Issuu on Google+

Distribuzione Gratuita

Libreria Villa d’Este Sempre aperto

27 00 380

TIVOLI Piazza Garibaldi, 7

tel./fax 0774.332440

Quindicinale per le Associazioni, la Cultura e il Tempo Libero

Anno XIV - Autor. Trib. di Roma 403/98 del 6-8-1998

Tel. 0774 336714

Fax 0774 315378

www.xlgiornale.it

Tivoli - largo San Giovanni, 1 - Tel. 0774 335099 tomeiorosrl@hotmail.it info@xlgiornale.it

23 FEBBRAIO 2012

4

foto M. Mazzei

NO alla DISCARICA UNA MANIFESTAZIONE che ha raccolto almeno duemila persone. Sei sindaci con i loro gonfaloni, comitati, associazioni, partiti politici, soprattutto cittadini, che non hanno nessuna intenzione di vedere centinaia di migliaia di tonnellate di rifiuti arrivare a poca distanza dalle case e dalla pre-

ziosa Villa di Adriano. Tutti a piedi, da Villa Adriana a Villa d’Este attraverso il centro storico. I saluti di Franca Valeri e Urbano Barberini, in prima linea alla partenza, Carlo Ripa di Meana a piazza Trento. Il professor Andrea Carandini, Presidente del Consiglio superiore dei Beni Cul-

turali, che esprime con una splendida lettera, solidarietà e condivisione. Due le preoccupazioni impresse negli striscioni e nelle voci dei tantissimi giovani, quella per la salute e quella per la Cultura che non può subire l’onta della “monnezza”. a pag. 8-9

GUIDONIA/Polemica nella maggioranza Tivoli - Piazza Palatina, 14 Tel. 0774.330368 Cell. 327.3281883

Politica a Guidonia Montecelio, la maggioranza monocolore PDL, guidata dal sindaco architetto Eligio Rubeis, è sempre più spesso sotto l’occhio del ciclone. Consigli comunali sciolti per mancanza del numero legale, battaglie sugli organi di stampa tra i suoi rappresentanti, il forte dualismo tra il sindaco e il suo capogruppo Marco Bertucci, più volte sceso in contrasto con Rubeis, le prove di forza del presidente del consiglio, Stefano Sassano e la guerra delle componenti.

TIVOLI - Via F. Bulgarini Appartamento panoramico 3° piano composto da ingresso, sala, 3 camere, 2 bagni, ripostiglio, balcone e box.

€ 360.000,00

Altre offerte vedi pag. 16

a pag. 2

Offerta PROMOZIONALE TOP 5 Trattamenti CAVITAZIONI 5 Trattamenti PRESSOTERAPIA 5 Tratt. RADIOFREQUENZA (corpo-viso) 5 Tratt. MASSAGGI DRENANTI

€ 500,00

Centro medico polispecialistico Salute e benessere

Via delle Piagge, 40 - Tivoli - Tel. 0774 332776 - Cell. 347 2134190

Consulenza fiscale e tributaria Consulenza societaria Contenzioso tributario Elaborazione dati contabili Elaborazione dichiarativi fiscali Elaborazione Modello 730 Tivoli - Via Vincenzo Pacifici, 18 - Tel. e fax 0774 314755 - studio_spagnoli@virgilio.it


2

XL

POLITICA

n. 4 2012

Governi cittadini in difficoltà!!! Politica a Guidonia Montecelio, la maggioranza monocolore Pdl guidata dal sindaco architetto Eligio Rubeis, è sempre più spesso sotto l’occhio del ciclone. Consigli comunali sciolti per mancanza del numero legale, battaglie sugli organi di stampa tra i suoi rappresentanti, il forte dualismo tra il sindaco e il suo capogruppo, Marco Bertucci, più volte sceso in contrasto con Rubeis, le prove di forza del presidente del consiglio, Stefano Sassano e la guerra delle componenti. Le opposizioni non stanno perdendo tempo: «Un esecutivo litigioso e inconcludente quello del Sindaco Rubeis», questa definizione appartiene al capogruppo UDC, Michele Pagano. «Il durissimo scontro tra il sindaco Eligio Rubeis e il presidente del Consiglio comunale, Stefano Sassano, ambedue del Pdl, conferma lo stato di coma profondo dell’Amministrazione guidata dall’architetto - commenta Pagano -. Uno scontro, l’ultimo soltanto in ordine di tempo, che si somma al continuo braccio di ferro e i distinguo che caratterizzano il rapporto con il capogruppo pidiellino, Marco Bertucci. Anche il polemico, e francamente poco elegante, confronto tra Mirko Benetti e il presidente del Consiglio la dice lunga sugli umori interni al Pdl. Ci

Società partecipate, presidenza del consiglio comunale e durata della maggioranza, la coalizione di centrodestra che guida palazzo San Bernardino è finita sotto una raffica di critiche ed accuse. Dopo mesi di polemiche interviene a tutto campo il coordinatore cittadino del Pdl, e consigliere comunale, Marco Innocenzi. «Partiamo dalla questione del capogruppo del Pdl – ha esordito Marco Innocenzi – Raffaele Rossi (capogruppo dimessosi nello scorso autunno, ndg) svolge le veci di questo ruolo. Definire questo ruolo è una priorità del Pdl e non dell’amministrazione. Rossi, comunque, agisce con il consenso di 10 consiglieri comunali su 12. Per quanto riguarda la presidenza, invece, ci sono difficoltà di natura politica subordinate ad altri tipi di problemi. Ci sono una serie di questioni da ri-

solvere. Una volta che saranno definite, tutta la maggioranza indicherà il candidato». L’attenzione non poteva che finire, poi, sullo stato delle partecipate dopo le lunghe polemiche, talvolta trasversali agli schieramenti, degli ultimi mesi. «Per quanto riguarda le Acque Albule io resto dell’idea che vadano privatizzate, tranne una piccola quota tra il 5 ed il 10 per cento che deve essere destinata all’azionariato popolare. Sulla vicenda delle case di piazza Catullo penso che debba andare avanti la vendita delle case per cui è stato già stipulato il compromesso. Siamo davanti a due strade. O blocchiamo tutto e dobbiamo ridare i soldi agli acquirenti, con tanto

TIVOLI TIVOLI: Via dei Sosii Appartamento 45 mq € 128.000 2° piano, salone con angolo cottura, camera matrimoniale, bagno, soppalco. Rif. 12454 CLASSE G TIVOLI: Via F. Bulgarini Appartamento 90 mq € 185.000 2° piano, ingresso, salone, camera matrimoniale, cameretta, cucina abitabile, bagno, balcone, ripostiglio. Da ristrutturare. Rif. 12406 CLASSE G TIVOLI: Via Colsereno NUDA PROPRIETÀ Appartamento 100 mq € 185.000 1° piano, ingresso, salone, 3 camere, cucina abitabile, bagno. Da ristrutturare. Rif. 11060 CLASSE G TIVOLI: Piazzale Matteotti Appartamento 65 mq € 185.000 3° piano, ingresso, salone singolo, camera matrimoniale, cucina abitabile, bagno, soppalco. Rif. 10537 CLASSE G TIVOLI: Strada San Vittorino Casa Indipendente 80 mq € 210.000 piano terra, ingresso, salone con angolo cottura, camera matrimoniale, 2 camerette, bagno, box doppio, cortile, terrazzi per un totale di 264 mq, cantina con grotta. Da ristrutturare. Rif. 10583 CLASSE G TIVOLI: Via Silla Rosa de Angelis Appartamento 92 mq € 220.000 2° piano, ingresso, ampio salone, 2 camere matrimoniali, cucina abitabile, bagno, ripostiglio, balcone, ascensore. Rif. 12082 CLASSE G TIVOLI: Viale Cassiano Appartamento 100 mq € 229.000 1° piano, ingresso, salone , cucina abitabile, 2 camere matrimoniali, bagno, ripostiglio, giardino 115 mq. Da ristrutturare. Rif. 11644 CLASSE G

COSTRUZIONI

sorprende, ma neanche più di tanto, che Rubeis non abbia speso una parola a favore di Sassano. Eppure, Eligio Rubeis era un assessore dell’esecutivo guidato proprio da Stefano Sassano in un’amministrazione che, al contrario di quanto lascia intendere il giovane e rampante Benetti, aveva ben operato e la cui caduta fu determinata da quei “poteri forti” che misero in campo uno stereotipato armamentario di condizionamenti». Parole forti, quindi, che fanno riferimento a quanto accaduto nella seduta di consiglio del 31 gennaio quando, durante una sospensione, si sono scontrati verbalmente il presidente del consiglio, ex sindaco, Stefano Sassano, e il consigliere della maggioranza Mirko Be-

netti che sono arrivati a prendendosi a male parole. La situazione tra i banchi della maggioranza era tesa soprattutto a seguito delle dichiarazioni fatte da Marco Bertucci in merito alla sua contrarietà alla realizzazione dell’impianto di trattamento meccanico biologico da 190mila tonnellate nei pressi della discarica dell’Inviolata che la sua maggioranza mesi fa ha approvato anche con il suo voto. «L’attività di questo Sindaco-Architetto – continua Pagano - è semplicemente scandita da iniziative legate alla comunicazione, a spese della collettività, e dalla particolare attenzione dedicata all’’urbanistica. Riteniamo che sia giunto il momento di fare debita chiarezza, di voltare pagina e di delineare scenari politici futuri che prefigurino la costituzione di un Centro moderato che privilegi scelte legate al benessere complessivo della collettività e non a quello dei soliti noti. Un invito, in tal senso, lo rivolgiamo a quei moderati che militano nel Pdl». Pagano invita tutti i moderati ad unirsi e a proporre un’alternativa “moderata” a questa amministrazione «autoreferenziale e disancorata dai problemi reali di un comune sempre più dormitorio. Incapace, oltre che indifferente, di fornire risposte adeguate ai bisogni dei residenti».

TIVOLI/Intervista a Marco Innocenzi (Pdl)

TIVOLI Via Colsereno, 59 Tel. 0774.330050

NUOVE

GUIDONIA Lite tra Rubeis e Sassano

www. 100mq.it

di penale, o procediamo ma lasciando in stand by tutte le altre abitazioni. Concludiamo queste vendite e poi ci decidiamo con calma, aspettando la perizia del dottor Balsamo (incaricato di effettuare una valutazione della società termale, ndg), cosa fare del resto del Lotto A e cosa fare del Lotto B. Comunque auspico che la perizia sia pronta il prima possibile». «Per l’Asa, invece, abbiamo ereditato vari problemi, che stiamo cercando di risolvere. Tra questi, ricordo, i venti precari che sono stati stabilizzati ed i restanti dieci per cui auspico una soluzione ed anche le difficoltà finanziarie, che l’amministrazione sta cercando di risolvere. L’indirizzo politico, comunque, è di andare verso una privatiz-

zazione di questa società». «Per il Rosmini, invece, la situazione è più complessa. Il frazionamento dei finanziamenti provinciali ha portato delle difficoltà alla società. La pianta organica, comunque, è da rivedere. Le questioni di Tivoli Forma sono delicate e saranno sicuramente oggetto di un’analisi

ISTITUTO TORINESE IMMOBILIARE

politica da parte della maggioranza». Dalle partecipate ai nodi politici del centrodestra, Innocenzi continua con la sua analisi: «Il Pdl non soffre di patologie particolari. E’ un partito nuovo, composto da 12 consiglieri molti dei quali alla prima esperienza. Nella maggioranza ci sono delle fibrillazioni periodiche, alle quali si cerca di far fronte con la diplomazia politica e con un progetto da portare avanti insieme. Se dovessi dare un voto a questa amministrazione, paragonandola anche a quelle del passato, gli darei un 7, un discreto. Ci sono ancora molte possibilità di fare bene, ma ci scontriamo con l’inesperienza e la fibrillazione interna che tendono a paralizzare l’attività amministrativa».

www. itinetwork.it

network CIRCUITO NAZIONALE FINANZIARIO IMMOBILIARE

TIVOLI: Via Cinque Giornate Appartamento 100 mq € 225.000 piano terra rialzato, salone doppio, 2 camere matrimoniali, cucina abitabile, 2 bagni, 2 ripostigli, giardino 70 mq. Rif. 10140 CLASSE G TIVOLI: Via G. Mameli Appartamento 75 mq € 255.000 piano terra, ingresso, salone, camera matrimoniale, cameretta, studio, cucina abitabile, bagno, giardino lastricato 150 mq. Rif. 11027 CLASSE G TIVOLI: Via A. Scalpelli Appartamento 115 mq € 265.000 1° piano, ingresso, salone doppio con balcone, 2 camere matrimoniali, cucina abitabile, bagno, ripostiglio, cantina, ascensore. Da ristrutturare. Rif. 12063 CLASSE G TIVOLI: Via Salvatore Allende Villino a schiera € 279.000 4 livelli, rustico, salone, cucina abitabile, 2 camere matrimoniali, cameretta, 3 bagni, 2 balconi, terrazzo, giardino, garage, posto auto. Rif. 12313 CLASSE G TIVOLI: Via degli Oleandri Appartamento 200 mq € 280.000 4 livelli, salone triplo/doppio, 2 cucine a vista, camera matrimoniale, cameretta, 3 bagni, ripostigli, giardino, terrazzo, balcone, posti auto. Rif. 10114 CLASSE G TIVOLI: Via Amelia Treves Segrè Appartamento 138 mq € 335.000 1° piano, ingresso, salone doppio con cucina all’americana, camera matrimoniale, 2 camerette, 2 bagni, terrazzo, posto auto, ascensore. Rif. 9831 CLASSE G

TIVOLI: Vicolo del Labirinto Appartamento 130 mq € 495.000 3 livelli, saloni singolo/doppio, 2 camere matrimoniali, 3 bagni, cucina a vista in muratura, soppalco, terrazzo al 4° livello con ripostiglio, pavimento in cotto, infissi in legno. Ristritturato. Ottime condizioni. Rif. 9760 CLASSE G TIVOLI: Via Igino Giordani Villa 220 mq € 515.000 4 livelli, salone singolo/triplo, 3 camere matrimoniali, cameretta, 4 bagni, cucina a vista, ripostiglio, terrazzo, giardino, balcone, box 35 mq, posti auto coperti. Rif. 10845 CLASSE G TIVOLI: Via E. Toti BOX E POSTI AUTO VARIE METRATURE

CASTEL MADAMA CASTEL MADAMA: Vicolo Finocchio Indipendente 50 mq € 75.000 piano terra, soggiorno con angolo cottura, camera, bagno. Rif. 11515 CLASSE G CASTEL MADAMA: Parco della Rimembranza Appartamento 60 mq € 80.000 2° piano, soggiorno con camino e angolo cottura, camera matrimoniale, bagno, balcone. Rif. 10773 CLASSE G CASTEL MADAMA: Via della Libertà Appartamento 60 mq € 120.000 1° piano, ingresso, salone, camera matrimoniale, cucina abitabile, bagno, ripostiglio, balcone. Rif. 11781 CLASSE G CASTEL MADAMA: Via Roma Appartamento 60 mq € 150.000 1° piano, ingresso, soggiorno con angolo cottura, ampia camera matrimoniale con balcone, cameretta, bagno, ripostiglio. Arredato. Rif. 11569 CLASSE G Castel Madama: Vicolo Francescaccia Appartamento 85 mq € 185.000 2 livelli, ingresso indipendente, soggiorno con angolo cottura, camera matrimoniale, cameretta, 2 bagni, 3 balconi. Rif. 12327 CLASSE G

RESIDENCE SIRENE (EX HOTEL SIRENE) Nello splendido scenario della Villa Gregoriana, alle pendici del Tempio di Vesta, in uno dei posti più suggestivi di Tivoli. APPARTAMENTI E UFFICI VARIE METRATURE

Un altro tormentone, periodicamente salito agli onori della ribalta e di grande attualità in questi giorni alla luce della proposta del Pd di raccogliere le firme per sciogliere il consiglio comunale, è la durata dell’amministrazione Gallotti. «Questa amministrazione, comunque, non cade. Non ci sono presupposti. Servono sedici consiglieri che diano le dimissioni. Ad oggi, anche se si sentono tante chiacchiere in giro, questi sedici non si sono ancora palesati in alcuna situazione. le proposte arrivate sinora, sponsorizzate dai partiti della minoranza e sopratutto dal Pd, sono state più operazioni di propaganda interna per obiettivi congressuali che operazioni politiche vere e proprie. Ad oggi c’è solo una richiesta, avanzata da 12 consiglieri di maggioranza, di una maggiore visibilità politica».

CASTEL MADAMA Via San Sebastiano, 62 Tel. 0774.436721

Castel Madama: Via Monitola Villa 320 mq € 390.000 3 livelli fuori terra, locale tecnico, salone doppio con termocamino, camera, due camerette, bagno, cucina abitabile, balcone, mansarda da ultimare, corte esterna, magazzino, cantina. Rif. 11731 CLASSE G

VILLA ADRIANA: Via E. Montale Appartamento 130 mq € 329.000 salone doppio, 3 camere, 3 bagni, cucina abitabile, ripostiglio, giardino, terrazzo, balcone.

ALTRE ZONE

SAN GREGORIO: Vicolo S. Andrea € 350/mese Appartamento 60 mq piano terra, ingresso, salone singolo, camera matrimoniale, cameretta, cucina abitabile, bagno, balcone, ripostiglio. Rif. 15-524 CLASSE G VILLALBA: Via Calabria € 600/mese Appartamento 65 mq piano terra, salone con angolo cottura, camera, bagno, giardino. Arredato. Rif. 15-589 CLASSE G VILLALBA: Via Calabria € 600/mese Appartamento 65 mq 1° piano, salone con angolo cottura, camera, cameretta con balcone, bagno. Arredato. Rif. 15-590 CLASSE G VILLALBA: Via Calabria € 650/mese Appartamento 80 mq 2° piano, ingresso, salone con angolo cottura, camera, cameretta, bagno, 3 balconi. Arredato. Rif. 15-591 CLASSE G TIVOLI: Vicolo Torlonia € 850/mese Appartamento 50 mq 2° piano, salone con angolo cottura, camera matrimoniale, cameretta, bagno, terrazzo.

GERANO: Via del Palazzo Appartamento 100 mq € 150.000 2° piano, ingresso, salone doppio con angolo cottura, 2 camere matrimoniali, bagno, terrazzo, Rif. 12201 CLASSE G VALLINFREDA: Via del Tramonto Villino a schiera 60 mq € 70.000 2 livelli, salone doppio con camino, camera matrimoniale, bagno, cucina a vista, 3 terrazzi per 60 mq totali. Rif. 10548 CLASSE G TIVOLI TERME: Via Verga Appartamento 60 mq € 145.000 2 livelli, salone con angolo cottura, 2 bagni, ampia camera mansardata, 2 ripostigli, terrazzo, posto auto scoperto. Arredato. Rif. 11074 CLASSE G VILLANOVA: Via Gesmundo Appartamento 90 mq € 200.000 1° piano, ampio salone, 2 camere matrimoniali, cucina abitabile, bagno, 2 balconi, ascensore. Rif. 11075 CLASSE G MANDELA: Via San Cosimato Appartamento 150 mq € 220.000 piano terra, salone doppio con camino, 2 camere matrimoniali, cameretta, cucina abitabile, bagno, ripostiglio, giardino 750 mq, 2 box per 30 mq complessivi. Rif. 11241 CLASSE G

FAVALE VIA CASAL BELLINI Complesso immobiliare a tre piani abitativi con terrazzo e/o balcone, GARAGE, cantine.

Rif. 9660 CLASSE G

AFFITTI

A chi acquista o vende con noi, UNA SETTIMANA DI SOGGIORNO

CAMPOLIMPIDO: NUOVE COSTRUZIONI Appartamenti - Negozi Box in comprensorio di due palazzine private per residenti a partire da € 145.000

VASTA DISPONIBILITÀ DI TERRENI AGRICOLI VARIE METRATURE


XL

POLITICA

23 febbraio 2012

3

La conta alle Primarie del PD Vittoria secondo pronostico di Enrico Gasbarra. Dopo i rinvii per la neve, il Pd è andato alle urne domenica 19. Gasbarra è il nuovo segretario del PD del Lazio. Dopo un lungo periodo di commissariamento, le primarie svoltesi in tutti i circoli del Lazio hanno dato il 75% di consensi al deputato ed ex presidente della Provincia di Roma. Gli altri candidati erano Marta Leonori (13,7%) e Giovanni Bachelet (8%). Nella nostra zona queste primarie sono servite anche a stabilire i rapporti di forza tra le varie correnti interne. Su tutto il collegio, che abbraccia valle dell’Aniene e Valle Empolitana andando da Affile fino a Mentana e Gennazzano, passando per Tivoli, Guidonia, Vicovaro, San Vito, Subiaco, ci sono stati 10.244 votanti. a lungo, recupera iniziativa politica e si prepara nel migliore dei modi a lanciare la riscossa per tornare alla guida della Regione e degli enti locali in mano al Pdl». «Significativo il risultato raggiunto alle primarie del PD 2012 dalla lista Democratici

nei prossimi appuntamenti elettorali – hanno commentato Francesco Luciani e Martina Santese entrambi vicini alla lista Uniti per Vincere - con Gasbarra alla guida del Pd, il partito chiude definitivamente la parentesi di un commissariamento durato troppo

Il voto per l’elezione del Segretario Regionale del PD a Guidonia e Tivoli Guidonia Montecelio M. Simone/colleverde Setteville Villalba Villanova Montecelio Guidonia centro albuccione collefiorito Totale voti Totale votanti Guidonia

5 40 8 0 0 0 0 2 55

4 4 6 4 4 5 0 4 31

Tivoli centro tivoli terme Villa adriana Totale voti Totale votanti Tivoli

9 7 2 18

4 1 0 5

45 76 18 109 334 69 412 113 47 209 113 99 8 20 74 153 1.051 848 2.799

Democratici

Uniti per Vincere

Partecipazione Democratica

a Sinistra

GaSBarra

Bachelet

Primarie PD Lazio leonori

TIVOLI - Dai dati delle elezioni regionali, emergono spunti interessanti ed importanti sullo stato di salute del Pd e delle varie correnti che lo animano. Se è unanime il consenso intorno alla figura del nuovo segretario, quando si inizia a parlare della realtà tiburtina il discorso cambia. Andando ad analizzare i dati delle primarie nel comune di Tivoli, alla luce dell’imminente congresso cittadino, emerge un dato importante, pur considerando le diverse modalità di voto che ci sono tra le due “elezioni”. Nella tornata di domenica scorsa, infatti, hanno potuto votare tutti. Quelle del prossimo maggio, invece, saranno riservate ai soli tesserati. Forse proprio per questo motivo si è vista una campagna elettorale degna delle più serrate elezioni politiche ed amministrative, come se si combattesse per la poltrona di sindaco invece che per la leadership cittadina. Su Tivoli Marco Vincenzi con la lista a lui collegata con capolista Alessandro Fontana ha raccolto 1.318 voti, con percentuali nei tre seggi, Tivoli – Villa Adriana – Tivoli Terme, che oscillano tra il 40 e il 54%. Ma gli “avversari”, ovvero le liste collegate ad Ambrosi, Pastore, Ferro e Ielo, hanno raccolto, in tutto, 1.374 voti ovvero 56 preferenze in più. Sul totale del collegio, 10.244 votanti, la lista Partecipazione democratica ha raccolto 4.081, Democratici per Gasbarra 2.781 ed Uniti per vincere 2.730. «Il consenso straordinario intorno alla figura del nuovo segretario Enrico Gasbarra conferma la vitalità e l’energia di un partito che anche in questa nuova prova di democrazia è riuscito a mobilitare tutte le sue risorse migliori per preparare l’alternativa alle Destre

