Issuu on Google+

Libreria Villa d’Este

Distribuzione Gratuita

Il prossimo numero uscirà il 12 settembre. Per seguire le notizie in tempo reale collegati con www.notizialocale.it

Sempre aperto

Tivoli - Via Colsereno, 68 Tel./Fax 0774.313899 vodafoneone.tivoli@gmail.com

Guidonia - Centro Commerciale Tiburtino Tel./Fax 0774.353577 vodafonestore.tiburtino@gmail.com

TIVOLI  Piazza Garibaldi, 7

tel./fax 0774.332440

Quindicinale per le Associazioni, la Cultura e il Tempo Libero

Anno XV - Autor. Trib. di Roma 403/98 del 6-8-1998

Tel. 0774 336714

Fax 0774 315378

GUIDONIA 4 pagine sulla città

www.xlgiornale.it

info@xlgiornale.it

1 14

18 luglio 2013

TIVOLI

CULTURA

Intervista al Commissario Prefettizio

Capossela a Villa Adriana

a pag. 7-10

a pag. 4

a pag. 11

“Chiare“ e fresche dolci acque “BARCO” VIETATO BAGNARSI tutta la stagione, accolgono circa 200 persone al giorno, di media, e che durante i fine settimana fanno registrare il “tutto esaurito”. Molti bagnanti che, a piedi o in auto, hanno raggiunto domenica scorsa i laghetti sono stati costretti a fare dietro front: era possibile solo prendere il sole e fare la doccia. Questa la situazione fino a quando non saranno ultimate le analisi delle acque da parte dell’Asl o fino a quando i ricorsi al Tar, che le piscine presenteranno, non sortiranno qualche effetto.

FARMACIA RICCARDI

LUNEDÌ - VENERDÌ Orario continuato 8.30–20.00 SABATO 8.30–13.00 e 16.30–20.00 VIA ALDO MORO 21 - TIVOLI Tel. 0774 335094

A scuola per essere cittadini del mondo

Alberto Moravia

Liceo Linguistico Paritario FORMAZIONE ORIENTAMENTO SPECIALIZZAZIONE

LINGUE

ESAMI IN SEDE i nostri servizi

INGLESE FRANCESE SPAGNOLO

• Sportello Psicologico • Tutor pomeridiani • Cineforum in lingua • Seminari per l’orientamento • Stage formativi • Laboratorio Teatrale

LICEO LINGUISTICO ALBERTO MORAVIA

Via Numa Pompilio snc - 00012 Guidonia Montecelio Tel. 0774 344161 - Tel./Fax 0774.309581- Cell. 328.0834974 info@liceolinguisticoguidonia.it www.liceolinguisticoguidonia.it

liceo linguistico paritario La massima valutazione diventa SUPER

a s i l CENT a n n APAGHIAMO 50 5

Tivoli - via Empolitana 45 - tel. 0774 336631

in più per ogni grammo d’oro* *

CENT in più per ogni grammo d’argento*

a tutti i clienti che presentano questo coupon

Iniziativa valida fino al 31 Agosto 2013

Vietato l’uso dell’acqua ai “laghetti” di acqua sulfurea di via del Barco, “sigilli” a bordo vasca a Bambù, Eden, Parco Tivoli e H2SO. In tutte e quattro le piscine private, tra venerdì sera e sabato mattina, i vigili urbani hanno eseguito l’ordinanza emessa dal Commissario Prefettizio dopo l’esito delle prime analisi effettuate dall’Asl Roma G sui campioni di acqua prelevati dall’Arpa Lazio martedì scorso: “Elevatissimi indici di contaminazione batterica”. Un duro colpo per le piscine che, durante

PARCHEGGIO RISERVATO ORARIO NO STOP 8:00-20:00


2

XL

AMBIENTE

n. 14 2013

TARES, aumenti e boicottaggi TIVOLI - Recapitate a domicilio le bollette emesse dall’Asa relative alla Tares, la nuova tassa sui rifiuti che comprende anche il contributo relativo ai servizi indivisibili: quali la manutenzione ed illuminazione stradale, il verde pubblico. Per quanto riguarda i tiburtini la beffa è già nel termine “servizi indivisibili”: l’illuminazione delle strade con un mare di lampioni spenti, le buche sull’asfalto profonde oltre il decimetro, le aree verdi il cui emblema è il degrado dei Giardini Garibaldi, li rende invisibili più che indivisibili! L’aumento specifico però è compreso nella bolletta, da pagare di corsa perché inviata già scaduta, 0,30 centesimi di euro a metro quadro, per le utenze domestiche. Se poi prendiamo in esame la quota destinata al servizio rifiuti troviamo un aumento

medio del 20% per un servizio di raccolta che definire inadeguato, nell’anno di grazia 2013, è un eufemismo. Non solo una città dalle strade sporche in modo indecente, e non ci riferiamo ai giorni di mancata raccolta sui quali è meglio stendere un velo pietoso, ma livelli di raccolta differenziata minimi, svuotamento dei cassonetti a singhiozzo, lavaggio degli stessi assente, mezzi meccanici malmessi e cadenti. Un fallimento sotto gli occhi di tutti che dovrebbe portare ad una rivolta generalizzata di quei tiburtini onesti che finora hanno pagato puntualmente la ex Tia e sopportano le conseguenze dei tanti furbi che si ostinano a non farlo. Conseguenza ovvia il rischio fallimento di una azienda che potrebbe essere sana finanziariamente potrebbe svolgere per intero i compiti

Con l’arrivo delle bollette Tares, i tiburtini si ritrovano aumenti medi del 20% e la beffa, per coloro che hanno continuato a differenziare servendosi dell’isola ecologica, dell’annullamento degli sconti registrati sulla tesserina. Un vero e proprio boicottaggio verso la raccolta differenziata che, oltre a gratificare il cittadino responsabile, qualche risparmio sui conferimenti in discarica otteneva.

Percorsi criminali nel territorio

GUIDONIA - Droga, tanta, lavaggio soldi sporchi grazie a società fantoccio, penetrazione nei mercati generali di Setteville: la presenza della criminalità organizzata nella provincia ad est di Roma passa per Guidonia Montecelio. Le cronache raccontano di fatti più o meno recenti. L’ultimo in ordine cronologico il duro colpo inferto dai carabinieri al traffico internazionale di droga gestito da camorra, ‘ndrangheta e mafia colombiana, boliviana ed albanese con base anche nella Città dell’Aria. Nel giro anche il clan dei Casamonica. I carabinieri Nucleo Investigativo di Roma hanno effettuato 50 arresti in Italia e all’estero nell’ambito dell’operazione Paquetes, “pacco” in spagnolo. Tra i fermati anche un guidoniano pregiudicato. Sembrerebbe, inoltre, che molta droga che circola in zona Romanina-Tuscolana provenga proprio da Guidonia Montecelio. Andando indietro nel tempo, a partire dal 2007 sembrerebbe essersi intensificata l’attenzione della criminalità organizzata nei con-

Altre vetture sul nostro sito

fronti del Car (qualche dubbio sui due incendi che hanno distrutto dei capannoni), cosa più volte ribadita dal procuratore di Tivoli Luigi De Ficchy. Per non parlare dei sequestri di beni e immobili in tutta la provincia est di Roma, Guidona Montecelio compresa. Sequestrate nella provincia di Roma più di 300 tra abitazioni, terreni e fabbricati in costruzione. A Guidonia Montecelio sono state messi sotto sequestro 30 appartamenti. A Sant’Angelo messi i sigilli a 13 alloggi. Il tutto per un valore stimato di circa 250 milioni di euro. Sequestri avvenuti di recente ma che però non sono i primi. A Guidonia Montecelio un’area fu confiscata alla criminalità organizzata nel 2008, per la quale il Comune ha già chiesto la piena acquisizione. Molti di questi Comuni “fortemente attenzionati” hanno anche aderito alla Consulta Antimafie della Provincia di Roma. Nel 2010, poi, è stato anche lanciato il progetto “Provincia senza Mafie”: per scongiurarne il radicamento di queste sul territorio.

www.gestcar.it

NuOvA EsPOsIzIONE:

Chilometraggio documentato e dichiarato

ALFA ROMEO 159

ALFA ROMEO 159

OPEL Zafira

AUDI A6

1.8 16V GPL km 48.000 Bianco, 103 kW/140CV, E4, Iva esposta immobil.

1.9 JTD 16V SW Exclusive S. W., antracite, 103.000 km, diesel

1.9 Cdti 120cv, Enjoy, 130.000 km, 5/2006, antracite, diesel

3.0 V6 TDI quattro 12/2005 224CV, 160.000 km, Diesel, Manuale, E4

FIAT Doblò Mjt

Monovolume antracite km 63.900 Diesel Iva Esposta Abs airbag prezzo XL

€ 6.900

VOLKSWAGEN Golf

prezzo XL

€ 8.900

FIAT Grande Punto

1.3 MJT 75 CV 5 porte Active LG 104 Aziendale, 09/2008, 79.000 km, 75CV prezzo XL

€ 6.400

RENAULT Clio

sabato aperti intera giornata

Guidonia - via Maremmana, angolo via Pantano

L’usATO GARANTITO

€ 8.500

prezzo XL

€ 5.900

prezzo XL

€ 9.500

CITROEN C5

CS HDi 110 Berlina km 83.700 Lg 104 2/2009 clima prezzo XL

€ 9.500

prezzo XL

€ 6.400

1.5 dCi 85 cv 3 porte 7/2009 nero diesel c.lega ESP sistema navigazione prezzo XL

€ 6.900

Fiat Doblò Cargo

1.9 MJ clima aziendale Antracite, 67.200 km, 77 kW/105CV, D Iva esposta prezzo XL

€ 4.900

FIAT Panda

FIAT Panda

FIAT Seicento

FIAT Ulysse

1.1 Actual Eco clima aziendale 06/2008, 37.720 km, 54CV, Benzina, E4

1.2 4x4 GPL aziendale LG104 11/2009, 78.000 km, 60CV, GPL, E4,

1.1 Active clima 6/2006 75.000 km, benzina, Iva esposta

2.0 MJT 120 CV Dynamic 12/2007, monovolume km 120.000 diesel E4

prezzo XL

€ 5.800

RENAULT Kangoo

prezzo XL

€ 7.500

RENAULT Laguna

prezzo XL

€ 3.200

RENAULT Scenic

DOMENICA MATTINA APERTO DALLE 10.00 ALLE 13.00 GEsTCAR via Tiburtina km 25,600 • vILLANOvA DI GuIDONIA • tel. 0774 353751 • cell. 347 1071745 1.9 TDI 5p. Comfortline 05/2005 167.000 km 105 CV Diesel

il sistema di raccolta porta a porta ed è stato approvato da Consiglieri comunali che evidentemente nemmeno lo hanno letto? Se vede a all’Arci o a Favale che gli abitanti di Guidonia o di Castel Madama scaricano nei cassonetti tiburtini addossando ai tiburtini i costi dello smaltimento dei suoi rifiuti? Sarà legittima o no, l’indignazione rabbiosa che accomuna amministratori recenti e passati, Commissari e sub commissari, dirigenti ed operatori dell’Asa in un unico grande fascio destinatario di improperi ad alta voce? Il Commissario prefettizio ha lanciato ipotesi di cambiare sistema di attuare il sistema Porta a porta che i comuni intorno a Tivoli ormai applicano con buoni risultati ma occorrerà molto tempo prima che il sistema vada a regime, un anno almeno. Nel frattempo torneranno i cumuli nauseabondi in strada ed i costi del,servizio aumenteranno ancora? Il conferimento in discarica aumenterà di almeno trenta euro a tonnellata più iva ed i comuni che non raggiungono le percentuali di differenziata previste per legge saranno sanzionati? Noi tiburtini continueremo a pagare caro un servizio che non c’è o la rabbia si muterà in virtuali sganassoni perché siamo stufi di sborsare quattrini e contemporaneamente essere presi in giro? Gianni Innocenti

Garanzia fino a 24 mesi

aggiornamenti online

prezzo XL

istituzionali cui è deputata e che invece non assolve. Leggere il testo dell’affidamento del servizio che il Comune proroga ormai da anni, scoprire i servizi previsti che non vengono svolti, a cominciare dalla pulizia dei tombini stradali, fa chiedere al tiburtino medio il motivo per cui i dirigenti restino in carica e perché nessuno si assuma le responsabilità del fallimento evidente. Perché poi tutti i costi del fallimento li paga il cittadino, inteso come quello che vede aumentare una tassa, mediamente del 20%, mentre doveva farlo invece molto limitatamente poiché i tiburtini gli aumenti li subiscono dal 2006. Inopinatamente e gravati da un Iva ingiusta che non avrebbero dovuto pagare, con l’avvio della Tia. E paga anche il cittadino inteso come lavoratore Asa che rischia di non ricevere lo stipendio e vede in pericolo il posto di lavoro. Se poi nella lettera che accompagna la bolletta il tiburtino trova l’impossibilità di rateizzare l’importo e la mancata corresponsione dello sconto per il conferimento differenziato all’isola ecologica? Se scopre che le bollette sono state inviate anche a persone decedute da anni e per annullarle si pretende la presentazione del certificato di morte? Se legge il regolamento e scopre che è un evidente copia incolla da quello di un Comune che già attua

1.5 dCi COIBENTAZIONE LEGGERA 12/2007 , Monovolume, 58.166 km, 61CV prezzo XL

€ 5.400

2.0 dCi 150CV SporTour Dynamique LG 104, 09/2008, 81.550 km, 150CV, Diesel prezzo XL

€ 7.900

1.3 DDiS 16V cat Deluxe 04/2004 , Monovolume, 127.000 km, 69CV, Diesel, E4 prezzo XL

€ 6.900

prezzo XL

€ 6.900

SUZUKI Ignis

1.3 DDiS 16V cat Deluxe 04/2004 , Monovolume, 127.000 km, 69CV, Diesel, E4 prezzo XL

€ 3.800


XL

TERRITORIO

18 luglio 2013

3

Ospedale di Subiaco, buone nuove Buone notizie per l’ospedale di Subiaco. In un momento in cui ogni qual volta si parla di sanità (pubblica) è per elencare problemi, errori e critiche, sembra quasi incredibile poter parlare di nuovi stanziamenti e migliorie. In favore del nosocomio sublacense si è sbilanciato Nicola Zingaretti, presidente della regione Lazio ma anche Commissario per la Sanità: “Credo sia necessario dedicare particolare attenzione alla rete sanitaria del sublacense ed ho dato disposizione che sia tra le priorità di lavoro della neocostituita commissione sulla sanità territoriale”. “L’ospedale di Subiaco – ha aggiunto Zingaretti - deve restare snodo centrale e svolgere una nuova missione, diventando un centro di collegamento e di riferimento per tutti i cittadini che risiedono nei piccoli comuni attorno al centro principale e fornendo un tipo di assistenza moderna e capillare. Quella relativa al futuro dell’ospedale sublacense è un sfida che riguarda tutto il sistema sanitario del Lazio. Per questo

credo sia necessario mettere a disposizione fondi straordinari e nuove formule organizzative per garantire anche l’emergenza. Subiaco può diventare il modello di una sanità riformata e al servizio dei cittadini”. “Le dichiarazione del Commissario Zingaretti - commentano dal Municipio – sono il giusto riconoscimento di una difficile lotta di tutto il territorio e dell’Amministrazione comunale per la tutela dell’ospedale di Subiaco quale indispensabile presidio sanitario del territorio”. “Prendiamo atto con soddisfazione delle parole di Zingaretti – ha aggiunto il sindaco Francesco Pelliccia - fin dai primi giorni dell’insediamento di Zingaretti quale nuovo Commissario di Governo abbiamo lavorato duramente per trovare condivisione sulla imprescindibile necessità della garanzia dell’emergenza - urgenza e ottenere posizioni nette del Commissario a difesa dell’Ospedale”. Le promesse di Zingaretti arrivano in concomitanza della firma da parte dello stesso Commissa-

Polemica “traslochi”/1

rio del Decreto che prevede all’interno del complesso dell’Angelucci una “struttura sanitaria extraospedaliera per il superamento degli ospedali psichiatrici giudiziari”. La nuova struttura, aggiunta alle esistenti, garantirà oltre 4 milioni di investimento sull’ospedale e più di 50 ulteriori posti di lavoro. “Tale nuova struttura sanitaria extraospedaliera – continuano dal Comune - sarà accolta dal territo-

Prestazioni sanitarie sempre più difficili

Liste di attesa, ticket e accesso alle prestazioni sempre più difficile. È questa l’’immagine del nostro Servizio sanitario nazionale cosi’’ come emerge dal XVI Rapporto PiT Salute del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva, presentato al ministero della Salute. ‘’Meno sanità per tutti, la riforma strisciante’’ è il titolo del Rapporto, che dopo anni in cui gli errori medici rappresentavano il problema piu’ sentito dalle persone, quest’anno vede appunto come prima voce quella dell’accesso alle prestazioni sanitarie (18,4% del totale delle 27.491 segnalazioni del 2012). Circa il 12% delle segnalazioni giunte al PiT Salute, nel corso del 2012, riguarda i costi a carico dei cittadini per accedere ad alcune prestazioni sanitarie. “La fotografia che emerge evidenzia che il Ssn pubblico, universale, equo e solidale, così come lo abbiamo sempre conosciuto, oggi purtroppo è un lontano ricordo- ha commentato Tonino Aceti, coordinatore del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva - A chi dice che bisogna ripensare il concetto di universalismo, rispondiamo che ciò è già stato realizzato nei fatti attraverso una riforma ‘non formalizzata’, sulla quale né i cittadini, né gli operatori sanitari e tutti gli altri attori so-

rio anche con l’obbiettivo di dare ulteriore solidità alle richieste di funzionalità di cui l’ospedale ha una imprescindibile necessità: pronto soccorso e garanzia dell’emergenza-urgenza. Saremo vigili sulla concretizzazione di tali dichiarazioni del commissario e attendiamo al più presto la modifica del decreto 80 che dovrà sancire formalmente la salvezza dell’ospedale”.

