Issuu on Google+

Romorantin-Lanthenay.

(France)

Collezione Franceschi

Beaulieu Cinema


Walter Franceschi

email: beaulieu@walterfranceschi.it URL: http://www.walterfranceschi.it

INDEX Presentazione e storia della collezione Il cinema amatoriale prima di Beaulieu La Saga Beaulieu Schede tecniche cineprese Beaulieu Accessori storici delle Beaulieu Indirizzi utili

pag. pag. pag. pag. pag. pag.

3 6 13 34 80 84

Uno speciale ringraziamento a: Jacques Beaulieu Gilbert Colliard Federico Cavaglià Martine Vallon Dany Chamfrault Gérard Barènes

Collezione Franceschi

pag.2


BREVE STORIA DELLA MIA COLLEZIONE e l’avventura a Romorantin-Lanthenay La collezione sotto la iniziale veste di semplice raccolta, inizia nel 1972. All’epoca sentivo la necessità di avere una cinepresa degna di questo nome e allora il nome Beaulieu era l’equivalente della Rolls Royce nel settore automobilistico. A Milano presso il negozio Photo Discount di Piazza De Angelis esisteva la vetrina dell’usato e da lì uscii con la mia prima Beaulieu. Da allora a oggi non sono più riuscito a liberermene al punto che oggi la mia raccolta si compone della totalità delle cineprese prodotte da questa stupenda ditta. Dal 5 Maggio 2007 al 08 Gennaio 2008, la mia collezione é stata esposta in prima mondiale a Romorantin-Lanthenay in Francia nel luogo esatto dove tanti anni fa questi gioielli sono stati fabbricati.

Lo Stabilimento

Sono venuti a vedere le cineprese soprattutto gli uomini che le hanno costruite e questa é stata per me la più grande soddisfazione oltre a quella di aver saputo che la mia é l’unica collezione al mondo di questo genere.

Il giorno dell’inaugurazione

L’incontro con Jacques Beaulieu figlio del mitico Marcel mi ha dato la soddisfazione e la certezza di aver messo assieme qualche cosa di unico.

Walter Franceschi e Jacques Beaulieu

Collezione Franceschi

pag.3


L’AVVENTURA DI ROMORANTIN-LANTHENAY Questo é quanto ha scritto di me il Museo-Matra di Romorantin, luogo in cui é avvenuta l’esposizione della intera Collezione Franceschi.

“A Mr. Walter dobbiamo tutto ... Tutto ha avuto inizio con un colpo di telefono..……… Alla ricerca di notizie storiche circa la società Beaulieu, un italiano contatta la signora Martine Vallon direttrice del museo della Sologne. Con questa semplice telefonata inizia tra Walter Franceschi e il museo Matra, una ricca collaborazione che Il Sindaco di Romorantin e il Direttore del Museo porta oggi a questa esposizione certamente unica nel suo genere. Walter Franceschi risiede in Valle d’Aosta. E’ il titolare di una ditta con sede a Donnas, la WAFRAN, specializzata in impermeabilizzazioni industriali e civili oltre che di isolamenti termici. La sera rientra a Hône nell’albergo gestito dalla moglie Caterina. Uomo affidabile, coscienzioso e perfezionista, Walter ha iniziato la sua collezione di cineprese Beaulieu 32 anni fa. Appassionato di foto e cinema, possedeva all’epoca una cinepresa Kodak. Desideroso di immortalare i primi passi di Silvia, sua unica figlia, cerca di acquistare un apparecchio di qualità superiore a quella di cui era in possesso. I prezzi però erano all’epoca nettamente al di sopra delle sue possibilità. Una visita in un negozio specializzato di Milano il Photo Discount di Piazza De Angelis, gli fa scoprire il mondo Beaulieu e soprattutto un mondo allora sconosciuto quello delle cineprese d’occasione. Acquista così la sua prima 4008 ZM2, ovviamente usata. “Viste come sono andate le cose negli anni seguenti, direi che questo acquisto è stato il più oneroso della mia vita! “ ricorda spesso. La prima cinepresa venne revisionata e messa a punto dall’importatore ufficiale Beaulieu per l’Italia, la ditta API di Firenze. Da allora ha così inizio una incredibile avventura. A forza di ricerche e soprattutto di tanta pazienza, il nostro uomo passa da una scoperta all’altra. La semplice raccolta diviene poco a poco una vera e propria collezione sino ad arrivare all’acquisto di uno stock intero di pezzi di ricambio messo in vendita dal concessionario Beaulieu di Johannesbourg in Sud Africa. Ricorda- “Il trasporto mi è costato più caro del materiale acquistato”. Oggi, dopo la recentissima acquisizione del modello 2016, Walter Franceschi possiede la totalità dei modelli prodotti dalla Beaulieu. Tutti perfettamente funzionanti compreso il modello ETM16 del 1946 prima cinepresa progettata da Marcel Beaulieu. Ora siete così a conoscenza che questa incredibile collezione, vera esclusiva mondiale che state per vedere, è l’opera di un appassionato transalpino autentico biografo del geniale Marcel Beaulieu.”

Collezione Franceschi

pag.4


Qualche foto dell’inaugurazione

Jacques e i suoi ex dipendenti

Jacques Beaulieu e Claude Meriau

La sala dell’esposizione

Gilbert Colliard l’interprete

Qualche foto storica

Marcel Beaulieu e Michèle Morgan

Beatrice d’Olanda

MARCEL BEAULIEU Il protagonista assente !

Claude Lelouch

Collezione Franceschi

Jean-Luc Godard pag.5


IL CINEMA AMATORIALE PRIMA DI BEAULIEU Cinepresa Pathé (1920)

Pathé Baby 1922

Collezione Franceschi

pag.6


Pathé Baby Kid 1923

Pathé Baby Super 1924

Collezione Franceschi

pag.7


Bolex G16 (1937) Sommor Armor 8 (1951)

Collezione Franceschi

pag.8


Ercsam Camex GS (1952)

Super Christen B3 (1953)

Collezione Franceschi

pag.9


Cinegel Reinette 8 (1954)

LD 8 (1955)

Collezione Franceschi

pag.10


KODAK Brownie (1962)

Agfa Movex II (1963)

Collezione Franceschi

pag.11


Singer Graflex Modello Telex Sixteen 1115 AR da 16 mm (1974)

Collezione Franceschi

pag.12


LA COLLEZIONE BEAULIEU Storia di una gloria tutta francese (di Walter Franceschi )

... dedicato a .. Marcel et Jacques Beaulieu

LA SAGA BEAULIEU Introduzione

E’ per me un grande piacere oltre che un onore, poter parlare e raccontare di una ditta che per tantissimi anni é stata l’orgoglio e il fiore all’occhiello della industria francese. Negli anni, per potermi opportunamente documentare, mi sono avvalso di tanti amici sparsi in tutta Europa (che ringrazio vivamente) sino ad arrivare, ultimamente, ad avere un simpatico incontro con Jacques Beaulieu figlio del mitico Marcel fondatore della ditta e a sua volta responsabile dei servizi tecnici e ultimo Direttore Generale della Beaulieu S.A. Da 35 anni colleziono questi gioielli e ora, in occasione di questa mostra, posso vederli tutti assieme con un solo colpo d’occhio. Vorrei parlarVi di quegli oggetti che hanno incantato i dilettanti come me, hanno sbalordito più di un professionista, hanno riscosso un successo a livello mondiale. Oggetti che hanno dominato il mercato mondiale del cinema per trent’anni relegando la concorrenza sia giapponese che americana a ruoli di secondo piano... Sto parlando ovviamente delle cineprese “Beaulieu”, pensate, immaginate, progettate e realizzate da Marcel Beaulieu. Vissuto a Rouvres-les-Bois, questo uomo é l’artefice della nascita di una leggenda, la leggenda delle cineprese Beaulieu e della loro indiscutibile e stupenda qualità che ha portato il mondo cinematografico dell’epoca a definirle le Rolls Royce della cinematografia solo ed esclusivamente per il prestigio conquistato. Collezione Franceschi

pag.13


(Su questo paragone, non sono mai stato assolutamente d’accordo ! Il motivo? Molto semplice ! E’ curioso constatare come un luogo comune molto diffuso identifica come depositaria della perfezione estetica e tecnica in materia di automobili la sola Inghilterra mentre nella realtà le produzioni inglesi non brillano certo per le soluzioni tecnologiche d’avanguardia nè per la linea dei loro modelli. Considerato che le cineprese Beaulieu restano in assoluto le più belle mai progettate e che furono realizzate utilizzando la più alta tecnologia del tempo, da buon italiano azzardo un confronto solamente con la Ferrari (fiore all’occhiello dell’industria italiana) e non certo con una Rolls....... Inoltre,..... non siamo a Romorantin.......nel paese della Matra? Azienda automobilistica geniale e innovativa...? Sicuramente, se fossi un francese, il paragone l’avrei fatto con la Matra)

Le premesse Nato nel 1908 a Parigi, Marcel Beaulieu cresce tra la regione parigina dove risiedono i suoi genitori e il Berry, più precisamente a Rouvres-les Bois vicino a Levroux. Alcuni anni più tardi entra nella scuola di Saint-Aignan nel vicino Loir-et-Cher e impara il mestiere di aggiustatore meccanico. Prosegue gli studi alla scuola Breguet, all’epoca molto rinomata, nel tentativo rimasto vano di conseguire il titolo di “ingegneur” l’equivalente italiano di perito meccanico. Inizia a lavorare nel settore della meccanica di precisione e viene impiegato immediatamente nel settore cinematografico presso le ditte Contemp-Souza e infine presso Pathé. E’ durante questo periodo che matura nel giovane Marcel l’idea di progettare una sua cinepresa.

Le prime creazioni: Alla fine della guerra, nel 1947, (a 39 anni !) Marcel trova lavoro presso la ditta ETM (Electro Technique Mècanique) dove progetta un primissimo gioiello di cinepresa con torretta girevole la ETM.16P. (Cinepresa molto ricercata dai collezionisti ma praticamente introvabile). Questo modello originalissimo, ebbe così tanto successo che Marcel Beaulieu e uno dei suoi colleghi poterono acquistare il 50% della proprietà della ETM stessa. Collezione Franceschi

pag.14


Successivamente questa ditta cambierà il nome in G.I.C. (Groupement Industriel Cinematographique) e nascerà così nel 1949 il modello GIC8 che otterrà un lusinghiero successo. (Notate come questo modello porti l’impronta inconfondibile della progettazione di Marcel Beaulieu e del modello M8) Nella nuova ditta Marcel si occupa della parte tecnica e progettuale che gli é più congeniale, il socio della parte amministrativa. Quest’ultimo, un certo Mr. Balcaen, carpendo in modo spudorato la buona fede del socio gli fa firmare una notevole quantità di documenti societari e amministrativi compromettenti al punto tale che, nel 1950 , Marcel Beaulieu si trova improvvisamente spodestato della sua posizione e soprattutto depredato della proprietà delle sue creazioni. Sia il modello ETM 16 P che GIC8 non potranno mai portare il suo nome anche se sono state il frutto della sua mente.

La nascita:

Amareggiato e ben deciso a non entrare mai più in alcuna società, nel 1951 creò la propria azienda. Finalmente potè così dare libero sfogo alla propria creatività, intuito e genialità. Cercò immediatamente dei locali che trovò in avenue Roger Salengro à Champigny sur Marne (94) e lì, in un minuscolo appartamento, progettò e realizzò i suoi primi due gioielli. Nel 1951 naque il modello M16 che per la prima volta avrà il marchio “Beaulieu”. Si tratta di un modello a 16 mm mono obiettivo con ottica Som Berthiot. Carica a molla. Velocità variabile. Mirino ottico con correttore delle parallasse. L’effettivo della ditta era in quell’anno di 5 dipendenti. Nel 1952 fu la volta del modello T16 praticamente identico al precedente ma per la prima volta con una torretta con due obiettivi sempre Som Berthiot. Subito dopo arrivò il modello T 9,5 e i dipendenti salirono a 8. E’ dello stesso periodo il primo proiettore 8mm del quale si hanno pochissime notizie circa la progettazione e il luogo di fabbricazione. Non ho trovato elementi validi per poterlo affermare con certezza ma presumo che questo modello sia nato a Champigny sur Marne. Collezione Franceschi

pag.15


Nel 1953 i dipendenti sono 10. Queste solide cineprese ebbero immediatamente un grande successo di vendite e il risultato fu che Marcel Beaulieu fu costretto un’altra volta a cercare dei locali più ampi. 1954. L’effettivo é ora di 20 persone. In un locale industriale 60 rue Auguste Comte à Fontenay sous Bois (94) ha inizio una vera e propria produzione con l’assunzione di 20 dipendenti e con una fabbricazione media mensile di 900 cineprese da 8 mm e 40 da 16 mm.

