Page 1


Mobili Serini Da oltre 50 anni la qualitĂ dello stile al giusto prezzo

Visita il sito www.mobiliserini.it per le ultime promozioni! CENTRO CUCINE LUBE I Via Don Rettaroli, 21 Jesi (AN) I Tel./Fax 0731.215652 I info.jesi@mobiliserini.it MOBILI SERINI I Via C. Battisti, 30 Mergo (AN) I Tel./Fax 0731.814806 I info.mergo@mobiliserini.it


EDITORIALE

COSTRUIRE ANCORA QUESTO SPICCHIO D’ITALIA i etto, per para osso, e sono inesistenti, e non a iano rumore, nonostante a iano un milione e mezzo i a itanti. e Mar e una terra al plurale, moltepli e, e i o re una ariet i onos enze e ite e ine ite i luog i, i personaggi ome lari ( asti itare eopar i, Ra aello, ergolesi, Rossini, igli, ia omelli), i storia e tra izioni, i pro otti enogastronomi i e . a ri ista a oglie la s a per er are non solo per ri a ire i e sappiamo e i appro on irlo an ora, ma an e i me itare su ual osa i merite ole e i a ia meglio inten ere ome il genius lo i sia pro on amente ra i ato, ui pi e altro e. Il nostro patrimonio i mera iglie, para rasan o ui o io ene, restituis e una ri ezza e spe ie i uesti tempi i re essione e onomi a e impren itoriale, uin i o upazionale, a utilizzato in ia e turisti a per a ogliere a uori . e Mar e e ono essere isitate on pi a uratezza e amate per la loro pe uliarit . a stessa mor ologia el paesaggio, le pieg e montane, ollinari, e il ersante marino, rappresentano un e ellenza e uali a la porta oriente el aese. In uesto numero gura una arrellata i i en e, pi ole e gran i, ra iuse in arti oli i ari olla oratori, on temati e i erse tra loro, e i imostrano esattamente il moti o e i spinge a ire a o e alta per le Mar e sono le Mar e. Molti anno e nito la regione un museo a ielo aperto, altri il pi urioso territorio italiano, an e se non a astanza ele rato. Nel 18 8 iosu Car u i, nel ele rare la massima autorit ulturale i asa nostra , ia omo eopar i, annot Cos ene etta a Dio i ellezza, i ariet , i u ert , tra uesto igra are i monti e i en ono, tra uesto isten ersi i mari e a ra iano, tra uesto sorgere i olli e salutano, tra uesta apertura i alli e sorri ono... . Non resta e a entrarsi, in un itinerario i eale, in zone os po e omogenee e portare alla lu e i meriti i i ontinua a ostruire uesto spi io Italia.

ALESSANDRO MOSCĂˆ

WHY MARCHE | 5


SOMMARIO A G O R A’ 8 L’OMINO DEI SOGNI

P.8

ANIMA 22 MILLE VOLTI DI UNA CITTÀ 26 L’ACQUEDOTTO ROMANO 28 IL CANTO DELLE FILANDAIE 30 UN LIBRO DI PIETRA 32 (R)ESISTERE 40 IL MESTIERE DI SFOGLINA

P.26

Direttore Responsabile: Alessandro Moscè REDAZIONE Editor Silvia Brunori Luca Capponi Stefania Cecconi Roberto Ceccarelli Ilaria Cofanelli Silvia Conti Andrea Cozzoni Stefano Longhi Roberto Negro

MENTE 44 BRAND FESTIVAL 2017 48 NUOVO ANNO ACCADEMICO 50 ACF

Marketing & P.R. Raffaella Scortichini r.scortichini@whymarche.com Concept: Theta Edizioni info@whymarche.com

PRIMO PIANO

34 RISVEGLIARSI A PRIMAVERA

PERCHE’

www.thetaedizioni.it

P.44

edizioni info@thetaedizioni.it

Casa Editrice: Theta Edizioni Srl Registrazione Tribunale di Ancona n° 15/10 del 20 Agosto 2010 Sede Legale: Via Monti 24 60030 Santa Maria Nuova - Ancona www.thetaedizioni.it - info@thetaedizioni.it

48 IL SINDACO GRATIS

Tel. 0731082244 Stampa:

P.12 GAL TOUR

I PERCORSI DI WHY MARCHE

SPIRITO 56 IL PUBBLICO LUDIBRIO 58 BOOKBLOGGER 60 STURZO VISTO DAL ROMANZIERE 64 LA RUA 66 KNIT CAFÈ 68 BLABLABLA LOVE 70 I CONSIGLI DI BARBANERA 72 EVENTI

Tecnostampa: Via Le Brecce - 60025 Loreto (AN) Abbonamenti: abbonamenti@whymarche.com Chiuso in redazione il 27 Febbraio 2017 Photo copertina - Andrea Tessadori

COPYRIGHT THETA EDIZIONI TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI. NESSUNA PARTE DI QUESTO MENSILE PUO’ ESSERE RIPRODOTTA CON MEZZI GRAFICI, MECCANICI, ELETTRONICI O DIGITALI. OGNI VIOLAZIONE SARA’ PERSEGUITA A NORMA DI LEGGE. per qualsiasi informazione

info@whymarche.com


A G O R A’

AGOSTINI

TRA VISIONE ONIRICA DELLA VITA E ARTE IN BLU ANDREA AGOSTINI ”OMINO DEI SOGNI”

Sognante - Proprietà Galleria Pianetti-Falconara

Tra i pi

reati i e originali artisti ella Regione Mar e, An rea Agostini onos iuto in am ito nazionale ome mino ei ogni e autore i ua ri Blu . Blu il olore e Agostini s eglie per us ire all anonimato, un lu in tutte le sue s umature e aratterizza il suo mon o antasti o o e personaggi oniri i e ri or i ell in anzia on i ono in un ra onto gio oso. Attra erso una mes olanza i te ni e ita a omuni azioni , ome e nis e i suoi la ori, e i ra onta la sua storia e la sua isione oniri a.

8 | WHY MARCHE


di Silvia Conti

QUANDO E PERCHĂˆ DA GRAFICO EDITORIALE DIVENTI UN ARTISTA CON LA “Aâ€? MAIUSCOLA?

Nel 1 on la morte i mio pa re, arri a nella mia ita il olore lu e aratterizza gran parte ella mia pro uzione artisti a. Il lu in tutte le sue s umature a olge il mio mon o antasti o, o e personaggi oniri i e ri or i ell in anzia on i ono in una narrazione gio osa e leggera. Il mare si mes ola a un ielo notturno, o e la luna illumina il pi olo marinaio e porta in ono, un gran e uore rosso. Megattere olanti, mongol ere, astelli i sa ia, sirene ammi anti e gran i ari rassi uranti aratterizzano i miei ra onti pittori i e le mille stelle tra iano la rotta per il sogno. Nelle mie opere s ri o rasi e i entano parte integrante el ua ro e e non anno uasi mai alore i as ali o. o s ri ere per me il isogno i on i i ere uesto mio mon o.

PARLACI DELLE TECNICHE CHE UTILIZZI.

a te ni a e utilizzo per i ua ri Blu una te ni a mista nata all unione i olori a rili i, e oline, pennarelli antone, penna Bi e pastelli a uerella ili. er realizzare l opera utilizzo una arta Fa riano Artisti o a 300gr e a o poi a in ollare e u ire sulla tela pre e entemente olorata i lu notte. To o nale le entinaia i stelle. er uanto riguar a la serie e Carte , la te ni a la me esima ma il supposto arta eo ato al ollage i e ie mappe nauti e, artoline o ogli i e i ua erni ingialliti. Cam ia an e il segno gra o pittori o e i enta meno e nito in al une zone el la oro, ma pi a isual esigner per are l i ea nale i un ero e proprio iario i iaggio on appunti s ritti all interno ell immagine .

RACCONTACI COME NASCE LA TUA PROFESSIONE DI CREATIVE E GRAPHIC DESIGNER

ono nato a An ona nel 1 64, i o e la oro a Fal onara o e o lo stu io. Dopo la laurea all I IA (Ist. uperiore In ustrie Artisti e) a r ino nel 1 8 , on una tesi in Illustrazione el i ro on il pro essore Antonio Battistini, mentore e ami o, inizio a insegnare progettazione gra a. Ben presto engo iamato ome responsa ile gra o interno per una elle linee a igliamento ella ilmar pA i Cattoli a o e o progettato e seguito la realizzazione in stampa o ri amo sui api a igliamento. Tra gra a el la elling e allestimenti per ere i settore, stato un perio o reati o stupen o e mi a permesso i utilizzare e nalizzare le nozioni a uisite, in un settore a me prima s onos iuto. uesta ella e intrigante esperienza nello st ling el pro otto e nella omuni azione isi a mi a portato a olla orare on arie azien e lea er el settore, presente nelle Mar e e non.

CHINA BIANCO/NERO + ROSSO CUORE: DI COSA SI TRATTA?

Non mi pia e sentirmi iamare maestro , non mi reputo un artista ma un progettista gra o on una gran e oglia i sogno. ome tutti i progettisti, mi pia e sperimentare me ia romati i e soluzioni i onogra e i erse. Da ui nas e la serie C ina Bian o/Nero Rosso Cuore , un omaggio personale al gran e umetto egli anni

WHY MARCHE | 9


A G O R A’ La Meraviglia - Proprietà Galleria Pianetti-Falconara

Il progetto e magie i An ona nato in olla orazione on iorgio ianetti, ami o e gallerista i Fal onara ol uale olla oro a oltre ie i anni. a te ni a uella sopra itata elle arte a ompagnata a una ri er a otogra a ei posti pi aratterizzanti ella itt . stata una gran e emozione aggirarsi on la ma ina otogra a per An ona, s oprire e ostruire gi all in ua ratura uello e sare e poi i entato il ua ro nale. Immaginarsi la mole Van itelliana olare ia appesa a pallon ini, ar transitare le mie alene olanti attra erso l ar o i Traiano o ar anzare una sirena sul Monumento ei Ca uti sono al une elle immagini e pre eris o. a oglia i reare per An ona appena all inizio. C iss o e mi porter .

L’ARTE PER TE NON SI LIMITA ALLE TELE MA CORRE ANCHE LUNGO LE CORSIE DEGLI OSPEDALI PEDIATRICI. CI VUOI PARLARE DI QUESTA ESPERIENZA?

60/ 70 i ergio Toppi, o e il ian o el oglio non eni a limitato al ri ua ro ella ignetta ma i enta a e orma a olume e parti olari ella narrazione. er ui mi sono riappropriato ell in iostro i ina, ei pennini alligra i e ei ari tipi i segni ati ai pennarelli i ultima generazione. Mi sono immaginato e isegnato le mie Balene olanti olteggiare nel oglio ian o tra mille ara es i e preziosismi gra i o e l uni a nota i olore ata al Rosso ei uori presenti nell illustrazione. I personaggi e le am ientazioni elle altre ue serie sopra itate, i ono una nuo a ita in ueste ta ole e per la prima olta sono state presentate a no em re 2016 in una mostra a Torino e sono poi i entate oggetto el li ro C ina /n rosso Cuore , pu li ato per la izioni ell ami o Mar o Re e.

na stupen a a entura e a i ersi anni a portato me e i miei pennarelli olorati a in ontrare am ini i ogni et e etnia nei reparti ell ospe ale alesi e an isi i An ona. i ea na ue opo a er parte ipato alla mani estazione Clo n on t e ea e si tiene ogni estate nella spiaggia i alom ina Nuo a. n intera giornata a isegnare on e per i am ini presenti e i loro sorrisi e apprezzamenti e ero s attare ual osa in me. Mi proposi os alle atronesse el alesi e urono en eli i i a ogliermi tra loro e iniziai uesta esperienza apprima

ANCONA È NELLE TUE ORIGINI E NELLE TUE CREAZIONI. RACCONTACI DEL PROGETTO ARTISTICO SU ANCONA.

Il mio un omaggio a una itt e nel suo mare e nelle sue storie, on a la propria ellezza. Mi pia e pensare alla itt i An ona ome a un porto e a oglie mille storie i iaggi e i speranza. Da An ona si parte per nuo e emozioni e i si ritorna per ripartire an ora. Mille uori spensierati iaggianti o in uga a terri ili realt . Il suo as ino mai ostentato e is reto sta in uesto usso e ri usso i persone, emozioni sempre in mo imento ome le on e sul litorale.

nella sala gio

i poi in ronto o

orso isegnan o

Magia - Proprietà Galleria Pianetti-Falconara

10 | WHY MARCHE


Il Sogno Proprietà Galleria Pianetti-Falconara

ABBIAMO BISOGNO DEI SOGNI, COSTRUIAMO SOGNI E REALIZZIAMO SOGNI, A VOLTE FACCIAMO PARTE DI SOGNI ALTRUI E SPESSO AHIMÈ CONTRIBUIAMO A DISTRUGGERE SOGNI DI ADULTI E BAMBINI. alene olanti, u alieni, s uali s emi e mostri iattoli ari. Due anni opo mi iamarono alla Car io irurgia e iatri a egli ospe ali riuniti i An ona e ui ono i il primario Mar o ozzi e gi al primo in ontro mi port in TI per isegnare on un ragazzino ar iopati o e operato a al uni giorni. ran e emozione e gran i Bu Alieni e ero tras orrere al ragazzino momenti spensierati. Da uel giorno, ogni gio e il mio posto al 5 piano ella Car io on la mia aligetta Colorina piena i pennarelli, ogli e uant altro. Con la psi ologa Annalisa Cannarozzo piani iamo gli in ontri e poi ia on i im i per un paio i ore, tra olori, essenze pro umate, ogli e reature antasti e per esor izzare paure e timori. Da settem re 2016 isegno on e per i am ini el a ospital i n ologia e iatri a el alesi. Non erto una mas erina er e a ermare il loro sorriso, e lo assi uro.

TI CHIAMANO ANCHE “OMINO DEI SOGNI”: PERCHÈ E COSA SOGNI PER IL TUO FUTURO?

Mi iamano mino ei ogni per essen o alto un metro e in uanta in ue, gigante non il termine appropriato. erzi a parte, non so are una risposta erta. enso sia per ia elle immagini e progetto, per le rasi e s ri o, per la mia isione oniri a ella ita. A iamo isogno ei sogni, ostruiamo sogni e realizziamo sogni, a olte a iamo parte i sogni altrui e spesso a im ontri uiamo a istruggere sogni i a ulti e am ini. Mi pia e pensare e il sogno sia in noi, risie a nel uore e ogni tanto se ne es e uori palesan osi tramite le proprie apa it intelletti e, oratorie, prati e. C iun ue in gra o i sognare! er uesto i o sempre e lo gri o orte isegnan o per i am ini ospe alizzati Di en i sempre il tuo sogno e Vola! .Cosa sogno per il mio uturo Il mio presente. per il momento un el momento.

WHY MARCHE | 11


ANIMA

R U O T L GA A R R E T O R T N E ’ L L E N O N A I G I H MARC

carelli di Roberto Cec

12 | WHY MARCHE


I PERCORSI DI WHY MARCHE Vi siete mai iesti ome a e ere a nanziamenti pu li i per tras ormare una passione in un ero e proprio la oro Magari a ian o una ountr ouse nelle ampagne o nei ellissimi org i ell entroterra mar igiano, o ornen o ser izi in ampo ulturale, so iale o turisti o un po la stessa esigenza egli amministratori ei pi oli omuni, e per ristrutturare un museo o per ren ere pi a ogliente la propria itta ina anno a amento su ontri uti pu li i. I ruppi i Azione o ali ( A ), ser ono proprio a uesto sono una spalla per i omuni e per i itta ini nell a esso ai on i pu li i pre isti al rogramma i iluppo Rurale. In prati a, lo sno o e onomi o e nanziario a sostegno ei pri ati e ei pi oli enti ell entroterra, e possono a e ere ai on i sta iliti alla politi a i s iluppo rurale ell . Il A , insomma, il luogo o e on uis ono al asso le aspirazioni ei itta ini e egli amministrazioni. Cura la re azione ei an i, la loro pu li azione e tutta l atti it istruttoria. Appro a i progetti, eri a l a anzamento ei la ori e pre ispone la o umentazione per la ren i ontazione nale. Dopo l appro azione, il progetto iene inserito al A in un sistema in ormati o e il pagamento ai itta ini o agli enti err e ettuato all Agea, l organismo pagatore ei on i el sr. a no it per la presente programmazione nei osi etti rogetti Integrati o ali ( I ), o ero progetti in sinergia tra pu li o e pri ato. In prati a, i omuni in i i uano ei a isogni strategi i pro utti i e il A seleziona l in estimento integran olo on le istanze proposte ai pri ati. I ontri uti possono essere or ettari, a on o per uto, oppure in parte ipazione ( uote al 40 50 el totale) per le imprese esistenti.

WHY MARCHE | 13


ANIMA

GAL MONTEFELTRO www.montefeltro-leader.it

PATRIMONIO CULTURALE E RICETTIVITĂ€ Il A Monte eltro, opo la iaspora ei territori passati alla Romagna, a la ompetenza su 30 omuni ell alta pro in ia pesarese, opren o una popolazione i 84 mila a itanti. Di iotto so i tra soggetti pu li i e pri ati, il A presie uto a Bruno Capanna, gestis e una otazione nanziaria i 8 milioni i euro, i ui ir a 6,5 estinati ai an i per ene iari pri ati e amministrazioni lo ali una pi ola uota iene estinata alla ooperazione on gli altri A a li ello nazionale e internazionale, mentre 1,38 milioni i euro sono impiegati negli oneri i gestione. Consi eran o gli in estimenti e erranno atti ati nel settore pri ato, il A Monte eltro ri erser sul territorio ir a 10,5 milioni i euro, an o priorit agli inter enti i ri uali azione el settore turisti o e ei ser izi per il miglioramento ella ualit ella ita territoriale. Nella s orsa gestione spiega il Direttore Domeni o Fu ili il 65 elle risorse stato impiegato presso le amministrazioni lo ali e il restante 35 stato estinato a atti it impren itoriali pri ate . a parte pi onsistente ella s orsa programmazione stata riposta nel re upero el patrimonio stori o ulturale. Da ri or are gli inter enti

14 | WHY MARCHE

i restauro e onser azione ei manu atti rin enuti nel sito ar eologi o i ant Angelo in Va o, la Domus el Mito , e il nanziamento ella prima ampagna i s a i ella Ti ernum isaurense, nell area i Ma erata Feltria. I ontri uti pri ati, in e e, anno riguar ato l atti azione i strutture i ri ezione turisti a nelle aree rurali e i sostegni alle asso iazioni e raggruppano gli impren itori nello stesso settore. Tra uesti, al une importanti realt e si o upano i promozione e a oglienza, ome il Consorzio r ino e Monte eltro, il tour operator Mar e oli a e la Con ommer io. I nuo i an i, isponi ili alla prossima prima era, per orreranno lo stesso lone. Non saranno per estinati a nuo e strutture, ens alla ri uali azione elle per orman e elle strutture ri etti e esistenti e ai progetti i olla orazione elle stesse on i soggetti pu li i il tutto, nell otti a i rappresentare il territorio in mo o unitario e e a e. Nel omparto pu li o, il A ar priorit a iniziati e e puntino all apertura i siti gi restaurati e non an ora rui ili, tra ui mi ro musei, i liote e, astelli e imore stori e.