Fulvio Ventura

no stati chiamati a dire la loro: praticamente una vera e propria riforma ‘strisciante’”. L’accesso ai farmaci appare l’ambito maggiormente gravoso in termini economici ed è stato segnalato dai cittadini nel 25,7% dei casi. Per quanto riguarda i farmaci in fascia A i cittadini sono costretti a pagare una differenza di prezzo maggiore tra il generico e il griffato. I pazienti, in particolare quelli affetti da patologia cronica e rara, devono pagare di tasca propria farmaci in fascia C, arrivando a spendere in media all’anno 1.127 euro, o parafarmaci (1.297 euro), nonostante siano per loro indispensabili e insostituibili. I costi per le prestazioni in intramoenia (24,4%) appaiono allo stesso modo eccessivi per i cittadini, costretti tuttavia a sostenerli per poter rispondere tempestivamente ai bisogni di cura che il servizio pubblico non è in grado di soddisfare. Il peso dei ticket sulla diagnostica e la specialistica (16,3%) è il terzo settore segnalato dai cittadini come eccessivamente gravoso dal punto di vista economico e sta diventando un vero e proprio ostacolo alle cure. Se poi in una famiglia è presente un invalido o un anziano c’è davvero di che preoccuparsi.

Reparti spostati a causa dei “Lavori in corso”, i “traslochi” sono un male necessario per consentire la ristrutturazione del San Giovanni Evangelista ma le soluzioni individuate non mancano di suscitare polemiche. Ad evidenziare tutti i limiti “dell’ultimo” spostamento, ultimo in ordine di tempo, è la Cisl che ha fortemente criticato con una lettera la dislocazione al quarto piano dei reparti di Neonatologia e Sala Parto. “Abbiamo preso atto – hanno scritto i delegati della Cisl Fp - delle numerose problematiche correlate. Manca il personale addetto alla sicurezza durante il trasporto dei neonati. Manca un ascensore appositamente dedicato al trasporto dei neonati. Il mezzo utilizzato per il trasporto dei neonati è inadeguato. Mancano i presidi di sicurezza durante la fase di trasporto dei neonati, quale ad esempio l’aspiratore. Dovendo utilizzare due persone per questi trasporti, nel reparto di Patologia Neonatale resta un’unica unità infermieristica”, “A tutto ciò - proseguono - si aggiunge la continua riduzione di personale infermieristico destinato ad altre realtà aziendali, che non consente la presenza costante di quattro unità turnanti per i reparti di Nido e Patologia Neonatale”.

Polemica “trasparenza” Tra una polemiche a l’altra scoppia il caso “Trasparenza”. Da un lato, accusa la Cisl, vengono decurtate risorse economiche “Dall’interesse pubblico prioritario” per essere poi “Destinate a dirigenti e preposti, assolutamente non in linea con la condizione di riassetto economico e organizzativo programmato della Spending Review e dalle direttive regionali”. “La legge - spiegano ancora dal sindacato - ha impostato una profonda revisione di tutti gli aspetti della disciplina del lavoro presso la pubblica amministrazione. L’asse della riforma è la forte accentuazione della selettività nell’attribuzione degli incentivi economici e di carriera, in modo da premiare i capaci e i meritevoli, incoraggiare l’impegno sul lavoro e scoraggiare comportamenti di segno opposto”. Con una lettera indirizzata ai vertici dell’Asl Roma G, la Cisl: “Invita a dare tracciabilità, rendere pubbliche e consultabili le quote erogate ai vari Dirigenti di Struttura Amministrativa riguardanti il sistema premiante 2012. In caso di inerzia o di esito completamente negativo il sindacato sarà costretto ad avviare un contenzioso giudiziale per il riconoscimento dei suddetti diritti”.


4

XL

TERRITORIO

n. 14 2013

Tivoli vista dal commissario Insediata da pochi mesi alla guida di Palazzo San Bernardino, il vice prefetto Alessandra de Notaristefani di Vastogirardi si è scontrata subito con una “montagna” di problemi. Sono tante le questioni urgenti, che sarebbe riduttivo definire “spinose”, ereditate dalla precedente amministrazione Gallotti. Tra queste spiccano la crisi e le sorti dell’Asa, la vendita delle Terme e, non ultima, lo stato delle finanze del Comune con un passivo, acclarato, di 2 milioni e 137.955 mila euro.

Da cosa è stato causato questo disavanzo? Sono diverse le cause. Sostanzialmente sono dovute al fatto che c’erano diversi debiti fuori bilancio non indicati e che non erano state alzate le tariffe Imu. Erano al minimo, e così i debiti fuori bilancio, che dovevano essere riconosciuti, non si sono potuti compensare. Gli uffici sostengono che c’era l’ipotesi di portare in pareggio il bilancio, ma poi in consiglio non passò l’aumento delle tariffe. Questa, però, è storia della precedente Amministrazione, ed io non ci voglio entrare. Stiamo verificando, inoltre, l’entità dei residui attivi (soldi che dovrebbero essere incassati, ndg). Stiamo facendo un’attenta analisi perché è un discorso molto delicato e va trattato con la dovuta attenzione.

Intervista esclusiva ad Alessandra de Noristefani di Vastogirardi, il vice prefetto che assicura l’ordinaria amministrazione della città di Tivoli da quando l’amministrazione Gallotti è stata dimessa.

In che modo si potrà recuperare il disavanzo? Abbiamo fatto diverse riflessioni. Quando sono arrivata in Comune dovevano essere subito approvate le tariffe Imu. Abbiamo fatto due conti, anche in base ai dati che avevamo a disposizione in quel momento, e l’aumento delle tariffe sembrava opportuno. Ora dobbiamo verificare quanto incasseremo e quanto gettito produrrà questa manovra. Si dovrà valutare, poi, che percentuale tratterrà il Governo. Questo stato di incertezza non giova ai comuni. Tutto quello che si potrà fare, poi, lo faremo in prospettiva di migliorare l’efficacia dell’amministrazione. Il Comune sarà impegnato

anche a trovare risorse e va in questa direzione l’appello rivolto alle forze produttive affinché venga pagata la Tares. Riguardo l’Asa, che iniziative sono state messe in cantiere per salvare l’Azienda? Quando sono arrivata in co mune hanno immediatamente cercato di coinvolgermi in trattative con le banche e in altre situazioni molto difficili per il livello in cui era arrivata l’azienda. Non c’erano soldi per pagare la benzina, i fornitori e gli stipendi. C’erano anche diversi decreti ingiuntivi. Abbiamo così deciso di lavorare per arrivare ad accordo di ristrutturazione dei debiti. Dopo averlo deliberato in assemblea, è stata protocollata la richiesta, pre-

disposta con la consulenza di un consulente esterno come richiesto dalla norma, in tribunale il 23 maggio. In quei giorni eravamo vicini ad un decreto ingiuntivo da oltre 8 milioni da parte dei gestori della discarica. Ora l’Asa sta lavorando ad un nuovo business plan e sta trattando con l’Eco Italia 87 per perfezionare l’accordo per il rientro del debito. Ci auguriamo di poterlo perfezionare nei prossimi giorni, così che l’Asa possa continuare ad operare tranquillamente in attesa del prossimo contratto di servizio, che sarà firmato entro l’anno, ed in attesa del progetto di raccolta differenziata a cui stanno lavorando gli uffici. Il nuovo contratto che avrà efficacia dal primo gennaio e durerà almeno cinque anni. L’iter di privatizzazione delle Terme è fermo o si sta lavorando anche su quel fronte? Della privatizzazione ho solo sentito dire che era nell’intenzione dei partiti politici. Io sono un tecnico e per me le Terme sono al 60 per cento un bene del comune di Tivoli e quindi di tutti i cittadini. Sono un valore che appartiene alla comunità locale della quale io sono un piccolissimo gestore momentaneo, e neanche eletto. Non spetta a me parlare di vendita, io devo solo difendere le azioni dei cittadini. Fulvio Ventura

Sagittario: l’elettrodotto in Regione TIVOLI - Nonostante l’assoluto disinteresse del Comune di Tivoli, per le richieste di incontro che il Comitato tiburtino contro l’elettrodotto ed il Circolo Legambiente di Tivoli, hanno avanzato a più riprese, per martedì 16 luglio alle 13,30, è stato convocato in Regione, dall’Assessore all’ambiente Fabio Refrigeri, un tavolo di confronto cui partecipano, mentre andiamo in stampa, una delegazione delle associazioni tiburtine, Arpa Lazio, Rfi, Legambiente Lazio, il Consigliere regionale Cristiana Avenali. Unico assente incredibilmente, il Comune di Tivoli, del cui atteggiamento i cittadini non riescono a darsi una spiegazione logica. Il non rispondere a ben due lettere, protocollate a nome di centinaia di tiburtini, nelle quali si chiede di essere ricevuti da qualcuno all’interno di Palazzo San Bernardino per poter informare sui fatti recenti e capire cosa intende fare l’Ente che deve tutelare anche la salute dei tiburtini, viene mal percepito al punto di ipotizzare qualche manifestazione pubblica eclatante. Sul tavolo regionale verranno discusse le proposte avanzate dal Comitato tese a spostare la linea elettrica sul percorso alternativo, lontano dalle abitazioni, già individuato. La risposta dell’azienda ferroviaria è nota: siamo disponibili ma i costi non possono essere sostenuti da Rfi e qualcuno deve assumersene l’onere. Nel mezzo i cittadini, che non digeriscono l’idea della riattivazione dell’elettrodotto tra le case ed un campo elettromagnetico di notevole potenza sulle teste o nei pressi delle scuole nelle quali gli alunni vivono per molte ore al giorno. Gli esiti dell’incontro potranno essere conosciuti attraverso la pagina facebook NO Elettrodotto Tivoli. (G. I.)

Nuovo punto

Il Prossimo numero di XL uscirà il 12 settembre

Settecamini - via Ienne, 25 o ianc sal B i Ca via d

ina urt Tib

Tiburtina

Roma

A GR

o ol op cn Te

via del

Tiburtina

e lon Sa di via

Tiburtina

via M. Simone

NE IEN via

re ula An rdo co ac eR nd Gra

Settecam ini

Setteville

per seguire le notizie in tempo reale collegati su

www.notizialocale.it


XL

TERRITORIO

18 luglio 2013

5

Come ti accolgo il turista Decine al giorno i turisti che utilizzano il treno per arrivare a Tivoli, all’uscita della stazione solo automobili e nessuna indicazione, è l’edicola sulla piazza ad accogliere, fornire informazioni e qualche mappa della città a chi non sa dove dirigersi! TIVOLI Una città che ospita ben due siti monumentali iscritti nell’elenco Unesco dei beni Patrimonio dell’Umanità ed insieme a questi Villa Gregoriana, la Rocca Pia, l’Anfiteatro di Bleso, la Mensa Ponderaria, Il Santuario di Ercole vincitore, i templi dell’acropoli, le ville rustiche di epoca romana, la Grande cascata, gli oliveti di Pomata. Questa è Tivoli, alle porte della Val d’Aniene, a poca distanza dai Santuari benedettini e dai maestosi ponti degli Acquedotti. Una città che dispone di tali risorse dovrebbe vivere di rendita, o comunque prosperare, grazie ai flussi turistici nazionali ed internazionali. Vicinissima poi ad una città di quasi quattro milioni di abitanti, con un clima ventilato e gradevole, potrebbe costituire la meta per i fine settimana dei romani. Una città del genere dovrebbe fare del tutto per attirare il turista e per accoglierlo in modo gradevole. Il turista quando torna a casa racconta, comunica attraverso internet impressioni e sensazioni, diffonde immagini, crea attenzione o invita a cambiare meta. Il tema accoglienza, nella città che ama definirsi dell’Unesco è poco o per nulla affrontato, in modo particolare il turista che intende arrivare a Tivoli utilizzando i mezzi pubblici, autobus o treno, si trova a subire una serie di situazioni negative che non sono assolutamente incentivo a tornare o a fare pubblicità. Date per scontate le difficoltà per raggiungere l’ingresso della Villa di Adriano con gli autobus, gra-

XL tel. 0774.336714 - Fax 0774.315378 - info@xlgiornale.it

Tivoli tra degrado e illegalità Egregio direttore, la prego di accogliere questa mia lettera come uno sfogo, come un invito e come una richiesta. Tutto nasce dalle foto che ho inviato che mostrano i siti della nostra città Unesco (uniche al mondo esempi schifezze orribili). Le immagini riportano situazioni da degrado e inciviltà, incuria e disinteresse, prevaricazione ed illegalità. Non voglio in questa mia parlare dell’immondizia poiché la rabbia è talmente tanta che oltrepasserei i limiti della più bassa forma di educazione. Al riguardo solo una domanda: ma non esiste una responsabilità di chi (chiunque essi siano) che ci ha portato a questo punto? E non è giusto che la legge si muova da sola per accertare le cause e i responsabili? “tirem innanzi”.

zie anche alla segnaletica praticamente inesistente, altrettanto scoraggiante è l’arrivo a Tivoli con il treno. Il turista che, dopo essere sceso dal convoglio, esce dalla stazione ferroviaria non vede alcuna indicazione, le due esistenti sono decentrate e rese invisibili dalle fronde degli alberi. Nulla indica il Ponte della pace e l’itinerario per raggiungere Villa d’Este o le modalità per avviarsi verso Villa Adriana. Il turista si aggira incredulo tra le auto parcheggiate fino a che scorge l’edicola e chiede informazioni. Sono una cinquantina al giorno quelli che le ottengono da Raffaella che si è assunta volontariamente il ruolo di accogliere con il sorriso i turisti. Fornisce informazioni e, quando ne dispone, una mappa della città con annesse informazioni essenziali fornita dal consorzio degli operatori turistici. È un benvenuto che supplisce alla assoluta assenza dell’istituzione Comune che si guarda bene dal metterle a disposizione quel materiale turistico che l’ufficio informazioni del Comune, all’alberone, spesso distribuisce con il contagocce ai turisti che arrivano in gruppo. Ma non solo l’edicola della sta-

zione, anche Sandro Lindl meglio conosciuto come Schultz, nella sua edicola di via Ponte Gregoriano, assolve al ruolo di ufficio informazioni e distribuisce mappe della città quando ne dispone, ai turisti che da largo Sant’Angelo si dirigono verso il centro. Che per la cultura turistica di Tivoli sia tutto da rifare è evidente, non sono sufficienti le iniziative importanti e meritorie di Tivoli Incoming e Tivoli net che raggruppano esercenti del settore turismo e del commercio. Molto fanno i panini di Pippo ed i nuovi punti di ristorazione a piazza Rivarola e via di Ponte Gregoriano ma occorre ben altro in una città dell’Unesco. La nuova amministrazione comunale, quando a primavera 2014 i tiburtini la eleggeranno, dovrà disporre di competenze specifiche, idee ed iniziativa. Finora così non è stato, in tempi recenti si è favorita anche la chiusura dell’unico, importante e storico albergo Sirene! Il ridimensionamento del turismo a Tivoli non è solo colpa della crisi economica, responsabilità precise le ha la politica locale! Gianni Innocenti

La foto del ponte delle terme di Tivoli Terme è simbolica del degrado in cui si vive in quelle zone che pure, essendo termali, dovrebbero (abbiamo gli esempi di tutte le altre terme d’Italia e del mondo) essere il regno della pulizia, della salute, dell’accoglienza. Per norma stradale nei tratti urbani, di una qualsiasi strada anche statale, qualsiasi forma pubblicitaria è vietata poiché potrebbe confondersi con le segnaletiche stradali utili alla circolazione e, nel caso ci fossero, avrebbero bisogno di autorizzazioni, permessi sia comunali che regionali e dopo i permessi, dovrebbero pagare tasse, prima di occupazione suolo e pubblicitarie poi, al comune di Tivoli, esattamente all’Asa srl. Statene certi non ci sono autorizzazioni e l’Asa srl non incassa, potete controllare. Le foto dell‘ impianto 4 x 3 a Villa Adriana dove è la capanna del venditore di porchetta è ancora più emblematica. I Vigili urbani, interpellati, non s’erano nemmeno accorti dell’esistenza di questo impianto; l’Asa srl interpellata, come per Tivoli Terme, dichiara l’impossibilità che queste cose accadano e se accadono a loro in ogni caso, fino ad oggi, nessuna tassa è stata corrisposta. Illegalità e menefreghismo allo stato brado.“ tirem innanzi”. No, mi dispiace non voglio più farlo. Il giusto deve essere giusto, l’illegale deve essere fermato e condannato. Dare una mano al rinnovamento passa anche dalle piccole cose che in tempi come quelli che viviamo sembrano di poco interesse, ma fanno prosperare gli interessi di coloro che hanno fatto dell’illegalità un sistema di vita e che nel marasma si sguazzano pensando che tutti, in piena crisi, non si accorgano di niente. Ma questa è Tivoli, la mia, la nostra città; ci sono nato e sicuramente 30/40 anni fa ci si viveva meglio e oggi non ci si ritrova. Cerchiamo di tornare, ognuno di noi, a fare il proprio dovere. Ricordate Paperon De’ Paperoni : il primo cent l’ha fatto diventare un miliardo; ogni nostro atto quotidiano può essere il simbolo e l’inizio della rinascita; torniamo ad essere cittadini normali. E lei direttore, con il suo giornale, può sempre darci una mano: se lei lavora per uno solo, uno la ringrazierà, se lavora per il bene di tutti insegna la democrazia. Silvano Solini

STUDIO DENTISTICO

CAMPOLIMPIDO VISITA E CONTROLLO GRATUITO

CURE

DENTALI

Pulizia Denti

€ 30,00

• Igiene Orale • Implantologia Conservativa • Estrazioni Chirurgiche • Endodonzia

• Sbiancamento Dentale • Protesi fissa e mobile • Ortodonzia • Parodontologia

EMERGENZE ODONTOIATRICHE LO STUDIO RIMARRÀ CHIUSO DAL 10 AL 25 AGOSTO Via Casal Fraschetti, 12 - 00019 Campolimpido Tel. 0774 532432 - Cell. 339 3877502 - 3921980417


6

XL

TERRITORIO

n. 14 2013

“Far rinascere Tivoli dopo la disfatta della destra” Il congresso del prossimo autunno e le elezioni amministrative della primavera del 2014 sono i grandi appuntamenti politici a cui è chiamato il Partito Democratico tiburtino. Dopo le controverse vicende nazionali e il successo alle regionali, le vicende tiburtine di degrado, allagamenti, cumuli di immondizie, abbiamo fatto alcune domande ad Alessandro Fontana, infermiere, dal 2008 consigliere comunale con il massimo delle preferenze e segretario comunale dal 2011.

