacanestro Tivoli, inoltre, ha partecipato alla seconda edizione della Festa dello Sport portando in piazza Garibaldi i propri istruttori con l’obiettivo di mostrare un mondo, quello della pallacanestro, sempre molto amato in Italia. Sono semplici le regole del gioco e molto semplici anche quelle che riguardano i genitori chiamati a sostenere la squadra ed il figlio, a godersi lo spettacolo, a divertirsi, ad applaudire sempre più forte, a non discutere le scelte dell’allenatore e a cogliere i miglioramenti della squadra e del figlio. Punti di partenza che sono alla base del lavoro della Pallacanestro Tivoli. La stagione agonistica dei tiburtini si sta chiudendo con apprezzabili risultati provenienti dal settore giovanile.

n. 6 2013

RUGBY/Il 7 aprile contro la capolista

Una sfida a testa alta VILLA ADRIANA - Manca una sola giornata al termine del campionato di Serie C di rugby con l’Amatori Tivoli Rugby che farà visita alla Rugby Roma 2000, capolista indiscussa del raggruppamento, domenica 7 aprile alle 15,30 presso il campo degli Acquedotti di viale Appio Claudio a Roma. Un’ultima sfida per cercare di chiudere la stagione a testa alta. Per i tiburtini, infatti, non è un bel momento. Tante le sconfitte accumulate nelle ultime settimane anche a causa di alcuni gravi infortuni che hanno colpito atleti importanti. L’ultima battuta d’arresto è arrivata domenica con la sconfitta sul terreno del Rocca Bruna per 6-3 contro il Fiumicino. Un altro ko di misura che si è aggiunto a quello dell’andata quando il Rugby Fiumicino si è imposto in casa per 13-12. Il coach Damiano Massari era a conoscenza delle difficoltà di questa stagione, con giocatori e schemi nuovi. Nessuno, però, si aspettava tutte queste difficoltà. «Sono il primo a non essere contento dei risultati – le dichiarazioni di Massari -. An-

Nella foto il presidente dell’Amatori Tivoli Rugby premiato in occasione della Festa dello Sport dal giornalista Rai Emanuele Dotto con al centro il conduttore Claudio Testi. A sinistra l’organizzatrice dell’evento Gabriella Musizza e a fianco l’arbitro tiburtino Marrazzo

diamo avanti, manca una sola partita alla fine di questa stagione difficile. Un anno storto, c’è poco da dire. Mi dispiace per i ragazzi che si impegnano sempre tanto. Il gruppo, nonostante i risultati, è coeso e questa è la nota positiva. Agli allenamenti siamo sempre in 26 o 27 elementi e tanti sono fuori. Proprio gli infortuni hanno fatto la differenza in negativo. Anche contro il Fiumicino abbiamo condotto noi la partita, sfiorando più volte la meta. Al momento decisivo, però, abbiamo

sempre sbagliato le scelte. Al contrario loro che hanno finalizzato benissimo il gioco con due piazzati. Per la prossima stagione cambieremo qualcosa negli allenamenti e cercheremo di risolvere i problemi tecnici in alcuni ruoli chiave. Probabilmente l’attività si chiuderà con l’ultima partita di campionato, stiamo valutando questo aspetto con la società per non cercare di caricare di impegni ragazzi che hanno tirato la carretta da agosto».

BASKET COLLEFIORITO/Si richiede una prova di forza nelle tre giornate conclusive Quella contro il San Cesareo è stata una delle sconfitte più pesanti subite tra le mura amiche da parte del Collefiorito: 58-79. A tre giornate dalla fine la strada è in salita perché gli avversari possono contare su quattro punti di vantaggio quando la vittoria ne vale due. La Pegaso Basket Ro-

ma ed il S.Rosa Viterbo, infatti, sono a quota 14. Irraggiungibile, invece, la Fortitudo Anagni a 18. I numeri evidenziano la stagione negativa del Collefiorito che solo nella passata annata era stato capace di raggiungere i play