I PERCORSI DI WHY MARCHE

GAL FLAMINIA CESANO www.galflaminiacesano.it

LA MULTIFUNZIONALITÀ DELL’IMPRESA AGRICOLA Il

A Flaminia Cesano a seguito i re enti usioni a la ompetenza su 17 omuni geogra amente appartenenti ai a ini ei umi Metauro e Cesano, ( ue omuni in pro in ia i An ona e gli altri in pro in ia i esaro) per una popolazione po o pi i 73 mila a itanti. I so i pu li i sono 2, mentre uelli pri ati sono 17. a otazione nanziaria el A presie uto a Ro ol o Romagnoli e iretto a Dan uzi, nella programmazione 2014 2020 sar i 7 milioni i euro in totale, ompresi gli oneri i gestione. i stima e tale patrimonio nanziario atti er ir a ,8 milioni i in estimenti sul territorio. Nella passata programmazione sono stati nanziati inter enti nei org i minori e nei entri stori i, relati amente agli arre i ur ani e al miglioramento ella ualit paesaggisti a. Il re upero e restauro i eni ulturali a riguar ato eni i parti olare pregio, ome la ua reria Cesarini i Fossom rone, on inter enti per la messa a norma ei sistemi i si urezza e l ampliamento i una sala. A Montemaggiore al Metauro stata portata a nuo a ita la sala on egni el teatro omunale, mentre a ant Ippolito, il Museo Ci i o a ene iato ell a attimento elle arriere ar itettoni e. Tra gli altri inter enti, la sala poli unzionale e espositi a i

ant An rea i uasa, pi olo orgo nel territorio i Mon a io e il ripristino a Mom aro io i una parte el museo i i o. er i pri ati sono state sostenute le strutture turisti e ountr ouse e atti it i ospitalit rurale. Finanziamenti sono arri ati an e per l ampliamento ella apa it ri etti a el Monastero i Fonte A ellana, nel omune i erra ant A on io, ero e proprio monumento i interesse nazionale, o e il numero ei posti letto aumentato note olmente a seguito ella ristrutturazione i un asolare in pietra a ia ente al monastero. tesso o ietti o a a uto l inter ento presso il Ri ugio Cupa elle Cotaline nell area s iisti a el Catria. Con entran o in parte gli s orzi nell intero omprensorio montuoso e ri iama turisti in zona. Nella nuo a programmazione si proseguir promuo en o uell e onomia ell esperienza , gi a iata, metten o in rete le liere ei pro otti tipi i, i pro uttori i ualit e le esperienze i agri oltura so iale se on o il riterio ella multi unzionalit ell impresa agri ola. I rogetti Integrati o ali saranno estinatari i oltre il 50 ei ontri uti e a ranno ome o ietti o il sostegno alle imprese i ser izi alle ategorie s antaggiate e ooperati e so iali i gio ani.

WHY MARCHE | 15


ANIMA

GAL COLLI ESINI SAN VICINO www.colliesini.it

UNA VISIONE “OLTRE IL CAMPANILE�

Il

A Colli sini an Vi ino a la ompetenza su 31 omuni ell entroterra an onetano e ma eratese (27 in pro in ia i An ona e 4 in pro in ia i Ma erata) e onta 87 so i tra enti pu li i e soggetti pri ati. resie uto a Ri ar o Ma erloni e iretto a u a iermattei, il A pi popoloso . Nell area si ontano ir a 143 mila a itanti. Nella passata programmazione (2007 2013) la uota egli inter enti nel pu li o stata pre alente. ono stati impiegati sul territorio ir a 7,8 milioni i euro. Il 40 egli a amenti ai pri ati non sono an ati a uon ne, an e a ausa elle restrizioni el sistema re itizio e ella risi e onomi a sorta proprio in uesto perio o. Nonostante i , sono nati almeno ie i progetti nel settore ei entri rurali i ristoro e egustazione , ountr ouse e re upero i immo ili a a i ire a strutture ri etti e. ul ronte pu li o il A a sostenuto la realizzazione i nuo e aree amper a Cingoli, anta Maria Nuo a, Castelleone i uasa e Apiro. ono nati entri i aggregazione gio anile, ome a Fa riano e a Cingoli, e sono stati re uperati immo ili stori i il aso i Cerreto si e Ar e ia. poi gli inter entri i ri uali azione i immo ili pu li i nei entri stori i il astello i ierosara

16 | WHY MARCHE

i enga, oggio an Vi ino, Apiro, o an ora, il entro stori o i Domo, nell area montana i erra an uiri o e il i ino par o ella Castelletta. Da segnalare an e la ri uali azione el Teatro i Ar e ia e il par o i Villa Coppetti a Castel ellino, e i entato un luogo i aggregazione ulturale se e i e enti out oor. Dalla olla orazione tra pu li o e pri ato nata an e la Forna e el usto a Cupramontana, spazio espositi o e ommer iale per i pro uttori agri oli lo ali i ualit . Nella prossima programmazione la otazione nanziaria totale i 10,1 milioni i euro. Consi eran o la le a egli in estimenti pri ati atti ati ai nanziamenti, i on i ri ersati sul territorio potranno salire a uota 11 milioni i euro. Fo us sulla tra izione mani atturiera ell area, si er er i a orire la nas ita i start up inno ati e e la reazione i nuo i soggetti impren itoriali apa i i integrarsi nel tessuto e onomi o so iale. untiamo molto sui I , i progetti integrati lo ali ommenta Ri ar o Ma erloni, e an e presi ente iA A iniziati e unitarie i omuni e pri ati e metteranno in net or progetti ongiunti . na strategia sintetizza ile on il motto oltre il ampanile , on l am izioso o ietti o i nanziare 223 progetti, puntan o a reare 16 nuo i posti i la oro nei omuni ell area.


ANIMA

GAL SIBILLA www.galsibilla.it

PRIORITĂ€ ALLE MICRO-IMPRESE Il

A i illa il punto i ri erimento per i uaranta uattro omuni elle aree rurali ella pro in ia i Ma erata. resie uto a an ro imonetti, il suo am ito azione spazia a Appignano, no a Corri onia, Tolentino, erra alle, e ri ompren e an e i entri olpiti gra emente al re ente terremoto, tra ui Visso, ssita, Castelsantangelo sul Nera. a popolazione i ri erimento el A i 135.287 a itanti. Il A i illa attua una misura el R in ui si e i enziano al asso i a isogni e le opportunit e is en ono al iano i iluppo Rurale 2014 2020 gesten o i ontri uti alle imprese extra agri ole e ai omuni. Nel pre e ente piano i inter enti 2007 2013, a iamo nanziato imprese ri etti e pri ate, ome a tta amere e ountr ouse, e numerosi enti pu li i spiega il Direttore, te ano iustozzi an o priorit alla alorizzazione ei musei el territorio .

18 | WHY MARCHE

Da ri or are la ri uali azione egli spazi espositi i ella pina ote a Ta i Venturi i an e erino Mar e, e ra iu e opere i altissima importanza artisti a, poi il museo pina ote a Monsignor Armin o Ri i a Monte an Martino, o e sono presenti opere i Cri elli e Bo ati e la ri uali azione ella Ro a i r isaglia. Il piano attuale 2014 2020 in orso opera. I primi an i saranno operati i a maggio giugno el 2017. Il A i illa gestis e un piano nanziario i ontri uti pu li i per 8,5 milioni i euro, e atti eranno un ontri uto pri ato stimato, pari a ir a 4,7 milioni. In totale, un ue, arri eranno sul territorio 13,2 milioni i euro. Da annotare e a seguito egli e enti sismi i il A sta la oran o in on izioni parti olarmente i ili. Al uni inter enti sono stati in atti programmati prima el terremoto, per ui impegnato in in ontri sul territorio per apire uali linee i priorit riser are alle mi ro imprese.


I PERCORSI DI WHY MARCHE

GAL FERMANO www.galfermano.it

IMPRESE, BORGHI E CENTRI STORICI Il al Fermano ea er, presie uto a Mi ela Borri, ra iu e 33 omuni nella pro in ia i Fermo per un totale i 0.263 a itanti. Nella passata programmazione gli inter enti el A Fermano anno riguar ato il re upero e la alorizzazione el patrimonio ulturale a ni turisti i, on parti olare attenzione alla ruizione ei ontenuti ulturali onnessi a spazi museali e poli unzionali, inter enti i restauro i pi ole iese, eri e propri gioielli el territorio in gra o i attrarre turisti, inter enti i re upero e alorizzazione ei org i e ei pi oli entri stori i. igni ati i gli inter enti per la promozione territoriale, an e in ooperazione on gli altri al elle Mar e. er il sostegno alle imprese spiega il Direttore Ro o Corra o a iamo promosso soprattutto le atti it onnesse alla pi ola ri etti it turisti a . Da ri or are al uni risultati raggiunti nel re ente passato, tra ui il ompletamento el Museo el Cappello i Montappone, alorizzato attra erso un nuo o allestimento e il miglioramento ell impiantisti a, inter enti e anno permesso i ren erlo rui ile al pu li o. Degni i nota an e gli inter enti per migliorare la rui ilit ella Casa Museo i s al o i ini, a Monte Vi on Corra o, il ompletamento el re upero ella iesetta i anta Maria ell lmo a Mores o, il ompletamento el entro isite elle isterne romane i Fermo e i la ori per l atti azione ella Casa egli Artisti a Alti ona, una imora estinata alle esi izioni e all ospitalit egli stessi artisti, luogo i aggregazione e spazio reati o. Il piano attuale mira a apitalizzare gli in estimenti

sostenuti nella pre e ente programmazione, ri olgen osi prin ipalmente all integrazione el patrimonio ulturale lo ale on il sistema e onomi o so iale. i ea i on o uella i s iluppare un turismo ulturall entere , muo en o all ipotesi e la alorizzazione strategi a el patrimonio ulturale sia in gra o i massimizzarne la apa it i generare, oltre a alore so iale, an e alore e onomi o. Dun ue, imprese a ser izio el turismo e ella ultura. i e nuo e amere ontinua Ro o Corra o orremmo uali are l o erta esistente e stimolare l atti it i impresa ulturale e reati a, per l inno azione ell o erta i ser izi e pro otti sul territorio . attenzione alla ooperazione tra pu li o e pri ato ar le a soprattutto sui rogetti Integrati o ali ( I ), aggregazioni omunali e oin olgono il partenariato lo ale, on l o ietti o primario i aumentare l o upazione. Il u get nanziario el A Fermano i ir a 7,5 milioni i euro, e i enteranno ir a 10 milioni onsi eran o la ne essaria uota i o nanziamento a parte ei potenziali ene iari, pu li i e pri ati. na parte elle azioni saranno legate al sistema so io assistenziale e so io ulturale, al ne al ne i ontri uire al mantenimento i un li ello a eguato ei ser izi per le popolazioni rurali. I primi an i saranno operati i gi a aprile, on priorit nel sostegno allo s iluppo e alla nas ita i nuo e imprese, non alla ri uali azione i org i e entri stori i.

WHY MARCHE | 19


ANIMA

I PERCORSI DI WHY MARCHE

GAL PICENO www.galpiceno.it

RICOSTRUIRE ANIMA E VOCAZIONE Il

al IC N a un area i 23 omuni ell area interna ella pro in ia i As oli per una popolazione i ir a 50 mila a itanti. resie uto a Domeni o entili e iretto a Marina Valentini, la sua otazione nanziaria i ir a 6 milioni i euro per la programmazione 2014 2020. razie alla le a egli in estimenti pri ati il A ri erser sul territorio as olano ir a 8,5 milioni i euro, e potranno essere una spinta al rilan io e onomi o el territorio. li inter enti ella s orsa programmazione anno a orito gli aiuti alle pi ole imprese nel settore el turismo. A iamo ontri uito a aumentare i posti letto attra erso il nanziamento per la reazione i nuo e strutture, sia l ammo ernamento elle esistenti spiega il presi ente Domeni o entili Al uni progetti i promozione territoriale anno portato a un aumento el 25 elle presenze a paesi esteri. A iamo a orito aggregazioni territoriali e anno realizzato una promozione territoriale e e enti ( i eno senso reati o, Terre el i eno, i eno ense o pla e e i eno 360 gra i) ontri uen o a ar onos ere l area el al e le sue risorse, rean o egli e enti i su esso. Nel pu li o sono stati nanziati inter enti i re upero i immo ili stori i e e on il oin olgimento i Asso iazioni lo ali/ rolo o , stato possi ile realizzare ei entri poli unzionali i a oglienza, in ormazione turisti a e i aggregazioni ella popolazione lo ale (Ro a u ione, Appignano el Tronto, Castignano, Venarotta, Castorano, a, Rotella, almiano) . Mi ro inter enti i usi anno riguar ato i pi oli entri stori i ell entroterra e i eni ulturali a Monte ino e l a eguamento e il re upero unzionale ell ex

20 | WHY MARCHE

s uola elementare ome l stello ella gio ent e lo ali a eguati per la Valorizzazione ella Mela Rosa a Montalto elle Mar e, Carassai, Cossignano, Cupra Marittima, Comunanza il re upero i spazi pu li i e aree i interesse ar eologi o e museale sono state attrezzate e rese rui ili a Montemona o la iesa i an Mi ele, stata re uperata e attrezzata rean o una sala on egni e un museo e a resistito per ettamente al terremoto. Il iano i iluppo o ale per la prossima programmazione stato gi pre isposto sulla ase elle mani estazioni i interesse per enute al territorio e stato appro ato alla Regione Mar e a no em re 2016. Il terremoto per , a reato la ne essit i una re isione el iano. e strutture turisti e an ora agi ili a ranno una orsia pre erenziale e onsentir loro i usu ruire i risorse per inter enti sia strutturali, sia i a eguamento unzionale, sia i a essi ilit e i ammo ernamento te nologi o. I primi an i sono pre isti a giugno 2017. Attenzione alle imprese an e nei settori no pro t , assistenza so iale, artigianato e pro otti tipi i lo ali. er i omuni arri eranno in e e i an i per il re upero strutturale el patrimonio immo iliare an ora agi ile. Con 15 omuni all interno el ratere sismi o stiamo alutan o le mo alit i mi rointer ento, e saranno analizzate non appena i saranno no it rispetto alla ri ostruzione sottolinea entili. Fo us parti olare an e sui rogetti Integrati o ali ( I ). i , in atti, sono in orso i ostituzione tre asso iazioni i omuni, ue elle uali omposte proprio ai nti territoriali anneggiati al sisma.


DAL 1989, VERNICI SU MISURA PER LEGNO, METALLO, PLASTICA E VETRO orm li mo e re li i mo e etti e olori ni i e s nno es lt re ll er e ione l belle el esi n.

IULIO BE ER SRL Via Merloni 7 60030 erra e Conti (AN) Tel. 0731.878312/442 Fax 0731.870425 in o e era erni i.it . e era erni i. om


ANIMA

LA STORIA

VII. Ho sentito lo spaventevole dialogo dei morti, fatto di tarli nei legni scuri delle sacrestie; di colpi di piedi scalzi in grandi camere vuote, dove il lucore della candela si fissa negli angoli delle porte aperte, nelle cornici d’oro degli specchi; di zirli di tordi saliti dai laghi di nebbia. Paolo Volponi, da Il ramarro (Istituto d’Arte, Urbino 1948)

22 | WHY MARCHE

Non a ile es ri ere una itt , in epo e i erse, parten o ai personaggi e in un ammino senza sosta ne anno tra iato pro on amente la storia. Nella so iet li ui a e asetti a i oggi, o e la irtualit pre omina, l e o el ialogo intellettuale risuona an ora per le stra e i r ino, a ar i ata in ima alla alle el Metauro in una spe ie i moto as ensionale. Tra i oli pen enti e giar ini otani i, la itt el silenzio si isper e nel punto pi alto, o e la si e e meglio alla ortezza i Al ornoz, oluta a s opo i ensi o al ar inale spagnolo rimoar nella se on a met el IV se olo. e si torna in ietro negli anni e nei se oli, tra i tetti elle ase egra anti e il magni o alazzo Du ale e i ato a met el uattro ento, on i torri ini i materiale laterizio iaros urato a strapiom o su Val ona, sem ra i poterli in ontrare tutti gli uomini e anno san ito la gran ezza i r ino. a itt al mattone olor miele, patria el Rinas imento, enne tras ormata in luogo ell anima al Du a i Montel eltro, me enate on il pro lo ar igno, e i enne u ato eletti o i geni ome Ra aello, on i suoi e eli ritratti iero ella Fran es a, e in ent una prospetti a narrante aolo ello, antesignano ella potenza plasti a Fe eri o Baro i, on le nati it estati e io anni anti, e assor gli in ussi amming i Fran es o i iorgio Martini, al tratto omposto e elegante. r ino an e la itt ella iesa i an Bernar ino on la sua upoletta ilin ri a. Il omplesso onser a un interno i primo Rinas imento, una na ata e si prolunga nel pro on o oro rettangolare. ulle pareti laterali ella iesa sono stati ollo ati i sepol ri marmorei i Fe eri o e el


didiAlessandro Stefania Cecconi Moscè

SI E’ FERMATA A URBINO glio ui o al o. an Bernar ino si lega al on etto i ortus on lusus. All esterno uno spazio miti o, ma an e lai o. n luogo i eale tra spirito e arne. i ile tro are una onnotazione i giar ino uni amente ur inate, sia sotto l in uenza elle ar itetture, ella realt esteti a e loso a, sia al punto i ista elle usanze. e arie orrenti stilisti e anno ostituito un ri erimento nella storia ei giar ini, nato alla ontrapposizione tra uelli orientali (in parti olare russi) e gli o i entali. uog i i i ertimento o luog i i ri essione. o spazio i an Bernar ino si situa a met . Non un giar ino para iso on gli al eri a rutta, ma un posto misurato e romanti o, pri o ompletamente i elementi aro i, s arzosi. Nell et ontemporanea la ama i r ino non si a atto spenta. Nel 1 38 i arri Carlo Bo, per molti il se on o u a, e al 1 47 al 2001 u rettore ell uni ersit . Di r ino Bo er i s elare il mistero ome a e ano atto prima i lui, nel loro passaggio, io anni as oli e Vin enzo Car arelli. Ne in i i u l aria pri ilegiata , la gui a a una posizione e in una isione per no mira olose. Rimane amosa la rase per apire r ino non asta una ita . Carlo Bo, regale, impertur a ile, lo si pote a in ontrare al ir olo itta ino o a spasso per la itt e senti a sua, lui e a e a iamato a insegnar i Mario uzi ( e a r ino oni il pensiero uttuante ella eli it ) eone Tra erso (il germanista e esti a elegantemente i ian o) Clau io Varese (esperto el uattro ento e ultore i inema) Rosario Assunto (il loso o elle orme) personalit i rilie o nel i attito ulturale italiano. A r ino, all inizio egli anni essanta, enne iuseppe ngaretti a leggere nella piazza el alazzo Du ale. C era una gran olla a as oltarlo, ome nei omizi elettorali. A e ano ato il remio No el a uasimo o e ngaretti es lam ironi amente tasera r ino mi pare pi ella i to olma . Ma an e nella se on a met el se olo s orso la oritura letteraria a atto i r ino un posto i primo piano nel ermento ella is ussione spe ie intorno alla poesia. aolo Volponi era gi uno ei maggiori s rittori italiani e olse la istanza tra il paesaggio agreste e la i ilt mo erna i orata alle ma ine. Il mito ella iaspora lo ontagi nella stra a per Roma , ma r ino rest il segno in aria ile el suo spazio tempo. na itt i eale e non i illi a, n uieta il illaggio ell utopia progressista. roprio Bo, nella pre azione alla ra olta in ersi Il ramarro (1 48) i Volponi, in i i ua a un segno i iolenza naturale e nessuno potre e tras urare a uor leggero . Negli ultimi anni o isto spesso la oltissima, eli ata io ina Jannello, moglie i Volponi e assistente personale i A riano li etti, re uentare i ar e umare le sigarette in un ialogo or iale on la itt .

Va menzionata una ata signi ati a el re ente passato nel 1 77 e il poeta m erto iersanti i e il Festi al Nazionale i oesia. Vennero Dario Bellezza, Milo De Angelis, Maurizio Cu i, io anni Ra oni, Antonio orta, Da ia Maraini, Fran o Cor elli, solo per itare al uni ei nomi pi rinomati. Nel 1 7 si tenne un on egno sui mar igiani, sempre promosso a iersanti poeti e neppure si onos e ano tra loro. na sorta i anti ipazione ell iniziati a ra io oni a Resi enza lan iata a An ona a Fran o ataglini e ai gio ani olla oratori ianni D lia, Fran es o ara i ie Massimo Ra aeli nel 1 80. Di m erto iersanti anno itati spe ialmente i ersi in entrati sul mito elle Cesane, gli altipiani a su i r ino. Il iaggio esistenziale rimane sospeso tra il tto elle os aglie, nell intatta ampagna, tra la ruma e i irupi, tra isionarie nin e e il ri or o elle gure parentali nella asa in on o al osso. A r ino insegna an ora il riti o ualtiero De anti, e el paesaggio appennini o a in i i uato una linea per etti a, la i ra i un is orso ulturale. Da ri or are altri ue poeti r ole Bellu i e gi io Menga i. Il primo inserito in una imensione ur ana i etrine, an elli, ring iere, an roni il se on o solitario e in ipen ente, on una ena teatrale e ironi a. Di r ino (pi pre isamente ella ontra a i ieti) era on Italo Man ini, ne teologo, amatissimo ai ragazzi, ai uali insegna a an e ospitan oli in asa, o ren o loro il ino e il ormaggio, on into e la loso a il passaggio al senso al signi ato attra erso le me iazioni ulturali . Non imenti iamo la uola el i ro on le in isioni ei maestri ur inati el se on o opoguerra (Renato Brus aglia, Arnol o Ciarro i, Carlo Ce i, eonar o Castellani) ospitate nell ex Collegio Ra aello. i a erte una onsonanza nel segno ella parola s ritta e ell a ua orte, uasi ossero lo stesso mezzo i ontemplazione isposto tra gli al eri e i ieli, tra sprazzi i natura e oggetti e appartengono all uomo. A partire agli anni essanta r ino si aratterizzata per la stretta olla orazione ell uni ersit e el omune on l estroso ar itetto ian arlo De Carlo. uesto rapporto inizi uan o Bo gli ommission il progetto i ristrutturazione interna i alazzo Monte eltro Bona entura. u ito opo l ar itetto geno ese u in ari ato i re igere il piano regolatore mirato al re upero el entro stori o. u essi amente De Carlo realizz i ollegi nei pressi ella iesa ei Cappu ini un esempio e ellente i ome l ar itettura possa on ersi on il paesaggio ir ostante e rimane per ettamente intatto (la osi etta ar itettura ella parte ipazione ) ren en o pi armonioso e a ogliente ogni spazio tra la itt e la ampagna.