Segretario come vi state avvicinando a questo nuovo congresso? Con la consapevolezza della grande responsabilità che ricade sul Partito Democratico, la più solida struttura politica a Tivoli per classe dirigente, organizzazione e rappresentanza, in grado di avviare la svolta di governo fortemente attesa da una città messa in ginocchio da Gallotti e i suoi sodali. Il fallimento dell’esperienza del centrodestra è palese, hanno bruciato la loro chanche e tradito la fiducia degli elettori. Nei tre anni alla guida del Comune sono stati capaci solo di paralizzare l’attività amministrativa, lasciando sprofondare Tivoli nel caos, nel degrado, nella rassegnazione. Il PD ha la forza per dare un contributo determinante e restituire fiducia alla città, riavviare i motori della crescita e dello sviluppo. Sapendo che la questione centrale in questo momento è l’economia, il lavoro, il sostegno al reddito delle famiglie. Dobbiamo con umiltà e determinazione mettere in campo un serio e condivisibile progetto politico di governo della città. Definire un profilo netto del PD, un profilo riformista, moderno, autorevole, all’altezza di un partito che si candida a svolgere un ruolo centrale nella guida dell’Amministrazione comunale. Contestualmente, con passione e impegno dobbiamo lavorare per costruire la “piazza democratica”, partendo dalla definizione di una piattaforma programmatica in grado di rappresentare la base per un confronto con le forze sane di Tivoli

Le divergenze che hanno portato alla frattura nel Pd tiburtino, sono state superate? Per quanto mi riguarda tutto questo fa parte di un passato ormai sepolto e dimenticato, anche perchè il nostro è un partito aperto. Aggiungo che le beghe interne non interessano a nessuno, se non ai pochi addetti ai lavori. Anzi, schermaglie, tatticismi, personalismi, infastidiscono i cittadini e li allontanano dalla politica. C’è bisogno di altro in attesa di capire le regole e il percorso che porteranno il nostro partito al congresso. Comunque resta l’ottimismo di fondo sul fatto che siamo in grado di trovare una condivisione molto ampia, la più ampia possibile. Il nostro compito resta quello di radicare il Pd nella società, dobbiamo cogliere l’occasione di questo congresso per ripartire dagli iscritti e dai simpatizzanti per aprire una fase della Politica, che abbia come obiettivo quello di tornare ad essere punto di riferimento per la collettività. L’esempio offerto dal “metodo Zingaretti” per la partecipazione e la valorizzazione dei territori, deve essere la stella polare per la politica del domani.

Quale è quindi il futuro per il Pd? La fase politica post elettorale ha visto il susseguirsi di una serie di eventi che hanno segnato profondamente la vita del nostro Paese e del Partito Democratico. È stata una fase confusa, convulsa, spesso ingarbugliata che ha evidenziato la necessità di mettere al centro della riflessione collettiva i problemi strutturali di direzione del partito. Negli ul-

Alessandro Fontana ex consigliere comunale PD e segretario dell’Unione Comunale di Tivoli delinea il percorso del partito che nelle ultime elezioni ha ottenuto buoni risultati a livello locale. In vista delle Amministrative della primavera prossima, i temi principali riguardano la crisi della città e delle sue municipalizzate e la “necessità di coinvolgere e mobilitare il meglio delle energie e delle risorse per elaborare insieme una concreta proposta di governo” lare gli interessi di Tivoli, dell’area tiburtina e della Valle dell’Aniene, costituiscono una solida garanzia di un rinnovato impegno della Regione in questo territorio, a partire dalla valorizzazione e dal potenziamento dell’ospedale e dei centri di eccellenza sanitari, fino alla mobilità, le infrastrutture e al sostegno alle attività produttive.

Passata l’amministrazione Gallotti, quali sono le emergenze su cui dovrà intervenire il Commissario? timi mesi sono stati tanti i circoli che hanno prodotto momenti di discussione importanti sulle questioni generali, anche con l’ausilio dei nostri parlamentari che si sono messi a disposizione. La speranza è che questo attivo possa costituire un momento importante di confronto collettivo del gruppo dirigente del partito democratico sul ruolo che il parttito stesso, oggi impegnato in una delicata sfida di governo, deve saper giocare per il futuro dell’Italia. A Tivoli mi auguro che sia stata apprezzata dai militanti e dai cittadini, la linea politica portata avanti dal partito dopo l’ultimo congresso, nel segno dell’unità interna e della ferma e rigorosa opposizione alla Giunta Gallotti. In questi anni la nostra opposizione in Consiglio comunale e nella città al malgoverno del centrodestra è stata totale. Gallotti, il Pdl e i suoi alleati, portano la responsabilità del decadimento economico, sociale e civile di Tivoli. Hanno smantellato i servizi sociali e il welfare, le tasse comunali sono fortemente aumentate e i servizi, al contrario, drasticamente ridotti. La crisi economica è stata accentuata dall’assenza di azione amministrativa. I settori produttivi tradizionali della città, turismo e commercio, sono stati fortemente penalizzati con il risultato che l’occupazione è in caduta libera. Le aziende municipalizzate sono in una condizione drammatica che priva ogni giorno i cittadini di servizi decenti, aprendo una gravissima tensione, che genera angoscia in tutti i dipendenti per la precarietà sul futuro delle società. Archiviata la tragica esperienza Gallotti, il PD tiburtino si è fatto promotore di una stagione di incontri in città per coinvolgere e mobilitare il meglio delle energie e delle risorse presenti e elaborare insieme una concreta proposta di governo in grado di avviare la rinascita di Tivoli

Tra le critiche al governo Gallotti, l’incapacità di riuscire a dialogare in modo concreto con le altre istituzioni, a partire dalla Regione Lazio. Anche in questo caso, le cose per fortuna sono cambiate. Con il centrosinistra e con Nicola Zingaretti alla presidenza della Giunta regionale si è aperta una pagina nuova. Senza dimenticare il risultato straordinario ottenuto dal nostro Consigliere regionale Marco Vincenzi, capogruppo del Partito Democratico al Consiglio regionale. L’esperienza amministrativa di Vincenzi, la sua concretezza, il suo forte impegno per difendere e tute-

C’è bisogno di tornare a governare una città ferma, bloccata da tre anni di paralisi e veti incrociati che hanno segnato la Giunta Gallotti e la ex maggioranza, al commissario prefettizio spetta un compito impegnativo, difficile, quello di recuperare il patrimonio di fiducia della comunità tiburtina dissipato in questi tre anni di gestione di governo scellerata. Tra i provvedimenti più importanti bisogna mettere in sicurezza i conti del Comune visto che il centrodestra ha lasciato un rendiconto che registra un disavanzo che supera i due milioni di euro, riavviare il piano delle opere pubbliche, promuovere urgenti interventi di manutenzione della città e di riorganizzazione delle municipalizzate, a partire dall’Asa che rischia il dissesto economico e finanziario. Credo che queste siano le priorità, insieme a quella di rimettere in moto la macchina comunale: noi siamo pronti come Partito Democratico a dare il nostro contributo progettuale, di idee e proposte per la soluzione dei tanti problemi della città di Tivoli, rispettando il ruolo e l’autonomia istituzionale del commissario prefettizio.

Segretario Fontana, come mai Tivoli per giorni è stata invasa dai rifiuti? Come si è arrivati a questa situazione? La responsabilità politica per l’emergenza rifiuti a Tivoli è chiara: negli ultimi 3 anni l’Amministrazione comunale a targa PDL-UDC, si è contraddistinta per l’assoluto immobilismo, non ha adottato gli atti necessari a rilanciare l’azienda comunale ASA Tivoli spa che gestisce il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani, non ha avviato una capillare raccolta differenziata né ha approvato il piano industriale della società. Anzi, ad essere precisi, la Giunta non ha adottato nessun provvedimento in materia. Il centrodestra non ha dato seguito ai progetti in cantiere. Ha cambiato più volte gli amministratori della società, ognuno dei quali si è cimentato presentando un nuovo piano industriale, senza poi che nessuno di essi sia stato portato a termine. L’Amministrazione Gallotti non ha neanche provveduto alla sottoscrizione del contratto di servizio scaduto il 31 dicembre 2012! Il risultato dell’inerzia del centrodestra è una città agli ultimi posti per la raccolta differenziata, mentre durante le Amministrazioni di centrosinistra veniva premiata per i risultati straordinari conseguiti. Ci lasciano in eredità un’azienda senza prospettive di sviluppo, con enormi difficoltà ad incassare la TIA e

un territorio sull’orlo dell’emergenza rifiuti.

Sì ma perché il partito democratico e il centrosinistra non hanno ostacolato questa situazione così grave? Il Partito Democratico non ha mai minimizzato la gravità della situazione, tutt’altro. Sono stati innumerevoli i nostri interventi in Consiglio per tenere alta l’attenzione su questo problema. Abbiamo convocato consigli comunali , presentato come PD, ordini del giorno e mozioni. Sono stati diramati comunicati stampa e indette assemblee. Di più, nel settembre 2011 è stata addirittura approvata la delibera di indirizzo delle società municipalizzate con il voto determinante del partito democratico, che pure ci è costato qualche critica ingiustificata a sinistra, utile a rilanciare l’azienda. Anche in questo caso, poi, abbiamo dovuto subire l’inerzia di chi in quel momento era alla guida della città, ossia la Giunta di centrodestra.

Come si può superare questa situazione? Cosa propone il PD? Il Partito Democratico ha elaborato delle proposte concrete, approvate all’unanimità dal direttivo dell’unione comunale, per uscire dall’emergenza e pianificare una corretta e ordinata gestione del servizio di raccolta e smaltimento: • firmare senza indugio il contratto di igiene urbana per il 2013 e affidare il servizio per più anni, come previsto dai commi 3 e 8 dell’art.4 del DL 95/2012 e dalla sentenza 199/2012 della Corte Costituzionale; • garantire la raccolta dei rifiuti per evitare che la città continui ad essere sommersa dall’immondizia • tutelare le lavoratrici e i lavoratori che temono per il loro posto di lavoro; • approvare il piano industriale dell’Asa spa che prevede la realizzazione di un impianto per trattamento differenziato dei rifiuti e l’introduzione della raccolta porta a porta. L’intervista è del 13 luglio

XL tel. 0774.336714 - Fax 0774.315378 www.xlgiornale.it - info@xlgiornale.it

Rifiuti una risorsa In base alla normativa nazionale ed europea, Tivoli dovrebbe vivere la raccolta differenziata come occasione di sviluppo quotidiano. Invece, a meno di un anno dallo spauracchio di una discarica nella zona di tutela di Villa Adriana, le ultime settimane hanno fatto vivere alla città lo stato di emergenza rifiuti, peraltro annunciato. L’Associazione Culturale “1° Maggio” è ottimista e crede che Tivoli possa realmente migliorare nei servizi ai cittadini ed anche per il tema dei rifiuti si impegna in maniera trasparente, continua e decisa, da oltre due anni, nel divulgare tutte le informazioni necessarie per una corretta gestione dei rifiuti; nella convinzione che con un piccolo sforzo quotidiano e con l’impegno di tutti, possiamo arrivare ad un reale cambiamento. Un affiatato gruppo di lavoro che, oltre ad essersi già confrontato, nello specifico, con gli amministratori ed i politici tiburtini, lavora, dal settembre 2012, ad un percorso di formazione attiva e partecipata in tutte le scuole di Tivoli ed ha già incontrato gli studenti dell’Istituto Comprensivo”V.Pacifici”, del Liceo delle Scienze Umane e Liceo Linguistico “Isabella d’Este” e dell’Istituto di Formazione Professionale “Rosmini”. Mentre, il 19 luglio alle Scuderie Estensi di piazza Garibaldi a Tivoli dalle 9.00 alle 13.00, con il Convegno tematico “RIFIUTI, UNA RISORSA. La Raccolta Differenziata come occasione di sviluppo”, in collaborazione con l’ Associazione “Ulisse” e “Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie” fondata da Don Luigi Ciotti, con il patrocinio della Regione Lazio, vogliamo incontrare i cittadini, il personale tecnico ed amministrativo dei Comuni della Regione, ed in generale tutti coloro che desiderano approfondire la propria conoscenza sul tema dello smaltimento dei rifiuti. L’Associazione “Ulisse” opera da tempo, in qualità di organizzazione no profit, avvalendosi di personale tecnico esperto di tematiche ambientali, giuridiche, della comunicazione e dell’Information Technology, nel settore della formazione e della divulgazione di comportamenti e strategie di amministrazione sostenibile. In tal senso si propone quale punto di riferimento al servizio degli Enti Pubblici e delle Imprese, stimolandone il confronto e l’incontro costruttivo. “Libera” non ha bisogno di presentazioni, la “1° Maggio” si onora di questa viva collaborazione finalizzata a costruire sinergie politico-culturali e organizzative capaci di diffondere la cultura della legalità. La “1° Maggio” chiede a tutti di impegnarsi con le proprie possibilità e conoscenze per risvegliare Tivoli dal coma gestionale dei rifiuti urbani in cui vegeta; e vi invita, a condividere il tema dell’evento, 19 luglio ore 9.00, che sarà, per l’appunto, quello di superare le barriere dell’inefficienza gestionale promuovendo in modo aperto ed articolato una cultura sana della gestione integrata dei rifiuti, fondata su basi scientifiche e sull’osservazione delle peculiarità del territorio, nel pieno rispetto della legalità democratica, lontano da slogan, approcci parziali ed unilaterali, a risoluzione di singole criticità locali. L’Associazione “1° Maggio” di Tivoli

Emergenza a 5 stelle Il movimento 5 stelle di Tivoli organizza una assemblea pubblica sabato 20 Luglio alle ore 17:30 presso il teatrino comunale in via del collegio 6, invitando, i cittadini di Tivoli, il Commissario prefettizio dott. A. Notaristefani, i dipendenti e i dirigenti della società ASA spa, i vertici delle passate amministrazioni, e rappresentanti delle forze politiche che hanno amministrato la città negli ultimi 10 anni, per fare chiarezza riguardo l’increscioso fatto accaduto recentemente dei rifiuti in strada, mettendo a rischio la salute pubblica nonché il decoro e la dignità della nostra città. Il disavanzo accumulato dalle amministrazioni Vincenzi-Baisi-Gallotti, la totale assenza di un tentativo di risoluzione intelligente e definitiva come ad esempio la raccolta differenziata, impianti di compostaggio e altre ancora, non fanno sperare cose decenti per l’immediato futuro. Parteciperanno per il Movimento 5 Stelle il portavoce deputato alla camera Mirko Busto, il portavoce Consigliere regionale Devid Porrello e il membro comitato ambiente Antonello Livi.

Conti in rosso al comune Si chiude con il segno “meno” il bilancio del comune di Tivoli. Il rendiconto del 2012 approvato in settimana dal Commissario Prefettizio certifica un disavanzo milionario. Le casse di Palazzo San Bernardino sono andate sotto, “per la prima volta” come ha precisato il Vice Prefetto che sta amministrando Tivoli. Il disavanzo di amministrazione dello scorso anno ammonta a 2 milioni, 137mila, 955 euro e 26 centesimi. “Abbiamo approvato – ha commentato il Commissario Alessandra de Notaristefani di Vastogirardi – il rendiconto in disavanzo e per la prima volta risulta questo passivo ma dal punto di vista contabile è un segnale positivo perché rispecchia la realtà di conti. Nel bilancio ci sono dati più veritieri”. Dietro a questo passivo ci potrebbero essere diverse cause, a partire dai minori trasferimenti da parte dello Stato, ma non solo. Lo scorso anno, come certificato al momento di approvare le nuove tariffe Imu 2013, gli atti dei revisori hanno certificato come nel 2012 si siano spesi soldi che non avevano “copertura”. Dopo l’approvazione in giunta, ad agosto, di tariffe Imu più alte, il Comune ha speso come se dovessero entrare più soldi. Quando ad ottobre questa scelta non è stata ratificata dal consiglio comunale, per scelta dell’amministrazione o perché ormai erano scaduti i tempi per farlo, ormai la frittata era fatta. A sancire questo disavanzo anche i troppi residui attivi presenti nei bilanci passati. Si tratta di soldi che in teoria sarebbero dovuti essere incassati ma che in realtà non sono stati riscossi e che, stando alle valutazioni, non potranno più esserlo. Ora “Il Comune dovrà trovare le risorse – ha concluso Alessandra de Notaristefani di Vastogirardi – per ripianare e che ci consentano di chiudere il bilancio di previsione, che dovrà essere approvato entro il 30 settembre, in equilibrio. Andrà fatto un grandissimo lavoro su tutto quello che potrà essere messo a frutto e quello che potrà essere tagliato. Tenendo conto, però, che c’e situazione del bilancio molto rigida”.


