Issuu on Google+

A cura di Massimo Canorro (artecultura@voxroma.it)

arte&cultura Edward Hopper “Cantore inquieto e originale di quell'America del quotidiano”, come è stato definito, Edward Hopper, con i suoi capolavori, ci rivela il volto più autentico dell’America del secolo scorso

Fabrizio De Andrè . Fino al 16 maggio

Caravaggio. Fino al 13 giugno

Chris Burden. Fino al 27 marzo


70

arte&cultura

EDWARD HOPPER

DAL 16 FEBBRAIO AL 13 GIUGNO Museo Fondazione Roma - Via del Corso, 320 Info: 06 6786209 - Orario: dal martedì al sabato ore 10.00-20.00 - Ingresso: intero 10,00 euro; ridotto 8,00 euro; bambini fino a 14 anni gratuito www.fondazioneroma.it - www.edwardhopper.it

er celebrare il quattrocentesimo anniversario della morte di Michelangelo Merisi, le Scuderie del Quirinale, in collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, presentano una mostra che intende offrire al pubblico la produzione certa, la summa indiscutibile del Maestro. Nata sotto l'alto patronato del Presidente della Repubblica Italiana, la rassegna rivisita l'intera carriera artistica di Caravaggio in un percorso che non è strettamente cronologico, bensì teso a valorizzare il confronto tra tematiche e soggetti uguali. Così accanto a Ragazzo con il canestro di frutta, tra le più importanti opere giovanili, viene esposto il Bacco degli Uffizi, un'altra magnifica natura morta. Tale confronto diretto tra soggetti caravaggeschi vuole fungere da filo conduttore della mostra curata da Rossella Vodret e Francesco

P

"Uno dei massimi poeti della solitudine, dell'isolamento, del senso di estraniamento urbano del secolo scorso". Questa la definizione ascritta dal presidente della Fondazione Roma, Emmanuele Emanuele, all'artista statunitense Edward Hopper (1882-1967), al centro di una rilevante rassegna antologica "con alcuni capolavori celeberrimi e altri meno noti al pubblico". Già approdata nella sede di Palazzo Reale a Milano, la mostra toccherà la capitale il 16 febbraio, rimanendo aperta nelle sale del Museo Fondazione Roma fino al 13 giugno. Quindi, dal 25 giugno al 17 ottobre, la rassegna proseguirà presso la Fondation de l'Hermitage di Losanna, in Svizzera. "Hopper è il cantore inquieto e originale di quell'America del quotidiano, che rifugge dal glorificare la potenza econo-

CARAVAGGIO

mica statunitense, per preferire, al contrario, il volto della tranquillità ordinata e riservata", spiega ancora Emanuele. I silenzi delle case e della gente della middle-class fungono da filo conduttore per le oltre 160 opere esposte a Roma, da SelfPortrait (1925-1930) a The Sheridan Theatre (1937), da New York Interior (1921) a Girlie Show (1941) Morning Sun (1952), South Carolina Morning (1955), Second Story Sunlight (1960). Suddivisa in sette sezioni, seguendo un ordine tematico e cronologico, l'esposizione curata dal conservatore del Whitney Museum of American Art di New York, Carter Foster, attraversa l'intera produzione di Hopper e tutte le tecniche di un artista considerato oggi, a pieno titolo, un grande classico della pittura del Novecento.

AUSTRALIA TODAY

DAL 18 FEBBRAIO AL 13 GIUGNO

Buranelli. E ancora, accanto a opere molto note - come le due versioni della Cena in Emmaus rispettivamente dalla National Gallery (Londra) e dalla Pinacoteca di Brera, i Musici dal Metropolitan Museum (New York) e l'Amore vincitore dalla Gemaldegalerie di Berlino altre più rare e di ardua visione, come la Deposizione dei Musei Vaticani e l'Incoronazione di Spine dal Kunsthistorisches Museum di Vienna.

Scuderie del Quirinale Via XXIV Maggio, 16 Info: 06 39967500 Orario: da domenica a giovedì ore 10.00-20.00; venerdì e sabato ore 10.00-22.30 Ingresso: intero 10,00 euro; ridotto 7,50 euro www.scuderiequirinale.it

Le creazioni di 127 artisti aborigeni australiani, prodotte utilizzando come supporto la corteccia di eucalipto, sotto i riflettori della collettiva Australia Today presso il Museo di Palazzo Incontro. Curata dalla National Gallery Firenze - presieduta da Marco Parri la mostra è divisa in cinque sezioni principali che, come spiega il direttore artistico Luca Faccenda, si focalizza sulle "popolazioni che sono riuscite a tramandare l'intero bagaglio delle loro esperienze tramite le arti figurative" FINO AL 7 MARZO Palazzo Incontro Via dei Prefetti, 22 Orario: dal martedì alla domenica ore 10.00-19.00 Ingresso: libero www.provincia.roma.it


www.voxroma.it

71

arte&cultura

DAL 24 FEBBRAIO AL 16 MAGGIO

FABRIZIO DE ANDRÉ.