WHY MARCHE | 23


ANIMA

Cupramontana ritrova il suo acquedotto romano UN SOGNO CHE SI AVVERA. LO SCORSO 20 OTTOBRE È STATO RINVENUTO L’ ACQUEDOTTO CHE RIFORNIVA L’ANTICO MUNICIPIO ROMANO DI CUPRAMONTANA Nel 177 a Cupramontana iene s operto, pro a ilmente in o asione i al uni s a i ar eologi i, un a ue otto romano. a notizia traman ata allo stori o uprense on Fran es o Meni u i e on ueste parole omin ia la es rizione ell anti a opera i rauli a A ue otto sotterraneo magni o s operto nel 177 . gli in a ato nel tu o, in gura o ale ( ). Il suo omin iamento si tro ato essere in o presso la Casa e ig.ri rana, ora e ig.ri Conti eoni .

26 | WHY MARCHE


di diStefania Stefana Cecconi uesto re e stral io el Meni u i, solo una parte ella es rizione minuziosa e egli a ell a ue otto. Il reso onto ompleto a orre o i una mappa ontenuta nel Commer ium pistoli um, una ra olta i orrispon enza tra il sa er ote uprense e lo stori o e religioso iuseppe Colu i, atata tra il 1788 e il 17 3. razie al ontri uto ello stu ioso originario i Cupramontana, stato possi ile traman are uesta importante in ormazione stori a no ai nostri giorni e utilizzare le sue in i azioni per ar emergere nuo amente l a ue otto romano. In atti, a molti anni gli speleologi el progetto Cupra otterranea e l Ar eo lu i Cupramontana erano alla ri er a i uesta opera ingegneria romana. eguen o la es rizione ettagliata ornita al Meni u i, u s an agliato il territorio a lui in i ato senza per esiti positi i. Cos , a un erto punto, le ri er e urono interrotte per assenza i tra e. Come spesso a a e per il aso o la ortuna a a erare i sogni e le am izioni. e ene per anni le ri er e ell anti o a ue otto romano siano state ane, urante i re enti s a i per le on amenta el nuo o Cinema Teatro omunale, lo s orso enti otto re, stato rin enuto il primo tratto ell a ue otto romano. e on o il Meni u i l anti o a ue otto si sno a a lungo il ersante nor o est i Cupramontana, passan o nella zona anti amente iamata le Canale ie , nome e pro a ilmente riman a al termine anale e uin i all a ue otto. In realt , l opera stata rin enuta a in uanta metri i istanza al punto in i ato allo stori o. o s a o a portato alla lu e un uni olo in a ato a mano nell arenaria, alto ue e lungo ir a trenta uattro metri, on una pen enza el ue per ento. Il on otto, a ilmente per orri ile erso monte, , in e e, ostruito a alle a un palo in emento armato, posto per sorreggere un e i io a ia ente. pera omplessa, geometri amente per etta, realizzata on la maestria e solo i Romani sono stati apa i i a ere in uesto tipo i ostruzioni. n am iente uio, umi o e o attato. C i a isitato uesto a ue otto rimasto in iolato per molti anni, es ri e l atmos era e si respira al suo interno ome misti a. Il uni olo ormato a una olta a tutto sesto e poggia su pareti e, stringen osi erso il asso, anno una orma a V . uesta aratteristi a garanti a un appro igionamento ell a ua regolare sia nei momenti i si it sia in uelli pi pio osi. i ipotizza e, ome per altri a ue otti romani, il on otto termini in una gran e isterna sotterranea, olta a a umulare e poi istri uire l a ua per la itt . Il Meni u i, nel suo s ritto, non parla mai i una isterna, tutta ia nomina elle mura sotterranee e all a ue otto terminano in uno spazio otato i numerose olte e ar i. In uest area, ra onta sempre Meni u i, urono rin enute all epo a molte ossa i a a eri umani. eggen o ueste parole si pu pensare e il luogo es ritto al sa er ote uprense possa essere la isterna ell a ue otto, utilizzata nel perio o

elle pestilenze ome ossa omune. a s operta stata presentata al pu li o al sin a o i Cupramontana uigi Cerioni e a Ilaria Venanzoni ella oprinten enza per i Beni Ar eologi i elle Mar e, insieme all ar eologo Mar o Am rosi e all Ar eo lu i Cupramontana. Attualmente il Comune i Cupramontana impegnato a reperire le risorse ne essarie per portare a anti i la ori e esplorare an e il tratto a alle ell a ue otto. na s operta, uesta, e oltre a inorgoglire il paese, arri is e an ora i pi il patrimonio stori o e ar eologi o ella itta ina mar igiana, gi alorizzato al progetto Cupra otterranea. uest ultimo a ome o ietti o uello i onos ere e o umentare la parte pi misteriosa ella itt , uella sotterranea, atta i uni oli s a ati nel sottosuolo e utilizzati al Me ioe o no al No e ento. n nuo o e prezioso pezzo ella Cupramontana sotterranea ora pronto a aggiungersi a uelli gi s operti.

WHY MARCHE | 27


ANIMA

LA VITA IN FILANDA

La filanda è ‘na galera…

…chi la prova nun ce resta / tira e molla, molla e tira / la filanda è ‘na galera” così inizia uno dei canti delle nostre filandaie riproposto da La Macina. La filanda fu, in effetti, una galera per le condizioni in cui molte delle nostre antenate dovettero lavorare ma consentì loro anche di aggregarsi, di condividere gioie, dolori, sogni, rassegnazione; di trovare una loro indipendenza, di uscire dal ristretto ambito domestico e riconoscere di avere dei diritti. Per l’economia del nostro territorio rappresentò un prototipo delle moderne industrie, raccogliendo e organizzando centinaia di lavoratrici.

In Italia la a i oltura e la gelsi oltura erano i use nelle ampagne mar igiane gi nel Due ento, ma solo nel ette ento ueste atti it , e la latura ella seta, i ennero importanti per l e onomia el territorio tanto e lo tato onti io assegn premi per in oraggiare i onta ini a espan ere le piantagioni i gelso. In uesto perio o tutto il pro esso, e inizia a on la olti azione el gelso, prosegui a on l alle amento el a o e termina a la trattura ella seta, si s olge a nell a itazione onta ina. A o uparsene erano pre alentemente le onne ella amiglia e tra aprile e giugno pre ispone ano le igattiere (solitamente in so tta) o e i a i res e ano alimentati on le oglie i gelso, le puli ano e uan o il ozzolo era maturo, prima e osse u ato ella ar alla, lo olli ano e ne ri a a ano il lato. Nella nostra regione, si sa, l in ustrializzazione arri in ritar o, os an e per la la orazione ella seta si e e atten ere i primi e enni ell tto ento a n i pro essi i me anizzazione e organizzazione pro utti a ossero spostati nelle lan e.

28 | WHY MARCHE

Nel orso ell tto ento sorsero numerosi opi i in tutta la regione on on entrazioni maggiori nei entri pi popolosi e in uelli on maggiore isponi ilit i gelsi e ozzoli. In parti olare i ue entri pi importanti ell Italia entrale per la pro uzione seri a urono Jesi e simo nei primi anni el No e ento si onta ano a Jesi 12 lan e e o upa ano pi i mille a etti. simo nello stesso perio o ne ospita a 11 on uasi sette ento la oratori. Altre importanti entri seri i urono Cupramontana, Corinal o, Fal onara, Fossom rone, esaro, Tolentino, Cal arola, Re anati e Camerino. Nella zona ell as olano, nonostante la presenza i lan e me io gran i a As oli i eno, rottammare, Fermo e a, il settore trainante rimase uello ella pro uzione ei semi a i ri en uti ai onta ini elle Mar e settentrionali. Tutte le lan e a e ano una me esima struttura e organizzazione interna nella sala prin ipale le a inelle on l a ua ollente, alimentata prima al uo o i o poi al apore, erano isposte su ue le. A ogni a inella era assegnata una o pi operaie il primo passaggio, uello ella s opinatura era


di Silvia Brunori

solitamente eseguito a am ine, i no e, ie i anni, e, opo a er so ato nel ozzolo on le loro pi ole mani, estrae ano il apo el lo lo passa ano poi alla sottiera e lo a olge a nell aspo posto sopra la a inella. Altre onne, ette giuntine, sal a ano le rotture i lo, altre, le ernitri i a e ano una ernita ei ozzoli in ase alla imensione el uturo lato. A ontrollare il tutto erano le maestre e le giratore os iamate per an a ano su e gi per lo stanzone ontrollan o il la oro. li uni i la oratori i sesso mas ile ompar ero on il passaggio all alimentazione a uo o a uella a apore uan o si resero ne essari almeno un uo ista e un manutentore. e on izioni i la oro erano pessime molte onne o e ano amminare per ore la mattina per giungere alla lan a, are altrettanto per tornare a asa e o uparsi ella amiglia. e pi gio ani e le am ine in e e si erma ano a ormire in una stanza a ia ente l opi io e torna ano a asa solo la omeni a. Il la oro era lungo e ati oso le sottiere on le mani sempre immerse nell a ua ollente so ri ano i s ottature, es i e, artriti. am iente iuso e enso i apore e e ammalare molte la oratri i i tu er olosi e pleurite. a giornata me ia i la oro era i ie i ore, la paga onsenti a a mala pena la sopra i enza e gli errori e le s iste ommessi nel la oro omporta ano e urtazioni el gi magro salario. Ci port , agli inizi el No e ento,

alla nas ita i leg e e un le latri i ei prin ipali entri seri i emma er i a Jesi rius a protrarre uno s iopero i 45 giorni. Altre solle azioni e mar e interessarono simo, Fossom rone, Fano e onsentirono i raggiungere miglioramenti salariali, ri uzione ell orario a otto ore e migliori on izioni i la oro. C erano an e momenti i allegria. Il anto era in atti permesso e spesso si pote a sentire uori alla lan a antare per ore uelli e ora sono etti anti a lan a anzoni amore, anti gio osi ri i i oppi sensi e lastro e. In molte opi i al raggiungimento elle ento giornate la orati e si a e ano este on i an e o erte ai proprietari, isite al santuario i oreto o s ampagnate in arrozza o pullman organizzate ai lan ieri. Durante la se on a guerra mon iale molte lan e o ettero ser ire il Rei pro u en o lati per para a uti, poi, nel giro i po i anni molte essarono i esistere on il sopra ento ei pi e onomi i lati sinteti i e arti iali. egni ella presenza i lan e rimangono nel tessuto ur ano i molte itt , ma gli e i i, ri on ertiti, non las iano tra e el passato alle loro mura non passa il anto elle lan aie e le o i elle gran i onne, ome onsi ero tutti uelli e al i l ei risultati ati ano ogni giorno allo stremo, e i anno la orato, non giungono pi ogni mattina. ppure a loro a iamo imparato tanto, a iamo imparato a essere onne, la oratri i e mamme!

WHY MARCHE | 29


SPIRITO

LIBRI DI PIETRA IL PORTALE ALCHEMICO DELLA CATTEDRALE DI OSIMO ulla sommit el olle su ui sorge simo si innalza la ellissima atte rale i an eopar o, primo Ves o o osimano. na prima iesa u e i ata nell VIII se olo sopra le estigia pagane el tempio e i ato a s ulapio e sua glia Igea. Nei se oli II e IV la iesa enne ri atta in orma romano goti o e su essi amente nel VIII su i ersi la ori i restaurato e ampliamento no alla orma attuale. In epo a me ioe ale la i usione ello stile goti o a i entare importante la gura ell ar itetto, uomo i ultura e i onos enze nas oste, apa e i reare e i i sa ri i i , e a ilitano la tras en enza erso stati i os ienza superiori a uello or inario. ueste ostruzioni erano un ompen io i al imia, numerologia e geometria sa ra, e i ate sempre a imitazione ella pi per etta elle ostruzioni il Tempio i Re alomone. Mastro Filippo, gi ostruttore ella iesa i anta Maria ella piazza a An ona, olui e a ri atto in stile goti o la atte rale i

30 | WHY MARCHE

an eopar o i simo. esterno ella atte rale ri o i immagini s olpite sim oli al emi i e gnosti i propri ella s ienza sa ra. A annun iare il signi ato al emi o i uesta ostruzione in rilie o, tra il rosone e i portali, una gura grottes a, on gran i o i, nell atto i tirarsi la ar a on un atteggiamento i stupore. i tratta el ran e Ve io l al imista e an e Ful anelli in i i ua nella a iata ella atte rale i Notre Dame. Nel portale i estra i sono ue lung issimi serpenti, nell atto i mor ere la stessa mela. i ronteggiano lungo tutto il portale, orman o un ar o goti o, mentre le o e terminano in una spirale, a ennan o os all i ea ell ro oros. uni o tro are un assorilie o ome uesto nella porta i una iesa si tratta


di Stefano Longhi

pro a ilmente ella porta ingresso alla atte rale e nell allegoria ristiana e o a il pe ato i i entra. Ma un altra interpretazione meno s ontata potre e ar risalire uesti sim oli proprio all anti o tempio pagano, su ui u poi e i ata la iesa paleo ristiana. n tempio onsa rato a As lepio, i init gre a enerato ome il io ella me i ina, elle guarigioni e ei serpente e alla glia i Igea, ea ell igiene, ella salute, el rime io e ella me i ina. A estra el portale il assorilie o i Re Da i e on il turi olo in mano nell intento i in ensare e puri are il isitatore. A sinistra il assorilie o i Re alomone on in mano il aso sigillato, o e se on o la leggen a ra iuse i 72 emoni e lo aiutarono nel go erno e nell e i azione el tempio. ueste gure retori e enotano le ra i i sapienziali e esoteri e i Mastro Filippo e o ano gli attri uti i urezza animo e aggezza ne essari a uanti inten ano ompiere una tras ormazione su i . Il portale i sinistra, molto pi ela orato el portale i estra, presenta una e orazione omplessa ostituita a tre ar i a sesto a uto. uello pi esterno e orato a un tral io i ite, sorretto a ue gure se ure a gam e in ro iate ( e ri or ano la posizione tipi a ello oga). i onogra a pi ri a la si tro a nell ar o me iano i si ammirano sei santi e angeli orientati erso il entro o e ra gurato un Agnus Dei posizionato ome ia e i olta. Dal asso a sinistra, anta Te la martire on la pissi e in mano (signi ante la iesa a lei e i ata a an eopar o), an eopar o an egli on la pissi e in mano, an ietro on la ia e, l Ar angelo a riele e ue Angeli on turi olo a estra all alto ue Angeli on turi olo, an io anni Battista on la s ritta Agnus Dei , iu a glio i ia o e, Isa o on relati e itazioni i li e, e il Ves o o entile, ommittente ell opera, in gura ri otta. Alla ase elle olonne ue leoni stilo ori e negli stipiti i estra e i sinistra ari elementi s ultorei. ro a ilmente la porta i us ita ra onta l esito ella tras ormazione Al emi a auspi ata per il isitatore os iente o ero uella i pren ere os ienza ella propria natura e appartenenza alla s era egli Dei. In uesta stessa parete u posta al Maestro Filippo, l ar itra e on le ie i gure i apostoli ella iesa i an Vitaliano lo s ultore i aggiunse la lunetta on la Vergine e il Bam ino, e ue gure i santi, Te la e o re la iesa e io anni e angelista on l a uila. na anta po o onos iuta anta Te la, is epola i an aolo, a re e su ito il martirio e gettata in pasto alle el e u risparmiata ai leoni. a giusta santa per sostituire la era i init pagana enerata in epo a romana a simo Ci ele, rappresentata se uta su i un trono on la testa turrita, tra ue leoni mansueti su ui appoggia le mani.

Figura seduta a gambe incrociate, portale di sinistra

Il “Grande Vecchio�

Le dieci figure di Apostoli

WHY MARCHE | 31


ANIMA

VITE CHE TREMANO «La guerra? Certo che me la ricordo ma non c’entra niente, adesso è peggio, il terremoto è peggio, il terremoto con la neve è peggio. Sì, perché la guerra un bel giorno è finita mentre qui non sappiamo quando finirà. E soprattutto se finirà». e la tempra i una terra solita ri elarsi nelle parole egli anziani, il entro Italia (le Mar e in uesto aso) i e ormai a sei mesi olti an o un misto amaro i illusione, speranza, paura, ra ia. n misto esplosi o apa e i minare an e la s orza pi ura, apa e i piegare ulteriormente anime e orpi. Il olpo e isi o, orse, stato uello s errato alle in re i ili ne i ate i met gennaio, una era e propria e atom e mai registrata a uote os asse, e unita a altre uattro s osse sopra ai 5 gra i i magnitu o (il 18 gennaio, epi entro nel i ino A ruzzo) e ai isser izi o uti alla man anza i lu e e ris al amento, a piegato il su ella Regione. C gente, tanto per are un esempio, e a Colle i is iano, razione a 6 ilometri a As oli i eno (posta a ir a 650 metri i altitu ine), rimasta lo ata per tre giorni on 2,75 metri i ne e a ostruire gli ingressi elle a itazioni, a ui anno aggiunti in ue giorni senza orrente n ris al amento. Nella i ina an a ino, i giorni senza elettri it sono stati a irittura otto. ueste sono solo ue elle entinaia i situazioni i isolamento e sopra i enza registrate alle rona e. Crona e e an ora ati ano a tenere la onta ei eriti , on l e ilizia pri ata e pu li a, le in rastrutture, i eni ar itettoni i e monumentali, l agri oltura e gli alle amenti presi a un orto ir uito inimmagina ile, milioni i euro i anni an ora i ilmente uanti a ili isto e la lista non a e allungarsi giorno opo giorno tra rane, smottamenti, lesioni. Ci a pro ato a la rotezione Ci ile, stiman o i anni ell intera se uenza sismi a in ual osa ome 23 miliar i e 530 milioni i euro. Dal 24 agosto ello s orso anno, passan o per il 26 e 30 otto re e il 18 gennaio 2017, una s ia i istruzione a am iato per sempre i onnotati elle pro in e i As oli,

32 | WHY MARCHE

Fermo e Ma erata, i m ria, azio e A ruzzo, s uotan o l entroterra e le sue montagne, eserti an o org i, paesi, stra e, an o una mazzata letale al turismo e allo spirito e a sempre ontra istinto tali zone, ren en o inagi ile la ita stessa. Altro esempio partire a As oli e immettersi sulla alaria, irezione Roma, e ui ale a per orrere ilometri e ilometri i uoto in un lima post apo alitti o, surreale, un silenzio e res e on l aumentare ella istanza e e tro a il suo triste ulmine tra Ar uata, es ara el Tronto, ris iano, Amatri e, A umoli e e ine i altre razioni i ui resta po o o nulla. proprio uello e a pi paura, an ora pi el terremoto la sensazione, uasi la ertezza e ui mai nulla pi torner ome prima la ri ostruzione ista ome un utopia stritolata a uro razia e in ompetenza la onsape olezza i una rinas ita mai os lontana, se opo sei mesi solo una pi olissima per entuale i stalle per gli animali o i asette i legno sono state onsegnate a i ne a isogno, on isser izi, ritar i, sorteggi e pro lemi all or ine el giorno. Come a iamo a tornare, se an e solo per omprare un po i pane o iamo per orrere trenta ilometri ra ontano gli s ollati ospitati lungo la osta a riati a, a Ci itano a a an Bene etto el Tronto. na oman a a ui i i o ere non rius ito a are an ora risposta. Ma e si esau is e nella olont i i non molla, ome il Blue Bar i Trisungo, rinato in un ontainer grazie alla generosit ella Curia i As oli i eno, ell azien a I A i Bastia m ra e alla eterminazione ei titolari, o al ristorante a Ve ia Ruota, uni o e i io rimasto agi ile a ris iano e non molla la presa nonostante il omi ilio el personale, per ora, sia situato a un ora e rotti i ma ina.


di Luca Capponi

o, se an ora ual osa a ui aggrapparsi, oltre alla o iutaggine insita nel DNA i molti, la gran e ont elle persone omuni, uel ommo ente ten ere la mano e in una situazione el genere non mai enuto meno. Valga per tutti, e l ultimo esempio, uanto atto, lontano a as e tele amere, all assistente apo ella olizia i tato Ro erto De razia, in orza presso la uestura i As oli, e si pro igato in un impresa a li ro Cuore per orren o ilometri nella ne e per raggiungere una pi ola razione i As oli, Funti, o e si tro a ano persone in i olt , tra ui una pi ola i 2 mesi isognosa i me i inali e un anziana i 1 anni. Ci a e ano gi pro ato ei olleg i, ma opo un ora i ammino, tra muri i ne e, al eri sra i ati e a i elettri i, erano o uti tornare in ietro. ra onta De razia Visto e sono un appassionato i montagna e a e o tutta l attrezzatura ne essaria, saputo el pro lema o tele onato e mi sono atto a anti . elli i o a, or e alpinisti e, tor e, pale e uno zaino on operte e eni i prima ne essit a ompagnato a un olontario el o orso Alpino i Re anati, il poliziotto partito nel primo pomeriggio e a amminato per pi i tre ore in mezzo alla tormenta, nel uio, arri an o a estinazione intorno all ora i ena. iamo rius iti a in i i uare gli a itanti grazie ai segnali i lu e atti on le tor e, altrimenti sare e stato a ero i ile. Arri ati l a iamo ornito on orto, aiutato a spalare, ma soprattutto a iamo messo in si urezza ue anziani e si erano ri ugiati in un ripostiglio opo e il tetto ella loro asa era rollato a ausa ella ne e e elle s osse i terremoto. C era ispersione i ani ri e ar oni a, non era a atto si uro . In totale, saranno 12 le persone sal ate. arri o i un gatto elle ne i prima e i un altro mezzo poi, a atto s e in ue i erse tornate tutti ossero portati al si uro. Nonostante in on enienti ietro l angolo (un ora per spostare un auto a an onata e impe i a il passaggio ei mezzi) e tanta ati a. De razia, in atti, una olta ari ati tutti sui mezzi, a per orso il ritorno nuo amente a pie i, a solo gran e spirito i sa ri io e e izione il suo, e lo a portato per oltre 10 ore a om attere ontro le orze ella natura, a en o rientro a As oli alle 3 ella mattina su essi a stata ura, ma la so is azione i aiutare uelle persone a ripagato tutto . alla ne inutile nas on erlo, inutile girar i intorno se le Mar e e il entro Italia an ora (r)esistono, per gesti el genere sono s olpiti nelle ene i tutto un popolo. C e non moller mai.

