Page 1

Bilancio di fine mandato 2014-2018


Bilancio di fine mandato 2014-2018


Quattro anni di impegno condiviso

Con il mese di marzo, in coincidenza con la conclusione del proprio mandato quadriennale, il Consiglio di amministrazione degli Istituti Riuniti Airoldi e Muzzi Onlus ritiene doveroso e corretto tracciare un sintetico bilancio della propria attività . Sono stati quattro anni intensi, durante i quali il Consiglio ha lavorato in stretta collaborazione e totale sintonia con il Direttore generale, il Direttore sanitario e tutto il personale, con l’obiettivo di consolidare gli Istituti e il loro ruolo nel tessuto sociale della comunità lecchese.

4 | AIROLDI E MUZZI


INTRO

BILANCIO DI FINE MANDATO | 5


La valorizzazione del ruolo degli istituti riuniti airoldi e muzzi onlus si è tradotta anche in un’intensa attività di comunicazione e di relazione con gli stakeholder.

Il progressivo aumento della popolazione anziana del nostro territorio, insieme al crescente manifestarsi di patologie connesse con l’innalzamento dell’età media di vita, fanno dei nostri Istituti una istituzione con una funzione vitale per l’intervento socio-assistenziale e sanitario rivolto a questa fascia di persone e al supporto alle loro famiglie. In continuità con la vocazione svolta ininterrottamente sin dal 1594, gli Istituti rappresentano infatti un riferimento riconosciuto ed autorevole per la presa in carico complessiva delle persone con fragilità e per la soddisfazione dei loro bisogni,

6 | AIROLDI E MUZZI

con l’obiettivo di offrir loro una migliore qualità della vita. Il focus del nostro impegno è stato dunque quello di rafforzare ulteriormente questo ruolo, investendo sia nel potenziamento e nella qualificazione continua delle risorse umane che operano nei nostri Istituti, sia nell’ammodernamento e nel miglioramento degli ambienti e degli spazi a disposizione degli ospiti e delle strutture residenziali, sia nella messa a punto di procedure organizzative e gestionali capaci di agevolare, arricchire e rendere più serena la relazione con i familiari.


INTRODUZIONE

“I nostri Istituti rappresentano una istituzione con una funzione vitale per l’intervento socio-assistenziale e sanitario rivolto alle persone anziane e al supporto alle loro famiglie”

Accanto alla presa in carico delle persone anziane, i nostri Istituti hanno consolidato in questi anni anche la loro funzione di accoglienza di pazienti in stato vegetativo, offrendo loro cure qualificate in un contesto ambientale

adeguato. La valorizzazione del ruolo degli Istituti Riuniti Airoldi e Muzzi Onlus si è tradotta anche in un’intensa attività di comunicazione con i diversi stakeholer, condotta sia attraverso lo sviluppo di relazioni istituzionali con i soggetti vivi della comunità locale, sia creando un flusso di informazione e dialogo con l’utilizzo delle più moderne tecnologie. Un’ulteriore importante direzione di impegno è stata quella in ambito economicofinanziario, dove il Consiglio di

amministrazione ha operato per riequilibrare la situazione di esposizione con il sistema bancario e recuperare risorse per gli investimenti. Il documento che segue approfondisce, per macroaree, questi interventi e ne ripercorre le tappe e gli eventi più significativi. Da parte mia, non posso che ringraziare tutti i colleghi del Consiglio di amministrazione, a cominciare dalla Vicepresidente Rosaria Bonacina, per la competenza e la passione con cui hanno assolto a questo compito a favore della comunità locale. Insieme al Consiglio, desidero ringraziare il Direttore generale, il Direttore sanitario e tutto il personale per aver saputo condividere gli obiettivi e gli impegni assunti, offrendo una elevata qualità di servizio in tutti i campi, ottenendo la soddisfazione degli ospiti e dei familiari e conseguendo anche significativi riconoscimenti pubblici. > BILANCIO DI FINE MANDATO | 7


Grazie anche all’Associazione Amici e Sostenitori degli Istituti per il prezioso e indispensabile aiuto: un ringraziamento che desidero estendere anche al Cappellano Don Gianni Grulli, alla comunità delle “Suore di Carità delle Sante Bartolomea Capitanio e Vincenza Gerosa” e a tutti i gruppi di volontari che animano le giornate dei nostri ospiti e contribuiscono a rendere i nostri Istituti un luogo di vera accoglienza. Un grazie particolare a tutte le istituzioni del territorio per il supporto e la vicinanza che

8 | AIROLDI E MUZZI

hanno sempre dimostrato nei confronti degli Istituti e l’attenzione con cui hanno seguito il nostro lavoro: il Comune di Lecco, la Fondazione Comunitaria del Lecchese, la Fondazione Frassoni, la Camera di Commercio, la Diocesi di Milano attraverso il Vicario Episcopale. A questo proposito mi piace ricordare come il Consiglio di amministrazione abbia adottato il 15 dicembre 2014 il nuovo statuto, approvato da Regione Lombardia con decreto n. 258 del 2/11/2015.


INTRODUZIONE

Tra le principali novità previste, la modifica dei criteri di nomina dei componenti del Consiglio stesso: 2 i componenti nominati dal Comune di Lecco (erano 3), 2 quelli dall’Associazione Amici e Sostenitori degli Istituti (erano 3) e 2 quelli nominati da un “pool” di realtà del territorio (Camera di Commercio, Vicario Episcopale, Fondazione Comunitaria del Lecchese e Fondazione Frassoni).

Tale innovazione sottolinea la volontà di aprire sempre più gli Istituti ad una relazione con il territorio e la società civile. Un grazie infine ai tanti donatori, privati e pubblici, che con il loro contributo hanno reso possibile che molti dei nostri obiettivi si potessero realizzare. Giuseppe Canali Presidente

IL nuovo statuto esprime la volontà di aprire sempre più gli istituti ad una relazione con il territorio e la società civile.

