We are access equipment issue 15/2022

Page 1

we are Mag-Giu 15/2022

access equipment

La gamma di sollevatori telescopici Merlo Roto compie un deciso passo

POSTE ITALIANE SPA SPED. IN ABB. POSTALE D.L.353/2003 (CONV. IN L. 27/02/2004 N. 46) art. 1 comma 1 - dcb NO/NO

adottando il sistema Plug-In sviluppato dal Costruttore, che consente loro di operare in modalità completamente

#THE.COVER

Il Plug-In è servito (@Merlo)

TUTTO QUELLO CHE VALE LA PENA SAPERE SUL SOLLEVAMENTO E I TRASPORTI ECCEZIONALI


hinowa.com

Nuova TeleCrawler TC22S - TC22N

• Altezza di lavoro 22m • Sbraccio operativo 12,4m • Controllo automatico dell’estensione del braccio telescopico • Funzioni Go Home e Go Back • Motorizzazioni: Diesel, Lithium-Ion, Bi-Energy Nuovo cesto DSE con doppia entrata e fondo con griglia


1 98 1 -2021

ANNIVERSARY

WAKE UP! G E T B AC K TO REALITY D re a m s a re n o t re e l , i t c a n b e re a l .

Management system certified in accordance with the requirements of ISO 9001 - ISO 14001 - OHSAS 18001

DEMAC S.R.L. | MAGENTA (MI) - ITALY | +39 02 9784488 | INFO@DEMAC.IT | WWW.DEMAC.IT


#The. Cover @M E R L O

La gamma di telescopici telescopici Merlo Roto compie un deciso passo verso l’elettrificazione adottando il sistema Plug-In sviluppato dal Costruttore, che consente loro di operare in modalità completamente elettrica, eseguendo tutti i movimenti con l’esclusione della traslazione DI EMANUELA PIROLA

4

we are

access equipment

DI MERLO


M

Mentre studi e ricerche proseguono senza sosta

prima inimmaginabili, come grosse gru cingolate

nell identificare è sviluppare una o pi soluzioni

o portuali. Certo, applicare la tecnologia plug-

destinate a soppiantare in via definitiva diesel

in a tali macchine oggi risulta relativamente

e benzina in tutte le possibili applicazioni,

facile: si tratta di mezzi che, una volta messi in

dall’ambito civile e privato a quello aziendale

posizione, raramente si spostano e quindi l’essere

e pubblico, abbiamo assistito, in ambito

alimentati attraverso un “cavo elettrico” non è

automotive, alla nascita di quelle che potrebbero

poi così limitante. Ma esistono altre tipologie di

essere definite “soluzioni intermedie .

machine industriali che potrebbero adottare la

Tali soluzioni negli ultimi anni hanno conosciuto

tecnologia plug-in? Abbiamo magari atteso un

forti evoluzioni migliorative, cosa che ha pemesso

po , ma alla fine è stato proprio un sollevatore

un trasbordo di tali concetti dall’automotive

telescopico a “rompere il ghiaccio” con questo tipo

I sollevatori telescopici Roto 70.24 Plug-In di Merlo vantano un braccio di 24 m e una portata massima di 7 t

a macchine decisamente pi complesse, come sono quelle destinate al sollevamento. Da anni infatti tra le piattaforme aeree è possibile scegliere modelli full elettrici o ibridi, che offrono molteplici vantaggi.

a il salto di ueste

tecnologie su macchine destinate a mission pi impegnative si è fatto attendere a lungo, vuoi in prima battuta per l’inadeguatezza delle soluzioni a sostenere cicli lavorativi pi complessi e intensi, vuoi per un’analisi dei costi che le relegava, impietosamente, nel limbo delle “soluzioni belle ma antieconomiche”. Fortunatamente, come dicevamo, ricerche e studi stanno compiendo passi da gigante: basti solo pensare all’evoluzione conosciuta dalle batterie. Da quelle grosse, ingombranti, pesantissime e dalla pessima durata delle prime batterie al piombo siamo passati a piccole, agili, leggere ed estremamente durevoli batterie al litio... e la strada è illuminata dallo sviluppo di unità allo stato solido o con chimiche rivoluzionarie. Grazie proprio a queste tecnologie è stato possibile trasferire il concetto di plug-in su macchine we are

access equipment

5


#The. Cover @M E R L O

Il Gruppo Merlo investe da molti anni per rendere i propri mezzi sempre più versatili e rispettosi dell’ambiente. Un impegno che ha fatto nascere un’intera gamma di mezzi e soluzioni denominate: Generazione 0. di alimentazione. In verità non si tratta di un solo

di lavoro frequenti e impegnativi. La nuova

modello, bensì di un’intera famiglia di telescopici:

soluzione è ovviamente disponibile su tutti i

si tratta dei rotativi di Merlo che oggi, per la prima

modelli di sollevatori rotativi di Merlo,

volta, offrono la soluzione plug-in per la propria

la famosa Famiglia Roto.

alimentazione.

Vista da vicino

Arrivano i Roto... plug-in

La nuova soluzione plug-in presentata dal

Dopo la presentazione dei primi sollevatori

Costruttore di San Defendente di Cervasca

telescopici full electric della famiglia eWorker,

consiste in un sistema di alimentazione

Merlo torna a stupire mercato e clienti con una

elettrica applicabile ai modelli di sollevatori

delle prime soluzioni plug-in presentate su una

telescopici rotativi che presentano la tradizionale

macchina industriale in grado di affrontare cicli

alimentazione con propulsore endotermico.

L’eWorker rappresenta una vera e propria “scossa elettrica” per tutto il Gruppo piemontese Dopo due anni di sviluppo, grazie a un team di progettazione che ha visto il coinvolgimento di tutta l’azienda, a fine 2021 l’eWorker è stato commercializzato, riscuotendo un notevole apprezzamento da parte del mercato nonché dalle giurie tecniche internazionali dei concorsi ai quali ha partecipato, ricevendo numerosi

6

we are

access equipment

riconoscimenti e premi in Italia (vedi box dedicato). L’e-Worker è stato progettato con la volontà di realizzare una macchina full electric, in grado di garantire l’autonomia necessaria a un’intera giornata lavorativa; compatta, con dimensioni simili a quelle di un carrello industriale, ed equipaggiata con un braccio telescopico, per definire un

nuovo standard lavorativo anche tra i carrelli elevatori. L’e-Worker è disponibile in due versioni, a due e quattro ruote motrici, trazione che si scarica a terra mediante 4 ruote isodiametriche, di dimensioni adeguate a lavorare oltre che in luoghi chiusi, anche su terreni fuoristrada nei settori delle costruzioni e dell’agricoltura.

I modelli 2WD sono stati sviluppati per aumentare l’autonomia della macchina, con un ingombro massimo in fase di sterzo di appena 2.850 mm, grazie a un angolo di sterzo che raggiunge gli 85°. I modelli 4WD, invece, assicurano le massime prestazioni in termini di trasmissione, per garantire un’ottima tenuta su


I vantaggi della soluzione Plug-In ➜

• Zero emissioni di sostanze inquinanti • Drastica riduzione del rumore • Riduzione dei consumi di carburante e maggiore efficienza

Con questa nuova soluzione, il sollevatore

I sollevatori telescopici

di carburante. La nuova soluzione plug-in, inoltre,

è in grado di operare in totale sicurezza pur

Roto Plug-In di Merlo sono

consente anche di operare al chiuso o in aree dove

mantenendo il motore diesel completamente

equipaggiati con un cavo

è permesso l’accesso solo a mezzi non inquinanti.

spento. Sfruttando il motore elettrico sono

elettrico lungo 50 m

disponibili tutte le funzioni idrauliche del

Come funziona?

telescopico. La macchina può essere comandata da

Grazie al sistema Merlo Plug-In, è possibile

cabina, da piattaforma o mediante radiocomando.

viaggiare su strada e movimentare il mezzo, in

A livello di performance, il funzionamento della

modalit diesel, fino al punto in cui si desidera

macchina, alimentata con il motore elettrico, sia

operare, per poi attivare la modalità elettrica.

in modalità piattaforma che radiocomando, è lo

ar sufficiente collegare il cavo in dotazione

stesso della macchina alimentata con il motore

(lungo 50 m) a una linea elettrica (400 V - 32 o

diesel. Tutto ciò garantisce notevoli vantaggi in

64 A) e selezionare il sistema di alimentazione

termini di riduzione delle emissioni inquinanti e del

elettrico. A questo punto sarà possibile posizionare

rumore, nonché un maggior risparmio nel consumo

gli stabilizzatori e attivare tutte le funzioni idrauliche in modalità elettrica, ad esclusione della traslazione della macchina. Ciò consente di contenere i costi e migliorare l efficienza del telescopico, poiché operando in modalità elettrica si riducono l’uso di carburante e la manutenzione necessaria per la componente termica, senza dimenticare che si abbattono le emissioni e la rumorosit . ueste specifiche rendono pertanto i telescopici plug-in adatti a lavorare in ambienti chiusi e/o soggetti a limitazioni acustiche e ambientali.

Specifiche tecniche Il sistema Plug-In Merlo è composto da 4 elementi (vedi foto): una centralina di controllo, un motore

ogni superficie, anche in off road. In primis lo schema della trasmissione, che prevede due motori elettrici anteriori, uno per ruota, per i modelli 2WD, e l’aggiunta di un terzo motore elettrico posteriore, posizionato verticalmente e angiato sull’assale posteriore, nei modelli 4WD. Tale soluzione, brevettata Merlo, permette innumerevoli

vantaggi. Innanzitutto, grazie a questa soluzione, il pacco batterie è posizionato al centro del veicolo, posizione da cui è derivato un baricentro ribassato e una maggiore stabilità. Migliora notevolmente anche la manovrabilità, all’elevato angolo di sterzatura delle ruote posteriori motrici. La gestione elettronica della trazione, inoltre,

garantisce la corretta velocità di tutte e quattro le ruote senza slittamenti, l’inserimento automatico del blocco del differenziale elettronico e la frenata rigenerativa. Questi vantaggi si traducono in una riduzione dei consumi energetici e in un incremento della trazione fuoristrada. Un quarto motore elettrico, collegato a una

pompa idraulica Load Sensing, permette i movimenti del braccio telescopico. Anche in questo caso, al fine di ottimizzare l’efficienza energetica, una centralina elettronica dedicata gestisce i giri del motore elettrico e la portata d’olio del distributore idraulico, nonché la discesa del braccio al fine di ridurre i consumi della batteria.

we are

access equipment

7


#The. Cover @M E R L O

Un nuovo premio per l’e-Worker

Il sollevatore telescopico full-electric e-Worker della Merlo si aggiudica il premio Compasso d’Oro ADI 2022 e colleziona i più ambiti riconoscimenti del settore tra cui: Samoter Innovation Award, segnalazione tecnica Eima, Grand Prix Matériel; le Medaglie d’Oro Polagra e Agrotech, la Medaglia d’Argento al RHASS. É motivo di grande orgoglio per tutti, all’interno dell’azienda, il conferimento del prestigioso Premio Compasso d’Oro ADI 2022 conseguito dall’eWorker. La giuria internazionale del più antico e soprattutto del più autorevole premio mondiale di design, istituito nel 1954, ha voluto premiare l’eWorker come “bene caratterizzato da una progettualità avanzata e culturalmente consapevole, eticamente responsabile verso l’individuo, la società e l’ambiente, e propulsiva di nuove qualità materiali e immateriali”.

elettrico, una pompa idraulica e un cavo di 50 metri di lunghezza per il collegamento alla rete elettrica. La centralina di controllo è ubicata nella parte anteriore del telaio della macchina e riporta le spie relative al funzionamento del sistema

I sollevatori telescopici Roto Plug-In di Merlo possono essere

elettrico, i pulsanti di avviamento e arresto

produzione. La gamma è composta da 9 modelli:

(anche in emergenza) e il selettore del tipo di

Roto 40.16 (disponibile anche nella versione

alimentazione (motore diesel/elettrico).

40.16 S); Roto 40.18 (disponibile anche nella

Il motore elettrico, asincrono trifase, alimenta

versione 40.18 S); Roto 50.21 (disponibile anche

una pompa idraulica a cilindrata variabile in grado

nelle versioni 50.21 S e 50.21 S Plus); Roto 50.26

di erogare una portata di 70 l/min che, collegata

(disponibile anche nelle versioni 50.26 S e 50.26

al circuito della macchina, permette di realizzare

S Plus); Roto 50.30 S Plus (disponibile anche nella

i movimenti di sfilo rientro e salita discesa del

versione 50.30 S); Roto 50.35 S Plus; Roto 70.24 S;

braccio; rotazione della zattera e azionamento

Roto 70.24 S Plus e Roto 70.28 S Plus. Con bracci

dei movimenti idraulici ausiliari; rotazione della

fino a

torretta; posizionamento degli stabilizzatori.

Roto ha festeggiato un anno fa i suoi primi 30

m e portate fino a

tonnellate, la gamma

anni di vita. Era infatti il 1991 e Merlo presentava

Disponibile su tutti i modelli

al mercato il ROTO 25.11 XS, il primo sollevatore

Come abbiamo detto poc’anzi, il sistema Plug-

telescopico con torretta girevole, grazie alla quale

attrezzatura, compresa

In di Merlo è disponibile su tutti i modelli di

è possibile raggiungere ogni punto nell’arco di

la cesta portapersone

sollevatori telescopici rotativi attualmente in

360° senza dover riposizionare la macchina.

utilizzati in modalità elettrica con qualunque

8

we are

access equipment


www.platformbasket.com

Platform Basket srl - Via Montessori, 1 - 42028 Poviglio - RE - Italy - Tel. +39 0522 967666 - Fax +39 0522 967667 info@platformbasket.com - www.platformbasket.com


# L E T ’ S S TA R T

(EMANUELA PIROLA • CRISTIANO PINOTTI)

La libertà di stampa è uno dei diritti fondamemtali su cui l’occidente ha costruito le proprie democrazie. Va tutelata e protetta, sia dalle dittature ma anche da chi, proprio in occidente, la sfrutta per fare populismo becero e disinformazione pianificata.

Maggio sarà un mese denso di avvenimenti. Ma soprattutto di anniversari e giornate per “ricordare qualcosa”. Si parte ovvimente con la Festa del lavoro, su cui soprassiedo, per ricordare che il 2 maggio cade l’anniversario della presa di Berlino da parte dei sovietici nel 1945 e che il 3 maggio sarà la Giornata mondiale per la libertà di stampa. Per ogni giorno ci sarebbe qualcosa (compresa la Festa della mamma), ma preferisco ricordare solo i seguenti: 9 maggio - Festa dell’Europa; 12 maggio - Giornata mondiale dell’infermiere; 20 maggio - Giornata mondiale delle api; 25 maggio - nel 2020 veniva ucciso George Floyd e il movimento “Black lives matter” riprendeva vigore a livello internazionale. Ci sarebbero da ricordare anche l’anniversario della strage di Capaci, dell’omicio del commissario Luigi Calabresi e il terremoto che dieci anni fa colpì l’Emilia danneggiando pesantemente numerosi paesi nelle province di Modena e Ferrara: tutti avvenimenti legati più alla storia d’Italia che mondiale, ma che dovrebbero farci riflettere. In generale ho scelto di citare queste ricorrenze perché ognuna mi è in qualche modo balzata agli occhi come uno stridente contrasto con tutto ciò che sta accadendo. Nel 1945 cadeva Berlino e oggi abbiamo una guerra a 2.000 chilometri o poco più: assurdo. Libertà di stampa e nel Mondo esistono ancora regimi che la negano nella maniera più assoluta: assurdo. Festa dell’Europa che non riesce a mettersi d’accordo su come affrontare i problemi, nonostante all’inizio fosse nata proprio per rafforzare le singole Nazioni che vi aderirono: assurdo. Giornata degli infermieri, che durante la pandemia hanno dato l’anima e a volte anche la vita e che adesso nessuno ricorda, anzi: assurdo. Giornata delle api, insetto indispensabile per la (nostra) vita sul pianeta, colpito da una malattia che lo sta decimando senza che l’opinione pubblica ne sia più di tanto consapevole: assurdo. Black lives matter: non commento la vergogna che provo nel pensare che persone rischiano di essere uccise solo per il colore della propria pelle: assurdo. Devo proseguire o tirate voi le conclusioni di questo editoriale?

linkedin (showcase/we-are-access-equipment)

10

we are

access equipment

I sovietici nel 1945 collaboravano per porre fine alla Seconda Guerra Mondiale sul territorio europeo. Oggi hanno riportato la guerra in Europa. Perché?


#SOMMARIO

36

we are

access equipment

Mag./Giu. numero 15 / 2022 DIRETTORE RESPONSABILE Emanuela Pirola e.pirola@orsamaggioreint.com

@F A R E S I N

ART DIRECTOR Daniela Francescon daniela.francescon@gmail.com COLLABORATORI Renata Bernardini, Claudio Guastoni, Maurizio Gussoni, Cristiano Pinotti FOTOGRAFIA Archivio di Orsa Maggiore International S.r.l.

#The.Cover

04

@MERLO Il plug-in è servito!

#Technical.Notes

16 18 26 30 40 63

@MEWA Tenere i panni al sicuro @BG LIFT Il top per un Patente B @LIEBHERR Una Liebherr alternativa @AUTEC Ottime soluzioni per la movimentazione portuale @JLG Tanti premi per JLG @NIEDERSTÄTTER Il cantiere del futuro

#Company.Voices

44 48 60

@MANITOWOC I fiori all’occhiello @JEKKO Smart and digital @CTE CTE, nuova strategia

#Great.Machine.Working

22 28 32

@PALAZZANI “Alta tensione” by Palazzani @COMETTO Un “energico” trasporto @GENIE Oltre 800 macchine all’anno

50 54 56 62

@TADANO Roba da Grand Hotel @MAMMOET Si può fare! @HAULOTTE Noleggiare la qualità @CMC Un ragno, ospite gradito nel Parlamento di Londra

#We are

36

@FARESIN Come un orologio svizzero Giulia Faresin

#Club.Voices

12 42

@ASSODIMI & UNACEA Alla scoperta di un nuovo pianeta. Insieme @ANNA Assurdo, alla luce del sole

#Exhibitions

43

@MONDIAL DU BÂTIMENT Guanto di sfida per le costruzioni

#Rubriche

10 LET’S START 34 / 36 / 47 / 59 / 61 DO.YOU.KNOW?

66

IL TORTELLINO Ma anche no. O forse si

UFFICIO TRAFFICO Lucia Gatti l.gatti@orsamaggioreint.com PUBBLICITÀ E MARKETING Corrado Serra Direttore commerciale Cell. 338 3926221 c.serra@orsamaggioreint.com EDITORE Orsa Maggiore International Srl SEDE LEGALE Via Silvio Pellico 10/35, 20867 Caponago (MB) - Italia DIREZIONE E REDAZIONE Via Silvio Pellico 10/35, 20867 Caponago, MB Tel. 02 91948417 www.we-are-access-equipment.com PRE-STAMPA E STAMPA Press Grafica, Gravellona Toce (VB) REGISTRAZIONI Tribunale di Milano, N° 131 del 06/06/2019. Camera Commercio di Milano, R.I. N.O 06405990968 del 16/03/2009 Registro operatori di comunicazione N.O 30915 dal 16/01/2018

COMUNICAZIONE AGLI ABBONATI

Art. 10 Legge 675/96. I dati personali contenuti negli archivi della casa editrice “Orsa Maggiore International” sono utilizzati solo dalla casa editrice e solo per perfezionare gli obblighi derivanti dagli abbonamenti. Tutti gli abbonati possono chiedere in qualsiasi momento l’aggiornamento o la cancellazione dei propri dati. Responsabile: Emanuela Pirola Testi e foto a riproduzione vietata senza consenso della casa editrice. Legge 1396/42, art. 7, Reg. 18

© COPYRIGHT 2020-2022


# C l u b . Vo i c e s / @A S S O D I M I & U N A C E A

Alla scoperta di un nuovo pianeta. Insieme Per Assodimi e Unacea il primo evento congressuale congiunto, per discutere sul ruolo di macchine, servizi e tecnologie nell’ambito della sostenibilità e dell’economia circolare

I

l 1° luglio 2022, presso il

prossimo periodo.