WHY MARCHE | 33


PRIMO PIANO

Anticipo di

Primavera MADE IN

MARCHE

Il risveglio della natura e dei sensi che la stagione primaverile porta con sé è sempre una ricorrenza da festeggiare e celebrare. Già da metà febbraio le giornate hanno iniziato ad allungarsi e il sole sempre più pigramente abbandona il cielo azzurro lasciandoci con le suggestive striature rosse, viola o arancio del tramonto. 34 | WHY MARCHE


ialmente la stagione prima erile s o ia il 21 marzo, giorno ell e uinozio i prima era, e si protrae no al 21 giugno, solstizio estate, an e se a iamo iniziato a assaporare le prime temperature tiepi e gi alla ne i e raio. Ma e osa riser er uesta prima era e on o il amoso alen ario elle ipolle i Al o illini, il tepore tipi o i uesta stagione tar er a arri are e i atten eranno un marzo nu oloso on ual e gelata, un aprile entoso on tempo aria ile e un maggio pio oso. i sal er in orner l ultima e a e on un ielo terso e alte temperature. Ma ome i ere a pieno e go ersi ogni singolo istante i tepore e i sole e le giornate i onano Tante sono le iniziati e e numerosi gli e enti e la nostra regione o re, sia ai mar igiani sia a i a ia esi erio i soggiornare un ee en o uttarsi in una gita uori porta nelle Mar e. anorami suggesti i, luog i romanti i, ampagne olorate tutta la natura on i suoi a esi olori a a s on o alla prima era e al ris eglio gra uale e ogni anno luog i, persone, animali si preparano a a rontare. A iamo tras orso un autunno e un in erno molto uri, il terremoto prima, le geli e temperature e le ne i ate poi e enti rammati i, e anno atto a illare e ar ollare an e i mar igiani pi e isi, pi orti e

intrapren enti. Trage ie e anno s al to il paesaggio e le anime i oloro e anno issuto sulla propria pelle uesti rammi, ma e non anno uttato a terra la la oriosit , la tena ia, la oglia i are e i risorgere tipi e ei mar igiani o . o allora e i apprestiamo a a ogliere tutto i e i nuo o i porta la prima era, i suoi olori al i, le sue temperature miti, i sapori, i pro umi ei ori e ella natura in esta. e nostre ampagne er i, gialle, alle s umatura o ra ri iamano le pennellate ei ipinti impressionisti le linee e separano ogni olore s i olano sulle on e mor i e e sinuose e aratterizzano i paesaggi mar igiani. ua e l spuntano le asette ei onta ini. Tutto armonia e pa e. A ra etto on i primi tepori prima erili arri ano i pro umi tipi i ei iliegi sel ati i in ore, el gli ine e ei ori i pes o e s o iano sui rami il i lo tipi o elle stagioni e torna e e a ogliamo a ra ia aperte. alternarsi elle stagioni oggi, pro a ilmente, non in i e in maniera e niti a sul nostro i ere uoti iano, ma no a po i e enni a (e in al uni asi an e ora) uan o l atti it agri ola e uella i pastorizia a olge ano a 360 gra i la ita i onta ini e pastori mar igiani, la natura e le stagioni erano legate a un in issolu ile lo rosso on gli a itanti e il territorio stesso.

WHY MARCHE | 35


PRIMO PIANO

RITI E CERIMONIE

Tanti erano i rituali di ringraziamento, le cerimonie, gli eventi che si organizzavano per accogliere questa stagione, molti dei quali si sono mantenuti tutt’ora. ensiamo allo a iamarzo, un anti o anto rituale i uestua in antile in ui gruppi i am ini, l ultimo giorno i marzo, si ri ersa ano per le stra e on ampana i e arattoli ussan o ai portoni elle ase sia per antare l inno augurale ello a iamarzo, sia per ie ere l o o pe la iam ella , un ol e tipi o mar igiano, omposto i arina, zu ero e uo a, appunto. Alla ase el anto l intenzione i a ogliere la prima era, il sole, il ris eglio ella natura s a ian o marzo, l ultimo mese el re o e sterile in erno. Il rapporto tra la natura, il i lo elle stagioni, il loro alternarsi e la ita e il la oro ell uomo erano strettamente legati e ogni e ento naturale eni a esteggiato per ingraziarsi uella Ma re Natura onte i ertilit e ita.

36 | WHY MARCHE


LA TURBA E GIOCHI D’UN TEMPO

È proprio immergendosi in questi riti, rituali e cerimonie che ci si prepara ad accogliere la Santa Pasqua, che quest’anno cadrà a metà aprile, il 16 precisamente. In uesto senso non si pu non nominare una elle rappresentazioni el Vener anto pi sim oli e e importanti organizzate a un omune ella pro in ia i esaro r ino, ossia Cantiano. ui e ogni anno il ener i as ua, alle 20 in poi, on ualun ue on izione atmos eri a, si s olge la Tur a e trae origine a al uni mo imenti popolari in oga tra Mar e e m ria sul nire el III se olo e in o a ano la pa e. na tra izione se olare, uella ella Tur a i Cantiano, e oggi anta il patro inio el ministero ei eni ulturali e ella onti ia ommissione per i Beni Culturali. Ri onos iuta a li ello nazionale ome una elle rappresentazioni pi importanti e anti e, la Tur a i Cantiano si apre on lau i e anti e in sotto on o il suono upo ei tam uri ei sol ati romani, per terminare poi on il posizionamento elle tre ro i uote e il messaggio i speranza ato alla resurrezione el Cristo. Di tenore en i erso e si uramente pi gio oso un altro momento ella tra izione pas uale e si tiene a r ania la mattina i as ua e il lune ell Angelo. i tratta i unta e ul , un gio o ella tra izione popolare e e e la parte ipazione i 15 o 20 on orrenti armati i estini i imini e si posizionano in er io s opo el gio o rius ire a mantenere intatto il proprio uo o nonostante enga attuto a uello ei i ini.

Ur b ania C a n t i a no

WHY MARCHE | 37


PRIMO PIANO

RICETTE TIPICHE

Ma quando si parla di Marche, è d’obbligo citare almeno qualche ricetta culinaria della tradizione, piatti che soprattutto nel periodo delle feste vengono proposti sulle tavole di ogni marchigiano che si rispetti. no ei must a e salati senza al un u io la izza i ormaggio, preparata on gran ura alle massaie nei giorni ella settimana santa, una pizza a gustare a ompagnata a salumi e ormaggi tipi i mar igiani. n altro piatto salato ella tra izione la rittata on er e i ampo protagoniste, ome per la pizza i ormaggio, sono le uo a e le er ette tipi e ei prati e elle ampagne ella regione, alla mentu ia, alla sal ia, al asili o o al rosmarino. Tra i piatti ol i non si pu imenti are la iam ella i as ua, e la tra izione uole enga impastata il ener santo e poi otta al orno la omeni a. Ingre iente prin ipe e uo a, o iamente.

38 | WHY MARCHE


IN GIRO QUA E LĂ€ PER IL TERRITORIO

Il periodo pasquale, infine, si presta bene per gite fuori porta alla scoperta delle meraviglie che la nostra regione ci offre, anche per riscoprire quei lavori, quei luoghi, profumi e sapori che durante l’anno non riusciamo mai ad apprezzare, troppo presi dalle nostre attività quotidiane. uin i per non are un salto nei omuni i Frontino e rottamare, org i pi elli Italia. Ri issimi i s or i panorami i e suggesti e atmos ere i pa e e i serenit , entram i memorie stori e e ulturali e preser ano e usto is ono gelosamente ome uno s rigno. ospitalit , la ura minuziosa el suo patrimonio ar itettoni o e un mo ello i res ita anno on iliato armoniosamente il progresso ur ano e il rispetto os ienzioso ella natura. li amanti ella montagna potranno in e e isitare le ame Rosse i Fiastra, una strati azione i ro ia tra i Monti i illini un panorama suggesti o e ri iama alla mente uello o erto ai an on ameri ani. Il perio o prima erile e pre pas uale, un ue, regala momenti emozionanti i pro umi, sapori, luog i mera igliosi a i ere in uella splen i a e la oriosa regione al plurale le Mar e.

WHY MARCHE | 39


ANIMA

L’ARS CULINARIA di SIMONETTA

LE MARCHE IN AMERICA CON L’ARS CULINARIA DELLA PASTA DI SFOGLINA SIMONETTA

40 | WHY MARCHE


di Silvia Conti

Il mestiere i s oglina rappresenta la tra izione e la ultura elle nostre origini gastronomi e e ei ri or i in anzia. Di uan o le omeni e pro umate i impasti atti alle nostre mamme e alle nostre nonne preannun ia ano gustosissimi pranzi in amiglia. ggi l arte ella pasta a mano i e an e in Ameri a e elizia palati i tutto il mon o. ars ulinaria elsinea ella s oglia a origini anti e e risale al tempo egli etrus i. ggi, uan o si parla i pasta all uo o il nostro pensiero a all milia Romagna o e le s ogline sono onsi erate le olonne portanti ella tra izione gastronomi a. a nostra regione Mar e a una sua anti a spe i a tra izione nella pro uzione i pasta all uo o. C i non onos e i ma eron ini i Campo lone e anno i re ente ottenuto il mar io I Mar igiana o an e imonetta Capoton o, nota ome oglina imonetta . Non solo s oglina, ma soprattutto maestra i pasta a mano. a iamo in ontrata al ritorno al suo iaggio in Ameri a, a as ington, o e l arte i are la pasta a in ontrato numerosi appassionati.

COSA SIGNIFICA “CONQUISTARE” L’AMERICA CON L’ARS CULINARIA DELLA PASTA A MANO?

a pasta atta a mano negli A onsi erata una ni ia e ellenza el Ma e in Ital , ell artigianalit e ella nostra ultura. ssen o una la orazione parti olare ella arina attrae l interesse i un asto pu li o e ei me ia e engono on uistati a uesto meto o uni o i are la pasta. Ra onta i la tua esperienza a as ington. esperienza a uta a as ington stato per me un ri onos imento importante per il mestiere e s olgo e per l impegno e metto nel mio la oro. opportunit mi stata ata a Fa io Tra o i, e stellato i origini mar igiane e, parten o a simo, a raggiunto altissimi li elli i notoriet e i apprezzamenti a as ington on l apertura i en uattro ristoranti, sim olo ell alta u ina italiana e mar igiana. Dopo a er ra olto in ormazioni sulla mia pro essione e le mie esperienze, il maestro Fa io Tra o i mi a proposto i rappresentare una elle nostre pi importanti tra izioni gastronomi e mar igiane, la pasta a mano, in o asione ell inaugurazione el suo nuo o ristorante oglina . os sono stata sua spe iale ospite e protagonista i lezioni imostrati e per i suoi lienti e giornalisti i importanti ri iste ome il as ington ost. esperienza issuta mi a on ermato uanto siano importanti la ontinua ri er atezza nella preparazione i piatti ella u ina italiana e mar igiana, l uso i pro otti i prima ualit , un ser izio impe a ile e uno sta preparatissimo. Insomma grazie al maestro Fa io Tra o i e mi a in itata a rappresentare on lui le Mar e e la sua u ina negli tati niti.

QUANDO NASCE LA TUA PASSIONE PER LA PASTA E QUANDO DIVENTI “SFOGLINA SIMONETTA”?

Il tutto a inizio nella mia in anzia uan o, nelle omeni e i esta in amiglia, mia nonna e mia mamma si e i a ano a are la pasta in asa e io mi i erti o a gio are on la pasta. a e isione i arlo i entare un mestiere risale a ie i anni a uan o iniziai un per orso i ormazione spe i o nel settore ella u ina e su essi amente nella pasta a mano, on lu en o on numerose esperienze all interno i ristoranti. er appro on ire l arte ella pasta e i entare s oglina, Bologna stata una tappa molto importante e eterminante. e si uole are uesto mestiere non asta la passione, o orre stu io, e izione e pro essionalit .

WHY MARCHE | 41


ANIMA DALLA PASSIONE DI “TIRARE LA PASTA A MANO� ALL’INSEGNAMENTO: CHE TIPO DI CORSI REALIZZI E COME SI SVOLGONO?

uan o iniziai la mia pro essione ome uo a e ome insegnante i pasta, e isi i ren ere uesto mestiere ri onos i ile e spe i o rispetto al generi o termine i pastaia . Iniziai os a armi iamare oglina imonetta . n termine s onos iuto no a po i anni a nella nostra regione ma e ultimamente inizia a essere ri onos iuto e utilizzato a li ello nazionale e internazionale.

DALLA TRADIZIONE AD OGGI: COME CAMBIA IL MESTIERE DELLA SFOGLINA?

a s oglina a rappresentato in passato la tra izione amiliare e omeni ale elle nostre mamme e nonne e, on maestria, a ano ita a pro otti e ellenti ome tagliatelle, tortellini, ra ioli. Negli ultimi anni, grazie alla gran e attenzione ei me ia erso la u ina, il pu li o a iniziato a essere pi preparato e interessato erso tutto il mon o ella u ina, alle norme igieni e, alla ualit ei pro otti, sino alla onser azione. os , an e il mestiere i s oglina, a nostalgi o ri or o, i entato una pro essione i ni ia i alta s uola ulinaria ri onos iuta. inoltre una gran e opportunit per tutti i ristoratori e sanno oglierla, per are un alore aggiungo al proprio lo ale. on amentale portare a anti uesta tra izione e io lo a io tramite imostrazioni , ere, e soprattutto orsi e sono ri olti non solo a pro essionisti ma an e a amatori , turisti e am ini.

OLTRE ALLA TAVOLA E AL MATTARELLO QUALI SONO GLI STRUMENTI PER UNA MODERNA SFOGLINA COME TE? na era s oglina pro essionista, senza mai rinnegare il meto o tra izionale e pre e e l uso ella ta ola, el mattarello e i ingre ienti res i, e e essere sempre uriosa e ormata non solo sulle materie prime ma an e sulle nuo e attrezzature e il mer ato o re. arlo i a attitori, i onser atori i ultima generazione, i ma ine per il sotto uoto e per la lenta ottura. importante inoltre sperimentare nuo e ri ette an e in onsi erazione i esigenze alimentari nuo e ome uelle erso le paste senza glutine e senza uo a. altro on amentale ingre iente la reati it e si esprime attra erso ri ette regionali e internazionali per un to o usion alle nostre reazioni.

42 | WHY MARCHE

a pro essione ell insegnamento enuta in on omitanza on il la oro nei ristoranti. a oran o a ista presso al uni lo ali, notai su ito orte interesse e uriosit erso tutto i e a e o. Da l e isi i iniziare a o uparmi an e i ormazione. Mi e nis o una s oglina itinerante per tengo lezioni, s o oo ing e imostrazioni o un ue, sia in Italia e all estero. I orsi sono ri olti eramente a tutti pro essionisti, turisti, am ini e amatori. per ogni tipologia i lasse o pre isto i erse impostazioni i insegnamento. a s a pi grossa uella i ar a uisire manualit a iun ue, an e a i all inizio pensa i non essere portato a uesto la oro. er are i utilizzo un meto o i insegnamento ormai ollau ato a anni e o i ato in te ni e a se uenza, a ili a memorizzare per essere os ripetute an e a asa in per etta autonomia. Alla ase i tutto, omun ue una gran e apa it i entrare in sintonia on le persone, senza are nulla per s ontato per i ere pienamente la pasta experien e, all impasto alla stesura on il mattarello sino al on ezionamento. er realizzare i orsi su iente una sala on ei ta oli e la oglia i imparare e i la orare assieme. Attrezzature e materie prime sono i mia ompetenza.

QUALI SONO LE MAGGIORI SODDISFAZIONI CHE TI HA REGALATO NEGLI ANNI QUESTO MESTIERE?

e so is azioni pi gran i i uesto mestiere engono all insegnamento, uan o a ne lezione e o us ire le persone sorri enti e so is atte, ognuno on il proprio assoio i pasta, impazienti i arri are a asa per mostrare, u inare e impiattare le proprie reazioni.

QUALI SONO I TUOI PROGETTI PER IL FUTURO?

Ve o la mia pro essione proiettata erso una ontinua e oluzione. Il motto e pi mi si a i e agire lo ale ma pensare glo ale . Insomma rim o arsi le mani e, alorizzare le nostre tra izioni mar igiane, olla orare in rete on tanti pro essionisti e realt i erse, senza porsi limiti geogra i sono i miei o ietti i prin ipali insieme alla oglia i ogliere le opportunit , an e alle situazioni s a ore oli, per arri irmi sempre i pi ome persona e ome pro essionista.