BILANCIO DI FINE MANDATO | 9


10 | AIROLDI E MUZZI


BOARD

A servizio degli Istituti CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE IN CARICA Giuseppe Canali Presidente Rosaria Bonacina Vice-Presidente Giuditta Berera Consigliere Mario Galli Consigliere Don Carlo Gerosa Consigliere Carlo Invernizzi Consigliere Alfredo Vassena Consigliere DIRETTORE GENERALE Fulvio Sanvito DIRETTORE SANITARIO Dott. Andrea Millul Revisore Unico Dott. Pierangelo Bonfanti Presidente Organismo di Vigilanza (D.lgs 231/01) Dott. Pierangelo Bonfanti

BILANCIO DI FINE MANDATO | 11


Area gestionale/ servizi

12 | AIROLDI E MUZZI


GESTIONE / SERVIZI

Sotto il profilo gestionale e dei servizi erogati il Consiglio di amministrazione ha operato, d’intesa con la Direzione generale e sanitaria, su diversi aspetti. In primo luogo sono stati effettuati significativi interventi volti a razionalizzare l’organizzazione delle risorse umane aziendali, potenziando la qualità e la quantità dell’offerta nelle aree ritenute strategiche in funzione della mission degli Istituti, anche introducendo nuove figure e nuove professionalità. Parallelamente si è proceduto a consolidare e a rafforzare alcune esperienze introdotte in tempi recenti e ad effettuare una revisione della modalità di erogazione di alcuni servizi. Ad orientarci nelle scelte è stata sempre la volontà di migliorare e riempire di valore il rapporto tra gli Istituti e gli ospiti e le loro famiglie, garantendo una completa presa in carico dell’anziano e dei suoi bisogni e favorendo relazioni positive con i familiari. La certificazione del sistema di gestione qualità e sicurezza degli Istituti rappresenta un traguardo di prestigio, che si accompagna ad una più complessiva politica orientata alla centralità della cura della persona.

BILANCIO DI FINE MANDATO | 13


Aumento posti accreditati e a contratto con ATS In questi anni di mandato sono stati portati a 350 i posti letto accreditati e da 335 a 347 quelli a contratto con l’ATS, oltre a 3 posti a disposizione per RSA aperta. Tale aumento ha determinato significativi

14 | AIROLDI E MUZZI

benefici sotto l’aspetto economico-finanziario.

del nucleo sono stabilmente occupati.

Nucleo Stati Vegetativi L’esperienza, avviata a fine 2013, si è consolidata nel corso dei quattro anni di mandato del Consiglio di amministrazione. I 10 posti

Nuovo Direttore sanitario e nuovo Direttore del personale A partire dal gennaio 2017, a seguito del pensionamento del Dott. Ivan Villa, ha preso


GESTIONE / SERVIZI

Al fine di migliorare i rapporti con i familiari degli ospiti e garantire un’adeguata presa in carico sotto il profilo amministrativo delle loro specifiche esigenze, è stato strutturato un apposito “Servizio accoglienza”.

servizio il nuovo Direttore sanitario, Dott. Andrea Millul. Nel novembre 2016 è stato inserito il nuovo Responsabile del personale. Due scelte all’insegna del processo di rinnovamento degli Istituti. Istituzione servizio accoglienza Al fine di migliorare i rapporti con i familiari degli ospiti e garantire un’adeguata presa in carico sotto il profilo amministrativo delle loro specifiche esigenze, è stato strutturato un apposito “Servizio accoglienza”, dotato di personale specializzato, che si occupa di tutti gli adempimenti amministrativi prima e durante il soggiorno dell’ospite. Inserimento Assistente sociale L’attività del servizio sociale

riveste un ruolo importante per l’accoglienza, la presa in carico e la relativa impostazione di un processo di aiuto adeguato agli ospiti e alle loro famiglie. L’inserimento dal 2016 di una nuova figura di Assistente sociale ha permesso di affiancare le famiglie fin dal momento dell’accettazione della domanda e di orientarle verso la forma di accoglienza più adeguata come l’Assistenza Domiciliare, l’inserimento nella Residenza Sanitaria Assistenziale o nel Centro Diurno Integrato. Inserimento responsabile qualità e risk management Dal 2016 è stata inserita nell’organico degli Istituti una nuova figura di responsabile qualità e risk management. La figura si occupa dell’implementazione e del > BILANCIO DI FINE MANDATO | 15


monitoraggio del Sistema di Gestione Qualità e Sicurezza (ISO 9001 - OHSAS 18001). Promuove progetti di sviluppo organizzativo per il miglioramento dei processi di lavoro. Infine, favorisce la progettazione di iniziative formative atte a promuovere la cultura della gestione del rischio clinico. Inserimento educatori di reparto Nucleo Alzheimer Sono stati inseriti nuovi educatori al reparto Nucleo

Alzheimer. Ciò permette di sviluppare un approccio non solo sanitario ma anche relazionale nei confronti dei pazienti che vi fanno riferimento. Riorganizzazione con servizi generali e Polo Territoriale Con l’obiettivo di accrescere l’efficienza gestionale, è stata introdotta una nuova figura referente per i servizi di trasporto, pulizia, lavanderia e portineria. Un’ulteriore innovazione è rappresentata

dalla individuazione di una figura che potesse assicurare una gestione più centralizzata e coordinata delle attività assistenziali non residenziali quali l’ADI, il Centro Diurno, la RSA aperta e il Polo Frassoni. Polo Frassoni Gli Istituti aderiscono alla società Like Community che gestisce il Polo Frassoni, struttura sperimentale di servizi residenziali, semiresidenziali e domiciliari per anziani prevalentemente

PRESIDENTE CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE Organismo di vigilanza

Revisore unico

Responsabile informativo EDP Privacy

Segreteria generale

Qualità e risk management

DIREZIONE GENERALE

Ufficio formazione SPP

DIREZIONE SANITARIA

POT

RSA

CDI

Servizio Medico

ADI RSA Aperta

Servizio accoglienza

Domiciliare privata Polo Frassoni Servizio sociale URP

Servizio Risorse Umane

Servizio manutenzione

Servizio Infermieristico

Servizi generali

Ufficio Contabilità

Ufficio personale

Ufficio personale

Servizio Assistenziale

Magazzini e Lavanderia

Ufficio paghe

Ufficio turni

Ufficio turni

Ufficio fornitori

Servizio Educativo

Ristorazione

Ufficio clienti

Servizio Riabilitativo Servizio Psicologico e Bioetico Dispensario Farmaceutico Dietista

16 | AIROLDI E MUZZI

Servizio amministrativo

Pulizie Autisti Portineria


GESTIONE / SERVIZI

con problemi di demenza. Il progetto è regolamentato da un Accordo di programma regionale e coinvolge, oltre agli Istituti, la Cooperativa L’Arcobaleno, la Cooperativa Sineresi, la Fondazione Comunitaria del Lecchese, la Fondazione Frassoni (proprietaria dell’immobile) e il Comune di Lecco. Gestione fascicolo socioassistenziale-sanitario Si è provveduto alla realizzazione di moduli informatizzati per la gestione di alcuni processi di cura (PAI somministrazione farmaci).

