Issuu on Google+

SCUOLA DELL’INFANZIA DI FERIOLO “I FANTASTICI QUATTRO TERRA, FUOCO, ARIA, ACQUA”

PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO ANNO SCOLASTICO 2008/2009 PREMESSA


Il contatto con la natura concorre sicuramente al raggiungimento di uno stato di maggiore benessere psicofisico : il bambino gioisce nel trovare piccoli tesori, ascolta estasiato, rassicurato e in piena rilassatezza i rumori e i suoni che la natura offre. Guarda affascinato gli svariati colori dislocati ovunque cada l’occhio del piccolo osservatore, si lascia avvolgere dai profumi e dalle essenze che la natura emana . Il bambino guarda ,osserva, ascolta, si gusta la semplicità e la bellezza della natura, immagina, immagazzina dentro di sé tutto quanto i suoi sensi registrano, conserva preziosamente questi vissuti, li elabora e rielabora in un particolare stato d’animo di pace, serenità e tranquillità. IL MONDO DELLA TERRA. E’ il mondo delle case, delle costruzioni dell’uomo, delle tane degli animali che camminano o strisciano sotto o sopra il suolo, degli alberi,delle erbe, dei fiori, dei campi, dei boschi, delle montagne, delle pianure e delle colline, dei frutti buoni e cattivi e di quanto si puo’ mangiare, delle pietre e della sabbia. IL MONDO DEL FUOCO. Il fuoco e’ un elemento molto attraente per le sue caratteristiche e per il fatto che difficilmente viene consentito ai bambini di avvicinarsi e di avere un contatto diretto a causa degli effetti che può produrre e dei pericoli che rappresenta. Tuttavia, con le dovute precauzioni, e’ possibile farne esperienza e scoprire quanto il calore e la luce siano importanti per la vita dell’uomo; accorgerci che il fuoco e’ una grande forza della natura e renderci conto che tanti fenomeni e realtà sono legati a questo elemento: vulcani, lampi, incendi. IL MONDO DELL’ARIA. Un respiro, un soffio, un alito, i venti, le brezze, le correnti d’aria, i cicloni: anche l’aria porta vita e morte. Il mondo dell’aria e’ nel cielo azzurro o percorso da nubi o nascosto da nebbie. A questo mondo appartengono gli uccelli e innumerevoli insetti, gli aerei, gli asciugacapelli, i deltaplani e i paracadute, le bolle di sapone, i profumi dei fiori e i deodoranti,i gas inquinanti e quelli che ci servono, il fumo degli incendi e delle sigarette, il vapore dei soffioni e quelli del caffè bollente ecc…. IL MONDO DELL’ACQUA. L’acqua e’ un elemento vitale che possiamo osservare partendo da approcci differenti: sensoriale,percettivo,scientifico, espressivo,ecologico….. Per i bambini i giochi con l’acqua sono i preferiti, il contatto da’ piacere e benessere, fa scoprire rumori, colori, sensazioni….


Alle prime scoperte sulle caratteristiche dell’acqua, possiamo aggiungerne delle altre per capire come influenza la nostra vita e quella dell’ambiente in cui viviamo e rivalutare il nostro rapporto quotidiano. FINALITA’ Avvicinare fin da piccoli i bambini alla natura, ai sui ritmi, ai suoi tempi, alle sue manifestazioni, per provare a consegnare loro un ambiente da esplorare, rispettare e amare. OBIETTIVI : • Osservare con curiosità e analizzare situazioni ed eventi • Formulare ipotesi e previsioni relative ai fenomeni osservati e verificarle. • Conoscere le caratteristiche di terra, fuoco, aria e acqua. • Operare classificazioni tra oggetti. • Lavorare con gli elementi e vari materiali per sviluppare la manualita’ e affinare differenti percezioni. • Stabilire relazioni temporali, causali, logiche. • Passare dall’esplorazione senso-percettiva alla rappresentazione simbolica del vissuto. • Incrementare consapevolezza e sensibilità nei confronti dell’ambiente. • Usare diverse tecniche espressive e comunicative. • Sviluppare la capacità di lavorare in gruppo, di negoziare e cooperare. SPAZI. A scuola e all’aperto, sfruttando le risorse offerte dal territorio (esplorazioni e uscite ) VERIFICHE La verifica e’ uno strumento molto importante a disposizione degli insegnanti, per potersi rendere conto del livello raggiunto nei vari ambiti di sviluppo del bambino .Essa implica la documentazione del percorso didattico e aiuta l’insegnante a confrontarsi sugli obiettivi raggiunti e quelli non raggiunti. Per la documentazione ci si avvale di strumenti verbali e grafici (cartelloni, relazioni scritte e rappresentazioni grafiche ).


1 settembre – ottobre -Accoglienza - Inizio progetto

U.D.A. N°

AMBITI Il sé e l’altro Il corpo e il movimento Linguaggi, creativita’, espressione I discorsi e le parole La conoscenza del mondo.

TITOLO:

I fantastici quattro: terra, fuoco, aria e acqua.

GRUPPO: BAMBINI : Piccoli Medi Grandi

MOTIVAZIONI Avvicinare fin da piccoli i bambini alla natura, ai suoi ritmi, ai suoi tempi, alle sue manifestazioni, per provare a consegnare loro un ambiente da esplorare, rispettare e amare.