SER I I ER IEN E SCUOLE TTI IT RISTOR TI E E RI TI Corsi i a

iamento per atti it ristorati e

e ommer iali o

oo ing

Team uil ing Corsi amatoriali per am ini, a ulti e turisti

CONT TTI .s oglinasimonetta.it in o s oglinasimonetta.it a e oo . om/

.s oglinasimonetta.it


NOLEGGIO LUNGO TERMINE

PIANIFICAZIONE PARCO AUTO

FULL LEASING

FLEET MANAGEMENT

STUDIO MOBILITA’ AZIENDALE

€ 481 MERCEDES CLASSE GLA 180D AUTOMATIC EXECUTIVE

FORD MONDEO SW 2.0 TDCI 150CV BUSINESS

MERCEDES € 543 CLASSE C SW 200D BUSINESS AUTOMATIC

€ 394

OPEL ASTRA SW 1.6 CDTI 95 CV BUSINESS

Il canone (iva esclusa) delle quotazioni comprende: • DURATA 48 MESI/KM TOTALI 80.000 • tassa di proprietà • manutenzione ordinaria/straordinaria • pneumatici estivi/invernali • polizza RC, Incendio, Furto, Kasko totale, conducente • soccorso stradale

MERCEDES CLASSE GLC 220D 4MATIC EXECUTIVE

€ 666

€ 304

LEASING & RENTING TAVONI RITIRIAMO IL VS. USATO A QUOTAZIONE QUATTRORUOTE CONTATTATECI PER AUTO, DURATE E CHILOMETRAGGI DIVERSI DA QUELLI PROPOSTI QUOTAZIONI SENZA ANTICIPO

Viale della Vittoria, 60 – ANCONA – TEL 071/3580593 -36677 WWW.TAVONI.IT TAVONI@TAVONI.IT


MENTE

L’EVENTO DI DISCUSSIONE, CONFRONTO E PROGETTAZIONE SULL’IDENTITÀ DI MARCA: PERSONALE, TERRITORIALE, AZIENDALE. 44 | WHY MARCHE


di Raffaella Scortichini

ABBIAMO RAGGIUNTO GRAZIANO GIACANI, DIRETTORE ARTISTICO DI PREMIATA FONDERIA CREATIVA DI JESI, IDEATORE DI QUESTO EVENTO. DA ART-GIANO A ART-DIRECTOR. GRAZIANO È NATO E CRESCIUTO IN UN AMBIENTE ARTIGIANO, HA SAPUTO TRADURRE IL “SAPER FARE” TIPICO DELLE BOTTEGHE IN UN METODO PROGETTUALE CREATIVO PUNTANDO ALL’ESALTAZIONE DELLA MARCA. UN PROCESSO DI “FUSIONE” DEGLI ELEMENTI COMUNICATIVI CHE, COME NELL’ARTE DEL FONDITORE, DÀ FORMA ALL’IDENTITÀ DI UN PROGETTO. CON LUI SCOPRIREMO I PERCHÉ DI QUESTO FESTIVAL NAZIONALE DAL CARATTERE FORTEMENTE INNOVATIVO PROPRIO QUI NELLA NOSTRA REGIONE E L’IMPORTANZA DEL BRAND. BRAND FESTIVAL: COME NASCE L’IDEA E QUALI SONO GLI OBIETTIVI

Fare un e ento sull i entit i Mar a nel nostro territorio una s a importante e nas e su elle asi soli e e on egli o ietti i iari onsape olizzare il territorio sull importanza i una omuni azione asata sull i entit . C e osa uol ire ggi pi e mai uan o si parla i omuni azione e a irittura uan o si pensa a ual osa relati o al mon o ella omuni azione iene spontaneo pensare sempre a uno strumento. Il sito e , la pagina pu li itaria, il mar io oppure la pagina Fa e oo . Ma ietro a ognuno i uesti strumenti, ietro a ogni messaggio, parola, immagine e iene utilizzata per omuni are un ser izio, un pro otto o un i ea un elemento impres in i ile e uni o e a la i erenza l i entit i i omuni a. C e sia un azien a, un asso iazione, un partito politi o o un intero territorio, l i entit i i sta omuni an o rappresenta il lo on uttore i ogni messaggio e uin i i ogni strumento. uesta la i erenza sostanziale ra un mar io e la Mar a . er usare le parole i lio Carmi, esperto i ran ing e ospite e ezione el Bran Festi al, la ran i e le persone, gli utenti, i lienti pensano i un soggetto, i un pro otto, i un ser izio, in ialogo on i e si mani esta e uin i on il loro per epito. Da 20 anni mi o upo i omuni azione e in parti olar mo o i strategie i i entit isi a e lo a io in parti olar mo o ui nelle Mar e. na s a uoti iana per spiegare agli impren itori e a tutto il territorio i per orsi i esaltazione e alorizzazione ella propria i entit e e mi a portato a seguire per orsi personali e pro essionali spe ializzati proprio in uesto settore ella omuni azione. Il Bran Festi al nas e a uesta isione e a uesta esigenza, reare un o asione i on ronto e i res ita ( ulturale e non solo) su un tema on amentale per

emergere e ar emergere la propria realt . n progetto nato all impro iso grazie soprattutto ai tanti ami i e olla oratori e anno su ito re uto nell iniziati a (a partire ai miei so i Cristian Brunori e Ri ar o il i). n i ea e in po i mesi si tras ormata in e ento a arattere nazionale e per un intera settimana in a er le stra e e i palazzi i Jesi. li o ietti i sono am iziosi, uesto erto. Ma sono on into e esistano egli spazi enormi per reare uesto salto i ualit e i onsape olezza el territorio nella omuni azione.

IL MARKETING OGGI NELLE MARCHE. COME VALUTI IL LIVELLO MEDIO DEL MARKETING NELLA NOSTRA REGIONE?

arlare i mar eting signi a a ra iare un am ito ell e onomia azien ale alle tantissime s a ettature e impli azioni. arlare i ran in e e ir os ri e la ri essione attorno alla reazione, esaltazione e omuni azione ei alori istinti i i un azien a. parlare i ran nelle Mar e non una missione sempli e. Il uore impren itoriale el nostro territorio in atti ormato a artigiani e oluti , apa i i reare uno straor inario pro otto per ualit e e ienza. la nostra orza e la nostra e olezza al tempo stesso. C in atti una naturale propensione erso la si it i i e si sta pro u en o e una ine ita ile istrazione o sotto alutazione ei per lo si sta a en o. Il risultato i uesto pro esso spesso uno straor inario pro otto e un in apa it nella sua esaltazione. er uesto sono on into e parlare i ran nelle Mar e sia on amentale. uesto territorio a tratti i entitari uni i stori i, naturali e impren itoriali. on amentale onos erli no in on o e esaltarli per tro are una i erenziazione su mer ato. essere peri eria Italia no a oggi a in ual e mo o protetto uesti alori ma allo stesso tempo a

WHY MARCHE | 45


MENTE posizionar i ome un polo ella omuni azione a li ello nazionale. Ma il Bran Festi al non sare e lo stesso se non i osse stata una itt pronta a a oglierlo. Jesi, on la sua ultura impren itoriale e on la sua uriosit erso uesta no it , i a letteralmente spalan ato le porte. Il Teatro ergolesi sar il pal os eni o prin ipale, omeni a 2 Aprile, i uno s o ormati o e esalter le e ellenze glo ali e lo ali, grazie alla olla orazione ella Fon azione ergolesi pontini. Il Mer ato elle r e, sempre omeni a 2 Aprile, si ra onter a entinaia i persone attra erso un ero e proprio iaggio ulinario lungo i sapori elle Mar e on l Istituto Mar igiano Tutela Vini. poi alazzo antoni, alazzo ella ignoria, alazzo ianetti, lo tu io per le Arti e per la tampa. Ma an e i ommer ianti, gli eser enti e le strutture ri etti e. Insomma un intera itt oin olta e protagonista i tutto il Bran Festi al. uesto an e grazie al sostengo e al ontri uto ell amministrazione omunale e a a olto e sostenuto il progetto n a su ito.

QUINDI QUALI E QUANTI SONO GLI APPUNTAMENTI DELL’EDIZIONE 2017 DEL BRAND FESTIVAL DI JESI? limitato un e oluzione ulturale su uesto tema. Con il Bran Festi al ogliamo an are erso uesta irezione reare una ultura ell I entit .

IL BRAND E LE PMI, QUALI SONO LE SINERGIE POSSIBILI, E GLI STRUMENTI DI CONNESSIONE TRA QUESTE DUE REALTĂ€? Bran e pmi, in un otti a i entitaria, non possono e non e ono essere isti ome elementi separati a ui reare una sinergia. gni azien a (ma an e ogni persona e la ora all interno ell azien a e uin i il territorio stesso in ui iene s olto tale la oro) a un I entit e rutto i un e uili rio e una ontaminazione ra i e sta pro u en o, i lo sta pro u en o e o e lo sta pro u en o. arliamo per esempi un orologio pro otto a un azien a in izzera non a r mai lo stesso posizionamento i un altro pro otto a ang ai. non una uestione i ualit el singolo pro otto, ma ei alori territoriali ( uin i el ran ) interiorizzato in uel pro otto. a era sinergia a reare erso uesti tre elementi (persone, azien e e territori) e e ono res ere nella onsape olezza ei propri tratti istinti i e el proprio ran in relazione on gli altri.

CHE GRADO DI RISPOSTA AVETE TROVATO NEI PARTNER CHE HANNO ADERITO ALL’INIZIATIVA?

Direi sopra ogni aspettati a. il prin ipale moti o per ui oggi l e ento a eramente l opportunit i i entare un punto i ri erimento nazionale nel i attito sulla omuni azione e sul Bran . Al entro el Bran Festi al a iamo oluto mettere i pro essionisti ella omuni azione el territorio le agenzie e i li eri pro essionisti. uesto in primo luogo per esaltare la ualit ei tanti uoni progetti i omuni azione e nas ono nelle Mar e e in se on a attuta per reare un o asione i on ronto e i res ita omune i tutto il settore. ono on into e i sia la possi ilit per

i parte omeni a 26 Marzo on un in ontro sul Ruolo el Mani esto . Contestualmente erranno inaugurate ue mostre e si protrarranno per tutta la settimana ettering a Jesi , una mostra otogra a sulle insegne e le is rizioni ella itt , e immagine i un territorio mani esti in itt , una mostra e i ata ai mani esti realizzati nel orso egli anni sulla itt i Jesi. Marte 28 err a rontato il tema ell I entit el territorio, prima on un on egno alle ore 18.00 presso il alazzo Comunale i Jesi al titolo i entit post sisma . Mer ole 2 spazio alla omuni azione nella Cultura. A alazzo ianetti i sar alle ore 16.00 un on egno al titolo Musei senza rontiere e alle 18.30 err a rontato il tema ella Cultura uori al Museo on le ase istor i Floating iers , C romaesis e iazza an a ino .Vener 31 a alazzo ella ignoria si parler i Re ran ing on la presentazione el li ro Re Bran ing. a entura i Tim (in orsi o) e sa ato 1 Aprile si s olger un on egno per il mon o el ino al titolo eti etta e la Comuni azione . Ci saranno inoltre egli appuntamenti ormati i spe i i sulla omuni azione, ome il orso i T pe Design e il a ato Formati o a alazzo ianetti, o e si a ronter il tema o ial Me ia Mar eting. In ne i saranno appuntamenti pi in ormali ma non meno interessanti. In parti olar mo o gli Aperiti i on i uru , o e in al uni lo ali el entro stori o si potr ia ierare i ran e i omuni azione on un esperto. oi o iamente il Main ent i omeni a 2 Aprile al Teatro ergolesi, uno s o ormati o on al uni ra i pi importanti omuni atori e esperti in Italia e il ra onto i Case istor uni e. Da Mar o Montemagno in i eo on eren e all agenzia Carmi ertis. Dal Touring Clu a i ipe ia, no ai ragazzi ella pagina Fa e oo C iamarsi Bom er . Il programma ompleto isponi ile sul sito e . ran esti al.it o e la possi ilit i prenotare il proprio posto sia per l appuntamento a teatro e per gli or s op spe i i. Photo Graziano Giacani di Francesca Tilio

46 | WHY MARCHE


Noleggio con e senza conducente

lusso, comfort e qualitÀ in viaggio Punto di riferimento per imprenditori e privati, ci occupiamo di trasporto personalizzato e autonoleggio con e senza conducente. Da sempre ci contraddistinguono la passione per il territorio, la qualità ed il saper fare tipico del nostro Made in Marche.

PRENOTA IL TUO VIAGGIO NERO SERVIZI TI ACCOMPAGNA A SALONE DEL MOBILE 4/ A RI

R

(MI)

VINITALY /13 A RI

V R NA (VR)

NERO SERVIZI Via Cagliari 46/A 63813 Monte rano FM INFO E PRENOTAZIONI 335 610 374 in o neroser izi. om .neroser izi. om


MENTE

IL PRESIDENTE MATTARELLA

ALL’INAUGURAZIONE DEL 681° ANNO ACCADEMICO DELL’UNIVERSITA’ DI CAMERINO

Con il uturo, per il uturo , on una e i a parti olare alle stu entesse e agli stu enti ni am e alla tena ia ell ateneo tutto, on gran e emozione, il Rettore Fla io Corra ini a i iarato aperto il 681 Anno A a emi o alla presenza el resi ente ella Repu li a ergio Mattarella, a olto in sala all Inno i Mameli eseguito al oro uni ersitario. resente tra gli ospiti in sala an e la Ministra ell Istruzione, ell ni ersit e ella Ri er a Valeria Fe eli. aura, sgomento, in ertezza, s on orto, ma an e responsa ilit , erezza, orgoglio, senso i appartenenza il Rettore a e i enziato uesti sentimenti e alori ringrazian o il personale tutto, sia te ni i e amministrati i e o enti e ri er atori, non tutti gli stu enti, uore ell ateneo. Nel orso ell anno a iamo ottenuto su essi e so is azioni a proseguito il Rettore sia nel settore ella i atti a e in uello ella ri er a, os ome nella sinergia e olla orazione on le realt impren itoriali el territorio. ono poi arri ati al 26 e 30 otto re ue giorni impressi nella mia mente e nel mio uore. Il terremoto a ertamente istrutto e i i, ma non rius ito a anneggiare l enorme patrimonio ulturale e umano e si iama uni ersit e, nel nostro aso, ni ersit i Camerino. uell enorme patrimonio ulturale il ero alore aggiunto ell essere uni ersit , la era essenza uello an ora al suo posto, ostituis e gli e i i ella onos enza e gli e i i ella onos enza anno strutture e reggono a tutto . An e se non pre isto in s aletta il resi ente Mattarella non a oluto ar man are il suo sostegno e la sua i inanza all ateneo e al territorio tutto.

48 | WHY MARCHE

Il Rettore i a esposto l atti it , il ruolo e l impegno i uesto ateneo. Io posso soltanto immaginare a etto il resi ente Mattarella ri olgen osi al Rettore Corra ini, urante il suo inter ento uale e essere stato lo stato animo la sera el 26 otto re e ere in po i istanti rollare gran parte ella struttura ell uni ersit , e ere gli stu enti a an onare la itt . A ranno interrotto l anno a a emi o, e ertamente il terremoto e e a er pro o ato uno s on orto i gran i imensioni. uel e posso apprezzare, per , in on reto, la apa it i reazione, la risposta e si stati apa i i are. Ripren ere l anno a a emi o, ripren ere le sue s a enze, i suoi a empimenti, l insegnamento, la ri er a uesta stata una gran e risposta i responsa ilit e i prospetti a. Camerino una itt uni ersitaria, tra izionalmente lo nella realt e os per epita nella omunit nazionale. Il territorio intorno si ra or a a uesto ateneo, e a erlo uin i rimesso in unzione, on uesta e a ia, un gran e segnale, importante e on reto, per il omplesso elle atti it e anno riprese, rilan iate e assi urate . e ento, e si tenuto lune 30 gennaio presso il Centro ulturale Bene etto III, si aperto on i saluti el irettore generale uigi Tapanelli an e in rappresentanza el personale te ni o e amministrati o, el presi ente el Consiglio egli stu enti iuseppe Fino iaro in rappresentanza egli stu enti e ella pro essoressa Irene Ri i in rappresentanza el personale o ente e ri er atore. spiti e ezione il presi ente i Con n ustria nazionale Vin enzo Bo ia e il pro essor te ano aleari, presi ente el Comitato uman Te nopole e gi presi ente ella Con erenza ei rettori Italiani. Al termine ella erimonia i inaugurazione ell anno a a emi o il Rettore Corra ini e il presi ente Bo ia anno sottos ritto una on enzione tra ni am e Con n ustria per l inno azione e le startup.

w w w. u n i c a m . i t comunicazione.relazioniesterne@unicam.it w w w. u n i c a m . i n f o fb: Unicam – Università degli Studi di Camerino twt: Unicam UffStampa ig: universitacamerino


MENTE

ACF

ARBITRO PER LE CONTROVERSIE FINANZIARIE Ar itro per le Contro ersie Finanziarie stato pre isto al e reto legislati o n. 130 el 2015 in attuazione ella iretti a omunitaria 2013/11/ , stato istituito alla Conso on la eli era n. 1 602 el 4 maggio 2016 e operati o allo s orso gennaio 2017. ACF un nuo o sistema i risoluzione stragiu iziale elle ontro ersie in am ito nanziario e riguar a nello spe i o le ontro ersie sorte tra un risparmiatore e un interme iario e e a iano a oggetto strumenti nanziari. i tratta i uno strumento alternati o, agile e e iente per risol ere le ontro ersie senza o er a ire la ia giu iziaria. Ar itro per le Contro ersie Finanziarie (ACF) si arti ola in un uni o Collegio on se e a Roma, ollegio e omposto a un resi ente e a uattro mem ri, in possesso i re uisiti i ompro ata ompetenza e esperienza, in ipen enza e onora ilit . Il resi ente e ue mem ri el Collegio, oltre e sei mem ri supplenti, engono nominati irettamente alla Conso , mentre i restanti ue mem ri (e uattro supplenti) engono nominati su esignazione elle asso iazioni i ategoria egli interme iari maggiormente rappresentati e a li ello nazionale e el Consiglio Nazionale ei Consumatori e egli tenti (CNC ), all interno el uale sono rappresentate le asso iazioni ei onsumatori rile anti a li ello nazionale. In uesto mo o iene os garantita la rappresentanza i entram e le parti in ausa, onsumatori in estitori e interme iari. C I UO RICORRERE LL C Il ri orso pu essere presentato soltanto a un in estitore retail nei on ronti i un interme iario. ono in estitori retail i risparmiatori an e imprese, so iet o altri enti e non possie ono parti olari ompetenze, esperienze e onos enze in am ito nanziario, ( istinti uin i agli in estitori uali ati o pro essionali , ome an e, ompagnie i assi urazioni, go erni nazionali, imprese i gran i imensioni). ono interme iari i soggetti attra erso i uali i risparmiatori e ettuano i propri in estimenti nanziari an e, so iet i interme iazione mo iliare, (sim) so iet i gestione i on i omuni i in estimento (sgr, si a e si a ), le oste i isione Ban oposta per l atti it prestata ai propri onsulenti a ilitati all o erta uori se e, imprese i assi urazione limitatamente al ollo amento i pro otti nanziario assi urati i e onsulenti nanziari autonomi o so iet i onsulenza nanziaria. li Interme iari sono o ligati a a erire all ACF. Tutti uesti soggetti rispon ono an e ell atti it s olta per loro onto a onsulenti nanziari a ilitati all o erta uori se e. IN U LI C SI SI UO RESENT RE IL RICORSO Il ri orso pu essere presentato per ontro ersie e a iano a oggetto la iolazione egli o lig i i trasparenza, orrettezza, iligenza e in ormazione posti alla normati a a ari o egli interme iari nanziari nei on ronti ell in estitore in relazione a ser izi i in estimento.

50 | WHY MARCHE


Il alore ella ontro ersia non pu superare i 500.000 euro e re uisito on amentale l a enuta presentazione i un re lamo all Interme iario, a ui non stato ornito ris ontro nel termine i 60 giorni o stato ornito ris ontro ritenuto non so is a ente. Il ri orso pu essere presentato autonomamente al risparmiatore o per il tramite i un pro uratore o i un asso iazione i onsumatori, gratuito e si on lu e in tempi erti, entro 180 giorni alla presentazione el ri orso. possi ile presentare ri orso on line, a e en o a un area riser ata tutti gli atti inseriti nella piatta orma in ormati a al ri orrente e all Interme iario an ranno a ostituire il as i olo elettroni o ella ontro ersia isi ile a entram e le parti e all Ar itro. pre ista la possi ilit per l Interme iario i presentare le proprie e uzioni e per il ri orrente i rispon ere alle stesse entro elle tempisti e spe i e. A uesto punto il as i olo iuso e la ontro ersia pronta per essere sottoposta al Collegio ell ACF per la e isione. Fon amentale sottolineare e posto ari o ell Interme iario l onere ella pro a i a er rispettato gli o lig i i trasparenza, orrettezza, iligenza pre isti alla normati a a tutela el risparmiatore a e isione ell ACF potr a ettare il ri orso el risparmiatore oppure respingerlo. e la e isione a ore ole l ar itro sta ilir an e la somma e l interme iario o r orrispon ere al risparmiatore e entro uali tempi. ualora l interme iario non a empia alla e isione pre ista una sanzione reputazionale , ossia l ina empimento err pu li ato sul sito ell ACF, su ue uoti iani nazionali e sulla pagina iniziale el sito internet ell interme iario. Nel aso i ina empimento ell Interme iario o ualora l ACF a ia respinto il ri orso el risparmiatore, lo stesso potr agire in ia giu iziale. A i onsum Mar e attra erso i legali on enzionati a gi presentato al uni ri orsi pilota, assisten o in maniera parti olare azionisti ella Ban a elle Mar e e i Veneto Ban a, in uanto ritiene e possa trattarsi i un ali o strumento i risoluzione elle ontro ersie, utilizza ile in al uni asi ome alternati a al ri orso alla giustizia or inaria, on osti estremamente ontenuti e on la legittima aspettati a i a i enire a una risoluzione ella ontro ersia in tempi rapi i. Loredana Baldi Adiconsum Marche

www.adiconsummarche.it adiconsum.marche@gmail.com

Re li to nell mbito el ro r mm ener le inter ento ell re ione M r ello S il o E onomi o ri rti ione . Inter ento n.

www.facebook.com/adiconsum.marche e on l tili o ei on i el Ministero WHY MARCHE | 51


PERCHE’

La storia di un

SINDACO GRATIS IN UN MOMENTO IN CUI L NTI OLITIC L RON ESISTE UN LTERN TI ER ESSERE MMINISTR TORI UBBLICI IN UN OTTIC I URO SER I IO C C I NEL SUO ICCOLO CI RO . E U NTO RE CI RIESCE URE.