La Mostra

Museo dell’Ara Pacis - Lungotevere in Augusta - Orario: martedì/domenica ore 9/19 - Ingresso: intero 8,00 ridotto 6,00 - Info: 06 0608 - www.arapacis.it

"Perché già dalla prima trincea ero più curioso di voi, ero molto più curioso di voi". L'interesse culturale nei confronti "dell'anticipatore della contemporaneità" Fabrizio De André non è mai sfiorito, alimentato dall'eredità artistica che Faber ha elargito a piene mani. Dopo la natia Genova e Nuoro, l'onore spetta a Roma. Il Museo dell'Ara Pacis presenta Fabrizio De André. La mostra, un'esposizione multimediale che ne racconta con dovizia la vita, la musica, le passioni. Suddivisa in sezioni suggestive più che rigide, la rassegna affronta i grandi temi della poetica di De André: la società del benessere e il boom economico degli anni Sessanta, gli emarginati e i vinti, la libertà, l'etica e l'anarchia, gli scrittori e gli chansonniers, le donne e l'amore, la ricerca musicale e linguistica, i luoghi rappresentativi della sua esistenza. Ne La poetica, sei

schermi trasparenti allineati in prospettiva ottica narrano altrettanti temi: Genova, l'amore, la guerra, la

morte, l'anarchia, gli ultimi. Quindi una serie di piccoli pannelli riproducono le copertine dei principali lavori in studio, che possono essere selezionati e posizionati su appositi tavoli attivando una serie di proiezioni (sezione La musica). Ne I personaggi, invece, il visitatore si rapporta ai protagonisti delle canzoni di De André: schermi/tarocchi virtuali dentro i quali appaiono trentuno personaggi (Nina, Il matto, Marinella, Il giudice, Piero, L'ottico, Bocca di rosa, Carlo Martello, Il suonatore Jones e il pescatore, solo per citarne alcuni). E ancora, le sezioni La vita - una dettagliata cronologia e nuovi sguardi d'autore con stampe fotografiche di grande formato - e Fabrizio in video, dove su uno schermo appare un rullo ininterrotto di alcune ore con una serie di contributi video della Rai (apparizioni tv, interviste, concerti). A cura di Vittorio Bo, Guido Harari, Vincenzo Mollica e Pepi Morgia - promossa dal Comune di Roma, Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione, Sovraintendenza ai Beni Culturali - la rassegna espone molti oggetti legati a Faber: la postazione originale con microfono, leggìo e casse, tre chitarre originali, il mandolino genovese, le stesure di alcuni brani.

Campagna ROMANA

CHRIS BURDEN.

La Città Eterna e la suggestiva Campagna Romana nell'arte figurativa attraverso la pittura di genere della seconda metà del Seicento. Promossa dalla Provincia di Roma - Assessorato alle Politiche Culturali, La Campagna Romana dai Bamboccianti alla Scuola Romana si snoda tra circa 140 opere - olii, acquerelli, disegni e incisioni - provenienti da collezioni private. Curata da Clemente Marigliani, la mostra ripercorre i lavori degli artisti presenti nella capitale in occasione del Grand Tour fino ad arrivare ai XXV della Campagna Romana dei primi del Novecento e ai grandi pittori della Scuola Romana.

Tutte le ambiguità di Chris Burden, che non espone nella Capitale da oltre trent'anni, sono accolte dalla Gagosian Gallery. In The Heart: Open or Closed - tre opere individuali ma in rapporto fra loro l'artista di Boston prosegue la sua ricerca sulle costruzioni architettoniche e sul ruolo che assumono nel riflettere le differenti culture. L'installazione Nomadic Folly (2001) si compone di un'ampia piattaforma in legno di cipresso e di quattro grandi ombrelloni, avvolta da seducenti sonorità turco-armene. Quindi il nuovo lavoro Dreamer's Folly (2010), una serie di tre ornati gazebi in ghisa rievocanti la tipica architettura di un bucolico belvedere in un giardino all'inglese. L'approdo è poi alla video-proiezione The Rant (2006), dove il volto di Burden emerge sopra il pelo dell'acqua per declamare, nelle vesti di un predicatore xenofobo, un messaggio in francese di un avvincente rifiuto dell'Altro.

FINO AL 14 FEBBRAIO Complesso del Vittoriano (Salone Centrale) Via San Pietro in Carcere - Orario: lunedì/giovedì ore 9.3019.30 - Ingresso: libero- Info: 06 6780664

The Heart: Open or Closed

DAL 13 FEBBRAIO AL 27 MARZO Gagosian Gallery Via F.Crispi, 16 Info: 06 42086498 - orario: mar/sab ore 10.30 -19.00 e su appuntamento - Ingresso libero - www.gagosian.com


72

arte&cultura icca di appuntamenti l'agenda del Museo d'Arte Contemporanea, con cinque eventi da annotare che si protrarranno fino al 5 aprile. È dedicato a Graziella Lonardi Buontempo, fervente animatrice artistico/culturale della scena capitolina degli anni Settanta, il secondo allestimento di MacroRadici del contemporaneo. A cura di Massimo Barbero e Francesca Pola, il progetto si sviluppa attorno a figure decisive per le vicende artistiche della città, con l'obiettivo di mostrarne l'attualità come sorgenti dell'oggi. Le due mostre (Sala Panorama, primo piano), entrambe curate all'epoca da Achille Bonito Oliva, sono Vitalità del negativo nell'arte italiana 1960/70 - che mutò il Palazzo delle Esposizioni in un contenitore multimediale - e Contemporanea, rassegna interdisciplinare internazionale che inaugurò nel 1973 il parcheggio sotterraneo di Villa Borghese. Proposti dalle curatrici Sabrina Vedovotto e Ilaria Marotta, gli artisti Valentina Diego e Pietro Ruffo sono al centro del secondo appuntamento del ciclo di mostre roommates/coinquilini (Sala Panorama destra, primo piano), mutando la spazialità di una delle sale museali attraverso la presenza di due installazioni site-specific prodotte dal Macro per questo progetto. Ancora, la grande installazione di Enzo Cucchi, tra i protagonisti italiani della scena artistica internazionale, Costume interiore. Accolta nella Hall, una visionaria torre composta da tre forme cilindriche sovrapposte in metallo, "che il visitatore è invitato a percorrere sia salendo verso l'alto sia scendendo verso il basso", per scoprire l'universo di immagini racchiuso in esse, fatto di presenze antropomorfiche e volumi sospesi (teste, teschi, agglomerati di pittura, sfere sottili). Quindi il Macro presenta The Blue Carpet (1997), opera storica degli artisti russi Ilya &