OBIETTIVI FORMATIVI • • • • • • • • •

Conquistare una progressiva autonomia rispetto ai propri bisogni personali, all’ambiente, ai materiali. Prendere consapevolezza della propria identità in rapporto agli altri e a se stesso Esprimere emozioni e sentimenti. Orientarsi ed appropriarsi dello spazio scuola. Rafforzare l’autonomia, la stima di sé e l’identità’ Superare serenamente il distacco dalla famiglia. Accedere alle varie tecniche proposte Dare forma e colore all’esperienza con una varietà di strumenti Proposte di attività attinenti all’elemento terra.

MODALITÁ DI VERIFICA: Osservazioni nelle varie attività Produzione di elaborati Verbalizzazioni Interesse Partecipazione


METOLOGIA / ATTIVITÁ

UNA STORIA PER COMINCIARE

C’ERA UNA VOLTA LA FATA MIRTILLA……VIVE NEL BOSCO…. IO E LA FATA MIRTILLA IO SONO ALTO, LA FATA E’ BASSA IO SONO COSI’ LA FATINA IL COLORE DEL VESTITO DI MIRTILLA IL BOSCO DOVE VIVE LA FATINA I MIEI AMICI GLI AMICI DI MIRTILLA. I BAMBINI MEDI E GRANDI DANNO FORMA E COLORE ALLE VARIE ESPERIENZE USANDO VARIE TECNICHE. IL GRUPPO DEI BAMBINI PICCOLI HA INIZIATO UN PERCORSO DI ATTIVITA’ INTITOLATO : “LA MIA STORIA” CHE LI HA PORTATI A RIPERCORRERE LE VARIE FASI DELLA LORO CRESCITA. IL GIORNO 6 OTTOBRE INIZIA IL PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO : I FANTASTICI QUATTRO : LA TERRA, IL FUOCO, L’ARIA, L’ACQUA. EDUCAZIONE LINGUISTICA – UNA STORIA SULLA TERRA INTITOLATA :

“la nuvola”.

DRAMMATIZZAZIONE DELLA PRIMA PARTE DELLA STORIA. COLORIAMO CON LE TEMPERE: IL ROSSO DEL VULCANO IL BLU DEL MARE IL VERDE DELLA NATURA. RAPPRESENTIAMO, CON VARIE TECNICHE, LE SEQUENZE DELLA STORIA. ANDIAMO IN GIARDINO A RACCOGLIERE : SASSI FOGLIE RAMI TERRA FUNGHI ECC…. LI RACCOGLIAMO E LI CLASSIFICHIAMO . TOCCHIAMO LA TERRA, L’ANNUSIAMO ED ESPRIMIAMO LE NOSTRE SENSAZIONI. VERBALIZZAZIONE. TERRA - ACQUA = FANGO ESPERIMENTO I BAMBINI MEDI E GRANDI LASCIANO LE LORO IMPRONTE DI FANGO MENTRE I BAMBINI PICCOLI DOPO VARI TENTATIVI COLORANO TUTTO IL FOGLIO CON IL FANGO. ATTIVITA’ - FACCIAMO L’ALBERO CON IL MATERIALE RACCOLTO IN GIARDINO. PREPARIAMO IL CARTELLONE DEL PROGETTO. CON LE FOGLIE…. IL FROTTAGE E LA REALIZZAZIONE DI OPERE D’ARTE CON LE FOGLIE DEL GIARDINO PER I BAMBINI MEDI E GRANDI. COLORIAMO CON LE TEMPERE : IL ROSSO E IL GIALLO E POI INCOLLIAMO AL CENTRO UNA FOGLIA DEL GIARDINO . I PICCOLI


VISIONE DI STORIE LEGATE AL BOSCO : “FANTABOSCO”. RAPPRESENTAZIONE GRAFICA.

PROGETTO COMENIUS QUEST’ANNO I BAMBINI GRANDI DELLA NOSTRA SCUOLA : SYRIA, GIORGIA, FILIPPO, IRENE, CHIARA, COSTANZA E MASSIMILIANO PARTECIPANO AL PROGETTO COMENIUS : NETWORKING MINDS. IL PROGETTO PREVEDE L’ATTUAZIONE DI NUMEROSE ATTIVITA’ CURRICOLARI CHE UTILIZZINO IL SUPPORTO DI VARIE TECNOLOGIE COMPRESE QUELLE INFORMATICHE. LA SCUOLA COODINATRICE DI NADUR PROVVEDERA’ ALLA REALIZZAZIONE DI UN SITO INTERNET DEDICATO AL PROGETTO” NETWORKING MINDS” SUL QUALE SARANNO PUBBLICATI I LAVORI E VARIO MATERIALE COME ARTICOLI, FOTO, VIDEO DELLE VARIE SCUOLE PATNERS. ATTIVITA’ SVOLTE: PRESENTIAMO AI BAMBINI LA CARTINA DELL’EUROPA E COLORIAMO CON COLO COLO RI DIVERSI GLI STATI PATNERS. ROSA - SVEZIA AZZURRO - INGHILTERRA VERDE - ITALIA ARANCIONE - TURCHIA BLU - MALTA. PAESE POLO COLORIAMO LE BANDIERE DI QUESTI PAESI. PREPARIAMO IL CARTELLONE CON GLI ACQUARELLI COLORIAMO GLI STATI EUROPEI CHE PARTECIPANO AL PROGETTO. CON VARIE TECNICHE I BAMBINI REALIZZANO I MESI DELL’ANNO . IL CALENDARIO RAPPRESENTA I MESI DELL’ANNO SUL LAGO: GENNAIO - NEVE SUL MOTTARONE FEBBRAIO - NEBBIA SULLE ISOLE BORROMEE MARZO - VENTO SUL LAGO APRILE - PIOGGIA SUL LUNGOLOGO DI FERIOLO MAGGIO - PRIMAVERA SULLE COLLINE DI VERBANIA GIUGNO - TUTTI A FARE IL BAGNO AL”BUC” DI FERIOLO. IL LAVORO CONTINUA………..