Certificazione Gentlecare Nucleo Alzheimer Nel gennaio 2018 si è concluso il processo di certificazione “Gentlecare” del Nucleo Alzheimer degli Istituti. Si tratta di un traguardo per i risultati conseguiti ed un punto di partenza per le nuove sfide che ci attendono. “Gentlecare” è la metodologia di riferimento nella gestione di persone affette da demenza in una prospettiva d’insieme. Il modello segue un approccio definito “protesico”, volto cioè a impostare per ciascun soggetto una “protesi di cura” allo scopo di compensare

la perdita delle funzioni e di cogliere e valorizzare le competenze residue, così come le preferenze e i desideri del malato, restituendo alla persona dignità, valore e possibilità di partecipazione. La centralità della persona costituisce infatti uno degli elementi base del modello. Si è operato a questo proposito sia sul fronte della formazione degli operatori, sia su quello della relazione con i familiari, condividendo la valutazione dell’ospite, la ricerca degli obiettivi di cura, le modalità della loro pianificazione. Anche il tema dello spazio

BILANCIO DI FINE MANDATO | 17


Anche il tema dello spazio di vita è stato oggetto di continua attenzione, assicurando un ambiente sicuro, domestico, accogliente.

di vita è stato oggetto di continua attenzione, assicurando un ambiente sicuro e accogliente.

degli Istituti. Ciò ha permesso al bar di diventare uno spazio vivo di attività e di relazioni significative.

Riorganizzazione bar Dopo alcuni mesi di chiusura per lavori di adeguamento strutturale, che ha comportato una spesa di 38 mila Euro, nell’aprile 2017 ha riaperto “La Gerla d’Oro”, storico punto ricreativo degli Istituti Airoldi e Muzzi, la cui attività è stata garantita per più di 35 anni dai volontari dell’associazione Progetto A. Il periodo di chiusura ha permesso anche di individuare un nuovo soggetto, la Cooperativa Sineresi, che si facesse carico in modo diretto della gestione delle attività educative, mantenendo rapporti collaborativi con i volontari dell’associazione Progetto A e con gli educatori

Nuovo contratto ristorazione Con il 2017 è stato indetto un nuovo avviso pubblico per la gestione del servizio di ristorazione. Tra le offerte pervenute, è stata Sodexo ad aggiudicarsi l’appalto. Numerose le novità introdotte, sia in termini di gestione dei pasti che di qualificazione dell’offerta. Una volta al mese, infatti, i nostri ospiti possono assaggiare un “menù regionale” diverso: la novità consente anche agli educatori di svolgere un lavoro specifico sul tema. Inoltre, a tutti gli ospiti che compiono 100 e più anni, Sodexo riserva una torta speciale e un pranzo dedicato a tutto il nucleo abitativo.

18 | AIROLDI E MUZZI

Percorsi di alternanza scuola-lavoro Dal novembre 2017 gli Istituti accolgono i progetti di alternanza scuola-lavoro degli studenti delle scuole superiori del Lecchese. Si tratta di occasioni preziose di scambio con il mondo della scuola. Il fine dell’alternanza scuola-lavoro è la formazione integrale della persona: dunque, tale periodo di “assaggio” del mondo del lavoro serve agli studenti per aumentare le competenze personali, prima ancora che quelle specifiche professionali. Gli Istituti mettono a disposizione un “tutor” interno, che collabora con i “tutor” scolastici nella gestione del progetto formativo e nell’accompagnamento degli studenti nell’arco dell’esperienza: in base alle


GESTIONE / SERVIZI

caratteristiche dell’istituto scolastico e alle inclinazioni degli studenti stessi, il percorso di alternanza può prevedere l’affiancamento a diverse figure. Dal Contratto solidarietà al Contratto decentrato per premio di produzione Durante il primo semestre del 2014, l’emergere di una serie di difficoltà economiche determinate da alcuni fattori - quali l’andamento negativo dei tassi di occupazione dei posti letti per l’attività di RSA e del CDI, il calo del fatturato del servizio di Assistenza Domiciliare Integrata e l’aumento della tensione finanziaria per il pagamento degli oneri dei mutui contratti per interventi di ristrutturazione degli immobili - ha portato il Consiglio di amministrazione degli Istituti, da poco eletto, a concludere con le Organizzazioni sindacali un Contratto di

solidarietà che prevedeva una diminuzione dell’orario di lavoro per tutti i dipendenti, al fine di evitare un esubero di personale. Grazie all’intenso lavoro svolto dal Consiglio di amministrazione in collaborazione con tutto il personale, che ha visto la stipula di una serie di convenzioni con alcuni enti a rette agevolate e l’adozione di una politica di gestione finanziaria attenta e oculata, si è potuto registrare una minore tensione finanziaria, che ha consentito di non dare applicazione al Contratto di solidarietà. Il miglioramento della Gestione Caratteristica degli Istituti ha addirittura permesso, a partire dal 2016, di sottoscrivere un contratto decentrato integrativo per l’erogazione di un salario accessorio al personale, riproposto anche negli anni successivi. Convenzione con Ministero Giustizia per lavori di pubblica utilità Gli Istituti hanno sottoscritto una convenzione con il Tribunale di Lecco/Ministero della Giustizia per l’impiego di persone condannate a sanzioni penali che scelgono di prestare di un’attività non retribuita a favore della collettività. Complessivamente, nel corso del triennio 2015-2017, sono stati 63 i percorsi conclusi, mentre ancora 12 sono i percorsi in fase di svolgimento.

BILANCIO DI FINE MANDATO | 19


Area formazione e risorse umane

La formazione degli operatori e, più in generale, di tutto il personale degli Istituti rappresenta una delle direzioni sulle quali si è indirizzato in via prioritaria l’impegno del Consiglio di amministrazione. La qualità del servizio offerto passa infatti attraverso la capacità del personale di garantire la più elevata professionalità nel proprio lavoro di presa in carico degli ospiti e di relazione con le famiglie. Al costante aggiornamento delle competenze del personale di ogni funzione aziendale si è accompagnata una intensa e qualificata attività di formazione dei volontari che, con assiduità e passione, collaborano alla vita degli Istituti e al sostegno relazionale offerto agli ospiti.

20 | AIROLDI E MUZZI


FORMAZIONE / RISORSE UMANE

BILANCIO DI FINE MANDATO | 21


Piani di formazione del personale Il programma di formazione e aggiornamento del personale degli Istituti ha conosciuto, nel corso dell’ultimo quadriennio, un notevole impulso, anche grazie all’introduzione di una specifica figura di coordinamento. Al centro del piano di interventi il tema dell’umanizzazione delle

cure e del rapporto con l’ospite, coerentemente anche con gli indirizzi di Regione Lombardia. Tra i temi affrontati, oltre a quello della sicurezza previsto dal Decreto legislativo 81 e della normativa HCCP, la gestione dei conflitti con colleghi e familiari degli ospiti. Numerose anche le attività di formazione sul campo. In particolare, dal 2017, ogni mese si svolge in

Al centro del piano di interventi formativi il tema dell’umanizzazione delle cure e del rapporto con l’ospite, coerentemente anche con gli indirizzi di Regione Lombardia.