off promozione. Con appena 5 vittorie in 23 incontri e una differenza canestri di meno 198 è difficile ottenere la salvezza. Ecco i tre appuntamenti finali del Collefiorito all’interno della stagione regolare: l’undicesi-

mo turno di ritorno prevede la sfida con il Basket Sermoneta, ottavo in classifica con 18 punti; nel penultimo turno lo scontro “face to face” con il Pegaso Basket Roma e in conclusione, il 19 aprile, visita al Palocco attualmente settimo con 24 punti. Già assegnati i primi due posti con il

Virtus Tsb Cassino primo con 42 punti ed il Sora secondo con 38. Nelle giornate conclusive è sempre la motivazione a fare la differenza ed il Collefiorito deve riuscire a dare il massimo per chiudere il torneo comunque a testa alta.

Il Laboratorio tiburtino di Sinistra ecologia e libertà

Una firma per la Biblioteca

Il Comune di Tivoli ha la più bella biblioteca della Valle dell’Aniene! Una risorsa sottovalutata dalle istituzioni e dai cittadini (alcuni non sanno nemmeno dove si trova) ma valorizzata dal personale che vi lavora e dai frequentatori, per lo più studenti, tanto da diventare un importante punto di riferimento anche per gli universitari della sezione distaccata del Corso di infermieristica di Tor Vergata presso l’ospedale di Tivoli. Riteniamo perciò intollerabile che la Biblioteca Coccanari abbia un orario complessivo settimanale limitato a circa 38 ore di apertura suddivise in soli 5 giorni lavorativi. Per questo chiediamo, attraverso una petizione, l’ampliamento dell’orario di apertura della biblioteca con i modi che l’Amministrazione riterrà più opportuni, estendendolo anche al venerdì pomeriggio e al sabato mattina, con orario continuato, per unificarlo a quello delle principali biblioteche nazionali. CHE ALMENO IL COMUNE NON LEDA IL DIRITTO ALLO STUDIO E ALLA CONOSCENZA, GIÀ ABBASTANZA VIOLATO E OSTEGGIATO! CHIEDIAMO A TUTTI DI FIRMARE LA PETIZIONE QUANDO VI INCONTREREMO PER STRADA E VE LO CHIEDEREMO OPPURE on line ALL’INDIRIZZO CHE TROVERETE SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK: https://www.facebook.com/laboratoriotiburtinosel

a cura del Commitente

Perdendo l’anticipo della decima giornata di ritorno del girone A del campionato di Serie D contro la Smit San Cesareo, il Collefiorito ha complicato ancora di più la sua situazione in classifica. I guidoniani adesso occupano l’ultimo posto della graduatoria con appena dieci punti.

L’appello è rivolto a tutti ed in modo particolare a tutti gli studenti che frequentano le scuole tiburtine. Oltre trecento firme le abbiamo già raccolte in occasione della Giornata mondiale della Poesia che abbiamo celebrato distribuendo gratis a tiburtini e turisti, lungo le vie della città, quattrocento poesie e riscuotendo grande successo a piazza Palatina dove, sabato 23 marzo, anziani e giovani, oltre un centinaio, hanno letto ed ascoltato, applaudendo, poesie.

Sel Tivoli


XL

SPORT

28 marzo 2013

15

CALCIO/Continua la collaborazione con l’Ocres Moca del presidente Scrocca

Villalba 1952 una Prima Categoria da provare Tra le realtà in crescita del nostro territorio troviamo il Villalba 1952 del presidente Mauro D’Autilia che sta disputando il campionato di Prima Categoria. «Dobbiamo dire la verità, per la prima squadra puntavamo a un campionato di vertice, da quarto o quinto posto, quindi qualcosa in più – esordisce D’Autilia -. Abbiamo capito quanto è duro il pane in Prima Categoria e cercheremo di essere più pronti per la prossima stagione. È un torneo tosto, fatto di grande forza fisica, dove chi è tecnico può andare in difficoltà. Come società abbiamo i mezzi a disposizione per saltare questo passaggio e comprarci magari un titolo in Promozione, ma non abbiamo intenzione di far-