No alla delegazione a Colle Fiorito

Guidonia XL

18 luglio 2013

7

Il bilancio di Eligio Rubeis Guidonia Montecelio, a meno di un anno dalla fine del mandato del sindaco pidiellino Eligio Rubeis e a pochi giorni dalle ferie estive, il primo cittadino della Città dell’Aria fa un bilancio delle attività svolte e del “suo” futuro politico: “Per il centrosinistra sono scomodo”. “La raccolta differenziata è mia”. Sindaco, stiamo un po’ sull’attualità politica: si ricandiderà? “Ci sono forse motivi per non farlo? Almeno il sottoscritto può elencare una serie importante di opere e attività che non sono mai state realizzate prima d’ora a Guidonia. Per me la politica non sono le chiacchiere da bar e da piazza ma i fatti, ed è proprio per proseguire quanto è stato improntato e realizzato in questi anni, che chiederò ancora la fiducia degli elettori. Eppoi, ad oggi, non mi risulta che nessun altro si sia fatto avanti nel centrodestra o mi abbia chiesto di farmi da parte. Capisco invece come tale auspicio venga dal centrosinistra, io per loro sono molto scomodo”. Mi può dare un breve elenco di queste cose che avrebbe realizzato? “La raccolta differenziata che è mia e non della precedente amministrazione sia chiaro. Un’attenzione reale ai problemi ambientali, con la bonifica delle acque sotterranee della discarica caso pressoché unico in Italia, la ristrutturazione e l’edilizia scolastica, il risanamento dei conti pubblici, gli investimenti nella Cultura con la riconsegna alla città del Teatro Imperiale e del complesso del museo di Montecelio, la costruzione dell’auditorium di Colleverde, il completamento di grandi impianti sportivi, il casello autostradale, il commissariato di Polizia a Villalba, la Compagnia della Guardia di Finanzia, la riqualificazione urbanistica di Setteville, Montecelio, Guidonia Centro con gli interventi di rifacimento delle storiche piazze cittadine, la miriade di interventi di decoro urbano e di miglioramento della rete stradale, dei marciapiedi, della rete fognaria. Abbiamo allacciato Pichini alla rete del gas, si rende conto, nel 2009 non avevano ancora il metano? Potrei continuare ancora, aggiungendo i 12 milioni di finanziamenti che sotto il mio indirizzo il Comune ha introitato dai fondi europei, l’accelerazione degli iter burocratici che ci consentirà a breve di avere una metropolitana di superficie. Eppoi, male che vada, sono sempre il sindaco che ha riportato la Triade Capitolina a Guidonia, anche se dovessi essere ricordato solo per questo chi, tra i miei predecessori, può fregiarsi di un risultato anche solo similare?”. Chi crede saranno i suoi avversari nella corsa alla poltrona di primo cittadino? C’è qualcuno che

teme particolarmente? “Leggo su taluni giornaletti locali che c’è grande movimento sommatorio nel centrosinistra. Leggo di personaggi che dopo 30 anni di stagionatura si dicono finalmente maturi per fare il sindaco. Mi pare di intravedere una grande ammucchiata di gente che se ne è detta di tutti i colori fino a un giorno fa. Vecchi politici, trombati alle scorse elezioni, gente che s’è sfiduciata vicendevolmente non più tardi di un lustro orsono. Tutti contro Rubeis nel nome di accordi già fatti, mi si dice, e nella migliore tradizione di Guidonia secondo la quale tutto si riduce alla spartizione di poltrone e poltroncine, incarichi politici e tecnici. Mi giungono voci di ricorso al manuale Cencelli pure per l’individuazione dei futuri collaboratori dell’organo di ver-

tice. Il motto sembra essere : “Signori si accomodino, avanti c’è posto”. Come vede farne i nomi è superfluo, nessun timore se non per la città”. Come commenta la nascita

Le multe delle “auto blu” le pagano ancora i cittadini GUIDONIA MONTECELIO - Ennesima multa per infrazione al codice della strada commessa da una delle auto blu del sindaco Rubeis: a pagare sempre i cittadini. Questa volta transitava sulla corsia preferenziale. Dura la reazione de Il Faro: “E ci risiamo – scrivono -. Con la determinazione numero 72 del 20.06.2013 pubblicata il 7 luglio, proveniente direttamente dalla segreteria amministrativa del Sindaco di Guidonia, si dà mandato alle casse Comunali di procedere al pagamento dell’ennesima multa per infrazione al codice della strada commessa da una delle auto blu del Sindaco Rubeis. E si – dicono - perché, per l’ennesima volta, l’Alfa Romeo 159 del primo cittadino per mano del suo autista , ha infranto le regole del codice della strada ed è per questo stata sanzionata dal Comune di Roma per 167 euro. Nel documento si precisa inoltre che :”gli spostamenti, non sempre programmati, impongono spesso, al fine di rispettare gli orari previsti dagli impegni Istituzionali, la percorrenza di tragitti vietati con conseguenti contestazioni elevate a carico di detta autovettura”; lasciando intuire che le violazioni al codice della strada siano talvolta, ma solo che per chi se lo può permettere, una necessità inevitabile che addirittura si impone!”. E da qui a gran voce la richiesta al primo cittadino: “Le multe se le paghi con i soldi suoi”. Ma la legge nella Città dell’Aria non sembrerebbe uguale per tutti e a sancirlo proprio un documento ufficiale, la determina a firma del capo di gabinetto che ha impegnato la somma: gli spostamenti legati agli impegni istituzionali “del sindaco e quant’altro richiesto da altri organi politici o dirigenziali, non sempre programmati, impongono spesso, al fine di rispettare gli orari previsti dagli impegni istituzionali, la percorrenza di tragitti vietati con conseguenti contestazioni elevate”. IN UN PASSATO NON LONTANO “Purtroppo non è nemmeno la prima volta che ciò accade – si legge ancora nella nota de Il faro - e periodicamente sull’albo comunale compaiono le determinazioni che autorizzano il regolare pagamento delle infrazioni al codice della strada commesse dalle diverse auto a disposizione della segreteria del sindaco, che oltre a un Alfa Romeo di grande cilindrata può disporre anche di una Renault Modus e di una Fiat. Si và infatti da piccole somme come gli 87 euro stanziati con la determina numero 15 del 14.02.2013, passando per i 510 euro stanziati con la determina numero 79 del 29.10.2012 fino ad arrivare, in un crescendo wagneriano, ai 1.100 euro pagati in una volta sola con la determina numero 8 del 2011. Una somma che da sola lascia intuire la gravità e la quantità delle infrazioni commesse”. LA LEGGE NON E’ UGUALE PER TUTTI Mentre le multe prese dalle auto blu con a bordo i “vip” vengono pagate dai contribuenti, quelle dei dipendenti, prese sempre per motivi di “servizio”, vengono decurtate dallo stipendio nell’ultimo caso in dieci rate da 9,18 euro l’una. l 16 aprile 2013 “L’autovettura di proprietà comunale – si legge nella determina - targata CK963Ml era affidata per servizio esterno all’autista quale dipendente comunale” che è stato multato per 91,88 euro. Non c’è problema però: il Comune anticipa e poi si riprende i soldi dallo stipendio dell’autista in “piccole rate”

del movimento dei moderati di Alleanza per Guidonia che è stato il primo ad esporsi con il proprio candidato, Michele Pagano? “Non credo vi sia bisogno di un mio commento, se non sbaglio sono quelli della Lista Monti e dell’Udc, due movimenti-partiti che sono stati giù “commentati” ampiamente dagli elettori”. Come risponde alle cosiddette “voci di corridoio” che la vedono dimissionario dopo l’estate? Ha intenzione di rimettere mano alla sua giunta? “La politica non si fa nei corridoi o nei bar, non mi dimetterò ma chi mi vuole dimissionario o vuole rimettere mano agli assetti di giunta, venga in consiglio comunale a spiegarne le ragioni e ad assumersene le responsabilità”. Come risponde a chi sostiene che la sua politica è stata guidoniacentrica e che ha lasciato un po’ indietro le altre circoscrizioni? “Guardi, ciò che dice in parte è vero e in parte no perché interventi importanti hanno riguardato i quartieri, Montecelio, Colleverde, Setteville, alcuni stanno riguardando Villanova, è però vero che le riqualificazioni, i progetti di cambiamento cominciano sempre dal centro cittadino dove è vero, molto è stato fatto nel campo del decoro e delle opere pubbliche”. In tema sicurezza: a che punto è la trasformazione dell’ufficio di polizia di Guidonia in commissariato? “La questione è all’ordine del giorno nella prima sessione ordinaria del comitato per l’ordine e per la sicurezza, sono fiducioso”. A che punto è l’acquisizione da parte del comune degli immobili sequestrati alla criminalità organizzata? “Se ne sta occupando il Demanio, immagino seguendo la procedura corretta”. Come commenta il bilancio che sta per arrivare in consiglio? “Solido. Dopo anni passati a bonificare i conti, azzerare l’indebitamento, siamo riusciti a non aumentare le imposte, a mantenere su standard elevati servizi e assistenza, a investire ancora in scuole e energie alternative, raccolta differenziata. I conti sono in ordine, lasciamo alle eventuali, prossime amministrazioni di altro colore l’ottimo lavoro fatto dall’assessore Adriano Mazza e dal dirigente Gilberto Pucci, speriamo che Guidonia non debba mai diventare come città a noi territorialmente vicine dove decenni di politiche economiche sciagurate, targate ahimè centrosinistra, hanno prodotto danni da default. Il fallimento delle finanze locali. La differenza, tra chi amministra e chi invece fa le chiacchiere di piazza o da bar o ama apparire sui giornali con slogan ad effetto che riguardano idee tanto generiche quanto irrealizzabili perché prive di ricetta, sta tutta qui”. Michela Maggiani

La delegazione di Colle Fiorito spacca la maggioranza di Guidonia Montecelio. Pubblicato sull’albo pretorio online del Comune il documento che mostra come la maggioranza si sia divisa sulla mozione per riavere nel quartiere di Colle Fiorito la delegazione. Gli uffici sono ora al centro commerciale Tiburtino. L’assise, alla presenza della sola maggioranza, ha detto, infatti, “ni”, ad una proposta fatta proprio da alcuni membri del partito di governo con delle eccezioni. LE REAZIONI DEI PROPONENTI “In consiglio comunale sono stati approvati punti all’ordine del giorno importanti riguardanti l’ambiente – scrive sulla sua pagine facebook il consigliere Michele Bianco - Rimango esterrefatto per l’assenza delle opposizioni su argomenti così importanti. Sono invece rammaricato con una parte della maggioranza che non ha condiviso la mozione per riportare la delegazione a Colle Fiorito, primi firmatari io e il collega Tuzi. Ringrazio per il voto a favore Bertucci, Sassano, Nardecchia, Venturiello , Cacciamani, Scrocca. E pensare che in molti vengono a prendere i voti a Colle Fiorito”. IL PERCHE’ DELL’ ASTENSIONE DEL SINDACO Il primo cittadino si è astenuto “Dopo aver precisato come - si legge nel documento - , secondo il proprio orientamento, le delegazioni dovrebbero essere ridotte, mantenendo quelle nei centri più popolosi, nel rispetto dell’opera di Spending review, ritenendo che vadano valutati i costi in relazione ai servizi resi”.

Città della solidarietà L’amministrazione accoglie altri 74 migranti L’amministrazione comunale di Guidonia Montecelio ha aderito al progetto Sprar (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati). Tale progetto garantisce, attraverso i mezzi a disposizione degli enti locali, interventi di accoglienza integrata, che superi la mera distribuzione di vitto e alloggio, prevedendo, inoltre, misure di informazione, assistenza e orientamento. L’amministrazione comunale è attenta alle esigenze dei migranti, a maggior ragione dopo il richiamo arrivato da Papa Francesco, durante la sua visita a Lampedusa. Gli sbarchi sono ripresi, al punto da spingere il Governo ad ampliare la rete di accoglienza coinvolgendo i comuni, principalmente quello di Roma, che sarà capofila del progetto Sprar. L’amministrazione di Guidonia ha deciso, quindi, di aderire dando la disponibilità ad accogliere altri 74 profughi, in attesa che venga loro riconosciuto lo status di rifugiati politici. Nella maggior parte dei casi, essi provengono da paesi di guerra. Ad organizzare l’accoglienza sarà la coop. soc. Domus Caritatis che già si era occupata, in passato, di sistemare i migranti presso il Fabio Hotel. Anche in questo caso sarà la struttura di via di Colleferro ad occuparsi dell’accoglienza.

Via Donizetti, abusivismo e degrado Abusivismo e degrado in via Donizetti, interrogazione urgente da parte del Pd, primo firmatario il consigliere Emanuele Di Silvio, nella quale si chiede al sindaco, Eligio Rubeis, “quali iniziative sono state assunte o intende assumere l’amministrazione di fronte alla gravità della questione sollevata”. A lanciare l’allarme i residenti di un condominio di via Donizetti che hanno messo nero su bianco in un esposto inviato anche al Comune che dal 2008 “le aree (di proprietà demaniale) adiacenti il proprio stabile condominiale hanno subito varie modifiche, tra le quali: la nascita di diversi manufatti di vario tipo e materiale; l’alterazione dello stato dei luoghi del terreno, effettuato con mezzi pesanti, che ha causato l’interruzione di una via pubblica; il ricovero di animali di vario genere, tenuti in condizioni precarie sia dal punto di vista igienico che sanitario (vista la mancanza di acqua, fogna, energia elettrica). In alcuni casi, gli animali sono costretti a vivere in gabbie metalliche con scarsissime possibilità di movimento. La nascita di discariche e di riempimenti di fossi e buche con materiali di cui si ignorano provenienza e natura”.


8

XL

n. 14 2013

GUIDONIA

In arrivo la “banda larga” «Navigare in maniera superveloce anche nei quartieri che fino ad ora sono stati afflitti da problemi di connessione. Guidonia Montecelio – spiegano dal Comune - è stata scelta dal colosso delle telecomunicazioni, Telecom Italia, per avviare un progetto di istallazione di una fitta rete cablata in fibra ottica, che la proietterà nel sistema a banda larga». Due mesi previsti di lavoro. La Città dell’Aria come le grandi metropoli europee, Londra, Parigi, Vienna, Madrid, per citarne alcune. In un incontro tra il sindaco e i dirigenti della società di comunicazione è stato possibile concordare le linee tecniche da seguire per la posa in opera dei cavi, con un sistema che preservi l’integrità strutturale delle sedi stradali e garantisca un approccio ecologicamente sostenibile.

Di cosa si tratta “L’istallazione di nuovi “armadi”, così sono chiamate le centraline di snodo della rete, nei diversi punti del territorio consentirà

In arrivo anche a Guidonia Montecelio la “banda larga”. Un sospiro di sollievo anche per le aziende del territorio. A settembre il servizio in ogni quartiere l’allaccio dei cittadini e delle imprese, compiendo un salto in avanti epocale nella possibilità di gestione del traffico dati via web.

I commenti del sindaco “Sono entusiasta di questa novità. In un mondo ormai così pro-

Corsi di lingue estere L’ Associazione Peter Pan 2000 organizza corsi di lingue estere: inglese ,francese, spagnolo, tedesco e italiano per extracomunitari e/o stranieri.Le iscrizioni sono aperte a tutti i maggiorenni, i corsi sono tenuti da docenti madrelingua e/o laureati, il materiale, (libro di testo, quaderno, penna,...), è fornito dall’Associazione. Per le iscrizioni e/o informazioni potete venire a trovarci presso la nostra sede di Via Roma 120 Guidonia Montecelio. Per info Tel. 0774345056 email assopeterpan2000@teletu.it

fondamente interconnesso, la possibilità di avere una tecnologia di comunicazione avanzata costituisce senza dubbio un fattore competitivo importante” dichiara il sindaco di Guidonia Montecelio, Eligio Rubeis.

Nel 2011 scrivevamo L’adsl però non è per tutti i guidoniani, almeno non per Villalba e l’Albuccione. Oltre 25mila famiglie sono fuori dalla banda larga. “Telecom Italia desidera informare – fanno sapere dalla società telefonica - che le valutazioni tecniche ed economiche al momento non giustificano i forti investimenti che l’azienda deve sostenere per la copertura ADSL in quelle zone”. Questa la risposta dell’azienda, al coro di voci che si è alzato in seguito alla petizione online “Vogliamo l’adsl nelle frazioni di Villalba, Albuccione e Tivoli Terme”, da parte dei cittadini di Villalba, Al-

buccione. Ma forse qualche speranza ancora ci sarebbe, legata ad un eventuale forte interessamento del Comune :”Telecom Italia – spiegano da Telecom - è comunque disponibile a valutare insieme alle amministrazioni locali eventuali progetti congiunti per avviare un’analisi di fattibilità del servizio a banda larga”. Ma ad onore del vero a Guidonia Montecelio qualcosa per sopperire all’assenza dell’adsl è stato fatto. Lo scorso anno è stata approvata in consiglio comunale una mozione, presentata dal consigliere IDV, Emanuele Di Silvio, per superare non solo il problema della copertura totale della banda larga ma anche quello economico dei cittadini: la banda larga gratuita WI MAX. “Un solo trasmettitore di banda larga WI-MAX – ha spiegato Di Silvio - può fornire l’intero territorio comunale, visto il raggio di copertura del segnale che può superare i 70 km”. La mozione è stata approvata, un progetto è anche arrivato sui tavoli della commissione urbanistica ma ad oggi è ancora tutto fermo. E i cittadini nel frattempo continuano le loro iniziative spontanee. “Abbiamo iniziato questa petizione on line per richiedere l’adsl via cavo raccogliendo in pochi giorni oltre 100 firme – ha spiegato Antonello Livi, promotore dell’iniziativa – alcuni dei quartieri in cui manca la banda larga sono coperti da servizi wi-fi, ma la velocità non è la stessa. I disagi nella vita quotidiana e per le attività commerciali sono moltissimi”.

M.M.