Nasce il modello M8 e T8 e proprio quest’ ultimo viene offerto al presidente della Repubblica (Renè Coty) essendo il prodotto più rappresentativo della produzione cinematografica francese. Da allora il modello T8 viene identificato da tutti gli appassionati con il nome “President”.

Nel 1955 viene presentato il modello M 8. Nel 1956 i dipendenti sono 30 La ditta ha ormai proporzioni tali da non essere più in grado di reggere le richieste ed é proprio in quell’ anno che Marcel Beaulieu ha un incontro decisivo che condizionerà tutta la successiva storia della Ditta. In quell’anno conosce l’importatore degli orologi Omega, la Maison Brandt Freres di Charenton-le-Pont che diventerà l’agente generale esclusivo per tutto il mondo e che gli assicurerà il servizio commerciale di cui Beaulieu aveva bisogno per farsi conoscere fuori della Francia ed iniziare così ad esportare. (Vedremo più avanti come questo e altri errori di tipo commerciale furono una delle cause principali del velocissimo declino della ditta) Collezione Franceschi

pag.16


Nello stesso anno Beaulieu crea un nuovo modello la R16 destinata agli appassionati molto più esperti. Più che a comuni appassionati la cinepresa é per i professionisti. (In Beaulieu venivano definiti semi-professionisti). Si tratta, infatti, della prima cinepresa reflex al mondo nel formato 16 mm. Questo modello e i successivi resteranno per sempre nella storia della cinematografia moderna. Dalla versione iniziale con carica a molla sino agli ultimi modelli super-elettronici questo modello fu prodotto sino al 1986 quindi per ben 30 anni. La R16 nella versione al quarzo venne prodotta dalla Beaulieu Industries e, ancora oggi, viene utilizzata da alcuni professionisti per la creazione di spot di tipo pubblicitario! Questo modello ottiene immediatamente un successo strepitoso. La società si trova così costretta ad assumere un’altra dimensione arrivando all’assunzione di altri trenta dipendenti. La tecnologia incredibile di questo modello porterà una quantità enorme di benefici anche ai modelli 8mm e successivamente super 8 i quali beneficeranno di parecchia della tecnologia del 16 mm. Siamo alla fine del 1957 e l’organico della ditta conta ormai di 50 dipendenti.

Nel 1959 arrivano i modelli MR 8,

la TR8

e il proiettore P 8.

Collezione Franceschi

pag.17


Ancora una volta Beaulieu é costretto a cercare una sede più adatta alla nuova struttura che tende ad ingrandirsi sempre di più. Beaulieu si guarda in giro e cerca nella zona dove é nato inutilmente, quindi si rivolge più a Sud e trova una possibile sistemazione nella zona industriale di Chateauroux dove pensa di stabilirsi. (Chateauroux si trova vicinissmo a Rouvres les Bois dove ha trascorso la sua infanzia) Il sindaco dell’epoca gli disse: ” Qui abbiamo gli americani e per il momento non é prevista alcuna espansione industriale!” Che errore madornale se si considera l’evoluzione e lo sviluppo che ebbe la ditta negli anni seguenti! Marcel Beaulieu cerca ancora e infine trova tra Parigi e Rouvres-les-Bois una zona industriale in fase di sviluppo. Si tratta della prima zona industriale di Saint Marc di Romorantin -Lanthenay. Nello stesso anno e nella stessa zona industriale si installerà anche Deutch et Bonnet che diverrà successivamente la Matra (automobili) ditta che il destino porterà alla stessa fine per le stesse cause. Successivamente nel 1960 Beaulieu accetterà di restituire alla città di Romorantin i locali acquistati insediandosi definitivamente in Rue des Capucins 60.

La consacrazione:

A Romorantin porta con se tutto il personale tranne dieci dipendenti che lascerà a Fontaney sous Bois per assicurare il servizio di assistenza post vendita. Dopo aver reso i primi locali de Saint Marc al Comune, si installa al 60 di rue des Capucins, un insieme di fabbricati composti dall’officina vera e propria (dove oggi ha sede L’Espace automobiles Matra) e l’immobile Guérin. Non basta, le richieste aumentano a vista d’occhio e così le assunzioni sino ad arrivare ad un organico record di 270 dipendenti nel 1976 (Quasi totalmente donne) Le esportazioni rappresentano il 70% del fatturato pertanto Brandt Frères sarà costretta ad assoldare una trentina di agenti stranieri per la vendita dei materiali all’estero. (Soprattutto per la Germania e Stati Uniti) Era una tradizione. Ogni due anni a Romorantin si trovavano gli agenti di vendita di tutto il mondo per fare il punto sia delle prospettive di vendita che il resoconto del venduto. Questi incontri si rivelarono molto fruttuosi e non fecero altro che creare incentivi per nuovi sviluppi tecnologici. Beaulieu non smette di rinnovare i propri modelli di alta gamma ma nello stesso tempo, non contento di questi risultati, mira ad acquisire una clientela di livello più basso dotando però le sue cineprese “economiche” della stessa tecnologia Reflex e regolazione del diaframma automatico dei modelli di lusso. Collezione Franceschi

pag.18


Nel 1960 appare il modello MCR 8.

Quindi nel 1961, i modelli MAR 8,

MAR 8 G , R 9,5 e i dipendenti sono ormai 60.

Nel 1962 é la volta del modello R 16 Reflex Control. Alla fine dell’anno i dipendenti sono 70.

Nel 1963 é la volta della R 9,5 Reflex Control. I dipendenti sono 80.

1964 arriva la MAR 8 automatic. I dipendenti sono 90.

Collezione Franceschi

pag.19


Siamo nel 1965. I dipendenti sono ora 100 e il modello R16 appare nella sua nuova versione elettrica!

KODAK annuncia al mondo la nascita di una pellicola di nuovo formato. Si chiamerà Super 8. Il 1° Maggio 1965 all’ IPEX di New York (International Photographic Exhibition), a pochi mesi dalla notizia data da Kodak, Beaulieu presenta il modello 2008S: la sola cinepresa europea in formato Super8 dalle caratteristiche assolutamente fantascientifiche per l’epoca. Offre visione reflex, ottiche intercambiabili, presa per il registratore sonoro e altro ancora. In quel periodo non esiste alcuna concorrenza sia in America che in Giappone. Nasce allora la frase che paragona la Beaulieu alla Rolls Royce. E Beaulieu non demorde, si accorda con la ditta Angenieux famosa per la qualità delle sue ottiche e così equipaggia i suoi modelli con le ottiche più performanti del momento. Nel 1966 esce la versione R16 Synch. I dipendenti sono 130.

Durante questo periodo ha luogo un evento molto importante. Marcel Beaulieu viene contattato dal Mr. Michaud nella qualità di intermediario della ditta Ferrania France del gruppo 3M che gli propone l’acquisto della Beaulieu SA per un valore del 50% del volume d’affari annuale che allora era di circa 40 milioni di franchi. Pertanto l’offerta é di 20 milioni di franchi equivalenti ad una cifra odierna (2006) di circa 3.050.000 €.. (Vorrei far notare che il calcolo é stato il solo frutto di una valutazione matematica ma se si tiene conto dell’inflazione e del potere di acquisto, la cifra dovrebbe essere moltiplicata per 6) Era una cifra enorme eppure Marcel rifiuta. Non volle assolutamente vendere i «suoi bambini» come li chiamò. (A distanza di tanti anni come ci pare una decisione avventata! E come é vero il detto che la fortuna non passa mai due volte! Una decina di anni dopo, in piena crisi economica, confesserà al figlio Jacques:»Ora si che sarei daccordo di vendere!») Collezione Franceschi

pag.20


Il 1967 é l’anno della realizzazione del modello S1800 che però non sarà mai prodotto in serie e del quale esiste il prototipo presso il Technopole di Metz . (collezione offerta dal sig. Jean Ferras ex Direttore Generale della Beaulieu Industries al sig. Jean Rausch ex ministro del commercio durante il governo di Raymond Barre e attuale Sindaco di Metz. La collezione, oggetto di una esposizione permanente, é visitabile su prenotazione. E’ inoltre consultabile presso il sito internet) http://www.cescom.fr/beaulieu/flash/index_flash.htm

Nel 1968 vengono commercializzate due varianti della R16, la R16/60 EL semi auto

e la R16/60 EL auto.

Nel 1969 é la volta della 4008 S, la prima cinepresa di sorveglianza .

Nascono il modello 4008 ZM equipaggiato per la prima volta di ottiche che permettono la macrofotografia (Riprese cinematografiche alla distanza di 1mm dall’obbiettivo!) e altro ancora......

Collezione Franceschi

pag.21


Nel 1970 arriva il primo modello di cinepresa di sorveglianza equipaggiato con il corpo della CRE16. (evoluzione della R16)

Nel 1970 al Meeting International di Cannes (MIPTV) viene presentata la 6016 conosciuta successivamente con il nome più semplice di News 16. Sarà la cinepresa preferita dai registi dell’epoca. Da François Reichenbach a Jacques Ertaud a Claude Lelouch. E’ la prima cinepresa da spalla del mondo. (Ora, con le videocamere, sembra una cosa normale ma all’epoca le cineprese non si erano mai appoggiate alle spalle) E’ tremendamente silenziosa cosa importante quando si gira con il sonoro in diretta. Un unico difetto....... può contenere una pellicola di soli 60 mt di lunghezza quando tutti gli utilizzatori ne richiedevano almeno il doppio se non di più. (All’epoca il cambio di pellicola era un’ operazione lunga e difficile) Questo difetto é la sola causa che non ha fatto avere a questo modello il successo che avrebbe invece largamente meritato al punto tale che invece di una produzione preventivata di almeno mille pezzi se ne fecero solamente una ventina di esemplari. Le idee innovative e la tecnologia di questa macchina furono successivamente riprese per la realizzazione della prima telecamera. La News 16 resta comunque nella storia come la cinepresa utilizzata nel 1972 per documentare il viaggio di Nixon in Cina. ……..e come referenza direi che non é poco! Collezione Franceschi

pag.22


Arriviamo così al 1971 e per quest’anno sono messi in produzione: La RC16/60 EL autozooming

e il modello 4008 ZM II. I dipendenti sono 170

Nel 1972 viene realizzato il modello S3008 che non sarà mai prodotto e il cui prototipo si trova anch’esso presso il Technopole di Metz. Siamo nel 1974 e le necessità aziendali di produzione portano gli effettivi a 190 e successivamente a 200 persone.

Nasce il modello 4008 M3

Un comunicato sensazionale arriva improvvisamente nel mondo del cinema. Kodak esce con una novità mondiale. Nasce la pellicola super8 sonora. Beaulieu non si fa cogliere impreparato e presenta il modello 5008 S la prima cinepresa sonora al mondo! Questa presentazione gli fa riservare gli onori di tutta la stampa mondiale. Collezione Franceschi

pag.23


Non contento di questo successo Beaulieu si concede il lusso di fabbricare nel 1975 una cinepresa sonora (il modello 1008S) direttamente in casa del nemico più agguerrito... il Giappone e anche lì é un successo di vendite. (NB: ricordiamo più avanti questo fatto avvenuto in casa Sony !) I dipendenti sono ora 225 e il fatturato tocca il record di 80 milioni di franchi. E’ stata una annata record ma é anche l’anno dell’arrivo del video che stà per assestare un colpo tremendo a tutto il mondo del cinema. Marcel Beaulieu ha 68 anni e non crede assolutamente a questa nuova tecnologia semplicemente perché vede che la qualità dell’immagine video é nettamente inferiore a quella del «suo» cinema. Jacques, al contrario, intravede e soprattutto prevede il possibile disastro al punto tale che più tardi affermerà : “le cinéma est foutu !”

