Page 1

N°06

http://www.funnyjunksite.com/pictures/pictures/ funny-animal-pictures/funny-donkey-pictures/page/2/

Come la tecnologia cambia il mondo Chi ha paura di Twitter?

E se vi stessero scippando le onde?

ove r

vi e r e t

Furto di Wi-Fi

ri c h

2

o

ub

P

tfol o r e! i

w

Intervista a Marco Calaprice Copywriter e creativo

“Viaggiare molto, tenere gli occhi aperti e chiedersi il perchè di tutto.”

Nu

In


Le NoSTRe RuBRiCHe Come nel più tipico effetto palloncino il vostro Webecedario subisce i cambi di stagione e prima si gonfia poi dimagrisce, ma rimane lui, sempre lui, ancora lui: il giornale più irriverente del virtuale, la pagina più dissidente del web, il lato scomodo dell’informatica.

guardare al futuro e alle possibili evoluzioni della rete e della tecnologia. È un’occasione per i nostri lettori di poter interagire direttamente con esperti del settore e di poter porre tutte le domande che non avevate mai osato fare. Portfolio, la nostra seconda nuova rubrica è a cura Ci sono ancora le vostre dei partner per la comunirubriche preferite, Peacazione Gooocom. L’idea nuts, Hardweb, Bells & ci è venuta tra un caffè Whistles, Adweb, Law e l’altro; ci siamo detti and Order e le nuovissi‘perché non fornire degli me rubriche di cui ancora esempi pratici di quello non ci avete fatto sapere che descriviamo all’interno nulla (vi piacciono, non vi di Webecedario’? Gooocom piacciono?). affronta infatti ogni giorno Interview, come da nome, sul campo i problemi di propone le interviste alle cui vi raccontiamo nelle più interessanti personalità nostre, ormai storiche, runel campo dell’informatibriche: problem solving per ca e del web, cercando di quanto riguarda la grafica,

il layout, il timing e chi più ne ha più ne metta! Ma c’è anche la rubrica che non ti aspetti! Once Upon a Time cambia veste e si propone, oltre che come la solita rubrica dedicata alla storia del web, anche come racconto di come la tecnologia possa cambiare e rivoluzionare, è proprio il caso di dirlo, il nostro mondo. Questo nuovo mondo che cambia sotto i nostri occhi e per cui sempre più spesso è necessario avere una 24 ore ben fornita, perché non sai mai cosa aspettarti. Webecedario, la 24 ore del web.

I protagonisti della tecnologia e della comunicazione ipotizzano il futuro (incalzati dalle nostre domande). Nel testo troverete parole del colore della rubrica a cui si riferiscono. Seguite l’asterisco per una rapida definizione e se non siete soddisfatti correte in fondo al vostro Webecedario per un approfondimento più completo!

Pratici esempi di problem solving direttamente dai professionisti del settore.


Once upon a time Once upon a time

La storia del web, ma non la solita storia che si legge sui libri: una narrazione avvincente e piena di colpi di scena!

Peanuts Chiacchere da e sul web.

Bells & Whistles

Consigli estetici per pagine web. Quali sono le ultime tendenze del web design?

ADWEB Comunicare online. Dedicato alla pubblicitĂ  in internet; dai metodi piĂš in uso ai guadagni relativi.

Law and Order Quali sono le norme giuridiche vigenti sul web? Le trovate qui!

HardWeb

HardWeb

Il web messo a nudo. La parte piĂš tecnica, dove si parla di codice e specifiche web.

Webecedario I termini del web, usati negli articoli, svelati per filo e per segno con un linguaggio chiaro e semplice.


ai alllabpu

o zi a

et

chi c O c’è, m

lo s p

*a meno di ulteriori accordi.

! is

Creiamo la tua pubblicità professionale e la pubblichiamo su questa pagina. Nessun costo, nessuna iscrizione, limite di utilizzo sulle pagine di Webecedario*

r

! , è gra coo va t

o tic

http://www.newscientist.com/blogs/ culturelab/2010/02/black-holetour-group.html


#0 #1 #2 #3 #7 #8 #9

Editoriale

pg_06

Presentazione Editoriale.

Indice Ideazione grafica Goooweb I testi di questo numero sono redatti da Stefano Balbi

Once upon a time

pg_08

Come la tecnologia cambia il mondo Peanuts

pg_14

Fatevi delle comande... Yahoo answers Law and Order

pg_16

E se vi stessero scippando le onde? Webecedario

pg_24

Dizionario tascabile del web. Intervista

pg_18

Il futuro, i protagonisti e le nostre domande Portfolio

pg_20

Problem solving dai professionisti del settore

Non tutti, lo sappiamo, possono fregiarsi d’essere veri e propri asinacci doc.! Ma se siete webecedariani convinti ritagliate l’immagine qui di fianco e attaccatela ovunque vogliate, parabrezza, specchietti, strade, occhiali da sole... Asinacci che non siamo altro!


#0PresentazionEditoriale.

..// Fonte immagine http://de.wikipedia.org/ wiki/Datei:VW_Bus_T2_ in_Hippie_Colors_2_retouched.jpg _06

6


Nuovo numero. nuove rubriche, nuove storie, ma stesso stile e stessa attitudine all’approfondimento che troverete all’interno della vostra 24 ore digitale: numero 6 (asino che sei, tiè!).

Alzate le mani, non siate timidi, suvvia! A pagina 11 trovate alcuni trucchi e consigli per evitare di fare figuracce e diventare perfetti... damerini virtuali.

Se pensate che il piggybacking sia uno sport di squadra da Trovate in questo numero praticare durante le fiere di paese forse è meglio un’importante restyling della sezione Once Upon a che corriate a pagina 16 Time: non solo la storia del dove raccontiamo perché è meglio non farsi scippare web, ma anche i racconti le onde...almeno quelle di come la tecnologia Wi-Fi! ha cambiato e cambia il nostro mondo. A pagina 8 si racconta la rivoluzione: Avete presente quelle terribili pubblicità del chi ha paura di Twitter? Mulino BIanco, edulcorate ed edificanti, in cui Quanti di voi mandano tutto il mondo è a colori email di fretta senza pastello, le mamme sono rileggere quanto scritto e zeppe d’errori d’ortografia? sempre giovani e belle ed i bambini non si sporcano mai?