52 | WHY MARCHE


di Roberto Negro

uesta storia parte alla ne. An e se poi la ne al tempo stesso l inizio i un altra storia. orse, a loro mo o, ueste sono storie e un inizio e una ne proprio non e l anno. Ma un per ... e , un per , uello s . erra an uiri o, omeni a 1 e raio. Nell a as i nante iazza ella i ert , il salotto uono el suggesti o paese me ie ale a met stra a tra Jesi e Fa riano, arro ato alle pen i i el monte e so rasta la sel aggia ellezza ella ola ella Rossa e e a po o a ottenuto il ri onos imento ella Ban iera Aran ione a parte el Touring Clu , il pomeriggio a una lu e uasi malin oni a e uell in olenza tipi a ella omeni a ella pi ola pro in ia italiana. Tra i po i esseri umani e si onten ono gli angusti spazi i ino alla malan ata ontana in ue en tes a e, tra uno zampillo e l altro, a a ul ro alla lenta ita el paese, e o e arri a lui. A igliamento in orma le ma a suo mo o sempre elegante e urato nei parti o lari, mi a segno on una mano, a ennan o un saluto e s o eran o un sorriso smagliante. Mauro Ri ioni, 44 anni, a o ato i ilista e penalista in uel i Castelrai mon o. sin a o i agliole al maggio el 2013. n sin a o gratis, ome re ita il titolo el pi olo li ro e a l a po i minuti an r a presentare, primo appuntamento ella rassegna i ri i Mar a , organizzata alla lo ale asso iazione ulturale alnitro e in entrata sulla proposta i autori elle Mar e, i li ri e parlano elle Mar e. er a tempo, ome al suo solito sommessamente e on un originalit senza eguali, la nostra regione s orna

pro otti ulturali i ualit , ontri uen o a imostrare e uell essere una entit al plurale stato (e ) una ri ezza in re i ile, un opportunit e mai un osta olo. il aso i Mauro Ri ioni un aso e prima an ora e essere politi o prima i tutto eti o rappresenta orse una i uelle realt e meritere ero i essere is usse, analizzate e, iss , magari prese ome esempio. A e o in ontrato per la prima olta Mauro po e settima ne prima, nella sua agliole, pi olo omune ell entro terra ma eratese i po o pi i 600 anime, a agiato sulle alture tra Mateli a e Castelraimon o e uramente olpito agli ultimi e enti sismi i, on ir a 400 resi enti s olla ti e la razione i el alagli on il 5 i ase inagi ili. Non era amo rimasti insensi ili all appello isperato e a no em re il primo itta ino a e a lan iato sui so ial net or , ie en o per la sua omunit aiuti e on or to. Fortunatamente non si erano ritro ati on ei morti a piangere, ma le loro ite erano tutte a ri ostruire. noi sape amo uanto i ile gi in on izioni normali tenere in ita i pi oli paesi i montagna, lottan o ontro il loro apparentemente inelutta ile spopolamento, guria mo i opo e enti traumati i i uesto tipo. uan o si uori ai ir uiti me iati i e ai ri ettori la uestione i enta male ettamente ompli ata e ual osa isogna in entarsi. Mauro Ri ioni i era rius ito. Tanti olontari, in atti, molti enuti an e a lontano, anno ato e stanno tuttora an o una mano, an e e soprattutto promuo en o numerose ra olte on i.

Photo di Studio Photo WHY MARCHE | 53


PERCHE’ PERCHÉ IL BENE CHE FAI, IN QUALCHE MODO, TORNA SEMPRE INDIETRO. DA DOVE TRAE ORIGINE QUESTO IMPONENTE RITORNO DI SOLIDARIETÀ ED EMPATIA NEI CONFRONTI DEI GAGLIOLESI? Be , presto etto. Mauro Ri ioni, po i mesi opo l inizio el suo man ato, si ritro ato senza olerlo alla ri alta elle rona e, an e nazionali, per orren o l iter ormai anoni o el izzarro mon o 2.0 notizia su Fa e oo , entinaia i migliaia i li e, il tam tam elle on i isioni, ser izi elle tele isioni lo ali, inter iste su testate giornalisti e regionali e nazio nali e poi le gran i emittenti tele isi e. MA COSA ERA SUCCESSO

DI COSÌ TANTO ECLATANTE LÌ, NELLA PICCOLA E PRESSOCHÉ SCONOSCIUTA, FINO A QUEL MOMENTO, GAGLIOLE? Appena inse iatosi, il neo sin

a o a rinun iato ompletamente al proprio emolumento mensile e impiegato il relati o importo per assi urare una mensa s olasti a gratuita agli alunni elle proprie s uole materne e elementari. esempio stato poi seguito a i e sin a o e agli altri onsiglieri. Nessun rim orso spese per il ar urante ne essario per raggiungere le se i i regione, pro in ia e omunit montana in o asione egli appuntamenti istituzionali. Niente tele onini i ser izio. Il sin a o si paga i tas a propria an e il premio assi urati o relati o alla polizza e i ontri uenti pagano a tutti oloro e s olgono atti it politi a, per oprirli a ogni ris io e essa omporta. ratuita l assistenza omi iliare a anziani e isa ili e le atti it ri reati e. ra tuiti tutti i ser izi a oman a in i i uale par eggi, retta ella asa i riposo se non si a la pensione su iente e non i sono gli e possono aiutare il genitore, a olita la tassa i soggiorno, mai appli ata al una tassa i s opo, ualsiasi lo ale omunale a isposizione i iun ue per iniziati e ulturali, sporti e, so iali o an e per sempli i este i ompleanno o i laurea. Casa popolare a tutti gli a enti iritto, e iti i ilan io ripianati e pressione s ale rimasta in ariata. Come Rinegozian o i mutui, taglian o le onsulenze, eliminan o le spese inutili, ren en o pi e iente la ma ina amministrati a, onsorzian o i ser izi e s ruttan o i an i omunitari. oggi ui, a erra an uiri o, a presentare il li ro in ui lui stesso ra onta, on un linguaggio iretto e imme iato, uesta sua esperienza i gratuit i ronte a una ariegata e attenta platea e riempie la sala onsi liare. n tipo testar o e o iuto, si e nis e, rusti o e alla mano, ma e ita in s ioltezza latone e i gran i lassi i ella loso a. Certo, non possi ile repli are

54 | WHY MARCHE

uesto esempio in Comuni pi gran i, o e, o iamente, la omplessit tale a non permettere i amministrare e nel ontempo s olgere la propria atti it . Ri ioni lo sa e lo i e, ma uello el sin a o gratis, in on o, lui lo e nis e solo un iglietto a isita eti o , una sorta i in ito a ri onsi erare la politi a ome ser izio e non ome ponte erso una arriera i pri ilegi e i ren ite parassitarie, un primo umile ma on reto passo, s e ro a tentazioni emagogi e e populiste anti asta , per ostruire al asso realt irtuose o e le istituzioni sono amministrate on rigorosa onest e sin era a negazione, ontri uen o a a orire una oramai i ilissima ri omposizione ella pro on a rattura e oggi i i e la politi a alla so iet i ile. Fa ile, irete oi, in un paese os pi olo. ppure, uella i Mauro Ri ioni stata una s elta ontro orren te. In tanti lo anno a usato i manie i protagonismo, a u en o e uello el politi o un ero e proprio mestiere e in uanto tale a retri uito. Ma in on o, pi el 20 ella popolazione mar igiana i e in paesi on meno i 5.000 a itanti. IN QUANTI DEI TANTI PAESI SIMILI A GAGLIOLE

È STATO SEGUITO L’ESEMPIO DI MAURO RICCIONI?

a risposta non e la oglio are ui. roprio per , ome gi etto prima, uesta storia non e e a ere una ne. UN’UTOPIA? Forse. Magari astere e ri or arsi e la politi a nas e al esi erio on reto i ene per la so iet e, in on o, per se stessi. o per , al i l el aso spe i o, ale la pena leggere tutto un ato il li ro i Ri ioni, il ui ri a ato, tra l altro, a in ene enza a a ore i Angelo i eri e, nel lontano 1 81, er i sal are Al re ino al pozzo i Vermi ino on un gesto eroi o e purtroppo a nulla alse, ma per ui lo tato nulla ri ono e a Angelo, e oggi si ritro a solo in una asa i riposo. o, i Mauro Ri ioni lo si apis e an e a uesto. I sogni sono speranze e, an e se non si realizzano, giusto e rimangano integri e genuini e sono elli omun ue. i per uesti ale la pena i ere , s ri e ri olgen osi alla sua pi ola glia. a presentazione, nel rattempo, si on lusa. , al i l egli slogan, tutti sem rano a er olto l essenza intima i uesta esperienza, i uesto esperimento politi o so iale. Tutti sem rano a er olto e meta olizzato il per . , orse, uel semino uttato in aria a Mauro Ri ioni nella pi ola agliole, un giorno a ual e parte atte ir . Ce lo o remmo augurare un po tutti.


SPIRITO

TRA POESIA E TEATRO: Andrea Mazzanti e il pubblico ludibrio oesia e musi a, teatro e note, ialetto e omi it realisti a si a a iano sulla s ena mar igiana on Il pu li o lu i rio . n li ro no spetta olo Molte le espressioni artisti e ra olte tra le rig e i Il pu li o lu i rio pu li ato per Ar ipelago Ita a nel 2016 a An rea Mazzanti e realizzato in orma i rea ing letterario all tr Vot omposto alla o e narrante ell autore stesso on l a ompagnamento musi ale el antautore orenzo Fran es ini. Temi so iali, ulturali, stori i e attuali si a a iano tra omi it e tragi it , tra la liri a e il grottes o nel isarmante la oro i ri er a e sperimentazione reati a i An rea Mazzanti. n artista e letti o, uno stu ioso el ialetto senigalliese, un attore tras ersale, mai anale nelle sue poeti e narrati e, ma, anzi esta ilizzante e ri essi o, An rea Mazzanti oin olge il pu li o interagen o on la ritmi it ell anima umana. An rea Mazzanti gi onos iuto a li ello nazionale ome poeta, i atto antologizzato in i erse ra olte poeti e ome Italia a pezzi, e ita a nplaine, e ra oglie i migliori autori neo ialettali el panorama nazionale. Vin itore inoltre el se on o posto nel ampionato nazionale oetr lam 2015, mani estazione tra o alizzazioni narrati e e poeti e parlate in ui si esi is ono i migliori per ormer nazionali. Tra sa ro e pro ano, tra sonorit , musi alit e inno azione la poeti a i An rea Mazzanti e o a personaggi e atmos ere issa ranti, tra il noto e l impre isto tra ia s ene i am ienti e popolano ri or i e presagi.

IL PERCORSO ARTISTICO DEGLI ESORDI A IL PUBBLICO LUDIBRIO SI MUOVE TRA MUSICA, POESIA, TEATRO E DIALETTO. LEGGIAMOLO NEL RACCONTO DIRETTO DI ANDREA MAZZANTI IL PERCORSO È ACCIDENTATO.

o omin iato a s ri ere per il pi anale ei moti i mi sono preso una otta per una ragazza ma ero talmente inetto al punto i ista amoroso e non rius i o nemmeno a parlarle. Cos o pro ato a metterlo per is ritto. Non a unzionato lo stesso, per a l o tro ato una mia stra a. a osa mi pia iuta os tanto e non o pi smesso. n el giorno, l ami o orenzo, mi in ita a uno slam poetr organizzato a lui. Io ontinua o a essere inetto e terrorizzato all i ea i esi irmi in pu li o, ma si ome me lo ie e a un ami o, a ettai. Fu un isastro ompleto, ma tesaurizzai la lezione. Cer ai un mo o i erso i s ri ere, pi teatrale e per ormati o, osan o ual osa in pi al punto i ista ella sperimentazione. Nel 2006 pro ai a s ri ere ei testi in ialetto, intuen o e i suoni i uella lingua a e ano note oli possi ilit

espressi e. rissi l in etti a e te piass un olp e la in iai a un on orso i poesia. resi un 10 e uno 0 alla giuria, ma insi il on orso. Mi e ero an e una ripresa mentre re ita o e il i eo i ent irale. a gente per stra a mi erma a i en omi C e te piass un olp , ma sta olta per salutarmi. er la so is azione, ontinuai l esplorazione i uel mon o e oggi s ri o pre alentemente in ialetto.

COME NASCE UN LIBRO E DI COSA NARRA IL PUBBLICO LUDIBRIO?

e pan, an iuan). C molto el grottes o me ie ale, almeno nelle intenzioni a e o en iaro in mente la lezione i Ba tin sul grottes o i Ra elais, la s rontatezza egli epigrammi i Marziale, e il gusto per la pro o azione el mio eroe uttazzi. Nonostante le apparenze una ra olta e in aga i rapporti tra eti a e morale e so iet . Nella opertina originale era pre isto il isegno i un giullare messo alla gogna sotto l insegna Castigat ri en o mores . Il giullare alla gogna l em lema el allimento ella satira e ella morale, ella isumanizzazione e ella impossi ilit i una reale inno enza. un opera amorale a ui trapela una pro on a amarezza, per un ene e si pote a realizzare e rimasto solo potenziale.

POESIA

56 | WHY MARCHE

Il u li o lu i rio una ra olta magmati a, polimor a e poli roma. Nas e in otto anni i gestazione, i sono entro tanti mo i i s ri ere. Inizialmente o e a essere una trasposizione ialettale i poon Ri er. oi la osa mi s uggita i mano, e il gio o e la sperimentazione anno preso il sopra ento nell opera i sono ri a imenti paro i i ( ureggia una paro ia i e al ino i a lo Neru a, e ten e opia e Bar e amorrate i Dino Campana), in etti e ( e te piass un olp) anzoni ( allata el pezz

“L’OTR VOT” COSA RAPPRESENTA?

otr ot soprattutto la storia i un ami izia (tra me e orenzo Fran es ini) e una risonanza i spiriti. arte ui. Altrimenti i sare ero soltanto ue iam otti e si esi is ono su un pal o. Il alore i uesto uo e i i ertiamo


di Paola Donatiello

T E A T R O

eramente. umanamente una u ia e una stima enorme tra i noi. uesto a passare molto pi signi ati i uanto la per orman e musi ale e attoriale possa ei olare. Il nome nas e a uno s erzo e a una suggestione. Il suono la olont i per ulare il ran ese e la sua eleganza. a suggestione l immagine ella esta e nis e l otre una pelle i animale, noi la immaginiamo gon a i ino. Man mano e si s uota, il pu li o i enta e ro ma ompare lo spettro ella ne ella esta un otre uoto la pelle i un animale morto. Noi er iamo i reare un e rezza omi a per presentare lo spettro ella morte. an e s e eggiarlo un po . la nostra perazione Dans Ma a re .

QUALE IL LEGAME TRA IL TERRITORIO MARCHIGIANO-SENIGALLIESE CON LA CREATIVITĂ€ DELLA TUA POETICA? Mi sento mar igiano, soprattutto i arattere. Immagino le Mar e ome una regione i spalle, rispetto al mare, uasi iusa in se stessa. ento mia la i enza e il isin anto el mar igiano erso i orestieri e le ose nuo e, os ome la sin erit e la generosit e o re non appena supera uesta arriera. enso e il mar igiano sia sensi ile al mera iglioso, per sa e non gratis e e osta ati a. In uesto mi sento mar igiano. uanto alla reati it , le Mar e sono ri e i talenti e si tengono nas osti, uasi l arte osse una male izione e una ergogna. o a uto la ortuna i re uentare per un perio o a Casa ella ran etta e osser are, as oltare e olla orare on molti artisti musi ali. Mi porto ietro uella ena i li ert e anar ia er an o i limitare la ten enza all auto istruzione.

IL VALORE DEL DIALETTO NELLA NARRAZIONE VOCALE

na lingua non solo un sistema i segni, ma un mo o i pensare. ri en o in ialetto e olen o essere re i ile mi a orgo e per esprimere eterminati on etti sono ostretto a peri rasi o a ontorsioni meta ori e. Il ialetto pro on amente legato alla terra, nel mo o in ui imme iato, pragmati o e uasi ri uta ogni so sti azione e ogni innalzamento. uesto inismo unzionale an e un mo o i pensare e sento molto i ino. Inoltre, il suono nel ialetto a parte ello stesso signi ato. un mo o i omuni are e pri ilegia l emozione e il orpo rispetto alla razionalit astrazione. Il suono una omponente on amentale per generare un mon o. Il ialetto ome una ormula magi a i un anti o stregone. ggi una ris operta e un ritorno al ialetto, ome un ritorno alle orze primor iali e alle emozioni i pan ia . iamo in una so iet e per e enni a razionalizzato e rimosso il orpo e le emozioni, er an o i negarle. ggi ueste si ripresentano e ie ono il onto a una so iet e non allenata a sopportarle.

COME NASCE UNA POESIA?

Bo ! Non una ri etta. A olte nas e ome una stella el materiale on ensa, si aggrega, se imenta in ersi an e per anni no a tro are una propria logi a attorno alla storia e ie e i ra ontare. A olte una olgorazione e ie e i essere registrata. A olte ome isegnare i azzi nei essi lo ai per i ertente e non i pensi. ono pro o azioni atarti e, una uga alla seriet ingom rante. na allo oria.

A QUALE COMPONIMENTO SEI PIĂ™ LEGATO?

A nessuno. Io e o s ri erli, poi ogni poesia a on le sue gam e. auto ompia imento grati ante ma molto peri oloso sposta l attenzione al messaggio al proprio ego. er me s ri ere un po ome pregare isogna an are oltre se stessi e er are un armonia. uan o una poesia en s ritta, suona. in gra o i reare risonanze in i a uella stessa nota. uin i er o in sostanza i arpire una nota apis i e un progetto troppo am izioso per essere on nato nello spazio angusto i un ego.

QUALI PROGETTI PER IL FUTURO?

Ti rispon o ome ti a rei risposto a 16 anni alla oman a osa uoi essere a gran e . n uomo li ero. ggi aggiungerei an e eli e .

WHY MARCHE | 57


SPIRITO

GIULIA CIARAPICA, PROFESSIONE:

Bookblogger Giulia Ciarapica: un nome, una garanzia.

Ben lo sa chi quotidianamente è a contatto con il mondo della letteratura e dei libri, ma anche i lettori appassionati che frequentano i social network e navigano sul web. Giulia, infatti, è una bookblogger di professione, ossia legge e recensisce libri sul suo blog Chez Giulia (www.giuliaciarapica.com). Con una laurea in Filologia moderna in tasca, Giulia, classe 1989 residente a Casette d’Ete, circa tre anni fa ha intrapreso questo percorso, partito quasi per caso, ma che si è trasformato in una vera e propria occupazione a tempo pieno. Ce lo racconta lei stessa.