198 68 94 93 57 145 44 76 775

6 10 3 8 4 6 0 2 39

186 837 358 34 101 77 357 369 110 577 1.318 545 2730

173 1 82 256

con Gasbarra- afferma Patrizio Pastore capolista a Tivoli . La lista è arrivata prima nel comune di Roma, mentre nel nostro Collegio, il n. 13 Guidonia - Tivoli, che comprende molti comuni del nord est della Provincia di Roma si è classificata al secondo posto. La lista Democratici con Gasbarra porta a sedere nel direttivo Regionale cinque membri, sette i membri della lista capeggiata da Piero Ambrosi che è prima nel nostro collegio e 5 i membri per la lista capeggiata da Alessandro Fontana. Sono molto soddisfatto del lavoro fatto su tutto il territorio ed in particolare su Tivoli dove è stato premiato il mio impegno e quello di Andrea Ferro”. «Questo voto ha sancito una grande affermazione del candidato Enrico Gasbarra – ha commentato Pietro Ambrosi, capolista di Partecipazione Democratica – ma anche di questa lista che è stata la più votata del collegio, con oltre 4 mila voti sui 10 mila totali. Si parla di una percentuale vicina al 40 per cento. C’è stata una grande partecipazione popolare ed il voto, per quello che ci riguarda, ci ha premiato tanto nei grandi comuni quanto nei medio piccoli, che cerchiamo di servire ed aiuta-

TIVOLI CENTRO (06/12)

I risultati a Guidonia Nella Città dell’Aria Gasbarra ha conseguito il 96 per cento delle preferenze dei quasi tremila votanti. Il nuovo segretario è stato sostenuto da quattro liste collegate: A sinistra con Gasbarra, Partecipazione Democratica, Uniti per Vincere e Democratici con Gasbarra. A Guidonia Montecelio la lista di Partecipazione democratica (1051 preferenze) era legata al capogruppo del PD, Domenico De Vincenzi, Democratici con Gasbarra (775) ai consiglieri Rita Salomone e Alessandro De Angelis e Uniti per vincere (848) legata ai consiglieri comunali Simone Guglielmo e Angelo Ciccotti. Circa cento i militanti del partito che hanno lavorato per “garantire il corretto funzionamento degli otto seggi elettorali. Sembra proprio che con queste elezioni il partito democratico made in Guidonia Montecelio sia riuscito ad incrementare il numero dei propri eletti nell’Assemblea regionale del partito “restituendo – commenta il segretario - alla città il ruolo guida nel collegio di appartenenza”. «Partecipazione democratica ha vinto a Guidonia le primarie per l’elezione del segretario regionale con 1051 voti – ha commentato De Vincenzi - . Grazie al sostegno ancora una volta numeroso dei molti amici è stata anche eletta all’assemblea regionale Cristina Rossi presidente del PD di Guidonia . Grazie a tutti per il consenso che ancora una volta ci avete dato». Ma anche dal fronte Uniti per vincere c’è grande soddisfazione: «Sono molto contento e soddisfatto – ha commentato Simone Guglielmo – credo di poter dire che siamo i vincitori morali di queste elezioni. È un risultato, il nostro, considerato dai vertici regionali “Eccezionale”. Grandissimo il lavoro svolto da Angelo Ciccotti. Ci siamo presi tre circoscrizioni su otto, contro il mondo, contro tutto». Anche Rita Salomone è soddisfatta dei risultati raggiunti dalla sua lista: «Siamo molto contenti, queste elezioni sono stati una grande prova di partecipazione e trasparenza». MM)

re tutto l’anno. Su Tivoli, poi, si è avuto un grande schieramento per Gasbarra ma si è registrata anche la grande circolazione di idee e presenze diverse. Il Partito democratico resta rappresentativo della realtà cittadina ma al suo interno sono emerse varie istanze che fino all’altro ieri si perdevano in un mare indistinto. All’insegna di una presenza sempre più radicata in città, si è notata una maggiore varietà di idee che non può che far bene a Tivoli. Sempre su Tivoli, poi, si è vista anche una buona affermazione della lista Con Bachelet, tra l’altro la migliore in tutta la provincia di Roma. «Ci avvicine-

€ 115.000,00

Via Empolitana doppio ingresso salone angolo cottura camera bagno patio di 60 mq anche uso ufficio VERO AFFARE

CAMPOLIMPIDO (84/11)

€ 220.000,00

splendido app.to, completamente ristrutturato, ingresso, salone doppio con camino, cucina all'americana, tre camere, bagno due balconi, terrazzo sovrastante di 90 mq ca attrezzato

CASTEL MADAMA (48/10)

€ 170.000,00

villa veranda con camino salone angolo cottura camera cameretta bagno terreno 4.000 mq possibilità di ampliamento PARCO MENGHI (12/12) attico panoramico bilivelli: doppio ingresso, salone, cucina, due camere, doppi servizi, tre balconi, 2° livello ampia camera ripostiglio due terrazzi di 100 mq circa. Ipe 175 cl. G € 469.000,00 LA BOTTE (81/11) appartamento piano terra, recente costruzione, luminoso ingresso soggiorno con angolo cottura, camera, cameretta, bagno, giardino 150 mq ca box auto, due posti auto coperti. Ipe 175 cl. G € 169.000,00 TIVOLI TERME - Lotti Antonelli (94/11) appartamento piano terra complet. ristrutturato, ingresso salone, cucina abitabile, due camere doppi servizi, terrazzo di 100 mq ca. Box auto, doppia esposizione ben collegato. Ipe 175 cl G € 315.000,00 VILLA ADRIANA (31/11) ampia metratura ottima esposizione ingresso salone doppio cucina abitabile tre camere doppi servizi due balconi posto auto coperto soffitta libero subito. Ipe 175 cl G € 219.000,00 CASTEL MADAMA (54/11) vicino al Casello posizione collinare villa unifamiliare bilivello piano terra ingresso sala tre camera servizio terrazzo di 50 mq ca piano seminterrato salone doppio con camino camera cucina abitabile servizio giardino di 300 mq ca. Ipe 175 cl G € 249.000,00

remo, ora, al congresso cittadino che si terrà il prossimo maggio, dove ci saranno delle modalità di voto diverse. Si presume, però, che queste posizioni viste oggi nelle primarie, e che si fanno sempre più nitide nella loro sostanza e nelle proprie diversità, riusciranno a trovare comunque un punto di definizione. È inutile negare che ci sono idee molto diverse su quali siano le priorità e le esigenze di Tivoli. Nel congresso si dovranno misurare queste diverse impostazioni. L’augurio è che ci possa essere un confronto che, per quanto acceso, resti nella lealtà». Fulvio Ventura

€ 269.000,00

ARCI (03/12)

villa unifamiliare unico livello ingresso salone doppio con angolo cottura, tre camere, servizi, forno esterno, 1.000 mq ca di giardino pianeggiante Ipe 145,80 cl. G

VILLA ADRIANA CENTRO (53/11) € 199.000,00 bilivelli ingresso indipendente 1° livello: ingresso salone cucina all'americana ripostiglio; 2° livello: due camere bagno box auto quattro cantine Ipe 175 cl G

VILLA ADRIANA (01/12)

€ 239.000,00

ampia metratura ingresso salone cucina abitabile, tre camere servizio ripostiglio, balcone terrazzo 80 mq circa con soffitta di 20 mq circa. Esterno in cortina. Ipe 145,80 cl. G

LA BOTTE (79/11) bilivelli, ampia metratura, luminoso, P.T: ingresso salone con angolo cottura 2 camere bagno, due balconi, patio. Sala Hobby, salone doppio con camino angolo cottura camera bagno poss.tà box. Ipe 175 cl G € 299.000,00 VILLA ADRIANA (11/12) ampia metratura, ingresso salone, cucina abitabile, tre camere, balcone e terrazzo. Ipe 145.8 cl.G € 275.000,00 VILLA ADRIANA CENTRO (04/12) ampia metratura ingresso salone cucina abitabile quattro camere doppi servizi terrazzo di 300 mq circa box auto ottima esposizione libero subito. Ipe 175 cl G € 300.000,00 TIVOLI TERME (76/11) Villa a schiera 4 livelli doppia esposizione, due ingressi. P.t.: salone cucina abitabile bagno ripostiglio; P1°: tre camere bagno balcone soffitta sala hobby con camino, angolo cottura bagno box, cantina. Ipe 175 cl G € 495.000,00 VILLA ADRIANA CENTRO (64/11) appartamento ampia metratura ingresso salone doppio cucina abitabile due ampie camere servizio balcone. Ipe 145,80 cl G € 219.000,00

Ogni punto affiliato è giuridicamente ed economicamente autonomo

ROMA • MILANO • TORINO • GENOVA • VERONA • BOLOGNA FIRENZE • NAPOLI • BARI • PALERMO • CAGLIARI


GUIDONIA, 120 a Via Rom

"Una lingua si usa per impararla, non si impara per usarla"

la n u o v a fr o n ti e ra della scuola privata

ET TO E GADG N E M IA L IG ABB

it 0774 300 565 - www.oxbridgeschool. ool esch ridg info@oxbridgeschool.it - oxb

Piante & Fiori Addobbi Floreali Consse eg gn g ne a do om miicilio Tel. 366 3635498 melaniacilli@hotmailil.itit

I NSI E M E È M EG LIO!

è un à t it c a ll e d ia v i Ogn ciale r e m m o C o r t n Ce all’aperto.

rmiando! a p is r o il v o u m Pro 14

774 3367 0 ro e m u n l a i c a Contatt un’email a oppure inviaci le.it info@xlgiorna

3 Tel. 328 761503 to.com eabbigliamen info@hardstyl to.com eabbigliamen www.hardstyl

PRESTITI GUIDONIA

Cell. 338 6756190

• Mutui • Prestiti personali • Cessioni del quinto

PARRUCCHIERE Per appuntamento: Tel. 331 2983652

tel. 0774300717 cell. 347 586246 4 www.prestitiguidonia.it

a m ma o o RR VViiaa 112200


XL

ISTRUZIONE

23 febbraio 2012

5

Scuola a dimensione Lego Via libera della giunta Polverini al piano di dimensionamento scolastico che ha concluso definitivamente il suo iter, dopo il parere favorevole espresso in Commissione Istruzione in Consiglio regionale e senza alcun coinvolgimento dei rappresentanti del mondo della scuola che si appresta a riorganizzare, siano essi Consigli d’Istituto, Collegi dei Docenti, per non parlare delle Parti sociali. “Con questo provvedimento - dichiara la presidente della Regione Lazio, Renata Polverini - sono state recepite in parte le osservazioni della Commissione e nei limiti di tempo disponibili si è cercato di risolvere le problematiche emerse, rivalutando alcune istanze arrivate dai territori“. Contenta lei! La gran parte degli interessati, invece, è pronto a dichiarare che non è assolutamente vero che siano state prese in considerazione le problematiche emerse, anzi si è provveduto ad aumentarne! Tanto per fare un esempio, non è stato affatto preso in considerazione né il lavoro della Provincia di Roma né i suggerimenti avanzati dalle Organizzazioni sindacali in tutte le riunioni di Osservatorio e grazie ai quali il piano, inizialmente deliberato dal Comune di Roma, ne era uscito migliorato. Ma andiamo per gradi. La delibera di giunta regionale defi-

Si prospettano scuole enormi poco gestibili e funzionali figlie di una bieca politica di accatastamento di studenti-numero per risparmiare: dirigenti, personale Ata, assistenti amministrativi e, ovviamente, insegnanti nisce la riorganizzazione della rete scolastica regionale prevedendo una riduzione complessiva pari a 109 dirigenze nel Lazio. I NUMERI DEI TAGLI. Dagli ultimi conteggi i tagli risultano così distribuiti tra le Province: 52 nel Comune di Roma; 20 in provincia di Roma; 13 in provincia di Latina; 17 in provincia di Frosinone; 3 in provincia di Rieti; 4 in provincia di Viterbo. COSÌ È SE VI PARE. “Per gli Istituti comprensivi - dichiara l’assessore regionale all’Istruzione e alla Politiche giovanili, Gabriella Sentinelli non ci saranno movimenti di scuole, né tantomeno di alunni, saranno solo i dirigenti a spostarsi nei diversi ples-

si di competenza. Anche i nomi delle scuole rimarranno invariati e questo per garantire le identità e la storia dei singoli istituti. Il reale dimensionamento scolastico - conclude - si avrà solo dopo il 20 febbraio, data entro la quale i genitori dovranno scegliere la scuola dove iscrivere i propri figli. Alla scadenza delle iscrizioni avremo quindi un quadro più chiaro delle reali richieste dei cittadini e dei flussi scolastici e potremo valutare l’impatto sul territorio”. Più di qualcuno vorrebbe chiedere che fine faranno gli esuberi, altrimenti se si fosse trattato solo di spostamento tanto valeva lasciare le cose come stavano; in vero, il tutto è stato fatto per eliminare dirigenti, assistenti amministrativi e

REGIONE/Accorpate le scuole Montecelio-Colleverde Il nuovo piano di dimensionamento scolastico comunale, licenziato dalla giunta di Guidonia Montecelio, è ora al vaglio del gGoverno regionale cui è delegata l’approvazione. L’assessore alla Pubblica istruzione e Cultura, Andrea di Palma, spiega come sia obbligo dell’amministrazione dare indicazioni sulla riorganizzazione dei circoli didattici, nel rispetto delle nuove normative e sotto la supervisione della Provincia; «il piano ha un unico fine - spiega Di Palma - coniugare la necessità di una ottimizzazione delle risorse con il mantenimento di un servizio di livello a beneficio di famiglie e studenti». Proprio una delle proposte avanzate nel nuovo piano aveva suscitato polemiche, l’assorbimento all’interno del circolo didattico di Colleverde dell’istituto comprensivo di Montecelio; pochi iscritti ne era stata la motivazione per giustificare un investimento ritenuto antieconomico dai nuovi parametri fissati dal ministero per la Istruzione. Ora la proposta, sentita la Provincia, è all’esame della commissione regionale che dovrà approvare il provvedimento con una presa d’atto che passerà successivamente all’attenzione della giunta Polverini per la sua approvazione. «Rispetto all’idea iniziale di trasferire in blocco dirigenza scolastica e segreteria generale nell’istituto di Colleverde, in una logica di accorpamento obbligatorio perché finalizzato al contenimento dei costi spiega Di Palma - abbiamo ritenuto di dover apportare alcune correzioni alla proposta per ridurre al minimo i disagi per famiglie e docenti. In sostanza, abbiamo deciso di lasciare una succursale della segreteria generale all’interno dei locali scolastici di Montecelio, stabilendo inoltre che il nuovo circolo didattico si chiamerà di Montecelio, nel rispetto della frazione più antica della Città. Di fatto quindi, solo la direzione scolastica verrà trasferita nel quartiere sulla nomentana». Ora la parola passa alla Regione. La Giunta regionale ha invece approvato in via definitiva i piani di dimensionamento 2012-2013 varati dalle Province, ivi compresa quella di Roma che ha competenza sulla riorganizzazione dei circoli didattici delle scuole medie superiori del territorio. A nulla sono valse le rimostranze del sindaco Eligio Rubeis, degli studenti e del Corpo docente. Direzione scolastica e segreteria generale dall’Istituto tecnico ex Minniti di via Zambeccari a Guidonia verranno trasferite al Volta, stesso corso di studi, con sede principale però nella vicina Tivoli. Un decisione scellerata per Eligio Rubeis, l’ennesima adottata da Palazzo Valentini per entrare pesantemente negli assetti scolastici cittadini, rompendo quegli equilibri secondo i quali, attualmente, tra sede principale (il Volta di Tivoli) e sedi associate (il Volta sede distaccata di Guidonia Montecelio e, appunto, l’ex Minniti) sono oltre 600 gli iscritti in gran parte però provenienti dalla Città dell’Aria. «Ancora una volta la scelta di accorpamento delle strutture fatta dalla Provincia - conclude il sindaco - penalizza la terza città del Lazio a vantaggio della vicina Tivoli».

personale Ata; quindi bisognerebbe chiamare le cose con il loro nome: questo è un provvedimento per dimensionare ovvero tagliare posti di lavoro! Così come ci domandiamo di quale rispetto della storia delle scuole parliamo quando a Tivoli si vedranno accorpati un liceo artistico con il liceo Classico e istituti di Guidonia con quelli di Tivoli. E proseguiamo. CURIOSITÀ INACCETTABILI! Nella delibera della Giunta Regionale emergono altre “curiosità” che possono essere attribuite: alla fretta di concludere in tempi ristretti un piano che incide pesantemente sulle scuole, sul personale e sugli utenti; alla logica astratta dei numeri che vanno a stravolgere la realtà delle scuole; alla scarsa attenzione e conoscenza dei territori e della storia delle istituzioni scolastiche in essi presenti. Scegliete voi! Sinceramente troviamo quantomeno strano che decidendo di organizzazione delle scuole si faccia la scelta di non coinvolgerle, le scuole, con i loro operatori a cominciare da: dirigenti scolastici, docenti e genitori rappresentati nei Consigli d’Istituto, come peraltro raccomandato dalla stessa Regione Lazio nelle linee guida sulla programmazione della rete scolastica per l’a.s. 2012-2013. Sarà forse a causa di queste stranezze che si è determinato il disastroso esito finale? UN PO’ DI TEMPO PER RAGIONARE. FLC Cgil ad esempio ha sostenuto la necessità di una “moratoria” e la necessità del rinvio di un anno, per arrivare a definire una efficace razionalizzazione della rete scolastica come hanno fatto e sostenuto moltissime Regioni. Per tutta risposta, la commissione Cultura ha deciso a maggioranza, dopo una lunga discussione e dopo la presentazione di un emendamento dell’Assessore che rettifica se stessa! QUESITI INSOLUTI. Ci domandiamo: perché sia stato chiesto alle province di deliberare sul tema se poi

non era nelle intenzioni tenerne conto. Perché non si voglia considerare le indicazioni del mondo della Scuola. A dire il vero non si è tenuta presente neanche la nota del Miur 10309 del 13 dicembre 2011 con la quale, mentre si prorogava al 31 gennaio 2012 il termine per l’approvazione dei piani regionali, venivano date indicazioni sul fatto che il parametro numerico di 1.000 alunni era da interpretare come media regionale di riferimento e non per il singolo istituto! Per tutta risposta, hanno tagliato un numero più alto portando molti istituti ad avere oltre 1.600 alunni. Nella stessa nota Miur si sollecitava una applicazione graduale delle nuove norme, invece la Giunta, interpretando al contrario, ha consentito che il piano contenesse i forti squilibri numerici tra le istituzioni scolastiche, questo anche nello stesso territorio; peraltro, risalta l’incoerenza nella destrutturazione e ricomposizione di alcuni Istituti scolastici, non è stata esaminata la realtà dei territori, né dei flussi di iscrizioni dalla primaria alla secondaria di 1° grado, né dell’omogeneità dell’utenza e dell’Offerta Formativa, né della viabilità, né dei mezzi di trasporto pubblico. In questo modo, si creeranno Istituti non destinati a durare e questo entra in contraddizione con la raccomandazione contenuta nell’atto di Indirizzo della Regione Lazio che sottolineava la necessità di creare Istituzioni connotate dalla caratteristica di consolidamento e stabilità per almeno un quinquennio. SCUOLA–LEGO. Le scuole costituite così affrettatamente sono solo sommatorie di edifici e gradi ma non sono scuole vere, con progetti culturale – educativi e con solide fondamenta organizzative e didattiche.

“La rete scolastica non è un LEGO ci spiega Marco Bagordo da FLC Cgil - che si può ogni anno comporre e scomporre a piacimento. La rete scolastica così come deliberata non funziona, con queste scelte si configurano scuole enormi difficili da gestire, anche con 1.700 alunni, che non potranno disporre inoltre di un adeguato organico ATA: le tabelle allegate all’ultimo DM relativo alla determinazione degli organici ATA prevedono, per la scuola del 1° ciclo, che ci sia un assistente amministrativo in più ogni 200 alunni oltre i 100, mentre per i collaboratori scolastici dai 1100 alunni in su non è previsto alcun collaboratore in più! Quindi in questo provvedimento noi non ravvisiamo nessuna razionalizzazione ma un puro e semplice dimensionamento numerico, fatto in base a scelte irrazionali con metodo antidemocratico ”. Le organizzazioni sindacali non sono contrarie ad un piano di intelligente razionalizzazione della presenza e distribuzione di Istituti Scolastici nei vari territori della Regione, ma sono seriamente preoccupati per l’atteggiamento di indifferenza, assunto dalla Regione, verso il sindacato ed il mondo della Scuola. “L’anno di “moratoria” che continuiamo a chiedere - ci spiega il maestro Marco Bagordo -, dovrà servire per definire una proposta di dimensionamento effettivamente condivisa a partire dai criteri la cui fattibilità possa essere verificata in ogni singolo territorio; una proposta che sia in grado di rispondere ai reali bisogni formativi e di garantire funzionalità alle scuole, di offrire buone condizioni di lavoro agli operatori ed un’offerta formativa di qualità agli studenti.” Pianeta Scuola chiama Pianeta Logica: Logica rispondete! Ilaria Morini

Riorganizzazione degli Istituti Comprensivi e Istituti Superiori Istituto Comprensivo Tivoli centro I: Via del Collegio, Don Nello del Raso (prim.),Villa Braschi (inf.), Piazza Trento (second. I grado), Via Lione (second. I grado) Istituto Comprensivo Tivoli centro II: Viale Picchioni (inf. e prim.), Arci (inf. e prim.), Via dei Pini (second. I grado), Bivio San Polo (prim.), Comune di San Polo (Ist. Comp. Baccelli) Istituto Comprensivo Villa Adriana: Via Leonina (inf.e prim.), Via Puglia (inf.), Via Leonina (inf. e second. I grado), Via Croce (prim.) Istituto Comprensivo Villa Adriana: Via Leonina (second. I grado), Via Marconi (inf),Via Rosolina (prim),Via Paterno (inf. e prim.) Istituto Bagni di Tivoli: Via T. Neri (plesso Rodari prim.), Via T. Neri (inf. e prim.), Via T. Neri(ex media Orazio), Via Pio IX (inf),Via L. Colonnelle(prim), Santa Margherita (inf.) Aggregazione della sede centrale dell’IIS via Zambeccari di Guidonia e della sede dell’IIS via Sant’Agnese di Tivoli all’Ist. Professionale Olivieri di Tivoli con la costituzione di un IIS Aggregazione della sezione associata di Liceo artistico dell’IIS Via Sant’Agnese, 44 al L.C. A. Di Savoia, con la costituzione di un IIS

Evolution Club Via Lago di Lesi 4 - 00010 Villa Adriana Tel: 0774 382747 - 392 9469172

• Nuovo corso di ZUMBA con Mister X ORARI LUNEDÌ e MERCOLEDÌ 19-20 e 20-21 • Corso di Yoga gratuito per il mese di febbraio • Corso di Salsa gratuito per il mese di marzo (giovedì ore 21) Attività: Sala pesi, step, cardio pump, pilates, total body, circuit training, danza moderna, video dance, salsa, spinning, combat, prepugilistica, karate, acqua gym, hydro bike, gym music, ginnastica generale, ginnastica posturale, baby nuoto, scuola nuoto e altro... Servizi: Sauna, bagno turco, solarium Orari: dal lunedi al venerdi 8.00-22.00 e sabato 8.30-17.30, domenica 9.00-13.00


