Issuu on Google+

Libretto di uso e manutenzione immobile


Pagina 2

Introduzione: La casa è un bene primario e la percezione di questo suo ruolo è concretamente vissuta da ciascuno di noi ogni giorno, indipendentemente dal fatto che si viva in un piccolo monolocale o in una grande villa. Proprio partendo da questo assunto, Xdomus ha ritenuto opportuno di predisporre questo breve vademecum intitolato “Libretto d’uso e manutenzione degli immobili” ponendosi l’obiettivo di definire le linee guida generali per ottimizzare l’utilizzo dell’immobile, di monitorare al meglio il patrimonio edilizio e di gestire in maniera efficiente i servizi di manutenzione programmata dell’edificio. E’ un lavoro destinato innanzi tutto agli operatori che vi potranno raccogliere tutte le informazioni relative all’immobile, alle imprese che vi hanno operato, ai progettisti che sono intervenuti in modo da avere tutte le notizie indispensabili riunite insieme, complete e aggiornate e quindi immediatamente fruibili in caso di necessità. Ma il libretto è anche uno strumento di appoggio indispensabile per i futuri fruitori dell’immobile, che necessitano di indicazioni fondamentali per una corretta manutenzione edile ed impiantistica. La prima parte del libretto di manutenzione riguarda i dati anagrafici dell’unità immobiliare comprendenti concessioni, autorizzazioni, collaudi, le indicazioni circa i progettisti e le imprese esecutrici dei lavori con la possibilità di allegare le planimetrie dell’edificio. Una seconda sezione del libretto si occupa invece delle specifiche dei vari aspetti di natura prettamente tecnica dell’opera, quali per esempio la stratificazione delle murature, la scelta dei materiali per la copertura, le indicazione circa i serramenti utilizzati, ecc… Proseguendo, all’interno della terza parte, vengono inseriti le norme ed il piano di manutenzione riguardanti la proprietà immobiliare, che i fruitori devono applicare per garantire un corretto ciclo di vita a tutte le varie componenti.

XDomus srl, via G. Galilei 12, - 35020 San Pietro Viminario (PD) tel. 04291905103 www.xdomus.it


Pagina 3

Villa Erica Consegna chiavi in data 18 marzo 2012

Matr. 0000x1

1. I dati dell’immobile La casa è un prodotto complesso e unico, è progettata e realizzata con cura ed attenzione nei singoli particolari e nei diversi materiali, nasce dal lavoro congiunto di tecnici, imprese e fornitori. QUESTA SEZIONE CONTIENE L’ANAGRAFICA DELL’UNITA’ IMMOBILARE al suo interno verranno riportati oltre ai dati tecnici dell’immobile, anche i nominativi di coloro che hanno progettato ed eseguito l’edificio, garantendo in questo modo una raccolta completa e dettagliata delle informazioni relative all’immobile che in futuro potranno essere molto utili per i fruitori dell’abitazione.

XDomus srl, via G. Galilei 12, - 35020 San Pietro Viminario (PD) tel. 04291905103 www.xdomus.it


Pagina 4

UNITA’ IMMOBILIARE

VILLA ERICA MATR. 0000X1 Ubicata nel comune di: ………………………………………………………………………………………… via…………………………………………………….………………n……………… Superficie commerciale mq………………………...numero dei vani…………… Numero posti auto coperti……………….. Numero posti auto scoperti………………. Terreno di pertinenza mq………………….

PLANIMETRIA PIANO TERRA

PLANIMETRIA PIANO PRIMO

XDomus srl, via G. Galilei 12, - 35020 San Pietro Viminario (PD) tel. 04291905103 www.xdomus.it


Pagina 5

CONCESSIONI - AUTORIZZAZIONI - COLLAUDI:

Permesso di costruire nr……………………….del………………………… Data inizio lavori…………………..Data ultimazione lavori………………. Denuncia delle strutture…………………………………………………….. Pratica nr……………………….del…………………………………………. Certificato di collaudo strutturale:………………………………………….. Certificato di di agibilità nr………………………………..del……………… Autorizzazione/Assensi allo scarico ……………………………………….. Certificato di agibilità …………………...in data…………………………….. Accatastamento presso il Catasto Terreni del comune di………………… Censuario di………………………….. …………………………………….. al foglio……………………….mapp…………. Accatastamento presso il Catasto Fabbricati del comune di……………… Censuario di………………………….. ………………………….………… al foglio……………………….mapp…………. sub………………………… Classe……………….rendita catastale……………………………………. Certificazione energetica eseguita da:…...………………………………. …………………………………………………in data…………………….. Dichiarazione conformità impianto elettrico rilasciata da: ……………….. …………………………………………………in data ..…………………….. Dichiarazione conformità impianto gas rilasciata da: …………………….. …………………………………………………in data..……………………… Dichiarazione conformità impianto idrotermosanitario rilasciata da:…….. ……………………………………

In data………………………….

