Page 1

Libreria Villa d’Este

Distribuzione Gratuita

Sempre aperto

Tivoli - Via Colsereno, 68 Tel./Fax 0774.313899 vodafoneone.tivoli@gmail.com

Guidonia - Centro Commerciale Tiburtino Tel./Fax 0774.353577 vodafonestore.tiburtino@gmail.com

TIVOLI  Piazza Garibaldi, 7

tel./fax 0774.332440

Quindicinale per le Associazioni, la Cultura e il Tempo Libero

Anno XV - Autor. Trib. di Roma 403/98 del 6-8-1998

Tel. 0774 336714

Fax 0774 315378

www.xlgiornale.it

info@xlgiornale.it

122

17 dicembre 2013

Rosso Natale

L’ultimo numero del 2012 di XL si apriva con le preoccupazioni relative al lavoro. I dipendenti di Tivoli Forma manifestavano per gli stipendi in arretrato, i lavoratori della Aimeri, la società che gestiva la raccolta dei rifiuti a Guidonia, vedevano i loro posti a rischio, la sanità del Lazio aveva in prospettiva il taglio di novecento posti negli ospedali. A DISTANZA di un anno la situazione è ancora peggiore, il colore rosso domina nei bilanci delle famiglie e delle imprese assumendo una tonalità cupa per le tasse che tutti, chi più chi meno, sono tenuti a versare entro dicembre. Tares, Imu e mini Imu, sigle diventate l’incubo degli italiani cui si sono aggiunte le incertezze delle modifiche all’ultimo minuto e delle scadenze posposte all’ultimo istante dopo che i cittadini si sono messi a lungo in fila davanti agli sportelli.

Il massimo è avvenuto a Tivoli: le lettere contenenti gli F24 per la Tares sono arrivate dopo il 16 a molti cittadini che avevano letto in un manifesto del Comune la minaccia di una sanzione, inesistente, del trenta per cento per i pagamenti effettuati dopo la scadenza. UNA ASSURDITÀ per la quale il Comune ha pubblicato sul sito istituzionale tre righe di scuse, peraltro senza firma, rivolte ai cittadini. Un Buon Natale così non si ricorda e dietro le luminarie, gelide per le luci a led sempre più di moda, le molte serrande abbassate definitivamente testimoniano una situazione di disagio sempre più accentuata. XL resiste ancora e la sua redazione si ostina ad augurare ai tutti i lettori un sereno Natale ed un migliore Anno Nuovo.

GUIDONIA Contro il femminicidio

a pag. 5

CAMPOLIMPIDO Le associazioni ricevute in Comune

a pag. 6

ARCI Un quartiere da risanare NUOVE TECNOLOGIE WiFi free zone a Guidonia CULTURA Matinée a Villa d’Este

a pag. 7

a pag. 9

a pag. 18

SPORT Campo Ripoli, il pasticcio continua

Arrivederci al 16 Gennaio 2014!

da pag. 19

VENDI IL TUO VECCHIO ORO A CHI TI OFFRE DI PIÙ a s i l a n

An

IN OMAGGIO AI NOSTRI CLIENTI CENA PER DUE PERSONE ALLA PIZZERIA

PARCHEGGIO RISERVATO ORARIO NO STOP 8:00-20:00 TIVOLI - via Empolitana 45 tel. 0774 336631


Cod. 476324 - Beppe, 36 anni, alto, bel fisico, molto simpatico. Ha un buon impiego, vive da solo. Si sentirebbe realizzato con accanto una compagna dolce, premurosa, sensibile, che lo faccia sentire ogni giorno amato ed apprezzato. Per caso, sei tu? Tel. 0774.532789

Cod. 472063 - Alberto è un imprenditore 40enne, bruno, sportivo. E’ un uomo simpatico, estroverso, dai modi gentili. Ama la famiglia, gli animali, le serate al cinema e i viaggi. Vorrebbe conoscere una donna solare, carina e che ami le cose semplici! Se hai voglia di incontrare una persona dai valori autentici, non aspettare! Tel. 0774.532789

Cod. 237004 - Mi chiamo Cristiano, ho 44 anni. Sono un uomo sensibile, altruista e molto responsabile. Ho raggiunto una buona posizione professionale che mi permette di condurre una vita serena. Vorrei incontrare una donna sincera, carina, solare con la quale condividere momenti romantici. Tel. 0774.532789

Cod. 476087 - Ciao a tutte! Sono Danilo e ho 47 anni. Sono un uomo simpatico, riflessivo, romantico e protettivo. Ho tanta voglia di conoscere una donna che ami la semplicità, sportiva e sensibile. Cerco stabilità, serenità e tante coccole! Se non vuoi più perdere tempo con uomini inaffidabili, rispondi a questo annuncio! Tel. 0774.532789

Cod. 476344 - Ciao, mi chiamo Stefano, ho 50 anni, sono alto, capelli brizzolati, occhi castani. Ho un buon impiego che mi permette di condurre una vita dignitosa. Cerco una donna che condivida i miei stessi interessi: lo sport, la buona cucina, la passione per la musica italiana... Chiamami!!! Tel. 0774.532789

Cod. 476175 - Virgilio, celibe di 51 anni con i capelli brizzolati, è una persona affascinante che piace al primo incontro. Ha dei modi gentili e quasi aristocratici, maniere molto galanti, quasi d’altri tempi. La donna dei suoi sogni dovrebbe essere vicina al suo modo di fare, magari anche lei un po’ all’antica. Tel. 0774.532789

Cod. 476245 - Sono Giulio, ho 56 anni, sono un insegnante e adoro il mio lavoro. Ho molti interessi: suono il pianoforte e mi piace viaggiare. Le mie mete preferite sono le più belle città d’arte e mi piacerebbe scoprirle con una donna dinamica, dolce e romantica. Ti va di accompagnarmi? Tel. 0774.532789

Cod. 237185 - Alessia, 35 anni piena di grinta e voglia di vivere, leale, sognatrice affronta la vita con positività, amante della musica. Vorrebbe incontrare un ragazzo simpatico, altruista, determinato. Tel. 0774.532789

Cod. 237255 - Ciao, mi chiamo Simona, ho 41 anni, sono nubile, laureata in economia e commercio, impiegata bancaria, una storia importante alle spalle che mi ha reso fragile, ma ho tanta voglia di innamorarmi ancora. Cerco un uomo dolce e sincero per iniziare un’avventura infinita. Tel. 0774.532789

Cod. 472094 - Mi chiamo Valeria, ho 44 anni e sono italo-americana! Sono alta, fisico snello, occhi azzurri e capelli castani. Sono una donna solare, socievole, ottimista e dolce. Amo la famiglia e adoro andare a teatro, visitare musei, la fotografia e lo sport! Cerco un uomo di buona cultura, dinamico e intraprendente per una vita a due serena e appagante! Se sei tu quell’uomo, non farmi aspettare! Tel. 0774.532789

Cod. 236965 - Elisa, 47 anni, brillante, altruista, alta, slanciata, ha interessi in campo culturale, adora la musica e la lirica in modo particolare. Le piacerebbe incontrare un uomo intelligente e ricco di interessi, ironico e pieno di brio con cui instaurare una iniziale amicizia e poi chissà! Tel. 0774.532789

Cod. 476348 - Ciao, sono Maria! Ho 52 anni, capelli biondi, occhi castani. Sono una persona molto riservata e sensibile. Amo lo sport, il cinema, i viaggi e gli animali. Cerco un uomo socievole, allegro, un tipo giovanile che condivida i miei interessi. Se anche tu hai le mie stesse passioni, non esitare... Chiamami! Tel. 0774.532789

Cod. 476196 - Spiritosa, allegra, esuberante e dinamica. Si chiama Maddalena, ha 58 anni ed è una persona davvero travolgente. Grande appassionata di musica, è specializzata in canto e adora andare a teatro per vedere concerti e musical. La sera ama uscire con gli amici: cinema e ristorante sono un binomio perfetto, ma sempre con la giusta compagnia. Ti piacerebbe accompagnarla? Allora rispondi all’annuncio! Tel. 0774.532789

Cod. 476264 - Fare la mamma di quattro figli, oggi indipendenti economicamente, non è stato facile per Mariangela, 65 anni, vedova. Oggi, ha scoperto che anche lei è una persona bisognosa di affetto e stima da parte di qualcuno che non sia nè la mamma, nè un’amica, ma un uomo tranquillo con le spalle larghe. E’ autonoma economicamente e la sua casa è curata quanto la sua persona. Tel. 0774.532789


XL

TERRITORIO

19 dicembre 2013

3

Bollette Tares: file e caos TIVOLI - Saranno stati i ritardi del Governo Letta, che solo a Novembre avanzato è riuscito a trovare l’accordo per decidere quanto e come doveva spremere dai cittadini, attraverso i Comuni fatti diventare esattori per conto dello Stato. Sarà stata l’inefficienza della società che doveva consegnare le buste contenenti gli F24. Sarà stata l’approssimazione con la quale è stato scritto il manifesto affisso sui muri della città e pubblicato sul sito, da poco riattivato, dell’azienda. Il fatto certo è che molti di quei tiburtini ligi al dovere, che non avevano ricevuto a casa la lettera contenente la bolletta della tassa sui rifiuti, nel leggere la scadenza del 16 Dicembre e la minaccia di una sanzione del 30% per omesso pagamento alla scadenza, si sono spaventati ed hanno preso d’assalto gli uffici dell’Asa, l’azienda comunale che gestisce, molto a modo suo, il servizio rifiuti. File interminabili al freddo, proteste, nervosismo, liti ed intervento dei carabinieri per placare rabbia e proteste veementi. All’allarme procurato inutilmente si sono aggiunte infatti le reazioni derivanti da importi in bolletta quasi raddoppiati rispetto alle rate precedenti e da una modalità incredibile di pagamento che sta costringendo tutti i cittadini ad andare in banca o alla Posta. Nessuno ha pensato in condizioni di disagio per i motivi più diversi? Solo venerdì 13 dicembre sul sito internet del Comune sono apparse quattro righe di scuse, peraltro non firmate, rivolte ai contribuenti e le modalità per chiedere la rateizzazione delle bollette più “salate”. Per quanto riguarda gli aumenti, a quello sul servizio dei rifiuti si è aggiunta la quota di 0,30 euro a metro quadrato dell’appartamento in cui si vive, relativa ai servizi indivisibili (pulizia e manutenzione strade, illuminazione pubblica, manutenzione aree verdi). Una vera e propria provocazione per i tiburtini che lamentano strade piene di buche profonde, oscurità delle strade di notte e giardini pubblici al limite dell’inagibilità o sot-

Ingiustificata la preoccupazione di una sanzione del 30% per omesso pagamento alla scadenza. Vale unicamente per coloro che non pagheranno definitivamente. Pochi centesimi quella per chi paga in ritardo. L’agitazione tra i cittadini creata da un manifesto poco chiaro dell’Asa to sequestro! Senza parlare del sensibile aumento per un servizio di raccolta rifiuti che in alcuni periodi del 2013 ha regalato una promozione altamente negativa nei confronti dell’immagine turistica di Tivoli a causa delle montagne di rifiuti in strada le cui foto hanno fatto il giro d’Europa. Scontate quindi le reazioni pesanti e le minacce di non pagare, da parte di coloro che finora hanno sempre saldato bollette sulle quali gravano anche i costi aggiuntivi causati dalle grandi utenze non domestiche che si ostinano a non pagare e a non trovare accordi di rateazione, appesantendo gli oneri a carico degli onesti. “Fateci conoscere l’elenco dei disonesti che non pagano!” È stata una frase ascoltata più volte lungo le code agli sportelli, non certo riferita a coloro che, vista la

crisi, proprio non ce la fanno. I nodi dell’azienda comunale dei rifiuti stanno arrivando tutti al pettine. La mala gestione di tanti anni, la messa in disparte di progetti industriali, l’inefficienza e poca competenza di consiglieri di amministrazione sempre a nomina politica locale, l’ostilità nei confronti della raccolta differenziata Porta a porta, hanno condotto l’azienda, il cui statuto prevede possibilità di azione in un campo non limitato ai soli rifiuti, i cui posti di lavoro devono essere salvaguardati, a non avere più un futuro. Anche il ruolo sociale di cui l’Asa è stata gravata quando assorbì, all’inizio degli anni 2000, i dipendenti licenziati dall’allora stabilimento Pirelli si è rivelato un appesantimento. Attualmente la pianta organica vede un trenta per cento di operatori inidoneo al servizio su

L’agenzia Inps di Collefiorito fa i bagagli GUIDONIA - L’agenzia Inps di via dei Mughetti a Collefiorito sta facendo i bagagli e l’amministrazione Rubeis, dopo il ricorso al Consiglio di Stato si rivolge alla Corte dei Conti. “Malgrado l’impegno dell’amministrazione comunale a trovare soluzioni alternative, l’Inps ha deciso di trasferire comunque l’ufficio di Guidonia Montecelio da Collefiorito a Tivoli – si legge in una nota del’ufficio stampa - nonostante ci fossimo sobbarcati l’onere prima di individuare locali di proprietà dell’ex Inpdap, ora Inps a costo zero per l’Ente, poi avviato la pratica per una permuta tra i locali di Collefiorito, di proprietà di un privato, e un terreno di pari valore del Comune allo scopo di garantire una sede all’istituto, ancora gratuitamente, per i prossimi 15 mesi, ossia per il tempo necessario alla ristrutturazione, sempre a nostre spese, della palazzina ex Inpdap”. A far finire tutto nel dimenticatoio la questione, ancora aperta, del ricorso presentato dal Comune al Consiglio di Stato in merito alla legittimità del decreto che ha stabilito la chiusura dell’agenzia. L’Inps, prima di chiudere l’accordo sembra abbia chiesto di stracciarlo.

strada o a bordo dei mezzi di raccolta. Le responsabilità della politica tiburtina sono pesanti e per questo le prime reazioni pubbliche alla situazione di questi giorni sono arrivate dal Movimento civico Viva Tivoli che in un comunicato stampa del 12 Dicembre, firmato dal portavoce Urbano Barberini sostiene “Le centinaia di tiburtini che ormai da giorni si sobbarcano lunghe file davanti agli uffici dell’Asa per pagare la Tares hanno diritto a spiegazioni chiare ed immediate. Si tratta di coloro che in questi anni, a differenza di molte grandi utenze, hanno sempre pagato regolarmente, anche a costo di sacrifici, le bollette relative al servizio rifiuti. Invitiamo l’Asa ed il Commissario prefettizio a chiarire immediatamente la situazione informando correttamente la cittadinanza e facendo cessare lo stato di allarme che si sta diffondendo a macchia d’olio.” Quale potrà essere il futuro dell’Asa è difficile ipotizzarlo, la vicenda si inserisce in un momento di crisi economica pesante nel quale i cittadini non hanno più nessuna voglia di sostenere carrozzoni inefficienti. L’ipotesi di affidare per cinque anni ancora il servizio di raccolta e smaltimento rifiuti ad un’azienda che non rispetta il capitolato di appalto e la carta dei servizi agli utenti (entrambi i documenti non sono visionabili sul sito internet dell’azienda) è di difficile realizzazione. La possibilità viene collegata, dal Commissario prefettizio, all’avvio del Porta a porta che dovrebbe avvenire nel 2014 ma i cui tempi di attuazione sono lunghi per una campagna informativa, di estrema importanza per coinvolgere la cittadinanza in una modifica radicale del sistema, che la Provincia di Roma prevede di circa sei mesi per essere efficace. Nel frattempo però potremmo aspettarci le solite promesse di assunzioni elettorali, visto che occorrerà un rilevante aumento dell’organico per gestire le nuove modalità del servizio. Gianni Innocenti

_ìçåÉ=cÉëíÉ>

Il nostro regalo di natale per te è il

30% di sconto

ti basterà presentare questa pubblicità nel punto vendita a te più vicino....ma Il regalo non finisce qui; puoi comunicarlo anche ai tuoi amici e ai tuoi *dal prezzo di listino ufficiale. Escluse convenzioni e altre promozioni in corso. Promo valida fino al 6 gennaio 2014 Visita il sito www.piuvista.com per sapere qual è il punto vendita più vicino

Protesta “natalizia” contro il caro tariffe e l’aumento delle aliquote deciso dal Municipio per ripianare i deficit ed i debiti accumulati in passato. Affidato ad un albero di Natale, in piazza Palatina, l’ira di alcuni contribuenti. “Ringraziamo i nostri politici, tutte le giunte comunali precedenti, per averci tolto anche le mutande. Buon Natale ai contribuenti dissanguati”.

La proroga: pagamenti fino al 31 dicembre Prima le scuse, poi la rateizzazione e infine la proroga, il “caos Tares” a Tivoli si risolve con una dilazione dei tempi. Con buona pace per chi ha perso ore ed ore per recuperare i moduli F24 per pagare “l’immondizia” alla posta o alla banca, nel giorno della scadenza – il 16 – il Comune ha deciso di rinviare tutto al 31 dicembre. “Sui pagamenti eseguiti successivamente alla scadenza prevista ma effettuati entro e non oltre il 31 dicembre 2013 non saranno applicati sanzioni e interessi”, così è stato scritto sull’home page del Municipio. La decisione, che sembra giusta ed appropriata anche se un po’ tardiva, è stata presa “In considerazione delle difficoltà ad effettuare il pagamento entro la scadenza prevista (16 dicembre 2013), dovuta al mancato recapito degli F24”. Il caos F24 era scoppiato una settimana prima quando in molte case di Tivoli non era arrivato nessun modulo. In tanti si sono così recati negli uffici dell’Asa per chiederne una copia, anche perché come da regolamento Tares “il mancato ricevimento del modello di pagamento F24, non esime il contribuente dal pagamento di quanto dovuto”. Con l’avvicinarsi della scadenza le code si sono allungate tanto che dall’Asa è stato deciso di aprire al pubblico anche la sede di via del Trevio. “Abbiamo messo tutti gli impiegati a stampare i moduli”, aveva spiegato Carlo Valentini. L’allarme per la scadenza del 16 è stato ingigantito anche da una frase del regolamento, da molti fraintesa, in cui sembrava che la mora in caso di ritardo nei pagamenti fosse del 30 per cento. Mentre la mora sarebbe solo sulla quota del Tributo che va allo stato. SCUSE E RATEIZZAZIONE Venerdì, con gli uffici dell’Asa presi d’assalto, dal Comune sono arrivate le scuse per i disagi e sono state pubblicate le modalità per rateizzare i pagamenti. “Continuano a pervenire segnalazioni – hanno scritto dall’Amministrazione Comunale - da parte di cittadini che non hanno ancora ricevuto gli avvisi per il pagamento della seconda rata TARES, la cui scadenza è fissata per il 16 dicembre 2013. I contribuenti che non hanno ancora ricevuto l’avviso, possono recarsi presso l’ASA SpA – Ufficio TARES - sito in piazza del Comune n. 3, che provvederà a fornire la stampa del modello F24 precompilato utile per effettuare il versamento. Ci scusiamo con la Cittadinanza per il disguido”. Per la rateizzazione della Tares, tutte le indicazioni sono reperibili sul sito del Comune, dell’Asa o presso gli uffici della municipalizzata. LA VOCE DELL’AZIENDA “Non sappiamo cosa abbia causato questo problema – ha spiegato il presidente dell’Asa, Carlo Valentini – il 25 novembre abbiamo consegnato tutto il materiale alla società incaricata di inviare i moduli precompilati. Finita questa bufera andremo a vedere cosa sia accaduto. Gli F24 delle utenze domestiche sarebbero dovute arrivare con posta prioritaria, in due giorni, mentre alle utenze non domestiche via raccomandata”. “Ci siamo accorti di questo disservizio come tutti gli altri tiburtini – ha aggiunto Valentini – perché anche a molti di noi non è arrivata. Abbiamo chiesto ad amici e parenti e abbiamo visto che a tanti non era arrivato nulla. Poi sono cominciate le code all’ufficio di via del Governo. Visto il notevole afflusso di persone abbiamo deciso di aprire anche gli uffici in via del Trevio. Tutti stanno stampando gli F24, cerchiamo di limitare al massimo il disservizio. Ieri mattina, in via del Trevio, c’erano più di 20 metri di fila, ma devo dire che dopo il primo giorno di caos le cose sono andate abbastanza bene e da parte degli utenti c’è stata molta pazienza”. Anche oggi saranno aperti senza sosta tutti e due gli uffici. Ad oggi, comunque, ancora non è possibile stabilire quante delle circa 30.000 fatture inviate, di cui 27.500 alle utenze domestiche, siano state consegnate.

Fulvio Ventura


4

XL

TERRITORIO

n. 22 2013

Arriva la Fattoria terapeutica Più rispetto per i pedoni! TIVOLI - Tutti andiamo a piedi quando ci stacchiamo dal sedile del volante. E una riflessione quanto mai opportuna visto che l’invadenza delle automobili e dei loro guidatori sta diventando esagerata. Ovunque i pedoni sono costretti a camminare sulla strada mentre le automobili occupano gli spazi a loro destinati. Le foto sono eloquenti, come eloquente è l’assenza degli agenti della Polizia municipale che non sanzionano come dovrebbero questo tipo infrazioni che mettono in pericolo l’incolumità di chi va a piedi e rendono la città invivibile per chio vive in condizione di disagio o conduce la carrozzina con un bambino. E’ troppo chiedere di riflettere?

Sospesi i lavori sulla Tiburtina TIVOLI - Fino a quando dovremo attendere perché riprendano i lavori per la creazione dei marciapiedi sulla via Tiburtina in arrivo a Tivoli, già sospesi dopo nemmeno un mese dall’apertura del cantiere? Non è dato conoscerne ufficialmente il motivo si mormora del solito sistema di appalti e mancati pagamenti ma resta il fatto che le difficoltà create al traffico ed ai residenti permarranno a lungo. Il cittadino si chiede e chiede all’AZIENDA STRADE LAZIO Spa, sul cui sito l’inaugurazione del 26 settembre 2013 è ancora in bella evidenza con tanto di foto delle autorità intervenute, se sia concepibile aprire i cantieri e poi lasciarli deserti con le segnalazioni poco visibili di notte.