COS TI S INTO NEO L URE T E IC RTI L BLO E COME N T UEST ENTUR Mi sono laureata nell aprile el 2014 e e o ire e nel perio o appena su essi o alla laurea ero piena i u i su ome impiegare e etti amente il mio tempo. a stra a ell insegnamento non era proprio uella e a rei oluto intrapren ere, os mia mamma un giorno mi a etto Visto e ti pia e leggere e s ri ere, per non pro i a s ri ere i i e leggi . Detto atto. Al Futura Festi al i Ci itano a Mar e o onos iuto lo s rittore aolo Di aolo, uno ei po i autori ontemporanei e leggessi (pre eri o in atti i lassi i) e uesto in ontro per me stato la s olta gli o in iato per e mail la re ensione e s rissi sul suo ultimo li ro, ma uello e mi preme a prin ipalmente era e molti a essero la possi ilit i leggermi. o e aprii allora una pagina Fa e oo in ui on i i e o le re ensioni e, a luglio, on ai an e il log e uesto un li ro . o poi iniziato a olla orare on al uni portali e giornali online, ome igliottina.it o T e Fil er, sempre s ri en o i li ri e letteratura.

58 | WHY MARCHE

COME ROSE UITO OI IL TUO ERCORSO Il 2015 stato un anno i ro aggio per me parte ipa o a e enti letterari e esti al sempre a spettatri e insomma, mi sono atta onos ere si amente. uell anno o iniziato an e a olla orare on al une ase e itri i, tra ui iunti. Il 2016 stato in e e un anno parti olarmente intenso o a uto la ortuna e l opportunit i parte ipare, a aprile, al Festi al Internazionale el iornalismo a erugia. A e o proposto all organizzatri e el esti al, Arianna Ci one, i istituire un panel i is ussione sulla so ial letteratura a e o apito e isogna a proprio attere sui so ial e su T itter, anali e pote ano raggiungere pi gente possi ile. u essi amente sono stata ontattata alla asa e itri e Fazi per pren ere parte al alone Internazionale el i ro i Torino per presentare un li ro a loro e ito, per era gi a un anno e a e o iniziato proprio a tenere elle presentazioni i li ri olla oran o inizialmente on la li reria Il Mer ante i torie i Tiziana pi ani a simo e su essi amente on la i liote a omunale ella itt . li autori anno iniziato a ie ermi i organizzare elle presentazioni proprio nel


di Ilaria Cofanelli

i (e)ri in s ena a es asseroli, i ui la stessa Maraini irettore artisti o. u essi amente sono stata ontattata alla re azione ulturale el Messaggero, on la uale tutt ora olla oro e on l u ngton ost, o e tengo una ru ri a sul rapporto i o e li ri, proponen o elle ri ette ulinarie e en si on anno a uella eterminata lettura. C I TI RI OL I U N O SCRI I LE TUE RECENSIONI E ERC UN NON LETTORE O REBBE ICIN RSI LL LETTUR Mi ri olgo a tutti, per uello e oglio ar apire e leggere un li ro non signi a solamente s oprire po o a po o la trama, ma la lettura permette i s iluppare la uriosit e lo spirito riti o ai li ri si ries e a s oprire i ersi punti i ista, si pu mettere a on ronto opinioni ontrastanti, ma leggen o i si pu an e i ertire. ERC IM ORT NTE LE ERE CL SSICI I lassi i sono alla ase i ualsiasi riti a letteraria, sono on amentali per stu iare l e oluzione el pensiero umano poi sono egli impres in i ili, pure al punto i ista stilisti o. ersonalmente re o e i lassi i a ano stu iati an e per apire gli autori ontemporanei. territorio mar igiano on mia gran e gioia, per le Mar e sono sempre un po sotto alutate ulturalmente. uin i mi pia e a an e portare a anti una sorta i promozione ella mia regione, in itan o autori e an e ultura. In ne o aperto un anale ou Tu e per le i eo re ensioni, per o apito e mostrare la a ia uan o onsiglia o un li ro a e a au ien e, soprattutto se lo a e o on ironia e leggerezza, in mo o omun ue a atti ante.

U LI LETTURE CONSI LIERESTI IO NI C E NNO ERSO IL USTO I LE ERE Tra i lassi i onsiglierei I tur amenti el gio ane T rless i Musil, o Agostino i Mora ia, n amore i Buzzati e isola i Arturo i lsa Morante, uno ei miei romanzi pre eriti. ono li ri e trattano temati e emoti e e amiliari in ui i ragazzi possono si uramente ri onos ersi in ogni li ro un pezzetto i loro stessi, ma an e ual osa e possa s uoterli.

UR NTE UESTO TUO ERCORSO RO ESSION LE C ST TO UN INCONTRO C E TI OSITI MENTE COL IT uello on Da ia Maraini. Al Futura Festi al i Ci itano a ello s orso anno era ospite all e ento e io, e a e o letto il suo ultimo li ro, mi sono a i inata per ie erle l autogra o e la possi ilit i in iarle la re ensione e a e o s ritto proprio su uel testo. ei, isponi ilissima, mi omuni il suo in irizzo i posta elettroni a e io le in iai il mio s ritto e le pia ue os tanto a ie ermi i pren ere parte on lei alla presentazione el li ro i lisa etta Ras , e regole el uo o, presso il Festi al

U LI RO ETTI ST I TTU LMENTE L OR N O E COS ST I RO ETT N O ER IL UTURO Mi pia ere e s ri ere ual osa i mio, non solo i narrati a, ma an e una sorta i manuale e i ato a i si oglia appro iare a uesto tipo i la oro. A re e poi partir un progetto e riguar a il terremoto e a olpito la nostra regione a agosto e otto re s orsi. Vorrei aprire nel mio sito una sorta i ru ri a e i ata alle storie ere i i l e ento el terremoto l a issuto a i ino e in prima persona, un ue mo ilitare il log per non imenti ar i i ueste persone, an o loro uno spazio, una o e e, a mo o mio, un supporto.

WHY MARCHE | 59


SPIRITO

STURZO, l’uomo degli altri Il libro che sta facendo il giro d’Italia 60 | WHY MARCHE


o o l on eren st m ten t si resso l Istit to St r o i Rom i embre l rim resent ione i le el libro st t ermo l ebbr io s orso terr o ione ell tore Ste no C tini l le ie i mo rim i t tto i rl r i el s o le me on le M r e. ono ermano ma pre eris o ire pi eno, inten en o on pi eni gli uomini e popolarono le Mar e e il nor ell A ruzzo, guerrieri temuti agli stessi romani e uan o i s on ssero, per ele rare il alore ella on uista, oniarono a irittura una moneta argento. Inoltre sento entro i me uel mo imento nostalgi o e leopar iano amore e o io erso una terra e ome un amata ellissima, alle olline ormose e i tramonti rossi, sem ra a iarti on la ra turgi e ma allo stesso tempo ti guar a on ostilit alle sue torri orti ate e ti a so rire. n amata e mi a respinto i erse olte ma il suo anto i sirena an ora os orte e ogni tanto ritorno e sempre on pia ere. Il 1 marzo in atti sar a an Bene etto el Tronto, ospite ella Fon azione i ero Bizzarri, a un e ento promosso in olla orazione on il ions Clu per ra ontare el mio li ro turzo, l uomo egli altri. arlan o i patrie a an onate e i iaggiatori e si per ono in terre lontane turzo inizi le sue a enture a un paesino si iliano, Caltagirone, lui, Tor iaro io. n intellettuale ostretto a uggire in Ameri a alle perse uzioni ell Italia as ista e alle om e naziste a on ra alla ne solo un emigrato, uno ome tanti. Non a al una i erenza la moti azione. ar omun ue un uomo ostretto in terra straniera e uno straniero in asa sua. o la orato all estero un tempo su iente per apire osa signi a non essere li eri, per uesto ome isse turzo, amo la li ert pi ella mia ita.

Entr n o nel merito el libro ome m i n rom n iere si ssion to os t nto ll r i L i i St r o anno s orso sono entrato in ontatto on l Istituto turzo i Roma in ia elle Coppelle, un luogo si o onato al e io prete al suo rientro in Italia opo un esilio lungo una ita. n luogo el pensiero, lai o, aperto a tutti gli intellettuali o e o a uto il pia ere i onos ere il pro . Malgeri, il massimo esperto ella gura i uigi turzo. Da una serie in ontri nata l i ea i onorare i settant anni el rientro i turzo in Italia on una pu li azione oraggiosa per non a a emi a. o la orato in pro on it sui o umenti ar i io onser ati presso l Istituto per garantire la massima a uratezza ei atti ra ontati, ome s enario ella

i en a umana ello statista esule al as ismo. a este gra a stata realizzata a Ner 2 i manuele r olani e Daniel De Filippis, umettista i gran e talento il primo, esperto i omuni azione il se on o, e anno realizzato la opertina ispiran osi ai iaggi i turzo in Fran ia, on ra e in Ameri a. a s intilla s attata uan o mi sono iesto ome mai uesto personaggio tanto importante uanto ignorato, ome mai a su ito la stessa sorte i Tesla, uella io ella on anna all o lio. Cos , ir a un anno a, per uno i uei gio i el estino e a stupi i spesso ignoriamo, mi sono tro ato a s ri ere i un prete, un politi o, uigi turzo. stato un interessante pro esso i stu io, analisi, s operta e res ita. In atti, a li ro terminato

ual osa era am iato... maturato. e gran i ri oluzioni, uelle e mi pia e ano tanto, si urla ano e si om atte ano on le granate, ru ia ano e las ia ano ustioni. ggi un nuo o uo o mi anima, un uo o e s al a e ura tutta la notte, e a usto ito, e repita e non urla, un uo o entro. Con turzo o s operto un tipo i ri oluzione sussurrata e ome il sale penetra lentamente nella pelle e assor e le impurit . tu iare turzo mi a aiutato a apire un po meglio i sono, a apire e non importa osa ai, uali sono le tue a itu ini sessuali o ome ti giu i ano gli altri, i e onta sentire giusto uello e ai, al i l ella religione, ella razza, el on ormismo, insomma... e stai seguen o la orrente, la tua. turzo la iama a era ita, uella soprannaturale.

WHY MARCHE | 61


SPIRITO

Un testo e intr ttiene e ens re. L lett r i l ti si r mente tt n e n bbli o io ne. C e mess io i ol to l n i re ro rio i io ni rl n o i est r e i Al ontrario, il messaggio sono stato io a ra oglierlo ai ragazzi per turzo nella sua terra origine, la i ilia, an ora sentito e amato soprattutto ai gio ani e orse sono gli uni i e anno apito appieno la portata ri oluzionaria el suo messaggio. turzo u iamato il prete rosso o il atto omunista per prese le istanze ai poteri orti, arri an o a su ire un attentato alla amigerata ma a ei aprai. i ome le apre istrugge ano i ampi appena seminati, turzo, il prosin a o i Caltagirone (non pote a essere sin a o per il apa glielo a e a ietato), impe ai a inorosi alle atori i apre i attra ersare i ampi e e e muro ontro i prepotenti ma, mentre

STEFANO CATINI

62 | WHY MARCHE

passeggia a per le ampagne, uesti gli spararono. turzo, il giorno opo, ritorn in i erente a passeggiare per uei luog i. empre in i ilia apr una s uola elementare e nel 1 18 on la Regia uola ro essionale e tuttora esiste e si iama Istituto tatale Arte per la Cerami a uigi turzo . Istitu una assa rurale e li era a i onta ini all usura, i enne sin a o per enun i un atto i orruzione sull appalto per l energia pu li a a Caltagirone e, appena eletto, li enzi gran parte el orpo elle guar ie muni ipali per ru a ano e uesto i ragazzi si iliani lo sanno. a s a letteraria onsistita nel realizzare un li ro olutamente re e e leggero, o en o selezionare tra un in nit i i en e i giustizia, gesti i oraggio e i altruismo uelli e meglio rappresentassero un epopea i ir a 88 anni i un uomo e a om attuto on la spa a ian a, ontro le ma e, il as ismo, la ittatura omunista, la partito razia, orruzione e lo stesso Vati ano.


a e a issuto a on ra e Ne or e a gio ane a e a Un testo e r bene n e ll oliti i o i. li inse n menti i St r o nonost nte si no a ra iato una ura molto parti olare, in entata a un parro o te es o pres iteriano e si era ammalato i n se olo sono tt li. i e li esem i i i tu er olosi e in sei mesi ol suo meto o era guarito, nostri lettori. molto i ile rispon ere a uesta oman a, per uan o parliamo i turzo, i tro iamo a anti a un imala a i onos enza, una mente ra nata e pungente, ma soprattutto siamo i ronte a un uomo i una statura eti a gigantes a, ma non on is iottiana o utopisti a, tutt altro, molto prati a e on reta e lotta a ontro una lasse politi a non i ersa alla nostra. Cos si espresse un anno prima i morire ulizia! ulizia morale, politi a e amministrati a solo os potranno i partiti ripresentarsi agli elettori in mo o egno per ottenerne i oti non mai a en o alere i a ori atti a ategorie e gruppi non mai on promesse personali i posti e i promozioni ma solo in nome egli interessi ella omunit nazionale, el popolo italiano, ella atria in ne per la moralizzazione ella ita pu li a il miglior ser izio e si possa are alla atria nostra. non a iate ergogna, an i ati i tutti i partiti, i parlare i atria, per la atria, ome i eale olletti o, in i a giustizia, moralit , e uit , onore, rispetto ella personalit . uigi turzo Il iornale Italia, 2 gennaio 1 58. Vorrei iu ere ra ontan o un aspetto i turzo e po i onos ono, e potremmo e nire molto ool. ro iamo per un momento a imme esimar i nel no e ento italiano, nel su Italia, o nel Vati ano, osa e iamo n me ioe o o e pa i i urati ol appellone nero opo la messa anno a mangiare ai signorotti lo ali, o un ponte e portato in spalla su un trono orato e parla solo in latino e po i metri pi in l un uomo e

e astian neipp. a riele De Rosa i ra onta e uigi turzo non a e a nessuna oglia i are il ser izio militare, per risultare non i oneo alla isita i le a eper talmente tanto a ammalarsi si mise nelle mani i un me i o segua e el parro o neipp. uesto me i o, e a ita a all Isola Ti erina, gli pres risse tra l altro i amminare la mattina sull er a agnata. enza as iugarsi i pie i, o e a poi rimettersi le alze. Consiglia a an e e la notte si s egliasse, si a esse un agno re o e tornasse a letto senza as iugarsi. Il itto o e a essere egetariano. .. . Da ueste ure, il suo si o si riprese in maniera note ole.

Non ossi mo termin re onos ere i t oi ro etti

est inter ist sen t ri.

Dopo la pu li azione el mio primo li ro, la ra olta i ra onti a guerra nita, in on omitanza alla stesura el saggio su uigi turzo, o terminato il mio primo romanzo e an r in stampa entro la ne ell anno olla oro on giornali e ri iste e sto omin ian o a s ri ere per la tele isione. o s elto i i ere a Roma, itt ellissima e ri a i stimoli ulturali e appena posso, tras orro nelle Mar e i miei momenti li eri. to giran o l Italia per presentare turzo, l uomo egli altri nelle li rerie, nelle s uole, nelle uni ersit , nei entri ulturali, le prossime tappe saranno Napoli e Bari. o il pri ilegio i are il mestiere e amo, lo s rittore. A uarant anni posso ire i essere un uomo ortunato.

W H Y M WA RH CY HME A|R C6 3H E | 6 3


SPIRITO

LA RUA: «MAI LONTANO DA QUI PER TROPPO TEMPO, LE MARCHE SONO IL NOSTRO CUORE»

DOPO LA PASSERELLA TRIONFALE A SANREMO, LA BAND ASCOLANA SI GODE IL MERITATO SUCCESSO TRA SCRITTURA DEL NUOVO ALBUM, CONCERTI E SOGNI DA INSEGUIRE VIVO SEM

E A MONTALTO

E TO

E STO

guai a supporre il ontrario. oprattutto uan o a rispon ere Daniele In i o, lea er e antante ei a Rua, uno e, ome il resto ella truppa altron e ( asti pensare al nome e si sono s elti), non a mai nas osto l atta amento pro on o, is erale, alla sua terra. Nonostante il su esso e i onsensi esponenziali e nell ultimo perio o anno stra olto, in meglio, la ita i tutti i mem ri el gruppo pi eno. na s alata al su esso, uella i In i o, illiam D Angelo ( itarre), Da i e Fiora anti (piano orte, sarmoni a, glo enspiel), Na or Fis etti ( atteria), Alessan ro Mariani ( itarre, an o) e Matteo ran oni ( ontra asso), passata per Castro aro, MTV, Area anremo, Con erto el 1 Maggio, ra io e t ,

64 | WHY MARCHE

A

no all exploit e niti o i Ami i . “Certo, forse sarebbe forse il caso di trasferirsi a Milano, però io non posso andare a vivere in centri del genere perché poi mi manca l’aria aperta, la campagna, io adoro queste cose...non ce la faccio ad andare fuori» ribadisce Incicco, quasi come se pensando ad un potenziale distacco gli mancasse il respiro. «Credo sia disonorevole chi nasconde le proprie origini, specie se si parla di un posto come le Marche. E’ normale essere attaccati al proprio luogo natio dove ci sono gli amici, la famiglia. Io sono stato sempre qua, vado a tartufi, esco la sera; questi sono posti bellissimi, abbiamo la montagna e ad altrettanta distanza il mare, stiamo in una pace pazzesca, secondo


di Luca Capponi

me è folle chi dice il contrario. Io ho vissuto un anno recluso a Roma quando facevo “Amici”: mi affacciavo dalla finestra e vedevo la strada, i palazzi, il cemento e mi è mancato tutto delle Marche. In un momento di difficoltà come quello attuale, poi, il messaggio deve passare ancora più forte; se vanno via pure i marchigiani, chi ci torna più qui?”. Allora e o e l elasti o ella ita si ten e, magari al limite, ma poi ompie la sua missione primaria. Di re ente, a on otto i a Rua no al Festi al i anremo. Non sono saliti sul pal o prin ipale, ma il loro ultimo rano Tutta la vita questa vita stato s elto a Carlo Conti ome sigla el “DopoFestival” a margine ella ontestata eliminazione alle selezioni. loro anno presenziato la itt ei ori a eri protagonisti. “Sì, stiamo ancora smaltendo il post Sanremo ma non smettiamo di lavorare. Stiamo preparando la data di Sant’Egidio alla Vibrata (Te), dove ci esibiremo il prossimo 3 marzo a conclusione della tournée invernale. Cercheremo di fare qualcosa di strafico, anche perché trattasi della data più vicina alle nostre zone. Nel frattempo stiamo scrivendo nuove canzoni, tra un po’ inizieremo a vederci anche con Dario (l’autore e producer Faini, ndr): non ho ovviamente idea di come andranno le cose da qui in avanti, quindi non so dire nulla sui tempi di uscita. Di sicuro ci concentreremo per far sì che venga fuori il miglior prodotto da noi mai realizzato”. A sentirlo, sem ra e Daniele a ia gi tutto in testa, tale l en asi e il oin olgimento on ui ne parla. “Voglio scrivere delle canzoni che abbiano una forza pazzesca, vogliamo alzare l’asticella; l’ultimo disco l’abbiamo registrato velocemente dopo l’uscita da “Amici”, questo vogliamo ponderarlo a dovere, deve essere il nostro massimo. Nel frattempo ci sarà anche qualche partecipazione televisiva, ma ci concentreremo primariamente sulla scrittura. Dentro i brani c’è sempre qualcosa di forte a livello testuale che appartiene al mio mondo, una cosa importante che voglio dire. Nessuna delle nuove canzoni disattenderà il mio processo mentale per la costruzione di uno slogan, non voglio disattendere me stesso”. n pro esso, uest ultimo, e il nostro sem ra rius ire

a mantenere an e nel uoti iano, nonostante gli stra olgimenti ine ita ili o uti alla so raesposizione me iati a egli ultimi tempi. “In realtà quello che ho fatto di diverso è stato chiudermi in palestra tutti i giorni, per il resto vivo esattamente come prima; certo, ora non lavoro più, ma scrivo sempre e comunque. Quando vado in giro cerco di essere molto cordiale con le persone perché sono loro il mio “lavoro”, nel senso che grazie a loro posso fare ciò che faccio, e quindi non sono mai scortese, non potrò esserlo mai perché sono grato a chi mi ferma e mi riconosce. Però ci tengo a ribadire che per me non è cambiato nulla, ho gli amici di sempre, vado in giro, faccio quello che facevo prima. La palestra? Quest’estate voglio arrivare ad una forma fisica perfetta che mi consenta di reggere tutti i concerti. Vorrei muovermi per tre giorni consecutivi senza accusare la stanchezza”. na stan ezza e, nel orso i una arriera tanto lunga almeno uanto la ga etta, si palesata pi olte urante i momenti i s on orto, urante le a ute e pure i sono state. “Abbiamo preso tanti schiaffi anche nell’ultimo periodo. Credo però che non esistano vere e proprie cadute ma solo momenti in cui si inciampa. Il futuro è qualcosa da costruire, quindi è un dovere etico e morale affrontarlo a denti stretti, con forza e determinazione. Mi piacerebbe che chi ci segue recepiscano questo messaggio dato che per me è una cosa fondamentale; non appartiene nemmeno a un disegno religioso, io ce l’ho proprio nel sangue”. Come nel sangue la oglia i sognare, i porsi una meta orte, passo opo passo, e i arri ar i on tutte le orze ne essarie. o ietti o prin ipale era i passare in ra io e alla ne i siamo niti on lu e In i o ra mi pia ere e e ere uesta a entura res ere negli anni no a onsentir i i suonare in ontenitori sempre pi gran i. Di o uesto per lo spetta olo e o in mente a isogno i eterminati luog i e on izioni mi auguro e attra erso le anzoni e i li e tutto si ingran ir al punto e potremo suonare in posti per ora proi iti i, mi ri eris o soprattutto ai palazzetti. o, se sogno i e e essere, sogno un palazzetto tutto nostro .