XDomus srl, via G. Galilei 12, - 35020 San Pietro Viminario (PD) tel. 04291905103 www.xdomus.it


Pagina 6

PROGETTISTI:

Progetto architettonico ad opera di: …………………………………………………………………………………………… Iscritto all’Albo di: …………………………………………………………………………………………… Progetto contenimento energetico ad opera di: …………………………………………………………………………………………… Iscritto all’Albo di: …………………………………………………………………………………………… Progetto strutturale ad opera di: …………………………………………………………………………………………… Iscritto all’Albo di: …………………………………………………………………………………………… Progetto impianto elettrico ad opera di: …………………………………………………………………………………………… Progetto impianto idrico sanitario/riscaldamento ad opera di: ……………………………………………………………………………………………

Tecnico pratiche catastali: …………………………………………………………………………………………… Iscritto all’Albo di: …………………………………………………………………………………………… Tecnico collaudatore delle strutture: …………………………………………………………………………………………… Iscritto all’Albo di: …………………………………………………………………………………………… Certificazione energetica ad opera di: ……………………………………………………………………………………………

Direttore dei Lavori: …………………………………………………………………………………………… Iscritto all’Albo di: …………………………………………………………………………………………… Direttore di cantiere: …………………………………………………………………………………………… Iscritto all’Albo di: ……………………………………………………………………………………………

XDomus srl, via G. Galilei 12, - 35020 San Pietro Viminario (PD) tel. 04291905103 www.xdomus.it


Pagina 7

IMPRESE ESECUTRICI DELLE OPERE:

Impresa esecutrice delle opere edili: …………………………………………………………………………………………… Impresa esecutrice dell’impianto idro sanitario/riscaldamento: …………………………………………………………………………………………… Impresa esecutrice dell’impianto elettrico: ……………………………………………………………………………………………

ALTRE DITTE IMPIEGATE:

Serramenti: …………………………………………………………………………………………… Ceramiche e rivestimenti …………………………………………………………………………………………… Parquet: …………………………………………………………………………………………… Fabbro: …………………………………………………………………………………………… Dipinture: …………………………………………………………………………………………… Lattonerie: …………………………………………………………………………………………… Altre: …………………………………………………………………………………………… …………………………………………………………………………………………… …………………………………………………………………………………………...

XDomus srl, via G. Galilei 12, - 35020 San Pietro Viminario (PD) tel. 04291905103 www.xdomus.it


Pagina 8

ALLEGATI:

Progetti architettonici esecutivi del fabbricato

Progetti strutturali del fabbricato

Schema rete fognaria

Schema impianto idrico sanitario riscaldamento

Schema impianto elettrico

Schede catastali

Copia autorizzazione edilizia

Copia certificato di agibilità

Copia denuncia delle strutture

Copia certificato di collaudo

Copia certificazione di conformità degli impianti

Copia certificazione energetica dell’edificio

Libretti di uso e manutenzione impianti

Scheda tecnica prodotti

Documentazione fotografica in DVD

XDomus srl, via G. Galilei 12, - 35020 San Pietro Viminario (PD) tel. 04291905103 www.xdomus.it


Pagina 9

Villa Erica Consegna chiavi in data 18 marzo 2012

Matr. 0000x1

2. schede tecniche prodotti IN QUESTA SECONDA SEZIONE VENGONO RACCOLTE LE INFORMAZIONI RELATIVE AGLI ELEMENTI EDILIZI E ALLA TIPOLOGIA DEI MATERIALI CHE LI COSTITUISCONO E’ fondamentale per il fruitore dell’immobile conoscere le varie tipologie di prodotti e materiali impiegati per garantire il corretto utilizzo e la futura manutenzione. Le schede tecniche allegate sono numerate dalla

nr. 01 alla nr. 34

XDomus srl, via G. Galilei 12, - 35020 Sn Pietro Viminario (PD) tel. 04291905103 www.xdomus.it


Pagina 10

2. SCHEDE TECNICHE STRUTTURA 01.

Platea di fondazione areata:

02.

Strutture verticali

03.

Strutture orizzontali

MURATURE ESTERNE 04.

Pareti ECOSISM

05.

Finitura esterna pareti

COPERTURA 06.

Struttura

07.

Impermeabilizzazione

08.

Manto di copertura

09.

Canali di gronda

10.

Lattonerie e pluviali

MURATURE INTERNE 11.

Murature interne portanti

12.

Murature interne divisorie

13.

Finitura pareti interne

XDomus srl, via G. Galilei 12, - 35020 San Pietro Viminario (PD) tel. 04291905103 www.xdomus.it


Pagina 11

SERRAMENTI 13.

Serramenti esterni (finestre/porte finestre)

14.

Elementi oscuranti

15.

Vetri tipo

16.

Porte interne

17.

Portoncino d’ingresso

18.

Basculante

19.

Porta tagliafuoco REI 120

FINITURE INTERNE 20.

Pavimenti

21.

Rivestimenti bagni

IMPIANTO ELETTRICO 22.

Forza motrice

23.

Allarme volumetrico

24.

Aspirazione centralizzata polveri

25.

Impianto fotovoltaico

IMPIANTO IDRICO TERMO–SANITARIO 26.

Impianto idrico

27.

Centrale termica

28.

Pannelli solari

29.

Condizionamento

30.

Impianto VMC (ventilazione meccanica controllata)

31.

Termoarredi bagni

32.

Allarme fughe gas

33.

Sanitari

34.