22 | AIROLDI E MUZZI


FORMAZIONE / RISORSE UMANE

ogni residenza una riunione d’equipe che coinvolge tutte le principali figure di riferimento, mentre altre riunioni di nucleo abitativo vedono la partecipazione di tutti gli operatori. Ulteriori interventi più di tipo tecnico hanno consentito di valorizzare le diverse competenze del personale. A partire dal 2018, verrà rifinanziato con uno specifico

piano di accantonamento il fondo FORTE, per la formazione continua. Tra gli interventi formativi effettuati, nel corso del 2017 è stato organizzato un ciclo di film con dibattito sul tema “Identità e fragilità Percorso di sensibilizzazione delle tematiche bioetiche e filosofiche”, che ha riscosso un significativo riscontro positivo > tra i dipendenti.

BILANCIO DI FINE MANDATO | 23


2014

2015

2016

2017

168

300

353

332

2504

4263

4993

4871

9

13

18

14

12

35

25

39

3

6

4

5

Totale ore eventi formativi

180

369

342

1462

N° partecipanti

336

682

104

150

N. dipendenti e collaboratori formati (n. persone che hanno partecipato ad almeno un’ora di formazione) Totale ore di formazione (escluse le riunioni di équipe) N° eventi formazione obbligatoria D.Lgs 81/08; D.Lgs. 231/01 e HACCP (escluse le riedizioni) N° eventi formazione facoltativa sede ed extra-sede (escluse le riedizioni) Eventi accreditati ECM (IRAM) (escluse le riedizioni e le riunioni di équipe)

Anno

Ore medie di formazione per dipendente1

2014

7.92

2015

13.32

2016

15

2017

13.64

Anno

Riunioni di équipe

N. ore previste per partecipante

N. partecipanti con esito positivo (80% frequenza)

2017

Coordinamento

20

23

2017

Residenze

20

96

1 Ore medie di formazione annue per dipendente NUMERATORE: Sommatoria delle ore di formazione annue erogate a tutto il personale dipendente DENOMINATORE: Numero dei dipendenti nell’anno

In ambito formativo, al fine di favorire modalità di formazione a distanza egli operatori, è stato inoltre approntato un servizio di e-learning con la possibilità, da parte dei fruitori, di un test di verifica finale. Infine, per garantire il benessere dei dipendenti degli Istituti, soggetti spesso ad un lavoro defatigante anche sotto il profilo fisico,

24 | AIROLDI E MUZZI

è stata organizzata, a partire dal dicembre 2016, una serie di sessioni di ginnastica posturale, con l’ausilio di un fisioterapista, per prevenire la manifestazione di problematiche fisiche associate a posture e movimenti scorretti, mediante l’insegnamento di esercizi pratici per imparare a controllare e a proteggere la colonna vertebrale.


FORMAZIONE / RISORSE UMANE

Formazione ai volontari e ai familiari Nel corso dei quattro anni trascorsi, ai volontari e ai familiari degli ospiti sono stati proposti alcuni incontri di formazione e aggiornamento che, oltre ad affrontare argomenti di tipo più tecnico (la sicurezza, la normativa HCCP, l’amministrazione di sostegno e i lasciti testamentari) hanno toccato anche temi di

natura relazionale e sociale, con l’obiettivo di offrire un supporto concreto allo sviluppo di rapporti ricchi di valore con la persona anziana. Particolare rilievo hanno avuto gli eventi formativi sul tema “L’importanza della relazione di aiuto” e “Accanto alla vita, accompagnando (al)la morte, sostenendo la speranza” nel 2014 e la tavola rotonda “Volontari e Familiari. Alleanza nella relazione” nel 2017.

BILANCIO DI FINE MANDATO | 25


Area interventi strutturali

26 | AIROLDI E MUZZI


INTERVENTI STRUTTURALI

Nel corso dei quattro anni trascorsi, sono numerosi e particolarmente significativi gli interventi attuati sulla struttura degli Istituti per accrescerne il livello di comfort e vivibilità per gli ospiti e i loro familiari, ma anche per chi vi opera, a livello professionale o come volontario. L’ampiezza degli Istituti e la vetustà di molti edifici ha comportato l’esigenza di intervenire in più contesti, spinti anche dall’esigenza di adempiere all’introduzione di sempre nuove disposizioni a livello normativo. Tali investimenti si sono resi possibili da un lato grazie alle risorse dirette degli Istituti, mediante un’attenta politica di gestione finanziaria, dall’altro grazie al coinvolgimento diretto di numerose realtà

istituzionali

(Fondazione

Cariplo,

Fondazione

Comunitaria Lecchese, Rotary Club Lecco, Associazione Artigiani UPAL di Lecco) che hanno saputo cogliere e dare valore al ruolo sociale indispensabile svolto dagli Istituti nel contesto territoriale della comunità lecchese.

BILANCIO DI FINE MANDATO | 27


Progetto ACEL Service per la gestione calore Avviato a partire dal maggio 2016, ammonta a circa 1.480 mila Euro l’investimento che ACEL Service ha effettuato per l’articolato progetto di interventi in materia di efficientamento energetico sviluppato per gli Istituti

fonti proprio nell’obsolescenza della dotazione impiantistica di molti edifici pubblici e privati delle nostre città. A fronte di tale investimento, il Consiglio di amministrazione degli Istituti Riuniti Airoldi e Muzzi di Lecco ha approvato una formula contrattuale che affida l’intera gestione

centrale termica con caldaie di ultima generazione al 7° piano del padiglione Resegone e di un cogeneratore da 142 kWe-216 kWt. Un altro cogeneratore da 33 kWe – 72 kWt è stato installato al

Riuniti Airoldi e Muzzi di Lecco. Un investimento significativo che ha un duplice obiettivo: da un lato ridurre la spesa annuale per i consumi energetici dell’Istituto, dall’altro contenere il fenomeno di inquinamento che ha una delle principali

del servizio energia ad ACEL Service per 15 anni, con il duplice vantaggio di un miglioramento nell’efficienza energetica degli edifici del complesso e di un significativo contenimento dei costi. Il progetto ha visto l’installazione di una nuova

Padiglione Bettini. Sono stati inoltre completamente sostituiti l’attuale sistema di pompaggio obsoleto con nuove pompe ad inverter, che portano significativi risparmi di energia elettrica, e i vecchi corpi illuminanti dell’Istituto con più efficienti