Superstudio Maxi a Milano,

Si parlerà con il mondo dei

Assodimi/Assonolo,

servizi e delle macchine,

associazione in rappresentanza

driver principali delle

della distribuzione e noleggio

costruzioni del domani”.

professionale, insieme a Unacea,

Poi aggiunge che Unacea

associazione dei produttori di

e Assodimi sono due mondi

macchine, lanceranno il primo

diversi che da anni comunicano

evento congressuale congiunto

molto bene in modo produttivo e

La situazione attuale

intitolato “Pianeta Macchine

gratificante, anche attraverso uno

Prosperi sottolinea che in Italia il

2022 - Tecnologie e servizi per

specifico protocollo di intesa e di

2021 è stato un anno estremamente

la sostenibilità”. Marco Prosperi,

collaborazione, quindi, la sinergia è

positivo e con crescite enormi sia

segretario Assodimi/Assonolo, e

sorta spontaneamente. Anche i soci

per la distribuzione, “drogata” dal

Luca Nutarelli, segretario Unacea,

di Unacea hanno interesse ad avere

4.0, sia per il noleggio, anch’esso

ci hanno spiegato in anteprima le

una piattaforma di condivisioni

“narcotizzato” dalle forti richieste

motivazioni che hanno portato a

sia di contenuti che di scambi a

di detrazione del 110%, ma anche

organizzare questo evento e cosa si

livello commerciale: “Ciò che ci

perché l’italiano medio lo preferisce

aspettano da esso, come reagiscono

aspettiamo” spiega Nutarelli “è di

sempre di pi rispetto all ac uisto.

le due associazioni e gli associati

creare, a partire da questo evento,

Poi è subentrata la guerra in

in uesto difficile periodo, come

una piattaforma dove i protagonisti

Ucraina, recepita, nell’ambito del

vengono viste la sostenibilità e

del mondo delle macchine, dei

noleggio, con l’aumento dei costi

l’economia circolare da entrambe

servizi e attrezzature per costruzioni

delle macchine (materie prime

le associazioni.

possano, una volta l’anno,

pi care e dei servizi ad essa

incontrarsi, discutere, conoscersi

connessi (logistica, carburanti,

Un’intesa perfetta

e ri ettere.

manutenzione, ecc. , oltre ai ritardi

Negli ultimi anni, Assodimi ha

Pianeta macchine, con un sottotitolo

nelle nuove consegne, situazione

organizzato i propri congressi sul

che cambierà ogni anno cercando di

comunque compromessa già prima

noleggio in autonomia, creando

affrontare la tematica che pi pone

degli eventi bellici. “Ci aspettiamo

ogni anno un evento diverso.

punti interrogativi”.

una decrescita nel noleggio”

stato scelto un titolo,

Quest’anno ha deciso di collaborare saranno coinvolti tutti i protagonisti del settore: aziende di noleggio, produttori e importatori di macchine, imprese edili e aziende di servizi, e la particolare location consentirà agli sponsor di esporre le proprie macchine e attrezzature. “Ci aspettiamo una giornata originale” commenta Prosperi “un momento di incontro e scambio costruttivo di idee basate sulla sostenibilità, argomento chiave del PNRR e motore delle costruzioni nel

12

we are

access equipment

con Unacea, e per l’occasione

Chi è Unacea

Fondata nel 2010, Unacea - Unione italiana macchine per costruzioni - è un’associazione direttamente gestita da imprenditori e imprenditrici. Permeata dalla cultura, dai valori, dall’estetica e dalla prassi che normalmente si incontrano in azienda, conta oltre 80 aziende associate e un tasso di rappresentatività in termini di fatturato dell’80%, sia nel comparto produttivo che in quello dell’importazione di tutte le tipologie di macchine: movimento terra, stradali, per il calcestruzzo, per la perforazione, attrezzature e gru a torre.


afferma rosperi “ma la cosa non ci spaventa perché in una fase in cui il numero di macchine non copre l’elevata richiesta, forse i noleggiatori riusciranno a seguire al meglio il cliente rispondendo a pieno ai servizi proposti. Come associazione, teniamo riunioni mensili per meglio aggiornare gli associati sulla situazione attuale”. Nutarelli ci spiega che il Covid ha avuto un impatto nella struttura organizzativa del lavoro a livello di industria, rete commerciale, e a livello associativo, rivoluzionando il modo di lavorare anche in Unacea. Da un primo sospiro di sollievo si è subito passati a uno stato d’ansia perch , se da un lato l offerta di macchine non è riuscita a stare al passo con le richieste, dall’altro, in una situazione di incertezza, si ritiene rischioso investire in nuovi mezzi. “Oggi viviamo

➜ “DOPO IL SUCCESSO DELL’EDIZIONE DI FIRENZE, VOGLIAMO RICREARE Q U E L L ’ AT M O S F E R A D I C O L L A B O R A Z I O N E C H E DA S E M P R E C O N T R A D D I S T I N G U E I N O S T R I INCONTRI. SARÀ UN MOMENTO DI SCAMBIO C O S T RU T T I V O D I I D E E B A S AT E S U L L A S O S T E N I B I L I T À . U N AC E A E A S S O D I M I S O N O D U E M O N D I D I V E R S I M A C H E DA A N N I C O M U N I C A N O M O LT O B E N E I N M O D O P R O D U T T I V O E G R AT I F I C A N T E ” . Marco Prosperi

Marco Prosperi, segretario Assodimi/ Assonolo, l’associazione che rappresenta il mondo della distribuzione e del noleggio professionale di macchine, beni e attrezzature strumentali

Un mercato in crescita

P

ochi giorni fa, Unacea ha presentato i dati relativi alle macchine per costruzioni, elaborati sulla base delle vendite delle aziende di produzione e di importazione del settore. Le prospettive sono davvero buone. Nel primo trimestre del 2022 sono state immesse sul mercato italiano

5.051 macchine per costruzioni, con una crescita del 34% rispetto a quanto rilevato nello stesso periodo dello scorso anno. Più in dettaglio, sono 4.866 le macchine movimento terra vendute (+33%), e 185 le macchine stradali (+34%). Positivo anche il commercio internazionale di settore, secondo quanto emerge

dall’ultimo Report commercio estero Unacea-CER. A gennaio 2022, le esportazioni di macchine e attrezzature per costruzioni hanno infatti raggiunto il valore di €177 milioni,

con una crescita del 18% rispetto al gennaio 2021. Positive anche le importazioni che raggiungono i 167 milioni di euro con una crescita del +129%. Il saldo della bilancia commerciale rimane positivo, seppure ceda l’87% su base annua.

we are

access equipment

13


# C l u b . Vo i c e s / @A S S O D I M I & U N A C E A

Il 1° luglio 2022 Assodimi e Unacea saranno insieme per il primo evento congressuale congiunto. Si discuterà sul ruolo di macchine, servizi e tecnologie nell’ambito della sostenibilità e dell’economia circolare

salvaguardare l’ambiente. ccorre inoltre una legislazione pi efficace per aumentare e acilitare il riciclo in loco di materiali provenienti dall’edilizia, attraverso l’utilizzo di benne vagliatrici, selezionatrici e frantumatrici, evitando così dispendiosi e inquinanti trasporti in discarica su gomma. Infine, il calcestruzzo mescolato negli impianti fissi con motore elettrico è pi prestazionale rispetto a uello

dice Nutarelli “con materie prime ed energia che si ripercuotono sui prezzi in modo devastante. A ciò si è aggiunta la guerra, che ha portato a scarsità di componenti e materie prime (provenienti anche dall

craina e ad un accorciamento

delle catene produttive dovuto all effetto della de-globalizzazione.

mescolato in autobetoniera, e in pi

un periodo di grandi difficolt

evita emissioni nell’atmosfera”.

“ DA L L ’ E V E N T O P I A N E TA M AC C H I N E V O R R E M M O C R E A R E U N A P I AT TA F O R M A D O V E I L M O N D O D E L L E M AC C H I N E , D E I S E RV I Z I E D E L L E AT T R E Z Z AT U R E P E R C O S T RU Z I O N I P O S S A I N C O N T R A R S I U N A V O LTA L ’ A N N O E I P R O TA G O N I S T I A B B I A N O L A P O S S I B I L I T À DI CONOSCERSI, DISCUTERE E RIFLETTERE S U T E M AT I C H E I M P O R TA N T I E AT T UA L I ” . Luca Nutarelli

La partecipazione al congresso è gratuita per tutti i noleggiatori, distributori, produttori e importatori di macchine, e le informazioni sono reperibili su www.pianetamacchine. it. Inoltre l’evento sarà un’occasione per festeggiare, in un clima conviviale, anche i 30 anni di attività di Assodimi.

Come Unacea, oltre a raccogliere sentiment e consigli dai nostri soci,

afferma rosperi “metter in

forniamo materiale informativo

luce questi temi, spiegando pro e

sugli andamenti dei mercati, sulle

contro della transizione ecologica

materie prime e sulle previsioni.

ai noleggiatori, che a loro volta,

Lo facciamo attraverso rapporti

come protagonisti di questo

interni dedicati agli associati,

cambiamento, dovranno istruire

elaborati con Il Centro Europa

il cliente finale sui vantaggi

Ricerche”.

e svantaggi di questa nuova tecnologia”. Secondo Nutarelli,

Il futuro della sostenibilità e dell’economia circolare

quest’anno il focus sull’elettrico

Il noleggio è un servizio sostenibile,

si tratti di una via percorribile o

fa parte dell’economia circolare

di una moda passeggera. Ma ci

e in pi tende a introdurre

sono altri aspetti da considerare

macchine sostenibili, aspetto

e diffondere, e nacea da tempo

complesso perché se da un lato

se ne occupa anche a livello

i produttori vogliono vendere

parlamentare. “Attraverso i CAM

solo macchine elettriche,

è imprescindibile per capire se

riteri mbientali

inimi

dall’altro il mercato attuale non

spiega Nutarelli “abbiamo chiesto

è interessato a utilizzarle per i

di estendere a tutti i bandi di

prezzi elevati, difficolt nella

gara la possibilità di utilizzare

gestione, e pezzi di ricambio di

progressivamente macchine sempre

difficile reperibilit . “Il congresso

pi moderne e meno impattanti per

Chi è Assodimi/Assonolo

Luca Nutarelli, segretario di Unacea - Unione italiana macchine per costruzioni, un’associazione direttamente gestita da imprenditori e imprenditrici

Assodimi/Assonolo rappresenta il mondo della distribuzione e del noleggio professionale di macchine, beni e attrezzature strumentali. L’associazione ha come principali obiettivi: divulgare la cultura del noleggio; aiutare le imprese, attraverso strumenti, servizi e progetti a inserirsi modo organizzato in questo mondo rispettando le norme vigenti. I soci composti da distributori, noleggiatori, società di servizi e produttori vengono coadiuvati dalla segreteria e da un comitato tecnico di esperti nell’ottica di conseguire il fine comune di migliorare l’intero comparto.

14

we are

access equipment



# Te c h n i c a l . N o t e s / @M E W A

Tenere i panni al sicuro EWA, si sa, non crea

Antistatic, quest’ultimo adatto

solo prodotti da lavoro

per aree a rischio di esplosione e

ma veri e propri

consigliato in presenza di solventi

sistemi. Un chiaro

con punto di infiammabilit

esempio è dato dai contenitori di sicurezza certificati a on, parte

in eriore a

. I contenitori

a on sono testati regolarmente

integrante del sistema di panni

per verificarne l uso nel tempo,

che

e hanno un termine massimo di

offre con il servizio di

e tilsharing. In effetti i panni in molti settori servono per la pulizia,

utilizzo conforme alle normative. offermandosi sui vantaggi, si

ma quando si adoperano panni

scopre che questi contenitori sono,

riutilizzabili, se entrano in contatto

innanzitutto, sicuri: il sistema di

con materiali e sostanze pericolose,

chiusura supplementare a on-

una volta usati questi devono

fi ha il marchio

essere raccolti, immagazzinati

certificata con certificazione

e trasportati seguendo precise

di “sicurezza

che ne garantisce la acilit di

condizioni di sicurezza. Infatti, il

apertura con il pedale, e un sistema

tessuto impregnato di oli, grassi o

automatico assicura che il coperchio

solventi, in particolari situazioni

si chiuda automaticamente e

potrebbe surriscaldarsi o prendere

la chiusura ermetica impedisce

fuoco. MEWA però ha pensato

che si sviluppi un incendio. ono

anche a questo, e per gestire in

durevoli in quanto, come sottolinea

sicurezza i panni sporchi propone

Michael Ballermann, responsabile

il contenitore a on, testato dal

del servizio tecnico MEWA, sono

TÜV in conformità con i requisiti

realizzati in materiale plastico

internazionali previsti dall’ADR

HDPE (polietilene ad alta densità),

relativi al trasporto di merci

considerato particolarmente

pericolose su strada, e approvato

sicuro e resistente. ono impilabili

dall’Ente tedesco di controllo sui

e compatibili con i pallet, ruote

materiali BAM come imballaggio

e maniglie integrate consentono

adatto per il trasporto di merci

di spostarli facilmente, risultano

pericolose.

più leggeri e più ergonomici dei

Due sono le versioni di contenitori

contenitori di metallo,

disponibili, a on e a on

e sono anche riciclabili.

16

we are

access equipment

M

I contenitori di sicurezza MEWA sono impilabili e compatibili con i pallet. Le ruote e le maniglie integrate permettono un facile spostamento

MEWA e l’ambiente

Da sempre rispettoso dell’ambiente, dal 1908 il Gruppo MEWA propone un sistema di servizi tessili basato sul principio del riutilizzo, secondo una logica di economia circolare. Il Textilsharing MEWA, per quell’epoca davvero pionieristico, oggi è perfettamente in linea con lo spirito del tempo. iutilizzare i prodotti tessili significa ridurre l’impatto ambientale: si produce meno quindi si inquina meno. E questo concetto, per MEWA, vale anche nei processi produttivi, nell’efficienza degli impianti, nei trasporti, nella logistica e negli imballaggi.


Idrogru_PaginaITA-V2.pdf

C

M

Y

CM

MY

CY

CMY

K

2

04/02/20

14:53


# Te c h n i c a l . N o t e s / @B G L I F T

Il Top per un Patente B

La gamma T si completa con la T400 da 4.000 kg di capacità di sollevamento, 17 m di raggio di lavoro e 21,6 m di altezza di sollevamento con il jib installato. Sotto: la compattezza della T250 consente di affrontare anche i cantieri più stretti e disagevoli

S

oluzione decisamente

residua del cassone. Noi, al

particolare – datecene

contrario, abbiamo applicato

atto, di mini-autogrù

nel leggero e nel contenuto

non ce ne sono molte

a livello dimensionale il

a disposizione del mercato – la

concetto di una vera gru

macchina messa a punto da BG

mobile. er arlo abbiamo

Lift punta tutto su prestazioni

eliminato la portata residua

e compattezza, per offrire un

e al veicolo, che è passato

prodotto di elevatissima essibilit

da autocarro a veicolo a uso

operativa e capace di destreggiarsi

speciale, abbiamo applicato

in molteplici campi, strizzando

il braccio pi grande che

l’occhio anche al settore del

potesse reggere. Questo

noleggio. “La mini-autogrù T250”,

ha comportato prestazioni

ci spiega Maurizio Piantoni,

di sollevamento (2.500

Presidente di BG Lift, “è lo

kg di portata massima)

sviluppo del nostro concetto di gru

decisamente superiori

compatte. Da sempre cerchiamo di

a quello che si trova

realizzare macchine di dimensioni

abitualmente siamo in atti

contenute e abbiamo identificato

nell’ordine di oltre il doppio.

il patente B come un veicolo molto

In pratica la nostra gru

interessante per diversificate

installata su un patente B

imprese artigiane italiane che ne

è paragonabile a una gru

fanno un larghissimo impiego.

retrocabina montata su un

Anche su queste tipologie di mezzi

Eurocargo 100, un mezzo

vengono infatti installate piccole

decisamente più grosso”.

gru, che però hanno prestazioni

Com’è facile intuire, la

molto limitate perch combinano

soluzione proposta dal

il braccio idraulico con una portata

costruttore veronese trova

18

we are

access equipment


ampio impiego in moltissime

e rinunciando solo a un poco di

alla stabilizzazione in cantiere

attivit di sollevamento in spazi

velocit . La macchina è inoltre

la gru adegua il diagramma di

ristretti e in piccoli cantieri e

completamente radiocomandata

lavoro per operare sempre nella

offre il vantaggio di un enorme

in tutti i suoi movimenti. Il braccio

massima sicurezza. La corsa degli

prevede tre sfili idraulici, mentre

stabilizzatori è di .

la stabilizzazione è automatica

la gru può lavorare anche con

essibilit di utilizzo, che le oto di queste pagine dimostrano ampiamente. Essendo una patente

proporzionale in base

mm, ma

gli stabilizzatori in sagoma, in

B può infatti essere noleggiata o acquistata da molteplici professionisti, che si trovano a disposizione un mezzo a passo corto, al di sotto dei 1.800 mm di larghezza e con una gru a filo cabina. In sostanza una macchina con caratteristiche di mobilit e di capacit di introdursi in spazi inaccessibili ai normali autocarri e con un elevata versatilit di utilizzo, assicurata anche da prestazioni di elevato livello, soprattutto considerando le dimensioni del mezzo. La T250 di BG Lift può inoltre montare il jib a due sfili idraulici (soluzione che permette di raggiungere un raggio massimo di lavoro di 12,85 m e un’altezza massima di 16,30 m), l’argano da 900 kg e anche un motore elettrico comandato da inverter e alimentato da rete a 220 Volt, che permette di utilizzare la macchina anche nei contesti pi sensibili all’inquinamento acustico e atmos erico, a parit di potenza we are

access equipment

19


# Te c h n i c a l . N o t e s / @B G L I F T

questo caso l’area di lavoro più

La gamma

importante è ovviamente nella

su autocarro (T sta per Truck,

parte posteriore del veicolo.

ndr.) di BG Lift e oltre la 250

onclude iantoni “si tratta di

identifica le gru

comprende anche la T400.

una macchina ideale per il mercato

Macchina dimensionalmente più

italiano, che si caratterizza spesso

importante e allestita su un veicolo

per cantieri di difficile accesso e

a uso speciale da

per interventi che spesso vengono

prestazioni di .

svolti in ambito cittadino, ma

massima di sollevamento, 17 m

che risulta piuttosto interessante

di raggio massimo di lavoro con

anche per i mercati europei, che

il jib e

infatti stanno dimostrando un

di sollevamento sempre con il jib

certo apprezzamento”.

installato.

t di

, offre

g di capacit

, m di altezza massima

#Dati tecnici Modello PTT veicolo Carico massimo gru Raggio massimo di lavoro Altezza massima braccio Angolo di rotazione Tiro argano (opzionale) Radiocomando Stabilizzazione Peso gru standard

BG Lift T250 3,5 t (Patente B) 2.500 kg 8,43 m (12,85 m con jib idraulico) 11 m (16,30 m con jib idraulico) 360° 900 kg (47 m/min) canreco an us ispla 3.150 kg (3360 con jib)

Il processo di elettrificazione “L

e nostre macchine si caratterizzano per spiccate peculiarità e hanno l’ardire di essere utilizzate nei più diversi settori: dall’edilizia all’ambito industriale. Spesso devono soddisfare requisiti che prevedono basso inquinamento e basso rumore e devono rispondere a un mercato sempre più orientato verso macchine in versione elettrica. Ma l’elettrificazione è parte integrante della nostra storia: tutti i nostri modelli cingolati sono sempre stati dotati di due motori, diesel ed elettrico alimentato a rete. Ora