Anno scolastico 2008-09

I piccoli lasciano le loro impronte

Inizia il nostro progetto: “i fantastici quattro : terra, fuoco, aria e acqua


U.D.A. N°

2 novembre – dicembre

TITOLO:

I FANTASTICI QUATTRO: TERRA, FUOCO, ARIA E ACQUA. AMBITI

IL SÉ E L’ALTRO IL CORPO E IL MOVIMENTO LINGUAGGI, CREATIVITÁ, ESPRESSIONE I DISCORSI E LE PAROLE LA CONOSCENZA DEL MONDO

GRUPPO:

BAMBINI : PICCOLI MEDI GRANDI

MOTIVAZIONI AVVICINARE FIN DA PICCOLI I BAMBINI ALLA NATURA, AI SUOI RITMI, AI SUOI TEMPI, ALLE SUE MANIFESTAZIONI, PER PROVARE A CONSEGNARE LORO UN AMBIENTE DA ESPLORARE, RISPETTARE E AMARE.

OBIETTIVI FORMATIVI • .RAFFORZARE L’AUTONOMIA, LA STIMA DI SÉ E L’IDENTITÁ • MUOVERSI CON DESTREZZA NELL’AMBIENTE E NEL GIOCO, CONTROLLANDO E COORDINANDO I MOVIMENTI DEGLI ARTI E QUANDO E’ POSSIBILE LA LATERALITÁ. • MUONERSI SPONTANEAMENTE E IN MODO GUIDATO, DA SOLI E IN GRUPPO, ESPRIMENDOSI IN BASE A SUONI, RUMORI, MUSICA, INDICAZIONI ECC.. • SVILUPPARE LA CAPACITA’ DI ASCOLTO E DI CONCENTRAZIONE. • DISEGNARE, DIPINGERE, MODELLARE, DARE FORMA E COLORE ALL’ESPERIENZA, INDIVIDUALMENTE E IN GRUPPO, CON UNA VARIETÁ CREATIVA DI STRUMENTI E MATERIALI,”LASCIANDO TRACCIA DI É. • RICORDARE E RICOSTRUIREATTRAVERSO DIVERSE FORME DI DOCUMENTAZIONE QUELLO CHE SI É VISTO, FATTO, SENTITO E SCOPRIRE CHE IL RICORDO E LA DOCUMENTAZIONE POSSONO ANCHE DIFFERENZIARSI. • AVVICINARSI ALLA CONOSCENZA DI ALTRE CULTURE ATTRAVERSO LA FIABA, LA MUSICA E LA DANZA.

MODALITÁ DI VERIFICA: OSSERVAZIONI NELLE VARIE ATTIVITÁ PRODUZIONI DI ELABORATI VERBALIZZAZIONI INTERESSE PARTECIPAZIONE


METOLOGIA / ATTIVITÁ

………..ELEMENTO TERRA… “OGGI ABBIAMO SEMINATO I SEMI DI ZUCCA” OGNI BAMBINO HA POSTO IL SUO SEME NELLA TERRA. OSSERVIAMO LA CRESCITA. BAGNAMO CON L’ACQUA. RAPPRESENTIAMO GRAFICAMENTE L’ESPERIENZA. I PICCOLI COLORANO IL FOGLIO CON L’ACQUARELLO MARRONE POI…. INCOLLANO IL SEME DI ZUCCA. I SASSI DEL TORRENTE ANZA • GIOCHIAMO CON I SASSI. LI TOCCHIAMO, LI PESIAMO, LI METTIAMO IN FILA…… SONO TANTI. • CON LA PASTA SALATA FACCIAMO I SASSI” FINTI” E LI CONFRONTIAMO. • COLORIAMO I SASSI VERI E LI TRASFORMIAMO IN COCCINELLE E VISI DI BAMBINI. LA TERRA E’ RICCA DI PIETRE PREZIOSE E NOI OGGI LE ABBIAMO TROVATE SCAVANDO SOTTO TERRA. I BAMBINI , GIOCANDO, SCAVANO DENTRO UN GROSSO CONTENITORE PIENO DI TERRA E OGNUNO DI LORO RIESCE A TROVARE UNA PIETRA PREZIOSA : AMETISTA, QUARZO ROSA, AVVENTURINA, CORNIOLA, TURCHESE ECC…. I BAMBINI MEDI E GRANDI RAPPRESENTANO L’ESPERIENZA MENTRE I PIÚ PICCOLI INCOLLANO DEI PEZZI DI CARTA COLORATA SU UN FOGLIO . GIOVEDÍ 13 NOVEMBRE SI É SVOLTA L’USCITA DIDATTICA AL MUSEO TATTILE DI SCIENZE NATURALI DI TRAREGO VIGGIONA VB ESPERIENZA SIGNIFICATIVA ( VEDI RELAZIONE E FOTO) COLORIAMO IL LOGO VERBALIZZIAMO L’ESPERIENZA. ATTIVITÁ MOTORIA : SOPRA E SOTTO. CI SONO DEGLI ANIMALI CHE VIVONO NEL SOTTOSUOLO, QUALI CONOSCETE? DISCUSSIONE- IL LOMBRICO, LA FORMICA ,LA TALPA E IL TOPO. DOVE VIVE LA TALPA ? COLORIAMO LA TANA DELLA TALPA. PREPARIAMO IL CARTELLONE. LAVORIAMO CON L’ARGILLA. PREPARAZIONE DEL CALENDARIO DELL’AVVENTO. LA LUNA CON LE STELLE. “ IL PESCIOLINO D’ORO “ E’ IL TITOLO DELLA FIABA CHE I BAMBINI CON “FIABRANCESCA E FIABULIANO” HANNO RAPPRESENTATO NELLA RECITA DI NATALE E CON LORO C’ERANO ANCHE LE LORO INSEGNANTI “FIABERA E FIABOIRA”. PER LA PREPARAZIONE DELLA RECITA I BAMBINI HANNO IMPARATO TUTTE LE CANZONI CON I RELATIVI MOVIMENTI, HANNO PREPARATO IL CARTELLONE DEL FONDALE USANDO VARIE TECNICHE : TEMPERA, ACQUARELLI, COLLAGE ECC… HANNO PREPARATO IL PESCIOLINO D’ORO COME BIGLIETTO AUGURALE PUNTEGGIANDO E IMPARANDO A MEMORIA