28 | AIROLDI E MUZZI


INTERVENTI STRUTTURALI

lampade a LED. Infine è stato installato nelle condotte della ventilazione forzata dell’aria un impianto di sanificazione “attiva” in grado di mantenere costante il livello di qualità dell’aria negli ambienti. Impianto di raffrescamento padiglione Resegone Con un investimento di 430 mila Euro, il Consiglio di amministrazione ha portato a compimento un intervento per dotare il padiglione Resegone, sia negli spazi comuni che nelle camere e nei corridoi dei diversi piani, e la Residenza Grigne, di un nuovo impianto di raffrescamento, entrato in funzione nella primavera 2016. Nel 2017 si è provveduto al completamento dell’impianto di raffrescamento negli spazi al piano terra della Residenza Grigne (sala polifunzionale,

sala animazione, dispensario farmaceutico, studio medico e bar) con una ulteriore spesa complessiva di 277 mila Euro. Impiantistica Servizio Cucina A circa 80 mila Euro ammontano gli investimenti per il rifacimento dell’impianto di aerazione nella cucina degli Istituti. Nuovo giardino Alzheimer È stato inaugurato nel luglio 2017 il nuovo giardino dedicato agli ospiti del reparto Alzheimer degli Istituti. Il giardino rappresenta uno spazio privilegiato per favorire lo svolgimento da parte dei pazienti affetti da questa patologia di numerose attività che hanno un importante valore terapeutico e riescono a compensare i deficit funzionali agevolandone il

recupero psico-fisico ed il mantenimento delle abilità residue. Gli interventi effettuati dagli Istituti con il contributo della Fondazione Comunitaria del Lecchese, del Rotary Club Lecco e della Fondazione Frassoni hanno visto un investimento di 70 mila Euro. Attrezzi ginnastica parco e giochi bambini Nel giugno 2016, grazie al contributo del Rotary Club Lecco, è stato inaugurato un percorso movimento salute nel parco degli Istituti. Con questi attrezzi i nostri ospiti possono svolgere esercizi semplici ed efficaci, seguendo le istruzioni riportate sopra ogni attrezzo, per operare in massima sicurezza, in totale autonomia o con la supervisione del personale di assistenza. Alcuni sono finalizzati alla BILANCIO DI FINE MANDATO | 29


Tali investimenti si sono resi possibili sia grazie alle risorse dirette degli Istituti, sia grazie al coinvolgimento diretto di numerose realtà istituzionali del territorio.

mobilità degli arti superiori e hanno come obiettivo il rinforzo della muscolatura e il miglioramento dell’articolarità; altri permettono di simulare l’attività che si potrebbe svolgere pedalando come con una normale bicicletta, in modo fluido, controllato e senza sforzo, comodamente seduti in carrozzina, mantenendo in esercizio gli arti inferiori. Il progetto ha visto un investimento da parte del Rotary Club Lecco di 13 mila Euro. Nuova portineria Hanno preso il via nell’ottobre scorso i lavori per lo spostamento della attuale portineria nella palazzina adiacente all’ingresso carraio

30 | AIROLDI E MUZZI

per consentire un maggior presidio degli accessi dei visitatori. Un unico accesso, pedonale e carraio, consentirà un maggior controllo e, di conseguenza, maggiore sicurezza per tutti. L’intervento richiede un investimento di circa 360 mila Euro. Ascensori per chiesa È in fase ormai avanzata il cantiere, avviato nell’ottobre 2017, per la realizzazione di un nuovo corpo ascensori nella parte finale delle Residenze “Le Grigne” per rendere più agevole l’accesso alla Chiesa, attualmente raggiungibile solo con un percorso pedonale in forte pendenza. Questo intervento consentirà ad un numero maggiore di ospiti

di partecipare alle funzioni religiose e di utilizzare, con più frequenza, la Chiesa, anche per iniziative culturali. L’intervento, che richiede un investimento di 240 mila Euro e sarà completato entro la fine del mese di marzo, è stato finanziato da Fondazione Cariplo con un contributo di 100 mila Euro. Rifacimento tetto ala San Martino Nel marzo 2017 è stato effettuato un investimento di 66 mila Euro per il rifacimento del tetto dell’ala San Martino, soggetta a forti infiltrazioni d’acqua. Sono stati così resi nuovamente fruibili spazi che, in un prossimo futuro, a seguito di un intervento di


INTERVENTI STRUTTURALI

ristrutturazione dedicatato, potranno essere utilizzati a scopo residenziale o amministrativo. Sollevatori a binario Residenza Resegone Gli Istituti, con un investimento di 65 mila Euro, hanno dotato di sollevatori fissi a binario il 40% dei posti letto della Residenza “Resegone”. L’utilizzo di questi ausili, istallati in quattro camere di ogni piano della Residenza e progettati per soddisfare tutte le necessità di sollevamento quotidiano, permettono una movimentazione più agevole e sicura sia per i pazienti che per gli operatori, ottimizzando i tempi assistenziali. Camere e tisaneria Medale La Residenza “Medale” è stata oggetto di alcuni interventi di manutenzione straordinaria, svoltisi nel biennio 2016-

2017, con un investimento complessivo di oltre 71 mila Euro. I lavori hanno riguardato sia la tinteggiatura di 60 camere, sia il rifacimento dei pavimenti delle tisanerie. Sono stati inoltre investiti circa 12 mila Euro per nuovi arredi. Pulizia straordinaria condotte dell’aria Con l’obiettivo di adempiere ai severi obblighi previsti dalla Legge 81 in materia di salute e sicurezza sul luogo di lavoro, il Consiglio di amministrazione degli Istituti ha effettuato, nel 2016, un intervento di pulizia straordinaria delle condotte dell’aria, con una spesa complessiva di 82 mila Euro. A seguito dell’intervento, poi completato con l’installazione di un impianto di sanificazione ”attivo” realizzato da ACEL Service, gli Istituti hanno superato le analisi di campionamento svolte dalla Vigilanza dell’ATS Brianza e sono stati indicati come esempio emblematico da seguire. Rifacimento tetto e copertura Chiesa di Santa Caterina Nel 2014, a causa del manifestarsi di profonde infiltrazioni d’acqua, è stato necessario provvedere al rifacimento del tetto della Chiesa di Santa Caterina e alla relativa copertura con una spesa complessiva di 113 mila Euro. Tale intervento è stato sostenuto da un lascito dedicato.

BILANCIO DI FINE MANDATO | 31


Nuovo automezzo Nel novembre 2015, Confartigianato Lecco, attraverso la propria associazione A.N.Co.S. (Associazione Nazionale Comunità Sociali e Sportive), ha donato agli Istituti un nuovo pullmino attrezzato per trasporto anziani. L’iniziativa si è collocata all’interno di un progetto a livello nazionale per l’acquisto di pulmini da regalare a scopi benefici attraverso la raccolta dei fondi del 5x1000.