6

XL

TERRITORIO

n. 4 2012

Colle Fiorito, sale la protesta Ormai stufa della condizione di degrado in cui versa da tempo, Colle Fiorito si ribella ed alza la voce per farsi sentire. Intanto a scendere in campo, con piglio battagliero, è il consigliere comunale piddiellino Gianni Tuzi, che nel quartiere in questione risiede da 15 anni e ne conosce perciò da vicino tutti i disagi e le criticità. «Siamo abbandonati a noi stessi e stanchi di aspettare promesse che non arrivano». Snocciola così, in due parole, il nodo della questione. Del resto come girare intorno ai tanti problemi del quartiere, e nella fattispecie ad una... rotatoria - quella all’incrocio davanti alla Triade, in prossimità di Villa Cornetto- annunciata fra le priorità dall’attuale amministrazione comunale e a tutt’oggi non ancora realizzata? Una rotonda che in epoca preelettorale era stata entusiasticamente promessa ai cittadini “nel giro di 6 mesi” allo scopo di migliorare la viabilità presso un incrocio da sempre pericoloso, teatro di frequenti incidenti mortali e perennemente intasato dal traffico veicolare: ma tra il dire e il fare, si sa... Rimasto appeso a mezz’aria anche il progetto del Parco degli Artisti dove ormai le erbacce crescono alte e fitte, soffocando l’area nell’incuria più totale. Insomma, suona quasi come una beffa che la frazione guidoniana, la cui toponomastica è poeticamente dedicata alle più multiformi varietà floreali, sia paradossalmente ostaggio del degrado urbano: le stesse palme che incorniciano la centralissima via di Girasoli, colpite dai devastanti attacchi del punteruolo rosso, conferiscono al paesaggio un aspetto squallido e trasandato. Marciapiedi malconci e pubblica illuminazione carente completano il fatiscente quadro. E che ne è stato dell’arredo urbano destinato alla frazione? Pare che alcune panchine giacciano tuttora ferme all’Ambiente... Più volte lamentata dai residenti anche l’assenza di un ufficio postale in loco: attualmente è infatti presente a Colle Fiorito soltanto un centro di smistamento che propone la cittadinanza- potrebbe almeno fungere da centro di consegna per pacchi e raccomandate! Un beneficio per i residenti, cer-

to, ma il provvedimento gioverebbe all’intera popolazione guidoniana dal momento che snellirebbe non poco le lunghe code presso i vari uffici postali del Comune. E che dire dei plessi scolastici locali? Non fanno certo eccezione rispetto a quelli di zona, stessi problemi e medesime carenze: topi, scarsa manutenzione degli spazi verdi circostanti e chi più ne ha, più ne metta. Una goccia, però, ha recentemente fatto traboccare il vaso, colmando la misura e mandando su tutte le furie gli abitanti della frazione: il trasferimento della Delegazione di Colle Fiorito presso alcuni locali del centro commerciale Tiburtino, in località Castel Arcione. Una decisione, quella di spostare a qualche chilometro di distanza gli uffici comunali, subito osteggiata dai residenti che -lancia in resta- si sono ribellati e in 500 hanno sottoscritto una raccolta firme promossa dall’Unione Sindacale di Base di Guidonia al fine di far ritornare la delegazione dove si trovava originariamente, ossia nel cuore del quartiere. Questo per evitare seri problemi alla cittadinanza più debole. «Giovani, anziani, portatori di handicap, data la distanza da percorrere, avranno difficoltà a raggiungere il centro commerciale anche per un semplice certificato» - osserva critico Fabio Ansaldi, portavoce dell’USB. La riserva sollevata pare lecita: come ci arriva al Tiburtino chi, per una qualsiasi ragione -limiti d’età, condizioni di salute, indigenza- fosse impossibilitato ad usare l’automobile? Un problema che finora non si poneva: dislocati all’interno del quartiere storico di Colle Fiorito, gli uffici comunali erano infatti facilmente raggiungibili da tutti gli utenti e perfettamente fruibili anche a piedi. E ora che la situazione è cambiata dilaga il malcontento fra i residenti, acuito dalla netta chiusura dimostrata dall’attuale amministrazione nei confronti delle loro istanze. Totalmente ignorata dal sindaco Rubeis la raccolta di 500 firme iniziata lo scorso novembre. Firme che non sono state sufficienti per poter avere un incontro con il sindaco, finalizzato al reciproco confronto e magari all’indi-

La frazione guidoniana non ci sta a recitare il ruolo di “Cenerentola del Municipio”: dopo anni e anni di richieste avanzate e puntualmente ignorate dalle varie amministrazioni comunali, ridondanti promesse sbandierate in campagna elettorale e -manco a dirlo- mai mantenute, progetti destinati a rimanere sulla carta... i cittadini esasperati alzano la testa. E la voce. Inascoltata, trascurata, abbandonata a se stessa viduazione di eventuali soluzioni alternative. «Il fatto di non essere stati ricevuti per esporre le nostre ragioni e per trovare una soluzione al trasferimento uffici ci rammarica -denuncia Elena Lomagno, cittadina attivamente impegnata sul fronte della raccolta firme- Riteniamo che il primo cittadino debba farsi carico delle richieste della gente in quanto è stato eletto dagli stessi cittadini e deve rappresentarli». Ma quel che più inviperisce i firmatari della petizione, è che quando lo stesso trasferimento fu prospettato ad altre delegazioni comunali -difronte alle proteste sollevate dai rispettivi residentiesse finirono col rimanere al loro posto. Come mai questa disparità di trattamento tra una frazione e l’altra? «Le persone che abitano qui sono di Guidonia, sono cittadini come tutti gli altri e sono stanchi di essere cittadini di serie B» tuonano, bellicosi, da Colle Fiorito. Già, Colle Fiorito: la frazione “eletta”, quella dell’osannato casello autostradale...

Frazione in relazione alla quale cittadini e Usb avevano congiuntamente invocato altri servizi: «I cittadini di Colle Fiorito hanno richiesto anche un potenziamento degli attuali uffici co-

munali mediante la presenza di un posto di polizia municipale nella delegazione, visto che la frazione ormai ha raggiunto quasi i 10mila abitanti ed il controllo sulla viabilità è quasi nullo - dichiara il responsabile regionale Usb Luciano Apolito -. Auspichiamo vivamente che il Primo Cittadino possa rivedere questa decisione, a nostro avviso, assolutamente inadatta alle esigenze della cittadinanza. E che il Sindaco si adoperi per organizzare un incontro e spiegare le ragioni della scelta effettuata. E’ necessario trovare insieme ai cittadini soluzioni adatte a riportare gli uffici comunali del territorio storico di Colle Fiorito al fine di garantire la presenza delle istituzioni della frazione». Significherebbe molto, in tal senso, il ritorno della rassicurante figura del vigile di quartiere, che in passato stazionava in Delegazione. «Adesso, nelle vie di Colle Fiorito, gli agenti sono mere comparse: fanno le multe e vanno via» commentano con amarezza i residenti. E’ il grido lancinante di una frazione che si sente sola, sconfortata e abbandonata al proprio (davvero ineluttabile?) destino. Quello tristemente comune a tutte le periferie. Pasolini docet. Federica Addari

Astensione degli avvocati TIVOLI - Il Presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Tivoli, porta a conoscenza dell’astensione dalle udienze civili, penali ed amministrative proclamate dall’Organismo Unitario dell’Avvocatura per i giorni 23 e 24 febbraio. Per venerdì 24 febbraio il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Tivoli, ha indetto una conferenza stampa all’interno del Tribunale (biblioteca) aperta a tutti i Colleghi e agli utenti per metterli al corrente delle iniziative dell’Avvocatura e le ragioni di tale protesta. Le cause della protesta in particolare riguardano lo smaltimento delle cause arretrate, lo svolgimento della pratica forense, le liberalizzazioni e l’attacco che si sta muovendo da più parti all’indipendenza dell’Avvocatura.

Strage di borchie! TIVOLI - Le due nevicate cadute sulla città hanno lasciato tracce evidenti. Gli alberi recano evidenti ferite, di alcuni è rimasta solo la base troncata. Antenne abbattute dal peso della neve e cornicioni danneggiati dal ghiaccio ovunque. Villa d’Este è rimasta chiusa a lungo a causa dei rami pericolanti e del ghiaccio che ha ostruito zampilli e canali dell’acqua. C’è un altro effetto che continua a provocare danni: le profonde buche sul manto stradale, non segnalate, fanno strage di borchie, gomme ed ammortizzatori e possono provocare gravi incidenti. In un momento di crisi così pesante, dover spendere discrete cifre per le riparazioni impreviste può pregiudicare il delicato equilibrio dei bilanci familiari. L’auspicio è che il settore lavori pubblici si attivi in fretta, per rattopparle o almeno segnalarle.

Se pensi di essere BOCCIATO, non PERDERE tempo Se stai frequentando una scuola e pensi di essere bocciato perchè non hai la sufficienza in molte materie, forse NON sai che PUOI RITIRARTI ENTRO IL 15 MARZO 2012. Proprio cosi, SE TI RITIRI DALLA SCUOLA che stai frequentando, ENTRO IL 15 MARZO 2012 e ti iscrivi da noi, potrai sostenere gli esami di idoneità o maturità nello stesso anno scolastico. Il nostro metodo di studio ti permetterà di apprendere velocemente grazie al nostro staff di insegnanti altamente qualificati nelle singole materie. Sede accreditata dalla Regione Lazio Autorizzazione Ministero Pubblica Istruzione D.M. 26I06I2001

AFFRETTATI I POSTI SONO LIMITATI

Via A. Palazzi, 8 - 00019 Tivoli (Rm) Tel. 0774.314038 - 0774.550052 - Fax 0774.550051 www.scuoladomani.com·info@scuoladomani.com


XL

TERRITORIO

23 febbraio 2012

7

Guidonia, arrivano i fondi europei GUIDONIA - Prevista sulla Città dell’Aria una benefica pioggia di finanziamenti a carattere... europeo. Arrivano come la manna dal cielo, i fondi che la Comunità Europea, all’interno del Fesr 2007-2013, ha destinato all’ambizioso progetto “Da città del novecento a città del terzo millennio, dal degrado allo sviluppo sostenibile” elaborato dai notabili guidoniani nell’ambito del Por (Programma operativo regionale). Dopo il via libera della Regione Lazio alle proposte avanzate da Palazzo Matteotti, infatti, saranno undici i milioni di euro erogati dall’UE in favore di numerosi interventi da realizzare a Guidonia nel prossimo futuro: di tale somma, ben 9 milioni e 400mila euro andranno a beneficio dei lavori pubblici mentre il restante importo pari ad 1 milione e 600mila euro sarà destinato ad iniziative in ambito sociale e ambientale. Entrando nel dettaglio di tale ripartizione, nell’ambito del primo filone, saranno questi i prioritari interventi da effettuare:

- 4 milioni e 700mila euro per via della Selciatella - 2 milioni e 100mila euro per la riqualificazione urbana (marciapiedi e verde pubblico attrezzato) di Guidonia centro, nell’area che si estende dal Comune a via Bordin, passando per via Roma - 800mila euro per la rotatoria tra via Roma e via Casal Bianco - 800mila euro per costruire l’asilo nido in località Finestroni sulla camionabile - 600mila euro per ristrutturare i locali sotto piazza 2 Giugno - 360mila euro per la rotatoria tra via della Pietrara e via Aureliano. Nell’ambito del secondo filone, invece, la cifra stanziata verrà così suddivisa: - 170mila euro per la realizzazione del percorso ciclabile con l’attivazione del bike sharing - 140mila euro per una campagna di educazione ambientale rivolta in special modo ai bambini - 140mila euro per lo sportello informatizzato per i cittadini - 100mila euro per uno studio

per la rilevazione dei flussi del traffico che permetterà alla Polizia Municipale di elaborare una mappatura dinamica della città, utile per eventuali modifiche della viabilità urbana a scopo migliorativo - 90mila euro per facilitare lo spostamento dei piccoli alunni da casa a scuola tramite l’iniziativa “Pedibus” Interventi importanti, che andranno assolutamente realizzati a breve termine, nel giro di tre anni per la precisione: e stavolta non si tratta del solito proclama politico, bensì di una condizione imposta dall’alto. E’ l’Europa ad esigere tempi brevi. «Sicuramente avremmo potuto chiedere di più –commenta a questo proposito l’assessore ai Lavori Pubblici Federico Pietropaoli– ma non lo abbiamo fatto per

una ragione precisa, l’Europa vincola i fondi ai tempi di realizzazione: tre anni e non un giorno di più, entro i quali concludere i lavori. Per questo abbiamo avanzato indicazioni con progetti già in fase avanzata». E prosegue: «In un momento di grande difficoltà con gli Enti sovracomunali che elargiscono sempre minori fondi, questo finanziamento rappresenta una grande opportunità per Guidonia Montecelio. Ci dà respiro offrendoci gli strumenti reali per realizzare opere che abbiamo ritenuto fondamentali per la città. Tra tre anni la qualità della vita cambierà sensibilmente». Insomma, una boccata d’ossigeno per la Città dell’...Aria. (F.A.)

“Drone” il controllore degli abusi edilizi Il Grande, anzi Piccolo, fratello ci guarda. A Guidonia Montecelio gli abusi edilizi saranno controllati dall’alto. Il settore urbanistica della terza città del Lazio, per scovare gli evasori e controllare il territorio, si sta dotando di uno strumento tecnologicamente avanzato: il “drone”. Si tratta di un minielicottero telecomandato. Tecnicamente: «un aeromobile a pilotaggio remoto, un veicolo aereo senza pilota provvisto di sofisticate apparecchiature che spaziano dal rilevamento fotografico al suolo al prelevamento di campioni atmosferici». Il super “mini” elicottero costerà al Comune 120 mila euro e potrà anche essere

LOCALITÀ MONITOLA - Costruzione di 50 mq con acqua e luce + terreno di 7.000 mq € 105.000,00 trattabili TIVOLI - VIA IV NOVEMBRE - Appartamento di 40 mq ristrutturato, composto da soggiorno con angolo cottura, camera, bagno t.autonomo, ingresso indipendente. No condominio € 105.000,00 VILLA ADRIANA - VIA DEGLI ORTI Villino a schiera di 200 mq. Nuova costruzione. Rifiniture di pregio € 420.000,00 TIVOLI - VIA GIORDANI - Villa capotesta panoramica con rifiniture di pregio € 510.000,00 BIVIO DI SAN POLO - Appartamento 1° piano composto da salone, due camere, cucina, bagno, mansarda al 2° piano. Possibilità box € 215.000,00

affittato a privati. Lotta totale all’evasione, quindi: «La missione principale – fanno sapere dal Comune – è quella di recuperare Ici e Tarsu su tutte le case che finora non erano censite all’anagrafe tributaria». Il “drone” ha, quindi, già una sua prima missione operativa: verificare i circa 2mila immobili fantasma, risultati sconosciuti al catasto in base ai rilevamenti effettuati lo scorso anno dall’agenzia del territorio. Sei i possibili fornitori individuati. Per concorrere al sostegno economico dell’operazione sarà importante la possibilità concessa ai privati, società ma anche altri enti pubblici di affittare, ovviamente a pagamento, il drone..

Adotta un cane... e salva le casse del Comune! Mantenere Fido costa salato. Recentemente presentata dal capogruppo IdV Emanuele Di Silvio una mozione per incentivare le adozioni dei cani attualmente custoditi in canili a carico dell’Amministrazione comunale GUIDONIA - In tempi di crisi è sempre più difficoltoso assicurare a Fido vitto, alloggio ed un’assistenza sanitaria adeguata. Lo sanno bene i proprietari dei nostri amici a quattro zampe, che ogni giorno se ne prendono amorevolmente cura. E lo sa bene anche il Comune di Guidonia Montecelio, che sta pagando caro ai canili il conto degli esemplari ivi custoditi a proprio carico. Per mantenere i migliori amici dell’uomo, soltanto nel 2011 la Città dell’Aria ha infatti speso oltre 330mila euro e già si prevede che nel 2012 la cifra sborsata allo stesso scopo supererà i 430mila. Uscite ingenti. Ecco allora che il capogruppo IdV Emanuele Di Silvio cerca di tamponare l’emorragia di fondi pubblici e di far quadrare i conti giocando la carta delle cosiddette “adozioni incentivate”: «Ho presentato -spiega- una mozione che impegna il Sindaco e la Giunta a porre in essere ogni utile iniziativa al fine di corrispondere ad ogni cittadino residente nel Comune di Guidonia Montecelio che adotta un cane attualmente a carico dell’ente un contributo pari a 800,00 euro da riconoscere solo successivamente alla data del compimento del primo anno di adozione, previa verifica dello stato di salute del cane e della corretta vaccinazione». L’iniziativa mira a contrastare il dilagante fenomeno del randagismo: a tutt’oggi sono stati ritrovati nel territorio del Comune di Guidonia Montecelio centinaia di cani randagi e «attualmente ne risultano mantenuti dall’ente 341, per un costo annuo di oltre 330.000,00 euro, che il Comune è tenuto a pagare come specificato nella Legge 281/91, ‘Legge quadro in materia di affezione e prevenzione del randagismo’ -illustra Di Silvio- La convenzione che il Comune di Guidonia Montecelio aveva con il canile è scaduta il 31.12.2011 e la nuova gara per l’affidamento dei cani randagi è andata deserta» continua il Consigliere. Ma non finisce qui. Si annuncia per l’anno corrente una notevole impennata dei costi. «Risulterebbe anche aumentato il prezzo richiesto per l’affidamento dei cani, che andranno a costare all’ente per il solo 2012 oltre 430.000,00 euro. Da diversi anni vi è un progetto per la realizzazione di un canile comunale sul territorio di Guidonia Montecelio, mai portato a compimento –prosegue il giovane esponente IdV– ed in un momento di crisi come questo è dovere di chi amministra trovare soluzioni per ridurre le spese pubbliche». E sia. Val certo la pena provare. Del resto, stando a quanto riportato da Di Silvio, pare siano molti i Comuni in Italia che hanno già attuato il sistema dell’adozione incentivata «ed in alcuni casi -assicura il capogruppo IdV- è stato riscontrato persino il mancato ritiro del contributo previsto, e comunque si presume che un cane stia meglio in casa che in un qualsiasi canile». Padroncini adottivi, fatevi avanti: in un colpo solo, salverete capra e cavoli. O più esattamente: un affettuoso cagnolone e il vostro beneamato ente comunale. Scamperà dal canile l’uno, e dalla...bancarotta annunciata l’altro! Federica Addari

Viale Trieste, 28/30 - 00019 Tivoli Tel./Fax: 0774.317941 lucianiimmobiliare@gmail.com

TIVOLI - VIA VALERIA - App.o sala, cucina abitabile, 2 camere, bagno, cantina di 20 mq + orto di 100 mq. Possibilità box € 169.000,00

www.lucianimmobiliare.agenzie.casa.it PISONIANO - Terra-cielo per complessivi 75 mq + 20 mq di giardino. Ristrutturato € 70.000,00 TIVOLI - VIA V GIORNATE - Garages nuovi di varie metrature. Ultime disponibilità da € 35.000,00 CASTEL MADAMA - Appartamento 2° piano completamente da ristrutturare, 50 mq centrale € 70.000,00 TIVOLI - CASALI DELLA CASTELLUCCIA - Porzione di bifamiliare per 400 mq con 3.000 mq di giardino. Ottime rifiniture € 480.000,00

TIVOLI - LOC. CROCETTA - Villa capotesta di nuova costruzione 240 mq + 100 mq di giardino € 350.000,00 CASTEL MADAMA - ZONA EMPOLUM - Rustico da rifinire 45 mq + 16 mq preesistenti sanati come civile abitazione con 1.200 mq di terreno. Splendida posizione € 80.000,00

STRADA PER SAN GREGORIO - intera villa bifamiliare per complessivi 500 mq di recente costruzione in punto molto panoramico verso Roma. 3.000 mq di giardino e 1 ettaro di terreno. Possibile anche l'acquisto di una singola unità immobiliare Trattative riservate

AFFITTI TIVOLI - AD.ZE PIAZZA RIVAROLA locale di 70 mq ristrutturato, volta a botte, bagno t.autonomo, ingresso indipendente, ideale per ufficio € 500,00


8

XL

Sabato 18 febbraio è rinato l’orgoglio di appartenenza partecipativa. Non bisogna mollare! È uno dei tanti commenti apparsi sulle pagine Facebook sotto le centinaia di fotografie che documentano ogni metro della colorata manifestazione contro la discarica. Un commento che coglie un aspetto fondamentale. Tivoli da anni è città immobile, addormentata sui monumenti ricevuti in eredità dalle generazioni precedenti, sembra aver perso la sua anima ed i cittadini sembrano aver smarrito quello spirito di appartenenza che lega al luogo in cui si vive, lo fa amare, ne tutela il decoro, lo difende. Una città che sembra stia scivolando verso il degrado e la crisi definitiva. La manifestazione di sabato scorso può segnare finalmente un inizio di inversione. Tantissimi tiburtini hanno sfilato, protestando insieme, contro un insulto che colpisce uno dei suoi luoghi simbolo ed oltraggia l’intera città. Contro l’immondizia in arrivo, per difendere il territorio pregiato e la salute, contro l’arroganza di chi la Cultura non sa nemmeno cosa sia! È l’occasione che molti tiburtini aspettavano, è il momento di tirare nuovamente fuori quell’orgoglio inciso sullo stemma cittadino, è l’attimo che può segnare l’inizio di una rinascita. Se i tiburtini riusciranno a mettere da parte l’individualismo esasperato e si rimboccheranno le maniche, se i politici che da anni amministrano riprendessero a pensare alla cittadinanza e non alle loro beghe personali che nessuno segue e che tanto pesano sul futuro della città, la situazione potrebbe cambiare. Abbiamo alleati importanti e disinteressati: Franca Valeri, Urbano Barberini, Giorgio Albertazzi, Andrea Carandini, Italia Nostra, Legambiente, WWF. Altri, che amano la Cultura, Tivoli, l’Agro romano antico, arriveranno. La battaglia contro la discarica è ancora lunga, l’orgoglio di appartenenza ha l’occasione di tornare robusto, la città può rinascere! È momento di tornare tutti ad essere tiburtini! Di riallacciare i legami volgendo di più lo sguardo ad est, alla Val d’Aniene della quale i sei sindaci ed i sei gonfaloni partecipanti alla marcia sono stati ambasciatori! ... XL è pronto a darvi il resoconto dettagliato dei vari sviluppi

TERRITORIO

Una grossa manifestazione di protesta, organizzata dal Comitato Uniti contro le discariche e da Legambiente Tivoli, ha percorso i circa quattro chilometri che separano Villa Adriana e Villa d’Este attraversando il centro medievale di Tivoli. Alla partenza Franca Valeri ed Urbano Barberini, nel lungo e colorato corteo i Sindaci con i gonfaloni, all’arrivo Carlo Ripa di Meana TIVOLI - Circa duemila persone che hanno camminato a piedi da Villa Adriana a Villa d’Este per protestare sono una cosa rarissima da vedere a Tivoli. Cittadini, associazioni, partiti politici, amministratori, molti studenti dietro un unico striscione, hanno condiviso il rifiuto di una discarica nei pressi di uno dei monumenti più preziosi della città, Villa Adriana, ed hanno espresso tutta la preoccupazione possibile per le conseguenze che l’arrivo dei rifiuti potrà avere sulla salute dei cittadini e sull’economia dell’intera zona. E’ una reazione che ormai coinvolge molti e si estende fino all’VIII municipio di Roma ed ai comuni confinanti. In testa al corteo, dietro lo striscione del Comitato spontaneo “Uniti contro le discariche”, i gonfaloni ed i Sindaci di Castel Madama, Casape, Gallicano, Poli, San Gregorio da Sassola, Tivoli, Zagarolo. Assente giustificato per altri impegni

il Sindaco di Palestrina, assente ingiustificato invece il Presidente dell’VIII municipio di Roma. A seguire tutti gli altri in un lungo corteo scortato da Polizia, Carabinieri, Polizia Locale e Polizia Provinciale. Un’immagine unica: gente, bandiere, slogan, in lunga fila dalla Porta del Colle a via di Villa Adriana, tutti a manifestare contro chi si è permesso di ipotizzare la localizzazione di una discarica a poche centinaia di metri dal perimetro effettivo della Villa Adriana. Alla partenza, davanti ai cancelli del sito Unesco simbolicamente occupato dai manifestanti, Franca Valeri e Urbano Barberini. “Più vedo la bellezza di questi posti e più mi chiedo come sia possibile che a qualcuno sia venuto in mente di mettere una discarica da queste parti” ha detto l’attrice, madrina di Ponte Lupo ma ormai portabandiera di tutto il movimento culturale che si oppo-

ne alla discarica. “Benvenuti e grazie per questa partecipazione così numerosa” ha detto al megafono Urbano Barberini prima di leggere un brano della importante lettera con la quale il Professor Andrea Carandini, massimo esponente dell’archeologia italiana e Presidente del Consiglio Superiore dei Beni Culturali ha inviato un saluto ai partecipanti alla marcia. I commercianti di Villa Adriana, al passaggio del corteo hanno abbassato le serrande in segno di solidarietà e partecipazione cosa che non è avvenuta lungo il corso tiburtino ed ha suscitato un po’ di ironia sulla partecipazione degli esercenti del centro cittadino “non hanno ancora capito che le conseguenze ricadranno su tutta la città; se arrivasse la discarica quanti verrebbero ancora a Tivoli dove le condizioni di vento porterebbero spesso la puzza della discarica come succede a Guidonia e Fontenuova?- Diceva un anziano partecipanteChe ci raccontemo che è l’acqua sorfa de Bagni?” La manifestazione ha avuto come punto di arrivo piazza Trento. Il portone di Villa d’Este, chiuso a causa dei danni provocati al parco e alle fontane dalle neve, ha accolto gli striscioni e la tanta gente che hanno riempito la piazza. A conclusione della manifestazione Carlo Ripa di Meana, presidente di Italia Nostra, ha pronunciato un forte discorso contro la discarica ed a favore della cultura, poi tutti i Sindaci, nei

n. 4 2012

Uniti contro la discarica loro interventi rivolti ai dimostranti, hanno confermato l’impegno sulla vicenda per tutelare il territorio e la salute dei cittadini. Nuovi appelli e nuove manifestazioni si succederanno, aumentano le interrogazioni depositate nel parlamento italiano ed in quello europeo, è in corso una raccolta di firme in calce ad una diffida, la stampa italiana e straniera, incredula, continua ad occuparsi della discarica di Villa Adriana. Ma non finisce qui, il Prefetto e la Polverini non demordono, sordi alle proteste delle cittadinanze ed alla prese di posizione del mondo della cultura, non cedono. Giuseppe Pecoraro insiste nel dire che quel sito è idoneo perché gli accertamenti tecnici hanno dato esito favo-

revole, ma lo dice mentre i tecnici incaricati (e questa della società privata che sta facendo i sondaggi è una storia tutta da spiegare) sono ancora al lavoro visto che il 16 febbraio sono stati fatti ancora prelievi di acqua dal sottosuolo del sito identificato! E’ ormai evidente che i responsabili della localizzazione non hanno nessun interesse a proteggere l’ambiente ed il patrimonio archeologico e nemmeno a modificare il ciclo dei rifiuti. Renata Polverini ha fatto approvare dal Consiglio regionale un Piano rifiuti irrealizzabile in pochi anni ed uno Scenario di controllo che si basa ancora, pervicacemente, su discariche ed inceneritori. Il Prefetto, in cinque mesi, ha preso un solo provvedi-