VILLA ADRIANA - Fiore all’occhiello della riconversione, che potrà completarsi grazie all’accreditamento regionale del Maggio 2013, è la Fattoria terapeutica il cui progetto innovativo è stato avviato fin dal 2011. Nell’immaginario collettivo dei residenti nel territorio tiburtino che non hanno contatti diretti con la clinica, Colle Cesarano è un luogo misterioso nel quale si curano le malattie mentali. Una struttura esterna alla città, confinante con una estesa zona ancora a destinazione agricola, è spesso rimossa dai discorsi per il timore che quel genere di malattie ingenerano. Colle Cesarano compare frequentemente nelle allocuzioni ironiche ma resta circondata da un alone di timore ed isolamento che non hanno ragione di esistere. Non aiutano l’austero ingresso e le recinzioni che la proteggono, contribuiscono invece a mantenere una sorta di diffidenza che fornisce l’alibi per non interessarsi di quello che avviene dietro il bel parco che si intravvede all’interno. LA MALATTIA PSICHICA, purtroppo, resta così carico ed onere dei pazienti e delle loro famiglie mentre gli operatori, tutti specializzati, che nella clinica prestano la loro opera, difficilmente si sentono rivolgere domande specifiche sulle cure e sulle persone che all’interno risiedono. La riconversione da casa di cura a Comunità dovrebbe servire quindi anche a trasferire “una modalità di tipo ospedaliero a tipologie più proprie dell’assistenza comunitaria territoriale e ad una collaborazione più puntuale con il territorio sulla progettualità e sui bisogni di quest’ultimo” Il progetto è avviato da anni, in un intervento è stato definito “biblico”, ma non per colpa della direzione della struttura, causa dei ritardi la Regione Lazio. Il percorso

È stato presentato a Colle Cesarano, mercoledì 11 dicembre, ad un pubblico composto prevalentemente da addetti ai lavori, il processo di riconversione iniziato da tempo, che dovrà condurre la clinica ad una modifica sostanziale delle metodologie di cura

ormai è avviato e l’accreditamento ne consentirà un procedere più veloce, con soddisfazione del Direttore sanitario Dottor Roberti che ha presentato le prospettive future e moderato il convegno iniziato però in modo elettrico. Qualche tono polemico diretto tra i primi relatori, ha testimoniato e confermato che all’interno dei Dipartimenti della Asl RmG esistono posizioni diverse, sui metodi di cura e sulle collaborazioni, che preoccupano i non addetti ai lavori. Dal settore sanitario e dai suoi operatori, medici e parametrici, ci si aspetta quella piccola dose di umiltà indispensabile bagaglio di chi lavora nel pubblico ed al pubblico deve offrire il miglior servizio possibile, mettendo da parte egoismi personali e privilegi. COLLE CESARANO, che ospita anche venti posti letto riservati ad una Unità funzionale per disturbi da alcol, cambia: nuove figure professionali, riqualificazione tramite corsi di aggiornamento, program-

mi terapeutico riabilitativi individualizzati e finalizzati, collaborazioni tra i curanti dei Centri di salute mentale, pazienti ed operatori della casa di cura. Il tutto mira ad una evoluzione complessiva della clinica, delle cure, delle abilità sociali e delle relazioni interpersonali tra operatori e pazienti. Per tornare alla Fattoria terapeutica, essa è nata nel 2011 su un piccolo appezzamento di terreno di cinquecento metri quadrati, coltivato in modo biologico ha visto nascere contemporaneamente una vite con pergolato. Nel 2012 sono stati installati una serra ed uno spazio coperto per ospitare la produzione autonoma, da semina diretta, di piantine, nell’anno in corso è stato avviato un vero e proprio OrtoGiardino con aiuole perimetrale, fiori ed ortaggi prodotti da utenti ed operatori che insieme collaborano sinergicamente nel percorso terapeutico-riabilitativo. IMPORTANTE è la collaborazione, nel progetto, della Coldiretti

Per il Teatro-Satira l’Associazione l’Associazione Culturale Culturale Villa Villa d’Este d’Este (Piazza (Piazza Plebiscito, Plebiscito, 23 23 –– Tivoli) Tivoli)

CERCA Per la propria Compagnia Teatrale “TIBURIADE”

ATTORI e ATTRICI di età da 16 a 95 anni,

purché totalmente o quasi inesperti, magari anche timidi ma amanti di nuove esperienze. L’importante è volere far sorridere divertendosi, facendo riflettere. Con la TIBURIADE si fa laboratorio workshop di teatro partendo da zero e, se possibile, recitando una prima Satira nel prossimo autunno, con prove settimanali serali.

Info: 0774.332918 – 329.1647661 annabenedetti@tin.it

Viale Roma, 78 – 00012 Guidonia Viale Tomei, 65 – 00019 Tivoli

che ha già numerose iniziative analoghe nel settore socio-riabilitativo italiano. L’organizzazione offre al progetto un insieme di competenze che vanno dalla coltivazione a quella della realizzazione di uno sbocco economico per i prodotti. Il futuro infatti vede il progetto evolversi in una azienda agricola vera e propria di circa 30 ettari che commercializzi i prodotti verso la clinica stessa ed all’esterno, nell’ottica del Kilometro zero. I NOTEVOLI RISULTATI TERAPEUTICI finora ottenuti, grazie anche ad una destinazione mirata verso colture a ciclo corto o lungo in base al periodo previsto di permanenza dei pazienti, sono affiancati da una importante possibilità di combattere l’apatia, tipica sindrome di chi trascorre un periodo in una struttura per malattie mentali. Negli interventi dei relatori le valenze positive nei confronti del tono dell’umore e della diminuzione della aggressività, sono state più volte testimoniate e dimostrate da un intervento al microfono di un ospite della struttura impegnato direttamente nelle coltivazioni. Nel convegno è rimasta in disparte solo la parte che riguarda la forza lavoro della clinica che fino a poco tempo fa vedeva il suo ingresso sulla Maremmana segnato dalle bandiere delle organizzazioni sindacali. L’auspicio è che anche in questo settore specifico, così delicato a causa della crisi economica generale, le prospettive non siano rivolte anche a diminuzioni di organico. Agli occhi del cronista poco avvezzo a trattare argomenti così specifici sorge il pensiero che, in una struttura per pazienti così fragili, anche lo stato psicologico di chi con essi si relaziona quotidianamente, debba essere di estrema serentità. Gianni Innocenti


19 dicembre 2013

XL

TERRITORIO

5

Guidonia contro il femminicidio GUIDONIA MONTECELIO - Presenti anche l’avvocato e la mamma della ragazza stuprata a L’Aquila al convegno organizzato in occasione della manifestazione dello scorso 13 dicembre delle “Scarpette rosse” a Guidonia in ricordo delle 129 vittime di femminicidio in Italia nel 2013. L’iniziativa è stata promossa dallo Spi Cgil, dalla Consulta per le pari opportunità e dalle associazioni del territorio. Presenti anche le scuole, i rappresentanti del Centro antiviolenza Le Lune e le forze dell’ordine. “Non una donna in più”, questo lo slogan degli studenti allineati in piazza Matteotti. “Per sconfiggere questa piaga servono educazione e prevenzione a partire dalle scuole”, così il sindaco, Eligio Rubeis. “Chi sei tu, vile che spezzi le ali di un angelo”, questa la frase che chiude uno dei video realizzati dai ragazzi. Ad intervenire, dopo la toccante visione delle immagini video, anche l’avvocato Enrico Maria Gallinaro, legale della studentessa tiburtina stuprata a L’Aquila ed Elisabetta, la mamma della giovane vittima. “In occasione del processo mi sono sentito dire una frase terribile da alcuni dei miei colleghi – ha detto Gallinaro rivolgendosi alla giovane platea – “Una brava ragazza alle 4 di notte sta a casa”. Queste parole ci devono far riflettere. Dietro c’è un mondo negativo fatto di pregiudizi”. “Mia figlia – ha detto Elisabetta, la mamma della vittima de L’Aquila conosciuta con il nome di fantasia “Rosa” – ha deciso per un processo a porte aperte, un massacro. Quando le ho chiesto il perché mi ha risposto che lo faceva per tutte le ragazze della sua età. Si crede sempre che queste cose capitino solo agli altri”. “Questa data del 13 dicembre non è stata scelta a caso – ha detto il presidente della Consulta e consigliere delegato della pari Opportunità Marianna De Maio – Oggi è il giorno di Santa Lucia che protegge la vista. Non bisogna chiudere gli occhi davanti alla violenza”.

Premiato l’Olivieri per il progetto contro la violenza sulle donne Oltre 300 gli elaborati pervenuti, suddivisi nelle tre diverse categorie: 76 opere multimediali, 65 componimenti letterari e 170 lavori artistici, di cui una parte esposti alla Pisana per l’’occasione. Premiato anche l’elaborato artistico, ‘’Abito scultura’’, lavoro collettivo di Erica Pittà e Claudia Poggi, classe V Tam, dell’’istituto Ipias O. Olivieri di Tivoli. Oltre ad un premio di 1.000 euro per ciascuna delle categorie di concorso che verrà’’ erogato tramite gli istituti scolastici dove sono iscritti gli studenti risultati migliori classificati, le opere vincitrici beneficeranno di un’’ampia diffusione. In tutti i capoluoghi di provincia della regione verranno affissi i manifesti del miglior lavoro artistico, quello letterario sarà’’ stampato e distribuito, mentre verranno promossi spot pubblicitari del contributo multimediale, al fine di sollecitare una riflessione consapevole sulla violenza.

La rotatoria di Via Roma

I DATI DELLE VIOLENZE SUL TERRITORIO Dal 2012 presso il commissariato di Tivoli è attivo un pool antiviolenza che ha portato negli ultimi tre mesi a 4 arresti, 2 fermi, 11 denunce e altri 25 casi in trattazione. I carabinieri della Compagnia di Tivoli in questo 2013 hanno arrestato 4 uomini per atti persecutori, 5 per violenza sessuale e 15 per maltrattamenti in famiglia, tra cui tre figli che picchiavano i genitori. Anche i dati del Centro Antiviolenza di Guidonia Le Lune parlano chiaro: nei primi sei mesi dell’anno sono stati svolti 582 colloqui di sostegno comprensivi dei 46 interventi di emergenza Codice Rosa presso l’ospedale e circa 22 presso il Commissariato di Tivoli. Le donne che, in questo lasso di tempo, per la prima volta sono state accolte presso il Centro sono state 136 di cui 46 dopo l’accoglienza in emergenza presso l’ospedale San Giovanni Evangelista di Tivoli, tra i 38 e i 50 anni, per l’85 per cento italiane. Le violenze si consumano soprattutto tra le mura domestiche. Michela Maggiani

Allarme furti in periferia Guidonia Montecelio, è allarme furti a Villalba, Villanova e Setteville nord. Intensificati i controlli di polizia e carabinieri. In un giorno i ladri hanno svaligiato un appartamento in viale Trieste a Villalba portandosi via un bottino di 1500 euro in contanti e 5mila in oro. In via Pereto a Setteville nord c’è stato un tentato furto in piena notte. A far scappare i topi d’appartamento l’allarme. A Villanova in via Morandi portati via 3mila euro e oro da quantificare. A novembre la polizia, nei soli quartieri di Villanova, Villalba e Setteville nord, ha ricevuto ben 50 denunce di furti in appartamento. Dall’inizio dell’anno secondo i dati della Compagnia di Tivoli 650 denunce per furti. Dal nostro www.notizialocale.it

GUIDONIA MONTECELIO - Inaugurata l’11 dicembre la nuova rotatoria di via Roma a Collefiorito di fronte a Villa Cornetto ma secondo il M5S non è a norma. “Questa non è solo una rotatoria, questo arco non è solo arredo urbano – ha detto il sindaco Eligio Rubeis – questa opera pubblica rappresenta un monumento a tutte le vittime di questo tratto di strada che dal 1950 ad oggi sono state 48, con oltre 70 feriti”. A spiccare al centro della rotatoria un arco in travertino alto più di cinque metri che pesa 800 quintali, realizzato da società del travertino locali. “Entro un mese qui saranno aperti anche un parco per bambini e il nuovo centro anziani”, ha concluso Rubeis. A destare qualche perplessità una cabina del gas proprio all’ingresso della rotatoria in direzione Guidonia. A mettere nero su bianco le irregolarità della rotatoria il meetup Amici di Beppe Grillo Guidonia Montecelio (M5S), tramite il tavolo trasporti, che ha segnalato “inesattezze” nella costruzione della rotatoria che è stata definita “un’offesa per un ingegnere competente in ambito infrastrutturale, per la progettazione stradale in genere ed un pericolo grave per i cittadini”. “Non possiamo definirla rotatoria in quanto non ha niente a che vedere con la normativa di riferimento che stabilisce criteri ed indirizzi precisi per la progettazione di un’intersezione a raso in sicurezza – scrivono dal M5S -.Una rotatoria con sei bracci affluenti alla corona giratoria senza isole divisionali precise e definite senza una segnaletica adeguata è davvero una trappola per chi si accinge ad essa”.

Tivoli - Via di Ponte Gregoriano, 20/22 - Tel.

0774.335695


6

XL

TERRITORIO

n. 22 2013

Campolimpido “work in progress” Soddisfazione per l’esito dell’incontro è stato espresso dai referenti del Comitato civico di zona Campolimpido – Favale – Collenocello, associazione culturale e di promozione sociale Agorà, associazione Promozione iniziative locali di Campolimpido, associazione Amici di Campolimpido ed il comitato Il Giglio: “Non possiamo che apprezzare questa manifestazione di impegno del Commissario Prefettizio e sperando in una reale volontà di intervento. Per la messa in sicurezza di via di Campolimpido: “Il Commissario Alessandra de Notaristefani di Vastogirardi ha richiesto uno studio accurato della zona per individuare, nel rispetto dei vincoli di bilancio, una soluzione efficace per la messa in sicurezza della zona prevedendo ad esempio una

viabilità ad anello per decongestionare via di Campolimpido”. Sempre in tema di sicurezza, dall’Amministrazione hanno spiegato che sta per concludersi l’installazione dei nuovi lampioni, con la rimozione da parte dell’Enel degli ultimi tre vecchi pali. Una volta realizzata l’installazione, saranno realizzati tre attraversamenti pedonali lungo la strada di cui almeno due dotati di segnali luminosi a led per una maggiore visibilità di notte. “Per la sistemazione del soffitto della Palestra – proseguono – il Commissario ci ha informati che sono stati richiesti dalla Regione i finanziamenti per rifare la copertura. Per la pulizia delle aree verdi a breve il Comune dovrebbe realizzare un accordo con l’Asa e, nel più breve tempo possibile, sarà predisposto il senso unico in

Lavori in corso per via di Campolimpido, lavori in corso per cercare i fondi per riparare la palestra e, soprattutto, lavori in corso tra le associazioni del quartiere e Palazzo San Bernardino. In scena è andato un primo incontro tra Amministrazioni e rappresentanti dei cittadini, appuntamento per il secondo atto già fissato per i primi di gennaio

via San Carlo Borromeo. Per l’ultimazione della rete fognaria tra Collenocello e Campolimpido sarà richiesto l’intervento all’Acea e per il mercato rionale sarà individuata la zona dove allestirlo”. Toccato anche il punto delle aree destinate a verde pubblico, per

cui è stata avanzata la richiesta di gestione da parte delle associazioni del territorio: “Il Commissario aveva già disposto una verifica delle aree verdi sul territorio comunale che si possono dare in gestione. Il Commissario ha anche precisato che sarebbe sua intenzione

Il presepe di Tivoli Terme

I cittadini puliscono

TIVOLI TERME - Area archeologica abbandonata, diventata un “di-

CAMPOLIMPIDO - I quartieri sono sporchi, dopo aver protestato

scarica” in miniatura, si trasforma per “protesta” in un Presepe. Con un blitz il Comitato Città Termale ha ripulito il sito e rappresentata la Natività. Riuscitissimo lo SmartMob di sabato 7 in cui diversi residenti di Tivoli Terme, armati di decespugliatori e sacchi dell’immondizia, hanno ripulito i resti di muro romano che si trovano lungo la via Tiburtina, proprio al centro del quartiere.

i cittadini si rimboccano le maniche e scendono in piazza. Armati di rastrelli, scope, guanti e tanti – tanti – sacchi dell’immondizia, i residenti di Tivoli Terme e Campolimpido, sabato 14, hanno pulito alcune aree dei loro quartieri. Due manifestazioni nate “dal basso”, organizzate dai cittadini per dare una dignità a zone abbandonate e degradate. Dove c’erano spazzatura ed erbacce, ora, possono giocare i bambini. A Campolimpido si replicherà anche sabato 21.

Viale Trieste, 28/30 - 00019 Tivoli Tel./Fax: 0774.317941

creare degli spazi dedicati ad orti sociali da destinare ai più bisognosi e gestiti direttamente dalle Associazioni di zona”. Buone notizie anche per la nuova lottizzazione Il Giglio, a Collenocello, dove i lampioni sono spenti: “A causa della mancata presentazione di documentazione da parte del consorzio edilizio per la presa in carico della struttura. Il Commissario, quindi, ha dato mandato ai suoi collaboratori di scrivere nuovamente al consorzio per richiedere questi documenti”. “In sostanza – concludono i

TIVOLI - La torre di San Martino, protegge l’omonimo ponte che immette nella “Cittadella” l’antica acropoli tiburtina. Tutti i turisti che visitano Villa Gregoriana e che si recano in quella zona lo attraversano. La situazione di degrado è insopportabile e disonora la parte più antica della città con i suoi templi. La balaustra che circonda la torre non nasconde l’immondizia e i danni prodotti dal vandalismo, danneggiata anche essa, esalta lo stato di trascuratezza di una città che una volta si definiva d’arte. Non occorrerebbe molto per pulire ogni tanto e non si può ricorrere solo al volontariato dei cittadini sempre più preoccupati per il biglietto da visita che Tivoli offre.

TIVOLI ATTICO

www.lucianimmobiliare.agenzie.casa.it

TIVOLI VIA A. SCALPELLI appartamento da 110 mq composto da ampio ingresso sala cucina abitabile due camere bagno due balconi e cantina. ACE-G € 180.000,00 TIVOLI AD.ZE STAZIONE - appartamento composto da ingresso, cucina abitabile, due camere, bagno e terrazzo soprastante di 50 mq. Ristrutturato. ACE-G € 140.000,00

CESSIONI AZIENDE TIVOLI - Centralissima attività di edicola e cartoleria cedesi € 220.000,00 tratt.

Fulvio Ventura

Degrado nel centro storico

lucianiimmobiliare@gmail.com

LOCALITÀ MONITOLA - Costruzione di 50 mq con acqua e luce + terreno di 7.000 mq. ACE-G € 105.000,00 trattabili CASTEL MADAMA - App.to 2° piano completamente da ristrutturare, 50 mq centrale. ACE-G € 70.000,00 TIVOLI - CASALI DELLA CASTELLUCCIA - Porzione di bifam. per 400 mq con 3.000 mq di giardino. Ottime rifiniture.ACE-G € 450.000,00 CASTEL MADAMA - ZONA EMPOLUM - Rustico da rifinire 45 mq + 16 mq preesistenti sanati come civile abitazione con 1.200 mq di terreno. Splendida posizione. ACE-G € 70.000,00 TIVOLI - VILLA ADRIANA - porzione di villa composta da appartamento con ingresso salone cucina tre camere e bagno con ampio giardino. Box ampio. ACE-G € 280.000,00

rappresentanti delle cinque associazioni – attraverso un confronto di due ore sono stati affrontati parecchi argomenti, molti sono rimasti nel cassetto. L’impressione unanime è stata di massimo impegno e disponibilità da parte di tutto l’entourage del Commissario. Nel prossimo incontro avremo maggiori chiarimenti sulla possibilità di poter finalmente vedere un po’ di attenzione da parte del Comune di Tivoli per la nostra frazione”.

PRESTIGIOSO CON ASCENSORE 150 mq sull’intero piano con 200 mq di terrazzo perimetrale composto da ampio ingresso, salone doppio, cucina abitabile, studio, tre camere, doppi servizi, due ripostigli esterni ed uno interno. Rifiniture di pregio con marmo nell’ingresso, nello studio e nel salone e parquet nelle camere. Posto auto. ACE-G

€ 470.000,00


19 dicembre 2013

XL

TERRITORIO

7

Risaniamo il quartiere Arci Più di 700 firme raccolte in pochi giorni, anche dall’Arci i cittadini si mobilitano per difendere il proprio quartiere. Dalla via Empolitana chiedono a Palazzo San Bernardino un intervento sulla viabilità della zona tanto per via degli Arci che sta franando quanto per la strade secondarie ridotte ad un vero e proprio colabrodo, con tanto di pezzi di ferro che fuoriescono dall’asfalto. “Il Comitato di quartiere Arci – scrive il presidente Ciro D’Ettore nella lettera inviata al Commissario Prefettizio - ha in precedenza segnalato il grave problema di cedimento della strada Arci, e chiede ora un intervento immediato degli organi competenti. Il transennamento di fortuna, o meglio picchetti di ferro piantati nel terreno, privi di segnaletica luminosa nonché di tappi antinfortunistici, creano il restringimento notevole ad una sola carreggiata regolata da semafori da oltre due mesi. Questo provvedimento crea grandi disagi alla viabilità del quartiere stesso e rende difficoltoso l’accesso ai mezzi di soccorso e di servizio (bus Cat e mezzi raccolta rifiuti). Come nelle altre località d’Italia le abbondanti piogge degli ultimi giorni hanno aggravato ancor più il cedimento strutturale della carreggiata, paventando il rischio di frana. Vista l’emergenza crediamo non sia possibile attendere la nomina di un nuovo Sindaco poiché questo stato di cose potrebbe provocare gravi danni a persone e cose. Contestualmente chiediamo che venga effettuata una seria manutenzione delle vie del quartiere ormai ridotte all’inverosimile; le profonde buche ed i ferri fuoriuscenti provocano continue forature ai pneumatici e gravi danni alle autovetture. Chiediamo pertanto un incontro con nostra delegazione ed un celere intervento atto a risolvere le problematiche sopra elencate”.