Ecco, proprio quelle; a pagina 18 avrete l’opportunità di conoscere da vicino il vero colpevole (e scrivendo alla nostra casella email info@ webecedario.it avrete anche l’opportunità di riferirgli quel che ne pensate a riguardo... mi raccomando carini e coccolosi). Numero 6: che vogliate viaggiare a dorso di ciuchino, a bordo di una Harley Davidson o di un Maggiolino Type 1 (ve lo ricordate?) viaggiate preparati con Webecedario, la 24 ore del web.

_07


#1

O

Come la tecnologia cambia il mondo ..// Fonte immagine http://www.skinnykitchen.com/ recipes/corn101-and-a-simplerecipe-for-skinnygrilled-corn-on-thecob/

_08

Oggi scrivo un tweet dal mio cellulare e so di raggiungere circa 8.000 follower. Accendo la mia televisione e posso seguire un telegiornale sul 2 o sul 5. Oppure posso uscire la sera per mangiare pannocchie alla brace con gli amici. Soltanto un anno fa però vigeva il coprifuoco: ovviamente loro non lo chiamavano “coprifuoco”. Ed il telegiornale non la chiamava “censura”. Perché chi controlla le parole vi controlla anche le gambe, vi controlla anche le spalle, le labbra e le mani quando queste si chiudono in pugni. E se hai vent’anni e da tutta una vita risiedi in un Paese che

da trenta ha dichiarato lo stato di emergenza, prima o poi le tue dita serrate si alzeranno per farlo sapere al mondo. Un anno e mezzo fa incontro un ragazzo che solamente con un cellulare riesce a fare più informazione di tutti i telegiornali di regime. «Nadia qui sta per cambiare tutto» mi dice. Dimostra meno dei suoi 26 anni suonati, ma sarà tra i pochissimi in tutto l’Egitto in grado di comunicare con l’estero, quando la televisione negherà la presenza di milioni di persone scese in strada, quando sarà quasi impossibile accedere

alla rete, quando in piazza le forze dell’ordine sparareranno i lacrimogeni ad altezza uomo. Ma a quel punto non ci servirà certo più la televisione per sapere come stanno davvero le cose: saremo tutti lì a vederlo coi nostri occhi. «Qui stiamo sopra una polveriera Nadia: c’è Mubarak, c’è l’esercito, gli islamisti, i liberali e la sinistra. Tutti pronti a scendere in piazza. Ma mentre noi abbiamo gli smartphone quelli hanno i cecchini e le pistole». Ismail fa parte del Mosireen di cui è anche fondatore: basteranno pochi giorni per convincermi ad entrare


Once upon a time.

Tweet Letteralmente ‘cinguettio’ indica un post composto al massimo da 140 caratteri caricato sul servizio di microblogging Twitter. Social Network É una struttura informatica online che gestisce reti basate su relazioni sociali. Tra i più importanti social network ricordiamo: Facebook, Twitter, MySpace, Netlog, e, in Italia, SuperEva. Follower

nel gruppo a mia volta. Mosireen significa Egitto e determinazione; significa 25 ragazzi che vogliono creare una documentazione precisa delle giornate della rivoluzione in Egitto. Il più giovane tra di noi ha 16 anni ed il più anziano 27. In quei giorni riuscivamo ad essere attivi soprattutto su internet: soltanto in rete infatti potevamo trovare la libertà di riportare quel che stava succedendo al nostro Paese. C’era, è vero, una limitata libertà di espressione per i

Il vero precedente della media rivoluzione però è stato dell’opposizione, ma tanto l’episodio di un ragazzo il governo non si sentiva di 28 anni, torturato e in dovere di rispondere ucciso dalla polizia per all’opinione pubblica. Così essersi opposto ad una i blog ed i social network stavano diventando sempre perquisizione illegittima. più efficaci nel ridicolizzare Khaled Said, egiziano originario di Alessandria, si le bugie del regime. Ad esempio quando a dicembre trovava in un internet café pronto a postare un video degli squali attaccarono dei turisti a Sharm El Sheik, dove alcuni poliziotti alcune autorità sostennero stavano spartendosi una partita di droga, quando che molto probabilmente due agenti in borghese, gli squali erano stati Mahmoud Alfallah e “manipolati” dal Mossad Awad ElMokhber, l’hanno israeliano, scatenando avvicinato e chiesto i l’ilarità generale su documenti. internet.

Post É un messaggio testuale pubblicato in uno spazio comune su internet. L’azione di lasciare un messaggio in rete è definita col neologismo postare. Blog Indica una sorta di diario online, generalmente gestito da una persona o un ente, in cui l’autore pubblica, più o meno periodicamente, pensieri, opinioni, riflessioni e molto altro.

_09


#1 ..// Fonte immagine http://www.robinwyatt.org/photography/journal/ egypts-ongoingrevolution-a-galleryof-images/

..// Fonte immagine pagina a destra: http://www.krollcomics.com/html/ netiquette_HTML/ netiquette-01.html

_010

Khaled ha rifiutato e questo gli è costato la vita. A seguito di questo dissennato sopruso in tutto il paese si sono sollevate le proteste, e la pagina Facebook We Are All Khaled Said diventò popolarissima: oggi conta 202.670 utenti, ma nei giorni precedenti alla rivoluzione divenne la piazza dove organizzare le mobilitazioni reali per la battaglia civile e politica che sarebbe sfociata poi nella nostra rivoluzione.

Il giorno dopo non sappiamo ancora per certo cosa sta per succedere: esco di casa e gli amici che mi aspettano mi passano subito una La sera del 27 gennaio bottiglia di aceto che con provo, col mio portatile, sguardo interrogativo ad entrare sul blog di accetto senza farmi troppe Ahmed Nagi, classe ’85, uno dei blogger e scrittori domande. Il suo utilizzo mi sarà decisamente più attivi in quei giorni di sconvolgimenti. Lo spazio più chiaro qualche si chiama “Wasa khaialak”, ora più tardi, quando i apri la tua immaginazione, lacrimogeni lanciati dalla ma, ironia della sorte, non polizia precipiteranno su di noi come grandine: riesco in alcun modo ad il fiato ci si spezza e aprire la pagina. L’unico gli occhi cominciano a risultato visibile è una finestra bianca con la sola lacrimare, l’unico modo per contrastare gli effetti scritta error n. 5645827. Non la chiamano censura. del fumo è quello di tenere

O

sotto il naso bottiglie di aceto, Pepsi o Coca-cola. Poi la rivoluzione. Un odore molto diverso, quello di pannocchie alla brace, tornerà soltanto quando questa giornata sarà finita. Piazza Tahrir, nonostante la confusione, la paura e il sangue versato poco prima del tramonto verrà presa. Ce ne andremo soltanto in seguito alle dimissioni (ma qualcuno preferisce parlare più che altro di destituzione) di Mubarak.