Lettera aperta ai Tiburtini da altri Tiburtini

C

arissimi concittadini, di certo tutti avrete sentito parlare del folle proposito del prefetto Giuseppe Pecoraro, della governatrice del Lazio Renata Polverini, del sindaco di Roma Gianni Alemanno, di impiantare una discarica per i rifiuti della Capitale a San Vittorino- Corcolle. Forse proprio questi ultimi due nomi hanno tratto in inganno molti di voi portandovi a pensare che la cosa non vi riguardasse, essendo il sito prescelto lontano dal nostro territorio. Ebbene non è così poiché esso è più vicino a Tivoli di quanto pensiate: a soli 200 mt dalle abitazioni della località tiburtina Capannelle, a 700 mt da quelle del Villaggio Adriano e di Villa Adriana, non molto di più dalle case di Tivoli Terme, Villalba, Villanova... e Tivoli. E sì anche Tivoli, cari nostri concittadini perché le abita-

zioni del quartiere Braschi, delle Piagge e quelle situate lungo la Via Tiburtina o la strada per San Gregorio da Sassola, essendo sovrastanti il sito di 168 ettari su cui andrà la discarica, saranno ammorbate dalla puzza dei rifiuti tal quale. Dovrete rinunciare alle tanto amate passeggiate ecologiche a Pomata, a gustare i prodotti genuini dei Colli di Santo Stefano... Voi obietterete: “Passeggeremo allora a Piazza Garibaldi!”. Purtroppo non sarà possibile neanche qui perché il famoso venticello, che si alza dall’Agro Romano Antico e sale su su fino alla nostra città a deliziarci in estate, porterà con sé gli effluvi malefici e nauseabondi delle ecoballe (così assicura il prefetto) in disfacimento. Poi avremo i voli dei gabbiani che, dopo essersi rifocillati con l’umido presente nei rifiuti della mega discarica,

verranno ad abbeverarsi alle fontane di Villa d’Este, di piazza Garibaldi perché il Canopo ed il Pecile non saranno loro sufficienti. Pensate 168 ettari quanti gabbiani ospiteranno. Puzza, gabbiani, forse potrebbero anche essere tollerati ma le malattie che una discarica comporta saranno accettate con la stessa filosofia “Tanto tocca agli altri, io me ne...” oppure dovrete iniziare ad aprire gli occhi per salvaguardare la vostra salute e quella dei vostri figli? Non parliamo poi dell’economia tiburtina, già in crisi, che sarà ancor più penalizzata dall’apertura della discarica. Quale turista vorrà venire a “respirare” una boccata di aria malsana e ammorbata per visitare Villa d’Este? E’ chiaro che di Villa Adriana, già di per sé condannata (essendo a 700 mt dalla discarica), non vi inte-

XL

TERRITORIO

23 febbraio 2012

ressa molto altrimenti non sarebbero stati 3.000 i manifestanti (che hanno aderito al corteo del 18 febbraio marciando dalla Villa di Adriano a quella di Ippolito II) ma molti, molti di più. Cosa vogliamo noi Tiburtini da Voi Tiburtini? Che ritroviate l’orgoglio che un tempo era proprio della nostra città: SUPERBUM che non

vuol dire menefreghismo ma PODEROSA VOLONTA’ e CAPARBIETA’ di sentirsi un solo popolo (Tivoli Centro, Villa Adriana, Tivoli Terme, Campolimpido, ecc.) del quale va difeso in ogni modo il patrimonio archeologico e culturale unitamente alla storia. E sì, perché Tivoli ha una storia di tutto rispetto che l’ha fatta grande in passato a livello nazionale e internazionale. In nome di quel passato ritroviamo compatti ed uniti il coraggio, l’orgoglio e la volontà di difendere il territorio, il patrimonio, la cultura, la storia dell’antica Tibur dallo scempio che qualcuno ci vuole imporre. Tivoli con i suoi tesori, la sua economia non deve pagare con la salute dei suoi abitanti la “monnezza”che Roma ci vuole mandare. Comitato “Uniti contro le discariche”

9

La solidarietà del professor Andrea Carandini

mento: ha deciso che in due cave, proposte in modo interessato dai proprietari che le hanno acquisite qualche settimana prima della decisione con singolare preveggenza, si getteranno le cinquemila tonnellate al giorno di “monnezza” di Roma. Nessun provvedimento per diminuire la produzione di rifiuti all’origine vietando il vuoto a perdere e gli imballaggi troppo invadenti. Nessun provvedimento che impone ai comuni la raccolta porta a porta. Nessuno sblocco burocratico dei progetti per impianti di compostaggio che i comuni hanno già presentato da tempo in regione. Niente fondi disponibili! Alla faccia dell’emergenza! Discarica provvisoria, trentasei mesi, vanta il Prefetto, ma quando gli si ricorda che l’In-

violata è nata provvisoria e a forza di proroghe sta lì da venticinque anni e gli si chiede chi e come sposterà poi i rifiuti dalla cava di San Vittorino non risponde. E nemmeno risponde il Prefetto quando gli si domanda: come farà a Giugno con la chiusura di Malagrotta? Continua a dire che a San Vittorino e Riano arriveranno solo rifiuti trattati ma dove butterà le oltre mille tonnellate al giorno di tal quale che gli impianti di trattamento meccanico biologico di Roma non riescono ad inertizzare? E’ roba che puzza ed emette sostanze nocive volatili, le vuole sbattere sotto il nostro naso e quello dei turisti? Vuole dare il colpo finale all’economia della nostra zona? Gianni Innocenti

Al Comitato “Salviamo Villa Adriana” e a Italia Nostra Roma Non potrò essere con voi domani, ma sono con cuore e volontà per la salvezza di Villa Adriana e di Corcolle (probabile antica Pedum): all’unisono con la battaglia contro una discarica che deturperebbe irrimediabilmente sommi luoghi. Sto operando in sede istituzionale perché ciò non avvenga. Mercoledì alle 14.30 ho convocato il Consiglio Superiore, che ha questo all’ordine del giorno. E’ umiliante, per persone civili - siano lavoratori, intellettuali o governanti - doversi battere per cause scontate. Mi domando perché fra vari siti l’attenzione amministrativa si sia concentrata su quello con più vincoli e con valore culturale universale. E’ una guerra contro l’assurdo! L’imperatore Adriano è tra i pochi che ci fa ancora oggi dimenticare l’assolutismo imperiale - tradimento della Repubblica di Bruto - dando volto umano a un potere apicale cosmopolita, che aveva capito - assai più di quanto oggi non si intenda - che la cultura è il presupposto di qualsiasi gestione buona della cosa pubblica e della stessa sopravvivenza morale e ideale dei cittadini. Non può esistere buon governo ignorante: scade immantinente nella volgarità e crea rigetto: penso al supremo mal gusto del pur gran signore ma demagogo Nerone, che ha avuto, purtroppo vari eredi. Adriano è stato l’autore massimo del ricongiungimento della cultura dell’oriente mediterraneo greco con quella dell’occidente mediterraneo latino. Il suo Athenaeum, centro intellettuale dell’Impero, crebbe a Roma, probabilmente ai piedi della Colonna Traiana, alla luce delle due vicine biblioteche (come insegnano recenti scavi). E’ questo un insegnamento valido ancora oggi contro gli egoismi nazionalistici europei, ahimé risorgenti. La Grecia ha fatto certamente grandi sbagli, ma noi dobbiamo considerarla sorella, aiutandola a limitarsi e a risorgere; come dobbiamo risorgere anche noi. E i popoli nordici, certamente più virtuosi, cosa sarebbero se potessero specchiarsi solamente nel gelido Mare del Nord, senza le dolcezze del Mediterraneo, senza la sua arte di godersi la vita e di ridere? La monarchia di Adriano è quella che è mancata all’Italia nell’età moderna - fonte dei nostri municipalismi, particolarismi, clanismi, del nostro scarso senso dello stato. Altri paesi più fortunati hanno avuto invece grandi Adriani, che hanno impersonato i loro interessi generali. L’interesse attuale della Nazione Italia, oggi rappresentata dal nostro amatissimo Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, chiede agli amministratori: fermate lo scempio che si prepara, siete ancora in tempo. Sbagliare non è errare, se si ha l’intelligenza e l’umiltà di riconsiderare le scelte prospettate. Viva il paesaggio, la storia e la bellezza degli agri Gabino e Tiburtino, cuore del Lazio antico. Sono stati ammirati dal Grand Tour, che ha formato gli uomini di tradizione europea. Anche il Global Tour che oramai ci attende deve potere apprezzare quegli splendori, negli occhi, nello spirito, nel profumo dell’aria. Lo chiedono indiani, cinesi, brasiliani, l’intero mondo. Lo chiede, prima di tutto, la nostra coscienza e la nostra identità di abitanti di una penisola che è stata ombelico di civiltà umana e in cui abbiamo il privilegio di vivere. Spetta a noi salvarne la dignità, anche per quelli che verranno. Andrea Carandini, archeologo

A Guidonia Rubeis spinge per l’impianto di Tmb «Il ciclo dei rifiuti si deve chiudere, l’impianto di trattamento meccanico biologico lo voglio e lo farò», così il sindaco di Guidonia Montecelio, Eligio Rubeis in una nota chiarisce la posizione del suo governo sull’impianto di Tmb che il consorzio Colari di Manlio Cerroni dovrebbe realizzare a Guidonia Montecelio: «L’impianto di Tmb lo voglio e lo farò. Ho la necessità – fa sapere nel documento – di chiedere al Colari (Consorzio laziale rifiuti) di Manlio Cerroni se sia ancora intenzionato a costruirlo, a due anni circa dalla chiusura del procedimento amministrativo regionale che ne dava il via libera realizzativo. Se così non fosse, il Comune è pronto ad individuare aree di sua proprietà per ospitarlo, ad aprire un bando di valenza europea per l’individuazione delle migliori aziende ingegneristiche di settore, in grado di realizzare impianti di trattamento

meccanico biologico di ultima generazione, sul modello di quello che ha cambiato per sempre la vita dei cittadini di San Francisco». «Non mi piace la situazione di stallo nella quale si trova l’intera faccenda - aggiunge il sindaco - il ricorso al Tar ancora pendente presentato dall’Ente più di un anno e mezzo fa contro l’autorizzazione regionale (Aia del 2 agosto 2010) a trattare 190mila tonnellate, poteva essere superato da un protocollo d’intesa costruito sugli accordi raggiunti tra Regione, Provincia, Comune e Colari in Conferenza dei servizi. Eppure quel documento, dai contenuti sposati almeno a parole da Cerroni, non è stato ancora firmato anche se pronto da mesi. Temo spiega il sindaco - che la crisi economica abbia messo un ulteriore macigno sulla via della realizzazione del Tmb all’Inviolata: la mancanza di soldi. Almeno nella parte re-

lativa ai trasferimenti dello Stato. Una situazione che potrebbe comportare un handicap serio per l’attuazione della politica ambientale messa in campo da questa amministrazione». A questo punto Rubeis “invoca chiarezza”: «Se Colari non ha più l’intenzione o la capacità economica di costruire l’impianto me lo venga a dire, in quel caso tornerò sul mercato, non prima però di aver chiesto alla Regione la revoca dell’Aia per subentrata mancanza di requisiti da parte del Consorzio». Ma la guerra all’impianto continua, sia fuori dalle aule di Palazzo Guidoni che dentro il partito del sindaco, proprio nella persona del capogruppo Marco Bertucci (PDL). «Abbiamo appreso da alcuni media locali – scrivono dalla lista civica Il Faro – che un consigliere di maggioranza ha espresso - diversamente da quanto fatto in precedenza - il proprio “no” all’im-

pianto di trattamento meccanico-biologico dei rifiuti che dovrebbe essere realizzato nella zona della discarica dell’Inviolata. Avremmo auspicato che la stessa dichiarazione fosse stata resa il 20 gennaio di 2 anni fa quando durante un consiglio comunale il voto del consigliere fu a favore dell’impianto, ma non è questo il rilievo che ci preme evidenziare». I rappresentanti del Il Faro si riferiscono alle dichiarazioni anti discarica di Marco Bertucci che ha chiaramente ante-

posto all’impianto la bonifica della discarica dell’Inviolata. «Dopo gli ultimi dati forniti dall’ARPA, da cui è emerso l’inquinamento e - peggio - la contaminazione delle falde acquifere sottostanti il territorio in cui insiste la discarica dell’Inviolata – continuano dalla lista civica – e dopo la conseguente adozione di apposito atto di diffida adottato dalla Provincia di Roma perché i responsabili procedessero all’immediata bonifica della zona, ci saremmo aspettati che non un singolo consigliere ma tutta la poli-

tica di Guidonia si schierasse contro la realizzazione dell’Impianto meccanico Biologico previsto per l’Inviolata, in un’area archeologica e parco naturale riconosciuti con Legge Regionale del Lazio n. 22/1996. Chiediamo a tutti i politici di Guidonia Montecelio di prendere aperta e decisa posizione contro l’impianto in argomento e contro lo “stupro” che da trent’anni subisce l’area dell’Inviolata e che fino ad ora ha assicurato al nostro Comune solo un futuro di immondizia. All’uopo, invitiamo il Consigliere Bertucci a voler dare seguito alle sue dichiarazioni, portando in Consiglio una mozione contro la realizzazione dell’impianto, motivandola con le argomentazioni pubblicamente espresse. Non è solo un fatto di coerenza, lo si deve a Guidonia Montecelio ed alle generazioni che verranno». Michela Maggiani


8

XL

Sabato 18 febbraio è rinato l’orgoglio di appartenenza partecipativa. Non bisogna mollare! È uno dei tanti commenti apparsi sulle pagine Facebook sotto le centinaia di fotografie che documentano ogni metro della colorata manifestazione contro la discarica. Un commento che coglie un aspetto fondamentale. Tivoli da anni è città immobile, addormentata sui monumenti ricevuti in eredità dalle generazioni precedenti, sembra aver perso la sua anima ed i cittadini sembrano aver smarrito quello spirito di appartenenza che lega al luogo in cui si vive, lo fa amare, ne tutela il decoro, lo difende. Una città che sembra stia scivolando verso il degrado e la crisi definitiva. La manifestazione di sabato scorso può segnare finalmente un inizio di inversione. Tantissimi tiburtini hanno sfilato, protestando insieme, contro un insulto che colpisce uno dei suoi luoghi simbolo ed oltraggia l’intera città. Contro l’immondizia in arrivo, per difendere il territorio pregiato e la salute, contro l’arroganza di chi la Cultura non sa nemmeno cosa sia! È l’occasione che molti tiburtini aspettavano, è il momento di tirare nuovamente fuori quell’orgoglio inciso sullo stemma cittadino, è l’attimo che può segnare l’inizio di una rinascita. Se i tiburtini riusciranno a mettere da parte l’individualismo esasperato e si rimboccheranno le maniche, se i politici che da anni amministrano riprendessero a pensare alla cittadinanza e non alle loro beghe personali che nessuno segue e che tanto pesano sul futuro della città, la situazione potrebbe cambiare. Abbiamo alleati importanti e disinteressati: Franca Valeri, Urbano Barberini, Giorgio Albertazzi, Andrea Carandini, Italia Nostra, Legambiente, WWF. Altri, che amano la Cultura, Tivoli, l’Agro romano antico, arriveranno. La battaglia contro la discarica è ancora lunga, l’orgoglio di appartenenza ha l’occasione di tornare robusto, la città può rinascere! È momento di tornare tutti ad essere tiburtini! Di riallacciare i legami volgendo di più lo sguardo ad est, alla Val d’Aniene della quale i sei sindaci ed i sei gonfaloni partecipanti alla marcia sono stati ambasciatori! ... XL è pronto a darvi il resoconto dettagliato dei vari sviluppi

TERRITORIO

Una grossa manifestazione di protesta, organizzata dal Comitato Uniti contro le discariche e da Legambiente Tivoli, ha percorso i circa quattro chilometri che separano Villa Adriana e Villa d’Este attraversando il centro medievale di Tivoli. Alla partenza Franca Valeri ed Urbano Barberini, nel lungo e colorato corteo i Sindaci con i gonfaloni, all’arrivo Carlo Ripa di Meana TIVOLI - Circa duemila persone che hanno camminato a piedi da Villa Adriana a Villa d’Este per protestare sono una cosa rarissima da vedere a Tivoli. Cittadini, associazioni, partiti politici, amministratori, molti studenti dietro un unico striscione, hanno condiviso il rifiuto di una discarica nei pressi di uno dei monumenti più preziosi della città, Villa Adriana, ed hanno espresso tutta la preoccupazione possibile per le conseguenze che l’arrivo dei rifiuti potrà avere sulla salute dei cittadini e sull’economia dell’intera zona. E’ una reazione che ormai coinvolge molti e si estende fino all’VIII municipio di Roma ed ai comuni confinanti. In testa al corteo, dietro lo striscione del Comitato spontaneo “Uniti contro le discariche”, i gonfaloni ed i Sindaci di Castel Madama, Casape, Gallicano, Poli, San Gregorio da Sassola, Tivoli, Zagarolo. Assente giustificato per altri impegni

il Sindaco di Palestrina, assente ingiustificato invece il Presidente dell’VIII municipio di Roma. A seguire tutti gli altri in un lungo corteo scortato da Polizia, Carabinieri, Polizia Locale e Polizia Provinciale. Un’immagine unica: gente, bandiere, slogan, in lunga fila dalla Porta del Colle a via di Villa Adriana, tutti a manifestare contro chi si è permesso di ipotizzare la localizzazione di una discarica a poche centinaia di metri dal perimetro effettivo della Villa Adriana. Alla partenza, davanti ai cancelli del sito Unesco simbolicamente occupato dai manifestanti, Franca Valeri e Urbano Barberini. “Più vedo la bellezza di questi posti e più mi chiedo come sia possibile che a qualcuno sia venuto in mente di mettere una discarica da queste parti” ha detto l’attrice, madrina di Ponte Lupo ma ormai portabandiera di tutto il movimento culturale che si oppo-

ne alla discarica. “Benvenuti e grazie per questa partecipazione così numerosa” ha detto al megafono Urbano Barberini prima di leggere un brano della importante lettera con la quale il Professor Andrea Carandini, massimo esponente dell’archeologia italiana e Presidente del Consiglio Superiore dei Beni Culturali ha inviato un saluto ai partecipanti alla marcia. I commercianti di Villa Adriana, al passaggio del corteo hanno abbassato le serrande in segno di solidarietà e partecipazione cosa che non è avvenuta lungo il corso tiburtino ed ha suscitato un po’ di ironia sulla partecipazione degli esercenti del centro cittadino “non hanno ancora capito che le conseguenze ricadranno su tutta la città; se arrivasse la discarica quanti verrebbero ancora a Tivoli dove le condizioni di vento porterebbero spesso la puzza della discarica come succede a Guidonia e Fontenuova?- Diceva un anziano partecipanteChe ci raccontemo che è l’acqua sorfa de Bagni?” La manifestazione ha avuto come punto di arrivo piazza Trento. Il portone di Villa d’Este, chiuso a causa dei danni provocati al parco e alle fontane dalle neve, ha accolto gli striscioni e la tanta gente che hanno riempito la piazza. A conclusione della manifestazione Carlo Ripa di Meana, presidente di Italia Nostra, ha pronunciato un forte discorso contro la discarica ed a favore della cultura, poi tutti i Sindaci, nei

n. 4 2012

Uniti contro la discarica loro interventi rivolti ai dimostranti, hanno confermato l’impegno sulla vicenda per tutelare il territorio e la salute dei cittadini. Nuovi appelli e nuove manifestazioni si succederanno, aumentano le interrogazioni depositate nel parlamento italiano ed in quello europeo, è in corso una raccolta di firme in calce ad una diffida, la stampa italiana e straniera, incredula, continua ad occuparsi della discarica di Villa Adriana. Ma non finisce qui, il Prefetto e la Polverini non demordono, sordi alle proteste delle cittadinanze ed alla prese di posizione del mondo della cultura, non cedono. Giuseppe Pecoraro insiste nel dire che quel sito è idoneo perché gli accertamenti tecnici hanno dato esito favo-

revole, ma lo dice mentre i tecnici incaricati (e questa della società privata che sta facendo i sondaggi è una storia tutta da spiegare) sono ancora al lavoro visto che il 16 febbraio sono stati fatti ancora prelievi di acqua dal sottosuolo del sito identificato! E’ ormai evidente che i responsabili della localizzazione non hanno nessun interesse a proteggere l’ambiente ed il patrimonio archeologico e nemmeno a modificare il ciclo dei rifiuti. Renata Polverini ha fatto approvare dal Consiglio regionale un Piano rifiuti irrealizzabile in pochi anni ed uno Scenario di controllo che si basa ancora, pervicacemente, su discariche ed inceneritori. Il Prefetto, in cinque mesi, ha preso un solo provvedi-

Lettera aperta ai Tiburtini da altri Tiburtini

C

arissimi concittadini, di certo tutti avrete sentito parlare del folle proposito del prefetto Giuseppe Pecoraro, della governatrice del Lazio Renata Polverini, del sindaco di Roma Gianni Alemanno, di impiantare una discarica per i rifiuti della Capitale a San Vittorino- Corcolle. Forse proprio questi ultimi due nomi hanno tratto in inganno molti di voi portandovi a pensare che la cosa non vi riguardasse, essendo il sito prescelto lontano dal nostro territorio. Ebbene non è così poiché esso è più vicino a Tivoli di quanto pensiate: a soli 200 mt dalle abitazioni della località tiburtina Capannelle, a 700 mt da quelle del Villaggio Adriano e di Villa Adriana, non molto di più dalle case di Tivoli Terme, Villalba, Villanova... e Tivoli. E sì anche Tivoli, cari nostri concittadini perché le abita-

zioni del quartiere Braschi, delle Piagge e quelle situate lungo la Via Tiburtina o la strada per San Gregorio da Sassola, essendo sovrastanti il sito di 168 ettari su cui andrà la discarica, saranno ammorbate dalla puzza dei rifiuti tal quale. Dovrete rinunciare alle tanto amate passeggiate ecologiche a Pomata, a gustare i prodotti genuini dei Colli di Santo Stefano... Voi obietterete: “Passeggeremo allora a Piazza Garibaldi!”. Purtroppo non sarà possibile neanche qui perché il famoso venticello, che si alza dall’Agro Romano Antico e sale su su fino alla nostra città a deliziarci in estate, porterà con sé gli effluvi malefici e nauseabondi delle ecoballe (così assicura il prefetto) in disfacimento. Poi avremo i voli dei gabbiani che, dopo essersi rifocillati con l’umido presente nei rifiuti della mega discarica,

verranno ad abbeverarsi alle fontane di Villa d’Este, di piazza Garibaldi perché il Canopo ed il Pecile non saranno loro sufficienti. Pensate 168 ettari quanti gabbiani ospiteranno. Puzza, gabbiani, forse potrebbero anche essere tollerati ma le malattie che una discarica comporta saranno accettate con la stessa filosofia “Tanto tocca agli altri, io me ne...” oppure dovrete iniziare ad aprire gli occhi per salvaguardare la vostra salute e quella dei vostri figli? Non parliamo poi dell’economia tiburtina, già in crisi, che sarà ancor più penalizzata dall’apertura della discarica. Quale turista vorrà venire a “respirare” una boccata di aria malsana e ammorbata per visitare Villa d’Este? E’ chiaro che di Villa Adriana, già di per sé condannata (essendo a 700 mt dalla discarica), non vi inte-