Differenziata: bene Guidonia la meno virtuosa Tivoli

Differenziata porta a porta, Guidonia Montecelio la più virtuosa con circa mezzo chilo di indifferenziata al giorno pro capite (0,48) e la meno virtuosa è Tivoli (1,31). Sotto accusa il sovradimensionamento dell’impianto di trattamento meccanico biologico dei rifiuti che il Colari di Manlio Cerroni sta realizzando all’Inviolata: quelle 190mila tonnellate annue sono troppe. Ne basterebbero tra le 50 e le 60. Questi i temi emersi in occasione del convegno che si è svolto sabato 14 dicembre presso la sala consiliare del Comune di Guidonia Montecelio organizzato da Zero Waste presieduto da Stefano Di Croce. Presentati dai relatori dati allarmanti sullo stato di salute della differenziata nel bacino che raccoglie 48 comuni più Guidonia e che sversano l’immondizia nella discarica guidoniana dell’Inviolata, definita ormai la “montagna della vergogna” alta ormai 140metri sul livello del mare. Se la terza città del Lazio, che ha intrapreso la strada del porta a porta nel 2009, è la più virtuosa, a far preoccupare è il grande ritardo della vicina Tivoli che, con i suoi circa 60mila abitanti, contro i quasi 100mila di Guidonia Montecelio, ha sversato all’Inviolata, nel 2012, 1,31 chili di rifiuti indifferenziati al giorno per abitante. Poi ci sono Fonte Nuova (1,27), Subiaco (1,20). Monterotondo (1,18), Mentana (1,16) e Palombara (1,15). Dei 48 comuni sono in 13 a produrre più tal quale. A venire a nodo sul pettine, oltre al dato “fuori legge” che nel bacino non si supera di media il 18 per cento di raccolta, fatta eccezione per la Città dell’Aria, anche il Tmb e la tecnologia scelta. Troppe le 190mila tonnellate, ne basterebbero, dati alla mano, secondo quanto riferito al convegno, 50/60mila annue, e occorrerebbe puntare su un impianto che si basi sul riuso dei materiali e non sulla produzione di combustile. Secondo Zero Waste sarebbe ora anche di “premiare” e rendere giustizia con una riduzione sulla tassazione, i cittadini che contribuiscono alla differenziata.


8

XL

TERRITORIO

n. 22 2013

Guidonia, addio al monocolore Fontana: soddisfatto delle Primarie TIVOLI - In casa Partito democratico c’è entusiasmo dopo le primarie di domenica. Commenti positivi sono arrivati dal segretario cittadino del Pd, Alessandro Fontana: “C’è stata una forte partecipazione – ha scritto in una nota -. In totale hanno votato circa 3000 persone con una netta affermazione di Matteo Renzi che ha ottenuto l’80 per cento dei voti.Dodici punti sopra la media nazionale. Un successo figlio di una forte volontà di partecipazione. In tempi di protesta dilagante la risposta di ieri, il voto di tre mila uomini e donne, è un atto di fede nella democrazia e nel Partito Democratico. Con una città messa in ginocchio dal centrodestra che ha generato una profonda crisi di valori e della politica, le primarie dicono che per il popolo di centrosinistra di Tivoli il partito democratico e’ lo strumento per cambiare veramente il verso delle cose”. “Il patto – prosegue Fontana, tra i fondatori dell’associazione Big Bang della Provincia di Roma - però è chiaro per cambiare per davvero il partito democratico deve chiudere definitivamente l’ipoteca delle ereditarietà e delle provenienze. Abbiamo promesso di cambiare verso guai se si disperdesse l’ultima speranza di aprire quella nuova stagione di cui abbiamo bisogno. Adesso a Tivoli superata la fase congressuale e delle primarie, definita la struttura organizzativa , bisogna intensificare il confronto con i partiti di centrosinistra e le forze sociali e civiche della città per definire una proposta di governo seria per Tivoli, in modo da arrivare pronti alle elezioni comunali del 2014”. .

Forza italia sbarca a Tivoli

Guidonia Montecelio ha detto addio alla maggioranza monocolore Pdl capeggiata dal sindaco Eligio Rubeis. Ha preso forma, ed è stata ufficializzata nel corso della conferenza stampa di Forza Italia dello scorso 12 dicembre presso l’Hotel Imperatore Adriano, la scissione. Ora ci sono due partiti: Forza Italia che ha scelto Mario Valeri come capogruppo e il Nuovo centro destra capeggiato da Marco Bertucci. Undici contro cinque. Presenti alla conferenza stampa sette consiglieri, due assessori e il vicesindaco con delega allo Sport e Demanio. Assenti giustificati il presidente del consiglio Sassano, i consiglieri Massini, Nardecchia e gli assessori Tuzi e Mazza. Ancora non ha scelto formalmente da che parte stare il consigliere Benetti. “La sua – ha spiegato Valeri è una riflessione un po’ più lunga”. Ma cosa distingue queste due forze politiche che hanno in comune Rubeis come candidato sindaco? “E’ il Ncd che deve spiegarlo a noi”, questa la risposta di Valeri che apre le braccia a tutte le forze moderate.

Aperti sette club in quasi tutti i quartieri della città. Fi, appena “rinata” dopo la fine del Pdl, apre subito i club: Tivoli Centro, Villa Adriana,Tivoli Città Nuova, Tivoli Terme, Paterno-Campolimpido, Favale- La Botte e Tivoli Giovani. “I Club – spiegano da Forza Italia - hanno creato un coordinamento di cui fanno parte i sette Presidenti, che per l’anno 2014 hanno eletto quale Coordinatore Gianluca Carlucci, 46 anni, insegnante del Convitto Nazionale Amedeo di Savoia. Altri club sono in via di costituzione. “Nei nostri club siamo giovani e donne – ha commentato il Coordinatore Gianluca Carlucci – ed è un segno di forte rinnovamento. Ci siamo costituiti da poco e siamo ancora lavorando per aprire altri club sul territorio del comune, stiamo anche preparando delle iniziative, anche extra-politiche, per dopo le feste natalizie”. Il partito è nuovo ma subito è chiamato ad affrontare un duro appuntamento, le prossime elezioni comunali, in quadro politico difficile viste le frammentazioni nel centrodestra tiburtino. “Puntiamo all’unità del centrodestra – prosegue Carlucci – e Forza Italia punta ad essere il partito di riferimento del centrodestra. E’ presto per parlare dei “nomi”, dovremo lavorare con gli altri partiti per arrivare ad un accordo. Ancora non abbiamo avuto incontri, ma a breve incominceremo a confrontarci”. “Nel corso del 2014 – ha aggiunto il Coordinatore nella sua presentazione alla Città - saremo chiamati ad appuntamenti fondamentali come le elezioni amministrative e quelle europee, ma non possiamo escludere anche quelle politiche considerando i risultati a dir poco modesti di questo Governo.”. I CLUB- Questi i responsabili dei 7 club: Villa Adriana – Gianluca Carlucci, Tivoli – Massimo Baglioni, Paterno – Marco Sciarratta, Tivoli Terme – Lucilla Livi, Tivoli Giovani – Alessandro Leo, Città Nuova – Domenico Mozzetta, Colle Nocello – Fabio Sciarratta. .

Al San Michele per parlare di tasse TIVOLI - Il 21 dicembre alle ore 17.30 a Tivoli presso il complesso del San Michele (piazza Palatina...500 metri dopo la posta centrale scendendo verso Ponte Gregoriano...)la lista Civica Progetto Tivoli, Tivoli Mia e Onda Solfurea si parlerà di tasse a Tivoli.

Insieme per un’altra città TIVOLI - Continuano i sommovimenti politici in vista delle elezioni amministrative della prossima primavera. Venerdì 13 c’è stata la prima di Insieme per un’altra città (titolo provvisorio) che si pone l’obiettivo di creare uno spazio di dialogo e confronto verso le elezioni per la città di Tivoli. Appartenenti al mondo dell’associazionismo laico e cattolico e del volontariato sociale, persone impegnate a vario titolo in diversi ambiti politici e culturali - recita il manifesto di introduzione - vogliono contribuire attivamente alla definizione di un programma amministrativo da sottoporre alla città e alle forze politiche del centrosinistra e a gruppi di impegno civile, anche al fine di individuare una eventuale candidatura alle primarie di coalizione che sappia rappresentare al meglio queste idee e interessi. Attraverso una serie di incontri pubblici (quello del 13 dicembre era incentrato sui temi delle politiche sociali e dei bisogni) il “movimento” vuole costruire un modo diverso di arrivare alle elezioni ed elaborare un programma per Tivoli. Un movimento che non è contro i partiti, ha spiegato Massimiliano Iannilli, uno dei coordinatori (e il cui nome gira in città come possibile sfidante alle eventuali primarie del centro-sinistra tiburtino) ma che si pone attraverso il coinvolgimento di associazioni e del volontariato di far emergere le istanze della società civile. All’assemblea coordinata da Elisa Squillante, hanno partecipato e sono intervenuti vari esponenti di associazioni e movimenti. Piergiacomo Agnaletti ha illustrato con una relazione gli obiettivi nel campo delle politiche sociali, come detto, tema all’ordine del giorno della serata.

Tivoli

Una farmacia tutta nuova… ALIMENTAZIONE e PREVENZIONE (dietetica personalizzata) • “DIETISTA” in Farmacia per consulti personalizzati • Programmi alimentari per sportivi • Programmi alimentari speciali per patologie • Programmi per una corretta alimentazione e stile di vita • Programmi alimentari vegetariani

ALIMENTI SPECIALI per celiachia, diabete e insufficienza renale ALIMENTI BIOLOGICI E NATURALI • Pasta, farine, legumi dell’azienda agricola Poggi • Alimenti VEGAN (tofu, seitan, tempeh, formaggi di riso, hamburger di tofu…) • MACROBIOTICA (tamari, alghe, umeboshi e tanto altro)

CABINA ESTETICA, massaggi, trattamenti, cura del corpo e make up.

NATUROPATIA E MEDICINA COMPLEMENTARE

Analisi delle URINE

• “NATUROPATA” in Farmacia per consulti personalizzati • Omeopatia e fiori di Bach • Iridologia • Tecnica evocativa cutanea • Riflessologia plantare • Test gratuito della pelle • Test Kinesiologico per le intolleranze alimentari

Misurazione della pressione arteriosa Holter pressorio 24 ore Misurazione gratuita dell’udito FISIOTERAPISTA

DERMOCOSMESI • Prodotti di cosmesi VEGAN, BIO, NATURALI e NON testati sugli animali • Consiglio e prodotti per problemi di intolleranze (nikel ecc.) • Consiglio e prodotti di bellezza per il make up e camouflage • Protezione della pelle e solari • EVENTI INFORMATIVI

Autoanalisi del SANGUE • Glicemia • Colesterolo • Trigliceridi

• HDL-LDL • INR (Tempo di coagulazione) • Emoglobina glicosilata

Su appuntamento, posturale, cranio–sacrale, Linfodrenaggio Vodder, Patologie ortopediche e neurologiche

OMEOPATIA e FITOTERAPIA VETERINARIA ELETTROMEDICALI SANITARI PUERICULTURA LABORATORIO PER PREPARAZIONI GALENICHE Farmacia convenzionata A.S.L. e I.N.A.I.L.

LA FARMACIA che pensiamo è una farmacia a misura d’uomo dove il consiglio e la professionalità sono alla base del nostro lavoro. Vestire il camice bianco, per noi, significa lavorare per il benessere e per la salute. Poiché star bene significa prevenire, ancor prima che curare, la farmacia può e deve essere il luogo dove acquisire nuove informazioni, idee e conoscenze orientate al miglioramento dello “stile di vita”.

La Farmacia Pallante, da quasi cento anni è la vostra Farmacia.


XL

TERRITORIO

19 dicembre 2013

9

Nasce Guidonia WiFi Free Zone GUIDONIA MONTECELIO - Firmato il protocollo con il Cnr: Guidonia WiFi arriva in Città. In breve tempo i principali luoghi di aggregazione, come piazze e biblioteche del territorio comunale disporranno di apparati WiFi per l’accesso gratuito ad internet. “L’accordo – spiegano dal Comune -, stipulato tra il Comune di Guidonia Montecelio e l’Istituto di Cristallografia del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), è volto alla valorizzazione del territorio e dei Beni Culturali e Ambientali. Guidonia Montecelio sarà il primo comune, nella provincia di Roma, ad avere un proprio sistema WiFi Free Zone”. I COMMENTI “E’ necessario superare il divario

esistente tra chi ha accesso effettivo alle tecnologie della informazione e chi ne è escluso a causa della scarsa qualità delle infrastrutture - dichiara il Sindaco Eligio Rubeis - Questo progetto si inserisce in un più ampio

SETTEVILLE - Finiranno nell’archeologia o nel folklore richiami, cartelli, lavagne, gessetti della tradizionale comunicazione commerciale, tipici dei mercati alimentari del fresco. Prezzi, offerte, sconti, e origini, caratteri organolettici, scadenze dei prodotti sono on-line. Con un intervento tecnologico della Provincia di Roma, i tre padiglioni del Centro agroalimentare Roma, due per i grossisti ortofrutticoli e un terzo per quelli del pesce, sono stati infatti allacciati alla rete wi-fi dei punti di accesso gratuito ai servizi a banda larga senza fili di internet attivi sul territorio di Roma e provincia in 1.300 siti. Lo rende noto, in un comunicato, il Centro agroalimentare Roma. “La sigla wi-fi, che in inglese sta per ‘’wireless fidelity’’ (legame senza fili)- aggiunge- indica un sistema di radiotelecomunicazioni con una rete o piu’’ reti di apparati configurati e connessi a terminali allacciati tra loro e a internet, che permette gratuitamente di usare servizi ad alta capacita’’ informativa. Intuitivo il salto di qualita’ a livello di chiarezza, trasparenza, tempestivita’, aggiornamento, efficienza, redditivita’ e soddisfazione, che l’iniziativa promette al’’agromercato, ai suoi operatori e clienti, quindi all’’intera filiera, non esclusi consumatori e trasportatori. Con un computer, un palmare, un tablet, un cellulare di nuova generazione, si puo’ gia’ accedere gratis via internet al sistema informativo del Car” “In questa fase storica in cui l’economia di mercato è sempre più informazione e comunicazione- spiega il direttore generale del Car, Massimo Pallottini- questa ottima iniziativa della

piano, che comprende anche la collaborazione con Telecom Italia per l’intero cablaggio a banda larga della Città. Abbiamo dato le infrastrutture materiali, adesso ci stiamo occupando di quelle immateriali, entrambe costitui-

ranno i fattori di vantaggio della nostra Città rispetto alle altre. Così si favorisce lo sviluppo, da questo si genera occupazione e non dalle chiacchiere”. LA BANDA LARGA “In fase di completamento in questi giorni, grazie alla collaborazione con Telecom Italia, il cablaggio a banda larga dell’intero territorio comunale. “Il mio settore sta lavorando, attraverso l’ufficio Centro elaborazione dati (Ced), perché crediamo che l’accesso al più importante mezzo di comunicazione di massa sia un diritto di tutti”, così l’assessore con delega agli Organi Istituzionali, Affari Generali, Risorse Umane, Servizi Demografici e CED, Antonio Tortora. (Da www.notizialocale.it)

Centro Agrolimentare è connesso! Provincia di Roma garantisce al nostro agromercato e alla filiera agroalimentare di Roma e del Lazio un arricchimento non indifferente delle sue risorse tecnologiche e del suo potenziale di sviluppo”. “Avviato nel 2008, il ‘’Progetto Provincia wi-fi’’- aggiunge la nota- oggi conta su 1.300 hot spot (luoghi con accessi a internet aperti al pubblico) in 330 scuole, 40 centri anziani, 41 biblioteche, 7 ospedali, 300 esercizi commerciali. Gli utenti registrati sono 325mila con piu’ di 6mila connessioni al giorno e massimi di 14mila connessioni al giorno”. Obiettivi e caratteristiche dell’’iniziativa sono stati illustrati nel padiglione est del mercato ortofrutticolo del Centro agroalimentare Roma in una cerimonia inaugurale aperta da David Granieri, presidente di Cargest srl. Prima il saluto del sindaco di Guidonia, Eligio Rubeis, poi l’’intervento del commissario straordinario della Provincia di Roma, il prefetto Riccardo Carpino. Durante la cerimonia e’ stata anche sottoscritta l’’apposita convenzione tra la Provincia di Roma e il Car. Per la copertura radio dei tre grandi edifici del mercato del Car a Guidonia sono stati utilizzati otto apparati della ubuquity di classe unifi e in particolare il modello long range, che permette di ottenere prestazioni ottimali di potenza di segnale.

Candidature al Moby dick Apre a Guidonia, sulla via Tiburtina al Km 20 p Moby Dick , catena di negozi per la vendita di animali domestici, pesci, cibi e accessori per cani e gatti e cerca nuovo personale in vista dell’apertura di un nuovo supernegozio da 1230 metri quadrati tutti dedicati agli animali domestici e all’acquariologia. Per questo l’azienda, nata a Pomezia e ormai leader a livello nazionale, apre le candidature e cerca nuovo personale che abbia innanzitutto passione per gli animali e una certa esperienza nei rapporti con il pubblico e nel settore commerciale. Nei cinque reparti specializzati (mangimi, accessori, acquario, rettilario e roditori) che apriranno (con orario dalle 9 alle 21) presso il centro commerciale Tiburtino di via Tiburtina Km 20,500 (non lontano dalla sede della distretto sanitario della Asl RmG) si prevede un inserimento con contratto a tempo determinato in prospettiva di trasformarlo in contratto a tempo indeterminato. Le candidature possono essere inviate all’indirizzo email moby_dick_rm@hotmail.it e per maggiori informazioni si può consultare il sito internet delll’azienda www.moby-dick

Il servizio wi-fi dei tre edifici viene agevolato dall’assenza nella parte centrale di muri divisori. Tale condizione agevola una potenza quasi costante di propagazione del segnale radio della intera area interna. La copertura dei due edifici del mercato agroalimentare (400x80 metri) e’ garantita da tre apparati a edificio e altri due coprono il mercato ittico (80x60 metri). Per la migliore diffusione del segnale e la copertura dei 108 box ai lati nei tre edifici, gli apparati radio sono stati posti al centro degli architravi per dar loro piu’ visibilita’. L’’architettura della rete radio per il mercato e’’ progettata per l’’uso contemporaneo di piu’ reti wi-fi. La rete ‘’Provinciawifi’’ e’ attiva per la navigazione libera di operatori e visitatori e per i servizi gestionali del Car. Agli apparati installati si unisce un concentratore nel centro ingressi. Il mercato ortofrutticolo del Car conta su due padiglioni di 60 grandi box, celle frigorifere, servizi, uffici, uno spazio espositivo coperto centrale per banche, ristori, infermeria, vigilanza. Il mercato ittico e’ una struttura con 48 stand con celle frigorifere e servizi centralizzati. Vicino ad esso si estende l’’area grandi acquirenti (di 12mila mq) per gruppi della grande distribuzione. A ovest tre edifici son adibiti a lavorazioni e stoccaggi. Un altro è il Cash & Carry (7mila mq) che vende all’’ingrosso beni confezionati; il centro direzionale di 7.300 mq ospita uffici in affitto; un auditorium da 370 posti per eventi e convegni; spogliatoi dell personale e officine. Il Car ha un giro d’’affari di 1,030 milioni, traffici di 6 milioni di quintali d’’ortofrutta e di 300 quintali di pesce.

CI SIAMO TRASFERITI Via Pantano (SP27B) L’USATO GARANTITO GARANZIA 24 MESI

Via Maremmana

Gestcar Via Pantano

Rotonda Via Maremmana - Strada per Acquapiper Guidonia Montecelio - Villanova Altre vetture sul nostro sito www.gestcar.it Chilometraggio documentato e dichiarato

Sabato APERTI INTERA GIORNATA - Domenica mattina APERTO dalle 10.00 alle 13.00 OCCASIONI SOTTO i 5.000 € - OCCASIONI SOTTO i 5.000 € - OCCASIONI SOTTO i 5.000 € - OCCASIONI SOTTO i 5.000 € FIAT Panda

59.949 km 05/2008 60CV

IVA ESPOSTA

€ 6.900

1.2 4x4 Aziendale 5 porte, Benzina, Bianco, Climatizzatore

FIAT Grande Punto

69.000 km

IVA ESPOSTA

10/2010

91.000 km 02/2009 109 CV

IVA ESPOSTA

FIAT New Panda

24.500 km

€ 5.400

IVA ESPOSTA

LANCIA Delta

83.000 km 06/2009 189CV

€ 11.900

1.9 MJT 5 porte Twinturbo DPF Platino TETTO, Diesel, Euro 5

€ 9.900

1.6 HDi 110 Berlina LG 104, Diesel, Antracite

75CV

1.3 MJT 75 3p.Van Active 2pt, Diesel Antracite, Euro 4, IVA INCLUSA

IVA ESPOSTA

CITROEN C5

06/2012

€ 8.200

68.600 km 04/2009 120CV

€ 10.800

1.9 CDTI 120CV Cosmo Aziendale lg 104, Diesel, Euro 4

55.000 km

IVA ESPOSTA

FIAT Panda

32.000 km

OPEL Zafira

52CV

800 SE Planet GPL, Climatizzatore, Benzina, Blu, 5-Porte

IVA ESPOSTA

04/2011

69CV

€ 6.700

1.2 Dynamic Pack class 5 porte, Benzina, Euro 5, Grigio met.

RENAULT Scenic

133.000 km 07/2008 131CV

IVA ESPOSTA

FIAT Panda

€ 4.450

76.000 km 03/2007

PREZZO XL

69CV

1.2 Lounge, 5 Porte, Nero met., Benzina, Euro 5

IVA ESPOSTA

CHEVROLET Matiz

€ 5.700

1.9 dCi SS Dynamique Aziendale lg 104, Diesel, Blu met.