Rubinetterie

XDomus srl, via G. Galilei 12, - 35020 San Pietro Viminario (PD) tel. 04291905103 www.xdomus.it


Pagina 12

Villa Erica Consegna chiavi in data 18 marzo 2012

Matr. 0000x1

2. norme piano di manutenzione La casa è un bene che deve essere mantenuto e curato secondo delle tempistiche e attraverso specifici interventi, che permettono all’immobile di mantenersi funzionale, integro e ne prevengono il degrado. ALL’INTERNO DI QUESTA SEZIONE SONO INDICATI PER OGNI SINGOLA PROPRIETA’, GLI ELEMENTI EDILIZI E GLI IMPIANTI CHE LA COSTITUISCONO, LE TIPOLOGIE DI INTERVENTO E LA RELATIVA TEMPISTICA NECESSARIA PER GARANTIRE L’EFFICIENZA. Si consiglia di farne tesoro affinché l’immobile mantenga il valore nel corso del tempo.

XDomus srl, via G. Galilei 12, - 35020 San Pietro Viminario (PD) tel. 04291905103 www.xdomus.it


Pagina 13

PROGRAMMA MANUTENZIONE DELL’ABITAZIONE 1. impianti idrotermo sanitario

OGNI ANNO

OGNI 2 ANNI

OGNI 5 ANNI

Ispezione e pulizia effettuata da ditta specializzata e qualificata

Centrale termica

Rete distribuzione gas

Ispezione

Controllo e sostituzione guarnizione giunti di raccordo tubazioni

Solare termico

Pulire i vetri di copertura se sono molto sporchi

Controllare la concentrazione dell’antigelo. Controllare il valore pH della miscela di acqua e glicolo

Condizionamento

Pulire i filtri

VMC

Pulizia dei ventilatori e delle bocchette

Rubinetti e apparecchi sanitari

Pulizia e controllo

2. impianto elettrico

OGNI ANNO

Interruttore differenziale salvavita

Prova funzionale

OGNI 2 ANNI

Controllo generale

Impianto videocitofonico

Ispezione generale e pulizia telecamera

Impianto messa a terra

Prova intervento elettrico con idoneo strumento Prova funzionale

Aspirazione centralizzata polveri

Ogni 15 gg. Svuotamento cesto raccolta polveri e lavaggio filtro

Impianto fotovoltaico

Verifica visiva dei componenti e pulizia periodica dei moduli

Spurgo

Sostituzione guarnizioni

Quadro elettrico

Impianto allarme volumetrico

Revisione generale, adeguamento e sostituzione componenti

Sostituzione dei filtri e pulizia del pacco scambiante Pulizia e controllo

Scarichi e fognature

OGNI 10 ANNI

OGNI 5 ANNI

OGNI 10 ANNI

Sostituzione batterie sirena esterna Sostituzione filtro

Revisione generale, adeguamento e sostituzione componenti

XDomus srl, via G. Galilei 12, - 35020 San Pietro Viminario (PD) tel. 04291905103 www.xdomus.it


Pagina 14

PROGRAMMA MANUTENZIONE DELL’ABITAZIONE 3. serramenti

OGNI ANNO

In legno

Pulizia e controllo funzionamento

In PVC

Pulizia e controllo funzionamento

In legno-alluminio

Pulizia e controllo funzionamento

Basculante

Pulizia e controllo funzionamento

Porte interne

Pulizia e controllo funzionamento

4. pavimenti

OGNI ANNO

In legno

pulizia

In materiale lapideo

Pulizia

Lucidatura

In gres porcellanato

Pulizia

Verifica del fissaggio

Balconi e terrazze

Pulizia e verifica delle bocchette/pilette di scarico

5. finiture

OGNI ANNO

Tinteggiatura interna

Pulizia trimestrale superfici

Tinteggiatura esterna

OGNI 2 ANNI

OGNI 5 ANNI

OGNI 10 ANNI Impregnatura esterna

OGNI 2 ANNI

OGNI 5 ANNI

OGNI 10 ANNI

Verifica dello stato della verniciatura superficiale ed eventuale riverniciatura

OGNI 2 ANNI

OGNI 5 ANNI

OGNI 10 ANNI

Ri-tinteggiatura

Pulizia mediante idrogetto max 100bar

Parziali ripristini

XDomus srl, via G. Galilei 12, - 35020 San Pietro Viminario (PD) tel. 04291905103 www.xdomus.it


Pagina 15

STRUTTURE Le strutture di una casa si possono distinguere in strutture verticali, quali i pilastri o i muri portanti, e strutture orizzontali, quali le solette. A meno di casi eccezionali, gli elementi portanti della casa non necessitano di manutenzione. È però importante sottolineare come vada evitato ogni intervento o modifica dei componenti strutturali e, qualora ciò fosse necessario, tale intervento vada eseguito in base ad un progetto redatto da un tecnico abilitato, le opere siano realizzate da personale esperto e specializzato e che delle opere da eseguire sia sempre informato l’amministratore.

MURATURE INTERNE E CONTROSOFFITTATURE Le murature interne sono i divisori che definiscono i diversi ambienti. Sono a struttura metallica con doppie lastre di gesso rivestite di diverso spessore. La finitura superficiale è a tinteggiatura. I divisori interni ed il soffitto non necessitano di manutenzione se non nelle finiture superficiali (tinteggiatura, tappezzeria, stucchi, piastrellature ecc.), ma può essere utile seguire qualche consiglio: • Non eseguire demolizioni senza l’assistenza di tecnici specializzati • Evitare urti violenti che possano danneggiare le lastre • Eseguendo fori con trapano, evitare di farli nei pressi di prese elettriche o impianti idraulici • Eseguendo chiodature si consiglia di usare solo prodotti adatti: • In caso di rifacimento della pittura assicurarsi di prepatare il fondo con apposito primer. N.B. Allo scopo di prevenire danni con la perforazione delle pareti sia allega fotogallery degli impianti elettrici ed idraulici. In ogni caso si rinnova la raccomandazione di usare la massima prudenza/attenzione prima di praticare fori, chiodi o ganci. TERRAZZI E COPERTURE Un elemento importante, per la salvaguardia della propria casa o per evitare danni a cose altrui, è la manutenzione delle impermeabilizzazioni di coperture, terrazzi, ecc. Le coperture piane, soprattutto quelle dei terrazzi, sono quelle che più necessitano di controllo e manutenzione, che va effettuata da ditte specializzate.