XL

TERRITORIO

23 febbraio 2012

ressa molto altrimenti non sarebbero stati 3.000 i manifestanti (che hanno aderito al corteo del 18 febbraio marciando dalla Villa di Adriano a quella di Ippolito II) ma molti, molti di più. Cosa vogliamo noi Tiburtini da Voi Tiburtini? Che ritroviate l’orgoglio che un tempo era proprio della nostra città: SUPERBUM che non

vuol dire menefreghismo ma PODEROSA VOLONTA’ e CAPARBIETA’ di sentirsi un solo popolo (Tivoli Centro, Villa Adriana, Tivoli Terme, Campolimpido, ecc.) del quale va difeso in ogni modo il patrimonio archeologico e culturale unitamente alla storia. E sì, perché Tivoli ha una storia di tutto rispetto che l’ha fatta grande in passato a livello nazionale e internazionale. In nome di quel passato ritroviamo compatti ed uniti il coraggio, l’orgoglio e la volontà di difendere il territorio, il patrimonio, la cultura, la storia dell’antica Tibur dallo scempio che qualcuno ci vuole imporre. Tivoli con i suoi tesori, la sua economia non deve pagare con la salute dei suoi abitanti la “monnezza”che Roma ci vuole mandare. Comitato “Uniti contro le discariche”

9

La solidarietà del professor Andrea Carandini

mento: ha deciso che in due cave, proposte in modo interessato dai proprietari che le hanno acquisite qualche settimana prima della decisione con singolare preveggenza, si getteranno le cinquemila tonnellate al giorno di “monnezza” di Roma. Nessun provvedimento per diminuire la produzione di rifiuti all’origine vietando il vuoto a perdere e gli imballaggi troppo invadenti. Nessun provvedimento che impone ai comuni la raccolta porta a porta. Nessuno sblocco burocratico dei progetti per impianti di compostaggio che i comuni hanno già presentato da tempo in regione. Niente fondi disponibili! Alla faccia dell’emergenza! Discarica provvisoria, trentasei mesi, vanta il Prefetto, ma quando gli si ricorda che l’In-

violata è nata provvisoria e a forza di proroghe sta lì da venticinque anni e gli si chiede chi e come sposterà poi i rifiuti dalla cava di San Vittorino non risponde. E nemmeno risponde il Prefetto quando gli si domanda: come farà a Giugno con la chiusura di Malagrotta? Continua a dire che a San Vittorino e Riano arriveranno solo rifiuti trattati ma dove butterà le oltre mille tonnellate al giorno di tal quale che gli impianti di trattamento meccanico biologico di Roma non riescono ad inertizzare? E’ roba che puzza ed emette sostanze nocive volatili, le vuole sbattere sotto il nostro naso e quello dei turisti? Vuole dare il colpo finale all’economia della nostra zona? Gianni Innocenti

Al Comitato “Salviamo Villa Adriana” e a Italia Nostra Roma Non potrò essere con voi domani, ma sono con cuore e volontà per la salvezza di Villa Adriana e di Corcolle (probabile antica Pedum): all’unisono con la battaglia contro una discarica che deturperebbe irrimediabilmente sommi luoghi. Sto operando in sede istituzionale perché ciò non avvenga. Mercoledì alle 14.30 ho convocato il Consiglio Superiore, che ha questo all’ordine del giorno. E’ umiliante, per persone civili - siano lavoratori, intellettuali o governanti - doversi battere per cause scontate. Mi domando perché fra vari siti l’attenzione amministrativa si sia concentrata su quello con più vincoli e con valore culturale universale. E’ una guerra contro l’assurdo! L’imperatore Adriano è tra i pochi che ci fa ancora oggi dimenticare l’assolutismo imperiale - tradimento della Repubblica di Bruto - dando volto umano a un potere apicale cosmopolita, che aveva capito - assai più di quanto oggi non si intenda - che la cultura è il presupposto di qualsiasi gestione buona della cosa pubblica e della stessa sopravvivenza morale e ideale dei cittadini. Non può esistere buon governo ignorante: scade immantinente nella volgarità e crea rigetto: penso al supremo mal gusto del pur gran signore ma demagogo Nerone, che ha avuto, purtroppo vari eredi. Adriano è stato l’autore massimo del ricongiungimento della cultura dell’oriente mediterraneo greco con quella dell’occidente mediterraneo latino. Il suo Athenaeum, centro intellettuale dell’Impero, crebbe a Roma, probabilmente ai piedi della Colonna Traiana, alla luce delle due vicine biblioteche (come insegnano recenti scavi). E’ questo un insegnamento valido ancora oggi contro gli egoismi nazionalistici europei, ahimé risorgenti. La Grecia ha fatto certamente grandi sbagli, ma noi dobbiamo considerarla sorella, aiutandola a limitarsi e a risorgere; come dobbiamo risorgere anche noi. E i popoli nordici, certamente più virtuosi, cosa sarebbero se potessero specchiarsi solamente nel gelido Mare del Nord, senza le dolcezze del Mediterraneo, senza la sua arte di godersi la vita e di ridere? La monarchia di Adriano è quella che è mancata all’Italia nell’età moderna - fonte dei nostri municipalismi, particolarismi, clanismi, del nostro scarso senso dello stato. Altri paesi più fortunati hanno avuto invece grandi Adriani, che hanno impersonato i loro interessi generali. L’interesse attuale della Nazione Italia, oggi rappresentata dal nostro amatissimo Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, chiede agli amministratori: fermate lo scempio che si prepara, siete ancora in tempo. Sbagliare non è errare, se si ha l’intelligenza e l’umiltà di riconsiderare le scelte prospettate. Viva il paesaggio, la storia e la bellezza degli agri Gabino e Tiburtino, cuore del Lazio antico. Sono stati ammirati dal Grand Tour, che ha formato gli uomini di tradizione europea. Anche il Global Tour che oramai ci attende deve potere apprezzare quegli splendori, negli occhi, nello spirito, nel profumo dell’aria. Lo chiedono indiani, cinesi, brasiliani, l’intero mondo. Lo chiede, prima di tutto, la nostra coscienza e la nostra identità di abitanti di una penisola che è stata ombelico di civiltà umana e in cui abbiamo il privilegio di vivere. Spetta a noi salvarne la dignità, anche per quelli che verranno. Andrea Carandini, archeologo

A Guidonia Rubeis spinge per l’impianto di Tmb «Il ciclo dei rifiuti si deve chiudere, l’impianto di trattamento meccanico biologico lo voglio e lo farò», così il sindaco di Guidonia Montecelio, Eligio Rubeis in una nota chiarisce la posizione del suo governo sull’impianto di Tmb che il consorzio Colari di Manlio Cerroni dovrebbe realizzare a Guidonia Montecelio: «L’impianto di Tmb lo voglio e lo farò. Ho la necessità – fa sapere nel documento – di chiedere al Colari (Consorzio laziale rifiuti) di Manlio Cerroni se sia ancora intenzionato a costruirlo, a due anni circa dalla chiusura del procedimento amministrativo regionale che ne dava il via libera realizzativo. Se così non fosse, il Comune è pronto ad individuare aree di sua proprietà per ospitarlo, ad aprire un bando di valenza europea per l’individuazione delle migliori aziende ingegneristiche di settore, in grado di realizzare impianti di trattamento

meccanico biologico di ultima generazione, sul modello di quello che ha cambiato per sempre la vita dei cittadini di San Francisco». «Non mi piace la situazione di stallo nella quale si trova l’intera faccenda - aggiunge il sindaco - il ricorso al Tar ancora pendente presentato dall’Ente più di un anno e mezzo fa contro l’autorizzazione regionale (Aia del 2 agosto 2010) a trattare 190mila tonnellate, poteva essere superato da un protocollo d’intesa costruito sugli accordi raggiunti tra Regione, Provincia, Comune e Colari in Conferenza dei servizi. Eppure quel documento, dai contenuti sposati almeno a parole da Cerroni, non è stato ancora firmato anche se pronto da mesi. Temo spiega il sindaco - che la crisi economica abbia messo un ulteriore macigno sulla via della realizzazione del Tmb all’Inviolata: la mancanza di soldi. Almeno nella parte re-

lativa ai trasferimenti dello Stato. Una situazione che potrebbe comportare un handicap serio per l’attuazione della politica ambientale messa in campo da questa amministrazione». A questo punto Rubeis “invoca chiarezza”: «Se Colari non ha più l’intenzione o la capacità economica di costruire l’impianto me lo venga a dire, in quel caso tornerò sul mercato, non prima però di aver chiesto alla Regione la revoca dell’Aia per subentrata mancanza di requisiti da parte del Consorzio». Ma la guerra all’impianto continua, sia fuori dalle aule di Palazzo Guidoni che dentro il partito del sindaco, proprio nella persona del capogruppo Marco Bertucci (PDL). «Abbiamo appreso da alcuni media locali – scrivono dalla lista civica Il Faro – che un consigliere di maggioranza ha espresso - diversamente da quanto fatto in precedenza - il proprio “no” all’im-

pianto di trattamento meccanico-biologico dei rifiuti che dovrebbe essere realizzato nella zona della discarica dell’Inviolata. Avremmo auspicato che la stessa dichiarazione fosse stata resa il 20 gennaio di 2 anni fa quando durante un consiglio comunale il voto del consigliere fu a favore dell’impianto, ma non è questo il rilievo che ci preme evidenziare». I rappresentanti del Il Faro si riferiscono alle dichiarazioni anti discarica di Marco Bertucci che ha chiaramente ante-

posto all’impianto la bonifica della discarica dell’Inviolata. «Dopo gli ultimi dati forniti dall’ARPA, da cui è emerso l’inquinamento e - peggio - la contaminazione delle falde acquifere sottostanti il territorio in cui insiste la discarica dell’Inviolata – continuano dalla lista civica – e dopo la conseguente adozione di apposito atto di diffida adottato dalla Provincia di Roma perché i responsabili procedessero all’immediata bonifica della zona, ci saremmo aspettati che non un singolo consigliere ma tutta la poli-

tica di Guidonia si schierasse contro la realizzazione dell’Impianto meccanico Biologico previsto per l’Inviolata, in un’area archeologica e parco naturale riconosciuti con Legge Regionale del Lazio n. 22/1996. Chiediamo a tutti i politici di Guidonia Montecelio di prendere aperta e decisa posizione contro l’impianto in argomento e contro lo “stupro” che da trent’anni subisce l’area dell’Inviolata e che fino ad ora ha assicurato al nostro Comune solo un futuro di immondizia. All’uopo, invitiamo il Consigliere Bertucci a voler dare seguito alle sue dichiarazioni, portando in Consiglio una mozione contro la realizzazione dell’impianto, motivandola con le argomentazioni pubblicamente espresse. Non è solo un fatto di coerenza, lo si deve a Guidonia Montecelio ed alle generazioni che verranno». Michela Maggiani


10

XL

TERRITORIO

n. 4 2012

Un concorso con domande sbagliate TIVOLI - Il test preselettivo, necessario per “sgrossare” la schiera dei candidati, rischiava di avere delle domande sbagliate. Sul sito del Comune, infatti, erano state pubblicate gli oltre duemila quesiti a risposta multipla da cui sarebbero stati scelti i 20 che sarebbero finiti nella prove d’esame. Tra queste, però, ce n’erano 14 errati. Ovvero nessuna delle risposte tra cui si poteva scegliere erano giuste. «Preso atto delle segnalazioni pervenute circa le inesattezze riscontrate in alcuni dei quesiti pubblicati – si legge in un avviso pubblicato sul portale dell’amministrazione comunale - ha richiesto con urgenza una verifica ed un controllo di tutti i quesiti alla Ditta affidataria dell’espletamento della prova preselettiva ed inoltre ha disposto immediatamente, in via cautelare, l’eliminazione dei quesiti indicati (quesiti numero 43, 77, 149, 152, 239, 291, 306, 363, 364, 555, 615, 1094, 1285, 1454) dal novero di quelli tra i quali saranno estratte le domande che formeranno i gruppi di quesiti da sottoporre ai concorrenti nella prova preselettiva. Di conseguenza, se dall’opera di verifica e controllo in corso, dovesse risultare la presenza di altri quesiti che presentano imprecisioni od inesattezze, anche questi ultimi saranno eliminati dal data

base». A lanciare per primo l’allarme è stato un candidato: «studiando i quesiti a risposta multipla pubblicati, ho avuto modo di verificare che in alcuni e specifici casi gli stessi quiz siano erronei – ha scritto al sindaco Jacopo Tognazzi (ex assessore) - fornendo risposte multiple incongruenti ed errate, non tenendo in debito ed espresso conto delle modificazioni intervenute nel tempo nelle normative prese in oggetto, compromettendo di fatto la preparazione alla prova di preselezione in questione e rappresentando in diritto motivi di invalidazione della stessa». Dopo la segnalazione l’amministrazione comunale si è subito mossa contattando la società che cura la selezione delle domande e facendogli verificare le domande. Oltre a segnalare gli errori, però, Tognazzi ha chiesto anche: «la pronta e generale rettifica dei quiz di preselezione ai fini della validità e correttezza della prova in calendario, dandone comunicazione a tutti i candidati» e «la definizione di una nuova data per lo svolgimento della preselezione in questione, in modo tale da assicurare a ciascuno un’adeguata preparazione sui quiz di preselezione rettificati». Ma è stato ascoltato solo in parte.

Dai tappi al Centro mobile cardiologico Grazie alla raccolta dei tappi di plastica ormai diffusa sul territorio cittadino il Circolo Culturale Janus ha permesso l’attivazione, sabato 18 febbraio 2012, del Centro Mobile Cardiologico, unità operativa essenziale di supporto al nuovo reparto di Emodinamica dell’Azienda Ospedaliera di Tivoli. Il circolo ringrazia in particolare Dimitri Cecchinelli, segretario della CISL ASL/RmG di Tivoli, il Prof. Granatelli, Primario del reparto Emodinamica dell’Ospedale di Tivoli, il Dott. Gremigni ed il Dott. Donati, responsabile del D.E.A. di Tivoli. Per Valerio FEBBO, Presidente del Circolo, “Abbiamo raggiunto un altro grande traguardo grazie ai fondi ricavati dalla raccolta dei tappi di plastica su tutto il territorio del nostro comune. In tempi di crisi economica siamo riusciti ad attivare il nuovo Centro Mobile Coronarico dell’Ospedale di Tivoli senza gravare sulle casse del sistema sanitario regionale. Un nuovo ed importantissimo servizio è fin da subito disponibile su tutta la Valle dell’Aniene; ancora una volta il Circolo Janus si dimostra alfiere di istanze sociali a favore del nostro territorio e per la collettività”.

Errori e precisazioni, non c’è pace per il concorso per l’assunzione di due assistenti amministrativi a tempo indeterminato. La prova del 20 febbraio, svolta senza subire rinvii, è stata contestata da vari candidati Sempre sul concorso, poi, l’amministrazione è dovuta intervenire una seconda volta per rettificare il testo del bando. Inizialmente, infatti, erano esclusi i disabili. A quattro giorni dalla prova, ovvero il 16 febbraio, è stata fatta marcia indietro: «Rilevato che non sussiste nessuna riserva ascrivibile ad alcuna categoria protetta.

Dato atto, comunque, che in sede di ammissione dei candidati non si è provveduto ad alcuna esclusione dal concorso riconducibile all’erronea indicazione. Si decreta di rettificare il bando di concorso e di precisare che alle prove concorsuali potrà partecipare ogni candidato già ammesso». Fulvio Ventura

Quale futuro per le Comunità montane? «In questi giorni si è sentita la mancanza della Comunità essere “potati” per risparmiare». Montana», parola del presidente della Nona Comunità, e sin- «Le Comunità Montane non hanno un ruolo primario ridaco di Casape, Luigino Testi. Fino a qualche anno fa l’apporto spetto ai comuni, sono sempre loro deputati al governo dei di questi enti era importante: gestivano le scorte ed il riforni- territori. Ma spesso i comuni, soprattutto quelli più piccomento del sale, distribuivano mezzi ed attrezzature ai gruppi di li, con i loro mezzi non sempre riescono a farlo e qui interprotezione civile, mantenevano la viabilità rurale che spesso è la vengono le Comunità – continua il presidente –. I comuni sotvia d’accesso a cabine del gas o a postato i 5mila abitanti sono obbligati ad aszioni di controllo dell’acquedotto. sociare importanti funzioni come seOramai da mesi, però, le Comunità Mongreteria, servizi sociali, urbanistica, ratane sono sospese in un limbo da parte gioneria, lavori pubblici. Le Comunità della regione Lazio. Svuotate dei poteri, Montane potrebbero fare i capofila per in attesa di un’ipotetica riorganizzazione questi servizi, sarebbe un ruolo imporche però non avviene. tantissimo». «Si decidessero, o ci chiudono o ci Proprio questa strada è stata imboccata in danno nuovi compiti – aggiunge Testi – molte zone del nord Italia. vedendo solo quello che è successo «Ad oggi c’è una proposta di legge fernella gestione dell’emergenza neve, il ma sul tavolo dell’assessore regionale ai nostro lavoro sarebbe servito a preveRapporti con gli Enti Locali e Politiche nire molti problemi. Di solito noi faceper la sicurezza Emanuele Cangemi – vamo un rifornimento di sale e lo diprosegue Luigino Testi – lui ha avanzato stribuivamo in tutti i centri, evitando un primo testo, ponendoci davanti priquello che è successo all’inizio delma la chiusura delle Comunità Montal’ondata di gelo. Molti comuni, infatti, ne ed in un secondo momento una loro i primi giorni di neve sono rimasti sendiversa riorganizzazione sul territorio. za sale e questo ha comportato interSi prevedeva, di fatto, un’unione di coventi meno tempestivi e comuni isolasenza obblighi, e senza regole ed La regione tiene nel limbo muni ti. Anche la viabilità rurale riveste un indirizzi. Le varie Comunità del Lazio le Comunità Montana ma ruolo importante in questi frangenti hanno risposto con una serie di emendopo l’emergenza neve perché spesso è la via d’accesso alle damenti, sollecitando così un riordino e cabine elettriche. Se i tecnici non posquanto prima la chiusura di quelle inusalgono le recriminazioni sono intervenire per riparare i danni, tili. Questo iter, ormai, è partito due anper il contributo che poi diventa difficile gestire certe sini fa anche se la discussione è iniziata avrebbero potuto dare. Ora con la precedente amministrazione di tuazioni». che il ghiaccio si sta «Noi chiediamo, oggi ancora di più, centrosinistra. Ad oggi, comunque, anche il presidente Renata Polverini non sciogliendo, arriva il tempo cora non si è mosso nulla. Solo nel Lasia presa dallo strabismo della chiu- delle analisi e dei commenti zio c’è questa situazione ibrida. Nelle alsura senza la valutazione preventiva di tre regione è stato fatto un riordino ed alcune problematiche dei territori – una riorganizzazione. Sono stati dati aggiunge Testi – dovrebbe riconsiderare il riordino e la rior- ruoli e funzioni. Magari hanno cambiato il nome, ma sono ganizzazione delle Comunità Montana, alla luce del ruolo stati comunque previsti degli organi di secondo livello. In primario che possono svolgere. I costi di questi enti non so- Toscana, ad esempio, è stata portata avanti una soluzione no così elevati come vorrebbero far credere. Sono ben altre molto interessante e le Comunità Montane hanno ancora le strutture e le società che, come rami secchi, dovrebbero ruoli importanti nell’economia».

Schermi luminosi e impianti di sicurezza per controllare il territorio Sicurezza a Guidonia Montecelio, 50mila euro per l’installazione di schermi luminosi e impianti di sicurezza per controllare il territorio e per informare la cittadinanza: «Per far fronte alla crescente e pressante richiesta di interventi – si legge nel documento dell’ufficio di gabinetto del sindaco – l’unica strategia possibile appare quella di un approccio integrato finalizzato a contrastare la criminalità urbana attraverso l’impegno di una vasta gamma di programmi preventivi che prevedano l’adozione di dispositivi e di impianti di sicurezza e nell’ambito di tali interventi ben si inseriscono l’istallazione di schermi luminosi finalizzati ad informare la cittadinanza anche in relazione ad eventi e calamità». Il tutto:«considerato che nel nostro territorio esistono diverse zone dove è necessario garantire controlli più capillari in quanto esistono problemi inerenti all’immigrazione clandestina, spaccio e consumo di droghe, prostituzione, piazze e strade dove possono verificarsi rischi di aggressione, nonché discariche abusive e che non sempre le forze dell’ordine sono sufficienti a garantire tutti gli aspetti di sicurezza di una città a 360 gradi».

Ripristinare il doppio senso di via Roma? GUIDONIA - Senso unico a via Roma, presentata una nuova mozione da tutte le forze di opposizione nella quale si chiede all’amministrazione di ripristinare il doppio senso di circolazione in via Roma: «Il primo periodo di sperimentazione del nuovo assetto della circolazione stradale – si legge nel documento - , soprattutto dopo l’istituzione lungo via Roma di numerosi parcheggi, è da ritenersi non soddisfacente in quanto il flusso delle autovetture avviene in modo caotico ed è aumentato il pericolo di incidenti per le autovetture e soprattutto per i pedoni. Tale affermazione è suffragata dalla cittadinanza che con petizioni e altre forme di protesta si è espressa negativamente su detta sperimentazione».