Lunghezza-Guidonia a settembre i lavori Buone notizia sul fronte del raddoppio della ferrovia Lunghezza-Guidonia, entro settembre saranno affidati i lavori e così i cittadini, alla fine dell’estate, inizieranno a vedere le ruspe in azione. A confermarlo, in occasione di un convegno a Chieti, l’amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato Mauro Moretti che ha anche annunciato 1,5 miliardi di investimenti sulla linea ferroviaria Adriatica. Sul tavolo Asse adriatico a Nord e rapporto fra l’Abruzzo e Roma. “Sul primo aspetto - ha detto Moretti - c’e’ la proposta di portare il corridoio adriatico negli standard qualitativi di livello europeo, ovvero farli entrare nel novero dei grandi corridoi del Trans European Network. Sul secondo, c’e’ il problema di dover migliorare sia la linea, da un lato, sia l’ingresso a Roma, per evitare che gente arrivata in treno o in bus abbia altri due chilometri da percorrere prima di essere a destinazione”. “In tal senso - ha spiegato - stiamo procedendo con gradualità ma con molta decisione, abbiamo già realizzato all’interno di Roma il raddoppio fino a Lunghezza ed è già attivo un parcheggio di scambio autostrada-ferrovia a Ponte di Nona, che permette anche a chi arriva dall’Abruzzo di poter prendere il treno della Fr2 ed arrivare al cen-

Domenico De Vincenzi (Pd): «Più attenzione al disagio sociale» GUIDONIA – «In un contesto sociale di così grave difficoltà per le famiglie riteniamo opportuno invitare la litigiosa maggioranza di centrodestra presieduta dal Sindaco Eligio Rubeis a una maggiore oculatezza e sobrietà nella gestione delle scarse risorse economiche a disposizione del Municipio - dichiara Domenico De Vincenzi, consigliere comunale del Pd -. Riteniamo, inoltre, nell’immediato, necessario porre fine alla pioggia di contributi alle associazioni per promuovere le manifestazioni più disparate e di accantonare le somme recuperate per fare fronte, invece, alle necessità delle fasce sociali più disagiate che, purtroppo, sono in aumento pure nella nostra realtà. Spendere 60 mila euro per eventi estivi che si svolgeranno, tra l’altro, soltanto a Guidonia centro, come ha evidenziato un settimanale locale, non ci sembra confacente al momento che stiamo vivendo e non presta nemmeno adeguata e dovuta attenzione alle altre realtà territoriali del comune. Una disattenzione che, probabilmente, risponde più a esigenze di “visibilità” di qualche Amministratore - conclude De Vincenzi - che non a cementare momenti di aggregazione della nostra comunità».

tro di Roma. Ma finché non si risolve il problema di Guidonia - ha proseguito Moretti - non riusciamo ad avere ragione del traffico. Affideremo i lavori del raddoppio della Lunghezza-Guidonia a settembre 2013. Oltre allo sbottigliamento del collo di bottiglia tra Guidonia e Lunghezza, é previsto un altro parcheggio di scambio a Tivoli Terme. Aumenteremo anche la velocità della linea a partire da Sulmona a Roma con un sistema di controllo automatico della linea, che si chiama Ctc: è già stato affidato a giugno e sarà realizzato assieme a interventi di rettifica di tracciato leggeri in tre anni. Ci stiamo muovendo, insomma, in direzione di un rafforzamento dei collegamenti’’. “E’ necessario - ha detto il sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega all’Attuazione del programma di governo e all’Editoria, Giovanni Legnini, a margine del convegno “Silvio Spaventa e la questione nazionale delle ferrovie”, organizzato dalla Scuola di Regione e che si è svolto a Chieti - recuperare le risorse per procedere rapidamente all’ammodernamento della tratta Avezzano-Roma e per realizzare una cooperazione istituzionale Europa-Stato-Regione al fine di trasformare la tratta Sulmona-Pescara in metropolitana di superficie”.

IL PROGETTO DEL RADDOPPIO Il progetto presentato prevede 11 chilometri di nuovi binari, l’eliminazione di cinque passaggi a livello (via Lucania, via Cesurni, via Parma a Tivoli Terme e via dell’Albuccione e via Moris a Guidonia) con la costruzione dei relativi sottopassi. Saranno costruite anche due nuove stazioni con relativi parcheggi di scambio. Quella di Tivoli Terme avrà un nuovo fabbricato di 2mila metri quadri, un locale bar con servizi e pensiline coperte sulle banchine, monitor informatizzati per annunci sonori. La nuova stazione di Guidonia Collefiorito sorgerà a Collefiorito e sarà un edificio di circa 1700 metri quadri, con un atrio, un locale bar con servizi, pensiline coperte e servizio di videosorveglianza. Il parcheggio potrà ospitare oltre seicento veicoli. Inoltre, in prossimità delle abitazioni saranno installate barriere antirumore. Il tutto per un investimento complessivo, già finanziato, di 150milioni di euro. Da tenere bene a mente la data di fine lavori che era prevista entro il 2014. Sulla linea esistente ad oggi circolano ogni giorno 77 treni utilizzati da oltre 18mila viaggiatori.

I PROBLEMI INCONTRATI E RISOLTI I ritardi rispetto alla tabella di marcia iniziale sono stati dovuti al ritrovamento, in occasione dei saggi archeologici, di una villa romana; le analisi dell’Arpa che avevano rilevato arsenico e la necessità del rinnovo delle autorizzazioni paesaggistiche (la conferenza dei servizi risaliva al 2006). Risolta anche la questione del sottopasso di via Morris: l’edificio realizzato sul tracciato previsto da rfi per il sottopasso e il sottopasso stesso sono stati “compatibilizzati”. Saranno quindi realizzati nel “rispetto reciproco”.

No al facchinaggio abusivo al Car

Lotta senza frontiere da parte delle forze dell’ordine contro il facchinaggio abusivo e l’immigrazione clandestina al centro Agroalimentare Roma di via Tenuta del Cavaliere. Si tratta di un fenomeno in aumento. Tanti i controlli in pochi giorni. Nel giro di una settimana intervenuti polizia e carabinieri. Gli aspiranti facchini arrivano al Car in autobus ed entrano dalla parte della campagna rompendo la recinzione per poi mettersi “irregolarmente” a lavoro per pochi spiccioli.

La Polizia Gli agenti del commissariato di Tivoli, guidato da Giancarlo Sant’Elia, sono entrati al Car, insieme alla Mobile di Roma con il supporto del servizio di sicurezza interno dei mercati generali, per ben due volte in pochi giorni. In occasione della “prima visita” sono stati fermati 24 egiziani clandestini facchini abusivi, tra cui anche minori. Questo l’esito di uno dei servizi straordinari di controllo del territorio ad “Alto Impatto” presso il Centro Agroalimentare Roma da parte degli agenti del Commissariato di Tivoli. Durante il servizio sono stati fermati 24 cittadini egiziani trovati privi di permesso di soggiorno che sono stati accompagnati presso l’ufficio immigrazione della Questura che provvederà in merito. Dopo pochi giorni gli uomini di Sant’Elia sono tornati: 15, questa volta, i fermati (alcuni portati a Ponte Galeria e un arrestato per violazione del decreto di espulsione).

I Carabinieri Costante anche la presenza dei Carabinieri della Compagnia di Tivoli e della Tenenza di Guidonia “per contrastare lo sfruttamento della manodopera clandestina”: 7 persone denunciate a piede libero e 4 extracomunitari proposti per l’espulsione in occasione di uno dei controlli. I militari si sono “mimetizzati” travestendosi da steward e da dipendenti del centro: due acquirenti del settore ittico denunciati a piede libero per aver impiegato manodopera clandestina, altre 5 denunce per “vendita abusiva di prezzemolo” (25 chili sotto sequestro). Rintracciati anche 4 cittadini egiziani extracomunitari, sprovvisti di permesso di soggiorno, nei confronti dei quali sono state avviate le procedure per l’espulsione dal territorio nazionale. “La cadenzata presenza dei Carabinieri all’interno del C.A.R. – spiegano dall’Arma - vuole scoraggiare il fenomeno dell’impiego irregolare di cittadini extracomunitari, per la maggior parte di origine maghrebina, che sono in grado di offrire forza lavoro a basso costo spesso sostenuta dagli operatori del settore. I risultati operativi ottenuti scaturiscono anche dalla collaborazione esistente tra i Carabinieri ed i quadri direttivi del Centro Agroalimentare di Roma grazie alla quale è possibile monitorare costantemente l’area commerciale in costante crescita e che, ad oggi, risulta tra le realtà economiche più importanti del Centro Italia”. Una vera missione quella dei carabinieri della Compagnia di Tivoli e della Tenenza contro l’impiego della manodopera clandestina e minorile da parte di alcuni commercianti dei mercato generali.

Bilancio della seconda operazione 1 persona arrestata, 6 persone denunciate a piede libero e 8 extracomunitari proposti per l’espulsione.

Clandestini irregolari e minori Sono tre quattordicenni, tutti di origine nordafricana, ad essere stati trovati all’opera all’interno del Centro al servizio di ditte acquirenti. I ‘datori di lavoro’ sono stati denunciati per sfruttamento della manodopera minorile. Altri due imprenditori sono invece stati deferiti per sfruttamento della manodopera clandestina avendo impiegato come facchini cittadini privi del permesso di soggiorno, poi accompagnati presso l’ufficio immigrazione per avviare le pratiche per l’espulsione dal territorio nazionale.

Non solo manodopera clandestina: rapina e aggressione I militari hanno arrestato per rapina un 38enne cittadino egiziano che, dopo aver rubato delle cassette di frutta ad un imprenditore algerino, per tentare di guadagnarsi la fuga, lo aveva accoltellato ad una mano ed è stato denunciato un italiano di 56 anni che, per una lite scaturita per motivi di parcheggio, si è avventato contro un cittadino marocchino tentando di colpirlo con un coltellino a serramanico. Quest’ultimo episodio è accaduto proprio davanti agli occhi dei Carabinieri che stavano svolgendo il servizio in abiti simulati ed è stato il loro intervento ad impedire al 56enne di colpire la vittima, che è stata solo presa di striscio sul mento. “I risultati operativi ottenuti - spiegano dall’Arma - scaturiscono anche dalla collaborazione esistente tra i Carabinieri ed i quadri direttivi del Centro Agroalimentare di Roma grazie alla quale è possibile monitorare costantemente l’area commerciale in costante crescita e che, ad oggi, risulta tra le realtà economiche più importanti del Centro Italia”.


18 luglio 2013

XL

GUIDONIA

9

Raccolta differenziata, si cambia L’associazione temporanea d’impresa, che ha gestito il servizio di Raccolta differenziata per la città di Guidonia Montecelio (l’Ati Aimeri Ambiente) verrà sostituita in via provvisoria dal Raggruppamento temporaneo d’impresa (Rti) della Eco Car Srl e Arcobaleno Spa, fino alla conclusione del bando a rilevanza europea che verrà espletato dall’Amministrazione cittadina in un tempo stimato di sei mesi “brutta esperienza” con Aimeri Ambiente che ha portato alla risoluzione del contratto penalizzando la socia Edera che in più di un’occasione è intervenuta, anche a favore degli operai Aimeri, per cercare di compensare le mancanze della capofila. Sembrerebbe, inoltre, che Aimeri Ambiente abbia recentemente chiesto all’amministrazione di giungere ad una risoluzione consensuale del contratto.

Porta a Porta a Guidonia Montecelio, dal 15 luglio in strada i circa 60 mezzi, nuovi di zecca, della Eco.Car e Arcobaleno che gestiranno il servizio della raccolta differenziata per circa sei mesi, comunque fino al nuovo bando. Questo avviene a seguito della risoluzione del contratto con l’Ati Aimeri Ambiente che ha “riconsegnato le chiavi” il 13 luglio. LE NOVITA’ DEL SERVIZIO: OFFICINA IN SEDE - A disposizione circa una sessantina di mezzi luccicanti che avranno base in una traversa di via Pantano dove un capannone di 800 metri quadrati è in fase di ristrutturazione per riuscire a contenere uffici, spogliatoi (questa volta con acqua calda), sala riposo e, cosa ancora più importante: un’area lavaggio mezzi e un’officina interna dove poter riparare i mezzi. Il personale impiegato è quello della precedente Ati (Aimeri Ambiente, Edera e Cogei) che dal 15 luglio ha anche una nuova divisa. Le cronache ricordano di decine di manifestazioni – tra cui anche uno sciopero della fame – da parte dei lavoratori Aimeri spesso senza stipendio. Un investimento iniziale da parte delle due società di circa 3 milioni di euro. Il passaggio è avvenuto senza colpo ferire consentendo ai lavoratori di tirare un sospiro di sollievo dopo anni in cui hanno penato per ottenere anche lo stipendio. Parola d’ordine “motivazione”. “Il nostro obiettivo – ha spiegato l’assessore all’ambiente Andrea Di Palma – è quello di raggiungere per dicembre il 70 per cento di differenziata”. Occhi puntati, quindi, sulle nuove società che saranno letteralmente “guardate a vista” dall’amministrazione dopo la recente

Servizio gratuito smaltimento GUIDONIA MONTECELIO - Chiunque abbandoni rifiuti è punito con una sanzione che va dai 105 ai 620 euro, e allora chi non tiene all’ambiente almeno abbia almeno cura delle proprie tasche e approfitti delle giornate ecologiche organizzate dal Comune. I cittadini possono, infatti, usufruire gratuitamente del servizio per smaltire rifiuti ingombranti, vernici, potature e rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche.

Programma 20 Luglio – Collefiorito, P.zza C. Alberto Dalla Chiesa 4 Agosto – Setteville, Piazza Trilussa 24 Agosto – Villanova, Piazza San Giuseppe Artigiano 31 Agosto – Guidonia, Parcheggio Stazione F.S 7 Settembre - La Botte, Piazza Colle Grato 14 Settembre – Montecelio, P.zza B. Buozzi 21 Settembre – Colleverde, Via Monte Grappa 28 Settembre - Collefiorito, P.zza Carlo Alberto Dalla Chiesa

L’IMPIANTO TMB - Sul fronte del nuovo impianto il 5 luglio la Colari, che fa capo a Manlio Cerroni, ha comunicato l’apertura del cantiere per la realizzazione di uno stralcio del progetto iniziale. “Ho risposto con una lettera – ha detto Di Palma – chiedendo nel dettaglio in cosa consista questo stralcio e per avere i dettagli di quanto sta per essere realizzato”. L’IDEA DEL PREMIO “PRODUZIONE” PER LE SCUOLE - L’idea che sta per diventare “progetto” parte dall’assessore Di Palma che ha intenzione di promuovere per il prossimo anno scolastico un premio per la scuola che differenzia di più: al vincitore materiale didattico. NUOVI GESTORI - Le due società insieme sostituiranno, per circa 700mila euro al mese, l’Ati Aimeri (Aimeri Ambiente, Cogei e Edera) a partire dal 15 luglio, fino al 14 gennaio del 2014, e comunque “sino al definitivo espletamento della gara a rilevanza comunitaria. A stabilirlo un’ordinanza sindacale “Stante l’urgente necessità di porre rimedio ad una situazione di gravissimo pericolo per la salute, l’igiene pubblica ed il decoro urbano”. Il raggruppamento ha “formalmente accettato di gestire temporaneamente il servizio in questione alle stesse condizioni esistenti, con lo stesso personale presente in servizio secondo il CCNL, per il tempo necessario all’espletamento della gara a rilevanza comunitaria e che la Eco.Car/Arcobaleno nella stessa manifestazione d’interesse garantiva la disponibilità per l’avvio dei servizi nei tempi e con i mezzi richiesti”. La decisione è stata presa dal primo cittadino, Eligio Rubeis “al fine di evitare il gravissimo pregiudizio delle condizioni igienico sanitarie ambientali e di salubrità pubblica a causa dei mancati servizi di igiene urbana (raccolta “Porta a Porta”, Gestione Isola Ecologica, trasporto trattamento smaltimento rifiuti/frazioni, spazzamento stradale, ritiro ingombranti a domicilio su richiesta etc..), si dovrà provvedere urgentemente al prosieguo della normale e regolare attività dello svolgimento dei servizi di igiene urbana connessi nel territorio comunale, svolti in precedenza dall’ATI Aimeri Ambiente, in quanto sia per caratteristiche che per l’avvicinarsi della stagione estiva, gli stessi non possono subire interruzioni di sorta, al fine di evitare situazioni di pericolo per la pubblica igiene a tutela della salute pubblica”. CONTA DEI DANNI - Oltre a mettere fine al contratto che in questi anni ha provocato disagi e disservizi, l’amministrazione ha anche dato l’avvio alla conta dei danni: “Flessione in diminuzione della percentuale di raccolta differenziata riscontrabile oggettivamente nei dati dei quantitativi dell’aprile 2013; ritardo, di conseguenza, nel raggiungimento dell’obiettivo di legge del 65% di RD. Disagio agli utenti che corrispondono la TARSU per il servizio. Ulteriori gravose attività amministrative per le numerose procedure pubbliche conseguenti”. Michela Maggiani

Ricorso per l’Inviolata La regione Lazio, su richiesta della Ecoitalia 87 che gestisce la gigantesca discarica per rifiuti indifferenziati dell’Inviolata, il cui sesto ed ultimo invaso sta per giungere ad esaurimento, ha rilasciato l’autorizzazione per l’aumento del 20% di volumetria e quindi per circa 25.000 tonnellate di rifiuti. L’autorizzazione è legata allo scadi-

mento volumetrico dei cumuli di rifiuti legati all’assestamento ed alla decomposizione della componente organica dei rifiuti, è una autorizzazione che viene concessa abitualmente e consente una procedura semplificata. Le associazioni raccolte nel Comitato cittadino per il risanamento ambientale di Guidonia Montecelio non ci stanno e intendono presentare ricorso al Tar del Lazio contro la delibera regionale. I costi per attivare la procedura sono notevoli e quindi insostenibili per associazioni che traggono dal volontariato e dai contributi dei simpatizzanti l’unica forma di finanziamento. L’appello è rivolto a tutti i cittadini sensibili di Guidonia che ritengono indispensabile la chiusura della discarica in tempi rapidi per tutelare la propria salute, affinché contribuiscano, attraverso una sottoscrizione, a raccogliere fondi per consentire di presentare il ricorso davanti al Tribunale amministrativo del Lazio. PER ADERIRE ALLA RACCOLTA DI FONDI, è sufficiente fare un versamento libero tramite bonifico bancario sulla Carta PayPal attivata ad hoc, col seguente codice IBAN: IT 66 H 36000032000CA007049837 G. I.

Tuo figlio ha perso l'anno scolastico? Non è il solo: come lui, ogni anno, molti ragazzi non sono ammessi all'anno scolastico successivo. E molti di loro si affidano al Centro Studi Scuola Domani per rimettersi in pari con i propri coetanei Hai debiti formativi? Vuoi recuperarli? Impartiamo ripetizioni, per tutte le materie, anche nei mesi estivi

Con il Centro Studi Domani tuo figlio può recuparare due anni in uno oppure, se ha determinati requisiti di legge, anche più di due anni in uno solo. Il percorso didattico per tuo figlio prevede: • Lezioni individuali • Tutor che lo motivano e lo aiutano a studiare • Orari flessibili • Garanzia di Qualità “promosso o ripreparato” La soluzione? Un recupero veloce ed efficace Se anche tu desideri che tuo figlio arrivi al diploma e abbia un futuro lavorativo migliore, devi sapere che con il centro Studi Scuola Domani può recuperare in modo veloce ed efficace.