lo perché vogliamo vincere sul campo. Nel corso della stagione abbiamo anche cambiato l’allenatore, da Romolo Ridolfi a Mariano Racca, ma siamo avviati ad un piazzamento di metà classifica. Alcuni arbitraggi sono stati scandalosi e la sudditanza psicologica esiste anche

in queste categorie, ad esempio davanti a realtà come Vigor Perconti e Romulea. Dal prossimo anno ripartiremo da questo parco giocatori con la speranza di fare tanti innesti dal settore giovanile». Prosegue la collaborazione con il Villalba Ocres Moca, punto di riferimento per la crescita dei giovani: «Con il presidente Scrocca condividiamo l’idea di fare bene e di fare calcio nel modo più sano possibile senza fare il passo più lungo della gamba», puntualizza D’Autilia. Il Villalba 1952, alla ricerca di un campo, parteciperà ai bandi dei tre impianti sportivi con l’obiettivo di trovare una casa dopo anni di vagabondaggio. «Le soddisfazioni maggiori quest’anno sono arrivate dalla Ju-

niores Provinciale allenata da Alessandro Mastropietro che si sta giocando la vittoria del campionato con la Romulea – conclude D’Autilia -. E’ una squadra che gioca un buon calcio e che porta in gol tanti giocatori. Inoltre è un buon gruppo e anche quando scendono Centanni, Zito e Crisostomi l’armonia non viene a mancare. Tra i giocatori meritevoli di una citazione ci sono il terzino sinistro Morasca, il centrocampista laterale Sabatini ed il difensore centrale Stazi. Tutti classe ‘95». Il Villalba 1952 si sta impegnando anche nel sociale e a conclusione dei campionati verranno effettuate alcune iniziative originali che coinvolgeranno anche le Forze dell’Ordine.

Css: scuola calcio gratuita TIVOLI - I campionati di calcio volgono al termine e già alcune squadre pensano al futuro. Difatti la Css Tivoli per il mese di maggio sta organizando diverse attività tra cui un mese di prova gratuita a coloro che non sono iscritti alla scuola calcio da effettuare al campo Ripoli. Ma in cantiere ci sono altre iniziative: il torneo Gabbia, la struttura che ha fatto il suo debutto alla Festa dello sport riscuotendo uno straordinario successo che attualmente è stata montata nell’impianto di via Picchioni. Dal 13 maggio al 21 giugno avrà luogo il primo trofeo Ripoli Cup, torneo di Calcio a 8 a 16 squadre per tesserati e non tesserati. Da giugno a settembre sono in fase di allestimento gli stage estivi con la possibilità di praticare diverse attività tutti i giorni con pranzo al sacco. Per info 347 3325202

CALCIO/Il punto sui campionati Il Torneo delle Regioni organizzato dalla Lega Nazionale Dilettanti blocca il regolare svolgimento del campionato di Eccellenza, tante le gare rinviate perché convocati molti giocatori in età di lega a rappresentare il Lazio. Scende in campo il Guidonia che finalmente torna alla vittoria dopo 13 partite di astinenza. La tripletta di Angelo Pangrazi trascina gli uomini di Romolo Santola-

mazza, tornato in panchina dopo le dimissioni di Massimo Lupi e capace di conquistare quattro punti in due partite. Dopo un primo tempo con un leggero predominio territoriale della Real Monterosi, i giallorossoblù si scatenano mettendo in mostra una buona condizione atletica sotto i 20 gradi del “Comunale” di Guidonia. Pangrazi realizza il vantaggio al 9’ girando di testa un cross di Peri, cinque mi-

nuti e arriva il pari ospite con Franchitti. I guidoniani hanno il merito di credere nella vittoria e si rituffano in attacco sfiorando più volte il gol prima di realizzarlo ancora con Pangrazi, bravo ad anticipare tutti sull’angolo di Marinelli. Al 32’ match chiuso con il