12/2007

75CV

€ 5.900

1.3 MJT 16V DPF Dynamic AZIENDALE, Diesel, Arancio

FORD Focus

130.000 km 08/2005 115CV

PREZZO XL

€ 4.800

1.8 TDCi SW Antracite, Diesel, Boardcomputer, Climatizzatore

RENAULT Meganè

74.500 km 03/2010

IVA ESPOSTA

110CV

€ 8.900

1.5 dCi 110CV SporTour Comfort AZIENDALE, Diesel, Euro 5

FIAT Croma

82.909 km 06/2008 120CV

IVA ESPOSTA

€ 7.300

1.9 Multijet Active ESP, Grigio, Diesel, Climatizzatore

HYUNDAI Tucson

130.000 km 06/2007 140CV

PREZZO XL

€ 7.900

2.0 CRDi VGT Dynamic 4WD PELLE CERCHI LEGA, Diesel, Euro 4

TOYOTA Yaris

110.000 km06/2008

PREZZO XL

87CV

€ 4.900

1.3 3 porte Sol unipro', Benzina, Euro 4, Antracite

FORD Focus

71.100 km

IVA ESPOSTA

11/2009

90CV

€ 7.800

1.6 TDCi (90CV) SW Tit., Diesel, Nero, Cerchi in lega

IVECO Daily

208.900 km 01/2006 116CV

IVA ESPOSTA

€ 6.100

35 C 12 d 2.3 DAILY CASSONE, Diesel, Transporter, Euro 3

VOLKSWAGEN Polo

104.000 km 10/2004 75CV

PREZZO XL

€ 2.950

1.4 16V 3p. TRENDLINE 5-Porte, Antracite, Benzina

Tel. 0774.768920 - 0774.353751 - Fax. 0774.2445033 Cell. 347.1071745 - 340.4884859 FINANZIAMENTO COMPLETO DEL VEICOLO

AGEVOLAZIONE LEGGE 104 IVA 4%


cittadini

in

Foglio d’informazione del Meetup 5 Stelle di Fonte Nuova - n° 4 - DICEMBRE 2013 - www.meetup.com/Meet-up-Fonte-Nuova

PROBLEMA SCUOLA, ASSENTE LA POLITICA BASTA DELEGARE! on si può più delegare nulla a questa classe politica sia a livello nazionale che a livello locale. E’ ora che i cittadini si riapproprino della cosa pubblica. Lo ha capito il Meetup Movimento 5 Stelle Fonte Nuova che in questa settimana ha organizzato un importante incontro per parlare di scuola che ha visto come protagonisti i genitori fontenuovesi. I genitori sono coloro che tutti i giorni vivono sulla loro pelle e su quella dei propri figli i disagi dei nostri istituti scolastici e che, quindi, proprio per questo vanno ascoltati perché tanto con la loro esperienza quotidiana possono dare a chi gli istituti scolastici li amministra. Il Movimento 5 Stelle ha come obiettivo quello di far entrare i cittadini nelle istituzioni e con i cittadini si confronta quotidianamente nella speranza di coinvolgere sempre più persone a partecipare attivamente a scrivere un futuro migliore per il loro Comune o per il nostro Paese.

Pagine a cura del Committente

N

Ma basta delegare vale anche in materia ambientale. Aver delegato a una classe politica, di sinistra o di destra indistintamente, la gestione della questione rifiuti, senza pretendere un confronto costante e continuo con le persone che quei territori abitano, ha portato allo scempio dell’ampliamento della discarica dell’Inviolata contro cui i cittadini di Fonte Nuova, raccolti in Comitati, sono scesi in piazza lo scorso 7 dicembre, in una manifestazione.

Segue a pag. 12

Nessun articolo sulla Scuola può essere scritto se prima non rispolveriamo qualche cenno storico su questa Istituzione. Ed allora ci accorgiamo che le prime Scuole furono fondate fin dai tempi dei Sumeri (4 millenni orsono) e successivamente dagli stessi Egizi (2 millenni orsono); quindi fin dall’antichità la Scuola rappresentava una istituzione di grande importanza alla quale venivano destinate risorse ed energie per conferirle il massimo dell’efficienza. DUOLE CHE OGGI nel 2013 nulla è stato fatto per migliorare le condizioni scolastiche che gli stessi Sumeri ci hanno insegnato. Il problema della Scuola moderna (II millennio DC) non è localizzato solo nelle strutture edilizie o infrastrutturali ma verosimilmente è radicato in modo endemico nelle incapacità di rinnovamento sociale e didattico : significativo il continuo rimprovero da parte della Comunità Europea sulla cultura didattica dei nostri studenti ormai classificati tra i più impreparati d’Europa. Da tempo, il Movimento 5 Stelle di Fonte Nuova ha condotto studi ed analisi sulle Scuole di Fonte Nuova e senza alcuna meraviglia ha potuto constatare, fin dalle prime ispezioni, lo stato di fatiscenza delle strutture che ospitano una Istituzione di grande valore come lo è appunto la Scuola. Ha dovuto constatare la totale assenza delle più elementari forme di manutenzione, l’impietosa proliferazione di superfetazioni edilizie eseguite con materiali scadenti e degradanti, nonché il totale disinteresse al rispetto delle più banali norme sulla sicurezza. A nulla valgono leggi, regolamenti, decreti ed altro ancora; la priorità è l’arroganza, l’indifferenza, il malaffare, il tirare a campare e laddove viene raggiunta l’insopportabilità della fatiscenza è sempre possibile il rimedio con il bandone metallico o con la baracca da cantiere. LA TOTALE ASSENZA di una classe dirigente e ove presente incapace di guardare oltre il proprio naso, neanche alzandosi sulla punta dei piedi, chiude il disegno di un quadro triste e maleodorante. Vale la pena citare questo piccolo passo che così letteralmente recita : “ …. L’edificio scolastico deve essere concepito come un organismo architettonico omogeneo contribuendo così allo sviluppo della sensibilità dell’allievo diventando egli stesso (edificio) strumento di comunicazione. …..” (estratto dal Regolamento Edilizio Scolastico vigente). IN RISPOSTA A QUESTO ARTICOLO di Legge vengono realizzate opere edilizie senza alcun rispetto delle norme e del buon senso; unico obiettivo degli amministratori è solo quello di “STIVARE” in qualche modo i nostri ragazzi e poco importa se la loro formazione culturale e/o didattica si colloca tra le ultime nella classifica europea. La nostra scuola, Fonte Nuova in primis, è costruita sui principi dell’abusivismo e del malaffare e quindi NON potrà MAI contribuire alla sperata formazione della “sensibilità dell’allievo” tanto inseguita dai nostri stessi padri; NON meravigliamoci dunque se ai nostri figli verrà insegnato l’abusivismo, il degrado, l’irresponsabilità, l’inganno, il raggiro! Ma forse oggi essere “truffaldini” è un Diploma da conseguire più di altri ….. ed un giorno saranno proprio questi a dirigere la nostra Italia! Antilio Apicella Qualche mese fa, il nostro giornale aveva già informato i cittadini di Fonte Nuova circa la questione dello stato di “sopravvivenza” dell’unico Istituto superiore del nostro Comune. Ebbene, allora, spinti dalle azioni del Comitato Genitori dell’Istituto, sostenuti da nostri cittadini attivi, un notevole passo avanti era stato fatto: la petizione cittadina con la raccolta di centinaia di firme, la richiesta e l’ottenimento delle Delibere di Giunta dei Comuni di Fonte Nuova e Monterotondo (come indirizzo), la delibera di “nulla osta” del Consiglio d’Istituto per l’accorpamento con l’Istituto di

Ex Minniti: ultimo atto

Piazza della Resistenza di Monterotondo (ex Cardano) e l’istruttoria della richiesta presso l’Ufficio Scolastico della Provincia di Roma. Certo, leggere questo resoconto di “azioni amministrative” potrebbe far percepire che sia stato tutto semplice e naturale ed invece, assolutamente no! Quello che è stato, è tutto il contrario: ore di incontri per spiegarne le ragioni, decine e decine di telefonate per sollecitare la produzione di un atto, settimane e settimane di attesa per sapere se tutto ciò che

avevamo inviato andava bene, se i documenti erano stati presi in visione, se le varie delibere erano state fatte. Insomma, un calvario. Un calvario che ha trovato il suo culmine quando la Provincia, nonostante la rassicurazione del Dirigente (responsabile della proposta di accorpamento per l’a.s. 20142015) a ricevere il Comitato dei Genitori per la valutazione della questione, comunica che tutto oramai era stato fatto, ovvero: “tutto è rimasto così com’è!”. E questo, a dire del Dirigente, perché nessuno dei rappresen-

tanti degli Enti coinvolti in questa procedura (Comune, Istituti Superiori del Territorio, Sindacati, ecc. ecc.), nonostante avessero loro stessi prodotto atti di indirizzo e di “nulla osta” nei confronti dell’ex Minniti, ha fatto presente la richiesta di “accorpamento”. Una delusione totale, uno sconforto profondo! Ci chiediamo: ma dove erano e dove sono gli “strilloni” delle prime ore (ricordate gli articoli del Tiburno che riportavano le dichiarazioni del Sindaco e dell’Assessore & Co sull’impegno

per la sopravvivenza dell’ex Minniti)? Ma il Comitato non si è arreso e con tenacia e determinazione, sostenuto dai cittadini attivi del Movimento 5 Stelle, si è rivolto alla Regione Lazio (Assessorato alla Formazione) per rappresentare la volontà di centinaia di studenti di rilanciare l’unico Istituto Superiore a Fonte Nuova, di evitare che un Comune di oltre 30.000 abitanti rischi di aver chiuso il suo unico Istituto Superiore. Siamo arrivati all’ultimo atto e noi del Meet Up 5 Stelle non li lasceremo soli. Gaetano Debilio


cittadini

in

12 Continua da pag. 11

ha visto in prima fila il Movimento 5 Stelle di Fonte Nuova con tanti attivisti presenti e con il Candidato portavoce Sindaco Valerio Novelli, che è salito sul palco.

Se noi cittadini non avessimo delegato, ma fossimo entrati già prima nelle istituzioni, oggi a Fonte Nuova la raccolta differenziata spinta sarebbe una realtà sia perché ne beneficia l’ambiente e di conseguenza la nostra salute, sia perché a lungo termine è un guadagno per l’economia cittadina, anche in termini di posti di lavoro. E non staremmo certo ad inseguire chimere inutili e costose come quella dell’acquisto di converter costosissimi proposti dal sindaco DI BUO’ e dal Cons. Mercante, che non risolvono alcun problema e che hanno il solo effetto di appesantire il bilancio di un Comune che troppo poco spende per i servizi sociali e per aiutare chi è rimasto indietro. Avremmo invece aperto un tavolo con le associazioni più rappresentative del territorio per gestire al meglio la raccolta e per sensibilizzare la popolazione, come chiediamo invano all’amministrazione comunale con istanze protocollate da mesi. E’ quanto mai tempo insomma di voltare pagina. Spegnere la televisione. Studiare gli argomenti di cui si parla e poi agire. Si può cominciare dando una mano ai cittadini attivi di Fonte Nuova, partecipando alla vita del meetup e quindi del proprio Comune, offrendo ognuno il proprio aiuto nei limiti delle proprie capacità e disponibilità di tempo. Aiutandoci l’uno con l’altro. Perché nessuno meglio dei cittadini pensa al bene dei cittadini.

David Perria

Una nuova discarica La Regione Lazio ha iniziato il procedimento per l’apertura di una nuova discarica per la raccolta rifiuti sempre dentro al Parco Naturale Archeologico dell’ Inviolata (Guidonia Montecelio). Anche se il procedimento non è ancora ufficialmente concluso, le scavatrici sono già al lavoro per creare un fossa di scarico rifiuti da oltre 500.000 metri cubi, che appare assolutamente sovradimensionata rispetto alle esigenze dei 40 comuni che attualmente conferiscono rifiuti all’Inviolata. La cosa non può non far pensare che in futuro verranno convogliati qui altri rifiuti, magari di Roma, vista la chiusura della discarica di Malagrotta e viste anche le competenze ormai sen-

za limite conferite al Commissario dell’Emergenza Rifiuti, il Prefetto Goffredo Sottile, che potrà decidere in totale autonomia di autorizzare in emergenza quello che riterrà opportuno. Non si tratta quindi di un allargamento del sesto invaso, come già avvenuto precedentemente per la vecchia discarica, in cui si sono gettati i rifiuti per quasi 30 anni, ma di una vera e propria NUOVA DISCARICA. La novità di questa NUOVA DISCARICA è che sulla carta nasce per essere al servizio di un centro di TMB, (centro per trattamento meccanico e biologico dei rifiuti), ovvero un apposito macchinario che separa la frazione umida (l’organico da bioessica-

re) dalla frazione secca (carta, plastica, vetro, inerti ecc.); quest’ultima frazione può essere in parte riciclata oppure usata per produrre combustibile derivato dai rifiuti (CDR) rimuovendo i materiali incombustibili. Pertanto i materiali di scarto verranno conferiti nella nuova discarica “di servi-

zio” mentre i CDR potranno essere trasformati in CSS (combustibile solido secondario) da bruciare nei forni dei cementifici, come nel nostro caso il limitrofo Buzzi Unicem, come una recente legge italiana dell’allora dimissionario ministro Clini ha autorizzato. Bruciare rifiuti organici,

come molti sanno, vuol dire spargere nell’aria polveri sottili e anidride carbonica con la conseguenza che le popolazioni circostanti si troveranno a respirare veleni come se vivessero accanto allo scarico di un impianto a biomassa o peggio, in quanto un cementificio non possiede filtri idonei a fermare le nanoparticelle dannose. L’ampliamento peraltro avviene mentre l’intera discarica dovrebbe cessare l’attività ed essere chiusa per aver raggiunto il massimo di portata rifiuti per cui era stata creata e per evitare le pesanti procedure di infrazione da parte della Unione Europea.

Paolo Picotti

No al “frullatore” del combustibile solido Il 4 dicembre è stato presentato nella sala polifunzionale di via Macchiavelli dal Sindaco Graziano Di Buò e dal Presidente del Consiglio Comunale Marco Mercante un macchinario chiamato “CONVERTER”. Non è nient’altro che un “frullatore” che produrrà CSS (Combustibile solido secondario) buono solo per alimentare inceneritori e bruciatori. Abbiamo ascoltato i “venditori” arrivati da Torino per cercare di piazzare questo che per noi risulta essere una spesa oltre che costosissima, decisamente inutile. Non vogliamo essere sempre il MoVimento del NO ma davanti a queste proposte ridicole nel 2013 rimaniamo decisamente basiti. Oggi in Italia ci sono più di 200 Comuni a RIFIUTI ZERO dove con un ottima raccolta differenziata hanno chiuso il ciclo dei rifiuti traendo un guadagno immediato vendendo i rifiuti ai vari Consorzi senza spendere 4 milioni di Euro per due frullatori sterilizzatori. Che, poi, che senso ha sterilizzare la plastica o la carta una volta differenziata? Inoltre se sterilizzassimo la frazione umida non avremo neanche il compost ossia il terriccio, che come sappiamo, si forma tramite la decomposizione e l’umidificazione delle materie organiche in seguito ad un processo di fermentazione aerobica .Tuttavia, poiché il Converter e’ chiuso ermeticamente, vengono a mancare le condizioni necessarie affinché si formi il compost. Per ultimo crediamo che affrontare una spesa cosi elevata a 5 mesi dalle elezioni sia una pura follia che inciderà anche sulle future programmazioni di bilancio. Ci auguriamo e ci batteremo perchè questa sciagurata idea venga decisamente cassata e che tutto l’impegno venga messo per far partire finalmente una degna raccolta differenziata che porterebbe ad affamare da subito l’ecomostro dell’Inviolata. Non serve inventare nulla, né acquistare prodotti o brevetti da multinazionali. Basta apprendere dalle esperienze dei Comuni più virtuosi e trarne i benefici, come abbiamo fatto noi del MoVimento 5 Stelle andando a Capannori, vedendo con i nostri occhi come un Comune possa diventare a Rifiuti Zero in meno una legislatura. Valerio Novelli

Via Nomentana, 614 - Fonte Nuova (RM) Tel. 06 9059116 info@gioielleriabon.it

CONVERTER ? GRAZIE

!

PERCHE’ E’ FORTEMENTE NOCIVO QUESTO VECCHIO E PRIMITIVO SISTEMA PRODUCE SOLO RIFIUTI DA DISCARICA O DA INCENERITORE ED ARRECA GRAVI DANNI ALL’ AMBIENTE E ALLA SALUTE DEI CITTADINI

PERCHE’ RAPPRESENTA UN COSTO INSOSTENIBILE PER IL NOSTRO COMUNE L’AMMINISTRAZIONE SI PROPONE DI SPENDERE MILIONI DI EURO PER UN PROGETTO INUTILE E DANNOSO - E MENTRE I TRIBUTI AUMENTANO, I SERVIZI PER I CITTADINI RESTANO INESISTENTI

ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA “SPINTA” UNICA SCELTA PER TRASFORMARE IL ‘PROBLEMA RIFIUTI’ IN RISORSA ECONOMICA , RISPETTOSA DELL’ AMBIENTE E PRONTA AD OFFRIRE VERE OPPORTUNITA’ DI LAVORO LA GESTIONE DEI RIFIUTI DA PARTE DEL COMUNE DEVE PERSEGUIRE COME OBIETTIVO FINALE IL TARGET :

“RIFIUTI ZERO” MeetUP – Fonte NuoVa MoVimento 5 Stelle

http://www.meetup.com/Meet-up-Fonte-Nuova http://www facebook.com/movimento5stellefontenuova

Installazione distributori automatici Via dell’Unione, 96 - Monterotondo (RM) Tel. 06.90.62.37.32 - 06.90.55.82.10 info@mitocoffee.it - www.mitocoffee.it

Pagine a cura del Committente

BASTA DELEGARE!