20

we are

access equipment

l’evoluzione dell’elettrico è l’autonomia, quindi lo svincolarsi dalla rete e per farlo abbiamo scelto la tecnologia offerta dalle batterie al litio. Queste risultano più contenute a livello di ingombro e di peso e garantiscono un’elevata autonomia che si associa a un’estrema facilità di ricarica. Rispetto alle unità al piombo possono essere ricaricate in ambienti chiusi perché non creano nessun problema di emissioni (e quindi sono particolarmente apprezzate negli ambiti più delicati); inoltre questo tipo di batteria consente la ricarica anche

in fase di lavoro e quindi permette di aumentare di molto l’autonomia. Nello specifico utilizziamo i pacchi batteria litio ferro fosfato sui modelli 2 0 e 00, ma stiamo valutando di ampliare la gamma cingolata sia verso il basso sia verso l’alto. Per le potenze che servono a noi riteniamo che le batterie litio ferro fosfato abbiano un buon punto di equilibrio tra prestazioni e affidabilità, ma siamo comun ue attenti alla continua, e quasi giornaliera, evoluzione di questi prodotti”. Maurizio Piantoni, Presidente di BG Lift


SIGMA 16 PRO o

patta a ile e versatile

Spazio di lavoro "best in class" ib con rotazione orizzontale


# G r e a t . M a c h i n e s . W o r k i n g / @P A L A Z Z A N I

L’XTJ 52+ impegnato nella riparazione della linea ad alta tensione a 225 kW, gravemente danneggiata da una frana

“Alta tensione” by Palazzani In Francia, un ragno Palazzani XTJ 52+ si è rivelato soluzione vincente per ricostruire un nuovo pilone della linea elettrica danneggiata da una frana

D

imensioni ridotte, peso ridotto, agilità di movimento. Per tali caratteristiche le

Piattaforme Ragno di Palazzani sono ideali per interventi aerei in luoghi inaccessibili ad altri tipi di piattaforme. La possibilità di trasferimento su qualsiasi tipo di terreno, il livellamento automatico del carro e la possibilità di piazzamento anche su forti pendenze rendono queste macchine ancora più versatili e adatte all’utilizzo in luoghi ostili e quasi irraggiungibili, come nel caso di Broquiès, piccolo paese situato in Occitania, nel sud della Francia, tra i Pirenei e le Cévennes. Circondato da altipiani, montagne, colline, coste e fiumi, il luogo, soprattutto durante le piogge

22

we are

access equipment


Ragno XTJ 52+ e il suo operatore

“Accedere al sito” spiega Corberon

per ricostruire un nuovo pilone che

“si è rivelato molto difficoltoso in

potesse ospitare la linea elettrica

quanto assai ripido, caratterizzato

e riparare la linea ad alta tensione

da pendenze comprese tra 13 e 20

a 225 kW. Come ricorda il titolare

gradi e senza alcuna traccia per

dell’azienda, Pierre Corberon,

il passaggio della piattaforma”.

durante l’ultimo anno, con i vari

Era dunque necessaria, da parte

spostamenti della linea elettrica

dell’operatore, la massima

si è constatato che le riparazioni

attenzione per individuare le

esistenti non erano abbastanza

migliori possibilità di passaggio in

robuste, e che le sezioni

base alle capacità della macchina.

interessate dovevano essere

Nel complesso è stato un

sostituite completamente per

intervento molto ostico in quanto

garantire la durata dell’insieme.

ogni punto di riparazione ha richiesto un piazzamento diverso

Vincere le difficoltà

del Ragno ed è stato necessario

Nel raccontare il delicato

livellare il terreno per predisporre

intervento, Corberon precisa

il ragno ai vari piazzamenti.

che l’obiettivo principale è stato

“Il cliente RTE” conclude Corberon

abbondanti, è soggetto a frane e

quello di rinforzare la riparazione

“ha dichiarato di aver apprezzato

smottamenti, e in particolare, nel

già esistente sulla linea, e che

soprattutto lo sbraccio disponibile

2020, una frana

l’operazione è durata 3 giorni, da

all’altezza di lavoro di 30 metri e

ha minato la stabilità di un

lunedì 4 a giovedì 7 aprile 2022.

la capacità al cesto di 400 kg”.

traliccio elettrico, infrastruttura di rete fondamentale per il trasporto di energia elettrica al paese di Broquiès. Corberon ha la giusta soluzione Specializzata nel noleggio di piattaforme elevatrici e cliente

Il Ragno XTJ 52+ ha affrontato e superato le difficoltà del sito, caratterizzato da pendenza comprese tra 13 e 20 gradi

Palazzani, l’azienda Corberon Pierre Sarl non ha avuto dubbi a riguardo e, intervenuta prontamente, ha reso disponibile a RTE (Réseau de Transport d’Electricité) la sua Piattaforma

Per missioni impossibili

Le piattaforme aeree cingolate di Palazzani funzionano autonomamente, con motore termico e elettricamente (a batterie, o con allacciamento a una presa monofase da appartamento). Si spostano agevolmente anche fuori strada e su forti pendenze come: rampe di autorimesse, scalinate, ecc. Passano attraverso una normale porta e operano in ambienti chiusi e affollati, senza rumori né gas di scarico. Si stabilizzano facilmente in spazi strettissimi, su terreni irregolari e in forte pendenza, su pavimenti delicati e di portata ridotta. Sono semplici da usare e sicure. Insomma, possono operare in situazioni solitamente impossibili per le piattaforme tradizionali. we are

access equipment

23


# G r e a t . M a c h i n e s . W o r k i n g / @P A L A Z Z A N I

Palazzani versione “kilt”

S

i chiama Scotplant, si tiene a Edimburgo, ed è il più grande evento commerciale di attrezzature da costruzione della Scozia. L’evento, svoltosi a fine aprile 2022, è stata anche l’occasione per rendere ufficiale la collaborazione tra Palazzani e Liftech UK Ltd., concessionario per la Gran Bretagna. Angela Piazzoli, responsabile Marketing di Palazzani Industrie, soddisfatta di questo avvenimento che ha coinvolto clienti, concorrenti ed esperti del settore, ha sottolineato che la Scozia è importante per il mercato britannico, e i lavori che prevalgono riguardano la potatura e cura del verde, noleggio, manutenzione/pulizia facciate e tinteggiatura. Lo stand Liftech UK Ltd. è stato visitato da clienti scozzesi, inglesi e irlandesi, che hanno potuto condividere con il personale Liftech UK e Palazzani le proprie esigenze, ricevere informazioni e provare i Ragni Palazzani esposti. Le peculiarità delle macchine che maggiormente hanno sorpreso i visitatori sono statie la leggerezza e compattezza del modello da 25 metri - trasportabile infatti con un semplice trailer; la compattezza, robustezza e tecnologia del modello da 32 metri, nonché l’ampiezza di scelta che la Palazzani offre grazie ai tanti altri modelli previsti in gamma.

Un Ragno prestazionale

ostacoli o quando si deve lavorare

verricello idraulico da 980 kg al

Il Ragno XTJ 52+ è una delle

in situazioni di spazio limitato.

posto della navicella aerea, la

piattaforme più versatili in grado

L’articolazione variabile dei piedi

piattaforma Ragno si trasforma

di compiere movimenti rapidi

moltiplica le stabilizzazioni,

facilmente in Ragno gru, con

e precisi a qualunque altezza e

soprattutto sullo stretto. Un altro

una capacità di sollevamento

senza ingombri posteriori, e le

plus è dato dal sistema “area

massima di 500 kg o 980 kg per

sue esclusive caratteristiche lo

manager system” che regola

il XTJ 52+, e questo consente di

rendono ideale per moltissime

automaticamente gli sbracci, in

ampliare le applicazioni che si

applicazioni in settori diversificati.

funzione della stabilizzazione

possono effettuare. La macchina

Tra i suoi principali punti forti,

e del carico (120/230/400kg),

utilizza gli stessi comandi della

sicuramente le molteplici

consentendo sempre la rotazione

versione Piattaforma Ragno con

combinazioni di piazzamento,

a 660° e rendendo estremamente

cesto, e il diagramma di lavoro si

in quanto ogni stabilizzatore è

semplice l’utilizzo di questa

adatta automaticamente senza

indipendente, e questo risulta

imponente macchina.

l’intervento dell’operatore.

fondamentale in presenza di

Grazie all’applicazione del

Il braccio multi-sfilo e il jib superiore articolato offrono la massima agilità aerea, senza ingombri posteriori, anche alle quote intermedie; i bracci sono in acciaio super resistente STRENX; la rotazione del braccio è a 660° con qualunque piazzamento e le tubazioni sono protette internamente al braccio. Palazzani Industrie S.p.A. Via Del Pavione 4 25050 Paderno F.C. (BS) Tel: 030- 6857073 www.palazzani.it

24

we are

access equipment


A LONG WAY

TOGETHER

EARTHMAX SR 41 Indipendentemente da quanto siano difficili le tue esigenze, EARTHMAX SR 41 è il tuo migliore alleato quando si tratta di operazioni che richiedono straordinaria trazione. Grazie alla sua struttura All Steel e al disegno a blocchi, EARTHMAX SR 41 offre un’eccellente resistenza alle forature e una durabilità prolungata. Oltre a molte ore operative senza tempi di fermo macchina, lo pneumatico assicura un comfort eccezionale. EARTHMAX SR 41 è la risposta di BKT per resistere alle condizioni operative più difficili nelle applicazioni di trasporto, carico e livellamento.

Per info: europe@bkt-tires.com


# Te c h n i c a l . N o t e s / @L I E B H E R R

Una Liebherr alternativa le motorizzazioni devono

A

la LTC 1050-3.1 sarà equipaggiata

ridurre le emissioni di gas

con un motore a combustione,

serra, e Liebherr, fedele al

diesel o a biocarburante

nche nell’industria edilizia

hingen mb . “ ome prima,

, che

motto “Zero Emission, full power”

opererà sia durante i trasferimenti

ha sviluppato un motore elettrico

su strada che i sollevamenti.

per l’impiego dell’autogrù compatta

Ma l’augogrù potrà essere impiegata

LTC 1050-3.1 da 50 t nei cantieri a

anche in modalità elettrica. Tutte le

zero emissioni. “ ogliamo offrire

caratteristiche d’uso e le prestazioni

ai nostri clienti tutte le prestazioni

vengono quindi mantenute,

dell’autogrù anche in modalità

indipendentemente dal fatto che

elettrica afferma lrich

si operi in modalità elettrica o

amme,

direttore tecnico di Liebherr-Werk

tradizionale”.

Ecco la gru che mancava!

Le gru cingolate di grandi dimensioni sono sempre più richieste in vari settori, ad esempio nell’industria petrolchimica e nella movimentazione nei porti, dove le componenti da spostare sono

26

Il giunto di trasferimento si trova direttamente tra la pompa della gru e la linea della forza motrice della trasmissione Powershift

we are

access equipment

sempre più grandi e pesanti, come nel caso delle turbine eoliche. Ma Liebherr è pronta ad affrontare anche uesta sfida, e presenta la nuova gru cingolata LR 12500-1.0 con cui completa la sua gamma di grandi gru

cingolate. Con una capacità di sollevamento di 2.500 t, un innovativo design della torretta, un possente braccio tralicciato a sezioni allargate e soluzioni intelligenti per il trasporto economico delle componenti

della gru, sarà sicuramente un modello vincente. I progettisti della LR 12500-1.0 si sono concentrati sull’ampio braccio tralicciato, fondamentale per le portate elevate, scegliendo un sistema innovativo: l’ampio e


In base alle situazioni di utilizzo

unzionamento è possibile fino ad

A destra: nonostante l’enorme capacità di carico della nuova gru cingolata LR 12500-1.0, Liebherr è riuscita a creare un concetto unico e pratico per un trasporto economico (vedi box)

radiocomando e la cabina regolabile

della macchina, il motore a

un minimo di 63 (A) ampere, e se

combustione o quello elettrico

in cantiere non fosse disponibile

in altezza sono disponibili anche

possono essere selezionati in

un impianto elettrico idoneo, la gru

modo essibile. Il motore elettrico

funziona anche con pacco batterie

di nuova concezione, che riduce

esterno. Liebherr offre la versione

al minimo emissioni nocive e

elettrica della LTC 1050-3.1 per

rumore rendendo la macchina

la versione con il sistema di

adatta all’utilizzo in aree sensibili

sfilo telescopico elemati

al rumore e a zero emissioni,

da 36 metri; le opzioni

è semplice, intelligente, il suo

RemoteDrive

Su strada e fuori strada, invece,

azionamento può essere utilizzato

per guida con

l’autogrù è alimentata da un motore

per la nuova autogrù. Insomma, la nuova versione della LTC 1050-3.1 - di cui sono in pieno svolgimento intensivi test e le cui consegne sono previste per il

- offre la

migliore combinazione possibile di compatibilità ambientale, vantaggio per il cliente ed efficienza.

in modo essibile, offre una potenza

a combustione convenzionale a

di 72 kW e permette all’autogrù di

basse emissioni che eroga 243

funzionare senza limitazioni, quasi

Sotto: la nuova gru compatta LTC 1050-3.1 Liebherr è dotata di un motore elettrico, oltre che di un motore tradizionale per un impiego nei cantieri a zero emissioni

con le stesse prestazioni di quando si utilizza il motore a 6 cilindri. Per trasmettere la potenza necessaria ai singoli movimenti della torretta, l’azionamento elettrico utilizza la pompa idraulica esistente, che nella LTC 1050-3.1 tradizionale è montata direttamente sulla linea della forza motrice della

kW (326 CV). Il motore può essere alimentato anche con carburante derivante da oli vegetali idrogenati senza limitazioni, il che consente di risparmiare fino al delle emissioni di

2

durante l’uso

rispetto a un analogo utilizzo con gasolio convenzionale di origine fossile.

trasmissione o ershi t. lrich amme a notare che nella versione elettrica, al modello tradizionale della LTC 1050-3.1 vengono aggiunti solo il motore elettrico e un giunto di trasferimento della trasmissione, oltre ovviamente al necessario sistema tecnologico di controllo. Il giunto di trasferimento si trova direttamente tra la pompa e la linea della forza motrice della trasmissione Powershift: una brillante e al tempo stesso semplice soluzione che consente una commutazione essibile tra l’azionamento dieselidraulico e quello elettroidraulico. Per avere la massima prestazione elettrica occorre una corrente di cantiere di 125 (A) ampere, ma il

potente HighPerfomanceBoom si connette perfettamente alla torretta, e ciò è possibile grazie a una speciale sezione anteriore della torretta stessa, che viene trasportata su un pianale ribassato con una

larghezza di 4 m. L’interesse da parte dei clienti per la nuova LR 12500-1.0 è molto alto, e Sarens, società specializzata in gru e sollevamento di carichi pesanti, convinta delle sue qualità e prestazioni ha

ordinato il primo prototipo del nuovo modello. L’azienda belga la utilizzerà principalmente nel settore delle energie rinnovabili, ad esempio per la movimentazione delle turbine eoliche offshore. we are

access equipment

27


# G r e a t . M a c h i n e s . W o r k i n g / @C O M E T T O

Due grosse gru cingolate sollevano i due componenti che una chiatta ha trasportato fino alla banchina di arbach

Un “energico” trasporto Grazie ad un semovente Cometto, a due gru cingolate e ad un ottimo lavoro di squadra, un’azienda di servizi tedesca ha portato a termine un trasporto molto delicato

“R

endere semplice il lavoro difficile è il motto solitamente utilizzato da

Wiesbauer GmbH & Co. KG, uno dei principali fornitori tedeschi di servizi completi nel settore della logistica e del sollevamento pesante che ha sede centrale a BietigheimBissingen, nello stato del BadenWürttemberg. Il parco mezzi di cui dispone l’azienda spazia dalle gru in alluminio di piccole dimensioni alle gru da autocarro fino alle gru cingolate da 1.000 tonnellate, oltre a mezzi per i trasporti speciali. I clienti, riguardanti principalmente settori della prefabbricazione, energia eolica, climatizzazione e ventilazione, petrolchimico e infrastrutture, sono serviti dalla sede centrale e da uattro filiali. Anche in questa occasione il motto è stato ampiamente rispettato. L’azienda infatti, tramite l’utilizzo di gru cingolate e un semovente, ha effettuato operazioni di sollevamento e movimentazione di un grande e pesante generatore e di una turbina a gas installati poi in una centrale a carbone. Il mix ideale composto da mezzi adeguati e da un impeccabile lavoro di s uadra si è dimostrato ancora una volta vincente.

L’ P ometto dell’azienda iesbauer movimenta il pesante carico costituito da un generatore e da una turbina a gas

28

we are

access equipment

Ma andiamo con ordine. La centrale a carbone di Marbach am Neckar, costruita nel 1942, serve per la


Soluzioni per ogni esigenza

➜ fornitura di energia nel Baden-

fino al sito di montaggio si è

Württemberg e specialmente nella

resa necessaria l’interazione di

vicina Stoccarda, considerata come

vari dispositivi di sollevamento

una “riserva redda . i significa

e di guida. A causa dello sbalzo

che la centrale, avendo un tempo

necessario sopra a un edificio,

breve di avviamento, si attiva solo

inizialmente sono state utilizzate

se nell immediato è richiesta una

due gru cingolate, una Demag

quantità particolarmente elevata

CC 2800 messa a disposizione da

di energia elettrica.

Wiesbauer, e una Liebherr LR 1600 resa disponibile dal partner Neeb.