Le avversità e il declino: Siamo nel 1976, sono usciti i modelli 4008 ZM4 (un vero capolavoro!),

la 3008SMS

e la 5008SMS.

Collezione Franceschi

pag.24


Beaulieu é ora certo che la qualità delle sue macchine é al culmine ma é altresì convinto che la qualità dei proiettori non é alla loro altezza. Provvede immediatamente e nel 1976 esce con un proiettore incredibile il modello 708 che successivamente sarà anche in versione stereo e HP per proiezioni in sale lunghe più di 20 metri. Il proiettore poteva supportare bobine sino a 700 metri e quindi proiezioni di 2 ore consecutive. Nello stesso periodo oltre al figlio Jacques , Marcel impiega anche il fratello Roger di professione sellaio a Rouvres-les-Bois commissionandogli le borse in pelle e cuoio con cui venivano corredate tutte le cineprese. Siamo al culmine dell’espansione della Beaulieu S.A. che ora impiega 270 persone. Malgrado gli sforzi e l’indubbia creatività, il volume d’affari non supera i 50 milioni di franchi e la crisi comincia a farsi sentire non solamente in casa Beaulieu ma in tutta la zona di Romorantin. Anche aziende locali come Chalet Ideal e Précis hanno gli stessi problemi e iniziano così i licenziamenti. La fine si avvicina inesorabile Nel 1977, Beaulieu é costretto a ridurre il personale a 180 unità e il volume d’affari scende a 39 milioni di franchi. E’ però nel 1978 che Marcel Beaulieu ormai settantenne, decide di ritirarsi e di lasciare le redini dell’azienda al figlio Jacques. La ditta purtroppo é nella tempesta più completa e per Jacques non si annunciano certamente bei tempi.

Tocca quindi a Jacques Beaulieu, nuovo Direttore Generale, l’onore di presentare al mondo quella che viene unanimemente definita la più bella cinepresa di ogni tempo. Il modello 6008 S.

Collezione Franceschi

pag.25


Jacques non disarma e malgrado le innumerevoli avversità inizia a fabbricare una nuova cinepresa. Con lo scopo di diminuire i costi la fa costruire in Giappone dalla Bell-Howel : il modello 1008 XL. (NB: siamo sempre in casa Sony !)

L’avvento del video, però, ha assestato al settore cinematografico un colpo troppo forte soprattutto ai prodotti di gamma alta. La crisi economica inoltre non fa altro che amplificare il fenomeno. Basti pensare che una cinepresa Beaulieu del tipo 5008S (la prima in super otto sonora) costava 8.800 franchi (circa 4.700,00 € di oggi -maggio 2007). D’altro canto, Jacques ha una miriade di difficoltà soprattutto nell’approvigionamento dei componenti elettronici di produzione Sony (ditta produttrice) che ha mal digerito l’intrusione sul suo territorio da parte della Beaulieu e delle sue cineprese. Durante questo periodo esce il proiettore 708 Stereo ma la pressione imposta dall’invasione del video é decisamente troppo forte e purtroppo anche inesorabile. Jacques preannuncia l’intenzione di depositare i Bilanci, fatto che gli permetterebbe di salvare ancora qualche cosa. E’ la crisi più completa. Nella sola zona di Romorantin nello stesso periodo sono soppressi più di mille posti di lavoro. Un cascata di licenziamenti si abbatte sulla zona. I dipendenti Beaulieu diventano 137. E’ durante questo periodo che Marcel Beaulieu manifesta i primi segni del male che gradualmente ma inesorabilmente lo porteranno sino alla fine. Malgrado tutto l’inizio del 1981 vede la nascita di due modelli: la 1018 SX8

e la 6008 Pro e anche una nuova ondata di licenziamenti. I dipendenti ora sono 100. Collezione Franceschi

pag.26


Jacques, deluso e amareggiato, vorrebbe chiudere (sinceramente ne avrebbe un motivo validissimo e tutte le ragioni per farlo) ma siamo in piena campagna elettorale per l’elezione del Presidente della Repubblica ( 5 mesi più tardi verrà eletto François Mitterand) e non é assolutamente pensabile e neppure immaginabile che la ditta “Beaulieu” che sino a qualche tempo prima era stata il fiore all’occhiello della Francia, ditta conosciuta, apprezzata e invidiata in tutto il mondo, possa chiudere improvvisamente soprattutto in questo periodo. ..... e così Jacques resiste sino al 12 marzo 1981, data nella quale rassegna le proprie dimissioni da Direttore Generale senza però essere rimpiazzato. Lo stesso mese la Beaulieu S.A. deposita i propri bilanci. (In Francia il Deposito dei Bilanci significa affidare il futuro aziendale al Tribunale del Commercio). Viene nominato un curatore amministrativo che però riceve ordini ufficiosi e pressioni dall’alto tendenti ad impedire licenziamenti prima del 10 maggio. Il personale diviene così la palla al piede dell’azienda e per due mesi viene regolarmente pagato malgrado il fatturato e gli incassi siano a zero. La liquidità di cassa della Ditta, che al momento del deposito dei Bilanci era ancora abbastanza florida, viene irrimediabilmente compromessa. A Maggio non c’é più lavoro semplicemente perché l’agente commerciale esclusivo mondiale che si occupa della distribuzione, la Maison Brandt Frères si rifiuta di rinnovare il contratto. Ha in giacenza uno stock enorme di invenduto non é quindi il caso di produrre ulteriormente. Tuttavia, la Società é autorizzata dal Tribunale del Commercio a proseguire la propria attività sino al 31 Dicembre 1981 senza Presidente ma sotto il controllo di un curatore giudiziario. (Una nota curiosa: durante quel periodo si diffuse in tutto il Paese la notizia secondo la quale la Società era stata acquistata da Bernard Tapie. Vi ricordate la vicenda di Bokassa? La notizia era ovviamente falsa!) I dipendenti sono ora 22 La ditta ha in programma la sola produzione di 700 proiettori e ha quindi lavoro sino al marzo 1982. Nel 1982 esce il modello 1028 XL60 (L’ultimo modello prodotto da Beaulieu SA)

Collezione Franceschi

pag.27


A quel punto l’Azienda aveva due alternative: La prima consisteva nel vendere tutte le giacenze e l’invenduto ad un commerciante di macchine utensili d’occasione disposto a sborsare 2.400.000 franchi. La seconda nel cedere la ditta a un pool di persone alcune delle quali ex dipendenti (tra le quali il Sig. Jean Ferras) in cambio di 800.000 franchi e il marchio Beaulieu. Questo pool di persone assicurerebbero il lavoro a 25 dipendenti. Il tribunale del Commercio opta per la seconda soluzione e decreta quindi la chiusura definitiva della Beaulieu SA. Il Comune di Romorantin riscatta i locali della fabbrica. 1983..... Beaulieu S.A. chiude definitivamente i battenti e inizia così una nuova era..... chiusura durerà a lungo !

la

Jacques Beaulieu aveva visto giusto !!! Quale e tremendo errore strategico fu quello commesso nel non diversificare la clientela. Quale errore fu affidare la commercializzazione di tutta la propria produzione a una ditta esterna ! Quale errore produrre un solo prodotto per un solo cliente! Certamente é intuibile ed evidente che la scelta di un esclusivista a livello mondiale é sicuramente economica e alleggerisce qualsiasi azienda da scelte commerciali e strategiche ma questo resta verissimo sino a quando il mercato tira e le richieste non vengono a mancare, ma in un momento congiunturalmente difficile? Nel nuovo contesto derivato dall’arrivo devastante del video i fatti dimostrarono che la scelta di fabbricare un solo prodotto fu assolutamente errata. (Quale similitudine si può tracciare tra la ditta Beaulieu e la Matra automobili? E’ incredibile osservare quante cose hanno avuto in comune queste due ditte che furono entrambe la punta tecnologica della Francia degli anni 70 ! Entrambe a Romorantin. Entrambe hanno commesso lo stesso errore….. Un unico cliente sviluppando un solo prodotto. Entrambe la stessa fine…. E ora, per ironia della sorte, il museo Matra ha la sua sede in quello che fu una volta lo stabilimento Beaulieu in Rue de Capucins 60)

Collezione Franceschi

pag.28


Una rinascita ? La nuova era inizia effettivamente quando nel 1984 il Tribunale del Commercio di Romorantin autorizza 4 persone a riutilizzare il marchio Beaulieu e a riprendere la produzione nei locali di rue des Capucins che sono ora di proprietà della municipalità. La società «BEAULIEU INDUSTRIES» ha un capitale sociale di 1.800.000 franchi ed é composta da: Sig. Jean Ferras : Presidente e Direttore Generale (PDG) Sig. Drazet : Direttore Generale Sig. Pfauwadel : Amministratore e Direttore commerciale. (Quest’ultimo proveniva da Bosh e di conseguenza conosceva benissimo le concorrenti Braun, Bauer e Nizo) (Del quarto socio non sono mai riuscito a sapere il nome!) Il Tribunale del Commercio impose alla nuova società di riscattare imperativamente gli immobili riacquistandoli dalla Municipalità entro e non oltre il 31 Ottobre 1986. Nel 1985 gli inizi della Beaulieu Industries sono oltremodo difficili. La Municipalità promette alla nuova azienda di rivendergli gli immobili al prezzo di 1.400.000 franchi pagabili in 12 anni. Questo prezzo di favore (il vero valore dell’immobile é di 2.200.000 franchi) viene concesso quale ringraziamento del fatto che il Sig. Jean Ferras ha rifiutato l’offerta ricevuta dalla città di Montpellier che gli offriva terreno e locali in cambio del trasferimento della società dal nome così prestigioso. La nuova ditta ha ora 13 dipendenti. La produzione ricomincia con 800 cineprese del modello 7008 S all’anno.

-*A questo punto, facciamo una pausa al fine di rendere un ultimo omaggio al geniale Marcel Beaulieu, senza il quale non sarebbe mai esistita tutta questa storia....... Storia che verrà decisa tutta durante il 1986 ! -*Collezione Franceschi

pag.29


Siamo nel 1986, nasce il modello 7008 Pro e i dipendenti passano da 13 a 25 per finire a 38 alfine di poter affrontare gli ordini e soprattutto il nuovo progetto della rivoluzionaria telecamera BV8

Lo sviluppo costerà carissimo al punto tale che la ditta sarà costretta a chiedere un finanziamento bancario per poter portare a termine il progetto.

Questo anno vedrà inoltre arrivare il modello 2016 Quartz (ultima evoluzione della mitica R16)

Dopo un anno di attività, gli obiettivi che la ditta si era posti sono largamente superati. Era prevista una produzione e vendita di 400 unità all’anno mentre alla chiusura dell’anno il saldo é più del doppio. Si pensa così ad un progetto video/cine composto da una 7008 affiancata da un sistema video. L’anno si chiude quindi con un fatturato di 8.000.000 di franchi costituito da un 75% destinato all’esportazione in 43 paesi del mondo. Il 1987 inizia con la Beaulieu Industries in difficoltà. Il progetto BV8 é tremendamente in ritardo soprattutto a causa dei ritardi sugli approvigionamenti della Sony. (sempre lei!) Ma cos’é la BV8 ?? Si tratta di una rivoluzionaria telecamera nel formato Sony Video8 assolutamente geniale per l’epoca ! E’ una telecamera da spalla (novità assoluta per le telecamere ma vecchia idea per Beaulieu, ricordate la News 16?) Ottiche intercambiabili (sono ancora oggi molto rare nelle modernissime telecamere!) dotate di una definizione da 440.000 pixel. Oggi sono veramente pochi ma all’epoca erano incredibilmente tanti! Carrozzeria in materiale composito d’avanguardia che gli assicurava una leggerezza e una robustezza incredibili. Collezione Franceschi

pag.30


Un aneddoto famoso: Durante il Photokina di Colonia un giornalista spagnolo provando ad appoggiare sulla spalla l’unico prototipo presentato, la fece cadere. Nella caduta si aprì in più pezzi. I tecnici presenti la riassemblarono in tempo di record e la fecero di nuovo funzionare senza che la telecamera avesse subito alcun danno. Per questa telecamera erano previsti una serie numerosissima di accessori che sarebbero ancora oggi d’attualità. Era stata prevista una evoluzione incredibile del video soprattutto nella fase di post produzione e montaggio con il Time-code. Nello stesso periodo viene presentata una tecamera di sicurezza. Il modello SCV 4035 (telecamera mista foto/video) I dipendenti sono ora 40.