Vuoi lavorare negli asili? Vuoi aprirne uno? Cerchi un impiego nel sociale?

Iscriviti al nuovo corso di TECNICO DEI SERVIZI SOCIALI

Sede accreditata dalla Regione Lazio Autorizzazione Ministero Pubblica Istruzione D.M. 26I06I2001

Convenzionato con SAPPE (Sindacato polizia Penitenziaria), COTRAL, ATAC, TRAMBUS

Via A. Palazzi, 8 - 00019 Tivoli (Rm) Tel. 0774.314038 - 0774.550052 - Fax 0774.550051

www.scuoladomani.com

info@scuoladomani.com


10

XL

GUIDONIA

n. 14 2013

Verso un ufficio europeo di rigore GUIDONIA MONTECELIO Approvata dal Consiglio Comunale una mozione presentata il 28 maggio del 2012. Ad oltre un anno di distanza la “sentenza”: “sì” all’Ufficio Europa. LE PREMESSE: “La Comunità Europea mediante apposita legislazione provvede ad erogare Fondi Strutturali e Aiuti di Stato; considerato che attraverso tali finanziamenti la Comunità Europea intende promuovere lo sviluppo degli Enti locali, nazionali ed europei, nonché dei cittadini e delle imprese; Dato atto che altri enti sovra ordinati

quali la Regione Lazio e la Provincia di Roma hanno già provveduto ad istituire un Ufficio specificatamente dedicato; Ritenuto di dover rendere più facile l’accesso alle informazioni utili alle piccole e medie imprese, associazioni e cittadini sulle opportunità di finanziamento che sono offerte a livello comunitario nazionale, regionale provinciale, mediante l’istituzione di un apposito ufficio e/o sportello informativo presso il Comune di Guidonia Montecelio; Considerato che con l’istituzione di detto ufficio e/o sportello si intende mettere a disposi-

zione di imprenditori, professionisti, lavoratori autonomi e cittadini uno strumento per approfondire la conoscenza delle agevolazioni proposte dalla Comunità Europea, e

Regione con Europe Direct

provvedere nel caso allo studio e all’elaborazione di progetti riferiti a questo Ente tesi ad ottenere i finanziamenti in questione”. IL CONSIGLIO COMUNALE IMPEGNA IL SINDACO E LA GIUNTA COMUNALE “Ad istituire un Ufficio Europa presso questo Ente che provveda ad assistere imprenditori professionisti lavoratori autonomi e cittadini ad affrontare piani d’investimento attraverso i finanziamenti messi a disposizione della U.E mediante: lndividuazione della possibile fonte di finanziamento; Verifica della possibilità di accesso ai contributi a fondo perduto e tasso agevolato, Aggiornamento informativo sulle nuove possibilità di finanziamento; Supporto all’individuazione di eventuali partners per la presentazione di progetti europei; Segnalazione di convegni, seminari e workshop su tematiche europee anche in collaborazione con gli Uffici Regionali e Provinciali specificatamente dedicati”.

“Europe Direct’’, questo è il nome dello sportello informativo attivato da Sviluppo Lazio per offrire gratuitamente a cittadini, enti locali e imprenditori consulenza ed assistenza sulle politiche, i programmi e le opportunità di finanziamento offerte dall’Unione Europea. Lo sportello, il cui progetto è stato selezionato e cofinanziato dall’Unione Europea a seguito di un bando pubblico nazionale, è presente in una apposita area ricettiva presso la sede di Sviluppo Lazio a Roma e opera in stretta collaborazione con la Rappresentanza della Commissione Europea a Roma e con gli uffici competenti della Regione Lazio. «L’apertura di uno sportello dedicato all’Europa - commenta l’Assessore alle Attività Produttive e Sviluppo Economico, Guido Fabiani - è un importante tassello nel processo di avvicinamento di imprese, cittadini ed enti locali alle istituzioni europee, un processo che costituisce uno dei punti centrali delle politiche di questa amministrazione regionale». Oltre ad informare, lo sportello consentirà ai cittadini del Lazio di ricevere informazioni in tempo reale, di dialogare con le istituzioni europee Entro il 9 agosto i Comuni italiani possono partecipare alla selesotto forma di domande, pareri e suggerimenti e di interagire anche su inzione per ricevere un supporto di un milione di euro (in strumenternet e sui social forum. A livello di sviluppo economico e occupazionatazione e tecnologie) finalizzato a soluzioni per la sostenibilità enerle, lo sportello accompagnerà amministrazioni locali e imprenditori nel getica e ambientale. Le reti di illuminazione pubblica delle tre citprocesso di orientamento alle opportunità offerte dall’Unione Europea, tà selezionate diventeranno le “autostrade” per erogare alcuni sersia attraverso i servizi di Sviluppo Lazio sia tramite seminari e workshop vizi altamente innovativi tematici che coinvolgeranno anche le altre società della Rete regionale. I comuni che desiderano candidarsi dovranno fornire informazioPer coprire l’intero territorio regionale, inoltre, i servizi di “Europe Dini sui loro impianti di illuminazione pubblica, come richiesto dal rect’’ saranno a breve fruibili negli incubatori di impresa di Civitavecchia, bando di selezione, reperibile presso il sitowww.smartcities.cnr.it. Rieti, Latina e Viterbo e negli altri sportelli decentrati del Lazio. Potranno partecipare i capoluoghi di provincia con almeno 100.000 «Per la Regione Lazio, chiamata a sostenere il rilancio e lo sviluppo proabitanti, i Comuni medio-piccoli con meno di 7.000 abitanti e i cenduttivo del territorio - prosegue Fabiani - lo Sportello costituisce dunque un tri turistici marittimi e montani di qualunque dimensione inclusi valido strumento nell’ambito del nostro programma teso ad affiancare le in un elenco redatto dall’Anci. Saranno requisiti preferenziali la preimprese nell’ elaborazione e nella presentazione di progetti in grado di insenza di Zone a traffico limitato e di impianti di produzione di enertercettare e sfruttare le risorse economiche messe a disposizione dall’Eurogie rinnovabili, mentre saranno esclusi i Comuni che non siano propa». prietari dell’impianto di illuminazione pubblica o già finanziati dal Quello di Sviluppo Lazio è uno dei 48 sportelli ‘’Europe Direct’’ attivi in ministero dell’Istruzione, università e ricerca per progetti Smart CiItalia su un totale di 500 centri operativi nei 27 Paesi dell’ Unione. ties. La domanda dovrà pervenire entro il 9 agosto 2013, secondo le modalità pubblicate sul sito www.smartcities.cnr.it.

Cnr – Anci: al via il bando per le smart cities

La Città dell’Aria aderisce alla Carta di Aalborg Guidonia Montecelio aderisce alla Carta di Aalborg, alla Carta di Ferrara all’Associazione Nazionale “Coordinamento Italiano Agende 21 Locali” e prendete atto “dell’avvio di un processo di Agenda 21 locale”. Ambiente protagonista della seduta di consiglio comunale del 28 giugno 2013, approvata l’adesione Carta di Aalborg, alla Carta di Ferrara. “Una proposta – spiega l’assessore all’ambiente Andrea Di Palma - frutto di collaborazione tra maggioranza ed opposizione che ha fornito il suo contributo nella stesura”. Nella delibera di Consiglio si legge che : “Il Comune di Guidonia Montecelio riconosce, come base fondamentale e come approccio necessario per ogni opportunità di sviluppo e per ogni scelta di governo del territorio e dell’ambiente, il riferimento ai principi dello sviluppo sostenibile, come sviluppo che risponda alla necessità del presente, senza compromettere la capacità delle generazioni future di soddisfare le proprie esigenze, e la coerenza con le condizioni di compatibilità complessiva che regolano l’esauribilità, la riproducibilità, la sostituibilità delle risorse”. Guidonia Montecelio si impegna così “ad adottare piani d’azione di breve, medio e lungo periodo che mirino alla salvaguardia dell’ecosistema comunale e del suo sviluppo secondo i principi della sostenibilità concretizzando questi intenti mediante lo sviluppo a livello cittadino di una propria Agenda 21, in conformità con quanto delineato durante la Conferenza di Rio ‘92, confermato al Vertice Johannesburg 2002 e allineata con le più innovatrice città Eu-

L’aeroporto ancora protagonista per lo svolgimento dei concorsi Guidonia Montecelio, l’aeroporto ancora protagonista e sede ideale per lo svolgimento dei concorsi: va a gonfie vele l’intesa siglata tra il Centro di Selezione dell’Aeronautica Militare di Guidonia, Polizia di Stato e Corpo Forestale dello Stato. Parola d’ordine: “economicità attraverso una permuta di materiali e prestazioni”. “Nell’ultimo biennio – spiegano dal centro di selezione - , grazie a tali collaborazioni, sono transitati presso le strutture del Centro di Selezione A.M. più di 11.000 candidati ai concorsi della Polizia di Stato e oltre 4.900 del Corpo Forestale”.


XL

CULTURA

18 luglio 2013

11

Ricreazioni con Vinicio Capossela Aspettando il ritorno del Festival Internazionale di Villa Adriana nel 2014, la Fondazione Musica per Roma con il sostegno della Regione Lazio presenta un evento unico, un progetto originale in prima assoluta. Vinicio Capossela con il suo ensemble lunedi 22 luglio ore 21 Teatro, musica, cinema, danza, letteratura, arte. Questa sara’ la stagione estiva della Regione Lazio “Ricreazioni” che partira’ il 22 luglio per terminare il 18 agosto tra Tivoli, Rieti e Vulci. A presentare l’iniziativa il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, insieme all’assessore alla Cultura, Lidia Ravera e all’amministratore delegato della Fondazione Musica per Roma, Carlo Fuortes. La prima iniziativa in programma sara’ l’anteprima assoluta dal titolo “Il carnevale degli animali e altre bestie d’amore” di Vinicio Capossela che si esibira’ a Tivoli in una serata unica nello scenario del Canopo di Villa Adriana, un evento organizzato con la collaborazione della Fondazione Musica per Roma. Dal 27 luglio al 3 agosto la citta’ di Rieti, invece, si aprira’ al “Ric Festival - Rieti Invasioni Creati-

ve” con teatro, musica, danza ma anche seminari, botteghe d’arte e lezioni magistrali a cura dell’Atcl (Associazione teatrale fra Comuni del Lazio). Il terzo appuntamento sara’ con il “Festival di Vulci”, realizzato grazie al Comune di Montalto di Castro con la collaborazione dell’Atcl, che si terra’ nel parco archeologico dove dalla fine di luglio a meta’ agosto si succederanno concerti e spettacoli teatrali. VINICIO CAPOSSELA - Cantautore fantasmagorico, poeta, scrittore, ma anche illusionista e uomo-spettacolo, ha debuttato nel 1990 con il disco All’una e trentacinque circa sotto l’egida di Renzo Fantini (Targa Tenco Opera Prima), premio che gli verrà attribuito altre tre volte negli anni successivi. Dopo i primi dischi “pre-biografici”, da Canzoni a Manovella (2000) in poi rivolge la sua attenzione a temi

più universali, spesso ispirati alla grande letteratura, da Melville a Céline a Dante a Omero. Lavori come Ovunque Proteggi, Da Solo e Marinai Profeti e Balene vengono messi in scena come opere totali. Nel 2004 pubblica per Feltrinelli Non si muore tutte le mattine, da cui trae uno spettacolo di teatro d’ombre e le Radiocapitolazioni trasmesse da Radio 3. Alla Grecia e al rebetiko, “più che una musica, un modo di vivere”, dedica i suoi lavori più recenti: il disco Rebetiko Gimnastas, un documentario girato insieme al regista Andrea Segre e il libro Tefteri, taccuino dei conti in sospeso, pubblicato dal Saggiatore. LO SPETTACOLO - Bestiari... Gli animali, maschere d’enigma... Maschere d’accesso al sacro... Deità’ misteriche con cui dividiamo il creato. Nei bestiari medievali venivano studiati, non

nel senso zoologico, scientifico ... Uscire dal reale ed entrare nel vero. Le nature degli animali rappresentative delle nature dell’uomo, dell’amore, del peccato. La signoria dell’uomo, trasformata man mano in indifferenza, cecità... non conoscenza. Gli animali sono usciti dalle nostre vite e sono entrati nei cartoni animati e nei documentari, oppure sulla tavola, dove si consuma il nostro principale rapporto con loro: mangiarli. Stanno lì’... grandi sfingi di pietra... (come non si siano organizzati per scacciare l’uomo, resta un mistero) che custodiscono templi, accompagnano deità, che sono forse Dei essi stessi, come l’orso, che per i siberiani era un Dio in persona. Rinunciare agli animali e’ amputarsi dell’accesso alla natura, che, come dice Psarantonis, e’ il Dio. Dunque l’animale e’ la ma-

nifestazione del divino... Di un altra lingua che si parla sulla terra. Quella che fa dire a Céline ammirato, in morte del suo cane ... “Se ne e’ andata dopo tre piccoli rantoli, senza lamentarsi... in posizione davvero bellissima, come in pieno slancio, in fuga... il naso puntato verso il nord, verso le sue foreste, la’ in alto, da dove veniva ... senza trallalà, la messa in scena che nuoce sempre agli uomini”.

Nell’amore siamo governati dalla nostra parte più istintuale. Possiamo studiare, come ha fatto Richard de Fournival, i comportamenti, le nature che si rivelano nel sentimento amoroso, paragonandole a quelle degli animali, come erano conosciuti nel Medioevo. Il bestiario d’amore e’ lo zoo che conteniamo in noi stessi, quando la passione apre le gabbie”. Per info Info 06-80241281 -

Vacche magre per l’Estate Tiburtina TIVOLI - Dopo i tempi di vacche “grasse”, ora è il turno delle “vacche magre”. Senza soldi per l’Estate Tiburtina, l’Amministrazione comunale ha tentato di trovare un gestore ma non è riuscita ad assegnare la kermesse. Il bando, pubblicato, chiuso, riaperto e richiuso, è stato assegnato ma il “vincitore” ha deciso di fare un passo indietro. Tra i motivi i tempi, ormai, troppi brevi ed alcune defezioni delle band di punta che avrebbero dovuto esibirsi all’Anfiteatro di Bleso. Dopo diversi anni, quindi, il Municipio non ha organizzato nessun evento per animare l’estate di Tivoli. Dopo le decine di migliaia di euro spese negli anni scorsi, l’ultima “estate sponsorizzata” è stata quella del 2011, la città, i cittadini, - e gli operatori turistici - hanno pagato a caro prezzo la sfiducia del Sindaco e l’arrivo del Commissario nel momento in cui si sarebbe dovuto organizzare e programmare il cartellone estivo di iniziative. A Palazzo San Bernardino, però, si sono sostituiti dei privati che hanno messo in piedi diverse manifestazioni che stanno animando la città tra giugno e settembre. Il calendario più lungo è quello di R-estate a Tivoli, organizzato presso il maneggio di via Quintilio Primo, che da giugno accompagnerà i tiburtini fino all’autunno. Oltre a loro anche TivoliNet che con Tivoli Sotto le Stelle, tra artisti di strada, raduno di Ferrari, Music Street Festival, sta allietando il centro cittadino da fine giugno a tutto luglio. Tutti i giovedì sera, fino alla fine di luglio, saranno “arricchiti” dai concerti in via di Ponte Gregoriano e negli aperitivi musicali alla Sala Tosatto del ristorante l’Angolino di Mirko. LUGLIO 18 Giovedì: Cinema all’aperto: Reality 19 Venerdì: Metalland con TIR, Killer Machine, Noumeno, Rainfall, Whisperz

20 Sabato: Presentazione del nuovo disco dei Vz69 Orchestra Filarmonica di Tivoli in concerto - Chiostro di Villa d’Este 21 Domenica: Serata Rock con Rha, Tiny hell carillon, Civico 8 24 Mercoledì: Dialogando con la Storia - Sessioni di Teatro per la riscoperta di personaggi storici con l’aiuto del Body Painting 25 Giovedì: Cinema all’aperto: A cena tra amici

26 Venerdì: Metalland con Metaljamexpo (D6), Asphaltator , Souls Unchained, Great Jarvis, D-Reaper, crooked, Steel Age, Araknos, Adamanthya, FixiDia 27 Sabato: Serata Rock con Dorsum Cloos, Insomnia, Il Branco AGOSTO 1 Giovedì: Cinema all’aperto: La parte degli angeli 2 Venerdì: Metalland con Subliminal Crusher, Signs Preyer, Phenium, Murder Spree, Insanehead 3 Sabato: Metal night con Cigarette for my Dolls, Nhenia, Terapia Del Dolore 7 Mercoledì: Dialogando con la Storia - Sessioni di Teatro per la riscoperta di personaggi storici con l’aiuto del Body Painting) 9 Venerdì: Metalland con Ozzmancomet, Shores Of Null, Funeral Mantra, Solo, Centro Bipolare 10 Sabato: Cover night con Meteora - Cover Linkin Park 16 Venerdì: Metalland Element of Chaos, Hope against Hope, Fomento, Noise from Nowhere 17 Sabato: Musica 23 Venerdì: Metalland con Blind Horizont, Vials of wrats, Forgotten Dust , Last Prototype 24 Sabato: Compleanno Elisa con Rage Against-cover, Simon Glitter Head e The Fabulous, Moon Flower 25 Domenica: Serata Rock con Crashock 30 Venerdì: Metalland con Kaledon, Eldritch, Secret Sphere, Ruinthrone, Battle Ram, Bang Out , Aeternum 31 Sabato: Serata Rock con Too left to be right, Toot, Dorsum Cloos SETTEMBRE 4 Mercoledì: Dialogando con la Storia - Sessioni di Teatro per la riscoperta di personaggi storici con l’aiuto del Body Painting 5 Giovedì: Cinema all’aperto The Artist

Sconto di 5€ se acquisti il biglietto online su www.magicland.it inserendo il codice sconto XLGIORNALE o presentando questo coupon alle casse del Parco. Valido sul biglietto diurno, escluso Agosto e festivi. Scadenza 06/01/2014. Non cumulabile con altre promozioni.