LA MORALE DELLA FIABA : “TANTE COSE RENDONO FELICI….VESTITI, GIOIELLI ,CASTELLI. MA IL DONO PIÚ BELLO….E’ QUELLO CHE VIENE DAL CUORE.!! LA RAPPRESENTAZIONE DELLA FIABA É STATA RIPRESA CON LA TELECAMERA E VERRÁ INVIATA ALLE SCUOLE CHE CON NOI PARTECIPANO AL PROGETTO COMENIUS. I BAMBINI GRANDI HANNO INOLTRE PREPARATO UN PESCIOLINO D’ORO E UN ANGIOLETTO (LAVORETTO NATALIZIO ) DA INVIARE A MALTA, TURCHIA INGHILTERRA,SVEZIA E NAPOLI (ITALIA). L’ATTIVITÁ É STATA DOCUMENTATA FOTOGRAFICAMENTE. IL GIORNO 19 DICEMBRE ALLE ORE 14 ALLA PRESENZA DEL SINDACO , DEL DIRIGENTE SCOLASTICO E DI ALCUNI ASSESSORI SI E’ SVOLTA L’INAUGURAZIONE DELLA SCUOLA DURANTE LA QUALE I BAMBINI E LE MAMME HANNO CANTATO RINGRAZIANDO LE AUTORITÁ PER LA RISTRUTTURAZIONE DELLA SCUOLA. A RICORDO DEI QUARANT’ ANNI DI SCUOLA E’ STATA ALLESTITA UNA MOSTRA FOTOGRAFICA.


Osservo, tocco e dipingo con la terra

Dipingiamo i sassi del fiume Anza


PROGETTO COMENIUS


U.D.A. N°

3 GENNAIO - FEBBRAIO 2009

AMBITI IL SE’ E L’ALTRO IL CORPO E IL MOVIMENTO LINGUAGGI, CREATIVITA’, ESPRESSIONE. I DISCORSI E LE PAROLE LA CONOSCENZA DEL MONDO

TITOLO:

I FANTASTICI QUATTRO: TERRA,FUOCO, ARIA E ACQUA.

GRUPPO:

BAMBINI : PICCOLI MEDI GRANDI.

MOTIVAZIONI AVVICINARE FIN DA PICCOLI I BAMBINI ALLA NATURA, AI SUOI RITMI,AI SUOI TEMPI, ALLE SUE MANIFESTAZIONI, PER PROVARE A CONSEGNARE LORO UN AMBIENTE DA ESPLORARE, RISPETTARE E AMARE.

OBIETTIVI FORMATIVI • • • • • • • • • • •

SVILUPPARE LA CAPACITA’ DI LAVORARE IN GRUPPO. RISPETTARE LE REGOLE DI UN GIOCO. RISPETTARE LE OPINIONI DEGLI ALTRI. RIELABORARE LE ESPERIENZE VISSUTE ATTRAVERSO IL GIOCO. FAVORIRE LA CRESCITA INDIVIDUALE ATTRAVERSO LA COLLABORAZIONE E LA CONDIVISIONE DI UN ’ESPERIENZA. PASSARE DALL’ESPLORAZIONE SENSO – PERCETTIVA ALLA RAPPRESENTAZIONE SIMBOLICA DEL VISSUTO. RIELABORARE LE ESPERIENZE VISSUTE ATTRAVERSO L’ ATTIVITA’ ESPRESSIVA. FORMULARE IPOTESI E PREVISIONI RELATIVE AI FENOMENI OSSERVATI E VERIFICARLE. VERBALIZZARE UN ’ESPERIENZA FATTA. CONOSCERE LE CARATTERISTICHE DEL FUOCO. INCREMENTARE CONSAPEVOLEZZA E SENSIBILITA’ NEI CONFRONTI DELL’AMBIENTE.

MODALITÁ DI VERIFICA: OSSERVAZIONI DELLE VARIE ATTIVITA’ PRODUZIONI DI ELABORATI VERBALIZZAZIONI INTERESSE PARTECIPAZIONE.


