Issuu on Google+

LegnOK: la proposta italiana per la Due Diligence del Legno Torino, 22 marzo 2013 Davide Paradiso venerdĂŹ 29 marzo 2013


OBIETTIVI 1. Chi siamo 2. Il Regolamento LegnOK - I servizi ad oggi - I prossimi passi

www.conlegno.eu venerdĂŹ 29 marzo 2013

02


Aree di attività e mission Conlegno Consorzio indipendente di diritto privato, senza scopo di lucro, promosso dalle Associazioni Nazionali di categoria dell’Industria, del Commercio e dell’Artigianato afferenti alla filiera del legno.

Mission Favorire i molteplici utilizzi del legno, dalla materia prima ai prodotti finiti quali l’imballaggio, il legno strutturale, ecc…, «trasformando» vincoli tecnici e/o prescrizioni legislative in opportunità per le aziende consorziate. www.conlegno.eu venerdì 29 marzo 2013

03


Soggetti promotori INDUSTRIA

COMMERCIO

ARTIGIANATO e PMI Legno
Arredo

 Assolegno  Assoimballaggi  Assopannelli

 Fedecomlegno

UNITAL

Da dicembre 2012

A dicembre 2012 Conlegno conta 944 imprese consorziate, di cui poco meno della metà non appartenenti a nessuna Associazione di categoria www.conlegno.eu venerdì 29 marzo 2013

04


Riconoscimenti Per il 2011 ConLegno ha ottenuto dall’ONU – Segretariato Foreste – la possibilità di utilizzare il Logo dell’anno internazionale delle Foreste per tutte le attività di interesse.

Da Luglio 2010, ConLegno è una Società certificata Sistema di Qualità UNI EN ISO 9001:2008, per attività di Servizi e Formazione in ambito Legno. Con il Decreto n. 175/2005 il Ministero delle Politiche Agricole e Forestali ha riconosciuto ConLegno – Consorzio Servizi Legno Sughero – come Soggetto Gestore del Marchio IPPC/FAO per la conformità all’ISPM n. 15.

www.conlegno.eu venerdì 29 marzo 2013

05


Principali Marchi di Qualità AREA
DI
INTERVENTO COMITATO
TECNICO FITOK TUTELA
FORESTALE

LEGNO
LEGALE EPAL

LOGISTICA
E
 MOVIMENTAZIONE

SOSTENIBILITA’

EDILIZIA
E
COSTRUZIONI

PALOK

MARCHIO

GOVERNANCE/OBIETTIVO ISPM
N.15 Legno
Legale Promozione
Pallet
 EPAL Portata
cerAficata
pallet
 «a
perdere»

IMBALLAGGIO
 INDUSTRIALE

Imballaggio
industriale
 di
qualità

PREVENZIONE
E
 RIUTILIZZO

Sistema
Monitorato
di
 RiuAlizzo
dei
pallet

LEGNO
TERMICAMENTE
 MODIFICATO
(in
avvio) LEGNO
STRUTTURALE

Promozione
LTM
a
basso
 impaLo
ambientale Marcatura
CE
legno
 struLurale
di
castagno

Conlegno affida la gestione e la valorizzazione dei Marchi ai Comitati Tecnici www.conlegno.eu venerdì 29 marzo 2013

06


Domanda di riconoscimento In data 5 dicembre 2012 Conlegno ha invito ufficialmente alla Commissione Europea domanda di riconoscimento come «Organismo di Controllo». All’interno del «Regolamento LegnOK» abbiamo definito i processi e le procedure per le fasi di: -Accesso alle informazioni -Valutazione del rischio -Attenuazione del rischio

Una volta approvato dalla Commissione Europea il «Regolamento LegnOK» sarà reso disponibile a tutte le aziende interessate (Operatori e Commercianti).