Once upon a time.

Netiquette Sapersi comportare E Galateo in Internet

SE SCRIVESSI IN QUESTO MODO, PROBABILMENTE TUTTI QUANTI VOI SARESTE CAPACI DI INTERPRETARE IL TESTO IN OGGETTO COME UN URLATO: non è questione di aver studiato più o meno, di maggiore o minore esperienza informatica, si tratta di codici socialmente accettati e condivisi, che ci derivano dal normale utilizzo del pc. Finché il mondo del virtuale è stato riservato a pochi tecnici, data la complessità della connessione e delle operazioni effettuabili, tutti coloro che s’affacciavano alla rete passavano un periodo di, per così dire, quarantena, in cui erano costretti a domandare agli utenti più esperti consigli e soluzioni. Oggi molti utenti esperti

condividono ancora in questo modo tante delle loro conoscenze, ma spesso chi si affaccia per la prima volta alla rete dà per scontato questo aspetto di condivisione gratuita. Non esiste più il processo di trasmissione naturale che faceva sì che gli utenti meno esperti fossero “educati” alla correttezza ed alla gentilezza prima di diventare a loro volta utenti esperti che avrebbero richiesto eguale correttezza e gentilezza. Tuttavia non tutto è perduto, esiste ancora una naturale propagazione di regole e norme implicite che avviene tra utenti di uno stesso canale. Se avessimo parlato di netiquette (neologismo composto dai termini net= rete; étiquette=buona educazione) in questo

modo soltanto qualche anno fa saremmo stati probabilmente presi per degli ingenui: trasferire le regole di convivenza civile all’interno del virtuale sembrava non soltanto inutile ma anche inappropriato. Oggi, coi social network a farla da padrone, la situazione sembra cambiata e parlare di netiquette non è più un tabù, anzi, si tratta di regole e saperi esperienziali condivisi da tutti. Tanto che addirittura una materia universitaria, la psicologia dei gruppi virtuali, studia le interazioni che nascono e intercorrono entro un gruppo o una comunità virtuale. I principi di base del galateo informatico non sono, al pari dell’educazione

Netiquette Neologismo composto dai termini net (rete) ed étiquette (buona educazione), indica le norme di comportamento implicite o scritte che disciplinano il comportamento in internet. Emoticon Altrimenti chiamate smiley o smile o faccine, sono riproduzioni stilizzate delle principali espressioni facciali umane che richiamano direttamente ad un’emozione. In internet e negli SMS sono così spesso utilizzate per sopperire alla mancanza del linguaggio non verbale e per facilitare l’interpretazione del messaggio che si intende comunicare.

_011


#1 Provider Si intende, in generale, un’azienda o un’organizzazione che fornisce un servizio che, nello specifico, può essere quello internet. In questo caso si parla di ISP ovvero di Internet Service Provider. Flame Letteralmente fiamma, significa inviare un messaggio deliberatamente ostile e/o provocatorio al fine di scatenare delle reazioni che spesso scaturiscono in “risse virtuali”. Status All’interno dei Social Network si indica con ‘status’ la frase che associamo in un dato momento al nostro profilo.

_012

quotidiana, imposti da alcuna legge, ma comprendono il tentativo di essere il meno possibile invasivi e scortesi possibile. Altri punti si possono ricavare dal semplice buonsenso che, al di là delle norme scritte, dovrebbe guidare gli utenti a rispettare gli altri. Il mancato rispetto della netiquette comporta in genere disapprovazione da parte degli altri utenti della rete e può spingersi fino all’isolamento del soggetto maleducato ed alla sospensione di alcuni servizi. Chi fornisce l’accesso ai servizi di rete (provider, istituzione pubblica, datore di lavoro, etc.) può inoltre regolamentare in modo ancora più preciso e restrittivo i diritti-doveri dei propri utenti. Per chi volesse approfondire rimandiamo comunque al sito Sherweb.com che ha stilato la classifica dei comportamenti da evitare nella community Facebook. Pronti a diventare educati damerini della rete?

O

Consigli per l’invio di email Anzitutto è buona creanza quella di scrivere in minuscolo, il maiuscolo infatti verrà letto come un urlato. (Mooolto maleducato). Poiché la posta elettronica può essere intercettata facilmente è sconsigliabile inviare numeri di carta di credito, informazioni riservate, password, ecc. (Alto rischio di raggiro). È buona norma inoltre limitare la lunghezza del messaggio e, nel caso di risposte dirette (reply) ad un messaggio molto lungo riportare soltanto le parti rilevanti all’argomento trattato. (In caso contrario potremmo essere identificati come veri e propri... scocciatori). Contrariamente a quanto si possa pensare spesso è meglio utilizzare uno smiley per evitare equivoci nel caso di battute. (Un’emoticon vale mille parole... certo se ne abusiamo verremmo facilmente considerati come adolescenti tardivi). È opportuno firmare sempre le proprie mail, che la firma non superi le 4 righe e che non contenga elementi offensivi o pubblicitari. (Effetto: «E questo chi è?!»).


Once upon a time. ..// Fonte immagine http://www.chiccheinformatiche. com/come-inseriregif-animate-sufacebook/

Consigli per l’utilizzo dei social Network Oltre a tutti i consigli già dispensati per l’invio di email, aggiungiamo: non infiammarsi (dal termine inglese flame)! Non spingersi cioè a criticare con toni accesi una discussione (più o meno) civile. (Mettiamo da parte l’ascia di guerra). Essere sintetici. (Arriviamo al punto?) Tra le principali scorrettezze da social network c’è quella di aggiornare il proprio status con messaggi criptici, magari dedicati ad una persona soltanto escludendo tutti gli altri utenti. (Nanananana, molto scorretto, e noi poi come ci facciamo gli affari tuoi?!).

Social Network É una struttura informatica online che gestisce reti basate su relazioni sociali. Tra i più importanti social network ricordiamo: Facebook, Twitter, MySpace, Netlog, e, in Italia, SuperEva.

D’altra parte anche l’invio massivo di email a più persone contemporaneamente è ritenuto maleducato, se poi aggiungiamo il fatto che molte di queste persone risponderanno direttamente al messaggio in questione il risultato sarà quello di centinaia di notifiche non volute... decisamente inappropriato! Banale dirlo, ma pubblicare foto imbarazzanti di altri utenti è considerata un’altra gravissima mancanza di rispetto e scorrettezza assolutamente da evitare.