METOLOGIA / ATTIVITÁ

………….ELEMENTO FUOCO

IL FUOCO E’ UNA SCOPERTA ANTICA, FORSE E’ STATO SCOPERTO GRAZIE A UN VULCANO, OPPURE UN FULMINE HA INCENDIATO UN ALBERO ECC… VERBALIZZAZIONE : COS’E’ IL FUOCO? COLORIAMO LA SCHEDA : “LA SCOPERTA DEL FUOCO”. BAMBINI MEDI E GRANDI. I COLORI DEL FUOCO : ROSSO – ARANCIONE – GIALLO. I BAMBINI PICCOLI COLORANO UN GRANDE CARTELLONE CON QUESTI COLORI. ATTIVITA’ PSICOMOTORIA PER TUTTI : TELO GIALLO , PEZZETTI DI CARTA VELINA GIALLA, ROSSA E ARANCIONE , MUSICA. LE SCINTILLE COLORATE VOLANO, SALTANO, CADONO, TREMANO, SI AMALGANO. I BAMBINI GIOCANO A RITMO DI MUSICA. AL TERMINE DELL’ESPERIENZA I BAMBINI INCOLLANO I PEZZETTI DI CARTA COLORATA SU UN GRANDE CARTELLONE: IL FUOCO I BAMBINI ESPRIMONO VERBALMENTE L’ESPERIENZA. MANIPOLAZIONE CON LA PASTA SALATA MARRONE E ROSSA PER REALIZZARE UN VULCANO CON LA LAVA INCANDESCENTE. CON GLI ACQUARELLI COLORIAMO L’ITALIA E VEDIAMO DOVE SI TROVANO I VULCANI PIU’ IMPORTANTI: VESUVIO, STROMBOLI, ETNA E VULCANO ECC.. DIPINGIAMO IL NOSTRO VULCANO CON GLI ACQUARELLI. ESPERIMENTO: LA CANDELA SI SPEGNE SE NON C’E’ OSSIGENO. RAPPRESENTAZIONE GRAFICA. LETTURA STORIA : “LA SCOPERTA DEL FUOCO” LETTURA STORIA : “INCENDIO NEL BOSCO”. IL FUOCO PUO’ ESSERE PERICOLOSO. COSA NON BISOGNA MAI FARE? DISCUSSIONE CON I BAMBINI GRANDI E MEDI . RAPPRESENTAZIONE GRAFICA E PREPARAZIONE CARTELLI SUI DIVIETI DELL’USO DEL FUOCO. COLORIAMO L’AUTOCISTERNA DEI POMPIERI. MEMORIZZIAMO E COLORIAMO IL NUMERO DEI POMPIERI : 115. LA PREVENZIONE E’ IMPORTANTE – SPEGNAMO GLI INCENDI. MASCHERE DI CARNEVALE CON LE SCATOLE, BOTTONI, TAPPI, LANA, CARTA, SASSI, CONCHIGLIE E SPAGO….. E COSI’ DIVENTANO DEGLI ANIMALI COME : CAVALLI, CANI E LEONI. BELLO IL RISULTATO. I BAMBINI PICCOLI CON LA PASTA SALATA PREPARANO : PALLA DI FUOCO. IL SOLE E’ FONDAMENTALE PER LA VITA. IL SISTEMA SOLARE. B. GRANDI E MEDI IL GIORNO 21 GENNAIO E’ INIZIATO IL PROGETTO DI INGLESE :” BUBBLES OF ENGLISH” CON L’INSEGNANTE ENZO. IL GIORNO 9 FEBBRAIO E’ INIZIATO IL PROGETTO : METODO FELDENKRAIS PER BAMBINI, CON L’INSEGNANTE CLAUDIA POGGIA. I DUE PROGETTI HANNO UNA DOCUMENTAZIONE GRAFICA CHE DOCUMENTA IL PERCORSO DI APPRENDIMENTO.


TRASFORMIAMO LE SCATOLE IN MASCHERE DI CARNEVALE


IL GIORNO 9 FEBBRAIO E’ INIZIATO IL PROGETTO: “METODO FELDENKRAIS PER BAMBINI” CON LA LOGOPEDISTA CLAUDIA POGGIA


ELEMENTO…… FUOCO

IL FUOCO RISCALDA IL SOLE E’ UNA PALLA DI FUOCO

IL VULCANO ERUTTA LAVA INCANDESCENTE

IL FUOCO BRUCIA


IL SISTEMA SOLARE


U.D.A. N°

4 MARZO – APRILE 2009

ELEMENTO:

ARIA

L’ALTRO

TITOLO I FANTASTICI QUATTRO: TERRA, FUOCO, ARIA E ACQUA. GRUPPO:

AMBITI IL CORPO E IL MOVIMENTO LINGUAGGI, CREATIVITA’, ESPRESSIONE I DISCORSI E LE PAROLE LA CONOSCENZA DEL MONDO

BAMBINI : PICCOLI MEDI GRANDI

MOTIVAZIONI AVVICINARE FIN DA PICCOLI I BAMBINI ALLA NATURA, AI SUOI RITMI,AI SUOI TEMPI, ALLE SUE MANIFESTAZIONI, PER PROVARE A CONSEGNARE LORO UN AMBIENTE DA ESPLORARE, RISPETTARE E AMARE.