12

XL

CULTURA

n. 14 2013

Un’estate molto guidoniana Continua l’Estate Guidoniana “molto guidoniana”, partita il 5 luglio, organizzata e promossa dall’assessorato alla Cultura. Tanta musica e spettacoli fino a settembre, il tutto per una spesa che si aggira intorno ai 100mila euro. Iniziative anche per i bambini “quelli che giornalmente frequentano la Pinetina”. Tutti gli eventi previsti in programma saranno realizzati a Guidonia, per il momento le circoscrizioni sembrerebbero fuori.

Il programma 26 Luglio 27 Luglio

Mente Comica Ass.ne Culto Teatroper

Mille bolle blu I tragici successi di un opera comica O1 Agosto Pour le piano Concerto pianoforte 02 Agosto Ass. Culto “A cuccagna” Troppu amara è stà terra duci 03 Agosto Le Buone Note Ballo liscio 09 Agosto Ass.ne Culto Teatroper Il re sono io 10 Agosto Le Buone Note Ballo liscio 16 Agosto Teatro delle foglie Quando il musical è donna 17 Agosto Le Buone Note Ballo liscio M.A.N.T.A. Laura Pausini cover band 23 Agosto 24 Agosto Ass.ne Culto Teatroper La scugnizza 30 Agosto Compagnia della Rupe Il gobbo di notre dame 31 Agosto Teatro delle foglie Bentornato varietà 06 Settembre Teatro delle foglie Che bambola 07 Settembre Mente Comica Noi ragazze degli anni 60 08 Settembre Oscar Luis Taborda Zumba Fitness 13 Settembre AFP Penitenziagite 14 Settembre Le Buone Note Ballo liscio ... e per i più piccoli alla Pinetina 20 Luglio Compagnia delle spille Biancaneve -Cappuccetto rosso 27 Luglio Compagnia delle spille Il gatto con gli stivali 03 Agosto Le marionette di Simon Pinocchio 10 Agosto Compagnia Il Trovatore Teatro dei burattini 17 Agosto Le marionette di Simon Arlecchino soldato 24 Agosto Le marionette di Simon Pantalone e la governante Compagnia Il Trovatore Teatro dei burattini 31 Agosto

Piazza 2 Giugno Piazza 2 Giugno Piazza 2 Giugno Piazza 2 Giugno Piazza Matteotti Piazza 2 Giugno Piazza 2 Giugno Piazza 2 Giugno Piazza Matteotti Piazza Matteotti Piazza 2 Giugno Piazza 2 Giugno Piazza 2 Giugno Piazza 2 Giugno Piazza 2 Giugno Piazza 2 Giugno Piazza 2 Giugno Piazza Matteotti

Torna il mondiale dei fuochi d’artificio VALMONTONE - 5 Notti con il naso all’insù a Rainbow Magicland: da giovedì 25 a lunedì 29 luglio si sfidano i migliori pirotecnici del pianeta, regalando agli ospiti del parco una manifestazione unica nel suo genere per bellezza e spettacolarità. Oltre 100.000 persone attese per gustarsi ogni sera 2 spettacoli da circa 30 minuti ciascuno, con inizio dalle 22, con la parata dei carri ed a seguire gli show pirotecnici. Nella prima parte la sfida tra aziende italiane che gareggeranno per vincere il titolo di finalista e rappresentare l’Italia ai Campionati Mondiali 2014. Nella seconda sono le principali nazioni al mondo a combattere disegnando coreografie nel cielo. Due TIVOLI - Torna la rassegna artistica “L’arte Secondo Me. Tivoli: esercizi di stile tra storia e paesaggio.” La manifestazione, organizzata da Idee Creative, culminerà con un’esposizione delle opere l’11, il 12 ed il 13 ottobre alle Scuderie Estensi di Tivoli. Il concorso è “Finalizzato – spiegano gli organizzatori alla reinterpretazione di

le tipologie di fuochi. Per la selezione Italiana saranno fuochi tradizionali e quelli Internazionali saranno “piro-musicale” ovvero sincronizzati sulla musica che viene diffusa all’interno del parco. Data la potenza, i fuochi si alzeranno fino a 300 metri d’altezza, con un effetto di suono udibile oltre i 20 km di distanza, con lanci tramite postazioni simultanee radiocomandate e computerizzate, che generano incredibili coreografie di luci e colori. Dai 4000 mortai allestiti nel parco partono ogni sera più di 8000 lanci con un consumo di circa 3000 Kg di polvere da sparo a spettacolo.

Esercizi di stile tra storia e paesaggio opere d’arte di qualsiasi epoca che abbiano nel corso del tempo acquisito valore di icone, attraverso qualsiasi tecnica dell’arte visiva venga scelta dai partecipanti (fotografia, pittura, grafica, scultura).

La pulizia dei denti La pulizia dei denti, o Ablazione del tartaro, è spesso il primo trattamento al quale si è sottoposti dopo una Visita Odontoiatrica. Consiste nella rimozione, attraverso un apparecchio agli ultrasuoni, degli accumuli di tartaro presenti sulle varie superfici dentali. Il tartaro ha effetti dannosi sulle gengive ed è tra i peggior nemici per la salute orale. Nonostante una buona diligenza nelle manovre d’igiene domiciliare il consiglio è di sottoporsi  a regolari  sedute  di pulizia dei denti ogni 6-8 mesi, a seconda dei casi, a meno di evidenti problemi gengivali o parodontali, che richiedono sedute  ogni 3-4 mesi. Una disposizione dei denti lineare  facilita l’igiene permettendo l’accesso allo spazzolino sulla maggior parte delle loro superfici mentre una disposizione dentale irregolare costituisce un ostacolo al normale spazzolamento. Qualora i residui di cibo non vengano completamente rimossi nel corso dell’igiene domiciliare quotidiana, una grande quantità di batteri si localizza intorno al dente dando luogo così alla formazione della “placca” che costituirà poi la matrice per la successiva organizzazione di tartaro, grazie anche ai sali minerali contenuti nella saliva, al suo Ph (ovvero il grado di acidità o basicità) e ad un tipo di alimentazione, povera di frutta e verdura. La presenza di placca e tartaro sulle superfici dentali e delle gengive provoca un infiammazione delle stesse con conseguenti processi di sanguinamento. Questo è solo il più evidente dei problemi, infatti, una cattiva igiene orale è anche il principale motivo della  retrazione gengive e dell’osso sottostante, allungamento della superficie del dente visibile con aumento della sensibilità dentinale (soprattutto al freddo), aumento della mobilità degli elementi dentali, perdita degli elementi maggiormente compromessi. La difesa migliore consiste nella Prevenzione: occorre quindi evitare che il tartaro si formi rimuovendo  con regolari manovre d’igiene orale i residui di cibo che si depositano sui denti dopo ogni pasto. Le zone della bocca in cui è più facile constatare la presenza del tartaro si trovano in corrispondenza dello sbocco delle ghiandole salivari e cioè sulla superficie vestibolare (esterna) dei molari superiori e sulla superficie linguale (interna) degli incisivi inferiori, perciò attenzione alla pulizia di queste zone! E’ importante spazzolare i denti in modo corretto con un movimento VERTICALE, dalla gengiva verso il dente in modo da penetrare con le setole anche negli interstizi dentali e con un inclinazione di 45 gradi, per rimuovere la placca da sotto il colletto gengivale. Così facendo la placca batterica viene ben rimossa dagli interstizi dentali dove  ristagna, favorendo l’insorgere di tartaro e carie. Per quanto riguarda invece la pulizia della parte masticatoria dei  denti posteriori, l’ideale è spazzolare queste superfici prima dal dietro verso l’avanti e viceversa e poi, ad operazione conclusa, con il solito movimento laterale per pulire gli interstizi dentali. Dott. Silvano Pietrantoni (Odontoiatra)

Il concorso si rivolge a pittori, grafici, fotografi, creativi e scultori, professionisti e non, senza limiti di età. Il tema centrale sarà la rivisitazione di opere d’arte d’immediata riconoscibilità attraverso qualunque

tecnica delle arti visive. È

I prodotti antimafia di Libera

TIVOLI - L’espansione della criminalità organizzata ad Est di Roma è percepibile da molti episodi che vengono riportati dalle cronache nazionali e locali. Il rapporto Ecomafie 2013 di Legambiente lo testimonia anche con le cifre, alcuni convegni svoltisi a Tivoli hanno presentato vicende preoccupanti purtroppo ancora sottovalutate. Occorre diffondere informazione, perché la mafia si combatte in molti modi ed ognuno può collaborare, nei limiti della sua disponibilità e del suo coraggio. Occorre schierarsi ed ogni azione è importante, anche l’acquistare prodotti alimentari che provengono dai terreni confiscati alla mafia e prodotti principalmente da cooperative che li hanno ricevuti in affidamento dallo Stato e rispettano il disciplinare del marchio Libera Terra. Il marchio fa riferimento all’associazione nazionale Libera- Associazioni, nomi e numeri contro le mafie, la cui azione “è volta a favorire la creazione di una comunità liberata dalle mafie nella consapevolezza che il ruolo della società civile sia quello di affiancare la necessaria opera di repressione propria dello Stato e delle Forze dell’Ordine, con attività ed iniziative mirate alla prevenzione culturale.” Dell’associazione è portavoce Don Ciotti, che della lotta alla mafia ed al malaffare ha fatto scelta di vita. I prodotti di eccellenza agroalimentari e vitivinicoli che possono fregiarsi di questo marchio devono rispettare parametri di produzione ben precisi, a cominciare dalla coltivazione biologica. Altre caratteristiche imprescindibili del marchio Libera terra sono il rispetto assoluto delle regole sul lavoro, l’assenza di ogni discriminazione e del lavoro minorile o in nero, produzione al più alto livello qualitativo, rispetto delle leggi sui bilanci aziendali, formazione e realizzazione di campi di lavoro e di studio. Da poco tempo i prodotti alimentari di Libera terra sono reperibili anche a Tivoli, nel negozio Uso sfuso che si trova in via Inversata. Una visita, anche saltuaria, contribuisce ad irrobustire un circuito virtuoso contro la criminalità organizzata che necessita del contributo di ognuno. Anche mangiando e bevendo prodotti di qualità si può fare resistenza!

Rock festival a Montecelio A Montecelio grande appuntamento con la musica live il 19 e il 20 luglio per la sfilata delle band emergenti del territorio con il Rock festival ai giardini del San Michele. Inizio dei concerti a partire dalle 19. L’ingresso è libero.

Giorni di immagini, suoni ed evocazioni GUIDONIA MONTECELIO - Ha riaperto i suoi cancelli lo scorso 29 giugno dopo decenni di chiusura, ora la Rocca di Montecelio spalanca le sue braccia ai visitatori tutti i week end dalle 18 alle 21. Si concluderanno ad ottobre gli eventi organizzati dalla Pro Loco in collaborazione con le associazioni locali inseriti nella rassegna : “Montecelio giorni di immagini, suoni, evocazioni” 20 e 21 luglio Concerto a cura dell’Associazione Giovanile Oltre il Ponte 20 luglio Il gruppo Archeologico presenterà “A un tiro di Balestra” Il Gruppo Archeologico presenterà “Not3 Agosto te sotto le stelle” 10 Agosto La Pro Loco Montecelio proporrà “CALICI DI STELLE”: nel suggestivo scenario della Rocca Medioevale i visitatori potranno degustare davanti ad un panorama da sogno i migliori vini delle cantine Laziali. 19 e 20 Ottobre La Pro Loco Montecelio proporrà “LA CASTAGNATA”: degustazione di castagne accompagnata da panini con salsicce, il tutto allietato da musica.

Palestrina: i vicoli del jazz Si svolgerà dal 19 al 21 luglio la rassegna jazistica “I vicoli del jazz”, manifestazione nata dalla passione e dalla voglia di un gruppo di amici amanti della buona musica. Teatro della manifestazione sarà la piazza , il programma prevede il 19 luglio ore 21,30 Valley Band; 20 luglio concerto Denis Fattori trio e Djazz Manouche quartet; 21 luglio concerto di chiusura con Joey Basilico& The Tomato Band e Buscaja. Info su facebook vicolideljazz.wordpress.com

possibile “ridisegnare” una foto, “scolpire” un quadro, “fotografare” un dipinto, l’importante è la realizzazione dell’opera attraverso tecniche proprie”. Nell’arco delle tre giornate espositive, si svolgeranno attività in cui gli artisti e i cittadino potranno incontrarsi e confrontarsi liberamente anche con artisti affermati, l’intento è quello di porta-

re alla luce tutte quelle particolari creatività che caratterizzano il nostro paese e che hanno solo bisogno di una mano per emergere. Per poter partecipare e saperne di più sul concorso e sull’evento, è stata creata e messa a disposizione la pagina facebook, l’arte secondo me e il sito internet www.ideecreativeroma.it.

Estate a tutto splash Armatevi di costume, telo e adrenalina: delfini, leoni marini e foche, uccelli tropicali e rapaci, tuffatori acrobatici, giostre, attrazioni acquatiche e meccaniche vi aspettano per vivere insieme un’estate all’insegna del divertimento. Avventurarsi in una vera e propria battaglia navale a tutto splash, esplorare una foresta preistorica con dinosauri “veri” animatronics a grandezza naturale, scendere dai coloratissimi scivoli dell’Acquapark per poi rilassarsi e sdraiarsi su una spiaggia tropicale con ombrelloni di paglia, sono soltanto una piccola parte di quello che troverete a Zoomarine, il Parco divertimenti di Roma. Tantissimi gli appuntamenti in programma: 1) domenica 21 luglio, Peppa Pig sarà l’ospite d’eccezione del Parco ed accoglierà tutti i bambini del Parco per scattare una bellissima foto ricordo; 2) tutti i week-end di luglio e tutti i giorni di agosto, l’Animazione Zoomarine si scatenerà nelle Piscine del Parco con balli di gruppo latino-americani, acquagym e acquafitness, zumba, giochi e baby dance per i più piccoli; 3) tutti i week-end fino al 18 agosto, i visitatori del Parco potranno incontrare Spongebob in spugna e ossa per scattare una bellissima foto ricordo; 4) tutti i week-end fino al 25 agosto, Dimensione Suono Roma infiammerà l’Acquapark da 5.000 posti con musica, animazione, collegamenti in diretta, gadget a gogò e tutta l’energia dello speaker Ignazio Failla. L’accoglienza all’ospite è completata dal ristorante Amazzonia, 11 punti ristoro/snack, 7 negozi, servizi per bambini, un parcheggio da 5.000 posti auto e bus navette da e per Roma.

Quindicinale Iscr. Trib. di Roma 403/98 del 6 agosto 1998 Anno XIV - numero 14 del 18 LUGLIO 2013 Editore: Tritype srl - Tivoli Direttore resp. ed editoriale: Piergiorgio Monaco Coordinamento editoriale: Claudio Iannilli, Gianni Innocenti Grafica ed impaginazione: Tritype srl via Pietro Nenni, 5 - Tivoli Stampa: Europrint Sud srl - Strada prov. ASI Ferentino (Fr). Chiuso il 15-7-2013


Sport 18 luglio 2013

n. 14

L’inserto XL Sport è a cura di Piergiorgio Monaco e Danilo D’Amico

Pugilato, titolo italiano in piazza Matteotti GUIDONIA - Sabato 20 luglio la Bbt Productions porterà a Guidonia l’attesa sfida valida per il titolo italiano dei pesi leggeri tra il detentore Pasquale Di Silvio (16-4-1) e Manuel Lancia (70-1). Un match tra due pugili dalle caratteristiche contrapposte che non potrà non soddisfare le esigenze dei palati più fini. Da una parte l’esperienza e la tecnica del campione in carica, dall’altra la freschezza atletica e l’ardore agonistico del giovane sfidante. A VINCERE DI SICURO sarà il pugilato e tutti coloro che assisteranno a questo grande evento che sarà completamente gratuito grazie allo sforzo organizzativo del manager Davide Buccioni ed al patrocinio del comune di Guidonia Montecelio, non nuovo a sostenere iniziative di questo genere (lo scorso anno il grande centro alle porte di Roma fu palcoscenico della conquista del titolo dell’Unione Europea da parte di Orial Kolaj). Il sottoclou è in fase di definizione. Il supermedio Valerio Ranaldi (2-0-0) incrocerà i guanti con Raimonds Sniedze (8-16-2), ventunenne pugile lettone. Un banco di prova adeguato per il giovane pugile della Fiermonte Boxe, al suo terzo match da professionista ed atteso a breve da impegni agonistici più probanti. Nella categoria dei pesi medi farà la sua prima apparizione tra le file della BBT l’imbattuto Manuel Grimieri (6-0-0) che se la vedrà con il lituano Tadas Jonkus (8-15-1). Infine, grande ritorno sul ring

dell’ex campione dell’Unione Europea Vittorio Oi (18-1-1) che combatterà contro Maurycy Goiko (21-38-3), pugile polacco di ottima fattura reduce da un significativo pareggio ottenuto contro l’imbattuto canadese Michael Gadbois (9-0-1). UN IMPEGNO SEVERO per il superleggero residente a Pomezia, che a trentanove anni non vuole perdere tempo per conquistarsi un’altra importante chance internazionale. Ma torniamo al main event, che così come il match tra Buccheri e Cocco sarà quotato dalla Sisal e quindi da una società di scommesse riconosciuta dall’Aams (Agenzia delle dogane e dei monopoli). Il detentore Paquale Di Silvio ha 33 anni, è già stato campione italiano nel lontano 2008 quando sconfisse Ivan Fiorletta nel titolo ad interim di categoria ed il 12 aprile di quest’anno ha battuto Michele Focosi (17-1-1), sul ring del Palasport di Jesi, riconquistando l’ambita cintura naziona-

le. “Il puma” è un boxeur esperto che fa della velocità e della tecnica le sue armi migliori e sul quale il manager Marcello Paciucci sta investendo molto per una prossima chance in chiave internazionale. Lo sfidante Manuel Lancia (7-0-1) rappresenta l’ennesima scommessa di Davide Buccioni. Ventisei anni, di Marcellina, l’allievo del maestro Giuseppe Fiori ha combattuto ben otto volte negli ultimi 18 mesi. Quasi un record per un pugile italiano a dimostrazione dell’impegno con il quale il ragazzo sta affrontando la sua carriera professionistica. All’insegna del fair play le dichiarazioni dei due protagonisti. Di Silvio: «Conosco molto bene Manuel e lo stimo sia come pugile che prima ancora come uomo. Sono sicuro che daremo vita ad un leale e spettacolare incontro. Io ho faticato molto per riprendermi il titolo italiano, di certo non me lo lascerò portar via facilmente.