_013


#2

Fatevi delle domande...

Answers

Immaginate di trovarvi in una città straniera e aver bisogno di una qualche informazione. Mossa logica e di veloce attuazione è quella di fermare qualcuno sulla vostra strada e domandare, giusto? Ora provate ad immaginare che la città straniera sia invece una città virtuale ed il passante sconosciuto un utente pronto a rispondere alle vostre curiosità. Ecco, sareste appena approdati su Yahoo! Answers. Crowdsourcing Neologismo formato dalla combinazione delle parole inglesi crowd (persone) e outsourcing (esternalizzazione) che indica un modello di collaborazione di massa più o meno spontanea e/o gestita al fine di ottenere determinati obiettivi. SERP Acronimo inglese di Search Engine Results Page, indica la pagina dei risultati del motore di ricerca, ovvero la risposta fornita da un motore di ricerca o un archivio all’interrogazione fatta precedentemente. Account La combinazione di nome utente e password che permette l’accesso ad un’area riservata all’utente.

_014

Yahoo! Answers è il miglior esempio di crowdsourcing che potrei fare per spiegare il significato di questo termine: con crowdsourcing infatti può intendersi un tipo di collaborazione più o meno volontaria o pilotata tesa a creare contenuti o a risolvere problemi, in questo caso online.

Yahoo! Answers è una florida e attiva comunità (stiamo infatti parlando di quasi 90 milioni di utenti in tutto il mondo!) che ogni giorno condivide la propria conoscenza su qualsiasi argomento, ponendo domande e proponendo risposte.

Data l’enorme quantità di informazioni e di visualizzazioni, spesso è facile trovare, tra i primi risultati della SERP di Google, proprio le pagine di Yahoo! Answers. Esistono delle linee guida che dirigono la community, regolando i comportamenti corretti e accettati all’interno del portale che comprendono “Non comportarti in modo malvagio” e “Non far del male” (sic). ..// Fonte immagine http://pubbli.files.wordpress. com/2011/07/logo-yahoo.png http://a.mytrend.it/prp/0001/11/357948/o.64262.jpg http://hello.eboy.com/eboy/ wp-content/uploads/2009/09/ OGY_Yahoo_Poster_38t.png http://www.yanswersblogit.com/ b4/wp-content/uploads/2011/02/ ITALIE.jpg

p


peanutspeanutspean Potranno anche sembrare ridondanti e futili ma, come abbiamo constatato in un articolo presente proprio su questo numero di Webecedario, la, cosiddetta, netiquette, è diventata davvero di fondamentale importanza per ogni importante progetto di condivisione e collaborazione virtuale. Yahoo! Answers approda in Italia soltanto nel 2006, ma il sito in lingua inglese è disponibile fin dal 13 dicembre 2005; oggi è presente in 26 paesi nel mondo e poco meno di 90 milioni è il numero di utenti complessivo del servizio. Per utilizzare Yahoo! Answers è sufficiente creare un account Yahoo! ed avere un’età minima di 13 anni, ma per diventare veri guru della risposta allora le cose si complicano: il servizio infatti si basa su un sistema di punti che assegnano o sottraggono un valore (vedi immagine) a determinate azioni eseguite sul sito. Ad esempio l’utente può valutare le risposte di altri soltanto se arriva al 2° livello per cui sono richiesti almeno

250 punti, mentre soltanto dal 5° livello (5000 punti) si avrà la possibilità di inviare domande e risposte senza limiti. Il sistema di punteggio non serve soltanto a pavoneggiarsi come veri nerd davanti agli amici (anche se, ammettiamolo, questa è la funzione principale), ma vi permetterà di poter guadagnare lucidi distintivi riservati solo a pochi afe-

cionados, come quello di Answeriano Doc, che attesta la vostra esperienza riguardo a un determinato argomento. Altri ambiti distintivi sono quello di Ufficiale, assegnato a celebrità che partecipano ad Answer per fare in modo che siano riconoscibili dalle copie, e Knowledge Partner, riservato ad esperti di un settore che rispondono alle domande dei normali utenti. Yahoo! Answer è infine il posto giusto per farsi due risate pur se non volete iscrivervi o se non siete interessati a porre domande e risposte: alcuni (molti) utenti (utonti) infatti postano quesiti davvero singolari, come Arias (peraltro answeriano doc) che domanda: «Chi come me ha una pazza voglia di ammazzare una finestra?»; o ancora «Se le zanzare fossero in via di estinzione chi si lamenterebbe?» (postata da jabriele: ottima domanda jabriele); o «Perché le donne hanno il diritto di voto? Voi siete d’accordo?» (dubbio assillante posto dall’utente John). Come sempre finiamo con l’alternativa meno cool e conosciuta (eh, già, v’è sempre un’alternativa). In questo caso parliamo di Questioner (www.questioner.

it), servizio in funzione dal novembre 2011 e progetto al 100% italiano. L’interfaccia è semplice e ricorda, almeno in parte, quella di Facebook, la registrazione è molto veloce ed intuitiva e la community piuttosto affiatata. Insomma, ad ogni domanda una risposta; soltanto…fate bene attenzione a quel che vorreste sapere.

..// Fonte immagine

http://matthewvettese. com/wp-content/uploads/2012/01/answers2questions.jpg http://www.socialstrategy1. com/wp-content/uploads/2010/11/Question.jpg

_015


#3 ..// Fonte immagine a destra http://pinobruno.globalist.it/wp-content/ uploads/2010/12/furto-diidentit%C3%A0-digitale.jpg Fonte immagine in alto http://www.disneypicture. net/r-ducktales-38-ducktales-thief-343.htm