cittadini

in

13

nel quadrante nord est di Roma I pericoli per la nostra salute I pericoli per la nostra salute conseguenti all’ampliamento della discarica sono innumerevoli. In primis basti pensare che col tempo le guaine isolanti che avvolgono i rifiuti e che dovrebbero preservare il terreno sottostante dalla contaminazione degli stessi, si consumano e lasciano passare liquami e sostanze tossiche (…il famoso percolato) che vanno ad inquinare il terreno e le falde acquifere. Dal 2009 la ARPA Lazio sta facendo delle analisi sulle falde acquifere e sul livello di inquinamento che la vecchia discarica dell’Inviolata sta producendo, ma ad oggi non ci è dato ancora sapere i risultati delle analisi. A parte chiedersi quanti anni ci vogliano per fare dei seri controlli su eventuali danni all’ambiente, circolano voci che ci siano livelli di inquinamento nell’acqua e nei terreni circostanti con valori molto alti rispetto della meDi benessere, ormai, si parla costantemente in tutti i mass media, ma in realtà quanti approfondiscono ed ampliano l’argomento? Molto pochi. Infatti, continuiamo a vivere e nutrirci in modo sbagliato, con alimenti sbagliati, con tenore di vita sbagliato. Insomma un pò per pigrizia, un pò per tempo, ci curiamo molto poco della nostra macchina chiamata “corpo” senza sapere che la stiamo rovinando, anzi distruggendo. A questo proposito il 1° novembre, “l’Associazione 5 Stelle Maria Pia Curti” ha organizzato un evento atto a sensibilizzare ad una alimentazione biologica e alle cure naturali, per prevenire e curare molte malattie, fra le più serie diabete, malattie cardiovascolari e soprattutto forme tumorali. Ma come può accadere questo? Ci spiega il Presidente “dell’Associazione Benessere Alcalino”, il Sig. Stefano Marzi: “ il segreto fondamentale del vivere bene e sano è nell’acqua, ma non nell’acqua che esce dai nostri rubinetti, ma nell’acqua alcalina ionizzata (ottenuta attraverso uno ionizzatore)”. Di cosa si tratta? Principalmente la differenza fra acqua normale ed alcalina è nelle molecole, infatti l’acqua che scorre da nostro

dia consentita. A titolo di cronaca esistono già dei documenti redatti da privati che segnalano un’allerta sui livelli di inquinamento dell’area in questione. La prima valutazione datata 2009 della Provincia di Roma stabilì che, per quanto riguardava la qualità dell’aria, nel comune di Fonte Nuova i livelli di PM10 ( polveri sottili, benzene, NO2, ozono ecc..) erano già sopra il livello di allerta. La seconda datata 2010 è un documento redatto da 70 medici del comune di Guidonia che segnalava, a livello statistico, un aumento dei casi di tumore tra i loro pazienti. La soluzione ci sarebbe ed è quella di obbligare tutti i comuni dell’area ad applicare la raccolta differenziata spinta porta a porta, almeno al 60%, dove i rifiuti inorganici vengono riciclati in apposite filiere e quelli organici uti-

lizzati per compostaggio. Ma per raggiungere questo obbiettivo ci vorrebbe, oltre ad una sensibilizzazione della popolazione anche una volontà politica, che a Fonte Nuova e in altri comuni del quadrante nord est latita. Prendendo ad esempio le posizioni di maggioranza e opposizione del nostro comune si ha un quadro veramente deprimente. Per il centrodestra il proble-

molecole ha una maggior potere di penetrazione nei tessuti e di conseguenza ha il potere di idratare il corpo 6 volte di più della normalissima acqua. Le “miracolose”

ma, semplicemente non esiste, mentre per il centrosinistra è solamente materia per consensi elettorali. In materia di ambiente, il centro destra e il centro sinistra, non hanno ne posizioni chiare e nemmeno dimestichezza con la materia. Nel frattempo le popolazioni interessate si avvelenano. (Pa.Pic.) proprietà dell’acqua alcalina ionizzata sono svariate fra cui neutralizzare l’acidità del corpo, infatti un corpo alcalino non ha bisogno di grasso e colesterolo per proteggere le cellule dagli acidi, inoltre essendo ionizzata è antiossidante quindi contrasta i radicali liberi che sono responsabili del danneggiamento del DNA cellulare. Ha un alto potere disintossicante depurando l’organismo da scorie e tossine, aiutando i nutrienti ad arrivare meglio nelle cellule e ciò previene l’invecchiamento precoce delle cellule. E’ un valido aiuto per i bambini a svilupparsi meglio e agli sportivi ad aumentare le loro performances senza l’utilizzo del doping. Questo è il messaggio finale che ci lancia il Sig. Marzi: “impariamo ad alimentarci bene, a bere bene perchè noi siamo acqua”. Chi fosse interessato ad approfondire l’argomento dell’acqua alcalina ionizzata può rivolgersi alla Sede dell’Associazione Benessere Alcalino sita in via Ciro Menotti 20 a Villanova di Guidonia Montecelio. Eleonora Francescucci

cittadini

Pagine a cura del Committente

ra i componenti del Movimento 5 stelle di Fonte Nuova quasi nessuno ha mai avuto precedenti esperienze politiche, ma non per questo manca adeguata conoscenza della macchina istituzionale. Lo slogan è: ‘Noi siamo voi e voi siete noi!’ e sta a significare che i cinquestellini non sono e non saranno mai politici e, pure se eletti, rimarranno semplici cittadini nelle istituzioni. I ragazzi del Movimento hanno un forte desiderio di cambiare il Paese, partendo proprio dal loro Comune. E’ per tale ragione che sono anche tornati sui ‘banchi di scuola’ per studiare il T.U.E.L. – Testo Unico Enti Locali – ed imparare, ad esempio, a leggere e preparare un bilancio di previsione finanziario, a programmare investimenti, a presentare una delibera. Stanno ‘andando a lezione’ di urbanistica per conoscere meglio il territorio e le sue criticità; a lezione di ambiente – altro tema dolente del nostro Comune – per imparare a gestire la raccolta differenziata ‘porta a porta’ e i diversi processi biochimici che si verificano a seconda del ‘trattamento della frazione organica’. Puntano il dito sulle innumerevoli promesse delle amministrazioni comunali mai mantenute a riguardo: “occorrerebbe intervenire drasticamente sulla spesa energetica del nostro territorio e migliorare la gestione dello stesso, sfruttando le caratteristiche geologiche proprie di Fonte Nuova” dicono. Ed ancora vanno a scuola di ‘politiche del sociale’: questo Paese merita ‘il migliore dei piani possibili’ riguardo mense scolastiche, scuolabus, terza età, ecc… per poter soddisfare le esigenze di tutti e non piani approssimativi. Non trascurano neanche cultura e sport importanti per l’acquisizione di quei valori positivi e ‘di squadra’ che permettono di vivere in una comunità ‘più matura’ e coesa. Sono fermamente convinti che soltanto grazie alla competenza, alla specificità e alla condivisione dei talenti propri di ciascuno, il nostro Comune avrà quel plusvalore tale da renderlo all’avanguardia e non più soltanto la periferia di una ‘grande metropoli’! Lavorare insieme per fare crescere Fonte Nuova: questo il loro impegno, costante! Con la speranza che sempre più cittadini attivi abbraccino questo ambizioso progetto. Simona Russo /Christian Orlando

T

Acqua alcalina ionizzata: la nuova fonte del benessere rubinetto è formata da 15-32 molecole ed ha un minor potere di penetrazione nei tessuti e quindi idrata il corpo limitatamente, mentre quella alcalina composta da 5-6

I grillini di Fonte Nuova tornano in aula

Giovanni e Fabio Petrillo Officina Autorizzata Via Palombarese, 256 - Fonte Nuova Tel. 06.9050595 - Fax 06.9050330 - Cell. 335.7545822 - 335.8327784 officina.petrillo@libero.it

in

a cura di Meetup 5 Stelle di Fonte Nuova n° 4 - DICEMBRE 2013 www.meetup.com/ Meet-upFonte- Nuova

Opinioni, lettere, comunicati, denunce e quant’altro possono essere consegnati ai banchetti del MoVimento o essere inviati a redazione@movimento5stellefontenuova.it

PER CONTATTARCI: Opinioni, lettere, comunicati, denunce e quant’altro possono essere consegnati ai banchetti del MoVimento o essere inviati a

redazione@movimento5stellefontenuova.it


cittadini

in

14

Apre lo sportello del cittadino sportello a cui i cittadini si possono rivolgere sia in situazioni di disagio sociale per essere ascoltati e aiutati, sia per avere un orientamento legale sulle

questioni più varie: dai problemi con le utenze e con Equitalia al diritto di famiglia, dal recupero dei crediti aziendali alle richieste di risarcimento danni

per incidenti stradali. Si tratta di uno sportello totalmente gratuito che si trova nella frazione di Santa Lucia, Via di Santa Lucia, 124, presso la sala

I servizi: SPORTELLO DI ASCOLTO SITUAZIONI DISAGIO SOCIALE; SPORTELLO RISARCIMENTO DANNI: Si occupa a titolo esemplificativo di: incidenti stradali; infortuni accidentali; malasanità; eccessiva durata del processo SPORTELLO FAMIGLIA

Si occupa a titolo esemplificativo di: matrimonio; divorzio; separazione; mantenimento del coniuge e dei figli; affidamento dei figli; affidamento condiviso/monogenitoriale; assegnazione casa coniugale; regime patrimoniale dei coniugi; comunione/separazione dei beni; diritti della casalinga; diritti dei minori; accesso alla giustizia per questioni familiari

una volta denominata “Tana dei canguri”. Chi volesse informazioni, oltre che recarsi nella sala dal lunedì al venerdì dalle 10,00 alle 13,00 e dalle 16,00 al-

le 19,00, può telefonare al numero 06.9050892. I responsabili dell’associazione sono a vostra disposizione.

SPORTELLO DI AIUTO PER PICCOLE IMPRESE E COMMERCIANTI A titolo esemplificativo: consulenza in materia di recupero crediti. Consulenza in materia di esecuzioni forzate

SPORTELLO CONSUMATORI A titolo esemplificativo: Prodotti difettosi. Problemi con ENEL, ACEA, TELECOM o altri gestori telefonici. Problemi con l’INPS, l’INPDAP o altri enti previdenziali. Risarcimento danni da vacanza rovinata. Problemi con EQUITALIA

Chiamaci al numero 06.9050892 e prendi un appuntamento oppure vienici a trovare direttamente presso la nostra sede di Via di Santa Lucia,124 (ex Tana dei canguri) negli orari 10,00-13,00 o 16,00-19,00 dal lunedì al venerdì

ASSOCIAZIONE 5 STELLE MARIA PIA CURTI NESSUNO DEVE RIMANERE INDIETRO

Pagine a cura del Committente

L’Associazione 5 Stelle Maria Pia Curti apre a Fonte Nuova lo Sportello del cittadino, un servizio finora assente sul nostro territorio. Si tratta di uno


Borse di Studio al Maiorana GUIDONIA MONTECELIO, è stata presentata alla stampa, lo scorso 18 dicembre, la prima edizione del concorso di idee per progetti di design e video “Gutta cavat lapidem”, le idee la plasmano, promosso dalla Rustici del Trusco srl, azienda guidoniana del settore lapideo. Per i vincitori borse di studio, bonus per corsi di lingua inglese e la realizzazione, da parte di Rustici del Trusco, del progetto ideato con l’attribuzione di una percentuale sull’immissione nel mercato e la vendita delle opere create. La prima edizione, in via sperimentale, è rivolta agli studenti delle classi terze, quarte e quinte del Liceo Linguistico e Scientifico E. Majorana di Guidonia. Protagonisti il travertino, gli studenti e le idee. “Vogliamo creare un collegamento diretto con il mondo del lavoro all’interno della linea ministeriale della alternanza scuola-lavoro – ha spiegato il direttore tecnico dell’azienda Maurizio Massini - far emergere e sviluppare

Gutta cavat lapidem, le idee plasmano la pietra, un concorso promosso dalla Rustici del Trusco srl per studenti del Liceo Linguistico di Guidonia che avrà come protagonista il travertino risorsa del nostro territorio

Le borse di studio Al primo classificato, che potrà essere selezionato solo nella categoria “progetto di arredo”, la Rustici del Trusco srl concederà una borsa di studio del valore di 750 euro e un buono da 150 euro per un corso di lingua inglese presso l’Istituto. Il progetto vincitore sarà anche materialmente realizzato dalla “Rustici del Trusco” che concederà una percentuale all’autore in caso di vendita dell’oggetto stesso che sarà immesso nel mercato. Al secondo classificato una borsa di studio di 500 euro. Al terzo classificato una borsa di studio da 150 euro e un buono da 150 euro per un corso di lingua inglese. le potenzialità degli studenti, gratificarli attraverso l’attribuzione di borse di studio.

Non da ultimo: far conoscere ed apprezzare le realtà imprenditoriali e le risorse del

territorio”. “Nelle attività promozionali e commerciali della “Rustici del Trusco” – conclude Massini - dettate sempre da una salda e consolidata etica, crediamo di dover concedere il giusto spazio ai giovani, agli studenti in particolare, e dar loro la possibilità di confrontarsi con il mondo del lavoro e con loro stessi. Per queste ragioni quest’anno abbiamo deciso di istituire un concorso di idee che individui e premi tre progetti, tra design e video, realizzati dagli studenti”.

La Fiera del Lago LA BOTTE - Ogni seconda domenica del mese, con appuntamento straordinario il 22 dicembre e il 5 gennaio, si svolge “La Fiera del Lago” a La Botte. Si tratta di un mercatino di oggettistica, pittura, collezionismo, artigianato, abbigliamento e tant’altro a Guidonia presso la Fattoria di Nonna Patty, a bordo lago in una tenuta di 4 ettari immersa nel verde, su via di Colle Nocello a La Botte. “Diversi gli espositori presenti – spiegano gli organizzatori - che esporranno oggetti frutto del gusto e della creatività delle loro abili mani che non mancheranno di attrarre e stupire i visitatori in cerca di novità: decoupage, ceramica, bigiotteria lavorata a mano, tessuti curati e cuciti dalle ormai rare sarte; ed inoltre lavorazioni in legno, in ferro battuto, quadri tele, usato e molto altro”. Orario dalle 09.00 alle 21.00 - Ingresso gratuito (date straordinarie 22/12 e 05/01/2014) tel. 3356166101 3406820523 Sito internet: http://www.fattoriadinonnapatty.it

Presepi al Rione Colle

Il 14 e il 15 dicembre le strade del rione Colle si sono animate di avventori e curiosi per l’iniziativa dei presepi organizzata dal comitato di quartiiere del Rione Colle. Diciannove location (finestre, chiostri, chiese) sulle stradine e scalinate del quartiere. Coinvolte scuole, artigiani, artisti. Notevole la concentrazione di presepi artistici nella bellissima cripta, appositamente aperta al pubblico, della chiesa di S. Silvestro. I presepi continueranno ad essere visibili fino al 6 gennaio 2014. La Cripta di San Silvestro sarà aperta tutti i pomeriggi dalle 16 alle 19.

XL

CULTURA

19 dicembre 2013

15

Natale a Colleverde GUIDONIA MONTECELIO, anche Colleverde festeggia il suo Natale. Sabato 21 dicembre alle 19 presso la Chiesa di San Remigio si terrà il tradizionale concerto di Natale, tenuto dal Coro Polifonico Ottava Nota che sarà accompagnato dall’Associazione Bandistica di Colleverde. Il 6 Gennaio 2014 l’Auditorium di Colleverde farà da palcoscenico al Concerto Bandistico per l’Epifania, che sarà eseguito dall’Associazione Bandistica di Colleverde e la Banda “Feronia” di Capena: due bande gemellate.

Presepi a S. Gregorio Gli amici del presepe, Gruppo San Gregorio da Sassola, ha dato vita fino al 12 gennaio 2014 a “Presepiando”. Nelle varie chiese della cittadina e nel Nuovo Museo di inaugurato a Castello Brancaccio verrano allestiti vari presepi mentre il 26 dicembre e il 6 gennaio nel pomeriggio si svolgerà il tradizionale presepe vivente per le vie della città. Info www.sgregoriopresepi.altervista.org cell. 347 5313348

Le festività a Jenne Dal 24 dicembre al 15 gennaio 2013. Se siete i soliti ritardatari che si accorgono del Natale solo dopo l’epifania, il Natale a Jenne, che si conclude il 20 gennaio con l’attesissima festa di Sant’Antonio Abate con la Sagra della Polenta e del Fallone, fa proprio al caso vostro. In questo ridente borgo laziale, infatti, potrete godere della magica atmosfera del Natale e del suo particolare presepe storico fino alla conclusione in pompa magna con la festa patronale dedicata al Santo. Riprendendo un’antica tradizione, che arriva addirittura dal lontano 1223, per le preziose vie del piccolo borgo medievale si potrà ammirare il caratteristico presepe in un percorso intriso di ritualità e folclore. Un allestimento unico nel suo genere, dove i personaggi sono raffigurati da manichini vestiti in abiti storici e le scene di vita sono ricostruite con l’aiuto di oggetti e strumenti di lavoro tipici della più genuina tradizione contadina. E a proposito di genuinità, chi non sa rinunciare ai sapori di una volta tenga in caldo le papille gustative, il 20 gennaio il Natale di Jenne si conclude con un banchetto degno dei migliori sagronauti. La tradizionale benedizione degli animali, infatti, coincide con la chiusura delle manifestazioni natalizie e viene celebrata secondo le antiche tradizioni contadine con la festa di Sant’Antonio Favaro. Degustazioni di fava ammollo, polenta, fallone, formaggio, ricotta, saranno solo alcune delle bontà locali che verranno accompagnate da tante altre specialità tipiche.

Tombolata della Madroma GUIDONIA MONTECELIO, tombolata di beneficenza a favore di un bimbo affetto da sclerosi multipla (SMA). L’appuntamento è per domenica 22 dicembre a partire dalle 17.30 presso il Bar Lanciani di Guidonia. “Il ricavato – spiegano gli organizzatori dell’associazione Madroma andrà a supportare una famiglia del nostro territorio con figlio malato di SMA”. “Sarà l’occasione sia per un brindisi natalizio tra i soci, che nel frattempo sono aumentati a quasi cento unità, sia soprattutto per aiutare questa famiglia che siamo fieri di poter sostenere – spiegano il presidente Michele De Stefano e il vice Patrizio Orsini - Come promesso, organizziamo questa seconda attività a supporto di una causa sociale molto importante. Ci aspettiamo quindi una massiccia presenza per contribuire quanto più possibile”. L’iniziativa è stata sostenuta dai supermercati e dagli imprenditori della zona che hanno fornito i premi della tombola “consentendoci così di devolvere maggiori somme alla famiglia”, aggiungono i consiglieri Holmes Sonda, Sergio Marchi e Valentina Iannilli. Con l’occasione verrà annunciata anche la prossima iniziativa. “Parteciperemo ad un bando regionale che ci consentirà di organizzare corsi gratuiti di lingua spagnola a Guidonia”, conclude il segretario Gabriele D’Acuti.


16

XL

CULTURA

n. 22 2013

Passeggiata storica nelle contrade Risale al 978 il documento più antico noto in cui vennero riportati i confini delle quattro regioni in cui Tivoli fu suddivisa: Castrovetere, fortificata e separata dalla città con un fossato; Plazzula, zona del Riserraglio; Foro, che comprendeva l’Episcopato, la Chiesa di S. Alessandro, le mole ad acqua e l’attuale canale della Forma; Formello, a sud circondata dalle mura e a nord da un asse di notevole importanza che da Via della Scalinata, proseguendo in rettilineo collegava il centro alla Valle Gaudente - il quartiere che fu raso al suolo per far spazio alla Villa d’Este - mettendo in diretto contatto la città a sud-est con quella a sud-ovest. Una città piccola, quindi, preceduta dalla fama acquisita in epoca romana. COL BARBAROSSA TIBUR SI ALLARGA. Nel 1155 con Federico Barbarossa, si amplia la cinta muraria a sud e sud-ovest, vengono inclusi i borghi fuori dalle mura fino a Porta S. Croce, l’Anfiteatro romano all’epoca fortificato, Porta S. Giovanni fino a Piazza Rivarola, i monasteri benedettini di S. Maria Maggiore e

di S. Clemente, nonché tutte le aree occupate dalle antiche ville romane. Circa un secolo dopo, viene sancita la dipendenza politica di Tivoli dal Senato Romano, era l’epoca del pontificato di Alessandro IV (1259), nonostante ciò si trovò modo di mantenere una propria autonomia sia amministrativa che giudiziaria. TIBUR MUNICIPALE. Tra il XII ed il XIV sec. d.C., nuove istituzioni cominciano a dominare la città. Il nucleo della vita civile, comunale e religioso, fino ad ora situato nell’area di Piazza del Duomo, si trasferisce tra Piazza delle Erbe e Piazza Palatina nell’edificio che diventa il Palazzo Comunale o Palazzo Arengario che, con la Torre e la Chiesa di S. Michele, costituirà il centro direzionale della città. L’incremento demografico determinò una ripresa dell’edilizia, che andò a recuperare l’intera area urbanizzata in epoca romana. Le nuove costruzioni si sovrapposero agli antichi edifici, modificando i primi tracciati romani, pur mantenendo gli allineamenti dei principali assi stra-

Conferenza sul dialetto di Tivoli Il 20 dicembre nei locali dell’Associazione Culturale Cluster (ingresso a fianco del Cinema Giuseppetti), in occasione delle iniziative volte a promuovere a Tivoli cultura e musica, il prof. Franco Sciarretta. Intratterrà gli ospiti con una conferenza dal titolo “Il dialetto della nostra città”. La casa editrice “Tiburis Artistica” farà conoscere le sue pubblicazioni, che per questo evento si potranno consultare ed acquistare a prezzo speciale. Seguirà una degustazione di prodotti biologici ed un intrattenimento musicale, a partire dalle 18,30, presso il “Caffè della Vite”. Sarà allestita anche una mostra fotografica dal tema “Tivoli: ieri e oggi”. L’ingresso è libero.

Dalle regioni di epoca romana alle contrade medioevali, evoluzione urbanistica di Tivoli

dali di Via del Colle, Via del Duomo e Via di Postera, che vedevano la cattedrale quale perno e punto di riferimento visivo e pscicologico: una sorta di Stella Polare. NASCONO LE CONTRADE. È del 1303, il documento in cui venivano definite chiaramente le

quattro contrade della città: Castrovetre e S. Paolo le più antiche; S. Croce e il Trevio le più recenti. UN PERIODACCIO. All’inizio del XV sec d.C., le liti intestine e competizioni fra le casate nobiliari, la peste del 1420, il terremoto del 1456 ed il Sacco di Roma del 1527 la città, infiacchita, subì un considerevole spopolamento. Nel 1461 il pontefice Pio II incaricò la costruzione della Rocca Pia, una sorta di timbro sul territorio; furono emanate anche leggi per favorire l’inurbamento e fu emesso un nuovo Statuto Tiburtino (1522) per la sostituzione dei rettori titolati con prelati e cardinali. LA RINASCITA. Ippolito D’Este, nel 1550 viene nominato governatore di Tivoli che viene separata dallo Stato della Santa Sede recuperando la propria autonomia. Il centro urbano si trasferisce a S. Croce e a Via della Missione, il Palazzo Municipale si sposta da Piazza delle Erbe e Piazza Palatina alla chiesa di S. M. Maggiore e la città si espande verso ovest. Via del Colle si amplia con

nuove costruzioni fino quasi alla Porta del Colle, Via Maggiore, Via Colsereno, Via della Missione e Via S. Croce, la cui porta divenne l’ingresso principale della città. Via dell’Inversata assumeva ruolo di strada interna, mentre le aree comprese fra queste strade si presentavano, ancora, come spazi verdi. Nel frattempo le famiglie nobiliari consolidarono il loro potere: sorsero numerosi palazzi monumentali tra cui i palazzi Piccolomini, Mancini-Torlonia, Cenci-Alberici, RognoniMacera, Pacifici, Orsini, Visconti-Macera e Marzi. QUASI COME OGGI. In questo periodo, Tivoli incominciò a delinearsi secondo l’attuale conformazione. La Via del Colle perse di importanza per lasciare il posto a Via del Trevio, Via della Missione, Via Missoni, Via Maggiore e Via dell’Inversata, sicché i rioni andarono a corrispondere agli attuali S.Paolo, Castrovetere, S.Croce e Trevio. STATO “MISERANDO”. Alla fine del ‘500 si verificò un processo di grave decadimento sia politico e amministrativo sia economico, tanto che nel 1592 la Sacra

Congregazione del Concilio definì lo stato della città di Tivoli: “miserando”. Nel Seicento tutta la città è ancora contenuta entro le mura del Barbarossa. Nel territorio si stabiliscono definitivamente i limiti delle contrade mentre gli abitanti si dislocano secondo le diverse attitudini: l’aristocrazia dal rione S. Paolo si trasferisce a Via Palatina, a Via del Trevio e Via Maggiore; gli addetti agli opifici ed i coltivatori a Via S. Valerio e Via del Colle; gli artigiani a Via dell’Inversata, a Colsereno e a Porta S. Giovanni. Pochi gli interventi volti a modificare il tessuto preesistente: si completano le aree intorno a Via del Trevio, cominciano a svilupparsi le zone a sud e ad ovest, si pensa al restauro di alcuni edifici, alla sistemazione di collegi e di scuole e alla costruzione dell’Ospedale a Porta S. Giovanni. Tra il XVIII ed il XIX sec., si interviene sull’edilizia scolastica ed in particolare al restauro di complessi conventuali e di chiese, come il Seminario e il Duomo, alla sistemazione di collegi e di scuole, all’ampliamento dell’Ospeda-

Poesie in cartolina TIVOLI - Nella Sala d’angolo di Villa d’Este, che negli ultimi tempi sta offrendo alla città di Tivoli un luogo di prestigio per presentazioni ed incontri di buon livello culturale, piena di amici ed estimatori ed alla presenza del Commissario prefettizio Alessandra De Notaristefani di Vastogirardi, Tertulliano Bonamoneta ha presentato, il 6 dicembre scorso, la sua ultima pubblicazione contenente riproduzioni di cartoline d’epoca tratte dalla sua ricchissima collezione. Il piccolo cofanetto contiene tredici riproduzioni di cartoline che rappresentano luoghi molto significativi di Tivoli, sul retro di ognuna c’è una poesia di Luisa Galeone che fa riferimento all’immagine riprodotta. Dal Mausoleo dei Plauzi al distrutto albero delle sette spade della Strada di Pomata, dal Lavatoio alla Strada degli Orti, al Tempio della Sibilla, i versi delle poesie, dalle quali traspare la nostalgia di quanto è andato e continua ad andare perduto, accompagnano le immagini in perfetta sintonia. Luisa e Tertulliano hanno fatto un regalo di Natale alla città che è stato accolto con apprezzamento ed affetto da tutti i presenti in sala. Una dimostrazione di quanti siano coloro che vorrebbero una Tivoli città di cultura ed arte, priva di degrado e tornata alla sua vocazione di luogo internazionale che accoglie artisti da ogni dove. (G.I.)