32 | AIROLDI E MUZZI

Gazebo per i pazienti in stato vegetativo Grazie all’intervento della Fondazione Comunitaria del Lecchese e al contributo dei familiari, è stato possibile realizzare, al livello 0 del padiglione “Bettini-Pazzini”, in prossimità delle camere dedicate ai pazienti in stato vegetativo, un ampio gazebo che può essere utilizzato, nelle stagioni più propizie, per consentire ai pazienti e ai loro familiari di trascorrere del tempo all’aria aperta.


INTERVENTI STRUTTURALI

Utilizzo parcheggio –2 a favore dei visitatori Uno dei problemi che maggiormente interessa gli Istituti e per il quale, nonostante la fattiva volontà del Consiglio di amministrazione, non si è ancora potuti giungere ad una soluzione definitiva soddisfacente è la carenza di posti auto per parenti e familiari in visita agli ospiti. Per offrire un primo, anche seppur parziale, rimedio

a questa situazione, si è deciso di rendere fruibile, nei pomeriggi dei giorni feriali e per tutta la giornata di sabato e domenica, il parcheggio collocato al livello -2 del padiglione “Medale”, utilizzato parzialmente dai dipendenti. A tal fine è stato installato un nuovo impianto semaforico con contabilizzatore degli ingressi, che consente ai visitatori di utilizzare i posti auto disponibili.

BILANCIO DI FINE MANDATO | 33


34 | AIROLDI E MUZZI


PATRIMONIALE / FINANZIARIA

Area patrimoniale finanziaria

Il Consiglio di amministrazione degli Istituti è stato impegnato in questi quattro anni in un attento lavoro sul fronte finanziario teso, da un lato, a ridurre le esposizioni con il sistema bancario per mutui contratti nel recente passato per investimenti e, dall’altro, a recuperare risorse attraverso una razionalizzazione del patrimonio. Tale lavoro ha permesso di ridurre in modo significativo l’indebitamento a medio/lungo termine e a definire un assetto finanziario più equilibrato, liberando liquidità che ha potuto essere utilizzata per la gestione ordinaria e per valorizzare l’operato del personale aziendale.

BILANCIO DI FINE MANDATO | 35


Scheda beni monumentali Per un complesso storico come gli Istituti Airoldi e Muzzi, intervenire per apportare migliorie agli edifici o effettuare i necessari interventi di manutenzione ordinaria e ristrutturazione straordinaria è una necessità che, tuttavia, spesso impatta sui vincoli ambientali, artistici o paesaggistici a cui gli Istituti sono soggetti. Per questo motivo, il Consiglio di amministrazione ha avviato un accurato lavoro di mappatura e schedatura dei diversi beni facenti parte del complesso stesso, al fine di definirne caratteristiche e vincoli. Vendita immobili eredità Da sempre, proprio per il ruolo e la funzione che rivestono nell’ambito

36 | AIROLDI E MUZZI

della comunità locale, gli Istituti Airoldi e Muzzi sono fatti oggetto di lasciti ed eredità. Con l’obiettivo di diminuire la tensione finanziaria determinata dagli investimenti effettuati per il potenziamento e la ristrutturazione dei diversi edifici, il Consiglio di amministrazione a fine agosto 2016 ha messo in vendita un immobile (bene non strumentale) di via Visconti, il cui ricavato ha consentito di chiudere un mutuo precedentemente contratto di 1,5 milioni di Euro. Restano ancora da definire le vendite di un vecchio stabile in via Baruffaldi e di un immobile in via Pasubio, in comproprietà con la Casa di riposo di Spirano Onlus.

Rinegoziazione mutuo esistente e revisione tassi Al fine di ottenere significativi risparmi sotto il profilo economico-finanziario, il Consiglio di amministrazione ha proceduto a rinegoziare il tasso di interesse applicato sul mutuo in essere di originari 7 milioni di Euro acceso per finanziare nuovi investimenti con Banca Prossima, portando lo spread dal 5,40% al 4,40%. Successivamente tale finanziamento è stato estinto e sostituito da un nuovo mutuo contratto con la Banca Popolare di Sondrio a un tasso pari all’euribor trimestrale aumentato dello spred dell’1,70%. Analogamente sono stati rivisti al ribasso i tassi di tutti i rapporti in essere con i vari istituti di credito.


PATRIMONIALE / FINANZIARIA

Chiusura derivato Nel febbraio 2015 il Consiglio di amministrazione ha deliberato su proposta del Presidente la chiusura anticipata di un contratto derivato acceso con Banca Intesa a copertura del rischio (aumento) tassi su tutto l’ammontare dei finanziamenti concessi (17 milioni) da Banca Prossima e della durata di 7 anni dall’accensione. L’accordo ha permesso al nostro Istituto di accollarsi solo il 55% dell’onere residuo.

Introduzione di un broker Progressivamente, nel corso del suo mandato, il Consiglio di amministrazione degli Istituti ha deciso di avvalersi della consulenza di un broker amministrativo per gestire la complessità delle polizze assicurative in essere, relative a voci differenti quali RC auto, polizza infortuni, RC personale e volontari, fabbricati. Questa soluzione ha permesso notevoli vantaggi sotto l’aspetto economico, oltre alla possibilità di selezionare i migliori partner in funzione del differente rischio assicurativo.

BILANCIO DI FINE MANDATO | 37


Area eventi

38 | AIROLDI E MUZZI


EVENTI

In questi anni gli Istituti sono stati teatro di un’intensa attività di eventi finalizzati in primo luogo a riempire di contenuti l’attività educativa e ricreativa degli ospiti e delle loro famiglie, ma, nella maggior parte dei casi, volta anche a creare un rapporto sempre più stretto tra gli Istituti e la comunità locale. Il forte e storico legame degli Istituti con la città e il territorio deve infatti rappresentare, a nostro avviso, un valore da riscoprire e attualizzare, creando un dialogo aperto e coinvolgente che possa arricchire sia gli ospiti e le loro famiglie che la comunità locale. Fondamentale,

in

questa

relazione,

l’apporto

che

viene dall’impegno gratuito e carico di passione sia dell’Associazione Amici e Sostenitori degli Istituti,, sia delle associazioni di volontariato, sia infine del Servizio educativo degli Istituti stessi.