Appartamento sito in VILLALBA di GUIDONIA

nuova costruzione, 60 mq completamente ammobiliato, composto da salone, angolo cottura, bagno, camera da letto, e due ampi terrazzi. VENDESI

Euro 135.000 trattabili

Telefonare Manuela 328/1629839

Quindicinale per le Associazioni, la Cultura e il Tempo Libero Iscr. Trib. di Roma 403/98 del 6 agosto 1998 Anno XIV - numero 6 del 28 MARZO 2013 Editore: Tritype srl - via Pietro Nenni, 5 - Tivoli Direttore responsabile ed editoriale: Piergiorgio Monaco Coordinamento editoriale: Claudio Iannilli, Gianni Innocenti Grafica ed impaginazione: Tritype srl - via Pietro Nenni, 5 - Tivoli Stampa: Europrint Sud srl - Strada provinciale ASI Ferentino (Fr). Chiuso in tipografia il 25 marzo 2013 Diffusione: 13.000 copie distribuzione gratuita nei principali punti di ritrovo di Tivoli, Guidonia, Castel Madama

Gli espositori dove trovi XL Località Guidonia Guidonia Guidonia Tivoli Tivoli Tivoli Tivoli Tivoli Tivoli Tivoli Tivoli Terme Villa Adriana Villa Adriana Villa Adriana Villa Adriana Villa Adriana Villa Adriana Villa Adriana Villa Adriana Villanova

Indirizzo Tiburtino Shopping Center Via Roma Via Roma Piazza Garibaldi Piazza Palatina Piazza Santa Croce Piazzale Matteotti via Empolitana via P. Nenni 5 viale Tomei, 28/30 via del Barco Centro comm. PAM via Tiburtina Via di Villa Adriana Via Galli via Maremmana Inf. via Rosolina via Rosolina via Serena Via Maremmana Inf.

presso: Ingressi Centro Commerciale Bar Lanciani Pasticceria “La Fiorentina” Libreria Villa d Este Frimm Bar Puzzilli Farmacia Riccardi Gestione Casa Immobiliare Tritype srl Luciani Immobiliare “Pin up café” Itop Farmacia Tornaghi Tabaccheria Teresa Tabaccheria Bar Village Etica Immobiliare De Carlo Immobiliare Tabaccheria Elio Farmacia Tornaghi

Tel. 0774336714 - Fax 0774315378 www.xlgiornale.it info@xlgiornale.it

colpo di testa di Pangrazi, settima rete in campionato con la maglia del Guidonia, su assist di Ognibene. Nel finale Borghi e compagni sfiorano anche la goleada. Il Guidonia sale a meno due dal Corneto Tarquinia, ultima posizione utile per disputare i play out.

Villanova-Albalonga, Real Morandi-Montecelio e Pisoniano-Fonte Nuova si giocheranno mercoledì 3 aprile alle 16. Terremoto in casa Pisoniano: per divergenze tecniche si dimette Mauro Carboni, al suo posto chiamato Fabio Lucidi. In Promozione sorride il Sant’Angelo Romano trascinato dalla doppietta di Ciolfi: 2-0 sul Cerreto Laziale e tre punti recuperati sul-

la salvezza diretta. Crolla il Palombara in casa della capolista Futbolclub: 6-1, di Passa il gol della bandiera. Male anche la Sanpolese, travolta dai problemi economici e dal Torbellamonaca Zagarolo che rifila un poker. Il Cretone Castelchiodato vince, 2-1 sul Torrenova, proseguendo il cammino verso i play off. Dopo le festività pasquali si tornerà in campo domenica 7 aprile.



XL giornale 06-2013