WHY MARCHE | 65


SPIRITO

SolidarietĂ in gomitoli: IL KNIT CAFĂˆ JESI COMPIE UN ANNO

gni mer ole pomeriggio alle 16 in poi alla pasti eria Bar i i Jesi, in ro in ia i An ona, si getta, si iminuis e, si a a alla e si intre ia a anti a una tazza i t mentre si sgrano iano is otti e si on ersa el pi e el meno. uesto il sottile lo rosso e lega un nutrito gruppo i onne, ai uaranta agli ottant anni, e a po o pi i un anno solito riunirsi in una elle pasti erie stori e ella itt e a ato i natali a Fe eri o II per s erruzzare e tras ormare ei gomitoli i lana o otone in oloratissime s iarpe, operte o a u e. uesto lo s opo el nit Ca ( nit all inglese si tra u e on maglia ), e a on a le proprie ra i i nei se oli ei se oli si tratta in atti i un usanza millenaria e a a sempre isto le onne (ma non solo!) protagoniste ella s ena. Numerosi sono gli esempi i nit Ca presenti in Italia e ogni anno spuntano ei nuo i ir oli in ui riunirsi per la orare ai erri o un inettare un o e in Ameri a si tras ormato

66 | WHY MARCHE

in un ero e proprio mo imento, il nitta lease, reato a un artista ameri ana e, per ren ere pi i a i i paesaggi metropolitani, realizza ei oloratissimi la ori a maglia e a ellis ono pali ella lu e, grate o an elli una era e propria iniezione i olore tra le stra e elle itt . Il nit Ca Jesi uno ei primi, se non il primo in assoluto, ir oli i la oro a maglia nati nelle Mar e. n i ea nata uasi per aso il e raio ello s orso anno uan o Mara iorgi, on atri e el gruppo e una elle nitters pi atti e, a inserito un annun io su una pagina Fa e oo i ompra en ita i oggetti in Vallesina, er an o persone appassionate ome lei all arte ell un inetto e el la oro a maglia, per potersi riunire regolarmente s erruzzan o e s am ian o uattro ia iere. o ri e uto risposte a un gran numero i persone, non a rei mai re uto ri or a la iorgi on al une i loro, poi, ome Romina Canoni o e Mil a Magnani, i siamo a operate per ri er are un luogo e osse i oneo a ospitar i innanzitutto a re e o uto essere luminoso e ampio allo stesso tempo, per permettere a tutte i parte ipare agli in ontri settimanali . Mara, e a anni si iletta nel realizzare la ori all un inetto, a e a preso spunto al nit Ca i Reggio milia, in ui opera l asso iazione Cuore i Maglia e in ui ami e appassionate i la ori an ma e si riunis ono per on ezionare a itini, opertine, appelli e u ette a onare ai im i ri o erati presso i reparti i terapia intensi a neonatale


di Ilaria Cofanelli

all un inetto o al punto ro e, sia a i in e e non a ia mai ri amato e oglia imparare. C sempre ual una i noi isponi ile a spiegare i punti ase, in maniera el tutto gratuita o iamente non siamo insegnanti, siamo solo un gruppo i appassionate i la ori a maglia e ogliono on i i ere uesta passione. ETE M I CON E ION TO LO STESSO L ORO TUTTE INSIEME A iamo realizzato on l un inetto una operta i lana per uno s ollato i Ar uata el Tronto, uigi. Dopo le terri ili s osse e a e ano olpito Amatri e, Ar uata el Tronto e A umoli, a iamo pensato i on ezionare egli oggetti a lungo termine per al une persone, ome appelli, u e, s iarpe. Cristiana Ciarim oli, una i noi nitters , tramite la rotezione Ci ile i ui a parte, a onos iuto uesto anziano s ollato e a e a perso tutto. Tramite Cristiana gli a iamo atto re apitare una s iarpa, elle a u e e un appello. oi a otto re a i em re i siamo impegnate per realizzare una operta ognuna si o upata i reare ie i s a i, poi un altra li a uniti insieme e un altra an ora a u ito il or o. uigi ne stato entusiasta, uesto per noi un moti o i gran e so is azione.

i tutta Italia. no s opo un ue no ile, otato alla soli ariet erso oloro e so rono e proprio uesta la irezione e uole seguire an e il nit Ca nato a Jesi ormai un anno a. A iamo preso ontatti on un asso iazione i olontariato ella itt e si o upa i prestare so orso e aiuto alle amiglie e si tro ano a i ere momenti i isagio o i olt . iamo isponi ili a realizzare maglioni, operte, appelli tutto gratuitamente, orremmo are al nit Ca un ris olto so iale . M R ORM I TR SCORSO UN NNO L RIMO INCONTRO EL NIT C U L IL BIL NCIO I UEST ES ERIEN stremamente positi o. iamo res iute al punto i ista umano e asso iati o anno parte ipato agli in ontri el nit Ca almeno una olta 48 onne. ono nate elle orti ami izie tra i noi e ual una an e all in uori egli appuntamenti el mer ole . Continuano, inoltre, a presentarsi persone i erse, per grazie al passaparola i stiamo a en o onos ere sempre i pi in itt e nei paesi limitro . olitamente a riunir i siamo otto o no e persone, an e se a olte arri iamo a essere a irittura i iotto. Il nit Ca si tras ormato ormai in un a itu ine onsoli ata.

SULL SCI EL NIT C ESI SONO N TI LTRI LUO I I RITRO O NELLE M RC E IN CUI ONNE SSION TE I RIC MO E L ORO M LI SI RIUNISCONO. ETE IN MENTE I COLL BOR RE Da po o nato il nit Ca C iara alle, sempre in pro in ia i An ona, mentre o s operto l esistenza i altri nit Ca nella regione, ome a esaro, Fal onara e an Bene etto el Tronto. Con le nitters i esaro a iamo pensato a una sorta i gemellaggio, a re e i in ontreremo, uin i s , olla orare, magari an e on gli altri nit Ca elle Mar e, potre e essere un i ea. e ual e amante ell arte ell un inetto o el la oro on i erri si osse in uriosito, pu pren ere ontatti ol nit Ca Jesi tramite la pagina Fa e oo , oppure presentarsi irettamente tutti i mer ole alla pasti eria Bar i alle 16 in poi.

I U LI L ORI I OCCU TE gnuna si porta a asa i e in uel momento sta rean o, poi a anti a un aran iata o a un t on pasti ini i s am iamo opinioni, onsigli sui ari la ori, per uello e tengo a sottolineare e il nit Ca aperto a tutti, sia a i oglia la orare ai erri,

WHY MARCHE | 67


SPIRITO

BLA

BLA

BLA

LOVE LA SHARING ECONOMY FA BENE ALL’AMORE Mi tro o alle i iotto puntuale all ingresso ell autostra a i orto Re anati. Mario uno pre iso, ingegnere s oprir pi tar i, e mi prele a on impazienza e estrezza atti an o solo le uattro re e. algo in auto e saluto la ragazza se uta i an o a lui, Carla, salita a Ci itano a Mar e. rig iamo le solite ormalit itt i pro enienza, et , pro essione e moti o el iaggio. enso a uante olte Mario ostretto a ra ontare le stesse ose, ma sem ra un tipo so ie ole a ui non anno noia i on ene oli. a ato pi i ento passaggi a uan o stato tras erito a orto an iorgio e a iniziato la pen olarit on Milano, o e i ono sua moglie e sua glia. Tutti i ee en sale per ria ra iare la sua pi ola e sentirsi a asa. e Mar e pur essen o entrali sono po o ser ite, i treni sempre pi ostosi anno orari s omo i, per uesto la sua ma ina sempre piena i gente. Carla onos e ene Mario, non la prima olta e pren e un passaggio a lui, per a otto mesi il suo anzato la ora a Milano per un importante an a e a allora lo e e sei giorni al mese, ento uaranta uattro ore ogni trenta giorni. Il primo ne settimana sale lei, il

68 | WHY MARCHE

se on o s en e lui, il terzo pausa, il uarto sale lei i nuo o. Con essa e iniziano a sentire la stan ezza e e e onomi amente sempre pi i ile, per uesto anno e iso i rallentare e i saltare un ee en . A enigallia sale atia, la ora l , a stu iato a An ona, ma originaria i Fermo. Da uattro mesi a la spola on Milano per a onos iuto in at un militare i stanza nella apitale lom ar a. em ra a una s io ezza, una osa i po o onto, poi la a en a si atta i olpo seria e stare separati sem ra impossi ile. i presenta a Carla e a me, la prima olta e i e iamo, e a ra ia Mario, on ui a on i iso i ilometri i as alto e anno atto res ere la sua storia. Comin ia a a arezzare l i ea i man are urri ula nel milanese per a i inarsi a lui e al momento non pu ie ere tras erimenti, ma il suo atta amento alla Mar a non le impe is e i tirare uori il oraggio. ltima tappa, si es e al asello i esaro per ar salire l ultimo iaggiatore, Daniele, enti in uenne, ur inate o , e insegue ogni settimana la sua ragazza, matri ola all ni ersit Cattoli a. Mario ri onos e


di Andrea Cozzoni

Daniele e aspetta al re o nel par eggio i un ar po o istante all us ita e lo saluta, eli e i ri e erlo an e uesta settimana. Mi a orgo in retta e uesta non una ma ina i s onos iuti ma una omunit i uori esuli e apar i. In perenne attaglia on le oor inate spazio temporali, e anno reso le loro ite pi i ili i altre. ieni i orza animo, pazienza e un pizzi o i ingenuit . are e la pioggia i a ompagner per tutto il iaggio, e uesto sar il ee en pi pio oso ell anno e ual uno omin ia a rimpiangere i non a er portato l om rello. i tratta el loro ultimo iaggio insieme, almeno on la ma ina i Mario, e estante annun ia a tutti e alla prossima settimana torner a i ere al nor , grazie a un nuo o la oro pio uto sal i amente al ielo. i ongratulano tutti on lui ma Daniele po o opo si

s uris e in olto. a esso noi ome aremo . Mario pro a a suggerire ual e alternati a ma sa ene e il suo era il iaggio per etto partenza ener opo il la oro, arri o a Milano per la ena, ripartenza opo l aperiti o la omeni a, arri o a asa in tempo per is are la aligia e an are a letto. Due soste una all an ata e una al ritorno. Massima puntualit e tari a lo ost. C i altro pu o rirti tanto Ci salutiamo a Milano, ognuno per la sua stra a, ognuno a ri omporre uel uore i iso a met per un intera settimana. appuntamento per la omeni a, stesso posto, alle i iotto, per il iaggio i ritorno. Ci aspetta un ee en pio oso ma e itante e nessuno uole pensare a nu ole pi lontane. C iss e ne aranno gli amori a istanza uan o non i sar Mario a aiutarli

WHY MARCHE | 69


SPIRITO

EBBR IO M R O Non c’è strada lunga per chi ha l’amore in seno 3 marzo 1 55. l is resle appari a per la prima olta in tele isione nello s o ouisiana a ri e sul net or sla. In re e la sua ama esplose, ren en olo uno ei antanti pi ele ri i tutti i tempi, ui si sare ero ispirati musi isti e interpreti i ro an roll, al punto a essere soprannominato il Re el Ro an Roll , ma an e T e ing .

i i in ere n opera pittori a il rutto ella reati it ell autore, e a otta un parti olare linguaggio per omuni are sensazioni, sentimenti, e per esternare i e a entro i s . uesta isione oniri a trasmette un messaggio pre iso sottopone all attenzione uestioni e pro lemi e non anno an ora ri e uto la o uta onsi erazione. Vuol ire e non si possono a rontare nuo e esperienze prima i a er risolto e superato le situazioni in sospeso.

Barbanera buongustaio

Torta Soffice

Tempo (min.): 60 Difficoltà: Facile Calorie per porzione: 512 INGREDIENTI (per 4 persone): 150 g di cioccolato fondente - 150 g di zucchero - 60 g di burro - 2 uova -la buccia di 1 limone biologico grattugiata - 2 cucchiai di farina 2 cucchiai di latte - 20 g di zucchero a velo. Sciogliere la cioccolata sminuzzata con il burro, a fuoco basso. Aggiungere lo zucchero, 2 cucchiai di farina, i tuorli e la buccia del limone. Montare gli albumi a neve, aggiungere il latte e incorporarli al preparato. Versare il composto in uno stampo imburrato e infornare per quaranta minuti a 180°C. Servire il dolce tiepido, spolverato di zucchero a velo.


BUONE ECOPRATICHE

tra Inverno e Primavera

SOSTENIBILI IN C S

Come risparmiare stan o nel proprio stu io er prima osa, opportuno e la s ri ania sia a anto a una nestra, in mo o a so is are il naturale isogno i lu e solare ell organismo. em ra un onsiglio s io o, ma in realt molto utile sia per il porta ogli e per la salute uello i la orare o stu iare i giorno piuttosto e i notte. a lu e solare a osto zero e a uesta s elta an e gli o i se ne gio eranno!

L M

E

ECC I IOC TTOLI

e in so tta apita i tro are e i gio attoli ome automo iline, sol atini o am oline, si possono usare per reare un insolita lampa a. e ne ompera una on una ase e un paralume ampi, si in ollano uno sopra l altro lungo la ase e lo stelo i gio attolini, poi si erni ia il tutto. li e etti pi ra nati si ottengono on erni e nera, oro o argento, in a or o on il olore el paralume. Naturalmente la lampa a si pu an e are on i gio ini e i im i i asa non usano pi o sono rotti. Costruirla sar un el momento a passare insieme!

ESC N O U E L

Bet ll l mbio i st ione ono sempre pi numerose le persone e lamentano, al am io i stagione, stan ezza, a ati amento e un leggero ma persistente senso i malin onia. er poter isporre i nuo e energie al mattino e migliorare il tono ell umore pu essere utile assumere lin a i etulla, reperi ile in er oristeria o in arma ia. Agis e an e ome epurati o ella pelle e, inoltre, a oris e la issoluzione ei no uli ro onnetti ali ella ellulite.

L’oroscopo di Barbanera ARIETE Splendida creatività, al lavoro. L’originalità griffa ogni vostra iniziativa: anche la cosa più banale acquista personalità. Colleghi solidali, squadra affiatata.

BILANCIA Innamoratissimi, con la forza dell’amore potreste scalare le montagne, ma una presenza del passato continua a incombere. Nulla da eccepire sul fronte finanziario.

TORO Di fronte a una scelta difficile, affidatevi al buonsenso senza farvi condizionare dal giudizio altrui. Non cedete alla fretta: assecondate i vostri ritmi.

SCORPIONE Affari importanti, purché condotti al momento giusto, un momento prima o uno dopo potrebbe far fallire l’iniziativa. Tempestività, ma guidata dalla logica.

GEMELLI Idee a getto continuo, ma per renderle realizzabili dovete sottoporle all’analisi di chi ha più esperienza di voi. Occasioni per ampliare il giro delle amicizie.

SAGITTARIO Se il lavoro non è esaltante, adoperatevi per migliorarlo. Aumentate i contatti, gli appuntamenti, frequentate un corso di aggiornamento o di specializzazione.

CANCRO D’amore ancora non si parla, vi limitate all’amicizia, anche se sotto la facciata complice si avverte la passione… Per ora vi godete i successi professionali.

CAPRICORNO Con il consueto aplomb gestite affari e situazioni complesse: il vostro occhio lungimirante arriva ovunque! Incomprensioni in coppia, da chiarire dialogando.

LEONE Una scelta giudicata imprudente da altri si rivela azzeccatissima: il vostro fiuto per gli affari non sbaglia. Con il solito carisma promuovete iniziative forti.

ACQUARIO Emozioni di vari colori, con sfumature per tutti i gusti, dal flirt senza complicazioni alla passione più intensa. Amici, famiglia, amore: il cuore domina la scena

VERGINE Potreste venire in contatto con persone molto diverse da voi. Ma non mettetevi subito sulla difensiva: aspettate di conoscerle meglio, prima di giudicarle.

PESCI Sensibilità, dolcezza, creatività sono i vostri punti di forza. E sarete sostenuti anche da un insolito senso pratico nel portare a termine tutti i vostri impegni. WHY MARCHE | 71


EVENTI

MARZO - APRILE 2017

Osimo (AN)

CAPPELLO ACCESSORIO NECESSARIO’ Montappone (FM)

dal 19 febbraio al 1 ottobre

dal 25 febbraio al 26 marzo

52 EDIZIONE DELLA TIRRENO - ADRIATICO Marche

CIOCCONATURA Montegiorgio (FM) 11 e 12 marzo

CAPOLAVORI SIBILLINI L’arte dei luoghi feriti dal sisma

dall’8 al 14 marzo

COPPA DEL MONDO DI GINNASTICA RITMICA Pesaro (PU)

dal 7 al 9 aprile

LA TURBA 2017 Cantiano (PU) 14 aprile

MOSTRA “STEVE MCCURRY. ICONS” Ancona (AN) dal 25 febbraio al 25 giugno

MERCATINO ANTIQUARIATO Ascoli Piceno (AP) 18 e 19 marzo

CICLOCOLLI STORICA Tolentino (MC) 29 e 30 aprile


CAMPAGNA ABBONAMENTI 2017

6 NUMERI 5,00

SPESE DI SPEDIZIONE INCLUSE

PER RICHIEDERE L’ABBONAMENTO A WHY MARCHE COMPILATE IL COUPON QUI SOTTO O VISITATE IL SITO WWW.WHYMARCHE.COM

SI, desidero abbonarmi a Why Marche : THETA EDIZIONI Srl - BANCA MARCHE Filiale di Jesi - AN IBAN IT18B0605521206000000012398 - Causale versamento: Abbonamento Why Marche Magazine Assegno bancario intestato a THETA EDIZIONI Srl da inviare in busta chiusa a: Theta Edizioni Srl - Piazzetta San Romualdo n.1 - 60035 Jesi AN INTESTATO A:

FIRMA

Indrizzo di spedizione abbonamento: (Da compilare in stampatello)

COGNOME

NOME

VIA

N.

LOCALITA’

CAP PROV.

TEL./CELL.

DATA di NASCITA

E-MAIL

DATA

Indirizzare il tagliando in busta chiusa a: Servizio Abbonamenti Theta Edizioni Srl Piazzetta San Romualdo - 60035 Jesi AN o spediare via fax al numero 0719251001 (unitamente alla ricevuta del versamento) PER INFORMAZIONI SCRIVERE A ABBONAMENTI@CRUDOSTYLE.COM Informativa e consenso in materia di trattamento dei dati personali - (Codice Privacy d.lgs. 196/03) Theta Edizioni srl con sede in via Monti 24 - 60030 Santa Maria Nuova (AN) è il titolare del trattamento dei dati personali che vengono raccolti, trattati e conservati ex d.lgs 196/03. Ai sensi degli art. 7 e ss. si potrà richiedere

196/03, nonchè consenso espresso al trattamento ex art. 23 d.lgs. 196/03 in favore dell’Azienda.


Il festival italiano sull’Identità di Marca EVENTI / CONVEGNI / MOSTRE / INCONTRI / PROGETTI / WORKSHOP SU COME CREARE VALORE ATTRAVERSO LA PROPRIA IDENTITÀ

26 MARZO / 2 APRILE · JESI CENTRO STORICO

Scopri i luoghi e il programma su www.brandfestival.it

Why Marche n 34  

Primavera alle porte

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you