_016

e t s i v e s E

o r e s s

è stato arrestato e sanzionato per 250 $ nel 2006; nel Michigan un uomo sorpreso a stazionare con la sua auto di fronte ad Oh, che bello avere una un bar per rubare la rete Wi-Fi funzionante e poter è stato condannato, nel girare per tutta casa in maggio 2007, per «Accesso mutande e pantofole fraudolento a computer, pelose col portatile tra le reti e sistemi informatimani! Ma vi siete mai fer- che». È anche vero che mati a pensare se la vostra questi siano casi limite e rete sia protetta? Sì? No? che, tutto sommato, se Forse? una persona si connette E se qualcuno vi rubasse alla nostra rete per farsi la connessione da sotto il un giretto su internet non naso? Se pensate di essere c’è nulla di male...o no?! in fondo, in fondo dei buo- Se non avete impostato ni samaritani a lasciare la una password tutti posvostra rete Wi-Fi priva di sono navigare sulla vostra password, forse dovrete rete. Ma volendo, anche se ricredervi. l’avete impostata, qualcuTecnicamente l’utilizzo no potrebbe essere in granon permesso di reti Wi-Fi do di crackare la password aperte prende il simpatico e, non solo navigare grazie nome di piggybacking, ma al vostro collegamento, i risultati possono essere ma anche spiarvi. nient’affatto simpatici. Anzitutto è da notare Da una semplice ricercome accedere senza ca online infatti è facile autorizzazione ad una rete scoprire come esistano aperta e non protetta (a moltissimi tutorial che meno che non si tratti di segnalano programmi uno hotspot libero e adibi- per crackare, hackerare to appositamente allo sco- o bucare una rete Wi-Fi. po) sia un vero e proprio In effetti, chiunque può reato: nell’Illinois un uomo intercettare tutti i dati


pand o

che passano attraverso la rete a cui siamo collegati attraverso lo sniffing. Con questa tecnica si può osservare la navigazione della vittima, ma anche raccogliere le credenziali per l’accesso alla posta elettronica e siti internet, con tutte le conseguenze che possiamo immaginare: accesso ai nostri profili sui social network e sui siti di servizi finanziari, in tre parole: furto di identità. L’ipotesi di vedere la propria vita digitale finire nelle mani altrui è più che mai plausibile, con software molto semplici da utilizzare ed alla portata di tutti. Come proteggersi allora dallo sniffing? Anzitutto se frequentate hotspot liberi, adibiti alla connessione pubblica, il consiglio è quello di non inserire i vostri dati personali durante la navigazione. Ma se volete davvero star sicuri allora dovrete evitare sempre di salvare dati importanti nei moduli del

i.

scip

o di w t i ur

-f

F

LAW & ORDERLAW & ORDER

le on

proprio browser ed usare connessioni sicure in Https quando possibile. Può essere buona norma inoltre cancellare periodicamente, tramite un File Eraser, i dati, cosiddetti, sensibili, in modo da renderli irrecuperabili anche con applicazioni apposite. Più in generale, per quanto riguarda la vostra rete di casa, evitate di salvare documenti privati, password e file protetti sul vostro portatile preferendo periferiche esterne. Proteggete la vostra connessione Wi-Fi di casa con una protezione WPA2, testando, se possibile, il vostro router e il suo livello di protezione. Tutto fatto? Ora sì che potete tornare a navigare senza fili senza però scordarvi le pantofole pelose e la canottiera macchiata di sugo. Tutto stile!

de?

Piggybacking L’utilizzo, senza previo consenso da parte del proprietario, di reti internet wireless 802.11b/g/n aperte. Sniffing In internet ci si riferisce allo sniffing indicando con questo termine l’attività di intercettazione passiva (legittima o illegittima) dei dati che transitano in una rete telematica. Crackare Riferito a un programma si intende l’azione di forzare l’attivazione di un software o di scoprire ed utilizzare una password o un codice. Hackerare Nel linguaggio comune è solitamente utilizzato come sinonimi di Crackare, ma mentre l’hacker è colui che si impegna nell’affrontare sfide intellettuali, il cracker è colui che utilizza le sue conoscenze per perpetuare crimini informatici.

Wi-Fi Indica la tecnica ed i relativi dispositivi che consentono a terminali di utenza di collegarsi tra loro attraverso una rete locale in maniera wireless, ovvero senza cavi. Hotspot (WLAN) i si riferisce comunemente a un’intera area dove è possibile accedere su Internet in modalità senza fili (detto appunto collegamento wireless), attraverso l’uso di un Router collegato a un provider di servizi Internet, dove attualmente lo standard più diffuso in questo ambito è il Wi-Fi. Più precisamente, in informatica il termine indica un’area dove un provider di accesso per rete di tipo wireless consente di collegarsi alla Rete. File Eraser È un’applicazione che permette la cancellazione definitiva di files dal pc andando a sovrascrivere parecchie volte le porzioni di disco che li contenevano. Https HyperText Transfer Protocol over Secure Socket Layer è una pagina internet dedicata a trasferimenti di dati riservati di modo da impedire intercettazioni dei contenuti. WPA2 (IEEE 802.11i) Rappresenza un’estensione del precedente standard Wired Equivalent Privacy (WEP) che aveva dimostrato di essere soggetto a errori concettuali di progetto. Router Si tratta di un dispositivo elettronico che, all’interno di una rete, si occupa di instradare i dati, suddivisi in pacchetti, fra reti diverse. È considerabile come un nodo interno di rete.

_017


#9

Avete presente quelle terribili pubblicità del Mulino Bianco, edulcorate ed edificanti, in cui tutto il mondo è a colori pastello, le mamme sono sempre giovani e belle ed i bambini non si sporcano mai? Ecco, oggi vi presentiamo “IL” Colpevole, di modo che la prossima volta che vedrete una famiglia felice in mezzo a un prato intonso saprete con chi prendervela. La difesa d’ufficio di Marco Calaprice (prima copywriter in Armando Testa, adesso titolare in Sunny Milano) però ci fa presente che a queste possiamo (e dobbiamo) aggiungere le bellissime immagini per la campagna Pirelli, il divertentissimo spot 2006 della Birra Moretti Zero, le affissioni per il Motor Show e gli spot natalizi Balocco. Cosa dite, lo perdoniamo? Almeno sentiamo cos’ha da dire a sua discolpa, no?

_018


INTERVISTA INTERView INTERVISTA INTERView

Nel 1986 Jacques Séguéla ha pubblicato il libro “Non dite a mia madre che faccio il pubblicitario...Lei mi crede pianista in un bordello”: Lei ha mai trovato il modo di spiegare la Sua professione e cosa significa lavorare in questo campo alle persone che non sono dell’ambiente? Raccontare la nostra professione è meno complicato di ciò che siamo portati a far credere: semplicemente, studiamo messaggi che aiutano le aziende a fare business. Cosa consiglierebbe ad un giovane (o a un non più giovane intraprendente) che volesse cominciare questo lavoro? [o, in alternativa, ha bisogno di un copy e vuole assumere il migliore, cioè me? :P] Tre consigli secchi: viaggiare molto, tenere gli occhi aperti e chiedersi il perché di tutto. Qual’è il campo di influenza da cui trae maggiormente ispirazione per le Sue campagne pubblicitarie? Una canzone alla radio, una mostra d’arte, una scritta sul muro; vivo tutto ciò che mi circonda come potenziale spunto per il mio lavoro. C’é qualche aneddoto divertente capitato sul lavoro di cui vorrebbe raccontarci? Su un set, nella campagna argentina, ho ritrovato un amico con cui giocavo da bambino. A Los Angeles ho girato una scena con il contributo di un addestratore di mosche. A Cape Town ho girato con attori che venivano da cinque nazioni e parlavano quattro lingue differenti. In oltre vent’anni di lavoro ce ne sarebbero molte di cose da raccontare. Cosa cambierebbe di questo mestiere? Vorrebbe migliorare qualcosa in particolare? Vorrei contribuire al miglioramento della qualità della vita e del lavoro di chi opera con me; dipendenti, fornitori e clienti. Non è il mestiere che deve cambiare, è l’atteggiamento di chi lo fa che dev’essere propositivo e costruttivo.