Tanti auguri per un felice e sereno 2014 Alla LUIG Assemblea Generale dei Soci

Concerto di Natale Giovedì 19 dicembre ore 18

Al Centro Culturale Venerdì 20 dicembre tradizionale Tombolata Dopo l’assemblea annuale dei soci, con all’ordine del giorno il bilancio preventivo 2014 e l’analisi delle attività svolte, i ragazzi del Centro Culturale daranno vita alla tradizionale tombolata di Natale per poi salutarsi con un brindisi di buono uspicio per il nuovo anno.

Saluto e relazione del Presidente Massimiliano Iannilli Approvazione bilancio consuntivo 2012-2013

Concerto Natalizio della band

“Usato Garantito”

Brindisi e scambio degli auguri

Presso Istituto Comprensivo Villa Adriana • via Leonina 8

Corso con certificazione Certipass European Informatics Passport Una delle novità della LUIG sarà la Certificazione internazionale delle competenze informatiche con esami che si svolgeranno in sede. Il Certipass... prevede sette moduli con il corso così articolato: 1 – Concetti di base dell’ICT; 2 – Uso del computer e gestione dei file; 3 – Elaborazione testi; 4 – Fogli elettronici; 5 – Uso delle basi di dati; 6 – Strumenti di presentazione ; 7 – Navigazione web e comunicazione

Segreteria tel 0774 534204 Lun Mer Ven ore 17-19 e Mar Gio ore 10-12

Al Centro Sportivo Vincenzo Pacifici

Musical che passione! Dopo tre mesi di duro lavoro, sabato 14 Dicembre alle ore 17 presso l’Aula Magna dell’Istituto Comprensivo Vincenzo Pacifici sono saliti sul palco gli allievi dei corsi di Danza Moderna e Hip hop. I piccoli soci hanno portato in scena lo spettacolo “Musical: che passione!” ideato e coreografato dall’insegnante, e Presidente del Centro Sportivo, Mariangela Riccioni coadiuvata dalla sempre presente ed efficiente Michela Giacinti e dal fonico Vittorio Marchetti. Si sono esibite le bambine del corso di propedeutica che danzando sulle note dei classici Disney hanno fatto rivivere a tutti i presenti i tempi della loro fanciullezza. Gli allievi più grandi hanno portato in scena le coreografie tratte dai Musicals “Greese”, “Mamma mia” e dal film “Step up”. La loro grande carica di energia ha coinvolto tutto il pubblico. Lo spettacolo è stato un successo.

www.centrocultvp.com


tiburtine le a Porta S. Giovanni, alla costruzione della Cattedreale di S. Michele e la Chiesa del Gesù, distrutta nel 1944 durante l’ultima guerra. Nonostante le carestie e le epidemie, un certo fermento generale produsse una intensificazione di scambi tra le aree commerciali e quelle a connotazione industriale ed agricola tanto da determinare consistenti modifiche alle caratteristiche socio-economiche. Alla presenza di opifici e di coltivazioni si affiancano cartiere, lanifici e fonderie di rame. I nuovi insediamenti industriali e l’immigrazione di lavoratori attirati da nuove possibilità, andarono ad alterare i tradizionali rapporti della città col territorio. Non ultimo, l’abbandono dei rioni del centro storico occupati in seguito dalle classi più povere e dall’espansione di nuovi quartieri oltre Via del Trevio che divenne l’asse di confine con l’area storica. SI DOMA L’ANIENE. L’Ottocento vede l’immagine della città subire un’ulteriore lesione. Il 16 Novembre 1826 l’Aniene straripò travolgendo un terzo del rione Castrovetere. Originariamente la conformazione orografica regalava una splendida conformazione della natura: il fiume lambendo i margini di una folta e rigogliosa vegetazione, scorreva quieto e sontuoso sopra ad un alveo comodo e generoso, probabilmente, fin quasi sotto lo sguardo dei templi romani dell’Acropoli, e qui, con brusca virata, strozzato nella morsa, precipitava in una cascata impetuosa, sprofondando nella Valle dell’Inferno. La capacità di risolvere i problemi. Di fronte alle continue rotte dell’Aniene, già dai tempi antichi (105 d.C.) si era tentato di porre riparo alla questione con la creazione di una serie di diverti-

XL

CULTURA

19 dicembre 2013

coli sotterranei che, aperti a monte per alleggerire la massa d’acqua e quindi la sua pressione in prossimità della cascata, fuoriuscivano, poi, a valle. Una serie di interventi fallimentari: il potente Aniene aveva sempre la meglio. Nel 1576 anche Ippolito d’Este prese la decisione di costruire un canale che andasse ad alimentare le fontane di Villa d’Este sottraendo, così, volume d’acqua al fiume, ma risultò insufficiente. Si cercarono diverse soluzioni, rivolte all’eliminazione del problema sia per la difesa della città sia per il controllo e l’uso proficuo delle acque; il pontefice Gregorio XVI incaricò il giovane ingegnere Clemente Folchi di applicare il suo progetto avveniristico: deviare il fiume. L’intervento essenziale e risolutivo fu proprio la deviazione del fiume mediante due gallerie scavate sotto il monte Catillo. Venne sistemata Piazza Rivarola, si prolungò Via S. Valerio verso est sulla Tiburtina e ovviamente si procedette alla costruzione del Ponte Gregoriano e alla realizzazione della Villa Gregoriana. Nel 1879 viene inaugurata la Tranvia Roma-Tivoli e nel 1884 il tronco ferroviario Tivoli –Mandela e la nuova stazione. Nel 1886, per la prima volta in Italia, nella città di Tivoli viene usata l’energia elettrica; grazie allo sfruttamento delle risorse idroelettriche si illuminano tutte le vie e le piazze della città. Ancora una volta Tivoli è al centro della storia. Fasi alterne, glorie e stato di crisi, speriamo di saper prender lezioni dagli antichi e superare il nuovo stato “miserando”, in cui versa la gloriosa Tibur nel 2013. Ilaria Morini

17

Il più grande assassino di tutti i tempi Coccobacillus pasteurella pestis è l’agente responsabile della peste. 350 anni fa infuriava a Tivoli, praticamente nulli i rimedi della medicina di allora. Molta la sporcizia, l’ignoranza e la paura: un vero inferno Difficile la vita nel 1600, l’Italia era preda delle grandi monarchie nazionali europee che a turno la dominarono, la sfruttarono, la depredarono. La popolazione viveva nella miseria. Si doveva combattere ogni giorno con le piccole grandi insidie quotidiane. Persino nascere era difficilissimo: iniziava tutto con l’aiuto dei Santi e si doveva tutto al buon corso della natura, altrimenti era la morte per la madre e per il piccolo. Poi occorreva crescere, sani grazie ad una robusta e sana costituzione per sopportare freddo, fame e grandi pericoli sempre in agguato come la peste, il vaiolo. Di fatto, più delle guerre, infuriò il coccobacillus Pasteurella pestis! Un bacillo dei topi che si trasmette all’uomo tramite le pulci del ratto che pungono l’uomo. Questa triade nefasta: bacillo, topo, pulce furono fra i grandi protagonisti della storia; difficile da ammettere eppure è la realtà e milioni furono le vittime. Del resto, chi non si è commosso leggendo della piccola Cecilia manzoniana col vestitino della festa depositata sul carro dei monatti dalla madre, che con quei pochi denari prega affinché non si maltrattasse quel corpicino devastato dai bubboni e perché si tornasse verso sera a prender lei e l’altra bimbetta già pervase dallo stesso morbo; brano indimenticabile di quel capolavoro, che sono I Promessi sposi, in cui si descrive proprio la situazione a Milano durante la peste del 1600. La paura, il pregiudizio, l’ignoranza moltiplicavano i morti inducendo la popolazione a processioni per sventare il morbo, che non faceva altro che dilagare per contagio. Tivoli ha vissuto questo strazio nel 1663 e furono i padri cappuccini ad operarsi per affrontare questa emergenza, di cui parlano più volte le fonti, che ricordano il tragico evento. Nel 1656, la peste, per contagio dal Regno di Napoli, si diffuse nello Stato Pontificio; i cappuccini fecero da infermieri e da medici; provvedevano al cibo per i bisognosi, seppellivano i morti e spurgavano le abitazioni, furono i frati accanto alla gente per confortare i malati, consolare i sofferenti, accompagnare i moribondi In un antico manoscritto si narra quanto fecero i cappuccini a Tivoli, a Vivaro, a Roviano e a Roccagiovine in occasione di questa peste epidemica: “…Ma se il Convento di Roma sostenne varie angustie, e restò pri-

vo di molti soggetti qualificati, per la malignità della peste, che per tutta la Città si fece sentire dolorosa e lacrimevole, non restaron liberi affatto di partecipare l’amarezza del calice gli altri Conventi della Provincia, privi degli ordinari sussidi che in altri tempi sogliono ricevere da Roma. Ma singolarmente Sezze, Velletri, in qualche particella Palestrina, e Tivoli; quei tre primi infestati nelle proprie viscere della Città dal morbo pestilenziale, e Tivoli nelle membra estrinseche dei suoi Castelli; onde fu necessario, che in ogni parte la nostra povera Riforma somministrasse operai di carità, acciò le anime dei fedeli non morissero disperate, non trovandosi chi per pietà o per mercede potesse o volesse servire. Tivoli fu il primo, perché accesosi ardentemente il morbo nella Terra e Castelli del Vivaro, Roviano e Roccagiovine, trovandosi in quest’ultimo luogo, portati dalla Provvidenza divina, il p. Felice Romano, Predicatore, fratello della Signora del Castello‚ ed il p. Ludovico Romano, Sacerdote, essendo mancato il Parroco, si espose con tanto fervore e spirito il p. Ludovico a servire ai bisogni del corpo e dell’anima di quelle povere pecorelle senza pastore, che non risparmiandosi fatica, né sfuggendo pericoloso incontro, in pochi giorni restò anch’esso infetto del morbo stesso, e morto “ostia di carità” e d’amore fraterno, ai 26 di Agosto, e passò al Signore per riceve con l’eterna vita, la mercede della vita temporale sacrificatagli caritativamente. Morì nel tempo stesso, di peste, anche il p. Felice, benché per soddisfare alla sorella, che lo aveva indotto a trasferirsi colà quasi contro la volontà dei Superiori de1l’Ordine, cavando con le importune istanze l’obbedienza dal m. r. p. Provinciale”. Non potendo fare altro ci si affidò al Cielo, il popolo tiburtino fece voto alla Vergine Immacolata per avere protezione e decise di erigere una stata in luogo pubblico; su consiglio e con il sostegno finanziario del cardinal Santacroce si stabilì di dedicarle una cappella nel Duomo, che fu terminata nel 1671 e che appare oggi nel suo splendore barocco con al centro la statua della Vergine Immacolata del Veyrier, scultore attivo al tempo del Bernini. Nel 1856, è stata coniata da Luigi Pasinati una medaglia in bronzo in ricordo del bicentenario della funesta peste con la seguente iscrizione sul rovescio: “IN MEMORIAM D XIV K IVL A C MDCLVI QVO COELESTES PATRONI SESE TVSCVLANIS COLENDOS DEDERE PESTILITATEM QVE AB IPSIS DEPVLERE AN CHR MDCCCLVI FESTVM SAECVL”. (I.M.)

Augura Buon Natale e Felice Anno Nuovo Confezioniamo CESTI DI NATALE

Prenotate i DOLCI NATALIZI di nostra produzione


18

XL

CULTURA

n. 22 2013

Concerti- matinée a Villa d’Este Inverno sotto l’insegna della buona musica a Villa d’Este. Torna infatti la rassegna musicale Il “suono” di Liszt a Villa d’Este, la manifestazione organizzata per la prima volta in occasione del Bicentenario della nascita di Franz Liszt (2011). Otto concerti-matinée, da dicembre fino a marzo, animeranno le corrispondenti domeniche mattina in Villa, consentendo l’ampliamento dell’offerta culturale diretta sia ai visitatori del complesso monumentale che agli amanti della musica, che potranno ritrovarsi nella Sala del Trono per apprezzare appieno il connubio tra le diverse forme di arte. Una occasione per celebrare anche altri due importanti bicentenari: quelli della nascita di Richard Wagner (22/5/1813-13/2/1883) e di Giuseppe Verdi (10/10/1813-

27/1/1901), due autori appartenenti al mondo dell’opera lirica ma che hanno posseduto ed usato lo stesso pianoforte Erard che era stato il movente,

e la nota distintiva, della prima rassegna dedicata a Liszt. Sebbene per pianoforte sia Wagner che Verdi abbiano composto poco, da questo

Tre grandi un unico pianoforte: Liszt, Verdi, Wagner e il suono dell’Erard Il primo concerto della Rassegna, si è svolto l’8 dicembre: “Wagner e Verdi nei salotti tra l’800 e il ‘900” con Massimiliano Genot, Il concerto del 16 febbraio “Solo Wagner-Liszt”, affidato a Michelangelo Carbonara, fa da contrappeso al precedente dedicato tutto a Verdi. Nel programma che ci propone Vanessa Benelli Mosell, per il suo concerto del 2 marzo “Da Chopin a Wagner a Liszt: peregrinando per l’Europa”, il tema dominante è il viaggio. Con l’ultimo concerto del 16 marzo, Alessandra Ammara ci conduce veramente a voltare pagina e, abbandonati Wagner e Verdi, cominciamo a pensare al futuro: “Verso una nuova ricorrenza : l’eredità di Liszt nella musica di Roffredo Caetani e del suo maestro Giovanni Sgambati (1841-1914) a cent’anni dalla scomparsa” prende lo spunto da un CD inciso dalla stessa Alessandra Ammara con musiche di Roffredo Caetani, compositore romano che lo stesso Liszt, amico del padre Principe Onorato Caetani, aveva tenuto a Battesimo e si dice gli abbia poi regalato il pianoforte Bechstein attualmente conservato a Ninfa (forse uno dei pianoforti che i vari costruttori regalavano a Liszt).

Guarire con gli animali all’Happy Valley di San Polo dei Cavalieri Si intensificano le attività di Happy Valley il primo centro in Italia per le coterapie a San Polo dei Cavalieri, alle porte di Tivoli. Inaugurata ufficialmente nel 2011 la struttura, creata e gestita da Antas Onlus, apre le porte non più solo nei weekend ma durante la settimana per venire incontro alle esigenze dei suoi piccoli pazienti. Il centro, nato con l’obiettivo di formare professionisti e unire il rispetto per l’ambiente, l’amore per gli animali e le terapie a supporto della medicina tradizionale è anche sede di una ricerca scientifica sui benefici della pet therapy. L’happy valley significa diverse aule in legno, per avere un basso impatto ambientale in una zona verde e collinare, un recinto sempre curato dove vivono stabilmente 5 asinelli, un’area riparata dedicata all’onoterapia che anche gli ani-

mali, estremamente intelligenti e docili, riconoscono come luogo di lavoro. Pochi elementi che fanno di Happy Valley

un centro di eccellenza dove vengono sostenuti attraverso la pet therapy bambini con problematiche che vanno dai disturbi dello spettro autistico, alla sindrome di Down fino a giovani affetti da depressione. E ancora corsi di formazione, musicoterapia e clownterapia nella generale mission di Antas di sostenere l’idea che la cultura della solidarietà sia di fatto imprescindibile. Happy Valley nei due anni di

attività ha accolto e aiutato una cinquantina di bambini indirizzandoli alla coterapia più adatta grazie al supporto di professionisti del settore sanitario che con l’aiuto del cane o dell’asinello sono sempre a disposizione del piccolo paziente a seconda della situazione, lavorando sempre su emozioni e relazioni. I piccoli pazienti sono arrivati al centro alle porte di Tivoli indirizzati da medici, psicologi, oppure dalle Asl che li avevano in cura. I ragazzi hanno così potuto affiancare alla psicoterapia un percorso integrato che da oggi è possibile anche durante la settimana e non più solo nel weekend. Ad Happy Valley è in cantiere anche una ricerca sull’efficacia delle pet therapy che analizzerà gli effetti sui pazienti che sono passati nella piccola oasi alle porte di Tivoli. www.antasonlus.org

strumento, e dal “suono” dell’Erard in particolare, entrambi trassero l’ispirazione non solo per creare melodie ed armonie, ma anche per immaginare gli effetti dell’orchestrazione che andavano impostando. Per Wagner il suono dell’Erard fu fondamentale nello stimolare la composizione di un’opera di capitale importanza, nella sua produzione e nella stessa storia della musica, come il “Tristano e Isotta” (ma lo utilizzò anche per le successive), mentre Verdi da un certo momento in poi – che corri-

sponde grosso modo con l’inizio della composizione di “Aida” – divenne un sincero e profondo estimatore dell’Erard, tanto da utilizzare solo quel tipo di pianoforte: ne ebbe ben due di proprietà, nelle due dimore di Genova e S. Agata in cui alternava il soggiorno nel corso dell’anno, e un terzo se lo fece procurare in uso gratuito per i lunghi periodi di vacanza e cura che trascorreva annualmente alle Terme di Montecatini. Da queste osservazioni nasce il titolo di questa II edizione:

Una Compagnia carica di Vitamina GUIDONIA - Una compagnia formata da giovani talenti della nostra città, che si stanno mettendo in gioco per la prima volta in un contesto professionalizzante nel settore della danza. Stiamo autoproducendo lo spettacolo ”A...come Amore” una vicenda amorosa di 4 personaggi totalmente diversi l’uno dall’altro che affronteranno questo tema molto importante nella vita di ogni essere umano. Questa anteprima andrà in scena dal 20 al 22 Dicembre 2013 nella sede ufficiale della Compagnia, la nuova struttura sportiva riconosciuta dal CONI come ente di promozione sportiva B3 ARTE E SPORT. L’obiettivo è di dare una possibilità alla città di vedere con i propri occhi quello che avviene nell’arte e come essa può esprimersi. Un racconto in danza creato ed ideato da Mirko Boemi e Anna Bonato, in collaborazione con due artisti professionisti Alessandro Gesualdi, il narratore, e Marina Cara, la voce dell’anima che insieme creeranno il filo conduttore della storia. Lo spettacolo assumerà una forma diversa da quella tipicamente teatrale, sarà uno spettacolo a 360 gradi dove lo spettatore diventa attore della scena e viceversa accadrà per i 6 interpreti di questa storia.

Tecnica Graham al Centro Promozione Danza Dal 3 al 5 gennaio 2014 a Marcellina, per la prima volta in Italia, c’è il Maestro Henry Yu che terrà una: “Master Class di tecnica Graham” alla quale è possibile partecipare. Henry Yu, padre della danza contemporanea in oriente, è stato il primo ballerino asiatico ad entrare nella compagnia di Marta Graham. Ha fondato e diretto la sua compagnia Henry Yu Dance Company. Stimato e ricercato “educatore della danza”, insegnante in prestigiose accademie e facoltà universitarie di danza., è attualmente docente presso la Nanchang University di Jiangxi (Cina). Puoi prenotare la tua partecipazione alla Master Class inviandoci una mail a info@cpdanza.it o telefonando alla segerteria del Centro Promozione Danza al n. 0774 425883 Centro Promozione Danza - ASD Via della Stazione (SP 30a), 95 - 00010 Marcellina (Roma) tel/fax 0774 425883 - info@cpdanza.it

Concerto per un amico a S. Polo dei Cavalieri Domenica 22 dicembre si terrà a San Polo dei Cavalieri la quarta edizione del “Concerto per un amico Armando”. Il programma prevede Ore 17,00 presso la sala parrocchiale ritrovo e a seguire il saggio “La danza del cuore”; Ore 17,30 concerto del coro “Gens Rubria” dedicato a Michael Jackson; alle 18,00 Fiaba di Natale a cura dell’ associazione “Li Ghiattarelli”; Ore 18,15 “Concerto di Natale” con il coro “Gens Rubria”; Ore 19,45 Appuntamento al ristorante L’Agrifoglio” in via Santa Liberata, 14 per la cena con “Musica e tanta voglia di stare insieme”; Ore 22,30 4ª edizione del “Concerto per un amico” con i Nord Sud Ovest Est-Tribute band di Max Pezzali/883; Ore 24,00 penne all’arrabbiata e spumante per tutti.