OBIETTIVI FORMATIVI • • • • •

STIMOLARE LA CURIOSITA’ E LO SPIRITO DI RICERCA. CONSENTIRE AI BAMBINI DI OSSERVARE FENOMENI ED EVENTI. PROMUOVERE LA FORMULAZIONE DI IPOTESI, DI SOLUZIONI, DI PREVISIONI E LA LORO VERIFICA. FAR RIFLETTERE I BAMBINI SULLA PROPRIA AZIONE PER POTERLA TRASFERIRE IN UN SISTEMA DI SIMBOLI. FAVORIRE IL PASSAGGIO DALL’ESPLORAZIONE SENSO – PERCETTIVA ALLA RAPPRESENTAZIONE SIMBOLICA DEI FATTI E DELLE SITUAZIONI.

MODALITÁ DI VERIFICA: OSSERVIAMO LA CAPACITA’ DI: • OSSERVARE E FARE IPOTESI • COLLEGARE FATTI E SITUAZIONI • RAPPRESENTARE VERBALMENTE L’ESPERIENZA


METOLOGIA / ATTIVITÁ

ELEMENTO …………. ARIA DISCUSSIONE CON I BAMBINI : SECONDO VOI COS’E’ L’ARIA? PRESENTAZIONE DI VARIO MATERIALE: FISCHIETTI – TROMBETTE – PALLONCINI – CANNUCCE – VENTILATORE. L’ARIA C’E’ MA NON SI VEDE. COM’E’ L’ARIA ? COME LA SENTIAMO? L’ARIA CI FA VIVERE. RACCOGLIAMO LE RISPOSTE DEI BAMBINI , LE LORO PROPOSTE. RICERCA DI IMMAGINI DELL’ARIA DA RIVISTE • INCOLLIAMO LE IMMAGINI SU UN FOGLIO. (IMPARIAMO LA POESIA PER IL PAPA’ E PREPARIAMO UN DISEGNO PER LUI.) GIOCHIAMO SPONTANEAMENTE CON L’ARIA LASCIANDOCI INVESTIRE, ALLARGANDO LE BRACCIA…..( CON IL VENTILATORE) SOFFIANDO DENTRO AD UN PALLONCINO, FACENDO LE BOLLE DI SAPONE, SOFFIANDO DENTRO UNA CANNUCCIA IN UNA BACCINELLA D’ACQUA. PROPONIAMO ALTRE DOMANDE CURIOSE : DA DOVE VIENE L’ARIA? E DOVE VA? VERIFICHIAMO IN SITUAZIONI CONCRETE SE GLI OGGETTI O GLI ELEMENTI INDIVIDUALI PRODUCONO ARIA E COME: PER ESEMPIO, LE NOSTRE MANI, LA BOCCA, IL NASO…… IL VENTILATORE, UN FOGLIO DI CARTA CHE MUOVIAMO… L’ARIA HA UNA FORZA? SPERIMENTIAMO LA FORZA DELL’ARIA. • ORGANIZZIAMO UNA GARA DI PESCI DI CARTA . AL VIA I BAMBINI SOFFIANO CON FORZA CERCANDO DI INDIRIZZARE I PESCIOLINI AL TRAGUARDO. • INDIVIDUIAMO DIVERSE SITUAZIONI NELLE QUALI LA FORZA DELL’ARIA E’ UN PERICOLO, ALTRE IN CUI CI AIUTA. AD ESEMPIO: LA TROMBA D’ARIA, L’URAGANO, IL VENTO FREDDO DELL’INVERNO: IL VENTO CHE SPINGE LE VELE, CHE FA GIRARE LE PALE DEI MULINI, L’ARIA DEL VENTILATORE CHE CI RINFRESCA …… • SI PUO’ VEDERE L’ARIA? DOPO AVER SENTITO LE IDEE DEI BAMBINI, RICORDIAMO ALCUNE SITUAZIONI VISSUTE: USCIRE CON IL VENTO, CORRERE VELOCEMENTE , VEDERE I RAMI DEGLI ALBERI SPOSTARSI ECC… • FACCIAMO UN CARTELLONE PER RAPPRESENTARE LE SCOPERTE E LE ESPERIENZE FATTE: GLI AEREI CHE VOLANO, LE MONGOLFIERE, GLI AQUILONI, LA BIANCHERIA STESA CHE SVENTOLA, I RAMI SI MUOVONO, MI METTO DAVANTI AL VENTILATORE, I CAPELLI SI MUOVONO. L’ARIA CHE RESPIRIAMO. DOPO AVER SENTITO E VISTO L’ARIA DELL’AMBIENTE. FACCIAMO SCOPRIRE AI BAMBINI CHE L’ARIA E’ ANCHE NEL NOSTRO CORPO: COME FA AD ENTRARE E USCIRE? PERCHE’ RESPIRIAMO? ARIA PER… RESPIRARE .CHIEDIAMO AI BAMBINI DI ASCOLTARE IL PROPRIO RESPIRO STANDO FERMI, DOPO UNA BELLA CORSA O DOPO AVER FATTO DEI SALTI. DISCUTIAMO SULL’ARIA CHE RESPIRIAMO: DA DOVE ENTRA ? DOVE VA? A CHE COSA SERVE ? COME FA AD USCIRE? SENTIAMO LE RISPOSTE DEI BAMBINI E PARTENDO DALLE LORO CONOSCENZE PROVIAMO A RICOSTRUIRE IL PERCORSO CHE FA L’ARIA PER ENTRARE ED USCIRE DAL NOSTRO CORPO.