XDomus srl, via G. Galilei 12, - 35020 San Pietro Viminario (PD) tel. 04291905103 www.xdomus.it


Pagina 16

• • • •

Non tagliare, forare, incidere in alcun modo il pavimento ed il manto impermeabile della copertura Non appoggiare sul pavimento vasi, impianti o altro che abbiano un peso eccessivo Mantenere puliti i terrazzi , sgombri i giunti del pavimento, e le bocchette di scarico da infiorescenza, foglie, materiale in genere. Controllare periodicamente la copertura e gli accessi d’acqua alla canala di gronda, tenere pulito da foglie e materiali in genere

SERRAMENTI I serramenti di una casa necessitano di una diversa manutenzione a seconda che si tratti di serramenti esterni, e soggetti agli agenti atmosferici, o di serramenti interni, quali le porte. I serramenti esterni hanno bisogno di frequenti controlli e manutenzione. Naturalmente la manutenzione da effettuarsi dipende dal materiale con cui è stato realizzato e dalla cura con cui è stato costruito il serramento, oltre che dalle condizioni climatiche e d’uso. La conservazione e la manutenzione dei serramenti esterni è importante perché essi sono l’elemento di separazione e contatto tra l’interno della casa e l’ambiente esterno: separano l’abitazione dal freddo e dal caldo, dall’acqua e dal vento, dai rumori e dalle intrusioni. Un serramento efficiente è fondamentale per accedere, illuminare, aerare gli ambienti e proteggere la vita domestica quotidiana. SERRAMENTI ESTERNI IN LEGNO Oggi installare un moderno serramento in legno significa possedere un prodotto che è stato sottoposto a diversi cicli tra impregnazione e verniciatura volti a ridurre al minimo la manutenzione ordinaria ed evitare nella maggior parte dei casi quella straordinaria. La pluriennale garanzia che De Danieli rilascia sulla verniciatura è la reale conferma di quanto oggi il serramento in legno risulti pressoché eterno. PULIZIA: I serramenti e gli oscuri vanno puliti con regolarità dallo smog e polvere con acqua e aceto. MANUTENZIONE: Controllare periodicamente lo stato di conservazione delle guarnizioni in gomma, per la cui eventuale sostituzione bisogna rivolgersi alla ditta produttrice. La ferramenta va oliata con la medesima regolarità. Per ciò che riguarda gli oscuri, si consiglia di verificare periodicamente lo stato di conservazione e di tenere puliti ed oliati le cerniere di chiusura.. MANUTENZIONE STRAORDINARIA: Qualora il serramento sia notevolmente ammalorato, o presenti difetti di chiusura e movimento, è necessario l’intervento di uno specialista per restaurarlo o procedere all’eventuale sostituzione. XDomus srl, via G. Galilei 12, - 35020 San Pietro Viminario (PD) tel. 04291905103 www.xdomus.it


Pagina 17

BASCULANTE Eseguire la periodica manutenzione del basculante mediante ingrassaggio delle guide e degli snodi di apertura per non sovraccaricare l’impianto elettrico. Lavare periodicamente con acqua e aceto in modo da eliminare polvere e smog che si depositano soprattutto sul lato esterno. PAVIMENTI IN LEGNO La qualità di un pavimento di legno e la sua durata dipendono da molti fattori quali il tipo di posa (inchiodato, incollato, ad incastro), le dimensioni e lo spessore del materiale, il tipo di legno e la sua stagionatura. Bisogna tenere conto, comunque, che le caratteristiche intrinseche del legno, che lo rendono tanto apprezzato per il suo aspetto, fanno si che, a causa delle dilatazioni termiche e termo-igrometriche, si producano movimenti ed assestamenti, spesso evidenti nella dilatazione dei giunti, naturali e non eliminabili. Il pavimento in legno ha grande durata, purchè sia sottoposto alla giusta manutenzione e non venga esposto ad agenti fisici quali urti, incisioni, umidità ecc. L’esposizione a fonti di luce naturale o artificiali può indurre alla modifica della tinta superficiale del legno. PULIZIA I pavimenti in legno sono normalmente protetti da un vernice trasparente, semilucida, che consente una manutenzione meno impegnativa del passato, quando a proteggere il legno era la sola cera. Così trattato il pavimento è maggiormente impermeabile e refrattario allo sporco. Si consiglia comunque di proteggerlo ulteriormente con uno strato di cera idrosolubile metallizzata o cera non siliconica lucidata. Dopo aver passato l’aspirapolvere pulire giornalmente con un panno di lana e settimanalmente con un panno lievemente umido. Per eventuali lavaggi, usare acqua (poca) con un comune detersivo avendo cura di non eccedere nella quantità sia dell’una che dell’altro. Lo strato di vernice, per la sua composizione, è, intaccabile da agenti chimici: evitare perciò di utilizzare per la pulizia solventi e acidi. MANUTENZIONE ORDINARIA In base all’uso più o meno intenso che si fa del pavimento, si può procedere, ogni qualche anno, al rifacimento dello strato di vernice superficiale ammalorato o macchiato. MANUTENZOINE STRAORDINARIA A seconda dell’uso e del legno di cui è composto il parquet, si può rendere necessario, dopo anni, la cosiddetta “lamatura” del pavimento, che consiste nell’asportazione di un sottile strato di legno, e della rimessa “a piombo” del piano di calpestio. Tale intervento è ripetibile più volte a seconda dello spessore XDomus srl, via G. Galilei 12, - 35020 San Pietro Viminario (PD) tel. 04291905103 www.xdomus.it