Per info: direzioneb3@gmail.com oppure al tel. 3883646986

Mostre della “Canonico” il 19 e il 29 La Mimmo Canonico onlus organizza due mostre espositive, la prima presso l’Istituto Comprensivo di Villanova, in Via Morelli, la mattina del 19 dicembre, la seconda presso la Parrocchia di San Filippo Neri di Colle Fiorito, per l’intera giornata del 29 dicembre. Ambedue le esposizioni sono il risultato dei corsi di arte che l’associazione ha offerto gratuitamente. Le lezioni si sono svolte presso la sede associativa e hanno riguardato la conoscenza delle tecniche di pittura su stoffa, vetro e olio su tela. Gli oggetti e le opere realizzate sono la dimostrazione del talento dei partecipanti. Le mostre della Mimmo Canonico onlus non sono mercatini per vendere manufatti, ma, condivisione di un lavoro di ricerca applicazione e tecniche creative, mentre si cerca di vivere momenti significativi, stimolanti e di autoaiuto. La Mimmo Canonico onlus ringrazia l’Assessore alla cultura del Comune di Guidonia Montecelio Gianni Tuzi, che presenzierà alla inaugurazione delle due iniziative, il Parroco di Colle Fiorito di Guidonia e la Dott.ssa Maria Rosaria Ciaccia, Dirigente dell’Istituto Comprensivo di Villanova di Guidonia, che hanno messo a disposizione locali, sensibilità, attenzioni e rispetto.

Michele Rabbia/Enzo Pietropaoli & Cortoons all’«Appartamento» di Tivoli Domenica 22 dicembre ore 20.00 importante appuntamento per i soci dell’associazione culturale l’Appartamento di Viale Arnaldi a Tivoli. Tutto è nato dall’incontro con Alessandro D’Urso, affermato fotografo con una grande passione per il cinema di animazione d’autore, grande divulgatore di questo genere artistico e promotore di rassegne e festival attraverso la sua associazione “Cortoons”. Enzo Pietropaoli e Michele Rabbia, due artisti che sanno interpretare le immagini in maniera originale e con estrema sensibilità, sonorizzeranno una serie di preziosi e stimolanti “corti” di animazione di artisti internazionali, scelti tra un ricchissimo catalogo, realizzati con le tecniche più disparate, da quelle tradizionali a quelle più innovative: Flash, 2D, 3D e Stop Motion. Per maggiori informazioni www.lappartamentotivoli.it


Sport 19 dicembre 2013

L’inserto XL Sport è a cura di Piergiorgio Monaco e Danilo D’Amico

Campo Ripoli, sbaglia il Comune TIVOLI - Sembrava una storia archiviata, invece il Consiglio di Stato ha riaperto il “vaso di Pandora” di Campo Ripoli. Dopo un anno di silenzio sembrava che la storia del bando “contestato” per la gestione dell’impianto sportivo fosse ormai sopita, invece, una sentenza ha ribaltato il tavolo e riaperto tutti i giochi, dando ragione all’Atletico Tivoli che ha sempre contestato le decisioni di palazzo San Bernardino. “Il bando è da annullare e da rifare”, così dopo i tanti ricorsi e controricorsi è stata scritta l’ultima pagina. Ora la palla, o meglio la “patata bollente”, è nelle mani di Palazzo San Bernardino che deve decidere le sorti dello stadio con una stagione cominciata da parte della Css, con una stagione che l’Atletico Tivoli vuole cominciare in primavera, e con diverse altre società che stanno utilizzando l’impianto. Formalmente, ora, le chiavi del Ripoli tornano all’Amministrazione Comunale che, in attesa di formulare un nuovo bando, dovrà decidere cosa farne – ed eventualmente a chi darle. LA STORIA Nel marzo del 2012 l’allora amministrazione Gallotti, e l’allora assessore allo Sport Laura Cerroni, pubblicarono un bando per la gestione dello stadio. Parteciparono quattro società, Atletico Tivoli che aveva gestito lo stadio nei sei anni precedenti, lo Sporting Tivoli, l’Estense 2000 e la Città dello Sport e Salute. Subito ci furono i primi problemi, con la commissione che ci mise un mese per valutare i requisiti delle società a causa di alcuni problemi nelle domande presentate. Il bando, alla fine, fu assegnato alla Città dello Sport e Salute ma fu subito oggetto di ricorso da parte dell’Atletico. In attesa dei responsi del Tar, il Comune lo diede in gestione ugualmente alla Css, con la “clausola” decisa dal Tribunale amministrativo che l’Atletico avesse gli spazi necessari per portare avanti la sua attività. Finita la stagione, in attesa dei responsi della giustizia, l’impianto è rimasto nelle mani della Css anche se la battaglia legale non si è mai fermata. L’ATLETICO TIVOLI “Dopo mesi di attesa – hanno scritto dalla Società sul proprio sito -,il 9 dicembre 2013 sono state pubblicate le motivazioni della sentenza del Consiglio di Stato: i giudici ci hanno dato ancora una volta ragione, confermando quanto già deciso dal TAR e respingendo in toto i ricorsi presentati dal Co-

mune di Tivoli e dalla CSS Tivoli. L’ultimo atto di questa lunga battaglia ha reso giustizia non solo sul piano legale ma soprattutto su quello morale all’Atletico Tivoli e alla figura del suo Presidente, Francesco Gabelli”. “Sono stati mesi durissimi da superare, qualcuno ci ha tradito, altri si sono dimostrati amici e uomini veri; è a loro che vanno i nostri più profondi e commossi ringraziamenti. Con estrema gratitudine per l’impeccabile lavoro svolto, ringraziamo gli avvocati Sanino, Aureli e soprattutto Franco Coccoli, i quali, insieme all’avvocato Giannino Innocenti, indiscutibile professionista e grande amico, hanno fatto valere le ragioni dell’Atletico Tivoli. Nelle prossime settimane avremo modo di recuperare il lavoro perduto in questo ultimo anno: per ora vogliamo solo goderci l’emozione di questo bellissimo risultato insieme alle persone che in questo periodo non ci hanno mai lasciato”. “Il Consiglio di Stato – ha aggiunto il presidente Gabelli – ha confermato quanto ho sempre detto. I ricorsi del Comune e della Css erano infondati e sono stati accettate le nostre motivazioni. L’architetto Baccanti, che aveva partecipato alla scrittura del bando, non poteva far parte della commissione che l’ha assegnato. Ora la Css non ha il diritto a restare lì, lo devono ridare subito a me e chi ha sbagliato dovrà pagare”. LA CITTA’ DELLO SPORT E SALUTE “Aspettiamo che ci notifichino la sentenza – ha commentato il presidente della Css Massimiliano Bruschi – anche dal Comune ci hanno detto che attendono il documento. Noi siamo tranquilli, il Comune ha fatto l’errore ed ora dovrà essere rifatto il bando. Noi siamo pronti a partecipare di nuovo, abbiamo due anni di esperienza in più. In questi due anni, poi, qualcosa di buono l’abbiamo fatto vedere. Siamo la prima società che paga sia le utenze che i canoni di locazione. Abbiamo anche fatto spese che non erano di nostra competenza, come l’omologazione del campo in sintetico e dell’impianto di illuminazione, in accordo con il Comune che non aveva i soldi. Da tempo non si vedeva qualcosa di così organizzato. Anche prima di partecipare al bando, nel 2012, avevamo chiesto all’Atletico Tivoli di presentare un progetto insieme. Se c’è la condivisione di un progetto che si basi su sport, educazione sportiva, sociale, noi siamo sempre disponibili a lavorare insieme, anche in vista del nuovo bando”.

Fatti avvenimenti opinioni La tua città sul web L’informazione quotidiana nei territori di: www.notizialocale.it

Tivoli

Guidonia Montecelio

Area Sabina

info@notizialocale.it

Area Nomentana Valle dell’Aniene Empolitana

Rugby: arrivano gli olandesi

La Tivoli Rugby si ritroverà nel pieno delle feste natalizie domenica 29 dicembre per una partita speciale: la prima squadra, iscritta al campionato di Serie C, affronterà in amichevole gli olandesi del Deiftschen Rugby. “All’interno di un tour in Italia gli olandesi hanno deciso di effettuare delle amichevoli e noi abbiamo dato la nostra disponibilità – commenta l’allenatore Alberto Bitocchi (nella foto di qualche anno fa) -, non capita spesso di incontrare ragazzi di altre realtà quindi è un’occasione unica per un confronto sportivo. Loro appartengono a una categoria superiore confrontandola alla nostra, ma non è un problema. Sono altri gli obiettivi di questo incontro, di certo non il risultato”. Appuntamento quindi alle 16 di domenica con arbitro il bravissimo e apprezzato Chirnoaga. Da parte dell’allenatore Bitocchi un commento anche al campionato svolto fino a questo momento dalla Tivoli Rugby: “Sono molto soddisfatto, siamo andati anche oltre le aspettative. Siamo al terzo posto e stiamo facendo bene, nonostante la giovane età della rosa. Speriamo comunque in un miglioramento per la seconda parte della stagione perché le prospettive ci sono”. Dopo la sosta natalizia e l’ultimo incontro dell’anno con la Rugby Roma 2000, la Tivoli Rugby scenderà di nuovo in campo per il campionato il 2 febbraio in casa dello Spartaco Rugby.

Scuola domani Centro Studi Se pensi di essere BOCCIATO, non PERDERE tempo Se stai frequentando una scuola e pensi di essere bocciato perchè non hai la sufficienza in molte materie, forse

Proprio così, SE TI RITIRI DALLA SCUOLA che stai frequentando, ENTRO IL 15 MARZO 2014 e ti iscrivi da noi, potrai sostenere gli esami di idoneità o maturità nello stesso anno scolastico.Il nostro metodo di studio ti permetterà di apprendere velocemente grazie al nostro staff di insegnanti altamente qualificati nelle singole materie.

NON sai che PUOI RITIRARTI ENTRO IL 15 MARZO 2014.

AFFRETTATI I POSTI SONO LIMITATI

Vuoi lavorare negli asili? Vuoi aprirne uno? Cerchi un impiego nel sociale?

Iscriviti al nuovo corso di TECNICO DEI SERVIZI SOCIALI Via A. Palazzi, 8 - 00019 Tivoli (Rm) Tel. 0774.314038 - 0774.550052 - Fax 0774.550051

www.scuoladomani.com

Sede accreditata dalla Regione Lazio Autorizzazione Ministero Pubblica Istruzione D.M. 26I06I2001

info@scuoladomani.com

Convenzionato con SAPPE (Sindacato polizia Penitenziaria), COTRAL, ATAC, TRAMBUS


20

XL

SPORT

n. 22 2013

INTERVISTA/ Continua la collaborazione con la Juventus

Villalba Ocres Moca riferimento per i giovani MMA: Fight Clan Setteville primi ancora una volta nei Campionati Italiani Ancora quei ragazzacci del Fight Clan Setteville fanno parlare delle nostre zone in Italia per le vittorie che mietono, ne parliamo con l’artefice, il Maestro Luigi Greci, veterano delle arti marziali Italiane : Maestro parlaci dell’ultimo risultato ottenuto dal nostro Team Certamente, il FCS ha partecipato, e come sempre, si è distinto, alla prima tappa del campionato Italiano di MMA(il famosissimo combattimento in gabbia senza esclusione di colpi) targato WKF, nonostante avessi il Team decimato dagli infortuni, sono riuscito a portare in quel di Manfredonia (Puglia) un manipolo di Guidoniani sul tetto d’Italia. Su 450 atleti partecipanti, il primo dei nostri a salire sul ring è stato Davide della Verità che vinceva il suo match a contatto pieno, Andrea Giannacini si è imposto nei pesi massimi, come, Vincenzo Tambaro, mentre il solito Adrian Margean arrivava secondo nel torneo -75 kg e Michele Polidori terzo. Dicci Maestro come si è reso possibile tutto questo, come una piccola realtà che opera in un piccolo territorio come Marcosimone-Setteville possa essere una fucina di campioni da combattimento che si impongono in tutta Italia . Prima di tutto lasciatemi ringraziare il nostro XL, ci è costantemente vicino per pubblicare ogni nostra prestazione, poi vorrei ringraziare l’H2officine, Margi srl e il centro stampa Puri per gli sforzi economici sopportati, e infine vorrei ringraziare i miei ragazzi, veri leoni con un grande cuore. I Fighters vengono da me sottoposti ad allenamenti specifici infernali, gli impegni agonistici sono tanti e continui, la mancanza di pubblicità da parte delle amministrazioni ci penalizza, per adesso siamo una trentina e dobbiamo competere con team che hanno a disposizione centinaia di atleti per le selezioni agonistiche. Da quest’anno poi abbiamo l’aiuto anche di Nicola Abbrescia, campione del mondo di lotta grecoromana e coach della Polizia di Stato, che a titolo totalmente gratuito e per pura passione ci viene ad aiutare. Prossimi appuntamenti ? Il nostro campionato continua, a febbraio andiamo a combattere ad Aversa in campania, a marzo a Vasto in Abruzzo, per finire con gli assoluti in gabbia ad aprile in quel di Anzio, dove è prevista una grandissima affluenza di pubblico. Per qualsiasi info : http://fight-clan-setteville.oneminutesite.it/ oppure Luigi Greci su Facebook

CALCIO A CINQUE L’Asd Sordi Guidonia in semifinale C’è un Guidonia che vince, un Guidonia più forte del destino. E’ quello dell’Asd Sordi Guidonia che ha raggiunto la semifinale della Coppa Italia di calcio a cinque. La formazione del presidente Francesco Carlomagno ha raggiunto questo importante traguardo regalando calcio spettacolo. Le altre compagini che dovranno rivaleggiare per il trofeo nazionale sono il Palermo, il “Real e non solo” e l’Ust Futsal. La federazione che ha organizzato la manifestazione è riconosciuta dal Comitato Italiano Paraolimpico. L’Asd Sordi Guidonia è una macchina da gol. Tra i protagonisti come non citare Cicero, Curri, Risuglia, Scaglione, Grioli, Mazzei e Bernardini. La squadra disputa le gare casalinghe presso lo Sport Village di Colle Fiorito, sostenuta da un gran tifo. La marcia prosegue anche in campionato, a farne le spese nell’ultimo turno è stato il Frosinone. Una curiosità: l’Asd Sordi Guidonia scende in campo con le vecchie casacche dell’As Roma, tute regalate dalla società giallorossa, alle maglie è stato applicato lo stemma che ricorda il logo del comune di Guidonia Montecelio.

Storie di calciomercato E’ stata una “pazza” settimana di calciomercato. Due le storie da raccontare. Una vede protagonista il Guidonia ed il Cretone Castelchiodato Città di Palombara. Le due squadre, iscritte al campionato di Promozione, girone C, erano alla ricerca di una punta ed entrambe avevano individuato il proprio obiettivo in Nico De Lucia (nella foto). La punta, con un passato in Serie C con la maglia del Pescara, ha portato avanti le trattative con entrambi i club, prendendosi giustamente tempo di riflessione, fino al martedì 10 quando era atteso al “Comunale” per parlare con la società guidoniana, ma all’ultimo momento, convinto da un rilancio del presidente del CreCas Fabrizio Valentini, ha allungato il suo tragitto fino al campo da gioco di Castelchiodato. Dopo aver firmato, De Lucia ha esordito domenica con la sua nuova maglia. Secondo i bene informati un piccolo sgarbo che non è piaciuto al Guidonia che ora si aspetta un passo in avanti del patron Valentini. La seconda storia arriva da Palestrina. Dopo aver perso malamente contro il Selargius in casa, nonostante i quattro acquisti di valore, il presidente Augusto Cristofari aveva deciso di sollevare dall’incarico l’allenatore Salvatore Cangiano affidando la panchina al “Toro di Sora” Pasquale Luiso. Qualcuno, però, aveva fatto male i conti perché dopo due soli allenamenti l’ex giocatore del Piacenza, celebre per una fantastica rete in rovesciata al Milan nel lontano 1996, ha deciso di tornare a casa. Così il presidente Cristofari è tornato sui suoi passi richiamando Cangiano. Il via vai ha portato bene al Palestrina che domenica è tornato alla vittoria superando per 1-0 l’Astrea con un gol di Delgado.

Come annunciato nell’incontro di presentazione alla stamapa della nuova compagine azionaria, la Società Sportiva Città dello Sport e della Salute Tivoli ha organizzato negli ultimi week end presso lo Stadio Ripoli la manifestazione di sensibilizzazione pro Telethon in collaborazione con la Sede BNL di Tivoli, diretta dalla Dott.ssa Paluzzi. L’iniziativa si inserisce nelle

Tempo di primi bilanci per la stagione arrivati a fine anno solare e a metà di quello sportivo. A Villalba il presidente del Villalba Ocres Moca è sempre Pietro Scrocca, uomo di grande esperienza nel mondo del pallone Presidente Scrocca, nel panorama calcistico il Villalba Ocres Moca resta uno dei punti di riferimento soprattutto per la sua Scuola Calcio. “La scuola calcio per diversi motivi è sempre alla base dell’attività di una società. Non è sbagliato affermare che è il motore di un club. Quest’anno a Villalba possiamo contare sulla conduzione tecnica e amministrativa di Antonio Cerini. Una persona giovane e qualificata che ha già allenato nel settore agonistico e che ha tutto per poter fare bene come sta facendo. Il nostro compito è solo quello di instradare i bambini verso un percorso di sano divertimento sportivo”. Da anni state portando avanti una collaborazione con la Juventus con ottimi risultati e siete apprezzati anche per le numerose attività che state svolgendo. “La collaborazione con la Juventus prosegue, proprio per l’ultima partita dell’anno allo Juventus Stadium un gruppo di dieci bambini è stato invitato a prendere visione dell’incontro nel prestigioso impianto bianconero. Tra le varie attività organizzate merita una citazione quella di Emanuele Maggiani che ha coinvolto

presso il nostro impianto tutti i portieri, un ruolo delicato ed importante, per uno stage utile a tutti gli addetti ai lavori”. La particolarità della società è data anche dalla presenza dell’erba naturale nel bellissimo impianto sportivo, una vera e propria eccezione di fronte al panorama generale dei campi in sintetico. “L’erba ha sempre il suo fascino. I nuovi sintetici si avvicinano all’erba naturale, ma alcuni campi di Roma e provincia in sintetico assomigliano di più a campi in cemento con tutti i pericoli del caso per i giocatori che spesso proprio per questi motivi rimediano brutti infortuni. E’ arrivato il momento di cambiare alcuni di questi campi. A dire la verità spesso preferisco un buon campo di terra. Certo, su un campo di erba naturale non puoi allenarti tutti i giorni nel periodo invernale. Noi ci mettiamo la massima attenzione per non rovinare il nostro tappeto in erba naturale che considero la soluzione migliore, inoltre è ancora la preferita dal mondo professionistico”. Il vostro settore giovanile, anche in virtù del lavoro del direttore sportivo Enrico Pagliaroli, è una fucina

PUNTOBASKET

il Collefiorito termina il 2013 in testa alla classifica

Il Collefiorito termina male la prima parte di stagione, perdendo 8072 contro la Pass Roma. Un ko in una sfida equilibrata che non complica il cammino dei ragazzi di Umberto Fanciullo, comunque in testa al girone B della Serie D con 16 punti. Perde, infatti, anche la Nomen Angels contro l’Anzio. Nel prossimo turno il Collefiorito riposa. Appuntamento al 2014 quando nella prima gara in programma i guidoniani affronteranno il Lanuvio fanalino di coda, ma capace di vincere la prima gara stagionale 74-67 contro l’Ostium Basket Ostia. E’ l’occasione quindi per fare un primo bilancio. Nelle undici gare disputate il Collefiorito ha conquistato otto vittorie e ha perso in tre occasioni. Ben 798 i punti all’atti-

vo (media a gara di 72.55) e 689 quelli al passivo (media 62.64). La differenza è di 109, nettamente la migliore del raggruppamento. Il Collefiorito, ripescato in estate, sta stupendo gli addetti ai lavori e comunque vada sarà un successo per Della Libera e compagni. Proprio Alessio Della Libera, arrivato in prestito, ha dato una marcia in più alla truppa. Scendiamo in Promozione dove la Pallacanestro Tivoli ha messo in difficoltà la capolista e imbattuta Casilino perdendo 69-62. Peccato perché i tiburtini meritavano sorte migliore. Se il primo posto, a questo punto del torneo, sembra lontano, non vale lo stesso discorso per la seconda piazza distante appena due punti. Giovedì al “PalaSpes” di Rieti, la Pallacanestro

CSS TIVOLI e BNL Gruppo BNP Paribas insieme per Telethon linee guida che la società amaranto-blu ha definito di voler perseguire con una forte attenzione al sociale. Nei giorni 7 ed 8 dicembre durante gli incontri di campionato delle categorie Giovanissimi e Allievi, lo Stadio si è riempito di striscioni ma è stato sabato 15 nel pomeriggio che c’è stata una

di talenti. Anche nei prossimi anni il Villalba Ocres Moca regalerà delle sorprese al calcio regionale e non solo? “Sicuramente molti ragazzi avranno la possibilità di crescere e fare una buona carriera. Non è il caso di fare dei nomi, preferisco elogiare tutti i gruppi del settore agonistico e soprattutto le due formazioni dei Giovanissimi. Purtroppo nella nostra zona è difficile costruire organici competitivi a livello regionale perché la dispersione è elevata per via delle numerose squadre in pochi chilometri. Tuttavia a Villalba la possibilità di maturare non manca”.

festa di colori e di gioia con i Pulcini di ben otto squadre ad animare la raccolta con le loro risa ed i loro giochi. Non siamo stati attenti ai risultati ma sicuramente per la felicità che danno i bimbi nel correre dietro ad un pallone vale la pena di seguirli con passione : gra-

Tivoli affronterà l’Olimpia Rieti in un vero e proprio spareggio per il posto d’onore. Chiuso il girone d’andata anche per la Pallacanestro Tivoli è tempo di bilanci. Con cinque vittorie e quattro sconfitte, i tiburtini hanno dimostrato di essere un roster insidioso. I punti all’attivo sono 581 (media 64.56), quelli al passivo 546 (media 60.67). La differenza è all’attivo di 35, la seconda del raggruppamento E molto equilibrato. Nella scorsa annata il presidente Corrado Coccia aveva costruito una formazione di stelle che aveva dominato la prima parte della stagione, subendo poi un crollo nella seconda. Quest’anno la Pallacanestro Tivoli è partita a fari spenti, tuttavia potrebbe togliersi delle belle soddisfazioni.

zie Pulcini !! La raccolta ha avuto un buon risultato grazie al contributo dei donatori e di chi ha collaborato sotto ogni forma per la realizzazione, le Società Futbol Club, Guidonia, La Salle, Marco Simone, Valle Aniene, Vicovaro, Villalba e Villanova ma soprattutto un ringraziamento al Sig. Di Berardino, grande animatore della raccolta.