R

VISIONI CELESTI In esposizione: calendari e lunari, orologi solari e meridiane, atlanti celesti, trattati di astrologia, libri e manoscritti astronomici, testimonianze della cultura araba e cinese, rievocando lo scenario seicentesco della cultura romana. Tra i pezzi di maggior pregio emergono il globo celeste manoscritto del XVI secolo attribuito a Cristoforo Clavio e uno studio di preparazione ai testi classici di trigonometria e astronomia interamente a mano. E ancora, un globo celeste di Matthaus Greuter, un astrolabio arabo manoscritto dall'inizio del XVI secolo, i fusi a stampa del globo celeste di Vincenzo Maria Coronelli, una raccolta di manoscritti astronomici di Vincenzo Miotti (XVIII secolo), l'oroscopo di Cristina di Svezia (XVII secolo). Visioni celesti è una rassegna dove scienza e lettura degli astri camminano all'unisono, sottolineando quella parte della cultura scientifica che ha avuto una delle sue primarie fucine proprio all'interno della sede dei Gesuiti al Collegio Romano. FINO AL 20 MARZO Biblioteca Nazionale Centrale di Roma Viale Castro Pretorio, 105 Info: 06 49891 Orario: lunedì/venerdì ore 10.00-18.00 Ingresso: libero www.bncrm.librari.beniculturali.it

JUST ANOTHER STORY ABOUT LEAVING FINO AL 5 APRILE Macro (Museo d’Arte Contemporanea Roma) Via Reggio Emilia, 54 Info: 06 671070400 www.macro.roma. museum L’indagine introspettiva, le ambiguità dell’individuo e degli oggetti sono le caratterizzazioni dell'artista svizzero, che per l'occasione propone un progetto multiforme, incorporando sia un allestimento ideato per due sale museali sia un viaggio personale attraverso le differenti cronologie della Città Eterna.

MACRO

FINO AL 5 APRILE (Museo d'Arte Contemporanea Roma) Via Reggio Emilia, 54 - Info: 06 671070400 Orario: dal martedì alla domenica ore 9.00-19.00 Ingresso: intero 4,50; ridotto 3,00 www.macro.roma.museum

Emilia Kabakov. Si tratta di un ambiente singolare in cui confluiscono intimità, sogno e momento creativo. Un'intera scala del secondo piano (Sala Macro, sinistra) è occupata da un enorme tappeto blu, sul cui perimetro gli artisti hanno posto una serie di piccoli quadri. Infine con la mostra Architettura in bianco e nero nelle fotografie di Oscar Savio. Immagini dalla Fototeca del Crdav (Macro) si rende tributo a Oscar Savio, figura chiave nell'ambito della fotografia d'arte del Novecento. Le immagini appartengono alla Sezione Architettura del Fondo Savio, acquistato dal Centro Ricerca e Documentazioni Arti Visive degli anni Ottanta.

The Blue Carpet

SEI FOTOGRAFIE

MAZZACURATI

MISCELANZE#3

ROLANDO MONTI

IL REMBRANDT DELLE ROVINE

FINO AL 5 APRILE MACRO (Museo d'Arte Contemporanea Roma) Via Reggio Emilia, 54 Info: 06 671070400 Orario: dal martedì alla domenica ore 9.00-19.00 www.macro.roma.mu seum

FINO AL 21 FEBBRAIO Casino dei Principi Villa Torlonia Via Nomentana, 70 Info: 06 0608 Orario: dal martedì alla domenica ore 9.0016.30 www.museovillatorlonia.it Una figura di riferimento tra gli anni Venti e Trenta per l’arte italiana, con particolare attenzione per Roma. A quarant'anni dalla sua comparsa, una mostra rende omaggio a Renato Marino Mazzacurati. In cartellone al Casino dei Principi di Villa Torlonia, la retrospettiva prende corpo lungo 80 opere - alcune delle quali inedite - tra dipinti, sculture, lavori grafici e di arte applicata.