Nel 1988 il modello BV8 é praticamente pronto per la vendita. E’ previsto un prezzo di vendita di 30.000 franchi. Ci sono già 100 prenotazioni. Il debutto é fissato per Gennaio 1989. Il prezzo finale viene fissato a 35.000 franchi e le prenotazioni sono arrivate a 120.

La pugnalata finale ! Inizio 1989, Sony annuncia al mondo la nascita di un nuovo formato digitale che rivoluzionerà il mondo delle telecamere. Nasce l’Hi8 La BV8 é praticamente morta prima di essere messa in vendita ! In due giorni i 120 ordini vengono annullati ! E’ un vero disastro! .............La vendetta di Sony ! I dipendenti ritornano 30. Collezione Franceschi

pag.31


L’anno successivo il 1990 si cerca di recuperare ed esce così la telecamera 8008 Pro Hi8. Si tratta di una telecamera con il nuovo formato digitale. Ottiene un discreto successo di vendite anche perché sfrutta appieno le novità che erano state studiate per la BV8 1991 Il volume d’affari arriva a 8.500.000 franchi con solamente 20 effettivi Ma nel 1992, il Sindaco di Romorantin rimette in discussione una transazione vitale per la ditta. La Municipalità deve, a seguito di un accordo, rivendere a Beaulieu Industries i locali che occupa. Il consiglio municipale aveva accettato all’unanimità nel 1986 di acquistare a titolo provvisorio appunto per aiutare la ditta. La rivendita é ora rimessa in discussione. Questa decisione, la cui responsabilità ricade, secondo il deputato Sig. Lorgeroux, sul prefetto sig. Seiller, potrebbe avere delle gravi conseguenze per l’avvenire della società. Beaulieu Industries che é già in difficoltà per l’insuccesso della BV8, conta di realizzare nei giorni seguenti una operazione bancaria di «lease-back» al fine di rifinanziarsi. Se però la municipalità rifiuterà la vendita dell’immobile, la direzione della società annuncia che depositerà i Bilanci. Beaulieu Industries, che occupa ora 20 persone e con un volume d’affari annuo di 8.500.000 franchi intravede, malgrado tutto, una possibilità. Il suo nuovo modello Hi8 si vende bene e inoltre sono allo studio altri progetti con Roland Moreno, il padre delle carte di credito magnetiche. Jean Ferras sottolinea che la decisione per la rivendita dei locali era stata presa il 20 Dicembre 1991 e che il Prefetto, a distanza di sei mesi, non aveva il diritto di presentare alcuna contestazione. Il Prefetto sostiene invece che il suo intervento é dovuto esclusivamente al fatto che vuole evitare una perdita finanziaria alla Municipalità derivata da questa operazione immobiliare. Finalmente si arriva ad una transazione finale e così la proposta di «lease-back» può essere effettuata dopo una parziale rivalutazione del valore concordato. Collezione Franceschi

pag.32


Alla fine dell’anno Beaulieu Industries partecipa al Photokina di Colonia con due suoi nuovi modelli. Viene presentato il modello 9008 16:9 e il proiettore 708 16:9 Il 1994 vede la nascita dell’ultimo modello: il 9008 Pro 16:9 Siamo alla fine. Vengono depositati i bilanci e successivamente vengono licenziati gli ultimi dipendenti Sono rimaste 3 persone. nel 2000 a Beaulieu Industries subentra Nuova gestione..............

Beaulieu Images....

L’ epilogo:

Marcel Beaulieu con la sua genialità ha avuto l’incredibile sorte di vedere nascere e crescere a dismisura la sua creatura nonostante fosse l’artefice del malaugurato errore commerciale attuato con la Maison Brandt. Jacques Beaulieu invece ha avuto la tremenda sorte di vedere crollare il tutto, non certo per sua causa, e nonostante fosse stato commercialmente molto accorto sino al punto di prevedere la fine puntualmente arrivata. Non va dimenticato che Jacques fu l’uomo che dovette subire maggiormente le direttive venute dall’alto quando si trattò di licenziare il personale……. Cosa che era assolutamente inevitabile con l’avvento devastatore del video. Jacques fu l’uomo che intuì chiaramente che, nel momento in cui non occorreva più la manualità derivata dalle vecchie cineprese meccaniche e che l’eletronica insita nella tecnologia video stava avendo il completo sopravvento, non ci sarebbe più potuto essere un futuro per la Beaulieu. Nel 1985 il male ha il sopravvento e Marcel Beaulieu muore... a 77 anni. Jacques mi ha detto :”Tutto questo lo ha ucciso!” Il seguito ?? E’ tutto un’altra storia ! ( Walter Franceschi)...

Collezione Franceschi

pag.33


E.T.M.

Collezione Franceschi

Electro Technique Mécanique

Modello Modéle

1946

P16 ETM16P/A

nome alternativo autre nome

Cinepresa progettata da Marcel Beaulieu ma fabbricata dalla ETM. Dal numero di serie si presume che questo modello sia della terza serie (A) 16 mm Meccanica a velocità variabile Carica a molla Velocità di ripresa 8/16/32/48/64/72 ftg/s Mirino galileiano Torretta porta 3 ottiche Le cineprese ETM sono brevettate ma senza garanzia governativa e su licenza Beaulieu

Caméra conçue par Marcel Beaulieu On présume que soit de la troisième série (A) Fabriquée par ETM 16 mm Remontoir à ressort Mécanique à vitesse variable Vitesse de prise de vues 8/16/32/48/64/ 72 images/seconde Viseur galiléen Tourelle pivotante à 3 objectifs Les caméras ETM ont été brevetées S.G.D.G. (Sans Garantie Du Gouvernement) sous licence Beaulieu

Questo modello ha al suo interno le scritte: Celle-ci porte, gravé sur la plaque Type P16 interne : Breveté S.G.D.G. Type P16 Licence: HMB Breveté S.G.D.G. (Henri Moulin.Marcel Beaulieu) Licence HMB (Henri Moulin.Marcel Beaulieu)

Ottica: Som Berthiot HyperCinor 1:1,9 Cinor Tele 75 mm 1: 2,5 Cinor B 25 mm 1: 1,9 Collezione Franceschi

pag.34


E.T.M.

Collezione Franceschi

Electro Technique Mécanique

Modello Modéle

1948

P16 ETM16P/c

nome alternativo autre nome

Cinepresa progettata da Marcel Beaulieu ma fabbricata dalla ETM. Dal numero di serie si presume che questo modello sia della terza serie (C) 16 mm Meccanica a velocità variabile Carica a molla Velocità di ripresa 8/16/32/48/64/72 ftg/s Mirino galileiano Torretta porta 3 ottiche Le cineprese ETM sono brevettate ma senza garanzia governativa e su licenza Beaulieu

Caméra conçue par Marcel Beaulieu On présume que soit de la troisième série (C) Fabriquée par ETM 16 mm Remontoir à ressort Mécanique à vitesse variable Vitesse de prise de vues 8/16/32/48/64/ 72 images/seconde Viseur galiléen Tourelle pivotante à 3 objectifs Les caméras ETM ont été brevetées S.G.D.G. (Sans Garantie Du Gouvernement) sous licence Beaulieu

Questo modello ha al suo interno le scritte: Celle-ci porte, gravé sur la plaque Type P16 interne : Breveté S.G.D.G. Type P16 Licence: HMB Breveté S.G.D.G. (Henri Moulin.Marcel Beaulieu) Licence HMB (Henri Moulin.Marcel Beaulieu)

Ottica: Som Berthiot Cinor 17 mm 1:1,5 Cinor 75 mm 1: 2,5 Cinor 25 mm 1: 1,9 Collezione Franceschi

pag.35


E.T.M.

Collezione Franceschi

Electro Technique Mécanique

Modello Modéle

1949

P16 ETM16P/d

nome alternativo autre nome

Un'altra cinepresa progettata da Marcel Beaulieu ma fabbricata dalla ETM. 16 mm Meccanica a velocità variabile Carica a molla Velocità di ripresa 8/16/32/48/64/72 ftg/s Mirino reflex Torretta porta 3 ottiche Dopo questo modello la ETM si trasformerà in GIC e commercializzerà altri modelli alcuni dei quali ancora progettati da Marcel Beaulieu

Une autre caméra conçue par Marcel Beaulieu Fabriquée par ETM 16 mm Remontoir à ressort Mécanique à vitesse variable Vitesse de prise de vues 8/16/32/48/ 64/72 images/seconde Viseur reflex Tourelle pivotante à 3 objectifs Après ce modèle, l'ETM se transforme en GIC et commercialise encore un modèle conçu par Marcel Beaulieu.

Ottica: Som Berthiot Cinor 17 mm 1:1,5 Cinor 75 mm 1: 2,5 Cinor 25 mm 1: 1,9 Collezione Franceschi

pag.36


G.I.C. Groupement Industriel Cinématographique

1951

Collection Franceschi Modello Modéle nome alternativo autre nome

8 GIC8

La première caméra 8 mm conçue par Marcel Beaulieu chez ETM mais commercialisée par GIC 8 mm Remontoir à ressort Mécanique à vitesse variable Vitesse de prise de vues fixe 25 images/seconde Viseur galiléen Mono objectif interchangeable

La prima cinepresa 8 mm progettata da Marcel Beaulieu alla ETM ma commercializzata successivamente dalla GIC. 8mm Carica a molla. Velocità di ripresa fissa a 25 ftg/s Mirino galileiano Obiettivo intercambiabile

Ottica: Som Berthiot Cinor 12,5 mm 1:1,9

Collezione Franceschi

pag.37


Collezione Franceschi Modello Modéle

1951

nome alternativo autre nome

M16 C16

La première caméra marquée "Beaulieu " Fabriquée à Champigny sur Marne. 16 mm Mécanique à vitesse variable Bobine de 30 mètres Remontoir à ressort. Mécanique à vitesse variable Vitesse de prise de vue 10/16/24/32/48/64 imag/sec. + i/s Viseur optique trifocal avec correcteur de parallaxe Mono objectif interchangeable Poids: 1,7 kg Variante: givrée gris vert

La prima cinepresa marchiata "Beaulieu " Fabbricata a Champigny sur Marne. 16 mm Meccanica a velocità variabile Bobina da 30 mt Velocita di ripresa 10/16/24/32/48/64 ftg/s + scatto singolo Mirino trifocale ottico con correttore delle parallasse Mono obiettivo intercambiabile Peso 1,7 kg Variante: Esiste anche in colore grigio/verde

OTTICA

Tipo

Som Berthiot

Cinor 25mm 1:1,9 Collezione Franceschi

pag.38


Collezione Franceschi Modello Modéle

1952

nome alternativo autre nome nome alternativo autre nome

M9,5 C9 C9,5

La première caméra marquée "Beaulieu " Fabriquée à Champigny sur Marne. 9,5 mm Mécanique à vitesse variable Bobine de 30 mètres Remontoir à ressort. Mécanique à vitesse variable Vitesse de prise de vue 10/16/24/32/48/64 imag/sec. + i/s Viseur optique trifocal avec correcteur de parallaxe Mono objectif interchangeable Poids: 1,7 kg Variante: givrée gris vert

La prima cinepresa marchiata "Beaulieu " Fabbricata a Champigny sur Marne. 9,5 mm Meccanica a velocità variabile Bobina da 30 mt Velocita di ripresa 10/16/24/32/48/64 ftg/s + scatto singolo Mirino trifocale ottico con correttore delle parallasse Mono obiettivo intercambiabile Peso 1,7 kg Variante: Esiste anche in colore grigio/verde

OTTICA

Tipo

Som Berthiot

Cinor 25mm 1:1,9 Collezione Franceschi

pag.39


Collezione Franceschi Modello ModĂŠle

Proiettore 8

1952 Il primo proiettore progettatto da Marcel Beaulieu . Non si hanno notizie certe su questo modello soprattutto se sia stato prodotto a Champigny sur Marne. 8 mm Le premier projecteur de Marcel Beaulieu Il y a de sĂŠrieuses interrogations quant Ă  son lieu de fabrication qui n'est sans doute pas Champigny sur Marne. 8 mm