Pagina 18

del materiale usato e del tipo di posa. In seguito si procede alla riverniciatura del parquet. GRES PORCELLANO Il grès porcellanato è una ceramica a pasta compatta e dura, colorata, non porosa. La parola "grès" sta a significare che la massa ceramica della piastrella è estremamente greificata, compatta appunto, da cui l'eccezionale resistenza. Il risultato è un impasto di argilla magra, poco refrattaria, cotta al forno (12001400 C°) fino a raggiungere uno stato di vetrificaz ione non porosa e l'impermeabilità. Il grès porcellanato è il materiale che si segnala per i valori più bassi di assorbimento d'acqua, vale a dire la quantità di acqua che, in particolari condizioni, la lastra può assorbire. Da questa caratteristica (che è anche uno dei due parametri su cui si basa la classificazione delle norme EN ISO) discende anche il più alto grado di resistenza alla flessione, vale a dire la massima tensione che il materiale, sottoposto ad una crescente azione di flessione, può tollerare prima di rompersi. Tra le caratteristiche più salienti del grès porcellanato troviamo anche la elevatissima resistenza all'abrasione, ovvero la resistenza che la superficie oppone alle azioni connesse con il movimento di corpi, superfici o materiali a contatto con essa. Oggi il grès porcellanato è la tipologia di materiale ceramico più avanzata (oltre l'80% della produzione italiana). PULIZIA I pavimenti in monocottura, gres e klinker, sia lucidi che opachi, per la loro compattezza e levigatezza non offrono alcuna aderenza allo sporco, e possono essere tenuti puliti con semplici lavaggi di acqua e comuni detersivi. Usare solo stracci umidi senza abrasisi. Va bene un prodotto tipo aiax liquido da diluire. Il gres porcellanato fine, a finitura naturale, essendo leggermente assorbente, può essere pulito usando prodotti specifici normalmente in commercio. Alcune tinte superficiali, sottoposte a grande uso, si opacizzano e possono scolorire. MANUTENZIONE ORDINARIA I pavimenti in monocottura e affini non necessitano manutenzione diversa dalla normale pulizia. Per lavaggi più a fondo si può intervenire con soluzioni di acqua e soda. MANUTENZIONE STRAORDINARIA Sottoposta ad urti o ad un’usura particolare, la piastrella può subire danneggiamenti irreparabili. In questo caso si può intervenire sostituendo le parti danneggiate: XDomus srl, via G. Galilei 12, - 35020 San Pietro Viminario (PD) tel. 04291905103 www.xdomus.it


Pagina 19

importante a questo scopo acquistare e conservare quantità adeguate di materiale originale. (Scorta) Per questa operazione si consiglia di rivolgersi a ditte specializzate. RIVESTIMENTI IN MARMO O PIETRA NATURALE: La tradizione e il fascino delle pietre naturali esaltano da sempre il senso estetico delle persone e conferiscono un gusto particolare alle abitazioni. Al giorno d'oggi un numero sempre maggiore di professionisti dell’edilizia riscoprono la versatilità della pietra, un materiale antichissimo che da secoli ha trovato impiego in architettura, dando vita a veri e propri capolavori di rara bellezza. PULIZIA Pulire con cura i piani in marmo, granito o pietra utilizzando un panno umido o una spugna con poco detersivo liquido neutro non abrasivo diluito in acqua, rimuovendo immediatamente macchie di limone, aceto, vino, caffè, olio e prodotti colorati o potenzialmente aggressivi per l’integrità delle superfici, in quanto le pietre naturali in generale, ed i marmi in particolare, hanno la tendenza ad assorbire liquidi, sia a base acquosa sia oleosi, che specialmente se colorati, possono macchiare irreversibilmente la superficie. Si tenga presente che nei marmi (ad esempio marmo Carrara) è presente un fenomeno tipo "carta assorbente" per cui un liquido colorato è in grado di macchiare, se lasciato agire, una superficie molto più grande di quella con cui viene a contatto. Non deve destare preoccupazioni invece lo scurimento che si manifesta quando marmi e graniti (ad esempio marmo Carrara) vengono a contatto con dell'acqua pulita, che si diffonde per la superficie, infatti essi riacquistano il colore iniziale una volta perfettamente asciutti. Per limitare l'assorbimento delle superfici lucide si effettua un trattamento superficiale (al momento della lucidatura) con una cera che, per quanto possibile, limita l'assorbimento, ma il risultato è ben lontano dall'essere perfetto (cioè impermeabilizzazione totale del piano), inoltre con l'uso e la pulizia del piano questo trattamento tende a scomparire. Dalla nostra esperienza l'impermeabilizzazione della superficie si può ottenere solamente con complessi sistemi di verniciatura e/o impermeabilizzazione con prodotti in solvente (pertanto tossici) che oltre tutto fanno perdere la naturalezza dei materiali. A parità di pietra i piani opachi, fiammati, sabbiati, ecc., tendono ad avere una maggiore assorbenza e maggiori difficoltà a pulire (superficie ruvida) mentre eventuali difetti o macchie sono meno visibili. Per mantenere la brillantezza dei piani lucidi e mantenere una leggera impermeabilizzazione si può trattare saltuariamente la superficie con una cera neutra o bianca specifica per marmi (si trovano in drogheria, ad esempio cera bianca Buffel).