BILANCIO DI FINE MANDATO | 39


Mostra Due Papi Dal 13 dicembre 2014 al 31 gennaio 2015, presso la Chiesa di Santa Caterina, è stata allestita la mostra “Due Papi che hanno cambiato la storia”, inaugurata dal fotografo Arturo Mari con la partecipazione del Vicario Episcopale Mons. Maurizio Rolla e Mons. Edmond Farhat, Vescovo di Biblo e Nunzio Emerito in Austria. L’evento si è completato con alcuni incontri

40 | AIROLDI E MUZZI

che hanno visto, quali relatori, Beniamino Roncalli, nipote di Papa Giovanni XXIII, e Luigi Geninazzi, giornalista. Visita Arcivescovi di Milano Per due volte nel corso di questo mandato, sono stati in visita agli Istituti Airoldi e Muzzi gli Arcivescovi di Milano. Il 26 giugno 2015 è stato in visita il Cardinal Dionigi Tettamanzi, mentre il 28 maggio 2016 è stata la volta del

Cardinal Angelo Scola, che ha anche presieduto la cerimonia di Intitolazione del parco degli istituti alla Fondazione Comunitaria del Lecchese. Festa della Riconoscenza Annualmente, è stato dato particolare rilievo alla Festa della Riconoscenza, giornata nel corso della quale vengono premiati i dipendenti degli Istituti che hanno raggiunto 25 anni di servizio.


EVENTI

Il rapporto inter-generazionale Nel corso del mandato è stato sviluppato, attraverso una serie di momenti specifici, un progetto teso a favorire un incontro tra generazioni e a valorizzare la socializzazione inter-generazionale. Ad aprile e maggio 2016, in collaborazione con la Scuola primaria “Nazario Sauro” di Germanedo/Lecco, si è sviluppato il progetto “Generazioni a confronto:

l’arte, il lavoro, la vita”. Nell’occasione le opere del pittore lecchese Oreste Rota che ritraevano momenti di vita del passato sono state esposte presso gli Istituti. Qui si è svolto un incontro tra gli ospiti e gli alunni della classe quinta nel corso del quale si sono comparate esperienze di ieri e di oggi. Sempre nel maggio 2016, gli alunni della Scuola primaria “Pietro Scola” di Lecco hanno messo in scena presso gli Istituti uno spettacolo di burattini dal titolo “Il Meraviglioso Mondo del Mago di Oz”. Nel settembre 2016 è stato invece inaugurato presso il parco degli Istituti l’angolo di “Peter Pan – L’isola che non c’è”: organizzata dall’Associazione Amici e Sostenitori degli Airoldi e Muzzi, la giornata ha visto l’inaugurazione ufficiale dello scivolo e di alcuni giochi per i più piccoli donati dall’Associazione, con l’obiettivo di riscoprire e consolidare il rapporto quotidiano tra le generazioni, con particolare riferimento ai nipoti degli ospiti presenti. Nel 2017 sempre gli Istituti Airoldi e Muzzi Onlus di Lecco sono stati il palcoscenico della giornata conclusiva del laboratorio esperienziale promosso dall’Associazione

Veronica Sacchi dal titolo “A scuola col naso rosso”, indirizzato ai bambini delle classi prima e seconda elementare della Scuola Nazario Sauro. Nell’occasione i bambini si sono esibiti con esercizi vocali e numeri da giocolieri e acrobati, appresi durante il laboratorio svolto a scuola. Infine, nel febbraio 2018, ha preso il via il progetto educativo “Nonna, nonno…. Mi racconti?”, sviluppato sempre in collaborazione con la Scuola primaria “Nazario Sauro” di Germanedo/Lecco. Il progetto, nel quale sono coinvolti gli alunni della classe terza e le loro insegnanti Daniela Rusconi e Lidia Di Natale, ha visto in un primo incontro gli ospiti raccontare ai bambini i loro ricordi sui temi scelti: il cibo (cosa si mangiava una volta), i giochi (come si giocava), la musica (le canzoni che si ascoltavano), e la casa, (come e dove si viveva). In vista del prossimo incontro, ad aprile, i bambini sono chiamati a sviluppare degli elaborati, con tecnica libera, inerenti agli argomenti affrontati. Sempre nel solco di questo rapporto inter-generazionale va ricordato l’appuntamento annuale con il concerto di Natale degli alunni della Scuola Media “Don Ticozzi” di Lecco.

BILANCIO DI FINE MANDATO | 41


Arte, teatro, musica e letteratura “Noi, Lecco e i Promessi Sposi da non dimenticare” è il titolo del progetto educativo che ha toccato gli ospiti di tutte le residenze, promosso dall’associazione “Promessi Sposi in circolo. Lettura popolare” nell’ambito della rassegna “Lecco città dei Promessi Sposi” voluta dall’assessorato alla Cultura del Comune di Lecco.

L’iniziativa ha l’obiettivo di far presentare agli ospiti delle residenze alcuni tra i brani più significativi del romanzo di Alessandro Manzoni da parte di alcuni cittadini che, pur non essendo attori professionisti, hanno intrapreso, per loro passione, corsi di recitazione teatrale, maturando un’approfondita conoscenza dell’identità della comunità lecchese e delle sue tradizioni attraverso le opere e il pensiero

manzoniano. Il progetto vede il coinvolgimento di tutti gli educatori che hanno il compito di scegliere e preparare gli ospiti al momento di lettura, valorizzando la figura dell’autore e la trama del romanzo. L’iniziativa si collega alla rappresentazione teatrale svoltasi nell’ottobre 2015 sempre su “I Promessi Sposi”, che ha avuto quali protagonisti gli attori della

Fondamentale è l’apporto che viene dall’impegno gratuito e carico di passione sia dell’Associazione Amici e Sostenitori degli Istituti, sia dalle associazioni di volontariato, sia infine dal servizio educativo degli Istituti stessi.

42 | AIROLDI E MUZZI


EVENTI

compagnia del Teatro di San Giovanni, la cui presenza agli Istituti è proseguita nel 2017 con la messa in scena dello spettacolo teatrale “La scuola delle mogli” Moliere. Grazie al Copan, infine, presso la Sala Animazione degli Istituti Airoldi e Muzzi Onlus di Lecco è andato in scena nell’ottobre 2017 il recital “Sfumature di vita”. Lo spettacolo, particolarmente emozionante e coinvolgente, ha quale voce narrante Federico Bario, accompagnato da Enrico Fagnoni alla chitarra: è imperniato sui racconti degli anziani ospiti delle residenze della provincia di Lecco, raccolti con il metodo

educativo autobiografico improntato sul ricordare e rievocare. Ad accompagnare la lettura rievocativa una serie di immagini storiche dei luoghi citati e delle situazioni descritte nei racconti. L’evento è stato seguito da una tavola rotonda dal titolo “Volontari e Familiari: alleanza nella relazione”. Sempre Federico Bario, accompagnato da Enrico Fagnoni alla chitarra e Ranieri Fumagalli alla cornamusa, hanno animato nel dicembre 2017 il recital “Canto di Natale”. L’attività promossa dagli educatori degli Istituti nel corso delle diverse festività dell’anno ha inoltre visto

sempre il coinvolgimento di compagnie teatrali e ensamble musicali, quali il Coro Grigna, il gruppo Firlinfeu di Mandello Lario e di San Giovanni di Lecco, il Corpo Musicale Brivio di Rancio/Lecco. Un’ultima citazione riguarda le iniziative di valorizzazione delle capacità creative degli ospiti degli Istituti. In particolare, vanno ricordate le due mostre di lavori artistici di Augusto Bertoldo e Ambrogio Sala nel novembre 2015 e l’esposizione dal titolo “L’Antica arte del ferro” con le opere di Aldo Cremonini, marito di un’ospite degli Istituti.