Servizio Civile, le graduatorie Pubblichiamo le graduatorie dei 13 progetti di servizio civile, presentati da SPES e inseriti nel Bando pubblicato sulla GURI n. 75 del 20 settembre 2011 - 4° serie speciale - concorsi ed esami. Come previsto dal suddetto bando, i candidati selezionati dovranno fornire un certificato medico di idoneità allo svolgimento del servizio civile, con riferimento allo specifico settore di impiego (settore assistenza o protezione civile in base al progetto). Il certificato rilasciato dal proprio medico di famiglia o da un organo del servizio sanitario nazionale, purché ci sia comunque il timbro della ASL di riferimento, dovrà riportare l’indicazione del settore di impiego e dovrà pervenire in originale entro e non oltre il 27 febbraio presso una delle seguenti sedi Spes: - Via Liberiana, 17 - 00185 Roma (referenti Chiara Mantovani e Govinda Vecchi); - Casa del Volontariato Via Igino Garbini 29/G - 01100 Viterbo (referenti Massimiliano Venturi e Jacopo Santelli); - Casa del Volontariato Via Pierluigi da Palestrina, 14 03100 Frosinone (referenti Michela Colatosti e Daniela Sbardella); - Casa del Volontariato Viale Pier Luigi Nervi, snc (c/o Centro Commerciale Latinafiori) Torre 5 Gigli - Scala A 04100 Latina (referenti Francesca Scarpetta e Salvatore Micieli). - Sede di Guidonia Via Montenero, 43 (associazione Banco Alimentare) (referenti Patrignani Jalis, Sabella Luca) - Sede di Guidonia Via Montenero, 45 (associazione Banco Alimentare) (referenti Innocenzi Matteo, Pelosi Lorenzo)


XL

SANITÀ

23 febbraio 2012

Questioni di batticuore vita di studio ed esperimento sull’argomento. Dal 2005, è Responsabile del Laboratorio e del reparto di Aritmologia ed Elettrofisiologia interventistica del Policlinico Casilino di Roma nonché Responsabile del Laboratorio di Elettrofisiologia ed Elettrostimolazione e dell’attività di Aritmologia Clinica. Nel settore dell’aritmologia interventistica ha personalmente eseguito oltre 3500 procedure interventistiche elettrofisiologiche, trattando con ablazione transcatetere tutti i tipi di aritmie. E’ attualmente impegnato in attività di ricerca di punta particolarmente nel campo dell’ablazione della fibrillazione atriale e sta mettendo a punto tecniche originali ed innovative per la cura di quest’aritmia. «Leonardo – prosegue Fabio Proietti- è una persona semplice, alla mano, sempre aperto all’aspetto umano del suo lavoro, definito da lui una missione verso il prossimo, la sua disponibilità verso i pazienti è a dir poco inconsueta. Lavora incessantemente mettendo a disposizione tutta la sua sensibilità e professionalità verso i malati che, spesso per gratitudine e riconoscenza, lo seguono nelle sue opere di beneficenza, come nel percorso dell’associazione“Insieme per un cuore sano onlus” da lui presieduta». INSIEME PER UN CUORE SANO. Questa associazione nasce per favorire la ricerca, la cura e la prevenzione delle malattie cardiovascolari e la morte improvvisa. La borsa di studio finanziata dalla onlus è solo uno dei modi per aiutare la ricerca e migliorare progressivamente le terapie di queste patologie che ad oggi causano oltre il 50% della mortalità totale. Questi studi lo hanno portato a collaborare con l’istituto di medicina dello sport della famosa Clinica Villa Stuart di Roma e a lavorare a stretto contatto con l’Università dello sport Foro Italico. STRANI BATTICUORI. Cominciamo col chiarire di cosa stiamo parlando: cosa è l’aritmologia e

l’Elettrofisiologia? L’elettrofisiologia è lo studio e la terapia delle aritmie cardiache. La classica procedura detta elettrofisiologia prevede una prima parte durante la quale viene investigata l’attività elettrica cardiaca normale e durante aritmia provocata, seguita, quando necessaria e praticabile, da una seconda parte nella stessa seduta durante la quale viene praticato il trattamento terapeutico che può essere di ablazione transcatetere o impianto di pace-maker o defibrillatore: procedura che si esegue in anestesia locale, minimamente invasiva e che permette di eliminare i circuiti elettrici accessori o i foci responsabili delle aritmie sopraventricolari e ventricolari; ovvero ciò che fa il prof. Calò e la sua equipe. PREVENZIONE: la carta vincente contro la morte improvvisa. Il prof. Calò, dopo aver esposto i più recenti sviluppi nella diagnosi e nel trattamento delle aritmie cardiache, dello scompenso cardiaco, della cardiopatia ischemica e delle varie cardiopatie più o meno rare; ha sottolineato il valore della prevenzione nel rischio di morte improvvisa. Molto interessante, la relazione dello studio applicato allo screening in 2500 giovani atleti in risposta al problema della morte improvvisa, del Dott. Fabio Sperandii. La morte cardiaca improvvisa di un atleta durante attività sportiva è una situazione particolarmente violenta. Praticare sport, che procura indiscussi benefici fisici e psicosociali, non deve mettere i giovani atleti, apparentemente sani, a rischio di collasso cardiovascolare. Quando poi la mor-

te improvvisa coglie un atleta professionista famoso, il problema si ingigantisce in modo sproporzionato. Sarà uno sport sicuro? Cosa provoca un evento del genere? Come si può prevenire? Nel cercare di dare una spiegazione a queste domande, ci dobbiamo rivolgere ai medici o a coloro che sono incaricati di prestare tutte le possibili cure mediche che siano in grado di identificare il giovane a rischio e pertanto prevenire il decesso cardiaco negli sport. E’ verosimile che tali decessi collegati al cuore si verificano soltanto in soggetti che hanno qualche importante disturbo o disfunzione cardiaca, ov-

L’associazione L’Alberone, promotrice dell’incontro sulla morte improvvisa vero, è improbabile che un cuore normale possa essere “sforzato fino alla morte”. Con l’ausilio di strumenti diagnostici intensivi, i medici sono in grado di individuare gli atleti affetti da situazioni gravi, ridurre la frequenza delle gare e pertanto diminuire se non eliminare del tutto il rischio di morte improvvisa durante l’attività sportiva. NE HANNO PARLATO anche il Dott. Fabrizio Guarracini in Prospettive dell’esperienza della morte improvvisa e la Dott.ssa Marta Marziali in Esperienza ambulatorio morte improvvisa del Policlinico Casilino. La campagna di sensibilizzazione re-

lativa alla prevenzione delle malattie cardiovascolari e l’educazione della popolazione a rivolgersi immediatamente ad un Pronto Soccorso in caso di sintomi, compatibili con quello di un infarto, sono gli elementi su cui si dovrebbe puntare principalmente per ottenere una riduzione dell’incidenza di morte improvvisa. Dunque, se il vostro cuore batte a mille all’ora non soltanto quando persona amata è lì vicino, contattate un medico, facendo un gesto d’amore per il vostro cuore. Ilaria Morini Associazione L’Alberone via I. Missoni, 18 - Tivoli

Pronto soccorso di Tivoli: disagi per tutti I pronto soccorso degli ospedali della Provincia di Roma sono agli onori, si fa per dire, della cronaca. I cittadini che ad essi sono costretti a ricorrere lo continuano a denunciare da tempo ma solo ora la vicenda sta emergendo in tutta la sua gravità. Il piano sanitario regionale, gravato dalle necessità di rientro dal deficit, sta mostrando tutti i suoi limiti nonostante il governatore Renata Polverini abbia dichiarato pubblicamente che per difenderlo si farebbe sparare. Sono gli ospedali romani ad occupare le cronache, in prima fila San Camillo e Umberto I con le immagini da ospedale di guerra registrate da cittadini indignati, ed il caso della donna in coma legata al lettino. Tutto prevedibile ed ovvio, se si pensa solo a tagliare i fondi senza ristrutturare seriamente i reparti ed il servizio, se si spendono fondi per consulenze amministrative, se i macchinari costosissimi effettuano un numero di prestazioni giornaliere limitato. Tutto prevedibile anche per il Pronto soccorso dell’ospedale di Tivoli. Il ridimensionamento e la chiusura probabile degli ospedali di Palombara e Subiaco, l’aumento demografico esponenziale di Guidonia, non potevano non causare un aumento notevole delle prestazioni richieste, duemila in più nel 2011 rispetto all’anno precedente. Inevitabili quindi le lunghe attese per i codici meno gravi, i corridoi spesso occupati da pazienti in barella, il superlavoro per il personale in servizio. Venti i medici in servizio nel Pronto soccorso del San Giovanni, di cui dieci precari, ventisette gli infermieri tra i quali sei sono i precari, una capienza di 32 posti disponibili notevolmente al di sotto del numero di accessi giornaliero e quindi pazienti spesso ricoverati in condizioni di approssimazione. Questa la situazione che si è presentata agli occhi dei consiglieri regionali del PD Montino e Lucherini che nella scorsa settimana hanno fatto un sopralluogo nell’ospedale tiburtino. Situazione destinata ad aggravarsi, se l’ospedale di Subiaco chiuderà definitivamente e Guidonia continuerà a crescere con i ritmi attuali. Come se ne uscirà non è dato sapere anche se il rimedio è sempre quello di ricorrere alle costose prestazioni dei centri privati, un rimedio però non a tutti accessibile! G. I.

Offerta valida nei Punti vendita salvo esaurimento scorte. Le foto e le descrizioni dei prodotti sono puramente indicative.

Successo annunciato dell’iniziativa “Ascolta il tuo cuore” presentata dall’ “Associazione Insieme per un cuore più sano onlus” e portata a Tivoli dalla novella Associazione “L’Alberone” nata a gennaio dallo spirito di cittadini animati dalla volontà di unirsi al fine di promuovere e diffondere la cultura e la conoscenza, nonché favorire e consolidare l’unione tra le persone, col fine di perseguire interessi socio culturali. «L’Alberone è una associazione Culturale e di Promozione Sociale che, cercando di raccogliere le sfide sempre più importanti del nostro tempo - dichiara il presidente Fabio Proietti - unisce e rilancia l’esperienza dei propri fondatori con l’intenzione di dedicarsi specificatamente alla promozione della coesione sociale, della cittadinanza attiva e della cooperazione interculturale. Coadiuvato da un gruppo di volenterosi amici, abbiamo creato un sito internet aperto a tutti i cittadini che vi consiglio di visitare per essere aggiornati sulle varie iniziative che questa associazione proporrà durante l’anno». Avete scelto il vostro primo evento per trattare una problematica di notevole interesse ed impatto sociale: la morte improvvisa a causa delle aritmie del cuore attraverso gli studiosi di “Ascolta il tuo cuore”: “siamo onorati di ospitare a Tivoli l’associazione “Insieme per un cuore sano onlus”. Se un ringraziamento particolare va a Vincenzo Tropiano, assessore alle attività produttive e turismo del comune di Tivoli, per la disponibilità ad ospitare questo evento, un vero segno di riconoscenza è diretto al prof. Leonardo Calo’ per il lavoro svolto nei confronti dei cittadini di Tivoli che si sono affidati alle sue cure”. Il prof. Leonardo Calo’ nasce nel Camerun nel 1966, nel 91 si laurea con lode in medicina e chirurgia con tesi sulla ipertrofia ventricolare sinistra e aritmie, presso l’università di Tor Vergata di Roma. Inizia così una

11

Interessi Zero in 20 mesi Prima rata 90 giorni NUOVO PUNTO VENDITA

TPA Elettronica srl • Euronics point CARSOLI (Aq) - via Tiburtina km 68.700 - tel. 0863 907030

sopra magazzini Maury’s

...e tantissime altre occasioni


12

XL

CULTURA

Mitoraj è tornato!

n. 4 2012

Guidonia città di bandiere

TIVOLI - Alla chetichella come era sparita, dopo aver riposato a lungo in un magazzino comunale, tra un motocarro in disuso e cataste di cavi elettrici dismessi, la statua di Igor Mitoraj è tornata a Piazza Trento. Ha trovato il suo piedistallo un po’ spostato ma non se ne è curata, tornare alla luce è stato come rinascere, e l’attenzione di passanti e rari turisti che hanno trovato Villa d’Este ancora chiusa per il gelo, l’ha subito gratificata. A qualcuno piace ad altri no, come succede a tutte o quasi le opere d’arte, in modo particolare se contemporanee. Percepisce un’aria diversa, capisce che il suo nuovo posizionamento è frutto di una mediazione che accontenta tutti salvo qualche irriducibile che non l’avrebbe voluta più vedere in quella piazza. Spera di trovare maggiore serenità e soprattutto di poter assistere finalmente a quella antichissima manifestazione religiosa, quell’Inchinata di cui ha finora solo sentito parlare ed alle cui immagini sacre vorrebbe, come tanti tiburtini, a Ferragosto rendere omaggio! Bentornata! (G.I.)

“Guidonia città di bandiere” sta per incoronare il suo vincitore, anzi vincitrice. Il primo premio di mille euro è andato alla giovanissima Giada Pipitone, di soli 16 anni. Il concorso era rivolto ai giovani sotto i 30 anni che avrebbero dovuto cimentarsi nella creazione grafica di una bandiera, una per ognuna delle nove circoscrizioni. «Non si tratta di vere e proprie bandiere – aveva spiegato l’allora assessore alle attività produttive e politiche giovanili, Domenico Zulli – si tratta di semplici stendardi, anche se il titolo del progetto parla di bandiere. Guidonia ha una sua bandiera e in occasioni speciali sotto la bandiera del Comune verrà posto anche lo stendardo di quartiere. L’idea è quella di coinvolgere i ragazzi in un progetto che li veda partecipi nella creazione di un immagine in grado di rappresentare la loro identità di circoscrizione. Come gli stendardi dei rioni».

Master Chef a Colle Cesarano

Ancora tanta buona musica per la “Ghironda” TIVOLI - Si è da poco concluso un anno di intensa attività per i bravissimi giovani dell’Orchestra Ghironda. Particolarmente significativo è stato il mese di dicembre durante il quale, con entusiasmo ed impegno, hanno dato vita a sette splendidi momenti di cultura musicale a Tivoli, a Palombara, a Subiaco e a Roma. Mai come in quest’ ultimo periodo l’orchestra ha lavorato sodo, facendo riecheggiare delle sue soavi e gioiose note, alcuni luoghi di inusitata bellezza. La splendida Chiesa di San Lorenzo De’ Speziali in Miranda, a Roma, dalla quale è possibile ammirare il maestoso splendore dei Fori Imperiali, mercoledì 14 dicembre è stata teatro di un concerto voluto dal Nobile Collegio Chimico Farmaceutico in occasione del consueto scambio degli auguri di fine anno. I MUSICISTI ed il M° Giannantonio Ippolito, dal quale sono magistralmente diretti, hanno ricevuto i complimenti del Presidente del Collegio e di molti dei Dottori presenti, per la scelta del repertorio e l’originalità degli arrangiamenti: Attignant, Vivaldi, Bach sono solo alcuni degli autori interpretati dall’Orchestra che, solo qualche giorno prima, aveva preso parte alla seconda fase de “Le 5 Giornate dell’Arte”, edizione 2011, esibendosi presso le Scuderie Estensi al cospetto di un folto e caloroso pubblico. E’ STATA LA TERZA VOLTA che l’Associazione Culturale “Ghironda” ha preso parte a questa importante manifestazione promossa e organizzata dall’Associazione “Tivoli Arte” e fortemente voluta da molte associazioni culturali presenti sul territorio. Questa edizione è stata articolata in due fasi, la prima ad ottobre e la seconda a dicembre. E’ stato un meraviglioso carosello di “voci, colori, parole” quello che ha animato la nostra bella città e le ha regalato una veste inconsueta, una vivacità ed una bellezza che molti hanno potuto cogliere ed apprezzare nelle strade, nelle piazze ed in molti luoghi artistici di Tivoli e che ci auguriamo possa ripetersi più frequentemente ed ottenere un coinvolgimento sempre maggiore a livello cittadino. I GIOVANI DELL’ORCHESTRA hanno aderito con entusiasmo e generosità all’iniziativa culturale condividendone gli obiettivi tra cui quello della riscoperta e della valorizzazione

delle bellezze artistiche di Tivoli e della promozione delle attività culturali nel nostro territo-

rio. Inoltre l’impegno dell’Orchestra è finalizzato a sensibilizzare la popolazione, ed in

L’ASSOCIAZIONE MUSICO CULTURALE “GHIRONDA” al fine di ampliare il proprio organico, comunica che SONO APERTE LE ISCRIZIONI per l’anno 2012. La stessa associazione organizza un SEMINARIO D’ORCHESTRA E APPROFONDIMENTO TECNICO DELLO STRUMENTO che prevede: Incontro settimanale di tre ore (venerdì pomeriggio dalle 18.00 alle 21.00) di cui: - un’ora di studio della tecnica di strumento; - due ore di musica d’insieme; Pagamento della quota d’iscrizione annua e di una quota mensile. Inoltre: - l’Associazione offre la possibilità, a chi è interessato, di effettuare uno stage della durata di quattro settimane per provare l’esperienza della musica d’insieme. La domanda di ammissione è scaricabile dal sito www.orchestraghironda.com, sotto l’indicazione “modulo d’iscrizione”.

Per informazioni: segreteria@orchestraghironda.com tel. 335. 57 89 638

Solidarietà: atto unico GUIDONIA - L’associazione Centro Maria Gargani onlus comunica che domenica 26 febbraio avrà inizio la prima rassegna teatrale Solidarietà: atto unico, alle ore 17.30, presso l’areoporto di Guidonia Montecelio. Programma DOMENICA 26 FEBBRAIO Rugantino ispirato alla commedia musicale di Garinei e Giovannini Centro Maria Gargani DOMENICA 4 MARZO Non ti pago di E. De Filippo, regia di Salvatore Casertano Attori per caso DOMENICA 18 MARZO Il cilindro (vincitore del Corvo d’oro 2011) di E. De Filippo, regia di Salvatore Casertano Hdemia DOMENICA 25 MARZO Sogno di una notte d’estate di W. Shakespeare, regia di A. di Giovannantonio Compagnia delle Maschere Nude DOMENICA 1° APRILE Il fantasma di Canterville di O. Wilde, regia di Stefano Gatti Smile Team DOMENICA 15 APRILE Il fantasma del povero Piero di C. Vittici, regia di Roberto Valenti Associazione Demetra Per info contattare il numero 3455981875 centromariagargani@hotmail.it

particolare i più giovani, all’amore per la musica, intesa come semplice ma straordinario strumento di comunicazione e di aggregazione. UN ALTRO INTERESSANTE evento è stato quello del 20 dicembre nel quale l’Orchestra ha avuto il piacere di esibirsi a conclusione dell’ Assemblea dei Soci di fine anno della Libera Università “Igino Giordani”, con sede presso l’I.C. “ Vincenzo Pacifici”, a Villa Adriana. In questa occasione l’Orchestra ha eseguito tre danze rinascimentali di Attignant; ha proseguito con brani di Vivaldi e Bach, con due danze irlandesi per coro di flauti, e con il “Freilach”, una coinvolgente danza ebraica; a conclusione del concerto, l’Orchestra ha eseguito un originale arrangiamento di “Stille Nacht”, per il quale il pubblico ha mostrato molto apprezzamento. Nel concerto presso la L.U.I.G. il professor Giannantonio Ippolito, oltre a coordinare l’Orchestra, ha abilmente curato la presentazione dei brani musicali, secondo una prassi che sta diventando una piacevole consuetudine per la “Ghironda”. La contestualizzazione dei brani, attraverso le notizie sugli autori, sul periodo storico, sulle ragioni e le circostanze che hanno ispirato la nascita dei brani, suscita l’interesse dell’ascoltatore e favorisce il suo coinvolgimento nell’evento culturale. Questo singolare connubio tra musica e parole è stato particolarmente apprezzato dal pubblico e si è rivelato un efficace strumento di divulgazione della cultura musicale. ALTRI APPUNTAMENTI della “Ghironda” sono stati: il concerto di Natale nella Chiesa di Sant’Andrea a Subiaco, che si è tenuto il 26 dicembre e promosso dalla Fondazione “Ars Aniensis” che persegue molteplici finalità tra le quali: tutela del patrimonio storico-artistico, assistenza socio-sanitaria, promozione della cultura e dell’arte; il concerto del 18 dicembre nella Chiesa di Santa Maria Maggiore a Tivoli, in collaborazione con il Coro Polifonico “G. Nanino” diretto dal M° Maurizio Pastori e con la partecipazione del coro dei bambini di San Getulio; il concerto, ormai rituale, tenuto al “Medicus” per condividere un momento di serenità con gli ospiti della clinica; e per finire, il 30 dicembre, il concerto nel meraviglioso e suggestivo Castello Savelli di Palombara Sabina.

Si è concluso con una “prova dei fuochi”, il corso di cucina tenutosi a Colle Cesarano e che ha visto coinvolti sette pazienti ricoverati nella Casa di Cura Colle Cesarano, pazienti che già fanno parte di diverse progettualità atte a reinserirli nella “società”, come la realizzazione dell’orto negli spazi verdi della clinica. Il corso, tenuto dalla signora Antonietta Poppa, coadiuvata da diversi terapisti della riabilitazione, ha avuto la durata di circa 2 mesi e si è concluso giovedì 9 febbraio, con un pranzo, interamente preparato dai pazienti e al quale hanno partecipato oltre i pazienti stessi anche l’amministratore delegato Dott. Manfredi Genova, il direttore sanitario Dott. Roberto Roberti, la quasi totalità dei medici, psicologi e terapisti occupazionali presenti in struttura. Il corso è stato articolato in modo interessante e non ha riguardato solo il cucinare di per sé. Il giorno precedente, i pazienti provetti cuochi, accompagnati dalla Signora Poppa andavano a fare la spesa: pasta, verdura, carne e quant’altro, abituandoli quindi a questa attività. Il giorno successivo cucinavano ciò che avevano comprato, sotto la supervisione dei responsabili, che spiegavano i vari tempi e le varie modalità di cottura. Il pranzo è stato un momento conviviale allegro e in qualche modo emozionante, soprattutto quando, alla fine del pranzo, ai novelli chef è stato consegnato da parte del direttore sanitario...un grembiule da cuoco, che hanno molto gradito! Ilaria Morini

L’attività di Mimmo Canonico GUIDONIA - L’Associazione Mimmo Canonico nasce con lo scopo di operare nel settore socio culturale per il perseguimento di obiettivi di promozione umana artistico culturale e di solidarietà sociale, ricordando e onorando la figura del pittore recentemente scomparso. Mimmo Canonico, diventato cittadino del mondo, ha vissuto i suoi ultimi anni a Guidonia, organizzando mostre a Montecelio, Villanova, Colle Fiorito, e successivamente in Ciociaria, a Paliano e Frosinone. Il bel territorio della campagna romana e la simpatia dei suoi abitanti avevano innamorato “il pittore delle rose” che contava di avviare nuove iniziative rivolte soprattutto ai giovani artisti. Oggi l’Associazione raccoglie la sua eredità tesa a operare nel campo della solidarietà ed integrazione sociale oltreche in quello piu specificatamente artistico. Il 25 febbraio 2012 tutti i soci sono invitati a partecipare a un incontro di festeggiamento ma anche e soprattutto, per fare insieme il bilancio di un anno di proficuo lavoro e di attività svolte con impegno e con successo. L’anno trascorso ha visto organizzare e realizzare alcuni grandi eventi che svolgendosi in varie regioni d’Italia hanno assunto carattere nazionale. 25 febbraio - viale Roma, 278


XL

CULTURA

23 febbraio 2012

13

Incontro con Stefano Panzarasa TIVOLI - Nuovo appuntamento con letteratura e musica Sabato 3 Marzo alle ore 17, 00, presso la Libreria Fonti Sonore, con l’imperdibile incontro con Stefano Panzarasa autore e curatore del libro L’orecchio verde di Gianni Rodari. Il libro raccoglie testi dello stesso Rodari, articoli di grandi studiosi rodariani, contributi di suoi estimatori, compresi bambine e bambini, tutti accumunati dal tema dell’ecologia, dell’alimentazione vegetariana, dell’amore per la natura, del rispetto dell’ambiente. Ecopacifista, sognatore e visionario, Gianni Rodari già negli anni ’50 aveva infatti una profonda consapevolezza ecologica. Autore di storie indimenticabili per ragazzi, nei suoi libri troviamo non solo tutto il suo amore per l’infanzia e il grande senso di solidarietà per il prossimo ma anche le grandi speranze che nutriva per un mondo migliore, in cui l’ambiente ed il rapporto con la natura assumono una grandissima importanza. Stefano Panzarasa ha anche adattato in

canzoni alcuni testi di Gianni Rodari che riflettono tematiche ecopacifiste, realizzando un cd, allegato al libro, che raccoglie canzoni impegnate e divertenti in chiave folk, punk, rock, reggae. La presentazione terminerà con una degustazione di pane ed olio, prodotti naturali per eccellenza. L’orecchio verde di Gianni Rodari a cura di Stefano Panzarasa (Stampa Alternativa) Presentazione e Concerto per adulti e ragazzi con Stefano Panzarasa - curatore, autore, voce Roberto Capotorti - percussioni. L’utopia ecopacifista di Gianni Rodari. I testi di Rodari, musicati e cantati da Stefano Panzarasa. E per finire…..pane e olio! Ingresso libero. Gradita la prenotazione.