www.conlegno.eu venerdì 29 marzo 2013

07


Funzioni degli «Organismi di Controllo» L’art. 8 del Regolamento (UE) N. 995/2010 esplicita le funzioni di un «Organismo di Controllo», in particolare al 1. troviamo: 1. L’organismo di controllo: a) mantiene e valuta periodicamente un sistema di dovuta diligenza di cui all’articolo 6 e conferisce agli operatori il diritto di usarlo; b) verifica l’uso corretto del suo sistema di dovuta diligenza da parte di tali operatori; c) compie gli opportuni interventi qualora un operatore non usi adeguatamente il proprio sistema di dovuta diligenza, informando, fra l’altro, le Autorità Competenti in caso di rilevante o reiterata inadempienza da parte dell’operatore Il Parlamento e il Consiglio della UE hanno dedicato un intero «Regolamento Delegato» (UE) N. 363/2012 per esplicitare le norme procedurali per il riconoscimento degli «Organismi di Controllo» e la revoca dello stesso.

L’Organismo di Controllo è il Soggetto fondamentale di «INTERFACCIA» tra le funzioni pubbliche e quelle private al fine di FACILITARE l’entrata in vigore e il rispetto dell’EUTR. Si assume la responsabilità del proprio SDD, conferisce il diritto di usarlo e di revocare tale utilizzo. www.conlegno.eu venerdì 29 marzo 2013

08


La struttura del Sistema - I Partner Controllo

OPERATORI E COMMERCIANTI

LEGNOK ENTI TERZI DI CERTIFICAZIONE VISITE ISPETTIVE

- SDD LegnOK - Piattaforma LegnOKweb

LABORATORI RICONOSCIMENTO SPECIE LEGNOSE

CONLEGNO «ORGANISMO DI MONITORAGGIO» - Accesso alle informazioni - Attenuazione del rischio LegnOK

CENTRI DI INFORMAZIONE SUL LEGNO

www.conlegno.eu venerdì 29 marzo 2013

09


Comitato Tecnico Legno Legale Mission A tutte le aziende che adotteranno il «Regolamento LegnOK» e che passeranno la prima «visita di qualifica» sarà concesso in utilizzo il Marchio LegnOK già registrato a livello comunitario.

=

LEGNO LEGALE La proposta LEGNOK è sostenuta da FLA, Assocarta, CNA Legno, Confartigianato Legno, Unital/Confapi

www.conlegno.eu venerdì 29 marzo 2013

Ottenere in concessione d’uso l’utilizzo di un Marchio significa sostanzialmente avvalersi di due opportunità: 1.TUTELA LEGALE 2.MARKETING E PUBBLICITA’

010


Regolamento LegnOK Il Regolamento LegnOK è caratterizzato da 4 fasi: 1.ANALISI PRELIMINARI, il «prodotto» rientra nel campo di applicazione del Regolamento? Per quel «prodotto» sono un Operatore o un Commerciante?

2.ACCESSO ALLE INFORMAZIONI, quali sono le informazioni di cui ho bisogno? Come posso arrivare a tali informazioni? Come le registro?

3.VALUTAZIONE DEL RISCHIO, quali sono gli elementi per valutare il rischio di immettere sul mercato europeo legno o prodotti da esso derivati di origine illegale? Come li valuto? Come registro il processo?

4.ATTENUAZIONE DEL RISCHIO, quali sono le possibili azioni di attenuazione del rischio? A chi mi rivolgo? Come posso mettere in atto tali azioni? Come le registro? www.conlegno.eu venerdì 29 marzo 2013

011


1. Analisi preliminari LegnOK D1
il
“prodo)o”
rientra
nella
 classificazione
della
 nomenclatura
combinata
di
cui
 all’Allegato
del
“Regolamento
 995/2010”?

Il
“prodoHo”
NON
rientra
 nell’ambito
di
applicazione
del
 “Regolamento
EUTR” (può
essere
comunque
immesso
sul


NO

mercato
UE)

SI D2
per
il
“prodo)o”
di
cui
sopra
l’Organizzazione
 è
classificabile
come
“Operatore”?

NO

SI

L’Organizzazione,
per
quel
 “prodoHo”,
NON
deve
 aHuare
un
SDD,
ma
 adempiere
agli
obblighi
dei
 commercianW
(ove
dovuto)

D3
il
“prodo)o”
di
cui
sopra
rientra
nelle
 appendici
(allega=)
CITES?