BILANCIO DI FINE MANDATO | 43


Al mercato per stare insieme Grande successo ha avuto il progetto dal titolo “Al mercato per stare insieme”. L’iniziativa permette agli ospiti di rivivere l’esperienza stimolante e coinvolgente del “fare acquisti” grazie ad una serie di oggetti, capi di abbigliamento e libri messi a disposizione da amici e famiglie o realizzati dagli stessi

44 | AIROLDI E MUZZI

ospiti che possono essere comprati utilizzando speciali “voucher”. L’innovatività della proposta ha portato gli Istituti a presentare il progetto con un proprio stand nel settembre 2017 a Gavirate, in occasione dell’importante appuntamento della “Alzheimer Fest”.


EVENTI

Convegno sul rischio clinico Gli Istituti hanno ospitato, nel dicembre 2017, l’importante convegno dal titolo “La gestione del rischio clinico nelle strutture socio-sanitarie”,

a cui hanno preso parte circa 90 persone in rappresentanza di ben di 35 RSA delle province di Lecco, Monza Brianza e Milano.

BILANCIO DI FINE MANDATO | 45


Area comunicazione

Gli Istituti Riuniti Airoldi e Muzzi costituiscono un soggetto vivo e dinamico all’interno del contesto territoriale della provincia di Lecco. La loro attività a supporto delle persone anziane e delle loro famiglie rappresenta un patrimonio che, dal 1594, appartiene alla comunità locale. Promuovere e divulgare una conoscenza sempre più ampia e approfondita degli Istituti, della loro mission, dei servizi ai quali assolvono, dell’intensa attività formativa, educativa, assistenziale e socio-sanitaria che svolgono, dei bisogni ai quali danno risposta e degli elevati standard di qualità garantiti da chi vi opera con passione e professionalità è l’obiettivo che il Consiglio di amministrazione si è posto per far crescere il rapporto di dialogo tra gli Istituti e il territorio in modo virtuoso e valorizzare il ruolo degli Istituti e di chi vi lavora ogni giorno. 46 | AIROLDI E MUZZI


COMUNICAZIONE

BILANCIO DI FINE MANDATO | 47


Attraverso molteplici strumenti è stata sviluppata un’intensa e continua attività di comunicazione con i diversi stakeholder.

Sito istituzionale rinnovato Il sito istituzionale degli Istituti è stato oggetto in due fasi di un profondo rinnovamento finalizzato a migliorarne l’appeal e ad agevolarne la navigazione. Grazie al contributo fotografico di Christian e Alberto Locatelli, fotografi professionisti, oggi il sito offre un’immagine accattivante dei nostri Istituti, in linea con l’elevata qualità degli ambienti e dei servizi offerti a favore degli ospiti. Newsletter A partire dall’ottobre 2016 viene editata una newsletter periodica che ha l’obiettivo di comunicare in modo incisivo e

48 | AIROLDI E MUZZI

capillare con tutti i familiari dei nostri ospiti, con gli operatori, con i volontari e con tutte le persone che a vario titolo si rivolgono ai nostri Istituti per un sostegno, per ricevere assistenza o semplicemente perché interessati a questa antica Istituzione, presente nella città di Lecco fin dal 1594. La newsletter offre informazioni sulla vita degli Istituti, sui progetti sviluppati, sul ricco programma di iniziative organizzate con l’obiettivo di informare e coinvolgere. Nel corso del 2017 sono state 18 le newsletter spedite a 900 persone, ottenendo un tasso di lettura medio del 23/24%, con punte

particolarmente elevate presso i familiari e i volontari. Facebook È attivo, dal giugno 2017, un profilo Facebook degli Istituti, con l’obiettivo di sfruttare anche questo canale sempre più utilizzato di comunicazione. I post pubblicati nel corso degli otto mesi di attività sono stati complessivamente 300 e hanno riguardato le diverse attività e iniziative che hanno avuto quale teatro i nostri Istituti. Molti i Like, soprattutto alle news in grado di suscitare emozioni, curiosità, simpatia.


COMUNICAZIONE

Media Relations A partire dal luglio 2015 ci siamo fatti affiancare nell’attività di comunicazione verso l’esterno da una società del settore specializzata per valorizzare e promuovere, attraverso i media del territorio, le attività degli Istituti e divulgarne i valori e i contenuti. L’attività di media relations ha coinvolto tutte le testate online e offline del territorio provinciale e ha visto un’attività intensa, in continua crescita sia come numero di comunicati lanciati che di riscontri (articoli e servizi) sui media coinvolti.

Bacheche informative Abbiamo inoltre posto una costante attenzione alla informazione sia degli ospiti che dei familiari, con l’obiettivo di coinvolgerli sempre più nelle attività di socializzazione promosse dagli Istituti. Per questo abbiamo posizionato in tutti i piani dei padiglioni e negli ascensori una serie di bacheche per ospitare le informazioni sulle iniziative. Bacheca web Dal 2014 è attiva una intranet aziendale degli Istituti, con l’obiettivo di favorire una condivisione delle procedure, mettere a disposizione del personale avvisi e circolari relativi ai diversi aspetti organizzativi e permettere ai dipendenti di accedere online alla propria busta paga. Tramissioni TV Sono andate in onda su Teleunica alcune interviste all’interno della trasmissione “Salute e benessere”, con l’obiettivo di promuovere gli Istituti. In particolare l’intervista alla dott.ssa Magda Fontanella, del Nucleo Stati vegettivi, ha suscitato talmente interesse, da essere ripresa con un ampio articolo su “Il Corriere della Sera” e con un’intervista a “Radio24” per la trasmissione “I Funamboli”.

BILANCIO DI FINE MANDATO | 49


Concept, Graphic Design Welcome, Bergamo - welcomeadv.it Copy, Editing Giorgio Cortella, Lecco Photos Alberto Locatelli Christian Locatelli Print Editoria grafica Colombro S.r.l., Valmadrera, Lecco


Via Airoldi e Muzzi, 2 23900 Lecco (LC) Tel. 0341 497172 • Fax 0341 250354 info@airoldiemuzzi.it www.airoldiemuzzi.it

Profile for welcome

Istituti Riuniti Airoldi e Muzzi - Bilancio di fine mandato  

Istituti Riuniti Airoldi e Muzzi - Bilancio di fine mandato