XDomus srl, via G. Galilei 12, - 35020 San Pietro Viminario (PD) tel. 04291905103 www.xdomus.it


Pagina 20

MANUTENZIONE ORDINARIA La manutenzione non è altro che la pulizia ordinaria della superficie. Serve a togliere lo sporco, cancellare i segni delle impronte, rinforzare lo strato protettivo. Prima regola: niente alcol e ammoniaca. L’alcol e l’ammoniaca intaccano la superficie, i trattamenti e le cere di finitura, compromettendo la naturale bellezza del pavimento. Non usateli mai, neppure in caso di macchie. Lucidatrice: spesso e volentieri. La cera pura: di tanto in tanto, lo strato ceroso dura più a lungo. Perciò è sufficiente passare la cera una o due volte all’anno e lucidare poi con la lucidatrice. MANUTENZIONE STRAORDINARIA Quando il pavimento o il rivestimento dopo alcuni anni di utilizzo, risulta essere piuttosto malandato; per questa eventualità si effettuerà un lavaggio meccanico con detergenti deceranti (per una migliore visione delle condizioni del pavimento), eventuale spianatura per l'eliminazione di salti di assestamento o buchi, stuccatura, levigatura e lucidatura. Questo intervento debe essere effettuato da azienda specializzata. BALCONI-TERRAZZI Provvedere periodicamente alla pulizia delle bocchette di scarico e delle pilette dei terrazzi verificando che nelle pilette o nel sifone non si fermi materiale sporco o sabbietta. I balconi sono stati calcolati per un carico di 300 kg/mq.: non sovraccaricare con vasi o suppellettili di peso eccessivo. FINITURE Le finiture intese come la pittura interna ed esterna dell’abitazione sono come il “vestito” della casa stessa, perciò necessitano di una cura e una pulizia costante, per mantenere più a lungo possibile la bellezza dell’edificio e di conseguenza la piacevolezza di viverlo, nonché la salubrità degli ambienti interni. PITTURA INTERNA TRASPIRANTE La pitturazione degli ambienti è eseguita mediante un idropittura semilavabile traspirante non filmogena, atossica e permette un ottimo scambio di umidità tra muro ed ambiente PULIZIA La pulizia delle pareti interne va eseguita trimestralmente, mediante l’utilizzo di un panno di cotone bianco e asciutto, avvolto nell’aspirapolvere. Eseguendo movimenti verticali e avendo l’accortezza di non danneggiare il film sottile di finitura con elementi appuntiti o graffianti. MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA per rendere gli ambienti salubri è necessario provvedere alla ri-tinteggiatura interna delle pareti almeno agni 10 anni. XDomus srl, via G. Galilei 12, - 35020 San Pietro Viminario (PD) tel. 04291905103 www.xdomus.it


Pagina 21

IMPIANTO IDRAULICO: L’impianto idrico sanitario è costituito da un circuito di tubazioni di adduzione e scarico delle acque, incassato nelle murature e nei pavimenti. Le tubazioni di adduzione dell’acqua sono state realizzate in ferro zincato, rame o polietilene. Il contatore e la chiusura generale di mandata è posizionata in un pozzetto interrato, posizionato nei pressi della recinzione fronte strada. Lo scarico e adduzione delle acque nere nella fognatura comunale avviene tramite tubazioni di sezioni adatte, realizzate in P.V.C. L’impianto idrico sanitario non necessita di particolare manutenzione, ma per una maggior durata dell’impianto e degli apparecchi igienici, si possono suggerire le successive indicazioni: • Seguire le istruzioni per la vasca idromassaggio. • Far controllare periodicamente i rubinetti d’arresto e in genere usare la rubinetteria con delicatezza e senza forza. • Tenere puliti i sifoni e gli scarichi degli apparecchi igienici, (lavabi, bidet, doccia). • Tenere puliti i rompigetto avvitati sulla bocca dei rubinetti e far sciogliere periodicamente il calcare. • Pulire periodicamente i box doccia con prodotti anticalcare. • Non usare paste abrasive o raschietti per la pulizia degli apparecchi sanitari. • Non appoggiare oggetti metallici o taglienti nelle vasche in ceramica con il rischio di danneggiare lo smalto. • Non scaricare nel vaso, neppure piccole dosi di sabbia e granigle per gatti e uccellini. • Per lavatrici e lavastoviglie usare detersivi di qualità con schiuma controllata. • Pulire periodicamente i sifoni; l’uso frequente dei composti chimici danneggia l’impianto. In caso di ingombro di scarico, usare con attenzione e parsimonia i composti chimici in commercio adatti allo scopo: un uso troppo frequente può danneggiare l’impianto. Rivolgersi piuttosto ai tecnici specializzati. IMPIANTO SCARICO ACQUE NERE (fognature): Gli impianti di smaltimento primario devono essere periodicamente controllati, provvedendo allo spurgo, all’allontanamento dei fanghi ed allala pulizia dei pozzetti degrassatori. Verificare periodicamente l’efficacia del trattamento dalla qualità del refluo scaricato.