SI

NO

D4
il
“prodo)o”
è
provvisto
di
valida
 “documentazione
CITES
o
FLEGT”?

SI

Il
“prodoHo”
si
considera
 OTTENUTO
LEGALMENTE
ai
 fini
del
“Regolamento
EUTR”

SI

NO

D5
il
“prodo)o”
di
cui
sopra
rientra
nell’ambito
 di
applicazione
dei
VPA
(è
provvisto
di
FLEGT)?

NO NO ALL’IMMISSIONE
 SUL
MERCATO
UE

www.conlegno.eu venerdì 29 marzo 2013

OK ALL’IMMISSIONE
 SUL
MERCATO
UE

PER
IL
“PRODOTTO”
OCCORRE
APPLICARE
IL
SDD
 LEGNOK

012


2. Accesso alle informazioni Dettagli del fornitore A)
Raccolta
deHagli
dei
FORNITORE:
per
raccogliere
le
informazioni
sui
fornitori
 si
possono
usare
i
modello
“le)era
di
consenso
dei
fornitori”
(allegato
I)
assieme
al
 modello
“scheda
rela=va
all’approvvigionamento
del
fornitore”(allegato
1
BIS
a)
e
 allegato
1
BIS
b)
).
Tali
Modelli
saranno
resi
disponibili
in
mulWlingue
in
formaW
 facilmente
uWlizzabili.
Infine
eventuale
supporto,
se
necessario,
verrà
dato
dal
 centro
di
informazione
sul
legno
inviando
una
mail
a:
legnok@conlegno.eu
 Allegato
I
(PAG
30) Allegato
1
BIS
a)
(PAG
31)

www.conlegno.eu venerdì 29 marzo 2013

Allegato
1
BIS
b)
(PAG
31)



013


2. Accesso alle informazioni Classificazione del prodotto e delle specie legnose B)
Descrizione
del
PRODOTTO
E
DELLA
SPECIE
LEGNOSA:
In
assenza
di
informazioni
 a)endibili
delle
specie
presen=
nei
“prodoM”
mandare
una
mail
a:
legnok@conlegno.eu
 per
aMvare
il
servizio
“centro
di
informazione
sul
legno”
 
 
 
 
 + Se
necessario
è
possibile
ricorrere
anche
a
prove
di
laboratorio
per
individuare
la
specie
 arborea
o
di
materiale
cartaceo
e/o
legnoso:
per
questo
servizio
chiedere
informazioni
a:
 legnok@conlegno.eu Per

la
classificazione
“prodo)o‐specie”
si
ado)a
la
norma

 UNI
EN
13556
per
la
 denominazione
commerciale
dei
legnami
di
laWfoglie
e
conifere
in
Europa.

UNI
EN
13556
(PAG
33)

www.conlegno.eu venerdì 29 marzo 2013

014


2. Accesso alle informazioni Legislazione applicabile C)
LEGISLAZIONE
APPLICABILE:
in
assenza
di
tali
informazioni
si
può
mandare
una
mail
a
 legnok@conlegno.eu
per
ricevere
opportuna
assistenza. A
fianco
si
riportano
degli
esempi
di
 evidenze
documentali
per
verificare
il
 rispe)o
della
conformità
alla
legislazione
 applicabile
(Pag.
36
Reg.
LegnOK)

EvidenziaW
nel
«guidance
document»
 della
commissione
UE
nel
febbraio
2013.