Perfetta organizzazione

Nel sollevamento in tandem, i

Per adeguarsi a queste necessità

componenti sono stati sollevati con

e svolgere al meglio le proprie

precisione fuori dalla nave e sopra

funzioni, la centrale aveva bisogno

un magazzino. Poi, entrambe le gru

di due importanti componenti, un

cingolate hanno iniziato a muoversi

generatore da 318 tonnellate e una

sincronicamente all’indietro sulle

turbina a gas da 335 tonnellate. Il

lamiere posate a terra, e subito dopo

loro trasporto fino a destinazione

il semovente Cometto SPMT ha dato

rappresentava per un problema,

il meglio di sé.

veicoli modulari semoventi a sterzatura elettronica di ometto P per trasporti eccezionali offrono la soluzione completa per qualsiasi progetto nel settore dei carichi pesanti, vari tipi di prodotto con diverse caratteristiche, dimensioni e carichi utili. ometto offre uattro serie P con capacità fino a 0 tonnellate per linea di assi nella pi recente famiglia P . razie alla modularità, alla versatilità, alla precisione di manovra anche negli spazi pi ristretti nonch all’ampia gamma di accessori, l’ P self propelled modular trailer di ometto rappresenta la soluzione di trasporto ideale per ualsiasi sfida nei settori del trasporto eccezionale, industria pesante, cantieristica navale, oil & gas, industria offshore ecc. gni famiglia è disponibile in due larghezze 2. 0 o .000 mm e i moduli possono essere composti da , , o linee di assi. po erpac per P self propelled modular trailer sono disponibili in varie potenze, in base al numero di assi che possono trainare, e gli accessori side b side consentono l’abbinamento laterale di pi convogli. La linea di prodotti si completa con un’ampia gamma di accessori che soddisfa ogni bisogno distanziali telescopici, dispositivo anti ribaltamento, postazione di comando con e senza sedile, ripartitori, luci anteriori e posteriori, illuminazione sotto telaio a L , elementi porta connessioni per combinazioni side b side e adattatori per il montaggio laterale del po erpac . noltre, per proteggere a lungo termine la vernice del mezzo, ometto adotta un sistema di trattamento superficiale estremamente collaudato e ottimizzato.

considerando le dimensioni e il peso notevole. Ma l’elevato

Precisione al millimetro

90 gradi si posiziona davanti ad

know-how dell’azienda Wiesbauer

“Per questa operazione di

esse per ricevere il carico. Dopo

si è rivelato ondamentale per

noleggio, Wiesbauer si sta

un’ulteriore rotazione di 90 gradi,

pianificare tutto in ogni minimo

rinforzando con linee di assi della

il convoglio passa attraverso le

dettaglio. Le due gigantesche

otta della chares uto rane

gru e si immette sulla strada per

componenti, precedentemente

mb

raggiungere la centrale. Giunto

ha affermato oachim

caricate sopra un’imbarcazione per

Kolb sottolineando lo spirito

a destinazione, l’equipaggio ha

la navigazione interna sul fiume

di squadra in questo progetto.

ancora davanti a sé, come ultimo

Neckar, sono giunte con il carico

omplessivamente è stata

ostacolo, una strettoia, che per

assemblata una combinazione in

viene superata con estrema

ad aspettarle, c’era l’SPMT Cometto

laterale con 2 x 12 linee di assi, e

precisione consentendo un agevole

della Wiesbauer.

il tutto è stato azionato utilizzando

ingresso nello stabilimento. E per

due Power Pack con una potenza di

finire, oachim olb sottolinea

Tutto con estrema delicatezza

129 kW e 202 kW. Con una larghezza

un imprescindibile pregio del

Joachim Kolb, Sales Manager di

totale di 5.330 millimetri e una

semovente Cometto: la sua versatile

Cometto, nel descrivere in dettaglio

combinazione a

sterzatura elettronica, dimostratasi

le fasi di lavoro spiega che lo

transita con sicurezza vicino alle

essenziale per trasferire il carico

scaricamento dall’imbarcazione

due gru controllato dall’estrema

sul ponte sollevatore. Carichi di

è avvenuto in configurazione

perizia di Leonard Schmid, e dopo

questo genere infatti, possono

tandem. Per percorrere la distanza

aver eseguito una rotazione di

essere posizionati con precisione

fino alla banchina di

arbach dove,

file, il convoglio

millimetrica solo grazie a questo sistema, vero e proprio asso nella manica di Cometto. Cometto S.p.A. Via Cuneo, 20 12011 Borgo San Dalmazzo (CN) Tel.: 0171-263300 www.cometto.com we are

access equipment

29


# Te c h n i c a l . N o t e s / @A U T E C

Ottime soluzioni per la movimentazione portuale

A

utec non ha certo

Ma quali sono i principali vantaggi

necessità di molte

che assicurano i prodotti utec

presentazioni, ma per i

pensati per gli ambienti portuali?

più distratti ricordiamo

Inevitabile porre l’accento almeno

come l’azienda di Caldogno (VI) sia un autentico leader nella

su tre caratteristiche. ediamole nel dettaglio.

progettazione e produzione

Il primo aspetto importante da

di cableless control system,

considerare è che il cableless

dispositivi di controllo wireless con

control system opererà in

funzioni di sicurezza utilizzati per

un ambiente con atmosfere

il comando a distanza di macchine

aggressive: ragion per cui il

mobili o fisse. ra le innumerevoli

livello di protezione del prodotto

applicazioni nelle quali sono

è assolutamente decisivo. utec

impiegati i suoi impianti, quelle

fornisce come standard il grado

che riguardano il settore marittimo

di protezione I

e in particolare la movimentazione

mentre come opzione è consigliato

portuale richiedono performance

dotare l’impianto della protezione

decisamente importanti.

per ambiente marittimo, utile a

I radiocomandi firmati utec,

difendere le parti metalliche da

in atti, migliorano l efficienza e la

principi di corrosione.

user-experience di chi opera con

I successivi due punti fanno

gru portuali e navali, motoscali,

invece riferimento alla possibilità

gru idrauliche per navi, sollevatori

di migliorare la visibilità nelle

per container e carrelli portabarca.

operazioni di movimento grazie

30

we are

access equipment

-

,


Il 2022 di Autec

AUTEC presenta i propri prodotti e le novità più interessanti del proprio catalogo partecipando alle più importanti fiere di settore a livello mondiale. el 2022 saranno sei gli appuntamenti che vedranno l’azienda impegnata come espositrice. ccoli nel dettaglio. IFAT

Monaco di Baviera dal 30 maggio al 03 giugno 2022 Tipo di applicazioni: Gestione delle acque, delle acque reflue, dei rifiuti e delle materie prime LOGIMAT Stoccarda dal 31 maggio al 2 giugno 2022 Tipo di applicazioni: Industria, logistica e trasporti INTERFORST Monaco di Baviera dal 17 al 20 luglio 2022 Tipo di applicazioni: Tecnologia forestale ELMIA JÖNKÖPING (Svezia) dal 24 al 27 agosto 2022 LASTBIL Tipo di applicazioni: veicoli commerciali, industriali e relativi allestimenti BAUMA Monaco di Baviera dal 24 al 30 ottobre 2022 Tipo di applicazioni: Costruzioni ed edilizia EIMA Bologna dal 9 al 13 novembre 202 Tipo di applicazioni: macchine per l’agricoltura a sistemi di visione chiari ed efficienti. In uesto uadro si inserisce il nuovo display data eedbac

L

da

, con

formato 16:9, alta risoluzione (800 pi el e

milioni di colori,

una risorsa eccezionale in termini di ampiezza delle informazioni a disposizione dell operatore. In sostanza si tratta di un utile alleato per avere tutti i principali parametri di lavoro in un’unica schermata.

utec ision

stem è invece il nuovo sistema utec di visione con telecamere. L invio in tempo reale alla portable station dell’immagine a colori

semplice, effettuabile sul campo,

dell’ambiente di lavoro (per

e si realizza connettendo via

esempio nella movimentazione di

filocomando le due unit . uesta

un carrellone portabarca) permette

funzione risulta particolarmente

di migliorare le performance in

comoda nel momento in cui ci

quelle situazioni in qui l’operatore

fosse la necessità di sostituire

ha la necessità di controllare anche

una delle due unità (perché non

i punti ciechi della macchina.

funzionante, o danneggiata/

Il sistema di comando senza filo

smarrita), riducendo così il fermo

più indicato nel settore marittimo

macchina. La serie

- e il solo che permette l’utilizzo

disponibile nelle versioni radio

delle due soluzioni

dual band

esposte displa a è la nuova serie

sopra e

namic

,

namic

è

ze .

z. Le per ormance descritte sono confermate dall’ampia

un’evoluzione importante e

diffusione dei cableless control

affidabile dedicata alle macchine

s stem utec nei porti di tutto il

idrauliche e mobili.

mondo. a enova agli scali di

Il punto di forza di questi

hanghai, utec esporta le sue

marsupi è l’accoppiamento tra

novità tecnologiche più importanti

portable station e base station

e, al contempo, importa esperienze

attraverso una semplice procedura

su larga scala. robabilmente uno

di collegamento via cavo

degli aspetti più strategici che

chiamata “

garantisce la massima qualità del

I

. La procedura

di accoppiamento è rapida e

marchio italiano. we are

access equipment

31


# G r e a t . C o m p a n y . W o r k i n g / @G E N I E

Oltre 800 macchine all’anno Un vero e proprio anniversario da festeggiare in grande stile. Perché non è da tutti poter dire di aver venduto 10.000 macchine in 12 anni

S

tiamo parlando di Workplatform Ltd, uno dei dealer autorizzati di Genie in Gran Bretagna, che ha

toccato un traguardo che pochi dealer, nel Mondo, possono vantare di aver raggiunto: 10.000 macchine vendute in

anni di proficua

collaborazione con il Costruttore americano. Un rapporto da oltre 800 macchine vendute ogni anno! La 10.000esima La macchina che ha permesso a Workplatform di tagliare il nastro

La GS-1932 è disponibile con trazione idraulica o elettrica

delle 10.000 unità Genie vendute è stata una piattaforma a forbice GS-1932 E-Drive. La partnership di

ualit , l affidabilit , la acilit

Workplatform: “quando abbiamo

Workplatform con Genie è iniziata

di manutenzione, la semplicità

deciso di ac uistare una otta di

nel 2010: il dealer inizialmente

d’uso e i più bassi costi di proprietà.

macchine per il sollevamento,

vendeva solo sollevatori di materiali

Concentrando i nostri sforzi su un

abbiamo valutato diversi

e sollevatori di persona a spinta,

solo marchio, il livello di servizio

costruttori. Genie si è distinta come

per poi diventare un concessionario

e supporto che possiamo dare ai

una buona soluzione per la nostra

full-line pochi anni dopo.

nostri clienti non è secondo

“Era molto probabile che la

a nessuno”.

nostra 10.000esima unità

La 10.000esima piattaforma di

Genie acquistata fosse

Workplatform non è rimasta

uno dei nostri prodotti

nel piazzale a lungo,

otta a noleggio, grazie al rapporto qualità-prezzo e al supporto postvendita fornito. Workplatform ci ha suggerito i modelli E-Drive, e dopo aver considerato il fatto che c’è un

più popolari e, infatti,

perché subito acquistata

sistema idraulico più piccolo che

insieme al sollevatore

da Manton Forklifts,

quindi riduce il rischio di un guasto

di materiali SLA, la

un nuovo operatore nel

idraulico, questa si è rivelata la

piattaforma a forbice

settore del sollevamento

scelta migliore per la nostra

GS-1932 è uno dei nostri

aereo semovente.

modelli più popolari”, ha raccontato Jonathan Hull,

del magazzino di Manton

titolare di Workplatform Ltd. “Abbiamo scelto di collaborare con Genie perché è un marchio riconosciuto in tutto il mondo per la vasta gamma di modelli, l’eccellente

32

we are

access equipment

otta a noleggio .

Ryan Izzard, responsabile Forklifts, ha dichiarato che Jonathan Hull, titolare di Workplatform Ltd

la decisione di acquistare questo

Tecnologica e versatile La piattaforma a forbice Genie -

offre un unzionamento

particolare modello di piattaforma

elettrico silenzioso per applicazioni

Genie si è basata sulla reputazione

sia al chiuso che all’aperto, in spazi

e sulle raccomandazioni di

ristretti, su superfici piane.


A contribuire alla popolarità di questo modello vi sono caratteristiche come la trazione anteriore, un raggio di sterzata interno di zero gradi, un’ampia piattaforma di lavoro con un pianale estensibile di 0,91 m e la capacità di passare facilmente attraverso porte singole o doppie di dimensioni standard. La GS-1932 è disponibile con trazione idraulica aspetto antastico, offre prestazioni

produttività silenziosa e senza

- rive offre una maggiore

all’altezza del suo aspetto ed è

emissioni, o in modalità ibrida. In

autonomia, costi di manutenzione

ecologica e relativamente poco

modalità completamente elettrica,

ridotti e prestazioni leader

costosa da gestire”. La piattaforma

i bracci FE possono lavorare un

nel settore.

a braccio articolato Genie Z-45

giorno intero con una sola carica;

“Questo è un periodo interessante

FE è un modello popolare in UK:

in modalità ibrida, invece, possono

per Genie: ci sono alcuni nuovi

fa parte della famiglia di macchine

lavorare un’intera settimana con

prodotti che sono stati lanciati

ibride, che offrono le stesse

un solo serbatoio di carburante

e che stanno andando molto

prestazioni su terreni accidentati di

ed evitare i tempi morti associati

bene fra i nostri clienti, tra cui la

una macchina diesel, insieme alla

alla ricarica grazie a un sistema di

piattaforma a braccio Genie Z-45

essibilit di lavorare in modalit

controllo intelligente che carica le

o elettrica. La configurazione enie

FE”, ha spiegato Hull. “Ha un

completamente elettrica per una

batterie mentre la macchina lavora.

La piattaforma a braccio articolato Genie Z-45 FE è un modello popolare in UK che fa parte della famiglia di macchine ibride by Genie

Un nuovo sistema di contenimento dell’olio idraulico

I

l Lift Tools Spill Guard è un innovativo sistema di contenimento dell’olio ideato da Genie in grado di ridurre costose e inquinanti perdite di olio in cantiere. Il sistema viene installato sulle piattaforme a forbice E-Drive da 4,3 m a 12 m come opzione e si serve di cuscinetti assorbenti quadrati standard che non necessitano di tagli o adattamenti che richiedono tempo. La sola installazione in fabbrica del vassoio facilmente accessibile, estraibile e imbullonato (che non usa né si avvale di magneti per tenerlo bloccato) offre una soluzione durevole ed economica che non vibra durante il trasporto e

protegge dalle perdite idrauliche. “Un numero crescente di cantieri richiedono un sistema di contenimento dell’olio idraulico” ha detto Christian Dube, Genie Product Manager. “Spill Guard è una soluzione economica che soddisfa tali requisiti e riduce il rischio di costose perdite”. Le piattaforme a forbice Genie E-Drive, che offrono più tempo di funzionamento per carica e prestazioni superiori grazie a sistemi di trazione elettrica CA completamente sigillati, senza spazzole e senza manutenzione, hanno già un impatto ambientale incredibilmente basso. E oggi, grazie al sistema Spill Guard, ancora più ridotto. we are

access equipment

33


#DO.YOU.KNOW?

LOGISTICA

I NUOVi TRaTTORi di LINDE Per co r re al

e l ol n

e

s an e n a

o n

n e resen a s o n ov ra or ele r c P e

, ra e a

co

a

al

aa

a o en al e

a o n

co e a ese casse e co

o co

or o r

or

a

e

onen e

ol o

s an e r

er l n

s

l

orc

al

s r aa

on a en al

n ov ra or

anale

a

n

car co

a

a

elle a

ra or ,

l ca on

ove

c e ras or ano esan car c , o o ve, a a l ne l aero or o es a classe

a er l o era or e la es one ra

r s e oa

con

or an e r nnova en o

o s esso, sono

necessar o ra nare er l n

s r ale, lo s co e n aero or , P

carrell sono l eleva o

a e s c ra elle

n e aran scono

erc , ara e r

l ora en cons erevol

r s e o alle rece en vers on www.linde-mh.it

TECNOLOGIA

LOGISTICA

IGUS FACILITA

Palfinger punta sull’AI or an e ar ners er lo sv l

o

ra Palfin er e al re a en e

ecnolo e asa e s ll n ell en a

ar fic ale

a colla ora one n erse or ale

ono o s

era on l s er

accelerare lo sv l

o

ra a

n on

ass s en a

avan a e er ac l are l lavoro e l o era or , a

en are la ro

v

a ron er a

ono o

a

a re

l ca on

e creare

l

a

ore s c re

a

n ona en o n ell en e e a

re er l e l

a s ra ale e

or s ra a co e r , a re

an ncen o e a

a

re

s a

www.palfinger.com

S O L L E VA M E N T O

Incredibile...ma vero! a s car c a

r

, s ec al

a a n

ov

en a one

esan e ras or ecce onal , s e

err anc e er l s o recen e ac na n ova a

o r

www.liebherr.com

a

a a s o,

Igus amplia la gamma di automazione low-cost (LCA) e propone drylin XXL, robot lineare con kit fai da te, adatto per applicazioni di pallettizzazione fino a

chili.

umerose imprese, sono

prevenute nei con ronti dell automazione. In realt iniziare è semplice, e il portale dr lin

L igus ne è una prova. Il it ai da

te permette di mettere in funzione in modo rapido e semplice un portale pick & place per mansioni di pallettizzazione, smistamento, etichettatura e o di ispezione. “ pesso, i robot di pallettizzazione costano anche

.

euro, una ci ra proibitiva

per molte imprese spiega le ander della usiness nit utomazione Lo

hlens, esponsabile ost L

in igus.

“ oi abbiamo sviluppato una soluzione pi economica che utilizza le nostre plastiche ad alte prestazioni e materiali leggeri, come l alluminio. er esempio, un portale lineare dr lin costa tra

.

e

.

L

, a seconda del tipo di configurazione . www.igus.com


#DO.YOU.KNOW?

RECORD STORICO

B

en

MONDO G RU

ImpeGNAtiVo

r all erra n

lla con eren a s a

a ano sono s a e

or na e a n

e one

or an e orn ore

a o l

serv ell

n

enor e fi

ne con ron arc o

a

a ca

l or ne

arr va o

orn ore

ona en o e a er e r

ca sa

sa

a,

s

c aro c e non era solo l ann

er lo s a l

e r c en, l

ran e

en o

a anc e

a r cev

o

a

a

erano c n ,

e r or na e

na www.tadano.com

, e

orc a

en

e

, ell or ne el col

elle so

,

re er

a er e r ano all

e, c e s l ano

rre n er

sen a o er a

en o

a o ella

cr s ener e ca, o

re

an a

c asse e

n c

re

a ro

a n cl en e n ra a

or

a e o n rea

con n e le

l

o n

a one

on er o a, Pres en e

or s l a o

ran e or ne e l

ale con as

ella e one

s r al lea er el se ore

e

alla cr s ener e ca

cra na a

serv

col

rovv

con rollo

er se,

,s

n o s lle

e all a

es o an o

a ella

orc

eleva r ncar

s r al

ra a a

na rova

n

DAL

a,

en are

a cl en ,

rese

autotrasporto a loro volta alle rese con re e el

e ano sal

e car

ran

alle s elle

www.anfia.it


# W e . a r e G i u l i a F a r e s i n / @F A R E S I N I N D U S T R I E S

Come un orologio svizzero

iulia aresin, perations anager di aresin ndustries p

Grazie alla forte digitalizzazione e a un’organizzazione maniacale fin nei minimi dettagli (dalla formazione dei dealer alla logistica dei ricambi) l’assistenza post vendita di Faresin è puntuale e precisa DI EMANUELA PIROLA

“P

DI FARESIN INDUSTRIES

che meglio di tutti riassume in sé untuale come un

l’anima e l’organizzazione del post

orologio svizzero”:

vendita di Faresin Industries, che

è il classico detto

ha il suo cuore in Giulia Faresin,

quando si vuol

Operations Manager dell’azienda

far capire ai propri interlocutori

di Breganze; che in queste pagine

che la puntualità di chi si sta

spiega come è organizzato e

parlando è un suo tratto distintivo.

come funziona uno dei servizi

Ovviamente, quando si parla

fondamentali di un OEM che

di tempo, puntuale indica che

produce macchinari industriali che

tutto accade con una precisione

non devono fermarsi mai (o quasi).

temporale assoluta. Ma come

fatti o nei riferimenti. Ed ecco che,

Access: Un organigramma del servizio di post vendita: responsabile, persone addette, supporto dai dealer, gestione ricambi, ecc Giulia Faresin: La funzione

grazie a questa doppia valenza,

post vendita di Faresin è composta

“puntuale” diventa l’aggettivo

da due aree distinte ricambi

spesso accade con le parole della nostra bellissima lingua, puntuale spesso si riferisce anche a qualcosa di particolarmente esatto e circostanziato negli argomenti, nei

36

we are

access equipment

Le officine mobili aresin sono attrezzate per eseguire in autonomia ogni intervento di assistenza

e service, ognuna guidata dal proprio responsabile. L ufficio ricambi è composto da operatrici di bac office, suddivise per area geografica. ttraverso il portale


Spare Parts Manager (SPM) i

intervengono gli operatori sul

clienti hanno la possibilità di

campo. er offrire una maggiore

consultare i cataloghi, verificare

copertura nelle nostre aree

la disponibilità dei pezzi per poi

strategiche, sono presenti tecnici

procedere all’acquisto online. Il

specializzati anche nelle nostre

service è composto da addetti per

filiali, al fine di garantire un

supporto telefonico e operatori

servizio tempestivo. Viene messo

per riparazioni in loco. La maggior

a disposizione del cliente anche

parte delle richieste viene evasa

un portale online, in cui poter

tramite teleassistenza e, solo nel

effettuare lo start up della macchina

caso il problema non venga risolto,

e inserire le richieste di garanzia.