FINO AL 26 FEBBRAIO Brancaleone Via Levanna, 13 Info: 06 82004382 Orario: dal giovedì al sabato dalle ore 23.00 Ingresso: libero www.brancaleone.eu

FINO AL 28 FEBBRAIO Museo Boncompagni Ludovisi Via Boncompagni, 18 Info: 06 42824074 Ingresso: libero www.museoboncompagni.beniculturali.it

DAL 17 FEBBRAIO AL 17 APRILE Casa di Goethe Via del Corso, 18 Info: 06 32650412 Ingresso: intero 4,00; ridotto 3,00 www.casadigoethe.it

Emilia Parente, Barbara Renzi, Floriana Orlandino, Gisella Giudice. È il team di quattro donne architetto, rinominato p.r.o.g.arch_design, che unendo le singole esperienze dà vita a un evento artistico in stretta collaborazione con il Brancaleone. Spaziando dalla progettazione al restauro, dalla ristrutturazione al design, il collettivo presenta un'installazione fluttuante dalle forme organiche che ambisce a mettere in crisi la rigidità dell'ambiente originario.

L'esposizione accoglie oltre cento opere tra dipinti e disegni provenienti dall'Archivio Rolando Monti di Roma, messi a disposizione dal figlio dell'artista, Paolo Monti, dalla Gnam, dal Museo dell'Accademia Etrusca e della Città di Cortona. Completano alcune opere di Capogrossi, Cavalli, Melli, Pirandello, esponenti, insieme allo stesso Monti, della pittura tonale romana..

Una selezione di 30 acqueforti tratti da le Vedute di Roma, opera monumentale di Giovanni Battista Piranesi (1720-1778), ribattezzato il Rembrandt delle rovine. La Casa di Goethe dedica per la prima volta una rassegna al celebre incisore. Monumenti antichi e classici della Città Eterna, scorci da vicino, taglie diagonali, ombre pronunciate, cieli mossi e tonalità ricercate.

Approfondire la ritualità collettiva e la crisi di valori della piccola e media borghesia, cogliendole con humour tipicamente britannico. È il fotografo Martin Parr al centro della personale presso la Mediateca del Museo d'Arte Contemporanea di Roma. La rassegna propone immagini lapidarie, graffianti e ironiche.


73

arte&cultura

www.voxroma.it

l'esilio) contribuisce a far conoscere la principessa Charlotte Bonaparte (1802-1839), figlia di Giuseppe, fratello maggiore di Napoleone, amante dell'arte e animatrice dei salotti intellettuali. Nucleo centrale della rassegna sono i suoi album di disegni, acEsporre il ritratto di una "femme artiste e querelli, incisioni, oltre ad opere del marito salonnière" intelligente e colta, dolce e Napoleone Luigi e dei numerosi artisti che sensibile, rimasto in gran parte celato. Il Charlotte incontrò nel corso dei suoi viaggi. Museo Napoleonico porta a Roma la rasse- La cura della mostra (promossa dal Cogna Charlotte Bonaparte dama di molto spi- mune di Roma, Assessorato alle Politiche rito. La romantica vita di una principessa Culturali e della Comunicazione, Sovrainartista, un iter espositivo che, attraverso di- tendenza ai Beni Culturali) - è di Maria Elisa verse sezioni (dall'infanzia agli anni delTittoni e Giulia Gorgone.

CHARLOTTE BONAPARTE

BOLDINI E GLI ITALIANI A PARIGI

WHAT A WONDER-FOOD WORLD

FINO AL 14 MARZO Dart - Chiostro del Bramante Arco della Pace, 5 Info: 06 68809035 Ingresso: intero 10,00 euro; ridotto (martedì per tutti) 7,50 euro; ridotto (14-18 anni) 7,50 euro; ridotto (7-13 anni) 4,50 euro www.chiostrodelbramante.it

DAL 5 FEBBRAIO AL 2 APRILE Dorothy Circus Gallery Via Nuoro, 17 Info: 06 7021179 Orario: martedì/giovedì ore 11.30-19.30; venerdì e sabato ore 15.30-19.30 Ingresso: libero www.dorothycircusgallery.com

SANDRO CHIA

ESERCIZI DI VOLO

FINO AL 28 FEBBRAIO Gnam (Galleria nazionale d’arte moderna e contemporanea) Viale delle Belle Arti, 131 Info: 06 32298221 Ingresso: intero 10,00 euro; ridotto 8,00 euro www.gnam.beniculturali.it

FINO AL 20 FEBBRAIO Ex Elettrofonica V.lo di Sant’Onofrio, 10 Info: 06 64760163 Orario: martedì/sabato ore 16.00-20.00 Ingresso: libero www.exelettrofonica.c om

La Belle Èpoque di Parigi, divenuta laboratorio artistico e letterario nel quale convivevano tendenze dalla natura differente e periodo che ha visto la nascita di veri capolavori. Questo il panorama della mostra Boldini e gli italiani a Parigi allestita a Roma presso il Dart, al Chiostro del Bramante.

Cibo per gli occhi e per la mente dagli svariati colori, dalle forme accattivanti, rappresentato tanto nella sua oggettività quanto nelle sue allusioni. Il cibo si incontra/scontra con l'arte grazie al duoshow di Nouar e Laura Wächter nel suggestivo allestimento della Dorothy.

Sessantuno opere 56 dipinti e 5 sculture in bronzo - che ripercorrono le tappe fondamentali della carriera di Sandro Chia. Dai primi passi negli anni Settanta al riscontro della Transavanguardia negli anni Ottanta, dall'affermazione come punto focale nel panorama artistico internazionale degli anni Novanta ad oggi.