www.conlegno.eu venerdì 29 marzo 2013

015


PRIMO LIVELLO DI SERVIZIO ACCESSO ALLE INFORMAZIONI - OGGI

AD OGGI Per tutte le aziende che aderiranno a CONLEGNO, COMITATO TECNICO LEGNO LEGALE: 1.Viene inviato in formato .pdf il «Regolamento Legnok»; 2.Vengono inviate in formato .doc le «lettere per i fornitori» tradotte in sette lingue differenti; 3.Una volta ottenuti i documenti dai Vs. fornitori c’è la possibilità di confrontarsi col nostro «CENTRO INFORMAZIONI LEGNO» per avere informazioni relative alla loro COMPLETTEZZA (i documenti che ho ottenuto sono completi - «Filiera della Legalità» - ci sono tutte le informazioni necessarie?) e alla loro VALIDITA’ (mediante confronto con le informazioni ad oggi disponibili). Potete inviare i Vs. documenti a: legnok@conlegno.eu Questo attesta l’avvio delle Vs. procedure all’interno del SDD LegnOK www.conlegno.eu venerdì 29 marzo 2013

016


PRIMO LIVELLO DI SERVIZIO ACCESSO ALLE INFORMAZIONI - DOMANI

DOMANI – IN COSTRUZIONE 1.«Area Riservata» con user e pwd, all’interno del sito Conlegno – Comitato Tecnico Legno Legale all’interno della quale potrete ritrovare informazioni aggiornate su: - «Rischio Paese»; - Elenco specie a rischio; - Sanzioni ONU/Consiglio d’Europa; - Conflitti armati…

2. Piattaforma LegnOKweb all’interno della quale saranno presenti tutti i documenti di base (modelli di riferimento) relativi alla «legislazione applicabile» – Filiera della Legalità – Paese per Paese.

www.conlegno.eu venerdì 29 marzo 2013

017


3. Valutazione del Rischio – SDD LegnOK Il
“prodoHo”
è
cerWficato/verificato
da
Terza
Parte? (Step
1)

NO NO

SI

NO La/e
specie
del
“prodoHo”
è
esente
dal
rischio
di
 taglio
illegale? (Step
4)

Sono
staW
oHenuW
tuh
i
 documenW
relaWvi
alla
 “cerWficazione”
o
allo
 “schema
di
verifica
della
 legalità”
e
le
informazioni
 contenute
sono
complete?

SI

NO

Il
Paese
di
Produzione
del
legname
è
esente
dal
rischio
 di
ahvità
illegali
che
riguardano
il
taglio/raccolta?

AZIONI
DI
 MITIGAZIONE
 SPECIFICHE

NO

SI

STOP

NO

(Step
5)

NO

SI

E’
possibile
oHenere
informazioni
inerenW
la
supply
chain
 che
consentano
di
individuare
la
provenienza
legale
del
 “prodoHo”
fino
all’origine
dello
stesso?

NO

STOP

NO

(Step
6)

La
“catena
di
custodia”
è
 senza
interruzione
ed
è
 possibile
confermare
la
 validità
per
il
fornitore
 coinvolto?

AZIONI
DI
 MITIGAZIONE
 SPECIFICHENO

SI

(Step
2)

SI

AZIONI
DI
 MITIGAZIONE
 SPECIFICHE

SI AZIONI
DI
MITIGAZIONE
 SPECIFICHE

Non
vi
è
rischio
che
il
“prodoHo”,
durante
le
operazioni
di
 lavorazione
e/o
trasporto
e/o
commercializzazione,
sia
 mischiato
o
sosWtuito
con
materiale
a
rischio
non
trascurabile?

SI

AZIONI
DI
 MITIGAZIONI
 SPECIFICHENO STOP

NO

(Step
7)

(Step
3)

SI

SI SI

La
classificazione
della
specie,
quanWtà
e
qualità
è
condoHa
 secondo
modalità
coerenW
in
ogni
fase
ed
è
conforme
alle
 disposizioni
vigenW?

SI RISCHIO
 TRASCURABILE

(Step
8)

SI

SI NO

AZIONI
DI
 MITIGAZIO NE
 NO SPECIFICHE STOP

AZIONI
DI
 MITIGAZIO NE
 SPECIFICHE

NO

STOP

www.conlegno.eu venerdì 29 marzo 2013

018


3. Valutazione del Rischio Schemi di Certificazione e di Verifica della Legalità SCHEMI
DI
CERTIFICAZIONE
E
DI
VERIFICA
DELLA
LEGALITA’:
la
presenza
di
cer=ficazioni
 o
schemi
di
verifica
della
legalità

sono
elemen=
importan=
per
la
valutazione
e
ges=one
 del
rischio,
sulla
base
del
“Summary
of
assessment
results”
di
ETTF
(nov.2012)
il
 Regolamento
LegnOK
(pag.49).