Qual’è il futuro della pubblicità oggi? L’advertising televisivo può ancora permettersi di ignorare il web? La televisione non ignora il web, al massimo lo vive come un potenziale concorrente. Aziende che operano in determinati settori merceologici stanno giustamente spostando la comunicazione su nuovi media, studiano e investono su app e web; per chi invece opera in mercati più tradizionali, un investimento anche minimo in internet rischia di rivelarsi un inutile perdita di tempo e soldi. Qual’é la pubblicità da Lei ideata a cui è più affezionato, o che ricorda con più affetto e perché? Ogni campagna realizzata è un po’ come un figlio; difficile dire di preferirne uno all’altro. Sono affezionato a tutto ciò che mi ha dato la possibilità di imparare, crescere, migliorare. Più che a spot o campagne stampa che hanno vinto premi prestigiosi, sono affezionato a clienti e direttori della fotografia, uomini d’azienda e registi, produttori e fotografi che mi hanno dato la possibilità di realizzare buoni progetti. C’é qualcos’altro che vuole aggiungere di cui non abbiamo parlato? Mi piacerebbe trovare soluzioni concrete per aiutare i giovani creativi che sognano di iniziare a fare questo mestiere. È un progetto ambizioso a cui, in un prossimo futuro, spero di poter dedicare tempo ed energie Certe pubblicità potrebbero essere considerate oggi al pari di opere d’arte secondo il Suo parere? Quando lavoravo in TBWA, mi è capitato di fare delle affissioni che sono state esposte nel padiglione delle arti decorative del Louvre. La cosa mi ha inorgoglito ma non ti nascondo che l’operazione continua a farmi sorridere. Per quanto una campagna pubblicitaria possa essere interessante e innovativa, l’arte è un’altra cosa.

_019


#8

ONG de desarrollo

MAULE SUSTENTABLE

ONG de desarrollo

MAULE SUSTENTABLE

FOLIO ONG de desarrollo

A work made in

COMUNICARE LOGICAMENTE

MAULE SUSTENTABLE

_020

Comuna Ecologica Reducir • Reciclar • Reutilizar Cliente: MAULE Sustentable ONG Prodotto: Logotipo istituzionale Finalità: -

ONG de desarrollo

MAULE SUSTENTABLE

I PROTAGONISTI Licantén Comuna Ecológica è il titolo di una campagna, organizzata da una ONG cilena chiamata Maule Sustentable, che raccoglie e racchiude in sé una serie di iniziative volte allo sviluppo sostenibile di alcune aree cilene come appunto la regione del Maule e quella confinante Licantén. Alcuni progetti già realizzati in questo ambito hanno riguardato l’appoggio ad un istituto scolastico colpito dal terremoto di due anni fa e una serie di incontri con artisti, cantanti, professori e autorità che sono confluiti nella realizzazione di un libro intitolato “¡Fuerza Copihue!”, consegnato a tutti i bimbi della scuola, creato riunendo immagini e testi realizzati dagli stessi bimbi durante i corsi di scrittura creativa.


IL LOGO La grafica è stata apposta su cassonetti, camion e quant’altro possa riguardare il riciclo e il riutilizzo di oggetti altrimenti destinati allo smaltimento; all’interno del logo abbiamo ripreso elementi tipici della città come la paserela (il ponte) rossa simbolo del luogo e le linee blu e azzurre che richiamano la confluenza del mare e del fiume che scorre sotto la struttura. NON CI PIACE L’unico fattore negativo di lavorare con realtà così geograficamente lontane dal proprio luogo di residenza è quella di non poter gestire in prima persona l’utilizzo della propria creazione dovendo affidare ad altri la declinazione sui vari strumenti di comunicazione dell’immagine prodotta.

I COLORI I colori sono quelli simbolici dell’ecologia eccetto il rosso che richiama invece il ponte, legando indissolubilmente il logo all’immagine della regione.

CI PIACE Aver saputo collegare la grafica al luogo dove si svolge l’iniziativa mantenendo tuttavia lo stampo ecologico e sostenibile della campagna soprattutto nella scelta dei colori.

(I grafici sono gelosissimi delle loro creature, n.d.r.)

_021


#8

e sIem

ve

E F

B

H

tseenza sIn maodolsemu plice eer mille a il 5 p i inol Com

I

Infe

in

m Am

o:

e

.)

.E.A

segu

I NT e RE .T. logi .00 I.S I PA no e 20 R ec all PE Biot .00 TA 18 C SI lle VI da DI .30; O .00 RI i: e 14 : e 19 RA ferial all .00 .00 orso all L’O orni .00 tivi: e 19 ia: cc .00 o: 19 Gi lle 13 fes 0 all tetric .30 to So 18 Pian alle da orni .0 Os e 20 Pron dalle 2° .00 Gi lle 12 di 0 all del .30; co 18 lle rto ti: loc .3 e e 14 ob da da pa Re lle 19 azion0 all Mon .30; apian da anim .3 e e 14 ro Tr Ri lle 13 azion0 all Cent .00 da anim .3 e e 19 Ri lle 12 azion0 all da anim .0 Ri lle 18 da 12 /20 l 1/1 7 de v.0 Re

B

Pian

.30

ne

(D

-

au

25

60

o artin ro n M nc Sa l Ca aria rca su sit iver Rice Un r la ra lie le pe da pe ziona S CC a Os Na IR iend uto Az Istit IST

an L’O di re me ro ist Ca lle 12 rtimeiale de er gli . AL e il perio in fermi Con notte da Dipa fer la isc su che In rto. Il rario e ONI nt na an l’o CEZI gara di etàari, nator l repaperso ge ti EC leg ien famili ordi à de una La uffic dei del Co ttivit ssa tos rte so n l’a me pa rmes co è am pe tibili lari, pa rtico pa