FA R E S I N È I N F O RT E E S PA N S I O N E E C E R CA A S S I D UA M E N T E S I A C O L L A B O R AT O R I DA I N S E R I R E NELL’ORGANICO DELLA SEDE DI BREGANZE CHE NUOVI DEALER PER AMPLIARE IN MANIERA SEMPRE PIÙ CAPILLARE LA PROPRIA PRESENZA S U L T E R R I T O R I O E S U P P O R TA R E C O S TA N T E M E N T E I P R O P R I C L I E N T I . Access: Come sono organizzati i vostri dealer in Italia e all’estero per fornire assistenza post vendita? Oltre ai dealer avete una rete i cine t i te Giulia Faresin: I nostri dealer sono realtà strutturate in grado di dare assistenza tecnica a tutti i loro clienti. Si avvalgono, infatti, di una struttura interna di service composta da tecnici specializzati, che ricevono formazione continua da parte di Faresin stessa. In Italia, oltre ai concessionari, Faresin sta sviluppando anche una rete di officine autorizzate, per essere presenti il più capillarmente possibile nel supporto al cliente.

Access: Come si svolge un intervento di assistenza tipo gestito direttamente dalla Casa madre? E dal dealer? Giulia Faresin: Normalmente gli interventi di assistenza sono gestiti dai nostri dealer che però supportiamo durante tutto lo svolgimento dell’intervento. Come ho anticipato poc’anzi, il primo step della risoluzione di un

Vuoi diventare un dealer Faresin? Non aspettare. Inquadra il QR-Code e manda la candidatura della tua azienda!

we are

access equipment

37


# W e . a r e G i u l i a F a r e s i n / @F A R E S I N I N D U S T R I E S

problema è la teleassistenza, con cui è possibile diagnosticare gli errori in tempi brevi ed effettuare le riparazioni a distanza. Nel caso la situazione non venga risolta è il dealer, eventualmente affiancato dal supporto tele onico del nostro service, che interviene in loco. Se necessario, il nostro service è disponibile per effettuare l’intervento di assistenza on site. Inoltre organizziamo meeting costanti con i nostri rivenditori e le nostre officine autorizzate per capire come poter migliorare il servizio offerto e per ottenere feedback dal campo per un continuo product improvement.

Access: cine ii p n e ett e t tti i tipi di intervento, sono equipaggiati con attrezzature particolari? Sono tracciabili in termini di mappatura, connettività, ecc? Giulia Faresin: I nostri dealer dispongono di tutta l’attrezzatura necessaria per effettuare riparazioni sulle nostre macchine. Si riforniscono di ricambi dal loro magazzino, che viene poi velocemente riassortito dal nostro servizio Spare Parts. Per rendere i nostri dealer sempre più autonomi nel servizio al cliente, la nostra aresin cadem organizza sessioni formative teoriche e pratiche dedicate ai tecnici manutentori.

Access: Teleassistenza: quanto di quello che oggi è ancora in capo a una visita reale della macchina, domani e ett i e in p te in toto virtualmente da remoto? Giulia Faresin: Per noi la

Le prossime iere

P

er vedere dal vivo le macchine aresin si pu scegliere tra visitare l’azienda, uno dei suoi dealer, oppure durante una delle seguenti manifestazioni fieristiche

pace 2022

ennes rancia

ommet de L’ lelevage auma 2022 ima 2022

ologna talia

38

we are

access equipment

annover aastricht

al

settembre 2022

lermont errand rancia

onaco di aviera

uro ier 2022 pe 202

dal

ermania

dal al ermania

landa

dal al ottobre 2022

dal 2 al 0 ottobre 2022

novembre 2022 dal

al

novembre 2022

dal all’ giugno 202

teleassistenza è già realtà. Infatti è lo strumento che utilizziamo più di frequente per una rapida risoluzione dei fermi macchina. Inoltre, siamo convinti che, grazie anche a piani di manutenzione programmata, gli interventi in loco diventino sempre meno re uenti migliorando l efficienza dell’intero sistema post-vendita.



# Te c h n i c a l . N o t e s / @J L G

Tanti premi per JLG

La piattaforma semovente a braccio 670SJ è progettata per adattarsi automaticamente al terreno su pendenze fino a 0 gradi

“S

iamo estremamente

il sistema di controllo può

kg e limitata di 340 kg, vanta tre

orgogliosi di ricevere

connettersi e comunicare

modalità operative: autolivellante,

questo livello di

direttamente con ogni singola

spostamento, e di trasporto.

riconoscimento.

funzione. Il sistema di sollevamento

Notevole il sistema di controllo

La nostra azienda è nata da

del nuovo DaVinci si basa su un

avanzato, che riceve di continuo

un’unica visione: fornire una

attuatore elettromeccanico che

dati sulle prestazioni da vari sensori

modalità più sicura di lavorare

sostituisce i cilindri idraulici dei

sulla macchina, quindi visualizza le

in altezza. Dal 1969 abbiamo

sollevatori elettrici tradizionali.

informazioni attraverso un display

continuato a innovare nello spirito

L’assenza di idraulica azzera

di questa visione, portando sul

le perdite di olio in cantiere.

mercato i prodotti e le tecnologie

Questo sistema è concepito per

che fanno progredire l’industria

recuperare energia durante la

dell’accesso”. Così si è espresso

discesa del cestello, energia che

Karel Huijser, direttore generale e

viene rimandata alla batteria

vicepresidente di JLG nella regione

ottimizzando i tempi di utilizzo

EMEA, dopo l’assegnazione a JLG di

tra una carica e l’altra. L’altro

due premi nella categoria “Prodotto

prodotto dell’anno premiato nella

dell’anno” durante gli IAPA 2022.

categoria piattaforme a braccio

Iniziamo con il vincitore dell’anno

è la rivoluzionaria piattaforma

nella categoria piattaforme a

semovente a braccio 670SJ,

pantografo: si tratta del DaVinci

dotata della nuova tecnologia

AE1932, completamente elettrico,

autolivellante che sta cambiando

che azzera le emissioni e abbatte

il modo di lavorare in altezza.

l’inquinamento. Il sistema

Infatti, l’670SJ è progettata per

di trasmissione totalmente

adattare il telaio della piattaforma

elettrico del DaVinci a magnete

alle condizioni del terreno (e non

permanente genera coppia e

il contrario), e ciò le permette di

fa girare il motore. Il sistema

attraversare superfici sconnesse

a magnete può incrementare

mentre si guida in altezza da un

l efficienza di un motore in media

lavoro all’altro, senza abbassare il

del 20-30% e aumentarne il ciclo

braccio, consentendo una maggiore

di vita azzerando gli interventi di

produttivit . La macchina, che offre

assistenza. Il DaVinci AE1932 ha un

altezza piattaforma da 20,5 m,

ingombro ridotto, pesa 1.564,89 kg,

sbraccio orizzontale di 17,5 m e una

può superare pendenze del 25% e

capacità di carico illimitata di 250

40

we are

access equipment

digitale e un’interfaccia a schermo Il kit di conversione del motore è la conveniente soluzione JLG per cambiare l’alimentazione del motore in quella elettrica a batteria

selezionabile nella piattaforma durante il funzionamento, aiutando gli utenti a capire cosa sta succedendo a livello del suolo mentre lavorano in altezza. L’azienda è stata selezionata anche


nella categoria “Sostenibilità”

di nuove macchine e conoscere

per il suo kit di conversione del

gli ultimi sviluppi attraverso

motore. Molti clienti JLG che

presentazioni approfondite e

hanno grandi otte di piatta orme

workshop interattivi.

Capacità da record!

G

a braccio alimentate da motori diesel dovranno affrontare normative ambientali più severe, ma l’azienda, consapevole di poter offrire una soluzione conveniente per cambiare l’alimentazione del motore in quella elettrica a batteria, ha sviluppo un kit di conversione. Il kit converte una piattaforma a braccio alimentata da motore endotermico in un modello alimentato elettricamente. Ciò consente di prolungare la vita della macchina rispetto allo smaltimento, favorendo un ulteriore impatto positivo sull’ambiente. Infine L Industries ha ospitato

Hanno anche potuto incontrare di

anche un evento unico: i principali

persona i Product Manager di JLG

distributori di 19 paesi sono stati

e i membri del Senior Management

invitati all’evento New Perspective

per discutere le tendenze del

a Leicester e hanno potuto

settore e le esigenze dei loro

visionare da vicino una gamma

rispettivi mercati.

a inci 2 è la piattaforma a pantografo elettrica che azzera le emissioni. Inoltre, non avendo elementi idraulici, elimina le perdite in cantiere

iornate di lavoro più produttive sono garantite dalle nuove piattaforme a pantografo ES2646 ad azionamento elettrico ed R2646 ad azionamento idraulico. Hanno un’altezza della piattaforma di 7,92 m, una capacità di , g e danno la possibilità di lavorare sia all’interno che all’esterno. I due modelli sono accomunati da stesso telaio e piattaforma, offrendo un’altezza di lavoro di 9,75 m e la possibilità di trasportare due operatori in altezza in applicazioni interne e un solo operatore in caso di utilizzo in esterno. Interessante la varietà di opzioni e accessori relativi a queste due nuove macchine, tra cui JLG Mobile Control, QuikAccess Rails e QuikFold Rails. “L’aumento del 20% della capacità dei modelli ES2646 e R2646, rispetto ai modelli della concorrenza nella stessa categoria, permette agli operatori di trasportare nell’area di lavoro più materiali (tubi o pannelli) ma anche strumenti come ad esempio saldatori” afferma Jan-Willem van Wier, Sr. Product Marketing Management di JLG EMEAIR. i significa che i lavori in uota possono essere completati in modo pi rapido ed efficiente .


# C l u b . Vo i c e s / @A N N A

La proposta di digitalizzazione

Nella lettera ANNA avanza la proposta di digitalizzare i veicoli installando sensori di lettura che rilevino i pesi di transito sulle infrastrutture, al fine di poter realizzare un’immediata verifica e compiere trasporti in sicurezza. Ora, nell’epoca dell’Industria 4.0 siamo ancora a dover suggerire a un Ministero l’adozione di strumenti digitali per snellire, facilitare ma, soprattutto, migliorare la qualità di lavoro di un’intero settore?

Assurdo, alla luce del sole

Impossibile sbrogliare la matassa sempre più aggrovigliata delle problematiche legate ai trasporti eccezionali. Soprattutto se non c’è collaborazione tra pubblico e aziende del settore

D

i fronte a una situazione del settore che sta letteralmente degenerando, e neanche troppo lentamente, all’interno di un uadro economico affaticato da un contesto geopolitico, sanitario e finanziario complicato, l’Associazione Nazionale Noleggi Autogru, P.L.E. E Trasporti Eccezionali lo scorso maggio ha inviato una lettera ai massimi rappresentanti del Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili e all’Autorità Garante per la Concorrenza ed il Mercato (AGCM) per portare di nuovo in evidenza le difficolt legate alla circolazione di autogrù, mezzi speciali e convogli di trasporti eccezionali sulla rete viaria nazionale. Non vogliamo in questa sede entrare nel merito delle considerazioni tecniche esposte nella lettera, quanto semmai porre l’attenzione sul fatto che ancora

42

we are

access equipment

oggi vi siano settori completamente ignorati dalla politica in generale, nonché discriminati e boicottati dalle amministrazioni pubbliche locali, dalla burocrazia non solo infinita ma addirittura assurda, e soprattutto da un’intera classe di personaggi (i cosiddetti burocrati pubblici) che oggi come mai prima d’ora occupano posizioni cruciali (che richiedono decisioni dalle quali dipendono molte attività economiche di altrettante aziende e uindi amiglie, in fin dei conti percependo stipendi pagati dallo tato e di atto rifiutandosi di agire in qualsivoglia modo per evitare qualunque tipo di responsabilità. E in caso una decisione da prendere sia un fatto ineludibile, decidono in maniera tale da rendere impossibile o inefficace ualun ue attivit . Siamo di fronte a una situazione che ha del surreale: leggendo molti dei paragrafi della lettera di , sembra di essere di fronte a un testo tratto da “Alice nel paese delle

meraviglie” o de “Il meraviglioso mago di Oz”. O, peggio, ad alcuni brani del capolavoro manzoniano dove dalle righe traspira tutta la tracotanza, l’ignoranza e la villania di chi stà al potere e/o lo detiene in modo più o meno (il)legale (ci stiamo riferendo al personaggio di Don Rodrigo, che nel nostro caso è il simbolo calzante della classe di burocrati che sta paralizzando un intero sistema). L’assurdo arodia di tutto ci , infine, la controreazione di alcune aziende del settore che, pur di lavorare (o peggio, seguendo l’impulso di dar spazio a quella sottile ma pervicace volontà comune al 99% degli italiani di “far fesso il prossimo, soprattutto lo tato effettuano trasporti eccezionali e transiti vari senza detenere i permessi necessari, andando a danneggiare alla fine quello stesso settore in cui operano e da cui traggono guadagno.


# E x h i b i t i o n s / @M o n d i a l d u B â t i m e n t

Guanto di sfida per le costruzioni Tra qualche mese in Francia si terrà il Mondial du Bâtiment, dove gli operatori de settore construction potranno reperire informazioni utili a interpretare al meglio le tendenze attuali e future

A

inizio maggio, presso la

oggi, e presenterà un grande

della fiducia che gli espositori ci

sede di Assimpredil Ance

tema intitolato “Orizzonte 2030,

stanno testimoniando e possiamo

di Milano, si è tenuta

tutto un mondo da costruire”.

contare sulla presenza di numerosi

la presentazione del

L’edizione 2022 verterà su 4 grandi

leader in tutti i settori. A cinque

salone Le Mondial du Bâtiment-

mesi dall’apertura dei saloni

BATIMAT/INTERCLIMA/

Guillaume Loizeaud, Direttore di Mondial du Bâtiment, ha illustrato il tema della decarbonizzazione

IDéOBAIN che si terrà in Francia nell’ottobre 2022. L’incontro si è rivelato un interessante momento di confronto per i contenuti apportati dai relatori, Guillaume Loizeaud, Direttore di Mondial du timent, e lberto oriani, Isnova e ingegnere analisi energetica degli edifici, ma anche per l’attenta platea di giornalisti ed esperti del settore che hanno interagito alla discussione in modo costruttivo.

tematiche: Preservare l’ambiente,

Questa presentazione si inserisce

Trasformare i metodi, Vivere bene

all’interno del “LOW CARBON

nella città del 2050, Valorizzare

CONSTRUCTION TOUR”, una serie

le pro essioni. “ utta la filiera

d’incontri che si svolgeranno in

è impegnata fin d ora affinch

dodici paesi durante i quali, oltre

l’edizione 2022 del Mondial du

alla presentazione della fiera di

Bâtiment sia un successo” ha

ottobre, sarà messo l’accento su

affermato uillaume Loizeaud

questo settore di fondamentale

durante l’evento. “Siamo felici

importanza nell’ambito della costruzione.

di Batimat 2022 Il salone BATIMAT è più che mai l’evento federatore della filiera. razie alla programmazione di numerose azioni, sia fisiche che digitali, BATIMAT aiuta gli operatori a rispondere alle grandi sfide di domani preparandosi fin da

partner ed espositori, per fornire ai visitatori tutte le risposte alle grandi sfide di oggi e di domani che essi devono confrontare. Siamo lieti di poterci ritrovare tutti alla Porte de Versailles in ottobre”.

in elettronica, esperto in

Decarbonizzazione, al centro

siamo impegnati, con tutti i nostri

Alberto Boriani, CEO Isnova e ingegnere in elettronica, esperto in analisi energetica degli edifici

Un trajet à faibles émissions

Le Mondial du Bâtiment è un evento internazionale al quale parteciperanno numerosi espositori e visitatori internazionali. Per poter informare gli operatori internazionali prima dello svolgimento dei saloni, da aprile è partito un tour internazionale, Low Carbon Construction Tour, principalmente incentrato su questo tema chiave per Le Mondial du Bâtiment, e più in generale per il mondo delle costruzioni, che sarà presentato anche durante Le Mondial du Bâtiment in uno spazio “Low Carbon Construction” nel Padiglione 1. Questo tour si svolgerà nell’arco di 5 mesi e consentirà agli organizzatori del salone di incontrare la stampa, le associazioni del settore, i grandi appaltatori, consulenti e ministeri. Il tour si svolgerà in Spagna, Italia, Costa d’Avorio, Camerun, Senegal, Marocco, Germania, Belgio, Turchia e Tunisia.

we are

access equipment

43


# C o m p a n y . Vo i c e s / @M A N I T O W O C

I fiori all’occhiello Al JDL Expo 2022 Manitowoc presenta le gamme di gru a torre Potain e autogrù Grove

P

resente anche per quest’anno al canonico appuntamento con la fiera del sollevamento francese, JDL Expo, Manitowoc si ar rappresentare da alcuni suoi modelli di punta sia per uanto riguarda le gru a torre otain che le autogr rove. Semplicemente insuperabili artiamo dalle autogr . resente

innanzitutto il modello tuttoterreno rove L- , una macchina con una capacit operativa di t che combina un potente braccio principale Megaform a sette sezioni da m di lunghezza con un telaio compatto a tre assi lungo solo , m, il che la rende ideale per una variet di lavori in spazi ristretti. ssendo una delle migliori autogr cosiddette ta i a tre assi sul mercato, questa macchina

Una nuova Potain per cantieri big size

Manitowoc ha presentato la nuova gru a torre Potain MCT 565 A, una versione più compatta ma ugualmente ad alte prestazioni della MCT 565 M32, con una capacità di 32 t. Si tratta della seconda gru topless più grande prodotta nello stabilimento di Zhangjiagang, in Cina, dopo la Potain MCT 805. Le caratteristiche prestazionali della gru permettono

44

L’autogrù Grove GMK3060L-1

we are

access equipment

il sollevamento di sezioni prefabbricate in calcestruzzo sempre più grandi e altri elementi pesanti man mano che il processo di costruzione diventa più modulare. Oltre alla versione da 32 t, la Potain MCT 565 A è disponibile con un braccio più corto e controbraccio, il che la rende ideale per quei cantieri in cui diverse gru operano nelle immediate vicinanze.

è in grado di muoversi con solo , t di contrappeso, rispettando cos le norme stradali di t per asse. Inoltre è e uipaggiata con il sistema di controllo anito oc Crane Control System (CCS) che consente una rapida configurazione della macchina e un utilizzo acile e intuitivo. ltre alla L- , Manitowoc presenterà anche l autogr all terrain rove L- . uipaggiata con


L’autogrù Grove un braccio principale da me GMK5150L-1 in grado di viaggiare nei limiti di t per asse anche con zavorra da , t, uesta autogr si distingue per operazioni impegnative uali il montaggio di gru a torre in spazi urbani comun ue relativamente limitati o difficili da raggiungere.

ntrambe le autogr sono dei bestseller nelle rispettive categorie, orti anche di cabine di nuova generazione rove per garantire il massimo com ort dell operatore. Dalle autogrù alle gru Manitowoc presenterà anche A sinistra: la gru a torre Potain Hup M 2822, con un braccio lungo 28 m e un carico massimo di 2,2 t, è il primo modello della gamma Potain Hup a disporre di un carro fisso

le ultime novit in materia di gru a torre. Il marchio otain sar rappresentato da due gru automontanti. Lanciata nel , la otain Igo è una gru telescopica versatile con una capacit di sollevamento di t e uno sbraccio di m. La sua altezza al gancio di , m la rende la gru ideale per un ampia variet di cantieri. La tecnologia mart et- p di otain, il unzionamento radiocomandato e una cabina ergonomica ltra ie semplificano l uso della gru in una moltitudine di configurazioni, mentre dimensioni di trasporto compatte, ingombro ridotto e una procedura di piegatura che richiede poco spazio a terra consentono un risparmio dei costi operativi. La seconda otain a L po è una gru automontante Hup M - in configurazione con asse di trasporto da m h. L up - , con un braccio lungo m e un carico massimo di , t, è il primo modello della gamma otain up a disporre di un carro fisso, garantendo cos un elevato grado di accessibilit ai cantieri. uesta gru è dotata di contrappesi permanenti e di un doppio asse sterzante e misura solo , m di lunghezza in modalit di trasporto.