REALIZZIAMO INSIEME UN CARTELLONE CON RAFFIGURATO IL CONTORNO DEL CORPO DI UN BAMBINO .CHIEDIAMO AI BAMBINI DI DISEGNARE E RACCONTARE IL PERCORSO DELL’ARIA, CHE ENTRA ED ESCE DAL NOSTRO CORPO: L’ARIA ENTRA DAL NASO E DALLA BOCCAARRIVA AI POLMONI ( DUE PALLONCINI) ATTRAVERSO LA TRACHEA, DONA OSSIGENO AL SANGUE CHE DIVENTA PULITO E PASSANDO DAL CUORE RAGGIUNGE TUTTO IL CORPO. • PREPARIAMO ANCHE UNA SCHEDA DOVE I BAMBINI POTRANNO DISEGNARE IL PERCORSO DELL’ARIA. • RESPIRARE BENE. DECIDIAMO INSIEME CHE COSA DOBBIAMO FARE PER RESPIRARE BENE : RESPIRARE ARIA SANA, AVERE IL NASO PULITO, CAMBIARE L’ARIA DEGLI AMBIENTI IN CUI VIVIAMO….DOVE SI TROVA L’ARIA PULITA? DOVE INVECE TROVIAMO L’ARIA “SPORCA”. DISCUTIAMO CON I BAMBINI. • RAPPRESENTIAMO VISIVAMENTE LE DUE DIVERSE SITUAZIONI • COSTRUIAMO UN CARTELLONE , CHE RACCOGLIENDO I DISCORSI DEI BAMBINI LI TRASFORMI IN CONSIGLI PER UNA BUONA E CORRETTA RESPIRAZIONE. • GIOCHIAMO CON L’ARIA . PROPONIAMO AI BAMBINI DI COSTRUIRE VARI STRUMENTI E OGGETTI CHE PRODUCANO ARIA O FUNZIONANO CON L’ARIA. • IL VENTAGLIO. OGNI BAMBINO HA REALIZZATO IL PROPRIO VENTAGLIO CON UN FOGLIO DI CARTA ,DECORATO CON UN DISEGNO . • LA GIRANDOLA: UTILIZZIAMO UN QUADRATO DI CARTONCINO LEGGERO, UN BASTONCINO ADATTO, UN CHIODINO. …..UN PO’ DI ARIA E LA GIRANDOLA GIRA, GIRA… • LO SCACCIAPENSIERI. UN ANELLO DI METALLO, CONCHIGLIE, BOTTONI E FILO DI NAILON. APPENDIAMO LA NOSTRA COSTRUZIONE AD UN CHIODO E ASPETTIAMO CHE L’ARIA FACCIA TINTINNARE LE CONCHIGLIE O I BOTTONI. • L’AQUILONE: SERVONO DUE ASSICELLE DI LEGNO LEGGERO, UN FOGLIO DI CARTA LEGGERO , IL FILO DI NAILON……. PER VEDERLO VOLARE NE ABBIAMO ACQUISTATO UNO , UN PO’ D’ARIA E….CORRIAMO IN GIARDINO. IL GIORNO 8 APRILE I BAMBINI GRANDI , SYRIA, GIORGIA, FILIPPO, IRENE, CHIARA, COSTANZA ,MASSIMILIANO HANNO PIANTATO UN ULIVO IN GIARDINO. L’ALBERO TESTIMONIERA’ IL LORO PASSAGGIO E RIMARRA’ UN BEL RICORDO. TANTE LE FOTO DI RICORDO. •


ELEMENTO….. ARIA “L’ARIA NON SI VEDE MA SI SENTE” i bambini “l’aria si vede quando c’e’ il vento e sposta le cose, le vele, i rami degli alberi e i panni stesi” i bambini aria pulita ,aria sporca.

abbiamo costruito :aquiloni, girandole e scaccia pensieri.


U.D.A. N°

5

MAGGIO 2009

ELEMENTO….. ACQUA AMBITI

IL SE’ E L’ALTRO IL CORPO E IL MOVIMENTO LINGUAGGI, CREATIVITA’, ESPRESSIONE. I DISCORSI E LE PAROLE LA CONOSCENZA DEL MONDO

TITOLO I FANTASICI QUATTRO: terra, fuoco, aria, acqua.

GRUPPO:

Piccoli Medi Grandi.

MOTIVAZIONI AVVICINARE FIN DA PICCOLI I BAMBINI ALLA NATURA, AI SUOI RITMI,AI SUOI TEMPI, ALLE SUE MANIFESTAZIONI, PER PROVARE A CONSEGNARE LORO UN AMBIENTE DA ESPLORARE, RISPETTARE E AMARE.

OBIETTIVI FORMATIVI 1. OSSERVARE CON CURIOSITA’ E ANALIZZARE SITUAZIONI ED EVENTI 2. FORMULARE IPOTESI E PREVISIONI RELATIVE A FENOMENI OSSERVATI E VERIFICARLE. 3. CONOSCERE LE CARATTERISTICHE DELL’ACQUA. 4. PASSARE DALL’ESPLORAZIONE SENSO-PERCETTIVA ALLA RAPPRESENTAZIONE SIMBOLICA DEL VISSUTO. 5. USARE DIVERSE TECNICHE ESPRESSIVE E COMUNICATIVE. 6. SVILUPPARE LA CAPACITA’ DI LAVORARE IN GRUPPO, DI NEGOZIARE E COOPERARE. 7. INCREMENTARE CONSAPEVOLEZZA E SENSIBILITA’ NEI CONFRONTI DELL’AMBIENTE.