In modo semplice e senza costo destina il 5 per mille all’IrCCs

a.o.u. salute 996 san martino - Ist

l riqu indica firma ne Sanitaria e Ricerca

o artin ro n M nc Sa l Ca aria rca su sit iver Rice Un r la ra lie le pe da pe ziona S CC a Os Na IR iend uto Az Istit IST

0

06025

C.F. 02

Ch

az istr

no lia n 6° e 19 o no , da ag co all ttazio nti 12 evio loc locc o: .00 ce Mar ob zie ni on .30 Pian 18 e Ac i. ob pa an ita pr come M e 15 1° dalle nza festiv SITAza ai ri di vis lità casi Mon i I VI ten mino i di da in azion all mi 0; ge rn E im .30 rili Di 15.0 Emer i gio O D assis ni e orar n mo iteri, e an co cr DEA Ri lle 14 ste 0 all o di e ne RI di an agli e ssi re .0 nt ch F RA ritto a 75 ga ico ste da

at Mal

estin t costo dCCs no - Is iti all’Ir . san martiInsI dei reddeme e .u on zi a.o sima dichiara nzver ento so la na iam os adro Fi Nella pr A

ione

iesa

I

D

e ttiv

tie

Sp H

&

VA NO 2 GE 13 - 16 1 10 37 nzi, 24 0 35 01 a Be su nn ore tarie: S .00 CC sa 24 IR rgo Ro51 - iversi e 20 La 0 55 e Un 0 all .P.) 01 inich 8.0 I HE .00 .R IC ER Cl lle ore e 14 (u IN NI da CO CL 0 all 1 RA LI T 00 9.0 LE IS 0 56 O ST5 BB ore EL Pu CI 01 lle RT FI 5242 da IL N uF 0 55 O CA2 rdì, ne CI 01 I CO FI 5307 ve 5 .it uF 0 55 edì al 5662 ZION rtino LA 01 l lun 0 55 ma da x 01 O RE 0 hsan Fa CI 30 695 urp@ NI FI 5.4 : LE uF 0 55 5556 ail VE 01 010 o e-m TI A AN fax dirizz ZI rni) RO LI In gio IE NT 2808 PO ti i AR CE 0 35 DI o tut ersi 01 STO 229 ORTu tiv 52 (at rivolg . PO 0 55 E m 9 i co .30 18 azion eristi 01 mER5262 e CA 0 55 0 all inform fermi 01 lle 7.0 ori e In da ulteri inator r Pe Coord al

ialit

ec

G

lata bage Bar

FOLIO

à

UN

IFI

ED

20

.0 C.F

la Nel erca Ric

SITA

ER IV

CI

L

ion do lle mo mi hiaraz ica In 5 per a dicia e ind itar il prossim San

G

RI

OS

ED

E NT ILI AZIE T uT P - IS NI EL na rtino ento IO D destin ma Finanziam AZ um o costou. Sa adr Rm EC nza O. nel riqu FO Em e se S A. firma IN VAD 96 lice ’IRCC redditi E semp all e dei 09

SA

A

RI

LIE

DA

PE

CI

V

C

In rso la IFI

E Em LA SI O E INERS uT

D

IRCCS Azienda Ospedaliera Universitaria San Martino IST Istituto Nazionale per la Ricerca sul Cancro

Nella prossima dichiarazione dei redditi firma nel riquadro Finanziamento Ricerca Sanitaria e indica

C.F. 02060250996

COMUNICARE LOGICAMENTE

artino San M rsitaria sul Cancro Unive ca IRCCS Ospedaliera per la Ricer a le Aziend uto Naziona tit IST Is

InsIeme

verso la

salute In modo semplice e senza

A work made in

costo destina il 5 per mille all’IrCCs a.o.u. san martino - Ist Nella prossima dichiarazione dei redditi firma nel riquadro Finanziamento Ricerca Sanitaria e indica

C.F. 02060250996 IRCCS Azienda Ospedaliera Universitaria San Martino IST Istituto Nazionale per la Ricerca sul Cancro

_022

Cliente: San Martino Prodotto: Campagna pubblicitaria 5x1000 mm Finalità: manifesto 700x1000 mm biglietto da visita 55x85 mm brochure 100x210 mm


I protagonisti e la sfida.

IL LAYOUT

La necessità era quella di creare un restyling della vecchia immagine coordinata del cliente mantenendo però alcuni elementi tipici utilizzati da oltre dieci anni come i colori, l’headline “Insieme verso la salute” ed il logo formato dalle due curve gialle e blu chiamate “i gabbiani”. L’occasione è stata quella del sostegno del 5 per mille per cui abbiamo creato biglietti, affissioni e locandine destinate a tutti i frequentatori dell’ospedale. La difficoltà è stata quindi quella di parlare ad un target universale, dai ragazzi di 16 anni alle persone più anziane, e creare di conseguenza un materiale chiaro e fruibile da chiunque.

A livello pratico abbiamo pensato ad un layout semplice che non possa deteriorarsi facilmente col tempo: il rischio di progettare qualcosa di più moderno infatti sarebbe stato quello di non poter conservare la grafica a lungo, mentre l’esigenza era quella di approvare un design durevole. Abbiamo perciò mantenuto i colori della tradizione di San Martino, azzurro e giallo, e ripreso il logo “i gabbiani” sullo sfondo utilizzando un tono su tono. Infine abbiamo utilizzato, data la significativa presenza di testo, un font graziato di più facile lettura rispetto ad uno a bastoni.destinate a tutti i frequentatori dell’ospedale. La difficoltà è stata quindi quella di parlare ad un target universale, dai ragazzi di 16 anni alle persone più anziane, e creare quindi un materiale chiaro e fruibile da chiunque.

LA PROVA Avere avuto alcuni vincoli importanti come la necessità di parlare ad un target così ampio, di un tema particolarmente delicato e di dover seguire, almeno in parte, una grafica precedente senza poter liberare troppo la nostra creatività.