L’autogrù Grove GMK5150L-1

A desttra: la Potain Igo T 99 è una gru telescopica automontante versatile con una capacità di sollevamento di 6 t e uno sbraccio di 48 m

we are

access equipment

45


# C o m p a n y . Vo i c e s / @M A N I T O W O C

Sette Potain per Bergamo

A Bergamo il Gruppo Costim sta trasformando una ex area industriale di 150.000 m2 in una “new smart city”. Il progetto, nominato Chorus Life, rappresenta una delle più importanti e innovative operazioni immobiliari attualmente in corso nel nostro Paese. Con circa 400 t di ferro da movimentare in loco ogni settimana, oltre a tutti gli altri materiali da costruzione, l’appaltatore Percassi si è rivolto a Techind, rivenditore locale Potain, per identificare la gru ottimale per effettuare il lavoro.

46

we are

access equipment

Percassi, infatti, necessitava di un singolo modello di gru che potesse essere allestito in diverse configurazioni, così da poter essere interscambiabile, da facilitarne l’utilizzo da parte degli operatori del cantiere e da ottimizzare la gestione della manutenzione e dei pezzi di ricambio. Techind ha suggerito l’adozione di sette gru Potain MDT 219 J10, modello che implementa alcune delle più avanzate tecnologie di controllo e gestione, equipaggiato con cabine Ultra View. Le sette gru si differenziano per configurazioni

diverse sia per altezze operative, che sbracci e capacità di sollevamento. La configurazione base della Potain MDT 219 J10 offre 65 m di braccio con una capacità massima di 10 t a 17 m e 1.9 t in punta. Per questo cantiere tutte le gru sono equipaggiate con un argano di sollevamento 50LVF25 GH Optima da 37 kW (50 HP) e di un meccanismo di rotazione RVF 162 Optima Plus, nonché del nuovo Sistema di Controllo Crane Control System (CCS), che consente di ridurre i tempi di lavoro migliorandone la precisione.


I “PANTOGRAFI” PER TERRENI DIFFICILI

#DO.YOU.KNOW?

INNOVATIVI E

SEMPRE ALL’ALTEZZA

FIERE

NUOVE NOMINE In eronafiere p , per il triennio il nuovo presidente sar

-

ederico ricolo. L elezione

è avvenuta nel corso dell

ssemblea dei oci che,

dopo l approvazione del bilancio consuntivo

del

ruppo eronafiere, ha provveduto anche a eleggere i sette membri del nuovo Consiglio di Amministrazione, secondo quanto previsto dallo statuto approvato il

ebbraio scorso, e i due

vicepresidenti. ltre a ederico ricolo, il onsiglio di mministrazione è composto da

omano rtoni,

nominato vicepresidente, gi consigliere della societ fieristica dal

e vicepresidente dal

al

e

presidente di ni , societ in ormatica del ruppo nicredit p dal

aurizio anese, alla guida di eronafiere e per due mandati, presidente

I

ssociazione sposizioni e iere italiane e vice presidente regis p

atteo elmetti, con ermato

vicepresidente e vicepresidente

L

p

lberto ega redo, d di en-to, analista finanziario e membro del omitato finanza di ondazione Cariverona; Alex Vantini, presidente Coldiretti Verona; ario eronesi, presidente del ruppo eronesi p . www.veronafiere.it

RT A MOTORE

ERT ELETTRICI

Motore Diesel Trasmissione idrostatica Stabilizzatori autolivellanti 4 WD

Alimentazione a batteria con trasmissione elettrica e motore CA Freni rigenerativi per la ricarica della batteria Sistema CleanGuardTM opzionale per contenere le perdite e proteggere le pavimentazioni sensibili 2 WD

JLG Industries Italia Srl Via Po, 22 | 20010 Pregnana Milanese (MI) italia@jlg.com | Tel. 02 9359 5210 Scopri l’innovazione in azione su jlg.com/stacked


# C o m p a n y . Vo i c e s / @J E K K O

Smart and digital Sfruttando al massimo le potenzialità della connettività e della digitalizzazione, Jekko fornisce i servizi post vendita e l’assistenza tecnica con rapidità ed efficienza

Q

uello di Jekko al servizio post-vendita e assistenza è davvero un approccio smart. Le parole d’ordine sono competenza (che passa attraverso una formazione continua), rapidità (che passa attraverso una serie completa di strumenti digitali) e pianificazione sia per uanto riguarda la gestione dei ricambi che per ciò che è relativo alla manutenzione periodica delle macchine).Jekko, lo sanno tutti, produce minigru, gru articolate cingolate semoventi e minipicker (gru elettrica semovente pick carr e uipaggiabili con una serie infinita di accessori e attrezzature per il sollevamento e la manipolazione di materiali, che raggiungono i punti più remoti del globo grazie a un’articolata rete di dealer che si estende a livello mondiale. Tutto uesto ha bisogno di una rete di assistenza efficiente, dinamica

48

we are

access equipment

e versatile almeno uanto lo sono le macchine stesse. Queste caratteristiche sono garantite dalla struttura stessa che Jekko ha dato al proprio servizio di assistenza post-vendita. “Ogni dealer della nostra rete è in grado di fornire assistenza tecnica e segue le macchine che operano sul proprio territorio di competenza” spiega Igor Pachera, After Sales Manager dell’azienda veneta. “Ovviamente il contatto con i nostri dealer è diretto e uotidiano forniamo la consulenza e il supporto necessari a garantire la risoluzione di ogni tipo di problema tecnico nel minor tempo possibile. Abbiamo infatti ben chiaro che la reattività della nostra risposta e di uella dei nostri dealer riduce drasticamente la fase di frustrazione del cliente che si trova in difficolt . er

Il team post vendita di Jekko. Da sinistra: Enrico Possamai, Enrico Tresoldi, Silvia Della Coletta, Igor Pachera, Samuel Panza e Giorgio Morten

Igor Pachera, after sales manager di Jekko

garantire tale rapidità nel fornire feedback e risposte, l’after sales di e o coinvolge cin ue persone, oltre a Igor achera gli a ter sales officer nrico resoldi, nrico ossamai, amuel anza e iorgio orten, cui si affianca Silvia Della Coletta, spare parts officer. Insieme gestiscono ogni problematica. “Fin dall’inizio l’approccio di Jekko al post vendita è stato improntato a una forte digitalizzazione. Il nostro sito internet ha una pagina dedicata all’assistenza, attraverso la uale sia i nostri dealer che i clienti possono gestire le garanzie e ordinare ricambi. Abbiamo inoltre una sezione interamente dedicata ai video di formazione per il corretto uso delle macchine” prosegue Pachera. “Si tratta di strumenti a dir poco formidabili che, soprattutto durante i


I prossimi investimenti

L

e macchine Jekko stanno conoscendo un successo crescente sia sul mercato nazionale, che nel mondo. L’aumento costante del numero di macchine cui garantire un tipo di assistenza come quella delineata comporta una fase di

momenti più duri della pandemia, si sono rivelati fondamentali per la risoluzione della stragrande maggioranza delle problematiche che sono occorse in uel periodo. Un’esperienza che ci ha confermato la bontà della nostra decisione di adottare tali strumenti per gestire l’assistenza. Oggi i nostri canali di contatto principali sono, oltre al sito, il telefono e Whatsapp”. Quest’ultimo strumento permette sia a Pachera che a tutti gli a ter sales officer di gestire soprattutto le urgenze con estrema essibilit , mediante chat aperte con ogni dealer. “Alla richiesta di supporto che il dealer invia risponde chi di noi può e ha la maggior esperienza in uel tipo di problematica spiega Pachera. Intuibile la pressoché istantaneità della risposta, garantita dalla natura stessa dell’app di messaggistica. L’assistenza alle macchine sul territorio italiano, invece, viene erogata direttamente da

rafforzamento della struttura dedicata al post vendita. L’azienda sta ultimando l’ampliamento di un capannone che sarà operativo a inizio settembre e che ospiterà la nuova officina interna di 2 0 metri quadri, mentre è già stata pianificata la realizzazione di

un nuovo capannone che nei prossimi anni consentirà di disporre di altri 0 metri uadri da destinare all’assistenza officina e magazzino ricambi dedicato). Tali ampliamenti sono fondamentali anche per la corretta gestione delle

Jekko, che dispone di un officina in sede oltre a un furgone attrezzato come officina mobile. “In realtà sia noi che i nostri dealer riusciamo a ridurre al minimo le uscite sul campo” prosegue Pachera. “Le nostre macchine escono dalla produzione già predisposte alla connettività, per cui sia i vari aggiornamenti di software che la maggior parte delle richieste di assistenza vengono gestite da remoto. sufficiente collegare un pc portatile alla macchina e, tramite TeamViewer possiamo intervenire da ualun ue parte del mondo . razie a uesto approccio, sia gli after sales officer di e o che i tecnici dei vari dealer nel mondo sono in grado di connettersi alle macchine da remoto ed eseguire una diagnostica completa. È possibile anche operare direttamente sulle macchine stesse, eseguendo modifiche anche molto puntuali Il team guidato da Igor Pachera tiene corsi di training con la macchina anche in presenza. Si tratta di appuntamenti organizzati ad hoc, sulla base delle necessità del cliente e del tipo di macchina acquistata. I corsi sono ovviamente disponibili anche per i noleggiatori

manutenzioni annuali che per le macchine presenti sul territorio italiano sono eseguite presso la sede di Jekko e vanno realizzate a intervalli temporali specifici indicati nei manuali operativi (in genere 0, 00, 2 0, 00 e .000 ore di lavoro).

a diversi parametri, restando comun ue alla scrivania del proprio ufficio. uando uesto non è possibile, allora tramite la diagnostica remota è possibile capire uali siano le problematiche e organizzare l’intervento dell officina mobile che parte con a bordo già i pezzi di ricambio necessari. “Abbiamo anche approntato una valigetta contenente un router e un pc portatile che teniamo sempre aggiornato con gli ultimi software delle nostre macchine. Possiamo spedire uesta valigetta in ogni parte del mondo. Una volta sul campo il cliente può connetterla alla macchina e attraverso uella siamo in grado di guidarlo nella risoluzione del problema”. in ui risulta chiaro cosa intendessimo dire uando abbiamo detto che rapidità e pianificazione sono due pilastri dell’assistenza di Jekko. La competenza è il terzo essa passa ovviamente attraverso la formazione. “Gestiamo una grossa attività di formazione continua che eroghiamo tramite videotraining on line completi rivolti ai nostri dealer” spiega Pachera. “Per i nostri clienti, invece, abbiamo realizzato i video disponibili sul nostro sito web cui accennavo prima. Ognuno di essi guida il cliente attraverso le varie fasi di familiarizzazione con la macchina presentazione generale, prima accensione, stabilizzazione, configurazione e manutenzione, uso dei diversi accessori”. La macchina viene inoltre consegnata con il manuale completo previsto dalla normativa vigente, oltre a una guida rapida molto apprezzata. we are

access equipment

49


# G r e a t . M a c h i n e s . W o r k i n g / @T A D A N O

Roba da Grand Hotel A Varese, nello splendido ed elegante contesto del parco secolare di Colle Campigli, abbiamo visto all’opera la nuova gru Tadano AC 3.060-1 di Polita Sollevamenti DI FRANCESCO FANZINI

E

A sinistra, Fabio Polita, Amministratore Delegato di Polita Sollevamenti, con Davide Camperi, Business Leader Italy per Tadano Europe

macchine di sette autogrù che vanno dalle 12 alle 200 t. A queste macchine, che saranno presto implementate da altre unità, si aggiungono i necessari bilici per le movimentazioni delle gru stesse. L’attuale sede si trova a Legnano, ma l’azienda è nata a Varese negli anni Settanta a opera di Luigi Polita, padre dell’attuale titolare, Fabio Polita. La società ha operato territorialmente nell’area di Varese fino a che, negli anni

ovanta,

Fabio Polita ha trasferito l’attività a Legnano, avvicinandosi a Milano, città che è diventata il principale

P

sbocco operativo. “La nostra attività portante”, ci spiega Fabio Polita,

rogettato nei primi del

un interessante lavoro di restyling,

Amministratore Delegato di

Novecento da Giuseppe

anche grazie al contributo di

Polita Sollevamenti, “è il

Sommaruga in armonia

una gru Tadano AC 3.060-1,

sollevamento con operatore e si

con il parco secolare di

recentemente entrata nel parco

completa con pochissimo noleggio

macchine di Polita Sollevamenti.

a freddo riservato esclusivamente

Colle Campigli, il Palace Grand Hotel domina la città di Varese

a pochi, selezionati clienti.

e offre uno splendido panorama

Chi è Polita Sollevamenti

Il noleggio a freddo è svolto

sui laghi circostanti. Struttura

La società, composta da 12

anche attraverso partnership

dall’innegabile fascino, in questo

persone di cui 10 operativi tra

con altri fornitori ed è volto a

scorcio di primavera è oggetto di

gruisti e autisti, possiede un parco

soddisfare appieno le esigenze

50

we are

access equipment


della clientela”. Da segnalare a

ad affiancare una cit crane

questo proposito la collaborazione

Tadano AC 70”.

con una società di Varese (Ossola

Il cantiere al Grand Hotel

la movimentazione di interni

Ci troviamo a Varese, nella

anche in ambito industriale e

meravigliosa location del

per i trasporti eccezionali. L’area

Palace Grand Hotel dove Polita

di intervento spazia nell’intera

Sollevamenti sta collaborando

Lombardia e nel vicino Piemonte,

alla ristrutturazione del

mentre per il grande sollevamento

tetto che prevede una nuova

si concentra soprattutto in Milano

predisposizione per l’impianto

e nel suo hinterland. Continua

fotovoltaico. “In sostanza”, ci

Polita: “copriamo molto bene tutti

spiega Fabio Polita, “realizziamo

i laghi che caratterizzano la nostra

i sollevamenti per i materiali di

zona, aree difficili che determinano

copertura e movimentiamo le

l’acquisto di macchine con bracci

strutture rimosse. In particolare ci

lunghi ma con dimensioni ridotte.

occupiamo delle tavole lamellari,

Caratteristiche che si ritrovano

delle tegole, degli impianti di

appieno nella nostra nuova

condizionamento e di tutti i

Tadano AC 3.060-1, che nella

materiali per i pannelli solari, che

stessa gamma di portate è andata

arriveranno in una seconda fase”.

L’operatore: “la sento bene” ➜

Trasporti) per quanto concerne

Giovanissimo, ha solo 24 anni, e di origine brasiliana, Vinicius Francozo è l’operatore della Tadano AC 3.060-1. “Faccio questo lavoro da tre anni”, ci spiega con entusiasmo, “ho iniziato facendo l’autista da Polita, che poi mi ha dato la possibilità di utilizzare un’autogrù. Ho seguito tutta la formazione necessaria, ho preso le patenti e ora faccio un lavoro che mi piace tanto, in cui serve tanta passione. Ovviamente c’è tanta responsabilità, ed è giusto così, ma c’è anche tanta soddisfazione, perché utilizzare un mezzo di questo genere non è da tutti”. Soddisfatta la nostra curiosità legata a un “ragazzo” così appassionato del proprio lavoro, Vinicius inizia a parlare della “sua” gru: “prima usavo una

50 e passando a questa macchina la differenza è enorme. Questo nuovo modello ha tutte le comodità che può avere un’autogrù, non solo in cabina, ma anche nei movimenti e nelle manovre. È una macchina che nelle manovre è delicata, mi trovo molto bene, la sento bene. Insomma mi piace davvero tanto. Il radiocomando è molto comodo, soprattutto con il falcone, perché fai tutto in sicurezza, ma sinceramente quando lavoro sui tetti, come in questo caso, preferisco utilizzare la telecamera, che è molto funzionale, offre una visione perfetta, nitida, chiara. Lo zoom funziona tantissimo, è rapido e ad alta definizione. Sono molto più sicuro rispetto all’utilizzo della classica radio”.

Il radiocomando è molto comodo e permette di lavorare nella massima sicurezza we are

access equipment

51


# G r e a t . M a c h i n e s . W o r k i n g / @T A D A N O

Durante la nostra visita abbiamo

vengono richieste da parte

assistito alla rimozione delle

del nostro cliente, che è

vecchie strutture sulle quali erano

un’importante società

alloggiati i climatizzatori.

milanese. La lunghezza

Nel complesso il cantiere viene

del braccio ci consente di

fatto a step e avrà una durata

accedere a tutte le aree

di circa quattro mesi, con

dello stabile. Va inoltre

sollevamenti operati a settimane

sottolineato come in

alternate. Tempistiche determinate

cantiere abbiamo un’area

dalla necessità di procedere alla

limitata a disposizione

scoperchiatura del tetto per zone,

perché l’albergo è

ovviamente al fine di evitare i

funzionante, quindi

possibili danni provocati dalle

dobbiamo muoverci anche

intemperie. “Sempre posizionati

con una certa delicatezza per

in questo punto”, riprende

rispettare chi sta lavorando

Polita, “Dobbiamo raggiungere

in albergo e gli ospiti.

uattro differenti aree del tetto,

In quest’ottica la silenziosità

tra le quali una dietro la torre

proposti a Varese non sono certo

e dove utilizzeremo il braccio

sollevamenti impegnativi per

completamente esteso. In questo

questa macchina, ma il cantiere

momento abbiamo gli sfili al

,

risulta interessante soprattutto

La Tadano AC 3.060-1 di Polita è attrezzata con un falcone da 16 m inclinabile

della macchina ci è molto utile ed era uno dei requisiti richiesti dal committente”.

Una scelta azzeccata

mancano cioè ancora 5 m, ma

per gli sbracci. Continua Polita:

per andare nel punto più lontano

“la macchina monta un braccio da

Con l’esperienza di chi ha fatto

sfileremo completamente e ci

50 m e il falcone da 16 m inclinato

il gruista per tanti anni e con la

arriveremo precisi con il falcone”.

di 30° che ci permette, a 40 m di

passione di chi ama il suo lavoro,

Dal punto di vista dei carichi, quelli

distanza, di portare le 5 t che ci

quando parla della sua nuova Tadano, Fabio Polita è un autentico fiume in piena. “ bbiamo scelto questa macchina per compattezza e perché è equipaggiata con il braccio telescopico più lungo della categoria, cioè 50 m. La concorrenza in genere si ferma a 48 m e questi 2 m in più, per il nostro lavoro che spesso contempla il montaggio delle gru a torre, a davvero la differenza . Di sicuro si tratta di una gru destinata a lavorare parecchio. Continua Polita: “appena arriva una macchina nuova sono sempre il primo a provarla. Quando salgo Anche in fase di traslazione la Tadano AC 3.060-1 si dimostra particolarmente agile e compatta

La telecamera sul braccio

I

l cantiere varesino fa comprendere immediatamente l’utilità della telecamera in testa al braccio. “È un accessorio che noi utilizziamo tantissimo e che è presente su tutte le nostre nuove macchine”, commenta Fabio

52

we are

access equipment

Polita, che continua: “questo strumento agevola tantissimo il lavoro del gruista, che si rende immediatamente conto di cosa sta succedendo in quota, quando il carico è vicino al momento d’appoggio ed ha una tranquillità operativa che

è unica. Il gruista vede esattamente quello che sta facendo e non si deve fidare della semplice comunicazione radio. In pratica è una soluzione che velocizza i tempi di sollevamento e rende il tutto molto più sicuro”.


#Tadano AC 3.060-1: dati tecnici Motore Potenza Coppia Trasmissione Assi Sospensioni Sterzo Freni Pneumatici Stabilizzazione Braccio Rotazione Argano Contrappeso Sistema di controllo u rifica i e Portata massima

Mercedes-Benz OM936LA, stage V, con catalizzatore SCR in acciaio inossidabile 260 kW a 2.200 giri/min 1.450 Nm a 1.200-1.600 giri/min Mercedes-Benz, cambio automatico (12 marce avanti e 2 indietro) 6x4x6 tutti sterzanti (1 e 3 traenti con blocco differenziale inseribile) idropneumatiche con compensazione del carico assiale servosterzo idraulico a doppio circuito con pompa di soccorso freno di servizio pneumatico a doppio circuito con ABS; freni a disco; freno a decompressione a due velocità aggiuntive; freno di stazionamento a molla 385/95 R25 sistema a 4 stabilizzatori con estensione orizzontale e verticale completamente idraulica telescopico HA50, da 10,4 a 50 m. Sistema telescopico a un cilindro con funzione telescopica automatica meccanismo di rotazione singolo con freno lamellare a molla con freno lamellare a molla, con sincronizzatore integrato 4,7 t a 4 blocchi con sistema di allestimento automatico IC-1 Plus incluso Flex Base. Sistema di controllo intelligente impianto di lubrificazione centralizzato automatico 60 t La strumentazione e il posto di guida della Tadano AC 3.060-1

apprezzato la loro elasticità e disponibilit sia sotto il profilo commerciale, ma soprattutto sul fronte manutentivo, che è fondamentale”.