"La personale di Claudia Zicari è frutto di una riflessione sui condizionamenti che regolano la formazione e lo sviluppo dell'identità individuale e sociale". Il curatore della mostra, Simone Battiato, presenta in questo modo un'artista le cui opere - definite dalle parole dell'autrice - "nascono dalla polverizzazione del tempo che le ha generate".

DALLA LAGUNA VACANZA ROMANA

SANTUARIO DI ERCOLE VINCITORE

GIOVENTÙ IN FERMENTO

GLI ANNI DI GRACE KELLY

FINO AL 7 MARZO Galleria L'Agostiniana Santa Maria del Popolo - Piazza del Popolo, 12 Info: 349 1571803 Orario: tutti i giorni ore 10.00-18.00 Ingresso: libero

FINO AL 27 FEBBRAIO Santuario di Ercole Vincitore Via degli Stabilimenti, 5 (Tivoli) Info: 0774 330329 Ingresso: gratuito (prenotazione obbligatoria)

FINO AL 10 FEBBRAIO Casa delle Letterature Piazza dell'Orologio, 3 Info: 06 68134697 Ingresso: libero www.casadelleletterature.it

FINO AL 28 FEBBRAIO Palazzo Ruspoli Fondazione Memmo Via del Corso, 418 Info: 06 6874704 Ingresso: intero 10,00 euro; ridotto 7,50 euro www.fondazionememmo.com

Dalla pittura dipinta all'impiego della fotografia attraverso la computer-grafica, la mostra capitolina propone una serie di linguaggi - quelli di Paolo Ferretton, Marisa Gramola, Walter Marin, Ilario Padovan, Vittorio Schweiger, Bruno Zago, Una rassegna dove "l'estetica del colore e i simboli presiedono l'esperienza emozionale e sensoriale della realtà”.

Guidare lo spettatore in maniera non convenzionale attraverso un luogo in continuo divenire. Continua con questo spirito il percorso all'interno del cantiere di scavo del Santuario di Ercole Vincitore di Tivoli. Una serie di pannelli illustrativi aiutano il pubblico ad immergersi nell'atmosfera di sfida e curiosità alla base del progetto di restauro e riqualificazione.

Via Consolare, Spettacolo, Pattuglia. Sono tre riviste che lo scrittore e giornalista Armando Ravaglioli diresse fra il 1939 e il 1943, ora al centro di questa mostra. Le pubblicazioni sopracitate riuscirono ad oltrepassare i limiti provinciali di Forlì, ottenendo una diffusione nazionale grazie all'adesione/collaborazione di intellettuali, letterati e artisti di tutto il Paese come, per esempio, Giorgio Strehler e Italo Calvino.

L’allestimento propone lettere, oggetti personali, abiti, gioielli, estratti di film e accessori iconici, come la maxibag di Hermes, in cuoio marrone scuro, denominata Kelly in onore della Principessa. Un percorso affascinante attraverso le tappe della vita di una donna unica che ha saputo rendere reale una favola e cristallizzarla nel mito.

DAL 5 FEBBRAIO AL 18 APRILE Museo Napoleonico Piazza di Ponte Umberto I, 1 Info: 06 0608 Orario: martedì domenica ore 9.00-19.00 Ingresso: intero 5.50 euro; ridotto 4.00 euro www.museonapoleonico.it

MACHINA. Tecnologia dell'antica Roma "Un percorso espositivo che si offre quale spunto di riflessione sul passato, per arrivare al presente e proiettarsi nel futuro". Così Umberto Croppi, Assessore alle Politiche Culturali e della Comunicazione del Comune di Roma, introduce la mostra didattico-scientifica Machina. Tecnologia dell'Antica Roma, ospitata dal Museo della Civiltà Romana. Tecnologia, marchingegno, ordigno, congegno a inganno ma anche ponte, macchina bellica e d'assedio: in una parola "machina". A cura di Rita Correnti Percivalli la rassegna propone oltre cento esempi di tecnologia suddivisi tra reperti archeologici, ricostruzioni virtuali, macchine, meccanismi e opere in scala. Sono ben 47 i calchi provenienti dalla collezione del Museo della Civiltà Romana e 32 frammenti - tra cui alcuni inediti dall'Auditorium comunale - incrementano l'esposizione. Particolarmente consona alle visite guidate delle scuole, Machina analizza l'importanza strategica dell'ambito tecnologico per lo sviluppo dell'Impero, indagando su tematiche eccezionali per la loro valenza contemporanea. Dai ponti alle immagini cartografiche, dalle macchine per lo sfruttamento delle risorse ambientali alla piattaforma girevole. La rassegna è promossa dall'Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione - Sovraintendenza ai Beni Culturali del Comune di Roma e da Sapienza Università di Roma. FINO AL 5 APRILE Museo della Civiltà Romana Piazza Giovanni Agnelli, 10 Info: 06 54220919 Orario: mar/ven ore 9.00-14.00; sab e dom ore 9.00-19.00 Ingresso: intero 9,00; ridotto 7,00 (Mostra e Museo della Civiltà Romana) www.museociviltaromana.it