XDomus srl, via G. Galilei 12, - 35020 San Pietro Viminario (PD) tel. 04291905103 www.xdomus.it


Pagina 22

IMPIANTO ELETTRICO: La manutenzione dell’impianto elettrico è fondamentale per la sicurezza degli utenti e per l’efficienza complessiva dell’ambiente domestico. La manutenzione significa l’aggiornamento costante alle normative, anche per quanto riguarda gli apparecchi: quando si acquistano apparecchi e materiali elettrici bisogna verificare che abbiano il marchio IMQ, ovvero che siano approvati dall’istituto italiano del marchio di qualità che garantisce la corrispondenza alle norme CEI di sicurezza. Proprio perché l’impianto elettrico è un elemento fondamentale sia per la casa che per la sicurezza di chi ci abita, è importante mantenerlo in perfetta efficienza e sotto controllo, in particolare nei cosiddetti “ambienti umidi”, quali le cucine, i bagni, le cantine. È altrettanto necessario che tali impianti siano realizzati, controllati e riparati da ditte e personale specializzato che conosca e applichi le norme CEI e usi materiali ed apparecchi approvati dall’Istituto Italiano per il Marchio di Qualità. Un impianto elettrico è costituito da una parte esterna (prima del contatore) e da unainterna (dopo il contatore). Se la manutenzione è da effettuarsi sulla parte esterna dell’impianto bisogna rivolgersi direttamente all’ente erogatore (ad es. ENEL); se invece la manutenzione riguarda la parte interna è necessario rivolgersi a personale specializzato, che conosca e applichi le norme CEI, che usi apparecchi e materiali approvati dall’IMQ e che possibilmente abbia realizzato o almeno conosca l’impianto. L’impianto elettrico prevede: • Un interruttore generale con salvavita e circuito di messa a terra. • Un numero sufficiente di circuiti per l’alimentazione degli apparecchi. • Un’adeguata protezione dei circuiti • Conduttori di sezione sufficiente per l’alimentazione degli apparecchi. • Un numero sufficiente di prese di corrente. I disegni esecutivi sono uniti al certificato di conformità. Il primo principio per la sicurezza dell’utente è che tale impianto sia realizzato correttamente; il secondo principio è quello di non manomettere l’impianto; il terzo è quello di seguire pochi consigli utili:

• Verificare ogni 10 gironi il funzionamento dell’interruttore differenzialesalvavita.

• Se dobbiamo cambiare una lampadina staccare sempre l’interruttore generale.

• Non tenere apparecchi elettrici nelle vicinanze dell’acqua. • Non usare apparecchi elettrici con le mani bagnate XDomus srl, via G. Galilei 12, - 35020 San Pietro Viminario (PD) tel. 04291905103 www.xdomus.it


Pagina 23

• • • • •

Non togliere le spine dalle prese tirando il filo. Sostituire le spine rotte. Non attaccare più di un apparecchio ad una presa. Non coprire le lampade ne occludere le prese d’aria degli apparecchi. Verificare la potenza del contatore richiesto per evitare scatti dell’interruttore automatico posizionato nel contatore.

Anche ai sensi della legge 46/90 ogni modifica deve essere eseguita da personale abilitato che dovrà rilasciare il certificato di conformità. IMPIANTO VIDEO-CITOFONICO: l’impianto video citofonico non prevede particolari oneri di manutenzione ordinaria, se non la pulizia annuale della telecamera esterna e la verifica delle guarnizioni anti-acqua nella maschera di protezione.

ALLARME VOLUMETRICO: Le centrali di allarme, siano esse con o senza fili, sono sempre collegate alla rete elettrica e sono dotate di batterie in tampone (sempre sotto carica), che garantiscono un autonomia di funzionamento che varia dalle 24 alle 48 ore in assenza di corrente. Queste batterie hanno una durata media di 4-5 anni, ma è consigliabile provvedere alla sostituzione almeno ogni 3 anni, per garantire un corretto funzionamento del sistema senza sorprese e mantenere inalterata la sua autonomia. Anche le sirene esterne hanno una batteria, che permette loro di suonare quando esiste una situazione di allarme. La batteria delle sirene è tenuta sotto carica costante dall'alimentatore della centrale. E' consigliabile sostituire queste batterie in concomitanza con la sostituzione di quella della centrale (3 anni). IMPIANTO DI ASPIRAZIONE CENTRALIZZATA: Le centrali aspiranti del sistema sono dotate di un rilevatore di intasamento della cartuccia filtrante Per la pulizia della cartuccia filtro: • Aspirare la polvere raccolta sulle pareti della cartuccia. • Lavare la cartuccia filtrante sotto il lavandino con un getto d’acqua non troppo forte. • Lasciare asciugare la cartuccia. • Verificare che non siano presenti lacerazioni, altrimenti sostituirla. • Prima di procedere all'estrazione della cartuccia si raccomanda di utilizzare indumenti di protezione individuale. • Si consiglia di avere una cartuccia filtrante di ricambio originale.

