Page 6

label del mese/Digital Traffik

IL TRAFFICO DIGITALE VERSO L'ASIA

intervista doppia ALEX HENNING b2b CLiVe Ormai il panorama elettronico vede nascere nuove label di continuo. Con l’avvento del digitale è tutto più facile. Poche però sono le label indipendenti che hanno retto al crollo del vinile e sono ancora in piedi. Tra queste c’è la Digital Traffik, nata ad Udine nel 2005 per volere di Jimi The Sun aka Audiohell (si veda intervista Weekender numero 3). In questi oltre dieci anni di attività la label non solo ha continuato a pubblicare release in vinile, oltre che in digitale, ma ha creato un’agenzia di booking internazionale e un quartier generale che vanta uno studio di registrazione di primo ordine. Mentre il label manager, Audiohell, era in Asia per un tour pazzesco di cui vi racconteremo sul prossimo numero abbiamo incontrato Alex Henning responsabile dell'agenzia di booking e CLiVe nuovo A&R della Digital Traffik. Entrambi con velleità produttive non indifferenti.

CLiVe- Partecipo praticamente dalla nascita della Label come collaboratore assieme al fondatore AudioHell; il mio lavoro si svolgeva saltuariamente pubblicando delle uscite o seguendo le pratiche di stampe, depositi e altri dettagli tecnici. Nello stesso tempo mi occupavo di altre labels e quindi dal 2005 DT era solo una collaborazione esterna ; fino al 2015 nel quale si è deciso di prendere dei ruoli ben definiti ed esclusivi per affrontare un nuovo progetto. Oggi il progetto ha preso la strada giusta e nel panorama direi che la DT goda di un ottima reputazione . Gli artisti internazionali scrivono e si complimentano; scaricano , seguono e suonano i dischi DT: abbiamo diverse recensioni, interviste e magazine che parlano delle nostre produzioni quindi credo che il livello sia oltre che in crescita anche ottimo.

Ciao Alex, ciao CLiVe! Partiamo dalla label, la Digital Traffik. Una etichetta in attività dal 2005, quindi con oltre 10 anni di storia. Nel panorama dell’elettronica un traguardo davvero importante! Come siete entrati nel team DT e come vedete la label nel panorama nazionale?

Alex- Ciao! La collaborazione è iniziata in modo un po’ casuale e grazie ad un contatto comune che ha fatto incontrare me e Jimi. Fino all’anno scorso avevo un mio roster di dj, quando mi è stato proposto di parlare con lui. L’intesa e’ stata immediata e non è stato difficile decidere di iniziare un percorso comune con voglia di fare e tanta ambizione. La Digital è una label molto rispettata nel nostro ambiente, ma come spesso succede più al di fuori dei confini del nostro Belpaese.

C’è una stretta relazione tra label e gli artisti del booking. Le release DT hanno cadenza mensile e per la maggior parte gli artisti che vengono pubblicati sono della DT. Quale è la politica di “reclutamento” di nuovi artisti e di pubblicazione delle release?

Rispettivamente siete responsabile del booking /world tour manager e A&R della label. Raccontateci cosa fate e quali sono pregi e difetti di lavorare nel mondo del clubbing?

A- Da sempre l’ambizione personale è quella di gestire un proprio gruppo senza avere necessità di appoggiarsi a terzi, ed è per questo motivo che giornalmente aggiorno ed amplio i contatti internazionali e non per poter proporre ovunque i nostri artisti, cercando anche di entrare in nuovi mercati emergenti, quali ad esempio quello cinese. Il mondo del clubbing può portare a grandi soddisfazioni, conoscere svariate realtà musicali e culturali, ma dietro c’è tanto sacrificio e gavetta. Inoltre la concorrenza è enorme soprattutto in mercati quali quello europeo, dove pur di lavorare ci si svende. Errore da non 6

fare mai, poiché questo sminuisce la professionalità ed il talento dei djs, oltre che a penalizzare col tempo un intero movimento. C- Fondamentalmente ascolto, organizzo, scelgo, mi confronto con gli altri (AudioHell, Alex) su come affrontare le varie situazioni che ci si presentano. Ci sono un sacco di cose da fare per seguire una label. Sito internet da aggiornare, newsletter, promotion in genere. E poi bisognerebbe anche riuscire a far musica nuova. Rispondere a tutti: email, Facebook, Twitter, ecc. Ecco, una cosa che mi rattrista del mondo del club è che sembra sempre tutto un gioco. Tantissimi non prendono con la giusta serietà il lavoro (per me di questo si tratta). Solo il fatto che vengano mandate spesso demo su facebook, invece che via mail mi sembra una forma poco professionale. Alla fine i social sono diventati una forma “normale” di comunicazione e tanti la utilizzano. Preferirei alla vecchia, ma bisogna stare al passo. Arrivano montagne di Demo track e tante volte è difficile riuscire solo ad ascoltarli tutti.

week/ender | settembre ottobre 2016

A.- Il roster per il worldwide tour viene aggiornato con nomi su cui si può lavorare anche in ottica futura oltre a nomi più affermati, ma è fondamentale che ci sia una collaborazione esistente con label internazionali di profilo che permettano di proporre l’artista e promuovere la qualità e risultati dei propri lavori. Tutto ciò per mirare a dei risultati soddisfacenti sia per gli artisti sia per chi gestisce il gruppo WeTraffik. C- Si la nostra politica è stata quella creare un progetto con una cadenza costante per non confondere chi segue la label anche da lontano e dove dentro ci siano sia artisti che produzioni in maniera che una cosa sia legata all’altra; il tutto in veste moderna. Per questo Wetraffik. Ormai le esclusive di un tempo non esistono più ; e non hanno nemmeno ragione di esistere a dire il vero. La musica e tutto quello che le sta attorno si sono evoluti e bisogna sapere seguire e a volta anticipare, ma non fossilizzarsi su vecchi criteri; ormai è tutto cambiato. Ecco perché più o meno tutti gli artisti che escono sulla Label ne fanno anche parte; nella DT

Weekender numero 6  

in questo numero di Weekender Sam Paganini in copertina con il suo nuovo EP per Drumcode; la label Digital Traffik con il responsabile booki...

Weekender numero 6  

in questo numero di Weekender Sam Paganini in copertina con il suo nuovo EP per Drumcode; la label Digital Traffik con il responsabile booki...

Advertisement