Collezione Franceschi

pag.40


Collezione Franceschi Modello Modéle

T16

1953 Ultimo modello prodotto a Champigny sur Marne. L'anno successivo la ditta si traferisce a Fontaney sous-Bois 16 mm Meccanica a velocità variabile Bobina da 30 mt Velocita di ripresa 10/16/24/32/48/64 ftg/s + scatto singolo Mirino ottico a focale variabile con correttore delle parallasse Torretta a due obiettivi intercambiabili (esiste anche il modello T 9,5 per pellicole da 9,5 mm)

Il s'agit du dernier modèle fabriqué à Champigny sur Marne, l'année suivante l'entreprise est transférée à Fontenay sous Bois. 16 mm Bobine de 30 m Remontoir à ressort Mécanique à vitesse variable Vitesse de prise de vues 10/16/32/48/64 images/seconde + image par image Compteur : mesure en mètres et en pieds Viseur optique à focale variable avec correcteur de parallaxe Tourelle à deux objectifs interchangeables1952- CAMERA Il existe également un modèle T 9,5 pour pellicules 9,5 mm

OTTICA

Tipo

Som Berthiot

Cinor 25 mm 1:2,5

Som Berthiot

Cinor 75 mm 1:1,9 Collezione Franceschi

pag.41


Collezione Franceschi Modello

1954

nome alternativo

M8 C8

Modèle fabriqué à Fontenay sous Bois Double 8 mm Bobine de 7,5 m (à double exposition) Remontoir à ressort Mécanique à vitesse variable Vitesse de prise de vues 8/16/32/48/64 images/seconde + image par image Compteur : mesure en mètres et en pieds Non reflex Viseur optique avec correcteur de parallaxe Mono objectif

Modello prodotto a Fontaney sous-Bois Non reflex 8mm Carica a molla. Meccanica a velocità variabile Bobina da 30 mt Velocita di ripresa da 8 a 64 ftg/s Mirino con correttore delle parallasse Mono obiettivo

OTTICA

Tipo

Angenieux

Type T1 12,5 mm 1:1,9 Collezione Franceschi

pag.42


Collezione Franceschi Modello Modéle

1954

T8 "President"

nome alternativo autre nome

Modello prodotto a Fontaney sousBois Non reflex 8mm Carica a molla. Meccanica a velocità variabile Bobina da 30 mt Velocita di ripresa da 8 a 64 ftg/s Mirino trifocale con correttore delle parallasse Torretta a due obiettivi intercambiabili Questo modello fu scelto tra la produzione di materiale cinematografico, per essere offerto al Presidente della Repubblica (Renè Coty), come il più rappresentativo della produzione francese dell'epoca.

Il s'agit du premier modèle fabriqué à Fontenay sous Bois 8 mm Bobine de 30 m Remontoir à ressort Mécanique à vitesse variable Vitesse de prise de vues 8/16/32/48/64 images/seconde + image par image Non reflex Viseur optique tri focale avec correcteur de parallaxe Tourelle à deux objectifs interchangeables Ce modèle fut choisi dans la production de matériel cinématographique afin d'être offert au Président de la République Mr René Coty comme étant le plus représentatif de la production française de l'époque.

OTTICA

Tipo

Som Berthiot

Cinor 35 mm 1:2,0

Som Berthiot

Hiper Cinor 12,5 mm 1:1,9

Collezione Franceschi

pag.43


Collezione Franceschi Modello Modéle

1956

nome alternativo autre nome

Modello prodotto a Fontaney sous-Bois 16 mm Carica a molla. Possibile collegamento con motore esterno elettrico. Meccanica a velocità variabile Bobina da 30 mt Doppio visore. Visore galileiano per puntamento veloce. Velocita di ripresa da 8 a 64 ftg/s Mirino con correttore delle parallasse Torretta a 3 obiettivi Questo modello é una pietra miliare della produzione Beaulieu del 16 mm. Con varie e innumerevoli modifiche verrà prodotto sino alla chiusura della Ditta

OTTICA

R16

Modèle fabriqué à Fontenay sous Bois 16 mm Bobine de 30 m Remontoir à ressort Possibilité d'accouplement à un moteur électrique Mécanique à vitesse variable Vitesse de prise de vues 8/16/32/48/64 images/seconde + image par image Compteur : mesure en mètres et en pieds Double viseur optique : Viseur avec correcteur de parallaxe Viseur galiléen pour instantané Tourelle pivotante à 3 objectifs Ce modèle constitue une pierre milliaire de la production Beaulieu du 16 mm. Nanti d'innombrables modifications, il sera produit jusqu'à la fermeture de l'entreprise Ce modèle constitue une pierre milliaire de la production Beaulieu du 16 mm. Nanti d'innombrables modifications, il sera produit jusqu'à la fermeture de l'entreprise

Tipo

Som Berthiot Cinor

75 mm

1:2,5

Som Berthiot Cinor

25 mm

1:1,4

Som Berthiot Cinor

10 mm

1:1,9

Collezione Franceschi

pag.44


Collezione Franceschi Modello Modéle

1959

nome alternativo autre nome

MR8

Modèle fabriqué à Fontenay sous Bois Double 8 mm Bobine de 7,5 m (à double exposition) Remontoir à ressort Mécanique à vitesse variable Vitesse de prise de vues 8/16/32/48/64 images/seconde + image par image Posemètre Obturateur variable pour réglage du diaphragme Compteur : mesure en mètres, en pieds et en nombre d'images Viseur reflex Mono objectif interchangeable Il s'agit de la première caméra à visée reflex produite par Beaulieu. C'est la première caméra en double 8 mm équipée de cellules photo-électriques de type RC 16 pour le réglage du diaphragme. Modello prodotto a Fontaney sous-Bois Doppio 8 mm Bobina da 7,5 mt a doppia esposizione Carica a molla. Meccanica a velocità variabile Velocita di ripresa da 12 a 64 ftg/s Mirino reflex Misuratore in metri, piedi e n°fotogrammi Otturatore variabile per la regolazione del diaframma Mono obiettivo (intercambiabile) Si tratta della prima reflex Beaulieu. E' la prima cinepresa a doppio 8 mm equipaggiata con le cellule foto elettriche del tipo RC16 per la regolazione del diaframma.

OTTICA

Tipo

Schneider Kreuznach

Variogon 8-48 mm 1:1,8 Collezione Franceschi

pag.45


Collezione Franceschi Modello Modéle

TR8

1959 Modello prodotto a Fontaney sous-Bois Doppio 8 mm Bobina da 7,5 mt a doppia esposizione Carica a molla. Meccanica a velocità variabile Velocita di ripresa da 12 a 64 ftg/s Contatore in metri, piedi e n°fotogrammi Mirino reflex Torretta a tre obiettivi Evoluzione del modello MR8

OTTICA

Tipo

Angenieux

5 mm 1:1,8

Angenieux

12,5 mm 1:1,8

Angenieux

6,5 mm 1:1,8

Modèle fabriqué à Fontenay sous Bois Double 8 mm Bobine de 7,5 m (à double exposition) Remontoir à ressort Mécanique à vitesse variable Vitesse de prise de vues 8/16/32/ 48/64 images/seconde + image par image Compteur : mesure en mètres et en pieds et en nombre d'images Viseur reflex Tourelle pivotante à 3 objectifs Il s'agit d'une évolution du modèle MR 8

Collezione Franceschi

pag.46


Collezione Franceschi Modello Modéle

1960

P8

nome alternativo autre nome

Modèle dont on ne connaît pas avec certitude le lieu de fabrication Projecteur double 8 mm

Non é certo il luogo di fabbricazione Utilizza il formato 8 mm ricavato dalla pellicola in Doppio 8

Collezione Franceschi

pag.47


Collezione Franceschi Modello Modéle

1961

nome alternativo autre nome

MAR 8

Modèle fabriqué à Romorantin-Lanthenay 8 mm Bobine de 7,5 m (à double exposition) Remontoir à ressort Mécanique à vitesse variable Vitesse de prise de vues 12/18/24/48/64 images/seconde + image par image Posemètre Obturateur variable pour réglage automatique et semi-automatique du diaphragme Alimentation électrique de la cellule Compteur : mesure en mètres et en pieds et en nombre d'images Viseur reflex Mono objectif à focale variable Il s'agit d'une évolution du modèle MR 8 avec contrôle de l'exposition et du réglageautomatique et semi-automatique du diaphragme, gérée par les cellules à batteries rechargeables à partir du secteur. Elles sont placées à l'intérieur d'un cylindre fixé sous le zoom. Modello prodotto a Romorantin-Lanthenay 8 mm Carica a molla. Bobina da 7,5 mt a doppia esposizione Meccanica a velocità variabile Velocita di ripresa da 12 a 64 ftg/s Mirino reflex Otturatore variabile semi-automatico Contatore in metri, piedi e n° fotogrammi Mono obiettivo (a focale variabile) Evoluzione del modello MR8. Controllo dell'esposizione e del diaframma semiautomatico. Batterie ricaricabili sistemate nel cilindro sotto lo zoom.

OTTICA

Tipo

Angenieux

K2 7,5-35 mm 1:1,8

Collezione Franceschi

pag.48


Collezione Franceschi Modello Modéle

1961

MCR8 MCR8G

nome alternativo autre nome

Modèle fabriqué à Romorantin-Lanthenay 8 mm Bobine de 7,5 m (à double exposition) Remontoir à ressort Mécanique à vitesse variable Vitesse de prise de vues 12/18/24/48/64 images/seconde + image par image Posemètre Obturateur variable pour réglage semi-automatique du diaphragme Compteur : mesure en mètres et en pieds et en nombre d'images Viseur reflex Mono objectif interchangeable Il s'agit d'une évolution du modèle MR 8 avec contrôle de l'exposition et du réglage semi-automatique du diaphragme. Dans le modèle MCR 8 G le contrôle s'effectue au moyen de cellules Gossen (seulement produit à partir de 1964). Modello prodotto a Romorantin-Lanthenay 8 mm Carica a molla. Bobina da 7,5 mt a doppia esposizione Meccanica a velocità variabile Velocita di ripresa da 12 a 64 ftg/s Mirino reflex Otturatore variabile semi-automatico Contatore in metri, piedi e n° fotogrammi Mono obiettivo (intercambiabile) Evoluzione del modello MR8. Controllo dell'esposizione e del diaframma semiautomatico. Nel modello MCR8G controllo tramite cellule Gossen (prodotto solo nel 1964)

OTTICA

Tipo

Angenieux

6,5 mm 1:1,8

Collezione Franceschi

pag.49


Collezione Franceschi Modello Modéle

1961

nome alternativo autre nome

Modello prodotto a Romorantin-Lanthenay 9,5 mm Carica a molla. Possibile collegamento con motore esterno elettrico. Meccanica a velocità variabile Bobina da 30 mt Doppio visore. Visore galileiano per puntamento veloce. Velocita di ripresa da 8 a 64 ftg/s Mirino con correttore delle parallasse Torretta a 3 obiettivi Questo modello é praticamente identico alla R16 ma adattato alla pellicola da 9,5 mm

OTTICA

Tipo

Som Berthiot

Cinor 20 mm 1:1,9

R 9,5

Modèle fabriqué à Romorantin-Lanthenay 9,5 mm Bobine de 30 m (à double exposition) Remontoir à ressort Possibilité d'accouplement à un moteur électrique Mécanique à vitesse variable Vitesse de prise de vues 12/18/24/48/64 images/seconde + image par image Viseur double Viseur reflex pour la prise de vue Tourelle pivotante à 3 objectifs

Collezione Franceschi

pag.50


Collezione Franceschi Modello Modéle

1962

nome alternativo autre nome

MAR 8 G MAR automatic G

Modèle fabriqué à Romorantin-Lanthenay 8 mm Bobine de 7,5 m (à double exposition) Remontoir à ressort Mécanique à vitesse variable Vitesse de prise de vues 12/18/24/48/64 images/seconde + image par image Posemètre Obturateur variable pour réglage automatique et semi-automatique du diaphragme Alimentation électrique de la cellule Compteur : mesure en mètres et en pieds et en nombre d'images Viseur reflex Mono objectif à focale variable

Il s'agit d'une évolution du modèle MR 8 avec contrôle de l'exposition et du réglageautomatique et semi-automatique du diaphragme, gérée par les cellules à batteries rechargeables à partir du secteur. Elles sont placées à l'intérieur d'un cylindre fixé sous le zoom.