CI PIACE Aver trovato una soluzione in linea con quello che era il cordinato precedente ed il fatto di avere creato un’evoluzione senza però distruggere il layout originale trovando una sorta di continuità creativa. _023


#7 Account La combinazione di nome utente e password che permette l’accesso ad un’area riservata all’utente. Blog Indica una sorta di diario online, generalmente gestito da una persona o un ente, in cui l’autore pubblica, più o meno periodicamente, pensieri, _024

W Dizionario tascabile del web.

opinioni, riflessioni e molto altro. Crackare Riferito a un programma si intende l’azione di forzare l’attivazione di un software o di scoprire ed utilizzare una password o un codice. Crowdsourcing Neologismo formato dalla combinazione delle

parole inglesi crowd (persone) e outsourcing (esternalizzazione) che indica un modello di collaborazione di massa più o meno spontanea e/o gestita al fine di ottenere determinati obiettivi. Emoticon Altrimenti chiamate smiley o smile o faccine, sono riproduzioni stilizzate delle principali


WebecedarioWebeceda ..// Fonte immagine pagina a sinistra http://blog.imm.cnr.it/sites/ default/files/html.jpg

espressioni facciali umane che richiamano direttamente ad un’emozione. In internet e negli SMS sono così spesso utilizzate per sopperire alla mancanza del linguaggio non verbale e per facilitare l’interpretazione del messaggio che si intende comunicare.

Fonte immagine pagina a destra http://www.bibliotecapgnegro.unipr.it/immagini/ libroAperto.bmp

come sinonimi di Crackare, ma mentre l’hacker è colui che si impegna nell’affrontare sfide intellettuali, il cracker è colui che utilizza le sue conoscenze per perpetuare crimini informatici.

Flame Letteralmente fiamma, significa inviare un messaggio deliberatamente ostile e/o provocatorio al fine di scatenare delle reazioni che spesso scaturiscono in “risse virtuali”.

Hotspot (WLAN) Ci si riferisce comunemente a un’intera area dove è possibile accedere su Internet in modalità senza fili (detto appunto collegamento wireless), attraverso l’uso di un Router collegato a un provider di servizi Internet, dove attualmente lo standard più diffuso in questo ambito è il WiFi. Più precisamente, in informatica il termine indica un’area dove un provider di accesso per rete di tipo wireless consente di collegarsi alla Rete.

Hackerare Nel linguaggio comune è solitamente utilizzato

Https HyperText Transfer Protocol over Secure

File Eraser È un’applicazione che permette la cancellazione definitiva di files dal pc andando a sovrascrivere parecchie volte le porzioni di disco che li contenevano.

Socket Layer è una pagina internet dedicata a trasferimenti di dati riservati di modo da impedire intercettazioni dei contenuti. Netiquette Neologismo composto dai termini net (rete) ed étiquette (buona educazione), indica le norme di comportamento implicite o scritte che disciplinano il comportamento in internet. Piggybacking L’utilizzo, senza previo consenso da parte del proprietario, di reti internet wireless 802.11b/g/n aperte. Post É un messaggio testuale pubblicato in uno spazio comune su internet. L’azione di lasciare un messaggio in rete è definita col neologismo postare.

Provider Si intende, in generale, un’azienda o un’organizzazione che fornisce un servizio che, nello specifico, può essere quello internet. In questo caso si parla di ISP ovvero di Internet Service Provider. Router Si tratta di un dispositivo elettronico che, all’interno di una rete, si occupa di instradare i dati, suddivisi in pacchetti, fra reti diverse. Ѐ considerabile come un nodo interno di rete. SERP Acronimo inglese di Search Engine Results Page, indica la pagina dei risultati del motore di ricerca, ovvero la risposta fornita da un motore di ricerca o un archivio all’interrogazione fatta precedentemente. Smartphone O, in italiano, telefonino multimediale, è un _025


#7 dispositivo portatile che, alle funzionalità di un normale telefono cellulare, abbina la possibilità di gestire dati personali. Tra le caratteristiche degli smartphone vi è quella di installare all’interno di questi apparecchi ulteriori applicazioni di modo da aggiungere nuove funzionalità. Sniffing In internet ci si riferisce allo sniffing indicando con questo termine l’attività di intercettazione passiva (legittima o illegittima) dei dati che transitano in una rete telematica.

_026

..// Fonte immagine http://www.cubiform. org/2012/01/registrazionedominio-gratuita.html

Social Network É una struttura informatica online che gestisce reti basate su relazioni sociali. Tra i più importanti social network ricordiamo: Facebook, Twitter, MySpace, Netlog, e, in Italia, SuperEva. Status All’interno dei Social Network si indica con ‘status’ la frase che associamo in un dato momento al nostro profilo. Tweet Letteralmente ‘cinguettio’ indica un post composto

al massimo da 140 caratteri caricato sul servizio di microblogging Twitter. Wi-Fi Indica la tecnica ed i relativi dispositivi che consentono a terminali di utenza di collegarsi tra loro attraverso una rete locale in maniera wireless, ovvero senza cavi. WPA2 (IEEE 802.11i) Rappresenza un’estensione del precedente standard Wired Equivalent Privacy (WEP) che aveva dimostrato di essere soggetto a errori concettuali di progetto.


SITO WEB

350,00

* euro

Progettiamo il vostro sito su misura, non usiamo gabbie grafiche precostruite! Dominio incluso 5GB di spazio disco

5GB di traffico mensile 3 account email

2GB di spazio email Antivirus e antispam

* Sito composto da 6 pagine, tecnologia html, esclusi i costi relativi a eventuali scatti fotografici. Sono compresi nel prezzo la progettazione grafica, la realizzazione delle pagine HTML, la redazione dei testi e l’indicizzazione ai principali motori di ricerca. Costo IVA esclusa.

SITO WEB *

700,00euro Progettiamo il vostro sito su misura, non usiamo gabbie grafiche precostruite!

Dominio incluso 10GB di spazio disco

10GB di traffico mensile 5 account email

5GB di spazio email Antivirus e antispam

* Sito composto da 20 pagine, tecnologia html, esclusi i costi relativi a eventuali scatti fotografici. Sono compresi nel prezzo la progettazione grafica, la realizzazione delle pagine HTML, la redazione dei testi e l’indicizzazione ai principali motori di ricerca. Costo IVA esclusa.

scrivici! info@goooweb.it


CON

FE

ZI

ON

IAM O I D E E

PRONTO INTERVENTO CREATIVO QualitĂ  al giusto prezzo, che abbiate giĂ  un sito o no. Il vostro sito WEB non ottiene i risultati sperati? Non avete un sito Internet ma vorreste iniziare a parlarne? Siete interessati alle proposte GoooWeb? Visitate il nostro sito www.goooweb.it o scriveteci goooweb@goooweb.it


Webecedario_06  

Che viaggiate a dorso di ciuchino o a bordo di una Harley Davidson fatelo preparati con Webecedario!

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you