Corso di primo soccorso SETTEVILLE - Ai nastri di partenza a Setteville il corso, gratuito, di Primo Soccorso, promosso dall’Associazione Umanista Atlantide ONLUS che verrà presentato sabato 3 marzo alle ore 16 presso i locali dell’UPTER in via Todini a Setteville. L’obiettivo è quello di insegnare ai partecipanti a «Saper riconoscere i segnali di un’emergenza, sapere come intervenire per essere efficaci, salvare delle vite». «L’iniziativa – spiegano i promotori -, completamente gratuita, nasce dalla volontà di un motivatissimo gruppo di medici, esperti e formatori di emergenze sanitarie e protezione civile con alle spalle tanta esperienza e tanta voglia di condividerla con il prossimo». La prenotazione al corso e ogni altra informazione essere fatta ai numeri 0774 390136 (biblioteca di Setteville), 3661952995 oppure all’indirizzo email info@umatlantide.it e tra breve sul sito web dell’Associazione www.umatlantide.it

Libreria Fonti Sonore Via Due Giugno 9, Tivoli - Tel. 0774319077 www.fontisonore.com

Dizione e fonazione TIVOLI - L’Associazione Settimo Cielo, una delle eccellenze regionali presente da sei anni sul territorio con i progetti Medaniene giovani/ESTensioni/innESTi e Officina E.S.T., Officina Culturale della Regione Lazio, inizia un nuovo corso di dizione e fonazione presso la Biblioteca Comunale di Tivoli, piazza del Tempio d’Ercole. Il corso si suddivide in due parti, base (articolazione, emissione, regole ed eccezioni, esercitazioni) – dal 29 febbraio al 28 marzo, tutti i mercoledì dalle ore 18.00 alle ore 19.30 – Avanzato (espressione, colore, intonazione, ritmo) – dal 4 aprile al 2 maggio, tutti i mercoledì dalle ore 18.00 alle ore 19.30 – ed è aperto a tutti coloro che per curiosità, per passione o anche per ragioni professionali vogliano acquisire i mezzi per un’esposizione e una comunicazione più chiara, efficace, gradevole e convincente. Il corso si concluderà con un reading aperto al pubblico in cui i partecipanti potranno sperimentare quanto appreso. I docenti, gli attori Gloria Sapio e Maurizio Repetto, con una lunga, consolidata esperienza nel campo dell’insegnamento, svolgeranno un percorso didattico che, attraverso l’acquisizione e lo studio delle tecniche di base, porterà gli allievi ad assumere una maggiore consapevolezza dei propri mezzi di espressione. L’accesso ai laboratori è a numero chiuso, è necessaria quindi la prenotazione. L’attività si svolge in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Tivoli.

Un carnevale da favola COLLEVERDE DI GUIDONIA - Il 19 febbraio la Pro Loco di Colleverde ha organizzato per il quarto anno consecutivo la manifestazione denominata “Un Carnevale da Favola”. «L’evento – spiegano gli organizzatori - è stato possibile grazie alla sinergia con le Associazioni e le realtà del territorio: Associazione Bandistica di Colleverde (presidente Gioacchino Argentino maestro Umberto Di Giuseppe), Associazione Artisti di Colleverde AR.CO. (presidente Anna Maria Gabrielli), Oratorio San Remigio (direttori Dayana Ricciardi e Gabriele Schiavo)». «La Banda Musicale di Colleverde – raccontano dalla Pro Loco - ha sfilato per Colleverde rallegrando le vie del quartiere, poi ha svolto

Altre vetture sul nostro sito

un’esibizione in piazza Colleverde e ha dato il via ai giochi di animazione organizzati dall’Oratorio San Remigio della Parrocchia. Grandissima partecipazione, la piazza era stracolma di piccoli e di grandi in costume e maschera. Molto calore nell’accoglienza della banda musicale di Colleverde. Nel pomeriggio la Pro Loco ha organizzato un gruppo in maschera stile Hawaii e Caraibi per la sfilata del Carnevale Cittadino di Guidonia organizzato dal Comitato del Carnevale di Guidonia Montecelio». Sempre grazie all’aiuto del Comitato, anche il quartiere di Marco Simone il 18 febbraio è sceso in strada tra maschere e coriandoli tra la gioia dei genitori e l’entusiasmo dei

bambini “scarrozzati” per le vie della frazione da un festoso trenino, scortato da re Carnevale.

A Tivoli si sfila il 26 febbraio Dopo le varie vicissitudini temporali il Comitato ricorda che il prossimo appuntamento è per domenica 26 febbraio. Altra data possibile della manifestazione potrebbe essere il 4 marzo ma è ancora da confermare. Per info www.carnevaletiburtino.it

Info e prenotazioni: 0774936172 3332014272 3318254599 oppure inviare una mail a officinaest@gmail.com.

Sabato aperti intera giornata

www.gestcar.it

Garanzia fino a 24 mesi NUOVA ESPOSIZIONE:

aggiornamenti online

Guidonia - via Maremmana, angolo via Pantano

LʼUSATO GARANTITO

Chilometraggio documentato e dichiarato

Alfa Romeo 159

Volkswagen Passat

Audi A4

Fiat Croma

1.9 Mjet 150cv Berlina Bianca km 68.000

2.0 tdi 140cv Comfort sw navi del 2008 km 54.700 certificati

2.0 tdi 143cv sw del 2008 km 83.000 certificati fatturabile iva esposta lg 104

1.9 mjet 120cv del 2008 km 85.800 aziendale

prezzo XL

€ 9.900

Volkswagen Touran

1.9 tdi 105cv highline del 2008 km 83.000 prezzo XL

€ 13.500

prezzo XL

€ 14.500

Renault Clio

1.5 dci 85cv 5 porte argento del 2008 km 70.100 prezzo XL

€ 6.500

prezzo XL

€ 18.900

Smart Passion

1.000 cc 2011 km 13.000 nero grigio prezzo XL

€ 9.500

BMW X3

Renault Scenic

Audi A3

2.0 d Eletta del 11/2007 km 63.000 170cv aziendale

1.9 dci 130cv Dynamique del 2007 km 117.000

1.6 fsi Ambition Benzina del 2005 km 74.000 argento

€ 18.900

Mercedes C220

GESTCAR Cdi Elegance sw del 2000 km 225.000

€ 3.800

prezzo XL

€ 7.200

Seat Ibiza

1.4 16v sport del 2001 km 123.000

€ 1.900

prezzo XL

€ 7.900

Volkswagen Passat

1.9 Tdi 130cv sw del 2001 km 198.000

€ 3.500

prezzo XL

€ 9.300

Fiat Punto

1.2 Metano 5 porte bianca del 2006 km 33.000 prezzo XL

€ 5.900

Fiat Bravo

1.9 mjet 120cv Active del 11/2007 km 81.000 aziendale prezzo XL

€ 7.200

Fiat Panda

1.3 Mjet 4x4 autovettura 4 posti clima del 2006 km 47.000

€ 6.900

BMW 320 D

177cv berlina del 2007 km 67.000 aziendale prezzo XL

€ 15.500

Fiat Grande Punto

1.3 Mjet 75cv 5 porte del 2008 km 34.000 certificati prezzo XL

€ 7.900

Opel Zafira

Renault Megane

1.7 CDTI del 2008 km 77.800 110cv modello nuovo

Berlina 5 porte 1.5 dci 105cv estreme blu km 74.900 certificati

prezzo XL

€ 11.800

€ 7.500

Audi A6

3.0 Tdi Quattro tiptronic del 2005 km 145.000 prezzo XL

€ 12.900

Fiat Stilo

1.9 Mjet 120cv sw Dynamic del 2006 km 79.300 certificati prezzo XL

€ 5.900

Fiat Punto Van

Fiat Punto Van

Fiat Kangoo

1.3 mjet del 2008 clima km 69.000 argento

1.3 mjet del 2007 clima km 89.900

1.5 dci express del 2007 km 62.500 clima

Fiat Seicento

Smart Passion

€ 4.200 + Iva

del 2000 km 57.000 clima servo cd ve cc

€ 2.700

€ 3.800 + Iva

del 2002 benzina km 120.000

€ 3.500

€ 4.900 + Iva

Fiat Panda

1,3 Mjet 4x4 van del 2006 km 76.000

€ 4.900 + Iva

via Tiburtina km 25,600 • VILLANOVA DI GUIDONIA • tel. 0774 353751 • cell. 347 1071745


14

XL

SPORT

n. 4 2012

Trail running tra solidarietà e cibo Che Tivoli fosse la culla storica dell’Antica Roma e che le sue Ville fossero muse ispiratrici di poeti e pittori, lo sappiamo già. Così come sappiamo che la Riserva Naturale di Monte Catillo sia oggetto quotidiano di scoperta per i turisti e per i tiburtini che vi si inoltrano in cerca di tranquillità e di intimo contatto. Ma forse non tutti sanno che Tivoli è altrettanto preziosa per la produzione di prodotti D.o.c. genuini, certificati e tutti rigorosamente a Km 0. L’ecologia, tema dominante della nostra vita e sulle nostre tavole, non poteva

L’Asd Tibur Ecotrail organizza per domenica 4 marzo il terzo Tibur ecotrail in collaborazione con il Fai, Riserva naturale di Monte Catillo e il Comune di Tivoli. Una giornata per camminare, degustare Tivoli e visitare la Villa Gregoriana

mancare in un contesto sportivo rivolto soprattutto a coloro che amano la natura e che, attraverso il turismo sportivo, contribuiscono alla tutela ed alla conservazione del patrimonio ambientale e delle tradizioni di un popolo. L’A.s.d. Tibur Ecotrail, associazione tiburtina di matrice ambientalista, in collaborazione con il F.A.I., Fondo Ambiente Italiano, la Riserva Naturale Provinciale di Monte Catillo ed il Comune di Tivoli, Assessorato alle Politiche del Turismo e delle Attività Produttive, nella figura

Una domenica di sport a Villa Gregoriana Ripartono a pieno ritmo le attività organizzanormalmente utilizzati per l’escursionismo. In occasione della terza te al Parco Villa Gregoriana a Tivoli – che Immancabile anche quest’anno la solidarietà: edizione della manifestazione martedì 1° marzo riapre al pubblico dopo la in concomitanza con il programma del Tibur sportiva “Tibur Ecotrail” pausa invernale. Domenica 4 marzo, per il Ecotrail al Parco Villa Gregoriana verrà infatterzo anno consecutivo, la manifestazione ti organizzata, a partire dalle ore 10, una diil Parco Villa Gregoriana sportiva “Tibur Ecotrail” toccherà questo passeggiata non competitiva, aperta ospiterà, dalle ore 10 alle 12 vertente splendido parco, che per tutto l’Ottocento fu ad adulti e bambini, resa ancora più piacevocirca, una divertente meta di viaggiatori, poeti, artisti, re e imperale dalle degustazioni di prodotti tipici a km 0 tori e che nel 2002 il Demanio ha dato in conpasseggiata non competitiva provenienti dall’area di Tivoli e dalla Valle delcessione al FAI – Fondo Ambiente Italiano. l’Aniene, quali marmellate, olio, vino, formagcon degustazioni di prodotti gi, Si tratta di un trail running, ovvero una “corolive e la nota “trota della valle”. La quota tipici della Valle dell’Aniene di iscrizione per partecipare a questa speciale sa in natura” che si snoderà su un percorso di 18 km - con partenza alle ore 10 in Piazza del passeggiata con degustazioni è di 7 €, per gli Plebiscito a Tivoli - e che vedrà il passaggio adulti e di 2,50 € per i bambini e il ricavato degli atleti partecipanti per il Parco Villa Greverrà devoluto alle attività del Fondo Ambiengoriana e per la Riserva Naturale Provinciale te Italiano. Orario di apertura di Parco Villa Gregoriadel Monte Catillo. Una gara competitiva a tutna: dalle ore 10 alle 16 (ultimo ingresso ore ti gli effetti, resa ancora più interessante dal15). La passeggiata non competitiva si svolgela scoperta della natura e dell’archeologia del rà invece dalle ore 10 alle 12 circa. luogo. A questa verranno affiancate altre due Quota di iscrizione alla passeggiata non gare, anch’esse al via alle ore 10 in Piazza del competitiva (comprensiva di degustazione Plebiscito: una 10 km di nordic walking – didi prodotti a km 0): Adulti: 7,00 €; Bambini sciplina sportiva che sviluppa resistenza, for(4-12 anni): 2,50 €. za e fitness allenando tutti i muscoli imporBiglietti ordinari di ingresso al Parco: Adultanti, in modo analogo allo sci di fondo - e ti: 5,00 €; Ragazzi (4-12 anni): 2,50 €; Famiuna speciale 5 km denominata FAI trail, penglie (2 adulti + 2 bambini): 12 €; Iscritti FAI: sata per tutti coloro che vogliono cimentarsi gratuito. per la prima volta in questa variante di corsa che differisce da quella su strada e su pista perchè si svolge su percorsi Per informazioni sul Parco: Parco Villa Gregoriana tel. 06/39967701

L’Asd Atletico Tivoli in corsa verso i Regionali L’A.S.D. Atletico Tivoli, del Presidente Gabelli, ha le idee chiare: vincere i titoli provinciali per catapultarsi nei più impegnativi campionati Regionali. In questo breve ma chiaro concetto è possibile riassumere gli obiettivi per questa stagione calcistica della società tiburtina. I risultati ottenuti nelle diverse categorie durante i gironi di andata fanno ben sperare. Il responsabile del settore giovanile Livio D’Alba ne è convinto: «Abbiamo buone possibilità di vincere alcuni titoli provinciali. Le squadre sono cresciute dal punto di vista atletico e tecnico: hanno tutti i requisiti per raggiungere le prime posizioni delle rispettive categorie. Ora ci aspetta il girone di ritorno e continuando con questo trend positivo potremo centrare la qualificazione ai ‘Regionali’ per il prossimo anno. Possiamo e dobbiamo fare ancora di più. Lasciamo lavorare i mister, che ogni giorno si im-

pegnano in campo, e vedrete che i risultati arriveranno». Al giro di boa dei campionati è possibile fare un bilancio abbastanza approfondito del cammino delle squadre nel settore giovanile dell’Atletico Tivoli, capire quanto certe scelte tecniche abbiamo influenzato le prestazioni dei calciatori e con quelle proseguire fino all’ultima gara. «Le vittorie ottenute, si sa, alimentano lo spirito dei ragazzi e portano entusiasmo e punti, le sconfitte devono ser-

Quindicinale per le Associazioni, la Cultura e il Tempo Libero Anno XIV - numero 4 Iscr. Trib. di Roma 403/98 del 6 agosto 1998 23 FEBBRAIO 2012 Editore: Tritype srl - Tivoli Direttore responsabile ed editoriale: Piergiorgio Monaco Coordinamento editoriale: Claudio Iannilli, Gianni Innocenti Grafica ed impaginazione: Tritype srl Stampa: Europrint Sud srl - Strada provinciale ASI Ferentino (Fr). Chiuso in tipografia il 20/2/2012 via Pietro Nenni, 5 - 00019 TIVOLI Tel. 0774336714 - Fax 0774315378 www.xlgiornale.it info@xlgiornale.it Diffusione: 13.000 copie distribuzione gratuita nei principali punti di ritrovo di Tivoli, Guidonia, Castel Madama, Marcellina, Vicovaro, Empolitana, Valle dell’Aniene

Pubblicità: TRITYPE srl - tel. 0774 336714

virci come stimolo per valutare e correggere gli errori commessi» prosegue D’Alba. Primo posto in classifica per gli Allievi 95 allenati dal duo Meucci-Carrarini detto “Mal” che con 9 vittorie, 2 pareggi e 1 sconfitta sono a pari punti con la N. Leonina. Ottima prestazione nella 13ª giornata contro lo Sporting Tor Sapienza: carattere, decisione e determinazione hanno permesso all’Atletico Tivoli di guadagnare tre punti e sorpassare gli avversari in classifica conquistando la prima posizione. «Non dobbiamo abbassare la guardia – ammonisce D’Alba – . E’ necessario evitare disattenzioni come è successo con il Vis Subiaco, nell’unica sconfitta del girone di andata contro una squadra che, pur forse inferiore tecnicamente, si è presentata motivata e determinata vincendo sul nostro campo e piazzandosi, oggi, al terzo posto in classifica. Se vogliamo vincere il nostro girone è necessario prendere esempio dalla squadra sublacense e non regalare punti preziosi». Soddisfazione espressa da Gabelli per l’impegno mostrato dal mister Leoni con gli Allievi Provinciali ’96. Lo scopo è quello di creare una squadra che mentalmente, il prossimo anno, possa affrontare un campionato Regionale, decisamente più impegnativo «E’ una squadra di forti individualità e Leoni sta cercando di creare un gruppo coeso, responsabile. Ottimo il lavo-

ro svolto finora» afferma con orgoglio il Presidente . Decisamente migliore è la posizione dei Giovanissimi Provinciali 1997, del mister Pietropaoli; protagonisti di un grande campionato, occupano attualmente il secondo posto in classifica, distanziati di soli due punti dalla prima in classifica. Ben 69 goal segnati in 14 partite, è una delle squadre maggiormente votate alla conquista dei Regionali. Nella top three anche i Giovanissimi Fascia B classe ‘98, allenati da Mazzilli; al primo anno di agonistica, i giocatori hanno dimostrato di essere pronti ad affrontare un campionato dove il risultato comincia ad avere un suo peso. «Lavorare molto sulla testa della squadra, permetterà a questi ragazzi di togliersi parecchie soddisfazioni» precisa sempre D’Alba. Individuare il giusto equilibrio è anche l’obiettivo del Settore Dilettanti. La Juniores Provinciale sconta il cambio dell’allenatore e l’abbandono di alcuni giocatori a metà del campionato. Il nuovo tecnico Sassi, con i giocatori rimasti nella rosa all’Atletico Tivoli, sta cercando di superare il momento difficile, recuperando punti fondamentali persi nelle tre sconfitte del girone di andata. In grande difficoltà la Seconda Categoria del mister Martone che chiude a 9 punti la classifica del suo girone «La situazione non è facile. Speriamo che il girone di ritorno ci dia maggiori soddisfazioni».

del Sig. Vincenzo Tropiano, è lieta di presentare il “ 3° Tibur Ecotrail – Corri per la Solidarietà nella Riserva di Monte Catillo – 1° Memorial Roberto Trombetta” che si terrà a Tivoli il 4 Marzo 2012 alle ore 10:00 in Piazza Plebiscito. Un’occasione unica per poter godere Tivoli in tutto il suo splendore naturalistico, paesaggistico e gastronomico. Partecipando alla degustazione, i nostri ospiti potranno visitare la Villa Gregoriana e godere dei prodotti della nostra terra e soprattutto dei nostri produttori locali: la Trota Fario, meglio conosciuta come Trota della Valle dell’Aniene, la Pizza Cresciuta, l’Olio D.o.p., il miele, i formaggi, i salumi stagionati ed il vino D.o.c. Il tutto servito da chef qualificati con la supervisione di Ruggero del Parco Laghi dei Reali. I tipi “tosti”, o meglio, gli atleti che si cimenteranno nella dura prova dei 18 Km od in quella soft di 5 Km, potranno bearsi non solo della vista della Villa Gregoriana ma anche della Riserva di Monte Catillo, meglio conosciuta come i monti tiburtini. Anche il Nordic Walking fa capoccella con il suo Nordic Walking in Tour 2012, classificando Tivoli come unica tappa del Tour nel Centro Italia. Infine Trek di 2 ore con guida sempre alla volta prima della Villa Gregoriana e poi della Riserva. Ed al termine della manifesta-

zione, dopo l’assegnazione dei premi per gli assoluti e per le categorie master, dopo i riconoscimenti al 1° uomo ed alla 1ª donna di Tivoli più veloci, consegneremo la Coppa alla donna tiburtina più “tenace”, in memoria di Italia Mogliazzi, nonna del podista tiburtino Fabrizio Renzi. Il momento clou della giornata arriverà con la consegna della coppa 1° Memorial Roberto Trombetta al gruppo più numeroso della manifestazione. Un doveroso ricordo ad un benefattore tiburtino recentemente scomparso la cui ambizione, tenacia e cuore solidale sono stati e saranno da esempio alle generazioni future ed al cui nome è stata intitolata la manifestazione. Dulcis in fundo, Pasta Party per tutti offerto dal Ristorante La Sibilla ed in più tutta la migliore accoglienza con minestrone dell’Alpino, bruschettata, formaggi di pecora locali, salumi e buon vino rosso! Il ricavato dell’intera manifestazione verrà devoluto alla Fondazione Villaggio Don Bosco ed al F.A.I. Di Villa Gregoriana. Info ed adesioni: www.tiburecotrail.it mail: info@tiburecotrail.it Fax 0774/431117 Cell. Massimiliano 338.3995710 Serena 334.6148214

Calcio, il punto sui campionati Pioggia di gol nel campionato di Eccellenza. Nessun pareggio a reti inviolate, risultato che manca da nove giornate e quindi da 81 partite, e 29 gol in nove match alla media di 3,22 a gara. In vetta, il coach tiburtino Manrico Berti porta il suo Pisoniano a +4 sulla seconda. Il 2-0 di Maccarese è opera delle reti di Roversi e Fazi e delle parate di un super Bravetti. Pisoniano imbattuto nel girone di ritorno ma ancora meglio ha fatto in queste cinque giornate il Guidonia. La squadra di Santolamazza riesce nell’impresa di rimontare lo Sporting Real Pomezia nonostante l’inferiorità numerica decretata al quinto minuto del primo tempo per il cartellino rosso sventolato a Campione dopo l’atterramento ai danni di Barile. Spaziani dal dischetto porta in vantaggio gli ospiti. Poi si scatena Borghi che prima indirizza la sfera sotto l’incrocio dei pali e dopo realizza il penalty del 2-1. Nel finale un super Ciccioli blinda il successo con tre grandi parate. Quattro vittorie e un pareggio nel 2012, grandi numeri per D’Alessio e compagni. Importante pareggio esterno per il Villanova che resta al quinto posto. Il 2-2 in casa del Corneto Tarquinia è un passo in più verso la quota della tranquillità. Colpaccio solo sfiorato grazie ai guizzi di Meloni e Di Corpo. Il prossimo turno, sesto del ritorno, prevede Villanova-Tor Sapienza e Ladispoli-Guidonia, scontri diretti decisivi. Il big match è a Pisoniano dove la capolista ospita l’Albalonga dell’ex allenatore della Tivoli Di Franco. Brutto scivolone del Montecelio in Promozione. La squadra di Daniele De Filippo torna da Riano con un pesante 3-0 da digerire e vede la diretta concorrente avvicinarsi ad un punto. Nulla è perduto, il Montecelio resta primo a dodici giornate dal termine, ma il campanello d’allarme è suonato. “Abbiamo giocato molto male – il commento del mister De Filippo -. Solo nel finale abbiamo creato qualche occasione da rete ma il Riano aveva già messo in cassaforte il risultato. Non mi aspettavo una gara così brutta da parte della mia squadra. Comunque andiamo avanti, nella prossima gara contro il Centro Italia ci giochiamo molto”. Il prossimo avversario, infatti, insegue a quattro punti di distacco. Turno decisivo quello di domenica 26 febbraio che mette di fronte le prime quattro della classe: Montecelio-Centro Italia e Boreale-Riano. Vittoria importantissima del Centro Italia in chiave salvezza contro il Palombara, 3-1 il risultato finale. Il Palombara, risucchiato nei bassifondi dopo un buon inizio di campionato, attende il fanalino di coda Casilina Bccr per tornare alla vittoria. Nel girone E della Prima Categoria la Sanpolese allunga sulla Vis Subiaco. I ragazzi di Biondi si sbarazzano facilmente del Marano Equo, 4-0, grazie al poker di uno scatenato Bruni. Goleada anche del Sant’Angelo Romano, 5-0 sul malcapitato Poli. Lo Sporting Tivoli si aggiudica il derby tiburtino battendo di misura l’Albula. La classifica vede la Sanpolese avanti con sei punti di vantaggio sulla Vis Subiaco e otto sul Sant’Angelo Romano che nel prossimo turno affronterà la Tivoli 1919. Danilo D’Amico