La rimozione delle strutture relative agli impianti di condizionamento

su una gru ho tutte le sensazioni

parlano di una riduzione dei

tipiche del gruista, cioè sento

consumi del

la macchina, capisco se è la gru

macchine di pari categoria”.

che fa per il nostro lavoro. E devo

Come accennato la AC 3.060-1 di

dire che la AC 3.060-1 mi piaceva

Polita è full optional e presenta:

molto sulla carta e mi piace ancora

falcone inclinabile da 16 m;

di più ora che la vedo all’opera.

telecamera testa braccio, sugli

Come tutte le Tadano, mondo per

argani e di retromarcia; entrambe

il quale ho una certa predilezione,

le cabine climatizzate; traslazione

la AC 3.060-1 è molto intuitiva

della torretta e radiocomando.

e molto facile. Il display touch

“Tadano”, conclude Polita, “per

a colori rende queste macchine

noi è una sicurezza, siamo loro

molto semplici da usare. Inoltre,

clienti dal

nonostante le dimensioni che sono

bene le macchine e le persone

molto ridotte, ha un carro molto

e negli anni abbiamo sempre

Polita Sollevamenti srl Via Toscana 6 – 20025 Legnano (Mi) Tel. 0331 410328 www.politaautogru.it info@politaautogru.it

rispetto a

, conosciamo molto

rigido che non d luogo a essioni trasmette grande stabilità. Anche il nostro gruista è molto

significative e di conseguenza

motori Euro 6 di ultimissima

“ O G N I C O S T RU T T O R E D I G RU H A M AC C H I N E PA RT I C O L A R M E N T E R I U S C I T E E D E V O D I R E C H E L A N O S T R A AC 3 . 0 6 0 - 1 È U N A V E R A C H I C CA , U N A M AC C H I N A D AV V E R O B E N P R O G E T TATA , I L C U I C O N T E S T O L AV O R AT I V O P E R F E T T O È L A C I T T À . A L I V E L L O A P P L I C AT I V O , V I S TA L A L U N G H E Z Z A D E L B R AC C I O E L E S U E P E R F O R M A N C E A N C H E A B R AC C I O E S T E S O , È P E R F E T TA P E R I C O N D I Z I O N AT O R I , L E C O P E R T U R E , L E A N T E N N E . È U N A G RU TA X I T U T T O F A R E , C H E O F F R E G R A N D E V E R S AT I L I T À O V U N Q U E C I S I A N O S PA Z I R I S T R E T T I E I N A L C U N E C I R C O S TA N Z E P U Ò E S S E R E U N ’ O T T I M A S O L U Z I O N E A N C H E DA I N T E R N O ” .

generazione. Le nostre stime

D av i d e C a m p e r i , B u s i n e s s L e a d e r I t a l y p e r Ta d a n o E u r o p e .

soddisfatto. Con molto stupore, e devo dire grande soddisfazione, stiamo anche notando consumi decisamente ridotti rispetto alle nostre aspettative, ma del resto la macchina è equipaggiata con

we are

access equipment

53


# G r e a t . M a c h i n e s . W o r k i n g / @M A M M O E T

Si può fare! Anche i trasporti eccezionali diventano… full electric!

L

a transizione energetica è

Solo SPMT elettrici

ePPU che Mammoet ha sviluppato

ormai un fatto ineludibile

Il trasporto in questione è avvenuto

in collaborazione con cheuerle.

(per fortuna, aggiungiamo!).

presso un impianto Shell dove era

Proprio la Committenza ha

Ma in molti dubitano che le

necessario sostituire un reattore

chiesto che la sostituzione

nuove propulsioni, e in particolare

chimico. Per eseguire la rimozione

venisse eseguita mantenendo il

quelle elettriche, possano fare

è stato utilizzato un convoglio

più basso impatto ambientale

fronte alle cosiddette applicazioni

SPMT composto da 4 linee d’assi,

possibile. Si trattava quindi di

heavy duty. I trasporti eccezionali

mosso esclusivamente da un’unità

un’occasione unica per testare la

sono una di queste mission, dove la transizione si sta spostando più sull’introduzione di carburanti alternativi come biodiesel, HVO e LNG, in grado di garantire potenze e autonomie in linea con i parametri tradizionali offerti dalle alimentazioni diesel. Ma il recente trasporto operato da Mammoet di cui stiamo per scrivere potrebbe segnare un primo passo per una transizione energetica verso l’elettrico anche nei trasporti eccezionali.

54

we are

access equipment


I vantaggi dell’uso dell’ePPU

appunto con l’obiettivo di

“L’ePPU è un passo davvero

sostituire la normale propulsione

importante nel modo in cui

endotermica degli SPMT con

supportiamo i nostri clienti con

un’alimentazione completamente

progetti di decarbonizzazione”

rinnovabile, come è appunto

ha spiegato Ludo Mous, Direttore

quella elettrica. A complicare

delle Operazioni di Mammoet

ulteriormente le cose sono stati

Europe. “Ma in questo caso, i

gli spazi a disposizione per le

vantaggi non si sono limitati solo

varie manovre, estremamente

a un contenimento delle emissioni

ristretti. Per questo motivo il

di anidride carbonica. Siccome le

convoglio

operazioni di spostamento si sono

che doveva

nuova tecnologia ePPU sviluppata

“Siamo lieti che l’ePPU abbia funzionato come ci aspettavamo” ha dichiarato Ludo Mous, Direttore delle Operazioni di Mammoet Europe. “Ci aspettiamo che la domanda di trasporti eccezionali green divenga elevata in futuro, in particolare per i progetti che cercano soluzioni più sostenibili o in cui le emissioni devono essere ridotte al minimo per motivi di sicurezza, come progetti civili che si svolgono all’interno di tunnel o lavori all’interno di impianti nucleari”.

allontanare il vecchio reattore e

concentrate in aree estremamente

portare quello nuovo in posizione

ristrette, l’uso di una propulsione

per il sollevamento finale scelto

normale avrebbe significato

contempo un ambiente di lavoro

da

esporre i nostri operatori a una

molto più silenzioso”.

soli 4 linee d’assi, estremamente

quantità di emissioni nocive

Il successo di questo trasporto

compatte, cui il pacco ePPU

troppo concentrata, cosa che

eccezionale eseguito con l’uso

posizionato a un’estremità

avrebbe richiesto la messa in atto

di SPMT full electric segna per

fungeva non solo da sistema

di una serie di azioni di protezione

Mammoet e il settore dei trasporti

di propulsione, ma anche da

e contenimento dei fumi.

eccezionali in generale l’inizio di

contrappeso per bilanciare il peso

Utilizzando la propulsione ePPU,

una nuova, entusiasmante era.

dei reattori una volta in posizione

abbiamo eliminato completamente

Sebbene ci sia ancora del lavoro

di trasporto.

questo problema, creando al

da fare per garantire che l’energia

ammoet era composto da

elettrica sia sufficiente per l uso di convogli SPMT su larga scala, la tecnologia ePPU è ora collaudata e pronta per essere implementata in una più ampia gamma di lavori in tutto il mondo.

Mammoet Italia Via Domenico Balestrieri, 6 20154 Milano (MI) Tel. +39 02 5770 1938 www.mammoet.com we are

access equipment

55


# G r e a t . M a c h i n e s . W o r k i n g / @H A U L O T T E

Noleggiare la qualità n i it in c Mollo Noleggio, tr le i i ort nti aziende di noleggio nel nor n ion le c e oltre a offrire er i i e ic ci i id i rc i i re ti io i tr c i lotte

U

Per Mollo Noleggio, Haulotte è tra i principali fornitori di piattaforme semoventi articolate elettriche

n parco nolo

Punto di riferimento

costantemente

nell inno

rinnovato, una continua

Mollo Noleggio è punto di

formazione dei

riferimento nel mercato italiano,

ione

collaboratori, progetto welfare

si distingue per professionalità ed

per incrementare il benessere del

esperienza nel campo del noleggio

lavoratore e della sua famiglia,

con un offerta di macchine e

servizi di ualit ed efficace

servizi davvero completa ed

attività post-vendita. Tutto

efficace.

questo, e molto altro, rappresenta

attenta anche all’innovazione

Mollo Noleggio, realtà nata negli

tecnologica e allo sviluppo

anni Settanta ad Alba (CN) che,

sostenibile, ed è stata la prima, in

sviluppando le proprie capacità

Italia, a implementare il sistema

è diventata oggi una delle più

di firma digitale dei contratti

importanti aziende di noleggio

di noleggio, per semplificare le

nel panorama italiano e tra le

procedure e rendere più autonomi

prime

in uropa, affidandosi

i clienti. Inoltre sta rinnovando il

a oltre

dipendenti operativi

proprio parco nolo con l’acquisto

presso

centri nolo distribuiti

a l azienda è sempre

di mezzi dotati di tecnologia

in Piemonte, Liguria, Lombardia,

all’avanguardia nella riduzione

Veneto, Emilia-Romagna,

delle emissioni inquinanti, per un

Toscana e Umbria. Guidata dai

maggiore rispetto ambientale.

titolari, i fratelli Mauro e Roberto Mollo, l’azienda si è distinta negli

56

we are

access equipment

n

ott co

let

anni come eccellente partner

Con più di 9.000 unità tra

nel panorama del noleggio e per

piattaforme aeree, mezzi

essere tuttora una realtà

per il sollevamento, gru per

made in Italy al 100%.

edilizia, autocarri, escavatori


e macchine movimento terra, macchine e attrezzature edili, generatori e torrifaro, bagni mobili, monoblocchi e container, l’azienda vanta oggi una delle maggiori otte disponibili in Italia. Mauro Mollo, Presidente di Mollo Noleggio, ci spiega che per offrire tanti servizi di elevata qualità, l’azienda investe molto sulla ricerca e innovazione per poter disporre di una gamma di prodotti efficienti e un parco macchine in costante

perché disporre di un mezzo

di edifici e in ambienti sensibili

rinnovamento. “La nostra non

nuovo è sinonimo di affidabilit e

alle emissioni: centri storici, zone

solo è una delle maggiori otte

sicurezza. Abbiamo in previsione

residenziali, giardini e parchi,

disponibili in Italia afferma

lo sviluppo della gamma green,

scuole, edifici pubblici, industrie

“ma è soprattutto estremamente

con l’introduzione a noleggio di

alimentari e farmaceutiche”.

“giovane”, con un’età media di

nuove soluzioni elettriche, litio,

soli , anni. uesto è un aspetto

ibride e Euro 6, per soddisfare la

molto importante quando si

crescente richiesta di attrezzature

t nti

parla di macchine a noleggio,

in grado di lavorare all’interno

Come spiega Mauro Mollo,

ollo

ole

io e

nti in co

lotte ne

nell offerta della otta noleggio aziendale, le macchine Haulotte trovano ampio spazio e ricoprono un posto d’onore. “Proprio come noi infatti, Haulotte è un’azienda particolarmente attenta al servizio offerto ai clienti afferma

auro

ollo “e

punta sull efficienza e la ualit . Per questo motivo è tra i nostri principali fornitori per quanto riguarda le piattaforme verticali e semoventi articolate elettriche”. Anche le piattaforme a forbice Haulotte fanno parte del folto parco macchine di Mollo Noleggio

Le tipologie più richieste dai clienti rientrano nella gamma 6-16 metri, macchine agili in grado di lavorare anche in ambienti ristretti come quelli dei capannoni industriali, e di raggiungere altezze elevate.

Un premio all’innovazione

I

l 21 marzo scorso si è svolta a Parigi l’edizione 2022 del Mat d’Or, che premia le migliori soluzioni (macchine, attrezzature e tecnologie) per il settore delle costruzioni. In tale contesto, le piattaforme a braccio articolato elettriche SIGMA16 e SIGMA16 PRO hanno ricevuto il premio “mezzo innovativo” dai professionisti del settore delle costruzioni, e questo è il terzo anno consecutivo che Haulotte vince il premio Mat d’Or nella categoria mezzi di sollevamento. Caratteristiche vincenti sono state l’ampio spazio di lavoro, i movimenti simultanei, l’agilità sia in spazi interni che esterni, così come la manutenzione quasi

nulla. Produttive, confortevoli e sicure, queste piattaforme offrono la maggior area di lavoro della categoria disponibile sul mercato. Grazie all’altezza del punto di articolazione e all’eccellente sbraccio, superano con facilità ogni ostacolo per raggiungere le aree di lavoro più remote. Il braccio jib con rotazione orizzontale garantisce un avvicinamento preciso e sicuro senza dover riposizionare la macchina. uesta essibilità di movimento consente agli operatori di risparmiare tempo prezioso con manovre e di raggiungere aree di lavoro non accessibili con un normale braccio articolato. we are

access equipment

57


# G r e a t . M a c h i n e s . W o r k i n g / @H A U L O T T E

Haulotte non è solo vendita Mollo Noleggio vuole garantire un servizio rapido ed efficiente, offrendo una fornitura e assistenza rapida e puntuale. E in tutto questo, l’azienda è supportata egregiamente da Haulotte, sempre velocissima a intervenire in caso di necessità sia sulle macchine in cantiere sia su quelle presso i centri noleggio. Haulotte infatti, ha compreso l’importanza del Service e cerca sempre soluzioni nuove per venire incontro ai suoi clienti e, come sottolinea Mauro Mollo, proprio in questo particolare momento di grande difficoltà nel reperimento dei ricambi, Haulotte si pone con professionalità e onestà cercando sempre di risolvere qualsiasi problematica per assecondare al meglio le esigenze dei clienti.

celt di

competenza e innovazione sono

lità

Molto soddisfatto del prodotto

carte vincenti e questi sono

Haulotte che è semplice, di

valori su cui punta moltissimo

buona qualità e risponde in

anche Haulotte”. E aggiunge che

modo adeguato alle esigenze

la gamma Haulotte è davvero

del mercato, Mauro Mollo

completa, e in particolare risulta

ci spiega anche i motivi che

interessante lo sviluppo delle

lo hanno portato a scegliere

macchine elettriche per esterno,

questo marchio. “Haulotte ha

ad esempio le semoventi ibride

una storia pluricentenaria nel

o ull electric. Inoltre, la fiducia

campo della costruzione di

di Mollo Noleggio verso Haulotte

macchinari per il sollevamento

si rinnova, e per il biennio l azienda ha pianificato

di persone e materiali. La nostra partnership nasce oltre

anni

l ac uisto di

piatta orme

fa e da allora Haulotte fa parte

aeree Haulotte, di vari modelli

dei nostri principali fornitori

e altezze.

storici. Abbiamo continuato questo rapporto perché ci ha sempre proposto macchine e attrezzature che rispondono appieno alle esigenze dei clienti

Mollo Noleggio .so anale Loc. Mussotto lba

e che garantiscono loro massima sicurezza in fase di utilizzo. Per Mollo Noleggio esperienza,

58

we are

access equipment

el. www.mollonoleggio.com


#DO.YOU.KNOW? CANTIERI

A Brescia Gra e al s o e

c en e e co

a ron a o con ac l resc ano con c la ro r a co an

ac

ca ac

le o arco

alc n n erven

acc ne,

erco rav e Profila , con a e

rn

v

l n ovo la

na one

ro o

na o o

a

en are

na o o

, o era vo alla fine el

la

ro ecno a

n n a oso la ar

ea

, ass c rer l n

na

ro ecno

s a a ro a on s a nella ase ell n erven o rela va alla osa elle s r

re n car en er a

are e, ella co er ac co

e

e eor c e ell e fic o

resen a el n ovo la

n

e all ca, e a

ra e el rela vo s s e a erose

e ec l ar

rese

na o o anno n a

eleva o

a a or e

ona en

s al

en o elle

ella s r

ra e la

e na e nella real r c es o n n

lavoro eleva l

ero

PONTEGGI

a one

Incredibile...ma elettrico!

ol o

P

Per

www.eurotecno.it

a

e ere n s c re

a an

sol

a le acc a e elle Proc ra e

arco a ene a, l

resa

os rl a o

one oco nvas va sce l en o n on e

P los o con asso n on e nore occ

v

ras or are v a ac n al e

a o n na c

a one e l s a

erose a

r s e oa

n on e

co

ar e con n a erra,

erc al , n

aea

e a

o er l

re n

o o

CINGOLI IN GOMMA RUBBER PADS VERRICELLI ED ARGANI CINGOLI IN FERRO COMPONENTI SOTTOCARRO MOTORI IDRAULICI RUOTE ANTI-FORATURA FILTRI RAMPE

or an

eros v ncol

a n er eren a con o

a raversan o P a

o e l van a

a ersone e a re

n ero es

www.pilosio.com

www.clmcomponentscom

osollevan e

a scel a a avore

o ele r co s a a ra or a a a a or

er n can ere s le n

oa

a o v s vo s lla acc a a

ove n a o er na

ele en a an

resa

a

arco

ras or are

a evole e s c ro


# C o m p a n y . Vo i c e s / @C T E

CTE, nuova strategia CTE rivede i processi aziendali, l’organizzazione industriale, e fa partire un nuovo progetto per un futuro più rispettoso dell’ambiente

N

uove e ambiziose sfide e a diventare sempre pi un punto attendono per i di ri erimento nel mercato del prossimi anni, ed è per sollevamento . uesto che l azienda, nel corso del recente ales or shop Innovazione verde incentrato sul tema “ erso una a anni contribuisce alla nuova era , ha presentato una salvaguardia dell ambiente con nuova rganizzazione che prevede piatta orme aeree in grado di una struttura e un modello pi svolgere attivit di manutenzione moderni, per affrontare un piano urbana riducendo le emissioni di di sviluppo strategico. Il nuovo gas in uinanti e astidiosi rumori. organigramma prevede la ale visione oggi si consolida suddivisione in due grazie alla creazione di macroaree, uella un progetto interno incaricata di all azienda sviluppare le denominato attivit di reen espansione Innovation che strategico racchiuder commerciale, tutte le attività sotto la aziendali direzione legate di arco all ambito della ovoni, che sostenibilit . assume la carica er perseguire di icepresidente uesto obiettivo, irezione ommerciale l azienda ha individuato in e ar eting, e uella reen- lectric ehicles il arco ovoni peration, sotto la irezione assume, in , partner ideale, che condivide di atteo onfiglioli, con con valori importanti la carica di icepresidente la carica di icepresidente come innovazione e irezione irezione perativa, allo sostenibilit , e sotto la spinta ommerciale e scopo di rivedere i processi di uesto binomio è nato il ar eting aziendali e l organizzazione progetto di sviluppo di una industriale con le sue dinamiche piatta orma autocarrata elettrica ricercando la massima efficienza e allestita su autocarro totalmente ualit . “Il nuovo iano Industriale elettrico. e la nuova organizzazione afferma Il progetto del prototipo è iniziato Lorenzo ipriani, ondatore di nell autunno del e nei prossimi e ice residente esecutivo mesi verr presentato al mercato “ci porteranno nei prossimi anni e sar il capostipite di una intera a raggiungere gli obiettivi definiti nuova gamma.