XL

SPORT

19 dicembre 2013

21

RUGBY/Coppa Italia e concentramento: domenica 15 dicembre a Villa Adriana

Rocca Bruna ha visto il rugby tingersi di rosa E’ stata l’occasione per assistere alla Coppa Italia Femminile, competizione iniziata lo scorso 3 novembre con ai nastri di partenza 72 formazioni Seniores e 42 Under 16, compresa l’Amatori Tivoli Rugby. Si tornerà in campo il prossimo 26 gennaio 2014, mentre la finale è in programma per il 25 maggio. “Questa crescita delle squadre della Coppa Italia – commenta Maria Cristina Tonna, responsabile Fir del settore femminile e responsabile anche del movimento giovanile della Tivoli Rugby – da un lato ci fa molto piacere perché è indice di una cultura sportiva e rugbistica al femminile che sta crescendo e consolidandosi, dall’altra ci fa riflettere su come proiettare, già a partire dai prossimi mesi, queste squadre e queste ragazze verso il Campionato a XV. Con queste giornate cresce la percezione del rugby nelle famiglie, una cultura dello sport al femminile che darà molti frutti in futuro. Inoltre, per

La Tivoli Rugby ha ospitato una manifestazione al femminile. Si è svolto un raggruppamento Under 14 Femminile composto da squadre complete, Amatori Tivoli Rugby e Rugby Lanuvio, e squadre miste formate sul posto in base al numero di atlete partecipanti quanto riguarda la Tivoli Rugby, abbiamo dato la possibilità a delle giovani ragazze di scendere in campo. Un regalo fatto a loro ringraziandole dell’impegno profuso in allenamento in questi mesi, siamo ancora poche ma cresceremo di numero a breve. Siamo già al lavoro per dare una

risposta a tutto ciò”. L’allenatore del gruppo femminile dell’Under 16 è Andrea Berardi: “Per la prima volta abbiamo affrontato questa avventura in rosa e per noi si tratta di un’occasione importante di fare sport. Abbiamo in mente alcune attività per aumentare il numero del-

le iscritte, ad esempio ci faremo vedere nelle scuole con i nostri istruttori per mostrare la nostra idea di rugby. Inoltre a breve scenderemo in piazza per una manifestazione. Crediamo molto in questo progetto e speriamo che riesca a portare buoni frutti”.

Giornata dedicata ai portieri con Emauele Maggiani “Da ragazzi in porta finisce sempre il più piccolo, che a orecchie basse non osa ribellarsi alla condanna, oppure il più imbranato con i piedi, di quelli che soli davanti alla porta vuota ti sparano un tiraccio sbilenco che sfiora la traversa dalla parte sbagliata… Ma poi c’è l’eccezione: quando in porta ci va uno che lo sceglie, uno che spalle alla rete sente di aver trovato il proprio posto nel mondo, e si sfrega le mani scrutando silenziosamente il campo. L’eccezione, appunto, anzi l’anomalia. “Che sia un po’ matto?”, si chiedono i compagni. Forse, e spesso come ogni matto, il portiere è un solitario. Anzi, qualcosa di più: è un uomo solo” (“La solitudine dei numeri uno”, Gianpaolo Santoro). Si è svolto lunedì 16 dicembre a Villalba il primo meeting “imPariamo: dalla tecnica di base alla situazione di gioco”. Relatore Pietro Spinosa,

preparatore dei portieri di Livorno, Cluji (Romania), Eupen (Belgio) e Chievo Verona. Direttore organizzativo Emanuele Maggiani, preparatore dei portieri della Lupa Roma. “Sono orgoglioso – commenta Maggiani – che un professionista del calibro e dell’esperienza, anche a livello internazionale, di Piero Spinosa abbia sposato il mio progetto ed abbia accettato di intervenire in qualità di relatore. Ringrazio ovviamente tutte le società e gli sponsor che hanno fatto sì che il mio progetto si concretizzasse. Senza di loro non ci sarebbe stato alcun meeting”. I portieri che hanno preso parte al meeting hanno potuto allenarsi con Spinosa e Maggiani e con tutti gli spettatori e curiosi a due passi, pronti anche loro a comprendere qualcosa di più su questo fantastico ruolo.

CALCIO/Il punto sui campionati Il Montecelio conquista un punto importante in casa del Real Monterosi, pareggiando l’incontro per 1-1. I guidoniani si piazzano così in una posizione di momentanea sicurezza. Applausi anche al Villanova che si impone 1-0 sul Futbolclub. Sono già 24 i punti realizzati dalla squadra di Di Loreto in questo torneo. L’Empolitana Giovenzano, dopo aver passato il turno di Coppa Italia ai rigori contro il Rieti e aver conquistato l’accesso alle semifinali, pareggia contro il Montefiascone. Grande attesa per il big match di domenica Viterbese Castrense-Rieti, testa a testa Montecelio-Empolitana Giovenzano e Fonte Nuova-Villanova. Capitolo Promozione sempre più intrigante. Prende il volo la Vjs Velletri Flora che in una partita dai mille volti espugna il campo “Roma” della Romulea. I padroni di casa passano in vantaggio con Amassari dopo cinque minuti, la capolista pareggia con Montella. La Romulea si riporta avanti con Ciccioriccio e viene ripresa da Terrazzino. Poi succede di tutto: a un quarto d’ora dalla fine Mollica fallisce un rigore, Lauteri sigla il 3-2 per il Velletri, poi Mirante sbaglia il penalty del pari definitivo. Torna a fare un punto il Cerreto Laziale che pareggia a reti inviolate contro il Torrenova. Anche in questo caso fallito un calcio di rigore con Giuliani. Molto bene il Sant’Angelo Romano, capace di imporsi 3-1 sull’Aces Casal Barriera. Gli uomini di Lucani sembrano aver lasciato alle spalle il momento negativo. Colpaccio del Subiaco che con una rete di Trombetta passa sul campo dell’ex capolista La Rustica. Brutta giornata per il Guidonia che soccombe in casa contro il Lepanto. Terza sconfitta al “Comunale” per gli uomini di Insogna che si esprimono meglio in trasferta. Il Cretone Castelchiodato Città di Palombara batte 3-1 il Ciampino: grande protagonista Angelo Pangrazi con una doppietta. Nel prossimo turno Cerreto Laziale-Guidonia, Vjs Velletri Flora-Rocca Priora, Città di Ciampino-Sant’Angelo Romano, Cretone Castelchiodato Città di Palombara-Trastevere e Aces Casal Barriera-Serpentara Bellegra Olevano. In Prima Categoria il Castelverde agguanta il Villalba in testa alla classifica a quota 25 punti dopo il pareggio dei guidoniani contro l’Estense Tivoli. La Nuova Tivoli Calcio 1919 fa 1-1 contro il Poli, pareggio anche per l’Albula, 0-0 contro il Praneste Calcio. Secondo ko consecutivo per il Vicovaro contro il fanalino di coda del Real Casilino che raggiunge così il Palombara, battuto 2-1 dalla Nuova Polisportiva Agosta. Prossimo turno con Villalba-Borghesiana, Castelverde-Poli, Nuova Tivoli Calcio 1919-Polisportiva Agosta, Vigor Perconti-Estense Tivoli.


22

XL

SPORT

n. 22 2013

IMPIANTISTICA/Sarà inaugurata la seggiovia quadriposto alla Monna dell’Orso

Tutti a sciare a Monte Livata Conto alla rovescia per la riapertura degli impianti di Monte Livata ed il 22 dicembre, ore 11, sarà inaugurata la seggiovia quadriposto, località La Monna dell’Orso. In quell’occasione saranno il Sindaco di Subiaco Francesco Pelliccia e la società concessionaria Livata 2001 a fare gli onori di casa e a compiere il primo giro della seggiovia. Ci sarà, poi, un’esibizione di snowboard a cura dello sci club Livata. Per l’occasione l’iniziativa è aperta a tutti e verrà fatto un brindisi inaugurale per dare il via alla nuova stagione. “La seggiovia – spiegano dal Municipio - servirà 6 piste: Topolino, Pista delle Signore, Nordica, Pista del Sole, Pista dell’Orso e Trasversale, nella Trasversale verrà costruito lo snowpark. La seggiovia, che porta 2.400 persone a l’ora, ha sostituito il vecchio skilift, che non funzionava da 4 anni. Dal giorno dell’inaugura-

zione, e per tutta la stagione natalizia nei weekend della stagione invernale, sarà attivo un servizio navetta Livata-Campo dell’Osso-Monna. Inoltre a Campo dell’Osso è sempre a disposizione la pista Tricolore di fondo formata da tre anelli da 2,5 a 7 km che si snodano attraverso il suggestivo e caratteristico terreno carsico di questa zona, tra ampie radure e una fantastica faggeta. Inoltre è possibile fare snow tubing, partenza dei percorsi per ciaspolate e area per sciatore inesperti con tappeti per la risalita”. “A Livata presso il centro sportivo “L’anello” verrà aperta la club house che durante le vacanze di natale diventerà un kindergarten per i genitori che lavorano o che vogliono sciare. La struttura dopo ogni giornata dedicata allo sport diventerà un “dopo sci” per tutti coloro che vogliono riscaldarsi con un vin brulè”

Villanova Calcio: Romano ha preso gli Allievi Il Villanova Calcio affida la panchina degli Allievi Fascia B Elite ad Alessandro Romano. Il neo allenatore ha alle spalle un curriculum di tutto rispetto. Nato il 22 settembre 1969 a Roma, esordisce con il Trento in Serie C1 nel 1988, nel 1990 passa al Monza, società con la quale disputa quattro campionati e due in Serie B dove resta anche con il Cesena nel 1994/1995. Nel 1995/1996 il grande salto in Serie A con la Lazio, a Roma gioca sette partite nella massima serie, 2 in Coppa Italia e 3 in Coppa Uefa. L’anno dopo tor-

na in B nel Brescia e risale in A prima di passare al Genoa e di nuovo al Cesena. Altra breve apparizione in Serie A con il Verona nel 1999/2000. Chiude la carriera all’estero, in Scozia, con la maglia del Dundee nel 2000/2001 e nel 2001/2002. Nel suo albo d’oro un campionato di Serie B con il Brescia nel 1996/1997 e una Coppa Italia di Serie C nel 1990/1991 con il Monza. “Ho avuto delle promozioni dalla C alla B e dalla B alla A che hanno segnato molto la mia carriera e la mia persona. Que-

ste sono state le gioie più belle, sicuramente le vittorie restano impresse nella memoria. Come gli esordi, in Serie A oppure in Coppa Uefa. Mi ricordo soprat-

tutto il debutto con la Lazio, perché sono un tifoso biancoceleste e diventare giocatore della mia squadra del cuore dopo aver passato tanto tempo in Curva è stata l’emozione più bella della mia vita”, le dichiarazioni di Alessandro Romano in una recente intervista. Non sarà facile il compito di Romano, chiamato a salvare il Villanova nel difficile campionato Elite. L’obiettivo in questo momento appare lontano, la squadra infatti fatica in campionato con nove punti all’attivo in 12 giornate.

“Emozione Olimpico” con il Leonardo da Vinci

E’ stata una giornata speciale quella vissuta dagli studenti della scuola media Istituto Comprensivo “Leonardo da Vinci” di Guidonia in occasione della manifestazione “Emozione Olimpico” organizzata dal Coni, Comitato Olimpico Nazionale Italiano. I giovani ragazzi lo scorso martedì 19 novembre hanno potuto calpestare il manto erboso dello Stadio Olimpico di Roma praticando molteplici sport. «Abbiamo partecipato con 40 ragazzi appartenenti alle classi 1B e 1E – racconta il professore Gerardo Caggiano -. Per loro è stata veramente una grande emozione. Gli alunni sono stati molto entusiasti, anzi, volevano essere più partecipi ma per il tempo e per il traffico non hanno potuto aderire a tutti gli sport. Cerchiamo sempre di coinvolgere i più piccoli in queste manifestazione perché più di tutti riescono ad apprezzarne il senso. Siamo stati contenti di aver praticato sport come il sollevamento pesi, cricket, bowling e shuttlecock. Era anche l’occasione per incontrare i grandi campioni italiani olimpici, ma non è stato possibile. Peccato. Comunque è un’esperienza da ripetere». In questo periodo presso l’Istituto Comprensivo “Leonardo da Vinci” si stanno svolgendo le finali di bowling integrato. «Ogni anno cerchiamo di far praticare il maggior numero di sport ai nostri alunni – prosegue il professor Cangiano -. Sicuramente nel 2014 daremo vita ad altre competizioni sempre molto seguite e apprezzate dai ragazzi».


XL

SPORT

19 dicembre 2013

23

GUIDONIA/Conto alla rovescia per l’impianto natatorio e lo skate park

Pronti per la piscina e lo skate park La piscina Entro la fine di gennaio si pensa che la piscina possa finalmente essere consegnata alla cittadinanza. I lavori, dopo vicissitudini che sembravano essere senza fine, sono passati dal settore Lavori pubblici agli uffici Sport e Demanio. Al momento del passaggio la situazione per l’impianto natatorio non era delle migliori dopo il furto, gravissimo, di tutto l’impianto elettrico, delle rubinetterie e degli accessori interni. A questo poi si è aggiunta la constatazione, a seguito delle prove di allagamento della vasca, di perdite di acqua. A quel punto è intervenuto un nuovo appalto per ripristinare completa-

mente l’impianto rubato (circa 120mila euro), rifatta l’intera pavimentazione della vasca (circa

120 mila euro), predisposto un servizio di guardiania 24 ore su 24. Le caldaie, dopo quasi dieci anni dalla loro installazione, sono diventate fuori norma e la loro sostituzione costerà circa 30mila euro. Ad oggi i lavori della vasca sono terminati, l’allagamento ha dato

Lo skate park esito positivo: nessuna perdita. L’impianto elettrico è stato sostituito. Nei primi giorni di dicembre è stato appaltato tutto l’impianto delle centraline e delle turbine, nonché la rubinetteria e tutto il resto precedentemente rubato all’interno di docce e spogliatoi. I lavori dovrebbero terminare alla fine di dicembre. Per gennaio è previsto il collaudo definitivo della struttura che, qualora dia esito positivo, potrebbe essere l’ultimo atto verso la certificazione di fine lavori e a quel punto, contestualmente, si darà il via al bando di assegnazione della struttura sportiva. .

PATTINAGGIO Le Iene di Tivoli inserite nella serie B E’ partita la seconda stagione delle Iene Tivoli, formazione di Serie B nata dallo spirito di iniziativa di Martina Gavazzi, ex giocatrice del Mammuth ma nativa di Tivoli. I tiburtini sono stati inseriti nel girone D della Serie B, un raggruppamento competitivo che pone il gruppo davanti a sfide difficili e trasferte dispendiose come quella della prima giornata in casa del Palermo. La squadra è composta da un gruppo di amici nati e cresciuti nella città di Tivoli e prima ancora di essere giocatori i ragazzi sono stati compagni di infanzia. Proprio la coesione del gruppo è uno dei punti di forza delle Iene. Ad oggi il sodalizio può contare anche su sei under 12 oltre a 4 under 10. L’obiettivo principale è quello di creare un buon movimento nella città di Tivoli, dando la possibilità a tutti di praticare questo sport che è altamente formativo sia a livello caratteriale che educativo per crescere come persona e come gruppo. La difficoltà principale viene dalla mancanza di una struttura sportiva dove poter allenarsi e disputare le gare casalinghe, le Iene sono infatti costrette a spostarsi in un impianto di Roma. La squadra è giovane e ha ampi margini di miglioramento, la scorsa stagione si è chiusa nel migliore dei modi con il terzo posto finale e non sarà facile confermarsi. L’inizio è stato positivo con la vittoria conquistata a Palermo per 7-2 grazie al poker del bomber Ciro Zaccaria. La dirigenza spera di guadagnarsi un posto nei playoff per avere l’opportunità di conoscere le altre realtà e confrontarsi con le squadre del nord.

Sembrerebbero esserci buone notizie anche sul fronte Skate park di Collefiorito. In questi giorni gli uffici dello Sport e Demanio stanno montando i canestri per il campo di Basket. La recinzione, dopo gli ultimi atti vandalici di ottobre, non è stata ancora sostituita per evitare di doverci rimettere poi nuovamente le mani e altri soldi. L’impianto è praticamente ultimato e i ragazzi ogni giorno lo frequentano con i propri skate e bici anche se l’amministrazione deve ancora intervenire per mettere a punto e quindi in sicurezza lo stato del cemento della pista che in alcuni punti ha ceduto, e per smussare pericolosi angoli. Si sta anche realizzando una fontanella dell’acqua. A quel punto si potrà dare il via all’apertura e al bando per la gestione dell’impianto sportivo. Vandali ad ottobre 2013: Ad ottobre lo skate park è stato ancora vittima dei vandali. Già a luglio 2013 l’amministrazione aveva dovuto mettere mano al portafoglio per riparare, per l’ennesima volta, la recinzione distrutta dai vandali. All’epoca i lavori sono costati 33mila euro. Ad ottobre una nuova variante suppletiva per altri 85mila euro. “Considerato che durante il corso dei lavori, anche se proseguiti con lentezza, si è reso necessario predisporre la presente perizia suppletiva e di

variante (per cause impreviste e imprevedibili e significativi miglioramenti nella qualità dell’opera e di sue parti) al fine di completare l’opera e rendendola fruibile”. Questo è quanto si legge nella determina relativamente alla la Perizia suppletiva e di Variante per un maggior importo dei lavori redatta il 24 giugno dal direttore dei lavori, architetto Flavio Fabietti per un importo complessivo dell’opera 83.300,00 euro. La storia in breve: 2006 – il progetto viene inserito nell’elenco del piano triennale dei lavori pubblici per un costo complessivo pari a 350mila euro. 2009 - viene indetta la gara per l’affidamento dei lavori, aggiudicata all’impresa CO.FA.M srl di Roma per un importo pari a 165.556,72 euro. 2010 - durante l’esecuzione dei lavori vengono eseguiti maggiori scavi occorrenti per trovare il terreno solido ad una profondità diversa rispetto a quella prevista dal progetto che comporteranno un aumento dell’importo dei lavori fino ad euro 235.746,52 2012 - Rescisso il contratto con la società CO.FA.M srl che abbandona il cantiere. Priva di recinzione, l’opera irrealizzata ed incustodita è soggetta a furti e danneggiamenti vari, per tale motivo ad

Sconto di 5€ se acquisti il biglietto online su www.magicland.it inserendo il codice sconto XLGIORNALE o presentando questo coupon alle casse del Parco. Valido sul biglietto diurno, escluso Agosto e festivi. Scadenza 06/01/2014. Non cumulabile con altre promozioni.

aprile del 2012 viene bandita una nuova gara per lavori di recinzione, successivamente affidati alla ditta EUROMAGIA Coop. Soc. per un importo di € 38.534,52. Una terza gara viene esperita per la riparazione dello skate park incompiuto ed aggiudicata all’impresa ROAD 95 & C. srl per un importo di € 65.216,93. Ennesima gara: “Una terza gara viene esperita per la riparazione dello skate park incompiuto ed aggiudicata all’impresa ROAD 95 & C. srl per un importo di €65.216,93. Conti alla mano: circa 340.000,00 euro e più di 12 anni di lavori per un’opera mai ultimata. Speranzosi, restiamo in attesa dell’evento affinché come in ogni favola che si rispetti, anche in questa potremmo finalmente conoscere l’agognato lieto fine”. Michela Maggiani

Il prossimo numero di

XL uscirà il 16 GENNAIO


ACCADEMIA DEL MOBILE FALEGNAMI DAL 1793

XL giornale 22-2013  

In questo numero si parla della proroga del pagamento delle Bollette Tares, i lavori in corso a Campolimpido e la petizione per il quartiere...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you