Page 24

Architettura e Decrescita: For all the Cows

Il network-thi Definire il lavoro di Francesco è difficile: neanche lui ci riesce bene! Ma quello che gli riesce benissimo è creare ed interessarci alla sua storia: un giovane partito dalle Marche che passando attraverso Parigi e la Spagna ha trovato la sua strada

Urban Social Design Experience 24

Whymarche.com

di Eleonora Baldi

di Francesco Cingolani: non so Ciao Francesco! Per conoscere meglio chi sei e cosa fai mi sono fatta un giro in www.immaginoteca.blogspot.com e mi si è aperta la tua “My Project Mindmap”. Ci puoi spiegare meglio cos’è questa mappa mentale? “Faccio diverse cose allo stesso tempo e spesso sono cose molto diverse fra loro. Questa mappa e’ un modo per visualizzarle tutte ed esprime la volontà di andare oltre una semplice lista dei progetti in cui sono coinvolto. L’idea di disegnarla mi è venuta perché sempre più gente - e non solo colleghi, ma anche amici e pure mia madre! - mi rivolge la domanda : “Ma scusa, che lavoro fai?”. Riguardandola oggi, a quasi due anni di distanza, vedo subito che oggi la mia mindmap sarebbe completamente diversa: ci sarebbero cerchi nuovi, e quelli esistenti avrebbero una dimensione diversa. La cosa più significativa di questa mappa é che esprime la necessità di organizzare e comunicare l’informazione con sistemi più efficienti del semplice racconto descrittivo e unidirezionale: credo che oggi la conoscenza debba essere organizzata secondo un modello non lineare e favorendo la molteplicità, la simultaneità e l’aleatorietà”. Definirti semplicemente architetto non è

corretto e comunque limitativo. Dacci tu una definizione della tua professione! “Non lo so! E’ una domanda molto difficile... direi innanzitutto che non sarei di certo capace di costruire una casa! I miei amici, scherzando, dicono che il mio lavoro consiste nel “fare i blog” e “pensare le idee”. Scherzi a parte, lavoro nell’ambito dell’innovazione strategica e della creatività, con un approccio che ultimamente abbiamo definito network-thinking: tutto quello che faccio lo faccio in rete, collegandomi ad altre persone, gruppi, studi e associazioni, secondo strutture orizzontali e aperte. Cose che ho fatto nell’ultima settimana: ho disegnato un logo, ho pubblicato cose in vari blogs, ho twittato, ho dato consigli per la redazione di un contratto, ho gestito il problema delle licenze creative commons, ho progettato il layer digitale di un progetto partecipativo di architettura, ho scritto un articolo sul network-design, ho intervistato candidati per una collaborazione in studio, ho organizzato la campagna di comunicazione per il progetto di un aeroporto, ho scritto un codice per automatizzare un disegno di geometrie complesse (architettura parametrica). In studio, a pranzo, spesso cucino per tutti: mi

Why Marche N.6 Luglio Agosto 2011 - Elisa Di Francisca  

Why Marche N.6 Luglio Agosto 2011 - Elisa Di Francisca

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you