XDomus srl, via G. Galilei 12, - 35020 San Pietro Viminario (PD) tel. 04291905103 www.xdomus.it


Pagina 24

Nota bene: La centrale aspirante non deve essere messa in funzione senza la cartuccia filtrante inserita al suo interno. L’inosservanza di questa regola potrebbe essere causa di danni alla turbina d’aspirazione. IMPIANTO FOTOVOLTAICO: Un impianto fotovoltaico, essendo comunemente privo di parti in movimento, ha bisogno di una minima manutenzione ordinaria, che generalmente consiste in un’ispezione degli organi meccanici ed elettrici, una regolazione del buon funzionamento dei sensori, dei quadri elettrici, dell’integrità e della pulizia dei moduli fotovoltaici, dei cablaggi ed eventualmente dell’inverter di trasformazione.

CENTRALE TERMICA: ogni anno con l'arrivo del grande freddo si comincia a pensare all'accensione dei riscaldamenti e ci si ricorda della verifica obbligatoria dell'impianto. Ecco un piccolo vademecum con le regole generali da seguire a seconda delle caratteristiche dell'impianto in questione. La manutenzione deve essere effettuata come disposto dalla DGR 5 dicembre 2007 n. 8/6033, che all’art. 9 dispone che le operazioni di controllo ed eventuale manutenzione dell’impianto termico debbano essere eseguite secondo i seguenti criteri: ogni due anni per gli impianti termici alimentati a combustibile gassoso se di potenza nominale al focolare complessiva inferiore a 35 kW; Secondo la legge, è il responsabile dell’impianto (l’occupante dell’immobile) che deve preoccuparsi di effettuare la manutenzione periodica. Se il responsabile conduce un impianto senza la corretta manutenzione, è soggetto alle sanzioni previste dall’art. 15, comma 5 del D.Lgs. 192/05. La manutenzione periodica deve essere affidata a un manutentore o a un’impresa in possesso dei requisiti tecnico-professionali stabiliti dal Decreto n. 37/2008.

XDomus srl, via G. Galilei 12, - 35020 San Pietro Viminario (PD) tel. 04291905103 www.xdomus.it


Pagina 25

RETE DISTRIBUZIONE GAS: L’occupante dell’immobile, dovrà provvedere alla manutenzione ordinaria delle reti e degli impianti di distribuzione del gas. Per manutenzione ordinaria si intende ogni prestazione necessaria alla conservazione delle reti e degli impianti, compresa la sostituzione di pezzi o parti di ricambio usurate, la ricerca e la riparazione di eventuali fughe, nonché ogni ulteriore attività periodica o continuativa atta a garantire la regolarità e la sicurezza dell’erogazione SOLARE TERMICO: I sistemi solari termici sono estremamente affidabili (la durata di vita è superiore a 20 anni) e le operazioni di manutenzione consistono per lo più nella pulitura del vetro del collettore e nella verifica bi-annuale dei principali dispositivi del circuito da effettuarsi, ad esempio, in concomitanza con il controllo della caldaia. CONDIZIONAMENTO AD ESPANSIONE DIRETTA: I climatizzatori fissi sono, di norma, dotati di un telecomando che permette di gestire tutte le funzioni: accensione, spegnimento, impostazione della temperatura, scelta tra le diverse velocità di ventilazione, etc. Anche se un telecomando è un oggetto familiare a ciascuno di noi, per un ottimale funzionamento del condizionatore è sempre consigliabile leggerne il manuale d'uso. Una regola base raccomanda che il climatizzatore non sia utilizzato per trasformare l'ambiente in una ghiacciaia, ma per produrre una temperatura gradevole e una deumidificazione appropriata. Il manuale d'uso indica anche la manutenzione essenziale da eseguire su questi apparecchi. Essi possiedono dei filtri per la depurazione dell'aria che vanno puliti con una certa frequenza (spesso basta lavarli con acqua e sapone) e periodicamente sostituiti (preferibilmente ogni anno). Tali operazioni sono semplici da effettuare e possono essere compiute anche senza l'intervento di specialisti. VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA: La manutenzione ordinaria del sistema di VMC sta nella semplice pulizia delle bocchette a cura dell’occupante e la manutenzione periodica dei ventilatori. Per tutti gli impianti a doppio flusso con recupero di calore la manutenzione periodica comprende la pulizia e/o sostituzione dei filtri e la pulizia del pacco scambiante: queste operazioni devono essere svolte con la regolarità indicata al fine di preservare la garanzia dell’unità ventilante.

XDomus srl, via G. Galilei 12, - 35020 San Pietro Viminario (PD) tel. 04291905103 www.xdomus.it


Pagina 26

NOTE: …………………………………………………………………………………………… …………………………………………………………………………………………… …………………………………………………………………………………………… …………………………………………………………………………………………… …………………………………………………………………………………………… …………………………………………………………………………………………… ……………………………………………………………………………………………

XDomus srl, via G. Galilei 12, - 35020 San Pietro Viminario (PD) tel. 04291905103 www.xdomus.it


XDomus srl, via G. Galilei 12, - 35020 San Pietro Viminario (PD) tel. 04291905103 www.xdomus.it


libretto di uso e manutenzione immobile XDomus