Il
CT
Legno
Legale

valuta
gli
schemi
di
cerWficazione/verifica
della
legalità
consideraW
 conformi
e
informa
gli
Operatori
sugli
aggiornamenW
normaWvi
anche
rispeHo
a
quanto
 accadrà
negli
altri
Paesi
UE.

www.conlegno.eu venerdì 29 marzo 2013

019


3. Valutazione del Rischio Rischio legato alle specie legnose RISCHIO
LEGATO
ALLA
PROVENIENZA
DELLA
SPECIE:
alcune
specie
legnose
sono
 associate
con
maggiore
frequenza
rispe)o
ad
altre
ad
aMvità
di
taglio
illegale
in
 determinate
zone
del
mondo. La
specie
legnosa
svolge
un
ruolo
significa=vo
come
indicatore
di
rischio. Art.
6
leHera
b)
del
Reg.
(UE)
N.
995/2010
cita:
“…la
prevalenza
di
produzione
illegale
di
 determinate
specie
di
alberi...”
 Conlegno
propone
sulla
base
di
quanto
predisposto
nelle
linee
guida
di
ETTF
un’elenco
di
 specie
alle
quali
è
associato
un
rischio
di
taglio
illegale
di
specie
legnosa
in
una
 determinata
zona
geografica
(Allegato
3)

Conlegno
aHraverso
la
sua
rete
 internazionale
e
nazionale
monitora
e
 informa
gli
operatori
su
 aggiornamenW
inerenW
l’Allegato
3

www.conlegno.eu venerdì 29 marzo 2013

020


3. Valutazione del Rischio Rischio Paese RISCHIO
LEGATO
AL
PAESE
DI
PRODUZIONE
(origine/taglio/
provenienza):
non
esiste
un
 indicatore
internazionale
riconosciuto
per
tu)e
le
problema=che
legate
al
rischio
di
 provenienza
di
legno
illegale
associato
ad
un
Paese,
in
oMca
di
start‐up
il
Regolamento
 LegnOK
stabilisce
il
CPI<3
per
individuare
un
Paese
a
maggior
rischio
di
taglio
illegale. È
possibile
consultare
il
sito
proposto
per
individuare
il
livello
di
CPI
associato
al
Paese
 considerato:
h)p://cpi.transparency.org/cpi2012/results/

e
successivi
aggiornamen=.

www.conlegno.eu venerdì 29 marzo 2013

021


SECONDO LIVELLO DI SERVIZIO VALUTAZIONE DEL RISCHIO - OGGI

AD OGGI Per tutte le aziende che aderiranno a CONLEGNO, COMITATO TECNICO LEGNO LEGALE: 1.Il modello e le procedure per la Valutazione del Rischio sono riportate a pag. 46 del «Regolamento LegnOK»; 2.Le valutazioni che riceverete sui documenti dei Vs. fornitori (completezza e validità) fan parte della Valutazione del Rischio SDD LegnOK; 3.Per il «Rischio Specie» e «Rischio Paese» si fa sempre riferimento a quanto contenuto nel «Regolamento LegnOK». Del processo di valutazione del rischio per «singola fornitura» deve restare traccia, non deve essere eseguito ogni volta se le condizioni (fornitore, paese, specie) non cambiano, ma, in ogni caso, deve essere rieseguito ogni 12 mesi.