Modello prodotto a Romorantin-Lanthenay 8 mm Carica a molla. OTTICA Bobina da 7,5 mt a doppia esposizione Meccanica a velocità variabile Angenieux Velocita di ripresa da 12 a 64 ftg/s Mirino reflex Otturatore variabile semi-automatico Contatore in metri, piedi e n° fotogrammi Mono obiettivo (a focale variabile) Esposizione automatica gestita da cellule tipo Gossen Evoluzione del modello MR8. Controllo dell'esposizione e del diaframma semiautomatico. Batterie ricaricabili sistemate nel cilindro sotto lo zoom.

Collezione Franceschi

Tipo K2 7,5-35 mm 1:1,8

pag.51


Collezione Franceschi Modello Modéle

1962

nome alternativo autre nome

R16 Reflex Control

nome alternativo autre nome

Modello prodotto a Romorantin-Lanthenay 16 mm Carica a molla. Possibile collegamento con motore esterno elettrico. Meccanica a velocità variabile Bobina da 30 mt Contametri, e piedi Velocita di ripresa da 8 a 64 ftg/s + scatto singolo Mirino reflex Torretta a 3 obiettivi Esiste una variante con cellule Gossen: il modello Reflex Control G

OTTICA

R16 RC R16 Reflex Contrl G

Modèle fabriqué à Romorantin-Lanthenay 16 mm Bobine de 30 m Remontoir à ressort Possibilité d'accouplement à un moteur électrique Mécanique à vitesse variable Vitesse de prise de vues 8/16/32/48/64 images/seconde + image par image Compteur : mesure en mètres et en pieds Viseur reflex Tourelle à 3 objectifs Il existe une variante avec cellules Gossen : Le modèle R 16 Reflex Control G.

Tipo

Schneider Kreuznach

Cine Xenon 25 mm 1:1,4 Schneider Kreuznach Cine Xenon 16 mm 1:2,0 Schneider Kreuznach Cine Xenon 150 mm 1:4,0 Collezione Franceschi

pag.52


Collezione Franceschi Modello Modéle

1965

nome alternativo autre nome

MAR 8 auto MAR 8 automatic

Modèle fabriqué à Romorantin-Lanthenay 8 mm Bobine de 7,5 m (à double exposition) Remontoir à ressort Mécanique à vitesse variable Vitesse de prise de vues 12/18/24/48/64 images/seconde + image par image Posemètre Obturateur variable pour réglage automatique et semi-automatique du diaphragme Alimentation électrique de la cellule Compteur : mesure en mètres et en pieds et en nombre d'images Viseur reflex Mono objectif à focale variable

Modello prodotto a Romorantin-Lanthenay 8 mm Carica a molla. Bobina da 7,5 mt a doppia esposizione Meccanica a velocità variabile Velocita di ripresa da 12 a 64 ftg/s Mirino reflex Otturatore variabile semi-automatico Contatore in metri, piedi e n° fotogrammi Mono obiettivo (a focale variabile) OTTICA

Tipo

Schneider Kreuznach

Variogon 8-48 mm 1:1,8

Collezione Franceschi

pag.53


Collezione Franceschi Modello Modéle

1965

S 2008

nome alternativo autre nome

S 2008 RC

nome alternativo autre nome

Modello fabbricato a Romorantin-Lanthenay Super 8 Muto Motore elettrico. (Alimentazione 4,8 Volt) Velocita da 2 a 50 ftg/s Impugnatura incorporata. Ottica intercambiabile con passo C Esposizione automatica La prima cinepresa Beaulieu Super 8 Questa cinepresa é la pietra miliare del super 8. All'epoca era l'unico apparecchio europeo esistente al mondo nel formato super 8 a possedere caratteristiche rivoluzionarie come la ripresa reflex. Alimentazione elettrica, controllo elettronico della velocita etc. Presentata all'esposizione internazionale di New York il 3/5/65 ebbe un successo strepitoso.

OTTICA

Tipo

Schnneider Kreuznach

Variogon 8-40 mm 1:1,8

S 2008 auto

Modèle fabriqué à Romorantin-Lanthenay Super 8 mm Mécanique à vitesse variable Vitesse de prise de vues de 2 à 50 images/seconde Viseur reflex Exposition automatique Optique interchangable au pas "C" Il s'agit de la première caméra Super 8, produite par Beaulieu. Cette caméra est l'unique appareil européen au monde à posséder des caractéristiques et des équipements aussi révolutionnaires comme : visée reflex, alimentation électrique, contrôle électronique de la vitesse etc… Présentée à l'exposition internationale de New York, ITEX, en mai 1965, elle remporta un éblouissant succès.

Collezione Franceschi

pag.54


Collezione Franceschi Modello Modéle

R16 Synch

1966 Modèle fabriqué à Romorantin-Lanthenay 16 mm Vitesse de prise de vues 8/16/32/48/64 images/seconde + image par image Modello prodotto a Romorantin-Lanthenay 16 mm Alimentazione elettrica Meccanica a velocità variabile Bobina da 30 mt Contametri, e piedi Velocita di ripresa da 8 a 64 ftg/s + scatto singolo Mirino reflex Torretta fissa a 1 obiettivo. Presa per il sincro sonoro. Evoluzione del modello R16 eletrique. E' possibile l'equipaggiamento con un caricatore da 60 mt.

Viseur reflex Prise pour la synchronisation sonore Evolution du modèle R16 eletrique. Il est possible de l'équiper avec un chargeur de 60 m. Il s'agit de la première caméra prenant en compte la synchronisation sonore.

Prima cinepresa che permette la sincronizzazione sonora.

Collezione Franceschi

pag.55


Collezione Franceschi Modello Modéle

S 2008 SB

1966 Modello fabbricato a Romorantin-Lanthenay Super 8 Muto Motore elettrico. (Alimentazione 4,8 Volt) Velocita da 2 a 50 ftg/s Impugnatura incorporata. Ottica intercambiabile con passo C Esposizione automatica Evoluzione del modello del 1965 Modèle fabriqué à Romorantin-Lanthenay Super 8 mm Mécanique à vitesse variable Vitesse de prise de vues de 2 à 50 images/seconde Viseur reflex Exposition automatique Optique interchangable au pas "C"

OTTICA

Tipo

Angenieux

Type 8x8 B 8-64 mm 1:1,9 Collezione Franceschi

pag.56


Collezione Franceschi Modello Modéle

R16/60 EL auto

1968 Fabbricato a Romorantin-Lanthenay. Regolazione automatica "reglomatic" del diaframma Torretta fissa Velocità di ripresa da 8 a 64 ftg/s + scatto fisso Visore Reflex per la ripresa Bobina da 30 mt Presa per il syncro sonoro Possibile equipaggiamento con caricatore da 60 mt.

Modèle fabriqué à Romorantin-Lanthenay 16 mm Vitesse de prise de vues 8/16/32/48/64 images/seconde + image par image Réglage du diaphragme "reglomatic" Viseur reflex Bobine de 30 m Prise pour la synchronisation sonore Il est possible de l'équiper avec un chargeur de 60 m.

OTTICA

Tipo

Angenieux

Type 4x17B 17-68 mm 1:2,2 Collezione Franceschi

pag.57


Collezione Franceschi Modello Modéle

1969

nome alternativo autre nome

4008 S

Modèle fabriqué à Romorantin-Lanthenay Super 8 mm Vitesse de prise de vues de 2 à 70 images/seconde + image par image Exposition automatique Viseur reflex Poignée incorporée Optique interchangeable au pas "C"

Modello fabbricato a Romorantin-Lanthenay Super 8 Muto Motore elettrico. (Alimentazione 7,2 Volt) Velocita da 2 a 70 ftg/s Impugnatura incorporata. Ottica intercambiabile con passo C Esposizione automatica

OTTICA Schneider Kreuznach

Tipo Variogon 8-40 mm 1:1,8 Collezione Franceschi

pag.58


Collezione Franceschi Modello Modéle

1969

4008 ZM

nome alternativo autre nome

Modèle fabriqué à Romorantin-Lanthenay Super 8 mm muet Vitesse de prise de vues de 2 à 64 images/seconde + image par image Exposition automatique Viseur reflex Poignée incorporée Optique interchangeable au pas "C" Ce modèle qui succède au 2008S possède pour la première fois un système qui permet les prises de vue en "macro" à 1 mm de distance de l'objectif. Commande électrique de la variation de focale de l'objectif avec une vitesse variable de 3 à 16 secondes. Vitesse de prise de vues de 2 à 64 phtogrammes à la seconde. Possibilité de synchronisation sonore. Première photocaméra à possibilité "macro" Modello fabbricato a Romorantin-Lanthenay Super 8 Muto Motore elettrico. (Alimentazione 7,2 Volt) Velocita da 2 a 64 ftg/s+ scatto singolo Impugnatura incorporata. Ottica intercambiabile con passo C Esposizione automatica E' il modello che succede al S 2008. Possiede per la prima volta un sistema che permette le riprese macro a 1 mm di distanza dalla lente dell'obbiettivo. Comando elettrico della variazione di focale dell'obbiettivo con velocità variabile da 3 a 16 secondi. Velocità di ripresa da 2 a 64 fotogrammi al secondo.Possibilità di sincro sonoro. Prima fotocamera con la possibilità Macro OTTICA Angenieux

Tipo Type 8x8B 6-64mm 1:1,9

Collezione Franceschi

pag.59


Collezione Franceschi Modello Modéle

1970

nome alternativo autre nome nome alternativo autre nome

Modello fabbricato a Romorantin-Lanthenay 16 mm professionale da spalla Bobina da 60mt Velocita di ripresa da 12 a 40 ftg/s con potenziometro Velocità di ripresa 24/25 ftg stabilizzati al quarzo Visore reflex con oculare inclinabile di 180° Reticolo e quadro televisivo Controllo automatico dell'esposizione. Presa sincro sonoro intercambiabile a seconda del sistema utilizzato. Zoom elettrico. Peso 7,26 kg Mfabbricato in pochi esemplari. Praticamente introvabile. Cinepresa 16 mm destinata ai reportage televisivi. Presentata al Meeting internazionale di Cannes nell'Aprile 1970. Questo modello é stato utilizzato dai reporter RAI per quasi un decennio. La registrazione sonora può avvenire direttamente sulla banda magnetica della pellicola oppure tramite un registratore tipo Nagra-E pilotato al quarzo dal sistema “Piloton”.

6016 6016 News News 16

Modèle fabriqué à Romorantin-Lanthenay 16 mm professionnel d'épaule destinée au reportage Bobine de 60 m Contrôle automatique de l'exposition Vitesse de prise de vues de 12 à 40 images/seconde avec potentiomètre Vitesse de prise de vues stabilisée par quartz 24/ 25 vues/seconde Viseur reflex avec oculaire orientable à 180° Commandes télévisuelles Poignée incorporée dans l'optique Zoom électrique Poids 7,26 kg Prise synchro sonore interchangable selon système utilisé. Caméra 16 mm destinée aux reportages télévisés, présentée au Meeting International de Cannes en avril 1970.Ce modèle a été utilisé par les reporters de la RAI (Italie) durant plus de 10 ans. Possibilité d'enregistrement à partir de platines interchangeables incorporées soit sur film prépisté, soit par magnétophone type NagraE piloté par quartz par le système "Piloton".