74

arte&cultura

FLUXUS BIENNIAL Allestita in AuditoriumArte e promossa dalla Fondazione Musica per Roma, la mostra ripercorre lo spirito dell'artista lituano puntando sul tema del gioco quale spunto di relazione e di cambiamento. L'esposizione, curata da Achille Bonito Oliva, presenta oltre a uno speciale ping-pong riadattato da Maciunas, esempi dell'attività di graphic-designer dell'artista scomparso nel 1978 e divenuto dal 1962 il teorico, l'ideatore e l'organizzatore del gruppo Fluxus. Considerato (a torto) un movimento artistico, Fluxus fu un collettivo creativo che trovò in Maciunas un infaticabile referente teorico-organizzativo, capace di condurre al dialogo artisti dall'Europa, dagli Stati Uniti e dall'Estremo Oriente. Maciunas fu poi considerato il "padre di Soho", essendo il primo a stabilire nel quartiere di New York alcune cooperative di artisti, fornendo loro l'occasione di poter vivere e lavorare in spazi consoni. FINO AL 17 MARZO Auditorium - Parco della Musica Viale Pietro De Coubertin, 34 Info: 06 80241436 Ingresso: libero www.auditorium.com

IL SEGRETO DI MARMO

FONTANA DEI FIUMI

Un vero e proprio unicum nel panorama dell'archeologia classica. Un complesso di oggetti in marmo provenienti da scavi clandestini nel territorio di Asculum, l'attuale Ascoli Satriano (Foggia). L'eccezionalità dei manufatti risiede nell'alta qualità del marmo, nella decorazione pittorica e nella storia del loro ritrovamento. Indagini condotte dal Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale, hanno permesso di ricondurre allo stesso contesto archeologico diciannove elementi di marmo sequestrati dalla Guardia di Finanza nel 1978, due esemplari conservati al J.P. Getty Museum di Los Angeles (restituiti all’Italia nel 2007).

Prosegue l'opera di restauro, in Piazza Navona, della vasca della fontana progettata e realizzata da Gian Lorenzo Bernini fra il 1648 e il 1651 (sotto il pontificato di Innocenzo X Pamphilj), sovrastata dall'obelisco di Domiziano. Si completa così l'intervento di rimessa a nuovo del monumento condotto tra il novembre 2006 e il novembre 2008. Progettato e diretto dall'Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro di concerto con la Sovraintendenza ai Beni Culturali del Comune di Roma, finanziato dal Ministero per i Beni e le Attività Cultuali, il lavoro si concluderà il 31 marzo. La fontana è dotata di una recinzione di cantiere provvista di alcune finestre trasparenti, così da poter seguire da vicino le varie fasi del restauro.

FINO AL 18 APRILE Museo Nazionale Romano in Palazzo Massimo Largo di Villa Peretti, 1 Info: 06 39967700 http://archeoroma.beniculturali.it

THE HIP Lo Spazio Arte del Room26 celebra Boris Hoppek attraverso un evento, The Hip (Neo Pop, Graffiti e Hi Hop), in cui l'artista tedesco presenta nuovi disegni e pitture. Partendo da un'impostazione legata alla street art, Hoppek travalica l'urban action appropriandosi di qualsiasi superficie. La sua icona distintiva è un ovale nero con due cerchi bianchi e un cerchio rosso: un "negrito" dal volto minimal e dal corpo variabile, capace di mutare in qualsivoglia oggetto. La personale è curata da Giuseppe Stagnitta e Julie Kogler. FINO AL 7 FEBBRAIO Room26 - Piazza Guglielmo Marconi, 31 - Info: 06 93386336 Ingresso: libero www.room26.it

FINO AL 31 MARZO

Libri GENIALE FURORE GIORDANOBRUNOGUERRI, "Follia?VitadiVincentVan Gogh",Bompiani,pagine143, euro17,50.

PER NON DIMENTICARE LEONCARLO SETTIMELLI, "Le parole dei lager", Castelvecchi, pagine 190, euro 14,00.

"Voglio fare disegni che vadano al cuore della gente, al cuore delle cose". Una storia amara quella di Van Gogh, caratterizzata da una serenità intellettuale raggiunta attraverso la solitudine più completa. Il pittore-genio olandese, morto suicida, diverrà un culto. In lui malattia mentale e visione creativa rimarranno costanti.

Sono mille le storie che racchiudono la realtà della Shoah. Dalla "A" di antisemitismo alla "Z" di Zyklon B, il volume raccoglie concetti-chiave di un linguaggio, quello del terrore, parlato ovunque in Europa nel corso della Seconda Guerra Mondiale. Una lettura per conoscere la Storia.

DISGRAZIA TERRENA

INTIME MUSICALITÀ

GUY BROWN, "Una vita senza fine?", Cortina, pagine 260, euro 25,00. La morte non è più quella di un tempo e le società postmoderne sono quasi riuscite a rimuoverla. Dal mito di Aurora e Titone alle dinamiche dell'invecchiamento cellulare, un viaggio scientifico, poetico e mitologico che affronta gli aspetti dell'invecchiamento e della dipartita. Che sia un modo per esorcizzarla?

NICK HORNBY, "Tutta un'altra musica", Guanda, pagine 316, euro 17,00. Qualche lettura in comune e sporadici concerti insieme. Sono gli unici momenti che accomunano Annie e Duncan. Lui coltiva un'unica, ossessiva, passione verso Tucker Crowe, cantante americano uscito dalle scene a metà degli anni Ottanta. Finché Annie inizia a provare un forte desiderio di maternità...