XL

SPORT

23 febbraio 2012

15

Tivoli Rugby, una realtà regionale VILLA ADRIANA - «Lo scorso anno ha partecipato alle selezioni regionali - ha spiegato il presidente della Tivoli Rugby Maurizio Piervenanzi - quest’anno è entrato nell’accademia del Centro Sud, con cui si allena quattro giorni a settimana. E’ un ragazzo dal grande fisico ma, stando anche a quanto riferito dai tecnici che lo seguono nelle selezioni, ha talento ed enormi margini di miglioramento. Alle regionali è andato davvero alla grande». «In questi anni abbiamo avuto vari ragazzi chiamati nelle regionali, ma mai nessuno in nazionale – continua il presidente – per mandare avanti la società facciamo grandi sforzi, ma questa convocazione ci ripaga un milione di volte. Per noi è una gioia immensa e poi Federico porta il nome di Tivoli e della nostra società in un ambito importante. Un nostro atleta è stato convocato insieme ai ragazzi di società molto più importanti di noi come: Messina, Avezzano, Capitolina e L’Aquila». Per lui potrebbero aprirsi ora le porte dell’accademia federale di Tirrenia, una vera e propria “acca-

Dalla maglia amaranto blu della Tivoli Rugby a quella azzurra della nazionale, per un giovane giocatore tiburtino è arrivata la notizia più bella per uno sportivo. La terza linea Federico Darmini farà parte del prossimo raduno della selezione Under 15. Un ragazzone di un metro e 93 centimetri, per 90 chili di peso, che compirà 15 anni tra pochi mesi. Il giovane numero 8 ha iniziato a giocare tre anni fa ed ha sempre militato nelle fila delle aquile tiburtine demia del rugby”. Si tratta di un centro federale di altissimo livello

La ginnastica per prevenire le malattie dell’apparato osseo VILLA ADRIANA - Il corso di Ginnastica Generale è tenuto dall’insegnate Eleonora Taffi presso il Centro Sportivo Vincenzo Pacifici A.S.D. Con il passare degli anni il tessuto osseo del nostro corpo tende a degenerare, portando così in età avanzata a conseguenze importanti sul fisico, come ad esempio l’osteoporosi che colpisce soprattutto le donne in età avanzata. La prevenzione va iniziata sin dall’età giovanile, attraverso un allenamento costante dell’apparato osseo e muscolare. La Ginnastica Generale è la disciplina maggiormente consigliata per questo fine. Il corso è aperto a tutti e non ci sono limiti di età in quanto, durante la lezione, si parte da un riscaldamento generale accompagnato da un sottofondo musicale e successivamente si procede con un allenamento aerobico che coinvolge tutti i gruppi muscolari. Si tende a far lavorare tutto il corpo, al fine di migliorare l’equilibrio e la mobilità articolare. Per iscrizioni ed informazioni la segreteria è pronta ad accogliervi nei seguenti giorni: lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 17:00 alle ore 19:00 e martedì e giovedì dalle ore 10:00 alle ore 12:00. Telefax 0774534204. csvp@centrocultvp.com

TIVOLI Staz. Marcellina loc. Vitriano Terreno agricolo di 6.150 mq panoramico parte a seminativo parte ad uliveto con 40 piante di ulivo e piante da frutta possibilità di edificare ricovero attrezzi previa autoriz€ 35.000,00 zazione. VICOVARO Centro Storico a pochi passi da piazza San Pietro appartamentino composto da, ingresso cucina/pranzo abitabile, camera matrimoniale, bagno con vasca, ottimo per i fine settimana € 45.000,00 ACE: classe G GUIDONIA Deliziosa mansarda di recente costruzione accatastata C/2 open space di 31 mq con piccolo cucinino e bagno, altezza 2.20 mt parzialmente arredata, ottima per investi€ 62.000,00 mento MONTECELIO Appartamento raggiungibile in automobile, piano terra con ingresso indipendente (affaccio 1° piano) ampia cucina con ripostiglio sottoscala, grande camera da letto bagno con doccia, riscaldamento con termoconvettori a gas metano, possibilità di camino € 70.000,00 ACE: classe G

dove i giovani atleti hanno la possibilità di studiare ed allenarsi. «Sono molto contento e soddisfatto per questa convocazione – ha raccontato Federico Darmini – il confronto a livello nazionale non mi spaventa. Se sono arrivato a questa convocazione credo di essere stato bravo. Nelle selezioni regionali ho avuto modo di confrontarmi con altri giocatori, magari più avanti dal punto di vista tecnico. Se poi dovesse arrivare la convocazione per Tirrenia ben venga, sarebbe un livello di preparazione ancora più alto». Oltre il grande fisico ed il talento, però, il giovane nazionale tiburtino si è dimostrato un ragazzo con la testa sulle spalle. «Durante la settimana mi alleno a Roma – ha aggiunto il giovane numero 8, allievo del liceo scientifico Lazzaro Spallanzani – quando posso mi avvantaggio i compiti e poi studio la sera. Nel mio ruolo mi piace molto Sergio Parisse, il capitano dell’Italia. Cerco sempre di guardare come si muove in campo, di studiare i suoi movimenti. Vedo anche più partite possibile e quando c’è un’azione che mi piace cerco di rifarla in campo». «Al rugby mi sono avvicinato per caso – conclude Federico – avevo provato molti sport ma nessuno mi era piaciuto. Poi un

giorno, passeggiando con mio padre per Tivoli ho visto la locandina ed ho pensato di andare a provare». Gettando un’occhiata sulla realtà della Tivoli Rugby si scopre una società grintosa che sta lavorando sodo per crescere di anno in anno. «Abbiamo oltre 160 tesserati – spiega Piervenanzi raccontando la realtà della Tivoli Rugby – e poi facciamo tutoraggio nelle scuole, dove seguiamo altri 200 ragazzi. Siamo diventati la quarta realtà nel Lazio. Quest’anno, poi, compiamo dieci anni. Stiamo organizzando una grande festa per l’autunno. La cittadinanza ci è vicina, si sta capendo che il lavoro che viene svolto nella società è un lavoro per la città. Siamo anche l’unica squadra di tutta la valle dell’Aniene, ormai siamo un punto di riferimento. Abbiamo giocatori di Marano, Subiaco, Guidonia ma anche di Roma e Zagarolo. Quest’anno siamo riusciti a comprare un pulmino che abbiamo messo a disposizione dei ragazzi per farli venire al campo». «Anche come prima squadra ci stiamo togliendo belle soddisfazioni – continua il presidente – quest’anno abbiamo fatto un record di 10 vittorie consecutive, lo scorso anno siamo arrivati a 12 ma non sono bastate per fare il salto di categoria. A dir la verità non ci siamo mai posti l’obiettivo del salto di categoria perché abbiamo la consapevolezza di non avere la struttura per affrontare un campionato interregionale come è la serie B. Ci sono trasferte anche in Sicilia, diventa impegnativo sia dal punto di vista organizzativo che economico. Stiamo lavorando, però, per sopperire anche a questo ostacolo con l’inserimento di nuove forze economiche. Siamo al lavoro anche per il campo, per la serie B serve il manto in erba e gli spalti, che a Rocca Bruna mancano. Il primo anno la Federazione da una deroga per giocare, ma poi si deve provvedere. Negli ultimi 5 anni, comunque, ci siamo sempre qualificati nelle prime tre posizioni ed abbiamo anche fatto le finali nazionali contro il Villa Dose per salire di categoria».

Nella foto il presidente della Tivoli Rugby Maurizio Piervenanzi con il giovane atleta Federico Darmini

Festeggiato il mister Santolamazza

GUIDONIA - Si è svolta, presso il nuovo locale “LaGranVia” di Guidonia, la festa di compleanno dell’allenatore Romolo Santolamazza. Classe 1955, “Spartacus” Santolamazza ha rimesso in carreggiata il Guidonia. La squadra di Giuseppe Bernardini punta alla salvezza, obiettivo difficile da conquistare vista la falsa partenza (appena 5 punti in 13 gare, nda) ma di vitale importanza per il futuro della società. Intanto l’armonia per i recenti risultati positivi è stata utile a favorire la crescita di alcuni giovani. Tra questi, grandi miglioramenti si sono visti nel portiere Luca Ciccioli, classe 1993, che ha guadagnato una maglia da titolare. Anche il tecnico della Rappresentativa regionale Maurizio Rossi si è accorto delle ottime prestazioni di Ciccioli, convocandolo per la prossima amichevole. Mister Santolamazza, una festa del genere è la dimostrazione di un gruppo unito. Dove può arrivare questo Guidonia? Il gruppo è sicuramente unito. Purtroppo la falsa partenza non può spingerci oltre all’obiettivo della salvezza. Vista la delicata situazione di classifica è anche inutile fare progetti a lunga scadenza. Dobbiamo solo concentrarci sulle prossime fondamentali partite. La sosta ha interrotto un buon inizio di 2012. Torneremo a vedere il Guidonia di gennaio? Stiamo lavorando molto durante gli allenamenti. La sosta ha penalizzato un gruppo che aveva raggiunto un alto livello di concentrazione. Peccato, ma la marcia non può attendere. Dobbiamo superare i 40 punti per sentirci sicuri. Abbiamo ancora molta strada da fare. La squadra ha messo in mostra un buon calcio e ora ha a disposizione anche una rosa lunga per cambiare giocatori e schemi. Ci saranno novità fino alla fine della stagione? Un buon allenatore è quello che cura molto di più l’aspetto psicologico di chi è fuori rispetto a chi parte titolare. Il calcio è fatto di momenti e i ragazzi devono essere bravi a sfruttarli. Devo ringraziare la società che si è comportata correttamente. A dicembre sono arrivati i rinforzi promessi quando sono subentrato alla passata gestione tecnica. Ci saranno possibilità per tutti, valuterò sempre in base alla condizione atletica e alle esigenze tattiche. Danilo D’Amico

viale dell’Unione, 1 - Guidonia (Rm) tel. 0774-302266 - tel./fax 0774-309997 garibaldiimmobiliare@alice.it www.garibaldiimmobiliare.it SANT’ANGELO ROMANO Nuova costruzione “NO PROVVIGIONI” appartamento composto da salone cucina camera cameretta due bagni (di cui uno in camera) due balconi una cantina e posto auto coperto in autorimessa termoautonomo pannelli solari € 160.000,00 ACE: classe G

GUIDONIA Casacalda In piccolo condominio appartamento al piano rialzato in ottimo stato composto da ingresso salone con camino cucina abitabile ampio corridoio camera matrimoniale cameretta soppalco doppi servizi termo autonomo poss.tà box auto doppio in affitto ACE: classe G

€ 199.000,00

GUIDONIA In cortina, completamente ristrutturato con parquet in tutte le stanze, bilivello composto da: ingresso, salone, cucina abitabile, bagno, balcone e terrazzino. Al piano sopra: altra camera con bagno, altro balcone, termoautonomo, box e posto auto scoperto. € 220.000,00 ACE: classe G GUIDONIA Attico 130 mq ristrutturatissimo panoramico luminoso salone 45 mq con camino grande cucina a vista camera padronale mq 35 con vasca da bagno circolare, 2° camera bagno 2 terrazzi per complessivi mq 170 cantina box e posto auto € 339.000,00 ACE: classe G


Tivoli - Via Ignazio Missoni, 12

Tivoli - Viale Tomei, 5

Tel. 0774.336081 - Cell.: 338.3439420

Tel. 0774.336629 - Cell. 339.3642312

e-mail: giacomocanosa@hotmail.com - www.giacomocanosa.it

LE SEGUENTI INSERZIONI NON COSTITUISCONO ELEMENTI CONTRATTUALI

LE SEGUENTI INSERZIONI NON COSTITUISCONO ELEMENTI CONTRATTUALI

PROPONE IN VENDITA TIVOLI: vicolo San Vincenzo appartamento posto al secondo piano, composto da: ingresso corridoio, cucina, sala, camera e bagno. Piccolo condominio. Centrale. Libero. Classe energetica “G” € 125.000,00 TIVOLI: strada delle Case Popolari Appartamento posto al piano attico con ascensore, composto da tre vani più accessori e ampio terrazzo a livello di 90 mq circa. Ristrutturato. Ottimo stato. Luminoso. Panoramico. Classe energetica “G”

venduto

CASTEL MADAMA: strada di S. Agostino Appartamento su due livelli così composto: al secondo piano da ingresso soggiorno, cucina, disimpegno, due camere, bagno e balcone, al piano sovrastante da un ampio vano sottotetto. Recente Costruzione. Ottimo Stato. € 198.000,00 Classe energetica “G”

TIVOLI: vicolo Cittadella. Affaccio su Villa Gregoriana

€ 149.000,00

CASTEL MADAMA: viale XXV Aprile Appartamento posto al piano terra primo, composto da: ingresso disimpegno, sala, sue ampie camere, bagno, balcone e ampio terrazzo a livello. Buono Stato. € 170.000,00 Classe energetica “G” TIVOLI: strada Collenocello appartamento nuova costruzione posto al 1° piano composto da: sala con angolo cottura, 2 camere, 2 bagni, balcone, terrazzino a livello, ampio garage e cantina al piano seminterra€ 175.000,00 to. Ottimo stato. Classe energetica “F” TIVOLI: Bivio San Polo Appartamento a schiera in comprensorio, composto al piano primo da sala con angolo cottura, due camere, bagno, due balconi, al secondo piano da locale sottotetto, al piano seminterrato da ampio locale garage. Recente Costruzione. Buono stato. € 175.000,00 Classe energetica “F”

venduto

CASTEL MADAMA: via Ettore Vulpiani Appartamento posto al piano secondo composto da: sala, disimpegno, due camere, cameretta, cucina, bagno, Ottimo Stato. Centrale. Panoramico. Classe energetica “G” € 190.000,00

Esclusiva porzione di fabbricato e più precisamente appartamento di ampia metratura composto da quattro vani più accessori e terrazzo panoramico. Incantevole panorama. Semindipendente. Classe energetica “G”

venduto € 200.000,00

CASTEL MADAMA: via Colle Fiorito Appartamento posto al piano terra primo composto da: ingresso, disimpegno, sala, due camere, cucina abitabile, due bagni, terrazzo, giardino, cantina esterna e ampio garage di circa 30 m.q. Panoramico. Nuova costruzione. Mai abitato. Classe energetica “F” € 280.000,00 SANTA BALBINA: Via Santa Balbina In centro residenziale porzione di villa quadrifamiliare su tre livelli: piani seminterrato, terra e primo, con ampio giardino, portico e terrazzo coperto. Nuova costruzione. Ottimo stato. Panoramica. Classe energetica “F” € 339.000,00

PROPONE IN AFFITTO

TIVOLI: Viale Picchioni Appartamento, posto al piano terra secondo, composto da ingresso, ampia sala con angolo cottura, ampia camera, bagno. Centrale. Ampia metratura. € 550,00 Classe energetica “F” TIVOLI: Via Terracini (Bivio San Polo) Appartamento nuova costruzione su due livelli con giardino e garage. Ottimo Stato. Classe energetica “F” € 600,00

Tivoli - Via Colsereno, 78 Tel. 0774.315126 - Tel. e Fax 0774.336798 LE SEGUENTI INSERZIONI NON COSTITUISCONO ELEMENTI CONTRATTUALI

piano senza ascensore composto da sala con angolo cottura e balconcino, camera, cameretta, bagno e due soppalchi. Stato discreto/buono. Cl. Energ. G

€ 135.000

BIVIO SAN POLO App.to sito al 2°piano composto da: salone con angolo cottura, due camere, bagno. Cl. Energ. G

€135.000

VIA ENRICO TOTI Appartamento sito al 1° piano di mq 70 composto da: sala, cucina, due camere, bagno, corridoio, ripostiglio e cantina. Cl. Energ. G

€190.000

VIA ANTONIO DEL RE Terzo piano composto da: salone, cucina abitabile, due ampie camere, corridoio, bagno, ripostiglio e due balconi. Cl. Energ. G

€ 179.000

VIA SILLA ROSA DE ANGELIS Appartamento sito al 2° piano con ascensore di mq 92 composto da: ampio ingresso, sala, cucina, due camere, bagno, balcone. Cl. Energ. G

€ 220.000

VIA SILLA ROSA DE ANGELIS Disponiamo di un garage a pianta quadrata di mq 30. Ottima posizione. Cl. Energ. G

€ 53.000

PIAZZA SANTA CROCE Appartamento sito al 3° piano di mq 80 composto da: salone con camino, cucina, due camere, doppi servizi, balcone panoramico sulla Rocca Pia e cantina al piano terra. Cl. Energ. G

€ 235.000

VIA DEL COLLE appartamento composto da sala, cucina, € 75.000,00 camera, bagno C.E.G.

CENTRO STORICO PALAZZINA CIELO-TERRA di 100 mq ca su 2 livelli (Possibilità realizzo 2 unità abitative) € 75.000,00 C.E.G.

VIA POSTERA appartamento al primo piano composto da sala, cucina, camera, bagno e due balconcini panoramici € 75.000,00 C.E.G.

ZONA TREVIO cucina, camera, bagno. Ottimo stato, € 120.000,00 ammobiliato C.E.G.

Ogni agenzia è giuridicamente e finanziariamente indipendente

VICOLO EMPOLITANA Appartamento ultimo

LOCALITÀ LE PRATARELLE rustico indipendente cucina con camino, bagno, ampia camera, terreno di 3000 mq ca. Recintato, sorgente naturale, frutteto, acqua e luce. Pa€ 90.000,00 noramico C.E.G.

CENTRO STORICO indipendente composto da saletta con angolo cottura, camera e bagno. Ristrutturato e ammobi€ 90.000,00 liato C.E.G.

valutazioni gratuite

TIVOLI

TIVOLI VIA DI VESTA entrata indipendente composto da due vani con bagno. Ottimo stato. Ideale come studio-ufficio C.E.G. € 35.000,00

VIA TIBURTINA VALERIA Splendido appartamento di 120 mq reali sito al primo piano composto da ampio salone, cucina abitabile con camino e piano cottura in muratura, cameretta, corridoio, doppi servizi (di cui uno in camera da letto), camera matrimoniale con cabina armadio, ripostiglio e soppalco. Doppio accesso, stato eccellente, molto luminoso. Soffitti a volta, parquet. € 275.000 Cl. Energ. G VIA ACQUAREGNA Appartamento sito al 2° piano di mq 80 composto da: corridoio, cucina, sala, due camere, balcone. Cl. Energ. G € 210.000 VIA IMPERATORE ADRIANO Appartamento sito al 4° piano di 78 mq composto da: soggiorno, cucina, due camere, bagno, balcone. Luminoso, € 179.000 panoramico. Cl. Energ. G

CASTEL MADAMA VIA DELLA LIBERTÀ Appartamento 60 mq composto da: disimpegno, salone, cucina, camera matrimoniale, bagno, due balconi. Cl. Energ. G € 129.000 VIA DELLA LIBERTÀ Appartamento sito al 1° piano di mq 60 composto da: cucina, sala, camera, bagno, balcone e terrazzino. Ristrutturato. € 120.000 Cl. Energ. G VIA MORO Appartamento sito al quarto e quinto piano su due livelli. 1° livello: salone con camino, cucina con ampia dispensa, camera con cabina armadio, cameretta, bagno ripostiglio e due balconi. 2° livello mansardato: due camere, bagno e due ampi ripostigli. Ottimo stato. € 325.000 Cl. Energ. G

CENTRO semi-indipendente di mq 55 ca composto da ingresso, sala, camera, cucina, bagno, ripostiglio, ter€ 125.000,00 razzo di 50 mq ca C.E.G. VIA TIBURTO appartamento di ampia metratura composto da ingresso, ampio salone, cucina abitabile, 3 camere, 2 bagni, ripostiglio, ampio balcone, corte C.E.G. € 210.000,00 € 22.000,00 VIA TIBURTO garage di ca 17 mq C.E.G. VICOLO LEONCINI appartamento composto da ingresso, doppio salone, cucina, 2 camere, bagno, ripostiglio. Ampio balcone panoramico. Ottimo stato € 185.000,00 C.E.G.. VIALE PICCHIONI appartamento al primo piano composto da sala con angolo cottura, 2 camere, bagno. Ristruttu€ 192.000,00 rato completamente C.E.G. VIA EMPOLITANA appartamento composto da ampio ingresso, salone, cucina-tinello,2 camere, bagno, ripo€ 195.000,00 stiglio, 2 balconi. Ottimo stato. C.E.G.

CASTEL MADAMA CENTRO STORICO ampia cantina con camino,ripostiglio € 30.000,00 e bagno di 40 mq. Luminosa. C.E.G. ZONA PINETA indipendente composto da 2 camere, cucina, 2 bagni, terrazzino, giardino di 150 mq ca. Da ristrut€ 90.000,00 turare C.E.G.

LOCALITÀ MONITOLA immersa nel verde VILLA su 2 livelli di 140 mq ca terreno di 3000 mq ca PANORAMICA in OTTIMO STATO C.E.G. € 340.000,00 VILLA ADRIANA ADIACENTE TIBURTINA Mansarda di nuova costruzione composta da sala con angolo cottura, camera, bagno. Terrazzo di 100 mq ca. Ottimo stato. C.E.G. € 125.000,00 Appartamento composto da ingresso, salone con camino, cucina, 2 camere, bagno, balconi. Termoautonomo. € 155.000,00 C.E.G. CENTRALE appartamento al piano 1° composto da ingresso, sala, cucina, 3 camere, 2 balconi. C.E.G. € 195.000,00 CAMPOLIMPIDO INDIPENDENTE composto da salone con camino, cucina, 3 camere, 2 bagni, ripostiglio, 3 balconi, giardino. Garage da adibire anche come sala hobby. Buono stato. C.E.G. € 295.000,00

CICILIANO CENTRO monocamera con angolo cottura, bagno, cantina. € 29.000,00 Ristrutturato C.E.G. SEMI-INDIPENDENTE doppio salone con angolo cottura, 2 camere, bagno, ripostiglio, portico, giardino, panoramico C.E.G. € 126.000,00

AFFITTI VIALE TOMEI locale commerciale di 40 mq ca C.E.G. € 1.000,00 mensili VIALE TOMEI locale commerciale di 80 mq ca C.E.G. € 1.500,00 mensili

DISPONIAMO DI APPARTAMENTI IN AFFITTO A TIVOLI, CASTEL MADAMA E VILLA ADRIANA a partire da € 300,00 mensili Ogni agenzia è giuridicamente e finanziariamente indipendente

Tivoli - Piazza Palatina, 14 Tel. 0774.330368 - Cell. 327.3281883 frimm19@frimm.com LE SEGUENTI INSERZIONI NON COSTITUISCONO ELEMENTI CONTRATTUALI

TIVOLI - Via della Sibilla Caratteristico appartamento con entrata indipendente composto da: p. terra ristrutturato con affaccio panoramico, 40 mq soggiorno con ang. cottura, camera e bagno; livello sottostante allo stato grezzo 40 mq con soffitti alti a volta, grotte e finestra. Classe energetica G € 140.000,00 tratt. TIVOLI - Via Amelia Treves Segrè Appartamento panoramico 85 mq 3° piano no ascensore (scale comode) composto da ampio ingresso, salone, cucina abitabile, bagno e 2 balconi. Possibilità box a parte. Classe energetica G € 199.000,00 tratt. TIVOLI - Via Tiburto Appartamento 120 mq al p. terra rialzato con affaccio al primo piano, comp. da ingresso, salone, cucina abitabile, 3 camere, 2 bagni , 2 ampi balconi. € 270.000,00 Classe energetica G TIVOLI - Bivio di San Polo Appartamento recente costruzione 40 mq ottimo stato composto da soggiorno con ang. cottura, camera, bagno e balcone. Poss.tà box. € 125.000,00 Classe energetica G

TIVOLI - Campolimpido centro Appartamenti nuova costruzione consegna da maggio. Vari tagli Classe energetica A a partire da € 110.000,00 TIVOLI - BIVIO DI SAN POLO VILLE BIFAMILIARI con giardino e piscina 280 mq all’interno, rifiniture di lusso € 580.000,00 Classe energetica A AFFITTO

TIVOLI CENTRO - Locale commerciale In area pedonale 30 mq una vetrina su stra€ 550,00 da e bagno TIVOLI CENTRO 120 mq completamente ristrutturato soffitti alti, comp. da ingresso, 3 camere, sala da pranzo, cucinotto, doppi servizi e terrazzino. Solo referenziati. € 800,00 TIVOLI - Seminario Monolocale ristrutturato con entrata indipendente, arredato € 440,00 TIVOLI CENTRO bilocale 40 mq comp. da soggiorno,cucina,camera e bagno.Non ar€ 450,00 redato.


XL giornale 04-2012