OTTICA

Tipo

Angenieux

Type10x12B 12-120mm 1:2,2 Collezione Franceschi

pag.60


Collezione Franceschi Modello Modéle

1971

4008 ZM II

nome alternativo autre nome

Modèle fabriqué à Romorantin-Lanthenay Super 8 mm muet Vitesse de prise de vues de 2 à 70 images/seconde + image par image Exposition automatique Viseur reflex Poignée incorporée Optique interchangeable au pas "C" Ce modèle est l'évolution du 4008 ZM. Possibilité de synchronisation sonore ; écoute et contrôle sonore également avec casque si raccordé en externe à magnétophone de type Nagra. Possibilité de marche arrière de la pellicule. Possibilité d'enregistrement du son à l'aide de l'accessoire Synchro-pilote Beaulieu et le câble de raccordement au magnétophone du type Nagra-E Modello fabbricato a Romorantin-Lanthenay Super 8 Muto Motore elettrico. (Alimentazione 7,2 Volt) Velocita da 2 a 70 ftg/s+ scatto singolo Impugnatura incorporata. Ottica intercambiabile con passo C Esposizione automatica Evoluzione del modello 4008 ZM. Con possibilità di sincro sonoro. Possibile ascolto e controllo del sonoro in cuffia se collegato ad un registrataore esterno di tipo Nagra. Possibile la marcia indietro della pellicola. Possibile la registrazione del suono con l’accessorio Synchro-pilote Beaulieu e il cavo di collegamento al registratore del tipo NAGRA-E. OTTICA Schneider Kreuznach

Tipo Optivaron 6-66 mm

1:1,8

Collezione Franceschi

pag.61


Collezione Franceschi Modello Modéle

1971

nome alternativo autre nome

R 16/60 EL autozooming

nome alternativo autre nome

Modello prodotto a Romorantin-Lanthenay Evoluzione del modello R16/60 EL auto Regolazione automatica "reglomatic" del diaframma Torretta fissa Zoom elettrico potenziato Velocità di ripresa da 8 a 64 ftg/s + scatto fisso Visore Reflex per la ripresa Bobina da 30 mt Presa per il syncro sonoro

OTTICA Angenieux

R16/60EL R16/60 EL AZ

Modèle fabriqué à Romorantin-Lanthenay Evolution du modèle R 16/60 auto 16 mm Vitesse de prise de vues 8/16/32/48/64 images/seconde + image par image Réglage du diaphragme "reglomatic" Viseur reflex Bobine de 30 m Prise pour la synchronisation sonore Zoom automatique

Tipo 10x12B

12-120 mm 1:2,2 Collezione Franceschi

pag.62


Collezione Franceschi Modello Modéle

1974

nome alternativo autre nome

4008 M3

Modèle fabriqué à Romorantin-Lanthenay Super 8 mm muet Vitesse de prise de vues de 2 à 70 images/seconde + image par image Viseur reflex Poignée incorporée Optique interchangeable au pas "C" Ce modèle est dérivé du 4008 ZM II mais sans marche arrière et avec zoom manuel. Il était généralement vendu pour des applications spécifiques et sans optique

Modello fabbricato a Romorantin-Lanthenay Super 8 Muto Motore elettrico. (Alimentazione 7,2 Volt) Velocita da 2 a 70 ftg/s+ scatto singolo Impugnatura incorporata. Ottica intercambiabile con passo C Esposizione automatica Derivato dal modello ZMII ma senza marcia indietro e con zoom manuale Questo modello veniva normalmente venduto senza ottica per usi specifici.

Ottica

Tipo

Optivaron 6-66 mm 1:1,8 Schneider Kreuznach

Collezione Franceschi

pag.63


Collezione Franceschi Modello Modéle

1974

nome alternativo autre nome

5008 S

Modèle fabriqué à Romorantin-Lanthenay Super 8 mm sonore Exposition automatique Moteur électrique (7,2 V) Vitesse de prise de vues de 2 à 70 images/seconde + image par image Viseur reflex Poignée contenant la batterie Optique interchangeable au pas "C" Cette caméra comporte une série de dispositifs pour le raccordement sonore automatique ou manuel C'est la première caméra Super 8 sonore au monde. Dans cette caméra l'on utilisa pour la premère fois, les nouvelles cassettes Super 8 sonores de chez Kodak. Modello fabbricato a Romorantin-Lanthenay Super 8 Sonoro Motore elettrico. (Alimentazione 7,2 Volt) Velocita da 2 a 70 ftg/s+ scatto singolo Impugnatura incorporata. Ottica intercambiabile con passo C Esposizione automatica La cinepresa presenta una serie di dispositivi per il collegamento sonoro automatico o manuale La prima cinepresa Super8 sonora al mondo. La prima cinepresa che utilizzava le nuove cassette sonore della Kodak. Presentata nel Settembre 1974 Ottica Schneider Kreuznach

Tipo Optivaron 6-66 mm 1:1,8 Collezione Franceschi

pag.64


Collezione Franceschi Modello Modéle

1976

nome alternativo autre nome

3008 S MS

Modèle fabriqué à Romorantin-Lanthenay Super 8 mm sonore Exposition automatique Moteur électrique (7,2 V) Vitesse de prise de vues de 2 à 36 images/seconde + image par image Viseur reflex Poignée contenant la batterie Optique interchangeable au pas "C" Cette caméra comporte une série de dispositifs pour le raccordement sonore automatique ou manuel Version simplifiée de la 5008. La version S n'a jamais été produite mais il en existe un prototype à la Technopole de Metz. Modello fabbricato a Romorantin-Lanthenay Super 8 Sonoro Motore elettrico. (Alimentazione 7,2 Volt) Velocita da 12 a 36 ftg/s Impugnatura incorporata. Ottica intercambiabile con passo C Esposizione automatica La cinepresa presenta una serie di dispositivi per il collegamento sonoro automatico o manuale Versione semplificata del modello 5008 La versione S non é mai stata prodotta ma esiste il prototipo al Technopole di Metz. Ottica

Tipo

Schneider Kreuznach Optivaron 8-64mm 1:14 Collezione Franceschi

pag.65


Collezione Franceschi Modello Modéle

1976

nome alternativo autre nome

4008 ZM 4

Modèle fabriqué à Romorantin-Lanthenay Super 8 mm muet Exposition automatique Moteur électrique (7,2 V) Vitesse de prise de vues de 2 à 80 images/seconde + image par image Viseur reflex Poignée incorporée Optique interchangeable au pas "C" Ce modèle est l'évolution du 4008 ZM II. La vitesse de prise de vues est portée à de 2 à 80 photogrammes/seconde et la caméra est équipée d'une optique Schneider Kreuznach 6-70 mm. Ce modèle est le classique "coup de l'étrier", la vidéo arrive !

Modello fabbricato a Romorantin-Lanthenay Super 8 Muto Motore elettrico. (Alimentazione 7,2 Volt) Velocita da 2 a 80 ftg/s+ scatto singolo Impugnatura incorporata. Ottica intercambiabile con passo C Esposizione automatica Evoluzione del modello ZM II. La velocità di ripresa é stata portata da 2 a 80 fotogrammi al secondo e monta un ottica Schneider 6-70 mm. Questo modello é il classico colpo di coda della Beaulieu. Sta arrivando il video! OTTICA

Tipo

Schneider Kreuznach

6-70 mm 1:1,4 Collezione Franceschi

pag.66


Collezione Franceschi Modello Modéle

1976

nome alternativo autre nome

5008 S MS

Modèle fabriqué à Romorantin-Lanthenay Super 8 mm sonore Exposition automatique Moteur électrique (7,2 V) Vitesse de prise de vues de 8/12/24/45 images/seconde + image par image Viseur reflex Poignée contenant la batterie Optique interchangeable au pas "C" Cette caméra comporte une série de dispositifs pour le raccordement sonore automatique ou manuel Il s'agit du modèle S dans la version MS c'est à dire Multi Speed. Possibilité de rembobinage de la pellicule manuellement et d'utiliser le Synchro-pilote raccordé à un magnétophone de type Nagra-E Modello fabbricato a Romorantin-Lanthenay Super 8 Sonoro Motore elettrico. (Alimentazione 7,2 Volt) Impugnatura incorporata. Ottica intercambiabile con passo C Esposizione automatica La cinepresa presenta una serie di dispositivi per il collegamento sonoro automatico o manuale E' il modello S in versione MS ovvero Multi Speed. Questo modello ha la particolarità di avere 4 velocità di ripresa: 8/12/24/45 fotogrammi al secondo. Possibile riavvolgere la pellicola manualmente e utilizzare il Synchro-pilote collegato a un registratore del tipo NAGRA-E Ottica Schneider Kreuznach

Tipo Optivaron 6-70mm 1:14 Collezione Franceschi

pag.67


Collezione Franceschi Modello Modéle

1978

nome alternativo autre nome

1008 XL

Modèle fabriqué au Japon Caméra Super 8 de bas de gamme Boîtier en polycarbonate Vitesse de prise de vues de 9 à 36 images/seconde + 18/24 sonore Poignée incorporée Optique fixe Mise en route par système dichroïque Exposition automatique

Modello fabbricato in Giappone Super 8 sonoro di bassa gamma Carrozzeria in policarbonato. Velocita da 9 a 36 ftg/s +18/24 sonoro Impugnatura incorporata. Ottica fissa Messa a fuoco con sistema dicroico Esposizione automatica

Ottica Beaulieu

Tipo 7-45mm

1:1,2 Collezione Franceschi

pag.68


Collezione Franceschi Modello Modéle

1979

nome alternativo autre nome

6008 S

Modèle fabriqué à Romorantin-Lanthenay Super 8 mm sonore de haut de gamme Exposition automatique Moteur électrique (7,2 V) Possibilité de monter des chargeurs de 60 m. Affichage des contrôles dans le viseur Vitesse de prise de vues de 4 à 56 images/seconde (18/24 pour le sonore) Poignée incorporée Optique interchangeable au pas "C" Cette caméra est pratiquement le modèle final de la production haut de gamme de "Beaulieu S.A." Il subira d'innombrables modifications et finira comme modèle 9008 de "Beaulieu Industries". Modello fabbricato a Romorantin-Lanthenay Super 8 Sonoro di alta gamma Motore elettrico. (Alimentazione 7,2 Volt) Carrozzeria in policarbonato.Possibilità di utilizzo di caricatori da 60 mt. Tutti i controlli sono visibili dal visore. Velocita da 4 a 56 ftg/s (18-24 ftg per il sonoro) Impugnatura incorporata. Ottica intercambiabile con passo C Esposizione automatica Questa é praticamente il modello finale della produzione di alta gamma "Beaulieu S.A." Subirà innumerevoli modifiche sino ad arrivare al modello 9008 prodotto da "Beaulieu Industries" Ottica Tipo Angenieux Type15x6B 6-90mm 1:1,2 Collezione Franceschi

pag.69


Collezione Franceschi Modello Modéle

1980

nome alternativo autre nome

708 708 EL Stereo Capstan Drive

nome alternativo autre nome

Modello fabbricato a RomorantinLanthenay Proiettore sonoro Super 8. Verrà prodotto dal 1976 sino alla chiusura della ditta. Esiste una evoluzione 708 EL Stereo Capstan Drive e una versione potenziata 708 EL Stereo HP per proiezioni in sale di lunghezza superiore ai 20 mt. Il modello presentato é il Capstan Drive Stereo

708 EL Stereo HP

Modèle fabriqué à Romorantin-Lanthenay Projecteur sonore pour Super 8 Il sera produit à partir de 1976 jusqu'à la fermeture de l'entreprise. Il en existe deux évolutions Le modèle 708 EL Stéréo Capstan drive et un modèle identique en version HP c'est à dire haute puissance pour projection dans des salles d'une longueur supérieure à 20 m.