RISCATTI DI DONNA ISABEL ALLENDE, "L'isola sotto il mare", Feltrinelli, pagine 432, euro 19,50. Isola di Santo Domingo, 1770. Una miscela esplosiva di razze, culture e religioni. La piccola Zarité Sedella, detta Tété, viene venduta come schiava al giovane francese Toulouse Valmorain, sbarcato dall'Europa per rilevare la piantagione del padre morto. La passione, anche politica, farà sì che Tété potrà riscattare un passato di soprusi.

MORIRE DI CRONACA ANNA POLITKOVSKAJA, "Per questo", Adelphi, pagine 489, euro 25,00. Il 7 ottobre 2006 Anna Politkovskaja viene uccisa nell'androne di casa per mano di un killer. Questo volume riporta gli articoli raccolti grazie al lavoro appassionato dei giornalisti di Novaja gazeta, dei figli e della sorella della cronista assassinata. Una sorta di ininterrotto reportage sulla Russia contemporanea, dall'ottobre 1999 a fine settembre 2006.


75

arte&cultura

www.voxroma.it

Musei e gallerie Caffè Emporio Piazza dell’Emporio, 2 Info: 06 5744241 “Unica-mente. Riccardo Wilczeck” (Fino al 15 febbraio) Orario: tutti i giorni ore 18.00-03.00 Ingresso: libero www.caffemporio.com Caffetteria Dart Chiostro del Bramante Arco della Pace Info: 06 68803227 "Roberto Mercoldi. Intro(pro)spettive (volume 2)" (Fino al 21 febbraio) Orario: dal martedì alla domenica ore 11.0019.00 Ingresso: libero www.chiostrodelbramante.it Casina di Raffaello Piazza di Siena Info: 06 82059127 "Emanuele Luzzati, Gianni Rodari. I segni della fantasia" (Fino al 28 febbraio) Orario: dal martedì al venerdì ore 09.00-18.00; sabato e domenica ore 10.00-19.00 Ingresso: libero www.casinadiraffaello.it Co2 Contemporary Art Borgo Vittorio, 9/b Info: 06 45471209 "David Cerny. The Solo Show" (Fino al 27 febbraio) Orario: dal lunedì al venerdì ore 11.00-19.30; sabato ore 15.30-19.30 Ingresso: libero www.co2gallery.com Complesso del Vittoriano Via di San Pietro in Carcere Info: 06 6780363 "Cavouriana. Immagini di Cavour dalle collezioni del Museo Centrale del Risorgimento" (Fino al 28 febbraio) Orario: dal lunedì alla domenica ore 9.30-18.00 Ingresso: libero www.risorgimento.it Ermanno Tedeschi Gallery

Via del Portico d'Ottavia, 7 Info: 06 v45551063 "Roberto Schzen. Israele: uno sguardo sul passato" (Fino al 12 marzo) Orario: dal lunedì al venerdì ore 10.00-13.00 e 15.30-19.30; sabato e domenica per appuntamento Ingresso: libero www.etgallery.it Explora - Il Museo dei Bambini di Roma Via Flaminia, 82 Info: 06 3613776 "Fabrizio Biaggi. Cielo Aperto" (Fino al 28 febbraio) Orario: dal martedì alla domenica ore 10.00, 12.00, 15.00, 17.00 Ingresso: libero www.mdbr.it Galleria Delloro Via del Consolato, 10 Info: 06 64760339 "Carlo Bernardini. La luce che genera lo spazio" (Fino al 20 febbraio) Orario: dal martedì al sabato ore 16.30-19.30 Ingresso: libero www.galleriadelloro.it Galleria Pancaldi Artecontemporanea Via Antonio Serra, 78 Info: 06 3336798 "Bruno Ceccobelli. Vi-o-là" (Fino al 30 marzo) Orario: dal martedì al venerdì ore 15.30-19.30; sabato e domenica per appuntamento Ingresso: libero www.pancaldiarte.com Gnam (Galleria Nazionale d’Arte Moderna) Viale delle Belle Arti, 131 Info: 06 322981 “Sandro Chia Della pittura. Popolare e nobilissima arte” (Fino al 28 febbraio) Orario: dal martedì alla domenica ore 08.30-19.30 Ingresso: intero 10,00 euro; ridotto 8,00 euro

www.gnam.beniculturali.it Istituto Nazionale per la Grafica. Palazzo Fontana di Trevi Via Poli, 54 Info: 06 69980242 "Architettura Incisa" (Fino al 21 febbraio) Orario: dal martedì alla domenica ore 10.0019.00 Ingresso: libero www.grafica.arti.beniculturali.it Lipanjepuntin Arte Contemporanea Via di Montoro, 10 Info: 06 68307780 "Still in Motion: The 10th Anniversary" (Fino al 28 febbraio) Orario: dal martedì al sabato ore 14.00-20.00 Ingresso: libero www.lipanjepuntin.com Luce 44 Via della Luce, 44 Info: 06 5800846 "Carmia De Ninnis. Metallica" (Fino al 14 febbraio) www.luce44.it Mandeep Viale dello Scalo San Lorenzo, 55 Info: 06 43419054 “Rob Hornstra. The Sochi Project a Rome" (Fino al 27 marzo) Orario: dal lunedì al sabato ore 11.00-13.30 e 15.00-21.00 Ingresso: libero www.mandeep.it Mondo Pop Via dei Greci, 30 Info: info@mondopop.it “Arte Sagra” (Fino al 20 febbraio) Orario: martedì/domenica ore 10.30-19.30 Ingresso: libero www.mondopop.it Mu.Ga Via Giulia, 108 Info: muga@embrio.net "Note Fotografiche" (Fino al 10 febbraio) Orario: dal martedì al sabato ore 10.30-13.00 e 16.00-19.00 Ingresso: libero