MODALITÁ DI VERIFICA: OSSERVIAMO LE CAPACITA’ DI: • OSSERVARE E FARE IPOTESI • COLLEGARE FATTI E SITUAZIONI • RAPPRESENTARE VERBALMENTE L’ESPERIENZA


METOLOGIA / ATTIVITÁ

ELEMENTO……. ACQUA SCOPRIAMO L’ACQUA , LE SUE QUALITA’ E I COMPORTAMENTI DELLE COSE CHE LA INCONTRANO. L’ACQUA E’ UN ELEMENTO VITALE CHE POSSIAMO OSSERVARE PARTENDO DA APPROCCI DIFFERENTI: SENSORIALE, PERCETTIVO, SCIENTIFICO, ESPRESSIVO, ECOLOGICO….. • COS’E’ L’ACQUA? • DOVE TROVIAMO L’ACQUA? • CHE COLORE HA L’ACQUA? • CHE SAPORE HA L’ACQUA? REGISTRIAMO LA VERBALIZZAZIONE DEI BAMBINI. ALLE PRIME SCOPERTE SULLE CARATTERISTICHE DELL’ACQUA, AGGIUNGIAMONE ALTRE PER CAPIRE COME INFLUENZA LA NOSTRA VITA E QUELLA DELL’AMBIENTE IN CUI VIVIAMO. INIZIAMO IL PERCORSO LEGGENDO UNA STORIA SULL’ACQUA.

L’ACQUA ATTRAVERSO I 5 SENSI -

I BAMBINI ATTRAVERSO GIOCHI, ESPERIMENTI VARI HANNO SCOPERTO CHE L’ACQUA SI PUO’ : TOCCARE, ASSAGGIARE,SENTIRE, VEDERE,ODORARE. TATTO :ABBIAMO TOCCATO L’ACQUA CALDA E FREDDA. UDITO :ABBIAMO, IN SILENZIO, ASCOLTATO LA PIOGGIA CHE CADEVA FORTE, CHE RUMORE! VISTA :L’ACQUA E’ TRASPARENTE. GUSTO : ABBIAMO ASSAGGIATO L’ACQUA SALATA, DOLCE E NORMALE. OLFATTO :L’ACQUA NON HA ODORE. ESPERIMENTO :PRENDIAMO UN CONTENITORE E LO RIEMPIAMO D’ACQUA. COSA SUCCEDE SE IMMERGIAMO DEGLI OGGETTI ? AFFONDANO O GALLEGGIANO? OGNI BAMBINO IMMERGE L’OGGETTO PRESCELTO E OSSERVA . CONCLUSIONE : GLI OGGETTI PESANTI AFFONDANO MENTRE QUELLI LEGGERI GALLEGGIANO. QUADRI D’ ACQUA E CARTA VELINA : AI BAMBINI PROPONIAMO DI FAR CADERE , SU FOGLI DI CARTA VELINA AZZURRA E BLU, GOCCIOLONI D’ACQUA OTTENENDO MACCHIE IRREGOLARI SIMILI A PICCOLE POZZANGHERE O GOCCE DI PIOGGIA. I BAMBINI PICCOLI , UTILIZZANDO SVARIATE TECNICHE HANNO REALIZZATO UN PICCOLO LIBRO INTITOLATO :”LA STORIA DELLA GOCCIOLINA D’ACQUA”


IL GIORNO 12 MAGGIO SIAMO ANDATI IN ALPE SELVIANA, PRESSO LA COOPERATIVA “IL GLICINE”. L’USCITA SI E’ RIVELATA MOLTO ISTRUTTIVA E INTERESSANTE. I BAMBINI HANNO ASCOLTATO CON MOLTO INTERESSE TUTTE LE NOTIZIE RELATIVE AL TERRITORIO E AGLI INDIGENI CHE DA SEMPRE ABITANO SUL MOTTARONE. ALDO MAULINI HA SPIEGATO AI BAMBINI CHE GLI INDIGENI SONO GLI ANIMALI PIU’ PICCOLI COME AD ESEMPIO I GIRINI. INSIEME , MUNITI DI PICCOLE VASCHETTE SIAMO ANDATI A “PESCARE” I GIRINI PRESSO UN PICCOLO RUSCELLO E CON ALDO LI ABBIAMO OSSERVATI AL MICROSCOPIO. SUCCESSIVAMENTE SIAMO ANDATI A VEDERE LE STALLE DOVE ABBIAMO VISTO : MAIALI, PECORE, CAPRE, MUCCHE E CONIGLI. L’ESPERIENZA E’ STATA RAPPRESENTATA GRAFICAMENTE E CON LA PASTA SALATA AZZURRA , VERDE E NERA HANNO REALIZZATO UN PICCOLO STAGNO CON L’ACQUA , I GIRINI E LE RANE. IL GIORNO 14 MAGGIO I BAMBINI GRANDI : SYRIA, GIORGIA, FILIPPO, IRENE, CHIARA, COSTANZA E MASSIMILIANO HANNO INCONTRATO I BAMBINI DELLA SCUOLA PRIMARIA (PROGETTO CONTINUITA’). VEDI RELAZIONE DELL’ESPERIENZA.


ELEMENTO…… ACQUA

• USCITA DIDATTICA IN “ALPE SELVIANA” • L’ACQUA ATTRAVERSO I 5 SENSI • LA STORIA DELLA GOCCIOLINA D’ACQUA. • QUADRI DI CARTA VELINA E ACQUA.


I QUATTRO ELEMENTO : TERRA, FUOCO ,ARIA E ACQUA SI INCONTRANO NELLA MOSTRA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE.

FINE


Ffantastici 4