www.conlegno.eu venerdì 29 marzo 2013

022


SECONDO LIVELLO DI SERVIZIO VALUTAZIONE DEL RISCHIO - DOMANI

DOMANI – IN COSTRUZIONE 1.In collaborazione con L’Università di Padova e la società ETIFOR Srl, al fine di offrire un semplice strumento operativo a tutte le aziende ed «armonizzare» la Valutazione del Rischio del SDD LegnOK, stiamo costruendo un ALGORITMO che «peserà» tutti i parametri relativi alle informazioni necessarie per la «valutazione del rischio» e renderà un indice che ci dirà se il Rischio è Trascurabile, se sono necessarie azioni di «Mitigazione del Rischio», o meno. Attualmente esiste un primo draft in valutazione presso alcune aziende che hanno già aderito al nostro Sistema. TUTTO CIO’ VERRA’ ARMONIZZATO RISPETTO A QUANTO ACCADRA’ NEGLI ALTRI PAESI DELLA UE. www.conlegno.eu venerdì 29 marzo 2013

023


4. Azioni di Mitigazione del Rischio Sono sostanzialmente di due tipi (pag. 53 «Regolamento LegnOK):

-Richiesta di documentazione aggiuntiva e successiva «validazione»; -Audit in campo (attraverso la rete internazionale di ispettori degli enti di certificazione con noi accreditati) INOLTRE ATTRAVERSO I LABORATORI CON NOI ACCREDITATI, POTRANNO ESSERE ESEGUITE ANALISI SPECIFICHE CHE POTRANNO VALERE SIA PER LA FASE DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO (es. non conosco tutte le specie legnose di cui è composto il prodotto), SIA PER LA FASE DI MITIGAZIONE DEL RISCHIO (es. non sono sicuro e voglio avere la certezza del dato)

www.conlegno.eu venerdì 29 marzo 2013

LABORATORI RICONOSCIMENTO SPECIE LEGNOSE

024


Ottenimento del Marchio LegnOK

Visita di qualifica da parte dell’Ente di Certificazione Il Marchio LegnOK è lo strumento principale per identificare l’Organizzazione che utilizza il “Regolamento LegnOK” a seguito di «visita di qualifica» da parte di un Ente terzo di certificazione LOGO
LEGNOK IT
=
Italia

Codice
ISTAT
Regionale

Codice
di
 iden=ficazione
 aziendale

Il Marchio: 1. Può essere utilizzato su carta intestata, documenti amministrativi, materiale pubblicitario e di marketing, ecc… 2.NON può essere applicato sul legno o sui prodotti da esso derivati

www.conlegno.eu venerdì 29 marzo 2013

025


COMITATO TECNICO LEGNO LEGALE Primi passi AD OGGI: 1. Abbiamo formato una serie di consulenti per facilitare l’implementazione del SDD LegnOK da parte delle aziende. Li trovate in: http://www.conlegno.org/it/comitati-tecnici/ legno-legale/consulenti-legnok 2. Stiamo formando gli auditor degli Enti di Certificazione che eseguiranno le visite ispettive di qualifica e di sorveglianza annuale. Gli Enti di certificazione accreditati per il «Regolamento LegnOK» li troverete in http://www.conlegno.org/it/ comitati-tecnici/legno-legale/enti-di-certificazione-legnok IL COMITATO TECNICO LEGNO LEGALE A «RAPPRESENTANZA MISTA» E’ IN FASE DI COSTITUZIONE www.conlegno.eu venerdì 29 marzo 2013

026


COMITATO TECNICO LEGNO LEGALE Costi di adesione ISCRIZIONE CONSORZIO 350 euro - Anno 2013

ADESIONE AL CT LEGNO LEGALE Da 200 a 400 euro in base al fatturato aziendale. N.B.: per chi già iscritto a Conlegno per altri Marchi, solo Allegato A, nessun costo!

www.conlegno.eu venerdì 29 marzo 2013

027


CONTATTI Davide Paradiso Sviluppo servizi, Relazioni esterne Area Direttiva Comitato Tecnico Legno Legale davide.paradiso@conlegno.eu

GRAZIE PER Lâ&#x20AC;&#x2122;ATTENZIONE!

Tel. 02/80604368

Mail di riferimento per aziende legnok@conlegno.eu

www.conlegno.eu venerdĂŹ 29 marzo 2013

028


DD_Davide Paradiso