Collezione Franceschi

pag.70


Collezione Franceschi Modello Modéle nome alternativo autre nome

1981

1018 SX8

Modèle fabriqué au Japon Caméra Super 8 de bas de gamme Boîtier en polycarbonate Vitesse de prise de vues de 9 à 36 images/seconde + 18/24 sonore Poignée incorporée Optique fixe Mise en route par système dichroïque Exposition automatique Possibilité prise de vues "macro"

Modello fabbricato in Giappone Super 8 sonoro di bassa gamma Carrozzeria in policarbonato. Velocita da 9 a 36 ftg/s +18/24 sonoro Impugnatura incorporata. Ottica fissa Messa a fuoco con sistema dicroico Esposizione automatica Possibile ripresa Macro

Ottica

Beaulieu

Tipo

7,5-60mm

1:1,8 Collezione Franceschi

pag.71


Collezione Franceschi Modello Modéle

1981

nome alternativo autre nome

1028 XL 60

Modèle fabriqué au Japon Caméra Super 8 sonore de bas de gamme Boîtier en polycarbonate Vitesse de prise de vues de 9 à 36 images/seconde + 18/24 sonore Poignée incorporée Optique fixe Mise en route par système dichroïque Exposition automatique Possibilité prise de vues "macro" Reçoit les chargeurs spéciaux Kodak de 60 m

Modello fabbricato in Giappone Super 8 sonoro di bassa gamma Carrozzeria in policarbonato. Velocita da 9 a 36 ftg/s +18/24 sonoro Impugnatura incorporata. Ottica fissa Messa a fuoco con sistema dicroico Esposizione automatica Possibile ripresa Macro Può montare caricatori da 60 mt

Ottica

Beaulieu

Tipo

6,8-48 mm

1:1,2 Collezione Franceschi

pag.72


Collezione Franceschi Modello Modéle

1981

nome alternativo autre nome

6008 PRO

Modèle fabriqué à Romorantin-Lanthenay Super 8 mm muet de haut de gamme Exposition automatique Moteur électrique (7,2 V) Possibilité de monter des chargeurs de 60 m. Affichage des contrôles dans le viseur Vitesse de prise de vues de 4 à 80 images/seconde (18/24 pour le sonore) Poignée incorporée Optique interchangeable au pas "C" Cette caméra est pratiquement le modèle final de la production haut de gamme de "Beaulieu S.A." Il subira d'innombrables modifications et finira comme modèle 9008 de "Beaulieu Industries". Modello fabbricato a Romorantin-Lanthenay Super 8 muto di alta gamma (montato nella scocca del modello sonoro) Motore elettrico. (Alimentazione 7,2 Volt) Carrozzeria in policarbonato.Possibilità di utilizzo di caricatori da 60 mt. Tutti i controlli sono visibili dal visore. Velocita da 4 a 80 ftg/s Controllo al quarzo per le riprese a 24 ftg/s per doppia banda e trasferimento video. Impugnatura incorporata. Ottica intercambiabile con passo C Esposizione automatica Questa é praticamente il modello finale della produzione di alta gamma "Beaulieu S.A." Subirà innumerevoli modifiche sino ad arrivare al modello 9008 prodotto da "Beaulieu Industries" Ottica Schneider Kreuznach

Tipo Optivaron 6-70 mm 1:1,4 Collezione Franceschi

pag.73


Collezione Franceschi Modello Modéle

1985

nome alternativo autre nome

7008 S

Modèle fabriqué à Romorantin-Lanthenay par Beaulieu Industries Super 8 mm sonore de haut de gamme Exposition automatique Moteur électrique (7,2 V) Possibilité de monter des chargeurs de 60 m. Affichage des contrôles dans le viseur Vitesse de prise de vues de 4 à 80 images/seconde (18/24 pour le sonore) Poignée incorporée Optique interchangeable au pas "C" Afficheur à cristaux liquides

Modello fabbricato a Romorantin-Lanthenay da Beaulieu Industries Super 8 sonoro di alta gamma Motore elettrico. (Alimentazione 7,2 Volt) Carrozzeria in policarbonato.Possibilità di utilizzo di caricatori da 60 mt. Tutti i controlli sono visibili dal visore. Velocita da 4 a 80 ftg/s Controllo al quarzo per le riprese a 24 ftg/s per doppia banda e trasferimento video. Impugnatura incorporata. Ottica intercambiabile con passo C Esposizione automatica Contatore a cristalli liquidi Ottica Schneider Kreuznach

Tipo Optivaron 6/70 mm 1:1,4 Collezione Franceschi

pag.74


Collezione Franceschi Modello Modéle

1986

nome alternativo autre nome

7008 Pro

Modèle fabriqué à Romorantin-Lanthenay par Beaulieu Industries Super 8 mm muet de haut de gamme Exposition automatique Moteur électrique (7,2 V) Possibilité de monter des chargeurs de 60 m. Affichage des contrôles dans le viseur Vitesse de prise de vues de 4 à 80 images/seconde Contrôle par quartz à 24 ou 25 i/s. Optique interchangeable au pas "C" Afficheur à cristaux liquides

Modello fabbricato a Romorantin-Lanthenay da Beaulieu Industries Super 8 muto di alta gamma Motore elettrico. (Alimentazione 7,2 Volt) Carrozzeria in policarbonato.Possibilità di utilizzo di caricatori da 60 mt. Tutti i controlli sono visibili dal visore. Velocita da 4 a 80 ftg/s Controllo al quarzo per le riprese a 24 ftg/s per doppia banda e trasferimento video. Impugnatura incorporata. Ottica intercambiabile con passo C Esposizione automatica Contatore a cristalli liquidi Ottica Schneider Kreuznach

Tipo Optivaron 6/70 mm 1:1,4 Collezione Franceschi

pag.75


Collezione Franceschi Modello Modéle

1986

nome alternativo autre nome

2016 2016 Quartz

Modèle fabriqué à Romorantin-Lanthenay par Beaulieu Industries Dernier evolution du modèle R16 né en 1956 16 mm Exposition automatique Moteur électrique (7,2 V) Vitesse de prise de vues de 4 à 80 images/seconde (Contrôlée au quartz) Bobine de 30 m Optique interchangeable au pas "C" Afficheur à cristaux liquides

Modello fabbricato a Romorantin-Lanthenay da Beaulieu Industries Ultima evoluzione del mitico modello R16 nato nel 1956 Torretta fissa Velocità di ripresa da 4 a 80 ftg/s + scatto fisso Controllo al quarzo per le riprese a 24 ftg/s per doppia banda e trasferimento video. Ottica intercambiabile con passo C Esposizione automatica Contatore a cristalli liquidi

OTTICA Wollensak (Bolex)

Tipo 50 mm

1:1,4 Collezione Franceschi

pag.76


Collezione Franceschi Modello Modéle

1987

SCV 4035

nome alternativo autre nome

Modèle fabriqué à Romorantin-Lanthenay par Beaulieu Industries Télé caméra mixte vidéo/photo 35 mm Après l'échec de la caméra BV8 qui ne sera jamais commercialisé et avec l'expérience qui en dériva est proposée la première caméra de sûreté composée d'une mixtes photo/vid

Tele/cinema formato 35mm Dopo l'insuccesso della telecamera BV8 che non verrà mai commercializzata e con l'esperienza che ne derivò viene proposta la prima telecamera di sicurezza composta da un misto foto/video.

OTTICA: Intercambiabile Ø 42 Schneider Kreuznach C-Curtagon 2,8-35 mm Campo coperto orizzontale:53° Tiraggio standard: 45,5 mm Messa a fuoco: manuale

Collezione Franceschi

pag.77


Collezione Franceschi Modello Modéle

1990

nome alternativo autre nome

8008 Pro Hi

Modèle fabriqué à Romorantin-Lanthenay par Beaulieu Industries Vidéo caméra produite jusqu'à la fermeture de l'entreprise. La 8008 est dérivée du modèle BV8 qui a couté des année de recherche et de développement et qui n'a jamais été produit (seul, un prototype est exposé à la Technopole de Metz) car au moment de la présentation, Sony présenta son nouveau format digital Hi 8 qui upplanta définitivement le précédent format Vidéo 8.

Modello fabbricato a Romorantin-Lanthenay Produzione Beaulieu Industries Telecamera professionale nel formato Sony Hi digitale. Questo modello é derivato dal modello BV8 costato anni di ricerche e di sviluppo che non fu mai prodotto a causa del cambiamento di formato imposto da Sony dal Video 8 all Hi 8.

Ottica Beaulieu

8x

Tipo 11-88 mm 1:1,4 Collezione Franceschi

pag.78


Collezione Franceschi Modello Modéle

1992

nome alternativo autre nome

9008 S 9008 S 16:9

Dernier modèle fabriqué à Romorantin-Lanthenay Super 8 mm sonore de haut de gamme Prise de vue 16 : 9 Boîtier en polycarbonate Exposition automatique Moteur électrique (7,2 V) Possibilité de monter des chargeurs de 60 m. Affichage des contrôles dans le viseur Vitesse de prise de vues de 4 à 80 images/seconde Contrôle à quartz pour les prises de vue à 24 images/seconde par double bande et transfert vidéo Poignée incorporée Optique interchangeable au pas "C"

Ultimo modello fabbricato a Romorantin-Lanthenay da Beaulieu Industries Super 8 sonoro di alta gamma con riprese a 16:9 Motore elettrico. (Alimentazione 7,2 Volt) Carrozzeria in policarbonato. Possibilità di utilizzo di caricatori da 60 mt. Tutti i controlli sono visibili dal visore. Velocita da 4 a 80 ftg/s Controllo al quarzo per le riprese a 24 ftg/s per doppia banda e trasferimento video. Impugnatura incorporata. Ottica intercambiabile con passo C Esposizione automatica

Ottica Angenieux

Tipo zoom macro 6-90mm 1:1,4 Collezione Franceschi

pag.79


ACCESSORI STORICI delle cineprese Beaulieu 1976NAGRA E -Registratore professionale Nel periodo in cui le cineprese erano solo mute questo accessorio era assolutamente indispensabile. Le cineprese Beaulieu mute avevano tutte la possibilità di un collegamento per il syncro-sonoro.

Banco macro. (Optivaron 6-66) 1969 Montato sull’ottica di un modello 4008, permetteva la ripresa macro addirittura tra i vetrini di un microscopio. Questo accessorio permetteva inoltre la ripresa di una diapositiva collocata nel supporto anteriore. E’ stato uno degli accessori più venduti dalla Beaulieu.

1980- Nel tentativo di imitare il magazine del formato 16 mm, Kodak immette sul mercato questo cartridge nel formato super 8. Si tratta di un magazzino da 60 mt (200 ft) particolarmente adatto alle cineprese Beaulieu della serie 6008/7008/9008.Il caricatore Kodak era con il contenitore a perdere al contrario del modello 16 mm che doveva essere caricato dall’utente in camera oscura. Negli anni 90 Kodak cessa questa produzione, motivo per cui questo caricatore é un pezzo decisamente raro. Collezione Franceschi

pag.80


1965 Per la prima volta viene adottato un magazzino (caricatore) contenente 60 mt (200ft) di pellicola 16 mm. Il magazzino viene alimentato direttamente dalla cinepresa che per l’utilizzo deve montare al suo interno degli speciali adattatori forniti con il magazzino.

1970 Compendium EWA Composto da un soffietto parasole e da una notevolissima dotazione di accessori che permisero la realizzazione dei primi effetti speciali come la doppia esposizione!

1990 Compendium Artigianale (prototipo) progettato e realizzato da un cineasta Tedesco (Carlos Geis) e composto da un soffietto parasole ARRIFLEX con due portafiltri. Il compendium Ê stato progettato per l’uso in abbinamento ai modelli 6008-7008-9008. Nella foto Ê stato abbinato al prototipo trasparente del modello 6008 S utilizzato per la presentazione al PhotoKina di Colonia.

Collezione Franceschi

pag.81


RARITA’ del 1977 Si tratta di una delle pochissime custodie SUB professionali per il Super8. Questo modello é stato progettato unicamente per le cineprese Beaulieu della serie 4008.

Il pezzo é di produzione Svizzera ed é marchiato “HUGY fot” “Switzerland”

La custodia é corredata anche dalla boa di segnalazione per sub, dell’illuminatore e le relative batterie ricaricabili.

Collezione Franceschi

pag.82


RARITA’ del 1981 Si tratta di una delle pochissime custodie SUB professionali per il Super8. Questo modello é stato progettato unicamente per le cineprese Beaulieu della serie 6008 e successivamente utilizzato anche dalle 7008.

Il pezzo é di produzione Austriaca ed é marchiato “Unterwasser-Fototechnik” A.Stepanek 4400 Steyr Austria

La custodia é corredata anche da lenti addizionali per la funzione “grandangolo” Questo modello é completato da una Beaulieu 6008S

Collezione Franceschi

pag.83


Tutti i diritti riservati: Walter Franceschi Via G. Binel 4/6 11020 Donnas (AO) Italia email: beaulieu@walterfranceschi.it URL: http://www.walterfranceschi.it

Indirizzi utili: Museo Matra a Romorantin:..........http://www.romorantin.fr/museematra/ Municipalità di Romorantin:...........http://www.romorantin.fr/ Technopôle di Metz:........................http://www.metztechnopole.com/ Beaulieu -images a Romorantin:.....http://www.beaulieu-images.com/ Beaulieu Cameras............................http://lavender.fortunecity.com/lavender/569/beaulieu.html Cineprese da collezione...................http://www.movie-camera.it/ La storia della cinepresa..................http://www.cigv.it/ilviaggio/cinep.html Collezione Franceschi......................http://www.walterfranceschi.it

Collezione Franceschi

pag.84


Collezione Beaulieu-Franceschi