Vorrei fare qualche difesa e poi provare la chance europea che penso di poter onorare al meglio. Mi allenerò bene per questo incontro, chi mi conosce sa che salgo sul ring sempre al meglio della condizione essendo un atleta serio e disciplinato», Lancia: «La sfida con Pasquale Di Silvio rappresenterà per me un severo banco di prova. Il mio avversario è un pugile molto rapido che dovrò cercare di incalzare per tutte e dieci le riprese. In questo senso mi sto allenando al meglio, consapevole della estrema difficoltà dell’incontro. Lui è più esperto, ha combattuto anche all’estero, so che quando è in giornata è difficile da colpire per la sua straordinaria agilità. Ricordo ancora quando andavo a fare i guanti con lui. Pasquale era già campione italiano ed io un giovane pugile dilettante che ambiva a diventare professionista. Affrontarlo ora per il titolo italiano mi sembra un sogno». IL COUNTDOWN È INIZIATO, da oggi l’attesa non potrà che crescere. L’anno scorso Davide Buccioni riuscì a gremire la piazza Matteotti di Guidonia, sabato probabilmente si batterà ogni record se è anche vero che l’incontro tra Lancia e Di Silvio è anche un po’ un derby Roma-Lazio. Di Silvio è infatti un grande tifoso della Roma mentre lo sfidante Lancia non ha mai perso occasione per esprimere la sua fede laziale. Un motivo in più di interesse per una sfida che si preannuncia al fulmicotone.

Fatti avvenimenti opinioni La tua città sul web L’informazione quotidiana nei territori di: www.notizialocale.it

Tivoli

Guidonia Montecelio

Area Sabina

info@notizialocale.it

Area Nomentana Valle dell’Aniene Empolitana

CALCIO S.ANGELO ROMANO

Sarà una squadra dai piedi buoni La società giallorossa sta costruendo una squadra capace di divertire il proprio pubblico per il prossimo torneo di Promozione. L’obiettivo è quello di lasciarsi alle spalle lo splendido campionato 2012/2013 concluso con una salvezza anticipata, cercando di migliorarsi ancora. Senza limiti. «Nella scorsa stagione, pur raccogliendo molti risultati positivi, abbiamo sofferto sempre sotto il profilo del possesso palla, recuperando il gap con gli avversari grazie alla determinazione – spiega il presidente Massimiliano Lucani -. Quest’anno cercheremo di fare noi il gioco. Stiamo costruendo una bella squadra, puntiamo a conservare la categoria togliendoci anche qualche bella soddisfazione». Il Sant’Angelo Romano sta cercando anche di costruire un settore giovanile e una scuola calcio in grado di dare un futuro solido al club. Certa l’iscrizione di una formazione Juniores. Per quanto riguarda il calciomercato già sicuri gli arrivi del portiere Alessio Dimasi (classe 1995, dal San Lorenzo), del difensore Marco Dominici (classe 1988, ex Tivoli e Nuova Sanpolese), di Federico Feliciello (classe ’93 dal Villanova), del centrocampista Marco Contatore (classe ’93 dal Montecelio) e dell’attaccante Riccardo Stocchi (classe 1982 dal Cretone Castelchiodato). Inoltre già definito il prestito di Falserano, ’94 dal Villanova. Interessamenti anche per Fiore del Villalba 1952 e Di Donato che ha giocato l’ultima stagione alla Nuova Sanpolese. «Svolgeremo la preparazione a Guidonia, non cambiando nulla nel programma anche perché abbiamo finito in grande forma la scorsa stagione – dichiara il mister Giancarlo Lucani (nella foto) -. Lavoreremo sul 4-2-3-1 come modulo considerando le caratteristiche dei giocatori, tutti di qualità. Come sempre dovremo cercare di dare qualcosa in più perché nonostante la crisi alcune corazzate partono con i favori del pronostico e competere con loro per noi è veramente difficile. Come sempre, però, siamo pronti per la sfida».

MAI PIÙ COLPI DI SONNO con

Presso i nostri uffici è in ve ndita l’unico ANTISONNOLENZA per ECCE LLENZA Chiedi informazioni allo spor tello

AUTOMOBILE CLUB ROMA • DELEGAZIONE DI TIVOLI di Scarpellini & Figli s.r.l.

VIA DUE GIUGNO 7/H - TIVOLI (RM) - TEL. 0774.335794 - Fax 0774.331200 • Sportello Telematico • Pratiche auto di qualsiasi tipo • Passaggio di Proprietà con stampa immediata • Rinnovo Patenti e Duplicati ZIONI AGEVOLAZIONI E CONVEN PER CONCESSIONARIE

• Medico in sede • Bolli auto pagamento, rettifica, esenzione disabili • Immatricolazioni e targhe per Ciclomotori • Ampia gamma di Tessere ACI per Soccorso stradale

www.acitivoliduegiugno.it

Ora anche

li i t u i z i v r Tanti se per te Lottomatica i servizi


14

XL

SPORT

n. 14 2013

Villalba Volley, sperando in un ripescaggio doppio Beach Volley: Geppo Cup TIVOLI - A testimoniare il successo della seconda edizione della “Geppo Cup”, specialità beach volley, il numero dei partecipanti: nella competizione femminile otto squadre per 48 ragazze, nel torneo maschile 16 gruppi per 96 ragazzi. A vincere sono stati il gruppo delle Mine Vaganti per le ragazze con Mariachiara Masi miglior giocatrice e la Lubbe Banca Source con Luca Fiocchetti miglior giocatore per la competizione maschile. Posti d’onore per la Deat Team e la Compagnia Travello. L’ultimo atto si è svolto giovedì 11 luglio insieme ad una sfilata di 15 ragazzi e ragazze con quattro uscite dai temi sportivi, estivi, da sera ed eleganti. Apprezzata anche la partecipazione del Vespa Club Valle dell’Aniene. All’appello adesso mancano soltanto i vincitori della “Geppo Cup” per la gabbia, in un torneo di questa versione particolare del gioco del calcio che ha coinvolto ben 16 squadre. La finale si è disputata mercoledì sera, potete scoprire il nome del vincitore nella sezione “sport” del sito di Xl: xlgiornale.it.

Nasce la polisportiva Marco Simone

Estate di attesa e valutazione per il Villalba Volley che spera nel doppio colpo: ripescaggio nella Serie C maschile e nella Serie C femminile. PER LA SOCIETÀ DI PALLAVOLO, al termine di una bella stagione con il raggiungimento dei play off con le due squadre, sarebbe un’enorme soddisfazione oltre che un meritato premio all’attività portata avanti con passione e dedizione. Certo, un doppio salto così importante costituirebbe anche un impegno maggiore per la dirigenza in un periodo così delicato riguardo al raccoglimento delle sponsorizzazioni vista la crisi economica che direttamente, come logica conseguenza, ha colpito anche lo sport. Tuttavia per la Città dell’Aria avere due

squadre di volley iscritte a campionati così importanti a livello regionale costituirebbe un motivo di orgoglio e da parte dell’amministrazione comunale una mano non è mai mancata in questi quattro anni. INTANTO LO STAFF è alle prese con la costruzione delle squadre, lavoro che dovrà tener conto anche delle problematiche legate all’utilizzo dei giovani. In virtù del regolamento, infatti, sono già molti i pallavolisti sul mercato e da Tivoli e Palombara si stanno concretizzando gli scambi più importanti per quanto riguarda il volley maschile. Intanto tutte le mattine tanti bambini si stanno recando alla palestra dell’associazione del Vivivillalba del presidente Rodolfo Marzilli

e del vice presidente Stefania Carboni per lo svolgimento degli apprezzati stage estivi, mentre le notti d’estate, tempo permettendo, sono sempre animate dallo spettacolo del calcio a 5. COME OGNI CENTRO d’aggregazione meritevole

d’elogio, a Villalba non è difficile trovare stranieri di ogni tipo di nazionalità, in particolar modo argentina e peruviana, impegnati in una bella e amichevole partita di calcetto seguita da una gustosa birra a bordocampo.

La Css Tivoli rilancia l’attività “Sviluppo motorio, tecnico ma soprattutto psicologico”. Sono questi i principi fondamentali su cui la “Polisportiva Marco Simone” di Guidonia, il suo Presidente Angelo Mania e il responsabile Tecnico, Aggeo Mania, puntano i riflettori. Per la Città dell’Aria una nuova realtà calcistica, nata in un quartiere che da sempre incontra molti problemi di collegamento con il centro della città e spesso trova difficoltose le iscrizioni dei bambini. La società si pone come obiettivo quello di promuovere la pratica calcistica attraverso un corretto e graduale avviamento del bambino al gioco del calcio. Scopo sociale della Polisportiva è quello di aggregare i ragazzi. Ne fanno parte un’ottantina di bambini tutti residenti a Setteville Nord e Marco Simone. Recentemente, tutti premiati dal consigliere comunale Maurizio Lotti.

Villanova, una scuola calcio di riferimento

VILLANOVA - Si è chiuso l’anno della Scuola Calcio anche a Villanova, la più florida realtà con oltre 200 bambini iscritti. La società del presidente Altemizio Armeni, dopo aver risolto alcuni contrasti con il comune di Guidonia Montecelio, guarda con fiducia al futuro e si dichiara soddisfatta per i risultati raggiunti finora. Non potrebbe essere altrimenti perché oggi il Villanova è il punto di riferimento per il calcio guidoniano. A parlare sono i numeri e a contare sono le potenzialità delle strutture. «Sono arrivati anche molti risultati sportivi a conferma della crescita dei bambini, tuttavia nella scuola calcio il punteggio non conta e noi non lo cerchiamo di certo – dichiara il responsabile Gino Zampa -. Comunque ci siamo confrontati con realtà romane dimostrando di non aver nulla da invidiare. Rivolgiamo un applauso ai 2000 che andranno a fare il campionato agonistico. Hanno vinto il torneo di Torre Angela, vengono da una buona stagione e hanno tutte le carte in regola per fare bene. La nostra politica porta tutti a giocare, abbiamo infatti anche squadre dove non è presente nessun tipo di selezione. Certo, è sempre una soddisfazione vedere giovani usciti dalla nostra scuola calcio giocare senza problemi nei campionati regionali o elite come sta succedendo con gli attuali ’98 e ‘99». Uno sguardo da parte di Zampa anche alla stagione che verrà: «Il prossimo anno vedrà un cambiamento negli istruttori: saranno i migliori a livello locale a formare il nostro organigramma. Puntiamo a confermare il numero dei bambini iscritti lo scorso anno, siamo in un trend positivo da anni ma fare di più potrebbe creare dei problemi per lo spazio del centro e non abbiamo nessuna intenzione di creare un disservizio. Confermeremo le gite e le attività per il sociale perché una scuola calcio è anche un punto di aggregazione che va oltre lo sport».

Il Prossimo numero di XL uscirà il 12 settembre per seguire le notizie in tempo reale collegati su

www.notizialocale.it

La Css Tivoli non si nasconde e al secondo anno di attività rilancia. Più attenzione e più investimenti nei confronti della Scuola Calcio e tanta voglia di vincere per il settore giovanile. Manca solo la prima squadra che arriverà con il tempo e sarà composta dai prodotti del vivaio. «Il bilancio del primo anno è stato positivo, calcolando anche le difficoltà legate alla gestione del campo sportivo di Ripoli – spiega Fabio Tarricone, nuovo responsabile della Scuola Calcio -. Il nostro obiettivo, come ripetiamo sempre alla città, è quello di far tornare Tivoli un polo d’eccellenza nel calcio e nello sport. Abbiamo deciso così di investire in tecnici qualificati come gli ex calciatori Italo Ronchetti e Vittorio Angiuoni e queste non sono le solite parole, ma la verità. Abbiamo intenzione di fare più eventi con le scuole e più iniziative per la città, chiamata a partecipare in massa. Il nostro è un progetto triennale fatto di lavoro e professionalità». Ai primi di settembre partirà la nuova stagione del settore giovanile, coordinato da Alessandro Marconi (15 anni nel calcio con il settore giovanile e cinque con una prima squadra): «Come agonistica siamo al primo vero anno – dichiara Marconi -, quest’anno abbiamo iscritto tutte le squadre: due giovanissimi, due allievi e la juniores. Ci stiamo adoperando per creare gruppi vincenti, anche se l’obiettivo primario è quello di creare

giocatori nella mentalità portando una nuova cultura calcistica. Nel settore giovanile abbiamo fatto una scelta rischiosa, puntando su allenatori giovani ma dall’alto valore morale e calcistico. Da una parte dobbiamo confrontarci con l’esigenza di portare a casa risultati, dall’altro abbiamo l’obbligo di creare qualcosa di duraturo». Ad ottobre si risolverà definitivamente la questione legata alla gestione del Campo Ripoli, la Css Tivoli si dichiara fiduciosa. La sfida alle eccellenze romane è partita, Tivoli punta a tornare protagonista. Organigramma Css Tivoli 2013/2014 Presidente: Andrea Novelli. Vice presidente: Massimiliano Bruschi. Direttore generale: Giovanni Mantovani. Direttore sportivo: Willelmo Sebastiani. Responsabile Tecnico Agonistica: Alessandro Marconi. Preparatore portieri agonistica: Mario Pasqua. Responsabile Scuola Calcio: Fabio Tarricone. Preparatore dei portieri scuola calcio: Stefano Patrizi. Segretario: Fulvio Paolucci. Allenatore Juniores Provinciali: Massimo Troiani. Allenatore Allievi Provinciali: Marco Pontani. Allenatore Allievi Provinciali Fascia B: Gino Bravetti. Allenatore Giovanissimi Provinciali: Marco Campana. Allenatore Giovanissimi Provinciali Fascia B: Mattia Marotti. Allenatore pre-agonistica 2001: Vincenzo Bencivenga.

Guidonia, arriva il Lab360

Calcio mercato: le novità

La nuova era della Scuola Calcio dell’Acd Guidonia Montecelio si è aperta con i saluti a quella passata targata Paolo Zucconelli. In occasione dell’ultimo giorno di allenamento il supervisore per la società Mario Bernardini, alcuni dirigenti ed il Lab360, nuovo gestore della scuola calcio del club della Città dell’Aria, si sono ritrovati con il compito di salutare nel migliore dei modi Zucconelli, ringraziandolo con una targa speciale per il lavoro svolto in questi cinque anni, un periodo importante considerando la velocità del mondo di oggi e in particolar modo di quello del calcio. Insomma, di fatto il Guidonia si lascia alle spalle il passato e guarda al futuro. L’avvicendamento tra la gestione di Zucconelli e quella del Lab360 rappresenta un cambiamento storico anche nel modo di pensare il calcio dei più piccoli. Due filosofie completamente diverse a confronto: una, quella di Zucconelli, legata al rapporto umano e l’altra concentrata sulla crescita del bambino a 360 gradi. Nel Lab360 presenti esperti di ogni campo, dalla psicologia alla nutrizione oltre che all’aspetto atletico. Su YouTube è spiegata la concezione del calcio dell’associazione sul video del canale “JuniorTeamTv”. A Zucconelli il merito di una organizzazione sempre presente alla risoluzione dei problemi e votata alla creazione di eventi in gran numero, utili a riportare al Comunale tante famiglie. Al Lab360 il compito di soffermarsi di più sull’evoluzione del bambino con l’obiettivo principale di costruire un atleta pronto nelle gambe e nella testa ad affrontare campionati agonistici di alto livello come quelli regionali a disposizione dell’Acd Guidonia Montecelio. La nuova avventura partirà a settembre, per tutti gli interessati la possibilità di saperne qualcosa in più telefonando in sede allo 0774342906 ogni tardo pomeriggio.

Intensi giorni di calciomercato, nonostante la crisi economica non mancano i movimenti tra le squadre del mondo dilettantistico, spesso effettuati senza spostamento di denaro. Sul nostro sito, xlgiornale.it, stiamo aggiornando quotidianamente la pagina della sezione “sport”. Ecco i principali colpi, tutti veritieri. Il difensore Jacopo Passiatore, classe 1990, ex del Fondi in Lega Pro Seconda Divisione, del Monterotondo in Serie D e del Montecelio in Eccellenza, passa al Villanova. Sempre in Eccellenza scatenato il Fonte Nuova che si porta a casa le prestazioni di Giorgio Ricci (attaccante), Carlo Fasoli (portiere), Matteo Vivirito (centrocampista), Simone Petrucci (centrocampista) e Mattia Ruggieri (attaccante). Tutti questi raggiungono l’allenatore Daniele De Filippo ricostruendo il gruppo già visto a Montecelio. Proprio a Montecelio si registra l’arrivo di Rocchi, punta capace di realizzare 26 gol nell’ultima stagione in Promozione con il Montespaccato. In Promozione il Cretone Castelchiodato chiude con l’attaccante Angelo Pangrazi e riporta a casa Giulio Pangallozzi, promettente calciatore classe 1994. La società del presidente Fabrizio Valentini non si nasconde e punta alla vittoria finale. Anche il Cerreto Laziale, però, non si nasconde e rilancia prelevando anche Ilari dal Pisoniano che cambia nome in Empolitana Giovenzano ma perde anche il portiere Schiavella, rimpiazzato da De Angelis, ed il giovane difensore classe ‘93 Basciani in partenza verso Palestrina. In Prima Categoria ridimensionamento in casa Villalba 1952, società bloccata a causa di investimenti in programma da parte del club. Partenze di lusso in vista, resta però il difensore Maretto come baluardo della retroguardia. Nuovo allenatore all’Albula: arriva Greco, alla prima esperienza alla guida di una prima squadra. Appuntamento con il calciomercato fino al 12 settembre sempre sul nostro sito che seguirà anche gli altri avvenimenti sportivi di questa estate.



XL giornale 14-2013