www.embrio.net/muga Museo Bilotti - Aranciera di Villa Borghese Viale Fiorello La Guardia Info: 06 0606 “Jan Fabre. Le temps emprunté” (Fino al 14 febbraio) Orario: dal martedì alla domenica ore 9.00-19.00 Ingresso: intero 4,50 euro; ridotto 2,50 euro www.museocarlobilotti.it Museo di Roma in Trastevere Piazza di San Egidio, 1 Info: 06 0608 “Prima e dopo il Muro” (Fino al 14 febbraio) Orario: dal martedì alla domenica ore 10.0020.00 Ingresso: intero 5,50 euro; ridotto 4,00 euro www.museodiromaintrastevere.it Nomas Foundation Viale Somalia, 33 Info: 06 86398381 “Nina Beier / Marie Lund - The Testimony. Les Sabots. The Making of Difference. The Complete Works” (Fino al 19 febbraio) Orario: dal martedì al venerdì ore 14.00-19.00 Ingresso: libero www.nomasfoundation.com Palazzo Incontro Via dei Prefetti, 22 “Australia today” (Fino al 18 febbraio) Orario: dal martedì alla domenica ore 10.0019.00 Ingresso: liberi www.provincia.roma.it Smit Via di Santa Maria Alle Fornaci, 26 Info: 06 636321 “Patrizia Molinari. Il silenzio è d’oro” (Fino al 15 febbraio) Orario: dal lunedì (eccetto di mattina) al sabato ore 10.00-13.00 e 16.00-19.30. Ingresso: libero Studio Tiepolo 38 Via Giambattista Tie-

polo, 38 Info: info@studiotiepolo38.eu "Marco Sauro. Argento" (Fino al 20 febbraio) Orario: dal martedì al sabato ore 16.00-20.00 Ingresso: libero www.studiotiepolo38.eu Studio Trisorio Vicolo delle Vacche, 12 Info: 06 68136189 "Eulalia Valldosera. Limpieza" (Fino al 28 febbraio) Orario: dal martedì al sabato ore 16.00-20.00 Ingresso: libero www.studiotrisorio.com Terme di Diocleziano Via Enrico De Nicola, 79 Info: 06 4880530 "I Colori dell'Archeologia" (Fino al 28 febbraio) Orario: dal martedì alla domenica ore 09.0019.45 Ingresso: intero 7,00 euro; ridotto 3,50 euro www.archeorm.arti.beniculturali.it The Gallery Apart Via di Monserrato, 40 Info: 06 68809863 “Luana Perilli. Manutenzione sentimentale della macchina celibe” (Fino al 13 febbraio) Orario: dal martedì al sabato ore 16.00-20.00 Ingresso: libero www.thegalleryapart.it The Place Via Alberico II, 27/29 Info: info@theplace.it "Stefano Ansini" (Fino al 13 febbraio) www.theplace.it Villa Medici - Accademia di Francia Viale della Trinità dei Monti, 1 Info: 06 6761291 "Beatrice Caracciolo. Tumulti" (Fino al 14 marzo) Orario: dal martedì alla domenica ore 11.0019.00 Ingresso: intero 8,00 euro; ridotto 5,00 euro; sotto i 25 anni 3,00 euro www.villamedici.it


Soluzioni innovative e risposte adeguate ai bisogni socio-assistenziali

Da 25 anni al servizio delle persone.

Per sostenere Coopselios: indicare sulla dichiarazione dei redditi il Codice Fiscale: 01164310359 o effettuare bonifici su Cassa di Risparmio di Parma e Piacenza Sede di Piacenza IBAN: I IT14C0623012601000002039552 Unicredit Banca Ag. 5 – Reggio Emilia IBAN: IT19R0322612802000500019745 Bancoposta Viale Timavo – Reggio Emilia c/c 12083416

Per saperne di più: www.coopselios.com Sede Legale: via M.K. Gandhi 3 42100 Reggio Emilia (RE) tel 0522 323676 fax 0522 323658

Coopselios è una cooperativa sociale Onlus fondata nel 1984 allo scopo di fornire ad Enti Pubblici e Privati soluzioni avanzate ai problemi socio-sanitari ed educativi. Le persone, con i loro bisogni e i loro diritti, sono al centro della filosofia di Coopselios che ogni giorno eroga servizi a oltre 6.000 utenti, fra anziani, bambini e minori con problemi, utenti psichiatrici. Presente in 8 Regioni del territorio italiano con 176 strutture gestite, Coopselios si impegna nella ricerca continua, nella sperimentazione di nuovi modelli, nella costante formazione degli operatori, al fine di rispondere sempre più adeguatamente alle esigenze delle famiglie e delle comunità, impegnandosi, anche a fronte della contrazione della spesa sociale, per proporre un modello di welfare innovativo e sostenibile. Dal 2006 Coopselios è presente nel Lazio con servizi dedicati all’infanzia. Una sezione primavera a Roma e due asili nido a Frascati: nuove esperienze di crescita che, in poco tempo, hanno consentito un forte radicamento territoriale, anche grazie alla collaborazione con le Amministrazioni locali e al rapporto con le famiglie.


Arte e Cultura Febbraio