60

we are

access equipment

CTE senza confini

asce la nuova orth merica orporation, che si approccerà al mercato nord americano garantendo essibilità e sicurezza, caratteristiche fondamentali e sempre pi richieste dai clienti. i tratta della nuova azienda creata da p per commercializzare in U e anada in un primo momento la gamma di prodotti , semoventi cingolati da a 2 m di altezza di lavoro, con relativo servizio di post vendita, ed in futuro anche la gamma di autocarrate. on sede a illington, in onnecticut, la filiale è stata creata in partnership con il dealer americano di nnovative oisting LL . uesta partnership è un’evoluzione organica dello sviluppo della linea di prodotti ui negli tati Uniti e in anada spiega ichael nazzo, Presidente di orth merica e direttore di nnovative oisting LL . iamo orgogliosi di fare parte della famiglia e non vediamo l’ora di servire al meglio i nostri clienti insieme a .

a sinistra, arco ovoni, ichael nazzo e im unt


#DO.YOU.KNOW?

DAL

PLE

la Z-45/25j RT di GENIE

MONDO

ovo loo e an e nnova on ren ono l r orno ella Gen e

S O L L E VAT O R I T E L E S C O P I C I

ancora

a

e

Gen e r ren e a o r re la an o a a a er cl en confi

n

ro a,

ra one el ro r e

an

ann , la es a

r ca e n a, con na n ova

,

l orano la Per

nel se ore anno reso

a a or a a racc o

e o r en e,

o ore a

nnova on c e ne o ale

Sempre più forte

le n r s os a a na or e e con n a o an a,

, n loo a

en one e a

assano l cos o

ra a e l a

a n consol a la resen a nel

orna o e

a l

a a or a n cavallo

lea er

a a la n

nerar o lo ale, anc e n alla s a a n a

a a or e a racc o el

ro

conco

one n an a con l

lanc o ella a

no a

es e

a a or a a

a

er l lavoro n

vas a a

a

a

ccess a ven

o er a a cl en

a secon a

na

www.genie.com

Connettività

Kit di costruzione Sistema

ov

Efficienza

Rete intelligente inclusa: Con le soluzioni idrauliche HAWE, si ottiene esattamente ciò di cui si ha bisogno: Attuatore, controlli, sensori e software applicativo da un‘unica fonte. | www.hawe.com

on

en a one e le a co

ren e

a, ass s en a e or a one n na se or e a o all a

l

l ca on

a r

na al a ore

n o

s

c e en rer o

a a er asse

r cos r re a

a

c e a

na

arecc a

www.magnith.com

Smart Hydraulics. Easy Business.

Sicurezza funzionale

e l o le es en e el

o a e la

acc na

e verr

a n

ccess orn sce sol

a ar ar e ella o a a nole

er ca a na,

ella

consen ranno

a s a o er a co

o, ven

a n

o ell

l are la ro r a o er a er s are al

acc na conse na a

con n er a essere

s ae

a

erca o locale a er al

a fil ale e

ccess, e acco n

or an nov

all a en a

nole

racc o

n

a a

con n are a so

era en ra a

or

solleva or

r ca a conse na o a

can ere nella classe ar cola o a

a

erca o r ca, ra e

as lare o re

ccess


# G r e a t . C o m p a n y . W o r k i n g / @C M C

Un ragno, ospite gradito nel Parlamento di Londra Nel palazzo di Westminster, simbolo del Parlamento inglese, entra una CMC S23 in versione ibrida per effettuare un accurato restauro

E

dificato nel

d.c.,

il alazzo di

da pandemie e con itti tra stati,

estminster

che sta provocando significativi

a Londra rappresenta

cambiamenti nella vita di molte

l identit nazionale, è sede

aziende. os , l esperto del settore

della democrazia del egno nito,

rian lec ne di tar lat orms,

luogo di interscambio e di controllo

in collaborazione con la filiale

dell attivit governativa della

britannica ufficiale

orona, ma al tempo stesso meta turistica per milioni di persone ogni anno. opre un area pari a

campi

, a fine

ha vinto la gara d appalto per ornire al prestigioso arlamento una piatta orma ragno

in

da calcio e si sviluppa in uattro

versione ibrida. oich si trattava di

piani e

un intervento delicato su un edificio

livelli diversi.

Un gioiello al lavoro

Un’altezza di lavoro di 23 m, uno sbraccio laterale di lavoro di 12,4 m, uno scavalco di 9 metri e un peso estremamente ridotto. Questa varietà di caratteristiche e di vantaggi che identificano la PL 2 risulta perfetta per un lavoro di cos elevato profilo, e rende di fatto uesta macchina la pi compatta sul mercato tra le piattaforme aeree cingolate della sua categoria. ali ualità, sommate agli eccellenti contenuti tecnologici, l’hanno fatta preferire dall’ente governativo ai prodotti di tutti i competitor. nfatti, 2 è un macchinario perfetto per raggiungere i luoghi di difficile accesso, sia per lavori all’esterno sia per uelli indoor, anche grazie alla larghezza variabile del carro che può restringersi fino a cm. noltre, 2 è in grado di stabilizzarsi correttamente e in sicurezza senza il rischio di danneggiare i preziosi manufatti architettonici del Palazzo di estminster, già parte del patrimonio mondiale dell’U e simbolo di un Parlamento Inglese sempre più moderno, accessibile e a misura di cittadino.

storico, era necessario gestire in Un compito prestigioso per CMC er conservare a lungo la sua maestosit ed essere apprezzato anche dalle generazioni uture, uesto palazzo è stato sottoposto

modo impeccabile l ac uisto per garantire che la macchina scelta osse la pi adatta alle esigenze richieste. La piatta orma

,

la pi venduta e apprezzata dagli

ad un accurato programma di

utenti d oltremanica, è entrata

restauro e rinnovamento, un

in azione a inizio aprile, seguendo

progetto in rastrutturale nazionale

l intenso programma lavori

che premier le

che comprende il restauro,

I locali creando

opportunit di ormazione in tutto

il rinnovamento e la manutenzione

il aese. i è sentita l esigenza

generale di uesto storico e iconico

di ornire un ulteriore impulso

luogo della politica londinese.

all economia interna in un periodo

“ ntrare nel alazzo di

socio-economico caratterizzato

62

we are

access equipment

estminster con una delle

A sinistra: La larghezza variabile del carro consente al ragno CMC S23 di superare gli spazi più angusti del Palazzo di Westminster

nostre piatta orme è l ennesima affermazione a livello internazionale del

ade in Ital ,

anche nel comparto industriale del metalmeccanico ha dichiarato lessandro

astrogiacomo,

irettore ommerciale stero di

.

CMC ia itritto ari

I

LI

el. .cmcli t.com


# Te c h n i c a l . N o t e s / @N I E D E R T S T Ä T T E R

Il cantiere del futuro

Il simulatore si compone di 4 schermi che garantiscono un’esperienza immersiva totale, integrata dall’utilizzo di visori VR, tastiere e comandi wireless aggiuntivi

L’esoscheletro, indossabile come un indumento da lavoro, è composto da una struttura sottile e essibile in fibra di carbonio, rivestita con tessuto traspirante ad alte prestazioni

L’

edilizia del futuro è di

il cliente. “Anche quest’anno”

casa per Niederstätter,

afferma aniela “vogliamo

leader nel mercato del

continuare il nostro percorso di

noleggio di macchinari

ricerca e utilizzo di tecnologie

edili che ha l’obiettivo di

e innovazioni che possano

migliorare sempre di più il

modificare in meglio il comparto

settore delle costruzioni con

edile, ancora troppo legato

tecnologie innovative e

alla tradizione. Siamo convinti

strumenti all’avanguardia. E

che queste nuove tecnologie

La stampante 3D è uno strumento dall’alto potenziale per l’edilizia 4.0 che affiancherà il metodo di pianificazione , uilding nformation Modeling

consentiranno ai lavoratori più giovani, ma anche a quelli più anziani, di affacciarsi ad un nuovo modo di intendere il lavoro in cantiere garantendo molti benefici a chiunque le utilizzerà”. E a proposito di nuove tecnologie, nella Niederstätter Academy di Vadena è ampiamente utilizzata

proprio come sottolinea Daniela

una gamma di strumentazioni

Niederstätter, membro del

davvero uniche in Italia. Oltre a

consiglio d’amministrazione

diversi corsi di formazione per

dell’azienda, l’azienda altoatesina

gli operatori del mondo edile,

crede ermamente nei benefici

l’azienda, da sempre sensibile

dell’innovazione, e considera

alle innovazioni e alle novità nel

sempre di più la digitalizzazione

campo edile, mette a disposizione

del settore edile una valida

nella sede altoatesina un

strategia anche per questo nuovo

simulatore per la guida e l’uso

anno, grazie alle tecnologie uniche

virtuale di macchine edili, una

in Italia per ampliare l offerta e

stampante 3D e uno speciale

rendere i servizi di consulenza e

esoscheletro, strumenti con i quali

pianificazione erogati sempre pi

sarà possibile rivoluzionare il

efficienti, precisi e completi per

cantiere del futuro.

Il futuro è qui

Il simulatore di realtà virtuale Tenstar permette un training virtuale tramite simulazioni di guida di macchinari del settore edile, dei trasporti, dell’agricoltura e del settore automobilistico. L’esoscheletro MATE-X è un prodotto rivolto a migliorare la qualità del lavoro manuale, con un uso ideale in condizioni ambientali estreme, come spesso accade nei cantieri edili. La stampante 3D, versatile nelle sue applicazioni in campo edilizio, consente la creazione di modelli digitali da cui stampare elementi sostitutivi per macchinari danneggiati e l’ottimizzazione nei tempi di produzione, di consegna e di gestione del magazzino si tratta di uno strumento dall’alto potenziale per l’edilizia .0 che affiancherà il già pi diffuso metodo di pianificazione , uilding nformation odeling. we are

access equipment

63


# I L#.TNOORTTIEZLILEI N O

MA ANCHE NO. O FORSE SI I “ripieni” più interessanti, stravaganti o insulsi andati on air nelle ultime settimane. er ri ettere ridere o CANTIERI

SOCIETÀ/1

“Gentile Briatore, mi creda, non è facile fare una valutazione sull’andamento dei

LA GUERRA IN CASA

GENIALE

lavori autostradali stando seduti in auto, senza sapere cosa accade nei nostri cantieri. La attendiamo per visitarli insieme: siamo aperti 24 ore su 24, 7 giorni su 7, scelga Lei ora e giorno”. Questa la risposta dell’AD di Autostrade Roberto Tomasi a Flavio Briatore, dopo l’attacco di quest’ultimo che, rimasto imbottigliato in A10 a causa dei cantieri, aveva detto che la situazione è gestita da “incapaci”.

“Raid baby gang razzista contro migrante, video sui social. Calci, pugni e insulti razziali nei confronti di un enne

www. ansa.it

i r nte del

i

etto

da disabilità psichica, aggredito in

SOCIETÀ/2

un parco pubblico di Pietrasanta, in

LA GUERRA VINTA

provincia di Lucca”.

“Disoccupato trova borsa con mille euro e la restituisce alla

Questi autentici geni hanno inoltre

mamma che l’aveva persa. Il protagonista è Mohammead

ripreso l’aggressione e per

Imran, richiedente asilo

vantarsi hanno postato il video

pachistano senza lavoro”. La guerra vinta è

sui social (e quindi sono stati

quella della civiltà, dell’educazione,

beccati dai carabinieri).

dell’onesta e della cultura. Valori che

Se sei del “colore sbagliato”

hanno la cittadinanza

in Italia può essere rischioso

internazionale.

www.corriere.it

anche passeggiare in un parco, non solo

SPORT/1

SFIGA COSMICA

lavorare in altezza.

“Vince una tappa ed entra nella

www.ansa.it

storia, ma il tappo dello spumante lo ferisce a un occhio: Giro finito per Girmay. Mentre il primo eritreo a

SPORT/2

trionfare in una frazione della corsa

COMPLIMENTI

rosa si trovava sul podio, durante la premiazione a fine tappa, il tappo della bottiglia di spumante lo ha colpito in un occhio, costringendolo

‘’Chiediamo scusa per come abbiamo lasciato lo spogliatoio dello stadio di Palermo, di sicuro la prossima volta faremo più attenzione, stavamo provando un momento

a ricorrere alle cure mediche”.

di grande delusione e non abbiamo fatto caso a questi particolari che però fanno la

La fortuna è cieca, ma la sfiga ci

di eren

e te le

role di eon rdo on cci do o l

nc t

li c

ione l

vede benissimo. Massima immortale

Mondiale. Ricapitoliamo: dopo essersi fatti eliminare dalla Macedonia del Nord, gli eroi

e perfetta per descrivere quanto

della pedata si comportano come adolescenti senza educazione. Complimenti! Tanto si

accaduto sulle strade del Giro d’Italia

www.tiscali.it

➜ 66

we are

access equipment

sa, ai miliardari in calzoncini e calzettoni si perdona tutto...

! s k l o f l l a That’s www.ansa.it


OMS • MANITOU • HIDROMEK • REM DEVICE • KOHLER • HINOWA • MECALAC • SCANIA • JEKKO • JCB • ENTECO • BAUER MACCHINE ITALIA • IDROGRU • AL CONSULTING • COFILOC • HITACHI • CASE • WEBER • CIFA • DAF TRUCKS • VTN • VOLVO TRUCKS • HAULOTTE • TES CAR • TVH • HYUNDAI • BOMAG • GÖLZ • AUTOVICTOR • MARINI QG • SUMITOMO • PALAZZANI • SCAI • YANMAR CEE • MAN • ORMIG • WACKER NEUSON • COMACCHIO • CTE • CIANCALEONI • ZOOMLION • BRIGADE • DAT INSTRUMENTS • PERKINS • TREVI BENNE • MAGNI TH • AMMANN • SIP&T • DOOSAN • GENIE • PAGANI • ROCKWOOL • VOLVO PENTA • BU POWER SYSTEM • CGT EDILIZIA • MERLO • HELLA • JMG • HPM • CNH • KOBELCO • HOVAL • MEWA • FASB TOOLS • JLG • VOLVO CE • FASSI • EPIROC • KILOUTOU • MESSERSÌ • BOBCAT • BKT • SUMITOMO • PERKINS • JMG • VOLVO CE • ORMIG • WEBER • REM DEVICE • BAUER MACCHINE ITALIA • MARINI QG • MANITOU • HIDROMEK • CIANCALEONI • MAN • BU POWER SYSTEM • FASSI • JLG • DAT INSTRUMENTS • JCB • ENTECO • GENIE • MESSERSÌ • JEKKO • HYUNDAI • HELLA • SIP&T • KILOUTOU • CIFA • HOVAL • BRIGADE • TVH • CASE • VOLVO PENTA • PALAZZANI • HITACHI • MERLO • SCANIA • COFILOC • EPIROC • DAF TRUCKS • AUTOVICTOR • ZOOMLION • FASB TOOLS • WACKER NEUSON • CNH • KOHLER • BKT • DOOSAN • SCAI • VOLVO TRUCKS • MECALAC • AL CONSULTING • YANMAR CEE • TREVI BENNE • MAGNI TH • BOBCAT • OMS • COMACCHIO • CTE • GÖLZ • TES CAR • IDROGRU • PAGANI • HPM • HAULOTTE • HINOWA • AMMANN • CGT EDILIZIA • ROCKWOOL • KOBELCO • BOMAG • MEWA • VTN • COFILOC • BU POWER SYSTEM • TREVI BENNE • EPIROC • BRIGADE • WEBER • CNH • HAULOTTE • BKT • TVH • OMS • IDROGRU • VOLVO TRUCKS • HITACHI • MAN • AMMANN • JLG • AL CONSULTING • KILOUTOU • MAGNI TH • AL CONSULTING • AMMANN • AUTOVICTOR • BAUER MACCHINE ITALIA • BKT • BOBCAT • BOMAG • BRIGADE • BU POWER SYSTEM • CASE • CGT EDILIZIA • CIANCALEONI • CIFA • CNH • COFILOC • COMACCHIO • CTE • DAF TRUCKS • DAT INSTRUMENTS • DOOSAN • ENTECO • EPIROC • FASB TOOLS • FASSI • GENIE • GÖLZ • HAULOTTE • HELLA • HIDROMEK • HINOWA • HITACHI • HOVAL • HPM • HYUNDAI • IDROGRU • JCB • JEKKO • JLG • JMG • KILOUTOU • KOBELCO • KOHLER • MAGNI TH • MAN • MANITOU • MARINI QG • MECALAC • MERLO • MESSERSÌ • MEWA • OMS • ORMIG • PAGANI • PALAZZANI • PERKINS • REM DEVICE • ROCKWOOL • SCAI • SCANIA • SIP&T • SUMITOMO • TES CAR • TREVI BENNE • TVH • VOLVO CE • VOLVO PENTA • VOLVO TRUCKS • VTN • WACKER NEUSON • WEBER • YANMAR CEE • ZOOMLION • COMACCHIO • CTE • SIP&T • ROCKWOOL • MANITOU • CIFA • CASE • HINOWA • BAUER MACCHINE ITALIA • FASSI • HIDROMEK • GENIE • HPM • SUMITOMO • BOBCAT • WACKER NEUSON • REM DEVICE • HELLA • KOBELCO • PAGANI • VOLVO PENTA • SCAI • AUTOVICTOR • PALAZZANI • KOHLER • ENTECO • MARINI QG • MESSERSÌ • VTN • HYUNDAI • BOMAG • HOVAL • SCANIA • DAT INSTRUMENTS • MEWA • CIANCALEONI • ZOOMLION • VOLVO CE • GÖLZ • ORMIG • TES CAR • JCB • FASB TOOLS • JEKKO • JMG • MERLO • PERKINS • YANMAR CEE • DOOSAN • DAF TRUCKS • CGT EDILIZIA • MECALAC • AL CONSULTING • AMMANN • AUTOVICTOR • BAUER MACCHINE ITALIA • BKT • BOBCAT • BOMAG • BRIGADE • BU POWER SYSTEM • CASE • CGT EDILIZIA • CIANCALEONI • CIFA • CNH • COFILOC • COMACCHIO • CTE • DAF TRUCKS • DAT INSTRUMENTS • DOOSAN • ENTECO • EPIROC • FASB TOOLS • FASSI • GENIE • GÖLZ • HAULOTTE • HELLA • HIDROMEK • HINOWA • HITACHI • HOVAL • HPM • HYUNDAI • IDROGRU • JCB • JEKKO • JLG • JMG • KILOUTOU • KOBELCO • KOHLER • MAGNI TH • MAN • MANITOU • MARINI QG • MECALAC • MERLO • MESSERSÌ • MEWA • OMS • ORMIG • PAGANI • PALAZZANI • PERKINS • REM DEVICE • ROCKWOOL • SCAI • SCANIA • SIP&T • SUMITOMO • TES CAR • TREVI BENNE • TVH • VOLVO CE • VOLVO PENTA • VOLVO TRUCKS • VTN • WACKER NEUSON • WEBER • YANMAR CEE • ZOOMLION • AL CONSULTING • VOLVO PENTA • MEWA • BOMAG • TES CAR • WEBER • ZOOMLION • CIFA • REM DEVICE • PALAZZANI • JMG • FASB TOOLS • PAGANI • DAT INSTRUMENTS • HPM • MECALAC • HAULOTTE • MAN • HIDROMEK • SCAI • BOBCAT • MANITOU • KOHLER • IDROGRU • BAUER MACCHINE ITALIA • YANMAR CEE • ENTECO • VTN • COFILOC • DOOSAN • COMACCHIO • CTE • GENIE • TVH • JEKKO • CNH • JLG • MARINI QG • KILOUTOU • SUMITOMO • BRIGADE • VOLVO TRUCKS • MESSERSÌ • SIP&T • SCANIA • PERKINS • BU POWER SYSTEM • FASSI • AUTOVICTOR • KOBELCO • GÖLZ • MERLO • TREVI BENNE • OMS • HOVAL • HINOWA • CIANCALEONI • CGT EDILIZIA • ROCKWOOL • AMMANN • VOLVO CE • MAGNI TH • BKT • WACKER NEUSON


Electric Pick&Carry Cranes JMG Cranes S.p.A. Via Bergamo 142, 26100 Cremona - +39 0372 1786738 - info@jmgcranes.com - www.jmgcranes.com